Page 1

Solisti, Coro e Orchestra Barocca dell’Ensemble Frau Musika

Ciclo di cantate nelle Chiese Valdesi

→04.12.2016

Tempio Valdese Luserna San Giovanni (TO)


→La Bach Gesellschaft

A partire dal 1850, cento anni dopo la morte del compositore, viene fondata in Germania la Bach Gesellschaft, società che si pone l’obiettivo di riscoprire, pubblicare ed eseguire tutte le composizioni di Johann Sebastian Bach: è l’inizio della Bach Reinaissance che fa riscoprire al grande pubblico internazionale le opere del Thomaskantor di Lipsia. In pochi anni si diffondono in tutto il mondo le Bach Society e i concerti dedicati alle opere di Bach si moltiplicano molto rapidamente. Ancora oggi le centinaia di associazioni sparse in tutto il mondo diffondono la poetica bachiana attraverso concerti e pubblicazioni di carattere scientifico e sono convinte che l’esecuzione e l’ascolto di questi capolavori portino un beneficio intellettuale, morale e spirituale a tutti i partecipanti dell’esecuzione, siano essi musicisti impegnati attivamente nel concerto o persone che assistono alla performance. È con questa convinzione che il Progetto “Bach Society” prende forma, per diffondere anche in Italia e in Piemonte la pratica musicale e l’ascolto di musica dal vivo legati alla figura e alle composizioni di Johann Sebastian Bach attraverso la forma musicale numericamente ed esteticamente più completa.

→Ensemble Frau Musika

L’Ensemble Frau Musika nasce nel 2014 fondato sulla passione comune dei cantanti e del direttore Riccardo Bertalmio per la musica barocca a cappella e, in particolare, per le composizioni corali di J.S. Bach. Il gruppo, i cui membri possono tutti contare su una grande esperienza musicale maturata in contesti diversi, oltre che studiare ed eseguire brani polifonici, intende promuovere collaborazioni con strumentisti, gruppi corali e solisti. Ha aperto le sue attività nel 2015 all’interno della rassegna Concerti per Piero nella Chiesa del Colletto a Roletto e sempre nel 2015 è stato invitato ad inaugurare la stagione concertistica nella Cattedrale di Embrun (Francia). Nel 2016 ha organizzato ed inaugurato, in collaborazione con il Comune di Torre Pellice, la rassegna Barocco in Valle.


J.s. →Nun komm, der Heiden Heiland BWV 62

h c a b →Bereitet die Wege, bereitet die Bahn!

Soprani

Lorenza Barolin Luisita Buffa Teresa Nesci * Elisa Fagà Lilliana Pavesio Karin Selva * Bianka Seriakova

BWV 132

→Schwingt freudig euch empor

Alti

BWV 36

Giulia Beatini * Claudia Delfino Elena Martin Danilo Pastore Cristina Videtta Ines Rostan Svetlana Skvortsova * violino I

Efix Puleo violino II

Liliana Mijatovic viola

Elena Saccomandi violoncello

Margherita Monnet contrabasso

Ludovico Dapollo fagotto

Dana Karmon

Tenori

Massimo Lombardi * Giuseppe Maletto * Luciano Micol Alberto Pisoni Marco Poet Bassi

Daniele Bouchard Remo Bouchard Paolo Corsani Luciano Fava * Ermanno Lo Gatto Pierpaolo Massel Dario Previato * * solisti

oboe I

Federica Inzoli oboe II

Alberto Mattea organo

Walter Gatti

Direttore

Riccardo Bertalmio


Le festività natalizie avevano una grande importanza per la comunità di Lipsia: il Thomaskantor pertanto, come responsabile della vita musicale della città, doveva provvedere con composizioni elaborate che accontentassero il pubblico cittadino e i numerosi stranieri che frequentavano la città, sede di prestigiose fiere durante tutto l’anno. L’organizzazione dell’anno liturgico luterano, che imponeva un tempum clausum di digiuno e penitenza durante l’Avvento, permetteva al Thomaskantor di dedicarsi tranquillamente e con l’attenzione necessaria alle solenni celebrazioni natalizie, riservando alle domeniche precedenti degli interventi musicali più brevi e semplificati. Fa eccezione la prima domenica di avvento, che celebra l’inizio dell’anno liturgico e lancia il periodo di preparazione al Natale: a questa domenica Johann Sebastian Bach ha dedicato alcune interessanti cantate, che testimoniano l’attesa per la venuta di Cristo sulla Terra. La cantata BWV 36 Schwingt freudig euch empor è un’opera solenne di grandi dimensioni e suddivisa in due parti che deriva da una cantata profana composta qualche anno prima probabilmente per il compleanno del rettore della Thomasschule: Bach trasforma e adatta la composizione profana per il culto domenicale attraverso la parodia, una tecnica molto applicata dai compositori del XVIII secolo che modellavano alla circostanza e all’organico a disposizione lavori scritti precedentemente per altre occasioni. Il colore pastorale e natalizio è assicurato dagli oboi, vero motore dell’intera cantata, che tengono il filo del discorso e passano i vari temi ai solisti che si succedono. Il tema dell’attesa del Messia è esposto dal corale Nun komm, der Heiden Heiland che viene suddiviso in movimenti distinti ed esposto sia dal coro sia dai solisti in quattro numeri diversi.

Contemplazione, attesa e gioia nell’avvento di Johann Sebastian Bach L’inno luterano Nun komm, der Heiden Heiland è al centro di altre due cantate, la BWV 61 e la BWV 62, composte entrambe per la prima domenica di avvento, ma a distanza di dieci anni — a Weimar nel 1714 e a Lipsia nel 1724: la più recente è anche la più solenne e virtuosa, con un coro iniziale maestoso e con arie solistiche impegnative che trattano la voce umana come uno strumento solista. I temi toccati differiscono dall’attesa del Messia, immagine tipica nelle cantate dell’avvento, per concentrarsi sulla vittoria di Cristo sulle tenebre: emblematica l’aria del basso dal tono guerresco, contrapposta al duetto delle voci femminili di tono amorevole e materno. La Cantata BWV 132 Bereitet die Wege, bereitet die Bahn! appartiene invece a un gruppo di dieci opere composte nel 1715 a Weimar su testo di Salomon Franck, che aveva pubblicato pochi mesi prima una raccolta di testi devozionali pronti per essere musicati. La differenza con le cantate lipsiensi è evidente: il coro ad esempio è ridotto al semplice corale conclusivo, mentre ai solisti è affidata l’esposizione di tutta l’opera, con recitativi che sfociano in ampi ariosi. La domenica per la quale questa cantata è stata scritta — Quarta domenica di Avvento — rientra nel tempus clausum del calendario di Lipsia e non prevederebbe cantate con organico strumentale. La struttura formale della cantata — tre arie inframmezzate da recitativi con in coda un semplice corale polifonico — corrisponde più alla suddivisione della cantata solistica italiana che alla struttura della cantata tedesca che trova in Bach il suo massimo sviluppo.


→L’anno bachiano Perché per indicare l’ordine di composizione delle cantate Bach utilizzava la festività della Trinità e non l’inizio naturale dell’anno liturgico? L’interessante quesito pone l’attenzione sulla suddivisione temporale delle cantate che sono scritte per la tale domenica dopo la Trinità: perché iniziare dalla festa della Trinità?

La ragione è di natura biografica: Bach inizia il proprio servizio di Thomaskantor proprio la domenica del 1723 in cui si festeggia la Trinità, per questo motivo enumera e ordina le composizioni successive a partire dalla prima domenica del suo servizio. Bach crea così un calendario alternativo e personalizzato che ricorda involontariamente l’inizio dell’incarico alla Thomasschule.

Ricerche musicologiche e note di sala → Alessandro Baudino


BWV 62 — Nun komm, der Heiden Heiland Prima domenica d’Avvento — 1724 Autore del testo anonimo

→ 1. coro Nun komm, der Heiden Heiland, Der Jungfrauen Kind erkannt, Des sich wundert alle Welt, Gott solch Geburt ihm bestellt.

→ 2. aria [tenore]

nun k

Vieni, Redentore dei pagani, Riconosciuto figlio della Vergine, Per il quale tutto il mondo si stupisce, Che Dio gli abbia destinato tale nascita.

der h

Bewundert, o Menschen, dies große Geheimnis: Der höchste Beherrscher erscheinet der Welt. Hier werden die Schätze des Himmels entdecket, Hier wird uns ein göttliches Manna bestellt, O Wunder! die Keuschheit wird gar nicht beflecket.

→ 3. recitativo [basso]

Ammirate, o genti, questo grande mistero: L’Altissimo Signore si manifesta al mondo. Qui vengono svelati i tesori del cielo, Qui ci viene offerta una manna divina, O miracolo! La purezza non viene macchiata.

heila

So geht aus Gottes Herrlichkeit und Thron Sein eingeborner Sohn. Der Held aus Juda bricht herein, Den Weg mit Freudigkeit zu laufen Und uns Gefallne zu erkaufen. O heller Glanz, o wunderbarer Segensschein!

É dalla gloria e dal trono di Dio Che discende il Suo figlio unigenito. L’eroe di Giuda arriva Per seguire con gioia il Suo cammino E riscattare noi che siamo caduti. O chiaro fulgore, o mirabile segno di grazia!


komm → 4. aria [basso]

Streite, siege, starker Held! Sei vor uns im Fleische kräftig! Sei geschäftig, Das Vermögen in uns Schwachen Stark zu machen!

Combatti e vinci, valoroso eroe! Sii forte per noi nella carne! Sia Tua premura Di renderci forti, Noi che siamo deboli!

→5. recitativo [duetto]

heiden Wir ehren diese Herrlichkeit Und nahen nun zu deiner Krippen Und preisen mit erfreuten Lippen, Was du uns zubereit’; Die Dunkelheit verstört’ uns nicht Und sahen dein unendlich Licht.

Rendiamo onore a questa gloria E ci accostiamo alla Tua greppia celebrando con labbra gioiose Ciò che hai preparato per noi; Le tenebre non ci confondono Poichè abbiamo contemplato La Tua luce senza fine.

and →6. corale

Lob sei Gott, dem Vater, g’ton, Lob sei Gott, sein’m eingen Sohn, Lob sei Gott, dem Heilgen Geist, Immer und in Ewigkeit!

Sia lode a Dio, il Padre, Sia lode a Dio, il suo unico figlio, Sia lode a Dio, lo Spirito Santo, Sempre e per l’eternità!


BWV 132 — Bereitet die Wege, bereitet die Bahn! Quarta domenica d’avvento — 1715 Testo di Salomon Franck

→ 1. aria [soprano] Bereitet die Wege, bereitet die Bahn! Bereitet die Wege Und machet die Stege Im Glauben und Leben Dem Höchsten ganz eben, Messias kömmt an!

→ 2. recitativo [tenore]

bere

Preparate la via, preparate il cammino! Preparate la via e spianate il sentiero nella fede e nella vita per l’Altissimo, il Messia viene!

die W

Willst du dich Gottes Kind und Christi Bruder nennen, So müssen Herz und Mund den –Heiland frei bekennen. Ja, Mensch, dein ganzes Leben Muß von dem Glauben Zeugnis geben!

Se vuoi essere chiamato figlio di Dio e fratello di Cristo, il tuo cuore e la tua bocca devono liberamente riconoscere lui. Sì, uomo, la tua intera vita deve testimoniare la tua fede!

Soll Christi Wort und Lehre Auch durch dein Blut versiegelt sein, So gib dich willig drein!

Quand’anche la Parola e l’insegnamento di Cristo dovessero essere sigillati con il tuo sangue, non ti tirare indietro.

Denn dieses ist der Christen Kron und Ehre. Indes, mein Herz, bereite Noch heute Dem Herrn die Glaubensbahn Und räume weg die Hügel und die Höhen, Die ihm entgegen stehen! Wälz ab die schweren Sündensteine, Nimm deinen Heiland an, Dass er mit dir im Glauben sich vereine!

Poiché questa è la corona e l’onore del cristiano. Intanto, mio cuore, prepara già da oggi la via della fede per il Signore, spianando le colline e le montagne che sono sul suo cammino! Rotola via le pesanti pietre del peccato, accogli il tuo Salvatore, affinché possa unirsi a te nella fede!

→ 3. aria [basso] Wer bist du? Frage dein Gewissen, Da wirst du sonder Heuchelei, Ob du, o Mensch, falsch oder treu, Dein rechtes Urteil hören müssen. Wer bist du? Frage das Gesetze, Das wird dir sagen, wer du bist, Ein Kind des Zorns in Satans Netze, Ein falsch und heuchlerischer Christ.

BERE

B DIE

Chi sei? Domandalo alla tua coscienza, senza ipocrisia, Chi sei tu, uomo, sei falso o vero, devi ascoltare il giusto giudizio su te stesso. Chi sei? Domandalo alla legge, essa ti dirà chi sei, un figlio della collera nelle reti di Satana, un cristiano falso ed ipocrita.


eiteT → 4. recitativo [alto]

Ich will, mein Gott, dir frei heraus bekennen, Ich habe dich bisher nicht recht bekannt. Ob Mund und Lippen gleich dich Herrn –und Vater nennen, Hat sich mein Herz doch von dir abgewandt. Ich habe dich verleugnet mit dem Leben!

Io voglio, o mio Dio, confessarti liberamente e apertamente, che finora non ti ho veramente riconosciuto. Sebbene la mia bocca e le mie labbra ti chiamino Signore e Padre, il mio cuore si è allontanato da te. Ti ho rinnegato con la mia vita!

Wie kannst du mir ein gutes Zeugnis geben?

Come puoi dare buona testimonianza di me?

Als, Jesu, mich dein Geist und Wasserbad Gereiniget von meiner Missetat, Hab ich dir zwar stets feste Treu –versprochen; Ach! aber ach! der Taufbund ist gebrochen. Die Untreu reuet mich!

Quando, Gesù, con il tuo spirito e l’acqua del battesimo mi hai purificato dai miei peccati, ti ho, in verità, promesso, salda per sempre; Ah! ahimè! la promessa del battesimo si è rotta. Mi pento della mia infedeltà!

Wege,

EITEt

Ach Gott, erbarme dich, Ach hilf, daß ich mit unverwandter Treue Den Gnadenbund im Glauben stets erneue!

Ah, Dio, abbi pietà, ah, aiutami, affinché con immutabile fedeltà possa sempre rinnovare il patto della grazia con la fede.

→ 5. aria [alto]

! BAHN Christi Glieder, ach bedenket, Was der Heiland euch geschenket Durch der Taufe reines Bad! Bei der Blut und Wasserquelle Werden eure Kleider helle, Die befleckt von Missetat. Christus gab zum neuen Kleide Roten Purpur, weiße Seide, Diese sind der Christen Staat.

O membra di Cristo, ah, considerate ciò che il Salvatore vi ha donato con il bagno purificatore del battesimo! In questa sorgente di sangue e di acqua i vostri abiti macchiati dal peccato diventeranno splendenti. Cristo vi ha donato nuovi abiti di porpora rossa, di seta bianca, questa è l’abbigliamento del cristiano.

→ 6. corale

Ertöt uns durch deine Güte; Erweck uns durch deine Gnad; Den alten Menschen kränke, Dass der neu leben mag Wohl hier auf dieser Erden, Den Sinn und all Begehrden Und Gdanken habn zu dir.

Mortificaci con la tua bontà, facci risorgere con la tua grazia; indebolisci l’uomo vecchio affinché il nuovo possa vivere già qui su questa terra, e avere la mente, i desideri e i pensieri tutti rivolti a te.


Schw

BWV 36 — Schwingt freudig euch empor Prima domenica d’avvento — 1731 Testi di Christian Friedrich Henrici

prima parte

→ 1. coro Schwingt freudig euch empor zu den erhabnen Sternen, Ihr Zungen, die ihr itzt –in Zion fröhlich seid! Doch haltet ein! Der Schall darf sich nicht weit entfernen, Es naht sich selbst zu euch –der Herr der Herrlichkeit.

Elevatevi con gioia alle stelle supreme, voi lingue che ora esultate in Sion! Attente! Il vostro suono non vada lontano, il Signore della gloria si avvicina.

→ 2. corale [duetto] Nun komm, der Heiden Heiland, Der Jungfrauen Kind erkannt, Des sich wundert alle Welt, Gott solch Geburt ihm bestellt.

freu

Vieni ora, salvatore dei pagani, conosciuto come figlio della Vergine, per il quale tutto il mondo si stupisce che Dio gli abbia destinato tale nascita.

→ 3. aria [tenore] Die Liebe zieht mit sanften Schritten Sein Treugeliebtes allgemach. Gleichwie es eine Braut entzücket, Wenn sie den Bräutigam erblicket, So folgt ein Herz auch Jesu nach.

→ 4. corale Zwingt die Saiten in Cythara Und lasst die süße Musica Ganz freudenreich erschallen, Dass ich möge mit Jesulein, Dem wunderschönen Bräutgam mein, In steter Liebe wallen! Singet, Springet, Jubilieret, triumphieret, –dankt dem Herren! Groß ist der König der Ehren.

L’amore attira a sé dolcemente e gradualmente il suo amato. Come una sposa è incantata alla vista del suo sposo, così il cuore segue Gesù.

eu

p m e

Suonate le corde a Cytera e fate risuonare la dolce musica ricca di gioia, affinché io possa camminare con amore fedele affianco al piccolo Gesù, il mio meraviglioso sposo! Cantate, danzate, gioite, esultate, ringraziate il Signore! Grande è il re della gloria.


wingt → 5. aria [basso]

Willkommen, werter Schatz! Die Lieb und Glaube machet Platz Vor dich in meinem Herzen rein, Zieh bei mir ein!

Benvenuto, tesoro prezioso! Amore e fede preparano un posto per te nel mio cuore puro, vieni ad abitare in me!

udig → 6. corale [tenore] Der du bist dem Vater gleich, Führ hinaus den Sieg im Fleisch, Dass dein ewig Gott’sgewalt In uns das krank Fleisch enthalt.

uch

Tu che sei come il Padre, conducici alla vittoria sulla carne, la tua eterna forza divina allontani le debolezze della carne.

→ 7. aria [soprano]

Auch mit gedämpften, –schwachen Stimmen Wird Gottes Majestät verehrt. Denn schallet nur der Geist darbei, So ist ihm solches ein Geschrei, Das er im Himmel selber hört.

Anche con debole, flebile voce la maestà di Dio sia onorata. Poiché un solo suono dello spirito diventa per lui un potente grido che può ascoltare anche in cielo.

r o p → 8. corale

Lob sei Gott, dem Vater, g’ton, Lob sei Gott, sein’m eingen Sohn, Lob sei Gott, dem Heilgen Geist, Immer und in Ewigkeit!

Sia lode a Dio, il Padre, sia lode a Dio, il suo unico figlio, sia lode a Dio, lo Spirito Santo, sempre e per l’eternità!

seconda parte


Design by Koyaanisqatsi Collective

Seguici su

→bachsociety.it

Bach Society — Avvento  

Ciclo di cantate nelle Chiese Valdesi

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you