Page 1

OPTIMA CI PRENDE GUSTO E VA A +20% Il leader mondiale nei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 55 milioni; Ebitda: 9 milioni) sbanca il mercato internazionale con “Quella”, crema spalmabile al cacao e nocciole che resta morbida anche sotto zero. Attesi entro l’anno 6 milioni di fatturato in più. Previsioni 2011: 66 milioni (Ebitda 13 milioni)

Rimini, 26/07/2011 L’estate 2011 sarà ricordata da molti come “Quella” estate. “Quella” è infatti l’azzeccato nome dato da Optima, leader mondiale dei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 55 milioni; Ebitda: circa 9 milioni), al suo prodotto-novità che sta sbancando nelle gelaterie di mezzo mondo: una raffinata crema spalmabile al cacao e nocciole che, grazie a un perfetto equilibrio tra grassi e zuccheri contenuti nelle materie prime, ha la straordinaria proprietà di non solidificare alle basse temperature. Il gradimento dei consumatori, in Italia come all’estero, è stato immediato e altissimo, tanto che, per riuscire a soddisfare tutte le richieste, agli stabilimenti riminesi si sta lavorando al ritmo di due turni al giorno, sabato e domenica compresi. «Di questo passo – dice il presidente Optima Giordano Emendatori – entro l’anno “Quella” ci porterà un fatturato aggiuntivo di 6 milioni». Come nasce un successo del genere? «Ogni anno – risponde Emendatori – destiniamo il 5% del fatturato alla divisione R&S.

Qui lavorano stabilmente una decina di tecnici e maestri gelatieri, supportati da un efficiente laboratorio di controllo qualità e uno di analisi sensoriale. Tutti i prodotti vengono verificati attraverso panel test e test di mercato. Questo entourage collabora a stretto contatto con l’ufficio marketing, che rileva i nuovi trend alimentari a livello mondiale. “Quella” nasce proprio così: un’acuta osservazione dei gusti dei consumatori, un pizzico di intuito e una forte pressione sul mercato. In breve, la formula del successo di Mec3».

Gli eclatanti risultati di “Quella” – che secondo le previsioni realizzerà all’estero un fatturato di 10 milioni entro il 2013 – stanno contribuendo in modo determinante all’ulteriore espansione di Optima-Mec3 a livello globale, grazie anche alle aperture offerte da mercati emergenti quali Cina, Russia, India e Brasile. Nell’ultimo anno la crescita è stata del 30% in Italia – primo mercato dove è stata lanciata “Quella” –, del 25% in Turchia e in Repubblica Ceca, del 20% in Germania Spagna Olanda Corea, del 15% in Francia, del 10% in Grecia e in Ungheria.


Un discorso a parte merita la Cina, dove Optima ha siglato una joint venture con il colosso cinese dell’alimentare Bright Food (fatturato 2009: 76 bilioni di yuan) per l’apertura di 160 gelaterie nella sola Shanghai entro il 2012, che dovrebbero portare un fatturato di oltre 30 milioni di euro. In generale l’export, in linea con il piano aziendale di internazionalizzazione, rappresenta ormai l’80% del fatturato, ed oggi Optima-Mec3 detiene più del 20% della quota mondiale del settore semilavorati per gelato artigianale. Per sostenere ritmi di crescita così impegnativi, Optima ha già stanziato oltre 5 milioni di euro per un ampliamento del suo stabilimento produttivo, da realizzare entro l’anno. «Sarà la prima tranche – spiega il presidente – di un progetto molto più ampio che raddoppierà la superficie attuale». Qui opereranno gli attuali 186 dipendenti (erano 160 nel 2010), che aumenteranno del 15% entro fine 2011 (pubbliche amministrazioni permettendo!). Fondata nel 1984, Optima-Mec3 è leader assoluta nella produzione di ingredienti e semilavorati per gelato artigianale e pasticceria: un mercato in forte espansione a livello mondiale, cresciuto del 25% nei primi 4 mesi dell’anno in corso. Nel 2006 Optima è stata inserita nella classifica di “Europe's 500” che individua le Pmi più dinamiche d'Europa. Le previsioni del management per il 2011 parlano di un fatturato da 66 milioni (Ebitda: 13 milioni), in aumento dunque del 20%.


Home Page: Leader di mercato

Optima ci prende gusto e va a +20% Il leader mondiale nei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 55 milioni; Ebitda: 9 milioni) sbanca il mercato internazionale con “Quella”, crema spalmabile al cacao e nocciole che resta morbida anche sotto zero. Attesi entro l’anno 6 milioni di fatturato in più. Previsioni 2011: 66 milioni (Ebitda 13 milioni) L’estate 2011 sarà ricordata da molti come “Quella” estate. “Quella” è infatti l’azzeccato nome dato da Optima, leader mondiale dei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 55 milioni; Ebitda: circa 9 milioni), al suo prodotto-novità che sta sbancando nelle gelaterie di mezzo mondo: una raffinata crema spalmabile al cacao e nocciole che, grazie a un perfetto equilibrio tra grassi e zuccheri contenuti nelle materie prime, ha la straordinaria proprietà di non solidificare alle basse temperature. Il gradimento dei consumatori, in Italia come all’estero, è stato immediato e altissimo, tanto che, per riuscire a soddisfare tutte le richieste, agli stabilimenti riminesi si sta lavorando al ritmo di due turni al giorno [leggi ...]

1/2

Mercoledì 27 Luglio 2011


Optima ci prende gusto e va a +20% Il leader mondiale nei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 55 milioni; Ebitda: 9 milioni) sbanca il mercato internazionale con “Quella”, crema spalmabile al cacao e nocciole che resta morbida anche sotto zero. Attesi entro l’anno 6 milioni di fatturato in più. Previsioni 2011: 66 milioni (Ebitda 13 milioni) L’estate 2011 sarà ricordata da molti come “Quella” estate. “Quella” è infatti l’azzeccato nome dato da Optima, leader mondiale dei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 55 milioni; Ebitda: circa 9 milioni), al suo prodotto-novità che sta sbancando nelle gelaterie di mezzo mondo: una raffinata crema spalmabile al cacao e nocciole che, grazie a un perfetto equilibrio tra grassi e zuccheri contenuti nelle materie prime, ha la straordinaria proprietà di non solidificare alle basse temperature. Il gradimento dei consumatori, in Italia come all’estero, è stato immediato e altissimo, tanto che, per riuscire a soddisfare tutte le richieste, agli stabilimenti riminesi si sta lavorando al ritmo di due turni al giorno, sabato e domenica compresi. «Di questo passo dice il presidente Optima Giordano Emendatori - entro l’anno “Quella” ci porterà un fatturato aggiuntivo di 6 milioni». Come nasce un successo del genere? «Ogni anno - risponde Emendatori - destiniamo il 5% del fatturato alla divisione R&S. Qui lavorano stabilmente una decina di tecnici e maestri gelatieri, supportati da un efficiente laboratorio di controllo qualità e uno di analisi sensoriale. Tutti i prodotti vengono verificati attraverso panel test e test di mercato. Questo entourage collabora a stretto contatto con l’ufficio marketing, che rileva i nuovi trend alimentari a livello mondiale. “Quella” nasce proprio così: un’acuta osservazione dei gusti dei consumatori, un pizzico di intuito e una forte pressione sul mercato. In breve, la formula del successo di Mec3». Gli eclatanti risultati di “Quella” - che secondo le previsioni realizzerà all’estero un fatturato di 7 milioni entro il 2013 - stanno contribuendo in modo determinante all’ulteriore espansione di OptimaGiordano Emendatori, presidente Optima Mec3 a livello globale, grazie anche alle aperture offerte da mercati emergenti quali Cina, Russia, India e Brasile. Nell’ultimo anno la crescita è stata del 30% in Italia - primo mercato dove è stata lanciata “Quella” -; del 25% in Turchia e in Repubblica Ceca; del 20% in Germania, Spagna, Olanda, Corea; del 15% in Francia; del 10% in Grecia e in Ungheria. Un discorso a parte merita la Cina, dove Optima ha siglato una joint venture con il colosso cinese dell’alimentare Bright Food (fatturato 2009: 76 bilioni di yuan) per l’apertura di 160 gelaterie nella sola Shanghai entro il 2012, che dovrebbero portare un fatturato di oltre 30 milioni di euro. In generale l’export, in linea con il piano aziendale di internazionalizzazione, rappresenta ormai l’80% del fatturato, ed oggi Optima-Mec3 detiene più del 20% della quota mondiale del settore semilavorati per gelato artigianale. Per sostenere ritmi di crescita così impegnativi, Optima ha già stanziato oltre 5 milioni di euro per un ampliamento del suo stabilimento produttivo, da realizzare entro l’anno. «Sarà la prima tranche - spiega il presidente - di un progetto molto più ampio che raddoppierà la superficie attuale». Qui opereranno gli attuali 186 dipendenti (erano 160 nel 2010), che aumenteranno del 15% entro fine 2011. Fondata nel 1984, Optima-Mec3 è leader assoluta nella produzione di ingredienti e semilavorati per gelato artigianale e pasticceria: un mercato in forte espansione a livello mondiale, cresciuto del 25% nei primi 4 mesi dell’anno in corso. Nel 2006 Optima è stata inserita nella classifica di “Europe’s 500” che individua le PMI più dinamiche d’Europa. Le previsioni del management per il 2011 parlano di un fatturato da 66 milioni (Ebitda: 13 milioni), in aumento dunque del 20%. www.mec3.it

http://www.economiaitaliana.it/it/articolo.php?LT=ECON&ID=1727

2/2

Mercoledì 27 Luglio 2011


OPTIMA CI PRENDE GUSTO E VA A +20% Il leader mondiale nei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 55 milioni; Ebitda: 9 milioni) sbanca il mercato internazionale con “Quella”, crema spalmabile al cacao e nocciole che resta morbida anche sotto zero. Attesi entro l’anno 6 milioni di fatturato in più. Previsioni 2011: 66 milioni (Ebitda 13 milioni) Rimini, 26/07/2011 (informazione.it - comunicati stampa) L’estate 2011 sarà ricordata da molti come “Quella” estate. “Quella” è infatti l’azzeccato nome dato da Optima, leader mondiale dei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 55 milioni; Ebitda: circa 9 milioni), al suo prodotto-novità che sta sbancando nelle gelaterie di mezzo mondo: una raffinata crema spalmabile al cacao e nocciole che, grazie a un perfetto equilibrio tra grassi e zuccheri contenuti nelle materie prime, ha la straordinaria proprietà di non solidificare alle basse temperature. Il gradimento dei consumatori, in Italia come all’estero, è stato immediato e altissimo, tanto che, per riuscire a soddisfare tutte le richieste, agli stabilimenti riminesi si sta lavorando al ritmo di due turni al giorno, sabato e domenica compresi. «Di questo passo – dice il presidente Optima Giordano Emendatori – entro l’anno “Quella” ci porterà un fatturato aggiuntivo di 6 milioni». Come nasce un successo del genere? «Ogni anno – risponde Emendatori – destiniamo il 5% del fatturato alla divisione R&S. Qui lavorano stabilmente una decina di tecnici e maestri gelatieri, supportati da un efficiente laboratorio di controllo qualità e uno di analisi sensoriale. Tutti i prodotti vengono verificati attraverso panel test e test di mercato. Questo entourage collabora a stretto contatto con l’ufficio marketing, che rileva i nuovi trend alimentari a livello mondiale. “Quella” nasce proprio così: un’acuta osservazione dei gusti dei consumatori, un pizzico di intuito e una forte pressione sul mercato. In breve, la formula del successo di Mec3». Gli eclatanti risultati di “Quella” – che secondo le previsioni realizzerà all’estero un fatturato di 7 milioni entro il 2013 – stanno contribuendo in modo determinante all’ulteriore espansione di Optima-Mec3 a livello globale, grazie anche alle aperture offerte da mercati emergenti quali Cina, Russia, India e Brasile. Nell’ultimo anno la crescita è stata del 30% in Italia – primo mercato dove è stata lanciata “Quella” –, del 25% in Turchia e in Repubblica Ceca, del 20% in Germania Spagna Olanda Corea, del 15% in Francia, del 10% in Grecia e in Ungheria. Un discorso a parte merita la Cina, dove Optima ha siglato una joint venture con il colosso cinese dell’alimentare Bright Food (fatturato 2009: 76 bilioni di yuan) per l’apertura di 160 gelaterie nella sola Shanghai entro il 2012, che dovrebbero portare un fatturato di oltre 30 milioni di euro. In generale l’export, in linea con il piano aziendale di internazionalizzazione, rappresenta ormai l’80% del fatturato, ed oggi Optima-Mec3 detiene più del 20% della quota mondiale del settore semilavorati per gelato artigianale. Per sostenere ritmi di crescita così impegnativi, Optima ha già stanziato oltre 5 milioni di euro per un ampliamento del suo stabilimento produttivo, da realizzare entro l’anno. «Sarà la prima tranche – spiega il presidente – di un progetto molto più ampio che raddoppierà la superficie attuale». Qui opereranno gli attuali 186 dipendenti (erano 160 nel 2010), che aumenteranno del 15% entro fine 2011. Fondata nel 1984, Optima-Mec3 è leader assoluta nella produzione di ingredienti e semilavorati per gelato artigianale e pasticceria: un mercato in forte espansione a livello mondiale, cresciuto del 25% nei primi 4 mesi dell’anno in corso. Nel 2006 Optima è stata inserita nella classifica di “Europe’s 500” che individua le Pmi più dinamiche d’Europa. Le previsioni del management per il 2011 parlano di un fatturato da 66 milioni (Ebitda: 13 milioni), in aumento dunque del 20%. http://www.informazione.it/pressreleasepub.aspx?prid=679847cf-127a-4714-8848-314e41de2dfa

Martedì 26 Luglio 2011


OPTIMA CI PRENDE GUSTO E VA A +20% Il leader mondiale nei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 55 milioni; Ebitda: 9 milioni) sbanca il mercato internazionale con “Quella”, crema spalmabile al cacao e nocciole che resta morbida anche sotto zero. Attesi entro l’anno 6 milioni di fatturato in più. Previsioni 2011: 66 milioni (Ebitda 13 milioni) Rimini, 26 Luglio 2011 L’estate 2011 sarà ricordata da molti come “Quella” estate. “Quella” è infatti l’azzeccato nome dato da Optima, leader mondiale dei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 55 milioni; Ebitda: circa 9 milioni), al suo prodotto-novità che sta sbancando nelle gelaterie di mezzo mondo: una raffinata crema spalmabile al cacao e nocciole che, grazie a un perfetto equilibrio tra grassi e zuccheri contenuti nelle materie prime, ha la straordinaria proprietà di non solidificare alle basse temperature. Il gradimento dei consumatori, in Italia come all’estero, è stato immediato e altissimo, tanto che, per riuscire a soddisfare tutte le richieste, agli stabilimenti riminesi si sta lavorando al ritmo di due turni al giorno, sabato e domenica compresi. «Di questo passo - dice il presidente Optima Giordano Emendatori - entro l’anno “Quella” ci porterà un fatturato aggiuntivo di 6 milioni». Come nasce un successo del genere? «Ogni anno - risponde Emendatori - destiniamo il 5% del fatturato alla divisione R&S. Qui lavorano stabilmente una decina di tecnici e maestri gelatieri, supportati da un efficiente laboratorio di controllo qualità e uno di analisi sensoriale. Tutti i prodotti vengono verificati attraverso panel test e test di mercato. Questo entourage collabora a stretto contatto con l’ufficio marketing, che rileva i nuovi trend alimentari a livello mondiale. “Quella” nasce proprio così: un’acuta osservazione dei gusti dei consumatori, un pizzico di intuito e una forte pressione sul mercato. In breve, la formula del successo di Mec3». Gli eclatanti risultati di “Quella” - che secondo le previsioni realizzerà all’estero un fatturato di 7 milioni entro il 2013 - stanno contribuendo in modo determinante all’ulteriore espansione di Optima-Mec3 a livello globale, grazie anche alle aperture offerte da mercati emergenti quali Cina, Russia, India e Brasile. Nell’ultimo anno la crescita è stata del 30% in Italia primo mercato dove è stata lanciata “Quella” -, del 25% in Turchia e in Repubblica Ceca, del 20% in Germania Spagna Olanda Corea, del 15% in Francia, del 10% in Grecia e in Ungheria. Un discorso a parte merita la Cina, dove Optima ha siglato una joint venture con il colosso cinese dell’alimentare Bright Food (fatturato 2009: 76 bilioni di yuan) per l’apertura di 160 gelaterie nella sola Shanghai entro il 2012, che dovrebbero portare un fatturato di oltre 30 milioni di euro. In generale l’export, in linea con il piano aziendale di internazionalizzazione, rappresenta ormai l’80% del fatturato, ed oggi Optima-Mec3 detiene più del 20% della quota mondiale del settore semilavorati per gelato artigianale. Per sostenere ritmi di crescita così impegnativi, Optima ha già stanziato oltre 5 milioni di euro per un ampliamento del suo stabilimento produttivo, da realizzare entro l’anno. «Sarà la prima tranche - spiega il presidente - di un progetto molto più ampio che raddoppierà la superficie attuale». Qui opereranno gli attuali 186 dipendenti (erano 160 nel 2010), che aumenteranno del 15% entro fine 2011. Fondata nel 1984, Optima-Mec3 è leader assoluta nella produzione di ingredienti e semilavorati per gelato artigianale e pasticceria: un mercato in forte espansione a livello mondiale, cresciuto del 25% nei primi 4 mesi dell’anno in corso. Nel 2006 Optima è stata inserita nella classifica di “Europe’s 500” che individua le Pmi più dinamiche d’Europa. Le previsioni del management per il 2011 parlano di un fatturato da 66 milioni (Ebitda: 13 milioni), in aumento dunque del 20%. http://www.comunicati.net/comunicati/aziende/varie/172932.html

Martedì 26 Luglio 2011


Optima ci prende gusto e va a +20% Il leader mondiale nei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 55 milioni; Ebitda: 9 milioni) sbanca il mercato internazionale con “Quella”, crema spalmabile al cacao e nocciole che resta morbida anche sotto zero. Attesi entro l’anno 6 milioni di fatturato in più. Previsioni 2011: 66 milioni (Ebitda 13 milioni) Rimini L’estate 2011 sarà ricordata da molti come “Quella” estate. “Quella” è infatti l’azzeccato nome dato da Optima, leader mondiale dei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 55 milioni; Ebitda: circa 9 milioni), al suo prodotto-novità che sta sbancando nelle gelaterie di mezzo mondo: una raffinata crema spalmabile al cacao e nocciole che, grazie a un perfetto equilibrio tra grassi e zuccheri contenuti nelle materie prime, ha la straordinaria proprietà di non solidificare alle basse temperature. Il gradimento dei consumatori, in Italia come all’estero, è stato immediato e altissimo, tanto che, per riuscire a soddisfare tutte le richieste, agli stabilimenti riminesi si sta lavorando al ritmo di due turni al giorno, sabato e domenica compresi. «Di questo passo – dice il presidente Optima Giordano Emendatori – entro l’anno “Quella” ci porterà un fatturato aggiuntivo di 6 milioni». Come nasce un successo del genere? «Ogni anno – risponde Emendatori – destiniamo il 5% del fatturato alla divisione R&S. Qui lavorano stabilmente una decina di tecnici e maestri gelatieri, supportati da un efficiente laboratorio di controllo qualità e uno di analisi sensoriale. Tutti i prodotti vengono verificati attraverso panel test e test di mercato. Questo entourage collabora a stretto contatto con l’ufficio marketing, che rileva i nuovi trend alimentari a livello mondiale. “Quella” nasce proprio così: un’acuta osservazione dei gusti dei consumatori, un pizzico di intuito e una forte pressione sul mercato. In breve, la formula del successo di Mec3». Gli eclatanti risultati di “Quella” – che secondo le previsioni realizzerà all’estero un fatturato di 7 milioni entro il 2013 – stanno contribuendo in modo determinante all’ulteriore espansione di Optima-Mec3 a livello globale, grazie anche alle aperture offerte da mercati emergenti quali Cina, Russia, India e Brasile. Nell’ultimo anno la crescita è stata del 30% in Italia – primo mercato dove è stata lanciata “Quella” –, del 25% in Turchia e in Repubblica Ceca, del 20% in Germania Spagna Olanda Corea, del 15% in Francia, del 10% in Grecia e in Ungheria. Un discorso a parte merita la Cina, dove Optima ha siglato una joint venture con il colosso cinese dell’alimentare Bright Food (fatturato 2009: 76 bilioni di yuan) per l’apertura di 160 gelaterie nella sola Shanghai entro il 2012, che dovrebbero portare un fatturato di oltre 30 milioni di euro. In generale l’export, in linea con il piano aziendale di internazionalizzazione, rappresenta ormai l’80% del fatturato, ed oggi Optima-Mec3 detiene più del 20% della quota mondiale del settore semilavorati per gelato artigianale. Per sostenere ritmi di crescita così impegnativi, Optima ha già stanziato oltre 5 milioni di euro per un ampliamento del suo stabilimento produttivo, da realizzare entro l’anno. «Sarà la prima tranche – spiega il presidente – di un progetto molto più ampio che raddoppierà la superficie attuale». Qui opereranno gli attuali 186 dipendenti (erano 160 nel 2010), che aumenteranno del 15% entro fine 2011. Fondata nel 1984, Optima-Mec3 è leader assoluta nella produzione di ingredienti e semilavorati per gelato artigianale e pasticceria: un mercato in forte espansione a livello mondiale, cresciuto del 25% nei primi 4 mesi dell’anno in corso. Nel 2006 Optima è stata inserita nella classifica di “Europe’s 500” che individua le Pmi più dinamiche d’Europa. Le previsioni del management per il 2011 parlano di un fatturato da 66 milioni (Ebitda: 13 milioni), in aumento dunque del 20%. http://www.comunicati-stampa.net/com/cs-140004/

Martedì 26 Luglio 2011


Optima ci prende gusto e va a +20% Il leader mondiale nei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 55 milioni; Ebitda: 9 milioni) sbanca il mercato internazionale con “Quella”, crema spalmabile al cacao e nocciole che resta morbida anche sotto zero. Attesi entro l’anno 6 milioni di fatturato in più. Previsioni 2011: 66 milioni (Ebitda 13 milioni) 26/07/11 - Rimini L’estate 2011 sarà ricordata da molti come “Quella” estate. “Quella” è infatti l’azzeccato nome dato da Optima, leader mondiale dei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 55 milioni; Ebitda: circa 9 milioni), al suo prodotto-novità che sta sbancando nelle gelaterie di mezzo mondo: una raffinata crema spalmabile al cacao e nocciole che, grazie a un perfetto equilibrio tra grassi e zuccheri contenuti nelle materie prime, ha la straordinaria proprietà di non solidificare alle basse temperature. Il gradimento dei consumatori, in Italia come all’estero, è stato immediato e altissimo, tanto che, per riuscire a soddisfare tutte le richieste, agli stabilimenti riminesi si sta lavorando al ritmo di due turni al giorno, sabato e domenica compresi. «Di questo passo – dice il presidente Optima Giordano Emendatori – entro l’anno “Quella” ci porterà un fatturato aggiuntivo di 6 milioni». Come nasce un successo del genere? «Ogni anno – risponde Emendatori – destiniamo il 5% del fatturato alla divisione R&S. Qui lavorano stabilmente una decina di tecnici e maestri gelatieri, supportati da un efficiente laboratorio di controllo qualità e uno di analisi sensoriale. Tutti i prodotti vengono verificati attraverso panel test e test di mercato. Questo entourage collabora a stretto contatto con l’ufficio marketing, che rileva i nuovi trend alimentari a livello mondiale. “Quella” nasce proprio così: un’acuta osservazione dei gusti dei consumatori, un pizzico di intuito e una forte pressione sul mercato. In breve, la formula del successo di Mec3». Gli eclatanti risultati di “Quella” – che secondo le previsioni realizzerà all’estero un fatturato di 7 milioni entro il 2013 – stanno contribuendo in modo determinante all’ulteriore espansione di Optima-Mec3 a livello globale, grazie anche alle aperture offerte da mercati emergenti quali Cina, Russia, India e Brasile. Nell’ultimo anno la crescita è stata del 30% in Italia – primo mercato dove è stata lanciata “Quella” –, del 25% in Turchia e in Repubblica Ceca, del 20% in Germania Spagna Olanda Corea, del 15% in Francia, del 10% in Grecia e in Ungheria. Un discorso a parte merita la Cina, dove Optima ha siglato una joint venture con il colosso cinese dell’alimentare Bright Food (fatturato 2009: 76 bilioni di yuan) per l’apertura di 160 gelaterie nella sola Shanghai entro il 2012, che dovrebbero portare un fatturato di oltre 30 milioni di euro. In generale l’export, in linea con il piano aziendale di internazionalizzazione, rappresenta ormai l’80% del fatturato, ed oggi Optima-Mec3 detiene più del 20% della quota mondiale del settore semilavorati per gelato artigianale. Per sostenere ritmi di crescita così impegnativi, Optima ha già stanziato oltre 5 milioni di euro per un ampliamento del suo stabilimento produttivo, da realizzare entro l’anno. «Sarà la prima tranche – spiega il presidente – di un progetto molto più ampio che raddoppierà la superficie attuale». Qui opereranno gli attuali 186 dipendenti (erano 160 nel 2010), che aumenteranno del 15% entro fine 2011. Fondata nel 1984, Optima-Mec3 è leader assoluta nella produzione di ingredienti e semilavorati per gelato artigianale e pasticceria: un mercato in forte espansione a livello mondiale, cresciuto del 25% nei primi 4 mesi dell’anno in corso. Nel 2006 Optima è stata inserita nella classifica di “Europe’s 500” che individua le Pmi più dinamiche d’Europa. Le previsioni del management per il 2011 parlano di un fatturato da 66 milioni (Ebitda: 13 milioni), in aumento dunque del 20%. http://www.freeonline.org/cs/com/cs-140004/

Martedì 26 Luglio 2011


Blitzquotidiano http://news.blitzquotidiano.it/optima-prende-gusto--2746242/

Optima ci prende gusto e va a +20% - 26.07.11 - 13:00

26/07 - Il leader mondiale nei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 55 milioni; Ebitda: 9 milioni) sbanca il mercato internazionale con “Quella”, crema spalmabile al cacao e nocciole che resta morbida anche sotto zero. Attesi entro l’anno 6 milioni di fatturato in più. Previsioni 2011: 66 milioni (Ebitda 13 milioni)


Finanza Aperta http://www.finanza-aperta.it/index.php/comunicati-stampa.net/optima-ci-prende-gusto-e-va-a-20/menuid-142.htm

Optima ci prende gusto e va a +20% Martedì 26 Luglio 2011 13:50 26/07 - Il leader mondiale nei prodotti per il gelato artigianale con il marchio Mec3 (fatturato: 55 milioni; Ebitda: 9 milioni) sbanca il mercato internazionale con “Quella”, crema spalmabile al cacao e nocciole che resta morbida anche sotto zero. Attesi entro l’anno 6 milioni di fatturato in più. Previsioni 2011: 66 milioni (Ebitda 13 milioni) Visita: finanza-aperta.it

Read more: http://www.comunicati-stampa.net/com/cs-140004/


GiovedĂŹ 28 Luglio 2011

Otpima MEC3 vola a +20%  

L'azienda italiana di semilavorati per la gelateria e pasticceria vola a +20% di fatturato

Advertisement