Page 1

Anno X - N° 5 - maggio 2010 -  2,00

MENSILE DI INFORMAZIONE

AUTO

MOTO

NAUTICA

TECNOLOGIA

FREE TIME

SPORT

Copia Omag gio

Per gente in movimento! Viaggio Madrid

Musica > Jack Johnson To the sea

Cinema

The Road

Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (conv.in L. 27/02/2004 n°46) art.1, comma 1, DCB (NA)

Eventi

La Formula 1 torna all’ombra del Vesuvio

Auto In Verde

Peugeot 206 Plus Eco Gpl

Novità Auto

Range Rover Sport Autobiography

Motori fuoribordo elettrici Torqeedo, energia pulita per il tender

Piaggio MP3 LT “Sport” Grintoso e accattivante

Mare e vacanze

Trend positivo alla BMT

Mimì > Libeccio 27 Il fascino del gozzo

Honda CR-Z

Il piacere “ibrido”di guida


sommario

17

27

Viaggio Madrid Musica > Jack Johnson To the sea

ME.MO. Editore s.r.l. MENS ILE

DI INFOR

MAZIO NE

AUTO

NAUTI CA

MOTO

TECNO LOGIA

FREE TIME

SPORT

Copia Omaggio

20

Cinema 28 maggio 2010 The Road

24

Auto In Verde > Peugeot 206 Plus Eco Gpl Il rilancio di una “best seller”

27

Classic Car Club Napoli Dal mare ai monti….. e ritorno

32

Novità Auto > Honda CR-Z Il piacere “ibrido” di guida

37

Range Rover Sport Autobiography Su “misura” dei clienti

40

Eventi La Formula 1 torna all’ombra del Vesuvio

45

Videogiochi > Xbox 360 Alan Wake

48

- N° 5 -

Viaggio

Anno X

Madrid

Musica >

Sede legale

Stampa

Redazione

Fotografie

80128 Napoli - Via D. Fontana, 134 - Is. 12 Tel. 081 379.13.77 - Fax 081 197.22.594 info@mercatomotori.it

Direttore responsabile

on

Jack Johns

To the sea

Cinema

Liberato Ferrara

The Road Gpl Auto In Verde Plus Eco

Eventi DCB (NA)

1 torna La Formuladel Vesuvio all’ombra

Peugeot 206

Novità Auto Sport Rover Range hy Autobiograp

elettrici

comma 1,

bordo Motori fuori energia pulita

LT “Sport” te Piaggio MP3 e accattivan

n°46) art.1,

Torqeedo, r per il tende

27/02/2004

nze Mare e vacavo alla BMT

(conv.in L.

Trend positi

ccio 27

Mimì > Libe del gozzo

- D.L. 353/2003

Cangiano Grafica

M. Luchini, Internet stock market

Coordinamento editoriale, ufficio stampa

Mariano & Renato Luchini Pozzuoli Via G.Oberdan 37/A - Tel. 081.341.13.77

Grintoso

Spedizione

in Abboname

nto Postale

Il fascino

CR-Z ida Honda “ibrido”di gu

Il piacere

Reg.Trib. Napoli n. 5166 del 14/12/2000 Iscrizione R.O.C. n. 9602



40

32

maggio

2010 - �

2,00

Per gente nto! in movime

17

Salute Una prugna al giorno...

Napoli - Centro Direzionale is. G1

la rivista per gente in movimento!

7

Anno X - numero 5 • maggio 2010

Grafica e impaginazione

Safecommunication s.r.l. Napoli - Via M. de Ciccio, 9 Tel. 081 372.31.38 pbx - Fax 081 558.50.69 info@safecomm.it Questo periodico è associato all’Unione Stampa Periodica Italiana

Redazione sportiva

Racing Team Napoli - Via Ferrandina, 10 Tel. 081.42.21.50 racingteam@libero.it


Piaggio MP3 LT “Sport” Grintoso e accattivante

51

Arte > Mostre Wonderland

55

Motori fuoribordo elettrici Torqeedo, energia pulita per il tender

59

Cantieri Mimì > Libeccio 27 Il fascino del gozzo

65

Nautica 2010 Un successo targato A.N.R.C.

71

Mare e vacanze Trend positivo alla BMT

79

51

59

65 71

Anno X - numero 5 • maggio 2010




Viaggio

a M

d i r d M

adrid, capitale della Spagna, è una città cosmopolita che affianca moderne infrastrutture e la sua condizione di centro economico, finanziario, amministrativo e di servizi a un grande patrimonio culturale e artistico, eredità di secoli di storia appassionante Strategicamente situata nel centro geografico della penisola iberica, a 646 metri sul livello del mare, Madrid conserva uno dei centri storici più importanti tra quelli delle grandi città europee, in cui si integrano in modo armonioso le infrastrutture più moderne e comode, un’offerta alberghiera e di servizi completa, e un’avanzata tecnologia relativa a mezzi audiovisivi e di comunicazione. Queste condizioni, associate all’energia di una società dinamica e aperta, allegra e accogliente, hanno trasformato questa metropoli in una delle grandi capitali del mondo occidentale.

➠➠

Anno X - numero 5 • maggio 2010




facciate in questo stile barocco, contrastano con i lussuosi interni dei palazzi.

Popolata dal Paleolitico inferiore, sarà solo nel 1561 che il re Filippo II farà di Madrid la capitale del suo vasto impero. Il centro storico, conosciuto anche come la “Madrid degli Asburgo” e la splendida piazza Mayor, inaugurata nel 1620 e considerata uno dei posti più popolari e tipici della Spagna, sono una dimostrazione dello splendore della città nel XVI e nel XVII secolo. Nelle vicinanze della piazza Mayor si trova il cosiddetto “centro aristocratico” dove è possibile ammirare il Palazzo Reale, costruzione monumentale del XVII secolo che unisce lo stile barocco a quello classico. Vicino si trovano la piazza di Oriente, il Teatro dell’Opera e la moderna cattedrale dell’Almudena, consacrata nel 1993 da Papa Giovanni Paolo II. La piazza di Porta del Sol circondata da un’elegante zona commerciale, e il Viale dell’Arte, così battezzato per gli incomparabili musei, palazzi e giardini, completano questo complesso monumentale dove risplendono l’edificio del Banco de España, il Palazzo delle Telecomunicazioni e le fontane di Cibeles e di Nettuno. L’arte e la cultura occupano un posto importante nell’agenda degli eventi di Madrid. La capitale ha 73 musei che abbracciano tutti gli aspetti del sapere umano. Si distinguono fra questi il Museo del Prado, una delle pinacoteche più importanti del mondo; il Museo Thyssen-Bornemisza, con più di 800 quadri, sculture, arazzi che includono opere dei maestri fiamminghi e opere dei movimenti avanguardisti; e il Centro Nazionale d’Arte Reina Sofía, dedicato all’arte contemporanea spagnola con opere di Picasso, Joan Miró, Salvador Dalí e Juan Gris. Grandi parchi e giardini ben curati come il Parco del Retiro, antico luogo di svago dei re spagnoli, la Casa de Campo, il Parco Juan Carlos I, permettono di godere delle giornate di sole, passeggiare, remare nei laghetti o dare da mangiare agli scoiattoli in una delle capitali più verdi d’Europa. Inoltre, l’importanza dell’aeroporto internazionale, dove ogni settimana arrivano più di mille voli da tutto il mondo, i due palazzi dei congressi, il moderno recinto fieristico del Campo de las Naciones e più di 80.000 posti in altri centri riunione, fanno di Madrid uno dei centri d’affari più interessanti d’Europa. Ciò che però caratterizza Madrid è una profonda e contagiosa passione per la vita, che si riflette nel carattere amichevole dei suoi cittadini. Concerti, esposizioni, balletti, opere teatrali, prime cinematografiche, la migliore gastronomia spagnola e internazionale e il fascino dei suoi bar e delle sue taverne, rappresentano solo alcune delle possibilità di svago offerte da Madrid, oltre alle proposte commerciali e



Anno X - numero 5 • maggio 2010

Il XVIII secolo lasciò un’impronta neoclassica nel magnifico complesso formato dal Palazzo Reale, i Giardini di Sabatini e il Campo del Moro, al centro della capitale. La chiesa di San Francisco El Grande, le fontane del viale del Prado, il Ponte di Toledo, il Museo del Prado o la Porta di Alcalá sono altri splendidi esempi di questo stile.

per lo shopping nei negozi tradizionali o nei prestigiosi negozi delle migliori firme e marche internazionali. Madrid dispone di un’offerta turistico/culturale molto varia, grazie ai diversi stili che hanno lasciato la loro impronta durante i secoli. Dai resti dell’antica muraglia araba, passando per le chiesette in stile gotico fino alle prime opere del Rinascimento, durante la sua storia Madrid ha collezionato opere artistiche molto belle e varie. Madrid deve il suo nome al sostantivo arabo Magerit (“madre delle acque”) con cui fu battezzata la fortezza fatta costruire sulle rive del fiume Manzanares dall’omayyade di Cordova, Muhammad (823-886). Nonostante la città sia vissuta per duecento anni sotto il dominio degli arabi, della loro presenza sono rimasti solo pochi resti della muraglia e qualche torre successivamente trasformata in campanile. L’arrivo degli Asburgo, nel XVI secolo e con relativo periodo di massimo splendore nel XVII secolo, sancisce l’inizio della monumentalità che ha portato alla nascita di una delle zone più rinomate della capitale, la cosiddetta Madrid degli Asburgo, in cui spiccano, oltre alla piazza Mayor, una miriade di luoghi, chiese e conventi ricchi d’atmosfera e d’arte. Le austere

La Madrid più moderna e avanguardista si trova nelle zone dell’ampliamento su due grandi assi: la Gran Vía e il viale della Castellana. La Gran Vía, cominciata agli inizi del XX secolo, oggi è una zona commerciale, di divertimento e di strutture alberghiere. Nel viale della Castellana, che attraversa la città da nord a sud, si trovano alcuni degli hotel più eleganti di Madrid, insieme a sedi di aziende che hanno optato per edifici moderni e avanguardisti.

➠➠


Concessionaria Ignifughe prefabbricate Carrelli merci tenda

Carrelli portabarca OFFICINA RIMESSAGGIO COPERTO

Conc. HOBBY

Parisi Camper:

PORTICI - Via Madonelle, 1 - (uscita Casello Ercolano) Tel. 081/3445911 081/6120102 - 081/7752920 Fax 081/7766746

www.parisicamper.it

NOLEGGIO

RICAMBI ACCESSORI mq. 1.000

Tende

info@parisicamper.it

Nuova esposizione Via Vicinale Murate, 15 - Agnano (NA)

LAIKA ECOVIP 2

7 posti letto

� 24.000,00 Anno: 1999 km: 39.000 Accessori: veranda

AUTOROLLER 46 Ford 2.4 5 posti letto, 5 posti omologati

� 6.000,00 Anno: 1983 km: 15.187 Accessori: portabici, veranda

ELNAGH DORAL 114 7 posti letto

� 20.000,00

C.I. CONTINENTAL 5 posti letto

� 10.000,00

Anno: 1998 km: 48.000 Accessori: antifurto, doppio serbatoio, portabici, veranda, serbatoio, portabici, veranda, serbatoio gpl

Anno: 1992 km: 78.500 Accessori: veranda

ARCA M 715 GLT 2 Fiat 2.8 - 6 p. letto

ARCA 639 GLV 6 posti letto

� 39.000,00 Anno: 2005 km: 21.000 Accessori: antenna tv, antifurto, climatizzatore, doppio serbatoio, generatore di corrente, portabici, veranda, stabilizzatori, sensori retromarcia, antenna sat., gancio traino ecc.

� 38.000,00 Anno: 2005 km: 28.000 Accessori: antenna tv, doppio serbatoio, veranda, rilevatori gas, turbo vent, kit speedy, porta moto


do molto vasto che spazia dai dipinti primitivi del XIII secolo alle avanguardie del XX secolo. Dürer, Tintoretto, Degas, Kandinsky, Goya, Cezanne, Matisse, Dalí, Miró, Picasso o Renoir sono alcuni degli artisti rappresentati in questa collezione.

Il retaggio architettonico di Madrid è senza dubbio importante, ma la sua grande ricchezza artistica si trova nelle pinacoteche. Tre musei, situati in aree limitrofe, danno vita al cosiddetto Paseo del Arte (Viale dell’Arte). Sono il Museo del Prado, il Museo Thyssen Bornemisza ed il Museo Nazionale Centro de Arte Reina Sofía. Il Museo del Prado è considerato da molti esperti la pinacoteca più prestigiosa del mondo, dal momento che possiede la collezione più importante e completa dei secoli XVI, XVII e XVIII, con le migliori opere delle scuole italiana, fiamminga e spagnola. Nel Museo del Prado è possibile ammirare opere di artisti del calibro di Bosch, Rubens, Goya, Velázquez, Murillo, Beato Angelico, Botticelli, Tiziano, Raffaello, Watteau, Tintoretto, El Greco, Ribera, Zurbarán e moltissimi alti, insieme ad una magnifica collezione di sculture classiche. Il Museo del Prado offre visite di gruppo private guidate al di fuori dell’orario di apertura al pubblico, che renderanno indimenticabile questo incontro con l’arte. Il Museo Thyssen Bornemisza ospita una collezione privata, ceduta definitivamente alla città nel 1993 e considerata la più importante, dal momento che raccoglie opere di un perio-

10

Anno X - numero 5 • maggio 2010

Il Paseo del Arte termina con il Museo Nazionale Centro de Arte Reina Sofía, famoso per la celebre opera Guernica, di Picasso, e per la sua collezione di pittura contemporanea, principalmente spagnola. L’importanza delle tre grandi pinacoteche ha ingiustamente eclissato la grande ricchezza e varietà degli altri musei di Madrid. Con del tempo a disposizione per le visite è possibile scegliere fra decine di possibilità. Dalle altre pinacoteche di grande interesse come l’Accademia Reale di San Fernando, agli altri musei comunali o quelli a tema, come il Museo Romantico, il Museo Ferroviario, il Museo Navale, il Museo dell’Esercito, il Museo dell’America, il Museo Archeologico Nazionale, il Museo Nazionale delle Scienze Naturali e così via. Madrid vanta anche un insieme di palazzi e monumenti che compongono uno dei patrimoni più importanti della storia dell’Occidente. Patrimonio Nacional (Patrimonio Nazionale) è l’istituzione preposta alla salvaguardia dei beni dello Stato destinati all’uso e al servizio del re e all’amministrazione dei conventi e dei monasteri fondati dai re nei secoli. La realizzazione di questi edifici, di enorme ricchezza artistica, è stata per secoli la forza motrice della cultura della Spagna. Questi edifici, aperti al pubblico,

comprendono il Palazzo Reale di Madrid, il Pantheon degli Uomini Illustri, il Monastero delle Descalzas Reales, il Monastero Reale della Encarnación, il Palazzo Reale di El Pardo, il Palazzo Reale di Aranjuez, il Monastero Reale di El Escorial, la Casetta del Principe di El Escorial, la Casetta dell’Infante di El Escorial e l’Abbazia Benedettina di Santa Cruz della Valle dei Caduti. Madrid è una città in cui i giovani potranno trovare attività per il tempo libero e per il divertimento ventiquattr’ore su ventiquattro. Le possibilità sono infinite. Le feste del Due Maggio, i Veranos de la Villa (Estate in città) o il Festival d’Autunno sono solo alcuni esempi del fitto programma di eventi culturali e per il tempo libero distribuiti lungo tutto l’anno e che includono un buon numero di attività rivolte al pubblico giovane, come concerti, cinema, teatro o danza. E sempre grazie ai vantaggi che solo una grande città può offrire, è possibile assistere a concerti di artisti internazionali o vedere giocare il Real Madrid nel suo stadio. Madrid gode di una vita notturna movimentata, in particolare durante i fine settimana. Le discoteche, i bar, le caffetterie, le sale e i locali alla moda distribuiti in diverse zone di divertimento e quartieri madrileni consentono di godersi al meglio l’atmosfera notturna. E quando arrivano i primi caldi dell’anno, niente di meglio che tuffarsi nell’animazione e nelle chiacchiere disinvolte fino a tarda notte in uno dei numerosissimi locali all’aperto estivi che invadono le strade e i viali della città.

➠➠


possibilità quasi inesauribili per chi vuole dedicarsi allo shopping. Con i suoi numerosi negozi e centri commerciali presenti sia in centro sia in periferia, molti dei quali fanno orario continuato durante il giorno, risulta una grande tentazione per gli amanti degli acquisti di tutte le età. È possibile identificare cinque zone per lo shopping nella capitale: Salamanca, Chueca, Centro, Princesa e Cuatro Caminos.

Il quartiere di Malasaña e la piazza Dos de Mayo sono una delle principali zone di festa della notte madrilena. L’ambiente universitario gravita intorno ai quartieri di Argüelles e Moncloa, mentre nel Paseo de la Castellana e nelle vie limitrofe si trovano numerosi locali alla moda. Vi è anche una serie di iniziative pubbliche che offrono un’alternativa al divertimento notturno, con un programma che si svolge in diversi centri e comprende un’infinità di attività gratuite: sport, Internet, giochi, laboratori teatrali, musica, danza e così via. Gli amanti dello sport a Madrid troveranno straordinari impianti per praticare la loro specialità preferita ai più alti livelli. Per quanto riguarda invece gli sport all’aria aperta, i dintorni della capitale offrono il contesto ideale per praticare il sentierismo, per fare escursioni a cavallo o in bicicletta, per praticare l’alpinismo e qualsiasi specialità invernale, compresi lo sci e lo snowboard. Per quanto riguarda lo shopping c’è un’infinità di possibilità per tutti: dai preziosi oggetti d’antiquariato al design più moderno: mobili, articoli di moda delle marche più prestigiose, regali, souvenir e prodotti gastronomici raffinati abbondano nelle vetrine della città e deliziano la vista dei passanti. A Madrid, negozi, centri commerciali e mercatini aprono un mondo di

12

Anno X - numero 5 • maggio 2010

Come spostarsi all’interno della città: Madrid è una città dalle grandi dimensioni, ma con un vantaggio: la maggior parte dei monumenti, musei e punti di interesse si trova in centro, e questo permette di conoscerli camminando. Se si percorresse questa zona turistica a piedi, senza fermarsi e con un buon passo, sarebbero necessarie all’incirca due ore per realizzare il tragitto. Tuttavia, grazie all’ampia rete di trasporti pubblici, è possibile raggiungere in modo comodo ed efficiente qualsiasi punto della capitale.

preferenziale. I percorsi e la frequenza degli autobus sono indicati alle fermate. Si può viaggiare con gli zaini (portandoli in mano e non sulle spalle), con valigie (delle dimensioni del bagaglio a mano consentito in aereo) e con biciclette pieghevoli. Per spostarsi di notte esistono autobus notturni, chiamati búhos (gufi), che funzionano tutti i giorni dalle 23.30 alle 5.30 del mattino. Partono dalla piazza di Cibeles e si riconoscono per la lettera “N” che precede il numero della linea. Il venerdì, il sabato e la vigilia dei giorni festivi esiste anche il servizio búho-metro: si tratta di autobus notturni che percorrono in superficie lo stesso tragitto delle linee della metropolitana. Sono contrassegnati dalla lettera “L” e il numero corrispondente della linea che seguono, funzionano dalle 00.45 alle 5.45 e le fermate corrispondono a quelle degli autobus vicine alle stazioni della metropolitana. Tuttavia molte persone di notte preferiscono muoversi in taxi. Circolano tutto il giorno e sono di colore bianco. Sulla fiancata devono recare una striscia rossa, il simbolo della città e il numero di licenza. Si possono prendere per strada quando hanno la luce verde accesa, alle apposite fermate oppure telefonando ai servizi di radio taxi. Le tariffe sono esposte in modo visibile all’interno del veicolo e comprendono prezzo minimo, inizio corsa, chilometraggio e supplementi come servizio notturno, festivo, partenza da stazione o aeroporto. Il costo totale del servizio è visibile sul tassametro. Per raggiungere i dintorni di Madrid, oltre agli autobus, è possibile utilizzare il treno. La rete ferroviaria regionale - RENFE funziona dalle 6.00 alle 23.55 circa e dispone di collegamenti giornalieri frequenti con località di interesse turistico come Alcalá de Henares, El Escorial o Aranjuez.

La metropolitana collega in modo rapido il centro storico con l’aeroporto di Barajas (per sapere come raggiungere la città dall’aeroporto, consultate la sezione Come arrivare) e con le principali stazioni ferroviarie e di autobus di Madrid. Funziona tutti i giorni della settimana dalle 6.00 del mattino all’1.30 di notte e gli ingressi sono segnalati con la lettera “M”. Anche gli autobus sono una buona opzione. Funzionano dalle 6.00 alle 23.30 e, nelle strade principali della città, circolano lungo una corsia

In collaborazione con: KODACVACANZE Via Cintia P.co S. Paolo, 13 - Napoli Tel. +39.081.6133219 pbx - Tel./Fax +39.081.6133275 www.kodacvacanze.com

info@kodacvacanze.com


Ignifughe prefabbricate


Musica > Jack Johnson

To the sea

In uscita agli inizi di giugno il nuovo album del celebre cantautore e surfista hawaiano

J

ack Hody Johnson nasce nel 1975 nella costa nord di Oahu (Hawaii). Fin da piccolo coltiva tre grandi passioni: il surf, il cinema e la musica.

La prima lo porta a gareggiare in competizioni di livello mondiale. Ottiene un discreto successo, ma in seguito ad un grave incidente, durante il “Pipeline Masters”, sceglie di abbandonare l’attività agonistica delle gare (ma non il mondo del surf). La passione per il cinema è consacrata con la laurea in cinematografia all’università di Santa Barbara, in California. Inizia a girare i primi lungometraggi e documentari. Il suo nome comincia a farsi largo tra i surfisti di tutto il mondo per l’ottimo lavoro alla regia. Ma Jack Johnson scrive anche canzoni folk, rock e blues. E la musica prenderà sempre più il sopravvento, rivelandosi come la massima espressione della sua anima d’artista.

➠➠ Anno X - numero 5 • maggio 2010

17


Nel 2001 esce il primo album “Brushfire Fairytales” e nello stesso anno, per promuovere il disco, prende parte come spalla di Ben Harper al tour tra Stati Uniti e Australia.

To The Sea; 09. My Little Girl; 10. Red Wine, Mistakes, Mythology; 11. Pictures of People Taking Pictures; 12. Anything But The Truth; 13. Only The Ocean.

Fonda la “Brushfire Records” etichetta indipendente. Nel 2003 pubblica “On and On” e due anni dopo “In Between Dreams”. Ottiene una nomination ai Grammy Awards e acquista fama mondiale.

Lo troveremo nei negozi ad inizio di giugno. Intanto le radio diffondono il singolo “You and your heart” (dal ritornello: “Tu e il tuo cuore non dovreste sentirvi così distanti”)... mentre gli appassionati di Jack si disperano per l’assenza di in una tappa italiana nel prossimo tour mondiale!

Il quarto album viene registrato a Los Angeles, è “Sleep Through The Static”. Il disco scala vertiginosamente le classifiche discografiche di diversi paesi: Australia, Canada, Nuova Zelanda, Irlanda e Inghilterra. Per ben due settimane l’album resta incollato alla posizione numero 1 della U.S. Billboard 200. Ed eccoci ai nostri giorni. Diversi mesi fa il sito ufficiale del cantautore hawaiano ha pubblicato l’annuncio di un nuovo lavoro dal titolo “To the sea”. Jack Johnson ha spiegato che il nome vuole essere un “riferimento a un padre che porta il figlio al mare, con l’acqua che rappresenta il subconscio. Cerca di andare sotto la superficie e comprendere se stesso”. Questa la tracklist ufficiale: 01. You and Your Heart; 02. No Good With Faces; 03. At or With Me; 04. When I Look Up; 05. From The Clouds; 06. Turn Your Love; 07. The Upsetter; 08.

18

Anno X - numero 5 • maggio 2010

Roberto Errante


Viale Della Repubblica 72/74 - 80012 - Calvizzano - Napoli - Tel. 081/7121922 Fax 081/7122637


Salute

Una prugna In

Occidente sono in molti a soffrire di stitichezza nell’età adulta:all’incirca una donna su due e un uomo su tre. Molti ricorrono abitualmente a purganti e lassativi; alla lunga, però, l’uso di queste sostanze non migliora l’efficienza dell’intestino, semmai tende a peggiorarla. La stitichezza porta anche a complicanze,quali diverticoliti ed emorroidi. Secondo alcuni,favorirebbe anche la cellulite, le vene varicose e persino il cancro al colon.

Si può combattere la stitichezza a tavola? Certo!

I cibi consigliati KIWI: Soprattutto se assunti la mattina, a digiuno o durante la prima colazione, sono molto efficaci. E’ importante, però che siano sempre ben maturi. ACQUA: Si deve bere sia lontano sia durante i pasti. La mattina, a digiuno, va bene bere uno-due bicchieri d’acqua. Utilissime le minestre e certe tisane VERDURE: Vanno bene quasi tutte, cotte o crude, tranne patate e barbabietole. Molto efficaci sono le verdure a foglia (spinaci, coste e così via), cotte al vapore o lessate. ALIMENTI INTEGRALI: L’abbondanza di carboidrati raffinati (pane bianco, merendine, biscotti…) favorisce la stipsi. E’ bene preferire pane, pasta e riso integrali.

20

Anno X - numero 5 • maggio 2010

In linea di massa,si deve avere l’obiettivo di aumentare il volume del contenuto intestinale,senza accrescere l’apporto quotidiano di calorie;in tal modo l’intestino favorisce il transito di ciò che si trova in esso. Da tale punto di vista, i cibi più efficaci sono quelli che forniscono contemporaneamente acqua e fibre,in particolare alcuni tipi di frutta (il kiwi ben


al giorno... maturo,le prugne secche e bollite)e alcune verdure (lessate,come quelle a foglia,tipo gli spinaci ,le coste e le erbette;o fresche come le insalate). Utili anche i legumi. Non si dovrebbero invece consumare tanti cibi ricchi di carboidrati raffinati, ma preferire sempre quelli integrali. Molto importante è anche la pratica abituale dell’attività fisica. Essa, infatti, fa sì che si producano ormoni che migliorano i movimenti dell’intestino (peristalsi). Un discorso a parte meritano i probiotici, elementi microbici che, una volta assunti per bocca, se riescono a superare indenni l’ambiente fortemente acido dello stomaco, ridanno equilibrio alla flora intestinale e, in molti casi,combattono la stitichezza. I prebiotici, a loro volta,sono carboidrati non digeribili (in genere olisaccaridi) che nell’intestino favoriscono lo sviluppo della componente “buona’’ della flora batterica.

ATTIVITà FISICA E’ sempre utile a chi soffre di stitichezza. Quella aerobica va preferita. Può andare bene anche fare una passeggiata, purchè con passo discreto e della durata di almeno mezz’ora.

Anno X - numero 5 • maggio 2010

21


22

Anno X - numero 5 • maggio 2010


Cinema 28 maggio 2010

The Road

In uscita a fine maggio l’adattamento cinematografico del romanzo “La strada” di Cormac McCarthy, pubblicato nel 2006 e vincitore del Premio Pulitzer nel 2007

D

opo “Non è un paese per vecchi”, un altro romanzo di Cormac McCarthy fa il suo debutto sul grande schermo.

Snobbando i giudizi del pubblico d’oltreoceano, che lo hanno etichettato come “film deprimente”, “The Road”, diretto da John Hillcoat, ha riscosso un discreto successo in occasione della 66ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Anche la Videa-CDE ne è stata sedotta ed alla fine ha deciso di acquistarne i diritti per la distribuzione italiana. La data d’arrivo nelle sale italiane è stata fissata al 28 maggio. Le immagini di “The Road”, ambientato in un ipotetico futuro post nucleare, presentano uno scenario cupo e apocalittico. Un cataclisma ha devastato e sconvolto il pianeta cancellando ogni traccia di civiltà. Il mondo è diventato buio, freddo e crudele. La vita umana è regredita a lotta per la sopravvivenza. Molte specie animali e vegetali si sono estinte. Il bisogno di cibo ha generato violenza, segregazione e cannibalismo.

24

Anno X - numero 5 • maggio 2010


Su questo sfondo, un padre (Viggo Mortensen) e suo figlio (Kodi SmitMcPhee) si mettono in viaggio verso sud per sfuggire al rigido inverno. Attraversano a piedi gli Stati Uniti in cerca dei pochi avamposti di civilizzazione ancora esistenti. Una sola arma di difesa contro predoni e cannibali: una pistola e solo due proiettili. L’uomo è malato e consapevole di essere vicino alla fine. Durante il viaggio si abbandona a malinconici racconti della sua vita e a descrizioni di com’era il mondo prima del cataclisma. Il bambino ascolta e raccoglie l’eredità del padre incarnando la speranza e la promessa di un futuro migliore. È un film drammatico immerso in un’atmosfera fantascientifica con contaminazioni thriller. Le musiche sono dei “maestri” Nick Cave e Warren Ellis. La fotografia di Javier Aguirresarobe e la scenografia di Chris Kennedy. Chi ha letto il romanzo di Cormac McCarthy, “La strada”, avrà sicuramente da ridire sulla sua versione “grande schermo”. McCarthy ha appassionato i lettori con riflessioni di grande spessore, ragionamenti su delicate tematiche (umanità, fede, redenzione) e per la profondità emotiva e forza evocativa di una narrazione ricca di dettagli e sentimenti. Il regista australiano John Hillcoat ha raccolto la difficile sfida della trasposizione cinematografica del libro. Ora tocca allo spettatore il giudizio finale! Roberto Errante

Anno X - numero 5 • maggio 2010

25


Napoli - Via Cinthia P.co S.Paolo is.10/13 Tel. 081/728.20.32 081.241.23.25 Fax. 081.715.97.36 www.pavrappresentanze.it e-mail: pavnapoli@tiscali.it


Auto In Verde > Peugeot 206 Plus Eco Gpl

Il rilancio di una “best seller”

Design rinnovato, prezzi davvero contenuti e buon piacere di guida anche con propulsione a gas: grazie a queste doti la non più giovane francesina riesce a riproporsi sul mercato offrendo un interessante valore aggiunto

R

ingiovanita, con un muso sbarazzino che la fa assomigliare molto alle ultime nate, la Peugeot 206 si ripropone sul mercato con nuova carica e prezzi di listino particolarmente interessanti che la mettono in diretta concorrenza con le rivali nel suo segmento di appartenenza.

➠➠ Anno X - numero 5 • maggio 2010

27


a benzina mentre a GPL si va ai 7,3 litri ogni 100 chilometri con un vantaggio economico valutabile all’incirca sul 50 per cento. Il serbatoio GPL della 206 Plus ha una capacita di 36 litri, e garantisce un’autonomia di circa 500 chilometri nell’uso misto con una spesa di circa 5 euro ogni 100 chilometri. Scendono anche le emissioni di CO2 che si attestano sui 115 g/km con l’uso del gas. Il sistema è poi dotato di valvole di sicurezza che interrompono il flusso dei carburanti in caso di urto violento, contribuendo ad aumentare la sicurezza della Peugeot 206 Plus ECO GPL.

La moda delle low cost che sta prendendo altri marchi è aggirata in maniera “classica” dal gruppo PSA che propone così suoi modelli non aggiornatissimi a prezzi veramente contenuti. E’ il caso della 206 che nella versione Plus ECO GPL offre un prodotto interessante a chi desidera una vettura “intelligente” e collaudata. La versione rinnovata del best seller francese non fa rimpiangere la più giovane 207: le somiglia nel muso e nel comfort ed ha nel GPL omologato in fase 2 quel valore aggiunto che la rende altamente interessante. Disponibile con carrozzeria a 3 e 5 porte, la 206 Plus ECO GPL monta il classico propulsore da 1,1 litri da 44 kW e 94 Nm di coppia. Affidabile ed economico nella gestione, riesce

28

Anno X - numero 5 • maggio 2010

ad offrire un buon piacere di guida anche alimentato a GPL. A fronte di una potenza minore (41,8 kW) dispone di un NM di coppia in più ad un regime più basso. L’impianto, messo a punto dalla M.T.M. - BRC Gas Equipment di Cuneo, è all’avanguardia nella sua tipologia: il sistema Sequent Plug&Drive regola la carburazione a gas, mantenendo inalterate le strategie della centralina a benzina, e rendendo ottimale la carburazione del GPL a prescindere da fattori esterni e dalla composizione del carburante. Questo garantisce una differenza minima nelle prestazioni della vettura ed una buona gestione complessiva dell’impianto. I consumi della Peugeot 206 Plus 1.1 ECO GPL si attestano sui 6,7 litri ogni 100 chilometri con alimentazione

I prezzi di listino partono da 12.200 euro della versione base, già ricca di accessori e su cui sono disponibili vari pack per il comfort e la sicurezza. Ilio Ascione


NEW NISSAN QASHQAI ANCORA PIÚ FORZA. ANCORA PIÚ STILE.

URBANPROOF. MASTERED. Risultato test Euroncap ottenuto il 23/05/07.

Valori massimi: consumo ciclo combinato 8,2 l/100km. Emissioni CO2 ciclo combinato: 194 g/km.


Automobili nuove di tutte le marche. Automobili usate da sempre garantite Nero su Bianco fino a 24 mesi senza limiti di chilometraggio. Carnet di garanzia, traino, vettura sostitutiva e spese di albergo. Automobili a km zero. Assicurazioni in sede.

SAN VITALIANO (NA) Via Nazionale,7/bis. Km 49,300 Tel. 081.5198530 Fax 081.5196925 MARIGLIANO (NA) assistenza, noleggio breve e lungo termine Corso Umberto I, 400 Tel. 081.8851082 Fax 081.8853539

Centro Installazione Satellitari Cobra.

MERCOGLIANO (AV) Uscita Casello Autostrada Avellino Ovest Tel. 0825.680024 Fax 0825.1910038

Noleggio a breve termine Hertz.

www.autoshopping.it

Assistenza e manutenzione Dekra.

Noleggio a lungo termine Locat Rent.


Daihatsu sceglie

da lunedì 10 a domenica 16 maggio

AVN726EE

Navigatore omaggio

Sconto di 1.000 euro

Concorso Golden Dreams

Nella settimana del Porte Aperte il navigatore integrato Fujitsu Ten Eclipse AVN726EE* con lettore DVD, DivX e connessione iPod, del valore di 1.200 euro, è omaggio.

Qualità giapponese, affidabilità straordinaria: solo questa settimana Terios, Sirion, Cuore e Materia, versioni a benzina, sono tue a un prezzo eccezionale, grazie agli incentivi Daihatsu.

Ritira la cartolina dal Concessionario. Puoi vincere seggiolini per auto Brevi e polo Mud&Glory, e ogni giorno uno splendido gioiello Yukiko in oro bianco e diamanti.

Consumo misto (l/100 km) da 4,4 a 7,7 benzina e da 6,2 a 10,7 GPL; emissioni CO2 (g/km) da 104 a 181 benzina e da 100 a 173 GPL. Visita il sito www.goldenweek.it e trovi le modalità per partecipare al concorso e il Regolamento completo. Notificato al Ministero dello Sviluppo Economico. Montepremi complessivo 4.880,67 € iva inclusa. *In caso di esaurimento scorte sarà sostituito con un modello di valore equivalente o superiore.

Concessionario Ufficiale

Schiano

Via delle Nazioni, 110 San Benedetto del Tronto (AP) - Tel. 052.256387 www.nomeconcessionaria.it

Monte Di Procida (NA) - Tel. 081.804.52.49/50.49

Marchio della Concessionaria Forio d’Ischia (NA) Tel. 081.98.93.63

a pochi Km. dall’uscita Cuma della Tangenziale di Napoli

Aperti anche il sabato pomeriggio


Il 1° Club d’Italia

2000 2001

2002 2004

2003 2005

2006

Classic Car Club Napoli

Napoli • Via Scarfoglio, 5/P • Tel. e Fax 081.5709679 - 081.5707180 www.classiccarclubnapoli.it • info@classiccarclubnapoli.it • info raduni: 339.66.83.726

Dal mare ai monti….. e ritorno I Trofeo Lago di Scanno

D

al 30 Aprile al 2 Maggio 2010 il Classic Car Club Napoli ha organizzato la prima edizione del “Trofeo Lago di Scanno” (L’Aquila). Per chi e’ abituato agli scenari mediterranei del “Triangolo d’Oro” e del “Tour della Penisola Sorrentina” che portano le auto del sodalizio partenopeo a Ischia, Capri, Positano e Sorrento, (e scusate se e’ poco!) la scelta di una location “montana”, e per di più non esattamente dietro l’angolo, poteva sembrare un azzardo. Eppure Geppino Cannella ancora una volta ha centrato l’obiettivo. Accogliendo l’invito di Paolo Morra Greco, socio del club e frequentatore abituale del Lago di Scanno, dopo un sopralluogo che lo ha entusiasmato ha deciso di condividere con gli altri soci l’esperienza. Ed ha visto giusto. Circa 60 equipaggi, tra auto d’epoca, Ferrari e vetture Gran Turismo, si sono dati appuntamento la mattina del 30 per iniziare l’avventura. La marcia di trasferimento sulle strade interne della Campania, del Molise e dell’Abruzzo, con i loro splendidi scenari naturali, ha rappresentato solo un’anteprima di ciò che avrebbero

32

Anno X - numero 5 • maggio 2010

trovato alla meta. La prima sensazione forte alla “sosta tecnica” effettuata al piazzale del Passo Godi (quota 1700 circa), sul crinale degli Appennini ancora imbiancato di neve, e dove nella serata del 1 Maggio si sarebbe svolta la I prova cronometrata. Di li a poco, dopo l’ultima tappa di circa 30 minuti, il gruppo e’ giunto a Scanno, delizioso paesino incastonato all’intersezione tra tre diversi crinali, e subito dopo ha potuto ammirare la bellezza del Lago e del più complessivo panorama che lo circondava. La prima sensazione e’ stata di una immensa, penetrante, coinvolgente atmosfera di tranquillità. Un posto dove l’armonia tra l’uomo e la natura non e’ stata ancora contaminata dai soprusi di quest’ultimo, e dove non e’ difficile incontrare piccoli animali in libertà. Una sorta di dimensione parallela che neppure i gitanti del primo maggio sono riusciti a stravolgere, soggiogati dalla sacralità dei monti circostanti, dal lento movimento delle acque del lago, da una natura incontaminata dove il tempo sembra scorrere con una più dolce lentezza…..


Gambardella su Triumph TR 3°. Il podio della categoria Modern ha visto sul gradino più alto Giovanni Castelli, su Porsche 911. A completare il terzetto di testa, al secondo posto Patrizio Acciarino su Porsche 911 cabrio e la Mercedes 300 SL Roadstar di Eugenio Antonini , il mitico “ Gege’ “. Il primato della categoria Ferrari e’ andato a Francesco Galletta, su Ferrari 355 GTS, il secondo posto a Raffaele Sola su Ferrari F430 ed il terzo a Pasquale Simeone su Ferrari 348 TS. Alla prossima! Enzo Evangelista

In questo splendido scenario, inconsueto ed inebriante per noi “cittadini” abituati ( e costretti) a “sopravvivere” quotidianamente tra smog, traffico, code ed affanni di ogni genere gli equipaggi hanno dato vita al Primo Trofeo Lago di Scanno, ma lo hanno fatto quasi in punta di piedi, con la massima attenzione, per non violare in alcun modo le caratteristiche del luogo. La prima giornata e’ proseguita con una passeggiata alla frazione di Frattura, per una ricognizione lungo il percorso che il mattino dopo ha visto le vetture impegnate nella prima prova, la scalata Scanno – Frattura, e si e’ conclusa con la cena in una tipica baita di montagna ai piedi delle piste da sci. La Scanno – Frattura e’ stata resa possibile dalla collaborazione delle autorità locali e dalla chiusura al traffico del tratto interessato. Subito dopo il corteo si e’ mosso per una visita alle Gole del Sagittario, dove i partecipanti hanno potuto ammirare l’ennesimo stupendo scenario naturale, tra strapiombi di roccia, laghetti naturali e vegetazione fiorente. In serata il trasferimento a Scanno, e da li il trasferimento al Passo Godi, la “sella” naturale che ha visto anche soggiornare il Papa Giovanni Paolo II. Sul piazzale e’ stato allestito il percorso per la prima prova cronometrata, con tre passaggi concatenati ad intervalli di 6 secondi. La gara si è svolta nella suggestiva luce del tramonto che si rifletteva sulla neve che ancora imbiancava le cime circostanti. Dopo una cena a base di prelibatezze locali, il rientro in albergo per ritemprarsi in vista della II prova.

concatenata ad intervalli di 7 secondi. Successivamente si sono portati al centro di Scanno, dove in una Domenica di sole hanno potuto fare shopping, andare a Messa, ed assistere alla festa della “Presentosa”, un avvenimento davvero particolare e molto sentito dagli abitanti del luogo vissuta nei costumi tradizionali. Alcune delle partecipanti in costume hanno posato per una foto con le vetture in sosta nel piazzale della seggio via di Scanno. La manifestazione si e’ conclusa con il pranzo presso il Park Hotel, la struttura che ha ospitato la comitiva durante la kermesse, ed la successiva cerimonia di premiazione. Per la cronaca, vincitore nella categoria Postclassic e’ risultata Olga Narducci, su Fiat 850 coupè, seguita al secondo posto dalla MG-A 1600 di Antonino Pisani, ed al terzo da Fulvio

La mattina successiva gli equipaggi si sono portati a Villalago per la seconda manche della gara. Questa volta si sono cimentati in una serie Anno X - numero 5 • maggio 2010

33


34

Anno X - numero 5 • maggio 2010


Novità Auto > Honda CR-Z

Il piacere “ibrido” di guida Una linea seducente che richiama gli anni ‘80 ed un forte carattere sportivo per questa nuova coupè della Casa giapponese mossa da una brillante ed efficiente motorizzazione benzina-elettrico. L’arrivo nelle concessionarie è previsto a fine maggio

Un

nuovo ed entusiasmante coupè sportivo, destinato a sovvertire l’attuale concezione delle auto ibride: è l’Honda CR-Z, una vettura assolutamente unica nel suo genere, in quanto coniuga i vantaggi di un pulito ed efficiente motore ibrido benzina-elettrico ad una trasmissione manuale a 6 rapporti in un’elegante carrozzeria coupé. L’affascinante design della nuova CR-Z è stato sviluppato sull’idea di una linea cuneiforme, con il profilo del cofano ribassato ed una larga carreggiata per conferire all’auto un look sportivo e muscoloso. La seducente coupè rivela i tratti distintivi della casa giapponese, come il portellone di vetro posteriore sdoppiato e l’aerodinamica linea rastremata del tetto, riflettendo volutamente lo stile classico della CRX anni ‘80.

➠➠

Anno X - numero 5 • maggio 2010

37


La bella CR-Z porta al debutto un sistema ibrido parallelo a basse emissioni e consumi ridotti abbinato a un cambio manuale a 6 marce, anima dello spirito sportivo che gli ingegneri Honda hanno voluto infondere al modello. Per la sua versatilità, l’esclusivo sistema ibrido parallelo IMA di Honda può essere impiegato con un’ampia gamma di trasmissioni, non solo con i cambi di tipo CVT. Il motore da 1,5 litri a 4 cilindri i-VTEC è nuovo per il mercato europeo ed è un elemento fondamentale e distintivo della CR-Z. Derivato da quello montato su alcune versioni di Jazz non commercializzate sul mercato europeo, questo brillante propulsore è reso ancora più vivace dalla coppia aggiuntiva di 78 Nm erogata dal motore elettrico da 14 CV posizionato tra il motore e la frizione. La potenza combinata arriva a 124 CV con una coppia di 174 Nm. Il motore elettrico incrementa la coppia disponibile ai bassi e medi regimi, conferendo al cambio della CR-Z quella flessibilità che è solitamente tipica dei motori turbodiesel.

I raffinati interni sono stati realizzati a partire dalla concept in mostra al salone dell’auto di Tokyo 2007. Tutto l’abitacolo è costruito intorno al posto di guida. L’architettura di base della CR-Z è simile a quella della Insight, con cui condivide la struttura del pianale. Alcuni componenti sono stati modificati per adeguarli alla natura sportiva del nuovo coupè ed aumentare al massimo il divertimento alla guida, conferendo alla vettura grande agilità, maneggevolezza e reattività. Un’attenzione particolare è stata rivolta alla progettazione dello scarico per assicurare all’automobilista sportivo sonorità diverse da tutte le precedenti ibride compatte. La nuova Honda CR-Z arriverà nelle concessionarie italiane a fine maggio, con prezzi a partire da 21.800 euro.

Per offrire al conducente la massima versatilità nell’utilizzo quotidiano, la CR-Z è dotata di un esclusivo sistema 3-Mode Drive, che permette di scegliere fra tre diverse modalità di guida, privilegiando quella sportiva o quella volta al risparmio di carburante o scegliendo un compromesso fra le due.

38

Anno X - numero 5 • maggio 2010

Marina Federico


Modello

Colore

Km.

Anno

Prezzo

AUDI Q7 3.0 TDI DPF TIPTRONIC

Argento met.

95.000

07/2007

37.900,00

AUDI A6 AVANT 3.0 TDI S-LINE QUATTRO

Titanio met.

59.000

11/2007

32.500,00

BMW 320 d TOURING

Avion met.

71.000

06/2003

8.900,00

DAIHATSU Terios 1.5 CX 4X4

Grigio met.

15.000

01/2008

15.500,00

FERRARI 612 SCAGLIETTI

Beige met.

0

06/2006

209.000,00

FIAT Panda 4X4 MJT CLIMBING

Giallo pastello

50.000

12/2005

10.500,00

FIAT Multipla multijet DINAMIQUE

Grigio met.

65.000

04/2006

11.900,00

LAND ROVER Range Rover Sport 2.7 tdi HSE

Blu met.z

48.000

10/2006

39.900,00

MERCEDES-BENZ E 280 AVANTGARDE

Titanio met.

97.000

07/2004

14.900,00

MERCEDES-BENZ ML 320 CDI CRHOME

Beige met.

135.000 01/2006

36.900,00

NISSAN Note 1.4 16 VALVOLE ACENTA

Grigio met.

28.000

02/2007

9.800,00

RENAULT Kangoo 1.5 DCI COMBI DINAMYQUE

Grigio met.

23.000

05/2008

11.900,00

RENAULT Grand Scenic DE LUXE

Grigio met.

87.000

11/2006

13.500,00

SKODA Superb 2.0 tdi AMBITION ULTIMO TIPO!!!

Grigio Fumo met.

29.000

09/2008

19.400,00

SKODA Octavia 2.0 tdi RS 170cv

Grigio met.

69.000

02/2008

15.900,00

www.scandisud.com info@scandisud.com

Via Nazionale delle Puglie, 245 - Casoria (NA) Tel. 081.759.98.81 - Fax 081.584.32.92


Su “misu è

nata la Range Rover Sport Autobiography, il nuovo allestimento del M.Y. 2010 e punto più alto della gamma Range Rover, caratterizzato da un’evoluzione che si manifesta sia nella dotazione di serie che negli interni. La vettura base è un 3.0 TDV6 HSE. L’introduzione del neonato modello è anticipata da una Limited Edition che avrà il compito di presentare e lanciare l’allestimento Autobiography nel prossimo autunno. Secondo la filosofia Land Rover, il programma Autobiography, dedicato alla gamma Range Rover, ha l’obiettivo principale di lasciare al Cliente il piacere di creare una vettura “a sua immagine e somiglianza”, personalizzandola secondo i suoi gusti. Nell’arco di 40 anni, la Range Rover si è sempre distinta come un’auto frutto di un attento lavoro artigianale, con cura dei dettagli e dei particolari: sono state personalizzate Range Rover per una folta schiera di clienti famosi, non ultimi la Regina d’Inghilterra e la famiglia

40

Anno X - numero 5 • maggio 2010


Novità Auto > Range Rover Sport Autobiography

ura” dei clienti reale, in quanto lo scopo è quello di ascoltare attentamente le esigenze individuali per fornire all’acquirente esattamente quello che desidera.

la Range Rover Sport HSE, a fronte di una straordinaria dotazione in termini di quantità ma soprattutto di alta qualità. Marina Federico

Da qui contenuti esclusivi come sofisticati inserti in legno Silky Oak e Burr Oak su portiere e consolle centrale, cerchi in lega da 20” finitura Diamond Autobiography Style 8, raffinati sedili in pelle premium perforata, ruotino di scorta 19”x 8”, griglia frontale con finitura brillante Titan, portachiavi e tappetini dedicati, specifici interni bicolore, oltre a tre colori per la carrozzeria, Alaska White, Buckingham Blue e Santorini Black. Il prezzo chiavi in mano della Range Rover Sport Autobiography è di € 73.050 con un aumento di solo il 6% rispetto al prezzo del-

Anticipato da una Limited Edition, il nuovo esclusivo modello del prestigioso Marchio inglese asseconda una filosofia di lusso “individual”, formulata per offrire all’acquirente esattamente quello che desidera

Anno X - numero 5 • maggio 2010

41


FINANZIARIA S.p.A.


Foto: Sergio Lauritano

Eventi

La Formula 1 torna

all’ombra del Vesuvio E

Uno Show Run esaltante sul lungomare di Napoli: la Red Bull infiamma il pubblico degli appassionati, oltre 20.000, accorsi a via Caracciolo per assistere alle esibizioni di Mark Webber, Sebastien Buemi e del funambolico Chris Pfeiffer

vento nell’evento quello del Red Bull Formula 1 Show Run che ha scelto Napoli per la sua tappa italiana, regalando a questa città l’emozione di veder sfrecciare una Formula 1 sulle sue strade a quasi cinquant’anni dall’ultimo Gran Premio di Posillipo. Una esibizione molto gradita dai 20.000 appassionati accorsi sul lungomare Caracciolo che ha avuto come protagonisti i piloti Red Bull Mark Webber e Sebastien Buemi che hanno acceso i cuori alla guida della Formula 1 e della Toyota Camry, vettura Nascar del team austriaco.

➠➠

Anno X - numero 5 • maggio 2010

45


L’evento è cominciato il venerdì con l’incontro organizzato in collaborazione con l’UniNa Corse presso la Facoltà di Ingegneria di Napoli. Alla kermesse era presente il giovanissimo Sebastien Buemi e l’ingegner Gianvito Amico, responsabile affidabilità della scuderia Toro Rosso, presentati dal Team Leader UniNa Corse Bruno Astarita che ha colto l’occasione per presentare il progetto Formula SAE dell’Università di Napoli, la sfida lanciata dalla facoltà partenopea agli atenei di tutto il mondo impegnati in questa stimolante competizione. Il team universitario è composto da un gruppo di studenti che, con responsabilità diverse (pro-

prio come avviene in Formula 1), daranno vita all’ambizioso progetto sotto l’attenta consulenza dei docenti della Federico II. Nel corso della conferenza si è parlato di sicurezza e di quanto in Formula 1 si stia lavorando in questa ottica. Certo le situazioni sono diverse dalla “strada” ma il percorso intrapreso è interessante anche per la produzione di serie, pur se in un periodo abbastanza remoto. Sebastien Buemi ha raccontato la sua esperienza nel mondo delle corse e quanto sia importante il perfetto coordinamento fra lo staff e il pilota in una competizione automobilistica, con spunti molto interessanti per chi, in futuro, avrà voglia di svolgere la sua professione nell’ambito agonistico. Poi la parte più faticosa per il giovane pilota svizzero: la firma degli autografi. E poi via, a visitare finalmente una città di cui conosceva solo l’aeroporto ed il circuito Internazionale di Sarno, che lo ha visto per anni protagonista dell’Open Kart. Sabato pomeriggio si accendono i motori ed è Red Bull F1 Show Run! A deliziare gli appassionati l’esibizione del funambolico Chris Pfeiffer, campione del mondo di Free Style, che con la sua BMW ha intrattenuto il pubblico con numeri mozzafiato. Assolutamente da non imitare perché Chris è unico e perché quella moto è unica, costruita appositamente dalla BMW per il campione della Red Bull. Poi è la volta di Mark Webber con la Formula 1 del 2009: accelerazioni spaventose... burn-out infiniti... Ripartenze mozzafiato... Napoli si riempie del rombo dell’otto cilindri Renault a distanza di 48 anni (in questi giorni) dall’ultimo rombo vincente della Ferrari 158 di Mairesse sulla collina di Posillipo. Anche Buemi non si tira indietro con numeri di alta scuola prima al volante dell’ostica Nascar Toyota (che in potenza e velocità ha qualcosa in più della massima formula), poi anche lui con la Red Bull F1.

46

Anno X - numero 5 • maggio 2010

Un evento, un’emozione, un regalo ad una città che ha bisogno di riscoprire, di mettere alla luce la sua immensa passione per i motori. Come dimostreranno i ragazzi dell’UniNa Corse, presto protagonisti, anche loro, nella più grande competizione universitaria del mondo. Ilio Ascione


Videogiochi > Xbox 360

C

hi non ha avuto paura del buio da piccolo? Chi non ha temuto, almeno una volta, di veder venir fuori da un corridoio senza luce, un terribile mostro? E quelle notti “da luce accesa sul comodino” per cancellare l’oscurità delle nostre angosce ancestrali? L’ultimo lavoro dei ragazzi della Remedy (quelli del noir poliziesco “Max Payne”) può essere racchiuso in questa esperienza, che appartiene a tutti noi. Ci sono voluti ben cinque anni prima di confezionare “Alan Wake” e metterlo in vendita! Ma come ha spiegato Sam Lake, regista e sceneggiatore del gioco, è stato il tempo necessario per calibrare in maniera maniacale gli stati emotivi da far vivere al giocatore. L’atmosfera è da film horror. Il tema di fondo potrebbe anche risultare banale: la luce è il bene, le tenebre il male. Tutto ciò che sembra muoversi al buio genera inquietudine e paura. E tutto ciò che di mostruoso e terribile viene raggiunto dalla luce (sia quella solare o quella di una torcia elettrica) perde potenza e si indebolisce. Alan Wake (modellato graficamente sull’attore finlandese Ilkka Villi) è un famoso romanziere in crisi. La moglie Alice lo convince a passare un po’ di tempo a Bright Falls, una cittadina sperduta nel verde. Hanno affittato una piccola casetta di legno. Alan esce per mettere in moto il generatore di corrente. Improvvisamente la realtà scompare e la vita di Alan viene ingoiata in un terribile incubo. Si avvicendano le

48

Anno X - numero 5 • maggio 2010

Uno strepitoso action thriller psicologico che fa della potenza narrativa il suo principale punto di forza lontane urla di Alice e scene confuse. Alan si ritrova in piena oscurità con l’auto sull’orlo di un burrone. È notte. Alice è scomparsa. Alan inizia ad avere terribili incubi e per esorcizzarli riprende a scrivere. Trascrive nei minimi dettagli i mostri che animano i suoi sogni per poi scoprire che le terribili creature hanno oltrepassato il confine onirico e ora abitano la sua vita reale. Il gioco si sviluppa in episodi e si basa su missioni. Occorre muoversi all’interno della città di Bright Falls esplorandola nei suoi ricchissimi dettagli e raggiungendo obiettivi che diventeranno sempre più complessi. Troviamo pagine di un libro che raccontano di uno scrittore in cerca di sua moglie. Le pagine hanno spesso contenuti profetici, descrivono la nostra morte e al tempo stesso ci suggeriscono come evitarla. Incontriamo astuti zombi e inquietanti presenze demoniache. Soltanto la luce ci aiuterà a sconfiggerli.


Alan dovrà così, passo dopo passo, ricomporre le tessere di un fitto mistero per evitare di rimanere bloccato per sempre in un mondo da incubo e ritrovare finalmente Alice. Gli sviluppatori hanno puntato tutto sulla forza narrativa per far vivere al giocatore un esperienza cinematografica pura. Risiede qui la scelta di destinare “Alan Wake” alla sola piattaforma X360 escludendo eventuali versioni pc. Ed Infatti i creatori del gioco consigliano un’immersione nel gioco in totale intimità e solitudine. Questo spiega anche la scelta di non prevedere modalità multiplayer. Spegnete cellulari, staccate le prese del telefono, sedetevi comodamente sul divano e sfidate le vostre angosce più buie indossando i panni di Alan Wake! Roberto Errante

Anno X - numero 5 • maggio 2010

49


FANTASTICHE OFFERTE solo sugli ultimi 3 veicoli in stock

VIENI A SCOPRIRLE

Ape diesel ca

gone e 50cc fur

Ap

lessino

Porter cassone ribalta

bile benzina/gpl

Concessionaria

Schiano

Monte di Procida (NA)

a pochi Km. dall’uscita Cuma della Tang. di Napoli

Tel. 081.804.52.49/50.49 Forio d’Ischia (NA) Tel. 081.98.93.63


Piaggio MP3 LT “Sport”

Grintoso e accattivante Piaggio MP3 LT, il primo scooter “over 125” che si può guidare con la normale patente auto, si veste di una nuova ed elegante livrea bianca. Ne nasce una versione speciale che, grazie a numerosi dettagli esclusivi, unisce alle doti di versatilità e sicurezza proprie della famiglia MP3 un look al tempo dinamico e deciso, esaltato dal contrasto tra il bianco della tinta e il nero di numerosi dettagli.

➠➠

Anno X - numero 5 • maggio 2010

51


mica, oltre ad offrire il massimo comfort e una notevole abitabilità per conducente e passeggero, si distingue per la scelta dei materiali di pregio e per le cuciture rosse in rilievo, un esplicito richiamo all’indole sportiva del nuovo MP3 LT “Sport”. Piaggio MP3 LT “Sport” mantiene tutte le caratteristiche di innovazione, divertimento e sicurezza che hanno decretato il successo del primo scooter a tre ruote del mondo.

Le

forme decise e aggressive di MP3 LT “Sport” nascono dal sapiente contrasto tra l’eleganza dell’esclusiva colorazione bianca e il piglio sportivo dei numerosi particolari scuri, elementi che si fondono esprimendo forza e carattere e anticipando le prestazioni delle moderne motorizzazioni da 300cc e 400cc. Elementi distintivi del nuovo MP3 LT “Sport” sono infatti i cerchi a 10 razze, il rivestimento interno dei gruppi ottici anteriori, la mascherina frontale e le maniglie passeggero, tutti dall’aggressiva colorazione nera lucida, così come le traghette brunite. Anche il protettivo parabrezza assume una decisa connotazione racing grazie alla pigmentazione fumé, mentre la sella, ampia ed ergono-

52

Anno X - numero 5 • maggio 2010

Piaggio MP3 LT è la proposta ideale per quanti hanno sempre visto nello scooter la soluzione ai problemi di mobilità metropolitana ma sono stati frenati dalla mancanza della patente moto: grazie alla carreggiata anteriore di 465 mm, Piaggio MP3 LT è infatti guidabile con la normale patente per auto nonostante sia disponibile in due potenti versioni, 300ie e 400ie, decisamente più performanti rispetto alla categoria 125cc sino a oggi accessibile a chi non dispone di una patente specifica per moto e scooter. MP3 LT 300ie “Sport” è equipaggiato con il nuovo motore monocilindrico da 300cc Piaggio 4 tempi, 4 valvole, con iniezione elettronica e raffreddato ad acqua, che si distingue per un più alto livello di coppia rispetto alla precedente versione 250cc (23,2 Nm a 6.500 giri contro i 21 del 250). Numeri che, tradotti su strada, significano un’elasticità di marcia e una ripresa dalle basse velocità che rende piacevole qualsiasi percorso. Il nuovissimo 300ie può vantare anche un primato tecnologico di assoluta rilevanza: l’adozione dell’avanzatissima tecnologia Ride by Wire per il controllo elettronico dell’acceleratore. Piaggio

MP3 LT 300ie “Sport” è infatti privo di qualsiasi connessione meccanica tra il comando dell’acceleratore e la valvola a farfalla che, collocata nel condotto di aspirazione, modula la quantità di aria da miscelare alla benzina. Il risultato del controllo elettronico è una ottimizzazione della carburazione, che si traduce in migliore fluidità di marcia e dunque in un comfort di guida superiore, minori consumi ed emissioni ridotte. Il motore Piaggio 400cc a 4 tempi, 4 valvole, con raffreddamento a liquido e iniezione elettronica, si pone al top della gamma LT, garantendo una potenza di ben 34 CV a 7.500 giri e una coppia di 37,6 Nm a 5.500 giri.


54

Anno X - numero 5 • maggio 2010


Arte > Mostre

Il mondo incantato di Achille Perilli

Wonderland N

asce a Roma il 28 gennaio 1927. Si laurea alla Facoltà di Lettere con una tesi sulla pittura metafisica di Giorgio De Chirico. Nel 1947, in forte polemica con il neorealismo che si andava diffondendo, collabora attivamente alla costituzione del gruppo “Forma1” e dirige il manifesto per un’arte della “forma pura”. Vivaci e appassionate sono le iniziative di quegli anni: è tra i fondatori del “Gruppo Arte Sociale” (GAS); collabora alla nascita e alla redazione delle riviste “Ariele” e “La Fabbrica”; espone le sue opere alla prima mostra del gruppo “Forma 1”; partecipa con Sottsass jr all’organizzazione della prima mostra di arte astratta in Italia che si tiene alla Galleria di Roma. Nel 1950 fonda, con Dorazio e Guerrini, la Libreria-Galleria “Age d’Or” che (in collaborazione con l’Art Club) organizza la prima rassegna completa dell’astrattismo italiano con una mostra alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna. Su invito di Lucio Fontana l’”Age d’Or” collabora alla Triennale di Milano. Per celebrare l’evento Perilli, Dorazio e Guerrini realizzano due grandi pitture murali, premiate con medaglia d’argento. Due anni più tardi l’artista romano collabora alla fondazione delle riviste “Origine” e “Arti Visive”. Nel 1962, presentato in catalogo da Umbro Apollonio, Perilli partecipa (con una sala personale) alla Biennale di Venezia. Negli anni seguenti espone a New York alla Galleria Bonino, alla Galleria Nazionale di Praga, alla Galleria Marlborough di Roma, alla Galerie Espace di Amsterdam, alla Frankfurter Westend Galerie di Francoforte, alla Jacques Baruch Gallery di Chicago e partecipa alla International Biennal Exhibition of Prints in Tokyo.

➠➠ Anno X - numero 5 • maggio 2010

55


Gli anni Ottanta vedono una sua ampia mostra retrospettiva, dal titolo “Achille Perilli, continuum 1947-1982”, (Palazzo dei Congressi della Repubblica di San Marino), e successivamente “Achille Perilli. L’irrazionale geometrico”, mostra retrospettiva degli anni 1969/1984 (Paris Center di Parigi). Negli anni Novanta lo stile di Perilli vive una rinascita di colore e vivacità. Le forme bidimensionali accese da un brillante uso dei colori e la fluidità dei contesti astratti sfociano in opere ricche di movimento ed eleganza. Le figure geometriche si rivestono di un felice e ben studiato cromatismo fissandosi nello spazio della tela, articolandosi in una danza colorata, comunicando allo sguardo un astrattismo caldo e fortemente espressivo. Altra grande e importante mostra retrospettiva è quella del 2005 dal titolo “Achille Perilli – l’Espressività del segno” (Institut Mathildenhöhe di Darmstadt). Cinque anni più tardi, tocca a Salerno celebrare il grande mago dell’astrazione. Inaugurata il 19 aprile, “Wonderland” rende omaggio al mondo incantato nato dalle mani di Achille Perilli. La mostra resterà aperta fino al 12 giugno. Roberto Errante

56

Anno X - numero 5 • maggio 2010


Ciberia

Mari & Monti

Ciberia

Mari & Monti

nome e marchio registrati

Pozzuoli (NA) Via Arco Felice Vecchia, 19 Tel. 081.855.55.49

www.bambusa.it Anno X - numero 5 • maggio 2010

57


Motori fuoribordo elettrici dalla Germania

Torqeedo, energia pulita per il tender S

ono nati in Germania, sulle rive del lago di Starnberg in Baviera, e sono ora disponibili anche in Italia; i motori elettrici Torqeedo vengono infatti distribuiti da Selva, noto produttore italiano di fuoribordo. Abbiamo avuto la possibilità di vedere gli ultimi modelli Torqeedo presso lo stand Selva, nell’ambito del salone nautico Big Blu che si è svolto a Roma. La gamma 2010 dell’azienda tedesca comprende otto modelli con potenza da 400 a 4000 watt (equivanti a potenze da 1 a 8 cv). Questi piccoli fuoribordo ecologici hanno una notevole spinta, nonostante le dimensioni ridotte e la leggerezza, e sono adatti a kayak, tender, gommoni e lance.

➠➠

Anno X - numero 5 • maggio 2010

59


Si parte dal leggerissimo modello Ultralight 402 (peso 7 kg - potenza 400 watt), concepito come propulsore per kayak. Vi è poi la serie Travel che comprende i modelli 401 (400 watt), 503 (500 watt), 801 (800 watt) e il nuovo 1003 (1000 watt) presentato a Roma. Tutti questi modelli hanno batterie integrate al litio-manganese e dispongono, come optional, di pannelli solari da montare sulla barca che consentono di aumentare l’autonomia. Il piccolo Travel 401 con la sua batteria integrata, montato su un tender lungo mt 3,40 offre una buona autonomia di navigazione: 6 ore alla velocità minima di 1,8 nodi, 2 ore alla velocità media di 2,9 nodi e 48 minuti alla velocità massima di 3,6 nodi. La serie di maggiore potenza è denominata Cruise e comprende tre modelli 2.0, 2.0 R (2000 watt) e 4.0 R (4000 watt) disponibili sia con gambo corto, sia con gambo lungo. Il Torqeedo 4.0 ha una spinta paragonabile a quella di un motore fuoribordo 4 tempi di 9.9 cavalli, ed è quindi adatto a lance fino a circa 5 metri di lunghezza. La serie Cruise impiega due batterie al piombo. Torqeedo adotta tecnologie all’avanguardia e ha ricevuto nel giugno 2009 un riconoscimento da parte del Cleantech Summit che promuove l’impiego di energie pulite. Giuseppe Farace

60

Anno X - numero 5 • maggio 2010


Nuovo allestimento dei Cantieri Mimì > Libeccio 27

Il fascino del gozzo La

passione per i gozzi, imbarcazioni dal look “classico”, cresce anche all’estero. L’eleganza delle linee tradizionali, abbinata alle attuali tecnologie e ai performanti motori turbodiesel di nuova generazione, suscita molto interesse. Nonostante la crisi, i gozzi di vetroresina dai 7 ai 10 metri di lunghezza trovano spazio sul mercato nautico. Tra i produttori di questa tipologia di imbarcazione, strettamente legata alla tradizione nautica campana, troviamo il cantiere Mimì che da oltre trent’anni propone open e cabinati di successo e trova sbocchi commerciali non solo in Italia ma anche in altri Paesi europei, come Francia e Spagna. Tra i vari modelli della gamma Mimì, troviamo la nuova versione open del gozzo Libeccio 27 che offre un ampio ponte rivestito di legno, e interni abitabili.

➠➠ Anno X - numero 5 • maggio 2010

65


66

Anno X - numero 5 • maggio 2010


L’aspetto è quello tipico del gozzo campano, con murata abbastanza alta, e poppa tonda. ma le prestazioni dello scafo planante consentono trasferimenti veloci per raggiungere rapidamente le isole e i tratti costieri più suggestivi.

di comando è situata verso poppa, sul lato di dritta, e dispone di un comodo divanetto di guida. La plancia è ben concepita e completa. La pedana di poppa di taglia XL, offre grande comodità per il bagno durante le soste in rada.

A partire da quest’anno, le imbarcazioni prodotte dall’azienda, che ha sede ad Agnano nella zona occidentale di Napoli, sono realizzate con il moderno “Infusion System”, una particolare tecnica di lavorazione della vetroresina che ne accresce robustezza e durata, con un peso ridotto.

Gli interni offrono una certa abitabilità ma con un’altezza in cabina limitata, a causa del ponte completamente piatto e senza tuga. Un letto matrimoniale a prua e un divano trasformabile, posto lungo la murata di dritta, offrono complessivamente quattro posti letto. Un piccolo lavello, frigo, vari mobiletti e un wc a scomparsa posto sotto il divano, consentono anche una breve crociera: ma la vera vocazione del Libeccio 27 è la gita giornaliera. Con due motori VM TD da 200 cv cadauno si ottengono buone prestazioni; la velocità di crociera di circa 24 nodi e quella massima di oltre 30 nodi, con consumi abbastanza contenuti.

L’evoluzione passa anche attraverso l’adozione di queste sofisticate tecnologie; il cantiere ha comunque voluto conservare le linee tradizionali che conferiscono un fascino particolare al Libeccio 27. Lungo esattamente mt 9,60 fuori tutto, questo modello offre un’ampia coperta che diventa un prendisole particolarmente apprezzato dalle signore. La console

Testo e foto di Giuseppe Farace

Scheda Te

Lunghezza

f.t.:

Lunghezza Scafo: Larghezza: Peso:

cnica

9,60 mt 8,25 mt 3 mt

4500 kg arburante: 4 50 lt Serbatoio A cqua: 200 lt Portata Pers one: 10 Omologazio ne CE: cat. B Motori: 2x180/220 cv Velocità mas sima: 32 nodi Posti Letto: 4 Serbatoio C

Anno X - numero 5 • maggio 2010

67


GARANZIA TESSUTO

ANNI


CENTRO NAUTICO

MARINELLI s.r.l.


Nautica 2010

Un successo targato A.N.R.C. E’ andata felicemente...in porto la 21edizione della bella rassegna partenopea dedicata agli appassionati del mare, quest’anno sostenuta dalla Regione nell’ambito del programma Campanianautica ➠➠

Foto: Sergio Lauritano

Anno X - numero 5 • maggio 2010

71


per la felice scelta delle date in cui si svolge, a ridosso dell’estate e poi a pochi giorni dalla conclusione della Fiera ligure dove le novità dell’industria nautica internazionale appaiono esclusivamente in mostra statica.

N

avigare 2010: un mare di occasioni. Dal 17 al 25 aprile, nel suggestivo scenario del Circolo Posillipo, a Napoli, è andata in scena la 21esima edizione della bella rassegna partenopea dedicata agli appassionati del diportismo, organizzata dalla ANRC che quest’anno ha ricevuto il finanziamento della Regione Campania nell’ambito del programma Campanianautica ed il cofinanziamento di Sea Ports (Azienda Speciale della Camera di Commercio di Salerno). La manifestazione, nella sua consueta versione primaverile, a cui fa seguito quella invernale, subito dopo il Salone di Genova, si è nuovamente imposta all’attenzione del numeroso

72

Anno X - numero 5 • maggio 2010

pubblico e degli operatori per i suoi contenuti, che spaziano dai modelli dei più prestigiosi cantieri italiani ed esteri alla produzione artigianale di piccole aziende locali, con in vetrina imbarcazioni, nuove ed usate, dai 6 ai 17 mt, di diverse tipologie, dagli open ai cabinati, dai fisherman ai megayacht, fino ai gommoni, a comporre una gamma espositiva in grado di soddisfare qualunque esigenza. La novegiorni di Navigare 2010 ha offerto la possibilità ai tanti visitatori di effettuare test in mare per verificare le doti della barca preferita, in vista di un acquisto oculato. Le prove in acqua sono la caratteristica principale dell’evento posillipino che riscuote sempre successo anche

Oltre 40 le proposte di Navigare 2010: in primo piano lo splendido Fiart 4tfour genius, in lizza per il premio Barca dell’Anno, un vero gioiello di design e tecnologia frutto della passione squisitamente “made in Naples” della rinomata azienda campana, a Navigare anche con il 34, il 38 ed il 42 genius, accanto al raffinato Gagliotta Judel &t Vrolijk concept, un lobster 35 nato dalla collaborazione fra lo storico marchio partenopeo e l’importante studio di progettazione tedesco. Di rilievo anche il nuovo Rio Art 42, per la prima volta testabile in acqua, in passerella con il 38 ed il 46. A Navigare 2010 inol-


tre una graditissima rentrèe: quella di Apreamare, con il Maestro 51 e l’Apreamare 48. La carrellata prosegue con l’affascinante Salpa 50 dell’omonima azienda campana, puro concentrato di stile e hightech, e con l’intrigante Unica 42 di Unica Yacht, dalle linee classiche e sobriamente sportive. Fra le occasioni di Navigare 2010 anche l’usato d’eccellenza di Luxury Over Oll, con gli imponenti evergreen Viking e Riva 58 ed il “pronto barca” di Italia Mare, con i marchi Chaparral, Jeanneau, Sessa C43, C38, K largo 30 che hanno a lungo sfrecciato nelle acque prospicienti il porticciolo del Circolo Posillipo, in compagnia degli Atlantis 36 e 40 di Supervee, delle proposte Albatro, Pirelli, Stilmar, Phylum e Queens di Nautica Fedro, dei Jeanneau e Tempest di Guarracino, del Kardis di Maremania e dei Mar.Co e Joker Boat di Vitale Marine Service. Navigare è una mostra-mercato decisamente per tutti i gusti, aperta ovviamente anche all’accessoristica e alle agenzie di servizi, da Pafin Leasebroker ai gruppi elettrogeni Coelmo, quest’ultimo sponsor dell’evento insieme a Soft Marine ed Ubi Leasing. Da segnalare infine la presenza di Net, concessionaria BMW, che ha portato a Navigare 2010 le nuove Serie 5 e Serie 3 coupè. Nel corso della rassegna, che si pone come osservatorio privilegiato del mercato nautico regionale, aldilà del momento espositivo, gli addetti ai lavori hanno avuto modo di confrontarsi su molte tematiche, soprattutto quella relativa al leasing, con un convegno organizzato per approfondirne le novità normative e le modalità di gestione. Navigare 2010 ha anche vissuto un momento puramente mondano, con la serata di gala nel salone del Circolo Posillipo, allietata dal recital di Lino D’Angiò. A detta degli espositori, e a fronte della massiccia affluenza di visitatori, “Navigare 2010” ha chiuso con un bilancio più che positivo, che fa ben sperare in una rapida ripresa del settore, come ha sottolineato, a conclusione dell’evento, il giovane presidente dell’ANRC, Marco Barra. La prossima edizione di “Navigare”, la n. 22, si terrà tra fine ottobre e inizio novembre prossimi. Marina Federico

Anno X - numero 5 • maggio 2010

73


Anno X - numero 5 • maggio 2010

75


safecommunication

o n g o Dal s Ă t l a e r a l l a srl Circumvallazione esterna, 169 80019 Qualiano (Na) Tel. 081 8186615 - fax 081 8186812 www.italiamaresrl.it info@italiamaresrl.it


Mare e vacanze

Trend positivo alla BMT D

opo un periodo particolarmente difficile per i tour operator e gli agenti di viaggio, penalizzati dalla crisi economica globale, si cominciano a vedere segni di ripresa. La 14.ma edizione della Borsa mediterranea del Turismo che si è svolta alla fine di marzo, ha avuto un esito positivo con un incremento di visitatori (circa 21.800 presenze, oltre il 9% in più rispetto all’edizione 2009) e una grande varietà di proposte interessanti tra cui molte connesse alla fruizione del mare. Si evidenzia anche un rilancio delle vacanze nelle località costiere del Mediterraneo, Campania compresa. < Quest’anno Pasqua è giunta troppo presto; ciò non ha consentito di avere una continuità di presenza turistiche fino all’estate. - ci ha detto un tour operator - Ci sarà quindi un periodo di stasi nel mese di aprile, ma già da maggio prevediamo una ripresa del turismo in Campania e in particolare in penisola sorrentina, costiera amalfitana e isole >.

➠➠

Anno X - numero 5 • maggio 2010

79


Nel corso degli incontri organizzati durante la BMT si è parlato delle scelte del mercato per le vacanze 2010, attraverso il confronto tra tour operator, crocieristi e agenzie di viaggio. Con l’estate alle porte si è discusso dei primi bilanci e si è analizzato il contesto economico attuale e futuro nel quale operano le aziende del settore. I dati presentati da Daniela Mastropasqua - Account manager società Gfk RandT - hanno messo in evidenza che chi viaggerà nel corso del 2010 lo farà soprattutto per vacanza (86%), e nel 52% dei casi sceglierà una sistemazione alberghiera o un villaggio. Le mete saranno scelte prevalentemente sul corto raggio con una tendenza alla spesa valutata intorno ai 500 euro a persona. Un settore particolarmente vitale è quello delle crociere, passato nell’ultimo anno dall’11 al 13% della quota di mercato, con ampi margini di ulteriore crescita. Il porto di Napoli è oggi un polo crocieristico strategico nel Mediterraneo che registra un costante incremento dell’attività; nel 2008 vi sono stati 1.237.078 passeggeri (+7,4%). testo e foto di Giuseppe Farace

I NUMERI DI BMT 2010 21.000 Metri quadrati di superficie espositiva 990 Operatori dell’offerta nazionale ed internazionale 21.800 Presenze professionali 1.100 Operatori della domanda nazionale ed internazionale 694 Espositori 192 Giornalisti accreditati

80

Anno X - numero 5 • maggio 2010


82

Anno X - numero 5 â&#x20AC;˘ maggio 2010


MERCATOMOTORI MAGGIO 2010  

EDITORIALE MEMO MERCATOMOTORI MAGGIO 2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you