Page 1

Dipinti Antichi e Arredi

DIPINTI ANTICHI E ARREDI

NOVEMBRE 2019

8 6 8

PALAZZO MEETING ART - CORSO ADDA 7 - VERCELLI - TEL. +39 0161 2292 - WWW.MEETINGART.IT

MEETING ART


®

®

Casa d’Aste dal 1979

Casa d’Aste dal 1979

CASA DELLE ASTE MEETING ART S.p.A. 13100 Vercelli, Corso Adda 7-11 tel. 0161 2291, fax 0161 229327-8

FEDERAZIONE EUROPEA DI VENDITORI ALL’ASTA

ASSOCIAZIONE NAZIONALE CASE D’ASTA

FOTOGRAFIE

IN COPERTINA LOTTO 69 AL RETRO LOTTO 171 INTERNO COPERTINA LOTTI 310, 420

Daniele Guidarelli Alessandro Gabutti Alex Cardano STAMPA

Mastervision di Fausto Zai - Santhià - VC

© È vietata la riproduzione, memorizzazione o utilizzazione del catalogo in qualsiasi forma e con qualunque mezzo. Ogni eventuale utilizzazione, anche parziale, del catalogo, dovrà essere preventivamente approvata dalla Meeting Art.


ESPERTI E CONSULENTI DIPINTI ANTICHI, ARGENTI, MOBILI ANTICHI, ANTIQUARIATO Samuele Mosca Alessandro Brughera Arabella Cifani

Casa d’Aste dal 1979

MEETING ART S.P.A. 13100 VERCELLI

Corso Adda 7-11 tel. 0161 2291 - 2292 fax 0161 229327-8 www.meetingart.it info@meetingart.it ORARIO UFFICI ED ESPOSIZIONE Da martedì a venerdì 9,30/12,30 - 14,30/18,30 sabato - domenica 10,00/12,00 - 14,00/19,00 Lunedì chiuso

UFFICIO ROMA Via Margutta 94 tel. 06 3212668 - fax 06 32501095 e-mail: roma@meetingart.it Francesco Trombetta si riceve solo su appuntamento UFFICIO MILANO Via Ricasoli, 2 tel. 02.72008548 e-mail: milano@meetingart.it Rebecca Brignone Antonella Vassallo si riceve su appuntamento

Capitale Sociale 1.000.000,00 Reg. Impr. CCIAA 124330 Iscr. Trib. Vercelli 3559/3949 P. Iva 00497130021 Codice IBAN BANCA POPOLARE DI SONDRIO IT52 S056 9610 0000 0000 2111 X64 BANCA FIDEURAM IT80 E032 9601 6010 0006 7177 064

e-mail: antiquariato@meetingart.it DIPINTI E DISEGNI DEL XIX e XX SECOLO Marco Laurini Pablo Carrara Giuseppe Costa Ferdinando Viglieno - Cossalino e-mail: ottocento@meetingart.it GIOIELLI Carola Casazza Luca Sapienza Gianfranco Canu Carlo Cumo e-mail: gioielli@meetingart.it OROLOGI DA POLSO E TASCA Carola Casazza Gianmario Zarino e-mail: orologi@meetingart.it TAPPETI ORIENTALI Luciano Da Re Diego Ferraris Mahmood Nikzad e-mail: tappeti@meetingart.it OPERE DELL’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA Marco Laurini Pablo Carrara e-mail: artemoderna@meetingart.it

PERSONALE E COLLABORATORI UFFICI E REPARTI AMMINISTRATIVI SPEDIZIONE LOTTI Luisa Dellarole

e-mail: spedizioni@meetingart.it SEGRETERIA E CONTATTI ESTERO Patrizia Ceschino e-mail: segreteria@meetingart.it CONTABILITÀ Patrick Carrara Maria Antonia Lucarelli e-mail: amministrazione@meetingart.it ABBONAMENTI CATALOGHI Marinella Aleotti e-mail: abbonamenti@meetingart.it OFFERTE SCRITTE E TELEFONICHE Marinella Aleotti - Federica Balzaretti Marcella Bisceglia- Patrizia Ceschino Ilaria Borgogna e-mail: offerte@meetingart.it UFFICIO STAMPA Luca Mangione e-mail: ufficio.stampa@meetingart.it ASSISTENZA CLIENTI E SPEDIZIONI Piergiuseppe Gaetani - Denis Ferraris Diego Ferraris - Davide Volpe Carmine Carucci - Matteo Pagnini Samuel Manzoni RESPONSABILE I.T. Marco Spena WEB INTERNET Luciano Da Re MONTAGGIO RVM Piergiuseppe Gaetani - Diego Ferraris FOTOGRAFIE Daniele Guidarelli Alex Cardano Alessandro Gabutti AUTENTICHE ED ARCHIVIAZIONE DIPINTI Marco Laurini - Federica Balzaretti e-mail: autentiche@meetingart.it

CORNICI Ciro Caggiano BANDITORI Alessandro Brughera - Mario Carrara Pablo Carrara - Carola Casazza Luciano Da Re - Marco Laurini Samuele Mosca - Luca Sapienza Gianmario Zarino - Matteo Pagnini


®

MARIO CARRARA Presidente

PABLO CARRARA Amministratore Delegato

MARCO LAURINI Arte Contemporanea, Dipinti dell’Ottocento

LUCIANO DA RE Tappeti Orientali

CAROLA CASAZZA Vice Presidente Responsabile Orologi e Gioielli

MATTEO PAGNINI Arte Contemporanea, Dipinti dell’Ottocento

LUCA SAPIENZA Gioielli Moderni e d’Epoca

SAMUELE MOSCA Arredi, Dipinti Antichi, Arti Decorative XX secolo

GIANMARIO ZARINO Orologi Moderni e d’Epoca

CORSO ADDA 7-11

GIANFRANCO CANU Gioielli Moderni e d’Epoca

UFFICIO DI MILANO Via Ricasoli 2

UFFICIO DI ROMA Via Margutta 94

PALAZZO MEETING ART

ALESSANDRO BRUGHERA Arredi, Dipinti Antichi, Arti Decorative XX secolo

13100 VERCELLI

+39 0161 2292

WWW.MEETINGART.IT


ASTA 868 ASTA 821

Casa d’Aste dal 1979

ARREDI, DIPINTI E ARREDI DIPINTI ANTICHI E OGGETTI D’ARTE DAL 1 NOVEMBRE 2019 DA UNAESPOSIZIONE COLLEZIONE ROMANA PRIMA SESSIONE ESPOSIZIONE dal lotto 1 al lotto 110 dall’11 FEBBAIO

TERZA SESSIONE

dal lotto 221 al lotto 330 SABATO 16 NOVEMBRE 2019 Ore 14,30 pag. 84 TERZA SESSIONE

SABATO 9 NOVEMBRE 2019 Ore 14,30 pag. 4 SESSIONE PRIMA

dal lotto 221 al lotto 330 SABATO 25 FEBBRAIO 2017 QUARTA SESSIONE ore 14.30 dal lotto 331 al lotto 440 pag. 50 DOMENICA 17 NOVEMBRE 2019

dal lotto 1 al lotto 110 SABATO 18 SESSIONE FEBBRAIO 2017 SECONDA ore 14.30 dal lotto pag. 4 111 al lotto 220

DOMENICA 10 NOVEMBRE 2019 Ore 14,30 SESSIONE SECONDA pag. 42 111 al lotto 220 dal lotto

Ore 14,30 QUARTA SESSIONE pag. 120 440 dal lotto 331 al lotto DOMENICA 26 FEBBRAIO 2017 ore 14.30 pag. 70

DOMENICA 19 FEBBRAIO 2017 ore 14.30 pag. 30

ATTENZIONE PER PARTECIPARE ALLE ASTE È NECESSARIO ESSERE ISCRITTI. VEDI PAGINA 100 DEL CATALOGO

CANALI TV

LA VENDITA ALL’ASTA SARA’ TRASMESSA IN DIRETTA SU SATELLITE GIORNI LA VENDITA ALL’ASTA SARÀ TRASMESSA IN DIRETTA SU DECODER SKY CANALE 825

ORARI

DECODERSATELLITE LIBERI (FTA) HOTBIRD 6/8/9 13° EST

GIORNI 14.00-20.00 ORARI Sabato Domenica 10.00-12.00 14.00-20.00 Sabato 14.00-20.00 16.00-20.00 Domenica 10.00-12.00 SIMBOLRATE 27500 FEC 3/4 Mercoledì Giovedì 16.00-20.00 POLARITA’ V 14.00-20.00

DECODER SKY

DECODER LIBERI (FTA) FREQUENZA 12149 HOTBIRD 6/8/9 13° EST

PEOPLE TV – RETE 7 CANALE 825

FREQUENZA 12149 SIMBOLRATE FEC 3/4 Mercoledì DIGITALE 27500 TERRESTRE Giovedì POLARITA’ V

PEOPLE TV – RETE 7

PEOPLE TV

PIEMONTE LIGURIA

PIEMONTE LOMBARDIA OVEST LOMBARDIA LIGURIA LAZIO-TOSCANA CAMPANIA LOMBARDIA (VARESE) VALLE D’AOSTA LAZIO VALLE D’AOSTA FEDERAZIONE EUROPEA DI VENDITORI ALL’ASTA

PIEMONTE LOMBARDIA VALLE D’AOSTA

PIEMONTE LOMBARDIA VALLE D’AOSTA PIEMONTE

DIGITALE TERRESTRE

LCN 217-252 (PEOPLE TV) PEOPLE TV LCN 113 (nordovest) LCN 19 252-272 LCN (VIDEONORD) LCN (PEOPLE TV) LCN 217 252-293 LCN 113 (NORDOVEST) LCN 218 (Varese) LCN LCN 272-675 252

LCN 293-218

LCN 11-212-252

LCN 252 VIDEO NOVARA LCN 217 LCN 86 VIDEO LCN 185 LCN 630

NOVARA

LCN 86 LCN 185TELERITMO LCN 630 LCN 87

TELERITMO PIEMONTE ASSOCIAZIONE NAZIONALE CASE D’ASTA

LOMBARDIA PIEMONTE LIGURA

PIEMONTE LIGURIA COPERTURA LOMBARDIA NAZIONALE VALLE D’AOSTA

16.00-20.00 16.00-20.00

LCN 87

CANALE 227

LCN 227 LCN 227 LCN 227

TRS 2

TELECAMPIONE LCNTLC 227 LCN 75

VIDEONORD

Sabato Domenica

14.00-20.00 10.00-20.00

Mercoledì Sabato 16.00-20.00 14.00-20.00 Giovedì 16.00-20.00

Domenica Mercoledì Giovedì

Sabato Domenica

10.00-12.00 14.00-20.00 16.00-20.00 16.00-20.00

14.00-16.00 16.00-20.00

Sabato Domenica

CANALI TV

14.00-16.00 16.00-20.00

Sabato Domenica Mercoledì Giovedì

14.00-20.00 14.00-20.00 16.00-20.00 16.00-20.00

Mercoledì Giovedì

16.00-20.00 16.00-20.00

E’ inoltre possibile assistere all’asta sul sito internet all’indirizzo 14.00-20.00 Sabato http: //meetingart.it Domenica 14.00-20.00 durante gli orari delle aste 16.00-20.00 Mercoledì Sabato 14.00-20.00 16.00-20.00 Giovedì 14.00-20.00 Domenica ATTENZIONE PER PARTECIPARE ALLE ASTE E’ NECESSARIO Sabato 14.00-20.00ESSERE ISCRITTI. VEDI PAG. 155 Domenica14.00-20.00 10.00-20.00DEL CATALOGO Sabato Mercoledì14.00-20.00 16.00-20.00 Domenica Giovedi 16.00-20.00

PIEMONTE LCN 72 LA VENDITA ALL’ASTA SARA’ TRASMESSA IN DIRETTA TV SUISabato SEGUENTI 14.00-20.00 CANALI

Domenica 10.00-20.00 è inoltre possibile assistere all’asta sul sito internet all’indirizzo http: //meetingart.it durante gli orari dell’asta


ASTA 868 DIPINTI ANTICHI E ARREDI

1

VASO IN ARGENTO, XX SECOLO, liscio biansato con prese a teste di leone con anelli. g 1830, h 32,7 cm SENZA RISERVA

PRIMA SESSIONE SABATO 9 NOVEMBRE 2019 ORE 14,30 DAL LOTTO 1 AL LOTTO 110

2

1

4

2

3

BASE D’ASTA: 500 €

BASE D’ASTA: 500 €

COPPIA DI CANDELABRI IN ARGENTO, INIZIO XX SECOLO, a tre fiamme con decori a foglie e volute applicati, basi circolari gradinate su piedini. g 3000, h 43 cm

CANDELABRO IN ARGENTO, MILANO, ARGENTIERE GIACCHE’, INIZIO XX SECOLO, in stile Luigi XV a tre fiamme con bracci e decori a foglie. g 2530, h 38 cm BASE D’ASTA: 500 €

5

SERVIZIO DA TE’ E CAFFE’ IN ARGENTO, ALESSANDRIA, CESA, PUNZONI DEL FASCIO, 1930 CA., composto da caffettiera, teiera, lattiera e zuccheriera con coperchio, corpi costolati con prese a frutti, manici in legno; lievi usure. Peso lordo g 2610, h massima 25 cm BASE D’ASTA: 500 €

3

CADENZA INDICATIVA DEI LOTTI 14:30-15:00 dal Lotto 1 15:00-15:30 dal Lotto 14 15:30-16:00 dal Lotto 27 16:00-16:30 dal Lotto 40 16:30-17:00 dal Lotto 53 17:00-17:30 dal Lotto 66 17:30-18:00 dal Lotto 79 18:00-18:30 dal Lotto 92 18:30-19:00 dal Lotto 105

4

al Lotto 13 al Lotto 26 al Lotto 39 al Lotto 52 al Lotto 65 al Lotto 78 al Lotto 91 al Lotto 104 al Lotto 110

4

5

VASO IN ARGENTO, PUNZONI DEL FASCIO, 1930 CA., ovoidale in parte baccellato e a foglie lanceolate, doppia ansa a volute fiorite. g 1950, h 42 cm


6 CARTAGLORIA RIVESTITA IN LAMINA D’ARGENTO SBALZATO, XVIII SECOLO, a teste di putti e volute fiorite; contenente specchio; usure, difetti e restauri; apparentemente non punzonata. 50x66 cm SENZA RISERVA

7

DUE MENSOLE IN LEGNO SCOLPITO E DORATO, XIX SECOLO, fronte con testa di putto su palmetta e volute, bordo a fiori intrecciati; sbeccature. 36x20 cm, h 42. BASE D’ASTA: 500 €

7

8

ARMADIO IN LEGNO SCOLPITO, DIPINTO E DORATO, PIEMONTE, XVIII SECOLO, a due ante con decori ad intaglio a volute di foglie, cimasa aggettante; ridipinture, restauri, usure e sbeccature. 146x57,5 cm, h 235. SENZA RISERVA

8

9

9

GRANDE SPECCHIERA IN LEGNO SCOLPITO E DORATO, XIX SECOLO, in stile Luigi XIV con cimasa a volute e specchi laterali, piedi mossi; sbeccature e usure. h 240 cm, larg. 117. BASE D’ASTA: 1.500 €

10

CONSOLE D’APPLIQUE IN LEGNO SCOLPITO E DORATO, PIEMONTE, XVIII SECOLO, piano sagomato dipinto a finto marmo e sostegni mossi a volute e rocaille; restauri, usure e sbeccature. 128x41 cm, h 95,5. BASE D’ASTA: 1.000 €

10

5


11

PITTORE LIGURE DEL XVII SECOLO Cristo e il Cireneo entro ghirlanda di fiori Assunzione della Vergine entro ghirlanda di fiori Coppia di oli su tela, 75x59 cm; cornici antiche. BASE D’ASTA: 1.500 €

12 PITTORE DEL XVIII SECOLO San Giovannino Olio su tela ovale, 72,5x57 cm SENZA RISERVA

13

PITTORE EMILIANO DEL XVII SECOLO Natura morta con fiori e piante entro paesaggio Olio su tela, 171x138 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

11

13

14 MOBILE TOILETTE CARLO X IN NOCE, XIX SECOLO, un cassetto alla fascia con piano cimato da specchio ovale basculante, gambe a cornucopia incrociate; usure e sbeccature. 87x56 cm, h 130. SENZA RISERVA

15

ORSOLA MADDALENA CACCIA Moncalvo 1600 - Moncalvo 1676 (attribuito a)

Natura morta con vaso di fiori e coppe con frutti Olio su tela, 61,5x49,5 cm Il dipinto presenta caratteri prossimi a quelli delle tre celebri tele del Municipio di Moncalvo, che sono certamente opere della monaca pittrice. Ad avvalorare l’attribuzione anche il vaso, ricco di fiori di alto significato simbolico, istoriato con la figura di santa Lucia martire con la palma.

15

BASE D’ASTA: 5.000 €

6

PRIMA SESSIONE, SABATO 9 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 1 AL LOTTO 110

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


16 PITTORE DEL XVII SECOLO Nature morte di frutti e funghi Coppia di oli su tela ovali, 94x71,5 cm SENZA RISERVA

16a

NICOLO’ CASSISSA Napoli ? 1680 - 1731 (attribuito a)

Vasi di fiori Coppia di oli su tela, 42x59 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

16a

18

NICOLO’ CASSISSA Napoli ? 1680 - 1731 (attribuito a)

Vasi di fiori Coppia di oli su tela, 42x59 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

19 TAVOLINO INTARSIATO IN OSSO, XIX SECOLO, in legno ebanizzato con applicazioni in osso inciso con decori a figure e paesaggi animati, un cassetto alla fascia; danni e usure. 69x40 cm, h 83. SENZA RISERVA

18

7


20 22

21

20 23

PITTORE DEL XVII SECOLO Scena famigliare con musici Olio su tela, 52,5x88 cm; opera priva di cornice. SENZA RISERVA

21

PITTORE DEL XVII SECOLO Putti con fiori Olio su tela, 66,5x110 cm; opera priva di cornice. SENZA RISERVA

22

PITTORE DEL XVIII SECOLO Paesaggio fluviale con pastorello e armenti Olio su tela, 61,5x75 cm BASE D’ASTA: 500 €

24

23

DOMENICO BRANDI Napoli 1683 - 1736 (attribuito a)

Paesaggio con cascatella, pastore a cavallo e armenti Olio su tela, 52x58 cm BASE D’ASTA: 500 €

24

PITTORE DEL XVII SECOLO Mosé salvato dalle acque Olio su tela, 37,5x50 cm BASE D’ASTA: 500 €

25

8

25

PITTORE FIAMMINGO DEL XVIII SECOLO Paesaggio con sosta di viandanti Olio su tela, 36,5x41 cm SENZA RISERVA


26

JOHANN KONRAD SEEKATZ Grunstadt 04/09/1719 - Darmstadt 25/08/1768

Paesaggio con accampamento Olio su tela, 30,5x45,5 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

26

27

JOHANN KONRAD SEEKATZ Grunstadt 04/09/1719 - Darmstadt 25/08/1768

Paesaggio con festa di contadini Olio su tela, 30,5x45,5 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

27

PRIMA SESSIONE, SABATO 9 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 1 AL LOTTO 110

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75

9


29

28

28

VASO IN MARMO ROSSO E BRONZO DORATO, XIX-XX SECOLO, a coppa con base tripode e piedi a sfinge. h 26 e diam. 29 cm BASE D’ASTA: 500 €

29

COPPIA DI GRANDI VASI MEDICI IN PORCELLANA, XX SECOLO, biansati con decoro policromo a paesaggi e mazzi di fiori, bordure a foglie e scanalate. h 52,5 cm, diam 41.

30

BASE D’ASTA: 500 €

30

COPPIA DI POLTRONE DIRETTORIO IN CILIEGIO, FINE DEL XVIII SECOLO gambe rastremate e braccioli mossi, schienali traforati e sedute incannucciate; usure e sbeccature. 59x50 cm, h 88. SENZA RISERVA

31

31

COPPIA DI ALZATE CARLO X IN BRONZO E MARMO GIALLO, XIX SECOLO, a coppa biansata e baccellata su basi a plinto in marmo. h totale 30,5 cm SENZA RISERVA

32

COPPIA DI GUERIDON IN NOCE IN STILE IMPERO, XIX SECOLO, tripodi su piedi ferini in bronzo, basi e piani circolari in marmo screziato, fregi a teste di Mercurio applicati; difetti, sbeccature e usure. diam. 60,5 cm, h 76 e 77. BASE D’ASTA: 1.000 €

32

10


33

PENDOLA DA TAVOLO IN BRONZO DORATO, INIZIO DEL XIX SECOLO, cassa a plinto sormontata da figura di Venere e Amorino, decori a rilievo con favi e api, quadrante smaltato con numeri romani e iscrizione “à Paris”; lievi difetti, chiave mancante e meccanismo da revisionare. h 44 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

34 SCULTORE DEL XIX SECOLO Busto di giovane donna velata Marmo bianco, h 62 cm BASE D’ASTA: 500 €

33

35

PENDOLA RETOUR D’EGYPTE IN BRONZO DORATO, INIZIO DEL XIX SECOLO, cassa con sostegni a erme egizie e cimature a trottola, quadrante scheletrato con numeri romani su disco a smalto retto da sfingi; mancanze, usure e da revisionare. h 36,5 cm BASE D’ASTA: 500 €

35

36

PENDOLA “ARLECCHINO” IN BRONZO DORATO E BRUNITO, PARIGI, 1815-1820 CA., ATTRIBUITA A PIERRE-PHILIPPE THOMIRE, cassa a forma di orologio da parete con pendenti raccolti e galletto che sporge con anta recante inciso “Le Point du jour” retta da figura d’Arlecchino, basamento con fregi a farfalle e volute su piedini, quadrante smaltato con numeri romani; meccanismo da revisionare, lievi restauri allo smalto e pendolo adattato. h 35 cm Per degli esemplari con lievi difformità si veda Tardy “French Clocks - The World Over” 1981, vol.I, tav. LXXXIII o in A.Gonzalez-Palacios “Il patrimonio artistico del Quirinale - Gli arredi Francesi”, 1996, p.309, tav.90.

36

BASE D’ASTA: 2.000 €

PRIMA SESSIONE, SABATO 9 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 1 AL LOTTO 110

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75

11


37

PENDOLA IN BRONZO DORATO E BRUNITO, INIZIO DEL XIX SECOLO, cassa a plinto con roccia sormontata da amorino con fiaccola e tromba in mano, quadrante con numeri romani e tracce di firma. h 43 cm BASE D’ASTA: 500 €

37

38

38

PENDOLA DA TAVOLO IN CRISTALLO E BRONZO DORATO, FRANCIA, INIZIO DEL XIX SECOLO, cassa a plinto in cristallo molato sormontata da figura di Ebe con aquila e colonna con vaso biansato, quadrante con disco smaltato e numeri romani; danni, mancanze e meccanismo da revisionare. h 43 cm BASE D’ASTA: 500 €

39

COPPIA DI VASI IN MARMO ROSSO ANTICO, XIX-XX SECOLO, a urna biansata con coperchio e scolpiti con baccellature torchon. h 43 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

39

40

COPPIA DI ALZATE IN BRONZO DORATO, ATTRIBUITE A PIERRE-PHILIPPE THOMIRE, PARIGI, PRIMA META’ DEL XIX, sostegno ad amorino inginocchiato reggente cesto traforato e grappoli d’uva, base a semicolonna con piedi ferini. h 40 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

40

12

PRIMA SESSIONE, SABATO 9 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 1 AL LOTTO 110

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


41

GRANDE SURTOUT DE TABLE CON CANDELABRO A DIECI BRACCI IN BRONZO DORATO, ATTRIBUITO A PIERRE-PHILIPPE THOMIRE, PARIGI, PRIMA META’ DEL XIX SECOLO, sostegni a tre figure alate reggenti cesto traforato a palmette, base a semicolonna con festoni alternati a profili muliebri a rilievo, bracci a cornucopia. h 88 cm, diam. 60 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

41

13


42

43

42

TABACCHIERA IN TARTARUGA, ORO CON MINIATURA SU AVORIO, INIZIO DEL XIX SECOLO, circolare con coperchio centrato da gentildonna con bambino; lievi usure. diam. 8,3 cm BASE D’ASTA: 500 €

43

TABACCHIERA IN TARTARUGA CON MINIATURA SU AVORIO, XIX SECOLO, circolare con coperchio centrato da quattro profili contrapposti. diam. 5 cm SENZA RISERVA

44

45

44

TABACCHIERA IN ARGENTO CON MINIATURA SU AVORIO, XIX SECOLO, circolare con coperchio centrato da gentildonna firmata “Genestin” (?); usure e rottura alla cerniera. diam. 7 cm SENZA RISERVA

45

TABACCHIERA IN TARTARUGA CON MINIATURA SU AVORIO, XIX SECOLO, circolare con coperchio centrato da figura allegorica con leone. diam. 7,5 cm SENZA RISERVA

46

PITTORE DEL XIX SECOLO Marina in burrasca con figure Smalti su porcellana, diam. cm 36, reca marca KPM (Berlino); cornice coeva. BASE D’ASTA: 3.000 €

46

47

CASSETTONE A RIBALTA INTARSIATO IN LEGNI VARI, LOMBARDIA, FINE DEL XVIII SECOLO, fronte a due cassetti e calatoia celante vano e cassettini interni, decori a girali in legno chiaro e filettature a foglie, gambe ad obelisco rovesciato; usure, restauri e sbeccature. 119x58 cm, h 110. BASE D’ASTA: 2.000 €

14

47 PRIMA SESSIONE, SABATO 9 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 1 AL LOTTO 110

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


48

LUCERNA IN ARGENTO E BRONZO, ROMA, 1807-1839, ARGENTIERE VINCENZO BUGARINI, sostegno a colonna con corona d’alloro su base quadrata sormontata da figura alata reggente coppa con tre bocche a testa leonina e coperchio cimato da pigna, ventola sagomata a farfalla, tre accessori pendono da catenelle; difetti. Peso lordo g 2420, h 62 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

49

LUCERNA IN ARGENTO, ROMA, 1820 CA., ARGENTIERE STEFANO FEDELI, sostegno a colonna con festoni su base circolare sormontata da figura muliebre reggente coppa con tre bocche a mensola e coperchio cimato da fiore con tre cigni, ventola rettangolare con tessuto d’epoca successiva, tre accessori pendono da catenelle. Peso lordo g 1240, h 54 cm BASE D’ASTA: 2.500 €

50

LUCERNA IN ARGENTO, ROMA, 1830 CA., ARGENTIERE FILIPPO DELLA MIGLIA, sostegno a colonna con festoni su base circolare sormontata da figura di Mercurio reggente coppa con due bocche a volto muliebre e coperchio cimato da fiamma, ventola ovale con tessuto d’epoca successiva, tre accessori pendono da catenelle; ventola apparentemente non punzonata. Peso lordo g 1540, h 61,5 cm BASE D’ASTA: 2.500 €

49

48

50

15


51

NICOLA VISO Notizie a Napoli tra il 1724-1742

Paesaggio fluviale con pastori e armenti Olio su tela, 49,5x78 cm; cornice originale in legno dorato. BASE D’ASTA: 1.500 €

51

52

NICOLA VISO Notizie a Napoli tra il 1724-1742

Paesaggio fluviale con pastori e armenti Olio su tela, 49,5x78 cm; cornice originale in legno dorato. BASE D’ASTA: 1.500 €

52

16

PRIMA SESSIONE, SABATO 9 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 1 AL LOTTO 110

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


53

53

FRANCESCO GRAZIANI DETTO CICCIO NAPOLETANO Napoli, attivo tra il 1680 e 1730

Paesaggi fluviali animati Coppia di oli su tela, 17,5x48 cm Le opere sono delineate con una materia cromatica che si sfalda, ravvivata da filamenti luminosissimi di colore puro. Utile il confronto con i paesaggi della Galleria Doria Pamphili (Roma).

54 SCUOLA NAPOLETANA DEL XVIII SECOLO Allegoria con putti Olio su tela con fondo oro, 67x70 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

55

GIUSEPPE BERNARDINO BISON Palmanova (UD) 16/06/1762 - Milano 24/08/1844 (ambito di)

Paesaggi fluviali con architetture pittoresche Coppia di tempere su carta applicata su tela, 40,5x55 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

BASE D’ASTA: 3.000 €

55

17


56

COPPIA DI CANDELABRI IN ARGENTO, INIZIO DEL XX SECOLO, a sette fiamme con bracci a volute sormontati da animali di fantasia, sostegno a balaustro e basamento circolare riccamente decorati a foglie. g 5930, h 57 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

56 57

57

58

BASE D’ASTA: 1.000 €

BASE D’ASTA: 1.000 €

MICHELANGELO MAESTRI ? - Roma 1812 (attribuito a) Scena mitologica e fiere Tempera su carta, 36,5x48 cm

MICHELANGELO MAESTRI ? - Roma 1812 (attribuito a) Pan e ninfa Tempera su carta, 48,5x52 cm

58

59

COPPIA DI CANDELABRI IN ARGENTO, INIZIO DEL XX SECOLO, a sette fiamme con bracci a volute sormontati da animali di fantasia, sostegno a balaustro e basamento circolare riccamente decorati a foglie e pendenti a piccole sfere. g 7000, h 58,5 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

60 PITTORE DEL XIX SECOLO Due ritratti femminili e due maschili Miniature su avorio, dim. massima 6x4,5 cm; difetti.

59

18

SENZA RISERVA


61

61

COPPIA DI CASSETTONI LUIGI XVI INTARSIATI IN LEGNI VARI, LOMBARDIA, SECONDA META’ DEL XVIII SECOLO, fronte a due cassetti e uno più piccolo sottopiano, piedi rastremati, decori con intarsi a motivi neoclassici entro riserve geometriche a più ordini con fascia a profili entro medaglioni e fantasia di carte da gioco sui piani; fianchi e fronte centrati da rosone con intarsi entro riserve geometriche con motivi fitomorfi e figure; restauri e usure. 120,5x56,5 h 88,5 BASE D’ASTA: 15.000 €

PRIMA SESSIONE, SABATO 9 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 1 AL LOTTO 110

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75

19


62

63

64

62

HIPPOLYTE DE PIERLAS CAIS Nizza 1787 - 1868

Ritratto di gentildonna Olio su tela, 38x29,5 cm; firma al retro sul telaio “De Pierlas fece nel Maggio 1817”. SENZA RISERVA

63

GIOVANNI VACCA Torino 1787 - 1839

Ritratto di Giovanna Giuseppina Michela Gloria, 1828 Pastello su carta, 36x29 cm; reca firma con data e lunga iscrizione in francese relativa all’effigiata nata il 19 febbraio 1826 sulla tavola al retro; cornice originale. I due pastelli (lotto 63 e 64), di grande interesse, sono le prime opere note di uno dei figli di Angelo Bartolomeo Vacca, pittore fino ad oggi conosciuto solo tramite documenti. Giovanni era nato a Torino il 14 giugno 1784 (cfr, A. Cifani, F. Monetti, Un dipinto inedito di Angelo Bartolomeo Vacca senior (1746-1814). Nuovi documenti per il pittore e la sua famiglia, in “Studi Piemontesi”, volume XLVI, 2017, 1, pp. 101-116) BASE D’ASTA: 500 €

65

64

GIOVANNI VACCA Torino 1787 - 1839

Ritratto di Francesco Giuseppe Claudio Gloria, 1828 Pastello su carta, 36x29 cm; reca firma con data e lunga iscrizione in francese relativa all’effigiato nato il 20 luglio 1823 sulla tavola al retro; cornice originale. Vedi nota al lotto precedente BASE D’ASTA: 500 €

65

PITTORE NEOCLASSICO DELL’INIZIO DEL XIX SECOLO Ritratto famigliare Olio su tela, 156x103 cm; reca iscrizione al retro “Gerard M.me Murat”. BASE D’ASTA: 500 €

66 66

20

PITTORE DEL XIX SECOLO Ritratto famigliare Olio su tela, 119x119 cm BASE D’ASTA: 500 €


67

CHARLES-ANDRE’ VAN LOO Nizza 15/02/1705 - Parigi 15/07/1765

Ritratto della principessa Maria Vittoria di Savoia Carignano con un libro di preghiere fra le mani. Olio su tela, 80,5x64 cm; opera priva di cornice. Reca vecchi cartigli al retro: “Figlia di Vittorio Amedeo II e della Contessa di Verrua” e “Moglie di Vittoio Amedeo Principe di Carignano e nipote del principe Tommaso nata il 9 febbraio 1690 morta in Parigi 8 luglio 1766”. Provenienza: Collezione senatore F.Rosazza, Biella; per eredità all’attuale proprietario. L’inquieta principessa (Torino, 9 febbraio 1690 - Parigi, 8 luglio 1766), figlia di Vittorio Amedeo II e della contessa di Verrua, fu moglie di Vittorio Amedeo Principe di Carignano. Del dipinto esiste una seconda versione, di qualità più incerta, al castello di Racconigi; una versione ridotta è apparsa in asta nella vendita di Maria Gabriella di Savoia da Christie’s il 27 giugno 2007. BASE D’ASTA: 1.500 €

68

ANTONIO MERCURIO AMOROSI Comunanza 1660 - 1738

Bimbo con flauto Bimbo con lettera Coppia di oli su tela, 30,5x24 cm BASE D’ASTA: 3.500 €

67

68 PRIMA SESSIONE, SABATO 9 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 1 AL LOTTO 110

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75

21


69

ANDREA APPIANI Milano 23/05/1754 - 08/11/1817 (attribuito a)

Ritratto di gentiluomo col figlioletto, probabilmente il poeta Carlo Porta col figlio Giuseppe. Olio su tavola, 83x60 cm; reca monogramma “AA” in basso a destra; cornice originale in legno dipinto a finto legno con bordure scolpite e dorate. Provenienza: Collezione privata, Lombardia. Il dipinto, inedito e di altissima qualità pittorica, ritrae un giovane padre teneramente abbracciato al figlioletto. Molto probabilmente si tratta del poeta Carlo Porta (Milano, 1775-1821), intellettuale ispirato dal movimento romantico e massimo esponente della poesia dialettale milanese. L’opera, dalla superba resa stilistica del modellato, è attribuibile alla mano di Andrea Appiani, il grande artista neoclassico che entrò subito nelle grazie di Napoleone Bonaparte, arrivato a Milano nel 1796. Numerosi gli incarichi pubblici e le commissioni negli anni cisalpini, tra cui disegni per medaglie, allegorie, carte ufficiali, testate. A Parigi nel 1804 per l’incoronazione di Napoleone conobbe la cerchia familiare dell’Imperatore e il pittore David, suo ammiratore. Vastissima la sua produzione pittorica, tra cui un’ampia serie di ritratti come il presente in esame, recante monogramma “AA” e databile intorno al 1815, esemplare nell’eleganza dei toni scultorei dei noti ritratti celebrativi dalla luce fredda tipici dell’Appiani. BASE D’ASTA: 50.000 €

22


23


70

74

CAFFETTIERA IN ARGENTO, XVIII-XIX SECOLO, piriforme con manico traverso, costolature ondulate e cimatura a trottola; difetti e usure. Peso lordo g 770, h 24,5 cm

ZUPPIERA CON COPERCHIO IN ARGENTO, XIX SECOLO, a due manici e cimatura ad amorino, decori a sbalzo con figure e cornucopie su fascia e cigni entro medaglioni con festoni; lievi difetti. g 1280, 24x19 cm h 28.

SENZA RISERVA

BASE D’ASTA: 500 €

74

70

71

75

UN VASSOIO E UN’ALZATA IN ARGENTO, XVIII-XIX SECOLO, vassoio a cuore con manico a volute e alzatina a due coppe costolate su base circolare. g 230, h 13,5 larg. 17,5 cm

VERSATOIO IN ARGENTO SBALZATO, PROBABILMENTE AUGSBURG, XVIII-XIX SECOLO, decorato con tre raffigurazioni della vita di Cristo entro riserve a teste d’angelo e festoni, cimatura a pellicano con piccolo. g 310, h 19,7 cm

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

71

75

72

76

CAFFETTIERA IN ARGENTO, XIX SECOLO, piriforme, liscia su tripode con versatore e attaccature a rocaille, manico traverso in legno; restauri, difetti e apparentemente non punzonata. g 1130, h 32 cm

DRAGEOIR IN ARGENTO, XIX SECOLO, a coppa con coperchio cimato da pavone, sbalzi a volute; dodici cucchiaini con punzoni francesi di stessa epoca. g 740, h 27 cm SENZA RISERVA

BASE D’ASTA: 500 €

72

76

73

77

COPPA IN ARGENTO, AUGSBURG, XVIII SECOLO, polilobata e scanalata a doppia ansa a volute, base ovale. g 340, 30x16,8 cm

73

PIATTO IN ARGENTO DORATO, XIX SECOLO, decoro a rilievo raffigurante la dea Diana, bordo a rocaille e festoni fioriti; reca punzoni d’importazione inglese. g 620, diam. 29 cm

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

77

24


78

SPECCHIERA IN LEGNO SCOLPITO E DORATO A MECCA, PIEMONTE, XVIII SECOLO, sagomata con cimasa a volute e fiori; difetti, usure e sbeccature. 176x80 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

79 PITTORE DEL XVII SECOLO Ritratto di prelato con lettera Olio su tela, 88x60 cm SENZA RISERVA

78 80

80

SCUOLA ITALIANA DEL XIX SECOLO Volto di Cristo Volto della Vergine Coppia di ricami su seta, 49x42 cm; entro cornici coeve. BASE D’ASTA: 500 €

81

COPPIA DI POTICHE CON COPERCHIO IN PORCELLANA, CINA, XVIII SECOLO, decoro floreale in oro su fondo blu; difetti, usure e lievi restauri h 28,5 cm SENZA RISERVA

81

82

CASSETTONE A BALESTRA IN NOCE, XVIII SECOLO, fronte mosso a quattro cassetti di cui due allineati, piano in marmo giallo di Siena; danni e restauri. 144x59 cm h 90,5. BASE D’ASTA: 1.000 €

83 PITTORE DEL XVIII SECOLO L’educazione della Vergine Olio su tela, 64,5x51,5 cm; opera priva di cornice. SENZA RISERVA

82

25


85

84

84

PITTORE DEL XVIII SECOLO (da Veronese)

La lavanda dei piedi Olio su tela, 50,5x62,5 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

85

SCUOLA LOMBARDA DEL XVIII SECOLO Il sacrificio di Gedeone Olio su tela, 150x180 cm La scena rappresenta l’episodio biblico della storia di Gedeone narrato dal libro dei Giudici (6, 11-21). Gedeone venne scelto da Dio per salvare il popolo ebreo e per rimuovere l’idolatria. Timoroso, Gedeone chiese un segno a Dio, temendo di non essere in grado di affrontare i feroci oppressori di Madian. L’angelo di Dio gli apparve facendo consumare la totalità del suo sacrificio offerto per mezzo di un fuoco sprigionato dalla roccia. BASE D’ASTA: 2.000 €

86

86

SCUOLA FIORENTINA DEL XVII SECOLO Cristo e la Samaritana al pozzo Olio su tela, cm 108,5x124,5. BASE D’ASTA: 2.000 €

87

PITTORE DEL XVII SECOLO (da Raffaello)

Il giudizio di re Salomone Olio su tela, 104x142,5 cm; opera priva di cornice. BASE D’ASTA: 1.500 €

87

26

PRIMA SESSIONE, SABATO 9 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 1 AL LOTTO 110

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


88

88

STEFANO MARIA LEGNANI DETTO IL LEGNANINO Milano 1660 - 1715 (attribuito a)

L’apparizione della Madonna con Bambino a sant’Antonio da Padova Olio su tela, 80,5x100 cm; opera priva di cornice Il quadro, di grande qualità, raffigura un celebre episodio della vita di sant’Antonio da Padova, quando, poco prima di morire, nel convento di Camposampiero vide e accolse fra le braccia il Bambino Gesù. E’ opera lombarda, prossima al Legnanino, in particolare vicina al Matrimonio mistico di santa Caterina del Museo diocesano di Torino. BASE D’ASTA: 3.000 €

89

MARCANTONIO FRANCESCHINI 1648 - 1729 (seguace di)

Maddalena penitente con angeli Olio su tela, 47x64 cm Da un prototipo del Franceschini conservato a Bologna in Collezione Molinari Pradelli. BASE D’ASTA: 2.000 €

89

27


90

90

SCUOLA VENETA DEL XVII SECOLO Presentazione di un sovrano ad un santo Olio su tela, 172x222,5 cm; opera priva di cornice. BASE D’ASTA: 4.000 €

91

FELICE CIGNANI Bologna 1658 - Forli 1724

Il miracolo di San Francesco da Paola Olio su tela, 164x111 cm Opera corredata da relazione scritta del prof. Emilio Negro su foto. BASE D’ASTA: 2.000 €

91a PITTORE DEL XIX SECOLO Ritratto di Michelangelo (da Jacopino del Conte) Olio su tela, 63x50 cm; opera priva di cornice. BASE D’ASTA :500 €

28

91


92

PITTORE VENETO DEL XVII SECOLO L’incoronazione di spine Olio su tela, 134x112,5 cm Il quadro, di grande qualità pittorica, con la drammatica concitazione delle figure e il vigore plastico dei corpi, presenta echi da preclari prototipi tizianeschi. L’autore dell’opera andrà ricercato in area veneto lombarda. BASE D’ASTA: 15.000 €

PRIMA SESSIONE, SABATO 9 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 1 AL LOTTO 110

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75

29


93

93

GIACINTO GIMIGNANI

94

Pistoia 1606 - Roma 1681

San Luca dipinge la Vergine (Salus Populi Romani) Olio su tela, 138x115,5 cm Provenienza: collezione privata, Torino. Il dipinto rappresenta san Luca Evangelista nell’atto di dipingere la Vergine col Bambino, seduto con tavolozza in mano e cavalletto retto da due angeli. Com’è noto, san Luca è considerato il patrono dei pittori e spesso gli artisti lo hanno dipinto nell’atto di ritrarre la Vergine col Bambino apparsa nel suo studio. Si tratta di una veneratissima immagine detta “Salus Populi Romani” , un’icona bizantina posta sull’altare della cappella Borghese nella basilica di Santa Maria Maggiore a Roma e ritenuta popolarmente opera dell’Evangelista Luca. Il tema fu trattato da molti illustri pittori, soprattutto fra ‘500 e ‘600, in particolare la tela trae la sua iconografia da celebri archetipi. In primis un’opera di scuola raffaellesca di stessa impostazione e una tela del Guercino entrambe conservate all’Accademia di san Luca di Roma. L’opera proposta, per stile e riferimenti iconografici, è di sicuro ambito romano e pare attribuibile con evidenza al pittore Giacinto Gimignani, uno dei migliori allievi di Pietro da Cortona. Il Gimignani nacque a Pistoia nel 1606 e giunse a Roma nel 1630. Fu allievo prima del Poussin e poi del grande cortonese e fu protetto dal cardinale Giulio Rospigliosi e anche dai Barberini. La sua pittura esprime un forte influsso classicista e dotato di una particolare tavolozza, fondata su tonalità accese con contrasti di ocra e blu molto forti. Per alcuni confronti significativi si possono segnalare il “San Sebastiano curato dalle Pie donne” della Cassa di Risparmio di Pistoia, la “Flagellazione di Cristo” di Santa Maria in Via a Camerino e il “San Carlo Borromeo con gli appestati” in collezione privata. Per via del forte impatto chiaroscurale e della classica e plastica tornitura delle figure, si ritiene che l’opera debba essere ricondotta alla prima fase dell’attività romana dell’artista; fra il 1630 e 1640 circa. Il particolare soggetto, le sue forme e misure suggeriscono per il dipinto una committenza privata, ma non si esclude possa essere stata l’opera di presentazione del Gimignani presso l’Accademia di san Luca, ove è segnalato come presente fin dal 1634. L’importanza del lavoro è testimoniata dell’uso di una pregiata tela a spina di pesce di fattura romana e le misure ampie, da tela “d’Imperatore”. Opera corredata da studio critico della prof.ssa A.Cifani qui in parte ripreso. BASE D’ASTA: 3.500 €

30

94

ANNIBALE CARRACCI Bologna 1560 - Roma 1602 (ambito di)

Estasi di san Francesco con angeli Olio su tela, 169x115 cm La figura dell’angelo centrale compare assai simile in una tela di medesimo soggetto attribuita ad Annibale Carracci della pinacoteca di Brera. BASE D’ASTA: 4.000 €

95 PITTORE DEL XVIII SECOLO Ritratto di cardinale Olio su tela, 88x68,5 cm SENZA RISERVA


96

BARTOLOMEO GENNARI Cento 1594 - Bologna 1661

Santa Margherita d’Antiochia Olio su tela, 135x96 cm Provenienza: collezione privata, Roma. Il dipinto è ottima replica di un quadro di Guercino esistente nella chiesa di san Pietro in Vincoli a Roma. L’originale di Guercino fu dipinto nel 1644 con un intervento della bottega per la figura del drago. Sir Denis Mahon, che di Guercino fu il massimo esperto mondiale, vide la foto di questo dipinto e lo giudicò correttamente opera di Bartolomeo Gennari, il prediletto nipote di Guercino, pittore di alta qualità egli stesso. Bartolomeo Gennari nacque a Cento del 1594 ed entrò nella bottega centese del Guercino assai giovane per rimanerci per tutta la vita fino alla morte avvenuta nel 1661. Sempre attento ai modelli del maestro - di cui fu anche copista - e spesso utilizzandone i disegni, diede vita ad una vasta produzione pittorica affinatasi progressivamente. Bartolomeo si distinse dai fratelli e dagli altri aiuti di bottega e allievi per maggiori capacità ed esperienza. È certamente per questo che Bartolomeo risulta attivo al fianco del Guercino sia all’interno della bottega, sia in alcuni dei suoi spostamenti da Cento. Insieme con il cugino Lorenzo, negli anni 1624 e 1625 accompagnò a Reggio Emilia il maestro; con Matteo Loves negli anni 1632 e 1633 lo seguì a Modena per l’esecuzione dei perduti ritratti del Duca Francesco I d’Este e della Duchessa Maria Farnese e delle relative quattro copie. A Modena Bartolomeo dovette godere di buona reputazione se nel 1647 gli fu offerto l’incarico, da lui però rifiutato, di direttore della locale Accademia di pittura. Alla corte modenese fu nuovamente nel 1649, ospitato con altri pittori e il suo maestro, allo scopo di lenirne il dolore per la morte dell’amatissimo fratello. Nell’ampio ventaglio delle opere documentate, o a lui per tradizione attendibilmente riferite, si citano molte pale sparse nella zona di Cento e dintorni, ma anche opere a Modena, Forlì, Bologna. In alcune sue tele, dove la qualità si fa particolarmente alta, la critica ha voluto vedere un intervento diretto del Guercino. BASE D’ASTA: 8.000 €

31


97

PIER FRANCESCO MOLA Coldrerio 1612 - Roma 1666

San Marco Evangelista Olio su tela 78x57 cm; opera priva di cornice. La tela rappresenta San Marco Evangelista che regge un libro sul quale si legge “Seq(u) entia Sancti Evangellii/Secundum Marcum” Il santo è raffigurato in piedi, nell’atto di scrivere con una penna d’oca, con lo sguardo fermo e severo sull’osservatore. Dietro di lui un enorme leone, suo peculiare simbolo. L’opera è attribuibile all’illustre pittore di origine ticinese Pier Francesco Mola, nella cui produzione appaiono spesso vecchi personaggi barbuti in veste di santi, filosofi, anacoreti. La figura di San Marco e le sue fattezze sono confrontabili con quelle di altre teste di vecchi (san Pietro e due teste di carattere dall’Accademia di San Luca di Roma). Nel 1655 Pier Francesco viene eletto membro dell’Accademia di San Luca, la corporazione degli artisti, e nel 1662 ne diventa addirittura Principe,universalmente considerato come uno dei migliori pittori italiani. I ritratti dei due Mola sono ancora esposti nella galleria dell’Accademia. In questo tempo il pittore esegue molte teste di carattere particolarmente ricercate dai collezionisti. Per le teste usa spesso dei modelli ben riconoscibili, come nel caso di questo san Marco che ricompare anche con identica fisionomia anche in altre sue tele. Il pittore si appoggiava ad una vasta bottega con molti allievi che spesso replicavano in modo impeccabile gli originali del maestro con interventi finali dello stesso Mola nei dettagli. Il quadro è caratterizzato da una pennellata corposa, con particolari salienti che risaltano nel denso chiaroscuro: le rughe corrugate della fronte, il naso e la realistica barba, la pesante materia cartacea del libro. BASE D’ASTA: 18.000 €

32


33


99

98

98

TAZZA E PIATTO IN PORCELLANA DECORATI A CINESERIE, MEISSEN, 1725 CA., decoro a cineserie policrome entro doppie riserve a cartiglio con profili in oro, nel cavetto fiori kakiemon, profili a greca in oro; lievi usure. h 4,5 cm, diam. 13,2. Bibilografia: Per un esemplare di analoga forma e decoro si vedano ad esempio: U.Pietsch, Early Meissen porcelain. The Wark collection, London, 2011, p. 155 rif.132.ì e segg.; U.Pietsch, Passion for Meissen, Stoccarda, 2010, p. 77 rif. 33 e segg. BASE D’ASTA: 1.500 €

99

TAZZA CON PIATTO IN PORCELLANA DECORATA A CINESERIE, MEISSEN, 1730 CA., decoro policromo ripreso in oro con figure cinesi entro paesaggio, nel cavetto una scenetta in porpora con figure entro doppia riserva circolare; profili a greca in oro; numerale “34” del doratore sul fondo di entrambi i pezzi. Diam. 13 cm, h 4,3. Bibilografia: Per esemplari di analoga forma e decoro si veda U.Pietsch, Early Meissen porcelain. The Wark collection, London, 2011, p. 170 rif.148 e segg.

100

100

TAZZA CON PIATTO IN PORCELLANA DECORATA A CINESERIE, MEISSEN, 1735 CA., a campana con decoro policromo ripreso in oro con figure cinesi e bambini entro paesaggio con palme e figure in costume; profili a greca in oro; numerale “32” del doratore sul fondo di entrambi i pezzi. Diam. 11,8 cm, h 7. BASE D’ASTA: 2.000 €

BASE D’ASTA: 1.500 €

101

PICCOLA CAFFETTIERA CON COPERCHIO IN PORCELLANA DECORATA A CINESERIE, MEISSEN, 1730 CA., DECORATORE JOHANN EHRENFRIED STADLER, piriforme con decoro policromo ripreso in oro con figure cinesi entro paesaggio e fiori sparsi. h 10,5 cm Bibliografia: Per un decoro analogo si veda ad esempio: -U.Pietsch, Passion for Meissen, Stoccarda, 2010, p. 143 rif. 55. BASE D’ASTA: 3.000 €

101

102

102

34

RARA SCATOLA DA TE’ CON COPERCHIO IN PORCELLANA BOETTGER DECORATA A CINESERIE, MEISSEN, 1730 CA., DECORO DELL’ AMBITO DI J.G.HOEROLDT, a sezione esagonale con settori bordati in oro centrati da scenette policrome con figure cinesi entro paesaggio; numerale “86” del doratore sul fondo e sul coperchio. h 10,5 cm Bibilografia: Per un esemplare di analoga forma e decoro si vedano ad esempio: U.Pietsch, Early Meissen porcelain. The Wark collection, London, 2011, p. 147 rif.123; P.Brattig “Barockes Porzellan”, Arnoldsche, Koln, 2010, p. 301-302 rif.146-147; U.Pietsch, Passion for Meissen, Stoccarda, 2010, p. 97 rif. 37. BASE D’ASTA: 3.000 €


103

RARA SCATOLA DA TE’ CON COPERCHIO IN PORCELLANA BOETTGER DECORATA A CINESERIE, MEISSEN, 1735 CA., DECORO DELL’ AMBITO DI J.G.HOEROLDT, a sezione rettangolare con decoro su ogni lato con grandi mensole a cartiglio in oro a scenette policrome con figure cinesi entro paesaggio; numerale “2” del doratore sul fondo e sul coperchio. h 13,5 cm Provenienza: Già raccolta Byrne’s Children’s Trust, Inghilterra. Bibilografia: Per un esemplare di analoga forma e decoro si veda U.Pietsch, Early Meissen porcelain. The Wark collection, London, 2011, p. 184 rif.169.

103

BASE D’ASTA: 3.500 €

104

COPPA IN PORCELLANA DECORATA A CINESERIE, MEISSEN, 1725 CA., DECORO DELL’AMBITO DI J. G.HOEROLDT, circolare con decoro a profilo continuo a cineserie policrome con riprese in oro, nel cavetto decoro a fiori kakiemon entro paesaggio, bordo a greca e profili in oro; restauro e usure minori. Diam. 17,8 cm, h 8,7. Bibliografia: Per una coppa simile si veda: -U.Pietsch, Johann Gregorius Horoldt 16961775 und die Meissener Porzellan-Malerei, Ed. Leipzig, 1996, rif. 131 e

104

BASE D’ASTA: 2.500 €

105

RARA TEIERA CON COPERCHIO IN PORCELLANA DECORATA A CINESERIE, MEISSEN, 1735 CA., globulare con manico e versatore dorati, presa del coperchio a trottola, decoro entro doppie riserve a cartigli in oro con scene di vita con figure cinesi entro paesaggio, insetti sparsi e uccelli su rami fioriti, profili e bordi a greche in oro; lievi usure. h 14 cm, larg. 14,5. BASE D’ASTA: 7.000 €

105

35


106

GIOVANNI BATTISTA PIAZZETTA Venezia 13/02/1683 - Venezia 29/04/1754 (attribuitoa)

San Francesco da Paola Olio su tela, 120x93 cm Giovan Battista Piazzetta, nutrito all’arte del Caravaggio e di Bernardo Strozzi, ha dato questo magnifico esempio di caravaggesca intensità pittorica nel San Francesco da Paola, che appunta lo sguardo rapito all’alone celeste. Elevata a piramide, grandeggia la figura nell’ombra del saio marrone, da cui balzano al sole le masse vellutate delle mani, del gran libro coi fogli accartocciati sul piano luminoso di roccia, la testa appassionata stupenda nella rapidità di un modellato pulsante, pronto a seguire il guizzo della luce e dell’ombra. Il sole contorna le dita della mano sinistra, tremula nel gesto di benedizione, e ne rende lo spessore carnoso, quelle dell’altra mano s’affollano lambite d’argentei bagliori. Tutta l’anima è nello sguardo che cerca doloroso il cielo, con l’ispirata potenza che trascina il Piazzetta nelle sue eroiche visioni di santi. La testa di patriarca fiammeggia accesa di mistica fiamma: è tutta un anelito nell’ansia delle luci strappate dall’ombra. Ed ecco che la nota patetica s’addolcisce, si smorza nelle teste dei bianchi cherubini che l’aria azzurra della sera avvolge e colora. Una testina dolente s’appoggia all’altra tenerissima; forman le ali ghirlanda; sospira affievolita la luce sui teneri volti. Scheda tratta da una relazione del prof. Lionello Venturi allegata all’opera. BASE D’ASTA: 6.000 €

107

FRANCESCO STRINGA Modena 25/08/1635 - Modena 07/03/1709 (attribuitoa)

106

Noli me tangere Cristo e la Samaritana al pozzo Coppia di oli su tela ovale, 38x28,5 cm BASE D’ASTA: 4.000 €

107

36


108

CARLO FRANCESCO NUVOLONE DETTO PANFILO Cremona 1608 - Milano 1665

Figura femminile allegorica Olio su tela, 81x65,5 cm Formatosi nell’ambiente del Cerano e di Giulio Cesare Procaccini, Carlo Francesco Nuvolone si adeguerà intorno al quarto decennio del Seicento alle nuove norme dello stile barocco. La conoscenza delle opere del Correggio, del Reni e del Guercino, frutto di un attento studio di quella scuola, è provata infatti anche dalla presenza di suoi dipinti del quarto decennio in Emilia. La fluente attività di Carlo Francesco, impegnato in realizzazione di importanti pale d’altare, si esprime anche verso le committenze private, dalle quali era richiestissimo, con la produzione di svariate tele di piccolo formato, di soggetto religioso, di singole figure o di temi mitologigi, in alcuni casi per costituire interi cicli pittorici volti ad adornare interi saloni. Tra i massimi esponenti lombardi del Seicento, fu forse l’unico insieme al Cairo a recepire le correnti innovative dell’epoca inserendole con grande efficacia nel linguaggio artistico. Bibliografia: F.M.Ferro, Nuvolone, una famiglia di pittori nella Milano del Seicento, Cremona, 2003. BASE D’ASTA: 14.000 €

37


109

BERNARDO STROZZI DETTO IL CAPPUCCINO GENOVESE Genova 1581 - Venezia 02/08/1644

Ritratto di monaco, 1630 ca. Olio su tela, 109,5x90,5 cm L’apprendistato artistico del pittore si compì dapprima nella bottega di Cesare Corte e successivamente presso Pietro Sorri, prima dell’ingresso nella comunità cappuccina del 1598. La rarità di dipinti datati e la carenza di notizie documentarie riferentesi alla sua opera rendono del resto problematica la datazione dei singoli pezzi che compongono il catalogo del maestro. Mentre nelle opere documentabili al primo decennio del Seicento emerge in modo spiccato la componente tardo manierista di marca lombarda e toscana (Morazzone, Cerano e Procaccini), con motivi di desunzione nordica, in seguito lo Strozzi mostra la conoscenza delle opere di Caravaggio e dei suoi seguaci. Una delle opere più conosciute in questa fase è Tobia che cura il padre, eseguito in tre versioni, oggi al Metropolitan, al Prado e all’Hermitage. Dopo la morte di Giovan Carlo Doria, che gli affidò importantissime commissioni e gli consentì di operare a contatto con la sua sterminata collezione internazionale, il pittore fu costretto da un’ordinanza a rientrare nell’ordine dei cappuccini. In questi anni (1630 ca.) è suggeribile la datazione dell’opera, inclusa dal prof. Manzitti nella monografia dell’artista. Bibliografia: C.Manzitti, Bernardo Strozzi, Allemandi, TO, 2013, p.224 rif.341. BASE D’ASTA: 18.000 €

38


39


110

GIOVANNI BATTISTA BEINASCHI Fossano 1636 - Napoli 28/09/1688

David e Abigail Olio su tela, 88x147,5 cm; cornice antica in legno dorato. Particolarmente emblematica nella produzione multi-figurale della piena maturità dell’artista, la tela in esame, nelle pose teatrali da melodramma barocco, si apparenta ad un gruppo di composizioni a forte sviluppo orizzontale, sviluppate secondo una disposizione a rilievo classico con molte figure sul primo piano, tutte animate da una coazione irrefrenabile al moto continuo. Tra queste il Martirio di San Lorenzo e Sant’Andrea condotto al martirio della collezione del Duca di Norfolk a Carlton Towers, la Strage degli innocenti della Galleria Nazionale Devanna a Bitonto e il Sacrificio di Muzio Scevola del Musée Municipal di Dole. Le evidenti affinità compositive con queste tele suggeriscono una datazione prossima al 1675-80. La relazione qui riportata è parte di uno studio critico del prof. F.Petrucci inserito nel volume “Scritti in onore di Mario Alberto Pavone”, a cura di A.Amendola, L.Lorizzo e D.Salvatore, Università degli studi di Salerno, in corso di pubblicazione. BASE D’ASTA: 30.000 €

41


111 ICONA RUSSA DEL XIX SECOLO Madonna di Kazan, San Nicola e San Michele Arcangelo Icona a trittico con due sportelli ogivali, 27x36 cm (aperta), olio su zinco sagomato; entro teca lignea con profili in ottone; danni e usure.

ASTA 868

SENZA RISERVA

112 SCULTORE DEL XVIII SECOLO Santo francescano Legno scolpito e dipinto, h 88 cm; danni, mancanze e usure.

DIPINTI ANTICHI E ARREDI

SENZA RISERVA

113

CAMINO IN CERAMICA BIANCA, XIX-XX SECOLO, decori a volute e rocaille a rilievo; qualche sbeccatura e difetti. 93x36 cm h 274.

SECONDA SESSIONE DOMENICA 10 NOVEMBRE 2019 ORE 14,30

BASE D’ASTA: 1.000 €

114 PITTORE DEL XVIII SECOLO Mosè salvato dalle acque Olio su tavola, 34,5x46,5 cm

113

DAL LOTTO 111 AL LOTTO 220

SENZA RISERVA

115

CONSOLE LUIGI XIV IN LEGNO SCOLPITO E DIPINTO, INIZIO XVIII SECOLO, a quattro gambe intagliate a volute raccordate alla base, piano in marmo non coevo; restauri e usure. 123x43 cm, h 90. BASE D’ASTA: 1.000 €

116 COPPIA DI CANDELIERI IN BRONZO DORATO, SECONDA META’ DEL XVIII SECOLO, fusto con doppia strozzatura e teste di cherubini, base tripode con piedi ferini; difetti e usure. h 81 cm SENZA RISERVA

CADENZA INDICATIVA DEI LOTTI 14:30-15:00 dal Lotto 111 al Lotto 123 15:00-15:30 dal Lotto 124 al Lotto 136 15:30-16:00 dal Lotto 137 al Lotto 149 16:00-16:30 dal Lotto 150 al Lotto 162 16:30-17:00 dal Lotto 163 al Lotto 175 17:00-17:30 dal Lotto 176 al Lotto 188 17:30-18:00 dal Lotto 189 al Lotto 201 18:00-18:30 dal Lotto 202 al Lotto 214 18:30-19:00 dal Lotto 215 al Lotto 220

42

115


117

TAVOLO FORMATO DA COPPIA DI CONSOLE IN NOCE, XVIII SECOLO, piano con bordo mistilineo centinato, gambe e traverse di raccordo intagliate a rocchetto; dotato di tre prolunghe d’epoca successiva; usure, mancanze e restauri. 115x56 cm h 78; totale 115x112 cm; con prolunghe 115x210 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

118

PENDOLA CARTEL LASTRONATA IN LEGNI VARI, XVIII SECOLO, cassa sagomata cimata da figura di putto seduto, quadrante in ottone con numeri romani e arabi; mancanze, usure e da revisionare. h 81 cm BASE D’ASTA: 500 €

117

119 118

119

CONSOLE IN NOCE, VENETO, XVIII SECOLO, piano sagomato con gambe arcuate, grembiale intagliato a volute rocaille traforate; usure e lievi difetti. 111x54 cm h 74. BASE D’ASTA: 500 €

120

OTTO SEDIE IN NOCE, XVIII SECOLO, schienali sagomati e gambe mosse, sedute imbottite e decori ad intaglio a rilievo; usure e restauri. 56x47 cm, h 99. BASE D’ASTA: 1.000 €

121 SCUOLA INGLESE DEL XIX SECOLO Ritratto di Catherine Greene Olio su tela, 61x51 cm Al retro reca antico cartiglio con descrizione dell’effigiata Catherine Greene nata Daniel (1776-1811) moglie del maggiore Anthony Greene (1765-1814). BASE D’ASTA: 500 €

120

43


123

122

122

PITTORE LOMBARDO DEL XVIII SECOLO Sacra Famiglia con sant’Anna e san Gioacchino Olio su rame ovale, 27x23 cm; cornice antica in legno scolpito e dorato. BASE D’ASTA: 500 €

123

PITTORE ROMANO DEL XVII SECOLO Annunciazione Olio su rame ovale, 26x34 cm; entro cornice in legno scolpito e dorato a putti e volute d’epoca successiva; sbeccature. BASE D’ASTA: 1.000 €

124

124

GIACINTO BRANDI Roma 23/02/1621 - Roma 19/01/1691 (seguace di)

Cristo deposto con angelo Olio su tela, 48,5x60 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

125

PITTORE DEL XVIII SECOLO La nascita della Vergine La predica di San Francesco Coppia di oli su madreperla, diam. 14 cm, con cornice diam. 20,5 cm

125

BASE D’ASTA: 500 €

126

44

PITTORE DEL XVII SECOLO Maria Maddalena Olio su tela, 54x40 cm SENZA RISERVA


127

BONIFACIO VERONESE DETTO BONIFACIO DE’ PITATI Verona 1487 - Venezia 19/10/1553 (ambito di)

Madonna con Bambino e santi Giovanni Battista e Antonio Abate Olio su tela, 76x85 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

128

LUDOVICO LEONI DETTO IL PADOVANINO Padova 1542 - Roma 1618

Venere e Cupido Olio su tavola circolare, 21,5 cm; cornice originale in legno scolpito dipinto e dorato, diam. 34 cm Sul retro reca un’antica scritta: “di Luigi Leone detto Padoanino” Il quadro è ispirato da una rara incisione di Odoardo Fialetti (1572-1673 circa), facente parte di una serie di 17 acqueforti (15 tavole più due frontespizi), intitolata ‘Scherzi d’Amore’, edita nel 1617. Ludovico (o Luigi Leoni), padre del più celebre Ottavio, fu orefice, medaglista e ritrattista in cera, impiegato alla Zecca pontificia nel 1574; era originario di Padova (da cui il soprannome di “Padovano vecchio”)

127

129

BASE D’ASTA: 1.500 €

ALESSANDRO BONVICINO DETTO IL MORETTO DA BRESCIA Brescia 1498 - 1554 (seguace di)

Madonna con Bambino e sant’Antonio Abate Olio su tela, 52x61 cm Il dipinto riprende l’opera del Moretto che si trova nel Liechtenstein Museum di Vienna BASE D’ASTA: 3.000 €

128

129 SECONDA SESSIONE, DOMENICA 10 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 111 AL LOTTO 220

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75

45


130

134

COPPIA DI POLTRONE LUIGI XV IN NOCE, META’ DEL XVIII SECOLO, rivestimento in pelle; usure. 61x51 cm, h 88.

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Testa virile Legno scolpito e dipinto con occhi in vetro, h totale 38 cm; sbeccature e montatura in ferro moderna.

BASE D’ASTA: 500 €

SENZA RISERVA

130 134

131

135

DIVANO LUIGI XV IN NOCE, META’ DEL XVIII SECOLO, decori ad intagli floreali, braccioli mossi e schienale sagomato; usure. 132x55 cm, h 102.

SCULTORE DEL XVII SECOLO Madonna con Bambino Legno scolpito con tracce di policromia, h 68 cm; mancanze. SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

135

131

132

136

COFANETTO LASTRONATO IN EBANO CON INTARSI IN OSSO, LOMBARDIA, XVII SECOLO, decori a motivi geometrici entro riserve; usure e difetti. 37x26 cm h 22,5

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Guerriero su cavallo rampante Bronzo dorato su base in legno non coeva, h totale 14 cm SENZA RISERVA

BASE D’ASTA: 500 €

132 136

133

137

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

PANCA DA CORRIDOIO IN NOCE, XVIII SECOLO, schienale intagliato a volute intrecciate e contrapposte; restauri, sostituzioni e usure. 204x40 cm h 96.

133

46

SECONDA SESSIONE, DOMENICA 10 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 111 AL LOTTO 220

SCULTORE DEL XVII SECOLO Coppia di putti Legno scolpito e dipinto; montati a console in epoca successiva, 48x26 cm, h 74; danni e mancanze.

137

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


138

138

PLACCA IN COMMESSO DI MARMI POLICROMI, FIRENZE, BOTTEGHE GRANDUCALI, XVIII SECOLO, raffigurante Annunciazione entro doppia riserva ovale, cornice coeva in legno con applicazioni in bronzo e rame cesellato e dorato; usure. 10,5x15,3 cm, dim. con cornice 33,5x29,5. BASE D’ASTA: 5.000 €

139

SCULTORE DEL XVIII SECOLO (Malines ?)

Ultima cena Alabastro scolpito, 15x19 cm; qualche sbeccatura e mancanza. BASE D’ASTA: 500 €

140 DUE PLACCHE IN PIETRA PAESINA, XVIII SECOLO, rettangolari entro cornici in legno naturale con bordi a perlinature dorate; usure. 9x14,5 cm, dim. totale 16x21 cad. SENZA RISERVA

139

47


141

LEANDRO DA PONTE DETTO BASSANO Bassano del Grappa 10/06/1557 - Venezia 15/04/1622 (cerchia di)

San Giovanni Battista Olio su tela, 103,5x85,5 cm; cornice non coeva in legno scolpito, dorato e nero tinto. BASE D’ASTA: 3.000 €

142

SCUOLA VENETA DEL XVI SECOLO Ritratto di gentiluomo Olio su tela, 75,5x57 cm Già asta Bonhams, Londra, luglio 2018. BASE D’ASTA: 1.000 €

143

PITTORE DEL XVI SECOLO Ritratto di gentiluomo con gorgiera Olio su carta applicata su tavola, 16,5x12 cm; cornice antica. BASE D’ASTA: 1.000 €

141

142

48

143


144

BERNARDINO LICINIO Poscante 1490 - Venezia 1565 (ambito di)

Ritratto di giovane uomo con lettera Olio su tavola, 78,5x64 cm; presenta un bozzetto di figura a disegno al retro della tavola; cornice antica in legno dorato. Il dipinto rappresenta un giovane gentiluomo vestito con una zimarra veneziana nera con ricche maniche di seta rossa a contrasto. Sotto la zimarra porta una semplice camicia bianca. E’ seduto su di un seggiolone e reca nella mano sinistra una lettera sulla quale si legge in modo parziale “Al molto riverito signor Francesco Bracer causidico (..)”. Si tratta dunque del ritratto di un giovane causidico o, più modernamente, avvocato. Il quadro, di grande qualità è opera di un pittore rinascimentale di area veneta prossimo allo stile di Bernardino Licinio. Licinio fu allievo di Giovanni Bellini, dipinse pale sacre e anche molti celebri ritratti per committenze private. Nel suo primo periodo è ancora influenzato dallo stile del Giorgione, in seguito si accosta al Tiziano e al Lotto. Il confronto fra questo dipinto ed opere di Licinio appare assai significativo. BASE D’ASTA: 12.000 €

49


145

CONRAD FABER VON CREUZNACH Creuznach, circa 1500 - Francoforte, circa 1552 (attribuito a)

Ritratto di gentiluomo, 1525 Olio su tavola, 46,5x33,5 cm; reca iscrizione “Ano Etatis .34” in alto e “Obijt Septemb. 1525” in basso a destra. Provenienza: Collezione privata, Venezia. La bella tavola del gentiluomo riccamente vestito, posizionato davanti ad una balaustra che lascia intravedere un paesaggio d’influenza veneziana, è identificabile come opera di Conrad von Creuznach, artista tedesco dell’inizio del Cinquecento, pittore e disegnatore topografo, riconosciuto anche come il Maestro dei ritratti della famiglia Holzhausen, monogrammati C.v.C. La tavola in esame, nella quale è visibile un’influenza italiana tipica della pittura tedesca della fase seguente al ritorno di Durer da Venezia, è utilmente confrontabile con altre opere dell’artista, tra cui il Ritratto conservato al Museo delle Belle Arti di Bruxelles. Opera corredata da scheda critica del prof.D.Bodart del 1971. BASE D’ASTA: 5.000 €

145

146

PAOLO CALIARI DETTO IL VERONESE Verona 1528 – Venezia 19/04/1588 (attribuito a)

Ritratto di gentiluomo Olio su tela, 129,5x95 cm Notevoli assonanze si riscontrano con alcuni ritratti che Paolo Veronese inserì nelle sue scene religiose, per esempio con l’immagine del padre Michele Spaventi dipinta nella “Madonna con Bambino e Santa Caterina” della chiesa di San Sebastiano a Venezia (Fiocco, Paolo Veronese, 1928, tav. 25), o nella “Madonna della famiglia Cuccina” (Fiocco, tav.46) della galleria di Dresda, dove alcuni personaggi presentano fisionomie affini col ritratto in esame. L’accordo tonale, il paesaggio sullo sfondo e alcuni tratti del volto dall’espressione bonaria sono ulteriori elementi distintivi dell’artista. Opera corredata da relazione scritta del prof. Lionello Venturi del 1945 qui in parte ripresa. Già asta Bonhams, Londra, luglio 2018. BASE D’ASTA: 5.000 €

50

146


147

HANS BALDUNG DETTO GRIEN Schwabisch Gmund, circa 1485 - Strasburgo 1545 (ambito di)

Ritratto di gentildonna in veste di santa Caterina d’Alessandria Olio su tavola, 103x70,5 cm; entro cornice con elementi frontali antichi modello Sansovino; restauri. BASE D’ASTA: 8.000 €

51


148

SOFFIETTO DA CAMINO IN LEGNO SCOLPITO E DORATO, XIX SECOLO, intagli a chimere, putti e mascheroni; sbeccature e usure Lung. 77 cm SENZA RISERVA

149

VERSATOIO IN RAME SBALZATO E DORATO, XVIII-XIX SECOLO, a balaustro con manico a erma e piede a quattro volute con teste di rapace, collo polilobato, corpo sbalzato con scene mitologiche entro riserve formate da volute intrecciate ed interrotte da mascheroni ed animali fantastici; difetti e lievi ammaccature. h 26,5 cm SENZA RISERVA

148

150

150

COFANETTO PORTAGIOIE IN LEGNO EBANIZZATO CON ELEMENTI IN PIETRA DURA IN PARTE DIPINTI, XIX SECOLO, a sezione ottagonale, alcune piccole placche (probabilmente agata) dipinte a figurette; lievi usure. 19x16,5 cm h 17,5. BASE D’ASTA: 500 €

151

149

52

151

COPPIA DI CANDELIERI IN RAME SBALZATO E ARGENTATO, VENEZIA, XVII SECOLO, a turbante con corolla baccellati e scanalati. h 28,5 cm e diam. 23. SENZA RISERVA


152

152

QUATTRO CORNICI IN LEGNO SCOLPITO E DORATO, XVII SECOLO, contenenti antichi dipinti ad olio su tavola raffiguranti paesaggi animati. 26,x22,5 cm; luce 15x11. BASE D’ASTA: 500 €

153

CANTERANO INTARSIATO IN LEGNI VARI, AREA PADOVANA, SECONDA META’ XVII SECOLO, fronte a tre cassetti dalla linea spezzata con lesene a colonne tortili ebanizzate e capitelli dorati, decori ad intarsi floreali entro riserve a volute e filettature geometriche; lievi restauri e usure. 147x74,5 cm, h 103. BASE D’ASTA: 5.000 €

153

53


154

SCUOLA VENETA DEL XVII SECOLO Venere e Adone si abbracciano prima della partenza per la caccia Olio su tela, 94x66 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

155

PITTORE FIAMMINGO DEL XVIII SECOLO Susanna e i vecchioni Olio su tela, 45x60,5 cm, cornice antica. Provenienza: Collezione G.Trecate, Trezzano Collezione privata, Italia BASE D’ASTA: 1.000 €

156 SCULTORE DEL XVII SECOLO Un putto Un angelo suonatore Bronzo e marmi vari, h 22 e 20 cm SCULTORE DEL XVIII-XIX SECOLO Amorino seduto Bronzo e marmo, h 15 cm; usure e restauri. BASE D’ASTA: 500 €

154

157

PITTORE NEOCLASSICO DELL’INIZIO DEL XIX SECOLO Erminia e i pastori Olio su tela, 52,5x108 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

155

157

54

SECONDA SESSIONE, DOMENICA 10 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 111 AL LOTTO 220

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


158

GIOVANNI BATTISTA TROTTI DETTO IL MALOSSO Cremona 1555 - Parma 11/06/1619

Efesto crea Pandora su ordine di Giove alla presenza degli dei dell’Olimpo, 1580 Olio su prima tela, 76x80 cm; reca iscrizione “CAVAGLIERO.GIOAN.BATISTA.MALOSSO.PITTORE.CELEBRE.CREMONESSE.1580” al retro. Il quadro raffigura un tema trattato assai raramente in arte e legato al poema di Esiodo “Le opere e i giorni”. Zeus desiderava vendicarsi contro Prometeo per il furto del fuoco donato agli uomini come principio della conoscenza; decise allora di castigarli con un dono malvagio. Ordinò ad Efesto di modellare la prima fanciulla, Pandora, traendola dal fango. A lei tutte le divinità dell’Olimpo donarono ogni sorta di pregi e virtù; da qui il nome: Pandora, tutta un dono. Dal maligno Mercurio, però, le fu donata anche la curiosità, che la spinse ad aprire lo scrigno (il vaso di Pandora) che le aveva donato Giove, e dal quale scaturirono poi sulla Terra tutti i mali da cui venne afflitto il genere umano. Nella tela si vede Pandora, parte già viva e parte ancora di creta, con in primo piano il vaso dei mali e gli dei tutt’intorno che le offrono doni. La bella e importante tela, come dichiara anche la scritta antica sul retro, è opera di Giovanni Battista Trotti detto il Malosso, uno dei più significativi pittori manieristi cremonesi. L’artista sviluppò una intensissima attività e la sua importanza nel panorama della pittura padana fra secondo Cinquecento e primo Seicento va oggi delineandosi a mano a mano che gli studi sull’artista procedono. Lo stesso Giovanni Battista Marino ne fece le lodi nella sua celebre “Galleria”. Il Malosso aveva una bottega molto vasta e fu pittore, disegnatore e incisore in grande stima presso i suoi contemporanei. Fra le sue caratteristiche, l’uso di una tavolozza che, come in questa rara e preziosa tela, appare di particolare brillantezza ed efficacia. Il pittore appare ispirato nella scena, di gusto classicheggiante e con riferimenti a bassorilievi antichi, alla pittura e all’architettura mantovana rinascimentale. L’opera è inedita ed è auspicabile che possa essere oggetto di ulteriori studi. BASE D’ASTA: 7.000 €

55


159

HENRICK VAN BALEN Anversa 1575 - 1632

Il Gusto incoronato da Cerere, Bacco e Venere con il plauso delle Quattro Stagioni Olio su tavola, 58x91,5 cm Provenienza: collezione privata Milano Reca iscrizione in basso a destra: “Gustum coronant/Bacchus, Venus et Ceres /applaudunt/ anni quator tempora”. Il bellissimo dipinto raffigura una scena allegorica alquanto complessa e in parte chiarita dalla scritta che si legge in basso a destra. Al centro della composizione sta seduta l’Allegoria dell’Abbondanza con una mela in mano con una grande cornucopia da cui fuoriescono in grande quantità frutti ed ortaggi d’ogni genere, dipinti minuziosamente. L’Abbondanza è coronata da Bacco (che brinda con un calice), Cerere (con un diadema di spighe in testa) e Venere (con un cuore ardente in mano). Sulla destra Apollo e Diana festeggiano l’evento suonando un violino e una viola da gamba, con alle spalle due satiri che osservano. Sulla sinistra si presentano agli dei quattro figure femminili danzanti che si tengono per mano: sono le allegorie delle quattro stagioni. Da sinistra avanza l’Autunno, con accanto un putto che regge un labaro su cui sono i simboli dei segni dello zodiaco del periodo; scorpione, sagittario, capricorno. Segue l’Estate con il capo cinto di papaveri, spighe e sovrastata da un putto che regge i segni del leone, vergine, bilancia. Accanto la Primavera adorna di fiori con un putto che issa i segni dell’ariete, cancro e gemelli. Ultimo l’Inverno, una giovane nuda e scapigliata che porta un falcone. Le accompagna il Tempo, vecchio e curvo e un putto con l’ariete, i pesci e l’acquario. Nello sfondo una bella foresta verdeggiante. Il quadro è opera di Hendrik van Balen, pittore di Anversa con studi in Italia tra il 1595 e il 1600. Van Balen ebbe un atelier di grande successo, annoverando tra i suoi allievi Anthony van Dyck e Frans Snyders. Dipinse numerose grandi pale d’altare, ma è più noto e conosciuto per i suoi piccoli quadri da gabinetto, spesso raffiguranti soggetti mitologici o allegorici in cui graziosi nudi siedono in ambienti paradisiaci. Dipinse anche paesaggi, di solito di piccole dimensioni e dipinti su rame o quercia. Ha spesso fornito figure per paesaggi dal suo amico Jan Brueghel il Vecchio, così come per Jan Brueghel il Giovane, Snyders e Frans Francken. In questo dipinto non è escluso un intervento di Jan Brueghel il Giovane per i fiori e i frutti. BASE D’ASTA: 15.000 €

57


160

161

160

MICHELANGELO MAESTRI ? - Roma 1812

Il trionfo di Sileno Tempera su carta, 41x54 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

161

GIUSEPPE ANGELI Venezia 1709 - Venezia 1798 (cerchia di)

Il ratto di Elena Olio su vetro, 22,5x30 cm; restauro. Utile un confronto con l’affresco di identico soggetto di Giuseppe Angeli dipinto per il salone di Villa Widmann Rezzonico Foscari a Mira. BASE D’ASTA: 1.000 €

162

GIOVANNI BATTISTA PITTONI Venezia 20/05/1687 - Venezia 17/11/1767 (ambito di)

Il sacrificio di Polissena Olio su tela, 49,5x37,5 cm

162

BASE D’ASTA: 1.500 €

163

SCUOLA ROMANA DEL XVIII SECOLO Il sacrificio di Ifigenia Olio su tela, 50x64,5 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

163


164

ABRAHAM GODYN Anversa 1655 - Anversa 1724 (attribuito a)

Zenobia medita di uccidere il marito Settimio Odenato per regnare da sola Olio su tela, 198x170,5 cm Provenienza: collezione privata Milano Il dipinto rappresenta un episodio della vita di Zenobia, seconda moglie di Settimio Odenato, re di Palmira nel 258 a.C.. Zenobia, che aveva avuto un figlio dal re, decise di far sopprimere il marito, unitamente al primogenito che era nato da altre nozze. Maconio cugino di Odenato, fu l’artefice dell’assassinio. Zenobia voleva infatti governare su Palmira assieme al figlio legittimo, che però essendo secondogenito di Odenato sarebbe stato escluso dalla successione. La volitiva regina, raffigurata in posizione preminente sul marito, lo guarda con occhio severo, alle spalle Maconio medita l’omicidio. A destra alcune ancelle. Un putto che si volta verso lo spettatore invita al silenzio: la terribile storia famigliare avverrà infatti nel segreto. Il quadro è attribuibile al pittore anversese Abraham Godyn, che fu molto attivo alla corte di Praga dipingendo affreschi e tele di gusto barocco classicheggiante, con echi da Poussin e dalla pittura secentesca italiana. Molto significativo il confronto con due quadri di tema biblico (Tamar di Giuda e Giaele Sisara e Barak), che si trovano rispettivamente nella Národní Galerie e nello Schwarzenberg Palais di Praga. BASE D’ASTA: 8.000 €

59


165

166

165

166

Reca il punzone del controllore di zecca non ancora identificato con iniziali “BG” interrotte da giglio oltre al punzone della zecca di Venezia col leone di san Marco “in moleca”.

BASE D’ASTA: 500 €

CAFFETTIERA IN ARGENTO, VENEZIA, XVIII SECOLO, piriforme e percorsa da nervature che si ripetono sul coperchio incernierato, manico in legno scolpito; lievi difetti. Peso lordo g 980, h 28 cm

BASE D’ASTA: 1.000 €

CAFFETTIERA IN ARGENTO, VENEZIA, piriforme e percorsa da nervature torchon che si ripetono sul coperchio incernierato, tre piedi a voluta e manico in legno scolpito; reca antichi punzoni veneziani probabilmente apocrifi. g 530, h 23 cm

167

167

PICCOLA CAFFETTIERA IN ARGENTO, VENEZIA, piriforme e percorsa da nervature torchon che si ripetono sul coperchio incernierato, tre piedi a voluta e manico in legno scolpito; difetti; reca antichi punzoni veneziani probabilmente apocrifi. g 420, h 18,5 cm SENZA RISERVA

168

SECCHIELLO IN ARGENTO, PROBABILMENTE VENEZIA, XVIII SECOLO, piriforme baccellato con manico sagomato e basculante, g 990, h massima 27,5 cm SENZA RISERVA

169

UNA ZUCCHERIERA IN ARGENTO, VENEZIA, XVIII SECOLO, a coppa costolata; unita a UNA PICCOLA TEIERA IN ARGENTO, MILANO, XIX SECOLO, ARGENTIERE L.FRANCESCHINI costolata con manico in legno e cimatura a frutto. Peso lordo g 650, h 10 e 13 cm SENZA RISERVA

170

GRANDE CANDELIERE RIVESTITO IN LAMINA D’ARGENTO SBALZATO, ROMA, XVIII SECOLO, fusto a balaustro con piede tripode, decori a volute fiorite e stemma papale; difetti e ammaccature. h 120 cm

168

SENZA RISERVA

169

60

170


171

171

CASSETTONE A RIBALTA CON ALZATA IN NOCE E RADICA DI NOCE, FERRARA, XVIII SECOLO, fronte mosso a tre cassetti e calatoia sagomata celante cassettini e vani, alzata con due ante sagomate centrate da specchi, cimasa a timpano spezzato con modanature a più ordini centrata da specchio inciso con figura e sormontata da pinnacoli e fregio dorati, piedini mossi, interno con castello centrato da anta, tre cassetti e vani a giorno; usure, lievi restauri e fregio dorato d’epoca successiva. 118x64 cm, h 283. BASE D’ASTA: 20.000 €

61


172

172

TRE PORTAPROFUMO IN PORCELLANA, XIX SECOLO, policromi, a figure di dama con cagnolino, gentiluomo con tricorono e Pierrot; due con etichetta di collezione. h massima 8 cm Provenienza: collezione FeltrinelliDoria.

174

173

173

DUE PORTAPROFUMO IN PORCELLANA, XIX SECOLO, policromi, a figure orientali; con etichetta di collezione. h massima 11 cm Provenienza: collezione FeltrinelliDoria.

174

175

SCULTURA IN PORCELLANA, MEISSEN, 1750 CA., raffigurante Nettuno, decoro policromo con profili in oro; qualche restauro. h 12 cm SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

175

GRUPPO IN PORCELLANA, MEISSEN, 1750 CA., raffigurante allegoria con fanciulla con festone di fiori e cagnolino su base rocaille con putto, decoro policromo con profili in oro. h 15 cm BASE D’ASTA: 500 €

BASE D’ASTA: 500 €

176

NICCHIA TRAFORATA A GRATICCIO IN PORCELLANA, MEISSEN, 1740 CA., base centinata con decoro policromo entro riserva a scene di porto su fondo oro, struttura a rocaille con fiori applicati, profili in oro. h 27 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

177

176

177

CAFFETTIERA CON COPERCHIO IN PORCELLANA, LUDWIGSBURG, 1760 CA., piriforme con presa a frutto e piedini a voluta, decoro a mazzi di fiori policromi con profili in porpora. h 22 cm BASE D’ASTA: 500 €

178

COPPIA DI VASSOI IN PORCELLANA, GINORI A DOCCIA, 1770 CA., decoro policromo a mazzetti di fiori orientali su rocce e altri fiori entro riserve a motivi geometrici, lumeggiature in oro. 27,5x21 cm

178

62

SECONDA SESSIONE, DOMENICA 10 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 111 AL LOTTO 220

BASE D’ASTA: 500 €

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


179

180

179

COPPIA DI TAZZE CON PIATTO IN PORCELLANA, MEISSEN, 1740 CA, decoro kakiemon a rami con fiori policromi e riprese in oro, profili in ocra. Diam. 11,8 cm, h 4. BASE D’ASTA: 1.500 €

180

CESTINO IN PORCELLANA, MEISSEN, 1740 CA., ovale modellato a vimini, doppio manico con attaccature a mascheroni allegorici delle stagioni, all’interno decoro con fiori sparsi; profili in oro. 18x11,5 cm, h 9. Bibliografia: Per un esemplare similare simile si veda: La porcellana di Meissen di una raccolta privata di Bad Pyrmont, in catalogo espositivo rif. p.82; La Porcellana di Meissen della collezione Britzke, 2009, p.136. BASE D’ASTA: 1.000 €

181 181

CAFFETTIERA CON COPERCHIO IN PORCELLANA, MEISSEN, 1740 CA., PROBABILE DECORATORE C.F.HEROLD, piriforme con presa del coperchio a fragola e manico a voluta, decoro policromo a scene di porto continue e profili in oro. h 23,5 cm BASE D’ASTA: 2.500 €

182

RARO PIATTO IN PORCELLANA DEL SERVIZIO DEI CIGNI, MEISSEN, 1740 CA., circolare con bordo sagomato e decoro a rilievo con cigni entro paesaggio, tesa a costolature ondulate e decoro policromo con fiori sparsi e stemma araldico, profili in oro; probabili lievi restauri ai bordi. Diam. 22,8 cm Realizzato per il conte Heinrich von Bruhl, primo ministro dell’elettorato di Sassonia e favorito di Augusto III di Polonia, nominato poi nel 1739 direttore della manifattura di Meissen, il servizio dei cigni costituisce senza dubbio il più famoso e celebrato complemento per la tavola mai realizzato nella storia della porcellana. Modellato da J.J.Kaendler, J.F.Eberlein e J.G.Ehder tra il 1737 ed il 1742, era costituito in origine da oltre 2200 pezzi. BASE D’ASTA: 3.000 €

182

63


183

183

GIOVANNI SEGALA Murano 1663 - Venezia 1720 (attribuito a)

Sacra Famiglia Olio su prima tela, 78x93,5 cm; cornice originale in legno dorato. Il marcato classicismo, le tipologie dei volti e la mimica pacata sono tutti elementi che caratterizzano la produzione dell’artista veneziano Giovanni Segala, che si ispirò ai modelli del Fumiani, del Bellucci e del Lazzarini, che avevano superato le tonalità esasperatamente chiaroscurate dei tenebrosi in favore di una pittura più classicista, che recuperava i modelli veronesiani e bolognesi. Iscritto alla Fraglia dei Pittori dal 1685 al 1710, dipinse per molte chiese e scuole veneziane lavorando anche per alcune delle principali casate della Serenissima. Opera corredata da studio critico del prof. A.Crispo qui in parte ripreso. BASE D’ASTA: 6.000 €

184

NICOLA MARIA ROSSI Napoli 1690 - Napoli 23/04/1758

Il trapasso di San Giuseppe Olio su tela centinata, 144,5x88 cm; opera priva di cornice. Provenienza: collezione Palazzo Gaetani d’Aragona, Piedimonte di Alife (Piedimonte Matese); discendenti della nobile famiglia Gaetani, Roma; già asta Pandolfini, Marzo 2015.

64

184

BASE D’ASTA: 3.000 €

SECONDA SESSIONE, DOMENICA 10 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 111 AL LOTTO 220

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


185

FLAMINIO TORRI Bologna 1621 - Modena 1661

Sacra Famiglia con sant’Anna Olio su tela, 95x116 cm; cornice coeva bolognese in legno scolpito e dorato a volute. Provenienza: Collezione privata, Milano. Flaminio Torri nacque a Bologna nel 1620 e fu allievo prima di Girolamo Cavedoni e poi di Simone Cantarini alla cui morte, avvenuta nel 1648, ereditò la bottega assieme a Lorenzo Pasinelli. Autore di diversi soggetti religiosi per chiese locali, di cui si possono citare il “San Giovanni Battista” ora in Pinacoteca Nazionale a Bologna e la sorprendente “Deposizione a lume notturno” nello stesso museo, eseguì anche affreschi ora perduti. Incaricato a sovraintendente delle collezioni d’arte dal duca Alfonso IV d’Este nel 1658 rimase a Modena sino alla morte avvenuta nel 1661, periodo in cui potè conoscere, e attingere da queste, la pittura cinquecentesca con grandi maestri veneti nonchè del coetaneo Mattia Preti (attivo a Modena tra il 1653 e il 1656). Una differente versione della presente composizione in formato ovale è conservata alla Pinacoteca Nazionale di Bologna, ed archiviata da Federico Zeri, rif. fototeca n.54595. BASE D’ASTA: 12.000 €

65


186

PIETRO DA CORTONA Cortona 01/11/1596 - Roma 16/05/1669 (cerchia di)

Gli amori di Dafni e Cloe Olio su tela, 78x60 cm Il dipinto raffigura un episodio tratto dal celeberrimo romanzo greco antico delle “Avventure pastorali di Dafni e Cloe” scritto da Longo Sofista. Nel libro secondo il vecchio Fileta racconta ai due giovani di aver ricevuto l’apparizione di Eros, che viene descritto come il più potente e antico degli dei. Fileta consiglia ai due di non opporsi a Eros, e dice che gli unici rimedi all’amore sono il bacio e l’abbraccio. Nell’opera sono evidenti influssi da Pietro da Cortona. BASE D’ASTA: 6.000 €

186

187

SCUOLA NAPOLETANA DEL XVII SECOLO Bacco Olio su tela, 73,5x46 cm; cornice antica. BASE D’ASTA: 5.000 €

188 PITTORE DEL XVIII SECOLO Figura femminile al chiaro di luna Olio su tela, cm 47,5x38 BASE D’ASTA: 500 €

66

187


189

LORENZO LIPPI Firenze 03/05/1606 - Firenze 14/04/1665 (attribuito a)

Allegoria dell’Abbondanza, Fortuna e Sapienza Olio su tela, 207,5x146,5 cm Provenienza: Collezione privata, Milano. La tela raffigura una raffinata allegoria. La donna seduta regge la cornucopia dell’abbondanza e ha in grembo le corone delle fortune politiche; offre una mela al giovinetto in piedi coronato di alloro, che regge dei libri e tiene una viola. Dietro le figure, una pianta frondosa, da cui pende uno stemma allusivo al primato papale, completa la composizione. Il dipinto celebra probabilmente la laurea di un nobile al quale vengono presentate figure propizie alle sue future fortune. Opera corredata da copia di una relazione del Prof. M. Marini. BASE D’ASTA: 10.000 €

67


190

PITTORE DEL XVII SECOLO Giovane suonatore di flauto Olio su tela, 96x78,5 cm BASE D’ASTA: 5.000 €

191 SECRETAIRE INTARSIATO IN AVORIO E LEGNI VARI, XX SECOLO, in stile Luigi XVI con calatoia e cassetti, decoro a putti entro riserve in avorio con girali e decori fitomorfi; usure. 75x43 cm, h 155. SENZA RISERVA

190

192

JOHANN KUPEZKY Pezinok 1666 - Norimberga 16/07/1740 (attribuito a)

Ritratto di gentiluomo con gorgiera e lettera in mano Olio su tela, 152,5x103,5 cm Già asta Bonhams, Londra, luglio 2018. BASE D’ASTA: 4.000 €

193 COPPIA DI CASSETTONI IN NOCE, XIX SECOLO, fronte mosso a tre cassetti con formelle intagliate e piedi a voluta; restauri e sostituzioni. 91,5x40 h 82 cm BASE D’ASTA: 500 €

68

192


194

FRANCESCO FRACANZANO Monopoli 1612 - Napoli 1656

Giovane uomo sorridente con bastone e ciambella in mano Olio su tela, 94,5x70 cm Figlio del pittore pugliese Alessandro, nel 1622 si trasferisce a Napoli con il fratello Cesare, frequentando la bottega del Ribera e sposando la sorella di Salvator Rosa.La prima opera documentata è la tela con San Paolo e Sant’Antonio Abate del 1634 e, subito successive, due tele con San Gregorio Armeno, datate 1635. In queste ultime Francesco, ancora memore dell’iniziale cultura riberesca, aderisce alle esperienze neovenete e cortonesche provenienti dall’ambiente romano. Diverse opere di Fracanzano sono state recuperate anche in ambiente pugliese, al quale dovette rimanere legato per motivi biografici. BASE D’ASTA: 14.000 €

69


195

ALZATA IN ARGENTO DECORATO A SMALTI E CRISTALLO DI ROCCA, XIX SECOLO, a coppa incisa su base ovale con fusto a cicogna, decori policromi a scene di caccia con uccelli; lievi restauri e usure. h 15 cm BASE D’ASTA: 2.500 €

195

196

196

VASO DECORATO A SMALTI POLICROMI, XIX SECOLO, a tromba con collo e base lobati, decoro policromo a scene galanti entro paesaggio con amorini reggenti ghirlande alla base. h 16 cm BASE D’ASTA: 500 €

197

197

STIPETTO PORTAGIOIE IN LEGNO EBANIZZATO E SMALTI POLICROMI, VIENNA, XIX SECOLO, a due ante con tre cassettini interni, decorato da placche in smalto con scene galanti e pastorali policrome, cimatura a rapace. 15x12,5 cm h 19. BASE D’ASTA: 1.000 €

198

ALZATA IN ARGENTO DECORATO A SMALTI E CRISTALLO DI ROCCA, VIENNA, XIX SECOLO, coppa sagomata con decori incisi e sostegni a draghi alati con decoro a smalti policromi; difetti e restauri. 18,5x11,5 cm, h 14. BASE D’ASTA: 3.500 €

198

70

SECONDA SESSIONE, DOMENICA 10 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 1 AL LOTTO 110

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


199

199

RARO OROLOGIO DA TAVOLO IN ARGENTO, LAPISLAZZULI E SMALTI POLICROMI, VIENNA, HERMANN BOHM, 1880 CA., a struttura architettonica con base gradinata su piedi ferini, corpo con sostegni a colonna e cimatura a figure, cassa centrata da orologio incernierato e cavalieri entro riserve circolari, decori a smalto policromo con mascheroni e girali; lievi difetti, restauri e da revisionare. h 38 cm BASE D’ASTA: 10.000 €

71


200

RARA COPPIA DI SERRATURE IN BRONZO DORATO, FIRENZE, SECONDA META’ DEL XVI SECOLO, rettangolari con piastre di caduta incernierate, decori a figure e mascheroni con scudi entro cartigli cimati da trofei d’armi; una con due stemmi nobiliari; qualche mancanza e usure. 22x18 cm I due rari esemplari, superbi per qualità e dimensioni, dovevano costituire il necessario fornimento per due cassoni facenti parte di un corredo nuziale. La tipologia della raffinata decorazione riconduce ad una produzione riferibile alla seconda metà del Cinquecento, dove accanto a palesi richiami classicheggianti si affianca l’elegante deformazione degli stilemi elaborati in ambito manierista da una bottega ben aggiornata sullo stile dei grandi maestri attivi presso la corte granducale. Il presente lotto è sottoposto a notifica dallo stato italiano poichè dichiarato di particolare interesse culturale per il patrimonio artistico. BASE D’ASTA: 5.000 €

72


201

COPPA IN ORO SBALZATO, PROBABILMENTE XVIII O XIX SECOLO, circolare, decoro a volute terminanti a ricciolo centrate da occhio stilizzato alternate a riserve con baccellature; lievi ammaccature. g 540, diam 24,5 cm h 5,5. BASE D’ASTA: 12.000 €

73


202

PITTORE VENETO DEL XVIII SECOLO Ritratto di gentiluomo (Pietro Rotari ?) Olio su tela, 48x41 cm; cornice antica. SENZA RISERVA

206

GIACOMO ANTONIO CERUTI DETTO IL PITOCCHETTO Milano 13/10/1698 - Milano 28/08/1767 (seguace di)

Ritratto di gentiluomo Olio su tela, 86,5x70,5 cm SENZA RISERVA

203

PITTORE DEL XVII SECOLO Ritratto di gentildonna con gorgiera Olio su tela, 76x62 cm BASE D’ASTA: 500 €

207

SCUOLA INGLESE DEL XVI SECOLO Ritratto di nobiluomo Olio su tela, 65,5x52,5 cm; reca iscrizione in alto “HENR. CON. DVX NIVES”. SENZA RISERVA

204

208

Perpignan 20/07/1659 - Parigi

Soest 14/09/1618 - Londra

27/12/1743

30/11/1680

(seguace di)

(seguace di)

Ritratto del re Luigi XIV Olio su tela, 41x32,5 cm

Ritratto di gentildonna Olio su tela, 122,5x101,5 cm

BASE D’ASTA: 500 €

SENZA RISERVA

205

209

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

HYACINTHE RIGAUD

PITTORE ROMANO DEL XVII SECOLO Ritratto di prelato (cardinale Maffeo Barberini?) Olio su tela, 54x43 cm

74

SECONDA SESSIONE, DOMENICA 10 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 111 AL LOTTO 220

PETER LELY

PITTORE ROMANO DEL XVII SECOLO Ritratto di gentiluomo con colletto bianco Olio su tela, 65x50 cm

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


210

DANIELE CRESPI Busto Arsizio 1598 - Milano 16/07/1630

Muzio Oddi e Pieter Linder discutono di geometria (degli Elementi di Euclide?) Olio su tela, 84x115 cm Provenienza: Collezione privata, Milano. Il dipinto, di grande importanza artistica, storica e scientifica, raffigura due illustri studiosi del primo Seicento: Muzio Oddi (1569-1639) e il mercante di Anversa Pieter Linder intenti in un colloquio scientifico molto serrato. Esponente di spicco dell’umanesimo scientifico della corte di Urbino, Muzio Oddi progettò e costruì fortificazioni e macchine da guerra, ma coltivò anche le arti della matematica e della fisica, dando alle stampe trattati sugli orologi solari e sull’agrimensura che ebbero grande fortuna. Peter Linder fu invece un ricchissimo mercante e finanziere originario di Anversa, amico di Rubens e Van Dyck. Linder trascorse oltre un ventennio a Milano, fra 1620 e 1640 circa, per poi trasferirsi, nel momento di maggiore crisi economica per lo Stato di Milano, a Venezia. Il fiammingo fu in strette relazioni con Oddi, di cui seguì lezioni di architettura militare nello stesso 1621, e attraverso Oddi si procurò svariati strumenti di misurazione e calcolo, mantenendo corrispondenza con l’architetto e un rapporto di stima sino alla sua morte. Linder costituì in Milano una celebre “Galleria” che venne effigiata in una importante tela dell’ambito di Jan Bruegel il Vecchio e in un disegno della Royal Collection a Windsor Castle. Il dipinto qui presentato ha conosciuto grande fortuna critica animata da alcune discussioni circa la sua attribuzione. E’ stato pubblicato o citato da Nancy Ward Neilson, Daniele Crespi, Soncino, 1996, ed. del Soncino, p. 62 n.67, p.151 fig.24A; Alexander Maar (cui si deve anche l’identificazione dei personaggi ritratti), “Il periodo Milanese di Muzio Oddi” in: I Gheribizzi di Muzio Oddi, Urbino, 2005, Accademia Raffaello, pp.15 - 25, I e IV e copertina; Daniele Crespi, un grande pittore del Seicento lombardo, a cura di Andrea Spiriti, Milano 2006, p.44 (autografo di Crespi); Un dipinto misterioso. Il mondo della galleria Linder, a cura di M.J. Gorman, Firenze 2009; Alexander Marr, Between Raphael and Galileo: Mutio Oddi and the Mathematical Culture of Late Renaissance Italy, Chicago 2011. Nello studio più recente sulla tela, quello di Francesco Frangi, il quadro, pubblicato, viene ritenuto una buona copia antica di una tela perduta di Crespi di cui restano due ovali, con gli stessi personaggi di Oddi e di Linder, della collezione Koelliker, Cfr. Francesco Frangi, A lezione da Muzio Oddi. Uomini di scienze, intellettuali e nobili nei ritratti di Daniele Crespi; in Studi in onore di Stefano Tumidei a cura di Andrea Bacchi e Luca Massimo Barbero, Fondazione Giorgio Cini, Fondazione Federico Zeri, 2016, pp. 235-247. BASE D’ASTA: 5.000 €

75


211

211

HIERONYMUS BOSCH Hertogenbosch 02/10/1453 - Hertogenbosch 09/08/1516 (seguace attivo alla fine del XVI secolo)

Ecce Homo Olio su tela, 91x142 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

212

PITTORE DEL XVI SECOLO San Francesco in preghiera Olio su tavola (frammento), 191x81,5 cm; opera priva di cornice. SENZA RISERVA

76

212 SECONDA SESSIONE, DOMENICA 10 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 111 AL LOTTO 220

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


213

GIOVANNI BATTISTA RAMENGHI DETTO IL BAGNACAVALLO Bologna 1521 - Bologna 1601 (attribuito a)

Sacra Famiglia con san Giovannino e santa Caterina Olio su tela, 94,5x75,5 cm La tela è una summa degli elementi più caratteristici della pittura del Bagnacavallo. Di impostazione monumentale, evoca le opere di Raffaello nella sofisticata composizione e non appare scevra da citazioni manieristiche tosco-romane. BASE D’ASTA: 10.000 €

77


214

214

SCUOLA ROMANA DEL XVI SECOLO CANCELLERIA PONTIFICIA DI GREGORIO XIII nato Ugo Boncompagni (1502-1585, papa dal 1572) Roma 1576 Aggregazione delle Confraternite del SS. Sacramento della Valsesia alla Venerabile Confraternita del SS. Corpo di Cristo della chiesa di Santa Maria sopra Minerva in Roma dei Frati Predicatori Tempera su pergamena, 68x48 cm La pergamena, fra le più belle fra quante uscite nel periodo dalla cancelleria vaticana, rievoca la storia delle aggregazioni delle confraternite valsesiane con la confraternita romana del SS. Corpo di Cristo della chiesa di Santa Maria sopra Minerva. Una storia che risaliva ai tempi di papa Paolo III (1468-1549), con privilegi poi confermati da papa Gregorio XIII Boncompagni. La pergamena viene data in Roma, alla presenza di molti testimoni e di un notaio pontificio, in Santa Maria sopra Minerva il 3 luglio del 1576. Il documento è in ottimo stato di conservazione, decorato da una bellissima bordura a grottesche ed ovali con figure sacre di gusto tardo-rinascimentale. Al centro stanno due angeli che reggono un calice da cui esce un’ostia raggiante situata sotto ad un gonfalone papale. Alla destra e alla sinistra di questo riquadro, due parati orizzontali con ornamenti a grottesche recano al centro due insegne antiche dell’Arma Christi con la corona di spine e le cinque piaghe sanguinanti. Scendendo sul lato destro troviamo all’angolo san Giovanni Battista, sotto san Paolo con la spada e dei motti su filatteri, seguono un giovane santo martire, san Grato vescovo, sant’Antonio abate e un antico stemma della Valduggia con motti. A sinistra: san Pietro, san Lorenzo, san Gaudenzio, san Rocco e lo stemma di Papa Paolo III con i sei gigli dei Farnese. Il gusto del decoro è quello che caratterizza altri insiemi decorativi del tempo di Gregorio XIII, come le volte della celeberrima Galleria delle Carte Geografiche in Vaticano, voluta proprio da papa Gregorio XIII nel 1580. BASE D’ASTA: 500 €

78

215

215

PAOLO CALIARI DETTO IL VERONESE Verona 1528 - Venezia 19/04/1588 (ambito di) Allegoria della Carità Olio su tela, 144x55 cm BASE D’ASTA: 4.000 €


216

MAESTRO DI MARRADI documentato tra 1498 - 1513 Cristo crocefisso Olio su tela applicata su tavola, 100x73 cm Provenienza: Zabert Antichità Torino; collezione privata Torino. Il “Maestro di Marradi” è una personalità artistica di buon rilievo, delineata inizialmente da William Suida con il nome di “Maestro dell’Apolloni Sacrum”, dal soggetto del fronte di un cassone conservato ad Atlanta, certamente di questo autore. Federico Zeri, ripercorrendo più tardi l’intinerario dell’esposizione “Arte in Val d’Elsa” di Certaldo, ne studiava più approfonditamente le caratteristiche, proponendo di battezzare il pittore come “Maestro di Marradi” dal nucleo più cospicuo ed importante della sua opera, conservata nella chiesa della Badia del Borgo di Marradi, sull’Appennino fiorentino. Due successivi interventi di Everett Fahy hanno integrato ed ampliato il catalogo dell’artista proposto dallo Zeri, catalogo che ora permette di seguire con sufficiente continuità il suo percorso dalle opere giovanili (a partire dall’ottavo decennio del ‘400), a quelle della maturità, fino alla fine del primo decennio del ‘500. Il “Maestro di Marradi” è un pittore che certamente nella sua fase giovanile risente fortemente di Domenico Ghirlandaio, con accenti tuttavia a volte accostabili al linguaggio di Jacopo del Sellaio e di Bartolomeo di Giovanni, cui sono stati in passato attribuiti alcuni suoi lavori, con schemi essenziali e semplificati, risolti spesso in senso arcaicizzante con un singolare effetto di sapore “puristico” (Zeri): prova ne è anche l’opera qui proposta che appartiene ad un repertorio iconografico tradizionale e, a quella data, forse un po’ obsoleto (tra gli esemplari più rilevanti si ricordi quelli trecenteschi di Pietro Nelli a San Pietro a Ripoli e di Mariotto di Nardo a Scandicci). Verso la fase finale della sua attività le forme tendono ad addolcirsi, la linea acquista un andamento maggiormente curvilineo, i volti si fanno un poco più tondeggianti; questo forse per influenza del Perugino, presente a Firenze negli anni ‘90. Il “Maestro di Marradi” fu anche pittore di Cassoni, secondo una ben radicata tradizione fiorentina (esemplari ad Atlanta, Dayton, Dublino, Firenze, Lawrence e Milano). Opera corredata da relazione scritta di G.Zabert qui ripresa. Bibliografia: E. Fahy, Some followers of Domenico Ghirlandajo, 1976. Opera inclusa nella fototeca Zeri di Bologna con scheda n. 13631. BASE D’ASTA: 6.000 €

79


217

217

GIOVANPIETRO RIZZOLI DETTO GIAMPIETRINO attivo a Milano 1508 - 1549 (cerchia di) Cristo portacroce Olio su tavola, 69,5x53,5 cm Reca antica iscrizione “Giampietrino” e parte di ceralacca con stemma della Reale Accademia d’Italia al retro. Il dipinto si rifà ad una tipologia iconografica destinata alla devozione privata che ottenne grande fortuna in Italia settentrionale a partire dagli ultimi decenni del Quattrocento, in particolare in ambito rinascimentale milanese. Leonardo delineò il soggetto in un celebre disegno delle Gallerie dell’Accademia di Venezia realizzato nei primi anni Novanta del Quattrocento, verosimilmente in vista di un’interpretazione pittorica di piccolo formato della scena di Cristo portacroce, della quale però non si ha notizia. Questa iconografia leonardesca favorì la grande fortuna del soggetto presso i pittori milanesi sensibili alla lezione di Leonardo: da Marco d’Oggiono ad Andrea Solario, al Giampietrino che si cimentarono a più riprese sul terreno di questa immagine devozionale. La tavola va pertanto collocata nel contesto del leonardismo milanese.

218

BASE D’ASTA: 1.000 €

218

MAESTRO DI SERUMIDO Attivo a Firenze, XVI secolo (cerchia di) San Michele Arcangelo Olio su tavola su fondo oro (frammentario), 78x24 cm; opera priva di cornice. Dallo stile originale e piuttosto raro e ricercato sul mercato, l’artista deve il nome alla Madonna e Santi nella chiesa di Serumido a Firenze. Vicino al Granacci e ispirato da Piero di Cosimo, il Maestro conobbe certamente anche i primi affreschi di Michelangelo, interpretando con caratteri peculiari di grande eccentricità le opere, con protagoniste figure dalla sagomatura allungata tratteggiate con cromie dai toni molto personali. BASE D’ASTA: 3.000 €

218a

80

218a

PITTORE DEL XVI SECOLO Pietà Tempera su tavola (frammento), 58x40,5 cm BASE D’ASTA: 3.000 €


219

PAOLO VENEZIANO Venezia, circa 1300 - circa 1365 (attribuito a) Santo evangelista Tempera su tavola a fondo oro, 27x19 cm Provenienza: Collezione privata, Milano. La tavola è frammento di una predella, pubblicata con fotografia e commento in: Michelangelo Muraro, Paolo da Venezia, Milano, Istituto Editoriale Italiano, 1969, pp. 68,124, fotografia n.40. BASE D’ASTA: 10.000 €

81


220

BERNARDINO LUINI Dumenza 1481 - Milano 1532 (attribuito a)

Madonna con Bambino e san Giovannino Olio su tavola, 43,5x34,5 cm Provenienza: Collezione privata La delicata immagine devozionale che accoglie lo scambio floreale tra i fanciulli san Giovanni Battista e Gesù Bambino in braccio alla Madre riconduce al clima culturale e figurativo che si era sviluppato a Milano attorno alle straordinarie novità proposte da Leonardo da Vinci. Nel dipinto si riconosce un esemplare autografo e originale del pittore Bernardino Luini, che potrebbe magari ritenersi quello già a suo tempo ricordato come restaurato da Andrea Appiani. Tanto la composizione quanto la sincera e affettuosa trasmissione dei sentimenti, a cui contribuisce la morbidezza dello sfumato, si esemplano sui modelli realizzati dal maestro vinciano, sviluppati durante il secondo soggiorno milanese iniziato nel 1506. L’umanissima espressione degli stati d’animo e delle manifestazioni affettive tra i protagonisti è la principale lezione lasciata da Leonardo nelle opere e nei numerosi studi grafici compiuti a Milano a partire dall’ultimo decennio del Quattrocento. Illuminanti esempi della lezione acquisita da Luini sono la Madonna del roseto (Milano, Pinacoteca di Brera), la Madonna con Bambino e un fiore (Londra, Wallace collection), la Madonna con Bambino e san Giovannino in un paesaggio (Londra, National Gallery), la Madonna di Menaggio o il Sonno di Gesù Bambino (entrambi Parigi, Museo del Louvre), la Madonna del garofano (Washington, National Gallery of Art), per citarne solo alcuni. L’intima e deliziosa tavola si assesta in prossimità di quella fase di particolare dolcezza e morbidezza nello sfumato degli incarnati che conosciamo nella Madonna con Bambino (Napoli, galleria di Capodimonte), nel Gesù Bambino e san Giovannino con l’agnello (Ottawa, National Gallery of Canada) e nella Madonna con Bambino tra le sante Caterina e Barbara (Budapest, Museo di Belle Arti) che sembrano risalire al primo accostamento leonardesco da parte di Bernardino. Nel precoce caso di quella in esame, da far risalire allo scadere del primo decennio o agli inizi del successivo, per l’ancora minuta proporzione delle figure che sono discretamente ambientate nello spazio. La sottile delicatezza delle parti meglio conservate consente di vedere la qualità degli incarnati e il sottile cretto originale; in particolare la figura del Gesù Bambino, nel suo complesso, appare più integra e illuminante nei delicati passaggi di tono, nei riccioli dorati, nelle gote paffute e nelle labbra rosate, nella leggera trasparenza del velo e nella fresca esposizione dei petali e delle foglie dei fiori nelle sue mani. Nel contempo l’opera risulta affine, nella sottile profilatura dei volti narrati, all’affresco che propone la Madonna con il Bambino, san Giovannino e l’agnello (Milano, Museo della Scienza e della Tecnica), e alla versione su tavola dello stesso tema (già Parigi, collezione Rothschild) e presenta somiglianze con quello dipinto nella Madonna con Bambino, san Giorgio e l’angelo musicante (Richmond, coll. Cook); corrispondono altresì al repertorio cromatico del Luini l’arancione e il rosso dello sbuffo della manica, l’azzurro caldo della veste mentre la mano affusolata si confronta con quella del Ritratto di dama (Washington, National Gallery of Art). Opera corredata da studio critico del prof. F.Moro qui in parte ripreso. BASE D’ASTA: 38.000 €

82


83


ASTA 868 DIPINTI ANTICHI E ARREDI

223

221 LAMPADA DA TAVOLO IN VETRO E BRONZO IN STILE TIFFANY STUDIOS, INIZIO XX SECOLO, abat-jour a cupola in vetro mosaico policromo a fiori legato a piombo, sostegno a balaustro. h 55 cm SENZA RISERVA

TERZA SESSIONE SABATO 16 NOVEMBRE 2019 ORE 14,30

DAL LOTTO 221 AL LOTTO 330

222 FIGURA “BACIO DI COLOMBE” IN CERAMICA, LENCI, 1930 CA., decoro policromo; firma sul fondo e “C Selmair” inciso. Larg. 35 cm. Cfr. A. Panzetta “Le Ceramiche Lenci” TO, 1992, p.185 rif.475. BASE D’ASTA: 500 €

223

FIGURA “LE REVEIL” IN CRISTALLO OPALESCENTE PRESSATO IN FORMA, SABINO PARIS, 1932 CA.; firma impressa. h 17,5 cm Per un esemplare analogo si veda “Sabino Maitre Verrier de l’art deco 1878-1961”, rif. n.8549 ed. Ph.Dacelle, Bruxelles, 1987 e Victor Arwas, Glass Art Nouveau, p.72. SENZA RISERVA

CADENZA INDICATIVA DEI LOTTI

224

PORTA OROLOGIO “NAIADES” IN VETRO OPALESCENTE, R.LALIQUE, 1930 CA, quadrato pressato in forma con figure a rilievo, orologio con quadrante dorato e numeri arabi, firma incisa “R.Lalique France”; lieve scheggiatura al retro e da revisionare. 11,5x11,5 cm Cfr. F.Marcilhac “R.Lalique Catalogue Raisonné de l’Oeuvre de Verre” Paris, 1994, p.377 rif.764. SENZA RISERVA

225 EUGENIO PELLINI Marchirolo (VA) 17/11/1869 - Milano 28/05/1934 Due putti che si baciano Bronzo, 34x128,5 cm; firma incisa “E.Pellini” in basso a destra. BASE D’ASTA: 1.000 €

226

SERVIZIO DI BICCHIERI IN CRISTALLO MODELLO HARCOURT, BACCARAT, XX SECOLO, completo per dodici persone con cinque tipologie di bicchiere di differente misura, due bottiglie con tappo e due caraffe, decori geometrici su basi esagonali; marca a tampone sul fondo. (tot. pz 64) h massima 29 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

14:30-15:00 dal Lotto 221 al Lotto 233 15:00-15:30 dal Lotto 234 al Lotto 246 15:30-16:00 dal Lotto 247 al Lotto 259 16:00-16:30 dal Lotto 260 al Lotto 272 16:30-17:00 dal Lotto 273 al Lotto 285 17:00-17:30 dal Lotto 286 al Lotto 298 17:30-18:00 dal Lotto 299 al Lotto 311 18:00-18:30 dal Lotto 312 al Lotto 324 18:30-19:00 dal Lotto 325 al Lotto 330

84

224

226 (parte del)


227

COPPIA DI VASI “CEYLAN” IN VETRO OPALESCENTE, R.LALIQUE, 1930 CA., pressati in forma con pappagalli in rilievo, firma incisa sul fondo “R.Lalique France”. h 24 cm Cfr. F.Marcilhac “R.Lalique Catalogue Raisonné de l’Oeuvre de Verre” Paris, 1994, p.418 rif.905. BASE D’ASTA: 3.000 €

227

228

229

228

VASO “DOMREMY” (O “CHARDONS”) IN VETRO OPALESCENTE, R.LALIQUE, 1926-1928 CA., soffiato e pressato in forma, ovoidale con fiori e foglie di cardo in rilievo, firma a rilievo “R.Lalique”; lieve scheggiatura al collo. h 21,5 cm Cfr. F.Marcilhac “R.Lalique Catalogue Raisonné de l’Oeuvre de Verre” Paris, 1994, p.434 rif.979. SENZA RISERVA

229

VASO “BACCHUS” IN VETRO, R.LALIQUE, 1940 CA., pressato in forma, patinato con decoro a fauni, firma incisa “R.Lalique”. h 17,5 cm Cfr. F.Marcilhac “R.Lalique Catalogue Raisonné de l’Oeuvre de Verre” Paris, 1994, p.469 rif.10-922. BASE D’ASTA: 500 €

230

GRANDE VASO IN ARGENTO, MILANO, PUNZONI DEL FASCIO, 1930 CA. ARGENTIERE SANT’ELIA, biansato con superficie martellata e figure allegoriche a rilievo; lievi difetti. g 4330, h 43 cm BASE D’ASTA: 2.500 €

231 ICONA RUSSA DEL XIX SECOLO Madonna di Kazan Tempera all’uovo su tavola con riza in argento, 27x22 cm; lievi difetti.

230

BASE D’ASTA: 500 €

85


232

236

SPECCHIERA IN LEGNO SCOLPITO E DORATO, VENEZIA, INIZIO XX SECOLO, cornice a volute e rocaille; sbeccature. 171x109 cm

PENDOLA DA TAVOLO IN BRONZO DORATO E PORCELLANA, XIX SECOLO, cassa a volute di foglie con placca in porcellana policroma raffigurante cacciatore con cani entro paesaggio, quadrante argentato con numeri romani; mancanze, usure e da revisionare. h 33,5 cm

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

236

232

233

237

COPPIA DI VENTOLE IN LEGNO SCOLPITO E DORATO, XIX SECOLO, in stile settecentesco a volute centrate da specchi sagomati; usure. 117x56 cm

PENDOLA DA MURO IN BRONZO DORATO IN STILE LUIGI XV, FINE DEL XIX SECOLO, cassa a volute cimata da putto, quadrante smaltato con numeri romani e arabi. h 47 cm

SENZA RISERVA SENZA RISERVA

237

233

234

238

CONSOLE IN LEGNO SCOLPITO E DORATO, XIX SECOLO, gambe a volute, piano sagomato in legno dipinto; usure, restauri e sbeccature 145x60 cm h 80,5.

PENDOLA DA TAVOLO IN BRONZO DORATO, XIX SECOLO, cassa a plinto cimata da figura di pittore con modella, quadrante con numeri romani; mancanze, meccanismo non coevo, usure e da revisionare. h 46 cm

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

234

235

238

FREGIO IN LEGNO SCOLPITO E DORATO, XVIII SECOLO, fregio a volute centrato da medaglione dipinto con “Madonna con Bambino”; usure e sbeccature. h 77 cm, larg 189.

239

PENDOLA DA TAVOLO IN BRONZO DORATO, XIX SECOLO, cassa a volute di foglie cimata da figura femminile seduta, quadrante argentato con numeri romani; mancanze, usure e da revisionare. h 51,5 cm

SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

235 239

86


240

MODELLO DI OROLOGIO A COLONNA IN ARGENTO E SMALTI, XIX SECOLO, decoro a putti e a paesaggi con cimatura a figure, quadrante decorato a smalti con scena galante e numeri arabi e romani; mancanza, usure e da revisionare. Peso complessivo g 440, h 25,5 cm BASE D’ASTA: 500 €

241

SALIERA IN ARGENTO E FILIGRANA CON APPLICAZIONI IN CORALLO, XVIII-XIX SECOLO, doppia vaschetta ad ogiva su base circolare, fusto in legno intagliato a tutto corpo con scene di vita, cimatura ad albero con bacche in corallo; lievi difetti e sbeccature; apparentemente non punzonato. h 32 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

240

241

242

ZUPPIERA CON COPERCHIO IN ARGENTO, XIX SECOLO, ovale con doppio manico a volute contrapposte e base con fascia sbalzata a foglie, cimatura a pigna con attaccature a foglie; lievi difetti. g 4050, 56x29 cm h 33. BASE D’ASTA: 1.000 €

242

243

QUATTRO DIVERSI CALICI LITURGICI IN ARGENTO, XVIII-XIX SECOLO, di diversa forma e decoro con interni vermeil; uno Napoli, 1830-1850 argentiere V.D’Onofrio, due apparentemente non punzonati; difetti, lievi mancanze e uno con restauro. g 1390, h massima 25 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

243

244

GRANDE TANKARD IN ARGENTO, GERMANIA, XIX SECOLO, ARGENTIERE POSEN, cilindrico con coperchio incernierato e manico a voluta, decoro con Diana cacciatrice e figure, bordo cordonato e cimatura a figura di Diana, interno vermeil; lievi usure. g 3700, h 48 cm BASE D’ASTA: 4.000 €

245 ICONA RUSSA DEL XIX SECOLO San Nicola Tempera all’uovo su tavola con riza in argento, 27x22 cm; difetti. BASE D’ASTA: 500 €

244

87


246

PITTORE DEL XVII SECOLO Natura morta con brocca, bicchiere e pane su tavolo Olio su tavola, 49x68 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

247 ICONA RUSSA DEL XIX SECOLO Cristo della Deesis Tempera all’uovo su tavola con riza in argento e nimbo con smalti policromi, 26,5x22 cm; difetti. BASE D’ASTA: 500 €

248

DAVID DE CONINCK Anversa 1636 - Bruxelles 1687

246

(attribuito a)

Animali in un paesaggio con grande vaso decorativo Olio su tela, 50,5x65,5 cm Il dipinto rappresenta un parco con vari animali: un pappagallo, un tacchino, galli, due lepri e un bel vaso decorativo. E’ opera caratteristica di David de Coninck, allievo di Pieter Boel, e, forse, anche di Jan Fyt. Nel 1663 il pittore fu ammesso a far parte della gilda di San Luca ad Anversa come maestro. Nel 1670, facendo tappa in Baviera, a Vienna e a Venezia, raggiunse Roma, dove si stabilì a vivere. A Roma divenne membro dell’Accademia di San Luca nel 1686, poco prima di far ritorno ad Anversa nel 1687. Nel 1699 si trasferì poi a Bruxelles e nel 1701 fu ammesso nella gilda locale dei pittori. Le sue nature morte con frutti e selvaggina, le sue scene di caccia e i quadri di animali presentano di solito tonalità calde e piene, assai apprezzate dai collezionisti di tutto il mondo. Una tela assai simile a questa si trova nelle collezioni di Burghley House in Inghilterra.

248

BASE D’ASTA: 2.000 €

249

ADRIAEN CORNELISZ BEELDEMAKER Rotterdam 1618 - Den Haag 1709

Paesaggio con cacciatore a riposo e cani Olio su tela, 47x61,5 cm; firma in basso. BASE D’ASTA: 1.000 €

250 SCULTORE DEL XIX SECOLO Angeli Bronzo dorato, h 36 cm; usure e difetti. SENZA RISERVA

249

88

TERZA SESSIONE, SABATO 16 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 220 AL LOTTO 330

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


251

MARCANTONIO RIZZI 1648 - 1723

Natura morta con frutta e funghi Olio su tela, 49x66 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

251

252

PITTORE DI RIDOLFO LODI DETTO LO SPORTAROLO Attivo in Emilia nel XVII secolo

Natura morta con cesto, ortaggi e frutta Olio su tela, 65,5x83,5 cm; cornice antica. BASE D’ASTA: 3.500 €

252

89


253

ELISABETTA MARCHIONI Rovigo, XVII-XVIII secolo (attribuito a)

Natura morta con fiori e ortaggi Olio su tela, 93x133,5 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

253

254

PITTORE LOMBARDO DEL XVII SECOLO Natura morta con frutta e vasellame Olio su tela, 109x159,5 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

254

90

TERZA SESSIONE, SABATO 16 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 220 AL LOTTO 330

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


255

255

ELISABETTA MARCHIONI Rovigo, XVII-XVIII secolo (attribuito a)

Natura morta con vaso e cesto di fiori Olio su tela, 77x102 cm; cornice antica. BASE D’ASTA: 6.000 €

256

ABRAHAM MIGNON Francoforte 21/06/1640 - Utrecht 27/09/1679 (cerchia di)

Natura morta con frutti Olio su tela, 45,5x61 cm BASE D’ASTA: 2.500 €

256

91


257

257

FRANS SNYDERS Anversa 11/11/1579 - Anversa 19/08/1657 (attribuito a)

Volpe che caccia le anatre Olio su tela, 95x134 cm BASE D’ASTA: 5.000 €

258

SCUOLA LOMBARDA DEL XVII SECOLO Cacciatore viandante con piccolo aiutante Olio su tela, 65x49 cm; cornice originale in legno dipinto a imitazione della tartaruga. BASE D’ASTA: 2.000 €

259 AUTORI VARI (XVI-XVIII secolo)

Cristo deposto Vergine con Bambino in trono con santi Flagellazione Scena biblica Quattro diverse placchette in bronzo, 9,2x5,8, 14,5x11, 13,3x10,3 e 7x12,5 cm BASE D’ASTA: 500 €

258

92

TERZA SESSIONE, SABATO 16 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 220 AL LOTTO 330

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


260

260

JAN FYT Anversa 1611 - Anversa 1661 (ambito di)

Trofei di caccia Coppia di oli su tela, 94,5x71,5 cm BASE D’ASTA: 5.000 €

261

FRANCESCO LONDONIO Milano 1723 - 1783 (seguace di)

Contadino che stuzzica con un fuscello una ragazza che dorme Sanguigna su carta, 20,5x29,5 cm PITTORE DEL XVIII SECOLO Giochi di putti (allegoria della caccia e della pesca) Sanguigna su carta, 17x47 cm; difetti e usure. SENZA RISERVA

262 ICONA RUSSA DEL XIX SECOLO Santi Zosima e Savvatij e storie della vita Tempera all’uovo su tavola, 31,5x26 cm SENZA RISERVA

261

93


263

ANDREA SCACCIATI Firenze 1642 - Firenze 06/06/1704 (attribuiti a)

Nature morte con vasi di fiori Coppia di oli su tela, 73,5x58,5 cm I caratteri dello stile, la definizione pittorica ed il dinamismo conferito ai mazzi di fiori, quasi animati di vita interiore, inducono ad assegnare i due dipinti ad Andrea Scacciati, figura di primo piano nell’ambito della pittura floreale in Toscana al tempo degli ultimi Medici. Grazie al patrocinio della famiglia granducale, l’artista dette inizio negli anni sessanta a una prolifica attività artistica, indirizzata, in modo esclusivo al genere della natura morta, orientandosi nel corso degli anni verso formule descrittive ricche di colto eclettismo, mutuate soprattutto dalla conoscenza delle pitture olandesi e fiamminghe seicentesche. Le due tele possono essere messe in relazione con altre opere simili, tra cui il Vaso in metallo dorato con fiori, già Pandolfini, datato 1700, e il Vaso di fiori su un ripiano in pietra del Musée des Beaux-Arts a Nantes. Opera corredata da copia di relazione scritta del prof.S.Bellesi qui in parte riportata. BASE D’ASTA: 8.000 €

94

TERZA SESSIONE, SABATO 16 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 220 AL LOTTO 330

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


264

GIOVANNI CAMILLO SAGRESTANI Firenze 1660 - Firenze 1731 (attribuito a)

La predica di San Claude de la Colombière San Claude de la Colombière in prigione a Londra Coppia di oli su tela, 80x190 I due dipinti rappresentano una vera rarità a livello iconografico poiché si tratta degli unici due dipinti noti che raffigurino due episodi della vita di San Claude de la Colombière (1641-1681). Il santo era francese, originario di una nobile famiglia del Delfinato. Gesuita, fu chiamato a dirigere le monache visitandine di Paray-le-Monial (Saône-et-Loire) divenendo guida spirituale di santa Margherita Maria Alacoque. Nel 1674 venne mandato a Londra come cappellano di Maria Beatrice d’Este, moglie di Giacomo II, duca di York e futuro re. All’epoca la Chiesa cattolica era fuorilegge in Inghilterra e il sacerdote doveva celebrare solo per la duchessa. Viveva pertanto molto ritirato ma la sua fama si sparse fra gli inglesi che vollero incontrarlo e ascoltarlo: suore fuoriuscite, preti anglicani che desideravano tornare al cattolicesimo, orientali presenti in Londra. Diciotto mesi dopo il suo arrivo a Londra venne arrestato con l’accusa di aver partecipato ad un complotto per restaurare la Chiesa romana in Inghilterra. Fu tradotto in terribili condizioni nella prigione della King’s Bench dove comunque fu costantemente visitato dai suoi devoti. Grazie alla protezione di Luigi XIV fu espulso dall’Inghilterra nel 1679. Ritornò in Francia con la sua salute rovinata dalla prigionia e morì nel 1682. Nel primo quadro è raffigurata la sua predicazione (e si vede il santo con una veste da gesuita sotto la cotta bianca) che commuove e turba genti di ogni ceto sociale e di diverse provenienze geografiche, nel secondo Claude de la Colombière è in carcere, vestito da gesuita, con tanto di cappello nero a calottina. Aspettano di parlargli dame di qualità, frati, preti anglicani e due orientali, nobili con grandi parrucche, ma anche poveri. I quadri sono collocabili nell’ambito dell’opera di Giovanni Camillo Sacrestani, pittore fiorentino attivo fra fine Seicento e 1731, spesso in viaggio fra Roma, Venezia, Parma e Bologna, che dipinge con vivaci figurine tratteggiate “a macchia” con abilità e velocità, con effetti cromatici intensi. I due quadri gli furono certamente commissionati da qualcuno che conosceva bene la storia del de la Colombière, forse qualche padre gesuita, ed erano destinati, in tale ottica, ad una privata memoria. Il padre gesuita morì in concetto di santità e fu immediatamente venerato dalla popolazione locale, dai confratelli e dalle suore visitandine che contribuirono a diffonderne la storia. Da notare che nei due dipinti non ha l’aureola: fu proclamato infatti ufficialmente beato solo nel 1929. BASE D’ASTA: 10.000 €

95


266

265

267

265

SCULTURA IN AVORIO, CINA, XIX-XX SECOLO, raffigurante divinità con cane di Pho e bambini su base in legno, firmata. h tot 29,5 cm BASE D’ASTA: 500 €

266

268

COPPIA DI VASI IN ARGENTO, CINA, XIX-XX SECOLO, a balaustro con sbalzi a paesaggi animati; lievi ammaccature. g 540, h 19 cm BASE D’ASTA: 500 €

267

SERVIZIO DA COCKTAIL IN ARGENTO, CINA, XX SECOLO, composto da shaker, sei bicchierini e vassoio circolare, decoro a draghi a rilievo; probabile vassoio adattato. g 1370, diam 30 cm h 20,5.

269

BASE D’ASTA: 1.500 €

268

SERVIZIO DA TE’ IN ARGENTO, CINA, XIX-XX SECOLO composto da teiera, lattiera e zuccheriera con coperchio, manici a imitazione bambù e sbalzi a foglie di bambù entro riserva; ammaccature e restauri. g 430, larg. teiera 19 cm SENZA RISERVA

269

GRUPPO IN AVORIO, CINA, INIZIO XX SECOLO, raffigurante figure e pagode su base in legno; mancanza a un piede in legno. Larg. 50,5 cm BASE D’ASTA: 500 €

270

270

96

TAVOLO INTARSIATO IN AVORIO E LEGNI PREGIATI, CINA, XIX SECOLO, piano circolare polilobato e fascia decorati con scene di caccia e figure entro paesaggio, sostegno a fasce incrociate intagliato a motivi fitomorfi e animali su base di raccordo con intarsi a rilievo; lievi usure e restauri. Diam. 114 cm, h 78. BASE D’ASTA: 2.500 €


271

BOCCALE IN AVORIO E ARGENTO, GERMANIA, XIX SECOLO, fusto cilindrico scolpito a tutto corpo con baccanale di putti entro paesaggio, coperchio incernierato e base sbalzati a motivi fogliacei, manico a voluta; lievi difetti e usure. h 26 cm BASE D’ASTA: 5.000 €

271

272

SCULTURA DEL BUON PASTORE IN AVORIO, GOA, AREA INDOPORTOGHESE, XVIII SECOLO, raffigurato dormiente su fontana e rami fogliati; entro teca in legno scolpito mistilinea con teste d’angelo d’epoca successiva; restauri e lievi sbeccature. h avorio 27 cm, teca 71x44. BASE D’ASTA: 500 €

273

272

273

GRANDE VASO CON COPERCHIO IN AVORIO E ARGENTO DORATO, XIX SECOLO, a balaustro rastremato su base circolare, decoro a bassorilievo ad amorini e figure mitologiche, montatura in argento con foglie lanceolate e mascheroni a rilievo; usure. h 36,5 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

274

GRANDE VASO IN AVORIO SCOLPITO, XIX SECOLO, a scena continua con scontro di cavalieri entro paesaggio, base in argento con piedi a sfera. h totale 31 cm BASE D’ASTA: 6.000 €

274

97


275

279

GIOVANNI MIGLIARA

PITTORE NEOCLASSICO DELLA FINE DEL XVIII SECOLO Allegorie della Musica e della Poesia Coppia di miniature su carta ovale, 8,5x11,5 cm

Alessandria 15/10/1785 - Milano 18/04/1837 (attribuito a)

Milano, interno del cortile di Brera con figure Acquerello su carta, 7,5x10,2 cm

SENZA RISERVA

BASE D’ASTA: 1.000 €

275

279

276

280

PITTORE FIAMMINGO DEL XVIII SECOLO Paesaggi fluviali Coppia di tempere su carta applicate su tavola circolare, diam. 19 cm

PITTORE DEL XIX SECOLO Ritratti di giovane fanciulla e fanciullo Coppia di dipinti a fixé su vetro, 26x16 cm; recano firma “J Warent” (?) in basso; lievi difetti.

BASE D’ASTA: 500 €

SENZA RISERVA

280

276

277

281

SENZA RISERVA

BASE D’ASTA: 500 €

PITTORE DEL XIX SECOLO Amore e Psiche Venere e Adone (?) Coppia di miniature su avorio, diam. 7 cm cornici coeve; difetti.

SCUOLA INGLESE DEL XVIII SECOLO Ritratto di gentiluomo Ritratto di gentildonna Coppia di oli su tela ovale applicati su tavola, cm 29,5x22.

277

281

278

282

PITTORE DEL XIX SECOLO Paesaggi romani Coppia di miniature su carta applicata su cartone, diam. 9 cm; cornici coeve; lievi difetti.

PITTORE DEL XVIII SECOLO Suonatrice con bevitore Olio su rame, 13x10 cm SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

278

98

282 TERZA SESSIONE, SABATO 16 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 220 AL LOTTO 330

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


283

ROSALBA CARRIERA Venezia 07/10/1675 - Venezia 15/04/1757 (seguace di) Sette ritratti di dame Miniature su avorio; entro unica cornice coeva in legno scolpito, dipinto e dorato con decori a nastri; sbeccature. dim. totali 30,5x21 cm Al retro reca una antica iscrizione “Eredità Boldù”. I Boldù furono una nobile famiglia di Venezia compresa nel patriziato sin dal 1297. A San Felice si trova ancora una Calle Boldù, dove dimorava un ramo della famiglia estintosi con Giuseppe (1793-1837), podestà di Venezia sotto il Regno Lombardo-Veneto. BASE D’ASTA: 1.000 €

284

PITTORE DEL XVIII SECOLO Due ritratti maschili (uno su avorio firmato “Hennet”) Ritratto femminile Maternità Quattro diverse miniature, dim. massima 7x5,8 cm SENZA RISERVA

283

284

285

PITTORE DEL XVIII SECOLO Due ritratti di gentildonna e quattro di gentiluomini Sette miniature su avorio, 4x3 cm; entro pannello con cornice antica, 32,5x22 cm; sbeccature. BASE D’ASTA: 1.500 €

286 PITTORE DEL XIX SECOLO Ritratto di gentildonna Olio su tela, 90x70 cm SENZA RISERVA

285

99


287

LORENZO TIEPOLO Venezia 1736 - 1776

Testa di uomo barbuto in abiti orientali Tecnica mista su carta, 46x37 cm; reca antica iscrizione a penna “GDT fecit” e “Un .. maomettano” al retro; qualche difetto e usura. Provenienza: Galleria Caretto, Torino. Collezione privata, Milano. La figura di filosofo in abiti orientali di questo dipinto appartiene ad un gruppo di opere che trae ispirazione da due serie di incisioni, conosciute come “Raccolta di Teste”, di Giandomenico Tiepolo. Ci sono in effetti cinque tipologie di figure differenti, attribuiti dalla critica distintamente a Giambattista, Lorenzo o Giandomenico, delle quali il prototipo è ritenuto essere l’olio su tela del Museo Civico Malaspina a Pavia. Il dipinto in esame, per la peculiarità dello stile pittorico, può essere considerato con sicurezza lavoro del fratello minore di Giandomenico, Lorenzo Tiepolo, risalente ai suoi anni giovanili. Opera corredata da expertise del prof. F.Pedrocco su foto qui in parte ripresa. Bibliografia: R.Mangili, G.Pavanello, Teste di fantasia del Settecento veneziano, VE, 2006, rif.40. G.Knox, Philosopher portraits by Giambattista, Domenico and Lorenzo Tiepolo, Burlington Magazine, 1975, p.152 A.Morassi, A Complete Catalogue of the Paintings of G.B.Tiepolo, London, 1962, p.31. BASE D’ASTA: 8.000 €

287

288

GIUSEPPE BERNARDINO BISON Palmanova (UD) 16/06/1762 - Milano 24/08/1844 (attribuito a)

Testa di vecchio orientale Olio su tela, 58,5x43,5 cm Queste “figure” ispirate alle teste di carattere di Giambattista Tiepolo sono trattate anche dal Bison, perlopiù con modi prossimi ai prototipi tiepoleschi, che qui si mostrano con una forza e spontaneità diversi; le pennellate aggrediscono infatti la tela con tocchi e segni simili a sciabolate. Utili confronti possono essere effettuati con altre opere simili del Bison, tra cui la “Testa di orientale” nella collezione Gaslini di Venezia e quella illustrata nel Catalogo della Mostra del Bison di Udine, 1997, p.48. Opera corredata da relazione scritta del professor Egidio Martini qui in parte ripresa. BASE D’ASTA: 4.000 €

100

288


289

LORENZO TIEPOLO Venezia 1736 - 1776 (attribuito a)

Volto di carattere o filosofo Olio su tela, 44,5x36,5 cm; cornice originale in legno scolpito e dorato. Lorenzo Tiepolo era figlio di Giambattista Tiepolo e fratello di Giandomenico Tiepolo. La sua carriera fu precocissima e a solo 15 anni aiutava padre e fratello in Germania. Tornato a Venezia si specializzò in teste di carattere e ritratti. Nel 1762 lasciò la patria per trasferirsi a Madrid, dove aiutò il padre nella realizzazione degli affreschi per Carlo III; nel 1768 dipinse un soffitto della reggia e un ritratto della famiglia reale. Dopo la morte del padre (1770), ottenne dalla casa reale di Spagna una piccola pensione annua. Il pittore è famoso per le “teste di carattere” con volti di orientali e di personaggi pittoreschi, abbigliati in modo esotico. BASE D’ASTA: 12.000 €

101


290

IGNAZIO STERN Mariahilf 1680 - Roma 1748 (seguace di)

Putto che fa le bolle Olio su carta applicata su cartone, 45x58 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

290

291

JACOPO AMIGONI Venezia 1675 - Madrid 1752 (attribuito a)

Bimbi che giocano alla toilette Olio su tela circolare, diam 64 cm BASE D’ASTA: 3.500 €

291

292

PITTORE DEL XVIII SECOLO Gesù Bambino e san Giovannino Olio su tela, 38x33 cm; cornice con luce ovale in legno dorato non coeva. BASE D’ASTA: 1.500 €

102

292 TERZA SESSIONE, SABATO 16 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 220 AL LOTTO 330

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


293

ANTONIO BELLUCCI Pieve di Soligo (TV) 1654 - 1726 (ambito di)

Il ratto di Europa Olio su tela, 156x129,5 cm; cornice antica. Opera corredata da relazione scritta del prof. M.Marini che lo attribuisce a Sebastiano Ricci. Già asta Bonhams, Londra, luglio 2018. BASE D’ASTA: 10.000 €

103


294

GIOVANNI BATTISTA PIAZZETTA Venezia 13/02/1683 - Venezia 29/04/1754

Sant’Antonio con Bambino Olio su tela, 71,5x55 cm Lo splendido dipinto è da collocarsi ancora nella fase giovanile del Piazzetta, per il carattere ancora crespiano dell’incarnato madido di luminosità del bimbo e del panno bianco sul quale il santo sembra sostenerlo. Anche la costruzione del viso ispirato del santo, che si trasmuta dalla luce all’ombra in una punta di colore calda sembra si debba ricondurre a tale momento iniziale del gusto del Piazzetta, appena tornato da Bologna dove aveva seguito l’insegnamento di Giuseppe Maria Crespi. Opera corredata da scheda critica del prof. Rodolfo Pallucchini qui in parte ripresa. BASE D’ASTA: 18.000 €

104


105


295

295

FRANCESCO GUARDI Venezia 1712 - 1793

Mosè salvato dalle acque Olio su tela, 48x72 cm Provenienza: Collezione privata, Venezia. Bibliografia: G.Fiocco, Pittura Barocca Veneziana, Galleria “Le Tre Venezie”, Padova, catalogo della mostra, Maggio-Giugno 1943. L’opera si distingue dalle altre note versioni ed appare più delicata e fragile, legandosi bene come stile e temperie spirituale ad altre piccole tele della maturità del pittore, come per esempio al Transito di San Giuseppe e al San Vincenzo Ferreri (cfr. E.Martini, La pittura Veneziana del Settecento, VE, 1964, fig.274 tav.271). Il dipinto è corredato da expertise di E.Martini del 1975 qui in parte riportata. BASE D’ASTA: 5.000 €

296

SCUOLA VENETA DEL XVII SECOLO Santa Caterina d’Alessandria Olio su tela, 64x52 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

296

106

TERZA SESSIONE, SABATO 16 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 220 AL LOTTO 330

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


297

MAESTRO DEI RIFLESSI (attivo a Venezia nel XVIII secolo)

La dichiarazione Olio su tela, 72x54,5 cm; corredata da incisione all’acquaforte su carta di G.Flipart di analogo soggetto, 45,5x35 cm Provenienza: Collezione G.Trecate, Trezzano Collezione privata, Italia Bibliografia: T.Pignatti, L’opera completa di Pietro Longhi, Rizzoli, MI, 1974, p.104. BASE D’ASTA: 7.000 €

297

298

PIETRO LONGHI Venezia 15/11/1701 - Venezia 08/05/1785 (attribuito a)

Il risveglio della dama Olio su tela, 44x34,5 cm; corredata da incisione all’acquaforte su carta di G.Flipart di analogo soggetto, 45,5x35 Un dipinto identico, in collezione Hope, con provenienza di collezione del duca di Leuchtenberg a Pietroburgo, del principe Demidoff e Firenze e della principessa Matilde Bonaparte a Enghien, fu venduto nell’asta Park-Bernet nel Maggio del 1952. Provenienza: Collezione G.Trecate, Trezzano Collezione privata, Italia Bibliografia: T.Pignatti, L’opera completa di Pietro Longhi, Rizzoli, MI, 1974, p.87. BASE D’ASTA: 4.000 €

298

107


299

GIUSEPPE ZAIS Forno di Canale 1709 - Treviso 1784 (attribuiti a)

Paesaggio con lavandaie Paesaggio con rovine e villani, Coppia di oli su tela ovali, 112,5x87 cm Opere corredate da relazione scritta della prof.ssa Federica Spadotto. BASE D’ASTA: 3.000 €

299

300

SCUOLA VENETA DEL XIX SECOLO Capriccio con ruderi e figure Olio su tavola, 32x35 cm SENZA RISERVA

301

ORAZIO GREVENBROECK Roma, circa 1670 - 1743 (cerchia di)

Veduta del porto di Malta Olio su tela, 39x79 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

302

FRANCESCO BATTAGLIOLI Modena, circa 1710 - Venezia, dopo il 1796

Prospettiva architettonica con figura di giardiniere e cane in primo piano Penna acquarellata su carta, 31,5x21 cm Nel presente disegno l’artista mescola l’arte veneziana negli elementi d’architettura palladiana con i richiami alla tradizione figurativa di scuola emiliana.

300

BASE D’ASTA: 1.000 €

301

108

302 TERZA SESSIONE, SABATO 16 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 220 AL LOTTO 330

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


303

FRANCESCO SIMONINI Parma 16/06/1686 - Firenze 1753

Paesaggio con cascatella e figure Olio su tela, 73x96 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

303

304

PITTORE FIAMMINGO DEL XVIII SECOLO Paesaggio con viandanti Olio su tela, 83x114 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

304

109


305 SCULTORE DEL XVII SECOLO Minerva Divinità Tre testine (frammentarie) Cinque sculture in bronzo e bronzo dorato, h massima 14,5; mancanze e usure. SENZA RISERVA

306

SET DA CAMINO IN PORCELLANA, CINA, XVIII SECOLO, composto da tre potiche con coperchio e coppia di vasi a tromba, decoro floreale policromo entro riserve a foglie stilizzate su fondo blu; difetti e lievi restauri. h 29 e 24 cm Provenienza: Già collezione Imbert, Milano. Bibliografia: A.Griseri, G.Romano, Porcellane e argenti del Palazzo Reale di Torino, catalogo della mostra (Torino, Palazzo Reale, settembre-dicembre 1986), MI, 1986, p.393. BASE D’ASTA: 1.500 €

306

307

COFANETTO IN LEGNO DIPINTO E DECORATO AD ARTE POVERA, XVIII SECOLO, laccato a figurette orientali entro paesaggio su fondo oro e giallo; qualche danno e usure. 45x39 cm h 12,5. BASE D’ASTA: 500 €

308

SEI POLTRONE LUIGI XV IN LEGNO SCOLPITO, DIPINTO E DORATO, META’ DEL XVIII SECOLO, elementi intagliati a rocaille; sedute e schienali rivestiti in tessuto azzurro; sbeccature e usure. 75x61 cm h 106.

307

308

110

BASE D’ASTA: 3.000 €


309

CASSETTONE IN LEGNO DIPINTO, DORATO E LACCATO, XVIII SECOLO, fronte mosso a due cassetti con riserve mistilinee bordate in oro, decori a vasi e festoni fioriti policromi su fondo beige, montanti con intagli rocaille dorati, piano in marmo; difetti, restauri e usure. 101x61 cm h 86. BASE D’ASTA: 2.500 €

309

310

CASSA PER OROLOGIO IN LEGNO SCOLPITO, DIPINTO E DORATO, TORINO, ULTIMO QUARTO DEL XVIII SECOLO, ATTRIBUIBILE A F.BOLGIE’, sagomata con rami di foglie e cimatura a vaso, sostegno in parte a giorno con festoni; qualche restauro e usure; privo di meccanismo e quadrante non coevo. h 149 cm BASE D’ASTA: 4.000 €

310

311

CONSOLE IN LEGNO SCOLPITO, DIPINTO E DORATO, XVIII SECOLO, fronte con medaglione centrato da profilo e volute, gambe arcuate; usure, restauri e sbeccature. 141x62,5 cm h 87. BASE D’ASTA: 2.000 €

311

TERZA SESSIONE, SABATO 16 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 111 AL LOTTO 220

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75

111


313 312

312

DUE ZUPPIERE CON COPERCHIO IN MAIOLICA, NOVE DI BASSANO, ANTONIBON, XVIII SECOLO, costolate e biansate, decoro policromo al tacchiolo; un coperchio con restauri, lievi sbeccature. 33,5x28 e 34x29 cm SENZA RISERVA

314

313

CESTINO CON PIATTO IN MAIOLICA, BOLOGNA, FINCK, SECONDA META’ DEL XVIII SECOLO, con bordi traforati e decoro policromo a rami fioriti, marca “F.2” in blu. 24x17,5 h 8 e 30x21 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

314

COPPIA DI PIATTI IN MAIOLICA, LODI, A.FERRETTI, 1770 CA., decoro policromo a mazzetti di fiori sparsi. diam. 23,5 cm

315

SENZA RISERVA

315

ZUPPIERA CON COPERCHIO IN MAIOLICA, XVIII SECOLO, ovoidale biansata su piedini con presa a frutto, decoro policromo a mazzetti di fiori sparsi; danni, usure e sbeccature. 35,5x27,5 cm, h 27. BASE D’ASTA: 500 €

316

316

COPPIA DI PIATTI IN MAIOLICA, MILANO, P.RUBATI, 1770 CA., decoro a recinto e peonia Imari in blu, rosso e oro, bordo profilato in oro decorato con un motivo rocaille polilobato con piccole corolle su un fondo a graticcio; lievi usure. diam. 22,7 cm Per confronto si veda (a cura di) R. Ausenda “Musei e Gallerie di Milano - Museo d’Arti Applicate Ceramiche” II, MI, 2001, n. 313 e 324. BASE D’ASTA: 500 €

317

QUATTRO ORCIOLI IN MAIOLICA, XVIII SECOLO, decoro in blu a ovoli e scritte di contenuto; fessure, sbeccature e restauri. h massima 21,5 cm BASE D’ASTA: 500 €

317

112


319 318

318

BACILE E VERSATOIO IN ARGENTO, NAPOLI, 1810 CA., ARGENTIERE G.PANE, manico con attaccature a testa di leone e Mercurio, bordi incisi a palmette e foglie lanceolate; lievi ammaccature. g 1660, diam. 33 cm, h versatoio 25,5 cm

320

BASE D’ASTA: 1.500 €

319

320

VASSOIO IN ARGENTO, FERMO, FINE DEL XVIII SECOLO, ARGENTIERE G.GUGLIELMI, a due manici con bordi scanalati ed angoli centinati; restauro. g 1280, 54x34 cm

MOSTARDIERA IN ARGENTO, TORINO, 1760 CA., ASSAGGIATORE G.B.CARRON, CONTRASSAGGIATORE C.MICHA, vaschetta sagomata con bordo polilobato su piedini a voluta, doppio cestello con coperchio incernierato e prese a frutti, vetri blu d’epoca successiva. g 760, 25x14,5 cm h 12.

BASE D’ASTA: 1.000 €

BASE D’ASTA: 500 €

321

FLACONE IN ARGENTO, NAPOLI, XVIII SECOLO, a rocaille su base ovale, coperchio con cimatura a ghianda. g 210, h 17 cm SENZA RISERVA

322

CAFFETTIERA IN ARGENTO, REGNO DELLE DUE SICILIE, XIX SECOLO, corpo ad ogiva su tre alti piedi ferini con attaccature ad erme, manico in legno ebanizzato. Peso lordo g 450, h 21,5 cm BASE D’ASTA: 500 €

321

322

323

COPPIA DI CANDELABRI IN ARGENTO, NAPOLI, 1850 CA., a cinque fiamme trasformabili in candelieri, fusti a balaustro su basi circolari, bordi a meandri; usure. g 2190, h 45,5 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

323

113


325

ALESSANDRO MAGNASCO DETTO IL LISSANDRINO Genova 04/02/1667 - Genova 12/03/1749 (seguace di)

Interno di carcere con figure Olio su tela, 59x73 cm, opera priva di cornice. BASE D’ASTA: 500 €

324

324

ALESSANDRO MAGNASCO DETTO IL LISSANDRINO Genova 04/02/1667 - Genova 12/03/1749 (attribuito a)

Interno con saltimbanchi e scimmia Olio su tela, 45,5x37 cm BASE D’ASTA: 4.000 €

325

326

PIETRO MUTTONI DETTO PIETRO DELLA VECCHIA Venezia 1605 - 1678 (attribuito a)

Studio di figura Olio su tela, 67x73 cm; opera priva di cornice. BASE D’ASTA: 2.000 €

326

114

TERZA SESSIONE, SABATO 16 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 220 AL LOTTO 330

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


327

ALESSANDRO MAGNASCO DETTO IL LISSANDRINO Genova 04/02/1667 - Genova 12/03/1749 (ambito di)

La scuola del convento Olio su tela, 172,5x232. Provenienza: Fratelli Grandi, Milano Benno Geiger, Berlino, 1912 Collezione privata, Baden-Baden, 1929 (come Alessandro Magnasco) Arnol Seligmann, Rey & Co., Parigi Museo “Wadsworth Atheneum”, Hartfort, Connecticut, acquistato nel 1937 con il supporto del fondo Ella e Mary Sumner Asta Sotheby’s, New York, Maggio 1999, lotto 74 (come cerchia di Magnasco) Esposizioni: Galerie Paul Cassier, Berlino, 1914 (mostra della collezione Benno Geiger di Magnasco); Kunstverein, Cologne; Galerie Schneider, Francoforte; Galerie Levesque, Parigi; Galerie Thannhauser, Monaco di Baviera; Galerie Flechtheim, Dusseldorf (1920); Durlacher Bros., “A loan Exhibition of paintings by Alessandro Magnasco”, 1940, (n.12); Baltimore Museum of Arts, Baltimora, “An exhibition of paintings by Alessandro Magnasco, Claude Monet, John Marin”, 1947 (n.10) Bibliografia: B.Geiger, “Alessandro Magnasco”, 1914, n. 18 (come Alessandro Magnasco); W.Graf Kielmansegg, der Querschnitt, verlag der Galerie Flechtheim Berlin-Dusseldorf, Gennaio 1921, p.24 (come Alessandro Magnasco); Bulletin of the Needle and Bobbin Club, New York, vol. 13, 1929, p. 2 (come Alessandro Magnasco) A.M.Frankfurter, in Art News, XIII, 1940, p.9; F.Zeri-B.Fredericksen, Census of Pre-Nineteenth-Century Italian paintings in North American public collections, 1972 pp.116, 585 (come seguace di Alessandro Magnasco); J.K. Cadogan, Wadsworth Atheneum Paintings II, 1991, p.176 (come opera da Magnasco); L.Muti-D.De Sarno Prignano, Alessandro Magnasco, 1994, pp.297-98 r.168 (considerato come non autografo) BASE D’ASTA: 10.000 €

115


328

ANTONIO ZANCHI Este 06/12/1631 - Venezia 12/04/1722 (attribuito a)

Gesù caccia i mercanti dal tempio Olio su tela, 85,5x167,5 cm; opera priva di cornice. Del dipinto esiste una versione di grandi proporzioni (250x650 cm), che fu realizzata da Zanchi nel 1667 per la Scuola Grande di San Fantin a Venezia, oggi nelle sale del Museo dell’Ateneo Veneto (fig. 1). Il lavoro di Zanchi è una delle sue opere maggiori e fu subito famosa, tanto che il Consiglio dei Dieci ne decretò l’inamovibilità. Con la sua drammaticità e i suoi forti valori chiaroscurali influenzò fortemente la pittura del periodo. BASE D’ASTA: 10.000 €

Fig. 1

116

TERZA SESSIONE, SABATO 16 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 220 AL LOTTO 330

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


329

GIAMBATTISTA CANAL Venezia 10/09/1745 - Venezia 05/12/1825 (attribuito a)

San Giorgio in gloria Olio su tela, 147x112 cm; opera priva di cornice. Provenienza: già famiglia Mocenigo, Venezia. Il dipinto raffigura la gloria di san Giorgio Martire che alza la mano verso il cielo dopo aver sconfitto il demonio sotto forma di drago. Il quadro, di gusto veneto-tiepolesco, è attribuibile al pittore veneziano Giovanni Battista Canal che fu assai sensibile ai modelli tiepoleschi e che i contemporanei considerarono come un erede del grande maestro. Il Canal fu fecondo autore di pale d’altare e di affreschi per chiese veneziane e della provincia. BASE D’ASTA: 18.000 €

117


330

BERNARDINO CESARI Arpino 1565 - Roma 1621

Scontro di cavalieri Olio su tela, 100x194 cm Il dipinto rappresenta un interessantissimo esempio da collocarsi ai primordi dell’avvento del genere della “battaglia”, quale soggetto a sé stante sciolto da vincoli encomiastici e storici, parte di un autore che non è partecipe alla moderna evoluzione di questo filone nel succitato indirizzo, fruendo ancora degli occasionali soggetti bellici dipinti da vari artisti del Cinquecento, una cui summa è costituita dalla “Battaglia di Costantino” di Raffaello nelle stanze vaticane. Un basilare punto di riferimento per i primi adepti seicenteschi del settore, che ebbero un altrettanto basilare trait-d’union nella “Battaglia di Tullo Ostilio” contro i Veienti e i Fidenati” affrescata nel palazzo dei Conservatori in Campidoglio da Giuseppe Cesari detto il Cavalier d’Arpino per il Giubileo del 1600. Proprio alla temperie culturale ruotante intorno al Cesari, assunto a caposcuola del filone bellico ad indirizzo conservatore, appare essersi rifatto l’autore della presente battaglia, da individuare nel suo stesso collaboratore, nonché fratello minore, Bernardino Cesari, che si espresse con un’indubbia energia positiva che ben si confaceva alla rappresentazione delle “scene belliche”. Stringenti affinità figurative si possono rilevare con il “S.Cesareo dinanzi ai giudici”, in San Cesareo a Roma e in alcune opere pubblicate da H.Roettgen, quali “Lotta tra i centauri e i lapiti”, il “San Giorgio che uccide il drago” e “Trionfo di Costantino”, eseguite a fine Cinquecento in San Giovanni in Laterano. Opera corredata da studio critico del prof. G.Sestieri qui in parte ripreso. BASE D’ASTA: 20.000 €

119


ASTA 868 331

DIPINTI ANTICHI E ARREDI

332

333

331

VASO SOLIFLORE IN VETRO DOPPIO, GALLE’ 1900 CA., ovoidale, decoro a fiori nei toni del rosa inciso ad acido su fondo ghiaccio, firma in rilievo a cammeo “Gallé”; etichetta originale sul fondo. h 16 cm

334

333

SCATOLA CON COPERCHIO IN VETRO DOPPIO, GALLE’, 1900 CA., circolare con decoro a rami fioriti nei toni del rosso su fondo miele, doppia firma in rilievo a cammeo “Gallé”. diam. 15 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

SENZA RISERVA

334

332

QUARTA SESSIONE DOMENICA 17 NOVEMBRE 2019 ORE 14,30

VASO IN VETRO DOPPIO, DELATTE, 1910 CA., globulare con decoro a rami con fiori e foglie nei toni del viola su fondo rosa, firma in rilievo a cammeo “ADelatte Nancy”. h 16 cm, larg. 15. SENZA RISERVA

SCATOLA CON COPERCHIO IN VETRO DOPPIO, GALLE’, 1900 CA., trilobata con decoro acquatico e libellula sul coperchio nei toni del blu e azzurro su fondo bianco rosato, doppia firma in rilievo a cammeo “Gallé”. 11x11 cm, h 11,5. BASE D’ASTA: 1.000 €

DAL LOTTO 331 AL LOTTO 440

CADENZA INDICATIVA DEI LOTTI 14:30-15:00 dal Lotto 331 al Lotto 343 15:00-15:30 dal Lotto 344 al Lotto 356 15:30-16:00 dal Lotto 357 al Lotto 369 16:00-16:30 dal Lotto 370 al Lotto 382 16:30-17:00 dal Lotto 383 al Lotto 395 17:00-17:30 dal Lotto 396 al Lotto 408 17:30-18:00 dal Lotto 409 al Lotto 421 18:00-18:30 dal Lotto 422 al Lotto 434 18:30-19:00 dal Lotto 435 al Lotto 440

120

335

336

337

335

337

BASE D’ASTA: 1.500 €

BASE D’ASTA: 1.000 €

VASO IN VETRO DOPPIO, GALLE’, 1900 CA, decoro a foglie e bacche inciso ad acido nei toni dell’azzurro e bruno su fondo giallo, firma in rilievo a cammeo “Gallé”. h 39 cm

336

VASO IN VETRO DOPPIO CON MONTATURA IN BRONZO DORATO, GALLE’, 1900 CA., ovoidale con base e collo a rocaille, coperchio traforato predisposto a lampada, decoro a paesaggio lacustre nei toni del bruno inciso ad acido su fondo rosato, firma in rilievo a cammeo “Gallé”; elettrificazione non verificata. h 30 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

VASO IN VETRO DOPPIO, GALLE’, 1900 CA., ovoidale con collo pinzato e decoro a paesaggio lacustre nei toni del bruno inciso ad acido su fondo rosato, firma in rilievo a cammeo “Gallé”. h 30 cm

338

CORNEILLE THEUNISSEN Anzin 06/11/1863 - Parigi 30/12/1918

La sognatrice ai campi Bronzo e avorio, 30x17 cm h 27; firma in pasta. BASE D’ASTA: 1.000 €


338

339

340

339

VASO IN ARGENTO, USA, ARGENTIERE S.KIRK & SON, INIZIO XX SECOLO, a tromba con decori sbalzati a fiori. g 560, h 31 cm BASE D’ASTA: 500 €

340

VERSATOIO IN ARGENTO, TIFFANY & CO., INIZIO XX SECOLO, piriforme liscio con manico a voluta e decori incisi. g 980, h 30,5 cm BASE D’ASTA: 500 €

341

CHARLES BASKERVILLE Raleigh 1896 - New York 1994

Paravento a tre ante in legno dipinto a fondo oro con agave e due puma, 1934 213,5 x 50,5 cm cad. (totale 213,5x151,5 cm); firma e anno in basso a sinistra; usure. Provenienza: collezione Gianfranco Ferrè. SENZA RISERVA

341

342

342

CHARLES BASKERVILLE Raleigh 1896 - New York 1994 (attribuito a)

Paravento a tre ante in legno dipinto a fondo oro con agave e un cucciolo di leopardo 198,5x50,5 cm cad. (totale 198,5x151,5 cm); usure. Provenienza: collezione Gianfranco Ferrè. SENZA RISERVA

343

TAVOLINO INTARSIATO IN LEGNI VARI, GALLE’, 1890 CA., piano a scudo su tre sostegni, decoro ad intarsio a rami con fiori e foglie di cardo entro paesaggio con grande croce di Lorena; firma ad intarsio “Gallé”. 52,5x49,5 cm, h 73. BASE D’ASTA: 500 €

344

TAVOLINO INTARSIATO IN LEGNI DI VARIA ESSENZA, GALLE’, 1890 CA., a due ripiani con decori floreali e gambe rastremate, firma ad intarsio “Gallé”. 57x33,5 cm h 75. BASE D’ASTA: 1.000 €

343

344

121


346

345

347

345

347

BASE D’ASTA: 1.000 €

BASE D’ASTA: 1.000 €

346

348

LONGUE CHAIR & OTTOMAN, MODELLO 670 E 671, CHARLES E RAY EAMES, ED. H.MILLER, in palissandro e sostegno metallico, imbottiture rivestite in pelle nera; usure. 82x78 cm, h 80 e 64x52 h 45.

TAVOLINO, FORNASETTI, 1960 CA., decoro litografico a testa di Giano Bifronte su fondo verde, sostegni in ottone, etichetta originale sul fondo; usure. diam. 36 cm, h 56. BASE D’ASTA: 1.000 €

LONGUE CHAIR & OTTOMAN, MODELLO 670 E 671, CHARLES E RAY EAMES, ED. H.MILLER, in palissandro e sostegno metallico, imbottiture rivestite in pelle nera; usure. 82x78 cm, h 80 e 64x52 h 45.

LIBRERIA IN LEGNO TINTO DAL MODELLO LB7 DI F.ALBINI, PROBABILMENTE CASSINA, XX-XXI SECOLO, a diversi ripiani a vassoio e doppio elemento con ante, quattro sostegni con piedini ad altezza regolabile; lievi difetti e usure. 260x35 cm h 300 (h massima 308 cm) BASE D’ASTA: 2.000 €

348

349

VASO BIANSATO IN CERAMICA DECORATA A LUSTRI METALLICI, P.MELANDRI, FAENZA, 1930 CA., piriforme con base circolare, decorazione marina verde e oro con meduse; firma “F (simbolo astorre) Melandri Faenza”; settore della base rincollato. h 37 cm Cfr.: Pietro Melandri, a cura di L.Stefanelli Torossi, Roma, 1987; E.Gaudenzi, Pietro Melandri (1885-1976), Faenza, 2002. BASE D’ASTA: 1.500 €

350

ANGELO BIANCINI Castel Bolognese (RA) 1911 - 1988

Figura Ceramica con decoro a lustri metallici, base in legno, h totale 123 cm; apparentemente non firmata. BASE D’ASTA: 3.000 €

122

349

350


351

FRANCESCO NONNI Faenza 04/11/1885 - Faenza 14/09/1976 Arlecchino e Colombina Ceramica policroma, h 35 cm, (base per lampada); marca della manifattura Zoli Faenza. BASE D’ASTA: 2.000 €

352

FRANCESCO NONNI Faenza 04/11/1885 - Faenza 14/09/1976 Pierrot e Colombina Ceramica policroma, h 26 cm; marca della manifattura Zoli Faenza. BASE D’ASTA: 2.000 €

351

352

355

FRANCESCO NONNI Faenza 04/11/1885 - Faenza 14/09/1976 Coppia di danzatori in maschera Ceramica policroma, h 25 cm; marca della manifattura Nuova Ca’ Pirota Faenza; probabile restauro. BASE D’ASTA: 1.500 €

356 TRE LAMPADE DA PARETE MODELLO “CLESSIDRA”, BOBO PICCOLI, PRODUZIONE FONTANA ARTE, 1970 CA., quadrate in vetro bianco con decorazione smerigliata a doppia mezza luna contrapposta, supporto metallico smaltato; usure e lievi scheggiature agli angoli. 50x50 cm

353

SENZA RISERVA

353

FRANCESCO NONNI Faenza 04/11/1885 - Faenza 14/09/1976 Pierrot Ceramica policroma, h 26 cm; marca della manifattura Melandri Focaccia Faenza; lieve felatura. BASE D’ASTA: 2.000 €

354

FRANCESCO NONNI Faenza 04/11/1885 - Faenza 14/09/1976 Coppia di danzatori Ceramica policroma, h 28 cm; marca della manifattura Zoli Faenza. BASE D’ASTA: 2.000 €

354

355

123


357

361

DODICI SEDIE IN CILIEGIO, XIX SECOLO, a gondole, schienali centrati da lira formata da colli di cigno e gambe mosse; usure. 47x40 cm h 90.

CASSETTONE LUIGI XVI INTARSIATO, TORINO, XVIII SECOLO, a tre cassetti intarsiato a filettature geometriche, sostegni rastremati; lievi sbeccature e usure. 117x52,5 cm, h 85.

BASE D’ASTA: 500 €

BASE D’ASTA: 500 €

361

357

358

362

TAVOLO OVALE IN MOGANO E BRONZO DORATO IN STILE LUIGI XVI, INIZIO XX SECOLO, gambe rastremate, decori con placche in bronzo dorato a rosoni e meandri sulla fascia, festoni e piedi a foglie; usure; dotato di due tipi di prolunghe d’epoca successiva. 148x118 cm h 81.

358

BASE D’ASTA: 500 €

CASSETTONE A RIBALTA INTARSIATO IN NOCE, PIEMONTE, XVIII SECOLO, fronte a cassetti e calatoia celante vano con cassettini interni, decori a volute e riserve in legno chiaro; usure e restauri. 119x55 cm, h 99,5. BASE D’ASTA: 500 €

362

359

363

COPPIA DI BRACCI IN FERRO FORGIATO E DORATO, XVII-XVIII SECOLO, a formare coppia di applique a due fiamme rette da ricche volute di foglie intrecciate; difetti e usure; supporto ligneo moderno. larg. 58 cm h 54.

359

COPPIA DI POLTRONE IN LEGNO DIPINTO, PIEMONTE, XVIII SECOLO, braccioli curvi e gambe mosse, sedute e schienali imbottiti; usure, restauri e ridipinture. 60x45 cm, h 89,5. BASE D’ASTA: 500 €

SENZA RISERVA

363

360

364

TRITTICO DA CAMINO IN BRONZO DORATO, FINE DEL XIX SECOLO, composto da pendola e coppia di candelabri a tre fiamme, cassa sormontata da figure orientaliste quadrante con numeri romani entro cartouche; danni, usure, mancanze e movimento da revisionare. h 48 e 44,5 cm

360

124

CASSETTONE A RIBALTA IN NOCE, FINE DEL XVIII SECOLO, fronte a tre cassetti e calatoia celante tiretti interni, monogramma intarsiato “CP” sul fronte; restauri e usure. 114x53,5 cm, h 108. BASE D’ASTA: 500 €

BASE D’ASTA: 500 €

QUARTA SESSIONE, DOEMNICA 17 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 331 AL LOTTO 440

364 CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


365

JAN BAPTIST LAMBRECHTS Anversa 1680 - 1731

Scena conviviale all’aperto Olio su tela, 58,5x49,5 cm BASE D’ASTA: 2.500 €

365

366

JAN JURIAENSZ VAN BADEN 1604 - 1663

Interno con figure, 1651 Olio su tavola, 53x40,5 cm, firma e data in basso a destra. BASE D’ASTA: 1.000 €

366

367

ALEXANDER VAN BREDAEL Anversa 1633 - Anversa 14/07/1720

Interno di un fienile con figure e armenti Olio su tela, 51,5x60,5 cm; firmato “A.V.Bredael F.” in basso a sinistra. Provenienza: collezione privata Milano; Sotheby’s Amsterdam, novembre 1993; Philips Londra, luglio 1992. BASE D’ASTA: 2.500 €

367

125


368

372

VASSOIO IN PORCELLANA POLICROMA, FINE DEL XIX SECOLO, a due manici, decoro con scena galante con figure in costume, bordure policrome e in oro; restauro a un manico. 52x35 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

PIATTO IN PORCELLANA POLICROMA, VIENNA, 1802, decoro con figura allegorica su cocchio trainato da amorini con fiaccola, bordi in oro e policromi; datario impresso. diam. 24,5 cm

372

BASE D’ASTA: 1.000 €

368

369

373

COPPIA DI TAZZE CON PIATTO IN PORCELLANA, VIENNA, XVIII SECOLO, a campana, decoro policromo a rami di bacche intrecciati a nastri rosa; restauro ad un manico. diam. 13,5 cm h 7. SENZA RISERVA

373

369

370

370

BASE D’ASTA: 500 €

TRE TAZZE CON PIATTO IN PORCELLANA, SEVRES, 1846, decoro policromo con amorini e monogramma coronato in oro entro riserva su fondo rosa, bordure in oro; marca con datario e “Chateau des Tuileries”. diam. 13 cm h 6,5. SENZA RISERVA

PLACCA IN PORCELLANA, SEVRES, XIX SECOLO, ovale con decoro raffigurante la regina Ortensia di Beauharnais, iscrizione entro riserva in oro “REINE HORTENSE” e firma “DAVID SEVRES” in basso a destra. 30,5x22 cm Hortense Eugénie Cécile Bonaparte, nata de Beauharnais, regina consorte d’Olanda, fu figliastra dell’Imperatore Napoleone I, essendo figlia della sua prima moglie Joséphine de Baeuharnais. Più tardi divenne moglie del primo fratello, Luigi Bonaparte, re d’Olanda e madre di Napoleone III, Imperatore dei francesi.

374

374

GRANDE VASO CON COPERCHIO IN PORCELLANA, XIX SECOLO, ovoidale con cimatura a figura, decoro policromo a fiori e festoni a rilievo; qualche restauro e sbeccatura. h 66 cm SENZA RISERVA

371

375

COPPIA DI CANDELABRI IN BRONZO DORATO E PORCELLANA, XIX SECOLO, a cinque fiamme con sostegno a putto e placca in porcellana policroma alla base; lievi difetti e usure. h 47 cm

PIATTO OVALE IN PORCELLANA “FLORA DANICA”, ROYAL COPENHAGEN, XX SECOLO, decoro botanico policromo con profili in oro. 35,5x28 cm SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

375 371

126


376

376

PITTORE DEL XIX SECOLO Capriccio con rovine romane e figure Olio su tela, 175x240 cm BASE D’ASTA: 3.000 €

377

GHERARDO POLI Firenze 1674 - Pisa 1739 (ambito di)

Prospettiva con architetture e porto con galera nello sfondo Olio su tela, 81x60,5 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

377

QUARTA SESSIONE, DOEMNICA 17 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 331 AL LOTTO 440

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75

127


379

378

378

DOMENICO GARGIULO DETTO MICCO SPADARO Napoli 1612 - Napoli 1675 (cerchia di)

Martirio di san Lorenzo Olio su tela, 98x145 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

379

VIVIANO CODAZZI Bergamo 1604 - Roma 1670 (attribuito a)

Veduta marina da un arco con figure Olio su tela, 40x32 cm BASE D’ASTA: 500 €

380

380

JACQUES COURTOIS DETTO IL BORGOGNONE Saint Hyppolite 1621 - Roma 14/11/1676

Scontro di cavalieri Olio su tela, 36x57 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

381

PITTORE DEL XVIII SECOLO Scontro di cavalieri Olio su tela, 35,5x46,5 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

381

128

QUARTA SESSIONE, DOEMNICA 17 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 331 AL LOTTO 440

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


382

PIETRO MAURIZIO BOLCKMAN Gorcum 1640 - Torino 1710

Mercato con architetture classicheggianti, sullo sfondo veduta di Nizza marittima Olio su tela, 100x105,5 cm Pietro Maurizio Bolckman si trasferisce molto giovane a Roma, poi nel 1669 in Liguria per arrivare a Torino sicuramente nel 1679, divenendo nel 1704 Priore dell’Accademia di san Luca, carica assai prestigiosa che indica il raggiunto successo ed il perfetto inserimento sociale nell’ambiente artistico della capitale sabauda. Dopo la sua morte nel 1710 viene redatto un grande inventario dei suoi dipinti e beni che è da considerarsi come uno dei più interessanti documenti per la storia della pittura in Piemonte all’inizio del Settecento. Nel documento vengono elencati duecentoventidue dipinti, fra cui numerose sono le vedute di città italiane e sabaude. In particolare l’inventario del 1710 descrive un dipinto “rappresentante il castello di Nizza”: un quadro che nel 1725 diverrà proprietà personale del figlio Ignazio. Il soggetto del dipinto testimonia in maniera precisa la permanenza a Nizza Marittima del pittore. Nell’opera in esame è rappresentata proprio la veduta del porto di Nizza con un pittoresco mercato in primo piano. Il porto di Nizza è perfettamente riconoscibile anche tramite un confronto con due dipinti attribuibili al Bolckman che attualmente sono alla fondazione Umberto e Maria José di Savoia di Ginevra e che rappresentano “L’entrata di Vittorio Amedeo II a Nizza” e “L’imbarco di Vittorio Amedeo II a Nizza”, opere datate intorno al 1689. Come in questo dipinto appare infatti ben visibile nelle tele ginevrine la porta Pairolière di Nizza con le sue torrette, il castello, la città alta fortificata. Considerato il particolare interesse topografico dell’opera, è necessario notare la particolare piacevolezza della scena nel suo insieme. In primo piano, secondo uno schema tipico del Bolckman, si colloca un mercato che si svolge in parte fra le sontuose colonne di un’architettura barocca; la folla, ricca di connotazioni esotiche, è dipinta con maestria e vivacità coloristica. Spiccano vari momenti della narrazione pittorica, quale quello centrale con una bella dama molto elegante che discute con un personaggio con un turbante piumato che pare un mercante orientale, o quello del pacifico pescatore con lunga pipa comodamente sdraiato accanto ad un grosso cane. Sulla sinistra in basso due popolani giocano a morra mentre vicino a loro due persone mercanteggiano con un turco. Nel dipinto compaiono molteplici elementi riscontrabili anche in altre opere del Bolckman del periodo ligure; un raffronto particolarmente convincente può essere istituito con le tele raffiguranti la “Piazza della SS.Annunziata a Genova”, “Piazza del mercato di Genova con il palazzo ducale”, il “Mercato di Albenga”, la “Festa sulla riva del mare”, un “Porto” con rovine classicheggianti. Tutte opere databili fra il 1669 e il 1679. Di pochi anni successiva questa tela, eseguita presumibilmente intorno al 1685, certamente non successiva all’anno 1706, quando Luigi XIV fece smantellare il castello e le fortificazioni di Nizza Marittima. La dama in primo piano, con il suo abbigliamento tipicamente secentesco ed una modesta “fontange” sul capo contribuisce ad indicare una datazione verso il 1685. Opera in fase di pubblicazione, corredata da studio critico della prof.ssa Arabella Cifani qui in parte ripreso. BASE D’ASTA: 7.000 €

129


384

383

383

SCUOLA ROMANA DEL XVIII SECOLO Paesaggi fluviali con astanti e architetture Penna acquarellata su carta applicata su tela, 23x33 cm; cornici coeve. SENZA RISERVA

384

GASPARD DUGHET

385

Roma 1615 - Roma 27/05/1675 (seguace di)

Paesaggio fluviale con figure, armenti e la tomba di Cecilia Metella all’Appia Antica Olio su tela, 97x135 cm; cornice antica. BASE D’ASTA: 1.500 €

385

GASPARD DUGHET Roma 1615 - Roma 27/05/1675 (seguace di)

Paesaggio fluviale con bagnanti Olio su tela, 97x135 cm; cornice antica. BASE D’ASTA: 1.500 €

386

SCUOLA ROMANA DEL XVIII SECOLO Paesaggio fluviale con figure Olio su tela, 38,5x46,5 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

386

130

QUARTA SESSIONE, DOEMNICA 17 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 331 AL LOTTO 440

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


387

387

ANDREA LOCATELLI Roma 19/12/1695 - Roma 19/02/1741 (cerchia di)

Paesaggio fluviale con la pesca miracolosa Tempera su carta, 37,5x53,5 cm; cornice antica. BASE D’ASTA: 5.000 €

388

CLAUDE JOSEPH VERNET Avignone 1714 - Parigi 1789 (cerchia di)

Marina in burrasca Olio su rame, 36,5x45 cm BASE D’ASTA: 2.000 €

389 MICHELANGELO CERQUOZZI Roma 02/02/1602 - Roma 06/04/1660 (seguace di)

Paesaggio con viandanti Olio su tela, 45,5x32,5 cm

388

SENZA RISERVA

131


390

393

CASSETTONE A RIBALTA CON ALZATA IN RADICA DI NOCE, INGHILTERRA, XVIII SECOLO, fronte a cassetti con calatoia e cassettini interni, sopralzo con ante a specchi centinati; usure e sbeccature. 105x60 cm, h 202.

COPPIA DI SEDIE IN NOCE, TOSCANA, XVI SECOLO, schienali sagomati ad asso di coppe e sedute ottagonali; restauri, lievi mancanze e usure. 31x45 cm, h 99. BASE D’ASTA: 1.500 €

BASE D’ASTA: 1.000 €

393

394

391

390

INGINOCCHIATOIO IN LEGNO EBANIZZATO INTARSIATO IN AVORIO, XVIII SECOLO, fronte a cassetti con decori ad intarsio geometrici; restauri, usure e sbeccature. 73x58,5 cm, h 96,5

MODELLO DI MOBILE IN NOCE E LEGNO EBANIZZATO, ROMA, XVII SECOLO, fronte con cassetti e montanti a colonna tortile su base gradinata e sagomata, piano con croce di Malta ad intarsio, fianchi con nicchia architettonica di cui una con iscrizione incisa su cartiglio “PIETRO*P”; sbeccature e usure. 68,5x36,5 cm h 54.

BASE D’ASTA: 1.500 €

394

BASE D’ASTA: 2.000 €

392

391

SCRITTOIO DA CENTRO LUIGI XIV LASTRONATO IN LEGNI VARI CON INTARSI IN OTTONE, PIEMONTE, PRIMA META’ DEL XVIII SECOLO, piano con profili in ottone e decoro con figure entro riserve geometriche a spinato, cassetti e tablette scorrevole sul lato opposto, piedi ferini ebanizzati; lievi restauri e usure. 92,5x55,5 cm, h 84,5.

395: piano

395

Provenienza: Collezione privata, Piemonte; già raccolta privata dei Conti di Sambuy.

TAVOLO CON PIANO INTARSIATO IN LEGNI DI VARIA ESSENZA, XVIII SECOLO, decoro a doppia riserva centrata da viandante e angelo entro cartiglio a volute di foglie e fiori retto da scimmie e volatili, gambe tortili con traversa di raccordo; usure, restauri e sostituzioni. 97x63 cm h 79.

BASE D’ASTA: 2.500 €

BASE D’ASTA: 1.000 €

392

132

392

395


396

TANKARD GIORGIO II IN ARGENTO, LONDRA, 1754, ARGENTIERI W.SHAW & W.PRIEST, troncoconico liscio con coperchio bombato incernierato, manico a voluta. g 650, h 18,5 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

397

TANKARD GIORGIO III IN ARGENTO, LONDRA, 1772, ARGENTIERI W.PITTS & J.PREEDY, liscio con manico a voluta; ammaccatura. g 650, h 19 cm

397

396

BASE D’ASTA: 2.000 €

398

COPPA GIORGIO III IN ARGENTO, LONDRA, 1774, ARGENTIERE T.WALLIS, liscia con manici a voluta. g 400, h 14 cm SENZA RISERVA

399

COPPA IN ARGENTO, LONDRA, 1909, PER ASPREY LONDON, a due manici con doppia voluta e costolatura centrale. g 1690, 43,5x29 cm h 28.

398

399

BASE D’ASTA: 500 €

400

CAFFETTIERA GIORGIO II IN ARGENTO, LONDRA, 1734, ARGENTIERE F.SPLISBURY, troncoconica liscia con manico in legno a voluta e cimatura a trottola. Peso lordo g 630, h 23,5 cm SENZA RISERVA

401

CAFFETTIERA GIORGIO III IN ARGENTO, LONDRA, 1770, ARGENTIERE T.WALLIS, piriforme liscia con manico in legno a voluta e stemma inciso. Peso lordo g 820, h 28 cm SENZA RISERVA

400

401

133


402

PITTORE BOLOGNESE DEL XVII SECOLO Ecce Homo Olio su rame, 24,5x19 cm

406

PITTORE DEL XVIII SECOLO Trasporto del corpo di Cristo Olio su tela, 115x91 cm BASE D’ASTA: 500 €

BASE D’ASTA: 500 €

403

PITTORE DEL XVII SECOLO Santa Margherita d’Antiochia Olio su tela, 46x33 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

407

MATEO CEREZO Burgos 1637 - Madrid 1666 (seguace di)

L’elemosina di san Tommaso da Villanova Sanguigna su carta, 44,5x36 cm Il disegno raffigura, in controparte, la stessa scena che compare in un dipinto di Mateo Cerezo del 1660 circa, che si trova al Louvre. BASE D’ASTA: 1.000 €

404

408

BASE D’ASTA: 500 €

SENZA RISERVA

PITTORE LOMBARDO DEL XVII SECOLO San Girolamo Olio su tela, 82x72 cm

405

PITTORE DEL XVIII SECOLO Cristo alla colonna Olio su prima tela, 43,5x33,5 cm; cornice originale.

PITTORE DEL XVIII SECOLO San Francesco in preghiera Olio su tela, 92x96,5 cm; opera priva di cornice.

409

PITTORE DEL XVIII SECOLO Martirio di sant’Andrea Olio su tela, 92x68 cm SENZA RISERVA

SENZA RISERVA

134

QUARTA SESSIONE, DOEMNICA 17 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 331 AL LOTTO 440

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


410

410

SIMON DE VOS Anversa 20/10/1603 - Anversa 15/10/1676 (attribuito a)

Gesù in casa di Marta e Maria Maddalena Olio su tela, 97x130 cm BASE D’ASTA: 7.000 €

411

CARLO MARATTA Camerano 1625 - Roma 1713 (attribuito a)

Immacolata Olio su tela, 32,5x23,5 cm; cornice antica in legno scolpito e dorato con luce ovale. Dall’originale di Carlo Maratta nella chiesa di Sant’Isidoro a Roma, cappella della Concezione. BASE D’ASTA: 3.000 €

411

135


412

413

414

412

SCUOLA EMILIANA DEL XVII SECOLO Miracolo del fuoco (san Gennaro ?) Olio su tela, 86,5x68,5 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

413

CARLO DOLCI Firenze 25/05/1616 - Firenze 17/01/1686 (seguace di)

Cristo con l’Eucaristia Olio su tela, 87x72,5 cm BASE D’ASTA: 1.500 €

414

PITTORE EMILIANO DEL XVIII SECOLO Il Beato Cristoforo di Romagna Olio su tela, 142x102 cm; reca iscrizione in basso “B.CHRISTOFORVS CA.ANEVS” (Beato Christoforo Carducaneus); opera priva di cornice. Il dipinto è rarissima iconografia del Beato Francescano nato verso 1172 che si recò a predicare e a vivere in Francia, morendo centenario a Cahors nel 1272 circa (in latino Civitas Cadurcorum) BASE D’ASTA: 1.000 €

415

415

PITTORE DEL XVI SECOLO Maria Maddalena Olio su tela, 124x98,5 cm Iconograficamente la figura si rifà a quella della Maddalena, posta sulla destra della Deposizione di Correggio (1524), oggi alla Galleria Nazionale di Parma. Esiste una tela assai simile, attribuita ad un anonimo fiammingo, nella collezione della banca CARIPLO di Milano. Esiste anche, in controparte, un’incisione di Adrian Collaert (1560 circa - 1618). BASE D’ASTA: 2.000 €

415a 415a

PITTORE DEL XVII SECOLO Maria Maddalena distesa Olio su tela, 70x143 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

136

QUARTA SESSIONE, DOEMNICA 17 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 331 AL LOTTO 440

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


416

DOMENICO GUIDOBONO Savona 1668 - Napoli 1746 (attribuito a)

San Domenico Olio su tela, 123x97 cm BASE D’ASTA: 8.000 €

137


417

417

GIOVANNI MICHELE GRANERI Torino 28/09/1708 - Torino 26/02/1762 Scena di carnevale con suonatori e astanti (il pittore e sua moglie?) Olio su tela, 63x79 cm; cornice coeva. Il delizioso dipinto rappresenta una allegra scena di carnevale con un adulto e un bambino travestiti da Pulcinella. La donna sulla sinistra che sorride e conversa con un ventaglio in mano e l’uomo sulla destra che suona un violino potrebbero essere il pittore stesso e sua moglie. Documenti del 1747/1748 (cfr. A Cifani, F, Monetti, I Piaceri e le Grazie, Torino 1993, vol. 2°, doc. del cap. 5) segnalano Giovanni Michele Graneri fra i membri dell’Orchestra del Regio. Un dipinto del 1747 circa, firmato Graneri, rappresenta una coppia: l’uomo, che assomiglia molto a quello del dipinto qui in studio, potrebbe essere il pittore autoritrattosi, la donna, che troviamo identica in molte altre tele, potrebbe essere la graziosa moglie, Francesca Canicoschi, sposata a Torino nel 1747 e qui rappresentata più avanti nell’età, probabilmente verso il 1755-60. BASE D’ASTA: 5.000 €

418

SCUOLA VENETO LOMBARDA DEL XVIII SECOLO Ritratto di gentildonna con pappagallo Olio su tela, 81,5x65 cm

418

138

BASE D’ASTA: 1.500 €


419

GIOVANNI MARIA DALLE PIANE DETTO IL MULINARETTO Genova 1660 - Monticelli d’Ongina 28/06/1745 Ritratto di giovane gentiluomo in armatura Olio su tela ovale, 112x86 cm Provenienza: collezione privata, Milano. Risulta piuttosto agevole verificare le congruenze d’impaginazione, di morfologia e di stile dell’opera proposta con numerosi altri ritratti di Giovanni Maria delle Piane, detto il Mulinaretto. Dal “Ritratto di gentiluomo con elmo” della Galleria di Palazzo Rosso a Genova al “Ritratto di gentiluomo” di Palazzo Bianco sempre a Genova tra i cui esiti formali ben si bilanciano col nostro ritratto, innervato su sostrati francesi, alla Rigaud, acutezze naturalistiche di gusto più avanzato. Proprio dai modi stilistici si può collocare questo dipinto al periodo della piena maturità dell’artista, intorno o dopo il 1710, quando il Mulinaretto, che aveva avuto contatti fin dal 1695 con la Corte dei Farnese, si trasferisce per un lungo periodo a Parma e quindi a Piacenza dove esegue, tra gli altri, quel “Ritratto del Conte Gian Angelo Gazzola” (Piacenza, Istituto Gazzola) che presenta vive analogie col nostro, anche per rapporto con gli esiti della ritrattistica di Fra Galgario, ben noti al pittore genovese. Non a caso l’opera qui proposta era considerata, dalla collezione privata di appartenenza, come un “Giovane di Casa Farnese”. Bibliografia: F.Sborgi “Il ritratto a Genova nel Seicento e nel Settecento” in “La pittura a Genova e in Liguria dal Seicento al primo Novecento” GE, 1987 (fig.249); C.Marcenaro “Pittori genovesi a Genova nel Seicento e nel Settecento” cat.mostra, GE, 1969 (n.147). Opera corredata da studio critico del prof. U.Ruggeri qui in parte ripreso. BASE D’ASTA: 3.500 €

419

420

CONSOLE IN LEGNO SCOLPITO E DORATO, GENOVA, PRIMA META’ DEL XVIII SECOLO, montanti a volute centrati da busti di figure muliebri alate con piede a ricciolo, traverse di raccordo mosse centrate da testa leonina, grembiale a volto muliebre con fiori entro volute di foglie, piano sagomato in marmo verde; usure, lievi restauri e mancanze. 116x58 cm h 88,5. BASE D’ASTA: 6.000 €

420

139


421

GASPAR NETSCHER Heidelberg 1639 - L’Aia 15/01/1684 (attribuito a)

Vertumno e Pomona Olio su tela, 122x112 cm Il dipinto raffigura Vertumno e Pomona ed evoca un episodio mitologico. Vertumno, divinità che presiedeva al cambio delle stagioni, si innamorò di Pomona, la dea dei frutti, ma fu sempre respinto. La dea infatti aveva fatto voto di castità. Vertumno prese allora le sembianze di una vecchia, le si avvicinò, le parlò lungamente e la convinse alle nozze. Netscher, che lavorava all’Aia, fu autore di ritratti, scene di genere e quadri storico-mitologici. Era affiancato da una fiorente bottega e seguito dai suoi due figli. Caratteristica delle sue tele è l’uso di colori chiari e brillanti. BASE D’ASTA: 8.000 €

140

QUARTA SESSIONE, DOEMNICA 17 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 331 AL LOTTO 440

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


422

PIETER FRANSZ DE GREBBER Haarlem 1600 - Haarlem 1652 (attribuito a)

Susanna e i vecchioni Olio su tela, 128x101 cm La tela è attribuita a Pieter de Grebber, pittore olandese che discende da una famiglia di artisti cattolici. Evidente nella tela l’influsso da Rubens, Rembrandt e dai Caravaggisti di Utrecht, con venature e citazioni dal classicismo italiano di Guido Reni. BASE D’ASTA: 8.000 €

141


423

PITTORE ROMANO DEL XVII SECOLO Ritratto di uomo con barba Olio su tela, 37,5x32 cm; cornice antica. BASE D’ASTA: 4.000 €

424

PITTORE DEL XVII SECOLO Ritratto dell’imperatore Giulio Cesare Olio su tela ottagonale, 58x49 cm BASE D’ASTA: 500 €

425

SCUOLA ROMANA DEL XVIII SECOLO Lucrezia Olio su tela ovale, 95,5x80 cm BASE D’ASTA: 1.000 €

426

PITTORE DEL XVII SECOLO Pallade Olio su tavola, 51x41,5 cm; cornice in legno scolpito e dorato d’epoca successiva; sbeccature.

BASE D’ASTA: 500 €

423

424

142

425

QUARTA SESSIONE, DOEMNICA 17 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 331 AL LOTTO 440

426

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


427

CARLO PREDA Milano 1651 - Milano 27/01/1729

Allegoria dell’Estate Olio su tela, 101,5x71,5 cm; cornice antica in legno scolpito e dorato. La bella e vivace figura femminile è una allegoria dell’Estate, da attribuire con sicurezza al pittore milanese Carlo Preda, la cui prima attività rivela un’affinità stilistica con i maestri genovesi di fine Seicento, conosciuti dall’artista indirettamente dopo i suoi primi anni di formazione a Milano. La tela è opera giovanile, databile fra 1680 e 1690; in essa si riscontra una festosa e sontuosa magniloquenza coloristica di gusto ancora genovese con echi dal Piola e dal De Ferrari. BASE D’ASTA: 8.000 €

143


428

SCUOLA EMILIANA DEL XVIII SECOLO (Pittore attivo a Parma nella seconda metà del XVIII secolo)

Sant’Alessandro I papa e martire appare a san Bertoldo di Parma e gli ordina di andare a Roma Olio su tela, 163x123,5 cm Il dipinto, di iconografia quasi unica, raffigura san Bertoldo da Parma (1072-1111). San Bertoldo è venerato a livello locale e la storia della sua vita è nebulosa. Di origine anglosassone, fin da bambino incominciò ad aiutare il padre nel mestiere di calzolaio (avevano bottega all’interno del monastero delle monache di Sant’Alessandro di Parma). A soli dodici anni, ricevuto il consenso dei genitori, si fece monaco. Oblato benedettino del monastero di Sant’Alessandro a Parma, Bertoldo divise la sua vita tra la preghiera, il servizio della chiesa e del monastero, la cura degli infermi e la questua per i poveri. In età adulta visitò San Pietro in Roma e l’ospedale di Sant’Antonio a Vienna. Fu autore, secondo la tradizione, di diversi miracoli. Nella tela è narrato, secondo una antica vita di san Bertoldo, stampata nel 1624, il momento in cui il santo nella notte vede apparire nella sua cella sant’Alessandro I papa e martire con tutte le sue insegne, che lo invita ad andare a Roma in pellegrinaggio. Esiste nella chiesa di sant’Alessandro di Parma un dipinto di Ludovico Tiarini, da cui l’autore di questo quadro ha certamente tratto alcuni spunti ispirativi. Il culto di san Bertoldo è limitato a Parma e segnatamente alla chiesa di Sant’Alessandro. BASE D’ASTA: 6.000 €

428

429

BARTOLOMEO CESI Bologna 16/08/1556 - Bologna 11/07/1629 (seguace di)

La nascita della Vergine Olio su tela, 104,5x152 cm Il dipinto è fortemente debitore nella sua composizione alla analoga scena affrescata fra 1591 e 1594 da Bartolomeo Cesi per la Cappella di Santa Maria dei Bulgari a Bologna e oggi nota solo tramite fotografie storiche. Quest’opera, di buona qualità e di epoca secentesca, è anche preziosa testimonianza di un’opera distrutta durante l’ultima guerra mondiale. BASE D’ASTA: 2.500 €

429

144

QUARTA SESSIONE, DOEMNICA 17 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 331 AL LOTTO 440

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


431 430

430

COPPIA DI POTICHE CON COPERCHIO IN PORCELLANA, CINA, XVIII SECOLO, decoro policromo a giardino orientale e volatili su fondo bianco con profili in oro; difetti e usure. h 26 cm Provenienza: già Antichità Segre, Roma. BASE D’ASTA: 500 €

431

SCULTORE DEL XVIII SECOLO Sacra Famiglia Il sogno di san Giuseppe Coppia di bassorilievi in legno scolpito, 23,5x27 cm; mancanze. unite a due rilievi in legno dorato a mecca raffigurante l’Annunciazione, h cm 30; usure e sbeccature. SENZA RISERVA

432

432

COPPIA DI APPLIQUE IN PARTE IN ARGENTO, XVIII SECOLO, placche a muro sbalzate a volute e rocaille; bracci con foglie in metallo argentato d’epoca successiva; restauri e mancanze. h 44 cm e larg. 27,5. SENZA RISERVA

433

433

CASSETTONE A RIBALTA CON ALZATA IN NOCE E RADICA DI NOCE, VENETO, XVIII SECOLO, fronte mosso e calatoia celante cassettini e vani, alzata con due ante sagomate centrate da specchi, cimasa a timpano spezzato con modanature a più ordini, piedini mossi; usure e lievi restauri. 108,5x54,5 cm, h 245. BASE D’ASTA: 4.000 €

145


434

PITTORE VENETO DEL XVII SECOLO La regina Zenobia sconfitta attende di essere imprigionata dai romani Olio su tela, 140x108 cm Zenobia Settimia (Palmira 240-Tivoli 275) fu la prima e unica Regina di Palmira, e divenne monarca indipendente sottraendosi al controllo di Roma. A Palmira si creò una corte fastosa e illuminata, circondata da filosofi e intellettuali del tempo, e il distacco e la politica ostile a Roma svelò ben presto mire espansionistiche in numerosi territori assoggettati al dominio romano. La sua cattura e la resa a seguito di un lungo assedio della città videro Zenobia prigioniera portata a Roma in catene d’oro ma risparmiata dalla condanna a morte e, secondo una versione storica, protetta a Tivoli da Aureliano nel lusso di una enorme villa dove rimase fino alla morte. BASE D’ASTA: 2.500 €

434

435

PITTORE ROMANO DEL XVII SECOLO Il giudizio di re Salomone Olio su tela, 107x144 cm La figura centrale del soldato è ispirata alla figura di un soldato dipinta da Raffaello in una analoga scena della stanza della Segnatura in Vaticano. BASE D’ASTA: 2.000 €

436

PITTORE NAPOLETANO DEL XVII SECOLO Giuseppe e la moglie di Putifarre Olio su tela, 98x136 cm

435

Provenienza: Già collezione duchessa Maria Caracciolo (allegata dichiarazione notarile degli eredi). Il dipinto raffigura l’episodio biblico nel quale la moglie di Putifarre, capo delle guardie del faraone d’Egitto, cerca di sedurre Giuseppe, schiavo del marito e figlio di Giacobbe, e ne è respinta. Una qualità pittorica più alta è ravvisabile nella figura di Giuseppe. Le due figure occupano gran parte della superficie del quadro; pochi i riferimenti d’ambiente limitati alla tenda e al letto. Il pittore si colloca nel solco della tradizione pittorica napoletana della seconda metà del Seicento. BASE D’ASTA: 2.000 €

146

436 QUARTA SESSIONE, DOEMNICA 17 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 331 AL LOTTO 440

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


437

ANGELO SOLIMENA Canale Serino 17/11/1629 - Nocera dei Pagani 1716

La cena in Emmaus Olio su tela, 126x171 cm; reca tracce di firma sulla lama del coltello. Il dipinto è opera di Angelo Solimena, padre del grande Francesco, nato e vissuto quasi tutta la vita a Nocera Inferiore (anticamente Nocera dei Pagani). Angelo fu allievo di Francesco Guarini. Molto apprezzato dagli ordini religiosi e dalla nobiltà locale, lavorò attivamente nel territorio di residenza valendosi anche di illustri protettori come la famiglia Orsini del ramo pugliese. Dipinse pale e tele sacre ove prevalgono, come in questo caso, moderata ed austera eleganza, nitidezza compositiva e una scansione di figure e fatti molto chiara e intellegibile dai fedeli. Angelo Solimena dipinse anche molte opere in collaborazione con il figlio. La tela reca tracce di firma, non leggibile, sul coltello in primo piano. Significativo il rapporto con opere note e firmate da Angelo Solimena, come gli affreschi della chiesa del SS. Salvatore di Calvanico, nei quali sono presenti figure maschili dai tratti e dagli atteggiamenti molto simili. Per l’opera si veda la relativa scheda della Fototeca Zeri n. 52331 (Anonimo napoletano). Si ringrazia il professor Stefano Causa per l’attribuzione dell’opera. BASE D’ASTA: 20.000 €

147


438

GIUSEPPE CESARI DETTO CAVALIER D’ARPINO Roma 1568 - Roma 1640 (ambito di)

Cristo nell’orto degli ulivi Olio su tela, 100,5x182,5 cm L’importante dipinto trae la sua ispirazione da una composizione di Giuseppe Cesari il Cavalier d’Arpino delineata in un affresco nella Sagrestia di San Martino a Napoli (1589-97). Sebbene le pose delle figure siano abbastanza simili, l’affresco di San Martino è più intimo e non dinamico come questo dipinto caratterizzato da una illuminazione drammatica e da un denso chiaroscuro. La popolarità e il successo della composizione del Cavalier d’Arpino è confermata dalle numerose repliche e copie esistenti sia in musei pubblici americani (Allen Memorial Art Museum, Oberlin College), sia presenti nel tempo sul mercato antiquario. Sono note repliche o varianti della composizione in collezioni romane fra fine Ottocento e primo Novecento, nella collezione della Uppark House, nel Sussex. Arpino aveva una vasta bottega caratterizzata da una organizzazione lavorativa particolarmente studiata e da una attenta omogeneità qualitativa. Fra i suoi maggiori allievi segnaliamo il raffinato Bernardino Parasole, che potrebbe essere l’autore di quest’opera. BASE D’ASTA: 10.000 €

148

QUARTA SESSIONE, DOEMNICA 17 NOVEMBRE 2019, DAL LOTTO 331 AL LOTTO 440

CANALE SKY 825 - CANALE DIGITALE TERRESTRE 75


439

TADDEO BALDINI Firenze 1623 - 1694 (attribuito a)

Aurora si innamora di Titone Olio su tela, 255,5x204 cm; opera priva di cornice. Il dipinto, databile al sesto decennio del Seicento, appare confrontabile con altre opere dell’artista fiorentino Taddeo Baldini, pittore apprezzato per le raffigurazioni sacre e profane e vicino a maestri fiorentini del tempo quali Lorenzo Lippi e Vincenzo Dandini. Fu anche accademico nell’importante istituzione cittadina dell’Accademia del Disegno, nella quale entrò nel 1648, dopo aver lasciato la bottega di Matteo Rosselli, suo primo maestro. Bibliografia: F.Baldassarri, A.Agresti, Studi di storia dell’arte in onore di Fabrizio Lemme, Roma, 2017, p.183. BASE D’ASTA: 15.000 €

149


440

GIOVANNI SERODINE Ascona 1600 - Roma 10/06/1631 San Pietro Olio su tela, 78x65 cm; cornice coeva in legno scolpito e dorato. L’opera rappresenta un vecchio coperto da una veste marrone, sovrastata da un manto abbastanza riccamente panneggiato di bruno scuro. Nella sua mano destra tiene un grosso libro: con ogni probabilità il personaggio raffigurato è San Pietro. L’accostamento del dipinto al corpus serodiniano è sostenibile sia dal punto di vista tipologico che da quello stilistico; la figura del vecchio ricorda infatti nei tratti somatici altri personaggi ritratti dal pittore: il personaggio centrale del “Cristo tra i dottori” di Parigi, il “San Girolamo” di Torino, il personaggio centrale del “Tributo della moneta” di Edimburgo. L’impaginazione del dipinto appare inoltre paragonabile a quella del “Ritratto del Padre” custodito al museo civico di Lugano. Il dipinto in esame è presumibilmente da collocare temporalmente intorno al 1625, cronologicamente prossimo alle due tele Asconesi “Invito ad Emmaus” e “I figli di Zebedeo”. Opera corredata da relazione critica del prof. Rudy Chiappini qui in parte ripresa. BASE D’ASTA: 20.000 €

150


151


INDICE DEI LOTTI -AAmigoni Jacopo: 291 Amorosi Antonio: 68 Angeli Giuseppe: 161 Appiani Andrea: 69 Argenti d’epoca: 48, 49, 50, 56, 59, 70, 71, 72, 73, 74, 75, 76, 77, 165, 166, 167, 168, 169, 170, 195, 230, 240, 241, 242, 243, 244, 266, 267, 268, 318, 319, 320, 321, 322, 323, 396, 397, 398, 399, 400, 401, 432 Argenti Recenti: 1, 2, 3, 4, 5, 339 Autori Vari: 259 Avorio: 265, 269, 272 Avorio europeo: 271, 273, 274 -BBaccarat: 226 Baldini Taddeo: 439 Baldung Hans: 147 Baskerville Charles: 341, 342 Bassano: 312 Battaglioli Francesco: 302 Beeldemaker Adriaen Cornelisz: 249 Beinaschi Giovanni Battista: 110 Bellucci Antonio: 293 Biancini Angelo: 350 Bison Giuseppe Bernardino: 55, 288 Bolckman Pietro Maurizio: 382 Bonvicino Alessandro detto il Moretto: 129 Bosch Hieronymus: 211 Brandi Domenico: 23 Brandi Giacinto: 124 Bredael Alexander Van: 367 -CCaccia Orsola Maddalena: 15 Caliari Paolo Detto Paolo Veronese: 146 Caliari Paolo il Veronese: 215 Canal Giambattista: 329 Carracci Annibale: 94 Carriera Rosalba: 283 Cassissa Nicolò: 16a, 18 Ceramica: 315, 317 Cerezo Mateo II: 407 Cerquozzi Michelangelo: 389 Ceruti Giacomo Antonio il Pitocchetto: 206 Cesari Bernardino: 330 Cesari Giuseppe detto Cavalier d’Arpino: 438 Cesi Bartolomeo: 429 Cignani Felice: 91 Cina: 81, 306, 430 Codazzi Viviano: 379 Courtois Jacques detto il Borgognone:

380 Crespi Daniele: 210 -DDa Cortona Pietro: 186 Da Ponte Leandro: 141 De Coninck David: 248 De Grebber Pieter Fransz: 422 De Pierlas Cais Hippolyte: 62 De Vos Simon: 410 Delatte Andre’: 332 Delle Piane Giovanni Maria: 419 Design: 345, 347, 348 Di Ridolfo Lodi Pittore: 252 Dolci Carlo: 413 Dughet Gaspard: 384, 385 -FFinck: 313 Fontana Arte: 356 Fornasetti: 346 Fracanzano Francesco: 194 Franceschini Marcantonio: 89 Fyt Jan: 260 -GGallé: 331, 333, 334, 335, 336, 337, 343, 344 Gargiulo Domenico: 378 Gennari Bartolomeo: 96 Gimignani Giacinto: 93 Ginori: 178 Godyn Abraham: 164 Graneri Giovanni Michele: 417 Graziani Francesco: 53 Grevenbroeck Orazio: 301 Guardi Francesco: 295 Guidobono Domenico: 416 -IIcona Russa del XIX secolo: 111, 231, 245, 247, 262 -KKupezky Johann: 192 -LLalique: 224, 227, 228, 229 Lambrechts Jan Baptist: 365 Legnani Stefano Maria: 88 Lely Peter: 208 Lenci: 222 Leoni Ludovico detto il Padovanino: 128 Licinio Bernardino: 144 Lippi Lorenzo: 189 Locatelli Andrea: 387 Lodi: 314

Londonio Francesco: 261 Longhi Pietro: 298 Ludwigsburg: 177 Luini Bernardino: 220 -MMaestri Michelangelo: 57, 58, 160 Maestro di Marradi: 216 Maestro di Serumido: 218 Magnasco Alessandro: 324, 325, 327 Maratta Carlo: 411 Marchioni Elisabetta: 253, 255 Meissen: 98, 99, 100, 101, 102, 103, 104, 105, 174, 175, 176, 179, 180, 181, 182 Melandri Pietro: 349 Migliara Giovanni: 275 Mignon Abraham: 256 Mobile del XIX secolo: 7, 9, 14, 19, 32, 113, 193, 233, 234, 357 Mobile del XVI secolo: 393 Mobile del XVII secolo: 132, 152, 153, 391 Mobile del XVIII secolo: 8, 10, 30, 47, 61, 78, 82, 115, 117, 119, 120, 130, 131, 133, 171, 235, 308, 309, 310, 311, 361, 362, 363, 364, 390, 392, 394, 395, 420, 433 Mobile del XX secolo: 191, 232, 270, 358 Mola Pier Francesco: 97 Muttoni Pietro detto della Vecchia: 326 -NNetscher Gaspar: 421 Nonni Francesco: 351, 352, 353, 354, 355 Nuvolone Carlo Francesco: 108 -OOggettistica Varia: 6, 28, 31, 39, 40, 41, 42, 43, 44, 45, 116, 140, 148, 149, 150, 151, 196, 197, 200, 201, 221, 307, 359, 371 Orologio da muro: 237 Orologio da tavolo: 33, 35, 36, 37, 38, 118, 236, 238, 239, 360 -PPellini Eugenio: 225 Piazzetta Giovanni Battista: 106, 294 Pittoni Giovanni Battista: 162 Pittore Bolognese del XVII Secolo: 402 Pittore del XIX secolo: 46, 60, 66, 91a, 278, 280, 281, 286, 376 Pittore del XVI secolo: 143, 212, 218a, 415


Pittore del XVII secolo: 16, 20, 21, 24, 79, 87, 126, 190, 203, 246, 403, 415a, 424, 426 Pittore del XVIII secolo: 12, 22, 83, 84, 95, 114, 125, 188, 282, 284, 285, 292, 381, 405, 406, 408, 409 Pittore emiliano del XVII secolo: 13 Pittore emiliano del XVIII secolo: 414 Pittore Fiammingo del XVIII secolo: 25, 155, 276, 304 Pittore ligure del XVII secolo: 11 Pittore Lombardo del XVII secolo: 254, 404 Pittore lombardo del XVIII secolo: 122 Pittore napoletano del XVII secolo: 436 279 Pittore neoclassico, inizio XIX secolo: 65, 157 Pittore romano del XVII Secolo: 123, 205, 209, 423, 435 Pittore veneto del XVII secolo: 92, 434 Pittore veneto del XVIII secolo: 202 Poli Gherardo: 377 Porcellana: 29, 172, 173, 368, 374 Preda Carlo: 427 -RRamenghi Giovanni Battista, Bagnacavallo: 213 Rigaud Hyacinthe: 204 Rizzi Marcantonio: 251 Rizzoli Giovanpietro: 217 Rossi Nicola Maria: 184 Royal Copenhagen: 375 Rubati Pasquale (Manifattura): 316 -SSagrestani Giovanni Camillo: 264 Scacciati Andrea: 263 Scultore del XIX secolo: 34, 250 Scultore del XVII secolo: 135, 137, 156, 305 Scultore del XVIII secolo: 112, 134, 136, 139, 431 Scuola emiliana del XVII secolo: 412 Scuola emiliana del XVIII secolo: 428 Scuola inglese del XIX secolo: 121 Scuola Inglese del XVI secolo: 207 Scuola inglese del XVIII secolo: 277 Scuola italiana del XIX secolo: 80 Scuola lombarda del XVII secolo: 258 Scuola lombarda del XVIII secolo: 85 Scuola napoletana del XVII secolo: 187 Scuola napoletana del XVIII secolo: 54 Scuola romana del XVI secolo: 214

Scuola romana del XVIII secolo: 163, 383, 386, 425 Scuola veneta del XIX secolo: 300 Scuola veneta del XVI secolo: 142 Scuola veneta del XVII secolo: 90, 154, 296 Scuola veneto lombarda del XVIII secolo: 418 Seekatz Johann Konrad: 26, 27 Segala Giovanni: 183 Serodine Giovanni: 440 Simonini Francesco: 303 Snyders Frans: 257 Solimena Angelo: 437 Stern Ignazio: 290 Stringa Francesco: 107 Strozzi Bernardo detto il Cappuccino: 109 Sèvres: 370, 373 -TTheunissen Corneille: 338 Tiepolo Lorenzo: 287, 289 Tiffany & Co.: 340 Torri Flaminio: 185 Trotti Giovanni Battista il Malosso: 158 -VVacca Giovanni: 63, 64 Van Baden Jan Juriaensz: 366 Van Balen Henrick: 159 Van Loo Charles-Andre’: 67 Veneziano Paolo: 219 Vernet Claude Joseph: 388 Veronese Bonifacio: 127 Vienna: 198, 199, 369, 372 Viso Nicola: 51, 52 Von Creuznach Conrad Faber: 145 -ZZais Giuseppe: 299 Zanchi Antonio: 328


Compilare questo modulo in tutte le sue parti e inviare please fill this form and mail

MODULO DI REGISTRAZIONE

Casa d’Aste dal 1979

PRIVACY Gentile Cliente, nel ringraziarLa, Le ricordiamo che i dati da Lei direttamente forniti saranno trattati esclusivamente per le finalità di cui all’informativa artt.13/14 Regolamento UE 2016/679; La invitiamo pertanto a leggerla e a sottoscrivere la Sua manifestazione di consenso al fine di consentire il trattamento dei Suoi dati. Pursuant to articles 13/14 of the UE Regulation 2016/679, we invite you to acknowledge the information on the processing of personal data.

Casa delle Aste MEETING ART S.p.A. CORSO ADDA, 7-11 13100 VERCELLI

a mezzo fax/by fax to 0161 229327-8 o via e-mail/by e-mail registrazioni@meetingart.it

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: TEL. 0161.2291 TUTTI I DATI SONO OBBLIGATORI PER LE PERSONE FISICHE (*) DATI OBBLIGATORI PER LE DITTE E LE SOCIETA’

NOME E COGNOME: INDIRIZZO DI RESIDENZA: CAP

PROV

CITTA’

TEL.

FAX

CELL.

E-MAIL: NATO/A IL:

A:

COD. FISCALE: (*) REGISTRAZIONE DITTA/SOCIETA’

RAGIONE SOCIALE: INDIRIZZO: CAP

CITTA’

TEL.

PROV FAX

E-MAIL: PARTITA IVA: (*) DATI PER LA TRASMISSIONE DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA

CODICE DESTINATARIO UNIVOCO OPPURE PEC (POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA)

Per la partecipazione alle aste è necessario allegare fotocopia del documento d’identità Nel caso si tratti di Società o Ditte individuali, allegare fotocopia del documento d’identità del Legale Rappresentante DOC. D’IDENTITA’ TIPO: DEL:

N°: SCADENZA:

RILASCIATO DA:

LUOGO

DATA

FIRMA


® Casa d’Aste dal 1979

INFORMATIVA A NORMA DEGLI ARTT. 13/14 GDPR 679/2016 (Regolamento Europeo sulla protezione dei dati personali)

Gentile Cliente, la presente informativa viene resa ai clienti persone fisiche e alle persone fisiche che operano in nome e per conto dei clienti persone giuridiche, ai sensi dell’art.13/14 GDPR 679/2016 (Regolamento Europeo sulla protezione dei dati personali). 1) IDENTITA’ E CONTATTI DEL TITOLARE: il Titolare del Trattamento è la società Casa delle Aste Meeting Art S.p.a. – Corso Adda, 11 – 13100 Vercelli (VC) – P.IVA | C.F. 00497130021 – privacy@meetingart.it - identificato nella persona del suo legale rappresentante pro tempore. 2) CATEGORIE DI DATI TRATTATI: dati personali anagrafici, comuni, identificativi quali a titolo esemplificativo ma non esaustivo, dati contenuti nella copia del documento d’identità (quali nome, cognome, indirizzo di residenza o domicilio, sesso, professione, stato civile), recapiti telefonici e/o e-mail, codice fiscale, dati bancari etc. 3) FONTE, FINALITA’ E BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO: a. Il trattamento è necessario all’esecuzione di un contratto di cui l’interessato è parte (art. 6 comma 1 lett. b GDPR) esecuzione di obblighi derivanti da un contratto/incarico del quale Lei è parte o per adempiere, prima e dopo l’esecuzione del contratto, a Sue specifiche richieste. Per tale finalità non è richiesto il Suo preventivo consenso al trattamento dei dati, dal momento che la base giuridica che ne legittima il trattamento è la necessità di eseguire un contratto con Lei intercorrente e/o dar seguito a Sue specifiche richieste. Solo in caso di abbonamento omaggiato da terzi, i Suoi dati possono essere raccolti dal soggetto che La omaggia dell’abbonamento. b. Per il perseguimento del legittimo interesse del titolare del trattamento (art. 6 comma 1 lett. f GDPR) qualora sia necessario, trattiamo i vostri dati anche oltre il mero adempimento contrattuale, per salvaguardare interessi legittimi nostri o di terzi. Per tale finalità non è richiesto il Suo preventivo consenso (es. finalità di corretta e legittima verifica, accertamento, esecuzione e documentazione delle attività connesse a deleghe ricevute etc.). c. Per adempiere un obbligo legale (art. 6 comma 1 lett. c GDPR) per le finalità connesse agli obblighi previsti da leggi, da regolamenti e dalle normative, anche in materia di antiriciclaggio, nonché da disposizioni impartite dalle Autorità, non è richiesto il Suo preventivo consenso al trattamento dei dati, dal momento che la base giuridica che ne legittima il trattamento è la necessità di disporre di tali dati personali per adempiere ad un obbligo legale al quale è soggetto il Titolare del Trattamento. d. In base al consenso espresso dall’interessato (art. 6 comma 1 lett. a GDPR) per la finalità di marketing per ricevere le nostre newsletter, materiale pubblicitario, cataloghi di aste e mostre e per l’invio di comunicazioni relative alle Sue offerte, acquisti, documenti in genere via e-mail (richiesto consenso per la particolarità degli acquisti legata all’esigenza dell’acquirente di mantenere la riservatezza sugli stessi). Le è riconosciuta la facoltà di esprimere o negare il consenso barrando le apposite caselle nell’apposito modulo dedicato alle manifestazioni di volontà. Il consenso espresso può essere revocato in ogni momento. La revoca è valida per il futuro e non riguarda il trattamento avvenuto in precedenza. Avete la possibilità di richiedere in ogni momento l’elenco dei consensi prestati. 4) MODALITA’ DI TRATTAMENTO: i dati saranno trattati attraverso ausili cartacei ed elettronici e Le assicuriamo di aver posto in essere tutte le misure ritenute necessarie e/o opportune per mantenere l’integrità dei dati, per prevenirne la perdita, anche accidentale, nonché l’accesso abusivo. 5) DESTINATARI DEI DATI PERSONALI: i dati personali trattati non saranno oggetto di diffusione, ma di comunicazione a soggetti ben definiti. Sulla base dei ruoli e delle mansioni lavorative espletate, il personale interno ed esterno è legittimato al trattamento nei limiti delle loro competenze ed in conformità alle istruzioni ad essi impartite dal Titolare. Gli stessi dati potranno essere comunicati ai soggetti legittimati ad accedervi in forza di disposizioni di legge, regolamenti e normative, a società di recapito corrispondenza, banche ed istituti di credito, società di recupero crediti, studi legali, società di manutenzione hardware/software/web, studi professionali/società eroganti servizi contabili, fiscali, tributari, lavoratori autonomi/occasionali, corrieri, spedizionieri, procacciatori d’affari, Enti Terzi, società preposte che svolgono per conto del Titolare servizi di natura tecnica ed organizzativa, assistenza e consulenza. 6) TRASFERIMENTO EXTRA UE DEI DATI: la gestione e la conservazione dei dati personali avverrà su server ubicati all’interno dell’Unione Europea. I dati non saranno oggetto di trasferimento al di fuori dell’Unione Europea. Resta in ogni caso inteso che il Titolare, ove si rendesse necessario, avrà facoltà di spostare l’ubicazione dei server in Italia e/o Unione Europea e/o Paesi extra-UE e/o di utilizzare servizi in cloud. In tal caso, il Titolare assicura sin d’ora che il trasferimento dei dati extra-UE avverrà in conformità alle disposizioni di legge applicabili stipulando, se necessario, accordi che garantiscano un livello di protezione adeguato e/o adottando le clausole contrattuali standard previste dalla Commissione Europea. 7) CONSERVAZIONE DEI DATI: il Titolare del trattamento conserva e tratta i dati personali per il tempo strettamente necessario ad adempiere alle finalità indicate ovvero per il periodo imposto dalle vigenti disposizioni in materia civilistica, fiscale, normativa. 8) DIRITTI DELL’INTERESSATO E REVOCA DEL CONSENSO: a norma degli artt.15 e ss. del GDPR 679/16, l’interessato può esercitare i suoi diritti scrivendo al Titolare del Trattamento all’indirizzo soprariportato oppure a mezzo mail all’indirizzo privacy@meetingart.it; resta ferma la possibilità, nel caso in cui si ritenga non soddisfatto l’esercizio dei propri diritti, di proporre reclamo all’Autorità Garante. 9) PROCESSI DECISIONALI AUTOMATIZZATI: il Titolare non effettua trattamenti che consistano in processi decisionali automatizzati sui dati trattati. 10) CONFERIMENTO DEI DATI: il conferimento dei dati è obbligatorio in base ad adempimenti di legge, regolamenti, normative e condizionante la possibilità di adempiere correttamente ed efficacemente agli obblighi contrattuali assunti; pertanto un eventuale rifiuto al conferimento comporterà l’impossibilità di adempiere agli obblighi contrattuali assunti. Il conferimento dell’indirizzo e-mail per l’invio di materiale pubblicitario, newsletter, cataloghi di aste e mostre e di svolgere attività promozionali, documenti è facoltativo. MODULO RACCOLTA DEL CONSENSO PRESSO L’INTERESSATO Manifestazione di consenso al trattamento dei dati personali ai sensi dell’articolo 7 del regolamento generale europeo n.679/2016 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali. In relazione all’Informativa fornitagli dalla Casa delle Aste Meeting Art S.p.a, il sottoscritto dichiara di aver letto e compreso l’informativa allegata in ogni punto e di fornire la propria manifestazione di volontà in merito ai trattamenti la cui base giuridica è il consenso libero ed informato. Il sottoscritto …………………………………………..…………… C.F. …………………………………………………..

A) AUTORIZZO ALL’INVIO DI NEWSLETTER PROMOZIONALI/MATERIALE PUBBLICITARIO/ATTIVITA’ PROMOZIONALI IN GENERE (E-MAIL FORNITA IN FASE DI REGISTRAZIONE) PRESTO IL CONSENSO NEGO IL CONSENSO Arte moderna e contemporanea

Dipinti XIX e XX secolo

Orologi moderni e d’epoca

Gioielli moderni e d’epoca

Antiquariato (Arrredi e dipinti antichi)

Tappeti Orientali

B) B1 - AUTORIZZO ALL’INVIO DI NOTIFICHE RELATIVE ALLE MIE OFFERTE E RIEPILOGHI RELATIVI AI MIEI ACQUISTI VIA E-MAIL (E-MAIL FORNITA IN FASE DI REGISTRAZIONE) PRESTO IL CONSENSO

NEGO IL CONSENSO

B2 - AUTORIZZO ALL’INVIO DI DOCUMENTI A ME INTESTATI (ES. FATTURE) VIA E-MAIL(E-MAIL FORNITA IN FASE DI REGISTRAZIONE) PRESTO IL CONSENSO NEGO IL CONSENSO Luogo e data, _________________________

Firma dell’interessato _________________________


NON SVENDERE... MA VENDI ALL’ASTA

GLOSSARIO TERMINI ED ESPRESSIONI UTILIZZATI NELLA DESCRIZIONE E NELLA SCHEDATURA DEI LOTTI. Con questa terminologia Meeting Art esprime un’opinione e non un dato di fatto per quanto riguarda l’attribuzione, l’origine, la data, l’età, la provenienza e le condizioni dei lotti contenuti in questo catalogo. Inoltre Meeting Art raccomanda vivamente agli acquirenti di visionare personalmente i lotti offerti i quali sono soggetti alle condizioni di vendita.

Su richiesta del mandante è possibile ottenere una anticipazione immediata FINO AD UN MASSIMO del 25% del valore dei lotti affidati per la vendita. Tale possibilità è a discrezione del responsabile di settore e comunque soggetta ad autorizzazione della Direzione. Le somme anticipate verranno stornate al momento della liquidazione dei lotti venduti. Nel caso in cui i lotti non vengano venduti o le somme anticipate superino il totale ricavato dai lotti venduti, la somma anticipata o il residuo della stessa dovrà essere restituita contestualmente al ritiro dei lotti invenduti.

DILAZIONI DI PAGAMENTO MEETING ART Si rivolge a tutti i clienti che vogliono investire in opere d’arte, d’antiquariato e nel collezionismo. IL SERVIZIO Viene offerta la possibilità dalla MEETING ART senza alcuna mediazione da parte di terzi e si sviluppa in un massimo di 10 mesi senza interessi. COME FUNZIONA Il dilazionamento viene offerto per acquisti 5.000,00 (anche con importo minimo di più opere) per ogni singola asta e si sviluppa come segue: Pagamento immediato dei diritti d’asta il rimanente importo suddiviso in 10 rate con versamenti mensili. ATTENZIONE I lotti soggetti a questo tipo di dilazione verranno custoditi gratuitamente presso la sede della MEETING ART e verranno consegnati all’acquirente ad avvenuto pagamento dell’importo totale. IN OGNI CASO I DIRITTI D’ASTA ANDRANNO SALDATI A VISTA. Al momento della sottoscrizione a questo servizio verrà rilasciato dalla MEETING ART un documento con il prospetto delle scadenze mensili delle rate che il cliente acquirente dovrà firmare. CONTATTI ED INFORMAZIONI: Casa delle Aste MEETING ART SpA Tel. 0161.2291

®

1.1820, ARGENTIERE... A nostro parere la punzonatura conferma il luogo, l’anno e l’esecutore. 2. PARIGI... o FRANCIA... 1820 ca. A nostro parere, pur non presentando punzoni leggibili o mancanti, è riconducibile al luogo e al periodo indicato. 3. DI GUSTO... o DI STILE... o IN STILE... A nostro parere il giudizio è inerente esclusivamente al modello e alla fattura decorativa dell’oggetto, non attribuendolo all’epoca storica dello stile indicato. 4. PESO LORDO Il lotto è stato pesato con le parti non in argento (es. manici in legno, zavorrature etc.) di cui non era possibile la separazione. Il peso netto è espresso solo con i grammi, non inferiore a quello indicato. 5. GUIDO RENI A nostro parere si tratta di un’opera dell’artista indicato. 6. GUIDO RENI (attribuito a) A nostro parere si tratta di un’opera, tutta o anche solo in parte, probabilmente dell’artista indicato. 7. GUIDO RENI (Bottega di) A nostro parere si tratta di un’opera realizzata nella bottega o studio dell’artista, quindi attribuibile, anche dubbiosamente, ad un allievo di cui non si conosce l’identità e probabilmente sotto la sua supervisione. 8. GUIDO RENI (Cerchia di) o (Ambito di) A nostro parere si tratta di un’opera realizzata durante la vita 9. GUIDO RENI (Seguace di) A nostro parere si tratta di un’opera realizzata da abile mano, non necessariamente un allievo, vicino all’artista indicato anche non contemporaneo e databile anche ad un’epoca successiva. 10. GUIDO RENI (Maniera di) o (Stile di) A nostro parere si tratta di un’opera realizzata nello stile dell’artista di epoca successiva. 11. (da Guido Reni) A nostro parere si tratta di una copia di un’opera conosciuta dell’artista indicato. 12. .... , XVII secolo... (e tutti i secoli indicati) A nostro parere si tratta di un’opera appartenente a questo periodo storico e sono indicazioni orientative suscettibili a margini di approvazione.

IMPORTANTI AVVERTENZE Se non espressamente indicato, non viene garantito che gli orologi siano intatti e funzionanti. Si consiglia perciò vivamente di ispezionare tali lotti prima della partecipazione all’asta. In caso di aggiudicazione di lotti di particolare fragilità si invitano i gentili clienti a provvedere direttamente al ritiro o a servirsi di trasportatori d’arte specializzati. Le condizioni di conservazione dei dipinti antichi non sono generalmente indicate in catalogo. Eventuali richieste specifiche o condition report andranno inviate via mail ad info@meetingart.it Meeting Art casa d’aste non assicura la possibilità di organizzare il trasporto e l’imballaggio di lotti di particolare ingombro o fragilità: per tali lotti gli acquirenti dovranno farsi carico interamente dello spostamento e della gestione del ritiro degli stessi. Si pregano i clienti acquirenti di informarsi prima della partecipazione all’asta sulle possibili modalità di ritiro dei lotti di interesse. Tutti i lotti che contengono componenti elettriche ed elementi predisposti per elettrificazione non vengono verificati. Meeting Art casa d’Aste non ne garantisce l’effettivo funzionamento. Si ricorda inoltre che la descrizione dei lotti in vendita, presente sul catalogo e sul buono di vendita, viene effettuata il più accuratamente e dettagliatamente possibile. La direzione ricorda che per quanto riguarda l’acquisto di materiali come: l’avorio, la tartaruga e il corallo di prestare attenzione alle leggi dei paesi che regolano l’importazione, quindi di informarsi sulle procedure doganali e ai relativi permessi necessari.


ACQUISTARE DA MEETING ART CONDIZIONI CONDIZIONIDIDIVENDITA VENDITA Tutte Tutteleleaste astesono sonosottoposte sottopostealle allecondizioni condizionididivenvendita seguito su questo catalogo. Si rac-Si ditapubblicate pubblicatedi di seguito su questo catalogo. comanda ai clienti offerenti di leggere con con attenzioraccomanda ai clienti offerenti di leggere attenne questa sezione contenente i termini d’acquisto di zione questa sezione contenente i termini d’acquiuna in asta.in asta. sto proprietà di una proprietà STIME STIME//BASI BASID’ASTA D’ASTA Accanto Accantoaaciascuna ciascunadescrizione descrizionedei deilotti lottiinincatalogo, catalogo, èèindicata indicatauna unabase based’asta d’astache chenon noninclude includelelecomcommissionididivendita. vendita.L’Asta L’astaèebattuta battutaininEuro Euro(€). €. Inoltre, missioni Inolin alcuni casi,casi, è possibile che vengano indicate delle tre, in alcuni è possibile che vengano indicate stimestime che corrispondono al probabile valore valore di merdelle che corrispondono al probabile cato del lotto. Sia leSia stime che leche basi ripordi mercato del lotto. le stime le d’asta basi d’asta tate in catalogo sono indicative e possono essere riportate in catalogo sono indicative e possono essoggette a revisione. sere soggette a revisione. RISERVA RISERVA prezzo di di riserva riserva corrisponde corrispondealal prezzo prezzominimo minimo IlIl prezzo confidenzialealaldidisotto sottodel delquale qualeil illotto lottonon nonsarà sarà confidenziale venduto.Può Puòessere esseresuperiore superorealla allabase based’asta d’astaindiindivenduto. catasul sul catalogo. catalogo. La La Meeting Art si cata Meeting Art si riserva riservailildiritto dirittodi formulare un’offerta nell’interesse del venditore fino di formulare un’offerta nell’interesse del venditore al raggiungimento della riserva. I lotti senza riserva fino al raggiungimento della riserva. I lotti senza sono segnalati sul catalogo con la dicitura “senza riserva sono segnalati sul catalogo con la dicitura riserva”. “offerta libera”. COMMISSIONE ACQUIRENTI COMMISSIONE Oltre al prezzo diACQUIRENTI aggiudicazione finale l’acquirente Oltre prezzo di aggiudicazione finale l’Acquirente dovràalcorrispondere un premio del 25% (diritti d’Adovrà sta) IVAcorrispondere compresa. un premio del 23% (diritti d’asta). REGIME IVA (REGIME DEL MARGINE) REGIME IVAeffettuate (REGIMEda DEL MARGINE) Le vendite Meeting Art in virtù di rapLe vendite effettuate dastipulati Meeting Artprivati in virtù di rapporti di commissione con consumaporti commissione stipulati con privati consumatori odicon soggetti IVA, che operano nel regime del tori o con soggetti IVA, che operano neldel regime del Margine, sono assoggettate al regime Margine, margine, sancito 40 dall’art. 40bis DL Per 41/95. tali sancito dall’art. bis D.L. 41/95. taliPer vendite vendite Meeting non applicherà nésui IVAservizi sui servizi Meeting Art nonArt applicherà né l’IVA resi al compratore, né l’IVA sulsul prezzo resi al compratore, né Iva prezzodidiaggiudicazione. aggiudicazioTaleTale regime IVAIVA nonnon si applica allealle vendite di beni ne. regime si applica vendite dei provenienti da soggetti IVA IVA cheche abbiano giàgià debeni provenienti da soggetti abbiano tratto l’imposta detratto l’impostaall’atto all’attodell’acquisto dell’acquistoee alle alle vendite vendidi di beni in temporanea importazione, fattispecie dite beni in temporanea importazione, fattispecie sciplinate dalla disciplinate dallanormativa normativagenerale generale vigente. vigente. L’I.V.A. L’IVA sul prezzo prezzodidiaggiudicazione aggiudicazioneèèrimborsabile rimborsabilesolo soloaa sul fronte di di provata provata esportazione esportazioneExtra-Ue Extra-Ueavvenuta avvenuta fronte entrotre tremesi mesidalla dalladata datadella dellavendita venditalalacui cuidocudocuentro mentazionedidiprova provasia siapervenuta pervenutaininMeeting MeetingArt Art mentazione entroquattro quattro mesi mesi dalla della suddetta sulla entro suddetta data. data. L’I.V.A. L’IVA sulla commissioneeesul sulprezzo prezzodidiaggiudicazione aggiudicazionenon nonèè commissione applicabile a soggetti I.V.A. non italiani residenti in applicabile a soggetti IVA non italiani residenti in paesi Ue. paesi Ue. ESPOSIZIONE PRIMA DELL’ASTA ESPOSIZIONE Le esposizioni prima della vendita sono aperte Le esposizioni prima della vendita sono aperte al al pubblico e si terranno dal sabato antecedente pubblico gratuitamente e si eterranno dal sabato all’inizio della vendita all’asta durante la stessa. Per antecedente l’inizio della vendita all’asta e durante i preziosi e gli orologi l’esposizione si terrà il venerdì, lail sabato stessa. e Per i preziosi e gli orologi l’esposizione si la domenica terrà il venerdì,l’inizio il sabato e la domenica antecedenti antecedente della vendita all’asta e durante l’inizio della vendita all’asta e durante la stessa, I lotti la stessa. invenduti saranno esposti per una settimana dopo la fine della stessa. ALL’ASTA REGISTRAZIONE Per partecipare all’Asta è necessario registrarsi forREGISTRAZIONE ALL’ASTA nendo un documento d’identità valido, il codice fiPer partecipare è telefonico necessarioeessere regiscale, almeno unall’Asta, recapito la liberatoria strati un partecipa documento di identità valido, il per lafornendo privacy. Chi presenziando nel Salone degli Incanti tenuto telefonico e la liberatoria codice fiscale, unèrecapito a ritirare il numero di partecipazione alla reception

sulla privacy. Chi partecipa all’asta presenziando nel (paletta). Salone degli Incanti è agisca tenutoper a ritirare il numero di Nel caso l’acquirente una terza persona alla reception (Paletta). Nel casofattul’acèpartecipazione necessaria una delega scritta. I lotti saranno quirente agisca per una rilasciati terza persona è necessaria rati al nome ed indirizzo una delega scritta. I lottiMeeting sarannoArt fatturati al nome durante la registrazione si riserva il diriteddi indirizzo rilasciatiledurante registrazione. to non accettare offerte la provenienti da coloro che non hanno effettuato la registrazione OFFERTE SCRITTE/TELEFONICHE/VIA INTERNET 24 ore prima dell’inizio dell’asta. Per coloro che non possono partecipare di persona all’Asta, Meeting Art sarà lieta di eseguire offerte OFFERTESCRITTE/TELEFONICHE/VIA INTERNET Per coloro che non possono partecipare di persona scritte, telefoniche o via Internet. Si ricorda che il all’Asta, sarà lieta di eseguire offerte servizio èMeeting gratuito Art e pertanto nessun tipo di responscritte, via internet. Si ricorda sabilità telefoniche potrà essereoaddebitato a Meeting Art,che cheil servizio e pertanto nessun tipo di responnon saràè gratuito responsabile per offerte inavvertitamente sabilità potrà oessere addebitato a Meeting Art,delle che non eseguite per errori relativi all’esecuzione non sarà responsabile per di offerte inavvertitamenstesse, soprattutto in caso compilazione errata, te non eseguite o per errori delle incompleta o comunque poconell’esecuzione leggibile dei Moduli stesse, Offerta.soprattutto in caso di compilazione errata, incompleta o comunque poco leggibile dei Moduli Offerta. Offerte scritte:

Le Offerte Scritte saranno eseguite per conto dell’ofOfferte scritte: ferente al minimo prezzo possibile considerato il Le Offerte Scritte saranno eseguite per conto prezzo di riserva e le altre offerte in sala. Possono dell’offerente al minimo prezzo possibile consideraessere eseguite facendo pervenire la propria offerta to il prezzo di riserva e le altre offerte.Possono esa Meeting Art almeno 24 ore prima dell’inizio sere eseguite facendo pervenire la propria offerta a dell’asta tramite: Meeting Art almeno 24 ore prima dell’inizio dell’A- Fax allo 0161.229327-8. sta tramite: - E-mail offerte@meetingart.it -fax allo a0161 229327-8 - Posta offerte@meetingart.it scrivendo a Casa delle Aste Meeting Art -e-mail S.p.A. scrivendo Corso Adda, 7/11 13100 (VC). -posta a Casa delleVercelli Aste Meeting Art S.p.A. Corso Adda, 7-11 – 13100 Vercelli (VC). Offerte telefoniche: E’ possibile fare offerte prima dell’inizio dell’asta Offerte Telefoniche: e possibile durante fare l’astaofferte stessaprima contattando E’ dell’inizioile numero durante 0161.2291. Previo accordo con0161 l’Ufficio Offerte, per l’asta contattando il numero 2291.Previo aclotti con d’asta uguale o superiore a 500,00 cordo conbase l’Ufficio Offerte, Meeting Art potrà orga€ Meeting Art potràtelefonici organizzare collegamenti nizzare collegamenti durante l’asta. telefonici durantesarà l’asta. All’acquirente è richiesto di All’Acquirente richiesto di comunicare il limite massimo dell’offerta qualora dell’offerta, ci fossero problemi comunicare il limite massimo qualora cidi collegamento telefonico. Per i lottitelefonico. “senza riserva” fossero problemi di collegamento Per i illotti cliente potrà essere maessere solo nel caso ad “offerta libera” contattato il cliente potrà contatfaccia un’offerta su precisa richiesta, equalora tale tato, ma solo nelecaso faccia un’offerta su precisa offerta fosse superata durante l’asta, l’offerente sarà richiesta. Qualora tale offerta fosse superata durante richiamato telefonicamente per poter partecipare l’asta, l’offerente sarà richiamato telefonicamente alla una successiva battuta per gara potercon partecipare alla gara con d’asta. una successiva battuta d’asta. Offerte Via Internet: Per potervia fare offerte tramite internet bisogna esseOfferte internet: re (Vedi “Registrazione Perregistrati poter effettuare offerte tramite all’Asta”) Internet èsuccesnecessivamente il cliente potrà registrarsi al servizio web sario essere registrati (Vedi “Registrazione all’asta”), tramite il collegamento al sito www.meetingart. successivamente il cliente potrà registrarsi al servizio it, dove potrà scegliere un “nome utente” ed una WEB tramite il collegamento al sito www.meetin“password” con i quali, dopo nostra conferma, pogart.it, dove potrà scegliere un “nome utente” ed trà partecipare all’asta attraverso l’apposito link “acuna “password” con i quali, dopo conferma di atticedi” che si trova in home page. Per i nuovi clienti vazione parte mai di Meeting Art, èpotrà partecipare che nondahanno acquistato fissato un tetto all’asta attraverso l’apposito link “accedi”per chelesioffertromassimo di € 5.000, 00 (Cinquemila/00) va in Home Page. te inviate tramite web, è comunque possibile effetPer i nuovi che non hanno telefonicamente. mai acquistato è tuare offerteclienti per importi superiori fissato un tetto massimo di 5.000,00 per le offerte inviate tramite web, è comunque INCREMENTI DELLE OFFERTE possibile effettuare offerte per importi superiori telefonicamente. Per tutti i lotti in catalogo è riportata la Base d’Asta che corrisponde alla cifra di partenza della vendita. INCREMENTI Per i lotti senzaDELLE riservaOFFERTE l’offerta minima è di € 50,00 e Per tuttil’incremento i lotti in catalogo è riportata la Base d’Asta subisce di € 50,00. corrisponde alla cifraincrementi di partenzapari della €che 500,00 a €vendita. 50,00 i lotti ad “offerta libera”, l’offerta è di €Per 1.000,00 incrementi pariminima a € 100,00 €50,00 2.000,00 incrementi pari€. a € 200,00 € e subisce l’incremento di 50,00 € 3.000,00 incrementi pari a € 300,00

500,00 incrementi 50,00 €€4.000,00 incrementipari pariaa€€ 400,00 € €1.000,00 incrementi pari a € 100,00 da 5.000,00 incrementi 200,00 a€ 2.000,00 € 9.000,00 incrementipari pariaa€€ 500,00 3.000,00 incrementi 300,00 €€10.000,00 incrementipari paria a€€ 1.000,00 4.000,00 incrementi 400,00 incrementipari €€20.000,00 paria a€€ 1.000,00 € 5.000,00 incrementi pari a € 1.000,00 €da 30.000,00 € 9.000,00 incrementi 500,00 incrementipari €a40.000,00 paria a€€ 2.000,00 € 10.000,00 incrementi pari a € 1.000,00 Da € 50.000,00 incrementi 2.000,00 a€€ 20.000,00 99.000,00 incrementipari paria a€€ 2.000,00 Da € 100.000,00 incrementipari paria a€€ 2.000,00 € 30.000,00 incrementi 3.000,00 Gli incrementi sopra riportati sonopari sempre discre€ 40.000,00 incrementi a € a4.000,00 zione banditore. da € del 50.000,00 a € 99.000,00 incrementi pari a € 5.000,00 AGGIUDICAZIONI da € 100.000,00 in suE PAGAMENTI incrementi pari a € 10.000,00 Il colpo di martello indica l’aggiudicazione del lotto e in quel sopra momento l’acquirente si assume la Gli incrementi riportati sono sempre a discrepiena zione responsabilità del banditore. del lotto. I risultati della vendita saranno pubblicati dopo l’asta. Gli acquirenti dovranno corrispondere il prezzo di aggiudicazione AGGIUDICAZIONI E PAGAMENTI più i dirittidid’asta e l’I.V.A. Il colpo martello indica l’aggiudicazione del lotto dove applicabile entro 7 giorni si dalassume termine della e in quel momento l’acquirente la piena stessa e dovranno essere ritirati entro 15 responsabilità del lotto. I risultati della vendita sagiorni, trascorsi i quali verranno trasferiti presso una ranno pubblicati dopo l’asta. Gli acquirenti dovranSocietà di magazzinaggio esterna, il costo di tale no corrispondere il prezzo di aggiudicazione più servizio è di € 1,00 giornalieri per ogni singolo ogi Diritti d’asta e l’IVA dove applicabile entro sette getto. Dopo la visione e la conferma di un lotto, non dal termine della contestazioni stessa, e i lotti dovranno sigiorni accettano, a posteriori, sull’integrità essere ritirati entro quindici giorni, trascorsi i quali dell’opera. saranno applicate le spese di assicurazione e custodia, pari ad un importo di € 3,00 giornalieri per ogni Pagamenti: e la conferma di oggetto. Dopo la€visione 1.singolo Contanti fino a 2.999,99 (Duemilanovecentonoun lotto non si accettano, a posteriori, contestazioni vantanove/99). dell’opera. 2.sull’integrità Assegno circolare, soggetto a preventiva verifica con l’Istituto Bancario di emissione. 3.Pagamenti Assegno bancario di conto corrente, previo ac1) Contanti fino a 999,99 € (novecentonovantanove, cordi con la Direzione Amministrativa. euro) Bancario presso: 4.99Bonifico 2) Assegno circolare, soggetto a preventiva verifica BANCA POPOLARE con l’Istituto BancarioDIdiSONDRIO emissione FILIALE DI VERCELLI 3) Assegno bancario di conto corrente, previo accorI di BAN S056 9610 0000 0000 2111 X64 conIT52 la Direzione Amministrativa BIC/SWIFT POSOIT22 4) Bonifico bancario presso: BANCA CARIGE BANCA PiazzaFIDEURAM Zumaglini, 13 - 13100 Vercelli (VC) AGENZIA 001, C.SO DI PORTA ROMANA C.C. n° 509580 – A.B.I. 03431 – C.A.B. 1000016 – CIN C 20122 MILANO IBAN IT04 C0343 1100 0000 0000 509 580 I BAN E032 9601 6010 0006 7177 064 BICIT80 CARIITGG BIC/SWIFT FIBKITMM RITIRO RITIRO DEI saranno LOTTI AGGIUDICATI Gli oggetti ritirati dall’acquirente a sua cura Gli oggetti saranno ritirati dall’acquirente a sua cura e rischio previo pagamento da effettuarsi secondo e rischio previo pagamento da effettuarsi secondo le suddette modalità le suddette modalità. Meeting Art non è responsaRitiro dei lotti aggiudicati bile per danneggiamenti a seguito di modifiche, Gli oggetti saranno ritirati dall’acquirente a sua cura riparazioni o restauri richiesti dall’aggiudicatario. e rischio previo pagamento da effettuarsi secondo le suddette modalità. RITIRO DI LOTTI CON Meeting DELEGAArt non è responsabile per danneggiamenti a seguito modifiche, Nel caso in cui l’acquirente deleghi unaditerza persoriparazioni o restauri richiesti dall’acquirente. na al ritiro, occorre una delega scritta con allegata la Ritiro di lotti con delega d’identità del delegante, fotocopia del documento Nel caso in cui l’acquirente deleghi una terza persooltre alla ricevuta quietanzata dall’Amministrazione na alMeeting ritiro, occorre della Art. una delega scritta con allegata la fotocopia del documento d’identità del delegante, oltre alla quietanzata dall’Amministrazione SPESE DIricevuta TRASPORTO E MAGAZZINAGGIO della“Condizioni Meeting Art.di Vendita”, paragrafo 7. Vedi Spese di trasporto e magazzinaggio Vedi “Condizioni di Vendita”, paragrafo 11. ESPORTAZIONE Vedi “Condizioni di Vendita”, paragrafo 9. Esportazione Vedi “Condizioni di Vendita”, paragrafo 13.


BUYING AT MEETING ART The following translationART is for courtesy purposes BUYING AT MEETING only; for any inconsistency, version shall The following translation isthe forItalian courtesy purposes prevail. only; for any inconsistency, the Italian version shall

prevail. CONDITIONS OF SALE All the auctions are CONDITIONS OF subject SALE to the conditions of sale printed the catalogue. Meeting Artconditions strongly re-of All the in auctions are subject to the commends to read carefully thisArt section, sale printedtheinBidders the catalogue. Meeting stronas contains the purchase conditions all properglyitrecommends the Bidders to readofcarefully this ties in auction. section, as it contains the purchase conditions of all properties in auction. ESTIMATES / STARTING BIDDINGS The estimate /price is printed under the description ESTIMATES STARTING BIDDINGS of every lot inprice the catalogue a starting bid only The estimate is printed as under the description and is notlot inclusive of Buyer’s Premium. The bid estimaof every in the catalogue as a starting only andmay, is not inclusive of Buyer’s Premium. estites at times, approximately represent The the lot’s mates may, times, approximately the market value.atEstimates and starting represent bids are set lot’s in market value. and starting bidsbeare well advance andEstimates may be subject to change set well in advance and may be subject to change fore the auction. before the auction. RESERVE RESERVE The reserve price is the confidential minimum aucThe price, reserve price is the minimum tion below which a lot confidential will not be sold. At tiauction lot willthan not the be estisold. mes, theprice, reservebelow price which may bea higher At times, theinreserve price may be higher than the mate printed the catalogue. Meeting Art reserves estimate in the catalogue. Meeting Art riserthe rightsprinted to place bid(s) in the Seller’s interest, in ve the rights to place bid(s) in the Seller’ s order to match the reserve price. Is the lots interest, are ofin order to match thethese reserve Is the lots are fered without reserve, lots price. are indicated in the offered without reserve, these lots are indicated in catalogue as “Offerta libera” (free bid). the catalogue as “Senza riserva” (free bid). BUYER’S PREMIUM BUYER’S PREMIUM The Buyer’s Premium will be calculated at 23% of the The Buyer’s Premium will be calculated at 25% of Hammer price and is required to be paid additionalthe Hammer price (VAT included) and is required to ly to the Hammer price. be paid additionally to the Hammer price. VAT VAT AND ANDMARGIN MARGINSCHEME SCHEME Meeting MeetingArt’s Art’ssales salesare areregulated regulatedaccording accordingtotocomcommission between private mission between private customers customersororwith withcustocustomers mers subject subject to to VAT VATthat thatoperate operatewithin withinthe themargin margin scheme, 41/895, art. art. 40 of40Italian Law. Mescheme,asasper perD.L. D.L. 41/895, of Italian Law. eting Art will apply VAT VAT neither on services to theto Meeting Art not will not apply neither on services Buyers nor on hammer price.price. The VAT the Buyers northe on final the final hammer The will VAT not be applied on valuables bought by private citiwill not be applied on valuables bought by private zens thatthat havehave previously been subject to VAT nor on citizens previously been subject to VAT valuables temporarily imported,imported, as per current laws. nor on valuables temporarily as per curThe refundable upon producing proof of rentVAT laws.is The VAT is only refundable only upon produExtra UE Export within monthswithin of the3 sale date,ofthis cing proof of Extra UE3Export months the needs to be received bybe Meeting Artby within 4 monsale date, this needs to received Meeting Art ths of the same date. VATsame will not be VAT applied within 4 months of the date. will on notthe be purchase orthe on purchase the Buyer’s for non-Italian applied on orPremium on the Buyer’ s Premium for non-Italian customers living inand a EUforCountry and customers living in a EU Country Italian cufor Italianwho customers reside in EU countries. stomers reside inwho EU countries.

DISPLAYBEFORE BEFORETHE THEAUCTION AUCTION DISPLAY The lots lots will will be be displayed displayedto tothe thepublic publicfree freeofofcharcharThe ge, starting starting from from the the Saturday Saturday before before the the before before ge, the scheduled scheduled date date of of the the auction auctionand andduring duringthe the the auction itself. itself. Jewels Jewels and andWatches Watcheswill willbe bedisplayed displayed auction on the the Fridays, Fridays, Saturdays Saturdays and and Sundays Sundaysbefore beforethe the on scheduled date dateof ofthe theauction auctionand andduring duringthe theaucaucscheduled tion itself. itself. tion REGISTERING TO THE AUCTIONS In order to place bids during any auction, customers must register and provide a valid identification document, telephone number and privacy agreement. Customers who bid in the salesroom must collect a registration number from the reception.

REGISTERING TObids THEonAUCTIONS In order to place behalf of a third party it is In order to place bids during any auction, mandatory to produce a delegation notecustomers in writing. must providetoathe valid identification doAll lotsregister will beand invoiced name and address cument, telephone number and privacy Art agreement. provided during registration.Meeting reserves Customers bid in the must collect a the right notwho to accept bidssalesroom from those who do not registration number frombefore the reception. In order to have registered 24 hours the action. place bids on behalf of a third party it is mandatory to produce a delegation in writing. lots will BIDDING IN WRITING, VIAnote PHONE OR VIAAll INTERNET be invoiced to the andattend addressthe provided For customers whoname cannot auctionduin ring registration. person, Meeting Art will be pleased to accept bids in writing, via phone or via internet. We would like BIDDING WRITING, to remind IN that this service is totally free, however VIA PHONE OR VIAaccept INTERNET Meeting Art cannot responsibility in case the For customers who correctly cannot attend auction in bids are not placed and/orthe in case mistaperson, Meeting Artmade will beinpleased to accept bids kes/omissions were compiling the relevant Bidding Forms. in writing, via phone or via internet. We would like to remind that this service is totally free, however Written Meetingbids Art cannot accept responsibility in case the Bids in writing will beand/or placedinon behalf of bids received are not placed correctly case mistathe Bidder at the minimum price kes/omissions were made inpossible compiling the considerelevant ring the Forms. reserve price and all other bids placed in Bidding person. Written Bids bids can be submitted to Meeting Art at least hours before the start of placed the auction by: of Bids 4received in writing will be on behalf -the FaxBidder to n. +39.0161.229327-8 at the minimum possible price conside-ring Fax the to n.reserve +39.0161.229327-8 price and all other bids placed in -person. Post toBids address assubmitted follows: Casa delle Aste can be to Meeting Art Meeat leting Art S.p.A. Corso Adda, 7/11 13100 Vercelli ast 4 hours before the start of the auction by: (VC) Italy - Fax to n. +39.0161.229327-8 - Fax to n. +39.0161.229327-8 Phone bids - Post to address as follows: Casa delle Aste Bids can be submitted via phone before the start of Meeting Art S.p.A. Corso Adda, 7/11 the live auction or during the auction itself by pho13100 Vercelli (VC) Italy ning +39.0161.2291. Meeting Art will be pleased to Phone bids call the Bidder on the phone during the live auction. Bids can be submitted via phone before the start of Arrangements have to be made prior to the auction the live auction or during the auction itself by phowith our Bid Offices. The Bidder will be required a ning +39.0161.2291. Meeting Art willwith be pleased to maximum bid, in case of problems the phone call arising the Bidder thestarting phone with during thebid live(offerta auctionliline . Foronlots free for lots startingmay bid also equal greater than € bera) thewith customer beorcontacted during 500,00. Arrangements have to be made prior to the live auction, however an offer has be placed and auction ourto BidbeOffices. The Bidder will be athe phone callwith needs specifically requested by required maximum bid, place. in caseInofcase problems with the Biddera for this to take a the phone arisingby . For lots starting freethe bid greater bidline is placed another Bidderwith during (offerta libera) thewill customer may alsoinbe contacted auction, Bidders be called back order to be during liveaauction, however an offer able to the make new relevant higher bid. has be placed and a phone call needs to be specifically requested by the Internet bidsBidder for this to take place. In case a greater bid to is placed another Bidder during the To be able submitbybids via the Internet, custoauction, Bidders willregistered be called (please back in see orderabove). to be mers need to be able to make a new relevant higher After registering, customers will bebid. able to access Internet our web bids services via our website www.meetingart. it, user name password. conTochoosing be able toasubmit bids and via the Internet, Upon customers firmation from Meeting(please Art, customers willAfter then rebe need to be registered see above). able to submit bids through the relevant link onweb our gistering, customers will be able to access our Home new customers, who never bouservicesPage. via ourFor website www.meetingart.it, choosing ght, there is and a limit of 5.000Upon € forconfirmation web offers. from Thea user name password. refore, it is always possible make superior offers Art, customers will to then be able to submit Meeting by phone. bids through the relevant link on our Home Page. For new customers, who never bought, there is a liINCREASES forTHE webBIDS offers. Therefore, it is always mit of 5.000 TO The starting bid ofsuperior each Lotoffers is printed under the depossible to make by phone. scription of the Catalogue. For lots without reserve, bidding generally opens INCREASES TO THE BIDSat a minimum of € 50,00 and increase ofeach eachLot following bidunder is € 50,00. The the starting bid of is printed the de€scription 500,00 €of50,00 the Catalogue. For lots without reserve, € 1.000,00 € 100,00 bidding generally opens at a minimum of 50,00 € 2.000,00 € 200,00 and the increase of each following bid is 50,00. € 3.000,00 € 300,00 € 4.000,00 € 400,00

500,00 50,00 from € 5.000,00 to € 9.000,00 e 500,00 1.000,00 € 1.000,00 100,00 € 10.000,00 2.000,00 € 1.000,00 200,00 € 20.000,00 3.000,00 € 1.000,00 300,00 € 30.000,00 4.000,00 € 2.000,00 400,00 € 40.000,00 5.000,00 to to € 99.000,00 9.000,00 € 2.000,00 500,00 from€ 50.000,00 from 10.000,00 1.000,00 from € 100.000,00 and above € 2.000,00 2.000,00s The20.000,00 above increases are always at the auctioneer’ 30.000,00 3.000,00 discretion. 40.000,00 4.000,00 from 50.000,00 to AND 99.000,00 KNOCKING DOWN PAYMENTS 5.000,00 and above 10.000,00 fromthe100.000,00 After lots are knocked down to the highest bidder, the buyer has the full responsibility on the purThe above increases are sale always the auctioneer’s chase. The results of the willatbe published after the auction. Buyers must pay the final price of the lot discretion. plus buying premium and VAT whereas applicable, within seven days fromAND end of auction. The lots must KNOCKING DOWN PAYMENTS be collected fifteen days thehighest end ofbidthe After the lotswithin are knocked downfrom to the auction; nothas collected this deadline willpurbe der, thelots buyer the full after responsibility on the subject to insurance custody chase. The results of and the sale will besurcharges published od after€ 1,00 day per each single the lots have the per auction. Buyers must paylot. theAfter final price of the lot been displayed and bought atwhereas auction,applicable, we regret plus buying premium and VAT that anyseven complaints about integrity any object within days from end of auction.ofThe lots must cannot be accepted. be collected within fifteen days from the end of the auction; lots not collected after this deadline will be PAYMENT subject to METHODS insurance and custody surcharges od - 3,00 Cashper payment tosingle € 2.999,99. day per- up each lot. After the lots have - been Bank Draft – subject to prior verification Bank displayed and bought at auction, with we regret ofthat emission any complaints about integrity of any object - Cheque – subject to prior arrangement with our cannot be accepted. Administration Department - Wire transfer to: PAYMENT METHODS - Cash payment - up to 999,99. BANCA POPOLARE DI SONDRIO - Bank Draft – subject to prior verification with FILIALE DI VERCELLI Bank of emission I BAN IT52 S056 9610 0000 0000 2111 X64 - Cheque –POSOIT22 subject to prior arrangement with our BIC/SWIFT Administration Department - Wire transfer to: BANCA FIDEURAM BANCA CARIGE AGENZIA 001, C.SO DI PORTA ROMANA 16 Piazza Zumaglini, 13 - 13100 Vercelli (VC) 20122 MILANO C.C.IT80 n° 509580 – A.B.I. 03431 – C.A.B. 10000 – CIN C I BAN E032 9601 6010 0006 7177 064 IBAN IT04FIBKITMM C0343 1100 0000 0000 509 580 BIC/SWIFT BIC CARIITGG COLLECTION OF LOTS AFTER KNOCKING DOWN COLLECTION LOTS AFTER KNOCKING DOWN The lots will beOF collected at the Buyers responsibility Therisk lots after will bepayment collectedahatbeen the Buyers responsibility and received in full as and riskMeeting after payment received in full as above. Art willah notbeen assume responsibility above. Meeting Art will not assume responsibility for damages following modifications, mending for or damages following modifications, mending or restorestoration requested by the customer. ration requested by the customer. COLLECTION BY PROXY IfCOLLECTION the Buyer authorizes a third party to collect the BY PROXY lot(s), is required that aa third written authorization of If theitBuyer authorizes party to collect the delegation is produced, together with a pholot(s), it is note required that a written authorization of tocopy of thenote Buyer’ ID and a receipt from Meeting delegation is sproduced, together with a phoArt’ s Administration. tocopy of the Buyer’s ID and a receipt from Meeting Art’s Administration. DELIVERY COSTS Please see COSTS “Terms and conditions of sale”, paraDELIVERY graph Please7.see “Terms and conditions of sale”, paragraph 11. EXPORT Please see “Terms and conditions of sale”, paraEXPORT graph Please9.see “Terms and conditions of sale”, paragraph 13.


ACQUISTARE DA MEETING ART ART VENDERE DA MEETING CONDIZIONI VENDITA 1. DURATA DI DEL MANDATO A VENDERE E Tutte le aste sono sottoposte alle condizioni di venTERMINI dita pubblicate di seguito questo catalogo. Il mandato a vendere hasuuna durata di anniSi1 raced è comanda clienti offerenti di leggere con rinnovatoaitacitamente, la risoluzione del attenziocontratto ne questa sezionetramite contenente i termini d’acquistocon di dovrà avvenire lettera raccomandata una proprietà in asta. ricevuta di ritorno entro trenta giorni dalla scadenza. Il termine di un anno potrà, tuttavia, essere ulteriorSTIME BASI D’ASTA mente/prorogato in caso di ritardo nella messa in Accanto ciascuna descrizione deiimputabili lotti in catalogo, vendita adel bene per cause non a Meeèting indicata una base d’asta che non include le comArt. Nell’esecuzione del mandato a vendere, MeetingdiArt si riserva la facoltà di decidere: missioni vendita. L’Asta è battuta in Euro (€). Inol(a) le con un lotto offerto in ventre, in modalità alcuni casi, è cui possibile cheviene vengano indicate dita; stime che corrispondono al probabile valore delle (b)mercato la descrizione e l’illustrazione dell’opera nel cadi del lotto. Sia le stime che le basi d’asta talogo oin le catalogo eventualisono relazioni sulle sue condizioni;  riportate indicative e possono es(c) lasoggette data e il luogo dell’asta/e;  sere a revisione. (d) di consultare esperti o restauratori di propria scelta e di fare effettuare esami o analisi in relazione RISERVA o dopo la vendita.  Ilall’opera, prezzo diprima riserva corrisponde al prezzo minimo Si precisa cheal ogni stima casa confidenziale di sotto delfornita quale dalla il lotto nond’aste, sarà scritta o orale, rappresenta un’opinione meramente venduto. Può essere superiore alla base d’asta indiindicativa. Il mandante non potrà afficata sul catalogo. La Meeting Art sidunque riserva ilfare diritto damento su una stima come previsione del prezzo di formulare un’offerta nell’interesse del venditore di vendita. Meeting Art si riserva in ogni caso la fafino al raggiungimento della riserva. I lotti senza coltà di modificare, in ogni momento ed a propria riserva sono segnalati sul catalogo con la dicitura discrezione, ogni stima che abbia fornito. Inoltre, “offerta libera”. ogni rappresentazione, scritta o orale (incluse quelle pubblicate su ogni catalogo), relazione, guida o COMMISSIONE stima, relative adACQUIRENTI ogni caratteristica o qualità dell’oOltre prezzoildi aggiudicazione l’Acquirente pera,alincluso prezzo o il valore, finale costituiscono mere dovrà corrispondere un premio del 23% (diritti opinioni e possono essere modificate prima che d’asta). l’opera sia offerta in vendita, incluso il periodo in cui il lotto è esposto al pubblico. Pertanto, né MeREGIME DEL MARGINE) eting Art,IVA né (REGIME i suoi dipendenti o consulenti saranno Le vendite effettuate Art contenuti in virtù di rapresponsabili di erroridaodMeeting omissioni nelle porti commissione stipulati con privati consumasopradicitate rappresentazioni. tori o con soggetti IVA, che operano nel regime del margine, dall’art. 40bis DL 41/95. 2. SPESEsancito A CARICO DI MEETING ART Per tali vendite Meeting Art non applicherà né IVArelative sui servizi Meeting Art assorbirà tutte le spese alla organizzazione, alladistampa ed alla resi al compratore,alla népubblicità, Iva sul prezzo aggiudicaziodiffusione del catalogo ne. Tale regime IVA nond’asta. si applica alle vendite dei   beni provenienti da soggetti IVA che abbiano già 3. SPESE A CARICO DEL MANDANTE detratto l’imposta all’atto dell’acquisto e alle vendia) di Costi e consegna dei lotti presso la te benidiintrasporto temporanea importazione, fattispecie sede di Meeting Art.  disciplinate dalla normativa generale vigente. L’IVA b) Assicurazione incendio e èfurto 1% da calcolarsi sul prezzo di aggiudicazione rimborsabile solo a sul prezzo di riserva con un minimo di 10 €.  fronte di provata esportazione Extra-Ue avvenuta c) Commissione deldata 30%della calcolata sul Prezzo di Agentro tre mesi dalla vendita la cui docugiudicazionedifino adsia € 999,00 e delin 15% oltre Art tale mentazione prova pervenuta Meeting importo.  entro quattro mesi dalla suddetta data. L’IVA sulla d) Spese sostenute da Meeting Art in nomenon e per commissione e sul prezzo di aggiudicazione è conto del Mandante e spese per operazioni bancaapplicabile a soggetti IVA non italiani residenti in rie ai tassi correnti.  paesi Ue. e) DDS: Diritto di Seguito (Droit de Suite) Dlgs n.118 del 13/02/2006, in vigore dal 9 aprile 2006 in ESPOSIZIONE Italia, ossia il diritto dell’autore (vivente o deceduto Le vendita sono aperteealdi daesposizioni meno di 70prima anni) della di opere di arti figurative pubblico gratuitamente si percentuale terranno dal sul sabato manoscritti a percepire euna prezantecedente l’inizio della vendita all’asta e durante zo di vendita degli originali delle proprie opere in laoccasione stessa. Perdelle i preziosi e gli orologi l’esposizione si vendite successive alla prima. Avterrà il venerdì, il sabato la domenica antecedenti vertenza: la legge n. 34 edel 25 febbraio 2008 (G.U., l’inizio della vendita all’astan.e durante stessa, I2008), lotti supplemento ordinario, 56 del 6la marzo invenduti esposti per una settimana dopo la all’art. 11saranno modifica l’art 150 della legge sul diritto fine della stessa. d’autore (n. 633/41), prevedendo una diversa modalità di computo del diritto. La nuova normativa REGISTRAZIONE è applicabile dalleALL’ASTA vendite effettuate dal 21 marzo Per è necessario regi-e 2008partecipare in poi. Taleall’Asta, diritto sarà a carico delessere Venditore strati fornendosul unprezzo documento di identità valido, il sarà calcolato di aggiudicazione o di vendita uguale o superiore ai telefonico 3.000€ e non in ogni codice fiscale, un recapito e lapotrà liberatoria caso essere superiore ai 12.500€ per ciascun Lotto.

sulla privacy. partecipa all’asta presenziando nel L’importo delChi diritto da corrispondere è così deterSalone degli Incanti è tenuto il numero minato: 4% per vendite fino aa ritirare 50.000€, 3% per dila partecipazione reception Nele caso l’acparte di venditaalla compresa tra(Paletta). 50.000,01 200.000€, quirente una terza personatra è 200.000,01 necessaria 1% per laagisca parte per di vendita compresa delega 0,50% scritta.per I lotti saranno fatturaticompresa al nome euna 350.000€, la parte di vendita ed 350.000,01 indirizzo rilasciati durante la registrazione. tra e 500.000€, 0,25% sul prezzo di vendita oltre i 500.000€. Il diritto di seguito addebitato al OFFERTE sarà SCRITTE/TELEFONICHE/VIA Venditore versato dalla Meeting ArtINTERNET alla S.I.A.E. Perbase coloro che non possono partecipare in a quanto stabilito dalla Legge. di persona all’Asta, Meeting Art sarà lieta di eseguire offerte 4. GARANZIE D’AUTENTICITA’, DIricorda PROPRIETA’ scritte, telefoniche o via Internet. Si che il E CONSENSO ALLA CESSIONE servizio è gratuito e pertanto nessun tipo di responIlsabilità Mandante implicitamente a Meeting potrà garantisce essere addebitato a Meeting Art, che Art al responsabile compratore di proprietario noned sarà peressere offerteil vero inavvertitamente o di essere autorizzato a vendere il bene in questionon eseguite o per errori relativi all’esecuzione delle ne dal proprietario e di poter stesse, soprattutto in caso di legalmente compilazionetrasferire errata, ilincompleta bene ed ilo relativo diritto proprietàdeilibero da comunque pocodileggibile Moduli rivendicazioni da parte di terzi, da ipoteche e da diOfferta. ritti di ritenzione; garantisce inoltre che il bene non èOfferte oggetto di rivendicazione da parte del Governo scritte: o Autorità Statali o Locali e diper aver fornito alla Ledi Offerte Scritte saranno eseguite conto dell’ofMeeting Art tutte le informazioni in suo possesso ferente al minimo prezzo possibile considerato il relativamente alla provenienza del bene, il Mandanprezzo di riserva e le altre offerte in sala. Possono te si impegna ad indennizzare la Meeting Art, i suoi essere eseguite facendo pervenire la propria offerta funzionari, agenti e il compratore per qualsiasi pera Meeting Art almeno 24 ore prima dell’inizio dita o danno sofferti da ciascuno in conseguenza di dell’asta tramite: inadempienza a quanto indicato sopra. Garantisce - Fax allo 0161.229327-8. altresì di aver rispettato le norme vigenti per l’im- E-mail a offerte@meetingart.it portazione o l’esportazione dei Lotti. Si assume tut- Posta scrivendo a Casa delle Aste Meeting Artevente le responsabilità relative all’autenticità e ad S.p.A. Corso 7/11 13100 Vercelli (VC). tuali plagi. DàAdda, consenso alla cessione, sollevando Meeting Art, per qualsiasi pretesa che l’autore doOfferte telefoniche: vesse avanzare sull’opera. Il mandante si impegna a E’ possibilee tenere fare offerte prima dell’inizio manlevare indenne la casa d’aste dell’asta da quale durante stessa contattando il numero siasi richiesta,l’asta pretesa, reclamo e/o azione, di qual0161.2291. Previoavanzata accordo da conterzi, l’Ufficio Offerte, l’acper sivoglia natura, compreso lotti con dell’opera, base d’astainuguale o superiore a 500,00 quirente dipendenza, tra l’altro, della € Meetingnon Art veridicità potrà organizzare collegamenti teerroneità, e/o parzialità (anche solo presunte) delle informazioni dichiarazioni e garanzie lefonici durante l’asta. All’acquirente è richiesto di rilasciate allailcasa indipendentemente dall’icomunicare limited’aste; massimo dell’offerta, qualora ci potesi cui l’acquirente promuovatelefonico. eventualmente fosseroinproblemi di collegamento Per i un nei confronti della casa d’aste, lottigiudizio ad “offerta libera” il cliente potrà esserequest’ulcontattima autorizzata a svelare dele mandante tato, èma solo nel caso faccial’identità un’offerta su precisa anche prima e non appena a conoscenza delle richiesta. Qualora tale offerta sia fosse superata durante pretese dell’acquirente ed indipendentemente dall’asta, l’offerente sarà richiamato telefonicamente la fondatezza. Il mandante dichiara altresì che perloro poter partecipare alla gara con una successiva non esistono battuta d’asta.limitazioni al diritto di riprodurre l’opera ovvero di aver già acquisito ogni più opportuna autorizzazione a tale riguardo, manlevando in ogni Offerte via internet: caso la casa d’aste da qualsiasi pretesa e/o azione di Per poter effettuare offerte tramite Internet è necesterzi con riferimento alla eventuale realizzazione e/o sario essere registrati (Vedi “Registrazione all’asta”), utilizzo delle immagini dell’opera. successivamente il cliente potrà registrarsi al servizio   WEB tramite il collegamento al sito www.meetin5. RISERVE gart.it, dove potrà scegliere un “nome utente” ed Agli oggetti affidati è attribuito un prezzo di riseruna “password” con i quali, dopo conferma di attiva in euro (€), prezzo di battuta minimo a cui il lotto vazione da considerato parte di Meeting Art, Meeting potrà partecipare può essere venduto. Art potrà attraverso l’apposito linkprezzo “accedi” che si troaall’asta suo giudizio vendere ad un di battuta inva in Home Page. in questo caso, sarà garantito al feriore alla riserva, Per i nuoviil clienti non hanno mai acquistato è venditore prezzoche di riserva. Il venditore non potrà fissato un tetto massimoterzi di di5.000,00 persuo le offerte fare offerte o incaricare offrire per conto. inviate tramite web, èMeeting comunque effettuaQualora accadesse Artpossibile non si assumerà re offerteresponsabilità. per importi superiori telefonicamente. nessuna   INCREMENTI DELLE OFFERTE 6. AUTORIZZAZIONE A DEDURRE COMMISPer tuttiDEL i lotti in catalogo èEriportata SIONI MANDANTE SPESE la Base d’Asta corrisponde alla cifraMeeting di partenza vendita.le Ilche Mandante autorizza Artdella a dedurre commissioni “tassolibera”, stabilito” e le “spese” Per i lotti ad al “offerta l’offerta minima (vedi è di punto prezzo di aggiudicazione. 50,00 €3)edal subisce l’incremento di 50,00 €.  

500,00 DI PERDITA incrementi pari a € 50,00 7.€RISCHIO O DANNO € 1.000,00 incrementi a € Art 100,00 Salvo il caso di dolo o colpa grave,pari Meeting non 2.000,00 incrementi pari a € 200,00 è€responsabile per la perdita o il danneggiamento € 3.000,00 a€ 300,00 causati alle cornici o alincrementi vetro chepari contengono e/o € 4.000,00 incrementi pari a(a€meno 400,00 coprono stampe, dipinti o altre opere che € 5.000,00 lada cornice o il vetro non costituiscano l’opera vendu€ 9.000,00 incrementi a € è respon500,00 taa all’asta). In nessun caso, la casapari d’aste € 10.000,00 pari a € verificatisi 1.000,00 sabile per la perdita o ilincrementi danneggiamento 20.000,00 incrementi pari a € 2.000,00 a€seguito di un qualsiasi intervento (compresi interventi di restauro, interventi sulle cornici e interventi € 30.000,00 incrementi pari a € 3.000,00 di€pulitura) da parte di esperti indipendenti 40.000,00 incrementi pari a € incarica4.000,00 tida dalla casa d’aste con il consenso del mandante o € 50.000,00 per perdita o il danneggiamento o deria €la99.000,00 incrementi paricausati a € 5.000,00 vanti, da €direttamente 100.000,00 in o suindirettamente, incrementi parida: a € 10.000,00 a) cambiamenti di umidità o temperatura;  b)Glinormale usura o graduale deterioramento deriincrementi sopra riportati sono sempre a discrevanti sul bene e/o da vizi o difetti oczioneda delinterventi banditore. culti (inclusi i tarli);  c)AGGIUDICAZIONI errori di trattamento.  E PAGAMENTI Qualora non fossero statil’aggiudicazione presi accordi differenti, Il colpo di martello indica del lotto Meeting Art si assumerà il rischio di perdite o dane in quel momento l’acquirente si assume la piena ni al bene ad essa consegnato o comunque sotto responsabilità del lotto. I risultati della vendita sail suo controllo per la vendita, fino al passaggio di ranno pubblicati dopo l’asta. Gli acquirenti dovranproprietà, o al ritiro dello stesso da parte del manno corrispondere il prezzo di aggiudicazione più dante. In tal caso la responsabilità di Meeting Art i Diritti d’asta e l’IVA dove applicabile entro sette per perdite o danni al bene non sarà superiore al giorni di dalriserva termine della le stessa, e i lotti l’assicuradovranno prezzo detratte commissioni, essere ritirati entro quindici giorni, etrascorsi i quali zione e le spese sostenute in nome per conto del saranno applicate le spese di assicurazione custoMandante. In nessun caso Meeting Art non esarà redia, pari adper un rotture importodidivetri € 3,00 giornalieri ogni sponsabile o cornici delleper opere.   singolo oggetto. Dopo la visione e la conferma di lotto non si accettano, posteriori, contestazioni 8.unRISOLUZIONE DELLA aVENDITA sull’integrità dell’opera. Qualora il contratto di vendita dell’opera, per una qualsiasi causa, divenga inefficace, sia risolto, sia Pagamenti annullato, o sia dichiarato nullo e la casa d’aste deb1) Contanti fino a 999,99 rimborsare € (novecentonovantanove, ba conseguentemente all’acquirente, euro)o in parte, il prezzo di aggiudicazione e la in99tutto 2) Assegno circolare, soggetto preventiva verificail commissione d’acquisto pagatia da quest’ultimo, mandante si impegna a restituire con l’Istituto Bancario di emissionea Meeting Art la somma chebancario quest’ultima gli ha corrisposto la 3) Assegno di conto corrente, previoper accorvendita dell’opera, in ogni caso, il diritto della di con la Direzionesalvo, Amministrativa casa d’aste bancario al risarcimento 4) Bonifico presso:dei danni eventualmente subiti. Qualora, pertanto, il compratore richiedesse BANCA CARIGE di risolvere la vendita gli esperti incaricati Piazza Zumaglini, 13 e- 13100 Vercelli (VC) all’esameC.C. del pezzo contestato confermano la–conten° 509580 – A.B.I. 03431 – C.A.B. che 10000 CIN C stazione del compratore è giustificata Meeting Art IBAN IT04 C0343 1100 0000 0000 509 580 è autorizzata a considerare risolta la vendita e a riBIC CARIITGG fondere al compratore la cifra pagata a Meeting Art per il pezzo in questione, il Mandante si impegna RITIRO in tal caso a restituire a Meeting Art i proventi della Gli oggetti saranno ritirati dall’acquirente a sua cura vendita pagati loro da Meeting Art per l’oggetto e rischio previo pagamento da effettuarsi secondo contestato, all’atto della restituzione della somma le suddette modalità comprensiva delle spese sostenute da Meeting Art Ritiro dei lotti aggiudicati per la risoluzione della vendita, Meeting Art restituiGli oggetti saranno ritirati dall’acquirente a sua cura rà l’oggetto al Mandante. e rischio previo pagamento da effettuarsi secondo suddette modalità. Meeting Art non è respon9.lePAGAMENTO sabile per seguito diun modifiche, Meeting Artdanneggiamenti corrisponderà alaMandante importo riparazioni o restauri richiesti dall’acquirente. pari al prezzo di Aggiudicazione deducendo comRitiro di elotti condopo delega missione spese 30 giorni lavorativi dalla data Neltermine caso in cui l’acquirente deleghi una terza persodel dell’asta a mezzo bonifico bancario o na al ritiro, delega con allegata la assegno daoccorre ritirare una presso gli scritta uffici della Meeting fotocopia delildocumento d’identità delegante, Art. Qualora Compratore effettuidel il pagamenalla ricevuta quietanzata tooltre dovuto in ritardo, Meetingdall’Amministrazione Art corrisponderà il della Meeting pagamento al Art. cliente entro 5 giorni successivi alla Spese trasporto edel magazzinaggio data di di ricevimento pagamento dell’acquirenVedi “Condizioni di non Vendita”, paragrafo 11. te. Qualora invece pervenisse il pagamento da parte del Compratore entro 30 giorni lavorativi Esportazione dalla del termine dell’astaparagrafo e Meeting13. Art volesVedidata “Condizioni di Vendita”, se corrispondere ugualmente i proventi di vendita


ACQUISTARE DA MEETING ART ART VENDERE DA MEETING CONDIZIONI VENDITA al Mandante,DI il diritto di proprietà dei lotti passerà Tutte le asteArt. sonoQualora sottoposte alle venisse, condizioni di vena Meeting invece, accordato dita pubblicate diunseguito su questo catalogo. Si racal Compratore pagamento rateale, Meeting Art comanda offerenti di leggere con attenziosi riserva ailaclienti facoltà di corrispondere al mandante ne questa sezione contenente i terminidid’acquisto l’importo equivalente allo scadere ogni rata.diIn una in asta. Art corrisponderà il prezzo al ogniproprietà caso, Meeting mandante, dedotte commissioni e spese, soltanto STIME / BASI D’ASTA una volta ricevuto il pagamento da parte del ComAccanto pratore.a ciascuna descrizione dei lotti in catalogo, è indicata una base d’asta che non include le com10. REVOCA DELL’Asta MANDATO PER missioni di vendita. è battutaEinADDEBITI Euro (€). InolLOTTI RITIRATI tre, in alcuni casi, è possibile che vengano indicate Meeting si corrispondono riserva la facoltà rinunciare libedelle stimeArt che al di probabile valore ramente senza in d’asta alcuna di mercatoaldelmandato, lotto. Sia le stimeincorrere che le basi responsabilità nei confronti del mandante qualora riportate in catalogo sono indicative e possono essi verifichino sere soggette aparticolari revisione. circostanze che possano giustificare lo scioglimento del contratto, quali ad esempio:  RISERVA ragionevoli dubbi sulla autenticità, provenienza Ila)prezzo di riserva corrisponde al prezzo minimo e/o attribuzione confidenziale al didell’opera sotto del ovvero quale ilsulla lottoveridicità non saràdi qualsiasi Può dichiarazione, informazione garanzia venduto. essere superiore alla basee/o d’asta indirilasciata dal cliente;  cata sul catalogo. La Meeting Art si riserva il diritto b) modificazioni o danni all’opera tali da alterarne in di formulare un’offerta nell’interesse del venditore modo sostanziale le condizioni ovvero da impedirfino al raggiungimento della riserva. I lotti senza ne la messa in vendita e causati da fatti non imputariserva sono segnalati sul catalogo con la dicitura bili al mandatario;  “offerta libera”. c) danni subiti dall’opera che ne modifichino in modo sostanziale le condizioni.  COMMISSIONE Qualora, invece,ACQUIRENTI fosse il mandante a revocare il Oltre al prezzo di aggiudicazione finale l’Acquirente mandato a vendere o qualora un lotto fosse ritiradovrà un siano premio delattribuzione 23% (dirittio to percorrispondere ragioni che non errata d’asta). autenticità, Meeting Art si riserva il diritto di addebitare una somma pari alle commissioni di vendita REGIME IVA (REGIME MARGINE) ed acquisto calcolate DEL sull’ultima offerta pervenuta Le vendite da Meeting Artdi inriserva, virtù di per rap-le ove non neeffettuate siano giunte sul prezzo porti diad commissione stipulati con privati consumaopere offerta libera su un minimo di 500 € e deltori o con in soggetti IVA,alche operano nel regime del le spese relazione bene medesimo. La revoca margine, dall’art. avrà 40bisefficacia DL 41/95. tali il da parte sancito del mandante soloPer dopo vendite Meeting Art non applicherà né IVA sui serviziripagamento dell’importo dovuto dal medesimo, servandosi Meeting diritto di trattenere presso resi al compratore, néArt Iva ilsul prezzo di aggiudicaziodi sé il bene, spese a rischio ne. Tale regimea IVA none si applicadel allecliente, venditefino deia quando quest’ultimo non avrà quantogià dobeni provenienti da soggetti IVApagato che abbiano vuto. l’imposta all’atto dell’acquisto e alle vendidetratto   di beni in temporanea importazione, fattispecie te 11. DIRITTIdalla DI RIPRODUZIONE disciplinate normativa generale vigente. L’IVA Il Mandante dovrà rispettareè le norme vigenti sul prezzo di aggiudicazione rimborsabile solo sul a “dirittodid’autore” (Copyright). Meeting avrà il fronte provata esportazione Extra-Ue Art avvenuta dirittotre di mesi effettuare ripreselavideo e, coentro dalla fotografie data della evendita cui documunque di di riprodurre mentazione prova sial’immagine pervenuta di in qualsiasi Meeting lotto Art affidatole permesi tentata Tutti i relativi diritti entro quattro dallavendita. suddetta data. L’IVA sulla spetteranno ea sul Meeting che potrà utilizzarli commissione prezzoArt, di aggiudicazione non èin ogni forma ritenuta opportuna. applicabile a soggetti IVA non italiani residenti in   paesi Ue. 12. LOTTI INVENDUTI E/O RESI Meeting Art metterà a disposizione del mandanESPOSIZIONE te le opere invendute dopo 15 giorni dal termine Le esposizioni prima della vendita sono apertedegli al dell’asta. Il Mandante provvederà al ritiro pubblico si terranno dal lotto sabatoinoggetti agratuitamente propria cura ee spese, per ogni antecedente vendita éall’asta venduto e/ol’inizio reso, ildella Mandante tenutoe adurante pagare lal’assicurazione, stessa. Per i preziosi e gli orologi l’esposizione si le spese sostenute da Meeting Art terrà il venerdì, sabatodel e la domenica(vedi antecedenti in nome e perilconto Mandante punto 3) l’inizio venditasulle all’asta e durante la stessa,pari I lotti più undella contributo spese di segreteria a€ invenduti saranno esposti una settimana la 10. Trascorsi 60 giorni dalper termine dell’asta dopo per ogni fine stessa.un costo di magazzinaggio pari a 3 € lottodella è previsto al giorno, salvo che concordi una riduzione dei prezREGISTRAZIONE ALL’ASTA zi di riserva e conceda il tempo necessario all’effetPer partecipare all’Asta, è necessario regituazione di ulteriori tentativi di venditaessere da espletarsi strati un documento anchefornendo per trattativa privata. di identità valido, il   codice fiscale, un recapito telefonico e la liberatoria

sullaAUTENTICITA’ privacy. Chi partecipa all’asta presenziando nel 13. DEL BENE degli Incanti è tenuto a ritirare il numero di IlSalone Mandante autorizza Meeting Art ad eseguire partecipazione allatesto reception (Paletta). caso l’acqualsiasi ricerca, controllo che Nel possa essere quirentenecessario agisca per alla unaverifica terza persona è necessaria ritenuto dell’autenticità delle una delega scritta. I lotti saranno fatturati al nome opere, addebitando al Mandante le relative spese ed indirizzo rilasciati durante la registrazione. sostenute. OFFERTE SCRITTE/TELEFONICHE/VIA INTERNET 14. DIRITTO DI PRELAZIONE DELLO STATO Per coloroil che non possono partecipare persona Qualora contratto abbia ad oggetto di beni cultuall’Asta, Meeting Art sarà di gennaio eseguire 2004 offerte rali ai sensi del D.Lgs n .42lieta del 22 e, pertanto, soggetti all’esercizio del diritto di prelazioscritte, telefoniche o via Internet. Si ricorda che il ne all’acquisto da eparte dellonessun Stato tipo e degli Enti ivi servizio è gratuito pertanto di responmenzionati. Art procurerà la cessione dei sabilità potràMeeting essere addebitato a Meeting Art, che beni dichiarati sia in asta a trattativa privata, senon sarà responsabile perche offerte inavvertitamente condo le condizioni ritenute più all’esecuzione opportune alladelle luce non eseguite o per errori relativi delle imposte dalle leggi vigenti. In caso stesse,limitazioni soprattutto in caso di compilazione errata, d’ aggiudicazione Meeting Artleggibile denuncerà auincompleta o comunque poco dei alle Moduli torità competenti l’avvenuta vendita trattenendo in Offerta. deposito i beni per 60 giorni dalla data di ricezione della denuncia Offerte scritte:da parte delle autorità.  Le Offerte Scritte saranno eseguite per conto dell’of15. REGIME IVA (REGIME DEL MARGINE) ferente al minimo prezzo possibile considerato il Le vendite effettuate da Meeting Art in virtù di rapprezzo di riserva e le altre offerte in sala. Possono porti di commissione stipulati con privati consumaessere eseguite facendo pervenire la propria offerta tori o con soggetti IVA, che operano nel regime del a Meeting Art almeno 24 ore prima dell’inizio Margine, sono assoggettate al regime del Margine, dell’asta tramite: sancito dall’art. 40 bis D.L. 41/95. Per tali vendite - Fax alloArt 0161.229327-8. Meeting non applicherà nè l’IVA sui servizi resi al - E-mail a offerte@meetingart.it compratore, nè l’IVA sul prezzo di aggiudicazione. - Posta scrivendo a Casa delle Aste Tale regime IVA non si applica alleMeeting vendite Art di beni S.p.A. Corso 7/11IVA 13100 provenienti daAdda, soggetti che Vercelli abbiano(VC). già detratto l’imposta all’atto dell’acquisto. Tali soggetti doOffertecomunicarlo telefoniche:a Meeting Art al momento del vranno E’ possibile offerte prima dovranno dell’inizio emettere dell’asta deposito e infare caso di vendita e durante l’asta contattando il numero regolare fattura il cuistessa importo sarà pari all’aggiudica0161.2291. Previo accordo con l’Ufficio Offerte, per zione e l’imponibile sarà uguale all’aggiudicazione lotti con base d’asta uguale o superiore a 500,00 scorporata del 22%.  € Meeting Art potrà organizzare collegamenti te16. INSERIMENTO INAll’acquirente ASTA lefonici durante l’asta. è richiesto di Meeting Artil non l’inserimento dei lotti comunicare limitegarantisce massimo dell’offerta, qualora ci nella prima asta disponibile, ma secondo le necesfossero problemi di collegamento telefonico. Per i sità catalogo o delle eventuali d’aulotti del ad “offerta libera” il cliente potràconferme essere contattenticità. tato, ma solo nel caso faccia un’offerta e su precisa  richiesta. Qualora tale offerta fosse superata durante 17. LEGGE APPLICABILE l’asta, l’offerente sarà richiamato telefonicamente Ilper contratto è regolato dalla legge italiana. poter partecipare alla gara con una successiva  battuta d’asta. 18. CONTROVERSIE Per ognivia eventuale Offerte internet:controversia è stabilita la competenza Foro di offerte Vercelli.tramite Si precisa che laè clausoPer poterdel effettuare Internet necesla di deroga al Foro del consumatore è stata oggetsario essere registrati (Vedi “Registrazione all’asta”), to di specifica trattativa individuale ed il mandante successivamente il cliente potrà registrarsi al servizio dichiara di accettarne il contenuto. WEB tramite il collegamento al sito www.meetingart.it, dove potrà scegliere un “nome utente” ed una “password” con i quali, dopo conferma di attivazione da parte di Meeting Art, potrà partecipare all’asta attraverso l’apposito link “accedi” che si trova in Home Page. Per i nuovi clienti che non hanno mai acquistato è fissato un tetto massimo di 5.000,00 per le offerte inviate tramite web, è comunque possibile effettuare offerte per importi superiori telefonicamente. INCREMENTI DELLE OFFERTE Per tutti i lotti in catalogo è riportata la Base d’Asta che corrisponde alla cifra di partenza della vendita. Per i lotti ad “offerta libera”, l’offerta minima è di 50,00 € e subisce l’incremento di 50,00 €.

€ 500,00 € 1.000,00 € 2.000,00 € 3.000,00 € 4.000,00 da € 5.000,00 a € 9.000,00 € 10.000,00 € 20.000,00 € 30.000,00 € 40.000,00 da € 50.000,00 a € 99.000,00 da € 100.000,00 in su

incrementi pari a € incrementi pari a € incrementi pari a € incrementi pari a € incrementi pari a €

50,00 100,00 200,00 300,00 400,00

incrementi pari a € incrementi pari a € incrementi pari a € incrementi pari a € incrementi pari a €

500,00 1.000,00 2.000,00 3.000,00 4.000,00

incrementi pari a € 5.000,00 incrementi pari a € 10.000,00

Gli incrementi sopra riportati sono sempre a discrezione del banditore. AGGIUDICAZIONI E PAGAMENTI Il colpo di martello indica l’aggiudicazione del lotto e in quel momento l’acquirente si assume la piena responsabilità del lotto. I risultati della vendita saranno pubblicati dopo l’asta. Gli acquirenti dovranno corrispondere il prezzo di aggiudicazione più i Diritti d’asta e l’IVA dove applicabile entro sette giorni dal termine della stessa, e i lotti dovranno essere ritirati entro quindici giorni, trascorsi i quali saranno applicate le spese di assicurazione e custodia, pari ad un importo di € 3,00 giornalieri per ogni singolo oggetto. Dopo la visione e la conferma di un lotto non si accettano, a posteriori, contestazioni sull’integrità dell’opera. Pagamenti 1) Contanti fino a 999,99 € (novecentonovantanove, 99 euro) 2) Assegno circolare, soggetto a preventiva verifica con l’Istituto Bancario di emissione 3) Assegno bancario di conto corrente, previo accordi con la Direzione Amministrativa 4) Bonifico bancario presso: BANCA CARIGE Piazza Zumaglini, 13 - 13100 Vercelli (VC) C.C. n° 509580 – A.B.I. 03431 – C.A.B. 10000 – CIN C IBAN IT04 C0343 1100 0000 0000 509 580 BIC CARIITGG RITIRO Gli oggetti saranno ritirati dall’acquirente a sua cura e rischio previo pagamento da effettuarsi secondo le suddette modalità Ritiro dei lotti aggiudicati Gli oggetti saranno ritirati dall’acquirente a sua cura e rischio previo pagamento da effettuarsi secondo le suddette modalità. Meeting Art non è responsabile per danneggiamenti a seguito di modifiche, riparazioni o restauri richiesti dall’acquirente. Ritiro di lotti con delega Nel caso in cui l’acquirente deleghi una terza persona al ritiro, occorre una delega scritta con allegata la fotocopia del documento d’identità del delegante, oltre alla ricevuta quietanzata dall’Amministrazione della Meeting Art. Spese di trasporto e magazzinaggio Vedi “Condizioni di Vendita”, paragrafo 11. Esportazione Vedi “Condizioni di Vendita”, paragrafo 13.


BUYING MEETINGART ART SELL BYAT MEETING The following translation is AND for courtesy 1. MANDATE DURATION TERMSpurposes only; for any inconsistency, shall This mandate lasts for one the yearItalian and isversion renewed taprevail. citly, the termination of this contract must be made

by registered letter with return receipt within 30 days CONDITIONS OF SALE of expiry. However, the term of one year may be furAll auctions in arethe subject conditions saleof therthe extended eventtoofthe a delay in theofsale printed thecauses catalogue. Meeting Art strongly rethe assetinfor not attributable to Meeting Art. commends the Bidders tomandate read carefully this Meeting section, In the execution of the to sell, as contains the the right purchase conditions of all proper-in Artitreserves to decide: (a) the manner ties in auction. which a lot is offered for sale; (B) the description and the illustration of the work in the catalog or any reESTIMATES / STARTING ports on its conditions; (C)BIDDINGS the date and place of the The estimate is printed under the description auction; (D) toprice consult experts or restorers of their of everyand lot intothe catalogue as a startingorbid only choice conduct examinations analysis and is not inclusive of Buyer’s Premium. in relation to the work, before or afterThe theestimasale. It should any estimate provided the tes may,be at noted times, that approximately represent thebylot’s auction value. house,Estimates written orand oral,starting is merely market bidsindicative. are set The in client can not rely on to anchange estimate well advance andtherefore may be subject be-as a forecast of the sale price. In any event, Meeting fore the auction. Art reserves the right to modify, at any time and in its discretion, any estimate it has provided. Also, RESERVE eachreserve representation, written or oral (including The price is the confidential minimum those aucpublished each catalogue), tion price, on below which a lot willreport, not beguide sold.or Atestitimate,the relating toprice any characteristic orthan quality the mes, reserve may be higher theof estiwork,printed including thecatalogue. price or value, constitute mere mate in the Meeting Art reserves opinions can be modified before interest, the workinis the rights and to place bid(s) in the Seller’s offered sale,the including period when order tofor match reservethe price. Is the lotsthe arelot of-is exposed to the public. Therefore, Meeting fered without reserve, these lots are neither indicated in the Art nor itsasemployees or consultants catalogue “Offerta libera” (free bid). will be liable for any errors or omissions contained in the above mentioned representations. BUYER’S PREMIUM The Buyer’s Premium will be calculated at 23% of the 2. COSTS INCURRED BY MEETING ART Hammer price and is required to be paid additionalMeeting Art will absorb all the costs associated with ly to the Hammer price. organizing, advertising, printing and spreading the auction catalog. VAT AND MARGIN SCHEME Meeting sales are BY regulated according to com3. COSTArt’s INCURRED MANDATOR mission private with custo(A) Costbetween of transport andcustomers delivery ofor lots at our hemers subject to VAT that operate within the margin adquarters. scheme, as per D.L.and 41/895, Italian Law. MeB) Fire insurance theftart. 1%40toofbe calculated on eting Art willprice not apply neither on services the reserve with aVAT minimum of 10 €. to the Buyers on the final hammer The VATprice will C) Feesnor of 30.00% calculated onprice. the purchase not be€applied on valuables citi-In up to 999, which is 15.00%bought above by thisprivate amount. zens that have subject to VATdifferennor on the event thatpreviously the partiesbeen expressly agreed valuables temporarily per current tly percentage will beimported, exclusiveasreference tolaws. what The VATinis the refundable only upon producing proof of agreed mandate to sell. Extra UE Export within 3 months of the this D) Costs incurred by the Meeting Artsale in date, the name needs be received Meeting and Art within 4 monand ontobehalf of thebymandate expenses for ths of transactions the same date. VAT willrates. not be applied on the bank at current purchase or onofthe Buyer’s non-Italianin E) DDS: Droit Suite DlgsPremium n.118 offor 13/02/2006, force sinceliving April in 9, a2006 in Italy, namely right customers EU Country and forthe Italian cu-of the author (living orin deceased for less than 70 years) stomers who reside EU countries. of works of figurative arts and manuscripts to perceive a percentage the sales price of the originals of DISPLAY BEFOREofTHE AUCTION theirlots works sales after thepublic first. Warning: the The will on be the displayed to the free of charlaw starting n. 34 of from 25 February 2008 (G.U. Ordinary Supge, the Saturday before the before plement No 56date of 6 March toand Art. 11 modifies the scheduled of the 2008), auction during the art 150 itself. of theJewels copyright (633/41), providing for auction and law Watches will be displayed a different one Saturdays how to calculate the law. The new on the Fridays, and Sundays before the legislation date is applicable to sales made from scheduled of the auction and during theMarch auc21, 2008 onwards. This right will be borne by Seltion itself. ler and will be calculated on a sale or sale price equal to or greater than 3,000 € and in any case may not exceed 12,500 € for each Lot. The amount of the right to pay is this way determined: 4% for sales up to 50,000 €, 3% for the sales part between 50,000,01 and 200,000 €, 1% for the sale part between 200,000,01 and 350,000 €, 0,50% for the part Of

REGISTERING TO THE AUCTIONS between 350,000,01 and 500,000 €, 0.25% on the In order place bids during sale pricetoover 500,000 €. any auction, customers mustright register andcharged provideto a valid identification doThe to be the Seller will be paid cument, telephone privacyto agreement. from Meeting Art tonumber S.I.A.E. and according the law. Customers who bid in the salesroom must collect a registration numberOF from the reception. InOF order to 4. WARRANTIES AUTHENTICITY, PROplace bids onCONSENT behalf of a third party it is mandatory PERTY AND TO CESSATION to produceimplicitly a delegation note in writing. All Art lots and will Mandator guarantees Meeting be invoiced and address provided the buyer toto bethe thename real owner or to be allowedduto ringthe registration. sell property in question from the owner and to legally transfer the property and the right to properBIDDING INclaims WRITING, ty free from by third parties, mortgages and VIA PHONE ORItVIA retention rights; alsoINTERNET guarantees that the good is For the customers who by cannot attend the auction not object claim the Government or State in or Local Authorities andwill tobe provide thetoMeeting Art person, Meeting Art pleased accept bids with all thevia information possession regarding in writing, phone or in viaitsinternet. We would like the origin of good, theismandator undertakes to remind thatthethis service totally free, however to indemnify Meeting Art,responsibility its officers, agents Meeting Art cannot accept in case and the buyer fornot anyplaced loss or correctly damage and/or sufferedinby each perbids are case mistason as a result were of non-compliance with as kes/omissions made in compiling theindicated relevant above. also warrants that it has complied with the BiddingItForms. rules in force Written bids for the import or export of lots. It assumes all responsibility and ad any Bids received in writing for willauthenticity be placed on behalf of plagiarism. Hethe gives consent to the sale,consideraising the Bidder at minimum possible price Meeting Art, for price any claim that the bids author should ring the reserve and all other placed in advance on the person. Bids canwork. be submitted to Meeting Art at leMandator to deprive and hold ast 4 hoursundertakes before the start of the auction by:the auction for any demand, claim, complaint and / - Faxhouse to n. +39.0161.229327-8 or action of any kind advanced by third parties, in- Fax to n. +39.0161.229327-8 cluding the purchaser of the work, depending, inter - Post to address as follows: Casa delle Aste alia, of the incorrectness non-truthfulness and/or Meeting Art S.p.A. Corso Adda, 7/11 the partiality (even supposedly) of the declarations 13100 Vercelli (VC) Italy and guarantees given to the auction house; IrrePhone bids spective of the hypothesis in which the purchaser Bids can be submitted via phone before the start of promotes a judgment against the auction house, the latter live auction or during the auction itself byof phothe is authorized to disclose the identity the ning before +39.0161.2291. Meeting Artaware will be tos even and as soon as it is of pleased the buyer’ call theand Bidder on the phone during the live auction claims irrespective of their validity. for lots with starting bid equal orthere greater € The Mandator also declares that arethan no re500,00. Arrangements have to be made prior to strictions on the right to reproduce the work, or the auction with ourobtained Bid Offices. Bidder will be that it has already any The more appropriate required a maximum bid, in case problems with authorization in this respect, eachof case the auction the phone . For/lots starting bid house fromline anyarising claim and or action bywith thirdfree parties (offerta libera) the customer maycreation also beand/ contacted with reference to the possible or use during the liveof auction, however an offer has be plaof the images the work. ced and a phone call needs to be specifically requested by the Bidder for this to take place. In case a 5. RESERVES greater bid is placed another aBidder during The above items arebyassigned reserve pricethe in auction, Bidders will be in order to can be euro (€), the minimum bidcalled priceback at which the lot able to make a sold. new relevant bid.in its sole dibe considered Meetinghigher Art may scretion at a lower price than the reserve, in this Internetsell bids case, will bebids guaranteed the reserve price. To bethe ableseller to submit via the Internet, customers The can not bid or assignsee third partiesAfter to offer needseller to be registered (please above). reon his behalf. gistering, customers will be able to access our web Ifservices Meeting it will not take anychoosing responviaArt ourhappens, website www.meetingart.it, sibility. a user name and password. Upon confirmation from Meeting Art, customers will then be able to submit 6. SUBMIT COMMITbidsAUTHORIZATION through the relevant TO link on our Home Page. MENTS THE MANDATORY ANDthere EXPENDIFor new OF customers, who never bought, is a liTURE mit of 5.000 for web offers. Therefore, it is always The Mandate authorizes Meeting Art to deduct possible to make superior offers by phone. commissions at the “established rate” and “charges” (see point fromBIDS the award price. INCREASES TO3)THE The starting bid of each Lot is printed under the de7. LOSS OR DAMAGE RISK scription of the Catalogue. For lots without reserve, Except in case of serious or gross negligence, Mebidding generally opens at a minimum of 50,00 eting Art is not responsible for the loss or damage and the increase of each following bid is 50,00. caused to frames or glass that contain and / or cover prints, paintings or other works (unless the fra-

me500,00 or glass is the auctioned work). In no case,50,00 shall 100,00 the1.000,00 auction house be liable for any loss or damage 2.000,00as a result of any intervention (including 200,00 occurring 3.000,00 work, painting work, cleaning work) 300,00 restoration by 4.000,00 experts assigned by the auctioneer 400,00 independent 5.000,00 to principal 9.000,00or for the loss or 500,00 from the consent of the da10.000,00 1.000,00 mage caused or arising, directly or indirectly, by: 20.000,00in humidity or temperature; (B)2.000,00 a) changes normal 30.000,00 3.000,00 wear or tear gradual deterioration resulting from 40.000,00 on the good and / or from occult 4.000,00 interventions defromor defects 50.000,00 to 99.000,00 5.000,00 fects (including woodworms); C) errors of 10.000,00 from 100.000,00 and above treatment. If no other agreement was made, Meeting Art will assume theincreases risk of loss damage the goods The above are or always at theto auctioneer’s delivered discretion.to it or under its control for sale, until the transfer of ownerships, or the withdrawal of the same by the Mandator. In this case, the responsibiliKNOCKING DOWN AND PAYMENTS tyAfter of Meeting loss ordown damage to the itembidwill the lots Art arefor knocked to the highest not thefull price of reserveon deducted der,be thehigher buyer than has the responsibility the purcommissions, insurance incurredafter on chase. The results of theand sale expenses will be published behalf of andBuyers on behalf thethe Mandate. In any case, the auction. mustofpay final price of the lot Meeting Art will not be liable any breakage of plus buying premium and VATfor whereas applicable, glass framedays of works. withinorseven from end of auction. The lots must be collected within fifteen days from the end of the 8.auction; RESOLUTION OF SALEafter this deadline will be lots not collected Ifsubject the contract for the and sale custody of a worksurcharges becomesod inefto insurance fective for any reason, is resolved, is annulled or is 3,00 per day per each single lot. After the lots have declared null and the auctioneer has to reimburse been displayed and bought at auction, we regret the purchaser in whole or in part the price of the that any complaints about integrity of any object award and the purchase commission paid by the cannot be accepted. latter, the principal undertakes to return to the Meeting Art PAYMENT METHODS sum paid by him for the sale of the work, except in - Cash payment - up to 999,99. any case ,the right of the auctioneer to compensate Bankdamages Draft – subject to prior verification with for any suffered . Bank of emission If, therefore, the buyer requires the sale to be resol- Cheque arrangement with our ved and the– subject expertsto inprior charge of the examination Administration Department of the piece complained of confirm that the buyer’s - Wire transfer to: Meeting Art is authorized to argument is justified, BANCA CARIGE consider resolved the sale and to repurchase to the Piazza Vercelli buyer theZumaglini, sum paid13to- 13100 Meeting Art(VC) for Mandator C.C. n° 509580 – A.B.I. 03431 – C.A.B. – CINof C undertakes to return to Meeting Art the10000 proceeds IT04 to C0343 1100 0000Art 509for 580the subject theIBAN sale paid them by 0000 Meeting BIC CARIITGG matter at the time of the return of the sum including the expenses incurred by Meeting Art for terminaCOLLECTION LOTS AFTER KNOCKING tion of the saleOF , Meeting Art will return theDOWN item to TheMandator. lots will be collected at the Buyers responsibility the and risk after payment ah been received in full as Meeting Art will not assume responsibility for 9.above. PAYMENT Meeting will match the Contractor with an damagesArt following modifications, mending or restoamount equal toby the Price by deducting ration requested theAuction customer. commissions and expenses after 30 working days from the date of auction day by bank transfer COLLECTION BYthe PROXY orIf check to beauthorizes withdrawn Meeting Art the ofthe Buyer a from third the party to collect fices. makes payment due late, Melot(s),If itthe is Buyer required thatthe a written authorization of eting Art willnote match the payment to thewith customer delegation is produced, together a phowithin theID date theMeeting buyer’s tocopy5 days of theafter Buyer’s andofa receipt receipt of from payment. Art’s Administration. If, on the other hand, the Buyer did not receive payment within 30 business days of the date of the DELIVERY COSTS Auction and“Terms Meeting would also correspond to Please see andArt conditions of sale”, the proceeds of sale to the Mandate, the ownership paragraph 11. of the lots will be transferred to Meeting Art. If,EXPORT on the other hand, a payment is agreed with the Buyer, Meeting Art reserves the right to pay the Please see “Terms and conditions of sale”, amount equivalent to the expiration of each instalparagraph 13. lment. In any case, Meeting Art will match the price to the buyer, deducted commissions and expenses, only


BUYING MEETINGART ART SELL BYAT MEETING The is for oncefollowing the Buyertranslation has received thecourtesy payment.purposes only; for any inconsistency, the Italian version shall prevail. 10. REVOCATION OF THE MANDATE AND DE-

BITS FOR RETIRED LOTS CONDITIONS OF SALE Meeting Art reserves the right to freely dispose of All auctionswithout are subject to theany conditions thethe mandate incurring liabilityoftosale the printed the are catalogue. Meeting Art strongly reClient if in there particular circumstances that may commends the Biddersof tothe read carefullysuch this as: section, justify the termination contract, (a) reas it contains the purchase oforigin all properasonable doubts as to the conditions authenticity, and / ties in auction.of the work or the veracity of the any or attribution declaration, information and / or warranty issued by ESTIMATES / STARTING BIDDINGS the customer; (B) modifications or damages to the The price is printed the description workestimate which substantially alterunder the conditions or to of every itlot inup theforcatalogue as a starting bidnot only prevent put sale and caused by facts atand is not inclusive of Buyer’s Premium. The estimatributable to the agent; (C) damage suffered by the work which substantially modifiesrepresent the conditions. tes may, at times, approximately the lot’s If, on the otherEstimates hand, the mandate revoke market value. and startingwas bidstoare set the mandate toand sell or if abelotsubject was withdrawn rewell in advance may to changeforbeasons were not attributable or authentic, Meefore thethat auction. ting Art reserves the right to charge a sum equal to the sales and purchase fees calculated on the last RESERVE bid received if they did confidential not reach the reserve aucprice The reserve price is the minimum for the freebelow offer on a minimum € 500 tion price, which a lot willofnot be and sold.expenAt tises related to theprice samemay good. mes, the reserve be higher than the estiThe withdrawal by catalogue. the senderMeeting will onlyArt bereserves effective mate printed in the afterrights payment of the amount to the same, in rethe to place bid(s) in thedue Seller’s interest, serving Meeting Art the right to withhold the goods order to match the reserve price. Is the lots are ofat its without own expense, the expense and risk in ofthe the fered reserve,atthese lots are indicated customer, as until the latter has paid the amount due. catalogue “Offerta libera” (free bid). 11. REPRODUCTIVE RIGHTS BUYER’S PREMIUM Mandator must comply with the copyright laws The Buyer’s Premium will be calculated at 23% of the (Copyright). Meeting Art will have the right to take Hammer price and is required to be paid additionalphotographs and shoot videos, and in any case to ly to the Hammer price. reproduce the image of any lot entrusted to you by attempted sale. All of its rights will be met at MeeVAT ANDwhich MARGIN SCHEME ting Art, will be able to use it in any form conMeeting Art’s sales are regulated according to comsidered appropriate. mission between private customers or with customers subject toLOTS VAT that operateRETURNS within the margin 12. UNSOLD AND/OR scheme, per 41/895, art. 40 of Italian Law. Me-to Meetingas Art willD.L. make the unsold works available eting Art willafter not 15 apply VAT neither on services to the the sender days from the end of the auction. Buyers nor on the hammer price. the Theexpenses VAT will The Mandator will final pay for the insured, not be applied on valuables bought private citiincurred by Meeting Art in the nameby and on behalf zens that have previously been VAT nor on / of the Mandator (see point 3) subject for eachtounsold and valuables temporarily imported, as per on current laws. or rendered item, plus a contribution secretarial The VAT is of refundable only upon producing proof of expenses € 10. Extra Export within months the saleeach date,batch this After UE 60 days from the3end of theofauction needs to be Meeting within monis subject to received a storagebycharge of 3Art € per day,4 unless ths of the to same date. VATinwill not be applied the it agrees a reduction reserve prices andon allows purchase orcarry on the Premium for non-Italian the time to outBuyer’s additional sales attempts to be completedliving also for deal. and for Italian cucustomers in aprivate EU Country stomers who reside in EU countries. 13. AUTHENTICITY OF THE GOOD The Mandate authorizes Meeting Art to perform DISPLAY BEFORE THE AUCTION any lots research, or control that may bechardeeThe will betesting displayed to the public free of medstarting necessary verifying thebefore authenticity of the ge, fromforthe Saturday the before works by charging Mandate relative the scheduled date the of the auction with and the during the expenses incurred. auction itself. Jewels and Watches will be displayed on the Fridays, Saturdays and Sundays before the 14. PRELATE OFauction THE STATE scheduled dateLAW of the and during the aucIf this contract relates to cultural goods pursuant to tion itself. Legislative Decree No. 42 of January 22, 2004 and are therefore subject to the right of pre-emption to be purchased by the State and the entities mentioned therein. Meeting Art will procure the sale of the goods declared both in the auction and in private negotiation, according to the conditions deemed most appropriate in the light of the limitations im-

REGISTERING TO THE AUCTIONS posed by the laws in force. In case of award, MeeIn order to place during any auction, customers ting Art will reportbids to the competent authorities the mustbyregister a valid identification dosale holdingand theprovide goods for 60 days from the date cument, numberby and privacy agreement. of receipttelephone of the complaint the authorities. Customers who bid in the salesroom must collect a registration number from the reception. In order to 15. VAT REGIME (margin scheme) place bids on by behalf of a third it iscommission mandatory Sales made Meeting Artparty under to produce a with delegation in writing.orAllwith lots VAT will agreements privatenote consumers be invoiced to the name entities operating underand theaddress Marginprovided scheme duare ring registration. subject to the Margin scheme, sanctioned by art. 40 bis of D.L. 41/95. For such sales, Meeting Art will not BIDDING apply VAT IN on WRITING, services rendered to the buyer or VAT VIAthe PHONE VIAaward. INTERNET on price OR of the This VAT regime does For apply customers whoofcannot theentities auctionthat in not to sales goods attend from VAT have already deducted tax on purchase. person, Meeting Art will the be pleased to accept Thebids se willphone have to it to Meeting Art atlike the in subjects writing, via orgive via internet. We would time of thethat deposit in the case offree, salehowever they will to remind this and service is totally have to issue a regular invoice the amount of which Meeting Art cannot accept responsibility in case the will equal to the award andand/or the taxable bidsbeare not placed correctly in caseamount mistawill be equal towere the disbursed award of the 22,00%. kes/omissions made in compiling relevant Bidding Forms. 16. INSERT Written bidsIN AUCTION Meeting Art does not guarantee theon insertion of Bids received in writing will be placed behalf of lots in the first available auction, butprice according to the Bidder at the minimum possible considethe s needs or any confirringcatalogue’ the reserve price and all authentication other bids placed in mations. person. Bids can be submitted to Meeting Art at least 4 hours before the start of the auction by: 17. APPLICABLE LAW - Fax to n. +39.0161.229327-8 This is governed by the Italian law. - Faxcontract to n. +39.0161.229327-8 - Post to address as follows: Casa delle Aste 18. DISPUTES Meeting Art S.p.A. Corso Adda, 7/11 For any controversy the competence of the Vercelli 13100 Vercelli (VC) Italy Forum is established. It should be noted that the Phone bids consumer waiver exception clause has been speBids can be submitted via phone before the start of cifically negotiated and the customer declares to the livethe auction or during the auction itself by phoaccept content. ning +39.0161.2291. Meeting Art will be pleased to call the Bidder on the phone during the live auction for lots with starting bid equal or greater than € 500,00. Arrangements have to be made prior to the auction with our Bid Offices. The Bidder will be required a maximum bid, in case of problems with the phone line arising . For lots starting with free bid (offerta libera) the customer may also be contacted during the live auction, however an offer has be placed and a phone call needs to be specifically requested by the Bidder for this to take place. In case a greater bid is placed by another Bidder during the auction, Bidders will be called back in order to be able to make a new relevant higher bid. Internet bids To be able to submit bids via the Internet, customers need to be registered (please see above). After registering, customers will be able to access our web services via our website www.meetingart.it, choosing a user name and password. Upon confirmation from Meeting Art, customers will then be able to submit bids through the relevant link on our Home Page. For new customers, who never bought, there is a limit of 5.000 for web offers. Therefore, it is always possible to make superior offers by phone. INCREASES TO THE BIDS The starting bid of each Lot is printed under the description of the Catalogue. For lots without reserve, bidding generally opens at a minimum of 50,00 and the increase of each following bid is 50,00.

500,00 1.000,00 2.000,00 3.000,00 4.000,00 from 5.000,00 to 9.000,00 10.000,00 20.000,00 30.000,00 40.000,00 from 50.000,00 to 99.000,00 from 100.000,00 and above

50,00 100,00 200,00 300,00 400,00 500,00 1.000,00 2.000,00 3.000,00 4.000,00 5.000,00 10.000,00

The above increases are always at the auctioneer’s discretion. KNOCKING DOWN AND PAYMENTS After the lots are knocked down to the highest bidder, the buyer has the full responsibility on the purchase. The results of the sale will be published after the auction. Buyers must pay the final price of the lot plus buying premium and VAT whereas applicable, within seven days from end of auction. The lots must be collected within fifteen days from the end of the auction; lots not collected after this deadline will be subject to insurance and custody surcharges od 3,00 per day per each single lot. After the lots have been displayed and bought at auction, we regret that any complaints about integrity of any object cannot be accepted. PAYMENT METHODS - Cash payment - up to 999,99. - Bank Draft – subject to prior verification with Bank of emission - Cheque – subject to prior arrangement with our Administration Department - Wire transfer to: BANCA CARIGE Piazza Zumaglini, 13 - 13100 Vercelli (VC) C.C. n° 509580 – A.B.I. 03431 – C.A.B. 10000 – CIN C IBAN IT04 C0343 1100 0000 0000 509 580 BIC CARIITGG COLLECTION OF LOTS AFTER KNOCKING DOWN The lots will be collected at the Buyers responsibility and risk after payment ah been received in full as above. Meeting Art will not assume responsibility for damages following modifications, mending or restoration requested by the customer. COLLECTION BY PROXY If the Buyer authorizes a third party to collect the lot(s), it is required that a written authorization of delegation note is produced, together with a photocopy of the Buyer’s ID and a receipt from Meeting Art’s Administration. DELIVERY COSTS Please see “Terms and conditions of sale”, paragraph 11. EXPORT Please see “Terms and conditions of sale”, paragraph 13.


CONDIZIONI DI VENDITA 1. I lotti sono ’posti in venditaDEI in locali 1. MODALITA DI OFFERTA LOTTIaperti al pubblico da Meeting Art,inche agisce quale mandataria in escluI lotti sono posti vendita in locali aperti al pubblico da MeetinginArt, che proprio agisce inequalità di mandataria in esclusiva, siva nome per conto di ciascun Venditorein e perviene contotrascritto di ciascunnegli Venditore, nome ilnome cui nome oppostiil cui registri di viene P.S. trascritto negli appositi registri P.S.. Gli effetti della vendita presso Meeting Art. Gli effettididella vendita influiscono influiscono sul venditore e Meeting Art non assume nei consul Venditore e Meetinge di Artterzi non assumealtra neiresponsabiconfronti fronti dell’Aggiudicatario in genere dell’Aggiudicatario o di terzi in genere altradiresponsabilità oltre quella ad essa derivante dalla qualità mandataria. Gli oltre oggetti sonoadaggiudicati al miglior e per conlità quella essa derivante dallaofferente propria qualità di tanti; in caso di contestazione l’oggetto verrà, a insindacabile mandataria. giudizio del banditore, rimesso in vendita nel corso della stessa Asta all’ultima offerta valida pervenuta e nuovamente 2. Gli oggetti sono aggiudicati al migliore aggiudicato. Nel presentare la propria offerta,offerente l’offerenteesi per contanti; in caso di contestazione tra più Aggiudicaassume la responsabilità personale di corrispondere il preztari, disputato verrà, a insindacabile giudizio zo dil’oggetto aggiudicazione comprensivo dei diritti d’asta, di ogni imposta dovuta e di qualsiasi altronelonere salvo del Banditore, rimesso in vendita corsoapplicabile, dell’Asta stesove espressamente convenuto iscritto con Meeting sa e sia nuovamente aggiudicato. Nelper presentare la propria Art prima della vendita, che l’offerente partecipi quale manofferta, l’offerente la responsabilità datario per conto disiunassume terzo identificato e graditopersonale a Meeting di il prezzo di aggiudicazione, comprensiArtcorrispondere al quale si rivolgerà in esclusiva per tali pagamenti. Meevo dei di diritti d’asta, di ogni imposta tingdella Art sicommissione riserva la facoltà ritirare dall’Asta qualsiasi lotto qualoraeledi offerte in Asta nononere raggiungano il prezzo di riserva dovuta qualsiasi altro applicabile, salvo ove concordato con il Venditore. Il Banditore durante ha la sia espressamente convenuto per iscritto con l’asta, Meeting facoltà di abbinare o separare lotti ed eventualmente variaArt prima della vendita, che il’offerente partecipi quale re l’ordine di vendita. In ogni caso,né Meeting Art, né suoi mandatario pere dipendenti conto di unsaranno terzo identificato gradito amministratori responsabilieper atti od Meeting al quale Meeting Art si in via escluomissioniArt, relativi alla preparazione o rivolgerà alla conduzione dell’asta oper pertali qualsiasi questione relativa alla vendita dell’opera. siva pagamenti.

2. COMMISSIONI D’ASTAla facoltà di ritirare dall’Asta 3. Meeting Art si riserva L’aggiudicatario corrisponderà a Meeting Art una commisqualsiasi lotto. Il banditore, durante ha prezzo la facoltà di sione d’asta per ciascun lotto pari all’Asta, 25% sul di agabbinare o separare i lotti ed eventualmente variare l’orgiudicazione. dine vendita.commissioni Lo stesso potrà, a proprio insindacabile Sulledi suddette Meeting Art applicherà il regime del margine talenon regime giudizio, ritirare (per i lottimaggiori qualora informazioni le offerte in su Asta rag-si rimanda alla pagina“Acquistare da Meeting giungano il prezzo di riserva concordato traArt”). Meeting Art In alcuni casi particolari l’IVA è applicata per i lotti consegnati edail Venditore. Venditori soggetti ad IVA i quali saranno soggetti, oltre all’IVA calcolata sulla commissione d’Asta, anche ad IVA sul 4. L’aggiudicatario corrisponderà a Meeting Art una prezzo di aggiudicazione. commissione d’Asta, per ciascun lotto pari al 23% sul 3. PARTECIPAZIONE ALL’ASTA prezzo di aggiudicazione. Sulle suddette commissioni Prima di ogni Asta, a tutti i partecipanti è richiesto, ai fini delMeeting Art applicherà il regime del margine (per magla validità di un’eventuale aggiudicazione, di compilare una giori informazioni su tale con regime rimanda ealla pagina scheda di partecipazione i datisipersonali le referenze “Acquistare da Meeting In alcuni casiper particolari bancarie. Meeting Art puòArt”). accettare mandati l’acquisto (offerte scritte e segnalati, telefoniche), effettuando mediante appositamente l’IVA è ancorarilanci applicata per i il Banditore con il dai pubblico partecipante Nel caso lotti consegnati Venditori soggetti all’Asta. IVA indicati in ca-di due offerte scritte identiche per il medesimo lotto, lo stesso talogo con il simbolo (§) o (^), che saranno soggetti, olverrà aggiudicato all’Offerente la cui offerta sia stata ricevuta tre all’IVA calcolata sulla commissione d’Asta, ad IVA del per prima. Meeting Art si riserva il diritto di rifiutare le offerte 22% sul prezzo aggiudicazione. lottivenga in temporanea di Acquirenti nondiconosciuti a menoIche rilasciato un deposito ad intera copertura del valore deialla lottiUE, desiderati importazione da paesi non appartenenti segna-o, comunque, fornita altra adeguata garanzia. Si precisa che, lati in catalogo con il simbolo (*), che saranno soggetti in ogni caso, Meeting Art si riserva il diritto di non accettaoltre all’IVA calcolata sulla commissione d’Asta, ad IVA re offerte. All’atto dell’aggiudicazione Meeting Art potrà del 10% sul prezzo di aggiudicazione. chiedere all’Aggiudicatario le proprie generalità e, in caso di pagamento non immediato e in contanti, l’Aggiudicatario di ogni Asta, a Art tuttireferenze i partecipanti è richiesto, 5. Prima dovrà fornire a Meeting bancarie congrueaie comunque controllabili, in caso diaggiudicazione, evidente non rispondenfini della validità di un’eventuale di comza al vero o di incompletezza dei dati o delle circostanze pilare una Scheda di Partecipazione con i dati personali edi cui sopra, incluse le informazioni fornite ai sensi dell’art. 5, o le referenzedi bancarie. comunque inadeguatezza delle referenze bancarie, Meeting Art si riserva di annullare il contratto di vendita del lotto 6. Meeting Artaggiudicato. può accettare mandati per l’acquisto (ofeventualmente ferte scritte e telefoniche), effettuando rilanci mediante il 4. DESCRIZIONE DEI ilLOTTI Banditore, in gara con pubblico partecipante all’Asta. Meeting Art agisce in qualità di mandataria dei Venditori e declina ogni responsabilità in ordine alla descrizione degli 7. Nel caso di duenei offerte scrittenella identiche pered il medeoggetti contenuta cataloghi, brochure in qualsimo lotto,materiale lo stessoillustrativo; verrà aggiudicato all’Offerente la ogni cui siasi altro le descrizioni cosi come altra indicazione o illustrazione sono Meeting puramente offerta sia stata ricevuta per prima. Artindicative si riservae potranno generare affidamenti di alcun tipo negli Agilnon diritto di rifiutare le offerte di Acquirenti non conosciuti aste sonounprecedute agiudicatari. meno cheTutte vengalerilasciato depositoda ad un’esposizione intera coperai fini da permettere un esame approfondito sull’autenticità, tura del di valore dei lotti desiderati o, in ogni caso, lo stato conservazione, la provenienza, il tipo e lafornita qualità altra adeguata garanzia. All’atto dell’aggiudicazione, dell’oggetto. Dopo l’aggiudicazione né Meeting Art, né Meeting potrà chiedere all’Aggiudicatario le vizi proprie VenditoriArt potranno essere ritenuti responsabili per relativi allo stato dieconservazione, per l’erratanon attribuzione, generalità, in caso di pagamento immediatol’autene in ticità, la provenienza, il pesodovrà o la mancanza qualità degli contanti, l’Aggiudicatario fornire a di Meeting Art oggetti. Nè Meeting Art, né il suo personale potrà rilasciare referenze bancarie congrue e comunque controllabili: qualsiasi garanzia in tal senso, salvo i casi previsti dalla legge. in di ilevidente non rispondenza al vero o èdititolare incom-ex Si caso informa consumatore in merito ai diritti di cui pletezza deiCodice dati o delle circostanze di cui sopra, incluseal art. 130 del del Consumo (in particolare in merito diritto del consumatore ripristino, senza della conle informazioni fornite aialsensi dell’art 5, ospese, comunque di formità del benedelle e allareferenze durata della garanzia) che nonArt vi èsidiinadeguatezza bancarie, Meeting fetto di conformità se, al momento dell’acquisto l’acquirente di vendita lottoignorarlo aggiuriserva di annullaredel il contratto era a conoscenza difetto ovvero non del poteva dicato. con l’ordinaria diligenza.

8. Meeting Art agisce in qualità di mandataria dei venditori e declina ogni responsabilità in ordine alla 5. BASI D’ASTA Le basi d’astadegli sonooggetti di ciascun lotto sono descrizione contenuta neistampate cataloghi,sotto nellala descrizione stessi riportata nel catalogo e non includobrochure eddegli in qualsiasi altro materiale illustrativo; le deno i diritti di d’Asta dovuti;tali effettuate con scrizioni cui sopra, cosìstime comesono ognituttavia altra indicazione o largo anticipo rispetto alla data dell’Asta e pertanto possono illustrazione, sono puramente indicative e non potranno essere soggette a revisione. Anche le descrizioni dei lotti nel generare potranno affidamenti di alcun tipo anegli Aggiudicatari. catalogo essere soggette revisione mediante comunicazioni al pubblico durante l’Asta. Tutte le aste sono precedute da un’esposizione ai fini di permettere un esame approfondito circa l’autenticità, lo 6. PAGAMENTO DEL PREZZO stato di conservazione, la provenienza, il tipo e la qualità Il pagamento totale del prezzo di aggiudicazione comprendegli oggetti. Dopo l’Aggiudicazione, né Meetingpreteso Art né sivo dei diritti d’Asta potrà essere immediatamente Venditori potranno essere ritenuti per i vizi da Meeting Art, in ogni caso dovràresponsabili essere effettuato per relativiinallo stato di conservazione, per l’errata attribuziointero, Euro, entro sette giorni dall’aggiudicazione. Il pagamento ed il ritiro lotti dovranno essere come ne, l’autenticità, ladei provenienza, il peso o laeffettuati mancanza di specificato nella paginaNé “Acquistare da Meeting Art”. Inindiqualità degli oggetti. Meeting Art né il personale fetto Meeting Art, fatto comunque salvo il risarcimento dei caricato da Meeting Art potrà rilasciare qualsiasi garanzia maggiori danni, potrà: in tal senso, per salvil’esecuzione i casi previsti dalla degli legge.obblighi nascena)procedere coattiva ti dall’acquisto; b)alienare a trattativa privata oppure in un’Asta 9. Le basiil lotto d’asta relative alla possibile partenza in succesasta di siva in danno comunque ciascun lotto dell’ sonoAggiudicatario,trattenendo stampate sotto la descrizione dei lottia titolo di penale eventuali acconti ricevuti.iL’oggetto saràdocuriportata nel catalogo e non includono diritti d’Asta stodito da Meeting Art a rischio e spese dell’Aggiudicatario vuti dall’Aggiudicatario. Tali stime sono tuttavia effettuate fino a quando non sarà venduto come sopra oppure resticon largo anticiposurispetto dell’AstaIneogni pertanto tuito al Venditore richiestaalla deldata medesimo. caso, fino alla data di restituzione di vendita,Anche l’Aggiudicatario sarà le descrizioni possono essere soggette aorevisione. tenuto a corrispondere a Meeting Art una penale pari agli dei lotti nel catalogo potranno essere soggette a revisiointeressi, calcolati sul prezzo dial aggiudicazione piùl’Asta. le comne, mediante comunicazioni pubblico durante missioni d’Asta, al tasso interbancario in vigore maggiorato di due punti; gli interessi così calcolati saranno applicati sulle 10. Il pagamento totale deldall’ottavo prezzo di giorno aggiudicazione somme dovute a decorrere seguente ela dei diritti d’Asta potrà essere immediatamente preteso data dell’aggiudicazione. da Meeting Art, in ogni caso dovrà essere effettuato per 7. RITIRO DEI LOTTI intero, in Euro, entro sette giorni dall’aggiudicazione. Il L’aggiudicatario, saldato il prezzo di aggiudicazione e le pagamento il ritiro lotti dovranno essere commissioni eper i dirittidei d’Asta, dovrà ritirare i lottieffettuati acquistaspecificato nella e pagina da specificati Meeting ticome a propria cura, rischio spese“Comprare entro i termini Art”. In difetto Meeting Art, fatto comunque salvo il risarnella pagina “Acquistare da Meeting Art”. Decorso tale termine, Art sarà esonerata cimento Meeting dei maggiori danni, potrà: da ogni responsabilità nei confronti dell’aggiudicatario in relazione alla custodia, a) procedere per l’esecuzione coattiva dell’obbligo di all’eventuale deterioramento degli oggetti e avrà diritto di acquisto, trasferire i lotti non ritirati a spese e rischio dell’acquirente b) alienare il trattativa privata pubblici oppure in presso i proprilotto ufficiaovvero magazzini o un’Asta privati. Il successiva in danno èdell’Aggiudicatario, trattenendo costo dell’imballaggio normalmente di € 25,00 per ogni singolo lotto,a etitolo potràdivariare a seconda dimensioni comunque penale, eventualidelle acconti ricevuti.o peso. Su espressa richiestada la Meeting organizzare, L’oggetto sarà custodito Meeting Art Art potrà a rischio e spese adell’Aggiudicatario spese e rischio dell’Aggiudicatario il trasporto e l’assicurafino a quando non sarà venduto zione del lotto. Per il trasferimento presso gli uffici di Roma o come sopra oppure restituito Venditoreunsucontributo richiesta del Milano dei lotti aggiudicati saràalapplicato per medesimo. ogni caso, fino alla data di restituzione o la consegna eInassicurazione di € 50,00 ad esclusione di mobili od opere di l’Aggiudicatario grande ingombrosarà pertenuto i quali l’importo del condi vendita, a corrispondere tributo sarà concordato prima. a Meeting Art una penale pari agli interessi, calcolati sul prezzo di aggiudicazione più le commissioni d’Asta, al 8. DEROGHE tasso interbancario in vigore contraria maggiorato di due punti; Nonostante ogni disposizione qui contenuta, Megli interessi così ilcalcolati applicati somme eting Art si riserva diritto disaranno concordare con glisulle aggiudicatari a decorrere dall’ottavodigiorno seguente la data dovutespeciali forme di pagamento, depositare in magazzino pubblico/privato o vendere privatamente i lotti aggiudicati e dell’aggiudicazione. non ritirati, di assicurare i lotti aggiudicati, di risolvere controversie e contestazioni effettuate da Aggiudicatari o contro gli 11. L’aggiudicatario, saldato il prezzo e leiniziativa commissioni stessi e in generale di intraprendere qualsiasi ritenuper diritti d’Asta, ritirare somme i lotti acquistati a propria ta opportuna al finedovrà di riscuotere dovute dall’Aggiucura, rischio e spese entro i delle termini specificatidinella padicatario e anche, a seconda circostanze, annullare la vendita ai sensida degli articoliArt”. 13 eDecorso 14 e restituire il prezzo gina “Comprare Meeting tale termine, all’Aggiudicatario. Meeting Art sarà esonerata da ogni responsabilità nei confronti dell’Aggiudicatario in relazione alla custodia, 9. ESPORTAZIONE all’eventuale deterioramento o deperimento degli ogPer tutti i lotti databili anteriormente ai 70 anni l’esportazione e avràalle diritto di trasferire i lotti non ritiratiper a spese ègetti soggetta normative del Ministero Italiano i Beni ee le Ufficio Esportazione. Meeting non a Attività rischio Culturali, dell’Acquirente presso i proprio uffici Art ovvero può fornirepubblici alcuna garanzia sulIlrilascio dell’attestato dièLibera magazzini o privati. costo di imballaggio norCircolazione né sui tempi necessari per lo stesso. Meeting malmente di Euro 25,00 per ogni singolo lotto, e potrà Art può fornire assistenza per le pratiche legate all’esportavariarecon a seconda delle dimensioni o peso. Su espressadi zione una spesa aggiuntiva, a carico dell’acquirente, potrà organizzare, spese e rischiodi €richiesta 300,00 +Meeting I.V.A. GliArt acquirenti sono tenutia all’osservanza dell’Aggiudicatario, l’imballaggio, il trasporto e l’assicututte le disposizioni legislative e regolamenti in vigore relativamente oggetti sottoposti a notifica, con particolare razione delagli lotto. riferimento alla Legge n. 1089 del 1 Giugno 1939. L’esportazione di oggetti è regolata dalla suddetta normativa e dalle disposizione contraria qui contenuta, 12. Nonostante leggi doganali eogni tributarie in vigore. Meeting Art declina Meeting Art si riserva il diritto degli di concordare gli Agogni responsabilità nei confronti acquirenticon in ordine ad giudicatari forme speciali di pagamento, depositare in eventuali restrizioni all’esportazione dei lotti di aggiudicati. L’aggiudicatario non potrà, in caso di esercizio del diritto dii lotti premagazzino privato/pubblico o vendere privatamente lazione da parte dello stato, dallaaggiudicati, Meeting Artdio aggiudicati e non ritirati, di pretendere assicurare i lotti dal Venditore alcun rimborso od indennizzo. Il Decreto Legirisolvere controversie e contestazioni effettuate da Aggiuslativo del 22 gennaio 2004 n. 42 disciplina l’esportazione dei dicatari o contro gli stessi e in generale di intraprendere beni culturali al di fuori del territorio della Repubblica Italiana,

qualsiasi iniziativa ritenuta opportuna al fine diEuropea riscuotere mentre l’esportazione al di fuori della Comunità è somme dovute dall’Aggiudicatario o anche, a seconda altresì assoggettata alla disciplina prevista dal Regolamento CEE 3911/92 deldi9 annullare dicembrela1992, come modificato dal dellen.circostanze, vendita ai sensi degli artiRegolamento n. 2469/96 delall’Aggiudicatario. 16 dicembre 1996 e dal coli 13 e 14 e CEE restituire il prezzo Regolamento CEE n. 974/01 del 14 maggio 2001. Meeting Art non risponde del rilascio dei relativi permessi 13. Gliné Aggiudicatari sono tenuti La all’osservanza di tutte le previsti può garantirne il rilascio. mancata concessione disposizioni o regolamentari in vigorel’annullarelativadelle suddettelegislative autorizzazioni non può giustificare mento né il mancato pagamento, che dovrà mentedell’acquisto agli oggetti dichiarati di interesse particolarmente essere effettuato entro sette giorni dalla chiusura dell’asta. importante e per i quali il procedimento di dichiarazioPer di materiali daD.LGS. specie 29 protette ne esportazione è iniziato ai sensi dell’art.derivati 6 es. del Ottocome, ad esempio, corallo, avorio, tartaruga, coccodrillo, bre 1999, n. 490, con particolare riguardo agli ossi di balena, corni di rinoceronte, etc., è necessariaartt. una54 lie ss. di del medesimoCITES decreto. L’esportazione didell’Amoggetti cenza esportazione rilasciata dal Ministero da parte di Tutela Aggiudicatari residenti e non residenti in biente e della del Territorio. Gli acquirenti che intendono esportare questi oggetti Italia è regolata dalla suddetta normativa nonchédevodalle no provvedere a loro cura ee spese al rilascio di detto certileggi doganali, valutarie tributarie in vigore. Il costo ficato ed ad informarsi presso il Paese di destinazione sulle approssimativo di una licenza di esportazione è di Leggi che regolano tali importazioni. 300,00+assicurazione+IVA. I tempi d’attesa sono di 45 giorni circa dalla richiesta al Ministero dei Beni Culturali, 10. AUTENTICHE Le opereEsportazioni. sono vendute le autentiche dei soggetti acUfficio Lacon richiesta della licenza viene inolcreditati momento dell’acquisto se riportato trata al al Ministero previo pagamento del lottoinecatalogo. su espliLa Meeting Art, pertanto, non risponderà in alcun Meeting modo e cita autorizzazione scritta dell’Aggiudicatario. ad alcun titolo nel caso in cui si verifichino cambiamenti nei Art non si assume nessuna responsabilità nei confronti soggetti accreditati e deputati a rilasciare autentiche relative dell’Aggiudicatario in di ordine ad eventuali alle varie opere. In caso contestazioni fondaterestrizioni e accertateda Meeting Artdei perlotti oggetti falsificati ad purchéad la all’esportazione aggiudicati, né arte, in ordine relativa comunicazione scritta provenga a Meeting Art entro eventuali licenze o attestati che l’Aggiudicatario di un 21 giorni dallaottenere data dellainvendita, Meeting Art potrà, a sua lotto dovrà base alla legislazione italiana. discrezione, annullare la vendita e rivelare all’aggiudicatario L’Aggiudicatario in caso di diritto di prelazione da parte che lo richieda il nome del Venditore, dandone preventiva dello Stato, non potrà pretendere da Meeting Art o dal comunicazione a quest’ultimo. Venditore nessun rimborso di eventuali interessi sul prez11. SUI LOTTIgià corrisposte. zo INFORMAZIONI e sulle commissioni d’Asta Le opere vengono vendute nel loro stato attuale. Non vengono accettate offerte “al meglio” ovvero “salvo visione”. 14. Le operepertanto sono vendute con le autentiche deiassicurarsi soggetti Consigliamo ai potenziali acquirenti di accreditati momento dell’acquisto. La dei Meeting Art, dello stato dialconservazione e della natura lotti prenpertanto,visione non risponderà alcun modo e adresponsabile alcun titolo dendone prima dellainvendita. Il reparto dell’Asta di fornire cambiamenti su richiesta dei infornel casosarà in cuilieto si verifichino neirapporti soggetti acmativi cheerappresentano unicamente l’opinione dei nostri creditati deputati a rilasciare le autentiche relative alle esperti e potranno essere soggetti ad eventuali revisioni. varie opere. In caso di contestazioni fondate e accettate Tutte le informazioni sui punzoni dei metalli, sulla caratura, da Meeting per oggetti ad arte, purché la sulla qualità e Art sul peso dell’oro,falsificati dei diamanti e delle pietre relativa comunicazione provenga a Meeting Art preziose colorate sono dascritta considerarsi puramente indicative e approssimative, Meeting non potrà essere ritenuta entro 21 giorni dalla data Art della vendita, Meeting Art responsabile eventuali errori contenuti nelle suddette indiscrezione, annullare la vendita e rivelare potrà, a suaper formazioni e per le falsificazioni ad arte degli oggetti preziosi. all’Aggiudicatario che lo richieda il nome del Venditore, Alcuni pesi in catalogo sono stati determinati tramite misuradandone preventiva comunicazione a quest’ultimo. zioni. Questi dati devono essere considerati solo un’indicazione di massima e non dovrebbero essere acquisiti come esatti. Meeting Art non garantisce i certificati eventualmente 15. Tutte le informazioni sui punzoni dei metalli, sulla caacclusi eseguiti da raturaaie preziosi il peso dell’oro, deilaboratori diamantigemmologico e delle pietre indiprependenti, ne tantomeno l’autenticità delle gemme sigillate ziose colorate sono da considerarsi puramente indicative in blister delle quali Meeting Art verifica solamente l’integrità e approssimative Meeting Art non potrà esteriore del sigillo,eanche se riferimenti di taliessere esamiritenuta potranresponsabile eventuali erroriper contenuti nelle suddetno essere citati per a titolo informativo gli aggiudicatari. te informazioni e per le falsificazioni ad arte degli oggetti 12. EVENTUALI PRETESE DI TERZI SUI LOTTI preziosi. Alcuni pesi in questo catalogo sono stati deterInminati aggiunta ad ogni altro obbligo diritto previsto dalle tramite misurazioni. Questiodati devono considepresenti Condizioni di Vendita, Meeting Art nel caso in cui rarsi solo un’indicazione di massima e non dovrebbero sia stata informata o venga a conoscenza di un’eventuale essere o acquisiti come Meeting Art nonpossesso garantisce pretesa diritto di terzi esatti. inerente alla proprietà, o i certificati del eventualmente ai preziosi trattenere eseguiti da detenzione Lotto potrà, aacclusi sua discrezione, in custodia il Lotto nelle more della composizione controlaboratori gemmologici indipendenti, ne della tantomeno versia o per tutto il periodo ritenuto ragionevolmente l’autenticità delle gemme sigillate in blister dellenecesquali sario a tale composizione. Meeting Art verifica solamente l’integrità esteriore del sigillo, anche se riferimenti ai risultati di tali esami potran13. LEGGE APPLICABILE esserecontratto citati a titolo informativo per gliitaliana. Aggiudicatari. Ilno presente è regolato dalla legge

14. 16.CONTROVERSIE In aggiunta ad ogni altro obbligo o diritto previsto Le presenti Condizioni di Vendita sono accettate dalle presenti Condizioni di Vendita, MeetingautomatiArt nel camente da quanti concorrono all’Asta e sono a disposiziocaso in cui sia stata informata o venga a conoscenza di ne di qualsiasi interessato che ne faccia richiesta. Per ogni un’eventuale pretesa èostabilita diritto la dicompetenza terzi inerente proeventuale controversia delalla Foro di Lottoalpotrà, a sua diprietà, Sipossesso o detenzione Vercelli. precisa che la clausola didel deroga foro del consumatore è stata oggettoindicustodia specifica iltrattativa individuale ed screzione, trattenere Lotto nelle more della ilcomposizione contraente dichiara accettarne ilocontenuto. delladi controversia per tutto il periodo ritenuto ragionevolmente necessario a tale composizione. 17. Le presenti Condizioni di Vendita sono accettate automaticamente da quanti concorrono all’Asta e sono a disposizione di qualsiasi interessato che ne faccia richiesta. Per qualsiasi controversia è stabilita la competenza esclusiva del Foro di Vercelli.


CONDITIONS OF SALE The for courtesy courtesy purposes purposes only. Thefollowing following translation translation is is for only; for For inconsistency, the Italian version prevail. anyany inconsistency, the Italian version shallshall prevail.

1. BID 1. ThePROCEDURES lots are sold in premises open to the public by The lots are sold in premises open to the public by MeMeeting Art which acts as Agent, on an exclusive basis, eting Art which acts as Agent, on an exclusive basis, on on behalf of each Seller, whose names registered in behalf of each Seller, whose names are are registered in spespecial books at Meeting Art. Sale The Sale cial books heldheld at Meeting Art. The shall shall have have direct effectseffects upon the Seller Meeting Art shallArt notshall be liable direct upon theand Seller and Meeting not towards Buyerthe or any third partythird except in except respectinof be liable the towards Buyer or any party responsibilities deriving from its role as agent. The lots are respect responsibilities deriving fromand its role as agent. knockedofdown to the highest bidder for cash. If any dispute arises between two or more bidders, the lot will

be put sale duringdown the same auction to the lastand valid 2. Theup lotsforare knocked to the highest bidder received again. Meeting Art will any for cash. Ifand anywon dispute arises between twonot or accept more bidkind of of theat lots sold to third parties, and only the ders, thetransfer auctioneers, their sole discretion, can decide to Buyer will be considered liable for the payment. offer again and resold the lot. Meeting Art will not accept The participation at the auction in the name of and on any kindofofthird transfer ofisthe lots sold to third andatonly behalf party subject to the priorparties, deposit, Meeting Art will premises, of a legal power ofpayment. attorney and of the Buyer be considered liable for the satisfactory bank reference. Meeting Artname reserves The participation at the auction in the of the andright on to withdraw any lot from the auction. The Auctioneer, at behalf of third party is subject to the prior deposit, at Mehis/her sole discretion, can also withdraw lots if the bids do eting Art premises, ofprice, a legal attorneyMeeting and of not reach the reserve aspower agreedofbetween satisfactory Art and the bank Seller.reference. During the auction, the Auctioneer is entitled to join or

separate anyArt tworeserves or more the lots and the any order 3. Meeting righttotochange withdraw lotof the sale. In any case neither Meeting Art nor its directors or from the auction. During the auction, the Auctioneer employees are liable for any acts or omissions relatingisto entitled to join or any or more to the preparation or separate conduct of thetwo auction or forlots anyand matter relating the to the saleof ofthe the sale. work.The Auctioneer, at his/her change order sole discretion, can also withdraw lots if the bids do not 2. AUCTION FEES reach the reserve price, as agreed between Meeting Art In addition to the hammer price the buyer shall pay, for and the Seller. each lot, a premium of 25% on the hammer price. Meeting Art will apply the Margin Scheme for more informa-

tionInregarding margin scheme and charges, ple4. addition the to the hammer price thethese buyer shall pay, aseeach see lot, Commission, and charges this for a premiumPremium, of 23% onVAT the hammer price.inMecatalogue). In some special cases, VAT is applied to items eting Art will apply the Margin Scheme (for more infordelivered by sellers subject to VAT which will be subject, mation regarding margin scheme and these charges, in addition to VATthe calculated on the auction commission, please VATprice. and charges in also forsee VATCommission, calculated onPremium, the hammer this catalogue). 3. HOW TO PARTICIPATE Before the auction each prospective Buyer must comple-

5. Before auction each prospective Buyer must comte and signthe a registration form including personal data and plete and sign a registration form including personal data bank references, in order to bid through an assigned numand bank references, in order to bid through an assigned ber. If the registration form is not completed and signed, any eventual will not beform valid.isMeeting Art is entitled number. If thesale registration not completed and si-to acceptany written or telephone bids behalf of clients that gned, eventual sale will not beon valid.

do not attend the auction, making bids through the auctioneer in competition with the other bidders attending

6. Art is entitled accept orfrom telephone theMeeting Sale. If identical writtentobids are written received two or moreon parties samethat lot, do thenot firstattend bid received by Mebids behalfforofthe clients the auction, eting Artbids shallthrough take precedence. Meeting Art reserves the making the auctioneer in competition with right to refuse bids from unidentified Buyers unless, a dethe other bidders attending the Sale.

posit covering the entire value of the lots desired, is paid. Meeting Art reserves the right not to accept bids. If the

7. If identical bids are received or more payment is notwritten immediate and in cash,from the two Buyer has to supply a address and verifiable details. If parties forpermanent the same lot, the first bid receivedbank by Meeting theshall datatake are not complete,Meeting accurateArt or reserves sufficient,the Meeting right Art precedence. Art reserves the right to cancel the sale of the lot. to refuse bids from unidentified Buyers unless, a deposit covering the entire OF value of the lots desired, is paid. 4. DESCRIPTION THE LOTS IfMeeting the payment is as notmere immediate and cash, and the cannot Buyer Art acts Agent of theinSellers be considered for theaddress description the lots bank in the has to supply aliable permanent and of verifiable catalogues, brochures publications. Statements details. If the data areand notother complete, accurate or suffiin the catalogue, condition reports or any other indication cient, Meetingregarding Art reserves the right to cancel the saleof or illustration the lots, are purely statements of the lot.and cannot be accounted as statements of waropinion

ranty. Before every auction, an exhibition of the lots takes

place in orderArt to acts as mere Agent of the Sellers and 8. Meeting allow an in-depth evaluation of the authenticity, the state cannot be considered liable for the description of the of preservation, the provenance and the type and qualilots thelot. catalogues, andMeeting other publications. ty ofinany After thebrochures Sale, neither Art nor the Statements in liable the catalogue, condition reportsthe or state any Sellers will be for any defects concerning of preservation, correctness of statements about attriother indication the or illustration regarding the lots, are pubution, authenticity, rely statements of opinion and cannot be accounted as provenance, weight or quality of any item. Neither Meestatements of warranty. Before every auction, an exhibiting Art nor its staff has the authority to make or give any tion of the lots or takes place ,inexcept order for to allow in-depth representation warranty casesan provided by evaluation of the authenticity, thethe state of itpreservation, law. We inform consumer about rights enjoys under

the130 provenance and the type and(inquality of any lot.regard After art. of the Consumer Code particular with thethe Sale, neither Arttonor the Sellers be liable to right of theMeeting consumer repair, withoutwill charge, the conformity of the goods and duration of the guaranfor any defects concerning thethe state of preservation, the tee) that there no lack of conformity if, at theauthenticity, time of purcorrectness ofisstatements about attribution, chase the buyer was aware of the or could not ignore with provenance, weight or quality of any item. ordinary diligence. Neither Meeting Art nor its staff has the authority to make

orSTARTING give any representation or warranty , except for cases 5. BIDS The estimates provided by law.and the starting biddings regarding the possible Sale price of each lot are printed under the description of every lot in the catalogue and are not Buyer’s 9. The estimates and the starting biddings regarding premium inclusive. Estimates and starting bids are prepathe well possible Sale price of each lotsubject are printed under The the red in advance so they can be to revision. description lotslot in the catalogue could to descriptionof ofthe every in the catalogue andbe aresubject not Burevision, as well.inclusive. In that case an appropriate communicayer’s premium Estimates and starting bids are tions to thewell public will be made during thesubject auction.to reviprepared in advance so they can be sion. The description of the lots in the catalogue could 6. PAYMENT be subject as require well. In from that case an appropriate Meeting Arttoisrevision, entitled to the Buyer immediate payment in fullto and Euro ofwill thebeHammer Price plus communications theinpublic made during the the Buyer’s Premium. The payment must be made within auction. seven days from the purchase. Instructions for payment and collection of purchased lots 10. Meeting entitled to require the BuyerIf imcan be foundArtinisthe catalogue or in from the website. the mediate in full and indue EuroMeeting of the Hammer Price Buyer failspayment to pay the amount Art, reserving the furtherPremium. damages,The shallpayment be entitled to:be made plusright the to Buyer’s must a) enforce thedays contractual obligation. within seven from thepurchase purchase. Instructions for payb) arrange a resale of the Lot, through private treaty or ment and purchased lots as cana be foundany in during the collection following of auction, keeping penalty the catalogue in the website. the Buyer pay amount alreadyorpaid by the Buyer.IfMeeting Artfails shalltoretain the amount Meeting reserving right furitems sold at due risk and Buyer’Art, s own expensethe until theto selling of thedamages, lot or untilshall thebe restitution ther entitledto to:the Seller, if required. In any case, until sale date, The Buyer will have to pay a a) enforce the the contractual purchase obligation penalty equal to the interest, calculated on the Hammer b) arrange a resale of the Lot, through private treaty or price plus the Buyer’s during theaccording followingto auction, keepingrate as in a force penalty any premium, the interbank increased of two points: thebyinterest so calculated shallshall be apMeeting Art reamount already paid the Buyer. plied on the amount the eighth following the tain items sold at risk from and Buyer’s own day expense until the Sale. selling of the lot or until the restitution to the Seller, if required. 7. COLLECTION OF THE LOTS In any case,after until the sale date ,of The Buyer will have to pay The Buyer, payment the Hammer price and the Buyer’equal s premium, has to collect the on lotstheatHammer his own a penalty to the interest, calculated risk and cost thepremium, days specified in the price plus thewithin Buyer’s according toparagraph the inter“Buying at Meeting Art”. After this time, Meeting Art shall bank rate in force increased of two points: the interest not be held liable by the Buyer for the custody or for any so calculated shall be of applied on theMoreover, amount from the possible deterioration the items. Meeting eighth day following Sale. lots which have not been Art will have the right the to transfer collected at the risk and buyer’ s ownafter expense to its offices or warehouse. The 11. The Buyer, the payment of the Hammer price common cost of packaging is Euro 25,00, but it could and the Buyer’s premium, has to collect the lots at his change depending on the volume and the size of the ownFor riskthe andtransfer cost within the days specified paragralot. at the offices of Rome in orthe Milan of the sold lots willat beMeeting chargedArt”. a fee for delivery insurance ph “Buying After this time,and Meeting Art of € 50,00 excluding furniture works dimensions shall not be held liable by the or Buyer for of thebig custody or for for thedeterioration amount of the contribution anywhich possible of the items. will be agreed before. Moreover, Meeting Art will have the right to transfer lots

which have not been collected at the risk and buyer’s own 8. EXEMPTIONS Despite provisions in these “Conditions of expenseany to itscontrary offices or warehouse. The common cost of Sale”, Meeting Art25,00, reserves rightchange to agree with the packaging is Euro but the it could depending Sellers special conditions of payment, to arrange for waon the volume and the sizeof the lot. rehousing, to decide for the insurance of the object sold, to sell privately the lots sold uncollected, to settle any di12. Despite provisions in these “Conditions sputes madeany bycontrary or against the Buyers and, in general to take any action deemed appropriate fortothe collection of Meeting Art reserves the right agree with the of Sale”, the amounts due by the Buyer and, if necessary, cancel Sellers special conditions of payment, to arrangetofor wathe Sale and return the price to the Buyer in accordance rehousing, the insurance of the object sold, with articlesto 13decide and 14for below. to sell privately the lots sold uncollected, to settle any 9. EXPORT disputes made by or against the Buyers and, in general For all lots age 70, their export subject to to take anydating actionbefore deemed appropriate for theis collection the regulations the by Italian for Cultural Heritage of the amountsofdue theMinistry Buyer and, if necessary, to and Activities, Export Office. Meeting Art cannot provide cancel the Sale and return the price to the Buyer in accorany guarantees regarding the issue of a Free Circulation dance withtime articles 13 and below. nor on the needed for14 the same.

Buyers are required to comply with all laws and regulations in force relation to thewith objects subject to notifica13. The Buyerinmust comply all the applicable legition, with particular reference to Act. 1089 of 1 June 1939 slative and regulatory provisions concerning the objects The export of objects is governed by the above regulawhichand arecustoms declaredlaws to have a significant and particular tions and tax regulations. Meeting Art interest orany forliability whichto the process of declaration disclaims any purchaser with regardstarted to any

pursuant toonArticles 6 andof ff. the of Legislative Decree No.490 restrictions the export sold lots. The contractor October more specifically pursuant to Arshall not, in29, the1999, eventand of exercise of the right of first refusal on the part of the state, Meeting or theofseller ticles 54 and ff. of the claiming same Decree. All Art exports lots any refund compensation. The Legislative Decree of 22 from Buyerorresident or not resident in Italy are governed January 2004 n. 42 regulating the export of cultural goods by the above mentioned laws, and are also subject to cuoutside the territory of the Italian Republic, while the exstoms, currency and tax- regulations inisforce. The Export port outside the European Community licence costs approximately 220+insurance+VAT. also subject to the regulations Euro laid down by EEC Regulation no. 3911/92 of 9 December as amended by The request of this licence has to1992, be presented to the Regulation EECofn.Cultural 2469/96Activities of 16 December 1996 Italian Ministry and Heritage onlyand on the EEC Regulation no. 974/01 Meeting of May 14, 2001. payment of the lot and prior a written request from the Meeting Art is not liable for issuing the relevant permits Buyer. nor can it guarantee their release. expected It can taketo upgrant to 45such dayspermits to process fromjustify the date of preThe failure cannot the cancellation of the purchase nor the non-payment, that will have sentation. toMeeting be made the the auction. Artwithin shall seven not bedays heldfrom liable forend anyofrestrictions For export of material derived from endangered species, on export of the sold lots or for any licences or permits such as coral, ivory, tortoise, crocodile, whale bones, rhino that the Buyer must obtain Italian law.issued In theby event horns, etc., you need a CITESunder export permit the Ministry the Environment andthe Territory that theforItalian State exercises right. of preemption, Buyers wishing export these objects mustany provide their the Buyer shalltonot be entitled to receive refund of care costs and the issue of the certificate and to obtain inthe interest on the sale price and on the premium already formation from the country of destination on the laws that paid tosuch Meeting Art or to the Seller. govern imports.

10. 14.AUTHENTICS Lots are sold together with the authentication issued Lots arecredit sold together the authentication issued Art by by the expert atwith the moment of sale. Meeting the credit expert at the moment of sale. Meeting Art dedeclines any responsibility in case of a change of the creclines any responsibility in case of a change of the credited dited appointed expert appointed issue the authentications of expert to issuetothe authentications of the vathe various lots. If21 within daysthe from salethe date, the rious lots. If within days21from salethe date, Buyer has notified Meeting Art writing that he/she has a good Buyer has notified Meeting Art writing that he/she has a reason to believe that the lotthe concerned is a forgery and good reason to believe that lot concerned is a forgery Meeting Art accepts this objection, Meeting Art shall be and Meeting Art accepts this objection, Meeting Art shall entitled, at its sole discretion, to cancel the Sale and disclodiscretion, to cancel Sale and at the its sole sebetoentitled, the Buyer name of the Seller, givingthe prior notice todisclose him/her.to the Buyer the name of the bSeller, giving prior notice to him/her.

11. INFORMATIONS ON THE LOTS Lots are sold in their actual state. We therefore recom15. Allprospective the information concerning of metals, mend buyers to check the the marking state of conservathe and carats and of weight of viewing gold, diamonds andthe colored tion nature the lots them before sale. The department charge of the auction will be happy to precious stones,inare approximate and mere statements provide upon request a condition report that is solely the of opinion and can not be relied as a statements of waropinion of our experts and may be subject to possible reranty. visions. All the information concerning the marking of meMeeting Art shall not be of held liable for any and errors inclutals, the carats and weight gold, diamonds colored ded in this information or for cases ofmere forgery. The weight precious stones, are approximate and statements of opinion cannot be relied as a statements of warranty. of the and stones, considered individually once removed Meeting shall not be held liable for weight any errors from theArt setting, is the approximate andincluded not the in this information or for cases of forgery. The weight of the “exact” weight. stones, considered individually once removed from the Meeting not guarantee theand certificates setting, is Art thedoes approximate weight not theattached “exact” weight. Meeting Artmade does by notgemmological guarantee thelaboratories, certificates to precious objects attached to precious objects by gemological if any. However, reference tomade them can be made for laboinforratories, any. However, reference to them can be made mation ifpurposes. for information purposes. 16.ANY In addition to all rightsPARTIES and obligations 12. CLAIMS BYour THIRD ABOUTunder LOTSthis Inagreement, addition to all our rightsArt andbecames obligations under thiswith agre-a if Meeting acquainted ement, if Meeting becomes a claim claim from a thirdArt party that hasacquainted a right of with to property, from a third party that has a right of to property, possession possession or control of the Lots, shall be entitled to reor control of the Lots, shall be entitled to retain possession of dispute the Lotsisuntil the dispute is resolved. oftain thepossession Lots until the resolved.

13. LAW of Sale” are automatically accep17.APPLICABLE These “Conditions This is governed by Italian law. tedcontract by the sale participants and are available to any personDISPUTES requesting them. Any dispute shall be submitted to 14. the exclusive jurisdiction of the Court. accepted These “Conditions of Sale” areVercelli automatically by the sale participants and are available to any person requesting them. Any dispute shall be submitted to the exclusive jurisdiction of the Vercelli Court. For further informations: Casa delle Aste Meeting Art S.p.A. Corso Adda, 7-11 13100 Vercelli (VC) Italy Tel.(+39).0161/2291 Fax (+39).0161/229327 info@meetingart.it


PRIVACY Gentile Cliente, nel ringraziarLa, Le ricordiamo che i dati da Lei direttamente forniti saranno trattati esclusivamente per le finalità di cui all’informativa artt.13/14 Regolamento UE 2016/679; La invitiamo pertanto a leggerla e a sottoscrivere la Sua manifestazione di consenso al fine di consentire il trattamento dei Suoi dati. Pursuant to articles 13/14 of the UE Regulation 2016/679, we invite you to acknowledge the information on the processing of personal data.

Compilare questo modulo in tutte le sue parti e inviare please fill this form and mail

Casa d’Aste dal 1979

Casa delle Aste MEETING ART S.p.A. CORSO ADDA, 7-11 13100 VERCELLI a mezzo fax/by fax to

0161 229329-7

N.B.: senza questo modulo compilato e firmato non possiamo dare corso alle spedizioni

o via e-mail/by e-mail

spedizioni@meetingart.it

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: TEL. 0161.2291

Il sottoscritto

NOME E COGNOME:

MODULO SPEDIZIONI

O DITTA: RESIDENTE A:

VIA:

RICHIEDE LA SPEDIZIONE TRAMITE CORRIERE (Sceglierà Meeting Art se nessuna delle caselle è barrata) (NON ASSICURANO)

Corrieri portavalori (ASSICURANO LE SPEDIZIONI) prendere informazioni prima per costi e tempistica CORRIERI DA SALDARE A MEETING ART

TNT

FERRARI SpA (trasporto preziosi e dipinti)

GLS

MEETING ART (destinazione uffici di Roma o Milano)

SDA ALTRO (specificare nominativo del corriere)

SPEDIZIONE A CURA DELL’ACQUIRENTE (specificare nominativo del corriere che effettuerà la presa) (Corriere inviato dall’acquirente) EVENTUALE CODICE ABBONAMENTO

ASTA N°:

LOTTI N°:

ASTA N°:

LOTTI N°:

ASTA N°:

LOTTI N°:

Indirizzo di spedizione: NOME E COGNOME VIA

N. CAP

CITTA’ TELEFONO

E dichiara di aver preso conoscenza delle seguenti condizioni e di accettarle integralmente: 1. Il richiedente esonera la Casa d’ Aste Meeting Art S.p.A., e le persone che operano in essa, da ogni responsabilità in caso di furto, smarrimento, danneggiamento, distruzione o qualsiasi altro fatto lesivo dovesse verificarsi durante la spedizione dei lotti. 2. Il richiedente rinuncia ad ogni pretesa od azione nei confronti della Casa d’ Aste Meeting Art S.p.A. per eventuali ritardi del Corriere nella consegna della spedizione e di relativi disguidi nella fatturazione della stessa che dovrà essere saldata alla Ditta di Spedizioni o al relativo Vettore al momento della consegna, salvo le spedizioni con Corriere Securpol o Ferrari che vanno saldate a Meeting Art. 3. Per l’imballaggio dei lotti, il richiedente si impegna a versare alla Casa d’ Aste Meeting Art S.p.A. il compenso normalmente richiesto di € 25,00 a collo. Tale compenso potrà subire variazioni a secondo delle dimensioni e del peso delle opere, ma verrà comunque concordato e versato prima della spedizione delle stesse, altrimenti verrà applicato in contrassegno nella spedizione. Per evitare danneggiamenti durante il trasporto, i dipinti verranno, ove presenti, privati dei vetri. 4. La eventuale copertura assicurativa della proprietà in viaggio dovrà essere richiesta e concordata tra l’aggiudicatario e il trasportatore, senza alcuna responsabilità della Casa d’ Aste Meeting Art S.p.A. Tale copertura sarà ad integrale carico dell’aggiudicatario. 5. Per il trasferimento presso gli uffici di Roma o di Milano dei lotti aggiudicati sarà applicato un contributo per consegna e assicurazione di € 50,00, ad esclusione di mobili od opere di grande ingombro per i quali l’importo del contributo sarà concordato prima. Si dichiara di conoscere e approvare specificatamente le clausole 1, 2, 3, 4, 5 del presente accordo.

lì il richiedente (firma leggibile)


PRIVACY Gentile Cliente, nel ringraziarLa, Le ricordiamo che i dati da Lei direttamente forniti saranno trattati esclusivamente per le finalità di cui all’informativa artt.13/14 Regolamento UE 2016/679; La invitiamo pertanto a leggerla e a sottoscrivere la Sua manifestazione di consenso al fine di consentire il trattamento dei Suoi dati. Pursuant to articles 13/14 of the UE Regulation 2016/679, we invite you to acknowledge the information on the processing of personal data.

Compilare questo modulo in tutte le sue parti e inviare please fill this form and mail

CEDOLA ABBONAMENTO CATALOGHI

Casa d’Aste dal 1979

Casa delle Aste MEETING ART S.p.A. CORSO ADDA, 7-11 13100 VERCELLI

a mezzo fax/by fax to 0161 229327-8 o via e-mail/by e-mail abbonamenti@meetingart.it

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: TEL. 0161.2291

Intestatario dell’abbonamento NOME E COGNOME: RAGIONE SOCIALE (per le ditte): PARTITA IVA/CODICE FISCALE (per le ditte):

VIA:

N°:

CAP:

CITTA’:

TEL.

/

PROV.: EMAIL:

Tipo di abbonamento SINGOLO SETTORE:

5 cataloghi € 100,00 Barrare il settore di interesse Arte moderna e contemporanea

Dipinti del XIX e XX secolo

Gioielli moderni e d’epoca

Antiquariato (Arredi e dipinti antichi)

Orologi moderni e d’epoca

25 cataloghi € 450,00

TUTTI I SETTORI:

Scelgo di pagare con: Bonifico bancario: IBAN IT52S0569610000000002111X64 BANCA POPOLARE DI SONDRIO - Filiale di Vercelli BIC/SWIFT POSOIT22 Bonifico bancario: IBAN IT80 E032 9601 6010 0006 7177064 BANCA FIDEURAM - Agenzia 001, Milano, BIC/SWIFT: FIBKITMM Assegno non trasferibile allegato intestato a Meeting Art S.p.A. Contanti Versamento su c/c postale n° 11382132 intestato a casa delle Aste - Meeting Art S.p.A. - 13100 Vercelli Contrassegno (costo abbonamento + € 6,00 per spese di spedizione) Carta di credito

CartaSI’/Visa/Mastercard

scad.

/

CartaSì CVV2

In caso di pagamento con carta di credito si può inviare un fax (24 ore su 24) allo 0161.229327

DATA

FIRMA


PRIVACY Gentile Cliente, nel ringraziarLa, Le ricordiamo che i dati da Lei direttaformativa artt.13/14 Regolamento UE 2016/679; La invitiamo pertanto

Compilare la presente scheda in tutte le sue parti e inviare

Casa d’Aste dal 1979

Casa delle Aste MEETING ART S.p.A. CORSO ADDA, 7-11 13100 VERCELLI

consentire il trattamento dei Suoi dati. Pursuant to articles 13/14 of the UE Regulation 2016/679, we invite you to acknowledge the information on the processing of personal data.

SCHEDA DI OFFERTA BID FORM

a mezzo fax/by fax to

OFFERTE ON LINE su www.meetingart.it BID ON LINE on www.meetingart.it

0161 229327

o via e-mail/by e-mail

offerte@meetingart.it

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: TEL. 0161.2291

IL SOTTOSCRITTO name

INDIRIZZO Address

Telefono

CELL.

FAX

Phone

Mob.

fax

DOCUMENTO D’IDENTITA’ Identity document

Tipo e Numero (Type and Number)

RILASCIATO A

IL

granted to

date

Con la presente scheda mi impegno ad acquistare i lotti segnalati al prezzo offerto (esclusi i diritti d’asta), dichiaro inoltre, ai sensi e per effetti degli artt. 1341 e 1342 del Codice Civile, di aver preso visione ed approvare le condizioni di vendita riportate sul catalogo.

ASTA N° AUCTION N. 868 DIPINTI ANTICHI E ARREDI LOTTO N° LOT n.

DESCRIZIONE Description

OFFERTA MAX € Max Bid Price

(Recapito telefonico da contattare) Phone to be contacted I lotti saranno aggiudicati al minimo prezzo possibile in rapporto all’offerta precedente. A parità di offerta prevale la prima ricevuta. Alla cifra di aggiudicazione andranno aggiunti i diritti d’asta del 25%. Le persone impossibilitate a presenziare alle vendite possono concorrere all’asta compilando la presente scheda ed inviandola alla Casa d’Aste per fax al numero 0039.0161.229327, almeno 5 ore prima dell’inizio dell’asta. E’ possibile richiedere la partecipazione telefonica su tutti i lotti in catalogo barrando l’apposita casella. Per i lotti “SENZA RISERVA” è necessario inviare un’offerta. Solo oltre l’eventuale raggiungimento di quest’ultima, si potrà partecipare telefonicamente. Un’offerta inviata non può in nessun caso essere cancellata. Meeting Art non sarà ritenuta responsabile per le offerte inavvertitamente non eseguite o per errori relativi all’esecuzione delle stesse. I lotti acquistati saranno ritirati a cura dell’acquirente. Meeting Art rimane comunque a disposizione per informazioni e chiarimenti in merito. La presente scheda va compilata con il nominativo e l’indirizzo ai quali si vuole ricevere la fattura.

DATA (Date)

FIRMA LEGGIBILE (Legible signature)


CALENDARIO DELLE ASTE NOVEMBRE - DICEMBRE 2019 ASTA 869 - OPERE DELL’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA Sabato 23/11 Domenica 24/11 Sabato 30/11 Domenica 01/12

I II III IV

sessione sessione sessione sessione

ore 14,30 ore 14,30 ore 14,30 ore 14,30

Catalogo disponibile dall’8 Novembre 2019 Lotti in esposizione dal 16 Novembre 2019 ORARIO ESPOSIZIONI:

Dal Martedì al Venerdì: 9,30/12,30 - 14,30/18,30 Sabato-Domenica: 10,00/12,00 - 14,00/19,00 Lunedì chiuso

ASTA 870 - GIOIELLI MODERNI E D’EPOCA Sabato 07/12 Domenica 08/12 Sabato 14/12 Domenica 15/12

I II III IV

sessione sessione sessione sessione

ore 14,30 ore 14,30 ore 14,30 ore 14,30

Catalogo disponibile dal 22 Novembre 2019 Lotti in esposizione dal 29 Novembre 2019

ORARIO ESPOSIZIONI:

Venerdì: 9,30/12,30 - 14,30/18,30 Sabato-Domenica: 10,00/12,00 - 14,00/19,00 Lunedì chiuso Negli altri giorni i lotti non sono in esposizione

ASTA 871 - DIPINTI DEL XIX E XX SECOLO Sabato 21/12 Domenica 22/12

I II

sessione sessione

ore 14,30 ore 14,30

Catalogo disponibile dal 6 Dicembre 2019 Lotti in esposizione dal 14 Dicembre 2019

ORARIO ESPOSIZIONI:

Dal Martedì al Venerdì: 9,30/12,30 - 14,30/18,30 Sabato-Domenica: 10,00/12,00 - 14,00/19,00 Lunedì chiuso

Il programma e le date possono subire variazioni


Asta7

UFFICIO DI MILANO Via Ricasoli 2 tel. 02.72008548

UFFICIO DI ROMA Via Margutta 94 tel. 06 3212668 fax 06 32501095


AUTOSTRADA MILANO

Asta755_quinta_Asta755-@66@ 22/02/13 16:03 Pagina 104

AUTOSTRADA TORINO - AOSTA - ALESSANDRIA - GENOVA


ANCA

ASSOCIAZIONE NAZIONALE CASE D’ASTE

AMBROSIANA CASA D’ASTE DI A. POLESCHI Via Sant’Agnese 18 – 20123 Milano tel. 02 89459708 – fax 02 40703717 Internet: www.ambrosianacasadaste.com e-mail: info@ambrosianacasadaste.com

INTERNATIONAL ART SALE Via G. Puccini 3 – 20121 Milano tel. 02 40042385 – fax 02 36748551 Internet: www.internationalartsale.it e-mail: info@internationalartsale.it

ANSUINI 1860 ASTE Viale Bruno Buozzi 107 – 00197 Roma tel. 06 45683960 – fax 06 45683961 Internet: www.ansuiniaste.com e-mail: info@ansuiniaste.com

MAISON BIBELOT CASA D’ASTE corso Italia 6 – 50123 Firenze tel. 055 295089 - fax 055 295139 Internet: www.maisonbibelot.com e-mail: segreteria@maisonbibelot.com

BERTOLAMI FINE ART Piazza Lovatelli 1 – 00186 Roma tel. 06 32609795 – 06 3218464 – fax 06 3230610 Internet: www.bertolamifineart.com e-mail: info@bertolamifineart.com

STUDIO D’ARTE MARTINI Borgo Pietro Wuhrer 125 – 25123 Brescia tel. 030 2425709 - fax 030 2475196 Internet: www.martiniarte.it e-mail: info@martiniarte.it

BLINDARTE CASA D’ASTE Via Caio Duilio 10 – 80125 Napoli tel. 081 2395261 – fax 081 5935042 Internet: www.blindarte.com e-mail: info@blindarte.com

MEETING ART CASA D’ASTE corso Adda 7 – 13100 Vercelli tel. 0161 2291 - fax 0161 229327-8 Internet: www.meetingart.it e-mail: info@meetingart.it

CAMBI CASA D’ASTE Castello Mackenzie – Mura di S. Bartolomeo 16 – 16122 Genova tel. 010 8395029- fax 010 879482 Internet: www.cambiaste.com e-mail: info@cambiaste.com

PANDOLFINI CASA D’ASTE Borgo degli Albizi 26 – 50122 Firenze tel. 055 2340888-9 - fax 055 244343 Internet: www.pandolfini.com e-mail: info@pandolfini.it

CAPITOLIUM ART via Carlo Cattaneo 55 – 25121 Brescia tel. 030 2072256 – fax 030 2054269 Internet: www.capitoliumart.it e-mail: info@capitoliumart.it

PORRO & C. ART CONSULTING Via Olona 2 – 20123 Milano tel. 02 72094708 - fax 02 862440 Internet: www.porroartconsulting.it e-mail: info@porroartconsulting.it

EURANTICO S.P. Sant’Eutizio 18 – 01039 Vignanello VT tel. 0761 755675 - fax 0761 755676 Internet: www.eurantico.com e-mail: info@eurantico.com FARSETTIARTE viale della Repubblica (area Museo Pecci) – 59100 Prato tel. 0574 572400 - fax 0574 574132 Internet: www.farsettiarte.it e-mail: info@farsettiarte.it FIDESARTE ITALIA via Padre Giuliani 7 (angolo via Einaudi) - 30174 Mestre VE tel. 041 950354 – fax 041 950539 Internet: www.fidesarte.com e-mail: info@fidesarte.com

FINARTE S.p.A. via Paolo Sarpi 8 - 20154 Milano tel. 02 36569100 – fax 02 36569109 Internet: www.finarte.it e-mail: info@finarte.it

SANT’AGOSTINO corso Tassoni 56 – 10144 Torino tel. 011 4377770 - fax 011 4377577 Internet: www.santagostinoaste.it e-mail: info@santagostinoaste.it


®

®

Casa d’Aste dal 1979

Casa d’Aste dal 1979

CASA DELLE ASTE MEETING ART S.p.A. 13100 Vercelli, Corso Adda 7-11 tel. 0161 2291, fax 0161 229327-8

FEDERAZIONE EUROPEA DI VENDITORI ALL’ASTA

ASSOCIAZIONE NAZIONALE CASE D’ASTA

FOTOGRAFIE

IN COPERTINA LOTTO 69 AL RETRO LOTTO 171 INTERNO COPERTINA LOTTI 310, 420

Daniele Guidarelli Alessandro Gabutti Alex Cardano STAMPA

Mastervision di Fausto Zai - Santhià - VC

© È vietata la riproduzione, memorizzazione o utilizzazione del catalogo in qualsiasi forma e con qualunque mezzo. Ogni eventuale utilizzazione, anche parziale, del catalogo, dovrà essere preventivamente approvata dalla Meeting Art.


Dipinti Antichi e Arredi

DIPINTI ANTICHI E ARREDI

NOVEMBRE 2019

8 6 8

PALAZZO MEETING ART - CORSO ADDA 7 - VERCELLI - TEL. +39 0161 2292 - WWW.MEETINGART.IT

MEETING ART

Profile for Meeting Art Auction House

Asta 868 - DIPINTI ANTICHI E ARREDI  

Prima Sessione: Sabato 9 Novembre 2019 ore 14:30 - Lotti dal 1 al 110 Seconda Sessione: Domenica 10 Novembre 2019 ore 14:30 - Lotti dal 111...

Asta 868 - DIPINTI ANTICHI E ARREDI  

Prima Sessione: Sabato 9 Novembre 2019 ore 14:30 - Lotti dal 1 al 110 Seconda Sessione: Domenica 10 Novembre 2019 ore 14:30 - Lotti dal 111...

Profile for meeting