Page 1

files q u e s t i o n

o f

s t y l e

QUALITY

Fashion&Cinema Humor and color Watches Beyond the time. Baselworld highlights Jewels Chanel. The lion and its charme Beauty Spring Energy

TRAVEL



A winning couple, on screen and in life

AD



PENELOPE CRUZ JAVIER BARDEM

IN

Milan. 30 years of Italian Fashion

E

CULTURE

  

IT AL Y

A 5 stars & gourmet experience

M

Quarterly - N. 69 - SPRING 2018 - printed in March 2018 - Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 95/2001 del 13 marzo 2001 - € 10

a


Breguet, creatore. Classique 7147 La cassa d’oro finemente scanalata dell’orologio Classique 7147, sapiente espressione di eleganza e di precisione, contiene un movimento meccanico extrapiatto con spirale in silicio. L’estrema pulizia del quadrante in smalto grand feu svela con discrezione – come fosse una confidenza – la famosa firma segreta di Breguet. La storia continua ...


B R E G U E T B O U T I Q U E – V I A M O N T E N A P O L E O N E , 19

MILANO

+ 3 9 0 2 / 7 6 0 0 7 7 5 6 – W W W. B R E G U E T. C O M


CHANEL .COM La Linea di CHANEL - Numero con addebito ripartito 840.000.210 (0,08€ al minuto).


004_007.qxd

22-03-2018

9:53

Pagina 5

CAMBIAMO COLORE?

EDITORIAL

by Enrico Cogno

A volte, cambiare colore, cambia tutto. Non solo nella moda, ma, ad esempio, nell’economia mondiale, dove sta avvenendo un cambio di strategie comportamentali di grande importanza. Facciamo chiarezza su questa tavolozza: per anni, quando era apparso chiaro che le risorse naturali del globo non erano infinite, con il concetto di Green Economy si era cercato di sensibilizzare il mondo imprenditoriale alla sostenibilità ambientale. Era l’epoca del verde. Poi siamo transitati all’epoca del “verdino”, mischiando il verde al bianco: era l’era del Greenwashing, quando si dava una “mano di verde” sul packaging e sulla comunicazione dei vari brand per far apparire tutto ecologico e rispettoso dell’ambiente, anche quando non lo era. Dare una sbiancata (whitewashing) nel mondo anglosassone sta per “nascondere qualcosa di spiacevole”: Green washing è infatti CHANGE COLOR? una crasi di Green e White Washing e indica un’eAt times, changing color changes everything. Not just in fashion, but, for examcologia di facciata. Tullio De Mauro l’aveva definiple, in the world economy, where an extremely significant change in behaviota “eco-cosmesi”, un finto abbellimento ecologirial strategy is taking place. Let’s clear something up on this palette: for years, co. Oggi stiamo transitando dal verde al blu. È when it seemed certain that the world’s natural resources were indeed finite, infatti il momento del Pensiero Blu. L’idea è di un creativo, Bob Isherwood, che è stato il responsathe concept of Green Economy intended to make entrepreneurs aware of bile della creatività della Saatchi & Saatchi. environmental sustainability. It was the age of green. Then we moved towards Isherwood ha creato il concetto di BlueThinking, the time of “pale green”, mixing the green with white: it was the era of la parafrasi di responsabilità ambientale in un Greenwashing, when a “hand of green” was put on the packaging and on the “oceano blu di nuove opportunità”. Guidare queadvertising for the various brands to make everything seem ecologic and sta innovazione è ora la grande sfida del secolo: respectful of the environment, even when it wasn’t. Whitewashing in the Anglo-Saxon world means “hiding something unpleasant”: Green washing in far vivere l’uomo nella natura senza danneggiarne fact is a crasis of Green and White Washing and indicates an ecology coveril corso, quindi agendo con un’autentica sosteniup. Tullio De Mauro had defined it “eco-cosmetics”, a fake ecological adornbilità. L’obiettivo è dare vita alla Blue Economy, individuando nella persona il fulcro dell’economia ment. Today we are moving from green to blue. Now indeed is the time for Blue Thinking. The idea came from creative artist Bob Isherwood, who was e dello sviluppo. Vi è già stata l’applicazione di an artistic director with Saatchi & Saatchi. Isherwood created the concept of questo concetto quarant’anni fa in un piccolo BlueThinking, to paraphrase environmental responsibility in a “blue ocean of stato himalaiano, il Regno del Buthan. Sembra new opportunities”. Leading this innovation is now the challenge of the centuuna favola, ma è una storia vera: il re del Buthan ry: letting mankind live in nature without leaving a footprint, consequently actdichiarò che la maggior parte degli indicatori ecoing with authentic sustainability. The objective is to inaugurate the Blue nomici erano un tentativo di misurare dei mezzi, Economy, identifying the fulcrum of economics and development in people. ma non misuravano i fini. Per questo, come obietThis concept was applied forty years in a small Himalayan nation, the Kingdom tivo politico, propose di creare la felicità dei cittaof Bhutan. It sounds like a fairy tale but it is a true story: the King of Bhutan dini e coniò, genialmente, il termine FIL (Felicità declared that the majority of economic indicators were an attempt to measure Interna Lorda) contrapponendolo al PIL (Prodotto means but they did not measure the ends. To achieve this, as a political objecInterno Lordo). Un altro dei grandi cambiamenti tive, he suggested the creation of happines for his citizens and brilliantly coined di cui abbiamo bisogno è quello di smettere di the term FIL (Felicità Interna Lorda - Gross Internal Happiness) counterposing posticipare tutto alla prossima generazione. Si it to PIL (Prodotto Interno Lordo - Gross Internal Product). It should be noted tratta di dare vita al network ZERI (Zero Emissions that another of the great changes we need to implement for this innovative Research and Initiative), creando una rete di approach is to stop postponing everything to the next generation. Hence the scienziati, imprenditori ed economisti, impegnati a creation of the ZERI network (Zero Emissions Research and Initiative), creating sviluppare processi produttivi a cascata, dove a network of scientists, entrepreneurs and economists, committed to develcioè gli scarti di un ciclo diventano materie prime oping cascading production processes, that is where the waste materials of di un altro. Quindi, non solo FIL al posto del PIL, one cycle become the raw material for another. Consequently, not just merema blu al posto del verde, per un po’ di gioia nei ly FIL replacing PIL, but blue replacing green, for a bit of joy in the hearts of all. cuori dei cittadini del mondo.

LUXURYfiles SPRING 2018 5


004_007.qxd

26-03-2018

9:59

Pagina 6

SOMMARIO

CONTENTS

6

EDITORIAL

8

LUXURY NEWS. Products, Events, Gourmet

TRIBUTE 28

38

Enrico Cogno. Molto piĂš di un Direttore Enrico Cogno. Much more than a Director

ETHICS 30

Strade differenti / Different roads

COVER 32

Javier Bardem, Penelope Cruz. Una coppia da Oscar / A winning couple

LUXURY AS QUALITY

84

38

Fashion Editorial. Humor and color

54

Watches. Oltre il tempo / Beyond the time

64

Watches. A Berlino, un red carpet speciale In Berlin for a special red carpet

68

Jewels. Chanel, il leone ed il suo charme Chanel, the lion and its charm

72

Watches. Tissot. Le tre anime, heritage, sport, innovazione Tissot. The three souls, heritage, sport, innovation

78

Beauty. Energia di primavera / Spring energy

68

TRAVEL 82

Velden. Come nelle fiabe da mille e una notte Velden. Like a fairy tale

84

NH Group. 5 Stelle e gourmet experience 5 stars and gourmet experience

CULTURE 88

Milano. 30 anni di moda italiana in mostra 30 years of Italian fashion on display

92

Firenze. Italia e Cina nell’arte / Italy and China in the art

6 LUXURYfiles SPRING 2018

54


008_027 News.qxd

22-03-2018

9:57

Pagina 8

LUXURY NEWS CINEMA&MODA/ SE LA BELLEZZA INCONTRA IMPEGNO E TALENTO

WHEN BEAUTY MEETS COMMITMENT AND TALENT

Protagonisti dello Spring shooting di Luxury files magazine sono Sarah Felberbaum e Matteo Martari due volti noti e affascinanti del migliore cinema italiano. Complice l’obiettivo arguto di Fulvio Maiani e le atmosfere sofisticate di Palazzo Montemartini, raffinato 5 stelle nel cuore della Capitale. Entrambi sono uno splendido esempio di talento italiano unito a bellezza e impegno. SARAH FELBERBAUM, bellissima e talentuosa ha appena festeggiato i suoi 38 anni e ha concluso da poco le riprese in Puglia del film di Andrea Zaccariello Non sono un assassino con protagonisti Riccardo Scamarcio, Alessio Boni e Claudia Gerini. Vanta una lunga carriera come conduttrice tv, attrice e scrittrice. Da giovanissima ha esordito in tv alla conduzione della rubrica Top of the pops, è stata protagonista in numerose fiction cult: memorabile fidanzata del Commissario Montalbano in varie serie o nella Grande Famiglia con un cast corale. Nel 2017 l’abbiamo vista nella brillante conduzione di Casa Mika insieme a Mika. Al cinema altrettanto poliedrica attrice diretta da noti registi italiani fra cui citiamo Papaleo, Siani, Brizzi e Vanzina. Anche MATTEO MARTARI in pochi anni è diventato uno degli attori più apprezzati e richiesti della sua generazione. Talentuoso 35enne veronese, dopo anni di lavoro nel mondo della moda come modello giunge alla recitazione nel 2014 sul set della serie web Under diretta da Ivan Silvestrini. Un talento naturale il suo che coniugato allo studio, alla tenacia e determinazione lo fanno presto approdare al cinema dove debutta con la partecipazione nel film di Gianni Zanasi La Felicità è un sistema complesso. Il salto poi nel 2016 quando conquista un importante ruolo nella fiction su Luisa Spagnoli, e poi nella serie tv Non uccidere. Viene subito apprezzato dal grande pubblico, il suo percorso prosegue con registi del calibro del premio Oscar Michel Hazanavicius nel film Le Redoutable, presentato durante l’ultimo Festival di Cannes. Nel 2017 è stato protagonista al cinema con 2Night di Ivan Silvestrini al fianco di Matilde Gioli. Ha interpretato inoltre il ruolo di Luigi Tenco nella serie tv dedicata alla vita di Fabrizio De Andrè. Attualmente è impegnato nelle riprese della seconda stagione della serie I Bastardi di Pizzofalcone. In autunno lo vedremo nuovamente in tv nella nuova stagione de I Medici.

Protagonists of the Luxury files magazine spring shooting are Sarah Felberbaum and Matteo Martari, two well-known and charming stars of Italian cinema. Fulvio Maiani worked his talent with the lens and the sophisticated setting of Palazzo Montemartini, elegant five-star hotel in the heart of the Eternal City, worked more magic. SARAH FELBERBAUM, beautiful and talented, just celebrated her 38th birthday and recently concluded shooting in Puglia for the new movie by Andrea Zaccariello Non sono un assassino also starring Riccardo Scamarcio, Alessio Boni andClaudia Gerini. She boasts a lengthy career as actress, writer and TV host. As a young woman, she debuted in TV as host for Top of the pops, and she has starred in many cult fiction programs: memorable betrothed of Commissario Montalbano in various editions or in Grande Famiglia with a choral cast. In 2017 she brilliantly hosted Casa Mika together with Mika himself. She is equally talented in movies, directed by such well-known directors as Papaleo, Siani, Brizzi and Vanzina. MATTEO MARTARI in just a few years has also become one of the most appreciated and sought-after actors of his generation. Talented 35-year old from Verona, after years working as a model for the fashion industry he began acting in 2014 on the set of the web series Under directed byIvan Silvestrini. He is a natural talent which combined with studies, tenacity and determination lead him quickly to the cinema where he debuted with a small role in Gianni Zanasi’s La Felicità è un sistema complesso. A leap then in 2016 when he conquered an important role in the TV fiction about Luisa Spagnoli, and then in the TV series Non uccidere. Immediately appreciated by the general public, his path continues with such talented directors as Oscarwinner Michel Hazanavicius in Le Redoutable, presented during the last Canned Film Festival. In 2017 he had a leading role in the movie 2Night by Ivan Silvestrini alongside Matilde Gioli. He has moreover portrayed Luigi Tenco in the TV series dedicated to the life of Fabrizio DeAndrè. At the present time he is working on the second season of the TV series I Bastardi di Pizzofalcone. In the fall he will once again be on TV in the new season of I Medici.

8 LUXURYfiles SPRING 2018


008_027 News.qxd

20-03-2018

9:44

Pagina 9


008_027 News.qxd

20-03-2018

9:45

Pagina 10

LUXURY NEWS EXHIBITION/ OROLOGERIA E ARCHITETTURA S’INCONTRANO Continua l’impegno di ROLEX in qualità di Partner e Orologio esclusivo della 16. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia. Anche per l’edizione 2018 - dal 26 maggio al 25 novembre - il noto brand si impegna a celebrare l’importanza di ripensare in maniera efficiente gli spazi e l’innovazione tecnica. Per Rolex il legame tra architettura d’eccezione e orologeria si basa su una cultura condivisa di eccellenza progettuale. Il tema della Biennale Architettura 2018, scelto dalle curatrici Yvonne Farrell e Shelley McNamara dello studio Grafton Architects di Dublino, è “Freespace”. L’obiettivo è sottolineare “la generosità di spirito e il senso di umanità” dell’architettura, focalizzando l’attenzione sulla qualità dello spazio. Arnaud Boetsch, Direttore Comunicazione e Immagine di Rolex SA, ha ribadito: “Siamo assolutamente entusiasti del tema scelto quest’anno, che è incentrato su un profondo senso di umanità e mette in risalto l’impatto esercitato dall’architettura sulla qualità della vita quotidiana. Rolex è convinta dell’importanza di dare un contributo alla società e crede fermamente nel valore e nelle capacità degli individui di raggiungere risultati straordinari, anche in architettura”. Da oltre 60 anni Rolex affida ad architetti di talento la progettazione delle sue sedi e condivide la loro continua ricerca di nuove interpretazioni dello spazio, delle sue forme e funzioni. Come il movimento di un orologio Oyster, un edificio risponde a una precisa serie di codici e a un messaggio chiaro, espresso tramite il suo design. Rolex parteciperà alla Biennale Architettura 2018 con un nuovo padiglione nei Giardini, le cui solide fondamenta saranno controbilanciate da una struttura trasparente, dalla superficie piatta che ricorda l’elegante lunetta zigrinata dell’Oyster Perpetual Day-Date ben visibile nel modello in foto.

Rolex Day-Date 40mm in white gold.

10 LUXURYfiles SPRING 2018

WATCHMAKING AND ARCHITECTURE COME TOGETHER The commitment ROLEX made as Partner and Exclusive Watch of the 16th International Exhibition of Architecture of the Biennale of Venezia continues. For the 2018 edition - from May 26 to November 25 - the famous brand is committed to celebrating the importance of effectively rethinking spaces and technological innovations. For Rolex, the bond between outstanding architecture and watchmaking is based on a shared culture of project excellence. The theme for the 2018 Architectural Biennale, selected by curators Yvonne Farrell and Shelley McNamara of the Grafton Architects Studio of Dublin, is “Freespace”. The objective is to underline architecture’s “generosity of spirit and sense of humanity”, focusing attention on the quality of space. Arnaud Boetsch, Director of Communications and Image for Rolex SA, stated: “We are very enthsiastic about the theme chosen for this year, which centers on a profound sense of humanity and emphasizes the impact exercised by architecture on the quality of daily life. Rolex is convinced of the importance of making a contribution to society and firmly believes in the values and capabilities of individuals to reach extraordinary results, also in architecture”. For more than 60 years Rolex has entrusted the plans for its offices to talented architects and shares their continuous search for new interpretations of space, of its forms and functions. As the movements of an Oyster watch, a building responds to a precise series of codes and a clear message, expressed through its design. Rolex will participate in the 2018 Architectural Biennale with a new pavillion in the Gardens, the solid foundations of which will be counter-balanced by a transparent structure, with a flat surface that calls to mind the elegant milled bevel of the Oyster Perpetual Day-Date, easily seen in the model in the photo.


008_027 News.qxd

20-03-2018

9:45

Pagina 11


008_027 News.qxd

20-03-2018

9:45

Pagina 12

LUXURY NEWS EXHIBITION/ MOSTRA-MUSEO E CAPSULA DEL TEMPO La Maison francese sceglie il gioco come tema dell’anno per un rivoluzionario progetto creativo. Pierre Alexis Dumas, direttore artistico di Hermès e Francesca di Carrobio, AD di HERMÈS ITALIA, hanno dato il via ad un’iniziativa speciale dedicata a Roma: dall'8 marzo fino alla fine del 2018 sarà aperto al pubblico uno spazio espositivo a via Condotti, 67. Una sorta di capsula del tempo, un po’ mostra, un po’ museo e un po’ temporary shop. Un raffinato racconto artistico intitolato ‘I tre giochi di prestigio’ ovvero un percorso fra magia e oggetti storici d’archivio Hermès, creato dalla designer Matali Crasset e dal curatore Stéphane Corréard che hanno avuto ‘carte blanche’ dalla maison per stupire e condurre lo spettatore in un viaggio onirico probabilmente iniziato nel marzo 1908 proprio a Roma, con una proiezione cinematografica nei giardini di Villa Medici, dove secondo un racconto fantasioso, illusionisti francesi vissuti nel XIX secolo come Georges Méliès e Raymond Roussel avrebbero incontrato Émile Hermès. Realtà o finzione? Nella prima sequenza, intitolata Gli Oggetti - fino al 18 maggio- protagonista è il mago Jean-Eugène Robert-Houdin. Tra levitazione, oggetti che scompaiono, guanti e cappelli animati, automi e storie fantastiche. Dall'orologio da taschino della collezione Émile Hermès ad un nécessaire da viaggio allo skateboard. Nella sequenza 2, La Luce - da maggio a settembre- protagonista sarà Georges Méliès e il cinema con giochi di luci ed effetti speciali. Nella sequenza 3 fino a dicembre, Le Parole, un viaggio in roulotte con lo scrittore e inventore Raymond Roussel, Un luogo oltre il tempo fra dettagli ed oggetti iconici dell’universo creativo Hermès mixati con opere di artisti contemporanei ed avveniristiche narrazioni di ‘docce sonore’.

12 LUXURYfiles SPRING 2018

EXHIBITION-MUSEUM AND TIME CAPSULE The French brand has selected games as the theme this year for a revolutionary creative project. Pierre Alexis Dumas, Art Director for Hermès, and Francesca di Carrobio, GM for HERMÈS ITALIA, have opened a special initiative dedicated to Rome: starting March 8 and until the end of the year, an exhibition space will be open to the public in the Via Condotti store. A sort of time capsule, a bit exhibition, a bit museum and a bit temporary shop. A refined artistic display entitled ‘The three sleights of hand’ or a path between magic and historical Hermès objects, created by designer Matali Crasset and by curator Stéphane Corréard who were given a free hand by the brand to awe and take spectators on a dreamlike voyage that probably began in March 1908 right here in Rome,with a movie projection in the Villa Medici gardens, where according to a fantastic legend, French illusionists who lived in the 19th century such as Georges Méliès and Raymond Roussel met Émile Hermès. Reality or make-believe? In the first sequence, entitled The Objects - until May 18 the protagonist is magician Jean-Eugène RobertHoudin. Levitation, disappearing objects, animated gloves and hats, fantastic stories. From the pocket-watch in the Émile Hermès collection to a travel kit to a skateboard. In the second sequence - Light - from May to September - Georges Méliès will be the protagonist with light and special effect games.In the third sequence, until December - Words - a voyage in a camper with writer and inventor Raymond Roussel. A place beyond time amongst details and iconic objects from the creative Hermès universe mixed with works by contemporary artists and futuristic narrations of “sound showers”.


008_027 News.qxd

20-03-2018

9:46

Pagina 13


008_027 News.qxd

20-03-2018

9:46

Pagina 14

LUXURY NEWS TRAVEL/ IT’S SPRING IN POSITANO

A POSITANO È PRIMAVERA Hotel dall’importante heritage ed emblema dell’eccellenza italiana, IL SAN PIETRO di Positano è meta prediletta di viaggiatori, artisti e scrittori, che giungono da ogni luogo per vivere la magia di questo affascinante piccolo mondo a picco sul mare. Da aprile la grande riapertura, il più iconico hotel della costiera amalfitana con i suoi giardini in fiore, sotto l’azzurro cielo primaverile, è pronto ad accogliere gli affezionati ospiti, provenienti da tutto il mondo. Vito Cinque, alla direzione dell’hotel insieme alla famiglia, e dallo scorso novembre anche Vicepresidente Europa dell’Associazione Relais & Châteaux, prosegue i lavori di rinnovo delle camere in collaborazione con l’architetto Fausta Gaetani, con la quale ha rielaborato lo stile signature dell’hotel, interpretazione moderna dell’eleganza della costiera amalfitana. Dopo la completa ristrutturazione della cucina di 400 mq e di 11 tra camere e suites negli ultimi 3 anni, 6 è il numero delle camere rinnovate nel 2018. Tutti i materiali dell’hotel sono rigorosamente artigianali e di provenienza locale, disegnati in esclusiva. Locali sono anche i sapori dello “Zass”, 1* Michelin che merita una menzione speciale, la cucina di ben 400 mq realizzata ex novo nel 2016, racconta il meglio dell’hotellerie di lusso che unisce tecnologia ed ecocompatibilità. Una proposta più informale per il mediterraneo ristorante sulla spiaggia “Carlino”. Novità 2018 è la nuova selezione di drinks internazionali rivisitati, una tradizione per gli ospiti del San Pietro, nessuno rinuncia a sorseggiare un drink sulla storica terrazza, aperta anche ai clienti esterni. Enjoy your spring! 14 LUXURYfiles SPRING 2018

A hotel with an important heritage and symbol of Italian excellence, IL SAN PIETRO di Positano is the preferred place for travelers, artists and writers, who arrive from the four corners of the world to live the magic of this uniquely tiny world overlooking the sea. The most iconic hotel along the Amalfi Coast will reopen in April with its blooming gardens, under a blue spring sky, and ready to welcome its treasured guests. Vito Cinque, who manages the hotel together with his family, and since last November also Vice President Europe of the Associazione Relais & Châteaux, continues with the work to refurbish the rooms in collaboration with architect Fausta Gaetani, with whom he also re-designed the signature style of the hotel, modern interpretation of elegance on the Amalfi Coast. Following the complete restructuring of the 400 mq kitchens and eleven rooms and suites in the past three years, six rooms were refurbished in 2018. All of the materials used in the hotel are strictly locally provenanced and handcrafted, with exclusive designs. The ingredients used in the “Zass”, 1* Michelin, which deserves a special note, are also local and enhance the dishes prepared in the 400mq kitchen fully renovated in 2016, and best tells of this luxury hotel that combines technology and eco-compatibility. A more informal look was adopted for the Mediterranean restaurant on the beach, the “Carlino”. New for 2018 are the drinks offered, a tradition for San Pietro guests, no one can fail to sip a drink on the famous terrace, open to external clients as well. Enjoy your spring!


008_027 News.qxd

20-03-2018

9:46

Pagina 15


008_027 News.qxd

22-03-2018

9:58

Pagina 16

LUXURY NEWS HOTELLERIE /

SUCCESSFUL FIRST EDITION

PRIMA EDIZIONE DI GRANDE SUCCESSO HOSPITALITYSUD, l’innovativo salone dedicato all’Hotellerie si è appena concluso Salerno presso la prestigiosa location della Stazione Marittima della pluripremiata archistar Zaha Hadid. “Un’ostrica con un guscio duro esterno che racchiude elementi fluidi e morbidi all’interno; una copertura ‘temprata’ che costituisce uno scudo protettivo dall’intenso sole del Mediterraneo”. Così lo studio Hadid ha definito l’opera che sancisce il passaggio dalla terra al mare coniugando funzionalità con forme eleganti. Un orgoglio per Salerno che spicca per innovazione e apertura a mix architettonici internazionali, una sorta di città enclave sorprendente che nell’ultimo decennio ha visto crescere notevolmente il suo appeal turistico. Del resto il 2017 è stato un anno più che positivo per tutto il turismo italiano con una crescita sostenuta sia degli arrivi che delle presenze turistiche (oltre 17 milioni in più) e con aumenti che hanno coinvolto tutte le tipologie di prodotto e di strutture ricettive: il comparto alberghiero ha segnato un +4,3% e l’extralberghiero +3,9%. Per quanto riguarda le regioni meridionali, nel 2017 è cresciuta la domanda turistica (+2,8%) e si sono registrati valori molto positivi per le imprese (+5,3%). Da queste premesse è nato Hospitality Sud, il primo evento dedicato alle forniture e ai servizi per l’hotellerie e l’extralberghiero, ideato e organizzato da Ugo Picarelli, l’unico appuntamento del Centro Sud Italia per gli operatori e i professionisti del mondo Horeca, in particolare si propone quale piattaforma d’incontro per: hotel, resort, ville, dimore storiche, relais, country house, agriturismi, villaggi, camping, B&B, case vacanza, centri benessere, spa, terme e stabilimenti balneari. Gli addetti ai lavori hanno incontrato le aziende presenti al salone espositivo e partecipato ai seminari di aggiornamento e formazione, agli incontri professionali su tematiche di interesse. Fra i media partner dell’iniziativa anche Luxury files magazine che da quasi 20 anni racconta l’eccellenza, con un’attenzione particolare alla bellezza del Made in Italy. 16 LUXURYfiles SPRING 2018

HOSPITALITYSUD, the innovative event dedicated to hotel hospitality held at the prestigious location of the Maritime Station by award-winning Zaha Hadid has just closed in Salerno. “An oyster with a hard external shell that encompasses fluid and soft elements inside; a “tempered” coverage that constitutes a protective shield from the intense Mediterranean sun”. These are the words used by Studio Hadid to define the work that sanctions the passage from land to sea blending functionality with elegant forms. Salerno is proud to house this work, which shines for innovation and embraces an international architectural mixture, a sort of surprising enclave that in the past decade has seen a significant increase in attracting tourism. Not surprisingly, 2017 saw a decidedly upward trend in Italian tourism with sustained growth in arrivals and presences (more than 17 million more) and with increases that involved all types of product types and hospitality structures: the hotel sector registered +4.3% and non-hotels registered +3.9%. With respect to the southern areas, in 2017 tourism demand grew (+2.8%) and very positive values were also registered for businesses (+5.3%). These are the premises behind Hospitality Sud, the first event dedicated to suppliers and services for the hospitality sector, created and organized by Ugo Picarelli, the sole event in central and southern Italy for operators and professionals in the Horeca sector, in particular it is the meeting platform for: hotels, resorts, villas, historical dwellings, relais, country homes, rural homes, villages, camping grounds, B&Bs, vacation homes, wellness centers, spas, thermal baths and beach structures. Operators met with the companies at the event and participated in the seminars and training courses, the workshops on subjects of interest to all. Amongst the initiative’s media partners was also Luxury files magazine, which for nearly 20 years has reported on excellence, with special attention on the beauty of Made in Italy.


008_027 News.qxd

20-03-2018

9:46

Pagina 17


008_027 News.qxd

20-03-2018

10:16

Pagina 18

LUXURY NEWS GOURMET / BUON PRIMO COMPLEANNO Per celebrare l’anniversario della splendida riapertura dell’HOTEL EDEN di Roma, struttura membro della Dorchester Collection, l’Hotel Plaza Athénée di Parigi ha invitato lo chef stellato Fabio Ciervo nel suo ristorante iconico, il Relais Plaza. Un incontro di culture e orizzonti gastronomici. Lo chef Ciervo ha trascorso una settimana con l’executive chef Philippe Marc, nella storica Avenue Montaigne proponendo una cucina italiana décontracté. Gli ospiti parigini e internazionali del Relais Plaza hanno piacevolmente assaporato un po’ di sapori della migliore “Dolce Vita” e alcuni dei famosi piatti ‘opera d’arte’ di Ciervo. E al suo rientro a Roma grande party per festeggiare il primo compleanno del nuovo Hotel Eden, fiore all’occhiello dell’ospitalità internazionale di lusso della Capitale. L’iconico rooftop con vista mozzafiato è divenuto uno splendido giardino fiorito, attraverso un percorso sensoriale in cui non potevano mancare le delizie stellate a tema.

Plaza Athenee - Relais Plaza.

HAPPY FIRST BIRTHDAY

Hotel Eden - Il Giardino - Spaghetti with clams gralic and parsley.

Star chef Fabio Ciervo.

18 LUXURYfiles SPRING 2018

To celebrate the anniversary of the splendid reopening of the HOTEL EDEN in Rome, a member of the Dorchester Collection, the Hotel Plaza Athénée of Paris invited star chef Fabio Ciervo to its iconic restaurant, Relais Plaza. A meeting of cultures and gastronomic horizons. Chef Ciervo spent a week with executive chef Philippe Marc, at the legendary Avenue Montaigne address, discussing Italian cuisine décontracté. The Parisian and international guests of the Relais Plaza were delighted to taste a few of the best “Dolce Vita”treats and some of the famous Ciervo “works of art”. And upon his return to Rome a big party to celebrate the first year of the new Hotel Eden the star of luxury international hospitality in the Eternal City. The iconic rooftop and its breathtaking view has become a splendid flowered garden, through a sensorial path in which delightful theme dishes are served.


008_027 News.qxd

22-03-2018

10:15

Pagina 19


008_027 News.qxd

26-03-2018

10:03

Pagina 20

LUXURY NEWS GOURMET /

IN TICINO ESOTICHE CUCINE STELLATE

EXOTIC AWARD-WINNING CUISINE IN TICINO

Torna S.Pellegrino Sapori Ticino 2018 uno dei più importanti appuntamenti di alta enogastronomia internazionale. La dodicesima edizione porta in Svizzera i sapori lontani ed esotici di diverse cucine del mondo. Protagonisti della nuova stagione del festival ticinese, saranno infatti 10 grandi Chef che, tra Asia ed Europa, racconteranno i piatti gourmet delle loro tradizioni culinarie. Nuovi piatti, ma una ricetta che rimane la stessa da 12 anni: un parterre di 19 stelle Michelin per 17 eventi in prestigiose location del Canton Ticino dove l’eccellenza dell’enogastronomia sarà il fil rouge dei diversi appuntamenti gourmand. India, Giappone, Maldive, Francia, Spagna, Slovenia, Germania, Italia e, naturalmente, Svizzera: a rappresentare gli stili di cucina di questi Paesi sono stati scelti grandi nomi del panorama gastronomico internazionale che potranno contare sul virtuoso abbinamento con eccellenti etichette vinicole locali e non solo. “Quest’anno abbiamo voluto portare in Canton Ticino un assaggio di quelle che sono le tradizioni culinarie di Paesi lontani, naturalmente in chiave di alta gastronomia” ci ha spiegato Dany Stauffacher, patron del Festival, “in tempi come i nostri, nei quali la cucina etnica è una realtà sempre più all’ordine del giorno, abbiamo scelto di aprirci al mondo invitando grandi Chef internazionali che, quest’anno più che mai, rappresenteranno stili, usanze e sapori sempre diversi tra loro. Un’edizione ricca di spunti e cultura come non mai, voluta non a caso proprio per il 2018, anno che vede Lugano diventare Città svizzera del Gusto”. S.Pellegrino Sapori Ticino, infatti, solo per quest’anno sarà uno

S.Pellegrino Sapori Ticino 2018, one of the most important international food and wine events is here again. The 12th edition brings the exotic tastes of different cuisines from around the world to Switzerland. Protagonists for the new season of the festival will in fact be ten great chefs who, ranging from Asia to Europe, will talk about the gourmet dishes of their culinary traditions. New dishes, but one recipe that has remained the same for the past 12 years: a parterre of 19 Michelin stars for 17 events in prestigious locations in Canton Ticino where the excellence of enogastronomy will be the thread for the various gourmand events. India, Japan, the Maldives, France, Spain,

20 LUXURYfiles SPRING 2018

I due Sud, Tomaz Kavcic.


008_027 News.qxd

20-03-2018

10:16

Pagina 21

degli appuntamenti di Lugano Città del Gusto. La capitale ticinese, infatti, è stata scelta per il 2018 dalla Fondazione della Settimana del Gusto come capoluogo nazionale dell’enogastronomia e, tra il 13 e il 23 settembre 2018 proporrà eventi, mostre, workshop e tanto altro. Il 29 aprile il Festival sbarca in Ticino con la serata di apertura dedicata agli Swiss Deluxe Hotels presso l’Hotel Splendide Royal di Lugano, dove Domenico Ruberto ospiterà i colleghi Mattias Roock (Locanda Barbarossa, Castello del Sole di Ascona), Dietmar Sawyere (The Japanese Restaurant - The Chedi, Andermatt) e Gregor Zimmermann (Restaurant Vue - Bellevue Palace Bern). Il primo appuntamento con gli Chef internazionali sarà con Anand Gaggan del Ristorante Gaggan di Bangkok, accolto il 5 e 6 maggio al Seven Lugano The restaurant, da Claudio Bollini. Due serate, per permettere a più ospiti di cenare con il numero 1 secondo la classifica Asia's 50 Best Restaurants, un vero maestro di cucina indiana. Non poteva mancare, anche quest'anno, la serata dedicata alle donne dove sia il pubblico che lo Chef saranno al femminile, protagonista Aurora Mazzucchelli Chef del Ristorante Marconi, Sasso Marconi (Bologna), che il 21 maggio sarà ospite del Ristorante Metamorphosis di Lugano. La grande cucina italiana sarà invece la protagonista della serata del 2 giugno, quando il neo tristellato Norbert Niederkofler del Ristorante St. Hubertus dell’Hotel Rosa Alpina di San Cassiano racconterà i suoi “sapori di montagna” agli ospiti del Fiore di Pietra, in cima al Monte Generoso con l’aiuto del padrone di casa Luca Bassan. Si chiude il 17 giugno al Casinò di Campione d’Italia, dove un team di grandi Chef ticinesi metteranno il sigillo a un’edizione che si preannuncia ricca di sapori e cultura enogastronomica. S.Pellegrino Sapori Ticino si riconferma una kermesse di alta enogastronomia internazionale capace di trovare sempre nuovi stimoli e spunti di grande qualità per il presente e per un futuro che sorprende.

The View Lugano, Giacomo Gasparri.

Fiore di Pietra, Norbert Niederkofler.

Slovenia, Germany, Italy and of course Switzerland: representing the cooking styles of these countries the great names in the international gastronomic panorama have been selected, who can count on a skilled blend of excellent local wines and much more as well. “This year we wanted to bring a taste of culinary traditions from far away countries to Canton Ticino, naturally haute cuisine” explained Dany Stauffacher, patron of the Festival, “in times such as ours, in which ethnic cuisine is ever more present, we chose to open to the world inviting great international chefs who, this year more than ever, represent different styles, customs and flavors. As never before, this edition promises to be a wealth of ideas and culture, unsurprisingly, as Lugano has been nominated Swiss City of Taste”. S.Pellegrino Sapori Ticino, in fact, just for this year will be one of the events for Lugano City of Taste. The Ticino capital was indeed selected for 2018 by the Fondazione della Settimana del Gusto as national seat of enogastronomy and, between September 13 and 23, 2018, will host events, exhibitions, workshops and many other events. The Festival opens in Ticino on April 29 with the opening evening dedicated to Swiss Deluxe Hotels at the Hotel Splendide Royal di Lugano, where Domenico Ruberto will host colleagues Mattias Roock (Locanda Barbarossa, Castello del Sole in Ascona), Dietmar Sawyere (The Japanese Restaurant - The Chedi, Andermatt) and Gregor Zimmermann (Restaurant Vue - Bellevue Palace Bern). The first date with the international chefs will be with Anand Gaggan of Ristorante Gaggan in Bangkok, welcomed on May 5 and 6 at Seven Lugano The restaurant, by Claudio Bollini. Two evenings, to enable as many guests as possible to dine with the number one chef according to Asia's 50 Best Restaurants, a true maestro of Indian cooking. And of course an evening dedicated to the ladies could not fail to be on the agenda, an evening in which the public as well as the chef will all be females, starring Aurora Mazzucchelli Chef of Ristorante Marconi, Sasso Marconi (Bologna), who on May 21 will be at the Ristorante Metamorphosis in Lugano. The great Italian cuisine will be protagonist on June 2, when the new3starred Norbert Niederkofler of the St. Hubertus Restaurant at the Rosa Alpina Hotel in San Cassiano will talk about its “mountain flavors” to the guests of the Fiore di Pietra, on the top of Monte Generoso with the help of the Chef Luca Bassan The events close on June 17 at the Casinò di Campione d’Italia, where a team of talented Ticino chefs will put the seal on an edition that is shaping up to be rich in tastes and enogastronomic culture. S.Pellegrino Sapori Ticino is once again confirmed a kermesse of superb international enogastronomy, always finding new incentives for top quality for the present and for a surprising future. LUXURYfiles SPRING 2018 21


008_027 News.qxd

20-03-2018

10:21

Pagina 22

LUXURY NEWS FOOD / by Gianni Mercatali / PH. Lido Vannucchi UN FIL ROUGE UNISCE LA CUCINA ALLA SALA Un ambiente unico per apprezzare l’esaltazione dei sapori Sui Lungarni di Firenze, dove sorgeva uno storico locale in cui i teatranti tenevano spettacoli e in cui Totò conobbe la futura moglie Diana Bandini Rogliani, ha aperto oggi un ristorante: TRATTORIA MODERNA. Il locale, con dettagli di stile molto raffinati, è coerente con gli ideali di quella che è la cucina. Presenta un’armoniosa mescolanza di stili che spaziano nel tempo con venature di design industriale. L’illuminazione, diffusa da vari punti luce, sottolinea l’elegante linearità minimalista. In cucina Riccardo Serni, toscano della zona BolgheriCecina, chef eclettico e creativo, anche se lui preferisce definirsi e farsi chiamare “oste” o magari “cuciniere”. Dirige con simpatia e professionalità la sua brigata ma anche la sala che fa capo al giovanissimo Gabriele Bianchi di appena 22 anni ma già esperto dopo aver lavorato in locali di indubbio prestigio, primo fra tutti da Vittorio a Brusaporto con i fratelli Cerea. Un sottile fil rouge unisce la cucina alla sala tanto che alcuni piatti cult vengono rifiniti al tavolo.

22 LUXURYfiles SPRING 2018

A FIL ROUGE UNITES THE KITCHEN WITH THE DINING ROOM A unique setting to appreciate the exaltation of flavors The location is the Lungarno of Florence, where once there was a famous locale in which artists put on shows and in which Totò met his future wife Diana Bandini Rogliani, and today there is a restaurant: TRATTORIA MODERNA. The restaurant, with elegant design touches, is in line with the ideals of the cuisine. It shows a pleasant blending of styles with hints of industrial design. The soft lighting provided by several sources underlines the minimalist linear elegance. In the kitchen, Riccardo Serni, Tuscan from the Bolgheri-Cecina area, a creative and eclectic chef, even if he prefers to define himself and have him called “host” or rather “cooker”. He manages his crew kindly and professionally as well as the dining room presided over by young 22-year old Gabriele Bianchi who is already skilled after having worked in several prestigious places, first of which da Vittorio in Brusaporto


008_027 News.qxd

20-03-2018

10:21

Pagina 23

È il caso delle penne al pomodoro. Con una salsa vera, puntualizza lo chef, preparata con tre qualità diverse di pomodoro San Marzano. Una salsa “fatta come a casa”. Il piatto viene rifinito con un’ultima leggera mantecatura di fronte al cliente, mentre la salsa può essere acquistata in barattolino per poterla gustare anche a casa. Ci sono poi i tortellini in brodo, le tagliatelle di pasta fresca con ragù alle quattro carni oppure la dolcezza gentile dell’astice in un piatto rustico come la Mesca Francesca con passato di farro, fagioli, aglio e peperoncino. Da non perdere il cacciucco, il king crab, il granchio reale rosso dell’Alaska, il pescato di lenza che arriva quotidianamente, oppure il baccalà caratterizzato da una materia prima davvero di grandissima qualità che sa emozionare il palato con la sua doppia cottura. Ci sono fuori dal mare i fegatelli di maiale, la “francesina” cioè il lesso rifatto con le cipolle e il galletto alla brace. I dolci sono tutti fatti in casa come il pane e i due tipi di focaccia. La carta dei vini è informale e personale. Una cucina insomma moderna, quella di Riccardo Serni che vuole esaltare soprattutto i sapori primari. with the Cerea family. A delicate fil rouge unites the kitchen with the dining room to the extent that some of the dishes are completed directly at the table. This is true for penne al pomodoro. With a real sauce, specifies the chef, prepared with three different types of San Marzano tomato. A sauce “like that made at home”. The dish is completed with a final light mixing in front of the diner, while sauce may be purchased in a jar to enjoy later at home. Then there are the tortellini in broth, the fresly-made tagliatelle di pasta with four-meat ragù or the delicate sweetness of lobster in a rustic dish such as Mesca Francesca with cream of spelt, beans, garlic and hot pepper. Also not to be missed are the cacciucco, the red king crab from Alaska, the fresh fish that is delivered daily or the baccalà prepared extremely well that delights the palate with its double cooking. Other dishes include shell fish, pork liver, the “francesina” that is boiled meat redone with onions and grilled cockerel. The desserts are all made on the premises as well as the bread and two types of focaccia. The wine list is informal and personal. In short, modern dishes, prepared by Riccardo Serni, that especially exalt the primary flavors.

LUXURYfiles SPRING 2018 23


008_027 News.qxd

20-03-2018

10:21

Pagina 24

LUXURY NEWS EVENTS/photo by Lorenzo Fanti

SCATTI DI CINEMA & MODA IN FLORENCE

SCATTI DI CINEMA & MODA A FIRENZE La mostra a cura di LUXURY FILES MAGAZINE ha fatto tappa a Firenze, fra gli eventi collaterali del Pitti Uomo 93, nella splendida e sorprendente cornice di Palazzo San Niccolò, a pochi passi dall’Arno, da Ponte Vecchio o Piazza della Signoria. Lo scorso 10 gennaio si è svolto il vernissage, un sofisticato cocktail party che ha dato il via alla mostra in pieno ‘Pitti style’. Un incontro di eccellenze gourmet, toscane e non solo, atmosfere suggestive, glamour e chic. Le foto di attori e attrici realizzate dal noto fotografo Fulvio Maiani per Luxury files sono state esposte sul grande wall di vetro della Lounge di Palazzo San Niccolò. Fra i protagonisti degli scatti in mostra Carolina Crescentini, Giorgio Pasotti, Stefania Rocca, Miriam Leone, Rocio Munoz Morales, Giulia Bevilacqua, Fabio Troiano, Anna Foglietta, Elena Radonicich, Daniela Virgilio, Alessandro Roja, Tea Falco, Giorgio Marchesi, Giulio Berruti, Vincenzo Amato, Gianmarco Tognazzi e Giampaolo Morelli. Gli ospiti hanno celebrato questo speciale incontro di moda e cinema, in un trionfo di stile rievocando un ‘gentleman sportychic’ elegante e casual: questo l’uomo che vestirà le innovative collezioni FW 18/19 lanciate al Pitti Live Movie. Hanno preso parte all’evento brand manager della moda, autorità fiorentine, sportivi, imprenditori ed esponenti del mondo del cinema e della Tv fra cui Roberto Farnesi e Raffaello Tonon. Fra finger food gourmet realizzati da Savini Tartufi, eccellenza Made in Tuscany da generazioni: dalla mousse di fagiano al tartufo, passando per le tradizionali pappa al pomodoro e ribollita, alla mousse di ricotta tartufata. In abbinamento una selezione di 3 rossi de La Tognazza - Il Conte Mascetti, il Come Se Fosse e l’Antani - sogno realizzato di Gianmarco Tognazzi e un modo per tramandare i valori, le passioni e la genialità di un grande attore italiano: Ugo Tognazzi. 24 LUXURYfiles SPRING 2018

The exhibition curated by LUXURY FILES MAGAZINE went on display in Florence, amidst the collateral events of Pitti Uomo 93, in the splendid and surprising setting of Palazzo San Niccolò, mere steps away from the Arno, Ponte Vecchio and Piazza della Signoria. The vernissage took place last January 10th, a sophisticated cocktail party that opened the exhibition in true ‘Pitti style’. A meeting of gourmet excellences, not just Tuscan, intriguing atmosphere, glamourous and chic. The photos of actors and actresses taken by well-known photographer Fulvio Maiani for Luxury files were displayed on the great glass wall in the Lounge in Palazzo San Niccolò. Among those portrayed werre Carolina Crescentini, Giorgio Pasotti, Stefania Rocca, Miriam Leone, Rocio Munoz Morales, Giulia Bevilacqua, Fabio Troiano, Anna Foglietta, Elena Radonicich, Daniela Virgilio, Alessandro Roja, Tea Falco, Giorgio Marchesi, Giulio Berruti, Vincenzo Amato, Gianmarco Tognazzi and Giampaolo Morelli. Guests celebrated this special meeting of movies and fashion in a triumph of styles calling to mind elegant and casual ‘gentleman sportychic’: this is the man who will wear the innovative FW 18/19 collections launched at Pitti Live Movie. Participants in the event included fashion brand managers, Florentine authorities, athletes, entrepreneurs and TV and movie celebrities including Roberto Farnesi and Raffaello Tonon. Gourmet finger food prepared by Savini Tartufi, Made in Tuscany excellence for generations: from pheasant and truffle mousse, to the traditional pappa al pomodoro and ribollita, and truffle ricotta.

Raffaello Tonon, Roberto Farnesi.


008_027 News.qxd

20-03-2018

10:22

Pagina 25

Dulcis in fondo le delizie del grande Maestro Cioccolatiere toscano Andrea Slitti, pluripremiato ed apprezzato in Italia e all’estero. La mostra è stata anche l’occasione per ammirare da vicino alcune collezioni iconiche di Hamilton, brand orologiero da sempre legato al mondo del Cinema. In oltre 60 anni, gli orologi Hamilton sono apparsi in più di 400 film. Il loro inconfondibile stile li ha resi protagonisti in molti ruoli, nei più diversi generi cinematografici, dai film d’azione come Die Hard o Ocean’s eleven, ai film di fantascienza come Men in black, Independence day, fino alla commedia classica o al genere drammatico di A beautiful mind o Intrigo a Berlino. Ed ogni anno, Hamilton promuove ad Hollywood l’evento Hamilton Behind the Camera Awards per premiare gli artisti e le figure professionali che si distinguono nell’industria del cinema. Un vero incontro di eccellenze fra cinema e moda. Accompanying the food a selection of three red wines from La Tognazza - Il Conte Mascetti, il Come Se Fosse and l’Antani - the dream realized by Gianmarco Tognazzi and a way to transmit the values, passions and genious of a great Italian actor: Ugo Tognazzi. Last but not least dessert by the great Tuscan Maestro Cioccolatiere Andrea Slitti, winner of many awards and much appreciated in Italy and abroad. The exhibition was also the occasion to admire up close a number of iconic Hamilton collections, the watchmaking brand that has always been linked to the world of cinema. In more than 60 years, Hamilton watches have appeared in over 400 movies. Their unmistakeable style has made them the protagonists in many roles, in the most different film types, from action movies such as Die Hard or Ocean’s eleven, to science-fiction such as Men in black, Independence day, to classic comedies or drama such as A beautiful mind or Intrigo a Berlino. And each year in Hollywood Hamilton promotes the event known as Hamilton Behind the Camera Awards to recognize the artists and professional figures who have distinguished themselves in movie-making. A true meeting of excellences in fashion and the cinema.

LUXURYfiles SPRING 2018 25


008_027 News.qxd

20-03-2018

10:22

Pagina 26

LUXURY NEWS REAL ESTATE/ by Rebecca Belli VEDUTE TOSCANE Un paesaggio che sembra disegnato da un artista. Questa è la campagna toscana, un territorio ricco di fascino che racchiude un patrimonio storico, artistico e ambientale di grande interesse. È soprattutto il Chianti, con i vigneti e gli uliveti e i piccoli borghi situati alla sommità delle colline a vivere una seconda giovinezza, visto il rinnovato interesse di italiani e stranieri che desiderano avere in questa zona il proprio buen retiro. Ma non sono da meno la Val D’Orcia, con i suoi cipressi che segnano il profilo essenziale delle colline, e la Maremma, un territorio tra mare, oasi naturalistiche e zone collinari dove il tempo sembra essersi fermato. Complice la riduzione del prezzo degli immobili secondo il Prime Residential Index dello scorso dicembre di KNIGHT FRANK, società internazionale nel settore immobiliare di lusso con una rete di 17 agenzie in Italia, la campagna toscana è tornata ad interessare gli investitori stranieri, soprattutto inglesi, americani, tedeschi e, per la prima volta, asiatici attirati dallo stile di vita, dall’architettura, dalla vicinanza con le città d’arte, dal paesaggio e dai prodotti enogastronomici.

Case Nuove.

26 LUXURYfiles SPRING 2018

Il Moro.

A GLIMPSE OF TUSCANY A landscape that could have been painted by an artist. This is the Tuscan countryside, a land rich in charm encompassing history, the arts and environmental heritage. Most of all it is Chianti, with the vineyards and olive groves and the tiny hamlets scattered amidst the hills that are once again popular, considering the renewed interest on the part of Italians and foreigners who flock to this area to rest and relax. But no less attractive are the Val D’Orcia, with its cypress trees that mark the stark profile of the hills, and the Maremma, a land between the sea, nature oases and hillsides where time seems to have come to a stop. Due to a reduction in the price of real estate according to the Prime Residential Index issued last December by KNIGHT FRANK, international luxury real estate brokers with a network of 17 agencies in Italy, the Tuscan countryside is once again attractive for foreign investors, especially English, American, German, and for the first time, Asians charmed by the life style, architecture, closeness to art cities, the countryside and the wealth of food products.


008_027 News.qxd

20-03-2018

10:23

Pagina 27

Diversamente dal passato gli investitori si innamorano di proprietà sia per il loro valore storico e paesaggistico sia perché hanno acri di terreno coltivati a vigneti per produrre vino. Tra le varie proposte di Knight Frank, presentate sul sito www.knightfrank.com, un esempio è Il Moro, a Montalcino, un’azienda agricola composta da un tipico casolare toscano risalente al 1600, un podere di 12 ettari, di cui quattro destinati a vigneti, e da cui si gode di una vista spettacolare sulla campagna circostante. Non è da meno Case Nuove, una casa colonica situata nel cuore della Val d’Orcia arricchita all’esterno da un cortile con pergolati che si affaccia su una favolosa piscina con una vista panoramica fino al Monte Amiata. Per chi invece desidera vivere nella storia, ecco Villa Belvedere nel Chianti dove nacque tra il 1182 e il 1185 Accursio da Bagnolo, illustre giureconsulto che interpretò i testi delle leggi di Giustiniano. La villa principale, costruita in stile neoclassico nel 1844, è circondata su tre lati da un parco storico mentre dalla terrazza si gode uno splendido panorama. Affascinante anche Montequarata nell’Alta Maremma, una villa con 12 ettari di terreno coltivato ad olivi e vigneti ed una bellissima piscina con vista sulla campagna.

Villa Belvedere.

Montequarata.

Contrary to the past, investors fall in love with the properties for their historical and naturalistic value as well as for the acres of vineyards that produce wine. Of the various properties offered by Knight Frank, found on their web site www.knightfrank.com, one is Il Moro, in Montalcino, a farmstead composed of a typical Tuscan house dating back to the 1600’s, 12 hectares of land, of which four dedicated to vineyards, with a splendid view of the surrounding countryside. No less attractive is Case Nuove, a farmhouse located in the heart of the Val d’Orcia that includes an outdoor courtyard with arbors that face a fantastic pool with a panorama that extends to Monte Amiata. For those instead who delve into history, Villa Belvedere in Chianti where Accursio da Bagnolo was born between 1182 and 1185, an illustrious jurist who interpreted the texts of the laws of Justinian. The main structure, built in a neoclassical style in 1844, is surrounded on three sides by a park while there are splendid views from the terrace. The Montequarata property in Upper Maremma is also splendid, a villa with 12 hectares of land comprising vineyards and olive groves and a fantastic pool with a view over the countryside. LUXURYfiles SPRING 2018 27


028_029 Enrico.qxd

22-03-2018

10:19

Pagina 28

PEOPLE by Mara Cella - Ph. Fulvio Maiani

Enrico Cogno Molto più di un

Direttore A PROPOSITO DEL SUO MESTIERE DICE: “PARLO E SCRIVO, IN EFFETTI È QUELLO CHE HO SEMPRE FATTO E NEI RITAGLI DI TEMPO AMO OCCUPARMI DI MUSICA D’AUTORE”. SUONA NUMEROSI STRUMENTI, AMA IL JAZZ E NE È UN GRANDE INTENDITORE. La comunicazione, la cultura, l’arte sono il suo mondo da oltre 40 anni. Enrico Cogno è semplicemente un’istituzione per generazioni di manager italiani e non solo. Nel 1978 ha fondato il “Centro Studi Comunicazione” una delle più note scuole del settore che per 30 anni ha formato comunicatori, pubblicitari, creativi, consulenti, politici e dirigenti pubblici e privati che ora sono sparsi per il mondo.

ENRICO COGNO. MUCH MORE THAN A DIRECTOR Referring to his vocation, he says: “I speak and I write, in fact that’s what I have always done and in my spare time I like to dedicate myself to good music”. He plays several instruments, loves jazz and knows a lot about it.

Professor Enrico Cogno, Editor in Chief for Luxury files magazine.

28 LUXURYfiles SPRING 2018

Communication, culture and art have been his world for more than 40 years. Enrico Cogno is simply an institution for generations of Italian managers and foreigners as well. In 1978 he founded the “Centro Studi Comunicazione” one of the most well-known schools in the field which for 30 years has trained communicators, advertising people, creative artists, consultants, politicians and public and private managers who are now spread all over the world.


028_029 Enrico.qxd

22-03-2018

10:20

Pagina 29

Enrico Cogno continues to fill his days with training and public speaking, teaching in prestigious business schools, universities, specialized courses. Not only that, but he is the author of iconic texts in the world of training and managerial coaching. Writing and editing have been part of his method of communicating for half a century. As a journalist he has collaborated with several editorial staffs and radio-television studios. And since 2012 he is the Editor in chief for Luxury files magazine, but he is much more than just a director. It’s hard to describe him completely: he’s a shining light, a mentor, a maestro who always has a ready smile and great positive energy - colorful and no doubht contagious - that wraps around and motivates everyone. He could talk for hours on any subject without boring an audience even in the worst of situations. His spirit and charisma are values that fully incarnate the path of growth and quality that Luxury files magazine has followed in the past decade, aiming for substance, transversal contents, excellence, craftmanship and ethical luxury. In this respect, Enrico Cogno states: “It’s easy to say Luxury: it’s a broad term, packed full with meanings. I have always considered it as a phenomenon that should not be confused with ostentation, with appearing, with possession typical of that which Zygmunt Bauman defines the “consumer bulimia” of the liquid society. For me, luxury is synonymous of respect for quality. Our magazine documents this ethical choice which awards Italian excellence”.

Enrico Cogno continua tuttora ad occuparsi di formazione e public speaking, ricoprendo numerose docenze in prestigiose business school, università, corsi di specializzazione. Ma non solo, è autore di testi iconici nel mondo della formazione e coaching manageriale. La scrittura e l’editoria fanno parte del suo modo di comunicare da circa mezzo secolo. Da giornalista ha collaborato con numerose redazioni ed emittenti radio-televisive. E dal 2012 è direttore responsabile di Luxury files magazine, ma è molto più di un semplice direttore. Difficile raccontarlo fino in fondo: è un faro, un mentore, un maestro che ha sempre il sorriso e una grande energia positiva - colorata e a dir poco contagiosa - che coinvolge e motiva tutti. Potrebbe parlare per ore di qualsiasi argomento senza annoiare neppure la peggior platea nella peggiore delle situazioni. Questo suo spirito e carisma sono valori che incarnano appieno il percorso di crescita e qualità che ha compiuto Luxury files magazine nell’ultimo decennio, puntando sulla sostanza, sui contenuti trasversali, sulle eccellenze, l’artigianalità e il lusso etico. A tal proposito Enrico Cogno ribadisce: “Si fa in fretta a dire Lusso: è un termine ampio, zeppo di significati. Io l’ho sempre inteso come un fenomeno che non va confuso con l’ostentazione, con l’apparire, con il possesso tipico di quello che Zygmunt Bauman chiama la “bulimia consumistica” della società liquida. Lusso, per me, è sinonimo di rispetto della qualità. La nostra rivista documenta questa scelta etica che premia l’eccellenza italiana”. LUXURYfiles SPRING 2018

29


024_027 etica.qxd

22-03-2018

10:21

Pagina 30

LUXURY AS ETHICS by Giancarlo De Angelis

Giancarlo De Angelis, manager. Dopo esperienze in Siemens e Ferrero International, oggi Group Controller di Alpi SpA, eccellenza italiana e protagonista internazionale della Design economy. Giancarlo De Angelis, manager. After working in Siemens and Ferrero International, he is currently Group Controller of Alpi SpA, excellence of the italian industry and key global player in Design economy.

STRADE

DIFFERENTI

DIVERSITÀ DI GENERE, POLITICHE, RELIGIOSE, CULTURALI. NEL MONDO AZIENDALE IL TEMA DELL’ACCOGLIENZA DEL “DIVERSO” È AL CENTRO DELL’ATTENZIONE.

DIFFERENT ROADS Gender, political, religious and cultural diversity. In the corporate world, the subject of welcoming the "different" is the centre of attention.

In Italia con una forte connotazione sulle pari opportunità, all’estero con una concezione più ampia, ma pur sempre con il comune punto interrogativo su quanto effettivamente il mondo aziendale sappia concretizzare il tema. Tema peraltro complesso. Perché allora non tentare un tipo di approccio più elementare ma non meno impattante sulla vita delle persone? Ne propongo due: diversità professionale e diversità di scelte personali. Mettiamo da parte per un attimo l’ingombrante termine diversity per lasciare spazio ad un concetto più semplice: i tratti distintivi di una persona. Una volta determinato il mood in cui l’Azienda ama riconoscersi, nel rispetto delle proprie origini e ambizioni, diamo voce al cambiamento. Diamo voce a chi vuole interpretare ruoli e attività in modo nuovo o semplicemente con il proprio stile. Accettiamo che uno stesso obiettivo si possa raggiungere attraverso strade differenti: scoprirne di nuove sarà solo occasione di arricchimento e di preparazione per i momenti difficili. 30 LUXURYfiles SPRING 2018

In Italy with a strong connotation on equal opportunities, overseas with a broader concept, but always with the common question mark on how effectively, moreover, the business world knows how to concretize the subject, Therefore, why not try a more elementary approach but then not less impactful on people's lives? I propose two. Professional diversity and diversity of personal choices. Let us put aside the cumbersome term diversity for a moment to leave room for a simpler concept: a person’s distinctive traits. Once determined the mood the company wishes to recognize itself in, with regard to their origins and ambitions, let us give voice to change. Let us give voice to those who want to interpret roles and activities in a new way or simply in their own style. Let us accept that the same goal can be achieved through different paths. Discovering new ones will only be an opportunity for enrichment and preparation for difficult times.


024_027 etica.qxd

22-03-2018

10:21

Pagina 31

Il ruolo dei manager non sta solo nel centrare obiettivi, di business o meramente personali, ma è quello di lasciare in eredità all’impresa un tessuto di “modi di fare” in grado di accogliere e gratificare le diverse impronte del talento. Non cadiamo nella tentazione di assecondare atteggiamenti respingenti o di egoistica conservazione, i quali fanno spesso da preludio ad una sorta di “bullismo aziendale” che inquina lo stesso stile societario. Spazio dunque ai tratti distintivi nella professione, ulteriore margine anche a quelle inclinazioni che trovano realizzazione fuori dall’ufficio. Rispettiamo il tempo delle persone. Dedicare il 99% del proprio tempo al lavoro è per quanto mi riguarda accettabile, proprio in nome del rispetto delle scelte individuali: ciò nonostante pensi che spesso - dietro questa pratica - si nasconda una resa incondizionata alla quantità ed alla forma, sacrificando dunque la qualità e la sostanza del lavoro. Al contempo non permettiamo che questo tipo di scelte impedisca ad altre forme di talento di fare scelte differenti: scelte che portano arricchimento alla persona in termini di sensibilità e serenità, le quali sempre più spesso fanno la differenza anche sul lavoro in senso stretto. Spingiamo sulla qualità, ma con convinzione: spingiamo sul concetto di utile e di semplice, e salviamoci da sterili esercizi di vanità. Il tempo rilasciato ci sarà riconsegnato prima o poi con gli interessi, magari nei momenti più critici per l’Azienda quando lo spirito di sacrificio e la semplicità diventano tratti fondamentali. Un’Azienda che non pretende dalla propria leadership questa attitudine è condannata all’omologazione, a perdere il vantaggio di poter avere al suo interno diversi punti di vista, diverse sensibilità, alimentando il rischio di crescere manager anaffettivi. Pretendiamo questa forma di rispetto soprattutto da chi ha la responsabilità più nobile, quella di gestire persone. Anche questa scelta, in fondo, significa delineare ciò che l’Azienda vuole essere: ciò che si è in ciò che si fa.

The role of managers is not just about achieving business or merely personal objectives, but it is to pass on to the company a fabric of "attitudes" that can welcome and gratify the different individual talents. Let us not be tempted to support deterring attitudes or selfish conservation, which often act as a prelude to a sort of "corporate bullying" that contaminates the same corporate style. Space, therefore, to the distinctive traits in the profession, further margin also to those inclinations that are achieved outside the office. Let us respect people's own time. As far as I am concerned, devoting 99% of your time to work is acceptable, precisely with regard for individual choices. Nevertheless, you think that - behind this practice - an unconditional surrender to quantity and form is often hidden, thus sacrificing the quality and substance of the work. At the same time, we should not allow this kind of choices to prevent other forms of talent from making different choices. These are choices that bring enrichment to the person in terms of sensitivity and serenity, which more and more often, strictly speaking, make the difference even in the workplace. Let us give impulse to quality, but with conviction. Let us give impulse to the concept of useful and simple, and let us spare ourselves from sterile exercises of vanity. The time granted will be paid back sooner or later with interest, perhaps in the most critical moments for the company when the spirit of sacrifice and simplicity become fundamental traits. A company that does not claim this attitude from its leadership is condemned to homologation, to losing the advantage of having different points of view within it and different sensitivities, thus fueling the risk of raising non-affective managers. Let us demand this form of respect, above all from those who have the most noble responsibility, that of managing people. Even this choice, essentially, means outlining what the company wants to be: what you are in what you do. LUXURYfiles SPRING 2018 31


032_037 cover.qxd

22-03-2018

10:23

Pagina 32

COVER by Ilenia Mari

Una coppia da

Oscar

Al cinema e nella vita

SONO ENTRAMBI CARISMATICI, APPASSIONATI ED INTENSI. UNA COPPIA STRAORDINARIA SUL SET COME NELLA VITA.

Si sono incrociati già nel 1992 dove memorabile è l’appassionato bacio di Javier a Penelope sul set. Ma solo nel 2014, dopo 22 anni sono diventati marito e moglie, bellissimi e riservati, entrambi premiati con l’Oscar. Sono una coppia vincente. Amano evitare gossip, red carpet e riflettori e condurre una vita ‘normale’. Un’unione di stile ed eccellenze iberiche ma soprattutto una coppia bella e vincente. Nelle varie interviste rilasciate da entrambi emerge la grande stima professionale che hanno l’uno dell'altra, la semplice complicità e sintonia che appare un traguardo non facile neppure per le coppie fuori dai riflettori.

A WINNING COUPLE, ON SCREEN AND IN LIFE Both are charismatic, passionate and intense They’re an extraordinary couple on the set as well as in real life They met for the first time in 1992, and the passionate kiss between Javier and Penelope on the set is memorable.But only in 2014, 22 years later, did they become husband and wife, gorgeous yet reserved, both Oscar winners.They’re a winning couple. Fond of avoiding gossip, red carpets and spotlights and leading a “normal” life. A joining of styles and Spanish excellence but most of all a beautiful and winning couple. The deep professional esteem they have for each other, the simple complicity and harmony that is not an easy objective even for couples not in the limelight is clearly apparent in the numerous interviews they have each given. 32 LUXURYfiles SPRING 2018


032_037 cover.qxd

22-03-2018

10:23

Pagina 33

Penelope e Javier at Venice Film Festival 2017.

LUXURYfiles SPRING 2018

33


032_037 cover.qxd

22-03-2018

10:23

Pagina 34

“ PABLO ESCOBAR

ERA UNA SORTA DI MODERNO ROBIN HOOD PABLO ESCOBAR WAS A SORT OF MODERN-DAY ROBIN HOOD ”

34 LUXURYfiles SPRING 2018

Li vedremo protagonisti nelle sale italiane dal 19 aprile con Escobar - il fascino del male, presentato allo scorso Festival di Venezia fuori concorso. La pellicola narra le vicende che hanno portato al potere il narcotrafficante colombiano, Pablo Escobar. Il distribuito dalla Notorious Pictures, è diretto da Fernando Leòn de Aranoa che, nel 2005, aveva scritto e diretto “Princesas”, candidato a nove Premi Goya. La storia si basa sull'adattamento dell'omonimo romanzo scritto dalla giornalista colombiana Virginia Vallejo, che ebbe una relazione con Escobar e che lo fece catturare dalla Dea dopo essere stata lasciata. Il famigerato criminale è interpretato da Javier Bardem, mentre Penélope Cruz interpreta la giornalista Virginia Vallejo. We will see them starring in Italian movie theaters starting April 19 in Loving Pablo, presented at the last Venice Film Festival, noncompetitive. The film tells the story that brought Colombian drug dealer Pablo Escobar to power. Distributed by Notorious Pictures and directed by Fernando Leòn de Aranoa who, in 2005, wrote and directed “Princesas”, nominated for nine Premi Goya. The story is based on the adaptation of the book by the same name written by Colombian journalist Virginia Vallejo, who had a story with Escobar and who helped have him captured by the DEA after he left her. The notorious criminal is played by Javier Bardem, while Penélope Cruz plays journalist Virginia Vallejo.


032_037 cover.qxd

22-03-2018

10:23

Pagina 35

Frames from Loving Pablo.

LUXURYfiles SPRING 2018

35


032_037 cover.qxd

22-03-2018

10:23

Pagina 36

La narrazione si sofferma sugli anni più importanti della “carriera” criminale di Pablo Escobar - famoso re della cocaina, criminale più ricco di tutta la storia dei narcotrafficanti - e gli eventi susseguitisi alla sua ascesa al potere fino ad arrivare alla cattura, avvenuta il 2 dicembre 1993. È stato un criminale che è passato alla storia amato e temuto - è stato stimato che il patrimonio di Escobar, solo nei primi anni Novanta, ammontasse a oltre trenta miliardi di dollari. Una sorta di moderno Robin Hood che ‘donava’ al popolo che in realtà voleva ingraziarsi per ottenerne fedeltà e omertà nei confronti della polizia. The story concentrates on the most important years of Pablo Escobar’s criminal “career”. Infamous king of cocaine, the richest criminal of all times in the history of drug dealing. And the events that led to his rise to power up until his capture, which took place on December 2, 1993. Escobar is a criminal who became history - loved and feared - it is estimated that his assets, in the early 1990’s, amounted to more than thirty billion dollars. A sort of modern-day Robin Hood who ‘gave’ to the people but who actually wanted to ingratiate himself to obtain loyalty and silence with respect to the police. 36 LUXURYfiles SPRING 2018


032_037 cover.qxd

26-03-2018

10:06

Pagina 37

Il suo desiderio di potere quanto di essere amato fu la sua rovina. Escobar fu denunciato, infatti, proprio dalla sua amante, Virginia, che decise di collaborare con le forze dell’ordine. Le memorie della giornalista colombiana sono diventate un vero best-seller sia in Colombia che negli Stati Uniti, tanto da suscitare l’interesse per questa trasposizione cinematografica con il coinvolgimento di due grandi stelle di Hollywood come i premi Oscar Javier Bardem e Penelope Cruz. Fra le grandi pellicole di cui sono stati protagonisti fianco a fianco, di certo va citato il set di Vicky Cristina Barcelona, film diretto da Woody Allen in cui interpretano una coppia di sposi in crisi in un triangolo amoroso con la bella Scarlett Johannsson. Ed è stata proprio la magnetica città catalana a fare da sfondo all'inizio del loro amore. Per Penelope quel film ha significato anche premio Oscar da attrice non protagonista. Per Javier l'incontro con la donna più importante della sua vita, madre dei suoi figli, gli splendidi Leonardo e Luna. His hunger for power as well as for being loved was his downfall. Escobar was exposed by his lover, Virginia, who decided to collaborate with the police. The Colombian journalist’s memoirs became an authentic best-seller in Colombia as well as in the United States, to the point that it garnered interest for this film adaptation with the participation of two great Hollywood stars such as Oscar winners Javier Bardem and Penelope Cruz. Of all the movies in which they starred side by side, mention should rightly go to Vicky Cristina Barcelona, directed by Woody Allen in which they portray a married couple struggling to move forward in a love triangle with stunning Scarlett Johannsson. And it was this captivating Catalan city that was the background for the beginning of their love story. For Penelope that movie also won her an Oscar for a leading lady in a supporting role. For Javier it meant the encounter with the most important woman in his life, mother of his two children, the splendid Leonardo and Luna.

Frames from Vicky Cristina Barcelona

LUXURYfiles SPRING 2018

37


038_053 MODA.qxd

22-03-2018

12:34

Pagina 38

LUXURY AS QUALITY FASHION & CINEMA/

Humor and Color Photographer Fulvio Maiani Starring Sarah Felberbaum Matteo Martari

Styling, Stesy MakeUp, Chiara Corsaletti Hair, Emanuele Romano Ph. Assitant, Camilla Postiglione Style Assistant, Clelia Nevola

Location, Palazzo Montemartini, Rome


038_053 MODA.qxd

22-03-2018

12:35

Pagina 39

Sarah Total look GUCCI Watch TISSOT Matteo Total look LARDINI


038_053 MODA.qxd

22-03-2018

12:35

Pagina 40

Sarah Total look PRADA Bag PRADA


038_053 MODA.qxd

22-03-2018

Matteo Total look LARDINI

12:35

Pagina 41


038_053 MODA.qxd

26-03-2018

10:09

Pagina 42

Da piccola con le mie amiche giocavo sempre a “Gira la moda”. In realtà lo faccio ancora...

Fare un servizio fotografico come questo è un’esperienza diversa. Interpreti i vestiti, immagini che tipo di persona o personaggio li indosserebbe quindi è un po’ come quando prepari un film. È bello potersi lasciare andare e scoprire delle sfumature diverse.

When I was a little girl my friends and I always played “Gira la moda”. Actually, I still do... Being part of a photo session is a different sort of experience. You interpret the clothes, you imagine what type of person or character would wear them so it’s a bit like when you are studying for a role. It’s nice to let yourself go and find different aspects.

Sarah Felberbaum

Sarah Dress VIVETTA Sunglasses GUCCI


038_053 MODA.qxd

22-03-2018

12:35

Pagina 43


038_053 MODA.qxd

22-03-2018

Sarah Shirt, skirt TOD’S Shoes MICHAEL KORS Bag TOD’S Matteo Jacket, pants TOD’S Shoes GUCCI

12:36

Pagina 44


038_053 MODA.qxd

22-03-2018

12:36

Pagina 45

Sarah Dress MICHAEL KORS Trench ERMANNO SCERVINO Shoes GUCCI Jewels GUCCI

Matteo Total look MONCLER Watch TISSOT


038_053 MODA.qxd

26-03-2018

10:11

Pagina 46

Non trovo domanda più difficile di: “che rapporto hai con la moda?”... partendo dal presupposto che non amo seguire le tendenze, perché sarebbe un'infinita corsa verso il nulla, direi che il mio rapporto con la moda è precario. La moda è passeggera, a volte troppo “avanti” per me, nonostante ci abbia lavorato per anni, l'ho sempre considerata un mezzo per raggiungere un altro obiettivo. Io prediligo lo stile, nello specifico quello comodo. La giornata di shooting è stata piacevole. Max, è stato un ottimo “padrone di casa”, tutto il team di suoi collaboratori è stato professionale e di modi molto garbati, non sono mancati i momenti di ilarità in una location che, per uno come me, appunto non abituato al lusso, è stata un’esperienza conoscitiva!

There’s no more difficult question than: “what is your relationship with fasion?”... beginning with the fact that I do not like to follow trends, because it would be a useless race towards nothing, I would say that my relationship with fashion is precarious. Fashion is passing, at times too “forward” for me, notwithstanding that I worked in that sector for years, I’ve always considered it a means to reach another objective. I prefer style, in the specific comfortable.

Yesterday was pleasant. Max was an excellent host, his team of collaborators was professional and cordial, and there were event moments of hilarity in a location that, for someone like me, unused to luxury, was a learning experience!

Matteo Martari

Matteo Total look GUCCI


038_053 MODA.qxd

22-03-2018

11:59

Pagina 47


038_053 MODA.qxd

22-03-2018

12:00

Pagina 48

Sarah Total look GUCCI Watch TISSOT


038_053 MODA.qxd

22-03-2018

Sarah Shirt, skirt TOD’S Bag TOD’S Shoes MICHAEL KORS

Matteo Total look GUCCI Watch TISSOT

12:00

Pagina 49


038_053 MODA.qxd

22-03-2018

12:00

Pagina 50

Sarah Dress MARIO DICE Shoes GUCCI


038_053 MODA.qxd

22-03-2018

12:01

Pagina 51

Sarah Total look GUCCI Matteo Total look GUCCI Watch TISSOT

Matteo Shirt PRADA Sweater, pants ERMANNO SCERVINO


038_053 MODA.qxd

22-03-2018

12:01

Pagina 52

Matteo Total look MICHAEL KORS


038_053 MODA.qxd

22-03-2018

12:01

Pagina 53

Sarah Total look ERMANNO SCERVINO

Matteo Total look ERMANNO SCERVINO


054_063 Speciale Basel.qxd

22-03-2018

10:25

Pagina 54

LUXURY AS QUALITY WATCHES / by Ilenia Mari

OLTRE IL

TEMPO

Baselworld resta l’appuntamento più importante al mondo per il comparto dell’orologeria e gioielleria internazionale, molte le innovazioni per l’edizione 2018: meno giorni, maggiore consapevolezza e attenzione verso le esigenze degli espositori, più skills digital. I super brands hanno utilizzato questo palcoscenico internazionale per lanciare come di consueto grandi novità, per celebrare storici modelli con estensioni di linea e limited edition. Fra gli highlights e le tendenze la sostenibilità , le partnership d'eccezione e i momenti d’incontro che restano fondamentali, al di là di ogni polemica, sempre. La comunicazione vis-à-vis, l’incontro fra interlocutori, giornalisti ed operatori, poter toccare con mano le novità di prodotto sono e saranno valori fondamentali che vanno oltre il tempo. Nelle pagine a seguire gustatevi un freschissimo assaggio delle super novità del Salone 2018.

54 LUXURYfiles SPRING 2018

BEYOND THE TIME Baselworld remains the most important international event for the watch and jewellery world, with so much innovations for the 2018 edition: fewer days, greater awareness and attention for exhibitors’ needs, more digital skills. The super brands have used this international stage to launch, as usual, big news, to celebrate historical models with line extensions and limited editions. Amidst the highlights and trends, sustainability, exceptional partnerships and moments of encounter that remain in any case fundamental, beyond any controversy. The communication one to one, the meeting between interlocutors, journalists and operators, to touch the product innovations are and will be fundamental values that will go beyond time. In the following pages, enjoy a fresh taste of the super news from Baselworld 2018.


054_063 Speciale Basel.qxd

20-03-2018

14:16

Pagina 55

BREGUET A Baselworld, Breguet presenta la sua prima novità del 2018, aggiungendo alla sua collezione Grandes Complications un orologio a lungo atteso. Questa linea si arricchisce di un modello con quadrante smaltato «Grand Feu». Il nuovo CLASSIQUE GRANDES COMPLICATIONS 5367 interpreta con grande semplicità il tourbillon, che spicca su un quadrante decisamente minimalista. Le indicazioni sono state volutamente ridotte all'essenziale per lasciare al meccanismo lo spazio che merita. Contrariamente alla referenza 5377, presentata nel 2013, per questa edizione è stato deciso di rinunciare all’indicatore della riserva di marcia. Per attirare lo sguardo sull'elemento chiave, Breguet ha optato per una barretta di tourbillon grafica smussata a mano, sormontata da uno spinello. Sempre di colore blu, le lancette formano un bel contrasto sul bianco candido dello smalto tradizionale, per assicurare una perfetta visibilità delle ore e dei minuti. Il giro delle ore con numeri arabi Breguet è decentrato a ore 11, diametralmente opposto al tourbillon situato a ore 5. Questa disposizione degli indicatori ricorda molto gli orologi da tasca realizzati da A.-L. Breguet, al quale piaceva rivoluzionare le convenzioni estetiche degli orologi della sua epoca. Se l'aspetto di questo Tourbillon Extra- Plat Automatique è stato semplificato nell'aspetto frontale, il suo movimento invece presenta ricchi decori. Ponti, bariletti e massa oscillante sono incisi a mano. Realizzata in platino per una maggiore inerzia, la massa oscillante gira perifericamente al calibro, con il vantaggio di lasciare libera la vista sul movimento e ridurre lo spessore. Il Classique Tourbillon Extra-Plat Automatique 5367 disponibile in oro rosa o platino con cinturino rispettivamente in alligatore color mogano o blu, vanta soli 7,45 mm di spessore per contenere un movimento di 3 mm. Il calibro 581 possiede un bilanciere oscillante con una frequenza di 4 Hz, pur mantenendo una riserva di marcia di 80 ore. Questo particolare vantaggio è possibile grazie al bariletto ad «alta energia», la cui concezione, brevettata, consente di aumentare il numero di avvolgimenti della molla e quindi una maggiore riserva di energia. In 2018, Breguet enriches its Grandes Complications collection with a long- awaited addition, since this line had thus far not been graced with a “Grand Feu” enamel dial. This new CLASSIQUE GRANDES COMPLICATIONS 5367 provides a beautifully simple interpretation of the tourbillon, which reigns supreme on a minimalist dial. The information has been deliberately pared down to essentials in order to give the mechanism the full attention it deserves. Contrary to reference 5377 presented in 2013, this 2018 edition has no power-reserve indicator. In order to draw the gaze to the key element, Breguet has opted for a graphic hand-bevelled tourbillon bar, topped by a spinel. The likewise blue Breguet hands strike a powerful contrast with the immaculate whiteness of the traditional enamel, thereby ensuring perfect legibility of the hours and minutes. The chapter ring with Breguet Arabic numerals is off-centred at 11 o’clock and thus directly facing the tourbillon at 5 o’clock. This display layout is reminiscent of the watches created by A.L. Breguet, who revelled in revolutionising the aesthetic conventions governing the timepieces of his era.While the appearance of this Tourbillon Extra-Plat Automatique model is extremely understated on the front, its movement is nonetheless richly decorated. The bridges, barrel and oscillating weight are hand- engraved. Crafted in platinum for greater inertia, the latter rotates on the periphery of the calibre, thus providing a clearer view of the movement as well as ensuring its slimness. The Classique Tourbillon Extra-Plat Automatique 5367 with its “Grand Feu” enamel dial is available in rose gold or platinum versions, respectively fitted with a mahogany brown or blue alligator strap and both featuring a rhodium- plated movement. LUXURYfiles SPRING 2018 55


054_063 Speciale Basel.qxd

20-03-2018

14:16

Pagina 56

CHANEL Dopo il recente lancio del rivoluzionario orologio gioiello Code Coco - un tributo innovativo alle icone della Maison a cui abbiamo voluto dedicare la copertina - nel 2018 Chanel presenta il B O Y· F R I E N D SCHELETRATO CALIBRO 3. Per la prima volta, l'orologio BOY·FRIEND, creato nel 2015, svela un movimento scheletrato di Alta Orologeria: il Calibro 3. Dopo tre anni di sviluppo, questo terzo movimento di manifattura è stato creato per essere bello da ogni angolazione. Come sospeso nella sua cassa ottagonale in elegante oro beige, è composto da una serie di cerchi intersecati ed allineati verticalmente. Le smussature lucide in oro beige evidenziano la profondità del movimento. I ponti sono nella parte posteriore al fine di mettere in luce il cuore pulsante dell'orologio. Un trionfo del savoir faire orologiero e dello stile Chanel. L’ispirazione è la trasposizione di uno storico modello femminile della Maison verso un territorio maschile. La forma è l’ottagono, che rievoca l’emblematico orologio PREMIÈRE, il mitico flacone del N°5 e l'amata Place Vendôme. Una creazione scritta nel vocabolario orologiero della Maison, con la sua sobrietà, la sua estetica raffinata, le sue linee forti e distintive. Di certo l’orologio BOY·FRIEND incarna quell’arte di giocare con il guardaroba maschile tanto caro a Mademoiselle Chanel sconvolgendo i codici classici non solo della moda ma anche dell’orologeria. Just few month ago the launch of the revolutionary Chanel Code Coco - an innovative tribute to the Maison's icons so we wanted to dedicate it our cover - now in 2018 Chanel presents the BOY · FRIEND SCHELETRATO CALIBRO 3. For the first time, the BOY · FRIEND watch, created in 2015, houses a Fine Watchmaking skeleton movement, the Calibre 3. After three years of development, this third in-house movement is designed to be beautiful at any angle. Floating in its octagonal beige gold case, it features a series of interlinked, vertically aligned circles. The mirror-polished beige gold chamfering emphasizes the movement’s depth. The bridges are at the back, allowing the watch’s beating heart to stand out. A great success for the haute horlogerie and Chanel style. The inspiration is the transposition of a historic feminine model of the Maison into a masculine territory. The shape is the octagon, which brings the emblematic PREMIÈRE, the legendary bottle of No. 5 and Place Vendôme. A creation inscribed in the watchmaking vocabulary of the House with its sober, refined design, strong lines, and its signature shape. The BOY · FRIEND watch holds within the art of twisting the elements from the masculine wardrobe so dear to Mademoiselle Chanel, shaking up the classic couture such as watchmaking codes.

56 LUXURYfiles SPRING 2018


054_063 Speciale Basel.qxd

20-03-2018

14:16

Pagina 57

OMEGA Nel 2018 Omega con orgoglio lancia la COLLEZIONE SEAMASTER “OLYMPIC GAMES” che celebra l’impareggiabile eredità nel cronometraggio del marchio - sin dal 1932 - attraverso 5 segnatempo nei 5 colori degli anelli Olimpici, con modelli in nero, giallo, verde, blu o rosso. 2032 pezzi per ciascun modello per celebrare un secolo di Omega come Official Timekeeper dei Giochi fino al 2032. Il numero dell’edizione limitata è incisa sul lato della cassa. La collezione monta il calibro Master Chronometer 8800. Per enfatizzare lo spirito sportivo dei segnatempo è stato aggiunto un lettore di pulsazioni colorato che circonda il quadrante, con 3 intervalli di 20 secondi, per permettere a chi lo indossa di calcolare con facilità i battiti al minuto. Sul fondello in alluminio tutte le città ospitanti e le date del viaggio Olimpico di Omega, da Los Angeles 1932 fino a Los Angeles 2028. In 2018 Omega launches the SEAMASTER COLLECTION “OLYMPIC GAMES” to celebrate the incomparable brand’s legacy for timekeeping since 1932 - with 5 timepieces in 5 colors of the Olympic rings, with models in black, yellow, green, blue or red. 2032 pieces for each model celebrating a century of Omega as the Official Timekeeper of the Games which until 2032 The limited edition number is engraved on the cash side. The collection mounts the Master Chronometer 8800 caliber. To emphasize the sporting spirit of the timepieces, a colored pulsation reader has been added that sur - rounds the dial, with 3 intervals of 20 seconds, to allow the wearer to easily calculate the beats per minute. On the aluminum case - back all the host cities and dates of the Omega Olympic trip, from Los Angeles 1932 to Los Angeles 2028.

LUXURYfiles SPRING 2018 57


054_063 Speciale Basel.qxd

20-03-2018

14:16

Pagina 58

BLANCPAIN La collezione Villeret di Blancpain da nuovo lustro al datario completo GMT presentato per la prima volta nel 2002. In occasione di Baselworld, il marchio riedita questa complicazione con un nuovo QUANTIÈME COMPLET GMT, anche questo dotato dei famosi correttori di Blancpain posti sotto le anse. Fin dall'inizio degli anni '80 i segnatempo Blancpain con datario completo e fasi lunari spiccano tra le complicazioni più importanti della Maison. Il loro successo non è dovuto solo alla loro utilità, ma anche al modo in cui sono realizzati. I modelli Villeret con datario completo indicano il giorno della settimana e il mese in due finestrelle situate a ore 12. La data si legge mediante una lancetta a serpentina in acciaio azzurrato, mentre il ciclo lunare è riprodotto in un'apertura a ore 6. A questo insieme di indicazioni si aggiunge la funzione GMT per indicare un secondo fuso orario. Per questa indicazione è prevista una lancetta delle ore supplementare, che termina con un triangolo rosso in punta. Il nuovo Quantième Complet GMT di Blancpain vanta le innovazioni che la Maison ha sviluppato dopo il lancio della prima versione. Il movimento di manifattura è integrato di una spirale di silicio, un materiale molto apprezzato perché amagnetico e con buone proprietà cronometriche. I correttori non sono posizionati sui fianchi della cassa come di solito, ma sotto le quattro anse. Questa invenzione, brevettata da Blancpain, consente di correggere con una semplice pressione delle dita la data, il giorno, il mese e la fase lunare, senza l'aiuto di uno stiletto-correttore. La correzione rapida del GMT e la regolazione dell'ora si eseguono invece mediante la corona. Disponibile in acciaio con quadrante bianco e in oro rosso con quadrante opalino, le lancette e gli indici sono dello stesso colore della cassa in entrambe le versioni, cinturino in alligatore o braccialato. Blancpain’s complete calendar GMT complication established itself as a mainstay with its original debut in 2002. For Baselworld 2018, the Manufacture reinterprets this practical complication and brings it back with the new QUANTIÈME COMPLET GMT enhanced with Blancpain’s patented under lug correctors. Since the early 1980’s, Blancpain’s complete calendar moonphase timepieces have been a signature of the house. Blancpain’s design that displays the day of the week and month in windows and the date with a supplemental blued serpentine shaped hand reading upon scale positioned around the chapter ring and placement of a moon phase window at six o'clock has firmly established itself as a classic arrangement. Adding the GMT function elevates the timepiece to a high complication. Ensuring that the watch places itself as an ideal travel companion, the calendar indications are linked to the local time display shown on the principal hands. Home time is shown with a red tipped hand. The introduction of this combination of complications in the Villeret Collection brings with it innovations that were developed after the original version of the Quantième Complet GMT was launched. The in-house movement now features a silicium balance spring with its superior anti- magnetic and timing precision properties. Setting of all the calendar and moon phase indications with a finger tip, instead of the standard tool, is made possible with the exclusive under-lug correctors. An added benefit, the hidden correctors enable completely smooth case flanks unmarred by corrector dimples, commonly found in the watch world. Rapid adjustment of local time in one hour increments is accomplished via the crown. Two versions, in red gold with an opaline dial and applied red gold Roman indexes; and in stainless steel with a white dial and white gold applied Roman indexes.Alligator straps or metal bracelets. 58 LUXURYfiles SPRING 2018


054_063 Speciale Basel.qxd

20-03-2018

14:16

Pagina 59

LONGINES Il CONQUEST V.H.P. rappresenta un nuovo successo nell’ambito del quarzo, abbinando ultra precisione, alti contenuti tecnici e carattere sportivo, sotto il segno dell’eleganza caratteristica del marchio. Nel più puro spirito Conquest - la linea sportiva per eccellenza - i cronografi presentati oggi racchiudono tutte le qualità del movimento Conquest V.H.P. Longines e il quarzo hanno scritto una storia ricca di innovazioni e di prodezze tecniche. Nel 1954, il marchio sviluppa un primo orologio al quarzo che stabilisce il record di precisione presso l’Osservatorio di Neuchâtel. Questo orologio è stato inserito nel celebre Chronocinégines, uno strumento pionieristico nella storia del cronometraggio che fornisce ai giudici un filmato per permettere loro di seguire il movimento degli atleti fino al momento in cui tagliano il traguardo. L’ambizione tecnologica porta Longines a presentare, nel 1969, l’Ultra-Quartz, il primo movimento al quarzo previsto per essere inserito negli orologi da polso. Il 1984 è un anno chiave per Longines nell’ambito dei progressi tecnologici con il calibro al quarzo inserito nel primo Conquest V.H.P., che ottiene a quei tempi il record di precisione. Sulla scia di questi successi storici, il marchio dalla clessidra alata presenta il nuovo Conquest V.H.P., oggi disponibile anche con calibro cronografo nelle diverse declinazioni cromatiche. Il movimento sviluppato in esclusiva per Longines si distingue per la sua estrema precisione, trattandosi di un orologio analogico (± 5 secondi/anno), e per la sua capacità di resettare le lancette dopo un urto o un’esposizione a un campo magnetico, grazie al sistema DPR (rilevamento della posizione dei ruotismi). Vantaggi che gli conferiscono lo status di movimento eccezionale, cui occorre aggiungere la lunghissima autonomia della pila e il calendario perpetuo. Gli esemplari in acciaio o PVD nero, disponibili in due dimensioni (casse da 42 e 44 mm di diametro), indicano l'ora, i minuti e i secondi e presentano un contatore 30 minuti a ore 3, un contatore 12 ore a ore 9 e un contatore 60 secondi al centro. In ogni modello, le azioni sono semplificate dalla presenza della corona intelligente e dei due indicatori distinti che permettono di segnalare con anticipo il fine vita della pila. I cronografi Conquest V.H.P. esibiscono quadranti di colore blu, fibra di carbonio, argenté o nero. Il bracciale in acciaio o il cinturino in caucciù blu o nero completano questi eccezionali esemplari.

THE CONQUEST V.H.P. represents a new achievement in the field of quartz, combining great precision, high technicality and a sporty look, marked by the brand’s unique elegance. In the true essence of Conquest - the ultimate sports line - the brand now proposes chronographs that bring together all of the qualities of the Conquest V.H.P. movement. Longines’ history with quartz has been one full of technical innovations and feats. In 1954, the first quartz watch set a precision record at the Neuchâtel Observatory. It would be fitted into the legendary Chronocinégines, an instrumentthatbecame a pioneer in the historyof timekeeping, as it provided judges with a film strip composed of a series of prints, allowing them to follow the athletes’ movement as they crossed the finish line. In 1969, technological mastery led Longines to reveal the Ultra-Quartz, the first quartz movement designed for wristwatches. A huge stride was made in 1984 with the quartz calibre fitted in the first Conquest V.H.P., setting a precision record for that time. As an extension of these historic milestones, the winged hourglass brand presents its new Conquest V.H.P., now also available with a chronograph calibre in various chromatic variations. The movement developed exclusively for Longines stands out for its high degree of precision for an analog watch (±5 s/ yr) and its ability to reset its hands after an impact or exposure to a magnetic field, using the GPD (Gear Position Detection) system. These attractive features are likely responsible for its status as an exceptional movement, to which a very long battery life and a perpetual calendar must be added. These steel or black PVD models are available in two sizes (42 and 44 mm in diameter) and display hours, minutes and seconds, a 30-minute counter at 3 o’clock, a 12-hour counter at 9 o’clock and a 60second counter in the centre. On each model, manipulations are simplified thanks to the intelligent crown, while two distinct indicators preventively signal the end of battery life. Conquest V.H.P. chronographs boast blue, carbon fibre, silvered or black dials. A steel, or blue or black rubber watch strap completes these exceptional timepieces. LUXURYfiles SPRING 2018 59


054_063 Speciale Basel.qxd

20-03-2018

14:17

Pagina 60

GUCCI Gucci Timepieces amplia la collezione G-TIMELESS. Questi segnatempo unisex fondono lo stile casual di un orologio Swiss Made con l'estetica eccentrica della Maison, utilizzando simboli distintivi ispirati alla natura per creare una narrazione moderna. Ovunque iconiche api, stelle e farfalle. Sul fondello in PVD oro giallo lucido, è inciso uno dei motivi animalier più caratteristici della Maison: l'ape o la testa di felino. I cinturini sono appositamente progettati per adattarsi a polsi di diverse dimensioni, da 150 a 192 mm. La combinazione cromatica di nero e oro si estende fino al cinturino in pelle nera, anch'esso contraddistinto da api e stelle. Un altro modello presenta un quadrante in tela GG supreme, con il cinturino lavorato nello stesso motivo per un effetto d'insieme estremamente armonioso. Vi è poi una versione dal look fresco e versatile con quadrante in pelle bianca e cinturino coordinato. Il quadrante sfoggia una vivace farfalla, che si abbina alle lancette a gladio color oro giallo, al logo Gucci e al numero 25, alle ore 12. Eleganza classica in chiave contemporanea: le novità G-Timeless sono un accessorio unisex ideale.

Gucci Timepieces presents the new additions to the G-TIMELESS collection. Each of these unisex timepieces blends the styling of a casual Swiss Made watch with the House’s eccentric aesthetic, using distinctive, nature-inspired symbols to create a modern narrative. For the first time, some of the watches feature a polished yellow gold PVD case back, engraved with one of the House’s signature animalier motifs: the bee or feline head. Finished with an ardillon buckle in the same material as the case, the straps are specially designed to fit different wrist sizes, from 150mm to 192mm. One timepiece showcases a black leather dial, which is accented with a golden bee and star decorations, yellow gold-colored sword hands, and the Gucci logo at 12 o’clock. The black-and-gold color scheme flows seamlessly into the black leather strap, also distinguished by bees and stars. Another variant presents a GG supreme canvas dial, with the strap also worked in the same motif to achieve a harmonious overall effect. Offering a fresh, versatile look, another model displays a white leather dial and matching strap. The dial exhibits a vibrant butterfly design, complementing the yellow gold-colored sword hands, Gucci logo, and number 25, at 12 o’clock. A contemporary take on classic elegance, the G-Timeless novelties are an ideal accessory for both women and men. 60 LUXURYfiles SPRING 2018


054_063 Speciale Basel.qxd

20-03-2018

14:17

Pagina 61

BVLGARI Bulgari presenta la Ripetizione Minute più sottile al mondo, la prima a racchiudere l’apoteosi delle complicazioni orologiere - generalmente più ambite dagli uomini - in uno spazio tanto esiguo da poter ornare il polso femminile. La melodia cristallina di DIVAS’ DREAM segna un tempo sofisticato, degno delle origini della Maison nella Città Eterna, perfetta espressione del duplice saovir-faire di Bulgari. Un gioiello che cattura lo sguardo e svela una grande complicazione orologiera. Il quadrante in lacca Urushi marrone scuro, con pagliuzze d’oro, è fatto a mano secondo la più severa tradizione artigianale giapponese. Al lato della cassa, il richiamo del motivo a ventaglio, incastonato di diamanti, segnala che questo Divas’ Dream racconta un nuovo sogno. Bulgari presents the finest Minute Repetition in the world, the first to enclose the apotheosis of watchmaking complications - generally most dedicated to male watches - in such a small space to adorn the feminine wrist. The crystalline melody of DIVAS' DREAM marks a sophisticated time, symbol of the origins of the Maison in the Eternal City, the perfect expression of Bulgari's double saovir-faire. A jewel equipped with a great complication. The dark brown Urushi lacquer dial, with specks of gold, is handmade according to the strictest Japanese craftsmanship tradition. On the side of the case, the recall of the fan motif, set with diamonds, is a sign: this Divas' Dream tells a new dream.

Fra le novità Bulgari 2018 anche nuovissime declinazioni del tema SERPENTI, omaggio a un’icona che, vestita d’oro, di pelle, di ceramica o espressione d’arte orafa, racconta la sua maestosa sovranità. In foto Serpenti Spiga in ceramica nera 5 giri e oro rosa. Amidst the 2018 Bulgari novelties, new versions of the SERPENTI theme, a tribute to an icon dressed in gold, leather, ceramic or goldsmith's art, talks about its majestic sovereignty. In the picture Spiga snakes with 5 turns in black ceramicand rose gold.

LUXURYfiles SPRING 2018 61


054_063 Speciale Basel.qxd

20-03-2018

14:17

Pagina 62

HARRY WINSTON A due anni dal lancio, l’acclamata HARRY WINSTON EMERALD COLLECTION si arricchisce di un nuovo segnatempo, un raffinato modello declinato nei toni del rosa pallido, impreziosito da diamanti taglio brillante e madreperla. Un accessorio di lusso perfetto, funzionale e glamour, proprio come i gioielli Harry Winston. Lo stile Art Déco del quadrante in oro bianco rivisita in chiave innovativa e contemporanea la forma del taglio smeraldo, il taglio preferito da Harry Winston. Un vero gioiello al quarzo all day long con cinturino doppio giro in satin rosa perla, impermeabile fino a 30 mt. Eleganza e funzionalità. The HARRY WINSTON EMERALD COLLECTION was launched 2 years ago, and now is enriched with a new timepiece, a refined model declined in shades of pale pink, embellished with brilliant cut diamonds and mother-of-pearl. A perfect, functional and glamorous luxury accessory such as the Harry Winston jewelry. The Art Deco style of the white gold dial revisits in an innovative and contemporary key the shape of the emerald cut, the Harry Winston's favorite cut. A quartz all-day jewel with a double pink satin strap, 30mt water resistant. Elegance meets functionality.

Fra le precedenti versioni del segnatempo Emerald restano iconiche quelle con quadrante laccato blu o satinato soleil bianco ghiaccio. Entrambe le versioni sono corredate, a scelta, da un cinturino in satin a doppio giro o da un bracciale in elegante maglia maglia milanese in oro bianco o rosa. Amidst the previous Emerald Collection the versions presented in white gold with a blue lacquered or in a snowy white satin sunburst dial are very iconic. Both models come on a choice of double tour satin straps or on elegant rose or white gold Milanese bracelets.


054_063 Speciale Basel.qxd

20-03-2018

14:17

Pagina 63

CHOPARD Nel 1993 Caroline Scheufele, Co-Presidente di Chopard, immagina un orologio sportivo basato su un’associazione inedita ed esplosiva, l’acciaio e i diamanti. Un’audacia che non ha precedenti: ecco com’è nato l’HAPPY SPORT. Fedele allo spirito degli Happy Diamonds, i diamanti liberi da ogni incastonatura che improvvisano una danza tra due vetri zaffiro sul quadrante, per celebrare il 25° anniversario dell’Happy Sport, Chopard spalanca le porte a nuova era: ha dotato l’Happy Sport Manufacture di un movimento meccanico a carica automatica, il calibro 09.01-C, appositamente sviluppato per le casse degli orologi femminili di 30 mm. Avere tutto, non rinunciare a niente, nemmeno a sinuose e delicate tonalità pastello del cinturino. In 1993, Chopard Co-President Caroline Scheufele designed a sport watch based on an original and astounding association between steel and diamonds. Embodying unprecedented audacity, the HAPPY SPORT was born. In harmony with the spirit of the Happy Diamonds that grace its dial, whirling like skaters performing free variations between two sapphire crystals, to celebrate its 25th anniversary, Chopard transports the Happy Sport into a new era, the Maison has drawn on its watchmaking expertise to endow the Happy Sport Manufacture with a mechanical self-winding movement, the 09.01-C, exclusive- ly developed for 30 mm ladies’ watch cases. “Having it all” is the perfect motto for the women who choose Chopard, as sweet pas- tels colors for the straps.

LUXURYfiles SPRING 2018 63


064_067 Berlino.qxd

22-03-2018

10:28

Pagina 64

LUXURY AS QUALITY TRAVEL / by Mara Cella

A

BERLINO UN RED CARPET SPECIALE

Thomas Meier, CEO di Glashütte Original, main partner del Festival Cinematografico Internazionale di Berlino ha svelato in apertura della 68esima kermesse una raffinata edizione speciale della collezione Senator Chronograph. L’elegante e distintivo Senator Chronograph Panorama Date si arricchisce con la Capital Edition di una versione in acciaio limitata a 100 pezzi e di una versione in oro rosa limitata a 25 pezzi. Con i loro quadranti fumé nella tonalità “Bourbon Grey”, entrambi i modelli portano al polso l’inimitabile fascino della grande Berlino. E dulcis in fundo, la versione in platino dell’orologio, rigorosamente limitata a soli 5 pezzi in tutto il mondo, che incarna appieno lo stile sorprendente di un ‘gentleman urbano’ con un elegante quadrante “Dry Silver”.

IN BERLIN FOR A SPECIAL RED CARPET

Glashütte Original, Senator-Chronograph, TheCapitalEdition.

64 LUXURYfiles SPRING 2018

Thomas Meier, CEO of Glashütte Original, main partner of the Berlin International Film Festival, during the opening of the 68th edition revealed a special elegant version of the Senator Chronograph collection. The elegant and distinctive Senator Chronograph Panorama Date now with the Capital Edition has a limited version in steel of just 100 pieces and a version in rose gold limited to 25 pieces. With their smokey faces in the “Bourbon Grey” tone, both wrist models bear the unmistakeable charm of the great Berlin. And last but not least, the platinum version of the watch, strictly limited to just five pieces for the entire world, which fully incarnates the surprising style of an urban gentleman with an elegant “Dry Silver” face.


064_067 Berlino.qxd

22-03-2018

10:28

Pagina 65

Le atmosfere glamour, cosmopolite e trendy di Berlino, ancor più affascinante durante il Festival, non potevano essere palcoscenico migliore per raccontare la grande storia, l’alta manifattura e costante evoluzione orologiera di Glashütte Original. Infatti il noto brand sassone Glashütte Original è partner ufficiale della Berlinale dal 2011, il legame si è rafforzato di anno in anno e per la 68esima Berlinale in qualità di Main sponsor, si sono intensificate le iniziative speciali fra cui il Glashütte Original - Documentary Award istituito lo scorso, un premio del valore di 50mila euro che quest’anno è stato assegnato alla produzione austriaca “The Waldheim Waltz” e consegnato al regista e produttore Ruth Beckermann durante la cerimonia di premiazione ufficiale svoltasi al Berlinale Palast davanti ad una gremita platea di 1.600 ospiti e centinaia di migliaia di spettatori in diretta televisiva.

Berlin’s glamourous, cosmopolitan and trendy atmospheres, even more captivating during the Festival, couldn’t be a better setting to tell the history, the high manufacturing standards and continuing watchmaking evolution of Glashütte Original. In fact the well-known Saxon Glashütte Original brand has been the official partner of the Berlinale since 2011. The bond is strengthened year after year and for the 68th edition as Main Sponsor the special initiatives have intensified, including the Glashütte Original - Documentary Award, instituted last year, granting fifty thousand euro which this year was awarded to the Austrian production “The Waldheim Waltz” and given to director and producer Ruth Beckermann during the official awards ceremonies which took place at the Berlinale Palast before 1,600 guests and hundreds of thousands of television viewers.

LUXURYfiles SPRING 2018 65


064_067 Berlino.qxd

22-03-2018

10:28

Pagina 66

BERLIN LIFESTYLE / DA VEDERE / POTSDAMER PLATZ fra frammenti di ‘Muro’ e futuristici grattacieli: è uno dei simboli della nuova berlino e della sua rinascita. IL MITTE, IL QUARTIERE EBRAICO oggi colorato e vivace centro di shooting, designer e artisti. IL MONUMENTO ALLE VITTIME DELL’OLOCAUSTO che commemora gli ebrei vittime del genocidio nazista, si trova nel Mitte, lungo una sezione di quella che un tempo era la terra di nessuno fra i due lati del Muro, poco lontano dalla Porta di Brandeburgo - il monumento più noto di Berlino, simbolo della città nel mondo.

/ DOVE MANGIARE / L’offerta food di Berlino può far invidia alla ‘grande mela’, ma di certo da provare sono le contaminazioni fusion come quella top del Mani Restaurant che vi condurrà in un affascinante viaggio di sapori e spezie da Parigi a Israele, un melting pot di culture nel piatto che diviene una piacevole sorpresa.

/ DA FARE / Berlino è una “città d’acqua”, per scoprire la capitale tedesca da una prospettiva nuova concedetevi un giro in battello panoramico sul fiume Spree alla scoperta di luoghi storici e moderni, l’edificio del Reichstag e l’ufficio stampa federale, il quartiere Nikolai, la famosa torre della televisione, l'isola dei musei e molti altri inaspettati scorci.

/ TO SEE / POTSDAMER PLATZ amidst fragments of the “Wall” and futuristic skyscrapers: one of the symbols of the new Berlin and its rebirth. IL MITTE, THE JEWISH QUARTER today colorful and vibrant backdrop for designers and artists THE MONUMENT TO HOLOCAUST VICTIMS that commemorates the Jewish victims of Nazi genocide is located in the Mitte, along a section of what once was no man’s land between the two sides of the Wall, not far from Brandenburg Gate – the most famous monument of Berlin, symbol of the city in the world.

/ WHERE TO EAT / Foodies will have a feast in Berlin and the possibilities equal those found in the Big Apple, but no doubt fusion contaminations must be tried such as those offered at the Mani Restaurant which will take you on a fantastic journey of tastes and spices from Paris to Israel, a melting pot of cultures that becomes a pleasant surprise.

/ WHAT TO DO / Berlin is a “water city”, to discover the German capital from a new perspective take a panoramic boat ride on the River Spree to see historical and modern sites, the Reichstag and the federal press office, the Nilolai quarter, the famous television tower, the island of museums and many other unexpected surprises.

66 LUXURYfiles SPRING 2018


064_067 Berlino.qxd

22-03-2018

10:29

Pagina 67

Beckermann was awarded the prize for her exceptional film portrayal of the sadly famous Austrian presidential campaign of 1986, and also received the precious 20 centimeter statue in brass, steel and acrylic, hand-made by the Saxon brand. And during the Festival at the Golden Bear Lounge by Glashütte Original on the first floor of the Grand Hyatt Berlin with a view of the red carpet there were numerous interesting encounters with international celebrities: actors and actresses, producers and directors, journalists amidst the fantastic shots "Movie Capitals of the World” on the walls depicting the photographic journey of the Glashütte Original timepieces on the most important film sets of the world: Los Angeles, New York, Tokyo, Venice to once again live the iconic times of the movies that made cinema history. Another fascinating journey to better understand the depth and tradition of Glashütte Original is through the historic headquarters or the dedicated museum, to experience the style and history of fine ‘Made in Germany’ watchmaking. Consequently, the Berlin International Film Festival is more than just one of the most important events on cinema calendars The actress Fanny Ardant visits the Golden worldwide but it can also be the occasion to learn about production processBear Lounge by Glashuette Original. es, the various complex phases that lead to the realization of each single watch through skilled hands and hundreds of hours of work. And it’s also a good way to spend a weekend experiencing Berlin design and trends, if you think about this city and its painful past, but which today lives a new life, with surprising vitality in the air. The new London is packed with museums and exhibitions, cool and gourmet locales, for chic shopping and accessories it is a must. Thank you Berlin! Beckermann ha conseguito il riconoscimento per il suo eccezionale ritratto cinematografico che rievoca la tristemente nota campagna presidenziale austriaca del 1986, ricevendo anche l’ambita statuetta alta 20 centimetri in ottone, acciaio e acrilico, realizzata a mano dal marchio sassone. E durante tutto il Festival alla Golden Bear Lounge by Glashütte Original al primo piano del Grand Hyatt Berlin con tanto di vista sul red carpet si sono tenuti incontri interessanti con blasonati ospiti internazionali: attori, produttori, registi, giornalisti fra i meravigliosi scatti "Movie Capitals of the World” alle pareti ovvero il viaggio fotografico dei segnatempo Glashütte Original sui set cinematografici più importanti del mondo: Los Angeles, New York, Tokyo, Venezia per rivivere le atmosfere di iconiche pellicole che hanno segnato la storia del cinema. Un altro viaggio affascinante per conoscere meglio lo spessore e tradizione di Glashütte Original è quello verso la storica sede o il suggestivo Museo della Maison, per un vero tuffo nello stile e nella storia dell’alta orologeria ‘Made in Germany’. Quindi il Festival Internazionale del Cinema di Berlino oltre ad essere uno dei più importanti appuntamenti del calendario cinematografico mondiale può essere anche un’opportunità per conoscere i processi di produzione, le varie fasi così complesse e affascinanti della Manifattura che portano alla realizzazione di ogni singolo orologio attraverso grandi competenze e centinaia di ore di lavoro. Ed anche un bel modo per un weekend nel design e tendenze berlinesi, se ci si ferma a pensare è una città dolorosa, che ha sofferto ma che oggi vive una nuova vita, un’effervescente vitalità si respira ovunque. La nuova Londra, è gremita di musei e mostre, di locali cool & gourmet, per lo shopping di design e accessories è un must. Thank you Berlin!

Glashütte Original - Documentary Award 2018.

Award winner Ruth Beckermann in the middle with Glashuette Original CEO Thomas Meier left and with the jury.

LUXURYfiles SPRING 2018 67


068_071 Chanel.qxd

22-03-2018

10:30

Pagina 68

LUXURY AS QUALITY JEWELS / by Mara Cella

IL

LEONE E IL SUO CHARME

DIFFICILE RESISTERE AL FASCINO ENIGMATICO DI QUESTO FELINO Così è stato per Coco Chanel. Non è stato solo il suo segno zodiacale, il leone fa parte dei simboli di Mademoiselle Chanel e fu, per lei, fonte di ispirazione per le sue creazioni, lo ritroviamo nei bottoni dei suoi tailleurs o le chiusure delle borse. Il leone incarna lo spirito di Gabrielle Chanel: libero, coraggioso, forte e audace. Ha fatto la sua prima comparsa nell’universo dell’Alta Gioielleria Chanel nel 2012. Già nel 2013 la collezione “SOUS LE SIGNE DU LION” rende omaggio al segno zodiacale di Gabrielle Chanel (nata il 19 agosto 1883) e al simbolo della Serenissima, la città di Venezia, dove Chanel si recò in seguito alla scomparsa del suo grande amore Boy Capel e dove trovò una nuova forza per ricominciare a vivere. Per Coco Chanel questo incontro veneziano con il leone fu qualcosa di più di una coincidenza, per lei fu un segno del destino.

THE LION AND ITS CHARM Hard to resist the enigmatic charm of this feline That’s how it was for Coco Chanel. It wasn’t merely her zodiac sign, the lion is part of Mademoiselle Chanel’s symbols and for her was the source of inspiration for her creations, we find it on her suit buttons or handbag clasps. The lion incarnates the spirit of Gabrielle Chanel: free, courageous, strong and audacious. It first appeared in the world of Chanel Haute Joaillerie in 2012. By 2013 the “SOUS LE SIGNE DU LION” collection pays homage to Gabrielle Chanel’s zodiac sign (she was born on August 19, 1883) and to the symbol of the Serenissima, the city of Venice, where Chanel fled following the death of her great love Boy Capel and where she found the strength to live again. For Coco Chanel this Venetian encounter with the lion was something more than a coincidence, for her it was destiny. 68 LUXURYfiles SPRING 2018

Coco Chanel.


068_071 Chanel.qxd

22-03-2018

10:30

Pagina 69

LUXURYfiles SPRING 2018 69


068_071 Chanel.qxd

22-03-2018

10:30

Pagina 70

“ IL LEONE INCARNA

LO SPIRITO DI GABRIELLE CHANEL: LIBERO, CORAGGIOSO, FORTE E AUDACE. THE LION INCARNATES THE SPIRIT OF GABRIELLE CHANEL: FREE, COURAGEOUS, STRONG AND AUDACIOUS. ”

Oggi nel 2018 la Collezione “L’ESPRIT DU LION” apre un nuovo capitolo di questa affascinante storia con 53 pezzi di Alta Gioielleria ispirati ai leoni presenti nell’appartamento parigino di Gabrielle Chanel al 31 di rue Cambon ed esprime al meglio tutta la forza e il savoir-faire manifatturiero della gioielleria Chanel, interamente disegnata dallo Studio creativo Chanel di Parigi. Un tripudio di diamanti bianchi, diamanti marroni, diamanti gialli, topazi imperiali, zaffiri gialli, zaffiri Umba, berilli, cristallo di rocca e le immancabili perle. Ovunque nello storico appartamento di Mademoiselle Chanel troviamo leoni in bronzo dorato o in marmo posati su un tavolo, in legno scolpito appoggiato sul bordo del camino, il leone è lì con la sua aria di fierezza e la zampa appoggiata sul mondo.

Today in 2018 the “L’ESPRIT DU LION” collection opens a new chapter in this fascinating story with 53 pieces of haute joaillier inspired by the lions found in Gabrielle Chanel’s apartmentn located at 31 di rue Cambon and best expresses all the strength and manufacturing savoir-faireof Chanel jewels, wholly designed by the Chanel of Paris creative studio. A triumph of white, brown and yellow diamonds, imperial topaz, yellow and Umba sapphires, beryls, rock crystals and the inevitable pearls. All throughout Mademoiselle Chanel’s famous apartment we find lions in gilded bronze or marble placed on a table, in sculpted wood leaning against the fireplace, the lion is there with his proud air and his paw placed over the world. The lion is associated with a chain to underline its strength and to emphasize its authority, the chain is the link that impresses a graphic identity to the collection comprised of 53 extraordinary pieces: from the “Legendary” necklace that costs 4.4 million euros with a breathtaking pillow-cut diamond weighing 30,19 carats to the “Intuitive” bracelet, the least expensive at 42.000 euros.

CHANEL HAUTE JOAILLERIE IN NUMBERS 1932 Chanel creates the first haute joaillerie collection "Bijoux de Diamants" in platinum and diamonds (her favorite stone) 1990 Chanel opens the first watch boutique in Place Vendôme 1993 Chanel Jewels are launched 1997 Inauguration of the first watch and jewelry boutique at 18 Place Vendôme 2001 Opening of the Salon Vendôme, decorated by Karl Lagerfeld, on the first floor of the boutique 2007 Tenth anniversary of the boutique (enlarged and refurbished by architect Peter Marino) 2012 Celebrating 80 years of Chanel Haute Joaillerie

70 LUXURYfiles SPRING 2018


068_071 Chanel.qxd

22-03-2018

10:31

Pagina 71

Also in the collection is the “Powerful” pendulette, a table clock-sculpture in yellow gold created from a design by the Studio and reinterpreted by famous sculptor Jean-François Gambino. Then there are six unique pieces including the “Audacious” necklace in a limited and numbered series and ten pieces that transforms into a belt, or the 4 secret watches from the “Les eternelles de Chanel” collection. Another incredible surprise is the “Commanding” necklace that is two jewels in one: it can be divided in two by detaching the lower part and the lion becomes a pin and the upper part becomes a choker necklace. Authentic works of art and workmanship but also ‘jewels in the jewel’ that call to mind meanings and symbols of one of the great geniuses of fashion, art and culture of the 20th century: COCO CHANEL. Al leone è associata una catena per sottolineare la sua forza ed enfatizzare la sua autorità, la catena è il filo conduttore che imprime un’identità grafica alla collezione composta da 53 esemplari straordinari: dal collier “Legendary” che costa 4,4 milioni di euro con un meraviglioso diamante taglio a cuscino di 30,19 carati al bracciale “Intuitive”, il meno caro, con i suoi 42.000 euro. Nella collezione anche la pendulette "Powerful” un orologio da tavola- scultura in oro giallo creata da un disegno dello Studio e reinterpretata dal celebre scultore Jean-François Gambino. Spiccano poi 6 pezzi unici fra i quali il collier “Audacious” in serie limitata e numerata a 10 esemplari che si trasforma in cintura, oppure i 4 secret watch della collezione “Les eternelles de Chanel”. Altra incredibile sorpresa è il collier “Commanding” ovvero due gioielli in uno: può essere diviso staccando la parte inferiore il leone diviene una spilla e la parte superiore diviene un collier corto. Delle vere opere d’arte di grande maestria orafa e creativa ma anche ‘gioielli nel gioiello’ che evocano significati e simboli di uno dei grandi geni della moda, dell’arte e della cultura del XX secolo: COCO CHANEL.

LUXURYfiles SPRING 2018 71


072_077 TISSOT.qxd

26-03-2018

10:12

Pagina 72

LUXURY AS QUALITY ANNIVERSARY / by Mara Cella

ANIME

LE TRE HERITAGE, SPORT, INNOVAZIONE THE THREE SOULS HERITAGE, SPORT AND INNOVATION Parliamo di un marchio svizzero nato nel 1853, che nel 2018 festeggia ben 165 anni di storia. Non a caso nel logo Tissot il segno + sintetizza in modo chiaro e forte proprio il suo cuore elvetico, l’alta qualità, storia orologeria e affidabilità.Oggi Tissot è distribuito in bel 160 paesi e non ha mai smesso di innovare nel segno della tradizione. L’Italia resta un fiore all’occhiello per il marchio che vanta due suggestive boutique monomarca nelle nostre capitali di moda e shopping: Milano e Roma. Parliamo di un marchio svizzero nato nel 1853, che nel 2018 festeggia ben 165 anni di storia. Non a caso nel logo Tissot il segno + sintetizza in modo chiaro e forte proprio il suo cuore elvetico, l’alta qualità, storia orologeria e affidabilità.Oggi Tissot è distribuito in bel 160 paesi e non ha mai smesso di innovare nel segno della tradizione. L’Italia resta un fiore all’occhiello per il marchio che vanta due suggestive boutique monomarca nelle nostre capitali di moda e shopping: Milano e Roma. il Presidente Tissot François Thiébaud - incontrato proprio nella Capitale in occasione del recente opening del flagship in Via del Corso, 167 nello storico Palazzo Boncompagni Ottoboni del 1731 - ha sottolineato quanto sia importante il mercato italiano e cosa rappresenta per il brand la Città della Dolce Vita. “Sia fisicamente che virtualmente, Tissot è leader di settore nel mantenere il proprio marchio in contatto con il mondo e viceversa. Abbiamo il più grande network retail dell'industria orologiera svizzera. Una città come Roma è stata una logica scelta da aggiungere alla nostra fitta rete. Le boutique ci consentono una vicinanza costante ai clienti esistenti e potenziali. Prima di tutto i nostri clienti sono i nostri ambasciatori. È quindi importante renderli soddisfatti con un buon servizio di customer care a 360 gradi che va dai social media all’e-commerce, alla migliore shopping experience. Un esempio: il nuovissimo store Tissot di Roma ha al piano superiore un 'Watchmakers Corner' con un esperto del Gruppo Swatch sempre disponibile per ogni richiesta e riparazione. Per i nostri clienti vogliamo solo il meglio”. 72 LUXURYfiles SPRING 2018

François Thiébaud.


072_077 TISSOT.qxd

26-03-2018

10:12

Pagina 73

Una storia di continue innovazioni che non smettono di stupire. Lo scorso anno è stato l’anno in cui Tissot ha introdotto la spirale in silicio nel suo calibro Powermatic80 con la collezione Ballade, che ha avuto grande appeal considerato anche il posizionamento di prezzo. Infatti un altro punto forte della strategia del brand è da sempre innovare ma puntando al lusso accessibile. A fine 2017 il lancio del nuovo calibro meccanico a carica automatica Swissmatic è stata un’altra bella rivoluzione infatti la collezione Tissot Everytime unisce l'innovazione alle performance meccaniche. Design classico e senza tempo, con un volto elegante ed essenziale per un look contemporaneo, ma soprattutto sottolinea il Presidente Thiébaud: “Il movimento Swissmatic ci ha consentito di proporre un automatico con ben 3 giorni di riserva di carica ad una fascia di prezzo imbattibile. Il segreto sta nel processo di produzione. Del resto fornire un lusso ad un prezzo democratico è da sempre uno dei nostri obiettivi.” il Presidente Tissot Francois Thiébaud - incontrato proprio nella Capitale in occasione del recente opening del flagship in Via del Corso, 167 nello storico Palazzo Boncompagni Ottoboni del 1731 - ha sottolineato quanto sia importante il mercato italiano e cosa rappresenta per il brand la Città della Dolce Vita. “Sia fisicamente che virtualmente, Tissot è leader di settore nel mantenere il proprio marchio in contatto con il mondo e viceversa. Abbiamo il Tissot Ballade. più grande network retail dell'industria orologiera svizzera. Una città come Roma è stata una logica scelta da aggiungere alla nostra fitta rete. Le boutique ci consentono una vicinanza costante ai clienti esistenti e potenziali. Prima di tutto i nostri clienti sono i nostri ambasciatori. È quindi importante renderli soddisfatti con un buon servizio di customer care a 360 gradi che va dai social media all’e-commerce, alla migliore shopping experience. Un esempio: il nuovissimo store Tissot di Roma ha al piano superiore un 'Watchmakers Corner' con un esperto del Gruppo Swatch sempre disponibile per ogni richiesta e riparazione. Per i nostri clienti vogliamo solo il meglio”.

LUXURYfiles SPRING 2018 73


072_077 TISSOT.qxd

26-03-2018

10:12

Pagina 74

“ FORNIRE UN LUSSO

AD UN PREZZO DEMOCRATICO È DA SEMPREUNO DEI NOSTRI OBIETTIVI. FORNIRE UN LUSSO AD UN PREZZO DEMOCRATICO È DA SEMPRE UNO DEI NOSTRI OBIETTIVI. ” Tissot Chemin des Tourelles.

CLASSICO E CONTEMPORANEO Fra i modelli iconici che incarnano tutto il savoir faire e l’heritage di Tissot c’è una speciale collezione-tributo alla storia della Maison, Chemin des Tourelles che deve il suo nome alla via di Le Locle, in Svizzera, dove nel 1907 fu costruita la Manifattura Tissot, e dove ha sede ancor oggi l’azienda. Anche la ormai nota collezione Tissot Ballade ha uno stile senza tempo con lavorazione Clous de Paris della lunetta che si allinea perfettamente al movimento con spirale in silicio, quadrante pulito e dettagli iconici. Sportiva ma elegante la collezione Tissot Chrono XL ha sofisticati tocchi vintage con i cinturini in pelle vecchia scuola in varie tonalità di marrone con cuciture di gusto. si caratterizza per la cassa di grandi dimensioni con un diametro di 45 mm, un orologio pensato per un gentiluomo urbano cui non può mancare la funzione cronografo per un con look sporty ma contemporary classic.

Tissot Chrono XL.

74 LUXURYfiles SPRING 2018

CLASSIC AND CONTEMPORARY Amongst the iconic models that incarnate all the savoir faire and Tissot heritage there is a special collection-tribute to the history of the brand, Chemin des Tourelles, that owes its name to the street in Le Locle, in Switzerland, where in 1907 theManifattura Tissot was built, and which today is still home to the company. The wellknown Tissot Ballade collection as well has a timeless style with Clous de Paris working on the bevel that alligns perfectly with the silicon spiral movement, clean face and iconic details. Sporty yet elegant the Tissot Chrono XL collection has sophisticated vintage touches with old-school leather straps in different tones of brown with tasteful stitching. Quite distintive is the large-size casing with a 45 mm diameter, for a watch for an urban gentleman who simply must have the chronograph function for a sporty yet contemporary classic look.


072_077 TISSOT.qxd

26-03-2018

10:13

Pagina 75

Tissot Everytime.

Tissot vanta una grande heritage ma oltre alla classicità e tradizione, attraverso la continua ricerca e innovazione, il brand ha saputo aprirsi a nuovi segmenti come quello dei millenials e mondi differenti come quello dello sport, facendo il suo ingresso nel mondo del cronometraggio sportivo nel 1938, con un ruolo di primo piano nei campionati. Oggi Tissot è Cronometrista ufficiale e partner di molteplici discipline sportive, fra cui il basket - NBA e FIBA -, il ciclismo con il Tour de France e il Campionato del mondo di ciclismo UCI, il motociclismo con il MotoGPTM e Campionato mondiale di Superbike FIM e non da ultimo con il rugby - Campionato NatWest 6 Nazioni, TOP14, European Rugby Champions Cup e Challenge Cup. Tissot è inoltre Cronometrista ufficiale dei campionati del mondo di scherma e hockey su ghiaccio. Anche se il cronometraggio e la fornitura dei dati e dei risultati finali delle gare diventano sempre più complessi, Tissot è riuscita a conservare la propria leadership e ad assicurare in ogni circostanza un eccezionale livello di precisione. Tissot boasts a great heritage but in addition to tradition and classical, through continuing research and innovation, the brand has opened towards new segments such as the millennials and different worlds such as sports, making its entrance in the world of sport chronography in 1938, with a leading role in championships. Today Tissot is the official timekeeper and partner of many sports disciplines, including basket (NBA and FIBA), cycling with the Tour de France and the world cycling championships UCI, motor cycling with MotoGPTM and the Superbike FIM world championships and last but certainly not least with rugby - Campionato NatWest 6 Nazioni, TOP14, European Rugby Champions Cup and Challenge Cup. Tissot moreover is the official time-keeper for the world fencing championships and ice hockey. Although time-keeping and supplying data and end results of the races have become more and more complex, Tissot has been able to maintain its leadership and ensure an exceptional level of precision in all circumstances. LUXURYfiles SPRING 2018 75


072_077 TISSOT.qxd

26-03-2018

10:13

Pagina 76

FEMMINILITÀ ESSENZIALE E GLAMOUR Tissot ha anche un lato più glamour e fra le novità 2018 spicca la collezione femminile Tissot Bella Ora Round, raffinata ed elegante che si ispira allo stile mediterraneo, design minimal con cassa più grande e più rotonda per una maggiore leggibilità, mentre i numeri romani e gli indici aggiungono un tocco di classe. Un vero accessorio moda, ogni orologio di questa nuova collezione ha due cinturini intercambiabili per abbinare ogni outfit. Mentre la collezione T- WAVE è un’onda sinuosa che evoca passione sensuale fluidità con linee delicatamente ondulate e raffinati dettagli come le lancette a foglia scheletrate e un indice a goccia con madreperla. Bella anche la versione gioiello con indici diamantati. FEMMINILITÀ ESSENZIALE E GLAMOUR Tissot h anche un lato più glamour e fra le novità 2018 spicca la collezione femminile Tissot Bella Ora Round, raffinata ed elegante che si ispira allo stile mediterraneo, design minimal con cassa più grande e più rotonda per una maggiore leggibilità, mentre i numeri romani e gli indici aggiungono un tocco di classe. Un vero accessorio moda, ogni orologio di questa nuova collezione ha due cinturini intercambiabili per abbinare ogni outfit. Mentre la collezione T- WAVE è un’onda sinuosa che evoca passione sensuale fluidità con linee delicatamente ondulate e raffinati dettagli come le lancette a foglia scheletrate e un indice a goccia con madreperla. Bella anche la versione gioiello con indici diamantati.

ANIMO SPORTIVO Marc Márquez, il più giovane quattro volte campione del mondo di MotoGPTM e una volta campione sia di Moto2™ che della classe 125, è da poco entrato a far parte della famiglia Tissot. La sua resistenza, l'abilità e la determinazione nell'essere il migliore ne fanno l'ambasciatore ideale di Tissot, Cronometrista ufficiale della MotoGPTM. Marc Márquez ha festeggiato la sua vittoria più recente nel 2017, in un'agitata competizione Tissot Bella Ora Round. contro Andrea Dovizioso, che ha visto il campione aggiudicarsi il traguardo nelle battute finali. François Thiébaud con orgoglio per il crescendo di ANIMO SPORTIVO successi del pilota ha affermato: “Siamo onorati di Marc Márquez, il più giovane quattro volte campione del mondo di MotoGPTM e una volta campione sia di Moto2TM che accogliere Marc Márquez nella famiglia Tissot. Marc della classe 125, è da poco entrato a far parte della famiglia Tisha ripetutamente dimostrato la sua passione per le sot. La sua resistenza, l'abilità e la determinazione nell'essere il corse e una grande determinazione nel lavorare con migliore ne fanno l'ambasciatore ideale di Tissot, Cronometriimpegno, due qualità a cui noi di Tissot teniamo più sta ufficiale della MotoGPTM. Marc Márquez ha festeggiato la ogni altra cosa. La famiglia Tissot condivide lo stesso spirito battagliero. Il rapporto con la MotoGPTM e il sua vittoria più recente nel 2017, in un'agitata competizione contro Andrea Dovizioso, che ha visto il campione aggiudicarruolo di cronometrista ufficiale sono per noi di estresi il traguardo nelle battute finali. François Thiébaud con ma importanza e le nostre partnership con atleti di orgoglio per il crescendo di successi del pilota ha affermato: talento come Marc Márquez ci rendono più forti”. 76 LUXURYfiles SPRING 2018


072_077 TISSOT.qxd

26-03-2018

10:13

Tissot T-Race.

Pagina 77

Il tributo al campione è il modello T-Race Marc Márquez che racchiude la struttura atletica del Tissot T-Race Limited Edition 2018. La cassa incorniciata da un anello in fibra di vetro, i pulsanti incisi con le scritte “start” e “go” e i segni del battistrada riportano alla velocità e all'adrenalina della pista, mentre la lunetta che richiama il disco del freno e il cinturino ispiorato alla tuta dei motociclisti evocano l'atmosfera palpabile nel giorno della gara. Il logo serigrafato di Marc Márquez spicca orgogliosamente sul fondello in vetro, rendendo questa edizione limitata molto speciale limitata a 4.999 esemplari con una stilosa confezione a forma di casco ispirata al design del casco di Márquez. Questo segnatempo è già un grande pezzo da collezione per i tifosi di tutto il mondo. Semplicemente un incontro fra eccellenze, impegno e stile, infatti anche Marc Márquez, entusiasta della nuova partnership ha dichiarato: “Sono davvero felice ed è un piacere far parte della famiglia Tissot. Sono orgoglioso di unirmi a questo importante brand che vanta una lunga storia nel campionato di MotoGPTM. Ho splendidi ricordi grazie agli orologi che ho ricevuto dopo la conquista delle pole position dal 2008. A casa ne ho una collezione… e spero di vincerne altri. Sono certo che io e Tissot continueremo a migliorare e a vivere tanti successi insieme”.

“Siamo onorati di accogliere Marc Márquez nella famiglia Tissot. Marc ha ripetutamente dimostrato la sua passione per le corse e una grande determinazione nel lavorare con impegno, due qualità a cui noi di Tissot teniamo più ogni altra cosa. La famiglia Tissot condivide lo stesso spirito battagliero. Il rapporto con la MotoGPTM e il ruolo di cronometrista ufficiale sono per noi di estrema importanza e le nostre partnership con atleti di talento come Marc Márquez ci rendono più forti.” Il tributo al campione è il modello T-Race Marc Márquez che racchiude la struttura atletica del Tissot T-Race Limited Edition 2018. La cassa incorniciata da un anello in fibra di vetro, i pulsanti incisi con le scritte “start” e “go” e i segni del battistrada riportano alla velocità e all'adrenalina della pista, mentre la lunetta che richiama il disco del freno e il cinturino ispiorato alla tuta dei motociclisti evocano l'atmosfera palpabile nel giorno della gara. Il logo serigrafato di Marc Márquez spicca orgogliosamente sul fondello in vetro, rendendo questa edizione limitata molto speciale limitata a 4.999 esemplari con una stilosa confezione a forma di casco ispirata al design del casco di Márquez. Questo segnatempo è già un grande pezzo da collezione per i tifosi di tutto il mondo. Semplicemente un incontro fra eccellenze, impegno e stile, infatti anche Marc Márquez, entusiasta della nuova partnership ha dichiarato: “Sono davvero felice ed è un piacere far parte della famiglia Tissot. Sono orgoglioso di unirmi a questo importante brand che vanta una lunga storia nel campionato di MotoGPTM. Ho splendidi ricordi grazie agli orologi che ho ricevuto dopo la conquista delle pole position dal 2008. A casa ne ho una collezione… e spero di vincerne altri. Sono certo che io e Tissot continueremo a migliorare e a vivere tanti successi insieme”.

Marc Marquez.

LUXURYfiles SPRING 2018 77


078_081 Beauty.qxd

22-03-2018

10:35

Pagina 78

LUXURY AS QUALITY BEAUTY / by Chiara De Santis

ENERGIA DI

PRIMAVERA

Celebrare la nuova stagione con pratiche che portano luce, bellezza e benessere nelle nostre vite deve essere il nostro mantra e il nostro lusso quotidiano. Un tempo per sè, una beauty routine con skincare high quality e fragranze preziose ed evocative, oltre ad un’alimentazione corretta, sport o movimento con sequenze fluide. Tutto deve farci convergere le energie verso la linea mediana del corpo e portare la nostra mente a concentrarci sul respiro, e sul nostro essere più profondo. Questo vuol dire primavera o risveglio. Il mistico indiano Osho Rajneesh affermava che la meditazione - ossia quello stato di “puro esistere”, di pura consapevolezza in assenza della mente - trasforma l'uomo in un “lago di energia” che attira il trascendente rendendolo colmo di beatitudine. Buona Primavera a tutti!

SPRING ENERGY Celebrating the new season with habits that bring light, beauty and wellness to our lives should be our mantra and our daily luxury. Time for ourselves, a beauty routine with high quality skin care and precious and evocative fragrances, as well as proper nutrition, sports or movement with graceful flowing sequences. All of this should converge energy towards the median line of the body and induce our mind to concentrate on breathing, on our most profound being. This means spring or reawakening. Indian mystic Osho Rajneesh affirmed that meditation - that is that state of “pure existence”, of pure awareness in the absence of the mind - transforms man into a “lake of energy” that attracts the transcendent filling it with beatitude. Happy spring to all!


078_081 Beauty.qxd

22-03-2018

10:35

Pagina 79

CHANEL Appare come un vero elogio della libertà maschile in un aromaticoboschivo dalla firma seducente con note ambrate e muschiate. Un profumo intramontabile e anticonformista, racchiuso in un flacone di un blu enigmatico. Lo spirito indipendente di BLEU de Chanel assume qui la forma di un'Eau de Parfum declinata per i nostri gentleman. Una firma olfattiva sensuale nelle quale il legno di sandalo della Nuova Caledonia conferisce eleganza e intensità. Mentre alle signore la primavera di Chanel porta HYDRA BEAUTY MICRO LIQUID ESSENCE e HYDRA BEAUTY MASQUE DE NUIT AU CAMÉLIA. La prima è un'acqua di bellezza per il viso con rivoluzionarie micro-gocce che incapsulano un nuovo principio attivo energizzante derivato dalla camelia, ricco di nutrienti fondamentali. le microsfere di camelia un’incredibile texture che avvolge lil viso in un'ondata di freschezza. La maschera notte è una coccola rigenerante alla camelia che amplifica l’effetto riparatore del riposo notturno

It appears like true praise for male freedom in an aromatic-woodsy scent with amber and musk notes. An eternal and anti-conformist perfume, enclosed in an enigmatic blue flacon. The independent spirit of BLEU de Chanel here takes the form of an eau de parfum for our gentlemen. A sensual olfactory signature in which sandalwood from New Caledonia confers elegance and intensity.

Spring for Chanel brings ladies HYDRA BEAUTY MICRO LIQUID ESSENCE and HYDRA BEAUTY MASQUE DE NUIT AU CAMÉLIA. The first is a beauty water for the face with revolutionary micro-drops that enclose a new energizing active ingredient derived from camellias, rich in fundamental nutrients. The camellia microspheres offer an incredible texture that wraps the face in a wave of freshness. The night mask is a regenerative camellia-based pampering that amplifies the beneficial effects of night-time rest. LUXURYfiles SPRING 2018 79


078_081 Beauty.qxd

22-03-2018

10:35

Pagina 80

SISLEY Lanciato all’inizio del 2017, il profumo IZIA di Sisley ha appena festeggiato il suo primo compleanno con una Special Edition Anniversario. Per l’occasione, il flacone si veste della creatività rock di Quentin Jones, artista e illustratrice inglese e diviene un collage fluorescente di rose e vernice. Un bel gioco di contrasti pop, il collarino di mussola è un dettaglio iconico che evidenzia l’eleganza a delicatezza della rosa. La fragranza, invariata, si apre su note fresche e acidule di bergamotto bianco e con un tocco di pepe rosa, al cuore inflessioni di peonia e mughetto che si mescolano ad un fondo ambrato. Launched at the beginning of 2017, Sisley’s IZIA fragrance has just celebrated its first anniversary with a Special Anniversary Edition. For this occasion, the flacon is decorated with the rock creativity of Quentin Jones, an English artist and illustrator, and becomes a fluorescent collage of rose and patent. A nice play on contrasting pop, the muslin necking is an iconic detail that highlights the elegance and delicacy of the rose. The unvaried fragrance opens on the fresh and acidic notes of white bergamot with a touch of pink pepper, at the heart inflexions of peonia and lily of the valley that blend on an amber base.

FILORGA Una novità assoluta è SKIN-ABSOLUTE® by Filorga, il trattamento Reset di ultimissima generazione che, in una notte, azzera tutti i contatori cutanei. La capacità di assorbimento della pelle si decuplica durante la notte. Per questa ragione Skin-Absolute® agisce su 4 fattori:le rughe, il rilassamento cutaneo, le macchie e la luminosità dell’incarnato. In particolare Con l’avanzare degli anni le riserve di silicio diminuiscono significativamente, soprattutto in certi tessuti importanti (pelle, arterie, cartilagine), causando un’accelerazione dell’invecchiamento.Oltre alla sua azione anti età globale dovuta all’intervento dei silicati, l’estratto di meteorite regala a questo trattamento una texture molto particolare, nero laccato, sensoriale, sorprendente e cromoterapica che svanisce al contatto con la pelle per rivelare una luminosità inconsueta.

Coming new is SKIN-ABSOLUTE® by Filorga, the latest-generation Reset treatment that, in one night, turns back time on skin readings. During the night the skin’s capability to absorb increases ten-fold. Skin Absolute® acts on four factors: wrinkles, skin tone, spots and skin luminosity. In particular, as time goes by the silicon reserves diminish significantly, especially in certain important tissues (skin, arteries, cartilage), causing precocious skin ageing. In addition to its global anti-ageing properties due to the silicates, the meteorite extract lends this treatment a very special texture, shiny black, sensorial, surprising and chromo-therapic that disappears upon contact with the skin to reveal an unusual luminosity. 80 LUXURYfiles SPRING 2018


078_081 Beauty.qxd

22-03-2018

10:35

Pagina 81

MORESQUE Dalla ricerca stilistica ed olfattiva di Moresque nasce una nuova opera d’arte, un gioiello che omaggia la femminilità e la storia attraverso il ritratto di una donna chiave per il 1700 russo. ROSA EKATERINA è un sogno ad occhi aperti, un salto indietro nel tempo. È una finestra che si apre su un giardino in fiore e una figura femminile aggraziata che cammina tra i viali verdi, a passo deciso, con un libro aperto in mano, mentre la natura attorno sboccia. La fragranza è un omaggio all’imperatrice Ekaterina II Alekseevna, la sovrana illuminata nota come Caterina la Grande: forte e carismatica, interprete di eleganza e spirito d’innovazione. Moresque’s olfactory and styling research has brought forth a new work of art, a jewel that pays tribute to femininity and history through the portrait of a key figure in the 1700’s in Russia. ROSA EKATERINA is a dream come true, a leap back in time. It’s a window that opens onto a flowering garden and a graceful female figure who walks determinedly amidst green paths, a book in hand, while all around her nature blooms. The fragrance pays tribute to Empress Ekaterina II Alekseevna, the enlightened sovreign known as Catherine the Great: strong and charismatic, interpreter of elegance and innovative spirit.

CHRISTIAN LOUBOUTIN Beauté Christian Louboutin amplia la sua collezione Rouge Louboutin con due nuovi prodotti: LES YEUX NOIRS LASH AMPLIFYING LACQUER mascara e LOUBIBELLE LIP BEAUTYOIL nella sua iconica tonalità di rosso. La fantasia creativa di questo grande genio contemporaneo lo porta a pensare oltre l'ordinario, incoraggiando le donne a sperimentare con sorprendenti esplosioni di colore. Per Christian Louboutin, gli occhi e le labbra sono le parti più espressive e sensuali del volto di una donna, e non c'è modo migliore per animarle che con un pop di Rouge. Rouge Louboutin è la suprema sfumatura di seduzione e questi nuovi oggetti d'arte offrono colore e vivacità all’istante. Disponibili presso le Boutiques Christian Louboutin Beauté in Rinascente Tritone, Roma e Rinascente Duomo, Milano. Christian Louboutin enlarges his Rouge Louboutin collection with two new products: LES YEUX NOIRS LASH AMPLIFYING LACQUER mascara and LOUBIBELLE LIP BEAUTYOIL in his iconic tone of red. The creative mind of this great contemporary genius thinks outside the box, encouraging women to experiment with surprising explosions of color. For Christian Louboutin, eyes and lips are the most expressive and sensual parts of a woman’s face, and there’s no better way to liven them up than with a pop of Rouge. Rouge Louboutin is the supreme hue of seduction and these new art objects instantly offer color and vivacity. Available at the Boutiques Christian Louboutin Beauté in Rinascente Tritone, Rome and Rinascente Duomo, Milan. LUXURYfiles SPRING 2018 81


082_083 Velden.qxd

22-03-2018

10:37

Pagina 82

LUXURY AS QUALITY TRAVEL / Ph: Falkensteiner Hotels & Residences

COME NELLE

FIABE DA MILLE E UNA NOTTE

UN CASTELLO IN AUSTRIA IMMERSO NEL MONDO DEL GUSTO. PER UNA NOTTE EVENTO GOURMET DA NON PERDERE IN PRIMAVERA.

LIKE A FAIRY TALE

Il 29 aprile gli amanti del gusto e dei panorami mozzafiato potranno vivere un momento memorabile. Nel Falkensteiner Schlosshotel Velden, la rinomata proprietà a 5 stelle del gruppo Falkensteiner Hotels and Resorts che si affaccia sul Wörthersee (Lago di Wörth), si terrà la seconda edizione di “Giochi di cucina e storie culinarie da 1001 notte” un’intera giornata di degustazioni itineranti all’interno e all’esterno della stupenda cornice del castello. Dal tradizionale all’esotico, assaggiando piatti afrodisiaci accompagnati da bevande particolari come il tè alla menta marocchino, assaporando la Shisha, distesi su morbidi cuscini che ricordano serate arabeggianti.

Connoisseurs of good food shouldn’t miss this exceptional culinary event. Following the success of the first Kitchen Games in 2017, the Falkensteiner Schlosshotel Velden will be hosting a second edition of the event on Sunday April 29th, 2018 this time titled “Kitchen Games and Culinary Tales from the Arabian Nights”. An entire evening dedicated to itinerant tastings, inside and outsides the splendid hotel. The Schlosshotel Velden staff will be teaming up with twelve renowned guest chefs to cook up completely unique tastes and experiences in different settings around the hotel.

82 LUXURYfiles SPRING 2018

A castle in Austria set in a world of 1001 nights for one evening. A gourmet event to experience in spring.


082_083 Velden.qxd

22-03-2018

10:37

Pagina 83

In form of live cooking stations, guests will have the possibility to watch the preparation as well as to taste and admire numerous delightful dishes on-site. As the name suggests, the “Kitchen Games” is a casual event designed to be just as much fun for the chefs as it is for the guests. The teams will be playing with new tastes and locations throughout the hotel and each chef as well as the Schlosshotel Velden team will add their own unique twists and flavors to this one-of-a-kind event. Enjoy the sweet dishes, culinary temptations, traditional shisha, sweet mint tea in a sea of soft cushions, surrounded by oriental sounds and rhythms as well as some oriental performances which will create an unforgettable authentic evening. In addition, the oriental and inspiring setting will allow guests to immerse into a world of 1001 nights and enjoy their stay to the fullest. Discover the world of the Arabian Nights and experience Carinthia's most luxurious side at the elegant palace Schlosshotel Velden. Situated in an idyllic town less than two hours from Venice, two from Padua and just one from Udine, the Falkensteiner Schlosshotel Velden is an elegant and sophisticated location in Carinzia, Austria. With a rich history and many longstanding traditions, it features princely rooms and suites and an outstanding gourmet cuisine. The redesigned 3,600 sq m SPA offers classic design elements, modern art, and the interplay of light and water, along with a large selection of treatments, what make this luxurious SPA the perfect location for recuperation. Indulge and relax - pure luxury awaits you right beside Lake Wörthersee, a unique place for “savoir vivre” also due to precious convivial events such as the Kitchen Games because nothing is more enjoyable than a day lived intensely. More information at schlossvelden.falkensteiner.com

Si giocherà con il gusto, tra suoni e ritmi orientali, coccolati da undici chef rinomati a livello internazionale, tra questi Andreas Block, l’Executive Chef dello Schlosshotel. L’itinerario prevede “live cooking stations” dove si possono assaporare e ammirare innumerevoli prelibatezze e la preparazione di leccornie a’ la minute, conoscere i segreti di chef e patissieres stellati di altissimo livello. La fiaba ha il suo inizio con l’arrivo degli ospiti alla location trasformata in veste orientale. Dopo il cocktail di benvenuto, ci si immerge subito nell’atmosfera da 1001 Notte con l’occasione di poter conoscere i molti chef stellati di persona. Non solo, tra note musicali e sapori autentici, per aumentare gli incantevoli momenti il Schlosshotel Velden possiede anche una delle più ampie SPA dell’Austria con i suoi 3600mq. Situato in un idilliaca cittadina a meno di due ore da Venezia, due da Padova e a solo una da Udine, il Falkensteiner Schlosshotel Velden è la location di raffinatezza e design della Carinzia. Qui i sensi vengono stimolati, un posto unico del “savoir vivre” grazie anche ad eventi come quello culinario di fine aprile: un immancabile momento conviviale, perché niente è più gustoso di un giorno vissuto intensamente. More information at schlossvelden.falkensteiner.com

LUXURYfiles SPRING 2018 83


084_087 NH.qxd

22-03-2018

10:39

Pagina 84

LUXURY AS QUALITY TRAVEL / by Mara Cella

5

STELLE E GOURMET EXPERIENCE

NH Hotel Group ha celebrato l’assegnazione della quinta stella per due delle sue strutture a firma NH Collection, che si trovano a Milano e Firenze: NH Collection Milano President e NH Collection Firenze Porta Rossa. Durante l’evento di presentazione, gli chef 5 stelle Michelin del Gruppo, Óscar Velasco (2* - Santceloni), Paco Roncero (2* - La Terraza del Casino) e Chris Naylor (1* - Vermeer), hanno regalato un’esperienza gastronomica unica agli invitati. NH Hotel Group continua il suo posizionamento puntando sull’ubicazione strategica dei propri hotel, servizi straordinari, tecnologia di ultima generazione e una proposta gastronomica d’eccellenza e di alta qualità. E proprio su quest’ultimo aspetto il Gruppo ha investito le sue risorse per offrire un’esperienza a cinque stelle in queste 2 strutture di punta in italia. “Il raggiungimento della quinta stella da parte dei nostri hotel NH Collection Milano President e NH Collection Firenze Porta Rossa, è il risultato della scelta decisa della Compagnia nell’offrire un’esperienza unica e straordinaria, che superi le aspettative dei nostri clienti”, ha affermato Hugo Rovira, Managing Director Southern Europe and USA NH Hotel Group. NH Hotel Group ha, attualmente, 74 hotel NH Collection, situati in 49 città di 15 paesi e prevede di aprirne altri 9 prima del 2020. In Italia fra gli altri 5 stelle anche l’NH Collection Grand Hotel Convento di Amalfi, NH Collection Roma Palazzo Cinquecento e NH Collection Taormina.

84 LUXURYfiles SPRING 2018

A 5 STARS AND GOURMET EXPERIENCE NH Hotel Group celebrated the awarding of the fifth star for two of its structures under the name NH Collection, in Milan and Florence: NH Collection Milano President and NH Collection Firenze Porta Rossa. During the presentation event, the five star Michelin chefs in the Group, Óscar Velasco (2* - Santceloni), Paco Roncero (2* - La Terraza del Casino) and Chris Naylor (1* - Vermeer), thrilled guests with a unique gastronomic experience. NH Hotel Group continues its plans for the strategic placing of its hotels, extraordinary services, state-of-the-art technology and high-quality excellent gastronomic features. And it is precisely in this latter aspect that the Group has invested its resources to offer a five-star experience in these two key structures in Italy. “Reaching the fifth star for our NH Collection Milano President and NH Collection Firenze Porta Rossa hotels is the result of the decision made by the company to offer a unique and extraordinary experience, that exceeds our guests’ expectations” affirmed Hugo Rovira, Managing Director Southern Europe and USA NH Hotel Group. At the present time, NH Hotel Group has 74 NH Collection hotels, situated in 49 cities in 15 countries with plans to open another nine prior to 2020. In Italy NH Collection fivestars also includes NH Collection Grand Hotel Convento di Amalfi, NH Collection Roma Palazzo Cinquecento and NH Collection Taormina.


084_087 NH.qxd

22-03-2018

10:39

Pagina 85

NH Collection President, Milano.

NH Collection Porta Rossa, Firenze.

LUXURYfiles SPRING 2018 85


084_087 NH.qxd

22-03-2018

10:39

Pagina 86

Così ora, NH COLLECTION MILANO PRESIDENT situato nel cuore della capitale italiana della moda e del design, a pochi passi da San Babila, dove una passeggiata lungo il Corso Vittorio Emanuele, piazza del Duomo, Via Mercanti e Via Dante, conduce piacevolmente fino al Castello Sforzesco. Le 274 camere dell’hotel, tutte con luce naturale, con un design essenziale, colori caldi ed elementi in rosso che rivitalizzano gli interni. Fra le suite spicca la Duomo Suite con un gran salotto e una vista impressionante sulle guglie del Duomo e la scultura dorata della Madonnina che ben rappresenta il nuovo posizionamento cinque stelle . L’altra novità è un particolare concept gastronomico ‘Panhini’ - che rievoca il brand nh nel nome) ovvero una versione gourmet del panino, che nei bar di Milano negli anni ‘70 e ‘80 ha spopolato - nato da un’intuizione italiana - ora sua maestà il panino ha uno spazio tutto dedicato proprio all’interno dell’hotel. La carta ha un'ampia scelta, tra cui 3 panini firmati da chef stellati Michelin della Compagnia come Paco Roncero (2* Michelin), Óscar Velasco (2*Michelin ) e Chris Naylor (1*Michelin). Durante l’evento sapientemente curato in ogni dettaglio dal General Manager Ernesto Miranda che ha accolto tutti con grande professionalità e calore, atmosfere spagnole fra musica dal vivo e tapas gourmet con tanto di cooking show stellato dei tre chef internazionali, Roncero e Velasco da Madrid e Naylor da Amsterdam, per un totale di 5 stelle Michelin. Assolutamente da provare per una pausa pranzo dopo una riunione di lavoro o per culminare nel migliore dei modi la giornata.

Chef Paco Roncero and his Panhini, gorgonzola and apple.

86 LUXURYfiles SPRING 2018

The NH COLLECTION MILANO PRESIDENT is situated in the heart of the Italian capital of design and fashion, a few steps away from Piazza San Babila, and a pleasant walk along Corso Vittorio Emanuele, Piazza del Duomo, Via Mercanti and Via Dante leads to Castello Sforzesco. The hotel has 274 rooms, all with natural lighting, essential design, warm colors with red highlights that light up the rooms. One of the suites is the Duomo Suite with a large living area and a breathtaking view over the Duomo spires and the gilded statue of the Madonnina that so represents the new placing of the five-stars. There is also a new food concept ‘Panhini’ - which calls to the brand NH - that is a gourmet version of the panino, which was all the rage in food bars in Milan in the 70’s and 80’s. An Italian creation, now his majesty the panino has its own dedicated space inside the hotel. The menu offers a wide selection of choices, including three panini created by such Michel star chefs as Paco Roncero (2* Michelin), Óscar Velasco (2*Michelin ) and Chris Naylor (1*Michelin). During the event attentively curated by General Manager Ernesto Miranda who welcomed one and all with warmth and professionalism, hints of Spain wafted through the air with live music and gourmet tapas and cooking shows by three international star chefs, Roncero and Velasco from Madrid and Naylor from Amsterdam, for a total of five Michelin stars. A must for a lunch break, after a meeting or to top off the day in the best way.


084_087 NH.qxd

22-03-2018

10:39

Pagina 87

A Firenze, città Patrimonio Unesco, culla del rinascimento, terra di intellettuali e artisti l’hotel NH COLLECTION FIRENZE PORTA ROSSA - uno degli hotel più antichi d’Italia ha recentemente ottenuto le cinque stelle. Un edificio storico dalle atmosfere meravigliose, un connubio sofisticato di antichi affreschi, oggetti d’epoca e design contemporaneo. Grazie all’incontro naturale tra due toscani per eccellenza, - e Savini Tartufi - una famiglia la cui passione per il tartufo è stata trasmessa di generazione in generazione - al suo interno ospita il Savini Tartufi Truffle Restaurant per un’esperienza gastronomica dallo spiccato carattere distintivo, per i clienti, i turisti e i fiorentini. La suite nella Torre Monalda del XIII secolo è un’autentica meraviglia, con vista sulle cupole e torri fiorentine, perfetta per una cena a due con tanto di cooking experience live firmata Savini. Un dettaglio di stile: altro gioiello di questa suite è una piccola nicchia nel pavimento in cui è adagiato un prestigioso tartufo. Dal vin santo e cantucci in camera al tea time con erbe aromatiche fresche e selezione di tè della nota Via del tè, altra eccellenza fiorentina che ha storicamente contribuito alla diffusione del culto di questa bevanda in Italia. il General Manager Pierluca Chiavetta è attento davvero ad ogni dettaglio e ha aperto l’hotel anche a numerosi eventi glamour, del resto la città ha un legame speciale con la moda e proprio qui anche gli appassionati di cinema potranno scorgere scorci inaspettati come la camera dove sono stati girati storici ciak di Amici Miei di Mario Monicelli, con il grande Ugo Tognazzi - il famoso Conte Mascetti del film che ha coniato neologismi che fanno parte della storia italiana. Florence is a World Heritage city, the cradle of the Renaissance, land of intellectuals and artists. NH COLLECTION FIRENZE PORTA ROSSA - one of the oldest hotels in Italy - recently obtained its five stars. The hotel is charming, a sophisticated blending of ancient frescoes, period pieces and contemporary design. Thanks to the meeting of two Tuscan excellences - and Savini Truffles - a family whose passion for truffles has been passed down from generation to generation - inside is the Savini Tartufi Truffle Restaurant for a gastronomic experience with a distinctive flair, for clients, tourists and Florentines alike. The suite located in the Torre Monalda dating back to the XIIIth century is truly magnificent, with views over the Florentine towers and cupolas, perfect for a dinner for two with a live cooking experience by Savini. A touch of style: another jewel of this suite is a tiny niche in the floor in which a precious truffle has been placed. Try the vin santo and cantucci in your room at tea time with fresh aromatic herbs and a selections of teas from the famous Via del tè, another Florentine excellence that contributed much throughout history to spreading the cult of this beverage in Italy. General Manager Pierluca Chiavetta pays careful attention to each detail and has opened the hotel to numerous events, after all the city has a special bond with fashion and here movie fans can glimpse unexpected delights such as the room where the legendary movie Amici Miei by Mario Monicelli was filmed, with the great Ugo Tognazzi - the famous Conte Mascetti in the film that coined neologisms that are a part of Italian history.

LUXURYfiles SPRING 2018 87


088_091 moda Milano.qxd

22-03-2018

10:41

Pagina 88

LUXURY AS CULTURE EXHIBITION / by Susanna Tanzi - Ph F. de Luca

30 ANNI

MODA

DI ITALIANA IN MOSTRA

Italiana. L’Italia vista dalla moda 1971-2001 è un progetto ideato e curato da Maria Luisa Frisa e Stefano Tonchi, che intende celebrare, e raccontare, la moda italiana in un periodo seminale, evidenziando la progressiva messa a fuoco e l’affermazione del sistema italiano della moda nella grandiosa stagione del Made in Italy. Un periodo formidabile di creatività culturale che cementa relazioni e scambi tra gli esponenti di quelle generazioni italiane di artisti, architetti, designer e intellettuali che hanno impostato le rotte della presenza italiana nella cultura internazionale. La mostra intende anche celebrare l’importante anniversario dei 60 anni di Camera Nazionale della Moda Italiana. La narrazione di Italiana procede per concetti e visioni in un sofisticato paesaggio progettuale.

30 YEARS OF ITALIAN FASHION ON DISPLAY Italian. Italy seen through 1971-2001 fashions is a project developed and curated by Maria Luisa Frisa and Stefano Tonchi, who intend to celebrate, and recount, Italian fashion in a seminal period, highlighting the progressive focus and affirmation of the Italian fashion system in the great Made in Italy season. An incredible period of cultural creativity that cemented relations and exchanges amongst the leaders of those generations of Italian artists, architects, designers and intellectuals who set the direction for the Italian presence in international culture. The exhibition also intends to celebrate the important 60th anniversary of the Camera Nazionale della Moda Italiana. The narration of Italian proceeds by concepts and visions in a sophisticated landscape. 88 LUXURYfiles SPRING 2018


088_091 moda Milano.qxd

22-03-2018

10:41

Pagina 89

“ È UN VERO VIAGGIO FRA I GRANDI NOMI

DEL MADE IN ITALY OLTRECHÉ NELLA STORIA DEL COSTUME. IS AN AUTHENTIC VOYAGE AMONGST THE FAMOUS NAMES IN MADE IN ITALY AS WELL AS IN THE HISTORY OF COSTUME. ”

LUXURYfiles SPRING 2018 89


088_091 moda Milano.qxd

22-03-2018

10:41

Pagina 90

Un immaginifico e rigoroso caleidoscopio creativo, in cui dialogano gli oggetti, gli stili e le atmosfere che definiscono la cultura italiana e gli attori, protagonisti e comprimari, che compongono l’affresco corale della moda italiana. La mostra è visitabile al Palazzo Reale di Milano fino al 6 Maggio 2018 ed è un vero viaggio fra i grandi nomi del Made in Italy oltreché nella storia del costume. Il 1971 simbolicamente marca la cesura dall’alta moda e l’inizio della stagione del prêt-àporter italiano: non a caso è l’anno in cui Walter Albini sceglie Milano per la prima sfilata della linea che porterà la sua firma, la cosiddetta “collezione unitaria”. Ed è l’anno in cui in Italia nasce il movimento di liberazione della donna. Il 2001 è una data di chiusura emblematica: il passaggio fra due secoli, il momento in cui la moda italiana cambia pelle e si trasforma in un fenomeno globale ancora oggi poco studiato nelle sue forme di creazione, produzione e comunicazione. È anche l’anno in cui il sistema internazionale - già messo alla prova dalle mutazioni geopolitiche degli anni novanta - viene radicalmente e definitivamente messo in discussione dagli attentati dell’11 settembre. Nelle stanze di Palazzo Reale a Milano il percorso espositivo non procede in maniera cronologica, ma si articola in una costellazione di temi - Identità, Democrazia, In forma di logo, Diorama, Project Room, Bazar, Postproduzione, Glocal, L’Italia degli oggetti - seguendo una lettura critica che tiene insieme le diverse istanze della cultura e della moda nei 30 anni presi in considerazione. Sono nove stanze, una diversa dall’altra, in cui la teoria dei diversi svolgimenti intende restituire la moda italiana nelle sue manifestazioni più significative e nelle sue qualità identificative, utilizzando una selezione di oggetti (moda, arte, design, fotografia, editoria) estremamente rappresentativi per fissare in modo iconico gli snodi del percorso. In mostra anche numerosi artisti, disegnatori o noti fotografi che con la loro arte e loro immagini testimoniano la forza e la capacità sperimentale e visionaria che hanno caratterizzato la fotografia italiana di moda di quegli anni. 90 LUXURYfiles SPRING 2018

A wonderful and rigorous creative caleidoscope, in which objects, styles and atmospheres that define Italian culture communicate with each other as well as with all the players, both leading and supporting, who comprise the choral affresco of Italian fashion. The exhibition is on display at Palazzo Reale in Milan until May 6, 2018 and it’s an authentic voyage amongst the famous names in Made in Italy as well as in the history of costume. 1971 symbolically marks the break from haute couture and the beginning of the Italian prêt-à-porter season: it’s not surprising that that’s the year in which Walter Albini chose Milan for the first runway show bearing his name, the so-called “unitary collection”. And it’s the year that sees the birth of the women’s liberation movement in Italy. 2001 is the emblematic closing: the passage between two centuries, the moment in which Italian fashion sheds its skin and transforms into a global phenomenon still not properly studied in its forms of creation, production and communication. It is also the year in which the international system, already struggling with the 1990’s geopolitical changes, is radically and definitively questioned following the September 11 attacks. The exhibition at Palazzo Reale in Milan does not follow a chronological path but rather follows a range of subjects Identity, Democracy, In forma di logo, Diorama, Project Room, Bazaar, Postproduction, Glocal, the Italy of objects following a critical reading that holds together the various demands for culture and fashion in the thirty years being displayed. There are nine rooms, each one different, in which the theory of the different happenings intends to return Italian fashion to its more significant manifestations and in its identifying qualities,utilizing a selection of extremely representative objects (fashion, art, design, photography, publishing) to set the display path. Numerous artists, designers and famous photographers are also on display, through their art and images highlighting the strength and visionary and experimental abilities that characterize Italian fashion photography during that time.


088_091 moda Milano.qxd

22-03-2018

10:42

Pagina 91

LUXURYfiles SPRING 2018 91


092_095 Firenze.qxd

22-03-2018

10:44

Pagina 92

LUXURY AS QUALITY EXHIBITION / by Gianni Mercatali - Ph. Wang YuTian / Qiang Di.

ITALIA E CINA NELL’

ARTE

NEL MUSEO PRIVATO LUIGI BELLINI DI FIRENZE, UNA MOSTRA DI SHEN QIBIN CELEBRA LA NASCITA DI UNA FONDAZIONE ITALO-CINESE. PERSONALE DEL PIÙ IMPORTANTE ARTISTA CONTEMPORANEO CINESE.

Ha inaugurato a Firenze la sede occidentale della Fondazione del Collezionismo d’Arte Europea nata lo scorso anno a Shanghai con un capitale di 300 milioni di euro da parte di investitori cinesi ai quali seguiranno altri 200 milioni entro il prossimo anno.

ITALY AND CHINA IN THE ART In the private Luigi Bellini Museum in Florence, an exhibition dedicated to Shen Qibin celebrates the birth of an Italian-Chinese Foundation. Works on display by the most important contemporary Chinese artist. The Western seat of the Fondazione del Collezionismo d’Arte Europea that was opened last year in Shanghai with a capital of 300 million Euro from Chinese investors to which an additional 200 million will follow within next year opened in Florence. 92 LUXURYfiles SPRING 2018


092_095 Firenze.qxd

22-03-2018

10:44

Pagina 93

LUXURYfiles SPRING 2018 93


092_095 Firenze.qxd

22-03-2018

10:44

Pagina 94

“Nei primi cinque anni acquisteremo opere d’arte di grande valore ma sconosciute perché patrimonio di collezionisti privati.” Spiega Luigi Bellini, nipote dell’omonimo fondatore della Biennale Internazionale dell’Antiquariato e segretario generale di questa Fondazione. Un programma di mostre farà conoscere queste opere in giro per il mondo ma soprattutto nella sede dell’Himalayas Museum di Shangai inaugurato lo scorso settembre con la mostra sull’arte rinascimentale Miracle: the Bellini family and the reinassance. 400 opere tra quadri, sculture, arazzi, maioliche. Per celebrare l’evento è stata organizzata una mostra personale nella Galleria del Museo privato Luigi Bellini sul Lungarno Soderini di Firenze di Shen Qibin, il più importante artista contemporaneo cinese ed esso stesso segretario generale della Fondazione per l’Oriente. In esposizione, a cura di Xiao Xiong, un altro dei grandi artisti della Cina contemporanea, le singolari opere di Shen Qibin, che si offrono all’occhio dell’appassionato e del visitatore. Una sorta di singolare “ponte” tra la grande arte fiorentina e la millenaria cultura cinese.

“During the first five years we will purchase extremely valuable works of art by unknown authors from private collections” explains Luigi Bellini, heir of the founder of the same name of the Biennale Internazionale dell’Antiquariato and secretary general of this Foundation. A program of exhibitions around the world will spread awareness for these works but primarily in the seat of the Himalayas Museum in Shangai inaugurated last September with the exhibition on Renassisance art Miracle: the Bellini family and the Reinassance. 400 works including paintings, sculptures, tapestries, tiles. To celebrate this event a personal exhibition dedicated to Shen Qibin was organized in the Luigi Bellini Private Museum on Lungarno Soderini in Florence; he is the most important contemporary Chinese artist and secretary general for the Fondazione per l’Oriente. On display, curated by Xiao Xiong, another great contemporary Chinese artist, are the singular works by Shen Qibin, seen by the eyes of connoisseurs and visitors. As a sort of singular “bridge” between great Florentine art and ancient Chinese culture. 94 LUXURYfiles SPRING 2018


092_095 Firenze.qxd

22-03-2018

10:44

Pagina 95

Il vernissage della mostra nel primo giorno dell’anno cinese è stato un affascinante intreccio fra arte e mondanità, economia e cultura, culture antiche e visioni attuali che hanno portato Firenze e il Museo Luigi Bellini sulla ribalta internazionale. Il suo titolo è “+&-” con un preciso richiamo al senso buddista dei tempi della vita, ai concetti di bene e male sempre entrambi da accettare e affrontare. In tal senso si deve leggere la mostra. Se il Cristianesimo ha influenzato l’arte occidentale lo stesso si può dire per il Buddismo in Oriente. L’artista, prendendo opere di origine rinascimentale o barocca, reinterpreta e manipola le copie degli originali imprimendo in tutte un simbolo molto forte della cultura cinese e cioè un rettangolo formato da 9 fori che ne determinano il perimetro ed il centro. Un valore simbolico che richiama la cultura occidentale all’interno della misura del mondo tipica della cultura cinese. “Il mio sogno - ha dichiarato Shen Qibin - è quello di far capire in Cina cos’è l’Europa e in Europa cos’è la Cina”.

“ NEI PRIMI CINQUE ANNI ACQUISTEREMO OPERE D’ARTE DI GRANDE VALORE MA SCONOSCIUTE PERCHÉ PATRIMONIO DI COLLEZIONISTI PRIVATI. DURING THE FIRST FIVE YEARS WE WILL PURCHASE EXTREMELY VALUABLE WORKS OF ART BY UNKNOWN AUTHORS FROM PRIVATE COLLECTIONS ”

The vernissage on the first day of the Chinese New Year was a fascinating blend between art and high society, economics and culture, ancient culture and current visions that brought Florence and the Luigi Bellini Museum to the international forefront. The title is “+&-” with a clear reference to Buddhist precepts on the times of life, to the concepts of good and evil which both must be accepted and faced. This is how the exhibition must be interpreted. If Christianity influenced Western art the same can be said for Buddhism in the East. In taking works of a Renaissance or Baroque origin, the artist reinterprets and manipulates the copies of the originals impressing on all of them a very strong symbol of Chinese culture that is a rectangle formed of nine holes that determine the perimeter and the center. A symbolic value that calls to mind Western culture within the measure of the typical world of Chinese culture. “My dream - stated Shen Qibin - is to make Europe understood in China and what China is in Europe”. LUXURYfiles SPRING 2018 95


096 marchi.qxd

26-03-2018

10:22

Pagina 96

IN THIS ISSUE

BRANDS

Direttore responsabile Enrico Cogno enrico.cogno@ideamoon.it

WWW.BLANCPAIN.COM WWW.BREGUET.COM WWW.BREITLING.COM WWW.BULGARI.COM WWW.CHANEL.COM

Direttore editoriale Mara Cella mara@ideamoon.it Direzione creativa Massimiliano Di Stefano max@ideamoon.it

WWW.CHOPARD.IT

AMONG MANY LIFESTYLE MAGAZINES...

WWW.CHRISTIANLOUBOUTIN.COM WWW.DEGRISOGONO.COM WWW.DORCHESTERCOLLECTION.COM /IT/ROME/HOTEL-EDEN/

Collaboratori Chiara De Santis, Ilenia Mari, Giancarlo De Angelis, Gianni Mercatali, Mirella Codeghini, Rebecca Belli, Susanna Tanzi, Veronica Iurich, Zhujun Ding “BamBoo�

files

WWW.ERMANNOSCERVINO.IT

a

WWW.FALKESTEINER.COM q u e s t i o n

o f

s t y l e

Impaginazione François Lecodaine

WWW.FILORGA.COM WWW.FREDERIQUECONSTANT.COM

Traduzioni Dorothy Dowling

WWW.GLASHUETTE-ORIGINAL.COM WWW.GUCCI.COM 13 marzo 2001 - â‚Ź 10

WWW.GUCCIWATCHES.COM Fashion& Humor and color

WWW.HAMILTONWTCHES.COM

Watches Beyond the time. Baselworld highlights

WWW.HARRYSBAR.IT

Jewels Chanel. The lion and its charme

TRAVEL & gourmet experience

WWW.HERMES.COM

A 5 stars

RE CULTU 30 years of Italian Fashion

IT AL Y

A winning couple, on screen and in life

WWW.LONGINES.IT

AD

E

 

WWW.LARDINI.IT

PENELOPE CRUZ JAVIER BARDEM

Editore Ideamoon srl Viale Regina Margherita, 269 00198 Roma info@ideamoon.it

IN

Milan.

Abbonamenti info@ideamoon.it

WWW.HARRYWINSTON.COM

Beauty Spring Energy

M

Quarterly - N. 69 - SPRING 2018 -

printed in March 2018 - Autorizzazione

del Tribunale di Roma n. 95/2001 del

QUALITY Cinema

Stampa Digitalia Lab srl Via Giacomo Peroni, 130 00131 Roma (RM)

WWW.MARIODICE.COM

  

THE DIFFERENCE IS IN THE DETAILS

WWW.MICHAELKORS.IT WWW.MONCLER.COM WWW.MORESQUEPARFUM.COM WWW.NH-COLLECTION.COM WWW.OMEGAWATCHES.COM WWW.PALAZZOSANNICCOLO.IT WWW.PRADA.COM WWW.RAGOSTAHOTELS.COM WWW.ROLEX.COM WWW.SAPORITICINO.CH WWW.SISLEY-PARIS.COM WWW.TAGHEUER.COM WWW.TISSOT.CH WWW.TODS.COM WWW.TRATTORIA-MODERNA.IT WWW.VIVETTA.IT

Redazione Via di Ripetta, 9 00186 Roma info@ideamoon.it Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 95/2001 del 13 marzo 2001. Periodicità trimestrale. L’Editore garantisce l’assoluta riservatezza dei dati forniti dagli abbonati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la cancellazione. I dati verranno utilizzati soltanto per inviare agli abbonati la rivista e gli allegati, anche pubblicitari (legge 675/96 tutela dati personali). Proprietà artistica e letteraria riservata. Nessuna parte della rivista può essere riprodotta in qualsiasi forma (fotocopia, microfilm o qualsiasi altro procedimento), o rielaborata mediante sistemi elettronici, o diffusa, senza l’autorizzazione scritta dell’editore. Sono permesse soltanto brevi citazioni indicando la fonte. Per le illustrazioni, la redazione si è curata dell’autorizzazione degli aventi diritto. Nel caso in cui questi siano stati irreperibili, si resta a disposizione per eventuali spettanze di legge. Manoscritti, fotografie e disegni, anche se non pubblicati, non verranno restituiti. All rights reserved. No part of this publication may be reproduced, stored in a retrieval system or transmitted in any form or by any means - electronic, mechanical, photocopying, recording or otherwise - without the prior written permission of the Copyright owner. Year 18 - N° 69 SPRING 2018 Finito di stampare a marzo 2018

Cover Javier Bardem, Penelope Cruz

www.luxuryfiles.it 96 LUXURYfiles SPRING 2018


Luxury files spring 2018  

The Made in Italy magazine.

Luxury files spring 2018  

The Made in Italy magazine.

Advertisement