Page 1

CAMPIONATO ITALIANO SERIE A TIM sabato 19.04.14 - 34^ giornatA numero

16

i protagonisti Roberto Guana “el tigre” dà la spinta ai compagni per il finale di stagione Pag. 5-7

La Primavera alle Final Eight Tutti i record dei gialloblù guidati da mister Nicolato in testa al campionato Pag. 23


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

Made in italy / tecnologia Pb/ca VaSta gaMMa di BatteRie aVViaMento PeR aUtoVettURe Veicoli indUStRiali / agRicoli / tP / naUtica

www.midacbatteries.com

pagina 02


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

bentegodi & dintorni Il punto della situazione Hai voglia a dire tutte le partite sono uguali oppure tre punti sono sempre tre punti. Ci sono gare che nelle dinamiche pallonare possono valere +6 o -3. La matematica del calcio - mistero senza fine, per dirla con Gionbrerafucarlo - è scienza relativa e quest’odierno Chievo-Sassuolo è uno dei suoi casi limite. Il bello e il brutto della diretta, insomma. Contemporaneamente. Un match dai clangori e dai sapori antichi, di

TEAM MONDO CHIEVO: EDITORE: Coordinamento Amici del Chievo DIRETTORE RESPONSABILE: Marco Sancassani CONDIRETTORE: Paolo Sacchi IDEAZIONE e COORDINAMENTO: Simone Fiorini CREATIVITà ed IMPAGINAZIONE: MO.DA Comunicazione www.modacomunicazione.com COLLABORATORI: Dino Guerrini, Gian Pietro Panareo, Marco Sancassani, Paolo Sacchi FOTOGRAFI: Andrea Bicego, Roberto Gandolfi, Renzo Udali AMMINISTRATORE: Coordinamento “Amici del Chievo” STATISTICHE A CURA DI: Ufficio Stampa A.C. ChievoVerona e Alessandro Longo STAMPA: Centro Offset via Bologna, 1 - 37035 Mestrino (Padova) Testata registrata presso il Tribunale di Verona col nr. 1850 del 7 ottobre 2009 Anno 6 - Numero 5 del 19 aprile 2014

quelli su cui il Chievo ha costruito la sua fama e le sue fortune. Come non ricordare le epiche sfide ad Ancona o con l’Avellino tra i cadetti, oppure a Siena o col Bologna nella massima serie, in cui il piccolo-grande Chievo ha saputo cogliere decisivi exploit, rovesciando situazioni di forte rischio sportivo trasformandole in pagine di storia calcistica? Nel novero di queste ultime non può non entrare anche la gara di domenica scorsa a Livorno. L’impresa dell’Ardenza non era certo cosa facile date la delicatezza dell’incontro e la pressione dell’ambiente, senza dimenticare l’iniziale svantaggio. Il Chievo ha vinto - staccando ulteriormente le concorrenti - di tecnica e di forza, col singolo e col gruppo. Di testa e di cuore. Ecco così che, alla luce del successo in Toscana, l’incontro di quest’oggi può diventare il vero e proprio crocevia di questa sofferta stagione, uno spartiacque reso ancor più resistente dal tesoretto accumulato nei confronti diretti. Una gara di forte e certo impatto emotivo per una Pasqua - sportivamente parlando - di passione e di resurrezione. Buona Pasqua!

INDICE: I protagonisti_pagine 05-07 Ciak si gioca_pagina 09 Le classifiche_pagina 11 Le rose_pagina 13 C’era una volta_pagina 17 Chievopedia_pagina 19 Notizie in gialloblù_pagina 21 è sempre primavera_pagina 23

a g e n z i a

d i

c o m u n i c a z i o n e

mioind rizzo c lo u d s e r v i c e p r o v i d e r

L’agenzia di comunicazione MO.DA e la società di hosting e service provider MIOINDIRIZZO hanno creato una nuova partnership che offre servizi per aumentare la tua visibilità su internet. Siti internet integrati ai social media, spunti innovativi, e-commerce personalizzati, design grafico esclusivo e molto altro ancora. Contattaci per qualsiasi informazione!

paolo sacchi

A.C. CHIEVOVERONA 1929 Fondazione dell’Opera Nazionale Dopolavoro (O.N.D.) Chievo 1931/35 Partecipa al campionato “Liberi” affiliato alla F.I.D.A.L. 1935/48 Partecipa ad alcuni tornei prima di sospendere le attività. Nel 1948 assume la denominazione di A.C. Chievo 1948/51 Seconda Divisione Veneta 1951/59 Prima Divisione Veneta 1959 Alla nascita della Lega Nazionale Dilettanti la FIGC cambia la denominazione ai campionati: la Prima Divisione diventa Seconda Categoria 1959/60 Seconda Categoria. Assume la denominazione di Cardi Chievo 1960/63 Prima Categoria Veneta 1963/65 Seconda Categoria Veneta 1965/67 Prima Categoria Veneta 1967/69 Seconda Categoria Veneta 1969/70 Prima Categoria Veneta 1970/75 Promozione Veneta. 1975 Promozione in Serie D 1975/80 Serie D. Nel 1981 assume denominazione Associazione Calcio Paluani Chievo 1981/86 Campionato Interregionale Nel 1986 cambia denominazione in Associazione Calcio Chievo. 1986 Promozione in Serie C2 1986/89 Serie C2 1989 Promozione in Serie C1 1989/94 Serie C1. Nel 1990 assume la denominazione attuale di Associazione Calcio ChievoVerona 1994 Promozione in Serie B 1994/2001 Serie B 2001 Promozione in Serie A 2001/07 Serie A Nel 2002-03 partecipa alla Coppa UEFA. Nel 2006-07 partecipa al terzo turno preliminare di Champions’ League e quindi ancora alla Coppa UEFA 2007/08 Serie B. Promosso in Serie A. Vince la Coppa “Ali della Vittoria” 2008 Promozione in Serie A 2008/13 Serie A. Nel 2009 il Chievo festeggia gli 80 anni di storia 02.02.12 Pellissier primo calciatore del Chievo a raggiungere tra i professionisti il traguardo dei 100 gol. 2013/14 12^ stagione in Serie A marco sancassani pagina 03


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

pagina 04


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

i protagonisti roberto guana gian pietro panareo

E’ uno dei motori della linea mediana gialloblù. Un combattente nato con alle spalle quasi 300 gettoni in serie A distribuiti nei quindici anni di una carriera iniziata nelle fila del Brescia, la compagine della sua città natale. Roberto Guana, classe 1981, appartiene alla categoria di quei giocatori pronti a sacrificare senza risparmio energie per sostenere la causa e onorare la maglia. Sostanza e concretezza da gettare nella mischia. In tre parole: cuore, gambe e polmoni al servizio della squadra. Quanto basta per diventare sin dal primo campionato disputato nel 2010/11 all’ombra della Diga, uno dei beniamini del popolo del Ceo ma soprattutto un prezioso valore aggiunto di cui il Chievo non ha voluto privarsi in vista delle sfide determinanti per le sorti della sua stagione. Calciatore esperto e abituato a lottare per guadagnarsi i galloni da titolare, il centrocampista bresciano dopo essere tornato a disposizione, si è infatti subito riproposto come una delle figure di rifermento negli schemi tattici e di gioco voluti da mister Corini.

diamo i numeri 1. Risale a ItaliaGermania del 20 agosto 2002 l’unica presenza in azzurro di Roberto Guana. Si trattava però dell’Under 21. 3. Le sue reti in Serie A realizzate a Lazio (con Ascoli e Bologna) e Napoli (con il Cesena). 6. Le gare disputate a livello di Coppa UEFA, tutte con il Palermo 7. Le società di cui in carriera ha vestito le maglie: Brescia, Cagliari, Ascoli, Palermo, Bologna, Cesena e ChievoVerona. 50. I gettoni complessivi raccolti in gialloblù dopo la gara di Livorno, 3 dei quali in Coppa Italia. 2006/07. Ora alle sue dipendenze, una volta fianco a fianco in campo. Del suo attuale mister Corini, Guana fu compagno di squadra nel Palermo edizione 2006/07

Roberto, la lunga sosta non sembra aver intaccato il tuo consueto temperamento ed entusiasmo. Un ritorno da protagonista... ”Mi fa piacere. Ho messo del mio per farmi trovare pronto ma devo ringraziare anche i compagni e il mister che sia in allenamento che in partita mi aiutano ad esprimermi al meglio”. Per un giocatore come te, in scadenza di contratto la scelta di non andar via ma di restare da cosa è dipesa? “E’ stata una decisione comandata dal cuore. Al Chievo mi sono sempre trovato bene e pertanto ritenevo giusto rispettare il contratto sia pure con l’incognita di non giocare fino a giugno. Fortunatamente così non è stato ed ora sono felice di essere rimasto”. Dopo Pellissier sei il gialloblù con più presenze nella massima categoria. Un viaggio iniziato a vent’anni con le “rondinelle” al fianco di campioni come Roberto Baggio e Pep Guardiola. Un’occasione non da tutti. Che ricordo hai di loro? “Oltre alle straordinarie qualità tecniche che tutti conoscono, non dimentico la loro umiltà e semplicità. Due eccezionali professionisti. Quando ho giocato con loro, erano quasi a fine carriera ma erano sempre i primi a dare l’esempio impegnandosi a fondo quotidianamente obbligando, di conseguenza, anche gli altri a imitarli”. Guardiola aveva già la stoffa del futuro grande allenatore? “Dal primo allenamento che ho fatto insieme a lui, per i consigli e gli ordini che dava e per il modo in cui dettava i tempi di gioco avevo intuito che avrebbe avuto successo anche come tecnico. Le numerose vittorie che ha ottenuto ne sono la prova”. E’ vero che Baggio ti aveva soprannominato “el tigre”? “Si, me lo diceva spesso ridendo perche essendo molto giovane e con un carattere irruente cercavo di rubar palla all’avversario e quando, nelle partitelle tra noi giocavo contro di lui, gli stavo sempre addosso”. Che pensiero conservi del tecnico Carlo Mazzone che è stato il vostro comune allenatore? “Lo ricordo con molto affetto. A lui devo il debutto in serie A e i tanti preziosi insegnamenti che mi ha dato. Era un allenatore vecchio stampo dotato di grande carisma, capace di farsi rispettare da tutti portando tranquillità anche nei momenti più difficili e allo stesso tempo pretendendo il massimo“. pagina 05


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

CONCORSO

ON LINE

AIUTACI A MIGLIORARE Puoi vincere

UNA FORNITURA DI MERENDINE PER 12 MESI. Vai sul sito paluani.tv e rispondi a semplici domande come queste. È rapido per te... è utile per noi!

1

Leggi abitualmente l’etichetta degli ingredienti prima di acquistare un prodotto?

2

L’eccellenza dei nostri ingredienti (il lievito naturale, il latte fresco italiano delle latterie dell’Alto Adige, le uova fresche, la lunga lievitazione, il burro di altissima qualità e un lento raffreddamento)

hanno contribuito a farti preferire i nostri prodotti?

3

Rinunceresti alla qualità degli ingredienti pur di (...continua su paluani.tv) spendere qualcosa in meno? LA ECCO ITA VINC TUA

L’estrazione di 10 forniture per 12 mesi di merendine Paluani (1 cartone contenente 12 vaschette da 6 pezzi inviati con cadenza bimestrale) avverrà entro il 31/10/2014. I premi non sono cumulabili. Il regolamento completo del concorso è disponibile su paluani.tv Il concorso è valido solo per il territorio italiano e fino al 31/05/2014. Il concorso è riservato ai soli maggiorenni.

pagina 06


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

i protagonisti roberto guana Da un mister all’altro parliamo di Eugenio Corini: bresciano come te, tuo compagno di squadra nel Palermo e ora tuo allenatore. Cambiando il ruolo è mutato qualcosa nel vostro rapporto? Dal tu sei passato al lei? “Per ovvii motivi non è più possibile la frequentazione che c’era quando giocavamo insieme. Di fondo è però rimasta la stima reciproca. Certo i primi tempi non mi era facile dargli del lei e chiamarlo mister. Lo ritengo uno dei migliori allenatori che ho avuto. Dal punto di vista umano da lui continuo a ricevere tanto e, conoscendolo bene, cerco di trasferire i suoi principi ai compagni. Credo che il Chievo abbia scelto bene. Quello che ha fatto l’anno scorso e ciò che sta cercando di portare a compimento in questa difficile stagione sono la dimostrazione delle sue qualità”. Vi parlate in dialetto? “No. Solo qualche rara volta capita che ci scappi una parola”. Ti sei chiesto come mai sei uno dei giocatori preferiti dai tifosi? “Forse perché apprezzano l’impegno che profondo in ogni situazione. Ho un bellissimo rapporto con loro e li ringrazio per la considerazione oltre ad ammirali per la passione che mettono nel sostenerci sempre”. Grintoso e generoso in campo ma fuori dal rettangolo verde Guana com’è e che interessi ha? “Sono una persona semplice a cui piace ridere e scherzare e stare in compagnia. Amo i cavalli e mi distende leggere i fumetti”. In fatto di cibo cosa prediligi? “Il tipico menù del giocatore medio: pasta, bresaola e crostatina. Cose che mangio da così tanti anni che ormai fanno parte di me”. E per quanto riguarda il vino? Nel bresciano è famosa la zona della Franciacorta... ”So che è una delle aree d’eccellenza vitivinicola italiana ma non sono un grande conoscitore e consumatore di vino. Lo bevo giusto per brindare. Preferisco una birra fresca”. Restiamo sobri e addentriamoci nel finale di campionato. La vittoria di Livorno ha dato impulso alla classifica con tre punti

d’oro che potrebbero essere decisivi per la salvezza? ”Fondamentali ma non ancora decisivi perché ci aspettano altre partite molto delicate dalle quali ricavare ciò che manca per metterci tranquilli. Resta il fatto che il meritato successo sul Livorno ha lenito la delusione per la sconfitta nel derby e ci ha consentito di avvantaggiarci sulle inseguitrici. Guai tuttavia a fare calcoli e a rilassarci. A fine torneo può succedere di tutto. La sfida col Sassuolo come noi a caccia di punti sarà un severo banco di prova. Vincere significherebbe moltissimo e sarebbe la più gradita sorpresa pasquale”. Del Sassuolo fa parte Francesco Acerbi tuo ex compagno la scorso torneo. Cosa gli dirai? “Innanzitutto lo abbraccerò. Poi gli dirò che lo ammiro per il coraggio che ha dimostrato nel superare la sua brutta esperienza e per la determinazione messa nel voler ritornare a giocare“. Immaginare costa niente: oggi Guana segna il suo quarto gol in A e corre sotto la curva. Fantacalcio? “Sarebbe esaltante per chi come il sottoscritto non è abituato a farlo ma è bello anche correre ad abbracciare i tuoi compagni. Potessi sceglierne uno direi Hetemaj anche lui ancora all’asciutto col Chievo”.

ristorante

Dossobuono (VR) - Via Cavour, 40 Tel. 045 513038 Chiuso il mercoledì

ristorante

pagina 07


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

S C O P R I L A N U O VA I M M A G I N E C I T R E S N u o v i ,

b e l l i ,

c o l o r a t i

e … s e m p r e

Scopri tutte le ricette su

b u o n i !

www.citresgourmet.com

CITRES S.p.A. – Via del Giglio, 19 Bovolone (VR) pagina 08

p i ù


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

ciak, si gioca! u.s. sassuolo L’avversaria come dentro un film Dopo aver conquistato il paradiso, il Sassuolo farà di tutto per non perderlo. La storica promozione ottenuta nella primavera scorsa dopo cinque anni tra i cadetti è stata il coronamento di un’ascesa che per alcuni versi ha ricordato proprio quella del ChievoVerona. Il club più “provinciale” della massima divisione italiana - in un’accezione positiva, a scanso di equivoci - proprio con i gialloblù si giocherà molte delle chance di permanenza nella categoria. Eusebio Di Francesco, tecnico pescarese classe 1969, rientrato in panchina dopo un allontanamento durato solo cinque gare - in cui il suo sostituto Alberto Malesani ha ottenuto altrettante sconfitte – già protagonista della promozione nonché giudicato tra i più interessanti della nouvelle vogue di allenatori italiani, anche al Bentegodi dovrebbe affidarsi al consueto 4-3-3, fotografia dell’indole chiaramente offensiva della formazione emiliana ma anche croce e delizia come lo score di reti subite - 62 finora, penultimo posto assoluto per gol subiti nella stagione – sembra indicare. Comunque vada, di certo questa sarà una stagione memorabile nella storia del sodalizio emiliano. Sia nel male – come nel caso del 0-7 subito dall’Inter in casa – quanto soprattutto nel bene: la clamorosa rimonta nel 4-3 inflitto al Milan con il poker di Berardi è da raccontare ai nipotini.

tutti gli uomini del presidente La recente convocazione allo stage azzurro di Domenico Berardi e Simone Zaza non è solo un premio alla qualità dei singoli ma anche a un club che ha saputo valorizzare i propri giocatori. I due giovani attaccanti saranno regolarmente al loro posto al Bentegodi a guidare il fronte offensivo del Sassuolo insieme a Nicola Sansone, attaccante italo-tedesco arrivato dal Parma a gennaio con cui formano un temibile tridente. Nel settore arretrato, Di Francesco davanti a Pegolo avrà nuova-

all’inferno e ritorno

mente a disposizione l’esperto ex capitano del Napoli Paolo Cannavaro. A Verona non sarà però affiancato da Ariaudo – squalificato – bensì da Antei oppure Manfredini, mentre Gazzola e Longhi opereranno sulle linee esterne. A centrocampo i favoriti per una maglia da titolare sono Biondini, Magnanelli e Missiroli mentre sono valutare le condizioni dell’ex gialloblù Brighi. In più c’è Farias, altro ex del match, pronto con Floro Flores a dare il proprio contributo alla causa.

affari di cuore

F. Acerbi - Foto: R. Gandolfi

Non sarà della gara ma se scendesse in campo di sicuro tutti i tifosi gialloblù si unirebbero a quelli emiliani nel tifare per lui. Da quest’anno al Sassuolo dopo una stagione e mezza col Chievo, Francesco Acerbi è in via di guarigione dal tumore al testicolo che lo ha nuovamente colpito nel corso della stagione dopo una prima operazione affrontata nel luglio scorso. Superati giorni lunghi e difficili grazie anche al suo spirito combattivo, il difensore che nel Chievo ha disputato 27 gare e segnato una rete pare ormai prossimo al rientro. Ottimo senso della posizione, buona tecnica individuale e capacità d’impostazione della manovra, abile nei contrasti quanto nel gioco aereo, a ventisei anni Acerbi ha tutte le potenzialità per dimostrare con continuità il proprio valore sul terreno di gioco. “Tutto passa: basta tenere il sorriso” ha detto. Bentornato Ace.

paolo sacchi

Sarà forse la più piccola squadra della Serie A ma il proprietario è un vero e proprio numero uno. Prima ancora d’esser conosciuto come patron del Sassuolo, Giorgio Squinzi è noto per il suo ruolo di presidente di Confindustria, carica che ricopre dal 2012. Nato a Cisano Bergamasco, classe 1943, nel 1970 insieme al padre ha fondato la Mapei – letteralmente acronimo di materiali ausiliari per edilizia e industria - azienda del settore edile tra i leader di mercato. Le sue spiccate doti imprenditoriali si sono coniugate con le passioni sportive di famiglia: già sponsor della squadra professionistica ciclistica Mapei-Quick Step – che tra le stelle ha annoverato Paolo Bettini – dopo aver sostenuto il club della provincia modenese sia nel corso degli anni Ottanta che Novanta, nel 2002 lo ha rilevato guidandolo nella scalata fino alla massima serie. pagina 09


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

Ottolini Marcello, un Vice Presidente sempre in movimento “Senza di lui l’A.S.D. Paluani Life non esisterebbe!” Cit. Anonimo Il Geometra Marcello Ottolini, padre di una gran bella famiglia, è sempre di corsa tra l’ufficio ed un cantiere, tra un cantiere e l’altro, poco importa che questo sia Veronello o il Bottagisio. Ora ha la passione per la bici ma da giovincello, come si addice ad un buon clivense, ha rincorso molti palloni su quel campo parrocchiale, tra il canale ed il fiume Adige, che di giorno in giorno si sta trasformando sotto il suo attento sguardo. Il Signor Ottolini, come avrete capito, è un uomo indaffarato, eppure qualche anno fa, quattro ad essere precisi, si è inventato di ridare al quartiere di Chievo, una squadra dilettantistica in cui i ragazzini potessero dopo scuola ritrovarsi per fare attività fisica e divertirsi in un ambiente familiare e sicuro. Quando però ci si complimenta con lui per questa sua idea così geniale, che nel giro di poche primavere è diventata un’associazione sportiva che conta quasi un centinaio di ragazzini, o per l’impegno profuso ogni qualvolta una circostanza lo richieda, lui declina gentilmente gli apprezzamenti ed afferma con convinzione che il merito di questo progetto è di altri,i quali però ripetono: “Senza di lui la Paluani Life non esisterebbe!”. Aggiungete quindi alle tappe quotidiane del Geometra Ottolini un campo di calcio e la sede sotto il campanile del Chievo e ve ne verrà fuori il suo ritratto.

Sono già quattro anni che il progetto A.S.D. Paluani Life ChievoVerona ha preso il via. Tu e la Dirigenza vi sareste mai immaginati di divenire in così breve tempo una Società di tutto rispetto nel panorama calcistico veronese? Ci puoi svelare l’ingrediente “segreto” che vi ha portato ad ottenere questi risultati? Il progetto è nato ufficialmente nel 2010, da un’idea che in realtà covava sotto le ceneri da qualche anno. All’inizio di questa avventura, come spesso capita in queste circostanze, eravamo i soliti “quattro amici al bar”: io, Renato, Michele ed Elena; non dirò i loro cognomi perché sono sicuro non gradirebbero essere citati. Quattro anni si sono create le condizioni ideali per iniziare a muovere i primi passi nel mondo del calcio dilettantistico, non del tutto sconosciuto data la forte vicinanza con il Chievo, ma del quale abbiamo ancora tanto da imparare. Qualche ingrediente “segreto”? Di sicuro la passione! Se si vuole ottenere qualcosa e raggiungere un obbiettivo è necessario dedicarsi con impegno. Quando i risultati arrivano dopo dei sacrifici riempiono ancor più di soddisfazione. In queste stagioni quali sono le difficoltà che avete riscontrato maggiormente? Viceversa, qual è stato il momento di più grande gioia e gratificazione? Le difficoltà maggiori s’incontrano perlopiù nel rapporto con i genitori, i quali non dovrebbero riversare le proprie aspettative di successo sui figli ma lasciarli liberi d’esprimersi e di crescere, sia dal punto di vista calcistico che da quello umano, in un ambiente sano e possibilmente privo di pressioni. Quando si tratta di ragazzi agli inizi non si può sapere se qualcuno di essi diverrà un campione. L’importante è che i nostri giovani conservino il ricordo positivo di questa esperienza; ciò per me sarebbe a lungo andare la più grande gratificazione. Da Vice Presidente che commento ti senti di dare nello specifico alla stagione che sta volgendo al termine? La stagione che sta finendo è stata ottima: abbiamo partecipato con tutte e cinque le squadre ai campionati provinciali delle rispettive categorie, disputando veramente tante gare. Non è finita però: fino al quindici giugno infatti saremo impegnati in diversi tornei, non solo nel Veronese! Oltre a rivestire la carica di Vice Presidente, sei Dirigente della squadra Giovanissimi 2000. Che mansioni spettano a questa figura? Come Dirigente accompagnatore io svolgo il ruolo di “Addetto all’arbitro”. Gli incontri del Campionato Giovanissimi sono infatti diretti da arbitri ufficiali; bisogna quindi stilare e controllare le distinte dei

Lo store Paluani Life è aperto da martedì a sabato compresi, dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00 (aperture straordinarie: giorno di trasferta 1 ora prima della partenza dei pullman tifosi).

pagina 10

Si trova in via Aeroporto A. Berardi, nel cuore di Chievo, ed è il primo store merchandising ufficiale Paluani Life e ChievoVerona, nonché sede dell’omonima neonata società polisportiva A.S.D. PALUANI LIFE CHIEVOVERONA. Un importante punto di riferimento per tutti i tifosi (e non) della squadra clivense.

giocatori partecipanti alla gara, avere sempre a portata di mano i cartellini di ogni singolo atleta, pronti per essere consegnati. Quando si gioca in casa, infine, bisogna fare gli onori sia con il direttore di gara che con le società ospiti. Assieme a me ci sono Massimo e Marco, i quali danno il loro contributo come guardalinee e sopperiscono a tutte le piccole e grandi necessità che si verificano durante le partite. A breve partirete per disputare il “Bayern Soccer Cup”, torneo che si svolgerà a Monaco durante le festività pasquali. Con che spirito vivrete questo particolare evento? I tornei all’estero sono esperienze che abbiamo voluto provare sin dall’anno di fondazione dell’A.S.D. Paluani Life. Sono convinto che anche il “Bayern Soccer Cup” sarà un momento di crescita per i ragazzi che, allontanandosi dalle proprie famiglie, alcuni per la prima volta, entreranno in contatto con realtà europee calcistiche molto diverse l’una dall’altra. Entusiasmo direi che è il termine che può esprimere al meglio lo spirito con cui ci apprestiamo a vivere questo evento. Come ogni anno poi, tenteremo di portare a casa anche qualche coppa, oltre che alla stanchezza ed ai bei momenti trascorsi tutti insieme. Quali sono i progetti che riguardano il futuro prossimo di questa vostra bella realtà? Progetti per il futuro: inserimento dei Pulcini 2004 in previsione della Stagione Sportiva 20142015, consolidamento dello staff tecnico di primordine che abbiamo creato e mantenimento dell’interesse e dell’entusiasmo nei confronti di questo sport dei nostri ragazzi. Per concludere: il ChievoVerona per quali aspetti vi è da modello? Per prima cosa direi l’organizzazione, poi la professionalità dei loro allenatori e dirigenti, dai quali ho sempre cercato di assorbire il loro sapere calcistico e l’insegnamento del rispetto nei confronti dei compagni e degli avversari. Abbiamo la fortuna di portare il loro scudetto sulle maglie e lo facciamo con orgoglio… Un po’ lo sentiamo anche nostro!

Per uno stile di vita corretto

Per informazioni o curiosità sul mondo targato Paluani Life seguici sulla pagina Facebook: www.facebook.com/paluani o contattando i numeri 045 57 24 02 347 86 20 869


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

serie a tim Turni e classifiche aggiornati al 17/04/14 - s.s. 2013/14 - 34^ giornata 19/04/14 squadra

punti

G

V

N

P

RF

RS

Juventus

87

33

28

3

2

71

22

Roma

79

33

24

7

2

68

19

Napoli

64

33

19

7

7

60

36

Fiorentina

58

33

17

7

9

56

37

Inter

53

33

13

14

6

55

35

Parma

51

33

13

12

8

53

42

Lazio

51

33

14

9

10

46

42

Torino

48

33

13

9

11

49

42

Milan

48

33

13

9

11

49

43

Atalanta

46

33

14

4

15

38

44

Hellas Verona

46

33

14

4

15

50

57

Sampdoria

41

33

11

8

14

39

48

Genoa

39

33

10

9

14

36

43

Udinese

38

33

11

5

17

35

46

Cagliari

33

33

7

12

14

31

45

ChievoVerona

30

33

8

6

19

30

49

Bologna

28

33

5

13

15

26

50

Livorno

25

33

6

7

20

36

64

Sassuolo

25

33

6

7

20

32

62

Catania

20

33

4

8

21

24

58

Incontri della 34^ giornata ChievoVerona - Sassuolo – 19/04 ore 15 Udinese – Napoli – 19/04 ore 15 Milan – Livorno – 19/04 ore 15 Parma – Inter – 19/04 ore 15 Atalanta – Hellas Verona – 19/04 ore 15 Genoa – Cagliari – 19/04 ore 15 Lazio – Torino – 19/04 ore 15 Catania – Sampdoria – 19/04 ore 15 Juventus – Bologna – 19/04 ore 18.30 Fiorentina – Roma – 19/04 ore 21

PROSSIMO TURNO domenica 27.04.2014 Roma – Milan – 25/04 ore 20.45 Bologna – Fiorentina – 26/04 ore 18 Inter – Napoli – 26/04 ore 20.45 Hellas Verona – Catania – 27/04 ore 12.30 Cagliari – Parma – 27/04 ore 15 Sampdoria – ChievoVerona – 27/04 ore 15 Torino – Udinese – 27/04 ore 15 Livorno – Lazio – 27/04 ore 15 Atalanta – Genoa – 27/04 ore 20.45 Sassuolo – Juventus – 28/04 ore 20.45

il chievo nell’uovo

Classifica Marcatori

È di tre successi, un solo pari e sei sconfitte il bilancio del ChievoVerona nelle gare disputate alla vigilia di Pasqua in Serie A. Eccone il dettaglio:

19 Immobile (Torino)

30/03/02

Perugia-Chievo 2-2

17 Higuain (Napoli), Toni (H.Verona)

19/04/03

Chievo-Reggina 2-1

10/04/04

Roma-Chievo 3-1

15/04/06

Chievo-Messina 2-0

18 Tevez (Juventus)

15 Palacio (Inter) 14 Gilardino (Genoa), Llorente (Juventus), Rossi (Fiorentina)

07/04/07 Atalanta-Chievo 1-0 11/04/09

Chievo-Milan 0-1

03/04/10

Chievo-Samp 1-2

23/04/11

Roma-Chievo 1-0

07/04/12

Chievo-Catania 3-2

12 Berardi (Sassuolo), Callejon (Napoli)

30/03/13

Chievo-Milan 0-1

11 Cassano (Parma), Denis (Atalanta), Di Natale (Udinese), Vidal (Juventus)

13 Paloschi (ChievoVerona), Balotelli (Milan), Cerci (Torino), Destro (Roma), Paulinho (Livorno)

Foto: R. Udali

Nel 2005 il campionato si fermò a causa di un impegno della Nazionale.

Numero 25 Agazzi ricorda Piermario Morosini pagina 11


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

SEDE CHIEVOVERONA - Via L. Galvani, 3 - 37138 Verona - tel. 045.575779/89 - dalle 9.00 alle 13.00 - dalle 14.30 alle 18.30 pAluANI lIfE - Via Aerop. A. Berardi, 37 - Chievo (VR) tel./fax. 045.57.24.02 - mob. 347.86.20869 - paluani.life@libero.it

KIt GARA 2013/14 pagina 12


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

U.S. Sassuolo

A.C. ChievoVerona

Allenatore: Eusebio Di Francesco

Allenatore: Eugenio Corini N째

GIOCATORE

ANNO

PRESENZE GOL 2013/14

AMM

ESP

MIN

NAZ

N째

PORTIERI

GIOCATORE

ANNO

PRESENZE 2013/14 GOL

AMM

ESP

MIN

NAZ

PORTIERI

25

AGAZZI Michael

1984

10

-17

0

0

957

ITA

79

PEGOLO Gianluca

1981

29

-49

2

0

2793

ITA

1

PUGGIONI Christian

1981

23

-32

0

0

2190

ITA

99

POLITO Ciro

1979

0

0

0

0

0

ITA

18

SQUIZZI Lorenzo

1974

0

0

0

0

0

ITA

1

POMINI Alberto

1981

2

-9

0

0

186

ITA

DIFENSORI

DIFENSORI

13

ALDROVANDI Simone

1994

0

0

0

0

0

ITA

2

BERNARDINI Alessandro

1987

10

0

0

0

777

ITA

5

CANINI Michele

1985

5

0

1

0

388

ITA

12

CESAR Bostjan

1982

29

1

14

1

2619

SLO

4

CLAITON Machado Dos Santos Claiton

1984

7

0

0

0

480

BRA

3

DAINELLI Dario

1979

21

1

4

0

1924

ITA

93

DRAME' Boukary

1985

23

0

4

0

2007

21

FREY Nicolas Sebastien

1984

28

0

7

0

33

RUBIN Matteo

1987

7

0

1

17

SARDO Gennaro

1979

26

1

6

15

ACERBI Francesco

1988

13

0

0

0

1159

ITA

5

ANTEI Luca

1992

18

0

8

1

1690

ITA

6

ARIAUDO Lorenzo

1989

11

0

4

0

1007

ITA

20

BIANCO Paolo

1977

16

0

4

0

1481

ITA

28

CANNAVARO Paolo

1981

11

0

3

0

1005

ITA

23

GAZZOLA Marcello

1985

22

0

6

0

1879

ITA

FRA

3

LONGHI Alessandro

1989

24

1

3

0

2219

ITA

2586

FRA

21

MANFREDINI Thomas

1980

3

0

1

0

288

ITA

0

498

ITA

33

MENDES Pedro Filipe

1990

7

0

3

0

577

POR

0

2022

ITA

2

PUCINO Raffaele

1991

3

0

0

0

174

ITA

87

ROSI Aleandro

1987

5

0

3

0

401

ITA

CENTROCAMPISTI 9

BENTIVOGLIO Simone

1985

18

1

3

0

1189

ITA

35

ROSSINI Jonathan

1989

6

0

1

0

331

SVI

14

CALELLO Adrian

1987

0

0

0

0

0

ARG

26

TERRANOVA Emanuele

1987

3

0

0

0

283

ITA

11

GUANA Roberto

1981

5

0

3

0

371

ITA

86

ZIEGLER Reto

1986

13

0

2

0

1088

SVI

23

GUARENTE Tiberio

1985

8

0

0

0

602

ITA

56

HETEMAJ Perparim

1986

28

0

10

0

2337

FIN

16

CENTROCAMPISTI BIONDINI Davide

1983

11

0

2

0

752

ITA

6

KUPISZ Tomasz

1990

0

0

0

0

0

POL

22

BRIGHI Matteo

1981

5

0

0

0

384

ITA

7

LAZAREVIC Dejan

1990

11

1

1

0

425

SLO

45

CHIBSAH Yussif Raman

1993

15

0

0

0

887

GHA

24

MBAYE Maodo Malick

1995

1

0

0

0

9

SEN

4

MAGNANELLI Francesco

1984

24

0

9

1

2244

ITA

19

PAREDES Leandro

1994

0

0

0

0

0

ARG

8

MARRONE Luca

1990

15

0

3

0

1202

ITA

8

RADOVANOVIC Ivan

1988

28

0

5

0

2056

SER

7

MISSIROLI Simone

1986

23

1

3

0

1745

ITA

27

RIGONI Luca

1984

29

4

12

0

2734

ITA

37

SCHELOTTO Ezequiel Matias

1989

11

1

1

0

715

ARG

ZAPATA Alexis

1995

0

0

0

0

0

COL

attaccanti 10

OBINNA Victor Nsofor

1987

8

0

43

PALOSCHI Alberto

1990

30

31

PELLISSIER Sergio

1979

20

39

STOIAN Adrian Matius

1991

77

THEREAU Cyril

1983

attaccanti

0

0

331

NIG

13

3

0

2291

ITA

11

ALEXE Marius

1990

6

0

0

0

179

ROM

1

3

1

841

ITA

25

BERARDI Domenico

1994

25

10

7

1

1961

ITA

6

0

1

0

342

ROM

70

FARIAS Da Silva Diego

1990

11

0

1

0

381

BRA

28

6

2

0

2129

FRA

9

FLOCCARI Sergio

1981

12

1

0

0

785

ITA

83

FLORO FLORES Antonio

1983

26

5

4

0

1341

ITA

95

GILOZZI Ettore

1995

1

0

0

0

35

ITA

13

GOMES DE PINA Alberto Aladje

1993

0

0

0

0

0

GUI

14

MASUCCI Gaetano

1984

11

0

1

0

398

ITA

8

PAVOLETTI Leonardo

1988

2

0

0

0

47

ITA

SANABRIA Antonio

1996

2

0

0

0

44

PAR

17

SANSONE Nicola

1991

8

3

1

0

679

GER

10

ZAZA Simone

1991

28

7

9

1

2040

ITA

pagina 13


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

official training center

nOVITà 2014

Con il ritorno della bella stagione e la primavera alle porte, l’Hotel Veronello presenta una novità che renderà felici tutti gli amanti del calcio: tre nuovissimi campi da calcio e calcetto in erba sintetica di ultima generazione. In dettaglio, l’Hotel Veronello mette a disposizione di tutti un campo a 11 e due campi a 5. I campi sono dotati di spogliatoi e impianti di illuminazione e vantano l’erba sintetica di ultima generazione. La stessa, per esempio, utilizzata anche dalla Nazionale azzurra su un campo di Coverciano: massimo confort e sicurezza per gli sportivi di qualsiasi età. Per informazioni e prenotazione dei campi si può telefonare al numero 045/7235021.

FOOTBALL & HOLIDAY SERVICES SRL Via Veronello, 2 - 37011 Calmasino (Verona) Tel: +39.045.7235021 - Fax: +39.045.7235756 p.iva: 04168910232 - info@hotelveronello.it

pagina 14


gallery giovani cronisti Le foto delle scuole protagoniste del progetto con i campioni giallobl첫

daniele partelli

Gli studenti delle tre classi prime della scuola media di Santa Lucia insieme a Gennaro Sardo e Ivan Radovanovic

Gli alunni delle tre classi quarte della scuola 6 Maggio di Santa Lucia in festa con Victor Obinna

C

M

Y

CM

MY

CY CMY

K

pagina 15


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

pagina 16


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

c’era una volta chievo - sassuolo I precedenti tra gialloblù e neroverdi

Prima di allora l’unico precedente ad alti livelli era riservato alla Coppa Italia edizione 2010/2011. In quell’annata le due si sfidarono in gara unica disputata al Bentegodi e valevole per l’ammissione al terzo turno eliminatorio. Sotto la guida di Stefano Pioli, i gialloblù si qualificarono grazie alle reti di Mandelli al 44’ del primo tempo e di Moscardelli a dieci dal termine. Nell’occasione debuttarono in prima squadra elementi allora appartenenti alle cosiddette “seconde linee” quali il centrocampista albanese Ledian Memushaj e il difensore brasiliano Eduardo Rincón o in rosa alla “Primavera” come l’attaccante bulgaro Radislav Kirilov. Dagli annali riaffiorano invece i primi incroci con gli emiliani, quando le due compagini si affrontavano in C2 nel triennio 1986/1989. Mentre nelle prime due annate un Chievo che veleggiava in posizioni di medio-alta classifica ebbe quasi sempre la meglio (2 V, 1 N, 1 P) su un Sassuolo al contrario ai margini della sopravvivenza, il campionato 1988/’89 fu contraddistinto dal duello - cui partecipa-

rono anche Carpi, Novara e Legnano - per la promozione. In quella stagione, dopo lo 0-2 subìto all’andata, i clivensi si imposero - a primo posto comunque già acquisito - per 4-2 nel penultimo turno del torneo grazie alle reti

di Rolando Maran e Flavio Fiorio dopo che Michele Cossato e Dario Lazzarin avevano annullato i primi svantaggi dovuti a D’Agostino (0-1) e Liset (1-2).

Foto: R. Udali

Emerge dalle nebbie padane dell’otto dicembre scorso il primo confronto assoluto disputato in A tra il ChievoVerona e la matricola Sassuolo, ora diretta concorrente nella lotta alla salvezza. Il match - disputato sì nell’impianto che porta il nome dello sponsor neroverde Mapei, ma di fatto situato in provincia di Reggio Emilia - vide la squadra della Diga cogliere un prezioso successo grazie all’unica rete dell’incontro, firmata da Théréau al 10’ del secondo tempo. Il suo destro incrociato sul secondo palo ha così permesso a Eugenio Corini di cogliere la terza, iniziale vittoria consecutiva, dopo quelle su Hellas Verona e Livorno susseguenti al suo subentro a Giuseppe Sannino.

marco sancassani

Il bilancio complessivo Competizione C Serie A

Serie B

Serie B

Totali

G

V

N

P

F

S

0

0

0

0

0

0 0

F

1

1

0

0

1

Tot

1

1

0

0

1

0

C

1

1

0

0

2

0

F

0

0

0

0

0

0

Tot

1

1

0

0

2

0

C

3

3

0

0

7

3

F

3

0

1

2

1

4

Tot

6

3

1

2

8

7

8

5

1

2

11

7

Ristrutturare e’ sempre stata la nostra passione. Passaparola! tel. 370 -7241751 pagina 17


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

le partite del chievo in diretta radio!

verona 87.5 fm stereo

in diretta dalle 18.30 alle 19.30 un’ora di solo chievo con massimo massi chiama in diretta al 393.6201295

pagina 18

radio ufficiale a.c. chievoverona


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

chievopedia

le gare infrasettimanali Quando il campionato chiama non solo la domenica Escludendo anticipi e posticipi dettati dal palinsesto televisivo, con le gare disputate quest’anno sono saliti a 45 gli incontri infrasettimanali giocati dal ChievoVerona nel torneo di Serie A. Occasioni queste che hanno spesso costretto i tifosi più appassionati a dover gestire permessi e ferie o rubare ore al sonno, soprattutto quando la squadra del cuore era impegnata in trasferta pur di non mancare a una gara di cartello o un match di particolare importanza ai fini della classifica. Quando, se non più semplicemente, solo per star vicini alla squadra del cuore! Più di una volta però i loro sacrifici sono stati ripagati dai risultati.

quando tagliò il prestigioso traguardo delle cento segnature in gialloblù: era il 2 febbraio 2012, un giovedì! Generalmente tali incontri si sono sempre svolti in base alla già prevista programmazione del calendario calcistico, tranne che in sette casi, dovuti a cause di forza maggiore. La neve originò il recupero del 8/10/10 (Bologna-Chievo 2-1), vertenze contrattuali e sindacali quelli del 6/11/02 (Chievo-Perugia 3-0) e del 21/12/11 (Lazio-Chievo 0-0). A provocare lo spostamento degli altri 4 incontri furono purtroppo eventi luttuosi. AtalantaChievo (1-0) si giocò il 24 aprile 2012 in seguito alla scomparsa del calciatore Morosini, il 18 dello stesso mese di cinque anni prima Lazio e Chievo impattarono a reti bianche la gara prevista per il turno sospeso a causa dei disordini scoppiati durante Catania-Palermo.

All’infuori dei canonici ritmi domenicali ricordiamo ad esempio il primo punto strappato alla Juventus grazie all’iniziale vantaggio di Daniele Franceschini (Chievo-Juventus 1-1 del 18/1/06), il blitz firmato Théréau nell’Olimpico giallorosso la scorsa stagione o le tre vittorie colte consecutivamente tra il settembre 2010 e lo stesso mese dell’anno successivo sul Napoli. Memorabile fu la prima ottenuta in rimonta e al San Paolo grazie a una prodezza di Fernandes e una doppietta di Pellissier. Il bomber aostano - ma non solo lui - ricorderà poi certamente quella fredda sera novarese

marco sancassani

incontro che, in un’atmosfera surreale, finì senza vincitori né vinti. In totale il bottino dei gialloblù è di 13 successi e 14 pareggi dovuti a 41 reti all’attivo e a 45 incassate. L’ultimo episodio della serie “never on Sunday” - mai di domenica come direbbero gli inglesi - è stato il felicissimo Chievo-Bologna, del 26 marzo scorso. In quella puntata special guest furono Alberto Paloschi (nella foto) e Luca Rigoni che - il primo con una doppietta, il secondo con un goal di pregevole fattura - firmarono una vittoria più che pesante nell’economia della corrente stagione. See you soon!

squadra

gare

v

n

p

rf

rs

Lazio

6

1

3

2

6

6

Roma

5

1

2

2

3

7

Udinese

4

0

2

2

0

5

Bologna

3

1

0

2

4

3

Inter

3

0

0

3

0

4

Milan

3

0

0

3

0

3

Napoli

3

3

0

0

6

1

Atalanta

2

1

0

1

1

1

Juventus

2

0

1

1

2

3

Sampdoria

2

0

1

1

1

3

Siena

2

0

1

1

1

3

Bari

1

0

1

0

0

0

Catania

1

1

0

0

2

1

Lecce

1

0

1

0

1

1

Modena

1

1

0

0

3

0

Novara

1

1

0

0

2

1

Parma

1

0

1

0

0

0

Perugia

1

1

0

0

3

0

Pescara

1

1

0

0

2

0

Reggina

1

1

0

0

3

2

Totali

45

13

14

18

41

45

Foto: Foto:R.R.Udali Gandolfi

Il celebre attentato alle Twin Towers fece invece sì che Chievo-Lazio (3-1, Lopez, Corini 2 e Marazzina) si giocasse mercoledì 30 gennaio ’02 (match tra l’altro già procrastinato per gelo). Non più tardi di quarantatré giorni dopo, proprio il ChievoVerona a malincuore sarebbe sceso nuovamente in campo a Parma a causa della scomparsa di Jason Mayelè,

pagina 19


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

!

APOSTOLICOADV.IT

FATTE SU MISURA PER TE

Via Musi, 1/A-3 - 37042 Caldiero (VERONA) - ITALIA Tel. 045.6139711 - Fax 045.6150251 - info@bertima.it - www.bertima.it

pagina 20 - Pagina FATTE SU MISURA PER TE - 148 x 210.indd 1 BERTI

21/01/2014 06:56:20


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

notizie in gialloblù Fatti, informazioni e curiosità dal pianeta Chievo Il Galà attende Chiusa venerdì la prevendita presso i club, il Coordinamento Amici del Chievo rende noto che è ancora possibile acquistare gli ultimi tagliandi per non mancare all’attesa serata di mercoledì 23 cui parteciperanno dirigenti, tecnici e giocatori del ChievoVerona. I biglietti disponibili saranno messi in vendita presso il bigoncio 8 (lato interno della cancellata) nel dopogara di Chievo-Sassuolo dalle 17 alle 18,30) e presso il bar Pantalona nella sola mattinata di martedì entro le 13.

Confcommercio in collaborazione con la società scaligera. Le preferenze potranno essere espresse inviando una mail con i propri dati anagrafici e il nome del giocatore a ilcommercioveronese@confcommercioverona. it. Tra i partecipanti verranno poi sorteggiati tre abbonamenti per la prossima stagione.

marco sancassani

Chievo on the road Sarà verosimilmente quella nella Genova blucerchiata l’ultima trasferta organizzata da Coordinamento Amici del Chievo. Gli interessati possono contattare il 345-8342977 per ogni informazione riguardante modalità, orari e costi.

Incontri ravvicinati Sfide intriganti e delicate sul campo, occasioni di dimostrare quanto comunque la sportività vada oltre i risultati. Rappresentanti del direttivo degli Amici del Chievo e responsabili del club Paluani Life sono stati così ancora una volta buoni ambasciatori di questa filosofia ben ricambiata dagli esponenti dell’Unione Tifosi Romanisti e dagli amici di Punto Radio Bologna, emittente tra i cui fondatori figurò anche Vasco Rossi. Cangrande: il rush finale Ancora tre gare per stabilire chi siederà quest’anno sul trono del Cangrande del Bentegodi. Saranno infatti le votazioni dei tifosi susseguenti agli ultimi tre incontri casalinghi ad assegnare il 13° trofeo messo in palio da

INDUSTRIA GRAFICA Stampa di opuscoli, libri, listini o depliant di qualità in vari formati. Lavori di grandi quantità per la grande distribuzione, stampati e confezionati in rotooffset.

Area marketing Dolci Primo 3298169538 35035 Mestrino - Padova - Italia - via Bologna 1/2 Tel. 049 9001060 - Fax 049 9001909

www.centrooffset.com pagina 21


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

pagina 22


ChievoVerona vs Sassuolo - Serie A TIM 2013/14 giornata numero 34

é sempre primavera dino guerrini

Si definiscono i “guastafeste” del campionato, la squadra rivelazione che in silenzio riesce spesso a superare formazioni più blasonate e con budget economici molto più elevati. Sono i ragazzi terribili della Primavera gialloblù. La squadra allenata da mister Paolo Nicolato ha festeggiato la prestigiosa vittoria interna ottenuta con l’Atalanta (1-0, rete di Matteo Messetti) con la matematica qualificazione alle Final Eight di campionato con due giornate di anticipo. Un risultato storico: la Primavera del ChievoVerona adesso ha due “match ball” (contro Hellas e Inter) per blindare anche il primo posto finale. In classifica, infatti, i punti di vantaggio sulla seconda (l’Atalanta) sono 4.

Foto: R. Udali

Già adesso, comunque, per Da Silva e compagni si tratta di una stagione da record. Una di quelle che ti ricorderai per sempre. I numeri (a due giornate dal termine del campionato) sono impressionanti: 57 punti conquistati, 12 vittorie su 12 partite giocate in casa, 54 reti segnate (media gol pari a 2,25 a gara), 23 subite (migliore difesa del girone insieme a quella dell’Udinese) e l’orgoglio di sfoggiare il capocannoniere di tutti e tre i gironi: Victor Da Silva con 18 reti. Prima o seconda posizione finale, sarà comunque ennesimo record: mai nella sua storia il ChievoVerona si era qualificato direttamente (cioè senza

passare attraverso i playoff) alle Final Eight di campionato, che quest’anno si disputeranno a Rimini tra la fine di maggio e l’inizio di giugno (le date ufficiali devono ancora essere comunicate). “Voglio fare un applauso a tutti i ragazzi, soprattutto a quelli che hanno giocato poco

perché hanno sempre garantito una qualità di allenamento altissima e devono sentirsi anche loro protagonisti al 100% - commenta il tecnico Paolo Nicolato –. Adesso nelle ultime due partite ci giochiamo la prima posizione, basta una vittoria per arrivare primi ma dovremo gestire infortuni e squalifiche”.

Domenica sempre Aperto Aperto anche venerdì 25 aprile

pagina 23


Mondochievo #16 - 2013-14  

Notizie e curiosità dal mondo del ChievoVerona

Advertisement