Page 28

BasilicataInnovazione ActivityReport

26

DE.RA.DO. “Grazie all’intervento di Basilicata Innovazione si potrebbero aprire nuove e interessanti opportunità di mercato. Ci riteniamo molto soddisfatti” Massimo De Salvo

pesce fresco in atmosfera modificata lungo la catena del freddo Ottimizzare la conservazione e il trasporto di prodotti ittici freschi: è questo l’obiettivo dell’azienda DE.RA.DO. srl di Matera, che ha il suo bacino di clienti nel materano e nelle province limitrofe pugliesi. Per stoccare e distribuire il prodotto, le risorse economiche da investire sono ingenti e impediscono di allargare la clientela. L’azienda, nel produrre importanti quantitativi di ghiaccio, necessari a preservare la freschezza dei lavorati, consuma infatti molta energia e anche il trasporto è oneroso, a causa dell’eccessivo volume e peso dei contenitori di polistirolo usati per la distribuzione, difficili da smaltire. Occorre prolungare la shelf-life del prodotto, ampliandone la vita commerciale e quindi il mercato. Bisogna agire lungo l’intera catena del freddo, che va ripensata e riorganizzata per ottimizzare la conservazione dei prodotti e ridurre i costi del processo di distribuzione. Ma come fare? L’INTERVENTO Uno studio di plausibilità individua un metodo alternativo di confezionamento: in atmosfera modificata all’interno di sacchetti di polietilene e poliammide. Basilicata Innovazione, grazie al coinvolgimento del Dipartimento Tecnico-Economico per la Gestione del Territorio Agricolo-Forestale dell’Università degli Studi della Basilicata, ha così avviato e concluso con successo in sei mesi l’intervento di innovazione in azienda, individuando e mutuando un sistema di conservazione utilizzato nei Paesi dell’Europa settentrionale per i prodotti ittici e in Italia per altre tipologie di prodotti alimentari.

I RISULTATI L’aumento della shelf-life del prodotto è aumentata da 48 a 120 ore, con la possibilità di coprire un raggio di territorio più esteso con le consegne. La miscela gassosa (atmosfera modificata), i cui costi di produzione sono inferiori rispetto al ghiaccio, ha prodotto una drastica diminuzione del volume e del peso delle nuove confezioni, con conseguente abbattimento dei costi di trasporto. I sacchetti di polietilene e poliammide, inoltre, sono facilmente gestibili attraverso i processi di raccolta differenziata e riciclaggio. Un macchinario già in possesso dell’azienda e mai utilizzato, con dei piccoli adattamenti, è risultato infine perfettamente in grado di gestire il confezionamento dei prodotti in atmosfera modificata. Da stima aziendale, l’innovazione ha prodotto un + 5% di fatturato.

Io broker tecnologico Loretta Santarsiero

Profile for Michele Cignarale

Activity Report - Basilicata Innovazione  

Activity Report - Basilicata Innovazione

Activity Report - Basilicata Innovazione  

Activity Report - Basilicata Innovazione

Advertisement