Page 1

I.P.

REPORT BUSINESS

I.P. INSERTO PROMOZIONALE a cura di Media Company

ROMA MEDICAL DIRECTORY

STUDI MEDICI • CLINICHE • PROFESSIONISTI


Depressione? La soluzione è dentro di noi e si chiama SAMe Epi Pharma è una realtà specializzata negli integratori alimentari: oltre a commercializzarli all’ingrosso e al dettaglio e a produrli su misura per conto terzi, vanta una propria linea di prodotti di alta qualità e massima efficacia. L’ultimo nato è SAMe, antidepressivo basato sulle proprietà della molecola S-adenosilmetionina che, naturalmente pro-

dotta dal nostro organismo, ha benefici effetti nella detossificazione epatica, nel potenziamento della volontà e nel miglioramento dell’umore. Rafforzato dalla presenza del Coenzima Q10 ad alta penetrazione cellulare, SAMe è stato testato in vari studi con esiti molto soddisfacenti e senza effetti collaterali.

EPIPHARMA

a2cura / Business di Media Company Report

Punto vendita al dettaglio: Via Collalto Sabino, 120 Roma

W www.epipharma.it E sebastiano.chiavazzo@epipharma.it T.  06 86210162   392 0824380

Business a cura di Media Report Company /1


MEDIA COMPANY Viale G. Appiani 20/B Scala Nord, 3° piano 31100 Treviso Tel. +39 0422 262450 Fax +39 0422 261411 www.mediacompany.eu info@mediacompany.eu

GENERAL MANAGER Gianni dalla Costa SALES MANAGER Phoenix AMMINISTRAZIONE Isabella Chimento PROGETTO GRAFICO 22 Publishing S.r.l TRAFFICO Rossella Franchetto TESTI Dario De Bortoli Cristina Zuppel

pag. 04 Casa di Cura Ars Medica pag. 08 Prof. Ermanno Greco, Andrologia e Ginecologia Medicina e Biologia della Riproduzione

pag. 12 Studio Oculistico Dr. Libutti pag. 13 Prof. Francesco Macrì Specialista in Pediatria e Allergologia pag. 14 Dott.ssa Federica Benedicta Olivia Marinelli pag. 15 Dott.ssa Ines Boccia Medico Chirurgo Specialista in Dermatologia e Medicina del Lavoro pag. 16 Dott.ssa Desanka Raskovic Medico Chirurgo Primario Dermatologo

WEB Remo Diotto

pag. 17 Studio chiropratico Monteverde Dr. Mukesh K. Bhardwaj pag. 18 Dott. Francesco Barrese Medico Chirurgo Specialista in Urologia Ospedale San Pietro F.B.F. Prof. Roberto Serdoz

Foto di Copertina: Monkey Business Images Ltd/Thinkstock

a cura di Media Company

ROMA MEDICAL DIRECTORY

pag. 10 Dott. Claudio Cortesini Medico Chirurgo Odontoiatra

MARKETING Valentina Rossi Margherita Cecilian

Il Sole 24 Ore non ha partecipato alla realizzazione di questo periodico e non ha responsabilità per il suo contenuto

REPORT BUSINESS

Dott. Francesco Battisti Medico Chirurgo Specialista in Odontostomatologia e Implantologia, Omotossicologo e Omeopata

In questo numero i riflettori di Report vanno a illuminare alcune particolari realtà attive nel mondo sanitario della Capitale, dalla clinica ben strutturata a vari specialisti e studi specializzati nelle diverse branche della scienza medica. Sfogliando le pagine che seguono troverete novità, consigli e indicazioni utili per mantenere o ritrovare le migliori condizioni di salute.

Business Report / 3


Roma

Casa di Cura Ars Medica La salute, un percorso da fare assieme al paziente praticando l’integrazione come metodo: questo è il modello Ars Medica. Un modello consolidato nel tempo, basato sulla sinergia fra tecnologie e professionalità, organizzazione e specializzazione.

1 / Business Report 4

La salute è un percorso che inizia quando si nasce e continua per tutta la vita. Ars Medica é una clinica polispecialistica che vanta cinquant’anni di esperienza al servizio del cittadino. Oltre ad essere bella e accogliente, la struttura è da sempre all’avanguardia sul fronte dei servizi e dei macchinari; dalle strumentazioni di ultima generazione per la diagnostica e la terapia ai pacchetti di prevenzione dedicati a uomo e donna e un pronto soccorso attivo 24 ore su 24 che da tempo è diventato un apprezzato punto

di riferimento. Alla base dell’assistenza medica c’è la relazione di cura tra i pazienti e un team di professionisti altamente qualificato, pronto ad accompagnarli in ogni fase del percorso, dalla diagnosi precoce al trattamento. E’ così che una casa di cura diventa un’eccellenza, quando è in grado di fondere qualità, organizzazione, collaborazione e ascolto ma anche costanti innovazioni strutturali. Ars Medica rafforzerà infatti i suoi servizi con l’apertura di Ars BioMedica, una nuova clinica che sarà attiva e operativa dal

a cura di Media Company


rapista, lo psicologo, l’internista e il cardiologo. Inoltre è fondamentale l’utilizzo di strumentazioni quali la Pet e la Radioterapia in aggiunta alla diagnostica di base che si avvale dell’Ecografia, della Tac, della Risonanza Magnetica, della Scintigrafia e del Laboratorio di Analisi. La peculiarità è che tutto questo sia integrato in un’unica struttura, aspetto fondamentale soprattutto perché nel percorso oncologico il tempo gioca un ruolo importantissimo. Per questo motivo ci siamo strutturati in modo da accorciare notevolmente i tempi per la formulazione di una diagnosi precisa e, di conseguenza, per l’avvio precoce della terapia mirata”.

donna sicura prossimo anno. Ma quali aspetti caratterizzano una struttura che possa definirsi avanzata e all’avanguardia? Il Direttore Sanitario di Ars Medica, dott. Athos Gentile, dimostra di avere le idee chiare in merito. “Anzitutto i professionisti, selezionati e di alto livello. Sono docenti universitari, primari ospedalieri e specialisti di varie branche mediche e chirurgiche. Garantiamo inoltre uno staff assistenziale di reparto e di sala operatoria continuamente aggiornato e disponiamo di macchinari d’avanguardia come, ad esempio, la MMD, Mammografia Digitale Diretta ‘Seno Essential’, in grado di effettuare una diagnosi approfondita delle neoplasie della mammella garantendo al tempo stesso una forte riduzione della dose di radiazioni”. Fra i vari percorsi di Ars Medica quello oncologico è uno fra i più strutturati e ben organizzati. “In effetti una branca complessa e

a cura di Media Company

L’innovazione nella diagnosi precoce del tumore al seno.

I risultati sono nell’efficienza dei servizi, nella riduzione dei tempi di ricovero e di attesa per gli ambulatori e il Day Hospital. Tutto questo in un’atmosfera serena, privilegiando la qualità del rapporto fra medico e paziente. articolata come quella oncologica necessita di percorsi specifici in cui collaborano diverse figure professionali. In questo senso si costituiscono veri e propri team nei quali forniscono il loro sinergico contributo l’oncologo, il chirurgo, il radiologo, il radioterapista, il fisiote-

In questo senso Ars Medica guarda con particolare attenzione alle donne e alle problematiche tipiche delle varie fasce d’età. “Per la donna abbiamo messo a punto tre programmi specifici. Anzitutto l’adolescenza con esami mirati alla prevenzione delle principali patologie come ad esempio le lesioni da HPV senza d’altra parte trascurare l’aspetto psicologico con trattamenti mirati di patologie quali obesità e anoressia. Quindi l’età adulta con un forte accento rivolto alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali forme tumorali. Infine l’età senile con focus mirato sulla patologia dell’osteoporosi”. Un servizio diagnostico-assistenziale completo e di alto livello. “L’abbiamo battezzato Donna Sicura, e si rivela davvero prezioso soprattutto per quanto riguarda la prevenzione, diagnosi e terapia del cancro del seno, ovvero della Business Report / 5 2


Roma

Basato su tre programmi per l’adolescenza, l’età adulta e l’età senile, Donna Sicura segue la salute femminile intervenendo sia in fase di prevenzione che in quella di cura con adeguati strumenti diagnostici e opportune terapie. neoplasia più frequente in tutte le fasce d’età. La complessità e la natura multidisciplinare del percorso di diagnosi e cura richiede anche in questo caso l’attività coordinata di vari professionisti: chirurgo senologo, oncologo, psicologo e chirurgo plastico”.

assistenza domiciliare Da sempre aperta al territorio, Ars Medica offre anche efficienti servizi a domicilio. “Le cure domiciliari rappresentano senza dubbio la nuova frontiera dell’assistenza medica ed è proprio grazie al potenziamento di questi interventi che riusciamo a soddisfare le tante richieste di assistenza fornendo senza spostare il paziente da casa visite mediche urgenti o programmate, assistenza infermieristica per terapie, medicazioni di ferite, enteroclismi, posizionamento e cambio 3 / Business Report 6

di cateteri vescicali, esecuzione di radiografie domiciliari e, in genere, attività di assistenza medica polispecialistica”. Altro importante aspetto dell’opera assistenziale di Ars Medica è il Trauma Center, ovvero il pronto soccorso attivo 24 ore su 24. “Dall’esperienza acquisita abbiamo potuto osservare che le principali cause dei traumi sono gli incidenti sia stradali che sportivi, le cadute e gli incidenti domestici, sempre e comunque eventi che comportano una serie di aspetti complessi in un contesto di emergenza e con scarsa possibilità di programmazione. Dopo la prima valutazione eseguita dal sanitario di servizio vengono attivate le diverse figure, disponibili o in reperibilità, dai servizi interni di Radiologia tradizionale, Ecografia, Tac, Risonanza Magnetica, Laboratorio analisi a quelli medico specialistici (internista, cardiologo, chirurgo generale, ortopedico, neurochirurgo, otorinolaringoiatra, oculista ecc.). Anche in questo settore disponiamo di avanzate attrezzature con in primo piano i letti sia ortopedi-

ci che traumatologici interamente radiotrasparenti, perfettamente attrezzati per l’esecuzione di interventi di osteosintesi a minima invasività. Per una maggiore sicurezza del paziente utilizziamo la macchina del recupero ematico che elimina la necessità di trasfusioni di sangue. E’ inoltre attivo il reparto di terapia intensiva pre e post operatoria. Il Trauma Center è organizzato per garantire interventi chirurgici o ortopedici in poche ore”. Parlando di patologie e traumi il pensiero corre al dolore che, se diventa cronico, è esso stesso malattia… “Il dolore cronico riguarda circa il 20-25% della popolazione italiana. Le strutture mediche di eccellenza non possono ignorare questo dato che rappresenta un vero fattore di crisi del wellness nazionale. Oltre alle forme più evidenti come il dolore da malattie tumorali, esiste tutta una serie di dolori cronici che limitano la vita quotidiana come ad esempio i dolori post erpetici, quelli reumatici e l’apparentemente ‘banale’ mal di schiena. Oltre al dolore cronico siamo impegnati nel trattamento post operatorio che controlliamo con tecniche capaci di azzerare il dolore riducendo così i tempi di guarigione e dimissione. Nella no-

La filosofia Ars Medica punta alla soddisfazione delle esigenze dei pazienti anche riducendo al minimo gli spostamenti non necessari grazie al servizio di assistenza a domicilio che svolge con efficiente puntualità. a cura di Media Company


stra struttura opera un’équipe di specialisti del dolore cronico diretta dal Prof. Edoardo Arcuri, figura tra le più note a livello nazionale e internazionale nel trattamento del dolore”. Ars Medica è non solo una realtà d’eccellenza, convenzionata con tutti i principali istituti assicurativi e forte di personale selezionato in base al curriculum formativo, immesso in organico dopo un attento esame da parte della direzione sanitaria e amministrativa

e continuamente aggiornato con corsi periodici, ma anche un luogo ricco di attività scientifiche, formative e culturali. “E lo sarà sempre di più grazie al nuovo auditorium che abbiamo

realizzato per ospitare sia convegni scientifici dedicati all’aggiornamento professionale sia incontri rivolti all’educazione sanitaria dei cittadini ai quali diamo con l’occasione un’ottima opportunità per interagire con i vari specialisti. Dotato di novanta posti e di tutte le strumentazioni tecnologiche, sorge all’interno di un accogliente giardino. Per tutti questi motivi l’auditorium é diventato sin da subito anche un frequentato punto d’incontro culturale per tutto il nostro quartiere che qui può assistere a concerti, presentazioni di libri e dibattiti su temi di grande attualità”.

c

a

s

a

di

c

u

r

a

CASA DI CURA ARS MEDICA Via C. Ferrero di Cambiano 29, Roma T. 06 362081 W. www.clinicaarsmedica.it

a cura di Media Company

Business Report / 7 4


Roma

Prof. Ermanno Greco, Andrologia e Ginecologia Medicina e Biologia della Riproduzione Le nuove frontiere della fecondazione assistita

È risaputo che l’infertilità di coppia, ovvero l’incapacità di concepire dopo almeno un anno di rapporti liberi, è un problema in costante crescita. Secondo recenti studi questa condizione riguarda ormai una percentuale sempre più cospicua di coppie, attualmente variabile dal 15 al 20% a seconda dei soggetti e delle aree di residenza. Si ritiene 1 / Business Report 8

Grazie alle nuove indagini genetiche oggi è possibile non solo ottenere più successi ma anche assicurare maggior sicurezza sia per quanto riguarda la fecondazione in vitro omologa che quella eterologa.

a cura di Media Company


infatti che i motivi alla base del fenomeno siano principalmente due: il posticipo del momento in cui mediamente le donne cercano per la prima volta la maternità e il notevole incremento dell’infertilità negli uomini a causa dell’inquinamento atmosferico. Anche in questo campo comunque la scienza ha fatto, soprattutto negli ultimi dieci anni, grandi progressi sia nella diagnosi che, in particolar modo, nella terapia dell’infertilità di coppia. Testimone diretto dell’evoluzione scientifica che ha caratterizzato il settore è il Prof. Ermanno Greco, Andrologo, Ginecologo, Direttore Scientifico del Centro di Medicina della Riproduzione dell’European Hospital di Roma. “Solo dopo aver compiuto tutte le necessarie indagini cliniche, di laboratorio e strumentali per accertare l’infertilità e la sua causa, è possibile determinare quali siano i trattamenti medici e chirurgici più opportuni per la donna, l’uomo o entrambi. Una delle strade percorribili, praticata tramite tecnologie sempre più avanzate, è la fecondazione in vitro che consente di ritrovare la speranza di avere un figlio anche in casi apparentemente impossibili come la totale assenza di spermatozoi nel liquido seminale. Varie sono le tecniche utilizzate tra le quali la ICSI con cui il biologo inserisce lo spermatozoo tramite microiniezione senza effettuare una particolare selezione preventiva tra gli spermatozoi stessi. Cosa che invece avviene nella tecnica IMSI grazie alla quale, ingrandendo gli spermatozoi di ben 6.600 volte, si può individuare e scegliere il migliore. Oggi è possibile addirittura la selezione dello spermatozoo con il DNA migliore tramite la cosiddetta tecnica MACS. Si tratta di metodiche all’avanguardia, che accrescono notevolmente la probabilità di successo. E poi ancora la Diagnosi Genetica Preimpianto (PGS), particolarmente adatta per donne giovani, con alta abortività,

a cura di Media Company

dell’embrione né alla sua vitalità. Per potersi impiantare gli embrioni devono infatti progredire allo stadio di blastociti (5 giorni), cosa che non avviene se sono gravemente malati. Un ulteriore aiuto viene da un’altra tecnica di nuova generazione che, per incrementare il successo della fecondazione, interviene sul ‘terreno’ sul quale viene trasferito l’embrione, ovvero l’endometrio, praticando un graffio, detto anche Pipelle, assolutamente senza effetLa dichiarazione di ti collaterali, che permette all’embrione di installarsi più saldamente incostituzionalità accrescendo le probabilità di succesdel divieto alla so. E’ stato infatti dimostrato che questa tecnica aumenta la concenfecondazione trazione al livello del tessuto endoeterologa in vitro metriale delle citochine, sostanze responsabili dell’attecchimento. consente di affrontare Da segnalare infine l’ERA Test, che i casi altrimenti può essere effettuato per verificare non risolvibili con se gli embrioni vengono trasferiti nel giusto momento”. percentuali di successo Continui sviluppi, quindi, e noviattorno al 60% e con tà anche sul fronte giurisprudenziale, prima fra tutte la sentenza alti livelli di sicurezza. della Corte Costituzionale che ha dichiarato incostituzionale il divieto all’utilizzo della fecondazione eterologa in vitro. “Oggi in pratica una coppia può reduci da vari tentativi di impianto ricorrere alla donazione di un gafalliti o in età materna avanzata, mete, spermatozoo o ovocita, o di che consente di selezionare gli ementrambi da parte di una persona brioni per la fecondazione valutanesterna. Indicata nei casi di inferdone lo stato di salute cromosomico: tilità non altrimenti risolvibili, la in tal modo, con l’impianto di un fecondazione eterologa è oggi atsolo embrione sano, c’è il 65-70% tuabile anche in Italia con altissime di probabilità di concepimento e la possibilità di successo, circa il 60%. contemporanea riduzione dei casi E altrettanto alti sono i livelli di sicurezza perché i gameti, sottoposti di aborto, anomalie cromosomiche a esami in grado di individuare in e gravidanze multiple. Un altro essi ben 500 malattie gepunto riguarda la tempistica del trasferimento netiche, sono selezionati PROF. ERMANNO GRECO, degli embrioni che nelle in modo che i riceventi ANDROLOGIA E siano garantiti circa la metodiche classiche preGINECOLOGIA vede tre giorni di sviluppo salute del feto”. MEDICINA E BIOLOGIA DELLA sulla sola base delle caratRIPRODUZIONE teristiche morfologiche. European Hospital Adesso sappiamo invece Roma T. 06 65975643 che tali caratteristiche T. 06 65975614 possono non corrisponW. www.icsiroma.it E. info@icsiroma.it dere alla salute genetica Business Report / 9 2


Roma

Dott. Claudio Cortesini Medico Chirurgo Odontoiatra Salute dentale e considerazioni sui bifosfonati

Cosa succede in mancanza di una buona igiene orale? E i bifosfonati sono l’opzione migliore nella prevenzione dell’osteoporosi? Questioni che il dott. Claudio Cortesini, medico chirurgo odontoiatra a Roma, affronta con chiarezza ed esaustività. “Inizierei proprio dai bifosfonati, il cui consumo in Italia è in aumento. A lungo si è pensato che il farmaco con questi componenti fosse utile per prevenire le fratture in pazienti affetti da osteoporosi. Lo studio di un’università finlandese pubblicato nel 2008 sul British Medical Journal dice però che otto fratture su dieci interessano persone non affette da osteoporosi e che per il 90% dei casi sono conseguenza di una caduta, evento impossibile da prevenire con i farmaci”. In effetti, lo stesso Silvio Garattini, 1 / /Business 10 BusinessReport Report

L’assunzione di bifosfonati come terapia preventiva dell’osteoporosi ha vari effetti collaterali. Tra questi il più temibile è quello relativo a una patologia solo apparentemente rara, la osteonecrosi mandibolare.

direttore dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri” di Milano afferma che l’uso indiscriminato di bifosfonati è inutile, se non dannoso, perché non privo di controindicazioni. Usato per via orale può provocare vari effetti collaterali… “Il più temibile, di cui come odontoiatra ho esperienza diretta, è senza dubbio quello legato ad una patologia solo apparentemente rara, l’osteonecrosi mandibolare. Pare che i bifosfonati esercitino uno stimolo accentuato sul tessuto osseo della mandibola, tessuto in continuo rimodellamento per la presenza dei denti. Non a caso i produttori dei farmaci già nel 2004 hanno segnalato il rischio di questo effetto collaterale che, spesso, si manifesta proprio dopo un intervento odontoiatrico”. I bifosfonati vengono utilizzati per il trattamento dell’osteoporosi a partire dal 1990 e, in dosi minori, vengono anche prescritti preventivamente alle donne in menopausa. “Per un periodo gli unici pazienti considerati a rischio di osteonecrosi mandibolare sono stati quelli oncologici in quanto, nel 2002, tale necrosi era stata per la prima volta rilevata dall’Università di Miami nei pazienti con metastasi ossee. Uno studio del 2006 ha invece revisionato gli stessi pazienti facendo emergere che su 368 casi associati all’assunzione di bifosfonati il 4% riguardava donne che assumevano tali farmaci per via orale come trattamento dell’osteoporosi”. E’ dunque prudente, come consiglia Garattini, limitare l’uso dei bifosfonati nei casi di indiscussa necessità. “Così com’è preferibile, prima di una terapia a base di tali farmaci,

a cura di Media Company


sottoporsi a un controllo odontoiatrico, mantenere un’eccellente igiene orale e andare regolarmente dal dentista in modo da prevenire complicanze dentarie, visto che l’estrazione dei denti aumenta il rischio di osteonecrosi della mandibola e della mascella. E’ inoltre consigliabile evitare il fumo e i cibi che danneggiano le mucose e, soprattutto per le donne in menopausa, fare regolarmente dell’esercizio fisico, anche semplici passeggiate o nuoto, per aumentare la forza, la flessibilità e la resistenza ossea. In caso di necessità, per la prevenzione dell’osteoporosi, meglio assumere calcio associato alla vitamina D”. Rimanendo in tema: in campo odontoiatrico per prevenzione s’intende quell’insieme di azioni e buone abitudini che messe in atto sin dalla tenera infanzia preservano la salute del cavo orale contrastando l’insorgere di patologie sia a carico dei tessuti di sostegno del dente come la paradentosi, sia dei tessuti duri come la carie. “Entrambe le patologie possono provocare, nei casi più gravi, la per-

Per la salute della bocca e del sorriso servono varie accortezze: una costante pulizia giornaliera di denti e bocca, visite periodiche dal dentista e almeno tre sedute l’anno per un’igiene orale professionale.

dita dei denti a causa della presenza di specifici batteri patogeni che, senza un’accurata pulizia giornaliera, proliferano in modo incontrollato all’interno della placca batterica. Se non regolarmente rimossa, la placca può crescere a dismisura sino ad andare incontro a una mineralizzazione che la trasforma in tartaro, eliminabile solo con un’igiene orale professionale”. Per una bocca sana e un bel sorriso è dunque fondamentale, come consiglia l’igienista dentale Dott.ssa Arianna Niosi, pulire i denti ogni giorno utilizzando spazzolino ma anche altri strumenti. “Questo perché il dente ha ben cinque lati ed ognuno deve essere accuratamente deterso. I denti vanno spazzolati dopo ogni pasto e in particolare prima di andare a letto. Durante la notte, infatti, vi è il maggior accumulo della placca. Per quanto riguarda la pulizia interdentale, spesso trascurata, è fondamentale l’utilizzo del filo interdentale o, quando l’ampiezza degli spazi lo permette, lo scovolino. Non meno importante è la pulizia della lingua su cui si accumulano numerosi batteri responsabili dell’alitosi e, secondo un recente studio, anche della carie”. Fondamentale ai fini della prevenzione sono anche le visite periodiche dal dentista. “Ne consiglio almeno una all’anno più altre tre per l’igiene orale professionale in modo da intercettare tutte le cause che possono danneggiare il cavo orale compromettendone il benessere e l’estetica”.

DOTT. CLAUDIO CORTESINI MEDICO CHIRURGO ODONTOIATRA Via B. Gozzoli 62, Roma T. 06 51963579 F. 06 5041269 E. studiocortesini@studiocortesini.it E. segreteria@studiocortesini.it

a cura di Media Company

Business BusinessReport Report//11 2


Roma

Studio Oculistico Dr. Libutti Lo stato dell’arte della scienza oculistica In una tranquilla palazzina immersa in un ampio giardino tra Piazza Ungheria e Piazza Quadrata, lo Studio Oculistico del dr. Libutti è aperto ogni giorno dalle 8.30 alle 19.30 e il sabato sino alle 13. Orari estesi, quindi, per garantire la gestione delle urgenze ma anche per rispondere alle esigenze di chi lavora tutto il giorno o proviene da fuori città. E non solo: un arco di tempo così lungo consente di STUDIO OCULISTICO eseguire correttaDR. LIBUTTI Viale Liegi 34, Roma mente la Curva T. 06 8842224 Tonometrica, esaE. dr.libutti@tiscali.it me indispensabile per diagnosticare un glaucoma nei casi dubbi come per seguire un glaucoma in atto, patologia che richiede varie misure della pressione oculare durante la giornata e spesso, tra una misura e l’altra, altre indagini complementari. Da questi particolari emerge una filosofia rivolta al paziente, che trova ulteriori conferme negli appuntamenti distanziati in modo da rendere brevissime le attese, nelle calde e accoglienti atmosfere del salotto d’attesa, nella sorridente disponibilità del personale… Il resto lo fa la professionalità del dr. Libutti, formatosi alla Sapienza prima con il Prof. Bietti e poi con il Prof. Pannarale con cui ha collaborato per 24 anni sino a quando, 19 anni fa, ha aperto questo Studio nel quale si occupa di retina medica e chirurgica e di altre problematiche oculari, sempre al passo con il progresso delle tecnologie e le nuove tecniche di chirurgia refrattiva. Qui, solo dopo un’accurata visita oculistica generale, il dr. Libutti deciderà se a12 cura / Business di Media Company Report

Esperto, formatosi al fianco di maestri dell’Oftalmologia italiana, il dott. Libutti offre un servizio che mette il paziente a proprio agio attraverso un uso amichevole delle più raffinate tecnologie. opportuno e necessario sottoporre il paziente ad ulteriori esami quali ad esempio l’OCT che consente di ottenere immagini strutturali della macula ad altissima definizione e l’Angio OCT che, a sua volta, permette la visualizzazione dei vari strati vascolari retinici senza uso di mezzo di contrasto. Da segnalare inoltre la disponibilità di farmaci antiVEGF, rimedi ideali per arginare con iniezioni intravitreali la degenerazione

maculare senile e miopica. Infine i vari tipi di laser, grazie ai quali si possono ridurre e eliminare i vizi di rifrazione ma anche intervenire su alcune patologie retiniche e sulla cataratta. È anche per questi motivi che da vent’anni lo Studio del dr. Libutti, pensato per offrire ai pazienti un’oftalmologia dal volto umano, è punto di riferimento per tutto il quartiere PincianoParioli.

Business a cura di Media Report Company /1


Prof. Francesco Macrì Specialista in Pediatria e Allergologia Medicina Integrata per un approccio olistico in Pediatria

biato negli ultimi tempi, grazie sia alle tecnologie diagnostiche sempre più avanzate a nostra disposizione sia per l’affermazione di una logica La scienza medica richiede semdi prevenzione che nell’età pediapre più un approccio integrato trica offre le più ampie possibilità che affianchi alla medicina condi applicazione. Altro aspetto emervenzionale altre medicine di tipo gente è rappresentato dai disturbi complementare. Ed è proprio quedel comportamento infantile, che sto il principio che guida l’attività richiedono al pediatra una costandel Prof. Francesco Macri, speciate attività di aggiornamento. Ma lista in pediatria, neonatologia e considero particolarmente innovaallergologia, sino al 2015 docente tiva la comprensione del concetto presso La Sapienza, autore di oldi Medicina Integrata, cioè di una tre 130 pubblicazioni medicina che affianca scientifiche, relatore in alla Medicina Ufficiale PROF. FRANCESCO MACRÌ numerosi convegni, ex quelle Complementari. SPECIALISTA IN PEDIATRIA consigliere delle Società A questo proposito, E ALLERGOLOGIA come afferma Ilkka Italiane di Pediatria e Via L. Robecchi Brichetti 19, Roma di Malattie Respiratorie Tuomi, è impossibile diT. 06 49979393 Infantili, oggi consividere la conoscenza in E. profmacri@gmail.com gliere del gruppo di due campi nettamente studio “Osservatorio sulle mediciseparati, quello della conoscenza ne complementari in Pediatria”, inespressa e quello della conoscenza vicepresidente della Società esplicita. Ritengo infatti necessario Italiana di Omeopatia e Medicina considerare il fatto che la diversiIntegrata e segretario nazionale tà fra Medicine Complementari e della Federazione Italiana Società Medicina Ufficiale, spesso data per Medico Scientifiche. “Molto è camscontata, sia invece un tema molto

interessante da approfondire alla ricerca degli elementi comuni tra le due discipline. In questo senso la Medicina Integrata si basa non solo sull’accostamento delle strategie terapeutiche ma anche, e soprattutto, sulla condivisione dei principi essenziali alla base della modalità di approccio al paziente e alla sua malattia. Ammesso questo ne consegue che, in fondo, sono le stesse le conoscenze, le idee e le innovazioni che si trovano tra gli intellettuali, nei villaggi contadini, nelle tribù delle foreste e nelle Università tra gli scienziati”.

Oltre ad applicare le più avanzate tecniche diagnostiche e terapeutiche, il pediatra deve tenere presenti tutti i tipi di conoscenze, da quelle della Medicina Ufficiale a quelle delle Medicine Complementari.

a cura di Media Company

Business BusinessReport Report/ /13 1


Roma

Dott.ssa Federica Benedicta Olivia Marinelli Attiva nel suo Centro Seb, la dott.ssa Federica Marinelli adotta un innovativo metodo per supportare il paziente nel cammino verso la cura di varie patologie e il raggiungimento del benessere psico-fisico.

Functional Medicine per accelerare i tempi di cura In passato passavano circa vent’anni prima che uno studio scientifico venisse accettato e applicato dalla comunità scientifica. Perché aspettare? Perché non applicare le più innovative conoscenze subito? Domande alle quali la dott.ssa Federica Marinelli ha risposto scegliendo di operare nel segno di un progetto che vede la salute come primo obiettivo ed esprime un ampio concetto che, incentivando la soddisfazione personale del paziente, chiede a lui stesso di assumere un ruolo centrale nel miglioramento di sé attraverso le più innovative metodiche e tecnologie e prodotti di ultimissima generazione. “Dopo aver conseguito i master di secondo a14 cura / Business di Media Company Report

livello in Medicina Estetica e Dietetica e Nutrizione ho deciso di rivolgermi a un innovativo paradigma medico, il Functional Medicine. Approccio nato negli U.S.A., non attende che uno studio venga accettato dalla conoscenza comune medica ma, ponendo un piede sull’acceleratore, applica subito i risultati degli studi scientifici in protocolli che mirano non più a silenziare il sintomo ma a correggere la causa delle malattie evitando, ove possibile, i farmaci allopatici con i loro effetti collaterali ed utilizzando al loro posto non solo vitamine, minerali, micronutrienti, fitoterapici e alimenti sani, ma anche allenamenti fisici, yoga e altre tecniche di rilassamento”. Un atteggiamento, quello della dott. ssa Federica Marinelli, che viene da

quella millenaria scuola di pensiero che vede come infinite le possibilità di imparare ed evolversi, alla quale lei aggiunge forti dosi di sensibilità e umanità, doti che le consentono di instaurare un rapporto estremamente empatico rispetto ai problemi dei suoi pazienti, i quali trovano in lei il giusto supporto per affrontare il cammino verso gli obiettivi prestabiliti e per ritrovare presto la migliore versione di se stessi. “Si tratta di una relazione profonda in cui io studio la fisiologia, la biochimica e la genetica per intervenire nei complessi meccanismi e ristabilirne gli equilibri mentre il paziente diventa fautore del proprio benessere. Con questo metodo riesco a curare patologie croniche, autoimmuni e allergiche, il diabete mellito, le sindromi metabolica, cardiometabolica e neurologica e gli squilibri ormonali nonché a mantenere uno stato di benessere psico-fisico e a contrastare l’invecchiamento”. DOTT.SSA FEDERICA BENEDICTA OLIVIA MARINELLI C/O CENTRO SEB – MEDICINA ESTETICA E FUNZIONALE Via Val d’Ossola 25, Roma T. 06 87189098 E. info@centro-seb.it W. www.centro-seb.it facebook.com/centroseb

Business a cura di Media Report Company /1


Dott.ssa Ines Boccia Medico Chirurgo Specialista in Dermatologia e Medicina del Lavoro Se quel neo non ti convince, la soluzione c’è

Prevenzione è la parola chiave per individuare, affrontare e risolvere i problemi della pelle: una visita periodica specialistica e un esame con Epiluminescenza vi faranno vivere più sicuri e più sani.

È bene curare la pelle, non solo per il fattore estetico ma anche, e purtroppo sempre più, per gli aspetti patologici. Con 14 anni di esperienza in ogni settore della dermatologia, la dott.ssa Ines Boccia è specializzata in Dermatologia, Venereologia e Medicina del Lavoro e ha conseguito vari Master in Videodermatoscopia digitalizzata. Dal 2002 nel suo studio si occupa di Dermatologia e Chirurgia Dermatologica, dal 2004 del trattamento dell’acne, dal 2008 di dermatologia professionale ed allergologia in campo dermatologico, ambito in cui ha pubblicato casi con completa remissione della patologia. “Per l’acne, che può lasciare macchie o cicatrici ma anche nascondere squilibri ormonali, intolleranze alimentari o patologie allergiche, c’è un nuovo trattamento all’avanguardia a base di peeling per eliminare i segni, vitamine specifiche e una dieta mirata. Altro pro-

a cura di Media Company

blema comune sono le verruche, di cui esistono tantissime diverse tipologie. Fondamentale è quindi eseguire una diagnosi corretta alla quale deve seguire un percorso di cura adeguatamente lungo: le verruche, infatti, non vanno via facilmente e devono essere eliminate lentamente e con rimedi naturali. Sconsiglio gli interventi sbrigativi e apparentemente risolutivi che possono causare peggioramenti e cronicizzazione della sintomatologia. Anche per quanto riguarda l’alopecia ci sono varie tipologie, le principali sono l’androgenetica, DOTT.SSA INES BOCCIA MEDICO CHIRURGO SPECIALISTA IN DERMATOLOGIA E MEDICINA DEL LAVORO Via Gallia 96, Roma T. 06 87691034 E. ines.boccia@gmail.com W. www.dermatologo-boccia.it

l’areata e l’universale. Per tutte e tre esistono attualmente farmaci e terapie iniettive in grado di arrestare la caduta dei capelli e stimolarne la crescita”. Ma probabilmente l’aspetto che più preoccupa la maggior parte delle persone è la crescente possibilità di contrarre un melanoma o un tumore cutaneo. “È vero, sono entrambe patologie in aumento perché, a causa dell’inquinamento atmosferico e altri fattori, i raggi ultravioletti superano la barriera cutanea e alterano il DNA sia dei melanociti (melanoma) che delle altre cellule dello strato corneo (epitelioma). Per questo è cruciale sottoporsi a check up periodici e, alla comparsa di una macchia chiara o scura o di un brufolo o una crosta che non guarisce, intervenire subito chirurgicamente o con trattamenti farmacologici”. Business BusinessReport Report/ /15 1


Roma

Dott.ssa Desanka Raskovic Medico Chirurgo Primario Dermatologo La pelle, un patrimonio facile da preservare Non ci pensiamo mai abbastanza ma quando ci vestiamo, ci puliamo, ci laviamo le orecchie e i capelli o ci abbronziamo noi interagiamo con il tessuto che per tutta la vita ci protegge: la pelle. Eppure basterebbe seguire qualche semplice consiglio per evitare di danneggiarla e ridurre la possibilità di contrarre malattie cutanee. “Inizierei con il modo di vestirsi, dicendo che sono da preferire tessuti naturali, cotone sulla pelle e poi lino o filo. Seta e lana, anche se non da sconsigliare del tutto, vanno usate periodicamente e in assenza di problemi severi.

D’estate è comunque sempre bene coprirsi per evitare il deposito sulla superficie cutanea di polveri, idrocarburi e sostanze chimiche. A volte bisogna stare attenti anche ai colori, alcuni possono provocare fastidi. E passiamo alla pulizia, indispensabile per mantenere in condizioni ottimali il manto idrolipidico naturale ed epidermico e, di conseguenza, anche il derma profondo. Va fatta con prodotti emollienti e delicati e, per la doccia o il bagno, con oli detergenti, da usare

Allieva del Prof. L. Muscardin, primo in Italia ad insegnare agli specialisti come trattare la pelle, la dott.ssa Desanka Raskovic ritiene che la salute della pelle dipenda in buona parte dai nostri comportamenti

in particolare quando si soffre di dermatite allergica da contatto o atopica e di psoriasi. Sempre per la psoriasi è consigliato fare una o due volte la settimana il bagno in vasca con bicarbonato di sodio che ammorbidisce e idrata la pelle. Per il volto invece latte detergente, acqua micellare, tonici analcolici, acqua decalcificata o termale. Dopo ogni pulizia sempre latte, balsamo o crema idratante. Per pulire le orecchie no ai bastoncini con cotone, sì ai liquidi o spray con acqua marina o soluzione fisiologica, mentre per i capelli sono da usare solo shampoo delicati”. Preziosi consigli per ogni giorno, ma in estate quando l’abbronzatura è di rigore? “I raggi solari sono uno degli agenti più invecchianti per la pelle ma non bisogna dimenticare che hanno anche effetti benefici e persino terapeutici per alcune malattie come psoriasi, vitiligine e varie altre. Quindi ci si può esporre al sole ma con cura, proteggendosi secondo il proprio fototipo con protezioni medio-alte non profumate da applicare ogni una o due ore. Attenzione! Non sottovalutare mai le ustioni e gli eritemi perché la cellula cutanea ha una memoria: accumula i danni e può reagire a distanza dando vita a melanomi e tumori di vario tipo”. DOTT.SSA DESANKA RASKOVIC MEDICO CHIRURGO PRIMARIO DERMATOLOGO Via Mario de’ Fiori 59/a, Roma T. 06 6785730 E. studioraskovic@libero.it

a16 cura / Business di Media Company Report

Business a cura di Media Report Company /1


Studio chiropratico Monteverde Dr. Mukesh K. Bhardwaj La chiropratica può migliorare la vita, a tutti Con la chiropratica si possono trattare tutti i problemi correlati alla colonna vertebrale e alle articolazioni. I trattamenti chiropratici, infatti, liberano la colonna dalle sublussazioni vertebrali e favoriscono il corretto funzionamento dell’organismo in generale: risultati importanti, che vanno mantenuti nel tempo con regolari trattamenti periodici. Nato a Toronto, laureato nel 2002 presso il Palmer West College of Chiropratic e membro dell’Associazione Italiana Chiropratici, il dr. Mukesh Bhardwaj esercita da anni a Roma nel suo Studio Chiropratico Monteverde. “Grazie all’efficacia di tecniche come la terapia muscolare, la digitopressione, la nutrizione, la ginnastica e la chiropratica dello sport si possono risolvere gran parte delle sintomatologie dolorose della colonna vertebrale, non solo il mal di schiena o il classico colpo della strega ma anche lombalgie, lombosciatalgie, dorsalgie, cervicobranchialgie e cefalee legate a problemi della colonna cervicale nonché senso di vertigini, ronzii alle orecchie, lombo-sacralgie post gra-

vidanza e problematiche causate dall’attività sportiva”. Un campo di applicazione molto vasto, quindi, al quale via via nel tempo si è sempre più aggiunta un’altra serie di disturbi che hanno origine nel nostro stile di vita. “In effetti l’ambito di intervento della chiropratica, che sino a qualche anno fa riguardava soprattutto persone di una certa età, si è esteso ai più giovani proprio perché il modo in cui si vive sin da bambini è di per se stesso fonte di vari inconvenienti. Se ad esempio prendiamo in considerazione gli adolescenti ecco che i tradizionali problemi posturali dovuti al fatto che durante lo sviluppo le ossa crescono più velocemente dei muscoli sono resi molto più evidenti dal poco movimento e dalle posizioni scorrette che assumono sia da seduti con la play station o il PC sia in piedi, sempre curvi a consultare lo smartphone. E poi c’è lo stress, i muscoli tesi che non lasciano spazio alle ossa, la pressione nervosa, gli sbilanciamenti...”. Insomma correggendo la postura, sciogliendo le tensioni muscolari, liberando la nostra colonna dalle sublussazioni e noi dai dolori, la chiropratica può davvero migliorarci la vita.

Oltre ai classici interventi sulla colonna vertebrale, la chiropratica estende il raggio d’azione ai disagi derivanti dal nostro stile di vita agendo sullo stress e sulla postura, anche in età giovanile

STUDIO CHIROPRATICO MONTEVERDE DR. MUKESH K. BHARDWAJ Via di Monteverde 55/A Sc. B / int. 1, Roma T. 06 89829605 E. studiochiropraticomonteverde @gmail.com W. www.studiochiropraticomonteverde.it

a cura di Media Company

Business BusinessReport Report/ /17 1


Roma

Dott. Francesco Barrese Medico Chirurgo Specialista in Urologia Specializzato in urologia circa vent’anni fa presso l’Università La Sapienza di Roma, il dott. Francesco Barrese persegue diversi campi di interesse nel settore urologico con in primo piano l’Endourologia, ovvero quella branca che, grazie all’uso di innovative strumentazioni, consente di operare senza necessità di eseguire tagli. Si tratta di una tecnica dalle caratteristiche altamente conservative che si rivela particolarmente preziosa nella patologia prostatica, sia benigna che maligna. L’intervento per ipertrofia prostatica benigna si esegue introducendo attraverso l’uretra uno strumento che, tramite laser o corrente bipolare, rimuove solo la porzione di prostata che ostruisce e rende difficoltosa la minzione. Per il tumore della prostata si utilizza invece la chirurgia laparoscopica, che consiste nell’introdurre attraverso dei piccoli forellini sull’addome una telecamera e gli strumenti atti a rimuovere completamente la prostata. L’ingrandimento delle immagini consente di ottenere ottimi risultati anche dal punto di vista della continenza e della preservazione della potenza sessuale. DOTT. FRANCESCO BARRESE MEDICO CHIRURGO SPECIALISTA IN UROLOGIA Via Andrea Sacchi 31, Roma T. 06 3234378 E. Fbarrese.urologo@gmail.com

Ospedale San Pietro F.B.F. Prof. Roberto Serdoz

Nell’ultimo mezzo secolo la cardiologia è molto progredita. Basti pensare ai pazienti colpiti da infarto miocardico: negli anni ’60 restavano allettati per più di un mese ed oltre un terzo moriva entro i primi trenta giorni. Da allora la mortalità si è quasi dimezzata. “Questo grazie a un’assistenza migliore e a terapie più mirate come l’angioplastica coronarica – spiega il Prof. Roberto Serdoz, Primario Cardiologo –, ma l’evoluzione ha interessato tutte le patologie cardiache: ad esempio oggi si interviene con l’ablazione delle aritmie, l ‘impianto di pacemaker sempre più sofisticati e defibrillatori sotto cute. Inoltre è possibile sostituire o riparare le valvole cardiache o intervenire su altri difetti senza ricorrere alla chirurgia tradizionale”. Eppure le malattie cardiovascolari sono ancora la principale causa di morte prematura nei paesi occidentali... “Molto promettenti sono le ricerche sulla terapia genica, l’impiego delle cellule staminali, i nuovi farmaci biologici per l’ipercolesterolemia ed i nuovi anticoagulanti orali ma, fondamentale, rimane la prevenzione cardiovascolare con un attento controllo dei fattori di rischio”. OSPEDALE SAN PIETRO F.B.F. U.O.C. CARDIOLOGIA PROF. ROBERTO SERDOZ Via Cassia 600, Roma E. serdozroberto@libero.it W. www.robertoserdoz.it

a18 1cura / /Business Business di Media Company Report Report

Dott. Francesco Battisti Medico Chirurgo Specialista in Odontostomatologia e Implantologia, Omotossicologo e Omeopata

Medico chirurgo specialista in odontostomatologia e implantologia, omotossicologo e omeopata, il dott. Francesco Battisti collabora con il Centro Clinico Paracelo di Roma con cui ha messo a punto un nuovo quanto efficace approccio clinico alle patologie parodontali croniche e acute. “Si tratta di una tecnica che mi consente di curare questo genere di patologie senza intervenire chirurgicamente utilizzando in modo sinergico studi omeopatici e fitoterapici combinati. Una soluzione innovativa e più soft che ha le sue radici nella millenaria esperienza della Medicina Tradizionale Cinese”. Con indubbi vantaggi per i pazienti… “L’approccio è sicuramente meno invasivo, c’è meno dolore e il trauma psicologico è evitato. La terapia, se ripetuta regolarmente ogni cinque/sei mesi, è in grado di garantire a lungo una buona condizione di vita parodontale, con ottimi risultati sul piano della socialità e sicuri benefici da vari punti di vista: la masticazione non comporta difficoltà e l’estrazione dei denti, solitamente ritenuta necessaria dal dentista in caso di parodontosi, è rimandata a lungo termine”.

DOTT. FRANCESCO BATTISTI MEDICO CHIRURGO SPECIALISTA IN ODONTOSTOMATOLOGIA E IMPLANTOLOGIA, OMOTOSSICOLOGO E OMEOPATA Via Vestricio Spurinna 151, Roma E. battisti.fr@tiscali.it

Business a cura di Media Report Company /1


STUDIO MEDICO GLIOSCI Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica

Il prof. Amleto Gliosci, specialista in Chirurgia Plastica e “Diplomate of the American Board of Plastic Surgery”, e il figlio Luigi P. Gliosci, anch’egli specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica, esercitano presso il loro Studio di Roma.

“Nel nostro studio, dove si effettuano anche visite e consulenze per problemi legati alla parte ricostruttiva della Chirurgia Plastica, incluse le patologie orali e della mano, nonchè controlli di nei e lesioni cutanee tramite dermatoscopia con epiluminescenza, visitiamo pazienti interessati a interventi di chirurgia estetica, eseguiti in cliniche di accertata serietà. Siamo specializzati in rinoplastica estetica e funzionale, face lift, blefaroplastica, otoplastica, addominoplastica e mastoplastica. Particolare cura viene riservata all’estetica e funzionalità nasali”. Un approccio completato dalla medicina estetica che, a seconda dei casi, si aggiunge o a volte sostituisce le procedure più invasive.

STUDIO MEDICO GLIOSCI — CHIRURGIA PLASTICA RICOSTRUTTIVA ED ESTETICA Via Filippo Civinini 111, Roma | T. 06 80687270 E. studiomedicogliosci@gmail.com | W. www.chirurgiagliosci.it


FARMACIA CON CENTRO ESTETICO - AUTO ANALISI – SELF SERVICE 24

Piazza Irnerio 40-41 00165 Roma Tel. 06 6623428

ORARIO Dal lunedì al venerdì: ore 8,30 – 13,00 e dalle 15,30 – 20,00 Sabato 8,30 – 13,00

Report  

Elaborato di utili informazioni, è dedicato agli argomenti di maggior attualità ed interesse. Propone ai lettori articoli informativi curati...

Report  

Elaborato di utili informazioni, è dedicato agli argomenti di maggior attualità ed interesse. Propone ai lettori articoli informativi curati...

Advertisement