Page 1

SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa N. 3-4, Sett-OTT 2008

è un onore per noi presentarvi..


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa N. 3-4, Sett-OTT 2008 in questo numero..... Rubrica NON SOLO ARTE...pag.1 AMORE e ARTE di Marta Lanzius

Rubrica GIRONZOLANDO IN SL...pag.3 VACANZE IN SL di Nany Ebbage

INIZIATIVE E PROGETTI... pag. 22 WELCOME AREA di Imparafacile Runo

PERSONAGGI...pag. 24 INTERVISTA A Mary Arcadia e Genius Gaussman

Rubrica IL PUNCTUM...pag.5 FOTOGRAFIA IN SL di Aura Manamiko

I SOGNI DIVENTANO REALTA’...pag.7 di marzietta Martinsyde

MODA...pag.11

di Mila Tatham

Raccontami una Storia...pag. 29 FATTI MANDARE DALLA MAMMA di Toytony Runo

Rubrica NON SOLO ARTE...pag.31

“TRA IL REALE E IL VIRTUALE...”

QUANDO I SOGNI DIVENTANO REALTA’

PERSONAGGI...pag. 13

SPORT...pag.33 ARRIVANO I GIOCHI SENZA CONFINI

di Daphnae Tomsen

INTERVISTA A DEP1050 PLASMA di Alice Mastroianni

Rubrica CIRCOLO CULTURALE...pag. 16 VIA COLL’OMBRA

di Marta Lanzius

di marzietta Martinsyde

Rubrica IL PUNCTUM...pag.34 LA SUA FRIENDLIST di Aura Manamiko

di Jacaranda Flanagan

Rubrica VISTO DA ALICE...pag. 17 WDT e ALICE per CBM ITALIA ONLUS di Alice Mastroianni

SPECIALE... pag. 36 E FINIAMO CON NOI :) WDT Planet SaliMar VSTEX DapRaf Creation di Alice Mastroianni, Wallymen Pessoa, Rodroguez Imako, Willow Shelford,

CONCORSI... pag. 20 CONCORSO POETICO/FOTOGRAFICO

Leigh Cheri, Nany Ebbage, Whasabi Kohime, Toytony Runo, Gigi Roffo, Marta Lazius, Jacaranda Flanagan, Aura Manamiko, marzietta Martinsyde, Mila Tatham

“LO SGUARDO DEL POETA” di Wallymen Pessoa

Direttore

redazione Wallymen Pessoa

marzietta Martinsyde, DaphnaeTomsen, Mila Tatham, Nany Ebbage, Jacaranda Flanagan, Alice Mastroianni, Renato Earnshaw, Marta Lanzius

Rubriche di....Alice Mastroianni,Jacaranda Flanagan, Renato Earnshaw, Marta Lanzius, Aura Manamiko

Collaborazioni.... Toytony Runo, Imparafacile Runo


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

NON SOLO ARTE...Rubrica

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.1

Amore e Arte di Marta Lanzius Amore…..una semplice parola che racchiude in sé una forza inaudita. Viviamo d’amore, se così non fosse la nostra vita non avrebbe senso di essere vissuta. Da sempre l’arte ama questo sentimento in tutte le sue forme; da sempre lo immortala per renderlo eterno, per ricordare all’uomo che non può vivere senza. La storia dell’arte è costellata di immagini che ci ricordano che cosa vuol dire amare, cosa vuol dire agire ascoltando il proprio cuore e non la fredda razionalità. Hayez ci ha raccontato la bellezza dell’amore tragico attraverso il suo “Romeo e Giulietta”. In questo quadro possiamo ammirare l’ultimo bacio dei due innamorati e se chiudiamo gli occhi possiamo sentire risuonare nell’aria i versi di Shakespeare “Occhi, guardatela un’ultima volta, braccia, stringetela nell’ultimo abbraccio, o labbra, voi, porta del respiro, con un bacio puro suggellate un patto senza tempo con la morte che porta via ogni cosa.”

Caravaggio, con il suo ardore ed il suo anticonformismo, ci ha mostrato nella “Madonna dei Pellegrini” l’amore religioso, quello dei più umili, dei diseredati, dei peccatori e degli emarginati. L’amore divino che assume le sembianza del popolo, la presenza di Dio che scende tra i più deboli e li conforta e li rassicura.


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa pag.2

N. 3-4, Sett-OTT 2008

NON SOLO ARTE...Rubrica

Amore e Arte di Marta Lanzius

E sempre Caravaggio, inquieto e tormentato, nel suo “Amorino dormiente” ci mostra la felicità raggiunta, la serenità che solo il sonno di un bambino ci può regalare.

E’ la felicità che riscopriamo ogni giorno nello sguardo della persona che amiamo, negli attimi che ci lasciano senza respiro e nei gesti che rendono il nostro amore unico, irrinunciabile.

Infine Vettriano con “The Letter” ci racconta l’amore che fa soffrire, quello che ci svuota dentro e spezza il cuore come solo una lettera di addio sa fare. Parole che ci feriscono più di una spada, parole che ci faranno piangere ogni volta che le sentiremo risuonare nella nostra testa. Ognuno di noi nella propria vita vivrà queste forme di amore: troveremo persone che ci ameranno, che renderanno le nostre giornate indimenticabili, che coloreranno il nostro cielo con i colori più belli e con le stelle più luminose; per nostra sfortuna, ci imbatteremo anche in coloro che ci regaleranno amore per poi portarcelo via, lasciando il nostro cuore in mille pezzi. Vi auguro di vivere solo attimi di felicità insieme alla persona che amate e sono certa che queste emozioni almeno nel mondo del metaverso potrete viverle a Salimar; Mila, Wally e Nany e tutta la family sono l’esempio perfetto della potenza della parola amore.


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

GIRONZOLANDO SU SL...Rubrica N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.3

Vacanze in SL di Nany Ebbage Finite le ferie, si ricominciano in sl ….. È arrivata l’estate…. si sente le temperature sono veramente torride… troppo torride in queste giornate d’agosto, ma per voi che leggerete questo articolo saremo già alla fine di quelle meritate vacanze, di quei trasbordi di casa con la moglie che magari si è portata dietro tutto il set di valigie che vi hanno regalato per le nozze…. ma che ci mettiamo dentro queste valigie, andiamo al mare eppure sembra che dobbiamo portarci l’attrezzatura da sci! Sorvolando sui nostri piccoli difettucci, direi che possiamo concentrarci nuovamente sul ricordo della nostra estate sotto quel sole bollente a prendere il sole magari sorseggiando un martini con l’oliva…. buona!!!

Nonostante io sia ancora “spaparanzata” nella mia residenza estiva…. sisisi mega casa con tremila paranti che alla 8 di mattina quando hai ancora gli occhi impiastricciati e vorresti berti un caffè in santa pace, ti chiedono cosa mangiamo a pranzo…… che ci cucini? Caspita si è sparsa troppo la voce che mi piace cucinare. ma che condanna.. comunque dicevo nonostante i monti mi facciano da barriera e il servizio di adsl mobile si faccia desiderare, sono qui per voi per soddisfare la vostra sete di conoscenza di posti nuovi! E per posticipare ancora un po’ l’estate appunto, vi voglio portare in una sim che sembra un villaggio turistico, anzi che villaggio turistico sembra Las Vegas, ogni vostro desiderio sarà soddisfatto e iniziamo bene… appena teletrasportati ci si trova il “menù a la carte” dei posti dove poter andare e la scelta è veramente ampia: Hotel the Plumeria Club the Plumeria Wedding chapel Island cruise Island mall Scuba diving Balloon tour Sky diving Surfing Cottage Island spa Welcome plaza


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa pag.4

N. 3-4, Sett-OTT 2008

GIRONZOLANDO SU SL...Rubrica

Vacanze in SL di Nany Ebbage Se non avete fatto qualcosa questa estate e volete sbizzarrirvi per esempio nel surf …. siete serviti a voi le onde mega galattiche…. se invece avete deciso che senza il vostro grande amore sl non potete stare e che l’estate vi ha separato troppo a lungo, allora non c’è altra soluzione che sposarsi nella wedding chapel, ma no che dico ma avete visto la nuova Salimar è uno spettacolo per fare matrimoni e non solo…. è uno dei posti più romantici per organizzare le nozze, ops sarà pubblicità occulta??????! L’isola è divisa in due, c’è una parte mega lussuosa, con divani bianchi sembra veramente di essere delle ereditiere e c’è un’altra parte piena di vegetazione, con percorsi in mezzo alle montagne, salti nei torrenti, passeggiate romantiche con angolini nascosti da vistare assolutamente! Io vi consiglio di cercare una casina piena di poseball di ogni genere, ma soprattutto immersa tra le palme, letto a baldacchino e tende di velo: è come se si potesse immaginare che il vento estivo le sposti mentre si è distesi sul letto godendo del dolce oziare; peccato direttore che lei non fosse con me per il sopralluogo, non si preoccupi appena torna la porto qui in vacanza sl! Benissimo la linea ballerina non mi permette di carpire altre informazioni per voi su questa sim, continuo a crashare, voi direte per fortuna provateci e non sapete che vi aspetta…. quindi che dirvi credo che non vi resti che esplorare questo posto: un hotel a 6 stelle, adesso che ci penso più che Las vegas sembra Dubai! Non so magari quando rientrerò nella triste città e sentirò il cemento infuocato che mi fonde le scarpe plasticose, le superga (che oddio la sera quando le tolgo non vorrei essere nei panni di un uomo, sono l’antisesso per eccellenza), mi ricorderò di andare a riposare le mie stanche membra in questi luoghi paradisiaci! Ecco lo Surl: http://slurl.com/secondlife/Cocololo%20Island/176/246/23 Alla prossima gita turistica, avete preparato gli scarponi per l’inverno? Buon rientro a tutti!


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

Il punctum... RUBRICA Fotografia in SL di Aura Manamiko

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.5

potrebbe obiettare che nelle macchine digitali, poiché non c’è la classica pellicola che viene impressionata dalla luce, non si può parlare di un intervento diretto della luce bensì di una sorta di “traduzione numerica” dell’immagine… In realtà anche le macchine digitali funzionano, in parte, sul principio della foto-grafia infatti, al momento dello scatto, la superficie del CCD, un apparato elettronico di natura analogica che costituisce il cuore tecnologico della macchina fotografica digitale, si carica di elettroni i quali, sotto azione della luce, si raggruppano sui vari elementi semiconduttori detti photosite. Ma torniamo ai nostri snapshots! In questo caso la luce non c’entra con la formazione dell’immagine… da un punto di vista tecnico quindi parlare di fotografia non è corretto perché ci muoviamo già nel campo delle nuove tecnologie dell’immagine post-fotografica. Come ho già avuto modo di scrivere nel corso di una lezione sulla fotografia in SL che ho tenuto a luglio 2008 per conto della 2lifePhotos, non bisogna confondere la fotografia digitale con la rappresentazione della realtà data da un motore grafico, che restituisce un risultato più o meno fedele alla realtà in funzione del modello matematico più o meno complesso che utilizza. Il risultato grafico del modello matematico è influenzato anche dalle scelte soggettive del programmatore. Quindi la realtà visiva che percepiamo attraverso il monitor è determinata da un modello matematico e da ciò che vuole il programmatore. Inoltre a determinare il COME e il COSA vediamo in SL concorrono diverse variabili, come ad esempio la scheda grafica e il processore utilizzati nel computer di ciascun utente (che certamente aiutano a migliorare le prestazioni grafiche del computer) o i settaggi impostati dagli utenti. L’industria dei MMORPG (Massively Multiplayer Online Role-Playing Game) negli ultimi anni sta facendo passi da gigante nell’ambito della ricerca volta alla produzione di immagini sempre più simili a quelle di una realtà credibile. Inoltre ci sono software di modellazione 3D che riversano tutta la potenza del computer in riproduzioni esattamente uguali alla realtà (sia da un punto di vista grafico che fisico) e che utilizzano modelli matematici enormemente complessi (ad es.: Maya, 3D Studio, Lightwave). Direi però che non è il caso di SL, almeno per ora... Da un punto di vista comunicativo parlare di fotografia in SL è corretto: è la regola del gioco! In SL si fa riferimento ad ogni oggetto creato, ad ogni situazione “copiata” dalla realtà, con lo stesso nome che quell’oggetto o quella situazione hanno in Real life. Facciamo riferimento a tavoli, sedie, case, mare, tramonti, feste, matrimoni ecc. come se gli oggetti o le situazioni in questione fossero veri, quando in realtà dovremmo aggiungere l’aggettivo “virtuale”, o “sintetico”. Se non lo facciamo è perché lo diamo per scontato, perché sarebbe impossibile utilizzare l’aggettivo “sintetico” dopo ogni sostantivo, perché esprimerci in questo modo ci permette di essere universalmente compresi da coloro che vivono nel metaverso! E’ inoltre possibile paragonare la fotografia RL alla fotografia SL riflettendo in generale su ciò che questa rappresenta da un punto di vista emozionale. Un autorevole semiologo, Roland Barthes, teorizzò che ci sono due modi per avvicinarsi ad una foto: lo studium e il punctum.

Ciao a tutti! Inizio questo mio primo articolo ringraziando Wally per avermi proposto di tenere una rubrica tutta mia sulle pagine di SaliMarLIFE. Ho accolto con gioia il suo invito perché trovo estremamente stimolante l’idea di poter percorrere assieme ai lettori e al resto della redazione delle strade ancora poco battute, il cui potenziale si va delineando nel tempo e sembra crescere di giorno in giorno. Ho una visione ottimistica di Second Life e dalle pagine di questo mensile emerge che il metaverso è anche un luogo dove si può fare cultura in modo incondizionato (forse sarebbe meglio parlare di controcultura!) uscendo dagli schemi standardizzati e tradizionali del sentire comune. L’argomento di cui mi occuperò in questa rubrica è la fotografia in SL, o meglio ciò che comunemente chiamiamo fotografia quando scattiamo uno snapshot. Quello che mi interesserebbe capire assieme a voi è in che termini si può intendere la fotografia nel metaverso, per poi allargare il discorso perché no- ad altri mondi virtuali. Inoltre non disdegnerò di parlare di come la fotografia in SL e su SL possa trovare agganci nel mondo reale… A tal fine sarà gradito ogni contributo, e quindi ben vengano vostre riflessioni, suggerimenti o interventi sul tema! La fotografia è una mia passione anche nella vita reale ma negli ultimi anni l’avevo accantonata; grazie a SL, soprattutto attraverso le iniziative dell’associazione 2lifePhotos fondata da ChrisTower Dae (vedi intervista sul n. 2 della rivista) ho ripreso a dedicarmi alle tematiche che più mi stanno a cuore, che possono essere riassunte con un titolo: la metafisica dell’immagine. E quale miglior luogo per sperimentare in prima persona esperienze metafisiche se non SL?! In questo primo articolo non posso fare a meno di porvi e pormi la domanda da 1 milione di linden: che cos’è la fotografia in SL? Ovvero, su quali basi chiamiamo foto dei semplici snapshots? Se confrontiamo i principi di funzionamento dei primissimi apparecchi fotografici, delle fotocamere analogiche e delle attuali fotocamere digitali, ci rendiamo subito conto che funzionano tutte sfruttando lo stesso principio tecnico, quello della foto-graAttraverso lo studium l’immagine può essere analizzata fia, ovvero della scrittura attraverso la luce. Qualcuno


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa pag.6

N. 3-4, Sett-OTT 2008 Fotografia in SL di Aura Manamiko

Il punctum... RUBRICA

ed elaborata in Photoshop da Elisa, una simpatica ventiquattrenne, il cui avatar si chiama Loglady Loon, che non poteva trovare un modo più originale per esprimere quest’ultimo concetto. Ho conosciuto Loglady su Flickr (http://www.flickr.com/people/logladyloon) e da lì ho scoperto tutto un mondo.

applicando dei metodi comunemente riconosciuti, codificati; il punctum invece è qualcosa di assolutamente soggettivo, che può colpire o meno ciascun osservatore in modi diversi, suscitando scompiglio nell’anima (da qui l’idea del titolo di questa rubrica). Osservando alcune Elisa non considera il metaverso come un luogo dove immagini scattate in SL mi capita di sentirmi “ferire” da poter essere diversa da ciò che è. A domanda diretta sul

alcuni particolari, o di provare delle emozioni… anche se sono consapevole che tali reazioni sono legate al mio vissuto emotivo e pertanto difficilmente potranno essere condivise con terzi. Ci sono poi immagini che raccontano di eventi organizzati in SL e le cosiddette “foto di gruppo”! In questo caso è un po’ come osservare delle foto di famiglia: l’emozione la vive principalmente chi ha un legame con i soggetti immortalati... Per queste ragioni forse solo chi vive in SL potrà capire il senso delle riflessioni sulla possibilità di chiamare fotografia degli snapshots! Roland Barthes scrisse anche che il noema della fotografia (cioè la sua essenza, ciò che la caratterizza in primis) è l’è stato: quando osservo una foto penso che ciò che vedo è realmente esistito, che c’è stato un momento in cui il soggetto fotografato (lo Spectrum) ed il fotografo (l’Operator) sono esistiti contemporaneamente in un medesimo luogo. Nel caso di SL potremmo parlare di luoghi della mente, di percorsi sensoriali e mnemonici e di una strana dialettica tra Spectrum ed Operator, che si fonda su un gioco di presenza/assenza possibile grazie ad estensioni e protesi analogiche e digitali, quali l’avatar, il computer, il monitor, la tastiera. L’immagine che ho scelto per inaugurare la rubrica è stata creata

rapporto che c’è tra lei e Loglady mi risponde che è un rapporto d’amore e odio e che, come succede a molti, attraverso Loglady ha capito molte cose di sé, perché SL è catarsi, è un lasciarsi andare... Questa immagine ci parla di un legame che si è creato tra una donna in carne ed ossa e l’esserino fatto di pixel comodamente adagiato tra le sue mani. Si tratta di un autoscatto eseguito con una Nikon D40 in una piovosa domenica pomeriggio in casa Loon. L’intento era quello di far interagire visivamente i due soggetti e quindi rendere credibile la loro coesistenza; a tal fine concorre l’effetto sgranato molto evidente, che nasconde la disomogeneità delle pelli dei due soggetti, e una colorazione che tende ad una medesima tonalità. Elisa sembra una bambina che ha appena ricevuto un regalo misterioso… le hanno detto che si tratta di qualcosa da maneggiare con estrema cura e lei lo osserva amorevolmente. Lo sguardo di Elisa riesce a catturare l’attenzione almeno quanto il corpo di Loglady. Guardo quegli occhi, poi osservo l’avatar e torno nuovamente ad indugiare su quello sguardo... un nuovo pensiero si fa strada: Elisa sta infondendo vita a Loglady… è questa la vera magia del metaverso!?


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.7

I Sogni diventano Realtà di Marzietta Mantinsyde E si eccomi qui a parlare del giorno più bello della mia vita. Il 28 Luglio ho coronato il mio sogno con Roda, l’unica persona che mi ha rubato il cuore!! È stato tutto così strano e bello, i preparativi, cercare abiti, fiori e tutto ciò che avrebbe reso indimenticabile quel momento. Mila, che mi conosce bene, sapeva che volevamo una cosa semplice e il più possibile reale… volevamo dare un significato forte a quel giorno e così è stato. Le gambe tremavano, il nervosismo era alle stelle ma noi eravamo lì.

Ci siamo sposati nella piazzetta del villaggio Mediterraneo di SaliMar con tanto di campanile (il din daaaan per me e Roda ha un significato particolare, vero amò??) creato ad hoc dalla mitica Mila che a vedere quello che ha organizzato credo non abbia dormito per una settimana! Quella sera quando Mila mi disse “ oki ci siamo, ti tp ” la mia voce ha tremato e il cuore per un attimo si è fermato… fino a poco prima ero fusa completamente e ho anche, credo, spaccato i timpani a Mila e Dap perché cantavo in voice come una matta, ma in quel momento tutto era chiaro e la felicità era alle stelle. Mentre camminavo verso Roda era come se fossimo solo noi, non vedevo e non sentivo nessuno, nonostante di amici ce ne fossero tanti... solo una musica riecheggiava nella mia testa: “Solo per te” dei Negroamaro: la nostra canzone quella che mi è stata mandata un giorno dopo 4 mesi di dolore. Stavo per dire SI alla persona che per 5 mesi è rimasta nel mio cuore nonostante tutto quello che è accaduto… sembrerà banale e per molti so che i matrimonio SL sono ridicoli ma per noi ha un grande significato e nessuno potrà mai rubare le emozioni che abbiamo provato in quel momento perché resteranno sempre nel mio cuore. Credevo di crashare una decina di volte e invece SL è stato clemente con me e mi ha fatta cadere solo 2 volte di cui la prima poco prima del bacio e in contemporanea allo sposo… chissà se i Linden ci hanno fatto crashare insieme appositamente! Lol E il dopo cerimonia… indimenticabile grazie sempre alla mia sorellina Mila che ha creato una galassia solo per me e Roda… abbiamo passato 3 ore a ballare circondati da stelle e pianeti e a fluttuare abbracciati in un mondo magico.


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.8

I Sogni diventano Realtà di Marzietta Mantinsyde Ancora ho gli occhi lucidi ripensando a tutto. È stato tutto splendido, non dimenticherò mai neppure un secondo di quella nottata e non finirò mai di ringraziare le persone che ci sono state vicine e che hanno reso il sogno reale : Mila, Dap e Sha siete le persone che mi sono state più vicine anche nei 5 mesi scorsi… voi sapete cosa significa tutto questo e sapete il perché di molte cose. Siete sempre rimaste dalla mia parte e mi avete dato tanta forza, grazie ragazzeee! E permettetemi di dire una cosa: Ro, ti adoro più di ieri e molto meno di domani.

E ora vi lascio con una poesia che mi ha mandato Roda: Ti ho accarezzato con un bacio… l’ho fatto piano, con dolcezza, guardando i tuoi occhi socchiudersi al tepore di un attimo senza fine. Ho accolto le tue labbra sulle mie labbra e placato in esse la tempesta respirando i colori dell’arcobaleno. Ora sei la rotta per la mia nave, l’onda per le mie sponde, l’orma per la mia spiaggia. Ti ho accolto come seme prezioso che ha ridato vita al mio arido giardino, e come acqua di fonte con cui l’ho ristorato. Ti dono un sorriso e la forza di trattenerlo, una favola e il coraggio per viverla, una briciola di vita e gli occhi per vederla, un battito di cuore e il petto per ascoltarlo… Sei venuto per donarmi un bacio ed una fantasia ed io ti ho donato un cuore in cui avvolgerle.


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa pag.9

MODA

N. 3-4, Sett-OTT 2008 Tra il Reale ed Il Virtuale di Daphnae Tomsen

Gentili lettori, nell’articolo di questo mese voglio parlarvi in modo più approfondito della nascita del termine MODA e del connubio tra quella reale e quella virtuale. Innanzitutto cos’è la moda? Il termine moda deriva dal latino modus, i, che significa maniera, norma, regola, tempo, melodia, ritmo. Nei secoli passati, l’abbigliamento alla moda era appannaggio delle sole classi abbienti soprattutto per via del costo dei tessuti e dei coloranti usati, che venivano estratti dal mondo minerale, animale e vegetale. Prima dell’Ottocento, l’abito era considerato talmente prezioso che veniva elencato tra i beni testamentari. I ceti poco abbienti erano usi indossare solo abiti tagliati rozzamente e, soprattutto, colorati con tinture poco costose come il grigio. A questi aggiungeva scarpe in panno o legno. Non potendo permettersi il lusso di acquistare abiti nuovi confezionati su misura, tali classi ripiegavano spesso sull’abbigliamento usato. Il termine moda compare per gnificato attuale, nel trattato La del vestire alla moda, dell’abapubblicato nel 1645.

la prima volta, nel suo sicarrozza da nolo, ovvero te Agostino Lampugnani,

La moda - detta anche storicasolo in parte dalla necessità umavenza di coprirsi con tessuti, pelessere indossati. In realtà l’abifunzioni sociali, atte a distinguere sacerdotali, amministrative e

mente costume - nasce na correlata alla sopravvili o materiali lavorati per to assunse anche precise le varie classi e le mansioni militari.

Le donne, che ne erano escluse, vano a vestirsi con cura estrema. è l’aspetto del mascheramento. nascondere lati della personaliconoscere o, viceversa, a moal proverbio: “l’abito non fa il

non per questo rinunciaPiù legato alla psicologia Gli abiti possono servire a tà che non si vogliono far strarli. Si pensi, ad esempio, monaco”.

I manuali di taglio e sartoria si svilentezza, soprattutto quando, minciarono a creare abiti ade-

lupparono con una certa dal XIV secolo in poi, si corenti al corpo.

Il Garzoni, nel suo libro su tutte le professioni del mondo edito a Venezia nel 1585, dice esplicitamente che un buon sarto deve saper fare di tutto, per soddisfare ogni necessità della sua clientela. Quello del sarto non era un quindi mestiere indipendente, bensì era un servitore delle grandi signorie: viveva e lavorava presso la corte di un signore, che poteva anche scegliere di “prestarlo” a parenti o amici. La retribuzione per l’operato si aggirava intorno al 10% della spesa del tessuto. Era una professione preclusa alle donne, che come sartoresse avevano compiti minori o si applicavano maggiormente al telaio e al ricamo. Non esistevano le taglie, quindi ogni vestito era un pezzo unico, realizzato su misura del cliente. Le unità di misura erano variabili; a Venezia erano in uso i brazzi: da seda, che corrispondeva a 63,8 cm, e da lana, 67,3 cm. Una toilette della sovrana di Francia Maria Antonietta d’Asburgo-Lorena Anche alcuni artisti, come Giotto e Antonio del Pollaiolo crearono modelli di abiti e tessuti. La famosa sarta di Maria Antonietta di Francia, Rose Bertin, pur creando sontuose toilettes per la regina, non poteva ancora definirsi stilista. Questa professione, infatti, nacque dopo la rivoluzione francese quando, abolite le corporazioni e le regole rigide e minuziose che vi erano applicate, il sarto fu completamente libero di esprimere la sua creatività. Dal XIX secolo si iniziano a distinguere i primi stilisti, che creavano nuovi tagli, nuove stoffe e nuovi canoni nel modo di abbigliarsi. Contemporaneamente la tecnica sartoriale andò affinandosi rendendo più agevole indossare il vestito. Lo stilista capovolse il rapporto tra il sarto e la cliente, che ora dipendeva dalle sue idee ed era ben felice di indossare un abito firmato da lui e realizzato nel suo atelier. Gli stilisti lavoravano solo per l’élite poiché i costi per


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

MODA

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.10

Tra il Reale ed Il Virtuale di Daphnae Tomsen per l’ideazione e per la produzione erano molto alti. Questo nuovo impulso di riforma fu principalmente portato avanti da Charles Fréderic Worth, inglese trapiantato in Francia, considerato l’inventore della Haute Couture e sarto personale dell’imperatrice Eugenia, moglie di Napoleone III, e della sua corte, dal 1864. La moda si avvicinò alla massa verso la metà dell’Ottocento, grazie all’invenzione di macchine per tagliare le pezze di tessuto e all’introduzione del telaio meccanico. All’inizio tali tecniche furono applicate soprattutto alle uniformi militari; con la nascita in Francia dei grandi magazzini, i prezzi degli abiti confezionati in serie si abbassarono notevolmente. Le nuove tecniche della chimica e l’invenzione dell’acciaio introdussero materiali meno costosi: la tessitura meccanica accelerò la produzione di stoffa, così come la stampa delle decorazioni con coloranti industriali; i busti e le sottogonne non furono più rinforzati da stecche di balena, ma di metallo, facilmente riproducibile in serie. La crinolina, la sottogonna a cupola diffusa durante il periodo del romanticismo e munita di cerchi d’acciaio, fu per la prima volta indossata anche dalle donne del popolo. Ed ora passiamo a parlare di cos’è ora la MODA per uno dei migliori stilisti italiani, tra critiche ed elogi… VALENTINO: Una vita passata tra modelle e vestiti, a portare la sua griffe in in ogni angolo del pianeta, ma anche a tenere alto il nome dell’Italia in giro per il mondo. Perché il Bel Paese all’estero è visto soprattutto come il paese della moda e Valentino ne è stato uno dei validi esportatori. Ora, a distanza di qualche mese dal suo ritiro definitivo dalle scene, lo stilista si guarda attorno e quello che vede non gli piace affatto. A cominciare dalla politica, che sembra non dare alla moda il giusto valore che meriterebbe: “La moda non è più un sogno. E poi l’Italia. O meglio la politica italiana che non aiuta certo. Peggio ignora. Ma come si fa? Ovunque nel mondo, oggi, l’Italia è la moda e non certo quelle quattro sgallettate che se ne stanno in tv. C’è stato un momento negli anni ottanta in cui qualcuno era consapevole di quanto valesse e ovunque c’erano sfilate ed eventi della moda italiana”. La moda non è più la stessa, forse anche perché Valentino ne è uscito fuori, ha dato l’addio, regalandosi l’ultima grande esposizione durata diversi mesi all’Ara Pacis. E poi viaggi, viaggi e ancora viaggi, perché ad un certo punto nella vita bisogna fare altro, lasciando il testimone al nuovo che avanza. Lui non ha un erede, qualcuno che possa continuare il suo lavoro: “E’ colpa mia. Sono sempre stato un accentratore. Ho sempre voluto mettere le mani su tutto. Così c’era uno staff dietro di me, ma non un erede. Peccato. Sì. Oggi dico peccato”… Lo stilista conclude in questo modo l’intervista per una nota rivista italiana. Come vedete la moda non sempre è vista in modo positivo perché anche se a noi appare tutto bello, c’è sempre il risvolto negativo come ci ha dimostrato lo stilista in poche parole. Ma in SL cosa ne pensano le persone?


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.11

MODA

Tra il Reale ed Il Virtuale di Daphnae Tomsen Ho avuto modo di intervistare persone IW e chiedere dei veri e propri pareri su ciò che riguarda il mondo fashion e ne è risultata una percentuale alquanto sorprendente… COSA NE PENSI DELLA MODA SU SL: Non mi interessa: E come viverla realmente: Non mi piace:

22% 73% 15%

Ebbene si più della metà ha espresso pareri positivi e si ritiene soddisfatta dei lavori dei nostri stilisti SL. A queste persone mi aggrego non solo per il fatto che sono una fashion addict ma proprio perché quando compro ed indosso i loro capi sento la passione e la dedizione che ci hanno messo nel crearli ed è come sentirli addosso realmente. SL ha questo di bello…sei libero di creare ciò che vuoi, di realizzare il tuo stile ideale, quello dei tuoi sogni, di poter ammirare sul tuo avatar delle riproduzioni di abiti d’Haute Couture senza rimetterci uno stipendio intero RL. ^_^ Credo che proprio per le ragioni che ho elencato sopra, si possa parlare di un connubio tra moda SL e moda RL in quanto vanno di pari passo, e progrediscono insieme. Stiliste del calibro di Bianca Foulon, Digit Darkes, Paper Couture, Thera Taurog e moltissime altre abbiano saputo ricreare il reale nel virtuale, portando la qualità alle stelle. Spero che anche voi siate d’accordo con me e nel caso non condivideste qualche passaggio o qualsiasi punto dell’articolo fatemelo sapere perché è importante sapere le vostre opinioni in materia soprattutto perché mi aiutano ad avere una visione sempre più mirata in cosa piace o no. Arrivederci al prossimo numero ;)


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

PERSONAGGI

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.12

INtervista a Dep1050 Plasma di Alice Mastroianni Non sapevo proprio cosa scrivere per il numero di settembre, ho chiesto a Wally un pò più di tempo, poi Un personaggio del foum mi ha dato l’idea. Dep1050 Plasma, detto anche Nostradamus o quello dei discorsi al Bar :) Dep da quanto tempo sei su SL? Sono entrato per la prima volta in SL allafine del 2005. con un altro avatar che poi è morto :Dep1050 esiste da gennaio 2006 Dicci la verità l’altro avatar è morto perchè ne ha combinate di cotte e di crude nelle sexland vero^^ ahahaha no in realta il primo avatar, Tango Vega, era un premium, mentre dep era un free ... Nell’ estate del 2006 son stato via per due mesi e non mi ero accorto che la postepay era scarica. Mi hanno chiuso l’ account e me ne son accorto dopo l’ estate,non mi andava di pagare 30 dollari e in realta la mia vita sociale era gia con dep, quindi l’ ho fatto morire. Anche perche era difficile avere non una , ma due vite sociali ...ho quindi passato tutti i miei contatit da tango a dep, mi son fatto riconoscere ... e poi è continuata cosi . Non riesco a non immaginarti come Dep :) La prima cosa che hai cercato appena entrato? Oddio ... e chi si ricorda ....all’ epoca le orientation erano diverse.Ricordo che ci son stato una mezza giornata e poi me ne son andato in giro, niubbissimo:in jeans, maglietta bianca e shape e skin di default :) Sembra sia passata un’ eternita,invece solo due anni e mezzo E’ vero, il tempo è molto veloce in questo mondo. E dimmi Dep Che cosa è successo in questi due anni ? Be!, sono entrato in sl perche avevo letto un articolo, nel 2005 , ed ero passato dal sito ed ero rimasto incuriosito ... dalle statistiche ...cosi per il primo anno son andato in giroper land straniere, principalmente Volevi confutare le statistiche eh ? ahahaha , no volevo vedere se quello che a prima vistam ia sembrava plausibile, era in realta vero ... me ne son andato alla scoperta di SL,son stato un esploratore fino a fine 2006 in pratica, fin quando la popolazione italiana non è iniziata ad essere un po piu consistente Hai delle foto? purtroppo no, a causa morte nel crash di quest’ inverno del mio pc. ... ma ero niubbo niubbo ,in realta il mio avatar non è mai stato particolarmente curato per il primo anno. Andavo in giro con una skin e una shape prese giusto perche non mi andava piu di essere il biondino pallido uscito dalla OI E dopo l’esplorazione ? Nel 2007, avevo deciso di contentrarmi sulla popolazione italiana. Ho trovato SLitalia ... per un po ho lurkato e poi son entrato ...e ho iniziato a farne parte a tutti gli effetti ... Ho conosciuto molte persone interessanti (cosa che in questo momento è ciò che amo fare di piu in sl); ho dato una mano quando potevo ...e poi folleggiato :) Cosa ti ha dato SL italia, come mai proprio li hai deciso di fermarti e concentrarti? cerchiamo il tuo primo post ? son curiosa) Oddio... se ricordo bene ... ehm ehm ... era per la Banca d’ Italia SL, non ne sono sicuro del tutto adesso , ma ricordo che quello fu per me un evento “dirompente”


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.13

PERSONAGGI

INtervista a Dep1050 Plasma di Alice Mastroianni o.O subito su argomenti caldi Dep ..... perchè proprio quello? Be!, in quel momento storico ( e stiam parlando solo di un anno fa) si era nel pieno dell ‘hype mediatico su SL ... arrivavano i pesronaggi piu improbabili con idee ... diciamo “al limite” .... quella faccenda mi colpi molto ... avevo gia guardato le banche in SL; era il momento in cui pareva che entrare su SL potesse rendere ricchi in un batter d’ occhio senza fatica Cosa stava succedendo? La stampa “pompava” sl come se fosse una panacea ...un mondo dove si poteva diventare ricchi. bastava avere un’ idea ...cosi molti sono entrati con questo miraggio, c’ è stata molta approssimazione. In realtà poi le cose, a parte casi eccezionali, son andate diversamente. Sesso e soldi erano gli argomenti che pompavano i media su sl, poi cosa è successo invece? Il sesso è una cosa che chiunque, almeno una volta prova, in SL ... qui i PNS potrebbero aver da ridire :) In pratica anche io lo sono; intendevo dire che cmq l’ argomento “sesso” in SL è inevitabile, prima o poi lo incontri, puoi non essere mai passato da una orgy room,ma in giro per negozi potevi trovare molti articoli ai quali non potevi essere interessato,ma comunque c’ erano D’altra in quel periodo c’ è stato il boom degli iscritti e poiche comunque si sapeva che in sl si poteva “fare sesso”, “incontrarlo” era inevitabile ... D’ altra parte credo sia anche normale, cioe ... nella main possono entrare solo i maggiorenni ... di solito il sesso è una parte importante della vita di una person .In quel periodo c’ era tutto un fiorire di escort “free lance” e poi di veri e propri casini ... :)era uno dei motori che in qualche modo spingevano le persone ad entrare .... Dove sono finiti questi personaggi? Ritieni che la chiusura di Casinò e la modifica dei Tos abbia allontanato molta gente? Ho detto casini, non casinò ... quella è un’ altrta storia :) I casinò, in effetti fino a luglio 2007 son stati (lo abbiam visto dopo )un motore economico importante. Dopo la chiusura dei casino, si è visto che il volume di soldi (US$ tradoti in linden) , non era poco . Dopo la chiusura dei casini, c’ è stata una modifica dei meccanismi economici interni. D’ altra parte, in quel momento, i linden no npotevano fare diversamente. Se da un lato la stampa tirava per questo mondo bellissimo, c’ era anche la stampa che cercava lo scandalo a tutti i costi . Ovviamente in ambito mediatico erano comunque notizie. Palrate male purchè parliate infondo no ! Si infatti ... dal punto di vista dei media tradizionali, era cmq una notizia, dal punto di vista dei linden, pero, questa non era una buona notizia, quindi hanno dovuto prendere contromisure. Era necessario. Se dovessi riassumere in poche parole l’evoluzione che hai visto dalla lancio in massa di Sl sui media tradizionali (inizio 2007) ad oggi (agosto 2008) ... come descriveresti questo periodo? Mh inizio 2007 fino a luglio 2007 ... l’ arrivo di quelli che volevano fare business a tutti i costi, l’ inizio dell’ arrivo delle


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

PERSONAGGI

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.14

INtervista a Dep1050 Plasma di Alice Mastroianni aziende, mondo sociale (almeno quello italiano) dominato dalla figura di quello che io chiamo “l’ owner medievale”. Considerando agosto 2007, come mese “morto” di default, e poi cmq mese di assestamento dopo il blocco dei casino, si riparte a settembre. Da settembre 2007 a ... diciamo febbraio marzo 2008, trasformazione del “modello economico” da medievale, cioè basato sul possesso dell’ isola, a quello “commerciale”. Son aumentate le sim “mall” e son cambiate le regole di contrattazione per l’ affitto dei negozi: non è stato più l’ owner della sim a dettare le condizioni. Soprattutto di quelle di intrattenimento generalista. Negli ultimi mesi, la crisi economica interna di SL (fine dell’ hype, quindi fine degli utenti nuovi) sta portanto i linden a cercare di guidare direttamente, non solo i due aspetti che han sempre guidato (il cambio linden - US$ ed il numero di isole che aggiungono), cercando di coinvolgere gli utenti direttamente, con diversi programmi. Si parte dal discorso del trademark, fino a dipartimento dei lavori pubblci e Bay city e adesso lo zoning... insomma è il bello di SL ... un mondo in continua evoluzione. E qual è la percezione delle persone, che hanno le persone. Come è cambiata o come son cambiati gli utenti? Discorso complicatissimo ...Allora...Sicuramente ogni Second-lifer ha un suo “ciclo di vita”. Entra niubbo e vuol cercare di capire dove è capitato ...migliora il suo aspetto... si trova di fronte un mondo ... lettaralmente infinito, per quel che sono le sue capacità di esplorazione, pure col teletrasporto. Poi inizia a friendare ... e farsi amici ... e ritrovarsi in contest, feste, eventi di vario genere ....poi “cresce” ancora ...ha la sua cerchia di amici e di persone che frequenta e mediamente la sua vita rimane circoscritta alla sua rete sociale, la famosa social network ... Nel frattempo mediamente ha trovato un senso a questa sua seconda vita : builda, scripta, gioca, ruola ...qualcuno continua a pensare che puo farci i soldi facilmente :-) Insomma ... una vita sociale matura. Un’ultima domanda Dep. Poi ti lascio andare alle tue scritture. Una mia percezione personale (e sai che sbaglio spesso quindi!) , la gente si sta annoiando, si allontana, mantiene i contatti ma si sposta. Cosa ci vorrebbe adesso per riaccendere l’entusiasmo? Sl è cmq un mondo particolare, rispetto agli altri che son esistiti finora. In SL bisogna “trovare un senso” al proprio esserci dentro, non c’ è uno scopo nel “gioco” ... piu o meno come la vita vera . Gli ultimi due anni son stati quelli in cui molti hanno cercato di portare in SL un senso legata alla monetizzazione, a fare il business qui sopra, portando la competizione. SL non è cosi .Sl è stata costruita per essere prima di tutto una piattaforma collaborativa in cui non puo essere la moneta il ritorno di questa esperienza. La noia è anche figlia della stanchezza, ma anche della ripetitività ...almeno nel panorama italiano, in questi ultimi due anni, la creatività è stata frustrata. Ci son molti gruppi, e molte persone che fan cose molto belle, ma il tutto è stato “seppellito” dal periodo di pazzia generale (ed in particolar modo noi italiani abbiamo toccato punte notevoli ) Si, un po la gente si annoia, un po è naturale, perche passa il senso di meraviglia “individuale” ,per le cose che fai, e anche per quelle che vedi. Ci son sim bellissime ...ma ... ce ne son tantissime appunto. Andarci da solo, o comunque non condividere socialmente questo tipo di esperienza, alla lunga è noioso. Che le persone di possano spostare, andando verso altre piattaforme è normale. E’ sempre stato cosi, anche mantenendo i contatti...Soprattutto mantenendo i contatti ... Che ci vorreebbe, per riprendere l’ entusiasmo è la domanda da un milione di dollari: US, ovviamente non linden ... Ci vorrebbe qualcosa che almeno in italia non c’ è ...un senso di comunità... non me lo far dire ...:) ci vorrebbe la consapevolezza di essere parte di un ecosistema. In realtà fino al al boom mediatico,SL era un ecosistema chiuso su se stesso, ma autoconsistente; cioe ogni parte


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.15

PERSONAGGI

INtervista a Dep1050 Plasma di Alice Mastroianni in qualche modo contribuiva alla crescita del tutto. Dopo la pretesa dell’ introduzione del business “diretto”, con moneta intendo , si è perso qualcosa ...ci sono ancora realta che riescono ad essere ecosistema : son quelle per cui il “valore di scambio”, non è il linden, che come moneta vale zero ...ma una cosa ben piu preziosa: il tempo. Il tempo che si dedica a fare cose insieme. Ci son molte realta, che riescono ancora a farlo. Son piccole pero. Ci vorrebbe quindi, qualcosa che possa coinvolgere gruppi consistenti di second-lifers in qualche cosa che vada al di la della loro esperienza di singoli. Questa è una cosa che i linden sanno, tant’ è che stan cercando di farlo. Pero loro hanno il problema che sono i propietari della piattaforma, e son quelli che vengono pagati per far funzionare tutto questo. Baycity non lo giudico personalmente un progetto che ha avuto il successo sperato, sia perche le land non son tutte vendute, ma soprattuto perche non è sempre stato rispettato il vincolo architettonico che avevano imposto. Credo che però realtà piu piccole possano trovare motivo di aggregazione sociale e autoriconoscimento per poter “uscir fuori dalla noia”. Fatto sta che, per quel che si sa, nei prossimi mesi, ci saranno nuove piattaforme. Piattaforme, necessariamente evolute, dal punto di vista dell’ immediatezza dell’ esperienza personale, sia in termini di user interface, che in termini di capabilities grafiche e di capacità di interazione. E soprattutto nascono con l’ insegnamento dell’ esperienza sociale di SL ... E’ una situazione nuova. Almeno dal punto di vista mediatico, anche se esitono piattaforme con un numero di utenti ben maggiori, SL non ha avuto concorrenti, finora. Ma l’hype è ormai finito, iniziano ad arrivare altre forme di Mondi Virtuali, strutturalmente più evoluti ...Staremo a vedere .... se no io come mi diverto ? :) Ti ringrazio Dep, hai detto fin troppo per 20 L$, adesso puoi saldare il debito con Marco :) Ci sarebbero milioni di cose di cui parlare, ma non posso occupare tutta la rivista, arriverà il giorno in cui faremo un incontro IW, magari riaffronteremo il discorso Ecosistema a te così caro ..e non solo a te. ahahah non mi avevi detto che mi pagavi !allora 20 linden non bastano :-.)


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

Circolo Culturale... RUBRICA

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.16

Via coll’Ombra di Jacaranda Flanagan Ci sono libri che nonostante battage pubblicitari costosissimi, comparsate televisive da parte degli autori, recensioni, e tutto quanto può servire dare notorietà, non riescono a decollare, vivacchiando sugli scaffali delle librerie, accumulando sulle loro pagine, lentamente, la polvere dell’oblio. E ce ne sono altri che nascono in sordina, si sistemano titubanti su di un banchetto di un librario volenteroso, e aspettano. E esplodono come una supernova. Fuor di metafora, è il caso di ‘L’Ombra del Vento’ superbo libro di Carlos Ruiz Zafòn, che proprio grazie al cosiddetto passaparola, al genuino entusiasmo di chi lo ha letto, è diventato un caso editoriale e ancora adesso, a qualche anno dalla sua uscita in lingua originale e in italiano, continua imperterrito a mietere cuori. Perchè di questo libro ci si innamora. Non si può dare una motivazione concreta all’amore, perchè si accenda e infiammi il cuore.. E questo libro è cosi’. Non è solo un libro magnifico, scritto benissimo , immaginifico, complesso, umanissimo, geniale. E questo basterebbe a seppellire sotto cumuli di disprezzo tanta robaccia strombazzata che appesta i banchi vendita dei libri… No, l’Ombra del Vento fa innamorare. Perchè dopo aver bevuto la storia, averla sorseggiata, centellinata, assaporata, gustata… Dopo che ci si è inebriati delle parole, della musicalità, delle immagini. Dopo aver assimilato i personaggi, aver scavato per loro un posto eterno nei nostri cuori… Ecco che scopriamo che la nostra non è solo ammirazione, ma purissimo amore. Quegli amori che si vorrebbe cantare al mondo. Ed è esattamente quello che succede. Chiunque abbia letto ‘L’Ombra del Vento’ non solo ne diventa preda senziente, ma lo dice a tutti, perchè vuole che la bellezza non resti prigioniera delle pagine, ma divampi, si estenda, dilaghi. E’ strano questo tipo di innamoramento. Solitamente si è gelosi, non si vorrebbe dividere con nessuno l’oggetto del proprio amore. Questo libro invece deve essere per tutti, e più persone lo leggono, maggiore è l’amore che proviamo per lui, forse perchè si ha modo di discuterne con altri, di parlare dei personaggi cesellati, delle loro storie, delle loro avventure. E in questo modo tenerli vivi e immortali. Di cosa parla questo gioiello purissimo, che non dovrebbe mancare in nessuna libreria, in nessuno scaffale, in nessun cuore? E’ la storia di un libro trovato da un bimbo, Daniel, l’io narrante, in un luogo veramente incantato e che tutti coloro che amano leggere vorrebbero visitare. E del suo innamorarsene, al punto di voler ricostruire la storia del misterioso autore. Questo dara’ il via ad un fiume in piena di avvenimenti, di storie che si intrecciano, di esistenze parallele che toglie il fiato, e ammalia. Il tutto in una Barcellona in pieno periodo franchista, con le sue miserie, i suoi luoghi incantati, la sua voglia di vivere, nonostante tutto. E’ un libro che è un mistery, una storia d’amore, un romanzo gotico, un testo fantastico… E altro ancora. Le persone, non personaggi, persone, che accompagnano Daniel nel suo viaggio sono vere, reali, e accompagneranno anche il lettore, a lungo, anche dopo aver letto la parola fine. Qualcuno ha detto che Zafon potrebbe anche smettere di scrivere libri, dato che il capolavoro assoluto che illumina l’intera esistenza l’ha già scritto. E onestamente, credo che questa affermazione sia esatta. In ogni caso a ottobre è prevista l’uscita de ‘Il Gioco dell’Angelo’, dello stesso autore. Riuscirà Zafon ad eguagliare e magari superare ‘L’Ombra del Vento’? Difficile. Come si fa a superare ed eguagliare la perfezione assoluta? L’Ombra del Vento – di Carlos Ruiz Zafòn è edita da Mondadori. Se avete la fortuna di incontrarlo sulla vostra strada, vi consiglio con tutto il cuore di non lasciarvelo scappare. E’ un amico che vi racconterà storie che vi lasceranno a bocca aperta, col fiato sospeso e con una gioia infinita nel cuore. Jacaranda Flanagan


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.17

Visto da Alice... RUBRICA

WDT e ALICE per CBM Italia Onlus

Buonasera Avatar, questa mia per renderti partecipe di una grande occasione che cbm Italia Onlus ci ha concesso per mettere alla prova il potere di Second Life come mezzo di comunicazione Virale. Iniziamo dalle presentazioni: Chi è cbm Italia Onlus? Ogni cinque secondi nel mondo una persona diventa cieca, ogni minuto questo tragico destino tocca a un bambino. Non solo, il 90% delle persone non vedenti si trova nei paesi in via di sviluppo, quindi ha ancora meno opportunità di accedere alle cure mediche. Eppure l’80% delle forme di cecità potrebbero essere prevenute o curate. Questo è l’impegno quotidiano di cbm Italia Onlus, l’associazione di riferimento per la prevenzione di cecità e patologie visive nei Paesi in Via di Sviluppo. cbm Italia fa parte del network cbm International, la più grande ONG a livello mondiale per la lotta alla cecità e alla disabilità, che cura le persone residenti nei PVS praticando interventi sanitari medico-oculistici - forma il personale locale, adegua le strutture sanitarie, fa opera di prevenzione somministrando medicinali e informando la popolazione, garantisce il diritto a educazione e formazione per i disabili. 1) Le principali patologie della vista curate da cbm Cataratta http://www.cbmit.org/cataratta.asp Glaucoma http://www.cbmit.org/glaucoma.asp Cecità Infantile http://www.cbmit.org/tracoma.asp Tracoma http://www.cbmit.org/tracoma.asp Oncocercosi http://www.cbmit.org/oncocercosi.asp Ipovisione http://www.cbmit.org/ipovisione.asp 2) La disabilità http://www.cbmit.org/disabilita.asp


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

Visto da Alice... RUBRICA

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.18

WDT e tutti coloro che hanno partecipato al progetto video x cbm Italia, sono un gruppo di avatar che cerca di far conoscere anche in SL le iniziative di questa onlus, supportandola con raccolta donazioni, dando informazioni e sostenendo i progetti che propongono. In Sl seguono le iniziative di cbm Italia dandone informazione. Ha creato la t-shirt “Love is Possible” di Fiorucci http://www.cbmitalia.org/news_immagine_download2. asp?newsid=97 (Maizon Rayna - Terra D’Ombra) . Ha creato il video 100 anni x100 testimonia lx 100 progetti http://www.cbmitalia.org/100anni/home.asp (scorri fino all’ultimo testimonial. ( Adelchi Rossini, Dep1050 Plasma, Yash Criss, Clorinda BOucher, Sarissa Oh, Jaret McMahon, Jacaranda Flanagan, Gigi Roffo, Terence Back, Bhastet Dharnen,Kristine Lovey, Lenoire DeCuir, Veronik Broome, la nipotina di Dep) Sostengono il progetto “Un Pixel Per la Vista” http://www.cbmitalia.org/pixel.asp (Paola Mills, Alice Mastroianni) Cosa Possiamo Fare tutti insieme? Capire quanto SL possa essere un ulteriore mezzo di informazione e comunicazione Virale. Come? Sostenendo WDT e Alice MAstroianni nella gara tra testimonial per i 100 anni di CBM Italia (dal 6 Ottobre al 31 Dicembre 2008) -

Invita il tuo gruppo, i tuoi amici, i tuoi contatti , i tuoi familiari a visionare questa pagina

http://www.cbmitalia.org/100anni/home.asp Falli scorrere fino all’ultimo testimonial (WDT e Alice Mastroianni) Fagli votare il progetto che sostengono FUNCRISIA : una clinica generale con un programma di assistenza oculistica a basso corto a Guayaquil, in Ecuador. Invitali a fare una donazione. - Mandando un SMS del valore di 1 € (da Tim,Omnite, Wind e 3) o di 2€ (da Telecom Italia) al numero 48582 dal 6 al 26 Ottobre in occasione della giornata Mondiale della Vista (9 Ottobre). http://www.cbmitalia.org/campagna_banner/sms_landing.html - Andando alla serata benefica organizzata da Zelig per cbm Italia il 9 Ottobre a Milano in occasione della Giornata Mondiale della vista. Ingresso a contributo libero fino a esaurimento posti. http://www.cbmitalia.org/news_immagine_download2.asp?newsid=101 Inoltre chiunque volesse aderire alla campagna di sostegno interna a SL: 1) Puoi acquistare la t-shirt “Love is Possible” nei punti donazione (che verranno sempre aggiornati man mano che aumenteranno). Al momento WDT Planet http://slurl.com/secondlife/WDT%20Planet/94/102/59 ITALY ISLAND RESORT http://slurl.com/secondlife/ITALY%20ISLAND%20RESORT/92/106/26 ITALY ISLAND RESORT http://slurl.com/secondlife/ITALY%20ISLAND%20RESORT/126/199/26 SaliMar http://slurl.com/secondlife/WDT%20Planet/146/132/57 BDSM Italia http://slurl.com/secondlife/BDSM%20Italia/84/112/22 2) Può richiedere di inserire nella sua land/negozio/casa etc la Box con la T-shirt in Braille “Love is Possible” di Fiorucci. Le T-shirt sono in vendita a 400 L$ ( 1 €) e tutto il ricavato viene racconto da CBM Italia Onlus . Come : Manda una notecard a CBMItalia Bookmite, abilitalo a Rezzare nella tua Land e Inviagli il LM preciso di dove vuoi che rezzi il contenuto (1 box per la vendita della t-shirt e un cartello informativo) , nella notecard specifica il gruppo a cui lo hai abilitato, il nome della land e il nome dell’Owner + il tuo logo ed eventualmente la tua mail per essere ringraziato da cbm Italia). 3)

Può richiedere di organizzare serate, concerti, eventi, sfilate per cbm Italia Onlus.

Come: Manda una notecad ad Alice Mastroianni, dove specifichi cosa vorresti fare, alcune date possibili (dal 6 ottobre al 31 Dicembre) landmark e un contatto mail . 4)

Può vendere i suoi prodotti (land/abiti/oggetti etc..) dando una % a CBM Italia Onlus.


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa pag.19

N. 3-4, Sett-OTT 2008

Visto da Alice... RUBRICA

Come: Manda una Notecard a CBMItalia Bookmite in cui lo informi che gli stai dando …% delle tue vendite. Con Il tuo Nick Name, il LM di dove lo fai e il tuo logo, eventualmente la tua mail. Ed inserisci questo codice UUID nelle % di divisione di ricavo del tuo prodotto. myID: CBMItalia Bookmite UUID: 7c30ff0b-bf68-49e0-86a4-c8f7c3d6cdbc Ogni proposta, idea o suggerimento sono graditi, altrettanto ogni tipo di collaborazione. Distinti Saluti Alice Mastroianni Art Director WDT


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

CONCORSI

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.20

Concorso poetico/Fotografico Lo Sguardo Del Poeta a cura di Wallymen Pessoa “LO SGUARDO DEL POETA”...primissimo concorso della terra di Salimar. Poesia e fotografia si uniscono insieme per ottenere un unico risultato. Aspettiamo le vostre iscrizioni.

Di seguito vi riportiamo il regolamento del concorso e la composizione delle giurie. Ringraziamo Aglaia Zenovka per il supporto fornito durante la stesura del regolamento. REGOLAMENTO CONCORSO 1. Salimar Cultura bandisce il concorso “Lo Sguardo del Poeta ”. 2. Viene nominata, ai fini del concorso, una giuria di qualità divisa in 4 sottogruppi: giuria letteraria (5 membri), giuria artistica (4 membri), giuria staff (3 membri) e giuria pubblica (3 membri). 3. Il coordinatore del concorso è Wallymen Pessoa. Il coordinatore del concorso non farà parte della giuria. 4. Tutti i residenti possono partecipare, sotto la propria responsabilità, fatta eccezione per i membri della giuria e il coordinatore. 5. Ogni autore dovrà presentare due opere: una poesia in lingua italiana e un’opera grafica (fotografia RL o SL, quadro, creazione grafica) che possa rappresentare la poesia stessa. 6. Le opere dovranno essere originali, nuove, e dovrà essere concessa l’esclusiva ai fini del concorso e fino a conclusione dello stesso. 7. E’ ammesso l’ausilio di qualsiasi programma di fotoritocco. 8. Insieme alle due opere dovrà essere consegnata una notecard o un documento testuale nel quale devono essere indicati: nome e cognome Second Life dell’autore, titolo dell’opera, dimensioni originali dell’opera grafica. 9. Le opere rimarranno di esclusiva proprietà dell’autore, salvo la possibilità per Salimar di realizzare con le stesse un catalogo/poster non a scopo di lucro. Di tale eventuale realizzazione sarà distribuita gratuitamente una copia ad ogni artista partecipante. Le restanti copie saranno distribuite esclusivamente in locali di Salimar. 10. Gli autori concedono la possibilità di pubblicare tutte le opere sul magazine SaliMarLIFE e sul bloghttp://www. salimarlife.blogspot.com/. In caso di pubblicazione verranno indicati autore e titoli delle opere. 11. Ogni autore è responsabile del contenuto delle opere presentate e dichiara di possederne i diritti. Salimar si riserva la facoltà di non accettare opere la cui realizzazione si presuma possa arrecare danno o offesa ai soggetti descritti, rappresentati o ripresi e/o alla collettività. Le opere per tale ragione non ammesse al concorso saranno restituite all’autore. 12. Saranno accettate a partecipare al concorso, nei limiti di quanto ai punti precedenti, le opere consegnate dal 29 Settembre 2008, giorno di apertura delle iscrizioni, al 10 Ottobre 2008. Il giorno 15 Ottobre 2008 le opere verranno esposte a Salimar e presentate al pubblico; in tale occasione gli organizzatori sceglieranno 3 persone che diventeranno parte della giuria pubblica. Nei giorni compresi fra il 20 Ottobre 2008 e il 31 Ottobre 2008 la giuria di qualità valuterà le opere presentate. Il 5 Novembre 2008 si svolgerà la festa di premiazione. 13. Le opere dovranno essere consegnate a Wallymen Pessoa in doppio formato: in World, tramite notecard per la poesia e texture per l’opera grafica e via mail al seguente indirizzo: wallymen@live.it. Le opere saranno consegnate dal coordinatore alla giuria in forma anonima. 14. Le iscrizioni potranno effettuarsi lasciando IM e mail a Wallymen Pessoa. 15. La partecipazione al concorso implica la completa accettazione del presente regolamento.


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualitĂ , curiositĂ  su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa pag.21

N. 3-4, Sett-OTT 2008

CONCORSI

Concorso poetico/Fotografico Lo Sguardo Del Poeta a cura di Wallymen Pessoa 16. Verranno proclamati due vincitori: migliore poesia (in base alla somma dei voti della giuria letteraria + quelli della giuria staff + quelli della giuria pubblica) e migliore assieme poesia+fotografia (somma totale dei voti). 17. Premio per la migliore poesia: uso a titolo gratuito di una casa arredata nel Villaggio dei Pescatori di Salimar per un mese + 1500 linden. Premio per il migliore assieme poesia+fotografia: uso a titolo gratuito di una villetta nel Villaggio Mediterraneo di Salimar, completa di tutti i comfort, per un mese + 3500 linden. Composizione delle giurie: * Giuria tecnica letteraria: Jacaranda Flanagan, Viola Tatham, TeddyOclock, Artemisia Lane, Maevan Laval. * Giuria tecnica fotografica: Mila Tatham, Aura Manamiko, Marta Lanzius, Rodroguez Imako. * Giuria staff salimar: Nany Ebbage, Marzietta Martinsyde, Daphne Tomseen. * Guria pubblica: come da regolamento.

coming soon at SaliMar - WDT Planet


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

INIZIATIVE e PROGETTI

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.22

Welcome Area di Imparafacile Runo

L’idea di una Welcome Area per gli italiani è nata circa un anno fa. Mi ero reso conto che non c’era ancora un luogo per gli italiani dove trovare in modo chiaro ed organico le informazioni di base su come utilizzare Second Life. Ci ho messo un po’ di tempo a definire il progetto così come lo sto distribuendo adesso, ma fin dall’inizio erano chiare alcune caratteristiche: > facilità d’uso, con pannelli che distribuissero notecard chiare e semplici > disponibilità di risorse gratuite, che permettessero ai newbie di usare da subito quel che imparavano > la possibilità di offrirla a qualunque owner la richiedesse, in cambio di spazio e un po’ di prims La prima persona a credere in questo progetto è stata Alice Mastroianni, che proprio in quel periodo cercava di creare una scuola itinerante che aiutasse i newbie. Tramite il suo appoggio sono stato contattato dai primi owner che hanno coraggiosamente aderito all’idea, tra cui Mila Tatham e Davide Forcella. Sottolineo “coraggiosamente” perché mi sono reso conto che molti owner hanno ancora l’idea della propria land, come di uno spazio chiuso, in cui far arrivare la gente e non farla uscire. Io invece credo che le persone amino cambiare, muoversi ed esplorare. Se una land offre un ambiente accogliente, dei buoni servizi e degli eventi interessanti le persone di certo tornano (Mila Tatham ed Alice Mastroianni ne sanno qualcosa…) Per questo nella mia welcome area metto a disposizione anche dei landmark di altri luoghi, che io od altri amici abbiamo trovato interessanti o utili.

Inoltre sono profondamente convinto che i primi giorni di vita di un avatar influiscano notevolmente sulla perce-


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa pag.23

N. 3-4, Sett-OTT 2008

INIZIATIVE e PROGETTI

Welcome Area di Imparafacile Runo

zione che avrà di SL: se inizia subito a diverstirsi e trovare stimoli interessanti, molto probabilmente continuerà a connettersi; se, invece, si trova da solo, in land deserte, senza sapere come muoversi, allora sarà difficile convincerlo delle mille opportunità che offre il metaverso. In questo momento le Welcome Area sono 7 (anche se a breve ne istallerò altre 2): > SALIMAR http://slurl.com/secondlife/WDT%20Planet/194/184/528/ > ITALIAN LIFE http://slurl.com/secondlife/Italian%20Life/47/98/21/ > ISHTAR LAGOON http://slurl.com/secondlife/pergola/138/22/21/ > PIAZZA ITALIA http://slurl.com/secondlife/PIAZZA%20ITALIA/128/104/21/ > EXPERIENCE ITALY http://slurl.com/secondlife/Experience%20Italy%20SE/100/141/25/ > ISIDE http://slurl.com/secondlife/Phenywheny/84/242/21/ > SYNERGY ISLAND http://slurl.com/secondlife/Synergy%20isle/155/193/25/ Non posso che essere felicissimo del successo che stanno avendo e per questo continuerò ad impegnarmi per aggiungere periodicamente nuovi elementi che le migliorino ulteriormente. Se nel frattempo qualcuno avesse dei suggerimento… mi mandi pure un IM. CIAO a tutti Imparafacile Runo


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

PERSONAGGI

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.24

Intervista a Mary Arcadia e Genius Gausman di Mila Tatham

Era inizio agosto ma già la mia family era tutta in vacanza… sapevo che avrei impaginato SaliMarLIFE con un po’ di ritardo rispetto al solito e ho pensato che settembre era un mese giusto per parlarvi, anche sulle pagine della rivista, oltre che sul blog di SaliMarLIFE di Arcadia e dei suoi fondatori Mary Arcadia e Genius Gausman. Arcadia è una sim GDR di ambientazione medievale, portata avanti, organizzata e gestita in maniera encomiabile. E’ lì che grazie ad Aglaia ho scoperto il Gioco di Ruolo, ed è lì che ho conosciuto Mary e Genius, che mi hanno accolto con entusiasmo e una gentilezza infinita dal primo momento. In questa intervista troverete loro, Arcadia, il loro sogno …. direttamente dalla loro voce… Buona lettura…. Mila: benvenuti nella mia terra:)) mi fa davvero piacere Genius Gausman: ti ringrazio Mary Arcadia: piacere nostro Genius Gausman: è da tanto che non usciamo da Arcadia Mila: e lo so, capita anche a me Mila: benvenuti :) allora finalmente parlo con voi...i creatori di Arcadia, bellissimo gdr in second life..mi raccontate la sua genesi e la sua struttura? le varie gilde etc... Genius Gausman: Grazie a te innanzitutto!Beh, la creatrice di Arcadia è Mary ...o meglio, la sua fantasia ed i suoi sogni, soprattutto! Io ci ho messo solo la manovalanza e le conoscenze che avevo su second life, che erano abbastanza ferrate Mary Arcadia: bhè un mix tra passione per il medioevo, e voglia di realizzar un sogno seppur in second life Genius Gausman: Nato come un luogo per noi e per amici, non abbiamo potuto sicuramente fare a meno di ospitare anche gli appassionati, e piano piano, il nostro sogno è diventato sogno di molti!... con molto nostro piacere, ma anche molto duro lavoro nostro e del nostro staff Mary Arcadia: non a caso all’entrata della nostra sim viene distribuita una note card sul perchè della nascita di Arcadia Mila: quante Gilde avete ad arcadia? Genius Gausman: Attualmente abbiamo selezionato solo 6 gruppi, stabili, ed otto razze, i gruppi li abbiamo creati noi per esigenza organizzativa, all’inizio, ma poi ne abbiamo ceduto la gestione, come doveva essere...alcuni altri, invece, sono venuti ad Arcadia spontaneamente Mila: Ad Arcadia quindi , ambientazione medievale e guerra tra bene e male giusto?


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

PERSONAGGI

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.25

Intervista a Mary Arcadia e Genius Gausman di Mila Tatham

Genius Gausman: Si, decisamente, ma non solo di Armi e battaglie è fatta Arcadia. Anzi, ti diro’ di piu, lo scopo principale è ben altro, quello fa da contorno, avremmo tranquillamente bannato le armi da arcadia, quantomeno i combattimenti. Inizialmente, non avevamo, ad esempio, nemmeno un meter di combattimento, proprio perche’ l’idea era rappresentazione medievale e fantasy…per adeguarci, abbiamo introdotto un meter di combattimento, ma il nostro scopo e far recitare una moltitudine di persone, cortei storici, ambientazioni in locanda, il sabbath esbat delle streghe cerimonie degli elfi, consacrazione dei vampiri.... Mary Arcadia: danze e racconti di poesie Mila: Credo di cominciare a capire cosa ho visto di speciale in Arcadia Genius Gausman: sono le cose, alla fine, che hanno fatto di Arcadia un bel posto dove stare Mila: devo dire che si percepisce perfettamente, non sono un esperta e nemmeno un appassionata di gdr:) ma mi sono innamorata dell’atmosfera che si respira ad Arcadia, le vostre parole sono una conferma Genius Gausman: il gioco è anche quello, confrontarsi con un periodo storico, recitare una parte Mary Arcadia: abbiamo voluto che si ricreasse fedelmente in second life...quello che era un tempo...nell’era del medioevo nella realtà e aggiungerci un pò di fantasy Genius Gausman: La nopiramidale, nel nostro staff e sceneggiatrice quindi, e capirazza che gestiscocatori che si trovano ad la storia, loro danno solo anche i moderatori, e gli fanno il lavoro di 4 persone

stra è un organizzazione abbiamo una scrittrice game master capigruppo no il canovaccio per i gioimprovvisare al momento il “La” ma in fondo sono istruttori, possiamo dire che in una!

Mila : siete stati fortunati a ba ed appassionata

trovare gente così in gam-

Genius Gausman: gia’, se Arcadia sarebbe gia’ stata gio multipiano!.... e merito abbiamo scovati tra tanti :) ....nonostante, mio , anzi, delle “primedonne” o primi il nostro lavoro

non ci fossero’ stati loro, sostituita da un parcheganche un po nostro che li e gestiti... lasciamelo dire nostro malgrado, ci siano uomini che hanno minato

Mila: ci siano o ci sono stati? Genius Gausman: ci sono stati, ci sono e ci saranno sempre, basta solo trovarli e cacciarli altrimenti anche tutti i gioicatori ne risentono. E’ la ricetta di un buon gioco di ruolo, .... posso dire che in italia, solo noi siamo riusciti a star in piedi un anno senza cadere piu volte Mila: mi sembri molt odeciso in questo..ti è mai capitato di avere difficoltà ad eliminare una persona? Genius Gausman: Certo che si Mila, più di una volta, anche persone molto importanti. Ultimamente abbiamo fatto fuori tutto un gruppo !....anzi, meglio, si sono autoesclusi perche’ non si volevano regolamentare...quindi, ho accettato di buon grado che andassero via, anche se i motivi sono ben altri, vedi la concorrenza, non ci interessa il traffico ed i gruppi, ci interessano i giocatori ed il buon gioco. Mila: questo ha a che vedere col post sul vostro blog? “nuovi sviluppi e nuove realtà?” Genius Gausman: si, in un certo senso anche quello. Presto, con il rientro dalle vacanze, si va a rinnovare tutto, gioco, staff, e magari anche qualche altra sorpresa particolare, che non posso anticipare, ma che lascera’ piu di uno a bocca aperta (o asciutta) Mila: parli di scontro tra sim... non c’è coesione e collaborazione tra sim di giochi di ruolo? Genius Gausman: vedi, ci abbiamo provato pero’, nostro malgrado, non tutte le persone hanno la correttezza nell’animo e la nostra ultima esperienza con una sim italiana, è stata a dir poco lacerante .... partiti come una sim a luci rosse (qualcosa è rimasto), ora si improvvisano a giocare di ruolo... copiando, e non ho paura di dirlo, il gioco


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

PERSONAGGI

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.26

Intervista a Mary Arcadia e Genius Gausman di Mila Tatham

di Arcadia.... aihmè... non hanno le stesse persone fenomenali a reggerla Mila: ma essendo cmq ..almeno credo una parte molto specifica in sl..sarebbe bene che le sim gdr collaborassero...creassero una specie di tavola rotonda con intenti comuni non credi? Genius Gausman: infatti, nelle sorprese potrebbe esserci qualcosa di realmente sensazionale!....e potrebbe riguardare questo..... gli sviluppi, in effetti, sono gia visibili, ma preferisco non dare troppe notizie Mila: faccio un esempio molto stupido...prendi me totalmente ignorante di gdr, sono rimasta affascinata da arcadia ….mettiamo che cominciassi a giocare di ruolo..e cominciassi a girare sim così..potrei partecipare ad un altro gioco in un altra sim con un altro ruolo..non arrecando danni a nessuno e anzi... Genius Gausman: certo che si, potresti essere strega ad Arcadia, vampira .....a Legenda e cosi via ,a meno che, come succede spesso alcune sim iniziino ad usare lo stesso meter, sullo stesso server e quindi, la tua razza, rimarrebbe uguale su tutte queste sim, come è accaduto in passato ad Arcadia ...e.... sta accadendo! Mila: ossia lo stesso giocatore gioca su più sim? on lo stesso personaggio? Genius Gausman: certo, e anche con lo stesso meter, stessa razza, ma … come dire, in un regno diverso Mila: ma questa è una collaborazione no?

Genius Gausman: gia’....ma fa parte della sorpresa....anzi, delle sorprese Mila: ossia ci deve essere l’accordo tra sim per fare questo...mhhh...capisco:) non indago oltre ma vorrei il comunicato quando deciderai di fare l’annuncio:) Genius Gausman: posso solo dirti che, chi rimarra’ fedele ad Arcadia, sicuramente godra’ dei benefici che altre realtà..... non possono offrire ed inoltre, ha sicuramente la tutela di noi due e del nostro staff, cosa che molti sim owner non hanno inteso, spesso ergendosi a Dio in terra, beh, noi siamo piùche altro come padre e madre dei nostri giocatori.....lo dico sempre, Arcadia è bella perche’ è una grande famiglia Mila: bhè mi sembra davvero che ci saranno tante novità:) Genius Gausman: una è gia a compimento, un altra potrebbe veramente far scoppiare la festa! Mila: non è corretto se dici queste cose e poi non mi riveli i dettagli :) Mila: come sono i vostri due ruoli in Arcadia? siete appunto superpartes o a volte prendete parte alle quest attivamente ? Genius Gausman: super partes, prima di tutto


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.27

PERSONAGGI

Intervista a Mary Arcadia e Genius Gausman di Mila Tatham

Mary Arcadia: si prendiamo parte alle quest e ti diro’ cambiamo spesso personaggio...mi sono trovata ad essere mater dei vampiri e subito dopo l’akasha delle streghe Genius Gausman: ...io avrei fatto volentieri il contadino, ma la Regina non me l’ha permesso Mila: bhè uno sdoppiamento di personalità neinte male Mary Arcadia: eheheh da neutrale akasha divento sadica e affamata nonchè oscura mater dei signori delle tenebre Mila: cosa sperate per Arcadia e per la vostra permanenza in SL? Mary Arcadia: io spero che il sogno continui Genius Gausman: Arcadia è come una figlia, per noi Mary Arcadia: aracdia è come una figlia Mila: già, so quello che significa :) Mary Arcadia: ah cco parliamo in simbiosi ;)) Genius Gausman: ci abbiamo buttato, scusa il termine, il sangue per piu di un anno (come in questi giorni nasceva piano piano sotto i nostri occhi) Genius Gausman: Arcadia compie un anno lunedi e sai, la cosa bella, Mila? Mila: dimmi Genius Genius Gausman: che Arcadia, anche senza una sim, un regno, rimane nei giocatori Mary Arcadia: concordo Genius Gausman: ed è questo il piu’ bel regalo che i nostri giocatori ci hanno dato, la amano, e l’hanno dimostrato aiutandoci anche economicamente nel momento del bisogno Mila: :) credo sia il più bel regalo che voi abbiate fatto loro. Quindi dopo un anno bilancio positivo e tanta voglia di continuare con nuove sfide? Genius Gausman: si, anche se non ti nascondo che spesso, la stanchezza, e anche il tempo, ci hanno fatto pensare alla conclusione, il bilancio è sicuramente positivo anzi, piu’ che positivo. Abbiamo stretto nuove amicizie reali con il nostro staff, vera anima di Arcadia, e anche con i giocatori c’è un rapporto veramente bello.Noi due ormai siamo vecchiotti di sl, due anni sono tanti Mila: ok ultima domanda.... Genius Gausman: prego Mila: che sogno c’è nel futuro di Mary e Genius? Genius Gausman: rispondi prima tu, amore? Mary Arcadia: innanzitutto io spero vivamente di continuare i bellissimi rapporti...che si sono instaurati qui in sl ma soprattutto in rl con i nostri amici e far rimanere Arcadia nel cuore dei giocatori...... Genius Gausman: beh, non ti nascondo che nel nostro futuro spero ci sara una casa reale, un matrimonio reale, ed un mucchio di bambini reali Genius Gausman: un mucchio forse no... vero? Mary Arcadia: :))), mucchio no eh! Genius Gausman: un paio, và! Per quanto riguarda Genius e Mary in second life…beh, noi abbiamo dato il via ad un esperienza diversa almeno in italia, e cercheremo di continuare, fermo restando il nostro tempo in sl, a portare avanti questo sogno, sicuramente appoggiandoci, come al solito, ai nostri grandi amici e collaboratori, sicuramente piu siamo, ...intento dire come creatori di gioco, migliore sara’ la riuscita, fare moderazione e gioco è veramente dura, ci vorrebbe il nostro staff moltiplicato per dieci, per andare bene Mila: se volete dire qualcosa di particolare fate pure...:)


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

PERSONAGGI

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.28

Intervista a Mary Arcadia e Genius Gausman di Mila Tatham

Genius Gausman: solo ed esclusivamente ringraziamenti ai nostri giocatori, i nostri amici...e soprattutto ai nostri Nemici... che tanto ci vogliono bene! Mary Arcadia: un grazie di cuore agli amici e a tutti i giocatori di Arcadia.... ai nemici....mm non mi esprimo.... Genius Gausman: Mila, potresti aggiungere un ringraziamento, a fine intervista? Mila: certo Genius Gausman: A Coccodrillone, sei nei nostri cuori, ... Grazie di tutto! Mary Arcadia: verooooo…sempre nei nostri pensieri Mila: immagino abbia un significato particolare Genius Gausman: ....senza il suo sostegno, Arcadia non sarebbe esistita Ho salutato così i miei amici Reali…:) Invito tutti voi a visitare Arcadia, a lasciarvi avvolgere dal suo fascino e dall’atmosfera incantata che vi si respira… io sono già stata stregata:) …Quest’intervista è stata fatta in piena estate, quando Mary e Genius lavoravano per mantenere il loro progetto…. Purtroppo le ultime notizie di questi giorni parlano di trasferimenti, cessione, chiusura della SIM. Il popolo di Arcadia, dalle parole di Genius, vuole restare e continuare… aspetteremo le prossime notizie … nel frattempo In bocca al lupo ragazzi!


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.29

Raccontami una storia...

Raccontami una Storia...

FATTI MANDARE DALLA MAMMA di ToyTony Runo

Guardatemi: sono bellissimo. Magro, nano, tutto naso ed orecchie; e questo corpo glabro.. lo sterno a vista, cazzo; e queste costole.. Sono vergine. Scuola e casa, casa e negozio di mamma, che tutti sono convinti che sono un bravo ragazzo, solo un po’ solo.. Ma che ci posso fare: mi sento diverso, ma non so. Ora: immaginate un pomeriggio di quelli di inizio primavera, con l’odore dell’asfalto che comincia a sentirsi assieme a quello dei narcisi che spuntano dalle fasce e dai cespi al di qua dell’asfalto (gli unici odori che mi mancheranno quando andrò via da qui..) mia madre mi ha mandato in latteria. Scalcio qualche pietra, mani in tasca e chewing-gum...queste braghe mostrano troppo questa pagnottella che ho qui.. che oggi mi molesta, ma non più di tanto. Ci sono giorni che mi fa impazzire.. mi devo segare una, due, tre volte, ..una volta uscito da scuola e raggiunta casa e l’ora che tutti se ne vanno, che io resto solo. Prendo l’unica rivista, le poche foto che ho trovato dentro ad un buco nel muro sulla strada di casa, e cerco pace. Do un’occhiata alla pubblicità del gelato sulla porta, spingo ed entro. E’ un po’ più buio, forse non mi sono abituato ancora; Enrico sta staccando alcune chicche di grana da una grossa forma, adagiata sul pianale del banco. Mi vede entrare, mi sorride con lo sguardo, un attimo. Poi ritorna a darsi daffare sulla forma. <<Che ti serve?>> << Un litro di latte, e forse anche il mio pane, se c’è. >> L’ha già preso tua madre. ok. solo il latte. <<Lo vuoi assaggiare?>> <<Sì, grazie>> e mi porge una chicca con le dita. Tiro via una mano dalle tasche, ma lui: <<No, ....non con le mani...faccio io. >> <<...>> <<Apri la bocca..>> Apro la bocca...come un pesciolino che si avvicina al bordo dell’acqua... Lui mi sfiora con le dita il labbro inferiore, come a saggiarne la morbidezza. Ho delle labbra bellissime, morbide e gonfie come il bordo di una tridacna. Sono le labbra di un ragazzo dolcissimo,che ha in seno una puttana...ma ancora non lo sa. Mi posa la chicca di formaggio nella bocca. Dolcissima. La mia pagnottella è diventata talmente dura che mi fa un male cane: forse mi si sta rompendo il cazzo, nei pantaloni, piegato com’è. Vieni, mi dice, vieni dietro il banco che devo farti vedere una cosa.. Giro l’angolo. Sotto il grembiule, bianco, vedo una punta potente. E’ il suo uccello, bellissimo, dritto e grosso. Me lo mostra spostando il grembiule, scalzando la patta dei pantaloni di fustagno marrò. Tutta quella carne mi fa cedere le gambe... ho un mancamento, lo so: gli occhi si muovono altrove, per l’emozione e per la paura: cazzo , siamo in un negozio, cazzo!!! ...Può entrare chiunque..compresa la sua bellissima moglie o sua figlia...che ha la mia stessa età..


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.30

Raccontami una storia...

Raccontami una Storia...

FATTI MANDARE DALLA MAMMA di ToyTony Runo

Enrico ha 35 anni...e adesso so che ha anche 23 cm di uccello. Bianco, e venoso, irriverente ma con una boccuccia che sta dicendo: vieni, miele, bocca...succhia... Ho bisogno di guardare altrove.. non ho più respiro, e forse neanche più sangue in testa, che è tutto sulla faccia per arrossire e tremare ed ad avere la più grossa delle mie erezioni.. <<Vieni di là. ...Vieni di là in magazzino...>> Lo chiede.. ma forse lo sta ordinando: potrei ancora fuggire, se solo lo volessi. ...se solo lo volessi... Ho paura. Il cuore batte così forte che non sento altro che il tam tam nelle orecchie.. Sono in trance.. non stacco gli occhi da quella punta ... sento una voce che dice qualcosa, dentro di me. Sono pazzo che mi lascio scappare tutto questo popò d’uomo con tutta questa sberla d’uccello, per di più dritto? (io che, poi, non ne ho mai visto?...e che sono complessato dal mio, che invece, curva ingrato verso sinistra, che mia cugina Stefania, quella bastarda..mi ha sempre canzonato chiamandomi “pronto-mammà”...) CHE ASPETTO? Vabhè..succeda quello che succeda..sarò dannato e pubblicato (nel senso che la moglie mi ammazzerà in piazza davanti alla chiesa)..ma ci penserò domani. <<...>> <<...>> <<Che aspetti?>> <<Ho paura>> <<Vieni qui..>> Ci baciamo. Il mio primo bacio a corpo d’uomo... perché non la tiene un po’ ferma, questa lingua, quest’uomo, che ci faccio un po’ caso? ...che mi sembra di cadere nel vortice insieme allo zucchero e miele..è questo sentire le campane?.. e il rumore del frigo..e le cicale dell’estate... e poi: Ma che sberla ha in mezzo alle gambe? è sfrontato come il cazzotto di un marinaio, il pugno dell’elettrauto sporco di grasso... mi sento come se mi sospingessero verso la tromba delle scale: è la sua mano che mi tiene la testa,la testa del suo membro nella mia bocca. Pochi colpi, lui ha un sussulto, e dopo altri dieci...al basso ventre io sento un dolore a punta, vuoto, mi viene da vomitare...ma no... Volgo lo sguardo in basso.. vedo la pozza...sotto le mie gambe la perdita dell’innocenza in modo formale, totale. Ci aggiustiamo di corsa le braghe: mi trovo a chiudere la porta dietro di me che non so nemmeno come sia successo e cosa... Ma è la moglie a sorridermi? Mi chiede: <<Ciao Clauchi! ..Hai il pane, ancora, da ritirare..l’hai preso? >> mi guarda le mani...che, effettivamente sono VUOTE. <<No>> <<Vieni>> RIENTRO. <<Pane..il latte lo vuoi?>> (l’ho già preso, grazie)<<Un litro, ...alta qualità, grazie>>.


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

NON SOLO ARTE...Rubrica

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.31

Quando i Sogni Diventano Realtà di Marta Lanzius Vi è mai capitato di ammirare un quadro di Caravaggio? Ogni opera è un sottile gioco di luci ed ombre e proprio in quell’oscurità sono nascosti dei particolari che rendono il quadro unico, eccezionale. Questi dettagli non visibili ad un primo sguardo devono essere cercati con curiosità e passione. Amo l’arte per questo motivo, perché se riesci ad andare oltre le tecnica, le emozioni che potrai vivere sono uniche irripetibili. E’ meraviglioso ritrovarsi in una stanza piena di quadri in cui i colori si fondono in un unico abbraccio e le sensazioni che senti ti accarezzano il cuore e l’anima con una semplicità sorprendente. E’ questa la potenza dell’arte, non potrà mai ferirti come posso fare le persone ma potrà raccontarti tutte le emozioni di un amore o il folle dolore che può causare una guerra. Il mio desiderio è sempre stato quello di lavorare nel mondo dell’arte, di poter realizzare eventi in questo settore, di poter regalare ai visitatori una serata magica e grazie al Progetto Argon adesso sogno è diventato realtà. Questo progetto concepito da Intesa SanPaolo e Coreconsulting offriva a giovani neolaureati l’opportunità di sperimentare nel mondo del metaverso il proprio sogno lavorativo. Con questo desiderio da troppo chiuso dentro un cassetto mi sono cimentata in questa avventura ed ho realizzato la mia prima mostra intitolata “PUNTI di VISTA”. L’idea è nata quando, per caso, mi sono imbattuta nel quadro di Magritte “Perspective” che si ispirava al “Balcone” di Manet. Il pittore surrealista rivisita l’opera dell’artista impressionista dal suo punto di vista ed al posto di tre figure umane vi disegna tre bare. Da ciò prende vita questa mostra. I musei ci hanno sempre mostrato l’arte divisa per epoche, ogni periodo i suoi “eroi”. Sono voluta fuggire da questo conformismo ed ho voluto creare uno spazio tra le stelle e le nuvole in cui l’arte potesse essere vissuta universalmente senza troppe distinzioni tra i periodi. E’ vero ogni epoca ha il proprio stile pittorico ma le emozioni che questi quadri suscitano vanno al di là della tecnica con cui vengono dipinti, realizzati; racchiudono in sé gli stati d’animo, le sensazioni e soprattutto le emozioni di colui che li anima. Le opere scelte sono “PUNTI di VISTA” di pittori vissuti in epoche differenti che hanno a loro modo guardato lo stesso fenomeno. La scelta della “Fata Ignorante” di Magritte come immagine della mostra oltre ad essere un tributo al pittore da cui è nato tutto, è una descrizione della visione che questi ha dell’arte; questa è come una fata ignorante: in grado di rendere magico qualcosa di cui le sfugge il senso. Ed è proprio così l’arte, ti abbraccia, ti avvolge e culla la tua anima senza un motivo preciso, solo per regalarti emozioni.


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa pag.32

N. 3-4, Sett-OTT 2008

NON SOLO ARTE...Rubrica

Quando i Sogni Diventano Realtà di Marta Lanzius Questo sogno però non sarebbe stato così meraviglioso se non lo avessi condiviso con ………… Anthonius Anthony che mi ha sopportato nelle fasi di realizzazione della mostra Antony Rayna che con il suo affetto ha reso questa vita unica Whasabi Kohime che con le sue parole mi ha portato a credere nuovamente nelle stelle Chri Zeffirelli senza il quale questa seconda vita non sarebbe mai cominciata e a Rodroguez Imako che mi è stato vicino in tutti questi mesi. E per finire un grazie di cuore a Wally e Nany, a Mila e a tutta le famiglia di Salimar che mi permettono di scrivere di arte, di alimentare la mia passione, di vivere d’arte………grazie per la vostra fiducia e per la possibilità di conoscere persone meravigliose.


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

SPORT

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.33

Arrivano i Giochi senza Confini! di marzietta Martinsyde Curiosando per i mondi di SL e nel forum di secondlife.com ho scoperto che anche qui non ci siamo fatti mancare quelli che in RL erano i “Giochi senza frontiere”. Ed eccoli qui: i “giochi senza confini” ideati da Babet Avro e Darcon Freck , con la collaborazione grafica e builder di Cyberghost Rossman e Jhon Glaz, con il prezioso aiuto dello scripter Raziel Foggarti e con l’aiuto di Elettra Variale che è l’addetta alle pubbliche relazioni e alla pubblicità. Tutto questo che vi dirò è stato possibile grazie a Yanko Sella che è l’owner della Sim Paradiso che ospita questi bellissimi giochi. Il percorso presenta diverse difficoltà così che i concorrenti possano mostrare le loro abilità. Ma come sono stati impostati questi giochi che per la prima volta vengono presentati in SL? Ogni iscritto deve far parte di una squadra composta da 4 persone e nominare un proprio capitano, non potrà usare hud, AO, volo o altro in quanto il sistema di gioco è completamente automatizzato e squalifica i concorrenti che sfruttano “trucchetti” di ogni tipo. Il tutto è basato su delle scarpette, appositamente costruite che sono in grado di verificare ogni movimento e ogni metodo usato nello svolgimento dei percorsi. Le scarpe di gioco segnano i punti, i tempi, i check point e gli errori che verranno segnalati in chat assieme a un suono marcato mentre in caso di esattezza verrà emesso un segnale acustico. Il torneo è composto da più gare e per ognuna di queste è destinata una medaglia d’oro a ciascun concorrente della squadra arrivata al primo posto, una medaglia d’argento ai secondi e una di bronzo per i terzi. Al giocatore che ottiene il maggior numero di medaglie verranno inoltre assegnati 500 linden, per la squadra vincitrice è invece previsto un premio di 30.000 linden oltre alla Coppa Paradiso. E poi novità, oltre al premio di 1000 linden ideato per il miglior giocatore (colui che ha acquisito più punti e utilizzato minor tempo) è previsto anche un premio di 500 linden per il concorrente che si accaparrerà la qualifica di peggior giocatore (colui che ha meno punti con il peggior tempo segnalato). Dal 2 Settembre è stato possibile provare il percorso di gioco così da potersi allenare. L’inizio dei giochi era fissato al 20 Settembre ma è stato posticipato a fine Settembre così da poter effettuare le ultime migliorie per rendere questi giochi il più perfetti possibili! Oggi mentre scrivevo l’articolo mi sono tippata in questa sim per avere qualche informazione in più, ho visto di persona alcuni concorrenti allenarsi e devo dire che sembrava molto divertente… peccato che non ci sono passata prima se no mi iscrivevo sicuro!! Insomma oltre ai soliti sport e le solite cose in SL sono sbarcati questi splendidi giochi che tanto ci sono piaciuti in RL e che ora possiamo vivere come diretti interessati! Per tenervi informati vi rimando al forum di secondlife.com e al sito della SIM Paradiso: http://paraiso.altervista. org/upload/index.php A presto stelline Marzi


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa pag.34

N. 3-4, Sett-OTT 2008

Il punctum... RUBRICA

La Sua FriendList di Aura Manamiko Scrivere questo secondo articolo non è semplice; negli ultimi tempi la vita reale è tornata inaspettatamente ad occupare gran parte dei miei pensieri e mi accorgo quanto sia difficile vivere serenamente una second life quando la prima ti succhia via tutte le energie. Come ha scritto Wally in uno dei suoi articoli ci si ritrova a lavorare per vivere e a vivere per lavorare… Personalmente da settembre, dopo un anno di part-time verticale, ho ripreso a condurre la squallida vita della “pendolare full-time” ma al contrario di quanto si potrebbe immaginare sui mezzi di trasporto, malgrado la velocità, i miei pensieri restano immobili: niente più capriole e doppi salti mortali! Forse perché so andando da nessu-

che in realtà non sto na parte…

Penso alla splentrascorsa a Salimar mia amica Aglaia e che ci inviamo anpiù ad incontrarci e al nostro progetrifletto su tutto quelfare in SL nei prosconto che la standi tempo mi stanno taverso…

dida serata letteraria qualche giorno fa, alla ai messaggi d’affetto che se non riusciamo nel metaverso, a Chris to della 2lifePhotos… lo che avrei voluto simi mesi ma mi rendo chezza e la mancanza allontanando dal me-

Forse sarei già loncettato di scrivere vorare ad un nuoWally, Nany e Mila.

tana se non avessi acsu questa rivista e di lavo progetto assieme a

Probabilmente il qui è un bene, persereno e felice della mi ha portato in SL, tatto con una parte cata dal tempo, siè proprio qui che

fatto che io sia ancora ché se in un periodo mia vita la mia natura dove ho ripreso conprofonda di me soffognifica che dopotutto devo stare!

Quindi ancora GRAospitare i miei scritamici del metaver-

ZIE alla redazione per ti e GRAZIE a voi, cari so, di esistere!

A proposito di amiun ragazzo davveportando avanti un ambito fotografico, portante proprio

cizia, vorrei presentarvi ro eccezionale che sta progetto tutto suo in avente come tema l’amicizia:

Kei Kojishi, 25 anni,

photo: CAN I PRESENT YOU MY FRIEND LIST? SAMARA METALL Sami is Magenta color, even if her favourite color is black. She’s a sort of purple, with a bit less blue and black, and a bit more red than me. (http://www.flickr.com/photos/keikojishi/)

grafico nella vita reale.

Leggendo il suo blog ho scoperto che è un giovane molto sensibile e poetico ma allo stesso tempo sufficientemente inquieto e ribelle da non annoiare! Kei si definisce apertamente Fotografo su SL, dichiarando di muoversi nel metaverso “nel perenne tentativo di creare qualcosa che esprima i sentimenti o l’essenza del soggetto che fotografa”. L’immagine pubblicata è parte integrante di una serie, non ancora terminata, visibile su Flickr; è stata realizzata nello studio CW della 2lifePhotos e ritoccata, ma non troppo, tramite un software esterno. Pubblico il lavoro di Kei per omaggiare tutte quelle iniziative che si intraprendono con entusiasmo, pur non avendo la certezza dei loro esiti, e che a volte ci portano ben oltre le nostre intenzioni iniziali!


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

Il punctum... RUBRICA

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.35

La Sua FriendList di Aura Manamiko Ho rivolto a Kei alcune domande: Che cosa significa per te Fotografia in SL? Per me la fotografia su SL e’ un mezzo di espressione, di sentimenti, pensieri, caratteristiche. Non a caso molto spesso, se non sempre, le persone sono il centro assoluto delle mie foto. Le persone, i colori, i contesti, e’ tutto un arricchimento per l’espressione di un qualcosa. Sono urla silenziose, che parlano un linguaggio non verbale e non scritto. Pensi che attraverso gli snapshots si possa fare arte? Penso si possa fare arte attraverso gli snapshot, si, e anche in maniera assai comunicativa, in particolar modo perche’, a differenza della fotografia tradizionale, la fotografia su SL consente di creare il contesto da zero come fosse un quadro, direttamente dai nostri pensieri. Sia gli avatar che i mondi, su Secondlife, sono personalizzabili in maniera pressoche’ totale, e pertanto offrono possibilita’ infinite. Credo sia una via di mezzo fra rappresentazione grafica e fotografia. Utilizzi delle tecniche particolari per ritoccare le tue “foto”? Le mie foto cerco sempre di migliorarle eliminando i tipici bug che certe pose fanno, e cercando di studiarmi colori, inquadrature e forme in maniera che si armonizzino il piu’ possibile con il soggetto e con il concetto che sta dietro allo scatto. Molto spesso sfumo le ombre per rendere l’effetto piu’ morbido, e modifico spigoli delle braccia e delle gambe, arrotondandoli. Per il resto, ogni foto ha il suo particolare messaggio, che a sua volta richiede un particolare processo, e pertanto richiede l’utilizzo di differenti tecniche. Come nasce questo snapshot? Lo snapshot di Samara fa parte di una serie che si ripromette di presentare al meglio, facendo un ritratto a testa, ogni persona sulla mia friendlist. E’ un lavoro gigantesco, per cui ancora sto facendo foto. Molto spesso utilizzo il mio avatar o quello di determinati amici molto stretti per le mie foto, e diciamo che volevo dare uno spazio e un giusto tributo anche a tutti loro. E’ particolarmente interessante, in quanto i loro avatar sono molto diversi, e da ognuno mi e’ possibile tirare fuori qualcosa di unico, seppure con una linea guida che li accomuna tutti (lo sfondo fumoso, l’inquadratura mai intera). E’ un tentativo di rappresentare il diverso in maniera uguale. Contorto. Aggiungerei che ogni immagine facente parte della serie è accompagnata da un commento di Kei e dal testo di una canzone che, secondo le intenzioni del fotografo, contribuisce a descrivere l’essenza del soggetto fotografato. Nel caso di Samara Metall la canzone prescelta è “Vampire Heart”, degli H.I.M, ed è stata voluta proprio da lei! A questo punto non mi resta che salutarvi… e suggerirvi di inviare subito a Kei una Friendship offer in SL sperando, prima o poi, di essere contattati per un servizio fotografico di tutto rispetto! Scherzo!!!


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa pag.36

SPECIALE

N. 3-4, Sett-OTT 2008 e finiamo con noi... un gruppo di visionari, di spiriti liberi ma complicati... cominciamo raccontandovi la storia di questo arcipelago... lì dove tutto e’ fugace... noi costruiamo i nostri sogni... benvenuti nel WDT Real Estate WDT Planet SaliMar Vstex DapRaf Creation

di Alice Mastroianni, Wallymen Pessoa, Rodroguez Imako, Willow Shelford, Leigh Cheri, Nany Ebbage, Whasabi Kohime, Toytony Runo, Gigi Roffo, Marta Lazius, Jacaranda Flanagan, Aura Manamiko, marzietta Martinsyde, Mila Tatham Quando si rimane delusi ci sono almeno due possibilità, passarci sopra o cambiare strada. Puoi anche abbandonare tutto, ma non è nel mio carattere, testarda sono, anche se non sono sarda :) Mi sono rifugiata nella neve di Salimar, dove Mila mi ha creato una casa da regina e con l’amico Davide Forcella, chiacchierando una sera viene fuori WDT, Wonderful Dream Team, un qualche connubio strano tra il mio nome, la mia vanità e la mia voglia di gruppo (giusto me lo dice Sumire, non mi manca la persona, ma il senso di appartenenza ad un gruppo, qui lo ho trovato).

(foto di Jake66.back)

Il 10 Gennaio 2008 il logo finalmente mi piace, gli altri Nany li avrebbe considerati poco seri, questo forse è un pò troppo egocentrico, sarà ora di togliere secondo Alice Mastroianni, ora la WDT esiste e non sono solo io. Ad ogni modo parto con la campagna acquisti, vediamo chi era sulla stessa lunghezza d’onda. Al Wonderful Dream Team si uniscono Gigi Roffo, il Re Moreno Desideri da sempre con me, ora fa il builder a tempo pieno, un grande amico Clorinda Boucher con cui avevo lavorato a ISN e Telecom, Pr. -.


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

SPECIALE

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.37

Chri Zeffirelli che avevo già adocchiato sul forum, Direttore Nany Ebbage che è diventata veramente perfetta, PR e Vicedirettrice di Mensile Ende Vita, sparita ma divertente Kerubina McMillan, ritornata ma difficile che faccia la stessa cosa due volte Amon Pike, con buone idee Leigh Waydelich, ormai organizzatrice perfetta, sta progettando la scuola niubbi Rodroguez Imako, scoperto essere un builder eccezionale Whasabi Kohime, riesce a intrattenere 30 persone per ore Raffi Cuttita Dj un pò orso, ora ihihi in perfetta armonia ToyTony Runo, fotografo, ma anche scrittore .... un artista dalla voce sublime.... :) Daneel Laville, ogni tanto riappare Alkanos Smit, ancora oggi Dj agli eventi importanti. Arrivano poi: Vinny Whasborne ha una soluzione sempre per tutto e fantasia Griever Lane, che però è un pò altrove in questo periodo... ma c’è Willow S. è comparsa in estate, ci ha aiutato a trovare i landmark dei posti, è diventata di compagnia e ora è WDT, trova qualsiasi cosa. Arrivano anche delle occasioni di mettersi alla prova, unica pecca che ci scelgono sempre all’ultimo minuto e bisogna anche improvvisare :) Be un giorno Nany dice “Alice ma perchè non fai i divanetti bianchi qui al terzo Tempo”, eravamo a Vstex; poi continua dicendo “non sarebbe il momento di avere qualcosa di nostro?” ed infondo aveva ragione, ma non sapevo da che parte iniziare, ho sempre gestito cose altrui, a parte italian beach. Poi un giorno Albus scrive quel 3d dal futuro, Gigi mi scrive che se l’idea del WDT Planet mi piace lui c’è .... e allora penso ai proprietari della terra dove vivo ed al fatto che non voglio lasciare quei luoghi. Chiedo a Mila e Marino se vogliono unirsi all’avventura. Una sera Mila Marino Gigi ed Io, nei salotti di casa loro, ridevamo e parlavamo di come sarebbe stato . Era Maggio ... a Giugno 2008, dopo aver fatto un return sbagliato, per cui Tobia è stato fin troppo buono a non mangiarmi, sono iniziati i sogni. Ho raccontato a Mila cosa immaginavo, un qualcosa al film “2 Mediterraneo “....con un templio o una piazza... o un luogo particolare. Me lo ricordo ancora, eravamo a Vstex, tira fuori le immagini del progetto, me lo mostra, mi fa vedere il progetto disegnato e poi le immagini di come sarebbe stato il villaggio, come le scale, come l’anfiteatro, i negozietti, le luci...la sensazione... Sono partiti Mila Vinny e Grier... e piano piano Rodroguez, poi Raffi , Marzietta, Dap è stato bello vedere durante le settimane aumentare il piacere di unire le idee, immaginare. Era bello trovarsi a chiacchierare insieme, sarebbe bello ... e dopo qualche giorno trovare una sorpresa ... WDT è un’isola voluta per il piacere di avere un luogo dove chiudere la porta e rilassarmi ... unita a Salimar, pensata dalla stessa creatrice di Salimar, costruita da 7 builder diversi, in armonia, mescolando i lavori, le texture, gli oggetti, l’idea.... Se clicchi su una scala puoi trovare la ringhiera creata da uno proprietà dell’altro, sull’anfiteatro vedi l’insieme dei pensieri messi insieme da Rodro ... Il Molo è stato un momento di chiacchiere con Raffi, che ha creato un luogo che sprigiona emozioni .... al villaggio sembra di essere sulla costa amalfitana oppure greca e pugliese, ognuno ha la sua sensazione e questo mi riempie d’orgoglio per il lavoro di Vinny. Alla Zona espositiva l’oracolo aspetta un pensiero, ma il sentiero è pronto ... e poi tutta l’isola è navigabile e puoi passare a Vstex, Salimar, Dapraf e proseguire per Cagliari. Sono felice dei miei vicini, infondo non sono altro che persone con cui ciascuno di noi wdt passa del tempo. Mila be vivevo con Gigi a Salimar, Nany vive con Wall, da Mila c’erano gli eventi letterari , si passava molto tempo, anche gli altri hanno conosciuto il gruppo, venivano tutti alle nostre serate e noi alle loro. Vstex, be mi pare che per il calcio ne abbiamo fatte tutti ... DapRaf ovvio anche li, Raffi ha iniziato con noi, siamo amici ... Virtual Cagliari di Nicasta, amico di Clo, lo conobbi e condividevamo molte idee, Vinny ha un forte legame col gruppo, anche Rodro e Clo .. condividono esperienze, si aiutano a vicenda ... è stato ovvio.


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa pag.38

N. 3-4, Sett-OTT 2008

SPECIALE

Insomma sono felice di tutto questo che è avvenuto per caso ... non era pensato, mi piace molto ... spero che il dollaro continui a restare basso però :) Venite a Visitarci , scrivete WDT Planet arriverete al punto di arrivo da cui potrete scegliere se scendere a Salimar, andare a WDT, andare alla piscina o al mulino, oppure a casa mia o.O. Passeggiando tra i vigneti potrete assaporare un gelato mentre scendete le scale verso il villaggio, dove ci sono piccole abitazioni caratteristiche arredate... ma puoi anche suonare il pianoforte a picco sul mare e se scendi sotto arrivi all’angolo dell’amore, riservato e piacevole, con un paradiso mozzafiato. Sulla spiaggia oltre la terrazza la zona massaggi, dove poter cogliere l’occasione per fare amicizia mentre ci si rilassa e sotto il mare si potrebbe incontrare le sirene ... Uscendo dal Villaggio si scende in piazza dove un’imponente anfiteatro greco vi accoglie tra giochi di luci. Molto tempo fa, durante il passaggio a un nuovo server, una grossa scossa elettrica smosse l’isola e creò una frattura dove oggi c’è il canale... questo ha fatto si che parte dell’anfiteatro andasse distrutto, ma l’opera è ancora magnifica nel suo splendore :).... Sulla spiaggia c’è poi il locale dei WDT.. con angoli tranquilli per chiacchierare e la pista da ballo sotto le stesse sull’oceano :) Proseguendo oltre il canale si trova Il Porto dei Pescatori creato da Raffi, dove potete trovare un vero lupo di mare che vive li ed alcune zone per pescare . Attraversando il ponte levatoio si arriva alla zona Expo creata da Rodro, con l’oracolo che..... Seguendo il sentiero si torna all’arrivo passando per casa mia e si scorge una cascata immersa nel verde ... e forse anche una grotta (mentre scrivo non so se saranno finiti i lavori quando esce) ... Nel mare incontri varie specie di pesci... e nei boschi uccellini dal canto dolce ti vengono incontro ... farfalle svolazzano sulla cascata ..ed un pappagallo con intelligenza artificiale ti aspetta al locale... e c’è un polipo particolare, la passione di Gigi. Sono molto emozionata ed orgogliosa... anche di quello che hanno scritto gli altri. Alice Si sentiva il bisogno di armonia, capita poi di avere momenti di nervosismo, non è la famiglia del mulino bianco ne ... Però ho visto qualcosa che purtroppo continuavo a non trovare, piacere di fare insieme .. WDT Planet l’ho voluta perchè avevo voglia di “quel tavolino che c’era in spiaggia a Italian Beach” come dice Paol e ricorda Morg .... mi manca il piacere di incontrarsi senza un motivo di contest, di mostra, di festa, di evento .... voglio vedere se riusciamo. Ma WDT Planet esiste perchè l’abbiamo voluta come gruppo, perchè ci è piaciuto farlo, perchè non è stata una corsa a finire per uno scopo ... non è nemmeno detto che all’inaugurazione sia finita ne :) Per me è stato un piacere vedere l’impegno, misto allo svago ed al divertimento ... il giorno in barca è stato splendido, ma anche la serata del tango molto divertente , e quando raffi e rodro iniziano :) è bello vedere come si confrontano ....e quando abbiamo girato per trovare l’aerostato, il pallone alato... il quartier generale Salimar WDT, il nostro nascondiglio :) preso da Mila, sta sopra Salimar ... Sinceramente provo un grande piacere perchè finalmente un’estate diversa, con un gruppo vero, che non è sparito, che sa divertirsi ... certo matti, ma consapevoli, non fingiamo di essere serissimi pixel :) Diamine

Rodroguez Imako dice di WDT: well.. L’avventura della costruzione di Wdt Planet è stata decisamente un’esperienza determinante, sia per tutto il gruppo che personalmente; credo che a livello di gruppo questa sia servita per sottolineare il fatto che tra di noi, aldilà di incomprensioni e ovvi scazzi lavorativi, ci sia un legame sempre più stretto, di stima e amicizia reciproca. A livello personale quest’avventura mi ha fatto scoprire builder, lavoro che sempre più mi affascina e spero diventi parte integrante del mio futuro iw. Per questo colgo l’occasione di ringraziare Alice, per la fiducia che mi ha dato e l’entusiasmo con il quale dirige e coordina Wdt; Raffi e Dap, per i preziosissimi insegnamenti e il tempo trascorso assieme, tra lavoro, chiacchierate e divertimento; Mila per l’aiuto che mi ha dato, i preziosi consigli e il tempo tra-


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

SPECIALE

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.39

scorso assieme, tra lavoro, chiacchierate e divertimento; Mila per l’aiuto che mi ha dato, i preziosi consigli e il tempo trascorso assieme, incontrando e risolvendo problema dopo problema; Vinny, sempre disponibile a darmi una mano e mio compagno nell’arduo compito di portare a termine il nostro primo incarico “importante”; la nuova arrivata Willow, che ci ha fatto compagnia durante le fasi di costruzione in questo lungo agosto; Nicasta, gentilissimo e pieno di entusiasmo per i suoi importantissimi progetti; e tutti gli altri amici Wdt che mi dimostrano sempre fiducia e rispetto. Vorrei come ultima cosa dire anche che attorno a Wdt, che è gruppo ma non certo chiuso, s’è creata una specie di rete con Salimar e Virtual Cagliari; questo porta a condividere emozioni, idee, progetti, tra tutti noi. Credo che questo aspetto sia fantastico, perchè mi ha fatto conoscere nuove persone straordinarie, e soprattutto perchè credo che una rete allargata di Persone che percorrono strade comuni non può fare altro che trasformarsi in un enorme potenziale. Willow Shelford dice di WDT: Erano i primi di giugno di una giornata spendente e senza nubi ^^… vagavo raminga e sperduta nel metaverso, confusa e con la sola compagnia della mia musica...(lol ^^) Quando un amico mi porta in una land in costruzione… Il WDT… Non so come sia successo tutto il resto.. ho un ricordo abbastanza sfocato.. so che stavo esplorando la land e ho conosciuto Vinny che stava sistemando delle case (o erano scale.. non ricordo)… e poi incontrai Rod, che mi fece da cicerone mostrandomi l’isola… I giorni passavano e più stavo nella land più m’innamoravo delle persone, delle idee del progetto… fino a che… una sera Alice mi disse “abbiamo deciso che entri nel gruppo”…O_O (gulp!)…cosa dovevo dire? Cosa dovevo fare?? Sono sempre stata un essere errante, una homeless in continuo movimento, l’idea di fermarmi da qualche parte un po’ mi spaventava… invece alla fine ha avuto meglio la mia curiosità… ^^ Curiosità nel poter vedere come me la sarei cavata in nuove situazioni, curiosità nel vedere quali possono essere i miei limiti e cercare di superarli per poter crescere anche in questo campo… E per questa grande opportunità che mi è stata data da Alice, vorrei ringraziare lei e tutta la family ^^ (compresi zie cugini e parenti americani XD)… perché considero anche tutta Salimar parte della famiglia; come lo è Nic e il gruppo di Cagliari (adoro le famiglie mega numerose… sai che casino si fa a Natale, col cenone XD)… e come tali ringrazio tuttissimissimi per la grande opportunità che mi state dando… Leigh Cheri dice: tema: la mia esperienza in wdt svolgimento: sono sempre stata una gatta randagia, ma a quanto pare ho finalmente trovato un posto dove fare la pipì negli angoli. con tutto il rispetto per gli angoli, eh! ^__^ sembra ieri, quando la mitica keru mi disse “ehi nana, guarda che la mostrogianni ha in mente qualcosa di grosso”, e mi trascinò con lei nell’avventura wdt. sembra ieri, quando la mostrogianni mi ha fregato il fidanzato e se lo è sposato XD (ma tanto gigi ama solo me e mi amerà per sempre) XD sembra ieri, quando la mostrogianni stessa mi taggò “direzione wdt”, ed io pensai: “’azz... ora mica dovrò prendermi delle responsabilità? O_O” sembra ieri, cavolo. /me si commuove il passato recente è un ricordo bellissimo, e oramai siamo un gruppo affiatato e unito: è incredibile se ci penso, persino le mestruazioni vengono a tutti quanti contemporaneamente, e infatti ci scanniamo vicendevolmente con grande passione e affetto... (ma poi si fa sempre pace) ^__^ e il futuro è una sfida da cogliere in gruppo. come? quando? dove? al momento non ha importanza. mi tocca di nuovo citare la keru: L’IMPORTANTE E’ STARE INSIEME! W D T, Vi Vi Bi !!! Nany Ebbage dice: Ho inziato quando wdt stava nascendo e oltretutto erano anche i miei esordi perchè ai tempi ero ancora niubbissima! Ricordo che partecipai come mia prima serata lavorativa all’inaugurazione del progetto argon: quella sera ero davvero spaesata, già di sl sapevo poco e in più lavoravo per la mastroianni ( che si sa è di un precisino ....) dovevo dimostrarle di che pasta ero fatta...che non aveva preso una qualunque! La cosa che mi ha meravigliata sin fin dagli inizi è stata la piena disponibilità ad insegnare e a non snobbare in


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa pag.39

N. 3-4, Sett-OTT 2008

SPECIALE

quanto niubba: Chri e whasa miei compagni di merende.... si di merende perchè lavoravamo insieme al pomeriggio ad it life, che risate e soprattutto credo di aver capito cosa vuol dire lavorare in team in modo sincrono e affiatato. E poi tutti ragazzi della sera: Toy, Rodro, Clo, Raffi: dimentico qualcuno me lo sento! Poi Vinny, me lo ricordo da niubbo quando è arrivato a It Life e poi è cresciuto con me, ehm in verità è lui che adesso insegna a me! Ma WDT è Alice, le due cose non sono separabili, lei è la mente di tutto, lei quella grande donna con le sue fragilità che la spingono a volere sempre di più e quindi a raggiungere i migliori risultati (anche se lei non si accontenta mai e desidera sempre di più....uff come ti capisco)! Che dire io mi ritengo fortunata ho le due famiglie più belle di SL: WDT e Salimar..... ah oltretutto adesso guardiamo le stelle dalla stessa prospettiva, finalmente le mie due famiglie riunite: cosa si può desiderare di più? Whasabi Kohime dice: Io sono Whas... Per me SL è un luogo fantastico dove le mie follie quotidiane possono diventare realtà- virtuale che in questo caso, e solo in questo caso, non costituisce una metonima, ma la pura e semplice rappresentazione del forte connubio che le due vite possono assumere. Ho iniziato per mera sete di conoscenza, pura bramosia di arrivare a scoprire tutto quello che fosse scopribile. Vagavo per le land con lo stupore di un bambino per arrivare a comprendere che questo mondo è vasto... o meglio... infinito. Ho fatto di tutto, il pr, security, ballerino, modello, barman e venditore di land, di abiti di capelli di anime e di corpi, venghino venghino signore e signori che tutto quello che si può vendere - ed anche quello che non si può vendere - io ce l’ho. Poi sono arrivati gli amici, le ragazze (gli incontri fatti in prigione che ti cambiano la vita), ma tutte semplici rappresentazioni univoche e singolari, anche se, ciascuno nella propria unità, diverso dall’altro e per questo speciale. Un giorno leggo che una tipa il cui nome non mi era nuovo cercava del personale per un grande progetto. Come al mio solito, in perenne ritardo dovuto unicamente dalla dannata circostanza che non posso fare a meno di quella che si chiama ... RL ... credo..., i termini per presentarsi erano scaduti. Immo a quella che era la capa e le dico: i termini sono scaduti ma se hai un grande progetto non puoi fare a meno di me. Lei mi risponde: Ho letto il tuo CV, ora non ho tempo, ma sappi che da oggi lavorerai per me. Avevo conosciuto Alice Mastroianni, quella di li a breve avrei ribattezzato per tutti LA REGINA. Il suo progetto era la WDT. La prima regola era che la WDT non era un suo progetto ma era un NOSTRO progetto. Ho conosciuto gli altri membri della WDT. Fino a quel momento ho creduto che l’unico fuori di testa di tutta SL fossi solo io ma poi ho scoperto che una specie di morbo raro, il WDTIISMO colpiva tanti. Con alcuni il rapporto è stato sin dai primi tempi subito unico. CHRI, praticamente un fratello. Rodo, praticamente un fratello. (non è un copia-incolla è proprio il sentimento che ho provato quando ho conosciuto prima CHRI e poi RODO ed ho detto, cazzo ma che è matrix? un errore di sistema quando provi due cose per due persone diverse in due momenti diversi?) E poi, giorno dopo giorno, ho conosciuto tutti gli altri tra cui Nany... che dire... il vento ti ha portata via come un fiore di ciliegio lasciandoti nelle mani di chi ti ha saputa cogliere :). All’inizio pensavo che Alice fosse un programma che mandava solo mail e notice e che in realtà non esistesse. Poi ho iniziato a conoscerla e ad ammirarla. L’appellativo di Regina mai fu degno di cotanta grazia. Una donna così forte da essere capace di governare eserciti e nel contempo così fragile da potersi sciogliere come neve al sole o lacrime nella pioggia. Leight, Vinny, Toy, Raffi e superGiogione - che prendo in giro solo perchè è consapevole di quanto lo possa stimare - sono ciascuno nel loro singolo persone uniche che riverberano insieme l’animo della WDT. La WDT non è solo un gruppo. La WDT è una famiglia, ed è l’unico posto in cui un anima errabonda come me poteva decidere di trovare casa e rimanere a guardare il mare... E come disse Eudoro il capo dei Mirmidoni ad Achille, servirvi è stato un onore e lo farò finchè avrò banda...


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

SPECIALE

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.40

Toytony Runo Dice: Lavorare per ALICE MASTROIANNI e WDT mi ha entusiasmato..mi piacciono i Capi che sanno la direzione: in tutti i sensi si voglia dare a questa parola. Chi mi conosce sa che di solito io leggo, ascolto, e non intervengo... e perchè imparo.. e perchè intervengo a sproposito.. e perchè cerco di nascondere la parte di me intelligente, facendo schiuma attorno. Mi innamoro (all’istante, e per sempre) delle persone che, al di là della schiuma fatta attorno, scorgono le mie potenzialità, e ne apprezzano le forme e i contenuti. Alice Mastroianni (che leggevo sul forum di SLI ,che ogni tanto ringraziavo per i consigli, e dalla quale ogni tanto beccavo rimproveri per la mia niubbaggine) se ne accorse. Mi disse: sto creando uno staff; cerco persone motivate, creative, consistenti. per me è stato un colpo di fulmine, immediato. Nel momento del SI, ho sposato il WDT, nel bene e nel male, e ho sentito che avrei resistito alle polemiche (mio male oscuro) e al rimbrotto (tipico male genovese...) per sempre. E avrei condiviso. sarei stato, finalmente, in SecondLife veramente. Parte integrante, un ingranaggio, la pagina di un quaderno, e, sorpresa, una fotografia, un fotogramma del film. Come faccio a non amare Alice? Mi ha detto: se sarà solo un esperienza, ti avrò dato modo di imparare .Alice... mi fa incazzare, come tutte le donne: è piccata, capricciosa, irascibile...ma SE INTERVIENE LO FA A PROPOSITO, opinionizza precisa,NON GIUDICA, ma fattiva, risolutrice. Mai a sproposito,mai per partito preso. Poi, se qualche volta scappa una lacrima di nervosismo, una sfuriata da “capi”...vuol dire che dentro al suo Av c’è una donna umana... MA MAI UN NONSENSO. A stare zitti e leggerla e ad ascoltarla c’è sempre da imparare. Così è successo con CHRI, che adocchiavo da tempo sul forum...e mi dicevo: ma quanto è figo, chri? (...confesso che entravo IW per guardarmelo di nascosto..), sorpesa chri: è un WDT...e lo incontro fin dalle mie prime esperienze come fotografo..e anche lui (bhè...se non lo sa fare lui, che è del mestiere....) psicanalizza e... mi becca i miei lati migliori. Madò...come mi batteva il cuore quando, entrando, mi sentivo dire: toyyyyyy! mitooooo! E io...caduto fulminato in amore, neh! Che dire di Chri..non ho parole...Lo stimo, lo ammiro, non tento di violentarlo perchè ne ho un rispetto al vanadio! ROD : io lo amo questo uomo! In real, un ragazzo come Rodrigo sarebbe il mio migliore amico: l’unico a chiedermi SEMPRE come sto..se mi sono ripreso dall’incidente..se va tutto bene col mio orso (in real) ed è sempre pronto ad aiutare tutti, come uno scoiattolino lo scorgi a lavorare sempre, lamentarsi mai, sempre allegro e disponibile, anche se , lo so, in real per lui non è sempre giornata semplice.Se non fosse per la lontananza, sarei già a tirare sassi alla sua finestra... Mannaggia...ho giocato col pisello di un WDT..ma non ricordo più chi è... so di sicuro, purtroppo, che non è Rod! :-) VINNY... un tesoro. Nel senso che vale tanto oro quanto pesa... un collega d’oro. Anche lui disponibile, creativo, ironico, un vero WDT, col senso del gruppo e del “fare”, dote rara (non nei WDT, ça va sans dire..) NANYYYYYYYYY ....Nany Ebbage, è la mia madrina letteraria: grazie a lei ho potuto pubblicare qui su SalimarLife, e farmi conoscere in SL come scrittore e narratore di racconti erotici. Spero di non fare torto a nessuna...ma credo che Nany sia la donna più sexy di tutta SL... Donna intelligente, più volte ha dimostrato di sentire così tanto il gruppo da addirittura allontanarsene..fai te! Se non fossi così finocchio... sicuramente mi metterei in modalità corteggiamento... CLORINDA... il mio cuore soffre un po’. Sono affezionato un botto a questa pazza che mi assomiglia e alla quale assomiglio moltissimo... la sua voce mi manca, quando sono IW. Lo so che vado fuori tema, ora che non è più in scuderia...ma WDT è passato presente e futuro, per me, in SL. E clo fa parte della mia storia...e ho una gran voglia di urlarle: grandissima testa di c... :-) LEIGH...che delizia! E’stata carina con me fin dal primo giorno...anche se non mi conosceva affatto! Come non ci si può innamorare di una gattina così? TOYTONY RUNO: miiiii ma quanto è sexy toy? .....conosco alcuni che direbbero di no a una donna arrapata ma mai a un fotografo bello,interessante, figo e sexy quanto lui!!! ehehehehehehh non è veroooooo: io sono , niubbo! niubbo e nudo... sotto l’acqua e scalzo.... Toytony Runo: centomila, nessuno, uno. Gigi Roffo dice: Second Life…un Luogo. Cosi l’ha definito un’amica e cosi mi piace vederlo, un posto dove poter trascorrere belle serate in compagnia di splendide persone. Non che non abbia una vita real già piena di impegni ed occasioni, ma mi piaceva l’idea di allargare al mondo intero la cerchia delle mie conoscenze. Ho cosi iniziato a vagabondare da un posto all’altro scoprendo quale musica ascoltano i ragazzi in Giappone o cosa mangia a pranzo una famiglia italo - nativo americana. Una di quelle sere dedicate all’esplorazione di posti nuovi mi fermai a parlare con una ragazza bellissima (scoprii dopo che era Alice, la più famosa PR di SL...lol) intenta a spostare pacchi per costruire uno stand per Save the Children. Quella sera parlando con lei ho intuito uno dei concetti che sta alla base della “filosofia” WDT, cioè che le conoscenze unite in gruppo formano community e che le community possono anche tramite un “gioco” operare nel sociale e realizzare attività meravigliose persino nella vita reale. Ho smesso di girare ed ho iniziato a lavorare nel gruppo di Alice, il gruppo è cresciuto ed ora con la nascita di WDT Planet ha anche una propria casa, ed io mi sono fermato a casa. Questo era il sogno che ho condiviso con Alice, una casa dove la gente si possa incontrare, parlare, rilassarsi, ascoltare musica, avere la possibilità di leggere libri insieme , criticare un film, guardare una mostra o scoprire le cose belle che via via si realizzano in questo Luogo, persino confrontarsi con i problemi delle nostre diverse quotidianità.


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa pag.41

N. 3-4, Sett-OTT 2008

SPECIALE

Il sogno si è allargato, è cresciuto con Salimar, l’isola è già diventato un arcipelago, siamo diventiamo community senza quasi accorgercene... Il WDT è un gruppo vero, qui non voglio elogiare nessuno perché con la sola parola WDT Vi nomino tutti ed a tutti voglio mandare un grosso bacio ed un enorme GRAZIE! ...se siete arrivati fin qui siete effettivamente molto curiosi:)...ora la parola a Wallymen e alla SaliMar Family... Ciao a tutti, vi sto scrivendo dal mio ufficio! Non ci sarebbe niente di strano se non fosse che l’ufficio è nuovo, è posto a 300m di altezza da terra e si trova sopra la nuova Salimar. Salimar infatti si è da poco trasferita in una nuova SIM insieme a WDT (per meglio conoscere WDT vi rimando all’articolo di Alice Mastroianni). Probabilmente alcuni di voi avranno già potuto visitarla e forse avranno anche partecipato alla festa di inaugurazione. Comunque non preoccupatevi…il Direttore ora vi descriverà tutto quello che potrete vedere in questa magnifica land. Mentre mi dirigo verso il mezzo pseudo spaziale parcheggiato fuori dall’ufficio mi torna in mente quella sera in cui Mila chiamò me e il resto della Family di Salimar per mostrarci la mappa della nuova land; mi viene da sorridere… ricordo che non avevo le idee molto chiare su cosa stessi vedendo e adesso capisco anche il motivo... tutto quello che avevano nella testa Mila e Alice era praticamente impossibile da rappresentare su una semplice mappa. Bene… accendo il mio mezzo virtuale e mi porto nella zona cielo nel centro della land: sono pronto a descrivervi la nuova Salimar a 360°. Due edifici sono facilmente identificabili: la piccola chiesa con il suo campanile e il faro con le sue luci. Nella chiesa si è svolto il primo importante evento della nuova Salimar: il matrimonio fra Marzietta e Roda (nel suo articolo Marzi vi spiegherà tutto). Davanti alla chiesa c’è una piccola piazzetta dove ci si può sedere per assistere alle cerimonie oppure trascorrere del tempo con gli abitanti del Villaggio Mediterraneo. Tutti questi edifici si trovano in altitudine fissati ad una parete della zona montuosa. Il villaggio è comunque facilmente raggiungibile tramite delle apposite scale. Le casette del Villaggio Mediterraneo possono essere affittate rivolgendosi a Mila Tatham, Marzietta Martinsyde o a me. Se invece volete sposarvi con la vostra dolce metà potete rivolgervi a NANY Ebbage che non solo vi mostrerà la chiesa, ma sarà in grado di organizzare il matrimonio in tutta la sua completezza. Il Faro è lo spazio espositivo di Salimar. La struttura è divisa su due piani: nel piano superiore verranno esposte le opere di tutte le mostre che si susseguiranno durante l’anno; il piano inferiore sarà invece dedicato alla mostra permanente con alcune delle opere dei vari artisti che hanno esposto ed esporranno presso di noi. Nel mese di Agosto e per parte di Settembre sono state esposte le fotografie di ChrisTower Dae; ringrazio Chris per averci lasciato la possibilità di esporre le sue opere in attesa dell’apertura ufficiale del Faro. La stagione espositiva è infatti iniziata ufficialmente mercoledì 17 settembre con l’inaugurazione della mostra fotografica di Zheling Zhong (in questo numero del magazine potete leggere anche l’intervista fatta a Zheling). Se volete avere informazioni sulla mostra o se volete esporre le vostre opere potete contattare me o Marta Lanzius. Per rimanere in tema di cultura e prima di scendere dalle zone montuose possiamo trovare il Gazebo, l’area delle serate letterarie. Qui il 10 settembre, con la presentazione del libro “Al di là del muro” di Artemisia Lane (avatar della scrittrice Maria Viteritti intervistata in questo numero del magazine), è stato dato il via ufficiale alla stagione invernale di Salimar. Il Gazebo si trova di fronte al Villaggio Mediterraneo. E’ anche una ottima zona per fare meditazione e rilassarsi: troverete delle poseball dedicate. Tutta la parte di land posta in altura è visitabile tramite apposite passerelle che uniscono le varie zone. Volete chiacchierare davanti al mare, farvi un giretto in barca, nuotare in compagnia di un delfino, esplorare i fondali di Salimar, giocare a carte o semplicemente sedervi al bar? La Spiaggia, posizionata in una splendida baia, è il posto ideale per voi. Troverete le sedie sdraio per potervi rilassare in solitudine o in compagnia di qualche amico; nel porticciolo sono a disposizione alcune piccole barche per visitare la land attraverso il mare; il nostro simpaticissimo delfino sarà sempre pronto a nuotare insieme a voi nello spazio antistante alla spiaggia. E già che siete in acqua…perché non visitare i fondali? Potreste trovare delle sorprese! Ricordatevi inoltre che in spiaggia oltre a giocare a carte potrete anche partecipare ai vari party serali durante i quali potrete ammirare le meravigliose scenografie create da Marzietta e Daphnae. Cosa posso descrivervi ancora? Vediamo, vediamo…eccolo….il Villaggio dei Pescatori. Numerose casette di legno, piccole ma molto ospitali, con una fantastica vista sul mare. Una esperienza da provare! Se in RL vivete in una città grigia ed inquinata… ascoltate il mio consiglio… prendete in affitto una di queste casette… il relax è assicurato… provare per credere! Vi ho descritto quali sono i luoghi principali della nuova Salimar… quelli nascosti, quelli più intimi, quelli per un ulteriore relax li dovete trovare voi! Un consiglio… visitate la land camminando… ve la godrete in tutti i suoi particolari!


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa

SPECIALE

N. 3-4, Sett-OTT 2008

pag.42

Chi troverete nella nuova Salimar? La Family, le persone che ci lavorano mettendoci il massimo impegno. Se vedrete qualcuno al lavoro con i capelli biondi non potrà che essere Mila Tatham. La nuova Salimar è nata dalla sua testa, dai suoi pensieri e dalle sue mani. Ore e ore (di giorno e di notte) a digitare sulla tastiera e a premere i pulsanti del mouse per costruire una land come era nei suoi sogni. Non crediate che sia totalmente contenta del lavoro fatto…è sempre all’opera per migliorare ogni singolo particolare. Se sta lavorando non preoccupatevi, salutatela ugualmente, tra un colpo di tastiera, un click di mouse, una frase in msn, due scritte in skype, una telefonata al cellulare e un cliente in ufficio troverà sicuramente il tempo per salutarvi e per descrivervi il suo lavoro. Pensiate che stia scherzando? Voi parlatele…poi mi farete sapere:)) A quasi tutte le ore del pomeriggio, della sera e della notte potrete trovare altre due ragazze: Marzietta Martinsyde e Daphnae Tomsen. Le conosco da molti mesi eppure faccio ancora fatica a capire chi delle due è la più pazza. Marzietta la potreste incontrare (anche accompagnata da suo marito Roda) in varie sembianze: tenera ragazza, neko, vampiro,…niente paura, se avete bisogno di qualcosa chiedete a lei…vi saprà sicuramente aiutare. Daphnae? Beh, come già detto altre volte, lei è la diva della moda…non ci sono dubbi! E’ inoltre la DJ ufficiale dei party di Salimar. Per moda e musica prego rivolgersi a lei:)) Il pomeriggio potreste incontrare anche NANY Ebbage. Se vorrete organizzare matrimoni o cerimonie a Salimar lei sarà a vostra disposizione per ogni chiarimento. Siete “niubbi” e non conoscete tutte le funzionalità di SL? NANY è esperta nell’accoglienza delle nuove persone, vi saprà sicuramente aiutare. Vi chiedo cortesemente di non disturbatela la sera….ci sono io con lei…e non sopporto quando non mi ascolta per rispondere al atri IM:)) Scherzo!... oppure non scherzo?:) Se visitate il nostro Faro potreste incontrare Marta Lanzius. Marta è l’esperta d’arte di Salimar e collabora con me nell’organizzazione delle mostre. Volete avere un parere tecnico su una fotografia o un quadro in esposizione...il suo parere non mancherà. Tutte donne? No no... potreste incontrare Roda Freck con un pallone da calcio o accompagnato da sua moglie Marzietta. Nelle ore serali potreste incontrare anche me…sono a vostra disposizione per qualsiasi informazione sulle serate culturali o sul nostro magazine SaliMarLIFE. Vi aspettiamo a Salimar!!!! Owner e responsabile della land:Mila Tatham Affitti case: Mila Tatham, Marzietta Martinsyde, Wallymen Pessoa Organizzazione matrimoni o cerimonie: NANY Ebbage, Mila Tatham Organizzazione party: Marzietta Martinsyde, Daphnae Tomsen Resident DJ: Daphnae Tomsen Organizzazione eventi per Salimar Cultura: Wallymen Pessoa, Marta Lanzius, NANY Ebbage Riferimenti per SaliMarLIFE Magazine: Wallymen Pessoa, NANY Ebbage, Mila Tatham Redazione: marzietta Martynside, Daphnae Tomsen, Renato Earnshaw, Marta Lanzius Collaboratori esterni: Jacaranda Flanagan, Aura Manamiko, Aglaia Zenovka, Alice Mastroianni, Toytony Runo www.salimarturtlesbeach.blogspot.com www.salimarlife.blogspot.com www.wallymen.blogspot.com redazionesalimarlife@gmail.com Landmark principali: Piazzetta Villaggio Mediterraneo: http://slurl.com/secondlife/WDT%20Planet/185/157/43 Spiaggia: http://slurl.com/secondlife/WDT%20Planet/162/217/21 Gazebo serate letterarie: http://slurl.com/secondlife/WDT%20Planet/128/213/49


SaliM arLIFE

dove nuotano le tartarughe...mensile di moda, arte, cultura, attualità, curiosità su e intorno SecondLife direttore Wallymen Pessoa pag.43

N. 3-4, Sett-OTT 2008

Marta Lazius dice di Salimar:

SPECIALE

Salimar il posto in cui tornare quando hai bisogno di sentirti a casa, dove puoi guardare le stelle e tornare a sperare che tutti i tuoi sogni si possano avverare Jacaranda Flanagan dice: Salimar è per me un luogo sereno, creativo, vivace. Dove la cultura ha una sua casa ed un suo spazio, e dove le idee crescono come fiori in un campo. Ogni fiore, che sia un incontro letterario o una serata danzante, ha un suo colore ed un suo profumo, che addolcisce l’anima. E’ un luogo dove vive la buona volonta’, ed e’ forse, la rappresentazione di come dovrebbe essere il mondo al di qua dello schermo... Fatto di pace, colore ed armonia. E nei tempi bui, è una consolazione, che addolcisce... Aura Manamiko dice: Salimar è la terra di Mila e di altre anime belle che in SL si sono incontrate e riconosciute. É la terra senza camping e senza commercianti, dove nessuno ti offre linden in cambio di qualcosa, dove in chat non si fa spam; vi si organizzano eventi mai banali, resi memorabili dalle persone. Lo staff ci chiama Stelle… strano modo di esprimersi in un luogo costantemente baciato dal sole. Nany Ebbage dice: Salimar la terra dove ho trovato l’amore, dove ho trovato l’amicizia, dove ho trovato la serenità. Un luogo fatto da persone stupende da mettere tra i ricordi più piacevoli della mia vita reale! marzietta Martinsyde dice: Non ci sono parole per descrivere questa bellissima terra..o meglio io non riesco a trovarne perchè mi viene solo da dire che è la mia casa. é uno dei due motivi x cui esiste sl x me Mila Tatham dice: Ho chiesto a Wally di scrivere l’articolo più importante della storia di SaliMar. L’ho chiesto a lui perché Wally, nel suo modo silenzioso e costante, discreto e affettuoso è sempre stato qui, al mio fianco, a condividere tutti i progetti e le sfide in cui mi sono lanciata. SaliMar è cambiata, è cambiata la mia SL. E’ stato un cambiamento bellissimo e doloroso al tempo stesso, ma so, adesso, che è questa la Second Life che volevo. Alice mi ha travolto, e forse era quello che cercavo. Abbiamo mescolato le nostre terre, gli amici, lo staff, e siamo diventati un’unica, grande, meravigliosa famiglia. Quindi il mio grazie è per tutti voi SaliMar-WDT Planet, e i miei pensieri felici sono per voi magnifici mucchietti di pixel e anima, per i nuovi progetti e le nuove avventure, per le chiacchiere a notte fonda quando anche SL si calma, per le emozioni da builder, per le gite in barca, per gli amici trovati, per la family. Ok signora Mastroianni questa volta non lo dico solo a te...quindi tutti voi qui su...mano! E saltiamo:) hugss Mila

SaliMarLIFE Magazine n.3-4  

Our Special Magazine Number, plus all the greatest news around SL and his news, here we describe our Project, The WDT Real Estate, our dream...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you