Page 1

Ricette in Rosa ricette e foto dei lettori di Meringhe alla Panna http//meringheallapanna.blogspot.com


Indice ANTIPASTI

Mousse al salmone....................................................... 3 Crumble zucchine e salmone....................................... 3 Bicchierini con cocktail di gamberi................................ 4 Barchette salsiccia e formaggio ...................................4 Ravioli di frittata al prosciutto.........................................4 Involtini di cotto .............................................................5 Mousse di mortadella ....................................................5 Cocktail di gamberetti ...................................................5

Risotto alle fragole ......................................................11 Risotto rosa ................................................................ 11 Risotto del papà.......................................................... 11 Ravioli rosa con cime di rapa e feta ............................12 Ravioli di rapa, taleggio e ricotta affumicata ..............12 Tortelli rosa al sapore di mare .....................................13

SECONDI Pollo in crosta con gel rosa..........................................13 Salmone al forno su fette di limone al sale .................14 Crema di mozzarella di bufala dop al melograno e arringa affumicata ..............................................................14 Salmone al forno con finocchi e capperi .....................14

APERITIVI Frappè alla fragola ........................................................6 Aperitivo fruttato............................................................ 6

PRIMI Gnocchi rosa con crema di fontina .............................. 7 Gnocchi di barbabietola ................................................7 Morbidi rubini su crema di melanzane ..........................8 Tagliatelle di barbabietola alla panna ............................8 Pennette al salmone .....................................................9 Pennette al salmone e caviale ......................................9 Vellutata di rape rosse e mela verde .............................9 Risotto radicchio e prosciutto.......................................10 Ris e lacc in rosa .........................................................10 Risotto radicchio e stracciatella ..................................10

DOLCI Cuore pink cheesecake ..............................................15 Torta al cocco pink ......................................................15 Cuor di mandorla ........................................................16 Biscotti bicolori ............................................................16 Cuori di meringa ..........................................................16 Biscotti glassati ...........................................................17 Biscotti rosa al marzapane ..........................................17 Biscotti glassati........................................................... 17 Souffle glace ai frutti di bosco .....................................18 Dolce di fragole e mascarpone ...................................18 Mousse di fragole ........................................................18 Tortino dal cuore rosa .................................................19 Dessert rosa alla vaniglia e cioccolato ........................19 Risolatte alla melagrana .............................................19 Crema al lampone e rosa ............................................20

-2-

Punschkrapfen ............................................................20 Dolce all’amarena .......................................................21 Panna cotta e gelatina di fragole ................................21 Sciroppo di melograno ................................................21 Delizie rosa .................................................................22 Bavarese alla rosa ......................................................23 Creme aux framboises ................................................24 Bignè rosa ...................................................................23 Torta amore mio ..........................................................23 Muffin ai chips di banana ............................................24 Muffin pink ...................................................................24 Cupcakes rosa ............................................................24 Tortine di ricotta con frolla al curcuma .........................25 Cupcakes alla vaniglia con topping di panna al ribes .25 Torta glitter.................................................................. 26 Cake roll ai mirtilli .......................................................26 Cupcakes al triplo cioccolato ......................................27 Crostata con crema rosa e litchis ...............................27 Pesche dolci ...............................................................28 Rotolo barbapapà .......................................................28 Torta clown ..................................................................29 Torta di capodanno .....................................................29 Torta barbie .................................................................29 Torta al peperoncino ...................................................29 Torta rosa di lampone .................................................29 La vecchia Singer .......................................................30 Torta dipinta con rose canine e violette .......................30 Pink bag ......................................................................30 Cupcakes decorati ......................................................30 Hello kitty cake ............................................................30 Charlotte rosa, limone e lamponi ................................31 Chiffon– angel cake ....................................................32


Mousse al salmone

Crumble zucchine e salmone

Pane al pane vino al vino http://panealpanevinoalvinoblog.blogspot.com

Pane al pane vino al vino http://panealpanevinoalvinoblog.blogspot.com

120 gr. robiola 120 gr. mascarpone 100 salmone affumicato uova di lompo rosse a piacere

4 zucchine romanesche 250 gr. salmone affumicato 100 gr. salmone al naturale (in scatola) olio extravergine, sale 40 gr. burro freddo 60 gr. parmigiano grattugiato 60 gr. farina.

Antipasti

Amalgamare la robiola ed il mascarpone e unire il salmone che avremo frullato precedentemente, mescolare bene e aggiungere le uova di lompo. Riempire le tartellette o spalmare sulle tartine, volendo si può decorare con una fettina di cetriolino sott’aceto

-3-

Tagliare le zucchine a rondelle e saltarle in padella con un po’ di olio senza farle appassire troppo se desiderate mantenerle croccanti(al contrario, proseguite un pochino la cottura a fuoco basso, allungando con un goccio di latte). Aggiustare di sale e spegnere il gas. Nel frattempo tagliare i due tipi di salmone a pezzetti piccoli. Preparare in una ciotola il crumble: mescolare la farina con il parmigiano e il burro freddo a pezzetti, sbriciolando(da qui il nome”crumble”) con la punta delle dita finchè avremo la consistenza di pangrattato. Questa operazione va fatta velocemente per non scaldare l’impasto. Mettere in frigo a riposare per un po’. Assemblare il piatto: mettere un po’ di zucchine sul fondo, unire il salmone e per ultimo il crumble, sbriciolandovelo sopra. Infornare a 200° per circa 20 minuti.


Bicchierini con cocktail di gamberi

Barchette salsiccia e formaggio

Ravioli di frittata al prosciutto

la scimmia cruda http://www.lascimmiacruda.info

la scimmia cruda http://www.lascimmiacruda.info

Oggi pane e salame, domani… http://sunflowers8.blogspot.com

pasta brisée salsiccia fresca formaggio morbido

per 2 persone: 3 uova, 4 cucchiai di parmigiano grattugiato, 100 gr di ricotta 60 gr di prosciutto cotto, 250 gr di pomodori pelati 1 scalogno, 10 olive verdi denocciolate basilico fresco (o in alternativa basilico essiccato) q.b.: sale, pepe, zucchero, olio evo

gamberetti (sbollentati per qualche minuto) maionese qualche goccia di concentrato di pomodoro un po’ di senape. Per decorare: un gamberetto e lime si sbollentano per pochi minuti i gamberetti, si lasciano freddare un po’, se ne mettono alcuni da parte per la decorazione finale (1 a persona può bastare); poi si aggiunge la maionese, il concentrato di pomodoro e la senape, si mescola delicatamente e si versa nei bicchierini. Si affetta a spicchi il lime e si fa uno spiedino per ciascun bicchierino con un pezzetto di lime ed un gamberetto, da appoggiare sul bicchiere al momento di servire.

Innanzitutto si preparano le barchette: stendere la brisée sugli stampini e infornare (forno caldo) per circa 15/20 minuti a 180°. Il ripieno: mixare la salsiccia e il formaggio morbido. Una volta sfornate le barchette, lasciarle raffreddare e poi farcirle con la crema ottenuta. :-) alla fine ho aggiunto un po’ di origano.

-4-

- ripieno: Tritare finemente nel mixer il prosciutto cotto con la ricotta, due cucchiai di parmigiano grattugiato, un pizzico di sale e una macinata di pepe. Preparare il sugo: Rosolare in una casseruola lo scalogno spellato e tritato, con 2 cucchiai di olio evo, aggiungere i pelati, sale, un cucchiaino di zucchero, le olive verdi denocciolate e tagliate a pezzettini. Cuocere per 10 minuti a fuoco basso, unire a fine cottura le foglie di basilico spezzettate. - frittate: Sbattere le uova in una ciotola con 2 cucchiai di parmigiano grattugiato, un pizzico di sale ed una macinata abbondante di pepe. Scaldare 2 cucchiai di olio in padella, versa il composto di uova e cuocilo per 3_4 minuti a fiamma media. girare la frittata e cuocere per altri 2 minuti. Trasferire la frittata su un foglio di carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso e ricavare 4 dischetti rotondi con il tagliapasta. Completare e servire


Involtini di cotto

Mousse di mortadella

Cocktail di gamberetti

Cucina mia http://angelacucina.blogspot.com/

L’antro dell’alchimista http://antroalchimista.blogspot.com

Pane al pane vino al vino http://panealpanevinoalvinoblog.blogspot.com

per 6 persone 300 g di Mortadella IGP 100 g di ricotta fresca 1 cucchiaio di Parmigiano Grattugiato 1 cucchiaio di Panna Liquida (mia aggiunta un cucchiaino scarso di senape di Digione)

Gamberetti maionese ketchup brandy lattuga

x 4 persone: 8 fette di spalla cotta 10 olive nere condite 10 olive verdi condite 400 gr di formaggio splamabile dal gusto dolce 1 fetta di feta a piacere 4 fogli di colla di pesce e le foglie esterne di lattuga Condite il formaggio splamabile con prezzemolo e origano fresco. Ponetelo in una sacca da pasticcere e tenete da parte. Snocciolate le olive e tagliatele a fette o per lungo e ponete da parte. Si possono comprate le oliva gia’ denocciolate, piu’ comode, ma perdono parte del loro sapore. Tagliate la feta a bastoncini per la lunghezza larghi 1/2 cm. Ponete la colla di pesce ad ammorbidire in acqua fredda per almeno 10 minuti Adagiate una fetta di spalla su un foglio di pellicola, quella della salumeria, distribuite una striscia di formaggio colla sacca da pasticcere, le olive e i bastoncini di feta. Aiutandovi col foglio di pellicola, arrotolate la fetta di spalla su se stessa ben stretta. Continuate fino ad esaurimento delle fette. Lavate e asciugate molto bene la lattuga. Avvolgetela su se stessa e tagliate, con un coltello molto affilato, delle stri scioline molto sottile. Accomodatele su un piatto di servizio e ponetevi sopra gli involtini. Decorate con rotelline di olive e i peperoni che troverete nelle olive. Sostituite il beccuccio della sacca da pasticciere con uno molto piccolo e decorate gli involtini. Mette a bagno in acqua fredda i fogli di colla di pesce. Strizzateli e fateli sciogliere in un pentolino a fuoco molto basso (non devono bollire) fino a che non diventa liquida. Lasciate raffreddare un pò, spennellatela sugli involtini e poneteli in frigo

Tritare la mortadella. Aggiungere la ricotta, il Parmigiano e mescolare il tutto sino ad ottenere un impasto omogeneo. Frullare il tutto insieme alla panna liquida (e la senape) sino a creare una mousse soffice.

-5-

Pulire i gamberetti e lessarli in acqua leggermente salata.Scolarli bene e farli raffreddare. Nel frattempo preparare la salsa cocktail:in una ciotola,unire maionese e ketchup nella proporzione 3-1 (3 cucchiai di maionese+1 cucchiaio di ketchup) unire del brandy e sbattere con una frusta. Dopo aver lavato e asciugato la lattuga,metterla sul fondo delle coppe. Tuffare i gamberetti ormai freddi nella salsa e dopo averli rimestati, depositarne un paio di cucchiai sulle coppe.


Frappè alla fragola

Aperitivo fruttato

Il cucchiaio d’oro http://ilcucchiaiodoro.blog.tiscali.it

Mangiare è un po’come viaggiare http://viaggiarecomemangiare.blogspot.com

250 gr di fragole fresche mature (possibilmente italiane che sono più profumate) 200 gr di latte fresco 2 cucchiai di zucchero 6 cubetti di ghiaccio 2 cucchiai di panna spray

Aperitivi

Inserire nel boccale del frullatore le fragole lavate,il latte freddo,lo zucchero il ghiaccio. Frullate bene finchè non ci sono più frammenti di ghiaccio. Versate sul fondo del bicchiere la panna e poi versate il frappè mescolando con una cannuccia. Servite subito. Per 2

-6-

per 2 6 fragole belle mature, due cucchiai di yogurt greco o comunque denso un bicchiere di prosecco freddo alcuni (5 - 6) grani di pepe di szechuan 6 foglioline di mentuccia 4 foglioline di basilico, un cucchiaio scarso di miele fluido Mettete i granelli di “pepe” in un pentolino antiaderente a tostare 2 minutini, finchè si comincerà a sentirne il profumo, poi metteteli in un sacchettino e con il batticarne schiacciateli grossolanamente, frullate 4 fragole con lo yogurt, un po’ di prosecco, metà del pepe, il basilico, il miele e 4 foglioline di mentuccia. Mettete il tutto in una caraffa filtrando con colino a maglie strette e aggiungete il resto del prosecco, miscelate bene, versate in due bicchieri e decorate con le foglioline di mentuccia rimaste, la fragolina in uno spiedino e bricioline di pepe.


Gnocchi rosa con crema di fontina

Gnocchi di barbabietola

Pentole di rame http://pentoledirame.blogspot.com

Menu turistico http://menuturistico.blogspot.com

Gnocchi di patate: preparare i gnocchi con questa ricetta http://ricette.giallozafferano.it/Gnocchi-di-patate.html aggiungendo all’impasto un goccino di succo di barbabietola rossa. Condire con una salsina fatta con fontina sciolta in un pentolino con panna e noce moscata. Guarnire con cioccolato fondente fuso e ciuffetti di rosmarino con infiorescenza.

400 g di patate 150 g di farina 1 barbabietola piccola (sui 200 g) sale

Prini

Lavare benissimo le patate con la buccia e metterle a cuocere in acqua fredda leggermente salata. Quando saranno cotte, sbucciarle ancora calde (meglio se bollenti) e passarle allo schiacciapatate. Incorporarvi 100 g di farina e il sale, impastando rapidamente e poi, a poco a poco, la barbabietola frullata, aggiungendo i restanti 50 g di farina, per rendere piÚ asciutto l’impasto. Alla fine, dovrete avere il classico impasto da gnocchi, morbido, ma che non si attacca alle mani. Spolverate il piano di lavoro e preparate tanti rotolini, da cui taglierete degli gnocchi, lunghi max 2 cm. Volendo, potete passarli sui rebbi di una forchetta, per dare loro la classica forma rigata. Mettete sul fuoco una pentola capiente, con abbondante acqua, portate ad ebollizione, salate e, alla ripresa del bollore, gettatevi dentro gli gnocchi. Quando sono cotti, verranno in superficie. Scolateli bene con una schiumarola, a mano a mano che affiorano, e conditeli con burro fuso e semi di papavero. x4

-7-


Morbidi rubini su crema di melanzane Mangiare è un po’ come viaggiare http://Viaggiarecomemangiare.blogspot.com 200 + 60 gr. di ricotta 100 gr. di farina un tuorlo parmigiano reggiano mezza rapa rossa cruda (80 gr.) una melanzana lunga e stretta basilico, aglio, origano, olio q.b., burro chiarificato parmigiano reggiano grattugiato. -gnocchetti: frulllate 100 gr. di ricotta con la rapa rossa tagliata già a tocchetti fino a farne crema, aggiungete poi gli altri 100 gr., la farina, due cucchiaioni di parmigiano, il tuorlo e un pizzico di sale.

Lavorate fino a farne un impasto morbido, anche se resta leggermente umido non aggiungete farina, se non per spolverare durante la lavorazione degli gnocchi, perderebbero la loro morbidezza. Ricavatevi dei filoncini da cui ritagliare gli gnocchi, che poggerete su un piano spolverato di farina in attesa di essere cotti. Quando nell’acqua salata in ebollizione saliranno a galla saranno pronti. - quenelle e crema di melanzane : prendete i 60 gr. di ricotta rimasta e passatela al setaccio, aggiungetevi due cucchiai di burro fuso e chiarificato, più 2 cucchiai di parmigiano grattugiato, mescolate bene ottenendo una crema che sostituirà il più classico parmigiano, insaporendo il piatto una volta amalgamata con gli gnocchi. Tagliate la melanzana a cubetti e metteteli con uno spicchio di aglio tagliato in due, olio, foglioline di basilico e origano, un mestolino di brodo vegetale, e sale, in un tegame a cuocere finchè saranno morbidi, fate comunque asciugare il fondo. Una volta cotti, frullate bene. Mettete la crema calda sul fondo del piatto con gli gnocchi al centro e condite con un filo d’olio a crudo, foglioline di prezzemolo per decorare, e due o tre quenelle. x2

-8-

Tagliatelle di barbabietola alla panna A tutta cucina http://atuttacucina.blogspot.com 250g semola rimacinata, 100g barbabietola cotta, 200ml panna da cucina, 80g grana grattuggiato, sale, pepe nero, olio Grattuggiare finemente la barbabietola e unirla alla farina con 100ml d’acqua e un pizzico di sale. Lavorare fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo, quindi formare un panetto, avvolgerlo in pellicola e metterlo in frigor per 1 ora. Dividere il panetto in due e, con il mattarello, sul piano di lavoro ben infarinato, tirare la sfoglia sottile. Arrotolarla su se stessa e tagliare le tagliatelle larghe 2cm. Sfogliarle, ripassarle nella farina e metterle su in canovaccio infarinato. Lasciarle seccare 1 ora prima di cuocerle. Far restringere per 3 minuti la panna sul fuoco con sale e pepe. Portare ad ebollizione abbondante acqua salata con 1 cucchiaio d’olio, immergere le tagliatelle e cuocerle 2 minuti. Scolarle, unirle alla panna e spadellare delicatamente, a fuoco vivace, per 3 minuti, quindi unire il grana e un’abbondante manciata di pepe.


Pennette al salmone

Pennette al salmone e caviale

Pane al pane vino al vino http://panealpanevinoalvinoblog.blogspot.com

L’antro dell’alchimista http://antroalchimista.blogspot.com

500 gr. pennette 200 gr salmone affumicato burro 1/2 cipolla vino bianco 80/100 ml passata di pomodoro 250/300 ml panna da cucina fresca (crema di latte) sale In una larga padella, far imbiondire la cipolla affettata finemente nel burro, aggiungere il salmone tagliato a striscioline, rosolare un po’ e sfumare con vino bianco. Unire la passata di pomodoro e dopo aver dato una mescolatina, aggiungere la panna, aggiustare di sale (poco) e spegnere dopo due minuti. Nel frattempo cuocere la pasta e pochi minuti prima di fine cottura, scaldare il condimento. Prelevare la pasta al dente, aiutandosi con un mestolo forato, in modo di trasferire nel condimento anche parte dell’acqua di cottura, mantecare per un paio di minuti e se fosse necessario aggiungere un pochino d’acqua di cottura.

Vellutata di rape rosse e mela verde Fragole a Merenda http://fragoleamerenda.blogspot.com

Pasta formato Pennette Caviale Salmone Mezzo scalogno, Una noce di burro Qualche goccia di Brandy Formaggio cremoso dal gusto delicato Un bicchiere di latte Un pizzico di Noce Moscata, Sale

rape rosse precotte: 500 gr patate: 2 di media grandezza cipollotti: 2 mela verde: 1 ricotta: 150 gr latte: 1 bicchiere miele: 2 cucchiaini rasi granulare vegetale: ½ cucchiaino, sale

Cuocere al dente le pennette. Nel wok sciogliere una noce di burro. Unire lo scalogno affettato molto sottilmente e rosolare per un paio di minuti. Aggiungere il salmone tagliato a listarelle e insaporire per altri due minuti. Sfumare con qualche goccia di Brandy. Stemperare il formaggio cremoso con il latte. Aggiungerlo alla preparazione e cuocere sino ad ottenere una crema morbida. Regolare di sale e aggiungere un pizzico di noce moscata. Scolare le pennette, versarle nel wok e mantecare bene per qualche minuto. Disporre in una terrina, cospargere con il caviale e servire.

Pulite patate e cipollotti (tenete un po’ di parte verde), sbucciate la mela e fate tutto a fettine. Mettete in una pentola con le rape a pezzi e il granulare e coprite appena d’acqua. Fate bollire e spegnete appena le verdure sono tenere (una cottura prolungata farebbe virare il colore verso un’inquietante nuance viola prugna-marcia). Aggiungete il latte, la ricotta e il miele, aggiustate di sale e frullate tutto a lungo con il minipimer: non ci devono essere grumi (sennò non sarebbe ... una vellutata!). Mettete in frigo qualche ora (meglio tutta la notte) e servitela tiepida o fredda, accompagnata da una fetta di pane integrale tostato con ricotta, sale, pepe, e noce moscata (o con del burro salato, se non siete a dieta...). Se volete anche fare un po’ gli spiritosi, decorate con pois di ricotta lavorata con un po’ di latte.

-9-


Risotto radicchio e prosciutto

Ris e lacc in rosa

Risotto radicchio e stracciatella

Pane burro e marmellata http://www.mypaneburroemarmellata.com

GustosaMente http://gustosamente.blogspot.com

Mele e cannella http://meleecannella.blogspot.com Per due 180gr di riso Carnaroli un quarto di cespo di radicchio rosso di Chioggia, cipolla bianca 1/2 bicchiere di vino bianco secco sale e olio extravergine d’oliva q.b. 50gr di stracciatella una noce di burro e un cucchiaio di parmigiano rucola fresca tritata grossolanamente per guarnire un lt di brodo vegetale.

320 gr di riso Arborio 1 radicchio 200 gr di prosciutto cotto 1/2 cipolla poco parmigiano reggiano, sale, pepe, olio evo Tritare finamente la cipolla e farla rosolare lentamente in 2 cucchiai i olio evo. A parte, lavare e tritare il radicchio e tritare anche il prosciutto. Appena la cipolla diviene trasparente, aggiungere una parte di radicchio tritato ed una parte di prosciutto. Aggiungere poca acqua e lasciare stufare, a fiamma bassa, per una decina di minuti. Aggiungere il riso e cucinarlo come di consueto, mescolando continuamente ed aggiungendo acqua calda, fino a portarlo a cottura. Appena cotto, mantecare con un pò di parmigiano grattuggiato. In un pentolino, versiamo un filo di olio evo ed uniamo il radicchio ed il prosciutto rimasti. Lasciare sul gas un paio di minuti, giusto il tempo di far divenire croccante il prosciutto. A questo punto, possiamo impiattare: versare un pò di riso in un coppapasta, sformare e decorare con radicchio e prosciutto saltati precedentemente. Per 4 persone.

200 gr. di riso 1 litro di latte 1⁄2 litro di acqua 2 cucchiai di zucchero 2 cucchiai di barbabietola precotta ridotta in purea sale q.b., parmigiano Mettere il latte e l’acqua in una casseruola con poco sale. Portare a ebollizione e aggiungere il riso. Far cuocere per 20 minuti, mescolando spesso. A cottura ultimata, aggiungere lo zucchero, la purea di barbabietola e mescolare. Servire tiepido spolverando a piacere con parmigiano grattugiato. x4

-10-

In una padella bassa anti aderente coprite il fondo con l’olio e aggiungete la cipolla tritata a rosolare.Quando sarà trasparente mettete il radicchio,lavato,mondato(io ho tolto la parte bianca in eccesso) e tagliato a julienne.Fate rosolare girando,quando sarà appassito,sfumate con il vino bianco,fate evaporare l’alcool e salate.Un goccio di acqua e fate cuocere per 5 min non di più!Intanto preparate il brodo vegetale con un lt di acqua,una carota,sedano e cipolla. Quando il brodo sarà pronto,riaccendete la padella con il radicchio e versate il riso a tostare. Dopo di ciò proseguite la cottura come un solito risotto,aggiungendo volta per volta il brodo caldo.Quando il riso sarà pronto, a fuoco spento,mantecate con il burro,il parmigiano.Girate e aggiungete per ultimo la stracciatella,rigirate e servite guarnendo con la rucola.


Risotto alle fragole

Risotto rosa

Risotto del papà

Pappa e ciccia http://pappaeciccia.blogspot.com

Corrado T http://corradot.blogspot.com

Lavanda in terrazza http://lavandainterrazza.blogspot.com

300 g riso Carnaroli 200 g fragole 2 scalogni brodo vegetale parmigiano grattugiato una noce di burro olio extravergine di oliva Sale, pepe nero o aceto balsamico Mettere in una padella dell’olio, poi tritarvi finemente lo scalogno. Porre sul fuoco a fiamma bassa: quando comincerà ad appassire, aggiungere il riso, alzare la fiamma e farlo tostare per un minuto e mezzo circa. Quindi, cominciare ad aggiungere il brodo vegetale caldo. A metà cottura, unire anche le fragole precedentemente lavate e tagliate a piccoli pezzettini; salare e continuare a cuocere, continuando ad unire il brodo mano a mano che cuoce. Quando il riso è cotto, spegnere il fuoco, e mantecare con abbondante parmigiano grattugiato e una nocina di burro. Dopo aver mescolato bene, servire il riso, aggiungendo, a seconda dei gusti, una spolverata di pepe nero o una spruzzatina di aceto balsamico

per 2 persone 160 gr riso 2 pompelmi rosa 3 bicchieri di vino rose’. Non frizzante! Pepe rosa in grani, Cipolla bianca, Brodo Spremere un pompelmo rosa e conservarne il succo. Pelare al vivo l’altro pompelmo e conservare gli spicchi. In un po’ di olio evo soffriggere la cipolla bianca tritata finemente e poco pepe rosa. Far tostare il riso e portarlo a mezza cottura aggiungendo brodo, come al solito. Assaggiare e regolare di sale. Dopo la mezza cottura aggiungere solo vino rose’ e completare con questo la cottura. Devo dire che 3 bicchieri non hanno poi colorato un granche’ il riso, ma non ho voluto aumentare la dose per paura che il risultato fosse troppo acido. Piu’ colore e’ invece arrivato dal succo di pompelmo, da versare verso la fine. Fuori dal fuoco aggiungere una bella presa di grani di pepe rosa e mescolare bene, per far passare l’aroma nel risotto. Impiattare, guarnire con gli spicchi di pompelmo rosa e aggiungere ancora un poco di grani di pepe rosa per guarnizione. Assolutamente non aggiungere formaggio, per non coprire tutti gli aromi.

-11-

riso carnaroli burro funghi porcini mirtilli Scalogno, Olio, vino bianco, brodo vegetale Affettare i funghi dopo averli puliti con un panno umido e trifolarliin una padella con un pò di olio per una decina di minuti circa. Preparare intanto il risotto facendo rosolare lo scalogno tritato con una noce di burro, aggiungere il riso, farlo tostare e sfumarlo con poco vino bianco. Aggiungere poco alla volta il bordo vegetale e a metà cottura aggiungere i funghi trifolati. Proseguire la cottura aggiungendo il brodo, e quando mancano pochi mintu a fine cottura aggiungere una manciata di mirtilli. Amalgamare il tutto e mantecare con del burro.


Ravioli rosa con cime di rapa e feta

Ravioli di rapa, taleggio e ricotta affumicata

Mamma Iana http://mammaiana.blogspot.com

La cucina di qb http://www.lacucinadiqb.com

per la pasta: 200/250 gr. di semola di grano duro 2 uova il succo del pacchetto delle barbabietole precotte

per la pasta: 320 gr farina tipo 0, 80 gr farina di semola di grano duro, 3 uova ed 1 tuorlo, 1 rapa rossa lessata in precedenza di ca. 75 gr, 1 tuorlo sbattuto con un po’ d’acqua

per il ripieno: cime di rapa feta olio Evo aglio, peperoncino, sale, pepe

per il ripieno: 130 grammi di taleggio D.O.P., 2 rape rosse lessate in precedenza di ca. 150 gr, 25 g. di burro chiarificato, Sale e pepe bianco macinato al momento

per il condimento: Burro, pecorino, semi di sesamo, timo

per il condimento 2 cucchiai di pinoli, 50 gr di burro chiarificato, ricotta affumicata grattugiata a piacere

Mettere 200 gr. di semola sulla spianatoia a fontana e versarci il succo delle barbabietole e le uova al centro. Impastare ed eventualmente aggiungere un pò di semola per ottenere una palla tonda e liscia. Coprire con una pellicola e mettere a riposare in frigo per un’ora. Nel frattempo bollire le cime di rapa pulite e lavate (per le quantità dipende un pò da quanti ravioli volete fare, io ho usato metà della pasta per il pranzo di 3 persone), lasciarle scolare bene e ripassarle in padella con aglio, olio e peperoncino. Aggiustare di sale e pepe e frullare le cime di rapa insieme alla feta con un frullatore ad immersione (è stato un pò problematico perchè la verdura è un pò sfilacciosa, ma alla fine funziona!). Tirare fuori la pasta dal frigo, sfogliarla e passarla alla macchinetta fino al penultimo buco, o in alternativa stenderla a mano con il mattarello abbastanza fine. Con un cucchiaino mettere dei mucchietti di ripieno sulla pasta distanziandoli di un paio di cm., ripiegare la pasta su se stessa e formare i ravioli. Tuffare i ravioli in acqua salata bollente e tirarli fuori non appena tornano a galla (un paio di minuti). Condire con una salsa preparata facendo sciogliere un pò di burro in una padella con del timo secco e un pò di semi di sesamo che danno qual leggero contrasto un pò croccante. Spolverare con un pò di pecorino.

Bollire, partendo da acqua fredda, le rape per circa 50 minuti. Tagliare il taleggo in dadolada e metterlo in una ciotola. Sbucciare le rape e tagliare le prime due a pezzetti, spadellarle per qualche minuto con un cucchiaio di burro e, leggermente salate e pepate, mescolarle ancora calde nella ciotola con il taleggio. Mettere da parte. Preparare la pasta come di consuento, aggiungendo nell’impastatrice la polpa di una rapa, lavorare l’impasto per dieci minuti e lasciarlo riposare in una ciotola coperta, per circa 20’. Nel frattempo sbucciare le rimanenti rape e tagliarle in dadolata, spadellarle per qualche minuto con un cucchiaio di burro e, leggermente salate e pepate, mescolarle ancora calde con il taleggio. Mettere da parte. Confezionare i ravioli, cucinarli in acqua bollente per circa 4’, spadellarli per un altro minuto con burro chiarificato e pinoli tostati in una padella antiaderente priva di grassi e servirli con una bella grattugiata di ricotta affumicata.

-12-


Tortelli rosa al sapore di mare

Pollo in crosta con gel rosa

La cuoca pasticciona http://lacuocapasticciona.blogspot.com

La pasticcioneria http://lapasticcioneria.blogspot.com

per la pasta: 500 g farina 00 100 g barbabietola (già cotta)

3 fette di petto di pollo un pò altine il succo di 3 melagrane un cucchiaino di zucchero un cucchiaio abbondante di maizena un rotolo di pasta sfoglia un uovo

per il ripieno: 200 g di code di gamberi/gamberi (freschi) 200 g di robiola 1 cucchiaio di Parmigiano Reggiano, timo fresco sale e pepe q.b.

Secondi

Preparare la pasta qualche giorno prima e conservarla in congelatore, all’uso scongelarla. Privare il guscio ai gamberetti e tritarli, riporli in una ciotola con sale, pepe e timo. Unire alla ciotola la robiolina e il Parmigiano Reggiano, mescolare, controllare la sapidità, ed il gioco é fatto. Stendete la pasta sottile e ritagliate dei rettangoli lunghi circa 10 cm; farciteli con un po’ di composto di pesce e richiudeteli a forma di barchetta, sigillando bene i bordi. Lessate i tortelli in abbondante acqua salata, scolateli appena cotti con un mestolo forato e disponeteli in una zuppiera o in piatti di servizio caldi nel seguente modo: condite i tortelli con un filo di burro fuso e per guarnire

Mettere sul fuoco il succo zuccherato e sciogliere la maizena nel liquido, alzando la temperatura fino quasi a bollore. Come per magia il succo si trasformerà in gel. Aprire i petti di pollo a libro, spalmarli di gel e richiuderli. Scottarli velocemente in padella e lasciarli intiepidire. Avvolgerli poi in un rettangolo di pasta sfoglia, e, dopo averli bucati in superficie, pennellarli con l’uovo e passarli in forno a 220° per una ventina di minuti. Ho finito il piatto con un po’ di gel raffreddato in frigorifero una mezz’ora e disposto a ciuffetti con una tasca con bocchetta a stella.

-13-


Salmone: - al forno su fette di limone al sale

Crema di mozzarella di bufala dop al melograno e arringa affumicata

Note di cioccolato - http://notedicioccolato.blogspot.com

Qualcosa di rosso http:// qualcosadirosso.blogspot.com

2 fette di salmone, 1 spicchio d’aglio, 1 rametti di rosmarino, mix “creola” in grani (pepe multicolore), poco pangrattato, 1-2 cucchiai di limoncino, 2 limoni NON trattati, sale grosso q.b., olio evo

100 gr di mozzarella di bufala campana dop un filo d’olio extravergine, aringa dorata affumicata q.b. quattro cucchiai di succo di melograno (ci vuole quasi un frutto intero) pane integrale raffermo, poco burro, chicchi di melograno per decorare

Limone al sale : una volta lavati e asciugati, si tagliano i limoni a fette di circa 1/2 cm e si dispongono in un contenitore di vetro, alternandole al sale grosso che deve ricoprirle per bene. Si termina con uno strato di sale, si chiude e si lascia riposare a temperatura ambiente da un minimo di 48 ore fino anche a 2-3 settimane. Cottura del pesce : si copre il fondo di una pirofila con le fette di limone, eliminando tutto il sale visibile (si possono anche passare velocemente sotto l’acqua, tamponandole poi con carta assorbente), si appoggia su ciascuna un ciuffetto di rosmarino e vi si adagiano sopra le fette di salmone, asciugate bene con carta da cucina, strofinate con lo spicchio d’aglio e insaporite con una bella macinata di pepe multicolore da ambo i lati. Si cospargono le fette con un po’ di pangrattato, si condisce il tutto con un filo di olio, mezza tazzina di acqua tiepida e il limoncino e si inforna a 180°C per circa 15 minuti, accendendo il grill negli ultimi minuti di cottura, fino a che la superficie è ben dorata. Servire subito.

Sgranare il melograno e frullare i chicchi. passare al colino il succo spremendo bene la polpa e tenere da parte. frullare la bufala e unire il succo di melograno e un filo d’olio. tagliare dei filetti di aringa, sciacquarli rapidamente, asciugarli e appoggiarli in fondo ai bicchierini. sciogliere poco burro in padella e saltarci il pane sbriciolato. riempire i bicchierini con la crema di bufala, decorare col pane tiepido e i chicchi di melograno interi. Per ogni bicchierino.

- al forno con finocchi e capperi Pasticci e deliri di una strega in cucina - http://lasusinaontherocks.blogspot.com

800 gr. di filetto di salmone (3 grossi filetti), 2 finocchi - 100 gr. di carote - 400 gr. di patate - olio evo, sale/pepe Per la salsina: 80 gr. di burro - 1 limone non trattato - 1 cucchiaio di capperi, 50 gr. di olive nere e verdi denocciolate, 2 rametti di aneto, sale/pepe Lavare i filetti di salmone, salarli e peparli. Lavare le verdure, tagliarle a tocchetti e scottarle per 8-10 minuti in acqua bollente e salata, scolarle e metterle su di un foglio di carta da forno unta di olio. Appoggiarvi sopra il salmone, salare e pepare e condire con un filo d’olio. Chiudere bene il cartoccio e porlo in forno a 180° per circa 20’. In una casseruolina fare leggermente dorare il burro, unirvi il succo di limone e la sua buccia tritata finemente insieme ai capperi e alle olive. Ultimata la cottura, lasciare riposare per 3-4 minuti prima di aprire il cartoccio. Al momento di servire, aggiungere la salsa e l’aneto tritato.

-14-


Dolci e dolcetti

Cuore pink cheesecake

Torta al cocco pink

Cucchiaio e pentolone http://cucchiaioepentolone.blogspot.com

Dolci a go go http://dolciagogo.blogspot.com

per la base: 200 g di pandistelle tritati e mescolati a 100 g di burro: ho foderato lo stampo con pellicola e messo il composto risalendo sui bordi,messo in frigo

3 uova 150 di zucchero 100 g di cocco disidratato 100 ml di latte ½ bustina di lievito un pizzico di sale 300 g di farina

per la crema 250 gr di ricotta 300 gr di panna fresca 100 gr di zucchero a velo mezzo vasetto di amarene fabbri(o toschi) 2 fogli di colla di pesce 1 cucchiaino di maizena, rum ammollare in acqua fredda la colla di pesce, mescolare la ricotta allo zucchero a velo,le amarene tritate e 2 cucchiai di sciroppo,aggiungere la panna montata e la gelatina strizzata e sciolta in 1 cucchiaio di panna e 1 di sciroppo,unire alla crema e mettere sulla base di biscotti, are un topping con lo sciroppo di amarene,2 cucchiai di rum e la maizena,quando è addensato, fare intiepidire e versare sulla torta,rimettere in frigorifero.

-15-

Mettere il cocco con il latte in una bacinella per 20 minuti,nel frattempo montate le uova con lo zucchero e il pizzico di sale. Setacciate sulle uova la farina e il lievito,amalgamate bene e aggiungete il cocco con tutto il latte(l’impasto prima del cocco vi sembrerà molto duro ma non preoccupatevi con l’aggiunta del, latte e del cocco si ammorbidirà il tutto).Stendete un forno di carata forno in uno stampo rettangolare e versate il composto livellando la superficie e cuocete in forno statico a 180 per 30 minuti. Quando il dolce è pronto lasciatelo raffreddare 5 minuti senza toglierlo dallo stampo e spennellate la superfici con uno sciroppo fatto con 3-4 cucchiaia di zucchero a velo e 2 cucchiaia circa di acqu e un pizzico di colorante rosa. Alla fine una bella spolverata di cocco e servitela intera tagliandola al momento oppure a quadrotti o a strisce.


Cuor di mandorla

Biscotti bicolori

Cuori di meringa

Una finestra di fronte http://unafinestradifronte.blogspot.com

Le padelle fan fracasso http://lepadellefanfracasso.blogspot.com

Semi di papavero htpp://semidipapavero.blogpot.com

70 g burro - 60 g zucchero a velo 1 tuorlo d’uova codice 0 - 30 g farina di mandorle 100 g farina 00 - stecchi di bambù Glassa al cioccolato bianco: 70 g circa cioccolato bianco (meglio se di copertura) Gocce di succo di barbabietola - 1 cucchiaino di glucosio Panna fresca q.b.

120gr. di burro 75gr. di zucchero a velo 1 bustina di vanillina 1 tuorlo d’uovo 200gr. farina OO per dolci un pizzico di sale qualche goccia di colorante rosso

meringa francese 200gr di albumi 200gr di zucchero semolato 200 gr di zucchero a velo (colorante alimentare rosso))

Preparazione Biscotti. Lavorare il burro con una frusta, fino ad ottenere una crema biancastra. Aggiungere lo zucchero, mescolare e incorporare il tuorlo. Incorporare le farine e far riposare il composto in frigo per 30’. Stendere con il mattarello, tra due fogli di carta forno, l’impasto e ricavarne con un taglia biscotti i cuori, nei quali inserire la gli stecchi. Sistemate i biscotti su una teglia foderata con della carta da forno e infornare in forno caldo a 180º durante 10-12 minuti. Glassa. Sciogliere il cioccolato a bagnomaria, facendo attenzione che non entri a contatto con l’acqua (non coprire) ed aggiungere il glucosio, le gocce di succo di barbabietola e la panna q.b. a rendere il composto fluido. Disporre i cuori su una gratella per dolci, collocare al di sotto un foglio di carta forno e versare sui cuori il cioccolato (la parte eccedente, cadrà sulla carta e si potrà riutilizzare)

Ho usato il mio adorato robot, ho fatto girare al max la farina con il burro e poi tutto il resto tranne il colorante. Ho diviso l’impasto in due e in una ho messo il colorante. Dopo aver fatto riposare gli impasti per mezz’ora in frigo ho tirato due sfoglie di 20 cm di lato e ho sovrapposto lasciando sotto la rosa e dentro la bianca poi ho arrotolato con la carta forno e rimesso in frigo per mezz’ora. Ho tagliato i biscotti, guarnito con granella di zucchero e infornato a 180° per 15’ circa, controllateli altrimenti diventano troppo scuri. Se volete potete pennellarli con l’albume che avete da parte prima di mettere la granella.

-16-

Nella planetaria montare gli albumi aggiungedo poco alla volta lo zucchero semolato e quando saranno ben montati, aggiungere lo zucchero a velo setacciato aggiungendo con una spatola e movimento dall’alto verso il basso. Io ho aggiunto un cucchiaio di aceto bianco. Cuocere in forno ventilato a 130° per 45 minuti lasciando lo sportello del forno leggermente aperto e poi 15 minuti con lo sportello chiuso.


Biscotti glassati

Biscotti rosa al marzapane

Biscotti glassati

Semi di papavero htpp://semidipapavero.blogpot.com

Meringhe alla panna http://meringheallapanna.blogspot.com

La casa di Betty http://lacasadibetty.blogspot.com

- pasta frolla 500 gr di farina, 250 gr di burro, 250 gr di zucchero, 4 tuorli, 2 cucchiai di acqua freddissima, 1 bustina di lievito, scorza di limone grattugiata. Marmellata a piacere. Creare sulla spianatoia una fontana con la farina e al centro sbriciolare il burro. Iniziare a lavorare velocemente con la punta delle dita e pian pianino aggiungere lo zucchero, la scorza del limone, il lievito e se serve l’acqua. Procedere con le uova e ottenere un impasto compatto che andrà messo a riposare in frigorifero per mezz’ora.

pasta frolla a partire da 250g di farina marmellata di agrumi 1-2 cucchiai marzapane 400g circa colorante alimentare rosso liquido 6-8 gocce zucchero a velo per le mani

Per i biscotti: 150 gr di farina, 1 uovo + 1 tuorlo, 75 gr di zucchero, 50 gr di burro morbido, 5 cucchiai di latte, 3 cucchiai di panna, 1/2 cucchiaino di lievito per dolci, la buccia grattugiata di 1/2 limone, sale. Per glassare: 2-3 cucchiai di acqua fredda, zucchero a velo q.b., qualche goccia di succo di limone, qualche goccia di alchermes (se li devono mangiare i bambini allora sostituitelo con del colorante alimentare).

- glassa: 200 gr di zucchero a velo, 1 albume Montare con le fruste l’albume e gradatamente aggiungere lo zucchero a velo setacciato, fino al formarsi di una glassa consistente e lucida. Con l’aiuto di una spatola versare la glassa sui dolci.

Accendere il forno a 180°. Stendere la frolla con uno spessore di 3 mm, dare le forme e infornare per 8-9 minuti. Sfornare e lasciar raffreddare completamente. Spalmare sui biscotti uno strato sottilissimo di marmellata. Con le mani sempre sporcate con zucchero a velo, impastare il marzapane insieme al colorante finchè il colore non sarà omogeneo. Stenderlo in una sfoglia sottilissima e sagomarlo con gli stessi stampini usati per i biscotti. Sovrapporre le formine di marzapane ai biscotti, che staranno ben incollate grazie alla marmellata. Adattare bene al biscotto lo strato di marzapane nel caso in cui non coincidano perfettamente. Decorare a piacere con zuccherini, cocco in scaglie ecc.

-17-

Lavorare in una terrina l’uovo e il tuorlo con lo zucchero e un pizzico di sale fino a ottenere un composto gonfio e spumoso, aggiungere il burro, ammorbidito a temperatura ambiente e diviso a pezzetti, la buccia del limone grattugiata e, poco per volta, la farina setacciata con il lievito: mescolare gli ingredienti con un cucchiaio di legno, fino a ottenere un impasto omogeneo e ben amalgamato, e unirvi infine il latte e la panna. Distribuire l’impasto a cucchiaiate sopra la teglia del forno, imburrata e infarinata, formando dei mucchietti tondi e ben distanziati tra loro. farli cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 15 minuti circa, finchè i biscotti risulteranno leggermente dorati, toglierli dalo forno, staccarli delicatamente con una spatola e lasciarli raffreddare completamente. Preparare la glassa: Mettere in una terrina qualche cucchiaio di acqua fredda e qualche goccia di limone, unire lo zucchero a velo setacciato e amalgamare bene con una frusta a mano cercano di eliminare eventuali grumi che si possono formare. Si deve ottenere una glassa molto densa da poterla stendere con un coltello sui biscotti. Dividerla in due parti uguali e in una unire qualche goccia di alchermes per ottenere un bel colore rosa. Glassare i biscotti ormai freddi, lasciar asciugare bene e servire.


Souffle glace ai frutti di bosco

Mousse di fragole

Dolce di fragole e mascarpone

Pappa e ciccia http://pappaeciccia.blogspot.com

Essenza di cannella http://essenzadicannella.blogspot.com

La patata in giacchetta http://lapatataingiacchetta.comli.com

250 ml panna fresca 2 uova + 1 tuorlo 170 g zucchero 2 cucchiai di zucchero a velo 1 bustina di vanillina 500 g frutti di bosco (anche surgelati)

400 gr di panna 150 di fragole 100 di zucchero 2 fogli di colla di pesce

2 pacchetti di Pavesini 6 fragole 2 cucchiai di mascarpone 1 cucchiaio di fruttosio o di zucchero

Frullare i frutti di bosco grossolanamente. Servendosi delle fruste elettriche, sbattere in una ciotola le uova e il tuorlo con lo zucchero e la vanillina, quindi cuocere a bagnomaria per circa 5 minuti. Togliere dal fuoco e sbattere ancora un po’, quindi lasciar intiepidire il composto. Unire la purea di frutti di bosco e mescolare delicatamente il tutto. Montare la panna fresca, avendo l’accortezza di riporre in frigo almeno 15 minuti prima dell’operazione, le fruste e il tegame dove verrà montata. Aggiungere lo zucchero a velo a pioggia mano a mano che si monta. Quindi, incorporarla delicatamente al composto precedentemente preparato e mescolare. Versare il tutto in ciotoline e/o bicchierini rivestiti all’esterno con carta da forno fissata con elastici da cucina o con lo spago, in modo che questa superi il bordo di almeno 2 cm. Riempire i recipientini in modo che il composto superi i bordi, poi porre a riposare in freezer per almeno 6 ore. Togliere dal freezer qualche minuto prima di servire.

Mettere in ammollo la colla di pesce.....montare la panna e tenerla in frigo...frullare le fragole con lo zucchero (io ne ho frullate in più per metterle sul fondo del bicciere) e poi con un po del composto sciogliere la colla di pesce ben strizzata....unire al frullato di fragola e unire il tutto alla panna dolcemente..mettere in frigo almeno 2-3 ore.

-18-

Lavate bene le fragole e fatele a pezzetti, lasciandone una da parte per farci una semplice decorazione. Nel recipiente del frullatore mettete le fragole, il mascarpone e lo zucchero. Frullate finché non avrete raggiunto un composto omogeneo (bastano pochi secondi). Con i pavesini formate delle coppie al cui interno metterete il composto di fragole e mascarpone. Sistemate le coppie di pavesini in un piatto e sopra versateci il composto avanzato. Decorate con la fragola rimasta e mettete in frigo per circa un’ora.


Tortino dal cuore rosa

Dessert rosa alla vaniglia e cioccolato Risolatte alla melagrana

Essenza di cannella http://essenzadicannella.blogspot.com

Dolcezze infinite http://clementina-wwwdolcezzeinfinite.blogspot.com

Dulcis in furno http://dulcisinfurno.blogspot.com

burro 80g cocco 10g cioccolato bianco 150g farina 20g sale 1 pizzico uova 2 vanillina 1 bustina zucchero a velo 90g + zucchero a velo per spolverizzare

100 gr. di barbabietola cotta, 50 gr. di cioccolato fondente, 25 gr. di scaglie di mandorle, 3 cucchiai di zucchero, 3 fogli di gelatina per dolci, 400 ml. di latte, 100 ml. di acqua, miele o malto d’orzo, mezzo baccello di vaniglia.

250g di riso Arborio 500ml di latte 750ml di acqua (500ml + 250ml) 100g di zucchero 1 melagrana 1 scorza di limone 1 pizzico di sale colorante rosso per alimenti (facoltativo)

Mettete il cioccolato bianco tagliato grossolanamente in un pentolino a bagnomaria e in un altro tegamino fate fondere il burro. Nel frattempo ponete in una capiente ciotola la vanillina, le uova e lo zucchero e sbattete con le fruste di uno sbattitore elettrico finchè il composto non diventi gonfio e denso (circa 10 minuti). Togliete dal fuoco il cioccolato ormai sciolto e il burro fuso sempre sbattendo incorporateli al composto di uova, in ultimo unire la farina setacciata e il cocco. Quando gli ingredienti saranno ben amalgamati imburrate e ricoprite i farina gli stampini in alluminio, poi riempiteli per 3/4 e infornateli in forno già caldo a 180. Dopo 13-15 minuti(a seconda del forno) togliete i tortini, lasciateli leggermente iniepidire e poi capovolgeteli su un piatto da portata, cospargeteli di zucchero a velo e serviteli ancora caldi.Sarebbe preferibile cuocerne prima uno solo per testare il calore del forno.

Dividete la vaniglia in pezzettini e cuocetela in un pentolino assieme allo zucchero e alla barbabietola a dadini con e 100 ml di acqua fino a ridurre della metà il volume. Mettete i fogli di gelatina in acqua fredda per circa 5 minuti, scolateli e scioglieteli nello sciroppo, preparato in precedenza, privato della barbabietola e della vaniglia. Fatelo raffreddare e mescolatelo al latte. Distibuite la crema ottenuta in 4 stampi tondi e conservate in frigo per circa 2 ore. Tritate la barbabietola, fatta raffreddare in precedenza, e mescolatela al miele o al malto d’orzo e riducete il cioccolato fondente in scagliette. Immergete gli stampi in acqua bollente prima di rovesciarli nei piatti, decorateli con le barbabietole e uno strato di cioccolato e mandorle. Decorate il piatto con un po’ di cannella in polvere.

-19-

In una pentola alta portiamo a bollore 500ml d’acqua con il latte ed il sale, quindi aggiungiamo il riso e lasciamo cuocere per circa 20’ mescolando di tanto in tanto. Intanto in un pentolino scaldiamo 250ml di acqua con la scorza di limone e lo zucchero e mescoliamo finché non si sarà sciolto. Togliamo la scorza di limone e aggiungiamo i grani della melagrana (teniamone qualcuno da parte per la decorazione), facciamo bollire per 5’. Filtriamo il succo ottenuto e lo versiamo nel riso, lasciamo cuocere ancora finché il liquido non sarà assorbito (aggiungiamo il colorante e mescoliamo): lasciamo riposare il riso per qualche minuto quindi lo mettiamo nelle coppette, completiamo con i grani di melegrana e serviamo. Per 4.


Crema al lampone e rosa

Punschkrapfen

Blog goloso http://bloggoloso.blogspot.com

Il blog della Titti http://tittigiramondo.blogspot.com

200 gr. di polpa di lamponi freschi (lamponi frullati, se non vi piacciono i semini vanno anche filtrati) 160 gr. di latte 30 gr. di sciroppo di rosa 80 gr. di acqua di rosa (per uso alimentare) 100 gr. di zucchero 50 gr. di farina, 20 gr. di burro, 4 tuorli

- pan di spagna: 6 uova intere 270 grammi di farina 1 cucchiaino e mezzo di lievito 1 cucchiaino e mezzo di bicarbonato 300 grammi di zucchero

Far bollire il latte insieme alla polpa di lamponi. Intanto amalgamare i tuorli con lo zucchero e la farina setacciata. Quindi versare il latte col la polpa pian pianino sul composto di tuorli, zucchero e farina. Aggiungere l’acqua di rosa e lo sciroppo di rosa. Quindi riportare ad ebollizione e tenere sul fuoco per un altro minuto, fino a che la crema non si addensa. Aggiungere il burro e quindi far raffreddare.

Preriscaldate il forno ventilato a 150°. Montate con uno sbattitore elettrico le uova intere con lo zucchero per qualche minuto, finchè otterrete un composto schiumoso. Aggiungete quindi la farina passata al setaccio, il bicarbonato ed il lievito, continuando a mescolare. Ricoprite una placca da forno con della carta antiaderente e versatevi sopra il composto. Cuocete in forno ben caldo per 15 minuti circa. Lasciate raffreddare completamente e, nel frattempo, dedicatevi al ripieno.

- ripieno 1/8 di litro di vino rosso 50 gr. di zucchero 1 limone non trattato: succo e buccia gratuggiata 3 arance non trattate: succo e buccia gratuggiata 1/16 di litro di rum 250 gr di pan di spagna tagliato a cubetti 100 gr. cioccolata fondete tagliato a pezzetti In un pentolino mettete il vino, il succo e la buccia degli agrumi e lo zucchero, portate ad ebollizione e spegnete. Lasciate intiepidire ed aggiungete il rum. In una terrina capiente versate il punch appena preparato ed incorporate la cioccolata, mescolate e fatela sciogliere. Prendete ora la vostra teglia di pan di spagna e tagliate in 3 parti uguali. Prendetene un terzo e tagliatelo a cubetti; mettete quindi i cubetti nella terrina e fate assorbire il punch. Con uno dei due terzi fate la base di una torta (che poi taglierete in tante tortine), ricopritela con il ripieno e quindi con l’ultimo terzo di pan di spagna. Mettete la torta in frigo a raffreddare per un paio d’ore. - glassa 130 gr. di zucchero a velo 2 cucchiai di vino rosso 2 cucchiai di rum Mescolate gli ingredienti fino a raggiungere la consistenza adeguata. Prima di utilizzare la glassa, vi consiglio di spalmare la superficie della torta con della marmellata di albicocche! Tagliate la vostra torta ormai ben fredda in cubetti di circa 5 cm x 5 cm e ricopriteli della glassa che avete appena preparato. Posizionate al centro di ogni cubetto rosa mezza ciliegina candita. Fate raffreddare per qualche ora prima di servire

-20-


Dolce all’amarena

Panna cotta e gelatina di fragole Sciroppo di melograno

EssenZadiCannella http://essenzadicannella.blogspot.com

Pappa e ciccia http://pappaeciccia.blogspot.com

L’eco del mondo http://luby78.blogspot.com

- panna cotta: 250 g panna fresca liquida, 250 g latte, 80 g zucchero, 2 e 1/2 fogli di colla di pesce, 1 bustina di vanillina - gelatina di fragole 300 g fragole , 2/3 cucchiai di zucchero, 2 fogli di colla di pesce

-succo di melograno (spremuto o pestandone i chicchi chi ha la fortuna usi la centrifuga...) -tanto zucchero quanto il peso del succo per un risultato meno stucchevole potete ridurre lo zucchero (es su 100 gr di succo 700 di zucchero)

savoiardi liquore all’amarena sciroppo all’amarena amarena 200gr di philadelphia 200gr di panna montata 150gr di zucchero Bagnare i savoiardi nello sciroppo con il liquore e ricoprire la superficie di uno stampo per bavarese. In un recipiente mettere la philadelphia, aggiungere lo zucchero e l’amarena, amalgamare il tutto con un frullino. Monatre la panna e aggiungere al precedente composto cercando di non farla smontare. Ricoprire lo strato di savoiardi con la mousse e porre in frigo per almeno due ore. Trascorso il tempo decorare con dell’amarena e con lo sciroppo.

Mettere i fogli di colla di pesce in acqua fredda e lasciarli in ammollo per dieci minuti, quindi tirarli fuori e strizzarli bene. Versare in un pentolino il latte e la panna e portare a bollore: quando inizia a bollire, aggiungere lo zucchero, la vanillina ed i fogli di colla di pesce. Mescolare bene, far ribollire per un paio di minuti (continuando a mescolare), poi togliere dal fuoco. Lasciare dunque la panna cotta a raffreddare a temperatura ambiente, e nel frattempo preparare la salsa di fragole, frullandole nel mixer insieme allo zucchero. Mettere la salsa ottenuta in un pentolino, scaldarla giusto un attimo e aggiungervi la colla di pesce, mescolando il tutto per farla sciogliere. Lasciare anche la gelatina a temperatura ambiente e iniziare a preparare gli strati: in un bicchierino versare il primo strato di panna cotta, poi porre in freezer per minimo 15 minuti (se occorre, anche per più tempo, giusto il necessario per far solidificare lo strato). Tirarlo fuori e compiere lo stesso procedimento con la gelatina di fragole. Al termine dell’operazione, mettere in frigorifero e far riposare per almeno 4 ore.

-21-

In un pentolino mettere tutti e due gli ingredienti -portare a bollore. Più o meno dopo 15 minuti senza mai smettere di mescolare si crea un liquido leggermente denso. Non fatelo diventare troppo denso altrimenti quando si fredderà diventa troppo compatta e per utilizzarla dovrete metterla a bagnomaria. Mettere il composto ancora bollente in un barattolo di vetro e capovolgere fino a che non si fredda


Delizie rosa Pappa e ciccia http://pappaeciccia.blogspot.com base: 4 uova, 250 g farina, 250 g zucchero, 2 cucchiaini di lievito per dolci, scorza grattugiata di un limone, marmellata di more - ripieno: 200 g frutti di bosco, 5 cucchiai di zucchero, 6 cucchiai di acqua - mousse: 250 ml panna liquida, 375 ml yogurt ai frutti di bosco, 4 cucchiai di zucchero a velo, 1 bustina di vanillina 12 g fogli di colla di pesce - topping: marmellata di more, frutti di bosco, zucchero

dentemente creata, bagnandolo molto con il liquido. Fare una leggera pressione sul pan di spagna e sui frutti di bosco, in modo da compattare la base e abbassarla. Preparare la mousse, mescolando lo yogurt allo zucchero a velo e alla vanillina. Tenere in ammollo per 10 minuti la colla di pesce, quindi strizzarla e farla sciogliere in un pentolino con 2 cucchiai di acqua. Aggiungerla allo yogurt, ed infine unire anche la panna semimontata. Versare la mousse nelle basi, livellandone infine la superficie. Porre il tutto a raffreddare in frigorifero per almeno 5 ore, meglio se una notte intera. Sformare i dolcetti facendo pressione con le dita sulla base e sfilando via lo stampino. Porre nei pattini da portata e decorare con un cucchiaino di marmellata di more e alcuni frutti di bosco leggermente zuccherati.

Preparare, meglio se il giorno prima, il pan di spagna: con le fruste elettriche montare a lungo, per almeno 15 minuti (è questo il segreto per la perfetta riuscita di un buon pan di spagna), le uova con lo zucchero. Quando il composto scenderà “a nastro”, unire anche la farina setacciata, il lievito e la scorza. Mescolare e porre in una teglia (rettangolare, 40x20 cm); servendosi di un cucchiaino, formare con la marmellata di more delle strisce ondulate abbastanza spesse, come a voler decorare l’impasto. Infornare per 30 minuti in forno preriscaldato a 180°. Quando sarà pronto, lasciare raffreddare. Porre gli stampini rotondi sulla carta da forno. Spolverare il pan di spagna con abbondante zucchero a velo (in modo che la marmellata non si attacchi agli stampini), quindi, con un coltello, tagliare delle strisce di pasta di1,5 cm di altezza. Tagliare poi le strisce in rettangolini. Porre i rettangolini dentro gli stampi, in modo che l’esterno (la parte decorata con la marmellata), stia a contatto degli stampi. Porre del pan di spagna anche alla base del cerchio formato. In un pentolino, riscaldare i frutti di bosco (anche surgelati), lo zucchero e l’acqua per un minuto circa. Con un cucchiaio, porli sopra la base di pan di spagna prece-

-22-

Bavarese alla rosa Cavoli a merenda http://comeuncavoloamerenda.blogspot.com 5 roselline secche 160 grammi di latte intero 40 grammi di zucchero 250 ml di panna da montare un cucchiaino di colorante alimentare liquido rosso (facoltativo) un foglio grande di gelatina (5 grammi) VERSIONE A BASSO IG Sostituite lo zucchero con: 20 grammi di fruttosio + 10 gocce di dolcificante. Sfogliate le roselline in un pentolino, aggiungete il latte e fate sobbollire le rose per una decina di minuti. Filtrate l’infuso attraverso un colino molto fine, schiacciando appena con un pestello, aggiungete lo zucchero ed eventualmente il colorante e lasciate raffreddare. Mettete la gelatina in ammollo nel latte ormai freddo. Trascorsi dieci minuti scaldate nuovamente il latte quel tanto che basta a far sciogliere la gelatina, filtrate, lasciate freddare e aggiungete a filo alla panna appena montata continuando a frullare per non smontarla


Creme aux framboises Il sapore del verde http://ilsaporedelverde.blogspot.com

Per quattro coppe occorrono: 350 g di lamponi freschi 6 cucchiai di fruttosio 250 ml di panna liquida (anche di soia) 1 albume altri dodici lamponi per guarnire foglie di menta per decorare. Iniziate frullando i lamponi ben lavati e passandoli poi al setaccio fine facendo in modo di ricavare una purea abbastanza densa e priva di semini. Aggiungete quindi cinque cucchiai di fruttosio e mescolate. Montate poi la panna e tenetela da parte. Allo stesso modo, montate l’albume a neve ferma, insieme al rimanente cucchiaio di fruttosio. In una bulle capiente, riunite il tutto, mescolando con delicatezza dal basso verso l’alto affinché il composto si gonfi. Prendete per finire quattro coppette e riempitele di crema, decorate la superficie con i lamponi e le foglie di menta. Ponete le coppe in frigorifero, devono rimanerci per circa sei ore. Servitele fredde

Bignè rosa

Torta amore mio

Pentole e allegria http://pentoleeallegria.blogspot.com

Alice nella cucina delle meraviglie http://alicenellacucinadellemeraviglie.blogspot.com

250 ml di acqua 60 gr burro un pizzico di sale 190 gr di farina 4 uova (di circa 60-65 gr ciascuna, infatti a me, in questo caso ne sono servite 6....).

150 g di zucchero 150 g di cioccolato bianco 120 g di farina 125 g di burro morbido 90 g di farina di cocco 3 uova, una bustina di vanillina, mezza bustina di lievito Decorazione e farcitura: Marmellata di lamponi circa 400 g Zucchero a granella

Si mette a bollire l’acqua con il burro e il sale. Appena il burro sarà sciolto, aggiungere TUTTA INSIEME la farina e mescolare velocemente con un cucchiaio di legno fino a che non si creerà una “palla”. Mettere a raffreddare e poi aggiungere un uovo alla volta fino a che non si raggiungerà la consistenza di una crema. Con l’aiuto di un sac-a-poche, fare delle “palline” e infornare a 200° per 15/20’. Nel frattempo ho montato la panna fresca e quasi a montatura completa ho aggiunto dello zucchero a velo. Infine ho fatto una glassa con zucchero a velo, qualche goccia d’acqua, qualche goccia di limone e pochissime gocce di colorante rosso.

-23-

Ammorbidire a bagnomaria o al microonde il cioccolato ed il burro. Mescolare le due farine. Lavorare lo zucchero con le uova sino a che saranno gonfi e spumosi, unire poco alla volta le farine mescolate, unire il burro ed il cioccolato ammorbiditi poi la vanillina ed infine il lievito. Versare il composto in uno stampo imburrato ed infarinato e cuocere per 30 minuti a 180 °. Fare la prova stecchino. Togliere dal forno lasciare intiepidire un po’ togliere la torta dallo stampo e lasciarla raffreddare completamente. Dividere la torta in due strati, spalmare la marmellata di lamponi sullo strato di base. Disegnare e ritagliare la forma di un cuore da un foglio di carta (io ho usato un tovagliolino), sovrapporlo allo strato superiore ed intagliarne la forma. Sovrapporre lo strato superiore allo strato di base spalmare con la marmellata e poi ricoprire con lo zucchero a granella. Terminata questa operazione riempire il cuore intagliato con altra marmellata.


Muffin ai chips di banana Muffin pink

Cupcakes rosa

Il criceto goloso http://ilcricetogoloso.blogspot.com

Alice in wonderland http://ilpaesedialicenellemeraviglie.blogspot.com

120 gr di farina 50 gr di zucchero 1 cucchiaino di lievito per dolci 1 uovo 125 ml di yogurt bianco 30 ml di olio 1 pizzico di sale 1 bustina banillina Una manciata di chips di banane (li trovate nel reparto frutta secca, al supermercato) Granella di zucchero rosa alla panna e fragole Tritare grossolanamente con un coltello i chips di banana. In una ciotola mescolare yogurt, olio e uovo. In un’altra ciotola setacciare farina, lievito, zucchero, vanillina, sale, chips di banana. Posizionare i pirottini di carta nella teglia per muffins, accendere il forno a 180°. Mescolare il contenuto delle due ciotole sommariamente. Versare il composto nei pirottini, cospargere con granella di zucchero ed infornare per 20 minuti circa.

Cuor di panna http://cuordipanna.blogspot.com

370 gr di farina 100 gr di frumina 230 ml di latte 75 ml di olio e.v.o 60 gr di zucchero 3 cucchiaini di lievito per dolci 1 uovo sale 120 gr di cioccolato bianco colorante alimentare rosso In una terrina versate la farina setacciata, la frumina, lo zucchero, il lievito, e un pizz. di sale...mescolare e formare una fontana. In un’ altra terrina sbattete l’ uovo, il latte, l’ olio e il cioccolato (fuso a bagnomaria con l’ aggiunta di poche gocce di colorante)...versate il tutto nella ciotola della farina e amalgamate ..mettere il composto per 3/4 della loro capacità nella teglia per muffins (dove avremo messo i pirottini di carta) e ponete a cuocere a 200° per 20/25 min o fino a doratura...raffreddare e servire!

-24-

2 1/4 tazze di farina 1/4 cucchiaino di sale 1 1/2 cucchiaio di burro 1 1/2 tazza di zucchero 4 uova 1 cucchiaino di vanillina 1 1/4 tazza di latte 2 cucchiai di cioccolato bianco fuso gelatina rosa Unite la farina e il sale. In una coppa grande, usando un mixer elettrico, frullate il burro a bassa velocità finchè non diventi cremoso. aggiungete lo zucchero e frullate per tre minuti. Aggiungete le uova, una per volta, mixando per dieci secondi ogni uovo. Aggiungete la vanillina. aumentate la velocità e continuate a frullare aggiungendo poco alla volta il latte. Unite il cioccolato bianco fuso e mixate finchè non si crea una crema amalgamata. quando la crema è pronta aggiungete poco alla volta la gelatina rosa e continuate con il mixer. Imburrate gli stampini per i muffin e riempite con la pasta ottenuta solo per i 2/3, lasciate cuocere per 20-24 minuti, inserendo uno stuzzicadenti per verificarne l’effettiva cottura, se esce pulito i cupcake sono pronti. Lasciateli raffreddare e decorate con granellini di zucchero colorati o con smarties a piacere!


Tortine di ricotta con frolla al curcuma

Cupcakes alla vaniglia con topping di panna al ribes

Il cucchiaio d’oro http://ilcucchiaiodoro.blog.tiscali.it

Anemone’s corner http://anemonekawaii.blogspot.com

FROLLA: 90 gr di burro 60 gr di zucchero 165 gr di farina 1 uovo piccolo+ un tuorlo mezzo cucchiaino di curcuma. CREMA: 250 gr di ricotta fresca 50 gr di zucchero 20 gr di gocce di cioccolato fondente 2 tuorli un po di scorza grattugiata di arancio.

per 12 cupcakes: burro fuso tiepido 115g zucchero 130g uova 3 farina 00 210g lievito per dolci 2 cucchiaini latte 60ml estratto vaniglia 1 cucchiaino

Preparate normalmente la frolla e lasciate riposare in frigo avvolta nella pellicola per almeno mezz’ora,intanto preparate la crema,mescolando bene tutti gli ingredienti con la ricotta. Stendete la pasta rivestite gli stampini imburrati e infarinati e riempite con la crema di ricotta. Chiudete le tortine con altra pasta cercando di non creare aria all’interno. Infornate le tortine in forno già caldo a 180° per circa 30 minuti. x8

Per il topping: panna fresca 250ml zucchero 2 cucchiai ribes rosso 1 confezione (125g) melagrana un pò per decorare In una terrina capiente (oppure nel mixer), lavorare le uova e lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere il burro fuso e l’essenza di vaniglia, e continuare a mescolare. Aggiungere, man mano, la farina setacciata ed il lievito per dolci, sempre continuando a rimestare. Al bisogno ammorbidire l’impasto con il latte, versato a filo. Foderare uno stampo da muffins con i pirottini leggermente imburrati. Riempire gli stampi per 3/4 ed infornare, in forno già caldo, a 180° per 20 minuti circa. Farà fede la prova stecchino! Lasciar raffreddare completamente. Per il topping: con uno sbattitore montare la panna. Quando questa inizia a solidificare, aggiungere lo zucchero e continuare con lo sbattitore fino a che non diventi ben soda. Riporre in frigo. Schiacciare i ribes in un colino a maglie strette per ricavarne il succo ed unirlo alla panna, rimestando dal basso verso l’alto per non sgonfiarla. Mettere la panna in una tasca da pasticciere (sac à poche) e guarnire le tortine!

-25-


Torta glitter

Cake roll ai mirtilli

La principessa sul fornello http://lallyonline.blogspot.com

Zenzero e cannella http://www.maky-lab.com/zenzero

per la torta: 4 uova; 150 g di zucchero; 200 g di farina; 1 fialetta di aroma vaniglia; 70 g di burro fuso; 1 pizzico di sale; 2 tazzine di caffè ristretto amaro; 1/2 bustina di lievito in polvere.

3 uova 70g di zucchero 40g di farina 25g di burro fuso raffreddato 200cc di panna fresca 20g di zucchero mirtilli freschi zucchero a velo 1 cucchiaino di colorante alimentare liquido rosso

Per la glassa: 75 g di zucchero; 125 g di acqua; 100 g di cioccolato fondente a pezzetti.

Preriscaldate il forno a 180° Montate a neve ferma gli albumi. Incorporate poi i tuorli sbattendo a velocità bassa per 1 min. Aggiungete alle uova la farina setacciata mescolando con delicatezza per non smontare il tutto. Aggiungete un cucchiaino di colorante alimentare rosso, il burro fuso, infine stendete il composto sulla placca da forno coperta di carta oleata creando un quadrato di 30×22 cm. Fate cuocere per 9-10 min. Nel frattempo inumidite leggermente un telo con dell’acqua e quando l’impasto sarà cotto rovesciatelo sul panno staccando delicatamente la carta forno. Arrotolate il panno con all’interno l’impasto e lasciatelo raffreddare su una grata. Montate la panna con lo zucchero. Aprite il rotolo e spalmatela in modo uniforme. Sparpagliate i mirtilli e richiudete facendo aderire bene il tutto. Tenete in frigorifero e servite tagliando a fette.

Accendere il forno a 180°C. Montare bene le uova con lo zucchero, quindi aggiungere la vaniglia, il sale, la farina e il burro. Mettere il caffè e quindi il lievito setacciato, amalgamare bene e versare il composto in uno stampo imburrato e infarinato (se necessario), e infornare per 35 minuti. Una volta pronta, sfornare e fare raffreddare su una gratella. Per la glassa: in un pentolino sciogliere lo zucchero nell’acqua, portare a ebollizione e far bollire per 5 minuti, sempre mescolando. Allo sciroppo (raffreddato) unire il cioccolato e mescolare fino ad ottenere un composto liscio. Rimettere sul fuoco, molto basso, finché si sarà addensato; togliere dal fuoco, mescolare ancora tre minuti, poi spalmare in modo uniforme sulla torta; a questo punto cospargere la superficie glassata con i glitter.

-26-


Cupcakes al triplo cioccolato Crostata con crema rosa e litchis Di cuore http://giuliana-dicuore.blogspot.com cupcakes 2 uova, 125 gr di zucchero, 125 gr di burro 125 gr di farina, 100 gr di cioccolata fondente 30 gr di cacao, Nutella q.b., mezzo cucchiaino di lievito per dolci, 2 cucchiai di latte, 1 cucchiaio di aroma di vaniglia -copertura 1 albume, 180/220 gr di zucchero a velo, mezzo cucchiaino di cremor tartaro, 1 cucchiaino di aroma di vaniglia colorante alimentare. Sciolgo il burro con la cioccolata, intanto metto le uova a montare con lo zucchero. Miscelo insieme il cacao, la farina e il lievito che poi passerò al sotaccio. Aggiungo la cioccolata sciolta alle uova e poi gradualmente la farina, il cacao e il lievito. Piano piano aggiungere il latte e l’aroma di vaniglia senza fermare mai il robot. Intanto ho preparato gli stampi da muffin (sono due da sei) e l’ho rivestite con i pirottini, (il forno è acceso già da un po’ a 160° ventilato), metto il composto ottenuto in un sac a poche usa e getta e rivesto solo il fondo dei pirottini. A questo punto ci va il pezzo forte, un bel cucchiaino di nutella! Completare il riempimento dei pirottini con il composto, infornare a 160° per 20 minuti. Per la copertura http://www.marthastewart.com/recipe/hi-hatcupcakes?

Il gaio mondo di Gaia http://ilgaiomondodigaia.blogspot.com Per la frolla: 120 grammi di farina 00 bio 80 grammi di farina di farro bianca bio 70 grammi di zucchero di canna bio 15 grammi di olio evo 1 uovo + un tuorlo bio metà cucchiaino di cremor tartaro buccia di mezzo limone bio Per la crema: 55 grammi di zucchero di canna bio 1 uovo intero bio mezza bacca di vaniglia bourbon buccia di mezzo limone bio 370 grammi di latte intero bio 40 grammi di farina 00 bio 2 cucchiai di sciroppo d’amarena Per la decorazione: una manciata di litchis, sufficiente a coprire la superficie dello strato di crema

Preparare la frolla, ponendo su di una spianatoia le farine con il cremor tartaro, la buccia grattugiata del limone, formare un foro al centro in cui aggiungere l’uovo intero, il tuorlo e lozucchero. Impastare, aggiungendo un pò per volta l’olio, formare una pallotta da trasferire in frigo avvolta da pellicola (mi raccomando priva di pvc) (la mia è rimasta in frigo, dal pomeriggio al mattino seguente. Tuttavia sarebbe pronta anche dopo un’ora. Nel frattempo preparare la crema, sbattendo in una ciotola con l’aiuto di una forchetta, l’uovo con lo zucchero. Aggiungere la farina amalgamando per bene, senza lasciare alcun grumo. A parte in un tegamino versare il latte, aggiungendo la bacca di

-27-

vaniglia incisa e la buccia del limone tagliata superficialmente al frutto escludendo la parte bianca. Far sobbolire, spegnere e lasciar intiepidire. Versare attraverso un colino, un pò di latte intiepidito nella ciotola con l’uovo amalgamato a zucchero e farina, mescolare ed aggiungere il restante latte, trasferire nel tegamino e porre su fornello a fiamma bassa, aggiungere lo sciroppo d’amarene, mescolare continuamente con un cucchiaio. Continuare a girare finchè la crema s’addensi, spegnere e lasciar raffreddare. Nel frattempo, prelevare l’impasto di frolla dal frigo, vista la friabilità dell’impasto, consiglio di stenderla con un mattarello, su d’un foglio di carta da forno lasciato come base da mettere nella teglia il cui diametro sarà di 26 cm. Rifinire il bordo con un coltello, il quale dovrà essere sufficientemente alto da poter contenere il quantitativo di crema. Bucherellare con i rebbi di una forchetta la superficie, coprirla con un ulteriore foglio di carta da forno e versare su di esso dei fagioli secchi, in modo che la base non si gonfi in cottura. Trasferire in forno già caldo a 180° per 15 minuti circa, gli ultimi 3-4 minuti, sottrarre il foglio di carta da forno con i fagioli e lasciar cuocere lievemente la superficie. Lasciar raffreddare, dopodichè, versarvi la crema fredda, decorare con i litchi precedentemente sbucciati e tagliati a metà.


Pesche dolci

Le pesche mignon di Muffin cookies e altri pasticci

Rotolo barbapapà Il criceto goloso http://ilcricetogoloso.blogspot.com

di Note di cioccolato

Per il pan di spagna: 4 uova, 120 gr di zucchero, 60 gr di farina, 60 gr di noci in polvere, 1 pizzico di sale Per la crema: 250 gr di mascarpone, 40 gr di zucchero (io ne he utilizzati 60), 125 gr di lamponi (1 vaschetta)

http://notedicioccolato.blogspot.com/2009/09/pesche-dolciperprolungare-la-gioia.html

di Dolce e amara

http://muffinscookiesealtripasticci.blogspot. com/2009/03/pesche-o-peschine-dolci.html

http://dolce-amara.blogspot.com/2009/10/pesche-dolcimignon.html

-28-

Preriscaldare il forno a 180°. Per preparare il Pan di Spagna separare i tuorli dagli albumi. Montare gli albumi a neve con un pizzico di sale. Sbattere i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Setacciare insieme la farina e le noci in polvere. Incorporare alternandoli tra loro un cucchiaio di farina ed uno di albumi mescolando dal basso verso l’alto con delicatezza per non far smontare il composto fino ad esaurimento degli ingredienti. Rivestire una teglia rettangolare dai bordi bassi (di 27 x 34 cm) con carta da forno, versarvi il composto, livellarlo bene con il dorso di un cucchiaio e cuocerlo in forno per 10 -15 minuti. Controllare bene la cottura perché è il momento più delicato. Il Pan di Spagna rischia di rompersi sia quando è troppo cotto che quando è troppo crudo. Per capire se è pronto premere la superficie dell’impasto con un dito. Se l’impronta scompare significa che il pan di Spagna è cotto al punto giusto. Se l’impronta persiste significa che la cottura deve prolungarsi ancora un po’. Una volta cotto il Pan di Spagna inumidire un canovaccio da cucina e preparare un foglio di carta da forno delle stesse dimensioni di quello messo nella teglia. Stendere il Pan di Spagna con il suo foglio di cottura sul canovaccio umido e coprirlo con l’altro foglio di carta da forno. Riavvolgere il pan di Spagna, insieme al foglio e al canovaccio. Attendere 5 secondi circa poi srotolarlo su una gratella per farlo raffreddare. Nel frattempo preparare la crema. Schiacciare con una forchetta i lamponi con lo zucchero. Mescolare con il mascarpone. Tenere da parte una decina di lamponi interi. Stendere sul pan di Spagna il mascarpone ai lamponi, formare una fila di lamponi all’estremità del pan di Spagna , quindi arrotolare facendo attenzione che la fila resti bene in ordine. Avvolgere saldamente il rotolo nella pellicola o nell’alluminio e lasciar riposare in frigo per una notte prima di tagliarlo a fette.


Torta clown

Torta al peperoncino

Torta barbie

Essenza di cannella

Cenerentola il cucina

Essenza di cannella

http://essenzadicannella.blogspot.com/2009/05/torta-clown. html

Torta di capodanno Essenza di cannella

http://essenzadicannella.blogspot.com/2009/05/torta-capodanno.html

http://dolcesalatomio.blogspot.com/2009/10/torta-al-peperoncino.html

9

Torta rosa di lampone Bloggoloso

http://bloggoloso.blogspot.com/2009/10/torta-rosa-di-lampone. html

-29-

http://essenzadicannella.blogspot.com/2009/07/torta-barbie. html


La vecchia Singer

Pink bag

Hello kitty cake

Essenza di cannella

Dolci a go go

Amara dolcezza

Torta con rose canine e violette

Cupcakes decorati

Bloggoloso

Essenza di cannella

http://essenzadicannella.blogspot.com/2009/05/la-vecchia-singer_30.html

http://bloggoloso.blogspot.com/2009/11/torta-dipinta-con-rosecanine-e.html

http://dolciagogo.blogspot.com/2009/11/pink-bag.html

http://essenzadicannella.blogspot.com/2009/08/cupcakes-decorati.html

-30-

http://amaradolcezza.blogspot.com/2009/06/hello-kitty-cake. html


Charlotte rosa, limone e lamponi Rosmarina http://rosmarina90.blogspot.com

Biscuits Roses de Reims, per 36 biscotti 300 g zucchero a velo 300 g farina 2 g bicarbonato (.....un pochino di bicarbonato) 2 g cremor tartaro (.....un pochino di cremor tartaro) 6 uova colorante rosso liquido q.b. , un pizzico di Fleur de Sel Sbattere le uova con il colorante (io ne ho messo un sacco, e giustamente il rosso del colorante unendosi col giallo delle uova ha generato un bell’arancione! :/), il cremor tartaro, il bi-

carbonato, il sale e lo zucchero con la frusta elettrica, finché risultino ben montate e il composto “scriva”. (La ricetta suggeriva di compiere questa operazione su un pentolino a fuoco molto basso, ma forse questa operazione è utile nel caso in cui si montino le uva a mano.) Unire la farina setacciata, mescolandola con una spatola. Versare la pasta in una sac à poche e formare sulla teglia coperta di carta forno circa 20 serpentelli larghi circa 3 cm e alti 9. Poi, prendere uno stampo apribile rotondo dal diametro di 22 cm. Foderare il fondo con carta forno quindi con la sac à poche (o anche con una spatola, ovvìa), versare abbastanza impasto sulla base in modo da formare uno strato uniforme, alto circa 1 cm e 1/2. Spolverizzare i biscotti con zucchero a velo e zucchero semolato (ovviamente non serve farlo con la base tonda), quindi infornare per un quarto d’ora in forno già caldo. (La ricetta non specifica quanto caldo; ho optato per i canonici 180 gradi). Quando i biscotti sono cotti (io li ho tenuti qualche minuto in più - ma non devono scurirsi eh!), toglierli delicatamente dalla carta forno e farli raffreddare su un panno (ancora fragili). Quando invece la base è cotta, lasciarla nel suo stampo per un’altra decina di minuti (deve mantenersi un po’ più umida rispetto ai biscotti, che invece diventeranno ben secchi).Aprire lo stampo, staccare la base delicatamente dalla carta forno e porla in mezzo al vassoio su cui presenterete la torta. Tagliare dal diametro della base circa mezzo cm. (o meno). Quindi, chiudetevi attorno la “parete” dello stampo, con il lato interno imburrato e infarinato. Ora, disporre lungo la parete i biscotti in verticale, cercando di lasciare meno vuoto possibile tra un biscotto e un altro. Mousse limone, rosa e lampone 100 g burro 170 g zucchero 3 uova+1 tuorlo 150 ml. succo di limone scorza grattuggiata di 3 limoni (io l’ho omessa; preferivo che prevalesse l’odore della rosa e il sapore dei lamponi) 400 ml di panna 4 cucchiai di zucchero (omesso) 12 g colla di pesce 150 g ca. di lamponi ca. 1/2 bicchiere di petali di rosa secchi Sciogliere il burro a bagnomaria. Mescolare nel frattempo in una ciotola zucchero, uova e succo di limone. Versare nel burro fuso; aggiungere i petali di rosa. Cuocere lentamente a bagnomaria per circa 15 minuti, mescolando sempre; la crema

-31-

deve essere spessa e velare il cucchiaio di legno con cui la mescolate. Spegnere e filtrare attentamente dai petali di rosa. Ammollare la gelatina in acqua fredda; strizzarla e unirla alla crema calda di limone e rosa, mescolando finché non si scioglie. Trasferire in una ciotola e far raffreddare in un’altra ciotola più grande, piena di acqua fredda e ghiaccio. Mescolare di tanto in tanto per aiutare il raffreddamento. Quando il composto è perfettamente freddo, montare la panna e unirla. Frullare i lamponi e unire anch’essi alla mousse. Sciroppo alla rosa, limone e rum Versare una tazza di zucchero in un pentolino, scioglierlo con il succo di circa mezzo limone. Aggiungere due cucchiai di petali di rose secchi e far cuocere. Aggiungere un due dita di rum e lasciare a sbollentare finché non raggiunge una consistenza sciropposa. Filtrare dai petali di rosa. Servendosi di un pennello, irrorare la base e i bordi di biscotto con lo sciroppo, finché non risultino ben irrorati e ammorbiditi. Se lo sciroppo risulta poco, rifatelo; è un passaggio importante. Versare la mousse nello stampo e livellarla con una spatola; dovrebbe già essere ben soda. Lasciare la torta in frigo per una notte. Il gran finale! 100 ml di panna circa 2 vaschette e 1/2 di lamponi (tra i 250 e i 300 g) i petali canditi di circa 4 rose (lo so, è un lavoraccio; a me che sono lenta ci vogliono ore. Io li ho canditi il giorno prima. Se non avete tempo, metteteli così come sono; semplicemente, canditi sono più gradevoli da mangiare, meno fibrosi) un nastro di raso rosa (sembra uno scioglilingua) lungo all’incirca 1 m e largo 3-4 cm. Candire i petali un giorno prima. Quando la torta è pronta, con molta attenzione aprire il bordo a cerniera e sfilarlo. Usare il nastro per fare un’asola attorno alla torta; tagliare il nastro in eccesso. Montare la panna e distribuirla sopra la mousse. Versare i petali (qualcuno ve ne avanzerà; se li avete canditi, sono perfetti da mangiare anche da soli. Uno stuzzichino chic, diciamo) e poi distribuire i lamponi.


Chiffon– angel cake Letto & mangiato http://lettoemangiato.blogspot.com 3/4 di cup di zucchero semolato; 3/4 di cup di farina; 12 albumi a temperatura ambiente; 1 cucchiaino e mezzo di cremor tartaro; 1/4 di cucchiaino di sale; estratto di vaniglia o baccelli di vaniglia; 3/4 di cup di zucchero semolato. (3/4 di cup per gli ingredienti asciutti corrispondono a 180 gr) farcitura: 250 ml di panna fresca; 3 cucchiaini di zuchero a velo; 1 cestino di ribes rosso. In una ciotola mettere 3/4 di cup (180 gr) di zucchero con i 3/4 di cup (180 gr) di farina e setacciarla molto bene, almeno 4 volte e poi tenetela da parte. Montare gli albumi e aggiungere un po’ alla volta gli altri 3/4 di cup (sempre 180 gr) di zucchero, un cuchiaino e mezzo di cremor tartaro, 1/4 di cucchiano di sale e l’estratto di vaniglia o anche dei baccelli di vaniglia come ho fatto io. Quando gli albumi saranno montati molto bene aggiungere la farina setacciata con lo zucchero, e delicatamente con una frusta amalgamare dall’alto verso il basso. Mettere il composto nello stampo dell’Angel Cake imburrato e infarinato e infornare a 170 ° per 40 minuti circa con forno statico, altrimenti a 160° per 40 minuti con forno ventilato. Lasciare raffreddare e sformare. Lo stampo viene fatto raffreddare a testa in giù sugli appositi piedini o altrimenti messo su un collo di bottiglia o su delle ciotoline o barattoli. Questo procedimento serve per mantenere soffice e leggero il dolce. decorazione: Per la decorazione potete procedere a vostro piacimento. Valentina Gigli l’aveva lasciata senza farcitura, mia cugina di Pescara di solito la ricopre con il cioccolato, io l’ho farcita con panna fresca montata, 3 cuchiaini di zucchero a velo e l’ho colorata con la spremitura dei ribes passati in un colino e aggiunti alla panna mentre la montavo con le fruste. Poi con una spatola l’ho ricoperta tutta.

-32-

Grazie

Ricette in rosa  

Ricette in rosa dai lettori del blog Meringhe alla panna http://meringheallapanna.blogspot.com in occasione della campagna Nastro rosa per l...

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you