Page 1

Arts and Culture Promotion


in contemporanea con


Caterina Spatafora Leonardo D’Anneo


Caterina Spatafora Vita e colore


“Sapere è potere”: sapere che sono tanti i colori dell’anima e poterli esprimere, come fa la pittrice Spatafora, con una delle modalità più antiche del mondo (la rappresentazione iconica) è già un momento creativo, straordinario in cui entrano in gioco i più intimi sentimenti umani…


L’Anima ha persino un peso specifico ed ha anche dei colori (che Spatafora esprime con passione); altrimenti, da confutare sarebbero le tesi legate al mondo della psicologia, che assumono a supporto del nostro equilibrio psicofisico, la cromoterapia, indicando, essa, il trattamento cromatico giusto, opportuno e funzionale al recupero del benessere


ad es. l’arancio è il colore dell’energia ed un bagno in tale nuances cromatiche equivale a recuperare la forza dell’azione, così come il celeste ed i colori del mare rappresentano i colori del relax; il rosso eccita la mente, colore della passione ed il giallo rimanda a connotazioni culturali ancorati al territorio giallo come gelosia, ad esempio…


“La pittura è musica e la musica è anche poesia; la pittura racchiude stati d’animo, è poesia e musica insieme, espresse attraverso il linguaggio iconico e per mezzo di un funzionale bilanciamento ritmico-cromatico degli elementi costitutivi di ciascun’opera”.


Giallo Acrilico su tela 70 x 100


Grigio sabbiato Tecnica mista 70 x 100


F-color Smalto acrilico su tela 70 x 100


Palma al tramonto Olio su tela 50 x 60


In questa tridimensionale visione dell’arte si colloca la produzione di Caterina Spatafora che sembra attingere alle vaste dinamiche delle partiture musicali delle più intime “sinfonie del cuore”. Essa sembra ispirarsi ai “pentagrammi musicali”dai ritmi dettati dal più sottile sentire, affondati, con le loro radici, nell’infinita gamma dei colori dell’anima, ricco caleidoscopio di variegati sentimenti che prendono corpo sulle tele (sfaccettature cromatiche del sentire) trasferite, imprigionate e suggellate per mezzo della materia (l’olio e l’acrilico) nello spazio canonico del quadro di forte energia vitale.


Ecco, dunque, dalle mani di artista, autodidatta, di Caterina Spatafora, nascere opere informali, astratte; tele giocate su un ventaglio di possibili nuances cromatiche che, la passione o l’amore, l’affetto, l’amicizia o altri stati d’animo, suggeriscono all’autrice che compone in una gradevole armonia d’insieme. Maria Teresa Prestigiacomo


Portafiori Olio su tela 35 x 50


Riflessi di vegetazione sull’acqua Tecnica mista 70 x 100


Rosso P. M. Smalto acrilico su tela 70 x 100


What Tecnica mista su tela 60 x 80


Bosco Olio su tela 60 x 80


Ferite Acrilico su tela 60 x 80


Il libro di ricordi Tecnica mista su tela 60 x 80


Life Smalto a olio su tela 50 x 70


Oltre Carta e acrilico su tela 24 x 30


Luce Smalto e acrilico su tela 35 x 50


La gioia dĂ luce Smalto acrilico su tela 40 x 60


Evoluzione cosmica Smalto acrilico su tela 60 x 80


Emozioni in libertĂ Smalto acrilico su tela 50 x 70


Madre natura Smalto acrilico su tela 40 x 50


Big bang Smalto acrilico su tela 60 x 80


Ieri oggi domani Smalto acrilico su tela 60 x 80


Legami Smalto acrilico su tela 50 x 70


Smalto acrilico su tela 50 x 50


Smalto acrilico su tela 60 x 80


Lago di Levico


Fra materia e spiritualitĂ Olio su tela 50 x 70


Giglio nel blu Olio su tela 50 x 70


Forme e colori nelle opere di design dell’artista milanese


In questa tridimensionale visione dell’arte si colloca la produzione di Caterina Spatafora che sembra attingere alle vaste dinamiche delle partiture musicali delle più intime “sinfonie del cuore”. Essa sembra ispirarsi ai “pentagrammi musicali”dai ritmi dettati dal più sottile sentire, affondati, con le loro radici, nell’infinita gamma dei colori dell’anima, ricco caleidoscopio di variegati sentimenti che prendono corpo sulle tele (sfaccettature cromatiche del sentire) trasferite, imprigionate e suggellate per mezzo della materia (l’olio e l’acrilico) nello spazio canonico del quadro di forte energia vitale.


Immagini pensate e scolpite ove la realtà si interseca con la fantasia, le riflessioni con i sogni, i desideri con le memorie, ma in modo così vibrante che l'opera riesce a fondersi con l’atmosfera che la circonda e colpisce per il grande fascino che emana. L’instancabile misurarsi in prima persona con ciò che le sue mani manipolano, l’abile padronanza gestuale, fanno di lui un artista la cui contemporaneità non passa inosservata, un artista forte di un grande eclettismo creativo che riesce ad imporsi con veemenza, che osa, che trasmette potenti emozioni, che arriva ad imporre l’opera come scultura di nuova tendenza.


SĂŹ perchĂŠ le ceramiche, opere di design D'Anneo si sono evolute a tal punto da poter essere considerate sculture a tutti gli effetti in quanto la loro plasticitĂ compositiva e il prezioso gioco di ritmi e di luci, le rende oggetti di design unici e particolari, realizzati e concepiti per essere guardati e ammirati. Emozionandosi.


produzione

milano estate 2011  

Mostra d'arte