Issuu on Google+

N U M E R O … - , , , M AR Z O 2 0 1 1

Lab ur Point

Il Punto su…

Bonus assunzione zone svantaggiate: invio del modello C/IAL entro il 31 marzo p.v. In questo numero 1

Il punto su….

3

L’ipotesi di accordo

Irpef> Credito di imposta I datori di lavoro ammessi al credito d’imposta per le nuove assunzioni nelle aree svantaggiate, devono inviare in via telematica, all’Agenzia delle Entrate, il modello con il quale comunicano il mantenimento, nell’anno 2010, dell’incremento

del CCNL Terziario

occupazionale rispetto al complesso dei dipendenti in forza nel 2007, pena la

Confesercenti

decadenza dall’agevolazione.

7

La comunicazione va effettuata tramite il modello C/IAL da inoltrare entro le ore 24

Il Fondo Est e le novità

nel terziario introdotte dal

del 31 marzo 2011.

nuovo CCNL

Superamento del periodo di comporto e richiesta di conservazione del posto di lavoro

9

Scadenzario

Rapporto di lavoro > Malattia e infortunio Il Consiglio di Stato - con sentenza del 16 marzo 2011 n. 1608 - ha affermato che una volta esaurito il periodo di comporto per assenza per malattia e, senza che il lavoratore faccia ulteriore richiesta di conservazione del posto di lavoro, quest'ultimo può essere licenziato. Infatti, secondo la Corte "...onde evitare la perdita del posto di lavoro per esaurimento del periodo di comporto, il ricorrente, in luogo di raffigurare che le proprie condizioni di salute ..., ben avrebbe potuto eventualmente presentare una istanza di fruizione delle ferie per porre l'Amministrazione in grado di valutare la possibilità di concedere un ulteriore periodo di assenza dal servizio".

INPS: compilazione elenchi nominativi braccianti agricoli Previdenza>Agricoltura L'INPS - con Circolare del 23 marzo 2011, n. 55 - ha fornito le istruzioni

per la

compilazione degli elenchi anagrafici dei braccianti agricoli per l'anno 2010; le aziende interessate dovranno dichiarare lo stato calamitoso, al fine di consentire agli operai a tempo determinato di usufruire del riconoscimento, ai fini previdenziali


PAGINA 2

LABOUR POINT ed assistenziali, in aggiunta alle giornate di lavoro prestate, di un numero di giornate necessarie al raggiungimento di quelle lavorative effettivamente svolte. La trasmissione, sia telematica che cartacea, dovrà avvenire entro la data del 15 aprile 2011.

INPS: ritenuta d'acconto sulla doppia annualità ai superstiti Previdenza>Trattamenti pensionistici L'INPS - con Messaggio del 15 marzo 2011, n. 6645 - ha definito legittima la ritenuta d'acconto sugli importi erogati a titolo di doppia annualità della pensione ai superstiti agli aventi diritto a detto trattamento quali superstiti di vittima della criminalità organizzata, delle vittime del dovere e dei sindaci vittime di atti criminali nell'ambito dell'espletamento delle loro funzioni.

Licenziamento discriminatorio e diritto alla reintegra Rapporto di lavoro>Licenziamenti

La Cassazione - con sentenza del 18 marzo 2011, n. 6282 - ha chiarito che, la qualificazione del collaboratore come lavoratore dipendente a tutti gli effetti a seguito di pronuncia giudiziale, pur comportando l’illegittimità del licenziamento, non è detto che comporti il diritto del prestatore alla reintegra. Nello specifico la Suprema Corte ha sottolineato che nelle aziende con meno di 15 dipendenti il diritto alla reintegra nel posto di lavoro non è accordabile se non in presenza di specifiche motivazioni. Nel caso in esame l’atteggiamento del dipendente che si è manifestato con una vertenza nei confronti dell’azienda e numerose critiche a mezzo stampa, ha impedito ai giudici di considerare il licenziamento come discriminatorio e conseguentemente di far valere il diritto alla reintegra.

INPS: invio del CUD 2011 ai pensionati Previdenza>Dichiarazioni

L'INPS - con Messaggio del 16 marzo 2011, n. 6678 - ha comunicato l'invio ai titolari di trattamenti pensionistici per l´anno 2011 dei modelli di certificazione fiscale (Mod CUD 2011) e, nei casi previsti, la richiesta delle informazioni reddituali ed il modulo per la richiesta delle detrazioni per carichi familiari.

CCNL Terziario Confesercenti: firmata l’ipotesi di accordo CCNL>Terziario Il 15 marzo 2011 u.s. è stata fiormata, da Confesercenti, Fisascat CISL e Uiltucs UIL, esclusa la

Filcams CGIL, l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL per i

dipendenti da aziende del terziario, distribuzione e servizi aziende (l’ipotesi di accordo per la Confcommercio era stata firmata il 26 febbraio u.s.). Leggi l’approfondimento ….

Astensione anticipata e prorogata di maternità


LABOUR POINT

PAGINA 3

Rapporto di lavoro>Maternità Con nota 15/6165 del 16 marzo 2011, il Ministero del Lavoro ha risposto in ordine alla possibilità di prolungare il congedo per maternità a fronte di parere medico negativo espresso dalla Asl competente. Il Minlav ha ricordato che l’accertamento medico effettuato dalla ASL, costituendo un giudizio di carattere tecnico, è senz’altro vincolante per la DPL ai fini dell’adozione del relativo provvedimento di interdizione dal lavoro anticipata o posticipata.

L’ipotesi di accordo Confesercenti L’approfondimento

del

CCNL

Terziario

Destinatari : sono tutte le aziende del terziario di mercato - distribuzione e servizi - che svolgono la propria attività con qualsiasi modalità, ivi comprese la vendita per corrispondenza ed il commercio elettronico ed il relativo personale dipendente. In particolare vi sono 2 macro-settori: a)

Commercio : tutte le aziende del terziario della distribuzione e dei servizi. All’interno del settore “Commercio” vengono definite le seguenti aree di attività: - dettaglio/ ingrosso tradizionale - distribuzione moderna e organizzata - importazione, commercializzazione e assistenza veicoli - ausiliari del commercio e commercio con l’estero.

b) Servizi: - ICT ( Auditing / Test, Telecomunicazioni / Reti, Web, Informatica) - servizi alle imprese/alle organizzazioni, servizi di rete, servizi alle persone - ausiliari dei servizi.

Nel settore dell’ICT è stato introdotto l’istituto della reperibilità , mediante il quale il lavoratore è a disposizione dell’azienda per assicurare, secondo un programma dalla stessa predisposto, la continuità dei servizi, la funzionalità degli impianti e il presidio del mercato di riferimento. L’Istituto sarà oggetto di apposito approfondimento Durata: Il nuovo contratto ha validità triennale a decorrere dal 1° gennaio 2011

L’elemento economico a garanzia. Nella parte normativa è stato inserito il nuovo articolato sulla contrattazione decentrata che prevede l'introduzione di un elemento economico a garanzia del decollo del 2° livello aziendale e territoriale quantificato in 100,00 € per le aziende fino a 10 dipendenti ed in 125 € per le aziende con oltre 11 dipendenti. La funzione di tale elemento retributivo è quella sia di compensare il lavoratore della perdita di reddito derivante dalla mancata applicazione dei contratti di


PAGINA 4

LABOUR POINT secondo livello sia di incentivare l’utilizzo della contrattazione decentrata. In particolare: 1) verrà erogato con la retribuzione di novembre 2013; 2) compete ai lavoratori a tempo indeterminato nonché agli apprendisti e ai contratti di inserimento in forza al 31 ottobre 2013, che risultino iscritti nel libro unico da almeno sei mesi; l’azienda calcolerà l’importo spettante

in proporzione all’effettiva prestazione

lavorativa svolta alle proprie dipendenze nel periodo 1 gennaio 2011 – 31 ottobre 2013. 3)per i lavoratori a tempo parziale, l’importo sarà calcolato secondo il criterio di proporzionalità; 4)l’importo non è utile ai fini del calcolo di nessun istituto di legge o contrattuale, in quanto le parti ne hanno definito l'ammontare in senso onnicomprensivo, tenendo conto di qualsiasi incidenza, ivi compreso il trattamento di fine rapporto. 5) l’importo è assorbito, sino a concorrenza, da ogni trattamento economico individuale o collettivo aggiuntivo rispetto a quanto previsto dal CCNL Terziario, che venga corrisposto successivamente al 1° gennaio 2011-

Quadri, I e II livello

III e IV livello

V e VI e VII livello

Aziende fino a 10

115 euro

100 euro

85 euro

140 euro

125 euro

110 euro

dipendenti Aziende a partire da 11 dipendenti

La definizione degli istituti soggetti a imposta sostitutiva del 10%. Molto interessante la definizione degli istituti che danno luogo ad incrementi di produttività, qualità, competitività, redditività, innovazione ed efficienza organizzativa: - lavoro straordinario - lavoro supplementare - compensi per clausole elastiche e flessibili - lavoro a turno - lavoro domenicale o festivo anche svolto durante il normale orario di lavoro - lavoro notturno - premi variabili di rendimento - ogni altra voce retributiva finalizzata a incrementare la produttività aziendale, la qualità, la competitività, la redditività, l’innovazione ed efficienza organizzativa. Di conseguenza ove i suddetti istituti vengano richiamati, ove non già contenuti, in accordi o intese al secondo livello di contrattazione, i relativi trattamenti economici daranno luogo ai benefici di cui all’art. 1, comma 47 della legge 220/2010 in materia di imposta sostitutiva del 10%.

Malattia . Resta invariata la retribuzione corrisposta a seguito di malattia; 100% della retribuzione giornaliera per i primi tre giorni a carico del datore (carenza) 75% della retribuzione giornaliera dal 4° al 20° giorno 100% della retribuzione giornaliera dal 21° giorno in poi (integrazione a carico dell'Inps) Tuttavia, al fine di evitare abusi, la retribuzione dei primi 3 giorni il 100% della retribuzione


LABOUR POINT

PAGINA 5 nei prime tre giorni viene concesso solo nelle prime due malattie dell'anno di calendario (cioè dal 1 gennaio al 31 dicembre). Alla terza e quarta malattia durante l'anno, nei primi tre giorni di malattia la retribuzione si dimezza al 50%. A partire dalla quinta malattia durante l'anno non si percepisce nessuna retribuzione. Non si considerano gli eventi morbosi dovuti alle seguenti cause: - ricovero ospedaliero, day hospital, emodialisi; - evento di malattia certificato con prognosi iniziale non inferiore a 12 giorni; - sclerosi multipla o progressiva e le patologie di cui all’art. 181, terzo comma, documentate da specialisti del servizio sanitario nazionale. Al fine della percezione delle indennità economiche relative al periodo di malattia il lavoratore è tenuto a recapitare o a trasmettere a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, entro due giorni dal rilascio da parte del medico curante, l’attestazione sull’inizio e la durata presunta della malattia, nonché i successivi certificati in caso di ricaduta o continuazione della malattia. Al momento della risoluzione del rapporto, il datore di lavoro è obbligato a rilasciare una dichiarazione di responsabilità dalla quale risulti il numero di giornate di malattia indennizzate nel periodo, precedente alla data di risoluzione del rapporto, dell’anno di calendario in corso.

Nuovi termini per i preavvisi di dimissioni. Le dimissioni devono essere rassegnate in ogni caso per iscritto con lettera raccomandata o altro mezzo idoneo a certificare la data di ricevimento e con rispetto dei seguenti termini di preavviso a decorrere dal primo o dal sedicesimo giorno di ciascun mese: a)

fino a cinque anni di servizio compiuti:

Quadri e I Livello 45 giorni di calendario

Si accorcia il preavviso

Il e III Livello

20 giorni di calendario

IV e V Livello

15 giorni di calendario

VI e VII Livello

10 giorni di calendario

b) oltre i cinque anni e fino a dieci anni di servizio compiuti: Quadri e I Livello 60 giorni di calendario Il e III Livello

30 giorni di calendario

IV e V Livello

20 giorni di calendario

VI e VII Livello

15 giorni di calendario

c) oltre i dieci anni di servizio compiuti: Quadri e I Livello 90 giorni di calendario Il e III Livello

45 giorni di calendario

IV e V Livello

30 giorni di calendario

VI e VII Livello

15 giorni di calendario


PAGINA 6

L’approfondimento

LABOUR POINT

TABELLE DEGLI AUMENTI RETRIBUTIVI dal 1/1/2011 Tutti gli aumenti del CCNL commercio, due per ogni anno fino al 31 dicembre 2013, hanno decorrenza dal 1 gennaio 2011.

Gli importi arretrati sono erogati ai lavoratori in forza alla data di stipula dell’accordo (15 marzo) con la retribuzione del mese di marzo

Il Fondo Est e le novità introdotte nel settore terziario dal nuovo CCNL L’approfondimento Cos’è. Fondo Est è rivolto ai dipendenti delle aziende del Terziario e del Turismo ed ha come finalità di garantire ai lavoratori un’assistenza sanitaria integrativa al Servizio Sanitario Nazionale. Aventi diritto. Hanno diritto alle prestazioni di assistenza sanitaria garantite da Fondo Est tutti i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato e gli apprendisti ai quali si applicano i CCNL dei settori Terziario e Turismo (pubblici esercizi, mense e agenzie di viaggio), del settore Ortofrutticolo e delle Aziende Farmaceutiche Speciali. Possono inoltre essere iscritti i lavoratori con contratto a tempo determinato di


LABOUR POINT

PAGINA 7 durata superiore a 3 mesi (per il CCNL Turismo) e i lavoratori con contratto a tempo determinato di durata superiore a 5 mesi (per il CCNL Ortofrutticolo). Contribuzione nel Terziario. Per il finanziamento del Fondo è dovuto un contributo a carico dell’azienda, pari a: • per il personale assunto a tempo pieno, 10 euro mensili per ciascun iscritto; • per il personale assunto a tempo parziale, 7 euro mensili per ciascun iscritto. I contributi devono essere versati al Fondo con la periodicità e le modalità stabilite dal regolamento (vedi oltre). È inoltre dovuta al Fondo una quota una tantum, a carico della azienda, pari a 30 euro per ciascun lavoratore. Il regolamento del Fondo potrà consentire l’iscrizione di altre categorie di lavoratori del settore e la prosecuzione volontaria da parte di coloro che, per qualsiasi causa, perdano il possesso dei requisiti richiesti per l’iscrizione, con i limiti previsti dal regolamento. Sono fatti salvi gli accordi integrativi di secondo livello, territoriali o aziendali, già sottoscritti anteriormente alla data di entrata in vigore dell’obbligatorietà dell’iscrizione al Fondo, che prevedano l’istituzione di casse o fondi di assistenza sanitaria integrativa. Pagamento a) Pagamento mensile posticipato: La scadenza avviene di norma entro il giorno 16 del mese successivo del periodo contributivo dichiarato nel file xml telematico, ad eccezione del mese di gennaio in cui la scadenza è prorogata al giorno 31. (Es. per il periodo contributivo di maggio l'invio ed il pagamento va effettuato entro il 16 giugno). b) Pagamento annuale anticipato : La scadenza è il 28 febbraio di ogni anno. (per la modalità annuale è necessario il file in formato xml)

La Banca attuale del Fondo Est è la BANCA POPOLARE DI MILANO.

Attenzione ! il pagamento trimestrale anticipato è stato abolito a partire dal 1 gennaio 2011.

Numerose le novità introdotte a seguito del rinnovo del contratto del commercio 2011. Se l’azienda non versa le quote al Fondo deve: • erogare al lavoratore una somma di 10,00 euro lordi in più in busta paga, da corrispondere per 14 mensilità. Tale importo rientra nella retribuzione di fatto, cioè


PAGINA 8

LABOUR POINT non è assorbibile • assicurare ai propri lavoratori le medesime prestazioni sanitarie garantite dal Fondo Est, sulla base del relativo nomenclatore sottoscritto dalle parti sociali Tali novità sono in vigore a partire dal mese successivo della sottoscrizione del contratto del commercio. Nel caso in cui le aziende paghino le quote di finanziamento al Fondo Est, il fondo di assistenza sanitaria integrativa istituito per i lavoratori del settore terziario, distribuzione e servizi, le quote sono le seguenti: • 10 euro mensili per ciascun iscritto per il personale assunto full time • 7 euro mensili per ciascun iscritto per il personale assunto part time importo che dal 1° gennaio 2014 sarà equiparato a quello previsto per il personale full time

Peraltro a decorrere dal 1 giugno 2011 il contributo a favore del Fondo è

Aumenti in vista

incrementato di euro 1,00 mensile, a carico del lavoratore. A decorrere dal 1 gennaio 2012 il contributo a favore del Fondo è incrementato di euro 1,00 mensile, a carico del lavoratore. Prossimamente la quota una tantum dovrà essere erogata esclusivamente dalle aziende che per la prima volta iscrivano i propri lavoratori al Fondo.

Cassa di assistenza sanitaria integrativa “Sanimpresa” per Roma e provincia. Con decorrenza dal mese successivo alla data di sottoscrizione del CCNL, l’azienda che ometta il versamento di quanto dovuto alla Cassa di Assistenza “Sanimpresa”, costituita per Roma e provincia in applicazione di quanto previsto in materia di contrattazione di secondo livello territoriale dall’art. 10 ter, Accordo di rinnovo del CCNL del 20 settembre 1999, è tenuta alternativamente: -

ad erogare al lavoratore un elemento distinto della retribuzione non assorbibile di importo pari ad un dodicesimo della quota annua dovuta dall’azienda a “Sanimpresa”, da corrispondere per quattordici mensilità, che rientra nella retribuzione di fatto;

-

ad assicurare al lavoratore le medesime prestazioni sanitarie garantite da “Sanimpresa”, sulla base del relativo nomenclatore approvato dalle parti sociali.


LABOUR POINT

PAGINA 9

Data scadenza: 31-03-2011 INPS: denuncia UniEmens individuale Descrizione: presentazione del flusso dei dati relativi alla contribuzione e della retribuzione del mese precedente attraverso il flusso UniEmens individuale. Destinatari: datori di lavoro, consulenti ed intermediari. Modalità: in via telematica all'INPS. Denuncia periodica DMA

Scadenzario

Descrizione: invio telematico DMA (denuncia mensile analitica) con i dati previdenziali, le retribuzioni e le contribuzioni destinate ai fondi di previdenza complementari, dei lavoratori retribuiti nel mese precedente. Soggetti interessati: Amministrazioni Pubbliche, sostitute d'imposta, tenute al rilascio del CUD. DPS Privacy Descrizione: Aggiornamento del DPS, da conservare presso la sede lavorativa. Soggetti interessati: Titolari trattamenti sensibili. Modalità: Documento Programmatico per la Sicurezza dei dati sensibili. Fondo tesoreria INPS e quote di TFR Le aziende chi si sono costituite nel 2010 e che hanno raggiunto il limite di 50 dipendenti al 31 dicembre 2010, devono trasmettere all’Inps l’apposita dichiarazione entro il termine di trasmissione della denuncia contributiva relativa al mese di febbraio 2011, ai fini del versamento al Fondo tesoreria dell’Inps delle quote di Tfr non destinate alla previdenza complementare. Agenti e rappresentanti I proponenti del rapporto di agenzia devono versare al Firr i contributi per alimentare il fondo dell'indennità di fine rapporto di agenti e rappresentanti Assistenza fiscale Descrizione: trasmettere all'AE, anche tramite intermediario abilitato, apposita comunicazione con cui dichiarano se intendono o meno ricevere il 730/4 o avvalersi di un intermediario. Soggetti interessati: sostituti d'imposta che effettuano assistenza fiscale. Credito d'imposta Le aziende ammesse al credito di imposta per nuove assunzioni inviano all’Agenzia delle entrate in via telematica con mod. C/IAL una dichiarazione attestante che il numero di lavoratori complessivo mediamente occupato nel 2010 non è inferiore o pari al numero complessivo occupato nel 2007, ai fini della fruizione del credito di imposta.


Lab1