Page 1

Dipinti Antichi e Arredi

DIPINTI ANTICHI E ARREDI

MAGGIO 2021

8 9 4

PALAZZO MEETING ART - CORSO ADDA 7 - VERCELLI - TEL. +39 0161 2292 - WWW.MEETINGART.IT

MEETING ART


®

®

Casa d’Aste dal 1979

Casa d’Aste dal 1979

CASA DELLE ASTE MEETING ART S.p.A. 13100 Vercelli, Corso Adda 7-11 tel. 0161 2291, fax 0161 229327-8

FEDERAZIONE EUROPEA DI VENDITORI ALL’ASTA

ASSOCIAZIONE NAZIONALE CASE D’ASTA

FOTOGRAFIE

IN COPERTINA LOTTO 623 (particolare) AL RETRO LOTTO 110 (particolare) INTERNO COPERTINA LOTTI 468 (particolare), 411 (particolare)

Alessandro Gabutti Daniele Guidarelli Alex Cardano STAMPA

Mastervision di Fausto Zai - Santhià - VC

© È vietata la riproduzione, memorizzazione o utilizzazione del catalogo in qualsiasi forma e con qualunque mezzo. Ogni eventuale utilizzazione, anche parziale, del catalogo, dovrà essere preventivamente approvata dalla Meeting Art.


ESPERTI E CONSULENTI DIPINTI ANTICHI, ARGENTI, MOBILI ANTICHI, ANTIQUARIATO Samuele Mosca Alessandro Brughera Arabella Cifani

Casa d’Aste dal 1979

MEETING ART S.P.A. 13100 VERCELLI

e-mail: antiquariato@meetingart.it DIPINTI E DISEGNI DEL XIX e XX SECOLO Marco Laurini Pablo Carrara Giuseppe Costa Ferdinando Viglieno - Cossalino e-mail: ottocento@meetingart.it

PERSONALE E COLLABORATORI UFFICI E REPARTI AMMINISTRATIVI SPEDIZIONE LOTTI Luisa Dellarole

e-mail: spedizioni@meetingart.it SEGRETERIA E CONTATTI ESTERO Patrizia Ceschino Ilaria Borgogna e-mail: segreteria@meetingart.it CONTABILITÀ Patrick Carrara Maria Antonia Lucarelli Federica Calaciura e-mail: amministrazione@meetingart.it

Corso Adda 7-11 tel. 0161 2291 - 2292 fax 0161 229327-8 www.meetingart.it info@meetingart.it

GIOIELLI Carola Casazza Luca Sapienza Gianfranco Canu e-mail: gioielli@meetingart.it

ABBONAMENTI CATALOGHI Marinella Aleotti

ORARIO UFFICI ED ESPOSIZIONE

OROLOGI DA POLSO E TASCA Carola Casazza Gianmario Zarino e-mail: orologi@meetingart.it

OFFERTE SCRITTE E TELEFONICHE Marinella Aleotti - Marcella Bisceglia Ilaria Borgogna - Patrizia Ceschino

Da martedì a venerdì 9,30/12,30 - 14,30/18,30 sabato - domenica 12,00/19,00 Lunedì chiuso

e-mail: abbonamenti@meetingart.it

e-mail: offerte@meetingart.it

TAPPETI ORIENTALI Diego Ferraris Mahmood Nikzad e-mail: tappeti@meetingart.it

UFFICIO STAMPA Luca Mangione

OPERE DELL’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA Marco Laurini Pablo Carrara e-mail: artemoderna@meetingart.it

ASSISTENZA CLIENTI E SPEDIZIONI Piergiuseppe Gaetani - Denis Ferraris Diego Ferraris - Davide Volpe Carmine Carucci - Matteo Pagnini Samuel Manzoni

e-mail: ufficio.stampa@meetingart.it

RESPONSABILE I.T. Marco Spena WEB INTERNET Marco Spena Diego Ferraris MONTAGGIO RVM Piergiuseppe Gaetani - Diego Ferraris FOTOGRAFIE Daniele Guidarelli Alex Cardano Alessandro Gabutti

Capitale Sociale € 1.000.000,00 Reg. Impr. CCIAA 124330 Iscr. Trib. Vercelli 3559/3949 P. Iva 00497130021 Codice IBAN BANCA FIDEURAM IT80E0329601601000067177064 BANCA CARIGE S.P.A. IT44O0617510001000000509580

AUTENTICHE ED ARCHIVIAZIONE DIPINTI Marco Laurini - Samuel Manzoni

e-mail: autentiche@meetingart.it

CORNICI Ciro Caggiano BANDITORI Alessandro Brughera - Gianfranco Canu Pablo Carrara - Carola Casazza Marco Laurini - Samuele Mosca Matteo Pagnini - Luca Sapienza Gianmario Zarino


®

PABLO CARRARA Presidente

PATRICK CARRARA Amministratore Delegato

CAROLA CASAZZA Vice Presidente Responsabile Orologi e Gioielli

MARCO LAURINI Arte Contemporanea, Dipinti dell’Ottocento

MATTEO PAGNINI Arte Contemporanea, Dipinti dell’Ottocento

SAMUELE MOSCA Arredi, Dipinti Antichi, Arti Decorative XX secolo

LUCA SAPIENZA Gioielli Moderni e d’Epoca

GIANMARIO ZARINO Orologi Moderni d’Epoca

GIANFRANCO CANU Gioielli Moderni e d’Epoca

ALESSANDRO BRUGHERA Arredi, Dipinti Antichi, Arti Decorative XX secolo

SEDE DI VERCELLI Corso Adda 7-11

PALAZZO MEETING ART

CORSO ADDA 7-11

13100 VERCELLI

+39 0161 2292

WWW.MEETINGART.IT


ASTA 894 ASTA 821

Casa d’Aste dal 1979

ARREDI, DIPINTI ARREDI, DIPINTI ANTICHI, ARTE ORIENTALE, E OGGETTI D’ARTEDESIGN E ARTIUNA DECORATIVE DEL XX SECOLO DA COLLEZIONE ROMANAESPOSIZIONE DAL 7 MAGGIO 2021 ESPOSIZIONE dall’11 FEBBAIO

PRIMA SESSIONE dal lotto SESSIONE 1 al lotto 140 PRIMA dal lotto 15 1 alMAGGIO lotto 1102021 SABATO SABATO Ore 12,3018 FEBBRAIO 2017 ore 14.30 pag. 4 pag. 4

QUARTA SESSIONE dal lotto 331 al lotto 380 TERZA SESSIONE GIOVEDI’ dal lotto 221 al lotto 20 330MAGGIO 2021 SABATO 25 FEBBRAIO 2017 Ore 15,00 ore 14.30 pag. 112 pag. 50

SECONDA SESSIONE SECONDA SESSIONE dal dal lotto lotto141 111alallotto lotto280 220 DOMENICA 2021 DOMENICA16 19MAGGIO FEBBRAIO 2017 ore 14.30 Ore 12,30 pag. 54 30 pag.

QUINTA SESSIONE QUARTA SESSIONE dalallotto al lotto 520 dal lotto 331 lotto381 440 SABATO 22 MAGGIO DOMENICA 26 FEBBRAIO 20172021 ore 14.30 Ore 12,30 pag. 70 pag. 120

ATTENZIONE PER PARTECIPARE ALLE ASTE È NECESSARIO ESSERE ISCRITTI. TERZA SESSIONE VEDI PAGINA 100 DEL CATALOGO

SESTA SESSIONE

dal lotto 281 al lotto 330 MERCOLEDI’ 19 MAGGIO 2021 Ore 15,00 pag. 106

dal lotto 521 al lotto 660 DOMENICA 23 MAGGIO 2021 Ore 12,30 pag. 166

CANALI TV LA VENDITA ALL’ASTA SARÀ TRASMESSA IN DIRETTA SU

SATELLITE GIORNI ORARI DECODER LIBERI (FTA) IN DIRETTA SU LA VENDITA ALL’ASTA SARA’ TRASMESSA DECODER SKY 14.00-20.00 Sabato HOTBIRD 6/8/9 13° EST Domenica ORARI 10.00-12.00 SATELLITE GIORNI 14.00-20.00 FREQUENZA 12149 DECODER SKY DECODER LIBERI (FTA) PEOPLE TV – RETE 7 Mercoledì 16.00-20.00 SIMBOLRATE HOTBIRD 6/8/9 13°27500 EST FEC 3/4 CANALE 825825 CANALE 16.00-20.00 POLARITA’ V SabatoGiovedì 14.00-20.00 PEOPLE TV – RETE 7

PIEMONTE OVEST LOMBARDIA LIGURIA LOMBARDIA PIEMONTE (VARESE) LAZIO LIGURIA VALLE D’AOSTA LOMBARDIA

FEDERAZIONE EUROPEA DI VENDITORI ALL’ASTA

LAZIO-TOSCANA PIEMONTE CAMPANIA

LOMBARDIA

VALLE D’AOSTA VALLE D’AOSTA

FREQUENZA 12149 SIMBOLRATE 27500 FEC 3/4 Domenica DIGITALE TERRESTRE POLARITA’ V PEOPLE TV Mercoledì Giovedì

LCN 19 (VIDEONORD) LCN 217 (PEOPLE TV) LCN 113 (NORDOVEST) DIGITALE TERRESTRE LCN PEOPLE 272-675 TV

293-218 LCNLCN 217-252 (PEOPLE TV) LCN 113 (nordovest) LCN 252

COPERTURA PIEMONTE NAZIONALE

LCN LCN 75 87

PIEMONTE

LCN 72

VIDEONORD

PIEMONTE LIGURIA

PIEMONTE LOMBARDIA LOMBARDIA VALLE D’AOSTA TRIVENETO

15.00-19.00 15.00-19.00

Sabato Domenica

14.00-20.00 10.00-12.00 14.00-20.00 16.00-20.00 Sabato Mercoledì14.00-20.00 Domenica Giovedì 10.00-20.00 16.00-20.00

LCN 252-272 15.00-19.00 Mercoledì LCN 217 LCN 252-293 15.00-19.00 Giovedì VIDEO NOVARA LCN 218 (Varese) 21.00-22.00 Martedì LCNLCN 252 86 Sabato 21.00-22.00 14.00-16.00 Mercoledì 16.00-20.00 GiovedìDomenica21.00-22.00 LCN 185 630 LCNLCN 11-212-252

TLC TELECAMPIONE TELERITMO

ASSOCIAZIONE NAZIONALE CASE D’ASTA

10.00-12.00 14.00-20.00

TRS 2

TRS 93 LCN 227 LCN 93

CANALI TV

E’ inoltre possibile assistere all’asta sul sito internet all’indirizzo Sabato 14.00-20.00 Sabato 12.00-20.00 http: //www.meetingart.it Domenica 14.00-20.00 Domenica12.00-20.00 durante gli orari delle aste Mercoledì 16.00-20.00 16.00-20.00 Giovedì

Sabato Domenica

12.00-20.00 12.00-20.00

ATTENZIONE PER PARTECIPARE ALLE ASTE E’ NECESSARIO Sabato 14.00-20.00ESSERE ISCRITTI. Domenica 10.00-20.00 15.00-19.00 Mercoledì 16.00-20.00 Giovedi 15.00-19.00 16.00-20.00

Sabato 12.00-20.00 Domenica 12.00-20.00 LA VENDITA ALL’ASTA SARA’ TRASMESSA IN DIRETTA TV SUI SEGUENTI 21.00-22.00 CANALI

è inoltre possibile assistere all’asta sul sito internet all’indirizzo http: //meetingart.it durante gli orari dell’asta


1

ASTA 894 DIPINTI ANTICHI E ARREDI PRIMA SESSIONE SABATO 15 MAGGIO 2021 ORE 12,30

DAL LOTTO 1 AL LOTTO 140

OPERE DI FRANCESCO PUCCINOTTI URBINATE parte prima e seconda, 2 vol., Livorno, G.Antonelli 1846, 25,5x17 cm I LIBRI DELLA SAPIENZA SECONDO LA VOLGATA (Tomo I-II) Prato, Fratelli Giachetti, 1829, 22x14,5 cm COMMEDIE DEL SIGNOR ALBERTO NOTA vol II, Milano, G. Silvestri, 1826, 16x10,5 cm NICCOLO’ DE’LAPI OVVERO I PALLESCHI E I PIAGNONI DI MASSIMO D’AZEGLIO vol primo, Losanna, 1847, 14x9 cm L’OSSERVATORE G.GOZZI Venezia, ed. Tasso, 1835 (vol. I-II), 13,5x8,5 cm MEMORIE E LACRIME SONETTI DI G.PRATI Torino, ed. P. Marietti, 1844, 19x12 cm ESEMPI DI BELLO SCRIVERE IN PROSA L.FORNACIARI Lucca, Giusti, 1844, 16,5x12 cm LE NOTTI ROMANE AL SEPOLCRO DE’SCIPIONI, tomo II, Milano e Torino, 1807, stamp. Soffietti, 17x11 cm ODI DI GIUSEPPE PARINI, Torino 1833; frontespizio non originale; 20x11,5 cm SCELTA DI QUARESIMALI PREDICHE E PANEGIRICI, DI CELEBRI ORATORI ITALIANI, prima serie vol IV, Torino, 1833, G.Vaccarino, 18x11,5 cm SCELTE PROSE ITALIANE, Milano, per N.Bettoni, 1822, 13x8 cm AA.VV. POETI EPIGRAMMI Venezia, 1821, tip. Pacotti, 13x8,5 cm ENCICLOPEDIA PORTATILE DI COMPENDII SEPARATI SULLE SCIENZE, LETTERE ED ARTI, TRATTATO COMPLETO DI POETICA, D.BIORCI, Milano, 1832, 11,5x8 cm CHOIX D’ANECDOTES ANCIENNES ET MODERNES, (Tomo I-III) Paris, 1801, 13x8,5 cm LE SOTTILISSIME ASTUZIE DI BERTOLDO di Giulio Cesare della Croce, Vercelli, Bergalli, 15x10 cm (tot. 20 volumi) SENZA RISERVA

3

LE PANDETTE DI GIUSTINIANO RIORDINATE DA R.G.POTIER (tomo I-VII + due tomi di Indice) Venezia, 1833, 24,5x17 cm STORIA CONTEMPORANEA DI GIORGIO WEBER, Milano, Fratelli Treves, 1876, 22,5x16,5 cm STORIA SACRA DELL’ANTICO E NUOVO TESTAMENTO COMPILATA DAL P.LUCIANO SECCO Torino, G. Marietti, 1855, 19x11 cm STORIA D’ITALIA DI FRANCESCO GUICCARDINI (Tomo I e III) Milano, E. Oliva, 1851 cm 21x14,5 (tot. 13 volumi) SENZA RISERVA

4

GALATEO MEDICO del dottor Giuseppe De Filippi, Milano, P.A.Molina, 1841, 22x14,5 cm COMPENDIO DELLA STORIA D’INGHILTERRA di Goldsmith (tomo I-II) Milano, 1801, Tosi e Nobile, 20x13 cm I PARLAMENTI DELLE ISTORIAE DI TITO LIVIO M. Leoni, Torino, 1843, Fontana, 18,5x12 cm COMPENDIO DELLA STORIA GRECA del dottor Goldsmith, Milano, 1838, 13,5x8,5 cm STORIA DEL MEDIOEVO RACCONTATA A’ FANCIULLI dal sig. Lamè Fleury, Venezia, Santini e F., 1846, 14,5x9,5 cm IL GOUDAR MODERNO ossia Grammatica Francese, L. Detoma, Torino, 1836, 18x12 cm UFFICIO DELLA SETTIMANA SANTA, Torino, 1809, Fratelli Pomba Librai, (2 vol) 16x11 cm UFFICIO DELLA BEATA V.MARIA Torino 1842, presso G.B.Paravia, 11,5x7 cm DE IMITATIONE CHRISTI Libri Quator, Torino Parabia, 1844, 10x7 cm GUIDA PRATICA PER LO STUDIO E PER LA CURA DELLE MALATTIE DEGLI OCCHI del D.F.Carron de Villards, tomo I-II, Firenze, 1843, 20x13,5 cm (tot. 13 volumi) SENZA RISERVA

CADENZA INDICATIVA DEI LOTTI 12:30-13:00 dal Lotto 1 al Lotto 11 13:00-13:30 dal Lotto 12 al Lotto 22 13:30-14:00 dal Lotto 23 al Lotto 33 14:00-14:30 dal Lotto 34 al Lotto 44 14:30-15:00 dal Lotto 45 al Lotto 55 15:00-15:30 dal Lotto 56 al Lotto 66 15:30-16:00 dal Lotto 67 al Lotto 77 16:00-16:30 dal Lotto 78 al Lotto 88 16:30-17:00 dal Lotto 89 al Lotto 99 17:00-17:30 dal Lotto 100 al Lotto 110 17:30-18:00 dal Lotto 111 al Lotto 121 18:00-18:30 dal Lotto 122 al Lotto 140

4

2

STORIA GENERALE DELL’INQUISIZIONE di Pietro Tamburini, Milano, per Francesco Sanvito, 1862 (tomo I-IV) 22,5x15,5 cm LA SPAGNA opera storica artistica pittoresca e monumentale, Pietro Giuria, Torino, Aless. Fontana 1851 (vol I-II), 25,5x18 cm VOCABOLARIO DELLA LINGUA ITALIANA, Giuseppe Manuzzi, in Firenze appresso David Passigli, 1833 (tomo I-IV), 26,5x18,5 cm MAGAZZINO PITTORICO UNIVERSALE anno primo Genova, Ponthenier, 1834, 28x22 cm IL GIORNALE DELLE FANCIULLE 1871 anno VII, 24,5x18 cm ARCHITETTURA PRATICA LE ABITAZIONI Archimede Sacchi, Ulrico Hoepli 1874, 23,5x17 cm TEATRO UNIVERSALE raccolta enciclopedica e scenografica (anno primo 1834 e tomo quinto anno quinto 1838), 28x20 cm IL MONDO ILLUSTRATO Giornale Universale anno primo e secondo 1847 e 1848 Torino, Giuseppe Pomba, 37,5x27,5 cm DIZIONARIO DELLA LINGUA ITALIANA A. Sergent, Milano, Pagnoni, 1867, 17x11,5 cm (tot. 18 volumi) SENZA RISERVA

5

LE TOUR DU MONDE Nouveau Journal des Voyages, Pubblié Sous La Direction de M.Edouard Charton et Llustre par Nos Plus Celebres Artistes, Librairie Achette et C., Paris 1881 - 1882 - 1883 - 1885 - 1890, 32,5x25 cm (tot. 5 volumi) SENZA RISERVA


6

GEOMETRIE MECHANIQUE DES ARTS ET METIERS, par le Baron Charles Dupin, seconde edition, Paris, 1828, tomo I-II, 21x13,5 cm COURS D’HISTOIRE MODERNE par M.Guizot, Paris 1829, Tomo I-VI, 21x13,5 cm ABREGE’ DE LA DOCTRINE CHRETIENNE, PAR M.L’ABBE’ DE LA HOUGUE, 12x7 cm VICENDE DELLA LETTERATURA DI CARLO DENINA, TORINO, 1792, tomi I E II, 17x11 cm CURIOSITES DES TRADITIONS DES MOEURS ET DES LEGENDES, par LUDOVIC LALANNE, PARIS, 1847, 16,5x10,5 cm LES CONFIDENCES PAR A.DE LAMARTINE, PARIS, 1849, 21,5x14,5 cm POESIE DI GIACOMO LEOPARDI, TORINO, 1853, 18x12,5 cm L’HEPTAMERON CONTES DE LA REINE DE NAVARRE, PARIS, 1885; 18x12 cm ETRENNES SPIRITUELLES DEDIEES AUX DAMES, PARIS, 13x9 cm AUTOBIOGRAPHIE D’UNE INCONNUE, PAR M.me EMMELINE RAYMOND, PARIS, 1868, 17,5x12 cm CORINNE OU L’ITALIE PAR MADAME DE STAEL, PARIS, 1841, 18x12 cm M.TULLII CICERONIS RHETORICORUM CUM DELECTU COMMENTARIORUM IN USUM SERENISSIMI DELPHINI, tomo I-II, VENEZIA, 1819, 18,5x12,5 cm FLAVIGNY RECUEIL DE PRIERES DE MEDITATIONS ET DE LECTURE, 13,5x9,5 cm GARIBALDI E I SUOI TEMPI, JESSIE W.MARIO, illustrato da Edoardo Matania, MILANO, FRATELLI TREVES EDITORI, 1884, 34x27 cm (tot. 21 volumi) SENZA RISERVA

9

HISTORIA DI TUTTE L’HERESIE DESCRITTA DA DOMENICO BERNINO ALLA SANTITA’ DI N.S.CLEMENTE XI, Venezia 1724, nella Stamperia Baglioni, Tomi I-IV, 24x18 cm (tot. 4 volumi) SENZA RISERVA

10

CONTEMPLAZIONE DELLA NATURA DEL SIGNOR CARLO BONNET Tomo I-II, in Venezia 1781 presso Giovanni Vitto 19x13,5 cm FAVOLE E NOVELLE DEL DOTTORE LORENZO PIGNOTTI settima edizione, in Pavia, 1787, presso Baldassare Comino, 14x9,5 cm TRAITE’ DU VRAI MERITE DE L’HOMME PAR MR. LE MAITRE DE CLAVILLE, tomo II, a Francfort chez François Varrentrapp 1739, 15,5x10 cm D.LAURENTII HEISTERI COMPENDIUM ANATOMICUM Venezia, 1730, apud Sebastianum Coleti, 16,5x11,5 cm SAGGIO DEL CONTE ALGAROTTI SULL’ARCHITETTURA E SULLA PITTURA, Milano, (1756) dalla società tipografica de’ classici italiani, 17x11 cm DELL’ORTOGRAFIA ITALIANA TRATTATO DEL P.D.B. (Daniel Bartoli gesuita) Venezia, 1709 per Lorenzo Bafegio 15x8,5 cm VITA DI CARLO MARIA MAGGI SCRITTA DA LODOVIC’ANTONIO MURATORI in Milano 1700 per Giuseppe Pandolfo Malatesta, 16x9,5 cm RACCOLTA DI STANZE DE’MIGLIORI ITALIANI POETI in Verona, 1769 per Pier-Antonio Berno, 19x13 cm (tot. 9 volumi)

12

GIOVANNI BATTISTA TIEPOLO Venezia 1696 - Madrid 1770

Figura femminile con vaso e due figure davanti ad un obelisco Incisione all’acquaforte su carta, 13,5x17,4 cm, firma su lastra “Tiepolo” in basso a sinistra; opera priva di cornice; timbro della collezione prof. Alfred Caspari al retro. BASE D’ASTA: 500 €

13

TITI LIVII PATAVINI HISTORIARUM ROMANARUM 1750 EX TYPOGRAPHIA REGIA, tomo IIIII-IV, 16x11 cm TITI LIVII PATAVINI ORATIONES SELECTAE MEDIOLANI, 1795 ex Typographia Josephi Marelli, 15x9,5 cm HISTOIRE ROMAINE, DEPUIS LA FONDATION DE ROMA, JUSQU’A LA BATAILLE D’HACTIOM, tomo XIV a Paris 1748, 16,5x10,5 cm LE COMMEDIE DI P. TERENZIO TRADOTTE IN VERSI SCIOLTI DA NICCOLO’ FORTI GUERRI in Venezia 1790 presso Simone Occhi, 19x13 cm (tot. 6 volumi) SENZA RISERVA

14

C. JULII CAESARIS QUAE EXTANT OMNIA ITALICA VERSIONE, Venezia, anno autem XII (1737), 29,5x21,5 cm SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

7

AA.VV. HISTOIRE DE BOSSUET par M.le Cardinal de Bausset, seconde edition a Versailles, 1819, tomo I-IV, 21x14 cm POLITIQUE tiree des propres paroles de l’ecriture sainte a Monseigneur le Dauphin, ouvrage postume de Messire Jaques-Benigne Bossuet, Turin, 1824-1825, tomo I-III, 17,5x11 cm MEDITATIONS ECLESIASTIQUES par M.Chevassu, a Paris, 1833, tomo I-IV, 17,5x11 cm HISTOIRE DU PAPE INNOCENT III ET DE SON SIECLE, par Fr.Hurter, Paris 1840 tomo I-II, 22x14,5 cm PROJETS POUR UN COURS COMPLET D’INSTRUCTIONS FAMILIERES par Feu M.Guillet, a Lion et a Paris 1829, tomo I-IV, 18x11 cm (tot. 16 volumi)

15

11

JOHANNIS BERNOULLI Opera Omnia, Lausannae & Genevae 1742, tomo I-III JACOBI BERNOULLI Opera, Genevae 1744, tomi I-II, 25x20 cm e 25,5x19,5. (tot. 5 volumi)

AA.VV. DELL’OPERE BURLESCHE, M.F.BERNI E ALTRI, appresso Jacopo Broedelet in Usecht al Reno 1760, tomo I-III, 19x13 cm (tot. 3 volumi) SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

8

J.B.BOSSUET. Oeuvres de Messire Jacques-Benigne Bossuet Eveque de Meaux, a Liege 1766-1768, dal vol I al XXIII Sermons Panegyriques et Oraisons Funebres de J.B. Bossuet, a Versailles 1816 dal tomo I al VII, 20,5x13 cm (tot. 29 volumi) SENZA RISERVA

12

5


16

R.P.THOMAE SANCHEZ CORDUBENSIS, E SOCIETATE JESU, DE SANCTO MATRIMONII SACRAMENTO DISPUTATIONUM, Tomus I, Venezia, 1712 apud Nicolaum Pezzana, 34x23 cm ORAZIONI CRISTIANE DEL REV. PADRE GIOVANNI CROISETTE in Milano, 1769, per Antonio Agnelli Regio Stampatore, 14x9 cm LE VEGLIE DI S.AGOSTINO, Parte Seconda, Piacenza, 1795 presso Giuseppe Tedeschi, 14,5x8,5 cm SPIEGAZIONE DELLE PISTOLE DI SAN PAOLO tomo II, in Venezia, 1762 appresso Francesco Pitteri (tot. 4 volumi) SENZA RISERVA

16a

REFLEXIONS SUR LA CAUSE GENERALE DES VENTS par M.D’Alembert a Paris 1747, 22x18 cm ANTONII MARII LORGNA De Casu Irreductibili Tertii Gradus et Seriebus Infinitis, Exercitatio Analytica Veronae 1746, 28x21 cm (tot. 2 volumi) SENZA RISERVA

18

LA PERPETUITE’ DE LA FOY DE L’EGLISE CATHOLIQUE TOUCHANT L’EUCHARISTIE a Paris 1669, tomo I-III, 25,5x19 cm (tot. 3 volumi) SENZA RISERVA

19

SALVATOR ROSA Arenella (NA) 22/07/1615 - Roma 15/03/1673

Combattimento di tritoni Tre figure allegoriche di fiumi Due incisioni all’acquaforte su carta, 11,5x17 e 10x21,5 cm; firma “Rosa” in basso a destra e firma con monogramma intrecciato “SR” in basso a sinistra; incollate su cartoncino; opere prive di cornice. SENZA RISERVA

20

HISTORIA DELLA REPUBLICA VENETA DI BATTISTA NANI CAVALIERE E PROCURATORE DI SAN MARCO, quarta impressione, in Venezia, 1686, tono I-II, 22x16 cm TESORO DELLA VITA HUMANA, M.LEONARDO FIORAVANTI BOLOGNESE, Venezia, per il Brigna, 1673, 17x13 cm LETTERE ITALIANE E SPAGNUOLE DEL SIGNOR PIETRO VENEROSI ALL’ILLUSTRISS. ET ECCELLENTISS. SIGNORA D.ANNA CARRAFA DELLA MARRA, ALDOBRANDINA, GONZAGA, COLONNA ET ARAGONA, in Napoli, appresso Domenico Maccarano, 1635, 20x15 cm (tot. 4 volumi) SENZA RISERVA

6

19

21

ARCADIA DI M.GIACOPO SANNAZARO in Venezia 1608 appresso Pietro Ricciardi, 13,5x7,5 cm DISCOURS SUR LES PENSEES DE MONSIEUR PASCAL, a Lion chez Froux & Clau.Chize, 1694, 15x9 cm RIME DEL SIG GABRIELLO CHIABRERA, 1610 in Venetia, appresso Sebastiano Combi 12,5x7 cm L’HISTOIRE DES DOUZE CESARS par M.Duteil a Lyon chez Antoine Molini, 1684; frontespizio non originale; 15x9 cm COUR SAINTE DISCOURS POUR LES MONARQUES, (1690), non datato; privo di frontespizio; 8x12 cm (tot. 5 volumi) SENZA RISERVA

24

M.T.CICERONIS Opera Omnia, tomus I, II, III, Lugduni (Lione) Apud Antonium Gryphium 1585, 40x27 cm (tot. 3 volumi) SENZA RISERVA

25

NUOVA RACCOLTA DELLA PRINCIPALI VEDUTE ANTICHE E MODERNE DELL’ALMA CITTA’ DI ROMA E DELLE SUE VICINANZE, IN ROMA, PRESSO G.o ANTONELLI IN PIAZZA DI SCIARRA N.233, 1826 CA., ottantasette incisioni compreso il frontespizio; coperta frontale staccata, difetti e mancanze. 20x28 cm SENZA RISERVA

22

LE METAMORFOSI DI OVIDIO, in Venezia appresso Marc’Antonio Zaltieri, 1598, 20x15,5 cm M.TULLII CICERONIS, DEMOSTHENIS, ISOCRATIS Venetiis, apud Gio.Baptistam Bonfadium, 1587, 13,5x8,5 cm (tot. 2 volumi) SENZA RISERVA

23

FRANCISCI PATRICII SENENSIS DE REGNO ET REGIS INSTITUTIONE, editio postrema, Argentinae, Impensis Lazari Zetzneri 1594, tomo I-II, 16,5x10,5 cm LA MANNA DELL’ANIMA OVERO ESERCIZIO FACILE INSIEME, e fruttuoso per chi desidera in qualche modo di attender all’Orazione, proposto dal P.Paolo Segneri, in Bologna per Giacomo Monti, 1679, 14,3x7,5 cm DISCOURS PHILOSOPHIQUES SUR LES PRICIPES FONDAMENTAUX DE LA RELIGION traduits de l’Allemand, de M. Jerusalem, tomo I-III, Yverdon, 1770 16,5x9,5 cm (tot. 6 volumi) SENZA RISERVA

25 frontespizio e 1 di 87 incisioni


26

26

PITTORE EMILIANO DEL XVIII SECOLO Trompe l’oeil di spartiti, lettere e vedute Tempera su carta applicata su tela, 49x72 cm L’affascinante trompe l’oeil appare come un gioco ad incastro di immagini e testi che si riferiscono in realtà a cose reali. In basso a sinistra, ad esempio, si trova un foglio musicale del “Signor Nicola Piccinni”, un compositore veramente esistito: Niccolò Piccinni (1728-1800), uno degli ultimi grandi rappresentanti della scuola musicale napoletana e uno dei più importanti compositori del Classicismo. Figura centrale dell’opera italiana della seconda metà del XVIII secolo, ha contribuito in maniera determinante allo sviluppo dell’opera buffa. La musica, con tutta probabilità potrebbe essere suonata. Al centro un sonetto dedicato a Giuseppe Bolognesi, personaggio anch’egli esistito ed importante, appartenente ad una importante famiglia di Correggio, che fu Governatore della Garfagnana e Ministro plenipotenziario negli stati di Massa e Carrara fra il 1754-1760, in seguito fu Vicecollaterale e Ministro nel Magistrato di guerra, poi di colonnello Commissario di guerra del ducato di Modena fra 1760-1777. Un ritratto ovale rappresenta il Barone Ernst Gideon von Laudon (1717-1790), uno dei più brillanti feldmarescialli austriaci del XVIII secolo, riconosciuto come maestro dal grande generale russo Suvorov. Il ritratto è copiato da una incisione tedesca di Johann Esaias Nilson. Il trompe l’oeil presenta molte scritte ma non una firma, compare tuttavia più volte il nome di Tomaso Fiorini come stampatore di sonetti e di carte da gioco: potrebbe trattarsi anche dell’autore dell’affascinante opera, da studiare ancora con attenzione. BASE D’ASTA: 2.000 €

8

27

PITTORE DEL XIX SECOLO Venezia, veduta del Canal Grande con la Basilica della Salute Tempera su carta, 5x9,5 cm SENZA RISERVA

28

SCUOLA VENETA DEL XIX SECOLO Capriccio con ruderi e figure Olio su tavola, 32x35 cm SENZA RISERVA

28a

COPPIA DI POLTRONE A SCRANNO IN NOCE, XIX SECOLO, con gambe tortili e braccioli intagliati a volute; elementi antichi ricomposti; usure e restauri. 64x59 cm, h 137. SENZA RISERVA


29

PITTORE DEL XVIII SECOLO Paesaggio marino con velieri e pescatore Paesaggio marino con imbarcazioni e figure Paesaggio con figure e armenti Tre oli su vetro, una coppia 34x42 cm e uno 35x43 cm SENZA RISERVA

29

30

VICTOR-JEAN NICOLLE Parigi 1754 - Parigi 1826

Scorci di Roma Coppia di miniature circolari su carta, diam. 7 cm; monogrammate “V.J.N.” SENZA RISERVA

30

31

VICTOR-JEAN NICOLLE Parigi 1754 - Parigi 1826

Scorci di Roma Coppia di miniature circolari su carta, diam. 7 cm SENZA RISERVA

31

9


32

34

36

32

34

36

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

33

35

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

PENDOLA DA TAVOLO IN BRONZO DORATO E BRUNITO, XIX SECOLO, cassa sormontata da figura seduta su roccia, quadrante argentato con numeri romani; lievi usure e meccanismo da revisionare. h 41,5 cm

SECRETAIRE LUIGI FILIPPO IMPIALLACCIATO IN MOGANO, XIX SECOLO, fronte a cassetti e calatoia celante vano con cassettini in legno chiaro, piano in marmo grigio; usure e sbeccature. 95,5x44,5 cm, h 145.

PENDOLA DA TAVOLO IN BRONZO BRUNITO E DORATO, XIX SECOLO, cassa a plinto con cimatura a figura femminile con colomba, quadrante con numeri romani; usure e meccanismo da revisionare. h 42 cm

COPPIA DI CASSETTONI CARLO X INTARSIATI, XIX SECOLO, a chitarra con fronte a tre cassetti e decori ad intarsio in legno chiaro; difetti, usure e sbeccature. 137x57 cm, h 88,5.

PENDOLA DA TAVOLO IN BRONZO BRUNITO E DORATO, XIX SECOLO, cassa a plinto con cimatura a figura di Voltaire, quadrante con numeri romani; usure e meccanismo da revisionare. h 46 cm SENZA RISERVA

37

UN CANDELABRO E UN PIATTO IN ARGENTO, MILANO, 1950 CA., a quattro fiamme su bracci ritorti centrato da putto su grifone con base circolare e piatto similare sbalzato a volute a bordo mistilineo. g 750, h 11 cm, diam. 24. SENZA RISERVA

35

10


39

38

38

COPPIA DI COPPE IN ARGENTO, XX SECOLO, fusto ad albero con frutti e puttini, interno coppa vermeil; lievi difetti. g 810, h 14,5 cm SENZA RISERVA

39

CALAMAIO IN ARGENTO, MILANO, 1950 CA., base rettangolare con cassetto, doppia vaschetta con coperchio sorretta da cigni e campanello al centro. g 1240, 26x11,5 cm, h 18. SENZA RISERVA

40

COPPIA DI GRANDI CANDELABRI IN ARGENTO, FINE XIX-INIZIO XX SECOLO, a sette fiamme e sei bracci a volute contrapposte, fusto a volute torchon e decori rocaille; alla base leggera zavorratura in legno. Peso lordo g 12360, h 56 cm, diam. 49. BASE D’ASTA: 3.500 €

41

DUE CENTROTAVOLA IN ARGENTO, XX SECOLO, uno a losanga a uno circolare su piedini, corpi costolati. g 1130, 35x21 cm, h 12,5 e diam 23 cm, h 10. SENZA RISERVA

40

11


42

SECRETAIRE IMPERO INTARSIATO IN LEGNI VARI, XIX SECOLO, fronte a cassetti e calatoia celante vano con fondale a specchi incisi a figure, lesene ebanizzate con cimature ad erme; restauri, usure e sbeccature. 95x42,5 cm, h 164. BASE D’ASTA: 500 €

42

43

43

PENDOLA DA TAVOLO IN STILE RETOUR D’EGYPT, XIX SECOLO, cassa in legno e fregi in bronzo dorato con montanti a erme egizie, palmette aquile, piedi ferini e cimatura ad aquila, quadrante con numeri arabi e romani su disco a smalto; usure, difetti e meccanismo da revisionare. h 62 cm BASE D’ASTA: 500 €

44

MOBILE VETRINA INTRASIATO IN LEGNI DI VARIA ESSENZA NEI MODI DI GABRIELE CAPPELLO DETTO IL MONCALVO, PRIMA META’ DEL XIX SECOLO,fronte e fianchi con decori a figure neoclassiche, montanti a colonnina, parte superiore con tre lati a giorno e ante laterali; usure e sbeccature. 100x43 cm, h 222. BASE D’ASTA: 500 €

44

12


45

COPPIA DI ALZATE IN BRONZO E CRISTALLO MOLATO, XIX SECOLO, a coppa circolare con sostegni tripodi a volute; usure. Diam. 17 cm, h 14. SENZA RISERVA

45

46

MOBILETTO DA CENTRO CARLO X IMPIALLACCIATO IN LEGNI VARI, PIEMONTE, 1830 CA., un cassetto alla fascia, sostegni a doppie volute ad arco raccordate alla base; usure. 69,5x47,5 cm, h 74. SENZA RISERVA

46

47

LETTO “A BATEAU” INTARSIATO IN LEGNI DI VARIA ESSENZA NEI MODI DI GABRIELE CAPPELLO DETTO IL MONCALVO, PRIMA META’ DEL XIX SECOLO, fronte con cornucopie e trofeo a rilievo, decori a girali e ogive; lievi usure, mancanze e graffi; rete e materasso moderni. 130x184 cm, h 123. BASE D’ASTA: 500 €

47

13


48

PITTORE NEOCLASSICO DELL’INIZIO DEL XIX SECOLO Orfeo e Euridice Tempera su carta, 39x49 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

48a

SET DI POSATE DA DOLCE IN ARGENTO DORATO E MADREPERLA, PARIGI, INIZIO DEL XX SECOLO, composto da dodici cucchiaini e due diverse palette con manico in madreperla, entro cofanetto marcato “Jules Piault rue de Turbigo 68 Paris” Peso lordo g 440, cofanetto 44x28,5 cm SENZA RISERVA

48

49

CONSOLE IN LEGNO EBANIZZATO E DORATO, XIX SECOLO, fascia traforata e piedi ferini, fondo a specchio con piano in marmo bianco; restauri, sbeccature e usure. 120,5x43,5 cm, h 88. BASE D’ASTA: 500 €

49

50

COPPIA DI TAVOLINI IN BRONZO, BRONZO DORATO E MARMO, XIX-XX SECOLO, piani circolari in marmo grigio e sostegni tripodi con cimature a figure muliebri su piedi ferini raccordati alla base; restauro e usure. Diam. 59 cm, h 79,5. BASE D’ASTA: 1.500 €

51 50

LEGUMIERA CON COPERCHIO IN ARGENTO, ALESSANDRIA, 1950 CA., ARGENTERIA RICCI, biansata con presa ad anello in stile Impero g 1000, larg. 35 cm, h 10,5. SENZA RISERVA

14


52

52

LUIGI BASILETTI Brescia 18/04/1780 - Brescia 25/01/1859 (attribuito a)

Apollo e Diana saettano i Niobidi Olio su tela, 98x130 cm Luigi Basiletti fu uno dei più importanti pittori attivi a Brescia nel primo Ottocento. Amico del conte Paolo Tosio Martinengo, fu da lui ingaggiato per molti lavori nelle sue dimore, commissioni di opere, acquisti di antichità e opere d’arte in Roma. La tela di Niobe fu commissiona da Paolo Tosio al Basiletti nel 1819 a Roma, completato entro il 1820, e si trova nelle collezioni civiche bresciane (Museo di Santa Giulia) con una parte dei disegni e studi preparatori. Rappresenta la storia narrata da Ovidio di Niobe che si vantava di aver avuto più figli (quattordici) della dea Latona, madre di Apollo e Artemide, Niobe fu punita da questi ultimi con la morte dei suoi quattordici figli - sette femmine e sette maschi - colpiti dagli strali scoccati dagli archi dei divini gemelli. Per il dolore Niobe si trasformò in una roccia (Ovidio, Le Metamorfosi, VI). Le lettere scambiate fra il pittore e Tosio, testimoniano di un lungo processo di studio con molti disegni preparatori. Il dipinto qui presentato è inedito ed assai importante, si inserisce all’interno di questo percorso di elaborazione e dovrà essere oggetto di ulteriori studi. BASE D’ASTA: 2.500 €

15


53

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Trofei d’armi e vasi biansati Legno dorato a bassorilievo, 39x35 cm; restauri e sbeccature. SENZA RISERVA

53

54

RARA COPPIA DI GRANDI CANDELABRI IMPERO IN BRONZO CESELLATO E DORATO, INIZIO XIX SECOLO, a tre fiamme con sostegni a figure femminili reggenti vasi con attaccature zoomorfe, basi a plinto in granito rosa di Assuan; qualche restauro, usure e forati per l’elettrificazione. h 92,5 cm BASE D’ASTA: 12.000 €

55

COPPIA DI CANDELIERI IN ARGENTO, FRANCIA, INIZIO DEL XIX SECOLO, fusti scanalati, base circolare e bordi a foglie lanceolate e perlinati; ammaccature, g 330, h 22,5 cm SENZA RISERVA

54

17


56

TOILETTE IMPIALLACCIATA IN MOGANO E BRONZO DORATO, PRIMA META’ DEL XIX SECOLO, a quattro gambe a volute con piano in marmo e specchio ovale, decoro con fregi in bronzo dorato; lievi usure. 95,5x56 cm, h 173,5. BASE D’ASTA: 1.500 €

57

PENDOLA DA TAVOLO IN BRONZO DORATO, PARIGI, BECHOT, INIZIO DEL XIX SECOLO, cassa a plinto sormontata da figure di Amore e Psiche, quadrante con numeri romani; meccanismo firmato, da revisionare e lievi usure. h 50,5 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

56

58

COPPIA DI POLTRONE IN LEGNO INTAGLIATO, DIPINTO E DORATO, XIX SECOLO, braccioli a cigni e traversa dello schienale con grifi, gambe a sciabola; usure, sbeccature, riprese alla pittura e doratura. 69x64 cm, h 83. BASE D’ASTA: 1.000 €

57

58

18


59

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Busto di Eros fanciullo Marmo bianco, h 46,5 cm; lievi scheggiature. BASE D’ASTA: 5.000 €

19


60

GRANDE SPECCHIERA IN LEGNO SCOLPITO E DORATO, XIX SECOLO, rettangolare con bordure intagliate e festone applicato, cimasa scolpita con mascherone e volute; adattamenti, sbeccature e usure. 194,5x128 cm BASE D’ASTA: 500 €

61

PITTORE DEL XIX SECOLO L’incredulità di San Tommaso Olio su tela, 46x37 cm SENZA RISERVA

62

DIVANO IN LEGNO SCOLPITO E DORATO, PRIMA META’ DEL XIX SECOLO, intagli a volute e palmette, seduta e schienale imbottiti; sbeccature e usure. 220x66 cm, h 101. SENZA RISERVA

60

63

PITTORE DEL XIX SECOLO Ritratto di ufficiale, tre ritratti di gentildonne e veduta di un naviglio milanese Cinque miniature, diam. massimo 6 cm; usure e difetti. SENZA RISERVA

62

20


64

GASPARE LANDI Piacenza 16/01/1756 - 24/02/1830 (attribuito a)

Ritratto di giovane gentiluomo Olio su tela, 62,5x50,5 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

65

PITTORE DEL XIX SECOLO Ritratto di ufficiale Olio su cartone applicato su tavola, 21x15 cm SENZA RISERVA

64

66

PITTORE NEOCLASSICO DELL’INIZIO DEL XIX SECOLO Ritratto di giovane gentiluomo Olio su tela, 73x59,5 cm SENZA RISERVA

67

SCULTORE DEL XIX SECOLO Lotta di gladiatori Terracotta dipinta, h 27,5 cm; rincollature e sbeccature. SENZA RISERVA

66

21


68

69

68

GUERIDON IMPERO IN LEGNO EBANIZZATO, XIX SECOLO, a due ripiani con applicazioni in metallo argentato, sostegno a tre lesene con piedi ferini; usure. h 84 cm, diam. 37. SENZA RISERVA

70

69

CREDENZA IN STILE IMPERO IMPIALLACCIATA IN MOGANO, FRANCIA, INIZIO XX SECOLO, fronte a tre ante e tre cassetti, lesene rivestite in marmo e applicazioni in bronzo dorato, piano in marmo verde; usure. 138,5x48 cm, h 114.

70

SECRETAIRE INTARSIATO IN LEGNI VARI, FRANCIA, XIX SECOLO, fronte con calatoia, due ante e un cassetto sottopiano, decori a motivi floreali in legni vari, piano in marmo; difetti e usure. 76,5x33 cm, h 140. SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

71

72

71

72

SENZA RISERVA

BASE D’ASTA: 1.000 €

CALAMAIO IN CRISTALLO E ARGENTO, PARIGI, ARGENTIERE ODIOT, XIX SECOLO, globulare con baccellature torchon, base coperchio incernierato a conchiglia. h 9,5 cm

GRANDE VASO IN ARGENTO, PARIGI, ARGENTIERE ODIOT, XIX SECOLO, liscio ad un’ansa con decori incisi a volute rocaille, interno vermeil. g 1090, 29,5x22 cm, h 13,5.

73

73

COFANETTO CON COPERCHIO IN ARGENTO, PARIGI, ARGENTIERE ODIOT, XIX SECOLO, ovale con coperchio incernierato, cimato da rametti fioriti, decori a volute con riserve satinate e interno vermeil. g 610, 15x11 cm, h 13,5. SENZA RISERVA

22


74

VINCENZO VELA Ligornetto (CH) 03/05/1820 - 03/10/1891

Busto di Napoleone I Bronzo, 13x12 cm, h 20, firma al lato destro “V.Vela”. BASE D’ASTA: 1.500 €

75

PITTORE DEL XIX SECOLO Ritratto di gentiluomo con parrucca Olio su tela, 27x21,5 cm; reca iscrizione al retro “A lo G bi otto Pa re dipi se 1830” SENZA RISERVA

74

76

SCULTORE DEL XIX SECOLO Profilo di Antinoo Bronzo, diam. 34 cm; entro cornice in legno dipinto a finto porfido, diam. 43,5 cm SENZA RISERVA

76

77

SCULTORE DEL XIX SECOLO Galata morente Marmo verde, 55x23 cm, h 28. BASE D’ASTA: 1.000 €

77

23


78

PITTORE FRANCESE DEL XVII SECOLO Ritratto di giovane gentiluomo Olio su tela, 72,5x61 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

78

79

JACOB FERDINAND VOET Anversa 1639 - Parigi 26/09/1689 (cerchia di)

Ritratto di gentildonna Olio su tela, 75x61 cm; cornice coeva in legno dorato. BASE D’ASTA: 1.000 €

79

80

SCUOLA GENOVESE DEL XVII SECOLO Ritratto di vescovo Olio su tela, 71x58,5 cm Opera corredata da attestato di libera circolazione. SENZA RISERVA

24

80


81

FRANCESCO PARODI Genova, seconda metà del XVIII secolo

Ritratto di gentildonna con vaso di fiori Ritratto di gentiluomo con lettera, 1763 Coppia di oli su tela sagomata, 120x85 cm; opere prive di cornice; sul telaio del gentiluomo iscrizione “Franciscus Parodi dom.c faciebat 1763”. Nei conti di Casa Doria compare nel 1742, accanto a pagamenti per ritratti a Domenico Parodi, un pagamento a “Francesco Parodi lire 44: 11: 8 per prezzo di n.25 libretti d’oro di zecchino, come da conto al n.4 - lire 44:11:8”. A Borghetto di Borbera (AL), nell’antico Castello di Torre Ratti, sono presenti ritratti firmati da Francesco Parodi. Dalla firma, il pittore risulta figlio dell’illustre ritrattista Domenico Parodi (1672-1742). La sua attività è da ricostruire e studiare. BASE D’ASTA: 1.500 €

81

82

FRANCESCO PARODI Genova, seconda metà del XVIII secolo

Ritratto di gentildonna con ventaglio Ritratto di due bambine Coppia di oli su tela sagomata, 120x85 cm; opere prive di cornice; sul telaio delle bambine iscrizione “Franciscus Parodi fecit. O.dom.ci 1763”. BASE D’ASTA: 1.500 €

82

25


83

DOMENICO PARODI Genova 1672 - Genova 1742

Ritratto di gentildonna con maschera in mano Olio su tela ovale, 94x73 cm; cornice coeva in legno dorato. I due dipinti (lotto 83 e 84) sono due capolavori di Domenico Parodi, uno dei migliori ritrattisti italiani fra fine Seicento e prima metà del Settecento. I due dipinti, realizzati probabilmente in occasione del matrimonio della coppia, celebrano con eleganza il ruolo di due alti esponenti della nobiltà genovese. Si tratta di due notevoli testimonianze della produzione ritrattistica di Domenico Parodi, con particolare riferimento agli anni Venti del XVIII secolo, come conferma l’elevata qualità del segno pittorico, mai banale e sapientemente utilizzato per dare forma a immagini di forte impatto celebrativo e lussuosa eleganza. Il ritratto della dama trova precisa corrispondenza in un ritratto di Parodi di una gentildonna con una maschera in mano che si trova a Genova in Palazzo Doria Tursi (fig.1). I due ritratti rientrano a pieno titolo nel genere del ritratto “ovato” alla francese, inaugurato da Hyacinthe Rigaud a inizio XVIII secolo. BASE D’ASTA: 3.000 €

Fig. 1

26


84

DOMENICO PARODI Genova 1672 - Genova 1742

Ritratto di gentiluomo con parrucca Olio su tela ovale, 95x70,5 cm; cornice coeva in legno dorato. BASE D’ASTA: 3.000 €

27


85

85

ORCIO IN MAIOLICA, SAVONA, BOSELLI, XVIII SECOLO, ad un manico e beccuccio con profili ocra e decori a fiori policromi; lievi difetti. h 26 cm SENZA RISERVA

86

87

86

GRANDE PIATTO IN MAIOLICA, PAVIA, PRIMA META’ DEL XVIII SECOLO, decoro policromo con paesaggio e castelletto, marca “AF” con corona; rincollo al bordo. Diam. 38 cm

87

BASE PER VEILLEUSE IN MAIOLICA, SAVONA, BOSELLI, XVIII SECOLO, biansata a rocaille con decoro a fiori policromi; restauro e sbeccature. h 14 cm SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

90

88

88

UN PIATTO E UN’ALZATA IN MAIOLICA, PAVIA, XVIII SECOLO, decoro policromo con paesaggio e castelletto su fondo berrettino; rincollature e cadute di smalto. Diam. 35,7 e 32,7 cm SENZA RISERVA

89

DUE ACQUASANTIERE IN ARGENTO, XIX SECOLO, una sbalzata con stemma araldico e festoni con vaschetta a conchiglia su pannello in velluto rosso e una con placca sbalzata centrata da IHS crociato e secchiello basculante; difetti e usure. 33,5x26 cm e h 30 cm SENZA RISERVA

28

90

BURRIERA CON COPERCHIO IN MAIOLICA, SAVONA, BOSELLI, XVIII SECOLO, a navicella con corpo baccellato, decoro a mazzetti di fiori policromi e presa a rametto; lievi sbeccature. 17x9 cm, h 9,5. SENZA RISERVA


91

CAFFETTIERA IN ARGENTO, GENOVA, PUNZONE DELLA TORRETTA, 1791, corpo ad ogiva scanalato con bordi a foglie lanceolate e base circolare, versatoio zoomorfo e manico in legno intagliato. Peso lordo g 860, h 33,5 cm Per esemplari simili si veda F.Boggero-F.Simonetti, L’Argenteria Genovese del Settecento, TO, 2007, p.159; Argenti Genovesi, La Torretta, a cura di G.Roccatagliata, GE, 1992, p.49 tav.34 e p.160 tav.171. BASE D’ASTA: 7.000 €

92

VASSOIO IN ARGENTO, GENOVA, INIZIO DEL XIX SECOLO, ovale con bordo a ringhiera traforata a palmette, profilo godronato. g 1510, 46,5x36,5 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

91

93

CASSETTONE LASTRONATO IN NOCE, GENOVA, XVIII SECOLO, fronte a tre cassetti e fianchi mossi, decori a filettature a formare riserve; difetti, sostituzioni e sbeccature. 130x65 cm, h 89,5. BASE D’ASTA: 3.000 €

92

93

29


94

PITTORE BOLOGNESE DEL XVI SECOLO Salomè con la testa del Battista Olio su rame, 23x17,5 cm; cornice non coeva in legno intagliato e dorato, tot. 61x55 cm L’opera, databile alla fine del XVI secolo, per forme e colori appare vicina alla produzione del fiammingo italianizzato Denis Calvaert e bottega.

94

SENZA RISERVA

95

PITTORE DEL XVIII SECOLO La circoncisione di Gesù Olio su tela, 45x28 cm SENZA RISERVA

96

SIMONE CANTARINI Pesaro 1612 - Verona 1648 (ambito di)

Sacra famiglia con san Giovannino Olio su tela, 64x51 cm; entro cornice con elementi antichi. BASE D’ASTA: 1.500 €

97

PITTORE DEL XIX SECOLO Madonna con Bambino Olio su carta applicata su tela, 29x23 cm SENZA RISERVA

30

96


98

GIUSEPPE MARCHESI DETTO IL SANSONE Bologna 19/07/1699 - Bologna 16/02/1771 (attribuito a)

Ingresso di Cristo a Gerusalemme Olio su tela, 77x82 cm Appresa l’arte pittorica nelle botteghe di Aureliano Milani e Marcantonio Franceschini, Giuseppe Marchesi, chiamato il Sansone per la struttura fisica corpulenta, si aggiorna ben presto su modelli più moderni mostrando di integrare la proprietà di definizione pittorica delle figure desunta da Franceschini trasponendo nelle tele una vivacità di movimento propria delle tendenze europee in voga nei primi decenni del Settecento. Del 1732 è la decorazione dell’abside in Santa Maria di Galliera a Bologna, grandiosa opera che lo consacrerà in Italia e all’estero portandogli innumerevoli commissioni pubbliche e private. Nello splendido dipinto in esame, che ci giunge in eccellente stato di conservazione, dalla raffinata composizione ricca di luminosi toni vivaci e dall’elegante orchestrazione complessiva, il Sansone si mostra appieno interprete del barocchetto internazionale. Bibliografia: R.Roli, La pittura in Emilia-Romagna nella prima metà del Settecento, MI, 1990, p.266 D.Benati, L.Peruzzi, I dipinti antichi. Banca popolare dell’Emilia Romagna, MO, 1997, pp.129 e segg. BASE D’ASTA: 8.000 €

31


99

COPPIA DI SPECCHIERE IN LEGNO INTAGLIATO E DORATO, XVIII SECOLO, a volute contrapposte con specchi ovali coevi, bracci a due fiamme in lamierino d’epoca successiva; sbeccature e usure. 41x31 cm SENZA RISERVA

100

COPPIA DI SPECCHIERE IN LEGNO INTAGLIATO E DORATO, XVIII SECOLO, a volute contrapposte con specchi ovali coevi, bracci a due fiamme in lamierino d’epoca successiva; sbeccature e usure. 41x31 cm SENZA RISERVA

99

101

GRANDE FREGIO IN LEGNO INTAGLIATO, DORATO E DIPINTO A FINTO MARMO, XVIII SECOLO, a doppia voluta contrapposta e mascheroni leonini a rilievo sui lati e sul fronte; usure, sbeccature e restauri. 80x176 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

100

101


102

COPPIA DI VETRINE ANGOLARI PENSILI IN LEGNO SCOLPITO, DIPINTO E DORATO, NAPOLI, XVIII SECOLO, ad un’anta con cimase centinate centrate da mascherone; lievi difetti e usure. Larg. 68 cm, h 182. Bibliografia: pubblicate nel volume “Il mobile napoletano nella storia e nell’arredamento”, G.Baffi, NA, 2011, p.108. BASE D’ASTA: 2.500 €

33


103

103

ORAZIO DE FERRARI Voltri 22/08/1606 - Genova 1657 (ambito di)

Ecce Homo Olio su tela, 96x137 cm; cornice antica. L’opera riprende un prototipo caravaggesco di Ecce Homo conservato a Genova in Palazzo Bianco. BASE D’ASTA: 2.500 €

104

ANDREA CARBONE XVII secolo

Sant’Andrea Olio su tela, 155,5x94 cm; firmato in basso sul cartiglio “Andrea Carbone”. Il pittore Andrea Carbone potrebbe essere uno dei figli dell’illustre artista Giovanni Bernardo Carbone (Genova 1614-1683). Si ricordano suoi affreschi, distrutti, nella chiesa dei SS.Giacomo e Filippo di Genova. SENZA RISERVA

34

104


105

PITTORE GENOVESE DEL XVII SECOLO Ecce Homo Olio su tela, 81x65,5 cm Del dipinto si conosce una versione attribuita a Bernardo Strozzi nel Museo d’Arte Occidentale e Orientale di Odessa; copie con o senza varianti sono presenti nella diocesi di Genova. Il quadro, di splendida qualità, non sembra tuttavia riconducibile a Strozzi, ma pare molto più vicino a certi esiti di Gioacchino Assereto (1600-1649). La tela dovrà essere oggetto di ulteriori approfonditi studi. BASE D’ASTA: 8.000 €

35


106

GRUPPO DI TRE SCULTURE IN CORALLO ROSSO, XVIII-XIX SECOLO, raffiguranti natività di Gesù Bambino (poggiato su giaciglio probabilmente in argento). h massima 8 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

106

107

SCULTORE DEL XVII SECOLO Busto di Cleopatra Marmo rosa su base in marmo, h totale 21,5 cm SENZA RISERVA

107

108

SPECCHIO DA TOILETTE IN ARGENTO CON ELEMENTI IN CORALLO SCOLPITO, XIX-XX SECOLO, specchio quadrilobato e molato, decori a volute, figurette bicaudate, foglie e fiori; lievi difetti e restauri. 34,5x13,5 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

36

108


109

SCULTORE DEL XVII SECOLO Santo vescovo Marmo bianco su base in marmo nero, h totale 53 cm; rincollature e sbeccatura. BASE D’ASTA: 5.000 €


110

RARO SCRIGNO INTARSIATO IN LEGNI DI VARIA ESSENZA E MADREPERLA CON APPLICAZIONI IN BRONZO DORATO, PALERMO, META’ DEL XVIII SECOLO, a doppio sportello laterale, finemente decorato su tre lati e sulla sommità con riserve centrate da vasi fioriti e volatili, montanti e bordi con tralci fioriti, profili in bronzo dorato; restauri e usure. 66x50 cm, h 40,5. Come ci conferma Alvar Gonzalez-Palacios in un paragrafo titolato “Mobili Palermitani” inserito in una raccolta di saggi (“Nostalgia e invenzione - Arredi e arti decorative a Roma e Napoli nel Settecento” MI 2010, pp.51-55) poco ci è dato sapere sull’ebanisteria e sull’intarsio siciliani lungo il secolo XVIII. Infatti pochi sono i confronti possibili malgrado vi siano ancora noti e notevoli esempi nel capoluogo siciliano, fra tutti le panche nell’Oratorio di San Lorenzo e il tavolo delle Governatrici nell’Oratorio delle Dame. Il grande scrigno in esame presenta particolari affinità, anche per forma, in particolar modo per gli spigoli smussati, con un cassettone in collezione privata a Milano. Nel nostro caso vi è uso generoso della madreperla, arrivando a coprire quasi l’intera superficie delle riserve, in ricche composizioni di vasi fioriti e volatili con un chiaro rimando alle nature morte seicentesche. Vista la straordinaria tarsia, anche in legni rari, che riveste questo prezioso oggetto è inevitabile pensare alle meraviglie compiute dai piemontesi P.Piffetti e L.Prinotto, cui lo stesso studioso, in maniera velata, fa cenno. BASE D’ASTA: 18.000 €


111

ELISABETTA MARCHIONI Rovigo, XVII-XVIII secolo

Natura morta con vaso e mazzo di fiori Olio su tela, 82x105 cm BASE D’ASTA: 4.000 €

111

112

GIOVANNI STANCHI Roma 1608 - 1675 (e aiuti)

Ghirlanda di fiori centrata da Vergine Assunta Olio su tela, 69x49 cm; cornice antica dorata. Opera corredata da attestato di libera circolazione. BASE D’ASTA: 3.000 €

112

40


113

PIETRO NAVARRA Roma, attivo tra 1685 - 1714 (ambito di)

Natura morta con frutta, cacciagione e cavia entro paesaggio Olio su tela, 67,5x89 cm; cornice con elementi antichi. Ricordato da Lione Pascoli tra gli allievi di Franz Werner von Tamm come colui che “più d’ogni altro gli abbia fatto onore”, Pietro Navarra fu eccellente pittore di nature morte a Roma, vicino a Christian Berentz e Giovanni Paolo Spadino, con uno stile peculiare caratterizzato da un sapiente equilibrio formale e compositivo e una stesura materica finemente segnata dai dettagli accentuati dai contrasti luministici. Il dipinto è archiviato nella fototeca Zeri, scheda n.94996. Bibliografia: F.Porzio, F.Zeri, La natura morta in Italia, MI, Electa, 1989, p.768 U. e G.Bocchi, Pittori di natura morta a Roma. Artisti italiani 16301750, 2005, pp.661-696. L.Pascoli, Vite de’ pittori, scultori ed architetti moderni, Roma, 1736. BASE D’ASTA: 2.000 €

41


114

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Crocefisso Legno scolpito e dipinto, 104x74 cm, usure e restauri. SENZA RISERVA

114

115

SCULTORE DEL XVIII SECOLO San Sebastiano Legno scolpito dipinto e dorato, h 102 cm; usure, sbeccature e restauri. BASE D’ASTA: 500 €

115

116

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Fronte di tabernacolo Legno intagliato, dipinto e dorato, sagomato con volute a teste di angelo e cimatura a figura di san Giovanni Battista su globo, sportello sagomato con calice, 86x56,5 cm; restauri, ridipinture e sbeccature. SENZA RISERVA

117

PITTORE DEL XVIII SECOLO Santa Caterina d’Alessandria Olio su tela ovale, 54x40,5 cm; entro cornice in legno scolpito e dorato. SENZA RISERVA

118

STIPO IN LEGNO EBANIZZATO E INTARSIATO, XIX SECOLO, fronte con sportello incernierato celante cassettini intarsiati, piano superiore apribile centrato da specchio; usure. 36,5x24 cm, h 46.

42

SENZA RISERVA

116


118a

PENDOLA CARTEL IN LEGNO DIPINTO E BRONZO DORATO, ROBERT A LA CHAUX DE FOND, CASSA STAMPIGLIATA F.GOYER E JME, 1750 CA., cassa sagomata e dipinta a fiori policromi su fondo color malva, decorazioni in bronzo dorato a rocaille, quadrante smaltato con numeri arabi e romani, movimento firmato “J. Robert et fils à Chaux de Fond”; meccanismo da revisionare, modifiche, restauri e ridipinture. h 82 cm François Goyer, ebanista specializzato nella realizzazione di casse per orologi cartel, ottenne la maitrise il 19 luglio del 1740 e morì nel 1763. Cfr.: P.Kjellberg, Le Mobilier Français du XVIIIe Siècle, Paris, 2002, p.415. BASE D’ASTA: 1.000 €

118a

119

MARCANTONIO RIZZI 1648 - 1723 (ambito di)

Natura morta con frutti Olio su prima tela, 55x70 cm SENZA RISERVA

120

CREDENZA A DUE CORPI IN NOCE E RADICA DI NOCE, LOMBARDIA, XVIII-XIX SECOLO, parte inferiore con tre cassetti, parte superiore a vetrina a due ante di epoca successiva con cappello cimato da volute contrapposte; decori a profili ebanizzati; usure, restauri e difetti. 149x60 cm, h 258. BASE D’ASTA: 2.000 €

121

PITTORE DEL XVIII SECOLO Madonna con Bambino e san Giovannino Olio su tela, 73,5x58 cm SENZA RISERVA

120

43


122

PITTORE DEL XVIII SECOLO Vergine orante Olio su tela, 29,5x21,5 cm; entro cornice antica in legno intagliato a volute ebanizzata e dorata con cimasa a fiore, tot. 54x39 cm SENZA RISERVA

122

123 123

PITTORE DEL XVIII SECOLO Assunzione della Vergine con angeli Olio su rame ovale, 19,5x15 cm SENZA RISERVA

124

PITTORE DEL XVIII SECOLO Cristo che cade con la croce Olio su tela, 45,5x31,5 cm; entro cornice coeva. SENZA RISERVA

124

125

GREGORIO LAZZARINI

125

Venezia 1655 - Villabona Veronese 10/11/1730 (ambito di)

Vergine orante Olio su tela ovale, 30,5x23 cm; cornice antica

44

SENZA RISERVA


126

PITTORE DEL XVII SECOLO Ultima cena Olio su tela, 54,5x112 cm SENZA RISERVA

126

127

SCUOLA GENOVESE DEL XVIII SECOLO Sant’Antonio con Bambino Olio su tela, 69x58 cm SENZA RISERVA

127

128

SCUOLA EMILIANA DEL XVII SECOLO Madonna con Bambino, angeli e santi Caterina e Bernardino da Siena Olio su tavola, 32x48,5 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

128

45


129

STEFANO MAGNASCO Genova 1635 - Genova 1762 (attribuito a)

Deposizione Olio su tela, 115x164 cm Formatosi nella bottega di Valerio Castello, dal quale desume alcuni tratti nella rapida stesura cromatica, Stefano Magnasco si avvicina anche a Domenico Piola, artista da cui in parte deriverà una struttura compositiva di marcata plasticità. Entra in contatto inoltre a Genova e a Roma con artisti del calibro di Van Dyck, Rubens, col Grechetto, e con i tardo caravaggeschi Reni e Lanfranco, che eserciteranno un’influenza determinante nella produzione dell’artista. L’opera in esame è da collocare nella piena maturità dell’artista, sicuramente successiva al ritorno dal soggiorno a Roma terminato nel 1660. Bibliografia: A.Orlando, Stefano Magnasco e la cerchia di Valerio Castello, MI, 2001 P.Pagano, M.C.Galassi, La pittura del ‘600 a Genova, MI, 1988 BASE D’ASTA: 12.000 €

46


47


130

131

Bibliografia: per un esemplare similare si veda: La porcellana di Meissen di una raccolta privata di Bad Pyrmont, in catalogo espositivo rif. p.82. La Porcellana di Meissen della collezione Britzke, 2009, p.136.

BASE D’ASTA: 500 €

CESTINO IN PORCELLANA, MEISSEN, 1740 CA., ovale modellato a vimini, doppio manico con attaccature a mascheroni allegorici delle stagioni, all’interno decoro con fiori sparsi; profili in oro. 18x11,5 cm, h 9.

TAZZA CON PIATTO IN PORCELLANA, MEISSEN, 1740 CA., a sezione ottagonale con decoro policromo a paesaggio con scene di vita e fiori sparsi, profili in oro; usure e lievi scheggiature sul fondo. Diam. 13,5 cm, h 6.

BASE D’ASTA: 1.000 €

130

132

TAZZA CON PIATTO IN PORCELLANA, MEISSEN, 1750 CA., decoro policromo a scene galanti e fiori a mazzetto nel cavetto, profili in oro. Diam. 13,5 cm, h 4,5. SENZA RISERVA

131

132

133

COPPIA DI TAZZE CON PIATTO IN PORCELLANA, MEISSEN, 1750 CA., decori policromi a scene di porto e cittadine costiere europee con castelli e cattedrali, fiori sparsi e profili in oro. Diam. 13 cm, h 6,8. BASE D’ASTA: 1.000 €

133

135

TAZZA CON PIATTO IN PORCELLANA, MEISSEN, 1750 CA., decori policromi a scene di porto e cittadine costiere europee con castelli e cattedrali, fiori sparsi e profili in oro. Diam. 13 cm, h 4,5. Il decoro è ispirato all’opera pubblicata da Johann Wilhelm Baur, Vedute d’Italia, Friuli e Carinzia, incise in origine da Melchior Kussel ad Ausburg nel 1684. SENZA RISERVA

48

134

135

134

ZUCCHERIERA CON COPERCHIO IN PORCELLANA, MEISSEN, 1750 CA., globulare con presa a fiore, decoro policromo a scene galanti e profili in oro. Diam. 9 cm, h 9,5. SENZA RISERVA


136

PICCOLA CAFFETTIERA CON COPERCHIO IN PORCELLANA DECORATA A CINESERIE, MEISSEN, 1730 CA., DECORATORE JOHANN EHRENFRIED STADLER, piriforme con decoro policromo ripreso in oro con figure cinesi entro paesaggio e fiori sparsi. h 10,5 cm Bibliografia: per un decoro analogo si veda ad esempio: U.Pietsch, Passion for Meissen, Stoccarda, 2010, p.143 rif.55. BASE D’ASTA: 2.000 €

136

137

CAFFETTIERA CON COPERCHIO IN PORCELLANA, MEISSEN, 1740 CA., PROBABILE DECORATORE C.F.HEROLD, piriforme con presa del coperchio a fragola e manico a voluta, decoro policromo a scene di porto continue e profili in oro. h 23,5 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

137

138

ZUPPIERINA CON COPERCHIO IN PORCELLANA, MEISSEN, 1735 CA., DECORO ATTRIBUITO AD A.F. VON LOWENFINCK, biansata con presa a pigna, decoro policromo ad animali fantastici entro paesaggio; probabile restauro alla coppa. 23x18,5 cm, h 12,5. BASE D’ASTA: 2.000 €

138

49


139

PITTORE GENOVESE DEL XVII SECOLO Sansone e Dalila Olio su tela, 152x120 cm La tela raffigura il momento in cui Dalila accoglie Sansone, eroe del popolo ebraico impegnato nella lotta contro i Filistei, facendolo addormentare sulle sue ginocchia e riuscendo così a fargli tagliare la folta chioma, da lui stesso rivelata essere origine della sua forza. L’autore dell’importante tela è da ricercare in ambito genovese del Seicento, tra i protagonisti e interpreti della pittura di derivazione caravaggista. Diverse evidenze sono riscontrabili con opere autografe di Domenico Fiasella, dove in particolare il modello femminile utilizzato per la figura di Dalila trova precisi raffronti utili in opere quali il Martirio di S.Barbara a Genova, san Marco al Molo, in Giuditta e Oloferne a Novara, Museo Civico, nella Morte di Meleagro, a Genova, Galleria dell’Accademia. Artista molto vicino al Fiasella è anche Domenico Cappellino, uno dei grandi protagonisti del Seicento genovese, collaboratore del “Sarzana” già dagli anni venti del secolo. BASE D’ASTA: 15.000 €

50


140

ANTONIO MOLINARI Venezia 21/05/1655 - 03/02/1704

Lo svenimento di Ester davanti ad Assuero Olio su tela, 107x122 cm Lo svenimento di Ester davanti ad Assuero Sanguigna su carta, 32x46 cm La tela in esame spetta ad Antonio Molinari, nella piena maturità del suo gusto, cioè nel momento di passaggio tra Sei e Settecento, simile nel colore caldo e sapientemente modulato, nell’impostazione scenica e nella tipologia a opere come il Cristo e l’adultera della pinacoteca di Kassel e il Mosé fanciullo che calpesta la corona di collezione privata veneziana, riprodotte da Pilo-Donzelli, I Pittori del Seicento veneto, 1967, pp.319-320. Anche questo è un esempio notevole del naturalismo del Molinari in chiave Barocca. Le due figure femminili con la loro luminosità sono una testimonianza di questo gusto in equilibrio tra l’enfasi drammatica ed effetti di più spumeggiante briosità, e proprio in questi contrasti, il dipinto trova la sua bellezza. La tela, di particolare interesse, è proposta unitamente al disegno preparatorio a sanguigna, e corredata da due perizie dei prof. Camillo Semenzato e Rodolfo Pallucchini qui in parte riprese. BASE D’ASTA: 25.000 €

53


ASTA 894 DIPINTI ANTICHI E ARREDI

143

141

SECONDA SESSIONE DOMENICA 16 MAGGIO 2021 ORE 12,30

DAL LOTTO 141 AL LOTTO 280

SERVIZIO DA TE’ E CAFFE’ IN ARGENTO, VERCELLI, ARGENTERIA VARALDA, 1960 CA., in stile settecentesco con corpi costolati a torchon, composto da teiera, caffettiera, lattiera e zuccheriera con coperchio. g 1100, h massima 21 cm SENZA RISERVA

142

UNA CAFFETTIERA E UNA TEIERA IN ARGENTO, XX SECOLO, corpi sbalzati a conchiglie e foglie su fondo satinato in parte costolate. g 2100, h 24 e 21 cm SENZA RISERVA

143

ZUPPIERA CON COPERCHIO E VASSOIO IN ARGENTO, MILANO, 1950 CA., baccellata a due manici con presa a frutto, profili ondulati e bordi mistilinei scanalati. g 3100, 41x30 cm, h zuppiera 24 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

144

SERVIZIO DI POSATE IN ARGENTO, ALESSANDRIA, CESA, PUNZONI DEL FASCIO, 1930 CA., composto da dodici forchette, dodici cucchiai e dodici coltelli, dodici forchette e dodici coltelli da frutta, dodici forchette e dodici palette da pesce, dodici cucchiaini da tè, dodici da caffé e dodici da gelato, un mestolo e dodici tra posate da portata e accessori; entro cofanetto coevo (tot. pz. 133). g 8090, lung. mestolo 31,5 cm, dim. cofanetto, 68x49,5 cm, h 29. BASE D’ASTA: 2.500 €

CADENZA INDICATIVA DEI LOTTI 12:30-13:00 dal Lotto 141 al Lotto 151 13:00-13:30 dal Lotto 152 al Lotto 162 13:30-14:00 dal Lotto 163 al Lotto 173 14:00-14:30 dal Lotto 174 al Lotto 184 14:30-15:00 dal Lotto 185 al Lotto 195 15:00-15:30 dal Lotto 196 al Lotto 206 15:30-16:00 dal Lotto 207 al Lotto 217 16:00-16:30 dal Lotto 218 al Lotto 228 16:30-17:00 dal Lotto 229 al Lotto 239 17:00-17:30 dal Lotto 240 al Lotto 250 17:30-18:00 dal Lotto 251 al Lotto 261 18:00-18:30 dal Lotto 262 al Lotto 280

54

144


145

GRANDE VASO IN ARGENTO, MILANO, XX SECOLO, ARGENTERIA VIBEC, ovoidale biansato con decoro a flutti e conchiglie e riserve ovali con Pegaso e amorini a rilievo; difetto. g 3960, h 48 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

146

GRANDE VASO IN ARGENTO, MILANO, XX SECOLO, ovoidale in parte baccellato con riserve sbalzate a rilievo su fondo satinato con decori fogliacei incisi. g 3640, h 56,5 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

147

DODICI CALICI IN ARGENTO, FIRENZE, 1970 CA., lisci con interno vermeil. g 1680, h 17,5 cm

145

146

SENZA RISERVA

148

COPPIA DI GRANDI CANDELABRI IN ARGENTO, FIRENZE, PUNZONI DEL FASCIO, 1930 CA., a nove fiamme e otto bracci a volute di foglie d’acanto, fusto a balaustro scanalato e decori a foglie lanceolate; alla base leggera zavorratura in legno. Peso lordo g 12800, h 67 cm, diam. 51. BASE D’ASTA: 3.500 €

148

55


149

PIATTO IN PORCELLANA POLICROMA, VIENNA, XIX SECOLO, decoro nel cavetto con le tre grazie che puniscono Amore, bordura in oro fitomorfo e riserve a lunetta su fondo rosso; sul fondo scritta poco leggibile e antica etichetta cartacea con scritto “Revenge of the graces”. Diam. 24,5 cm BASE D’ASTA: 500 €

149

151

150

151

ZUPPIERA CON COPERCHIO IN PORCELLANA, BERLINO, XIX SECOLO, globulare con cimatura a figura di Bacco bambino, decoro policromo a scene di vita e fiori su ambo i lati, profili in oro. Diam. 23 cm, h 32.

PIATTO IN PORCELLANA POLICROMA, VIENNA, XIX SECOLO, decoro nel cavetto a figure di Telemaco, Ulisse e Penelope in un interno, bordura con decori in oro fitomorfi e animali su fondo rosso e giallo, fondo con scritta “Telemache”. Diam. 24,8 cm

BASE D’ASTA: 500 €

BASE D’ASTA: 500 €

150

152

PIATTO IN PORCELLANA POLICROMA, VIENNA, XIX SECOLO, decoro nel cavetto a figure femminile con leone e asino, bordura con decori in oro fitomorfi e riserve su fondo rosso; fondo con scritta “Unna”. Diam. 24,7 cm BASE D’ASTA: 500 €

152

154

153

154

BASE D’ASTA: 1.000 €

BASE D’ASTA: 500 €

COPPIA DI VASI IN PORCELLANA, VIENNA, XVIII SECOLO, ovoidali con decori policromi a scene galanti entro doppie riserve quadrilobate su fondo giallo; probabile restauro. h 28 cm

56

PIATTO IN PORCELLANA POLICROMA, VIENNA, XIX SECOLO, decoro nel cavetto a scena galante, bordura con decori in oro fitomorfi e riserve su fondo policromo. Diam. 24 cm

153


155

TAVOLO INTARSIATO IN LEGNI VARI, INIZIO DEL XX SECOLO, piano circolare decorato a motivi floreali, sostegno tornito con basamento quadrato; difetti, sbeccature e usure. Diam. 123 cm, h 77,5. SENZA RISERVA

156

TAVOLINO IMPIALLACCIATO IN LEGNI VARI, XIX SECOLO, a tre ripiani con bordo a ringhierina e sostegno tripode; usure. 49,5x39 cm, h 95. SENZA RISERVA

155

157

PENDOLA A COLONNA CON CASSA INTARSIATA IN LEGNI DI VARIA ESSENZA, QUADRANTE FIRMATO JOHN WIFE LONDON, FINE DEL XVII-INIZIO DEL XVIII SECOLO, decoro floreale e a girali, quadrante in bronzo con numeri arabi, romani e datario; restauri, usure, sbeccature e meccanismo da revisionare. h 210 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

156

157

57


158

FRANS FRANCKEN III Anversa 1607 - Anversa 04/09/1667 (seguace di)

Il banchetto del ricco Epulone Olio su tela, 77x84,5 cm BASE D’ASTA: 2.500 €

159

PITTORE FIAMMINGO DEL XVIII SECOLO Paesaggio fluviale con cavalieri Olio su tavola, 56x46 cm SENZA RISERVA

160

PITTORE FIAMMINGO DEL XVIII SECOLO Interno con figure intente al taglio dei capelli Olio su tavola, 30,5x43,5 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

158

159

58

160


161

HERMAN SAFTLEVEN Rotterdam 1609 - Utrecht 05/01/1685 (attribuito a)

Riposo durante la fuga in Egitto in un paesaggio fluviale con ruderi e figure Olio su tavola, 38x49,5 cm Lo scenario fluviale del dipinto ricorda le vedute della valle del basso Reno raffigurate intorno alla metà del secolo XVII da Herman Saftleven II, le cui composizioni sono popolate, come nel nostro caso, da piccole figure, contadini, viaggiatori e barcaioli su barche di vino, eseguite in un delicato stile in miniatura e arricchite da architetture e monumenti. A completare il quadro, in basso a sinistra, quasi in disparte, una rara aggiunta di soggetto sacro, la “Famiglia” in riposo, anch’essa resa con meticolosa accuratezza. La tavoletta reca una traccia di firma (sull’erba, a sinistra della barca in primo piano) di ardua identificazione. BASE D’ASTA: 1.500 €

161

162

JAN HAVICKSZOON STEEN Leida 1626 - Leida 03/02/1679

Interno con figure Olio su tavola, 23,5x20 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

162

163

PITTORE FIAMMINGO DEL XVIII SECOLO Scena di festa con cani travestiti (dileggio della nobiltà) Olio su tavola, 24,5x32 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

163

59


165

164

CORNICE IN LEGNO INTAGLIATO E DORATO, XIX SECOLO, in stile settecentesco a volute rocaille e fiori; usure. 89x80 cm, battuta 62,8x51,6 cm SENZA RISERVA

165

SCRIVANIA DIPLOMATICA IN LEGNI VARI E BRONZO, FINE DEL XIX SECOLO, gambe arcuate e fronte con cassetti, fregi e applicazioni con mascheroni in bronzo, piano con riserva in pelle; usure e difetti, 193x84 cm, h 77. BASE D’ASTA: 500 €

166

VETRINA INTARSIATA IN LEGNI VARI, INIZIO DEL XX SECOLO, ad un’anta sagomata, applicazioni in metallo dorato, decori floreali entro riserve; usure. 71x37 cm, h 160,5. SENZA RISERVA


167

COPPIA DI POLTRONE IN LEGNO SCOLPITO E DORATO, PARIGI, META’ XIX SECOLO, EBANISTA A.LEVRAUX, schienali sagomati e sedute imbottite, braccioli e gambe mosse, una con stampigliatura “A LEVRAUX” sul fondo; ridorature e usure. 62x50 cm, h 87. BASE D’ASTA: 500 €

167

168

LAMPADA BOUILLOTTE IN BRONZO DORATO, INIZIO XX SECOLO, a tre bracci con base circolare traforata in stile Impero, paralume in tolla decorata a palmette oro su fondo verde; usure. h 70 cm SENZA RISERVA

168

169

CASSETTONE IN STILE LUIGI XV, FRANCIA, FINE DEL XIX SECOLO, fronte e fianchi mossi a due cassetti con applicazioni in bronzo dorato a formare riserve a volute rocaille, piano in marmo; usure, danni e sbeccature al marmo. 149x61 cm, h 92,5. BASE D’ASTA: 500 €

170

PITTORE PIEMONTESE DEL XVIII SECOLO La Madonna di Oropa Olio su tela centinata, 86x63 cm; cornice antica.

169

SENZA RISERVA

61


171

SCULTORE DEL XX SECOLO Busto di moro Marmi vari, h 67 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

172

EDWARD WILLIAM WYON 1811 - 1885

Due bambine Tre bambini Coppia di rilievi in marmo, diam. 17 cm, con cornice 29x29 cm; uno firmato “E.W.Wyon sculpt 1st June 1848”. SENZA RISERVA

173

SCULTORE DEL XIX SECOLO Busto di giovane donna con foulard Marmo bianco, h 72 cm; usure e base adattata. BASE D’ASTA: 500 €

171

174

SCULTORE DEL XX SECOLO Madonna con Bambino Marmo, h 56,5 cm; restauro. SENZA RISERVA

174a

SCULTORE DEL XIX SECOLO Prometeo Marmo, 52x19,5 cm, h 55; mancanze e restauri. BASE D’ASTA: 1.500 €

173

172

174a


175

SCULTORE DEL XIX SECOLO Importante coppa sorretta da tre tritoni Marmo verde e bronzo brunito con parti in bronzo dorato, diam. 37 cm, h 35. BASE D’ASTA: 5.000 €

63


176

COPPIA DI SALSIERE IN ARGENTO E CRISTALLO, HANAU, XIX-XX SECOLO, sostegno a putto su animale marino e base sagomata, coppa a delfino in cristallo con coda ritorta in argento. h 23 cm, larg. 17. BASE D’ASTA: 1.000 €

176

177

COPPA IN AGATA, CRISTALLO E ARGENTO, FRANCIA, INIZIO DEL XX SECOLO, stelo a balaustro molato e bordure a foglie lanceolate. Diam. 16,5 cm, h 20. SENZA RISERVA

178

CARAFFA IN CRISTALLO E ARGENTO, LONDRA, 1891, corpo percorso da scanalature ondulate, base e collo con manico decorati a rocaille e fiori, interno con tappo. h 33 cm SENZA RISERVA

177

179

CARAFFA IN CRISTALLO E ARGENTO, FRANCIA, FINE DEL XIX SECOLO, corpo molato a fiori, manico e collo con coperchio incernierato a tralci con grappoli d’uva, interno vermeil. h 23 cm SENZA RISERVA

178

179

180

COPPIA DI VERSATOI IN CRISTALLO E ARGENTO, VENEZIA, XIX-XX SECOLO, piriformi con manico e monogramma AGM inciso sul fronte, collo con coperchio incernierato cimato da pigna in argento. h 32 cm SENZA RISERVA

180

64


181

TANKARD IN ARGENTO SBALZATO, GERMANIA, XIX SECOLO, corpo con sovrano a cavallo e armigeri, piedi a sfera, interno vermeil. g 1120, h 21 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

181

182

TANKARD IN ARGENTO SBALZATO, GERMANIA, XIX SECOLO, corpo con sovrano a cavallo e armigeri, piedi e presa del coperchio a sfera, interno vermeil. g 1110, h 22 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

182

183

TANKARD IN ARGENTO SBALZATO, GERMANIA, XIX SECOLO, decoro a fiori con piedi e presa del manico a pigne, coperchio centrato da antica moneta datata 1666, interno vermeil. g 450, h 13,5 cm SENZA RISERVA

183

184

PAIOLA IN ARGENTO, XIX SECOLO, circolare con manici traforati, sul fondo cinque antiche monete. g 450, 28x20,5 cm SENZA RISERVA

184

65


185

CHARLES-ANDRE’ VAN LOO Nizza 15/02/1705 - Parigi 15/07/1765 (cerchia di)

Sara che presenta Agar ad Abramo Olio su tela, 66x82 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

185

186

PITTORE NAPOLETANO DEL XVIII SECOLO Trionfo di Galatea Olio su tela, 41x32 cm SENZA RISERVA

186

187

GIACINTO CALANDRUCCI Palermo 1646 - Palermo 1707 (ambito di)

Il trionfo di Nettuno Olio su tavola, 18,5x24 cm SENZA RISERVA

187

66


188

PAUL TROGER Monguelfo 30/10/1698 - Vienna 20/07/1762 (attribuito a)

Sileno ebbro Olio su tela, 102x164 cm Nato in val Pusteria, Troger si forma viaggiando in tutta la penisola, cominciando il suo apprendistato a Venezia, dove incrocia la strada con artisti del calibro di Giovanni Battista Piazzetta, per poi passare a Napoli nella bottega di Francesco Solimena, e quindi a Bologna, dove perfeziona il mestiere presso Giuseppe Maria Crespi. La diligenza formale è propria di un artista agli esordi, che si misura in una prova “in grande”, tradendo, nella scelta dei colori e delle forme, il debito nei confronti dei maestri che vanno da Loth a Petrini. Opera corredata da scheda critica del dott. M.N.Riccomini qui in parte ripresa. BASE D’ASTA: 4.000 €

67


189

MODELLINO DI CASSETTONE A RIBALTA IN NOCE E RADICA DI NOCE, VERONA, XVIII SECOLO, fronte a due cassetti e calatoia celante vano con cassettini e segreti; lievi mancanze e usure. 44x20,5 cm, h 35. BASE D’ASTA: 1.000 €

190

CASSETTONE LUIGI XVI IN NOCE, FINE DEL XVIII SECOLO, a tre cassetti con gambe ad obelisco rovesciato; restauri e usure. 118x50 cm, h 93,5. SENZA RISERVA

189

191

GLOBO TERRESTRE, WRIGHTS, NEW IMPROVED TERRESTRIAL GLOBE, LONDRA. 1800 CA., sostegni in legno tornito, bordo superiore con segni zodiacali; lievi usure. h 34 cm, diam. 32 cm SENZA RISERVA

192

PORTA CANDELA IN ARGENTO, FIRENZE, 1950 CA., circolare con alto manico ad arco cimato da anello. g 340, h 28 cm SENZA RISERVA

191

193

MODELLO DI TAVOLO LUIGI XVI INTARSIATO IN LEGNI VARI, FINE DEL XVIII SECOLO, piano rettangolare centrato da trofeo di strumenti musicali e gambe rastremate e scanalate; rincollatura e usure. 19,5x11,1 cm, h 12. SENZA RISERVA

194

QUATTRO SEDIE LUIGI XVI IN NOCE, FINE DEL XVIII SECOLO, schienale con cartella traforata e gambe rastremate; difetti e usure. 47x43 cm, h 89. SENZA RISERVA

68

193


195

CASSETTONE INTARSIATO IN LEGNI VARI, EMILIA, INIZIO DEL XVIII SECOLO, fronte mosso a quattro cassetti, fianchi con ante laterali, piano sagomato centrato da stemma entro cartiglio e decori con cacciatori e figure su animali di fantasia; restauri, sbeccature e usure. 168x67 cm, h 107. BASE D’ASTA: 5.000 €

69


196

SCUOLA VENETA DEL XVI SECOLO Cristo portato al sepolcro Olio su tela, 97x84 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

197

SCUOLA FIORENTINA DEL XVI SECOLO Pietà Olio su tavola, 48x87 cm; opera priva di cornice. Questa tavoletta è databile alla seconda metà del XVI secolo e riprende l’impostazione della “Pietà” di Fra Bartolomeo (1473-1517) che si trova alla Galleria Palatina a Firenze. SENZA RISERVA

198

PITTORE DEL XVI SECOLO San Francesco d’Assisi Olio su tavola, 31x22 cm SENZA RISERVA

196

199

SCUOLA LOMBARDA DEL XVI SECOLO Cristo portacroce Olio su tavola, 64x48,5 cm SENZA RISERVA

200

PITTORE DEL XIX SECOLO La Vergine bambina Olio su tela, 47,5x33,5 cm SENZA RISERVA

197

200a

PITTORE DEL XVIII SECOLO Immacolata Olio su tela, 106x80 cm SENZA RISERVA

198

70

199


201

201

PITTORE LOMBARDO DEL XVII SECOLO Cristo portacroce Olio su tela, 34x29 cm; cornice antica in legno intagliato con profili guillochè. Il dipinto riprende un modello di scuola leonardesca e potrebbe essere stato eseguito da un pittore vicino alla sensibilità di Daniele Crespi. BASE D’ASTA: 3.000 €

202

POLIDORO DA LANCIANO Lanciano 1515 - Venezia 1565

Madonna con Bambino Olio su tavola, 56,5x36,5 cm BASE D’ASTA: 3.500 €

202

71


203

ANDREA DEL SARTO Firenze 16/07/1486 - Firenze 29/09/1530 (seguace di)

Madonna con Bambino, santa Elisabetta e san Giovannino Olio su tavola, 133x100,5 cm; opera priva di cornice. BASE D’ASTA: 4.000 €

203

204

GIOVANPIETRO RIZZOLI DETTO IL GIAMPIETRINO attivo a Milano, circa 1495 - 1549 (seguace di)

Madonna con Bambino e san Giovannino Olio su tavola, 73,5x54 cm Il quadro riprende il modello originale riprodotto in Fototeca Zeri e di ubicazione sconosciuta. Dell’opera esistono varie copie e derivazioni di simili dimensioni. Evidenti le suggestioni vinciane, forse derivate dalla conoscenza diretta dei disegni di Leonardo da parte del Giampietrino, soprattutto in relazione alla posizione e alla gestualità delle mani, che ravvisano l’aderenza alle opere milanesi di Leonardo. BASE D’ASTA: 3.000 €

204

72


205

BERNARDINO LANINO Mortara 1512 - Vercelli 1578 (ambito di)

Madonna con Bambino Olio su tavola, 52,5x36,5 cm; cornice originale in legno intagliato dipinto e dorato. Fin dal 1540 Lanino entra in contatto a Milano, dove resterà per il ventennio successivo, con la cerchia dei leonardeschi, formandosi quell’immagine di pittore aggiornato che sarà tramandata dalle fonti cinquecentesche. L’artista andrà ad elaborare un’interpretazione sentimentale del leonardismo accogliendo spunti di moderno linguaggio manierista temprandoli con i consueti toni pacati. La tavola in esame si colloca nella scia figurativa del Lanino ed è ispirata ad un dipinto ora conservato nella Galleria Sabauda a Torino. Questa pregevole opera esemplifica quale fosse l’interesse della scuola vercellese per la cultura leonardesca. BASE D’ASTA: 7.000 €

73


206

CREDENZA IN NOCE, XVIII SECOLO, a due ante intagliate e due cassetti sottopiano, montanti a festoni di frutti; restauri e sostituzioni. 141x63,5 cm, h 110.

210

MOBILETTO IN NOCE, XVIII SECOLO, intagliato con un’anta e tre cassetti sottopiano; usure e difetti. 70x33 cm, h 86. SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

207

211

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

GRANDE TAVOLO FRATINO IN NOCE, XIX SECOLO, rettangolare con sostegni raccordato da traversa su piede a ciabatta; restauri, usure e sostituzioni. 290x73,5 cm, h 81.

208

CREDENZA IN LARICE, XVIII SECOLO, fronte a due ante con montanti intagliati, piedi a ciabatta; usure, restauri e sostituzioni. 155x41 cm, h 117. SENZA RISERVA

POLTRONA IN NOCE, PIEMONTE, XVIII SECOLO, braccioli intagliati e gambe mosse, seduta e schienale imbottiti; usure e restauri. 71x66 cm, h 109.

212

ARMADIO IN LARICE, XVIII SECOLO, a due ante con pannellature centrate da losanghe, piedi a ciabatta; usure, difetti e restauri. 112x60 cm, h 178,5. SENZA RISERVA

209

213

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

DIVANO IN NOCE, PIEMONTE, XVIII SECOLO, seduta e schienale imbottiti e sostegni rastremati; usure difetti e restauri. 198x68 cm, h 107.

74

MOBILETTO IN NOCE, XVIII SECOLO, ad un’anta con intaglio a rosone; usure, restauri e sostituzioni. 76,5x42,5 cm, h 88.


214

COPPIA DI GRANDI TORCIERE DA PARETE IN LEGNO SCOLPITO E DORATO, XVIII SECOLO, a una fiamma con volute contrapposte e supporto metallico; difetti, usure e sbeccature. h 130 cm BASE D’ASTA: 500 €

215

SCULTORE DEL XVI SECOLO Coppia di angeli reggicero Legno scolpito dipinto e dorato, h 55 cm; mancanze e usure. BASE D’ASTA: 2.500 €

214

215

75


216

217

216

217

DUE ALBARELLI IN MAIOLICA, XVIII SECOLO, uno con fronte decorato a paesaggio in blu e scritta PEPE LVNGO e uno con Immacolata entro rami fioriti e G.R.; fessure e sbeccature al collo. h 21 e 18,5 cm SENZA RISERVA

218

ALBARELLO IN MAIOLICA, VENEZIA, BOTTEGA DI MASTRO DOMENICO, ULTIMO QUARTO DEL XVI SECOLO, decoro policromo con san Girolamo in preghiera entro riserva ovale raggiata e a “volute e racemi” avvolgenti; sbeccatura al collo h 18,5 cm

218

DUE ALBARELLI IN MAIOLICA, XVIII SECOLO, PROBABILMENTE NAPOLI, decoro in blu a paesaggio, uno con iscrizione frontale “DENTES APRI” e “D.e N.Petrone 1775” al retro; restauri al collo, il più piccolo con fessure e sbeccature h 19,5 e 18,5 cm SENZA RISERVA

BASE D’ASTA: 500 €

219

219

DUE PIATTI IN MAIOLICA, MANIFATTURA PADOVANA, XVII SECOLO, decoro policromo alla “turchesca” con racemi fioriti; lievi cadute di smalto. Diam. 24,5 cm Cfr.: a cura di G.Ericani-P.Marini, La ceramica nel Veneto, VR, 1990, pp.233-243. BASE D’ASTA: 500 €

220

220

76

GRANDE VASO IN MAIOLICA, IZNIK, XVII-XVIII SECOLO, globulare biansato con decoro policromo a fiori di tulipano e cardo; fessura e restauro. h 60 cm BASE D’ASTA: 1.000 €


221

OCTAVIANUS MONFORT Torino, notizie dal 1646 - 1696 (maniera di) Nature morte di frutti Coppia di tempere su carta applicata su tela, 38x51,5 cm; cornici coeve in legno scolpito e dorato a festoni di frutti e foglie. BASE D’ASTA: 5.000 €

77


222

223

222

223

Cento (FE), circa 1550 - Bologna 1610

(seguace di Pietro Paolo Rubens)

(ambito di)

Studio di profilo maschile Olio su tela, 46x36,5 cm; opera priva di cornice; reca timbro al retro sia sulla tela che sul telaio “Raccolta prof.re Publio Podio”.

GIOVANNI BATTISTA CREMONINI

San Giovanni Battista e i Farisei Olio su tela, 53x41 cm La composizione replica una grande pala d’altare del Cremonini che si trovava nella chiesa di San Michele in Bosco sulle prime colline bolognesi. BASE D’ASTA: 1.000 €

PITTORE FIAMMINGO DEL XVII SECOLO

Opera corredata da attestato di libera circolazione. Publio Podio fu importante antiquario bolognese e la sua collezione andò dispersa all’asta a Milano dalla Galleria Pesaro nel 1937. Quella dei Podio fu un’importante famiglia di restauratori di dipinti, che nel corso del Novecento operò, per tre generazioni, nelle principali città italiane. L’attività fu avviata a Roma nella seconda metà dell’Ottocento da Publio Podio, che in seguito si trasferì a Bologna. Podio fu a capo di una bottega di antiquariato e restauro dalla quale transitarono opere di straordinaria importanza artistica, che si ritrovano ora in grandi musei di tutto il mondo o sul mercato artistico internazionale. BASE D’ASTA: 1.000 €

224

PITTORE DEL XVII SECOLO San Girolamo Olio su tela, 81x65 cm Opera corredata da attestato di libera circolazione. BASE D’ASTA: 1.000 €

225

PITTORE DEL XVII SECOLO Crocefissione con Santi Olio su tela, 123x89,5 cm BASE D’ASTA: 500 €

224

78


226

226

CAMILLO PROCACCINI Bologna 1550 - Milano 1629 (ambito di)

Santi Pietro e Paolo Olio su tavola circolare, diam. 48 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

227

FEDERICO BAROCCI Urbino 1526 - Urbino 30/09/1612 (ambito di)

Ritratto di gentiluomo con gorgiera Olio su tela, 45,5x35 cm SENZA RISERVA

227

79


228

GIOVANNI MARIA MORANDI Firenze 30/04/1622 - Roma 18/02/1717

Il transito della Vergine Olio su tela, 111x149 cm; cornice coeva in legno intagliato e dorato. Nato a Firenze nel 1622 e formatosi presso l’atelier di Giovanni Bilivert, fu a Roma solo da artista già consolidato nel 1648, dove divenne abilissimo ritrattista, il più acclamato in ambito capitolino insieme a Voet e al Baciccio; si pensi che non ci fu Pontefice nell’arco della sua lunghissima esistenza che non venne proprio da lui effigiato. Lo splendido dipinto è impostato sotto il chiaro ascendente della pittura classicista facente capo a Nicolas Poussin e a Domenichino: lo constatiamo nella ineccepibile scatola prospettica che ordina la scena, nella precisione della linea di contorno che individua con esattezza le figure avvolte da ampi panni dalle decise volumetrie, a conferire una evidenza quasi statuaria, dalla tavolozza ricca con brillanti accostamenti di colore. L’opera è il relazione alla prima opera pubblica che Morandi licenziò una volta arrivato nella capitale, la pala ancora oggi nella chiesa di Santa Maria della Pace, commissionata da Alessandro VII Chigi, realizzata tra il 1657 e il 1667 (mentre il bozzetto dell’opera sarebbe quello conservato presso la Galleria Borghese). Il dipinto in esame costituisce anche un importante documento per l’analisi di questo capolavoro di Morandi: la pala della chiesa romana oggi risulta infatti solo parzialmente leggibile per il non ottimale stato di conservazione. La grande finezza di esecuzione della tela proposta, in ottimo stato conservativo e ancora con cornice originale, emerge dalla sottigliezza dei passaggi chiaroscurali, dal sapiente trapasso tonale, dall’abilità nel collocare in una penombra pulviscolare le figure sul fondo, dipingendo i riflessi di luce sulle epidermidi. L’opera è corredata da uno studio critico del prof. Alessandro Agresti qui in parte ripreso. BASE D’ASTA: 8.000 €

80


81


229

SCUOLA VENETO CRETESE DEL XVI SECOLO Adorazione dei Magi Tempera su tavola, 49,5x39 cm Il dipinto è opera di qualità appartenente alla scuola cretese-veneziana, fiorita soprattutto sui versanti adriatici e nelle isole Ionie ed Egee politicamente soggetti alla Serenissima o strategici per i suoi traffici mercantili, tra XV e XVIII secolo, i cui epicentri furono Creta e la Comunità dei Greci a Venezia. Coesistono nell’opera elementi arcaicizzanti con altri aggiornati sulle novità rinascimentali della pittura veneziana. BASE D’ASTA: 2.000 €

230

PITTORE TOSCANO DEL XVI SECOLO Deposizione Olio su tavola, 56x41 cm; opera priva di cornice. BASE D’ASTA: 1.500 €

231

SCUOLA VENETO CRETESE DEL XVII SECOLO Deposizione Olio su tavola, 38x33 cm; opera priva di cornice.

229

230

82

SENZA RISERVA

231


232

GIOVANNI BELLINI Venezia 1425 - Venezia 1516 (cerchia di)

L’incoronazione della Vergine Olio su tavola, 98x112 cm; iscritto al centro “IOANNES BELLINVS”. Provenienza: Già collezione del conte Guglielmo Lochis (1789-1859), Bergamo, e ai successivi eredi. Asta Sotheby’s, New York, 2020. Bibliografia: La pinacoteca e la villa Lochis alla Crocetta di Mozzo presso Bergamo, 1858, p.203, cat. n.XVIII G.Brambilla Ranise, La raccolta dimezzata: storia della dispersione della pinacoteca di Guglielmo Lochis, Bergamo, 2007. BASE D’ASTA: 5.000 €

83


233

SCULTORE DEL XVII SECOLO Madonna con Bambino Marmo bianco, h 93 cm; restauri e sbeccature. BASE D’ASTA: 4.000 €

234

ALCEO DOSSENA Cremona 09/10/1878 - Roma 11/10/1937 (attribuito a) Busto della Vergine Terracotta su base in legno moderna, h 42 cm; usure e sbeccature. BASE D’ASTA: 500 €

233

234

235

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Madonna immacolata Marmo bianco, h 61 cm; restauro. BASE D’ASTA: 2.500 €

236

235

SCULTORE DEL XVII SECOLO Figura Legno intagliato naturale, h cm 72; danni e mancanze, unita a una testa in legno intagliato naturale su base lignea moderna, h tot 36 cm SENZA RISERVA

84


237

LUDOVICO VANELLO attivo a Torino fra il 1560 - e il 1619 Probabile ritratto di Caterina Michela di Spagna (Madrid 1567 - Torino 1597) Marmo bianco su base in marmo giallo; h totale 75 cm; restauro al naso e lievi sbeccature. La principessa era la seconda figlia del re Filippo II di Spagna. Caterina Michela sposò il 18 marzo 1585 a Saragozza Carlo Emanuele I di Savoia. Carlo Emanuele I desiderò questa unione per ottenere il sostegno spagnolo per i suoi piani di espansione contro la Francia, ma fu anche un matrimonio d’amore, assai felice. Caterina ebbe una grande influenza sul marito; colta e saggia, fu reggente diverse volte durante l’assenza del duca in campagne militari e favorì anche la vita culturale invitando a Torino artisti, filosofi e studiosi come Torquato Tasso, Chiabrera, Marini, Tassoni e Botero. Morì a Torino di parto ancor molto giovane il 6 novembre 1597, dopo aver messo al mondo dieci figli. Nel ritratto la dama appare ancor bella ma provata. Il busto può essere utilmente paragonato con ritratti della duchessa di Savoia. L’autore dell’opera potrebbe essere identificato in Loudovico Vanelli, scultore di origine luganese attivo a Torino dal 1570, autore della celebre tomba di Cassiano Dal Pozzo della chiesa di sant’Agostino di Torino nel 1579, morto dopo il 1619. Molto significativo, ad esempio, il confronto con la tomba di Barbara Porporato (morta nel 1571) della chiesa del Colletto di Pinerolo, anch’essa attribuita a Ludovico Vanello (fig.1). BASE D’ASTA: 3.000 € Fig. 1

85


238

FRAMMENTO DI SARCOFAGO ROMANO IN MARMO BIANCO, EPOCA ROMANA, I SECOLO D.C., con decoro a bassorilievo a figura togata e testa; usure. h 45 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

239

TESTA IN MARMO SCOLPITO, EPOCA ROMANA, II SECOLO D.C., volto femminile con copricapo e capelli in evidenza sulla fronte; scheggiature e usure. h 9 cm SENZA RISERVA

238

241 240

242

240

SKYPHOS ETRUSCO CORINZIO IN TERRACOTTA VERNICIATA, VI SECOLO A.C., biansato con bugnature a rilievo geometriche e decori incisi; ricomposto e usure. h 17 cm

GRANDE COPPA CERETANA IN TERRACOTTA, VII SECOLO A.C., circolare con orlo svasato e fondo piatto, decoro verticale inciso e doppia fascia con figure e meandri a rilievo; restauri e usure. Diam. 30 cm, h 15. BASE D’ASTA: 1.500 €

SENZA RISERVA

241

OINOCHOE APULA IN TERRACOTTA DIPINTA, DAUNIA, IV SECOLO A.C., ad un ansa con collo trilobato, in parte verniciata con fasce rosse concentriche; usure. h 20,5 cm SENZA RISERVA

242

86

239


243

OINOCHOE APULA IN TERRACOTTA VERNICIATA A FIGURE ROSSE, IV SECOLO A.C., piriforme ad un’ansa con orlo quadrilobato, decoro con figura con lettera; usure. h 22 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

243

244

ANFORA ETRUSCO CORINZIA IN TERRACOTTA VERNICIATA, VI SECOLO A.C., ad un ansa piatta scanalata e decori bugnati a rilievo, rincollature. h 29 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

244

245

RARA OLLA ORIENTALIZZANTE IN TERRACOTTA, ETRURIA, VII SEC. A.C., globulare con orlo estroflesso e decoro a reticolo geometrico a rilievo; usure. h 52 cm BASE D’ASTA: 2.500 €

245

87


246

246

FRANCESCO DA PONTE DETTO BASSANO IL GIOVANE Bassano 11/01/1549 - Venezia 03/07/1592 (cerchia di)

Cristo in casa di Simone il fariseo Tempera su pergamena, 34x51,5 cm; cornice dorata del XIX secolo. Il raffinato dipinto si ricollega ad una serie di quadri realizzati da Francesco Bassano aventi lo stesso tema. Il prototipo dovrebbe essere una tela della Galleria Colonna di Roma; ne esistono poi altre versioni nel Bob Jones University Museum and Gallery, Greenville (SC) (South Carolina, USA) e nel seminario vescovile di Padova. Questa opera si distingue per la particolare sottigliezza pittorica. BASE D’ASTA: 2.500 €

247

FRANCESCO DA PONTE DETTO BASSANO IL GIOVANE Bassano 11/01/1549 - Venezia 03/07/1592 (cerchia di)

Notturno con la visione di san Gioacchino Olio su tela, 74,5x98 cm Il dipinto raffigura la Visione di San Gioacchino, tratta dal vangelo apocrifo dello Pseudo-Matteo (3,4). Nel quadro, dall’atmosfera notturna e misteriosa, si vede in primo piano Sant’Anna, non più giovane, al centro della composizione, intenta a filare con le sue serve; sulla sinistra un ragazzo soffia su un tizzone, simbolo della fecondità, e riaccende un ramo secco che allude all’imminente nascita di Maria, mentre l’acqua della caraffa trasparente allude alla purezza. Nello sfondo, il deserto con la visione di san Gioacchino; presso la porta in alto a sinistra il ritorno di Gioacchino, al quale una serva offre l’acqua per lavarsi. La scena è illuminata da differenti fonti di luce: fuoco o candele. Sullo sfondo invece è la luce fredda e mistica emanata dall’angelo. Si tratta di uno dei più interessanti temi di notturno realizzati da Jacopo e Francesco verso il 1576, la cui prima versione, firmata da entrambi, si trova a Corsham Court, nella Methuen Collection. Del dipinto di Corsham Court sono note numerose repliche. BASE D’ASTA: 1.000 €

247

88


248

INNOCENZO DI PIETRO FRANCUCCI DETTO INNOCENZO DA IMOLA Imola 1490 - Bologna 1550 (attribuito a)

Sacra Famiglia con san Giovannino e matrimonio mistico di santa Caterina d’Alessandria Olio su tavola, 88,5x70 cm BASE D’ASTA: 5.000 €

89


249

ORAZIO SOMACCHINI 1532 - 1577 (seguace di)

Incoronazione della Vergine Olio su tela, 117,5x87,5 cm Della composizione esiste anche un disegno, con alcune varianti, alla Galleria deli Uffizi. Il soggetto fu inciso in seguito da Annibale Carracci. BASE D’ASTA: 1.500 €

250

LAMPADA A SOSPENSIONE IN LEGNO INTAGLIATO E DORATO, FINE DEL XVIII SECOLO, con tre sostegni su bracci a voluta a rilievo raccordate da festoni; gravi danni, usure; elettrificazione d’epoca successiva. h 110 cm ca. SENZA RISERVA

251

ICONA RUSSA DEL XIX SECOLO Madonna del roveto ardente Tempera all’uovo su tavola, 31x26 cm SENZA RISERVA

249

252

SCUOLA EMILIANA DEL XVI SECOLO L’educazione della Vergine Olio su tela applicata su tavola, 70,5x59 cm BASE D’ASTA: 500 €

253

PITTORE DEL XVIII SECOLO Madonna con Bambino e santi Domenico e Caterina da Siena Olio su tela, 63x49 cm SENZA RISERVA

254

QUATTRO SEDIE IN NOCE A ROCCHETTO, XVIII SECOLO, rivestimento in cuoio; danni, usure e restauri. 53x50 cm, h 102. SENZA RISERVA

252

90


255

FRANCESCO MAZZOLA DETTO IL PARMIGIANINO Parma 11/01/1503 - Casalmaggiore 24/08/1540 (ambito di)

Madonna di san Zaccaria Olio su tavola, 78x59 cm; entro antica cornice in legno scolpito e dorato. L’evoluzione della pittura del Parmigianino lascia echi delle inflessioni correggesche per portarsi su una linea compositiva nuova, privilegiando la nitidezza e la monumentalità delle figure, definite da una tensione ritmica lineare raffinata. Accolto a Roma con grande benevolenza dall’entourage papale, ottiene numerose commissioni in Vaticano, e vede mutare, a contatto con Raffaello, Michelangelo e con manieristi come Rosso Fiorentino e Giulio Romano, l’interpretazione e l’impianto compositivo, che risulterà di maggior imponenza. Durante la successiva permanenza a Bologna realizza intorno al 1530 la Madonna di san Zaccaria (Firenze, Uffizi), una delle sue opere universalmente più apprezzate. In questa versione, una tavola coeva in eccellente stato conservativo, la fredda sensibilità cromatica e l’impeccabile definizione spaziale appaiono evidentemente come indizi che ci inducono a considerarla opera di sicuro interesse. BASE D’ASTA: 12.000 €

91


256

COPPIA DI SEDIE SAVONAROLA IN NOCE, XVI-XVII SECOLO, pieghevoli con elementi incrociati e braccioli mossi, sedute e schienali in cuoio; sostituzioni, danni e usure. 69x48 cm, h 83. SENZA RISERVA

256

257

CASSAPANCA IN NOCE, XVII SECOLO, fronte con lesene a mascheroni e stemma centrale, base con fascia baccellata; restauri e sostituzioni. 152x58 cm, h 61.

257

BASE D’ASTA: 500 €

258

COPPIA DI SEDIE SAVONAROLA IN NOCE, XVI-XVII SECOLO, pieghevoli con elementi incrociati e braccioli mossi, sedute e schienali in cuoio; sostituzioni, danni e usure. 69x48 cm, h 83. SENZA RISERVA

258

259

CASSETTONE IN LEGNI VARI, FINE DEL XVII SECOLO, a tre cassetti con decori ad intarsio a volute e volatili, piano con bordo dentellato; usure e restauri. 152,5x57 cm, h 93. BASE D’ASTA: 500 €

259

260

TAVOLINO IN NOCE INTAGLIATO A ROCCHETTO, XVII SECOLO, piano con bordi intagliati a baccellature, un cassetto alla fascia, sostegni torniti raccordati da elementi in ferro; lievi restauri e usure. 68x52 cm, h 67. BASE D’ASTA: 1.000 €

260

92


261

SCULTORE DEL XVI SECOLO Testa virile Terracotta con tracce di policromia, h 27 cm; mancanze al collo. BASE D’ASTA: 1.000 €

261

262

262

SCULTORE DEL XVI SECOLO Deposizione Intaglio ligneo dipinto e dorato, 45x27 cm; dim. con cornice 46,7x29; usure e mancanze. BASE D’ASTA: 3.000 €

263

NICOLO’ ROCCATAGLIATA Genova 1550 - Venezia 1636 (attribuito a)

263

Ercole Bronzo, h 26 cm, su base in legno ebanizzato; h totale 37 cm; usure. BASE D’ASTA: 2.000 €

93


264

SCULTORE DEL XVI SECOLO Crocefisso Legno scolpito e dipinto, 63x59 cm; su croce lignea dipinta d’epoca successiva, tot. 93x76 cm BASE D’ASTA: 500 €

264

265

GRANDE PANNELLO IN TESSUTO RICAMATO, XVIII-XIX SECOLO, tessuto operato a fiori centrato da ricamo in fili dorati e tessuto dipinto raffigurante San Michele Arcangelo, entro teca d’epoca successiva in legno e vetro; usure e difetti. tot. 158x106 cm SENZA RISERVA

266

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Cristo alla colonna Terracotta policroma, h 28,5 cm

265

SENZA RISERVA

267

PLACCA IN ARGENTO SBALZATO CONTORNATA DA FIORI IN LAMELLE ARGENTATE E PERLINE, NAPOLI, 1850 CA., SAGGIATORE G.MANNARA, ARGENTIERE L.DE MICHELIS, raffigurante santa Margherita; entro teca ottagonale non coeva. Tot. 47x47 cm SENZA RISERVA

268

PITTORE DEL XVIII SECOLO Cristo redentore Olio su tavola centinata con cornice inglobata su medesima tavola, dim. totale 29x19 cm SENZA RISERVA

267


269

SCULTORE DEL XVI SECOLO Busto di Cristo Legno intagliato, dipinto e dorato, 48x16 cm, h 38; usure. BASE D’ASTA: 6.000 €

95


270

SIMONE BARABINO Genova, circa 1575 - Milano 1629 (attribuito a)

Il commiato di Cristo da Maria Vergine Olio su tela, 87,5x76 cm; cornice in legno dipinto a finto marmo. Il dipinto, di alta qualità, raffigura un tema iconografico relativamente raro: quello di Cristo che prende commiato dalla Madre prima di intraprendere la predicazione che lo porterà alla morte. La Madonna piange ed ha accanto la Maddalena e Maria di Cleofa, con Cristo e Giovanni Evangelista. L’opera è attribuibile a raro e sofisticato pittore genovese Simone Barabino. Nella tela sono vivi gli influssi di Bernardo Castello, suo maestro, e della cultura pittorica genovese della tarda maniera. Considerata la chiarità del colore e l’impianto ancora tardo cinquecentesco della tela, si ritiene che essa sia lavoro giovanile, databile entro la fine del XVI secolo. BASE D’ASTA: 6.000 €

96


271

RAFFAELLO VANNI Siena, circa 1590 - 1673 (ambito di)

Crocifissione Olio su tela, 118x88 cm; cornice antica. L’affascinante dipinto, opera di alta qualità, presenta caratteristiche singolari, con una commistione fra gusto e cultura italiana e influssi nordici. L’artista, attivo forse in ambito senese, registra influssi da Jan Van der Straet (detto Giovanni Stradano o Stradanus, 1523-1605): nell’opera compaiono echi della Crocifissione di Stradano per la chiesa della SS:Annunziata, soprattutto nelle figure contorte dei ladroni. BASE D’ASTA: 8.000 €

97


272

SCUOLA LOMBARDA DEL XV SECOLO Profilo femminile entro riserva e trofei d’armi Tempera su tavola, 20,5x41 cm; elemento da soffitto. SENZA RISERVA

272

273

SCUOLA LOMBARDA DEL XV SECOLO Decorazioni da soffitto Sei tempere su legno, 27x51 13x55 30x45 19x50 27x49 e 31x53 cm; elementi da soffitto. Le sei tavolette, opere di particolare interesse, presentano motivi decorativi tipici del Rinascimento lombardo, in una di esse è ben visibile il sole mistico di San Bernardino da Siena, diventato oggetto di venerazione a partire dalla seconda metà del Quattrocento. BASE D’ASTA: 500 €

274

PITTORE DEL XVIII SECOLO L’educazione della Vergine Olio su tela, 64,5x51,5 cm

273

SENZA RISERVA

275

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Fronte di tabernacolo Marmi vari con cimatura a teste di angelo e lesene con motivi fogliati, 68x55 cm; mancanze, usure, restauri. SENZA RISERVA

276

ICONA RUSSA DEL XIX SECOLO Madonna di Kazan Tempera all’uovo su tavola, 29x24 cm; presenta alcune mancanze in basso; riza in metallo argentato e sbalzato; difetti, crepe e non fissata all’icona. SENZA RISERVA

275

98


277

SCUOLA FIORENTINA DEL XV SECOLO Busto di Cristo crocefisso Tempera e oro su tavola, 44,5x30,2 cm; opera priva di cornice. L’autore del dipinto è un pittore toscano, presumibilmente fiorentino, attivo in quel delicato momento in cui la pittura di impostazione gotica e trecentesca cede progressivamente il passo alla novità del primo rinascimento. Il pittore appare prossimo ai primi esiti di Piero di Giovanni detto Lorenzo Monaco (1370 circa - dopo il 1422), ed è in grado di coniugare suggestioni del gotico internazionale e tradizione fiorentina, in uno stile caratterizzato da un timbro cromatico brillante e luminoso. E’ auspicabile che il prezioso frammento sia oggetto di ulteriori approfonditi studi. BASE D’ASTA: 7.000 €

99


278

FRANCESCO BRINA Firenze 1540 - Firenze 03/03/1586

Madonna con Bambino e san Giovannino Olio su tavola, 73,5x56,5 cm Assieme al fratello maggiore Giovanni allievo di Michele del Ghirlandaio, Francesco Brina fu talentuoso interprete, tra gli attori del rinnovamento della pittura fiorentina della seconda metà del Cinquecento. Parallela alla creazione di grandi pale e affreschi per le chiese toscane (nel Conservatorio di San Pietro a Volterra si conserva la sua unica opera firmata), notevole è la produzione di tavole di piccolo e medio formato, come quella in esame, perlopiù Sacre Famiglie o raffigurazioni di Madonne con Bambino, fortemente caratterizzate da un’omogeneità compositiva e stilistica. L’opera qui considerata si può inserire pienamente nei migliori esiti relativi alle tavole per devozione privata uscite dall’importante bottega di Michele Tosini, nella quale Francesco Brina fu certamente attivo protagonista. BASE D’ASTA: 18.000 €

100


101


279

ZANINO DI PIETRO 1380 - Venezia 1448 (bottega di)

Madonna dell’Umiltà e due angeli Tempera e oro su tavola, 64,5x49 cm; reca etichetta al retro “A. Moretti Antichità”, ed etichette di inventario con numeri “253” e “52”. Il tema della Madonna detta “dell’umiltà” - cioè non seduta su un trono, ma su un cuscino poggiato direttamente a terra, su un prato- conobbe una speciale fortuna a Venezia tra Tre e Quattrocento. L’esemplare in esame si offre a confronti eloquenti con alcune tavole di piccolo formato prodotte in quella città nei primi decenni del XV secolo, quando era al massimo grado l’influenza esercitata sugli artisti locali da Gentile da Fabriano, attivo in laguna dal 1405 ca. fino al 1414. Si possono citare in proposito la Madonna dell’umiltà in collezione Blumenthal a New York (fig.1), l’incoronazione della Vergine passata in asta Christie’s a New York nel Giugno 2013, la Madonna con Bambino tra due sante un tempo nella raccolta Jandolo a Roma e Il matrimonio mistico si santa Caterina, già asta Sotheby’s Londra nel 1966 (fig.2), tutte opere oggi convincentemente attribuite a Zanino di Pietro, un pittore veneziano di origini francesi che di Gentile fu tra i più entusiasti e fedeli ammiratori. Alcuni elementi della figurazione pittorica si rivedono molto simili in altre opere di Zanino: l’idea del Bambino che, in braccio alla madre, sta imparando a scrivere su un lungo cartiglio, appare molto simile in una Madonna in trono che nel 1915 si trovava nella collezione Tolentino di Roma; il tipo del Gesù biondo, dalla testa tonda dove spiccano le grandi orecchie, ricorre in decine di casi nel catalogo del pittore. Gli studi degli ultimi anni hanno iniziato a mettere a fuoco le personalità stilistiche di allievi e collaboratori che certamente non mancarono nella bottega del maestro nell’arco della sua lunghissima e fortunatissima carriera, soprattutto nella fase più avanzata. Tra i pittori formatisi in quell’ambiente si ricordano Lorenzo da Venezia e il pittore noto come Maestro di Roncaiette, il cui catalogo è ancora oggetto di scambi di attribuzione con Zanino stesso, alla cui bottega va comunque con certezza ricondotta la tavola in esame. Opera corredata da studio critico del prof. Aldo Galli, qui in parte ripreso e da documentazione di analisi microstratigrafica e di fluorescenza del laboratorio Palladio, Vicenza, Gennaio 2018. BASE D’ASTA: 22.000 €

Fig. 1

102

Fig. 2


103


280

MAESTRO DELLA DORMITIO DI TERNI attivo 1370 - 1420 (ambito di)

Madonna con Bambino e santi Tempera e oro su tavola a ogiva, 87x47 cm L’affascinante tavola, appare collocabile nell’ambito in cui opera il misterioso Maestro della Dormitio di Terni, un pittore attivo nell’Umbria meridionale tra il 1370 e il secondo decennio del XV secolo. Il nome di questo maestro deriva dal grande affresco raffigurante la Dormitio Virginis, conservato nella chiesa di San Pietro a Terni. Alla stessa mano sono da riferire, databili entro gli ultimi due decenni del secolo, la Maestà, affrescata nella chiesa di San Gregorio di Spoleto, due scomparti di polittico ora nella Collezione Lambert, infine il Trittico conservato a Genova nella Raccolta Viezzoli. BASE D’ASTA: 35.000 €


105


281

ASTA 894

DUE VASI E UNA POTICHE CON COPERCHIO IN CERAMICA, GIAPPONE, SATSUMA, XIXXX SECOLO, decori policromi e in oro a figure, uno a fondo azzurro e uno blu; usure. h massima 24 cm

UNA COPPIA DI PIATTI E TRE PIATTI IN PORCELLANA, CINA, XVIII-XIX SECOLO, decoro Imari policromo, alcuni con profili in oro. Diam. massimo 23 cm SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

282

ARTE ORIENTALE

285

DUE COPPIE DI VASI IN CERAMICA, GIAPPONE, SATSUMA, XIX-XX SECOLO, troncoconici, decori policromi e in oro a paesaggio con animali; lievi usure. h 19 e 12,5 cm

286

CINQUE SCULTURE IN QUARZO ROSA, CINA, INIZIO DEL XX SECOLO, raffiguranti tre kwan yin, un vaso con coperchio e un uccello su ramo; basi in legno; sbeccature. h massima 22 cm SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

287

TERZA SESSIONE MERCOLEDI’ 19 MAGGIO 2021 ORE 15,00

DAL LOTTO 281 AL LOTTO 330

283

LOTTO DI DIVERSI OGGETTI IN PORCELLANA, CINA, XIX-XX SECOLO, composto da due ciotole con coperchio, un vasetto, una coppia di tazzine con piatto, una coppia di tazze con piatto e una tazza a campana con decoro policromo e in monocromo blu; usure e sbeccature. h massima 13 cm SENZA RISERVA

284

GRANDE SCULTURA IN METALLO PATINATO, BIRMANIA, INIZIO DEL XX SECOLO, raffigurante divinità su drago su base in legno ottagonale adattata; usure. h totale 82 cm

DUE COPPIE DI PIATTI IN PORCELLANA, CINA, XVIII-XIX SECOLO, una coppia ottagonale con decoro a giardino fiorito e pavoni policromi e una coppia con decoro Imari policromo e profili in oro. Diam. 22,5 e 23 cm SENZA RISERVA

288

GRUPPO IN CORALLO, CINA, INIZIO DEL XX SECOLO, raffigurante una lady in carrozza con due kwan yin, due bimbi e architetture; base in legno; sbeccatura. g 890 ca, h totale 27,5 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

SENZA RISERVA

CADENZA INDICATIVA DEI LOTTI 15:00-15:30 dal Lotto 281 al Lotto 287 15:30-16:00 dal Lotto 288 al Lotto 294 16:00-16:30 dal Lotto 295 al Lotto 301 16:30-17:00 dal Lotto 302 al Lotto 308 17:00-17:30 dal Lotto 309 al Lotto 315 17:30-18:00 dal Lotto 316 al Lotto 322 18:00-18:30 dal Lotto 323 al Lotto 330

106

288


289

290

291

289

290

291

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

DUE SCULTURE IN CORALLO, CINA, INIZIO DEL XX SECOLO, raffiguranti un pau thai su base in legno e un bambino; difetti. h totale 8 cm, h 6 cm

GRUPPO IN CORALLO, CINA, INIZIO DEL XX SECOLO, raffigurante quattro figure con fiori su base in legno; lievi difetti. h totale 17,5 cm

DUE SCULTURE IN CORALLO, CINA, INIZIO DEL XX SECOLO, raffiguranti kwan yin su basi in legno. h massima totale 12 cm

292

SCULTURA IN CORALLO, CINA, INIZIO DEL XX SECOLO, raffigurante kwan yin con bambino su nuvola, base in legno; rincollature. h totale 18,5 cm SENZA RISERVA

292

293

293

SCULTURA IN CORALLO, CINA, INIZIO DEL XX SECOLO, raffigurante kwan yin con fiori su base in legno; rincollature. h totale 13,5 cm SENZA RISERVA

294

294a

DUE POTICHE CON COPERCHIO IN PORCELLANA, CINA, XIX SECOLO, decoro policromo a paesaggio con figure; usure e difetti minimi. h 23 cm SENZA RISERVA

294

295

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

SCULTURA IN CORALLO, CINA, INIZIO DEL XX SECOLO, raffigurante kwan yin su base in legno. h totale 14,5 cm

SCULTURA IN CORALLO, CINA, INIZIO DEL XX SECOLO, raffigurante rami fioriti con uccelli, base in legno; rincollature. h totale 30 cm

295

107


296

DUE GRUPPI E UNA SCULTURA IN TURCHESE, CINA, INIZIO DEL XX SECOLO, gruppi con basi in legno raffiguranti kwan yin e fiori e figura di kwan yin suonatrice su base in plexiglass. h totali 18, 13 e 10 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

297

COPPIA DI PIATTI IN CERAMICA, GIAPPONE, SATSUMA, INIZIO DEL XX SECOLO, decoro policromo e in oro a figure di geishe entro paesaggio. Diam. 25 cm SENZA RISERVA

296

298

DUE TANKA IN SETA DIPINTA, TIBET, XIX-XX SECOLO, raffiguranti divinità; decoro policromo; usure. 73x53,5 cm e 70x51. SENZA RISERVA

300

SCATOLA CON COPERCHIO IN CERAMICA, GIAPPONE, SATSUMA, XIX SECOLO, circolare con decoro policromo e in oro a figure entro paesaggio con piedini, entro cofanetto: usure. Diam. 15 cm, h 8. SENZA RISERVA

299

TRE SCULTURE IN TERRACOTTA INVETRIATA, CINA, PROBABILMENTE XIX SECOLO, raffiguranti due dignitari e un cavallo in stile Tang; decori policromi; difetti e usure. h 33,35 e 37 cm

301

FIGURA DI BUDDHA SORRIDENTE TERRACOTTA POLICROMA, CINA, XIX-XX SECOLO, usure. h 22 cm, larg 34. SENZA RISERVA

IN

300

SENZA RISERVA

302

DUE POLTRONE IN LEGNO, CINA, XIX SECOLO, schienali sagomati e fasce intagliate con decori figurati; usure e difetti. 50x38 cm, h 89. SENZA RISERVA

303

DUE TANKA IN SETA DIPINTA, TIBET, XIX-XX SECOLO, raffiguranti divinità; decoro policromo; usure. 67x49 cm e 81x53. SENZA RISERVA

304 302

108

CINQUE SCULTURE IN GIADEITE, CINA, INIZIO DEL XX SECOLO, raffiguranti quattro kwan yin di cui tre su base in legno e un uccello su ramo; sbeccature e rincollature. h massima 24 cm SENZA RISERVA


305

UN CESTO E UN VERSATOIO IN CERAMICA, GIAPPONE, SATSUMA, XIX-XX SECOLO, cesto ovale con manico, decoro policromo in oro a figure; restauro al manico; versatoio a forma di zucca con manico, decoro a figure policrome e in oro; usure. 28x22,5 cm, h 21 e h 32 cm

306

PIATTO IN CERAMICA CELADON, CINA, XVIII-XIX SECOLO, circolare con decori floreali incisi; fessura. Diam. 37 cm SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

306

307

COPPIA DI SCULTURE IN CERAMICA, CINA, INIZIO DEL XX SECOLO, raffiguranti cani di Pho con decoro policromo su base in legno tinto; sbeccature alla base. h totale 42 cm SENZA RISERVA

307

308

QUATTRO VASI E UNA SCATOLA CON COPERCHIO IN CERAMICA, GIAPPONE, SATSUMA, XIX-XX SECOLO, decori policromi e in oro a figure, un vaso con piedi a figure di bimbi e scatola con iscrizioni interne; usure e due vasi con restauri. h massima 19 cm

309

COPPIA DI GRANDI VASI IN CERAMICA, GIAPPONE, INIZIO DEL XX SECOLO, a balaustro con cimatura a cani di Pho e decoro in blu a paesaggi con uccelli; un coperchio di diversa misura e usure. h 120 cm

SENZA RISERVA

BASE D’ASTA: 1.500 €

310

TRE PIATTI IN PORCELLANA, GIAPPONE, XIX-XX SECOLO, uno ottagonale e due circolari baccellati, decoro Imari policromo; usure. Diam. massimo 31 cm SENZA RISERVA

311

SCULTURA IN TERRACOTTA, CINA, PROBABILMENTE XIX SECOLO, raffigurante dignitario a cavallo in terracotta in parte policroma in stile Tang; base rettangolare; mancanze e usure. h 40 cm SENZA RISERVA

312

DUE VASI E UNA COPPIA DI VASI IN CERAMICA, GIAPPONE, SATSUMA, XIX-XX SECOLO, decori policromi e in oro a figure; qualche restauro e usure. h massima 18 cm SENZA RISERVA

309

109


313

TANKA IN SETA DIPINTA, TIBET, XIX-XX SECOLO, raffigurante divinità; decoro policromo; usure. 80x51,5 cm SENZA RISERVA

316

DUE MODELLI ORNAMENTALI DI PUGNALI CON APPLICAZIONI, INDIA, XIX-XX SECOLO, di diversa foggia con decori incisi e applicazioni semipreziose; usure. Lung. 29,5 e 19,5 cm SENZA RISERVA

314

317

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

315

318

GRANDE VASO IN PORCELLANA, CINA, XIX SECOLO, a tromba con decoro policromo a figure entro paesaggio. h 76 cm

DUE PIATTI IN METALLO DECORATI A SMALTI CLOISONNE’, GIAPPONE, XIX SECOLO, decoro a rami fioriti e uccelli su fondo turchese Diam. 30,5 cm SENZA RISERVA

COPPIA DI POTICHE CON COPERCHIO IN PORCELLANA, CINA, INIZIO DEL XX SECOLO, ovoidali con decori in blu a fiori e volute; usure. h 55 cm

PARAVENTO IN LEGNO DECORATO IN LACCA COROMANDEL, CINA, INIZIO DEL XX SECOLO, a quattro ante con decoro a paesaggio lacustre con animali e piante acquatiche su fondo oro, al retro piante di bamboo su fondo nero; usure. h 152,5 cm, larg 162. SENZA RISERVA

314

319

DUE POTICHE CON COPERCHIO IN VETRO DIPINTO, CINA, XIX-XX SECOLO, a due anse con anello e cimatura zoomorfa, decoro interno policromo a paesaggio animato, basi in legno con filigrana. h totale 28 e 22,5 cm SENZA RISERVA

322

GRANDE VASO IN PORCELLANA CON APPLICAZIONI IN LACCA, CINA, XIX-XX SECOLO, biansato a lucertole con decoro policromo e applicazione in lacca nera con uccelli, decoro a fiori e cani di Pho, profili in oro; fessure alle anse e mancanza alla lacca. h 62 cm SENZA RISERVA

320

LOTTO DI DIVERSI OGGETTI IN PORCELLANA, CINA. XVIII-XIX SECOLO, composto da due teiere con coperchio e tre tazze con piatto, decori policromi a figure e riprese in oro; usure. h massima 13,5 cm SENZA RISERVA

321

POTICHE CON COPERCHIO IN VETRO DIPINTO, CINA, XIX-XX SECOLO, a due anse con anello e cimatura a drago su quattro piedini, decoro interno policromo a paesaggio animato e iscrizioni, base in legno con filigrana. h totale 33 cm SENZA RISERVA

323

COFANETTO IN LEGNO DIPINTO E LACCATO, XIX SECOLO, ottagonale con decori in oro a scene di vita entro paesaggio e fiori su fondo nero, coperchio incernierato con cassetto frontale, interno con elementi in osso e scomparti; mancanze, danni e sbeccature. 37x26 cm, h 15. SENZA RISERVA

324

UN VASO E UNA POTICHE CON COPERCHIO IN PORCELLANA, CINA, CANTON, INIZIO DEL XX SECOLO, vaso biansato con attaccature zoomorfe e coperchio con cimatura a cane di pho, decoro policromo a figure e fiori, profili in oro; usure. h 43,5 e 37 cm SENZA RISERVA

110

322


325

POTICHE CON COPERCHIO IN ARGENTO DORATO, FILIGRANA, SMALTI E PIETRE DURE POLICROMI, CINA, XIX-XX SECOLO, globulare, decoro con rami di fiori e uccelli a rilievo su fondo a maglia intrecciata; base in legno traforato. g 690, h tot. 19,5 cm BASE D’ASTA: 500 €

326

TRE PANNELLI DIPINTI SU SETA, CINA, XIX SECOLO, raffiguranti scene di vita animate; entro unica cornice; usure. 70x131 cm SENZA RISERVA

327

COPPIA DI VASI IN PORCELLANA, CINA, CANTON, INIZIO DEL XX SECOLO, biansati con attaccature zoomorfe, decoro policromo a figure e fiori, profili in oro. h 34,5 cm SENZA RISERVA

325

328

UN VASO E UN PIATTO IN METALLO DECORATI A SMALTI CLOISONNE’, GIAPPONE, XIX SECOLO, decoro a rami fioriti e uccelli su fondo turchese. h 21 cm, diam. 31. SENZA RISERVA

329

COPPIA DI VASI IN PORCELLANA, GIAPPONE, XIX SECOLO, piriformi con decoro a rami con fiori rossi ripresi in oro; sbeccature. h 27 cm SENZA RISERVA

330

COPPIA DI GRANDI VASI IN PORCELLANA, GIAPPONE, XIX SECOLO, ovoidali con decoro in oro a paesaggi e uccelli su fondo nero entro riserva su fondo rosso; su alzate in legno intagliato a fiori; difetti e usure. h vasi 86 cm, h totale 173. BASE D’ASTA: 2.000 €

330

111


ASTA 894 DESIGN E ARTI DECORATIVE DEL XX SECOLO QUARTA SESSIONE GIOVEDI’ 20 MAGGIO 2021 ORE 15,00

335

DAL LOTTO 331 AL LOTTO 380 331

VASO “VERONESE” IN VETRO SOFFIATO, VENINI, ANNI ‘50, fumè e iridato; firma ad acido “venini murano ITALIA”. h 12 cm SENZA RISERVA

335

GRANDE LAMPADARIO IN VETRO SOFFIATO, BAROVIER & TOSO, 1940 CA., a quattordici bracci arcuati con paralumi; usure ed elettrificazione da revisionare. h 123 cm, diam. 120. SENZA RISERVA

332

DUE SEDIE MODELLO 122, VICO MAGISTRETTI PER CASSINA, 1967 CA., in legno sagomato con seduta imbottita; usure. 50x50 cm, h 75.

CADENZA INDICATIVA DEI LOTTI 15:00-15:30 dal Lotto 331 al Lotto 337 15:30-16:00 dal Lotto 338 al Lotto 344 16:00-16:30 dal Lotto 345 al Lotto 351 16:30-17:00 dal Lotto 352 al Lotto 358 17:00-17:30 dal Lotto 359 al Lotto 365 17:30-18:00 dal Lotto 366 al Lotto 372 18:00-18:30 dal Lotto 373 al Lotto 380

SENZA RISERVA

333

LAMPADA CONCORDE, H.VON KLIER DI POLLUX PER SKIPPER, 1988 CA., in metallo verniciato nero, usure ed elettrificazione da verificare. lung. 80 cm SENZA RISERVA

334

SEI SEDIE MODELLO 300, J.COLOMBO, 1966 CA., in legno e tessuto di cui due in rosso e quattro in bianco; alcune con tessuto gravemente danneggiato. 50x42 cm, h 80. SENZA RISERVA

112

336

PIATTO IN ARGENTO SBALZATO, CARMELO CAPPELLO, ARGENTERIA DE GIOVANNI, SERIE LIMITATA, titolato “Mucca e Vitellino”, firma impressa, certificato allegato (925 millesimi). g 740, diam. 32,5 cm SENZA RISERVA

337

QUATTRO SEDIE MODELLO TULU IN ACCIAIO CROMATO, K.TAKAHAMA PER GAVINA, 1968 CA., impilabili in acciaio cromato e velluto beige; usure e difetti. 45x45 cm, h 71,5. SENZA RISERVA

338

LAMPADA DA TERRA IN METALLO CON INSERTI IN VETRO, DE MAJO, MURANO, 1980 CA., a stelo in metallo verniciato nero con inserti e paralume in vetri policromi, firmata “Res De Majo Murano”; scheggiatura, usure ed elettrificazione non verificata. h 185 cm SENZA RISERVA


339

COPPIA DI SEDIE LMC IN ACCIAIO E LEGNO, C.& R.EAMES PER H.MILLER, 1960 CA., in acciaio tubolare e legno laminato nero; usure. 46x52 cm, h 74,5. SENZA RISERVA

343

TAVOLO FOUR CORNERS IN METALLO E VETRO, NANDA VIGO, PRODUZIONE DRIADE, 1971 CA., nero con settori in vetro applicati; usure. 82x80 cm, h 40. SENZA RISERVA

340

LAMPADA “FIL DE FER” IN FILI METALLICI INTRECCIATI, C.CATELLANI & L.SMITH, 1990 CA., usure ed elettrificazione non verificata. Diam. 90 cm ca. SENZA RISERVA

341

COPPIA DI SEDIE IN LEGNO, PROBABILMENTE DA MODELLO DI A.E T.SCARPA, 1970 CA. con elementi in legno verniciato nero e sedute imbottite; difetti e usure. 44x44 cm, h 90. SENZA RISERVA

344

RARO REGULATOR DA MURO N.118, KARL SATORI, VIENNA, INIZIO DEL XX SECOLO, cassa in rovere a giorno, quadrante argentato con numeri arabi, firmato ING K.SATORI No 118 WIEN XIX e doppio contatore; lievi usure e meccanismo da revisionare. 170x46 cm, prof. 17 cm Karl Satori, celebre orologiaio e ingegnere, nacque in Ungheria il 22 giugno 1871 e svolse i suoi studi a Vienna dove lavorò come ingegnere elettrico. Nel 1912 messe a punto un preciso sistema per costruire orologi nonchè orologiaio per l’osservatorio universitario viennese. Morì nel marzo del 1954. BASE D’ASTA: 500 €

342

MOBILE BAR IN LEGNI VARI E PERGAMENA, PROBABILMENTE O.BORSANI, 1930 CA., a due ante laterali e fronte con griglia rotante, interno con ripiani in vetro; usure e lievi mancanze. 131x46 cm, h 126.

345

CONSOLE IN MARMI VARI E CRISTALLO, 1980 CA., a due ripiani in marmo grigio e nero con pilastri a incastro; danni, mancanze e usure. 154x35 cm, h 98. SENZA RISERVA

BASE D’ASTA: 500 €

344

342

113


346

COPPIA DI APPLIQUE IN METALLO VERNICIATO E VETRO LATTIMO, GINO SARFATTI PER ARTELUCE, 1960 CA., ciascuna a tre luci sferiche; usure. Larg. 65 cm, h 28. SENZA RISERVA

347

PLAFONIERA IN METALLO VERNICIATO E VETRO LATTIMO, GINO SARFATTI PER ARTELUCE, 1960 CA., a tre luci sferiche; usure. Diam. 45 cm, h 30. SENZA RISERVA

346 1 di 2

348

COPPIA DI APPLIQUE IN METALLO VERNICIATO E VETRO LATTIMO, GINO SARFATTI PER ARTELUCE, 1960 CA., ciascuna a due luci sferiche; usure. Larg. 47 cm, h 28.

350

APPLIQUE IN METALLO VERNICIATO E VETRO LATTIMO, GINO SARFATTI PER ARTELUCE, 1960 CA., a due luci sferiche; usure. Larg. 30 cm, h 20. SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

351

349

APPLIQUE IN METALLO VERNICIATO E VETRO LATTIMO, GINO SARFATTI PER ARTELUCE, 1960 CA., a due luci sferiche; usure. Larg. 47 cm, h 28. SENZA RISERVA

TAVOLO E QUATTRO SEDIE “I QUATTRO PUNTI CARDINALI” IN LEGNO LACCATO, BIORN WIINBLAD, 1970 CA., ESEMPLARE 84/300, decoro a volute policrome su fondo nero e sedute imbottite; lievi scheggiature; ogni pezzo firmato e numerato. Diam. tavolo 145 cm, h 72 e sedie 43x46 h 111. BASE D’ASTA: 1.000 €

351

114

350


352

COPPIA DI APPLIQUE IN METALLO VERNICIATO E VETRO LATTIMO, GINO SARFATTI PER ARTELUCE, 1960 CA., ciascuna a due luci sferiche; usure. Larg. 47 cm, h 28. SENZA RISERVA

356

UN FLACONE CON TAPPO E DUE VASI IN VETRO SOFFIATO, DE MAJO, YOICHI OHIRA, 1990, policromi con elementi applicati a caldo; firma incisa sul fondo “De Mayo Murano Y.Ohira 1990”. h 17,5, 15 e 13 cm SENZA RISERVA

353

UN BOTTIGLIA CON TAPPO E TRE FLACONI CON TAPPO IN VETRO SOFFIATO, DE MAJO, A.RICCI, 1990, policromi con elementi applicati a caldo; firma incisa sul fondo “De Mayo Murano A. Ricci 1990”; mancanza a un tappo dei flaconi. h massima 27 cm SENZA RISERVA

354

LAMPADARIO “A POLIEDRI” IN VETRO POLICROMO, VENINI, P.VENINI, 1958 CA., supporto metallico; lievi usure, Diam. 50 cm h 35. Cfr. F.De Boni I Vetri Venini, cat. 1921-2007, TO, 2007, II, tav.166. SENZA RISERVA

355

LETTO IN RESINE PLASTICHE E METALLO, SERIE NOBODY’S PERFECT, G.PESCE, ZERODISEGNO, ANNI 2000, testata a profili sagomati, policroma con iscrizioni; difetti e usure. 190x220 cm ca., h 140. BASE D’ASTA: 3.000 €

357

LAMPADARIO “GIOCOSA” IN VETRO POLICROMO, VENINI, E.SOTTSASS, 1990 CA., in vetro soffiato e lavorato a mano nei colori ametista e acquamare, diffusori in opaline rosato con filo ametista, sostegno in ottone dorato, firma incisa “venini 90”; elettrificazione da revisionare. h 100 cm, diam 50 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

358

BOTTIGLIA CON TAPPO IN VETRO SOFFIATO, DE MAJO, YOICHI OHIRA, 1990, policroma con elementi applicati a caldo inclusioni in oro; firma incisa sul fondo “De Mayo Murano Y.Ohira 1990/34”. h 37 cm

357

BASE D’ASTA: 500 €

359

LAMPADA DA TAVOLO IN VETRO SATINATO, BARBINI, MURANO, 1970 CA., a funghetto con vetro in parte satinato, firma incisa Barbini Murano; usure ed elettrificazione non verificata. h 25 cm SENZA RISERVA

355

115


360

BOTTIGLIA CON TAPPO IN VETRO DOPPIO, DAUM NANCY, 1900 CA., nei toni del verde con decori a rami di fiori ripreso in oro e scritta “Parfum de Vertus”; firma in oro sul fondo “Daum Nancy” con croce di Lorena. h 26 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

361

VASO IN VETRO DOPPIO, DAUM NANCY, 1900 CA., nei toni del verde con decori a rami di fiori ripreso in oro; firma in oro sul fondo “Daum Nancy” con croce di Lorena. h 12,5 cm SENZA RISERVA

360

361

362

SERVIZIO DI BICCHIERI IN VETRO, DAUM NANCY, 1935 CA., composto da nove bicchieri da acqua, nove da vino rosso, nove da vino bianco, nove coppe, nove da liquore e due caraffe con manico, ogni pezzo con firma “Daum Nancy”; (tot. pz 47). h massima 18,5 cm

363

FLACONE “CALLOT” IN VETRO DECORATO A SMALTI POLICROMI, GALLE’, 1880 CA., ovoidale ad un’ansa con figura di nano suonatore e cuori rossi; firma “E.Gallé Nancy” incisa sul fondo. h 16 cm BASE D’ASTA: 500 €

SENZA RISERVA

363

364

VASO IN VETRO DOPPIO, GALLE’, 1905 CA., a piede d’elefante con decoro a rami con fiori e foglie inciso ad acido nei toni del verde e viola su fondo ghiaccio, firma in rilievo a cammeo “Gallé” con stella. h 45,5 cm BASE D’ASTA: 500 €

365

364

116

VASO IN VETRO DOPPIO, GALLE’, 1905 CA., cilindrico con base a bulbo, decoro a fiori di cardo inciso ad acido nei toni del verde su fondo ghiaccio e rosa sfumato, firma in rilievo a cammeo “Gallé” con stella; lievi segni alla base. h 34,5 cm

365

BASE D’ASTA: 500 €


366

VASO “ARCHERS” IN VETRO PATINATO, R.LALIQUE, 1935 CA., pressato in forma con arcieri e uccelli in rilievo, firma incisa sul fondo “R.Lalique France 893”. h 26,5 cm Bibliografia: F.Marcilhac “R.Lalique Catalogue Raisonné de l’Oeuvre de Verre” Paris, 1994, p.415 rif.893. Per un esemplare del 1922 ca., già nella collezione L.e J. Shapiro di Detroit si veda P.Bayer-M.Waller “L’arte di René Lalique”, NO, 1989, p.155 tav.286. BASE D’ASTA: 4.000 €

367

KONSTANTIN K.RAUS FON TRAUBENBERG 1871 - 1935

Figura seduta, 1925 Bronzo patinato h 36 cm, firma e data incise, timbro di fonderia “A.Valsuani” Paris. BASE D’ASTA: 500 €

368

366

GRUPPO IN CERAMICA POLICROMA, LENCI, 1939, raffigurante Gesù e san Giovannino; lievi sbeccature h 24 cm Cfr. A.Panzetta “Le Ceramiche Lenci” TO, 1992, p.255 rif.912. SENZA RISERVA

369

VASO IN VETRO DOPPIO, DAUM NANCY, 1900 CA., globulare inciso ad acido su fondo martellato con decoro a fiori nei toni del viola su fondo bianco, firma incisa sul fondo “Daum Nancy” con croce di Lorena. h 20 cm BASE D’ASTA: 4.000 €

370

SEDIA MODELLO MIDWAY 1, F.L.WRIGHT PER CASSINA, 1980 CA., in legno tinto nero con tessuto blu; usure. 52x50 cm, h 87. SENZA RISERVA

371

VASO Y31 IN TERRACOTTA SMALTATA BIANCA, E.SOTTSASS, 1990 CA., firma sul fondo “Sottsass”; difetti e sbeccature. h 35,5 cm. larg 36. SENZA RISERVA

369

117


374

372

UN PORTARIVISTE MODELLO 4675, G.STOPPINO PER KARTELL, in materiale plastico nero con presa ad anello, unito a PORTARIVISTE IN METALLO VERNICIATO, ANNI ‘60; usure. 40x28 cm, h 46 e 40x22 cm, h 50. SENZA RISERVA

375

378

Cfr.: Forme 52 (aprile 1974), copertina; Catalogo Officina Alessi 1985.

SENZA RISERVA

GUSCIO N.1, GIO POMODORO PER ALESSI D’APRES, 1972. acciaio inossidabile e polipropilene; N.AGP024, firmato e marcato; usure. Diam. 19 cm

SENZA RISERVA

379

373

COPPIA DI POLTRONE IN METALLO VERNICIATO RIVESTITE IN PELLE, 1960 CA., in metallo nero con sedute e schienali rivestiti in pelle rosso bordeaux; difetti e usure. 64x74 cm, h 74. SENZA RISERVA

LAMPADA DA TAVOLO “OSSO” IN VETRO LATTIMO, MAZZEGA, C.NASON, 1970 CA., lievi scheggiature ed elettrificazione non verificata. 36x27 cm

376

LAMPADA AD ARCO “SPIDER”, J.COLOMBO PER OLUCE, 1970 CA., in metallo in parte cromato; usure ed elettrificazione non verificata. h 120 cm ca.

FRIGORIFERO COCA-COLA, ANNI ‘60, a pozzetto con sportello incernierato e tasca apribottiglie; usure, difetti e funzionamento non verificato. 60x50 cm, h 90. SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

379a

374

PIATTO IN PORCELLANA “LA GIUSTIZIA”, GIO PONTI PER RICHARD-GINORI A DOCCIA, 1927-28, circolare con decoro in viola e oro; firmato Gio Ponti in oro al retro con marca e numerali; entro teca in plexiglass. Diam. 23,8 cm

377

PLACCA IN CERAMICA POLICROMA, LENCI, 1935, raffigurante Cristo con le stimmate, profili in oro, firma e data con etichetta originale al retro. 26x18,5

Il lotto è corredato da Certificato Archivio Gio Ponti, Milano.

Cfr. A.Panzetta “Le Ceramiche Lenci” TO, 1992, p.198 rif.561.

BASE D’ASTA: 2.000 €

SENZA RISERVA

118

LAMPADA DA TERRA MODELLO SIRIO T, K.TAKAHAMA PER SIRRAH, 1977 CA., in metallo verniciato nero; usure ed elettrificazione non verificata. h 186 cm SENZA RISERVA


380

RARA SERIE DI SEI SEDIE IN CASTAGNO E ROVERE CON BULLONI IN OTTONE PER LA CASA DEL SOLE DI CERVINIA, CARLO MOLLINO, PRODUZIONE ETTORE CANALI DI BRESCIA, 1953, schienale a doppio elemento curvato e gambe rastremate congiunte al centro sotto la seduta; usure, patinatura scura postuma e qualche vite sostituita. 47x45 h 94 cm Autentica e archiviazione presso Museo Casa Mollino di Torino a cura di F.Ferrari allegata. Architetto e designer, scrittore e fotografo nonché atleta, Carlo Mollino è uno dei protagonisti della storia del design e della cultura italiana del secolo scorso. Figlio di ingegnere e per tanto assai attento agli aspetti costruttivi di manufatti, egli diversifica i riferimenti culturali nel corso della sua variegata e ricca progettazione e produzione, con un caratteristico rifiuto del razionalismo e avvalendosi di collaboratori avanzatissimi quanto a produzione. “Architettura, arte e tecnica” sono realtà che per Mollino concomitano e convergono, come egli testimonia nei suoi omonimi scritti del 1949. La serie di sedie in questione è parte del progetto, complesso e coerente, della Casa del Sole di Cervinia (Aosta), cantiere terminato nel 1955 poco dopo gli arredi. Si trattava di un “alloggio elegantissimo” secondo la definizione della pubblicistica coeva - che fra l’altro fu simbolo di un’epoca - progettato dall’archietetto-artista torinese sia negli aspetti costruttivi che negli interni. Nulla è rimasto dell’assieme d’origine poichè la Casa del Sole è stata sgomberata. La presente serie di sei sedie, tutte in ottimo stato di conservazione, rappresenta quanto di sopravvissuto alla dispersione degli arredi; per un parametro sulla rarità si pensi che in origine il numero dei pezzi, prodotti per quella sola residenza per uno sport di lusso, ammontava a circa 150. Amante della natura e provetto sciatore Carlo Mollino interpreta con enorme originalità il tema della funzione e degli usi degli spazi e delle forme atte a viverli. L’elaborazione delle forme di queste sedute derivate dal remoto prototipo degli sgabelli per la mungitura, mostra il modo originale di intendere la soluzione statica - nello scarico dei pesi con sistemi di diagonali, curve differenziate, simmetrie, alloggiamenti anatomici nella seduta - e il suo rapporto coi materiali, tutti naturali e autoctoni; il massello di rovere, di castagno, i giunti d’ottone che costituiscono il sistema di trazione. Si tratta di una soluzione tecnica che esprime il fascino che egli provava per la natura e il suo - ormai rielaborato - debito verso l’art nouveau, che era stato il primo stile a negare la tradizione per affermare la nuova arte moderna. I manufatti in questione sono certamente autentici (fatto non scontato dati i molti falsi ritrovati sul mercato), e ciò è comprovato dalla provenienza oltre che dal parere espresso da Napoleone e Fulvio Ferrari conservatore e direttore della Casa Mollino di Torino. Essi vantano inoltre un curriculum espositivo che attesta l’attenzione riconosciuta dalla cultura non solo nazionale: nel 2011 sono stati alla mostra “Carlo Mollino. La maniera moderna” organizzata dalla Casa Mollino di Torino in collaborazione con la State Academy of Design di Karlsruhe presso la Hause der Kunst di Monaco. Bibliografia; F.e N.Ferrari “I Mobili di Carlo Mollino” Phaidon, Londra, 2006, p.205; N.Ferrari “Mollino, Casa del Sole” Museo Casa Mollino, Torino, 2007, pp.74-103. Si prega di notare che il presente lotto è sottoposto a vincolo di notifica poichè dichiarato di particolare interesse storico e artistico. BASE D’ASTA: 60.000 €

119


ASTA 894 DIPINTI ANTICHI E ARREDI

384

381

QUINTA SESSIONE SABATO 22 MAGGIO 2021 ORE 12,30

DAL LOTTO 381 AL LOTTO 520

SEI CUCCHIAI DA COCKTAIL IN ARGENTO STERLING, G.BUCCELLATI, 1970 CA., con palette a foglia; entro cofanetto originale. Lung. 19,5 cm SENZA RISERVA

382

SERVIZIO DI POSATE IN ARGENTO, INIZIO DEL XX SECOLO, composto da dodici forchette (una di diversa forma in alpacca), dodici coltelli e dodici cucchiai, dodici forchette dodici coltelli e dodici cucchiai da dessert, dodici cucchiaini da tè, sei posate da portata e un mestolo, entro scatola originale (A. Borsato - Milano), ogni pezzo con monogramma inciso; qualche usura e difetto. (tot pz. 91) g 4200, lung. mestolo 31,5 cm

383

COPPIA DI CANDELABRI IN ARGENTO, MILANO, 1930 CA., PUNZONI DEL FASCIO, a cinque fiamme con decori a foglie e baccellature. g 3150, h 36 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

12:30-13:00 dal Lotto 381 al Lotto 391 13:00-13:30 dal Lotto 392 al Lotto 402 13:30-14:00 dal Lotto 403 al Lotto 413 14:00-14:30 dal Lotto 414 al Lotto 424 14:30-15:00 dal Lotto 425 al Lotto 435 15:00-15:30 dal Lotto 436 al Lotto 446 15:30-16:00 dal Lotto 447 al Lotto 457 16:00-16:30 dal Lotto 458 al Lotto 468 16:30-17:00 dal Lotto 469 al Lotto 479 17:00-17:30 dal Lotto 480 al Lotto 490 17:30-18:00 dal Lotto 491 al Lotto 501 18:00-18:30 dal Lotto 502 al Lotto 520

120

LEGUMIERA CON COPERCHIO E PIATTO IN ARGENTO, GERMANIA, XIX SECOLO, decori a profili entro medaglioni con nastri, piatto con tesa traforata. g 1290, larg, 32 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

BASE D’ASTA: 1.000 €

CADENZA INDICATIVA DEI LOTTI

384

383

385

SERVIZIO DA TE’ E CAFFE’ IN ARGENTO STERLING, FIRENZE, 1970 CA., ARGENTIERE PAMPALONI, composto da caffettiera, teiera, lattiera e zuccheriera con coperchio, bordi perlinati; lattiera e zuccheriera con interni vermeil. Peso lordo g 2050, h 25 cm SENZA RISERVA

386

OTTO CIOTOLE E OTTO PIATTI IN ARGENTO, MILANO, 1950 CA., ARGENTIERE M.VALLE’, con bordi mistilinei scanalati. g 2660, diam. 15 e 19 cm BASE D’ASTA: 500 €


387

COPPIA DI APPLIQUE IN ARGENTO, XIX-XX SECOLO, a tre fiamme su bracci a volute, placche decorate da amorini entro paesaggio con bordure rocaille traforate. g 1150, 26,5x20 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

387

388

CENTROTAVOLA A CESTO IN ARGENTO, XIX-XX SECOLO, con manico basculante, decoro con putti che giocano entro riserve e bordi traforati, interno in vetro sagomato. g 870, h totale 40 cm SENZA RISERVA

388

390

GRANDE PIATTO DA PARATA IN ARGENTO SBALZATO, ALESSANDRIA, 1950 CA., ARGENTIERE E.GORETTA, decorato a putti e fiori nell’ambone quadrilobato e quattro erme a raggiera, bordo a girali fiorite e animali di fantasia; firma “E.GORETTA” incisa; usure e difetti. g 1700, diam. 49,5 cm BASE D’ASTA: 500 €

391

DUE COPPIE DI CANDELIERI IN ARGENTO, INIZIO DEL XX SECOLO, una coppia sbalzata e baccellata e una coppia con anima in metallo e base zavorrata con bobeches adattate in metallo argentato; difetti e ammaccature. Una coppia g 580 e seconda coppia peso lordo g 1320, h 26 cm SENZA RISERVA

390

389

VASSOIO IN ARGENTO, CITTA’ DI SHEFFIELD, 1947, rettangolare liscio con bordo dentellato; difetti. g 2040, 50x36,5 cm BASE D’ASTA: 500 €


392

393

392

395

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

PICCOLO KOVSH IN ARGENTO DECORATO A SMALTI CLOISONNE’, RUSSIA, 1892, decoro a volute policrome. g 120, lung. 12 cm

PORTASIGARETTE IN ARGENTO E NIELLO, MOSCA, FINE DEL XIX SECOLO, decoro a veduta e motivi a girali, interno vermeil. g 170, 9x8,5 cm

396

393

TEIERA IN ARGENTO, SAN PIETROBURGO, 1836, ASSAGGIATORE M.M.KARPINSKY, in parte baccellata con fascia a fiori sbalzati, manico e pomolo in legno tinto, interno vermeil. Peso lordo g 290, larg. 19 cm

394

TABACCHIERA IN ARGENTO E NIELLO, FRANCIA, XIX SECOLO, decoro con scena di suonatore di cornamusa con marionette, cane e bambini, bordure fiorite, interno vermeil. g 100, 9x5,4 cm SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

394

TABACCHIERA IN ARGENTO E SMALTI, MOSCA, 1886, decori policromi a volute, interno vermeil. g 100, 8,5x5,5 cm

395

SENZA RISERVA

396

397

GRANDE COPPA IN ARGENTO, MOSCA, 1893, ARGENTIERE I.P.KHLEBNIKOV, circolare con bordi scanalati con decori a foglie e nastri, interno vermeil; lievi ammaccature. g 1890, diam. 31 cm, h 20,5. BASE D’ASTA: 2.000 €

397

122


398

ICONA RUSSA DEL XIX SECOLO Madonna della tenerezza Tempera all’uovo su tavola con basma in argento, argento dorato e applicazioni datata 1837. 34,5x28,5 cm

399

ICONA RUSSA DEL XIX SECOLO L’incontro di Giuda con i sommi sacerdoti Tempera all’uovo su tavola, 13x21,5 cm; con cornice 19,3x27,7 cm SENZA RISERVA

BASE D’ASTA: 500 €

399

398

400

ICONA RUSSA DEL XIX SECOLO La decollazione del Battista Tempera all’uovo su tavola, 16,x14 cm, con cornice 23x20 cm L’ingresso di Gesù a Gerusalemme Il battesimo di Gesù Due tempere all’uovo su tavola, 4,8x3,7 cm cad., entro unica cornice, 11x15,5 cm SENZA RISERVA

400

401

ICONA RUSSA DEL XIX SECOLO Il battesimo di Cristo Tempera all’uovo su tavola, 49x32,5 cm BASE D’ASTA: 500 €

402

ICONA RUSSA DEL XIX SECOLO Cristo Pantocrator Tempera all’uovo su tavola con riza in argento dorato, 31,2x25,7 cm, punzoni di San Pietroburgo, 1816; entro kiot 77x74 cm prof.23. BASE D’ASTA: 2.500 €

401

402


403

PLACCA OVALE IN MARMO NERO CON MICROMOSAICO, ROMA, XIX SECOLO, C.ROCCHEGGIANI, raffigurante veduta di piazza san Pietro, su cavalletto in bronzo dorato; firma al retro. 9x6 cm, dim. totale 21,5x12,5. BASE D’ASTA: 2.000 €

404

COFANETTO IN METALLO DORATO DECORATO A SMALTI CON PLACCA IN MICROMOSAICO, XIX SECOLO, decori geometrici policromi, coperchio con placca circolare in marmo nero e micromosaico raffigurante rudere romano; usure. Diam. 11 cm, h 8. BASE D’ASTA: 1.000 €

403

404

405

FERMACARTE IN MARMO NERO CON MICROMOSAICO, XIX SECOLO, sagomato centrato da riserva ovale con Venezia, ponte di Rialto; sbeccature. 10,7x14,4 cm

406

FERMACARTE IN MARMO NERO CON MICROMOSAICO, XIX SECOLO, sagomato centrato da colombe che si abbeverano; difetti. 11x16 cm SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

405

406

409

407

FERMACARTE IN MARMO NERO CON MICROMOSAICO, XIX SECOLO, sagomato centrato da riserva ovale con veduta di piazza san Pietro; difetti. 12x18 cm SENZA RISERVA

408

FERMACARTE IN ARGENTO CON MICROMOSAICO, ROMA, XIX SECOLO, ovale raffigurante colomba su fiori, montatura d’epoca successiva con bordo in oro firmata “Petocchi Roma” e dedica incisa al retro. Peso lordo g 250, 9,5x8 cm

407

SENZA RISERVA

124

408


409

DUE COFANETTI IN METALLO DORATO DECORATO A SMALTI CON PLACCHE IN MICROMOSAICO, ROMA, XIX SECOLO, UNO C.ROCCHEGGIANI, uno con decori policromi a rami fioriti e coperchio incernierato con placche in marmo nero e micromosaici raffiguranti piazza san Pietro, firma stampata in oro su seta all’interno e uno similare centrato da veduta del Colosseo; usure. 6,5x5 cm, h 4 e 4,4x4,4 cm, h 3,8. BASE D’ASTA: 500 €

410

SCULTORE DEL XIX SECOLO Nove profili di imperatori romani e Omero Marmo e pietra dura con cornici in legno naturale, diam. massimo 9,5 cm; difetti e restauri. SENZA RISERVA

410

411

411

GRANDE FERMACARTE IN MARMO NERO CON MICROMOSAICI, ROMA, XIX SECOLO, sagomato, centrato da riserva ovale con colombe che si abbeverano entro cornice in malachite e otto riserve con vedute e ruderi romani; lievi difetti. 18,3x13,7 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

412

TAVOLO CON PIANO IN COMMESSO DI MARMI VARI, XIX SECOLO, sostegni a colonne con elementi in bronzo dorato, piano con decoro ad anfora e fiori entro riserva circolare; usure. Diam. 71 cm, h 78,5. BASE D’ASTA: 2.000 €

412

125


413

JAKOB ROOS DETTO ROSA DA NAPOLI Roma 03/03/1682 - Napoli 1730 (attribuito a)

Pastore con armenti entro paesaggio Olio su tela, 47x63 cm; entro cornice in legno scolpito e dorato del XVIII secolo. BASE D’ASTA: 1.000 €

413

414

PHILIPP PETER ROOS DETTO ROSA DA TIVOLI Francoforte 1657 - Roma 1706 (ambito di)

Paesaggio con armenti Olio su tela, 83x101 cm; opera priva di cornice. SENZA RISERVA

414

415

PHILIPP PETER ROOS DETTO ROSA DA TIVOLI Francoforte 1657 - Roma 1706 (ambito di)

Paesaggio con pastorella e armenti Olio su tela, 83x101 cm SENZA RISERVA

415

126


416

ANGELO MARIA CRIVELLI DETTO IL CRIVELLONE Milano, II metà del XVII secolo - 1730 (ambito di)

Paesaggio con cane e cacciagione Olio su tela, 92x107 cm; monogramma “CB...” in basso a sinistra. BASE D’ASTA: 2.500 €

416

417

ANGELO MARIA CRIVELLI DETTO IL CRIVELLONE Milano, II metà del XVII secolo - 1730 (ambito di)

Paesaggio con cane e cacciagione Olio su tela, 92x107 cm BASE D’ASTA: 2.500 €

417

127


418

421

TAVOLINO-TOILETTE IN LEGNI VARI, FINE DEL XVIII SECOLO, con piano incernierato e gambe rastremate, decori ad intarsio nei bordi; usure e sbeccature. 90x45 cm, h 76,5.

TAVOLINO IN LEGNI VARI, XIX SECOLO, fronte a due cassetti, decori ad intarsio con volute e girali; usure e sbeccature. 63,5x43,5 cm, h 76. SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

419

422

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

420

423

DIVANO LUIGI XVI IN LEGNO SCOLPITO E DIPINTO, FINE DEL XVIII SECOLO, schienale sagomato e braccioli mossi, sostegni rastremati; danni alla seduta, usure e sbeccature. 151x60 cm, h 101.

COPPIA DI POLTRONE LUIGI XVI IN LEGNO SCOLPITO E DIPINTO, FINE DEL XVIII SECOLO, schienali sagomati e braccioli mossi, sostegni rastremati; difetti, usure e sbeccature. 65x65 cm, h 93.

DUE MOBILETTI IN LEGNI VARI, XIX SECOLO, in stile Luigi XVI con fronte ad un’anta e un cassetto, alte gambe rastremate; difetti e usure. 40x32 cm h 77 e 37x35,5 cm h 78,5.

MOBILETTO INTARSIATO IN LEGNI VARI, LOMBARDIA, FINE DEL XVIII SECOLO, ad un’anta e alte gambe rastremate, decori a motivi fitomorfi; usure e difetti. 41x30,5 cm, h 73,5.

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

424

COPPIA DI POLTRONE E QUATTRO SEDIE LUIGI XVI IN NOCE, FINE DEL XVIII SECOLO, con schienale traforato a motivo di mongolfiera: usure, sbeccature e difetti. 56x49 cm, h 89,5 e 43x41 cm h 88,5 SENZA RISERVA

128


425

CASSETTONE A RIBALTA CON ALZATA LUIGI XVI INTARSIATO IN LEGNI DI VARIA ESSENZA, LOMBARDIA, XVIII SECOLO, fronte con cassetti e calatoia a urna, sopralzo con un’anta sagomata a specchio, decoro con trofeo di strumenti musicali e rosone entro riserve sul fronte; piedi rastremati. 124x59 cm, h 248. BASE D’ASTA: 8.000 €

129


426

426

FRANCESCO SIMONINI Parma 16/06/1686 - Firenze 1753

Scontro di cavalieri Penna su carta, 44,5x83 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

427

427

PITTORE DEL XVIII SECOLO Scena di battaglia Penna acquerellata e biacca su cartoncino, 20x25,5 cm SENZA RISERVA

428

PITTORE DEL XIX SECOLO Studio di nudo maschile Matita su carta, 59x44 cm SENZA RISERVA

130

428


429

ANTONIO CALZA Verona 1653 - 1725 (attribuito a)

Paesaggio portuale con figure orientali e cavalieri Olio su tela, 96x132 cm Veronese di nascita, il Calza si trasferì presto a Bologna per studiare alla scuola del Cignani, e già verso il 1675 passò a Roma presso il Borgognone, dove apprese “il genere di fare battaglie” (Crespi, 1769). Il seguito della sua attività si svolse tra Verona e Bologna, con periodi anche a Venezia e Milano e con un lungo soggiorno a Vienna, alla corte del principe Eugenio, per il quale dipinse numerose importanti opere. BASE D’ASTA: 8.000 €

131


430

ANGELO ANTONIO CIGNAROLI Torino 1767 - 1841 (attribuito a)

Paesaggio con veduta cittadina e figure Olio su tela, 35x50 cm SENZA RISERVA

431

PITTORE DEL XVIII SECOLO Paesaggio fluviale con figure Olio su prima tela, 74,5x67 cm; cornice coeva in legno dipinto e dorato. SENZA RISERVA

430

432

PITTORE DEL XVIII SECOLO Paesaggio con figure Olio su tela, 42x58 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

432a

MATTHAUS SEUTTER Augusta 20/09/1678 - Augusta 1757

Turin Ville Superbe et Forte, la capitale du Piémonte et la plus belle residence des Ducs de Savoye, et à present celle du Roy de Sardaigne, située sur le Po, Augsburg (1734). Incisione all’acquaforte su carta in parte acquerellata, 49,5x55,8 cm; dalla serie “Grosser Atlas”; certificato della Libreria Antiquaria Pregliasco di Torino allegata. SENZA RISERVA

432

433

MASSIMO D’AZEGLIO Torino 24/10/1798 - 16/01/1866 (attribuito a)

Paesaggio fluviale con ponte e figure Olio su tela, 37,8x47,7 cm; firma in basso a destra. SENZA RISERVA

434

PITTORE DEL XVIII SECOLO Paesaggio fluviale con ruderi e viandanti Olio su prima tela, 60x74 cm SENZA RISERVA

433

132


435

ALESSANDRO MAGNASCO DETTO IL LISSANDRINO Genova 04/02/1667 - Genova 12/03/1749 (attribuito a)

Paesaggio agreste con fontanile e figure Olio su tela ovale, 105x76 cm; cornice antica. BASE D’ASTA: 3.000 €

436

PITTORE DEL XVIII SECOLO Paesaggio fluviale con figure Tempera su carta, 38x51,5 cm SENZA RISERVA

437

PITTORE DEL XVIII SECOLO Paesaggio fluviale con ponte e figure Tempera su carta, 37,5x51 cm SENZA RISERVA

435

436

437

133


438

439

438

COPPIA DI SCRANNI IN LEGNO EBANIZZATO, XVIII SECOLO, alti schienali sagomati e sedute imbottite, braccioli mossi e gambe arcuate, decori a motivi fogliacei intagliati; usure e restauri. 68x56 cm, h 135. BASE D’ASTA: 1.000 €

439

CASSETTONE IN NOCE, XVIII SECOLO, fronte a quattro cassetti, lesene angolari e piedi a ricciolo; restauri, usure e sbeccature. 148x55 cm, h 102. BASE D’ASTA: 500 €

440

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Coppia di angeli reggicero Rame dorato e brunito su basi rocaille, h 54,5 cm; usure. Raro esempio di produzione romana della prima metà del XVIII secolo. BASE D’ASTA: 5.000 €

134

440


441

PLACCA OVALE IN ARGENTO SBALZATO, ROMA, 1770 CA., ARGENTIERE GIOVANNI VALADIER, raffigurante Madonna con Bambino e san Giovannino; entro cornice coeva in rame dorato a foglie e perlinature cimata da nastro. g 130, 14x16,5 cm, totali 20,5x20,5 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

442

COPPIA DI CANDELIERI IN ARGENTO, ROMA, 1793-1807. ARGENTIERE G.ZORZI, fusto a balaustro su basi circolari con foglie lanceolate a rilievo e bordo perlinato. g 640, h 21,5 cm BASE D’ASTA: 500 €

441

442

443

COPPIA DI CANDELIERI IN ARGENTO, ROMA, XIX SECOLO, fusti scanalati cimati da Bacco bifronte, basi circolari con fascia a palmette incise. g 550, h 31 cm BASE D’ASTA: 500 €

443

444

CESTO IN ARGENTO TRAFORATO, ROMA, 1830 CA., ARGENTIERE A.GIANNOTTI, ovale con manico basculante e attaccatura a mascherone, traforo a ogive intrecciate; usure. g 430, 20x17,5 cm, h manico alzato 18 cm SENZA RISERVA

444

135


445

PITTORE LOMBARDO DEL XVIII SECOLO Maternità Olio su tela, 73,5x57,5 cm SENZA RISERVA

446

PITTORE DEL XVIII SECOLO Madonna con Bambino e angeli Olio su tela, 66x57 cm SENZA RISERVA

445

446

447

PITTORE DEL XVIII SECOLO Venere e Amore Olio su tela, 91,5x71 cm SENZA RISERVA

136

447


448

SEBASTIANO CONCA Gaeta 1680 - Napoli 1764 (e aiuti)

Allegoria della Pace Olio su tela ovale, 77x62 cm Del bel dipinto qui presentato esiste una replica nel Bahia Museum of Art (Salvador, Brasile). Si ringrazia il dottor M.N.Riccomini per le notizie fornite sull’opera. BASE D’ASTA: 3.500 €

137


449

450

BASE D’ASTA: 500 €

SENZA RISERVA

TRE PIATTI IN MAIOLICA, NOVE DI BASSANO, MANIFATTURA ANTONIBON, 1770 CA., due con bordo mistilineo e uno ovale, decoro policromo alla “frutta barocca”. Diam. 23,5 e 15,5x20 cm

DUE PIATTI IN MAIOLICA, NOVE DI BASSANO, MANIFATTURA ANTONIBON, 1780 CA., decoro policromo “al ponticello”; uno con rottura e uno con fessura. Diam. 24 cm

451

449

TAZZA DA PUERPERA CON COPERCHIO E PIATTO IN MAIOLICA, NOVE DI BASSANO, MANIFATTURA ANTONIBON, 1780 CA., a due manici e costolata, decoro policromo “al tacchiolo”. Diam. piatto 20 cm BASE D’ASTA: 500 €

452

DUE PIATTI IN MAIOLICA, NOVE DI BASSANO, MANIFATTURA ANTONIBON, 1780 CA., di cui uno ovale, decoro policromo “al tacchiolo”. Diam. 24 e 19,5x24,5 cm

451

SENZA RISERVA

450

453

DODICI PIATTI, UNA TERRINA E UN GRANDE PIATTO IN MAIOLICA, NOVE DI BASSANO, MANIFATTURA ANTONIBON, XVIII SECOLO, decoro policromo con stemma araldico e monogramma “D.Q” entro cartiglio, sulla terrina “Domenico Quairina”; fessure, sbeccature e qualche pezzo rincollato. Diam. massimo 31 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

452

453

138

454

454

DUE PIATTI E UN VASSOIO IN MAIOLICA, NOVE DI BASSANO, MANIFATTURA ANTONIBON, 1780 CA., decoro policromo “al ponticello”, un piatto con bordo a rocaille marcato G.M al retro; lievi cadute di smalto ai bordi. Diam. 23,5 cm e 26x33,5 cm BASE D’ASTA: 500 €


455

455

SPECCHIERA IN LEGNO INTAGLIATO IN PARTE DORATO, VENEZIA, XVIII SECOLO, sagomata a linee curve e spezzate con piccoli fregi a rocaille, specchi originali; lievi usure. 63x151 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

456

CASSETTONE LASTRONATO IN RADICA DI NOCE E LEGNI VARIA ESSENZA, VENEZIA, XVIII SECOLO, fronte mosso a quattro cassetti, piano sagomato, grembiale intagliato e piedini mossi, decori a filettature geometriche a formare riserve; usure e sbeccature. 138x59 cm, h 83,5. BASE D’ASTA: 6.000 €

456

139


457

MARCO BENEFIAL Roma 25/04/1684 - Roma 09/04/1764 (ambito di)

L’educazione della Vergine Olio su tavola, 17x13,2 cm; cornice in legno intagliato e dorato non coeva. SENZA RISERVA

458

FRANCESCO TREVISANI Capodistria 1656 - Roma 1746 (cerchia di)

Madonna orante con Bambino Olio su vetro, 31,5x25 cm; cornice originale a teca in legno intagliato e dorato con cimasa a volute cimata da corona, tot. 63,5x45 cm BASE D’ASTA: 2.500 €

457

458

459

FRANCESCO TREVISANI Capodistria 1656 - Roma 1746 (seguace di)

Pietà Olio su tela, 50x32 cm SENZA RISERVA

140

459


460

FRANCESCO ZUGNO Venezia 1708 - 1787 (attribuito a)

Sacra Famiglia Olio su tela, 99x85 cm BASE D’ASTA: 2.500 €

460

461

SCUOLA VENETA DEL XVII SECOLO Susanna e i vecchioni Olio su tela, 57x73 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

461

141


462

GREGORIO LAZZARINI Venezia 1655 - Villabona Veronese 10/11/1730

Allegoria della Fedeltà Olio su tela, 94x170 cm Questa bellissima rappresentazione allegorica della Fedeltà è opera di Gregorio Lazzarini, artista che apprese nella bottega di Girolamo Forabosco la stesura levigata del colore e la ferma definizione dei contorni, avvicinandosi ai modi di Pietro Liberi e Antonio Bellucci. Il dipinto qui considerato rappresenta la personificazione allegorica della Fedeltà nella sua forma profana con la figura femminile che regge una chiave nella mano destra accompagnata da un cane, simbolo della Fedeltà sin dai tempi antichi. Le vesti sontuose, la scena ambientata all’aperto sullo sfondo di un paesaggio alberato, i putti ammiccanti, contribuiscono alla resa suggestiva di questa raffigurazione allegorica, in cui appare evidente l’influenza di Bellucci nel volto della donna. Le caratteristiche tecniche e stilistiche del dipinto suggeriscono una collocazione cronologica nel primo decennio del Settecento. L’opera è corredata da scheda critica del prof. Dario Succi qui in parte ripresa. BASE D’ASTA: 15.000 €

142


143


463

COPPIA DI VASSOI IN LEGNO DIPINTO E LACCATO, PIEMONTE, XVIII SECOLO, sagomati con decoro a cineserie e bordi in porpora su fondo blu e azzurro con fiori; restauri. 39x30 e 37x28 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

463

464

464

COFANETTO IN LEGNO DIPINTO E DECORATO IN ARTE POVERA, XVIII SECOLO, rettangolare con coperchio incernierato e decoro entro riserve a scene con figurette; difetti e usure. 46x37,5 cm, h 13. BASE D’ASTA: 500 €

465

465

144

COPPIA DI MORETTI REGGIVASO IN LEGNO SCOLPITO, DIPINTO E DORATO, VENEZIA, XIX SECOLO, sostegni a figure e piani sagomati; usure. h 58 cm BASE D’ASTA: 1.500 €


466

466

QUATTRO POLTRONE IN LEGNO INTAGLIATO, DIPINTO E DORATO, VENETO, XVIII SECOLO, gambe arcuate e schienale sagomato; restauri e ridipinture. 61x52 cm, h 103. SENZA RISERVA

467

ICONA RUSSA DEL XIX SECOLO Tre santi Tempera all’uovo su tavola entro cornice intagliata, dim. totale 65,5x49,5 cm SENZA RISERVA

468

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Coppia di erme alate su volute con festoni Figure parietali in legno intagliato, dipinto e dorato, h 83 cm; restauri. BASE D’ASTA: 1.500 €

469

UN VASSOIO E CINQUE DIVERSI PIATTI IN ARGENTO, XX SECOLO, vassoio rettangolare con manici e piatti sagomati di cui uno con bordo sbalzato a spighe di grano. g 3000, dim. massima 45,5x25 cm BASE D’ASTA: 500 €

468

145


470

COPPIA DI CANDELIERI IN ARGENTO, BOLOGNA, 1780 CA., ARGENTIERE B.GAMBARI, fusto rastremato e scanalato con bordi a foglie lanceolate, base zavorrata in legno; difetti e ammaccature. Peso lordo g 1160, h 25 cm

474

DUE CANDELIERI IN ARGENTO, VENEZIA, XVIII SECOLO, fusto a balaustro scanalato su base mistilinea gradinata; difetti. g 700, h 19,5 cm SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

471

CAFFETTIERA IN ARGENTO, NAPOLI, ARGENTIERE A.ARILLO, 1830 CA, baccellata con decori a coccilette e cimatura a frutto, manico in legno tinto. Peso lordo g 1050, larg. 25 cm, h 22. SENZA RISERVA

475

TEIERA IN ARGENTO, NAPOLI, ARGENTIERE A.ARILLO, 1830 CA, baccellata con decori a coccilette e cimatura a frutto, manico in legno tinto. Peso lordo g 1100, larg. 27 cm, h 20,5. SENZA RISERVA

472

PAIOLA IN ARGENTO, VIENNA, 1796, circolare liscia su tre piedini a zoccolo caprino, manico in legno. Peso lordo g 530, lung. 35 cm, diam 16,5. SENZA RISERVA

476

COPPIA DI CANDELIERI DA TRUMEAU IN ARGENTO, NAPOLI, XIX SECOLO, decori incisi entro fasce; difetti. g 230, h 14,5 cm SENZA RISERVA

473

UNA PALMATORIA IN ARGENTO, REGGIO EMILIA, XVIII SECOLO, a profilo mistilineo con manico a voluta; unita a UNA STOPPINIERA IN ARGENTO, VENEZIA, XIX SECOLO, circolare bacellata con manico, coperchio in metallo argentato. g 190, lung. 21 e 12 cm SENZA RISERVA

477

TRE DIVERSI PORTA STECCHINI IN ARGENTO, XIX-XX SECOLO, uno a figuretta con cesto su base quadrata, Novara, 1830 ca.; uno a forma di riccio, Austria, XIX secolo e uno a forma di cicogna, inizio del XX secolo; difetti. g 190, h massima 12 cm SENZA RISERVA

146


478

ALZATA IN ARGENTO, NAPOLI, FINE DEL XVIII SECOLO, circolare su tre piedini con bordo mistilineo scanalato; difetti. g 510, diam. 27,5 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

478

479

479

TEIERA IN ARGENTO, NAPOLI, XVIII SECOLO, decori a foglie lanceolate incise, versatoio a collo di cigno, manico in legno tinto; usure. Peso lordo g 540, larg. 24 cm, h 14. SENZA RISERVA

480

COPPIA DI CANDELABRI IN ARGENTO, MALTA, 1846, a tre fiamme su bracci a volute contrapposte, fusto a balaustro su base circolare, decori a rilievo con fiori stilizzati e rocaille, cimatura a fiamma. g 5190, h 49 cm BASE D’ASTA: 5.000 €

480

147


481

GIUSEPPE NOGARI Venezia 1699 - 1763

Ritratto di gentiluomo Olio su prima tela, 48,5x39 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

482

ROSALBA CARRIERA Venezia 07/10/1675 - Venezia 15/04/1757 (cerchia di)

Ritratto di fanciulla con maschera Pastello su carta, 41,5x33,5 cm Provenienza: già collezione Geismar (etichetta al retro). BASE D’ASTA: 1.500 €

481

482

483

PITTORE VENEZIANO DEL XVIII SECOLO Ritratto del doge Marcantonio Memmo (15361615) Olio su tela, 65x51,5 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

148

483


484

PITTORE VENETO DEL XVII SECOLO Davide e Golia Olio su tela, 102,5x80 cm; cornice con elementi antichi in legno dorato; sbeccature. Il dipinto, di grande qualità pittorica, appartiene alla mano di un pittore veneto molto vicino a Domenico Fetti (15891624) del quale esiste una celebre versione conservata nel Pushkin State Museum of Fine Arts di Mosca. Il quadro ebbe una notevole fortuna e ne esiste anche un’ottima copia di Alexis Grimou (1678-1733) nel Musée des Beaux-Arts et d’Archéologie de Besançon. Quest’opera è altresì corredata da una relazione scritta del professor D.Bodard del 1976 che lo attribuiva a Nicolas Regnier (1590-1667). BASE D’ASTA: 6.000 €

149


485

485

PIETRO MUTTONI DETTO PIETRO DELLA VECCHIA Venezia 1605 - 1678 (cerchia di) La buona ventura Olio su tela, cm 72x92; cornice in legno intagliato e dorato del XIX secolo. BASE D’ASTA: 3.000 €

486

JOHANN KARL LOTH Monaco di Baviera 1632 - Venezia 1698 (ambito di) Apollo citaredo Olio su tela circolare applicata su cartone, diam. 50 cm SENZA RISERVA

487

486

150

PITTORE DEL XIX SECOLO Madonna orante Olio su tela, 55x46 cm; entro cornice dorata con riserva centinata. SENZA RISERVA


488

FEDERICO CERVELLI Milano 1638 - Venezia 1700 Orfeo che salva Euridice dall’Ade Olio su tela, 81x137 cm Federico Cervelli entra in contatto con la pittura veneziana in un momento particolarmente vivo, nel quale la linguistica dei tenebrosi media e risolve le asperità del suo dettato per gli apporti della nuova corrente dei neoveronesiani, nei termini di una nuova concezione tonale e luministica. La complessità del linguaggio dell’artista, che si manifesta anche nel dipinto qui esaminato, è molto simile a quella delle due “Storie di Adone” della fondazione Querini Stampalia di Venezia, con le quali sono rilevabili numerosi contatti morfologigi e stilistici - esemplare appare la soluzione della chioma bionda e riccioluta dell’amorino-. Collocabile nel pieno della maturità del Cervelli, il dipinto in esame costituisce un’importante aggiunta al catalogo del raffinato maestro veneziano. L’opera è corredata da studio critico del prof. Ugo Ruggeri qui in parte ripreso. BASE D’ASTA: 7.000 €

151


Particolare decoro piano lotto 489


489

TAVOLO SCRITTOIO IN LEGNI DI VARIA ESSENZA CON PIANO INTARSIATO, XVIII SECOLO, ad alte gambe arcuate e fronte con due cassetti, piano decorato a paesaggio marino con torri e velieri entro riserva a volute e fiori; usure e adattamento. 117x68 cm, h 87. BASE D’ASTA: 2.500 €

490

DODICI CUCCHIAINI IN ARGENTO VERMEIL E SMALTI, RUSSIA, FINE DEL XIX SECOLO, decoro policromo a volute; entro antico cofanetto. g 145, lung. 11,5, cofanetto 29,5x14 cm SENZA RISERVA

489

491

COPPIA DI APPLIQUE IN LEGNO INTAGLIATO, XVIII SECOLO, a volute con braccio reggente cero, tracce di doratura e usure. 43x32 cm prof. 25. SENZA RISERVA

491

492

CASSETTONE A RIBALTA LASTRONATO IN RADICA DI NOCE, VENETO, XVIII SECOLO, fronte mosso a tre cassetti e calatoia sagomata celante vano con cassettini; lievi usure. 145x68 cm, h 122. BASE D’ASTA: 2.500 €

493

OTTO PIATTI IN ARGENTO, MILANO, 1940 CA., ARGENTIERE PAGANI, circolari con bordo a foglie lanceolate. g 3380, diam. 24 cm BASE D’ASTA: 500 €

492

153


494

GRANDE ORCIO IN MAIOLICA, PROBABILMENTE SICILIA, XVIII-XIX SECOLO, a due manici con mascheroni, decoro policromo a limoni e scritta di contenuto; lievi difetti e restauro al piede. h 32,5 cm SENZA RISERVA

495

COPPIA DI CANTONALI IN NOCE, XIX SECOLO, ad un’anta con sopralzo a ripiani con montanti sagomati; difetti e usure. 104x63 cm, h 224. SENZA RISERVA

494

496

496

PIATTO IN MAIOLICA, CASTELLI, 1643, circolare con decori fitomorfi bianchi su fondo blu, monogramma “B.A R.” al centro del cavetto e data 1643 in basso; fessura. Diam. 31 cm SENZA RISERVA

497

GRANDE CENTROTAVOLA IN TERRAGLIA DIPINTA, PROBABILMENTE MANIFATTURA MALVICA, PALERMO, INIZIO DEL XIX SECOLO, a coppa baccellata sormontata da figure e vasi di fiori asportabili; restauri e sbeccature. h 50 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

498

TAVOLO A CANCELLO IN ROVERE, INGHILTERRA, XVIII SECOLO, sostegni a tortiglione e piano tripartito apribile; difetti e usure. 146x67 cm, h 77; dim. aperto 180x145. BASE D’ASTA: 500 €

154

497


499

QUATTRO OSTENSORI IN LEGNO INTAGLIATO E DORATO A MECCA, XVIII SECOLO, a volute su piede tripode; usure, difetti e sbeccature. h 45 cm SENZA RISERVA

499

500

SCULTORE DEL XVII SECOLO Crocefisso Legno di bosso scolpito, h 32 cm; privo di braccia, usure e sbeccature. SENZA RISERVA

501

GRANDE OROLOGIO D’APPOGGIO IN LEGNO INTAGLIATO, DIPINTO E DORATO, XVIII-XIX SECOLO, a struttura architettonica decorato da figure allegoriche, teche a giorno celanti scene profane e sacre, pannelli laterali con lunetta dipinti a sacre raffigurazioni, quadrante smaltato con numeri romani, cimatura con Crono; restauri, mancanze, usure e meccanismo da revisionare. h 103,5 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

502

SCULTORE DEL XIX SECOLO Croce reliquiario Legno scolpito bifronte, 20,5x7 cm; retro con scomparto scorrevole. SENZA RISERVA

503

SERVIZIO DI POSATE IN ARGENTO, XX SECOLO, composto da otto forchette, otto cucchiai e otto coltelli, otto forchette e otto coltelli da dessert, otto cucchiaini da caffè e sette posate da portata. (tot. pz 55) g 2390, lung. massima 28,5 cm SENZA RISERVA

504

COPPIA DI PORTA PALME IN LEGNO INTAGLIATO E DORATO A MECCA, FINE DEL XVIII SECOLO, a vaso biansato e scanalato, sormontate da rami in lamierino d’epoca successiva; usure e difetti. h 74 cm SENZA RISERVA

501

155


505

SEBASTIANO RICCI Belluno 1659 - Venezia 1734 (ambito di) San Rocco Olio su tela, 46,5x36,5 cm; cornice antica. BASE D’ASTA: 4.000 €

506

SCUOLA ROMANA DEL XVII SECOLO Paesaggio con San Giovannino Olio su tela, 79x47,5 cm; cornice antica. SENZA RISERVA

507

SCUOLA VENETA DEL XVIII SECOLO Mosè salvato dalle acque Olio su tela, 79x62,5 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

508

SCUOLA VENETA DEL XVIII SECOLO Rebecca ed Elizier al pozzo Olio su tela, 78x62,5 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

505

507

156

508


509

GASPARE DIZIANI Belluno 1689 - Venezia 17/08/1767 (attribuito a) Riposo durante la fuga in Egitto Olio su tavola, 21x112 cm BASE D’ASTA: 5.000 €


510

510

MAESTRO DEI RIFLESSI (attivo a Venezia nel XVIII secolo) (ambito di) Scena di interno con figure femminili intente al derubare un gentiluomo dormiente Olio su tela, 43,5x74,5 cm Il dipinto, da collocare nello stretto ambito di Pietro Longhi, è caratterizzato e contrassegnato dal punto di vista stilistico e interpretativo, rispetto alle tele longhiane, da una maggior puntualizzazione figurativa e da più sottili passaggi cromatici, ed è da considerarsi coevo al suo operato, da assegnare all’anonimo diretto seguace, denominato “Maestro dei riflessi”. Il dipinto è corredato da una scheda critica del prof. G.Sestieri qui in parte ripresa. BASE D’ASTA: 4.000 €

511

MAESTRO DEI RIFLESSI (attivo a Venezia nel XVIII secolo) Pausa durante una lezione di musica Olio su tela, 42,5x35,5 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

511

158


512

512

SCUOLA VENETA DEL XVIII SECOLO Allegoria della Pittura Olio su tela, 40x55 cm BASE D’ASTA: 5.000 €

513

SCUOLA VERONESE DEL XVII SECOLO Natività Olio su ardesia, cm 28x40.

513

SENZA RISERVA

514

SCUOLA EMILIANA DEL XVIII SECOLO San Pietro liberato dal carcere Olio su tela, 30x37,5 cm; cornice in legno dorato del XIX secolo. SENZA RISERVA

514


515

515

FREDERICK DE MOUCHERON Emden 1633 - Amsterdam 1686 Paesaggio con figure Olio su tela, cm 110x143; firma in basso al centro. BASE D’ASTA: 4.000 €

160


516

516

517

Provenienza: collezione privata, già asta Sotheby’s Milano, giugno 2000.

Provenienza: collezione privata, già asta Sotheby’s Milano, giugno 2000.

BASE D’ASTA: 4.000 €

BASE D’ASTA: 3.000 €

MONTANINI PIETRO Perugia 1626 - 1689 Erminia tra i pastori Olio su tela, 70x100 cm

MONTANINI PIETRO Perugia 1626 - 1689 Erminia che scrive il nome di Tancredi Olio su tela, 70x100 cm

517

161


518

MICHELE PAGANO Napoli 1697 - circa 1750 Paesaggio fluviale con cavalieri e figure Olio su tela, 147x221 cm BASE D’ASTA: 5.000 €

162


519

MICHELE PAGANO Napoli 1697 - circa 1750 Paesaggio fluviale con cavalieri e figure Olio su tela, 147x221 cm BASE D’ASTA: 5.000 €

163


164


520

FRANCESCO ZUCCARELLI Pitigliano 1702 - Firenze 1778

Paesaggio fluviale con figure Olio su tela, 64x98 cm; cornice in legno intagliato e dorato non coeva. Il dipinto è una qualitativa testimonianza di Francesco Zuccarelli, la cui paternità si può evincere con palmare evidenza dal pieno riscontro con la sua inconfondibile cifra stilistica e pittorica. Il tessuto pittorico più levigato, rispetto allo spumeggiare dei suoi primi paesaggi veneziani, suggerisce una datazione prossima all’inizio degli anni quaranta. Nel 1752 sarà a Londra, dove tornerà dal 1764, divenendo membro della Free Society e della Royal Accademy, alle cui esposizioni partecipò più volte sin dalla prima del 1769. Opera corredata da relazione scritta del prof. G.Sestieri qui in parte ripresa. BASE D’ASTA: 15.000 €

165


521

ASTA 894

ZUPPIERA CON COPERCHIO E PIATTO IN ARGENTO, 1950 CA., biansata a volute con bordi mistilinei e piatto con profili scanalati. g 1910, piatto 33x24 cm, h zuppiera 23 cm

BASE D’ASTA:500 €

DIPINTI ANTICHI E ARREDI

521

SESTA SESSIONE DOMENICA 23 MAGGIO 2021 ORE 12,30

522

COFANETTO IN ARGENTO, MILANO, 1930 CA., PUNZONI DEL FASCIO, superficie satinata, coperchio incernierato centrato da ovale in agata, interno vermeil. g 770, 21x13,5 cm, h 9.

DAL LOTTO 521 AL LOTTO 660

SENZA RISERVA

523

523

524

UN GRANDE PIATTO, UN VASSOIO E UN CENTROTAVOLA IN ARGENTO, 1940 CA., piatto con bordo sbalzato a conchiglie e fiori, vassoio ovale con bordo cordonato e centrotavola baccellato a due manici. g 2010, diam. 38 cm, 38x27,5 e 28x21,5 cm

COPPA IN ARGENTO, PROBABILMENTE NAPOLI, XX SECOLO, decori a fasce con volti muliebri e animali marini, meandri e piume di pavone; restauro e apparentemente non punzonata. g 810, diam. 17 cm, h 13. SENZA RISERVA

BASE D’ASTA: 500 €

CADENZA INDICATIVA DEI LOTTI 12:30-13:00 dal Lotto 521 al Lotto 531 13:00-13:30 dal Lotto 532 al Lotto 542 13:30-14:00 dal Lotto 543 al Lotto 553 14:00-14:30 dal Lotto 554 al Lotto 564 14:30-15:00 dal Lotto 565 al Lotto 575 15:00-15:30 dal Lotto 576 al Lotto 586 15:30-16:00 dal Lotto 587 al Lotto 597 16:00-16:30 dal Lotto 598 al Lotto 608 16:30-17:00 dal Lotto 609 al Lotto 619 17:00-17:30 dal Lotto 620 al Lotto 630 17:30-18:00 dal Lotto 631 al Lotto 641 18:00-18:30 dal Lotto 642 al Lotto 660

166

526

SERVIZIO DI POSATE IN ARGENTO, XIX-XX SECOLO, in stile veneziano, composto da dieci forchette, undici coltelli e dodici cucchiai, dodici coltelli da frutta, dodici forchettine da dessert, sei cucchiaini da te e sei da caffè; alcuni elementi antichi, difetti e usure. (tot. pz 69) g 2500, lung. massima 26 cm SENZA RISERVA

525

525

VASSOIO IN ARGENTO, MILANO, 1960 CA., a due manici con bordura sagomata a volute e fiori, piano interamente inciso a ramages fiorite. g 2240, 57x35 cm BASE D’ASTA: 500 €


527

CAFFETTIERA GIORGIO III IN ARGENTO, LONDRA, 1774, piriforme liscia con bordure perlinate e godronate, manico a voluta in legno. Peso lordo g 880, h 28 cm Recante il punzone dell’argentiere “CW” entro riserva, attribuibile a Charles Woodward o Cherles Wright; cfr: Jackson’s, Silver & Gold Marks, 1989, p.213. SENZA RISERVA

528

CAFFETTIERA GIORGIO III IN ARGENTO, LONDRA, 1765, piriforme liscia con manico in legno a voluta e cimatura a trottola. Peso lordo g 880, h 28,5 cm SENZA RISERVA

528

527

529

COPPA GIORGIO I IN ARGENTO, LONDRA, 1723, liscia con bordo scanalato a due manici su base circolare. g 410, h 13,5 cm SENZA RISERVA

529

530

530

COPPA GIORGIO III IN ARGENTO, DUBLINO, 1773, ARGENTIERE C.TOWNSEND, a due manici con decori floreali sbalzati e incisi. g 450, h 13,8 cm SENZA RISERVA

531

VERSATOIO IN ARGENTO, CITTA’ DI SHEFFIELD, 1863, ovoidale con attaccatura a mascherone e manico ad artigli, decori istoriati incisi e bordi a meandri. g 1020, h 35 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

532

531

532

TANKARD-VERSATOIO IN ARGENTO, LONDRA, 1841, ARGENTIERI E.J.& W.BARNARD, liscio con coperchio incernierato e manico a doppia voluta. g 930, h 31,5 cm SENZA RISERVA

167


533

537

PITTORE DEL XVIII SECOLO Sant’Antonio abate Olio su tela, 70x58 cm

PITTORE DEL XVIII SECOLO San Pietro Olio su tela, 60x51,5 cm; cornice antica.

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

533

537

534

538

PITTORE DEL XVII SECOLO San Bartolomeo Olio su tavola, 109x84 cm; opera priva di cornice.

PITTORE DEL XVIII SECOLO San Francesco Regis Olio su tela, 83x62 cm; reca iscrizione dipinta “B.IO.FRANCISCVS REGIS SOC.IESVS”; cornice antica.

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

538

534

535

PITTORE DEL XVIII SECOLO San Luigi Gonzaga Olio su prima tela, 76,5x60,5 cm; cornice coeva.

539

PITTORE DEL XVIII SECOLO San Carlo Borromeo Olio su tela, 80,5x62 cm SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

536

PITTORE DEL XVII SECOLO San Cassiano San Fortunato Coppia di oli su tavola, 35x21 cm SENZA RISERVA

535

539

540

PITTORE DEL XVII SECOLO San Pietro Olio su ardesia, 21x18,5 cm; rincollatura in basso a destra. SENZA RISERVA

536

168

540


541

PIER FRANCESCO GUALA Casale Monferrato 1698 - 1757

Santa Teresa Olio su tela, 103x82 cm; opera priva di cornice. Bibliografia: Silvia e Sergio Martinotti, Pier Francesco Guala, AL, 1994, n.14 p.88 e tav a colori p.123. BASE D’ASTA: 5.000 €

169


542

PENDOLA DA TAVOLO IN BRONZO DORATO E BRUNITO, PERIN A ST.QUENTIN, XIX SECOLO, cassa sormontata da figura di letterato, quadrante smaltato con numeri arabi e firmato “Perin à st. Quentin”; sbeccature, mancante di pendolo, mancanze, meccanismo da revisionare. h 55 cm

546

PENDOLA DA TAVOLO IN BRONZO DORATO, XIX SECOLO, cassa con volute laterali cimata da vaso con festoni, piedi a trottola, quadrante smaltato con numeri arabi e romani; su base in legno non coeva; meccanismo da revisionare e usure. h 36,5 cm SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

543

SCULTORE DEL XIX SECOLO Coppia di angioletti Legno scolpito e dorato, h 27 cm; mancanze. SENZA RISERVA

547

SCULTORE DEL XVIII SECOLO San Chiaffredo Santo benedettino Legno scolpito, dipinto e dorato, h 54 e 52 cm; restauri e usure. SENZA RISERVA

544

548

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

545

549

PENDOLA DA TAVOLO IN BRONZO DORATO E BRUNITO, XIX SECOLO, a tempietto, montanti a colonne scanalate e fregi applicati, quadrante con numeri romani; difetti, usure e meccanismo da revisionare. h 36,5 cm

COFANETTO IN METALLO LACCATO E DORATO, 1875, decoro a volute fiorite, coperchio centrato da placca in vetro ageminato ad arabeschi, serratura con inciso “Hobbs & Co London, Lever, Machine Made”, interno del coperchio con “FJH May 2th 1875”; usure e difetti. 32,5x22,5 cm, h 15.

170

SENZA RISERVA

PENDOLA DA TAVOLO IN BRONZO DORATO E PATINATO, XIX SECOLO, cassa a plinto cimata da angelo con ghirlanda e quadrante con numeri romani e firmato “Janetti Padre e Figli”; chiave mancante e da revisionare. h 37 cm

TECA CONTENENTE MODELLO DI ALTARE IN PAPEROLES, XIX SECOLO, centrata volto di santo; cornice non coeva. 40x35 cm SENZA RISERVA


550

TOILETTE INTARSIATA IN LEGNI VARI, FINE XVIII SECOLO, piano tripartito e alte gambe arcuate, fronte con cassetti; usure. 72x44 cm, h 70. SENZA RISERVA

550

551

SECRETAIRE IMPIALLACCIATO IN LEGNI DI VARIA ESSENZA, FINE DEL XVIII SECOLO, fronte con due ante, cassetto e calatoia celante sei tiretti e vani a giorno; usure e lievi restauri. 94,5x38 cm h 148. SENZA RISERVA

552

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Coppia di figure Legno scolpito, dipinto e dorato, h 48 cm; restauri, mancanze e usure. BASE D’ASTA: 500 €

551

553

CANTONALE LUIGI XVI LASTRONATO IN LEGNI VARI, FRANCIA, XVIII SECOLO, a due ante con piano in marmo e applicazioni in bronzo dorato; restauri e sbeccature. 54x54 cm, h 100. SENZA RISERVA

554

UNA PLACCA E UN CANDELIERE IN MARMO UNITI A UNA CROCE DECORATA A MICROMOSAICO, XIX-XX SECOLO, placca in marmo nero con commesso di marmi a ramo di fiori, candeliere in marmo nero con commesso geometrico in pietre dure policrome, croce in metallo argentato decorata a micromosaico vitreo policromo con scritta “Roma”; difetti e usure. 14x8,5 cm, h 12,5 e 21,5. SENZA RISERVA

553

171


555

COPPIA DI VASI CON COPERCHIO IN PORFIDO, XIX SECOLO, a balaustro; probabili lievi restauri. h 22 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

555

556

GRUPPO IN BISCUIT, PROBABILMENTE NAPOLI, REAL FABBRICA FERDINANDEA, F.TAGLIOLINI, 1800 CA., raffigurante scena galante e cagnolino. h 29,5 cm Per un utile confronto si veda “Dama con cagnolino” in A.Gonzalez-Palacios, Lo scultore Filippo Tagliolini e la porcellana di Napoli, TO, 1988, n.73j. BASE D’ASTA: 500 €

556

557

COPPIA DI CANDELABRI IN BRONZO BRUNITO E DORATO, XIX SECOLO, a quattro fiamme con fusti ad anfora con attaccature a sfingi su basi a plinto; lievi difetti. h 53 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

557

172


558

560

558

PENDOLA DA TAVOLO LUIGI XVI IN BRONZO DORATO E MARMI VARI, KONNER A PARIS, FINE DEL XVIII SECOLO, cassa in marmo a plinto con volute laterali cimata da vaso, decori con fregi in bronzo dorato, quadrante smaltato con numeri arabi firmato “Konner à Paris”; chiave mancante, difetti, meccanismo da revisionare e usure. h 48 cm

559

CASSETTONE LUIGI XV INTARSIATO IN LEGNI VARI, FRANCIA, XVIII SECOLO, fronte mosso a cinque cassetti di cui tre allineati, piano in marmo sagomato e applicazioni in bronzo dorato; usure. 114x59 cm, h 87. BASE D’ASTA: 3.000 €

560

PENDOLA MARESCIALLA IN BRONZO DORATO, MEURON & COMP., INIZIO DEL XIX SECOLO, cassa a plinto con piedi ferini, cornucopie e rami intrecciati a decoro, quadrante smaltato con numeri arabi firmato; meccanismo da revisionare. h 24 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

BASE D’ASTA: 500 €

559

173


561

GIORGIO DOMENICO DUPRÀ Torino 1689 - 21/02/1770 (cerchia di)

Ritratto di Vittorio Amedeo III di Savoia Olio su prima tela, 88x69 cm SENZA RISERVA

562

LOTTO DI DIVERSI OGGETTI IN ARGENTO, XX SECOLO, composto da un vassoio ovale, un centrotavola baccellato, un porta ampolle, una formaggiera, due mestoli, una zuccheriera biansata con coperchio, un candeliere, due saliere, una bugia, due piattini, un salino e due ampolline; difetti e ammaccature. g 2040, lung. mestolo 33 cm SENZA RISERVA

561

563

SCUOLA ROMANA DEL XVII SECOLO Ritratto di papa Innocenzo X Pamphili Olio su prima tela, 71,5x58 cm Il dipinto deriva dal celeberrimo dipinto di Velázquez che si trova a Roma alla Galleria Doria-Pamphili. A testimonianza della fortuna del dipinto si ricorda che composizioni simili si trovano a Londra (Museo Wellington), Washington (National Gallery), Madrid (El Escorial, Academia de San Fernando, Museo Cerralbo, Coll. Conte de Villagonzalo), Rothesay in Scozia (Coll. Marchese di Bute), Boston (Isabella Stewart Garden Museum) e Chatsworth (Coll. Duca di Devonshire). SENZA RISERVA

564

564

PITTORE DEL XVIII SECOLO Ritratto di Tommaso Prinetti di Voghera Olio su tela, 101x83,5 cm; opera priva di cornice; reca iscrizione: “THOMAS PRINETTI/IRIENSIS CON:AC:/ET COL.CHIAB. SOCIUS/NEC NON INST: PRINCEPS /ANNO D.[Domini] 1796” a destra. L’iscrizione ricorda che Tommaso Prinetti fu membro di società locale e illustre istitutore. SENZA RISERVA

565

563

174

COPPIA DI PORTA PALME IN LEGNO INTAGLIATO E DORATO A MECCA, FINE DEL XVIII SECOLO, a vaso biansato e scanalato, base in legno naturale d’epoca successiva, sormontate da candelabro a tre fiamme in lamierino e fiori in porcellana bianca d’epoca successiva; usure e difetti. h 62,5 cm SENZA RISERVA


566

JOHANN NIKLAUS GROOTH Stoccarda 1721 - 1797

Ritratto di Beat Rudolf Fischer Von Reichenbach 1763 Olio su tela, 81x63,5 cm; al retro iscrizione “Beat Rudolf Fischer Von Reichenbach gebohren 7. 30. Brachmonalth 1732” e firma “J.N Grooth pinx 1763” con stemma araldico. BASE D’ASTA: 5.000 €

175


567

SCUOLA FRANCESE DEL XVIII SECOLO Baccante Olio su tela, 61x50 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

568

PITTORE FRANCESE DEL XVIII SECOLO Allegoria del teatro Olio su tavola, 40,5x59,5 cm; al retro ceralacca e timbro non leggibili. Il dipinto, di notevole interesse storico, trova confronto in una splendida incisione, in controparte, realizzata da Jacques Chéreau (1688-1776). Illustre incisore parigino che aveva bottega in Rue Saint-Jacques, au Grand Saint-Rémy, Chéreau si avvalse dei grandi artisti della corte francese per realizzare le sue opere. BASE D’ASTA: 2.000 €

567

568

569

PITTORE DEL XVII SECOLO Venere e Amore Olio su vetro, 22x28 cm; cornice coeva. SENZA RISERVA

569

176


570

CHARLES LE BRUN Parigi 24/02/1619 - Parigi 12/02/1690 (seguace di)

Maddalena penitente (o Allegoria della Vanità) Olio su tela ovale, 91x74,5 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

571

SCULTORE DEL XIX SECOLO Busti di fanciulli Coppia di terrecotte patinate con profili in oro alla base, uno con tracce di firma; lievi difetti. h 39 cm SENZA RISERVA

570

572

CORNELIS VAN POELENBURG Utrecht 1594 - Utrecht 12/08/1667 (seguace di)

Paesaggio con putti allegorici Olio su tela, 112x89 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

573

DIECI DIVERSI ANIMALI IN ARGENTO, XX SECOLO, di cui nove cani e un gatto. g 700, larg. massima 10 cm SENZA RISERVA

572

177


574

JULES JOSEPH LEFEBVRE Tournan-en-Brie 14/03/1836 - Parigi 24/02/1912

Giovane che sceglie fra la virtù e i vizi (Ercole al bivio?) Olio su tela, 97x148 cm, reca iscrizione al retro “paint par J.Lefebvre”. Provenienza: Collezione privata, Emilia-Romagna Già Galleria Phidias, Reggio Emilia. Il dipinto raffigura un giovane inginocchiato che viene blandito da un gruppo di giovani donne che raffigurano vizi e virtù. Sulla destra in piedi la Gloria gli porge un ramo di alloro, accanto ha una donna che è allegoria del Silenzio. Una donna matura e saggia accarezza il capo del fanciullo: ha una corona alata ed è l’allegoria della Vittoria. Dietro la Vittoria una bella giovane con una veste blu trapunta di stelle indica verso il cielo e le virtù che conducono in alto. Subito dopo segue Venere, seminuda coronata di rose con una colomba (suo attributo) in mano: guarda sorridente il fanciullo e impugna una cetra, a significare i piaceri dell’amore e delle cose fragili e passeggere. Ai piedi di Venere una baccante coronata di edera e vestita di rosso osserva lasciva il giovane, inginocchiata accanto a lei una auleta con lunghi flauti, vesti azzurre e il capo trapunto di fiori, invita all’oblio e ai godimenti. In secondo piano sono una donna velata e una baccante seminuda con un tirso intenta ad una danza sfrenata. Il quadro è importante opera di uno dei più significativi pittori francesi della fine dell’Ottocento: Jules Joseph Lefebvre. L’artista era specializzato in allegorie, scene di genere, ritratti e nudi. Vincitore del Prix de Rome nel 1861, durante il suo soggiorno in Italia dipinse anche molte opere con soggetti tratti dall’antichità classica. Rientrato a Parigi divenne celebre accademico, noto per le sue pitture raffiguranti donne bellissime e statuarie, sia nude che drappeggiate. Le sue tele sono nei principali musei francesi ed europei. BASE D’ASTA: 20.000 €

178


179


575

TAZZA DA PUERPERA CON COPERCHIO IN MAIOLICA, LODI, FERRETTI, SECONDA META’ DEL XVIII SECOLO, costolata con decoro policromo a mazzetti floreali, manici a rocaille e presa a frutto; vecchi restauri. 19x15,5 cm, h 11,5.

579

DUE BURRIERE IN MAIOLICA, LODI, FERRETTI, SECONDA META’ DEL XVIII SECOLO, di simile decoro policromo a mazzo floreale; fessura, lievi sbeccature e restauri. 13,5x9,5 cm, h 8. SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

576

CESTINO IN MAIOLICA, LODI, FERRETTI, SECONDA META’ DEL XVIII SECOLO, traforato a due manici ritorti, decoro con fiori in verde e bordo manganese, marca chiodo; lievi cadute di smalto. 26x20 cm SENZA RISERVA

580

UN PIATTO OVALE IN MAIOLICA, LODI, FERRETTI, SECONDA META’ DEL XVIII SECOLO, con bordo traforato, decori a mazzetti floreali policromi; restauro a un bordo; unito a UN PIATTO OVALE IN MAIOLICA, MILANO, P.RUBATI, XVIII SECOLO, decoro a mazzetti policromi e bordo verde con griglia; sbeccature ai bordi. cad. 25x20,5 cm SENZA RISERVA

577

581

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

VASSOIO IN MAIOLICA, LODI, FERRETTI, SECONDA META’ DEL XVIII SECOLO, ovale mistilineo, decoro policromo a mazzo floreale e fiori sparsi; lieve fessura. 35x27 cm

578

CESTINO IN MAIOLICA, MILANO, P.RUBATI, 1780 CA., con bordo traforato, decoro policromo Imari detto “allo struzzo”; restauro a un manico e a un bordo della base. 30,5x22 cm, h 9. BASE D’ASTA: 500 €

PIATTO IN PORCELLANA, VENEZIA, COZZI, 1770 CA., con riserve rocaille a rilievo, decoro policromo a mazzetti di fiori sparsi e bordo in blu; marca ancora rossa. Diam. 24 cm

582

UNA CIOTOLA E UNA MOSTARDIERA IN MAIOLICA, LODI, XVIII SECOLO, ciotola ovale costolata decorata a mazzetti policromi e mostardiera con coperchio su tre piedini con presa a frutto e interno tripartito, decori a fiori in blu su fondo berrettino; restauro al coperchio. 12x8,5 cm, h 6 e 12x9, h 7. SENZA RISERVA

180


583

SCRITTOIO A RULLO LUIGI XVI, LOMBARDIA, XVIII SECOLO, fronte a tre cassetti e calatoia celante vani con cassettini interni, sostegni mossi, decori a filettature geometriche a formare riserve in radica; mancanze e restauri. 125x59,5 cm h 115. BASE D’ASTA: 1.000 €

583

584

CONSOLE LUIGI XV IN NOCE, FRANCIA, XVIII SECOLO, piano sagomato e tre sostegni a volute contrapposte, fascia con intaglio a traforo e decori floreali; restauri e usure. 73x50,5 cm, h 76. SENZA RISERVA

584

585

CASSETTONE A RIBALTA LASTRONATO IN RADICA DI NOCE, LOMBARDIA, XVIII SECOLO, fronte mosso a cassetti centrati da riserva a cartiglio a rilievo e calatoia celante vano con cassettini interni, profili ebanizzati; restauri, usure e sbeccature. 129x64 cm, h 102. BASE D’ASTA: 2.000 €

585

181


586

DRAGEOIR IN ARGENTO, PARIGI, 1815 CA., ARGENTIERE S.J.DUPEZARD, a coppa biansata a teste di Minerva, fregi traforati a figure mitologiche, sostegni a delfini e base circolare su piedi ferini, coperchio cimato da anello a festone di fiori; vetro adattato. g 790, h 27 cm SENZA RISERVA

587

LOTTO DI DIVERSI OGGETTI IN ARGENTO, XX SECOLO, composto da tre ciotole, due centrotavola su piedini, un secchiello a due manici e un piatto con bordo lavorato; usure. g 2050, diam. massimo 25 cm BASE D’ASTA: 500 €

586

588

588

CAFFETTIERA IN ARGENTO, PARIGI, PRIMA META’ DEL XVIII SECOLO, ARGENTIERE CON MONOGRAMMA G.A.M., piriforme liscia con bordi scanalati e manico a voluta; usure e lievi difetti. g 550, h 21,5 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

589

LUCERNA IN ARGENTO, ROMA, 1825 CA. ARGENTIERE P.BELLI, sostegno a figura egizia su base circolare gradinata, coppa con due beccucci a testa leonina e doppia catenella con attrezzi, parafiamma sbalzato a farfalle; usure. g 950, h 45,5 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

182

589


590

COPPIA DI CANDELABRI RETOUR D’EGYPT IN ARGENTO DORATO E MARMO, LONDRA, 1804 E 1888, a tre fiamme, fusti a figure di erme egizie alate reggenti vassoio con vaso e due bracci, base a plinto gradinata con angolari a leoni monopodi alati; le figure recano datario 1804 e le basi 1888, argentiere F.Courthope; qualche usura. h 49,5 cm BASE D’ASTA: 10.000 €

183


591

BENEDETTO LUTI Firenze 17/11/1666 - Roma 17/06/1724

Sacra Famiglia con santa Elisabetta e Giovannino Olio su rame, 25,5x19,5 cm; reca firma al retro “Benedetto Luti fecit” BASE D’ASTA: 3.000 €

591

592

NICOLÒ DE SIMONE DETTO NICOLÒ FIAMMINGO attivo a Napoli tra il 1636 - 1655 (attribuito a)

Mosè salvato dalle acque Olio su tela, 84x108,5 cm Niccolò Lozet (ma anche Lo Zet, Lopet, ecc.), figlio di Simon Pietro, è originario di Liegi ed è documentato come attivo a Napoli fra 1636 e 1655. Il pittore svolge la sua attività fra importanti commissioni per chiese e cappelle di Napoli e l’attività per i privati per i quali risultano dipinte molte tele. Dopo il 1655 si perdono le sue tracce e si può pertanto ritenere che egli sia morto. Il De’ Dominici, la fonte più antica sull’artista, lo ricorda nel 1742 e segnala una serie di viaggi che avrebbe compiuto in Spagna e Portogallo: due sue opere presenti al Prado di Madrid e al monastero di Monserrat sembrerebbero poter confermare tale notizia. Il ritrovamento di Mosè qui in esame appare opera di grande qualità che amplia il catalogo del prezioso e sofisticato artista. BASE D’ASTA: 1.000 €

592

184


593

GIOVANNI ANDREA SIRANI Bologna 1610 - Bologna 1670

Allegoria della Fama Olio su tela, 75x58 cm; reca antica iscrizione sul telaio “S.R” e “2”. Le chiome dorate al vento, un nobile diadema a cingerle il capo, le grandi ali e la lunga tromba appoggiata sulla spalla destra sono elementi sufficienti per identificare un soggetto ben noto nel Seicento pittorico italiano, e in particolare nel territorio bolognese, contesto artistico nel quale si inserisce l’allegoria della Fama; Fama che l’autore ebbe occasione di conoscere, ancora di più per la figura del suo maestro Guido Reni e per la figlia Elisabetta. Ci riferiamo a Giovanni Andrea Sirani, il cui stile delicato e sobrio risulta limpido nella tela in esame: oltre alla tavolozza cinerina e all’intonazione tenue, anche le fisionomie della figura muliebre e la sua particolare posa sfuggente parlano in realtà la lingua abituale del più fidato allievo di Guido Reni, del quale Giovanni Andrea gestì la bottega negli ultimi anni di vita e dopo la morte del maestro fino al 1642. Davvero curioso che il tema dell’opera sia emblematico per l’artista, in equilibrio tra l’universale Fama di Reni e la precoce Fama di Elisabetta, alla memoria della quale non è da escludere possa essere dedicata la splendida tela in esame. Opera corredata da studio critico del prof. Massimo Pulini qui in parte ripreso. BASE D’ASTA: 8.000 €

185


594

PITTORE DEL XVIII SECOLO San Girolamo Olio su tela, 83,5x67 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

595

SCUOLA ROMANA DEL XVII SECOLO San Francesco Borgia Olio su prima tela, 152,5x75,5 cm; cornice coeva in legno dipinto e dorato. Il quadro presenta una interessante iconografia del grande santo gesuita di origine spagnola ed è da datarsi dopo il 1670 quando Borgia fu proclamato santo da papa Clemente X. SENZA RISERVA

596 594

PITTORE ROMANO DEL XVII SECOLO Elemosina di San Tommaso da Villanova Olio su tela, 129x95 cm; opera priva di cornice. La tela è ispirata ad una composizione eseguita da Giacinto Brandi per il cardinale Flavio Chigi, in occasione della canonizzazione del santo, avvenuta nel 1658. L’originale è attualmente disperso, ma le numerose repliche e varianti ne testimoniano la fortuna e l’apprezzamento.

595

SENZA RISERVA

596

597

VINCENZO CIAPPA Napoli 1766 - 1826

La visione di sant’Antonio Olio su tela, 102,5x76,5 cm; firmato “Vincenzo Ciappa Pittore nel Museo Nazionale di Napoli Italia” in basso a destra. Vincenzo Ciappa fu pittore e regio restauratore a Napoli. In quest’opera l’artista riprende un originale di Bernardo Cavallino (1616-1656) che si trova nel Museo di Capodimonte a Napoli. Si ringrazia il professor Stefano Causa per le notizie sull’autore. SENZA RISERVA

597

598

PITTORE DEL XVII SECOLO Crocefissione Olio su tela, 65x51 cm SENZA RISERVA

186


599

AGOSTINO CARRACCI Bologna 1557 - Parma 1602 (attribuito a)

San Girolamo penitente Olio su rame, 28,5x32 cm Numerose possibilità di confronto possono istituirsi con opere della piena maturità dell’artista, nel periodo di quello “studioso corso” misurato con l’arte internazionale e specie veneziana, tra il 1582 e il 1587. La mano dell’artista segue con scrupolo attento l’analisi del corpo e delle sue forme, attenta a riconoscere nelle sue citazioni tutte le esperienze del passato, con particolare riferimento forse a Lorenzo Lotto. L’esecuzione su rame esalta chiaramente tutta l’opera, lo stesso rame utilizzato per le sue invenzioni incisorie, che hanno fatto di Agostino l’ideatore di modelli per tutta la scuola dei Carracci. Opera corredata da scheda critica del prof. Andrea Emiliani. BASE D’ASTA: 6.000 €

187


600

601

602

600

601

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

PICCOLO VERSATOIO IN ARGENTO E SMALTI POLICROMI, VIENNA, XIX SECOLO, manico con erma, corpo interamente decorato a scene mitologiche e grottesche. h 9,5 cm

MODELLO DI COCCHIO IN ARGENTO DORATO E SMALTI POLICROMI, VIENNA, XIX SECOLO, su tre ruotine con fronte a cavallo, interamente decorato a scene mitologiche. Lung. 11 cm

602

BICCHIERE IN ARGENTO E SMALTI POLICROMI, VIENNA, XIX SECOLO, interamente decorato a scena continua con Venere su cocchio trainata da amorini entro paesaggio. h 9 cm SENZA RISERVA

603

COPPA IN AGATA E ARGENTO DORATO DECORATO A SMALTI, VIENNA, XIX SECOLO, a sezione ovale con montatura in argento dorato su piedi a sirene e anse a grifoni con decoro policromo. 22,5x13 cm, h 10,5. BASE D’ASTA: 2.000 €

603

604

COPPIA DI CANDELIERI IN ARGENTO IN PARTE DORATO, LAPISLAZZULI, GIADA, PIETRA DURA E SMALTI, BOLOGNA, 1970 CA., ARGENTIERE STEFANI, a balaustro, in parte baccellato con rilievi a piume di pavone. Peso lordo g 1590, h 29 cm BASE D’ASTA: 500 €

604

188


605

COFANETTO IN ARGENTO E SMALTI POLICROMI, VIENNA, XIX SECOLO, con coperchio incernierato, interamente decorato con scene mitologiche, allegoriche e grottesche. 10x9 cm, h 5. BASE D’ASTA: 500 €

606

OROLOGIO D’APPOGGIO IN ARGENTO, MADREPERLA, SMALTI E MARMO NERO, XIX SECOLO, cassa a plinto con placche decorate a figure cimata da suonatore di violino, quadrante smaltato con numeri arabi; restauri, usure e meccanismo da revisionare. h 21 cm Provenienza: Già collezione Dustin Hoffman (etichetta alla base). BASE D’ASTA: 2.000 €

606

605

607

PIATTO DECORATO A SMALTI POLICROMI, LIMOGES, XVIII SECOLO, decorato in policromia con annuncio ai pastori, bordo con profili, cornucopie e chimere, al retro profilo virile; usure e difetti. Diam. 21 cm SENZA RISERVA

608

TABACCHIERA INTARSIATA IN ORO E MADREPERLA, XVIII-XIX SECOLO, coperchio centrato da busto di guerriero di profilo contornato di volute; usure e difetti. 5,5x7,8 cm SENZA RISERVA

607

609

CORNICE IN ARGENTO E ARGENTO DORATO CON PLACCA IN SMALTO POLICROMO, XVIII SECOLO, sagomata a volute architettoniche e teste d’angelo, al centro la flagellazione di Cristo; apparentemente non punzonata; supporto in legno. 12,5x10 cm SENZA RISERVA

608

609

189


610

611

Casale M.to (AL) 15/03/1859 - La Loggia (TO) 02/09/1933

Moncalieri 1869 - Roma 1959

Profilo della Vergine Placca in bronzo, 44x33 cm; monogramma LB impresso in basso a destra.

La Valdostana Busto in bronzo su base in marmo verde, h totale 39 cm, firma incisa.

LEONARDO BISTOLFI

BASE D’ASTA: 500 €

PIETRO CANONICA

SENZA RISERVA

610 611

612

GIUSEPPE FERRARI Roma 21/12/1843 - Rieti 04/08/1905

Cavaliere arabo e fanciulla Bronzo patinato, 54x25 cm, h 40. BASE D’ASTA: 1.500 €

613

LOTTO DI DIVERSI OGGETTI IN ARGENTO, XX SECOLO, composto da una coppia di candelieri a due fiamme, un candeliere a tre fiamme (rincollatura), un mug liscio con cartiglio sbalzato, una borsetta in maglia d’argento, una saliera su piedini, una bugia con presa ad anello, un modello di bottiglia rivestita in lamina d’argento, una penna stilografica con porta penna, tre vasetti, alcuni piattini e bomboniere, una serie di cucchiaini di cui nove dorati Christofle; difetti e usure. Netto pesabile g 2050, lordo g 3350, h massima 25 cm BASE D’ASTA: 500 €

614

JEAN-JACQUES PRADIER

612

Ginevra 23/05/1790 - Parigi 04/06/1852 (modello di)

Bacco e Arianna Bronzo patinato su base in marmo, 95x25 cm, h 37, firma “Pradier” e “Vavasseur Editeur” incisi al retro. SENZA RISERVA

614

190


615

617

615

617

BASE D’ASTA: 2.000 €

SENZA RISERVA

616

618

QUATTRO FIORIERE A BOCCIOLO IN ARGENTO, IMPERO OTTOMANO, FINE DEL XIX SECOLO, base traforata e applicazioni di rami fioriti e uccelli; difetti e lievi mancanze. g 1420, h 19,5

POLTRONA IN LEGNO INTAGLIATO, XVIII SECOLO, gambe arcuate con traverse di raccordo, seduta e schienale in paglia di Vienna; usure e difetti. 65x51 cm, h 91. SENZA RISERVA

COPPIA DI CANDELIERI IN ARGENTO, XVII-XVIII SECOLO, a balaustro con base tripode su piedi ferini, anima in metallo e legno; difetti e ammaccatura. peso lordo g 620, h 25 cm

OROLOGIO A COLONNA CON CARILLON, JOHN GIBSON, EDIMBURGO, 1758-1780 CA., cassa intarsiata in legni vari con semicolonne, quadrante con doppia numerazione araba e romana firmato “John Gibson Edin”, meccanismo con complicazioni e suoneria con carillon; lievi usure, sbeccature e movimento da revisionare. h 250 cm BASE D’ASTA: 500 €

618

191


619

619

GHERARD SEGHERS Anversa 17/03/1591 - Anversa 18/03/1651 (seguace di)

Cristo in casa di Marta e Maria Olio su tela, 135x189,5 cm L’opera in esame, coeva all’originale, riprende un modello del noto pittore fiammingo della fase “caravaggesca” ora conservato a Madrid al Museo del Prado. BASE D’ASTA: 6.000 €

620

PITTORE DEL XVIII SECOLO Paesaggio con animali da cortile e volatili Olio su tela, 78x106 cm SENZA RISERVA

620

192


621

621

PITTORE LOMBARDO DEL XVII SECOLO Natura morta con vasi di fiori e uva Olio su tela, 90x170 cm BASE D’ASTA: 5.000 €

622

PITTORE DEL XVII SECOLO Cesto di fiori su tavolo Olio su tela, 57,5x82,5 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

622

193


623

ANGELO VACCA Torino 1746 - Torino 1814

Putti allegorici con levriero, festoni di fiori e busto femminile Olio su tela, 157x112 cm Il dipinto è uno squisito capolavoro del pittore piemontese Angelo Vacca senior. Bibliografia: Cfr. Arabella Cifani, Franco Monetti, Un dipinto inedito di Angelo Bartolomeo Vacca senior (1746-1814). Nuovi documenti per il pittore e la sua famiglia, in: “Studi Piemontesi”, giugno 2017, vol. XLVI, fasc.1, pp.101-116. BASE D’ASTA: 10.000 €

194


624

MICHELE RAPOUS 18/02/1733 - 27/04/1819

Natura morta con vaso di fiori e frutti su piatto Olio su tela, 50,5x68 cm Il dipinto è uno splendido lavoro di Michele Antonio Rapous. Il pittore, fratello di Vittorio Amedeo, si specializzò nel genere delle nature morte in tutte le sue molteplici varianti. La sua arte incontrò il gradimento della corte sabauda: numerose ed importanti le commissioni per la Venaria Reale, Stupinigi, il Palazzo Reale di Torino. La sua attiva ed avviata bottega eseguì per i principali palazzi della capitale subalpina gran copia di tele e sovrapporte, doviziose di frutti e fiori disposti a cascata, spesso rallegrate da squarci di paesaggi e decorate con elementi architettonici; il gusto di questi eleganti dipinti s’ispira marcatamente a quello di coeve nature morte francesi. Le nature morte originali del Rapous possiedono alcune caratteristiche peculiari, che le rendono facilmente individuabili. Fra i frutti prevalgono, come a Stupinigi, opimi grappoli di uve, pesche susine, melagrane, ciliegie; fra i fiori, spesso radunati in aerei cestelli di vimini, in grandi vasi di forma monumentale o in coppe di cristallo e piatti di peltro (come in questo caso), prevalgono rose, grandi peonie, garofani, tulipani. I colori sono vivi, ma non sgargianti, armoniosamente accostati. La tela è una delicata composizione di scenografica eleganza, destinata al collezionismo privato e al decoro di qualche ambiente settecentesco. I fiori (rose, garofani, peonie, delphinium) esplodono in un fuoco d’artificio di colori. Nella struttura della tela rivivono illustri modelli francesi, ben conosciuti a Torino, sia tramite originali presenti nelle collezioni locali, sia tramite le stampe che circolavano copiosissime. Michele Antonio Rapous guarda infatti a Jean-Baptiste Blain de Fontenay e, soprattutto, a Alexandre-François Desportes. BASE D’ASTA: 12.000 €

195


625

SCRITTOIO DA CENTRO LUIGI XIV LASTRONATO IN LEGNI VARI CON INTARSI IN OTTONE, PIEMONTE, PRIMA META’ DEL XVIII SECOLO, piano con profili in ottone e decoro con figure entro riserve geometriche a spinato, cassetti e tablette scorrevole sul lato opposto, piedi ferini ebanizzati; lievi restauri e usure. 92,5x55,5 cm, h 84,5. Provenienza: Collezione privata, Piemonte; già raccolta privata dei Conti di Sambuy. BASE D’ASTA: 2.000 €

625

626

ZUCCHERIERA CON COPERCHIO IN ARGENTO, TORINO, 1760 CA., ASSAGGIATORE B.PAGLIANI, CONTRASSAGGIATORE G.B.CARRON, a navicella, su piedini a voluta e presa rocaille, bordi scanalati, monogrammi incisi “MM” sul coperchio e “G.V.” sul fondo. g 240, 13,5x7,5 cm h 11.

626

BASE D’ASTA: 1.500 €

627

CASSETTONE INTARSIATO IN LEGNI VARI, TORINO, XVIII SECOLO, fronte bombato a tre cassetti e lati intarsiati a trofei d’armi entro riserva a rocaille, piano sagomato; restauri, sostituzioni e usure. 95x50,5 cm, h 87. BASE D’ASTA: 4.000 €

628

CAFFETTIERA IN ARGENTO, MILANO, 1950 CA., ARGENTIERE GENAZZI, costolata in stile settecentesco, manico in legno e versatore con coperchio incernierato, cimatura a trottola. peso lordo g 550, h 23 cm SENZA RISERVA

627

196


629

SPECCHIERA LUIGI XVI IN LEGNO SCOLPITO E DORATO, PIEMONTE, XVIII SECOLO, cimasa a vaso fiorito e decori a festoni e fiori, usure, restauri e sbeccature. 176,5x106 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

630

CANDELIERE IN ARGENTO, TORINO, 1790 CA., CONTRASSAGGIATORE G.FONTANA, fusto a balaustro baccellato su base polilobata e gradinata; dado metallico interno. g 670, h 25 cm SENZA RISERVA

631

COPPIA DI POLTRONE IN LEGNO INTAGLIATO, DIPINTO E DORATO, TORINO, XVIII SECOLO, braccioli e sostegni mossi, schienali sagomati e sedute imbottite, decoro a rilievo a motivi floreali policromi; restauri e usure. 68x56 cm, h 102. BASE D’ASTA: 3.500 €

629

631

197


633

634

635

BASE D’ASTA: 500 €

BASE D’ASTA: 500 €

SENZA RISERVA

636

637

638

639

BASE D’ASTA: 500 €

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

BASE D’ASTA: 500 €

632

SCULTORE DEL XVII SECOLO Crocefisso Legno intagliato e dipinto, h tot 72 cm, su supporto ligneo non coevo; mancanze e usure.

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Vergine Legno scolpito e dipinto, h 110 cm; mancanze e restauri.

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Santa Legno intagliato, dipinto e dorato, h 120 cm; mancanze e usure.

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Vergine assunta con angeli Legno e stucco dipinto, h 43 cm; usure, difetti e restauri.

SENZA RISERVA

SCULTORE DEL XVII SECOLO Busto reliquiario di santo Legno intagliato, dipinto e dorato, h 59 cm; reca cartiglio frontale con iscrizione; usure e sbeccature.

198

SCUOLA BOLOGNESE DEL XVIII SECOLO Madonna con Bambino Terracotta policroma, h 26 cm; qualche restauro e sbeccatura.

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Busto di santo Legno intagliato, h 38 cm; sbeccature e usure.

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Sant’Antonio col Bambino Legno intagliato e dipinto con occhi in vetro, h totale 65 cm


640

COPPIA DI SPECCHIERE AD APPLIQUE IN LEGNO INTAGLIATO E DORATO, XVIII SECOLO, sagomate con decoro a fiori e volute su fondo bulinato; danni, sbeccature e usure; recano al retro antica iscrizione “Not. Gius. Colombetti”. 55x35 cm SENZA RISERVA

640

641

CONSOLE LUIGI XVI IN LEGNO SCOLPITO, DIPINTO E DORATO, FINE DEL XVIII SECOLO, piano sagomato dipinto a finto marmo e gambe scanalate, decori a festoni dorati; restauri, adattamenti e sostituzioni. 121x47 cm, h 78,5. SENZA RISERVA

641

642

COPPIA DI SPECCHIERE IN LEGNO INTAGLIATO E DORATO A MECCA, XVIII SECOLO, a volute contrapposte; restauri, usure e sbeccature. 72x46 cm SENZA RISERVA

642

643

CONSOLE IN LEGNO INTAGLIATO E DORATO, XVIII SECOLO, a tre gambe con volute contrapposte e raccordo centrale, fascia con elementi fogliacei traforati e piano in marmo sagomato; usure e restauri. 98,5x51,5 cm, h 85. BASE D’ASTA: 500 €

643

199


644

COPPA GIORGIO III IN ARGENTO, LONDRA, 1783, a due manici con festoni e riserve ovali a rilievo, bordi perlinati; usure. g 1990, h 31,5 cm BASE D’ASTA: 2.500 €

645

SERVIZIO DI POSATE IN ARGENTO DORATO, VIENNA, 1847, ARGENTIERI MAYERHOFER & KLINKOSCH, composto da dodici forchette, dodici coltelli e dodici cucchiai, decoro a mascheroni e volute; entro cofanetto in legno, g 1760, dim. cofanetto 35,5x26 cm BASE D’ASTA: 500 €

644

645

646

SAMOVAR GIORGIO III IN ARGENTO, LONDRA, 1767, PROBABILE ARGENTIERE L.HAMON O L.HERNE, corpo ovoidale su base quadrata con piedi ad artiglio su sfera, doppio manico perlinato con attaccatura a foglie, coperchio cimato da fiamma, bordi traforati e a rocaille, fronte con cresta entro scudo coronato da tralci fioriti incisi. g 1940, h 46 cm BASE D’ASTA: 2.500 €

646

200


647

TEIERA GIORGIO III IN ARGENTO, LONDRA, 1794, corpo a ogiva su base rettangolare, decori incisi, manico a voluta in legno. Peso lordo g 620, h 24 cm SENZA RISERVA

647

648

COPPIA DI VASSOI GIORGIO III IN ARGENTO, LONDRA, 1807, ARGENTIERE H.NORTHCOTE, ovali a profilo polilobato, bordi godronati e cresta con cartiglio incisi. g 2910, 38x29 cm

648

BASE D’ASTA: 2.000 €

649

TANKARD GUGLIELMO III IN ARGENTO, LONDRA, 1696, ARGENTIERE J.PENFOLD, cilindrico in parte baccellato con coperchio incernierato e manico a voluta; lievi difetti. g 740, h 17 cm BASE D’ASTA: 4.000 €

649

650

LEGUMIERA CON COPERCHIO GIORGIO III IN ARGENTO, LONDRA, 1809. ARGENTIERE P.STORR, liscia su piedini a voluta con bordi godronati e presa a rametto, sostegno con vasca in metallo. g 2070, 37x22,5 cm, h 18.

650

BASE D’ASTA: 3.000 €

201


651

651

PITTORE DEL XVII SECOLO Supplicium Sceleri Fraenum (Il supplizio è freno delle scelleratezze) Olio su tela, 70,5x103,5 cm L’affascinante dipinto è tratto da una rara ed importante incisione realizzata dal grande Jacques Callot nel 1630 circa. L’incisione è una sorta di monito a chi voglia delinquere e ricorda che gli orribili supplizi pubblici del tempo che erano un vero e proprio spettacolo, con fini educativi. Erano attori: il condannato, il boia, le istituzioni che ne controllavano lo svolgimento, mentre il pubblico era la comunità cittadina che partecipava emotivamente e traeva un senso compiuto e un monito preciso dalla rappresentazione delle punizioni. In un tempo in cui le leggi erano fragili, il supplizio era ritenuto un sistema valido per frenare la delinquenza. Il quadro, rispetto all’incisione, presenta uno sfondo con una città che potrebbe essere una invenzione sul tema di Roma, considerando che appare anche una piramide e una gran catena di montagne nello sfondo. BASE D’ASTA: 4.000 €

652

PITTORE EMILIANO DEL XVIII SECOLO Prospettiva architettonica con colonnato Olio su tela, 110x129 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

652

202


653

ERASMUS QUELLINUS II 1607 - 1678 (ambito di) Madonna col Bambino Olio su tavola, 58x41,5 cm; cornice in legno dorato con riserva ovale non coeva. Il dipinto evidenzia una cultura rubensiana assai precisa e non appare lontano dallo stile di Erasmus Quellinus II. Appartenente ad una famiglia di artisti, dipinse ritratti, quadri religiosi, allegorie; inoltre fu raffinato disegnatore, incisore e progettista di arazzi ad Anversa. Collaborò molto con Peter Paul Rubens, dal quale fu profondamente influenzato. La sua figura nell’atelier di Rubens fu così determinante, che, alla morte del maestro, molti mecenati considerarono Quellinus come l’unico artista in grado di seguire le orme del maestro. In seguito il pittore cercò di aggiornare il suo stile, orientandosi verso un classicismo più moderato. In questa opera il pittore evidenzia il tenero legame tra la Vergine e il Bambino, ma anche la malinconia di Maria per il tragico futuro del Figlio. Il risultato è un’immagine estremamente intima e accattivante. BASE D’ASTA: 2.000 €

203


654

SCUOLA EMILIANA DEL XVIII SECOLO Paesaggi con architetture e figure Coppia di oli su tela, 59,5x73 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

654

654a

PITTORE DEL XVII SECOLO Madonna di Loreto e angeli Olio su tela, 43,5x58 cm SENZA RISERVA

654

655

PITTORE DEL XVIII SECOLO Paesaggio con ruderi e la predica di san Paolo con figure e animali Olio su tela, 45,5x80 cm; opera priva di cornice. SENZA RISERVA

655

204


656

DANIEL SEITER Vienna 1647 - Torino 1705

Lucrezia Olio su tela, 135x90,5 cm Entrato nell’industriosa bottega di Loth appena giunto a Venezia nel 1667, Daniel Seiter apprende i fondamenti culturali dell’arte pittorica dal maestro tedesco, ben visibili in quest’opera nel taglio compositivo e nell’intonazione complessiva, oltre che nella raffigurazione sensuale e patetica del volto. Partito da Venezia nel 1679, entra in contatto con il luminoso barocco cortonesco degli ambienti romani, che si tradurrà in un approccio più pacato con il progressivo schiarimento della tavolozza. La grande committenza romana richiede a Seiter dipinti destinati al collezionismo, non solo di carattere sacro: citiamo la Lucrezia romana eseguita per il cardinal Spada, una grande tela in seguito dispersa ma di enorme successo, un dipinto “che andò per la sua vaghezza a vederlo tutta Roma” (L.Pascoli, 1736, II, p.324). E’ però nella capitale sabauda che si concretizza la più prestigiosa commissione ricevuta dal Seiter: la decorazione degli ambienti di rappresentanza di Palazzo Reale a Torino, da quel momento appellata “Galleria del Daniel”. La collocazione temporale della splendida tela in esame pare in maniera evidente da porsi negli anni di permanenza a Roma, intorno al 1685. Opera corredata da studio critico del prof. Giuseppe Sava qui in parte ripreso. Bibliografia: M.Kunze, D.Seiter, 1647-1705, Die Gemalde, Munchen-Berlin, 2000 L.Pascoli, Vite de’ pittori, scultori ed architetti moderni, vol.II, Roma, 1736, pp.317-330 BASE D’ASTA: 8.000 €

205


657

657

FRANS FRANCKEN I IL VECCHIO Herenthals 1542 - Anversa 03/10/1616

Ultima cena Olio su tavola, 72x105 cm BASE D’ASTA: 4.000 €

658

LORENZO LIPPI Firenze 03/05/1606 - Firenze 14/04/1665 (attribuito a)

Allegoria dell’Abbondanza, Fortuna e Sapienza Olio su tela, 207,5x146,5 cm Provenienza: collezione privata, Milano. La tela raffigura una raffinata allegoria. La donna seduta regge la cornucopia dell’abbondanza e ha in grembo le corone delle fortune politiche; offre una mela al giovinetto in piedi coronato di alloro, che regge dei libri e tiene una viola. Dietro le figure, una pianta frondosa, da cui pende uno stemma allusivo al primato papale, completa la composizione. Il dipinto celebra probabilmente la laurea di un nobile al quale vengono presentate figure propizie alle sue future fortune. Opera corredata da copia di una relazione del professor M.Marini. BASE D’ASTA: 8.000 €

658

206


659

GERARD TER BORCH Zwolle 1617 - Deventer 08/12/1681

Lezione di musica Olio su tela, 60,5x44,5 cm; firma “G.Terburg” e data (1673) in basso a destra. BASE D’ASTA: 8.000 €

207


660

MAESTRO DI FRANCOFORTE Anversa 1460 - Anversa 1533 (cerchia di)

Madonna con Bambino e sant’Anna Olio su tavola, 59x45,5 cm; opera priva di cornice; al retro reca iscrizione ad inchiostro “Proprietà del prof. Filippo Arena n 4” e vecchia etichetta di inventario con numero 57. Opera corredata da attestato di libera circolazione. Provenienza: collezione privata, già asta Hampel, Monaco, dicembre 2020. L’importante dipinto è attribuibile al raffinato maestro di Francoforte, attivo all’inizio del XVI secolo, le cui opere si ritrovano in molti musei. Il quadro è utilmente confrontabile con un’opera di analogo soggetto della National Gallery of Art di Washington. Una composizione molto simile, anche se più estesa, si trova al Museum der bildenden Künste di Leipzig (fig.1). BASE D’ASTA: 15.000 €

Fig. 1

208


INDICE DEI LOTTI -AArcheologia: 238, 239, 240, 241, 242, 243, 244, 245 Argenti d’epoca: 48a, 55, 71, 72, 73, 89, 91, 92, 108, 176, 177, 178, 179, 180, 181, 182, 183, 184, 267, 382, 384, 387, 388, 390, 391, 392, 393, 394, 395, 396, 397, 408, 441, 442, 443, 444, 470, 471, 472, 473, 474, 475, 476, 477, 478, 479, 480, 490, 526, 527, 528, 529, 530, 531, 532, 586, 588, 589, 590, 609, 615, 617, 626, 630, 644, 645, 646, 647, 648, 649, 650 Argenti Recenti: 37, 38, 39, 40, 41, 51, 141, 142, 143, 144, 145, 146, 147, 148, 192, 383, 385, 386, 389, 469, 493, 503, 521, 522, 523, 524, 525, 562, 573, 587, 604, 613, 628 Arte Orientale: 283, 284, 285, 286, 287, 288, 289, 290, 291, 292, 293, 294, 294a, 295, 296, 298, 299, 301, 302, 303, 304, 306, 307, 309, 310, 311, 313, 314, 316, 317, 318, 319, 320, 321, 322, 323, 324, 325, 326, 327, 328, 329 -BBarabino Simone: 270 Barbini Alfredo: 359 Barocci Federico: 227 Basiletti Luigi: 52 Bassano: 449, 450, 451, 452, 453, 454 Bellini Giovanni: 232 Berlino: 150 Brina Francesco: 278 Buccellati: 381 -CCalandrucci Giacinto: 187 Calza Antonio: 429 Canonica Pietro: 611 Cantarini Simone: 96 Cappello Carmelo: 336 Carbone Andrea: 104 Carracci Agostino: 599 Carriera Rosalba: 482 Castelli: 496 Ceramica: 216, 218, 219, 494, 497 Cervelli Federico: 488 Ciappa Vincenzo: 597 Cignaroli Angelo Antonio: 430 Colombo Joe: 334, 376

Conca Sebastiano: 448 Cozzi (Manifattura): 581 Cremonini Giovanni Battista: 222 Crivelli Angelo Maria: 416, 417 -DD’Azeglio Massimo: 433 Da Ponte Francesco: 246, 247 Daum Nancy: 360, 361, 362, 369 De Ferrari Orazio: 103 De Moucheron Frederick: 515 De Simone Nicolò: 592 Del Sarto Andrea: 203 Design: 332, 333, 337, 339, 340, 341, 345, 346, 347, 348, 349, 350, 352, 355, 372, 373, 379, 379a, 380 Di Pietro Francucci Innocenzo: 248 Diziani Gaspare: 509 Dossena Alceo: 234 Duprà Giorgio Domenico: 561 -FFerrari Giuseppe: 612 Francken Frans I: 657 Francken Frans III: 158 -GGallé: 363, 364, 365 Giappone: 315, 330 Grooth Johann Niklaus: 566 Guala Pier Francesco: 541 -IIcona Russa del XIX secolo: 251, 276, 398, 399, 400, 401, 402, 467 Iznik: 220 -LLalique: 366 Landi Gaspare: 64 Lanino Bernardino: 205 Lazzarini Gregorio: 125, 462 Le Brun Charles: 570 Lefebvre Jules Joseph: 574 Lenci: 368, 377 Libro: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 13, 14, 15, 16, 16a, 18, 20, 21, 22, 23, 24, 25 Limoges: 607 Lippi Lorenzo: 658 Lodi: 575, 576, 577, 579, 580, 582 Loth Johann Karl: 486 Luti Benedetto: 591 -M-

Maestro della dormitio di Terni: 280 Maestro di Francoforte: 660 Magnasco Alessandro: 435 Magnasco Stefano: 129 Marchesi Giuseppe Detto Il Sansone: 98 Marchioni Elisabetta: 111 Mazzega: 378 Mazzola Francesco detto il Parmigianino: 255 Meissen: 130, 131, 132, 133, 134, 135, 136, 137, 138 Meuron: 560 Mobile del XIX secolo: 28a, 33, 35, 42, 44, 46, 47, 49, 50, 56, 58, 60, 62, 68, 70, 118, 156, 164, 165, 167, 169, 207, 412, 420, 421, 465, 495 Mobile del XVII secolo: 256, 257, 258, 259, 260 Mobile del XVIII secolo: 93, 99, 100, 101, 102, 110, 120, 189, 190, 193, 194, 195, 206, 208, 209, 210, 211, 212, 213, 214, 254, 418, 419, 422, 423, 424, 425, 438, 439, 455, 456, 466, 489, 491, 492, 498, 550, 551, 553, 559, 583, 584, 585, 616, 625, 627, 629, 631, 640, 641, 642, 643 Mobile del XX secolo: 69, 155, 166, 342 Molinari Antonio: 140 Monfort Octavianus: 221 Montanini Pietro: 516, 517 Morandi Giovanni Maria: 228 Murano: 335, 338, 353, 356, 358 Muttoni Pietro detto della Vecchia: 485 -NNapoli (manifattura): 556 Navarra Pietro: 113 Nicolle Victor-Jean: 30, 31 Nogari Giuseppe: 481 -OOggetti d’arte: 45, 54, 106, 168, 191, 250, 265, 403, 404, 405, 406, 407, 409, 411, 463, 464, 499, 504, 545, 549, 554, 555, 557, 565, 600, 601, 602, 603, 605, 608 Orologio a colonna: 157, 618 Orologio da muro: 344 Orologio da tavolo: 32, 34, 36, 43, 57, 501, 542, 544, 546, 548, 558


-PPagano Michele: 518, 519 Parodi Domenico: 83, 84 Parodi Francesco: 81, 82 Pavia (Manifattura): 86, 88 Pittore bolognese del XVI secolo: 94 Pittore del XIX secolo: 27, 61, 63, 65, 75, 97, 200, 428, 487 Pittore del XVI secolo: 198 Pittore del XVII secolo: 126, 224, 225, 534, 536, 540, 569, 598, 622, 651, 654a Pittore del XVIII secolo: 29, 95, 117, 121, 122, 123, 124, 200a, 253, 268, 274, 427, 431, 432, 434, 436, 437, 446, 447, 533, 535, 537, 538, 539, 564, 594, 620, 655 Pittore emiliano del XVIII secolo: 26, 652 Pittore Fiammingo del XVII secolo: 223 Pittore Fiammingo del XVIII secolo: 159, 160, 163 Pittore francese del XVII secolo: 78 Pittore francese del XVIII secolo: 568 Pittore genovese del XVII secolo: 105, 139 Pittore Lombardo del XVII secolo: 201, 621 Pittore lombardo del XVIII secolo: 445 Pittore napoletano del XVIII secolo: 186 Pittore neoclassico, inizio XIX secolo: 48, 66 Pittore piemontese del XVIII secolo: 170 Pittore romano del XVII Secolo: 596 Pittore Toscano del XVI secolo: 230 Pittore veneto del XVII secolo: 484 Pittore veneziano del XVIII secolo: 483 Polidoro Da Lanciano: 202 Pomodoro Gio: 375 Ponti Gio: 374 Pradier Jean-Jacques: 614 Procaccini Camillo: 226 -QQuellinus Erasmus II: 653

-RRapous Michele: 624 Ricci Sebastiano: 505 Rizzi Marcantonio: 119 Rizzoli Giovanpietro detto Gianpietrino: 204 Robert & C.: 118a Roccatagliata Nicolò: 263 Roos Jakob: 413 Roos Philipp Peter detto Rosa Da Tivoli: 414, 415 Rosa Salvator: 19 Rubati Pasquale (Manifattura): 578 -SSaftleven Herman: 161 Satsuma: 281, 282, 297, 300, 305, 308, 312 Savona (manifattura): 85, 87, 90 Scultore del XIX secolo: 67, 76, 77, 173, 174a, 175, 410, 502, 543, 571 Scultore del XVI secolo: 215, 261, 262, 264, 269 Scultore del XVII secolo: 107, 109, 233, 236, 500, 632, 636 Scultore del XVIII secolo: 53, 59, 114, 115, 116, 235, 266, 275, 440, 468, 547, 552, 633, 634, 635, 638, 639 Scultore del XX secolo: 171, 174 Scuola Bolognese del XVIII secolo: 637 Scuola emiliana del XVI secolo: 252 Scuola emiliana del XVII secolo: 128 Scuola emiliana del XVIII secolo: 514, 654 XV secolo: 277 XVI secolo: 197 Scuola Francese del XVIII secolo: 567 Scuola Genovese del XVII secolo: 80 Scuola genovese del XVIII secolo: 127 Scuola lombarda del XV secolo: 272, 273 Scuola lombarda del XVI secolo: 199 Scuola romana del XVII secolo: 506, 563, 595 Scuola veneta del XIX secolo: 28

Scuola veneta del XVI secolo: 196 Scuola veneta del XVII secolo: 461 Scuola veneta del XVIII secolo: 507, 508, 512 Scuola veneto cretese del XVI secolo: 229 Scuola veneto cretese del XVII Secolo: 231 Scuola veronese del XVII secolo: 513 Seghers Gherard: 619 Seiter Daniel: 656 Seutter Matthaus: 432a Simonini Francesco: 426 Sirani Giovanni Andrea: 593 Somacchini Orazio: 249 Sottsass Ettore: 371 Stanchi Giovanni: 112 Steen Jan Havickszoon: 162 -TTer Borch Gerard: 659 Tiepolo Giovanni Battista: 12 Traubenberg Fon Raus Konstantin K.: 367 Trevisani Francesco: 458, 459 Troger Paul: 188 -VVacca Angelo: 623 Van Loo Charles-Andre’: 185 Van Poelenburg Cornelis: 572 Vanello Ludovico: 237 Vanni Raffaello: 271 Vela Vincenzo: 74 Venezia (manifattura): 217 Venini: 331, 354, 357 Vienna: 149, 151, 152, 153, 154, 606 Vigo Nanda: 343 Voet Jacob Ferdinand: 79 -WWiinblad Biorn: 351 Wright Franck Lloyd: 370 Wyon Edward William: 172 -ZZanino Di Pietro: 279 Zuccarelli Francesco: 520 Zugno Francesco: 460


NON SVENDERE... MA VENDI ALL’ASTA

GLOSSARIO TERMINI ED ESPRESSIONI UTILIZZATI NELLA DESCRIZIONE E NELLA SCHEDATURA DEI LOTTI. Con questa terminologia Meeting Art esprime un’opinione e non un dato di fatto per quanto riguarda l’attribuzione, l’origine, la data, l’età, la provenienza e le condizioni dei lotti contenuti in questo catalogo. Inoltre Meeting Art raccomanda vivamente agli acquirenti di visionare personalmente i lotti offerti i quali sono soggetti alle condizioni di vendita.

Su richiesta del mandante è possibile ottenere una anticipazione immediata FINO AD UN MASSIMO del 25% del valore dei lotti affidati per la vendita. Tale possibilità è a discrezione del responsabile di settore e comunque soggetta ad autorizzazione della Direzione. Le somme anticipate verranno stornate al momento della liquidazione dei lotti venduti. Nel caso in cui i lotti non vengano venduti o le somme anticipate superino il totale ricavato dai lotti venduti, la somma anticipata o il residuo della stessa dovrà essere restituita contestualmente al ritiro dei lotti invenduti.

DILAZIONI DI PAGAMENTO MEETING ART Si rivolge a tutti i clienti che vogliono investire in opere d’arte, d’antiquariato e nel collezionismo. IL SERVIZIO Viene offerta la possibilità dalla MEETING ART senza alcuna mediazione da parte di terzi e si sviluppa in un massimo di 10 mesi senza interessi. COME FUNZIONA Il dilazionamento viene offerto per acquisti 5.000,00 (anche con importo minimo di più opere) per ogni singola asta e si sviluppa come segue: Pagamento immediato dei diritti d’asta il rimanente importo suddiviso in 10 rate con versamenti mensili. ATTENZIONE I lotti soggetti a questo tipo di dilazione verranno custoditi gratuitamente presso la sede della MEETING ART e verranno consegnati all’acquirente ad avvenuto pagamento dell’importo totale. IN OGNI CASO I DIRITTI D’ASTA ANDRANNO SALDATI A VISTA. Al momento della sottoscrizione a questo servizio verrà rilasciato dalla MEETING ART un documento con il prospetto delle scadenze mensili delle rate che il cliente acquirente dovrà firmare. CONTATTI ED INFORMAZIONI: Casa delle Aste MEETING ART SpA Tel. 0161.2291

®

1.1820, ARGENTIERE... A nostro parere la punzonatura conferma il luogo, l’anno e l’esecutore. 2. PARIGI... o FRANCIA... 1820 ca. A nostro parere, pur non presentando punzoni leggibili o mancanti, è riconducibile al luogo e al periodo indicato. 3. DI GUSTO... o DI STILE... o IN STILE... A nostro parere il giudizio è inerente esclusivamente al modello e alla fattura decorativa dell’oggetto, non attribuendolo all’epoca storica dello stile indicato. 4. PESO LORDO Il lotto è stato pesato con le parti non in argento (es. manici in legno, zavorrature etc.) di cui non era possibile la separazione. Il peso netto è espresso solo con i grammi, non inferiore a quello indicato. 5. GUIDO RENI A nostro parere si tratta di un’opera dell’artista indicato. 6. GUIDO RENI (attribuito a) A nostro parere si tratta di un’opera, tutta o anche solo in parte, probabilmente dell’artista indicato. 7. GUIDO RENI (Bottega di) A nostro parere si tratta di un’opera realizzata nella bottega o studio dell’artista, quindi attribuibile, anche dubbiosamente, ad un allievo di cui non si conosce l’identità e probabilmente sotto la sua supervisione. 8. GUIDO RENI (Cerchia di) o (Ambito di) A nostro parere si tratta di un’opera realizzata durante la vita 9. GUIDO RENI (Seguace di) A nostro parere si tratta di un’opera realizzata da abile mano, non necessariamente un allievo, vicino all’artista indicato anche non contemporaneo e databile anche ad un’epoca successiva. 10. GUIDO RENI (Maniera di) o (Stile di) A nostro parere si tratta di un’opera realizzata nello stile dell’artista di epoca successiva. 11. (da Guido Reni) A nostro parere si tratta di una copia di un’opera conosciuta dell’artista indicato. 12. .... , XVII secolo... (e tutti i secoli indicati) A nostro parere si tratta di un’opera appartenente a questo periodo storico e sono indicazioni orientative suscettibili a margini di approvazione.

IMPORTANTI AVVERTENZE Se non espressamente indicato, non viene garantito che gli orologi siano intatti e funzionanti. Si consiglia perciò vivamente di ispezionare tali lotti prima della partecipazione all’asta. In caso di aggiudicazione di lotti di particolare fragilità si invitano i gentili clienti a provvedere direttamente al ritiro o a servirsi di trasportatori d’arte specializzati. Le condizioni di conservazione dei dipinti antichi non sono generalmente indicate in catalogo. Eventuali richieste specifiche o condition report andranno inviate via mail ad info@meetingart.it Meeting Art casa d’aste non assicura la possibilità di organizzare il trasporto e l’imballaggio di lotti di particolare ingombro o fragilità: per tali lotti gli acquirenti dovranno farsi carico interamente dello spostamento e della gestione del ritiro degli stessi. Si pregano i clienti acquirenti di informarsi prima della partecipazione all’asta sulle possibili modalità di ritiro dei lotti di interesse. Tutti i lotti che contengono componenti elettriche ed elementi predisposti per elettrificazione non vengono verificati. Meeting Art casa d’Aste non ne garantisce l’effettivo funzionamento. Si ricorda inoltre che la descrizione dei lotti in vendita, presente sul catalogo e sul buono di vendita, viene effettuata il più accuratamente e dettagliatamente possibile. La direzione ricorda che per quanto riguarda l’acquisto di materiali come: l’avorio, la tartaruga e il corallo di prestare attenzione alle leggi dei paesi che regolano l’importazione, quindi di informarsi sulle procedure doganali e ai relativi permessi necessari.


ACQUISTARE DA MEETING ART CONDIZIONI CONDIZIONIDIDIVENDITA VENDITA Tutte Tutteleleaste astesono sonosottoposte sottopostealle allecondizioni condizionididivenvendita seguito su questo catalogo. Si rac-Si ditapubblicate pubblicatedi di seguito su questo catalogo. comanda ai clienti offerenti di leggere con con attenzioraccomanda ai clienti offerenti di leggere attenne questa sezione contenente i termini d’acquisto di zione questa sezione contenente i termini d’acquiuna in asta.in asta. sto proprietà di una proprietà STIME / BASI D’ASTA STIME / BASI D’ASTA Accanto a ciascuna descrizione dei lotti in catalogo, Accanto a ciascuna descrizione dei lotti in catalogo, è indicata una base d’asta che non include le comèmissioni indicatadiuna base L’asta d’astaeche non include leInoltre, comvendita. battuta in Euro €. missioni di vendita. L’Asta è battuta in Euro (€). in alcuni casi, è possibile che vengano indicateInoldelle tre, in alcuni casi, è possibile che vengano indicate stime che corrispondono al probabile valore di merdelle stime che Sia corrispondono cato del lotto. le stime chealleprobabile basi d’astavalore ripordi mercato del lotto. Siaindicative le stime che le basi d’asta tate in catalogo sono e possono essere riportate soggetteina catalogo revisione.sono indicative e possono essere soggette a revisione. RISERVA Il prezzo di riserva corrisponde al prezzo minimo RISERVA confidenziale al di sotto del quale il lotto non sarà Il prezzo di riserva corrisponde al prezzo minimo venduto. Può essere superore alla base d’asta indiconfidenziale al di La sotto del quale lotto non saràdi cata sul catalogo. Meeting Art siilriserva il diritto venduto. essere superiore alla del basevenditore d’asta indiformularePuò un’offerta nell’interesse fino cata sul catalogo. Ladella Meeting Art Isilotti riserva il diritto al raggiungimento riserva. senza riserva di formulare un’offerta nell’interesse del venditore sono segnalati sul catalogo con la dicitura “senza fino al raggiungimento della riserva. I lotti senza riserva”. riserva sono segnalati sul catalogo con la dicitura COMMISSIONE ACQUIRENTI “offerta libera”. Oltre al prezzo di aggiudicazione finale l’acquirente dovrà corrispondere un premio del 25% (diritti d’ACOMMISSIONE ACQUIRENTI sta) IVA compresa. Oltre al prezzo di aggiudicazione finale l’Acquirente REGIME IVA (REGIME MARGINE) dovrà corrispondere unDEL premio del 23% (diritti Le vendite effettuate da Meeting Art in virtù di rapd’asta). porti di commissione stipulati con privati consumatori o conIVA soggetti IVA,DEL che MARGINE) operano nel regime del REGIME (REGIME Margine, assoggettate al regime Le venditesono effettuate da Meeting Art in del virtùMargine, di rapsancito dall’art. 40 bis D.L. 41/95. Per tali vendite porti di commissione stipulati con privati consumaMeeting Art non applicherà né l’IVA sui servizi resi al tori o con soggetti IVA, che operano nel regime del compratore, né l’IVA sul prezzo di aggiudicazione. margine, sancito dall’art. 40bis DL 41/95. Per tali Tale regime IVA non si applica alle vendite di beni vendite Meeting Art non applicherà né IVA sui servizi provenienti da soggetti IVA che abbiano già deresi al compratore, né Iva sul prezzo di aggiudicaziotratto l’imposta all’atto dell’acquisto e alle vendite ne. Tale regime IVA non si applica alle vendite dei di beni in temporanea importazione, fattispecie dibeni provenienti da soggetti IVA chevigente. abbianoL’I.V.A. già sciplinate dalla normativa generale detratto l’imposta all’atto dell’acquisto e alle vendisul prezzo di aggiudicazione è rimborsabile solo a te di beni in temporanea importazione, fattispecie fronte di provata esportazione Extra-Ue avvenuta disciplinate dalla normativa generale vigente. entro tre mesi dalla data della vendita la cui L’IVA docusul prezzo di di aggiudicazione è rimborsabile solo Art a mentazione prova sia pervenuta in Meeting fronte di provata Extra-Ue avvenuta entro quattro mesiesportazione della suddetta data. L’I.V.A. sulla entro tre mesi e dalla data della vendita la cui docucommissione sul prezzo di aggiudicazione non è mentazione disoggetti prova siaI.V.A. pervenuta in Meeting Artin applicabile a non italiani residenti entro mesi dalla suddetta data. L’IVA sulla paesiquattro Ue. commissione e sul prezzo di aggiudicazione non è ESPOSIZIONE PRIMA DELL’ASTA applicabile a soggetti IVA vendita non italiani Le esposizioni prima della sonoresidenti aperte in paesi Ue. al pubblico e si terranno dal sabato antecedente all’inizio della vendita all’asta e durante la stessa. Per ESPOSIZIONE i preziosi e gli orologi l’esposizione si terrà il venerdì, Le esposizioni prima della vendita sono aperte al il sabato e la domenica pubblico gratuitamente si terranno dale durante sabato antecedente l’inizio dellae vendita all’asta antecedente la stessa. l’inizio della vendita all’asta e durante la stessa. Per i preziosi e gli orologi l’esposizione si REGISTRAZIONE ALL’ASTA terrà il venerdì, il sabato e la domenica antecedenti Per partecipare all’Asta è necessario registrarsi forl’inizio della vendita all’asta e durante la stessa, I lotti nendo un documento d’identità valido, il codice fiinvenduti saranno per una settimana dopo la scale, almeno unesposti recapito telefonico e la liberatoria fine stessa.Chi partecipa presenziando nel Saloperdella la privacy. ne degli Incanti è tenuto REGISTRAZIONE a ritirare il numeroALL’ASTA di partecipazione alla reception Per partecipare all’Asta, è necessario essere regi(paletta). strati fornendo un documento di una identità il Nel caso l’acquirente agisca per terzavalido, persona codice fiscale,una un recapito telefonico la liberatoria è necessaria delega scritta. I lottie saranno fatturati al nome ed indirizzo rilasciati durante la registrazione Meeting Art si riserva il dirit-

sulla privacy. Chi partecipa all’asta presenziando nel to di non accettare le offerte provenienti Salone degli è tenuto a ritirare il numero di da coloro cheIncanti non hanno effettuato la registrazione partecipazione alla reception (Paletta). Nel caso l’ac24 ore prima dell’inizio dell’asta. quirente agisca per una terza persona è necessaria OFFERTESCRITTE/TELEFONICHE/VIA INTERNET una delega scritta. I lotti saranno fatturati al nome Per coloro che non possono partecipare di persona ed indirizzo rilasciati la registrazione. all’Asta, Meeting Artdurante sarà lieta di eseguire offerte scritte, telefoniche o via internet. Si ricorda che il OFFERTE SCRITTE/TELEFONICHE/VIA servizio è gratuito e pertanto nessun tipoINTERNET di responPer coloro che non partecipare di persona sabilità potrà esserepossono addebitato a Meeting Art, che all’Asta, Art sarà di eseguire offerte non saràMeeting responsabile perlieta offerte inavvertitamenscritte, o viaerrori Internet. Si ricorda che il te non telefoniche eseguite o per nell’esecuzione delle servizio soprattutto è gratuito e in pertanto tipo di responstesse, caso dinessun compilazione errata, sabilità potrào comunque essere addebitato a Meeting che incompleta poco leggibile deiArt, Moduli non sarà responsabile per offerte inavvertitamente Offerta. non eseguite o per errori relativi all’esecuzione delle Offerte scritte: stesse, soprattutto in casoeseguite di compilazione Le Offerte Scritte saranno per contoerrata, incompleta o al comunque poco leggibile Moduli dell’offerente minimo prezzo possibiledei consideraOfferta. to il prezzo di riserva e le altre offerte.Possono essere eseguite facendo pervenire la propria offerta a Offerte scritte: Meeting Art almeno 24 ore prima dell’inizio dell’ALe Offerte sta tramite:Scritte saranno eseguite per conto dell’offerente al minimo prezzo possibile considerato il -fax allo 0161 229327-8 prezzo offerte@meetingart.it di riserva e le altre offerte in sala. Possono -e-mail essere eseguite la propria offerta -posta scrivendofacendo a Casapervenire delle Aste Meeting Art S.p.A. CorsoArt Adda, 7-11 –24 13100 a Meeting almeno oreVercelli prima (VC). dell’inizio dell’asta Telefoniche: tramite: Offerte - Fax allo 0161.229327-8. E’ possibile fare offerte prima dell’inizio e durante - E-mail a offerte@meetingart.it l’asta contattando il numero 0161 2291.Previo ac- Postacon scrivendo Casa delle Aste Meeting Artorgacordo l’Ufficioa Offerte, Meeting Art potrà S.p.A. collegamenti Corso Adda, 7/11 13100durante Vercelli l’asta. (VC). nizzare telefonici All’Acquirente sarà richiesto di comunicare il limite Offerte telefoniche: massimo dell’offerta qualora ci fossero problemi di collegamento telefonico. Per i lotti “senzadell’asta riserva” E’ possibile fare offerte prima dell’inizio ile cliente potrà essere contattato ma solo caso durante l’asta stessa contattando il nel numero faccia un’offerta su precisa tale 0161.2291. Previoeaccordo conrichiesta, l’Ufficio qualora Offerte, per offerta fosse superata l’offerente sarà lotti con base d’asta durante uguale ol’asta, superiore a 500,00 richiamato per poter partecipare € Meeting telefonicamente Art potrà organizzare collegamenti tealla garadurante con unal’asta. successiva battuta d’asta. lefonici All’acquirente è richiesto di comunicare limite massimo dell’offerta, qualora ci Offerte Via ilInternet: Per poter fare offerte tramite internet bisogna essefossero problemi di collegamento telefonico. Per i re (Vedi “Registrazione all’Asta”) lottiregistrati ad “offerta libera” il cliente potrà essere succescontatsivamente il cliente potrà registrarsi al servizio web tato, ma solo nel caso faccia un’offerta e su precisa tramite collegamento al fosse sito www.meetingart. richiesta.ilQualora tale offerta superata durante it, dovel’offerente potrà scegliere un “nometelefonicamente utente” ed una l’asta, sarà richiamato “password” con i quali,alla dopo conferma, poper poter partecipare garanostra con una successiva trà partecipare battuta d’asta. all’asta attraverso l’apposito link “accedi” che si trova in home page. Per i nuovi clienti che nonvia hanno mai acquistato è fissato un tetto Offerte internet: massimo € 5.000, offerte 00 (Cinquemila/00) perèlenecesofferPer poter di effettuare tramite Internet te inviate tramite web, è comunque possibile effetsario essere registrati (Vedi “Registrazione all’asta”), tuare offerte per importi telefonicamente. successivamente il clientesuperiori potrà registrarsi al servizio INCREMENTI OFFERTE WEB tramite ilDELLE collegamento al sito www.meetinPer tuttidove i lottipotrà in catalogo è riportata la Base d’Asta gart.it, scegliere un “nome utente” ed che alla cifra di partenza della vendita. una corrisponde “password” con i quali, dopo conferma di attiPer i lottida senza riserva l’offertaArt, minima di € 50,00 e vazione parte di Meeting potràèpartecipare subisce l’incremento di € 50,00. all’asta attraverso l’apposito link “accedi” che si tro€va500,00 Page. incrementi pari a € 50,00 in Home €Per 1.000,00 incrementi pariacquistato a € 100,00 i nuovi clienti che non hanno mai è €fissato 2.000,00 massimoincrementi pariper a €le offerte 200,00 un tetto di 5.000,00 €inviate 3.000,00 web, è comunque incrementi pari a € effettua300,00 tramite possibile €re4.000,00 incrementi pari a € 400,00 offerte per importi superiori telefonicamente. da € 5.000,00 a € 9.000,00 incrementi pari a € 500,00 INCREMENTI DELLE OFFERTE incrementi pari a € 1.000,00 € 10.000,00 Per tutti i lotti in catalogo è riportata la Base d’Asta incrementi pari a € 1.000,00 € 20.000,00 che corrisponde alla cifra di partenza della vendita. € 30.000,00 incrementi pari a € 1.000,00 Per i lotti ad “offerta libera”, l’offerta minima è di incrementi pari a € 2.000,00 € 40.000,00 50,00 € e subisce l’incremento di 50,00 €. Da € 50.000,00 a € 99.000,00 Da € 100.000,00

incrementi pari a € 2.000,00 incrementi pari a € 2.000,00

€ 500,00 incrementi a € a discre50,00 Gli incrementi sopra riportati sonopari sempre € 1.000,00 100,00 zione del banditore. incrementi pari a € € 2.000,00 incrementi pari a € 200,00 AGGIUDICAZIONI E PAGAMENTI € 3.000,00 incrementi pari a € 300,00 Il colpo di martello indica l’aggiudicazione del lotto incrementisipari a € la 400,00 e€in4.000,00 quel momento l’acquirente assume piena da € 5.000,00del lotto. I risultati della vendita saranresponsabilità a €pubblicati 9.000,00 dopo l’asta. incrementi pari a € dovranno 500,00 no Gli acquirenti € 10.000,00 il prezzoincrementi pari a € più 1.000,00 corrispondere di aggiudicazione i diritti € 20.000,00 incrementi entro pari a 7€ giorni 2.000,00 d’asta e l’I.V.A. dove applicabile dal € 30.000,00 incrementiessere pari a € 3.000,00 termine della stessa e dovranno ritirati entro € giorni, 40.000,00 incrementi pari a € 4.000,00 15 trascorsi i quali verranno trasferiti presso da €Società 50.000,00 una di magazzinaggio esterna, il costo di a €servizio 99.000,00 € 5.000,00 tale è di € 1,00incrementi giornalieripari peraogni singolo da € 100.000,00 su incrementi pari a €di10.000,00 oggetto. Dopo lainvisione e la conferma un lotto, non si accettano, a posteriori, contestazioni sull’inGli incrementi sopra riportati sono sempre discretegrità dell’opera, siamo lieti di fornirVi unaarelazione contenente le condizioni generali del suddetto zione del banditore. bene. Poiché non siamo né restauratori né conservatori professionisti, Vi preghiamo di rivolgerVi AGGIUDICAZIONI E PAGAMENTI aIlun Vostro restauratore conservatore didel fiducia, colpo di martello indicaol’aggiudicazione lotto ilequale potrà rilasciare una relazione dettagliata e in quel momento l’acquirente si assume la piena professionale. dovranno isperesponsabilitàI potenziali del lotto. Iacquirenti risultati della vendita sazionare ciascun lotto, in modo taleacquirenti da potersidovranaccerranno pubblicati dopo l’asta. Gli tare suedicondizioni. Qualsiasi no personalmente corrispondere il delle prezzo aggiudicazione più dichiarazione di Meeting Art corrisponde i Diritti d’astadae parte l’IVA dove applicabile entro sette unicamente a un parere qualificato soggettivo. giorni dal termine della stessa, e i lotti dovrannoI potenziali acquirenti sono pertanto invitati ai quali fare essere ritirati entro quindici giorni, trascorsi riferimento alle Condizioni di Vendita relative a tale saranno applicate le spese di assicurazione e custovendita presenti nel Catalogo. dia, pari ad un importo di € 3,00 giornalieri per ogni Pagamenti: singolo oggetto. Dopo la visione e la conferma di 1.unContanti fino a € 1.999,99 (millenovecentonovanlotto non si accettano, a posteriori, contestazioni tanove/99). sull’integrità dell’opera. 2. Assegno circolare, soggetto a preventiva verifica con l’Istituto Bancario di emissione. Pagamenti 3.1)Assegno di conto corrente, previo acContanti bancario fino a 999,99 € (novecentonovantanove, cordi con la Direzione Amministrativa. 99 euro) 4.2)Bonifico AssegnoBancario circolare,presso: soggetto a preventiva verifica con l’Istituto Bancario di emissione BANCA FIDEURAM 3) Assegno001, bancario di conto corrente, previo accorAGENZIA MILANO di conIT80E0329601601000067177064 la Direzione Amministrativa IBAN: 4) Bonifico bancario presso: BIC/SWIFT: FIBKITMM BANCA CARIGE BANCA S.P13 .A.- 13100 Vercelli (VC) PiazzaCARIGE Zumaglini, FILIALE DI509580 VERCELLI C.C. n° – A.B.I. 03431 – C.A.B. 10000 – CIN C IBAN: IT44O0617510001000000509580 IBAN IT04 C0343 1100 0000 0000 509 580 BIC/SWIFT: CRGEITG1268 BIC CARIITGG RITIRO DEI LOTTI AGGIUDICATI RITIRO Gli oggetti saranno ritirati dall’acquirente a sua cura oggetti saranno ritirati dall’acquirente sua cura eGli rischio previo pagamento da effettuarsiasecondo rischio previo pagamento daArt effettuarsi secondo lee suddette modalità. Meeting non è responsale suddette modalità bile per danneggiamenti a seguito di modifiche, Ritiro dei olotti aggiudicati riparazioni restauri richiesti dall’aggiudicatario. Gli oggetti saranno ritirati dall’acquirente a sua cura e rischio da effettuarsi secondo RITIRO DIprevio LOTTIpagamento CON DELEGA le suddette Meeting Artuna non è responNel caso in cuimodalità. l’acquirente deleghi terza persosabile peroccorre danneggiamenti a scritta seguitocon di allegata modifiche, na al ritiro, una delega la fotocopia documento d’identità del delegante, riparazionidel o restauri richiesti dall’acquirente. oltre alla dall’Amministrazione Ritiro di ricevuta lotti conquietanzata delega della Meeting Nel caso in cuiArt. l’acquirente deleghi una terza persona al ritiro, occorre una delega scritta con allegata la SPESE DI TRASPORTO MAGAZZINAGGIO fotocopia del documentoE d’identità del delegante, Vedi Vendita”, paragrafo 7. oltre“Condizioni alla ricevutadi quietanzata dall’Amministrazione della Meeting Art. ESPORTAZIONE Spese di trasporto e magazzinaggio Vedi Vedi“Condizioni “Condizionidi diVendita”, Vendita”, paragrafo paragrafo 9. 11. Esportazione Vedi “Condizioni di Vendita”, paragrafo 13.


BUYING AT MEETING ART The following translationART is for courtesy purposes BUYING AT MEETING only; for any inconsistency, version shall The following translation isthe forItalian courtesy purposes prevail. only; for any inconsistency, the Italian version shall

prevail. CONDITIONS OF SALE CONDITIONS OF subject SALE to the conditions of sale All the auctions are All the in auctions are subject to the printed the catalogue. Meeting Artconditions strongly re-of sale printedtheinBidders the catalogue. Meeting stroncommends to read carefully thisArt section, gly recommends the Bidders to read carefully this as it contains the purchase conditions of all propersection, as it contains the purchase conditions of all ties in auction. properties in auction. ESTIMATES ESTIMATES//STARTING STARTINGBIDDINGS BIDDINGS The The estimate estimateprice priceisis printed printedunder underthe thedescription description of every every lot lot in in the the catalogue catalogueas asaastarting startingbid bidonly only of and isisnot notinclusive inclusiveofof Buyer’Premium. s Premium. estiand Buyer’s TheThe estimamates at times, approximately represent the tes may,may, at times, approximately represent the lot’s lot’s market Estimates and starting are market value.value. Estimates and starting bids bids are set set well in advance be subject to change well in advance and and may may be subject to change bebefore auction. fore thethe auction.

RESERVE RESERVE The reserve price is the confidential minimum The reserve price is thewhich confidential minimum auction price, below a lot will not be aucsold. tion price,the below whichprice a lotmay will be nothigher be sold. At the tiAt times, reserve than mes, the reserve be higher than the estimate printed price in themay catalogue. Meeting Artestirisermate catalogue. Artsreserves ve theprinted rights intothe place bid(s) inMeeting the Seller’ interest, the rightstotomatch place the bid(s) in theprice. Seller’s interest, in in order reserve Is the lots are order towithout match the reserve price. Is are the indicated lots are of-in offered reserve, these lots fered without reserve, these lots are indicated the catalogue as “Senza riserva” (free bid). in the catalogue as “Offerta libera” (free bid). BUYER’S PREMIUM The Buyer’s Premium will be calculated at 25% of BUYER’S PREMIUM the Hammer price (VAT included) and is required to willthe be Hammer calculatedprice. at 23% of the The Buyer’s Premium to be paid additionally Hammer price and is required to be paid additionalVAT AND MARGIN SCHEME ly to the Hammer price. Meeting Art’s sales are regulated according to commission customers or with custoVAT ANDbetween MARGINprivate SCHEME mers subject VAT operateaccording within thetomargin Meeting Art’s to sales arethat regulated comscheme,between as per D.L. 41/895, art. 40orofwith Italian Law. mission private customers custoMeeting Art will not apply VAT neither services mers subject to VAT that operate withinonthe marginto the Buyers norD.L. on the finalart. hammer price.Law. TheMeVAT scheme, as per 41/895, 40 of Italian will not onVAT valuables by private eting Artbe willapplied not apply neitherbought on services to the citizensnor thatonhave previously been subject to will VAT Buyers the final hammer price. The VAT nor on valuables temporarily imported, as per curnot be applied on valuables bought by private citirent laws. The VAT is refundable only upon produzens that have previously been subject to VAT nor on cing proof of Extra UE Export within 3 months of the valuables temporarily imported, as per current laws. sale date, this needs to be received by Meeting Art The VAT is refundable only upon producing proof of within 4 months of the same date. VAT will not be Extra UE Export within 3 months of the sale date, this applied on the purchase or on the Buyer’s Premium needs to be received by Meeting Art within 4 monfor non-Italian customers living in a EU Country and ths of the same date. who VAT will notinbeEU applied on the for Italian customers reside countries. purchase or on the Buyer’s Premium for non-Italian DISPLAY BEFORE AUCTION customers living in aTHE EU Country and for Italian cuThe lotswho will be displayed to the public free of charstomers reside in EU countries. ge, starting from the Saturday before the before the scheduled date of AUCTION the auction and during the DISPLAY BEFORE THE auction and to Watches will be The lots itself. will beJewels displayed the public freedisplayed of charon the Fridays, and Sundays before the ge, starting fromSaturdays the Saturday before the before scheduled datedate of the auction andand during the aucthe scheduled of the auction during the tion itself. auction itself. Jewels and Watches will be displayed on the Fridays, Saturdays and Sundays before the REGISTERING TO THE AUCTIONS scheduled of the thecustoaucIn order todate place bidsauction duringand anyduring auction, tion mersitself. must register and provide a valid identification document, telephone number and privacy agreement. Customers who bid in the salesroom must collect a registration number from the reception. In order to place bids on behalf of a third party it is mandatory to produce a delegation note in writing. All lots will be invoiced to the name and address provided during registration.Meeting Art reserves the right not to accept bids from those who do not have registered 24 hours before the action.

REGISTERING TO THE AUCTIONS BIDDING IN WRITING, VIA PHONE OR VIA INTERNET In order to placewho bidscannot during any auction, For customers attend the customers auction in must register andArt provide valid identification doperson, Meeting will bea pleased to accept bids cument, and privacy in writing,telephone via phonenumber or via internet. Weagreement. would like Customers who this bid in the salesroom a to remind that service is totally must free, collect however registration from the reception. In to Meeting Artnumber cannot accept responsibility in order case the placeare bids behalf correctly of a thirdand/or party itinis case mandatory bids notonplaced mistato produce a delegation in writing.the All relevant lots will kes/omissions were madenote in compiling be invoiced to the name and address provided duBidding Forms. ring registration. Written bids BIDDING IN WRITING, Bids received in writing will be placed on behalf of VIABidder PHONE INTERNET the atOR theVIA minimum possible price consideFor the customers ring reservewho pricecannot and allattend other the bidsauction placed in in person, Bids Meeting be pleased to acceptArt bids person. canArt be will submitted to Meeting at least 4 hours of the auction by: like in writing, viabefore phonethe or start via internet. We would -toFax to n. +39.0161.229327-8 remind that this service is totally free, however -Meeting Fax to n.Art +39.0161.229327-8 cannot accept responsibility in case the -bids Postare to not address as correctly follows: Casa delle AstemistaMeeplaced and/or in case ting Art S.p.A. Corso Adda,in7/11 13100 the Vercelli (VC) kes/omissions were made compiling relevant Italy Bidding Forms. Written bids Phone bids in writing will be placed on behalf of Bids received Bids can beat submitted via phone before start of the Bidder the minimum possible pricethe considethe during itselfplaced by phoringlive theauction reserveorprice andthe all auction other bids in ning +39.0161.2291. Meeting Art will be pleased to person. Bids can be submitted to Meeting Art at lecall the Bidder on the phone during the live auction. ast 4 hours before the start of the auction by: Arrangements have to be made prior to the auction - Fax to n. +39.0161.229327-8 with Bid+39.0161.229327-8 Offices. The Bidder will be required a - Faxour to n. maximum bid, in case of problems with the phone - Post to address as follows: Casa delle Aste line arising . For lots starting with free bid (offerta liMeeting Art S.p.A. Corso Adda, 7/11 bera) the customer may also be contacted during 13100 Vercelli (VC) Italy the live auction, however an offer has be placed and Phone bids a phone call needs to be specifically requested by Bids can be submitted via phone before the start of the Bidder for this to take place. In case a the live auction or during the auction itself by phogreater bid is placed by another Bidder during the ning +39.0161.2291. Meeting willinbe pleased auction, Bidders will be calledArt back order to beto call the Biddera on therelevant phone higher during bid. the live auction able to make new for lots with starting bid equal or greater than € 500,00. Arrangements have to be made prior to Internet bids thebe auction our Bidbids Offices. TheInternet, Bidder will be To able with to submit via the custorequired a maximum bid, in case of problems with mers need to be registered (please see above). the phone line arising . For lotswill starting withtofree bid After registering, customers be able access (offerta the via customer may also be contacted our weblibera) services our website www.meetingart. during the live auction, however an offer has be conplait, choosing a user name and password. Upon ced and afrom phone call needs be specifically requefirmation Meeting Art,tocustomers will then be sted to bysubmit the Bidder for this tothe take place.link In case a able bids through relevant on our greaterPage. bid is For placed another Bidder duringbouthe Home newbycustomers, who never auction, willofbe5.000 called back in order be ght, thereBidders is a limit € for web offers.toTheable toitmake a newpossible relevantto higher refore, is always makebid. superior offers Internet by phone.bids To be able to submit bids via the Internet, customers INCREASES TO THE BIDS need to be registered (please see above). After reThe starting bid of each printed underour theweb degistering, customers willLot be is able to access scription of the Catalogue. For lots withoutchoosing reserve, services via our website www.meetingart.it, bidding generally opens atUpon a minimum of € 50,00 a user name and password. confirmation from and the increase of eachwill following is €to 50,00. Art, customers then bebid able submit Meeting €bids 500,00 € 50,00 through the relevant link on our Home Page. €For 1.000,00 € 100,00 who never bought, there is a linew customers, €mit 2.000,00 € 200,00 for web offers. Therefore, it is always of 5.000 €possible 3.000,00to€ make 300,00superior offers by phone. € 4.000,00 € 400,00 from € 5.000,00 € 9.000,00 INCREASES TOtoTHE BIDS e 500,00 €The 10.000,00 1.000,00 starting€bid of each Lot is printed under the de€scription 20.000,00 1.000,00 of €the Catalogue. For lots without reserve, € 30.000,00 € 1.000,00 bidding generally opens at a minimum of 50,00 € 40.000,00 € 2.000,00 and the increase of each following bid is 50,00. from € 50.000,00 to € 99.000,00 € 2.000,00 from € 100.000,00 and above € 2.000,00 The above increases are always at the auctioneer’s discretion.

500,00 50,00 KNOCKING DOWN AND PAYMENTS 1.000,00 100,00 After the lots are knocked down to the highest 2.000,00 200,00 bidder, the buyer has the full responsibility on the 3.000,00The results of the sale will be published 300,00 purchase. 4.000,00 after the auction. Buyers must pay the final400,00 price 5.000,00 to 9.000,00 500,00 offrom the lot plus buying premium and VAT whereas 10.000,00within seven days from end of auction. 1.000,00 applicable, 2.000,00 The20.000,00 lots must be collected within fifteen days from 3.000,00 the30.000,00 end of the auction; lots not collected after this 40.000,00 4.000,00 deadline will be subject to insurance and custody from 50.000,00 to per 99.000,00 5.000,00 surcharges od e 1,00 day per each single lot. above 10.000,00 from the100.000,00 After lots haveand been displayed and bought at auction, we regret that any complaints about inThe above increases always the auctioneer’s tegrity of any object are cannot beataccepted, we are pleased to provide you with a general report of the discretion. condition of the property described above. Since we are not professional conservators KNOCKING DOWN AND PAYMENTSor restorers, we urge consult withdown a restorer conservaAfter theyou lotstoare knocked to theor highest bidtor ofthe yourbuyer choice better ableon to provide der, haswho thewill fullbe responsibility the purachase. detailed, buyers The professional results of thereport. sale willProspective be published after should inspect eachmust lot to satisfy themselves as lot to the auction. Buyers pay the final price of the condition andpremium must understand that any applicable, statement plus buying and VAT whereas made Meeting Art isend merely a subjective, withinby seven days from of auction. The lotsqualimust fied opinion. Prospective should to be collected within fifteenbuyers days from thealso endrefer of the any Conditions Sale regarding thisdeadline sale, which auction; lots notofcollected after this willare be printed Sale Catalogue. subjectintothe insurance and custody surcharges od 3,00 per day per each single lot. After the lots have PAYMENT METHODS been displayed and bought at auction, we regret - Cash payment - up to € 1.999,99 that any complaints about integrity of any object - Bank Draft – subject to prior verification with Bank cannot be accepted. of emission - Cheque – subject to prior arrangement with our PAYMENT METHODS Administration Department - Cash payment - up to 999,99. - Wire transfer to: - Bank Draft – subject to prior verification with BANCA FIDEURAM Bank of emission AGENZIA MILANO - Cheque001, – subject to prior arrangement with our IBAN: IT80E0329601601000067177064 Administration Department BIC/SWIFT: FIBKITMM - Wire transfer to: BANCA CARIGE BANCA CARIGE S.P.A. Piazza Zumaglini, 13 - 13100 Vercelli (VC) FILIALE DI VERCELLI C.C.IT44O0617510001000000509580 n° 509580 – A.B.I. 03431 – C.A.B. 10000 – CIN C IBAN: IBAN IT04CRGEITG1268 C0343 1100 0000 0000 509 580 BIC/SWIFT: BIC CARIITGG

COLLECTION OF LOTS AFTER KNOCKING DOWN COLLECTION LOTS AFTER KNOCKING DOWN The lots will beOF collected at the Buyers responsibility Therisk lots after will bepayment collectedahatbeen the Buyers responsibility and received in full as and riskMeeting after payment received in full as above. Art willah notbeen assume responsibility above. Meeting Art will not assume responsibility for damages following modifications, mending for or damages following modifications, mending or restorestoration requested by the customer. ration requested by the customer. COLLECTION BY PROXY BY PROXY IfCOLLECTION the Buyer authorizes a third party to collect the If theitBuyer authorizes party to collect the lot(s), is required that aa third written authorization of lot(s), it is note required that a written authorization of delegation is produced, together with a photocopy of thenote Buyer’ ID and a receipt from Meeting delegation is sproduced, together with a phoArt’ s Administration. tocopy of the Buyer’s ID and a receipt from Meeting Art’s Administration. DELIVERY COSTS Please see COSTS “Terms and conditions of sale”, paraDELIVERY graph Please7.see “Terms and conditions of sale”, paragraph 11. EXPORT Please see “Terms and conditions of sale”, paraEXPORT graph Please9.see “Terms and conditions of sale”, paragraph 13.


ACQUISTARE DA MEETING ART ART VENDERE DA MEETING CONDIZIONI VENDITA 1. DURATA DI DEL MANDATO A VENDERE E Tutte le aste sono sottoposte alle condizioni di venTERMINI dita pubblicate di seguito questo catalogo. Il mandato a vendere hasuuna durata di anniSi1 raced è comanda clienti offerenti di leggere con rinnovatoaitacitamente, la risoluzione del attenziocontratto ne questa sezionetramite contenente i termini d’acquistocon di dovrà avvenire lettera raccomandata una proprietà in asta. ricevuta di ritorno entro trenta giorni dalla scadenza. Il termine di un anno potrà, tuttavia, essere ulteriorSTIME BASI D’ASTA mente/prorogato in caso di ritardo nella messa in Accanto ciascuna descrizione deiimputabili lotti in catalogo, vendita adel bene per cause non a Meeèting indicata una base d’asta che non include le comArt. Nell’esecuzione del mandato a vendere, MeetingdiArt si riserva la facoltà di decidere: missioni vendita. L’Asta è battuta in Euro (€). Inol(a) le con un lotto offerto in ventre, in modalità alcuni casi, è cui possibile cheviene vengano indicate dita; stime che corrispondono al probabile valore delle (b)mercato la descrizione e l’illustrazione dell’opera nel cadi del lotto. Sia le stime che le basi d’asta talogo oin le catalogo eventualisono relazioni sulle sue condizioni;  riportate indicative e possono es(c) lasoggette data e il luogo dell’asta/e;  sere a revisione. (d) di consultare esperti o restauratori di propria scelta e di fare effettuare esami o analisi in relazione RISERVA o dopo la vendita.  Ilall’opera, prezzo diprima riserva corrisponde al prezzo minimo Si precisa cheal ogni stima casa confidenziale di sotto delfornita quale dalla il lotto nond’aste, sarà scritta o orale, rappresenta un’opinione meramente venduto. Può essere superiore alla base d’asta indiindicativa. Il mandante non potrà afficata sul catalogo. La Meeting Art sidunque riserva ilfare diritto damento su una stima come previsione del prezzo di formulare un’offerta nell’interesse del venditore di vendita. Meeting Art si riserva in ogni caso la fafino al raggiungimento della riserva. I lotti senza coltà di modificare, in ogni momento ed a propria riserva sono segnalati sul catalogo con la dicitura discrezione, ogni stima che abbia fornito. Inoltre, “offerta libera”. ogni rappresentazione, scritta o orale (incluse quelle pubblicate su ogni catalogo), relazione, guida o COMMISSIONE stima, relative adACQUIRENTI ogni caratteristica o qualità dell’oOltre prezzoildi aggiudicazione l’Acquirente pera,alincluso prezzo o il valore, finale costituiscono mere dovrà corrispondere un premio del 23% (diritti opinioni e possono essere modificate prima che d’asta). l’opera sia offerta in vendita, incluso il periodo in cui il lotto è esposto al pubblico. Pertanto, né MeREGIME DEL MARGINE) eting Art,IVA né (REGIME i suoi dipendenti o consulenti saranno Le vendite effettuate Art contenuti in virtù di rapresponsabili di erroridaodMeeting omissioni nelle porti commissione stipulati con privati consumasopradicitate rappresentazioni. tori o con soggetti IVA, che operano nel regime del margine, dall’art. 40bis DL 41/95. 2. SPESEsancito A CARICO DI MEETING ART Per tali vendite Meeting Art non applicherà né IVArelative sui servizi Meeting Art assorbirà tutte le spese alla organizzazione, alladistampa ed alla resi al compratore,alla népubblicità, Iva sul prezzo aggiudicaziodiffusione del catalogo ne. Tale regime IVA nond’asta. si applica alle vendite dei   beni provenienti da soggetti IVA che abbiano già 3. SPESE A CARICO DEL MANDANTE detratto l’imposta all’atto dell’acquisto e alle vendia) di Costi e consegna dei lotti presso la te benidiintrasporto temporanea importazione, fattispecie sede di Meeting Art.  disciplinate dalla normativa generale vigente. L’IVA b) Assicurazione incendio e èfurto 1% da calcolarsi sul prezzo di aggiudicazione rimborsabile solo a sul prezzo di riserva con un minimo di 10 €.  fronte di provata esportazione Extra-Ue avvenuta c) Commissione deldata 30%della calcolata sul Prezzo di Agentro tre mesi dalla vendita la cui docugiudicazionedifino adsia € 999,00 e delin 15% oltre Art tale mentazione prova pervenuta Meeting importo.  entro quattro mesi dalla suddetta data. L’IVA sulla d) Spese sostenute da Meeting Art in nomenon e per commissione e sul prezzo di aggiudicazione è conto del Mandante e spese per operazioni bancaapplicabile a soggetti IVA non italiani residenti in rie ai tassi correnti.  paesi Ue. e) DDS: Diritto di Seguito (Droit de Suite) Dlgs n.118 del 13/02/2006, in vigore dal 9 aprile 2006 in ESPOSIZIONE Italia, ossia il diritto dell’autore (vivente o deceduto Le vendita sono aperteealdi daesposizioni meno di 70prima anni) della di opere di arti figurative pubblico gratuitamente si percentuale terranno dal sul sabato manoscritti a percepire euna prezantecedente l’inizio della vendita all’asta e durante zo di vendita degli originali delle proprie opere in laoccasione stessa. Perdelle i preziosi e gli orologi l’esposizione si vendite successive alla prima. Avterrà il venerdì, il sabato la domenica antecedenti vertenza: la legge n. 34 edel 25 febbraio 2008 (G.U., l’inizio della vendita all’astan.e durante stessa, I2008), lotti supplemento ordinario, 56 del 6la marzo invenduti esposti per una settimana dopo la all’art. 11saranno modifica l’art 150 della legge sul diritto fine della stessa. d’autore (n. 633/41), prevedendo una diversa modalità di computo del diritto. La nuova normativa REGISTRAZIONE è applicabile dalleALL’ASTA vendite effettuate dal 21 marzo Per è necessario regi-e 2008partecipare in poi. Taleall’Asta, diritto sarà a carico delessere Venditore strati fornendosul unprezzo documento di identità valido, il sarà calcolato di aggiudicazione o di vendita uguale o superiore ai telefonico 3.000€ e non in ogni codice fiscale, un recapito e lapotrà liberatoria caso essere superiore ai 12.500€ per ciascun Lotto.

sulla privacy. partecipa all’asta presenziando nel L’importo delChi diritto da corrispondere è così deterSalone degli Incanti è tenuto il numero minato: 4% per vendite fino aa ritirare 50.000€, 3% per dila partecipazione reception Nele caso l’acparte di venditaalla compresa tra(Paletta). 50.000,01 200.000€, quirente una terza personatra è 200.000,01 necessaria 1% per laagisca parte per di vendita compresa delega 0,50% scritta.per I lotti saranno fatturaticompresa al nome euna 350.000€, la parte di vendita ed 350.000,01 indirizzo rilasciati durante la registrazione. tra e 500.000€, 0,25% sul prezzo di vendita oltre i 500.000€. Il diritto di seguito addebitato al OFFERTE sarà SCRITTE/TELEFONICHE/VIA Venditore versato dalla Meeting ArtINTERNET alla S.I.A.E. Perbase coloro che non possono partecipare in a quanto stabilito dalla Legge. di persona all’Asta, Meeting Art sarà lieta di eseguire offerte 4. GARANZIE D’AUTENTICITA’, DIricorda PROPRIETA’ scritte, telefoniche o via Internet. Si che il E CONSENSO ALLA CESSIONE servizio è gratuito e pertanto nessun tipo di responIlsabilità Mandante implicitamente a Meeting potrà garantisce essere addebitato a Meeting Art, che Art al responsabile compratore di proprietario noned sarà peressere offerteil vero inavvertitamente o di essere autorizzato a vendere il bene in questionon eseguite o per errori relativi all’esecuzione delle ne dal proprietario e di poter stesse, soprattutto in caso di legalmente compilazionetrasferire errata, ilincompleta bene ed ilo relativo diritto proprietàdeilibero da comunque pocodileggibile Moduli rivendicazioni da parte di terzi, da ipoteche e da diOfferta. ritti di ritenzione; garantisce inoltre che il bene non èOfferte oggetto di rivendicazione da parte del Governo scritte: o Autorità Statali o Locali e diper aver fornito alla Ledi Offerte Scritte saranno eseguite conto dell’ofMeeting Art tutte le informazioni in suo possesso ferente al minimo prezzo possibile considerato il relativamente alla provenienza del bene, il Mandanprezzo di riserva e le altre offerte in sala. Possono te si impegna ad indennizzare la Meeting Art, i suoi essere eseguite facendo pervenire la propria offerta funzionari, agenti e il compratore per qualsiasi pera Meeting Art almeno 24 ore prima dell’inizio dita o danno sofferti da ciascuno in conseguenza di dell’asta tramite: inadempienza a quanto indicato sopra. Garantisce - Fax allo 0161.229327-8. altresì di aver rispettato le norme vigenti per l’im- E-mail a offerte@meetingart.it portazione o l’esportazione dei Lotti. Si assume tut- Posta scrivendo a Casa delle Aste Meeting Artevente le responsabilità relative all’autenticità e ad S.p.A. Corso 7/11 13100 Vercelli (VC). tuali plagi. DàAdda, consenso alla cessione, sollevando Meeting Art, per qualsiasi pretesa che l’autore doOfferte telefoniche: vesse avanzare sull’opera. Il mandante si impegna a E’ possibilee tenere fare offerte prima dell’inizio manlevare indenne la casa d’aste dell’asta da quale durante stessa contattando il numero siasi richiesta,l’asta pretesa, reclamo e/o azione, di qual0161.2291. Previoavanzata accordo da conterzi, l’Ufficio Offerte, l’acper sivoglia natura, compreso lotti con dell’opera, base d’astainuguale o superiore a 500,00 quirente dipendenza, tra l’altro, della € Meetingnon Art veridicità potrà organizzare collegamenti teerroneità, e/o parzialità (anche solo presunte) delle informazioni dichiarazioni e garanzie lefonici durante l’asta. All’acquirente è richiesto di rilasciate allailcasa indipendentemente dall’icomunicare limited’aste; massimo dell’offerta, qualora ci potesi cui l’acquirente promuovatelefonico. eventualmente fosseroinproblemi di collegamento Per i un nei confronti della casa d’aste, lottigiudizio ad “offerta libera” il cliente potrà esserequest’ulcontattima autorizzata a svelare dele mandante tato, èma solo nel caso faccial’identità un’offerta su precisa anche prima e non appena a conoscenza delle richiesta. Qualora tale offerta sia fosse superata durante pretese dell’acquirente ed indipendentemente dall’asta, l’offerente sarà richiamato telefonicamente la fondatezza. Il mandante dichiara altresì che perloro poter partecipare alla gara con una successiva non esistono battuta d’asta.limitazioni al diritto di riprodurre l’opera ovvero di aver già acquisito ogni più opportuna autorizzazione a tale riguardo, manlevando in ogni Offerte via internet: caso la casa d’aste da qualsiasi pretesa e/o azione di Per poter effettuare offerte tramite Internet è necesterzi con riferimento alla eventuale realizzazione e/o sario essere registrati (Vedi “Registrazione all’asta”), utilizzo delle immagini dell’opera. successivamente il cliente potrà registrarsi al servizio   WEB tramite il collegamento al sito www.meetin5. RISERVE gart.it, dove potrà scegliere un “nome utente” ed Agli oggetti affidati è attribuito un prezzo di riseruna “password” con i quali, dopo conferma di attiva in euro (€), prezzo di battuta minimo a cui il lotto vazione da considerato parte di Meeting Art, Meeting potrà partecipare può essere venduto. Art potrà attraverso l’apposito linkprezzo “accedi” che si troaall’asta suo giudizio vendere ad un di battuta inva in Home Page. in questo caso, sarà garantito al feriore alla riserva, Per i nuoviil clienti non hanno mai acquistato è venditore prezzoche di riserva. Il venditore non potrà fissato un tetto massimoterzi di di5.000,00 persuo le offerte fare offerte o incaricare offrire per conto. inviate tramite web, èMeeting comunque effettuaQualora accadesse Artpossibile non si assumerà re offerteresponsabilità. per importi superiori telefonicamente. nessuna   INCREMENTI DELLE OFFERTE 6. AUTORIZZAZIONE A DEDURRE COMMISPer tuttiDEL i lotti in catalogo èEriportata SIONI MANDANTE SPESE la Base d’Asta corrisponde alla cifraMeeting di partenza vendita.le Ilche Mandante autorizza Artdella a dedurre commissioni “tassolibera”, stabilito” e le “spese” Per i lotti ad al “offerta l’offerta minima (vedi è di punto prezzo di aggiudicazione. 50,00 €3)edal subisce l’incremento di 50,00 €.  

500,00 DI PERDITA incrementi pari a € 50,00 7.€RISCHIO O DANNO € 1.000,00 incrementi a € Art 100,00 Salvo il caso di dolo o colpa grave,pari Meeting non 2.000,00 incrementi pari a € 200,00 è€responsabile per la perdita o il danneggiamento € 3.000,00 a€ 300,00 causati alle cornici o alincrementi vetro chepari contengono e/o € 4.000,00 incrementi pari a(a€meno 400,00 coprono stampe, dipinti o altre opere che € 5.000,00 lada cornice o il vetro non costituiscano l’opera vendu€ 9.000,00 incrementi a € è respon500,00 taa all’asta). In nessun caso, la casapari d’aste € 10.000,00 pari a € verificatisi 1.000,00 sabile per la perdita o ilincrementi danneggiamento 20.000,00 incrementi pari a € 2.000,00 a€seguito di un qualsiasi intervento (compresi interventi di restauro, interventi sulle cornici e interventi € 30.000,00 incrementi pari a € 3.000,00 di€pulitura) da parte di esperti indipendenti 40.000,00 incrementi pari a € incarica4.000,00 tida dalla casa d’aste con il consenso del mandante o € 50.000,00 per perdita o il danneggiamento o deria €la99.000,00 incrementi paricausati a € 5.000,00 vanti, da €direttamente 100.000,00 in o suindirettamente, incrementi parida: a € 10.000,00 a) cambiamenti di umidità o temperatura;  b)Glinormale usura o graduale deterioramento deriincrementi sopra riportati sono sempre a discrevanti sul bene e/o da vizi o difetti oczioneda delinterventi banditore. culti (inclusi i tarli);  c)AGGIUDICAZIONI errori di trattamento.  E PAGAMENTI Qualora non fossero statil’aggiudicazione presi accordi differenti, Il colpo di martello indica del lotto Meeting Art si assumerà il rischio di perdite o dane in quel momento l’acquirente si assume la piena ni al bene ad essa consegnato o comunque sotto responsabilità del lotto. I risultati della vendita sail suo controllo per la vendita, fino al passaggio di ranno pubblicati dopo l’asta. Gli acquirenti dovranproprietà, o al ritiro dello stesso da parte del manno corrispondere il prezzo di aggiudicazione più dante. In tal caso la responsabilità di Meeting Art i Diritti d’asta e l’IVA dove applicabile entro sette per perdite o danni al bene non sarà superiore al giorni di dalriserva termine della le stessa, e i lotti l’assicuradovranno prezzo detratte commissioni, essere ritirati entro quindici giorni, etrascorsi i quali zione e le spese sostenute in nome per conto del saranno applicate le spese di assicurazione custoMandante. In nessun caso Meeting Art non esarà redia, pari adper un rotture importodidivetri € 3,00 giornalieri ogni sponsabile o cornici delleper opere.   singolo oggetto. Dopo la visione e la conferma di lotto non si accettano, posteriori, contestazioni 8.unRISOLUZIONE DELLA aVENDITA sull’integrità dell’opera. Qualora il contratto di vendita dell’opera, per una qualsiasi causa, divenga inefficace, sia risolto, sia Pagamenti annullato, o sia dichiarato nullo e la casa d’aste deb1) Contanti fino a 999,99 rimborsare € (novecentonovantanove, ba conseguentemente all’acquirente, euro)o in parte, il prezzo di aggiudicazione e la in99tutto 2) Assegno circolare, soggetto preventiva verificail commissione d’acquisto pagatia da quest’ultimo, mandante si impegna a restituire con l’Istituto Bancario di emissionea Meeting Art la somma chebancario quest’ultima gli ha corrisposto la 3) Assegno di conto corrente, previoper accorvendita dell’opera, in ogni caso, il diritto della di con la Direzionesalvo, Amministrativa casa d’aste bancario al risarcimento 4) Bonifico presso:dei danni eventualmente subiti. Qualora, pertanto, il compratore richiedesse BANCA CARIGE di risolvere la vendita gli esperti incaricati Piazza Zumaglini, 13 e- 13100 Vercelli (VC) all’esameC.C. del pezzo contestato confermano la–conten° 509580 – A.B.I. 03431 – C.A.B. che 10000 CIN C stazione del compratore è giustificata Meeting Art IBAN IT04 C0343 1100 0000 0000 509 580 è autorizzata a considerare risolta la vendita e a riBIC CARIITGG fondere al compratore la cifra pagata a Meeting Art per il pezzo in questione, il Mandante si impegna RITIRO in tal caso a restituire a Meeting Art i proventi della Gli oggetti saranno ritirati dall’acquirente a sua cura vendita pagati loro da Meeting Art per l’oggetto e rischio previo pagamento da effettuarsi secondo contestato, all’atto della restituzione della somma le suddette modalità comprensiva delle spese sostenute da Meeting Art Ritiro dei lotti aggiudicati per la risoluzione della vendita, Meeting Art restituiGli oggetti saranno ritirati dall’acquirente a sua cura rà l’oggetto al Mandante. e rischio previo pagamento da effettuarsi secondo suddette modalità. Meeting Art non è respon9.lePAGAMENTO sabile per seguito diun modifiche, Meeting Artdanneggiamenti corrisponderà alaMandante importo riparazioni o restauri richiesti dall’acquirente. pari al prezzo di Aggiudicazione deducendo comRitiro di elotti condopo delega missione spese 30 giorni lavorativi dalla data Neltermine caso in cui l’acquirente deleghi una terza persodel dell’asta a mezzo bonifico bancario o na al ritiro, delega con allegata la assegno daoccorre ritirare una presso gli scritta uffici della Meeting fotocopia delildocumento d’identità delegante, Art. Qualora Compratore effettuidel il pagamenalla ricevuta quietanzata tooltre dovuto in ritardo, Meetingdall’Amministrazione Art corrisponderà il della Meeting pagamento al Art. cliente entro 5 giorni successivi alla Spese trasporto edel magazzinaggio data di di ricevimento pagamento dell’acquirenVedi “Condizioni di non Vendita”, paragrafo 11. te. Qualora invece pervenisse il pagamento da parte del Compratore entro 30 giorni lavorativi Esportazione dalla del termine dell’astaparagrafo e Meeting13. Art volesVedidata “Condizioni di Vendita”, se corrispondere ugualmente i proventi di vendita


ACQUISTARE DA MEETING ART ART VENDERE DA MEETING CONDIZIONI VENDITA al Mandante,DI il diritto di proprietà dei lotti passerà Tutte le asteArt. sonoQualora sottoposte alle venisse, condizioni di vena Meeting invece, accordato dita pubblicate diunseguito su questo catalogo. Si racal Compratore pagamento rateale, Meeting Art comanda offerenti di leggere con attenziosi riserva ailaclienti facoltà di corrispondere al mandante ne questa sezione contenente i terminidid’acquisto l’importo equivalente allo scadere ogni rata.diIn una in asta. Art corrisponderà il prezzo al ogniproprietà caso, Meeting mandante, dedotte commissioni e spese, soltanto STIME / BASI D’ASTA una volta ricevuto il pagamento da parte del ComAccanto pratore.a ciascuna descrizione dei lotti in catalogo, è indicata una base d’asta che non include le com10. REVOCA DELL’Asta MANDATO PER missioni di vendita. è battutaEinADDEBITI Euro (€). InolLOTTI RITIRATI tre, in alcuni casi, è possibile che vengano indicate Meeting si corrispondono riserva la facoltà rinunciare libedelle stimeArt che al di probabile valore ramente senza in d’asta alcuna di mercatoaldelmandato, lotto. Sia le stimeincorrere che le basi responsabilità nei confronti del mandante qualora riportate in catalogo sono indicative e possono essi verifichino sere soggette aparticolari revisione. circostanze che possano giustificare lo scioglimento del contratto, quali ad esempio:  RISERVA ragionevoli dubbi sulla autenticità, provenienza Ila)prezzo di riserva corrisponde al prezzo minimo e/o attribuzione confidenziale al didell’opera sotto del ovvero quale ilsulla lottoveridicità non saràdi qualsiasi Può dichiarazione, informazione garanzia venduto. essere superiore alla basee/o d’asta indirilasciata dal cliente;  cata sul catalogo. La Meeting Art si riserva il diritto b) modificazioni o danni all’opera tali da alterarne in di formulare un’offerta nell’interesse del venditore modo sostanziale le condizioni ovvero da impedirfino al raggiungimento della riserva. I lotti senza ne la messa in vendita e causati da fatti non imputariserva sono segnalati sul catalogo con la dicitura bili al mandatario;  “offerta libera”. c) danni subiti dall’opera che ne modifichino in modo sostanziale le condizioni.  COMMISSIONE Qualora, invece,ACQUIRENTI fosse il mandante a revocare il Oltre al prezzo di aggiudicazione finale l’Acquirente mandato a vendere o qualora un lotto fosse ritiradovrà un siano premio delattribuzione 23% (dirittio to percorrispondere ragioni che non errata d’asta). autenticità, Meeting Art si riserva il diritto di addebitare una somma pari alle commissioni di vendita REGIME IVA (REGIME MARGINE) ed acquisto calcolate DEL sull’ultima offerta pervenuta Le vendite da Meeting Artdi inriserva, virtù di per rap-le ove non neeffettuate siano giunte sul prezzo porti diad commissione stipulati con privati consumaopere offerta libera su un minimo di 500 € e deltori o con in soggetti IVA,alche operano nel regime del le spese relazione bene medesimo. La revoca margine, dall’art. avrà 40bisefficacia DL 41/95. tali il da parte sancito del mandante soloPer dopo vendite Meeting Art non applicherà né IVA sui serviziripagamento dell’importo dovuto dal medesimo, servandosi Meeting diritto di trattenere presso resi al compratore, néArt Iva ilsul prezzo di aggiudicaziodi sé il bene, spese a rischio ne. Tale regimea IVA none si applicadel allecliente, venditefino deia quando quest’ultimo non avrà quantogià dobeni provenienti da soggetti IVApagato che abbiano vuto. l’imposta all’atto dell’acquisto e alle vendidetratto   di beni in temporanea importazione, fattispecie te 11. DIRITTIdalla DI RIPRODUZIONE disciplinate normativa generale vigente. L’IVA Il Mandante dovrà rispettareè le norme vigenti sul prezzo di aggiudicazione rimborsabile solo sul a “dirittodid’autore” (Copyright). Meeting avrà il fronte provata esportazione Extra-Ue Art avvenuta dirittotre di mesi effettuare ripreselavideo e, coentro dalla fotografie data della evendita cui documunque di di riprodurre mentazione prova sial’immagine pervenuta di in qualsiasi Meeting lotto Art affidatole permesi tentata Tutti i relativi diritti entro quattro dallavendita. suddetta data. L’IVA sulla spetteranno ea sul Meeting che potrà utilizzarli commissione prezzoArt, di aggiudicazione non èin ogni forma ritenuta opportuna. applicabile a soggetti IVA non italiani residenti in   paesi Ue. 12. LOTTI INVENDUTI E/O RESI Meeting Art metterà a disposizione del mandanESPOSIZIONE te le opere invendute dopo 15 giorni dal termine Le esposizioni prima della vendita sono apertedegli al dell’asta. Il Mandante provvederà al ritiro pubblico si terranno dal lotto sabatoinoggetti agratuitamente propria cura ee spese, per ogni antecedente vendita éall’asta venduto e/ol’inizio reso, ildella Mandante tenutoe adurante pagare lal’assicurazione, stessa. Per i preziosi e gli orologi l’esposizione si le spese sostenute da Meeting Art terrà il venerdì, sabatodel e la domenica(vedi antecedenti in nome e perilconto Mandante punto 3) l’inizio venditasulle all’asta e durante la stessa,pari I lotti più undella contributo spese di segreteria a€ invenduti saranno esposti una settimana la 10. Trascorsi 60 giorni dalper termine dell’asta dopo per ogni fine stessa.un costo di magazzinaggio pari a 3 € lottodella è previsto al giorno, salvo che concordi una riduzione dei prezREGISTRAZIONE ALL’ASTA zi di riserva e conceda il tempo necessario all’effetPer partecipare all’Asta, è necessario regituazione di ulteriori tentativi di venditaessere da espletarsi strati un documento anchefornendo per trattativa privata. di identità valido, il   codice fiscale, un recapito telefonico e la liberatoria

sullaAUTENTICITA’ privacy. Chi partecipa all’asta presenziando nel 13. DEL BENE degli Incanti è tenuto a ritirare il numero di IlSalone Mandante autorizza Meeting Art ad eseguire partecipazione allatesto reception (Paletta). caso l’acqualsiasi ricerca, controllo che Nel possa essere quirentenecessario agisca per alla unaverifica terza persona è necessaria ritenuto dell’autenticità delle una delega scritta. I lotti saranno fatturati al nome opere, addebitando al Mandante le relative spese ed indirizzo rilasciati durante la registrazione. sostenute. OFFERTE SCRITTE/TELEFONICHE/VIA INTERNET 14. DIRITTO DI PRELAZIONE DELLO STATO Per coloroil che non possono partecipare persona Qualora contratto abbia ad oggetto di beni cultuall’Asta, Meeting Art sarà di gennaio eseguire 2004 offerte rali ai sensi del D.Lgs n .42lieta del 22 e, pertanto, soggetti all’esercizio del diritto di prelazioscritte, telefoniche o via Internet. Si ricorda che il ne all’acquisto da eparte dellonessun Stato tipo e degli Enti ivi servizio è gratuito pertanto di responmenzionati. Art procurerà la cessione dei sabilità potràMeeting essere addebitato a Meeting Art, che beni dichiarati sia in asta a trattativa privata, senon sarà responsabile perche offerte inavvertitamente condo le condizioni ritenute più all’esecuzione opportune alladelle luce non eseguite o per errori relativi delle imposte dalle leggi vigenti. In caso stesse,limitazioni soprattutto in caso di compilazione errata, d’ aggiudicazione Meeting Artleggibile denuncerà auincompleta o comunque poco dei alle Moduli torità competenti l’avvenuta vendita trattenendo in Offerta. deposito i beni per 60 giorni dalla data di ricezione della denuncia Offerte scritte:da parte delle autorità.  Le Offerte Scritte saranno eseguite per conto dell’of15. REGIME IVA (REGIME DEL MARGINE) ferente al minimo prezzo possibile considerato il Le vendite effettuate da Meeting Art in virtù di rapprezzo di riserva e le altre offerte in sala. Possono porti di commissione stipulati con privati consumaessere eseguite facendo pervenire la propria offerta tori o con soggetti IVA, che operano nel regime del a Meeting Art almeno 24 ore prima dell’inizio Margine, sono assoggettate al regime del Margine, dell’asta tramite: sancito dall’art. 40 bis D.L. 41/95. Per tali vendite - Fax alloArt 0161.229327-8. Meeting non applicherà nè l’IVA sui servizi resi al - E-mail a offerte@meetingart.it compratore, nè l’IVA sul prezzo di aggiudicazione. - Posta scrivendo a Casa delle Aste Tale regime IVA non si applica alleMeeting vendite Art di beni S.p.A. Corso 7/11IVA 13100 provenienti daAdda, soggetti che Vercelli abbiano(VC). già detratto l’imposta all’atto dell’acquisto. Tali soggetti doOffertecomunicarlo telefoniche:a Meeting Art al momento del vranno E’ possibile offerte prima dovranno dell’inizio emettere dell’asta deposito e infare caso di vendita e durante l’asta contattando il numero regolare fattura il cuistessa importo sarà pari all’aggiudica0161.2291. Previo accordo con l’Ufficio Offerte, per zione e l’imponibile sarà uguale all’aggiudicazione lotti con base d’asta uguale o superiore a 500,00 scorporata del 22%.  € Meeting Art potrà organizzare collegamenti te16. INSERIMENTO INAll’acquirente ASTA lefonici durante l’asta. è richiesto di Meeting Artil non l’inserimento dei lotti comunicare limitegarantisce massimo dell’offerta, qualora ci nella prima asta disponibile, ma secondo le necesfossero problemi di collegamento telefonico. Per i sità catalogo o delle eventuali d’aulotti del ad “offerta libera” il cliente potràconferme essere contattenticità. tato, ma solo nel caso faccia un’offerta e su precisa  richiesta. Qualora tale offerta fosse superata durante 17. LEGGE APPLICABILE l’asta, l’offerente sarà richiamato telefonicamente Ilper contratto è regolato dalla legge italiana. poter partecipare alla gara con una successiva  battuta d’asta. 18. CONTROVERSIE Per ognivia eventuale Offerte internet:controversia è stabilita la competenza Foro di offerte Vercelli.tramite Si precisa che laè clausoPer poterdel effettuare Internet necesla di deroga al Foro del consumatore è stata oggetsario essere registrati (Vedi “Registrazione all’asta”), to di specifica trattativa individuale ed il mandante successivamente il cliente potrà registrarsi al servizio dichiara di accettarne il contenuto. WEB tramite il collegamento al sito www.meetingart.it, dove potrà scegliere un “nome utente” ed una “password” con i quali, dopo conferma di attivazione da parte di Meeting Art, potrà partecipare all’asta attraverso l’apposito link “accedi” che si trova in Home Page. Per i nuovi clienti che non hanno mai acquistato è fissato un tetto massimo di 5.000,00 per le offerte inviate tramite web, è comunque possibile effettuare offerte per importi superiori telefonicamente. INCREMENTI DELLE OFFERTE Per tutti i lotti in catalogo è riportata la Base d’Asta che corrisponde alla cifra di partenza della vendita. Per i lotti ad “offerta libera”, l’offerta minima è di 50,00 € e subisce l’incremento di 50,00 €.

€ 500,00 € 1.000,00 € 2.000,00 € 3.000,00 € 4.000,00 da € 5.000,00 a € 9.000,00 € 10.000,00 € 20.000,00 € 30.000,00 € 40.000,00 da € 50.000,00 a € 99.000,00 da € 100.000,00 in su

incrementi pari a € incrementi pari a € incrementi pari a € incrementi pari a € incrementi pari a €

50,00 100,00 200,00 300,00 400,00

incrementi pari a € incrementi pari a € incrementi pari a € incrementi pari a € incrementi pari a €

500,00 1.000,00 2.000,00 3.000,00 4.000,00

incrementi pari a € 5.000,00 incrementi pari a € 10.000,00

Gli incrementi sopra riportati sono sempre a discrezione del banditore. AGGIUDICAZIONI E PAGAMENTI Il colpo di martello indica l’aggiudicazione del lotto e in quel momento l’acquirente si assume la piena responsabilità del lotto. I risultati della vendita saranno pubblicati dopo l’asta. Gli acquirenti dovranno corrispondere il prezzo di aggiudicazione più i Diritti d’asta e l’IVA dove applicabile entro sette giorni dal termine della stessa, e i lotti dovranno essere ritirati entro quindici giorni, trascorsi i quali saranno applicate le spese di assicurazione e custodia, pari ad un importo di € 3,00 giornalieri per ogni singolo oggetto. Dopo la visione e la conferma di un lotto non si accettano, a posteriori, contestazioni sull’integrità dell’opera. Pagamenti 1) Contanti fino a 999,99 € (novecentonovantanove, 99 euro) 2) Assegno circolare, soggetto a preventiva verifica con l’Istituto Bancario di emissione 3) Assegno bancario di conto corrente, previo accordi con la Direzione Amministrativa 4) Bonifico bancario presso: BANCA CARIGE Piazza Zumaglini, 13 - 13100 Vercelli (VC) C.C. n° 509580 – A.B.I. 03431 – C.A.B. 10000 – CIN C IBAN IT04 C0343 1100 0000 0000 509 580 BIC CARIITGG RITIRO Gli oggetti saranno ritirati dall’acquirente a sua cura e rischio previo pagamento da effettuarsi secondo le suddette modalità Ritiro dei lotti aggiudicati Gli oggetti saranno ritirati dall’acquirente a sua cura e rischio previo pagamento da effettuarsi secondo le suddette modalità. Meeting Art non è responsabile per danneggiamenti a seguito di modifiche, riparazioni o restauri richiesti dall’acquirente. Ritiro di lotti con delega Nel caso in cui l’acquirente deleghi una terza persona al ritiro, occorre una delega scritta con allegata la fotocopia del documento d’identità del delegante, oltre alla ricevuta quietanzata dall’Amministrazione della Meeting Art. Spese di trasporto e magazzinaggio Vedi “Condizioni di Vendita”, paragrafo 11. Esportazione Vedi “Condizioni di Vendita”, paragrafo 13.


BUYING MEETINGART ART SELL BYAT MEETING The following translation is AND for courtesy 1. MANDATE DURATION TERMSpurposes only; for any inconsistency, shall This mandate lasts for one the yearItalian and isversion renewed taprevail. citly, the termination of this contract must be made

by registered letter with return receipt within 30 days CONDITIONS OF SALE of expiry. However, the term of one year may be furAll auctions in arethe subject conditions saleof therthe extended eventtoofthe a delay in theofsale printed thecauses catalogue. Meeting Art strongly rethe assetinfor not attributable to Meeting Art. commends the Bidders tomandate read carefully this Meeting section, In the execution of the to sell, as contains the the right purchase conditions of all proper-in Artitreserves to decide: (a) the manner ties in auction. which a lot is offered for sale; (B) the description and the illustration of the work in the catalog or any reESTIMATES / STARTING ports on its conditions; (C)BIDDINGS the date and place of the The estimate is printed under the description auction; (D) toprice consult experts or restorers of their of everyand lot intothe catalogue as a startingorbid only choice conduct examinations analysis and is not inclusive of Buyer’s Premium. in relation to the work, before or afterThe theestimasale. It should any estimate provided the tes may,be at noted times, that approximately represent thebylot’s auction value. house,Estimates written orand oral,starting is merely market bidsindicative. are set The in client can not rely on to anchange estimate well advance andtherefore may be subject be-as a forecast of the sale price. In any event, Meeting fore the auction. Art reserves the right to modify, at any time and in its discretion, any estimate it has provided. Also, RESERVE eachreserve representation, written or oral (including The price is the confidential minimum those aucpublished each catalogue), tion price, on below which a lot willreport, not beguide sold.or Atestitimate,the relating toprice any characteristic orthan quality the mes, reserve may be higher theof estiwork,printed including thecatalogue. price or value, constitute mere mate in the Meeting Art reserves opinions can be modified before interest, the workinis the rights and to place bid(s) in the Seller’s offered sale,the including period when order tofor match reservethe price. Is the lotsthe arelot of-is exposed to the public. Therefore, Meeting fered without reserve, these lots are neither indicated in the Art nor itsasemployees or consultants catalogue “Offerta libera” (free bid). will be liable for any errors or omissions contained in the above mentioned representations. BUYER’S PREMIUM The Buyer’s Premium will be calculated at 23% of the 2. COSTS INCURRED BY MEETING ART Hammer price and is required to be paid additionalMeeting Art will absorb all the costs associated with ly to the Hammer price. organizing, advertising, printing and spreading the auction catalog. VAT AND MARGIN SCHEME Meeting sales are BY regulated according to com3. COSTArt’s INCURRED MANDATOR mission private with custo(A) Costbetween of transport andcustomers delivery ofor lots at our hemers subject to VAT that operate within the margin adquarters. scheme, as per D.L.and 41/895, Italian Law. MeB) Fire insurance theftart. 1%40toofbe calculated on eting Art willprice not apply neither on services the reserve with aVAT minimum of 10 €. to the Buyers on the final hammer The VATprice will C) Feesnor of 30.00% calculated onprice. the purchase not be€applied on valuables citi-In up to 999, which is 15.00%bought above by thisprivate amount. zens that have subject to VATdifferennor on the event thatpreviously the partiesbeen expressly agreed valuables temporarily per current tly percentage will beimported, exclusiveasreference tolaws. what The VATinis the refundable only upon producing proof of agreed mandate to sell. Extra UE Export within 3 months of the this D) Costs incurred by the Meeting Artsale in date, the name needs be received Meeting and Art within 4 monand ontobehalf of thebymandate expenses for ths of transactions the same date. VAT willrates. not be applied on the bank at current purchase or onofthe Buyer’s non-Italianin E) DDS: Droit Suite DlgsPremium n.118 offor 13/02/2006, force sinceliving April in 9, a2006 in Italy, namely right customers EU Country and forthe Italian cu-of the author (living orin deceased for less than 70 years) stomers who reside EU countries. of works of figurative arts and manuscripts to perceive a percentage the sales price of the originals of DISPLAY BEFOREofTHE AUCTION theirlots works sales after thepublic first. Warning: the The will on be the displayed to the free of charlaw starting n. 34 of from 25 February 2008 (G.U. Ordinary Supge, the Saturday before the before plement No 56date of 6 March toand Art. 11 modifies the scheduled of the 2008), auction during the art 150 itself. of theJewels copyright (633/41), providing for auction and law Watches will be displayed a different one Saturdays how to calculate the law. The new on the Fridays, and Sundays before the legislation date is applicable to sales made from scheduled of the auction and during theMarch auc21, 2008 onwards. This right will be borne by Seltion itself. ler and will be calculated on a sale or sale price equal to or greater than 3,000 € and in any case may not exceed 12,500 € for each Lot. The amount of the right to pay is this way determined: 4% for sales up to 50,000 €, 3% for the sales part between 50,000,01 and 200,000 €, 1% for the sale part between 200,000,01 and 350,000 €, 0,50% for the part Of

REGISTERING TO THE AUCTIONS between 350,000,01 and 500,000 €, 0.25% on the In order place bids during sale pricetoover 500,000 €. any auction, customers mustright register andcharged provideto a valid identification doThe to be the Seller will be paid cument, telephone privacyto agreement. from Meeting Art tonumber S.I.A.E. and according the law. Customers who bid in the salesroom must collect a registration numberOF from the reception. InOF order to 4. WARRANTIES AUTHENTICITY, PROplace bids onCONSENT behalf of a third party it is mandatory PERTY AND TO CESSATION to produceimplicitly a delegation note in writing. All Art lots and will Mandator guarantees Meeting be invoiced and address provided the buyer toto bethe thename real owner or to be allowedduto ringthe registration. sell property in question from the owner and to legally transfer the property and the right to properBIDDING INclaims WRITING, ty free from by third parties, mortgages and VIA PHONE ORItVIA retention rights; alsoINTERNET guarantees that the good is For the customers who by cannot attend the auction not object claim the Government or State in or Local Authorities andwill tobe provide thetoMeeting Art person, Meeting Art pleased accept bids with all thevia information possession regarding in writing, phone or in viaitsinternet. We would like the origin of good, theismandator undertakes to remind thatthethis service totally free, however to indemnify Meeting Art,responsibility its officers, agents Meeting Art cannot accept in case and the buyer fornot anyplaced loss or correctly damage and/or sufferedinby each perbids are case mistason as a result were of non-compliance with as kes/omissions made in compiling theindicated relevant above. also warrants that it has complied with the BiddingItForms. rules in force Written bids for the import or export of lots. It assumes all responsibility and ad any Bids received in writing for willauthenticity be placed on behalf of plagiarism. Hethe gives consent to the sale,consideraising the Bidder at minimum possible price Meeting Art, for price any claim that the bids author should ring the reserve and all other placed in advance on the person. Bids canwork. be submitted to Meeting Art at leMandator to deprive and hold ast 4 hoursundertakes before the start of the auction by:the auction for any demand, claim, complaint and / - Faxhouse to n. +39.0161.229327-8 or action of any kind advanced by third parties, in- Fax to n. +39.0161.229327-8 cluding the purchaser of the work, depending, inter - Post to address as follows: Casa delle Aste alia, of the incorrectness non-truthfulness and/or Meeting Art S.p.A. Corso Adda, 7/11 the partiality (even supposedly) of the declarations 13100 Vercelli (VC) Italy and guarantees given to the auction house; IrrePhone bids spective of the hypothesis in which the purchaser Bids can be submitted via phone before the start of promotes a judgment against the auction house, the latter live auction or during the auction itself byof phothe is authorized to disclose the identity the ning before +39.0161.2291. Meeting Artaware will be tos even and as soon as it is of pleased the buyer’ call theand Bidder on the phone during the live auction claims irrespective of their validity. for lots with starting bid equal orthere greater € The Mandator also declares that arethan no re500,00. Arrangements have to be made prior to strictions on the right to reproduce the work, or the auction with ourobtained Bid Offices. Bidder will be that it has already any The more appropriate required a maximum bid, in case problems with authorization in this respect, eachof case the auction the phone . For/lots starting bid house fromline anyarising claim and or action bywith thirdfree parties (offerta libera) the customer maycreation also beand/ contacted with reference to the possible or use during the liveof auction, however an offer has be plaof the images the work. ced and a phone call needs to be specifically requested by the Bidder for this to take place. In case a 5. RESERVES greater bid is placed another aBidder during The above items arebyassigned reserve pricethe in auction, Bidders will be in order to can be euro (€), the minimum bidcalled priceback at which the lot able to make a sold. new relevant bid.in its sole dibe considered Meetinghigher Art may scretion at a lower price than the reserve, in this Internetsell bids case, will bebids guaranteed the reserve price. To bethe ableseller to submit via the Internet, customers The can not bid or assignsee third partiesAfter to offer needseller to be registered (please above). reon his behalf. gistering, customers will be able to access our web Ifservices Meeting it will not take anychoosing responviaArt ourhappens, website www.meetingart.it, sibility. a user name and password. Upon confirmation from Meeting Art, customers will then be able to submit 6. SUBMIT COMMITbidsAUTHORIZATION through the relevant TO link on our Home Page. MENTS THE MANDATORY ANDthere EXPENDIFor new OF customers, who never bought, is a liTURE mit of 5.000 for web offers. Therefore, it is always The Mandate authorizes Meeting Art to deduct possible to make superior offers by phone. commissions at the “established rate” and “charges” (see point fromBIDS the award price. INCREASES TO3)THE The starting bid of each Lot is printed under the de7. LOSS OR DAMAGE RISK scription of the Catalogue. For lots without reserve, Except in case of serious or gross negligence, Mebidding generally opens at a minimum of 50,00 eting Art is not responsible for the loss or damage and the increase of each following bid is 50,00. caused to frames or glass that contain and / or cover prints, paintings or other works (unless the fra-

me500,00 or glass is the auctioned work). In no case,50,00 shall 100,00 the1.000,00 auction house be liable for any loss or damage 2.000,00as a result of any intervention (including 200,00 occurring 3.000,00 work, painting work, cleaning work) 300,00 restoration by 4.000,00 experts assigned by the auctioneer 400,00 independent 5.000,00 to principal 9.000,00or for the loss or 500,00 from the consent of the da10.000,00 1.000,00 mage caused or arising, directly or indirectly, by: 20.000,00in humidity or temperature; (B)2.000,00 a) changes normal 30.000,00 3.000,00 wear or tear gradual deterioration resulting from 40.000,00 on the good and / or from occult 4.000,00 interventions defromor defects 50.000,00 to 99.000,00 5.000,00 fects (including woodworms); C) errors of 10.000,00 from 100.000,00 and above treatment. If no other agreement was made, Meeting Art will assume theincreases risk of loss damage the goods The above are or always at theto auctioneer’s delivered discretion.to it or under its control for sale, until the transfer of ownerships, or the withdrawal of the same by the Mandator. In this case, the responsibiliKNOCKING DOWN AND PAYMENTS tyAfter of Meeting loss ordown damage to the itembidwill the lots Art arefor knocked to the highest not thefull price of reserveon deducted der,be thehigher buyer than has the responsibility the purcommissions, insurance incurredafter on chase. The results of theand sale expenses will be published behalf of andBuyers on behalf thethe Mandate. In any case, the auction. mustofpay final price of the lot Meeting Art will not be liable any breakage of plus buying premium and VATfor whereas applicable, glass framedays of works. withinorseven from end of auction. The lots must be collected within fifteen days from the end of the 8.auction; RESOLUTION OF SALEafter this deadline will be lots not collected Ifsubject the contract for the and sale custody of a worksurcharges becomesod inefto insurance fective for any reason, is resolved, is annulled or is 3,00 per day per each single lot. After the lots have declared null and the auctioneer has to reimburse been displayed and bought at auction, we regret the purchaser in whole or in part the price of the that any complaints about integrity of any object award and the purchase commission paid by the cannot be accepted. latter, the principal undertakes to return to the Meeting Art PAYMENT METHODS sum paid by him for the sale of the work, except in - Cash payment - up to 999,99. any case ,the right of the auctioneer to compensate Bankdamages Draft – subject to prior verification with for any suffered . Bank of emission If, therefore, the buyer requires the sale to be resol- Cheque arrangement with our ved and the– subject expertsto inprior charge of the examination Administration Department of the piece complained of confirm that the buyer’s - Wire transfer to: Meeting Art is authorized to argument is justified, BANCA CARIGE consider resolved the sale and to repurchase to the Piazza Vercelli buyer theZumaglini, sum paid13to- 13100 Meeting Art(VC) for Mandator C.C. n° 509580 – A.B.I. 03431 – C.A.B. – CINof C undertakes to return to Meeting Art the10000 proceeds IT04 to C0343 1100 0000Art 509for 580the subject theIBAN sale paid them by 0000 Meeting BIC CARIITGG matter at the time of the return of the sum including the expenses incurred by Meeting Art for terminaCOLLECTION LOTS AFTER KNOCKING tion of the saleOF , Meeting Art will return theDOWN item to TheMandator. lots will be collected at the Buyers responsibility the and risk after payment ah been received in full as Meeting Art will not assume responsibility for 9.above. PAYMENT Meeting will match the Contractor with an damagesArt following modifications, mending or restoamount equal toby the Price by deducting ration requested theAuction customer. commissions and expenses after 30 working days from the date of auction day by bank transfer COLLECTION BYthe PROXY orIf check to beauthorizes withdrawn Meeting Art the ofthe Buyer a from third the party to collect fices. makes payment due late, Melot(s),If itthe is Buyer required thatthe a written authorization of eting Art willnote match the payment to thewith customer delegation is produced, together a phowithin theID date theMeeting buyer’s tocopy5 days of theafter Buyer’s andofa receipt receipt of from payment. Art’s Administration. If, on the other hand, the Buyer did not receive payment within 30 business days of the date of the DELIVERY COSTS Auction and“Terms Meeting would also correspond to Please see andArt conditions of sale”, the proceeds of sale to the Mandate, the ownership paragraph 11. of the lots will be transferred to Meeting Art. If,EXPORT on the other hand, a payment is agreed with the Buyer, Meeting Art reserves the right to pay the Please see “Terms and conditions of sale”, amount equivalent to the expiration of each instalparagraph 13. lment. In any case, Meeting Art will match the price to the buyer, deducted commissions and expenses, only


BUYING MEETINGART ART SELL BYAT MEETING The is for oncefollowing the Buyertranslation has received thecourtesy payment.purposes only; for any inconsistency, the Italian version shall prevail. 10. REVOCATION OF THE MANDATE AND DE-

BITS FOR RETIRED LOTS CONDITIONS OF SALE Meeting Art reserves the right to freely dispose of All auctionswithout are subject to theany conditions thethe mandate incurring liabilityoftosale the printed the are catalogue. Meeting Art strongly reClient if in there particular circumstances that may commends the Biddersof tothe read carefullysuch this as: section, justify the termination contract, (a) reas it contains the purchase oforigin all properasonable doubts as to the conditions authenticity, and / ties in auction.of the work or the veracity of the any or attribution declaration, information and / or warranty issued by ESTIMATES / STARTING BIDDINGS the customer; (B) modifications or damages to the The price is printed the description workestimate which substantially alterunder the conditions or to of every itlot inup theforcatalogue as a starting bidnot only prevent put sale and caused by facts atand is not inclusive of Buyer’s Premium. The estimatributable to the agent; (C) damage suffered by the work which substantially modifiesrepresent the conditions. tes may, at times, approximately the lot’s If, on the otherEstimates hand, the mandate revoke market value. and startingwas bidstoare set the mandate toand sell or if abelotsubject was withdrawn rewell in advance may to changeforbeasons were not attributable or authentic, Meefore thethat auction. ting Art reserves the right to charge a sum equal to the sales and purchase fees calculated on the last RESERVE bid received if they did confidential not reach the reserve aucprice The reserve price is the minimum for the freebelow offer on a minimum € 500 tion price, which a lot willofnot be and sold.expenAt tises related to theprice samemay good. mes, the reserve be higher than the estiThe withdrawal by catalogue. the senderMeeting will onlyArt bereserves effective mate printed in the afterrights payment of the amount to the same, in rethe to place bid(s) in thedue Seller’s interest, serving Meeting Art the right to withhold the goods order to match the reserve price. Is the lots are ofat its without own expense, the expense and risk in ofthe the fered reserve,atthese lots are indicated customer, as until the latter has paid the amount due. catalogue “Offerta libera” (free bid). 11. REPRODUCTIVE RIGHTS BUYER’S PREMIUM Mandator must comply with the copyright laws The Buyer’s Premium will be calculated at 23% of the (Copyright). Meeting Art will have the right to take Hammer price and is required to be paid additionalphotographs and shoot videos, and in any case to ly to the Hammer price. reproduce the image of any lot entrusted to you by attempted sale. All of its rights will be met at MeeVAT ANDwhich MARGIN SCHEME ting Art, will be able to use it in any form conMeeting Art’s sales are regulated according to comsidered appropriate. mission between private customers or with customers subject toLOTS VAT that operateRETURNS within the margin 12. UNSOLD AND/OR scheme, per 41/895, art. 40 of Italian Law. Me-to Meetingas Art willD.L. make the unsold works available eting Art willafter not 15 apply VAT neither on services to the the sender days from the end of the auction. Buyers nor on the hammer price. the Theexpenses VAT will The Mandator will final pay for the insured, not be applied on valuables bought private citiincurred by Meeting Art in the nameby and on behalf zens that have previously been VAT nor on / of the Mandator (see point 3) subject for eachtounsold and valuables temporarily imported, as per on current laws. or rendered item, plus a contribution secretarial The VAT is of refundable only upon producing proof of expenses € 10. Extra Export within months the saleeach date,batch this After UE 60 days from the3end of theofauction needs to be Meeting within monis subject to received a storagebycharge of 3Art € per day,4 unless ths of the to same date. VATinwill not be applied the it agrees a reduction reserve prices andon allows purchase orcarry on the Premium for non-Italian the time to outBuyer’s additional sales attempts to be completedliving also for deal. and for Italian cucustomers in aprivate EU Country stomers who reside in EU countries. 13. AUTHENTICITY OF THE GOOD The Mandate authorizes Meeting Art to perform DISPLAY BEFORE THE AUCTION any lots research, or control that may bechardeeThe will betesting displayed to the public free of medstarting necessary verifying thebefore authenticity of the ge, fromforthe Saturday the before works by charging Mandate relative the scheduled date the of the auction with and the during the expenses incurred. auction itself. Jewels and Watches will be displayed on the Fridays, Saturdays and Sundays before the 14. PRELATE OFauction THE STATE scheduled dateLAW of the and during the aucIf this contract relates to cultural goods pursuant to tion itself. Legislative Decree No. 42 of January 22, 2004 and are therefore subject to the right of pre-emption to be purchased by the State and the entities mentioned therein. Meeting Art will procure the sale of the goods declared both in the auction and in private negotiation, according to the conditions deemed most appropriate in the light of the limitations im-

REGISTERING TO THE AUCTIONS posed by the laws in force. In case of award, MeeIn order to place during any auction, customers ting Art will reportbids to the competent authorities the mustbyregister a valid identification dosale holdingand theprovide goods for 60 days from the date cument, numberby and privacy agreement. of receipttelephone of the complaint the authorities. Customers who bid in the salesroom must collect a registration number from the reception. In order to 15. VAT REGIME (margin scheme) place bids on by behalf of a third it iscommission mandatory Sales made Meeting Artparty under to produce a with delegation in writing.orAllwith lots VAT will agreements privatenote consumers be invoiced to the name entities operating underand theaddress Marginprovided scheme duare ring registration. subject to the Margin scheme, sanctioned by art. 40 bis of D.L. 41/95. For such sales, Meeting Art will not BIDDING apply VAT IN on WRITING, services rendered to the buyer or VAT VIAthe PHONE VIAaward. INTERNET on price OR of the This VAT regime does For apply customers whoofcannot theentities auctionthat in not to sales goods attend from VAT have already deducted tax on purchase. person, Meeting Art will the be pleased to accept Thebids se willphone have to it to Meeting Art atlike the in subjects writing, via orgive via internet. We would time of thethat deposit in the case offree, salehowever they will to remind this and service is totally have to issue a regular invoice the amount of which Meeting Art cannot accept responsibility in case the will equal to the award andand/or the taxable bidsbeare not placed correctly in caseamount mistawill be equal towere the disbursed award of the 22,00%. kes/omissions made in compiling relevant Bidding Forms. 16. INSERT Written bidsIN AUCTION Meeting Art does not guarantee theon insertion of Bids received in writing will be placed behalf of lots in the first available auction, butprice according to the Bidder at the minimum possible considethe s needs or any confirringcatalogue’ the reserve price and all authentication other bids placed in mations. person. Bids can be submitted to Meeting Art at least 4 hours before the start of the auction by: 17. APPLICABLE LAW - Fax to n. +39.0161.229327-8 This is governed by the Italian law. - Faxcontract to n. +39.0161.229327-8 - Post to address as follows: Casa delle Aste 18. DISPUTES Meeting Art S.p.A. Corso Adda, 7/11 For any controversy the competence of the Vercelli 13100 Vercelli (VC) Italy Forum is established. It should be noted that the Phone bids consumer waiver exception clause has been speBids can be submitted via phone before the start of cifically negotiated and the customer declares to the livethe auction or during the auction itself by phoaccept content. ning +39.0161.2291. Meeting Art will be pleased to call the Bidder on the phone during the live auction for lots with starting bid equal or greater than € 500,00. Arrangements have to be made prior to the auction with our Bid Offices. The Bidder will be required a maximum bid, in case of problems with the phone line arising . For lots starting with free bid (offerta libera) the customer may also be contacted during the live auction, however an offer has be placed and a phone call needs to be specifically requested by the Bidder for this to take place. In case a greater bid is placed by another Bidder during the auction, Bidders will be called back in order to be able to make a new relevant higher bid. Internet bids To be able to submit bids via the Internet, customers need to be registered (please see above). After registering, customers will be able to access our web services via our website www.meetingart.it, choosing a user name and password. Upon confirmation from Meeting Art, customers will then be able to submit bids through the relevant link on our Home Page. For new customers, who never bought, there is a limit of 5.000 for web offers. Therefore, it is always possible to make superior offers by phone. INCREASES TO THE BIDS The starting bid of each Lot is printed under the description of the Catalogue. For lots without reserve, bidding generally opens at a minimum of 50,00 and the increase of each following bid is 50,00.

500,00 1.000,00 2.000,00 3.000,00 4.000,00 from 5.000,00 to 9.000,00 10.000,00 20.000,00 30.000,00 40.000,00 from 50.000,00 to 99.000,00 from 100.000,00 and above

50,00 100,00 200,00 300,00 400,00 500,00 1.000,00 2.000,00 3.000,00 4.000,00 5.000,00 10.000,00

The above increases are always at the auctioneer’s discretion. KNOCKING DOWN AND PAYMENTS After the lots are knocked down to the highest bidder, the buyer has the full responsibility on the purchase. The results of the sale will be published after the auction. Buyers must pay the final price of the lot plus buying premium and VAT whereas applicable, within seven days from end of auction. The lots must be collected within fifteen days from the end of the auction; lots not collected after this deadline will be subject to insurance and custody surcharges od 3,00 per day per each single lot. After the lots have been displayed and bought at auction, we regret that any complaints about integrity of any object cannot be accepted. PAYMENT METHODS - Cash payment - up to 999,99. - Bank Draft – subject to prior verification with Bank of emission - Cheque – subject to prior arrangement with our Administration Department - Wire transfer to: BANCA CARIGE Piazza Zumaglini, 13 - 13100 Vercelli (VC) C.C. n° 509580 – A.B.I. 03431 – C.A.B. 10000 – CIN C IBAN IT04 C0343 1100 0000 0000 509 580 BIC CARIITGG COLLECTION OF LOTS AFTER KNOCKING DOWN The lots will be collected at the Buyers responsibility and risk after payment ah been received in full as above. Meeting Art will not assume responsibility for damages following modifications, mending or restoration requested by the customer. COLLECTION BY PROXY If the Buyer authorizes a third party to collect the lot(s), it is required that a written authorization of delegation note is produced, together with a photocopy of the Buyer’s ID and a receipt from Meeting Art’s Administration. DELIVERY COSTS Please see “Terms and conditions of sale”, paragraph 11. EXPORT Please see “Terms and conditions of sale”, paragraph 13.


CONDIZIONI DI VENDITA 1. I lotti sono ’posti in venditaDEI in locali 1. MODALITA DI OFFERTA LOTTIaperti al pubblico da Meeting Art,inche agisce quale mandataria in escluI lotti sono posti vendita in locali aperti al pubblico da MeetinginArt, che proprio agisce inequalità di mandataria in esclusiva, siva nome per conto di ciascun Venditorein e perviene contotrascritto di ciascunnegli Venditore, nome ilnome cui nome oppostiil cui registri di viene P.S. trascritto negli appositi registri P.S.. Gli effetti della vendita presso Meeting Art. Gli effettididella vendita influiscono influiscono sul venditore e Meeting Art non assume nei consul Venditore e Meetinge di Artterzi non assumealtra neiresponsabiconfronti fronti dell’Aggiudicatario in genere dell’Aggiudicatario o di terzi in genere altradiresponsabilità oltre quella ad essa derivante dalla qualità mandataria. Gli oltre oggetti sonoadaggiudicati al miglior e per conlità quella essa derivante dallaofferente propria qualità di tanti; in caso di contestazione l’oggetto verrà, a insindacabile mandataria. giudizio del banditore, rimesso in vendita nel corso della stessa Asta all’ultima offerta valida pervenuta e nuovamente 2. Gli oggetti sono aggiudicati al migliore aggiudicato. Nel presentare la propria offerta,offerente l’offerenteesi per contanti; in caso di contestazione tra più Aggiudicaassume la responsabilità personale di corrispondere il preztari, disputato verrà, a insindacabile giudizio zo dil’oggetto aggiudicazione comprensivo dei diritti d’asta, di ogni imposta dovuta e di qualsiasi altronelonere salvo del Banditore, rimesso in vendita corsoapplicabile, dell’Asta stesove espressamente convenuto iscritto con Meeting sa e sia nuovamente aggiudicato. Nelper presentare la propria Art prima della vendita, che l’offerente partecipi quale manofferta, l’offerente la responsabilità datario per conto disiunassume terzo identificato e graditopersonale a Meeting di il prezzo di aggiudicazione, comprensiArtcorrispondere al quale si rivolgerà in esclusiva per tali pagamenti. Meevo dei di diritti d’asta, di ogni imposta tingdella Art sicommissione riserva la facoltà ritirare dall’Asta qualsiasi lotto qualoraeledi offerte in Asta nononere raggiungano il prezzo di riserva dovuta qualsiasi altro applicabile, salvo ove concordato con il Venditore. Il Banditore durante ha la sia espressamente convenuto per iscritto con l’asta, Meeting facoltà di abbinare o separare lotti ed eventualmente variaArt prima della vendita, che il’offerente partecipi quale re l’ordine di vendita. In ogni caso,né Meeting Art, né suoi mandatario pere dipendenti conto di unsaranno terzo identificato gradito amministratori responsabilieper atti od Meeting al quale Meeting Art si in via escluomissioniArt, relativi alla preparazione o rivolgerà alla conduzione dell’asta oper pertali qualsiasi questione relativa alla vendita dell’opera. siva pagamenti.

2. COMMISSIONI D’ASTA 3. Meeting Art corrisponderà si riserva la facoltà di ritirare L’aggiudicatario a Meeting Art unadall’Asta commisqualsiasi lotto. Il banditore, durante ha prezzo la facoltà di sione d’asta per ciascun lotto pari all’Asta, 25% sul di aggiudicazione. abbinare o separare i lotti ed eventualmente variare l’orSulledi suddette Meeting Art applicherà il regidine vendita.commissioni Lo stesso potrà, a proprio insindacabile me del margine talenon regime giudizio, ritirare (per i lottimaggiori qualora informazioni le offerte in su Asta rag-si rimanda alla pagina“Acquistare da Meeting Art”). giungano il prezzo di riserva concordato tra Meeting Art In alcuni casi particolari l’IVA è applicata per i lotti consegnati edail Venditore. Venditori soggetti ad IVA i quali saranno soggetti, oltre all’IVA calcolata sulla commissione d’Asta, anche ad IVA sul prezzo di aggiudicazione. 4. L’aggiudicatario corrisponderà a Meeting Art una commissione d’Asta, per ciascun lotto pari al 23% sul 3. PARTECIPAZIONE ALL’ASTA prezzo aggiudicazione. Sulle suddette commissioni Prima didiogni Asta, a tutti i partecipanti è richiesto, ai fini delMeeting applicherà il aggiudicazione, regime del margine (per magla validitàArt di un’eventuale di compilare una scheda di partecipazione i datisipersonali le referenze giori informazioni su tale con regime rimanda ealla pagina bancarie. Meeting Art puòArt”). accettare mandati l’acquisto “Acquistare da Meeting In alcuni casiper particolari (offerte scritte e telefoniche), effettuando rilanci mediante il appositamente l’IVA è ancora applicata per idi Banditore con ilsegnalati, pubblico partecipante all’Asta. Nel caso lotti Venditori IVA indicati cadue consegnati offerte scrittedai identiche persoggetti il medesimo lotto, loinstesso talogo con il simbolo (§) o (^),lache sarannosiasoggetti, olverrà aggiudicato all’Offerente cui offerta stata ricevuta perall’IVA prima.calcolata Meeting sulla Art sicommissione riserva il dirittod’Asta, di rifiutare tre ad le IVAofferte del di Acquirenti nondiconosciuti a menoIche rilasciato un 22% sul prezzo aggiudicazione. lottivenga in temporanea deposito ad intera copertura del valore dei lotti desiderati o, importazione da paesi non appartenenti alla UE, segnacomunque, fornita altra adeguata garanzia. Si precisa che, lati in catalogo con il simbolo (*), che saranno soggetti in ogni caso, Meeting Art si riserva il diritto di non accettaoltre all’IVAAll’atto calcolata sulla commissione d’Asta,Art ad potrà IVA re offerte. dell’aggiudicazione Meeting chiedere all’Aggiudicatario le proprie generalità e, in caso di del 10% sul prezzo di aggiudicazione. pagamento non immediato e in contanti, l’Aggiudicatario dovrà fornire a Meeting bancarie congrueaie di ogni Asta, a Art tuttireferenze i partecipanti è richiesto, 5. Prima comunque controllabili, in caso di evidente non rispondenfini della validità di un’eventuale aggiudicazione, di com-di za al vero o di incompletezza dei dati o delle circostanze pilare una incluse Schedalediinformazioni Partecipazione conaii dati cui sopra, fornite sensipersonali dell’art. 5,eo comunque inadeguatezza delle referenze bancarie, Meele referenzedi bancarie. ting Art si riserva di annullare il contratto di vendita del lotto eventualmente 6. Meeting Artaggiudicato. può accettare mandati per l’acquisto (offerte scritte e telefoniche), effettuando rilanci mediante il 4. DESCRIZIONE DEI LOTTI Meeting Art in qualità di mandataria dei all’Asta. Venditori e Banditore, in agisce gara con il pubblico partecipante declina ogni responsabilità in ordine alla descrizione degli oggetti contenuta cataloghi, brochure in qual7. Nel caso di duenei offerte scrittenella identiche pered il medesiasi altro materiale illustrativo; le descrizioni cosi come ogni simo lotto, lo stesso verrà aggiudicato all’Offerente la cuie altra indicazione o illustrazione sono puramente indicative offerta sia statagenerare ricevuta affidamenti per prima. Meeting Art sinegli riserva non potranno di alcun tipo Agilgiudicatari. diritto di rifiutare offerte Acquirentidanon conosciuti Tutte lele aste sonodiprecedute un’esposizione fini dache permettere un esame sull’autenticità, aaimeno venga rilasciato unapprofondito deposito ad intera coperlo stato conservazione, la provenienza, il tipo e lafornita qualità tura del di valore dei lotti desiderati o, in ogni caso, dell’oggetto. Dopo l’aggiudicazione né Meeting Art, né altra adeguata garanzia. All’atto dell’aggiudicazione, Venditori potranno essere ritenuti responsabili per vizi relativi Meeting potrà chiedereper all’Aggiudicatario le proprie allo statoArt di conservazione, l’errata attribuzione, l’autengeneralità, e in caso ildipeso pagamento non immediato in ticità, la provenienza, o la mancanza di qualità edegli oggetti. Nè Meeting Art, nédovrà il suo personale potrà rilasciare contanti, l’Aggiudicatario fornire a Meeting Art qualsiasi garanzia in tal senso, salvo i casi previsti dalla legge. referenze bancarie congrue e comunque controllabili: Si caso informa consumatore in merito ai diritti di cui in di ilevidente non rispondenza al vero o èdititolare incom-ex art. 130 del Codice del Consumo (in particolare in merito al pletezza dati o dellealcircostanze di cuispese, sopra,della incluse diritto deldei consumatore ripristino, senza conle informazioni ai sensidella dell’art 5, o comunque formità del benefornite e alla durata garanzia) che non vi èdidifetto di conformità se,referenze al momento dell’acquisto l’acquirente inadeguatezza delle bancarie, Meeting Art si era a conoscenza difetto ovvero non del poteva di vendita lottoignorarlo aggiuriserva di annullaredel il contratto con l’ordinaria diligenza. dicato.

8. Meeting Art agisce in qualità di mandataria dei venditori e declina ogni responsabilità in ordine alla 5. BASI D’ASTA Le basi d’astadegli sonooggetti di ciascun lotto sono descrizione contenuta neistampate cataloghi,sotto nellala descrizione stessi riportata nel catalogo e non includobrochure eddegli in qualsiasi altro materiale illustrativo; le deno i diritti di d’Asta dovuti;tali effettuate con scrizioni cui sopra, cosìstime comesono ognituttavia altra indicazione o largo anticipo rispetto alla data dell’Asta e pertanto possono illustrazione, sono puramente indicative e non potranno essere soggette a revisione. Anche le descrizioni dei lotti nel generare potranno affidamenti di alcun tipo anegli Aggiudicatari. catalogo essere soggette revisione mediante comunicazioni al pubblico durante l’Asta. Tutte le aste sono precedute da un’esposizione ai fini di permettere un esame circa l’autenticità, lo 6. PAGAMENTO DEL approfondito PREZZO Ilstato pagamento totale del prezzo di aggiudicazione comprendi conservazione, la provenienza, il tipo e la qualità sivo diritti d’Asta essere immediatamente deglidei oggetti. Dopopotrà l’Aggiudicazione, né Meetingpreteso Art né da Meeting Art, in ogni caso dovrà essere effettuato per Venditori potranno essere ritenuti responsabili per i vizi intero, in Euro, entro sette giorni dall’aggiudicazione. Il parelativi allo stato di conservazione, per l’errata attribuziogamento ed il ritiro dei lotti dovranno essere effettuati come ne, l’autenticità, la provenienza, il peso o la mancanza specificato nella pagina “Acquistare da Meeting Art”. In di difetto Meeting Art, fattoNé comunque dei qualità degli oggetti. Meeting salvo Art néil risarcimento il personale inmaggiori danni, potrà:Art potrà rilasciare qualsiasi garanzia caricato da Meeting a)procedere coattiva in tal senso, per salvil’esecuzione i casi previsti dalla degli legge.obblighi nascenti dall’acquisto; b)alienare il lotto a trattativa privata oppure in un’Asta succes9. Le basi d’asta alla possibile partenza in asta dia siva in danno dell’ relative Aggiudicatario,trattenendo comunque ciascun lotto sono stampate sotto la descrizione titolo di penale eventuali acconti ricevuti. L’oggettodei saràlotti custodito danel Meeting Art ea non rischio e spese dell’Aggiudicatario riportata catalogo includono i diritti d’Asta dofino a quando non sarà venduto come sopra oppure restivuti dall’Aggiudicatario. Tali stime sono tuttavia effettuate tuito al Venditore su richiesta del medesimo. In ogni caso, con largo anticipo rispetto alla data dell’Asta e pertanto fino alla data di restituzione o di vendita, l’Aggiudicatario sarà a revisione. le descrizioni possono essere soggette tenuto a corrispondere a Meeting ArtAnche una penale pari agli dei lotti nel catalogo potranno essere soggettepiù a revisiointeressi, calcolati sul prezzo di aggiudicazione le commissioni d’Asta,comunicazioni al tasso interbancario in vigore maggiorato ne, mediante al pubblico durante l’Asta. di due punti; gli interessi così calcolati saranno applicati sulle somme dovute a decorrere seguente ela 10. Il pagamento totale deldall’ottavo prezzo di giorno aggiudicazione data dell’aggiudicazione. dei diritti d’Asta potrà essere immediatamente preteso 7. DEI LOTTI daRITIRO Meeting Art, in ogni caso dovrà essere effettuato per L’aggiudicatario, saldato il prezzo di aggiudicazione e le intero, in Euro, giorni dall’aggiudicazione. Il commissioni perentro i dirittisette d’Asta, dovrà ritirare i lotti acquistae il ritiro deielotti dovranno essere effettuati tipagamento a propria cura, rischio spese entro i termini specificati comepagina specificato nella pagina “Comprare da Meeting nella “Acquistare da Meeting Art”. Decorso tale termine, Meeting Art saràArt, esonerata da ogni responsabilità Art”. In difetto Meeting fatto comunque salvo il risarnei confronti dell’aggiudicatario in relazione alla custodia, cimento dei maggiori danni, potrà: all’eventuale degli oggettidell’obbligo e avrà dirittodidi a) procederedeterioramento per l’esecuzione coattiva trasferire i lotti non ritirati a spese e rischio dell’acquirente acquisto, presso i propri uffici ovvero magazzini pubblici o privati. Il b) alienare il lotto a trattativa privata oppure in per un’Asta costo dell’imballaggio è normalmente di € 25,00 ogni singolo lotto,ine potrà a seconda delle dimensioni successiva dannovariare dell’Aggiudicatario, trattenendoo peso. Su espressa richiesta la Meeting Art potrà organizzare, comunque a titolo di penale, eventuali acconti ricevuti. aL’oggetto spese e rischio dell’Aggiudicatario trasporto e l’assicurasarà custodito da Meetingil Art a rischio e spese zione del lotto. dell’Aggiudicatario fino a quando non sarà venduto 8. DEROGHE come sopra oppure restituito al Venditore su richiesta del Nonostante ogni disposizione contraria qui contenuta, Memedesimo. In ogni caso,difino alla data digli restituzione o eting Art si riserva il diritto concordare con aggiudicatari di vendita, l’Aggiudicatario tenuto a corrispondere forme speciali di pagamento,sarà di depositare in magazzino pubblico/privato o vendere i lotti aggiudicati a Meeting Art una penale privatamente pari agli interessi, calcolati sule non ritirati, assicurare i lottipiù aggiudicati, di risolvere controprezzo di di aggiudicazione le commissioni d’Asta, al versie contestazioni in effettuate Aggiudicatari o contro gli tasso einterbancario vigore da maggiorato di due punti; stessi e in generale di intraprendere qualsiasi iniziativa ritenugliopportuna interessi così calcolati saranno applicati sulle somme ta al fine di riscuotere somme dovute dall’Aggiudall’ottavo giorno seguente la data dovute aedecorrere dicatario anche, a seconda delle circostanze, di annullare dell’aggiudicazione. la vendita ai sensi degli articoli 13 e 14 e restituire il prezzo all’Aggiudicatario. 11.ESPORTAZIONE L’aggiudicatario, saldato il prezzo e le commissioni 9. Per i lotti databili anteriormente ai 70 anni l’esportazione pertutti diritti d’Asta, dovrà ritirare i lotti acquistati a propria ècura, soggetta normative Ministero Italiano per rischioalle e spese entrodel i termini specificati nellai Beni paegina le Attività Culturali, Ufficio Esportazione. Meeting Art non “Comprare da Meeting Art”. Decorso tale termine, può fornire alcuna garanzia sul rilascio dell’attestato di Libera Meeting Artné sarà da ogni nei Circolazione sui esonerata tempi necessari perresponsabilità lo stesso. Meeting confronti dell’Aggiudicatario relazione alla all’esportacustodia, Art può fornire assistenza per leinpratiche legate all’eventuale degli og-di zione con unadeterioramento spesa aggiuntiva,oadeperimento carico dell’acquirente, €getti 300,00 + I.Vdiritto .A. Gli di acquirenti tenuti e avrà trasferiresono i lotti non all’osservanza ritirati a spesedi tutte le disposizioni legislative e regolamenti vigore relae a rischio dell’Acquirente presso i proprio in uffici ovvero tivamente agli oggetti sottoposti a notifica, con particolare magazzini pubblici o privati. Il costo di imballaggio è norriferimento alla Legge n. 1089 del 1 Giugno 1939. L’esportamalmente di Euro 25,00 per ogni singolo lotto, e epotrà zione di oggetti è regolata dalla suddetta normativa dalle variaredoganali a seconda delle dimensioni peso. SuArt espressa leggi e tributarie in vigore.oMeeting declina ogni responsabilità nei confronti degli acquirenti in ordine ad richiesta Meeting Art potrà organizzare, a spese e rischio eventuali restrizioni all’esportazione lotti aggiudicati. L’agdell’Aggiudicatario, l’imballaggio,dei il trasporto e l’assicugiudicatario non potrà, in caso di esercizio del diritto di prerazione del lotto. lazione da parte dello stato, pretendere dalla Meeting Art o dal Venditore alcun rimborso od indennizzo. Il Decreto LegiNonostante ogni disposizione contraria qui contenuta, 12. slativo del 22 gennaio 2004 n. 42 disciplina l’esportazione dei beni culturali fuori del territorio Repubblica Italiana, Meeting Art alsidiriserva il diritto di della concordare con gli Agmentre l’esportazione al di fuori della Comunità Europea giudicatari forme speciali di pagamento, di depositare inè altresì assoggettata alla disciplina prevista dal Regolamento magazzino privato/pubblico o vendere privatamente i lotti CEE n. 3911/92 del 9 dicembre 1992, come modificato dal aggiudicati e non ritirati, di assicurare i lotti aggiudicati, di Regolamento CEE n. 2469/96 del 16 dicembre 1996 e dal risolvere controversie e contestazioni effettuate Regolamento CEE n. 974/01 del 14 maggio 2001.da AggiuMeeting non risponde deidirelativi permessi dicatari oArt contro gli stessi edel in rilascio generale intraprendere

qualsiasi ritenuta opportuna al fine di riscuotere previsti né iniziativa può garantirne il rilascio. La mancata concessione somme dovuteautorizzazioni dall’Aggiudicatario anche, a l’annullaseconda delle suddette non puòogiustificare mento dell’acquistodiné il mancato pagamento, delle circostanze, annullare la vendita ai sensiche deglidovrà artiessere entro sette giorni dalla chiusura dell’asta. coli 13effettuato e 14 e restituire il prezzo all’Aggiudicatario. Per esportazione di materiali derivati da specie protette come, ad esempio, corallo, avorio, tartaruga, coccodrillo, 13.di Glibalena, Aggiudicatari tenuti all’osservanza di tutte ossi corni di sono rinoceronte, etc., è necessaria una le lidisposizioni legislative o regolamentari in vigore dell’Amrelativacenza di esportazione CITES rilasciata dal Ministero biente dellaoggetti Tutela del Territorio. menteeagli dichiarati di interesse particolarmente Gli acquirenti eche questidioggetti devoimportante perintendono i quali il esportare procedimento dichiaraziono e spese al rilascio di detto certineprovvedere è iniziato aia loro sensicura dell’art. 6 es. del D.LGS. 29 Ottoficato ed ad informarsi presso il Paese di destinazione sulle bre 1999, n. 490, con particolare riguardo agli artt. 54 Leggi che regolano tali importazioni. e ss. del medesimo decreto. L’esportazione di oggetti 10. AUTENTICHE da parte di Aggiudicatari residenti e non residenti in Le opere sono vendute con le autentiche dei soggetti acItalia è al regolata dalla suddetta normativa dalle creditati momento dell’acquisto se riportatononché in catalogo. leggi doganali, valutarienon e tributarie in invigore. Il costo La Meeting Art, pertanto, risponderà alcun modo e ad alcun titolo neldicaso cui si verifichino cambiamenti approssimativo unain licenza di esportazione è dinei soggetti accreditati e deputatiI atempi rilasciare autentiche 300,00+assicurazione+IVA. d’attesa sonorelative di 45 alle varie opere. caso di al contestazioni fondate e accergiorni circa dallaInrichiesta Ministero dei Beni Culturali, tateda Meeting Art per oggetti falsificati ad arte, purché la Ufficiocomunicazione Esportazioni. La richiesta dellaalicenza viene inolrelativa scritta provenga Meeting Art entro trata al Ministero pagamento del lotto e su espli21 giorni dalla dataprevio della vendita, Meeting Art potrà, a sua cita autorizzazione dell’Aggiudicatario. Meeting discrezione, annullare scritta la vendita e rivelare all’aggiudicatario che richieda il nome del Venditore, dandone Art lonon si assume nessuna responsabilità neipreventiva confronti comunicazione a quest’ultimo. dell’Aggiudicatario in ordine ad eventuali restrizioni 11. INFORMAZIONI all’esportazione dei SUI lottiLOTTI aggiudicati, né in ordine ad Le opere vengono nelche loro l’Aggiudicatario stato attuale. Nondiveneventuali licenze vendute o attestati un gono offerte “al “salvo visione”. lotto accettate dovrà ottenere in meglio” base allaovvero legislazione italiana. Consigliamo pertanto ai potenziali acquirenti di assicurarsi L’Aggiudicatario in caso di diritto prelazione da parte dello stato di conservazione e delladinatura dei lotti prendello Stato, nonprima potràdella pretendere Meeting Art o dal dendone visione vendita. da Il reparto responsabile dell’Asta sarà lieto rimborso di fornire di sueventuali richiesta dei rapporti inforVenditore nessun interessi sul prezmativi che rappresentano unicamente l’opinione dei nostri zo e sulle commissioni d’Asta già corrisposte. esperti e potranno essere soggetti ad eventuali revisioni. Tutte le informazioni sui punzoni dei metalli, sulla caratura, 14. Le opere vendute condei le autentiche soggetti sulla qualità e sono sul peso dell’oro, diamanti edei delle pietre accreditati al momento dell’acquisto. La Meeting Art, preziose colorate sono da considerarsi puramente indicatipertanto, non risponderà in alcun modo e ad alcun titolo ve e approssimative, Meeting Art non potrà essere ritenuta responsabile persieventuali errori contenuti nelle suddetteacinnel caso in cui verifichino cambiamenti nei soggetti formazioni per le falsificazioni adle arte degli oggetti preziosi. creditati eedeputati a rilasciare autentiche relative alle Alcuni pesi in catalogo sono stati determinati tramite misuravarieQuesti opere.dati In caso di contestazioni fondate accettate zioni. devono essere considerati soloe un’indicada Meeting Art per oggetti falsificati ad arte, purché la zione di massima e non dovrebbero essere acquisiti come relativa comunicazione scritta provenga a Meeting Art esatti. Meeting Art non garantisce i certificati eventualmente acclusi da laboratori gemmologico entro ai21preziosi giorni eseguiti dalla data della vendita, MeetingindiArt pendenti, l’autenticità gemme sigillate suatantomeno discrezione, annullare delle la vendita e rivelare potrà, a ne inall’Aggiudicatario blister delle quali Meeting Art verifica solamente l’integrità che lo richieda il nome del Venditore, esteriore del sigillo, anche se riferimenti di tali esami potrandandone preventiva comunicazione a quest’ultimo. no essere citati a titolo informativo per gli aggiudicatari.

12. EVENTUALI PRETESE DI TERZI SUI LOTTI Tutte le ad informazioni punzoni dei metalli, sulladalle caIn15. aggiunta ogni altrosui obbligo o diritto previsto ratura eCondizioni il peso dell’oro, dei diamanti delle presenti di Vendita, MeetingeArt nel pietre caso inprecui ziose colorate sono considerarsi puramente indicative sia stata informata o da venga a conoscenza di un’eventuale pretesa o diritto dieterzi inerente possesso o e approssimative Meeting Art alla nonproprietà, potrà essere ritenuta detenzione delper Lotto potrà, aerrori sua discrezione, trattenere in responsabile eventuali contenuti nelle suddetcustodia il Lotto nelle more della composizione della controte informazioni per le falsificazioni ad arte degli oggetti versia o per tutto eil periodo ritenuto ragionevolmente necespreziosi. pesi in questo catalogo sono stati detersario a taleAlcuni composizione. minati tramite misurazioni. Questi dati devono conside13. ANTIRICICLAGGIO solo un’indicazione di massima e non dovrebbero Ilrarsi cliente prende atto e accetta, ai sensi e per gli effetti dell’art. essere come esatti. Meeting Art non 22 D. Lgsacquisiti n. 231/2007 (Decreto Antiriciclaggio), digarantisce fornire tuteventualmente acclusi ai preziosi eseguiti daa tei certificati le informazioni necessarie ed aggiornate per consentire Meeting Art di adempiere agli obblighi di adeguata verifica laboratori gemmologici indipendenti, ne tantomeno della clientela. Resta inteso che il perfezionamento dell’opel’autenticità delle gemme sigillate in blister delle quali razione è subordinato al rilascio da parte del Cliente delle Meeting Artrichieste verificada solamente esteriore del informazioni Meeting l’integrità Art per l’adempimento sigillo, anche se riferimenti ai risultati di tali esami potrandei suddetti obblighi. essere citati42 a D. titolo per gli Aggiudicatari. Ainosensi dell’art. Lgsinformativo n. 231/07, Meeting Art si riserva la facoltà di astenersi e non concludere l’operazione nel caso di impossibilità oggettiva di effettuare l’adeguata verifica della 16. In aggiunta ad ogni altro obbligo o diritto previsto clientela. dalle presenti Condizioni di Vendita, Meeting Art nel 14. LEGGE caso in cui APPLICABILE sia stata informata o venga a conoscenza di Ilun’eventuale presente contratto è regolato leggeinerente italiana. alla propretesa o dirittodalla di terzi 15. CONTROVERSIE prietà, possesso o detenzione del Lotto potrà, a sua diLe presenti Condizioni dicustodia Vendita sono accettate automatiscrezione, trattenere in il Lotto nelle more della camente da quanti concorrono all’Asta sonoilaperiodo disposiziocomposizione della controversia o peretutto rine di qualsiasi interessato che ne faccia richiesta. Per ogni tenuto ragionevolmente necessario a tale composizione. eventuale controversia è stabilita la competenza del Foro di Vercelli. Si precisa che la clausola di deroga al foro del consumatore stata oggetto di specifica trattativa 17. Le èpresenti Condizioni di Vendita sonoindividuale accettateed auiltomaticamente contraente dichiara accettarne il contenuto. da di quanti concorrono all’Asta e sono a disposizione di qualsiasi interessato che ne faccia richiesta. Per qualsiasi controversia è stabilita la competenza esclusiva del Foro di Vercelli.


CONDITIONS OF SALE The for courtesy courtesy purposes purposes only. Thefollowing following translation translation is is for only; for For inconsistency, the Italian version prevail. anyany inconsistency, the Italian version shallshall prevail.

1. BID 1. ThePROCEDURES lots are sold in premises open to the public by The lots are sold in premises open to the public by MeMeeting Art which acts as Agent, on an exclusive basis, eting Art which acts as Agent, on an exclusive basis, on on behalf of each Seller, whose names registered in behalf of each Seller, whose names are are registered in spespecial books at Meeting Art. Sale The Sale cial books heldheld at Meeting Art. The shall shall have have direct effectseffects upon the Seller Meeting Art shallArt notshall be liable direct upon theand Seller and Meeting not towards Buyerthe or any third partythird except in except respectinof be liable the towards Buyer or any party responsibilities deriving from its role as agent. The lots are respect responsibilities deriving fromand its role as agent. knockedofdown to the highest bidder for cash. If any dispute arises between two or more bidders, the lot will

be put sale duringdown the same auction to the lastand valid 2. Theup lotsforare knocked to the highest bidder received again. Meeting Art will any for cash. Ifand anywon dispute arises between twonot or accept more bidkind of of theat lots sold to third parties, and only the ders, thetransfer auctioneers, their sole discretion, can decide to Buyer will be considered liable for the payment. offer again and resold the lot. Meeting Art will not accept The participation at the auction in the name of and on any kindofofthird transfer ofisthe lots sold to third andatonly behalf party subject to the priorparties, deposit, Meeting Art will premises, of a legal power ofpayment. attorney and of the Buyer be considered liable for the satisfactory bank reference. Meeting Artname reserves The participation at the auction in the of the andright on to withdraw any lot from the auction. The Auctioneer, at behalf of third party is subject to the prior deposit, at Mehis/her sole discretion, can also withdraw lots if the bids do eting Art premises, ofprice, a legal attorneyMeeting and of not reach the reserve aspower agreedofbetween satisfactory Art and the bank Seller.reference. During the auction, the Auctioneer is entitled to join or

separate anyArt tworeserves or more the lots and the any order 3. Meeting righttotochange withdraw lotof the sale. In any case neither Meeting Art nor its directors or from the auction. During the auction, the Auctioneer employees are liable for any acts or omissions relatingisto entitled to join or any or more to the preparation or separate conduct of thetwo auction or forlots anyand matter relating the to the saleof ofthe the sale. work.The Auctioneer, at his/her change order sole discretion,FEES can also withdraw lots if the bids do not 2. AUCTION In addition to theprice, hammer price the buyerMeeting shall pay,Art for reach the reserve as agreed between eachthe lot,Seller. a premium of 25% on the hammer price. Meeand

ting Art will apply the Margin Scheme for more information regarding the margin scheme and these charges, ple4. addition to the hammer price buyer shallinpay, aseInsee Commission, Premium, VATthe and charges this for each lot,In a premium of 23% on the price. Mecatalogue). some special cases, VAThammer is applied to items delivered by sellers subject to VAT which(for willmore be subject, eting Art will apply the Margin Scheme inforin addition to VATthe calculated on the auction commission, mation regarding margin scheme and these charges, also for VAT calculated on the hammer price. please see Commission, Premium, VAT and charges in 3. HOW TO PARTICIPATE this catalogue). Before the auction each prospective Buyer must complete and sign a registration form including personal data and 5. Before the auction each prospective must combank references, in order to bid through Buyer an assigned number. Ifand the sign registration form isform notincluding completed and signed, plete a registration personal data any eventual sale will not be valid. Meeting Artan is entitled and bank references, in order to bid through assignedto accept written or telephone bids of clients number. If the registration form is on notbehalf completed and that sido not attend the auction, making bids through the aucgned, any eventual sale will not be valid. tioneer in competition with the other bidders attending the Sale. If identical written bids are received from two or more partiesArt foristhe same lot, the firstwritten bid received by Me6. Meeting entitled to accept or telephone etingon Artbehalf shall take precedence. Artthe reserves the bids of clients that do Meeting not attend auction, right to refuse bids from unidentified Buyers unless, a demaking bids through the auctioneer in competition with posit covering the entire value of the lots desired, is paid. the other Art bidders attending the not Sale.to accept bids. If the Meeting reserves the right payment is not immediate and in cash, the Buyer has to supply a permanent verifiable details. 7. If identical writtenaddress bids areand received frombank two or moreIf the data complete, or sufficient, Meeting parties forare thenot same lot, the accurate first bid received by Meeting Art reserves the right to cancel the sale of the lot. Art shall take precedence. Meeting Art reserves the right 4. refuse DESCRIPTION THE LOTS to bids fromOF unidentified Buyers unless, a deposit Meeting Art acts as mere Agent of the Sellers and cannot covering the entire value of the lots desired, is paid. be considered liable for the description of the lots in the Ifcatalogues, the payment is not immediate and in cash, Statements the Buyer brochures and other publications. has tocatalogue, supply a permanent addressorand bank in the condition reports any verifiable other indication or illustration the complete, lots, are purely statements details. If the regarding data are not accurate or suffi-of opinion and cannot be accounted asto statements warcient, Meeting Art reserves the right cancel theofsale ranty. Before every auction, an exhibition of the lots takes of the lot. place in order to

allow an in-depth evaluation of the authenticity, the state 8. Meeting Art the actsprovenance as mere Agent Sellers and of preservation, and of thethe type and quality of any After the Sale, Art nor the cannot belot. considered liableneither for theMeeting description of the Sellers willcatalogues, be liable forbrochures any defects the state lots in the andconcerning other publications. of preservation, the correctness of statements about attriStatements in the catalogue, condition reports or any bution, authenticity, other indication or illustration theNeither lots, areMeepuprovenance, weight or qualityregarding of any item. tingstatements Art nor its staff has theand authority tobe make or give any rely of opinion cannot accounted as representation or warranty , except cases provided by statements of warranty. Before everyforauction, an exhibilaw. We inform consumer about the rights it enjoys under tion of the lots takes place in order to allow an in-depth art. 130 of the Consumer Code (in particular with regard evaluation state of preservation, to the rightofofthe the authenticity, consumer tothe repair, without charge, the

the provenance the type quality ofofany After conformity of theand goods and and the duration thelot. guaranthe that Sale,there neither Meeting nor the Sellers beof liable tee) is no lack of Art conformity if, at thewill time purchase buyerconcerning was aware of the or could not ignore with for anythe defects the state of preservation, the ordinary diligence. correctness of statements about attribution, authenticity, 5. STARTINGweight BIDS or quality of any item. provenance, The estimates and starting biddings regarding the Neither Meeting Art the nor its staff has the authority to make possible Sale price of each lot are printed under the deor give any representation or warranty , except for cases scription of every lot in the catalogue and are not Buyer’s provided inclusive. by law. Estimates and starting bids are prepapremium red well in advance so they can be subject to revision. The description of the lots in the could beregarding subject to 9. The estimates and the catalogue starting biddings revision, as well. that case an appropriate communicathe possible SaleInprice of each lot are printed under the tions to the public will be made during the auction. description of every lot in the catalogue and are not Bu-

6. PAYMENT yer’s premium inclusive. Estimates and starting bids are Meeting Art is entitled to require from the Buyer immediaprepared well in advance so they canHammer be subject to revite payment in full and in Euro of the Price plus sion. The sdescription of the lots in must the catalogue the Buyer’ Premium. The payment be made could within be subject revision, as well. In that case an appropriate seven days to from the purchase. Instructions for payment and collection of purchased lots communications to the public will be made during the can be found in the catalogue or in the website. If the auction. Buyer fails to pay the amount due Meeting Art, reserving the right to further damages, shall be entitled to: 10. Meeting is entitledpurchase to require from the Buyer ima) enforce theArt contractual obligation. b) arrange a resaleinof through treaty or mediate payment fullthe andLot, in Euro of theprivate Hammer Price during following auction, a penalty any plus thethe Buyer’s Premium. Thekeeping paymentasmust be made amount already paid by the Buyer. Meeting Art shall retain within seven days from the purchase. Instructions for payitems sold at risk and Buyer’s own expense until the selling ment andorcollection of purchased lots can ifbe found in of the lot until the restitution to the Seller, required. In the case, catalogue or insale thedate, website. If the Buyer failstotopay paya any until the The Buyer will have penalty equaldue to the interest, Hammer the amount Meeting Art,calculated reserving on thethe right to furprice plus the Buyer’ ther damages, shallsbe entitled to: premium, according to the interbank rate in force increaa) enforce the contractual purchase obligation sed of two points: the interest so calculated shall be apb) arrange resale offrom the Lot, private treatythe or plied on thea amount the through eighth day following during the following auction, keeping as a penalty any Sale. amount already paid theLOTS Buyer. Meeting Art shall re7. COLLECTION OF by THE tain Buyer, items sold riskpayment and Buyer’s ownHammer expenseprice until and the The afteratthe of the the Buyer’ premium, hasthe to collect the to lotsthe at Seller, his own selling of sthe lot or until restitution if risk and cost within the days specified in the paragraph required. “Buying at Meeting Art”. After this time, Meeting Art shall In any case, until the sale date , The Buyer will have to pay not be held liable by the Buyer for the custody or for any a penaltydeterioration equal to the interest, calculated on the Hammer possible of the items. Moreover, Meeting price according to the Art willplus havethe theBuyer’s right topremium, transfer lots which have notinterbeen collected risk increased of two points: the interest bank rateatinthe force and buyer’s own expense to its offices warehouse. so calculated shall be applied on theoramount from The the common cost of packaging is Euro 25,00, but it could eighth day following the Sale. change depending on the volume and the size of the lot.

8. EXEMPTIONS 11. The Buyer, after the payment of the Hammer price Despite any contrary provisions in these “Conditions of and the Buyer’sArt premium, collect the lots at the his Sale”, Meeting reserveshas thetoright to agree with own risk and cost within the specified in the paragraSellers special conditions ofdays payment, to arrange for warehousing, forArt”. the insurance theMeeting object sold, ph “Buyingtoatdecide Meeting After this of time, Art to sellnot privately lotsby sold settle any dishall be heldthe liable theuncollected, Buyer for thetocustody or for sputes made by or against the Buyers and, in general to any possible deterioration of the items. take any action deemed appropriate for the collection of Moreover, Meeting have theifright to transfer lots the amounts due byArt thewill Buyer and, necessary, to cancel the Sale andnot return price toatthe in buyer’s accordance which have beenthe collected theBuyer risk and own with articles 14or below. expense to 13 its and offices warehouse. The common cost of

packaging 9. EXPORTis Euro 25,00, but it could change depending For all lots dating before age 70, on the volume and the sizeof thetheir lot. export is subject to the regulations of the Italian Ministry for Cultural Heritage and Activities, Export Office. Meeting Art cannot provide 12. Despite any regarding contrary provisions any guarantees the issueinofthese a Free“Conditions Circulation Art reserves right to agree with the of Sale”, nor on theMeeting time needed for thethe same. Sellers are special conditions of payment, arrange waBuyers required to comply with alltolaws and for regulations in force relation the objects subject to notificarehousing, toin decide forto the insurance of the object sold, tion, with particular Act. 1089 ofto1 June to sell privately thereference lots soldtouncollected, settle1939 any The export of objects is governed by the above reguladisputes by laws or against theregulations. Buyers and,Meeting in general tions and made customs and tax Art to take any action deemed for the collection disclaims any liability to anyappropriate purchaser with regard to any restrictions on thedue export of the soldand, lots.ifThe contractor of the amounts by the Buyer necessary, to shall not, inSale the event of exercise of the right of first refusal cancel the and return the price to the Buyer in accoron the part of the state, claiming Meeting Art or the seller dance with articles 13 and 14 below. any refund or compensation. The Legislative Decree of 22 January 2004 n. 42 regulating the export of cultural goods 13. The the Buyer must of comply with all the applicable outside territory the Italian Republic, while thelegiexport outside the European Community is slative and regulatory provisions concerning the objects also subject to the regulations down by Reguwhich are declared to have a laid significant andEEC particular lation no. 3911/92 of 9 December 1992, as amended by interest or for which the process of declaration started Regulation EEC n. 2469/96 of 16 December 1996 and

pursuant to Articles no. 6 and ff. of Meeting LegislativeofDecree the EEC Regulation 974/01 May 14,No.490 2001. OctoberArt 29,is1999, and more specifically pursuantpermits to ArMeeting not liable for issuing the relevant expected it guarantee release. ticles 54 nor andcan ff. of the same their Decree. All exports of lots The failure grant such permits cannot justify cancelfrom Buyertoresident or not resident in Italy arethe governed lation of the purchase nor the non-payment, that will have by the above mentioned laws, and are also subject to cuto be made within seven days from the end of the auction. stoms, currency and taxregulations in force. Thespecies, Export For export of material derived from endangered licence costsivory, approximately Euro 220+insurance+VAT. such as coral, tortoise, crocodile, whale bones, rhino horns, etc., youofneed CITEShas export permit issued by The request this alicence to be presented to the Ministry for the Environment and Territory . Italian Ministry of Cultural Activities and Heritage only on Buyers wishing to export these objects must provide their payment of the andofprior a written request from the care costs and thelot issue the certificate and to obtain inBuyer. from the country of destination on the laws that formation It can take up to 45 days to process from the date of pregovern such imports. sentation. 10. AUTHENTICS Meeting Art shall not be held for any restrictions Lots are sold together with theliable authentication issued by on credit exportexpert of theatsold or forofany licences or permits the the lots moment sale. Meeting Art declines anyBuyer responsibility in case of a change of the credited that the must obtain under Italian law. In the event expert appointed to issue the authentications of the vathat the Italian State exercises the right of preemption, rious lots. If within 21 days from the sale date, the Buyer thenotified Buyer shall not be of has Meeting Artentitled writing to thatreceive he/sheany hasrefund a good the interest on thethat salethe price on the premium already reason to believe lot and concerned is a forgery and Meeting Art accepts thistoobjection, paid to Meeting Art or the Seller.Meeting Art shall be entitled, at its sole discretion, to cancel the Sale and disclose to the Buyer the name of the Seller, giving prior notice 14. Lots are sold together with the authentication issued to him/her. by the credit expert at the moment of sale. Meeting Art

11. INFORMATIONS ON THE LOTS declines any responsibility in case of a change of the creLots are sold in their actual state. We therefore recomdited expert appointed to issue the authentications of mend prospective buyers to check the state of conservathe and various lots.ofIfthe within days from sale date, the tion nature lots21 viewing themthe before the sale. Buyer has notified Meeting hastoa The department in charge ofArt thewriting auctionthat will he/she be happy provide upon to request a condition that isissolely the good reason believe that the lotreport concerned a forgery opinion of ourArt experts andthis may be subject to possible reand Meeting accepts objection, Meeting Art shall visions. All the information concerning the marking of mediscretion, to cancel the Sale and be entitled, at its sole tals, the carats and weight of gold, diamonds and colored disclosestones, to the Buyer the name ofand the mere bSeller, giving prior precious are approximate statements of notice to him/her. opinion and cannot be relied as a statements of warranty. Meeting Art shall not be held liable for any errors included in15. thisAll information or for cases of forgery. The weight of the the information concerning the marking of metals, stones, considered individually once removed from the the carats and weight of gold, diamonds and colored setting, is the approximate weight and not the “exact” precious stones,Art aredoes approximate and mere weight. Meeting not guarantee the statements certificates attached to and precious objects madeasbya gemological of opinion can not be relied statements oflabowarratories, ranty. if any. However, reference to them can be made for information purposes. Meeting Art shall not be held liable for any errors inclu12. CLAIMS BY THIRD PARTIES ABOUT dedANY in this information or for cases of forgery. TheLOTS weight Inofaddition to all our rights andindividually obligations under agrethe stones, considered once this removed ement, if Meeting Art becomes acquainted with a claim from the setting, is the approximate weight and not the from a third party that has a right of to property, possession or“exact” controlweight. of the Lots, shall be entitled to retain possession does guarantee the certificates attached ofMeeting the LotsArt until thenot dispute is resolved. to precious objects made by gemmological laboratories,

13. ANTI - MONEY LAUDERING REGULATIONS if any. However, them can be made for inforAccording to thereference art. 22 D. to Lgsn n. 231/2007 (Anti-money mation purposes. laundering Decree) customer takes note and accepts to provide all the necessary and updated information to allow to our fulfillrights adequate examination obliga16. InMeeting additionArt to all and obligations under this tions of its customers. It isArtunderstood that the improveagreement, if Meeting becames acquainted with a ment of the operation is subjected to the realise by the claim fromofathe third party that requested has a rightby ofMeeting to property, Customer information Art possession or control the Lots, shall beobligations. entitled to refor the fulfillment of the of above mentioned Pursuant to art. 42 n. until 231/07 reserves tain possession of D theLgs Lots theMeeting dispute isArt resolved. the right to abstain and to not conclude the operation in case of objective impossibility to make the adequate exa17. These “Conditions of Sale” are automatically accepmination of the clientele. ted by the sale participants and are available to any per-

14. LAWAny dispute shall be submitted to sonAPPLICABLE requesting them. This contract is governed by Italian law. the exclusive jurisdiction of the Vercelli Court.

15. DISPUTES These “Conditions of Sale” are automatically accepted by the sale participants and are available to any person requesting them. Any dispute shall be submitted to the For further informations: exclusive jurisdiction of the Vercelli Court. Casa delle Aste Meeting Art S.p.A. Corso Adda, 7-11 13100 Vercelli (VC) Italy Tel.(+39).0161/2291 Fax (+39).0161/229327 info@meetingart.it


PRIVACY Gentile Cliente, nel ringraziarLa, Le ricordiamo che i dati da Lei direttaformativa artt.13/14 Regolamento UE 2016/679; La invitiamo pertanto

Compilare questo modulo in tutte le sue parti e inviare

Casa d’Aste dal 1979

Casa delle Aste MEETING ART S.p.A. CORSO ADDA, 7-11 13100 VERCELLI

consentire il trattamento dei Suoi dati. Pursuant to articles 13/14 of the UE Regulation 2016/679, we invite you to acknowledge the information on the processing of personal data.

a mezzo fax/by fax to

0161 229329-7

N.B.:

corso alle spedizioni

o via e-mail/by e-mail

spedizioni@meetingart.it

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: TEL. 0161.2291

Il sottoscritto

NOME E COGNOME:

MODULO SPEDIZIONI

O DITTA: RESIDENTE A:

VIA:

RICHIEDE LA SPEDIZIONE TRAMITE CORRIERE (Sceglierà Meeting Art se nessuna delle caselle è barrata) (NON ASSICURANO) GLS

Corrieri portavalori (ASSICURANO LE SPEDIZIONI) prendere informazioni prima per costi e tempistica CORRIERI DA SALDARE A MEETING ART FERRARI SpA (trasporto preziosi e dipinti)

ALTRO

SPEDIZIONE A CURA DELL’ACQUIRENTE

(Corriere inviato dall’acquirente) EVENTUALE CODICE ABBONAMENTO

ASTA N°:

LOTTI N°:

ASTA N°:

LOTTI N°:

ASTA N°:

LOTTI N°:

Indirizzo di spedizione: NOME E COGNOME VIA

N. CAP

CITTA’ TELEFONO

E dichiara di aver preso conoscenza delle seguenti condizioni e di accettarle integralmente: 1. Il richiedente esonera la Casa d’ Aste Meeting Art S.p.A., e le persone che operano in essa, da ogni responsabilità in caso lotti. 2. Il richiedente rinuncia ad ogni pretesa od azione nei confronti della Casa d’ Aste Meeting Art S.p.A. per eventuali ritardi del Corriere nella consegna della spedizione e di relativi disguidi nella fatturazione della stessa che dovrà essere saldata alla Ditta di Spedizioni o al relativo Vettore al momento della consegna, salvo le spedizioni con Corriere Ferrari che vanno saldate a Meeting Art. 3. Per l’imballaggio dei lotti, il richiedente si impegna a versare alla Casa d’ Aste Meeting Art S.p.A. il compenso normalmente richiesto di € 25,00 a collo. Tale compenso potrà subire variazioni a secondo delle dimensioni e del peso delle opere, ma verrà comunque concordato e versato prima della spedizione delle stesse, altrimenti verrà applicato in contrassegno nella spedizione. Per evitare danneggiamenti durante il trasporto, i dipinti verranno, ove presenti, privati dei vetri. 4. L’eventuale copertura assicurativa della proprietà in viaggio dovrà essere richiesta e concordata tra l’aggiudicatario e il trasportatore, senza alcuna responsabilità della Casa d’ Aste Meeting Art S.p.A. Tale copertura sarà ad integrale carico dell’aggiudicatario. Si d

C


PRIVACY Gentile Cliente, nel ringraziarLa, Le ricordiamo che i dati da Lei direttaformativa artt.13/14 Regolamento UE 2016/679; La invitiamo pertanto

Compilare questo modulo in tutte le sue parti e inviare

CEDOLA ABBONAMENTO CATALOGHI

Casa d’Aste dal 1979

Casa delle Aste MEETING ART S.p.A. CORSO ADDA, 7-11 13100 VERCELLI

consentire il trattamento dei Suoi dati. Pursuant to articles 13/14 of the UE Regulation 2016/679, we invite you to acknowledge the information on the processing of personal data.

a mezzo fax/by fax to 0161 229327-8 o via e-mail/by e-mail abbonamenti@meetingart.it

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: TEL. 0161.2291

Intestatario dell’abbonamento NOME E COGNOME: RAGIONE SOCIALE (per le ditte): PARTITA IVA/CODICE FISCALE (per le ditte):

VIA:

N°:

CAP:

CITTA’:

TEL.

/

PROV.: EMAIL:

Tipo di abbonamento SINGOLO SETTORE:

5 cataloghi € 100,00 Barrare il settore di interesse Arte moderna e contemporanea

Dipinti del XIX e XX secolo

Gioielli moderni e d’epoca

Antiquariato (Arredi e dipinti antichi)

TUTTI I SETTORI:

Orologi moderni e d’epoca

25 cataloghi € 400,00

Scelgo di pagare con: IBAN IT80 E032 9601 6010 0006 7177064 BANCA FIDEURAM - Agenzia 001, Milano, BIC/SWIFT: FIBKITMM IBAN IT44O0617510001000000509580 BANCA CARIGE S.P.A. - Filiale di Vercelli BIC/SWIFT: CRGEITG1268 Assegno non trasferibile allegato intestato a Meeting Art S.p.A. Contanti Versamento su c/c postale n° 11382132 intestato a casa delle Aste - Meeting Art S.p.A. - 13100 Vercelli Contrassegno (costo abbonamento + € 6,00 per spese di spedizione) Carta di credito In caso di pagamento con carta di credito verrà inviata una mail all’indirizzo (fornire un indirizzo e-mail valido): La mail conterrà un link personalizzato per poter procedere al pagamento sui circuiti e-commerce di nexi. Il servizio è sicuro (gestito da nexi.it) e gratuito

DATA

FIRMA


PRIVACY Gentile Cliente, nel ringraziarLa, Le ricordiamo che i dati da Lei direttaformativa artt.13/14 Regolamento UE 2016/679; La invitiamo pertanto

Compilare la presente scheda in tutte le sue parti e inviare

Casa d’Aste dal 1979

Casa delle Aste MEETING ART S.p.A. CORSO ADDA, 7-11 13100 VERCELLI

consentire il trattamento dei Suoi dati. Pursuant to articles 13/14 of the UE Regulation 2016/679, we invite you to acknowledge the information on the processing of personal data.

SCHEDA DI OFFERTA BID FORM

a mezzo fax/by fax to

OFFERTE ON LINE su www.meetingart.it BID ON LINE on www.meetingart.it

0161 229327

o via e-mail/by e-mail

offerte@meetingart.it

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: TEL. 0161.2291

IL SOTTOSCRITTO name

INDIRIZZO Address

Telefono

CELL.

FAX

Phone

Mob.

fax

DOCUMENTO D’IDENTITA’ Identity document

Tipo e Numero (Type and Number)

RILASCIATO A

IL

granted to

date

Con la presente scheda mi impegno ad acquistare i lotti segnalati al prezzo offerto (esclusi i diritti d’asta), dichiaro inoltre, ai sensi e per effetti degli artt. 1341 e 1342 del Codice Civile, di aver preso visione ed approvare le condizioni di vendita riportate sul catalogo.

ASTA N° AUCTION N. 894 DIPINTI ANTICHI, ARREDI, ARTE ORIENTALE, DESIGN E ARTI DECORATIVE LOTTO N° LOT n.

DEL XX SECOLO

DESCRIZIONE Description

OFFERTA MAX € Max Bid Price

(Recapito telefonico da contattare) Phone to be contacted I lotti saranno aggiudicati al minimo prezzo possibile in rapporto all’offerta precedente. A parità di offerta prevale la prima ricevuta. Alla cifra di aggiudicazione andranno aggiunti i diritti d’asta del 25%. Le persone impossibilitate a presenziare alle vendite possono concorrere all’asta compilando la presente scheda ed inviandola alla Casa d’Aste per fax al numero 0039.0161.229327, almeno 5 ore prima dell’inizio dell’asta. E’ possibile richiedere la partecipazione telefonica su tutti i lotti in catalogo barrando l’apposita casella. Per i lotti “SENZA RISERVA” è necessario inviare un’offerta. Solo oltre l’eventuale raggiungimento di quest’ultima, si potrà partecipare telefonicamente. Un’offerta inviata non può in nessun caso essere cancellata. Meeting Art non sarà ritenuta responsabile per le offerte inavvertitamente non eseguite o per errori relativi all’esecuzione delle stesse. I lotti acquistati saranno ritirati a cura dell’acquirente. Meeting Art rimane comunque a disposizione per informazioni e chiarimenti in merito. La presente scheda va compilata con il nominativo e l’indirizzo ai quali si vuole ricevere la fattura.

DATA (Date)

FIRMA LEGGIBILE (Legible signature)


®

®

Casa d’Aste dal 1979

Casa d’Aste dal 1979

CASA DELLE ASTE MEETING ART S.p.A. 13100 Vercelli, Corso Adda 7-11 tel. 0161 2291, fax 0161 229327-8

FEDERAZIONE EUROPEA DI VENDITORI ALL’ASTA

ASSOCIAZIONE NAZIONALE CASE D’ASTA

FOTOGRAFIE

IN COPERTINA LOTTO 623 (particolare) AL RETRO LOTTO 110 (particolare) INTERNO COPERTINA LOTTI 468 (particolare), 411 (particolare)

Alessandro Gabutti Daniele Guidarelli Alex Cardano STAMPA

Mastervision di Fausto Zai - Santhià - VC

© È vietata la riproduzione, memorizzazione o utilizzazione del catalogo in qualsiasi forma e con qualunque mezzo. Ogni eventuale utilizzazione, anche parziale, del catalogo, dovrà essere preventivamente approvata dalla Meeting Art.


Dipinti Antichi e Arredi

DIPINTI ANTICHI E ARREDI

MAGGIO 2021

8 9 4

PALAZZO MEETING ART - CORSO ADDA 7 - VERCELLI - TEL. +39 0161 2292 - WWW.MEETINGART.IT

MEETING ART

Profile for Meeting Art Auction House

Asta 894 - DIPINTI ANTICHI, ARREDI, ARTE ORIENTALE, DESIGN E ARTI DECORATIVE DEL XX SECOLO  

Prima Sessione: Sabato 15 Maggio 2021 ore 12:30 - Lotti dal 1 al 140 Seconda Sessione: Domenica 16 Maggio 2021 ore 12:30 - Lotti dal 141 al...

Asta 894 - DIPINTI ANTICHI, ARREDI, ARTE ORIENTALE, DESIGN E ARTI DECORATIVE DEL XX SECOLO  

Prima Sessione: Sabato 15 Maggio 2021 ore 12:30 - Lotti dal 1 al 140 Seconda Sessione: Domenica 16 Maggio 2021 ore 12:30 - Lotti dal 141 al...

Profile for meeting

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded