Issuu on Google+

Von: Betreff: Datum: An:

Webmaster <webmaster@www.alpin-mediterran.ch> «Unique !» Ordinate ora il ricettario e il libro sui prodotti! 12. Februar 2010 12:44:56 MEZ deborah.buccarella@vanija.ch

Un piacere alpino mediterraneo di origine garantita

Ordinate ora il ricettario e il libro sui prodotti! L’Unione europea promuove la propria produzione agricola migliore, alla quale è stata attribuita la certificazione di qualità europea DOP, DOC, IGP a seconda delle caratteristiche specifiche dei singoli prodotti. Il Formaggio Asiago DOP, lo Speck Alto Adige IGP e il Vino Alto Adige DOC vengono promossi in Svizzera come rappresentanti di eccellenza di tutte le produzioni agricole europee alle quali è stata attribuita la certificazione di qualità, nella campagna triennale di informazione «Unique ! un piacere alpino mediterraneo di origine garantita». La campagna viene svolta nell’ambito di un Programma finanziato dalla Commissione europea e dallo Stato italiano e viene realizzata in Svizzera dai Consorzi di Tutela Formaggio Asiago, Speck Alto Adige e Vini Alto Adige. Le Azioni si inseriscono in un panorama più ampio di attività promosse dalla Commissione europea e dagli Stati membri per favorire la sicurezza alimentare e la conoscenza del significato e del valore sottostante ai logo di qualità DOC, DOP ed IGP. Il Programma prevede quindi la realizzazione di una serie di attività informative e dimostrative rivolte sia ai consumatori, sia agli addetti al settore agroalimentare e ai giornalisti, che consistono nell’ organizzazione di eventi, partecipazione alle Fiere di settore e a manifestazioni pubbliche, pubblicazione di soggetti fotografici e messaggi sulle Riviste, produzione di materiale informativo ed iniziative di degustazione presso i punti vendita della grande distribuzione alimentare. I consumatori hanno quindi la possibilità di ricevere informazioni semplici e chiare sul funzionamento e sul significato del sistema di attribuzione dei logo di qualità


sul funzionamento e sul significato del sistema di attribuzione dei logo di qualità ed assaggiando i prodotti testimonial della campagna, che sempre sono presenti nelle varie iniziative, hanno modo di verificare e gustare la qualità dei prodotti contraddistinti dai logo di qualità europea. Il Programma continuerà fino al marzo del 2011 e quindi ci saranno molte altre occasioni di incontro con i consumatori, i giornalisti, gli esperti di gastronomia o i semplici amanti della buona cucina per conoscere meglio le grandi opportunità offerte dalla produzione agricola europea contraddistinta dai logo di qualità. Sul sito WEB dedicato alla campagna “Unique!” www.alpin-mediterran.ch sono sempre presenti informazioni sulle attività previste ed un feedback e foto su quelle già svolte ed è possibile anche richiedere il ricettario che il cuoco stellato Felix Episser ha creato proprio utilizzando i prodotti testimonial del Programma.

Il Formaggio Asiago DOP, lo Speck Alto Adige IGP e i Vini Alto Adige DOC hanno infattidue particolarità in comune: maturano all'incrocio della cultura culinaria tra nord e sud dell’Europa e sono caratterizzate allo stesso modo dalle brezze fresche delle Alpi e dall’aria calda del bacino del Mediterraneo. In aggiunta, tutte le tre specialità portano un marchio di qualità europeo. Il celebre cuoco zurighese Felix Eppisser prevede una crescente domanda a queste specialità europee. «Nella realtà odierna valori come la sostenibilità e l’autenticità sono più che mai legati al gusto,» dice lui e aggiunge «non solo per noi cuoci ma anche per i consumatori i marchi di qualità sono particolarmente importanti. Tuttavia, considerato l’assortimento d’ingredienti che si comprano ogni giorno, è impossibile controllare personalmente se tutti questi prodotti mantengono ciò che promettono. Per questa ragione, marchi di qualità come DOP, IGP e DOC ci danno la garanzia che questi prodotti non solo corrispondono agli standard di sicurezza alimentare, ma sono anche prodotti autentici di alta qualità provenienti da regioni rurali d’Europa.»

1° suggerimento: Il libro dei territori


Il passo del Brennero è ormai superato. Sulla strada verso sud ci accompagnano ancora le possenti pareti scoscese di roccia, ma ben presto scorgiamo i primi alberi di olive e fichi. In questa regione di passaggio tra nord e sud, tra la cultura germanica e romanica maturano il Formaggio Asiago DOP, lo Speck Alto Adige IGP e i Vini Alto Adige DOC. Il libro «Un viaggio alla scoperta del piacere alpino mediterraneo» ci porta nella campagna idillica del nord dell’Italia, ai paesi tranquilli e naturalmente dai vignaioli, casari e produttori di Speck che producono queste specialità di origine garantita. http://www.alpin-mediterran.ch/Ordinazioni.html

2° suggerimento: Il ricettario per il piacere dei sensi

Una materia prima eccellente è la base per ogni piatto elaborato. Il celebre cuoco zurighese si è occupato molto di Formaggio Asiago DOP, Speck Alto Adige IGP e Vini Alto Adige DOC. Ha trasformato ad esempio il Formaggio Asiago DOP fresco in ripieno per ravioli o lo ha tagliato in bastoncini per impanarli e friggerli nell’olio. Le fette fini di Speck Alto Adige IGP invece preferisce servirle al naturale, al massimo conditi con una vinaigrette o con un chutney. Nel ricettario «Un piacere alpino mediterraneo di origine garantita» Felix Eppisser presenta 25 piatti innovativi realizzati con Formaggio Asiago DOP e Speck Alto Adige IGP ed abbinati ai Vini Alto Adige DOC. http://www.alpin-mediterran.ch/Ordinazioni.html


L’Unione europea promuove la propria produzione agricola di qualità, alla quale è stata attribuita la certificazione di qualità europea DOP, DOC, IGP a seconda delle caratteristiche specifiche dei singoli prodotti. Il Formaggio Asiago DOP, lo Speck Alto Adige IGP e il Vino Alto Adige DOC vengono promossi in Svizzera come rappresentanti di eccellenza di tutte le produzioni con certificazione di qualità europea nella campagna triennale di informazione «Unique ! un piacere alpino mediterraneo di origine garantita». Home

Contatti

Indirizzi

Cancella iscrizione

Campagna finanziata con il contributo dell’Unione Europea e dell’Italia


newsletter_4_ital