Issuu on Google+

Cardioclub Periodico del Cardioclub di Monfalcone Numero 28 del 20 giugno 2013 Poste Italiane spa Sped. A.P. 70% CNS/GO 04/2007

In questo numero ... Editoriale - l’Assemblea dei Soci Conto consuntivo 2012 I dispositivi per la teletrasmissione ECG dall’ambulanza alla cardilogia di Monfalcone Tutti a Lubiana con il Cardioclub Donne e cuore Elargizioni al Cardioclub


Cardioclub — Periodico del Cardioclub di Monfalcone

n. 28/2013

Avviso Nuovi orari di apertura dello sportello del Cardioclub da Lunedì a Venerdì

Cardioclub Monfalcone n. 28 del 20 giugno 2013 Periodico dell’Associazione Cardioclub di Monfalcone via Galvani, 1 — 34074 Monfalcone (GO) cardioclub.monfalcone@hotmail.it www.cardioclubmonfalcone.it Presidente: Giuseppe Decio Direttore responsabile: Marco Gani ganimarco@gmail.com Autorizzazione Tribunale di Gorizia n. 246/1996 Stampa in proprio Poste Italiane SPA SPED. A.P. 70% CNS/GO 04/2007 Foto di copertina: attività del Cardioclub: presentazione degli elettrocardiografi alla stampa 2

ore 10-12


Cardioclub — Periodico del Cardioclub di Monfalcone

n. 28/2013

Intervento del Presidente del Cardioclub Monfalcone all’assemblea dei soci

Carissimi Soci e Sostenitori,

Il Presidente del Cardioclub di Monfalcone Giuseppe Decio

vi ringrazio per avere aderito all’invito a partecipare a questa assemblea e vi porgo il saluto mio, unito a quello di tutti i componenti dei Direttivo, compresi i Medici del Comitato Scientifico e i componenti del Collegio dei Revisori dei Conti. In apertura di questa assemblea, desidero ragguagliarvi sulle principali iniziative messe in atto nell'anno passato dal Cardioclub-Monfalcone. Su suggerimento del Comitato Scientifico abbiamo donato alla Cardiologia dell’ospedale: • Due Holter di lunga durata; • Un elettrocardiografo ELI 25 collocato presso il Distretto Sanitario presieduto dalla Dott.ssa Chersevani; • Tre Elettrocardiografi palmari ELI l0 installati su due ambulanze operanti a Monfalcone e su una con sede a Grado. Su richiesta del Primario di Cardiologia: • abbiamo finanziato la partecipazione di una infermiera ad un “minimaster” sulle tecniche per un’efficace comunicazione di cura, tenuto a Firenze nel mese di Giugno; • abbiamo finanziato la partecipazione di due infermiere, sempre della Cardiologia, ad un congresso a livello nazionale sulla Riabilitazione Cardiologica,

3


Cardioclub — Periodico del Cardioclub di Monfalcone

ELARGIZIONE Nel corso dell’Assemblea dei Soci, il Presidente ha presentato un progetto proposto da un'altra Associazione operante nel monfalconese, che si pone l’obiettivo di raccogliere fondi per donare all'Ospedale di Monfalcone un Processore ad alta definizione per il controllo dei tumori del costo di circa 65.000 €. Il Presidente, dopo aver avuto certezza sul buon esito dell’acquisto, propone all’Assemblea di acconsentire al versamento di un contributo di 1.000 €. Viste le finalità dell’iniziativa e nello spirito di collaborazione tra le Associazioni di volontariato, l’Assemblea ha approvato l’elargizione dell’importo indicato.

tenuto a Genova nel mese di Ottobre; • abbiamo fornito alla Croce Rossa il materiale necessario per la misurazione della glicemia e del colesterolo, permettendo le varie uscite di prevenzione nei comuni del Mandamento. Sempre su richiesta del Primario di Cardiologia, sono stati installati nella stanza di terapia sub-intensiva 3 televisori di 26 pollici, uno per ognuno dei tre letti disponibili, al fine di alleviare la degenza dei pazienti ivi ricoverati. Infine, per volontà e con il contributo di un nostro socio è stato creato un sito web della nostra Associazione (www.cardioclubmonfalcone.it); è anche disponibile un indirizzo e-mail (cardioclub.monfalcone @hotmail.it). Tutto questo è stato reso possibile gra-

4

n. 28/2013

zie al sostegno dei soci e simpatizzanti, che generosamente hanno contribuito e certamente contribuiranno ancora ad esserci vicini con il loro aiuto. In particolare ai nuovi Soci rivolgo l’invito a rendersi disponibili per affiancarci nel nostro servizio allo sportello e per le varie mansioni necessarie al buon funzionamento dell'attività dell' Associazione. Un particolare e sentito ringraziamento è doveroso rivolgere alla Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia per il sostanzioso finanziamento concesso, nonché alla Banca di Credito Cooperativo di Staranzano e Villesse per le generose donazioni. Il Presidente Giuseppe Decio

Commemorazione

La famiglia del Cardioclub di Monfalcone, tramite il suo Presidente Giuseppe Decio, si unisce nel cordoglio per la scomparsa della sig. Elena Burlini in Tossut, moglie del socio Valentino Tossut.


Cardioclub — Periodico del Cardioclub di Monfalcone

n. 28/2013

Conto consuntivo 2012 approvato dall’Assemblea dei soci ATTIVITA’ Cassa di risparmio FVG Banca di Credito Coop Banco Posta Banco Posta C.to vinc.

€ 1.214,16 € 7.739,50 € 2.410,59 € 10.000,00

TOTALE

€ 21.364,25

PASSIVITA’ Patrimonio netto 1.1.2012 Disavanzo d’esercizio

€ 28.249,90 €-6.885,65

TOTALE

€ 21.364,25

RENDICONTO ECONOMICO–FINANZIARIO ENTRATE Quote associative Proventi liberalità Contributi da Enti

€ 2.590,50 € 8.605,95 € 14.000,00

USCITE Oneri per materie prime e di consumo € 4.263,36 Oneri per servizi € 3.241,92 Oneri diversi di gestione € 2.093,6 Oneri straordinari - acquisto apparecchiature per ospedale € 22.504,79

TOTALE ENTRATE Avanzo anni precedenti (utilizzato 2012)

€ 25.218,04 € 6.885,65

TOTALE USCITE

€ 32.103,69

TOTALE A PAREGGIO

€ 32.103,69

TOTALE

€ 32.103,69

L’anno 2012 si chiude con un disavanzo di 6.885,65, interamente coperto dall’avanzo degli anni precedenti. Sull’andamento dei conti hanno contribuito le importanti donazioni fatte alla cardiologia ed al pronto soccorso dell’ospedale di Monfalcone con l’acquisto degli elettrocardiografi palmari per le ambulanze. La contabilità è tenuta regolarmente, conformemente alle norme che regolano le associazioni di volontariato senza fini di lucro.

Collegio dei Revisori L’assemblea ha eletto il nuovo Collegio dei Revisori dei Conti costituito da: • rag. Pietro Mucelli, • dott. Lorenzo Oggianu, • sig. Valentino Tossut

5


Cardioclub — Periodico del Cardioclub di Monfalcone

n. 28/2013

I dispositivi per la teletrasmissione-ECG dall’ambulanza alla cardiologia di Monfalcone Intervento del dott. Alfredo Barillari del dipartimento di emergenza del Presidio Ospedaliero di Monfalcone all’Assemblea dei soci del Cardioclub Monfalcone

6

Introduzione Nel trattamento del paziente colpito da infarto acuto del miocardio, il trattamento precoce gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo della prognosi. In questo senso grande sforzo è stato posto nello sviluppo di processi, organizzazioni e tecnologie in grado di abbreviare il tempo che intercorre tra la chiamata al sistema di emergenza e il trattamento del paziente.

E’ così emerso che la trasmissione di un tracciato ECG a 12 derivazioni standard dall’ambulanza al centro di coordinamento del soccorso e quindi in reparto di cardiologia potesse abbreviare l’intervallo di tempo che intercorre prima del trattamento con i conseguenti miglioramenti della sopravvivenza e della qualità della vita per questo tipo di pazienti. Tale evidenza viene oggi riconosciuta di Classe I dall’American Heart Association (AHA). E’ comunque ben evidente come lo sviluppo di nuovi approcci terapeutici in ambiente preospedaliero non possa prescindere dalla trasmissione di un tracciato elettrocardiografico registrato non appena possibile. La tecnologia attuale dei defibrillatori e delle reti telefoniche GSM permettono in modo efficace di trasmettere un tracciato ECG a 12 derivazioni raccolto presso il luogo dove il paziente è stato colpito da infarto miocardico o in ambulanza durante il trasporto e trasmetterlo nel giro di pochi secondi all’Unità Coronarica dell’ospedale di riferimento, per la successiva refertazione da parte del cardiologo di guardia e l’attivazione delle procedure


n. 28/2013

Cardioclub — Periodico del Cardioclub di Monfalcone

necessarie per il miglior trattamento del paziente. Tecnologia Il supporto tecnologico è fondamentale per ridurre i tempi di trasporto ed ottimizzare le possibilità di salvataggio del muscolo cardiaco. E’ stato individuato nel dispositivo Eli 10 Mobile, il supporto tecnologico ottimale per implementare la dotazione dei mezzi di soccorso del distretto Basso Isontino. In tal modo tutti i mezzi di soccorso possono operare anche in presenza del solo infermiere, poiché la trasmissione dell’ECG a distanza è affidabile ed il progetto garantisce la refertazione del cardiologo di guardia. Progetto di trasmissione ECG dal territorio: fase operativa Il presente progetto, già operativo da gennaio del presente anno, vede coinvolto tutto il personale medico ed infermieristico che opera sul territorio. Agli operatori spetta l’approccio diagnostico e terapeutico ed in accordo con il cardiologo di guardia la decisione sulla centralizzazione verso la sala angiografica o il rientro verso il Pronto Soccorso di riferimento. Attualmente le ambulanze del distretto Basso Isontino sono dotate di tre apparecchi Eli 10, per la teletrasmissione dell’ECG. Due sono ubicati nelle ambulanze di Monfalcone ed uno a Grado. Infine, a dimostrazione della qualità del progetto, la dimostrazione che questa tecnologia è insostituibile. Recentemente infatti abbiamo gestito un

paziente di Grado, colpito da infarto miocardico acuto, che per mezzo della teletrasmissione dell’ECG è stato direttamente trasportato in Unità Coronarica Trieste per essere sottoposto a coronarografia d’urgenza con un ottimo esito. Grazie all’Eli 10 abbiamo evitato il trasferimento del paziente a Monfalcone da dove sarebbe poi stato nuovamente trasferito a Trieste. Questo è il caso indice, speriamo isolato, che dimostra l’enorme vantaggio in termini di tempestività d’intervento e riduzione della lesione miocardica. Concludo ringraziando i soci, il direttivo del CardioClub e la Fondazione della Cassa di Risparmio di Gorizia per aver creduto e sostenuto questo progetto. A voi tutti il mio più cordiale ringraziamento Dr. Alfredo Barillari

7


Cardioclub — Periodico del Cardioclub di Monfalcone

n. 28/2013

Tu t t i a L u b i a n a con il Cardioclub Sabato 7 settembre 2013

Il centro di Lubiana e il suo famoso “triplice ponte”

Programma di massima Ritrovo (ore 6.45) dei partecipanti presso la fermata delle corriere di fronte all’Ospedale San Polo di Monfalcone; sistemazione sui pullman e partenza (ore 7.00) per Lubiana; viaggio via autostrada con arrivo a Lubiana dopo circa un'ora e mezza di viaggio, incontro con la guida turistica locale parlante la lingua italiana e inizio della visita del centro storico della capitale della Slovenia. Lubiana, situata sulle sponde del fiume Ljubljanica, è una città ricca di storia; si ammireranno i palazzi con le rinascimentali facciate di stile barocco, opera dell'architetto Plecnik, la Biblioteca Nazionale, il Palazzo del Parlamento con il portale monumentale, la Chiesa barocca di S. Pietro, la più antica della città, la Cattedrale di San Nicola (1708), che ospita all'interno interessanti affreschi, ed infine il “triplice ponte” (Tromostovje), con una struttura architetto8

nica davvero singolare. A Lubiana i ponti e le piazze si intrecciano ai giardini ed agli spazi verdi, come il famoso giardino di Tivoli, che rappresenta il polmone verde della città. Lubiana è oggi una città molto attiva, anche culturalmente, centro universitario e sede di molte manifestazioni artistiche internazionali. Alle ore 13,00 circa sosta per il pranzo prenotato in un tipico ristorante in città, con menù a base di carne. Nel pomeriggio, al termine del pranzo, tempo libero in città per una passeggiata o per gustare un caffè nel simpatico “caffè Galleria d'Arte” “Na Dvornem”, nella piazzetta omonima, una galleria che espone pitture e grafiche di autori balcanici, affollatissima durante la Biennale d'arte grafica che si svolge ogni anno da giugno a settembre, divenuta ormai una manifestazione artistica di fama.


Cardioclub — Periodico del Cardioclub di Monfalcone

n. 28/2013

Immagini del Castello di Bistra sede del “Museo Sloveno della Tecnica”

In alternativa, si potrà salire con la teleferica sul Castello, situato al vertice della collina che domina la città (il biglietto di andata e ritorno per la teleferica costa 2,00 € e non è compreso Iscrizione e quota di partecipazione

Iscizioni entro venerdì 2 agosto 2013 (fino ad esaurimento dei posti disponibili). La quota di partecipazione individuale è fissata in 70 € (quota per circa 80 persone). All’atto dell’iscrizione è richiesto il versamento di un acconto di 40 € (saldo entro il 30 agosto 2013). La quota comprende: • viaggio con 2 pullmans granturismo da 53 posti ciascuno; spese incluse; • GUIDA professionale per la visita di Lubiana (mezza giornata); • il pranzo in un ristorante di Lubiana con menù a base di carne (bevande incluse); • l'ingresso al Museo con guida locale; • l'assicurazione AMI Assistance “medico-bagaglio”. La quota non comprende: • altri ingressi (oltre a quello del Museo di Bistra che è già incluso), • gli extra personali, • tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”. Annullamenti: in caso di mancata partecipazione saranno applicate le penali previste dalle condizioni generali di viaggio. Nessun rimborso per annullamenti comunicati il giorno della partenza.

nel pacchetto viaggio). Il castello è il monumento di maggior interesse della città: la sua costruzione ebbe inizio nel 1144, ma la struttura attuale risale al Cinquecento; da qui si gode un bellissimo panorama sulla città. In alternativa alla visita del Castello, partendo da Lubiana nel primo pomeriggio, si può fare una sosta, lungo la via del ritorno, nella vicina località di Vrhniki per visitare il bel “Museo Sloveno della Tecnica”, allestito dentro il Castello di Bistra, un palazzo con un bellissimo giardino e uno stagno per i pesci. Il Museo è famoso perché, oltre ad avere esposte numerose collezioni di macchine per la lavorazione del legno, macchine elettriche, tessili e agricole, espone tutta la collezione di macchine di rappresentanza appartenute al Presidente Tito, compresa la collezione di Limousine; questo museo infatti viene da molti chiamato “Il Museo delle macchine di Tito”. Nel programma è prevista la visita del museo con guida in lingua italiana (il biblietto di ingresso è incluso nel pacchetto viaggio; l’ultimo ingresso al museo è possibile alle ore 16.00). Al termine della visita, sistemazione in pullman e viaggio di rientro a Monfalcone con arrivo dopo circa 1 ora e 9


Cardioclub — Periodico del Cardioclub di Monfalcone

n. 28/2013

Donne e cuore Sintesi della relazione tenuta dalla dott.ssa Francesca Della Barca all’Assemblea dei soci del Cardioclub Monfalcone

10

Le malattie cardiovascolari rappresentano la principale causa di morte nei paesi industrializzati. Sulla base di stime dell’Istituto Superiore di Sanità, le malattie del sistema cardiocircolatorio rappresentano il 39% ed il 49% delle cause di mortalità totale rispettivamente nell’uomo e nella donna. Sebbene la maggior parte della popolazione femminile creda che la principale causa di morte sia costituita dalla patologia neoplastica (carcinoma mammario, polmonare, colon rettale o del sistema riproduttivo femminile), sono le malattie cardiovascolari (cardiopatie e ictus) ad essere responsabili della maggior percentuale di morti nel sesso femminile, in percentuale via via maggiore, all’aumentare dell’età e segue, anche se con un ritardo di circa 10 anni, il percorso che si osserva negli uomini. Va sottolineato che il minor tasso di mortalità per le malattie cardiovascolari si osserva in particolare tra le donne giovani in premenopausa. Il ritardo di insorgenza delle malattie cardiovascolari nelle donne è attribuito all’esposizione nel periodo precedente la menopausa ad estrogeni ovarici, effetto che tuttavia si riduce con l’età. Una malattia coronarica in una donna in premenopausa è rara, suggerendo un ruolo protettivo degli ormoni. Dopo la menopausa, le donne raggiungono velocemente gli uomini e circa in una decade sia la prevalenza che l’incidenza delle malattie cardiovascolari nei due sessi sono circa equivalenti. E’ opinione comune nelle donne, dato che la malattia ischemica cardiaca si presenta con circa 10 anni di ritardo rispetto agli uomini, che la prevenzione possa essere ritardata. La maggior parte delle donne pensa di dover affrontare questo problema dopo i 50 anni, non hanno quindi la consapevolezza che l’aterosclerosi è già evidente a 20 anni e che è associata ai classici fattori di rischio CV e che la prevenzione va iniziata in età giovanile Un ulteriore problema è rappresentato dal fatto che le donne spesso sono poco rappresentate negli studi e nei progetti di ricerca: la ricerca dedicata alle donne è stata soprattutto

inizialmente insufficiente e nonostante circa la metà dei pazienti con scompenso cardiaco siano rappresentati da donne, gli studi clinici che coinvolgono pazienti con scompenso cardiaco cronico hanno arruolato prevalentemente uomini. Vi sono numerose differenze sia strutturali che fisiologiche nel sistema cardiovascolare fra uomini e donne: - Effetti ormonali: gli estrogeni influiscono sul processo aterosclerotico a diversi livelli e attraverso diversi meccanismi sia sul plasma che sull’endotelio che sulla tonaca media dei vasi sanguigni. - Differenze strutturali (dimensioni miocardiche minori, coronarie di calibro inferiore, fibre muscolari più piccole, volume ventricolare sinistro inferiore). - Differenze funzionali (maggior tendenza al vasospasmo, frequenza cardiaca a riposo elevata e variabilità della frequenza cardiaca più elevata, frazione di eiezione a riposo più elevata, pressione telediastolica ventricolare sx inferiore, mancanza di incremento della FC da sforzo). - Elettriche (intervallo QT più lungo). - Farmacologiche (diverso metabolismo farmacologico e maggiori effetti collaterali) esposizione agli estrogeni (impatto della menopausa, età di presentazione). Peso dei fattori di rischio cardiovascolare Il diabete mellito sembra essere un fattore di rischio più forte nelle donne che negli uomini e sembra essere più importante nelle donne in premenopausa, per cui le donne diabetiche hanno una incidenza di malattie cardiovascolari simile a quella degli uomini.Il fumo, che sembra invece essere per gli uomini un fattore di rischio tra i più importanti, sembra svolgere un ruolo meno importante nella donna Le donne hanno gli stessi fattori di rischio degli uomini, ma l’impatto di fattori come


n. 28/2013

Cardioclub — Periodico del Cardioclub di Monfalcone

l’ipertensione e il diabete è più pesante nelle donne che negli uomini. Colesterololo LDL Nella seconda e terza decade di vita, il colesterolo aumenta più negli uomini che nelle donne; dopo la menopausa, il colesterolo LDL aumenta di più nelle donne, superando gli uomini. Studi recenti hanno dimostrato però che le donne rispondono meglio degli uomini alla terapia con statine.

zione hanno una prognosi peggiore, con più alto tasso di mortalità a breve e lungo termine e necessità di rivascolarizzazione chirurgica per il quale l’esito in ogni caso negli ultimi anni è migliorato.

Sintomi di presentazione A tal riguardo il dolore toracico nelle donne non è sospettato perché spesso è atipico, il dolore toracico non cardiogeno sembra essere più frequente nelle donne e a causa dei sintomi atipici, nelle donne non è infrequente una diagnosi errata di astenia cronica o di disturbo psichico. Difficoltà di diagnosi Le donne hanno una minore probabilità di avere coronaropatia ostruttiva e malattia trivasale, di conseguenza la prevalenza di patologia non ostruttiva e di malattia monovasale porta a una minor accuratezza diagnostica dei test non invasivi e a un maggior numero di falsi positivi. Nelle donne in premenopausa il rischio di malattia CV è basso, quindi la ricerca di test diagnostici di diagnosi ha poco valore, fatta eccezione per le donne diabetiche e con nota patologia vascolare periferica. L’applicazione di test diagnostici è utile in classi di rischio intermedie o elevate. Diventa fondamentale la stratificazione del rischio. Trattamento e prognosi La prognosi dell’infarto miocardico acuto nella donne è peggiore e la mortalità in acuto maggiore. Le donne hanno più comorbidità, sono più vecchie, ricevono un trattamento meno aggressivo in quanto più frequentemente i sintomi di presentazione sono atipici e non prontamente riconosciuti. Infine le donne sottoposte a rivascolarizza-

11


Cardioclub — Periodico del Cardioclub di Monfalcone

n. 28/2013

Elargizioni Pe r i o d o 1 / 1 2 / 2 0 1 2 — 3 0 / 4 / 2 0 1 3 Al Cardioclub Signora Mariella MENGOTTI Signor Rodolfo RUSIN Signora Valeria CANDUSSO Signor Elvino MEDEOT Signora Marisa DONAT Signora Ivana CALLIGARIS Signora Bruna Rusin Signora Luciana Merlo Don Rino LORENZINI Signor Lucio BORTOLUTTI Signora Olga TELLINI Signor Attilio COCIANCICH Signor Renzo ZAMUNER Signor Silvano BASSI Signor Luciano VALLE Signora Carmen CHECHET Signor Ermanno LORENZON Signor Sergio ZUCCA Signor Ervino ZANUTEL Signora Noemi BROLLO Signor Antonio CESCON Signor Pietro STRADI Signor Renato DI LUCA Signor Marino POZZAR Signora Albina DURI’ Signor Sergio FLORIT Signor Giorgio CUSMA Signora Egida PAULETTI Signor Soave SARTORI Signor Edoardo TOMADINI Signora Velia VIDUSSONI Signor Gualtiero PIAN Signora Cesira LA GIOIA Signora Renata RIZZO

per festeggiare il 100° compleanno della Signora ILARIA

Signor Claudio CAUZERI Signor Pio VESCOVI Signor Felice BOSCAROL Signora Pompea BENEDETTI Signora Maria NERI Signor Bruno DELPIN Signor Fausto VISINTIN Signor Rosario BEVILACQUA Signor Sergio ZORZI Signor Ramiro CERGOL Signora Maria Anna SCOPINICH Signora Carla PACOR Signor Marco CECCONI Signora Helene MARTEN Signora Wanda DE FAVERI Signora Maria Grazia FIORETTI Signor Roberto SANGATI Signor Raffaello FABBRO Signor Sergio BEARZI Signora Luigia RICCARDI Signor Sandro COPPO Signora Sara PERIN Signor Fulvio PILON Signor Claudio FUMOLO A.N.A. Gruppo Alpini Ronchi dei Legionari Signor Gergolet Mario Signora Orel Mafalda Signor Romani Paolo Signora TYrichter Bruna Signor Grego Francesco Signora Ferrari Eliana Signor Bortolutti Pellicani Luci Signora Venaruzzo Ornella

Signor Rosario BEVILACQUA

segue > 12


Cardioclub — Periodico del Cardioclub di Monfalcone

n. 28/2013

> segue In memoria di Caterina BERTOGNA ved. GON Valentino SPESSOT Giorgio BOATO Dott. PALMIERI Giovanni BOSCAROL Ferruccio ROSSI Giorgia MELLINI Aurora e Edoardo VENTURINI Augusto TAMBARIN Elda MINIUSSI dei genitori Vincenzo e Albina Irma e Giuseppe FRATE Franco NOVATI Ovidio FEDEL Giordano LAURINI Ferruccio MININEL Paolo e Rosa Giovanni BOSCAROL dei genitori Vanda EVANGELISTA Michele D'APOLITO NellA MOIMAS del marito Domenico del marito Guido MORASSI dei genitori della mamma Nerina VOLPI SPESSOT Aurora MATTIAZZI Maria Luisa FURIA Lorenzo GIOIA Mirella SORANZIO Dario BERTOSSI Emiliano NOCENT della zia Anna Ermete SORANZIO Renato GON Luciano MUCCHIUT Crimea LENARDON Ilario BENFATTO

Signor Lorenzo VISINTIN Signora Mariella MENGOTTI Signora Fedora DIEUDONNE’ Signor Attilio COCIANCICH Signori Alberto e Anita BRUMAT Signora Antonella ROSSI Signora Gabriella D'ALESSANDRO Signor Giorgio VENTURINI Signora Anna Maria e Famiglia MACOR Signora Anna Maria e Famiglia MACOR Signora Liliana GREGOROVICH Signor Franco FRATE Signor Gianni PERUSIN e Signora Franca AIELLO Signora Nadia DREOS Signor Pericle PASIN Signora Valnea PADOAN Signor Alfio GHIRINGHELLI Signori Giorgio e Rosanna MORETTI Signora Nilda SORANZIO Signora Emilia NOVATI e FRATELLI Signor Pietro GALLI Signora Italia MOIMAS Signora Ada LOVRINOVICH Signora Rina ZAMBON Dott. Luigi BORGIONI e ROSCINI Signora Mariella VOLPI MENGOTTI Signor Vladimir SREDNICH Signor Graziano FRITTELLI Signora Luciana SEFFIN Signori Silvano NARDON e SERGIO Signora Annita VISINTIN Signor Giuseppe NOCENT Signori Elio, Nadia, Gladis e Liliana POLONI Signora Lidia TOGNON Signora Ivana VINCI Signori Paolo MATTIUSSI e Signora Ginetta CREMONESI Condomini di Via Granatieri, 6 e 8 Ronchi dei Legionari Signora Alida DEOTTO

segue > 13


Cardioclub — Periodico del Cardioclub di Monfalcone

n. 28/2013

> segue

14

Carlo PUNTIN Fernanda MACLODI Arrigo BENUSSI Crimea LENARDON Eliana Pirona e Boscarol Luca Franco Novati Crevatin Amalia Bergamin Virgilio Mellini Giorgina Dovier Giovanni Mancino Pasquale Tambarin Augusto

gli amici della Briscola Signore Ivana MUNARI e Mirella PERESSIN Signore Marisa e Gabriella BLASIZZA Signora Silvia MITTON Signor Boscarol Roberto Signor Moimas Sergio Signora Crevatin Zita Signor Parovel Silvio Signora Acella Giovanna Signora Paulin Sonia Signora Puntillo Grazia Signori Sartor Ariella e Marino

Totale elargizioni

€ 4.420,00


IL CARDIOCLUB RINGRAZIA

E INVITA I SOCI A RINNOVARE L’ISCRIZIONE

PER ELARGIZIONI E RINNOVO ISCRIZIONI CONTO CORRENTE POSTALE c/c 16541682 IBAN IT92 I076 0112 4000 0001 6541 682 CASSA DI RISPARMIO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA c/c 2001977/2 IBAN IT04 S063 4064 6120 7402 0019 77L BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI STARANZANO e VILLESSE IBAN IT22 O088 7764 6600 0000 0079 853


Bollettino cardioclub n 28