Page 1

rassegna stampa Ibla Buskers 2010 a cura di


TORNA AD OTTOBRE IL FESTIVAL “IBLA BUSKERS” LA FESTA DEGLI ARTISTI DI STRADA DAL CUORE SICILIANO. A RAGUSA IBLA DAL 6 AL 10 OTTOBRE 2010 RAGUSA - Un nastro e un cerchio mentre una donna sembra appesa alla luna. La poesia della vita da artista, in giro per il mondo, ammaliando i grandi, facendo innamorare i più piccini. Tra le viuzze e le piazzette di un bel borgo barocco, dilaga uno spirito zigano frammisto ai colori di ogni nazionalità. Torna “Ibla Buskers”, la festa divenuta a buon diritto punto di riferimento per tutto il Sud Italia. Torna ad ottobre, dal 6 al 10, ad abbracciare il quartiere barocco di Ragusa, in Sicilia. Un'attrazione emozionante che l'isola del fascino sa regalare. La festa degli artisti di strada raggiunge quest'anno la sedicesima edizione e consacra il grande successo degli anni passati. Gruppi provenienti da tutto il mondo giungono a Ragusa Ibla per far esplodere l’incredibile miscela tra l'arte dei buskers e l'arte dei luoghi. E' come se la bellezza immutata nel tempo potesse invece prendere nuove forme. Come se le linee e le curve dei palazzi e delle chiese barocche avessero facoltà di reinventarsi. E i mascheroni di urlare al passaggio di quell'allegria dirompente. Birilli, palloncini, maschere sinuose si confondono tra le curve dei palazzi barocchi. Trampolieri, clown, acrobati, teatranti, sputafuoco, fachiri, musicisti, giocolieri tornano ad essere protagonisti della magica atmosfera che regala emozioni. L’Associazione Edrisi, che cura la manifestazione, sta lavorando ormai da tempo al programma. Ci sono già delle prime conferme importanti con compagnie che arrivano dalla Spagna e dalla Francia. Dalla caliente terra spagnola arriveranno gli “Apagòn Digital” con uno spettacolo moderno che unisce musica, video e danza, ispirato al cinema muto degli anni '20. Sempre dalla Spagna arriverà Arturello Di Popolo, attore/clown, proviene da una famiglia circense, il suo lavoro si basa sull'essenza del clown circense. Ed ancora Kambahiota, con lo spettacolo itinerante molto particolare incentrato su una ruota alta 5 metri da dove i vari artisti si esibiscono in numeri aerei, con corda, trapezio e immancabili acrobazie. Dalla Francia il gruppo dei Guappecartò, cinque musicisti che eseguono una musica d'altri tempi, ostinata e profonda, che oscilla tra sonorità zingare e mediterranee, di un'efficacia schiacciante. E sempre dalla Francia arriva anche Benjamin Delmas, acrobata, clown, mago, escapologista. Presenterà il suo ultimo personaggio, Mr. Bang,


che cercherà di far esplodere tutto e tutti, anche se stesso. Dalle compagnie numerose ai duo, alle esibizioni dei singoli artisti, tutti pronti a far divertire il numerosissimo pubblico che puntualmente accorre a Ibla Buskers. Ed è in effetti difficile, per chi è stato alla manifestazione, non tornare, non essere partecipe di quella gioia comune che scoppia in piazza mentre piccole mongolfiere salgono lentamente in cielo salutando il pubblico gioioso della festa meticcia dal cuore siciliano.

Ufficio stampa MediaLive 29 agosto 2010


“IBLA BUSKERS”:ARTISTI DALLA SPAGNA E DALLA FRANCIA ARRIVERANNO DAL 6 AL 10 OTTOBRE NEL QUARTIRE BAROCCO. INFORMAZIONI E AGGIORNAMENTI ANCHE SU FACEBOOK. INTANTO SI MOLTIPLICANO LE PRENOTAZIONI TURISTICHE. RAGUSA - Rullo di tamburi e fiato alle trombe. Stavolta è proprio il caso di dirlo. I buskers stanno arrivando, una carovana piena di colori e allegria, spensieratezza e divertimento. Arrivano con la loro arte, che è magia, e la loro vita, che è poesia. Già da qualche giorno l’organizzazione di Ibla Buskers, l’associazione Edrisi, ha svelato le prime anticipazioni sugli ospiti che quest’anno popoleranno le piazze, i vicoli, i giardini del nostro splendido quartiere barocco. Una grande attesa per la festa degli artisti di strada dal cuore siciliano. C’è attesa ma anche interesse e in tanti chiedono informazioni. Per i più impazienti, arrivano già i primi nomi degli artisti che contribuiranno a creare dal 6 al 10 ottobre un’atmosfera surreale nella barocca Ragusa Ibla. Tante le conferme. Dalla Francia il gruppo dei Guappecartò, cinque musicisti che eseguono una musica d'altri tempi, ed ancora Benjamin Delmas, acrobata, clown, mago, escapologista. Artisti anche dalla Spagna. A Ibla ci sarà Arturello Di Popolo, attore/clown, proviene da una famiglia circense. Per chi volesse ancora saperne di più, per chi volesse capire meglio l’arte di cui questi artisti sono portatori e mentori, è anche possibile visionare alcune loro esibizioni attraverso i video postati sulla pagina Facebook di Ibla Buskers. Ormai sempre più vicini alla data d’inizio dell’atteso festival sono in continua crescita anche le richieste verso le strutture ricettive della città, e Ragusa è pronta ad accogliere la miriade di persone che come ogni anno si riverserà nell’antico quartiere. Gente nuova, che ne rimarrà incantata, e abitudinari, che toccheranno ancora con mano le incredibili vibrazioni di cui nei giorni dei buskers è intrisa la città stessa. Maggiori informazioni su www.iblabuskers.it.

Ufficio stampa MediaLive 21 settembre 2010


“IBLA BUSKERS”: IL PICCOLO CIRCO E IL DIGITAL DESIGNER TRA GLI EVENTI DEL FESTIVAL DEGLI ARTISTI DI STRADA RAGUSA - Dal piccolo circo all’arte contemporanea, dai giochi di luce alla clown terapy. Sarà anche questo Ibla Buskers edizione 2010. Oltre al programma ufficiale, ormai in assoluta via di definizione e in parte in anteprima già sul sito ufficiale della manifestazione (www.iblabuskers.it), propone una serie di iniziative collaterali grazie ad alcune associazioni che hanno aderito alla manifestazione. Ci sarà un laboratorio di piccolo circo per bambini e ragazzi che a Ibla sarà tenuto dai componenti dell’Associazione Tich'i Tch'iao. L’idea è quella di diffondere l’arte della giocoleria dove si trasferiscono i propri insegnamenti ai nuovi partecipanti. Un percorso artistico e creativo per coinvolgere soprattutto i più piccoli in quella che è l’antica ed entusiasmante arte circense. Ibla Buskers ospiterà poi un grande artista della luce. Si tratta del digital designer Luca Agnani che ridisegnerà alcune aree dell’antico tessuto urbano. Accadrà di notte, quando l'arte di strada incontra l'arte contemporanea e la città si anima con nuove luci. Un'esperienza visiva che trasporta le persone in un viaggio alla riscoperta della propria storia con un diverso punto di vista. Luca Agnani si trasformerà in mappatore di tracciati urbani per (sub)mondi invisibili. Nella festa più amata dalle famiglie non mancheranno varie iniziative dedicate al sociale. Tornerà l’associazione “Ci ridiamo su” che si occupa di clown terapy e che mette in evidenza la figura del clown-dottore ancora non del tutto conosciuta, sensibilizzando sulla forza terapeutica e l'arte di una nuova figura di operatore socio-sanitario-culturale. “Ibla Buskers sarà anche tutto questo – spiegano dall’organizzazione, l’Associazione Edrisi di Ragusa – Vogliamo offrire non solo spettacoli di grande rilievo, e anche quest’anno avremo artisti eccezionali, ma anche una serie di attività collaterali che potranno coinvolgere i bambini in tanti piccoli e simpatici momenti formativi e al tempo stesso educativi”. Ufficio stampa MediaLive 28 settembre 2010


“IBLA BUSKERS”: FIOCCANO LE PRENOTAZIONI TURISTICHE MENTRE UN GRUPPO DI SICILIANI SI RECHERA’ IN BICI ALLA MANIFESTAZIONE CHE INIZIA MERCOLEDI’ PROSSIMO. RAGUSA – I visitatori del festival degli artisti arrivano da tutta la Sicilia e anche oltre. E arrivano in vari modi. Non solo in auto, in bus, treno o aereo. A Ibla Buskers si arriva anche pedalando in bici, al termine di un percorso immerso nella natura. La proposta arriva dall’associazione “Nanocicli” di Gela. “Seguendo i suoni e i colori degli artisti di strada attraverseremo gli Iblei per arrivare in discesa nel cuore di Ibla Buskers, spettacolare festival degli artisti di strada che ha come teatro naturale le vie della vecchia Ragusa Ibla”. Con questa premessa l’associazione siciliana invita a partecipare quanti vorranno prender parte al ciclo-tour “Il cammino dei buskers”. La partenza in bici è prevista per la mattina di sabato 9 ottobre dal piccolo borgo di Buccheri, dove i partecipanti saliranno in sella dopo aver trascorso la notte in un antico baglio del luogo. Pedalando in discesa, il gruppo attraverserà l’abitato di Giarratana per poi fare una breve tappa presso l’incantevole diga Santa Rosalia, e dunque arrivare finalmente a Ragusa Ibla per assistere agli ultimi due giorni della manifestazione che prenderà il via mercoledì prossimo 6 ottobre. Un viaggio, quello dei ciclisti, che dalla natura arriva all’arte dei buskers, alle loro acrobazie circensi, ai loro eccentrici spettacoli, alle loro incredibili esibizioni. E così gli amanti delle due ruote potranno godere degli splendidi paesaggi offerti dalle campagne iblee per passare poi all’accattivante barocco dell’antico quartiere dove, come accadrà per tutti i partecipanti, saranno avvolti dalla magia e dai colori che la festa degli artisti di strada offre ai suoi spettatori. Intanto fioccano le prenotazioni turistiche e si va, come lo scorso anno, verso il tutto esaurito per alcune strutture ricettive presenti a Ibla. Tanti i pacchetti turistici costruiti ad hoc in occasione della sedicesima edizione di Ibla Buskers. Gli hotel, i b&b, i ristoranti, gli operatori turistici della provincia, reduci dalle esperienze degli scorsi anni, già da tempo si sono preparati per accogliere al meglio i turisti con offerte last minute e mini tour. Il festival rappresenta una grande occasione per il turismo dell’intera provincia. Ad offrire infatti appositi pacchetti “Ibla Buskers”, non sono solo gli albergatori ragusani, ma anche quelli della vicina città di Modica. Ufficio stampa MediaLive 02 ottobre 2010


“IBLA BUSKERS”: SI COMINCIA MERCOLEDI’ 6 OTTOBRE CON IL “VARIETA’ D’APERTURA” IN PIAZZA DUOMO A IBLA. DURANTE LA MANIFESTAZIONE CI SARA’ ANCHE UN GRUPPO DI GIOVANI CHE USANO L’ARTE COME TERAPIA. RAGUSA – E’ scattato il conto alla rovescia per il festival degli artisti di strada Ibla Buskers che comincia mercoledì 6 ottobre per concludersi domenica 10. Si comincia mercoledì con il “Varietà d'apertura”, alle ore 21,30 in piazza Duomo. Durante i giorni del festival saranno numerose le location dove si svolgeranno gli spettacoli degli artisti, ben 17 gruppi e compagnie. Quest'anno ritorna piazza della Repubblica, e poi l'immancabile percorso tradizionale con piazza Duomo, piazza Pola, largo Sant'Antonino, piazza Chiaramonte, largo dei Mazzi fino ai giardini iblei. Tornano anche i “Buskers in teatro” con esibizioni più tecniche ed accattivanti che si svolgeranno all'interno dello storico teatro Donnafugata, in corso XXV Aprile. Piazza Pola sarà la piazza scelta per il Focus di Ibla Buskers, quest'anno dedicato alle discipline aeree con artisti eccezionali. Infine domenica 10 ottobre si conclude con il “Gran gala finale” in piazza Duomo a partire dalle 22,30 con gran cabaret, circo, teatro e varietà, in una serata presentata da “Salvo Fraska” in cui gli artisti partecipanti proporranno i migliori cinque minuti del loro repertorio. La manifestazione, che è patrocinata dal Comune di Ragusa e gode del supporto dell’Ipercoop come main sponsor, vedrà anche un gruppo di giovani che usano l’arte per fare terapia. Il progetto si chiama “Matti da slegare”, con 9 ragazzi di età compresa tra i 15 e i 28 anni che frequentano il centro di aggregazione giovanile “Pitstop: area di servizio giovani” a Catania. Il tema oggetto dello spettacolo è la diversità esplorata nella dimensione del disagio psicologico. I ragazzi metteranno in scena la storia di un gruppo di matti in fuga da un manicomio e attraverso la gestualità tenteranno di far sperimentare al pubblico gli aspetti positivi della diversità con l’obiettivo di abbattere gli stereotipi e le distanze con ciò che spaventa. Il quartiere barocco ospiterà anche “Ibla Bazar, arti e mestieri in strada” con prodotti artigianali ed artistici. Intanto domani mattina al Comune di Ragusa, al centro direzionale di contrada Mugno, alle ore 12 si terrà la conferenza stampa di presentazione. Ufficio stampa MediaLive 04 ottobre 2010


“IBLA BUSKERS”: L’EVENTO PRESENTATO STAMANI IN CONFERENZA STAMPA SI RICONFERMA DI GRANDE ATTRATTIVA TURISTICA CON PRENOTAZIONI DA TUTTA LA SICILIA RAGUSA – Sarà il “Varietà d’apertura” a dare, domani sera alle 21,30 in piazza Duomo a Ibla, il via ufficiale alla sedicesima edizione di Ibla Buskers, il festival degli artisti di strada presentato stamani in conferenza stampa al Comune di Ragusa. Un’edizione particolarmente sentita anche per il ritorno di alcuni artisti che hanno reso celebre la manifestazione, come confermato dagli organizzatori e in particolare da Ciccio Pinna, presidente dell’Associazione culturale Edrisi. In conferenza stampa sono intervenuti il vicesindaco Giovanni Cosentini e l’assessore comunale alla cultura e spettacoli, Francesco Barone. Proprio quest’ultimo ha rimarcato l’impegno dell’Amministrazione comunale per la manifestazione-evento. “E’ una manifestazione davvero unica, che ogni anno colora Ibla di allegria, riuscendo ad attrarre gente da ogni parte della Sicilia e anche dal resto d’Italia - dice l’assessore Francesco Barone – Quest’anno abbiamo ulteriormente aumentato i servizi, prevedendo ad esempio ben 6 bus navetta per il fine settimana”. Un’edizione ancora più ricca, quindi, con iniziative che si affiancano alle varie esibizioni. Tanti nuovi spettacoli, pronti a stupire ed affascinare il pubblico. Attrazioni di grande effetto, come lo spettacolo che si terrà nella nuova piazza Gian Battista Odierna, con la compagnia spagnola dei Kambahiota Trup, che con una grande ruota che girerà intorno alla piazza intratterranno con numeri sensazionali. Un vero e proprio “road show” itinerante e spettacolare dove protagonista è una famiglia che fugge da un luogo in cui è arrivata la desertificazione e va alla ricerca di un posto più abitabile. In questo viaggio fantastico si muovono su una ruota alta cinque metri che diventa mezzo di trasporto ma anche un supporto per i numeri aerei realizzati dai protagonisti. Le attrezzature e le tecniche circensi combinate con la musica danno vita ad un set che non lascia indifferente lo spettatore. Le tecniche usate sono l’acrobazia, la corda, il trapezio, il quadro fisso. Ma c’è anche un lieto ritorno con Adrian Kaye, un mimo inglese che ha riscosso un grande successo in una delle passate edizioni. E poi tanti altri artisti provenienti dall’Italia, dalla Francia, dalla Spagna, dall’Argentina, dall’Inghilterra. “Un interesse sempre vivo accompagna ogni anno la manifestazione – spiega Ciccio Pinna, presidente dell’Associazione culturale Edrisi che organizza Ibla Buskers


- Già da tempo i b&b, gli hotel, e in genere tutte le strutture ricettive hanno ricevuto tante prenotazioni, arrivando praticamente al tutto esaurito. E’ per noi un immenso piacere assistere alla spinta che viene data al turismo, coinvolgendo anche altre città come Modica da dove giungono ulteriori prenotazioni”. Si inizia dunque domani sera con lo spettacolo unico in piazza Duomo. Nel quartiere barocco domani il traffico resterà aperto mentre da giovedì 7 a domenica 10 sarà attivo il servizio di bus navetta con partenza da piazza Libertà e arrivo ai giardini iblei. Giovedì e venerdì gli autobus saranno attivi dalle ore 20 alle 01, sabato e domenica dalle 19 alle 02. Soddisfatto si è detto anche il vicesindaco Cosentini: “Ibla Buskers è ormai divenuto un evento imprescindibile per la nostra realtà territoriale. E’ molto atteso e ogni anno riscuote grande successo. E naturalmente il Comune è sempre in prima linea”. Ufficio stampa MediaLive 05 ottobre 2010


“IBLA BUSKERS”: COMINCIA STASERA ALLE 21,30 LA FESTA DEGLI ARTISTI DI STRADA DAL CUORE TUTTO SICILIANO. ANGELICA: “IL TURISMO CRESCE ANCHE GRAZIE A QUESTI EVENTI CHE RESTANO PERO’ DIMENTICATI DALLA REGIONE” RAGUSA – L’inizio ufficiale della sedicesima edizione di Ibla Buskers avverrà stasera alle 21,30 in piazza Duomo a Ibla con il “Varietà d’apertura”, un ricco show durante il quale gli artisti che prendono parte al festival, offriranno una vera e propria anteprima delle proprie esibizioni che svilupperanno fino a domenica tra i vicoli e le piazze barocche dell’antico quartiere. Per questa edizione, Ibla Buskers dedica una piazza del festival a “Focus”, uno spettacolo formato da tre esibizioni di un determinato genere circense. Quest'anno tre specialiste di diverse discipline aeree sono arrivate a Ibla per proporre le loro strabilianti tecniche. Lo faranno in piazza Pola alternando i propri spettacoli. Carola, dall’Argentina, proporrà il cerchio aereo, Eva Ordonez Benedetto, dalla Spagna, si esibirà al trapezio fisso, e Poline Dau, dalla Francia, opererà alla corda. Intanto si va praticamente verso il tutto esaurito nelle strutture ricettive di Ibla a testimonianza della grande valenza che ha la manifestazione. La conferma arriva dal delegato comunale al turismo, Filippo Angelica: “Non vi è dubbio che questa manifestazione assume ormai una connotazione prettamente turistica. Un dato che si è consolidato negli anni con presenze che arrivano da tutte le parti della Sicilia ma anche dal resto d’Italia. Sicuramente è un evento che si lega fortemente all'obiettivo della destagionalizzazione e che viene segnalato anche da alcune importanti testate e riviste. Proprio oggi l’iniziativa è segnalata dai Viaggi del quotidiano La Repubblica. Dobbiamo proseguire in questo senso, continuando a sostenere eventi di questo tipo così come anche quest’anno ha fatto l’Amministrazione comunale. Certo, non ci resta che prendere atto di un vero e proprio paradosso. Siamo dinnanzi ad una delle più rinomate e partecipate manifestazioni di tutta la Sicilia, ma registriamo solo il totale disinteresse della Regione. Questo ci fa capire quanto sia lontana la Regione dal territorio. Un evento turistico che riempie strutture ricettive, con pacchetti turistici realizzati anche in altre città, diventa un brand, un’attrattiva eccellente, e da chi governa a Palermo c’è solo l’assoluta indifferenza”. Ufficio stampa MediaLive 06 ottobre 2010


“IBLA BUSKERS”: GRANDE SUCCESSO PER IL VARIETA’ D’APERTURA IERI SERA IN PIAZZA DUOMO A RAGUSA IBLA. DA OGGI FINO A DOMENICA GLI ARTISTI NELLE VARIE PIAZZE SI ESIBIRANNO E RACCONTERANNO LE LORO STORIE. RAGUSA – Un grande inizio quello di Ibla Buskers 2010. Un folto pubblico ha affollato ieri sera piazza Duomo per assistere al “Varietà d’Apertura” del festival degli artisti di strada. Un unico grande spettacolo, all’interno del quale si sono esibiti tutti gli artisti di questa sedicesima edizione, salutando il pubblico con una piccola esibizione del loro ampio repertorio. E tra un artista e l’altro non poteva mancare il simpatico “Salvo Fraska” il presentatoregiocoliere, originario di Vittoria che come negli scorsi anni è riuscito a coinvolgere con grande forza il pubblico interagendo con grande ironia. Lo spettacolo di ieri sera si è concluso con l’esibizione dei "Les Dons Quichotte de la plancha", quattro clown acrobati che si sono esibiti con la bascula, una tipologia acrobatica costituita da un attrezzo che permette una forte propulsione verso l'alto, facendo assistere il pubblico a spericolati salti, tra cielo e terra. Da stasera gli spettacoli riprenderanno il loro consueto schema, coinvolgendo piazze e vie del quartiere barocco. Divenuta una tradizione, la festa continua ad entusiasmare grandi e piccini, che impazienti aspettano l’inizio dello spettacolo dei loro artisti preferiti, spostandosi di piazza in piazza, seguendo il ricco programma della manifestazione. Già dallo scorso anno una novità ha coinvolto il festival. Non più solo numeri a cielo aperto. Per consentire una maggiore visibilità, vista la calca che spesso si crea attorno agli spettacoli, l’organizzazione ha programmato una selezione di artisti che a rotazione si esibiscono all’interno del teatro Donnafugata, consentendo loro di mostrare e far apprezzare dettagli e sfumature che in strada sarebbe difficile cogliere. Ma ci sono anche alcune novità che si aggiungo in questa edizione. Nasce il concorso fotografico “Fotografando i buskers”, curato da Giorgio Biazzo Studio. In pratica i visitatori che scattano foto potranno portarle in postazione per esporle al grande pubblico che domenica decreterà le prime tre migliori. Ma accanto alle affascinati storie dei buskers ci sono anche le storie di affettuosa accoglienza da parte dei ragusani. Una l’ha raccolta la fotografa Barbara Conti. Proprio mercoledì, a qualche ora dall’inizio dello spettacolo, due artisti si accorgono che hanno da rammentare i propri costumi di scena. Si recano in una


merceria di viale Europa chiedendo bottoni e la possibilitĂ di cucire gli strappi, di fare una lavatrice. La signora che gestisce la merceria prende a cuore i due artisti che abitano in un furgoncino. Da buona mamma di famiglia, prende gli abiti, li porta a casa, li lava, li sistema in tempo per lo spettacolo. In cambio non ha voluto niente. PiĂš tardi i due artisti sono tornati al negozio con un bel mazzo di fiori in segno di ringraziamento e riconoscenza. Ufficio stampa MediaLive 07 ottobre 2010


“IBLA BUSKERS”: SPETTACOLI DI GRANDE TECNICA PROPOSTI DA ARTISTI CHE AFFASCINANO GRANDI E PICCINI. RAGUSA – Tutti con il naso all’insù, in piazza Pola a Ragusa Ibla, per assistere alle dimostrazioni nelle diverse discipline aeree di Eva Ordonez, Pauline Dau e Carola Aramburu. E poi nella barocca piazza Duomo, su e giù, per assistere alle esibizioni di Adrian Kaye, Arturello Di Popolo, Tom & Anais e Los Simpaticos Jongleur. Ma gli artisti di Ibla Buskers, il festival degli artisti di strada in corso a Ragusa, si sono dislocati anche in altre location, da Largo San Paolo a piazza Chiaramonte, da Largo dei Mazzi a piazza Hoiderna, agli immancabili giardini iblei proponendo numeri davvero spettacolari e divertenti che hanno incontrato l’entusiasmo e gli applausi di migliaia di visitatori. Spettacoli divertenti ma anche altamente tecnici, e non solo quelli del “focus” di piazza Pola dedicati alle discipline aeree come cerchio aereo, trapezio fisso, corda, ma anche tutti gli altri che hanno accattivato il pubblico. La compagnia iberica degli Apagòn Digital propone uno spettacolo di musica, danza e video riportando il pubblico alle atmosfere del cinema muto con una colonna sonora che rievoca i temi jazz degli anni 20-30. Spazio anche alle acrobazie con corda e trapezio dei Kambahiota Trup. Dalla Francia il gruppo dei Guappecartò, cinque musicisti che eseguono una musica d’altri tempi, ed ancora Benjamin Delmas, acrobata, clown, mago, escapologista. Arturello Di Popolo, attore/clown, proviene da una famiglia circense. Intanto per la giornata di domani e domenica, su volere dell’Amministrazione comunale che ha finanziato il festival, sarà potenziato il servizio di bus navetta, con ben 6 pullman che andranno dalle 19 alle 02 da piazza Libertà a Ragusa ai giardini iblei a Ibla. Ufficio stampa MediaLive 08 ottobre 2010


“IBLA BUSKERS”: LA PIOGGIA VIENE VINTA DALLA POESIA E DALL’ESTRO DEI TANTI ARTISTI DI STRADA. ANCHE IERI SERA GRANDE SUCCESSO MENTRE ALCUNE ISTITUZIONI, COME LA PROVINCIA, RESTANO INDIFFERENTI. RAGUSA – Qualche ritardo nella scaletta delle esibizioni a causa della pioggia ma poi, ieri sera, poesia ed estro degli artisti di strada sono stati ugualmente protagonisti della manifestazione. Nonostante le non proprio favorevoli condizioni atmosferiche, in migliaia si sono riversati nell’antico quartiere barocco apprezzando i numeri e gli spettacoli proposti. Ha praticamente sbancato, trovando il consenso convinto del pubblico che si è poi soffermato a parlare e ad “abbracciarlo” dopo la sua esibizione, l’acrobata italiano Simone Romanò che ha presentato “Hop Hop”, spettacolo basato sulle arti circensi, sul gioco di clown e sull’interazione con il pubblico. Le tecniche circensi utilizzate sono la giocoleria, il verticalismo e il gioco clownesco. La scelta di non usare la parola porta lo spettacolo su un livello gestuale e visuale permettendo allo spettatore di entrare empaticamente in contatto con l’artista e con il suo mondo immaginario. E sempre dall’Italia ha avuto grande successo il clown Rufino, artista di strada di esperienza ormai consolidata che ha presentato il suo “Rufino Clown Show”, con una comicità surreale e a volte disarmante, riuscito a portare gli spettatori all’interno di un gioco magico fatto di risate e sorprese, per poi passare al secondo spettacolo “Blue Moon”, uno spettacolo molto poetico, dedicato alla luna la cui sagoma si forma attraverso alcune scatole dipinte che girano in un gioco di burattini. Successo pieno anche per una vecchia conoscenza di Ibla Buskers, Adrian Kaye, mimo e clown inglese che ha saputo divertire il pubblico grazie alle sue tante trovate estrapolate dal baule pieno di oggetti assurdi. Ma questi artisti sono soltanto alcuni dell’allegra carovana con decine di buskers e di compagnie che in questi giorni stanno animando il festival a Ragusa Ibla. Stamani anche un laboratorio per piccoli clown con l’associazione “Ci ridiamo su”, in collaborazione con Prometeo, Santa Lucia’s group e la Federazione Nazionae di clonw-terapia ridere per vivere. Il festival si concluderà sera con le esibizioni degli artisti che inizieranno, dalle 19, nelle varie location per poi ritrovarsi tutti insieme per il “Gran Gala Finale” alle ore 21,30 in piazza Duomo. Ufficio stampa MediaLive 09 ottobre 2010


“IBLA BUSKERS”: IN MIGLIAIA IERI SERA PER IL FESTIVAL CON BELLISSIME ESIBIZIONI ESALTATE DAI MONUMENTI <<RIDISEGNATI>> DAL DESIGNER LUCA AGNANI. L’ORGANIZZAZIONE: “SIAMO MOLTO SODDISFATTI, STASERA SI CONCLUDE, MA DALLA PROVINCIA SOLO INDIFFERENZA” RAGUSA – In migliaia, circa 15 mila, per un sabato sera allegro e divertente a Ragusa Ibla. Ieri sera nuovo boom di spettatori per la serata più attesa del festival degli artisti di strada Ibla Buskers. Una sedicesima edizione ricca di artisti e di esibizioni molto particolari, come quella che si è sviluppata nella parte bassa del quartiere barocco con una ruota gigante di cinque metri. A proporre quella che è stata una vera attrazione è stata la compagnia Kambahiota Trup che dalla Spagna si è esibita in un mix tra corda, trapezio e acrobazia in road show itinerante. Tutti gli artisti hanno comunque trovato il successo incondizionato del pubblico. Dopo il Focus dedicato alle discipline aeree, in piazza Pola hanno chiuso la serata i Los Simpaticos Jonngleur in uno spettacolo di giocoleria dove non è mancato l’uso del fuoco. Esibizioni esaltate dallo splendido lavoro svolto dal designer Luca Agnani che ha ridisegnato i monumenti con fasci di luce di grandissimo effetto, trasformando il quartiere barocco alla stregua delle grandi capitali europee. Un festival che complessivamente richiama migliaia di spettatori ma che, incredibilmente, continua a restare indifferente a chi dovrebbe avere una visione complessiva del territorio. L’organizzazione del festival si riferisce alla Provincia regionale di Ragusa che continua a finanziare, anche sostanziosamente, sagre e fiere di quartiere e contrade ma volutamente sceglie di non dare supporto a manifestazioni come Ibla Buskers, giunta alla sedicesima edizione e iniziativa di grande attrattiva e respiro turistico. “Non reggerebbe nemmeno la scusa usata per la Festa di Addio all’Estate, quando la Provincia disse di non essere stata sensibilizzata dagli organizzatori. Noi alla Provincia, forti della valenza della manifestazione ormai cresciuta nel corso degli anni, abbiamo chiesto e abbiamo atteso. Purtroppo invano. Non meno distratta anche la Regione”. Il festival si concluderà stasera con le esibizioni degli artisti e con il “Gran Gala Finale” alle ore 21,30 in piazza Duomo. Ufficio stampa MediaLive 10 ottobre 2010


“IBLA BUSKERS”: SERATA FINALE DI GRANDE SUCCESSO ANCHE SE LA PIOGGIA HA INTERROTTO IL GALA FINALE. PROIETTATO IL VIDEO DI PAOLO SCHEMBARI CHE RACCHIUDE I CINQUE INTENSI GIORNI DEL FESTIVAL DEGLI ARTISTI RAGUSA – Non è un lunedì come gli altri. Si respira malinconia per le vie di Ibla, quella tristezza che accompagna sempre la fine di qualcosa che intensamente coinvolge emotivamente. Ma ancora qualche colore si muoveva stamattina tra le strade. Buffe espressioni di un mimo provocano gli ultimi sorrisi di un viandante, un uomo che si reca a lavoro. Ultimi momenti di risate ed allegria mentre gli artisti vanno via. Sono gli artisti di strada, i protagonisti di Ibla Buskers 2010, che pian piano lasciano il capoluogo ibleo per rientrare al loro paese o per continuare ad esibirsi in giro per il mondo. Il festival si è concluso ieri sera. Una festa intensa, che nonostante le avverse condizioni meteorologiche ha saputo ancora una volta conquistare il pubblico, ammaliarlo con il fascino degli spettacoli, ipnotizzarlo trattenendolo immobile dinnanzi alle esibizioni anche durante i momenti di pioggia. Stava quasi per concludersi ieri sera in piazza Duomo la parata finale quando la lieve pioggerellina si è tramutata in acquazzone, costringendo l’interruzione dello spettacolo e ad un saluto più rapido al prossimo anno. Un attimo di tristezza per l’inesorabile fine della serata ha lasciato spazio al sorriso, rivivendo gli attimi più intensi della manifestazione attraverso l’occhio e l’obiettivo di Paolo Schembari, giovane regista ragusano che ha curato il video (già disponibile su youtube) con la sintesi delle giornate del festival. La proiezione del video, spostata da piazza Duomo alla sala Falcone Borsellino, ha riacceso gli animi anche grazie ad una chiave di lettura data da Schembari che ha messo in evidenza l’allegra energia che caratterizza tutte le esibizioni e che trasforma Ibla in un cuore pulsante. “E’ andata benissimo anche per questa edizione – commenta Francesco Pinna, presidente dell’associazione Edrisi che organizza Ibla Buskers – Abbiamo avuto migliaia di presenze nel corso dei cinque giorni del festival. Moltissimi i turisti, la maggior parte siciliani, soprattutto da Catania e Palermo, ma anche turisti arrivati da varie parti d’Italia e che hanno affollato le strutture ricettive locali. Un ringraziamento particolare va non solo al Comune di Ragusa che anche quest’anno ha supportato la manifestazione ma anche ai nostri instancabili volontari e alle forze dell’ordine che hanno operato affinché tutto si svolgesse


nel miglior modo possibile”. E dal Comune capoluogo arrivano commenti soddisfatti: “Abbiamo sempre creduto in questa manifestazione e nonostante le minori entrate abbiamo cercato di mantenere invariato il contributo che offre il Comune per questo evento che ha ottenuto grande successo come sempre – spiega Ciccio Barone, assessore comunale agli Spettacoli – Il sindaco Dipasquale, esattamente come nel mio caso, crede molto in Ibla Buskers e quest’anno abbiamo operato per potenziare i bus navetta e garantire una fruizione migliore della manifestazione che ha portato a Ibla migliaia di visitatori”.

Ufficio stampa MediaLive 11 ottobre 2010


TORNA AD OTTOBRE IL FESTIVAL “IBLA BUSKERS” LA FESTA DEGLI ARTISTI DI STRADA DAL CUORE SICILIANO. A RAGUSA IBLA DAL 6 AL 10 OTTOBRE

scritto il 29 ago 2010 nella categoria: Spettacolo

Un nastro e un cerchio mentre una donna sembra appesa alla luna. La poesia della vita da artista, in giro per il mondo, ammaliando i grandi, facendo innamorare i più piccini. Tra le viuzze e le piazzette di un bel borgo barocco, dilaga uno spirito zigano frammisto ai colori di ogni nazionalità. Torna “Ibla Buskers”, la festa divenuta a buon diritto punto di riferimento per tutto il Sud Italia. Torna ad ottobre, dal 6 al 10, ad abbracciare il quartiere barocco di Ragusa, in Sicilia. Un’attrazione emozionante che l’isola del fascino sa regalare. La festa degli artisti di strada raggiunge quest’anno la sedicesima edizione e consacra il grande successo degli anni passati. Gruppi provenienti da tutto il mondo giungono a Ragusa Ibla per far esplodere l’incredibile miscela tra l’arte dei buskers e l’arte dei luoghi. E’ come se la bellezza immutata nel tempo potesse invece prendere nuove forme. Come se le linee e le curve dei palazzi e delle chiese barocche avessero facoltà di reinventarsi. E i mascheroni di urlare al passaggio di quell’allegria dirompente. Birilli, palloncini, maschere sinuose si confondono tra le curve dei palazzi barocchi. Trampolieri, clown, acrobati, teatranti, sputafuoco, fachiri, musicisti, giocolieri tornano ad essere protagonisti della magica atmosfera che regala emozioni. L’Associazione Edrisi, che cura la manifestazione, sta lavorando ormai da tempo al programma. Ci sono già delle prime conferme importanti con compagnie che arrivano dalla Spagna e dalla Francia. Dalla caliente terra spagnola arriveranno gli “Apagòn Digital” con uno spettacolo moderno che unisce musica, video e danza, ispirato al cinema muto degli anni ’20. Sempre dalla Spagna arriverà Arturello Di Popolo, attore/clown, proviene da una famiglia circense, il suo lavoro si basa sull’essenza del clown circense. Ed ancora Kambahiota, con lo spettacolo itinerante molto particolare incentrato su una ruota alta 5 metri da dove i vari artisti si esibiscono in numeri aerei, con corda, trapezio e immancabili acrobazie. Dalla Francia il gruppo dei Guappecartò, cinque musicisti che eseguono una musica d’altri tempi, ostinata e profonda, che oscilla tra sonorità zingare e mediterranee, di un’efficacia schiacciante. E sempre dalla Francia arriva anche Benjamin Delmas, acrobata, clown, mago, escapologista. Presenterà il suo ultimo personaggio, Mr. Bang, che cercherà di far esplodere tutto e tutti, anche se stesso. Dalle compagnie numerose ai duo, alle esibizioni dei singoli artisti, tutti pronti a far divertire il numerosissimo pubblico che puntualmente accorre a Ibla Buskers. Ed è in effetti difficile, per chi è stato alla manifestazione, non tornare, non essere partecipe di quella gioia comune che scoppia in piazza mentre piccole mongolfiere salgono lentamente in cielo salutando il pubblico gioioso della festa meticcia dal cuore siciliano.


04 Ottobre 2010 ore 07:20 A Ragusa torna il festival "IBLA BUSKERS" la festa degli artisti di strada Ad Ibla dal 6 al 10 ottobre Un nastro e un cerchio mentre una donna sembra appesa alla luna. La poesia della vita da artista, in giro per il mondo, ammaliando i grandi, facendo innamorare i più piccini. Tra le viuzze e le piazzette di un bel borgo barocco, dilaga uno spirito zigano frammisto ai colori di ogni nazionalità. Torna "Ibla Buskers", la festa divenuta a buon diritto punto di riferimento per tutto il Sud Italia. Torna ad ottobre, dal 6 al 10, ad abbracciare il quartiere barocco di Ragusa, in Sicilia. Un'attrazione emozionante che l'isola del fascino sa regalare. La festa degli artisti di strada raggiunge quest'anno la sedicesima edizione e consacra il grande successo degli anni passati. Gruppi provenienti da tutto il mondo giungono a Ragusa Ibla per far esplodere l'incredibile miscela tra l'arte dei buskers e l'arte dei luoghi. E' come se la bellezza immutata nel tempo potesse invece prendere nuove forme. Come se le linee e le curve dei palazzi e delle chiese barocche avessero facoltà di reinventarsi. E i mascheroni di urlare al passaggio di quell'allegria dirompente. Birilli, palloncini, maschere sinuose si confondono tra le curve dei palazzi barocchi. Trampolieri, clown, acrobati, teatranti, sputafuoco, fachiri, musicisti, giocolieri tornano ad essere protagonisti della magica atmosfera che regala emozioni. L'Associazione Edrisi, che cura la manifestazione, sta lavorando ormai da tempo al programma. Ci sono già delle prime conferme importanti con compagnie che arrivano dalla Spagna e dalla Francia. Dalla caliente terra spagnola arriveranno gli "Apagòn Digital" con uno spettacolo moderno che unisce musica, video e danza, ispirato al cinema muto degli anni '20. Sempre dalla Spagna arriverà Arturello Di Popolo, attore/clown, proviene da una famiglia circense, il suo lavoro si basa sull'essenza del clown circense. Ed ancora Kambahiota, con lo spettacolo itinerante molto particolare incentrato su una ruota alta 5 metri da dove i vari artisti si esibiscono in numeri aerei, con corda, trapezio e immancabili acrobazie. Dalla Francia il gruppo dei Guappecartò, cinque musicisti che eseguono una musica d'altri tempi, ostinata e profonda, che oscilla tra sonorità zingare e mediterranee, di un'efficacia schiacciante. E sempre dalla Francia arriva anche Benjamin Delmas, acrobata, clown, mago, escapologista. Presenterà il suo ultimo personaggio, Mr. Bang, che cercherà di far esplodere tutto e tutti, anche se stesso. Dalle compagnie numerose ai duo, alle esibizioni dei singoli artisti, tutti pronti a far divertire il numerosissimo pubblico che puntualmente accorre a Ibla Buskers. Ed è in effetti difficile, per chi è stato alla manifestazione, non tornare, non essere partecipe di quella gioia comune che scoppia in piazza mentre piccole mongolfiere salgono lentamente in cielo salutando il pubblico gioioso della festa meticcia dal cuore siciliano. Pubblicato da Luca Russo


FestivalIblaBuskersARagusa Dal 6 al 10 Ottobre per le vie e le piazze della Ibla Barocca Un nastro e un cerchio mentre una donna sembra appesa alla luna. La poesia della vita da artista in giro per il mondo, ammalia i grandi e fa innamorare i più piccini. Tra le viuzze e le piazzette di un borgo barocco, dilaga uno spirito zigano intriso dai colori di ogni nazionalità. Torna “Ibla Buskers”, la festa divenuta a buon diritto punto di riferimento per tutto il Sud Italia. Esposizioni, spettacoli e giochi a cielo aperto. Per la XVI edizione, artisti dalla Spagna e dalla Franciapreannunciano il loro arrivo per il Festival del borgo barocco. Rullo di tamburi e fiato alle trombe: i buskers stanno arrivando. Una carovana piena di colori e allegria, spensieratezza e divertimento, portano la loro arte come unico bagaglio, che è magia; la loro vita da girovaghi, che è poesia. Una grande attesa per la festa degli artisti di strada dal cuore siciliano, ma anche tanta curiosità. Dalla Francia il gruppo deiGuappecartò, cinque musicisti che eseguono una musica d'altri tempi, ed ancora Benjamin Delmas, acrobata, clown, mago, escapologista. Presente anche Arturello Di Popolo,attore/clown, proviene da una famiglia circense. per chi volesse capire meglio l’arte di cui questi artisti sono portatori e mentori, è anche possibile visionare alcune loro esibizioni attraverso i video postati sulla pagina Facebook diIbla Buskers. (da comunicato stampa) RAGUSA IBLA Piazze, Strade, Vicoli Info: www.iblabuskers.it


Torna ad Ottobre “Ibla Buskers” Posted on 30 agosto 2010 La festa degli artisti di strada dal cuore siciliano è prevista a Ragusa Ibla dal 6 al 10 Ottobre. Un nastro e un cerchio mentre una donna sembra appesa alla luna. La poesia della vita da artista, in giro per il mondo, ammaliando i grandi, facendo innamorare i più piccini. Tra le viuzze e le piazzette di un bel borgo barocco, dilaga uno spirito zigano frammisto ai colori di ogni nazionalità. Torna “Ibla Buskers”, la festa divenuta a buon diritto punto di riferimento per tutto il Sud Italia. Torna ad ottobre, dal 6 al 10, ad abbracciare il quartiere barocco di Ragusa, in Sicilia. Un’attrazione emozionante che l’isola del fascino sa regalare. La festa degli artisti di strada raggiunge quest’anno la sedicesima edizione e consacra il grande successo degli anni passati. Gruppi provenienti da tutto il mondo giungono a Ragusa Ibla per far esplodere l’incredibile miscela tra l’arte dei buskers e l’arte dei luoghi. E’ come se la bellezza immutata nel tempo potesse invece prendere nuove forme. Come se le linee e le curve dei palazzi e delle chiese barocche avessero facoltà di reinventarsi. E i mascheroni di urlare al passaggio di quell’allegria dirompente. Birilli, palloncini, maschere sinuose si confondono tra le curve dei palazzi barocchi. Trampolieri, clown, acrobati, teatranti, sputafuoco, fachiri, musicisti, giocolieri tornano ad essere protagonisti della magica atmosfera che regala emozioni. L’Associazione Edrisi, che cura la manifestazione, sta lavorando ormai da tempo al programma. Ci sono già delle prime conferme importanti con compagnie che arrivano dalla Spagna e dalla Francia. Dalla caliente terra spagnola arriveranno gli “Apagòn Digital” con uno spettacolo moderno che unisce musica, video e danza, ispirato al cinema muto degli anni ‘20. Sempre dalla Spagna arriverà Arturello Di Popolo, attore/clown, proviene da una famiglia circense, il suo lavoro si basa sull’essenza del clown circense. Ed ancora Kambahiota, con lo spettacolo itinerante molto particolare incentrato su una ruota alta 5 metri da dove i vari artisti si esibiscono in numeri aerei, con corda, trapezio e immancabili acrobazie. Dalla Francia il gruppo dei Guappecartò, cinque musicisti che eseguono una musica d’altri tempi, ostinata e profonda, che oscilla tra sonorità zingare e mediterranee, di un’efficacia schiacciante. E sempre dalla Francia arriva anche Benjamin Delmas, acrobata, clown, mago, escapologista. Presenterà il suo ultimo personaggio, Mr. Bang, che cercherà di far esplodere tutto e tutti, anche se stesso. Dalle compagnie numerose ai duo, alle esibizioni dei singoli artisti, tutti pronti a far divertire il numerosissimo pubblico che puntualmente accorre a Ibla Buskers. Ed è in effetti difficile, per chi è stato alla manifestazione, non tornare, non essere partecipe di quella gioia comune che scoppia in piazza mentre piccole mongolfiere salgono lentamente in cielo salutando il pubblico gioioso della festa meticcia dal cuore siciliano.


Un nastro e un cerchio mentre una donna sembra appesa alla luna. La poesia della vita da artista, in giro per il mondo, ammaliando i grandi, facendo innamorare i più piccini. Tra le viuzze e le piazzette di un bel borgo barocco, dilaga uno spirito zigano frammisto ai colori di ogni nazionalità. Torna “Ibla Buskers”, la festa divenuta a buon diritto punto di riferimento per tutto il Sud Italia. Torna ad ottobre, dal 6 al 10, ad abbracciare il quartiere barocco di Ragusa, in Sicilia. Un’attrazione emozionante che l’isola del fascino sa regalare. La festa degli artisti di strada raggiunge quest’anno la sedicesima edizione e consacra il grande successo degli anni passati. Gruppi provenienti da tutto il mondo giungono a Ragusa Ibla per far esplodere l’incredibile miscela tra l’arte dei buskers e l’arte dei luoghi. E’ come se la bellezza immutata nel tempo potesse invece prendere nuove forme. Come se le linee e le curve dei palazzi e delle chiese barocche avessero facoltà di reinventarsi. E i mascheroni di urlare al passaggio di quell’allegria dirompente. Birilli, palloncini, maschere sinuose si confondono tra le curve dei palazzi barocchi. Trampolieri, clown, acrobati, teatranti, sputafuoco, fachiri, musicisti, giocolieri tornano ad essere protagonisti della magica atmosfera che regala emozioni. L’Associazione Edrisi, che cura la manifestazione, sta lavorando ormai da tempo al programma. Ci sono già delle prime conferme importanti con compagnie che arrivano dalla Spagna e dalla Francia. Dalla caliente terra spagnola arriveranno gli “Apagòn Digital” con uno spettacolo moderno che unisce musica, video e danza, ispirato al cinema muto degli anni ’20. Sempre dalla Spagna arriverà Arturello Di Popolo, attore/clown, proviene da una famiglia circense, il suo lavoro si basa sull’essenza del clown circense. Ed ancora Kambahiota, con lo spettacolo itinerante molto particolare incentrato su una ruota alta 5 metri da dove i vari artisti si esibiscono in numeri aerei, con corda, trapezio e immancabili acrobazie. Dalla Francia il gruppo dei Guappecartò, cinque musicisti che eseguono una musica d’altri tempi, ostinata e profonda, che oscilla tra sonorità zingare e mediterranee, di un’efficacia schiacciante. E sempre dalla Francia arriva anche Benjamin Delmas, acrobata, clown, mago, escapologista. Presenterà il suo ultimo personaggio, Mr. Bang, che cercherà di far esplodere tutto e tutti, anche se stesso. Dalle compagnie numerose ai duo, alle esibizioni dei singoli artisti, tutti pronti a far divertire il numerosissimo pubblico che puntualmente accorre a Ibla Buskers. Ed è in effetti difficile, per chi è stato alla manifestazione, non tornare, non essere partecipe di quella gioia comune che scoppia in piazza mentre piccole mongolfiere salgono lentamente in cielo salutando il pubblico gioioso della festa meticcia dal cuore siciliano.


Ragusa - Torna a ottobre il festival “Ibla Buskers” Un nastro e un cerchio mentre una donna sembra appesa alla luna. La poesia della vita da artista, in giro per il mondo, ammaliando i grandi, facendo innamorare i più piccini. Tra le viuzze e le piazzette di un bel borgo barocco, dilaga uno spirito zigano frammisto ai colori di ogni nazionalità. Torna “Ibla Buskers”, la festa divenuta a buon diritto punto di riferimento per tutto il Sud Italia. Torna ad ottobre, dal 6 al 10, ad abbracciare il quartiere barocco di Ragusa, in Sicilia. Un'attrazione emozionante che l'isola del fascino sa regalare. La festa degli artisti di strada raggiunge quest'anno la sedicesima edizione e consacra il grande successo degli anni passati. Gruppi provenienti da tutto il mondo giungono a Ragusa Ibla per far esplodere l’incredibile miscela tra l'arte dei buskers e l'arte dei luoghi. E' come se la bellezza immutata nel tempo potesse invece prendere nuove forme. Come se le linee e le curve dei palazzi e delle chiese barocche avessero facoltà di reinventarsi. E i mascheroni di urlare al passaggio di quell'allegria dirompente. Birilli, palloncini, maschere sinuose si confondono tra le curve dei palazzi barocchi. Trampolieri, clown, acrobati, teatranti, sputafuoco, fachiri, musicisti, giocolieri tornano ad essere protagonisti della magica atmosfera che regala emozioni. L’Associazione Edrisi, che cura la manifestazione, sta lavorando ormai da tempo al programma. Ci sono già delle prime conferme importanti con compagnie che arrivano dalla Spagna e dalla Francia. Dalla caliente terra spagnola arriveranno gli “Apagòn Digital” con uno spettacolo moderno che unisce musica, video e danza, ispirato al cinema muto degli anni '20. Sempre dalla Spagna arriverà Arturello Di Popolo, attore/clown, proviene da una famiglia circense, il suo lavoro si basa sull'essenza del clown circense. Ed ancora Kambahiota, con lo spettacolo itinerante molto particolare incentrato su una ruota alta 5 metri da dove i vari artisti si esibiscono in numeri aerei, con corda, trapezio e immancabili acrobazie. Dalla Francia il gruppo dei Guappecartò, cinque musicisti che eseguono una musica d'altri tempi, ostinata e profonda, che oscilla tra sonorità zingare e mediterranee, di un'efficacia schiacciante. E sempre dalla Francia arriva anche Benjamin Delmas, acrobata, clown, mago, escapologista. Presenterà il suo ultimo personaggio, Mr. Bang, che cercherà di far esplodere tutto e tutti, anche se stesso. Dalle compagnie numerose ai duo, alle esibizioni dei singoli artisti, tutti pronti a far divertire il numerosissimo pubblico che puntualmente accorre a Ibla Buskers. Ed è in effetti difficile, per chi è stato alla manifestazione, non tornare, non essere partecipe di quella gioia comune che scoppia in piazza mentre piccole mongolfiere salgono lentamente in cielo salutando il pubblico gioioso della festa meticcia dal cuore siciliano.


TORNA IL FESTIVAL “IBLA BUSKERS”, DAL 6 AL 10 OTTOBRE 2010, LA FESTA DAL CUORE SICILIANO

Un nastro e un cerchio mentre una donna sembra appesa alla luna. La poesia della vita da artista, in giro per il mondo, ammaliando i grandi, facendo innamorare i più piccini. Tra le viuzze e le piazzette di un bel borgo barocco, dilaga uno spirito zigano frammisto ai colori di ogni nazionalità. Torna “Ibla Buskers”, la festa divenuta a buon diritto punto di riferimento per tutto il Sud Italia. Torna ad ottobre, dal 6 al 10, ad abbracciare il quartiere barocco di Ragusa, in Sicilia. Un'attrazione emozionante che l'isola del fascino sa regalare. La festa degli artisti di strada raggiunge quest'anno la


sedicesima edizione e consacra il grande successo degli anni passati. Gruppi provenienti da tutto il mondo giungono a Ragusa Ibla per far esplodere l’incredibile miscela tra l'arte dei buskers e l'arte dei luoghi. E' come se la bellezza immutata nel tempo potesse invece prendere nuove forme. Come se le linee e le curve dei palazzi e delle chiese barocche avessero facoltà di reinventarsi. E i mascheroni di urlare al passaggio di quell'allegria dirompente. Birilli, palloncini, maschere sinuose si confondono tra le curve dei palazzi barocchi. Trampolieri, clown, acrobati, teatranti, sputafuoco, fachiri, musicisti, giocolieri tornano ad essere protagonisti della magica atmosfera che regala emozioni. L’Associazione Edrisi, che cura la manifestazione, sta lavorando ormai da tempo al programma. Ci sono già delle prime conferme importanti con compagnie che arrivano dalla Spagna e dalla Francia. Dalla caliente terra spagnola arriveranno gli “Apagòn Digital” con uno spettacolo moderno che unisce musica, video e danza, ispirato al cinema muto degli anni '20. Sempre dalla Spagna arriverà Arturello Di Popolo, attore/clown, proviene da una famiglia circense, il suo lavoro si basa sull'essenza del clown circense. Ed ancora Kambahiota, con lo spettacolo itinerante molto particolare incentrato su una ruota alta 5 metri da dove i vari artisti si esibiscono in numeri aerei, con corda, trapezio e immancabili acrobazie. Dalla Francia il gruppo dei Guappecartò, cinque musicisti che eseguono una musica d'altri tempi, ostinata e profonda, che oscilla tra sonorità zingare e mediterranee, di un'efficacia schiacciante. E sempre dalla Francia arriva anche Benjamin Delmas, acrobata, clown, mago, escapologista. Presenterà il suo ultimo personaggio, Mr. Bang, che cercherà di far esplodere tutto e tutti, anche se stesso. Dalle compagnie numerose ai duo, alle esibizioni dei singoli artisti, tutti pronti a far divertire il numerosissimo pubblico che puntualmente accorre a Ibla Buskers. Ed è in effetti difficile, per chi è stato alla manifestazione, non tornare, non essere partecipe di quella gioia comune che scoppia in piazza mentre piccole mongolfiere salgono lentamente in cielo salutando il pubblico gioioso della festa meticcia dal cuore siciliano


Ibla-buskersaIbladal6al10ottobre Un nastro e un cerchio mentre una donna sembra appesa alla luna. La poesia della vita da artista, in giro per il mondo, ammaliando i grandi, facendo innamorare i più piccini. Tra le viuzze e le piazzette di un bel borgo barocco, dilaga uno spirito zigano frammisto ai colori di ogni nazionalità. Torna “Ibla Buskers”, la festa divenuta a buon diritto punto di riferimento per tutto il Sud Italia. Torna ad ottobre, dal 6 al 10, ad abbracciare il quartiere barocco di Ragusa, in Sicilia. Un’attrazione emozionante che l’isola del fascino sa regalare. La festa degli artisti di strada raggiunge quest’anno la sedicesima edizione e consacra il grande successo degli anni passati. Gruppi provenienti da tutto il mondo giungono a Ragusa Ibla per far esplodere l’incredibile miscela tra l’arte dei buskers e l’arte dei luoghi. E’ come se la bellezza immutata nel tempo potesse invece prendere nuove forme. Come se le linee e le curve dei palazzi e delle chiese barocche avessero facoltà di reinventarsi. E i mascheroni di urlare al passaggio di quell’allegria dirompente. Birilli, palloncini, maschere sinuose si confondono tra le curve dei palazzi barocchi. Trampolieri, clown, acrobati, teatranti, sputafuoco, fachiri, musicisti, giocolieri tornano ad essere protagonisti della magica atmosfera che regala emozioni. L’Associazione Edrisi, che cura la manifestazione, sta lavorando ormai da tempo al programma. Ci sono già delle prime conferme importanti con compagnie che arrivano dalla Spagna e dalla Francia. Dalla caliente terra spagnola arriveranno gli “Apagòn Digital” con uno spettacolo moderno che unisce musica, video e danza, ispirato al cinema muto degli anni ’20. Sempre dalla Spagna arriverà Arturello Di Popolo, attore/clown, proviene da una famiglia circense, il suo lavoro si basa sull’essenza del clown circense. Ed ancora Kambahiota, con lo spettacolo itinerante molto particolare incentrato su una ruota alta 5 metri da dove i vari artisti si esibiscono in numeri aerei, con corda, trapezio e immancabili acrobazie. Dalla Francia il gruppo dei Guappecartò, cinque musicisti che eseguono una musica d’altri tempi, ostinata e profonda, che oscilla tra sonorità zingare e mediterranee, di un’efficacia schiacciante. E sempre dalla Francia arriva anche Benjamin Delmas, acrobata, clown, mago, escapologista. Presenterà il suo ultimo personaggio, Mr. Bang, che cercherà di far esplodere tutto e tutti, anche se stesso. Dalle compagnie numerose ai duo, alle esibizioni dei singoli artisti, tutti pronti a far divertire il numerosissimo pubblico che puntualmente accorre a Ibla Buskers. Ed è in effetti difficile, per chi è stato alla manifestazione, non tornare, non essere partecipe di quella gioia comune che scoppia in piazza mentre piccole mongolfiere salgono lentamente in cielo salutando il pubblico gioioso della festa meticcia dal cuore siciliano.


“IBLA BUSKERS”:ARTISTI DALLA SPAGNA E DALLA FRANCIA ARRIVERANNO DAL 6 AL 10 OTTOBRE NEL QUARTIRE BAROCCO. Rullo di tamburi e fiato alle trombe. Stavolta è proprio il caso di dirlo. I buskers stanno arrivando, una carovana piena di colori e allegria, spensieratezza e divertimento. Arrivano con la loro arte, che è magia, e la loro vita, che è poesia. Già da qualche giorno l’organizzazione di Ibla Buskers, l’associazione Edrisi, ha svelato le prime anticipazioni sugli ospiti che quest’anno popoleranno le piazze, i vicoli, i giardini del nostro splendido quartiere barocco. Una grande attesa per la festa degli artisti di strada dal cuore siciliano. C’è attesa ma anche interesse e in tanti chiedono informazioni. Per i più impazienti, arrivano già i primi nomi degli artisti che contribuiranno a creare dal 6 al 10 ottobre un’atmosfera surreale nella barocca Ragusa Ibla. Tante le conferme. Dalla Francia il gruppo dei Guappecartò, cinque musicisti che eseguono una musica d’altri tempi, ed ancora Benjamin Delmas, acrobata, clown, mago, escapologista. Artisti anche dalla Spagna. A Ibla ci sarà Arturello Di Popolo, attore/clown, proviene da una famiglia circense. Per chi volesse ancora saperne di più, per chi volesse capire meglio l’arte di cui questi artisti sono portatori e mentori, è anche possibile visionare alcune loro esibizioni attraverso i video postati sulla pagina Facebook di Ibla Buskers. Ormai sempre più vicini alla data d’inizio dell’atteso festival sono in continua crescita anche le richieste verso le strutture ricettive della città, e Ragusa è pronta ad accogliere la miriade di persone che come ogni anno si riverserà nell’antico quartiere. Gente nuova, che ne rimarrà incantata, e abitudinari, che toccheranno ancora con mano le incredibili vibrazioni di cui nei giorni dei buskers è intrisa la città stessa. Maggiori informazioni su www.iblabuskers.it.


“Ibla Buskers” si vedranno artisti della Francia e della Spagna

Rullo di tamburi e fiato alle trombe. Stavolta è proprio il caso di dirlo. I buskers stanno arrivando, una carovana piena di colori e allegria, spensieratezza e divertimento. Arrivano con la loro arte, che è magia, e la loro vita, che è poesia. Già da qualche giorno l’organizzazione di Ibla Buskers, l’associazione Edrisi, ha svelato le prime anticipazioni sugli ospiti che quest’anno popoleranno le piazze, i vicoli, i giardini del nostro splendido quartiere barocco. Una grande attesa per la festa degli artisti di strada dal cuore siciliano. C’è attesa ma anche interesse e in tanti chiedono informazioni. Per i più impazienti, arrivano già i primi nomi degli artisti che contribuiranno a creare dal 6 al 10 ottobre un’atmosfera surreale nella barocca Ragusa Ibla. Tante le conferme. Dalla Francia il gruppo dei Guappecartò, cinque musicisti che eseguono una musica d’altri tempi, ed ancora Benjamin Delmas, acrobata, clown, mago, escapologista. Artisti anche dalla Spagna. A Ibla ci sarà Arturello Di Popolo, attore/clown, proviene da una famiglia circense. Ormai sempre più vicini alla data d’inizio dell’atteso festival sono in continua crescita anche le richieste verso le strutture ricettive della città, e Ragusa è pronta ad accogliere la miriade di persone che come ogni anno si riverserà nell’antico quartiere. Gente nuova, che ne rimarrà incantata, e abitudinari, che toccheranno ancora con mano le incredibili vibrazioni di cui nei giorni dei buskers è intrisa la città stessa. Maggiori informazioni su www.iblabuskers.it.


Ragusa - “Ibla buskers”:artisti dalla Spagna e dalla Francia Rullo di tamburi e fiato alle trombe. Stavolta è proprio il caso di dirlo. I buskers stanno arrivando, una carovana piena di colori e allegria, spensieratezza e divertimento. Arrivano con la loro arte, che è magia, e la loro vita, che è poesia. Già da qualche giorno l’organizzazione di Ibla Buskers, l’associazione Edrisi, ha svelato le prime anticipazioni sugli ospiti che quest’anno popoleranno le piazze, i vicoli, i giardini del nostro splendido quartiere barocco. Una grande attesa per la festa degli artisti di strada dal cuore siciliano. C’è attesa ma anche interesse e in tanti chiedono informazioni. Per i più impazienti, arrivano già i primi nomi degli artisti che contribuiranno a creare dal 6 al 10 ottobre un’atmosfera surreale nella barocca Ragusa Ibla. Tante le conferme. Dalla Francia il gruppo dei Guappecartò, cinque musicisti che eseguono una musica d'altri tempi, ed ancora Benjamin Delmas, acrobata, clown, mago, escapologista. Artisti anche dalla Spagna. A Ibla ci sarà Arturello Di Popolo, attore/clown, proviene da una famiglia circense. Per chi volesse ancora saperne di più, per chi volesse capire meglio l’arte di cui questi artisti sono portatori e mentori, è anche possibile visionare alcune loro esibizioni attraverso i video postati sulla pagina Facebook di Ibla Buskers. Ormai sempre più vicini alla data d’inizio dell’atteso festival sono in continua crescita anche le richieste verso le strutture ricettive della città, e Ragusa è pronta ad accogliere la miriade di persone che come ogni anno si riverserà nell’antico quartiere. Gente nuova, che ne rimarrà incantata, e abitudinari, che toccheranno ancora con mano le incredibili vibrazioni di cui nei giorni dei buskers è intrisa la città stessa. Maggiori informazioni su www.iblabuskers.it.


"Ibla Buskers": il piccolo circo e il digital designer tra gli eventi del Festival degli Artisti di Strada

Dal piccolo circo all’arte contemporanea, dai giochi di luce alla clown terapy. Sarà anche questo Ibla Buskers edizione 2010. Oltre al programma ufficiale, ormai in assoluta via di definizione e in parte in anteprima già sul sito ufficiale della manifestazione (www.iblabuskers.it), propone una serie di iniziative collaterali grazie ad alcune associazioni che hanno aderito alla manifestazione. Ci sarà un laboratorio di piccolo circo per bambini e ragazzi che a Ibla sarà tenuto dai componenti dell’Associazione Tich'i Tch'iao. L’idea è quella di diffondere l’arte della giocoleria dove si trasferiscono i propri insegnamenti ai nuovi partecipanti. Un percorso artistico e creativo per coinvolgere soprattutto i più piccoli in quella che è l’antica ed entusiasmante arte circense. Ibla Buskers ospiterà poi un grande artista della luce. Si tratta del digital designer Luca Agnani che ridisegnerà alcune aree dell’antico tessuto urbano. Accadrà di notte, quando l'arte di strada incontra l'arte contemporanea e la città si anima con nuove luci. Un'esperienza visiva che trasporta le persone in un viaggio alla riscoperta della propria storia con un diverso punto di vista. Luca Agnani si trasformerà in mappatore di tracciati urbani per (sub)mondi invisibili. Nella festa più amata dalle famiglie non mancheranno varie iniziative dedicate al sociale. Tornerà l’associazione "Ci ridiamo su" che si occupa di clown terapy e che mette in evidenza la figura del clown-dottore ancora non del tutto conosciuta, sensibilizzando sulla forza terapeutica e l'arte di una nuova figura di operatore socio-sanitario-culturale. "Ibla Buskers sarà anche tutto questo - spiegano dall’organizzazione, l’Associazione Edrisi di Ragusa - Vogliamo offrire non solo spettacoli di grande rilievo, e anche quest’anno avremo artisti eccezionali, ma anche una serie di attività collaterali che potranno coinvolgere i bambini in tanti piccoli e simpatici momenti formativi e al tempo stesso educativi".


Ragusa - “Ibla buskers”: il piccolo circo e il digital designer tra gli eventi del festival Dal piccolo circo all’arte contemporanea, dai giochi di luce alla clown terapy. Sarà anche questo Ibla Buskers edizione 2010. Oltre al programma ufficiale, ormai in assoluta via di definizione e in parte in anteprima già sul sito ufficiale della manifestazione (www.iblabuskers.it), propone una serie di iniziative collaterali grazie ad alcune associazioni che hanno aderito alla manifestazione. Ci sarà un laboratorio di piccolo circo per bambini e ragazzi che a Ibla sarà tenuto dai componenti dell’Associazione Tich'i Tch'iao. L’idea è quella di diffondere l’arte della giocoleria dove si trasferiscono i propri insegnamenti ai nuovi partecipanti. Un percorso artistico e creativo per coinvolgere soprattutto i più piccoli in quella che è l’antica ed entusiasmante arte circense. Ibla Buskers ospiterà poi un grande artista della luce. Si tratta del digital designer Luca Agnani che ridisegnerà alcune aree dell’antico tessuto urbano. Accadrà di notte, quando l'arte di strada incontra l'arte contemporanea e la città si anima con nuove luci. Un'esperienza visiva che trasporta le persone in un viaggio alla riscoperta della propria storia con un diverso punto di vista. Luca Agnani si trasformerà in mappatore di tracciati urbani per (sub)mondi invisibili. Nella festa più amata dalle famiglie non mancheranno varie iniziative dedicate al sociale. Tornerà l’associazione “Ci ridiamo su” che si occupa di clown terapy e che mette in evidenza la figura del clown-dottore ancora non del tutto conosciuta, sensibilizzando sulla forza terapeutica e l'arte di una nuova figura di operatore socio-sanitario-culturale. “Ibla Buskers sarà anche tutto questo – spiegano dall’organizzazione, l’Associazione Edrisi di Ragusa – Vogliamo offrire non solo spettacoli di grande rilievo, e anche quest’anno avremo artisti eccezionali, ma anche una serie di attività collaterali che potranno coinvolgere i bambini in tanti piccoli e simpatici momenti formativi e al tempo stesso educativi”.


I mille colori di Ibla Buskers Ragusa - 30-set-2010

Dal piccolo circo all'arte contemporanea, dai giochi di luce alla clown terapy. Sarà anche questo Ibla Buskers edizione 2010. Oltre al programma ufficiale, ormai in assoluta via di definizione e in parte in anteprima già sul sito ufficiale della manifestazione (www.iblabuskers.it), propone una serie di iniziative collaterali grazie ad alcune associazioni che hanno aderito alla manifestazione. Ci sarà un laboratorio di piccolo circo per bambini e ragazzi che a Ibla sarà tenuto dai componenti dell'Associazione Tich'i Tch'iao. L'idea è quella di diffondere l'arte della giocoleria dove si trasferiscono i propri insegnamenti ai nuovi partecipanti. Un percorso artistico e creativo per coinvolgere soprattutto i più piccoli in quella che è l'antica ed entusiasmante arte circense. Ibla Buskers ospiterà poi un grande artista della luce. Si tratta del digital designer Luca Agnani che ridisegnerà alcune aree dell'antico tessuto urbano. Accadrà di notte, quando l'arte di strada incontra l'arte contemporanea e la città si anima con nuove luci. Un'esperienza visiva che trasporta le persone in un viaggio alla riscoperta della propria storia con un diverso punto di vista. Agnani si trasformerà in mappatore di tracciati urbani per (sub)mondi invisibili. Nella festa non mancheranno varie iniziative dedicate al sociale. Tornerà l'associazione "Ci ridiamo su" che si occupa di clown terapy e che mette in evidenza la figura del clown-dottore ancora non del tutto conosciuta, sensibilizzando sulla forza terapeutica e l'arte di una nuova figura di operatore sociosanitarioculturale. "Ibla Buskers sarà anche tutto questo - spiegano dall'organizzazione, l'Associazione Edrisi di Ragusa - vogliamo offrire non solo spettacoli di grande rilievo, ma anche una serie di attività collaterali che potranno coinvolgere i bambini in tanti simpatici momenti formativi".


Ibla Buskers, inizia la festa degli artisti di strada I visitatori del festival degli artisti arrivano da tutta la Sicilia e anche oltre. E arrivano in vari modi. Non solo in auto, in bus, treno o aereo. A Ibla Buskers si arriva anche pedalando in bici, al termine di un percorso immerso nella natura. La proposta arriva dall'associazione "Nanocicli" di Gela. "Seguendo i suoni e i colori degli artisti di strada attraverseremo gli Iblei per arrivare in discesa nel cuore di Ibla Buskers, spettacolare festival degli artisti di strada che ha come teatro naturale le vie della vecchia Ragusa Ibla". Con questa premessa l'associazione gelese invita a partecipare quanti vorranno prender parte al ciclo-tour "Il cammino dei buskers". La partenza in bici è prevista per la mattina di sabato 9 ottobre dal piccolo borgo di Buccheri, dove i partecipanti saliranno in sella dopo aver trascorso la notte in un antico baglio del luogo. Pedalando in discesa, il gruppo attraverserà l'abitato di Giarratana per poi fare una breve tappa presso l'incantevole diga Santa Rosalia, e dunque arrivare finalmente a Ragusa Ibla per assistere agli ultimi due giorni della manifestazione che prenderà il via mercoledì prossimo 6 ottobre. Un viaggio, quello dei ciclisti, che dalla natura arriva all'arte dei buskers, alle loro acrobazie circensi, ai loro eccentrici spettacoli, alle loro incredibili esibizioni. E così gli amanti delle due ruote potranno godere degli splendidi paesaggi offerti dalle campagne iblee per passare poi all'accattivante barocco dell'antico quartiere dove, come accadrà per tutti i partecipanti, saranno avvolti dalla magia e dai colori che la festa degli artisti di strada offre ai suoi spettatori.


“IBLA BUSKERS” A RAGUSA, FIOCCANO LE PRENOTAZIONI TURISTICHE E UN GRUPPO DI SICILIANI IN BICI ALLA MANIFESTAZIONE AL VIA IL 6 OTTOBRE

RAGUSA – I visitatori del festival degli artisti arrivano da tutta la Sicilia e anche oltre. E arrivano in vari modi. Non solo in auto, in bus, treno o aereo. A Ibla Buskers si arriva anche pedalando in bici, al termine di un percorso immerso nella natura. La proposta arriva dall’associazione “Nanocicli” di Gela. “Seguendo i suoni e i colori degli artisti di strada attraverseremo gli Iblei per arrivare in discesa nel cuore di Ibla Buskers, spettacolare festival degli artisti di strada che ha come teatro naturale le vie della vecchia Ragusa Ibla”. Con questa premessa l’associazione siciliana invita a partecipare quanti vorranno prender parte al ciclo-tour “Il cammino dei buskers”. La partenza in bici è prevista per la mattina di sabato 9 ottobre dal piccolo borgo di Buccheri, dove i partecipanti saliranno in sella dopo aver trascorso la notte in un antico baglio del luogo. Pedalando in discesa, il gruppo attraverserà l’abitato di Giarratana per poi fare una breve tappa presso l’incantevole diga Santa Rosalia, e dunque arrivare finalmente a Ragusa Ibla per assistere agli ultimi due giorni della manifestazione che prenderà il via mercoledì prossimo 6 ottobre. Un viaggio, quello dei ciclisti, che dalla natura arriva all’arte dei buskers, alle loro acrobazie circensi, ai loro eccentrici spettacoli, alle loro incredibili esibizioni. E così gli amanti delle due ruote potranno godere degli splendidi paesaggi offerti dalle campagne iblee per passare poi all’accattivante barocco dell’antico quartiere dove, come accadrà per tutti i partecipanti, saranno avvolti dalla magia e dai colori che la festa degli artisti di strada offre ai suoi spettatori. Intanto fioccano le prenotazioni turistiche e si va, come lo scorso anno, verso il tutto esaurito per alcune strutture ricettive presenti a Ibla. Tanti i pacchetti turistici costruiti ad hoc in occasione della sedicesima edizione di Ibla Buskers. Gli hotel, i b&b, i ristoranti, gli operatori turistici della provincia, reduci dalle esperienze degli scorsi anni, già da tempo si sono preparati per accogliere al meglio i turisti con offerte last minute e mini tour. Il festival rappresenta una grande occasione per il turismo dell’intera provincia. Ad offrire infatti appositi pacchetti “Ibla Buskers”, non sono solo gli albergatori ragusani, ma anche quelli della vicina città di Modica.


Ecco il “cammino dei buskers” in bicicletta I visitatori del festival degli artisti arrivano da tutta la Sicilia e anche oltre. E arrivano in vari modi. Non solo in auto, in bus, treno o aereo. A Ibla Buskers si arriva anche pedalando in bici, al termine di un percorso immerso nella natura. La proposta arriva dall’associazione “Nanocicli” di Gela. “Seguendo i suoni e i colori degli artisti di strada attraverseremo gli Iblei per arrivare in discesa nel cuore di Ibla Buskers, spettacolare festival degli artisti di strada che ha come teatro naturale le vie della vecchia Ragusa Ibla”. Con questa premessa l’associazione siciliana invita a partecipare quanti vorranno prender parte al ciclo-tour “Il cammino dei buskers”. La partenza in bici è prevista per la mattina di sabato 9 ottobre dal piccolo borgo di Buccheri, dove i partecipanti saliranno in sella dopo aver trascorso la notte in un antico baglio del luogo. Pedalando in discesa, il gruppo attraverserà l’abitato di Giarratana per poi fare una breve tappa presso l’incantevole diga Santa Rosalia, e dunque arrivare finalmente a Ragusa Ibla per assistere agli ultimi due giorni della manifestazione che prenderà il via mercoledì prossimo 6 ottobre. Un viaggio, quello dei ciclisti, che dalla natura arriva all’arte dei buskers, alle loro acrobazie circensi, ai loro eccentrici spettacoli, alle loro incredibili esibizioni. E così gli amanti delle due ruote potranno godere degli splendidi paesaggi offerti dalle campagne iblee per passare poi all’accattivante barocco dell’antico quartiere dove, come accadrà per tutti i partecipanti, saranno avvolti dalla magia e dai colori che la festa degli artisti di strada offre ai suoi spettatori. Intanto fioccano le prenotazioni turistiche e si va, come lo scorso anno, verso il tutto esaurito per alcune strutture ricettive presenti a Ibla. Tanti i pacchetti turistici costruiti ad hoc in occasione della sedicesima edizione di Ibla Buskers. Gli hotel, i b&b, i ristoranti, gli operatori turistici della rovincia, reduci dalle esperienze degli scorsi anni, già da tempo si sono preparati per accogliere al meglio i turisti con offerte last minute e mini tour. Il festival rappresenta una grande occasione per il turismo dell’intera provincia. Ad offrire infatti appositi pacchetti “Ibla Buskers”, non sono solo gli albergatori ragusani, ma anche quelli della vicina città di Modica.


“IBLA BUSKERS”: MERCOLEDI’ “VARIETA’ D’APERTURA” IN PIAZZA DUOMO

E’ scattato il conto alla rovescia per il festival degli artisti di strada Ibla Buskers che comincia mercoledì 6 ottobre per concludersi domenica 10. Si comincia mercoledì con il “Varietà d’apertura”, alle ore 21,30 in piazza Duomo. Durante i giorni del festival saranno numerose le location dove si svolgeranno gli spettacoli degli artisti, ben 17 gruppi e compagnie. Quest’anno ritorna piazza della Repubblica, e poi l’immancabile percorso tradizionale con piazza Duomo, piazza Pola, largo Sant’Antonino, piazza Chiaramonte, largo dei Mazzi fino ai giardini iblei. Tornano anche i “Buskers in teatro” con esibizioni più tecniche ed accattivanti che si svolgeranno all’interno dello storico teatro Donnafugata, in corso XXV Aprile. Piazza Pola sarà la piazza scelta per il Focus di Ibla Buskers, quest’anno dedicato alle discipline aeree con artisti eccezionali. Infine domenica 10 ottobre si conclude con il “Gran gala finale” in piazza Duomo a partire dalle 22,30 con gran cabaret, circo, teatro e varietà, in una serata presentata da “Salvo Fraska” in cui gli artisti partecipanti proporranno i migliori cinque minuti del loro repertorio. La manifestazione, che è patrocinata dal Comune di Ragusa e gode del supporto dell’Ipercoop come main sponsor, vedrà anche un gruppo di giovani che usano l’arte per fare terapia. Il progetto si chiama “Matti da slegare”, con 9 ragazzi di età compresa tra i 15 e i 28 anni che frequentano il centro di aggregazione giovanile “Pitstop: area di servizio giovani” a Catania. Il tema oggetto dello spettacolo è la diversità esplorata nella dimensione del disagio psicologico. I ragazzi metteranno in scena la storia di un gruppo di matti in fuga da un manicomio e attraverso la gestualità tenteranno di far sperimentare al pubblico gli aspetti positivi della diversità con l’obiettivo di abbattere gli stereotipi e le distanze con ciò che spaventa. Il quartiere barocco ospiterà anche “Ibla Bazar, arti e mestieri in strada” con prodotti artigianali ed artistici. Intanto domani mattina al Comune di Ragusa, al centro direzionale di contrada Mugno, alle ore 12 si terrà la conferenza stampa di presentazione.


Conto alla rovescia per Ibla Buskers

E’ scattato il conto alla rovescia per il festival degli artisti di strada Ibla Buskers che comincia mercoledì 6 ottobre per concludersi domenica 10. Si comincia mercoledì con il “Varietà d’apertura”, alle ore 21,30 in piazza Duomo. Durante i giorni del festival saranno numerose le location dove si svolgeranno gli spettacoli degli artisti, ben 17 gruppi e compagnie. Quest’anno ritorna piazza della Repubblica, e poi l’immancabile percorso tradizionale con piazza Duomo, piazza Pola, largo Sant’Antonino, piazza Chiaramonte, largo dei Mazzi fino ai giardini iblei. Tornano anche i “Buskers in teatro” con esibizioni più tecniche ed accattivanti che si svolgeranno all’interno dello storico teatro Donnafugata, in corso XXV Aprile. Piazza Pola sarà la piazza scelta per il Focus di Ibla Buskers, quest’anno dedicato alle discipline aeree con artisti eccezionali. Infine domenica 10 ottobre si conclude con il “Gran gala finale” in piazza Duomo a partire dalle 22,30 con gran cabaret, circo, teatro e varietà, in una serata presentata da “Salvo Fraska” in cui gli artisti partecipanti proporranno i migliori cinque minuti del loro repertorio. La manifestazione, che è patrocinata dal Comune di Ragusa e gode del supporto dell’Ipercoop come main sponsor, vedrà anche un gruppo di giovani che usano l’arte per fare terapia. Il progetto si chiama “Matti da slegare”, con 9 ragazzi di età compresa tra i 15 e i 28 anni che frequentano il centro di aggregazione giovanile “Pitstop: area di servizio giovani” a Catania. Il tema oggetto dello spettacolo è la diversità esplorata nella dimensione del disagio psicologico. I ragazzi metteranno in scena la storia di un gruppo di matti in fuga da un manicomio e attraverso la gestualità tenteranno di far sperimentare al pubblico gli aspetti positivi della diversità con l’obiettivo di abbattere gli stereotipi e le distanze con ciò che spaventa. Il quartiere barocco ospiterà anche “Ibla Bazar, arti e mestieri in strada” con prodotti artigianali ed artistici. Intanto domani mattina al Comune di Ragusa, al centro direzionale di contrada Mugno, alle ore 12 si terrà la conferenza stampa di presentazione.


E' scattato il conto alla rovescia per il festival degli artisti di strada Ibla Buskers che comincia mercoledì 6 ottobre per concludersi domenica 10. Varietà d'apertura alle ore 21,30 in piazza Duomo. Durante i giorni del festival saranno numerose le location dove si svolgeranno gli spettacoli degli artisti, ben 17 gruppi e compagnie. Quest'anno ritorna piazza della Repubblica, e poi l'immancabile percorso tradizionale con piazza Duomo, piazza Pola, largo Santo Antonino, piazza Chiaramonte, largo dei Mazzi fino ai giardini iblei. Tornano anche i "Buskers in teatro" con esibizioni più tecniche ed accattivanti che si svolgeranno all'interno dello storico teatro Donnafugata, in corso XXV Aprile. Piazza Pola sarà la piazza scelta per il Focus di Ibla Buskers, quest'anno dedicato alle discipline aeree. Infine, domenica 10 ottobre si conclude con il "Gran gala finale" in piazza Duomo a partire dalle 22,30 con gran cabaret, circo, teatro e varietà, in una serata presentata da "Salvo Fraska" in cui gli artisti partecipanti proporranno i migliori cinque minuti del loro repertorio.


Da Domani Al Via Ibla Buskers E' scattato il conto alla rovescia per il festival degli artisti di strada Ibla Buskers che comincia mercoledì 6 ottobre per concludersi domenica 10. Varietà d'apertura alle ore 21,30 in piazza Duomo. Durante i giorni del festival saranno numerose le location dove si svolgeranno gli spettacoli degli artisti, ben 17 gruppi e compagnie. Quest'anno ritorna piazza della Repubblica, e poi l'immancabile percorso tradizionale con piazza Duomo, piazza Pola, largo Santo Antonino, piazza Chiaramonte, largo dei Mazzi fino ai giardini iblei. Tornano anche i "Buskers in teatro" con esibizioni più tecniche ed accattivanti che si svolgeranno all'interno dello storico teatro Donnafugata, in corso XXV Aprile. Piazza Pola sarà la piazza scelta per il Focus di Ibla Buskers, quest'anno dedicato alle discipline aeree. Infine, domenica 10 ottobre si conclude con il "Gran gala finale" in piazza Duomo a partire dalle 22,30 con gran cabaret, circo, teatro e varietà, in una serata presentata da "Salvo Fraska" in cui gli artisti partecipanti proporranno i migliori cinque minuti del loro repertorio.


“IBLA BUSKERS”: L’EVENTO PRESENTATO STAMANI IN CONFERENZA STAMPA SI RICONFERMA DI GRANDE ATTRATTIVA TURISTICA CON PRENOTAZIONI DA TUTTA LA SICILIA

Sarà il “Varietà d’apertura” a dare, domani sera alle 21,30 in piazza Duomo a Ibla, il via ufficiale alla sedicesima edizione di Ibla Buskers, il festival degli artisti di strada presentato stamani in conferenza stampa al Comune di Ragusa. Un’edizione particolarmente sentita anche per il ritorno di alcuni artisti che hanno reso celebre la manifestazione, come confermato dagli organizzatori e in particolare da Ciccio Pinna, presidente dell’Associazione culturale Edrisi. In conferenza stampa sono intervenuti il vicesindaco Giovanni Cosentini e l’assessore comunale alla cultura e spettacoli, Francesco Barone. Proprio quest’ultimo ha rimarcato l’impegno dell’Amministrazione comunale per la manifestazione-evento. “E’ una manifestazione davvero unica, che ogni anno colora Ibla di allegria, riuscendo ad attrarre gente da ogni parte della Sicilia e anche dal resto d’Italia – dice l’assessore Francesco Barone – Quest’anno abbiamo ulteriormente aumentato i servizi, prevedendo ad esempio ben 6 bus navetta per il fine settimana”. Un’edizione ancora più ricca, quindi, con iniziative che si affiancano alle varie esibizioni. Tanti nuovi spettacoli, pronti a stupire ed affascinare il pubblico. Attrazioni di grande effetto, come lo spettacolo che si terrà nella nuova piazza Gian Battista Odierna, con la compagnia spagnola dei Kambahiota Trup, che con una grande ruota che girerà intorno alla piazza intratterranno con numeri sensazionali. Un vero e proprio “road show” itinerante e spettacolare dove protagonista è una famiglia che fugge da un luogo in cui è arrivata la desertificazione e va alla ricerca di un posto più abitabile. In questo viaggio fantastico si muovono su una ruota alta cinque metri che diventa mezzo di trasporto ma anche un supporto per i numeri aerei realizzati dai protagonisti. Le attrezzature e le tecniche circensi combinate con la musica danno vita ad un set che non lascia indifferente lo spettatore. Le tecniche usate sono l’acrobazia, la corda, il trapezio, il quadro fisso. Ma c’è anche un lieto ritorno con Adrian Kaye, un mimo inglese che ha riscosso un grande successo in una delle passate edizioni. E poi tanti altri artisti provenienti dall’Italia, dalla Francia, dalla Spagna, dall’Argentina, dall’Inghilterra. “Un interesse sempre vivo accompagna ogni anno la manifestazione – spiega Ciccio Pinna, presidente dell’Associazione culturale Edrisi che organizza Ibla Buskers – Già da tempo i b&b, gli hotel, e in genere tutte le strutture ricettive hanno ricevuto tante prenotazioni, arrivando praticamente al tutto esaurito. E’ per noi un immenso piacere assistere alla spinta che viene data al turismo, coinvolgendo anche altre città come Modica da dove giungono ulteriori prenotazioni”. Si inizia dunque domani sera con lo spettacolo unico in piazza Duomo. Nel quartiere barocco domani il traffico resterà aperto mentre da giovedì 7 a domenica 10 sarà attivo il servizio di bus navetta con partenza da piazza Libertà e arrivo ai giardini iblei. Giovedì e venerdì gli autobus saranno attivi dalle ore 20 alle 01, sabato e domenica dalle 19 alle 02. Soddisfatto si è detto anche il vicesindaco Cosentini: “Ibla Buskers è ormai divenuto un evento imprescindibile per la nostra realtà territoriale. E’ molto atteso e ogni anno riscuote grande successo. E naturalmente il Comune è sempre in prima linea”.


Sarà il “Varietà d’apertura” a dare, questa sera alle 21,30 in piazza Duomo a Ibla, il via ufficiale alla sedicesima edizione di Ibla Buskers, i l festival degli artisti di strada presentato stamani in conferenza stampa al Comune di Ragusa. Un’edizione particolarmente sentita anche per il ritorno di alcuni artisti che hanno reso celebre la manifestazione, come confermato dagli organizzatori e in particolare da Ciccio Pinna, presidente dell’Associazione culturale Edrisi. In conferenza stampa sono intervenuti il vicesindaco Giovanni Cosentini e l’assessore comunale alla cultura e spettacoli, Francesco Barone. Proprio quest’ultimo ha rimarcato l’impegno dell’Amministrazione comunale per la manifestazione-evento. “E’ una manifestazione davvero unica, che ogni anno colora Ibla di allegria, riuscendo ad attrarre gente da ogni parte della Sicilia e anche dal resto d’Italia - dice l’assessore Francesco Barone – Quest’anno abbiamo ulteriormente aumentato i servizi, prevedendo ad esempio ben 6 bus navetta per il fine settimana”. Un’edizione ancora più ricca, quindi, con iniziative che si affiancano alle varie esibizioni. Tanti nuovi spettacoli, pronti a stupire ed affascinare il pubblico. Attrazioni di grande effetto, come lo spettacolo che si terrà nella nuova piazza Gian Battista Odierna, con la compagnia spagnola dei Kambahiota Trup, che con una grande ruota che girerà intorno alla piazza intratterranno con numeri sensazionali. Un vero e proprio “road show” itinerante e spettacolare dove protagonista è una famiglia che fugge da un luogo in cui è arrivata la desertificazione e va alla ricerca di un posto più abitabile. In questo viaggio fantastico si muovono su una ruota alta cinque metri che diventa mezzo di trasporto ma anche un supporto per i numeri aerei realizzati dai protagonisti. Le attrezzature e le tecniche circensi combinate con la musica danno vita ad un set che non lascia indifferente lo spettatore. Le tecniche usate sono l’acrobazia, la corda, il trapezio, il quadro fisso. Ma c’è anche un lieto ritorno con Adrian Kaye, un mimo inglese che ha riscosso un grande successo in una delle passate edizioni. E poi tanti altri artisti provenienti dall’Italia, dalla Francia, dalla Spagna, dall’Argentina, dall’Inghilterra

.


Evento di grande attrattiva turistica Ragusa, Ibla buskers: presentata la XVI edizione al via mercoledì sera

Ragusa– Sarà il “Varietà d’apertura” a dare, domani sera alle 21,30 in piazza Duomo a Ibla, il via ufficiale alla sedicesima edizione di Ibla Buskers, il festival degli artisti di strada presentato stamani in conferenza stampa al Comune di Ragusa. Un’edizione particolarmente sentita anche per il ritorno di alcuni artisti che hanno reso celebre la manifestazione, come confermato dagli organizzatori e in particolare da Ciccio Pinna, presidente dell’Associazione culturale Edrisi. In conferenza stampa sono intervenuti il vicesindaco Giovanni Cosentini e l’assessore comunale alla cultura e spettacoli, Francesco Barone. Proprio quest’ultimo ha rimarcato l’impegno dell’Amministrazione comunale per la manifestazione-evento. “E’ una manifestazione davvero unica, che ogni anno colora Ibla di allegria, riuscendo ad attrarre gente da ogni parte della Sicilia e anche dal resto d’Italia - dice l’assessore Francesco Barone – Quest’anno abbiamo ulteriormente aumentato i servizi, prevedendo ad esempio ben 6 bus navetta per il fine settimana”. Un’edizione ancora più ricca, quindi, con iniziative che si affiancano alle varie esibizioni. Tanti nuovi spettacoli, pronti a stupire ed affascinare il pubblico. Attrazioni di grande effetto, come lo spettacolo che si terrà nella nuova piazza Gian Battista Odierna, con la compagnia spagnola dei Kambahiota Trup, che con una grande ruota che girerà intorno alla piazza intratterranno con numeri sensazionali. Un vero e proprio “road show” itinerante e spettacolare dove protagonista è una famiglia che fugge da un luogo in cui è arrivata la desertificazione e va alla ricerca di un posto più abitabile. In questo viaggio fantastico si muovono su una ruota alta cinque metri che diventa mezzo di trasporto ma anche un supporto per i numeri aerei realizzati dai protagonisti. Le attrezzature e le tecniche circensi combinate con la musica danno vita ad un set che non lascia indifferente lo spettatore. Le tecniche usate sono l’acrobazia, la corda, il trapezio, il quadro fisso. Ma c’è anche un lieto ritorno con Adrian Kaye, un mimo inglese che ha riscosso un grande successo in una delle passate edizioni. E poi tanti altri artisti provenienti dall’Italia, dalla Francia, dalla Spagna, dall’Argentina, dall’Inghilterra. “Un interesse sempre vivo accompagna ogni anno la manifestazione – spiega Ciccio Pinna, presidente dell’Associazione culturale Edrisi che organizza Ibla Buskers - Già da tempo i b&b, gli hotel, e in genere tutte le strutture ricettive hanno ricevuto tante prenotazioni, arrivando praticamente al tutto esaurito. E’ per noi un immenso piacere assistere alla spinta che viene data al turismo, coinvolgendo anche altre città come Modica da dove giungono ulteriori prenotazioni”. Si inizia dunque domani sera con lo spettacolo unico in piazza Duomo. Nel quartiere barocco domani il traffico resterà aperto mentre da giovedì 7 a domenica 10 sarà attivo il servizio di bus navetta con partenza da piazza Libertà e arrivo ai giardini iblei. Giovedì e venerdì gli autobus saranno attivi dalle ore 20 alle 01, sabato e domenica dalle 19 alle 02. Soddisfatto si è detto anche il vicesindaco Cosentini: “Ibla Buskers è ormai divenuto un evento imprescindibile per la nostra realtà territoriale. E’ molto atteso e ogni anno riscuote grande successo. E naturalmente il Comune è sempre in prima linea”.


Presentata: “Ibla Buskers 2010″

I buskers stanno arrivando per affascinare con la loro arte e magia i vicoli del quartiere barocco. E’ Ibla Buskers, il festival degli artisti di strada, organizzato dall’associazione culturale Edrisi, con il patrocino del Comune di Ragusa. La manifestazione che quest’anno raggiunge la sedicesima edizione, prenderà il via mercoledì 6 ottobre per concludersi domenica 10. Il programma è stato presentato questa mattina in conferenza stampa dall’assessore alla cultura Francesco Barone, dal vicesindaco Giovanni Cosentini e da Francesco Pinna dell’associazione Edrisi. A fare da cornice ai buskers i vicoli, le piazze e gli angoli più suggestivi delle strade barocche dove si potrà respirare tutta la magia dell’arte circense. Gli spettacoli si svolgeranno in piazza della Repubblica e poi lungo il percorso tradizionale con piazza Duomo, piazza Pola, largo Sant’Antonino, piazza Chiaramonte, largo dei Mazzi fino ai giardini iblei. Si inizia mercoledì alle 21:30 con il “Varietà d’apertura” in piazza Duomo, durante il quale gli artisti presenteranno un’anteprima del loro numero. Un festival atteso divenuto uno degli appuntamenti internazionali più prestigiosi del circuito con artisti, ben 17 gruppi e compagnie, che arrivano da tutta Europa. La compagnia iberica degli Apagòn Digital propone uno spettacolo di musica, danza e video riportando il pubblico alle atmosfere del cinema muto con una colonna sonora che rievoca i temi jazz degli anni 20-30; spazio anche alle acrobazie con corda e trapezio dei Kambahiota Trup. Dalla Francia il gruppo dei Guappecartò, cinque musicisti che eseguono una musica d’altri tempi, ed ancora Benjamin Delmas, acrobata, clown, mago, escapologista. Arturello Di Popolo, attore/clown, proviene da una famiglia circense. Non solo novità ma anche graditi ritorni. L’inglese Adrian Kaye, mimo e clown, è uno degli artisti che ha riscosso più successo fra le varie edizioni del festival e quest’anno ritorna a Ibla sempre con il suo baule pieno di oggetti assurdi. Piazza Pola è la piazza scelta per il Focus di Ibla Buskers, quest’anno dedicato alle discipline aeree (cerchio aereo, trapezio fisso, corda). Si inizia dunque domani sera con lo spettacolo unico in piazza Duomo. Nel quartiere barocco domani il traffico resterà aperto mentre da giovedì 7 a domenica 10 sarà attivo il servizio di bus navetta con partenza da piazza Libertà e arrivo ai giardini iblei. Giovedì e venerdì gli autobus saranno attivi dalle ore 20 alle 01, sabato e domenica dalle 19 alle 02. Non resta quindi che farsi avvolgere dalla magia di uno spettacolo accattivante e raffinato che il festival degli artisti di strada offre alla città.


“IBLA BUSKERS”: COMINCIA STASERA ALLE 21,30 LA FESTA DEGLI ARTISTI DI STRADA DAL CUORE TUTTO SICILIANO.

L’inizio ufficiale della sedicesima edizione di Ibla Buskers avverrà stasera alle 21,30 in piazza Duomo a Ibla con il “Varietà d’apertura”, un ricco show durante il quale gli artisti che prendono parte al festival, offriranno una vera e propria anteprima delle proprie esibizioni che svilupperanno fino a domenica tra i vicoli e le piazze barocche dell’antico quartiere. Per questa edizione, Ibla Buskers dedica una piazza del festival a “Focus”, uno spettacolo formato da tre esibizioni di un determinato genere circense. Quest’anno tre specialiste di diverse discipline aeree sono arrivate a Ibla per proporre le loro strabilianti tecniche. Lo faranno in piazza Pola alternando i propri spettacoli. Carola, dall’Argentina, proporrà il cerchio aereo, Eva Ordonez Benedetto, dalla Spagna, si esibirà al trapezio fisso, e Poline Dau, dalla Francia, opererà alla corda. Intanto si va praticamente verso il tutto esaurito nelle strutture ricettive di Ibla a testimonianza della grande valenza che ha la manifestazione. La conferma arriva dal delegato comunale al turismo, Filippo Angelica: “Non vi è dubbio che questa manifestazione assume ormai una connotazione prettamente turistica. Un dato che si è consolidato negli anni con presenze che arrivano da tutte le parti della Sicilia ma anche dal resto d’Italia. Sicuramente è un evento che si lega fortemente all’obiettivo della destagionalizzazione e che viene segnalato anche da alcune importanti testate e riviste. Proprio oggi l’iniziativa è segnalata dai Viaggi del quotidiano La Repubblica. Dobbiamo proseguire in questo senso, continuando a sostenere eventi di questo tipo così come anche quest’anno ha fatto l’Amministrazione comunale. Certo, non ci resta che prendere atto di un vero e proprio paradosso. Siamo dinnanzi ad una delle più rinomate e partecipate manifestazioni di tutta la Sicilia, ma registriamo solo il totale disinteresse della Regione. Questo ci fa capire quanto sia lontana la Regione dal territorio. Un evento turistico che riempie strutture ricettive, con pacchetti turistici realizzati anche in altre città, diventa un brand, un’attrattiva eccellente, e da chi governa a Palermo c’è solo l’assoluta indifferenza”.


Ragusa,"IblaBuskers":si cominciastasera Alle 21,30 la festa degli artisti di strada dal cuore tutto siciliano. Angelica: "Il turismo cresce anche grazie a questi eventi che però restano dimenticati dalla Regione". L’inizio ufficiale della sedicesima edizione di Ibla Buskers avverrà stasera alle 21,30 in piazza Duomo a Ibla con il “Varietà d’apertura”, un ricco show durante il quale gli artisti che prendono parte al festival, offriranno una vera e propria anteprima delle proprie esibizioni che svilupperanno fino a domenica tra i vicoli e le piazze barocche dell’antico quartiere. Per questa edizione, Ibla Buskers dedica una piazza del festival a “Focus”, uno spettacolo formato da tre esibizioni di un determinato genere circense. Quest'anno tre specialiste di diverse discipline aeree sono arrivate a Ibla per proporre le loro strabilianti tecniche. Lo faranno in piazza Pola alternando i propri spettacoli. Carola, dall’Argentina, proporrà il cerchio aereo, Eva Ordonez Benedetto, dalla Spagna, si esibirà al trapezio fisso, e Poline Dau, dalla Francia, opererà alla corda. Intanto si va praticamente verso il tutto esaurito nelle strutture ricettive di Ibla a testimonianza della grande valenza che ha la manifestazione. La conferma arriva dal delegato comunale al turismo, Filippo Angelica: “Non vi è dubbio che questa manifestazione assume ormai una connotazione prettamente turistica. Un dato che si è consolidato negli anni con presenze che arrivano da tutte le parti della Sicilia ma anche dal resto d’Italia. Sicuramente è un evento che si lega fortemente all'obiettivo della destagionalizzazione e che viene segnalato anche da alcune importanti testate e riviste. Proprio oggi l’iniziativa è segnalata dai Viaggi del quotidiano La Repubblica. Dobbiamo proseguire in questo senso, continuando a sostenere eventi di questo tipo così come anche quest’anno ha fatto l’Amministrazione comunale. Certo, non ci resta che prendere atto di un vero e proprio paradosso. Siamo dinnanzi ad una delle più rinomate e partecipate manifestazioni di tutta la Sicilia, ma registriamo solo il totale disinteresse della Regione. Questo ci fa capire quanto sia lontana la Regione dal territorio. Un evento turistico che riempie strutture ricettive, con pacchetti turistici realizzati anche in altre città, diventa un brand, un’attrattiva eccellente, e da chi governa a Palermo c’è solo l’assoluta indifferenza”.


Ragusa - Artisti di strada dal cuore tutto siciliano L’inizio ufficiale della sedicesima edizione di Ibla Buskers avverrà stasera alle 21,30 in piazza Duomo a Ibla con il “Varietà d’apertura”, un ricco show durante il quale gli artisti che prendono parte al festival, offriranno una vera e propria anteprima delle proprie esibizioni che svilupperanno fino a domenica tra i vicoli e le piazze barocche dell’antico quartiere. Per questa edizione, Ibla Buskers dedica una piazza del festival a “Focus”, uno spettacolo formato da tre esibizioni di un determinato genere circense. Quest'anno tre specialiste di diverse discipline aeree sono arrivate a Ibla per proporre le loro strabilianti tecniche. Lo faranno in piazza Pola alternando i propri spettacoli. Carola, dall’Argentina, proporrà il cerchio aereo, Eva Ordonez Benedetto, dalla Spagna, si esibirà al trapezio fisso, e Poline Dau, dalla Francia, opererà alla corda. Intanto si va praticamente verso il tutto esaurito nelle strutture ricettive di Ibla a testimonianza della grande valenza che ha la manifestazione. La conferma arriva dal delegato comunale al turismo, Filippo Angelica: “Non vi è dubbio che questa manifestazione assume ormai una connotazione prettamente turistica. Un dato che si è consolidato negli anni con presenze che arrivano da tutte le parti della Sicilia ma anche dal resto d’Italia. Sicuramente è un evento che si lega fortemente all'obiettivo della destagionalizzazione e che viene segnalato anche da alcune importanti testate e riviste. Proprio oggi l’iniziativa è segnalata dai Viaggi del quotidiano La Repubblica. Dobbiamo proseguire in questo senso, continuando a sostenere eventi di questo tipo così come anche quest’anno ha fatto l’Amministrazione comunale. Certo, non ci resta che prendere atto di un vero e proprio paradosso. Siamo dinnanzi ad una delle più rinomate e partecipate manifestazioni di tutta la Sicilia, ma registriamo solo il totale disinteresse della Regione. Questo ci fa capire quanto sia lontana la Regione dal territorio. Un evento turistico che riempie strutture ricettive, con pacchetti turistici realizzati anche in altre città, diventa un brand, un’attrattiva eccellente, e da chi governa a Palermo c’è solo l’assoluta indifferenza”.


Grande successo per l’inaugurazione di “Ibla Buskers”

Un grande inizio quello di Ibla Buskers 2010. Un folto pubblico ha affollato ieri sera piazza Duomo per assistere al “Varietà d’Apertura” del festival degli artisti di strada. Un unico grande spettacolo, all’interno del quale si sono esibiti tutti gli artisti di questa sedicesima edizione, salutando il pubblico con una piccola esibizione del loro ampio repertorio. E tra un artista e l’altro non poteva mancare il simpatico “Salvo Fraska” il presentatore-giocoliere, originario di Vittoria che come negli scorsi anni è riuscito a coinvolgere con grande forza il pubblico interagendo con grande ironia. Lo spettacolo di ieri sera si è concluso con l’esibizione dei “Les Dons Quichotte de la plancha”, quattro clown acrobati che si sono esibiti con la bascula, una tipologia acrobatica costituita da un attrezzo che permette una forte propulsione verso l’alto, facendo assistere il pubblico a spericolati salti, tra cielo e terra. Da stasera gli spettacoli riprenderanno il loro consueto schema, coinvolgendo piazze e vie del quartiere barocco. Divenuta una tradizione, la festa continua ad entusiasmare grandi e piccini, che impazienti aspettano l’inizio dello spettacolo dei loro artisti preferiti, spostandosi di piazza in piazza, seguendo il ricco programma della manifestazione. Già dallo scorso anno una novità ha coinvolto il festival. Non più solo numeri a cielo aperto. Per consentire una maggiore visibilità, vista la calca che spesso si crea attorno agli spettacoli, l’organizzazione ha programmato una selezione di artisti che a rotazione si esibiscono all’interno del teatro Donnafugata, consentendo loro di mostrare e far apprezzare dettagli e sfumature che in strada sarebbe difficile cogliere. Ma ci sono anche alcune novità che si aggiungo in questa edizione. Nasce il concorso fotografico “Fotografando i buskers”, curato da Giorgio Biazzo Studio. In pratica i visitatori che scattano foto potranno portarle in postazione per esporle al grande pubblico che domenica decreterà le prime tre migliori. Ma accanto alle affascinati storie dei buskers ci sono anche le storie di affettuosa accoglienza da parte dei ragusani. Una l’ha raccolta la fotografa Barbara Conti. Proprio mercoledì, a qualche ora dall’inizio dello spettacolo, due artisti si accorgono che hanno da rammentare i propri costumi di scena. Si recano in una merceria di viale Europa chiedendo bottoni e la possibilità di cucire gli strappi, di fare una lavatrice. La signora che gestisce la merceria prende a cuore i due artisti che abitano in un furgoncino. Da buona mamma di famiglia, prende gli abiti, li porta a casa, li lava, li sistema in tempo per lo spettacolo. In cambio non ha voluto niente. Più tardi i due artisti sono tornati al negozio con un bel mazzo di fiori in segno di ringraziamento e riconoscenza.


Ragusa - "Iblla Buskers", grande successo per il varietà di apertura Un grande inizio quello di Ibla Buskers 2010. Un folto pubblico ha affollato ieri sera piazza Duomo per assistere al “Varietà d’Apertura” del festival degli artisti di strada. Un unico grande spettacolo, all’interno del quale si sono esibiti tutti gli artisti di questa sedicesima edizione, salutando il pubblico con una piccola esibizione del loro ampio repertorio. E tra un artista e l’altro non poteva mancare il simpatico “Salvo Fraska” il presentatore-giocoliere, originario di Vittoria che come negli scorsi anni è riuscito a coinvolgere con grande forza il pubblico interagendo con grande ironia. Lo spettacolo di ieri sera si è concluso con l’esibizione dei "Les Dons Quichotte de la plancha", quattro clown acrobati che si sono esibiti con la bascula, una tipologia acrobatica costituita da un attrezzo che permette una forte propulsione verso l'alto, facendo assistere il pubblico a spericolati salti, tra cielo e terra. Da stasera gli spettacoli riprenderanno il loro consueto schema, coinvolgendo piazze e vie del quartiere barocco. Divenuta una tradizione, la festa continua ad entusiasmare grandi e piccini, che impazienti aspettano l’inizio dello spettacolo dei loro artisti preferiti, spostandosi di piazza in piazza, seguendo il ricco programma della manifestazione. Già dallo scorso anno una novità ha coinvolto il festival. Non più solo numeri a cielo aperto. Per consentire una maggiore visibilità, vista la calca che spesso si crea attorno agli spettacoli, l’organizzazione ha programmato una selezione di artisti che a rotazione si esibiscono all’interno del teatro Donnafugata, consentendo loro di mostrare e far apprezzare dettagli e sfumature che in strada sarebbe difficile cogliere. Ma ci sono anche alcune novità che si aggiungo in questa edizione. Nasce il concorso fotografico “Fotografando i buskers”, curato da Giorgio Biazzo Studio. In pratica i visitatori che scattano foto potranno portarle in postazione per esporle al grande pubblico che domenica decreterà le prime tre migliori. Ma accanto alle affascinati storie dei buskers ci sono anche le storie di affettuosa accoglienza da parte dei ragusani. Una l’ha raccolta la fotografa Barbara Conti. Proprio mercoledì, a qualche ora dall’inizio dello spettacolo, due artisti si accorgono che hanno da rammentare i propri costumi di scena. Si recano in una merceria di viale Europa chiedendo bottoni e la possibilità di cucire gli strappi, di fare una lavatrice. La signora che gestisce la merceria prende a cuore i due artisti che abitano in un furgoncino. Da buona mamma di famiglia, prende gli abiti, li porta a casa, li lava, li sistema in tempo per lo spettacolo. In cambio non ha voluto niente. Più tardi i due artisti sono tornati al negozio con un bel mazzo di fiori in segno di ringraziamento e riconoscenza.


“IBLA BUSKERS”: SPETTACOLI DI GRANDE TECNICA PROPOSTI DA ARTISTI CHE AFFASCINANO GRANDI E PICCINI.

Tutti con il naso all’insù, in piazza Pola a Ragusa Ibla, per assistere alle dimostrazioni nelle diverse discipline aeree di Eva Ordonez, Pauline Dau e Carola Aramburu. E poi nella barocca piazza Duomo, su e giù, per assistere alle esibizioni di Adrian Kaye, Arturello Di Popolo, Tom & Anais e Los Simpaticos Jongleur. Ma gli artisti di Ibla Buskers, il festival degli artisti di strada in corso a Ragusa, si sono dislocati anche in altre location, da Largo San Paolo a piazza Chiaramonte, da Largo dei Mazzi a piazza Hoiderna, agli immancabili giardini iblei proponendo numeri davvero spettacolari e divertenti che hanno incontrato l’entusiasmo e gli applausi di migliaia di visitatori. Spettacoli divertenti ma anche altamente tecnici, e non solo quelli del “focus” di piazza Pola dedicati alle discipline aeree come cerchio aereo, trapezio fisso, corda, ma anche tutti gli altri che hanno accattivato il pubblico. La compagnia iberica degli Apagòn Digital propone uno spettacolo di musica, danza e video riportando il pubblico alle atmosfere del cinema muto con una colonna sonora che rievoca i temi jazz degli anni 20-30. Spazio anche alle acrobazie con corda e trapezio dei Kambahiota Trup. Dalla Francia il gruppo dei Guappecartò, cinque musicisti che eseguono una musica d’altri tempi, ed ancora Benjamin Delmas, acrobata, clown, mago, escapologista. Arturello Di Popolo, attore/clown, proviene da una famiglia circense. Intanto per la giornata di domani e domenica, su volere dell’Amministrazione comunale che ha finanziato il festival, sarà potenziato il servizio di bus navetta, con ben 6 pullman che andranno dalle 19 alle 02 da piazza Libertà a Ragusa ai giardini iblei a Ibla.


“IBLA BUSKERS”: LA PIOGGIA VIENE VINTA DALLA POESIA E DALL’ESTRO DEI TANTI ARTISTI DI STRADA. ANCHE IERI SERA GRANDE SUCCESSO MENTRE ALCUNE ISTITUZIONI, COME LA PROVINCIA, RESTANO INDIFFERENTI.

Qualche ritardo nella scaletta delle esibizioni a causa della pioggia ma poi, ieri sera, poesia ed estro degli artisti di strada sono stati ugualmente protagonisti della manifestazione. Nonostante le non proprio favorevoli condizioni atmosferiche, in migliaia si sono riversati nell’antico quartiere barocco apprezzando i numeri e gli spettacoli proposti. Ha praticamente sbancato, trovando il consenso convinto del pubblico che si è poi soffermato a parlare e ad “abbracciarlo” dopo la sua esibizione, l’acrobata italiano Simone Romanò che ha presentato “Hop Hop”, spettacolo basato sulle arti circensi, sul gioco di clown e sull’interazione con il pubblico. Le tecniche circensi utilizzate sono la giocoleria, il verticalismo e il gioco clownesco. La scelta di non usare la parola porta lo spettacolo su un livello gestuale e visuale permettendo allo spettatore di entrare empaticamente in contatto con l’artista e con il suo mondo immaginario. E sempre dall’Italia ha avuto grande successo il clown Rufino, artista di strada di esperienza ormai consolidata che ha presentato il suo “Rufino Clown Show”, con una comicità surreale e a volte disarmante, riuscito a portare gli spettatori all’interno di un gioco magico fatto di risate e sorprese, per poi passare al secondo spettacolo “Blue Moon”, uno spettacolo molto poetico, dedicato alla luna la cui sagoma si forma attraverso alcune scatole dipinte che girano in un gioco di burattini. Successo pieno anche per una vecchia conoscenza di Ibla Buskers, Adrian Kaye, mimo e clown inglese che ha saputo divertire il pubblico grazie alle sue tante trovate estrapolate dal baule pieno di oggetti assurdi. Ma questi artisti sono soltanto alcuni dell’allegra carovana con decine di buskers e di compagnie che in questi giorni stanno animando il festival a Ragusa Ibla. Stamani anche un laboratorio per piccoli clown con l’associazione “Ci ridiamo su”, in collaborazione con Prometeo, Santa Lucia’s group e la Federazione Nazionae di clonw-terapia ridere per vivere. Il festival si concluderà sera con le esibizioni degli artisti che inizieranno, dalle 19, nelle varie location per poi ritrovarsi tutti insieme per il “Gran Gala Finale” alle ore 21,30 in piazza Duomo.


"Ibla Buskers": in migliaia nella serata di sabato scorso per il Festival degli artisti di strada

irca 15 mila persone, per un sabato sera allegro e divertente a Ragusa Ibla. Sabato scorso nuovo boom di spettatori per la serata più attesa del festival degli artisti di strada Ibla Buskers. Una sedicesima edizione ricca di artisti e di esibizioni molto particolari, come quella che si è sviluppata nella parte bassa del quartiere barocco con una ruota gigante di cinque metri. A proporre quella che è stata una vera attrazione è stata la compagnia Kambahiota Trup che dalla Spagna si è esibita in un mix tra corda, trapezio e acrobazia in road show itinerante. Tutti gli artisti hanno comunque trovato il successo incondizionato del pubblico. Dopo il Focus dedicato alle discipline aeree, in piazza Pola hanno chiuso la serata i Los Simpaticos Jonngleur in uno spettacolo di giocoleria dove non è mancato l’uso del fuoco. Esibizioni esaltate dallo splendido lavoro svolto dal designer Luca Agnani che ha ridisegnato i monumenti con fasci di luce di grandissimo effetto, trasformando il


quartiere barocco alla stregua delle grandi capitali europee. Un festival che complessivamente richiama migliaia di spettatori ma che, incredibilmente, continua a restare indifferente a chi dovrebbe avere una visione complessiva del territorio. Lâ&#x20AC;&#x2122;organizzazione del festival si riferisce allaProvincia regionale di Ragusa che continua a finanziare, anche sostanziosamente, sagre e fiere di quartiere e contrade ma volutamente sceglie di non dare supporto a manifestazioni come Ibla Buskers, giunta alla sedicesima edizione e iniziativa di grande attrattiva e respiro turistico. "Non reggerebbe nemmeno la scusa usata per la Festa di Addio allâ&#x20AC;&#x2122;Estate, quando la Provincia disse di non essere stata sensibilizzata dagli organizzatori. Noi alla Provincia, forti della valenza della manifestazione ormai cresciuta nel corso degli anni, abbiamo chiesto e abbiamo atteso. Purtroppo invano. Non meno distratta anche la Regione". Il festival si è concluso ieri sera con le esibizioni degli artisti e con il "Gran Gala Finale" in piazza Duomo.


“IBLA BUSKERS”: IN MIGLIAIA IERI SERA PER IL FESTIVAL CON BELLISSIME ESIBIZIONI ESALTATE DAI MONUMENTI RIDISEGNATI DAL DESIGNER LUCA AGNANI.

In migliaia, circa 15 mila, per un sabato sera allegro e divertente a Ragusa Ibla. Ieri sera nuovo boom di spettatori per la serata più attesa del festival degli artisti di strada Ibla Buskers. Una sedicesima edizione ricca di artisti e di esibizioni molto particolari, come quella che si è sviluppata nella parte bassa del quartiere barocco con una ruota gigante di cinque metri. A proporre quella che è stata una vera attrazione è stata la compagnia Kambahiota Trup che dalla Spagna si è esibita in un mix tra corda, trapezio e acrobazia in road show itinerante. Tutti gli artisti hanno comunque trovato il successo incondizionato del pubblico. Dopo il Focus dedicato alle discipline aeree, in piazza Pola hanno chiuso la serata i Los Simpaticos Jonngleur in uno spettacolo di giocoleria dove non è mancato l’uso del fuoco. Esibizioni esaltate dallo splendido lavoro svolto dal designer Luca Agnani che ha ridisegnato i monumenti con fasci di luce di grandissimo effetto, trasformando il quartiere barocco alla stregua delle grandi capitali europee. Un festival che complessivamente richiama migliaia di spettatori ma che, incredibilmente, continua a restare indifferente a chi dovrebbe avere una visione complessiva del territorio. L’organizzazione del festival si riferisce alla Provincia regionale di Ragusa che continua a finanziare, anche sostanziosamente, sagre e fiere di quartiere e contrade ma volutamente sceglie di non dare supporto a manifestazioni come Ibla Buskers, giunta alla sedicesima edizione e iniziativa di grande attrattiva e respiro turistico. “Non reggerebbe nemmeno la scusa usata per la Festa di Addio all’Estate, quando la Provincia disse di non essere stata sensibilizzata dagli organizzatori. Noi alla Provincia, forti della valenza della manifestazione ormai cresciuta nel corso degli anni, abbiamo chiesto e abbiamo atteso. Purtroppo invano. Non meno distratta anche la Regione”. Il festival si concluderà stasera con le esibizioni degli artisti e con il “Gran Gala Finale” alle ore 21,30 in piazza Duomo.


“IBLA BUSKERS”: SERATA FINALE DI GRANDE SUCCESSO ANCHE SE LA PIOGGIA HA INTERROTTO IL GALA FINALE.

Non è un lunedì come gli altri. Si respira malinconia per le vie di Ibla, quella tristezza che accompagna sempre la fine di qualcosa che intensamente coinvolge emotivamente. Ma ancora qualche colore si muoveva stamattina tra le strade. Buffe espressioni di un mimo provocano gli ultimi sorrisi di un viandante, un uomo che si reca a lavoro. Ultimi momenti di risate ed allegria mentre gli artisti vanno via. Sono gli artisti di strada, i protagonisti di Ibla Buskers 2010, che pian piano lasciano il capoluogo ibleo per rientrare al loro paese o per continuare ad esibirsi in giro per il mondo. Il festival si è concluso ieri sera. Una festa intensa, che nonostante le avverse condizioni meteorologiche ha saputo ancora una volta conquistare il pubblico, ammaliarlo con il fascino degli spettacoli, ipnotizzarlo trattenendolo immobile dinnanzi alle esibizioni anche durante i momenti di pioggia. Stava quasi per concludersi ieri sera in piazza Duomo la parata finale quando la lieve pioggerellina si è tramutata in acquazzone, costringendo l’interruzione dello spettacolo e ad un saluto più rapido al prossimo anno. Un attimo di tristezza per l’inesorabile fine della serata ha lasciato spazio al sorriso, rivivendo gli attimi più intensi della manifestazione attraverso l’occhio e l’obiettivo di Paolo Schembari, giovane regista ragusano che ha curato il video (già disponibile su youtube) con la sintesi delle giornate del festival. La proiezione del video, spostata da piazza Duomo alla sala Falcone Borsellino, ha riacceso gli animi anche grazie ad una chiave di lettura data da Schembari che ha messo in evidenza l’allegra energia che caratterizza tutte le esibizioni e che trasforma Ibla in un cuore pulsante. “E’ andata benissimo anche per questa edizione – commenta Francesco Pinna, presidente dell’associazione Edrisi che organizza Ibla Buskers – Abbiamo avuto migliaia di presenze nel corso dei cinque giorni del festival. Moltissimi i turisti, la maggior parte siciliani, soprattutto da Catania e Palermo, ma anche turisti arrivati da varie parti d’Italia e che hanno affollato le strutture ricettive locali. Un ringraziamento particolare va non solo al Comune di Ragusa che anche quest’anno ha supportato la manifestazione ma anche ai nostri instancabili volontari e alle forze dell’ordine che hanno operato affinché tutto si svolgesse nel miglior modo possibile”. E dal Comune capoluogo arrivano commenti soddisfatti: “Abbiamo sempre creduto in questa manifestazione e nonostante le minori entrate abbiamo cercato di mantenere invariato il contributo che offre il Comune per questo evento che ha ottenuto grande successo come sempre – spiega Ciccio Barone, assessore comunale agli Spettacoli – Il sindaco Dipasquale, esattamente come nel mio caso, crede molto in Ibla Buskers e quest’anno abbiamo operato per potenziare i bus navetta e garantire una fruizione migliore della manifestazione che ha portato a Ibla migliaia di visitatori ”.


Ibla Buskers volge al termine

Non è un lunedì come gli altri. Si respira malinconia per le vie di Ibla, quella tristezza che accompagna sempre la fine di qualcosa che intensamente coinvolge emotivamente. Ma ancora qualche colore si muoveva stamattina tra le strade. Buffe espressioni di un mimo provocano gli ultimi sorrisi di un viandante, un uomo che si reca a lavoro. Ultimi momenti di risate ed allegria mentre gli artisti vanno via. Sono gli artisti di strada, i protagonisti di Ibla Buskers 2010, che pian piano lasciano il capoluogo ibleo per rientrare al loro paese o per continuare ad esibirsi in giro per il mondo. Il festival si è concluso ieri sera. Una festa intensa, che nonostante le avverse condizioni meteorologiche ha saputo ancora una volta conquistare il pubblico, ammaliarlo con il fascino degli spettacoli, ipnotizzarlo trattenendolo immobile dinnanzi alle esibizioni anche durante i momenti di pioggia. Stava quasi per concludersi ieri sera in piazza Duomo la parata finale quando la lieve pioggerellina si è tramutata in acquazzone, costringendo l’interruzione dello spettacolo e ad un saluto più rapido al prossimo anno. Un attimo di tristezza per l’inesorabile fine della serata ha lasciato spazio al sorriso, rivivendo gli attimi più intensi della manifestazione attraverso l’occhio e l’obiettivo di Paolo Schembari, giovane regista ragusano che ha curato il video (già disponibile su youtube) con la sintesi delle giornate del festival. La proiezione del video, spostata da piazza Duomo alla sala Falcone Borsellino, ha riacceso gli animi anche grazie ad una chiave di lettura data da Schembari che ha messo in evidenza l’allegra energia che caratterizza tutte le esibizioni e che trasforma Ibla in un cuore pulsante. “E’ andata benissimo anche per questa edizione – commenta Francesco Pinna, presidente dell’associazione Edrisi che organizza Ibla Buskers – Abbiamo avuto migliaia di presenze nel corso dei cinque giorni del festival. Moltissimi i turisti, la maggior parte siciliani, soprattutto da Catania e Palermo, ma anche turisti arrivati da varie parti d’Italia e che hanno affollato le strutture ricettive locali. Un ringraziamento particolare va non solo al Comune di Ragusa che anche quest’anno ha supportato la manifestazione ma anche ai nostri instancabili volontari e alle forze dell’ordine che hanno operato affinché tutto si svolgesse nel miglior modo possibile”. E dal Comune capoluogo arrivano commenti soddisfatti: “Abbiamo sempre creduto in questa manifestazione e nonostante le minori entrate abbiamo cercato di mantenere invariato il contributo che offre il Comune per questo evento che ha ottenuto grande successo come sempre – spiega Ciccio Barone, assessore comunale agli Spettacoli – Il sindaco Dipasquale, esattamente come nel mio caso, crede molto in Ibla Buskers e quest’anno abbiamo operato per potenziare i bus navetta e garantire una fruizione migliore della manifestazione che ha portato a Ibla migliaia di visitatori”.


rassegna stampa Ibla Buskers 2010  

rassegna stampa Ibla Buskers 2010