Bollettino Parrocchiale Dicembre 2022 - Numero 4

Page 1

PARROCCHIA SS. MARTIRI GERVASO E PROTASO CASTELLO SOPRA LECCO
GIORNALE DELLA COMUNITÀ - DICEMBRE 2022

APPUNTAMENTI

ORARI DELLE CELEBRAZIONI DEL TEMPO DI NATALE

16, 19-22 DICEMBRE ore 7.45 Novena di Natale in chiesa Novena di Natale con i bambini dell’Iniziazione cristiana a cui segue la colazione calda.

VENERDÌ 23 DICEMBRE ore 9.00-12.00, 15.00-19.00, 20.30-21.00 Confessioni

SABATO 24 DICEMBRE ore 9.00-12.00, 14.30-16.00 Confessioni ore 16.30 S. Messa natalizia vigliare con i bambini ore 17.30-18.15 Confessioni ore 18.30 S. Messa natalizia vigliare con gli adulti ore 22.30 Veglia di preghiera ore 23.00 S. Messa solenne nella notte

DOMENICA 25 DICEMBRE - S. Natale ore 8.30 - 10.30 - 18.30 Ss. Messe È sospesa la S. Messa delle ore 11.30

LUNEDÌ 26 DICEMBRE – S. Stefano ore 10.30 - 18.30 Ss. Messe È sospesa la S. Messa delle ore 8.30

SABATO 31 DICEMBRE ore 18.30 S. Messa vigiliare con Te Deum

DOMENICA 1 GENNAIO - Ottava di Natale (Giornata mondiale di preghiera per la pace) ore 8.30 - 10.30 - 18.30 Ss. Messe È sospesa la S. Messa delle ore 11.30

GIOVEDÌ 5 GENNAIO ore 18.30 S. Messa Vigiliare nell’Epifania

VENERDÌ 6 GENNAIO - Epifania del Signore ore 8.30 - 10.30 - 18.30 Ss. Messe È sospesa la S. Messa delle ore 11.30

SABATO 7 GENNAIO ore 18.30 S. Messa Vigiliare

DOMENICA 8 GENNAIO ore 8.00 - 10.00 - 11.30 - 18.30 Ss. Messe

2 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022
3 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022 INDICE L’EDITORIALE PENSIERO DI NATALE - SERVIRE CON GIOIA AVVENTO RAGAZZI CONSIGLIO PASTORALE NOVEMBRE 2022 - GRUPPO BARNABA, VERSO LE ASSEMBLEE SINODALI DECANALI ECCOCI QUA DI NUOVO INSIEME UN OSPITE SPECIALE: UNA SETTIMANA CON IL SEMINARISTIA PIERCARLO UN OSPITE SPECIALE: UNA SETTIMANA CON IL SEMINARISTA EDOARDO GMG - LISBONA 2023 LETTERA DELL’ARCIVESCOVO DELPINI PER INVITARE I GIOVANI LISBONA 2023 DECANATO DI LECCO UNO SGUARDO ALLA VITA IN ORATORIO “AMARE È... ADORARE, AMARE È ... SERVIRE” SIGNORE, SEI TU IL REGALO PIÚ GRANDE IERI, OGGI E DOMANI SEMPRE O. ZANETTI LA COMPAGNIA DEL DOMANI È TORNATA 1973 UNA CANZONE PER NATALE BANCO VENDITA PRO MISSIONI ANNO 2022 ANAGRAFE PARROCCHIALE Pag.04 05 06 08 10 Pag. 11 12 13 Pag.14 15 16 19 21 22 Pag.24 26 30 30 31

L’EDITORIALE CARISSIMI PARROCCHIANI

“OGGI È NATO PER NOI IL SALVATORE”

«Oggi è nato per noi il Salvatore». Questo avverbio di tempo, «oggi», è utilizzato spesso dall’evangelista Luca. E’ il canto degli angeli, ma risuona pure in casa di Zaccheo: “Oggi la salvezza è entrata in questa casa”, nella sinagoga di Nazareth: “Oggi si è compiuta questa Scrittura”, come pure nelle parole rivolte al ladro sulla croce: “Oggi sarai con me nel paradiso”. Questo “Oggi” della salvezza è riferito all’evento della nascita di Gesù e alla salvezza offerta agli uomini e alle donne che in ogni tempo si aprono a Lui nella fede. Proclamando che Gesù nasce «oggi» non ricordiamo un anniversario o un compleanno, ma che nonostante lo scarto temporale la Liturgia permette anche a noi di partecipare alla grazia di Cristo. La celebrazione del Natale si offre a noi come certezza che in quel Bambino nato a Betlemme Dio non si è stancato degli uomini, ma si fa l’Emmanuele – Dio-con-noi. E noi Lo possiamo incontrare adesso, oggi. Questo “Oggi” della salvezza accade quando crediamo in Gesù, ci fidiamo di Lui e iniziamo a vivere come lui. E’ il Natale di Cristo. Noi donne e uomini contemporanei facciamo sempre più fatica a lasciare entrare Dio nella nostra vita, a trovare tempo e spazio per Lui. Abbiamo fretta, il desiderio di risposte immediate, l’impazienza di una ricerca lunga tutta la vita, e se siamo sinceri anche un pizzico di superbia che fatica a dipendere da qualcun altro. Questo grido: «Oggi è nato per noi il Salvatore» è occasione per aprire i nostri orizzonti ed entrare nel mondo di Dio. O meglio, lasciare che Dio entri nel nostro mondo. Anche a noi, Oggi, Dio offre la possibilità di incontrarlo, di riconoscerlo e accoglierlo. Proprio com’è accaduto a Maria, ai pastori a Betlemme, ai Magi e a tanti altri, uomini e donne, che nel corso dei secoli hanno permesso a Gesù di nascere nella propria vita, di illuminarla, di trasformarla e renderla nuova con la Sua Presenza.

Prendendo a prestito le parole di S. Ambrogio, l’augurio sincero è che in questo Natale Cristo sia realmente “il frutto di tutti”:

“Maria non aveva dubitato, ma aveva creduto, ottenendo per questo il premio: ‘Beata te che hai creduto’

Ma beati anche voi che avete udito e creduto!

Infatti ogni anima fedele concepisce il verbo di Dio e riconosce le sue opere. Sia in ciascuno di noi l’anima di Maria per magnificare il Signore, sia in tutti noi lo spirito di Maria per esultare in Dio.

Se è vero che, secondo la carne, una sola è la madre di Cristo, secondo la fede invece Cristo è il frutto di tutti.”

don Mario Fumagalli con le consacrate e i consacrati a servizio della Comunità parrocchiale di Lecco Castello

4 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022
Il vostro parroco don Mario

PENSIERO DI NATALE

Non è facile il Natale. Per tante ragioni. Ci sono i casi dolorosi della vita che non rispettano neppure le festività più sacre e più solenni. Ci sono preoccupazioni gravi diffuse oggi nella società, che si riflettono all’interno della vita famigliare. E non è possibile ignorare certi scenari di guerra dalle immagini agghiaccianti. Non è facile il Natale anche per le tante obiezioni che la fede è chiamata ad affrontare. […]

Da quel primo Natale non c’è volto, per quanto deturpato, che non conserva un riflesso almeno della bellezza divina; non c’è cuore, per quanto disperato, in cui non passi un piccolo fremito di speranza. La speranza può essere fragile come la fragile carne di un bambino. Ma è già importante questo germe di salvezza deposto dentro i solchi oscuri della nostra storia.

Spesso, Signore, sei una fiamma così piccola: poco più di un fiammifero; e scaldi solo le punte estreme delle dita. Ma è sempre fuoco tuo, dono tuo, tua inestinguibile promessa. Per ricordarci che c’è il fuoco un fiammifero basta.

SERVIRE CON GIOIA

Giovedì 8 dicembre - festa dell’Immacolata, due nuovi ministranti hanno detto il loro sì al servizio all’altare

Da “Natale l’oggi di Dio” di L.Pozzoli

5 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022

AVVENTO RAGAZZI

Le catechiste

Per le DOMENICHE DI AVVENTO le catechiste hanno scelto di declinare il tema proposto dalla Diocesi “SEI TU SIGNORE IL REGALO PIÙ GRANDE!” in modo che tutti coloro che partecipano agli incontri di catechesi della nostra Parrocchia possano seguire unitariamente il percorso, rendendosi protagonisti dell’animazione della Messa. La prima domenica di Avvento è stato collocato sotto l’altare un pannello che riporta la frase guida e presenta un bellissimo pacco regalo. Ogni settimana, il gruppo che anima la liturgia pone sui nastri del pacco le parole chiave del Vangelo della domenica e all’offertorio porta all’altare un grande pacco regalo che contiene un oggetto che indica simbolicamente l’atteggiamento suggerito da vivere quella settimana per mettere in pratica la Parola di Gesù. L’oggetto rimane ai piedi dell’altare fino al sabato successivo con una spiegazione che lo illustra. La settimana seguente si cambia oggetto e la spiegazione viene collocata sulla balaustra in modo che rimangano in vista tutti i significati del percorso che si sta seguendo:

6 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022
PAROLA CHIAVE SIMBOLO ATTEGGIAMENTO ASCOLTARE TROMBA ASCOLTARE LA CHIAMATA DI GESÙ SCEGLIERE SANDALI SCEGLIERE DI CAMMINARE SEGUENDO GESÙ, COMPORTARMI, PARLARE E AGIRE COME FAREBBE LUI ACCORGERCI SACRA SCRITTURA ACCORGERCI DELLA PAROLA DI GESÙ CHE CI INDICA LA VIA DELLA VITA ACCOGLIERE PALMA ACCOGLIERE GLI ALTRI È ACCOGLIERE GESÙ ESSERE LUCE LUME ESSERE LUCE DI BENE CON PAROLE E AZIONI PER CHI VIVE ACCANTO A ME ECCOMI MARIA ECCOMI NELLA PREGHIERA, NEL SILENZIO, NELLA RIFLESSIONE DELLA TUA PAROLA

CALENDARIO DELL’AVVENTO che i bambini hanno ricevuto quest’anno, è caratterizzato da finestrelle che scoprono di giorno in giorno le decorazioni per l’albero di Natale raffigurato in primo piano e la capanna posta ai suoi piedi. I cartoncini delle finestrelle sono preziosi: sul retro hanno una preghierina e al loro interno contengono un seme. È un simbolo di grande potenza: queste finestrelle, realizzate in carta compostabile, dovranno essere infatti seminate perché… la preghiera porta frutto! Poichè “dono chiama dono”, anche i bambini sono stati invitati a unirsi all’iniziativa AVVENTO DI CARITÀ proposta dalla Caritas parrocchiale a tutta la Comunità e ogni settimana porranno nel carrello della spesa, posto all’ingresso della chiesa, l’oggetto di prima necessità indicato dalla locandina: igiene per la casa e la persona la prima settimana, riso la seconda, olio di oliva la terza, calze, guanti, berretti e pigiami per bambini la quarta e dolcetti (caramelle e cioccolatini) la quinta.

Nei giorni scolastici dal 16 al 22 dicembre si terrà la NOVENA e l’appuntamento sarà al mattino: inizieremo la giornata con la preghiera, faremo colazione e andremo a scuola insieme.

Il 17 Dicembre ci sarà la FESTA DI NATALE DELL’ORATORIO che sarà resa indimenticabile dall’arrivo della LUCE DI BETLEMME nella nostra Parrocchia: attenderemo l’arrivo della Luce sul piazzale della chiesa previsto tra le 18 e le 18.15, faremo il rito di accoglienza e parteciperemo alla Messa. Al termine della celebrazione sarà possibile cenare in oratorio con la polenta taragna preparata dagli alpini . La serata continuerà in oratorio con la Festa di Natale preparata dagli Animatori dell’Oratorio.

COS’È LA LUCE DI BETLEMME

Una fiamma arde tutto l’anno a Betlemme nella grotta della Natività. Ogni anno, dal 1986, un boy scout austriaco a inizio Dicembre si reca nella grotta, accende la sua lanterna con quella fiamma e la porta a Vienna. Da lì, con una staffetta ferroviaria viene portata in tutta Europa. Il 17 Dicembre la Luce arriverà nella stazione di Milano Centrale. Una delegazione dell’Oratorio andrà a prenderla e la porterà in Parrocchia giusto in tempo per dare il via alla festa di Natale che si terrà quel sabato.

7 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022
Il

CONSIGLIO PASTORALE

Verbale di mercoledì 9 ottobre 2022

RIFLESSIONI SULLA LETTERA PASTORALE DELL’ARCIVESCOVO DELPINI “KYRIE, ALLELUIA, AMEN”

Don Mario apre la seduta con una preghiera a cui segue la lettura della riflessione di Emanuele Fumagalli, assente per altri impegni, inviata via whatsApp.

Dai confronti avuti con altre persone a proposito dell’importanza di ravvivare in parrocchia il desiderio della preghiera, il parroco ha proposto, magari nella prossima primavera, un pellegrinaggio in Francia, nella terra di S. Teresa di Lisieux, grande esempio di profonda spiritualità.

Nella S. Messa vigiliare si potrebbe riprendere la lettura del Vangelo della Risurrezione, consuetudine propria della diocesi ambrosiana, ma non praticata da tutte le parrocchie.

Don Mario riscontra che a livello decanale sono molto scarse le proposte per una crescita religiosa; solo nei tempi forti nascono alcune interessanti iniziative soprattutto presso il santuario della Vittoria, come specifica Cristina Santelli.

A proposito dei Gruppi di Ascolto di Castello, Mariolina Mauri fa presente che ne sono rimasti solo due anche se alcuni parrocchiani partecipano a gruppi di altre parrocchie.

BENEDIZIONE NATALIZIA

Don Mario dà la sua disponibilità per la benedizione delle case, ma si rende indispensabile la collaborazione delle suore dato l’alto numero delle famiglie da visitare.

Anche la scelta dell’orario merita una particolare attenzione per poter incontrare più persone possibile.

Don Mario comunica che ha inviato ai genitori dei bambini della scuola materna una lettera dove si evidenziano le difficoltà economiche e i conseguenti provvedimenti per limitare le spese e ne dà lettura.

8 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022

VARIE ED EVENTUALI

Don Mario. Il prossimo 9 novembre avrà luogo il primo incontro con animazione per gli anziani curato dalla S. Vincenzo che avrà cadenza quindicinale. Inoltre si pensa di aprire il circolo parrocchiale nonostante la carenza di volontari, indispensabili per questa iniziativa. Naturalmente al posto del bar funzioneranno i distributori automatici.

DATE DA RICORDARE

4 novembre: veglia Caritas Decanale 30 novembre: prossimo CPP (ODG: Gruppi di ascolto - Avvento)

Verbale di mercoledì 30 novembre 2022

Dopo la preghiera, Don Mario propone di celebrare una Messa dedicata ai bambini la vigilia di Natale per dare loro un’opportunità di vivere da vicino la nascita di Gesù.

Si stende quindi il CALENDARIO DI TUTTE LE CELEBRAZIONI LITURGICHE DEL PERIODO NATALIZIO fino all’Epifania che sarà pubblicato sul giornale della comunità parrocchiale ed esposto alle porte della chiesa. Sabato 5 gennaio 2023 con la messa vigiliare delle 18.30, tornerà in vigore il solito orario.

Il parroco sarà disponibile per le confessioni venerdì 23 dalle 15.00 alle 19.00; dalle 20.30 alle 22.00 e sabato 24 dalle 9.00 alle 12.00.

Il giorno 8 dicembre in chiesa parrocchiale avrà luogo il CONCERTO “Giovani musicisti sulle note dei grandi della Musica”: è un’iniziativa con finalità benefica a favore dell’associazione ONLUS “Un cuore, un mondo”.

Il parroco comunica che ha avuto diverse richieste per vendere, alle porte della chiesa dopo le S. Messe, oggetti vari (riviste, dolci, fiori….), ma il Consiglio decide, per non creare precedenti, di concedere il permesso solo se si tratta di associazioni diocesane o iniziative parrocchiali per autofinanziamento.

Sabato 17 dicembre gli Alpini, in oratorio, prepareranno la polenta taragna il cui ricavato servirà per finanziare le attività giovanili.

Scuola materna. Si sta cercando una ditta esterna che si occupi della gestione del personale e della mensa.

Luci del campanile. Il parroco consiglia caldamente, visto il periodo di crisi, di tenere accese le luci del campanile solo il fine settimana. Dal confronto emerge che sarebbe utile sapere quanto incide sulla spesa l’utilizzo per tutta la settimana. Non viene presa alcuna decisione in merito.

9 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022

NOVEMBRE 2022 - GRUPPO BARNABA, VERSO LE ASSEMBLEE SINODALI DECANALI

Siamo ormai nel secondo anno del percorso del sinodo, si sta ancora completando la prima fase di ascolto e già si è proiettati verso la costituzione delle Assemblee Sinodali Decanali. Nel decanato di Lecco la fase di ascolto ha preso un’accelerazione, estendendo il processo al di fuori dei consigli pastorali: realtà ecumeniche, associazioni, realtà legate alle fragilità, il mondo della scuola. Si prevede di arrivare ad una sintesi per Pasqua 2023. Il 29 ottobre l’Azione Cattolica e la Diocesi di Milano hanno proposto un momento di formazione sul cammino sinodale e l’intervento di Padre Giacomo Costa ha dato un respiro ancora più ampio della Chiesa Universale. Ci siamo interrogati su cosa desideriamo per la nostra Chiesa e la nostra società e abbiamo ribadito che il Sinodo è soprattutto un cammino di preghiera e la preghiera prende spunto dalla Parola (Is 54,2):

• Stendi i teli della tua dimora senza risparmio

• Allunga le cordicelle

• Rinforza i tuoi paletti

Il metodo sinodale vede la conversazione spirituale come un viaggio dall’io al noi e può essere applicato nei nostri incontri, anche nei Consigli Pastorali. Si apre con la preghiera (La Parola).

1. Prendere la parola - 2. Fare spazio per l’altro - 3. Costruire insieme Si chiude con la preghiera (La Parola). Il metodo sinodale riprende i passi del discernimento:

1. Riconoscere (Vedere) - 2. Interrogare (Giudicare, vagliare) - 3. Scegliere (Agire) Il cammino sinodale descrive anche uno stile di Chiesa che si può guardare attraverso i seguenti argomenti, oggetto dell’ascolto della Chiesa Universale:

1. Un ascolto che si fa accoglienza - 2. Sorelle e Fratelli per la missione - 3. Comunione, partecipazione e corresponsabilità - 4. La sinodalità prende forma - 5. Vita sinodale e liturgia Mettiamo al centro il tema de “la sedia vuota”, vale a dire “chi non abbiamo ascoltato”? Dalla prima fase di ascolto è emerso, a livello mondiale, che la “la Chiesa ha un linguaggio incomprensibile” e che “le omelie sono noiose”. Lo slancio che serve è partire da quali siano i punti di vera gioia, non da quello che manca, altrimenti si finirebbe nel libro delle lamentazioni. Il pomeriggio è proseguito con l’applicazione del metodo sinodale di uno dei cinque punti sopra indicati. Personalmente ho partecipato al laboratorio sulla vita sinodale e la liturgia. È emerso che si registra una forte separazione tra la celebrazione e la vita e questo va oltre lo stile della celebrazione in sé. L’incontro è terminato con due testimonianze, una dal decanato del centro di Milano e una da Besozzo (VA), decanato più periferico. È stato interessante come le domande iniziali siano le stesse in ogni realtà: “Cosa siamo qui a fare?” e poi il mettersi in viaggio, il condividere un sogno comune.

10 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022

ECCOCI QUA DI NUOVO INSIEME

Eccoci qua di nuovo. Insieme. Dopo molti mesi gli anziani della parrocchia di Castello hanno ritrovato il piacere di incontrarsi, chiacchierare, raccontarsi. Con l’aiuto dei volontari della San Vincenzo è stato organizzato l’incontro pomeridiano del mercoledì, come avveniva tempo fa. Sappiamo bene che veniamo da due anni di difficoltà che ci hanno colto all’improvviso, e ci hanno costretto a separarci. Ma è stata una separazione temporanea, grazie a Dio stiamo di nuovo bene e ci possiamo ritrovare. Mercoledì 9 novembre 2022 c’è stato il primo incontro per i nostri anziani e proseguiremo così trovandoci il secondo e il quarto mercoledì di ogni mese. La sede è l’Oratorio di Castello, come da tradizione, dalle 14.30 alle 16.30. In questo primo pomeriggio, dopo il benvenuto del parroco Don Mario e la preghiera iniziale, ci siamo presentati e riconosciuti. Tanti si conoscevano già, sicuramente non conoscevano alcuni di noi volontari della S.Vincenzo che siamo “facce nuove”: Cosimina, Daria, Silvia, Licia, Beppe. Abbiamo chiacchierato ed espresso i nostri hobby e le nostre passioni, in modo da trascorrere le prossime giornate facendo quello che ci piace e ci rende sereni. Carte, uncinetto, musica, cinema, visite, tante idee sono state messe in comune ed ora abbiamo solo da organizzare i pomeriggi. E’ stato molto bello vedere e rivedere i volti dei nostri anziani: Maria Teresa, Amelia, Rina, Piera, Maria, Pinuccia, Rosanna, Anna, Raffaella, Valentina, Giovanna, Graziella, Valeria, Severina, Carmela, Lionello, con la speranza che la “truppa” si arricchisca di nomi nuovi strada facendo. Sentiamo davvero il bisogno di stare insieme, giovani e meno giovani, perché non possiamo permettere che la solitudine renda le nostre giornate tristi e abitudinarie. Abbiamo bisogno e voglia di aprirci, parlare anche solo di cose semplici, perchè le nostre storie sono la nostra vita, le nostre gioie e i nostri dolori che ci hanno fatto arrivare fino a qui per farne tesoro. Il pomeriggio si è concluso con la merenda: tè, tisana calda, torta e biscottini. Il prossimo incontro è stato mercoledì 23 novembre con una bella tombolata, poi ci ritroveremo il 14 dicembre per scambiarci gli auguri di Natale e metteremo a punto il calendario per i mesi a venire. Arrivederci a presto!

11 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022
I volontari della Conferenza di S.Vincenzo

Davide

UN OSPITE SPECIALE:

UNA SETTIMANA CON IL SEMINARISTA PIERCARLO

A ottobre la nostra famiglia si è offerta di ospitare per poco più di una settimana Piercarlo, uno dei numerosi seminaristi che sono venuti a Lecco lo scorso mese. Eravamo curiosi di scoprire come sarebbe stato condividere parte della nostra quotidianità con un giovane che si stava dedicando alla preparazione al sacerdozio. Siamo entrati in sintonia sin da subito, parlando a lungo e conoscendoci sempre di più di giorno in giorno. Abbiamo scoperto quanto fossero affascinanti i corsi di teologia che Piercarlo stava intraprendendo, nonostante l’impegno e la costanza che richiedono, e quanto gli stesse a cuore la condivisione della sua testimonianza con i ragazzi della parrocchia. La sera, infatti, tornava a casa tardi dall’oratorio, ma era sempre sorridente quando ci raccontava degli incontri a cui aveva partecipato. Più passavamo il tempo con lui più ci sembrava normale che vivesse in casa nostra e che pranzasse o cenasse con noi; nei momenti trascorsi insieme abbiamo tutti saputo condividere anche i nostri pensieri, il nostro cammino e il nostro rapporto con la fede, creando spontaneamente dei significativi momenti di riflessione collettiva. Alla sua partenza ci è sembrato che ci mancasse qualcosa, poiché ci eravamo abituati tanto facilmente alla calorosa presenza di Pier e sembrava strano, in quel momento, non averlo più con noi. Siamo tutti felici di aver vissuto con lui anche se per così poco tempo e pensiamo di esserci arricchiti umanamente dopo questa esperienza, a riprova del fatto che non è la quantità ma la qualità del tempo trascorso con una persona che crea un’amicizia duratura!

12 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022

UN OSPITE SPECIALE: UNA SETTIMANA CON IL SEMINARISTA EDOARDO

La missione Vocazionale (che si è tenuta dal 14 al 18 ottobre) ha lasciato sicuramente a tutti noi della Cordata un ricordo particolare. Infatti, nel nostro condominio composto da cinque famiglie, abbiamo deciso di ospitare proprio uno dei seminaristi venuti dal seminario di Venegono Inferiore, in provincia di Varese. La nostra sala comune, solitamente usata per cene, feste e svago in generale, è stata per cinque giorni la “casa” di Edoardo, un ragazzo di 24 anni, che ormai cinque anni fa ha deciso di fare una scelta coraggiosa, ai nostri occhi, soprattutto nel periodo storico in cui viviamo. Durante i pranzi e le cene che abbiamo avuto occasione di fare assieme a lui, abbiamo conosciuto un ragazzo a cui piace scherzare e stare in mezzo alla gente, molto simpatico, e soprattutto felice della vita che sta facendo. La sua testimonianza di vita ha sicuramente portato una ventata di energia e freschezza sia dal punto della fede personale, sia come fonte di ispirazione per vivere la vita di tutti giorni, fatta di ostacoli e salite, ma che con il giusto spirito possono essere superati. Edoardo ha lasciato certamente un ricordo diverso e indelebile in ciascuno di noi, dai più piccoli ai più grandi. Personalmente ricorderò con molta felicità e piacere i due pranzi, fatti tutti assieme nel giardino della nostra casa, tra risate e gioia, ma anche i momenti di convivialità con Edoardo, che penso di poter dire, si sia sentito per cinque giorni parte della nostra grande famiglia.

13 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022
Pietro

GMG - LISBONA 2023

LETTERA DELL’ARCIVESCOVO DELPINI PER INVITARE I GIOVANI

Carissimi, vi invito a venire a Lisbona nell’estate 2023, per partecipare alla Gmg 2023. Papa Francesco ci ha invitato, io ci andrò. Vi invito a mettervi in cammino: come gruppo giovanile già organizzato, come un gruppo giovanile che si forma proprio perché accogliete l’invito, come amici che si incoraggiano a vicenda, come persone singole che aderiscono alla proposta diocesana affascinati dalla promessa di nuove conoscenze e amicizie, tutti fiduciosi che siamo chiamati da una promessa che non ci deluderà. Il viaggio verso la Gmg di Lisbona (1-6 agosto 2023) comincia, per noi, perché c’è una annunciazione, una promessa, una meta. Maria si alzò e andò in fretta... non per una curiosità, non per un desiderio di evasione, ma perché nel dialogo con l’angelo dell’annunciazione si è convinta di avere la grazia di generare il Salvatore, il futuro del mondo, Gesù. I giovani in cammino verso Lisbona rispondono all’annuncio che li persuade di avere la grazia di generare il futuro della Chiesa in Europa. Senza ingenuità, ma con fierezza, senza giudicare né il passato né il presente, ma insofferenti di un grigiore di lamenti e di rassegnazione. La Parola che viene da Dio ci è stata annunciata da Papa Francesco e chiama i giovani ad alzarsi per andare in fretta a condividere la gioia, a cantare le meraviglie del Signore, a inventare percorsi di servizio alla speranza dei popoli. Anche i giovani possono essere contagiati dal grigiore, da una specie di patologica malavoglia, da uno sguardo sul futuro dipinto come una minaccia. Guariranno dal contagio perché accoglieranno l’annuncio, l’invito, l’esultanza nel riconoscere che il Signore ha stima di loro e conta sui giovani per ringiovanire l’Europa e la Chiesa in questa nostra terra benedetta. Il viaggio verso la Gmg di Lisbona è un cammino di fratelli e sorelle, un popolo giovane che cammina insieme. Anche chi parte da solo, anche chi si organizza con pochi amici, tutti sono convocati, chiamati a incontrarsi, a conoscersi, a condividere esperienze, a ricevere con gratitudine

14 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022

la rivelazione delle opere di Dio. Lo Spirito di Dio infatti opera nella nostra storia con la leggerezza e la libertà che alimenta storie semplici e meravigliose, slanci generosi, progetti audaci, amori promettenti. Un desiderio di diventare adulti, di portare a compimento la nostra vocazione, di lasciarsi ispirare dalla fede degli altri che parlano altre lingue e portano ferite e speranza di altri popoli. La fraternità, che avrà momenti “magici” negli incontri e nelle celebrazioni di Lisbona, si rivela una quotidianità possibile e desiderabile nei contesti della vita abituale, negli ambienti “sotto casa”, nei gruppi di appartenenza, negli impegni “fuori sede”. Insieme camminiamo verso Lisbona per rendere più intensa la pratica quotidiana del pregare insieme, del condividere lo studio, il dialogo, il servizio, l’impegno nella cultura, nella politica, nella contestazione del declino e della disperazione.

Il viaggio verso la Gmg di Lisbona non sarà senza fatiche, senza spese, senza incertezze. Il viaggio comincia adesso, con un itinerario di preghiera, di riflessione, di studio dei temi, di purificazione delle aspettative e delle intenzioni. Il viaggio comincia adesso anche come il tempo per risparmiare, per immaginare come condividere le risorse con chi si trova in maggiori difficoltà, per ingegnarsi a raccogliere i fondi necessari. Il viaggio verso la Gmg di Lisbona è una esperienza di Chiesa. Tutta la Chiesa diocesana cammina con noi che ci alziamo e andiamo in fretta là dove il Signore ha una parola speciale per noi.

Gli Oratorio del decanato di Lecco propongono di partecipare insieme alla Giornata Mondiale della Gioventù che sarà dal 1° al 6 agosto a Lisbona

Prima proposta

In aereo dal 1 al 6 agosto 2023

*Volo per Lisbona

*Partecipazione alla GMG

*Rientro a Lecco

Seconda proposta

In pullman dal 1 luglio al 9 agosto

*Viaggio verso Lisbona

*Partecipazione alla GMG

*Rientro a Lecco in tre tappe: Madrid, Sragozza, Montpellier

A Lisbona si formerà un unico gruppo per condividere insieme questa fantastica esperienza. Ogni oratorio organizzerà attività di autofinanziamento.

Per prepararsi a questo evento domenica 27 novembre i giovani del decanato di Lecco si sono ritrovati nella sala dell’oratorio di San Giovanni. Hanno cenato insieme e hanno ascoltato alcune testimonianze

15 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022

UNO SGUARDO ALLA VITA IN ORATORIO

Domenica animata con i seminaristi Edoardo e Piercarlo: grazie ai carissimi animatori che hanno condotto degli stand a tema sulla vocazione e alla testimonianza di Piercarlo, é stata una domenica costruttiva, spirituale e allo stesso tempo molto divertente!

Serata giovani con i seminaristi con tre interessantissime testimonianze e una cena rallegrata da giochi divertenti che hanno gioiosamente coinvolto la quarantina di seminaristi e i giovani del nostro decanato.

Inizio gioioso col gruppo ADO e incontro sulla vocazione e responsabilità. Interessante serata gioco e testimonianza coi seminaristi a San Giovanni.

16 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022
Anna e Cecilia

Domenica 2 ottobre, dopo la S.Messa delle ore 10.00, i presenti si sono recati presso l’oratorio per partecipare alla dedicazione della sala a Carlo Acutis e inaugurare la festa dell’oratorio.

Grazie all’aiuto di Arianna, la nostra giovane volontaria, ogni domenica i bambini, piacevolmente sorpresi, creano sempre un originale lavoretto da portare a casa! Invece domenica 27 novembre abbiamo proposto a tutti le bolle di sapone e i tatuaggi!

17 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022
Serata giallo proposta per tutte le medie all’interno della festa dell’oratorio.

Partenza gruppo “preado” con pizzata e serata Halloween festa dei Santi con il Paradiso come tesoro!

Ringraziamo i ragazzi e le loro famiglie per la partecipazione gioiosa e la fiducia.

Le iscrizioni quest’anno sono più di 40!

E ringrazio I nostri 18 educatori preadolescenti che si sono generosamente messi a servizio della Parrocchia!!

Raccolta castagne 30 ottobre. Un gruppo composto da genitori, nonni e bambini si è recato alla ricerca delle castagne. Tutti gli sforzi sono stati ripagati dall’enorme quantità di sacchetti pieni che sono stati riportati a casa.

18 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022
Grazie alla collaborazione dei volontari e dei carissimi Alpini di Castello abbiamo potuto offrire a tutti i parrocchiani delle ottime ‘burolle’! Viva gli Alpini!!!

“AMARE È... ADORARE, AMARE È … SERVIRE”

“Venite in disparte, voi soli, in un luogo deserto…” (MC. 6,31)

Sabato 15 ottobre alcuni componenti del gruppo dei Ministri Straordinari della Comunione Eucaristica della parrocchia ha partecipato ad un mini-ritiro presso la casa Paolo VI a Concenedo (Barzio). Il momento, organizzato in accordo con il parroco don Mario, è stato voluto e desiderato come occasione di ripresa dopo le restrizioni imposte dal periodo della pandemia: momento utile a ripercorrere le motivazioni di questo servizio in parrocchia e a riunire il gruppo trovandosi anche per scambiare quattro chiacchiere e per conoscersi un po’ meglio. Dopo il percorso formativo di cinque incontri proposto da remoto questa primavera (“VIA CARITATIS: portatori di Parola, Pane e Carità”), l’invito del mini ritiro di autunno ha visto la giornata scandita in due momenti di preghiera-riflessione: quello della mattina, seguendo il vangelo della domenica commentato da don Franco Brovelli, e quello del pomeriggio, guidato da don Stefano Colombo, new-entry alla casa Paolo VI dallo scorso 1 settembre. “Adorare e Servire”: queste le due parole chiave a tema che caratterizzano

19 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022
Marco

lo “stile di vita” del ministro straordinario della comunione eucaristica; parole che aprono le porte delle case dove attendono i malati e gli anziani. Per descrivere la giornata lasciamo ora spazio ad alcuni pensieri di chi ha partecipato:

“…un felice connubio tra lo splendido paesaggio autunnale che il luogo ci ha regalato in un ottobre di sole, la profonda e pacata meditazione di don Franco, quella vivace di don Stefano accompagnata dal canto e dalle immagini e l’occasione di momenti di silenzio da gustare personalmente. «Generare segni di vita» è la frase che mi è rimasta nel cuore. La scelta di mettersi in cammino dietro al Signore perché con le capacità che ognuno di noi possiede, poche o tante che siano, possiamo diventare generatori di vita e di speranza nelle situazioni quotidiane in cui ci troviamo a vivere…“ (Chiara)

“…ci è piaciuta maggiormente la riflessione del mattino, quando tutti sono potuti intervenire, sottolineando i punti e le frasi che li hanno colpiti, trasformando così la meditazione in una preghiera comune di risonanze…” (Gigi e Agnese)

“ …mi è piaciuta tutta la giornata, ma quello che ancora ricordo volentieri è il momento del pomeriggio quando abbiamo incontrato don Stefano che ci ha illustrato i quadri di Köder: l’ultima cena, ma soprattutto a me è piaciuta la lavanda dei piedi… questo Gesù tutto piegato in avanti che proprio è abbracciato ai nostri piedi .. ai piedi di Pietro; vedere questo Gesù vicino a noi in questo modo, del quale si vede solo il volto riflesso nel catino, ma in un gesto così umile… e vedere Pietro “sconvolto” da questo gesto, come a dire “cosa stai facendo!”… è il momento che mi è rimasto nel cuore …” (Cecilia)

“… mi ha colpito in modo particolare il momento d’incontro tenuto da Don Stefano: il canto-meditazione proposto, e i quadri di un autore moderno mi hanno offerto spunti di riflessione sul valore della preghiera e dell’Eucarestia nella vita cristiana…” (Laura)

“…Non è facile esprimere i sentimenti suscitati in quelle ore passate in ritiro a Concenedo. Don Franco e il luogo mi sono molto cari da tempo: hanno accompagnato la nostra coppia e la nostra famiglia per anni... Sabato ho colto una comunione profonda con le persone amiche presenti e uno stimolo a guardare in profondità il cammino che stiamo facendo come ministri dell’Eucaristia. Quando ho iniziato questo cammino ero molto timorosa e nello stesso tempo ansiosa di cogliere una nuova opportunità di essere dono per qualcuno. Dopo tanti anni ho capito che l’incontro con le persone più fragili mi ha arricchito e mi ha aiutato a creare una intima comunione e amicizia che non avrei sospettato. Il ritiro di sabato mi ha dato nuovo entusiasmo per rientrare in me stessa e per chiedermi per chi io posso essere ancora dono, con molta umiltà, ma anche certa che il Signore mi è sempre vicino e mi sorregge....” (Maria Luisa con Graziano)

“… il ritiro che si è svolto a Concenedo è stato da me molto apprezzato. Gli incontri con i due sacerdoti sono stati molto belli, il posto stupendo faceva meditare … poi il pranzo in compagnia, eccellente. Spero in futuro di ritornarci…” (Maria Grazia)

20 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022

…ricordo con piacere e commozione alcuni momenti: la “parola” al mattino, commentata da don Franco che nella sua umiltà ci ha parlato della tenerezza e della misericordia del Signore attraverso un brano che presenta un Signore apparentemente vendicativo… poi il momento personale di adorazione in cappella, ma anche immerso nei colori autunnali nel parco della casa; il momento conviviale, che ha creato comunione tra di noi, e infine gli spunti che don Stefano ci ha lasciato commentando due quadri di Köder … quelle mani che spezzano il pane, di un Gesù che non si vede, e che possono essere le nostre stesse mani … penso sia un momento da riproporre, magari anche all’intero consiglio pastorale…” (Marco)

SIGNORE, SEI TU IL REGALO PIU’ GRANDE!

Le insegnanti della scuola dell’infanzia

Domenica 13 novembre è iniziato l’Avvento ambrosiano, un tempo prezioso che la nostra tradizione cristiana cattolica riserva per prepararci al grande dono del Natale. Anche i nostri bambini vivono questo tempo con grande intensità a causa dei mille simboli che lo richiamano. Tra questi, molto significativo è il tradizionale scambio dei doni nato per evocare il grande dono di Gesù venuto ad abitare in mezzo a noi. Quest’anno, con i bambini, ogni settimana apriremo un “regalo” che ci permetterà di conoscere un personaggio del presepe e di pregare con lui per la pace. In uno di questi pacchetti ci saranno dei semi simbolo della perseveranza: chi prega ogni giorno coltiva il suo rapporto con il Signore, impara a conoscerlo e ad amarlo, a capire che quel Gesù che è nato a Betlemme è il Signore e che il regalo più grande del Natale è proprio Lui!

Li semineremo e attenderemo con perseveranza che fioriscano in tutto il suo splendore Anche in famiglia è possibile condividere questo percorso. Settimanalmente viene consegnato un cubo che contiene una piccola preghiera da condividere in famiglia. I vari cubi andranno a costituire un albero di Natale

21 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022

IERI, OGGI E DOMANI SEMPRE O. ZANETTI

Luca

Nonostante l’arrivo del freddo prosegue a vele spiegate l’attività calcistica, con tutte le 10 squadre della O. Zanetti impegnate nei rispettivi campionati.

Anche quest’anno siamo stati confermati come l’unico CENTRO CONI della provincia di Lecco per il calcio, grande risultato raggiunto grazie ai nostri istruttori sempre più qualificati. Vedere il nostro lavoro e impegno riconosciutI a livello di comitato olimpico è una grande soddisfazione.

Per la ginnastica ritmica dopo aver festeggiato Halloween tutti insieme è tempo di gare…

22 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022

Prima Gara Regionale ACSI

Livello promozionale C1

1 classificate Squadra Palla

Elena Provinciali, Cecilia Marchi, Francesca Rota, Anxhela Gozhina

1 classificate Squadra cerchio

Asia Antonacci, Rebecca Modenini, Martina Riva, Giorgia Macaluso, Camilla Cattaneo

Livello promozionale C2

2 classificate Corpo Libero

Sofia Del Giacco, Emma Clemente, Emily Kukli

4 classificate Palla

Sabrina Cavallaro, Raffaela Ramaj, Martina  Musaraj

Livello Agonistico LB

- Allieve

1 classificata: Gabriela Uka

3 classificata: Laura Panzeri

4 classificata: Desirée Pugliese

- Junior

2 classificata: Giulia Vanalli

4 classificate: pari merito Arianna Marino e Aurora Cavallaro - Senior

1 classificata: Sara De Palma

23 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022

LA COMPAGNIA DEL DOMANI È TORNATA

La Compagnia del Domani è tornata nell’ultimo anno con grande entusiasmo e grandi progetti!

Abbiamo aperto l’anno 2022 con la rassegna “Favoland” con cui sono andate in scena “Hansel e Gretel”, “Il Gatto con gli Stivali” e “Shrek”. Il successo è stato riconfermato, e il numeroso pubblico che ha partecipato e che ringraziamo con tutto il cuore ne è la riprova.

La condivisione e l’amore per il teatro han fatto sì che nuovi membri siano entrati a far parte della Compagnia. Grazie a loro, è tornata in scena quella che è stata una delle favole più amate delle scorse rassegne, “Il Mago di Oz”.

24 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022
Paolo

Tante attività sono state portate a termine e altre arriveranno molto presto, ma una in particolare è nel pieno delle sue attività: “La Sirenetta il musical”, il nostro progetto più grande!

Lo spettacolo è nato più di due anni fa ma, per ovvie ragioni, non ha ancora potuto vedere la luce del sole. Le attività, le riunioni anche se a distanza, le idee e la passione, però, non sono mai vacillate. Siamo finalmente felici di poter annunciare che il debutto del nostro nuovo musical avverrà a Febbraio 2023, maggiori informazioni e biglietti saranno disponibili sul nostro sito www. compagniadeldomani.it

Le scenografie vi stupiranno; le canzoni vi incanteranno; i costumi avranno un effetto “Wow” che non dimenticherete; i giochi di luce vi condurranno in un’atmosfera magica; i balletti vi faranno saltare sulle sedie e danzare a ritmo di musica; gli attori vi incanteranno ed emozioneranno. Insomma, tantissime novità, ma la Compagnia del Domani avrà sempre lo stesso obiettivo: un sorriso e un profondo senso di divertimento quando lascerete il teatro.

Intanto continuate a seguirci sui nostri profili social per non perdervi in anteprima qualche assaggio di ciò che sarà questo grande evento.

25 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022

Il 1973 è un anno che mi è particolarmente caro per i motivi che si vedranno in seguito. È un anno che con il nostro 2022 purtroppo, condivide una guerra, in questo caso quella cosiddetta del Kippur, tra arabi e israeliani, e la conseguente crisi petrolifera, con moltiplicazione del prezzo del greggio e successivo lungo periodo di austerity, come venne poi chiamato. L’aumento delle bollette dell’energia e dei carburanti che viviamo oggi, con la richiesta di ridurre i consumi, in quell’autunno 1973 era stato affrontato con provvedimenti quali blocchi del traffico alla domenica, circolazione a targhe alterne durante la settimana, chiusura anticipata per bar, ristoranti, cinema e teatri e strette anche sul riscaldamento domestico. In giro per Lecco, qualcuno si ricorderà, durante quelle domeniche si potevano vedere persone a cavallo, in pattini o in bicicletta e i pullman urbani erano stracolmi di passeggeri. Oltre al Palladium che, ovviamente, si era uniformato agli orari imposti, per Castello possiamo menzionare il fatto che anche il no-

26 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022
1973
Matteo
07.12.1973
10 agosto 1973 chiusura anno oratoriano a Castello Corso Martiri - austerità

stro quartiere veniva servito dal nuovo servizio di pullman, le circolari, che furono stabilite proprio in quei giorni. Riguardo alla circolazione stradale, fu proprio a gennaio di quell’anno, io ero nato da pochi giorni e così svelo il mistero, che fu reso definitivo il senso unico in discesa nel tratto di corso Matteotti tra la piazza Carducci e le vie XI febbraio e Papa Giovanni XXIII. Riguarda invece pienamente la parrocchia di Castello la pubblicazione, a febbraio, dell’opuscolo “Il perdono conteso”, a cura del giornalista Aloisio Bonfanti, che racconta le vicende dell’indulgenza concessa nel 1570 da Papa Pio IV alla Chiesa Parrocchiale di Castello, in seguito ai fatti relativi all’assedio di Lecco del 1531, che oppose Giangiacomo dei Medici, detto il Medeghino, alle armate ducali. Se non è da qui che partirono, sicuramente questo Perdono Conteso tra Castello e Lecco contribuì a mantenere vivi i secolari attriti presenti tra le due comunità. Molto attivo il Palladium. Oltre al cineforum autunnale, con pellicole che trattavano temi di attualità, tra cui opere di registi come Pollack, Forman e Rosi (Il caso Mattei), continuava l’attività di seconda o terza visione divisa tra la programmazione settimanale e lo spettacolo della domenica pomeriggio, pensato appositamente per i ragazzi. Oltre a film d’autore e con attori famosi venivano proposti con successo i film con Louis de Funès e Franco e Ciccio, i western all’italiana, pellicole del genere storico-mitologico e film d’avventura. Il Film di Natale fu “Più forte ragazzi”, della coppia Bud Spencer e Terence Hill, che era stato il quarto maggior successo cinematografico della stagione precedente.

Ma il Palladium non era solo cinema, bisogna ricordare anche l’attività della compagnia teatrale che l’8 giugno mette in scena la commedia “Mani in Alto” di Guglielmo Giannini. Il cast include nomi famosi della scena locale, come Aurelio Ballerini, Mario Teli, Federico Crippa (anche regista), Mario Moneta, Sergio Lietti e Luciano Corti. Palmira Pozzi, Maria Luisa Mauri e Antonella Galbusera costituivano la parte femminile del cast, completata da Umberto de Franco, per le scenografie, e da Riccardo Teli, come suggeritore.

Il Palladium fu anche la sala dove tra marzo e aprile si proiettarono i film dei Promessi Sposi, sia nella versione cinematografica di Camerini (1940), che in quella più recente televisiva di Bolchi, in occasione delle celebrazioni per il centenario manzoniano. Anche la Compagnia dell’Oratorio mise in scena il proprio spettacolo celebrativo, “Paesi manzoniani”. Con temi musicali del maestro Giuseppe Mazzoleni, Togni e* Sacchi, partecipazione della ricostituita orchestra Azalea, parodie e scenette dei filodrammatici di Castello, andò in scena con grande successo il giorno primo dicembre. Fine dello spettacolo in linea con le normative di austerità: ore 23 in punto!

27 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022
9 febbraio 1973 cavallotti e catenelle in Corso Matteotti 1 dicembre 1973 Paesi Manzoniani

Le pagine de “Il Resegone” seguirono durante tutto il corso dell’anno lo svolgimento del “Grand Prix” organizzato dall’oratorio maschile. Composto da numerosi giochi durante le settimane da ottobre a maggio, in quel 1972-73 vide subito primeggiare Claudio Crotta, un ragazzo di 13 anni che, già Campione di Natale e Campione di Inverno si aggiudicò il titolo, davanti a Maurizio Regazzoni ed Alfredo Calabrese, tutti ragazzi di terza media. Nel campo sportivo, il Gruppo Osvaldo Zanetti indisse una leva calcistica per le classi dal 1956 al 1960. “Per informazioni, rivolgersi a don Lino e presentarsi alla leva con divisa!” L’attività calcistica si sviluppava, non solo con la partecipazione delle squadre ai campionati durante l’anno, ma anche con l’ormai tradizionale Palio calcistico notturno di luglio. Interessante la presenza della categoria “Pulcini” che, a quel tempo, arrivava fino ai 15 anni di età. Ma, proprio dall’autunno 1973, si avviò anche la pallavolo, con nuova leva tra i ragazzi delle classi dal 1957 al 1960.

Per la festa della mamma, il parroco don Mario Molteni consegnò all’indimenticabile Teresina Buzzi un diploma offerto da tutte le mamme di Castello, in ringraziamento del suo lavoro presso la scuola materna parrocchiale.

Ai ragazzi dell’Oratorio indirizzò un proprio messaggio il cardinale Colombo, in risposta al saluto a lui inviato: “Sono persuaso che dove manca l’Oratorio, la Parrocchia è senza avvenire. Ma l’Oratorio non sono le mura e i cortili, ma sono soprattutto i ragazzi ed i giovani che lo frequentano; sono i collaboratori con il loro Assistente.”, con l’augurio di diventare “cristiani autentici e affascinanti in mezzo alla società”.

28 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022
Don Mario Molteni Festa Mamma 18-05-73 Claudio Crotta

Concludiamo questa veloce corsa nel 1973 con altri avvenimenti di carattere cittadino che coinvolsero Castello. All’inizio di gennaio la Giunta del sindaco Puccio presentò il piano di attività per il quinquennio 1971-75, che prevedeva la costruzione di una nuova scuola media per i quartieri di Castello e dei Cappuccini. Nota dell’autore: non vorrei sbagliarmi, ma credo che sia quella di via Milazzo che ho frequentato, fresca di apertura, dal 1984. Di più rapida esecuzione fu la costruzione della palestra annessa alla scuola Carducci, approvata lo stesso anno. Sempre parlando di scuola, a Castello, con il direttore scolastico Ambrogio Cesana, si sperimentò con grande successo e partecipazione degli scolari la “scuola integrata”, in cui al pomeriggio, dopo la pausa per la refezione e il gioco, si effettuavano (due ore per quattro giorni) attività manuali, artistiche e ludiche, strettamente in dialogo con le attività del mattino, a differenza del doposcuola classico. Il 20 maggio si svolse, su un percorso di 20 km, la prima Camminata Manzoniana, attraverso i luoghi del romanzo, organizzata dall’A.N.A. (Associazione Nazionale Alpini di Castello), in collaborazione con le Guide Manzoniane e l’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo. Fu un successo. Il percorso passava anche da via don Pozzi, per scendere da Corso Matteotti attraverso il parco Belgioioso. Vi partecipò anche un gruppo di alunni della Carducci, guidato dal maestro Colombo. Nel mese di giugno Castello risultò allacciata, con le proprie fognature, al nuovo depuratore del Bione. In via Fogazzaro l’Ente Nazionale Assistenza Lavoratori organizzava un corso per programmatori di elaboratori elettronici IBM: il futuro si affacciava nel mondo del lavoro. Un’ultima nota di attualità in questo periodo di Avvento: nel 1973 e ancora per un decennio circa, la benedizione delle case comprendeva anche le vie Petrarca, Catullo, Virgilio, Tasso, Stelvio e un pezzo di Viale Turati, poi passate alla parrocchia dei Cappuccini.

29 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022
Lavori all’incrocio di Corso MatteottiXI FebbraioGiovanni XXIII Scavi per le fognature in via F.lli Bandiera

UNA CANZONE PER NATALE

Hugh Grant impersona Will nel film del 2002 “About a boy – Un ragazzo”. Il personaggio vive di rendita grazie ai diritti di autore di una canzoncina natalizia scritta dal padre molti anni prima. Nonostante questa canzone gli permetta di vivere agiatamente, Will odia visceralmente questa canzone che, puntualmente, ogni anno viene rispolverata. Questo brevissimo incipit serve solo a dire che a Natale la musica gioca un ruolo fondamentale e satura l’aria delle feste. C’è di tutto: dai canti più tradizionali che vanno da “Tu scendi dalle stelle” a “Stille Nacht” (Astro del ciel), da “Bianco Natale” a “Adeste Fideles” (Venite adoremus) che evocano momenti sacri. Per passare a classici come “Let it Snow” o “Jingle Bells”, serviti in salsa rock e stravolti in cover, molto spesso da dimenticare. Ci accompagnano in spot natalizi, nei centri commerciali nel tentativo di creare un clima e un’aria di festa, spesso fasulla e finalizzata ad un’istigazione all’acquisto di beni e generi commerciali. Le “Christmas songs” sono anche diventate un vero e proprio genere che ha creato nuovi classici pop che svariano da John Lennon (“Happy Xmas – War is Over”) a “Last Xmas” di George Michael. Una scorribanda nella play list di Spotify ci propone addirittura una novantina di pezzi che per i più tradizionalisti comprendono il meglio dei “crooners” quali Dean Martin, Bing Crosby, Perry Como e Frank Sinatra che sussurrano melodie usignolesche. Non mancano le versioni più trasgressive fino a sorprendenti Lady Gaga, Ariana Grande, Bruce Springsteen, Mariah Carrey. Insomma ce n’è per tutti i gusti e nessuno si sottrae al rito della canzone natalizia che, evidentemente, ha anche dei buoni ritorni commerciali. Che dire? Se si dice che alcuni pezzi nella loro zuccherosità melensa sono insopportabili, si corre rischio di passare per cinici e snob; come anche richiamandosi solo ai canti sacri ci sarebbero sicuramente precluse sensazioni e atmosfere che alcune canzoni riescono a trasmetterci ogni anno e di cui, sotto sotto, non riusciremmo a fare a meno. Forse è meglio che la musica scorra liberamente, nella certezza che anche questo Natale passerà e che per il prossimo anno le canzoni saranno lì ad attenderci. Buone Feste!

BANCO VENDITA PRO MISSIONI ANNO 2022

attivo passivo

Incasso Banco vendita 1.549,00

Offerte per Missionari 200,00

Suor Marcella Catozzo- Haiti 400,00

Don Fernando Milani -Filippine 250,00

Fratel Domenico Vicari - Camerum 250,00

Padre Marco Ribolini Tailandia 250,00

Padre Claudio Corti - Tailandia 250,00

Missioni Suore Scuola Materna 250,00

In cassa per acquisti 99,00

Totale 1.749,00 1.749,00

Il gruppo missionario ringrazia tutti coloro che hanno collaborato con il loro lavoro e acquistando i prodotti in esposizione, alla riuscita del Banco Vendita.

30 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022
Claudio

ANAGRAFE PARROCCHIALE

BATTESIMI

Butti Olimpia di Matteo e Viglienghi Tecla

Vitali Ginevra di Arnaldo e Annibaldi Elena

FUNERALI

Spandri Pia Fomasi 85 anni Ratti Enrica Indovino 66 anni

Visentin Lino 93 anni

Negri Giuseppe 84 anni

Frigerio Ferruccio 72 anni Bovis Alfonso 96 anni

Okret Martino 87 anni

Broglio Paolina Mazzoleni 72 anni Da Campo Battista 89 anni

La Torre Domenico 68 anni

31 PAROLE DI VITA - DICEMBRE 2022

ORARI PARROCCHIA

ORARI PARROCCHIA

FESTIVE Vigiliare Giorno

ore 8.30 18.30 ore 18.30 ore 8.00 10.00 11.30 18.30

S.s MESSA ore 18.30 ADORAZIONE EUCARISTICA ore 17 ROSARIO ore 18 Ss. MESSE ore 8 - 10 - 11.30 - 18.30 ROSARIO ore 18

FERIALI

da Lunedì a Venerdì “ Sabato (vigiliare) Domenica “ “ “

S. MESSA ore 8.30 preceduta alle 8.15 dalle LODI S. MESSA ore 18.30 preceduta alle 17.45 dal ROSARIO e alle 18.15 dai VESPRI

Prima delle S. Messe i sacerdoti sono disponibili per le confessioni, salvo diverse indicazioni

Dalle 19.00 alle 19.30 Dalle 8.30 alle 12.30

S. MESSE FERIALI S. MESSE FESTIVE BUONA STAMPA SEGRETERIA PARROCCHIALE

CONTATTI

ORARI PARROCCHIA CONTATTI

Il parroco è disponibile per le confessioni il sabato dalle 16.30 alle 18.00.

SEGRETARIATO SOCIALE

Don Mario Fumagalli (Parroco)

Don Mario Fumagalli (Parroco) Don Mario Proserpio Segreteria Parrocchiale

Dalle 9.30 alle 10.00 Dalle 14.30 alle 15.30

Don Mario Proserpio Segreteria Parrocchiale Scuola Materna e Nido dei Passeri

Dalle 10.00 alle 12.00 Dalle 16.00 alle 18.00 Dalle 9.30 alle 10.30

Martedì Giovedì

Scuola Materna e Nido dei Passeri

Sabato Domenica Da Lunedì a Venerdì “ Mercoledì in oratorio

Tel. e Fax Tel. Tel. Tel. e Fax

Tel. e Fax Tel. Tel. Tel. e Fax

Problematiche familiari, assistenza alimentare, richieste di lavoro, patronato sociale. Servizio medico e consulenza giuridica solo su prenotazione

SAN VINCENZO

0341 364138 0341 368921 0341 364138 0341 369337 www.parrocchiadicastello.it e-mail:segreteria@parrocchiadicastello.it

CONTATTI

0341 364138 3392374695 0341 364138 - 3755669810 0341 369337 www.parrocchiadicastello.it segreteria@parrocchiadicastello.it parroco@parrocchiadicastello.it mariodon.proserpio@gmail.com amministrazione@parrocchiadicastello.it caritas@parrocchiadicastello.it scuola dell’infanzia e nido dei passeri: coordinatricesi06@parrocchiadicastello.it

CINETEATRO PALLADIUM

CINETEATRO PALLADIUM

Tel. e Fax 0341 361533 www.cinemapalladium.com

Don Mario Fumagalli (Parroco) Tel. e Fax 0341 364138 Don Mario Proserpio Tel. 0341 368921 Scuola Materna Tel. e Fax 0341 369337 Abitazione Suore Tel. 0341 283724 www.parrocchiadicastello.it e-mail segreteria@parrocchiadicastello.it

Tel. e Fax 0341 361533 www.cinemapalladium.com

CINETEATRO PALLADIUM

Tel. e Fax 0341 361533 www.cinemapalladium.com

La redazione: Don Mario Fumagalli, Santo Caruso, Cecilia Mariani, Mariolina Mauri, Chiara Pizzi, Claudio Santoro. Si ringraziano tutti coloro che hanno collaborato ai contenuti.

La redazione: Don Mario Fumagalli, Santo Caruso, Mariolina Mauri, Chiara Pizzi, Claudio Santoro, Umberto Riva Si ringraziano tutti coloro che hanno collaborato ai contenuti e alla distribuzione del Giornale della Comunità Parrocchiale

La redazione: Don Mario Fumagalli, Santo Caruso, Cecilia Mariani, Mariolina Mauri, Chiara Pizzi, Claudio Santoro. Si ringraziano tutti coloro che hanno collaborato ai contenuti.