Page 1


MeLoLeggo Magazine edito da:

per la tua

pubblicità

&

per i tuoi

annunci

Contattaci:

333 4117224 info@meloleggo.com sms Servizio SMS - 347 8427225 Whatsapp - 347 8427225

Vuoi riceverechiamaci il giornale a casa ? e sottoscrivi il nostro

35 €

abbonamento annuale

STAFF

Mauro

Francesco

M. Vittoria

Giada

Sergio

Per la tua pubblicità contatta i nostri referenti di zona: Maria Vittoria 3334117224 Angelo 3807252868 Flora 3805043275 www.meloleggo.com


indice 09 11 12 17 18 22 25 27 28 32 35 36 44 48 50 52 54 56 60 62 64 66 68 72 74 77 78 80

Editoriale

OTTOBRE 2017

Cover La Rivista Eventi

b

e ew

Backstage

al eci

sp

meloleggo è anche online!

App Utility Le Petite Lumiére Annunci l’Immobiliare Musica Il filo di Nicky Racconti Non solo arte L’arca di Noè L’angolo del farmacista Il Dentista Salute

seguici sul nostro sito web e interagisci con noi!

www.meloleggo.com

Vota la nuova ragazza copertina Inserisci i tuoi annunci Consulta lo Speciale Locali Gioca con noi E molto altro... Ci trovi anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram

Naturopata AudioVita Olimpo Cucina: Hell’s Kitchen Melometto? L’Avvocato Bakeka Il vignettista Giochi Oroscopo

MeloLeggo offre un servizio - Non commerciale e NON È IN ALCUN MODO RESPONSABILE per la qualità, provenienza, veridicità e uscita delle inserzioni. Non risponde per eventuali ritardi o perdite causate dalla non pubblicazione delle inserzioni. Non è responsabile per eventuali errori di stampa. La Redazione si riserva di cestinare gli annunci non conformi alle istruzioni indicate o ritenuti impubblicabili. La Redazione si riserva di pubblicare gli annunci in altre proprie testate. Ai sensi della legge N°375 del 31-12-1996 con modifica al testo del D.LGS 9 maggio 1997, N.123 e del D.LSG 28 luglio 1997, N.255 sulla “Tutela della Privacy”. Inviando o dettando l’annuncio si autorizza il trattamento dei dati personali ai sensi del D.LGS 196/2003. IL MATERIALE PUBBLICATO IN QUESTO MENSILE NON È RIPRODUCIBILE NÈ UTILIZZABILE SE NON CON AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELL’EDITORE. MeloLeggo NON È RESPONSABILE DEL MATERIALE FORNITO E PUBBLICATO PER CONTO DEL CLIENTE. Mensile di informazione e servizi (Reg.Trib. n.3/2016 in data 24/02/2016 con distribuzione gratuita) Editore: Associazione Culturale MeLoLeggo Sede: Via Fia, 15 - 38038 Tesero (TN) Direttore: Mauro Bortone Stampa a cura di: Tipografia Esperia Srl


art dir: mauriziotome@gmail.com art dir: mauriziotome@gmail.com


gli

inserzionisti

di OTTOBRE

Hair, make, body…

Salute

Alimentari & Supermercati

Centro Benessere Olimpo

62

Dott.ssa Stefania Folloni

56

Country Bread

29

Estetica Shanti

19

Deflorian Susan

60

Eurospar

83

Immobiliari

Audiovita

64

Avvocati Avv. Roberto Pozzi

Dimore 72

Benessere Martino Vanzo

6

46

Compro Oro Compro Oro Trento

19

Detersivi L’idea Ecologica

26

Elettrodomestici Elettrosoc

70

Expert Tomaselli

82

Frutta e Fiori Varesco Beatrice

Ottico

20

Ottica Consuelo

8 10

Palestra Ziano Fitness Club

Servizi Ambientali Gruppo Santini

La Muda

Cinofili Associazione DI CA

30

40

Studio Dentistico Dott. Valter Firmani

54

Telefonia e Computer 2-42

Volpin

24

Prodotti e Accessori Eureka Service

76

Ristorazione, Bar, Pub Da Cris

33

La Trattoria

76

Lanterna Verde

34

Radici

67

Suan Cafè

16

VUOI FARE PARTE DI QUESTO ELENCO?

Telefona al 333 4117224 o invia una mail a

info@meloleggo.com


...VENDITA DIRETTA ...VENDITA ...VENDITA DIRETTA DIRETTA MONTATURE... MONTATURE... MONTATURE... Vasto assortimento delle montature

...LE LENTI PIU’ ...LE ...LE LENTI LENTIPIU’ PIU’ MODERNE... MODERNE... MODERNE... Leggere e resistenti,

Vasto Vasto delle delle montature Leggere Leggere e resistenti, e resistenti, vistaassortimento eassortimento sole più belle emontature affidabili fotocromatiche, vista vista e sole e sole più belle belle ee affidabili e affidabili fotocromatiche, fotocromatiche, prodotte nelpiù Cadore Agordino progressive personalizzate prodotte prodotte nelnel Cadore Cadore e Agordino e Agordino progressive personalizzate personalizzate Prezzi contenuti grazie al canale diretto progressive Prezzi Prezzi contenuti contenuti grazie grazie al al canale canale diretto diretto produttore-consumatore produttore-consumatore produttore-consumatore

...CONTROLLO DELLA VISTA... ...CONTROLLO ...CONTROLLODELLA DELLAVISTA... VISTA...

NEGOZI NEGOZI NEGOZI ZIANO DI FIEMME ZIANO ZIANO DI FIEMME FIEMME viaDI Nazionale 91

via viaNazionale Nazionale9191 tel. 0462571257 tel. tel.0462571257 0462571257 e-mail. lamudaziano@libero.it

e-mail. e-mail. lamudaziano@libero.it lamudaziano@libero.it

CEMBRA-LISIGNAGO CEMBRA-LISIGNAGO CEMBRA-LISIGNAGO viale IV novembre 27

viale vialeIV IVnovembre novembre2727 tel. 0461680144 tel. tel. 0461680144 0461680144 e-mail. lamudacembra@libero.it

e-mail. e-mail. lamudacembra@libero.it lamudacembra@libero.it

CHIUSO GIOVEDì E DOMENICA CHIUSO CHIUSOGIOVEDì GIOVEDìE EDOMENICA DOMENICA

ORARIO: 9.30-12.00 / 15.30-19.00 ORARIO: ORARIO:9.30-12.00 9.30-12.00/ 15.30-19.00 / 15.30-19.00


editoriale ora solare O ra solare 2017 in arrivo, arrivederci

ora legale: quando il cambio di orario in Italia? Non manca molto al cambio di orario, siete informati? Come da consuetudine, ormai, l’ora legale e l’ora solare si danno il cambio nel mese di ottobre. Si passerà dall’ora legale, che ci ha tenuto compagnia nei mesi più caldi dell’anno, a quella solare, che sarà in vigore invece in quelli più freddi. Quando avverrà questo cambiamento? L’ora solare tornerà nella notte tra sabato 28 e domenica 29 ottobre 2017. Per la precisione bisognerà rimettere un’ora indietro gli orologi, che passeranno dalle 03:00 alle 02:00 di notte. Dormiremo quindi un’ora in più quella notte, ma godremo di un’ora in meno di luce durante il giorno, con il tramonto che arriverà prima rispetto a come siamo abituati adesso. Ci sono problemi di salute in questo passaggio? In realtà alcune persone soffrono di un’alterazione del ciclo sonno-veglia, che si può curare andando a letto prima, ma anche con un’alimentazione adeguata. A pagina successiva alcuni cenni storici. Cenni storici ora solare-legale: Nel 1784 Benjamin Franklin pubblico un’idea fondata sul concetto di risparmio energetico. Solo dopo oltre 100 anni il suo progetto venne ripreso da un costruttore inglese, William Willet. La proposta questa volta trovò più consensi anche a causa della situazione di grandi ristrettezze economiche che la guerra avrebbe provocato da lì a breve; nel 1916 la Camera dei Lord diede così il via libera a quella che sarebbe diventata l’ora legale (che serve a risparmiare energia). Il primo sistema standard per il tempo è stato utilizzato sempre in Gran Bretagna, dalle ferrovie, l’11 dicembre 1847: si passò al tempo di Greenwich (GMT).

9


NUOVA

COLLEZIONE

OCCHIALI DA VISTA E DA SOLE

AUTUNNO INVERNO 2017/2018

OTTICA CONSUELO

PIAZZA VERDI, 2 - CAVALESE LABORATORIO OTTICO

controllo della vista gratuito Tel: 0462 231385 Mail: otticaconsuelo@virgilio.it


covervotazione risultato “Scegli tu la prossima copertina” su www.meloleggo.com:

La sfida del mese di settembre tra lsabel e Cindy si è conclusa 78% a 22%, con la vittoria di Isabel! Complimenti Isabel, sei la nuova RAGAZZA COPERTINA!

22%

er

nn

wi

78%

cover VUOI ESSERE TU LA PROSSIMA RAGAZZA COPERTINA ? Inviaci una tua foto, potresti essere selezionata per diventare la prossima r ag a z z a copertina!

Sergio Calai Fotografo mail: sergio.calai@virgilio.it cell. 335 319009

la ragazza prescelta avrà un book fotografico con Sergio Calai

11


backstage Ciao, mi chiamo Isabel ed ho 20 anni. Sono nata a Rovereto ma vivo a Villa Lagarina. Sono italorussa da parte di mia madre, infatti ho avuto la possibilità di conoscere questa lingua grazie a lei che è di San Pietroburgo. Sono una ragazza simpatica, socievole, determinata nel raggiungere i miei sogni e sempre col sorriso stampato sul viso. Sono anche permalosa; infatti non sopporto le persone che mi offendono o credono di avere sempre ragione. Ciò che amo più fare è sfila-

12


re, ballare e viaggiare; infatti uno dei miei sogni più gradi è quello di viaggiare il mondo e conoscere nuove lingue e culture. Sono passioni che nutro fin da quando ero piccola e mi piace essere sempre in mezzo a persone che condividono con me queste passioni. Uno dei miei sogni più grandi fin da quando ero piccola era quello di diventare un’attrice; al giorno d’oggi invece sogno di poter sfilare nelle passerelle più importanti; come quelle di Milano. Nel tempo libero esco con le amiche, sfilo anche, cosa che amo davvero

13


biettivo da raggiungere sono le università : mi piacerebbe studiare marketing e management. Spero di riuscire a farcela con il supporto della mia famiglia e soprattutto con la costanza che cercherò di avere nello studio.

fare. Ho partecipato a molte selezioni, come per Miss Mondo, la Bella d’Italia e Miss Val Rendena; classificandomi anche, ma soprattutto cerco di dedicarlo alla mia famiglia e ai miei cagnolini Derek e Alec. Quest’anno mi sono diplomata in scienze applicate, ma sono anche qualificata come estetista. Un mio prossimo ob-

14


Modella: Isabel Ivanova Location: Lago di Tovel Fotografo: Sergio Calai Data Scatti: Settembre 2017


cacce o f , pizza , e n le a p igiana t r a gelato ivi aperit

bar

Suàn’ Cafè Piazza Italia 4/a, 38030 Ziano di Fiemme Tel 346 243 4468


cover scegli tu la prossima copertina

B&W

Color

La copertina del MeLoLeggo di Novembre sarĂ di Cristina, istruttrice di Pool Dance. Vota sul sito http://www.meloleggo.com/ nello spazio dedicato la tua copertina preferita.

17


eventi guida agli eventi

Guida alla Lettura Ogni Zona corrisponde ad un colore, ogni evento nelle pagine successive, sarĂ di un determinato colore per poter individuare con semplicitĂ  la zona dove si terrĂ  il determinato evento.

18


ZIANO FITNESS CLUB ZIANO DI FIEMME. PROGRAMMA CORSI: Yoga: Mercoledì 19.00 - 20.00 Venerdì 18.00 - 19.30 Pilates Mercoledì 18.00-19.00 Venerdì 19.30- 20.30 Cross Cardio Mercoledì 17.00 - 18.00 Venerdì 17.00 - 18.00 MMA Arti Marziali Miste Martedì 21.00-22.00 Giovedì 21.00-22.00 Allenamento Funzionale Lunedì 19.00 - 20.00 Sabato 15.00 - 16.00 Zumba Martedì 18.00 - 19.00 Giovedì 18.00 - 19.00 Body Sculpture Lunedì 18.00 - 19.00 Giovedì 17.00 - 18.00 Tai Chi Lunedì 21.00 - 22.00 Venerdì 20.30 - 21.30 Sabato 17.00 - 18.00 Aerobica Martedì 19.00 - 21.00 Giovedì 19.00 - 21.00 28 Settembre - 1 Ottobre FESTE PATRONALI San Michele all’Adige. Feste Patronali di San Michele all’Adige: varie iniziative a San Michele all’Adige dal 29 settembre al 2 ottobre, per la Festa del Patrono. Organizza la Pro Loco San Michele all’Adige in collaborazione con le associazioni locali e l’Assessorato alla Cultura. Biblioteca di San Michele all’Adige, Tel. 0461 650955, s.michele@biblio.infotn.it

argento & diamanti I PRIMI IN TRENTINO DA OLTRE 10 ANNI

CON LA MIGLIOR QUOTAZIONE

super promo gold

offerta non valida con altre iniziative in corso e per minimo 35gr

centro Estetico Ayurvedico

Ayurveda significa arte della vita... Un’antica saggezza senza tempo... Estetica Shanti si affida alle cure Ayurvediche con AYURWAY, proponendo dei trattamenti personalizzati precisi ed efficaci, basandosi su una visione olistica unica.

Via Delmarco 12, 38030 Tesero (TN) cell. 340 06 17 594 - P.IVA 022297190221


FRUTTA E FIORI VARESCO BEATRICE Sotto il portico a fianco Valle Calzature

ZIANO DI FIEMME

Vendita promozionale a partire dal 15/09

con sconti dal 20% al 50%* Fiori recisi Piante verdi e fiorite

vasto assortimento di articoli natalizi

*su oggettistica e articoli regalo

Telefono 0462 571136 Chiuso giovedì e domenica

Orario: 8.00 – 12.15 16.00 – 19.15


7 Ottobre - Sabato BIKE TOUR AL FESTIVAL DEL GUSTO Predazzo. Nell’ambito del Festival del gusto viene proposta un’iniziativa collaterale lungo la ciclabile dell’Avisio, il cui scopo principale è quello di valorizzare la ciclabile sia dal punto di vista della fruibilità turistica della stessa, sia sotto il profilo della sensibilizzazione verso una mobilità alternativa, dolce e lenta: la bicicletta come mezzo privato alternativo ai veicoli a motore. L’iniziativa nasce anche dall’idea di valorizzare i siti di interesse naturalistico delle Valli di Fiemme e Fassa osservandoli da una prospettiva diversa, al fine di scoprire le aree protette lungo il torrente Avisio. L’iniziativa si svolgerà sabato 7 ottobre e si snoderà attraverso due “staffette ciclabili”aperte a cittadini e turisti: una con partenza alle ore 09.00 da Molina di Fiemme, una seconda con partenza a Mazzin sempre alle ore 09.00. 7 Ottobre – 15 Ottobre OKTOBERFEST IN VAL DI FIEMME Predazzo. Sabato 7, sabato 14 e domenica 15 ottobre 2017. PROGRAMMA: 18.00 Apertura tendone, 19.00 Cena con intrattenimento musicale, 21.00 Concerto “DIE LAUSER”. *Prenotazioni: L’ingresso serale è riservato a chi ha già prenotato. Sarà possibile prenotare via e-mail inviando una richiesta a info@ oktoberfestpredazzo.it. Minorenni solo con documento ed accompagnati da genitore. Maggiori Informazioni: www. oktoberfestpredazzo.it 8 Ottobre – Domenica MAGNATONDA DE CAORIANA Capriana. 8 gazebi per 10 km da degustare. 27 agosto, ora mette sul piatto la “Magnatonda de Caoriana”. Domenica 8 ottobre 2017: al prezzo di 23 euro a persona (13 per i bambini fino a 10 anni), si degustano piatti d’autunno e vini Cembrani Doc. Si parte alle 10.00

da piazza Roma, dove c’è la biglietteria. Si può procedere con calma, l’importante è ritrovarsi alle 16.30 in piazza Roma per il törggelen, una merenda contadina a base di mosto e castagne da gustare. Maggiori Informazioni: Federico Goss Presidente Pro Loco Capriana cell. 347 5310039 - info@prolococapriana.it 20 Ottobre - Venerdì BEPPE GRILLO Trento. Beppe Grillo torna a Trento con il suo nuovo show «Grillo vs Grillo». In questo show, legato ad un tour iniziato nel 2016, il comico genovese si sdoppia, per confrontarsi, combattersi, raccontarsi, annullarsi, proiettarsi nel passato e nel futuro, nei ricordi e nelle ambizioni più vere. «Chi siamo – racconta Grillo – da dove veniamo, dove andiamo, perché parliamo al plurale? Le risposte le ho volute dare in una lotta senza veli, senza esclusione di colpi e di verità finché non ne rimarrà uno solo! (anche per non avere questioni sulla ripartizione dell’incasso)». Biglietti: posti centrali 43,70 €, posti laterali 34,50 €, platea alta 25,30 €. Auditorium Santa Chiara. Ore 21.00 24 Ottobre – Martedì LOPEZ & SOLENGHI SHOW Trento Massimo Lopez e Tullio Solenghi tornano insieme in scena e con la Jazz Company diretta dal Maestro Gabriele Coneglio daranno vita ad uno show fatto di musiche, parodie, imitazioni, sketch, gag, risate, improvvisazioni e tanto altro. I due mattatori dello spettacolo italiano sono tornati insieme nel “Massimo Lopez e Tullio Solenghi Show” per intrattenere il pubblico con due ore di sano divertimento.. Attori, showman, imitatori, artisti poliedrici e versatili, Massimo Lopez e Tullio Solenghi. Biglietti: posti centrali 46 €, posti laterali 39 €, platea alta 34,50 €. Auditorium Santa Chiara. Ore 21.00

21


app info val di fiemme S iamo lieti di annunciare la nascita di una nuova collaborazione tra la nostra Associazione MeLoLeggo e Info Val di Fiemme.

Cos’è infovaldifiemme? E’ una App gratuita scaricabile dalle piattaforme App Store e Google play. Il progetto infovaldifiemme nasce con l’obiettivo di offrire ai turisti e ai residenti della Val di Fiemme uno strumento facile e veloce per avere Tutta la Valle a Portata di Mano. Eventi, News ed offerte speciali proposte dai nostri Partners per rendere il soggiorno in Val di Fiemme: un’esperienza indimenticabile.

Tutti i soci della nostra Associazione, in possesso della tessera, potranno consultare le varie offerte e promozioni esclusive nella parte dedicata all’interno della App. Scaricate la App per tenervi sempre aggiornati!

23


ASSISTENZA E VENDITA COMPUTER, TELEFONIA E ACCESSORI

CENTRO VODAFONE

VOLPIN TECHNOLOGY di Boninsegna Ottavio Via Fiamme Gialle, 54 - 38037 Predazzo (TN) - c/o Centro Commerciale Tel. negozio: 328/1522720 - Ottavio: 339/6584472 E-mail: info@volpintechnology.it - Web: volpintechnology.it


utility NUMERI UTILI NUMERO UNICO EMERGENZE

112

POLIZIA DI STATO

113

VIGILI DEL FUOCO

115

GUARDIA DI FINANZA

117

EMERGENZA SANITARIA

118

CORPO FORESTALE

1515

FARMACIE DI TURNO FESTIVI E NOTTURNO OTTOBRE

01 02 martedì 03 mercoledì 04 giovedì 05 venerdì 06 sabato 07 domenica 08 lunedì 09 martedì 10 mercoledì 11 giovedì 12 venerdì 13 sabato 14 domenica 15 lunedì 16 martedì 17 mercoledì 18 giovedì 19 venerdì 20 sabato 21 domenica 22 lunedì 23 martedì 24 mercoledì 25 giovedì 26 venerdì 27 sabato 28 domenica 29 lunedì 30 martedì 31

Val di Fiemme

Val di Fassa

Val di Cembra

Piana Rotaliana

Paganella

Val Rendena Val di Non Val di Sole & Giudicarie

Castello Molina

Moena

Zambana

Zambana

Molveno

Cles Coredo

Vermiglio

Pinzolo -Stenico

Cavalese

Vigo di Fassa

Lavis

Lavis

Spormag-

Fondo Livo

Presson

Fiavè Spiazzo

Carano Predazzo

Canazei

Cembra

Mezzolombardo

Fai

Cles Tuenno

S. Bernar-

Storo Tione

Castello Molina

Moena

Lavis 2

Lavis 2

Andalo

Cavalese

Vigo di Fassa

Verla

Nave San Rocco

Molveno

domenica lunedì

giore

do

omano Cavareno Pellizzano C Madonna Taio di C.

Cles Denno

Cogolo di Pinzolo -Stenico Pejo

25


Tiziana Weber responsabile commerciale Tel. 340 2346123


le petite lumiére IT Thor: Ragnarok

A dattamento dell’omonimo romanzo T hor: Ragnarok trae ispirazione dalla di Stephen King, IT si incentra sulla prima parte del racconto, ambientata negli anni 80. Il palloncino rosso che galleggia a mezz’aria è il biglietto da visita di una misteriosa entità demoniaca che tormenta i ragazzini di Derry, attirandoli in una trappola mortale senza vie di scampo.

mitologia norrena. Il sottotitolo stesso rimanda alla leggendaria battaglia tra le forze delle tenebre e quelle della luce. il supereroe Marvel, Thor, si ritrova imprigionato sul pianeta Sakaar senza il suo martello. Deve riuscire a tornare ad Asgard per fermare la pericolosa Hela e impedire il Ragnarok.

DATA USCITA: 19 ottobre 2017 GENERE: Drammatico, Horror, Thriller REGIA: Andres Muschietti DURATA: 135 Min DISTRIBUZIONE: Warner Bros.

DATA USCITA: 25 ottobre 2017 GENERE: Azione, Fantasy PAESE: USA DISTRIBUZIONE: Walt Disney Pictures Italia

27

Per essere aggiornato sui Film in programmazione nei nostri Cinema, visita il nostro sito www.meloleggo.com


annunci Inviaci i tuoi annunci tramite sms al 3478427725 o tramite mail a info@meloleggo.com arredamento

VENDO due poltrone in legno, lavorate a mano da giovani artigiani di una cooperativa sulle Ande. Ottimo stato. Misure cm b 90 X h 78 X p 76 Prezzo euro 300/l’una. Tel. 3403361015 VENDO, cucina a legna,marca Rizzoli, in ottimo stato, X colore bianco,camino a destra, cm60 x80. Zona a Cavalese. tel 333 6613114. Prezzo euro 300. ARREDAMENTO completo ex negozio STOKKINO di Predazzo. Prezzo Euro 1900,00. Tel. 3478869614

auto e moto

ACQUISTO moto d’epoca qualunque modello anche Vespa o Lambretta, in qualunque stato, anche per uso ricambi. Amatore, massima valutazione Tel.3425758002 VENDO 4 gomme estive Good Year Efficient Grip 155/70 R 13 75 T per cambio auto. In buonissimo stato, usate solo un mese, del 2015. Cerchi a 4 fori inclusi più ruotino. Prezzo 140 euro trattabili. Località Val di Fiemme. Tel.3494503487 APE PIAGGIO benzina, cilindrata 220 cc, versione lunga, con volante, anno 2006, in ottime condizioni appena revisionata. Prezzo da concordare. Val di Fiemme. Paolo. Tel. 3498383076

cerco

CERCO Fiat 127 prima serie ante ‘75, funzionante, buone condizioni. Tel. 393497033243 dbetransport@rocketmail.com

28 28

CERCO una vecchia vespa, lambretta, oppure motociclette anni 50 anche ferme da tanti anni, solamente da unico proprietario anziano tel 3474679291                 CERCO vecchi manifesti pubblicitari grandi anni 1930 della ditta cioccolato dolomiti Schio oppure altri Tel. 3474679291       CERCO oggetti vecchi da bar anni 50 tipo. tritaghiaccio spremiagrumi, telefoni a gettoni, macchine da caffè con pistoni esterni, lamiere pubblicitarie ecc.. anche rotti tel 3474679291               

immobili

-Vendita CANAZEI Vendo casa a schiera. 150 mq, 3 posti macchina più’ garage. Prezzo da concordare. Per informazioni chiamare 3395714309 BELLAMONTE Vendo Rustico (Tabià) con facile ingresso, posteggio, vicinanza servizi. Tel. 3382991145 CAPRIANA Vendesi baita con 7 ettari  di terreno boschivo in località Parco Naturale Monte Corno Tel. 3401403011

immobili

-Affitto CANAZEI Da autunno affitto piccolo locale uso negozio in centro. Tel. 338 5421973 CAVALESE. Affitto garage in nuova autorimessa centro, anche come magazzino, portone apertura automatica.  Tel. 3479014093


CASTELLO DI FIEMME. Affitto locale polivalente uso artigianale o commerciale 100 mq . Ampio parcheggio ottima visibilità. Ex Autosalone Fiat Eurocar. Per informazioni Marco

Varie

VENDO tre vestiti tirolesi dirndl nuovi. Uno lungo fino a terra e due lunghi fino al ginocchio. Taglia 34/36. Località Val di Fiemme. Tel. 3667065935 VENDO a prezzo irrisorio per cambio taglia abbigliamento taglia 44/46 donna in pelle (pantaloni, giacche, tailleur, e montoni) nuovi e usati pochissimo. Zona val di Fiemme. Per visionare contattare il 3388504162

Pane e dolci senza glutine certificati e artigianali

VENDO fasciatoio ikea Sniglar nuovo, montato ma mai usato, misure 72x53. (Costo 29.99€). Completo di materassino ancora incelofanato (5.99€)sacchetto portaoggetti da appendere sul lato lungo (7.99€)e due contenitori bianchi adatti al fasciatoio. Disponibilità a inviare foto su richiesta. Tutto per 40€. Cell. 3407769359 Mail: vinante80@gmail.com ACQUISTO album e figurine CALCIATORI di qualsiasi edizione, purché antecedente al 1978. Accetto anche album vuoti, semivuoti e completi, così come mazzette di figurine sfuse dello stesso periodo.(Per collezionismo) Cell. 3482729400 mail: silviadario@virgilio.it VENDO sella bici corsa FI ZI KI mod. Airone scafo carbonio E. 100,00 Tel. 338 7653380 mail: mariodefra@virgilio.it

Lavoro

MECCANICO CON ESPERIENZA. La Ditta Bernard Claudio Motor’s cerca da subito meccanico con esperienza . Per informazioni telefonare allo 0462764 38

Per info chiama:

Katia Defrancesco Tel. 389 6104639


Case da prima pagina

Dimore Della Valle

Via F.lli Bronzetti, 50 - 38033 - Cavalese (TN) tel/fax: 0462 231094 Str. Salejada, 26 - 38035 Moena (TN) tel/fax: 0462 574601 info@dimoredellavalle.com / www.dimoredellavalle.com cell: 377 6852598


Panchià Soraga nuovo contesto abitativo posto indel zona In In zona panoramica e soleggiata centrale del paese,maso luminoso appartamenpaese caratteristico da restaurare to disposto due livelli e composto a ridosso del su bosco ed immerso nel da accogliente con angolo verde dei pratisoggiorno circostanti, ampio cottura, terdue camere di cui renobagno, di pertinenza di matrimoniali circa 5000 mq, una con bagno esclusivo cabina armadio. dotato di piazzale, ampioe fienile, sofdi riscaldafittaL’immobile e cantine.è inoltre Ottimadotato location per mento autonomo a metano, eventuale realizzazione di dispensa, strutturacantina, giardino esclusivo e posto autoabiprivaturistico ricettiva e/o varie unità to. tative.

Trattativa€riservata 350.000,00 ClasseClasse energetica in fase di richiesta energetica in fase di richiesta

Moena Predazzo In elegante edificio recentemente ri-

In strutturato, zona soleggiata e panoramica di ampio e luminoso appartaPredazzo luminoso appartamento mento sviluppato due livelli, composto mansardato composto da ingresso, da soggiorno con angolo cottura, camera soggiorno con angolo cottura, tre camatrimoniale e bagno al secondo piano; mere, terrazzo. duebagno, ampie spazioso camere con bagno L’imal piano mobile è inoltre dotato di riscaldasottotetto. L'immobile è inoltre dotato di mento a metano,a metano, cantina, posto due posti riscaldamento auto coautoperto esterni, giardino comune, orto e e cantina. due box auto privati.

Trattativa riservata Trattativa riservata Classe energetica in fase diimmobile richiesta ( C ) Classe energetica

Panchià Mazzin In zona esclusiva e panoramica FontaIn zona centrale comoda ai servizidi del nazzo, posto in caratteristico edificio, paese spazioso trilocale composto dagrazioso appartamento composto da ingresso ingresso, luminoso soggiorno, angolo indipendente, zona concorangolo cottura/pranzo, ampiosoggiorno poggiolo, cottura, due camere e bagno. L'immobile ridoio, bagno, due camere, secondo è inoltre dotato di ampio poggiolo panorapoggiolo. L’immobile è inoltre dotato mico, giardino centralizzato comune, box auto esclusidi riscaldamento a metaposto eauto esterno cantina. no,vo, cantina posto autoecoperto.

Trattativa riservata Trattativa riservata Classe energetica in faseindi richiesta Classe energetica fase di richiesta


l’immobiliare

nuovo o usato?

AQuando ci accingiamo a compra-

re casa, uno dei quesiti fondamentali nella fase di ricerca è relativo alla scelta tra un’immobile nuovo o usato. Non facile interpretazione, poiché sono tanti i fattori determinanti da considerare in fase di osservazione. Optando per l’usato numerose sono le determinanti sulla scelta, innanzitutto, ricordiamo che l’offerta dell’usato è notevolmente più ampia di quella del nuovo e/o del ristrutturato e ne consegue che chi si accinge ad acquistare casa potrà trovare molte più alternative nell’usato in termini di location, dimensioni, panorami e tanto altro ancora. Inoltre, l’usato ha un prezzo che ad altre condizioni paritarie è certamen-

32

te minore al nuovo e/o al ristrutturato. In aggiunta l’usato è una via pressochè obbligata per chi non ama le costruzioni moderne, ma preferisce vivere all’interno di un edificio storico, che abbia conservato l’approccio originario. Una scelta che, ancora oggi, sembra suscitare il desiderio di una buona platea di potenziali acquirenti, la quale ambisce abitare nel centro storico più ricco di fascino. I vantaggi sono molteplici: conoscere subito le potenzialità dell’immobile, le sue condizioni e che tipo sono i vicini, possibilità di trovare nelle immediate vicinanze tutte le comodità desiderate, ristrutturare secondo i propri gusti. Di contro, il nuovo è preferibile se si desidera avere maggiore informazio-


ne in termini di materiali utilizzati e con la sicurezza di poter acquistare secondo gli ultimi standard abitativi, con ambienti modellabili sulla base delle esigenze del singolo compratore. L’aspetto dell’efficientamento energetico è inoltre uno degli aspetti che potrebbe far propendere verso l’acquisto del nuovo e/o del ristrutturato, anziché dell’usato. Le nuove costruzioni sono infatti molto più attente ad emettere una buona pagella energetica dell’immobile, con standard più elevati in termini di classe energetica, indice di prestazione energetica, valore di emissioni e, in sintesi, un più contenuto onere annuo per riscaldare la casa.

SULLA STATALE delle DOLOMITI tra CAVALESE e TESERO

I Vantaggi sono: niente lavori di manutenzione per molti anni, impianti nuovi, finiture più moderne e materiali conformi a criteri di costruzione più efficienti e soggetti a determinate leggi, efficienza dal punto di vista energetico con risparmio sulle bollette, costo inferiore dell’eventuale polizza assicurativa, maggior tenuta del valore negli anni.

Dimore Della Valle agenzia ammobiliare

- info@dimoredellavalle.com www.dimoredellavalle.com

FREE WIFI Da Cris


musica Classifica Top Digital Download & Streaming Ottobre 2017 Aggiornata al 28 settembre 2017 - Fonte FIMI TITOLO ARTISTA

ETICHETTA CASA

POSIZIONE ATTUALE

POSIZIONE PRECEDENTE

NUMERO SETTIMANE

LAMBORGHINI GUÉ PEQUENO FEAT. SFERA EBBASTA

SMI EPC SME

1

9

13

MI GENTE J. BALVIN & WILLY WILLIAM

CAROSELLO RECORDS CAROSELLO RECORDS

2

1

13

SENZA PAGARE J-AX & FEDEZ FEAT. T-PAIN

B1 RECORDINGS UNI

3

2

20

MORE THAN YOU KNOW AXWELL /\ INGROSSO

SONY MUSIC SME

4

5

17

ME REHUSO DANNY OCEAN

SONY MUSIC SME

5

6

12

VOGLIO BALLARE CON TE BABY K FEAT. ANDRES DVICIO

UNIVERSAL MUSIC UNI

6

4

17

RICCIONE THEGIORNALISTI

UNIVERSAL MUSIC UNI

7

3

14

THUNDER IMAGINE DRAGONS

INTERSCOPE UNI

8

7

22

WHAT ABOUT US P!NK

UNIVERSAL MUSIC UNI

9

14

7

FRIENDS JUSTIN BIEBER & BLOODPOP

WM ITALY WMI

10

13

6

35


punto della situazione: machu picchu Da Febbraio e fino alla fine del suo viaggio segui-

remo sulle nostre pagine e i nostri canali, il viaggio di Nicoletta Crisponi, partita il 27 Dicembre 2016 con il suo progetto. Un anno per fare  il giro del mondo appoggiandosi alla propria rete social realizzando il sogno di far della passione del viaggio un vero e proprio lavoro, è questa l’intraprendente sfida di Nicoletta Crisponi. Questo ambizioso progetto dal nome “Il Filo di Nicky”, è esempio di come i sogni, se fatti di determinazione, lavoro e un po’ di sana follia, possano esaudirsi. O per lo meno, le prospettive ci sono davvero tutte.

Finalmente!!! Si, finalmente perché caro Machu Picchu aspettavo questo momento da anni, non esagero, anni! Non ricordo nemmeno quand’è stata la prima volta che ho sentito parlare di te, probabilmente ero alle scuole medie e stavamo studiando la


cultura Maya, Inca e Azteca quando quell’immagine sulle tue rovine mi ha rapito gli occhi e il cuore. Lo so che suona sdolcinato ma quella energia di cui si parla, quella che ti rende un luogo così speciale si sente anche attraverso una fotografia ed è proprio quella ad avermi portata ogni anno a pensarti e attendere il momento giusto per arrivare fino a te. Credo che tutti prima o poi siano incappati nell’immagine della tua valle e abbiano desiderato esser lì: riempirci gli occhi di quelle montagne verdi, i polmoni di quell’aria pulita, la brezza ad accarezzarci i capelli e il freddo pungente della mattina presto sul viso. Sdraiarsi su quell’erba fresca, chiudere gli occhi e sentirti sotto le dita fino del profondo delle ossa. Niente scorciatoie, ti conquisterò giorno dopo giorno, passo dopo passo sotto il peso dello zaino con l’ossigeno che si fa sempre più rarefatto ma sarà proprio quell’attesa, quella fatica che renderanno il nostro incontro ancora più speciale. Sai, sono un po’ egoista, vorrei poterti avere tutto per me, vorrei esser sola nel momento in cui il primo raggio di sole farà capolino tra le montagne illuminandoti, tingendoti d’oro. So che non sarà possibile, ma farò del mio meglio per ritagliarmi un angolino tutto per noi, in silenzio ci guarderemo e finalmente ci incontreremo. Saranno tre giorni di cammino, lo stesso cammino che centinaio di anni fa gli Inca prima di me percorrevano per raggiungerti e renderti omag-


gio. Chissà in quanti prima di me avranno percorso gli stessi passi, dormito nelle stesse foreste, goduto dei colori del cielo preparandosi per incontrarti probabilmente con addirittura più eccitazione di quanta non possa provarne io oggi. Ma niente di turistico, ho scelto di arrivare da te con un cammino meno battuto, l’Ancascocha Trek. In questi mesi di viaggio mi sono trovata spesso immersa nella natura in luoghi che l’uomo ha trasformato in veri e propri templi dove celebrarne la grandezza e quello che si prova è un’emozione che non si può spiegare. In Nepal, vicino a Pokhara, è stato la prima volta che ho sentito questa energia di cui tanto si parla: un tempio sotto terra in una grotta scavata da un’eruzione vulcanica in cui scorre una cascata. Non so bene spiegarti cosa ho provato, ma non credo tu abbia bisogno che lo faccia, sei tu! E’ come un brivido nella schiena, una morsa nello stomaco e un senso di impotenza di fronte a tanta bellezza, perfezione e forza. Intorno a me persone che si susseguivano contro la ringhiera per scattarsi una foto, io nel mio angolino concentrata sul rumore forte dell’acqua che non riuscivo a vedere ma solo ad intuire del buio della grotta. Non so se proverò lo stesso una volta arrivata da te, non so bene cosa


aspettarmi ma sono certa non mi deluderai e farò del mio meglio per raccontarti una volta riempita l’anima e di nuovo in città. Spero di riuscir a render giustizia alla tua bellezza, di poter trasmettere quello che si prova una volta là in cima. Sai, non sono mai stata una persona mistica e ho smesso di cercare dio quando un mio amico morì diversi anni fa in un incidente in macchina, ma sono una persona sensibile e consapevole dei suoi limiti. Ho smesso di farmi domande su quello che non riesco a capire ma ho imparato a seguire i segni, le mie sensazioni, fidarmi di loro e lasciarmi portare. Quello che si prova è strano, è come un senso di protezione, una sicurezza in quella che è una strada già pronta per noi da percorrere. Che poi questa cosa ti fa sentire un po’ inutile, senza possibilità di scelta se lo vedi nel modo sbagliato ma nella prospettiva che piace a me, mi rassicura quando sta arrivando un uragano o quando prendo da sola un autobus di notte. Scusami se ti sto riempiendo di così tante aspettative, ma ti prego capiscimi, ti aspetto da una vita.


NON CREDERE SEMPRE A CIÃ’ CHE VEDI...

www.zianofitnessclub.com numero verde 800 926


m -info@zianofitnessclub.com 6 157 - Palestra Ziano

RICORDA, ANCHE IL SALE SEMBRA ZUCCHERO...


racconti il viaggio I l treno la metteva senza dubbio di

più a suo agio. Il sedile rimasto vuoto davanti al suo le permetteva di stendere le gambe indolenzite, per non parlare della suora seduta alla sua destra con un libro tra le mani, che coltivava il silenzio molto più di quanto non avessero fatto i suoi vicini durante il viaggio in aereo.

Ingrid non aveva mai volato prima di allora, né aveva mai pensato l’avrebbe fatto. La paura del vuoto aveva da sempre tirato il freno a mano alle sue già poche velleità di esploratrice. A sorpresa, galleggiare sopra le nuvole l’aveva spaventata molto meno

di quanto avrebbe creduto: i vuoti d’aria, le orecchie piene di ovatta, gli assistenti di volo che le servivano caffè caldo nelle tazze monouso l’avevano quasi divertita, anche se l’idea di non avere tutti e due i piedi piantati per terra imponeva ai suoi sensi di restare in costante allerta. Durante il sorvolo, non aveva saputo resistere alla tentazione di sbirciare i picchi delle montagne, i serpenti d’acqua dei fiumi e le chiazze di azzurro infinito che si sovrapponevano sull’enorme tela di terra sotto di lei. Appuntare la sua attenzione su quella geografia inedita e affascinante le aveva consentito di distogliere i pensieri dalla lettera, custodita nella tasca del giaccone come un’arma detenuta illegalmente. Dal momento in cui le aveva lette, quelle poche righe messe nero su bianco le si erano impresse a fuoco tra i pensieri. Nell’angolo più nascosto della mente, aveva sempre saputo che la vita, prima o poi, le avrebbe portato il conto degli errori commessi.

44


to la reale destinazione di quel viaggio? Sarebbe mai riuscito a capire? L’avrebbe perdonata?

Anche nei frangenti in cui la quotidianità finiva con il fagocitarla, quella sottile consapevolezza continuava a incistarsi sotto la sua pelle, a lavorare come un animale sotterraneo, invisibile e senza scrupoli.

Il treno si infilò in una gola rocciosa che risucchiò la luce, gli alberi cominciarono a stringere il panorama con le loro enormi braccia, e lei si sentì per la prima volta da quando era partita un po’ meno spaesata. Quegli scorci di roccia e macchie di cespuglio le ricordavano i boschi del suo paese, le restituivano pace. Sapeva che la coppia cui aveva venduto suo figlio, ventisette anni prima, era italiana: l’unica informazione che aveva deciso di tenere per sé, su fondo del serbatoio dei sensi di colpa che sapeva le avrebbero tenuto compagnia finché fosse campata.

L’aeroporto di Verona le era parso piccolo e caotico; una volta recuperato il bagaglio, si era recata verso il parcheggio del bus, arrangiandosi con il suo inglese impastato di svedese. Aveva ragione suo figlio Karl, avrebbe dovuto iscriversi a un corso, fare conversazione, aggiornarsi. Ma lei era stata sempre così pigra, e il mondo che le girava intorno decisamente troppo frenetico per starne al passo. Karl era stato il suo pensiero fisso per tutta la durata del volo. Cosa avrebbe pensato suo figlio se gli avesse rivela-

In tutto quel tempo, stupidamente, non aveva fatto altro che immaginare quei due sconosciuti sullo sfondo del Colosseo o di piazza San Pietro. Quando le era arrivata la lettera, e i suoi occhi avevano incontrato il nome del piccolo paese di provenienza apposto sulla busta, la prima cosa che aveva fatto era correre ad aprire un atlante, con la consapevolezza che se Karl fosse entrato nella stanza in quel momento l’avrebbe presa in giro: “Ancora con quei cosi preistorici? Quando imparerai ad accendere il computer?”

45


In Val di Fiemme opera l’Associazione DI.CA. grazie alla quale troverete un aiuto e una soluzione per educare e/o risolvere eventuali atteggiamenti indesiderati del vostro cane; con l’aiuto di esperti del settore potrete, inoltre, cimentarvi in varie attività cinofile.

L’ Educatrice di riferimento dell’Associazione è

(International Pet Trainer Association)

Comunicazione cane–conduttore Gestione quotidiana del guinzaglio Consulente per la soluzione dei comportamenti indesiderati

• Campo cinofilo “Aretè Club” in Viale Veronza, a Carano, in Val di Fiemme. • Campo cinofilo “Impronte in Sintonia” a Cirè di Pergine • A domicilio

• • • • • •

Corretto inserimento del cane in famiglia Educazione base e avanzata Incontro cuccioli Incontri di gruppo Incontri individuali mirati Passeggiate cinofile

46

• • • • • •

Ricerca sportiva Discriminazione olfattiva Traibball Canicross Dog sitter Utilità e difesa


Rovereto le era sembrato un nome esotico e divertente, così diverso dalle fantasie che abitavano i suoi pensieri. Quello che aveva trovato all’interno della busta, però, le aveva tolto il fiato. “Massimo ha scoperto tutto. Mia moglie è morta due anni fa, e per quanto io mi fossi ripromesso di proteggere il nostro segreto, sento di non farcela. Sono vecchio, e solo, e non me la sento più di ingannare mio figlio”. Ci aveva messo più di venti minuti per tradurre quelle poche righe scritte in un inglese scolastico, che tradiva stanchezza e incertezza. Ingrid aveva provato in tutti i modi a riesumare il viso di quell’ometto dalla tasca della memoria, ma davanti agli occhi continuava a danzare la sola immagine della moglie: la donna che stringeva tra le braccia il figlio di cui stava sbarazzandosi in cambio di un assegno a tanti zeri.

Non credeva l’avrebbe mai più rivisto, quel bambino dalle labbra a cuore e le manine impazienti; pensava sarebbe morta con il suo vagito dentro le orecchie, il senso di colpa come un piede sul petto. Non poteva avere idea che in un tiepido pomeriggio di un ottobre di molti anni dopo le sarebbe bastato gettare uno sguardo oltre il finestrino, mentre il treno planava dolcemente nel cuore della piccola stazione di paese, per riconoscerlo: addossato a un muro, le gambe incrociate, i capelli folti e lo sguardo basso, il bambino che aveva tenuto dentro per nove mesi e che ormai era diventato un uomo, era lì in attesa. Pur non avendolo mai visto prima, nemmeno in foto, Ingrid raccolse tutta l’emozione in un unico respiro, pensando che, in fondo, Massimo non avrebbe potuto assomigliare di più a suo fratello Karl.

Alessandra Pepino

47


non solo arte stufe ad arte Lasciare

spazio all’autunno che rientra nelle nostre case costringe a riprendere le vecchie abitudini legate alla comparsa della pioggia, del vento, del freddo. Da qui il passo a fare nuovamente uso del riscaldamento è breve, e per chi può ancora vantare di averla in casa, accendere una vecchia stufa. Sono molte infatti le abitazioni private trentine che ospitano nella sala maggiore una grande stufa in maiolica, una costruzione di cui spesso viene dimenticata l’origine antica, anche per la sua grossa produzione in serie che attualmente è messa in commercio. In realtà, il lavoro artigianale con-

48

nesso alla realizzazione di una stufa, in maiolica o in muratura, è davvero un’arte, caduta in disuso nel secolo scorso dopo la chiusura delle vecchie fornaci, ma oggi in via di riscoperta. Il Trentino Alto Adige può vantare una serie di oggetti unici al mondo per tecnica, qualità e modalità di realizzazione, ma fino a poco tempo fa si pensava che questa tecnica non fosse italiana; si riteneva che l’arte di realizzare stufe provenisse dall’area tirolese, ma documenti e testimonianze hanno dimostrato che le più antiche fornaci sono proprio un prodotto tipico delle valli trentine. Già nel medioevo si usava costruire una stufa con la sommità a forma di volta schiacciata, che ricorda quella del forno per cuocere il pane; non è un caso che al Museo di Merano sia conservata la più antica stufa esistente, risalente al 1400. Fra i luoghi che fanno parte della storia della stufa c’è senza dubbio quella storica di Sfruz, città dal nome singolare, derivato dal verbo latino “forare”, l’azione per estrarre l’argilla dalla terra, che avveniva già


durante l’epoca romana. La grande svolta della fornace trentina arrivò però nel corso del Cinquecento: per sfuggire alle repressioni della Chiesa romana, a Sfruz arrivarono alcuni protestanti provenienti dalla provincia di Faenza, città già famosissima per la lavorazione della maiolica, che esportarono la loro arte in Trentino. Dalla fusione fra gli artigiani della valle e i lavoratori faentini nacque una nuova fase di costruzione e decorazione delle stufe, che diventarono oggetti preziosi e ricercati, che non potevano mancare nell’arredo delle ricche case tirolesi e trentine. Si affermò il tipo di stufa decorata in punta di pennello, con decori ricchi, fantasiosi e colorati che spiccavano ancora di più sulla base bianca della maiolica splendente e smaltata. Questi capolavori, alcuni dei quali ancora visibili in qualche museo o in qualche abitazione privata, furono prodotti almeno fino

alla fine del Settecento senza sosta. Le stufe potevano avere varie forme: le prime non erano molto alte, ed avevano una base rettangolare. Man mano che l’arte progrediva e acquistava grande successo, anche le forme e i colori variavano: intorno alla stufa compare una panca di legno per appoggiare i pani bagnati e soprattutto consentiva alle persone più anziane della famiglia contadina di dormire al caldo lungo l’inverno, perché su di essa veniva sistemato un piccolo letto. Nei grandi palazzi si potevano ammirare invece altissime stufe sui più livelli, con basi di pietra o di legno, di varie forme, rettangolari, rotonde o ottagonali, con cupole finali; potevano essere verdi, colore amatissimo per questi oggetti, o bianche con decori azzurri. Con il nuovo secolo, la rivoluzione industriale portò con sé la scoperta di nuove fonti per il riscaldamento, in primo luogo il petrolio, che per molto tempo fu meno costoso del legname, ma che richiedeva la costruzione delle stufe con materiale diverso. Salvare questi oggetti e metterli al sicuro, che sia in casa o dietro la teca di un museo, significa salvare una parte importante della storia trentina.

Giulia Iseppi

49


l’arca di noè la trombiculosi o trombidiosi La

trombiculosi è una parassitosi autunnale che può colpire la pelle di cani e gatti e, più raramente anche i conigli tenuti all’aperto e l’uomo. Nelle nostre valli è relativamente frequente nelle zone di confine fra i prati/pascoli e il bosco e colpisce più spesso i cani da caccia, i cacciatori e i fungaioli. Nei vari paesi del trentino viene spesso indicata con nomi diversi: ragnetto rosso dei cacciatori, eritema autunnale, selvaggiume, gratirola e fuoco selvatico. La trombiculosi è causata da un acaro della famiglia delle trombiculidae: la Trombicula autumnalis. Il parassita adulto vive sulle piante e gli animali e l’uomo si contagiano camminando fra l’erba e i cespugli. Il ciclo vitale della trombicula autumnalis inizia con la deposizione delle uova nel terreno durante il periodo estivo. Dopo circa 10 giorni le uova si schiudono dando vita a larve molto piccole (0.1 mm) di colore rosso arancio con 6 zampe. Sono queste larve le responsabili della parassitosi in quanto, pur nutrendosi sui vegetali, hanno necessità di

50

un pasto di proteine animali per completare il ciclo vitale. La trombicula adulta non si nutre di sangue e solo la forma larvale può attaccare l’uomo e gli animali. Le larve di trombicula non scavano cunicoli nella cute come l’acaro della scabbia ma, semplicemente, si attaccano alla cute alla base dei folicoli piliferi. Lì si nutrono per un periodo di 2-10 giorni, di una poltiglia formata dalla loro saliva e dai detriti cellulari della cute. Terminato il pasto si distaccano e ritornano sul suolo, dove completano il ciclo vitale in pochi giorni. La trombicula autumnalis preferisce un ambiente caldo e umido e a seconda delle condizioni climatiche, in un anno possono compiersi da 1 a 5 cicli completi. In inverno il parassita è inattivo.


Gli animali colpiti mostrano innanzitutto un prurito intenso che inizia in genere al rientro da una passeggiata. Sono più colpiti gli animali non trattati regolarmente con adeguati antiparassitari. Le zone più colpite sono il muso e la testa, le zampe e a volte la base della coda. Ad una attenta ispezione delle zone pruriginose si nota un colore anomale della pelle che, a seconda del numero di parassiti può apparire ricoperta da piccoli puntini rossi fino ad assumere un colore rosso-arancio diffuso molto simile a quello della ruggine. Il prurito raggiunge il suo massimo, negli animali al primo contatto con il parassita, dopo 2-3 giorni dall’infestazione. Nei contatti successivi in alcuni animali può svilupparsi una reazione allergica alla saliva dell’acaro con prurito intenso immediato, gonfiore del muso e degli occhi; più raramente respiro difficoltoso ingravescente fino alla morte per anafilassi. La distribuzione della trombicula sul territorio è a macchia di leopardo. Diversamente dalle zecche che aspet-

tano pazientemente il proprio ospite, le trombicule corrono quasi costantemente e si muovono verso ogni nuovo oggetto che viene introdotto nel loro ambiente. Per verificare se vi siano trombicule nel prato di casa si può porre, verticalmente sul terreno un cartoncino bianco: se ve ne sono, esse si muoveranno rapidamente sul cartoncino accumulandosi sul bordo superiore dove potranno essere osservate con una lente di ingrandimento, come piccoli puntini giallastri in movimento. La terapia comprende l’uso ragionato di adeguati antiparassitari, sia per rimuovere i parassiti presenti, sia per evitare possibili reinfestazioni. E’ buona regola associare una terapia sintomatica sistemica. A differenza di zecche e pulci le Trombicule non trasmettono altre malattie ne sono veicolo di parassiti.

Dr. Giovanni Bucci (www.ambulatorioveterinariobucci.com)

51


l’angolo del farmacista la medicina taoista 8 S iamo verso la fine del nostro breve

viaggio nel mondo del taoismo applicato alla scienza medica. Restano ancora tre argomenti da trattare velocemente: La respirazione (TaoYin), La ginnastica Leggera (T’i Yu), La meditazione trascendente (Ch’ili Nung). Gli insegnamenti delle tecniche di buona respirazione siamo abituati ad attribuirli al buddismo e allo yoga indiano. Non è così, perché già da migliaia di anni in Cina veniva insegnata e praticata la giusta respirazione. In occidente abbiamo la brutta abitudine di usare solo 1/3 della nostra capacità polmonare, limitandoci a dilatare solo la gabbia toracica e sollevando le clavicole. La respirazione corretta deve invece essere ottenuta abbassando il diaframma e gonfiando la pancia, portando così anche un utile massaggio alla massa intestinale. Teniamo ben presente che i due polmoni si riempiono d’aria non perché hanno una muscolatura che li fa gonfiare, ma perché noi aumentando il volume della cassa toracica creiamo una depressione e l’aria (con l’ossigeno) entra

52

dall’unica apertura disponibile: la trachea. Più il torace si dilata, più si crea il vuoto, più aria entra, più il sangue viene ossigenato. E i miliardi di cellule che compongono il nostro corpo e che dal sangue vengono nutrite, possono così respirare e vivere meglio. Ovviamente l’aria deve essere pulita e non inquinata da polveri fini, gas e vapori estranei. Ci preoccupiamo molto della temperatura, dell’umidità, del ricambio, ma alla purezza dell’aria che respiriamo pochi ci pensano. Se nell’ambiente in cui viviamo installiamo un sistema di filtrazione dell’aria efficiente, sempre in funzione, controllando dopo qualche mese ci si terrorizza nel vedere la quantità di sporco trattenuto: lo stesso sporco che arriva anche nei nostri polmoni. E pulirli non è cosa semplice! La respirazione crea un’armonia positivo/negativa attraverso le vibrazioni e le pulsazioni che avvengono a ogni respiro. Bisogna quindi abituarsi a respirazioni profonde, sempre, tutti i giorni, in modo che il corpo possa averne il massimo beneficio, come i taoisti avevano capito migliaia di anni fa. Tenendo anche presente che l’aria, oltre ad azoto, ossigeno, anidride carbonica,


gas rari, vapore acqueo, ecc. è anche carica di energia che è un peccato non sfruttare. L’educazione fisica taoista -T’ai yuconsiste in una serie di esercizi che si eseguono senza tensione e senza sforzo, in forma leggera e gentile. Non ci si deve mai arrestare su una posizione o un movimento. Non si deve mai usare la forza fisica. L’attività della metà superiore del corpo, braccia e mani comprese, deve sempre essere seguita dalla metà inferiore, gambe e piedi inclusi e viceversa. Il movimento deve essere lento e continuo e mai interrotto o fermato. La mente deve essere distesa e riposare in uno stato di tranquillità, eliminando ogni preoccupazione. Gli esercizi vanno fatti all’aperto, un’ora dopo l’alba e un’ora prima del tramonto. I pasti vanno consumati un’ora dopo l’attività. La pratica del -T’ai chi- consiste in 140 movimenti: questi però rappresentano solo l’inizio dell’arte completa che comprende 8 diverse forme di movimento, tra cui volteggi, danze, esercizi col bastone o con la spada. Altra forma di armonici movimenti è il -K’ai men- che può essere praticato dai bambini e fino alla tarda vecchiaia. Gli esercizi sono delicati e garbati e non è necessario essere dei contorsionisti. Cinque sono le aperture del -K’ai men- : spirito, mente, corpo, energia,

guarigione. Attraverso questi canali si arriva a una comprensione completa dell’universo e alla consapevolezza di tutto ciò che vive nella natura, di cui facciamo parte. Il padre dell’educazione fisica cinese è considerato -Hua t’op- (136-208 d.C.) . Fu lui a creare il metodo dei cinque animali, basato sui movimento dell’orso, del cervo, della gru, della tigre e della scimmia. I punti fondamentali sono: Spirito – Essenza di ogni cosa – Anatomia – Energia interna – Energia esterna - sempre gli stessi da migliaia di anni. Negli stabilimenti industriali, dove lavorano centinaia di operai, al posto della “pausa per il caffè” le maestranze si riuniscono nel cortile con massimo impegno e disciplina, e bene allineati, tutti assieme, si esibiscono in una serie di lenti movimenti ben coordinati per migliorare la loro capacità lavorativa e il loro benessere. Come una danza collettiva, sindacati d’accordo!

Giancarlo Franzelin

53


il dentista l’odontoiatria della terza età I mutamenti demografici nei paesi

industrializzati influenzano le pratiche odontoiatriche, infatti i pazienti anziani sono in costante crescita e necessitano di cure dentistiche adeguate. Ciò implica l’adozione di protocolli terapeutici specifici che tengano in dovuta considerazione i limiti fisici medici e, non ultimo, finanziari dei pazienti anziani. Gli anziani soffrono spesso di limitazioni fisiche ed economiche che limitano l’accesso alle cure dentali e riducono la capacità di mantenere una adeguata igiene orale. Si dovrà, in futuro, creare protocolli terapeutici specifici per l’anziano che

54

tengano conto, in giusta misura delle problematiche inerenti la terza età. La specificità delle cure odontoiatriche prestate al paziente anziano ha fatto sì che in alcuni Paesi, come Canada e Stati uniti, l’odontoiatria geriatrica esista come disciplina a sé stante e riconosciuta. Il quesito da porsi è quali saranno le conoscenze che il professionista specializzato in odontoiatria geriatrica dovrà possedere. Certamente sarà necessaria la conoscenza delle patologie tipiche dell’età anziana, come ad esempio il diabete, sarà quindi necessario che la figura dell’odontoiatra abbia una specifica competenza riguardo le pa-


tologie che possono colpire il paziente anziano e che hanno un legame con l’odontostomatologia. Ad esempio è stata trovata una forte associazione tra diabete, malattia parodontale, perdita dei denti e conseguente malnutrizione. Da tutto ciò deriva la necessità di una stretta sinergia tra odontoiatri geriatrici, medici, nutrizionisti ed infermieri, in particolare nei pazienti con ridotta autonomia. Durante la visita il curante dovrà prestare la massima attenzione all’evoluzione dello stato di salute del paziente, ai farmaci che assume e alle loro possibili interazioni, allo stato della mucosa orale, alla congruità delle protesi eventualmente presenti

e al livello di igiene orale. La sfida maggiore del futuro sarà quella di favorire i progetti di prevenzione e cura degli anziani non autosufficienti e spesso bisognosi di cure domiciliari. E’ inoltre auspicabile limitare e scoraggiare l’abuso di alcol e tabacco che rappresentano fattore di rischio per numerose patologie cardiovascolari e respiratorie che spesso affliggono il paziente odontoiatrico geriatrico rendendo più difficoltoso l’intervento nel cavo orale del paziente. Nel prossimo articolo sarà mia premura affrontare in modo più esaustivo la cura e la risoluzione di alcune tra le più comuni patologie del paziente odontoiatrico anziano. Vi saluto con l’augurio che la terza età, grazie anche ad un adeguato sostegno sanitario, possa somigliare ad una seconda giovinezza.

Dott. Valter Firmani medico chirurgo odontoiatra

STUDIO DENTISTICO Dott. Valter Firmani Medico chirurgo – odontoiatra Via Pizzegoda, 6° 38033 Cavalese (TN) - Tel e fax 0462 340891


salute menopausa Linee guida per la salute!

A

bbiamo già affrontato il tema della menopausa velocemente, ora vorrei approfondire alcuni aspetti di una sana alimentazione durante questo delicato momento di passaggio per ogni donna. Sarebbe importante arrivare già alla menopausa senza troppi chili di troppo e iniziare già prima a alimentarsi adeguatamente, ma può capitare che per svariati

56

motivi si arrivi a riconoscere di avere bisogno di un cambiamento tardi. Innanzitutto è fondamentale evitare i fattori di rischio cardiovascolari classici:

• stop al fumo (fatevi aiutare!) • stop alla sedentarietà (una regolare attività fisica, anche legge-


ra, garantisce un buon turnover osseo proteggendo dalla osteoporosi, migliora l’umore e soprattutto aiuta a migliorare tono muscolare e effetti di una alimentazione bilanciata)

• stop all’alcol (che è calorico, non fa bene se non in piccolissime dosi di vino rosso ricco di antiossidanti)

• stop ai grassi saturi e agli alimenti

ricchi di zuccheri e grassi idrogenati (niente merendine confezionate, niente insaccati e salumi, niente burro in cottura e soprattutto imparate a leggere le etichette di ciò che comprate!)

• Secondariamente

vale la pena analizzare una settimana tipo (o anche una giornata tipo) e scrivervi tutto quello che mangiate e bevete così capirete che cosa può essere cambiato e quali possono essere degli errori che inconsciamente non vedevate . Terza cosa: modificare la dieta, migliorare gli apporti di proteine, zuccheri complessi, grassi poliinsaturi e ‘buoni’ e soprattutto vitamine, calcio e fosforo con l’alimentazione può cambiare la vostra vita in un attimo e garantire un netto miglioramento della salute negli anni a venire… Nel prossimo numero pubblicherò un menù settimanale tipo, ma ecco

alcuni accorgimenti:

• Latticini

(latte fresco di mucca, yogurt, formaggi freschi e stagionati) : mai più di 2 -3 volte in settimana: spesso si crede che il latte sia l’unica fonte di calcio adeguata, mentre invece è proprio il contrario, il calcio presente nei latticini difficilmente viene utilizzato dall’osso e inoltre latticini contengono tantissimo zucchero semplice (lattosio) e grassi saturi che non fanno bene né alle arterie né al girovita.

• Sostituire i cereali raffinati di cola-

zione pranzo e cena con cerali integrali o cereali antichi, più ricchi di ferro, calcio, fosforo, oligoelementi e vitamine rispetto ai ‘bianchi’ semplici: hanno un indice ù glicemico più basso e sono ricchi di fibre, che garantiscono una peristalsi adeguata e il contatto minore di sostanze nocive con la

57


mucosa intestinale.

• Adeguarsi alla stagionalità di frut-

ta e verdura (le mele a giugno e i mirtilli a gennaio non sono stagionali, pertanto saranno o mantenuti in frigoriferi con sostanze nebulizzate per mantenerli freschi o cresciuti in altre parti del mondo e la qualità del frutto ne risente) e consumare almeno cinque porzioni al giorno tra frutta e verdura fresca o cotta a vapore al giorno.

• Le patate e i piselli e i fagiolini non sono verdure! Sono alimenti completi… pertanto utilizzarli come alimenti completi al posto di pasta o pane o proteine animali!

• Aumentare

il consumo di legumi (fagioli di ogni sorta, ceci, lentic-

58

chie, fave, fagiolini, piselli) freschi o congelati, sia come secondo con verdura o piatto unico con pasta o riso o patate sia in vellutate, secondi vegetali e zuppe. I legumi contengono proteine, zuccheri complessi e pochissimi grassi, e sono degli ottimi alleati per migliorare la peristalsi e ridurre il gonfiore addominale (se si soffre di meteorismo e creano gas possono essere consumati senza buccia, passati al passaverdura, non frullati)

• Bere

acqua in abbondanza, le fibre della dieta che viaggano nell’intestino hanno bisogno di acqua per andare avanti e inoltre senza una adeguata idratazione sarà più facile incorrere in quella ‘ritenzione idrica’ che tanto ci af-


oleaginosi (zucca, sesamo, lino) oltre che inserire in media ca. 2030 gr di frutta secca oleaginosa (mandorle, noci, nocciole) ogni giorno per aumentare la quota di calcio, fosforo e grassi ‘buoni’ nella dieta.

• Non esagerare con il consumo di fligge.

• Carne e pesce andrebbero consumati in media 1-2 volte a settimana (carne) e 2-3 volte in settimana rispettivamente, scegliendo carni poco grasse e pesci di superficie, piuttosto che pesci di profondità e mitili, poiché contengono meno scorie e sono meno grassi.

• Nell’alimentazione

giornaliera sarebbe opportuno ridurre i condimenti sia del pasto a freddo che in cottura (usando forno, pentole a pressione, cottura a vapore o in padella antiaderente) e aumentare l’utilizzo di erbe, spezie e semi

soja e derivati della soja, poiché anche se contengono estrogeni sequestrano gli oligoelementi della dieta e possono incrementare il rischio di alcune patologie estrgeno-collegate

• Se ci sono patologie di rilievo e o

malattie conclamate è necessario rivolgersi a un medico dietologo che possa personalizzare la dieta sulla base di una visita e dare indicazioni precise su alimenti da evitare e alimenti invece consigliati e liberamente consumabili.

Al prossimo mese con un menù settimanale mediterraneo tipo. Buon appetito!

Dott.ssa Stefania Folloni - Medico Chirurgo Specialista in Medicina Generale Master di II livello in Nutrizione e Terapia Dietetica Master in Nutrizione e Dietetica Vegetariana Mesoterapia antalgica - Kinesio Taping Iscritta all’albo dei Medici Chirurghi di Trento n. 3957

www.studiomedicofolloni.it Via Cauriol, 1 - 38033 Cavalese (TN) - Tel. 348 5296692 - Mail: stefania.folloni@gmail.com


salute viaggio attraverso la naturopatia “L’IRIDOLOGIA” Nell’occhio sono riportate le zone riflesse di tutto l’organismo umano: in un certo senso è come se il nostro corpo fosse fotografato, rimpicciolito e riprodotto sull’iride: nel settore in alto, ore 12 sono riflesse le parti della testa, nel settore centrale il torace, in basso ore 6 quelle di surreni, gambe, piede e così via. L’iridologia è una disciplina olistica, utile per lavorare in prevenzione sull’individuo, al fine di aiutarlo con rimedi e tecniche naturali che gli permettano di mantenere o ripristinare uno stato di equilibrio energetico e funzionale. Osservando la mappa iridea, esaminando le varie modificazioni e alterazioni delle fibre dell’iride, colori, pigmentazioni, rilievi e altri segni, il consulente riesce a mettere in luce i punti di forza e fragilità dell’individuo, l’energia posseduta, l’accumulo di tossine, senza fare nessun tipo di diagnosi medica, ma lavorando in termini puramente energetici.

60

“LA RIFLESSOLOGIA PLANTARE” La riflessologia plantare è un trattamento nato in Oriente nel 5000 a.C. insieme ad altre metodiche di stimolazione energetica come l’agopuntura. Ad oggi è ancora fortemente in uso e oggetto di numerosi studi scientifici. Il trattamento consiste nella stimolazione e compressione di specifici punti nel piede in connessione con organi e apparati. Le manualità adottate hanno lo scopo di favorire il riequilibrio e il dialogo fra zone lontane tra loro, sfruttando un segnale elettrico e biochimico, visto che i piedi sono sede di un numero infinito di terminazioni nervose. Non solo, sotto la pianta del piede si trova la soletta di Lejars, che


correttamente sollecitata, permette di stimolare il sistema linfatico e venoso. Anche un’attenta osservazione dei piedi, durante il trattamento, rappresenta una fase importante: la presenza di calli, punti depressi, screpolature e altri segni offrono una chiave di lettura dello stato emotivo e energetico-funzionale dell’individuo che, come in ogni disciplina olistica, viene considerato un tutt’uno di corpo, mente, spirito. “LA FLORITERAPIA” La floriterapia è una metodica naturale basata sull’utilizzo di essenze floreali. Nel fiore è raccolto tutto il potenziale della pianta che va a riequilibrare stati d’animo negativi, problemi emozionali, disturbi di origine psicosomatica.

che provocano sofferenza e disagio. Se questi segnali vengono celati o rimossi si manifestano poi nel corpo sotto forma di sintomo. Ogni fiore corrisponde ad uno squilibrio su cui va ad agire per riarmonizzarlo in modo dolce, ma profondo, attivando il processo di auto guarigione dell’organismo e favorendo il ripristino del benessere fisico e psichico. I fiori non hanno controindicazioni, possono essere utilizzati da bambini, donne in gravidanza, anziani. Non esiste un rimedio floreale adatto a tutti, per scegliere quello più indicato vengono utilizzate diverse metodologie: test kinesiologico, colloquio, carte.

Secondo Edward Bach, medico inglese primo a scoprire le proprietà di queste essenze, la malattia va sempre messa in relazione con sentimenti ed emozioni negativi o conflitti dolorosi

DEFLORIAN SUSAN Naturopata, Riflessologa, Massaggiatrice del benessere PER INFORMAZIONI O APPUNTAMENTI: CELL.: 342/5444314 - E-mail: susandeflorian@libero.it


salute audiovita La perdita di udito: un disturbo da non sottovalutare

S entire bene è indispensabile per il

benessere psicofisico dell’individuo ma con l’avanzare dell’età, o anche prima per una coincidenza di fattori, è possibile andare incontro a deficit uditivi più o meno evidenti. L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che oltre il 5% della popolazione mondiale, 1 italiano su 7, soffra di problemi di udivi. Se la salute uditiva inizia a venire meno è importante non trascurare il problema e cercare aiuto per correggere la perdita. I disagi che possono insorgere se l’ipoacusia non viene trattata nei tempi e nei modi adeguati, sono molteplici e riguardano soprattutto la sfera emozionale e sociale. Diversi studi dimostrano che coloro che non si prendono cura del proprio udito hanno più probabilità di sviluppare disturbi come ansia e depressione, e di conseguenza l’isolamento sociale. È inoltre dimostrata la relazione tra il calo uditivo e la probabilità di sviluppare forme di

62

decadimento cognitivo o demenza senile. Riconoscere un deficit uditivo non è sempre facile e in generale il soggetto ipoacusico tende a minimizzare il problema, anche se conclamato. In questi casi il sostegno e l’appoggio delle persone care, famiglia e amici, giocano un ruolo fondamentale nel riconoscere il disturbo e procedere alla sua correzione. L’attenzione al problema sta notevolmente migliorando, anche grazie alle numerose campagne di screening e la possibilità di realizzare gratuitamente


paziente. AudioVita si distingue per professionalità, sensibilità verso il paziente e un’assistenza costante in tutte le fasi della riabilitazione uditiva. AudioVita è inoltre convenzionata con l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari per la fornitura di ausili acustici agli aventi diritto.

test gratuiti dell’udito presso strutture specializzate: controlli periodici riducono il rischio di un danno uditivo grave e incorreggibile.

Chi desidera maggiori informazioni, o prenotare un controllo gratuito dell’udito, può contattare il numero verde gratuito di AudioVita al 800 059552.

AudioVita, nel nuovo centro inaugurato a Predazzo in Via Trento 22 e aperto ogni lunedì, ha l’obbiettivo di sensibilizzare la popolazione al problema e aiutare le persone a risolvere eventuali disturbi uditivi, grazie ad una strumentazione innovativa e a personale altamente qualificato che saprà consigliare la soluzione acustica più adatta alla perdita uditiva del

AudioVita S.r.l. Centri Specializzati nella Riabilitazione Uditiva

800 059552 www.audiovita.it Centro AudioVita di PREDAZZO

Via Trento 22, 37037 Predazzo (TN)


olimpo e i massaggi Q uesto mese vi parliamo di

VISO

OTTOBRE, gli alberi si liberano delle foglie morte, come gli alberi anche noi dobbiamo rigenerare la pelle del nostro corpo, ora soprattutto la pelle del viso, e vale sia per uomini che per donne. Dopo questi bellissimi giorni estivi e caldi che quest’anno ci ha regalato, la pelle un po’ ne avrà risentito, e avrete notato lucidità in alcune zone, pori dilatati, secchezza, rughe o rughette più o meno profonde, macchie o macchioline…

64

L’autunno, e comunque il cambio stagione, è il periodo ideale per rigenerare e trattare la pelle. Abbiamo quindi il tempo adatto per riparare, sistemare, pulire la nostra pelle del viso e per trattarla al meglio! Quanti non sognano una pelle bella e sana? Proprio per questo abbiamo pensato ai 10 giorni del viso… Faremo un check-up personalizzato della pelle del viso, vi daremo tanti consigli su come trattare al meglio la


vostra pelle del viso e per sistemarla in caso di inestetismi. Vi consiglieremo i prodotti più adatti alla vostra cute e i trattamenti in istituto che potrete fare. Il tutto senza impegno, se farete solo il check-up senza acquistare prodotti vi costerà solo € 35,00, se invece acquisterete almeno 2 prodotti per trattare al meglio la vostra pelle il checkup sarà completamente gratuito! Inoltre per chi parteciperà alle giornate viso dal 9 al 19 ottobre, riceverà un buono per fare una pulizia del viso profonda ed un trattamento viso specifico a soli € 130,00! Un vera occasione per capire al meglio che tipo di pelle avete e un vero affare da non lasciar scappare!

CHECK-UP VISO GRATUITO* Su prenotazione

Tel 389.2922300 Per i partecipanti un buono per una pulizia del viso profonda e un trattamento viso specifico

a soli € 130,00 *con l’acquisto di almeno 2 prodotti, altrimenti il prezzo è di € 35,00

Negli 85

m2 del centro troverete la grotta di sale, la

vasca di sale, il bagno di vapore salino.

VIENI AI 10 GIORNI VISO!

DAL 9 AL 19 OTTOBRE

Inoltre presso Olimpo offriamo trattamenti di estetica e massaggi, epilazioni, manicure, pedicure, trattamenti viso e corpo (Esclusiva Yon-kà e Maria Galland), ricostruzione unghie con gel, smalto semi-permanente, extension ciglia e trucco semi-permanente.

CENTRO BENESSERE SALINO OLIMPO Estetica e Massaggi

Unisci al beneficio, relax e benessere predazzo

– Via Fiamme Gialle 64

(Vicino Salewa e Partelettrica)

tel.

389 29 22 300 -

facebook: olimpo.benessere

- www.olimpocentrobenessere.it


la ricetta di chef guglielmo La rubrica di cucina sul nostro magazine è curata dallo Chef, secondo classificato all’ultima edizione di Hell’s Kitchen Italia, Guglielmo Romani. Cucinerà per noi e ci presenterà i suoi piatti, nel suo regno la Cucina del Corner Restaurant Radici. Inoltre a breve potrete vedere i video della preparazioni dei piatti eseguita direttamente da Guglielmo sul nostro sito www.meloleggo.com. Questo mese lo Chef Guglielmo ci propone:

Involtino di ricotta con erba cipollina e sformatino di patate

INGREDIENTI (per 4 persone)

S formatino: imburrare gli stampini e cospargere di pane grattugiato.

Involtino 4 fettine di tacchino 250g ricotta Erba Cipollina qb Pepe Sale

Schiacciare le patate, aggiungere pepe e sale, porro tritato, parmigiano le uova. Mescolare bene finchè otteniamo un impasto consistente. Riempire gli stampini ed infornarli per 15 minuti in forno a 180°

66

Sformatino 4/6 patate 2 cucchiai di parmigiano Sale Pepe 2 uova Porro qb Pane grattugiato qb


Radici Involtini: rendere le fettine regolari.

un viaggio nell’essenza del sapore. Un’esperienza culinaria, dove gusto e tradizioni sono sapientemente mescolati... Questi sono i piatti creati dal nostro Chef, Guglielmo Romani,

Tritare il rimasuglio delle fettine, aggiungere ricotta in quantità eguali alla carne tritata e mescolare il tutto, aggiungere erba cipollina, pepe sale.

Guglielmo

Romani

Il composto ottenuto va messo nelle fettine di carne. Arrotolare le fettine e avvolgerle nella carta stagnola tipo caramella. Infornare per 15 minuti in forno a 180°.

Aperto la sera su prenotazione presso

Hotel al Cervo

HHH

Via IV Novembre, 18 | 38038 Tesero TN Tel. 0462 813139

Radici

presso Hotel al Cervo

V ia IV No ve

A 22

- O ra

- C a

va

le

se

C.

<-

S.

S.

P.z Ba za tti sti

mb re

TESERO 48

de

lle

Do

lo

m

i ti

->

Pr

ed

az

zo

- V al d i

F as

sa


melometto? il vintage Quando lo stile è senza tempo

È da un po’ di tempo a questa parte

che si è registrata una forte inclinazione ad acquistare prodotti vintage, ovvero capi che erano di moda qualche decennio fa e che hanno avuto nuova vita grazie alle tendenze dei millennials (generazione nata a ridosso del nuovo millennio, ndr). Questa nuova moda trae ispirazione dallo stile Hipster, ovvero quel tipo corrente culturale che predilige modelli tutt’altro che canonici. Seguita soprattutto da giovani bohémien, la subcultura Hipster preferisce stili di vita alternativi e pattern sempre nuovi e non convenzionali (sia per quanto riguarda la musica che la moda, ndr). Gli hipster amano indossare magliette stencilate, pantaloni a cavallo basso, capi strappati, felpe larghe, cardigan e, per l’appunto, vestiti di seconda mano. Tuttavia la ripresa dei capi vintage, non è solo una caratteristica dello stile hipster, infatti sono tante le persone che hanno aderito a questa nuova moda, tanto da far nascere un vero e proprio business. Oggi, infatti, si possono trovare interi

68

mercati dedicati ai capi di vestiario di seconda mano, vecchi e usati, interi negozi si sono specializzati nella vendita di merce vintage e anche on-line ci sono siti di e-commerce dedicati alla “moda di altri tempi”. Nel mondo del vintage si può trovare di tutto a prezzi stracciati, come Jeans Levis, giacche, felpe, camicie con fantasie “vecchio stile”, stivaletti, pellicce, e chi più ne ha più ne metta! Anche gli accessori non mancano, dalle tracolle di pelle usate per andare a scuola negli anni ’60, ai berretti, dalle sciarpe a quadrettoni, fino agli occhiali da sole che magari non hai trovato da nessuna parte. C’è tutto un mondo che si nasconde dietro alla parola “vintage”! Infatti chi decide di abbracciare lo stile vintage, ha la possibilità di creare giorno per giorno il suo outfit, sempre nuovo, così da potersi sbizzarrire con gli abbinamenti più disparati…senza esagerare! Oggi anche i più grandi brand al mondo hanno rielaborato e portato


in passerella diversi modelli del passato, c’è stata un forte ripresa, per esempio, dello stile anni ’30, con le gonne sotto al ginocchio e abiti stretti e fasciati in vita. Insomma più la società si evolve e si digitalizza e più, a quanto pare, si ha bisogno di riprendere in mano il passato, con un sentimento quasi nostalgico. Quindi esplorate, cercate, nei mercatini dell’usato oppure on-line. Non si sa mai potreste incappare in qualche occasione da non perdere! Di seguito, come al solito, potrete trovare qualche suggerimento per creare il vostro personale outfit vintage.

2

2. Come ho detto precedentemente ci si può sbizzarrire molto con la fantasia quando si tratta del vintage, questo look, fresco e attuale, si presenta molto bene. Soprattutto per la scelta dei capi di abbinare, a volte è solo questione di gusto! Trench di jeans (Levi’s), Camicia di pura seta verde smeraldo, Jeans skinny.

1

1. Ecco un esempio di outfit vintage, creato da me, adatto per l’autunno ormai alle porte. Indovinate quanto ho speso… Giacca di Jeans foderata di lana (Levi’s), Felpa (Maui and sons), Jeans (Levi’s) e sneakers (Converse).

3. Molto quotata anche la salopette, quando si parla di vintage, un capo che era scomparso dalle scene ma che, ultimante, è tornato di moda.

69


OTTOBRE -30%

SU TUTTE LE STUFE A PELLETS DAL ZOTTO

INSTALLAZIONE A DOMICILIO E ASSISTENZA TECNICA


Qui la vediamo abbinata ad un maglione, ma anche con una camicia o una felpa sarebbe stato un ottimo accostamento.

della modella, una cintura in vita e una t-shirt bianca, molto semplice. Ciliegina sulla torta, cappello abbinato agli stivaletti in pelle.

4. Immancabile il Parka quando si parla di Hipster, ma anche di vintage, in questo caso caratterizzato da una fantasia mimetica, abbinato ad una camicia di jeans e un pantalone nero skinny. Il look si completa con un paio di scarpe modello francesine, in vernice. 5. Simile al look numero 2, ma diverso negli abbinamenti, questo look rende perfettamente lâ&#x20AC;&#x2122;idea di come si possa giocare con le forme, quando abbiamo la possibilitĂ di scegliere tra una vasta gamma di capi. Vediamo un cardigan lungo con delle frange sui lati, abbinato ad un jeans strappato sulle ginocchia che scende morbido sulle forme

6. Molto elegante, questo look, si capisce giĂ dalla collana di perle e dal cappello rosso. Il maglioncino con le spalle a sbuffo si abbina perfettamente alla gonna a vita alta con fantasia a quadri bianco e neri. Una vera donna dâ&#x20AC;&#x2122;altri tempi!

Vincenzo Piccolo

71


l’avvocato il codice della strada Come impugnare una contravvenzione

Di seguito una breve linea guida. Le contravvenzioni al codice della strada consentono un doppio ordine di ricorsi: quello amministrativo e quello giurisdizionale, con quest’ultimo che, se presentato, esclude il primo. In entrambi i casi, è necessario rispettare i termini perentori di decadenza. E’ quindi essenziale leggere attentamente il verbale e soprattutto rammentare con precisione la data del suo ritiro in caso di notifica, ricordando altresì che viene meno il senso del ricorso se si è già conciliato, ovvero se è già stata pagata la contravvenzione. RICORSO AMMINISTRATIVO Se il trasgressore intende impugnare la multa per vizi di forma o di merito si consiglia il ricorso amministrativo gerarchico che va proposto per iscritto in carta semplice al Prefetto territorialmente competente, mediante lettera raccomandata A/R, oppure presentato a mano, presso l’ufficio Depenalizzazioni, od anche al Comando della Polizia Municipale da cui dipende l’ufficiale che ha redatto il verbale, che lo trasmetterà a sua volta al Prefetto com-

72

[seconda parte]

petente. Il termine per ricorrere al Prefetto è di 60 giorni. decorrenti dalla contestazione della violazione ovvero, se questa non è stata immediata, dalla notifica del verbale di contravvenzione. Il Prefetto potrà accogliere la richiesta del cittadino conseguentemente annullando la multa con un provvedimento espresso, oppure mediante silenzio-assenso, che scatta quando, decorsi 120 giorni dal deposito del ricorso, il Prefetto non si sia ancora pronunciato. Diversamente, qualora ritenga infondato il ricorso, nel termine di 120 giorni il Prefetto emetterà un’ordinanza di pagamento di importo superiore a quello contestato, ovvero il doppio, oltre ad una maggiorazione finalizzata a coprire le spese del procedimento. Contro il Provvedimento del Prefetto, il cittadino potrà proporre impugnazione al Giudice di Pace. RICORSO GIURISDIZIONALE Questo rimedio ha un termine di decadenza più breve, ovvero 30 giorni dall’avvenuta notifica o contestazione dell’infrazione o dalla notifica del rigetto da parte del Prefetto ed investe in prima istanza il Giudice di Pace com-


petente a conoscere della controversia. Va depositato a mano nella cancelleria dell’ufficio del Giudice di Pace, od a mezzo posta con raccomandata a/r. A seguito del deposito si aprirà un contenzioso contro l’autorità che ha emesso il verbale e verrà fissata una prima udienza di comparizione delle parti. Il cittadino potrà promuovere la causa in proprio oppure avvalendosi di un legale. Contro il rigetto del ricorso da parte del Giudice di Pace, è invece possibile agire, in secondo grado, presso il Tribunale del circondario relativo. AUTOTUTELA Una terza via – a seconda della tipologia della contestazione è anche la più rapida - è poi quella di contestare l’addebito presso lo stesso organo amministrativo che ha emanato la contravvenzione, affinché il verbale venga annullato in autotutela. La via dell’autotutela non esclude né il ricorso amministrativo né quello giudiziario: infatti, se non si otterrà il provvedimento richiesto, si potrà sempre decidere di tentare il ricorso al Prefetto

od al Giudice di Pace. Per quanto concerne gli esborsi, il ricorso giurisdizionale - presso il Giudice di Pace ed eventualmente dinanzi al Tribunale - è evidentemente più costoso di un mero ricorso al Prefetto. Andranno infatti anticipati i costi relativi al Contributo Unificato ed eventualmente l’onorario professionale del legale qualora incaricato. Viceversa il ricorso amministrativo non contempla spese eccettuate quelle postali derivanti dall’invio della raccomandata. Il ricorso giudiziario costituisce tuttavia la soluzione migliore qualora la sanzione sia economicamente più rilevante e, soprattutto, se da tale sanzione deriva la sottrazione di punti dalla patente di guida. E’ comunque doveroso precisare che sia per il ricorso amministrativo che per quello giudiziario non è necessaria l’assistenza di un avvocato, mentre si rende obbligatoria nell’eventuale impugnazione del provvedimento davanti al Tribunale. [continua nel prossimo numero]

Avvocati Roberto Pozzi & Erika Campochiaro Cell: 393/9189398 – 392/9438398 e-mail: roberto-pozzi@libero.it - erika_campo@libero.it Via Caltrezza 20 38038 Tesero (TN) - Tel e fax 0462 810062


11 Ottobre Buon Compleanno Ivano!

04 Ottobre nno Gianni! Buon Complea

03 Ottobre e 28 Ottobre os! Buon Compleanno Danilo e Er

12 Ottobre Buon Compleanno Manuela!

18 Ottobre Buon Compleanno Marica!

bakeca


05 Ottobre Buon Compleanno Stefania!

26 Ottobre Buon Compleanno Luana!

08 Ottobre nno Monica! Buon Complea

06 Ottobre Buon Compleanno Gloriana!

08 Ottobre nno Chicco! Buon Complea

15 Ottobre Buon Compleanno Loris!


Cucina e pizzeria senza glutine, piatti di pesce, pasta fresca fatta in casa, pizza con lievito madre e kamut

Lago di Tesero - tel. 0462/810203

Articoli per party e feste campestri

Articoli in carta e cellulosa

Mobili per giardino

seguici su facebook: Eureka Service PRODOTTI E ACCESSORI Settore Alberghiero, Ristorazione, ComunitĂ , Privato

Corso Dolomiti, 49A Predazzo (TN) 3286737299


il vignettista domenco la cava Dal

numero di Agosto abbiamo il piacere di ospitare sul nostro Magazine Domenico La Cava; giornalista pubblicista, nonché grafico illustratore, ma soprattutto vignettista satirico. Napoletano d’origine, trentino d’adozione. Il suo nome compare nell’albo Europeo “Zeitgenӧssischen Illustratoren” tra i 100 migliori illustratori/ vignettisti contemporanei.

77


giochi i cruciverba 1 7

2 8

3

4

5

6

1

11

12

13 13

14

16

17 19

orizzontali: 2. Vostro in breve – 4. Lo strappa chi insiste – 7. Indigeni dell’America centrale – 10. Ermetica come la paratia di una nave – 11. Ebe, famoso soprano – 12. E’ un grande finanziere – 13. Robert De … attore – 15. Ridursi al lumicino – 18. I confini di Honolulu - 19. Fu abbattuto da Ulisse con un pugno verticali: 1. Un esclamazione di

stupore – 2. Danno uva – 3. Lavora con latta e lamiera – 4. Ospedali per malattie croniche – 5. Inutile, vano – 6. Si ripetono nell’analisi – 8. Vendita all’incanto – 9. Del tutto disinformati – 11. Un colpo del tennista – 14. Che mi appartiene – 16. Le prime in fuga – 17. Sera senza pari

78

4

5

6

7

8

10

11

18

3

9

9

10

15

2

12 14

15

16

18

19

17 20

21

orizzontali: 1. Celebre castello triestino – 9. Prive di ambiguità – 10. Prefisso che accresce – 11. Erudito sacerdote mussulmano – 12. La nota che si chiamò “ut” – 13. Ben voluta o costosa – 14. La fine della canzone – 15. Parità farmaceutica – 16. Li conta la recluta – 18. La moneta della Turchia – 20. Si ricorda con l’oc – 21. Città francese verticali: 1. Può esserlo un opera –

2. Molto crudeli – 3. Porre rimedio – 4. La mangiano i cavalli – 5. Scuro di carnagione – 6. Iniziale del filosofo Comte – 7. Così si chiamava lo Zimbabwe nel 1975 – 8. Le vocali in sede – 14. Un gas usato per le insegne - 17. Fiume francese, affluente del Reno – 19. Inizio d’apnea.


unisci i puntini

trova le 5 differenze

l’aforisma di angelo “La vita di un uomo guarda sempre al futuro, ma la vecchiaia arriva con l’assenza di aspirazioni”.

79


oroscopo Ariete 21/03-19/04

In amore saranno giornate decisive per tornare a vivere sentimenti come un tempo, emozioni nuove, incontri favoriti. In questi giorni sei decisamente forte. Nel lavoro invece all’inizio ci sarà qualche complicazione, ma poi la vittoria sarà certa. Amore Lavoro

Salute Fortuna

Toro 20/04 – 20/05 In amore coloro che hanno intenzione di sposarsi o convivere potranno contare sull’ultima parte di quest’anno e sul 2015. Sembrate più nervosi ma solo perché ci sono problemi di soldi. Nel lavoro molti avranno notato un ritardo abbastanza importante per quanto riguarda pagamenti e contratti. Qualche fastidio, malesseri passeggeri. Amore Salute Lavoro Fortuna

Gemelli 21/05 – 21/06 In amore emozionante periodo e soprattutto risolutivo, chi ha chiuso una storia può ripartire alla grande. E’ un momento facile per gestire le emozioni del cuore, ma anche per dire “basta”. Novità per i lavoratori autonomi. Con la salute siete in recupero. Amore Lavoro

Salute Fortuna

Cancro 22/06 – 22/07

L’amore risulta interessante anche se c’è qualcosa che non va sarebbe meglio parlarne. Le storie d’amore che hanno dei problemi conosceranno un blocco. Nel lavoro sono troppe le cose da fare, ad ogni modo restate sempre uno dei segni più forti del momento. Lo stress deve essere limitato in questo periodo. Salute Fortuna

Amore Lavoro

Leone 23/07 – 22/08 In amore sarete nervosi, qualche piccolo problema con i parenti, qualche discussione per questioni familiari. Le relazioni devono essere protette, sarà un mese un po’ pesante. Nel lavoro sarebbe il caso di approfittare per fare un piccolo stacco. E’ bene non strafare. Amore Lavoro

Salute Fortuna

Vergine 23/08 – 22/09 Valuta con molta attenzione le proposte che arrivano. Sembrerebbe il mese migliore per fare proposte o incontri. Se c’è stata una delusione si parte verso nuovi orizzonti, qualcuno riceverà una conferma per l’autunno. Qualche pensiero legato ai soldi resta, ma questo perché siete sempre ansiosi. Dovrete essere meno irritabili e sfoderare la vostra grande grinta. Amore Salute Lavoro Fortuna


Bilancia 23/09 – 22/10

Non sciupate le occasioni di questo periodo. E’ possibile innamorarsi di persone molto diverse, vorreste vivere sempre sensazioni speciali, non esagerate nelle ricerche impossibili. Chi lavora a chiamata riceverà in questi giorni buone opportunità, ma per cambiamenti o novità dovrete aspettare. Il mese si conclude in bellezza. Salute Amore Fortuna Lavoro

Scorpione 23/10 – 21/11

Si consiglia di stare attenti. I cuori solitari farebbero bene a dire le cose che pensano senza portare avanti rapporti inutili. Dovrete approfittare di questo periodo di cambiamento, ma evitate situazioni che possono comportare disagi. Chi ha iniziato da poco una nuova collaborazione non deve pensare che la vita sia difficile, soprattutto quella lavorativa. Amore Salute Lavoro Fortuna

Sagittario 22/11 – 21/12 Se ci sono stati problemi d’amore o dall’anno scorso trascinate qualche delusione è bene sapere che le cose cambiano in positivo. Ottimo mese, non rimandare niente a domani, buon umore contagioso. Potrebbe arrivare la classica idea geniale, spesso nelle vostre vite le occasioni sono nate anche in altre città. I momenti di recupero sono in arrivo. Salute Amore Fortuna Lavoro

Capricorno 22/12 – 19/01 Ultimamente ci sono state meno occasioni per stare insieme con il partner. Le storie d’amore nate di recente sono più forti. Entro la fine di questo mese si può portare avanti un progetto. Cercate di non stancarvi troppo. Amore Lavoro

Salute Fortuna

Acquario 20/01 – 19/02 Le giornate in arrivo a inizio mese sono le migliori, considerando l’arrivo di nuovi inviti. E’ molto importante in questo mese portare avanti nuovi progetti. La situazione astrologica è rallentata, ma questo non vuol dire che le cose non funzionano, dovrete prendere qualche precauzione in più in tema di denaro. In salute ti senti molto più stabile. Salute Amore Fortuna Lavoro

Pesci 20/02 – 20/03

In amore nuove emozioni in corso, per qualcuno una fine del mese di grande importanza. Con una persona Acquario o Toro potrebbero nascere belle situazioni in un rapporto che si rafforza. Viaggi e contatti in altre città portano successo. I liberi professionisti iniziano un nuovo progetto. Prestiti o finanziamenti da chiedere solo se necessario. La salute è in recupero. Salute Amore Fortuna Lavoro


Profile for MeLoLeggo Magazine

Meloleggo Magazine n.40 - Ottobre 2017  

Meloleggo Magazine n.40 - Ottobre 2017  

Profile for meloleggo
Advertisement