Page 1

CAMPIONATO ITALIANO SERIE A TIM domenica 04.05.14 - 36^ giornatA

i protagonisti Dalle prime capriole in gialloblù al ritorno al ChievoVerona: tutto Victor Obinna Pag. 5-7

numero

17

galà del chievo All’interno la fotogallery e l’elenco dei biglietti vincenti Pag. 12-13-21


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

Made in italy / tecnologia Pb/ca VaSta gaMMa di BatteRie aVViaMento PeR aUtoVettURe Veicoli indUStRiali / agRicoli / tP / naUtica

www.midacbatteries.com

pagina 02


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

bentegodi & dintorni Il punto della situazione Chievo, prendi il toro per le corna! È probabilmente questa l’immagine più calzante per coniugare gli attuali bisogni della squadra gialloblù e le legittime speranze dei suoi più attaccati tifosi. I due (quasi) matchball recentemente mancati con Sassuolo e Sampdoria hanno purtroppo spostato alla gara di quest’oggi il peso di quell’ulteriore risultato positivo necessario sulla strada della salvezza. Un risultato che, come una

TEAM MONDO CHIEVO: EDITORE: Coordinamento Amici del Chievo DIRETTORE RESPONSABILE: Marco Sancassani CONDIRETTORE: Paolo Sacchi IDEAZIONE e COORDINAMENTO: Simone Fiorini CREATIVITà ed IMPAGINAZIONE: MO.DA Comunicazione www.modacomunicazione.com COLLABORATORI: Dino Guerrini, Gian Pietro Panareo, Marco Sancassani, Paolo Sacchi FOTOGRAFI: Andrea Bicego, Roberto Gandolfi, Renzo Udali AMMINISTRATORE: Coordinamento “Amici del Chievo” STATISTICHE A CURA DI: Ufficio Stampa A.C. ChievoVerona e Alessandro Longo STAMPA: Centro Offset via Bologna, 1 - 37035 Mestrino (Padova) Testata registrata presso il Tribunale di Verona col nr. 1850 del 7 ottobre 2009 Anno 6 - Numero 6 del 4 maggio 2014

sorta di “fata morgana” (l’effetto ottico che non ti permette di distinguere la reale distanza di un oggetto) dal meritato successo dell’Ardenza, si è via via dapprima focalizzato sull’ultimo incontro casalingo con gli emiliani e, successivamente, su quello di sette giorni fa a Genova. Due gare, per la compagine di mister Corini, all’apparenza abbordabili, i cui positivi esiti avrebbero consentito di gestire in relativa tranquillità i restanti centottanta minuti; due gare rivelatesi invece più complesse del previsto, concluse con due inopinati e sciagurati rovesci. Ecco quindi spiegate la basiliarità e la peculiarità dell’incontro odierno in cui il Chievo sarà appunto chiamato ad afferrare per le suddette ossee estremità innanzi tutto un toro fisico e reale, qual è - tra le rivelazioni stagionali - la squadra granata, ma anche un toro metaforico, inteso come difficile situazione da cui finalmente uscire e festeggiare lo scampato pericolo. L’avversaria odierna, quindi Cagliari e Inter sono gli ultimi ostacoli per un Chievo che, come dimostrato a Livorno, può legittimare da solo le proprie fortune. Che entrino toreri e picadores!

INDICE: I protagonisti_pagine 05-07 Ciak si gioca_pagina 09 Le classifiche_pagina 11 Gran galà gallery_pagine 12-13 Le rose_pagina 15 C’era una volta_pagina 17 Notizie in gialloblù_pagina 21 è sempre primavera_pagina 23

a g e n z i a

d i

c o m u n i c a z i o n e

mioind rizzo c lo u d s e r v i c e p r o v i d e r

L’agenzia di comunicazione MO.DA e la società di hosting e service provider MIOINDIRIZZO hanno creato una nuova partnership che offre servizi per aumentare la tua visibilità su internet. Siti internet integrati ai social media, spunti innovativi, e-commerce personalizzati, design grafico esclusivo e molto altro ancora. Contattaci per qualsiasi informazione!

paolo sacchi

A.C. CHIEVOVERONA 1929 Fondazione dell’Opera Nazionale Dopolavoro (O.N.D.) Chievo 1931/35 Partecipa al campionato “Liberi” affiliato alla F.I.D.A.L. 1935/48 Partecipa ad alcuni tornei prima di sospendere le attività. Nel 1948 assume la denominazione di A.C. Chievo 1948/51 Seconda Divisione Veneta 1951/59 Prima Divisione Veneta 1959 Alla nascita della Lega Nazionale Dilettanti la FIGC cambia la denominazione ai campionati: la Prima Divisione diventa Seconda Categoria 1959/60 Seconda Categoria. Assume la denominazione di Cardi Chievo 1960/63 Prima Categoria Veneta 1963/65 Seconda Categoria Veneta 1965/67 Prima Categoria Veneta 1967/69 Seconda Categoria Veneta 1969/70 Prima Categoria Veneta 1970/75 Promozione Veneta. 1975 Promozione in Serie D 1975/80 Serie D. Nel 1981 assume denominazione Associazione Calcio Paluani Chievo 1981/86 Campionato Interregionale Nel 1986 cambia denominazione in Associazione Calcio Chievo. 1986 Promozione in Serie C2 1986/89 Serie C2 1989 Promozione in Serie C1 1989/94 Serie C1. Nel 1990 assume la denominazione attuale di Associazione Calcio ChievoVerona 1994 Promozione in Serie B 1994/2001 Serie B 2001 Promozione in Serie A 2001/07 Serie A Nel 2002-03 partecipa alla Coppa UEFA. Nel 2006-07 partecipa al terzo turno preliminare di Champions’ League e quindi ancora alla Coppa UEFA 2007/08 Serie B. Promosso in Serie A. Vince la Coppa “Ali della Vittoria” 2008 Promozione in Serie A 2008/13 Serie A. Nel 2009 il Chievo festeggia gli 80 anni di storia 02.02.12 Pellissier primo calciatore del Chievo a raggiungere tra i professionisti il traguardo dei 100 gol. 2013/14 12^ stagione in Serie A marco sancassani pagina 03


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

pagina 04


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

i protagonisti victor obinna gian pietro panareo

Lo sguardo è determinato. La voglia di offrire un grande contributo alla causa è palpabile. Dal suo ritorno a Verona Victor Obinna sta dimostrando coi fatti quanto per lui questa seconda avventura in gialloblù sia importante. Tra l’ultima stagione disputata con il Chievo – quella della promozione datata 2007/08 - e il suo arrivo a fine del gennaio scorso, Obi ha maturato esperienze significative: Inter, Malaga, West Ham United e Lokomotiv sono i club con i quali è sceso in campo in questi cinque anni e mezzo. Un notevole bagaglio professionale che sta mettendo a disposizione di mister Corini. Victor, che effetto ti ha fatto tornare al ChievoVerona? È stato bello ed emozionante. Innanzitutto perché questa è una società a cui devo molto. Sono arrivato giovanissimo e ho disputato

diamo i numeri 91. Le gare complessive disputate con il ChievoVerona fino a oggi, di cui 59 in A, 32 in B e 4 in Coppa Italia. 6. Gli anni dall’ultima sua capriola in gialloblù: il 3 maggio 2008, nel 5-0 inflitto allo Spezia, Obi ha realizzato la sua 20ma e finora ultima rete con la maglia del Chievo. 1987. L’anno della sua nascita, avvenuta a Jos, in Nigeria, il 25 marzo.

le mie prime stagioni da professionista. Qui ho avuto la soddisfazione indimenticabile di debuttare in Serie A. Quando mi è stata offerta l’opportunità di tornare non ci ho pensato due volte a rispondere di sì. Tutti mi vogliono bene: presidente, direttore, collaboratori e ovviamente i tifosi. Ora voglio contribuire al massimo delle mie possibilità per far rag-

giungere la salvezza al Chievo: la nostra è una squadra che deve restare in Serie A. Riavvolgendo il nastro della tua carriera, ti capita di ripensare all’esperienza con l’Inter magari con qualche rimpianto o delusione per esserci rimasto così poco? Non la considero una delusione. Sono arrivato a Milano reduce dalle Olimpiadi disputate con la Nigeria. Mourinho mi ha utilizzato fin da subito: se uno come lui ti fa giocare significa che ha fiducia e vede delle potenzialità. In quella stagione a sua disposizione c’erano nove attaccanti, tra cui Adriano, Balotelli, Quaresma, Cruz, per non dire Ibrahimović. Insomma, con una concorrenza così era difficile aver spazio. Sono un giocatore a cui non interessano i soldi ma desidera scendere in campo sempre, mostrare il proprio talento: dunque è stato meglio andare via. Tuttavia la considero un’esperienza positiva. Ho imparato molto e ho anche vinto uno scudetto. Hai giocato a Malaga, Londra e Mosca. Città e culture diverse anche nel calcio rispetto all’Italia. Sono esperienze che mi sono servite a crescere e maturare dal punto di vista calcistico. Del campionato spagnolo ho apprezzato il modo di giocare: dalla prima fino all’ultima in classifica, tutte le squadre giocano un calcio davvero bello. Chi va alla partita non esce mai deluso dallo spettacolo in campo indipendentemente dal risultato. In Inghilterra è tutto un altro discorso: è un campionato affascinante, secondo me il più bello al mondo. L’atmosfera in ogni stadio è fantastica e i tifosi sono davvero unici: vanno alla partita con la maglia della propria squadra, la sostengono cantando. Ho avuto l’opportunità di disputare una stagione nel West Ham: era sempre tutto esaurito e anche quando perdevamo i nostri tifosi non smettevano mai di incitarci e applaudirci: una cornice incredibile. In Italia è diverso: quando la propria squadra perde i tifosi si arrabbiano. In questo senso mi piacerebbe che gli italiani alla partita talvolta fossero un po’ più “inglesi”. In questi anni hai avuto modo di conoscere grandi personaggi. È stato un privilegio e una fortuna giocare a fianco di un calciatore come Xavier Zanetti. Capisci cosa vuol dire essere un vero campione dentro e fuori dal campo. Uno come lui ti lascia a bocca aperta sia personalmente che professionalmente. È un esempio per tutti. Poi Ibra, che è una forza della natura. E Balotelli, a cui pagina 05


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

CONCORSO

ON LINE

AIUTACI A MIGLIORARE Puoi vincere

UNA FORNITURA DI MERENDINE PER 12 MESI. Vai sul sito paluani.tv e rispondi a semplici domande come queste. È rapido per te... è utile per noi!

1

Leggi abitualmente l’etichetta degli ingredienti prima di acquistare un prodotto?

2

L’eccellenza dei nostri ingredienti (il lievito naturale, il latte fresco italiano delle latterie dell’Alto Adige, le uova fresche, la lunga lievitazione, il burro di altissima qualità e un lento raffreddamento)

hanno contribuito a farti preferire i nostri prodotti?

3

Rinunceresti alla qualità degli ingredienti pur di (...continua su paluani.tv) spendere qualcosa in meno? LA ECCO ITA VINC TUA

L’estrazione di 10 forniture per 12 mesi di merendine Paluani (1 cartone contenente 12 vaschette da 6 pezzi inviati con cadenza bimestrale) avverrà entro il 31/10/2014. I premi non sono cumulabili. Il regolamento completo del concorso è disponibile su paluani.tv Il concorso è valido solo per il territorio italiano e fino al 31/05/2014. Il concorso è riservato ai soli maggiorenni.

pagina 06


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

i protagonisti victor obinna voglio bene. Gli auguro di trovare la giusta serenità per disputare un ottimo Mondiale, dopo il grande europeo di due anni fa. A proposito di Mondiali: ormai manca un mese. Ci pensi? Disputare la fase finale della Coppa del Mondo è il massimo per un calciatore. È un sogno che avevo fin da bambino e ho coronato nel 2010 ma voglio avere la possibilità di riviverlo. Stavolta si gioca in Brasile: non serve spiegare quanto possa essere straordinario riuscire a partecipare. Spero di guadagnarmi il posto in squadra. Uno dei motivi per cui sono venuto al Chievo è mettermi in evidenza nel dare una mano a raggiungere la salvezza. Sono molto contento della scelta che ho fatto. In gialloblù hai trovato alcuni tuoi vecchi amici come Pellissier e Rigoni. Grandi giocatori e persone squisite. Con Sergio e Luca ho un ottimo rapporto ma anche con gli altri, vecchi e nuovi, mi trovo molto bene. Siamo un bel gruppo, compatto. Vogliamo assolutamente raggiungere la salvezza e lotteremo fino alla fine. Il nostro obiettivo è chiaro. Mancano tre partite e sono molto fiducioso. La Primavera gialloblù sta facendo faville: una grande soddisfazione per il club. Sono ormai tanti anni che la formazione Primavera si comporta molto bene. Veramente complimenti a tutti, tecnici e giocatori. Oltre ai successi come squadra, il mio augurio è veder esplodere alcuni di loro ai massimi livelli. Come Da Silva, ad esempio: è un ragazzo molto bravo, disciplinato e attento. Ha talento e può fare grandi cose. Poi c’è Malik (Mbaye, n.d.R) che è un ragazzo d’oro. Ed è pure davvero simpatico. Parliamo di te: sei diventato un attaccante che spazia su tutto il fronte d’attacco. In più, a Genova ti sei dedicato molto anche alla fase difensiva. In questi anni ho imparato tante cose. Ho più di cinquanta presenze in nazionale e tante esperienze all’estero che mi sono servite. Sono disposto a fare tutto quello che mi chiede il mister: dunque giocare sia come punta avanzata che sacrificarmi in fase di copertura. Sono contento delle mie prestazioni: devo però dare ancora di più perché voglio realizzare presto il mio primo gol della stagione. Finora ci sono andato molto vicino:

ora desidero togliermi la soddisfazione di fare una capriola davanti ai nostri tifosi. Spero di riuscirci già col Torino. L’importante è comunque dare il massimo per la squadra e conquistare i punti necessari per salvarci. Certo è che le tue capriole hanno segnato un’epoca nel tuo primo soggiorno a Verona. A proposito della città: rispetto al 2008 come l’hai trovata? Identica a come l’avevo lasciata. Verona è sempre una città bellissima. Ho ritrovato i vecchi amici che frequentavo durante il mio primo periodo dal Chievo. Sono persone a cui sono molto affezionato: negli anni non abbiamo mai smesso di rimanere in contatto dunque è stato un piacere rivederli. Qual è l’aspetto di Verona che ti piace di più? Difficile rispondere: della città mi piace tutto. Il massimo però è il Lago di Garda. Adoro la tranquillità di quei luoghi: è il posto ideale in cui ci si può rilassare. In particolare mi piace Sirmione. E poi da queste parti si mangia davvero bene.

Di cosa va ghiotto Victor Obinna? Di tutto! Non sono un tipo difficile a tavola: mi piace tutta la cucina italiana. Nei panni di buongustaio oppure anche in quelli di cuoco? Assolutamente entrambi, mi piace anche cucinare. Mi diverte molto: il mio piatto forte sono le lasagne. La ricetta me l’ha insegnata mia zia. È nigeriana, sposata con un italiano ma soprattutto è una gran cuoca. L’unico aspetto negativo è che con le lasagne purtroppo devo contenermi: è un piatto un pò pesante e, insomma, per i calciatori non è particolarmente indicato. Quindi le lascio apprezzare soprattutto agli ospiti quando le preparo per loro. Da alcune partite all’uscita dallo stadio sei stato notato con indosso un paio di occhiali. Tutto bene con la vista? Ah ah, sì! Tutto bene, li porto solo per moda! E tra l’altro soltanto la domenica perché stanno bene con la divisa del Chievo! Dunque la salvezza del Chievo la vedi bene anche senza occhiali? Sì, certo, la vedo bene anche senza!

Giovani avversari Michele Canini e Victor Obinna si affrontano giovanissimi in un ChievoVerona Cagliari

ristorante

Dossobuono (VR) - Via Cavour, 40 Tel. 045 513038 Chiuso il mercoledì

ristorante

pagina 07


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

S C O P R I L A N U O VA I M M A G I N E C I T R E S N u o v i ,

b e l l i ,

c o l o r a t i

e … s e m p r e

Scopri tutte le ricette su

b u o n i !

www.citresgourmet.com

CITRES S.p.A. – Via del Giglio, 19 Bovolone (VR) pagina 08

p i ù


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

ciak, si gioca! torino f.c. L’avversaria come dentro un film Era da 20 anni che il Torino e i suoi sostenitori non vivevano una stagione così esaltante in A. Momenti simili erano probabilmente ormai cristallizzati ai tempi in cui Emiliano Mondonico conduceva con profitto la compagine granata in Italia e in Europa o a quando “Ciccio” Graziani e “Puliciclone” portavano il Toro di Luigi “Gigiradix” Radice all’ultimo scudetto, datato 1975/76. L’attuale tecnico Gianpiero Ventura e la premiata ditta del gol Cerci-Immobile ne stanno ora emulando le gesta. È infatti soprattutto grazie alle alchimie tattiche del mister, all’estro dell’uno e alla vena realizzativa dell’altro che il Toro si è riproposto nella parte medio-alta della classifica, inseguendo un posto in Coppa UEFA. In attesa di affrontare Parma e Fiorentina, un successo odierno, proprio nell’anniversario della scomparsa del Grande Torino, non potrebbe che equivalere a un’investitura.

gian pietro panareo

il barbiere di rio E’ Il ciuffo biondo che al momento sta facendo impazzire il Torino ma che tra un mese, se il CT Prandelli deciderà di prenotargli il volo per il Brasile, potrebbe rivelarsi l’asso nella manica della spedizione azzurra al Mondiale. Ciro Immobile, 24 anni di Torre Annunziata non è, infatti, solo uno degli artefici della brillante stagione granata ma anche uno degli assoluti protagonisti dell’intero campionato con quotazioni di mercato e credenziali in costante ascesa. Capocannoniere del torneo con 21 marcature, il giovane attaccante il cui cartellino è per metà della Juventus con la quale

debuttò 18enne in Serie A, dopo essersi fatto le ossa tra i cadetti in un crescendo di presenze e di reti con Siena, Grosseto e soprattutto Pescara, lo scorso anno ha ritrovato nel Genoa la massima categoria senza tuttavia lasciare quel segno impresso invece nella stagione in corso sotto le cure di mister Ventura. Un’esplosione attesa, magari non nella dimensione imposta con i numeri e con le eccellenti prestazioni da questa punta di stampo moderno dotata di buona tecnica e ottima capacità balistica grazie alle quali spesso riesce a firmare vere prodezze.

sulla cresta dell’onda

gli invincibili

G. Ventura - Foto: R. Gandolfi

Se la carta d’identità dice che con 66 primavere Giampiero Ventura è il decano degli allenatori del campionato, lo spirito e l’entusiasmo che continuano ad animarlo sono quelli di un giovane rampante. Genovese, la sua carriera come tecnico inizia per caso complice un infortunio alla schiena che a 28 anni gli impedisce di continuare a giocare offrendogli, in compenso, la possibilità di intraprendere una nuova attività in panchina. Una lunga gavetta nelle serie inferiori, nelle quali appare subito chiaro il suo intendimento di proporre un calcio proficuo e offensivo, costituisce il trampolino di lancio che lo porterà in seguito a mettersi in luce, da nord a sud dello Stivale isole comprese, e ad acquisire un’invidiabile esperienza messa a disposizione anche nell’attuale conduzione dei granata iniziata alla grande nel 2011 con l’immediata promozione in serie A. La terza presente nel suo curriculum dopo il doppio salto compiuto in due anni dalla C alla A con il Lecce e quella ottenuta con il Cagliari. Abile nel “ricostruire” oltre che nel proporre e valorizzare molti calciatori, Ventura è un personaggio dirompente anche al di fuori del rettangolo verde. Famosa nel giorno della sua presentazione alla guida del Bari nel 2009, la battuta: “alleno ormai per la libidine nel veder frullare la palla e i miei giocatori felici a fine gara per essersi divertiti.”

Alle 17.03 di oggi, giorno del sessantacinquesimo anniversario, il popolo granata e l’Italia sportiva commemoreranno la tragedia area che, contro il bastione della Basilica di Superga, pose fine al mito del Grande Torino. Una sciagura che tuttora desta commozione nel ricordo di una squadra che con i suoi trionfi era diventata per l’intera nazione il simbolo e il vanto nella difficile rinascita post bellica. Un inno alla gioventù, alla forza offerto da uomini e grandi campioni per molti aspetti unici, passati direttamente nella leggenda per aver connotato un ciclo durato otto anni che li vide conquistare cinque scudetti consecutivi e una Coppa Italia e comporre i 10/11 della Nazionale. Di loro Indro Montanelli scrisse: “ Gli eroi sono sempre immortali agli occhi di chi in essi crede. E così i ragazzi crederanno che il Torino non è morto: è soltanto in trasferta.” pagina 09


www.paluanilife.tv

ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

scarica l’app

Paluani

pagina 10

Questo marchio garantisce la qualità delle materie prime utilizzate e il nostro rispetto per l’ambiente. Lo troverete su tutti i nostri prodotti.

Oggi per noi. Domani per i nostri figli!


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

serie a tim Turni e classifiche aggiornati al 30/04/14 - s.s. 2013/14 - 36^ giornata 04/05/14 squadra

punti

G

V

N

P

RF

RS

Juventus

93

35

30

3

2

75

23

Roma

85

35

26

7

2

71

19

Napoli

66

35

19

9

7

61

37

Fiorentina

61

35

18

7

10

59

38

Inter

57

35

14

15

6

57

35

Lazio

55

35

15

10

10

51

45

Torino

52

35

14

10

11

54

45

Hellas Verona

52

35

16

4

15

56

58

Parma

51

35

13

12

10

53

45

Milan

51

35

14

9

12

52

45

Atalanta

47

35

14

5

16

40

47

Sampdoria

44

35

12

8

15

42

51

Genoa

40

35

10

10

15

38

46

Cagliari

39

35

9

12

14

34

46

Udinese

39

35

11

6

18

36

49

ChievoVerona

30

35

8

6

21

31

52

Bologna

28

35

5

13

17

26

54

Sassuolo

28

35

7

7

21

34

65

Livorno

25

35

6

7

22

36

69

Catania

23

35

5

8

22

26

63

Incontri della 36^ giornata Genoa - Bologna - 4/05 ore 15 Parma - Sampdoria - 4/05 ore 15 Catania - Roma - 4/05 ore 15 ChievoVerona - Torino - 4/05 ore 15 Udinese - Livorno - 4/05 ore 15 Milan - Inter - 4/05 ore 20.45 Lazio - Hellas Verona - 5/05 ore 19 Juventus - Atalanta - 5/05 ore 20.45 Fiorentina - Sassuolo - 6/05 ore 19 Napoli - Cagliari - 6/05 ore 20.45

PROSSIMO TURNO domenica 11.05.2014 Roma - Juventus - 9/05 ore 20.45 Hellas Verona - Udinese - 10/5 ore 18 Inter- Lazio - 10/5 ore 20.45 Atalanta - Milan - 11/5 ore 12.30 Torino - Parma - 11/5 ore 15 Sassuolo - Genoa - 11/5 ore 15 Livorno - Fiorentina - 11/5 ore 15 Cagliari - ChievoVerona - 11/5 ore 15 Bologna - Catania - 11/5 ore 15 Sampdoria - Napoli - 11/5 ore 20.45

diamo i numeri

Classifica Marcatori

30. Con la 26.ma rete in campionato, aggiunta alle 4 di Coppa Italia, Théréau è salito all’ultimo posto della Top 10 dei cannonieri di sempre tra i prof. Il francese ora insidia così la nona posizione, presieduta da Eugenio Corini.

21 Immobile (Torino)

140 e 150. Insieme nel reparto difensivo, assieme nel raggiungere una tonda cifra di presenze. Domenica scorsa infatti, Gennaro Sardo e Nicolas Frey hanno tagliato i succitati traguardi: 128 di campionato e 12 di Coppa Italia per il primo, 144 e 6 per il secondo.

15 Llorente (Juventus), Palacio (Inter)

19 Tevez (Juventus), Toni (Hellas Verona) 17 Higuain (Napoli)

14 Balotelli (Milan), Giardino (Genoa), Rossi (Fiorentina) 13 Berardi (Sassuolo), Callejon (Napoli), Cerci (Torino), Destro (Roma), Paloschi (ChievoVerona), Betanin (Livorno)

178. I gettoni complessivi in gialloblù di Luca Rigoni. Con la gara di Marassi il centrocampista di Asiago ha così eguagliato Giuliano Gentilini, autore dello storico gol che a Carrara diede al Chievo la promozione in Serie B. Relativamente alla sola Serie A Rigoni ha anche raggiunto Lorenzo D’Anna al 7.mo posto, a 2 lunghezze da Stefano Sorrentino.

Foto: R. Udali

12 Candreva (Lazio), Denis (Atalanta) 11 Cassano (Parma), Di Natale (Udinese), Vidal (Juventus) 10 Eder (Sampdoria)

Nicolas Frey Sono 150 le presenze in gialloblù pagina 11


gran galĂ andrea bicego - renzo udali - roberto gandolfi


à gallery Istantanee dal Gran Galà del ChievoVerona


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

official training center

nOVITà 2014

Con il ritorno della bella stagione e la primavera alle porte, l’Hotel Veronello presenta una novità che renderà felici tutti gli amanti del calcio: tre nuovissimi campi da calcio e calcetto in erba sintetica di ultima generazione. In dettaglio, l’Hotel Veronello mette a disposizione di tutti un campo a 11 e due campi a 5. I campi sono dotati di spogliatoi e impianti di illuminazione e vantano l’erba sintetica di ultima generazione. La stessa, per esempio, utilizzata anche dalla Nazionale azzurra su un campo di Coverciano: massimo confort e sicurezza per gli sportivi di qualsiasi età. Per informazioni e prenotazione dei campi si può telefonare al numero 045/7235021.

FOOTBALL & HOLIDAY SERVICES SRL Via Veronello, 2 - 37011 Calmasino (Verona) Tel: +39.045.7235021 - Fax: +39.045.7235756 p.iva: 04168910232 - info@hotelveronello.it

pagina 14


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

Torino F.C.

A.C. ChievoVerona

Allenatore: Giampiero Ventura

Allenatore: Eugenio Corini N째

GIOCATORE

ANNO

PRESENZE GOL 2013/14

AMM

ESP

MIN

NAZ

N째

PORTIERI

GIOCATORE

ANNO

PRESENZE 2013/14 GOL

AMM

ESP

MIN

NAZ

PORTIERI

25

AGAZZI Michael

1984

12

-20

0

0

1149

ITA

32

BERNI Tommaso

1983

0

0

0

0

0

ITA

1

PUGGIONI Christian

1981

23

-32

0

0

2190

ITA

1

GILLET Jean Francois

1979

0

0

0

0

0

BEL

18

SQUIZZI Lorenzo

1974

0

0

0

0

0

ITA

23

GOMIS Lys

1989

1

-1

1

0

44

ITA

30

PADELLI Daniele

1985

35

-44

3

0

3293

ITA

DIFENSORI 13

ALDROVANDI Simone

1994

0

0

0

0

0

ITA

2

BERNARDINI Alessandro

1987

11

0

0

0

781

ITA

5

BOVO Cesare

1983

18

0

7

0

1578

ITA

5

CANINI Michele

1985

5

0

1

0

388

ITA

36

DARMIAN Matteo

1989

34

0

3

0

3193

ITA

12

CESAR Bostjan

1982

31

1

16

1

2811

SLO

25

GLIK Kamil

1988

31

2

11

0

2856

POL

4

CLAITON Machado Dos Santos Claiton

1984

7

0

0

0

480

BRA

19

MAKSIMOVIC Nikola

1991

20

0

6

0

1629

SER

17

MASIELLO Salvatore

1982

8

0

1

0

632

ITA

24

MORETTI Emiliano

1981

33

1

4

0

3133

ITA

26

PASQUALE Giovanni

1982

12

0

1

0

972

ITA

2

RODRIGUEZ Guillermo

1984

6

0

0

0

443

URU

29

SCAGLIA Filippo

1992

0

0

0

0

0

ITA

VESOVIC Marko

1991

3

0

0

0

190

MON

1987

24

0

2

1

1386

SVI

3

DAINELLI Dario

1979

23

1

5

0

2116

ITA

93

DRAME' Boukary

1985

23

0

4

0

2007

FRA

21

FREY Nicolas Sebastien

1984

30

0

8

0

2774

FRA

33

RUBIN Matteo

1987

7

0

1

0

498

ITA

17

SARDO Gennaro

1979

28

1

6

0

2214

ITA

DIFENSORI

CENTROCAMPISTI 9

BENTIVOGLIO Simone

1985

18

1

3

0

1189

ITA

14

CALELLO Adrian

1987

0

0

0

0

0

ARG

11

GUANA Roberto

1981

6

0

4

0

431

ITA

23

GUARENTE Tiberio

1985

9

0

1

0

685

ITA

56

HETEMAJ Perparim

1986

30

0

12

0

2529

FIN

6

KUPISZ Tomasz

1990

0

0

0

0

0

POL

7

LAZAREVIC Dejan

1990

13

1

1

0

488

SLO

24

MBAYE Maodo Malick

1995

1

0

0

0

9

SEN

19

PAREDES Leandro

1994

0

0

0

0

0

ARG

8

RADOVANOVIC Ivan

1988

30

0

5

0

2229

SER

27

RIGONI Luca

1984

31

4

13

0

2926

ITA

attaccanti 10

OBINNA Victor Nsofor

1987

9

0

0

0

400

NIG

43

PALOSCHI Alberto

1990

31

13

3

0

2374

ITA

31

PELLISSIER Sergio

1979

21

1

3

1

853

ITA

39

STOIAN Adrian Matius

1991

8

0

1

0

375

ROM

77

THEREAU Cyril

1983

30

7

2

0

2321

FRA

CENTROCAMPISTI 4

BASHA Migjen

11

CERCI Alessio

1987

34

13

4

0

2884

ITA

7

EL KADDOURI Omar

1990

26

5

5

0

1932

BEL

8

FARNERUD Alexander

1984

23

4

4

0

1231

SVI

14

GAZZI Alessandro

1983

10

0

1

0

501

ITA

27

KURTIC Jasmin

1989

13

1

0

0

976

SLO

77

TACHTSIDIS Panagiotis

1991

8

1

1

0

337

GRE

20

VIVES Giuseppe

1980

30

1

14

0

2689

ITA

attaccanti 10

BARRETO Paulo Vitor De Souza

1985

10

0

0

0

507

BRA

9

IMMOBILE Ciro

1990

31

21

9

0

2570

ITA

16

LARRONDO Marcelo Alejandro

1988

4

0

1

0

150

ARG

69

MEGGIORINI Riccardo

1985

31

0

1

0

952

ITA

C

M

Y

CM

MY

CY CMY

K

pagina 15


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

pagina 16


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

c’era una volta chievo - torino I precedenti tra gialloblù e granata

È il 15 dicembre 1996 - torneo di serie B quando le due si incrociano per la prima volta. Il Toro, nobile decaduto, tenta (invano) la risalita, il piccolo Ceo, adattatosi alla categoria, sta disputando una tranquilla stagione. Contro pronostico, l’incornata vincente è di Marazzina è i gialloblù si aggiudicano la prima. Da qui in avanti però, fino alla stagione 2000/01, il Chievo raccoglie un solo punto in 5 incontri, quando - guidato da Silvio Baldini, a tre turni dal termine - è atteso al Delle Alpi da un Torino in lotta per salto di categoria. Il pareggio firmato da Cerbone e Tricarico scombussola i piani dei padroni di casa, costretti così rimandare - tra qualche polemica - l’intento all’anno seguente. La saga si rinnova col nuovo millennio. In quell’annata il duello dura l’intero campionato: il sorprendente Chievo è infatti in lizza proprio coi piemontesi, oltre che con Piacenza, Venezia e Sampdoria per i primi quattro posti che portano alla massima divisione. Gli odierni avversari vincono il campionato ma i chievoveronesi arrivano terzi. A consentirlo anche il rotondo 4-2 sui granata del Bentegodi, con banderillas di Moro, Corradi e De Cesare (2). Con la parentesi della Coppa Italia edizione 2004/05 (passaggio agli ottavi dei granata nonostante la minor categoria grazie al 2-1 complessivo con 2 reti di Franco e 1 di Tiribocchi, ex di turno), le nostre si affrontano sotto la lente d’ingrandimento della Serie A e il buon esito del match si spende quasi sem-

pre alla luce del rimanervi. Se nel 2006/07 il successo all’andata (1-0, Stellone) bastò al Torino ma il più robusto 3-0 (Bogdani 2 e Brighi) non fu sufficiente al Chievo, non servirono ai piemontesi i due 1-1 del 2008/09. Senza danno per i giallolbù infine i risultati della stagione scorsa (una sconfitta per 2-0 e un pari), prima del ko di quest’anno (1-4) riportato all’Olimpico. Risalgono quindi al biennio 2001/03 i migliori riscontri col Torino grazie a due vittorie interne (3-0: Marazzina,

Manfredini e l’allora Eriberto e 3-2. Sommese, Pellissier, Donati, F. Cossato e D’Anna) e un pari (Corradi, Ferrante, ancora Corradi e Maspero). Quest’ultima fu la prima partita disputata dal Chievo dopo la scomparsa di Jason Mayelè: al commosso ricordo parteciparono con uno striscione anche i sostenitori torinisti, toccati anch’essi - come raccontato a pagina 9 - da similare e ben più grande tragedia.

Foto: R. Udali

Sangue e… arena verrebbe da sintetizzare quando si pensa alle sfide tra Chievo e Torino. Gare raramente prive di agonismo in campo e di pathos sugli spalti, che mettevano in palio promozioni o salvezze. Le prime impreziosite dal blasone, alcune tese. Una pregna di commozione.

marco sancassani

Il bilancio complessivo Competizione C Serie A

Serie B

C. Italia

Totali

G

V

N

P

F

S

5

3

2

0

11

4

F

6

0

2

4

4

11

Tot

11

3

4

4

15

15

C

4

2

0

2

5

6

F

4

0

2

2

1

4

Tot

8

2

2

4

6

10

C

1

0

1

0

1

1

F

1

0

0

1

0

1

Tot

2

0

1

1

1

2

21

5

7

9

22

27

Ristrutturare e’ sempre stata la nostra passione. Passaparola! tel. 370 -7241751 pagina 17


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

le partite del chievo in diretta radio!

verona 87.5 fm stereo

in diretta dalle 18.30 alle 19.30 un’ora di solo chievo con massimo massi chiama in diretta al 393.6201295

pagina 18

radio ufficiale a.c. chievoverona


O

IEVO H C •

NE

L M OND

Il Presidente del C.C. Alto Chievo davanti alla White House , Washington D.C

IE • CH VO

Le piccole Alice ed Arianna sulla terrazza di casa

O

N

M OND L E

I ragazzi della parrocchia San Pio X fedelissimi del Chievo anche da Marghera

Davide Susani con la Paluani Life davanti all’Allianz Arena di Monaco


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

!

APOSTOLICOADV.IT

FATTE SU MISURA PER TE

Via Musi, 1/A-3 - 37042 Caldiero (VERONA) - ITALIA Tel. 045.6139711 - Fax 045.6150251 - info@bertima.it - www.bertima.it

pagina 20 - Pagina FATTE SU MISURA PER TE - 148 x 210.indd 1 BERTI

21/01/2014 06:56:20


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

notizie in gialloblù Fatti, informazioni e curiosità dal pianeta Chievo Gran Galà: premi e biglietti vincenti 1) Viaggio/soggiorno a Barcellona per 2 persone: B892. 2) TV 47’’ Philips: C411. 3) PC HP 15.6”: Doo5. 4) TV led 28” Philips: E763. 5) Play Station 3: C401. 6) Macchina fotografica digitale: D519. 7) Tablet 10” 8gb Core: A939. 8) Smartphone Galaxy: A152. 9) Cyclette: A437. 10) Macchina per caffè a cialde Lavazza: A740. 11) Robot cucina Moulinex: C521. 12) Home theatre Thomson: A989. 13) Forno a microonde Samsung: B738. 14) Ferro da stiro Vaporella: C053. 15) Affettatrice Ausonia 220: E813. 16-19) Abbonamento curva sud 2014/2015: D675, D666, F111, B990. 20-23) Kit ufficiale gara ChievoVerona: C075, A589, D402, E979. 24-25) Tuta ufficiale ChievoVerona: F816, B145. I premi saranno ritirabili, previo contatto telefonico al 329-8019018.

presentativa di CuoreChievo e ancora una volta il successo è stato pieno. Quello a cui ci riferiamo non è stato tuttavia quello sul campo quando i veterani gialloblù hanno incontrato, nell’ambito delle manifestazioni collegate al Palio del Recioto di Negrar, una selezione locale irrobustita da Damiano Tommasi, ex calciatore e attuale presidente dell’AIC. Creata per operare anche con finalità solidali, l’associazione socioculturale chievoveronese ha infatti destinato il ricavato dell’incontro e della successiva serata musical-gastronomica a beneficio di Georgiana, una bimba di pochi anni colpita da un morbo invalidante la cui

marco sancassani

situazione era stata loro segnalata dall’Istituto San Giovanni Calabria. Chi volesse contribuire alle attività di CuoreChievo può destinare il proprio 5x1000 utilizzando il C.F. 93234690233. Fiori d’arancio al Paluani Life Lieto evento all’ASD Paluani Life. Lo scorso 25 aprile infatti Paola, segretaria dell’associazione sportiva, è felicemente convolata a nozze con il suo Matteo. Ai neosposi gli auguri di MondoChievo e dei più stretti collaboratori.

Incontri ravvicinati Felice e partecipato rendez-vous nel prepartita di Chievo-Sassuolo quando gli Amici del Chievo hanno ospitato presso il salone parrocchiale paesano una rappresentativa di sostenitori neroverdi, ricambiando la squisita ospitalità ricevuta in occasione della trasferta in Emilia. L’apprezzato momento conviviale è stato poi seguito dal rituale scambio di doni. CuoreChievo vince ancora È tornata in campo lo scorso 12 aprile la rap-

INDUSTRIA GRAFICA Stampa di opuscoli, libri, listini o depliant di qualità in vari formati. Lavori di grandi quantità per la grande distribuzione, stampati e confezionati in rotooffset.

Area marketing Dolci Primo 3298169538 35035 Mestrino - Padova - Italia - via Bologna 1/2 Tel. 049 9001060 - Fax 049 9001909

www.centrooffset.com pagina 21


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

15

chievo school

Summer Camp vivi UN’eSPeRieNZA iNDiMeNTicABiLe! DiveRTiMeNTo AMiciZiA SPoRT! viLLA gUeRiNA MoNToRio

jeSoLo veNeZiA

ANDALo TReNTo

dal 9 giugno al 4 luglio

dal 21 giugno al 5 luglio

dal 22 giugno al 5 luglio

STAFF SeTToRe giovANiLe

SeRviZio PULMiNo

SoLo iL MegLio!!! allenatori, preparatori atletici e dei portieri del settore giovanile chievoVerona faranno del summer camp una vera scuola calcio.

con una quota aggiuntiva di 30 € per i residenti di Verona e provincia è a disposizione il servizio: PULMiNo UFFiciALe chievoveRoNA.

chievoverona.tv > chievoschool > summer camp camp@chievoverona.it facebook.com/chievoschool pagina 22

2014

@chievoschool +39.045.575779 +39.045.8106292


ChievoVerona vs Torino - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 36

é sempre primavera dino guerrini

Vittoria del girone e accesso alle Final Eight di campionato. La Primavera del ChievoVerona ha centrato, con un turno di anticipo rispetto al termine della stagione regolare, un risultato storico e prestigioso. Merito di un gruppo di ragazzi che, guidato dalla sapienza tattica di mister Paolo Nicolato, ha saputo scalare le posizioni della classifica mese dopo mese. Vincere il girone garantirà al ChievoVerona di non incontrare ai quarti di finale delle Final Eight, (che si svolgeranno a Rimini e Santarcangelo tra il 4 e l’11 giugno), le vincitrici degli altri due gironi e la migliore seconda: Torino, Lazio e Fiorentina. “È risaputo che io non regalo complimenti – è il commento di mister Nicolato – ma i ragazzi mi hanno fatto vivere una stagione straordinaria, anzi storica. Sabato scorso abbiamo festeggiato una posizione mai raggiunta nella storia della Primavera del ChievoVerona. Un risultato di questo calibro testimonia la bontà del lavoro svolto quest’anno e, soprattutto, certifica la qualità, la dedizione e l’impegno che i miei ragazzi hanno dimostrato sin dal primo giorno di allenamento”.

Foto: R. Udali

I complimenti ai ragazzi e al tecnico del ChievoVerona sono arrivati anche da Maurizio Costanzi, responsabile del Settore Giovanile gialloblù: “Da sette anni consecutivi accedia-

mo alle Final Eight di campionato. Un grosso merito va ai tecnici, in prima fila mister Nicolato. Lui è il nostro Ferguson della Primavera in Italia, è da tanti anni che fa con noi questo campionato e lo fa sempre molto bene. Questa è una squadra che ha messo insieme una continuità di risultati importanti. Vuol dire maturità di prestazione, significa sapersi calare nel mondo del calcio dei grandi, che non

è fatto di alti e bassi, ma di regolarità. Nella regolarità il calciatore costruisce la sua professione. Credo che il mister in questo sia un maestro, chiede sempre una presenza mentale, fisica e tattica ai suoi ragazzi: questa è una buona scuola ed è propedeutica per la Prima squadra. Il mondo del lavoro ha bisogno di formazione, noi vorremmo essere una scuola di formazione”.

Domenica sempre Aperto Aperto anche venerdì 25 aprile

pagina 23


Mondochievo #17 - 2013-14  

Notizie e curiosità dal mondo del ChievoVerona

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you