Page 1


INDICE

FOTOVOLTAICO 4 SOLARE TERMICO 6 MINI EOLICO 8 ILLUMINAZIONE

10

DOMOTICA

12

AUTOMAZIONE

14

Questo catalogo nasce con l’intento di illustrare i settori in cui MEF è in grado di of frire soluzioni basate su concetti e prodotti nati per l’efficienza energetica. Le soluzioni concepite da aziende leader di settore coudiovate dal nostro reparto interno dedicato all’efficienza energetica ci permettono di presentarci al mercato come una delle realtà di distribuzione di materiale elettrico più avanzate nel territorio italiano in questo contesto.


FONTI RINNO FOTOVOLT Per energia solare si intende l’energia, termica o elettrica, prodotta sfruttando direttamente l’energia irraggiata dal sole (fonte rinnovabile) verso la terra. MEF, con i suoi patners scelti per competenza e professionalità, è pronta ad intervenire in questa spazio di mercato e a garantire un servizio di alto livello ai suoi clienti che chiedono il sole come principale fonte della loro energia,of frendo un’opportunità tangibile per un risparmio energetico ecocompatibile.

Benefici ambientali L’energia elettrica prodotta con il fotovoltaico ha un costo nullo per combustibile: per ogni kWh prodotto si risparmiano circa 250 grammi di olio combustibile e si evita l’emissione di circa 700 grammi di CO2, nonché di altri gas responsabili dell’ef fetto serra, con un sicuro vantaggio economico e soprattutto ambientale per la collettività.

Benefici economici I benefici economici variano in funzione agli incentivi statali e/o provinciali in essere al momento della realizzazione dell’impianto fotovoltaico; questi andranno a sommarsi al risparmio dell’energia che viene consumata mentre la stiamo producendo, mentre quella prodotta e non consumata verrà remunerata in quanto ceduta alla rete eletrica, senza un limite di tempo temporale. L’energia elettrica prodotta potrà anche essere totalmente ceduta, in questo caso si parlerà di sola vendita.


NOVABILI: TAICO L’offerta mef nel settore fotovoltaico: •

Impianti fotovoltaici connessi in rete con inverter singoli e suoi componenti

Accessori per rilevamento dati Accessori di completamento per rilevamento dati

Impianti fotovoltaici connessi in rete con inverter centralizzati e suoi componenti

Sistemi fotovoltaici ad inseguimento solare e suoi componenti

Sistemi fotovoltaici a inseguimento integrato • Elementi di completamento per sistemi fotovoltaici connessi in rete •

Strumenti per impianti fotovoltaici

Pensiline fotovoltaiche

Sistemi fotovoltaici stand alone

Kit fotovoltaici

Lampione fotovoltaico


FONTI RINNO SOLARE TER L’energia irradiata dal sole arriva sulla superficie dei collettori solari, viene catturata e trasferita a un accumolo d’acqua che di conseguenza si riscalda. Nei sistemi a circolazione naturale e a circolazione forzata il trasferimento del calore avviene per mezzo di un fluido (una miscela di acqua e clicole) che corre tra collettore solare e accumolo; il fluido puo’ scorrere in modo spontaneo (circolazione naturale) oppure spinto da una pompa azionata da una centralina di comando (circolazione forzata), mentre nel sistema a “svuotamento” i collettori solari si riempono solo in presenza di sufficiente insolazione e quando il sistema di accumolo e’ in grado di ricevere calore. In base a ciò distinguiamo tre tipolgie d’impiego solare termico: Circolazione naturale L’accumulo è posto in orizzontale e necessariamente subito sopra il collettore. Il fluido termovettore si riscalda nel collettore, diventa più leggero e sale spontaneamente nel bollitore dove cede calore al contenuto d’acqua presente; dopo lo scambio termico, il fluido, più freddo e appesantito, ridiscende nel collettore solare per riscaldarsi di nuovo. Il sistema funziona senza bisogno di dispositivi elettrici. Circolazione forzata Il fluido termovettore circola spinto da una pompa che è attivata da una centralina di controllo. La centralina misura la temperatura del fluido termovettore nel collettore e dell’ acqua nell’ accumulo. Se il collettore è più caldo dell’ accumulo la pompa viene attivata e il calore trasferito. Questo sistema non ha particolari vincoli di posizione relativa e distanza tra accumulo e collettore solare.

Sistema a “ Svuotamento “ JUST IN TIME L’impianto funziona in assenza di pressione per cui non servono vaso di espansione, valvola di sicurezza, manometro e scambiatore di calore con conseguente risparmio economico ed aumento della sicurezza di funzionamento. I collettori Solari si riempiono solo in presenza di sufficiente insolazione e quando il sistema di accumulo è in grado di ricevere ulteriore calore. In queste condizioni si attivano per breve tempo entrambe le pompe del gruppo pompe e regolazione riempiendo i collettori. Dopo meno di un minuto, terminato il riempimento, una pompa si disattiva e l’altra mantiene della circolazione dell’acqua. In caso di scarsa insolazione o quando il serbatoio ha raggiunto la temperatura richiesta le pompe si fermano e tutta l’acqua contenuta nell’impianto ritorna nell’accumulatore. Quando l’impianto non è in funzione non contiene acqua e quindi non serve antigelo.


NOVABILI: RMICO CIRCOLAZIONE NATURALE VANTAGGI: > Semplicità e affidabilità, > Nessun consumo elettrico, > Nessun impegno di spazio in casa, > Minor investimento. LIMITI: > No stratificazione del calore > Gelo sulle linee di adduzione > Solo piccoli impianti a.c.s. > Forte impatto estetico > Impossibilità di fissare un set sul bollitore > Integrazione con una caldaia

CIRCOLAZIONE FORZATA VANTAGGI: > Limitato impatto visivo dell’impianto, > Controllo completo dell’impianto, > Tante possibili applicazioni, > Rendimenti superiori, > Grandi potenze installabili. LIMITI: > Alte temperature nei collettori 180°C (stagnazione) > Miscela di acqua e glicole > Evaporazione del liquido termovettore SISTEMA A SVUOTAMENTO VANTAGGI: > ➢Accumulo diretto dell’energia solare (no scambiatore) > ➢Nessun problema di ebollizione >➢Assenza di clicole (antigelo) >➢Acqua sanitaria prodotta istantaneamente in accumolo (no rischio legionella) > Grandi potenze installabili LIMITI: > I collettori devono essere installati sopra il bollitore senza creare con le tubazioni sifoni.


FONTI RINNO MINI EOLICO Con la sua sezione dedicata all’efficienza energetica, oltre al fotovoltaico e il solare termico MEF entra nel mercato degli impianti eolici of frendo come da tradizione soluzioni basate sulle migliori tecnologie of ferte dal mercato con partner affidabili e competitivi. In queste due pagine una breve panoramica su impianti mini e microeolici.

Impianti Micro e Mini Eolici Sono piccoli impianti che utilizzano la risorsa vento per produrre energia elettrica pulita allo scopo di bilanciare il fabbisogno energetico di piccole attività economiche e/o nuclei familiari. Hanno solitamente potenze non superiori a 100 kW, sono silenziosi, basso impatto sull’ambiente circostante e presentano una buona opportunità di investimento. Modalità di connessione Questi impianti possono essere connessi in rete ( grid-connected) o in isola (stand alone). La soluzione stand alone può prevedere la carica di batterie od il riscaldamento di acqua per uso sanitario. Un ettaro di bosco assorbe 5550 Kg di CO2 all’anno. Un generatore eolico da 20 kW a fronte di una produzione di 45.350Kwh evita l’immissione in atmosfera di circa 34.774 Kg di CO2 , pari a 6,2 Ha di bosco ogni anno consentendo un risparmio di 3,9 Tonnellate di Petrolio (TEP).


NOVABILI: Tipologie di generatori eolici disponibili Asse verticale Questa soluzione costruttiva consente di sfruttare senza perdite di efficienza la variabilità di direzione del vento e di mantenere basse velocità di rotazione che consentono rumorosità e manutenzione ordinaria praticamente inesistenti. • Indipendente dalla direzione delvento • Avviamento autonomo a 3 m/s • Nessun rumore • Adatta anche per venti e condizioni cli matiche estreme • Bassa manutenzione

Asse orizzontale Già intrinseco nel nome questa soluzione costruttiva prevede l’asse di rotazione parallelo al terreno. Caratteristica di questa soluzione è l’elevata velocità di rotazione, l’elevata efficienza per venti di direzione regolare e l’elevata superficie captante. • Area frontale utilizzata totamente • Alta velocità di rotazione • Elevato coefficiente di portanza • Elevata potenza ottenibile per venti regolari e costanti.


EFFICIENZA EN

ILLUMINAZI Quando parliamo di spreco di energia pensiamo immediatamente “abbiamo lasciato gli apparecchi di illuminazione accesi”, sia si tratti dell’ufficio, piuttosto che del soggiorno o la cucina o ancora il laboratorio di produzione. L’energia è spesso rappresentata con una lampadina accesa, e quindi dal settore illuminazione ci aspettiamo molto.La divisione illuminotecnica INLUCE di MEF of fre soluzioni basate su prodotti nati appositamente per realizzare impianti luminosi ad alta efficienza energetica. Grazie alla profonda conoscenza dei prodotti of ferti, selezionati da una rosa di fornitori di massimo livello qualitativo e competitivo, l’esperienza INLUCE affianca il cliente nell’individuazione delle migliori soluzioni di efficienza energetica del settore illuminotecnico disponibili sul mercato . Ecco alcuni esempi dove possibile intervenire : Lampade Lampade con un miglior rapporto lumen/watt cioè energia luminosa rapportata al consumo energetico. Siamo passati da rapporti di circa 10 lm/w (le lampadine tradizionali) a sorgenti luminose stabilmente intorno a circa 90 lm/w (lampade a scarica, lampade fluorescenti, led). Stabilito che il limite teorico massimo è 630 lm/w si capisce che esistono notevoli margini di miglioramento. Apparecchi illuminotecnici Apparecchi di illuminazione con ottiche più efficienti. I progressi ottenuti con le tecnologie di progettazione delle ottiche ha consentito di recuperare molta energia luminosa, i prodotti più performanti rendono almeno il 70%, quando esistono purtroppo ancora in commercio oggetti con rendimenti del 35%, quindi con uno spreco di 2/3 del’energia luminosa emessa dalla lampada.


NERGETICA:

IONE

Sistemi di accensione e regolazione della luce Sistemi di accensione e regolazione della luce. Spesso,l’illuminazione artificiale rimane accesa anche quando non serve. La tecnologia ci consente di ottimizzare i consumi energetici in funzione sia della presenza di luce naturale, che in assenza del fruitore dell’impianto. Apparecchi accesi al massimo anche vicino ad ampie finestrature od in uffici vuoti. Sistemi di rilevamento della presenza o della quantità di illuminazione possono far risparmiare fino al 50% dell’energia elettrica consumata per l’impianto di illuminazione. Sistemi di riduzione del flusso emesso nelle ore in cui sono sufficienti valori più contenuti possono risparmiare ancora quasi un 50% dell’energia. Sorgenti luminose a LED Le nuove sorgenti luminose a led sono un esempio dei vantaggi elencati. Infatti incorporano tutte le caratteristiche necessarie, efficienza energetica, ottiche performanti, facilità di regolazione. Inoltre aggiungono valore al progetto in funzione della durata che mediamente è di 50 volte quella di una lampadina tradizionale. Questi i motivi che spingono il mondo dell’illuminazione ad orientarsi sempre più verso questa tecnologia.


EFFICIENZA EN

DOMOTICA Recenti standard europei come la CEN EN 15232 (“Prestazione energetica degli edifi ci - Incidenza dell’automazione, della regolazione e della gestione tecnica degli edifi ci” ), mettono in evidenza come l’adozione di Sistemi di Controllo ed Automazione, sia nel residenziale che nel terziario, possa comportare una consistente riduzione dei consumi energetici determinandone, anche quantitativamente, il contributo. MEF è in grado di proporre diverse soluzioni domotiche per una riduzione dei consumi energetici in relazione sia alle condizioni ambientali esterne che ai dif ferenti utilizzi dei singoli ambienti dell’edificio consentendo di migliorarne la classe di effi cienza energetica. Di seguito alcuni esempi in grado di far capire come un sistema domotico installato in ambiente domestico o terziario possa risultare eccellente in ambiti di efficienza energetica. Illuminazione/Dimmeraggio Con la domotica è possibie regolare a piacimento le luci della abitazioni domestiche creando anche piacevoli ef fetti scenografici. Aggiungendo un sensore di luminosità si può controllare il livello di luminosità ottimale per ciascun ambiente risparmiando energia elettrica; il modulo domotico regola automaticamente la sorgente di luce artifi ciale affinché ci sia un’adeguata intensità luminosa.

Aperture motorizzate. E’ possibile alzare e abbassare tapparelle con il semplice tocco di un dito. Aggiungendo una sonda di temperatura interna ed una esterna si possono utilizzare le tapparelle come schermo solare risparmiando sia sul riscaldamento che sul raf frescamento.


NERGETICA: Gestione consumi E’ possibile impostare un limite massimo di consumo per prevenire lo scatto dell’interruttore generale per superamento del limite contrattuale tramite disinserzione a priorità programmabile di uno o più carichi elettrici controllati. Inoltre l’utente può differenziare i consumi nelle diverse fasce orarie della giornata distribuendole in funzione delle sue reali necessità ovvero può scegliere in quale periodo della giornata concentrare o ridurre il consumo energetico per sfruttare le vantaggiose tarif fe orarie offerte da molti fornitori di energia elettrica. Riscaldamento/Raffreddamento Un sistema domotico consente la gestione integrata dei sistemi di riscaldamento/raffrescamento multizona. Con un sistema domotico si è in grado di garantire il massimo comfort ambientale ottimizzando i consumi di energia in funzione dei dati rilevati dalle sonde ambiente e dalle sonde esterne di temperatura e umidità. Gestione alberghiera Anche per il turismo e in particolare per il settore alberghiero tutti questi accorgimenti renderebbero possibili enormi risparmi energetici dovuti anche all’uso di impianti più specializzati che permettono ulteriori risparmi nelle camere e/o zone non utilizzate o in attesa della presenza dell’ospite. Questi solo alcuni esempi di come un sistema domotico possa influire su una gestione di efficienza energetica.


EFFICIENZA EN

AUTOMAZI La divisione automazione MEF è in grado di proporre soluzioni di efficienza energetica per le installazioni realizzate con le tecniche di “avviamento motore”. Dalla misurazione dell’utilizzo di energia per identificare potenziali risparmi e disfunzioni, fino all’installazione di apparecchiature, of friamo soluzioni e consulenza per impianti con un miglioramento dell’utilizzo energetico a lungo termine grazie all’uso di variatori di velocità. Soluzioni di automazione per settori I settori sui quali è possibile prevedere soluzioni di automazione in ambito di soluzioni di efficienza energetica si possono individuare tra i seguenti: • Gestione e trattamento acque in ambito industriale e civile • Ospedali • Hotel • Uffici • Centri commerciali In tutti questi settori un elemento chiave sono i variatori di velocità. Variatori di velocità Nei processi e nei servizi del terziario oltre il 70% dell’energia è utilizzata per far ruotare i motori, oltre il 60% di questa energia è utilizzata per applicazioni che trattano fluidi, e più specificatamente acqua e aria. Di conseguenza l’ obiettivo risparmio energetico è rappresentato dalla possibilità di installare Variatori di Velocità su pompe,ventilatori e compressori, siano essi di nuova installazione, che su impianti esistenti. È importante notare che viene stimato solamente un 25% di parco macchine installato con Variatore di Velocità ( esiste un mercato decisamente importante sul quale andare a fare delle manutenzioni)


NERGETICA:

ONE

Benefici derivanti dall’impiego dei Variatori di Velocità in applicazioni pompaggio e ventilazione • •

• •

Risparmio notevole sulla potenza installata Migliore dimensionamento di tuttele apparecchiature elettromeccaniche (trasformatori,gruppi elettrogeni,contattori, ecc ) Nessuna sovrappressione in fase di avviamento Nessun colpo d’ariete quando metto in stop il mio motore, ma anzi sono in grado di determinare con estrema pre cisione la curva di rallentamento Manutenzione meccanica ridotta ai minimi termini, in quanto cinghie,ca tene,riduttori,cuscinetti, ecc, non saranno più soggetti a colpi intempestivi

Agevolazioni fiscali Esiste un decreto legge il n°159 del ottobre 2007 con validità fino a tutto il 2010 e che sicuramente sarà procrastinato, dove nel comma 359, si dice che per l’acquisto e l’installazione di Variatori di Velocità (senza specificarne l’uso se per coppia costante o coppia variabile) con potenza elettrica compresa fra 7,5KW e 90KW, spetta una detrazione per una quota pari al 20% degli importi a carico del contribuente, fino a un valore massimo di €1500 per singolo Variatore di Velocità.


Guida introduttiva all'efficienza energetica  

Guida introduttiva all'efficienza energetica: fotovoltaico,solare termico, eolico.

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you