Issuu on Google+

Sto caricando “www.macitynet.it”

05-12-2008 18:13

DROBO, l'archiviazione complessa diventa facile di Redazione | 31-12-2008

Se il nostro archivio di dati di lavoro o del tempo libero cresce a dismisura, abbiamo già avuto a che fare con la gestione di dischi esterni multipli. Il vantaggio principale di questa soluzione è la spesa contenuta: oggi anche a meno di 100 euro si trovano dischi capienti più o meno compatti che risolvono temporaneamente il problema. Chi deve gestire e conservare grandi archivi di dati sottoforma di fotografie, filmati, immagini e altri documenti ingombranti prova sulla propria pelle gli inconvenienti dei dischi singoli sparsi, quando un disco risulta difettoso e anche quando occorre aumentare la capacità di archiviazione. Per risolvere tutti questi inconvenienti Data Robotics ha progettato DROBO: in breve si tratta di un sistema di archiviazione in grado di ospitare al suo interno 4 dischi da 3,5 pollici. Molto più di un contenitore per dischi fissi Prima di classificare DROBO come un semplice contenitore per dischi fissi, occorre dare un'occhiata alle funzioni offerte sin dalla versione base. Innanzitutto DROBO permette di inserire al suo interno qualsiasi tipo di disco fisso da 3,5 pollici indipendentemente dalla capacità, dalla velocità di rotazione dei piatti e delle memoria cache integrata. Questo significa che possiamo scegliere dischi fissi da 3,5" di qualsiasi taglio e anche di costruttori diversi, a patto che siano tutti dischi fissi SATA I o SATA II. Qui la prima nota dolente: DROBO costa circa 500 euro e il prezzo non include alcun disco fisso, in pratica DROBO è fornito vuoto. Questo significa che per cominciare a utilizzarlo, oltre al prezzo non proprio contenuto di DROBO occorre aggiunere anche il costo di due dischi fissi da 3,5 pollici. Occorrono due HD perché DROBO possa conservare i nostri dati e allo stesso tempo proteggerli contro incidenti di qualsiasi tipo. Se per esempio installiamo all'interno di DROBO 2 dischi fissi da 500 GB la spazio disponibile per i nostri dati non è di 1 TB bensì circa la metà. L'altra metà di spazio è riservata da DROBO e utilizzata per creare copie di sicurezza dei dati. Per avere un'idea precisa della quantità di spazio resa disponibile da DROBO a seconda dei dischi fissi che installeremo è posisbile utilizzare il DROBOlator. Si tratta di un configuratore automatico che calcola la capacità a nostra disposizione: è sufficiente trascinare all'interno di DROBO i dischi fissi di diverse capacità per ottenere lo spazio utilizzabile complessivo. Installando due dischi da 250 GB otteniamo 231GB circa di spazio per i nostri dati e altri 231 GB circa di spazio utilizzato da DROBO per la protezione. La sicurezza costa metà dello spazio ma e' facile da gestire Chi non ha mai utilizzato un sistema di dischi RAID potrebbe rimanere colpito negativamente da questo dettaglio: solo metà circa della capacità complessiva dei dischi installati è disponibile con DROBO per i dati. Occorre tenere presente però che questa consistente "tassa" sullo spazio disponibile va a tutto vantaggio della sicurezza. Pur non utilizzando le tecnologie RAID, DROBO implementa soluzioni proprietarie per offrire dati ridondati. Supponiamo di iniziare a utilizzare DROBO con solamente due dischi: se uno dei due si guasta con le soluzioni standard a disco singolo rischiamo seriamente di perdere l'intero contenuto del disco. Con DROBO invece è sufficiente rimuovere lo sportello, estrarre il disco fisso difettoso segnalato da una grande luce rossa lampeggiante, proprio a lato dell'HD, infine inserire al suo posto un nuovo disco fisso. A questo punto DROBO ricostruisce sul nuovo disco fisso tutti i dati: l'operazione è piuttosto lunga ma mentre viene effettuata, lo spazio per memorizzare i dati e gli stessi dati conservati su DROBO sono a nostra disposizione, senza alcuna interruzione del servizio. L'architettura intelligente di DROBO offre così i vantaggi dei sistemi di dischi RAID, migliorata, allo stesso tempo gestendo in modo automatico e completamente trasparente per l'utente tutti i dettagli circa configurazioni, settaggi e tutte le altre operazioni tecniche di gestione. Un altro esempio della versatilità di DROBO risulta evidente quando occorre aggiungere spazio di archiviazione. Ancora una volta è sufficiente aprire lo sportello e, senza spegnere DROBO, è sufficiente inserire un nuovo disco fisso in uno degli altri due http://www.macitynet.it/immagini/test/drobo/#

Pagina 1 di 6


Sto caricando “www.macitynet.it”

05-12-2008 18:13

sufficiente aprire lo sportello e, senza spegnere DROBO, è sufficiente inserire un nuovo disco fisso in uno degli altri due alloggiamenti vuoti. L'operazione risulta identica anche quando tutti i 4 vani interni sono occupati da dischi fissi. Con DROBO possiamo rimuovere un disco fisso alla volta: rimuoviamo il meno capiente per sostituirlo con una nuova unità. DROBO inizia immediatamente a ricostruire i dati sulla nuova unità e, quando l'operazione è terminata, possiamo passare a sostituire la seconda unità meno capiente e così via. Versioni e collegamenti I primi modelli di DROBO disponibili sul mercato offrivano il solo collegamento USB 2.0 e compatibilità esclusivamente per il mondo Windows. Con l'aggiornamento del software di gestione e l'introduzione dei nuovi modelli Data Robotics ha migliorato sensibilmente le funzioni offerte: ora è possibile utilizzare DROBO con qualsiasi sistema operativo: Windows, Mac e anche Linux, inoltre è stato integrato anche il collegamento FireWire 800. Considerando le funzioni e la capacità di DROBO, può raggiungere fino a 16 Terabyte di spazio suddiviso in 4 dischi fissi, la possibilità di serie di poter essere collegato a una sola macchina risulta un po' limitante. Pur sufficiente per gran parte delle esigenze per l'utilizzo domestico o in un piccolo ufficio, il migliore modo per sfruttarlo l'integrazione di serie di collegamenti multipli per la rete, cablata o wireless che sia. Questo è possibile con l'accessorio opzionale DROBOShare che offre connettività Gigabit Ethernet di fatto trasformando DROBO in un perfetto NAS di rete ma incrementando la spesa complessiva. Si tratta però, come abbiamo detto, della scelta che qualsiasi utente non singolo dovrebbe fare visto che oltre alla possibilità di condividere lo storage su diversi computer si apre tutto un mondo di collegamenti e gestioni in locale e in remoto che DataRobotics promuove con un sito apposito dedicato alle soluzioni open source di terze parti. Pensate di creare un server DLNA per utilizzare il DROBO come server domestico? Volete accedere ai vostri dati da internet o controllare il vostro sistema con iPhone? DROBO e Time Machine DROBO e' totalmente compatibile con Time Machine con Mac OS X 10.5 Leopard: il software di backup si occupa di copiare il contenuto del vostro disco in maniera incrementale permettendovi di tornare indietro nel tempo per recuperare vecchie configurazioni e file eventualmente persi o cancellati. DROBO, come vediamo nella galleria fotografica qui sotto diventa di fatto un disco esterno per Time Machine e alla sicurezza di backup dei vostri dati aggiunge quella della gestione della registrazione e dell'espansione delle quantità di dati registrati senza dovervi trasformare in esperti di sistemi RAID.

^ Tutti gli elemti della soluzione DROBO

^ Sul coperchio troviamo le 3 semplici

^ Nella scatola accessori troviamo i cavi ed

vengono forniti in una confezione che

operazioni da fare per far partire il tutto:

ovviamente il software

assicura il massimo della protezione dagli

inserire i dischi, collegare e installare il

urti.

software in dotazione

http://www.macitynet.it/immagini/test/drobo/#

Pagina 2 di 6


Sto caricando “www.macitynet.it�

05-12-2008 18:13

^ Anche il DROBO ha la sua protezione: la

^ Eccolo una volta aperto. Sicuramente un

^ Ed ecco cosa si rivela dietro il coperchio

superficie e' lucida e va quindi preservata da

prodotto dal design studiatissimo

anteriore: una serie di slot in cui infilare i 4

ditate.

hd che diventeranno la nostra memoria aggiuntiva

^ Qui vediamo lo slot pronto per accogliere

^ Qui vediamo un dei dischi da 500GB e-

^ Infiliamo il disco all'interno semplicemente

l'hard disk esterno

sata utilizzato per la prova: si tratta di un

facendolo scorrere all'interno della slitta

modello Green Power a basso consumo di

predisposta.

Western Digital.

^ La seconda parte della nostra prova

^ Anche qui all'interno del coperchio

^ Anche l'unita' DROBOShare e'

riguarda l'installazione di un accessorio

troviamo le informazioni sul collegamento e

abbondantemente protetta.

fondamentale: l'unita' DROBOShare che

il consiglio di lanciare la Dashboard, il

permette di condividere in rete il contenuto

software di controllo per configurare il tutto.

del vostro DROBO in maniera del tutto autonoma.

^ Eccola rivelata con la sua presa di rete, le

^ Una vista ravvicinata delle porte.

^ Ecco DROBO e accessorio di condivisione

due prese USB e il collegamento per

insieme: anche in questa combinazione il

l'alimentazione. Sulla sommita' trovano

risultato estetico e' notevole e si mantiene la

http://www.macitynet.it/immagini/test/drobo/#

Pagina 3 di 6


Sto caricando “www.macitynet.it”

05-12-2008 18:13

l'alimentazione. Sulla sommita' trovano

risultato estetico e' notevole e si mantiene la

posto gli incavi per ospitare il DROBO.

compattezza generale.

^ Qui vediamo il retro: anche questo ben

^ Qui abbiamo cominciato a collegare i vari

^ Ecco DROBO di fianco ad un Mac Pro per

studiato per poter collocare DROBO in

cavi. Manca ancora quello di rete che puo'

darvi un'idea delle dimensioni globali.

qualsiasi posizione di uno studio: la versione

essere connesso ad un hub anche wireless

Come si vede la parte anteriore e' semi

con Firewire più recente ha un diverso

o ad un altro computer

trasparente e comunica lo stato dei dischi

disegno della protezione delle ventole.

interni con led e pittogrammi luminosi di generose dimensioni.

^ questa e' una immagine di DROBO con

^ L'installazione del software e' molto

^ Documentazione, Dashboard da installare

tutti i dischi attivi e in pieno funzionamento.

semplice: all'interno del CD fornito troviamo

e pure accesso a video che illustrano

tutti gli strumenti necessari.

facilmente come procedere nelle varie operazioni (in lingua inglese)

^ Una volta installato il software e ottenuto il

^ Il software propone anche il formato più

^ E poi una volta avuto successo con la

messaggio di successo si passa all'analisi

corretto.

formattazione comunica la possibilita di

degli HD ospitati all'interno di DROBO e alla

inserire dischi aggiuntivi.

loro formattazione.

http://www.macitynet.it/immagini/test/drobo/#

Pagina 4 di 6


Sto caricando “www.macitynet.it”

05-12-2008 18:13

^ E' possibile anche verificare quanta parte

^ DROBO puo' essere utilizzato anche per

^ Ecco come Time Machine vede un

disco e' riservata ai dati, all'espansione,

backup con Time Machine. Una sicurezza in

DROBO ancora non del tutto configurato.

quanta e' utilizzata er la protezione...

piu'

^ Se passiamo ai controlli avanzati vediamo

^ Qui vengono gestiti sia l'aggiornamento

^ Gli aggiornamenti in questi mesi sono stati

come viene gestita la presenza dei vari

dei dati che i possibili avvisi da fornire

frequenti e sono un indice della cura che

dischi negli slot: in questo caso con un solo

durante le situazioni critiche

DataRobotics mette nello sviluppo di uno

disco si avvisa che e' impossibile la

dei suoi prodotti di punta.

protezione dei dati e viene consigliato

Ma come vedremo Data Robotics si affida

l'inserimento di almeno un'altra meccanica.

anche al mondo Open Source, soprattutto per espandere le capacità di comunicazione del modulo di condivisione.

La trasformazione di DROBO: DROBOShare Nella sua configurazione di base DROBO è un dispositivo che per essere utilizzato deve essere collegato a un computer (DAS da Desktop Attached Storage) questo significa che se in casa o in ufficio abbiamo più di un computer, le informazioni memorizzate sul DROBO risulteranno accessibili solo se il computer a cui il DROBO è collegato è in funzione. Per rispondere meglio a queste evenienze e per espandere considerevolmente le funzioni e i servizi offerti da DROBO, il costruttore Data Robotics propone il componente aggiuntivo DROBOShare: il distributore italiano ADL lo propone al prezzo di 194 euro IVA esclusa. Oltre a guadagnare un collegamento di rete Gigabit Ethernet, con l'acquisto di DROBOShare in pratica trasformiamo completamente il nostro DROBO che diventa così un dispositivo di archiviazione e di sicurezza dei dati in grado di funzionare autonomamente all'interno della rete di casa o dell'ufficio. Da dispositivo DAS il DROBO diventa a tutti gli effetti un dispositivo NAS, dalle iniziali di Network Attached Storage. Innanzitutto questo significa che i dati conservati sul DROBO sono sempre a disposizione di qualsiasi computer in rete: non occorre più un computer costantemente in funzione a cui collegare il DROBO. Funzioni possibili con DROBO + DROBOShare DroBoShare permette di gestire fino a due DROBO, questo significa che l'utente ha sempre la possibilità di espandere la capacità complessiva di archiviazione fino a 32TB, ricordiamo che lo spazio disponibile è all'incirca pari alla metà e che metà è utilizzato per il mirroring. Ancora la filosofia di DROBO che riduce a zero amministrazione e difficoltà di utilizzo per l'utente, è la stessa che troviamo in DROBOShare che risulta a tutti gli effetti un sistema NAS utilizzabile da qualsiasi utente, senza doverci trasformare in un amministratore di rete o di sistema. DROBOShare è gestito da Linux ed è possibile installare una serie di programmi gratuiti, reperibili nel mondo Open Source, per incrementare considerevolemte le funzioni svolte. La scelta è ampia e cambia anche il livello di difficoltà dell'operazione da estremamente semplice a super complesso. Qui ci limitiamo a ricordare alcuni degli applicativi più interessati installabili nel sistema DROBO+DROBOShare.

http://www.macitynet.it/immagini/test/drobo/#

Pagina 5 di 6


Sto caricando “www.macitynet.it”

05-12-2008 18:13

Un salto di qualità per la nostra rete Innanzitutto per cominciare a installare programmi ed espandere le funzioni di DROBO occorre installare DROBOApps Admin Utility, un programma che permette di installare, configurare e disinstallare gli applicativi dal DROBO. Una volta fatto il primo passo, è possibile installare per esempio Firefly che funge da server per tutti i media gestiti da iTunes: una volta memorizzati sul DROBO i brani possono poi essere riprodotti da qualsiasi Mac o PC attraverso la libreria condivisa disponibile sulla nostra rete. Interessante e anche utile il programma Yoics che permette di accedere a tutti i contenuti del DROBO da qualsiasi computer collegato al Web, iPhone compreso. Interessante anche il software Fuppes UPnP/DLNA che permette di utilizzare il DROBO come sorgente di file audio e video in streaming riproducibili su Xbox 360, Playstation 3 e televisori evoluti, oppure ancora PureFTPd che permette di utilizzare il DROBO come server FTP per conservare e soprattutto trasferire file attraverso Internet. L'elenco dei programmi installabili sul DROBO munito di DROBOShare è lungo e impossibile da riportare qui per esteso: quello che qui importa evidenziare è che la soluzione offre così tanti campi di impiego e funzioni utili, o divertenti, che gli utenti più disposti a giocare con le impostazioni software possono trovare in DROBO un dispositivo unico per far compiere alla propria rete di casa o dell'ufficio un salto di qualità. Tutte le informazioni sugli applicativi per il DROBO+DROBOShare si trovano in questa pagina del sito Web di Data Robotics. Conclusioni DROBO è l'acquisto perfetto per tutti gli utenti che nel tempo hanno accumulato una quantità di dischi fissi esterni per conservare i dati. Rispetto ai dischi fissi esterni o enclosure esterne per HD, reperibili a prezzi estremamente contenuti, DROBO risulta un'alternativa estremamente costosa. Ciò nonostante la possibilità di eseguire sostituzioni a caldo per incrementare lo spazio di archiviazione o per sostituire dischi guasti, unita alla gestione completamente automatica della sicurezza e del ripristino dei dati, rendono DROBO una soluzione da tenere in considerazione. La spesa iniziale non è contenuta ma le caratteristiche fin qui esaminate unite alla possibilità di personalizzare e incrementare l'archivio nel tempo, ed espanderne le capacità in rete e internet grazie a DROBOShare e al software open source rendono DROBO un investimento destinato a durare nel tempo. Pro Archivia i dati in sicurezza senza interventi dell'utente Gestione e manutenzione semplificati al massimo Espandibile e configurabile a piacere Sostituzione a caldo e recupero dati automatici Contro Prezzo iniziale elevato Il modello base non integra di serie collegamenti di rete. Prezzo al Pubblico - DROBO, Sistema di Archiviazione Dati (USB 2.0 FW800):€ 474,16 Iva Esclusa - DROBOShare Base Ethernet Per DROBO: € 194,00 Iva Esclusa - DROBO + DROBOShare: € 660,00 Iva Esclusa Distribuzione: American Dataline

http://www.macitynet.it/immagini/test/drobo/#

Pagina 6 di 6


daaado