Page 1

Media Key srl, Via Arcivescovo Romilli, 20/8 - 20139 Milano - www.mediakey.

MINI RAY: ENJOY THE ESSENTIAL – SPECIALE TV DIGITALI

N° 269 Marzo 2009 Marzo 2009 - N. 269 - e 6

SPECIALE TV DIGITALI

Mensile professionale di comunicazione e produzione cine-televisiva

269


T V K E Y 269

EDITORIALE

L’essenziale è MINI! In copertina: la nuova MINI Ray e alcuni frame dello spot ideato da Bcube e prodotto da Movie Magic International e Piana Film.

I

rrinunciabile perché essenziale: questa è la caratteristica più importante della nuova MINI Ray, l’autovettura che punta sul fascino e sul piacere della guida che soltanto lei è in grado di dare. Il payoff studiato dai creativi dell’agenzia Bcube, non a caso, punta proprio sulla sua unicità: ‘Enjoy the essential’. E l’essenziale, per l’appunto, è MINI. A tutto il resto si può rinunciare ma, non al ‘go-kart feeling’ assicurato a chi la guida. Lo spot girato da Dario Piana per la sua nuova cdp in partnership con Movie Magic International lo sottolinea al meglio, e non a caso lo abbiamo scelto per la cover story di questo mese. Un altro spot che merita il giusto rilievo è quello di Beghelli: i tre soggetti della campagna per il Telesalvalavita Mobile presentano alcune situazioni di emergenza che si risolvono grazie al nuovo telesoccorso satellitare. L’agenzia creativa è Max Information, la casa di produzione ITC Tools. Ma il cuore di questo fascicolo di Tv Key è costituito dallo speciale sulle tv satellitari, con le schede aggiornate di ben 33 emittenti più, naturalmente, quella della piattaforma SKY. Si parte dai canali Discovery – Animal Planet, Discovery Channel, Discovery Real Time, Discovery Science, Discovery Travel & Living – per passare a quelli del gruppo Turner, ovvero Boomerang e Cartoon Network. Poi ci occupiamo del digitale terrestre di Mediaset con i canali Boing, Iris, Joi, Mya e Steel. Troviamo anche Hallmark, che come Steel è legato al gruppo NBC Universal, Eurosport, Sportitalia, SAT 2000. Il gruppo Fox è presente con dodici canali: Cult, FOX, FoxCrime, FoxLife, FX, National Geographic Channel, Nat Geo Adventure, Nat Geo Wild, Nat Geo Music, Nat Geo HD, Next:HD e The History Channel. Non poteva mandare Digicast con Caccia e Pesca, Lei, Jimmy, MotoTv, Yacht & Sail. Sempre in tema di televisione è da segnalare un articolo di approfondimento sull’offerta di 3D Stereoscopic Group, società composta da Eutelsat,

Open-sky e DBW Communication: la televisione a tre dimensioni potrebbe conquistarsi una buona fetta del mercato dell’home enternainment nei prossimi anni. Olivier Millies Lacroix, Direttore commerciale di Eutelsat, ci ha spiegato come. Parliamo poi di cinema con un lungo reportage sulla Berlinale 2009, dove l’Orso d’Oro è andato alla regista peruviana Claudia Llosa per il film La teta asustada. E infine passiamo alla televisione, con i commenti degli ultimi dati Auditel. L’eterna sfida tra Rai e Mediaset si concretizza soprattutto con lo scontro tra programmi come Grande Fratello 9, X Factor, Amici, R.I.S. 5, I Cesaroni e Scherzi a parte. Il Festival di Sanremo ha naturalmente fatto la parte del leone nel periodo in esame, totalizzando ascolti di tutto rispetto che lasciano ben sperare per le prossime edizioni. I dati Auditel relativi alla tv satellitare, invece, segnalano che dopo l’exploit di inizio anno gli ascolti sono tornati a livelli più stabili, con medie vicine ai dieci milioni di spettatori. Tra i successi recenti spiccano la quinta stagione di Grey’s Anatomy, i film Hitman – L’assassino, Natale a New York, Il mistero delle pagine perdute, il Grande Fratello 9 in onda 24 ore su 24 su SKY Show e il derby Milan-Inter che ha fatto registrare addirittura oltre 4.000.000 contatti unici. Quel che è certo è che, a parte oscillazioni più che naturali, la tv satellitare si è conquistata uno zoccolo duro di telespettatori che potranno solo aumentare nei prossimi mesi grazie a programmazioni sempre più interessanti e variegate. La rubrica sull’home entertainment, infine, questo mese fa il punto sulla nuova generazione di televisori a cristalli liquidi che offrono tecnologie sempre più sofisticate e innovative, anche se non sempre le vendite sono incoraggianti. Ciò nonostante, il comparto dei televisori a schermo piatto continua a dominare il mercato dell’elettronica di consumo e si stima che nel 2012 la domanda potrebbe superare il tetto dei 200 milioni di pezzi. Buona lettura!

di ROBERTO ALBANO

~3~


T V K E Y 269

SOMMARIO

N° 269 - Marzo 2009

Dir. responsabile Coord. editoriale

Collaboratori

Art director Impaginazione

Ufficio commerciale

Comunicazione, pubblicità e PR Amministrazione/ Traffico Abbonamenti/ Distribuzione Resp. trattamento dati

: Roberto Albano roberto.albano@mediakey.it : Clara Zambetti Tel. 02 52.20.37.24 clara.zambetti@mediakey.it redazione@mediakey.it : Gianni Martinelli - Raul Alvarez Roberto Venturini - Mauro Murero Simona Capodanno - Cecilia Levi Emmanuel Albano - Helen Albano Federica Setti - Viviana Mangoni Cristina Ruffino - Laura Costanzo Riccardo Rossiello - Jarvis Macchi Maurizio Ermisino : Stefania Gaia Paltrinieri Tel. 02 52.20.37.26 stefania.paltrinieri@mediakey.it : Carla Forte Tel. 02 52.20.37.25 carla.forte@mediakey.it : Sara Barile Tel. 02 52.20.37.23 sara.barile@mediakey.it : Roberto Albano Tel. 02 52.20.37.32 roberto.albano@mediakey.it Paolo Mondini Tel. 02 52.20.37.29 paolo.mondini@mediakey.it : Anna Meneghetti anna.meneghetti@mediakey.it : Carla Oggioni Tel. 02 52.20.37.20 carla.oggioni@mediakey.it : Tiziana Cerutti Tel. 02 52.20.37.21 tiziana.cerutti@mediakey.it : Roberto Albano roberto.albano@mediakey.it

MediaKeyEvents Responsabile: Roberto Albano Produzione: Raffaella Fracchia, Astrid Fiorella, Emmanuel Albano Tel. 02 52.20.37.33 – eventi@mediakey.it

Mensile professionale di comunicazione e produzione cine-televisiva

EDITORIALE

L’essenziale è MINI! . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

COVER STORY

MINI Ray: enjoy the essential . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Beghelli: non sei mai solo (Beghelli, Max Information, ITC Tools) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10 ARTIS

L’atteso ritorno del Commissario Vivaldi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14 BERLINALE 2009

Il Perù vince un festival al femminile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17

TV DIGITALI Tra satellite e digitale terrestre, la tv del futuro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 24 3D STEREOSCOPIC GROUP

Dopo l’HD scocca l’ora del 3D . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 25 WEB & IPTV ITALIAN FORUM

La tv che sarà . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 27 ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■

Editore: Media Key S.r.l.

Direzione - Amministrazione - Redazione - Pubblicità

Via Arcivescovo Romilli, 20/8 - 20139 Milano Tel. 02 52.20.37.1 Fax 02 55.21.30.37 E-mail generale: info@mediakey.it Sito web: www.mediakey.tv

■ ■ ■

SKY Italia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Discovery Channel . . . . . . . . . . . . . . . . Discovery Science . . . . . . . . . . . . . . . . . Boomerang . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Boing . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Joi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Steel . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Eurosport . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . SAT 2000 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . FOX . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . FoxLife . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . National Geographic Channel . . . . . . . Nat Geo Wild . . . . . . . . . . . . . . . . . . . National Geographic Channel HD . . . The History Channel . . . . . . . . . . . . . . Lei . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . MotoTv. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

31 33 35 38 40 42 44 47 50 53 55 57 59 61 63 65 67

Registrazione n° 348/16.5.90 presso il Tribunale di Milano Sped. in Abb.to Postale - 45% Art. 2 Comma 20/b Legge 662/96 - Filiale di Milano Media Key S.r.l. è iscritta nel Registro Nazionale della Stampa presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Servizio dell’Editoria, Divisione X Legge 5/8/1981 n. 416, Art. 11 con il numero 01397 Vol. 14 - Foglio 769 in data 21/11/84. Iscritta al ROC n. 7278

Abbonamento annuo Italia Abbonamento annuo Estero

ANALISI DATI AUDITEL TV GENERALISTA

120 euro 165 euro

L’abbonamento comprende l’invio di Media Key Synthesis (10 fascicoli), Tv Key (9 fascicoli), più gli speciali e l’Annual.

Tutti i diritti sono riservati Associato all’USPI Unione Stampa Periodica Italiana

6

SPOT DA NON PERDERE

Stampa: Eurgraf - Cesano Boscone (MI) Distribuzione: Sodip Pubblicità - Consegna materiale: 20 gg. prima del mese di copertina

3

■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■ ■

Animal Planet . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Discovery Real Time . . . . . . . . . . . . . . . Discovery Travel & Living . . . . . . . . . . Cartoon Network . . . . . . . . . . . . . . . . . Iris . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Mya . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Hallmark Channel . . . . . . . . . . . . . . . . Sportitalia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Cult . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . FoxCrime . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . FX . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Nat Geo Adventure . . . . . . . . . . . . . . . . Nat Geo Music . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Next:HD . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Caccia e Pesca . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Jimmy . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Yacht & Sail . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

32 34 36 39 41 43 46 48 52 54 56 58 60 62 64 66 68

IL MERCATO DELL’HOME ENTERTAINMENT

Tv lcd: sempre più connessi e sottili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 69 Con gli occhi puntati su Sanremo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 73 ANALISI DATI AUDITEL TV SAT

Un assestamento significativo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 78 NEWS

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 82 ~5~


T V K E Y 269

COVER

STORY

MINI Ray: enjoy the essential

Apprezzare l’essenzialità di MINI è facile grazie al nuovo e divertente spot ideato dai creativi di Bcube e prodotto dalla Piana Film in collaborazione con Movie Magic International. Partendo dal payoff ‘Enjoy the essential’, si punta sull’excitement e sull’irresistibile ‘go-kart feeling’ che solo questa DI CLARA ZAMBETTI autovettura promette a chi la guida.

D

ue ragazzi dall’aria simpatica, a bordo della nuova MINI Ray, si fermano davanti a una splendida villa d’epoca appena ereditata. Quando entrano, però, scoprono saloni pieni di oggetti inutili e complementi d’arredo decisamente kitsch. Basta un’occhiata per decidere il da farsi: svuotare completamente le stanze. Ma perché? Solo perché il loro gusto estetico li fa rabbrividire alla vista di oggetti così brutti? No, il vero motivo è un altro: la villa vuota diventa una meravigliosa pista sulla quale possono godere dell’irresistibile ‘go-kart feeling’ che solo la loro

MINI Ray è in grado di assicurare. Non per niente il payoff recita ‘Enjoy the essential’. E l’unica cosa essenziale è la nuova MINI Ray! L’idea è dei creativi di Bcube, l’agenzia indipendente del Gruppo Publicis guidata da Luciano Nardi. La regista è di Dario Piana, che ha prodotto anche lo spot con la sua cdp appena nata, in collaborazione con Movie Magic International. Partendo dal concetto ‘Enjoy the essential’, lo spot celebra l’essenza del brand, invitando a liberarsi di tutto ciò che è superfluo e inutile perché quello che conta sta nel cuore delle cose. Si ~6~

tratta di un trend molto attuale, che troviamo nel mondo del design, del fashion, del lifestyle, e che dimostra ancora una volta la capacità di MINI di anticipare le tendenze. Il nuovo spot, on air dal 22 febbraio, è parte di un grande progetto di comunicazione integrata che prevede i mezzi classici (oltre alla televisione, la radio e la stampa), ma anche new media come webgame, temporary store, promocard. “Il principale punto di forza della nuova MINI Ray è che ha tutto quello che deve avere un’auto del segmento premium, ma a un pezzo più accessibile”, spiega Andrea Bocchiola, Direttore marketing di MINI. “Siamo partiti dall’idea che una parte della storia di MINI e del sua dna è l’essenzialità. Quest’anno festeggiamo i cinquant’anni di MINI e abbiamo voluto guardare ai valori del brand per individuarne uno, l’essenzialità appunto, che in passato era molto forte e che ha sempre convissuto con lo spirito sportivo della Cooper, della Cooper S, del brand John Cooper


COVER

T V K E Y 269

STORY

La sequenza dello spot per MINI Ray, realizzato da Piana Film in collaborazione con Movie Magic International e ideato da Bcube.

Works, del mondo della Clubman. Abbiamo chiesto a Bcube di lavorare su questo tema, per valorizzare un aspetto importante di MINI. L’agenzia è tornata col claim ‘Enjoy the essential’: il divertimento, il ‘go-kart feeling’, il piacere che fa parte del possedere e del guidare una MINI, si uniscono all’essenzialità di questa autovettura. L’idea ci è subito piaciuta perché interpreta ancora una volta il tipico spirito di MINI. Il fatto che due ragazzi svuotino una casa, si liberino di ciò che è superfluo per girare al suo interno a bordo della MINI si ricollega ai valori del brand. Il risultato finale ci soddisfa e i commenti che stiamo raccogliendo a proposito di questo spot sono molto positivi. La campagna, che è proseguita in tv fino all’open weekend del 28 e 29 marzo, è integrata e copre tutti i mezzi, dalla stampa periodica alla radio, dal web al cinema. Inoltre abbiamo in programma l’apertura di un temporary shop il 27 marzo, chiamato The Essential Store, a Milano in corso Sempione 6, dove racconteremo lo spirito di quest’auto animando la location con iniziative speciali”. Ma come è nata l’idea di questo spot? Ce lo racconta Luciano Nardi, Chief executive officer e Direttore creativo di Bcube, l’agenzia indipendente del Gruppo Publicis. “L’idea nasce con l’obiettivo di creare qualcosa di inedi-

to nel mercato delle automobili, che ha sempre bisogno di novità. La nuova MINI Ray è in grado di dare quello che abbiamo definito ‘go-kart feeling’, ovvero il piacere della guida, l’excitement, l’entusiasmo. Ci sali sopra e ti diverti come un pazzo perché la guidabilità di questa auto è unica. Abbiamo quindi cercato di sviluppare delle idee che sottolineassero questo concetto. Essenziale per noi vuol dire puntare al sodo, all’essenza del prodotto, all’excitement. Spesso e volentieri nella vita ci circondiamo di cose che sono superflue o comunque non indispensabili. Ogni tanto biso~7~

gnerebbe ritornare al punto di partenza. Perché una persona usa l’auto? Per andare da un luogo all’altro, ma anche per divertirsi. I due ragazzi dello spot ereditano la meravigliosa casa di un vecchio parente, e decidono di liberarsi delle cose bellissime ma inutili che la decorano. Sgomberano tutto e la trasformano in un campo da gioco per guidarci dentro la loro MINI. Chi acquista MINI vuole un’auto divertente e preferisce guidare una vettura che assicura un piacere simile a un gioco, un piacere di guida che le altre auto non danno. Il claim ‘Enjoy the essential’ sottolinea questo concetto, valido a maggior ragione in un periodo di crisi come l’attuale. Esiste una tendenza oggi: le persone si stanno concentrando sui brand che hanno un valore. Nei momenti di crisi, tutto ciò che è superfluo salta. Essendo MINI un brand fortissimo con una sua unicità – perché sostanzialmente non ha eguali – puntare all’essenziale significa puntare a un nuovo modo di intendere l’auto e di divertirsi. MINI è poi un’auto che consuma poco, con una cilindrata accettabile, eccellente per viaggiare ma anche per muoversi in città. È, insomma, l’auto perfetta per i tempi che stiamo vivendo”. Il contributo del regista Dario Piana è stato determinante per la riuscita del film, come sottolinea Luciano Nardi: “Dario Piana e la sua casa di produzione hanno avuto il merito fondamentale di individuare un modo per raccontare questa storia. Quello che sembra essere un enorme palazzo con delle vere stanze utilizzate come pista per correre con la MINI, in realtà è stato interamente costruito in teatro. Questo ci ha dato la possibilità di sfruttare in pieno le caratteristiche di Dario Piana, che è un regista molto tecnico e in grado di rispondere a problematiche a volte assai complesse. La sua è stata l’unica proposta pensata in questo modo, per cui la scelta della cdp è stata automatica. Ci ha anche dato la possibilità di contare su tutti quegli effetti speciali, quei salti dell’auto che in una location vera non sarebbero stati fattibili. Per far decollare una vettura, per esempio, bisogna avere non solo lo spazio per farla atterrare, ma anche una pista piuttosto lunga per farla partire. In un vero palazzo del Settecento sarebbe stato impossibile far viaggiare una MINI a tutta velocità!”. Molto importante, oltre alla regia e alla produzione, è anche la musica originale che dà un ritmo molto forte allo spot, tipico del mondo di MINI. La colonna sonora è Don’t stop di Corrado Carosio e Pierangelo Fornaro, veramente perfetta per sottolineare i vari momenti dello spot e la guida sportiva per la quale la nuova MINI Ray si caratterizza. Dario Piana, insomma, non solo ha firmato un’ottima regia, ma ha anche avuto l’idea giusta su come realizzare lo storyboard. “Il film era una sfida perché era molto complesso da realizzare, come si può immaginare vedendolo”, ci spiega il regista. “L’idea della macchi-


T V K E Y 269

Alcuni momenti del backstage.

na che si muove in una villa d’epoca era decisamente affascinante, ma difficile da attuare. Trovare qualcuno che ti offre la sua villa antica per correrci dentro in macchina, infatti, è un po’ complicato! Inizialmente abbiamo cercato delle location, poi ci siamo orientati sulla ricostruzione in teatro, che si è rivelata vincente perché ci ha permesso di creare la casa come volevamo noi, per far fare alla macchina esattamente i movimenti che avevo in mente. Il cliente si è convinto subito che questa era la strada giusta”. La villa ricostruita in teatro, che nello spot sembra enorme, in realtà non lo era affatto: “Abbiamo usato un trucco per far andare la MINI in molte più stanze di quelle che avevamo”, prosegue Dario Piana. “Abbiamo co-

COVER

STORY

struito un corridoio e un’unica grande stanza con tre pareti, poi abbiamo usato delle colonne e delle scale che spostavamo per realizzare le diverse inquadrature. Abbiamo modificato i soffitti in post produzione e questo ci ha consentito di dare l’illusione di trovarci in una villa davvero enorme. Il montaggio è stato la chiave di tutto: la direzione della vettura, le diverse angolazioni della macchina da presa, le colonne spostate, le finestre chiuse e poi aperte, le porte: tutto ha contribuito a dare l’illusione perfetta di trovarsi all’interno di una casa molto grande. Questo è senza dubbio uno dei due punti di forza del film, l’altro è il casting. Lo spot, infatti, è basato molto anche sui personaggi, sugli attori, due ragazzi un po’ cialtroni, molto giovani e molto inglesi, che vanno in giro a fare dispetti innocui ma divertenti. Bisognava riuscire a ricreare il mood che ha sempre caratterizzato la comunicazione di MINI. Il casting è stato fatto a Londra, i due ragazzi che abbiamo selezionato rispecchiano in pieno lo stile MINI”. Lo spot è stato girato interamente in Ungheria. “Era il posto migliore per garantire il production value più alto”, spiega Dario Piana. “Costruire il teatro in Italia sarebbe stato troppo costoso. In Ungheria è stato perfetto, anche perché abbiamo trovato persone competenti, tra cui uno scenografo molto bravo che ha lavorato in pochissimo tempo. La vera villa che si vede all’inizio dello spot è una costruzione settecentesca che si trova a Fehérvár. La finta villa è stata invece realizzata agli Astra Film Studios di Mogyoród: l’abbiamo arredata interamente, come si vede nelle prime scene, perché bisognava mostrare quando tutto viene spostato all’esterno, per cui avremmo comunque dovuto svuotarla. Tra l’altro la scena del trasloco, fatta in time-lapse, è molto divertente. Abbiamo preferito arredare noi la villa, perché i mobili dovevano essere particolari, esagerati, kitsch. L’intero film è stato realizzato in due settimane, a tempo di record. Sono molto soddisfatto del risultato. Questo è il primo spot che giro per la mia cdp Piana Film, realizzato in partnership con Movie Magic International. È stato molto bello farlo e il risultato è perfetto perché sembra che A sinistra, Giorgio Borghi, Executive producer di Movie Magic International. Sotto, Dario Piana, regista dello spot.

~8~

Credits ■ Cliente

BMW Group Italia Andrea Bocchiola

■ Prodotto

MINI Ray

■ Agenzia

Bcube

Dir. marketing

Dir. creativo esec. Luciano Nardi Copywriter Piero Lo Faro Account supervisor Salvatore Nicoletti Tv producer Michele Virgilio

■ Casa di produz. Movie Magic Exec. producer Producer Regia Fotografia Musica

Location Durata

International Piana Film Giorgio Borghi Giulia Buffa Dario Piana Stefano Morcaldo ‘Don’t stop’ di Corrado Carosio e Pierangelo Fornaro Bottega del suono Fehérvár e Mogyoród (Ungheria) 1x30” - 1x15”

■ Post produzione EDI - Effetti

Digitali Italiani

i protagonisti si trovino veramente dentro una vera villa con la loro MINI”. Giorgio Borghi, Executive producer di Movie Magic International, conferma l’importanza del contributo di regista e casa di produzione per la riuscita perfetta di questo film: “Quando il regista è Dario Piana, tutto diventa più semplice. La difficoltà principale che abbiamo dovuto superare era legata ai tempi di realizzazione molto stretti. Piana ha avuto l’idea di ricostruire gli interni di una villa d’epoca: gli sono bastati un corridoio lungo venti metri e una stanza di 400 metri quadri con sole tre pareti per dare l’illusione perfetta che la MINI stesse sfrecciando in una vera abitazione con parecchie stanze. Il risultato è veramente incredibile. Siamo partiti da un’idea dei creativi molto interessante, ma l’attuazione in tempi brevissimi con risultati perfetti è merito di Dario. Utilizzando in post produzione soffitti di altre case ed elementi semovibili, siamo riusciti a ottenere uno spot che ha convinto al cento per cento cliente e creativi. La migliore prova di questo è che nessuno si è accorto dell’escamotage, nemmeno gli esperti di produzione ai quali ho fatto vedere lo spot, che mi hanno chiesto in quale villa lo avessimo girato! La bravura di Dario è stata quella di ideare la realizzazione vincente, che teneva anche in considerazione i tempi strettissimi e il budget. È una bella sfida per una casa di produzione riuscire a realizzare uno spot di questo genere. Cliente e agenzia sono stati molto contenti, ma soprattutto noi siamo ovviamente soddisfatti di essere riusciti a firmare un’ottima produzione”. ■


Mal di produzione?


T V K E Y 269

SPOT

DA

NON

PERDERE

Beghelli: non sei mai solo

La campagna pubblicitaria per il Telesalvalavita Mobile Beghelli, costituita da tre soggetti in onda a rotazione, presenta alcune situazioni di emergenza che si risolvono grazie al nuovo telesoccorso satellitare: due ragazze in difficoltà, un anziano colto da un malore e due uomini alle prese con un’auto in panne. L’agenzia creativa è Max Information, la DI GIANNI MARTINELLI casa di produzione ITC Tools.

È

notte. Due ragazze, chiuse in auto, sono circondate da un gruppo di balordi che non sembrano avere delle buone intenzioni. Una delle due, presa dal panico, inizia a cercare disperatamente il cellulare che sembra essere introvabile. Per fortuna però l’altra ha già la soluzione in mano: il Telesalvalavita Mobile Beghelli che, una volta attivato, invia istantaneamente una richiesta d’aiuto al Centro SOS Beghelli. L’arrivo dei

soccorsi risolve al meglio la situazione. Quello appena descritto è uno dei tre spot della campagna di comunicazione del nuovo telesoccorso satellitare. In un altro soggetto vediamo un gruppo di anziani seduti su una panchina. Uno di loro è colto da malore, ma anche stavolta, grazie al Telesalvalavita Mobile Beghelli, i soccorsi arrivano prontamente. Infine, nell’ultimo spot, vediamo due uomini alle prese con un guasto all’automobile ~ 10 ~

in una zona isolata. Solo grazie al nuovo apparecchio riescono a far arrivare il carro attrezzi pur non conoscendo minimamente la propria posizione. Gli operatori della centrale che gestisce gli SOS individuano infatti immediatamente la loro provenienza grazie al sistema GPS e sono quindi in grado di allertare subito i soccorsi. “Ma come hai fatto?” è la domanda che ricorre in tutti e tre i soggetti, che si chiudono con il payoff ‘Telesalvalavita Mobile Beghelli. Non sei mai solo’. La nuova campagna, ideata dall’agenzia Max Information, è on air da martedì 3 febbraio 2009. Prodotti da ITC Tools, i soggetti sono stati girati in tre diverse location tra Roma e Ostia Antica, per la regia di Leonardo Ricagni e la fotografia di Agostino Castiglioni. A Luca Beghelli, Direttore marketing del Gruppo Beghelli, abbiamo chiesto di parlarci più nel dettaglio di questa nuova campagna e degli obiettivi che si volevano raggiun-


SPOT

gere. “È ormai noto”, osserva Luca Beghelli, “che consideriamo la sicurezza personale una mission aziendale. Il Telesalvalavita Mobile rappresenta l’evoluzione del noto Telesalvalavita: è una soluzione tecnologica che unisce le funzioni tipiche del sistema di telesoccorso domestico alle potenzialità della localizzazione satellitare. Ha dimensioni simili a quelle di un telefono cellulare ed è in grado di inviare un allarme, in tempo reale, al Centro SOS Beghelli, fornendo informazioni precise e dettagliate sul luogo geografico di provenienza della chiamata (tramite il GPS e un sistema GSM). Gli operatori del Centro SOS Beghelli che ricevono la richiesta di soccorso possono dar luogo a una triangolazione telefonica in vivavoce con amici e/o parenti dell’interessato, preventivamente informati, o se necessario collegarsi con i soccorsi pubblici operativi su tutto il territorio nazionale. Ciò che ci preme veicolare nella comunicazione è l’allargamento di target per questo dispositivo: il Telesalvalavita Mobile Beghelli non si rivolge più soltanto alle persone anziane ma risponde al diffuso bisogno di sicurezza di tutti coloro che per lavoro o per esigenze personali trascorrono parte del loro tempo fuori casa, magari in zone isolate (cacciatori, sciatori, escursionisti ecc.). Da qui la scelta di an-

DA

NON

PERDERE

Nei tre soggetti della campagna per il Telesalvalavita Mobile Beghelli vengono mostrati alcuni casi in cui il dispositivo di telesoccorso satellitare può risultare particolarmente utile. Sopra, due frame dal soggetto rivolto agli anziani. Sotto, alcuni frame del soggetto che ha come protagonisti una coppia di automobilisti dispersi in una zona sconosciuta.

dare in onda con tre distinti soggetti che descrivono la molteplicità di situazioni in cui il Telesalvalavita Mobile può dimostrarsi un aiuto prezioso”. “Alla comunicazione”, continua Luca Beghelli, “attribuiamo un’importanza centrale. Lo abbiamo dimostrato e continuiamo a farlo con una forte presenza in televisione che, in questi anni, ci ha consentito di raggiungere una grande notorietà di marca e di prodotto. Anche per il Telesalvalavita Mobile abbiamo scelto di investire sulle reti televisive e ne siamo soddisfatti: già il primo flight della campagna pubblicitaria di inizio febbraio ha suscitato grande interesse tra i consumatori, che si è trasformato in contatti al numero verde e prenotazioni del prodotto nei punti vendita. Per la settima volta abbiamo deciso di utilizzare la prestigiosa vetrina del Festival di Sanremo per presentare i nostri nuovi progetti sul fronte della salvaguardia dell’ambiente e della sicurezza delle persone. Nelle cinque serate sono andate in onda nuove telepromozioni da 120’’

~ 11 ~

T V K E Y 269

condotte da Paolo Bonolis, che ha intervistato il Presidente Gian Pietro Beghelli. Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti: i dati di ascolto sono andati ben oltre le nostre aspettative. I prodotti Beghelli si rivolgono sia al privato sia al settore industriale e pubblico e crediamo che Sanremo continui a essere uno dei pochi eventi mediatici capaci di catturare l’attenzione di una audience quanto mai allargata. Stiamo anche valutando l’ipotesi di portare sul piccolo schermo uno dei prodotti presentati nelle telepromozioni del Festival attraverso uno spot da 30’’. Negli anni abbiamo sviluppato diversi prodotti e servizi ma tutti con una filosofia comune, da sempre perseguita dall’azienda: realizzare prodotti socialmente utili e tecnologicamente avanzati”. Ad Andrea Sandri, Amministratore delegato di Max Information, abbiamo chiesto di descriverci l’idea creativa alla base della campagna. “Per questa campagna”, attacca Andrea Sandri, “siamo partiti dal vissuto del prodotto Telesalvalavita che, prima di diventare mobile, era presente nelle case per aiutare gli anziani. Rendendolo mobile è diventato un bene che può essere utile a tutti, per una serie di motivi. Il primo valore aggiunto è sicuramente quello di fornire la posizione di chi lo possiede, cosa che nessun cellulare è in grado di fare. Tramite il GPS satellitare, gli operatori della centrale che gestiscono gli SOS sono in grado di rilevare istantaneamente la posizione dell’utente. Questo è sicuramente un vantaggio aggiuntivo per qualsiasi tipo di utilizzatore”. “Abbiamo quindi ampliato lo spettro dei target”, continua Andrea Sandri. “Il prodotto non è più rivolto solo agli anziani in difficoltà ma può essere molto utile anche ai giovani e agli adulti. Per i giovani abbiamo insistito sul-


T V K E Y 269

SPOT

DA

NON

PERDERE

Il terzo soggetto è rivolto ai giovani e punta sul tema della sicurezza. La campagna è stata ideata dall'agenzia Max Information. I film sono stati girati nei dintorni di Roma dalla casa di produzione ITC Tools, con la regia dell'uruguaiano Leonardo Ricagni.

la sicurezza, tema che purtroppo è molto sentito visti i continui episodi di violenza degli ultimi tempi, in particolare sulle donne. L’altro argomento importante è quello della mobilità: chi è sempre in giro può ritrovarsi anche in zone sperdute e diventa quindi molto difficile chiedere aiuto. Con il Telesalvalavita Mobile, al momento della chiamata l’operatore già conosce l’identità di chi chiama e allerta i soccorsi indipendentemente dal fatto che la persona parli o meno”. “Nei tre film”, conclude Andrea Sandri, “abbiamo lavorato sulle immagini che precedo-

Credits ■ Cliente

Beghelli Luca Beghelli

■ Prodotto

Telesalvalavita Mobile Beghelli

■ Agenzia

Max Information

Dir. marketing

Amm. delegato Andrea Sandri Direttore creativo Roberto Cappelletti

■ Casa di produz. ITC Tools Exec. producer Producer Regia Fotografia Montaggio Musica

Scenografia Location Durata

Emanuela Cavazzini Giacomo Gavotto Leonardo Ricagni Agostino Castiglioni XLR8 Milano ‘Et toi aussi’ di CerriOrlando-Venturi - Ed. Cafè Concerto - cover di Lorenzo Montanà Cristina Onori Roma, Ostia Antica 3x30”

■ Post produzione XLR8 Milano

no i problemi veri e propri. Non abbiamo fatto vedere la scena di un incidente o di una disgrazia ma abbiamo presentato i momenti precedenti, quando c’è ansia e angoscia per quello che può capitare. Grazie al nostro approccio realistico, i tre spot sembrano più film di vita reale. I risultati sono decisamente positivi e testimoniano che il messaggio è arrivato. Mi preme, infine, un’ultima precisazione. Quando si parla di questo tipo di situazioni, il consumatore non accetta né lo scherzo né l’estrema drammaticità: la violenza e la morte sono temi così seri che vanno presentati in modo discreto e con molto rispetto. Ed è proprio quello che abbiamo fatto: ci siamo sforzati di adottare un linguaggio di riflessione e di precauzione, perché prevenire è sempre meglio che curare. Ritengo che il claim ‘Non sei mai solo’ sia più esplicativo di qualsiasi altro concetto per evidenziare i vantaggi del prodotto”. Chiediamo infine a Emanuela Cavazzini, Executive producer di ITC Tools, di raccontarci come è nata questa nuova campagna dal punto di vista della produzione. “La campagna è nata in tutta fretta”, risponde Emanuela Cavazzini. “Eravamo in preparazione per la realizzazione di uno spot per un altro prodotto Beghelli, il regista era già in volo da Los Angeles per l’Italia quando il progetto è stato bloccato e il lavoro è stato dirottato verso il Telesalvalavita Mobile. È iniziata quindi una vera e propria corsa contro il tempo per rispettare tutte le scadenze e le deadline, è stato fatto un nuovo casting, sono state scelte delle nuove location, sono state predisposte delle altre scenografie ecc. Nel giro di quattro giorni siamo riusciti a preparare tre spot completamente diversi, girati nei dintorni di Roma in un periodo problematico anche dal punto di vista meteorologico. Gli spot dovevano essere infatti girati completamente in esterni, e in quei giorni pioveva ininterrottamente. Devo ammettere però che su questo fronte ~ 12 ~

siamo stati decisamente fortunati, perché i due giorni delle riprese sono stati proprio gli unici senza pioggia. Oltre alla fortuna, devo fare anche un enorme plauso alla professionalità e all’affiatamento di tutto il team di lavoro, dal cliente all’agenzia: tutti hanno contribuito alla buona riuscita della campagna”. “Il regista Leonardo Ricagni”, aggiunge Emanuela Cavazzini, “è una persona di grande esperienza che conosco da molti anni e con il quale si è ormai stabilito un rapporto di professionalità e di amicizia molto proficuo. È di nazionalità uruguaiana, ma vive a Los Angeles da cinque anni. Insieme abbiamo realizzato tutti i precedenti spot Beghelli, quella attuale è già la quarta campagna. La sua principale qualità che ha conquistato il cliente e l’agenzia è la grande carica emozionale: Leonardo Ricagni è capace di catturare sullo schermo grandi sentimenti, grandi emozioni. Inoltre è particolarmente illuminato nella scelta degli attori, che generalmente non sono i classici volti noti della pubblicità. Ci tiene molto infatti a ricercare volti ed espressioni sempre nuove, anche fermando i passanti per strada o nei ristoranti se una faccia lo colpisce particolarmente”. “Vorrei sottolineare in particolare il soggetto con le ragazze”, conclude Emanuela Cavazzini, “un po’ per un fatto di immedesimazione e un po’ perché ritengo sia il più cinematografico dei tre. La storia è costruita con tutte le caratteristiche tipiche di un film di suspence a lieto fine, con una recitazione decisamente azzeccata. Se devo proprio scegliere questo è il soggetto che preferisco, ma anche gli altri sono sicuramente ben costruiti. Gli ottimi risultati ottenuti sono, come già anticipato, frutto della grande sintonia tra il cliente e l’agenzia creativa; tra loro c’è un rispetto e una stima reciproca che difficilmente si riscontra sul mercato. Inoltre entrambi sono molto rispettosi del lavoro della casa di produzione e del valore aggiunto che possiamo fornire. Quando la triangolazione è così perfetta, è difficile che qualcosa possa andare storto. E i risultati lo confermano”. ■


JOIN THE CLUB. ENJOY VIP QUALITY.

AG-HPX301:RIPRENDI IN FULL HD. REGISTRA IN FULL HD. EDITA IN FULL HD. È tutto vero. Con la nuova sorprendente Panasonic AG-HPX301 avrai davvero accesso ad una nuova dimensione del video – la massima qualità delle produzioni HD non è più un privilegio di pochi. La nostra nuova AG-HPX301 offre un corpo macchina professionale con ottiche intercambiabili, sensore Full HD, un sistema di registrazione su card P2 con codec AVC-Intra e la facilità di lavoro ed efficienza garantita dal fantastico workflow della tecnologia Panasonic P2. In breve, la AG-HPX301 vanta la stessa, fantastica, qualità delle nostre camere high-end dedicate al mondo broadcast, quindi se vuoi davvero avere accesso ad ogni area, entra nel club Panasonic. Perché riprendere, registrare editare in Full HD conta, scegli la AG-HPX301. TUTTO CONTA

www.panasonic-broadcast.it


T V K E Y 269

ARTIS

L’atteso ritorno del Commissario Vivaldi È in arrivo sugli schermi di Raiuno la serie poliziesca Mio figlio - Nuove storie per il Commissario Vivaldi, l’ultima scommessa di Artis che segna il ritorno di Lando Buzzanca nelle vesti di quel commissario pragmatico e ironico che aveva già conquistato le platee televisive nel 2005.

A

rtis, la casa di produzione televisiva e cinematografica fondata nel 2005 da Giorgio Schöttler, si appresta a sancire il ritorno sul piccolo schermo di un personaggio amatissimo dal pubblico: stiamo parlando della fiction Mio figlio - Nuove storie per il Commissario Vivaldi, una serie di sei film da cento minuti per la regia di Luciano Odorisio che vedremo in onda prossimamente in prima serata su Raiuno. Artis è reduce dal grande successo ottenuto con la miniserie televisiva Giuseppe Moscati L’amore che guarisce di Giacomo Campiotti, che dopo aver vinto il Premio Maximo Award come miglior prodotto e miglior produzione al Roma Fiction Fest nel luglio 2007 è stata poi campione di ascolti in prima serata su Raiuno nel settembre dello stesso anno (21,14% di share per la prima puntata, 27,20% per la seconda). Con la produzione di questi nuovi sei film per

la tv, dove il genere drammatico si coniuga con l’azione, Artis da vita al sequel di Mio figlio, miniserie in due puntate andata in onda nell’inverno 2005 in prima serata su Raiuno, che non solo fu campione di ascolti (26,85% di share per la prima puntata, 30,50% per la seconda) ma venne anche acclamata dalla critica. Mio figlio - Nuove storie per il Commissario Vivaldi segna sopratutto il ritorno di Lando Buzzanca nelle vesti di Federico Vivaldi, un commissario di Polizia forte e risoluto ma dalla grande ironia. Lo avevamo lasciato – nella miniserie precedente – nel ruolo di un padre che scopriva casualmente, durante un’indagine, l’omosessualità del figlio Stefano (Giovanni Scifoni), anch’egli in Polizia. Oggi lo ritroviamo nei panni di un padre che vive ancora con qualche pregiudizio e timore l’omosessualità del figlio. Ma le indagini, che li costringono a lavorare gomito a gomito, diventeranno presto il terreno di confronto umano

e personale dove trovare la chiave per una reciproca conoscenza e comprensione. La serie di sei film è stata girata tra Roma e Trieste. Quest’ultima, la città dove si svolge la nostra storia, è diventata teatro delle scene d’azione più drammatiche e spettacolari, comprese quelle sull’acqua, che hanno impegnato tecnici, troupe e attori per tutta la scorsa estate, con grandiosi risultati grazie anche alla supervisione e alla collaborazione della Polizia di Stato e all’indispensabile supporto della Friuli-Venezia Giulia Film Commission. In Mio figlio - Nuove storie per il Commissario Vivaldi ritroviamo personaggi che il pubblico ha conosciuto nella serie precedente: la paziente e riservata Laura (Caterina Vertova), ex moglie che Federico Vivaldi è fermamente intenzionato a riconquistare; o Salvatore (Luigi Maria Burruano), amico e collega di una vita intera del commissario Vivaldi, che verrà coinvolto suo malgrado nel mistero del giallo orizzontale che terrà il pubblico con il fiato sospeso fino all’ultima puntata. Assisteremo agli sviluppi nel rapporto umano tra Federico Vivaldi e il figlio Stefano, fatto sì di incomprensioni e di silenzi ma anche di grande stima reciproca e di un forte desiderio di riconoscersi l’uno nell’altro, pur sapendo di essere diversi per scelte e carattere. Vedremo quindi i protagonisti della serie, con il loro bagaglio di risvolti umani e vicende personali, intersecare le proprie esistenze con gli sviluppi dei casi di puntata e del giallo orizzontale. Quest’ultimo, in particolare, avrà inizio con il ritrovamento del corpo del professor Sangermano, ordinario di Fisica teorica all’Università di Trieste, la cui morte scatena subito un rinnovato interesse su un caso di quindici anni prima considerato archiviato: la scomparsa della giovane Irene Ferrer, figlia di un noto industriale triestino. Il commissario Vivaldi scopre che Sangermano, prima di morire, stava lavorando a misteDiretta dal regista Luciano Odorisio, la serie in sei puntate ‘Mio figlio - Nuove storie per il Commissario Vivaldi’ è stata girata a Roma e Trieste. Prodotta da Artis, andrà in onda in prima serata su Raiuno.

~ 14 ~


T V K E Y 269

ARTIS

Lando Buzzanca torna a vestire i panni del commissario Vivaldi, personaggio che aveva riscosso già un ottimo successo di pubblico e di critica nella prima serie del 2005. Al suo fianco, fra gli altri, Giovanni Scifoni, Caterina Vertova e Luigi Maria Burruano.

riose e complesse equazioni che sembrano contenere inaspettate verità sul caso Ferrer. Lo sviluppo delle indagini mette però in discussione, inaspettatamente, quegli equilibri affettivi del commissario che sembravano ormai solidi: l’amicizia con Salvatore, il rapporto appena ricucito con Laura – che sembra sfuggire, attratta da Giulio Zorzi (Alberto Molinari), un affascinante gallerista – e quello sempre altalenante con il figlio Stefano. Il commissario Vivaldi può contare sugli elementi della sua squadra che abbiamo conosciuto nella miniserie precedente, come il competitivo vicecommissario Stucchi (Sergio Sivori) e l’intraprendente agente Monica Rovati (Alessandra Celi), ma anche su nuovi arrivi che sanno presto riconoscere nell’ironia del commissario una carta vincente nell’affrontare e nel risolvere le indagini. Tra i nuovi ingressi in Mio figlio - Nuove storie per il Commissario Vivaldi ricordiamo la bravissima Daniela Poggi nel ruolo del magistrato Flavia Conti, un ‘sergente di ferro’ che, pur scontrandosi con i metodi di investigazione del commissario Vivaldi, non può fare a meno di apprezzarne i risultati e cedere professionalmente al suo fascino. Tra le novità troviamo anche la bella Elena

Bouryka (Notte prima degli esami di Fausto Brizzi; Tutte le donne della mia vita di Simona Izzo; L’abbuffata di Mimmo Calopresti), che in questa serie veste i panni di Eva Ferrer, una donna misteriosa e affascinante che, rientrata a Trieste 15 anni dopo la scomparsa della sorella, è coinvolta nella riapertura delle indagini sul caso poiché il commissario Vivaldi intuisce ben presto che questa bellissima ragazza porta con sé importanti segreti. I casi di puntata affrontano argomenti di forte attualità come il traffico delle prostitute dell’Est, l’eutanasia, le truffe alle assicurazioni, ed è importante sottolineare la particolare attenzione posta da Artis nel creare il cast dei personaggi minori che arricchiscono ognuno dei sei film. Ecco quindi comparire alcuni volti amati dal pubblico come quello di Alberto Gimignani (Ricordati di me di Gabriele Muccino; Attacco allo stato di Michele Soavi) ma anche quelli di attori che il pubblico conosce in veste diversa: è il caso di Cristiana Lionello, nota per essere la voce italiana di Sharon Stone, e di Angelo Pisani, conosciuto soprattutto come elemento del duo comico Pali e Dispari, consacrato sul palco di Zelig, ma anche un sorprendente attore drammatico. ~ 15 ~

Infine ricordiamo la presenza dell’affascinante Anna Ammirati, l’indimenticabile Monella diretta da Tinto Brass e recentemente protagonista di diverse fiction di grande successo (Joe Petrosino di Alfredo Peyretti, Donna Detective di Cinzia TH Torrini), che ha contribuito insieme agli altri a conferire alla serie tv Mio figlio - Nuove storie per il Commissario Vivaldi un particolare valore e ha partecipato all’alta resa qualitativa del prodotto. Azione, mistero e sentimenti sono gli ingredienti principali della serie, che grazie alla regia di Luciano Odorisio, forte dei suoi ultimi successi televisivi (Io non dimentico e Il sangue e la rosa) e dei grandi riconoscimenti cinematografici (Premio Rizzoli per L’educatore autorizzato, 1980; Leone d’Oro per la migliore opera prima a Venezia per Sciopèn, 1982), sono stati magistralmente mischiati con un risultato eccellente. Questo non solo arricchendo le scene d’azione con estro e creatività, ma sviluppando il tema degli affetti con grande attenzione e abilità e affrontando in maniera pacata e riflessiva anche argomenti spesso scomodi e al centro di dibattito. Tra i progetti imminenti di Artis c’è la produzione del film per la tv Il sorteggio, scritto da Giovanni Fasanella e Giuseppe Rocca e destinato alla prima serata di Raiuno, che affronta l’argomento del primo processo alle Brigate Rosse, avvenuto nel 1977 a Torino. È un film di carattere storico e civile, con Beppe Fiorello protagonista nel ruolo di Tonino, un giovane uomo che conduce una vita modesta ma dignitosa, alla ricerca del riscatto economico e sociale, e che vede cambiare la propria esistenza quando viene sorteggiato come giudice popolare al primo processo alle BR. L’inizio delle riprese di questa nuova scommessa di Artis è previsto prima dell’estate. ■


T V K E Y 269

BERLINALE 2009

Il Perù vince un festival al femminile Dopo il successo brasiliano dello scorso anno, l’Orso d’Oro va ancora in Sud America. La teta asustada della peruviana Claudia Llosa vince in un’edizione sottotono, con pochi film degni di nota ma con molte donne dall’indubbio fascino. E tanti erano anche i film che parlavano di donne. DI

S

pesso nei festival ci sono corsi e ricorsi storici, cose che ritornano e cose che vanno al contrario. Così accade che la Berlinale di quest’anno venga vinta ancora da un film che viene dal Sud America, dopo il brasiliano Tropa de elite dello scorso anno. Questa volta a conquistare l’Orso d’Oro è il Perù con il film La teta asustada, che in un certo senso – nonostante la vicinanza geografica – è agli antipodi del vincitore dello scorso anno: se Tropa de elite era un film prettamente maschile, questa è una pellicola tutta al femminile oltre che, com’è tradizione per la kermesse della capitale tedesca, dall’importante valore sociale. È un film al femminile perché diretto da una donna, Claudia Llosa, e perché parla di un tema scabroso come lo stupro. Il titolo, La teta asustada, significa letteralmente “il seno impaurito”, ed è quello di una don-

MAURIZIO ERMISINO

na traumatizzata, che trasmette con il latte alla figlia la sua paura di subire violenze. Così quest’ultima, dopo la morte della madre, cresce in un villaggio del Perù con la paura di essere stuprata, fino ad arrivare al gesto estremo di infilarsi una patata nella vagina per proteggersi. Un ginecologo la convincerà a toglierla, perché potrebbe anche germogliare. Il film, che mescola parti di finzione ad altre di documentario sui matrimoni, usa l’iperbole, un caso limite, per raccontare quanto le donne in Perù vivano ancora nella paura della violenza da parte degli uomini. Ma tutto il festival è stato al femminile: una donna, l’algida Tilda Swinton, era presidente di giuria; e a una donna, Maren Ade per Alle Anderen, è andato anche il Gran Premio della Giuria: si tratta della storia di una crisi di coppia, premiata ex aequo con l’uruguaiano

Sopra, Claudia Llosa, regista del film ‘La teta asustada’ che ha vinto l’Orso d’Oro al Festival di Berlino 2009. In basso a sinistra, una scena di ‘The Reader’ con Kate Winslet, presentato fuori concorso.

Gigante. Alle Anderen ha ricevuto anche il riconoscimento per la miglior attrice, la tedesca Birgit Minichmayr. Il miglior attore è invece africano, si chiama Sotigui Kouyaté ed è stato premiato per la sua performance in London River di Rachid Bouchareb, un film in cui un padre e una madre si ritrovano a Londra, dopo le bombe nella metropolitana del 2005, per cercare notizie dei propri figli. L’Orso d’Argento, infine, è andato ad About Elly, dell’iraniano Asghar Farhadi. Premi alle giuste cause esclusi, è stato però un festival in cui non sono mancate le polemiche. Il problema è stato essenzialmente lo stesso di Venezia e Roma: anche a causa della crisi, l’annata cinematografica non è stata certo delle migliori, e i film visti a Berlino non hanno fatto eccezione. A partire dalla storica rivista americana Variety, tutti i giornali sono stati concordi nel definire deludenti i film presentati, soprattutto quelli in gara. È una cosa ~ 17 ~


T V K E Y 269

BERLINALE 2009

A sinistra, la regista Maren Ade, con il Gran Premio della Giuria, e l’interprete Birgit Minichmayr, con il riconoscimento per la miglior attrice: entrambe sono state premiate per il film ‘Alle Anderen’.

colpa impossibile da lavare via come quella dei crimini del nazismo, condannando senza giustificazioni ma cercando anche di capire come tante persone abbiano potuto partecipare a un simile orrore senza quasi rendersene conto.

che capita ormai spesso in tutti i festival: spesso le opere migliori sono quelle presentate fuori concorso o nelle sezioni parallele. Proprio a proposito dei film in concorso, Paolo Mereghetti, critico del Corriere della Sera e Ciak, ha notato una netta divisione delle opere in due correnti: una in cui l’attenzione per la messa in scena si pone al di sopra di tutto, anche della coerenza narrativa, e un’altra in cui si punta tutto su una scrittura a prova di bomba, togliendo qualsiasi possibilità che non sia quella di sviluppare la sceneggiatura. Kate Winslet, da Berlino all’Oscar Le cose più interessanti sono venute dai lavori presentati fuori concorso, si diceva. E anche qui c’è stato un film con una magnetica presenza femminile, quella di Kate Winslet, che non a caso con questo ruolo ha vinto l’Oscar come miglior attrice. Con buona pace del critico del New York Times che ha accusato The Reader di “banalizzare l’Olocausto”, visto che il bel corpo – spesso nudo – di Kate Winslet distoglierebbe l’attenzione da un dramma come quello del nazismo. L’attrice è Hanna Schmitz, misteriosa donna che inizia al sesso il giovane protagonista. Li ritroveremo in un altro momento della loro vita, lui studente di legge e lei imputata in un processo contro i crimini nazisti. Le letture, oltre al sesso, sono il filo conduttore che lega i due e anche il mistero che, con un colpo di scena da legal thriller, potrebbe rappresentare una svolta nella vita di Hanna. L’opera più grande del diavolo è stata convincere l’uomo della sua non esistenza: il film di Stephen Daldry forse vuole

raccontarci proprio questo. Mostrarci una bella ragazza, farcela desiderare, amare, per poi rivelarci la verità, per farci capire come il male possa nascondersi dentro al normale, anzi addirittura dentro al bello, e provocare in noi un senso di disorientamento. Il film è infatti costruito in modo da farci sposare il punto di vista del giovane protagonista, da farci provare i suoi sentimenti. Così anche noi, vedendo Hanna imputata per orrendi crimini, proviamo un senso di repulsione e di condanna, ma non dimentichiamo di averla amata e desiderata. E questo è tutt’altro che banalizzazione o revisionismo: questo è scavare nella natura umana, che è fatta di sentimenti contrastanti e dove le cose non sono mai completamente bianche o nere. Gli stessi sentimenti contrastanti sono quelli di una nazione intera, la Germania, che sta ancora facendo i conti con una

A destra, una scena de ‘La Pantera Rosa 2’ con Steve Martin ed Emily Mortimer. La pellicola è stata proiettata a Berlino nella sezione fuori concorso. ~ 18 ~

La nuova Pantera Rosa Di ben diverso tono era un altro film fuori concorso. La Pantera Rosa 2 è una commedia, di fronte alla quale viene da chiedersi che senso abbia riproporre all’infinito un personaggio come l’ispettore Clouseau senza avvalersi della mimica unica di Peter Sellers. In questo film Clouseau, interpretato da un comunque bravo Steve Martin, si trova inserito in una task force internazionale, un super team di ‘cervelli’ con l’obiettivo di catturare il famoso ladro ossessionato dalla Pantera Rosa prima che questo trovi il famoso diamante. Il film – come gli originali – si basa su gag slapstick, ma si sorride davvero in poche occasioni. Steve Martin è un attore più portato per commedie di tipo sentimentale e per famiglie, e la sua scelta (è anche sceneggiatore) incide anche sul tipo di film che ne viene fuori, un prodotto più edulcorato e destinato alle famiglie di quanto non fosse il format originale, più ‘scorretto’, dei film con Sellers. Ci sono infatti due varianti di fondo: il Clouseau di Martin è un uomo più sensibile e portato a innamorarsi rispetto al goffo guardone di Sellers. Ed è anche più sagace: ha delle intuizioni e dei colpi di genio che gli permettono di risolvere il caso grazie alla propria abilità, cosa


T V K E Y 269

BERLINALE 2009

A destra, Riccardo Scamarcio, protagonista di ‘Verso l’Eden’, film diretto dal regista greco Costa-Gavras.

che al Clouseau di Sellers – pasticcione e inetto – non sarebbe mai capitata. Ci sono altri due aspetti della Pantera Rosa storica che invece vengono riproposti: il travestimento, specialità di Clouseau, che regala qualche sorriso, soprattutto quando troviamo l’ispettore nei panni del Papa; e il karate, vero punto d’orgoglio di Clouseau, con gli agguati che chiede di ricevere per mantenere sempre alta la soglia dell’attenzione. Ma se a tenderli sono due bambini, è naturale provare un po’ di nostalgia per Kato, lo storico maggiordomo orientale con cui Peter Sellers metteva in scena incredibili duelli capaci di sventrare interi edifici. Che senso può avere un’operazione di questo tipo? Probabilmente solo in chiave com-

Michelle Pfeiffer (a sinistra), Demi Moore (in basso a sinistra) e Renée Zellweger (in basso a destra) sono tre delle attrici sfilate sul carpet della Berlinale, protagoniste rispettivamente dei film ‘Cheri’ di Stephen Frears, ‘Happy Tears’ di Mitchell Lichtenstein e ‘My One and Only’ di Richard Loncraine.

~ 19 ~

merciale: se si è arrivati a un sequel di questa nuova franchise, evidentemente il primo episodio aveva ottenuto buoni incassi. La speranza è che il nuovo pubblico de La Pantera Rosa sia solleticato ad andare a cercarsi in dvd i vecchi episodi della serie e gustarsi l’indimenticato Peter Sellers. L’Italia? C’è solo Scamarcio... E il cinema italiano? A Berlino ne restano poche tracce. Ci sono gli occhi azzurri di Riccardo Scamarcio, nel film Verso l’Eden di Costa-Gavras. L’attore italiano interpreta un emigrante che arriva in Europa da un paese imprecisato, probabilmente dal Nord Africa, e si ritrova in un villaggio vacanze a cinque stelle dove si mescola con i turisti prima di partire alla volta di Parigi, l’Eden del titolo. La scelta di Scamarcio crea nello spettatore una strana sensazione: vedendo un divo italiano nel ruolo del migrante, si sperimenta come una sorta di ribaltamento. Ci si sente nei suoi pan-


T V K E Y 269

BERLINALE 2009

A sinistra, Keanu Reeves e Robin Wright Penn in una scena di ‘The Private Lives of Pippa Lee’ di Rebecca Miller.

ni, e quindi in quelli di tante persone alle prese con una condizione difficile. È interessante anche quello che accade nel villaggio vacanze, un microcosmo che replica in miniatura le dinamiche delle nostre società occidentali: situazioni paradossali, gente che si comporta come se tutto – anche la caccia al clandestino – fosse un gioco. I turisti che giocano alla caccia allo straniero fanno pensare alle ronde di cui si parla tanto oggi in Italia, di cui tutta la situazione diventa metafora. Così, la persona che riprende con il cellulare i naufraghi stranieri sulla spiaggia ci fa pensare al rapporto tra il problema e i media, anche se un altro film, La zona di Rodrigo Plà, aveva già raccontato una situazione di questo tipo in maniera più incisiva. Peccato che poi la pellicola si trasformi in un road movie più banale e risaputo, e che il finale che vira tutto in favola non convinca del tutto. Ma l’interpretazione di Riccardo Scamarcio è piuttosto soddisfacente.

la della Moore. E la vicenda che porta sullo schermo sembra quasi riprendere quella della sua collega, sposata con un ragazzo di quindici anni più giovane (Ashton Kutcher). In Cheri di Stephen Frears, la Pfeiffer è una cortigiana che ha una relazione con un ragazzo di 25 anni nella Parigi dei primi del Novecento: un’altra storia di ‘relazioni pericolose’, che riporta la Pfeiffer a lavorare con Frears ventun anni dopo il celebre film tratto da Laclos. Appartiene invece alla generazione successiva di attrici, visto che si è rivelata a metà degli anni ‘90, Renée Zellweger, presente con My One and Only di Richard Loncraine, un road movie su una donna senza scrupoli che gira nell’America molto maschile degli anni ’50 cercando di accasarsi dopo essere stata lasciata dal marito.

Altre storie di donne: Michelle Pfeiffer, Demi Moore, Renée Zellweger Torniamo alle donne. Tra le protagoniste del festival c’è stata Demi Moore, che ha destato sensazione più per la sua presenza – ancora molto sexy all’età di 46 anni, anche se il suo fisico non è più quello ossessivamente modellato di un tempo (ma gli occhi e la voce sono sempre gli stessi) – che non per il film Happy Tears di Mitchell Lichtenstein, piuttosto noioso. È la storia di due sorelle (l’altra è Parker Posey) che accudiscono il padre, settant’anni e tanti acciacchi, il quale preferirebbe starsene da solo con la sua donna e la sua chitarra. Un’altra donna matura ma sempre affascinante è Michelle Pfeiffer, 51 anni, la cui carriera era iniziata quasi parallelamente a quelA destra, Demi Moore in compagnia del fidanzato, anch’egli attore, Ashton Kutcher. ~ 20 ~

Ma oltre alle attrici c’erano anche tante registe, come dimostrano alcuni dei premi principali citati in precedenza. Un’altra regista donna che il festival ci ha regalato è stata Rebecca Miller, figlia del celebre scrittore Arthur Miller e moglie di Daniel Day-Lewis: a Berlino ha presentato, guarda caso, un film virato al femminile, The Private Lives of Pippa Lee, con un cast stellare che annovera Robin Wright Penn, Julianne Moore, Winona Ryder e Keanu Reeves. È la storia di una donna dalla doppia natura: moglie premurosa di un editore più vecchio di lei ma anche donna dispettosa e imprevedibile, come scopre di essere quando il marito decide di andarsene in un villaggio per pensionati nel Connecticut. Una donna a suo modo scandalosa e scomoda, come è anche Catherine Breillat, scrittrice e regista sessantenne, nota per le sue storie di sesso al femminile. Anche lei era a Berlino, dove ha presentato Barbe Bleu, rivisitazione molto personale della fiaba Barbablù di Perrault. La sessualità, nella storia di una fanciulla che è attratta dall’orco, è anche metaforica. La vocazione sociale di Berlino Come accennavamo in apertura, il festival di Berlino è noto per la vocazione sociale di molti suoi film. Ha destato parecchio interesse Deutschland 09, autocritica della Germania sui propri ‘panni sporchi’ in forma di film collettivo che ha scosso l’opinione pubblica e il mondo politico. Tra gli accusati, nell’episodio del regista di origine turca Fatih Akin, c’è il


T V K E Y 269

BERLINALE 2009

Sopra, The Edge: il chitarrista degli U2 è apparso nel documentario ‘It Might Get Loud’ di David Guggenheim in compagnia di Jimmy Page e Jack White.

Ministro degli esteri, reo di non aver fatto nulla per salvare un turco-tedesco dalla prigione di Guantanamo. Tom Tykwer, l’altro regista noto del gruppo (e presente a Berlino anche con il blockbuster The International, thriller bancario con Clive Owen e Naomi Watts), fa dell’ironia sulla globalizzazione mostrando un industriale che gira il mondo tra aerei e fusi orari. Ma vengono presi di mira anche il ‘cancelliere’ Angela Merkel, che vediamo sul let-

tino di uno psicanalista a interrogarsi sulla direzione che deve prendere della propria nazione, e George W. Bush, che tortura i pazienti in un fatiscente ospedale tedesco. A proposito di Bush, anche qui, come negli ultimi festival importanti, si è parlato dell’Iraq. In The Messenger di Oren Moverman (israeliano trapiantato a New York), un soldato tornato dal fronte dopo essere stato ferito deve assumere un nuovo e tremendo in-

Sotto, il maliano Sotigui Kouyaté, premiato come miglior attore per il film ‘London River’ di Rachid Bouchareb.

~ 21 ~

carico, quello di comunicare ai familiari dei caduti in guerra la tragica notizia: un compito sempre più difficile, viste le reazioni di queste persone a una circostanza così straordinaria. Quella di Gigante, film dell’argentino che vive in Uruguay Adrian Biniez, è invece la storia di una vita ordinaria: un addetto alla sorveglianza in un supermercato, dalla figura enorme e impacciata, deve superare la propria timidezza per entrare in contatto con una donna delle pulizie che lo attrae. “Un convincente e sommesso elogio degli ultimi, per i quali rivendica un diritto alla felicità che il mondo sembra voler loro negare e che invece è più vicino di quanto non si creda”: così lo ha definito Paolo Mereghetti. Sull’onda della storia femminile peruviana che ha vinto il Festival, in Katalin Varga di Peter Strickland assistiamo alla vendetta di una donna contro gli uomini che l’hanno stuprata e messa incinta, mentre Tatarak di Andrzej Wajda mette in scena la riflessione di un’attrice sul reale lutto che l’ha colpita. È ancora una storia al femminile, ma ha a che fare con la guerra, quella di Sturm di Hans-Christian Schmidt, che racconta di una procuratrice del tribunale dell’Aja che tenta con difficoltà di processare un leader balcanico per crimini di guerra (i personaggi sono chiaramente ispirati a Carla Ponti e Slobodan Miloševic). Grandi vecchi e rock’n’roll Da ricordare infine le prove di due ‘grandi vecchi’ del cinema, che si mantengono in forma girando con la vitalità dei ventenni. Claude Chabrol, 78 anni di cui 50 di carriera, ha presentato Bellamy, dal nome del commissario interpretato da Gérard Depardieu, alle prese con un uomo che sostiene di aver commesso un omicidio e con il proprio fratello, un ubriacone. Siamo, come di consueto, dalle parti del giallo e del noir, con un tocco di ironia e satira sociale e uno sguardo alle opere del grande giallista Georges Simenon. Manoel De Oliveira, addirittura ultracentenario, ha regalato al pubblico Singularidades de una rapariga loura, in cui un sogno d’amore si infrange dopo la scoperta che la propria amata è una ladra. Come lo scorso anno, Berlino è anche terra di rock: se nell’edizione passata c’erano stati i Rolling Stones, Patti Smith e Madonna, stavolta è stato il turno di Jimmy Page dei Led Zeppelin, di The Edge degli U2 e di Jack White dei White Stripes, apparsi insieme in It Might Get Loud, documentario di Davis Guggenheim. La vera protagonista è la chitarra: i tre musicisti raccontano come l’hanno usata per creare un proprio stile e ci portano nei luoghi storici dove sono nati i loro capolavori, prima di riunirsi sul palco per una jam session finale. Forse è proprio quello che ci voleva per movimentare una rassegna monotona come l’ultima Berlinale. ■


SKY ITALIA ANIMAL PLANET DISCOVERY CHANNEL DISCOVERY REAL TIME DISCOVERY SCIENCE DISCOVERY TRAVEL & LIVING BOOMERANG CARTOON NETWORK BOING IRIS JOI MYA STEEL HALLMARK CHANNEL EUROSPORT SPORTITALIA SAT 2000 CULT FOX FOXCRIME FOXLIFE FX NATIONAL GEOGRAPHIC CHANNEL NAT GEO ADVENTURE NAT GEO WILD NAT GEO MUSIC NATIONAL GEOGRAPHIC CHANNEL HD NEXT:HD THE HISTORY CHANNEL CACCIA E PESCA LEI JIMMY MOTOTV YACHT & SAIL


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

Tra satellite e digitale terrestre, la tv del futuro Satellite e Dtt continuano a conquistare pubblico e consensi grazie a offerte estremamente interessanti, rivolte soprattutto a chi ama lo sport, il cinema e l’attualità, ma anche a chi vuole seguire 24 ore su 24 i più famosi reality show.

S

ono sempre più numerosi gli spettatori che alla tv generalista preferiscono quella tematica offerta da SKY o, sempre più spesso ultimamente, dal digitale terrestre. I contenuti sono variegati e interessanti, ultimamente anche sul Dtt, sul quale si sta puntando molto (da parte sia di Rai sia di Mediaset) in vista dello switch-off definitivo dalla tv analogica a quella digitale, previsto per il 2012. Come rilevano anche i nostri commenti mensili sui dati Auditel relativi alla tv sat, le audience crescono ormai sistematicamente da diverso tempo. All’inizio di quest’anno si è registrato un importante salto in avanti, che ha fatto toccare la punta dei tredici milioni di spettatori. Dopo quel picco le audience si sono assestate, tormando a livelli più stabili, come era prevedibile. I motivi sono molteplici: la ripresa dei normali ritmi lavorativi dopo le vacanze di Natale, il ritorno dei bambini a scuola, una programmazione forse meno aggressiva, e in parte anche il fatto che alcuni eventi sportivi – come le partite di Coppa Italia e l’amichevole tra la nazionale italiana e quella brasiliana – sono stati trasmessi in chiaro e che un evento come il Festival della canzone italiana di Sanremo è stato tramesso in esclusiva dalla tv generalista. Quello che è certo, però, è che ormai esiste uno zoccolo duro molto rilevante di utenti della televisione satellitare a pagamento, un dato importante che indica come la programmazione di questi canali sia spesso vincente. Tra gli appuntamenti di maggiore successo sulla piattaforma SKY nei mesi di gennaio e febbraio si segnalano la quinta stagione di Grey’s Anatomy su FoxLife, i film Bee Mo-

vie, Hitman – L’assassino, Natale a New York e Il mistero delle pagine perdute, il Grande Fratello 9 in onda 24 ore su 24 sul canale interattivo SKY Show e il derby Milan-Inter, che ha fatto registrare il record di ascolti per un incontro di Serie A con 2.886.762 spettatori in media e 4.054.436 contatti unici. Questo speciale dedicato alla tv digitale si apre con un resoconto sul recente Sat Expo 2009 che ha avuto luogo a Roma pochi giorni fa. Dopo la televisione ad alta definizione, ecco che compare la televisione HD in tre dimensioni. Abbiamo intervistato Olivier Millies Lacroix, Direttore commerciale di Eutelsat, che insieme a Open-sky e a DBW Communication ha dato vita alla compagine 3D Stereoscopic Group. Lacroix ci ha parlato delle enormi potenzialità che il nuovo sistema 3D-HD (che offre un segnale televisivo in alta definizione, in tre dimensioni e con audio stereo) potrebbe avere nel mondo del cinema e della Il satellite Hot Bird 8 di Eutelsat.

~ 24 ~

televisione. Questa tecnologia all’avanguardia potrebbe veramente portare una rivoluzione nel campo dell’home entertainment. I responsabili di 3D Stereoscopic Group ne sono convinti: se le grandi tappe della storia della televisione sono state il passaggio dal bianco e nero al colore, il digitale, l’alta definizione, quella nuova potrebbe essere proprio il 3D. Probabilmente la televisione in tre dimensioni non sostituirà mai completamente quella tradizionale in due dimensioni, ma si prenderà una fetta di mercato consistente. È ancora presto, però, per sapere quali operatori potrebbero veicolare il 3D-HD in Italia. Sempre in questo speciale troverete un resoconto approfondito del Web & IpTv Italian Forum che si è svolto a Roma qualche mese fa. Esperti e addetti ai lavori si sono ritrovati per un workshop molto interessante, durante il quale si è fatto il punto sullo stato della web tv e dei contenuti audiovisivi su internet. Ma il vero cuore di questo speciale dedicato alle tv digitali sono le pagine che contengono i dettagli e le novità di ogni canale. Le schede dedicate alle tv satellitari e digitali sono parecchie: si inizia con SKY per passare ai canali Mediaset trasmessi sul digitale terrestre, ovvero Boing, Iris, Joi, Mya e Steel. Il gruppo Discovery è presente con Discovery Channel, Discovery Travel & Living, Discovery Real Time, Discovery Science e Animal Planet. Tanti sono i canali di Fox: Cult, FOX, FoxCrime, FoxLife, FX, National Geographic, Nat Geo Adventure, Nat Geo Wild, Nat Geo Music, National Geographic HD, Next:HD, The History Channel. Non manca Digicast, con Lei, MotoTv, Caccia & Pesca, Yacht & Sail e Jimmy. Completano la panoramica Boomerang e Cartoon Network di Turner, SAT 2000, Eurosport, Hallmark, Sportitalia. ■


3D STEREOSCOPIC GROUP

T V K E Y 269

Dopo l’HD scocca l’ora del 3D La televisione in alta definizione non è ancora diventata adolescente, ed ecco che già un nuovo nascituro emette i primi vagiti: la televisione (e il DI RICCARDO ROSSIELLO cinema) in tre dimensioni.

N

el corso del Sat Expo 2009, evento svoltosi presso la Nuova Fiera di Roma dal 19 al 21 marzo, è stata presentata in anteprima europea una nuova compagine industriale, 3D Stereoscopic Group, composta da Eutelsat, Open-sky e DBW Communication: rispettivamente uno dei maggiori operatori satellitari del mondo, una società che si occupa di trasmissione di contenuti (internet veloce, tv e download via satellite, senza limiti geografici) e un’azienda specializzata in riprese e regia in 3D stereoscopico. L’intervento è stato trasmesso in anteprima dal satellite EUROBIRDTM 4 attraverso l’innovativa tecnologia 3D-HD stereo ed è stato fruito sia in una sala cinematografica sia con televisori di nuova generazione, arrivati appositamente dalla Corea del Sud e in grado di ricevere il segnale televisivo in alta definizione, in tre dimensioni e con audio stereo. Un modo a dir poco dirompente per presentare il core business di 3D Stereoscopic Group.

Il cinema e la televisione 3D-HD, in effetti, rappresentano una novità che potrebbe avere risvolti commerciali di grandissimo rilievo e dimostrarsi capace di stravolgere ancora una volta il mercato dell’home entertainment. Basti pensare all’impatto che avrebbero eventi sportivi o musicali di livello mondiale, trasmessi con una tecnologia che per la prima volta pone, in tempo reale, lo spettatore al centro dell’azione. Ovviamente la nuova tecnologia, su cui si stanno facendo grossi investimenti, sarà proposta a pagamento e, come anticipato, solo al prezzo di rottamare il proprio schermo televisivo, anche se fosse un moderno plasma o lcd, cambiandolo con un televisore in grado di gestire il nuovo segnale. Per il cinema, invece, le possibilità di penetrazione nel mercato saranno assai più semplici. Presto – promettono i responsabili di 3D Stereoscopic Group – sarà possibile vedere spettacoli 3D-HD nei cinema e sui canali televisivi che stringeranno accordi con la nuova società

Nella foto, i rappresentanti del 3D Stereoscopic Group. Da destra, Walter Munarini (Direttore di Open-sky), Olivier Millies Lacroix (Direttore commerciale di Eutelsat), Stefano Rebechi (Responsabile di DBW Communication).

per affrontare le problematiche e gli investimenti indispensabili per entrare nel nuovo universo tecnologico. È ancora troppo presto, però, per anticipare quali operatori potrebbero veicolare il 3D-HD in Italia, visto che la tecnologia sta ancora movendo i primi passi. Abbiamo cercato di saperne di più incontrando Olivier Millies Lacroix, Direttore commerciale di Eutelsat. Tv Key: Il cinema e la televisione 3D-HD rappresentano l’ennesima svolta epocale per il mercato dell’home entertainment. Ce ne vuole parlare? Olivier Millies Lacroix: Certamente. Noi di 3D Stereoscopic Group pensiamo che il 3DHD sarà il livello di sviluppo successivo, nell’ambito dell’innovazione tecnologica del settore video, dopo la televisione in alta definizione. Le grandi tappe della storia della televisione sono state il passaggio dal bianco e nero al colore, il digitale, l’alta definizione e adesso il 3D. Non penso che la televisione in tre dimensioni sostituirà mai completamente quella tradizionale in due dimensioni. Credo però che nel prossimo futuro rappresenterà un segmento di mercato significativo. Lo sviluppo seguirà due percorsi paralleli: da una parte il D-Cinema, il cinema elettronico, non solo quindi il nostro 3D-HD; dall’altra la televisione, di cui ho già parlato. Sono settori molto diversi, per natura e distribuzione, all’interno dei quali la stereoscopia giocherà un ruolo ugualmente importante. Tv Key: Il cinema e la televisione 3D-HD offriranno un’esperienza totale. Non teme che il pubblico non sia preparato a vedere una tv interamente 3D? Con l’IMAX 3D, per esempio, spesso c’erano sintomi di affaticamento, tanto che un film IMAX non dura mai più di 20 minuti. Olivier Millies Lacroix: Non sono un tecnico, ma ricordo che nel caso dell’IMAX il problema si era manifestato solo con quelle varianti, come l’OmniMax 3D, basate su effetti tridimensionali appositamente esagerati. Anche per questo le sale di proiezione IMAX sono ospitate soprattutto all’interno di parchi tecnologici e scientifici. Un’altra motivazione forte per non concepire spettacoli con durata superiore ai 20

~ 25 ~


T V K E Y 269

minuti sta nel fatto che chi viene in visita a un parco tecnologico non è disposto a restare chiuso due ore in una sala di proiezione, anche se di tipo altamente avveniristico. In ambiti più convenzionali, come possono essere il cinema, il documentario, la musica o lo sport, non c’è bisogno di una stereoscopia così esagerata, basta quella naturale cui siamo abituati con la visione umana. Se questa regola verrà rispettata, nessuno avrà mai il mal di testa. Tv Key: Il 3D-HD è una tecnologia particolarmente costosa? Necessita di macchine da presa speciali, proiettori o televisori particolari? Olivier Millies Lacroix: La stereoscopia è una tecnica che permette la visione di immagini, fotografie e filmati con un senso di profondità diverso rispetto alla ‘piattezza’ che si prova guardando un quadro o uno schermo. È comunque sempre il frutto della fusione di due immagini. Di questo particolare settore si occupa uno dei nostri partner, DBW Communication. È ovvio comunque che per ottenere un’immagine stereoscopica occorre un apparato tecnico di ripresa dotato di due obiettivi, in luogo dell’unica lente delle immagini 2D. La ripresa dell’evento, che si tratti di un momento sportivo come di un concerto musicale, rimane però identica al passato. Credo quindi che il 3D, se verrà ben gestito, non avrà costi troppo differenti rispetto alle lavorazioni tradizionali per quanto riguarda la cattura degli avvenimenti. Per ciò che concerne invece la trasmissione, nei primi esperimenti che abbiamo condotto in dicembre abbiamo potuto rilevare che il 3D-HD non utilizza una banda superiore a quella necessaria a veicolare un segnale Full HD. Con un segnale di 12-14 Megabyte non abbiamo riscontrato alcun problema particolare. Tv Key: Quali saranno le killer application, come si dice in gergo informatico, della tv e del cinema 3D? Olivier Millies Lacroix: Credo che lo sport sarà in prima linea. Nel football americano, per esempio, durante la sperimentazione abbiamo ottenuto dei risultati strabilianti. In questo sport, infatti, la profondità della visione è molto importante. L’azione è naturalmente in tre di-

3D STEREOSCOPIC GROUP

A sinistra, una panoramica del Sat Expo Europe. A destra, un set per le riprese live in 3D. Sotto, una videocamera stereo e un televisore 3D.

tengo che saranno determinanti gli accordi con i nuovi partner che operano già in questo ambito. Abbiamo comunque l’impressione che il nostro progetto abbia destato l’interesse dei grandi gruppi del settore televisivo. Tv Key: Quando potremo vedere un film 3D? Olivier Millies Lacroix: Il cinema 3D è già una realtà. Pensiamo quindi che gli spettatori potranno vedere dei film in tre dimensioni al cinema già nel corso dei prossimi mesi. Tv Key: Parla dell’Italia o più genericamente dell’Europa? Olivier Millies Lacroix: L’Italia mi sembra molto ben posizionata nel settore del cinema. Non penso che arriverà dopo gli altri Paesi, è più probabile semmai che li preceda. DBW Communication e Open-sky, d’altronde, oltre a essere due società molto competenti, sono italiane.

mensioni, visto che il pallone può andare avanti o indietro, a destra o a sinistra. Quando avevamo iniziato la sperimentazione dell’HD in Francia con il tennis, nel corso del torneo del Roland Garros, ci eravamo resi conto che le telecamere potevano essere posizionate di tre quarti, e non collocate come di consueto nelle zone laterali, per approfittare meglio delle possibilità di visione offerte dal formato panoramico 16:9. Allo stesso modo il 3D apre nuove possibilità di ripresa. Nelle dirette della NFL gli angoli di ripresa utilizzati per il 3D sono stati diversi rispetto a quelli soliti per il 2D. Così siamo riusciti a mettere il telespettatore… nelle scarpe del giocatore. Tv Key: Quali saranno i futuri step previsti per lo sviluppo del 3D-HD? Olivier Millies Lacroix: Innanzitutto si cercherà la penetrazione nel mercato cinematografico. Qui i tempi saranno sicuramente brevi, visto che abbiamo già la struttura per intervenire. Nel settore della televisione, invece, ri~ 26 ~

Tv Key: E per la televisione in 3D che tempi si prevedono? Olivier Millies Lacroix: Qui i tempi saranno necessariamente più lunghi, se non altro perché gli schermi per l’HD-3D non rispondono ancora a uno standard definito. Come già accaduto in passato, per esempio nella disputa tra HD DVD e Blu-Ray, anche per la visione del 3D-HD esistono più soluzioni tecnologiche. Ci sono tecnologie basate sul plasma, altre sulla divisione delle polarizzazioni attraverso i tradizionali occhiali, si svilupperanno sicuramente anche tecnologie differenti per il merging delle due immagini stereoscopiche. Ma la definizione di uno standard avverrà comunque piuttosto rapidamente. Tra le mie esperienze passate, per quattro anni, c’è stata anche la vicepresidenza dell’HD Forum francese. Ricordo che pure allora non c’erano degli standard definiti, eppure l’attività per individuare le tecnologie vincenti per l’HD venne fatta molto velocemente, superando di slancio tutti gli ostacoli. L’industria della consumer electronics ha quasi cinquant’anni: è ormai abituata a operare le sue scelte più importanti in tempi brevi. Credo che sarà così anche per il 3D-HD. ■


T V K E Y 269

WEB & IPTV ITALIAN FORUM

La tv che sarà Esperti di settore e addetti ai lavori si sono dati appuntamento a Roma per il primo Web & IpTv Italian Forum, un workshop che ha fatto il punto sullo stato delle web tv e dei contenuti audiovisivi su internet. DI

N

ell’ambito dell’ottava edizione di Romics 2008, il festival del fumetto e dell’animazione svoltosi nei padiglioni della Nuova Fiera di Roma, Assowebtv (Associazione italiana web television) ha promosso il primo ‘Web & IpTv Italian Forum’. Si è trattato di un’occasione di incontro e di dibattito aperta a tutti coloro che operano nel settore, organizzata con il supporto scientifico dell’Osservatorio sulle new tv della School of Management del Politecnico di Milano, che ha avuto come scopo quello di fare il punto su alcuni temi nodali per la comunità del web: la produzione di contenuti e di nuovi format, le infrastrutture di rete, le piattaforme tecnologiche, lo sviluppo del mercato pubblicitario e di nuovi modelli di business, e infine le problematiche relative al copyright e al diritto applicato alle nuove tecnologie. Si sono alternati sul palco i rappresentanti di aziende come Rainet, Tiscali Tv, Comunicare Digitale, Popai Digital, The Blog Tv, Romanimata, AdnKronos, Microsoft, Adobe, Pixel Advertising, IAB (Interactive Advertising Bureau). Molta, anzi moltissima, la carne messa sul fuoco dai vari workshop. In mattinata, il ‘Rapporto sulle desktop tv’ di Riccardo Mangiaracina (dell’Osservatorio sulle new tv della School of Management del Politecnico di Milano) ha analizzato il potenziale delle web tv, sottolineando la necessità di investire soprattutto sulle infrastrutture, sull’advertising di qualità e sui contenuti, visto che solo il mix di questi elementi potrà generare in futuro il successo di un prodotto di comunicazione basato sui new media, dalle web tv all’IpTv. La stessa Assowebtv ha riconosciuto, attraverso le parole del suo Presidente Andrea Maffini, che pur se l’innegabile trend di crescita dimostra che il settore delle web tv è promettente, c’è ancora molto da fare. È in-

RICCARDO ROSSIELLO

dispensabile progettare piattaforme intelligenti, supportate da un piano editoriale di qualità, con ontenuti forti e innovativi che siano in grado di soddisfare le esigenze di comunicazione del produttore ma anche di solleticare l’idea, la fantasia e la volontà di acquisto di broadcast o di utenti diversi. Il popolo di internet Molto interessante l’intervento di Emiliano Carlucci, che dopo essersi occupato della start up di GoAdvertising Limited (l’azienda che nell’ottobre 2007 ha completato l’acquisizione di Excite Europa: un network che oggi conta oltre 12 milioni di utenti unici su base mensile, dati di novembre 2007) si è focalizzato sull’online marketing e business development. È toccato a lui illustrare gli ultimi dati diffusi dalla società di rilevazioni Nielsen//NetRatings inerenti l’utilizzo di internet nel mondo e di far risaltare alcune delle tante contraddizioni che caratterizzano ancora il comparto. In Italia hanno accesso domestico a internet 32,4 milioni di individui. Curiosamente il panel parte dagli individui con più di due anni: i bambini di tre o quattro anni, quindi, vengono considerati in grado di navigare in internet. La cosa non deve stupire, visto che a cinque o sei anni molti hanno già un cellulare. Altro fatto importante è che gli end user, ovvero i navigatori che si collegano a internet

tutti i giorni, rappresentano una quota abbastanza limitata: circa 10 milioni di utenti, secondo i dati di Nielsen, contro gli oltre 21 milioni di persone che usano internet almeno una volta al mese. Un ulteriore dato di rilievo è che solo la metà di questi, circa cinque milioni di utenti, utilizzano internet per accedere a contenuti di valore. Ciò significa che, su 57 milioni di abitanti, meno del 10% della popolazione rientra nella categoria dei tecnologi esperti, cioè di coloro che accedono a contenuti culturali, a valore aggiunto, o che usano la rete per informarsi e per imparare. Si tratta di dati piuttosto bassi rispetto alla media degli altri paesi europei. Per il resto, il profilo socio-demografico dei navigatori italiani rivela che il consumo di internet è ancora un’attività in prevalenza maschile, anche se il numero delle donne – pubblico che interessa molto al settore pubblicitario – sta crescendo. La fascia di età in testa nella graduatoria dei consumi è quella che va dai 35 ai 49 anni, mentre l’utente medio di internet rientra nella fascia più ampia che va dai 25 ai 64 anni. Da segnalare la crescita del numero di navigatori appartenenti alle fasce di età più basse – meno di 18 anni e dai 18 ai 24 anni – attirate evidentemente dall’avvento dei social network. Per quanto riguarda il grado d’istruzione di chi naviga in internet, il web resta uno mezzo fruito da utenti con un livello culturale medio-alto, ovvero in gran parte da diplomati e laureati. Ma va anche detto che la scolarizzazione informatica sta progredendo a grande velocità, e quindi si può supporre che presto l’istruzione non sarà più un fattore discriminante. Per quanto riguarda infine l’occupazione degli internauti, gli impiegati rappresentano il 19% del totale e gli studenti il 12%, seguiti a ruota dai lavoratori autonomi. La hit parade dei contenuti Se andiamo a guardare i dati relativi ai contenuti, scopriamo che circa 5 miliardi di euro, quasi la metà del fatturato del web, sono dedicati alla televisione. Non la tv su richiesta, quella nativa per il web ed evoluta, ma un modello di televisione identico a quello che

~ 27 ~


T V K E Y 269

WEB & IPTV ITALIAN FORUM

Secondo i dati di Nielsen//NetRatings, in Italia hanno accesso domestico a internet 32,4 milioni di individui. Di questi, 10 milioni si collegano in rete tutti i giorni, mentre 21 milioni di persone usano il web almeno una volta al mese.

glio di calcolo direttamente online, senza alcuna installazione da fare sul proprio computer.

possiamo vedere via satellite, sul digitale terrestre o in analogico. Una televisione, dunque, con uno scarso livello di interattività. Tutto il contrario dei bisogni manifestati dagli utenti su internet, che cercano originalità, contenuti innovativi e personalizzazione. Nella classifica del numero di navigatori attivi per paese, gli Stati Uniti sembrano irraggiungibili. L’Italia è a 24,5 milioni, anche se come già detto sono 32,4 milioni coloro che hanno in casa una connessione a internet. Non tutti i componenti della famiglia, però, sono navigatori attivi. In un nucleo che conta tre o quattro persone, per esempio, di solito soltanto una o due si collegano alla rete. Per quanto riguarda i trend dei navigatori, dal 2002 al 2008 siamo passati da 12 a circa 18 milioni di utenze casalinghe. Le utenze aggregate casa-lavoro, invece, sono partite da 14 milioni per arrivare alle attuali 25 milioni. Ciò significa che il web è altamente fruito dal posto di lavoro, anche se non solo ‘per’ lavoro. Nei dodici mesi che vanno da luglio 2007 a luglio 2008 c’è stata una diminuzione della durata delle sessioni di navigazione per persona, ovvero del tempo durante il quale viene tenuto aperto il browser. Il dato trova una spiegazione non tanto in una consultazione del web più veloce e meno approfondita, ma nella nuova tecnologia dei browser che permettono di tenere più pagine aperte in contemporanea. Le pagine viste per persona sono invece aumentate sensibilmente: l’incremento è stato del 9%. In crescita anche le ore passate in rete: da 20 a 21 circa al mese. Da questa analisi Emiliano Carlucci ha quindi tirato le sue conclusioni: il tempo trascorso dagli utenti davanti al pc sta diminuendo, mentre quello speso davanti a internet sta aumentando. Si può quindi immaginare, nel prossimo futuro, un computer sempre più legato da un cordone ombelicale alla navigazione in internet. La tendenza sembra confermata anche dalla politica di alcuni produttori di software che offrono la possibilità di utilizzare il programma di scrittura o il fo-

L’internet audience Al primo Web & IpTv Italian Forum si è parlato molto, ovviamente, anche di pubblicità e di consumi. Si è sottolineato in particolare come, sebbene la pubblicità su internet abbia conosciuto nell’ultimo anno una crescita di ben il 47%, circa metà di questa risorsa se ne vada in ricerche. Più che normale che l’advertising cerchi di percorrere strade più suggestive e stimolanti rispetto a formule già viste e straviste nella pubblicità outdoor o sui vecchi media (tv, radio, giornali). Dove conviene investire lo dicono i dati relativi alla cosiddetta ‘internet audience’. Tra i quindici settori in classifica, al primo posto (con 23 milioni di utenti unici) troviamo i motori di ricerca, i portali e le community; seguono le telecomunicazioni e i servizi internet, come la posta elettronica; quindi l’elettronica e l’informatica di largo consumo; a seguire l’entertainment puro, come lifestyle e gossip. L’applicazione che ottiene la più alta penetrazione è Windows Live Messenger (46% di share), seguito da Windows Media Player (43% di share). Tra le applicazioni usufruibili direttamente sul web, invece, figura al primo posto un gioco di poker online. Quanto vale la rete Altri dati interessanti sono stati quelli forniti dai relatori sul valore del mercato pubblicitario di internet su scala globale. Al primo posto, per quanto riguarda la spesa nel 2007, troviamo ancora gli Stati Uniti con 179 miliardi di dollari, seguiti a considerevole distanza da Giappone, Germania e Regno Unito. L’Italia, una volta tanto, con una cifra equivalente a 12 miliardi di dollari si conferma a ridosso delle nazioni più importanti. Ma le cose potrebbero cambiare nel prossimo futuro. Secondo le proiezioni fatte da studiosi e analisti, nel 2010 l’Italia scivolerà più in basso di qualche gradino in classifica. La motivazione di questa decelerazione risiederebbe soprattutto nella crescita più lenta rispetto ad altre realtà come Cina, Brasile, Russia, ovvero i cosiddetti mercati emergenti. Ancora più interessanti i dati forniti sugli investimenti fatti su internet negli ultimi anni, che documentano la prepotente ascesa del nuo~ 28 ~

vo mezzo. Nel 2006 gli investimenti su internet sorpassavano in media quelli sull’outdoor advertising, ovvero tutte le forme di pubblicità che si svolgono all’aperto, come manifesti, cartelloni, affissioni sui bus… Nel 2007 gli investimenti su internet hanno superato anche quelli dell’advertising cinematografico. Per quello che riguarda il 2008, invece, sebbene ci sia stata una sostanziale conferma del trend positivo, non si sono verificati altri sorpassi. Il prossimo è previsto per il 2009, quando la spesa pubblicitaria su internet supererà anche quella sui periodici: sarà il primo, vero attacco di internet alla carta stampata. Se queste proiezioni saranno confermate, nel 2010 la spesa pubblicitaria complessiva sarà diretta principalmente verso la televisione, la carta stampata e internet. Tutti gli altri mezzi di comunicazione, fra i quali anche la radio, verranno messi in secondo piano. “Nelle previsioni a lungo termine”, ha sostenuto Emiliano Carlucci, “non è difficile immaginare che, con l’avvicinamento di internet alla televisione, si possa giungere a una piattaforma unica dove il web e la tv finiranno per coesistere, ulteriormente potenziate da servizi innovativi come il video on demand che verranno utilizzati in maniera comune e diffusa come accade oggi con i motori di ricerca. Di sicuro nei prossimi anni il video advertising continuerà a crescere, grazie anche alla grande mole di ‘user generated content’ diffusi in maniera quasi virale sulla rete”. Non è ancora chiaro, però, verso quali modelli di video advertising ci si stia dirigendo. Nel corso del Forum, per esempio, si è citato il caso di Google, che sta puntando sulle keyword, parole chiave da associare ai filmati che permetterebbero di presentare link pubblicitari mirati. Altri invece stanno provando a inserire dei brevi flash pubblicitari all’inizio e alla fine di ogni video. Si tratta comunque di strumenti ancora in fase di sperimentazione. Altro dato significativo è il fatto che il 52% del business di Google venga generato fuori dagli Stati Uniti. Significa che il mercato europeo è interessante: lo dimostrano le percentuali di penetrazione di Google in Italia e in Spagna (quasi il 90%) e la notizia che l’idea di legare ai video delle keyword, cosa che oggi avviene solo sul mercato statunitense, nei prossimi mesi arriverà anche da noi. Si tratterà di un ulteriore strumento di video advertising per il mercato europeo. Tv contro web tv? Un altro aspetto da chiarire riguarda proprio il ruolo della pubblicità come ago della bilancia tra internet e la televisione. Un ruolo per niente scontato, visto che negli Stati Uniti la pubblicità su internet è in diretta concorrenza con quella televisiva. Una recente campagna pubblicitaria in favore della televisione recita pressappoco così: “Ogni giorno 49 telespettatori su 100 si perdono una pun-


WEB & IPTV ITALIAN FORUM

T V K E Y 269

Nei prossimi anni il mercato del video advertising continuerà a crescere, grazie anche alla grande mole di user generated content disponibile in rete. Archos 604 Wifi è un apparecchio multimediale per usufruire di video on demand e IpTv attraverso connessioni wireless.

tata di Law & Order (una delle serie più amate negli Usa, ndr). Perché? Perché i telespettatori sono distratti da internet. Smettete di collegarvi a internet: la tv conta su di voi!” C’è invece chi sostiene l’ipotesi di un’alleanza e di una convergenza tra i due media. Ne è un esempio concreto la Current Tv di Al Gore, nata su internet ma diffusa anche via etere (in Italia è visibile sul satellite all’interno dell’offerta SKY). Molti grandi network – Bloomberg, NBC, CNN… – stanno scendendo in campo al fine di utilizzare internet non più come strumento alternativo, bensì come canale complementare per veicolare le proprie trasmissioni televisive. Anche i brand legati tradizionalmente all’offline hanno compreso che internet serve a creare awareness e si affidano al netblogging e ai social network. In definitiva, il web 2.0 è già riconosciuto come uno degli strumenti di maggior potenziale pubblicitario nei prossimi anni. Ancora sul diritto d’autore Il primo Web & IpTv Italian Forum si è concluso, a sera inoltrata, con un interessante

scambio di idee tra addetti ai lavori – fra cui rappresentanti della Siae e di alcuni studi legali – sul tema ‘Tecnologia e diritto: opportunità e tutela’. Il magistrato Giuseppe Corasaniti ha iniziato il proprio intervento ammettendo che “il rapporto tra diritto e tecnologie è stato sempre conflittuale. Non solo in tema di web tv, ma più in generale per la tutela dell’informatica come delle comunicazioni. La tecnologia avanza, si evolve, si estende, diventa sempre più accessibile. Il diritto invece arranca perché ha difficoltà ad adeguarsi alla mutevolezza delle sfide tecnologiche. Gli interessi sono tali che alla fine l’unico risultato è quello di lasciare immutato il quadro normativo, che in Italia risale al 1941. Probabilmente la legge sul diritto d’autore è la più antica tra quelle vigenti, preceduta solo da quella sul contenzioso amministrativo, che è del 1865. L’apparato normativo è stato migliorato e modificato, anche grazie alle recenti direttive europee, ma resta comunque orfano di qualsiasi considerazione sulle esperienze interattive multimediali che la rete ha generato”.

“La discussione recente sui diritti d’autore riguardanti film e documentari classici”, ha spiegato più avanti Corasaniti, “non è stata fatta in base a scelte coerenti di sviluppo o di sfruttamento economico, ma in base a interessi economicamente forti, soprattutto americani, per parlare chiaro. In questo modo si rischia che siano le stesse multinazionali della cinematografia e della musica a dettare le regole: un percorso piuttosto singolare per l’ordinamento giuridico. Si pensi al tentativo, fortunatamente respinto dall’Unione Europea, di coinvolgere gli operatori privati nella ricerca di contenuti ritenuti non in regola con la proprietà intellettuale. Si tratta di relazioni che possono entrare gravemente in conflitto con la disciplina della privacy e con le garanzie di giusto processo e di equo rapporto nella ricerca della prova che ogni cittadino deve avere, che non possono essere pregiudicate da perquisizioni informatiche o dall’individuazione degli indirizzi IP alla ricerca dei pirati”. Un’altra delle grandi contraddizioni emerse durante il dibattito ha riguardato la recente richiesta, fatta a negozi e alberghi, di un’ulteriore gabella sulle musiche d’ambiente diffuse nei propri locali. Il problema è che i diritti d’autore sono basati sul numero di esecuzioni di un brano e sul numero di coloro che le ascoltano. Come si fa ad applicare questa norma ai clienti e ai visitatori di un negozio che vende jeans? Da parte sua il rappresentante dello studio legale Clemente & Partners Law Firm ha puntato l’attenzione su un altro aspetto fondamentale per il marketing delle web tv, sottolineando che in fatto di tutela dei minori “una web tv non ha una fascia protetta. La web tv è protetta nei contenuti. Per la particolare condizione di spazio-tempo esistente su internet, non possiamo sapere quando si collega un minore o quando si collega un maggiorenne. Le web tv devono offrire garanzie nella loro stessa qualità”. Argomenti più che interessanti, che certo verranno approfonditi nel secondo Web & IpTv Italian Forum. Appuntamento alla prossima edizione. ■

Internet e la televisione tradizionale possono coesistere. Current Tv, la popolarissima web tv ideata da Al Gore, è nata in rete ma viene diffusa anche via etere. In Italia è visibile sul satellite all'interno dell'offerta SKY. ~ 29 ~


mediakey.tv continua la sua costante crescita raggiungendo i 30.000 visitatori al mese. Non solo: il portale propone nuove iniziative per dare sempre maggiori tool ai suoi utenti. Da questo mese, infatti, sono visibili alcuni degli spot prodotti nel 2008 (l’elenco completo è pubblicato sul numero di Tv Key di marzo dedicato a questo tema), vengono pubblicati quotidianamente i dati Auditel delle audience delle tv generaliste e satellitari, possono essere scaricati i pdf di alcuni articoli tra i più interessanti pubblicati sui numeri passati di Media Key e Tv Key. Tra le interviste più recenti segnaliamo quelle a Elio Fiorucci, Fabio Pampani (OVS Industry), Jean-Marie Minelli e Marco Basla (Canon Italia), Roberto Veneziani (Scholl), Simone Medici (Arjowiggings Italia), Elia Blei e Piero Mezzanzanica (Blei), Bianca Mutti (Sint).

INTERVISTE VIDEO dalla sua nascita mediakey.tv ha già realizzato oltre 180 interviste a personaggi di spicco del mondo della comunicazione italiana e internazionale. Inoltre sono visibili oltre 150 spot realizzati nel 2008.

NEWS in questo spazio vengono riportati in tempo reale tutti i comunicati stampa legati alla comunicazione.

PRODUZIONI una sezione realizzata ad hoc ospita alcuni film pubblicitari prodotti nel 2008 dalle principali case di cdp italiane.

GLI OPERATORI il sito contiene i profili aggiornati dei principali operatori del settore (agenzie di comunicazione, agenzie media e concessionarie, agenzie new media, case di produzione e post produzione ecc.) che compaiono anche sull’Annual di Media Key e Tv Key.

GLI EVENTI mediakey.tv propone in formato full screen gli eventi organizzati da MediaKeyEvents e interviste video realizzate ai vincitori nel corso dei galà dei winner dei nostri premi.

NEWSLETTER bisettimanale, è interamente dedicata al mondo della comunicazione, della tv, dell’advertising, delle aziende, dei media.


TV

T V K E Y 269

DIGITALI

SKY Italia SEDI 00138 Roma – Via Salaria, 1021 Tel.: 06 88.66.31 Fax: 06 88.66.35.16 20138 Milano – Via Monte Penice, 7 Tel.: 02 30.801 Fax: 02 30.80.17.600 www.sky.it ANNO

DI FONDAZIONE

2003 MANAGEMENT/STAFF PRESIDENTE : James Murdoch AMM. DELEGATO : Tom Mockridge CHIEF OPERATING : Laura Cioli OFFICER VICE PRESIDENT CORPORATE & MARKET : Andrea Scrosati COMMUNICATIONS VICE PRESIDENT SALES & MARKETING : Nicola Brandolese VICE PRESIDENT : Andrea Zappia SPORT CHANNELS DIR. PROGRAMMI : Kathryn Fink DIR. SKY TG24 : Emilio Carelli DIR. SKY SPORT 24 : Fabio Guadagnini CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ SKY Pubblicità: Tel. 02 30.80.12.974 I CANALI DELL’OFFERTA Mondo SKY: Intrattenimento: SKY Uno, SKY Uno+1, FOX, Fox+1, FoxLife, FoxLife +1, FoxCrime, FoxCrime +1, FX, Fantasy, Axn, E!Entertainment, Comedy Central, Raisat Extra, Raisat Premium, Mediaset Plus, Lei, Hallmark Channel, Jimmy, Discovery Real Time, Cult, BBC Prime, Next:HD; Documentari: The History Channel, The History Channel+1, National Geographic Channel, National Geographic Channel+1, National Geographic Channel HD, Nat Geo Adventure, Nat Geo Wild, Nat Geo Music, Discovery Channel, Discovery Science, Discovery Travel & Living, Animal Planet, Alice, Leonardo, Raisat Gambero Rosso, Marcopolo; Ragazzi: DeAkids, DeAkids+1, JETIX, JETIX+1, Cartoon Network, Cartoon Network+1, Boomerang, Boomerang+1, Raisat Yoyo, Raisat Smash Girl, Jim Jam, Playhouse Disney, Disney in English, Toon Disney, Toon Disney +1, Disney Channel, Disney Channel+1, Nickelodeon; Musica: GXT, MTV Hits!, MTV Brand: new, MTV Gold, MTV Pulse, VH1, Video Italia, DeeJay.TV, Match Music, Voce, Hip Hop TV, Classica, RockTV, Music Box, Live, Cultoon, Music on SKY; News. Cinema: SKY Cinema 1, SKY Cinema+1, SKY Cinema+24, SKY Cinema Family, SKY Cinema Mania, SKY Cinema Max, SKY Cinema Max +1, SKY Cinema Classics, SKY Cinema Hits, SKY Cinema HD, SKY Cinema HD+24, MGM, Raisat Cinema. Sport: SKY Sport24, SKY Sport 1, SKY Sport 2, SKY Sport 3, SKY Sport Extra, SKY Sport 16:9, SKY Sport HD1, SKY Sport HD2, Eurosport HD, Eurosport, Eurosport 2, Eurosport News, ESPN Classic, Espn America, Yacht & Sail, Nuvolari, Snai Sat. Calcio: 14 canali SKY Calcio, SKY Sport Active. Options: Inter Channel, Milan Channel, Roma Channel, Juventus Channel, Classica, Caccia e Pesca, MotoTv. Prima Fila: 40 canali. PER INFORMAZIONI CONTATTARE Ufficio stampa – Tel. 02 30.80.17.731 Comunicazione istituzionale Milano 02 30.80.17.300 Roma 06 88.66.35.42

PRESENTAZIONE SKY Italia è la pay tv italiana controllata al 100% da News Corporation Limited. Nata nel 2003, è cresciuta rapidamente sino a raggiungere oltre 4.700.000 abbonati al 31 dicembre 2008. SKY offre attualmente più di 180 canali tematici e pay per view, con una ricca offerta di cinema, sport, news, intrattenimento e programmi per bambini. Fin dalla sua nascita SKY ha avviato una solida politica di investimenti e ha coinvolto molti partner italiani nella realizzazione del progetto editoriale. La piattaforma trasmette

ogni anno, al netto delle repliche e delle attività di autopromozione dei canali, oltre 40mila ore di programmi televisivi autoprodotti, di cui 20mila prodotti dalle reti SKY e 20mila dagli altri canali tematici che fanno parte della piattaforma. La programmazione di SKY è ricevibile via satellite e via IpTv, attraverso le reti in banda larga di Fastweb, Alice Home Tv di Telecom Italia, Infostrada Tv di Wind. SKY diffonde inoltre canali appositamente studiati su sistemi di tv mobile, insieme a Vodafone, Tim, Wind e H3G.

L’OFFERTA SKY Mondo SKY – Le serie tv di maggiore successo in anteprima esclusiva; musica di ogni genere da ascoltare e guardare e i più grandi protagonisti dello spettacolo come Fiorello e Lorella Cuccarini; le notizie dall’Italia e da tutto il mondo con canali di news tra cui SKY Tg24, emittente all news con un palinsesto dinamico e innovativo che punta sull’attualità, con un tg ogni mezz’ora, ma anche sugli approfondimenti, con rubriche, inchieste, dibattiti e ospiti in studio. E poi, sedici canali di documentari dedicati al mondo, alle tendenze, all’avventura, alla natura, alla scienza, alla storia e alle biografie celebri, e diciotto canali interamente dedicati ai ragazzi. Cinema – 13 canali interamente dedicati: SKY Cinema 1, SKY Cinema+1, SKY Cinema+24, SKY Cinema Family, SKY Cinema Hits, SKY Cinema HD, SKY Cinema HD+24, SKY Cinema Max, SKY Cinema Max+1, SKY Cinema Mania, SKY Cinema Classics, MGM, RaiSat Cinema. Trasmettono non solo le grandi anteprime tv di successo, ma anche i film d’autore più curiosi e originali, le pellicole classiche che hanno fatto la storia della settima arte, cicli a tema per approfondire generi e personaggi, con la qualità audio-video digitale e la possibilità del doppio audio per gustarsi i titoli in lingua originale. Solo nell’ultima stagione i canali di cinema hanno trasmesso 4896 film, con più di un’anteprima al giorno. Il cinema di SKY è anche informazione e svago con SKY Cine News e Il Cinemaniaco, produzioni originali di SKY che raccontano attraverso interviste e backstage tutto quello che succede a Hollywood e a Cinecittà. Tutti i canali di cinema sono trasmessi in formato 16:9. Sport – SKY Sport24: nato il 30 agosto 2008, è il primo canale all news sportivo del nostro Paese, per essere sempre informati su tutti gli sport, dal calcio alla Formula 1, dalle discipline olimpiche agli sport americani. SKY Sport 1: il canale dei grandi eventi di calcio e delle rubriche. Oltre agli anticipi e ai posticipi del campionato di Serie A, offre una partita di Serie A la domenica pomeriggio, ma anche la UEFA Champions League e i campionati stranieri. SKY Sport 2: è il canale di riferimento per la Formula Uno, con servizi esclusivi, collegamenti live e la riproposizione degli avvenimenti per chi non ha potuto assistere in diretta a prove e gare e desidera rivederle. A questo si aggiunge il servizio interattivo con quattro canali dedicati per scegliere da quale prospettiva seguire l’evento. Il canale ospita anche altri grandi eventi sportivi live, dal basket al volley, al rugby agli sport Usa e ancora wrestling, motori e poker. SKY Sport 3: offre in diretta e in esclusiva il calcio internazionale e altri grandi avvenimenti live, tra cui il golf e il tennis, con i tornei più prestigiosi. SKY Sport Extra: per gli sport di lunga durata, dal tennis al golf, e per ospitare le dirette a completamento dell’offerta in contemporanea. SKY Sport 16:9: per godere la visione dei grandi eventi sportivi in formato panoramico. Eurosport: il canale paneuropeo che trasmette in 54 Paesi le più importanti manifestazioni sportive di oltre cento discipline diverse. Eurosport 2: è il canale dedicato allo sport, con

~ 31 ~

tutta l’esperienza di Eurosport per una maggiore possibilità di scelta. Eurosport News: il canale di news sportive, con aggiornamenti continui su tutte le discipline del mondo, 24 ore al giorno. ESPN Classic: il canale che celebra i momenti più emozionanti e memorabili dello sport. ESPN America: è il canale che trasmette più di 800 eventi, tra dirette e differite, della National Hockey League (NHL), della Major League Baseball (MLB) e dei campionati universitari di basket e football (NCAA), portando in Italia il meglio dello sport del Nord America. Yacht & Sail: interamente dedicato al mondo del mare. Nuvolari: il canale dedicato al mondo dei motori, dalle auto alle moto, ma anche nautica e aeronautica. Snai Sat: dedicato per 24 ore al giorno all’ippica, lo sport e le scommesse. Calcio – Le sfide più appassionanti della stagione con la Serie A e il meglio del calcio europeo. Su SKY Supercalcio (canale 205), oltre alle più belle sfide internazionali, c’è anche Diretta Gol, un ping pong di immagini dai terreni di gioco del campionato e della Champions League per non perdere neanche un gol. SKY Sport Active permette di accedere al mosaico interattivo e vedere tutte le partite in onda contemporaneamente. Il servizio Gol Parade, il ‘90°minuto fai da te’, consente di rivedere gli highlight di tutti i match, pochi minuti dopo la fine. Options – Inter Channel, Milan Channel, Juventus Channel e Roma Channel: l’amore per i colori della squadra del cuore è qualcosa che solo i veri tifosi possono provare. Si possono seguire gli allenamenti, le partite già disputate, le interviste ai giocatori, le news. Classica: per gli amanti della grande musica, la lirica, il balletto, la musica sinfonica e da camera dai palcoscenici di tutto il mondo. Caccia e Pesca: il canale che propone le tematiche dell’arte venatoria, della pesca e del paesaggio italiano. MotoTv: per gli appassionati di motociclismo. Canali in HD – SKY Cinema HD: il primo canale che trasmette film nel formato spettacolare dell’alta definizione, per vivere la magia del cinema con la stessa intensità del grande schermo. SKY Cinema HD+24: per vedere la programmazione di SKY Cinema HD, 24 ore dopo. SKY Sport HD 1 e 2: gli eventi sportivi con la tecnologia dell’alta definizione. Ospita le più belle partite della Serie A italiana e della Champions League, i match di calcio internazionale e il basket. Eurosport HD: è il canale che, dalle Olimpiadi di Pechino 2008, trasmette tutti i principali eventi sportivi in alta definizione. National Geographic Channel HD: proposto dal gruppo Fox per entrare nel vivo di un safari o di una spedizione archeologica, un’esperienza visiva straordinaria grazie ai migliori documentari che raccontano il mondo. Next:HD: sempre dall’esperienza del gruppo Fox, il meglio dell’intrattenimento, i concerti più spettacolari, serie e miniserie tv come non li avete mai viste prima. Prima Fila – Il servizio di pay per view di SKY offre 40 canali con i più recenti successi cinematografici disponibili ogni trenta minuti 24 ore su 24, straordinari eventi sportivi e, a partire dalle 23.00, le pellicole per adulti.


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

Animal Planet SEDE Discovery Italia Corso Vittorio Emanuele II, 28 20122 Milano www.discoverychannel.co.uk/int/

ANNO

DI FONDAZIONE

2005

MANAGEMENT/STAFF GENERAL MANAGER SUD EUROPA Marinella Soldi VP CHANNELS SUD EUROPA Antonella d’Errico VP AD SALES SUD EUROPA Andrea Castellari PR MANAGER Barbara Ferrieri

COLLEGAMENTI

INTERNAZIONALI

Animal Planet è parte del gruppo Discovery Networks EMEA.

MODALITÀ

DI RICEZIONE

Animal Planet è visibile sulla piattaforma SKY, area Mondi e Culture, canale 421.

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ Publikompass

PER INFORMAZIONE CONTATTARE Burson Marsteller Lucia Giaculli Tel. 02 72.14.31

PROFILO

EMITTENTE

Tutta la meraviglia della natura in un unico canale interamente dedicato al mondo degli animali. Documentari spettacolari e commoventi, storie tenere e toccanti, avventure sorprendenti dove gli animali sono sempre e comunque i protagonisti assoluti. Animal Planet emoziona, diverte e appassiona attraverso le immagini dei tanti abitanti del nostro pianeta. Il canale vanta un pubblico eterogeneo composto da adulti e bambini ma unito dalla comune passione per il mondo animale declinata in varie forme: la tenerezza suscitata dai cuccioli, il rispetto per i grandi predatori, il timore generato dai temibili animali assassini. I contenuti editoriali di Animal Planet si possono raggruppare in tre grandi tematiche: Sos Animali (gli uomini: grandi amici e grandi nemici del mondo animale. Le storie di animali salvati in extremis da coraggiosi volontari), Natura e avventura (documentari di altissima qualità sul mondo animale e le sue meraviglie. Immagini mozzafiato per vivere da vicino il mondo animale), Animali per sorridere (le vivaci avventure dei nostri amici animali colti in spassosi momenti tutti da gustare).

PALINSESTI Animal Attack: Condotto da Dave Salmoni, esperto di predatori di grandi dimensioni, il programma mostra le storie eroiche di persone sopravvissute ad attacchi da parte di animali. Seguiremo i superstiti di questi tragici eventi nelle varie fasi del loro programma riabilitativo. Inoltre, ciascun attacco verrà ricreato nei minimi dettagli, per cercare di capire quali elementi possano aver scatenato l’ostilità del predatore e come sia stato possibile per la vittima mettersi in salvo. Al termine di ciascun episodio, denso di emozioni e suspence, Dave e i sopravvissuti faranno il punto della situazione per capire se sia davvero possibile andare avanti con la propria vita ‘dopo l’attacco’. Basta! Io o il cane: Dai segugi più ribelli ai viziati barboncini, per l’addestratrice di cani Victoria Stilwell i quattrozampe non hanno segreti. Ma certo la situazione è diversa per i loro padroni, costretti a vivere sotto lo stesso tetto con creature spesso indomabili! Con la sua esperienza decennale e grazie all’osservazione tramite telecamere nascoste e colloqui diretti, Victoria cercherà di riportare la pace in famiglie che si trovano alla mercé dei loro piccoli tiranni. Dopo aver raccolto le prove e diagnosticato il problema, seguirà un programma pratico di addestramento, studiato per combattere le cattive abitudini tanto dei cani quanto dei loro padroni. Animal Cops Houston: È il docu-reality che segue il lavoro della Houston Society for the Prevention of Cruelty to Animals. L’HSPCA, con sede a Houston, Texas, si occupa di qualcosa come 10.000 casi di maltrattamenti ogni anno e il suo team di investigatori è sempre in prima linea per aiutare le vittime dei terribili abusi. Le telecamere di Animal Planet seguono il lavoro della squadra fase per fase: dai primi soccorsi iniziali alle cure riabilitative, fino all’affidamento dell’animale a nuove e generose famiglie, un lieto fine che fortunatamente avviene nella gran parte dei casi. Guerra alle baleniere: Il programma documenta il viaggio del gruppo di attivisti e volontari di Sea Shepherd nelle acque antartiche, al confine estremo della terra, per denunciare al mondo e sabotare, direttamente sul luogo, la controversa caccia alla balena perpetrata dalle navi giapponesi. Ogni settimana le telecamere di Animal Planet seguono il lavoro della società, guidata dal capitano Paul Watson, in un turbine di azioni mozzafiato e colpi di scena. Vedremo quali mezzi estremi e pericolosi Sea Shepherd utilizzi per combattere la caccia alla balene nelle acque cosiddette internazionali, dove cioè le leggi trovano una libera interpretazione da parte dei diversi paesi del mondo. Tra le tecniche maggiormente aggressive adottate dagli attivisti, osserviamo speronamenti, danneggiamenti e affondamenti delle baleniere, disturbi al processo di lavorazione delle carcasse dei cetacei e persino incursioni fisiche e vere e proprie aggressioni a bordo delle navi nemiche.

~ 32 ~


TV

T V K E Y 269

DIGITALI

Discovery Channel SEDE Discovery Italia Corso Vittorio Emanuele II, 28 20122 Milano www.discoverychannel.co.uk/int/

ANNO

DI FONDAZIONE

1997

MANAGEMENT/STAFF GENERAL MANAGER SUD EUROPA Marinella Soldi VP CHANNELS SUD EUROPA Antonella d’Errico VP AD SALES SUD EUROPA Andrea Castellari PR MANAGER Barbara Ferrieri

COLLEGAMENTI

INTERNAZIONALI

Discovery Channel è parte del gruppo Discovery Networks EMEA.

MODALITÀ

DI RICEZIONE

Discovery Channel è visibile sulla piattaforma SKY, area Mondi e Culture, canale 401. Discovery Channel +1 è visibile sulla piattaforma SKY, area Mondi e Culture, canale 420.

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ Publikompass

PER INFORMAZIONE CONTATTARE Burson Marsteller Lucia Giaculli Tel. 02 72.14.31

PROFILO

EMITTENTE

Discovery Channel racconta l’avventura più vera, attraverso le parole e le emozioni di chi l’ha vissuta in prima persona. La vita reale è più interessante della fiction: storie di persone straordinarie nel loro essere normali, esistenze vere e situazioni reali raccontate senza stravolgimenti. Il pubblico di Discovery Channel è costituito da uomini giovani tra i 25 e i 44 anni che cercano nell’intrattenimento televisivo avventure, emozioni e passioni che riconoscono in linea con la propria vita. I contenuti editoriali del canale rispecchiano proprio queste passioni, suddividendosi in macroaree. Gli argomenti proposti sono: motori e velocità (curiosità e retroscena del mondo delle due e quattro ruote raccontati da esperti e appassionati di questo entusiasmante settore), ingegneria (tutti i segreti dei progetti e delle tecnologie utilizzati per la realizzazione delle più sorprendenti opere ingegneristiche dell’era moderna), factual entertainment (la dimostrazione che la vita vera è più interessante di ogni finzione: storie realmente accadute raccontate dalla voce dei protagonisti), vivere ai limiti (l’adrenalina che scorre lungo la vita di persone che si imbattono in situazioni oltre l’estremo, mettendo alla prova il corpo e lo spirito).

PALINSESTI Top Gear: Il programma di riferimento per tutti gli appassionati di motori. Irriverente, spiritoso e ‘imparzialmente onesto’, porta le auto a un nuovo limite per scoprire il loro vero valore. A metà strada tra giornalismo e intrattenimento, presenta auto scelte tra quelle più recenti, trendy e veloci sul mercato. L’undicesima stagione in prima tv è ancora più ‘pazza’ e originale insieme a Jeremy, James e Richard che cercano di costruire un’auto della polizia più performante con sole 1500 sterline e la collaudano con un inseguimento, sfrecciano in Giappone sulla Nissan GT-R, spaccano tre Alfa Romeo da 1000 sterline e inventano un nuovo sport: la caccia alla volpe con una Daihatsu Terios 4x4! Megacostruzioni: A volte un progetto edilizio nasce da una necessità, altre da un divertimento, altre ancora dal desiderio da fare le cose in grande. Con strumenti sofisticati, nuovi materiali high-tech e creatività da vendere, i progetti moderni vanno oltre in tutti i sensi. Megacostruzioni porta gli spettatori nel mezzo della frenesia dei cantieri, con tour dietro le quinte, immagini create al computer e interviste dettagliate agli impresari e agli architetti. Visiteremo cantieri impressionanti come l’Hard Rock Park nella Carolina del Sud, la nave container di Odense, in Danimarca, e lo Incheon Bridge a Seul, in Corea. Mezzi da sballo: Presentata dagli attori britannici Robert Llewellyn e Ashley Hames, questa serie sui mezzi di trasporto ‘da sballo’ prende spunto dal gioco ‘carte top’. Ogni puntata riguarda un mezzo diverso: le autopompe, i sistemi di salvataggio, i super yacht, i jet, le enormi macchine per il movimento terra e le navi da guerra. Ogni giocatore sceglie due categorie tra velocità, resistenza, numero dei membri dell’equipaggio, manovrabilità e versatilità. Quale sarà il vincitore? Un vero must per gli amanti delle macchine e per i curiosi su tutto quanto c’è di grande e veloce. Ross Kemp tra le gang: In anteprima tv la serie, vincitrice del premio BAFTA, che segue l’attore Ross Kemp in un viaggio tra le brutali bande che seminano terrore nei vari paesi. Il protagonista parte per Liverpool dove incontrerà le gang di strada più pericolose e temute. Poi sarà la volta degli Stati Uniti, destinazione Los Angeles, per incontrare i famigerati ‘Bloods’ e i ‘Crips’. Successivamente Ross andrà in Bulgaria dove gli incontri ravvicinati con le bande di zingari gli consentono una spassionata analisi sul problema delle baby-gang. Un programma che tiene col fiato sospeso, un’indagine sulle sordide attività delle bande più pericolose del pianeta.

~ 33 ~


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

Discovery Real Time SEDE Discovery Italia Corso Vittorio Emanuele II, 28 20122 Milano www.discoverychannel.co.uk/int/

ANNO

DI FONDAZIONE

2005

MANAGEMENT/STAFF GENERAL MANAGER SUD EUROPA Marinella Soldi VP CHANNELS SUD EUROPA Antonella d’Errico VP AD SALES SUD EUROPA Andrea Castellari PR MANAGER Barbara Ferrieri

COLLEGAMENTI

INTERNAZIONALI

Discovery Real Time è parte del gruppo Discovery Networks EMEA.

MODALITÀ

DI RICEZIONE

Discovery Real Time è visibile sulla piattaforma SKY, area Intrattenimento, canale 118.

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ Publikompass

PER INFORMAZIONE CONTATTARE Burson Marsteller Lucia Giaculli Tel. 02 72.14.31

PROFILO

EMITTENTE

Discovery Real Time offre una programmazione tutta dedicata alla gioia di vivere il proprio tempo libero, dove i concetti di bellezza, piacere, divertimento, lusso e socialità sono presentati in modo semplice, divertente e accessibile a tutti. Il target è composto da donne di età compresa tra i 25 e i 44 anni: donne moderne, al passo con i tempi, che si realizzano nel lavoro senza dimenticare la centralità della famiglia. Perciò i contenuti editoriali sviluppano principalmente le tematiche legate alla quotidianità della vita femminile quali casa e cucina, figli ed educazione, ma anche salute e bellezza. Baby & parenting fornisce un vero manuale di consigli per neo e future mamme, per vivere con serenità l’attesa, la nascita e la crescita del proprio bimbo. Casa e cucina sono due temi che tutte le donne vivono da vicino con grande passione: architettura, design d’interni e l’arte del ricevere. Piccoli suggerimenti di salute e benessere per star bene con sé stessi: dalla scelta dell’abito e del make-up più adatto alla decisione di ricorrere alla chirurgia estetica. E infine le relazioni che regolano la vita sentimentale, attraverso le intime confidenze di uomini e donne di ogni età.

PALINSESTI Ma come ti vesti?!: Dopo il successo della prima edizione, torna il docu-reality che si propone di migliorare il look di persone che necessitano un restyling radicale, attraverso preziosi consigli e un budget per rinnovare il guardaroba. Ogni puntata si apre con la richiesta di aiuto da parte dei ‘mandanti’, amici o parenti, che desiderano a tutti i costi regalare un nuovo look a una persona cara. Due esperti d’immagine, Enzo Miccio e Carla Gozzi, aiuteranno il concorrente a migliorare il suo aspetto, seguendo alcune regole base della moda e soprattutto abolendo dal suo guardaroba alcuni pezzi davvero improponibili! Mamme nella rete: Il primo programma con user generated content dedicato alle mamme. Protagoniste sono le stesse filmmaker, che riprendono scene di vita familiare in video amatoriali. In questa seconda stagione la maternità nel senso più intimo e magico lascia spazio alla crescita e alla scoperta del mondo: vedremo quindi le mamme alle prese con i bimbi che muovono i primi passi e iniziano a dire le prime parole. Chef per un giorno: Volti celebri del mondo dello spettacolo si mettono alla prova dietro ai fornelli per preparare una cena di quattro portate in un vero ristorante. Ciascuno di loro dovrà creare il proprio menu e cercare di conquistare commensali e critici. Gli ospiti, ignari della vera identità dello chef, saranno filmati durante tutta la serata con telecamere nascoste che coglieranno reazioni e impressioni rispetto al cibo servito. Poi faranno il loro ingresso i giudici: ogni puntata vedrà la presenza di due critici culinari accompagnati da un ospite, i quali dovranno esprimere il loro voto sulla cena servita. Soltanto alla fine verrà svelata la vera identità dello chef... Sarà osannato o arrostito vivo? Chef a domicilio: Alessandro Borghese si aggira per i banchi di mercati e supermercati italiani per diventare chef a domicilio! I protagonisti del programma sono persone comuni reclutate mentre fanno la spesa. Alessandro avvicina i clienti dei supermercati e offre il suo aiuto per preparare una cena indimenticabile: una festa di compleanno o semplicemente una cena per la famiglia. Lo chef aiuterà infatti il padrone di casa a preparare il menù e l’atmosfera ideale per fare una bella sorpresa agli ospiti. Ogni serata si trasformerà così in un’occasione speciale e indimenticabile. Donne mortali: Donne che hanno firmato con il sangue delle proprie vittime pagine cruente della storia: sono le ‘donne mortali’ a cui Real Time ha voluto dedicare una serie che esplora i motivi che le hanno indotte a uccidere. Con l’aiuto della criminologa Roberta Bruzzone, lo spettatore entrerà in un mondo governato da forze irrazionali, ossessioni, avidità, vendette. In ogni episodio si raccontano quattro storie di famose omicide del passato, i cui crimini vengono ricostruiti in maniera fedele per riportare alla luce vittime e carnefici. La ricostruzione si avvale dei contributi di Candice DeLong, ex agente dell’FBI, e di Janis Amatuzio, patologo forense che cercherà di ricostruire gli ultimi momenti di vita delle vittime.

~ 34 ~


TV

T V K E Y 269

DIGITALI

Discovery Science SEDE Discovery Italia Corso Vittorio Emanuele II, 28 20122 Milano www.discoverychannel.co.uk/int/

ANNO

DI FONDAZIONE

2003

MANAGEMENT/STAFF GENERAL MANAGER SUD EUROPA Marinella Soldi VP CHANNELS SUD EUROPA Antonella d’Errico VP AD SALES SUD EUROPA Andrea Castellari PR MANAGER Barbara Ferrieri

COLLEGAMENTI

INTERNAZIONALI

Discovery Science è parte del gruppo Discovery Networks EMEA.

MODALITÀ

DI RICEZIONE

Discovery Science è visibile sulla piattaforma SKY, area Mondi e Culture, canale 422.

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ Publikompass

PER INFORMAZIONE CONTATTARE Burson Marsteller Lucia Giaculli Tel. 02 72.14.31

PROFILO

EMITTENTE

Discovery Science è dedicato a chi vuole essere aggiornato sulle ultime innovazioni in campo scientifico e tecnologico e offre una visione unica dell’impatto che la scienza ha sulla nostra vita quotidiana, una vetrina divertente delle grandi idee, dei congegni più moderni e dell’avanguardia tecnologica. Il pubblico di Discovery Science (uomini tra i 22 e i 44 anni) si pone domande su ogni aspetto della quotidianità, è affascinato dal progresso dell’uomo, dai meccanismi della mente e da ogni tipo di scoperta scientifica. La passione per la scienza e la tecnologia conduce lo spettatore alla scoperta del mondo che lo circonda. L’offerta si suddivide in tematiche interessanti e scientifiche. Pop science: per avvicinarsi alla scienza e alla tecnologia con un approccio irriverente e d’intrattenimento. Tecnologia: la scienza applicata alla realtà di tutti i giorni, dai piccoli marchingegni ai gadget di ultima generazione fino alle tecnologie industriali. Il corpo e la mente: la vita quotidiana sotto la lente della scienza per rispondere a grandi domande sull’essere umano. La forza della natura: i fenomeni naturali, la loro forza selvaggia e distruttiva spiegata tramite ricostruzioni e argomentazioni scientifiche.

PALINSESTI Scienza per assurdo: È un divertente programma che presenta gli esperimenti più strani che vengono effettuati in nome della scienza. Per esempio, mostrando a una locusta le scene d’azione del film Guerre Stellari e osservando le sue reazioni neuronali ai movimenti veloci dei caccia Ala-X, la biologa Claire Rind scopre come gli insetti riescano a evitare le collisioni a mezz’aria. Il bizzarro esperimento ha indotto gli scienziati a cercare di riprodurre le abilità anti-collisione delle locuste applicandole a computer, robot e persino automobili. Questo significa che, grazie alla ‘locusta appassionata di film’, sarebbe possibile salvare migliaia di vite sulle strade. Cosmic collisions: Enormi meteoriti orbitano pericolosamente vicini alla Terra. Secondo gli scienziati le collisioni sono inevitabili ed è necessario capire quando si verificheranno e che tipo di danni potranno causare. Cosa si può fare per fermare un asteroide diretto verso la Terra o per impedire che in futuro si verifichi un evento simile? Il programma, in tre puntate, è un’indagine sulla Terra, le galassie cosmiche e il sistema solare, e rivela tutto quanto c’è da sapere sulle collisioni tra le meteore e il nostro pianeta e su ciò che gli scienziati stanno facendo al fine di prepararsi a un simile evento futuro. Grazie a un viaggio attraverso gli spazi cosmici che circondano la Terra, il programma descrive il sistema solare e illustra inoltre come simili collisioni abbiano creato la Luna. Questo viaggio spaziale esamina infine le galassie e le ‘battaglie cosmiche’ in atto tra i corpi celesti. Come è fatto: Un programma di culto, giunto alla dodicesima stagione, dove si visitano fabbriche e si studiano gli oggetti d’uso quotidiano per scoprire come sono nati. Fra i tanti ‘protagonisti’ di questa stagione ci saranno i ricambi d’auto in fibra di carbonio e gli asciugatori ad aria. Pur non avendo granché di esotico, questi oggetti svolgono un ruolo importante nella nostra vita. Usiamo migliaia di prodotti ogni giorno, ma è facile dimenticare come sono stati creati. Questa serie mostrerà come le materie prime diventino prodotti finiti e ogni puntata ci stupirà nel mostrarci quanti sono gli articoli creati negli stabilimenti high-tech di tutto il mondo. Armi del futuro: L’ex membro dei Navy SEAL Richard ‘Mack’ Machowicz torna con la nuova serie di Armi del futuro per indagare sul terribile e segreto mondo della progettazione delle armi. Alla ricerca dell’ordigno supremo, Mack gira il mondo per individuare le armi più letali e più terribili mai inventate. La serie esplora gli aspetti scientifici e tecnologici della progettazione delle armi e presenta i bizzarri individui che dedicano la vita a inventarci nuovi modi per annientare il nemico. Il nostro intrepido presentatore mette personalmente alla prova le armi, come l’ultimo lanciarazzi da spalla SMAW-NE, con risultati spettacolari, oltre a ottenere l’esclusivo accesso alle prove di collaudo del sistema di difesa che devia i missili nemici nello spazio.

~ 35 ~


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

Discovery Travel & Living SEDE Discovery Italia Corso Vittorio Emanuele II, 28 20122 Milano www.discoverychannel.co.uk/int/

ANNO

DI FONDAZIONE

2003

MANAGEMENT/STAFF GENERAL MANAGER SUD EUROPA Marinella Soldi VP CHANNELS SUD EUROPA Antonella d’Errico VP AD SALES SUD EUROPA Andrea Castellari PR MANAGER Barbara Ferrieri

COLLEGAMENTI

INTERNAZIONALI

Discovery Travel & Living è parte del gruppo Discovery Networks EMEA.

MODALITÀ

DI RICEZIONE

Discovery Travel & Living è visibile sulla piattaforma SKY, area Mondi e Culture, canale 426.

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ Publikompass

PER INFORMAZIONE CONTATTARE Burson Marsteller Lucia Giaculli Tel. 02 72.14.31

PROFILO

EMITTENTE

Discovery Travel & Living apre una finestra su paesi sconosciuti e angoli di mondo inediti e consente di partire alla scoperta di questi luoghi attraverso percorsi unici, cibi esotici, lusso, design, abitazioni e stili di vita inconsueti stando comodamente seduti in poltrona. Un mix eclettico di programmi che solletica i sensi, stimola la curiosità e scatena la fantasia. Giovani e non solo, gli adulti tra i 25 e i 54 anni sono il target di riferimento di Discovery Travel & Living che comprende un pubblico che assapora il mondo in tutti i suoi aspetti, da quello geografico a quello gastronomico, dai profumi esotici alle musicalità orientali, e trasporta così uomini e donne con la passione per i viaggi, il lusso e la buona cucina in dimensioni spazio-temporali sorprendenti. I contenuti editoriali del canale affrontano tematiche quali l’abitazione, i viaggi, la gastronomia, la cucina e i paesi lontani. Abitare: mille modi diversi di vivere la casa dei propri sogni (loft a Manhattan, monolocali supertecnologici, manieri di campagna riportati a nuova vita). Viaggi: tutto quello che c’è da vedere e da conoscere in giro per il mondo, in un viaggio che allarga gli orizzonti. Cucina: le tradizioni culinarie come parte della cultura locale per conoscere i popoli tramite cibi e ricette sfiziose. Trasferirsi a…: le avventure di chi ha intrapreso grandi cambiamenti di vita scegliendo di andare a vivere in luoghi lontani e remoti.

PALINSESTI La mia nuova vita in montagna: Benn e Amy Coley hanno rinunciato alla vita frenetica di Londra per seguire i loro sogni e gestire una pensione nel sud della Francia, ma si trovano in un momento di crisi. Si tratta di far le valigie e tornare a casa ammettendo la sconfitta oppure di affrontare un cambiamento totale. Dopo aver trovato una località sciistica promettente nei Pirenei, la coppia si imbarca in un’impresa molto rischiosa ma potenzialmente redditizia e acquista tre chalet nuovi a un prezzo conveniente allo scopo di affittarli. Discovery Travel & Living segue i problemi che Benn e Amy si trovano ad affrontare per l’espansione del loro ‘impero’ immobiliare all’estero. Trovandosi a operare nel settore dello sci per la prima volta, è molto difficile trovare degli ospiti per coprire le spese generali sempre più ingenti cercando allo stesso tempo di realizzare il loro sogno: Amy desidera diventare una cuoca, Benn una guida sciistica. Si tratta davvero di una situazione senza ritorno? Classic Car Club: Una serie interamente dedicata alle auto considerate ‘classiche’, dalle vetture di lusso a quelle più economiche, ma anche a quelle contemporanee che con ogni probabilità diventeranno i modelli classici del futuro. Il team di esperti presentatori comprende Penny Mallory, pilota di rally di fama mondiale, Alex Riley, giornalista televisivo e appassionato di auto, Tony Mason, navigatore rally di successo, e Edd China, esperto meccanico e creatore di veicoli d’eccezione. Il team mette alla prova due note auto d’epoca, la Jaguar E-Type e la Porsche 911, oltre a esaminare modelli più economici come la BMW M3, i modelli Serie 6 e la Mercedes SL. Grandi progetti: Kevin McCloud torna con la sesta serie di Grandi progetti, il programma che ha per protagoniste coppie alle prese con la progettazione della propria casa perfetta. C’è chi sta ristrutturando un vecchio granaio e chi sta per costruire una casa al lago, in Scozia: Kevin è a disposizione di tutti con tante idee e consigli professionali. Grandi progetti è un’opportunità unica per imparare come mettere in pratica concetti ambiziosi, senza sforare il budget e nei tempi stabiliti, pur con tutte le traversie che la realizzazione di una casa inevitabilmente comporta. Dalle prime confuse fasi progettuali alla loro traduzione, non priva di difficoltà, in concreti spazi abitabili, Kevin McCloud offrirà il suo aiuto prezioso alle tante coppie che hanno in mente progetti davvero grandi ma non hanno idea di come realizzarli...

~ 36 ~


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

Boomerang SEDE Via della Mercede, 37 00187 Roma Tel. 06 69.66.51 Fax 06 69.66.528 www.cartoonnetwork.it/boomerang

ANNO

DI FONDAZIONE

2003

MANAGEMENT/STAFF SENIOR

VICE PRESIDENT

&

PROFILO

Boomerang nasce nel 2003, in concomitanza con il lancio di SKY in Italia. Canale di cartoni animati 24 ore su 24 della Turner (gruppo TimeWarner), è arrivato nel nostro paese sulla scia del grande successo di Cartoon Network. Il canale, che fa parte del pacchetto basic ‘MondoSKY’ (al numero 608), ha una diffusione vastissima, raggiungendo le case di tutti i 4,7 milioni di abbonati. Dal 20 dicembre 2008 è in onda Boomerang+1 (canale 609), che trasmette la stessa programmazione del canale ‘madre’ in differita di un’ora, per i ritardatari che avessero perso i loro show preferiti e per chi volesse rivedere le gag dei cult dell’animazione o delle nuove serie. Rivolto ai cartoon fan di ogni età e a una visione condivisa fra genitori e figli, il canale trasmette non solo i grandi classici dell’animazione, come Tom & Jerry, Braccio di Ferro e i Looney Tunes, ma anche nuovissime serie in 3D pensate apposta per i bambini in età prescolare, tra cui Hello Kitty, Le avventure di Piggley Winks e Sam Sam. Boomerang è il luogo dove i più piccoli possono ridere e divertirsi, contagiando tutta la famiglia.

GENERAL MANAGER

Jaime Ondarza SENIOR MARKETING & BUSINESS DEVELOPMENT DIRECTOR

Luca Magnani AD SALES DIRECTOR Roberto Brazzelli PROGRAMMING & ACQUISITIONS MANAGER

Cecilia Padula

MODALITÀ

DI RICEZIONE

Boomerang: canale 608 Boomerang+1: canale 609

Bouquet Satellitare MondoSKY Satellite: Hot Bird 13° est Frequenza: 11,976 Polarizzazione: orizzontale

COLLEGAMENTI

INTERNAZIONALI

Turner Broadcasting System Europe Limited Turner House 16 Great Marlborough Street W1F 7HS Londra (UK)

CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

Cairo Communication

EMITTENTE

PALINSESTI Boomerang è la casa dei grandi cartoni classici, da Scooby-Doo ai Puffi, dai Flintstones a Tom & Jerry. L’obiettivo è un sano divertimento da vivere anche insieme ai propri genitori. Sul canale infatti i bambini scoprono i grandi cartoni della storia dell’animazione e gli adulti ritrovano, con un pizzico di nostalgia, i personaggi amati nella loro infanzia. Il palinsesto di Boomerang si focalizza sul target prescolare: la programmazione dedicata ai piccoli parte dalla mattina presto anche con serie nuo- Sopra, ‘I Puffi’ e ‘Tom & Jerry’. Sotto, ‘Sam Sam’. vissime realizzate in 3D, pensate apposta per loro, come Sam Sam e Hello Kitty. Di quest’ultima star, il canale propone una ricca offerta di show, dalla serie in animazione tradizionale a quella realizzata in stop-motion, tecnica resa famosa da Wallace & Gromit. Tra le recenti acquisizioni dedicate al target prescolare figurano anche le nuovissime Toot & Puddle, prodotta da National Geographic, e Lunar Jim, che attraverso grafica e storie ad hoc stimolano i bambini a scoprire il mondo intorno a loro, divertendosi. Appuntamento ormai fisso del fine settimana è FilmBoom, più di un’ora di programmazione il sabato e la domenica in prima serata con i lungometraggi Warner Bros, Hanna-Barbera e non solo, in compagnia di ScoobyDoo, Casper, i protagonisti della saga Alla Ricerca della Valle Incantata e molti altri grandi personaggi. Sopra, ‘Alla ricerca della Valle Incantata’. Sotto, ‘Hello Kitty’ e ‘Toot & Puddle’.

~ 38 ~


TV

T V K E Y 269

DIGITALI

Cartoon Network SEDE

PROFILO

Via della Mercede, 37 00187 Roma Tel. 06 69.66.51 Fax 06 69.66.528 www.cartoonnetwork.it

ANNO

DI FONDAZIONE

1996

MANAGEMENT/STAFF SENIOR

VICE PRESIDENT

&

GENERAL MANAGER

Jaime Ondarza SENIOR MARKETING & BUSINESS DEVELOPMENT DIRECTOR

Luca Magnani AD SALES DIRECTOR Roberto Brazzelli PROGRAMMING & ACQUISITIONS MANAGER

Cecilia Padula

MODALITÀ

DI RICEZIONE

Cartoon Network: canale 606 Cartoon Network+1: canale 607

Bouquet Satellitare MondoSKY Satellite: Hot Bird 13° est Frequenza: 11,976 Polarizzazione: orizzontale

COLLEGAMENTI

INTERNAZIONALI

Turner Broadcasting System Europe Limited Turner House 16 Great Marlborough Street W1F 7HS Londra (UK)

CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

Cairo Communication

EMITTENTE

Cartoon Network è presente in 170 paesi nel mondo, raggiunge oltre 220 milioni di case ed è trasmesso in 21 lingue. Edito da Turner Broadcasting System (gruppo TimeWarner), Cartoon Network Italia è presente nel pacchetto basic di SKY Italia, ‘MondoSKY’ (canale 606), raggiungendo 4,7 milioni di famiglie. Cartoon Network+1 (canale 607) trasmette la stessa programmazione del canale ‘madre’ in differita di un’ora. Da dicembre 2008 è disponibile anche nel nuovo pacchetto kids della tv digitale terrestre, ‘Mediaset Premium Fantasy’ (canale 107). Il network raggiunge ulteriori 200.000 famiglie abbonate a Fastweb Tv. Dal 2007, inoltre, i clienti Fastweb possono usufruire del primo servizio on demand in Italia dedicato ai bambini: Cartoon Network On Demand, che permette ai ragazzi stessi di creare il loro palinsesto scegliendo tra una vasta offerta di anteprime ed episodi dei Cartoon Network Originals. Da marzo 2009 è anche sulla IPTV di Alice Home TV attraverso il pacchetto ‘Mediaset Premium Bouquet’. Cartoon Network è anche il primo canale kids in Italia ad aver lanciato servizi di mobile tv. Oltre a essere presente su Vodafone Live con downloadables, giochi e clip, è stato il primo canale per bambini disponibile sui cellulari 3 Italia (UMTS), anche attraverso un’offerta on demand. Il canale è interattivo, grazie ai giochi ITV Cartoon Network Games su SKY e alla community Cartoon Network Gang, con cui i ragazzi – iscrivendosi attraverso www.cartoonnetwork.it/gang – possono usufruire di vantaggi esclusivi e concreti anche fuori dagli schermi.

PALINSESTI Cartoon Network trasmette 24 ore al giorno un mix unico di show: tantissimi cartoni animati (dalle serie dei Cartoon Network Studios, tra cui Ben 10 e Le Superchicche, alle acquisizioni come Zatch Bell e Blue Dragon), serie in live action di successo (come i telefilm Flor e Jimmy Fuori di testa) e film per tutti (da quelli in animazione con Scooby-Doo e Batman a Polar Express e Le avventure di Rocky e Bullwinkle). Cartoon Network allarga i confini del Sopra, ‘Ben 10’ e ‘Blue Dragon’. divertimento, della risata, dell’avventura e dell’emozione offrendo ai propri fan, con la sua programmazione innovativa e originale, intrattenimento allo stato puro. Il canale ha il più vasto archivio di cartoni al mondo (2000 personaggi e 8500 episodi tra cui produzioni Warner Bros, MGM, Hanna-Barbera): dai classici come Scooby-Doo (o Tom & Jerry e i Looney Tunes, in onda su Boomerang) alle produzioni originali dei Cartoon Network Studios di Burbank, California. Tra i Cartoon Network Originals prodotti, vincitori di ben 18 Emmy Awards, oltre alle Superchicche e Ben 10 spiccano Ed Edd & Eddy, Gli amici immaginari di Casa Foster, Le avventure di Billy & Mandy e i nuovissimi Chowder Scuola di Cucina e Flapjack. Dal 2007 i Cartoon Network Studios hanno anche un centro in Europa, a Londra, che realizza importanti co-produzioni come I Fantastici 4 con la Marvel e il recente Polli Kung Fu con la Aardman Animations. A sinistra, ‘Scooby-Doo’, ‘Flor’, ‘Le Superchicche’. Sotto, ‘Le avventure di Rocky e Bullwinkle’.

~ 39 ~


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

Boing SEDI UFFICI

PROFILO

EMITTENTE

AMMINISTRATIVI

Viale Europa, 46 20193 Cologno Monzese (MI) Tel. 02 25.141 Via della Mercede, 37 00187 Roma Tel. 06 69.66.51

SEDE

LEGALE

Via Paleocapa, 3 20121 Milano Tel. 02 25.14.98.13 Fax 02 25.14.98.30

Nata nel novembre 2004 dall’accordo tra Rti e Turner Broadcasting System Europe, società leader nei rispettivi settori, Boing è oggi una delle proposte portanti della tv digitale terrestre, presente sul mercato con ben 11,3 milioni di decoder venduti (dati GfK, novembre 2008). Boing è stato il primo canale tematico rivolto ai bambini e ai ragazzi della free tv italiana. A quasi cinque anni dal lancio, nei primi mesi del 2009, i risultati di ascolto sono da record: Boing è infatti il singolo canale per bambini piú visto fra tutti quelli dell’offerta kids multichannel (tv sat e Dtt). Inoltre è l’ottavo canale piú visto dell’intera tv italiana (free, sat e Dtt). Accessibile gratuitamente, 24 ore su 24, la rete propone ogni giorno programmi di qualità e grandi successi di tutti i tempi: dai cartoni ai telefilm, dai documentari ai film. Boing è una tv pensata a misura di bambino, un luogo dove ci si può divertire e imparare allo stesso tempo. Su www.boingtv.it, dalla primavera di quest’anno con un’inedita veste grafica per una nuova esperienza di navigazione, i ragazzi possono trovare informazioni sugli show, sugli eventi del canale e sui personaggi delle serie più amate, oltre a giochi, video, concorsi e operazioni speciali.

www.boingtv.it

PALINSESTI ANNO

DI FONDAZIONE

2004

MANAGEMENT/STAFF PRESIDENTE Silvio Carini DIRETTORE RESPONSABILE Jaime Ondarza

MODALITÀ

DI RICEZIONE

Trasmesso in modalità digitale terrestre nel multiplex 2 Elettronica Industriale. Disponibile anche in modalità DVB-H nell’offerta mobile tv di 3 Italia.

CONCESSIONARIA

A seconda delle fasce orarie, il palinsesto di Boing si rivolge ai bambini in età prescolare, al core target tra i 6 e gli 11 anni, agli adolescenti o anche all’intera famiglia, attraverso ‘blocchi’ realizzati per soddisfare i gusti dei rispettivi target, con una grafica e un look che rispecchiano i programmi. Tra questi, ‘Pop Corn’, appuntamento cinema per tutti, e ‘Tip Tap’, dedicato agli show per i più piccini. Unendo il patrimonio di esperienza e i contenuti di Turner e Rti, Boing offre una programmazione di general entertainment di qualità, un mix tra cultura e intrattenimento, accessibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7: dai cartoni come Pokémon, Johnny Bravo, Magica Doremì e Hello Spank ai grandi film come Superman, Final Fantasy e i lungometraggi dedicati a Barbie; dai telefilm come My Spy Family, Paso Adelante e Malcolm, ai documentari firmati BBC e National Geographic. Inoltre, nell’ultimo anno, la programmazione di Boing si è arricchita con due nuove produzioni originali: Wannadance, game-show ispirato al mondo della danza, dove i ragazzi sono i protagonisti di avvincenti sfide a ritmo di musica, e Creartú, show divertente ed educativo che insegna ai bambini a realizzare oggetti utilizzando fantasia e creatività.

DI PUBBLICITÀ

Digitalia ’08 Amm. delegato: Fabrizio Cerutti Tel 02 21.02.39.18 Fax 02 21.02.40.81 www.digitalia08.it

In alto, il logo animato con i cartoni di Boing; sopra, ‘Paso Adelante’ (telefilm) e ‘WannaDance’ (game show); sotto, ‘Ma quando arriviamo’ (documentario), ‘Barbie’ (film) e ‘Pokémon’ (cartone).

~ 40 ~


TV

T V K E Y 269

DIGITALI

Iris SEDE Viale Europa, 46 20193 Cologno Monzese (MI) Tel. 02 25.141 www.iris.mediaset.it

ANNO

DI FONDAZIONE

2007

PROFILO

EMITTENTE

Iris è il canale free del digitale terrestre per chi ama il grande cinema d’autore italiano e internazionale. Con Iris si ha la possibilità di vedere o rivedere, anche in prima serata, quei film che spesso non trovano facile collocazione nei palinsesti della tv generalista. Oltre al cinema, trovano spazio e risalto anche sit-com, telefilm cult, documentari e una serata alla settimana dedicata a grandi pièce teatrali italiane e ai concerti di musica classica e lirica. La vastissima offerta cinematografica si articola attraverso cicli, spesso legati a ricorrenze, ad anniversari, ai più importanti festival cinematografici e a tutto quello che si allaccia alla stretta attualità del cinema e dei suoi protagonisti. Iris si rivolge a un pubblico raffinato ed elitario, amante della cultura e del cinema d’autore e alla ricerca di contenuti difficilmente disponibili nel panorama televisivo tradizionale.

MANAGEMENT/STAFF DIRETTORE

Miriam Pisani CHANNEL MANAGER Anna Maria Fontanella

MODALITÀ

PALINSESTI

CONTENUTI

DIGITALE TERRESTRE FREE

DI RICEZIONE

Digitale terrestre

CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

Digitalia ‘08 Amm. delegato: Fabrizio Cerutti Tel 02 21.02.39.18 Fax 02 21.02.40.81 www.digitalia08.it commerciale@digitalia08.it

Cinema: La programmazione del day time spazia dal grande cinema d’autore del passato a quello moderno e contemporaneo, con cicli dedicati ai film francesi e americani, ai classici in bianco e nero e ai mitici anni ‘60. Il prime time: la domenica di Iris è ‘Sguardi d’autore’ con i film delle più importanti firme del cinema mondiale. Il lunedì è dedicato al cinema italiano con il ciclo ‘Fellini & Co.’. Il giovedì c’è il ciclo ‘Europa Europa’, una grande opportunità per poter scoprire o riscoprire la scuola del vecchio continente. Il venerdì Iris apre le porte alla magia del palcoscenico con il ciclo ‘Venerdì a teatro’. Il sabato, con il ciclo ‘Ritratto d’attore’, è dedicato ai grandi interpreti del cinema italiano. Le rubriche: Io mi racconto: una serie di documentari-interviste che vede protagonisti attori, registi e personaggi appartenenti al mondo del cinema, come Mariangela Melato, Marco Bellocchio, Paolo Virzì. Ti racconto un libro: l’appuntamento di Iris con l’universo dei libri e con i suoi protagonisti. Iris la settimana: un magazine per scoprire tutte le novità su film, spettacoli teatrali, concerti di musica classica e le mostre più importanti. Io l’ho visto: Carlo Rossella (Presidente di Medusa) introduce, solo per Iris, i film della prima serata, con commenti e aneddoti. Note di cinema: la giornalista del TG5 Anna Praderio firma questa rubrica di approfondimento, con ser- In alto, ’La dolce vita’ (cinema), ‘The vizi e interviste ai prota- dreamers’ (cinema) e ‘CSI’ (serie). gonisti del cinema italiano e internazionale. Iris ai festival: i grandi festival del cinema di Berlino, Cannes e Venezia, seguiti per i telespettatori di Iris. L’informazione è firmata da Tgcom, diretto da Paolo Liguori: e solo per Iris, un’edizione su tutto ciò che riguarda il mondo del cinema e dello spettacolo. Sopra, ‘Non ti muovere’ (cinema). Sotto, ‘Liolà’ (teatro) e ‘Le nozze di Figaro’ (teatro).

~ 41 ~


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

Joi SEDE Mediaset Viale Europa, 44 20093 Cologno Monzese (MI) Tel. 02 25.14.1 www.mediasetpremium.mediaset.it

ANNO

DI FONDAZIONE

2008

MANAGEMENT/STAFF DIRETTORE CONTENUTI E MARKETING MEDIASET PREMIUM Marco Leonardi CHANNEL MANAGER Gian Paolo Parenti REDAZIONE Giuseppe Betti Valentina Damiani

MODALITÀ

DI RICEZIONE

Digitale terrestre IPTV (Alice Tv)

CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

Digitalia ‘08 Amm. delegato: Fabrizio Cerutti Tel. 02 21.02.39.18 Fax 02 21.02.48.41 www.digitalia08.it commerciale@digitalia08.it

PROFILO

EMITTENTE

In onda dal 19 gennaio 2008, Joi è – con Mya e Steel – uno dei tre ‘mondi’ di Premium Gallery, l’offerta a pagamento di film e serie televisive sul digitale terrestre che Mediaset ha affiancato a Premium Calcio, il meglio del calcio nazionale e internazionale, e alla quale ha recentemente aggiunto Premium Fantasy, un ‘pacchetto’ di canali destinati a bambini e ragazzi. Joi si rivolge a un pubblico di famiglie giovani e moderne, dove i genitori – che hanno idealmente tra i 30 e i 45 anni – sono cresciuti a ‘pane e tv’ nei due decenni di massimo sviluppo e sperimentazione della tv italiana: gli anni ‘70 e gli anni ‘80. La fame che questi telespettatori hanno di grandi e belle storie, il desiderio di vederle in anteprima, il bisogno di seguirle secondo la ‘vecchia’ logica degli appuntamenti fissi e di una programmazione ordinata e precisa premiano Joi, rendendo la sua relazione col pubblico calda e all’insegna della reciproca fiducia. Oltre all’estrema cura redazionale nel programmare le serie e gli appuntamenti con il cinema, Joi si segnala per la rapidità con cui manda in onda le sue serie di punta: spesso gli episodi vengono trasmessi a poche settimane di distanza dalla messa in onda americana. Pur essendo la programmazione in larga misura ‘made in Usa’, Joi punta anche su serie e film italiani inediti. Inoltre completa la propria offerta con un’interessante selezione di cortometraggi (italiani e internazionali; di fiction e di animazione) e con un ricco apparato di ‘filler’ che funzionano un po’ come gli ‘extra’ dei dvd, fornendo informazioni complementari e interpretazioni originali relativamente ai prodotti trasmessi.

PALINSESTI La prima serata del lunedì è dedicata ai ‘Magnifici’: prime visioni cinematografiche e ‘classici’ del cinema, con grandi cast e trame emozionanti, dove – che vi siano o meno effetti speciali grandiosi – non manca mai l’occasione di provare meraviglia, ridere o commuoversi. Di martedì, per tutto il 2009, saranno di scena i polizieschi, con le nuove stagioni (in prima visione) di Criminal Intent e Special Victim Unit e la novità assoluta di The Mentalist, recente campione di ascolti della tv Usa. Il mercoledì è dedicato a serie un po’ più al femminile, come ER14, Pushing Daises 2 (in prima visione) e le nuove avventure di Daniel Crew, il poliziotto-filosofo protagonista di Life 2. Sempre di mercoledì, da settembre è prevista una House story (molto richiesta e attesa dal pubblico) che ripar- Hugh Laurie, protagonista tirà dalla prima mitica stagione. Al giovedì, Joi ‘sparerà’ i suoi della serie ‘Dr. House’. colpi migliori, tra cui l’inedita Jack & Bobby, la settima stagione di Monk (in prima visione) e soprattutto, a poche settimane di distanza dalla messa in onda americana, gli ultimi episodi della quinta stagione del Dr. House. Al venerdì spiccano due serie su tutte: l’inedita e spettacolare Leverage, che narra le imprese di un moderno Robin Hood, e The Cleaner, una vicenda sospesa tra ‘action’ e ‘drama’, incentrata sul percorso di un uomo che, dopo aver vinto le proprie dipendenze, decide di mettersi al servizio degli altri e aiutarli così a ‘ripulire’ le proprie vite. Il sabato e la domenica, tanto in prima serata quanto durante il day time, Joi proporrà il meglio di una vasta library cinematografica che spazia dagli anni ‘80 ai primi 2000, e alcune serie per tutta la famiglia come Robin Hood, di cui verranno proposte in esclusiva le stagioni 2 e 3. Dal lunedì al venerdì, nel corso della giornata, su Joi si alterneranno sitcom e storie per teenager come la popolare H2O, serie ‘legal’ come Trial by Jury e The Guardian, i polizieschi più amati come Cold Case e The District, e drama come ER (di cui Joi detiene i diritti su tutte le stagioni, dalla 1 alla 14), Cover me e la raffinatissima Studio 60.

A sinistra, Matt Long, Christine Lahti e Logan Lerman, gli attori di ‘Jack & Bobby’. A destra, Simon Baker, protagonista di ‘The Guardian’.

~ 42 ~


TV

T V K E Y 269

DIGITALI

Mya SEDE

PROFILO

Mediaset Viale Europa, 44 20093 Cologno Monzese (MI) Tel. 02 25.14.1 www.mediasetpremium.mediaset.it

ANNO

DI FONDAZIONE

PALINSESTI

2008

MANAGEMENT/STAFF DIRETTORE CONTENUTI E MARKETING MEDIASET PREMIUM Marco Leonardi CHANNEL MANAGER Geraldina Neri REDAZIONE Marina Del Bigio Paolo Righetti

MODALITÀ

DI RICEZIONE

Digitale terrestre IPTV (Alice Tv)

CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

Digitalia ‘08 Amm. delegato: Fabrizio Cerutti Tel. 02 21.02.39.18 Fax 02 21.02.48.41

EMITTENTE

Nata il 19 gennaio 2008 col lancio di Premium Gallery, l’offerta pay di cinema e serie televisive all’interno della piattaforma digitale terrestre Mediaset Premium, Mya è il mondo dei sentimenti e delle emozioni, un mondo dedicato all’amore in tutte le sue declinazioni: amicizia, legami familiari, primi batticuori, favole romantiche, passione irrefrenabile, erotismo a tinte forti. Mya è l’unico canale tematico presente sul digitale terrestre con un’offerta ‘al femminile’: 24 ore su 24 per chi ama la commedia romantica, le favole, le passioni, gli intrighi e il mistero; il miglior prodotto americano ed europeo dedicato ai sentimenti e alle relazioni, la più alta concentrazione di serie tv e cinema con donne protagoniste.

La programmazione di Mya durante la settimana segue una modalità ‘a striscia’ fino alle 14.45 e nel preserale, con alcuni slot chiave destinati a pubblici specifici come gli appuntamenti del mattino con le soap europee (Tempesta d’amore, Rose rosse, Bianca) o del dopopranzo con serie destinate a un pubblico femminile adulto, con una proposta che copre diversi generi, dal poliziesco alla commedia familiare. La programmazione preserale si rivolge ai più giovani, con serie teen come One tree hill, Summer Crush, Una mamma per amica, OC, e sitcom come Friends, Joey, The adventures of old Christine. Per quanto riguarda il prime time (che viene riproposto il giorno seguente a partire dalle 14.45 insieme alla seconda serata), l’offerta si differenzia a seconda del giorno della settimana. Lunedì, mercoledì e sabato sono dedicati alle serie tv, con una proposta ricca di novità, continuing series e cult: The Closer 4, Saving Grace 2, Cashmere Mafia, Ally McBeal 3 e 4, Close to home, Gossip Girl 2, Privileged, Canterbury’s Law, I Tudors 3, Nip/Tuck 5, Trust me. Le altre serate sono dedicate al cinema: il martedì è ‘Sweet night’, serata dedicata alla commedia romantica, mentre giovedì, venerdì e domenica vengono proposte pellicole che spaziano attraverso vari generi (drammatico, thriller, poliziesco, film in co- In alto, ‘Ally McBeal’ e ‘American Dreams’. stume), tutti con un ‘female point-of-view’.

www.digitalia08.it commerciale@digitalia08.it

Sopra, ‘Canterbury’s Law’, ‘Gossip Girl’ e ‘Saving Grace’.

A sinistra, ‘I Tudors’ e ‘Nip/Tuck’.

~ 43 ~


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

Steel SEDE NBC Universal Global Networks Italia Via Po, 12 00198 Roma Tel. 06 85.20.91 Fax 06 85.20.94.99 www.steeltv.it info@steeltv.it

ANNO

DI FONDAZIONE

2008

MANAGEMENT/STAFF PRESIDENTE Luca Federico Cadura COMMUNICATIONS DIRECTOR Francesca Ginocchi MARKETING & ON AIR DIRECTOR Maria Theresia Braun SALES & DEVELOPMENT DIRECTOR Luca Marcucci PROGRAMMING & ACQUISITION DIRECTOR

Giorgina di Santo

ALTRI

PROFILO

EMITTENTE

È il canale a pagamento prodotto da NBC Universal Global Networks Italia e distribuito sul digitale terrestre nell’ambito del pacchetto Premium Gallery: un’originale miscela delle più famose serie tv, con anteprime e stagioni inedite, e delle più celebri e spettacolari pellicole del grande schermo, con prime tv e cult. Steel presenta almeno quattro film diversi al giorno e trenta al mese senza repliche nella stessa giornata, 800 episodi delle serie televisive di punta, 250 ore di serie tv inedite in Italia e 350 ore di fiction Italiana all’anno. Puro divertimento con i programmi senza interruzioni pubblicitarie, emozioni, azione e brivido 24 ore su 24: una destinazione per chi ama le sensazioni forti, pensata per un pubblico di giovani uomini tra i 20 e i 45 anni, un marchio internazionale per un’offerta tutta italiana. Un’inossidabile fusione di azione, avventura e divertimento con una porta aperta verso un’altra dimensione: Sci Fi, lo spazio dedicato alla fantascienza, in onda in esclusiva su Steel. Sopra, la campagna istituzionale 2008 ‘La Steel è anche +1 con la stessa programpassione non si spegne mai’. mazione differita di un’ora. Sul web è presente all’indirizzo www.steeltv.it.

MEZZI LEGATI ALL’EMITTENTE

www.steeltv.it www.scifichannel.it

SCI FI CONCESSIONARIA

In esclusiva in Italia, Steel ospita ogni giorno Sci Fi, il brand leader nel mondo dedicato alla fantascienza e all’ignoto. Prodotto da NBC Universal, va in onda tutti i giorni dopo la mezzanotte e il venerdì e sabato a partire dalle 21, e su Steel +1 in differita di un’ora. Supereroi, fenomeni paranormali, viaggi nel futuro e nel passato, in una miscela di mistero e avventura fatta di una programmazione che spazia dalle grandi serie in anteprima ai classici di culto. Da Fringe, la nuova serie tv firmata da J.J. Abrams, Smallville 8, Terminator: The Sarah Connor Chronicles 2, a cult come Star Trek in versione rimasterizzata, Spazio 1999 e serie vintage come Il Prigioniero.

DI PUBBLICITÀ

Digitalia ‘08 Amm. delegato: Fabrizio Cerutti Tel. 02 21.02.39.18 Fax 02 21.02.48.41 www.digitalia08.it commerciale@digitalia08.it

A sinistra, il soggetto ‘Alien’ per la campagna Sci Fi 2009 ‘Gli umani sono tra noi’.

~ 44 ~


MediaKeyEvents per sponsor di successo

6째 Press & Outdoor Key Award: maggio 2009 41째 Key Award: autunno 2009 10째 Interactive Key Award: inverno 2009 Per sponsorizzazioni: Roberto Albano Tel. 02 52.20.37.1

MediaKeyEvents eventi di successo


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

Hallmark Channel SEDE

PROFILO

NBC Universal Global Networks Italia Via Po, 12 00198 Roma Tel. 06 85.20.91 Fax 06 85.20.94.99

www.hallmarkchannel.it ANNO

DI FONDAZIONE

2007

MANAGEMENT/STAFF PRESIDENTE Luca Federico Cadura COMMUNICATIONS DIRECTOR Francesca Ginocchi MARKETING & ON AIR DIRECTOR Maria Theresia Braun SALES & DEVELOPMENT DIRECTOR Luca Marcucci PROGRAMMING & ACQUISITION

Hallmark, il canale per le donne di oggi con il buon gusto di ieri, è la destinazione dedicata alle donne moderne ma attente alla buone maniere di una volta. Entrato a far parte del gruppo NBC Universal alla fine del 2007 e distribuito sulla piattaforma SKY al canale 127, è uno spazio fatto di emozioni e valori veri, rilassante ma avvincente, passionale e mai arrogante, raffinato e magnetico, con una miscela di serie televisive e tv movie. Hallmark Channel è il luogo delle grandi storie appassionanti, dell’amore e del carattere. Tanti romanzi da sfogliare in tv, ogni giorno, 24 ore su 24: una combinazione unica di pluripremiate serie drammatiche provenienti dai migliori distributori del mondo, gloriose produzioni in costume e serie esclusive. Avventure epiche e panorami suggestivi per puntare dritto al cuore delle donne. Da serial cult come Dallas e Radici, all’Ispettore Morse, Settimo cielo, Giudice Amy e Un Detective in corsia.

EMITTENTE

La campagna istituzionale 2008 di Hallmark Channel, soggetto donna.

DIRECTOR

Giorgina di Santo

CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

SKY Pubblicità Tel. 02 30.80.12.974

PER

INFORMAZIONI CONTATTARE

NBC Universal Global Networks Italia Tel. 06 85.20.91 Fax 06 85.20.94.99

La campagna di guerrilla marketing per l’8 marzo 2009, ideata da NBC Universal.

~ 46 ~


TV

T V K E Y 269

DIGITALI

Eurosport SEDE Piazza Castello, 16 20121 Milano Tel. 02 36.59.82.01 Fax 02 36.59.82.00

www.eurosport.yahoo.it ANNO

DI FONDAZIONE

1989 (in Italia dal 1996)

MANAGEMENT/STAFF AMMINISTRATORE DELEGATO Georgina Twiss DEPUTY SALES DIRECTOR Ermanno Zacchetti

MODALITÀ

DI RICEZIONE

I canali Eurosport, Eurosport 2, Eurosport HD sono disponibili nel pacchetto Sport di SKY rispettivamente sui canali 210, 211 e 209. Eurosportnews è disponibile nel pacchetto Mondo di SKY sul canale 212.

COLLEGAMENTI

INTERNAZIONALI

Eurosport Group 3 rue Gaston et René Caudron 92798 Issy les Moulineaux Francia

CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

La vendita degli spazi pubblicitari paneuropei è gestita direttamente da Eurosport. La vendita degli spazi locali per il territorio nazionale è affidata alla concessionaria Solosport.

PER

INFORMAZIONI CONTATTARE

Simona Govetosa sgovetosa@eurosport.com

PER

INFORMAZIONI COMMERCIALI

salesmilano@eurosport.com

PROFILO

EMITTENTE

Con i canali Eurosport, Eurosport 2, Eurosport HD, Eurosportnews, i siti web Eurosport e Eurosport Events, il Gruppo Eurosport è la piattaforma sportiva multimediale leader in Europa. Eurosport è il canale che soddisfa i veri fan dello sport con una copertura di oltre 120 discipline per vivere in diretta le emozioni dei grandi eventi sportivi. Eurosport 2, lanciato nel 2005, è il canale sportivo della nuova generazione che offre una combinazione unica di sport di squadra, di avventura, emergenti e di intrattenimento, oltre a motori e news in tempo reale. Eurosport HD è il simulcast in alta definizione di Eurosport, lanciato a maggio del 2008. Eurosportnews fornisce le ultime notizie sportive e di informazione da tutto il mondo, 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre i nove siti internet di Eurosport rappresentano la prima destinazione per lo sport in rete in Europa, con fino a 9,9 milioni di visitatori unici al mese (in Italia l’indirizzo dello sport in rete è www.eurosport.yahoo.it). Eurosport Events infine è la divisione del Gruppo Eurosport impegnata nell’organizzazione, nella promozione e nello sviluppo di eventi sportivi internazionali.

PALINSESTI Il 2009, in cui ricorre il 20° anniversario dalla fondazione di Eurosport, sarà l’anno dei grandi campionati del mondo in diretta. Nel periodo estivo ci saranno gli attesissimi campionati del mondo di nuoto a Roma, a seguire i campionati del mondo di atletica di Berlino, i campionati di ciclismo su strada e quelli di ginnastica artistica. Tutti questi eventi e altri ancora saranno trasmessi in diretta su Eurosport e Eurosport HD. Sport olimpici estivi: I due appuntamenti più importanti del 2009 riguardano il nuoto, con i campionati del mondo che si svolgeranno a luglio, e l’atletica, con i campionati del mondo di agosto. Inoltre Eurosport darà ampio spazio ai più importanti meeting, alle maratone e ai grandi appuntamenti di ginnastica artistica, sollevamento pesi, canottaggio e tennis tavolo. Ciclismo: Eurosport offre la più completa offerta per gli appassionati, con il Giro d’Italia, il Tour de France, i campionati del mondo su strada e su pista e tutte le principali competizioni. Tennis: Dopo il successo degli Australian Open, Eurosport offrirà in diretta anche il Roland Garros e gli US Open. Grande attenzione al tennis femminile, con la copertura completa del WTA Tour: diciannove tornei fino al Sony Ericsson Championship a Doha. In più, a completare l’offerta, le dirette di ben undici tornei ATP. Motori: Per le ‘quattro ruote’, Eurosport proporrà il campionato del mondo Gran Turismo FIA WTCC, l’Intercontinental Rally Challenge, che ha debuttato a gennaio a Montecarlo, e il Mondiale Rally (WRC), oltre alla 24 Ore di Le Mans Series. Sul versante ‘due ruote’, ampio spazio alla Superbike e al mondiale Supersport. Calcio: Il calcio sarà protagonista su Eurosport nel 2009 con 1200 ore dedicate. Gli appuntamenti più importanti di quest’anno saranno la Coppa del Mondo FIFA Under 20 e i campionati europei femminili Euro 2009 cui Eurosport dedicherà un’ampia copertura in diretta. Eurosport seguirà inoltre le qualificazioni per la Coppa del Mondo FIFA 2010 con highlight da febbraio a novembre, la Champions League e la Coppa Uefa, insieme ad altri importanti eventi di beach soccer e calcio a 5. Su Eurosport 2, il canale della nuova generazione dedicato agli sport di squadra e a tutti gli sport alternativi e emergenti, troveranno spazio la pallamano, il rugby, l’hockey su ghiaccio e la pallacanestro con la finale dell’Eurocup che si svolgerà ad aprile a Torino. Per quanto riguarda gli sport alternativi, Eurosport 2 offre un’ampia copertura di surf, sci freestyle, snowboard e FMX, mentre tra gli sport emergenti spiccano su tutti il lacrosse e l’australian football. I mondiali di nuoto a Roma saranno trasmessi in diretta a luglio su Eurosport.

~ 47 ~


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

Sportitalia SEDE Via Tazzoli, 15 20154 Milano Tel. 02 62.31.60.1 Fax 02 62.31.60.353 www.sportitalia.com

ANNO

PROFILO

EMITTENTI

Sportitalia è… Eventi live, tg sportivi, programmi di approfondimento, 24 ore su 24, sette giorni su sette. Più di 70 eventi originali la settimana, programmi dedicati a tutte le discipline sportive e magazine esclusivi di altissima qualità. Ogni giorno cinque edizioni live di informazione sportiva. Una redazione sportiva giovane, competente e appassionata, caratterizza il canale e lo rende molto apprezzato dal pubblico.

DI FONDAZIONE

2004 (Sportitalia) 2005 (Sportitalia 24)

MANAGEMENT/STAFF AMMINISTRATORE UNICO Bruno Bogarelli DIREZIONE PALINSESTI Giorgio Ambrogi DIREZIONE MARKETING Marco Canzian

Sportitalia 24 è… Un nuovo canale su piattaforma Dtt e nel bouquet SKY, non più dedicato alle sole news sportive ma ricco anche di grandi eventi live italiani e internazionali, impreziosito da un flusso continuo di eventi esclusivi, multiprogrammazioni e magazine. Sportitalia 24 è soprattutto una vetrina di qualità per quelle discipline sportive che da sempre trovano poco spazio sui canali tradizionali, con un occhio di riguardo verso gli spettacoli più giovani e verso gli sport di casa nostra. Una ribalta importante per quelle discipline e attività sportive emergenti che oggi raccolgono un pubblico sempre più vasto e di altissimo livello.

PALINSESTI MODALITÀ

DI RICEZIONE

I canali Sportitalia e Sportitalia 24 sono disponibili nel pacchetto base di SKY rispettivamente sui canali 225 e 226, e free sulla piattaforma digitale terrestre all’interno del multiplex Telecom TIMB1.

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ Solosport

Grandi esclusive live, il calcio sudamericano ed europeo, la Coppa UEFA, la Supercoppa Europea, le qualificazioni ai Mondiali del 2010 in Sud Africa, le amichevoli delle grandi nazionali sudamericane (Brasile e Argentina), gli highlight della Serie B ogni sabato in esclusiva dalle 20.30 alle 22.30, la programmazione di motori a due e quattro ruote, il Motocross MX1 e MX2, il mondiale Supermoto, il grande basket NBA, la Champions League di volley, il ciclismo con il Giro di Romandia e il Giro della Svizzera: sono solo alcuni dei punti di forza del palinsesto di Sportitalia. E poi il wrestling della WWE, il tennis, il rugby, l’Eurolega di pallanuoto, il golf, la scherma e gli sport olimpici, la LNP di basket (Serie A dilettanti). Dal novembre 2007, in esclusiva, c’è anche la programmazione live di NBA Tv dalle 1.00 alle 7.00.

PER INFORMAZIONI CONTATTARE Segreteria direzione direzione@interactivegroup.it

PER INFORMAZIONI COMMERCIALI info@solosport.tv

Gli studi di Sportitalia, il tg sportivo ‘Si News’.

~ 48 ~


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

SAT 2000 SEDE REDAZIONE, PRODUZIONE

PROFILO

E STUDI TELEVISIVI

Via Aurelia, 796 00165 Roma Tel. 06 66.50.81 Fax 06 66.50.85.88 (redazione) Fax 06 66.50.85.81 (produzione) segreteria@sat2000.it dir.operativa@sat2000.it REDAZIONE MILANESE Piazza Carbonari, 3 20125 Milano Tel. 02 69.31.21 Fax 02 69.31.23.26 segreteria.mi@sat2000.it

Non è vero che la televisione è tutta uguale: SAT 2000 è diversa. Diversa per il punto di vista sulla realtà, diversa per la qualità dei suoi programmi, diversa per lo stile e per il linguaggio. SAT 2000 è una tv per tutti quelli che amano la buona televisione. Ha una grande passione per l'informazione, ma offre anche l’intrattenimento non volgare, l’approfondimento originale e stimolante, i documentari, i film, la musica. Tutto è prodotto e selezionato con cura, pensando

EMITTENTE

a chi ha in mano il telecomando e può scegliere tra tante proposte. SAT 2000 vuole accendere chi la accende, stimolando la curiosità, le emozioni, il senso critico, l’amore per la persona umana in tutte le situazioni della vita. È una tv con la testa tra le nuvole, ma con i piedi per terra. Si trova sul digitale terrestre e sul satellite, rigorosamente in chiaro (cioè gratuitamente), al numero 801 di SKY. Ma i suoi programmi possono essere incontrati anche su tante emittenti locali.

www.sat2000.it ANNO

DI FONDAZIONE

1998 MANAGEMENT/STAFF DIRETTORE Dino Boffo CONDIRETTORE TESTATA GIORNALISTICA COORDINATORE PALINSESTO Stefano De Martis

E

DIRETTORE GENERALE Marco Guglielmi DIRETTORE ARTISTICO Marina Pizzi SUPERVISIONE

E COORDINAMENTO PRODUZIONE E SEDE

Francesco Porcelli DIRETTORE DI PRODUZIONE Fulvio Gallo

MODALITÀ

Sopra, il programma ‘Novecento Controluce’, condotto da Paola Saluzzi. Sotto, il programma ‘1x1’, condotto da Arianna Ciampoli.

DI RICEZIONE

SAT 2000 è visibile sul digitale terrestre, sul satellite al canale 801 di SKY e su numerose emittenti locali. Satellite: Hot Bird 8 Posizione orbitale: 13° Est Modulazione: QPSK – FEC: 2/3 Frequenza: 11804 MHz Polarizzazione: verticale Symbol rate: 27.5 Msym/s

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ Sipra Tel. 06 36.17.51

~ 50 ~


CANALE 801 SKY E DIGITALE TERRESTRE

Sat 2000. la TV che ti accende.

WWW.SAT2000.IT


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

Cult SEDE

PROFILO

Fox Channels Italy Via Salaria, 1021 00138 Roma Tel. 06 88.28.40.00 Fax 06 88.66.30.15 www.cult-tv.it ANNO

Dai film al cinema-documentario, dalla serie tv più acclamate dalla critica internazionale ai più originali format, generi e linguaggi televisivi, Cult (canale 131 di SKY) propone una programmazione fuori da ogni definizione classica. Una televi-

EMITTENTE

sione per uno spettatore contemporaneo che racconta senza filtri la realtà che ci circonda, mettendo in primo piano la qualità dei contenuti e l’attenzione al panorama internazionale come ai linguaggi più innovativi.

DI FONDAZIONE

1998 MANAGEMENT/STAFF

VICE

AMM. DELEGATO Diego Londono PRESIDENT FACTUAL CHANNELS

DIRECTOR

Sherin Salvetti PROGRAMMING & PRODUCTION FACTUAL CHANNELS

Jan Ronca

MANAGER

MARKETING FACTUAL CHANNELS

DIRECTOR DIRECTOR

Riccardo Russo CREATIVE FACTUAL CHANNELS

Elena Frova

CORPORATE COMMUNICATIONS & PR

Marta Bertolini

MODALITÀ

DI RICEZIONE

Satellitare: Bouquet base di SKY (MondoSKY) Satellite: Hot Bird 13° Est Frequenza: 11.977 Polarizzazione: orizzontale Symbol Rate: 27.500 Fec: 3/4 COLLEGAMENTI

PALINSESTI Cult presenta la cinematografia nazionale e internazionale premiata nei più importanti festival del mondo: dalle pellicole d’autore al meglio della produzione indipendente, fino ai film cult degli ultimi anni. Ma è anche il luogo ideale per le serie tv che hanno rivoluzionato il modo di fare intrattenimento, tra le più innovative e premiate a livello internazionale: da I Soprano a Six Feet Under, da Mad Men a In Treatment con Gabriel Byrne. Cult dà spazio ai migliori documentari e ai prodotti factual più innovativi, provocatori e sperimentali, sia italiani sia stranieri, targati HBO, Sundance Channel, Channel Four,

INTERNAZIONALI

Fox International Channels 1440 Sepulveda Boulevard Los Angeles, CA 90025 CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

SKY Pubblicità Tel. 06 88.66.30.68 PER

INFORMAZIONI CONTATTARE

Tel. 06 88.28.40.00 ufficiostampa@fox.com

Un’immagine tratta dalla serie ‘In Treatment’.

~ 52 ~

BBC, Arte, ma anche ai grandi film de Il Cinema della Realtà™ nonchè a esperimenti televisivi come 7UP di Michael Apted. Senza dimenticare i nuovi generi del documentario narrativo e seriale con storie e biografie fuori dagli schemi, spesso lontane dalla quotidianità ma capaci di raccontare in maniera emozionante l’attualità. Spazio anche alle produzioni italiane (Le favolose Sorelle Bandiera, ErotiKa Italiana, Uomini nati donna, Nessuno è perfetto), un originale sguardo sul mondo firmato Cult, e agli appuntamenti con gli stili di vita estremi: veri e propri viaggi senza censure ai confini della morale comune.


TV

T V K E Y 269

DIGITALI

FOX SEDE Fox Channels Italy Via Salaria, 1021 00138 Roma Tel. 06 88.28.40.00 Fax 06 88.66.30.15 www.foxtv.it/fox ANNO

DI FONDAZIONE

2003

PROFILO FOX (canale 110 di SKY) è il canale d’intrattenimento dedicato alle serie televisive e alle produzioni originali, che si rivolge a un pubblico appassionato ed esigente sempre alla ricerca di novità. Il canale, lanciato in Italia nel 2003 insieme alla piattaforma SKY, ha una programmazione di altissimo livello con titoli che spaziano dalle serie più recenti e innovative a con-

EMITTENTE

solidati successi, già noti al pubblico italiano, senza dimenticare gli immancabili classici. L’offerta dei generi è eclettica e variegata per stile, argomento e pubblico di riferimento e comprende la comedy e il drama come la fantascienza, l’azione, il thriller e il poliziesco, l’animazione alternativa e ‘per adulti’ e infine i prodotti considerati universalmente di culto.

MANAGEMENT/STAFF

VICE

AMM. DELEGATO Diego Londono PRESIDENT ENTERTAINMENT CHANNELS

DIRECTOR DIRECTOR

Fabrizio Salini PROGRAMMING ENTERTAINMENT CHANNELS

Paola Acquaviva PRODUCTIONS ENTERTAINMENT CHANNELS

DIRECTOR

Sara D’Amico MARKETING ENTERTAINMENT CHANNELS

DIRECTOR DIRECTOR

Dadà Isola CREATIVE ENTERTAINMENT CHANNELS

Luca Rochira CORPORATE COMMUNICATIONS & PR

Marta Bertolini

MODALITÀ

PALINSESTI FOX è un canale innovativo e stimolante che riesce a raccontare storie per tutti i tipi di spettatori, senza deludere le aspettative degli appassionati delle serie tv grazie a scelte editoriali in sintonia con i gusti e le esigenze sia del vasto pubblico sia dei cultori. I generi in onda su FOX rappresentano tutti i filoni del prodotto televisivo seriale. Il canale offre il meglio dell’animazione con I Simpson, Futurama, I Griffin e American Dad, i classici contempora-

DI RICEZIONE

Satellitare: Bouquet base di SKY – MondoSKY Satellite: Hot Bird 13° Est Frequenza: 12.731 Polarizzazione: orizzontale, Symbol Rate: 27.500 Fec: 3/4 COLLEGAMENTI

INTERNAZIONALI

Fox International Channels 1440 Sepulveda Boulevard Los Angeles, CA 90025 CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

SKY Pubblicità Tel. 06 88.66.30.68 PER

INFORMAZIONI CONTATTARE

Tel. 06 88.28.40.00 ufficiostampa@fox.com

Il cast di ‘Boris’.

~ 53 ~

nei come House e The O.C., e serie di grandissimo successo in anteprima assoluta come Dirty Sexy Money, Lost e True Blood. Ampio spazio anche alle produzioni italiane con Boris, la prima fiction prodotta da Wilder per Fox Channels Italy, che racconta in chiave satirica la storia di una troupe televisiva intenta a girare la seconda stagione di una discutibile fiction di lunga serialità.


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

FoxCrime SEDE Fox Channels Italy Via Salaria, 1021 00138 Roma Tel. 06 88.28.40.00 Fax 06 88.66.30.15 www.foxtv.it/foxcrime ANNO

PROFILO FoxCrime (canale 114 di SKY), lanciato il 31 ottobre 2005, è il primo e unico canale televisivo italiano interamente dedicato al giallo, all’investigazione, al mystery e al noir e vuole essere un luogo privilegiato dove trovare tutte le sfu-

EMITTENTE

mature del giallo e del nero. FoxCrime è il secondo canale televisivo interamente concepito e sviluppato dallo staff di Fox Channels Italy dopo FoxLife, presente nel bouquet di SKY Italia dal maggio 2004.

DI FONDAZIONE

2005 MANAGEMENT/STAFF

VICE

AMM. DELEGATO Diego Londono PRESIDENT ENTERTAINMENT CHANNELS

DIRECTOR DIRECTOR

Fabrizio Salini PROGRAMMING ENTERTAINMENT CHANNELS

Paola Acquaviva PRODUCTIONS ENTERTAINMENT CHANNELS

DIRECTOR

Sara D’Amico MARKETING ENTERTAINMENT CHANNELS

DIRECTOR DIRECTOR

Dadà Isola

PALINSESTI La programmazione spazia tra i generi: dalle produzioni originali italiane alle serie tv internazionali, dai documentari alle biografie dei grandi protagonisti del crimine. Tra le produzioni originali italiane spiccano I classici del mistero, condotto da Carlo Lucarelli, e Scatti di nera con Michele Placido. Nel palinsesto anche alcune delle migliori serie televisive di investigazione che trova-

CREATIVE ENTERTAINMENT CHANNELS

Luca Rochira CORPORATE COMMUNICATIONS & PR

Marta Bertolini

MODALITÀ

DI RICEZIONE

Satellitare: Bouquet base di SKY (MondoSKY) Satellite: Hot Bird 13° Est Frequenza: 11.977 Polarizzazione: orizzontale, Symbol Rate: 27.500 Fec: 3/4 COLLEGAMENTI

INTERNAZIONALI

Fox International Channels 1440 Sepulveda Boulevard Los Angeles, CA 90025 CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

SKY Pubblicità Tel. 06 88.66.30.68 PER

INFORMAZIONI CONTATTARE

Tel. 06 88.66.30.68 ufficiostampa@fox.com

Il cast di ‘Donne assassine’.

~ 54 ~

no nel canale una collocazione ‘naturale’. Prime fra tutte CSI e Law & Order con tutti i loro spin-off, Criminal Minds e Dexter, classici come La signora in giallo, l’ispettore Barnaby, Colombo e L’ispettore Derrick, serie nuove come Spiral e Life on Mars ma anche produzioni originali italiane, come Donne assassine con il suo cast tutto al femminile. E ancora documentari e biografie dei grandi protagonisti del crimine.


TV

T V K E Y 269

DIGITALI

FoxLife SEDE Fox Channels Italy Via Salaria, 1021 00138 Roma Tel. 06 88.28.40.00 Fax 06 88.66.30.15 www.foxtv.it/foxlife ANNO

PROFILO FoxLife (canale 112 di SKY) è il canale dedicato all’intrattenimento al femminile che per primo ha lanciato in Italia serie record di ascolti come Desperate Housewives e Grey’s Anatomy. Vi trovano spazio tutti i generi dell’intratte-

EMITTENTE

nimento, dalle serie tv ai reality show, dalle docu-soap sino alle produzioni italiane. FoxLife è stato lanciato il 13 maggio 2004 come una nuova proposta televisiva concepita in Italia e per il pubblico italiano.

DI FONDAZIONE

2004 MANAGEMENT/STAFF

VICE

AMM. DELEGATO Diego Londono PRESIDENT ENTERTAINMENT CHANNELS

DIRECTOR DIRECTOR

Fabrizio Salini PROGRAMMING ENTERTAINMENT CHANNELS

Paola Acquaviva PRODUCTIONS ENTERTAINMENT CHANNELS

DIRECTOR

Sara D’Amico MARKETING ENTERTAINMENT CHANNELS

DIRECTOR DIRECTOR

Dadà Isola CREATIVE ENTERTAINMENT CHANNELS

PALINSESTI Su FoxLife trovano spazio tutti i generi dell’intrattenimento, dalle serie tv ai reality show, sino a produzioni italiane che hanno suscitato grande interesse di stampa e pubblico come Cambio moglie, Reparto maternità e Sos Tata. Nel palinsesto, pensato principalmente – ma non solo – per soddisfare i gusti e le

Luca Rochira CORPORATE COMMUNICATIONS & PR

Marta Bertolini

MODALITÀ

DI RICEZIONE

Satellitare: Bouquet base di SKY – MondoSKY Satellite:Hot Bird 13° Est Frequenza: 11.977 Polarizzazione: orizzontale Symbol Rate: 27.500 Fec: 3/4 COLLEGAMENTI

INTERNAZIONALI

Fox International Channels 1440 Sepulveda Boulevard Los Angeles, CA 90025 CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

SKY Pubblicità Tel. 06 88.66.30.68 PER

INFORMAZIONI CONTATTARE

Tel. 06 88.28.40.00 ufficiostampa@fox.com

Il cast di ‘Grey’s Anatomy’.

~ 55 ~

esigenze del pubblico femminile, troviamo tante delle serie tv più amate. Dalle serie record di ascolti Desperate Housewives, Grey’s Anatomy e Ugly Betty alle commedie come Dharma & Greg fino ai classici Will & Grace e Sex and the City e le serie più nuove come Samantha Chi?


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

FX SEDE Fox Channels Italy Via Salaria, 1021 00138 Roma Tel. 06 88.28.40.00 Fax 06 88.66.30.15 www.foxtv.it/fx ANNO

PROFILO FX (canale 119 di SKY) è il canale di intrattenimento proposto in esclusiva agli abbonati SKY da Fox Channels Italy e dedicato all’universo maschile. FX è tutto ciò che un uomo vorrebbe vede-

EMITTENTE

re in un canale televisivo, tutte le sue passioni concentrate nel primo e unico canale televisivo italiano pensato e costruito per un target totalmente maschile.

DI FONDAZIONE

2006 MANAGEMENT/STAFF

VICE DIRECTOR DIRECTOR

AMM. DELEGATO Diego Londono PRESIDENT ENTERTAINMENT CHANNELS

Fabrizio Salini PROGRAMMING ENTERTAINMENT CHANNELS

Paola Acquaviva PRODUCTIONS ENTERTAINMENT CHANNELS

DIRECTOR

Sara D’Amico MARKETING ENTERTAINMENT CHANNELS

DIRECTOR DIRECTOR

Dadà Isola CREATIVE ENTERTAINMENT CHANNELS

PALINSESTI FX è il canale dove trovare tutto quello che piace all’uomo: azione e brivido, adrenalina e fantascienza, sport, motori e velocità, e chiaramente donne. Nel palinsesto ci sono serie inedite in anteprima assoluta in Italia, come l’ironico drama Mandrake, l’adrenalinico Sons on

Luca Rochira CORPORATE COMMUNICATIONS & PR

Marta Bertolini

MODALITÀ

DI RICEZIONE

Satellitare: Bouquet base di SKY (MondoSKY) Satellite: Hot Bird 13° Est Frequenza: 12.616 Polarizzazione: orizzontale, Symbol Rate: 27.500 Fec: 3/4 COLLEGAMENTI

INTERNAZIONALI

Fox International Channels 1440 Sepulveda Boulevard Los Angeles, CA 90025 CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

SKY Pubblicità Tel. 06 88.66.30.68 PER

INFORMAZIONI CONTATTARE

Tel. 06 88.28.40.00 ufficiostampa@fox.com

Un’immagine della serie ‘Mandrake’.

~ 56 ~

Anarchy, l’action Duro a morire e il drama The Unit, e serie molto amate da pubblico come Las Vegas, X-Files, Eureka, Stargate e Battlestar Galactica. Il canale propone anche una serata dedicata allo sport e produzioni originali in esclusiva.


TV

T V K E Y 269

DIGITALI

National Geographic Channel SEDE Fox Channels Italy Via Salaria, 1021 00138 Roma Tel. 06 88.28.40.00 Fax 06 88.66.30.15 www.ngcitalia.it ANNO

DI FONDAZIONE

2000 MANAGEMENT/STAFF

VICE

AMM. DELEGATO Diego Londono

PROFILO National Geographic Channel (canale 402 di SKY) racconta da sempre il progresso e l’innovazione scientifica ma anche i current affairs, invitando il pubblico ad aprire orizzonti nuovi e cambiare il proprio modo di guardare il mondo. Lo fa come sempre attraverso i suoi documentari di grandissima qualità. Per raccontare un mondo in evoluzione il canale non si ferma, cambia punti di vista, offre soggettive diverse attraverso i tanti occhi che lo osservano tramite le sue telecamere.

EMITTENTE

National Geographic Channel è di proprietà di National Geographic Television (NGT) e Fox Entertainment Group. In Gran Bretagna e Europa, BSkyB è un azionista del canale. National Geographic Channel contribuisce all’impegno della National Geographic Society per l’esplorazione, la conservazione e l’educazione. Il canale è oggi disponibile in 165 paesi di tutto il mondo ed entra in 305 milioni di case, parlando 34 lingue.

PRESIDENT FACTUAL CHANNELS

Sherin Salvetti DIRECTOR NATIONAL GEOGRAPHIC CHANNELS

Simona Biglino

CREATIVE

MANAGER NATIONAL GEOGRAPHIC CHANNELS

DIRECTOR

Giuseppe Cormaci CORPORATE COMMUNICATIONS & PR

Marta Bertolini

MODALITÀ

DI RICEZIONE

PALINSESTI National Geographic Channels International (NGCI) è tra le più importanti realtà televisive internazionali. Con il suo lavoro consente ai telespettatori di approfondire gli argomenti più disparati: dai grandi documentari sull’ambiente come Ghiaccio estremo a quelli dedicati alla ricerca scientifica e alla sua divulgazione come Non lo sapevo! e Crash

Science, dall’archeologia con La tomba di Erode agli avvenimenti contemporanei come gli Inside. La chiave di successo dei canali National Geographic non è solo il grande marchio della National Geographic Society, ma anche la qualità, l’originalità dei prodotti e la competenza nel catturare l’attenzione del pubblico.

Satellitare: Bouquet base di SKY – MondoSKY Satellite: Hot Bird 13° Est Frequenza: 12.731 Polarizzazione: orizzontale Symbol Rate: 27.500 Fec: 3/4 COLLEGAMENTI

INTERNAZIONALI

National Geographic Channels International 1145 17th Street NW Washington D.C. 20036 USA CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

SKY Pubblicità Tel. 06 88.66.30.68 PER

INFORMAZIONI CONTATTARE

Tel. 06 88.28.46.12 ufficiostampa@fox.com

Un’immagine tratta dal documentario ‘Ghiaccio estremo’.

~ 57 ~


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

Nat Geo Adventure SEDE Fox Channels Italy Via Salaria, 1021 00138 Roma Tel. 06 88.28.40.00 Fax 06 88.66.30.15

PROFILO Nat Geo Adventure (canale 404 di SKY) è un canale unico nel suo genere. Si rivolge a un pubblico curioso, aperto a nuove

EMITTENTE

emozionanti esperienze, metropolitano ma con la passione dei luoghi lontani, che ama coniugare il viaggio e l’avventura.

www.natgeoadventure.it ANNO

DI FONDAZIONE

2003 MANAGEMENT/STAFF

VICE

AMM. DELEGATO Diego Londono PRESIDENT FACTUAL CHANNELS

Sherin Salvetti

DIRECTOR

NATIONAL GEOGRAPHIC CHANNELS

Simona Biglino CREATIVE MANAGER NATIONAL GEOGRAPHIC CHANNELS

DIRECTOR

Giuseppe Cormaci CORPORATE COMMUNICATIONS & PR

Marta Bertolini

MODALITÀ

PALINSESTI Nat Geo Adventure propone molti appuntamenti con gli sport estremi, il dinamismo e l’adrenalina: imprese mozzafiato negli scenari più impensabili, dalle vette delle montagne più alte fino agli abissi marini. Vere e proprie sfide per l’uomo che vuole superare i personali limiti fisici e mentali. Nat Geo Adventure è soprattutto esplorazione dei grandi spazi aperti, dei luoghi esotici ma anche delle città. Presenta pro-

grammi dedicati al viaggio on the road su ogni mezzo possibile: è il viaggio giovane, rigorosamente non turistico, il viaggio anche come conoscenza del mondo in cui viviamo e dei suoi variegati e infiniti colori, sempre all’insegna del divertimento, dell’originalità dei contenuti e dell’attenzione nei confronti delle tematiche sociali e ambientali. Come nel caso di Non dire a mia madre che…, Takeaway e Prigionieri di viaggio.

DI RICEZIONE

Satellitare: Bouquet base di SKY (MondoSKY) Satellite: Hot Bird 13° Est Frequenza: 11.977 Polarizzazione: orizzontale Symbol Rate: 27.500 Fec: 3/4 COLLEGAMENTI

INTERNAZIONALI

National Geographic Channels International 1145 17th Street, NW Washington, D.C. 20036 USA CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

SKY Pubblicità Tel. 06 88.66.30.68 PER

INFORMAZIONI CONTATTARE

Tel. 06 88.66.30.68 ufficiostampa@fox.com

Un’immagine tratta da ‘Non dire a mia madre che...’.

~ 58 ~


TV

T V K E Y 269

DIGITALI

Nat Geo Wild SEDE Fox Channels Italy Via Salaria, 1021 00138 Roma Tel. 06 88.28.40.00 Fax 06 88.66.30.15 www.natgeowildtv.it ANNO

PROFILO Nat Geo Wild (canale 405 di SKY) propone il meglio della programmazione wildlife. Rivolto a tutta la famiglia, presenta documentari di altissima qualità che raccontano tutti gli aspetti della natura e della vita del regno animale: dai

EMITTENTE

predatori più feroci alle specie più mansuete, con un’attenzione particolare all’ecologia, alle tematiche ambientali e alle specie a rischio di estinzione, il tutto in linea con la mission della National Geographic Society.

DI FONDAZIONE

2007

PALINSESTI

MANAGEMENT/STAFF AMM. DELEGATO Diego Londono VICE

PRESIDENT FACTUAL CHANNELS

Sherin Salvetti DIRECTOR NATIONAL GEOGRAPHIC CHANNELS

Simona Biglino CREATIVE

MANAGER NATIONAL

GEOGRAPHIC CHANNELS

Giuseppe Cormaci DIRECTOR

CORPORATE COMMUNICATIONS

& PR Marta Bertolini MODALITÀ

DI RICEZIONE

La settimana di Nat Geo Wild è ricca di appuntamenti che possono soddisfare i gusti dei più grandi e dei più piccoli e le curiosità sulle creature che vivono ai quattro angoli del pianeta. Il lunedì sera l’appuntamento è con Paradisi Terrestri , i grandi, classici documentari di National Geographic per scoprire le meraviglie dei luoghi più belli della Terra. Il martedì invece è la volta dei programmi dedicati ai predatori, ossia gli animali più aggressivi e feroci visti attraverso immagini cruenti e dal forte impatto visivo. Se la serata del mercoledì è dedicata ai grandi temi dell’ambiente, il ciclo del gio-

vedì è Rettili & Co, che serve a raccontare alcune delle specie più interessanti e misteriose. Il venerdì trovano spazio le meraviglie degli oceani e dei mari e chi li abita, anche alle più incredibili profondità. Insomma, l’ambiente marino mostrato sotto ogni aspetto. Chi rimane a casa il sabato sera trova su Nat Geo Wild il tema del mese, che mette a confronto animali tra loro apparentemente lontani, mentre la domenica sera è il momento dei grandi speciali di National Geographic: dalle nuove scoperte sugli animali agli approfondimenti su specie rare o sconosciute.

Satellitare: Bouquet base di SKY (MondoSKY) Satellite: Hot Bird 13° Est Frequenza: 12.731 Polarizzazione: orizzontale Symbol Rate: 27.500 Fec: 3/4 COLLEGAMENTI

INTERNAZIONALI

National Geographic Channels International 1145 17th Street, NW Washington, D.C. 20036 USA CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

SKY Pubblicità Tel. 06 88.66.30.68 PER

INFORMAZIONI CONTATTARE

Tel. 06 88.28.46.12 ufficiostampa@fox.com

Un’immagine del documentario ‘Il gigante fragile – La balena blu’.

~ 59 ~


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

Nat Geo Music SEDE Fox Channels Italy Via Salaria, 1021 00138 Roma Tel. 06 88.28.40.00 Fax 06 88.66.30.15 www.natgeomusictv.it ANNO

DI FONDAZIONE

PROFILO Per 24 ore al giorno, Nat Geo Music celebra l’incontro tra musica e cultura. È proprio attraverso la musica, linguaggio universale per eccellenza, che il pubblico entra in contatto con le differenti realtà socioculturali del mondo. Un viaggio fatto di videoclip, concerti, interviste ad artisti e documentari con storie che sottolineano l’im-

EMITTENTE

portanza della musica per comprendere e apprezzare veramente il mondo in cui viviamo. Nat Geo Music ospita le star internazionali assieme ai protagonisti delle scene musicali locali. Alcuni nomi: Jovanotti, Manu Chao, Ben Harper, la cantante del Benin Angelique Kidjo, Carmen Consoli, Vinicio Capossela, Sergio Mendes.

2007 MANAGEMENT/STAFF

VICE

AMM. DELEGATO Diego Londono PRESIDENT FACTUAL CHANNELS

Sherin Salvetti DIRECTOR NATIONAL GEOGRAPHIC CHANNELS

Simona Biglino

CREATIVE

MANAGER NATIONAL GEOGRAPHIC CHANNELS

DIRECTOR

Giuseppe Cormaci CORPORATE COMMUNICATIONS & PR

Marta Bertolini

MODALITÀ

PALINSESTI Tra le proposte più interessanti del palinsesto ci sono le Geo Sessions: trenta minuti di concerti acustici di artisti da tutto il mondo, appositamente organizzati e registrati da Nat Geo Music negli studi National Geographic di Washington. Subito a seguire, il programma Vj for a day. Personaggi della musica, dello spettacolo e della cultura proporranno la loro playlist di video preferiti e spiegheranno il

DI RICEZIONE

Satellitare: Bouquet base di SKY (MondoSKY) Satellite: Hot Bird 13° Est Frequenza: 12.731 Polarizzazione: orizzontale Symbol Rate: 27.500 Fec: 3/4 COLLEGAMENTI

INTERNAZIONALI

National Geographic Channels International 1145 17th Street, N.W. Washington, D.C. 20036 USA CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

SKY Pubblicità Tel. 06 88.66.30.68 PER

INFORMAZIONI CONTATTARE

Tel. 06 88.28.46.12 ufficiostampa@fox.com

Nella foto, Jovanotti.

~ 60 ~

significato che la musica ha nella loro vita. Alcuni nomi? Will.i.am, il rapper Chuck D, Fiorella Mannoia, l’Orchestra di Piazza Vittorio. Tra i programmi in prime time, Place Jam: ogni settimana musica proveniente da un diverso paese, dal Brasile a Cuba, dalla Spagna all’Italia, dal Mali all’India. We Love è invece il programma incentrato sui generi e sugli artisti più amati dal pubblico.


TV

T V K E Y 269

DIGITALI

National Geographic Channel HD SEDE

PROFILO

Fox Channels Italy Via Salaria, 1021 00138 Roma Tel. 06 88.28.40.00 Fax 06 88.66.30.15 http://ngcitalia.it/hd ANNO

DI FONDAZIONE

2006

National Geographic Channel come non lo avete mai visto: la finestra sul mondo che intrattiene, approfondisce e informa si apre su nuove e straordinarie prospettive di visione. National Geographic Channel HD (canale 409 di SKY) è il canale dei grandi documentari ‘amplificato’ dalla forza espressiva dell’alta definizione. Primo canale di documentari in HD presente nel panorama italiano, National Geographic

EMITTENTE

Channel HD costituisce il modo migliore di presentare natura, scienza, culture del mondo. Un’esperienza visiva straordinaria che regala emozioni degne del miglior cinema, come il suo omologo a definizione standard (canale 402 del bouquet base di SKY). Nel 2007 National Geographic Channel HD ha vinto ex aequo l’Hot Bird Tv Award come miglior canale satellitare in alta definizione.

MANAGEMENT/STAFF

VICE

AMM. DELEGATO Diego Londono PRESIDENT FACTUAL CHANNELS

Sherin Salvetti DIRECTOR NATIONAL GEOGRAPHIC CHANNELS

Simona Biglino

CREATIVE

MANAGER NATIONAL GEOGRAPHIC CHANNELS

DIRECTOR

Giuseppe Cormaci CORPORATE COMMUNICATIONS & PR

Marta Bertolini

MODALITÀ

DI RICEZIONE

Satellitare: Bouquet HD Satellite: Hot Bird 13° Est Frequenza: 11.996 Polarizzazione: verticale Symbol Rate: 27.500 Fec: 2/3 COLLEGAMENTI

PALINSESTI Da sempre National Geographic Channel racconta il mondo e tutto quello che c’è dentro. Un mondo sempre più tecnologico, motivo per cui National Geographic Channel oggi ce lo racconta grazie alla più moderna tecnologia televisiva: l’alta definizione.

National Geographic Channel HD presenta documentari su natura (come Insect Wars, Microsafari e I predatori del cielo), scienza (La meraviglia della vita: gemelli), tecnologia ( Megastrutture ), culture del mondo (Lungo la via della seta).

INTERNAZIONALI

National Geographic Channels International 1145 17th Street, NW Washington, D.C. 20036 USA CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

SKY Pubblicità Tel. 06 88.66.30.68 PER

INFORMAZIONI CONTATTARE

Tel. 06 88.28.46.12 ufficiostampa@fox.com

Un’immagine tratta dal documentario ‘Raptor Force’.

~ 61 ~


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

Next:HD SEDE Fox Channels Italy Via Salaria, 1021 00138 Roma Tel. 06 88.28.40.00 Fax 06 88.66.30.15 ANNO

DI FONDAZIONE

2006

PROFILO Tv ad alta immaginazione: non è una semplice frase a effetto, ma sono le parole che meglio descrivono Next:HD (canale 150 di SKY), il primo canale italiano di intrattenimento in alta definizione. Proposto agli abbonati SKY da Fox Channels Italy, è un canale nato per esaudire e appagare le aspettative di un pubblico cosmopolita,

EMITTENTE

esigente e moderno, attraverso un’esperienza televisiva mai provata in Italia. Il canale propone un melting pot originale di generi e linguaggi che trovano la loro massima valorizzazione nell’high definition. Prodotti differenti ma coerenti tra loro e con una propria identità, che si rivolgono a un pubblico attento all’innovazione.

MANAGEMENT/STAFF AMM. DELEGATO Diego Londono VICE

PRESIDENT FACTUAL CHANNELS

DIRECTOR

Sherin Salvetti & PRODUCTION

PROGRAMMING

FACTUAL CHANNELS

Jan Ronca MANAGER

MARKETING FACTUAL CHANNELS

Riccardo Russo DIRECTOR

CREATIVE FACTUAL CHANNELS

Elena Frova DIRECTOR

CORPORATE COMMUNICATIONS

& PR Marta Bertolini MODALITÀ

PALINSESTI Il palinsesto spazia tra generi spesso differenti, realizzando un mix di viaggi, lifestyle, musica e serie tv con un comune denominatore ben definito: l’alta qualità delle immagini e dei suoni proposti. Nel palinsesto ci sono musica, grandi special ed eventi televisivi legati alle ultime tendenze del tempo in cui viviamo; reportage di viaggio che dedicano una particolare attenzione al glamour e al fascino delle mete più desiderate: le luci

DI RICEZIONE

Satellitare: Bouquet HD Satellite: Hot Bird 13° Est Frequenza: 12.731 Polarizzazione: orizzontale Symbol Rate: 27.500 Fec: 2/3 COLLEGAMENTI

INTERNAZIONALI

Fox International Channels 1440 Sepulveda Boulevard Los Angeles, CA 90025 CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

SKY Pubblicità Tel. 06 88.66.30.68 PER

INFORMAZIONI CONTATTARE

Tel. 06 88.28.40.00 ufficiostampa@fox.com

Un’immagine tratta da ‘Matrimoni da sogno’.

~ 62 ~

delle metropoli, i colori delle località esotiche, la spettacolarità dei panorami naturali; e ancora la moda, l’architettura, il design e i loro protagonisti presentati attraverso una cornice di forme dal forte impatto. Documentari, serie e miniserie danno al pubblico la possibilità di gustare un nuovo, straordinario e innovativo approccio alle immagini televisive. Tra i documentari vanno ricordati quelli girati con la tecnologia IMAX (da Image MAXimum).


TV

T V K E Y 269

DIGITALI

The History Channel SEDE Fox Channels Italy Via Salaria, 1021 00138 Roma Tel. 06 88.28.40.00 Fax 06 88.66.30.15 www.historychannel.it ANNO

DI FONDAZIONE

PROFILO The History Channel (canale 407 di SKY) è l’unico network televisivo internazionale interamente dedicato alla storia. Oggi il canale entra in 209 milioni di case e in 122 paesi. In Italia il canale è stato lanciato da Fox Channels Italy nel 2003 assieme alla piattaforma SKY. Oltre alla ricca scelta di documentari storici prove-

EMITTENTE

nienti dal network internazionale di The History Channel, nel palinsesto italiano trovano spazio anche le migliori produzioni storiche mondiali, europee e italiane. A pochi mesi dal suo lancio in Italia, The History Channel ha ricevuto ben due Hot Bird Award come migliore canale europeo di documentari.

2003 MANAGEMENT/STAFF

VICE

AMM. DELEGATO Diego Londono PRESIDENT FACTUAL CHANNELS

DIRECTOR

Jan Ronca

MANAGER

MARKETING FACTUAL CHANNELS

DIRECTOR DIRECTOR

PALINSESTI

Sherin Salvetti

PROGRAMMING & PRODUCTION FACTUAL CHANNELS

Riccardo Russo CREATIVE FACTUAL CHANNELS

Elena Frova

CORPORATE COMMUNICATIONS & PR

Marta Bertolini

MODALITÀ

DI RICEZIONE

Satellitare: Bouquet base di SKY (MondoSKY) Satellite: Hot Bird 13° Est Frequenza: 12.731 Polarizzazione: orizzontale Symbol Rate: 27.500 Fec: 3/4 COLLEGAMENTI

History Channel racconta gli avvenimenti di tutto il mondo, dall’antichità ai nostri giorni, con la partecipazione dei più importanti storici nazionali e internazionali. Il passato più lontano rinasce grazie alle rievocazioni filmate e ai più moderni strumenti di computer grafica. Quello più vicino torna a vivere attraverso la voce di chi ne è stato testimone o protagonista e l’ausilio dei documenti d’archivio. Dalle battaglie antiche ai conflitti bellici che hanno insanguinato il ventesimo secolo, dalle numerose biografie allo spazio intitolato La nostra storia, dedicato all’Italia:

History Channel rappresenta a tutti gli effetti uno dei luoghi privilegiati per conoscere la storia e i suoi protagonisti, dai grandi personaggi alle folle anonime. 24 ore al giorno, sette giorni su sette, propone una serie di documentari capaci di coniugare autorevolezza delle fonti e modernità di linguaggi. Ciascun documentario garantisce a tutte le generazioni un viaggio temporale per comprendere al meglio il nostro passato. Tra le produzioni: La Terra dopo l’uomo, Storia proibita degli anni ‘80, Tutto fa storia, Pazzi per la storia.

INTERNAZIONALI

AETN International 235 East 45th Street 10017 New York City, NY Tel. 212 551 1548 Fax 212 907 9476 CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

SKY Pubblicità Tel. 06 88.66.30.68 PER

INFORMAZIONI CONTATTARE

Tel. 06 88.28.40.00 ufficiostampa@fox.com

Un’immagine tratta dal documentario ‘La Terra dopo l’uomo’.

~ 63 ~


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

Caccia e Pesca SEDE Via Mecenate, 91 20128 Milano Tel. 02 50.951 – 02 25.841 Fax 02 50.95.20.90 www.cacciaepesca.tv ANNO

DI FONDAZIONE

2004

PROFILO Caccia e Pesca (canale 235 di SKY) è un canale tematico dedicato agli amanti della natura e delle tradizioni del nostro Paese. Ogni giorno i tre volti del canale, Bruno Modugno per la caccia, Matteo De Falco e Riccardo Galigani per la pesca, raccontano esperienze ed emozioni attraverso documentari, reportage, produzioni e rubriche, con gli aggiornamenti dalle

MANAGEMENT/STAFF AMMINISTRATORE DELEGATO Gianluca Paladini DIRETTORE EDITORIALE PER LA CACCIA Bruno Modugno DIRETTORE EDITORIALE PER LA PESCA Matteo De Falco RESPONSABILE COMUNICAZIONE E RELAZIONI ESTERNE

Ilaria Mazzonis MODALITÀ

DI RICEZIONE

Satellitare: canale option del bouquet di SKY Satellite: Eutelsat Hot Bird 8 13° Est Frequenza: 11.842,56 Polarizzazione: Y Symbol Rate: 27.500 Fec: 3/4 PER

EMITTENTE

più importanti manifestazioni sportive e fiere di settore. Partito nel novembre del 2004, Caccia e Pesca ha superato in poco più di tre anni i 120.000 abbonati diretti, posizionandosi tra i canali option più seguiti della piattaforma SKY; il successo ottenuto ha permesso al canale di incrementare anno dopo anno gli investimenti nelle nuove produzioni.

PALINSESTI Avventura, viaggi, natura, tradizioni e gastronomia sono temi che ogni giorno arricchiscono il palinsesto di Caccia e Pesca con documentari e rubriche ambientati prevalentemente nel nostro territorio. La programmazione è infatti incentrata sulla realtà italiana, con le problematiche e le opportunità presenti nel nostro Paese, senza però tralasciare i racconti e i reportage dai luoghi da sogno della caccia e della pesca presenti nel mondo. Per accontentare tutti gli appassionati, durante la settimana si alternano serate dedicate interamente alla caccia e altre incentrate esclusivamente sulla pesca. Ogni giorno la programmazione prevede due fasce principali: la prima, dalle 19.00 alle 20.00, è riservata alle rubriche e la seconda, dalle 21.00 alle 22.00, è dedicata ai documentari. Lo

INFORMAZIONI CONTATTARE

Nicoletta De Vecchi Ludovica Fecarotta ufficio stampa Tel. 02 50.951 – 02 25.841 nicoletta.devecchi@digicast.it ludovica.fecarotta@digicast.it Caccia e Pesca è prodotto da Digicast (società soggetta a direzione e coordinamento di RCS MediaGroup)

Scena di caccia con cani.

~ 64 ~

stretto legame con il territorio italiano, punto di forza del canale, ha comportato un grande impegno produttivo da parte di Caccia e Pesca: solo nel 2008 sono state realizzate 250 ore di produzione inedita, tra documentari e rubriche. Il forte investimento del canale è volto alla realizzazione di programmi di alto livello come Big Fish Adventures, serie di pesca di successo ormai giunta alla terza edizione, e Corso di Caccia, una produzione inedita che illustra come conseguire la licenza di caccia in Italia. Oltre ai documentari, Caccia e Pesca produce rubriche specializzate condotte con successo dai tre volti del canale, Bruno Modugno, Riccardo Galigani e Matteo De Falco, che anche nella prossima stagione accompagneranno gli abbonati in un anno ricco di novità.


TV

T V K E Y 269

DIGITALI

Lei SEDE Via Mecenate, 91 20128 Milano Tel. 02 50.951 – 02 25.841 Fax 02 50.95.20.90 www.leiweb.it ANNO

DI FONDAZIONE

PROFILO Lei (canale 125 di SKY) è il canale televisivo dedicato alle donne, un sapiente melange di generi e di emozioni con stile squisitamente italiano e un tocco cosmopolita. Dedicato a chi vive intensamente lavoro, famiglia, affetti, impegni sociali e quotidianità, Lei offre tutta la passione, il divertimento, le tematiche del mondo femminile.

EMITTENTE

Un canale che si rivolge però anche agli uomini curiosi di scoprire l’universo donna. Nato a gennaio dal pionieristico progetto della divisione Multimedia di RCS Periodici e prodotto da Digicast, Lei si affianca al portale Leiweb.it, dove trova spazio all’indirizzo www.lei.it, e collabora con tutte le testate del gruppo.

2009

PALINSESTI

MANAGEMENT/STAFF AMMINISTRATORE DELEGATO Gianluca Paladini DIRETTORE EDITORIALE Anna Maria Aloe RESPONSABILE

COMUNICAZIONE

E RELAZIONI ESTERNE

Ilaria Mazzonis MODALITÀ

DI RICEZIONE

Satellitare: canale 125 del bouquet di SKY Satellite: Eutelsat Hot Bird 8 13° Est Frequenza: 11.842,56 Polarizzazione: Y Symbol Rate: 27.500 Fec: 3/4 CONCESSIONARIA

PUBBLICITÀ

SKY Pubblicità Tel. 06 88.66.30.68 PER

INFORMAZIONI CONTATTARE

Nicoletta De Vecchi Ludovica Fecarotta ufficio stampa Tel. 02 50.951 – 02 25.841 nicoletta.devecchi@digicast.it ludovica.fecarotta@digicast.it

La ricca programmazione del canale è dedicata all’intrattenimento con spettacoli al femminile e le migliori fiction del panorama internazionale, combinando produzioni italiane interne a prodotti esteri di successo. Le donne conducono e gli uomini stanno al gioco nella produzione originale Protagoniste, che rappresenta l’elemento distintivo del canale e ne rafforza l’identità fortemente italiana. È una talk comedy condotta dall’attrice Anna Galiena, la giornalista Marina Terragni, la comica Valeria Graci e la pasionaria Ilaria Inghlieri. Nello studio le conduttrici danno voce a quattro diversi punti di vista femminili. Alla presenza di un pubblico di donne effervescenti e con ospiti famosi, si affrontano temi impegnati e leggeri, privati e pubblici, in modo tagliente, diretto, ironico, senza ipocrisie e preconcetti. Lei ha portato in Italia l’inedita e pluripremiata serie tv 30 Rock, dove la rivelazione comica dell’anno Tina Fay è alle prese con il suo burbero capo Alec Baldwin nel dietro le quinte di uno sfavillante tv show americano. Passioni, emozioni, amicizia, tradimenti e amore sono i temi di altre serie inedite che caratterizzano il palinsesto del canale, come Sisters, Amanti e Socie. Sisters,

la serie tv che ha lasciato il segno negli anni ‘90, racconta un complesso rapporto tra sorelle e vede un George Clooney agli inizi della sua carriera. Prodotta dalla BBC, la nuovissima serie Amanti segue la vita e gli amori di un gruppo di quattro amiche che si conoscono dai tempi dell’università. Socie invece rappresenta un marchio argentino di successo, una comedy inedita dove le protagoniste sono degli avvocati di grido. Anche mistero, crimini e soprannaturale trovano spazio nell’universo televisivo di Lei, con Profiler – Intuizioni mortali, The Practice – Professione avvocati e Revelations. Il canale è inoltre caratterizzato dall’ironia e dall’arte di sdrammatizzare al femminile la quotidianità, la crisi di mezza età e il rapporto di coppia, dando spazio alle performance delle più famose stand-up comedian italiane. La stessa divertente ironia caratterizza serie comedy come L’atelier di Veronica e i racconti di vita vera un po’ sopra le righe di The Real Housewives of NY. In tarda serata, Lei si veste di ‘rosso scarlatto’ e racconta il sesso in maniera nuova, dispensando consigli di seduzione con un pizzico di provocazione: con Sex Academy c’è sempre da imparare.

Lei è prodotto da Digicast (società soggetta a direzione e coordinamento di RCS MediaGroup)

A sinistra, la seconda stagione di ‘Amanti’. A destra, ‘Protagoniste’, con Anna Galiena, Valeria Graci, Marina Terragni e Ilaria Inghlieri.

~ 65 ~


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

Jimmy SEDE

PROFILO

Via Mecenate 91 20128 Milano Tel. 02 50.951 – 02 25.841 Fax 02 50.95.20.90 www.jimmy.tv ANNO

Jimmy (SKY canale 140) è il canale dedicato alle produzioni fuori dagli schemi e ai cult del passato. Lanciato in Italia nel 1997, ha vinto un Hot Bird Tv Award nel 1998, un secondo nel 2004 e ha poi ottenuto una menzione speciale nell’edizione del 2006. Per la programmazione del-

EMITTENTE

le serie tv e dei documentari, Jimmy attinge dalle più famose produzioni indipendenti inglesi e americane (BBC, Channel 4, HBO, Warner) con particolare attenzione verso la comicità pungente, i programmi più anticonformisti, la fantascienza celebre, le crime story avvincenti.

DI FONDAZIONE

1997

PALINSESTI MANAGEMENT/STAFF AMMINISTRATORE DELEGATO Gianluca Paladini DIRETTORE EDITORIALE Anna Maria Aloe RESPONSABILE

COMUNICAZIONE

E RELAZIONI ESTERNE

Ilaria Mazzonis MODALITÀ

DI RICEZIONE

Satellitare: canale 140 del bouquet di SKY Satellite: Eutelsat Hot Bird 8 13° Est Frequenza: 11.842,56 Polarizzazione: Y Symbol Rate: 27.500 Fec: 3/4 CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

SKY Pubblicità Tel. 06 88.66.30.68 PER

INFORMAZIONI CONTATTARE

Dissacrante, libero e originale, Jimmy è un canale unico con un modo di fare televisione basato sull’ironia, la satira brillante e il ribaltamento del falso buonismo. Da più di dieci anni propone qualità nella diversità: una televisione libera di sperimentare a 360 gradi. Dal legal al comedy, dal fantasy al crime, Jimmy offre ai suoi telespettatori una variegata scelta televisiva: serie tv, produzioni originali, rassegne di film. Il pomeriggio di Jimmy si apre col ‘Legal Time’, una miscela di intrighi legali, crimini e giustizia; al suo interno troviamo serie di successo come Law & Order e Alla corte di Alice. Dedicata al divertimento è la successiva fascia pomeridiana del ‘Comedy Time’: le emozionanti esibizioni dei prestigiatori di Masters of Magic si alter-

nano agli sketch di Doctorology e alla comicità tutta italiana di Vediamo se abboccano e Stand Up!. Il prime time di Jimmy cambia ogni giorno. Durante le serate targate ‘Crime’, seguiamo le vicende misteriose di Jekyll, Cape Wrath, Fortier e molte altre serie dai toni dark e inquietanti. All’insegna del piccante sono invece le serate dedicate agli affascinanti chirurghi di Nip/Tuck e all’universo patinato di The L Word. Il venerdì e il sabato sono dedicati alla comicità italiana con Due sul divano. La domenica è infine consacrata al ciclo ‘Wonder Stories’ con i cult e le serie sci-fi più celebri. A mezzanotte la serata di Jimmy diventa piccante e la notte si decolla verso mondi favolosi con le serie di fantascienza più famose.

Sopra, una scena di ‘Torchwood’. Sotto, ‘Primeval’.

Nicoletta De Vecchi Ludovica Fecarotta ufficio stampa Tel. 02 50.951 – 02 25.841 nicoletta.devecchi@digicast.it ludovica.fecarotta@digicast.it Jimmy è prodotto da Digicast (società soggetta a direzione e coordinamento di RCS MediaGroup)

~ 66 ~


TV

T V K E Y 269

DIGITALI

MotoTv SEDE Via Mecenate, 91 20128 Milano Tel. 02 50.951 – 02 25.841 Fax 02 50.95.20.90 www.moto.tv ANNO

DI FONDAZIONE

2007

PROFILO MotoTv (canale 237 di SKY) è dedicato a chi ha la moto dentro. Offre il meglio della produzione mondiale per scoprire tutto il mondo delle due ruote. Gare, viaggi, raduni e storia: l’universo delle moto come non è mai stato trattato prima. Un palinsesto completo, 24 ore al giorno e sette giorni su sette di pura passione, che prevede magazine settimanali de-

RESPONSABILE

COMUNICAZIONE

E RELAZIONI ESTERNE

Ilaria Mazzonis MODALITÀ

DI RICEZIONE

Satellitare: canale option del bouquet di SKY Satellite: Eutelsat Hot Bird 8 13° Est Frequenza: 11.842,56 Polarizzazione: Y Symbol Rate: 27.500 Fec: 3/4 PER

INFORMAZIONI CONTATTARE

Federico Porrozzi ufficio stampa 338 89.76.742 federico.porrozzi@digicast.it MotoTv è prodotto da Digicast (società soggetta a direzione e coordinamento di RCS MediaGroup)

dicati al variegato mondo delle motociclette. Fin dalla sua nascita, datata aprile 2007, il canale partecipa attivamente ai principali eventi del motociclismo: raduni, gare, fiere di settore. MotoTv è sempre presente sul campo con il suo staff per coinvolgere gli appassionati e informarli sulle news, sui programmi e su ogni aspetto del mondo ‘biker’.

PALINSESTI

MANAGEMENT/STAFF AMMINISTRATORE DELEGATO Gianluca Paladini DIRETTORE DEI PROGRAMMI Teresa Caschetta

EMITTENTE

Ampio spazio è dedicato alle corse su pista, dalle sintesi del mondiale delle derivate di serie Superbike e Supersport alla diretta in esclusiva del Campionato Europeo Superstock 600 fino alle gare della Federazione Motociclistica Italiana come il Campionato Italiano Velocità e la Coppa Italia. Appuntamento in studio tutti i mercoledì con il seguitissimo RR Races Report, dedicato agli argomenti ‘caldi’ dell’attività sportiva e animato dalla presenza di ospiti del settore che dicono la loro sui temi più importanti della settimana. Chi vive la moto nei week-end, chi ama gli spazi ampi, la natura e le situazioni estreme, trova su MotoTv i resoconti dei raid più importanti del mondo, vissuti dai motociclisti più coraggiosi nelle terre africane della Namibia, con Namibia Offroad Adventure, o in quelle asiatiche attraversate da Indochina Expedition. Per gli appassionati di fuoristrada, il palinsesto di MotoTv prevede l’adrenalinico Filmer Force Trip dedicato al freestyle, i racconti delle più belle motocavalcate con Endurissima e le gare in presa diretta con Motoreality. Tra gli appuntamenti riservati al mercato,

Campionato Italiano Velocità.

~ 67 ~

ai consigli per gli acquisti e alla manutenzione, ci sono la rubrica di approfondimento Versus, le ultime novità di Motonews e l’analisi dell’usato in Secondamano. Da non perdere i classici raduni del popolo ‘biker’ con programmi speciali riservati agli eventi nazionali e internazionali, capaci di riunire migliaia di motociclisti. Tra questi il racconto del Motor Bike Expo di Verona, fiera dedicata agli appassionati di tuning e cromature. MotoTv si occupa anche dei grandi marchi con Moto e Miti, vera e propria biografia delle case costruttrici che hanno fatto la storia delle due ruote. I patiti delle custom, poi, possono scoprire le officine dove si realizzano le migliori personalizzazioni attraverso VTwin, programma dedicato alle cromature e ai chopper. Argomento tra i più trattati è il mondo delle moto storiche in tutte le sue accezioni, dalle gare con le moto classiche di History Challenge, alla riscoperta delle perle degli anni ‘70 e ‘80 con il talk-show Andavamo a 100 all’ora. Yesterbike è la rubrica dedicata ai modelli che hanno fatto storia, arricchita da prove su strada e immagini d’epoca.


T V K E Y 269

TV

DIGITALI

Yacht & Sail SEDE Via Mecenate, 91 20128 Milano Tel. 02 50.951 – 02 25.841 Fax 02 50.95.20.90 www.yachtandsail.it ANNO

DI FONDAZIONE

2001

PROFILO Yacht & Sail (canale 214 di SKY) è il primo canale interamente dedicato alla nautica e al mare. Propone agli appassionati del settore i principali eventi sportivi di vela e di motore, i test in mare delle imbarcazioni, le novità di mercato, la guida ai principali saloni nautici, oltre ad alcuni dei più importanti eventi di windsurf, surf, kitesurf e jet ski. Numerose sono le serie inedite e i documentari dedicati alle traversate oceaniche,

EMITTENTE

ai viaggi, ai porti, alla manutenzione della barca e al mondo della pesca subacquea. Riuniti sotto un unico brand (Y&S), gli amanti del mare trovano un canale tv, un mensile e un sito web. Il canale, nella sua versione internazionale, è trasmesso in tre lingue e in oltre venticinque Paesi con una programmazione internazionale che presta attenzione ai gusti e alle tendenze di chi ama il mare oltre i propri confini.

MANAGEMENT/STAFF AMMINISTRATORE DELEGATO Gianluca Paladini DIRETTORE EDITORIALE Andrea Brambilla

RESPONSABILE

COMUNICAZIONE E RELAZIONI ESTERNE

Ilaria Mazzonis MODALITÀ

DI RICEZIONE

Satellitare: canale 214 del Bouquet di SKY Satellite: Eutelsat Hot Bird 8 13° Est Frequenza: 11.842,56 Polarizzazione: Y Symbol Rate: 27.500 Fec: 3/4 CONCESSIONARIA

DI PUBBLICITÀ

SKY Pubblicità Tel. 02 70.02.29.66 RCS Pubblicità Tel. 02 58.01.90.44 PER

PALINSESTI Il palinsesto di Yacht & Sail si articola in quattro principali aree tematiche: mercato, sport, lifestyle e turismo. Mercato – News, la rubrica sulle principali notizie sportive e di mercato, offre i risultati degli eventi appena conclusi, gli appuntamenti sportivi e di mercato della settimana successiva, il meteo e uno spazio dedicato agli aggiornamenti sull’America’s Cup. Con World Boat scopriamo le ultime novità dai cantieri: Maurizio Bulleri e Irene Saderini, giornalisti esperti del settore, valutano tutti i prodotti con test a bordo di imbarcazioni a vela e motore. Il canale è presente ai principali saloni nautici – Cannes, Montecarlo, Genova, Barcellona, Amsterdam, Parigi, Düsseldorf e Dubai – proponendo con World Boat Special Edition tutte le novità presenti in fiera: gli espositori, il pubblico, la location, le feste e i key men dell’evento. Sport – L’approfondimento degli avvenimenti sportivi è su Sport Magazine, con le

INFORMAZIONI CONTATTARE

Nicoletta De Vecchi Ludovica Fecarotta ufficio stampa Tel. 02 50.951- 02 25.841 nicoletta.devecchi@digicast.it ludovica.fecarotta@digicast.it Yacht & Sail è prodotto da Digicast (società soggetta a direzione e coordinamento di RCS MediaGroup)

Veduta del salone di Genova 2008.

~ 68 ~

immagini più belle e i commenti alle principali manifestazioni internazionali di vela e di motore. Gli appuntamenti sportivi più importanti sono proposti all’interno di Sport Magazine Special Edition. Uno spazio è dedicato anche agli sport estremi: windsurf, surf, kitesurf e jet ski. Particolare attenzione viene riservata ai documentari sulle grandi imprese e al mondo delle immersioni. Lifestyle – La parte più glamour del mondo della nautica è su Lifestyle, il programma sugli eventi mondani e i party più esclusivi, con le interviste ad armatori prestigiosi e un’attenta analisi di tutto quanto fa tendenza nel settore delle grandi imbarcazioni a vela e motore. Turismo – Il turismo nautico trova all’interno del palinsesto un proprio spazio con suggerimenti, informazioni e dettagli per coloro che amano andar per mare. Non mancano documentari di viaggi, recenti e passati, e guide ai maggiori porti e destinazioni marittime.


IL

MERCATO

DELL’HOME

ENTERTAINMENT

T V K E Y 269

Tv lcd: sempre più connessi e sottili Malgrado qualche segnale non del tutto positivo da parte del mercato, i televisori a cristalli liquidi di nuova generazione continuano ad adottare DI RICCARDO ROSSIELLO tecnologie sofisticate e innovative.

Q

uando un’innovazione tecnologica si confronta per la prima volta col suo mercato di riferimento, attraversa quasi sempre tre stadi vitali. La prima fase è quella della novità: la nuova tecnologia si presenta al mondo cercando di ricavarsi uno spazio di nicchia, anche se il prezzo da ‘oggetto del desiderio’ la rende accessibile solo per una ristretta élite. La seconda fase è quella del sorpasso: un prezzo molto più aggressivo e la produzione/distribuzione su larga scala le permettono di soppiantare la tecnologia precedente, che in un periodo di tempo variabile viene condannata all’estinzione. La terza fase è quella dell’assestamento: il mercato comincia a saturarsi, i prezzi di vendita e le promozioni non possono più mantenersi sottocosto (anche perché non c’è più concorrenza), la produzione quindi rallenta e i prezzi risalgono leggermente. È andata così quando il compact disc musicale ha soppiantato il disco in vinile, quando il dvd ha sostituito la videocassetta, e praticamente ogni volta che un apparecchio o una tecnologia digitale ha sostituito il suo predecessore analogico. Il processo è tanto più repentino e veloce in tempi come i nostri, così facili alla conversione tecnologica e alla scalabilità della filiera produttiva. Non deve stupire, pertanto, che anche un comparto della produzione prolifico e particolarmente attivo come quello dei televisori, riconvertitosi da poco dalla vecchia tecnologia a tubo catodico ai moderni pannelli al plasma – di cui sono già molto ridotte le quote di mercato

– e a cristalli liquidi (lcd), sia già investito da una prima contrazione di mercato. Verso un calo delle vendite Secondo le ultime stime fornite da alcuni analisti, i produttori di televisori a cristalli liquidi potrebbero registrare risultati negativi già nella prima metà del 2009. Il motivo? La scarsa richiesta di dispositivi elettronici. Le aziende produttrici di schermi lcd sono quelle che stanno subendo i peggiori effetti della contrazione dei consumi. Con il diminuire degli acquisti di computer portatili, tv e telefonini, i produttori di schermi a cristalli liquidi hanno subito un duro contraccolpo. Recentemente il Chief executive officer di LG, il secondo produttore di schermi lcd al mondo, ha dichiarato pubblicamente di ritenere che i prezzi abbiano ormai toccato il fondo e che in questa fase non possano che ‘rimbalzare’ verso l’alto. L’impressione però è che abbia detto solo una mezza verità per giustificare l’ultimo bilancio, uno dei peggiori nella storia dell’azienda. Non va dimenticato infatti che una delle

Nonostante un calo delle vendite atteso nel 2009, il comparto dei televisori a schermo piatto continua a dominare il mercato dell’elettronica di consumo. Si stima che nel 2012 la domanda potrebbe superare il tetto dei 200 milioni di pezzi (nel 2008 ne sarebbero stati venuti 144 milioni, oltre la metà dei quali basati su tecnologia a cristalli liquidi). ~ 69 ~

concause di questo passivo è stata la multa da 400 milioni di dollari imposta dal dipartimento di giustizia americano per uno scandalo che ha riguardato proprio il prezzo degli schermi lcd. La sanzione è stata comminata anche a Chunghwa e Sharp, ree con LG di aver costituito un cartello che si proponeva di mantenere alto il prezzo dei prodotti. Supponiamo, inoltre, che se fosse crisi vera LG non avrebbe investito la cifra record di 577 milioni di dollari per allestire una nuova linea di produzione dedicata allo sviluppo di schermi che sfruttano la tecnologia LTPS (Low Temperature Polycrystalline Silicon), come richiesto dai produttori di smartphone. La recessione dei consumi non è tanto un dato che denuncia la fragilità strutturale di un comparto, che comunque continuerà a crescere anche nei prossimi anni, quanto il sintomo della generalizzata recessione dei consumi. Il calo è confermato anche da un recente studio pubblicato da DisplaySearch e relativo alle vendite nel terzo trimestre del 2008 registrate in Nord America. Qui i numeri parlano chiaro: i volumi di televisori a schermo piatto arrivati nei magazzini dei retailer sono cresciuti del 21% (gli lcd del 21% e i plasma del 20%, per la precisione), complessivamente e nel confronto anno su anno, arrivando a circa nove milioni di unità. Niente male se si pensa alla crisi del mer-


T V K E Y 269

IL

MERCATO

DELL’HOME

gli apparecchi a schermo piatto a quota 144 milioni, più della metà dei quali basati sulla tecnologia lcd, anche se con un peso specifico molto diverso da paese a paese: i televisori a cristalli liquidi coprono circa l’80% della domanda negli Stati Uniti e in Francia, il 33% in Cina e il 15% in Brasile. Una torta comunque immensa quella in gioco, che sarà però quasi interamente ripartita fra una decina di produttori al massimo: Panasonic, Samsung e Sony in testa. Il must di domani? Il televisore ultrasottile a 200 Hz, in alta definizione (HD), con il collegamento WiFi per internet.

cato automobilistico americano (e non solo). C’è un altro dato, però, che fa pensare a una brusca frenata dei consumi: l’incremento medio nei sei trimestri precedenti era stato del 41%. Per il quarto trimestre del 2008 i dati non sono ancora definitivi (perché lo siano bisognerà aspettare la pubblicazione di tutti i bilanci). Comunque il rischio della crescita zero delle vendite rispetto al 2007, e di un salto indietro nel 2009, è piuttosto alto. Samsung davanti a Sony Sebbene i dati di DisplaySearch si riferiscano solo agli Stati Uniti e Canada, la situazione dell’Europa (e dell’Italia) non sembra molto diversa. Le vendite complessive di tutto il comparto dell’elettronica di consumo nel 2008 hanno raggiunto i 678 miliardi di dollari a livello mondiale, con un aumento del 4% rispetto ai primi mesi del 2007. Le previsioni per il 2009 dovrebbero segnare una crescita del 6% in Europa (per quanto con evidenti differenze tra paese e paese) e del 12,8% di Asia e Oceania. Il dettaglio dei dati si presta anche ad altre considerazioni. Intanto, le vendite di schermi lcd e al plasma sono arrivate, sempre in Nord America, a quota 90% del totale: i televisori prodotti con tecnologia tradizionale sono quindi sempre meno. In Europa le stime parlano di 35/40 milioni schermi lcd venduti nel 2008. Rappresentano un’eccezione invece i mercati di India, Cina e numerosi altri paesi emergenti, dove sono ancora i televisori a tubo catodico a fare il pieno di vendite. Le vendite dei televisori a schermo piatto sollevano comunque da sole l’intero comparto (+12% nel terzo trimestre rispetto allo stesso periodo del 2007), che comprende anche gli schermi piatti per i dispositivi mobile. Un’altra indicazione importante è il fatto che Samsung (con una crescita del 99% per quanto riguarda le vendite fra luglio e settembre) vola verso una posizione di assoluta leadership nel settore delle tv a schermo piatto (occupa il primo posto nel settore lcd e il secondo in quello degli schermi al plasma), sebbene Sony continui a viaggiare, almeno negli Usa e nel comparto degli apparecchi a cristalli liquidi, su buonissimi livelli. Un ultimo dato, infine, riguarda le dimensioni degli schermi. Il televisore lcd da 32 pollici si conferma il prodotto più venduto in assoluto (2,4 milioni di pezzi su un totale di circa otto milioni). La fetta più importante del mercato è appannaggio dei modelli con formato inferiore ai 40 pollici, che sono anche quelli che costano di meno. Un bacino di vendita potenziale di 170 milioni di pezzi Se le parole del Chief executive officer di LG vengono prese per buone, è quindi probabile che saranno proprio i televisori di dimensioni più ingombranti, destinati al pubblico più ricco ed esigente, a salire di prezzo. Per gli altri,

ENTERTAINMENT

JVC LT42WX70

il cui acquisto sarà quasi un obbligo in molti paesi d’Europa a causa dall’arrivo del segnale digitale terrestre, la guerra dei prezzi si farà invece ancora più furiosa. In caso contrario non solo sarebbe difficile mantenere i volumi di vendita attuali, ma sarebbe impossibile smaltire le scorte di pannelli già prodotti in numero abbondantemente superiore a quello dei televisori finiti. L’ipotesi sembra confermata dalla ricerca di un’altra società specializzata, iSupply, che prevede nel 2009 una forte accelerazione delle vendite dei televisori lcd di piccolo formato (fino a 20 pollici) in sostituzione del vecchio apparecchio a tubo catodico. Nel mondo ci sono ben 170 milioni di televisori crt ancora in circolazione, che presto saranno sostituiti. Nella stessa relazione si stima che entro il 2012 gli schermi a cristalli liquidi rappresenteranno il comparto più grande nel mercato della consumer electronics (la domanda potrebbe superare il tetto dei 200 milioni di pezzi), anche grazie alla diffusione sempre più capillare dei sistemi di trasmissione di contenuti digitali. Per dovere di cronaca, ricordiamo che le stime per il 2008 danno le vendite de-

LG Scarlet ~ 70 ~

VETRINA JVC, perfetto per le foto, esaltante col video L’ultimo nato di casa JVC è siglato LT42WX70. Si tratta di uno schermo piatto Full HD da 42 pollici, basato su un’innovativa tecnologia che permette di selezionare una modalità di colore per ogni segnale (video o fotografie): Wide (lo spettro di colore della tv), Normal (gli standard ITU-R BT.709, HDTV), x.v. Colour (gamma estesa xvYCC ), sRGB (con gli stessi colori primari di un HDTV) e Adobe RGB (lo standard di colore per la visione di foto scattate con macchine fotografiche digitali reflex ad alta risoluzione). Come se non bastasse, per raggiungere i colori desiderati per ogni fonte connessa sono disponibili 52 opzioni di regolazione della qualità dell’immagine che intervengono su colori, tinta, gamma ecc. Il nuovo motore grafico, denominato DynaPix HD, garantisce una riproduzione accurata e naturale, mentre la tecnologia Clear Motion Drive III, con scansione a 100 Hz, restituisce immagini nitide e prive di rumore. Molto particolare anche il design, con la cornice rivestita da eleganti finiture nere in similpelle e metallo argentato. Si tratta infine di un tv lcd per molti aspetti eco-compatibile. Rispetto a un televisore tradizionale, il cui peso medio è di circa 22 chilogrammi, il volume del monitor è stato ridotto del 40%, l’uso delle parti in plastica del 10% e il volume del packaging del 33% (il 14% in meno del materiale utilizzato di solito). Anche questo è un modo intelligente per ridurre le dannose emissioni di CO2 nell’atmosfera.


IL

MERCATO

DELL’HOME

ENTERTAINMENT

T V K E Y 269

con il pannello ad alta definizione IPS Alpha. Diverse sono le funzioni: televideo, con memoria massima di 200 pagine, fermo immagine e sleep timer per lo spegnimento automatico. Molto curata la sezione audio, affidata a un sistema surround a due altoparlanti stereo da 10 + 10 watt. Sul fronte delle connessioni audio-video, il Panasonic TX-37LZD70 dispone di due porte HDMI, un’uscita VGA, un’interfaccia DVI, un’uscita audio-video composito e una S-Video. Può quindi essere collegato al computer per essere utilizzato come monitor, oppure riprodurre immagini e filmati contenuti su schede di memoria SD/SDHC. Costa circa 1.300 euro.

Panasonic TX-37LZD80

LG, mistero Scarlet Anticipata da un trailer all’insegna del mistero, la serie di televisori LG Scarlet (nome in codice LG6000) punta a differenziarsi dai concorrenti, oltre che per le tecnologie all’avanguardia, anche per il design ricercato e lo stile. Tre sono gli elementi che la rendono inconfondibile: il doppio colore (nero lucido anteriormente e rosso scarlatto posteriormente); lo spessore, estremamente ridotto; il foro color argento posto sotto il pannello, che non appena sfiorato si illumina accendendo il televisore. Il modello da 42 pollici, uscito in Italia lo scorso giugno, vanta uno spessore di appena 4,5 centimetri che lo ha reso uno dei tv lcd più sottili tra quelli disponibili sul mercato (un primato che contende ai nuovi Sony Bravia, di cui parleremo più avanti). L’angolo di visione è di ben 178 gradi, mentre il rapporto di contrasto dinamico è pari a 50.000:1. La tecnologia TruMotion Advanced 100 Hz (per i modelli da 37, 42 e 47 pollici) permette un tempo di risposta di soli 5 millisecondi. La funzione Anti-Dazzling System, che riduce il bianco nelle scene molto luminose e incrementa il nero in quelle buie, consente anche di ridurre il consumo di energia fino al 50%. Tutti i modelli LG Scarlet aderiscono allo standard Full HD, con la sola esclusione del modello da 32 pollici che è invece HD Ready. Tutti hanno il decoder DVB-T integrato, come da normativa italiana, ma non è stato comunicato se compatibile con l’alta definizione sul digitale terrestre. Scarlet è disponibile nelle versioni da 32, 37, 42 e 47 pollici, a prezzi compresi tra gli 849 euro del 32LG6000 e i 1.999 euro per il 47LG6000.

de produttore al mondo di pannelli al plasma (leader nel segmento degli schermi da 50 pollici in su), e Hitachi, per scalare posizioni nella classifica dei vendor mondiali di tv lcd. Panasonic ci prova con questo modello da 37 pollici (siglato TX-37LZD70), Full HD, formato 16:9, risoluzione 1920 x 1080, angolo di campo di 178 gradi, angolo di visione (verticale) di 178 gradi, potenza assorbita di 194 watt (0,4 watt in stand-by). Le dimensioni sono di 103 x 30 x 63,4 centimetri, il peso di 27 chilogrammi. Non mancano un sintonizzatore per il digitale terrestre incorporato e lo slot per le SD (Secure Digital) card. Cuore dell’apparecchio è il nuovo processore V-Real Pro II (un’evoluzione del famoso V-Real di prima generazione), perfetto abbinamento

Panasonic, non solo plasma Giusto un anno fa segnalavamo su queste pagine la joint venture tra Panasonic, il più gran-

Philips, sempre più… Ambilight L’azienda olandese continua sulla strada già tracciata: integrare il televisore con l’ambiente che lo ospita ottimizzando il rapporto tra l’illuminazione e la luce generata dal pannello lcd. Philips la definisce una “cornice attiva” con un “effetto alone sensoriale intorno allo schermo”. L’ultima evoluzione di questa filosofia costruttiva è la serie Aurea con Ambilight Spectra, una soluzione che estende ancora di più la luce e l’atmosfera dell’immagine al di là dello schermo. Aurea è facilmente distinguibile anche per il design con rifiniture in vetro cristallino. Gli oltre 150 led ad alta intensità, posizionati attorno allo schermo, creano un’aura (da qui il nome) leggera e multicolore che si riversa anche sulle pareti. Da segnalare la certificazione DLNA per collegare in rete il pc allo scopo di trovare e gestire facilmente i contenuti audiovideo (filmati, foto, file audio…) custoditi sull’hard disk del proprio computer o sulla rete casalinga. Si tratta di una particolare connessione Ethernet (LAN), che garantisce la compatibilità tra una serie di prodotti certificati, il

Philips Aurea

~ 71 ~


T V K E Y 269

tutto attraverso un’interfaccia intuitiva e user friendly che consente l’accesso ai dati con la sola pressione di un tasto. L’apparecchio è molto versatile anche sul fronte delle connessioni: quattro ingressi HDMI (tre sul retro e uno sul lato del televisore) con EasyLink, il protocollo standard del settore HDMI-CEC che permette, tra l’altro, l’utilizzo di un solo telecomando per gestire tv e apparecchi collegati: decoder HD, lettore Blu-ray, console da gioco, videocamera digitale… Samsung, la crema della… Cream Spesso le sigle che dovrebbero rendere riconoscibile un modello di monitor o di televisore dall’altro sono tanto astruse da ricordare le targhe delle auto. L’idea – perseguita ultimamente da molti produttori – di evocare delle immagini o delle sensazioni con i nomi delle serie non può quindi che essere giudicata positivamente. È questo il caso di Samsung, che per la sua nuova serie di monitor (modelli 2033SN e 2033SW da 20 pollici, 2233SN da 21,5 pollici, 2333SW da 23 pollici e 2433BW da 24 pollici) ha scel-

Samsung Cream

IL

MERCATO

DELL’HOME

to la parola ‘Cream’. Insomma, il meglio del meglio. I cinque monitor della serie Cream, in effetti, si caratterizzano per lo stile ricercato, ben messo in mostra dalle rifiniture nere e lucide della cornice, impreziosita da inserti trasparenti e da motivi decorativi nel retro della scocca. Tecnicamente parlando, da segnalare la funzione ‘Adjustable Image Size’, utile al monitor per riconoscere automaticamente il formato di origine dei video e delle imSharp Aquos magini per riprodurli con le corrette proporzioni. I monitor della serie Cream, infine, supportano pienamente il protocollo HDCP, e sono quindi in grado di visualizzare i segnali in alta definizione. I prezzi (IVA inclusa) vanno dai 129 euro del modello da 20 pollici ai 289 di quello da 24 pollici. Sharp, per grandi vedute In attesa dell’arrivo su grande scala degli schermi Oled, che promettono di essere sottilissimi (anche se, al momento, non proprio economici), gli schermi piatti lcd si evolvono spostando sempre più in là i parametri tecnici di giudizio. Il nuovo Sharp Aquos XS1, un televisore Full HD con risoluzione 1920 x 1080p, rapporto di contrasto di ben 1.000.000:1, processore a 100 MHz per la gestione delle immagini in movimento, vanta un pannello a led retroilluminato dallo spessore di soli 23 millimetri! Due sono i formati disponibili, entrambi maxi, evidentemente pensati per chi non ha problemi di spazio: da 65 e da 52 pollici. Tra le altre caratteristiche tecniche da segnalare: ingresso HDMI (protocollo HDCP) compatibile con il decoder per la pay tv satellitare in alta definizione (SKY HD), sintonizzatore per il digitale terrestre HD integrato, sintonizzatore DVB-C, sintonizzatore DVB-S/S2, angolo di visuale reale fino a 176 gradi, stabilizzatore di immagini in HD, tempo di risposta di 4 millisecondi… Per il rispetto dell’ambiente, infine, i nuovi Aquos XS1 sfoggiano l’innovativa funzione OPC (Optical Picture Control), che regola la luminosità dello schermo a seconda della luce del~ 72 ~

ENTERTAINMENT

l’ambiente circostante, ottimizzando il consumo energetico. Sony, i collegamenti ci sono ma non si vedono Il compito di raggiungere, e se possibile di superare le vendite di Samsung, Sony lo delega alla nuova offerta della acclamata linea Bravia, che con la serie ZX1 raggiunge l’incredibile spessore per uno schermo lcd di soli 9,9 millimetri (nel punto più sottile): un televisore che ben si

Sony Bravia ZX1

presta a essere fissato alla parete o montato come unità indipendente. Fa meglio solo il Bravia XEL-1 (3 millimetri di spessore!), uno dei primissimi ad adottare il diplay Oled (Organic Light Emitting Diode). Il risultato raggiunto dalla serie ZX1 è merito della tecnologia basata sui ‘led a emissione laterale’. Mentre infatti negli schermi lcd tradizionali la retroilluminazione si trova dietro lo schermo, qui vengono alloggiati nella cornice, in maniera da fornire un’illuminazione perfetta da tutti i lati anche con ingombri ridottissimi. Un’ulteriore sofisticazione tecnica è la funzionalità Bravia 1080 Wireless, un sistema di trasmissione del segnale HD senza fili e senza compressione che consente di dialogare con un lettore Blu-ray, una console o un altro dispositivo HD senza dover stendere dei cavi. Un’altra soluzione interessante è l’adozione del telecomando a radiofrequenza, che non obbliga più di ‘vedere’ gli apparecchi da controllare. La serie ZX1 sfoggia infine il nuovo Bravia Engine 2, che sulla carta dovrebbe garantire maggiore nitidezza, profondità e ricchezza di particolari. ■


ANALISI

DATI

AUDITEL

TV

GENERALISTA

T V K E Y 269

Con gli occhi puntati su Sanremo L’inizio del nuovo anno propone temi di discussione vecchi e nuovi: l’eterna sfida tra Rai e Mediaset, l’ascesa degli outsider, e soprattutto il Festival di Sanremo… DI RICCARDO ROSSIELLO

M

andata in archivio la parentesi televisiva che comprende le vacanze di Natale, si torna alla normalità. Meno film per i bambini e per tutta la famiglia, meno speciali e programmi fuori palinsesto, rispunta la programmazione normale, con molti revival e qualche novità. Per Canale 5 tornano I Cesaroni, con Elena Sofia Ricci e Claudio Amendola, La corrida, orfana per la prima volta del maestro Pregadio, Grande Fratello, Scherzi a parte, Amici. Per Raiuno, Ballando con le stelle e Dimmi la verità. Per Raidue, X Factor ed E.R. - Medici in prima linea. Per Italia 1, Le Iene. Si concludono invece Carràmba! Che fortuna, Il commissario Manara, ArciZelig, e prosegue la parata trionfale degli episodi di Tutti pazzi per amore, di cui diamo per scontata una nuova serie da programmare nella prossima stagione televisiva. Ma l’evento che ha prevalso su tutti è il Festival della canzone italiana di Sanremo. I temi erano i soliti: il cachet incassato da Bonolis ha ripagato la Rai in termini di audience? Le canzoni erano solo minestra riscaldata o hanno saputo riservare nuove emozioni? Chi è stata la rivelazione di questa edizione? Quali erano gli ospiti a sorpresa?

A sinistra, ‘Miacarabefana.it’ (Raiuno) con Veronica Pivetti. Sopra, ‘Il bene e il male’ (Raiuno).

posto il film fantastico Miacarabefana.it, che al suo primo passaggio su Raiuno ottiene oltre sei milioni di spettatori. La fiction con Veronica Pivetti batte nientemeno che l’accoppiata Jennifer Lopez–Ralph Fiennes, protagonisti del film commedia Un amore a 5 stelle, programmato da Canale 5: sarà l’eccezione che conferma la regola. Da lunedì 12 gennaio parte infatti la nona edizione del reality show di Canale 5 Grande Fratello, condotto da Alessia Marcuzzi, e nelle settimane a venire non ce ne sarà più per nessuno. Il padre di tutti i reality ottiene subito 5,6 milioni di telespettatori (più o meno lo stesso risultato al debutto dell’edizione 2008). La nuova fiction di Raiuno Il bene e il male con Gianmarco Tognazzi non può che accontentarsi del-

Lunedì, nel segno del ‘Grande Fratello’ Il 5 gennaio, nella classifica dei programmi più visti dal campione Auditel, troviamo al primo

A sinistra, ‘Grande Fratello 9’ (Canale 5). Sopra, ‘X Factor’ (Raidue). A destra, ‘R.I.S. 5 Delitti imperfetti’ (Canale 5). ~ 73 ~

la piazza d’onore. Al terzo posto un altro debutto, quello della seconda edizione del talent show musicale X Factor (Raidue), condotto anche quest’anno da Francesco Facchinetti (l’audience sarà di poco più di 3,1 milioni di spettatori, assai meglio di quanto ottenuto al debutto della prima edizione). Il 19 gennaio, come anticipato, troviamo ancora in vetta Grande Fratello, mentre i suoi avversari si confermano essere quelli della settimana precedente. Lunedì 26 gennaio Grande Fratello, in sicura ascesa di ascolti, ottiene 6,6 milioni di spettatori. Il bene e il male ne raggiunge poco meno di cinque. In crescita anche X Factor. I tre programmi sembrano quindi capaci di monopolizzare da soli la parte più grande della platea. Nessun terremoto lunedì 2 febbraio, che vede il reality show di Canale 5 sfiorare i 7 milioni di spettatori. Identici alle settimane precedenti gli altri gradini del podio, con il talent show musicale di Raidue che si conferma poco sopra i tre milioni di spettatori. Lu-


T V K E Y 269

ANALISI

DATI

AUDITEL

TV

A sinistra, ‘Dimmi la verità’ (Raiuno) e ‘Il mistero del lago’ (Canale 5). Sotto, Paolo Bonolis e i partecipanti al ‘59° Festival della canzone italiana’ di Sanremo.

nedì 9 febbraio, invece, il terremoto che tutti si aspettano investe solo Enrico Mentana, direttore e conduttore del programma di informazione Matrix, che rassegna le dimissioni alla notizia che, nonostante la morte di Eluana Englaro, Canale 5 programmerà regolarmente il reality show Grande Fratello. Le dimissioni vengono accolte, e Mentana si ritrova ben presto in cima alla lista dei disoccupati più illustri. Per la cronaca, il programma condotto da Alessia Marcuzzi aggiunge un altro milione di spettatori alla sua platea. Cambiano invece le… damigelle d’onore, che sono lo Speciale Porta a Porta (Raiuno) e il film thriller in prima visione Déjà Vu Corsa contro il tempo (Italia 1). Il 16 febbraio, infine, Grande Fratello conferma l’en plein, anche se con una media di spettatori tornata su livelli normali (7,2 milioni). Nelle posizioni di rincalzo è da segnalare solo la prima visione del film thriller In linea con l’assassino con Colin Farrell, che si inserisce tra la fiction di Raiuno e il talent show di Raidue. Martedì, delitti e qualche canzone Il 6 gennaio, giorno della befana, è per tradizione quello in cui vengono estratti i premi milionari della Lotteria Italia. Quest’anno l’abbinamento è con il programma condotto da Raffella Carrà Carràmba! Che fortuna, che conquista la leadership della serata con oltre 6,3 milioni di spettatori. Modesta l’opposizione degli altri canali, che programmano la replica del film commedia Matrimonio a 4 mani e il film action in prima visione Today you die. Orfana di Raffaella Carrà, con quasi 5,5 milioni di telespettatori la serata del 13 gennaio premia il debutto della serie italiana R.I.S. 5 - Delitti imperfetti con Lorenzo Flaherty e Romina Mondello. La fiction di Canale 5 batte l’esordio del varietà Dimmi la verità (Raiuno) con Caterina Balivo. Il risultato si ripete la settimana successiva: il 20 gennaio R.I.S. 5 - Delitti imperfetti si conferma il programma più visto della serata anche se per-

de più di mezzo milioni di spettatori. Scendiamo di un altro mezzo milione di spettatori e troviamo Dimmi la verità. Martedì 27 gennaio, stessa musica. Da segnalare solo la leggera crescita della serie poliziesca di Raidue L’ispettore Coliandro con Giampaolo Morelli. Martedì 3 febbraio, proprio nel momento in cui sembrava che le posizioni fossero ormai stabilizzate, il varietà di Raiuno riesce di slancio a superare la fiction di Canale 5 con uno scarto di circa mezzo milione di spettatori. La programmazione serale di martedì 10 febbraio è invece piuttosto atipica. A scombinare le carte in tavola è l’incontro amichevole di cal-

Sopra, ‘Il commissario Manara’ (Raiuno) con Guido Caprino e Roberta Giarrusso. Sotto, ‘Due mamme di troppo’ (Canale 5) con Lunetta Savino e Angela Finocchiaro. A destra, la locandina del film ‘Il diavolo veste Prada’ (Canale 5).

~ 74 ~

GENERALISTA

cio Brasile-Italia, che raggiunge una platea di quasi 10 milioni di spettatori. Al secondo posto, ben distante (circa 4,6 milioni di spettatori), la serie italiana di Canale 5. Se non avesse avuto avversari tanto agguerriti, infine, sarebbe potuta andare meglio la prima visione del film d’animazione L’era glaciale 2 - Il disgelo (Italia 1), che si piazza subito dietro. L’ultimo martedì da noi preso in esame (il 17 febbraio) è ancora una volta un giorno speciale: segna infatti l’avvio del 59° Festival della canzone italiana di Sanremo, condotto da Paolo Bonolis coadiuvato da Luca Laurenti. Una partenza a razzo che supera i 14 milioni di spettatori, mettendo a tacere tutte le polemiche che avevano preceduto l’appuntamento. Non poteva essere altrimenti, visto che Bonolis si gioca subito i suoi assi: Mina, che compare nel video di Nessun dorma, e Roberto Benigni, col suo show nello show. Ci fossero stati anche Celentano e la nazionale italiana di calcio, Bonolis avrebbe fatto poker. A R.I.S. 5 - Delitti imperfetti restano circa 4 milioni di affezionati. Mercoledì, calcio e amici Rispetto a quelle precedenti la serata del mercoledì è sicuramente molto contrastata, per dirla con il linguaggio borsistico. Mercoledì 7 gennaio troviamo al primo posto nella classifica delle audience il film tv in prima visione Il mistero del lago (Canale 5) con Ana Caterina Morariu e Lorenzo Flaherty (sempre gettonatissimo), che supera la commedia La mia super ex ragazza con Uma Thurman in prima visione su Raidue. Il 14 gennaio, invece, lo scettro va all’esordio serale dell’edizione 2009 del reality show Amici con Maria De Filippi (Canale 5), che ottiene oltre 5,6 milioni di spettatori e fa meglio persino


ANALISI

Data

DATI

AUDITEL

Programma

TV

T V K E Y 269

GENERALISTA

Spettatori Auditel

Share %

Canale

5 gennaio

Miacarabefana.it

6.085

24,87%

Raiuno

6 gennaio

Carramba! Che fortuna

6.348

31,67%

Raiuno

7 gennaio

Il mistero del lago

5.692

21,85%

Canale 5

8 gennaio

Il commissario Manara

6.446

23,44%

Raiuno

9 gennaio 10 gennaio

ArciZelig

6.927

25,88%

Canale 5

Ballando con le stelle

6.598

31,02%

Raiuno

11 gennaio

Che tempo che fa - Speciale Fabrizio

5.061

19,51%

Raitre

12 gennaio

Grande Fratello

5.674

26,51%

Canale 5

13 gennaio

R.I.S. 5 - Delitti imperfetti

5.426

20,54%

Canale 5

14 gennaio

Amici

5.627

26,32%

Canale 5

15 gennaio

Il commissario Manara

6.244

23,17%

Raiuno

16 gennaio

ArciZelig

7.231

27,33%

Canale 5

17 gennaio

Ballando con le stelle

5.989

30,22%

Raiuno

18 gennaio

Tutti pazzi per amore

5.817

20,86%

Raiuno

19 gennaio

Grande Fratello

5.755

24,24%

Canale 5

20 gennaio

R.I.S. 5 - Delitti imperfetti

4.974

19,83%

Canale 5

21 gennaio

Coppa Italia: Inter-Roma

7.116

25,51%

Raiuno

22 gennaio

Film: Il diavolo veste Prada

7.680

29,84%

Canale 5

23 gennaio

ArciZelig

7.565

27,58%

Canale 5

24 gennaio

Ballando con le stelle

5.914

27,68%

Raiuno

25 gennaio

Tutti pazzi per amore

5.660

20,43%

Raiuno

26 gennaio

Grande Fratello

6.633

27,18%

Canale 5

27 gennaio

R.I.S. 5 - Delitti imperfetti

4.952

18,77%

Canale 5

28 gennaio

Amici

5.384

23,02%

Canale 5

29 gennaio

Scherzi a parte

6.938

28,17%

Canale 5

30 gennaio

ArciZelig

7.448

27,93%

Canale 5

31 gennaio

Ballando con le stelle

6.063

29,85%

Raiuno

1 febbraio

Tutti pazzi per amore

6.035

21,07%

Raiuno

2 febbraio

Grande Fratello

6.941

27,38%

Canale 5

3 febbraio

Dimmi la verità

5.403

20,54%

Raiuno

4 febbraio

Coppa Italia: Juventus-Napoli

7.505

27,44%

Raiuno

5 febbraio

Scherzi a parte

6.660

26,98%

Canale 5

6 febbraio

I Cesaroni 3

7.606

27,51%

Canale 5

7 febbraio

Ballando con le stelle

6.364

30,89%

Raiuno

8 febbraio

Tutti pazzi per amore

6.089

21,29%

Raiuno

9 febbraio

Grande Fratello

7.920

31,78%

Canale 5

10 febbraio

Amichevole di calcio: Brasile-Italia

9.816

32,80%

Raiuno

11 febbraio

Dimmi la verità

6.045

22,59%

Raiuno

12 febbraio

Scherzi a parte

6.934

27,71%

Canale 5

13 febbraio

I Cesaroni 3

7.168

28,09%

Canale 5

14 febbraio

Ballando con le stelle

5.664

29,79%

Raiuno

15 febbraio

Tutti pazzi per amore

5.685

20,01%

Raiuno

16 febbraio

Grande Fratello

7.226

29,51%

Canale 5

17 febbraio

59° Festival di Sanremo

14.173

47,11%

Raiuno

18 febbraio

59° Festival di Sanremo

12.399

41,60%

Raiuno

19 febbraio

59° Festival di Sanremo

12.523

43,89%

Raiuno

20 febbraio

59° Festival di Sanremo

12.052

43,23%

Raiuno

21 febbraio

59° Festival di Sanremo

13.008

49,75%

Raiuno

22 febbraio

Tutti pazzi per amore

6.093

21,33%

Raiuno

~ 75 ~

Sopra e a sinistra, i protagonisti di ‘Amici’ di Maria De Filippi (Canale 5).

della partita di calcio Juventus-Catania di Coppa Italia, che ne raggiunge poco meno di cinque. Mercoledì 21, invece, il pallone si prende la rivincita: il quarto di finale di Coppa Italia tra Inter e Roma supera i 7 milioni di spettatori. Il reality show di Canale 5 mantiene comunque la sua platea di oltre 5 milioni di spettatori. Mercoledì 28 torna in vetta Amici, anche se buona parte del pubblico è sintonizzato sui canali pay terrestri e satellitari per seguire il turno infrasettimanale del campionato di calcio di Serie A. La piazza d’onore spetta al film d’azione in prima visione Mr. & Mrs. Smith con Brad Pitt e Angelina Jolie, programmato da Raiuno.

Sopra, Vanessa Incontrada e Claudio Bisio, conduttori di ‘ArciZelig’ (Canale 5). Sotto, ‘I Cesaroni’ (Canale 5).


T V K E Y 269

ANALISI

DATI

AUDITEL

TV

GENERALISTA

A sinistra, ‘Le Iene Show’ (Italia 1). A destra, ‘Scherzi a parte’ (Canale 5) con Teo Mammucari, Belen Rodriguez e Claudio Amendola.

Il 4 febbraio è ancora una volta il calcio a beffare Maria De Filippi. La partita tra Juventus e Napoli, valida anche questa per i quarti di finale di Coppa Italia, ottiene una media di 7,5 milioni di spettatori. Poco meno di cinque milioni e mezzo di appassionati restano invece a guardare Amici su Canale 5. L’11 febbraio saluta l’ennesimo avvicendamento. Stavolta a catalizzare l’interesse degli spettatori è l’ultima puntata del varietà di Raiuno Dimmi la verità, che batte la puntata serale (durata un’ora in più) di Amici. Da segnalare anche la risalita dell’inedita accoppiata poliziesca di Italia 1 CSI: Miami e CSI: NY. Il 18 febbraio infine – ma guarda un po’! – troviamo al primo posto il 59° Festival di Sanremo, che supera i 12 milioni di telespettatori. Il picco di telespettatori viene raggiunto alle ore 21.46 (con 15.968.000 persone sintonizzate), mentre lo share più alto viene totalizzato alle ore 0.33 (con il 53,09%). Solo 4 milioni di spettatori per Maria De Filippi: che sia questo l’unico modo per battere la conduttrice di Canale 5? Giovedì, prima le fiction poi gli scherzi Anche la giornata del giovedì, almeno nelle prime settimane, sembra dominata dalle variabili. L’8 gennaio il programma più seguito secondo Auditel è la nuova serie italiana di Raiuno Il commissario Manara con Guido Caprino e Roberta Giarrusso, che supera per l’occasione il film tv commedia in prima visione su Canale 5 Due mamme di troppo con Lunetta Savino e Angela Finocchiaro. Record negativo invece per la serie teen di Italia 1 Gossip Girl – che pure viene considerata in must in altri Paesi, come la Francia – che non arriva neppure a mezzo milione di spettatori. Giovedì 15 è una giornata nel segno della stabilità. I due episodi inediti de Il commissario Manara battono nuovamente la programmazione di Canale 5, che stavolta prevede 4 padri single con Alessandro Gassman e Francesco Quinn. La settimana successiva ci si aspetterebbe la conferma del detto ‘non c’è due senza tre’. Invece il 22 gennaio sul gradino più alto del podio troviamo la prima visione del film Il diavolo veste Prada con Meryl Streep e Anne Hathaway (Canale 5). Ottimi gli ascolti: oltre 7,6 milioni di spettatori. Il commissario Manara e Raiuno si devono accontentare del secondo posto. L’ultimo giovedì di gennaio, il 29, assistiamo a un nuovo avvicendamento. Parte a razzo infatti la nuova edizione del varietà di Canale 5 Scherzi a parte, che quest’anno viene con-

dotta dall’inedito trio Teo Mammucari–Belen Rodriguez–Claudio Amendola. La piazza d’onore spetta ancora a Il commissario Manara, che nonostante tutto si migliora rispetto alla settimana precedente. La conferma che Scherzi a parte è il nuovo dominatore del giovedì arriva il 5 febbraio, quando il varietà di Canale 5, pur con 300.000 spettatori in meno rispetto all’esordio, batte agevolmente la serie italiana di Raiuno. Lo ritroviamo in cima alla classifica anche il 12 febbraio, davanti agli ultimi due episodi de Il commissario Manara. Il 19 febbraio a sconvolgere la serata arriva infine il 59° Festival di Sanremo, che conferma il trend di crescita rispetto all’edizione precedente condotta da Pippo Baudo. Al varietà di Canale 5 non restano che quattro milioni di spettatori... ma dalla prossima settimana il Festival di Sanremo non ci sarà più. Venerdì, incredibili Zelig e Cesaroni! La serata del venerdì sarà all’insegna delle incognite e delle variabili come lo sono state quelle del mercoledì e del giovedì? La risposta è… ArciZelig. Venerdì 9 gennaio il varietà condotto da Claudio Bisio e Vanessa Incontrada su Canale 5 batte Ciak… si canta! (Raiuno) con Eleonora Daniele, che pure supera i sei milioni di spettatori. Il 16 gennaio, stessa musica: la seconda puntata del programma comico di Canale 5 supera i sette milioni di spettatori nella prima parte e aumenta il vantaggio sul varietà di Raiuno. Il 23 gennaio al comando è ancora ArciZelig, con oltre 7,5 milioni di spettatori nella prima parte e quasi 5 milioni nella seconda. Al varietà di Raiuno non è sufficiente migliorarsi rispetto alla settimana precedente.

L’ultimo venerdì di gennaio, il 30, il verdetto è identico. Da segnalare solo il buon esordio su Raidue della quattordicesima stagione della serie ospedaliera E.R. - Medici in prima linea. In definitiva, la giornata del venerdì è all’insegna della stabilità. L’unica variabile introdotta venerdì 6 febbraio è l’avvicendamento tra ArciZelig e la terza stagione della serie italiana di Canale 5 I Cesaroni con Claudio Amendola e Elena Sofia Ricci. Un successo annunciato, che col primo episodio speciale ottiene oltre 7,5 milioni di spettatori. Ciak… si canta!, fermo a 5,3 milioni, si deve accontentare ancora del secondo posto. Sul terzo gradino del podio troviamo invece Italia 1 e Le Iene Show (oltre tre milioni di spettatori), che saluta il ricomporsi del trio Ilary Blasi, Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu. La conferma che la serata del venerdì è ormai appannaggio de I Cesaroni e di Canale 5 arriva il 13 febbraio, quando Auditel segnala una media di 7,1 milioni di spettatori. La serata finale di Ciak… si canta! ottiene circa 5,5 milioni di telespettatori e il 21,35% di share. In calo invece sia Le Iene Show sia E.R. - Medici in prima linea. Anche l’esame degli andamenti Auditel del venerdì si chiude con l’arrivo del terremoto Bonolis. Il 20 febbraio, infatti, la quarta e penultima serata del 59° Festival di Sanremo, che vede anche la partecipazione di Hugh Hefner e delle ‘conigliette’ di Playboy, porta a Raiuno un picco di ascolto (alle 21.38) di ben 15.102.000 spettatori e uno di share (alle ore 1.08) del 67,36%. Staccati, con poco più di cinque milioni di spettatori, seguono I Cesaroni. Per loro vale quanto detto per la serata del giovedì e per Scherzi a parte. Sabato, ballando con Milly Se i risultati dei rilevamenti Auditel per le serate del giovedì e del venerdì premiano Canale 5, quelli del sabato sono indiscutibilmente appannaggio di Milly Carlucci e del reality-game di Raiuno Ballando con le stelle. La leadership di Milly è in effetti paragonabile, in quanto a solidità, a quella detenuta da Maria De Filippi in questa stessa serata con C’è posta per te. Basta dare un’occhiata ai dati per rendersene conto. Il 10 gennaio, giorno del debutto della nuova serie, Ballando con le stelle batte la prima puntata della nuova edizione de La corrida (CanaA sinistra, ‘La corrida’ (Canale 5) con Gerry Scotti e Michela Coppa, e ‘Ballando con le stelle’ (Raiuno), condotto da Milly Carlucci.

~ 76 ~


ANALISI

DATI

AUDITEL

TV

GENERALISTA

A sinistra, Hugh Laurie, protagonista di ‘Dr. House - Medical Division’ (Canale 5). Sotto, ‘Colorado’ (Italia 1) con Rossella Brescia.

le 5) con 6.598.000 spettatori e 31,02% di share contro 5.161.000 spettatori e 22,59% di share. La settimana successiva, sabato 17 gennaio, Milly Carlucci e Paolo Belli vincono ancora su Gerry Scotti: 5.989.000 spettatori e 30,22% di share contro 5.402.000 spettatori e 23,86% di share. Il 24 gennaio stesso risultato, anche se entrambi i contendenti perdono qualcosa: 5.914.000 spettatori e 27,68% di share per Ballando con le stelle contro 5.331.000 spettatori e 22,36% di share per La corrida. Il leggero calo è motivato dal buon risultato di ascolti ottenuto dal film Superman Returns con Brandon Routh e Kevin Spacey. Sabato 31 gennaio cambia poco: 6.063.000 spettatori e 29,85% di share per il reality show musicale di Raiuno, 5.598.000 spettatori e 24,42% di share per lo storico varietà di Canale 5. Anche in questa serata si segnala il buon risultato di un film in prima visione tv: Garfield 2. Il 7 febbraio il divario è ancora più ampio. Ballando con le stelle stacca La corrida con un milione di spettatori di vantaggio: 6.364.000 spettatori e 30,89% di share contro 5.342.000 spettatori e 22,66% di share. Poco sopra i 3 milio-

ni gli ascolti del film d’animazione in prima visione La gang del bosco (Italia 1). Il 14 febbraio, giorno di San Valentino, premia ancora l’accoppiata vincente Carlucci-Belli, che pur perdendo spettatori tengono a distanza Gerry Scotti, che pure l’anno scorso era riuscito spesso a battere il suo diretto avversario. Il risultato della serata è 5.664.000 spettatori e 29,79% di share contro 5.140.000 spettatori e 23,03% di share. Per avere un termine di paragone, la replica del film d’animazione Shrek ottiene su Italia 1 circa la metà delle audience di cui sopra: 2.806.000 spettatori e 11,38% di share. La carrellata sull’audience del sabato si conclude il 21 febbraio con i grandi ascolti per la serata finale del 59° Festival di Sanremo che si segnala, tra l’altro, per la partecipazione di Maria De Filippi come ospite-valletta. Sarà un caso, ma a vincere il festival è Marco Carta che si era già aggiudicato l’edizione 2007/08 di Amici condotta proprio dalla De Filippi. Il picco di telespettatori è alle ore 22.55 (intervista con Vincent Cassel), con 15.171.000 spettatori, mentre lo share più alto viene registrato alle 0.39, il momento della proclamazione del vincitore, con il 75,53%. In media lo share registrato nella serata finale del Festival è stato del 54,24%. Lo confermiamo questo Bonolis? Domenica, ancora tutti pazzi per amore Anche la domenica è nel segno della programmazione Rai. L’11 gennaio si inizia con lo speciale del programma Che tempo che fa dedicato a Fabrizio De Andrè, condotto da Fabio Fazio. Un evento eccezionale che pone Raitre, come poche altre volte durante l’anno, al primo posto delle audience. Riesce a battere persino la fortissima fiction di Raiuno Tutti pazzi per amore con Emilio Solfrizzi e Stefania Rocca, che si mantiene sull’onda dei cinque milioni di spettatori. Appena dieA sinistra, ‘Tutti pazzi con amore’ (Raiuno). A destra, la locandina del film ‘Scrivimi una canzone’ (Canale 5). ~ 77 ~

T V K E Y 269

tro, ecco il telefilm Dr. House - Medical Division con Hugh Laurie. Domenica 18 torna in vetta Tutti pazzi per amore (Raiuno), con 5,6 milioni di spettatori. Segue staccato Dr. House - Medical Division (Canale 5), con circa 4,5 milioni di spettatori. Il 25 gennaio vince ancora Tutti pazzi per amore, davanti ai due episodi inediti della quinta stagione di Dr. House - Medical Division. Buono il risultato del varietà Colorado con Beppe Braida e Rossella Brescia, che ottiene una media di 2,7 milioni di spettatori. Il primo febbraio si segnala solo per l’ulteriore crescita della serie di Raiuno: il primo episodio totalizza 6.035.000 spettatori (21,07% di share), il secondo (alle ore 22.30) ottiene 5.700.000 spettatori (25,08% di share). Non cambia nulla neppure l’8 febbraio, quando i due episodi di Tutti pazzi per amore ottengono in media circa sei milioni di spettatori e Dr. House - Medical Division resta invece a 4,5 milioni. Domenica 15 febbraio parte della platea emigra verso i canali pay terrestri e satellitari per seguire in diretta il derby di Serie A tra Inter e Milan (oltre il 25% di share complessivo). La serata viene comunque vinta dalla fiction di Raiuno, anche se con ascolti in comprensibile flessione: il primo episodio totalizza 5.685.000 spettatori (20,01%), il secondo (ore 22.35) ne ottiene 5.422.000 (25,36%). Il tentativo di recuperare audience da parte di Canale 5 sostituendo Dr. House con la commedia in prima visione Scrivimi una canzone col sex symbol Hugh Grant porta appena a 2.882.000 spettatori e al 12,12% di share. Domenica 22 febbraio, infine, la penultima puntata di Tutti pazzi per amore batte ancora Dr. House - Medical Division: il primo episodio totalizza 6.093.000 spettatori (21,33%), il secondo (ore 22.18) ne ottiene 5.981.000 (25,34%). Sarà difficile trovare un degno erede per la fiction con Emilio Solfrizzi e Stefania Rocca. Chi saranno i possibili pretendenti? Lo scopriremo il mese prossimo. ■


T V K E Y 269

ANALISI

DATI

AUDITEL

TV

SAT

Un assestamento significativo Dopo l’exploit di inizio d’anno, i contatti unici rilevati da Auditel per i canali satellitari della piattaforma SKY sono tornati a livelli più stabili. A DI RICCARDO ROSSIELLO quando la prossima ondata?

C

oncludendo il resoconto precedente, avevamo scritto: “Cosa dobbiamo attenderci dalle rilevazioni dei prossimi mesi? Probabilmente i tredici milioni di contatti giornalieri nell’arco delle 24 ore non sono un risultato avvicinabile nel breve periodo. (…) Il nuovo trampolino, pertanto, potrebbe essere rappresentato da una platea più stabile e ricca durante la settimana, con medie più vicine ai dieci milioni di spettatori”. Anche se non abbiamo la sfera di cristallo, non ci siamo discostati molto dal vero. Nel periodo che andremo a esaminare, tolta la data del 5 gennaio che segna ancora una volta un valore vicinissimo alla boa dei dodici milioni di contatti unici giornalieri, il dato più alto non arriva neppure a nove milioni e mezzo. I motivi di questo passo indietro? Ovviamente la ripresa dei normali ritmi lavorativi (sottolineiamo che i contatti unici sono riferiti all’intero arco delle 24 ore), il ritorno dei bambini a scuola, una programmazione forse meno aggressiva. Sulla bilancia hanno pesato in parte anche alcuni avvenimenti sportivi offerti in chiaro – come le partite di Coppa Italia e l’amichevole tra la nazionale italiana e quella brasiliana – oppure eventi trasmessi in esclusiva dalla tv generalista, come il Festival della canzone italiana di Sanremo. Il consuntivo non è comunque negativo, come spiegano molto bene anche le elaborazioni Starcom relative a gennaio e febbraio, di cui vi diamo un breve resoconto a fine articolo. Si tratta semmai di un assestamento che dimostra quanto sia ormai rilevante lo zoccolo duro rappresentato dagli utenti della televisione satellitare a pagamento.

ste si porta via”. A sintonizzarsi sul satellite, nell’arco delle 24 ore, sono stati 11.947.052 spettatori unici. Nell’intera giornata lo share medio del satellite è stato dell’11,1% (il 16% se si considera il target commerciale 1554 anni; il 21,4% per il target socio-economico alto). In prime time l’audience media del satellite è stata di 2.458.271 spettatori, con il 9,8% di share (il 13,6% per il target commerciale 15-54 anni; il 19,2% per la classe socio-economica alta). In seconda serata, tra le 22.30 e le due di notte, viene stabilito il nuovo record di audience media del satellite con 1.479.943 spettatori. Lo share è del 13,1%, che diventa del 19,9% tra la classe socio-economica più alta. Tra le 9.00 e le 12.00, il 30,6% dei bambini tra i 4 e i 14 anni davanti alla televisione stava guardando un canale satellitare. Nella stessa fascia oraria, ben il 25,6% degli appartenenti alla classe socio-economica alta si era sintonizzata sul satellite. Nel complesso, lo share raccolto dalla tv sat tra le 9.00 e le 12.00 è del 14,7%. Tra le 15.00 e le 18.00, lo share del satellite è invece del 14,1% (il 19,8% per il target commerciale da 15 a 54 anni; il 26,1% nella fascia dei bambini da 4 a 14 anni; il 31,7% nel target socioeconomico più alto). Nella fascia preserale, tra le 18.00 e le 20.30, il satel-

5 gennaio, ancora a un passo dai dodici milioni Il dato più rilevante, come detto poc’anzi, riguarda la giornata del 5 gennaio, ovvero quella che conduce alla notte della befana: l’ultima festa, se è vero che “l’Epifania tutte le fe-

Continua il grande successo di ‘Romanzo criminale - La serie’, con ascolti sempre più alti rispetto ai primi episodi. ~ 78 ~

lite fa registrare uno share dell’8,8% (il 21,1% per la classe socio-economica alta). Questa è la classifica dei canali satellitari stilata in base alle audience giornaliere: al primo posto i canali Fox (4.535.172 contatti), seguiti dai canali SKY Cinema (4.075.021), dal bouquet Raisat (3.669.201), quindi SKY Vivo e SKY Show (1.867.774), SKY Sport e SKY Calcio (1.814.871) e i canali Discovery (1.777.397). In prime time invece, la classifica è la seguente: sul gradino più alto i canali SKY Cinema (2.157.624 contatti), seguiti dai canali Fox (1.694.050), dal bouquet Raisat (1.025.725), da SKY Sport e SKY Calcio (535.803), da Discovery (524.413) e da SKY Vivo e SKY Show (425.091). Sui canali SKY Cinema sono da evidenziare gli ascolti di Romanzo criminale – La serie, che con il nono episodio totalizza una media di 295.313 spettatori. Rilevante anche il risultato ottenuto delle news di SKY Tg24 e SKY Meteo 24, che hanno raccolto 2.345.369 contatti unici. Come sempre, a queste cifre vanno aggiunte quelle relative agli spettatori che hanno seguito i programmi SKY nelle oltre 160.000 stanze d’albergo non misurate da Auditel.


ANALISI

DATI

AUDITEL

TV

SAT

conda serata, infine, tra le 22.30 e le due di notte, lo share raccolto dai canali della piattaforma SKY è dell’8,7% (dato che sale al 9,6% se si considera tutto il satellite). Siamo lontani da quel 13,1% che aveva permesso di parlare di record il giorno precedente. Da questo primo parallelo possiamo provare a trarre delle conclusioni. Innanzitutto non è SKY a perdere telespettatori, ma tutta la platea televisiva. In secondo luogo la perdita di

Il confronto: dove sono finiti 4 milioni di spettatori? A parte questo exploit isolato, con la conclusione delle vacanze – proprio a partire dal giorno dell’Epifania – molti abbonati SKY si sono trovati costretti a trascurare il loro giocattolodecoder. Il dato si commenta da solo: martedì 6 gennaio sono solo 7.940.647 gli spettatori unici collegati con il satellite. Rispetto al giorno prima mancano all’appello oltre quattro milioni di spettatori unici: una platea enorme! Eppure lo share medio del satellite è del 9,4% (il 13,5% nel target commerciale 15-54 anni): neanche due punti in percentuale meno dell’11,1% registrato il giorno prima. Se a questo dato aggiungiamo le reti satellitari ricevibili attraverso il decoder SKY (esclusi tutti i principali canali gratuiti generalisti, come Raiuno, Raidue, Raitre, Canale 5, Rete 4, Italia 1 e La7), lo share sale al 10,5% (il 15,2% se si considera il target commerciale 15-54 anni). In quali momenti della giornata mancano all’appello i telespettatori che pure il giorno prima erano stati tanto assidui? I dati, non sempre omogenei, non permettono il confronto tra le tutte le fasce di pubblico: si comincia infatti a distinguere tra le cifre relative ai bouquet SKY e quelle del satellite più in generale, a esclusione dei canali generalisti nazionali. Il 6 gennaio, nel prime time, l’audience media dei canali SKY è stata di 2.061.273 spettatori con il 7,8% di share (Il dato sale a 2.247.132 spettatori con l’8,5% di share se si considerano tutti i canali satellitari). Rispetto al giorno precedente la differenza è al massimo di 400.000 spettatori. Tra le 9.00 e mezzogiorno, lo share dei canali della piattaforma SKY era del 12,2% mentre nel pomeriggio tra le 15.00 e le 18.00 era del 12,1%. Per quanto riguarda il satellite nel suo complesso, lo share era del 13,9% tra le 9.00 e le 12.00 e del 13,7% tra le 15.00 e le 18.00. Nella prima fascia manca al massimo il 2,5%; nella seconda, il 2,0%. Sempre il 6 gennaio, nella fascia preserale tra le 18.00 e le 20.30, i canali SKY registrano invece uno share del 9,0% mentre il satellite arriva al 10,2%. Il dato è addirittura più alto di quello registrato il giorno 5, quando lo share era dell’8,8%. In se-

In alto a sinistra, una scena di 'Bee Movie': il film ha riscosso un buon successo sui canali SKY Cinema. Qui sopra, 'Grey's Anatomy', la cui quinta stagione ha esordito il 26 gennaio su FoxLife.

spettatori non è concentrata in fasce orarie particolari, ma è distribuita in misura quasi uguale durante tutta la giornata. Le sole eccezioni sono la fascia preserale, eccezionalmente forte, e la seconda serata, che registra invece la flessione più alta. I canali: carta vince, carta perde Attraverso la comparazione dei dati relativi ai singoli canali, approfittando della differenza complessiva così marcata tra il giorno 5 e il giorno 6, possiamo tentare di capire quali sono state le reti più o meno penalizzate. Nell’intera giornata del 6 gennaio troviamo al primo posto, come di consueto, i canali Fox con 4.696.241 contatti: rispetto al giorno precedente abbiamo 161.069 spettatori in meno. Seguono i canali SKY Cinema con 4.025.711 contatti (49.310 spettatori in meno rispetto al 5 gennaio). Al terzo posto il bouquet Raisat con 2.774.968 contatti (894.233 ~ 79 ~

T V K E Y 269

spettatori in meno). Vengono poi i canali SKY Sport e SKY Calcio, con 2.112.963 contatti e 298.092 spettatori in più, che rispetto al giorno precedente scavalcano SKY Vivo e SKY Show, ora con 2.029.533 spettatori e 161.789 spettatori in più. Chiudono infine i canali Discovery, con 1.816.413 contatti e 39.016 spettatori in più. In questa specifica fascia oraria, e solo relativamente ai bouquet di canali citati, il calo rispetto al giorno precedente è di 605.715 spettatori. Possiamo adottare lo stesso procedimento per comparare le audience ottenute dai bouquet dei canali SKY nella fascia del prime time. Al primo posto troviamo i canali SKY Cinema con 1.857.506 contatti (in calo di 300.118). Seguono i canali Fox con 1.844.263 (più 150.213), i canali Raisat con 778.085 (meno 247.640), i canali SKY Sport e SKY Calcio con 702.321 (più 166.518), i canali SKY Vivo e SKY Show con 430.607 (più 5.516), e infine il mini bouquet Discovery con 382.286 spettatori (meno 142.127), che scende di un posto in classifica rispetto al giorno precedente. In questa specifica fascia oraria, e sempre relativamente ai bouquet di canali citati, la perdita rispetto al giorno 5 è di 367.638 spettatori. Aggiungiamo al quadro che le news di SKY Tg24 e SKY Meteo 24 hanno raccolto 2.774.608 contatti unici (429.239 in più rispetto al 5 gennaio) e che la prima visione tv del film Bee Movie, in onda dalle 21.00 circa su SKY Cinema 1, SKY Cinema+1 e SKY Cinema HD, è stata seguita in media da 286.374 spettatori complessivi (appena 8.939 in meno rispetto all’episodio di Romanzo Criminale – La serie). Senza confondere i contatti unici con i contatti complessivi (quelli ‘da zapping’) e pur comprendendo che in un canale sportivo la mancanza dell’evento calcistico può fare la differenza, anche da questo confronto possiamo provare a trarre delle conclusioni, o meglio a trovare conferma di quanto già detto, anche se i dati ufficiali non ci dicono nulla degli altri mini-bouquet contenuti nell’offerta SKY (pensiamo alle reti Disney o a quelle Turner). I dati dimostrano che non ci sono state violente emorragie di spettatori. A parte i numeri relativi alle reti del bouquet Raisat, le perdite possono dirsi poco significative. In alcuni casi – Fox, canali SKY Sport e SKY Calcio, SKY Vivo e SKY Show, Discovery (ma solo durante l’intera giornata) – abbiamo addirittura degli incrementi. E allora, torniamo al quesito iniziale: dove sono andati a finire i quattro milioni di spettatori mancanti? Possiamo azzardare delle ipotesi: che si tratti soprattutto di bambini, o che abbiano fatto la differenza anche quei contatti che, pur passando per il segnale satellitare, privilegiano i canali generalisti. Se già in campo statistico è raro trovare certezze, figuriamoci quando ci sono di mezzo variabili così importanti come il gradimento televisivo.


T V K E Y 269

ANALISI

DATI

AUDITEL

TV

SAT

CANALI DELLA PIATTAFORMA SKY: SPETTATORI UNICI 12.000.000 10.000.000 8.000.000 6.000.000 4.000.000 2.000.000 0

5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 Febbraio 2009

Gennaio 2009

Gennaio, un mese in altalena Privato della possibilità di tagliare ulteriori traguardi, l’andamento delle rilevazioni Auditel dei restanti giorni di gennaio offre meno spunti di discussione. Dal lunedì al venerdì l’ascolto complessivo nell’arco delle 24 ore non scende mai sotto i sette milioni di contatti unici e raramente supera i sette milioni e mezzo (solo mercoledì 28 gennaio, grazie al turno infrasettimanale del campionato di calcio di Serie A, vengono registrati 8.222.792 contatti unici). Quello relativo al weekend invece, anch’esso legato agli anticipi e ai posticipi del campionato di calcio oltre che alla diretta pomeridiana della domenica, non supera mai quota nove milioni. Da segnalare solo il giorno 11 gennaio, sui canali SKY Sport e Calcio, il record di ascolti per la Premier League inglese. La supersfida dell’Old Trafford tra Manchester United e Chelsea, in onda dalle 17.00 su SKY Sport 3,

SKY Calcio 9, SKY Supercalcio, SKY Sport 16:9 e SKY Sport HD1, viene vista in media da 415.132 spettatori complessivi (1.340.541 contatti unici), superando il precedente record di Arsenal-Manchester United del 3 novembre 2007 (che aveva raggiunto in media 314.662 spettatori complessivi). Il giorno dopo invece viene ottenuto il record di audience media per gli ultimi due episodi di Romanzo Criminale – La serie, in onda su SKY Cinema 1, SKY Cinema+1 e SKY Cinema HD, con una media di circa 310mila spettatori complessivi: quasi il doppio rispetto alle due puntate d’esordio che, il 10 novembre 2008, avevano fatto registrare nel complesso 164mila spettatori. Un altro record viene abbattuto domenica 18 gennaio, quando nell’intera giornata i canali della piattaforma SKY raccolgono uno share medio del 10,6% (il 14,6% nel target commerciale 15-54 anni) pari a 1.272.357 spettatori. Si tratta del miglior risultato di audience media nelle 24 ore dall’aprile 2007, ovvero da quando è cominciata la nuova rilevazione Auditel per SKY. La prima cinematografica più vista del mese è Il mistero delle pagine perdute, che il 26 gen'Hitman - L'assassino', 'Natale a New York' e 'Il mistero delle pagine perdute' sono stati tre dei film di maggior successo fra quelli programmati sulle reti SKY nel periodo preso in esame.

~ 80 ~

naio attira in media 508.257 spettatori. Seguono Hitman – L’assassino, in onda il 16 gennaio e visto nel complesso da 447.658 spettatori, e Natale a New York, che il 19 gennaio ottiene in media 444.803 spettatori. Per quanto riguarda i telefilm, buono l’esordio della quinta stagione di Grey’s Anatomy, in onda il 26 gennaio su FoxLife e FoxLife+1, vista in media da 339.681 spettatori complessivi. Va bene, sugli stessi canali, anche l’episodio di Desperate Housewives trasmesso il 28, seguito in media da 281.253 spettatori complessivi. Parlando di intrattenimento, il 25 gennaio SKY Show e i canali interattivi attivati per il Grande Fratello 9 registrano quasi 2 milioni e 500mila contatti unici nelle 24 ore. Merita uno spazio, infine, anche la maratona di diciassette ore dedicata da SKY Tg24 per seguire in diretta il 20 gennaio l’insediamento di Barack Obama alla presidenza degli Stati Uniti (2.541.676 contatti unici). Anche febbraio ha i suoi record Il mese di febbraio sembra aprirsi con migliori auspici. Domenica 1 sono 9.258.787 gli spettatori unici a seguire i canali della piattaforma SKY, con uno share medio dell’11,1% (il 14,8% nel target commerciale 15-54 anni) e un’audience media di 1.421.072 spettatori. Si tratta ancora una volta del miglior risultato di audience media nelle 24 ore, superiore al record appena stabilito il 18 gennaio. Miglior risultato di audience media per i canali SKY anche nella fascia tra le 9.00 e le 12.00, con 1.290.247 spettatori, e tra le 18.00 e le 20.30, con 2.231.029 spettatori. Se al dato si aggiungono i canali satellitari ricevibili attraverso il decoder SKY (esclusi i principali canali gratuiti generalisti, come Raiuno, Raidue, Ratre, Canale 5, Rete 4, Italia 1 e La7), lo share nelle 24 ore sale al 12,4% (il 16,4% per il target commerciale 15-54 anni). Nel resto del mese il copione è simile a quello di gennaio, con una sola differenza: mentre du-


ANALISI

rante la settimana non si va molto oltre i sette milioni e mezzo di contatti unici, il mercoledì – quasi sempre ravvivato da una partita di Champions League o del campionato di calcio di Serie A – si è spesso sopra quota otto milioni. Due sabati su tre vengono superati gli otto milioni e mezzo di spettatori unici, mentre di domenica siamo quasi sempre sopra i nove: l’8 febbraio a 9.094.487, il 15 febbraio a 9.364.198, e solo il 22 ci si ferma a 8.931.304. Il film in prima tv più visto nel periodo esaminato è Natale in crociera, che il 16 febbraio raggiunge una platea di 571.454 spettatori. Alle sue spalle si classifica Leoni per agnelli, che il 2 febbraio viene seguito in media da 341.138 spettatori complessivi. Tra i telefilm programmati da FoxLife e FoxLife+1 si mette in luce Grey’s Anatomy, che il 2 febbraio viene visto da 394.025 spettatori complessivi, il 9 da 323.398 spettatori, e il 16 da 356.990 spettatori. Per quanto riguarda le proposte dei canali SKY Mondi e Culture, il documentario più visto – con 64.684 spettatori su National Geographic Channel e NGC+1 – è 42 modi per uccidere Hitler, in onda l’8 febbraio. Seguono Auschwitz: la fabbrica della morte (64.357 spettatori) e Jurassic Fight Club (60.185 spettatori), entrambi andati in onda su History Channel e History Channel+1. Il record del mese viene stabilito domenica 15 febbraio, quando la piattaforma SKY raggiunge 9.364.198 contatti nell’arco delle 24 ore. Nella stessa giornata viene ottenuto anche il nuovo record assoluto per un match di Serie A. Il derby Inter-Milan, infatti, in onda dalle 20.35 alle 22.28 su SKY Sport 1, SKY Sport 16:9, SKY Calcio 1 e SKY Sport HD1, raggiunge un ascolto medio di 2.886.762 spettatori complessivi e il 10% di share (per un totale di 4.054.436 contatti unici). Gennaio e febbraio secondo Starcom Chiudiamo, come anticipato, commentando le elaborazioni effettuate da Starcom, che ha confrontato i dati di gennaio e febbraio

DATI

AUDITEL

TV

SAT

Il derby Milan-Inter ha fatto registrare il record di ascolti per un incontro di Serie A: 2.886.762 spettatori in media e 4.054.436 contatti unici. Sotto, 'Grande Fratello 9', condotto da Alessia Marcuzzi, in onda 24 ore su 24 sul canale interattivo SKY Show.

2009 con quelli registrati negli stessi mesi del 2008. Secondo l’istituto di ricerca, la tv satellitare ha iniziato il 2009 in crescita, avvicinandosi nel totale giornaliero al 10% di share medio sul target Individui, con una crescita – omogenea lungo tutta la giornata – del 12% rispetto al gennaio dell’anno precedente. L’ascesa della tv sat continua anche sul target Adulti 15-34, che a gennaio ha registrato la migliore performance degli ultimi sei mesi: il 15,6% di share medio nel totale giorno, +13% rispetto all’omologo periodo del 2008. Scopriamo anche che i giovani guardano la tv satellitare soprattutto di mattina (22,4% di share medio) e di pomeriggio (18,5% di share medio), ma è la fascia preserale a mostrare i progressi più evidenti (17,0% di share medio, +19% rispetto a gennaio 2008). A far volare lo share sul target giovani ha con~ 81 ~

T V K E Y 269

tribuito senza dubbio la diretta live del reality show Grande Fratello 9, in onda 24 ore su 24 sul canale interattivo SKY Show. Quest’ultimo in un mese ha scalato la classifica dei dieci canali più visti dal target Adulti 1534, andando a occupare il secondo gradino del podio, appena dietro a SKY Sport 1. Dopo la flessione di dicembre, il gruppo SKY recupera contatti rispetto al periodo omologo dell’anno precedente, salendo dal 2,8% del 2008 al 3,2% del 2009. Fox e Raisat rafforzano la propria posizione (rispettivamente 1,7% e 0,5%), mentre Disney (0,7%), Rai Digit (0,3%), Discovery Channel (0,3%) e il gruppo Sitcom (0,1%) rimangono stabili. Tra i canali non sportivi, FoxCrime risulta il più seguito dal target Individui grazie ai telefilm polizieschi Numb3rs, Law & Order, Criminal Intent, CSI: NY, e soprattutto all’accoppiata Criminal Minds-Dexter. I telespettatori più giovani preferiscono invece le serie tv in onda su Fox (I Simpson, Dr. House - Medical Division e il reality Taglia & Cuci) e su FoxLife (Bones, Ugly Betty, Desperate Housewives), sebbene entrambi i canali nel raffronto 2008-2009 registrino perdite di share a doppia cifra (meno 20% e meno 33%). Febbraio, invece, segna un leggero calo. La tv satellitare conferma comunque la propria crescita anno su anno sia sul target Individui, dove raggiunge il 9,4% di share medio (+7% rispetto al 2008), sia sul target giovani (quasi 15% di share medio, +14% rispetto al 2008). Per entrambi i target gli ascolti si alzano soprattutto nelle fasce mattutina e meridiana; sono in lieve flessione, invece, nel prime time e in seconda serata, dove risentono tra l’altro dell’accresciuta aggressività dei palinsesti dei canali generalisti e dell’effetto Sanremo. Tra i gruppi editoriali il più forte è come sempre SKY (3,3%), che consolida i risultati ottenuti a gennaio. Stabili Fox (1,5%) e Disney (0,7%), mentre Rai Digit (0,4%) e Raisat (0,5%) recuperano contatti. SKY Show si conferma anche a febbraio il canale più seguito dai giovani, guadagnando punti anche sul target Individui, dove è secondo solo a SKY Sport 1. Su quest’ultimo target, in particolare, l’incontro Inter-Milan ha catalizzato l’attenzione di quasi 1,6 milioni di spettatori nella fascia oraria 21-22. Si conferma infine, oltre al reality condotto da Alessia Marcuzzi e al calcio di Serie A, l’ottimo gradimento delle serie tv dei canali del gruppo Fox e dei film di SKY Cinema 1. ■


T V K E Y 269

NEWS

MCCANN, LACASA E IL RICHIAMO DI FINDUS Complici uno specchietto e un raggio di sole, un guardiano del faro rivolge alla giovane amica un singolare invito. Parte da qui lo spot da quindici secondi per il lancio dei tranci di salmone croccanti That’s Amore Findus ideato dalla sede romana di McCann Erickson e realizzato, per laCasa, da Ago Panini. In onda dal 15 marzo all’11 aprile sui circuiti Sipra e Mediaset e su una selezione di canali digitali, lo spot associa i valori di

vitalità del brand That’s Amore all’energia del mare, vero protagonista della storia più che semplice cornice. La location, il promontorio di roccia da cui il faro domina il mare, è infatti un luogo con forti connotazioni simboliche, punto d’incontro tra l’uomo e la forza delle onde. Alla campagna hanno lavorato, sotto la direzione creativa di Marco Carnevale e Fabio Bartolomei, l’art director Alessia Quartu e la copywriter Teresa De Bello.

CHOCOLAT PRODUCE IL MUSICAL GEOX In onda dal 15 marzo in Italia e dal 23 marzo worldwide, il nuovo spot Geox Musical è stato prodotto da Chocolat Productions sotto la supervisione organizzativa dei due executive Anna Lisa Bazzocchi e Daniele Ventura e su incarico dell’agenzia creativa interna di Geox, diretta da Luigi Garbuio, coadiuvato da Gianlorenzo Mocellin e Valentina Rozzi. Protagonisti sono una quarantina di ragazzini e la nuova col-

lezione di scarpe primavera-estate Geox Kids. La regia ispirata e coinvolgente è di Luca Lucini, che ha saputo infondere nello spot la sua grande capacità di emozionare. Il film mette in scena la prova generale di un musical dallo stile fresco e giovane: Geox punta così a proporsi come riferimento globale, un marchio trendy dalle calzature all’abbigliamento, per un pubblico più ampio che arrivi fino ai teenager.

VAPE, UN ANNO SENZA TARME CON AT E ROSANNA Una bella ragazza si guarda allo specchio, orgogliosa del suo elegante maglione di cachemire. Ma ha una brutta sorpresa: purtroppo le tarme hanno lavorato indisturbate, lasciando una vistosa traccia. Nasce così la campagna di comunicazione ideata da Armando Testa per il lancio del nuovo antitarme della Guaber: Vape 1 anno senza tarme. Pratico, profumato alla lavanda o al cedro, il nuovo prodotto è un bel mix di convenienza (dura

fino a un anno) e di efficacia (non a caso è l’unico in Italia approvato da Woolmark). Così la nostra protagonista può uscire di casa sicura: il suo prezioso maglione è rimasto intatto grazie a Vape Tarme l’antibuco. E la protezione amica di Vape continua la sua opera. I telecomunicati da 30 e 15 secondi vanno in onda dal 15 marzo sulle principali reti nazionali. La casa di produzione è Rosanna e Associati, la regia è di Gian Abrile.

EURO RSCG RACCONTA LA STORIA DI FERRARELLE PER L’UNICEF Euro RSCG Milano ha scelto di raccontare il progetto di Ferrarelle per Unicef sotto forma di una fiaba emozionante: una campagna declinata su tv, stampa, cinema e web – on air dal 15 marzo – interamente dedicata a un importante impegno sociale, quello di garantire un sistema idrico adeguato alle scuole dell’Eritrea. La creatività del film, affidata all’art Luca Ghilino e al copy Vincenzo Garzillo sotto la direzione creativa di Erick Loi e Dario Villa e la direzione creativa esecutiva di Giovanni

Porro, si incentra sulla narrazione dell’iniziativa di Unicef e Ferrarelle attraverso la toccante voce di una bambina. È soprattutto la vita dei bambini, infatti, a beneficiare dell’operazione: garantire l’accesso all’acqua in 44 scuole, dotandole di servizi igienici, pompe idrauliche e cisterne. La voce fuoricampo della piccola protagonista accompagna le immagini originali della vita quotidiana in Eritrea, girate direttamente sul posto e proiettate su una parete di roccia. Produce Xchanges. ~ 82 ~

LEO BURNETT TORINO E I NUMERI DI FIAT BRAVO È on air la nuova campagna internazionale che Leo Burnett Torino ha realizzato per Fiat Bravo. Protagonisti della comunicazione sono i numeri: tutti i coefficienti della berlina di casa Fiat sono stati utilizzati come vero e proprio device creativo, trasformando i freddi dati in qualcosa di inaspettato, seducente e poetico, come dichiarato nel claim: ‘Bravo. I numeri non sono mai stati così belli’. Realizzata interamente in 3D, la campagna uscirà anche all’estero. La direzione creativa è di Riccardo Robiglio e Paolo De Matteis.

LEAGAS DELANEY E THE FAMILY PER ‘PASSA A TIM’ Porta la firma di Leagas Delaney Italia il nuovo spot da 30 secondi sulla promozione Mobile Number Portability di TIM, on air a partire dal 1° marzo sulle reti nazionali. I protagonisti dello spot sono due ragazzi innamorati che illustrano i vantaggi del passaggio a TIM attraverso la metafora del bacio. La creatività è stata ideata da Selmi Bali Barissever, art director, e Marco d’Alfonso, copywriter, con la direzione creativa esecutiva di Stefano Campora e Stefano Rosselli. La cdp è The Family, l’executive producer è Lorenzo Ulivieri e la regia è di Alessandro D’Alatri.

IL PROSCIUTTO DI PARMA ON-AIR CON CAYENNE E (H) Torna in tv, con due nuovi soggetti da 10 secondi, la fortunata serie del Prosciutto di Parma a firma dall’agenzia Cayenne per ribadire l’unicità della categoria merceologica che fa capo al Consorzio del Prosciutto di Parma. Il concept creativo interpreta con un linguaggio inconsueto e ironico la decisa volontà di differenziare il prodotto da tutti i suoi simili. La creatività è firmata da Federico Bonriposi (copy) e Matteo Airoldi (art), sotto la direzione creativa di Giandomenico Puglisi e Stefano Tumiatti. La casa di produzione è (h) Films con regia di Bill Barluet.


Media Key srl, Via Arcivescovo Romilli, 20/8 - 20139 Milano - www.mediakey.

MINI RAY: ENJOY THE ESSENTIAL – SPECIALE TV DIGITALI

N° 269 Marzo 2009 Marzo 2009 - N. 269 - e 6

SPECIALE TV DIGITALI

Mensile professionale di comunicazione e produzione cine-televisiva

269

Profile for Media Key Srl

TV Key 269  

Mensile professionale di comunicazione e produzione cine-televisiva

TV Key 269  

Mensile professionale di comunicazione e produzione cine-televisiva

Profile for mediakey
Advertisement