Page 2

pag.

2

Rassegna Stampa

MAGGIO 2017

A cura della REDAZIONE

RASSEGNA STAMPA APRILE 2017

DALLE GIUDICARIE DALLAPROVINCIA

Debora Andreolli

Val Genova - Bar Ristorante Cascate Nardis, un ospite davvero particolare... La bella fotografia di Luca Fostini - Che l’orso sia di casa in Val Genova è cosa nota. Ma vederselo appoggiato al tavolo fuori dal Bar Ristorante Cascate Nardis come se aspettasse un’ordinazione non è cosa di tutti giorni. A ritrarre l’orso in quest’atteggiamento Luca Fostini, che ha pubblicato la foto sul suo profilo facebook. In poco tempo l’immagine si è diffusa in modo virale. Valle del Chiese - Il nuovo polo Turistico Valle del Chiese è realtà. Sotto la guida Valenti si concretizza il progetto caldeggiato dal Bim e dai comuni - Si è chiusa con l’applauso alla relazione del presidente Massimo Valenti e con l’approvazione all’unanimità dei bilanci consuntivi 2016 (avanzo di gestione di circa 5.000 euro) e di previsione 2017 (pareggia sulla cifra di 506mila euro), l’assemblea dei soci del Consorzio Turistico del Chiese che ha anche approvato l’accorpamento dell’ex Ecomuseo Valle del Chiese. Una azione, quest’ultima, caldeggiata dal Bim e dalla Conferenza dei Sindaci dopo le novità in materia introdotte dalla Provincia. “Il 2017 diviene cruciale quindi per l’accorpamento dell’Ecomuseo Valle del Chiese nella struttura del Consorzio Turistico - ha precisatop Valenti - In conseguenza a ciò avremo una sola entità e un’unica sede in cui si potrà trovare accoglienza, informazione e supporto su tutto che si propone in Valle del Chiese indipendentemente che siano attività rivolte al turista o al residente. Unica sarà anche la cabina di regia, che spazierà dal turismo - pur sempre nucleo fondamentale - alla cultura e alla didattica. Si tratta senz’altro di un passaggio delicato, importante e oserei dire anche storico, ma sono ottimista: questa unione di forze qualificherà ancor più la nostra proposta turistica a beneficio di tutti”. San Lorenzo in Banale - Re-

cuperiamo la vecchia falesia dimenticata. La proposta dell’associazione Dolomiti Open - La salvaguardia e il riutilizzo di una falesia situata a sud di San Lorenzo in Banale, curandone manutenzione e valorizzazione. È quanto si è proposta l’associazione Dolomiti Open, che ha lanciato un crowdfunding per restituire, nella sua integrale maestosità, la falesia alla comunità. Dolomiti Open, un gruppo operativo di professionisti della montagna, Guide Alpine ed Accompagnatori di Territorio, specializzati per accompagnare nelle attività in montagna le persone con disabilità ha lanciato l’idea, che potrebbe prendere piede a breve. La parete, che veniva utilizzata in passato adesso è dismessa, nonostante una composizione ottimale. L’idea dei promotori è quella di avviare una colletta per provvedere ai lavori di ristrutturazione e per dare alla location un respiro internazionale, soprattutto agli appassionati del settore. La comunità dei climbers si è già mossa per ottenere l’accesso a questo sito, aprendo un sito internet (www.dolomit-open.org) ed una pagina facebook (La Falesia Dimenticata-Dolomiti Open). “Vogliamo che questa falesia-scrivono sulla piattaforma web i promotori-diventi la falesia di tutti ed è per questo che il contributo di ognuno diventa fondamentale. Ognuno nel suo piccolo può contribuire a realizzare questa idea e restituire agli amanti dell’outdoor questo monumento naturale dell’arrampicata”.

Tione - Demolito il Park Hotel - Iniziata martedì 18 aprile, la demolizione del complesso ha dapprima riguardato la facciata principale della struttura, poi lo sventramento vero e proprio della struttura portante dell’ex-Park Hotel. Con questa demolizione se ne va un pezzo di storia del comune di Tione, quella legata alla ricettività alberghiera che ha trovato nel Park Hotel un punto di riferimento con i suoi 135 posti letto. Il futuro di quello che fu il Park-Hotel si chiama Lidl, che si trasferirà qui dall’attuale sede di Zuclo. L’area sarà infatti ceduta alla Lidl Servizi Immobiliari srl che realizzerà in loco un nuovo supermercato in un tempo previsto di 5 mesi. Il nuovo complesso commerciale potrà disporre di un’area vendita di 800 metri quadri, di un magazzino di circa 500 metri quadri e di un deposito di 250 metri quadri. Sottoterra verranno realizzati due piani di parcheggi, in grado di ospitare complessivamente 100 posti auto. I lavori sono stati eseguiti dalla ditta Onorati di Comano Terme, assieme alla sub-appaltatrice Bruno Cunaccia di Strembo, sotto la direzione dell’ingegner Massimo Dalbon che segue i lavori per conto della proprietà dell’immobile, la società “Cala del sogno srl” di Malcesine. Giudicarie - Incontro sulla connettività - Il 18 maggio prossimo, alle 20.30 in Comunità delle Giudicarie a Tione, si parla di banda larga, fibra ottica, e dello stato della connettività in Giudicarie con Trentino Network.

Sfoglia il Giornale delle Giudicarie su www.giornaledellegiudicarie.it Si ricorda che è possibile sfogliare il Giornale delle Giudicarie sul sito www. giornaledellegiudicarie.it aggiornato ogni mese con le notizie più importanti che accadono in Giudicarie.

Aperte le iscrizioni per WebValley 2017 Occasione da non perdere per le ragazze e i ragazzi che frequentano il quarto anno della scuola superiore. Entro il 31 maggio è possibile inviare la domanda per partecipare a “WebValley 2017”, la scuola estiva di “data science” che dal 2001 la Fondazione Bruno Kessler di Trento dedica a giovani tra i 17 e i 19 anni per introdurli alla ricerca interdisciplinare. L’edizione di quest’anno si terrà in Val di Non dal 18 giugno all’8 luglio e sarà aperta anche a studenti internazionali. E’ perciò richiesta ai candidati una buona comprensione della lingua inglese. I partecipanti lavoreranno a fianco dei ricercatori con l’obiettivo di creare una nuova soluzione nell’ambito dell’Intelligenza Artificiale per prevedere la maturazione e la qualità della frutta. Il sistema sarà sviluppato anche avvalendosi di un drone di piccole dimensioni e di tecnologie smart (sistemi IOT, cloud computing su GPU, stampa 3D), combinate alla ricerca in biologia e salute ambientale. I posti disponibili sono 20 e i giovani partecipanti verranno selezionati tra studentesse e studenti eccellenti italiani e internazionali, compresi i finalisti del Premio INTEL ISEF, la convention mondiale dei concorsi per giovani ricercatori. La Fondazione Bruno Kessler bandisce fino a 10 borse di studio dirette a studenti italiani del 4° anno delle scuole superiori, una parte delle quali destinata a studenti della provincia di Trento. Le borse coprono tutti i costi delle attività specialistiche in laboratorio, vitto, alloggio, trasporto, e attività sportive e sociali. La partecipazione a WebValley potrà essere riconosciuta come parte dell’Alternanza Scuola-Lavoro. Le iscrizioni dovranno essere effettuate entro e non oltre il 31 maggio in modalità online all’indirizzo http://webvalley. fbk.eu. Qualità dell’aria: i dati del mese di marzo 2017 I dati raccolti dalla rete provinciale per il controllo della qualità dell’aria nel mese di marzo hanno evidenziato un elevato indice d’inquinamento. Il giudizio complessivo è calcolato prendendo a riferimento il momento peggiore del mese ed in questo caso è riconducibile alla concentrazione media giornaliera di polveri sottili PM10 rilevata il 18 marzo nella stazione di Riva del Garda. Durante il mese di marzo, le condizioni meteorologiche favorevoli al ristagno degli inquinanti hanno infatti favorito su tut-

to il territorio provinciale un graduale aumento delle concentrazioni di particolato in atmosfera. Il superamento del valore limite di media giornaliera ha interessato tutte le stazioni della rete di monitoraggio provinciale, e si è protratto per più giorni consecutivi. Nella notte tra il 22 e il 23 marzo il territorio provinciale è stato interessato da una perturbazione atmosferica che in poche ore ha portato ad un repentino abbassamento delle concentrazioni di polveri sottili PM10 e PM2,5, che hanno raggiunto e mantenuto poi per il resto del mese valori contenuti. Per tutti gli altri inquinanti monitorati, in particolare il biossido di azoto NO2, sono state rilevate, in tutte le stazioni di misura, concentrazioni inferiori ai rispettivi limiti normativi. Ad Educa “Generazione TVB” “Le tecnologie hanno un effetto dirompente sulla dimensione affettiva ed emozionale. Gallerie di immagini anatomiche già nei cellulari di bambini di dieci anni, applicazioni che sollecitano incontri facili, compromettono in maniera irreparabile l’educazione sentimentale, il sentire e il parlare d’amore”. Cosi Anna Salvo, terapeuta di formazione psicoanalitica e docente di Psicologia dinamica dell’Università della Calabria, che si è confrontata a EDUCA con Costanza Giannelli, psicoterapeuta e direttore dell’Unità ospedaliera di neuropsichiatria infantile dell’ospedale S. Chiara di Trento, sugli adolescenti di oggi e il loro rapporto con la tecnologia. “Visitare Parigi significa sentire i rumori della strada, i profumi delle panetterie, parlare con i suoi abitanti e non navigare attraverso google maps - ha affermato Giannelli - oggi si registra nei ragazzi una progressiva e preoccupante atrofia delle sinapsi e una riduzione del volume e della corteccia degli ippocampi. Il vissuto virtuale non può sostituire l’esperienza, le emozioni e le relazioni, responsabili della stimolazione dell’ippocampo, che svolge un ruolo fondamentale nello sviluppo della memoria a breve e a lungo termine. I nostri bambini e ragazzi vivono sempre più in un mondo autistico, anestetizzato e organizzato senza la possibilità di vivere emozioni, sogni e desideri. Fin da bambini vengono iperstimolati, cresciuti per aggiunte e mai per vuoti, voluti sempre più intelligenti e precoci, senza la possibilità di vivere una sana solitudine, un ozio creativo, dove si impara a desiderare. Le stanze sono apparentemente piene di im-

pulsi e la tecnologia permette con un bottone di vedere tutto il mondo esterno, senza mai la possibilità di visitare l’interiorità e di crearsi un’identità ben definita. La si cerca quindi in rete, con l’approvazione degli altri ed è qui che le identità deboli diventano ancor più fragili”. Della stessa opinione Anna Salvo, che ha presentato “Generazione TVB”, il libro scritto con Tiziana Iaquinta ed edito dalla casa editrice Il Mulino, dedicato a come l’adolescente, nativo digitale, stia cambiando. Al Vinitaly il lancio della nuova DOC delle Venezie Pinot Grigio Sarà la più grande denominazione di origine europea riferita ad un vitigno e riguarda il territorio del triveneto (Trentino, Veneto e Friuli Venezia Giulia): è la DOC “delle Venezie”, il progetto voluto dagli operatori delle filiere vitivinicole trentina, friulana e veneta per affermare e certificare l’immagine del Pinot Grigio in Italia e nel mondo. Un progetto di largo respiro, tenuto a battesimo al Vinitaly dal sottosegretario all’agricoltura Giuseppe Castiglione e dai governatori dei tre territori, Ugo Rossi per la Provincia autonoma di Trento, Deborah Serracchiani per la Regione autonoma del Friuli Venezia Giulia e Luca Zaia per la Regione Veneto. ll potenziale produttivo del Pinot Grigio nel mondo è pari a 57.000 ettari. Il 43% di questo vigneto è concentrato nelle aree viticole di Trentino, Friuli Venezia Giulia e Veneto. I dati produttivi del Pinot Grigio nel Nord est (dati 2016), contano 24.000 ettari di cui 13.500 in Veneto, 7.100 in Friuli e 2.900 in Trentino. La produzione di vino è pari a 1.900.000 hl pari a 250 milioni di bottiglie. Il 96%viene esportato (il presidente ICE Scannavini, ieri nel discorso inaugurale di Vinitaly ha ricordato come l’export del vino in Italia rappresenta il 16.4% delle esportazioni con un controvalore pari a 5,6 M€.), soprattutto nel Regno Unito, in Germania e USA. Il Trentino rispetto a Veneto e Friuli in termini di potenziale produttivo è la realtà meno sviluppata e anche per il futuro non si ipotizzano realisticamente importanti incrementi del vigneto trentino, diversamente da quanto invece succede in Veneto e Friuli dove l’incremento del vigneto di pinot Grigio registra aumenti superiori al 20% anno. I nostri produttori rappresentano però un fondamentale tassello del mercato e dell’export del Pinot Grigio.

Giornale delle giudicarie maggio 2017  

Giornale delel Giudicarie maggio 2017

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you