Page 1


2


per la tua

direttore

pubblicità

Mauro

&

per i tuoi

annunci

editore

Francesco

Contattaci: commerciale

M.Vittoria

333 4117224 grafico

info@meloleggo.com

Giada

sms Servizio SMS - 347 8427225 Via dei Covi 5, 38012 Segno (TN)

fotografo

Sergio

Vuoi ricevere il giornale a casa ?

3

chiamaci e sottoscrivi il nostro

0€

abbonamento annuale

Per sottoscrivere l’abbonamento annuale di 12 uscite basta contattarci telefonicamente o tramite mail

P iana R otaliana , V al

di

N on , V al

www.meloleggo.com

di

S ole , A ltopiano

della

P aganella , V al R endena

e

V al d ’A dige


OTTOBRE 2014

indice 9

Editoriale

12

Back Stage

15

La Rivista

17

Cover

18

Eventi

24

Locali

27

Annunci

32

Per Bacco

36

Musica

38

Il personaggio del mese

40

Sport

42

Racconti

47

“Non” solo Arte

50

Il fungo del mese

52

Cucina

54

A proposito di...

56

Curiosità

60

Bakeca

64

Giochi

66

Oroscopo

le cia

e

sp

b

we

meloleggo è anche online!

seguici sul nostro sito web e interagisci con noi!

www.meloleggo.com

Vota la nuova ragazza copertina Inserisci i tuoi annunci Consulta lo Speciale Locali Gioca con noi E molto altro... Ci trovi anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram

MeloLeggo offre un servizio - Non commerciale e NON È IN ALCUN MODO RESPONSABILE per la qualità, provenienza, veridicità e uscita delle inserzioni. Non risponde per eventuali ritardi o perdite causate dalla non pubblicazione delle inserzioni. Non è responsabile per eventuali errori di stampa. La Redazione si riserva di cestinare gli annunci non conformi alle istruzioni indicate o ritenuti impubblicabili. La Redazione si riserva di pubblicare gli annunci in altre proprie testate. Ai sensi della legge N°375 del 31-12-1996 con modifica al testo del D.LGS 9 maggio 1997, N.123 e del D.LSG 28 luglio 1997, N.255 sulla “Tutela della Privacy”. Inviando o dettando l’annuncio si autorizza il trattamento dei dati personali ai sensi del D.LGS 196/2003. IL MATERIALE PUBBLICATO IN QUESTO MENSILE NON È RIPRODUCIBILE NÈ UTILIZZABILE SE NON CON AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELL’EDITORE. MeloLeggo NON È RESPONSABILE DEL MATERIALE FORNITO E PUBBLICATO PER CONTO DEL CLIENTE. Mensile di informazione servizi (Reg. trib. n.9 in data 18.06.2014 con distribuzione gratuita) Editore: Lama Multi Service di Lamanna Francesco Sede: Via Fia 15 – 38038 Tesero (TN) Direttore: Mauro Bortone Stampa a cura di: Tipografia Esperia Srl


gli inserzionisti

di OTTOBRE idraulici

abbigliamento

iPollicini

19

Ecoidroterm incontri

alimenti

Macelleria da Fabio

22

Meeting

Trentino Catering

68

legname, cippato, pellet

Kofler

animali

Pianeta Coda

09 06

Blu Car

16

cartolibrerie

Visintainer Francesco

21

Lirin Graphic&Drawing di Giada Longo

58

hair, make-up, centri benessere ed estetici

Pineta Hotels

31 03

10

Old Arthur’s Pub

25

Pineta Hotels

10

Rupe Bar

2568

spazzacamini caldaie e simili

F.lli Perini

63

tatoo

Skin 46

16

palestre, centri sportivi, piscine

MtSportingclub

02

VUOI FARE PARTE DI QUESTO ELENCO?

Alt Spaur

08

Caffè al Borgo

25

Caffè Centrale

25

Telefona al 333 4117224 800 926 157

Da Ettore 33

25

Istambul

21

ristorazione e ospitalita’

grafica

25

22

odontoiatria

Branka Dent

carrozzerie

29

negozi sport

ErrePi Ciclo

associazioni

Unicef

62

Kiss Me Ristorante gastro Bar

o invia una mail a info@

meloleggo.com


editoriale cattivi presagi L’editoriale di questo mese non è

dedicato ad un nostro stato d’animo come potrebbe suggerire il titolo, aggiungerei fortunatamente, ma ad una nostra collaboratrice che da grande vuole fare la scrittrice. Quando, mesi fa gli è stato proposto di collaborare con la nostra rivista ha risposto con l’entusiasmo di un bambino al quale è stato regalato il gioco più bello e più desiderato. Oggi gestisce la rubrica “Racconti” nel nostro magazine e sempre oggi è diventata grande.


IL VERO SAPORE DELLA GENUINITÀ E DELLA TRADIZIONE. aperto tutti i giorni pranzo e cena anche in giardino prenotazione consigliata 0463.536866

PERCHÉ IL VOLERSI BENE SIA UNA ROUTINE QUOTIDIANA.

DAY SPA HEDONÉ

www.pinetahotels.it

Via al Santuario, 17 38010 Tavon - Coredo (Trento) Tel. +39.0463.536866 Fax +39.0463.536115 info@pinetahotels.it

10


Il suo sogno infatti si è avverato, noi dal nostro piccolo non possiamo che fare un grosso in bocca al lupo e presentare quello che sarà il suo primo libro pubblicato. Dal 15 ottobre infatti potete acquistare in tutte le librerie Cattivi Presagi di Alessandra Pepino.

Giugno: una pioggia torrenziale si abbatte su una Napoli. Complice un black out, due fatti di sangue avvengono all’interno di uno stesso condominio: Cesare Melchionna, famoso scrittore in crisi, rinviene per caso il cadavere strangolato  e brutalmente percosso della sua avvenente vicina, Benedetta Fierro, nascosto alla meglio tra le piante del cortile. A pochi minuti di distanza, un colpo di pistola raggiunge alla testa l’ingegnere Ignazio Botta, misantropo conclamato che abita al primo piano dello stabile.

una acuta forma di agorafobia, che trova nel dolore la forza per guardare in faccia le sue paure e mettersi sulle tracce dell’assassino. Qual è il filo sottile che tiene avvinte le due vittime? E che ruolo svolge nella vicenda il senzatetto che ha tenuto compagnia all’ingegnere durante la sua ultima cena? False ipotesi e piste ingannevoli si intrecciano incessantemente fino al raggiungimento della più amara delle verità. Francesco Lamanna

A tentare di risolvere i due casi, apparentemente estranei l’uno all’altro, è chiamato Jacopo Guerra, ispettore dal carattere burbero ma incapace di non farsi coinvolgere emotivamente dagli eventi. Parallela all’indagine  ufficiale, si sviluppa quella segreta di Costanza, sorella di Benedetta, costretta fino a quel momento in casa da

11


backstage


Risultato votazione “Scegli tu la prossima ragazza copertina� su www.meloleggo.com:

er

nn

wi

Data Scatti: 18 settembre 2014 Location: Castel Thun Modella: Francesca Zanon Residenza: Cunevo (TN) Fotografo: Sergio Calai

14

41%

59% Francesca Zanon


la rivista SCEGLI TU LA PROSSIMA RAGAZZA COPERTINA

Giulia Rossi

Vittoria Rossi

Vai sul sito www.meloleggo.com nello spazio dedicato e vota chi vorresti vedere come prossima ragazza copertina!


S.N.C.

CA RROZZERIA di Weronig Roberto e Pallaver Fabio

Soccorso stradale 24h/24h

Via della rupe 10 - 38017 Mezzolombardo (TN) Tel. 0461/600479 Fax. 0461/1860219 P. IVA 01828070225 info@carrozzeriablucar.it


cover VUOI ESSERE TU LA PROSSIMA RAGAZZA COPERTINA ?

Inviaci una tua foto, potresti essere selezionata per diventare la prossima r ag a z z a copertina!

la ragazza prescelta avrĂ un book fotografico con Sergio Calai

Sergio Calai Fotografo mail: sergio.calai@virgilio.it cell. 335 319009


eventi guida agli eventi

Guida alla Lettura Ogni Zona corrisponde ad un colore, ogni evento nelle pagine successive, sarĂ di un determinato colore per poter individuare con semplicitĂ  la zona dove si terrĂ  il determinato evento.

18


Dal 01 Ottobre al 19 Ottobre I MIEI ALBERI, OPERE DI PAOLO VALLORZ Caldes. Le suggestive sale di Castel Caldes ospitano la prestigiosa mostra del famoso pittore originario del paese. Orari mostra da martedì a domenica Ore 10.00 - 18.00. Castel Caldes 1864–2014 LA NASCITA DELL’ALPINISMO IN TRENTINO Spiazzo Rendena. Un’iniziativa di Società degli Alpinisti Trentini - Biblioteca della Montagan - Trento Filmfestival e Fondazione Accademia della Montagna in Trentino. A cura di Marco Benedetti, Roberto Bombarda, Riccardo Decarli e Fabrizio Torchio. Ore 9.00. Palestra comunale.

i Pollicini È UNA CATENA DI NEGOZI DI ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI USATI PER BAMBINI.

Dal 01 Ottobre al 12 Ottobre IMMAGINI DEL SACRO CUORE DI GESU’ Lavis. Esposizione di devozioni custodite dalla gente. Presso Palazzo De Maffei. Tutti i giorni 16.00 18.00. Sabato e domenica anche 10.00 - 12.00.

Da noi potete trovare vestiti, passeggini, seggiolini, lettini, giochi e qualsiasi altra cosa possa servire al vostro bambino. Troverete prodotti usati selezionati, senza rotture ne macchie, in ordine, a norma di legge e a prezzi accessibili

01 Ottobre - Mercoledì DI SCAGLIOLA E DI INTAGLIO. APPUNTI DI STORIA DELL’ARTE E NOTE DI RESTAURO San Zeno. Conferenza organizzata nell’ambito della mostra “Tesori dal passato. Arte e storia in dieci anni di acquisizioni”. Nell’ambito della mostra visitabile al secondo piano della splendida dimora gentilizia del Comune di Sanzeno, Luciana Giacomelli e Antonello Pandolfo – funzionari della Soprintendenza per i Beni Storico Artistici della Provincia Autonoma di Trento, ci parleranno di “Di scagliola e di intaglio. Appunti di storia dell’arte e note di restauro”. Ingresso Gratuito. Per info: Centro Culturale d’Anaunia Casa de Gentili tel. 0463 510050. Centro culturale d’Anaunia c/o Casa de Gentili ore 20.30. 03 Ottobre - Venerdì E CORRONO ANCORA Mezzocorona. In anteprima assoluta incontro con la piscoterapeuta Tiziana Luciani, autrice del saggio E corrono ancora (Frassinelli editore). Incentrato sulla psicologia femminile nelle varie fasi della vita, si ispira a Donne che corrono coi lupi di Clarissa Pinkola Estés e fornisce indicazioni di metodo, toccanti testimonianze di donne e preziosi consigli ed esercizi. Ore 20.30. Biblioteca Via Baron Cristani, 1 - Mezzocorona (TN). 04 Ottobre – Sabato MERCATO CONTADINO

IPOLLICINI VI PERMETTE ANCHE DI GUADAGNARE VENDENDO!

Prendete appuntamento nel nostro punto vendita e portateci quello che vostro figlio non usa più, una volta venduto il vostro articolo, vi verrà rimborsato il

50% DEL PREZZO DI VENDITA

Siamo a Cles in Palazzina Elena, Via Filzi Orario: dal martedì al venerdì dalle 9.15 alle 12 e dalle

16.15 alle 19, il sabato dalle 9.15 alle 12 e dalle 15.15 alle 19

tel.

3420918696

.

19.

sito internet: www ipollicini com

facebook: https://www.facebook.com/ipollicini.cles


Mezzocorona. Quattordici aziende agricole controllate offriranno da aprile a novembre prodotti di qualità in vendita diretta, valorizzando l’origine, l’ambiente ed il territorio di provenienza e rivoluzionando il rapporto tra produttore e consumatore. Ore 07.30-13.00. Piazza San Gottardo. FESTA DELLA PATATA E DEI SAPORI D’AUTUNNO Ronzone. Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con la tradizionale “Festa della patata e dei sapori d’autunno” per festeggiare l’arrivo della nuova stagione e la raccolta del prezioso “frutto della terra”. Un impegno costante finalizzato a incrementare qualitativamente l’offerta produttiva, culturale e ospitale del paese. Un momento conviviale e di reciproca conoscenza per riscoprire antichi sapori e genuinità della Val di Non. Programma: ore 14.00 apertura della festa con espositori. Bar e Panini caldi. Ore 19.00: Cena a base di patate. Ore 21.30: spettacolo con “I Fisarmonici di Mezzocorona”; ore 23.00 Serata di liscio (nel tendone riscaldato). Info: Pro Loco Ronzone – tel. 0463 880555. Apt Val di Non - tel. 0463 830133. 05 Ottobre – Domenica FESTA DELLE BANDE DELLA COMUNITA’ ROTALIANA Mezzocorona. Armonia Rotaliana: il 1° Festival Bandistico della Comunità Rotaliana-Königsberg vede la partecipazione di dieci Bande Musicali che sfileranno con percorsi dedicati nelle vie della borgata ed accompagneranno la S.Messa. A seguire splendido concerto di tutte le realtà bandistiche. Ore 9.00. Piazza della Cooperazione (Cassa Rurale) - Mezzocorona (TN) In caso di pioggia la manifestazione avrà luogo presso il PalaRotari. FESTA DELLA PATATA E DEI SAPORI D’AUTUNNO Ronzone. Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con la tradizionale “Festa della patata e dei sapori d’autunno” per festeggiare l’arrivo della nuova stagione e la raccolta del prezioso “frutto della terra”. Un impegno costante finalizzato a incrementare qualitativamente l’offerta produttiva, culturale e ospitale del paese. Un momento conviviale e di reciproca conoscenza per riscoprire antichi sapori e genuinità della Val di Non. Programma: ore 10.30 S. Messa di Ringraziamento. Ore 12.00: pranzo tipico a base di

20

patate. Mercato delle pulci e altri espositori. Ore 15.30 Eppaner Schuachplatter, ore 17.30: estrazione della Lotteria. Info: Pro Loco Ronzone – tel. 0463 880555. Apt Val di Non - tel. 0463 830133. 06 Ottobre – Lunedì TRADIZIONALE SAGRA PAESANA Fraz. Borzago – Spiazzo. Ore: 10:00. Piazza centrale 10 Ottobre - Venerdì GIGINO IL MACININO MSICANTE Mezzocorona. Gigino il macinino musicante: la fiaba di Roberto Eccher dall’Eco, n° 23 della collana “ Le fiabe della biblioteca”, viene presentata ai bambini in versione narrata e musicata, in occasione dell’iniziativa “Are ere ire: creare leggere scoprire”. A seguire laboratorio di creatività a tema per bambini dai 3 agli 11 anni. La fiaba verrà data in omaggio a tutti i partecipanti. Iscrizione obbligatoria in biblioteca. Ore 17.3019.00. Biblioteca Via Baron Cristani, 1 - Mezzocorona (TN) Costo: euro 2,00 residenti (2° figlio gratuito), euro 3,00 non residenti Precedenza ai bambini residenti a Mezzocorona. I bimbi minori di 5 anni vanno accompagnati. Dal 11 al 12 Ottobre POMARIA - 10° EDIZIONE Casez di Sanzeno. . La grande festa del raccolto, un grande evento che vedrà protagoniste la Val di Non e la Val di Sole, le Strade del Vino e dei Sapori del Trentino, le mele appena colte, le tradizioni e i sapori locali. La scoperta di luoghi testimoni di storia e cultura, i colori e i profumi dell’autunno, l’arte e il sapere popolare con musica, giochi e fiabe per divertirsi anche assieme ai più piccoli. Tutto questo vi aspetta nella valle incantata delle mele! Info: APT Val di Non tel. 0463 830133. Centro Storico. 11 Ottobre – Sabato MERCATO CONTADINO Mezzocorona. Quattordici aziende agricole controllate offriranno da aprile a novembre prodotti di qualità in vendita diretta, valorizzando l’origine, l’ambiente ed il territorio di provenienza e rivoluzionando il rapporto tra produttore e consumatore. Ore 07.30-13.00. Piazza San Gottardo. APERTURA CONGRESSO SAT Spiazzo. Apertura 120° Congresso SAT con lo spettacolo “Mia memoria, i diemnticati della


Grande Guerra” di Renato Morelli. Con i Cantori de Vermèi. Segue rinfresco. Ore 20.30. Spiazzo teatro parrocchiale. 18 Ottobre – Sabato MERCATO CONTADINO Mezzocorona. Quattordici aziende agricole controllate offriranno da aprile a novembre prodotti di qualità in vendita diretta, valorizzando l’origine, l’ambiente ed il territorio di provenienza e rivoluzionando il rapporto tra produttore e consumatore. Ore 07.30-13.00. Piazza San Gottardo. INAUGURAZIONE MOSTRA “CLES: ANTIQUARIATO A PALAZZO”. Cles. L’antiquariato è nato con la storia, con l’arte e rispecchia la bellezza, la cultura, l’armonia e il desiderio dell’uomo di godere di cose sempre più belle. Orario (fino al 2 novembre): dal martedì al venerdì 15.00-19.00; sabato e festivi 10.00 -12.00 e 15.00-19.00. Ingresso libero. Info: Comune di Cles 0463 662091 / Pro loco di Cles 0463 421376. Ore 11.00. Palazzo Assessorile GITA & CONCERTO Cima Durmont e Spiazzo. In mattinata Gita del Congresso a Cima Durmont ed inaugurazione sentiero. Polenta carbonera al Passo Pra da l’Asen. Pomeriggio premiazione dei 150 soci cinquantennali a Spiazzo (visita al Museo della Guerra Adamellina e alla mostra “Montagna Armata”). Cena dei Soci cinquantennali. In serata concerto Coro Sosat al teatro di Spiazzo. 19 Ottobre – Domenica CIAMINADA NONESA – 4^ ECO MEZZA MARATONA DELL’ALTA VAL DI NON Sarnonico. Gara podistica di 21,097 Km che si sviluppa su un percorso spettacolare attraverso i paesi, boschi, prati e i canyon dell’Alta Val di Non. Programma. Ore 9.45 a Sarnonico: partenza 1^ edizione della gara di Nordic Walking; ore 10.15 a Ronzone: partenza 4^ eco mezza maratona dell’Alta Val di Non. Organizza lo Sci Club Fondisti Alta Val di Non con la collaborazione della Pro Loco di Ronzone. Info: www.ciaminadanonesa.it - ciaminada@gmail. com - cell. 334 2295326. FORMAI DAL MONT 7° EDIZIONE & LA MORTANDELA PÙ BONA 2° EDIZIONE.

KEBAB PIZZA ISTANBUL di Yavuz Tashin Via Marconi n.6 38023 Cles (TN) Tel. 327 2128591 Aperto tutti i giorni dalle 10.30 alle 23.30

21


Ormai da oltre 50 anni la ditta Kofler di S.Felice in Alta Val di Non, opera da tre generazioni nel commercio e trasporto di legname. Premiata dalla fedeltà di generazioni di clienti è cresciuta investendo continuamente in macchinari. Puntando sulla professionalità dei collaboratori, riesce ad offrire servizi di Scortecciatura di ogni tipo di legname, produzione di Cippato di varie dimensioni e umidità, oltre alla vendita di Pellets e legna da ardere con consegna a domicilio.

Puntando sulla professio nalità dei collaboratori, riesce ad offrire servizi di Scortecciatura di ogni tipo di legname, produ zione di Cippato di varie dimensioni e umidità, oltre alla vendita di Pellets con consegna a domicilio

KOFLER, OLTRE 50 ANNI kofler , la terza DI LEGNAME KOFLER, 47

generazione

OLTRE 50 AN DI LEGNAM Ormai da oltre 50 anni la ditta Kofler di S.Felice in Alta Val di Non, opera da tre generazioni nel commercio e trasporto di legname. Premiata dalla fedeltà di generazioni di clienti è cresciuta investendo continuamente in macchinari. Puntando sulla professionalità dei collaboratori, riesce ad offrire servizi di Scortecciatura di ogni tipo di legname, produzione di Cippato di varie dimensioni e umidità, oltre Zona Art. 1, Handwerkerzone, Senale/San Felice, Ormai da39010 oltre 50 anni la Unsere lb. Frau i.W./St. alla vendita di Pellets con Felix (BZ) Tel. 0463 886101 Fax. 0463 885507 info@holz-kofler.it consegna a domicilio ditta Kofler di S.Felice in

Alta Val di Non, opera da tre generazioni nel com-

Zona 1 mercioArtigianale e trasporto di legname. Handwerkerzone Premiata dalla fedeltà di da oltre 50 anni Ormai generazioni di clienti la è ditta Kofler di S.Feli39010 Senale/San Felice cresciuta investendoceconin Alta Val di Non, opera da tre generatinuamente in macchinari. Unsere Ib. Frau i.W./St. zioni nel commercio e Puntando sulla professionalità Felix dei collaboratori, (BZ)trasporto di legname. riesce ad offrire servizi Tel. 0463 886101 di Scortecciatura di Premiata ogni dalla fedeltà di generazioni di tipo di legname, produclienti è cresciuta Fax. 0463.885507 zione di Cippato di varie investendo continuadimensioni e umidità,mente oltre in macchinari. info@holz-kofler.it alla vendita di Pellets con

Zona Artigianale 1 Handwerkerzone 39010 Senale/San Felice Unsere Ib. Frau i.W./St. Felix (BZ) Tel. 0463 886101 Fax. 0473.885507 info@holz-kofler.it

consegna a domicilioPuntando

sulla professionalità dei collaboratori, riesce ad offrire servizi di Scortecciatura di ogni tipo di legname, produzione di Cippato di varie dimensioni e umidità, oltre alla di Pellets e Zona Artigianale vendita 1 Handwerkerzonelegna da ardere con consegna a domicilio. 39010 Senale/San Felice

Unsere Ib. Frau i.W./St. Felix (BZ) Tel. 0463 886101 Fax. 0473.885507 info@holz-kofler.it

CLES - Via Romana, 5 Tel. 0463 600338 CARNI E PRODOTTI TIPICI TRENTINI SALUMI FRESCHI DI PROPRIA PRODUZIONE SELVAGGINA - POLLAME

22

LITÀ QUA TESIA R E CO


Tassullo. Una delizia per il palato, una ricchezza per il territorio. Un patrimonio da valorizzare e fare conoscere. Per questo la Pro Loco di Tassullo organizza la sesta rassegna dei formaggi di malga e la seconda rassegna della mortandela pù bona. Rassegna/concorso di formaggi delle malghe e delle mortandele valutati da una giuria esperta. Degustazioni gratuite di formaggi e mortandele con possibilità di votare il proprio produttore preferito. Programma. Ore 9.30: Presentazione dei formaggi e delle mortandele con i produttori partecipanti alla rassegna; angolo del gusto promosso dalla condotta Slow Food Valli del Noce; attività per bambini. Ore 10.00: assaggio e valutazione libera. Ore 12.30: Pranzo tipico a base di formaggio e mortandela; “casarada” in piazza e assaggi; premiazione delle rassegne. Ore 17.30: chiusura della festa con frittelle di mele. Info: Pro loco Tassullo cell. 339 2496495. Tutto il giorno. In Centro. 24 Ottobre - Venerdì STAGIONE TEATRALE NUOVI SCENARI - IV EDIZIONE Cles. “La Buffa Fattoria”: teatro per famiglie. Costo biglietto: 5,50 Euro. info: www.associazionesguardi.it. Ore 17.00. Cinema Teatro 25 Ottobre – Sabato MERCATO CONTADINO Mezzocorona. Quattordici aziende agricole controllate offriranno da aprile a novembre prodotti di qualità in vendita diretta, valorizzando l’origine, l’ambiente ed il territorio di provenienza e rivoluzionando il rapporto tra produttore e consumatore. Ore 07.30-13.00. Piazza San Gottardo. APERTURA AUTUNNO CLESIANO Cles. L’autunno clesiano è: manifestazioni culturali, spettacoli teatrali, concerti ed eventi gastronomici per immergersi in un clima autunnale di profumi e colori! Menù tipici nei ristoranti di Cles con i sapori dei prodotti stagionali. Info: Pro Loco Cles – tel. 0463 421376. Centro Storico I LIBRI CAMBIANO MANO Cles. Mercatino di scambio di libri usati. Info: Biblioteca Comunale – tel. 0463 422006 - Pro loco Cles tel. 0463 421376. Ore 15.00. Biblioteca comunale. GOLDENFEST Tuenno. Festa di fine raccolta. La festa dopo la fine della raccolta, in perfetto stile Oktoberfest, ma in salsa nonesa all’insegna del divertimento e della spensieratezza con piatti tipici trentini, birra tede-

sca, musica dal vivo, danze e tanta allegria per rinfrancarsi dal periodo più impegnativo dell’anno per tutti i contadini della valle. Per prenotazione tavoli e informazioni: Pro Loco Tuenno – Tovel tel. 0463 451149 prolocotuenno@gmail.com. Ore 19.00. Centro Tempo Libero di Cles. 26 Ottobre – Domenica FESTA DEL CAVALLO Brez. 31° edizione. Torna a Brez uno degli appuntamenti più tradizionali del paese: la mostra dei cavalli haflinger e norici promossa dalla Federazione degli Allevatori della Provincia di Trento. Pranzo tipico e animazione. Per maggiori info: Comune di Brez tel. 0463 874123. Dalle ore 8.00. Campo Sportivo. AUTUNNO CLESIANO Cles. L’autunno clesiano è: manifestazioni culturali, spettacoli teatrali, concerti ed eventi gastronomici per immergersi in un clima autunnale di profumi e colori! Menù tipici nei ristoranti di Cles con i sapori dei prodotti stagionali. Domenica negozi aperti, mercatino degli hobbies creativi, prodotti tipici. Castagnata in piazza Granda. Ritrovo auto d’epoca con il GAS (gruppo auto storiche). Musica ed animazioni per tutti. Info: Pro Loco Cles – tel. 0463 421376. Dalle 14.00 alle 18.00. Centro Storico 31 Ottobre - Venerdì STAGIONE TEATRALE NUOVI SCENARI - IV EDIZIONE Cles. Spettacolo sul tema della convivenza. Costo biglietto: intero 8,00 Euro e ridotto 7,00 Euro. info: www.associazionesguardi.it. Ore 21.00. Cienma Teatro. CONCERTO/SPETTACOLO “COME LE BIADE…” Romeno. Progetto storico musicale a cento anni dalla Grande Guerra. Progetto di rilettura della Grande Guerra attraverso la valorizzazione dello straordinario patrimonio storico costituito dalla diaristica e dalla scrittura popolare. Concerto/spettacolo a cura del Coro San Romedio Anaunia Romeno nell’ambito del macroprogetto provinciale di commemorazione della Grande Guerra in occasione del “Centenario”. Info: corosanromedio@live.it; Centro culturale d’Anaunia Casa de Gentili, Tel. 0463 510050. Ore 20.30. Cassa Rurale - Sala E. Lanzerotti FIERA DEI SANTI Taio. Dalla mattina. In paese.

23


locali guida ai locali inserisci il tuo locale : info@meloleggo.com

347 8427725

Guida alla Lettura

24

Ogni Zona corrisponde ad un colore, ogni locale nelle pagine successive, sarà di un determinato colore per poter individuare con semplicità la zona in cui è situato il locale.


ioc

p

hi

pasticceria da ettore - coredo

Via Tavon, 12 - Tel. 0463 536350 www.fiordimela.it - ettore@fiordimela.it

caffè al borgo - taio

Piazza San Vittore - Tel. 348 775 0758

e :C B hinCaffè - Bar - Tabacchi - Slot - Proiezione su maCaffè - Pasticceria - Gelateria. Vendita pasticcec ria fresca e dolci su prenotazione. Produzione xischermo di tutte le partite di serie A - Chamma tgiardino le di gelateria artigianale, sala giochi, - Ampio terrazzo all’aperto. o l s artigianale pions all’aperto. Produzione di Strudel O : 7.00 - 01.00 con vendita in tutta Italia. Giorno di chiusura: Lunedì

Mandasprizz caffè centrale - coredo

facebook:

Via Venezia, 5 - Tel. 0463 536130 Mandasprizz-Caffè Centrale - centralesnc@teletu.it

Bar - Gelateria - Paninoteca - Discopub. Da venerdì 20 giugno, ritorna la MOVIDA più attesa sulla terrazza di Caffè Centrale, a Coredo. Il mercoledì e venerdì: dj set, buffet, cocktails & drinks. Orario: 19.00 - 02.00 Giorni di apertura: Mer. e Ven.

Kiss me ristorante gastro pub - tuenno

Via Maistrelli, 81 - Tel. 349 3229158 www.gastropubkissme.it - kissmegastropub@gmail.com

Ideale per passare in allegria le proprie serate, adatto pure per eventi come compleanni, feste di laurea, serate a tema dove prendere un aperitivo o sorseggiare una birra in compagnia degli amici consumando un pasto veloce ma sfizioso.

facebook

affè al

orgo

rario

old arthur’s pub - mollaro

Piazza di S. Marco, 13 - Tel. 338 8490997 facebook: Old Arthur’s Pub Mollaro

Old Arthur’s Pub nato nel 1999 come Pub Inglese Originale e ampliato nel settembre 2013 aggiungendo la sala Pizzeria con forno a legna. Orario: 18.30 - 02.00 Giorno di chiusura: Mercoledì

Rupe bar - mezzolombardo

Via trento, 115 - Tel. 345 9225340 facebook: Rupe Bar

Voglia di un evento tra amici e in buona compagnia? Maxischermo, concerti, aperitivi, DJ...tutto questo alla Rupe Bar di Mezzolombardo! che la stagione estiva abbia inizio!

25


info@iltuositogratis.net 3478427225

SITO GRATUITO:

Realizziamo per la tua attività un sito internet professionale con grafica completamente personalizzata dal valore commerciale di 700,00€ gratis. Non dovrai quindi scegliere fra i soliti modelli pronti dove puoi aggiungere solo il tuo logo, qualche foto e il testo, ma ti offriamo la nostra consulenza ed esperienza per realizzare il sito come piace a te in base alle tue specifiche esigenze. Avrai quindi, grafica personalizzata, dominio (www.tuonome.it/com), 5 caselle di posta elettronica, ottimizzazione SEO.

COSA PAGHI:

Paghi solo il rinnovo annuale che comprende una serie di servizi legati al funzionamento, mantenimento, assistenza e promozione del sito, più 5 ore/anno di aggiornamenti del sito per avere foto, testi, links e grafica sempre aggiornati. Nel dettaglio al momento della sottoscrizione dell’offerta potrai scegliere, in base alle tue esigenze l’offerta che più ti si addice tra:

www.iltuositogratis.net

26

Medium (€. 150,00 annui) Large (€. 200,00 annui) XLarge (€. 250,00 annui)


annunci Inviaci i tuoi annunci tramite sms al 3478427725 o compilando il tagliando sottostante arredamento ARREDAMENTO completo per appartamento anni ’80 vendesi in alta Val di Sole. Prezzo da concordare. Tel. 328 9427364 CAMERETTA a ponte colore faggio, tenuta bene, come nuova, già smontata, con foto, occasione, vendo. Regalo scrivania porta computer. €. 350,00 trattabili Zona S. Michele all’Adige. Tel. 345 0481571 CUCINA componibile completa di elettrodomestici, vendo. Zona S. Michele Tel. 340 7338631

LAVANDINO acrilico bianco per cucina con 2 vasche e piano sx vendo a €. 100,00. Mezzocorona. Dopo le 17 Tel. 328 2129874 LETTO matrimoniale in noce completo di 2 comodini, causa trasloco vendo ad €. 160,00. Tel. 328 7069251 Cles. MATERASSI nr. 2 singoli, usati poco, in ottimo stato, misure: lungo 190, largo 80, vendo a €. 120,00 trattabili, anche singolarmente a 60 Euro. Vigo di Tel. 0461 657631 Ton.

auto e moto DIVANETTO con braccioli e fusto in abete da cm 155 x 75 con schienali e sedute imbottiti in tessuto a righe rosse e grigio, vendo causa inutilizzo a €. 150,00. Cles. Tel. 328 7069251 LAMPADA applique, da parete, nuova, in buono stato, base legno colore scuro, 34 x 18, vetro lavorato con decoro, vendo €. 20,00. Denno. Tel. 349 5939533

ARREDAMENTO completo per appartamento anni ’80 vendesi in alta Val di Sole. Prezzo da concordare. Tel. 328 9427364 CAMERETTA a ponte colore faggio, tenuta bene, come nuova, già smontata, con foto, occasione, vendo. Regalo scrivania porta computer. €. 350,00 trattabili Zona S. Michele all’Adige. Tel. 345 0481571 CUCINA componibile completa di elettrodomestici, vendo. Zona S. Michele Tel. 340 7338631

DIVANETTO con braccioli e fusto in abete da cm 155 x 75 con schienali e sedute imbottiti in tessuto a righe rosse e grigio, vendo causa inutilizzo a €. 150,00. Cles. Tel. 328 7069251 LAMPADA applique, da parete, nuova, in buono stato, base legno colore scuro, 34 x 18, vetro lavorato con decoro, vendo €. 20,00. Denno. Tel. 349 5939533 LAVANDINO acrilico bianco per cucina con 2 vasche e piano sx vendo a €. 100,00. Mezzocorona. Dopo le 17 Tel. 328 2129874 LETTO matrimoniale in noce completo di 2 comodini, causa trasloco vendo ad €. 160,00. Tel. 328 7069251 Cles. MATERASSI nr. 2 singoli, usati poco, in ottimo stato, misure: lungo 190, largo 80, vendo a €. 120,00 trattabili, anche singolarmente a 60 Euro. Vigo di Tel. 0461 657631 Ton.

27


immobili

-Vendita CLES frazione, privato vende mansarda mq.100, totalmente ristrutturata, vissuta pochissimo, composta da: soggiorno, cucina, stanza matrimoniale, stanza soppalcata, 2 bagni, balcone, termoautonoma, posto auto di proprietà, cantina, locale caldaia, no spese condominiali. Libera da subito. Prezzo da concordare. IPE in fase di rilascio. Tel. 335 6902512 SARNONICO, privato vende villa a schiera mq 145 su due piani, composta da: soggiorno, cucina, tre stanze, doppi servizi, veranda con terrazza coperta, balcone, cantina, garage e posto auto. Ampio giardino privato. Termo autonomo. €. 230.000. No intermediari. Ore serali. Tel. 335 5632439 TOSS di Ton, privato vende casa bifamiliare indipendente composta da appartamento di 98mq con taverna di 98mq, ristrutturato ed arredato e appartamento mansardato su 2 livelli di 180mq nuovo (anno 2008). Legnaia e barbeque. Possibilità di vendita separata. Tel. 338 3924177

immobili

-Affitto DIMARO privato affitta mansarda da giugno (anche settimanalmente mese agosto

28

– settembre) composta da soggiorno, cucina, bagno, due stanze, posto macchina interno esterno, a singola o coppia senza figli, prezzo interessante. Dopo le 17.00 Tel. 347 7523743 GRUMO privato affitta splendida mansarda, garage, cantina, solo ad €. 370,00. Classe energetica E. Dopo le 19 Tel. 340 4648977 LAVIS privato affitta centro storico mini appartamento arredato senza spese condominiali. €. Tel. 377 1014848 550,00. MEZZOLOMBARDO privato affitta monolocale nuovo, con bagno, arredato, senza spese condominiali. €. 400,00 Dalle 10 alle 18 Tel. 348 3643104

incontri Alberta 32 anni nubile, segno dei pesci, sensibile, dolce e passionale, attiva, mi piace la bella compagnia, le serate fuori. So che non è facile stare al mio fianco, del resto, accanto a una donna speciale ci vuole un uomo speciale! CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 346 8885913 Daniela 29 anni, decisa e determinata, pronta al sacrificio per amore della famiglia. Amo i bambini, il sole, il mare, gli animali. Cerco un ragazzo dinamico e carino, forte e deciso per un rapporto stabile e costruttivo. Contattami per un

aperitivo. CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 328 1939633 Francesca, lavoro nel ristorante di famiglia, ho 39 anni. Sempre a contatto con la gente, carattere estroverso. A volte penso che la mia semplicità e spensieratezza possano essere fraintese, poi però mi dico che l’uomo di cui mi innamorerò saprà apprezzarmi. CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 346 8885913 Barbara. Carattere aperto, giocoso e molto solare, 42 anni! Mille interessi, un lavoro come rappresentante che mi appassiona ma nonostante tutto sento il peso della solitudine. Vorrei condividere il mio tempo e i miei interessi con un uomo veramente maturo e consapevole. CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 346 8885913 Patrizia 49 anni, con tanto amore da dare all’uomo giusto, solare. Mai sposata, no figli, una forte passione per i viaggi e adoro le crociere. Cerco uomo che mi faccia divertire, con il quale condividere pensieri e il bello della vita. CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 328 1939633 Simona 53 anni. Peperina e frizzante allegra. Separata senza figli, vorrei tanto poter ricominciare la mi vita da capo e formare una famiglia. Vorrei tanto conoscere un uomo non pigro con ci poter vivere in armonia e serenità! CHIAMA MEETING INCONTRI


CELL 346 8885913 Angela anni 53. E’ difficile capirmi a prima vista, sono apparentemente contraddittoria, forte ma fragile, dolce ma severa, spigliata ma riservata. Eppure chi mi conosce bene, mi apprezza ed ama il mio carattere vero e genuino. CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 328 1939633 Antonella, 55 anni, separata, di sani principi e cerco una storia seria e pulita. Purtroppo, visto il mio aspetto molto gradevole e curato, mi è capitato spesso di essere corteggiata da persone sbagliate. Desidero un uomo serio. CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 346 8885913 Barbara, 59 anni. Mi sento

dolce, romantica, idealista, sensibile e accomodante. Cerco un uomo di bell’ aspetto, perché è inutile negare che anche l’occhio vuole la sua parte, che mi sappia corteggiare alla vecchia maniera, quindi molto galante e raffinato. CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 346 8885913 Sonia 65 anni. Ragazza degli anni 60, solare allegra, innamorata dell’amore nonostante le sbucciature. Al primo posto gli affetti: la famiglia e i miei gatti. Cerco uomo dolce, gentile, tanto forte da saper essere fragile e che, soprattutto, ami follemente gli animali. CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 346 8885913 Sandro, 29 anni, libero professionista. Allegro, mi

piace la vita semplice e le persone umili. Vorrei una donna come me, amante della vita e delle belle cose. Una donna attenta, curata, disponibile al confronto. Per il resto, bè, vediamoci, per un caffè. - CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 328 1939633 Simone 34 anni, impiegato statale. Da un anno sono andato a vivere da solo, mi piace la mia autonomia. Mi considero un ragazzo completo, solare ed altruista, affidabile e serio, e indipendente economicamente. Cerco una lei indipendente e solare. CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 346 8885913

AGOSTO

Andrea 37 anni. Laureato. Sono imprevedibile e passionale, brillante ed allegro. I difetti

Elena 39 anni,single, commessa, mora,intraprendente, socievole e dolcissima. Trovo prezioso avere accanto una persona che ti ama e che ti accetti per quello che sei ecco perché mi trovo qui . Vuoi conoscermi? Manda un sms al 346 8885913

Beatrice, 44 anni, divorziata.Infermiera.Con una figlia grande. Fisicamente snella e giovanile. Amo la lettura, passeggiare, viaggiare e i concerti, cerco di guardare alla vita con positività. Vorrei conoscere un uomo sincero, leale e fedele che condivida i miei valori. Cell 342 6332958

Sara 54 anni, vedova. Operaia.Adoro l’arte, il cinema e la musica. Molto attraente e giovanile.Vorrei incontrare un uomo galante e serio per iniziare una bella amicizia e poi se maturerà anche un qualcosa d’importante.cell. 346 8885913 te, colto e decisamente gentile. Merita di essere conosciuto., uomini come lui non ce ne sono tanti. Molto impegnato sul lavoro ma riesce sempre a trovare anche momenti di svago, gli piace ballare, il teatro, la lettura e la buona cucina. Chiama al 342 6332958

Adriano 65 anni. L’unico fallimento nella vita è

quando si smette di tentare e io a 65 anni,vedovo, ex dipendente pubblico,voglio farne ancora tentativi, non ho paura di rischiare per ricercare una donna onesta e curata che crede ancora nell’amore come ci credo io. Cell. 346 8885913

MANDA UN SMS al 346 8885913 con NOME, ETA’ e CITTA’, riceverai gratis dei profili che CERCANO L’AMORE come te! Ci trovi a TRENTO IN VIA POZZO 30 dalle 10 alle 19!

VIENI ANCHE TU A SCRIVERE IL TUO PROFILO…È GRATIS

29

*solo su iscrizioni 12 mesi

Giovanni 53 anni, imprenditore, separato.Elegan-


non li dico, comunque nel bene o nel male sono sempre me stesso. Vorrei una ragazza in grado di farmi ribattere il cuore, dolce e passionale proprio come me! CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 328 1939633

solitudine forzata ho scoperto l’arte culinaria! Amo il calore della casa, l’atmosfera di un ristorante. Ho lavorato tanto, ora vorrei godermi i frutti con una donna accanto. CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 346 8885913

Antonello 40 anni. Geometra. Sono un uomo ironico, allegro, serio, gentile, educato, motociclista incallito e molto altro ancora. Cerco una donna che sappia ascoltare ma anche pretendere di essere ascoltata, che cerchi ed offra rispetto, magari amante della moto come me. CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 346 - 8885913

Sergio, 59 anni, direttore. Sono un uomo allegro, pieno di entusiasmo, sprigiono energia positiva e coinvolgo chi mi sta accanto. Nella mia vita ho fatto di tutto, con il tempo mi sono conquistato la tranquillità sotto tutti i punti di vista. Info CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 346 8885913

Francesco 45 anni. Idraulico. Sono stato sposato, ho avuto un figlio che adoro, vivo da solo nella mia casa vicino al lago. Mi piacerebbe incontrare una donna simpatica, senza pregiudizi, che sia indipendente per stabilire una relazione importante e seria. Cercami. CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 346 8885913 Marco 49 anni. Imprenditore. Sono un uomo forte e coraggioso, ho sempre fatto della razionalità e della logica il mio cavallo di battaglia. Adesso credo che sia arrivato il momento di sciogliermi un pò. Vorrei conoscere una donna sensibile e simpatica. CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 328 1939633 Armando 55 anni. Divorziato, libero professionista. Vivo solo e grazie a questa

30

Andrea, ex militare di 63 anni, vedovo. Corretto, sportivo e vitale. Anche se non sono più un ragazzo non ti nascondo che la curiosità e l’entusiasmo sono rimasti intatti nel tempo. Vorrei costruire un rapporto basato sul piacere di stare insieme, dialogare. CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 346 8885913 Sandro 65 anni. Divorziato. Pensionato attivo. Sono una persona gentile, educata, leale che per vari casi della vita si è gettata a capofitto sul lavoro, ma poi il lavoro rende indipendenti, da soddisfazioni, ma con chi condividerle se sei solo? CHIAMA MEETING INCONTRI CELL 346 8885913

Varie AFFETTATRICE professionale vendo per chiusura attività, marca Celme, modello gpr 300 sg. €. 300,00. Val di Non. Tel. 346 8503848 BANCO da falegname vecchio, solo il pianale, €. 250,00. Val di Sole. Tel. 339 4802622 CLARINETTO in sib jupiter, nuovo con scontrino, a cusa regalo non gradito, vendo a €. 250,00. Mezzocorona. Ore pasti tel. 345 1474744 SASSOFONO contratto Roling’s da studio, perfetto, usato poco, vendo causa inutilizzo. €. 160,00. Mezzocorona. Ore pasti Tel. 345 1474744

Lavoro LEZIONI OFFRO. Professoressa. Recupero in matematica, statistica, fisica e chimica. Mezzolombardo. Tel. 334 9879951 - 3773019415


pubblica

il tuo annuncio! !

is rat

Vuoi vedere anche tu il tuo annuncio pubblicato sulla nostra rivista?

èg

Mandaci

il tuo annuncio per posta all’ indirizzo Via dei Covi 5, 38012 Segno (TN) o scrivi un SMS al 3478427725 o una mail a info@meloleggo.com

Il tuo annuncio:................. ............................................ ............................................ ............................................ ............................................ ............................................ ............................................ ............................................ ............................................ ............................................ ............................................ L’editore si riserva il diritto di pubblicare il materiale ricevuto -corredato dai dati anagrafici personali- sulla cui attendibilità e veridicità declina ogni tipo di responsabilità (Aut. conforme legge 675/96)

Via Emanuele De Varda 85 / 87 38017 Mezzolombardo Tel 3388372371

DA 13 ANNI AL VOSTRO SERVIZIO

NOVITA’ Da settembre ci troverete in Via 4 Novembre 24 dietro all’ufficio INA Assicurazioni

31


per bacco

rudi vindimian

Nel 2005 decide di seguire in prima

persona i vigneti di famiglia, cessa quindi di conferire le uve alla cantina e inizia a imbottigliare con un’etichetta propria. Per intraprendere un percorso come quello di Rudi servono una buona dose di incoscienza ed una forte determinazione, in quanto questo bravo vignaiolo è un vero e proprio autodidatta, non ha studi tecnici alle spalle e tutto ciò che ha imparato lo ha appreso sul campo, facendo tesoro degli insegnamenti del padre e attraverso un confronto costruttivo con altri vignaioli. Ovviamente gli errori non sono mancati ma anche di questi Rudi ha fatto tesoro. La cantina si trova nel centro abitato di Lavis, affianco al ristorante di famiglia, dove vi sono anche parte dei vigneti, come quello di teroldego e pinot grigio, ma è nello splendido borgo di Terlago che troviamo il cuore pulsante dell’azienda. Qui, infatti, a oltre 700 metri di altitudine, in due appezzamenti attorniati dal bosco, ai piedi della Paganella, sono coltivate le varietà a bacca bianca, in primis il müller thurgau assieme a Kerner e incrocio Manzoni.

32

Rudi Vindimian è un giovane vignaiolo di Lavis.

Le viti sono allevate a spalliera e poggiano su suoli ricchi di scheletro. Nonostante l’altitudine elevata, il clima è alquanto favorevole per la coltivazione della vite, grazie alla benevole influenza dell’Ora del Garda.

Rudi crede molto nella vocazionalità di questa incantevole zona del trentino che ha tra i suoi vantaggi anche la scarsa antropizzazione. Qui, è ancora il bosco a “farla da padrone” e ciò porta anche ad incontri interessanti;

il giovane vignaiolo infatti, ha avuto la fortuna di poter documentare la presenza di un orso che ha fatto visita alle sue vigne, “vendemmiando” qualche filare di uva. Nei vigneti si lavora in biologico, non viene effettuato alcun diserbo chimico e non si utilizzano fitofarmaci, ne si ricor-


re all’irrigazione. Rudi pone grande attenzione e sensibilità al rispetto dell’ambiente e non vuole in alcun modo con le sue azioni alterare gli equilibri della natura. Anche in cantina gli interventi sono ridotti al minimo e si cerca di preservare il più possibile le peculiarità delle uve raccolte. Ne è una dimostrazione il suo Teroldego, con uno stile diretto, spigoloso e al contempo avvolgente. Non si è cercato di ingentilirne il carattere e si è contemporaneamente preservata la freschezza ed il frutto decisamente croccante. Tra i bianchi, quello che forse più di tutti riesce a raccontare la filosofia di Rudi è il suo Müller Thurgau, un vino che esce dagli schemi, che si contrappone all’immagine comune di questa tipologia come un vino leggero e immediato. Il suo, necessita di almeno un anno di affinamento per poter esprimere tutto il suo carattere. Se poi ci si dimentica la bottiglia in cantina, questa può solo che migliorare. Il tempo conferisce a questo vino ricordi di idrocarburi e spezie con una sensazione agrumata di sottofondo, che ritroviamo anche al palato, dove l’acidità si fonde ad una grassa mineralità. Ha grande complessità, ma non fatevi intimorire perché la bevibilità di questa bottiglia è decisamente invidiabile. Sempre a base di müller thurgau, è la nuova etichetta che Rudi sta per mettere in commercio: un vino originale, vinificato con l’obiettivo di esaltare la freschezza e il frutto pieno di questa varietà. Le uve dopo essere state diraspate e fatte fermen-

tare senza aggiunta di solforosa ed enzimi vengono pressate. In seguito il mosto sosta sulle sue bucce per un anno. Ne segue un lungo affinamento in bottiglia. I numeri di questa cantina sono molto limitati, infatti, si producono in totale 16.000 bottiglie. La scelta di concedere ai suoi vini un lungo periodo di affinamento prima di metterli in commercio è sicuramente una decisione coraggiosa e lungimirante; economicamente svantaggiosa, si rivela invece più che giusta per poter apprezzare appieno le caratteristiche dei vini. E fortunatamente Rudi è abbastanza testardo e sicuro di sé da saper attendere il momento giusto.

Alessia Benini

Responsabile per la guida Slow Wine del trentino

Azienda Agricola Rudi Vindimian Via Zandonai, 40 38015 Lavis tel.

0461 240373

info@vindimian.it www.vindimian.it

33


Sergio Calai Photos


musica i green mania

Nati nel novembre 2012, sono una tribute band che vuole portare ai propri concerti tutta la carica del famoso gruppo Green Day, cercando di creare uno show che riprende musiche, atteggiamenti e look della band americana.

Tutto

ha inizio in un pub, quando il bassista Luca Pedrotti incontra casualmente il cantante Cristiano Corradini, che ai tempi conosceva appena, e gli espone la sua idea. Cristiano la accoglie con molto en-

tusiasmo e recluta altri due musicisti necessari per completare la formazione, è così che si aggiungono il batterista Gianni Brida e il chitar-

36

rista Nicola Pedron. Tutti e quattro avevano già avuto esperienze musicali con diversi gruppi della zona improntati su differenti generi, alcuni tuttora in attività, ma l’idea di creare un tributo che imitasse gli atteggiamenti e l’abbigliamento da palco di una grande band come i Green Day, da cui il nome Green Mania, li coinvolge e li convince a cominciare l’avventura. Con l’inizio del 2013 sono pronti per iniziare il loro percorso musicale, dove riscuotono fin da subito grandi soddisfazioni e il pubblico sembra apprezzare la grinta che i quattro mettono nei loro concerti. In alcune occasioni calcano palchi dove il numero di spettatori raggiunge il migliaio, di cui una buona parte scatenata al ritmo rock dai lineamenti punk dei brani riposti in scaletta, scelti con cura per rendere lo show dinamico e coinvolgente.


Nel marzo 2013 il progetto prende una svolta, l’entrata di una figura professionale ridefinisce gli obiettivi della band, che accoglie con entusiasmo il nuovo arrivato Francesco Lanzingher, il quale ricopre il ruolo di fonico ufficiale. Con lui i Green Mania subiscono un cambiamento che li porta a una crescita di pro-

fessionalità, mantenendo l’allegria e la carica che ne rappresenta lo stile. Il tributo, con la sua formazione completa, partecipa a svariati concerti in Val di Non e Sole, da ricordare il “PuPazzo Party” a Cles, per

poi allargare i propri orizzonti arrivando a sostenere palchi ed eventi importanti in tutto il Trentino. “Officina Gambrinus”, dove registrano anche un video promo, “Festa degli asparagi 2014” di Zambana e “Notte Bianca” delle feste vigiliane 2014 di Trento, sono solo alcune location. I Green Mania si possono trovare su facebook cercando “Green Mania - Green Day Tribute”, o seguire su twitter come ”@greenmania_band”, e ancora su youtube al canale “Green Mania”.

Cristiano Corradini

37


il personaggio del mese Fortunato Depero Nato nel 1892 a Fondo, ancora

giovanissimo Depero si trasferisce a Rovereto (all’epoca entrambe le cittadine erano territorio dell’Impero austro-ungarico). Qui studia alla Scuola reale elisabettina, un istituto d’arte frequentato da molti artisti che in seguito diventeranno protagonisti del panorama culturale italiano del Novecento. Nel 1908 tenta l’iscrizione all’accademia delle belle arti di Vienna, ma viene respinto, così nel 1910 va a lavorare a Torino come decoratore all’esposizione internazionale. Al suo ritorno a Rovereto lavora da un marmista, occupandosi di lapidi funebri. Depero è molto attratto dalla scultura, che caratterizzerà le sue opere future. In seguito torna in Trentino per allestire una mostra a Trento, ma gli viene comunicato lo scoppio della Prima guerra mondiale, perciò si trasferisce a Roma. Diventa allievo di Giacomo Balla e riesce a entrare nella cerchia del primo gruppo futurista. Nel 1915 assieme a Balla scrive un manifesto divenu-

38

to poi fondamentale: “Ricostruzione futurista dell’universo”. Qui Balla e Depero si autoproclamano astrattisti futuristi e inneggiano ad un universo gioioso, «coloratissimo e luminosissimo». Sempre nel 1915 Depero partecipa a movimenti irredentisti e parte per il fronte. Però si ammala, e viene quindi riformato. E dopo tanto tempo Depero fa ritorno anche a Rovereto, trovandola distrutta dalla guerra. Qui, nel 1919, vi fonda la propria Casa d’arte Futurista, dove produrrà manifesti pubblicitari, mobili e altro che servirà per arredare la casa moderna. Depero è tuttavia attento a cimentarsi nella progettazione di oggetti che abbiano una reale utilità, oltre che caratterizzati esteticamente. Uno dei grandi problemi delle case d’arte futuriste, infatti, era che spesso uscivano da questi luoghi oggetti sì d’avanguardia ma inutilizzabili. Nel 1925 dopo una personale a Parigi, espone a New York , a Boston e a Chicago. Infine è a Venezia, alla Biennale del 1926, dove espone il dipinto “Squisito al selz” dedicato


al commendator Campari. Episodio quest’ultimo che segnerà l’inizio di un sodalizio professionale con la nota ditta di liquori. Tra il 1924 e il 1928 Depero lavora con molte ditte, fra cui la Alberti (produttrice del Liquore Strega), la Schering (Veramon) e la già citata Campari realizzando per quest’ultima centinaia di proposte pubblicitarie. È opportuno precisare che il rapporto che ebbe Depero con la réclame fu particolare. Se in generale la pubblicità era vista di buon occhio dai Futuristi, e anzi, considerata «arte nuova del mondo moderno», Depero in particolare fu quello a sostenerla con maggior impegno fino a diventare il più autorevole cartellonista pubblicitario tra i Futuristi. Non solo, ma qualche anno più tardi troverà il modo di condensare il suo punto di vista in proposito nel “Manifesto dell’arte pubblicitaria”. Nel 1928, sollecitato dalle esperienze trionfali descritte dai colleghi, Depero si trasferisce a New York con la moglie Rosetta. Tiene mostre di pittura, realizza pubblicità, progetta ambientazioni di ristoranti, crea scenografie costumi e coreografie per il teatro, disegna copertine di riviste. Lasciata l’America in piena recessione economica, Depero rientra in Italia nel 1930 ed espone col gruppo futurista alla I quadriennale Nazionale d’Arte a Roma. Si trova però alle 39prese con un nuovo corso del Fu-

turismo: l’Aeropittura. Nei primi anni trenta Depero lavora per vari giornali: “L’Illustrazione Italiana”, “Il Secolo Illustrato”, “Lo Sera”.Nel 1951 lancia il suo manifesto sull’Arte nucleare. Nel 1957 inizia ad allestire, a Rovereto, la Galleria Museo Depero dedicata alle proprie opere. Verrà inaugurata due anni dopo, nel 1959. Fortunato Depero muore a Rovereto il 29 novembre del 1960. Il 17 gennaio 2009, dopo un restauro, la Casa d’Arte Futurista Depero ha riaperto come sede museale del Mart di Rovereto. Al suo interno sono conservate alcune delle opere maggiori di Fortunato Depero. Casa d’Arte Futurista Depero è anche sede espositiva per mostre temporanee dedicate ad artisti del Novecento che sono stati influenzati dalla ricerca artistica di Depero, come Tullio Crali o Alessandro Mendini. L’archivio di Depero, costituito da scritti autografi, corrispondenza, bozzetti, fotografie e ritagli stampa, è conservato presso l’Archivio del ‘900 del Mart.

Francesco Lamanna

39


sport la pallavolo 40 anni di Anaune Pallavolo Era il 1974 quando la società

dell’Anaune di Cles propose alla sua gente il gioco della pallavolo. Uno sport non troppo antico, importato in Europa durante la Prima Guerra Mondiale dai soldati americani, che si è fatto strada e ha costruito solide fondamenta anche in Trentino. Sono appunto quarant’anni che l’Anaune pallavolo offre un’alternativa ai giovani per non restare chiusi in casa, o una possibilità per crescere in compagnia, qualità che nel volley non manca mai. Oggi non sembra aver perso gli stimoli, anzi persevera nella continua ricerca di miglioramenti, raggiungendo grandi soddisfazioni sia in campo giovanile che in prima squadra, vincitrice dello scorso campionato provinciale di serie C e promossa al campionato nazionale di B2. Questa vittoria segna il primo step di un progetto che il consiglio direttivo, presieduto da Lorenzoni Emilio, sta attuando. Il piano ha previsto un ampliamento

40

del settore tecnico, dove diversi allenatori esterni alla valle sono impegnati per elevare il tasso tecnico dei giovani, ma anche per formare nuovi coach “nostrani”, affiancandoli nei primi passi della loro nuova possibile carriera. Poiché la possibilità di crescere un buon vivaio giovanile è spesso direttamente proporzionale alla qualità e professionalità degli allenatori stessi. Un vivaio che, in quanto a numeri, può far invidia a molte società, ecco tutte le categorie che si metteranno in gioco nella prossima stagione 2014/2015. Partendo dai più piccini, sarà svolto un corso di minivolley, il quale potrebbe essere


diviso in due gruppi dato l’elevato numero di adesioni. Per il femminile scenderanno in campo ben quattro squadre: un’under 13, un’under 14, un’under 16 e una seconda divisione. Senza contare la neopromossa, anche le maschili saranno quattro: un’under13, un’under 15, e due under 17 tra cui una parteciperà anche al campionato della prima divisione dove affronterà squadre con giocatori meno giovani, ma soprattutto più esperti. Qualche volta si troverà ad affrontare sfide difficili, e saranno proprio quelle che i ragazzi dovranno sfruttare per migliorare il proprio modo di giocare la pallavolo e fortificare il carattere. Molto probabilmente la formazione seguita con maggiore interesse dal pubblico sarà quella di punta allenata da Norberto Gottardi che, come già scritto, si cimenterà in un

campionato nazionale rappresentando la società clesiana in diverse località del Nord Italia, per lo più lombarde, ma non solo. Uno degli obiettivi stagionali della società, spiega il mister Gottardi, sarà quello di confermare la partecipazione al campionato nazionale, l’altro mirerà all’ulteriore sviluppo del settore giovanile, il quale rappresenta il futuro dell’Anaune pallavolo. Per chi fosse interessato a seguire i campionati ed incitare le squadre di questa società, potrà recarsi alla palestra del polo scolastico di Cles, luogo in cui si svolgeranno le partite. In bocca al lupo cara Anaune.

Cristiano Corradini

41 41


racconti

la solitudine dell’orsa

Sara avrebbe preferito di gran lunga restarsene a casa

Era un pomeriggio freddo, quello

che si apprestava a concludere il mese di ottobre: una di quei pomeriggi che, anche se le vette sono appena spruzzate di bianco, lo si sente nell’aria l’odore pungente della neve che presto scenderà silenziosa come l’ovatta. Il paese era vuoto, in attesa di essere preso d’assalto dagli sciatori provenienti da ogni parte d’Italia; le strade deserte, i comignoli delle case sovrastate da una densa nuvola di fumo. Aveva provato in tutti i modi a convincere Carlo a rimandare quell’appuntamento, avrebbero potuto andarci in un qualsiasi altro momento, magari quando anche tutti gli altri fossero stati disponibili: quando si è in più, si sa, le serate tra amici riescono sempre meglio. Ma lui non aveva voluto sentire ragioni, da settimane fantasticava sul weekend da trascorrere nella sua baita, arroccata nei boschi attorno Pinzolo. Chi c’era bene, quanto agli altri, peggio per loro. La musica immortale dei Queen, che li aveva scortati durante l’intero

4242

tragitto, riecheggiò lungo le pareti invisibili del bosco. Il senso di libertà proprio dei diciotto anni, il primo vero “viaggio” in macchina da neopatentati, le bottiglie di birra e di rhum che tintinnavano nel portabagagli erano gli elementi accessori di quella due giorni che non poteva che prospettarsi indimenticabile.

Alberto spense il motore dell’auto, mettendo a folle con un sospiro. Di tutta la compagnia, era quello che aveva il morale più a terra. Erano mesi che non vedeva l’ora di passare un’intera nottata da solo con Erica e, adesso che gli si era pre-


sentata finalmente l’occasione, scopriva che i genitori di lei le avevano dato il permesso soltanto a patto che avesse portato con sé anche Ada, l’insopportabile sorella quindicenne. Carlo schizzò fuori dall’auto tirandosi dietro Sara, rimasta in silenzio per buona parte del viaggio. Erica li seguì a ruota, lasciando nell’abitacolo il suo fidanzato in compagnia della sorella. Attraverso lo specchietto retrovisore, Alberto studiò con attenzione il viso della ragazzina, la via lattea di brufoli che le invadeva le guance, l’espressione perennemente scontenta. Per tutta risposta Ada gli porse il dito medio, disponendosi a seguire il resto della compagnia come un carcerato in attesa di esecuzione. «Benvenuti a casa Gilmozzi» esclamò Carlo, mostrando la baita con un plateale gesto della mano. Erica sorrise felice mentre Alberto la raggiungeva. Ada molleggiò sulle gambe, guardando in qualsiasi direzione all’infuori della piccola costruzione in legno e sassi. Soltanto Sara se ne restava in disparte, annusando l’aria della notte che avanzava a grandi falcate. Possibile che fosse la sola, tra loro, a covare quel buio pensiero? «Ragazze, pensate voi a prendere cibo e bevande dalla macchina? Io Alberto ci occupiamo della legna.

Fa un freddo becco, stasera» disse Carlo, lanciando le chiavi alla sua ragazza. «Mi raccomando,chiudetevi dentro finché non arriviamo noi» aggiunse Alberto con tono grave. «E perché mai, scusa?» domandò Erica. «Come perché? Sei stupida o cosa? Non lo sai che qui, da qualche parte, c’è l’orsa nascosta tra gli alberi e pronta a sbranarci a turno?» «Guardatevi sempre le spalle!» rincarò il vocione contraffatto di Carlo, che sbucava da dietro alle ragazze col chiaro intento di spaventarle. Sara rabbrividì, stringendosi nel cappotto. Erica invece, mollò una sberla poco convinta sul braccio del fidanzato. «E dai, smettetela di fare i deficienti! Lo sai che ho paura, no? Non è divertente». I ragazzi sghignazzarono, avviandosi verso la legnaia stipata di tronchi di ogni misura. Le ragazze restarono a guardarli fin quando non sparirono sul retro della casa. «Pensi davvero che sia pericoloso stare qui?» sussurrò Erica all’indirizzo dell’amica, intenta a rigirarsi il mazzo di chiavi tra le dita. «Non lo so» rispose infine Sara. «So soltanto che avrei preferito di gran lunga farmi una birra in paese e tornare a dormire nel mio letto, stasera».

43


Nessuna delle due pensò di chiedere il parere di Ada che, intanto, si era seduta su un tronco divelto a pochi metri da loro, lo sguardo perso verso il cuore del bosco. Non era una a cui piaceva parlare troppo. Specialmente con sua sorella e quei deficienti dei suoi amici. Fosse stato per lei, nemmeno ci sarebbe salita sulla macchina di quel cretino di Alberto. Era stata Erica a costringerla ad accettare, minacciando di raccontare ai suoi delle condizioni in cui era tornata a casa dalla festa di fine estate al Ganiscgher, lo scorso agosto. La storia dell’orsa che aveva aggredito un cercatore di funghi, proprio in quei boschi il mese precedente, aveva alzato un gran polverone. Secondo alcuni l’animale andava catturato e abbattuto, mentre per altri bisognava lasciarlo vivere in pace nel suo habitat naturale. In genere, Ada non si faceva mai delle idee precise in merito alle questioni che riguardavano la comunità. Quella volta, però, aveva sentito un moto di solidarietà nei confronti di quell’orsa risalire a galla dal punto più profondo dello stomaco. Gli orsi sono bestie solitarie, che attaccano soltanto se provocati o minacciati. E lei, sulla solitudine, avrebbe potuto raccontare molte più cose di quanto sarebbe stato lecito immaginare. Erica e Sara sparirono alla sua vista,

44

risucchiate all’interno della casa. L’ambiente era piccolo ma accogliente: una zona giorno, costituita da un tavolo con la classica panca, un cucinino e un divano letto; infine un soppalco, dove si ergeva la stanza da letto ufficiale. Erica capì da subito di non avere gradi speranze, la “suite” era senza dubbio riservata al padrone di casa, lei e Alberto avrebbero dovuto arrangiarsi al piano di sotto. Per non parlare di quel peso morto di sua sorella: le aveva ordinato di portarsi dietro il sacco a pelo, tuttavia non aveva la minima idea di dove avrebbe potuto accamparsi per non intaccare la privacy delle due coppie. «Cazzo, Carlo! Muoviti, è pericoloso restare qui!» L’urlo di Alberto, proveniente dal retro della casa, squarciò il silenzio del bosco come uno sparo. Le ragazze si guardarono interdette, poi corsero fuori per vedere cosa stesse succedendo. «Dai, Carlo, avete rotto con queste stronzate! L’avete presa o no, questa legna?» sospirò Erica, sorridendo all’amica un passo più indietro. Una volta svoltato l’angolo, prima ancora che nei due ragazzi con le braccia piene di legna, gli occhi di Sara inciamparono in una macchia scura in movimento poco distante da loro. Il fitto della vegetazione e il buio della sera calato quasi del tutto giù dal cielo, rendevano difficile


distinguere quello che alla luce del giorno sarebbe stato evidente per chiunque. Chini tra i cespugli, due cuccioli di orso stavano banchettando con la carcassa di un animale ormai irriconoscibile. Sara s’irrigidì di colpo, stringendo con le dita il braccio dell’amica: «Forza, torniamocene in casa». Erica la guardò, come inebetita, «Sì, ma non senza di loro».

«Hai capito che stronzi? Ci hanno fatto credere che chissà che mostro c’era nei boschi e invece… questi due non farebbero male neanche al barboncino di mia nonna!» esclamò Carlo, ridendo sguaiatamente. «Sì, però forse è meglio tornarcene dentro, potrebbero non essere soli…» «Non prima di averli visti da vicino» sentenziò Carlo, appoggiando la legna raccolta ai suoi piedi. «Tu sei pazzo…io non ti seguo, amico» sussurrò Alberto, indietreggiando.

45

Carlo avanzò qualche passo verso il bosco, verso i due cuccioli che continuavano a mangiare tenendo sotto controllo i movimenti dell’intruso. Qualche passo più indietro, Sara cominciò a tremare, scossa da un tremito irrefrenabile. Erica l’abbracciò, per farle coraggio. «Su, cucciolotti, fate vedere allo zio Carlo cosa state mangiando…» Il bramito, simile all’urlo del tuono, gli arrivò alle orecchie da un punto imprecisato alla sua destra. A Carlo bastò voltare la testa, perché i suoi occhi incontrassero la fonte di quel suono spaventoso. Non ne aveva mai visto uno adulto a così breve distanza. Il pelo fulvo come la notte, le unghie doppie e affilate, i denti digrignati lo facevano sembrare un gigante stagliato contro il cielo immenso. Il ragazzo sentì le gambe diventare pesanti come due tronchi e la bocca accartocciarsi in una smorfia di terrore: l’orsa era lì, a mezzo metro da lui, decisa a difendere in qualsiasi modo la tranquillità dei suoi piccoli. Sara gridò con tutta la voce che aveva in gola, Alberto fu il più lesto tra tutti e, tirandosi dietro le due ragazze, corse verso la macchina. «Corri, Carlo! Corri!» Carlo tentennò, come ipnotizzato dall’ombra incombente che, in piedi sulle zampe posteriori, minacciava di abbattersi sopra di lui. Un secon-

45


do bramito, ancora più terrificante del precedente, lo riscosse dal torpore, portandolo a indietreggiare alla cieca. Fu un attimo, il tempo di mettere il piede in fallo tra due rami sporgenti, e il corpo del giovane rovinò all’indietro, impattando col suolo. Carlo non ebbe nemmeno il tempo di soffrire: quando il sangue cominciò a irradiarsi in una pozza dietro la sua nuca, rimasta incagliata sullo spuntone di una roccia sporgente, era già morto. Con le mani che gli tremavano per l’agitazione, Alberto tentava disperatamente di mettere in moto la macchina. Le due ragazze, sul sedile posteriore, piangevano accartocciate l’una sull’altra. «Devo andare da Carlo! Non posso lasciarlo qui» continuava a ripetere Sara, in preda ai singhiozzi. Erica la cullava, cercando di coprirle gli occhi e impedirle così di vedere il corpo esanime ai piedi dell’orsa. Gli pneumatici che strisciavano lungo l’asfalto sterrato produssero uno stridio innaturale, come di un osso che si spezza. Alberto sentì il volante strisciare dentro le sue mani e la figura dell’enorme bestia farsi più piccola dentro lo specchietto retrovisore. In un modo o nell’altro, stavano scappando. Seduta sul suo tronco nascosto dai rami, il respiro regolare e lo sguardo scintillante privo di paura, Ada

46 46

non aveva mosso un muscolo da quando tutto era iniziato. L’orsa era lì a pochi passi e la guardava con occhi miopi, fiutando nell’aria l’odore della sua presenza. Trascorse qualche attimo, forse minuti, in cui non accadde nulla. L’animale e la ragazza si studiarono da lontano, mute, senza recedere di un passo dalle rispettive solitudini. Poi, così come era arrivata, l’orsa tornò a poggiare le zampe anteriori sul terreno muschioso del bosco e, con un cenno perentorio ai suoi piccoli, sorpassò il cadavere del giovane, sparendo nel buio degli alberi. La macchina in fuga correva a tutta velocità, qualche chilometro più avanti. La Paura sedeva composta, insieme ai ragazzi, sul sedile accanto a quello del guidatore. Fu l’unica a non gridare quando Alberto perse il controllo della vettura, tagliando la curva che affacciava sullo strapiombo. L’ultimo lampo ad attraversare la mente di Erica prima del buio fu il viso di sua sorella, dimenticata chissà come in balia del mostro. Il boato delle lamiere che implodevano su loro stesse squarciando il silenzio della sera, fu l’ultima offesa alla quiete impassibile della natura.

Alessandra Pepino


“non” solo arte “

quando cles era più famosa di roma Si stenta a credere oggi che la tranquilla Cles, pur essendo tra i maggiori centri delle Valli di Non e di Sole, un tempo fosse sotto gli occhi dell ’Europa intera.

Ma chi cammina per il centro di sembra raccontare la sua già granCles vede un’atmosfera vivace e moderna, una fedeltà di chi la abita e la mantiene nella bellezza di uno degli abitati più belli del Trentino, incoronata dall’eccezionale bellezza della visione sul gruppo delle Dolomiti del Brenta, dove i colori sembrano fondersi nel lago di Santa Giustina, il più grande bacino artificiale della regione. Non deve meravigliare sentire aria di magia in questo piccolo centro, perché basta alzare gli occhi verso la collina subito fuori dall’abitato per vedere in lontananza, circondato ora da frutteti, il simbolo di tutto ciò che un tempo Cles era, il Castello. Maestoso e unico protagonista sul suo promontorio, alto e isolato per poter permettere uno sguardo privilegiato sul mondo intorno. Come un vigile e altezzoso signore che si specchia nelle acque del lago, il castello racchiude dentro se stesso una ricchezza inestimabile, come

de mole. Com’è oggi il castello, così fu il suo più illustre proprietario, Bernerdo Clesio, principe, vescovo, ma soprattutto figura di intelligenza finissima e cultura senza pari, fino a diventare l’uomo che avrebbe portato il nome di Cles all’attenzione del mondo. Non si crederà certamente che la posizione del castello in quella meravigliosa panoramica di vedetta sia casuale: perché, “casualmente”, su quella collina c’era una torre romana di avvistamento, demolita (o forse, più sapientemente, inglobata) intorno all’anno Mille per far posto al castello. Via ciò che c’è di vecchio e rovinoso e avanti le nuove architetture? No, costruiamo esattamente dove i Romani, dominatori del mondo antico, avevano lasciato la traccia del loro potere nella valle. Dalle ceneri del loro impero, oggi sorge il nostro.

47


Così Vitale de Clesio, capostipite della famiglia, forse sognò, ma non si sarebbe mai immaginato quanto la sua piccola signoria avrebbe influenzato l’Occidente. La famiglia Cles sembrava ancora troppo arroccata in cima alle sue ricchezze per scendere nella vita mondana dell’Italia di allora, che desiderava volti, protagonisti, gesta gloriose e cambiamenti da consegnare alla storia, degne di essere raccontate attraverso monumenti, dipinti, statue, libri, monete. Bernardo diede a Cles tutto questo. E’ la fine del Quattrocento. La giovane Dorotea ha soddisfatto l’ambizione del marito di avere un primogenito maschio, che si dimostra ben al di sopra delle aspettative. Il piccolo Bernardo mostra subito un carattere generoso e un’intelligenza innata che lo porta a studiare nella migliore Università d’Europa, alla facoltà di Giurisprudenza di Bologna. Nella città dei giuristi, degli artisti e dei tipografi nessuno poté fare a meno di notare le sue doti intellettuali e la sua dimestichezza negli affari, tanto che il Vescovo di Verona, città da cui Bernardo passava per tornare a casa dopo la laurea, non lo lasciò ripartire, trattenendolo presso di sé come consigliere. Di lì, una folgorante carriera: governatore del Tirolo, vescovo di Verona e principe vescovo di Trento, inse-

48 48

diandosi finalmente nello sfarzoso castello del Buonconsiglio. Tutto ciò, ovviamente, con la protezione politica della massima carica del mondo conosciuto, l’imperatore del Sacro Romano Impero Massimiliano I. Come abbia fatto Bernardo ad attirarsi la stima di personalità così potenti, non è chiaro. Si dice per il suo carattere cordiale, per il suo ingegno, per la sua prontezza d’animo. In realtà, a volte nascono personalità dotate di un carisma trascinante, non ereditato e non trasmissibile a nessuno, che si riesce a cogliere solo nelle parole entusiaste dei suoi contemporanei. A capo della sua terra, guardandola Clesio decise che non sarebbe stata seconda a nessuna corte italiana, e così è stato. Nata con una vocazione ecclesiastica, Trento si trasformò grazie a Bernardo in una raffinatissima, colta e invitante corte di principi e letterati, andando a costruire uno dei migliori capitoli del Rinasci-


menti italiano. Il vecchio forziere del Buonconsiglio diventa una villa, con l’ampliamento visibile ancora oggi al centro della facciata nella parte più chiara; i dipinti lasciati dai pittori da lui chiamati a corte sono famosi in tutta la nazione ed egli stesso si fa ritrarre sulle mura della sua dimora. Ristrutturò gli acquedotti della città, coniò monete, fece costruire nuove chiese ancora oggi vive e frequentate, come quelle dell’Assunta di Civezzano, dell’Assunta di Cles e di Santa Maria Maggiore a Trento. Ospitò conti e marchesi, scienziati, poeti e scrittori; non si contano i palazzi che nelle valli fece costruire per ospiti e diplomatici (i castelli di Fiemme, Tenno, Stenico, Selva Valsugana, quest’ultimo usato da lui stesso per le pause estive). Aveva organizzato a Trento una nuova pavimentazione, sontuosi quartieri residenziali e un accesso scintillante a una città che avrebbe dovuto, nella sua mente, cambiare completamente volto. Doveva diventare la città della cultura. Tutto questo aveva uno scopo chiaro e mai nascosto, perché Trento e i suoi territori sarebbero diventati presto teatro del più grande evento di riforma religiosa della storia moderna, l’assemblea di tutti i vescovi che avrebbe portato cambiamenti radicali al vivere religioso dell’Occidente in ogni suo aspetto, dalla preghiera, alla Messa, all’aspetto delle

chiese, al comportamento del clero, un evento senza precedenti, che sarebbe passato alla storia come Concilio di Trento. Bernardo non solo preparò la città ad accoglierlo, ma fu il grande e più importante motore organizzativo. Per anni ogni sua azione fu determinata a vivere quei momenti, e nulla poteva soddisfarlo di più di essere diventato vescovo anche di Bressanone. Ma una sera, nel corso di un banchetto in suo onore, fu preso da un colpo apoplettico e morì all’improvviso, davanti a tutti. Era il 30 Luglio 1539, aveva solo 54 anni. L’idea che il vescovo fosse stato avvelenato si fece presto strada. Fu una morte senza prove, ma la storia conserva sempre la verità, che per Bernardo stava nella bellezza delle cose che lo circondavano, Chiese, palazzi e dipinti che portano impressi il marchio della sua presenza. Bernardo Cles ha reso illustre la sua cittadina ma non fece in tempo a godere dei frutti della sua intelligenza e sensibilità artistica. Per fortuna, le ha lasciate a noi.

Giulia Iseppi

49 49


il fungo

del mese

A metà tra un fungo e un protozoo, ricorda una creatura marina, spunta sul legno e cresce in poche ore. Bellissimo, con il suo colore bianco puro e trasparente, e le sue forme ordinate e fantasiose insieme, merita di essere orsservato da vicino.

L’anemone di terra Geloso delle bellezze del mare, il

bosco chiese a Dio di poter annoverare tra le sue creature “l’anemone di terra” la Ceratiomyxa Fruticulosa... Questa introduzione “poetica” descrive bene ciò che possiamo ammirare nelle foto. Si tratta di un mixomicete, cioè di un “fungo mucillaginoso”.

50

Tra due regni. Un tempo gli scienziati ritenevano i Myxomycetes dei funghi, ma ora sono stati classificati nel regno dei Protisti, divisione Myxomycota. In realtà questo organismo possiede caratteri intermedi tra i protozoi e i funghi, ovvero si riproduce come un fungo, tramite spore, ma prima di trovare un posto dove “abitare” e


cosa, cioè “piena di germogli”, per

trasformarsi nella stupenda fioritura (che vediamo in foto) per produrre spore, è costituito da un’enorme cellula, il plasmodio, che si muove come un animale “inglobando” e mangiando tutto ciò che incontra. Insomma...è l’inconsapevole ispiratore di tanti film dell’orrore! Appartiene a una famiglia molto “esclusiva”, le Ceratomyxaceae, che comprende un solo genere e una sola specie! Crescita esplosiva! Quando è ancora giovanissimo, è un ammasso gelatinoso di color crema che, però, cresce in poche ore, assumendo la sua forma caratteristica e diventando di un bel bianco puro, trasparente e brillante come il ghiaccio. In casi molto rari, può avere una tinta gialla. Date le dimensioni minime dei ciuffi stellari, si vede bene solo da molto vicino. In lontananza, infatti, riusciamo a scorgere non più di una “macchia” biancastra, che può arrivare a misurare anche 15-20 cm. C’è tutto l’anno. Il suo nome deriva dal latino fruti-

quelle colonnine di cui è rivestito, definite anche “ciuffi stellari. Spunta tutto l’anno su legni marcescenti, pali e ceppaie, sia di latifoglie, sia di aghifoglie, dopo abbondanti piogge. Al tatto è umido e viscoso. Se saremo abbastanza fortunati da riuscire a incontrarlo, osserviamolo bene, magari con una lente. Ci accorgeremo che, anche se siamo in montagna, il mare...non è poi così lontano.

Giorgio Gozzi

kit i t n ide

Nome scientifico: Ceratiomyxa Fruticulosa Classe: Mixomyceti Ordine: Ceratiomixales Famiglia: Ceratiomyxaceae

Forma: di colonnette o ciuffi stellari, viscosi e brillanti Habitat: cresce sui legni marcescenti Commestibilità: Insignificante viste le dimensioni

51


cucina ricetta della nonna Filetto di maiale al cumino con pure’ di mele Fate rosolare il filetto in una padella con un filo di olio. Aggiustate di sale e di pepe e sfumate con il vino. Lasciate evaporare completamente e proseguite la cottura per 15 minuti con il brodo. Scolate il filetto dal liquido di cottura, che terrete da parte, passatelo nei semi di cumino e sistematelo in una teglia unta con un po’ di olio. Cuocetelo in forno preriscaldato a 150°C per 10 minuti. Fate cuocere in una pentola le mele, private della buccia e del torsolo e tagliate a pezzetti, con lo zucchero e un pizzico di cannella. Frullate con un frullatore a immersione e tenetele in caldo. Fate sciogliere in un pentolino il burro, aggiungete la farina e poco per volta il liquido di cottura, caldo, nel filetto. Fate addensare e conservate in caldo la salsa ottenuta. Tagliate il filetto a fette e sistematelo nei piatti con un po’ di purè di mele e un cucchiaio di salsa. Guarnite con dei broccoli precedentemente mondati e lessati.

52

Tempo 105 min. Difficoltà INGREDIENTI: 1 filetto di maiale 30 g di semi di cumino 400 g di mele Broccoli 20 cl di vino bianco secco

20 cl di brodo di carne 50 g di zucchero Cannella in polvere 20 g di farina 40 g di burro Olio extra vergine di oliva

Sale; pepe

Grado di difficoltà: facile

media

elaborata


liquore fatto in casa Liquore di semi di mela INGREDIENTI: 5 dl di alcol a 95° 5 dl d’acqua 300 gr di zucchero 130 gr di semi di mela

Fate sciroppare lo zucchero con l’acqua su fuoco molto basso. Appena lo sciroppo si sarà raffreddato, versatelo in un recipiente di vetro a chiusura ermetica insieme con l’alcol e i semi di mela. Lasciate riposare per un paio di mesi scuotendo il vaso di tanto in tanto, quindi filtrate e imbottigliate. Il liquore, che ha proprietà digestive, potrà essere gustato anche subito.

53 53


a proposito di ...

bambini

Pronti partenza... via! La scuola è iniziata e con essa tutte le varie attività collaterali: musica, sport, inglese ecc.

Un pensiero quindi va ai nostri pic-

coli campioni che si accingono ad affrontare una nuova stagione piena di impegni: ricordiamoci che lo stress colpisce anche loro, persino quelli sotto i 3 anni. I nostri figli non sono sempre spensierati come ci piace credere e, mentre noi adulti tendiamo ad adattarci alle situazioni stressanti, i piccoli non ce la fanno. Non possono attingere all’esperienza che aiuta a dare spiegazioni e strategie, perché non ce l’hanno ancora! Che fare dunque? Acoltarli. Fermarsi il più possibile accanto a loro quando capiamo che hanno voglia di chiacchierare e sono impensieriti. Per i bambini è importante raccontare quello che hanno vissuto durante la giornata: parlare esorcizza le paure, e vedere che i genitori sono lì per aiutarli li fa sentire importanti, protetti e rassicurati. Prendersi mezz’ora in cui genitori e figli si fermano a parlare insieme delle cose belle e brutte della giornata, prima di iniziare a preparare la cena, fare la doccia o darsi la

54

buonanotte, è un modo di interrompere la catena dei doveri per i grandi e può diventare un appuntamento fisso per tutta la famiglia. Per ascoltare bisogna osservare. E tutti gli esperti consigliano di osservare con attenzione i cambiamenti improvvisi di comportamento dei bambini. Sia a scuola che nella vita sociale. Uno dei primi sintomi dello stress da bullismo, ad esempio, è un’inusuale ricerca di solitudine. Continui pretesti per non andare più in piscina o agli allenamenti di atletica, malesseri fisici quando si torna dalle vacanze o la domenica sera, irritabilità, insoddisfazione continua, devono poi assolutamente far riflettere. Mal di pancia ed emicranie non sono scuse: è il modo dei più piccoli di farci capire che stiamo chiedendo troppo o che fanno cose che a loro non piacciono. Se vogliamo evitare di essere noi a stressarli per ottenere brillanti risultati a scuola e nello sport, bisogna mettersi in mente che vanno elogiati gli sforzi e non i risultati, sempre e in


qualsiasi campo. E che per garantire loro un avvenire migliore non serve superstimolarli fin da quando sono piccoli. Lasciamoli imparare a camminare, parlare, disegnare quando sarà il momento! Ogni bambino ha il suo percorso di apprendimento che va rispettato, come diceva la grande pedagoga Maria Montessori. Iniziare a insegnare già alla scuola materna l’inglese, o a scrivere e fare piccoli conti non è sbagliato, ma solo se tutto è organizzato come gioco, non come una pre-scuola per selezionare i più bravi o come un minicorso Oxford. E quanto agli impegni extrascolastici, se i bambini fanno già il tempo pieno (e anche per chi è più libero) non bisogna calcare la mano ed evitare il sovraccarico che dà ai ragazzini la sgradevole sensazione di essere continuamente tirati da una parte all’altra come se avessero un’agenda da manager! Il gioco, come il disegno, è un momento efficace per neutralizzare lo stress e metabolizzare le emozioni. Già molti ragazzini hanno a disposizioni pochi spazi (case senza cortili, spazi verdi in cui non si può nemmeno giocare a pallone!), non priviamoli anche del tempo per giocare! Molti genitori, convinti di offrire più opportunità ai figli, li iscrivono ad un muccio di corsi. Invece è meglio cercare di capire quali sono i desideri dei bambini, i loro talenti facendoli sperimentare e far nascere in loro la curiosità e il piacere di conoscere.

Smettiamola dunque con le ansie da prestazione dei nostri figli, come se valesse la regola “tale padre, tale figlio”, come se i loro buoni risultati volessero dire che anche noi genitori siamo bravi. Evitiamo di confrontare i loro risultati con quelli dei compagni

(es:”Hai preso 7... e i tuoi compagni?), si alimenterebbe una competizione malsana e una tendenza all’insicurezza. Il grande poeta e filosofo libanese Khalil Gibran ne Il Profeta dice a una madre:” Voi siete gli archi dai quali i vostri figli sono lanciati come frecce viventi. Potete dar loro il vostro amore, ma non i vostri pensieri, perché essi hanno i loro, di pensieri”. Ricordiamo infine l’indiscussa efficacia dei Fiori di Bach in situazioni di cambiamento (ad es. il passaggio dalla Scuola dell’Infanzia a quella Primaria), insicurezza e paure. Ci sono molte erboristerie e parafarmacie con personale qualificato che potrà consigliare il fiore più appropriato o preparare il giusto mix per i vostri “gioielli”!!

Fabia Ceccon

5555


curiosità

il cosplay Trento STAR WARS fan club è nato nel 2010 dalla grande passione di più persone per il fantastico universo creato da George Lucas.

La Sagra dei Fumetti

L’associazione, che si ricorda essere

timento e la realizzazione anche di filmati mediante anche l’utilizzo del green screen ed effetti speciali, ed ovviamente la creazione, anche con il nostro aiuto, dei fantastici costumi visti nell’universo di Star Wars.

Si propone di diffondere e condividere tale passione mediante molteplici attività proposte all’interno dell’associazione stessa, tra queste: imparare a combattere mediante l’utilizzo della lightsaber, l’arma utilizzata dai cavalieri jedi e dai Sith, la costruzione della propria lightsaber, lo studio e la creazione di coreografie di combat-

Tra le altre attività è prevista anche la partecipazione a fiere ed eventi cosplay, dove partecipare alle gare di cosplay, ma anche mostrare le coreografie imparate durante il corso, e dove, soprattutto incontrarsi e condividere con altri appassionati le proprie esperienze e stringere anche nuove amicizie, il tutto nel segno del divertimento, che costituisce lo scopo fondamentale dell’associazione.

senza scopo di lucro, non richiede nessuna spesa di iscrizione poichè la partecipazione è totalmente gratuita, (ha come unico limite la maggiore età per poter partecipare).

56 56

Proprio domenica 7 settembre abbiamo partecipato al bellissimo evento cosplay al parco Sigurtà. La prossima fiera alla quale parteciperemo sarà quella di Lucca comics, la più importante fiera dell’anno per estensione ma anche per l’enorme

56


di fierebre otto 2-5 > ROMICS Nuova Fiera di Roma, via Portuense Ore 10-20.

www.romics.it

4-5 > PAVIA COMICS PalaBrera

presenza di cosplayer come in nessunn’altra fiera in Italia. In questi, anni dal 2010, l’associazione ha lavorato duro con l’impegno di tutti, persone che dedicano il loro tempo libero a queste attività totalmente in modo gratuito, per migliorarsi e crescere. Ma un grazie va anche ad un numero sempre più vasto ed entusiasta di partecipanti che si stanno unendo a noi e che speriamo continui ad umentare. E’ proprio grazie a quest’impegno che stiamo per trasformarci, con grande soddisfazione di tutti, in Saber Guild Trento, un’associazione a livello mondiale riconosciuta da Lucasfilm/Disney. Ricordiamo infine che tutte le settimane, il venerdì dalle 17.00 alle 19.00, ci si riunisce in una palestra per svolgere tutte le attività del gruppo, allenamenti, prova delle coreografie e laboratorio su spade e costumi. Per ogni informazione potete anche contattarci sulla nostra pagina facebook Trento STAR WARS fan club.

Valerio piacentini

via

Verdi 9 (S. Martino Siccomario)

www.kolosseo.com

10-12 > FIERA DEL FUMETTO LUGANO Palazzo dei Congressi 9.30-19.00

www.fieradelfumettolugano.ch 11-12 > BOLOGNA COMICS Palanord

via

Stalingrado, 81 Ore 9-19

www.facebook.com/sassari.cosplay 11-12 > FERRARA COMICS & GAMES Fiera di Ferrara, Via della Fiera 11, Autostrada A13, uscita Ferrara Sud. Ore 9-19

www.expofiere.net

11-12 > SAN DONÀ FUMETTO San Dona di Paive (VE) Padiglione Fieristico Area Ex Papa in Via Pralungo Ore 10-19

www.facebook.com/tanagurafumetto 18-19 > TIFERNO COMICS Città di Castello (PG)Piazza Matteotti, Loggiato Gildoni già Bufalini, ore 9.30-19.00

www.tifernocomics.com

18-19 > IMOLA COMICS & GAMES PalaGenius, Via B. Croce. Sabato

www.expofiere.net

30-2 > LUCCA COMICS & GAMES Centro storico, interno mura Ore 9-19.

www.luccacomicsandgames.com Se vuoi conoscere gli appuntamenti di Novembre non perdere il prossimo numero di MeloLeggo!


Lirin Graphic&Drawing 334 9746429 lirin17@hotmail.it

Prestazioni lavorative di alto livello in ambito grafico-artistico, che va dalla progettazione

e creazione di grafica pubblicitaria ed editoriale (volantini, brochure, poster, riviste ecc), al concept art (di brand, loghi, immagini coordinate, gif animate ecc), alla grafica web (progettazione di layout, interfacce, web design ecc), alla grafica 3D (creazione di oggetti tridimensionali, animazioni ecc), alla grafica creativa e al disegno (cartaceo, tradizionale, pittorico, digitale, con qualisasi stile, colorazione e superficie)

Chiedi subito il tuo preventivo gratuito e senza impegni!

illustrazioni disegni digitali disegni tradizionali character design caricature manga chibi

grafica volantini biglietti da visita brochure manifesti cataloghi riviste

loghi immagini vettoriali pagine web web design oggetti 3D icone


pubblica

sulla nostra bakeca! !

Vuoi vedere ache tu la tis ra tua foto, augurio o disegno

èg

pubblicati sulla nostra rivista?

Mandaci

la tua immagine per posta all’ indirizzo Via dei Covi 5, 38012 Segno (TN) o scrivi un SMS al 3478427725 o una mail a info@meloleggo.com

Testo:..................................................................................... ................................................................................................ ................................................................................................ ................................................................................................ Nome:..................................................................................... Cognome:............................................................................... Via:.................................................................................................. Città:................................................................................................ Tel:................................................................................................... L’editore si riserva il diritto di pubblicare il materiale ricevuto -corredato dai dati anagrafici personali- sulla cui attendibilità e veridicità declina ogni tipo di responsabilità (Aut. conforme legge 675/96)

59 59


bakeca

17 ottobre Buon Compleann o Franco!

06 ottobre Buon Compleanno Tiziano!

13 ottobre Buon Compleanno Luca! ra! e 20 ottoCbrompleanno Ma n o u B


20 ottobre tiuscia! Buon Compleanno Ca

13 ottobre Buon Compleanno Eleonora!

15 ottobre Buon Compleann o Alan!

ottobre Buon Compleanno31 Patrick!


Gestione

Impianti termosanitari e solari Impianti a legna, cippato, pellet, gasolio e gas Termocucine legna e pellet Soluzioni per il riparmio energetico Manutenzione e conduzione impianti secondo d.p.r. 412/93

info@ecoidroterm.net

0462 34


del Calore

Pulizia camini, caldaie e stufe in genere Videoispezione con ricerca guasti Costruzione e risanamento canne fumarie Analisi di combustione Progettazione e installazione linea vita

info@perinifratelli.it

1187


giochi i cruciverba 1 7

2 8

3

4

5

6

1

11

12

13 13

14

16

17 19

orizzontali: 2. Vostro in breve – 4. Lo strappa chi insiste – 7. Indigeni dell’America centrale – 10. Ermetica come la paratia di una nave – 11. Ebe, famoso soprano – 12. E’ un grande finanziere – 13. Robert De … attore – 15. Ridursi al lumicino – 18. I confini di Honolulu - 19. Fu abbattuto da Ulisse con un pugno verticali: 1. Un esclamazione di

stupore – 2. Danno uva – 3. Lavora con latta e lamiera – 4. Ospedali per malattie croniche – 5. Inutile, vano – 6. Si ripetono nell’analisi – 8. Vendita all’incanto – 9. Del tutto disinformati – 11. Un colpo del tennista – 14. Che mi appartiene – 16. Le prime in fuga – 17. Sera senza pari

64

4

5

6

7

8

10

11

18

3

9

9

10

15

2

12 14

15

16

18

19

17 20

21

orizzontali: 1. Celebre castello triestino – 9. Prive di ambiguità – 10. Prefisso che accresce – 11. Erudito sacerdote mussulmano – 12. La nota che si chiamò “ut” – 13. Ben voluta o costosa – 14. La fine della canzone – 15. Parità farmaceutica – 16. Li conta la recluta – 18. La moneta della Turchia – 20. Si ricorda con l’oc – 21. Città francese verticali: 1. Può esserlo un opera –

2. Molto crudeli – 3. Porre rimedio – 4. La mangiano i cavalli – 5. Scuro di carnagione – 6. Iniziale del filosofo Comte – 7. Così si chiamava lo Zimbabwe nel 1975 – 8. Le vocali in sede – 14. Un gas usato per le insegne - 17. Fiume francese, affluente del Reno – 19. Inizio d’apnea.


unisci i puntini

trova le 5 differenze

(fonte: web)

65


oroscopo Ariete 21/03-19/04

In amore saranno giornate decisive per tornare a vivere sentimenti come un tempo, emozioni nuove, incontri favoriti. In questi giorni sei decisamente forte. Nel lavoro invece all’inizio ci sarà qualche complicazione, ma poi la vittoria sarà certa. Amore Lavoro

Salute Fortuna

Toro 20/04 – 20/05 In amore coloro che hanno intenzione di sposarsi o convivere potranno contare sull’ultima parte di quest’anno e sul 2015. Sembrate più nervosi ma solo perché ci sono problemi di soldi. Nel lavoro molti avranno notato un ritardo abbastanza importante per quanto riguarda pagamenti e contratti. Qualche fastidio, malesseri passeggeri. Amore Salute Lavoro Fortuna

Gemelli 21/05 – 21/06 In amore emozionante periodo e soprattutto risolutivo, chi ha chiuso una storia può ripartire alla grande. E’ un momento facile per gestire le emozioni del cuore, ma anche per dire “basta”. Novità per i lavoratori autonomi. Con la salute siete in recupero. Amore Lavoro

Salute Fortuna

Cancro 22/06 – 22/07

L’amore risulta interessante anche se c’è qualcosa che non va sarebbe meglio parlarne. Le storie d’amore che hanno dei problemi conosceranno un blocco. Nel lavoro sono troppe le cose da fare, ad ogni modo restate sempre uno dei segni più forti del momento. Lo stress deve essere limitato in questo periodo. Salute Fortuna

Amore Lavoro

Leone 23/07 – 22/08 In amore sarete nervosi, qualche piccolo problema con i parenti, qualche discussione per questioni familiari. Le relazioni devono essere protette, sarà un mese un po’ pesante. Nel lavoro sarebbe il caso di approfittare per fare un piccolo stacco. E’ bene non strafare. Amore Lavoro

Salute Fortuna

Vergine 23/08 – 22/09 Valuta con molta attenzione le proposte che arrivano. Sembrerebbe il mese migliore per fare proposte o incontri. Se c’è stata una delusione si parte verso nuovi orizzonti, qualcuno riceverà una conferma per l’autunno. Qualche pensiero legato ai soldi resta, ma questo perché siete sempre ansiosi. Dovrete essere meno irritabili e sfoderare la vostra grande grinta. Amore Salute Lavoro Fortuna


Bilancia 23/09 – 22/10

Non sciupate le occasioni di questo periodo. E’ possibile innamorarsi di persone molto diverse, vorreste vivere sempre sensazioni speciali, non esagerate nelle ricerche impossibili. Chi lavora a chiamata riceverà in questi giorni buone opportunità, ma per cambiamenti o novità dovrete aspettare. Il mese si conclude in bellezza. Salute Amore Fortuna Lavoro

Scorpione 23/10 – 21/11

Si consiglia di stare attenti. I cuori solitari farebbero bene a dire le cose che pensano senza portare avanti rapporti inutili. Dovrete approfittare di questo periodo di cambiamento, ma evitate situazioni che possono comportare disagi. Chi ha iniziato da poco una nuova collaborazione non deve pensare che la vita sia difficile, soprattutto quella lavorativa. Amore Salute Lavoro Fortuna

Sagittario 22/11 – 21/12 Se ci sono stati problemi d’amore o dall’anno scorso trascinate qualche delusione è bene sapere che le cose cambiano in positivo. Ottimo mese, non rimandare niente a domani, buon umore contagioso. Potrebbe arrivare la classica idea geniale, spesso nelle vostre vite le occasioni sono nate anche in altre città. I momenti di recupero sono in arrivo. Salute Amore Fortuna Lavoro

Capricorno 22/12 – 19/01 Ultimamente ci sono state meno occasioni per stare insieme con il partner. Le storie d’amore nate di recente sono più forti. Entro la fine di questo mese si può portare avanti un progetto. Cercate di non stancarvi troppo. Amore Lavoro

Salute Fortuna

Acquario 20/01 – 19/02 Le giornate in arrivo a inizio mese sono le migliori, considerando l’arrivo di nuovi inviti. E’ molto importante in questo mese portare avanti nuovi progetti. La situazione astrologica è rallentata, ma questo non vuol dire che le cose non funzionano, dovrete prendere qualche precauzione in più in tema di denaro. In salute ti senti molto più stabile. Salute Amore Fortuna Lavoro

Pesci 20/02 – 20/03

In amore nuove emozioni in corso, per qualcuno una fine del mese di grande importanza. Con una persona Acquario o Toro potrebbero nascere belle situazioni in un rapporto che si rafforza. Viaggi e contatti in altre città portano successo. I liberi professionisti iniziano un nuovo progetto. Prestiti o finanziamenti da chiedere solo se necessario. La salute è in recupero. Salute Amore Fortuna Lavoro


Profile for MeLoLeggo Magazine

MeLoLeggo Magazine n.4 - Ottobre 2014  

MeLoLeggo Magazine n.4 - Ottobre 2014  

Profile for meloleggo
Advertisement