Issuu on Google+

MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 21:11 Pagina 1

HIGH FASHION SHOES AND LEATHER GOODS MANUFACTURER

Pad. 3 Stand G 17-19 H 12-14

2

LUNEDÌ

4 MARZO

2O13 Enrico Pazzali «Micam Shanghai, una fiera di qualità» «Micam Shanghai, a Pag. 16 > a quality show»

Cesare Romiti “theMicam Shanghai? Iniziativa strategica” “theMicam Shanghai? A strategic initiative”

a Pag. 3 >

Partiti col piede giusto! Stasera al Teatro Vetra il gala “Mirror” con la consegna dei Micam Award È per stasera l’appuntamento glamour di theMicam che, in collaborazione con Vogue Accessory, organizza la serata di gala che è anche l’occasione per la consegna dei Micam Award, i due riconoscimenti riservati ai migliori buyer, uno italiano, l’altro internazionale. La serata è ad inviti e si tiene a partire dalle 20 al Teatro Vetra. “Mirror” è il titolo del gala che propone un’ambientazione ad alto impatto emotivo per sognare con l’eleganza e il design delle calzature made in Italy. Ad accogliere gli ospiti il presidente di Anci Cleto Sagripanti

This evening at the Vetra Theatre the “Mirror” gala with the presentation of the Micam Awards

T

heMicam è partito con il piede giusto... pronto a calzare articoli delle migliori collezioni in mostra nei padiglioni della fiera che è parsa affollata fin dall’apertura ieri mattina. Una prima giornata rassicurante, con un buon afflusso di visitatori e con tante novità: di prodotto, da parte degli espositori, e di servizi per gli operatori grazie agli organizzatori che hanno dato anche un riassetto espositivo con lo spostamento al padi-

glione 4 della calzatura del comparto bambino. L’elevato contenuto stilistico delle calzature in mostra ha già confermato gli sforzi delle imprese a fronteggiare la crisi. Oggi via ad una seconda giornata piena di appuntamenti negli stand delle aziende e negli spazi istituzionali. Tra concorsi, tavole rotonde, progetti di formazione, incontri e nel cuore della Milano modaiola con lo spazio theMicam Point. Eng. text Pag. 3 >

Tonight’s the night of glamour as theMicam, in collaboration with Vogue Accessory, organises a gala evening which is also the occasion for the presentation of the Micam Awards, two prizes reserved for best buyer, one Italian and the other international. The evening is by invitation only and will begin at eight o’clock at the Vetra Theatre. “Mirror” is the name of the gala that is in an exciting backdrop so that guests can daydream with the elegance and design of Made in Italy footwear. Anci chairman, Cleto Sagripanti, will welcome the guests.


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 2


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 21:16 Pagina 3

2 From the first page <

Got off on the right foot! theMicam got off on the right foot…ready to wear products of the best collections on display in the fair’s halls which appeared crowded right from the opening yesterday morning. A reassuring day with a good attendance of visitors and lots of novelties: of products by exhibitors, services for buyers thanks to the organizers who also rearranged the exhibition space by moving children’s footwear to hall 4. The stylishness of the footwear on display has already proved the efforts made by companies to face the crisis. Today the second day gets under way, full of events at company stands and in the institutional areas. In addition to all this, we have competitions, round tables, training projects, meetings and the Micam Point in the heart of fashionable Milan.

La FieraThe Fair

Lunedì 4 Marzo 2013

3

Cesare Romiti, Presidente di Fondazione Italia Cina

“theMicam Shanghai? Iniziativa strategica” “Iniziative come theMicam Shanghai sono strategiche per favorire l’internazionalizzazione delle imprese. Dalle nostre indagini ancora oggi le fiere risultano la modalità preferenziale degli operatori italiani per avviare rapporti commerciali con la Cina. Le imprese italiane ricordano che il loro successo è dipeso dalle opportunità che sono state colte, e spesso la fiera rappresenta la piattaforma ideale per fare incontrare e incrociare domanda e offerta. Questo è particolarmente vero in un settore dove l’Italia ha un suo nome affermato come quello delle calzature. Secondo i dati del CeSIF (Centro Studi per l’Impresa della Fondazione Italia Cina) e di Intesa Sanpaolo, il settore delle calzature nel 2011 era al decimo posto per export verso Cina e Hong Kong (con un + 58,4% rispetto al 2010), e tra i primi trenta distretti per export in Cina nel 2011 ben sei sono relativi al settore delle calzature: pelletteria e calzature di Arezzo (1°), concia e calzature di Santa Croce sull’Arno (4°), pelletteria e calzature di Firenze (10°), calzature di Fermo (19°), calzature di San Mauro Pascoli (22°), abbigliamento e calzature della Bassa Bresciana (30°)”.

Cesare Romiti, President of the Italian-Chinese Foundation

“theMicam Shanghai? A strategic initiative” “Initiatives like theMicam Shanghai are strategic for favoring the internationalization of businesses. From our inquiries, trade fairs today are still deemed the preferred method of Italian operators for starting up business relations with China. Italian businesses are aware that their success is derived from opportunities which were presented, and often trade fairs represent the ideal platform for matching and exchanging demand and supply. This is particularly true in a sector where Italy has a well-known reputation, such as in the case of footwear. According to the statistics of CeSIF (the Research Facility for Businesses belonging to the Italian-Chinese Foundation) and those of the Intesa Sanpaolo bank, in 2011, the sector of footwear was at tenth place for exports towards China and Hong Kong (with a +58.4% increase compared to 2010). It was also among the first thirty districts which exported to China in 2011, with six of these districts coming from the segment of footwear with the following ranks: leather goods and footwear from Arezzo (1°), tanning and footwear from Santa Croce sull’Arno (4°), leather goods and footwear from Florence (10°), footwear from Fermo (19°), footwear from San Mauro Pascoli (22°), and finally, clothing and footwear from Bassa Bresciana (30°)”.


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 4

4

Lunedì 4 Marzo 2013

2 collegamenti con centro cittá

AEROPORTI Airports / Flughäfen / Aéroports Milano Malpensa e Linate Tel. +39 02 74852200

USCITE AUTOSTRADALI Motorways exits Autobahn Ausfahrten Sorties des autoroutes

FERROVIE DELLO STATO Trenitalia MILANO - Tel. +39 02 892021 www.trenitalia.com

RADIOTAXI Radiotaxi / Funktaxi/ Radiotaxis MILANO - Tel. +39 02 8585 +39 02 6969 +39 02 4040

BUS NAVETTA Shuttle bus Autobus navette Pendelbus Collegamenti con Ferrovie dello Stato Links with Italian Railways Liaisons avec le Chemins de fer de l’État Verbindungen mit der Staatseisenbahn Pullman in partenza ogni 20 minuti con percorso Stazione ferroviaria di Milano Centrale - Fiera di Milano Nuovo Quartiere Rho - Malpensa Terminal 1 Malpensa Terminal 1 - Fiera Milano Nuovo Quartiere Rho - Stazione di Milano Centrale Coach leaves every 20 minutes. Route: Milano Centrale Railway Station Fiera Milano Nuovo Quartiere Rho - Malpensa Terminal 1 Malpensa Terminal 1 - Fiera Milano Nuovo Quartiere Rho - Milano Centrale Railway Station

Quotidiano del Micam II Supplemento a Idea Pelle Anno XIX, marzo 2013 Editore: Nuova Editoriale di Foto Shoe s.r.l via Leonardo Da Vinci, 45 20090 Trezzano sul Naviglio (MI) Direttore responsabile: Carlo Alberto Molteni Stampa: Everprint - Carugate (MI)

La FieraThe Fair CITY CENTRE CONNECTIONS


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 5


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 21:15 Pagina 6

6

2

Lunedì 4 Marzo 2013

L’AssociazioneAssociation

I dati della rilevazione Anci fra gli associati

Previsioni molto caute, la domanda è debole, il 2013 non sarà facile. In ripresa i mercati esteri, ma la produzione scende del 4%

Il calzaturiero in recessione Il barometro della congiuntura nel 2012 è tornato a registrare turbolenza: la fase recessiva attraversata dall’economia nazionale – con le ovvie conseguenze su reddito disponibile, clima di fiducia delle famiglie e acquisti – e la persistente debolezza di quella mondiale hanno interrotto il balzo positivo. Come gli altri settori industriali, il calzaturiero ha dovuto fronteggiare, nell’anno da poco conclusosi, una sensibile contrazione dei consumi nazionali e il peggioramento della domanda estera, soprattutto sui mercati dell’Unione europea, che assorbono ben il 70% dei flussi e sui quali viene realizzato il 54% delle vendite estere in valore. Malgrado ciò, grazie al traino delle esportazioni dirette ai mercati non comunitari – cresciute ulteriormente sia in valore (+14,2%) che in volume (+4,6%) – l’anno ha chiuso con un incremento nel fatturato estero, che ha permesso di limitare la flessione nella produzione e di contribuire all’irrobustimento del saldo commerciale, stante la contemporanea battuta d’arresto delle importazioni. Gli indicatori sulla forza lavoro, dopo l’inversione di tendenza del 2011, sono tornati di segno negativo. La recessione ha ampliato il numero di imprese in difficoltà e accelerato il processo di selezione in corso da anni, con la chiusura di un numero considerevole di aziende. Le previsioni per la prima metà dell’anno in corso sono ancora una volta improntate all’estrema cautela, non prospettando significativi mutamenti nella congiuntura. Sul fronte interno la debolezza della domanda rimarrà su livelli insoddisfacenti ancora a lungo: la fiacca raccolta ordini degli ultimi mesi del 2012 e il sentimento generale inducono a escludere che possa interrompere il suo declino nel corso del 2013. Sui mercati esteri una certa ripresa di tono negli ordinativi appare invece più ragionevolmente plausibile, soprattutto nella seconda metà dell’anno. La consueta rilevazione campionaria di preconsuntivo condotta tra gli associati Anci ha evidenziato, con riferimento all’anno 2012, un calo medio della produzione del -4,1%, che porterebbe i volumi realizzati in Italia di poco al di sotto dei 200 milioni di paia. Visto il tenore della domanda, la di-

namica dei prezzi nel corso dell’anno è risultata, ancora una volta, piuttosto contenuta: +1% sul mercato Italia e +3,3% sui mercati esteri tra le aziende del campione. Combinando le dinamiche di quantità e di prezzo si può stimare un valore della produzione nazionale per il 2012 in lieve calo: -1,4%. Applicata ai valori assoluti, tale percentuale porterebbe l’output a 7,11 miliardi di euro. Per quanto concerne il primo semestre 2013 si deve parlare di una flessione della produzione, seppure di lieve entità, confermata anche dalla riduzione degli ordinativi (2,2%) raccolti nell’ultimo trimestre 2012. Il portafoglio ordini presenta una riduzione complessiva del -2,2% in quantità rispetto al trimestre ottobre-dicembre 2011, con una contrazione

ancora più marcata (attorno al -2,6%) per il mercato interno. Il carnet, cioè il periodo di produzione assicurato dagli ordini in portafoglio, risulta in media di poco superiore ai 3 mesi di lavorazione, mostrando un allungamento marginale rispetto alle ultime due rilevazioni semestrali: ulteriore testimonianza della debolezza della domanda. Con riferimento al mercato Italia, se il 64% delle imprese prevede stabilità, ben il 30% degli interpellati è pessimista e solo il 6% si aspetta un incremento degli ordinativi. Relativamente all’evoluzione degli ordini da oltre confine, le dinamiche attese paiono, per fortuna, decisamente meno penalizzanti. Consuntivo 2012 negativo anche relativamente al mercato del lavoro, dopo il recupero (+1%) del 2011 che

aveva posto fine a quindici anni di erosioni nei livelli occupazionali. Il numero di addetti nei calzaturifici si è attestato a fine 2012 a 79.254, con un calo di 1.671 unità, pari al -2,1%, rispetto a dicembre 2011 (quando erano 80.925). Sul risultato complessivo hanno inciso in misura rilevante i saldi marcatamente negativi di alcuni distretti. In arretramento il numero di imprese attive, sceso a 5.356: 250 calzaturifici in meno rispetto ai 5.606 di dicembre 2011, -4,5%. Si conferma la lenta crescita del numero medio di addetti per azienda: 14,80 (+2,5% rispetto ai 14,44 del consuntivo 2011). Relativamente alla forza lavoro impiegata, tra le sette principali regioni calzaturiere registrano una crescita: Toscana, Campania e

Emilia Romagna. Lieve flessione nelle Marche, prima regione italiana per numero di aziende e addetti, con quote di oltre il 30% sul totale. Trend negativo per Lombardia, Veneto e soprattutto Puglia, dove la chiusura di grosse realtà produttive ha portato, sempre secondo le cifre di Infocamere, a un calo di oltre 2.100 addetti. Le indicazioni degli imprenditori sull’andamento nella prima metà del 2013 paiono orientate alla conferma del trend sfavorevole: sale la quota dei rispondenti che prevedono stabilità (68%), a discapito sia di quanti si attendono un aumento (11%) che degli imprenditori che hanno indicato riduzione; ma la quota di questi ultimi (21%) è quasi doppia rispetto agli ottimisti.

Data regarding Anci’s survey among its associates

The footwear industry in recession Predictions are cautious, demand is weak, and 2013 will not be an easy year, overseas markets recover, but production falls by 4%. In 2012, the economy’s barometer once again indicated turbulence: the recession that the national economy went through – with the obvious consequences on disposable income, consumer confidence and household purchases – and the persisting weakness of the global economy interrupted the positive bounce back. Like the majority of industrial sectors, the footwear industry had to face, in the recently concluded year, a significant reduction in domestic consumption and the fall of overseas demands, especially from EU markets, which absorb some 70% of the flow and on which is realised 54% of overseas sales in value. In spite of this, thanks to the driving force of exports to nonEU markets – which grew further both in value (+14.2%) and volume (+4.6%) – the year closed with an increase in overseas turnover, which limited the drop in production and contributed to strengthening the trade balance, despite the coincident standstill of imports. Indications of the labour force, following the inverted trends of 2011, once again became negative. The recession increased the number of companies in difficulty and accelerated the process of selection during the year, with the closing of a considerable number of businesses.

Predictions for the first half of the current year are once again extremely cautious, not anticipating any significant changes in the economy. On the domestic market, the feeble demand will remain at unsatisfactory levels for quite some time; the sluggish intake of orders in the last months of 2012 and the general atmosphere lead us to exclude the possibility that this decline will be interrupted during 2013. On the other hand, on overseas markets a recovery in the intake of orders appears more likely, especially in the second half of the year. The usual sample survey of the provisional balance, referring to 2012, conducted among ANCI Associates, revealed an average drop in production of -4.1% which would bring the volumes realised in Italy to a little under 200 million pairs. In view of the tone of the demand, price trends during the year were, once again, rather limited: +1% on the Italian market and +3.3% on foreign markets, among sample companies. Combining the trends of quality and price, we can estimate a slight decrease in the value of national production in 2012: 1.4%. Applied to absolute values, this percentage would bring the output to 7.11 billion Euros. With regards to the first half of 2013, we must speak about

a drop in production, although only slight, confirmed also by the reduction of orders (-2.2%) placed in the last quarter of 2012. The orders portfolio presents an overall reduction of -2.2% in quantity compared with the three-month period, October/December 2011, with an even more marked drop (around -2.6%) on overseas market. The ‘carnet’, that is to say the period of production guaranteed by orders in the portfolio, on average, is for just a little over 3 months of work, showing a marginal extension compared with the last two sixmonthly findings: further evidence of the weakness of the demand. With regards to the Italian market, while 64% of companies envisage stability, some 30% of those interviewed were pessimistic and only 6% expect to see an increase in orders placed. Talking about the development of orders from overseas, fortunately, trends appear decidedly less worrying. The final 2012 balance was also negative when it came to the work market, following the recovery (+1%) of 2011, which had put an end to fifteen years of eroding employment levels. At the end of 2012, the number of employees in footwear factories was 79,254, with a drop of 1,671 people, equal to -2.1%, compared with December 2011 (when the figure was 80,925).

The markedly negative balances of some districts had a significant impact on the overall result. There was a decline in the number of companies still in business, which fell to 5,356: 250 footwear firms less compared with the 5,606 of December 2011, -4.5%. The slow growth of the average number of employees per company is confirmed: 14.80 (+2.5% compared with 14.44 in the 2011 final balance). With regards to the work force employed, among the 7 main footwear manufacturing regions we saw a growth in: Tuscany, Campania and Emilia Romagna. There was a slight drop in the Marche region, top region in Italy for number of companies and employees, with quotas of over 30% of the total. Negative trends were recorded for Lombardy, Venice and especially Puglia, where, according figures provided by Infocamere, the closure of big production companies lead to the loss of over 2,100 employees. Indicating developments for the first half of 2013, entrepreneurs appear to confirm unfavourable trends: the quota of those replying that they envisaged stability rose (68%) at the expense of both those expecting an increase (11%) and those entrepreneurs who saw a drop; but the quota of the latter (21%) is almost double that of the optimists.


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 7


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 21:20 Pagina 8

8

2

Lunedì 4 Marzo 2013

L’AssociazioneAssociation

theMicam opening: un momento di riflessione Saremo un paese manifatturiero anche nei prossimi anni? Chi crede ancora nella manodopera italiana? È più o meno questa la domanda che Cleto Sagripanti, presidente Anci, ha posto ai suoi ospiti, in occasione dell’evento di apertura della 75ma edizione di theMicam, iniziata ieri in una domenica di sole con un incontro speciale a cui sono intervenuti l’editorialista del Corriere della sera Dario di Vico, Antonella Masi, vicepresidente di Confindustria per l’Organizzazione e l’On. Cristiana Muscardini, vicepresidente della Commissione Commercio internazionale del parlamento europeo. Dalle parole degli ospiti è trapelato un umore generale ottimisti-

co ma non per questo poco preoccupato per una situazione di stallo che è oramai durata abbastanza e che bisogna smuovere puntando sulla difesa della manifattura made in Italy, che solo una grande solidarietà tra imprese, territori e banche potrà assicurare. Durante l’incontro, il presidente Anci, Cleto Sagripanti, ha presentato la nuova edizione di theMicam, annunciando un futuro ricco di fermento, per migliorare una situazione non rosea, che punti a far tornare gli italiani a consumare i prodotti del nostro paese. La fiera ospita quest’anno il 50% di buyer internazionali, a dimostrazione che, nonostante la crisi, il nostro paese si sta sempre più internazionaliz-

zando e cerca soluzioni innovative per il proprio successo. Creatività e innovazione sono alla base di una ricrescita necessaria, dopo un quinquennio molto difficile. Il concetto è stato ribadito da Dario di Vico, per il quale,

theMicam opening: a time to reflect Will we still be a manufacturing country in forthcoming years? Who still believes in Italian workmanship? This is more or less the question that Cleto Sagripanti, Anci Chairman, posed his guests during the opening of the 75th theMicam, which began yesterday, on a Sunny Sunday, with a special meeting attended by the editor of Corriere della Sera Dario di Vico, Antonella Masi, vice chairman of Confindustria for Organisation and the Hon. Cristiana Muscardini, vice chairman of the international trade commission to the European parliament. A generally optimistic mood was felt among the guests although this did not mean that they were not worried about the stalemate which has lasted too long. This needs to be broken by focusing our attention on the defense of Made in Italy manufacturing; something that only great solidarity among companies, regions and banks can ensure. During the meeting, Anci Chairman Cleto Sagripanti, presented the latest theMicam, announcing a future full of excitement to improve a situation which is not rosy but aims at encouraging Italians to once again purchase products of their own country. This year, the

fair welcomes 50% international buyers, proving that, in spite of the crisis, our country is becoming increasingly international and looking for innovative solutions to ensure its success. Creativity and innovation are at the base of a growth necessary following a very difficult five-year period. The concept was reiterated by Dario di Vico, for whom, in spite of an extremely difficult period, especially on the political front, the situation of Italian industries is actually comforting, simply because of our ability to produce innovation. We will not have the recovery we deserve in 2013, but there will certainly be several small improvements. In particular, according to Mr. di Vico, Anci was able to react positively to the discontinuity of the market with new opening s abroad, in spite of our distribution network still being domestic. The national market is more difficult and absolutely needs oxygen to unblock the stagnation of demand, but industrial relations are not going so badly: there is more solidarity and we will need much common sense and patience, but above all we need to choose priorities in a suitable way. Among them all, we really must improve the dialogue between companies and banks. Antonella

Manzi was in agreement with developing relations between businesses and banks, and reiterated the need for companies to become more international and innovate, stressing how in the past five years there have been great changes in company strategies. Exports were once again a lifeline but if we want this country to return to growth, we must give companies more oxygen and continue to be optimistic. The intervention of the Hon. Muscardini was more worried and passionate, illustrating a European situation yet to be sorted out. According to the Hon. Muscardini, the Made in Italy product must be preserved by solving one great conflict, the one that exists in Europe among manufacturing countries and countries that merely import. We still have many challenges to face: make sure that Europe once again defends the interests of each single country, products are not sufficiently controlled or protected from fakes, and furthermore we need to ask the government to tackle the problem of bureaucracy which, with its interminable paperwork, is an excessive cost for companies and leads to more corruption. A country produces riches when it produces quality.

nonostante un periodo difficilissimo, specialmente sul fronte politico, la situazione delle industrie italiane è pur confortante, proprio per la nostra capacità a produrre innovazione. Per il 2013 non avremo la ripresa che ci meriteremmo ma ci saranno sicuramente alcuni piccoli miglioramenti, in particolare l’associazione Anci, secondo di Vico, è stata capace di reagire positivamente alla discontinuità del mercato, aprendo nuovi sbocchi all’estero, nonostante la nostra rete distributiva sia ancora domestica. Più difficile il mercato interno in cui c’è assolutamente bisogno di ossigeno per sbloccare la stasi della domanda, ma le relazioni industriali non stanno andando così male: c’è più solidarietà e ci vorrà buon senso ed esercizio di pazienza, ma soprattutto bisognerà scegliere in modo opportuno le priorità. Tra tutte, bisognerà assolutamente migliorare il dialogo tra industrie e banche. Concorde nel maturare il rapporto tra impresa e credito, Antonella Manzi che ha ribadito la necessità per le aziende di internazionalizzarsi e fare innovazione, sottolineando come negli ultimi cinque anni ci siano stati grandi cambiamenti nelle strategie d’impresa. L’esportazione è stata un’ancora di salvezza ma se vogliamo che questo paese torni a crescere dobbiamo dare linfa vitale alle aziende e soprattutto continuare ad essere quotidianamente ottimisti. Più preoccupato e fervido l’intervento dell’On. Muscardini che ha illustrato una situazione europea ancora da sistemare. Il made in Italy, secondo la Muscardini, va preservato risolvendo un grande conflitto, quello che c’è in Europa tra paesi manifatturieri e paesi

solo importatori. Abbiamo ancora molte sfide: riportare l’Europa a difendere gli interessi di ogni singolo paese, i prodotti non sono controllati né protetti a sufficienza dalla contraffazione, inoltre bisogna chiedere che il governo affronti il problema della burocrazia, che con le sue interminabili pratiche, risulta un costo eccessivo per le aziende e porta più corruzione. Un paese produce ricchezza quando produce qualità.

Ombrelli aperti contro i falsi

Ombrelli tricolori schierati in piazza Duomo sabato pomeriggio in occasione di un “flash mob”, una protesta simbolica organizzata per dire no alla contraffazione delle calzature che circolano come made in Italy, ma che in realtà sono dei falsi che possono anche nuocere alla salute e che minano fortemente il sistema calzaturiero italiano. Al grido di “I love Italian Shoes”, il folto gruppo di manifestanti ha aperto gli ombrelli formando una macchia tricolore che ha richiamato l’attenzione dei presenti.

Umbrellas open against fakes Italian-flag umbrellas opened in the Dome square Saturday afternoon for a “flash mob”, a symbolic protest organised to say NO to imitation footwear that are passed off as Made in Italy, but that are actually fakes that can harm health and undermine the Italian footwear system. Shouting “I Love Italian Shoes”, the large group of protesters opened their umbrellas creating a huge Italian-flag mark which recalled the attention of the people.


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 9


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 21:24 Pagina 10

10

2

Lunedì 4 Marzo 2013

L’AssociazioneAssociation

theMICAM | FIERA MILANO | 3-6 marzo 2013

Specchio, specchio delle mie brame, La scarpa più bella del reame? È a theMicam Point Entra nel regno della scarpa madein-Italy: dall’1 al 6 marzo, in piazza del Liberty a Milano, è possibile scoprire il mondo delle calzature autentiche e di qualità in uno spazio completamente dedicato al pubblico appassionato all’accessorio più amato e desiderato. Le calzature made in Italy sono un modo di essere e di camminare, da conoscere e amare in tutte le loro sfaccettature. Grazie a Stiletto Academy di Veronica Benini - la prima scuola italiana di camminata e portamento - e al coach e master PNL Giovanni Pozza, si potrà conoscere l’abc del linguaggio della calzatura e mettere in pratica preziosi consigli di portamento su una passerella glamour nel cuore della città della moda: per una sfilata da vera star! E per scoprire tutti i segreti delle ultime tendenze moda, i trend forecaster Aldo Premoli e Orietta Pelizzari sono a disposizione di tutte le Shoeaholic. Mostrami che scarpa indossi e ti dirò chi sei… Conosci le scarpe italiane? Le ami? Ma soprattutto le sai riconoscere? Dall’1 al 6 marzo il pubblico milane-

se avrà la risposta a tutte queste domande, grazie al faccia a faccia con l’esperto, sempre presente nello spazio theMicam Point per spiegare i segreti, la fatica e la passione di cui le calzature italiane sono intrise. E per non prendere abbagli, l’esperto consiglia il decalogo per scegliere bene una calzatura, perché gli occhi possono mentire, ma le scarpe dicono sempre la verità! E allora attenzione all’originalità made in Italy, perché avere scarpe belle e autentiche tutela la nostra salute e l’ambiente in cui viviamo. Ma quante belle scarpe Madamadorè! Anche quest’anno theMicam ha pensato ai bambini, perché la scarpa è fantasia e creatività. Proprio i più piccoli saranno tra i protagonisti di numerose attività e laboratori all’interno di theMicam Point, all’insegna del recupero e riciclo degli scarti delle lavorazioni di calzature: perché dal niente possono nascere un’opera d’arte, collane, fantastici braccialetti e portachiavi. “Riciclando”, un percorso di esplorazione tattile dei materiali di scarto industriale, sarà curato da “LaFucina”, Cooperativa Sociale Onlus e luogo di creazione dove i desideri prendono forma. La coo-

perativa progetta, coordina e realizza servizi socio-culturali basati sul teatro e le arti espressive quali eventi e laboratori di educazione alla creatività rivolti a bambini, ragazzi e famiglie, intesi come esperienze ludiche e festive volte alla diffusione di contenuti sociali ed educativi e allo sviluppo dell’agio e del benessere. Inoltre, sotto la guida di veri designer, i piccoli protagonisti della scuola elementare A. Diaz di via Crocefisso potranno cimentarsi nel disegno di vere e proprie calzature da bambino. L’iniziativa è promossa nell’ambito di un progetto che si avvale della collaborazione del team Pinksie the Whale: un gruppo internazionale di mamme appassionate che si propone di ispirare i bambini a unirsi in gruppo e usare la propria immaginazione per aiutare altri bambini in difficoltà. Pinksie the Whale in Italia coinvolge insegnanti, artisti, designer e artigiani, gallerie, istituzioni museali e soprattutto bambini in un lavoro collettivo, artistico ed educativo, a sostegno del CAF - primo centro specialistico in Italia per l’accoglienza e la cura dei bambini vittime di maltrattamento e abuso.

E mentre i piccoli scompongono, creano e ricreano la loro personale scarpa da sogno, i più grandi potranno approfondire i temi sul valore, la qualità del made in Italy e la lotta alla contraffazione. Al via il concorso “La più bella del reame” La regina Grimilde, accompagnata dal suo specchio incantato, se ne andrà per le vie del centro, invitando il pubblico a specchiarsi. Coloro che vorranno giocare, saranno fotografati e taggati sui social network di theMicam, ma soprattutto verrà loro lasciata una cartolina da compilare, che permetterà la partecipazione al concorso “La più bella del reame”, ideato per coinvolgere e informare il grande pubblico sulle caratteristiche che rendono uniche e inconfondibili le calzature made in-Italy. Basterà rispondere alle domande impresse sulla cartolina e imbucarla presso theMicam Point: in palio fantastici sconti per fare acquisti sul sito iloveitalianshoes.com, oltre alla possibilità di vincere un week-end benessere in una prestigiosa struttura. theMicam Point vi aspetta tutti i giorni, dall’1 al 6 marzo in Piazza del Liberty, Milano.

q


e,

MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 21:24 Pagina 11

2

Lunedì 4 Marzo 2013

11

qual è la scarpa più bella del reame? The fairest footwear in the realm? It is at theMicam Point Enter the realm of Made in Italy footwear: from 1 to 6 March, in Piazza del Liberty, in Milan, you can discover the world of authentic, top quality footwear in an area totally dedicated to enthusiasts of the best loved and most sought after accessory. Made in Italy footwear is a way of being and walking, to know and to love in all its facets. Thanks to Veronica Benini’s Stiletto Academy – the first Italian school of walking and deportment - and coach and PNL master Giovanni Pozza, you can get to know the ABC of footwear language and put into practice valuable advice on deportment on a glamorous catwalk in the heart of the fashion city: for a fashion show of true stars! To get to know all the secrets of the latest fashion trends, trend forecasters Aldo Premoli and Orietta Pelizzari are at the disposal of all Shoeaholics. Show me the shoes you are wearing and I will tell you who you are… Do you know Italian shoes? Do you love them? But, most of all, can you recognize them?

From 1 to 6 March the Milanese public will have the answer to all these questions thanks to a face-to-face with the expert, ever present in the Micam point to explain the secrets, efforts and passion in which Italian footwear is steeped. Not to make mistakes, the expert recommends the rulebook to choose footwear well, because eyes can deceive you but shoes always tell the truth! So, make sure of Made in Italy originality, because to have beautiful and authentic shoes safeguards our health and the environment in which we live. What a lot of beautiful shoes Madamadore! Once again this year, theMicam has thought about children because footwear is imagination and creativity. Indeed, children will be able to participate in many activities and workshops , within the Micam Point, aimed at recovering and recycling leftovers from footwear processing : because a masterpiece can be created from nothing; necklaces, fantastic bracelets and key chains. “Recycling”, a course of tactile exploration of industrial waste materials, will be overseen by “LaFucina”, a non-profit making cooperative which

offers a creative space where wishes take shape. The cooperative plans, coordinates and realizes social-cultural services, based on the theatre and expressive arts, like events and workshops to teach creativity to children, adolescents, and families in fun and festive experiences and spread social and educational messages and develop ease and wellbeing. Furthermore, under the guidance of actual designers, children of the A. Diaz primary school in Via Crocefisso, can try to design real footwear for children. The initiative is promoted as part of a project that collaborates with the Pinksie the Whale team: an international group of enthusiastic mothers who aim to inspire children to form groups and use their imagination to help children who are in difficulty. Pinksie the Whale in Italy involves teachers, artists, designers and artisans, galleries, museums and especially children in an artistic and educational collective work in support of CAF – first specialized centre in Italy to receive and look after abused children. While children pull apart, create and

recreate their own personal dream shoes, adults can take at in-depth look at topics such as value, the quality of made in Italy and the fight against fakes. “The fairest in the realm” competition gets under way Queen Grimilde, accompanied by her magic mirror, will walk about the streets of the centre, inviting people to look at themselves in the mirror. Those who want to play will be photographed and tagged on theMicam’s social network, but above all they will be given a postcard to fill in, which will enable them to take part in the “The fairest in the realm” competition, conceived to involve and inform the public on characteristics that make “made in Italy “footwear unique and unmistakable. You just have to reply to the questions on the postcard and post it at theMicam point: prizes include fantastic discounts on purchases on the iloveitalianshoes.com website, as well as the possibility of winning a weekend of wellbeing in a prestigious spa. TheMicam Point expects you every day, from 1 to 6 March in Piazza del Liberty, Milan.

Mirror, mirror on the wall, which is the fairest footwear of them all?


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 21:10 Pagina 12

12

2

Lunedì 4 Marzo 2013

Anci per l’infanzia “Scarpa che ti passa!” La formazione del settore calzaturiero a sostegno della onlus Mus-e Il progetto coinvolge diverse sedi Mus-e in Italia così da avere una struttura di rete e un interesse nazionale e prevede diverse fasi: FASE DI PREPARAZIONE: • avvicinare i bambini al mondo della scarpa, la storia, la realizzazione, i diversi tipi di scarpe (attività: ad esempio, visita al Museo della Calzatura, visione di filmati su come si realizza una scarpa, se possibile visita a un’azienda del settore ecc.); • la scarpa nel mondo della letteratura e dell’arte (lettura di fiabe come Il Gatto con gli stivali, Cenerentola, Gli stivali delle sette leghe, ma anche osservazione di quadri, opere grafiche e di design che hanno la scarpa come protagonista). FASE CREATIVA: • ragionare con i bambini sulle scarpe come modo di stare, di essere, di sentirsi, di fare, attribuire una finalità “altra” alla scarpa: - per andare dove? (camminare sull’acqua, sulla luna, sul fuoco, sugli alberi…) - per fare cosa? (un mestiere? Oppure per fare le bolle di sapone? I salti più lunghi? Cercare le fate nel bosco?) - per sentirsi come? (allegro, triste? Legare a un determinato tipo di scarpa una certa emozione…)

• far disegnare ai bambini le proprie scarpe speciali con le tecniche più disparate; • ricerca sui materiali, anche di riciclo o materiali “poveri” che possono trasformarsi in scarpe; • guidare i bambini (in gruppo o singolarmente) alla realizzazione dei loro prototipi di scarpe “per …” L’obiettivo finale è quello di realizzare una vera e propria “collezione” di scarpe, alcune indossabili altre probabilmente no. Tutti i lavori saranno raccolti in un’esposizione e potranno anche essere proposti per un’asta di beneficienza a favore di Mus-e. La multidisciplinarietà artistica sarà garantita per il fatto che le scarpe, oltre ad essere “visibili”, tangibili, quindi disegnate o realizzate praticamente, “guideranno” i movimenti, ad esempio attraverso delle danze, o animeranno i pensieri e le storie dei bambini in filastrocche, racconti, canzoncine. La mostra verrà presentata in occasione del convegno Anci di novembre 2013. Al progetto hanno aderito istituti scolastici di Bologna, Cremona, Genova, Fermo, Macerata, Pistoia e Venezia.

Anci for Children

“Scarpa che ti passa!” Training in the footwear sector in support of non-profit making organizations Mus-e The project involves several Mus-e offices in Italy, thus giving it a network structure and making it of national interest and envisages various phases: PREPARATION PHASE: Bringing children closer to the world of footwear, its history, manufacture, the various types of shoes (activities: for example, visit to the Footwear Museum, watching films on how shoes are made, if possible a visit to a footwear factory, etc.); Footwear in the world of literature and art (reading of fairy tales like Puss in Boots, Cinderella, The seven-league boots, but also the observation of paintings, graphic works and designs which feature footwear). CREATIVE PHASE Discuss footwear with children as a way of acting, being, feeling, doing, give shoes a “different” purpose: To go where? (walk on water, on the moon, on fire, on trees...) To do what? (a job? Or to make soap bubbles? Long jumps? Look for fairies in the woods?) To feel how? (happy, sad? Connect a certain kind of emotion with a certain type of shoe....)

Get children to draw their special shoes with the most varied techniques: Research into materials, even with recycled or “poor” materials that can be transformed into shoes; Help children (in groups or individually) to realise their prototype of shoe “for...” The final objective is to realise an actual “collection” of footwear, some which can be worn, and others probably not. All the works will be displayed in an exhibition and can also be proposed for a charity auction in favour of Mus-e. The varied artistic instruction will be guaranteed by the fact that the footwear will not only be “visible”, tangible and thus designed and manufactured, but it will also “guide” the children’s movements, for example, through dancing, or will animate the children’s ideas and stories through nursery rhymes, tales and songs. The exhibition will be presented on the occasion of the Anci congress in November 2013. The project was joined by schools in Bologna, Cremona, Genoa, Fermo, Macerata, Pistoia and Venice.


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 13


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 21:29 Pagina 14

14

2

Lunedì 4 Marzo 2013

Il progetto PINKSIE a sostegno del CAF Centro di aiuto al bambino maltrattato e alla famiglia in crisi Dopo il successo di Londra, il progetto Pinksie The Whale approda a Milano per coinvolgere insegnanti e alunni delle scuole elementari, artisti, stilisti, creativi in generale e artigiani, istituzioni culturali e museali, associazioni di categoria in un lavoro collettivo artistico ed educativo a sostegno di bambini in difficoltà. Il progetto ha l’obiettivo di restituire creatività e immaginazione al mondo dell’infanzia attraverso la valorizzazione delle differenze individuali e per rafforzare lo spirito di comunità tra alunni di diverse culture perché i bambini diventino adulti più consapevoli del prossimo e del mondo. Anci e Pinksie insieme in particolare sostengono: 1. la creatività e l’artigianalità italiana attraverso la formazione, la divulgazione e la prevenzione tra i più giovani 2. l’apprendimento continuo e la messa in relazione di saperi e pratiche diverse 3. il radicamento sul territorio di idee e prodotti di alta

qualità contestualmente la loro internazionalizzazione: il progetto Pinksie viaggia infatti da Londra a Milano, per poi andare in Francia e ancora in Oriente e in America, ma sempre per andare incontro a comunità locali in cui i bambini hanno bisogno d’aiuto, mettendo in gioco sapere, relazioni e immaginazione. La storia Pinksie The Whale è stata scritta e illustrata appositamente per questo progetto. Il libro Pinksie The Whale narra di un fantastico viaggio alla scoperta di sé. Pinksie, la balena blu, in questa avventura supera la paura di sentirsi diversa dopo aver scoperto che la sua pelle è diventata rosa “come una glassa di fragola sulla torta”. Pinksie viaggia attraverso gli oceani e incontra Booby, un pinguino dai piedi blu, Armando, un uccello marino dal petto rosso e altre fantastiche creature che hanno fatto della loro diversità un valore. Grazie a loro, Pinksie comprende come le

differenze debbano essere valorizzate e non nascoste. Come Anxu sostiene Pinksie? Anci propone per gruppi di 10-12 bambini laboratori creativi didattici sul disegno della scarpa presso theMicam Point, in cui giovani designer guidano i bambini e li aiutano a disegnare la loro calzatura ideale. Un tecnico spiega loro come è fatta una calzatura, i materiali, le lavorazioni. I disegni delle scarpe prodotte dai bambini insieme ai giovani stilisti, insieme ai disegni proposti dai bambini di altre scuole coinvolte, saranno sottoposti al giudizio dei migliori produttori di scarpe che aderiranno al progetto Pinksie per la messa in produzione del modello migliore vincente. Il ricavato della vendita delle calzature andrà a sostenere il CAF www.caf-onlus.org, primo centro in Italia dedicato all’accoglienza e alla cura di minori vittime di maltrattamento e abuso.

The Pinksie project in support of CAF Centre to help abused children and families in crisis Following its success in London, the Pinksie The Whale project reaches Milan to involve teachers and pupils of primary schools, artists, designers, and creative talents in general and artisans, cultural institutes and museums and category associations in an artistic and educational collective work in support of children in difficulty. The objective of the project is to restore creativity and imagination to the world of children through the enhancement of individual differences and strengthen the community spirit between pupils of different cultures so that children become adults who are more aware of others and the world. Anci and Pinksie together particularly support: 1. Italian creativity and craftsmanship through training, diffusion and prevention among children 2. Continuous learning and the connection of knowledge and different practices

3. The planting of ideas and top quality products in correlation with their internationalisation: in fact the Pinksie project travels from London to Milan to then continues to France and the Far East and in America but always to meet local communities in which children need help, involving knowledge, relations and imagination. The Pinksie The Whale story was written and illustrated especially for this project. The Pinksie The Whale book tells of a fantastic journey in search of oneself. In this adventure, Pinksie, the blue whale, overcomes its fear of feeling different after discovering that its skin has become pink “like strawberry icing on a cake”. Pinksie swims through oceans and meets Booby, a blue-footed penguin, Armando a marine bird with red breast and other fantastic creatures that have turned their diversities into a value. Thanks to them, Pinksie understands

that differences must be enhanced not hidden. How does Anci support Pinksie? For groups of 10/12 children, ANCI proposes creative teaching workshops on footwear design at TheMicam Point, in which young designers guide children and help them to design their ideal shoe. A technician explains to them how footwear is made and the materials and processes used. The designs of the footwear created by the children and young designers, as well as the designs proposed by children of the other schools involved will be judged by top footwear producers adhering to the Pinksie project and the winning model will be produced. The proceeds of the sale of the footwear will be donated to CAF www.caf-onlus.org, first dedicated centre in Italy for welcoming and looking after abused children.

L’AssociazioneAssociation Nasce alla Liuc di Castellanza il corso di laurea magistrale in “Made in Italy: management and Eentrepreneurship Il nuovo corso di laurea magistrale totalmente in lingua inglese, offerto dall'Università Cattaneo (Liuc) a partire dal prossimo anno accademico 2013-2014, è unico nel panorama accademico italiano e internazionale per temi, contenuti e approcci didattici. Il corso, che verrà realizzato in partnership con aziende ed associazioni dei settori made in Italy come Anci, intende approfondire il fenomeno del made in Italy e le radici della competitività delle sue imprese, approfondendo le sfide imprenditoriali, manageriali e di sistema che lo caratterizzano, gli stili gestionali prevalenti e la cosiddetta “Italian way of doing business”. Il progetto si è sviluppato in base all’assunto che il successo del made in Italy è il risultato di filiere produttive ampie e articolate composte anche da imprese appartenenti a settori come la chimica e la meccanica. Il percorso didattico si con-

centra su temi quali: l'imprenditorialità, la creatività e l'innovazione, la competitività di impresa e di sistemi di imprese, le strategie di internazionalizzazione, le strategie di produzione e industrializzazione, la difesa del knowhow e del marchio, le reti inter-organizzative e il marketing strategico e operativo. Tutti i corsi previsti nella nuova laurea magistrale (MSc) sono orientati all'apprendimento attivo, alla relazione diretta con esperti di settore, imprenditori e esponenti del made in Italy, nonché alla applicazione diretta di concetti e strumenti attraverso progetti sul campo e in azienda, stage e attività di ricerca applicata a singole aziende simbolo del made in Italy. Sono inoltre previste continue e intense attività di mentoring e coaching agli studenti partecipanti per accompagnarli con successo non solo alla laurea, ma al mercato del lavoro.

The launch of a master of science in “made in Italy: management and entrepreneurship” at the Liuc of Castellanza The new Master of Science, totally in English, proposed by the Cattaneo University (Liuc) for academic year 2013-2014, is unique on the Italian and international academic scene for its topics, contents and teaching methods. The course, which will be held in partnership with companies and associations of the “Made in Italy” sectors, like Anci, aims to take an in-depth look at the phenomenon of “Made in Italy” and its companies’ roots of competitiveness, taking a closer look at the entrepreneurial, managerial and systemic challenges which characterise it, the prevalent administration methods and so-called “Italian way of doing business”. The project is based on the assumption that the success of “Made in Italy” is the result of extensive and organised production chains also composed of companies belonging to Chemical and Mechanical sectors. The course focuses on topics

like: entrepreneurial ability, creativity and innovation, competitiveness of companies and company systems, internationalisation strategies, production and industrialisation strategies, the protection of know-how and the brand, inter-organisational networks and strategic and operational marketing. All courses envisaged in this new Master of Science (MSc) are directed towards active learning, direct realisation with experts in the sector, entrepreneurs and representatives of “Made in Italy”, as well as the direct application of concepts and tools through projects on the field and in companies, internships and research activities applied to individual companies, symbol of “Made in Italy”. Furthermore, continuous and intense mentoring and coaching is envisaged for participating students to accompany them successfully not only to achieve their degree but also to the labour market.


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 15


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 21:34 Pagina 16

16

2

Lunedì 4 Marzo 2013

L’AssociazioneAssociation

Domande per Enrico Pazzali, amministratore delegato di Fiera Milano

«Micam Shanghai, una mostra di qualità»

Intervista • Interwiew

theMicam è alle porte. Che importanza ha per Fiera Milano questa manifestazione calzaturiera? theMicam è l’evento fieristico di riferimento a livello internazionale per la calzatura che rappresenta un comparto molto importante per l’economia italiana. Ospitare le due edizioni annuali di theMicam dà a Fiera Milano la possibilità di completare la filiera della moda, presentandola al mondo in tutte le sue articolazioni, dal prêt-a porter all’accessorio, e nella sua più alta espressione qualitativa. theMicam è per noi un evento del massimo rilievo e siamo impegnati a garantirgli, con il nostro quartiere e i nostri servizi, le migliori condizioni di successo. Anche per questo, nella prolungata crisi che stiamo vivendo, Fiera Milano è schierata a fianco di Anci e ne supporta gli sforzi per ridare alle aziende calzaturiere italiane una prospettiva di crescita. Su questa strada l’accelerazione dell’internazionalizzazione è una risposta decisiva, che

ha trovato la sua prima concreta realizzazione in theMicam Shanghai. Fiera Milano è partner del progetto e più in generale della strategia internazionale di Anci, che potrà contare su di noi per trovare opportunità di business sui nuovi grandi mercati divenuti il motore dell’economia mondiale. Come è nata l’idea di theMicam Shanghai? Dalla convergenza di tre fattori: la lunga e proficua collaborazione con Anci; l’analisi condivisa che la Cina rappresenti un terreno molto fertile per il comparto della calzatura di alta gamma, a maggior ragione se questo viene presentato – come siamo riusciti a fare – all’interno di un evento clou della moda, qual è il Shanghai Fashion Week; infine la nostra ormai consolidata presenza nel paese, che garantisce l'esperienza e le capacità necessarie per realizzare un progetto ambizioso e di successo. Cosa vi aspettate da questa prima edizione? Una mostra di qualità che

metta insieme, con giusto equilibrio, da un lato il meglio della calzatura italiana e dell’offerta internazionale nel segmento medio/alto e dall’altro buyer cinesi qualificati. A questo riguardo sono in corso attività di ricerca e selezione di top buyer da tutta la Cina, con importanti investimenti. Questo per garantire ai nostri espositori una domanda all'altezza dei prodotti esposti. Quali ostacoli avete dovuto superare? In primis di natura burocratico-amministrativa, che abbiamo comunque superato grazie alla lunga esperienza dei nostri colleghi cinesi. E poi anche alcuni ostacoli seminati sul percorso da qualche concorrente. In ogni caso, tutte le difficoltà incontrate sono oggi risolte. Qual è la cosa che vi ha dato più soddisfazione? La risposta del mercato. Ad oggi abbiamo già oltre 4.000 metri quadrati confermati con più di 220 aziende italiane ed internazionali. E ogni giorno riceviamo nuove richieste. Poi, il supporto e la

collaborazione delle autorità locali, Municipalità di Shanghai su tutte, e la collaborazione strategica con Shanghai Fashion Week. theMicam Shanghai è l'unica fiera internazionale partner ufficiale di Shanghai Fashion Week, il più importante evento della moda in Cina. Qual è il vostro programma relativamente all’organizzazione di fiere nel mondo? L’espansione nei nuovi grandi mercati extraeuropei è parte integrante della nostra strategia di crescita a mediolungo termine. Oggi Fiera Milano è presente con proprie società e propri uomini in Cina, Brasile, India, Russia, Turchia, Sud Africa. Abbiamo inoltre attivato una partnership con un importante organizzatore fieristico di Singapore. Queste basi operative lavorano con successo nei rispettivi mercati grazie ai numerosi eventi professionali che hanno in portafoglio. Ma sono anche preziose teste di ponte che noi mettiamo a disposizione delle aziende italiane inte-

ressate a entrare in quei paesi, ma che incontrerebbero grandi ostacoli (soprattutto le piccole imprese) se dovessero avventurarvisi da sole. Stiamo anche utilizzando le nostre piattaforme internazionali per dare una dimensione globale ai nostri prodotti di punta. Lo scorso anno ha debuttato in India e poi in Cina la prima fiera professionale globale dell’alimentare e delle attrezzature per l’ospitalità professionale: Food Hospitality World, nata dall’esperienza di Tuttofood e di Host e pensata appositamente per i nuovi mercati. FHW quest’anno torna in India e Cina, ma sbarca anche in Brasile e Turchia. Nel 2012 abbiamo poi lanciato Macef Russia e Macef Brasile, che replicano quest’anno in maggio, e abbiamo portato in Italia dal Brasile l’evento per il mondo dei disabili Reatech, che sarà in marzo a Singapore.


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 21:34 Pagina 17

2

Enrico Pazzali, CEO of Fiera Milano

Lunedì 4 Marzo 2013

17

«Micam Shanghai, a quality show» theMicam is right around the corner. What importance does this footwear industry event have for Fiera Milano? theMicam is the trade fair event of reference for footwear on an International level, and represents a very important segment for the Italian economy. Hosting the two annual editions of theMicam gives Fiera Milano the possibility to complete the fashion supply chain, presenting it to the entire world in all its various facets; from prêt a porter to accessories; in what is the highest possible expression of quality. For us, theMicam is an event of the utmost importance and we are doing our best to support it locally and with our services, offering the best possible conditions for success. Also for this reason, during the prolonged economic crisis we are experiencing, Fiera Milano has joined forces with Anci, supporting its efforts to give Italian footwear manufacturers back the possibility of growth. In these circumstances, an accelerated internationalization is the ri-

ght answer, which finds its first concrete realization in theMicam Shanghai. Fiera Milano is a partner on this project and, generally speaking, is also partner to Anci’s international strategy. We can be counted on to help find business opportunities in the big new markets, which have become a source of economic stimulus worldwide. How did the idea of theMicam Shanghai come about? From the convergence of three factors: a long and fruitful collaboration with Anci; a shared conviction that China represents very fertile grounds for the segment of high-end footwear, an assumption which is even more true if it is presented— like we managed to do—during a key fashion event, like that of Shanghai Fashion Week; and finally our, by now, reinforced presence in this Country, which guarantees the necessary experience and ability required to realize an ambitious and successful project. What do you expect from this first edition? We expect a quality show

which puts together the following two components with the right equilibrium: on one hand, we expect the best Italian footwear and international proposal of the medium/high-end segment; on the other hand, we also expect qualified Chinese buyers. To this end, studies and research dedicated to identifying a selection of the top buyers in China is underway, with important investments. This is to guarantee our exhibitors a demand which coincides with the height of the quality products being offered. Which obstacles have you had to overcome? First of all, the bureaucratic-administrative ones, which we were able to overcome thanks to the long-time experience of our Chinese colleagues. Then, there were also the obstacles put in place by some competitors. In any case, all difficulties we met up with have been resolved today. What has given you the most satisfaction? The market’s reaction. As of today, we already have more than 4,000 square meters confirmed, with more than

220 Italian and international companies participating. Every day we receive new requests. Also satisfying is the support and collaboration received from the local authorities, the Municipality of Shanghai, and the strategic collaboration with Shanghai Fashion Week. theMicam Shanghai is the only international fair which is an official partner of Shanghai Fashion Week, the most important fashion event in China. What are your plans regarding the organization of trade fairs worldwide? Expansion in the big new non-EU markets is a basic part of our strategy for growth in the mid-to-long term. Today, Fiera Milano is present with its own companies and collaborators in China, Brazil, India, Russia, Turkey, and South Africa. Additionally, we have started up a partnership with an important organizer of trade fairs in Singapore. These operational bases work with success in their respective markets, thanks to the numerous professional events already present in their portfolios. They are also,

however, priceless fortifications, which we make available to Italian companies to help assist with their entry into these Countries. Otherwise these companies would meet up with great obstacles (especially the smaller ones) if they were to attempt such an approach on their own. We are also using our international platforms to give a global dimension to our most important products. Last year, we debuted with the first global professional exhibition of food products and professional catering equipment in India, and then China: Food Hospitality World, created from the examples of Tuttofood and Host, and thought up specifically for new markets. This year, FHW will return to India and China, but will also start up in Brazil and Turkey. In 2012, we also launched Macef Russia and Macef Brazil, which will both return this year in May. Finally, Reatech, the event dedicated to those with disabilities, was brought from Brazil to Italy, and this year, it will also be presented in March, at Singapore.


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 18


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 19


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 21:45 Pagina 20

20

2

Lunedì 4 Marzo 2013

L’AssociazioneAssociation

Faccia a faccia Face to face …a domanda risponde… Abbiamo messo a confronto i quattro vice-presidenti di Anci. Questa volta tocca a Silvano Lattanzi e Diego Rossetti, due nomi conosciuti in tutto il mondo. Due realtà aziendali completamente diverse ma che hanno un denominatore comune: l’amore per le calzature e la dedizione nella vita associativa nella quale credono. Ecco le risposte. …we asked the questions… We asked the four vice-chairmen of Anci to compare notes. This time it was the turn of Silvano Lattanzi and Diego Rossetti, two names that are famous worldwide. They come from two totally different companies but have one common denominator: their love of footwear and devotion to the association in which they believe. Here are the answers.

Silvano Lattanzi In poche parole definisca l’attuale situazione della calzatura italiana Lattanzi - Ottimo momento dalle grandi prospettive. Mi preoccupa solo l’atteggiamento di alcuni colleghi italiani che svendono il loro stile, la loro creatività, la loro artigianalità ai brand francesi del cosiddetto “lusso” di massa. Rossetti - Difficile in italia ma con grandi opportunità sul mercato estero soprattutto in Asia e America. Voto da 1 a 10 all’attività dell’Anci Lattanzi - 10 e lode: l’associazione calzaturifici è una squadra molto forte che accomuna senza rivalità chi produce totalmente in Italia e chi delocalizza all’estero. Stiamo creando una lobby molto forte che fa del concetto della trasparenza il suo cavallo di battaglia. Mi piacerebbe anche la presenza in Associazione dei commercianti di calzature: in fondo siamo tutti sulla stessa barca. Rossetti - 8 convinto. La peggior decisione della storia di Anci Lattanzi - Personalmente ho tante cose da farmi perdonare… quindi non mi permetto di giudicare chi magari ha commesso errori in passato. Rossetti - Che ricordi la decisione di sovrapporre il Micam alla GDS. Il paese che secondo lei sta dando più soddisfazione alla calzatura italiana Lattanzi - Attualmente la Russia e i Paesi dell’Est. Rossetti - Russia in primo luogo, ma anche Asia e America. Micam nel mondo e in particolare l’importanza di Micam Shanghai? Lattanzi - È stata una mia idea… fatta sua dall’amico Gimmi Baldinini! Battute a parte, credo sia un’iniziativa molto importante per le nostre aziende. Spero che questa missione a Shanghai possa anche servire a ricreare quello spirito fra noi imprenditori che si era creato a Dusseldorf quando eravamo veri e propri pionieri. Rossetti - Una grandissima

iniziativa anche se siamo consci di aver un po’ anticipato i tempi. Una decisione destinata a lasciare il segno. Made in: una battaglia giusta? Lattanzi - Appena sistemo alcune situazioni aziendali personali, mi renderò disponibile a guidare tutti coloro che vorranno lottare per scardinare quelle politiche europee che frenano la giusta battaglia per il “made in”. Questo per gratitudine e solidarietà verso quei colleghi calzaturieri e dell’abbigliamento che chiedono con forza questa risoluzione. Rossetti - Si tratta di una guerra santa e… sacrosanta. Quale sarà il mercato del futuro? Lattanzi - Indubbiamente la Cina. Rossetti - Credo proprio la Cina. Il concorrente più temibile per la scarpa italiana? Lattanzi - I miei colleghi che vendono per quattro soldi la loro azienda rinunciando ad essere i padroni della propria attività. Rossetti - Forse noi stessi quando non manteniamo la nostra identità e scendiamo sui campi dei concorrenti che non ci sono consoni. Ma con il nostro DNA siamo imbattibili. Un voto da 1 a 10 al Micam Lattanzi - 10 e lode! Sono innamorato dell’attività della nostra associazione e delle sue iniziative. Rossetti - 6 e mezzo perché dobbiamo farlo crescere e farlo diventare l’appuntamento dove le vendite tocchino almeno il 60%. Nel panorama nazionale delle eccellenze del made in italy qual è la punta di diamante? Lattanzi - Indubbiamente la Ferrari e il suo Presidente ma anche gli chef italiani che esaltano la nostra cucina nel mondo. Rossetti - Credo tutte: dalle automobili, al cibo e ovviamente alla moda, calzature comprese. Un voto da uno a dieci alla classe politica italiana (in riferimento a quello che fa per il settore) Lattanzi - Io sono pacato e tollerante… ma mi permetta: esiste una classe politica? Rossetti - Sarebbe come sparare sulla Croce Rossa…

Cosa hanno in comune le sue calzature con quelle di Rossetti? Lattanzi - Ho una passione “estiva” per le scarpe firmate Rossetti. Se in estate trovo un modello anche di 30 anni fa lo indosso con piacere senza calze…e con il piede abbronzato! Cosa hanno in comune le sue calzature con quelle di Lattanzi? Rossetti - Tantissimo in comune e tutti e due rappre-

sentiamo l’eccellenza del made in Italy. Hobby Lattanzi - …fare le scarpe. Rossetti - La bicicletta, la montagna, il volo a vela e la terra, intesa come orto. Tifoso di calcio? La squadra del cuore Lattanzi - Una volta il Milan, ma ai tempi della prima coppa dei campioni. Rossetti - Moderatamente tifoso con una simpatia per il Milan.

In just a few words, describe the current situation for Italian footwear Lattanzi - An excellent moment full of great prospects. I am only worried about the actions of some Italian colleagues, who have sold their style, creativity, and handcrafted talent out to French brands, which produce so-called “luxury” for the masses. Rossetti - Difficult in Italy, but with great opportunities on markets, especially in Asia and America. Give a vote from 1 to 10 on the activities of Anci Lattanzi - 10+: this footwear manufacturing association has a strong team of collaborators, and manages to associate, without rivalry, those who produce only in Italy and those who outsource abroad. We are creating a very strong lobby, which will make the concept of transparency its strong suit. I would also like to see the presence of footwear retailers in the Association: when it comes down to it, we are all in the same boat. Rossetti - An enthusiastic 8. The worst decision in the history of Anci Lattanzi - Personally, I have done many things which require forgiveness…so I will not allow myself to judge those who might have made past errors. Rossetti - That I recall the decision to overlap Micam with GDS. In your opinion, which Country is giving the most satisfying results for Italian footwear? Lattanzi - Currently Russia and other Eastern Countries. Rossetti - Russia in first place, followed by Asia and America. What is the importance of Micam in the world, and in particular, Micam Shanghai? Lattanzi - It was an idea of mine… which my friend Gimmi Baldinini took for his own! Jokes aside, I believe it is a very important initiative for

our companies. I hope that our mission to Shanghai can also serve to recreate the spirit among us entrepreneurs, which was first created in Dusseldorf, when we were real and true pioneers. Rossetti - A great initiative although we are aware that it is a little ahead of its time. A decision that will undoubtedly leave a mark. Made in: is the battle justified? Lattanzi - As soon as I have finished filing away some of my own personal business issues, I will make myself available as a guide to all those who would like to fight and invalidate the actions of the European politicians, who have tried to put a stop to what is a justified battle for “made in”. This would be a sign of my gratitude and solidarity towards those footwear manufacturing colleagues, who have forcefully asked for a resolution. Rossetti - It’s a crusade and… sacrosanct Which will be the market of the future? Lattanzi - Without a doubt, China Rossetti - I believe China. The most frightening competitor for Italian shoes? Lattanzi - My colleagues who cheaply sell off their companies, giving up their rights as owners of their very own businesses. Rossetti - Perhaps ourselves when we fail to maintain our identity and enter the unfamiliar field of our competitors. However, with our DNA we are unbeatable! Give a vote from 1 to 10 on Micam Lattanzi - 10+! I am completely enamored of our association’s activities and its initiatives. Rossetti - Six and a half because we must make it grow and ensure that it becomes an event where sales reach at least 60%.

Diego Rossetti Faccia un augurio a Rossetti per la sua attività Lattanzi - Che non cambi proprio niente e rimanga sempre “monsieur” Rossetti. Faccia un augurio a Lattanzi per la sua attività Rossetti - Continuare sempre così!

In the national panorama of Made in Italy excellences, what are the top-end proposals? Lattanzi - Without a doubt, Ferrari and its President, but also the Italian chefs who propose the best of our cuisine around the world. Rossetti - I think they all are: from cars to food and obviously fashion, including footwear. Give a vote from one to ten on the Italian political class (in reference to what it does for the sector) Lattanzi - I am easy-going and tolerant…but what can I say: does a political class really exist here? Rossetti - It would be like shooting at the Red Cross... What does your footwear have in common with those of Rossetti? Lattanzi - I have a “summer” passion for Rossetti designer shoes. During the summer, if I find a model even from 30 years ago, I will wear it with pleasure and without stockings…showing off my tanned feet! Rossetti - They have a great deal in common and we both represent Made in Italy excellence. Hobby Lattanzi - …making shoes. Rossetti - Cycling, mountaineering, gliding and then...the soil, meaning my vegetable garden Soccer fan? Which team do you root for? Lattanzi - Once it was Milan, back when they were in the Champions League. Rossetti - I’m a fairly enthusiastic fan and support Milan. Make a wish for the future activity of Rossetti Lattanzi - That nothing ever changes and that it is always known as “monsieur” Rossetti. Make a wish for the future activity of Lattanzi Rossetti - Keep going like that!


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 21


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 21:52 Pagina 22

22

2

Lunedì 4 Marzo 2013

FiereFairs

Dal 19 al 21 febbraio il Made-in-Italy per la prima volta in mostra alla FN PLATFORM

Occasioni di business a Las Vegas Cleto Sagripanto e Diego Rossetti

February, 19th-21st: for the first time, made-in-Italy lands at the FN PLATFORM

Business chances in Las Vegas

Nuovo appuntamento negli Stati Uniti per il calzaturiero italiano: dal 19 al 21 febbraio, Anci ha accompagnato per la prima volta 22 aziende del settore alla fiera FN PLATFORM, presso il Las Vegas Convention Center. In mostra le collezioni autunno/inverno 20132014 di calzature e pelletteria fine e medio-fine. L’iniziativa, che si inserisce nella strategia di Anci volta a favorire momenti di business concreti con gli operatori del settore e porre le basi di rapporti commerciali duraturi e proficui, ha costituito un’occasione per incrementare la diffusione del made in Italy e guadagnare spazio all’interno del mercato statunitense che, nonostante i venti di crisi, rappresenta tuttora uno dei bacini economici di maggiore interesse per il prodotto italia-

no. La fiera FN PLATFORM è organizzata in partnership con Footwear News e ha attratto più di 600 espositori con oltre 1.600 marchi, rappresentando un vero punto di incontro dell’intera area nord americana. La partecipazione della collettiva italiana è stata caratterizzata non solo dalle attività promozionali previste, dirette sia alla stampa sia agli operatori del settore, ma anche dal layout espositivo degli stand dedicati ai brand, ideato e declinato secondo un design innovativo e identificativo dell’identità italiana, da sempre apprezzata oltreoceano. Inoltre, durante la tre giorni di fiera, Anci ha offerto momenti di incontro e approfondimento, con la presentazione delle tendenze made in Italy da parte di un consulente moda esperto.

Consumexpo, Mosca 21- 24 gennaio 2013

La calzatura italiana presidia il mercato russo Prima partecipazione al calendario fieristico russo per la calzatura made in Italy nel 2013, a Consumexpo. La fiera internazionale dei beni di consumo, che si è tenuta presso l’Expocenter di Mosca dal 21 al 24 gennaio, ha ospitato una collettiva di una cinquantina di aziende calzaturiere e pellettiere italiane organizzata da Fairsystem di Bologna assieme ad Anci – Associazione Nazionale Calzaturieri Italiani all’interno della selezione che comprende le macro aree espositive dedicate a: oggettistica per la casa, articoli da regalo, soluzioni business e articoli moda.

Consumexpo continua a rappresentare una straordinaria occasione di presidio del mercato russo - dove la calzatura italiana continua ad avere ottime performance: da gennaio a settembre 2012, l’export italiano ha segnato infatti +14,9% in valore e +9,7% in quantità, e sono di segno positivo anche le esportazioni nell’intera area russofona (ad agosto 2012: Kazakistan +30%, Ucraina +6,7% in valore) ma anche per verificare i trend nei consumi. Nonostante l’afflusso più contenuto di visitatori, segno della riorganizzazione in corso da diverse stagioni nel

New dates in the United States for the Italian footwear segment: for the first time, from February 19th to the 21st, Anci accompanied 22 sector companies to the FN PLATFORM exhibition, taking place at the Las Vegas Convention Center. The fall/winter 20132014 collections of mid-totop end shoes and leather goods were displayed. This initiative falls within the realm of Anci's strategy, which aims to foster concrete moments of business with operators from the sector; thereby setting the standards to be followed for long-lasting and profitable

settore distributivo russo, la qualità dei contatti ed il business generato dalla manifestazione ha lasciato soddisfatte le imprese partecipanti: “Nonostante si sia vista meno gente in fiera, noi siamo comunque soddisfatti del suo andamento. – conferma infatti Oneglio Fratesi di Nila & Nila - Tutto si è svolto secondo le nostre previsioni: abbiamo incontrato la nostra clientela, abbiamo ricevuto conferme e rinfrescato sul pronto moda per la prossima estate, riconfermando il volume di affari della precedente edizione invernale. Il mercato russo tiene, per quanto ci riguarda. Vero è però che i nostri clienti riscontrano maggiori difficoltà: la concorrenza, in particolare dei grandi spazi, si fa sentire e i costi elevati per gli affitti rodono i loro margini di acquisto”. “Una fiera dall’enorme potenziale – commenta Massimo Sarti, direttore commerciale di Baldinini – alla quale partecipiamo da anni ormai e dove perfezioniamo gli ordinativi della stagione estiva incontrando i nostri clienti di sempre”.

business relations. Such an initiative also represented an occasion to increase the reach of Made in-Italy, strengthening the position of our industry in the American market which, despite the difficult period, still represents one of the major target markets for Italian production. The FN PLATFORM exhibition was organized in partnership with Footwear News, and attracted more than 600 exhibitors and 1,600 brands; an out-and-out venue for the entire North American area. The participation of the Italian group was characterized not only by the promo-

tional activities scheduled; which targeted both the press and sector operators; but also by the exhibition layout of the stands dedicated to single brands. Such layouts were conceived and realized in accordance with an innovative design, highlighting the Italian identity, which has always been acclaimed by overseas countries. Furthermore, over the course of this three-day exhibition, Anci also offered moments of meeting and exchange, by presenting Made-in-Italy trends, with the support of an expert from the fashion segment.

In Moscow, from January 21st-24th, 2013

Italian footwear on display at Consumexpo For the first time, Italian Madein-Italy footwear was present at the Russian trade fair, Consumexpo 2013. This international exhibition for consumer goods, which was held at Moscow’s Expocenter from January 21st-24th, hosted a cooperative of around fifty Italian footwear and leather goods manufacturers, organized by Bologna’s Fairsystem and Anci – the Italian National Footwear Association. These companies were part of a selection of products made up by maxi-exhibition areas dedicated to household items, gifts, business solutions and fashion products. Consumexpo continues to represent not only an extraordinary occasion for penetrating the Russian market, but also for verifying trends in consumption. This fair also allows Italian footwear to continue to register an excellent performance: from January to Septemper 2012, in fact, Italian exports were registered at +14,9% in value and +9,7% in quantity. This positive trend holds true also for exports to Russian-speaking areas (Kazakhstan +30%, and the Ukraine +6,7% in value). Notwithstanding, the moderate attendance of visitors, which is also a sign of the reorgani-

zation which has been underway for different seasons in the Russian distribution sector, the quality of contacts and business in general at the event, has left participating companies feeling satisfied: “Despite the fact we saw fewer people at the fair, we are in any case satisfied with the way things went – confirms Oneglio Fratesi from Nila & Nila – Everything went according to plan: we met with our clientele, and we received confirmations and brushed up on ready-to-wear fashion for the upcoming summer season, thereby reconfirming the business volume of the previous winter edition. As far as we are concerned, the Russian market holds steady. It is also true, however, that our customers have been meeting up with more difficulties: competition, especially with regards to larger areas, is strongly perceived, and increased rental costs cut into their purchasing margin”. “A fair with enormous potential – comments Massimo Sarti, Sales Manager of Baldinini – at which we have participated for a number of years now, and where we finish up orders for the summer season, meeting up with our longtime customers”.


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 23

Pad. 4 Stand K 34-46


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 21:59 Pagina 24

24

2

Lunedì 4 Marzo 2013

News

e-commerce

www.iloveitalianshoes.com La boutique online I

Love Italian shoes è il portale e-commerce realizzato da Anci e aperto a fine 2011 con lo scopo di promuovere la calzatura italiana e di incrementare la notorietà e l'acquisto delle scarpe made in Italy nel mercato europeo. Il sito è in 4 lingue (italiano, inglese, francese e tedesco), ospita 18 marchi di calzaturifici associati all’Anci e copre i 27 paesi dell’Unione europea, nonostante siano giunte ri-

chieste di spedizione da parte di consumatori in Australia e Stati Uniti. L’obiettivo, fin dall’inizio, è stato quello di intercettare e catalizzare quegli utenti che nel web cercano la calzatura italiana. Dopo poco più di un anno dall’apertura, possiamo affermare che in Europa chi cerca “italian shoes” atterra sull’e-shop; infatti il sito è ben posizionato nei motori di ricerca e la maggior parte delle visite proviene dal traffico natu-

rale di utenti che ricercano su Google. Le visite provengono soprattutto dall’Italia (30%) seguita da Germania, Francia e Regno Unito. I migliori acquirenti sono i francesi, da cui proviene il 30% delle vendite, seguono Italia (25%), Regno Unito (15%) e Germania (12%). La tipologia di calzatura più venduta è sicuramente lo stivale da donna, seguito da decolletè e scarpe per bambino che negli ultimi mesi registrano una

www.iloveitalianshoes.com The online boutique, I Love Italian shoes, is the e-commerce portal rea-

lized by Anci, and opened at the end of 2011, with the goal of promoting Italian footwear and increasing the notoriety and sales of Made in Italy shoes in the European market. The site can be consulted in 4 languages (Italian, English, French, and German), hosts 18 brands of footwear associated with Anci, and covers 27 countries in the European Union, notwithstanding the fact that consumer requests for shipment to Australia and the United States have also been received. Since the beginning, the goal has been that of intercepting and creating interest in web users looking for Italian footwear. After a little less than a year from the opening, we can confirm that in Europe, those looking for

notevole crescita. I primi mesi del 2013 hanno visto un incremento generale delle vendite, che sono aumentate del 55% rispetto ai corrispettivi mesi del 2012.

‘‘

“italian shoes” atterra sull’e-shop “Italian shoes”, will land on the e-shop

“Italian shoes”, will land on the e-shop. In fact, the site is well-placed among the search engines, and most of those who visit the site, naturally happen upon it when using the Google search engine. Most hits come above all from Italy (30%), followed by Germany, France, and the United Kingdom. The highest number of buyers are French, to whom 30% of all sales can be attributed, followed by Italy (25%), the United Kingdom (15%), and Germany (12%). The most common kind of footwear sold is, without a doubt, women’s boots, followed by pumps, and children’s shoes which, over the last few months, have registered a considerable growth. The first months of 2013 have seen a general boost in sales, which have increased by 55% compared to the same months in 2012.


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 25


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 22:02 Pagina 26

26

2

Lunedì 4 Marzo 2013

News

TheMicam Lounge Area: ancora più servizi al visitatore theMicam ancora più at-

tento alle esigenze dei visitatori e alla qualità dei servizi, a cominciare dal trasferimento da e per gli aeroporti con annesso servizio bagagli. Da questa edizione alla Lounge Area di corso Italia (il corridoio principale di collegamento, all’altezza del padiglione 6) è presente un desk di informazione e conferma dei voli, di prenotazione di auto con o senza autista e di piccoli van, messi a disposizione da Sistema Italia alla quale theMicam ha affi-

dato l’assistenza ai clienti per una loro migliore permanenza a Milano (dove è ancora possibile prenotare hotel a 4 e 5 stelle). Al desk della Lounge Area sono disponibili anche biglietti per eventi culturali e, sportivi, per ristoranti, ma anche per servizi di spedizione. Tutto è volto a rendere migliori e più snelli i collegamenti tra la città di Milano e il polo fieristico e per raggiungere tutte le destinazioni e ottimizzando i tempi. Un secondo desk è riser-

vato alle informazioni per theMicam Shanghai, il nuovo importante evento che ha luogo in Cina in aprile. Un corner è riservato invece ai blogger che hanno a disposizione tre diverse postazioni internet. Ed è sempre all’interno di theMicam Lounge Area in corso Italia che si svolgono gli appuntamenti con i forecaster Aldo Premoli e Orietta Pelizzari che offrono idee e spunti di stile, creatività innovazione.

theMicam Lounge Area: even more facilities for visitors tMicam becomes even more attentive to the

needs of visitors and the quality of services, beginning with transport to and from airports and baggage handling. From this Micam, you will find an information desk in the Lounge Area of Corso Italia (the main connecting corridor, on a level with hall 6) for confirming flights, booking cars with or without drivers and small vans, all placed at the disposal of visitors by Sistema Italia, to whom

theMicam has entrusted the assistance of clients so that they can enjoy their stay in Milan (where it is still possible to book 4 and 5 star hotels). Tickets for cultural and sports events, restaurants, as well as delivery services are also available at the desk in the Lounge Area. This is all intended to improve and streamline connections to and from the city of Milan and the trade fair centre and to reach all destinations and optimize times.

A second desk is reserved for information for theMicam Shanghai, the new important event which will take place in China in April. A corner is reserved for bloggers who will have three different internet pints available. theMicam Lounge Area of Corso Italia is also where forecasters Aldo Premoli and Orietta Pelizzari will offer ideas and hints on style, creativity and innovations.


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 27


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 22:03 Pagina 28

28

2

Lunedì 4 Marzo 2013

News

I clown invitano i visitatori al padiglione 4

Col naso rosso verso l’Area bambino L

’area dedicata alla calzatura da bambino? Impossibile non vederla, nella nuova collocazione al padiglione 4 verso la quale il visitatore è guidato dai clown della Federazione Nazionale Clown Dottori e dalle performances di

Mabò Band che improvvisa gag musicali nel corridoio principale di collegamento ai padiglioni. I clown distribuiscono nasi rossi ai visitatori che seguono poi un percorso guidato per facilitare la visita.

Clowns invite visitors to hall 4

With red noses towards the Children’s area

Iloveitalianshoes.com:

c’è il coupon con lo sconto del 30% Un coupon che dà diritto allo sconto del 30% sugli acquisti di calzature effettuati

tramite il negozio online iloveitalianshoes.com: è in distribuzione al Micam ma anche al Micam Point di piazza del Liberty. Ad ogni coupon è abbinato un codice personale con il quale ci si può registrare al sito ed effettuare gli acquisti. Il periodo è quello compreso tra l’11 e il 31 marzo; il coupon è spendibile per le scarpe della collezione primavera-estate 2013. www.iloveitalianshoes.com è un sito promosso da Anci che mette a disposizione una selezione delle migliori calzature italiane.

The area dedicated to children’s footwear? Impossible not to see it, in its new position in hall 4 where visitors are guided by clowns of the National Federation Doctor Clowns and by the performance of the Band Mabò

which improvises musical gags in the main corridor that connects the halls. The clowns distribute red noses to visitors which then follow a guided walk to simplify their visit.

Iloveitalianshoes.com: there’s a coupon with 30% discount

A coupon that gives 30% discount on footwear purchased online through iloveitalian-

shoes.com: it’s distributed at Micam but also at Micam Point in Liberty square. Each coupon is combined with a personal code which can be used to sign-in the website and make purchases. The period is between 11th and 31st March 2013; the coupon is valid for footwear of the spring-summer 2013 collection. www.iloveitalianshoes.com is a website promoted by Anci that offers a selection of the best Italian footwear.


M

MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 29


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 22:09 Pagina 30

30

2

Lunedì 4 Marzo 2013

Vente-privee.com: partner ideale per il settore calzaturiero Vente-privee.com è il

creatore e leader delle vendite-evento online. Nato in Francia nel 2001, è presente oggi in 8 paesi Europei (Francia, Italia, Germania, Spagna, Regno Unito, Belgio, Austria e Paesi Bassi) con 18 milioni di membri iscritti e una collaborazione diretta con 2.000 marche. Inoltre, da novembre 2011 è presente negli USA in partnership con American Express. “Vente-privee.com è un partner globale per le aziende. – afferma

Andreas Schmeidler, Country Manager Italia Un evento su vente-privee.com unisce infatti un’efficace campagna di comunicazione a un immediato fatturato per le marche, proteggendo allo stesso tempo la loro immagine e la rete di distribuzione tradizionale e aumentando la loro notorietà grazie al nostro traffico. Ogni giorno 2,5 milioni di visitatori unici vengono sul nostro sito e i brand proposti guadagnano fino a 41 punti di noto-

rietà favorendo anche il traffico in-store: a una settimana da una vendita, il 40% dei nostri membri va a ricercare la marca e i prodotti nel negozio tradizionale”. Qual è il rapporto con le aziende del settore calzatura? “Per noi rappresenta un settore di punta che non arresta la sua crescita: abbiamo relazioni consolidate con i più noti brand del settore e abbiamo realizzato nel 2012 il doppio delle vendite rispetto al-

‘‘

Vente-privee.com è un partner globale per le aziende We are the second country, only after Italy

l’anno precedente. La prospettiva è quella di continuare a sviluppare ulteriormente le collaborazioni sia con brand del lusso che di fascia intermedia per la calzatura uomo e

Vente-privee.com: the ideal partner for the sector of Vente-privee.com is the creator and leader of onli-

ne sales-events. Created in France, in 2001, it is present today in 8 European countries (France, Italy, Germany, Spain, the United Kingdom, Belgium, Austria and The Netherlands), with 18 million members, and a direct collaboration with 2000 brands. Additionally, since November 2011, we are present in the USA, in partnership with American Express. “Vente-privee.com is a global partner for companies. - confirms Andreas Schmeidler, Country

News

donna ed anche con una particolare attenzione rivolta all’universo bambino”. Per ulteriori informazioni www.vente-privee.com

footwear manufacturing

Manager Italia – An event on vente-privee.com, in fact, combines an efficient communication campaign with an immediate turnover for brands, while at the same time protecting their image and traditional sales network, and increasing their notoriety, thanks to our incoming business. Every day 2.5 million individual visitors consult our site, and the proposed brands can earn up to 41 points of notoriety, thereby favoring also the in-store business: typically, one week from an online sales, 40% of our members will also go looking for the same brand’s products in the traditional stores”.

What is your relationship with companies in the footwear sector? “For us, it represents an important sector which is constantly growing: we have strong partnerships with some of the most famous brands in the sector, and in 2012, we realized double the number of sales, compared to the previous year. Our plans are to continue to further develop our collaboration with both the luxury and mid-end ranges of men’s and women’s footwear, and also pay special attention to the world of children’s footwear”. For more information www.vente-privee.com


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 31


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 32


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 33


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 34


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 35


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 22:31 Pagina 36

36

Lunedì 4 Marzo 2013

2

TendenzeTrends

Ai piedi di… un giovane Micam! At the feet of … a young Micam!


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 37


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 22:11 Pagina 38

38

2

Lunedì 4 Marzo 2013

TendenzeTrends

L’elegante funzionalità Dall’opulenza vittoriana al romanticismo retrò anni 40, passando per l’urban street e un casual molto grintoso. Le scarpe per la prossima stagione calda esaltano la femminilità ma non trascurano il lato più funzionale, diventato oramai indispensabile per ogni donna. Morbidi mocassini e sneaker di rivelano perfetti per l’ufficio o le ore trascorse all’aria aperta mentre per la sera e le occasioni importanti spazio a sofisticate décolleté con plateau interno e tomaie con inserti in metallo.

Elia Maurizi Huski

women Alexander Hotto

Lido Marinozzi

Aldo Bruè

Alberto Fermani

Elegant practicality From the Victorian opulence to the 40’s retro romanticism, touching urban streets and a gritty casual style. Shoes for the next summer season enhance femininity without ignoring the functional side, which has by now become indispensable to every woman. Soft moccasins and sneakers are ideal for the office and outdoors, while for the evening and special occasions there are sophisticated court shoes with inner platform and uppers with metal inserts.


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 39

Pad. 6 Stand L 13-17


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 22:10 Pagina 40

40

2

LunedĂŹ 4 Marzo 2013

TendenzeTrends

women

Tommy Calzature Nr Rapisardi

Pakerson

Giorgio Fabiani

Antica Bottega Partenopea

Cocorose London

Tosca Blu

Giesswein


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 41


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 22:12 Pagina 42

42

2

LunedĂŹ 4 Marzo 2013

TendenzeTrends

Mara Bini Fru.it

Stork Steps

2A


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 43


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 22:13 Pagina 44

44

2

LunedĂŹ 4 Marzo 2013

men Lusso urbano Una nuova idea di lusso attraversa le proposte delle calzature maschili per il prossimo autunno-inverno 2013-14: mocassini, allacciate e ankle boot si caricano di divagazioni sportive e workewear, volumi importanti sono sottolineati da suole plateau, le tomaie acquistano toni sfumati o addirittura esotici, mentre le pelli scelgono riflessi eccentrici che non passeranno inosservati.

Luca Guerrini

Harmont & Blaine

TendenzeTrends

Antonio Maurizi


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 22:13 Pagina 45

2

TendenzeTrends

Lunedì 4 Marzo 2013

45

Mirko Ciccioli Italian Heritage

Luciano Ilari

La Martina

A new idea of luxury touches the proposals of men’s footwear for the next autumn/winter 2013-2014: moccasins, lace-ups and ankle boots are full of sporty and work-wear references, important volumes are highlighted with platform soles, uppers have shaded or exotic tones while leathers opt for eccentric effects that don’t go unnoticed.


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 22:13 Pagina 46

46

2

LunedĂŹ 4 Marzo 2013

men Output by Girza

Soldini

Giampiero Nicola (GNV)

Imac

Pakerson


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 22:13 Pagina 47

2 Maros

TendenzeTrends

Lunedì 4 Marzo 2013

Aldo Bruè

Roberto Rossi Lido Marinozzi

47


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 22:16 Pagina 48

48

2Trends

Lunedì 4 Marzo 2013

children Esuberanze fluo Funzionalità e comodità sono oramai le parole chiave per le calzature dedicate ai più piccoli, ma per il prossimo inverno sneaker, stivali e scarponcini non rinunciano al lato più vivace e glamour. Decori e colori fluo diventano i protagonisti di una stagione che seppur fredda sarà all’insegna di uno stile caldo, allegro e accogliente.

Neon exuberance Practicality and comfort are now key-words for footwear dedicated to the little-ones, but for next winter sneakers, boots and short boots don’t sacrifice a lively and glamorous side. Decorations and neon colours become the stars of a season which, despite the cold, will have a warm, fun and welcoming style.

Primigi

Missouri

Balducci


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 22:16 Pagina 49

2Trends LunedĂŹ 4 Marzo 2013

Tonino Lamborghini Kids

Froddo

Cienta

Averis

Clarys

49


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 22:18 Pagina 50

50

2 News

Lunedì 4 Marzo 2013

Primigi: una collezione ricca,

ispirazione montagna È all’insegna dello stile e

della tecnologia, senza mai perdere di vista le esigenze primarie ed essenziali del bambino quali comodità, comfort e soprattutto praticità, la collezione di Primigi per il prossimo autunno-inverno. Modelli variegati e in stile active, imbottiti e dalle superfici tecno si

‘‘

contrappongono a scarponcini e stivali dal sapore romantico. Si spazia da anfibi, camperos e biker boot a modelli basket, ballerine e classiche sneaker bivelcro rivisitate sia nei colori che nei materiali. Primigi si ispira sempre di più al mondo della montagna per realizzare calzature comode e alla moda: pedule, applicate a strutture urbanfashion, calde eco-pellicce, bordi in lana e doppi lacci bicolore si adattano perfettamente ai modelli

più classici. Non mancano scarpe dal sapore più sportivo ispirato al mondo del basket. Per il bambino, dominano i grintosi modelli basket mid, stringati con zip laterale interna o a doppio velcro; per le bambine look super trendy dai dettagli vivaci e glamour: rivetti in color bronzo o argento decorano tomaie dalle linee semplici.

Primigi: a rich collection

comodità, inspired by mountain comfort e soprattutto The new collection for the upcoming fall-winter season by praticità Primigi is marked by style and technology; without comproon the basic needs of children, like comfort, wearinglike comfort, mising ease and, above all, practicality. Different models proposed in wearing-ease an active style, with internal padding and techno finishes, with booties and boots with a romantic touch. The and, above all, contrast range includes military boots, cowboy boots and biker boots, practicality in addition to basketball models, flats and classic sneakers fitted with double Velcro closure; all models are revamped both in terms of colours and materials. Primigi increasingly takes its inspiration from mountain footwear, in order to realize comfortable and fashionable shoes: walking boots applied on urban-fashion structures; warm eco-friendly fur, trims in wool and two-coloured double lacing perfectly fit the more classic models. There are also more sporty shoes, inspired by the universe of basketball. For little boys, we find spirited mid-high basketball models, featuring internal lateral zip closure or double Velcro; for little girls, we have a super trendy look, characterized by lively and glamorous elements, like loops in bronze or silver colour, which decorate uppers proposed with a simple design.

Sesa, ora anche da donna P

resente al Micam con la sua collezione uomo, l’azienda Sesa conferma, in occasione dei suoi 38 anni, la sua attenzione alla moda giovane e a quel rapporto prezzo/qualità che le ha consentito di raggiungere tutti i continenti. Ma la vera novità è la presentazione di una piccola collezione da donna composta da college e stivaletti western, che rappresentano il nuovo punto di forza della modelleria del

Sesa, now also

for women

marchio. Un’innovazione per la quale le aspettative sono alte: nell’ambito della scarpa sportiva e semiclassica Sesa ha sempre lavorato con soddisfazione e ora si lancia nell’universo donna.

P

resent at Micam with its men’s collection, Sesa reconfirms, on the occasion of its 38th anniversary, a focus which is still aimed at young fashion and a price/quality ratio, which has allowed it to reach the many continents of the world. At this edition of Micam, however, the biggest news of Sesa is the presentation of a small women’s collection made by col-

lege and western ankle boots, representing a strong point in the brand’s line of models. This innovation comes with high expectations: Sesa has always worked with great satisfaction in the segment of athletic and semi-classic footwear, and is now ready to launch itself into the universe of women.


ar

MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 20:56 Pagina 51

2

News

Lumberjack S

Lumberjack presents “Recycled!” L

umberjack’s latest project to make its debut at Micam is called “Recycled!” The brand’s top model, Natural River ankle boot, comes in recycled materials but never sacrifices stylishness. Water-based glues and strictly recycled soles

pletano l’offerta che rappresenta il primo passo per lo sviluppo di una linea 100% ecologica prevista a breve. Intanto il team Lumberjack indossa la T-shirt bio limited edition “Riciclati!” in cotone bio. In fiera anche le 5 linee in cui si articola l’intera collezione per la prossima and ecological packaging complete the offer that represents the first step in the development of a 100% ecological range envisaged shortly. In the meantime, the Lumberjack team wears a “Recycled!” limited edition T shirt in bio cotton. Five ranges are on display at the fair, which make up the entire collection for next winter season: practical models suitable for life

51

La proposta

presenta “Riciclati!” i chiama “Riciclati!” il nuovo progetto del brand Lumberjack che ha debuttato al Micam. Articolo di punta il polacchino Natural River, realizzato con materiali riciclati ma senza rinunciare al contenuto di design. Colle ad acqua e suola rigorosamente riciclata e un packaging ecologico com-

Lunedì 4 Marzo 2013

del Laboratorio

Corte

per l’inverno 2013-2014 stagione invernale: modelli pratici adatti alla vita all’aria aperta, colori e materiali naturali per un brand che ha fatto del movimento e dell’attenzione al green il suo punto di forza.

‘‘

Articolo di punta il polacchino Natural River The brand’s top model, Natural River ankle boot in the open air, natural colours and materials for a brand that has made activity and attention to the environment its strong point.

Notevolmente ampliate

le proposte della nuova collezione autunno-inverno 2013-2014 di Laboratorio Corte che si estendono da questa stagione anche al mondo del bambino con la linea Ilaria Corte. Particolari artigianali, materiali naturali ed un gusto vintage sono i concept moda che ispirano i prodotti. La pluridecennale esperienza nel settore calzaturiero garantisce alle produzioni elevati standard di comfort in termini di flassibilità e leggerezza. Laboratorio Corte è un mix tra stile e qualità.

T

he proposals of the new Laboratorio Corte fall-winter 2013/2014 collection have grown considerably, and with the new upcoming season, have extended to also include the world of children with the fashion line, Ilaria Corte. Artisanal details, natural materials, and a vintage taste are the fashion concepts which inspire products. The company’s multi-decade experience in the footwear sector guarantees a production with high standards of comfort in terms of flexibility and lightness. Laboratorio Corte is a mix between style and quality.

The proposal of Laboratorio Corte for winter 2013-2014


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 20:55 Pagina 52

52

2 News

Lunedì 4 Marzo 2013

Luca Verdi, 25 anni al top Calzature da donna di

alta gamma commercializzate con un marchio che non ha bisogno di presentazioni: Luca Verdi, prodotto dal calzaturificio Ena, nel territorio del Fermano, noto per la produzione calzaturiera di alto livello. Ena nasce come azienda a conduzione familiare e lo scorso anno ha festeggiato il 25° di attività: la collezione da diversi anni include, come accessori coordinati alle calzature,

‘‘

noto per la produzione calzaturiera di alto livello which is known for its high quality footwear production

borse e cinture per un perfetto total look. Luca Verdi è presente da anni sul mercato russo e in gran parte d'Europa nelle migliori boutique. A Porto Sant’Elpidio è stato aperto nel 2010 un punto vendita nato per soddisfare le esigenze di tutti i clienti.

Luca Verdi,

25 years at the top H

igh-end women’s footwear presented to the market with a brand which has no need of introductions: Luca Verdi is produced by the Ena shoe factory, in the territory of Fermano, which is known for its high quality footwear production. Ena first started out as a family-run business, and just last year, saw it celebrate 25 years of activity: for a number of years, the collection has included an accessorized coordination between footwear, bags and belts in order to achieve the perfect total look. Luca Verdi has also been present, for a number of years, in the Russian market and also in a large part of Europe, in the very best boutiques. In 2010, at Porto Sant’Elpidio, a retail store dedicated to satisfying the needs of all customers was opened.

Mou, winter boots for a star

Mou: il brand di calzatu-

re indossato dalle celebrity. Sono ai piedi di Gwyneth Paltrow e Cameron Diaz e di molti vip che amano scarpe lussuose e al tempo stesso casual, ispirate alla natura e dedicate all’urban living contemporaneo. Mou è così diventato un brand di culto a livello internazionale, espressione di una sapienza artigianale che interpreta il lussuoso pellame di montone attraverso fibre naturali e dettagli estremamente raffinati. Artigianalità e manualità rappresentano i codici primari della realizzazione di ogni pezzo, creato assemblando due uniche parti di morbido montone con una cucitura a uncinetto in lana naturale. Per la prossima stagione la collezione propone una serie

ancora più ampia di winter boot, declinando l’iconica cucitura a contrasto anche nella variante ton sur ton e presentando nuove finiture e lavorazioni della pelle di montone.

‘‘

Mou è così diventato un brand di culto thus, Mou has become a cult brand

Mou, winter

boots for a star

Mou: the brand of

footwear worn by celebrities. They’re on the feet of Gwyneth Paltrow, Cameron Diaz, and many VIPs, who all love shoes which are luxurious, yet casual; taking their inspiration from nature, and dedicated to contemporary urban living. Thus, Mou has become a cult brand on an international level, as well as an expression of artisanal knowhow, which interprets the luxurious sheepskin leathers, through natural fibers and extremely sophisticated details. Handcraftsmanship and manual skill are the primary keys used in the realization of every piece, created through the assembly of two distinct pieces of soft sheepskin, with crochet stitching in natural wool. For the upcoming season, the collection proposes an even wider selection of winter boots, expressing the iconic contrasting stitching also in tone-on-tone variations, and presenting new finishings and workings of the sheepskin leathers.


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 20:54 Pagina 53

2

News

Il lusso e la classe di Loriblu La collezione donna

Loriblu autunno inverno 2013-2014 comprende vari temi che esprimono sempre un mood ricercato e sofisticato, nello stile impresso dallo stilista Graziano Cuccù. Raffinati e romantici fregi barocchi decorano come eleganti bassorilievi le stringate e le décolleté a punta con tacchi dalle diverse altezze. Grazie ad un’antica tecnica manifatturiera realizzata a mano, attraverso il lavoro con la resina e con il silicone, la pelle viene impressa a caldo e spazzolata per creare disegni che rendono le scarpe uniche. Il baroque si estende anche agli stivali dalle forme più classiche, a tacco alto o a tacco basso, unito a pelli morbide e lisce che garantiscono un comfort assoluto. Il West ispira le décolleté e gli stivaletti a tacco alto con borchiette e maxipietre ton sur ton incastonate in fronte o a lato. E ancora i tronchetti e le décolleté con particolari trapuntature “tartaruga” che si estendono fin sul

si distingue per la sua eleganza ed esclusività stands out for its elegance and exclusiveness

tacco, per un effetto ottico di grande impatto. I modelli più prestigiosi per la cerimonia, per la sera, per il red carpet, per la sposa sono quelli in cui l’essenzialità e la raffinatezza si fondono con il design pulito dei tacchi e degli accessori. Biker e stringate english style completano la collezione. La nuova collezione Loriblu Uomo si distingue per la sua eleganza ed esclusività, dove lo stile sposa l’ergonomia e la tecnologia più avanzata si dona alla creatività. Ogni suola è unica, il particolare design del fondo è un brevetto internazionale, che nasce

da un progetto altamente innovativo con cuciture inserite nella gomma, con qualità “antigrip e antishock” per una perfetta azione antiscivolo e assorbimento d’energia nel movimento. Il design è raffinato, essenziale, impeccabile, è la più fine “sartorialità” che si trasferiscedall’abito alla calzatura.

Lunedì 4 Marzo 2013

53

The luxury and class oriblu’s autumn/winter 2013of 2014 collection for women comprises a variety of themes, pact. The most prestigious which always express a remodels for special occafined and sophisticated sions, evening wear, red mood, in the style concarpet events and for ferred by designer brides are those in which Graziano Cuccù. Elegant simplicity and sophisticaand romantic baroque dec- tion blend with the clean orations embellish lace ups design of the heels and acand pointed-toe courts cessories. Bikers and with varying height heels, English style lace-ups comlike graceful bas-reliefs. plete the collection. Thanks to an old manufacThe new Loriblu Men’s colturing technique, carried lection stands out for its out by hand with resin and elegance and exclusivesilicone, leather is hot ness, where style embraces stamped and brushed to ergonomics and the most create designs that make advanced technology the shoes unique. Baroque yields to creativity. Each decorations also extend to sole is unique; its particuboots in the most classic of lar style is covered by instyles, both with high and ternational patent which low heels, in smooth, suporiginates from a highly ple leathers that give total innovative design with comfort. The West inspires stitching inserted in the the courts and short boots rubber with non-slip, with high heels and studs shockproof qualities slip and big tone-on-tone for perfect grip and cushstones set on the front or ioning when walking. sides. There are also ankle The design is elegant, simboots and courts with “tur- ple and impeccable. It is tle” quilted detailing that the finest “tailoring” extends to the heel for a transferred from the suit visual effect of high imto the footwear.

L

Loriblu


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 20:53 Pagina 54

54

2 News

Lunedì 4 Marzo 2013

Ballerine con tacco fra le novità dell’inverno di Boaonda La nuova collezione

sifica in tre line: Anne liso, Anne coração e Anne coruja. Per tutte e tre e per tutti i modelli Boaonda, solette anatomiche (caratterizzate da leggerezza e flessibilità) che anche dopo essere state compresse tornano in forma e non subiscono deformazioni, contribuendo a una migliore distribuzione della pressione sul suolo, riducendo così la pressione in certe zone del piede. Un'altra caratteristica importante è l'assorbimento dell'im-

Boaonda è ricca di novità ispirate alle tendenze della prossima stagione. Chiodi, borchie e ghette sono gli elementi più caratterizzanti della collezione, così come i modelli con texture vellutata. Uno dei punti forti di questa collezione è il modello Anne che riprende la proposta delle ballerine con tacco Anabela. Ideale per chi ama indossare i tacchi alti, senza compromettere il comfort. Anne si diver-

patto mentre si cammina, che evita fatica e traumi ai piedi, alle gambe e alla schiena.

Ballerinas with heels are the latest find in Boaonda’s winter collection

‘‘

B

oaonda’s new winter collection is full of original ideas inspired by next season’s trends. Nails, studs and spats are the most characterising elements of the collection, as are models with velvety texture. One of the big attractions of the collection is the Anne model which incorporates the ballerina style with Anabela heel. This is the ideal model for those who want to wear high heels without sacrificing comfort. The Anne range comes in three lines: Anne liso, Anne coração and Anne coruja. All three, as well as all Boaonda models, have anatomic insoles (characterised by lightness and flexibility) that spring back to their original shape even after having been squashed and are not deformed in any way, thus contributing to improve distribution of stress on the sole and reducing pressure in certain parts of the foot. Another important characteristic is the cushioning while you walk, which puts less strain on feet, legs and back.

Anne si diversifica in tre line The Anne range comes in three lines

Colors of California,

praticità e comfort coloratissimi C

For winter 2014, Colors of

California presents models which range from boots to sneakers, for those who are more sports-inclined; from moccasins to flat ballerinas and wedge ballerinas, for those who instead prefer a casual chic outfit. A wide collection, capable of satisfying the many needs of the footwear market, is presented in the proposals which are always innovate and trendy. Among these are included galoshes: rubber models with a strong and decisive personality, which are adorned with studs and crosses. Buckles are present not only on the bootleg, but also around the ankle: for the rain, the variation is presented in

olors of California presenta, per l’inverno 2014 modelli che spaziano dai boot alle sneaker per le più sportive, dai mocassini alle ballerine flat e su zeppa per chi predilige invece un outfit casual chic. Una collezione ampia, capace di rispondere alle numerose esigenze del mercato del footwear, attraverso proposte sempre innovative e di tendenza. Tra queste le galoche: i modelli in gomma, dalla personalità forte e decisa, si vestono di borchie e croci, con fibbie

non solo sul gambale ma anche intorno alla caviglia: per la pioggia la variante è in neoprene. Ma il brand presenta anche nuove ed originali sneaker che si affiancano ai modelli più classici; alte, su tacco anche disegnato e nei scintillanti dettagli metallici dell’argento, dell’oro e del rame. E poi diversi modelli su fondo in Eva alto; dalle ballerine ai mocassini ai tronchetti bicolor per chi sceglie di osare e di distinguersi con un look più aggressivo e all’avanguardia.

neoprene. However, the brand also presents new and original sneakers, flanking the more classic models; high, and on heels, which are also designer; with sparkling silver, gold, and copper metallic details. Finally, there are also different models with Eva soles; from ballerinas, to moccasins, to two-color ankle boots; for those who dare

Colors of California,

practicality and highly colorful comfort to distinguish themselves with a look which is more aggressive and avantgarde.


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 20:51 Pagina 55

2 News Lunedì 4 Marzo 2013

55

Sneaker e stivaletti per

Best Group

Best Group propone per il

Micam una vasta collezione di sneaker e stivaletti con forme essenziali ma con materiali decisi, dai laminati alle pelli stampate animalier, una moda dei giorni nostri con un'attitudine ottimista al futuro, ma senza compromessi.

Sneakers and booties for

Best Group

For Micam, Best Group proposes a collection which includes a wide option of sneak-

ers and booties characterized by an essential design, however realized in bold materials. In fact, we find laminated finishes and animalier prints, for a contemporary fashion which looks to the future with optimism and does not make compromises.

Calpierre sempre

pronta ad affascinare Recita lo slogan dell’a-

zienda: “Calpierre sa cosa significa uscire da un paio di scarpe vecchie”. E non è solo uno slogan visto che da ciò discende la continua ricerca per gli equilibri, le proporzioni, i pesi, i materiali. Il risultato, dal 1964 ad oggi, è racchiuso nelle collezioni di calzature uomo e donna, di target medio-fine,

classiche e fashion che hanno conquistato tutto il mondo. L’attenzione alla calzatura di elevata qualità, realizzata secondo i criteri dei maestri artigiani calzaturieri, è una prerogativa di questa realtà partenopea che in questi giorni è presente in fiera per la 28ª volta e che ancora è pronta a stupire e ad affascinare.

‘‘

L’attenzione alla calzatura di elevata qualità The attention to high quality footwear

Calpierre always ready to fascinate T

he slogan of the company is: “Calpierre knows what’s like to get out of a pair of old shoes”. It is not only a slogan, since the company’s philosophy is based on the continuous search for equilibrium, proportions, weights, and materials. Between 1964 and today, the results can be seen in the men’s and women’s collections, of a medium-fine character, and classical and fashionable nature, which have conquered the world. The attention to high quality footwear, realized in accordance with the strict criteria of maestro artisan footwear makers , is a prerogative of this Neapolitan reality, which will soon be in exhibition for the 28th time, and which is still ready to amaze and fascinate.

Gioie Italiane,

per tutti i gusti

Gioie Italiane

for all tastes

U

na lunga storia nel mondo della moda, che parte nel 1969 e arriva ad oggi in gran salute, quella di Gioie Italiane che propone calzature e borse anche coordinate, tutte realizzate in base ai modelli di Gennaro Duello che da Napoli dà libero sfogo alla fantasia creando collezioni gioiello, elaborate, ma anche semplici, comunque uniche, sempre nuove, che ben si adattano al lavoro e al tempo libero. L’eleganza è quella tipica di un brand italiano che spazia dai cappelli alle borse, dalle scarpe agli accessori.

Starting in 1969, and still going strong today, Gioie

Italiane has a long-standing history in the world of fashion. The footwear and bag proposals, which can also be coordinated, are realized in accordance with the models of Gennaro Duello. From Naples, this designer gives free reign to fantasy, creating precious collections which are elaborate, but simple; and in any case, always unique, new, and suitable for both the office and leisure time. The elegance is that which can typically be found in an Italian brand, with proposals extending to include hats, bags, footwear, and accessories.


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 20:47 Pagina 56

56

2 News

Lunedì 4 Marzo 2013

Joy Wendel, a brand Joy symbolic of passion Joy Wendel is a com-

pletely Italian brand produced by the Neapolitan company, Albergen s.r.l., and created thanks to the passion of Gennaro Albergo. In 1954, he gave life to this activity, which was subsequently handed down to his children, Salvatore and Imma, who helped contribute to the company’s growth. Thus, Joy Wendel became a brand of renown in the national and international market, also thanks to its participation at trade fairs such as Expo Riva Schuh, Obuv Mir, Micam, and the upcoming Micam Shanghai. The ankle boot model proposed here is a tribute to fashion and stylistic triumph; perfectly combining a love for handcrafted manufacturing and the innovation of small parts.

è un inno alla moda e alla ricerca stilistica is a tribute to fashion and stylistic triumph

Wendel,

un marchio che è passione

J

oy Wendel è un marchio tutto italiano, prodotto dall’azienda napoletana Albergen s.r.l., nata grazie alla passione di Gennaro Albergo che nel 1954 dà vita all’attività poi passata nelle mani dei figli Salvatore e Imma, i quali hanno contribuito alla crescita della loro azienda. Così Joy Wendel si è affermato nel mercato nazionale ed internazionale anche grazie alla presenza nelle fiere Expo Riva Schuh, Obuv Mir oltre che Micam e prossimamente

Micam Shanghai. Il modello di ankle boot qui proposto è un inno alla moda e alla ricerca stilistica; coniuga perfettamente l’amore per la manifattura artigianale e l’innovazione della minuteria.

Enval soft, la novità

di Imac per il benessere S

i chiama Enval soft il ci stivaletti in pelle, tutti nuovo brand lanciato quecon tomaie delicate e trasta stagione dall’azienda spiranti su suole dalla masImac. Enval Soft nasce con sima tecnicità. I colori: neul’obiettivo principale di protri, come il marrone ed il porre modelli essenziali e nero, si alternano al grigio dal comfort totale, senza riscuro e ad un vinaccia di nunciare ad un look eletendenza per la donna; per gante e sobrio. Studiata per l’uomo: caffè, nero, classico un target di uomini e donbeige e testa di moro. ne alla ricerca del benessere totale e della comodità, la collezione Enval Soft è composta da calzature di grande qualità che, grazie alla sofisticata tecnologia costruttiva (iniezione diretta della suola su tomaia), possono assicurare massima leggerezza, flessibilità e comfort. Per la donna, dénval Soft is the new brand launched this season by Imac. colleté e polacchini dai ma- The main aim of Enval Soft is to propose basic and very comteriali diversificati. Per l’uo- fortable models, without compromising on an elegant and mo, invece, sneaker e classi- sober look. The new line is devoted to all those men and women looking for total well-being and comfort. Enval Soft includes top quality shoes which, thanks to the leading-edge senza technology applied to the structure (direct injection of the outsole on the upper), ensure the best lightweight feel, flexrinunciare ibility, and comfort. For Women, we find pumps and ankle ad un look boots in different materials; while for Men, we have sneakelegante ers and classic booties in leather, all realized with light and breathable uppers applied on highly teche sobrio nological outsoles. For women, colours without include neutral tones, like browns and blacks, which alternate compromising with dark gray and a on an elegant trendy red-purple. and sober look Instead, for men, we find coffee brown, classic beige, and dark brown.

Enval Soft, the new

Imac brand dedicated to well-being

E

‘‘


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 20:45 Pagina 57

2 News Lunedì 4 Marzo 2013

Con Igi&co

un inverno di comfort ed eleganza Dai modelli classici, ele-

ganti e casual, a quelli di gusto più outdoor ma dall’approccio city: nella collezione donna Igi&Co per scelta è ampia e ricca. Da stivali a classici tronchetti, da sneaker sportive ad eleganti decolleté. Per l’autunno-inverno 2013-14 Igi&Co propone una vasta gamma di calzature confortevoli e versatili realizzate con materiali e tecnologie altamente performanti, van-

57

per lei la scelta è ampia e ricca offers a wide and rich selection

tando massima vestibilità, leggerezza e flessibilità. La collaborazione con Gore - Tex, inoltre, contribuisce ad aumentarne le performance offrendo massima traspirabilità, impermeabilità e totale comfort. Per la donna anche stivaletti mid con zeppa casual o plateau interno. Nella linea uomo si al-

ternano con facilità modelli classici, grintose sneaker, stivaletti e pedule stringate. Le linee delle tomaie risentono del forte influsso dal tocco British con grande attenzione ai dettagli che caratterizzano tutte le linee. Le suole diventano più importanti e di grande tendenza grazie alle cuciture a contrasto.

A comfortable and elegant winter season with Igi&co

From classic, elegant, and ca-

sual models, to items dedicated to outdoor life with a urban touch. The new women's collection by Igi&Co offers a wide and rich selection, including boots and timeless ankle booties, and sporty sneakers and elegant pumps. The fall-winter 2013-14 collection, with the Igi&Co label, also proposes a wide range of comfortable and versatile shoes, all realized with high performance materials and technologies; thereby ensuring the best comfort when wearing, along with a lightweight feel, and flexibility. Furthermore, the collaboration with Gore -Tex contributes to increasing the performance, offering a higher breathability, the best waterproofing, and total comfort. For women, there are boots and classic ankle boots, as well as sporty sneakers and elegant pumps. Additionally, midhigh booties with casual wedge or hidden platform are featured. Instead, the men's line features classic models and spirited sneakers, including lace-up booties and walking boots. The design of the uppers is strongly influenced by a Brit touch, with a special attention to detail distinguishing every line. Finally, outsoles are increasingly protagonists, thanks to the trendy and contrasting stitching.

Renzo Mercuri,

il successo vuole il bis D

opo il grande successo della collezione estiva 2013 della linea “RM Renzo Mercuri made in italy” il nuovo team di modellisti, formato da storici collaboratori affiancati da una coppia di giovani fratelli, ha creato una collezione più dinamica a 360°, spaziando dall’elegante allo sportivo sofisticato, rendendo davvero completa la gamma dei prodotti. Il marchio Renzo Mercuri, già ampiamente apprezzato nei paesi est europei, è ora pronto per nuovi mercati e per una clientela sempre più ampia. Per la nuova collezione invernale 2013-2014 si è puntato su materiali sempre più innovativi e di alta qualità, forme di tendenza ma che non tradiscono la comodità, su una modelleria semplice con l’attenzione per il dettaglio mai banale. E anche lo stand è tutto rinnovato.

A

fter the great success of the summer 2013 collection presented by the line, “RM Renzo Mercuri Made in Italy”, the new team of modelers, comprised by historical collaborators and a couple of young brothers, has created an even more dynamic collection at 360°, ranging from elegance to sophisticated sportswear, with a resulting selection of products which is truly complete. The Renzo Mercuri brand, already greatly appreciated in Eastern European countries, is now ready for new markets and a clientele which is always more diversified.

For the new winter 20132014 collection, a focus was given over to materials which are always more innovative and high quality, along with the latest trends in shapes which do not, however, forgo an element of comfort. Additionally, the attention for detail present in this simple line of models is never commonplace. Finally, the stand in which these products will be presented has been completely renewed.

Renzo Mercuri,

success calls for an encore


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 20:41 Pagina 58

58

2 News

Lunedì 4 Marzo 2013

La calzatura nelle boutique del centro di Milano Proposte moda per la stagione corrente in vetrina nelle boutique della calzatura

del centro di Milano: le novità per il lusso proposte da Vergelio, dedicate ai fashion victim di Vierre e al pubblico più giovane da Marilena. Fate un salto con noi!

Marilena - Armani Jeans

Marilena - Roberto Festa Marilena - Oxs

Marilena - Gianni Marra Marilena - Jeffrey Campbell

Marilena - Chie Mihara

Vergelio - Dolce & Gabbana

Vergelio - Valentino

Vergelio - Fendi


ue

MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 59


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 03/03/13 20:40 Pagina 60

60

2

LunedĂŹ 4 Marzo 2013

Footwear in the boutiques of the centre of Milan

News

Fashion proposals for the current season showcased in the footwear

boutiques in the centre of Milan: the novelties for luxury proposed by Vergelio, dedicated to fashion victims by Vierre and to the younger audience by Marilena. Jump about with us!

Vergelio - Gucci

Vierre - Dolce & Gabbana

Vierre - Miu Miu

Vierre - Fendi Vierre - Fendi

Vergelio - Sergio Rossi

Vierre - Alexander Mc Queen

Vierre - Dsquared2


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 61


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 62


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 63


MICAM_02_2013:MICAM TODAY Layout 4_13 02/03/13 18:16 Pagina 64


Micam Today - 2