Issuu on Google+

ECUADOR

Introduzione

L

a storia dell’Ecuador si compendia in quella andina sotto il regno degli Inca con stazioni e presidi militari, con città prospere e ben organizzate come quella di Ingapirca, il più importante sito archeologico odierno. Prima del regno Inca c’erano però in Ecuador altre progredite culture che hanno lasciato importanti testimonianze. Lungo la fascia costiera dell’odierna provincia di Mambì è stato rinvenuto il più antico sito della cultura Valdivia di Loma Alta che risale a 3.500 anni a.C. La conquista incaica fu inoltre preceduta, verso il 300 a.C,. da un periodo di eccezionale fioritura delle arti. Gli oggetti in oro e le sculture della civiltà La Tolita sono una testimonianza dell’altissimo livello raggiunto da queste culture costiere. Siti archeologici nella capitale non ce ne sono; i seguaci di Atahualpa, preferirono distruggere tutto, purché Quito non cadesse in mano agli spagnoli. Ciò nonostante lo splendore di Quito, con la sua architettura coloniale, le pitture e le sculture che ornano le sue chiese, è qualcosa di straordinario, al punto che l'UNESCO la dichiarata “patrimonio culturale dell’umanità”. Il vecchio centro della città è un autentico museo, pieno di fascino. Ma i pregi dell’Ecuador non vengono solo dal suo passato. Esempio straordinario di sfruttamento intelligente del turismo e della moda, sempre alla ricerca di esotismo, ci viene dato dagli Indios Otavalo, che abitano la città omonima in riva al lago San Pablo, a Nord, che si raggiunge dopo aver attraversato la straordinaria “Via del Vulcani”. Qui i turisti trovano ciò che sempre cercano: i costumi caratteristici, acconciature e collane interminabili delle donne, l’artigianato e le feste. Oltre alle peculiari bellezze paesaggistiche e le arti dell’uomo, l’Ecuador possiede un tesoro faunistico unico al mondo: le Galapagos. Un complesso d’isolotti sperduti nell’Oceano Pacifico, a 960 Km dalla costa ecuadoriana. Le stupende creature che vi abitano, dettero a Darwin la chiave di volta per sovvertire il pensiero scientifico occidentale. E’ qui, infatti, che Darwin, nel 1835, osservando attentamente la fauna del luogo, formulò la teoria sull’evoluzione della specie per mezzo della selezione naturale, confermata poi dalla scienza moderna. Ancor oggi, la straordinaria fauna delle Galapagos costituisce il principale motivo che spinge decine di migliaia di persone a visitare ogni anno questo straordinario arcipelago.

62. ECUADOR - INTRODUZIONE

ECUADOR - INTRODUZIONE .63


ECUADOR

Aspetti del viaggio

Il fascino di Quito “patrimonio dell’umanità”, il colore dei villaggi andini con il treno delle Ande e le isole Galapagos ASPETTI DEL VIAGGIO DURATA 10 giorni - 9 pernottamenti. ALBERGHI Sistemazione in Hotel a 4 stelle e a 3 stelle. MEZZI DI TRASPORTO Minibus o pullman privati per gruppi a partire da 7 partecipanti. Da 2 a 6 partecipanti trasporto con vettura privata su base SIB, ovvero condivisa con altri partecipanti radunatisi in loco. PERIODO DI EFFETTUAZIONE Un viaggio in Ecuador può essere effettuato in qualsiasi periodo dell’anno in quanto il clima è temperato trovandosi sulla fascia equatoriale. Nella pianura e nella regione amazzonica si registra un clima molto caldo tutto l’anno. ASPETTI SALIENTI Il viaggio in Ecuador offre una gamma d’aspetti differenziati: la stupenda città coloniale di Quito, gli ottimi merletti di Otavalo, i vulcani della cordigliera, i coloratissimi mercati indios e il loro artigianato, l’incomparabile esperienza delle Galapagos con la sua straordinaria fauna.

I bei cappelli Panama

64. ECUADOR - ASPETTI DEL VIAGGIO

Foto: Raùl Gil - Cattedrale di Cuenca

Per il suo nome fuorviante, i famosi cappelli “panama”, che si penserebbe costruiti a Panama, sono invece il risultato di una straordinaria produzione ecuadoriana delle città di Cuenca, Manta, Montecristi. E’ proprio là, nella provincia di Manabì, che cresce la palma “toquilla” (Caludovica palmata) dalle cui foglie si ricava la “paja”, la cui finezza e robustezza hanno conquistato il mondo sotto forma di cappelli leggerissimi, pieghevoli e lavabili. Le donne e i bambini sono gli artigiani più abili: le loro delicate dita sono le più adatte per intrecciare i flessibili fili della toquilla. Un “superfino” confezionato a Montecristi con la toquilla più leggera e sottile richiede fino a tre mesi di lavoro. Negli anni 30’ e 40 negli Stati Uniti il “panama” costituiva un accessorio indispensabile. I gangesters degli anni 20’ prediligevano il modello a larga tesa, tuttora chiamato “El Capone”. Ogni nuovo presidente americano, in quegli anni, riceveva in dono un “superfino” dal governo ecuadoriano. Teddy Roosevelt e Hebert Hoover sono stati i maggiori “aficionados", insieme ai monarchi inglesi Edoardo VII e Giorgio V.

ECUADOR - ASPETTI DEL VIAGGIO .65


ECUADOR

Tour alla Nariz del Diablo confortevole offre un ambiente gradevole. Cena e Pernottamento nell’ hotel La Cienega*** o similare

ALLA "NARIZ DEL DIABLO" 9 giorni / 8 notti

2012 - PARTENZE DA QUITO - GIOVEDÌ 04 GENNAIO 15 FEBBRAIO

1° Giorno - Martedì

(-/-/-)

ITALIA / QUITO

Partenza dall’Italia con volo di linea. Arrivo a Quito, capitale dell’Ecuador. Accoglienza in aeroporto e transfer al Mercure Gran Hotel Alameda. Pomeriggio libero, cena libera e pernottamento. 2° Giorno – Mercoledì

(B/-/-)

QUITO

Prima colazione e partenza per il Tour della cittá. Quito è situata sulla catena andina, a 2.850 m, ai piedi del vulcano Pichincha (4.794 m). Il percorso comincia dalla zona residenziale moderna situata a nord, che attraverserete percorrendo delle strade enormi che portano al Centro Economico Moderno che termina con il palazzo Legislativo, porta d’entrata al “Vecchio Quito” o quartiere coloniale, gioiello storico e culturale della nazione equatoriale. Qui avrete l’occasione di visitare la Piazza dell’Indipendenza, la Cattedrale, l’Arcivescovado, la chiesa della compagnia di Jesus, la chiesa di San Francisco; veri e propri monumenti che rivelano la grandezza del popolo meticcio. 3° Giorno – Giovedì

(B/L/-)

QUITO / OTAVALO / QUITO

Prima colazione partenza in direzione di Calderon, un piccolo paese dove si realizzano le coloratissime figure di “masa de pan”, che raffigurano soggetti indigeni, lama, fiori e soprattutto ornamenti natalizi. Proseguimento lungo la Panamericana nord per un viaggio di due ore attraverso un paesaggio magico, ricco di laghi, montagne ed altipiani, che conduce fino all’originale mercato indigeno di Otavalo, Dopo la visita del mercato, famoso per i suoi tessuti, i ponchos, i tappeti, i maglioni, i gilet, i cappelli, ecc. è prevista una sosta per il pranzo in una Hacienda caratteristica. Ritorno a Quito. Cena libera e pernottamento. 4° Giorno – Venerdì

(B/L/D)

QUITO / COTOPAXI / LASSO

Prima colazione. Partenza verso Sud, per la valle dei vulcani in direzione della regione del vulcano Cotopaxi. Dopo due ore di strada in grandi vallate che sonnecchiano ai pieda della Cordigliera Orientale e Occidentale, si visiterà il Parco Nazionale del Cotopaxi con i suoi 5.897 metri di quota, il Cotopaxi è la seconda montagna più alta dell’Ecuador, ma è senz’altro superiore al Chimborazo, per l’eleganza. Il pàramo, la steppa che circonda la montagna, permette con un po’ di fortuna di osservare il condor, il cervo nano e il puma. Pranzo in ristorante locale a Tambopaxi. Partenza per Lasso e proseguimento per l'Hacienda Cienega, costruita nel 1580 e appartenente ad una delle famiglie più importanti del paese. Dispone di 31 camere, tutte con bagno privato, acqua calda, telefono e riscaldamento elettrico. Struttura

66. ECUADOR - PROGRAMMA ALLA NARIZ DEL DIABLO

5° Giorno: - Sabato

(B/-/D)

LASSO / ZUMBAHUA / QUILOTOA / RIOBAMBA

Prima colazione. Partenza per Zumbahua. In questo piccolo villaggio in mezzo alle coltivazioni si tiene certamente uno del più bel mercati dell´Ecuador, soprattutto quello degli animali, sabato mattina. Se partite presto vedrete il levar del sole sul Chimborazo, il Cotopaxi e il Iliniza. Partenza in direzione di Quilotoa alla scoperta del vulcano dal cratere arido. La sua particolarità viene dal lago che occupa tutto il cratere. E’ una distesa di un blu verde smeraldo larga 2 kilometri. È possibile scendere e risalire a piedi o a dorso di mulo. La passeggiata dura 4 ore in contesto di solitudine. Normalmente si ammira solo il panorama dall’alto Il paesaggio è superbo. La laguna è a 3800 metri. Pranzo libero. Nel pomeriggio si riscende verso l’Avenida dei Vulcani e si prosegue verso sud alla volta di Riobamba. Riobamba è soprannominata “Sultana delle Ande” per la sua posizione privilegiata ai piedi del Chimborazo, la più grande montagna dell’Ecuador (6310 m.). Questa piccola città di qualche centinaio di abitanti, si è sviluppata attorno alla ferrovia che collega la costa delle Ande e si trova in prossimità di impressionanti montagne. Al centro del bacino con le sue case bianche e le sue strade dritte, Riobamba è una città nobile, di un tracciato urbano perfetto, ben orientato. L’unità viene interrotta solamente da Loma de Quito. Anch’essa è piena di ricordi storici, ma anche eventi che risalgono all’epoca dell’Indipendenza di questa repubblica. Cena e Pernottamento nell’Hotel Abraspungo**** o similare 6° Giorno: - Domenica

(B/-/-)

14 MARZO 04 APRILE 16 MAGGIO 20 GIUGNO 11, 25 LUGLIO 01, 08, 15 AGOSTO 05 SETTEMBRE 10 OTTOBRE 07 NOVEMBRE 26 DICEMBRE

Sono gli unici giorni in cui si può prendere il treno. Non possiamo garantire al 100% di poter effettuare questa parte di tragitto poiché spesso si verificano delle frane, dei guasti, mancanza di carburante, deragliamenti, inondazioni. Cause che non dipendono dalla nostra volontà. In base alla situazione, saremo costretti ad effettuare un percorso alternativo o a sospendere il servizio. Pranzo libero. Vvisita della fortezza di Ingapirca situata a 3100 m. d’altitudine; le rovine costituiscono il più importante sito precolombiano del paese. Ingapirca risale al 15° secolo, sotto il regno dell’Imperatore Huayna Capac. Resta un mistero il suo vero utilizzo, una fortezza, un osservatorio oppure un tempio consacrato? Proseguimento per Cuenca. Cuenca ha coservato il suo ricco patrimonio storico, ed è ancora forte lo spirito del passato coloniale. Cena libera. Pernottamento nell’ Hotel CRESPO*** o similare

RIOBAMBA / TRENO / INGAPIRCA / CUENCA Prima colazione. Dopo la visita della Chiesa di Balbanera Si parte prendendo la strada panamerica per raggiungere una zona di grandi e fertili vallate. Durante il tragitto

scoprirete la chiesa di Balbanera, la prima nel territorio equatoriano, costruita all’epoca della colonizzazione, nel XV secolo. E’la sola traccia della fondazione spagnola della prima città di Quito, situata non lontano dalla laguna di Colta. Arrivo alla stazione di Alausi, piccolo villaggio piacevole e particolare grazie al rilievo movimentato. Il villaggio vive per merito del treno e del commercio tra la Costa e la Sierra. Intorno alle 11h00 del mattino ci si imbarca a bordo del “Treno delle Ande” in direzione della stazione di Sibambe, dove anche ai nostri giorni l’arrivo del treno continua ad essere un avvenimento. Il viaggio è una vera e propria avventura. Due ore a bordo di vagoni un pò primitivi, attraversando paesaggi spettacolari come la “Nariz del Diablo”. Qui il treno, a causa ella forte pendenza della montagna, è costretto ad effetture numerose inversioni di marcia. Pranzo libero. Attenzione: è necessario che sappiate che il treno pubblico funziona la domenica, il mercoledì e il venerdì.

ECUADOR - PROGRAMMA ALLA NARIZ DEL DIABLO .67


ECUADOR 7° Giorno - Lunedì

(B/-/-)

CUENCA CITY / GUAYAQUIL

Prima colazione. Partenza per la visita della città di Cuenca, considerata una delle più belle città del paese con i suoi fiumi turbolenti, i suoi salici, gli eucalipti, i ponti, i chiostri, i mercati, la "chola", la tipica donna meticcia. Cuenca ha il privilegio di essere costruita sulle rovine dell’antica “Tomebamba” e di avere conservato alcune delle pietre originali che si ritrovano nella costruzione di edifici coloniali. Si visita il museo delle culture aborigene, una collezione privata che raccoglie una ricchezza archeologica, culturale ed etnografica dell’Ecuador. Si vVisita la fabbrica dei famosi cappelli di paglia “toquila”, provenienti da Montecristi; piccolo villaggio della provincia di Manabi, sulla costa pacifica. Pranzo libero. Partenza per Guayaquil attraverso la strada che si arrampica nei paesaggi desertici. Ci si ritrova quindi al di sopra di un mare di nuvole che si estende all’orizzonte. Si ridiscende in seguito verso la pianura calda e umida del Guaya tra piantagioni di palme e bananeti che cedono progressivamente il posto alle pianure inondate dove viene coltivato il

riso. Infine ecco l'arrivo nella grande città moderna e brulicante di Guayaquil che è la maggiore città del paese e centro economico importante, nonché porto sul Pacifico meridionale tra i più importanti. Fu fondata nel XVI secolo dai pirati, colpita da numerosi incendi e terremoti, il che spiega l´architettura incoerente. Cena libera. Pernottamento all’ Hotel Unipark***** o similare. 8° Giorno - Martedì

(B/-/-)

GUAYAQUIL / MADRID / ITALIA

Prima colazione. Trasferimento all'aeroporto. Formalità d'imbarco e partenza per l'Italia. Pernottamento a bordo. 9° Giorno - Meroledì MADRID / ITALIA

Arrivo a Madrid. Cambio d'aero proseguimento per l'Italia.

Estensione: Crociera alle Galapagos ESTENSIONE CROCIERA NELLE GALAPAGOS

TOUR "ALLA NARIZ DEL DIABLO" Minimo 2 pax Quota Partenze Gruppo

Quota Partenza Giornaliere

€ 902 € 1.050

LASSO: La Cienega (***) - www.hosterialacienega.com Situata a 74km da Quito, questa hacienda è una delle più antiche del paese. Ai piedi del Cotopaxi, questa hacienda venne costruita nel 1580 e apparteneva ad una delle famiglie più importanti del paese. Dispone di 31 camere, tutte con bagno privato, acqua calda, telefono e riscaldamento elettrico. Struttura confortevole offre un ambiente gradevole.

Supplementi Camera singola Costo bgt aereo Int. a partire da (2 scali) Tasse Apt Internazionali / Nax (circa) Apertura Pratica (oblicatoria)

€ 200 € 880 € 150 € 15

Prima colazione. Trasferimento all'aeroporto. Partenza per le Galapagos. Arrivo all'aeroporto di San Cristobal. Accoglienza e trasferimento a bordo della M/v Explorer. Spiaggia di Wizard Hill. Pernottamento.

La quota comprende Tutti i trasferimenti - Trasporto privato con guida parlante italiano (guida autista per partenze individuali) Sistemazione negli alberghi indicati o similari - Camera doppia con bagno - Pasti come indicato in programma Ingressi ai musei e ai Parchi - Treno de los Andes Assistenza di personale locale - Assicurazione Medico Bagaglio - Kit viaggio

9° Giorno - Mercoledì

La quota non comprende Biglietti arei internazionali e nazionali le tasse aeroportuali quotate a parte. Bevande, mance e quant’altro non indicato espressamente in programma.

11° Giorno - Venerdì

SAN CRISTOBAL / ESPANOL

Escursioni Opzionali a: Gardner Bay – Gardner Islet – Osborn Islet 10° Giorno - Giovedì

GUAYAQUIL: Unipark (*****) - www.uniparkhotel.com Situato al centro della città, di fronte al parco Bolivar ed a 15 minuti dell’aeroporto, si trova vicino alla zona finanziaria e bancaria. L’hotel offre 139 camere comode completamente fornite e con aria condizionata. Fornite di mini bar, accesso diretto ad Internet e cassa di sicurezza

(B/L/D)

ESPANOLA / PUNTA SUAREZ

(B/L/D)

PUNTA SUAREZ / SANTA CRUZ

Viita di Whale Bay & Eden 12° Giorno - Sabato

CUENCA: Crespo (***) - www.hotelcrespo.com Incastonato in un’atmosfera piena di tradizione ed incanto, potrà beneficiarsi di tutte le comodità della moderna industria alberghiera. Le sue camere, minuziosamente arredate, renderanno il suo soggiorno ancora più gradevole in compagnia della bella vista sul Tomebamba. Ognuno dei sevizi che offriamo portano in garanzia il marchio di oltre 50 anni di tradizione anfitriona verso i nostri clienti. Casseta di sicurezza nella lobby. Wi-Fi gratuito

(B/L/D)

(B/L/D)

La Galapagos Explorer, costruita in Italia nel 1990, è una nave da crociera da 89.35 metri di lunghezza, possiede una capacità di 106 passeggeri, ma le restrizioni del Parco Nazionale Galapagos le consentono di trasportarne solo 100. E’ dotata di 53 cabine suites esterne, tutte con bagno ed aria condizionata Tutte le suites sono dotate di bagno privato con asciugacapelli, Tv e videoregistratore, frigobar, due letti singoli, o un letto matrimoniale, soggiorno e telefono. Sulla nave sono a disposizione: una piscina, 2 bar, una sala di lettura, un solarium, una spaziosa sala conferenze, e boutique.

SANTA CRUZ / DARWIN STATION / PUERTO AYORA / SOUTH PLAZA

QUOTE A PARTIRE DA

13° Giorno - Domenica

La quota comprende:

(B/-/-)

SOUTH PLAZA / BALTRA/ QUITO

Trasferimento all'eroporto. Partenza per Quito. Arrivo, assistensa e trasferimento alle partenze internazionali. Imbarco sul volo per l'Italia 14° Giorno - Lunedì MADRID / ITALIA

Arrivo a Madrid. Cambio d'aero proseguimento per l'Italia.

CLASSIC SUITE

• • • • • •

€ 1.715

Crociera in cabina Classci Suite Pasti a bordo Excursioni con guida parlante inglese / spagnolo Trasferimenti in / out Galapagos Facchinaggio in aeroporto e hotel ( 1 bagaglio p/ pax) Ingresso al parco

La quota non comprende:

• •

Bigietto aereo GYE/GPS/UIO (cirrca) Tasse aeroportuali Int/Naz (circa)

€ 285 € 180

Foto: Bartolome Island - Daniel Kussman

RIOBAMBA: Abraspungo (****) - http://www.haciendaabraspungo.com/ L’hacienda Abraspungo, è situata a “Las Abra”, nella città di Riobamba. L’idea di costruire questa hosteria, tra le montagne Chimborazo e Carihuairazo, è iniziata con lo scopo di fornire ai clienti un luogo confortevole e tranquillo. L’hacienda è di prima categoria e dispone di 20 camere, tutte con bagno privato e acqua calda, tra i servizi :bar, ristorante, telefono e fax ed un centro convention.

(B/L/D)

GUAYAQUIL / SAN CRISTOBAL (GALAPAGOS)

I NOSTRI HOTELS QUITO: Mercure Grand Hotel Alameda Quito (****)- www.mercure.com Hotel di categoria 4 stelle, situato tra la città antica e quella moderna, nella via più frequentata di Quito, la Avenida Amazonas. Dispone di 152 camere tutte con bagno privato, minibar, televisione e radio. Inizialmente un apart-hotel ristrutturato per offrire camere moderne e confortevoli.

8° Giorno - Martedì

68. ECUADOR - I NOSTRI ALBERGHI

ECUADOR - ESTENSIONE CROCIERA ALLE GALAPAGOS .69


Ecuador