San Giacomo Festival: stagione ottobre 2015 - febbraio 2016

Page 1

S. Giacomo festival

ottobre 2015 febbraio 2016


www.sangiacomofestival.it

Direttore artistico p. Domenico Vittorini

Ingresso a offerta fino ad esaurimento posti: a concerto iniziato, non saranno più ammessi spettatori nell’Oratorio. I concerti del San Giacomo Festival sono organizzati per sostenere la Mensa quotidiana dei poveri presso i PP. Agostiniani di Bologna.

ORATORIO S. CECILIA Via Zamboni 15 - Bologna Orario dal 1° ottobre al 31 maggio 10.00-13.00 / 14.00-18.00 - dal 1° giugno al 30 settembre 10.00-13.00 / 15.00-19.00 TEMPIO SAN GIACOMO MAGGIORE Piazza Rossini – Bologna Orario lunedì-venerdì 7.30-12.30 / 15.30-18.30 sabato-domenica e festivi 8.30-12.30 / 15.30-18.30 S. Messe Lunedì-Venerdì 8.00 (sospesa dalla 2a domenica di luglio, riprende la 1a domenica di settembre) - 10.00 - 17.00 sabato 10.00 - 17.00 (prefestiva) domenica e festivi 9.00 - 11.00 - 12.00 (sospesa dalla 2a domenica di luglio, riprende la 1a domenica di settembre) - 17.00 In collaborazione con il Touring Club Italiano – Bologna ogni sabato dalle ore 9.30 alle ore 12.30 APERTURA DELLA CAPPELLA BENTIVOGLIO SOLO per i gruppi con guida è necessaria la prenotazione via email: conventosgiacomomaggiore@tin.it


3 ott 4 ott 5 ott 8 ott 9 ott 10 ott 11 ott 12 ott 15 ott 17 ott 18 ott 19 ott 22 ott 24 ott 25 ott 26 ott 29 ott 30 ott 31 ott 1 nov 2 nov 3 nov 6 nov 7 nov 8 nov 11 nov 12 nov 13 nov 14 nov 15 nov 18 nov 19 nov 21 nov 22 nov 25 nov 28 nov 29 nov 29 nov 5 dic 6 dic 8 dic 11 dic 12 dic 13 dic 19 dic 20 dic 20 dic 20 dic 26 dic 27 dic 2 gen 3 gen 6 gen 9 gen 10 gen 10 gen 15 gen 16 gen 17 gen 23 gen 24 gen 30 gen 31 gen 6 feb 7 feb 12 feb 13 feb 14 feb 14 feb 20 feb 21 feb 21 feb 27 feb 28 feb

Musica da Tasto..................................................................................... 4 La dolce guitar...................................................................................... 4 La chitarra per la musica.................................................................. 4 Alfonso Soldano.................................................................................. 4 Salotto musicale viennese............................................................... 5 Musica da Tasto..................................................................................... 5 Crescere con la musica...................................................................... 5 La chitarra per la musica.................................................................. 5 Musica da Tasto..................................................................................... 6 Musica da Tasto..................................................................................... 6 Crescere con la musica...................................................................... 6 La chitarra per la musica.................................................................. 6 I tre volti di Ecate................................................................................. 7 Musica da Tasto..................................................................................... 7 I quartetti per archi e fortepiano di Mozart............................ 7 La chitarra per la musica.................................................................. 7 A. Vivaldi................................................................................................... 8 W.A. Mozart luci care, luci belle‌................................................. 8 Musica da Tasto..................................................................................... 8 Le vie di fantasie.................................................................................... 8 Santa Messa............................................................................................ 9 Bunka No Hi.............................................................................................. 9 Clair de lune........................................................................................... 9 La musica svela la natura................................................................ 9 Il Requiem tedesco di Johannes Brahms...................................... 10 Concerto in memoria di Gian Paolo Bovina................................ 10 Due chitarre in concerto.................................................................. 10 Intorno al Fortepiano....................................................................... 10 Il Flauto nel Romanticismo.............................................................. 11 America..................................................................................................... 11 Venetiae et Graecus quidam............................................................. 11 In Memoriam............................................................................................ 11 Le grandi sonate romantiche.......................................................... 12 Santa Messa............................................................................................ 12 Santa Caterina d'Alessandria......................................................... 12 Souvenir francese................................................................................ 12 Santa Messa............................................................................................ 13 Spirto Gentile......................................................................................... 13 Io s(u)ono italiano............................................................................... 13 La favola cinese e la scoperta di luoghi lontani..................... 13 Armonie di Natale................................................................................. 14 I lati estremi del romanticismo...................................................... 14 Voci dal mondo..................................................................................... 14 Riscrivere................................................................................................. 14 Il romanticismo in Beethoven......................................................... 15 Santa Messa............................................................................................ 15 concerto di natale............................................................................... 15 Gruppo Ocarinistico Molinellese.................................................. 15 Paola - Alessandra Troili.................................................................. 16 Chanson d'amour................................................................................. 16 Grandi capolavori del '900............................................................... 16 Giovanni Nesi & Federica Bortoluzzi............................................. 16 Santa Messa............................................................................................ 17 Musique de nuit..................................................................................... 17 Santa Messa............................................................................................ 17 Invito all'Opera‌................................................................................. 17 Nell'antro musicale del Re............................................................... 18 800 Tedesco.............................................................................................. 18 Mozart konzert arien........................................................................ 18 Duo Rinaldi-Meniconi.......................................................................... 18 Franz Liszt e i suoi allievi.................................................................. 19 Duo Uinskyte-Ruggeri......................................................................... 19 Un destino inesorabile....................................................................... 19 Ensemble sonante................................................................................ 19 Variazioni e danze per Pianoforte a quattro mani................ 20 Wieniawski vs Sarasate....................................................................... 20 Al sonar di Tasto e di Flauto............................................................ 20 Santa Messa............................................................................................ 20 L'Oboe romantico.................................................................................. 21 Intorno al Fortepiano....................................................................... 21 Santa Messa............................................................................................ 21 Intorno al Fortepiano....................................................................... 21 Intorno al Fortepiano....................................................................... 22 Intorno al Fortepiano....................................................................... 22


ORATORIO S. CECILIA

S. Giacomo festival

ORATORIO S. CECILIA

sabato 3 ottobre

domenica 4 ottobre

Musica da Tasto

LA DOLCE GUITAR

a cura di

Roberto Cascio

SEICENTO ITALIANO CON SORPRESA

ore 18.00

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 18.00

GIAN MARCO CIAMPA chitarra

ORATORIO S. CECILIA

lunedì 5 ottobre ore 18.00

La chitarra per la musica II Edizione

Recital I a cura di

FRANCESCA TORELLI

D. Scarlatti

arciliuto e voce

Sonata K 208

Leonardo Bonetti Paolo Santoro

M. Castelnuovo Tedesco

Federico Spina

S. Garsi

“La Mutia”, Gagliarda

P. P. Melli

chitarra

opening act

Leonardo Fabbri

Capriccio “Il gran Matias” Corrente “La Alfonsina”

A. Barrios

Giulio Caccini

F. Tarrega

La bella man vi stringo

Fantasia sui temi de “La Traviata” Recuerdos de la Alhambra

Suite BWV 997 (Preludio, Fuga, Sarabanda, Giga, Double)

Michelangelo Galilei

I. Albeniz

Rondò No. 2

Toccata e Corrente

Arcangelo Lori Toccata

Giovanni Stefani Amante felice

Alessandro Piccinini Toccata XX Corrente I

Barbara Strozzi Che si può fare?

Girolamo Kapsberger Toccata I Corrente I

Alessandro Grandi

Sprezzami biondo e fuggimi

4

Suite Op.133 I. Preludio II. Ballata Scozzese III. Capriccio Confesion

Asturias

J.S. Bach

D. Aguado

G. Regondi

Rverie, Notturno Op. 19

F. Sor

Fantasia Op. 30

ORATORIO S. CECILIA

giovedì 8 ottobre ore 18.00

ALFONSO SOLDANO pianoforte

 S. Bortkiewicz

3 Pieces Op. 24 I. Diana: Nocturne II. Satyre: Valse Grotesque III. Eros: Impromptu Sonata n° 2 Op. 60 in Do# minore I. Allegro ma non tanto II. Allegretto III. Andante misericordioso IV. Finale: Agitato

Liszt / Wagner

Isolde Liebestod

F. Liszt

Totentanz

Pabst / Tchaikovsky

Grande Parafrasi da Concerto sulla “Bella addormentata”


ORATORIO S. CECILIA

S. Giacomo festival

ORATORIO S. CECILIA

venerdì 9 ottobre

sabato 10 ottobre

I venerdì dei semchukisti SALOTTO MUSICALE VIENNESE

Musica da Tasto

in collaborazione col

DIPARTIMENTO D’ARCHI

ore 18.00 a cura di

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 18.00

Roberto Cascio

VA QUESTA LAUDA IN SU QUELLA BALLATA travestimenti laudistici delle ballate dell’ars nova italiana del XIV e XV secolo

violino

Mari Fujino

Fritz Kreisler Miniature I. Liebesfreud II. Liebesleid III. Sincopation IV. SchonRosmarin

Recital II

II Edizione

a cura di

Leonardo Bonetti Paolo Santoro

Paolo Faldi

viella

J.S. Bach

W.A. Mozart

Stefano Albarello flauti e cialamelli

Gianfranco Russo

Leoš Janáček

Jacopo e Michelangelo Fulimeni

Talenti in famiglia

Margherita Emiliani

Sonata per violino e pianoforte (1914) I. Con moto II. Ballada III. Allegretto IV. Adagio

La chitarra per la musica

ore 18.00

Jacopo Fulimeni

direttore, canto, liuto e organetto medievale

salterio e percussioni

Sonata per violino e pianoforte in Fa maggiore No. 24, K 376 (1781) I. Allegro II. Andante III. Rondeau: Allegretto grazioso

CRESCERE CON LA MUSICA

ore 18.00

Leonardo Bonetti

pianoforte

W.A. Mozart

ORATORIO S. CECILIA

lunedì 12 ottobre

Michelangelo Fulimeni

ENSEMBLE CANTILENA ANTIQUA Niccolò Dalla Costa

ORATORIO S. CECILIA

domenica 11 ottobre

Marco Muzzati

Anonimo - F. Landini Preghiam Giesù

L. Giustinian - J. Ciconia O diva stella

Anonimo - F. Landini

Vita chi t’ama in croce

Anonimo

Felix namque

V. di Martino - N. da Perugia O pecchator perché

N. Pagliaresi - G. da Firenze Chi ama in verità

violino

pianoforte

dalla Sonata in Sol maggiore K 301, primo tempo Allegro con spirito

F. Schubert

Sonata in Re maggiore Op.137 I. Allegro molto II. Andante III. Allegro vivace

J.S.Bach / F. Busoni

Ciaccona in Re minore

chitarra

opening act

 5 preludi (BWV 997, BWV 974, BWV 1008, BWV 867, BWV 998)

G.F. Händel

Passacaglia (Tratta dalla suite No. 7)

L. Bonetti

Exarco (Preludio, Funebre, Finale) Quattro studi minimalisti (Continuum, Danza, Guitar in a Curved Air, Echi)

F. Liszt / F. Busoni

Fantasia su due motivi dalle Nozze di Figaro di W.A. Mozart

N. Pagliaresi - Anonimo Se l’iniquità osserverai

Anonimo - F. Landini Po’ che da morte

Lubdicus de Arimino Carme: Nimis Pulcrum

L. Giustinian - J. Ciconia Colla ment’e col core

J. Ciconia

Con lagreme bagnandome el viso

Anonimo - F. Landini

Creata fusti o Vergine Maria

N. Pagliaresi - F. Landini O Vergine Maria

5


ORATORIO S. CECILIA

S. Giacomo festival

ORATORIO S. CECILIA

giovedì 15 ottobre

sabato 17 ottobre

Musica da Tasto

Musica da Tasto

Roberto Cascio

Roberto Cascio

HORTVS MVSARVM

IL CONTRAPPUNTO E L’ALFABETO

a cura di

Pacoloni Ensemble liuti

Carlo Stringhi, Franco Fois, Roberto Cascio, Fabio Mori

D. Bianchini - G. Gorzanis Torza saltarello

Giovanni Pacoloni

Tu te parti cor mio caro (Passemezzo, Padoana, Saltarello)

Anon.

Herculana

D. Bianchini

Santo Erculano [padoana]

ore 18.00 a cura di

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 18.00

Il liuto e la chitarra barocca tra Roma e Bologna

G. Pacoloni

D. Bianchini Mezanotte

Toccata

V. Galilei Brandle

F. da Milano

Fantasia (No. 40), Fantasia (No. 34)

Anonimo

Spagnoletta

D. Bianchini

F. da Milano

Le forze derculle [pavana] Padoana de Force de Hercules

(da MS Raimondi) Toccata con una fuga

(da ediz. P. Phalése)

Cavaliere del liuto

G. Pacoloni Anon.

Burato

G. Pacoloni ElBurato

N. Gombert - D. Bianchini Ave sanctissima

Pietro Paolo Meli

Balletto detto l’Ardito Gracioso

Lorenzino del liuto Fantasia

M. Bartolotti

Andrea Gabrieli

Prelude - Allemande - Courante - Sarabande - Gigue

Nicolas Vallet

G.B. Granata

Ricercar del duodecimo tono Ballet (Robert Johnson) Ballet Est-ce mars (Pierre Guedron) Courante de mars Un jour de la semaine Allons aux noces Gaillarde

Anon.

(daThysiusLute Book)

Passomezo del Zorzi; Galliarda La Caracossa - La Gamba - Chi passa; Passomezo d’Italie, Gailliarde d’Italie

6

Gagliarda

Toccata

F. Corbetta

Preludio - Allemanda - Corrente Sarabanda - Chiacona

ore 18.00

II Edizione

violino

Viaggio in Spagna e in Italia nel '700-'800

violoncello

Leonardo Bonetti Paolo Santoro

pianoforte

Duo Dorico

Lucilla Mariotti

G. Pacoloni

Saltarello Mezanotte

Recital III

Anonimo

Anonimo

La Caracossa

LUCILLA MARIOTTI & IRENE MARZADORI

Talenti si incontrano

Lorenzo Lucchi

Anon.

Caracossa

La chitarra per la musica

Ricercare del nono tuono

(da ediz. Pierre Phalése)

CRESCERE CON LA MUSICA

ore 18.00

Irene Marzadori

liuto e chitarra barocca

ORATORIO S. CECILIA

lunedì 19 ottobre

Domenico Cerasani

G. Pacoloni

PaduanaSantErculano

ORATORIO S. CECILIA

domenica 18 ottobre

H. Vieuxtemps

Concerto per violino in La minore No. 5 I. Allegro non troppo II. Adagio III. Allegro con fuoco

H. Wieniawski

Terzo tempo dal Concerto in Re minore No. 2 Allegro alla zingara

J.S. Bach

Tre movimenti dalla Suite per violoncello solo in Do maggiore No. 3 BWV 1009 I. Prélude II. Bourrée 1&2 III. Gigue

P.I. Tchaikovsky

Variazioni su un tema rococò, Op. 33

a cura di

chitarra

Paolo Santoro Mattia Masini opening act

Riccardo Mistroni

 F. Sor

L’ Encouragement Op. 34

D. Cimarosa

Sonata B 22 (Trascrizione Paolo Santoro)

N. Paganini

Gran Sonata in La maggiore Op. 39

D. Scarlatti

Sonata K 173 (Trascrizione Paolo Santoro)

M. Giuliani

Grande Ouverture Op. 61

E. Granados

Danza n° 2 “Oriental” Intermezzo dall’opera “Goyescas”


ORATORIO S. CECILIA

S. Giacomo festival

ORATORIO S. CECILIA

giovedì 22 ottobre

sabato 24 ottobre

I TRE VOLTI DI ECATE

Musica da Tasto

F. Liszt virtuoso, trascrittore, poeta

Matteo Rubini pianoforte

 F. Schubert - F. Liszt Standchen

G. Verdi - F. Liszt

Parafrasi su Rigoletto

F. Liszt

Mephisto Waltz n° 1 Sonata in Si minore

ore 18.00 a cura di

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 18.00

Roberto Cascio

L’ARMONIA UNIVERSALE

Musica per liuto barocco di Johann Sebastian Bach, Vieux Gautier, Silivius Leopold Weiss

MICHELE CARRECA liuto a 13 cori costruito da Nico van der Waals nel 1981

ORATORIO S. CECILIA

lunedì 26 ottobre

I quartetti per fortepiano e archi di W. A. Mozart

La chitarra per la musica

fortepiano

Recital IV

violino

Enrico Gramigna

Leonardo Bonetti Paolo Santoro

viola

Giordano Passini

ore 18.00

Giovanni Paganelli

Clelia Gozzo violoncello

Anna Camporini

E. Gautier le Vieux

W.A. Mozart

Prelude - Tombeau de Mesangeau - Courante - Cascade

S.L. Weiss

Sonata in La minore “L’Infidèle” Entrée - Courante - Sarabande - Menuet Musette - Paysanne

J.S. Bach

Preludio per liuto in Do minore BWV 999 dalla sonata per violino solo in Sol minore BWV 1000: Adagio - Fuga

S.L. Weiss

Sonata in La maggiore Allemande - Courante - Bourée - Sarabanda - Menuet - Ciacona - Gigue

ORATORIO S. CECILIA

domenica 25 ottobre

Quartetto in mib maggiore KV 493 Quartetto in Sol minore KV 478

ore 18.00

II Edizione

a cura di

chitarra

opening act

Margherita Soligo

 J.S. Bach

Ciaccona BWV 1004

M. Llobet

El Canco del Lladre El testament d’Amelia El noi de la mar

J. Turina Sonata

F. Tarrega

Maria El Columpio Rosita

Barrios

Julia Florida Vals Op. 8 No. 4

J. Rodrigo

Zapateado

7


ORATORIO S. CECILIA

S. Giacomo festival

ORATORIO S. CECILIA

giovedì 29 ottobre

venerdì 30 ottobre

A. Vivaldi

Le donne di Mozart

Le Quattro Stagioni

Michelangelo Lentini

ore 18.00

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 18.00

Viaggio nell’universo femminile del genio di Salisburgo

violino

ATHENA ensemble

Cembalorchestra

soprani

Santina Tomasello Patrizia Vaccari mezzosoprano

Marcella Ventura fortepiano

Valeria Montanari

La musica da camera

Luci care, luci belle, Notturno a 3 voci K 346 Das Lied der Trennung K 519 Als Luise due Briefe ihres ungetreuen Liebhabers verbrannte K 520 Abendempfindung K 523 Dans un bois K 308 Variazioni su un tema di Duport per fortepiano Mi lagnerò tacendo, Notturno a 3 voci K 437

L’Opera

Dal Don Giovanni Bouquet di melodie di arie trascritte per fortepiano Da Le Nozze di Figaro Che soave zefiretto (Susanna e la Contessa) Voi che sapete (Cherubino) Via resti servita, Madama brillante (Susanna e Marcellina) Da Così fan tutte Amore è un ladroncello (Dorabella) Smanie implacabili (Dorabella) Ah guarda sorella (Fiordiligi, Dorabella) Da Die Zauberflöte Ach ich fühls (Pamina) Stirb, Ungeheu’r, durch unsre Macht! (Le tre Dame)

8

ORATORIO S. CECILIA

ORATORIO S. CECILIA

sabato 31 ottobre

domenica 1 novembre

Musica da Tasto

LE VIE DI FANTASIE

Roberto Cascio

Oleksandr Semchuk

ore 18.00 a cura di

JOHANN SEBASTIAN BACH TRASFORMAZIONI per liuto barocco

PAUL BEIER  Suite Francese No. 1 in Re minore, BWV 812 Allemande Courante Sarabande Menuet I - II Gigue Suite Francese No. 2 in Do minore, BWV 813 Allemande Courante Sarabande Air Menuet Gigue Suite Francese No. 3 in Si minore, BWV 814 Allemande Courante Sarabande Menuet I – II Gavotte Gigue

ore 18.00

violino

Leonardo Zunica pianoforte

Olivier Messiaen

Fantasia in Sol (1933)

Toru Takemitsu

Distance du fèè (1951)

Eugeny Stankovych

Fantasia “L’affresco del Maidan” (2014)

AlanHovhaness

Three Visions of Saint Mesrob (1962)

Karol Szymanowsky Mythes Op. 30 (1915) I. Fontaned’Aretusa II. Narcissus III. Driades et Pan


lunedì 2 novembre SANTA MESSA

COMMEMORAZIONE FEDELI DEFUNTI

SCHOLA GREGORIANA SANCTI DOMINICI Alberto Calbucci Giacomo Degli Esposti Luca Dore Marco Voli direttore

Giacomo Degli Esposti

 Introitus Requiem aeternam Kyrie Graduale Requiem aeternam Alleluja Offertorium Domine Jesu Christe Sanctus Agnus Dei Communio Lux aeterna Antiphona finalis In paradisum

martedì 3 novembre ore 18.00

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 17.00

ORATORIO S. CECILIA

S. Giacomo festival

TEMPIO S. GIACOMO MAGGIORE

BUNKA NO HI

Il giorno della Cultura soprani

Ai Nagasue Takako Nagayama Akané Ogawa

ORATORIO S. CECILIA

sabato 7 novembre

I venerdì dei semchukisti CLAIR DE LUNE

LA MUSICA SVELA LA NATURA

ore 18.00

in collaborazione col

DIPARTIMENTO D’ARCHI

mezzosoprano

Makiko Fukuda

con la partecipazione straordinaria del violinista

Cristiano Rossi  Musiche di

H. Purcell, J. Pachelbel, J.S. Bach, A. Vivaldi, C.W. Gluck, J. Offenbach, C. Gounod e canzoni popolari giapponesi

Il concerto verrà preceduto da una introduzione alla Cultura giapponese alle ore 17.00

La natura ispiratrice dei compositori nel tempo

Antonella Bini flauto e ottavino pianoforte

Nozomi Shimizu Elisabetta Benvenuti Eleonora Leonini Yasuko Farina Sae Takeuchi

ore 18.00

Gabriele Rota

flauto dolce pianoforte

ORATORIO S. CECILIA

venerdì 6 novembre

Stefano Delle Donne violino

Mari Fujino pianoforte

 C. Debussy

Sonata per violino e pianoforte, L 140 (1917) IV. Allegro vivo V. Intermède: fantasque et léger VI. Finale: trèsanimé

M. Ravel

Sonata per violino e pianoforte in Sol maggiore No. 2, M 77 (1927) I. Allegretto II. Blues. Moderato III. Perpetuum mobile. Allegro

A. Vivaldi

Sonata in Sol minore, da “Il Pastor Fido” Op. 13 I. Vivace II. Fuga da Cappella - alla breve III. Largo IV. Allegro ma non presto

J. Mouquet

La flûte de Pan I. Pan et les bergers II. Pan et les oiseaux III. Pan et les Nymphes

O. Messiaen

Le merle noir

S. Gubajdulina

Allegro rustico Suoni della foresta

D. Anzaghi

Oiseau Triste

“Tzigane”, M 76 (1924)

9


ORATORIO S. CECILIA

S. Giacomo festival

TEMPIO S. GIACOMO MAGGIORE

domenica 8 novembre

mercoledì 11 novembre

DA SARAJEVO A VITTORIO VENETO

CONCERTO IN MEMORIA DI GIAN PAOLO BOVINA

Un Requiem per tutti i caduti della Grande Guerra Celebrazioni del primo centenario

CORO “ACCADEMIA DEGLI UNISONI” DI PERUGIA soprano

Letizia Pellegrino

Fabio Luppi fortepiano

 J.S. Bach

Preludio e fuga in Si minore BWV 869

C.P.E. Bach

DUE CHITARRE IN CONCERTO

in collaborazione con

ore 18.00

 F. Sor

L’encouragement Op. 34

M. Giuliani - G. Rossini Ouverture dell`Opera "Il Barbiere di Siviglia" Andante Maestoso Allegro vivace

pianoforte

Sonata “Al chiaro di luna”, Op. 27 No. 2 I. Adagio sostenuto II. Allegretto III. Presto agitato

Danza Espanola nr. 11 e nr. 6

J. Field

A. Piazzolla

Carlo Segoloni Stefano Ragni direttore

Leonardo Lollini

 J. Brahms

Ein deutsches Requiem, Op. 45 nella versione dell’autore per soli, coro e pf. a 4 mani

I. Selig sind, die da Leid tragen – coro e pf. II. Denn alles Fleisch, es ist wie Gras – coro e pf. III. Herr, lehre doch mich – baritono, coro e pf. IV. Wie lieblich sind deine Wohnungen – coro e pf. V. Ihr habt nun Traurigkeit – soprano, coro e pf. VI. Denn wir haben hie keine bleibende Statt – baritono, coro e pf. VII. Selig sind die Toten – coro e pf.

Notturno No. 1 in Mib maggiore

ore 18.00

Tiit Peterson Donato D’Antonio

Thema con variazioni

L.v. Beethoven

ORATORIO S. CECILIA

venerdì 13 novembre

baritono

Guido Magnani

10

ore 18.00

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 18.00

ORATORIO S. CECILIA

giovedì 12 novembre

M. de Falla

Intorno al Fortepiano a cura di

Carlo Mazzoli

SONATA HAMMERKLAVIER SAMUELE PICCININI

La vida breve

fortepiano Giovanni Heichele (Trieste, 1820 ca.)

E. Granados

Lo que vendra

R. Espere

Ante Diem

L.v. Beethoven Fantasia Op. 77

Sonata Op. 106 in Sib maggiore “Hammerklavier” Allegro Scherzo. Assai Vivace Adagio sostenuto. Appassionato e con molto sentimento Largo. Allegro risoluto


Il flauto nel Romanticismo a cura di

Luigi Di Ilio

Cristina Popa

domenica 15 novembre ore 18.00

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 18.00

ORATORIO S. CECILIA

S. Giacomo festival

ORATORIO S. CECILIA

sabato 14 novembre

AMERICA

Stile vagamente jazz dei grandi compositori del “nuovo continente”

ORATORIO S. CECILIA

giovedì 19 novembre

VENETIAE ET GRAECUS QUIDAM

IN MEMORIAM

ELEFTHERIOS KOUMATSIDIS

DUO MIGNANI-LUPPI

Enrico Mignani

J. Offenbach

Fabio Luppi

ore 18.00

flauto

ALTERNATRIO

Luigi Di Ilio

Yuri Ciccarese

Valerio Barbieri

sassofoni

Barcarola da “I racconti di Hoffman”

pianoforte

F. Mendelssohn Bartholdy

pianoforte

Carl Maria von WEBER

Sonata Op. 39 Allegro moderato, con spirito e assai legato Andante - Con Fuoco - Tempo I Menuetto capriccioso: Presto assai Rondò: Moderato e molto grazioso

F. SCHUBERT

Introduction and Variations on ‘TrockneBlumen’, D 802

Carl REINECKE

“Undine”, Op. 167 - Allegro - Intermezzo: Allegretto vivace - Andante tranquillo - Finale: Allegro molto agitato ed appassionato, quasi Presto

flauti

Pierluigi Di Tella

 L. Bernstein

(Arrangiamento di Stefano Nanni)

West Side Story Medley I. Prologo II. Maria III. Tonight IV. Somewhere V. America

S. Joplin

(Arrangiamento di Giorgio Babini)

pianoforte

Barcarole dalle “Romanze senza parole” No. 1 Op. XIX No. 6 No. 2 Op. XXX No. 6 No. 3 Op. LXII No. 5

Tradizionale greco (trascrizione per pianoforte di Vasilios Delios) Kato sto ghialò

C.V. Alkan

Barcarola Op. 65 No. 6

F. Liszt

Bethena Rag-Time Dance

La lugubre gondola

H. Villa-Lobos

Giugno: Barcarola da “Le stagioni” Op. XXXVII.a

(Arrangiamento di Pierluigi Di Tella)

Bachianas Brasileira No. 5

G. Gershwin

(Arrangiamento di Pierluigi Di Tella)

Promenade (Walking the dog) 3 Preludi

ORATORIO S. CECILIA

mercoledì 18 novembre

P.I. Čajkovskij G. Bizet

Je crois entendre encore da “I pescatori di perle”

Isaac Albeniz

Mallorca Op. CCII

ore 18.00

Concerto per Andrea Cubelli violoncello pianoforte

voce recitante

Lorenzo Vacchi

 B. Bartók

Román népi táncok (Danze popolari rumene), Sz. 56, BB 68 (trascrizione per pianoforte e violoncello a cura di L. Silva) I. Jocul cu bâta (or Joc cu bâtă) - La danza con il bastone II. Brâul - La cintura III. Pe Loc - Sul Posto IV. Buciumeana - La danza del corno di montagna V. Poarga Românească - Polka romena VI. Mărunţel - Minuzia - Danza veloce

G. Fauré

Sicilienne Op. 78

J. Sibelius

4 Pezzi per violoncello e pianoforte, Op. 78 I. Impromptu II. Romance III. Religioso IV. Rigaudon

B. Bartók

Improvvisazioni su canti popolari ungheresi per pianoforte solo, Op. 20

Z. Kodály

Adagio per violoncello e pianoforte

A. Casella

Notturno e Tarantella, Op. 54

(trascrizione per pianoforte e violoncello a cura di L. Silva)

11


TEMPIO S. GIACOMO MAGGIORE

S. Giacomo festival

ORATORIO S. CECILIA

sabato 21 novembre

domenica 22 novembre

Le grandi Sonate romantiche

Santa MESSA

a cura di

Luigi Di Ilio

ore 11.00

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 18.00

CRISTO RE santa cecilia

pianoforte

Juniores Brass Band

docente preparatore

Domenico Vitolo J.S. BACH

Luigi Zardi

Preludio e fuga in mi maggiore No. 9

(dal 1° vol. del Clavicembalo Ben Temperato)

L.v. BEETHOVEN

Sonata in fa minore Op. 57 “Appassionata” - Allegro assai - Andante con moto - Allegro ma non troppo

E. GRIEG

Sonata in Mi minore Op. 7 - Allegro moderato - Andante molto - Alla Menuetto ma poco più lento - Finale. Molto Allegro

C. SAINT-SAENS

Studio Op. 111 No. 6 ”Toccata”

ore 17.00

Santa MESSA santa cecilia

conservatorio di Bologna

ORATORIO S. CECILIA

sabato 28 novembre

Santa Caterina d’Alessandria

SOUVENIR FRANCESE

ore 18.00

RAPPRESENTAZIONE DI SANTA CATHERINA di

Antonio Spezzani Bologna 1587

Teatro Antico e

Cappella Musicale di San Giacomo Maggiore In occasione della festa di Santa Caterina d’Alessandria, letture di scena dalla sacra Rappresentazione di Antonio Spezzani del 1587. Musiche di autori del XVI secolo.

ore 18.00 a cura di

Luigi Di Ilio

Duo Pianistico Jacopo Bonora Matteo Forlani  E. Chabrier

Bourrée Fantasque

G. Faurè

Dolly Suite

C. Saint-Saens

Danse Macabre

P. Dukas

L’Apprenti Sorcier

E. Satie

Trois Morceaux en forme de Poire

ORATORIO S. CECILIA ore 18.00

FOCUS ON SKRJABIN Omaggio al grande compositore russo in occasione del centenario della morte  a cura di

Luca Cubisino

Pietro Beltrani pianoforte

Alexander Skrjabin

24 Preludi, Op. 11 3 Mazurke dall’Op. 3 Feullet d’Album, Op. 45 n. 1 Polacca in Sib minore, Op. 21

12

ORATORIO S. CECILIA

mercoledì 25 novembre

A. Roussel

Pour une fête de primtemps


SANTA MESSA

domenica 29 novembre ore 18.00

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 11.00

ORATORIO S. CECILIA

S. Giacomo festival

TEMPIO S. GIACOMO MAGGIORE

domenica 29 novembre

SPIRTO GENTILE

I domenica di Avvento

Racconto in musica

GRUPPO VOCALE "HEINRICH SCHÜTZ"

Silvia Salfi

direttore

Roberto Bonato esecutori

Victoria Constable Maria Emma Dolza Mila Ferri Franca Fiori Barbara Giorgi Laura Manzoni Anna Maria Pieczynska Marta Serra Laura Vicinelli Diego Antonini Gianni Grimandi Marcus Köhler Gianni Mingotti Luca Stoppioni Stefano Visinoni Giacomo Serra

 G.P. da Palestrina “Missa Brevis”

O. di Lasso, G.P. da Palestrina, W. Byrd Mottetti

soprano tenore

Alessandro Goldoni pianista

Silvia Orlandi testo e regia

Fausta Molinari

 G. Donizetti LA FAVORITA

ORATORIO S. CECILIA

ORATORIO S. CECILIA

sabato 5 dicembre

domenica 6 dicembre

Io s(u)ono italiano

LA FAVOLA CINESE E LA SCOPERTA DI LUOGHI LONTANI

ore 18.00

(“…alla ricerca delle melodie perdute…”)

LUIGI DI ILIO pianoforte

 Baldassarre GALUPPI Sonata in La maggiore Andante Allegro Allegro

Muzio CLEMENTI

Sonata in Sib maggiore, Op. 12 Presto Larghetto con espressione Andante con Variazioni

ore 18.00

Esotismo e orientalismo nel teatro musicale europeo

Loredana Madeo soprano

Leonora Sofia mezzosoprano

 J. Massenet

C’est le soir (Le roi de Lahore) SOPRANO-MEZZOSOPRANO

G. Rossini

Cruda sorte (L’italiana in Algeri)

ANTICHE DANZE ED ARIE PER LIUTO

(Trascrizioni di Ottorino Respighi)

Simone Molinaro

Balletto detto “Il Conte Orlando”

MEZZOSOPRANO

C. Saint-Saens

Je faisais un rêve insensé (La princesse jeune) SOPRANO

L. Delibes

Duo des fleurs (Lakmè)

Ignoto

SOPRANO-MEZZOSOPRANO

Villanella

Habanera (Carmen)

(fine del Sec. XVI)

Vincenzo GALILEI Gagliarda

Ignoto

(fine del Sec. XVI)

Italiana

Ignoto

(fine del Sec. XVI)

Siciliana

Lodovico Roncalli Passacaglia

G. Bizet

MEZZOSOPRANO

Comme autrefois (Lespecheurs de perles) SOPRANO

E. Lalo

En silence pourquoi souffrir (Le roi d’Ys) SOPRANO-MEZZOSOPRANO

G. Bizet

Seguidilla (Carmen) MEZZOSOPRANO

G. Puccini

Tu che di gel sei cinta (Turandot) SOPRANO

Scuoti quella fronda di ciliegio (Madama Butterfly) SOPRANO-MEZZOSOPRANO

13


ORATORIO S. CECILIA

S. Giacomo festival

ORATORIO S. CECILIA

martedì 8 dicembre

venerdì 11 dicembre

ARMONIE DI NATALE

I venerdì dei semchukisti I LATI ESTREMI DEL ROMANTICISMO

Ensamble vocale e strumentale

ore 18.00

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 18.00

in collaborazione col

ORATORIO S. CECILIA

sabato 12 dicembre ore 18.00

VOCI DAL MONDO Concerto lirico

ASSOCIAZIONE

DIPARTIMENTO D’ARCHI direzione e pianoforte Letizia Venturi corno Marco Raspanti direzione e violino

Luca Sabbioni

violino

J. Arcadelt

Mari Fujino

per coro a cappella

Ave Maria

F. Liszt

Chanson D’Arcadelt - Ave Maria per pianoforte

G. Caccini Ave Maria

per Ensamble

G. Pierluigi da Palestrina Jesu! Rex Admirabilis per coro a cappella

J. Pachelbel Canone

per Ensamble

J.S. Bach

In Dulci Jubilo per Ensamble

W.A. Mozart

Kanon - Ave Maria per coro a cappella

F. Schubert

Mille cherubini in coro per Ensamble

Anonimo (XVI sec.)

Who is that Child? (Greensleeves) per Ensamble

Medeley Natalizio

celebri temi Natalizi per Ensamble

14

Marco Gialluca Cristina Papini pianoforte

L.v. Beethoven

Sonata per violino e pianoforte in Mib maggiore No. 3 Op. 12 1. Allegro con spirito 2. Adagio con molt’ espressione 3. Rondo. Allegro molto

fisarmonica

www.musicaemozioni.it soprani

Bian Hui Diana Rosa Cardenas Afonso Sara Cortolezzis mezzosoprani

Chen Shuheng Anna Harutunian tenore

Zimo Lin baritono

Mai Wei Jian pianoforte

Alessandro Pierfederici

George Enescu

Manon: Adieu, notre petite table

S. Prokofiev

RISCRIVERE

Johann Sebastian Bach nella trascrizione per due fisarmoniche

Roberto Caberlotto Gilberto Meneghin

Don Giovanni: Là ci darem la mano

Sonata per violino e pianoforte in Re maggiore No. 2 Op. 94bis 1. Moderato 2. Presto 3. Andante 4. Allegro con brio

ore 18.00

DUO DISSONANCE

Sonata per violino e pianoforte in Do minore No. 7 Op. 30 1. Allegro con brio 2. Adagio cantabile 3. Scherzo: Allegro 4. Finale: Allegro; Presto Sonata per violino e pianoforte in Fa minore No. 2 Op. 6 (1899) 1. Assezmouvemente 2. Tranquillement 3. Vif

ORATORIO S. CECILIA

domenica 13 dicembre

W.A. Mozart L. Delibes

Lakmé: Viens, Mallika

J. Massenet G. Verdi

Don Carlo: Dio che nell’alma infondere

G. Bizet

Carmen: Melons, coupons

G. Verdi

La Traviata: Libiamo ne’ lieti calici

G. Donizetti

Maria Stuarda: O nube che lieve

G. Verdi

Falstaff: quartetto atto primo

J.S. Bach

O Mensch, bewein dein Sünde groß BWV 622 Concerto in La minore BWV 593 I. Allegro II. Adagio III. Allegro Dall’Arte della fuga BWV 1080 I. Contrappunto 1 II. Contrappunto 2 Concerto in Do maggiore BWV 1061 I. Allegro II. Adagio, ovvero Largo III. Fuga Toccata e fuga in re minore BWV 565


TEMPIO S. GIACOMO MAGGIORE

S. Giacomo festival

ORATORIO S. CECILIA

sabato 19 dicembre

domenica 20 dicembre

IL ROMANTICISMO IN BEETHOVEN

IV domenica di Avvento

MARCO GRIECO pianoforte

 L.v. Beethoven

Sonata No. 7 in Re minore, Op. 31 No. 2, “La Tempesta” I. Largo - Allegro II. Adagio III. Allegretto Sonata No. 14 in Do# minore, Op. 27 No. 2, “Al Chiaro di Luna” I. Adagio sostenuto II. Allegretto III. Presto agitato Sonata No. 8 in Do minore, Op. 13, “Patetica” I. Grave - Allegro di molto e con brio II. Adagio cantabile III. Rondò: allegro

ore 11.00

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 18.00

SANTA MESSA

ENSEMBLE GREGORIANO ORATORIO S. CECILIA Maria Teresa Becci Francesca Campagnaro Marta Collot Mariana Di Maggio Miho Kamiya Benedetta Meoni Valeria Montanari Maria Angela Onofri Silvia Rambaldi Luisa Stanghellini Marcella Ventura Patrizia Zanella direzione

Silvia Rambaldi

 Introitus Rorate caeli

ORATORIO S. CECILIA

ORATORIO S. CECILIA

domenica 20 dicembre

domenica 20 dicembre

Concerto di Natale

GRUPPO OCARINISTICO MOLINELLESE

ore 12.00

Coro di Voci Bianche del Teatro Comunale di Bologna Alhambra Superchi maestro del coro

Cristina Giardini pianoforte

Benedetta Fanciulli arpa

Benjamin Britten

A ceremony of carols

ore 18.00

Luca Quaglia Doralice Minghetti Valentina Gnudi Giulia Condorelli Sageevan Sarvanatham Selena Gasparro Erica Rondelli Eugenia Macchia Emiliano Bernagozzi Alberto Ciarrocca Giulia Maccagnani

A. Barattoni

Fiorin di Pesco Polka Brillante

D. Shostakovitch

The Second Waltz From Jazz Suite No. 2

Arrangiamento di E. Bernagozzi

G. Rossini

Barbiere di Siviglia – Cavatina di Figaro “Largo al Factotum” Arrangiamento di A. Barattoni

Italiana in Algeri – Sinfonia Arrangiamento di A. Barattoni

J. Strauss

Trish Trash – Polka

Kyrie (Missa XVII C)

Arrangiamento di E. Bernagozzi

Graduale Prope est Dominus

Il Battagliero – Valzer

Arrangiamento di E. Bernagozzi

Alleluia Veni Domine

La Chiacchierina Polka Brillante Il Vento

Offertorium Ave Maria

Nuovo Cinema Paradiso Colonna sonora dell’Omonimo Film

T. Pattaccini G. Lucchini

E. Morricone

Arrangiamento di E. Bernagozzi

Yiruma

Sanctus (Missa XVII C) Agnus Dei (Missa XVII C)

Arrangiamento di E. Bernagozzi

Communio Ecce virgo

Under the Sea dal film di animazione“La Sirenetta”di Walt Disney

Antiphona finalis Alma redemptoris mater

Way To School

A. Menken

Arrangiamento di E. Bernagozzi

G. Lucchini

White Christmas

G. Grossi

Il Canto degli Uccelli Polka

15


ORATORIO S. CECILIA

S. Giacomo festival

ORATORIO S. CECILIA

sabato 26 dicembre

domenica 27 dicembre

PAOLA ALESSANDRA TROILI

CHANSON D’AMOUR

Annalisa Balducci

pianoforte

F. Chopin

Due notturni opera 27 No. 1 in Do# minore No. 2 in Reb maggiore Scherzo Op. 31 n° 2 in Sib minore

F. Liszt

Seconda ballata in Si minore Da “ANNÉES DE PÈLEGRINAGE PREMIÈRE ANNÉE: SUISSE No. 1 CHAPELLE DE GUILLAUME TELL No. 4 AU BORD D’UNE SOURCE No. 5 ORAGE

ore 18.00

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 18.00

Omaggio alla poesia francese

Grandi capolavori del ‘900

GIOVANNI NESI & FEDERICA BORTOLUZZI

ore 18.00

Dalla Polonia di Chopin alla Russia di Musorgskij

Luca Cubisino 

pianoforte

W.A. Mozart

Dans un bois solitaire, K 308 Oiseaux, si tous les ans, K 307

Hector Berlioz Villanelle, H 82

C. Debussy

Beau soir Nuit d’étoiles Chanson triste Le manoir de Rosemonde

G. Fauré

Mai, Op. 1 No. 2 Clair de lune, Op. 46 No. 2 Après un rêve, Op. 7 No. 1 Chanson d’amour, Op. 27 No. 1

Jean-Paul-Égide Martini Plaisir d’Amour

F. Liszt

Oh! quand je dors, S 282 Enfant, si j’étais roi, S 283

Francesco Paolo Tosti Chanson de l’Adieu

Erik Satie

La diva de l’Empire

G. Rossini

La chanson du bébé

ORATORIO S. CECILIA

domenica 3 gennaio

Sebastian Beltramini

soprano

Henri Duparc

16

ORATORIO S. CECILIA

sabato 2 gennaio

pianoforte

F. Chopin

Grande valzer brillante Op. 18 Valzer Op. 34 No. 2 Grande Valzer Op. 42 Andante spianato e grande polonaise brillante Op. 22

M. Musorgskij

Quadri da un’ esposizione I Promenade 1. Gnomus (Sempre vivo) Promenade 2. Il vecchio castello Promenade 3. Tuileries 4. Bydło Promenade 5. Balletto dei pulcini nei loro gusci 6. Samuel Goldenberg e Schmuÿle Promenade 7. Limoges. Il mercato (La grande notizia) 8. Catacombae (Sepulcrum romanum) 8b. Cum mortuis in lingua mortua 9. La capanna sulle zampe di gallina (Baba Yaga) 10. La grande porta di Kiev. Allegro vivace

ore 18.00

Musiche di Schubert e Brahms

GIOVANNI NESI e FEDERICA BORTOLUZZI

pianoforte a quattro mani a cura di

Luca Cubisino

 F. Schubert

Tre Marce Militari D 733 I. Marcia Militare in Re maggiore II. Marcia Militare in Sol maggiore III. Marcia Militare in Mib maggiore Fantasia in Fa minore D 940

J. Brahms

8 Valzer da Op. 39 Ni. 1, 2, 3, 4, 9, 11, 15 e 16 5 Danze Ungheresi Ni. 11, 9, 5, 4 e 2


ORATORIO S. CECILIA

S. Giacomo festival

TEMPIO S. GIACOMO MAGGIORE

mercoledì 6 gennaio

sabato 9 gennaio

Santa MESSA

MUSIQUE DE NUIT

EPIFANIA

Juniores Brass Band docente preparatore

Luigi Zardi

ORATORIO S. CECILIA ore 18.00

IL RITORNO DALLA CAPANNA

Musiche per la Natività. L’Angelo, Maria, Giuseppe e i pastori

ore 18.00

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 11.00

DUO REVERIE oboe

GRUPPO VOCALE "HEINRICH SCHÜTZ"

Omaggio a Giuseppe Verdi

esecutori

Luca Cubisino

J.S. Bach

Sinfonia dalla Cantata BWV 156 trascr. Oboe e Arpa

D. Paradisi Toccata

per Arpa sola

G. Fauré

Sicilienne

per Oboe e Arpa

C. Debussy

Marco Marazzoli

F. Godefroid

Il ritorno dalla Capanna per alto, tenore, strumenti e basso c.

per Oboe e Arpa

Ecco nato il bel Sole per canto e basso c.

Invito all’Opera…

Battesimo del Signore

ore 18.00

Roberto Bonato

arpa

San Giuseppe per alto e b.c.

SANTA MESSA

ore 11.00

Margherita Bassani

CAPPELLA MUSICALE DI SAN GIACOMO MAGGIORE

Pirro Capacelli Albergati

ORATORIO S. CECILIA

domenica 10 gennaio

duo pianistico Nicoletta & Angela Feola

Marco Soprana

Reverieet Deuxième Arabesque

Hor voi alme pregiate per canto e b.c.

TEMPIO S. GIACOMO MAGGIORE

domenica 10 gennaio

per Oboe e Arpa

G. Fauré

Berceuse

Etude de Concert

direttore

Victoria Constable Maria Emma Dolza Mila Ferri Franca Fiori Barbara Giorgi Laura Manzoni Anna Maria Pieczynska Marta Serra Laura Vicinelli Diego Antonini Mauro Collina Gianni Grimandi Marcus Köhler Gianni Mingotti Giacomo Serra Luca Stoppioni Enrico Volontieri Stefano Visinoni

 G.P. da Palestrina

per Arpa sola

“Missa Papae Marcelli" a 6 voci

G. Donizetti

G.P. da Palestrina, J. De Wert, W. Byrd

Andante e Sostenuto per Oboe e Arpa

a cura di

 Niccolò Celega

Illustrazione sopra “Don Carlo” di G. Verdi Op. 132

Disma Fumagalli

Impressioni dal Duetto Finale de l’ ”Aida” di Giuseppe Verdi

Giuseppe Martucci

Fantasia su “Un ballo in maschera” Op. 8

Luigi Truzzi

Fantasia Variata sopra l’Opera “Ernani” del M° Verdi Op. 65

Filippo Fasanotti

Gran Fantasia-Impressioni dell’opera “Rigoletto” Op. 63

Mottetti

F. Chopin

Variazioni sul tema di Cenerentola di G. Rossini per Oboe e Arpa

C. Debussy

La filleauxcheveux de lin per Arpa sola

A. Pasculli

Omaggio a Bellini

per Corno Inglese e Arpa

17


ORATORIO S. CECILIA

S. Giacomo festival

ORATORIO S. CECILIA

venerdì 15 gennaio

sabato 16 gennaio

I venerdì dei semchukisti NELL’ANTRO MUSICALE DEL RE

800 TEDESCO

ore 18.00

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 18.00

Tra classicismo e romanticismo

Integrale delle sonate di Edvard Grieg

TRIO RIGAMONTI

in collaborazione col

Miriam Rigamonti

DIPARTIMENTO D’ARCHI

pianoforte violino

Mariella Rigamonti violoncello

Emanuele Rigamonti

 L.V. Beethoven

Maria Ciavatta Alice Notarangelo Misia Iannoni

Trio Op. 70 No. 1 in Re maggiore “Geister” I. Allegro vivace e con brio II. Largo assai ed espressivo III. Presto

pianoforte

F. Mendelssohn - Bartholdy

violino

Mari Fujino  E. Grieg

Sonata No. 1 Op. 8 (1865) I. Allegro con brio II. Allegretto quasi andantino III. Allegro molto vivace Sonata No. 2 Op. 13 (1867) I. Lento doloroso. Allegro vivace II. Allegretto tranquillo III. Allegro animato Sonata No. 3 Op. 45 (1887) I. Allegro molto ed appassionato II. Allegretto espressivo alla Romanza III. Allegro animato

18

Trio Op. 49 No. 1 in Re minore I. Molto allegro agitato II. Andante con moto tranquillo III. Scherzo: Leggero e vivace IV. Finale: Allegro assai appassionato

ORATORIO S. CECILIA

ORATORIO S. CECILIA

domenica 17 gennaio

sabato 23 gennaio

MOZART KONZERT ARIEN

DUO RINALDI MENICONI

ore 18.00

Le grandi arie per orchestra

DUO GOLINELLI D’IPPOLITO soprano

Mirella Golinelli pianoforte

Claudia D’Ippolito

 W.A. Mozart

Scena e aria KV 528

Bella mia fiamma, addio! Aria KV 431

Misera! O sogno, o son desta? Scena e aria KV 374

A questo seno, deh! Vieni Recitativo ed aria KV 369

Misera, dove son? Aria KV 420

Per pietà, non ricercate Recitativo ed aria KV 490

Non più! Tutto ascoltai Non temer, amato bene!

W.A. Mozart Pianoforte

Fantasia in Re minore KV 397 Andante cantabile dalla sonata KV 333 Rondò alla turca

ore 18.00

violino e pianoforte

 J.S. Bach

Sonata in Do minore BWV 1017 I. Largo II. Allegro III. Adagio IV. Allegro

W.A. Mozart

Sonata in Fa maggiore KV 376 I. Allegro II. Andante III. Rondeau. Allegretto grazioso

J. Brahms

Sonata in Sol maggiore Op. 78 I. Vivace ma non troppo II. Adagio III. Allegro molto moderato


ORATORIO S. CECILIA

S. Giacomo festival

ORATORIO S. CECILIA

domenica 24 gennaio

sabato 30 gennaio

FRANZ LISZT E I SUOI ALLIEVI

DUO Uinskyte-Ruggeri

IL VALZER DALL’ITALIA A VIENNA in collaborazione con

ore 18.00

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 18.00

violino

Lina Uinskyte cembalo

Marco Ruggeri

 J.S. Bach

Ilaria Tramannoni pianoforte

 G. Sgambati

Valse dalla Suite Op. 21

C. Tausig

Valse-capriccio No. 1

F. Liszt

Valzer da concerto sui temi della Lucia e Parisina di Donizetti

A. Rubinštejn

Valse Caprice in Mib maggiore

M. Rosenthal

Carnaval de Vienne

F. Liszt

MephistoWaltz I

Concerto in Do, BWV 976 (da Vivaldi, Op. 3 No. 12) [Allegro] - Largo - Allegro per cembalo solo

T. Giordani

Sonata in Sol, Op. IV No. 5 Allegro - Andante (Aria)

A. Corelli

Variazioni sopra la Follia, Op. V No. 12

(realizzazione del continuo di A. Tonelli)

ORATORIO S. CECILIA

ORATORIO S. CECILIA

domenica 31 gennaio

sabato 6 febbraio

UN DESTINO INESORABILE

ENSEMBLE SONANTE

ore 18.00

arie, duetti, scene recitate soprano

ore 18.00

traversiere

Meike Melinz clavicembalo

Silvia Salfi

Luciano D’Orazio

tenore

violoncello Barocco

pianoforte

testo e regia

Duo Concertante per Traversiere e Violoncello Allegro - Adagio - Allegro

Alessandro Goldoni Silvia Orlandi Fausta Molinari

 Giuseppe Verdi

LA FORZA DEL DESTINO

Cecilia Sipos Josef Fiala

Carlo Tessarini da Rimini

Sonata per Traversiere e Cembalo Op. XIV No. 3 Presto - Andante grazioso - Presto

J.C. Bach

Sonata per Traversiere e Cembalo Op. XIV No. 4 Vivace - Adagio - Allegro

J.S. Bach

Sonata per Clavicembalo in do maggiore K 132

Sonata in Re, Op. XVI No. 5 Allegro con spirito - Rondò allegretto Sonata VI in Sol, BWV 1019 Allegro - Largo - Allegro (cembalo solo) Adagio - Allegro

D. Scarlatti

Carlo Tessarini da Rimini

Sonata per Traversiere e Cembalo Op. XIV No. 5 Adagio - Spiritoso - Minuetto Sonata per Traversiere e Cembalo Op. XIV No. 6 Allegro - Andante - Presto

19


ORATORIO S. CECILIA

S. Giacomo festival

ORATORIO S. CECILIA

domenica 7 febbraio

venerdì 12 febbraio

VARIAZIONI E DANZE PER PIANOFORTE A QUATTRO MANI

I venerdì dei semchukisti WIENIAWSKI VS SARASATE

DUO PIANISTICO Chiara Sintoni Paolo Somigli 

ore 18.00

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 18.00

I brani più virtuosi di H.Wieniawski (1835-1880) e P.de Sarasate (1844-1908) in collaborazione col

DIPARTIMENTO D’ARCHI

L.v. Beethoven

Otto Variazioni su un tema del conte Waldstein, Wo O67 Tema (Andante con moto) - Variazioni I-VII Variazione VIII: Un poco Adagio - Allegro Adagio - Allegro - Adagio - Presto

R. Schumann

La musica da camera per flauto traverso e pianoforte da Bach a Donizetti

DUO LONGO/LUPPI

pianoforte

violino

pianoforte

Mari Fujino

Pablo de Sarasate “Zingaresca” Op. 20

Henry Wieniawski

Polonaise Brillante in La maggiore, No 2 Op. 21

C. Debussy

“Capriccio Basco”, Op. 24

20

I domenica di Quaresima

Fabio Luppi

Kinderball. Sechs leichte Tanzstücke für ein Pianoforte zu vier Händen Ballo di bambini. Sei pezzi facili in forma di danza per pianoforte a quattro mani, Op. 130 I. Polonaise (Lento e misurato) II. Walzer (Vivace) III. Menuet (Non veloce, un poco maestoso) IV. Ecossaise (Vivace) V. Française (Vivo, ma non troppo) VI. Ringelreihe (Vivace) Petite Suite pour Piano à quatre mains Piccola Suite per pianoforte a quattro mani, L 65 I. En Bateau (Andantino) II. Cortège (Moderato) III. Menuet (Moderato) IV. Ballet (Allegro giusto)

AL SONAR DI TASTO E DI FLAUTO

ore 18.00

Claudio Guido Longo

J. Ventura, N. Vasconetto F. Albano, A. Filippini A. Trabace, L. Brizzi M. Penazzi, C. Quaranta V. Shatokhina A. Notarangelo, F. Casalini

“Legende” Op. 17

Pablo de Sarasate

“Habanera” Op. 21 No. 2

Henry Wieniawski

Pablo de Sarasate

“Zapateado” Op. 23 No. 2

Henry Wieniawski

Polonaise “Alla polacca” in Re maggiore, Op. 4

Pablo de Sarasate Henry Wieniawski

“Scherzo e Tarantella” Op. 16

Pablo de Sarasate

Fantasia “Faust”, Op. 13

Henry Wieniawski

Fantasia brillante su i temi “Faust” di Gounod, Op. 20

Pablo de Sarasate

Fantasia “Carmen”, Op. 25

TEMPIO S. GIACOMO MAGGIORE

domenica 14 febbraio

flauto traverso

F.J. Haydn

Der Lehrer und der Schüler. Variationen für das Pianoforte zu vier Händen (Il Maestro e lo Scolare. Divertimento per un Cembalo solo a quattro mani), Hob. XVIIa:1 Tema (Moderato) - Variazioni I-VIII - Tempo di Menuet

ORATORIO S. CECILIA

sabato 13 febbraio

 J.S. Bach

Sonata in Sol minore BWV 1020 I. Allegro II. Adagio III. Allegro Preludio e Fuga in Si minore BWV 869

H. Backofen

Sonata in Fa maggiore I. Allegro II. Andante con variazioni

W.A. Mozart

Sonata No. 7 in Do maggiore K 309 I. Allegro con spirito II. Andante un poco Adagio III. Rondò, allegretto grazioso

G.Donizetti

Sonata in Do maggiore I. Largo II. Allegro

ore 11.00

SANTA MESSA

SCHOLA GREGORIANA SANCTI DOMINICI Laura Camorani Maria Angela Onofri Goretta Quilotti Anna Maria Pieczynska Laura Vicinelli Carla Zagonara Giacomo Degli Esposti Luca Dore Marco Voli direttore

Giacomo Degli Esposti

 Introitus Invocabit me Kyrie Graduale Angelis suis Antiphona acclamationis: Non in solo pane Offertorium Scapulis suis Sanctus Agnus Dei Communio Scapulis suis Antiphona finalis Ave regina caelorum


ORATORIO S. CECILIA

S. Giacomo festival

ORATORIO S. CECILIA

domenica 14 febbraio

sabato 20 febbraio

L’OBOE ROMANTICO

Intorno al Fortepiano

Concerto di presentazione del cd “Opere per oboe e pianoforte tra Ottocento e Novecento” Tactus 2015 a cura di

Luca Cubisino

Luciano Franca oboe

Filippo Pantieri pianoforte

 G. Bolzoni

Canzone boema per oboe e pianoforte

G. Donizetti

Sonata per oboe e pianoforte I. Andante II. Allegro

G. Sgambati

Melodie de Gluck

A. Longo

Suite per oboe e pianoforte I. Con moto II. Andante III. Allegretto

A. Zanella

Andante e Scherzo per oboe e pianoforte

G. Bolzoni

Minuetto per pianoforte

L. Sinigaglia

Tema e 12 variazioni sul Lied “Haidenroslein “ di Schubert per oboe e pianoforte

ore 18.00 a cura di

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 18.00

Carlo Mazzoli

Winterreise VIAGGIO D’INVERNO Daniele Tonini basso-baritono

TEMPIO S. GIACOMO MAGGIORE

domenica 21 febbraio

SANTA MESSA

Intorno al Fortepiano

ore 11.00

II domenica di Quaresima

ENSEMBLE GREGORIANO ORATORIO S. CECILIA BOLOGNA

Istituto di Cultura Germanica Goethe-Zentrum Bologna

Maria Teresa Becci Francesca Campagnaro Marta Collot Mariana Di Maggio Miho Kamiya Benedetta Meoni Valeria Montanari Maria Angela Onofri Silvia Rambaldi Luisa Stanghellini Marcella Ventura Patrizia Zanella

F. Schubert

Silvia Rambaldi

(testi di WihlelmMűller)

Emanuela Marcante fortepiano Giovanni Heichele (Trieste, 1820 ca.) in collaborazione con

Winterreise Op. 89 D 911 1. Gute Nacht – Buona notte 2. Die Wetterfahne – La banderuola 3. GefrorneTränen – Lacrime di ghiaccio 4. Erstarrung – Congelamento 5. Der Lindenbaum – Il tiglio 6. Wasserflut – Flutti d’acqua 7. Aufdem Flusse – Sul fiume 8. Rückblick – Uno squardo all’indietro 9. Irrlicht – Fuoco fatuo 10. Rast – Sosta 11. Frühlingstraum – Sogno di primavera 12. Einsamkeit – Solitudine 13. Die Post – La posta 14. Der greiseKopf – La testa canuta 15. Die Krähe – La cornacchia 16. Letzte Hoffnung – Ultima speranza 17. Im Dorfe – Al paese 18. Der stürmische Morgen – Mattina di tempesta 19. Täuschung – Illusione 20. Der Wegweiser – Il segnale stradale 21. Das Wirtshaus – L’osteria 22. Mut – Coraggio 23. Die Nebensonnen – I soli vicini 24. Der Leiermann – L’uomo della ghironda

ORATORIO S. CECILIA

domenica 21 febbraio

direzione

Introitus Tibi dixit cor meum Kyrie (Missa XVII C) Graduale Sciant gentes

ore 18.00 a cura di

Carlo Mazzoli

VARIAZIONI, ROMANZE E UNA SONATA CHIARA CATTANI

fortepiano Giovanni Heichele (Trieste, 1820 ca.)

 W.A. Mozart

12 variazioni su “Ah, vous dirai-je Maman” KV 265 8 variazioni su “Come un agnello” KV 460

F. Mendelssohn Bartholdy

Romanze senza parole Op. 67 I. Andante II. Allegro leggero III. Andante tranquillo IV. Presto V. Moderato VI. Allegretto non troppo

F. Schubert

Sonata Op. post. 164 D537 in La minore I. Allegro, ma non troppo II. Allegretto quasi Andantino III. Allegro vivace

Tractus Commovisti Domine terram Offertorium Meditabor Sanctus (Missa XVII C) Agnus Dei (Missa XVII C) Communio Visionem quam vidistis Antiphona finalis Ave regina coelorum

21


ORATORIO S. CECILIA

S. Giacomo festival

ORATORIO S. CECILIA

sabato 27 febbraio

domenica 28 febbraio

Intorno al Fortepiano

Intorno al Fortepiano

Carlo Mazzoli

Carlo Mazzoli

SONATE, SONATINE E SERENATE

DONNE, ROMANZI E DUETTI AL FORTEPIANO NELLA LONDRA DI FINE SETTECENTO

a cura di

Gianni Lazzari flauto Grenser a 9 chiavi (copia di M. Wenner)

ore 18.00 a cura di

ottobre 2015 febbraio 2016

ore 18.00

Carlo Mazzoli

con letture e suggestioni tratte dai testi di Frances Fanny Burney, Jane Austen e cronache dell’epoca

ANNA CLEMENTE SUSANNA PIOLANTI

fortepiano Giovanni Heichele (Trieste, 1820 ca.)

F. Schubert

Sonatina Op. 137 No. 1 in Re maggiore Allegro molto - Andante - Allegro vivace

J.N. Hummel

Sonata Op. 50 Allegro con brio - Andante - Rondeau pastorale

G. Donizetti

Sonatina in Do maggiore Largo - Allegro

L. van Beethoven

Serenata Op. 41 Entrata, Allegro Tempo ordinario d’un minuetto, Trio I e II Molto allegro Andante con variazioni Allegro scherzando e vivace Adagio Allegro vivace e disinvolto

22

fortepiano Giovanni Heichele (Trieste, 1820 ca.) a 4 mani

 Ch. Burney

Sonata I in Fa maggiore I. Largo II. Allegro

J.Ch. Bach

Duetto in La maggiore Op. 18/5 I. Allegretto, II. Tempo di minuetto

Ch. Burney

Sonata II in Re maggiore I. Affettuoso II. Allegro

J.Ch. Bach

Duetto in FA maggiore Op. 18/6 I. Allegro II. Rondeau allegro


Accademia degli Unisoni L’Associazione culturale musicale costituitasi a Perugia il 4 gennaio 2006, prende il nome da un’antica accademia perugina fondata nel 1561, una delle poche dell’epoca dove i propri affiliati, nobili, musici ed intellettuali di spicco della città, si dedicavano principalmente alla pratica ed allo studio della musica. Ricalcando lo spirito che animò gli accademici unisoni di allora, ha per finalità la promozione, lo sviluppo, la diffusione e la valorizzazione della passione e dell’esercizio dell’arte musicale, in primo luogo di quella corale. A tale scopo elabora e realizza periodicamente dei progetti artistico-musicali a tema e di rilevanza culturale, da proporre al grande pubblico. Il Coro “Accademia degli Unisoni”, formazione principale dell’associazione, ha al suo attivo numerosi concerti che hanno ottenuto un grande successo di pubblico, nei quali sono stati eseguite, tra le altre, composizioni di W. A. Mozart (Vesperae Solennes de Dominica KV 321 e alcune Messe brevi), J. S. Bach (Messa in si minore, brani scelti della Passione secondo Matteo ed il mottetto Lobet den Herrn), D. Scarlatti (le più importanti composizioni sacre a cappella), H. Purcell (Dido and Aeneas, King Arthur e vari Anthems), J. Brahms (Ein deutsches Requiem), G. Fauré (Requiem), G. G. Gastoldi (l’integrale dei Balletti a 5 voci) ed anche prime esecuzioni (G. C. Mantovani, T. Battista). ALTERNATRIO Nasce dal comune desiderio di arricchimento personale e divertimento nel fare musica insieme. Tutti i musicisti provengono da un profondo lavoro nel campo della musica da camera ed hanno portato con sé, oltre all’innegabile esperienza acquisita in anni di attività artistica e concertistica, un prestigio individuale riconosciuto a livello internazionale. Singolarmente hanno svolto e svolgono tuttora un’intensa attività concertistica collaborando con le maggiori istituzioni musicali in Italia ed all’estero. L’AlternaTrio propone un repertorio gradevole ed innovativo, pia-

cevole nelle scelte e con il chiaro intento di staccarsi dal rigore del repertorio “accademico”. Il progetto “America” abbraccia lo stile vagamente jazz dei grandi compositori del “nuovo continente”, da Joplin e Gershwin al musical “West Side Story”di Leonard Bernstein. Innovativo si è detto, ed in effetti Alternatrio non si cristallizza nel già sentito, ma guarda anche alle produzioni contemporanee stringendo forme di collaborazione con compositori della nuova generazione sia per le trascrizioni, oggetto delle musiche della serata, sia per musica originale a loro dedicata. ATHENA ensemble Ispirato ai nobili valori della Dea greca della Conoscenza e confortato dalla sua vigile protezione, ATHENA ensemble è un sodalizio di artiste, amiche prima ancora che colleghe, amanti della Musica famosa quanto di quella dimenticata; attive tanto nella riproposta di programmi inconsueti, quanto nella reinterpretazione, in chiave filologica e attraverso un’approfondita e personale lettura, del repertorio di autori noti, come quello qui proposto, dedicato ad alcune figure femminili, tratteggiate nell’arte di W. A. Mozart. L’ensemble, composto dalle cantanti Santina Tomasello, Patrizia Vaccari e Marcella Ventura, e dalla clavicembalista Valeria Montanari, può contare sull’esperienza e la professionalità di musiciste dalla pluriennale attività; svolta in compagini di fama internazionale, accanto a grandi personalità, tra cui si citano G. Acciai, C. Astronio, A. Curtis, A. Lawrence-King, S. Montanari, J. Savall. Annalisa Balducci Ha conseguito presso il Conservatorio Niccolò Piccinnidi Bari i Diplomi Accademici di I e II Livello in Canto Lirico, e il Diploma Accademico di II Livello in Musica Vocale da Camera con la votazione di 110/110 con Lode. Dal 2009 si perfeziona con Gabriella Ravazzi. Vincitrice di diversi Concorsi di canto, ha al suo attivo una intensa attività concertistica che l’ha vista protagonista, diretta da Daniele Agiman, Orazio Baronello,

Matteo Beltrami, Fabio Maestri, Domenico Molinini, Vito Paternoster, Vittorio Parisi in diverse sale e teatri, quali il Niccolini di S. Casciano in val di Pesa, gli Industri di Grosseto, il Mancinelli di Orvieto, l’Oratorio S. Cecilia di Bologna nell’ambito del San Giacomo Festival. Ha debuttato: Kate inButterfly e Nella nel Gianni Schicchi; Clarina ne La Cambiale di Matrimonio; Despina in Così fan tutte; la Contessa di Almaviva ne Le Nozze di Figaro. Nell’ambito della V edizione del Festival UrtiCanti, ha eseguito in prima assoluta il polittico Llanto por Ignacio Sanchez Majias da Liriche su Garcìa Lorca di Domenico Molinini. Ha debuttato in prima assoluta Note di Sogno-Tre Liriche Sentimentali, Tre Liriche Oniriche e Tre Liriche Moderne, di Celestina Masotti su poesie di vari autori contemporanei. Nell’ambito del Grumo Festival 2013, ha debuttato il ruolo di Lasolmina nell’operina buffa di Giuseppe LupisIl pianista disgraziato. Per la Musica Vocale da Camera, si perfeziona con Erik Battaglia e Valentina Valente. Margherita Bassani Diplomata nel 1990 al Conservatorio di Musica “F. Venezze” di Rovigo con il massimo dei voti e la lode, si è in seguito perfezionata dal 1991 al 1995 presso il “ Conservatoire National Superieur de Musique de Lyon” nella classe del M° Fabrice Pierre. Nel 2007 ha conseguito la laurea di secondo livello in “Discipline Musicali- Arpa” con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Musica “ G.Verdi” di Milano. Dal 2009 è Prima Arpa dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI a Torino. Ha partecipato a produzioni dirette da prestigiosi direttori tra cui: C.Abbado, D.Baremboin, S. Bychkov, R.Chailly, M.W.Chung, G.Dudamel, D.Gatti, V.Gherghiev, E.Inbal, L.Maazel, R.Muti, S.Osawa, G.Pretre, G.Solti, G.Sinopoli, J.Tate. attivita’ di musica da camera con diversi ensamble. Paul Beier Diplomato in liuto al Royal College of Music di Londra con Diana Poulton, Paul Beier insegna liuto presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di

23


Milano dal 1981. Come solista o in piccole formazioni, e come direttore del gruppo Galatea (tra i componenti: Monica Huggett, Bruce Dickey, Michael Chance, Gianluca Capuano), tiene concerti in Italia, Europa, nord e sud America e in Australia. Ha suonato con gli ensemble di Roberto Gini, Giovanni Acciai, Enrico Gatti, Claudio Cavina, Fabio Bonizzoni, Hans Ludwig Hirsch, Cinzia Barbagelata e con le orchestre della Santa Fe Opera, della Scala e altre. Ha registrato 12 cd solistici e 5 con Galatea (è stato proposto da Amadeus e ha ricevuto premi come Disque du Mois di Répertoire, 5 Diapason, 5 Goldberg…) e numerosi cd con altri gruppi. Pubblica articoli e recensioni su riviste specialistiche (’Journal e Quarterly’ della Lute Society of America, ’The Lute’, ’Bollettino della Società Italiana del Liuto’). È membro del Comitato di Redazione del ’Journal of The Lute Society of America’. È inoltre autore di programmi informatici: String and Fret Calculator, Lute Tablature Transcriber, BeierTab, Musico (v. www.musico.it). Sebastian Beltramini Nato a Buenos Aires (Argentina) nel 1974, ha studiato al Conservatorio Nazionale di Musica “C.L.Buchardo”. Nel 1995 ottiene il diploma di Professore Nazionale di musica Specializzato in Pianoforte, successivamente nel 1998 il diploma di Professore Superiore specializzato in pianoforte con il massimo dei voti, posteriormente ottiene nel 2003 la Laurea in Arti Musicali con specializzazione in Pianoforte al I.U.N.A. (Istituto Universitario Nazionale d’Arte), sempre con il massimo dei voti. Risiede nel viterbese dal 2000. Presso il Conservatorio Nazionale di Musica “Santa Cecilia” di Roma nel 2002 si è diplomato in Pianoforte e nel 2006 in Musica da Camera con altissime qualificazioni. Finisce nel 2008 il corso biennale di secondo livello in musica da camera. Ha suonato in numerose sale in Italia, Francia, Spagna, Germania, Inghilterra, Scozia, Olanda, Argentina, ed Uruguay quali: Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, Teatro di Marcello, Auditorium Billè del Conserva-

24

torio ”G. B. Pergolesi” di Fermo, Palazzo Albrizzi di Venezia, Circolo A. Volta di Milano, Villa Torlonia, alla Villa Rufolo di Ravello, Liceo Visconti,alla rassegna “Premio Musica Roma” al Palazzo Barberini, al Teatro degli Arrischianti, alla LUMSA di Roma (Festa Europea della Musica),a Barcelona nel Casal Espriu, a Bremen alla Theatersaal der Universitat,a Londra ai concerti del “ Festival Ginastera ”nella “Saint Jame’s” Picadilly Circus, St Giles’ Cathedral (Edimburgo), Waalse. pietro beltrani Si diploma da privatista a soli 18 anni al conservatorio “G. Rossini” di Pesaro con il massimo dei voti e lode. Ha ottenuto il diploma presso l’accademia pianistica internazionale “incontri col Maestro” di Imola, di cui è il primo allievo imolese, studiando con Franco Scala e in seguito con Piero Rattalino. Ha tenuto masterclass con Daniel Rivera, Michael Dalberto, Pier Narciso Masi, Joaquin Soriano, Alexander Lonquich. Ha conseguito il dipoma di secondo livello ad indirizzo interpretativo al conservatorio “B. Maderna” di Cesena, laureandosi con 110 e lode. Si è esibito in tutta Italia,suonando in importanti teatri italiani, tra cui il Teatro “La Fenice” di Venezia, il Teatro “Manzoni” di Bologna, il Teatro “Vittoria” di Torino, il Teatro “Litta” di Milano, il “Piccolo Teatro” di Firenze, l’”Accademia Filarmonica” di Bologna. Ha preso parte a numerosi Festival italiani, fra cui il festival “MiTo” di Milano-Torino e il “Maggio Musicale Fiorentino”. Nel 2009 viene premiato come miglior diplomato d’Italia al concorso dei migliori diplomati di Castrocaro. Nello stesso anno ottiene il quarto premio al prestigioso Premio Venezia. A marzo 2010 vince il III premio al concorso internazionale di Pinerolo. A settembre 2010 è fra i sei semifinalisti del concorso internazionale “Rina SalaGallo” di Monza. A luglio 2015 viene premiato come Outstanding Musician al XXIV Concorso Internazionale “Ibla Grand Prize” a Ragusa, dove gli viene riconosciuto il Jazz award e l’Audience Award.

Leonardo Bonetti Classe 1992, ha conseguito il diploma in Chitarra Classica col massimo dei voti presso il Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna (2013) e la laurea con lode in Scienze del Comportamento e delle Relazioni Sociali presso l’Università di Bologna (2014), svolgendo ricerche sperimentali di psicologia della musica. Si è esibito come solista e conferenziere presso: Conservatorio di Bologna; Auditorium “Achille Peri”, Reggio Emilia; “Auditorium Corelli”, Fusignano; “Palazzo Roverella”, Ferrara; Festival Chitarristico Internazionale “Claxica”. Ha preso parte all’organizzazione di importanti eventi quali “Corelliana”. È stato direttore artistico di manifestazioni quali “Bolognetti Guitar Festival” (2015). Si è esibito come interprete in presentazioni editoriali curate da Frédéric Zigante. Ha pubblicato con la casa editrice Sinfonica due volumi di proprie composizioni (2015). Ha partecipato a Masterclass con Maestri quali Piero Bonaguri, Michael Lewin, Jesus CastroBalbi, Maurizio Pisati. È stato docente di chitarra classica, a contratto, presso il Conservatorio di Bologna (2014). Jacopo Bonora Nato nel 1996 a Lugo, frequenta presso conservatorio Girolamo Frescobaldi di Ferrara frequenta i corsi di Pianoforte (IX°) con il maestro Luigi Di Ilio (allievo di Guido Agosti) e di Composizione (VI anno con Berardo Mariani). Ha partecipato ai corsi di perfezionamento pianistico con Sergio Mascarà (allievo di Mannino), Lucia Passaglia (allieva di Arturo Benedetti Michelangeli) e Clive Britton (allievo di Claudio Arrau) ed altre Masterclass, tra cui uno di Lettura a prima vista, tenuto dalla pianista spagnola Maria Dolores Cisneros Sola, e un altro di Improvvisazione, tenuto dal maestro Fabrizio Ottaviucci. Domenico Ceresani Nato ad Avezzano nel 1985 si diploma in chitarra nel 2005, perfezionandiosi successivamente presso la Hochschule für Musik und Theater di Hannover con Frank Bungarten. Parallelamente si

interessa alla pratica su strumenti antichi, ai quali rivolge da anni la maggior parte del suo studio e della sua attività concertistica. Ottiene il diploma di specializzazione di II livello in liuto presso l’ Istituto “F.Vittadini” di Pavia sotto la guida di Massimo Lonardi, lavorando in particolare sul repertorio dei secc. XVI e XVII, con un tesi sul manoscritto Raimondi di Como. Ha pubblicato per la Tactus il disco “Luca Marenzio e il suo tempo” affiancando al liuto Massimo Lonardi e con il soprano Angela Alesci, curando anche la redazione dei testi musicolgici, seconda prova discografica dopo il lavoro solistico dedicato a Fernando Sor pubblicato da Giottomusic. Ha seguito Hopkinson Smith in diverse masterclasses e si è esibito da solista e in numerosi ensembles in Italia e all’estero. Ha frequentato il Master in musica da camera per strumenti antichi presso la Musikhochschule di Trossingen nella classe di Rolf Lislevand. Da vari anni è impegnato in ambito didattico, dove cerca di dare vita ad un ideale di insegnamento basato sull’empatia tra l’insegnante e l’alunno. Attualmente è docente di chitarra e liuto presso le Musikschulen di Konstanz e di San Gallo. È laureato in Lettere Classiche presso l’Università di Roma “La Sapienza”, con una tesi sui rapporti tra Montale. Gian Marco Ciampa Classe 1990, si diploma con il massimo dei voti, lode e Menzione d’Onore in chitarra al Conservatorio ”Santa Cecilia” di Roma, sotto la guida del Maestro Arturo Tallini. Sin da giovanissimo svolge un’intensa attività concertistica che lo ha portato a suonare in moltissime città italiane e straniere e ad esibirsi in diretta televisiva e radiofonica su canali RAI. Importanti quotidiani nazionali (La Repubblica, La Nazione, Il Corriere Della Sera etc.) hanno dedicato articoli ed interviste al suo talento. È inoltre vincitore di prestigiosi premi internazionali tra cui il ”Niccolò Paganini 2012” e il ”Concorso Europeo di Chitarra 2013” che non vedeva un italiano in finale da più di 6 anni e che lo premia


con la Medaglia del Presidente della Repubblica Italiana. Nell’estate 2014 tiene un concerto per la “NEW YORK CITY CLASSICAL GUITAR SOCIETY” e vince una borsa di studio per frequentare il prestigioso ”New York Mannes College”. Nello stesso anno viene premiato dal Comitato scientifico del Concorso Internazionale di Alessandria “Michele Pittaluga”, che gli assegna la prestigiosa “Chitarra d’oro” come giovane talento. Nel maggio 2015 parte per la Cina con il #CiampaBeijingTour che lo vede esibirsi con grande successo in concerto e tenere Masterclass presso il “Central Conservatory of Music in Beijing”, per la prestigiosa “ Accademy of Opera “ della Peking University e nello splendido Auditorium dell’ Istituto Italiano di Cultura dell’Ambasciata Italiana. Maria Ciavatta Classe 1999.
Inizia prima dei 5 anni lo studio del violino al C.E.M.I. di Bologna sotto la guida di Ursula Schaa. A soli 6 anni vince il Primo premio al Concorso dell’ESTA “Incontri sul palcoscenico”. È risultata vincitrice in diversi Concorsi: “Incontri sul palcoscenico” negli anni 2006–2008–2010, “Città di Riccione” 2007–2012. Concorsi che le hanno consentito di esibirsi in Concerti in alcune città italiane: Bologna, Cremona, Cesena, Forlì, Milano, ecc.
Nel 2013 viene segnalata per partecipare al concerto degli “Amici del Loggione del Teatro alla Scala”: CLASSICAL KIDS, a Milano, organizzato da Sony Classical.
Ha seguito numerosi Corsi di perfezionamento e Master Class con importanti maestri come O.Semchuk, S. Gazeau, M.Fornaciari, G.Zhislin.
 Nel 2014 vince il 1° premio al Concorso Internazionale Giuseppe Acerbi e al Concorso Firenze Lirica.
A giugno 2015 consegue brillantemente il Diploma di Violino presso il Conservatorio “Bruno Maderna” di Cesena. Ha al suo attivo numerosi concerti anche come solista in orchestra. Dal 2013 studia presso l’Accademia Internazionale di Imola “Incontro con il Maestro” con I Maestri O. Semchuk e K.Milyavskaya.
 Suona un violino N. F. Villaume del 1868.

Coro di Voci Bianche Il coro del Teatro Comunale di Bologna, attivo da diciotto anni, è costituito da una cinquantina di elementi fra i 7 e 17 anni e si esprime in un ampio panorama di interessi musicali. Da ricordare la partecipazione nel 2011 al Tour della cantante Elisa Ivy I-Ivy II tra Bologna e Ferrara, nel 2012 al Musical Les Misèrables, nel 2013 al concerto inaugurale del 57° Festival Internazionale di Musica Contemporanea alla Biennale di Venezia con Fonofania di Ambrosini e con Il vascello incantato di Taralli, nel 2014 a Brundibar di Kràsa e a Martini Bianco di Sani per la Giornata della Musica, nel 2015 al Tour di Cristicchi Magazzino 18, al Musical Evita, a Un canto lontanando mi stringeva il core di Sammarchi, e al Festival Verdi di Parma con un concerto lirico in ottobre. Alhambra Superchi, di Parma, laureata in Scienze politiche ed Istituzioni Europee e diplomata in Canto lirico presso il Conservatorio Martini di Bologna, dopo aver collaborato col Teatro Comunale di Bologna in qualità di assistente alla Scuola di voci bianche ne diviene Maestro titolare dal 2010. Cristina Giardini, Maestro dal 1980 in Teatro, dal 1998 è clavicembalista del gruppo barocco I filarmonici del Teatro Comunale di Bologna con cui ha eseguito numerosi concerti in Italia e all’estero. Benedetta Fanciulli, dal 2001 nel Coro di Voci Bianche, è solista nel Jakob Lenz di Rihm nel 2012 e nel 2013 canta Miles nel Giro di Vite di Britten, dal 2014 fa parte del Coro Giovanile. Luca Cubisino Ha iniziato gli studi di pianoforte all’età di sette anni. Si è diplomato con il massimo dei voti e la lode presso l’Istituto Musicale “V. Bellini” di Catania sotto la guida di A. Scuderi. Successivamente ha conseguito il Mastersdegree nella classe di A. Delle Vigne presso il Codarts – Hogeschoolvoor de Kunsten di Rotterdam (Olanda) e il Diploma Accademico di Secondo Livello in Discipline Musicali con F. Meniconi presso il Conservatorio “B. Maderna” di Cesena col massimo dei voti e la lode ed una Tesi su Franco Scala, i cui insegnamenti hanno avuto un peso

fondamentale nel suo approccio pedagogico. Ha riscosso notevoli consensi di pubblico e di critica suonando in varie città italiane e straniere per numerose associazioni e in prestigiosi teatri e sale da concerto: Teatro Massimo “V. Bellini” di Catania; Concertgebouw de Doelen di Rotterdam; WienerSaal di Salzburg; Kammermusiksaal della HochschulefürMusik und Theater di Leipzig, Teatro Rossini di Lugo, sala Patrizia Cerutti Bresso di Pinerolo, Teatro “Bonci” di Cesena, St. Jerome Hall di New York, Wertheim Concert Hall di Miami, etc. Classificatosi nelle prime tre posizioni in oltre venti concorsi pianistici nazionali ed internazionali, la sua formazione artistica è stata completata da pianisti come F.J. Thiollier, A. Ballista, C.M. Kang, G. Fauth, B. Canino, E. Pace, A. Nel, B. Slutsky, M. Lomazov, etc. Luca ha recentemente conseguito il suo terzo Master in Piano Performance alla Texas State University, dove ha lavorato come Teaching Assistant e ha ottenuto il “Piano Achievement Award” e sei borse di studio. Attualmente segue un DMA (con borsa) presso l’University of Miami, in Florida, dove ricopre una posizione da insegnante. Niccolò dalla Costa Si diploma in violino nel 2004 presso il Conservatorio di Padova sotto la guida del M° V. Prato e successivamente conseguirà anche il diploma di II livello presso il Conservatorio di Vicenza con il M° E Balboni(2008). Negli anni si è perfezionato con maestri come B.Belkin, S. Gazeau, F. Mezzana, C. Rossi, P. Vernikov, K. Wegryn. Attualmente è iscritto al master triennale di violino presso l’Acc. Internazionale di Imola con ilM° O. Semchuk. Vincitore dei concorsi città di Piove di Val di Sole ha collaborato in qualità di solista con i solisti di Perugina e con l’orchestra Bacau. Svolge anche un’intensa attività orchestrale che lo ha portato ad esibirsi con orchestre come l’Haydn di Bolzano, l’orchestra filarmonica di Bologna, i Virtuosi italiani, l’orchestra del teatro olimpico di Vicenza e inoltre negli anni ha collaborato con maestri di fama internazionale come D.

Renzetti, S.Accardo, D.Nordio,G.Angeleri, AVolmer, P.Goodwic, J.Wildner, A Shakakimov ed altri. Il suo repertorio è vasto è spazia dalla musica barocca a quella del ‘900. Donato D’Antonio e Tiit Peterson Collaborano dal 2011. Hanno tenuto concerti in Estonia, Italia e Finlandia in occasione di Festival e Rassegne di musica classica e contemporanea. Il loro repertorio comprende le maggiori opere della letteratura per duo di chitarre con una particolare attenzione per I compositori Baltici (Eespere, Part, Raats, Nieminen, Kervits). Nel 2013 hanno eseguito ed in inciso in prima assoluta, in occasione delle celebrazioni per il sessantesimo compleanno del pluri premiato compositore Estone Rene Eespere, l’opera “Ante Diem”. Luigi Di Ilio Abruzzese. Inizia a soli 4 anni lo studio della musica. Studia con Lucia Passaglia, già allieva di Benedetti Michelangeli, presso il Conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode. Prosegue gli studi presso l’Accademia Musicale Chigiana a Siena, conGuido Agosti per il pianoforte e con Riccardo Brengola per la musica da Camera, ottenendo il prestigiosoDiploma d’Onore. Nel 1980 debutta con Donato Renzetti (premio “G. Cantelli”) al Teatro Filarmonicodi Verona, eseguendo il Concerto in re minore op. 40 di F. Mendelssohn. Nel 1981 vince la selezione per la celebrazione del50° di fondazione dell’Accademia Chigiana, ripristinando (dopo 25 anni) la tradizione del concerto per pianoforte e orchestra. Inoltre vince importanti premi nazionali tra cui: “Premio Martucci”, “Premio Rendano”, “Premio Cata Monti”, “Premio Lorenzi” (duo pianistico per due pianoforti), “Rassegna daiConservatori” indetta dal Teatro alla Scala di Milano (due pianoforti) con Ermindo Polidori. Insieme al violinista Fabio Biondi incide per l’etichetta OPUS 111 due CD contenenti l’opera di Gian Francesco Malipiero, l’integrale delleSo-

25


nate di Schumann e le Tre Romanze diClara Wieck per violino e pianoforte. Duo dissonAnce Nasce dalla comune sensibilità nel voler “cavare” un’identità diversa dallo strumento ad ance solitamente più noto per i suoi trascorsi nel repertorio folclorico: la fisarmonica. In quest’ottica la formazione propone riletture ed adattamenti di musica dedicata a generici strumenti da tasto o a tastiere ben specifiche (organo, clavicembalo) parallelamente ad un’opera di formazione e conoscenza verso i compositori, stimolandoli a produzioni originali per questa formazione. Composto da Roberto Caberlotto e Gilberto Meneghin, entrambi diplomati con il massimo dei voti e la lode in fisarmonica classica presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze, il duo è attivo dal 2005 ed ha suonato in prestigiose sedi e stagioni concertistiche italiane ed estere. Il duo ha collaborato ed eseguito in prima assoluta opere di illustri compositori italiani tra i quali Ennio Morricone, Paolo Ugoletti, Francesco Schweizer, Fabrizio De Rossi Re, Andrea Talmelli, Mario Pagotto, Tiziano Bedetti, Gianmartino Durighello, Massimo Priori, Lorenzo Fattambrini, Riccardo Riccardi, Daniele Venturi, Rolando Lucchi e altri. Ha al suo attivo collaborazioni con altre formazioni musicali (Orchestra d’Archi Italiana, Orchestra da Camera – Ensemble Zandonai di Trento. Le loro produzioni discografiche sono state trasmesse a Rai Radio 3, Radio Belgrado. Duo Golinelli-D’Ippolito Con carriera internazionale, ha all’attivo un’importante attività concertistica. Il duo molto apprezzato da critica e pubblico si presenta in questa occasione con un repertorio di straordinaria bellezza e rarità esecutiva. Duo Madeo-Sofia Il Duo è formato dal soprano Loredana Madeo e dal mezzosoprano Leonora Sofia. Entrambe svolgono attività da solista che le porta in teatri italiani ed esteri, tuttavia l’intesa che le contraddistingue e l’amicizia che le lega nella vita

26

le hanno inevitabilmente spinte a dedicarsi, con sempre maggior entusiasmo, ad esibirsi insieme. Il Duo si contraddistingue per l’estrema versatilità nella scelta del repertorio sempre attento alla ricerca ed alla riscoperta di pagine musicali meno note, non per questo meno interessanti. Il repertorio spazia dall’opera alla musica da camera e musica sacra porgendo particolare attenzione alle composizioni per due voci di Mozart, Verdi, Pergolesi, Puccini, Hahn, Cornelius, Bizet, Duparc, Schumann, Lalo, Delibes. Il Duo si è esibito nella Royal Festival Hall di Londra, Museo Civico Medievale, Galleria Vidoniana, Sala Farnese, Fondazione Del Monte, Collegio di Spagna, Oratorio S.Rocco, Oratorio Santa Cecilia di Bologna, Istituto Italiano degli Studi Filosofici di Napoli, Conservatorio di Reggio Calabria, riscuotendo lusinghieri consensi di critica e pubblico. duo pianistico Nicoletta & Angela Feola Dopo il diploma presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, hanno proseguito gli studi musicali al Mozarteum di Salisburgo (Austria) nella classe del M° Alfons Kontarsky, perfezionandosi, durante il triennio di Klavierkammermusik, nella disciplina del duo pianistico e approfondendo in particolar modo il repertorio del ‘900. Nel maggio 2010 hanno conseguito il diploma in Advanced Recital Piano Duet presso Trinity College London, with distinction. Hanno inciso un cd con musiche di P. Hindemith per Art Voice e hanno realizzato registrazioni per la radio e la televisione polacche, con musiche di E. Chabrier; per RAIUNO (Italia), con brani di D. Milhaud; per EuropaRadio e TV2000. Hanno inoltre collaborato con il Laboratorio di Informatica Musicale dell’Università degli Studi di Milano, eseguendo in prima assoluta composizioni espressamente dedicate a loro da Angelo Paccagnini, Goffredo Haus e Dante Tanzi. Nella loro carriera sono state invitate dalle più importanti Stagioni Concertistiche italiane e straniere. In seguito alla vittoria dell’International W. Jacobi Competition

di Monaco di Baviera (2001) sono state prescelte per rappresentare l’Italia nell’Alumni Network. il 2015 e 2016 le vede impegnate nel progetto ”En blanc et noir. i due volti della Guerra” volto a diffondere il repertorio inedito scritto durante la Prima Guerra Mondiale. Duo Uinskyte-Ruggeri Affronta autori dal Barocco al Novecento, sia brani originali, sia trascrizioni dal pianoforte o dall’orchestra. Quest’ultimo campo è quello di maggior interesse del Duo, alla ricerca di nuovi repertori concertistici sfruttando le potenzialità timbriche e orchestrali dell’organo. Notevole successo di critica e pubblico ha avuto la recente trascrizione de “Le Quattro Stagioni” di Vivaldi per violino e organo (cd Fugatto 2014). Ampio anche il repertorio per violino e cembalo, tra cui le Sonate di Bach e una serie di raccolte con cembalo obbligato (o fortepiano) del tardo Settecento (J. C. Bach, Giordani, Boccherini), alcune delle quali registrate e edite da Brilliant Classics. Nata a Vilnius (Lituania), Lina Uinskyte si diploma alla Scuola d’Arte “Ciurlionis”. Si è poi perfezionata con P. Vernikov, V. Spivakov, P. Roczek, J. J. Kantorow e G. Nikolic (Master al Conservatorio di Rotterdam). Ha debuttato come solista a Bruxelles nel 2001 con il Concerto di Ciaikovski op. 35 con la Bilkent Symphony Orchestra. Svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero. È docente al Conservatorio di Darfo Boario (Bs). Nato a Cremona, Marco Ruggeri è diplomato in Organo, Clavicembalo e Direzione di coro; si è perfezionato con A. Marcon alla Schola Cantorum di Basilea. Nel 1997 ha vinto il 1° premio al Concorso Cembalistico di Bologna. Laureato cum laude in Musicologia (Pavia), ha pubblicato numerosi studi sull’Ottocento organistico italiano e svariate registrazioni discografiche; recente un apprezzato Manuale di basso continuo (Ed. Ricordi). È docente al Conservatorio di Novara. Ensemble Cantilena Antiqua Fondato da Stefano Albarello nel 1987 a

Bologna, è formato da musicisti specializzati nell’esecuzione di repertori sia sacri che profani del Medioevo e del Rinascimento. È presente nei principali Festivals di Musica antica (italiani ed esteri) oltre che in prestigiose rassegne concertistiche e manifestazioni celebrative di rilievo internazionale. Si è esibito in Europa e America Latina, le esecuzioni concertistiche e discografiche sono trasmesse da numerose emittenti radiofoniche e televisive nel mondo. Nel 2008 ha partecipato al film di Carlos Saura dal titolo “Io Don Giovanni”. Nel 2010 le è stato conferito il Premio Grotta di Tiberio per la ricerca e interpretazione della musica medievale. Le numerose pubblicazioni discografiche hanno ricevuto successo di critica e premi di rilievo internazionale. Hanno registrato per: Symphonia, Tactus, Passacaille e Pan Classic. Anna Camporini Si diploma presso il Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Milano. Approfondisce lo studio del violoncello barocco e della prassi esecutiva con Marco Testori, Balázs Máté, Job ter Haar. Collabora con Atalanta Fugiens, Accademia degli Astrusi, LaVerdi Barocca. Tra le stagioni Pavia Barocca, Grandezze&Meraviglie, Settimane Barocche di Brescia. È membro dell’orchestra giovanile di musica antica “Talenti Vulcanici”. Michele Carreca Nato a Foggia, si è diplomato in liuto al Conservatorio S.Cecilia di Roma con Andrea Damiani nel 2006. Passaggio indimenticabile nella sua formazione sono state le lezioni con Hopkinson Smith. Ha fondato con la flautista Carolina Pace l’ensemble La Selva. Ha suonato per Rai Radio 3 ai Concerti della Cappella Paolina del Quirinale, Piazza Verdi, La Stanza della Musica; per l’ European Early Music Day del REMA,Nuove Settimane Barocche Brescia, Urbino Musica Antica, per l’Istituto Italiano di Cultura di New York e di Monaco di Baviera, Accademia Filarmonica Romana, Word Bach-Fest a Firenze, Echi Lontani Cagliari, Staedel Museum a


Francoforte e Alte Pinakothek a Monaco (Germania), Festival Antiqva, Barcellona, Fondazione Juan March a Madrid e Festival Camino de Santiago (Spagna), National Gallery e Lute Society a Londra (Regno Unito), Festival de Musique Andalouse et des Musiques Anciennes Algeri (Algeria), Mostra Internacional de Musica Antigua Curitiba e per il Centro Cultural Midrash a Rio de Janeiro (Brasile), a Uhzgorod (Ucraina), a Vilnius (Lituania), ecc. Ha tenuto master class per il Conservatorio di Pescara, l’ Universidade Federal do Estado do Rio De Janeiro, il Dams Università Roma Tre. Ha inciso per Brilliant Classics, Baryton, Classic Voice-Antiqua, Hatje Cantz, Ipsar, Rai Trade, Urania Records. Insegna Liuto al Conservatorio A.Scontrino di Trapani. Nel 2014 è uscito “Mr Dowland’s Fortune”, cd per la Continuo Records dedicato alla musica per liuto di John Dowland. CHIARA CATTANI È clavicembalista, pianista e fortepianista. Diplomata con lode in pianoforte presso il Conservatorio ”B.Maderna” di Cesena sotto la guida di D. Zardi e in clavicembalo al ”G.B. Martini” di Bologna, sotto la guida di S.Rambaldi, ha poi conseguito la Laurea di II Livello in Clavicembalo con 110, lode e menzione d’onore. Si è inoltre diplomata presso l’Accademia Pianistica Internazionale di Imola in musica da camera. È diplomata in fortepiano con S.Fiuzzi presso l’Accademia Bartolomeo Cristofori di Firenze e studia Direzione corale con L.Lollini al Conservatorio di Bologna. Prosegue poi il suo percorso formativo al clavicembalo presso il Mozarteum di Salisburgo, dove frequenta il Post Graduate Course nella classe di F.Birsak. Svolge un’intensa attività concertistica e ha all’attivo oltre 600 concerti in Italia e all’estero (Francia, Inghilterra, Israele, Giappone, Austria e Spagna). Nel 2009 fonda il Duo Sarti con il violinista Roberto Noferini, con cui è protagonista di una brillante attività concertistica alternando il clavicembalo al pianoforte e al fortepiano. Ha inciso l’integrale delle sonate per tastiera e in duo con flauto e violino di

G.Sarti per la casa discografica “Tactus” in sei cd e le sonate per violino e b.c. di G.B.Somis. È laureata con lode in Storia del mondo antico È stata docente di clavicembalo presso i conservatori di Matera e Bologna. È direttrice artistica del Corso estivo di perfezionamento musicale ’Marco Allegri’ di Castrocaro Terme. Cembalorchestra Nasce da un’idea di Rita Marchesini e Silvia Rambaldi nell’ambito del corso di perfezionamento musicale di Castelluccio. I musicisti sono stati scelti in seguito ad una selezione di giovani e promettenti studenti e sono coordinati dal Primo Violino Concertatore Michelangelo Lentini. Questo ensemble ha dato vita al “Progetto Bach” con i clavicembalisti Loredana Lentini ed Enrico Bernardi, riscuotendo un ottimo successo di pubblico e di critica. In seguito si é esibito con il Progetto Vivaldi dove i giovani strumentisti si sono alternati nel ruolo di Solisti. Michelangelo Lentini, impegnato in qualità di Solista con Direttori e Orchestre di fama internazionale, dal 2006 è invitato regolarmente a suonare nel prestigioso organico de “I Solisti Veneti”, diretti da Claudio Scimone. Nel 1998 Uto Ughi lo ha scelto come Primo Violino della sua Orchestra Giovanile, invitandolo successivamente nell’organico de “I Filarmonici di Roma”. Collabora in qualità di Primo Violino di Spalla con l’Orchestra del Teatro Carlo Felice ed ha collaborato in qualità di Prima Parte con “I Solisti di Pavia”, diretti da Enrico Dindo. A tutt’oggi ricopre il ruolo di Primo Violino Solista e Concertatore della CembalOrchestra di Bologna. Dopo aver seguito i corsi di perfezionamento tenuti da Uto Ughi (Accademia Chigiana di Siena), da Massimo Quarta (Conservatorio della Svizzera Italiana)e da Beatrice Antonioni, ha conseguito il Diploma di Alto Perfezionamento in Violino presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, sotto la guida di Felix Ayo. Docente di Violino nel Conservatorio “L. Canepa” di Sassari, tiene regolarmente corsi di perfezionamento. Suona il Violino “Guadagnini-Strehler”

del 1795, gentilmente affidatogli dalla Signora Andrea Jonasson Strehler. ANNA CLEMENTE Diplomata in Pianoforte a 18 anni, ha proseguito gli studi musicali a Firenze diplomandosi in Clavicembalo e perfezionandosi all’Accademia Chigiana di Siena con K.Gilbert, poi con R.Kohnen ed A.L.King. Svolge attività concertistica in Italia ed Europa per prestigiose istituzioni musicali. Nel 1984 ha fondato l’Ensemble Alamirè con il quale ha inciso le Sinfonie op. 2 di P. Sanmartini (Florentia Musicae) e le “Sonate Messinesi“di G.A.Pandolfi Mealli (Tactus). Ha suonato con Modo Antiquo, incidendo per Tactus, e per Amadeus. In duo con Carlo Mascilli Migliorini è stata ospite di prestigiose rassegne, della Televisione Nazionale di Montenegro ed ha inciso “The art of playing the guitar” di Geminiani, e Streams, con musiche composte e dedicate al duo. Ha collaborato con eminenti personalità tra cui Andrea Tacchi, Pietro Bosna, Severino Gazzelloni, Howard Arman, Anthony Pay, i solisti del Maggio Musicale Fiorentino, con la RAI e con la Tiber Cinematografica nella relizzazione del film “La primavera di Michelangelo”. Come solista ha eseguito con varie orchestre i concerti di J.S.Bach. Ha inoltre inciso per la Map Aicsound, per Tactus con Susanna Piolanti i”Quartetti op.26 per due fortepiani” di Boccherini. e per Sonitus “Compositori Lucchesi dal ’500 al ’700“, per Tactus “F.B.Conti, Cantate con Istromenti” e “Angelo Berardi, Sinfonie a violino solo, opus VII”. È titolare della cattedra di Clavicembalo e Tastiere Antiche al Conservatorio “A. Corelli” di Messina. Stefano Delle Donne Si diploma in violino con il massimo dei voti presso il Conservatorio Statale di Musica “U. Giordano”, consegue la specializzazione in Discipline Musicali Musica da Camera con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio Statale di Musica “G. Frescobaldi” di Ferrara. Durante il corso degli studi frequenta diverse Masterclasses perfezionandosi con Maestri di chiara fama tra i

quali M. Rogliano, M. Marin, F. Zwiauer, P. Vernikov, B. Belkin, P. Amoyal, O. Semchuk. Ha lavorato con numerosi gruppi da camera e orchestralinei più importanti teatri d’Italia e d’Europa sotto la guida di Maestri quali N. Paszkowski, G. Ferro, D. Rustioni, J. Tate, A. Fisch, J. Web, J. Axelrod, A. Fisch, C. Abbado, R. Muti. Attualmente collabora con l’Orchestra della Fondazione Lirica Petruzzelli di Bari, l’Orchestra Filarmonica di Bologna, l’Orchestra Paolo Serrao di Crotone e l’Orchestra Haydn di Bolzano. Svolge un’importante attività cameristica con il pianista Alessandro Tardino e con l’Imola Chamber Orchestra in qualità di prima parte. Siperfeziona presso il dipartimento d’archi dell’Accademia Internazionale ‘’Incontri col Maestro’’ di Imola con il Maestro O. Semchuk. Recentemente ha registrato un CD per la Dynamic s.r.l. ‘’Unpublished’’ con composizioni mai pubblicate di N. Paganini per violino solo, violino/chitarra e quartetto. Luciano D’Orazio Clavicembalo, ha studiato con Konstantin Bogino (Pianoforte), Marina Scaioli, Francesco Baroni e Jörg Halubeck (Clavicembalo I e II Livello) ed ha approfondito la sua conoscenza della teoria musicale e composizione studiando con Giuliano Di Giuseppe. Infine ha conseguito il Diploma di Didattica della Musica presso il Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara. Duo Bini-Rota Il Duo (flauto e pianoforte), costituitosi in questi ultimi anni, ha al suo attivo esibizioni in importanti Rassegne e Festival, dove hanno sempre ricevuto il pieno consenso del pubblico per la grande professionalità e amore per la musica che traspare dalle loro esibizione. Si ricordano qui solo alcuni luoghi dove li hanno visti protagonisti: Teatro Dal Verme (Milano), Teatro di Marcello (Roma), Auditorium Gaber (Milano), Teatro del Popolo (Gallarate), Chiostro del Conservatorio ”Verdi” (Milano), Palazzina Liberty (Milano), ridotto del Teatro di Fidenza, Istituto

27


Carducci (Como), Istituto Gallarini (Pavia), Auditorium Olivieri (Novara), Palazzo Cavagnis (Venezia) ecc. Il DuoBini-Rota si è anche esibito nella XI e XII edizione del prestigioso festival ”C.I.M.A.” – Concerti in Monte Argentario – patrocinato da S.A.R. Cristina dei Paesi Bassi. Il suo repertorio spazia dal Classico al Contemporaneo, lavorando molto spesso con i Compositori di oggi quali: D.Anzaghi (di cui ha registrato la produzione per flauto e pianoforte), L. R. Pinelli, Sonia Bo, L. Manfrin ecc… Nella stagione ’15/’16 il Duo si esibirà, tra gli altri, per la Fondazione Società dei Concerti di Milano, per MilanoClassica, per C.I.M.A. – Concerti in Monte Argentario. Matteo Forlani Nato a Ferrara nel 1996, è iscritto presso il Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara dove frequenta il X corso di pianoforte (Luigi Di Ilio) e il VII di composizione (Berardo Mariani). Partecipa ai corsi di perfezionamento di Luigi Di Ilio, Sergio Mascarà e Lucia Passaglia (già allieva di Arturo Benedetti Michelangeli), e le masterclass di Pier Narciso Masi, Clive Britton, Fabrizio Ottaviucci e Carlo Mazzoli. Premiato in diversi concorsi pianistici (Reggio Emilia, Riccione, Chieti), ottiene la borsa di studio al concorso “Amici di Irina”, presso il Conservatorio di Ferrara, per la migliore composizione per voce e pianoforte. LUCIANO FRANCA Già Primo Oboe presso l’Orchestra del Teatro alla Scala, continua a collaborare con prestigiose Orchestre Lirico-Sinfoniche. Attivissimo in ambito solistico e cameristico ha effettuato tourneè in Germania, Francia, Spagna, Sudamerica, Paesi Arabi etc… Direttore Artistico dell’Associazione “ Accademici Italiani “ cura revisioni di brani inediti per Oboe per Corno Inglese e per Ensemble di Fiati. Ha al suo attivo diverse registrazioni discografiche. Docente di Oboe presso il Conservatorio “ B. Maderna “ di Cesena, tiene regolarmente Corsi di Perfezionamento strumentale.

28

Mari Fujino È nata a Ishikawa in Giappone, dove a tre anni inizia lo studio del pianoforte. Nel 1998 si è diplomata a Tokyo presso l’Università della Musica “TO-HO” sotto la guida di IzumiKomoriya, e nello stesso anno si trasferisce in Italia. Nel 2002 si è diplomata presso il Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, sotto la guida di Carlo Mazzoli. Nel 2003 si è diplomata al corso triennale di Musica da camera dell’Accademia Pianistica Internazionale di Imola sotto studiando con Pier Narciso Masi. Ha seguito inoltre seminari di perfezionamento di pianoforte tenuti dai pianisti Arnaldo Cohen, TomislavBainov, Karl-Heinz Kämmerling. Ha vinto la selezione per l’assegnazione della borsa di studio “Premio Magone”, ed è stata premiata in diversi concorsi nazionali ed internazionali. Ha vinto il secondo premio al concorso pianistico di Roma, nella sezione musica da camera, il primo premio al concorso internazionale di Minerbio e al concorso nazionale a Cento, il secondo premio a Racconigi e all’“800 Festival” di Saludecio. Ha vinto il primo premio al concorso internazionale Premio “Contessa Tina Orsi Anguissola Scotti” per musica da camera, a Val Tidone, il secondo premio “Rovere d’oro” di Imperia, nonché il secondo premio al concorso nazionale di Arezzo. Ha suonato il Quarto Concerto di Beethoven come solista con l’orchestra del Teatro Comunale di Bologna, in un concerto destinato ai migliori allievi promosso e organizzato dal Conservatorio di Bologna “G.B. Martini”. Ha inoltre eseguito il Concerto Triplo di Beethoven, op. 56, con l’orchestra Amilcare Zanella di Piacenza. Ha infine suonato al festival Prometeo, con l’omonimo quartetto. Ha collaborato quale pianista accompagnatrice in masterclass e corsi musicali, in Italia e negli Stati Uniti, tenuti da docenti di fama quali Pavel Vernikov, Beatrice Antonioni, Marianne Chen, Natalia Gutman, Danilo Rossi, Antonello Farulli, Felice Cusano, Cristiano Rossi, HattoBeyerle, DanushaWaskiewicz, Alberto Bocini, Elvira Spica, Bruno

Aprea, Ivan Rabaglia, IlyaGrubert, Christine Hoock, Amiram Ganz, Lorenzo Bettini, Giovanni Ricucci e WenzelFuchs. Jacopo Fulimeni Classe 2001, studia al Conservatorio Pergolesi di Fermo. Nel 2013 è stato ammesso con borsa di studio all’Accademia Internazionale di Imola dove studia con Anna Kravtchenko. Frequenta un corso di perfezionamento di Lorenzo Di Bella all’Accademia pianistica marchigiana. Ha vinto importanti concorsi tra i quali il Concorso Internazionale Baldi di Bologna e il Concorso Internazionale Pianotalents di Milano. A 12 anni ha esordito come solista nel Concerto di Haydn per violino e orchestra alle Celebrazioni Leopardiane. Nel 2014, vincitore della borsa di studio del Progetto International Masterclasses IMC 2013, si è esibito al Festival Florio in un recital registrato da Radio Vaticana. L’Associazione “La Nuova Arca” di Torino, assieme con Provincia, Regione Piemonte, quotidiano La Stampa e Università di Torino, gli ha attribuito il Premio Internazionale “Arca d’oro Italia” nella sezione “Giovani Talenti Emergenti”. In Agosto ha suonato al Festival Liszt di Grottammare. Michelangelo Fulimeni Classe 2005, ha iniziato a 6 anni lo studio del violino presso la scuola della Gioventù Musicale di Fermo con l’insegnante Orietta Basili. Primo premio al concorso nazionale di Pescara, si è esibito recentemente alla sesta edizione di Civitanova Classica e presso la Pinacoteca Nazionale di Brera per la manifestazione Classical Kids for Expo. Attualmente sta seguendo un percorso di studi sotto la guida del Maestro livornese M. Fornaciari illustre concertista e didatta. Marco Gialluca Nato a Pescara nel 1996. Si diploma ad appena 17 anni come privatista al Conservatorio “B. Maderna” di Cesena con il massimo dei voti, lode e menzione speciale. Si afferma vincendo i vari concorsi nazionali ed internazionali: 1° Premio assoluto al “Concorso Euterpe” di Corato (BA), “Riviera della Versilia”, “Città di

Giussano”, “Nuovi Orizzonti” di Arezzo, “Città di Bardolino”, “Premio Musica Italia” (Barletta), “Città di Asti”, “Eratai”, e nel 2014 risulta inoltre vincitore della Rassegna Migliori Diplomati dei Conservatori e degli Istituti Musicali d’Italia, per la quale inciderà un CD che verrà pubblicato sulla rivista Suonare News. Ha seguito diversi corsi di perfezionamento e masterclasses con i Maestri J.Hamza, M.Rogliano, R.Allifranchini, O.Semchuk, B.Belkin, P.Amoyal, N. Benedetti, S.Tchakerian. Èstato membro dell’orchestra da camera “Gli Archi del Cherubino” con il quale si è esibito anche come solista in Italia e all’estero; ha suonato per importanti Istituzioni Concertistiche fra le quali Auditorium “Manzoni” di Bologna, Teatro “L.Rossi”di Macerata, Accademia Filarmonica di Bologna, Sala Accademica del Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, Auditorium del Conservatorio di Pescara, Sala “Fellini” di Faenza, Teatro “Concordia” di S. Benedetto del Tronto, Teatro “Alighieri” di Ravenna. Dal 2011 frequenta i corsi dei Maestri O.Semchuk e K. Milyavskaya presso l’Accademia “ Incontri col maestro” di Imola. Giovanni Nesi & Federica Bortoluzzi Formano un duo stabile e affiatato. Allievi di Maria Tipo e Andrea Lucchesini, hanno approfondito il repertorio di duo pianistico sotto la guida di Bruno Canino. Si esibiscono assiduamente con unanime successo di pubblico e critica. Segnalati per l’intensità delle loro interpretazioni, ultimamente hanno tenuto concerti per la Società Umanitaria di Milano, la Scuola di Musica di Fiesole, la Camerata Strumentale Città di Prato, in diretta su Rai Radio3, in Grecia a Lefkada, eseguendo anche in prima esecuzione opere a loro dedicate. I prossimi impegni prevedono concerti in Italia e all’Estero, e alcune realizzazioni discografiche. Clelia Gozzo Si diploma presso il Conservatorio “A. Steffani” e consegue il Diploma di Secondo Livello presso il Conservatorio


di Musica “A.Pedrollo”. Durante gli studi si è avvicinata al repertorio antico con G.Fava, M. Toth e R.Spotti e ha collaborato con orchestre quali Sonatori de la Gioiosa Marca, Orchestra di Padova e del Veneto. Enrico Gramigna Dopo il diploma si specializza col massimo dei voti in violino barocco presso il Conservatorio “B.Maderna”. Collabora con numerose orchestrale tra le quali Talenti Vulcanici, l’Orchestra di Savona e Philharmonia Britannica. Tra le rassegne cui ha preso parte Grandezze & Meraviglie, Milano Classica e le Settimane Barocche di Brescia. Marco Grieco Negli ultimi anni e’ in crescente richiesta come solista per importanti istituzione concertistiche in Italia e all’estero. In Italia e’ ospite regolare per la Societa’ dei Concerti di Milano (Sala Puccini e Auditorium Gaber) e per la Societa’ dei Concerti di Ravello. Inoltre e’ stato presente nei cartelloni degli Amici del Carlo Felice di Genova, Universita’ Popolare di Milano, Universita’ della Tuscia, Amici della Musica Societa’ Beethoven di Crotone, Amici della Musica di Magliano Sabina, Teatro del Lido di Ostia, “Gorizia Classica”, San Giacomo Festival di Bologna etc. All’estero e’ stato ospite di estesi tour in Cina (Suzhou Culture and Arts Centre, Shanghai City Theatre, Tsinghua University, Beijing University of Astronautics and Aeronautics, Nanning Teather, Tianjin Grand Auditorium) e in Sud Africa (nelle principali citta’ Johannesburg, Citta del Capo, Mossel Bay etc). Si esibito inoltre in Gran Bretagna (Londra – St Martin in the Fields e Manchester Cathedral), in Thailandia al Goethe Institute di Bangkok e Chiang Mai, Indonesia (Jakarta – GoetheHaus), Spagna (Fundacion Eutherpe- Auditorio Caja Espana Duero e Sala Eutherpe), Stati Uniti (New York University – Casa Italiana Zerilli Marimo’), Ungheria (Budapest – Liszt Museum), Paesi Bassi (Amsterdam – Pianola Museum), Scozia (Edimburgo), Macedonia (Ohrid).Ha inciso per l’etichetta discografica ”Clas-

sicaViva” musiche di Chopin e Liszt. È Artista ClassicaViva. Gruppo Ocarinistico Molinellese – G.O.M. Nasce dalla volontà di alcuni giovani allievi della Scuola di Musica A. Banchieri di Molinella di avvicinarsi allo strumento della tradizione budriese. Attualmente il gruppo si compone di ragazzi di età compresa tra i 14 e i 27 anni che si cimentano nell’esecuzione di brani della cultura popolare e di stampo classico. Sotto la guida attenta del M° Emiliano Bernagozzi, musicista del G.O.B., il G.O.M. vanta già diverse esperienze concertistiche e anche una partecipazione al programma radiofonico “MA CHE BELLA SERATA” in diretta da radio Sanluchino condotto da Mauro Malaguti. Il G.O.M. ha inoltre partecipato nel Novembre 2014 a una Tourneé in occasione del Concorso Internazionale di Ocarina. Due dei membri del gruppo si sono aggiudicati, nel contesto di questo concorso, il Primo e il Terzo premio nella categoria solisti. Il gruppo è stato inoltre ospitato presso Videoregione durante la trasmissione televisiva “A Treb”. Il Gruppo ha inoltre partecipato a due concorsi importanti: il Concorso Agostini a Portomaggiore e il Concorso di Musica Internazionale Città di Pesaro. In entrambe le occasioni si è classificato al primo posto. Nel contesto del Concorso di Pesaro ha inoltre vinto l’ambito Premio Rossini. Nella primavera del 2015 il Gruppo Ocarinistico Molinellese ha inoltre vinto il Primo Premio nella Competizione Val Tidone Folk ed inciso il primo CD ”Note di Terracotta”, percorso musicale tra la tradizione classica e popolare. Gruppo Vocale “Heinrich Schütz” Si è costituito a Bologna nel 1985 sotto la guida di Enrico Volontieri, apprezzato cultore di musica antica, organista e clavicembalista. Il repertorio del Gruppo spazia dalle vette rinascimentali di Lasso e Palestrina a quelle barocche di Bach e Haendel, con particolare attenzione per Schütz oltre che per altri

grandi come Buxtehude, Carissimi, Vitali, Scarlatti, Mozart, Brahms. Il Gruppo vocale ha tenuto concerti in numerose città italiane, in formazione vocale o con vari organici strumentali (Orchestra Modo Antiquo, Accademia Bizantina, Ensemble Harmonicus Concentus, il pianista Carlo Mazzoli, ecc.), esibendosi per importanti manifestazioni in tutta Italia. Di particolare rilievo nel maggio 2011 è l’esecuzione dell’integrale della Johannes-Passion di J. S. Bach, con l’ensemble Harmonicus Concentus. Il Gruppo collabora da tempo con il “San Giacomo Festival” e in questo contesto ha eseguito nel 2012 e 2013 i Responsori del Venerdì Santo e del Sabato Santo di Gesualdo da Venosa. Il gruppo ha recentemente pubblicato con il pianista Carlo Mazzoli per la casa discografica Baryton il CD “Voci dell’anima” dedicato alla vocalità sacra tra Sette e Ottocento per coro e pianoforte. Il Gruppo è diretto dal 2006 da Roberto Bonato, pianista e direttore di coro e d’orchestra, diplomatosi al Conservatorio di Bologna coi maestri Manfredini, Gotti e Benini e successivamente perfezionatosi con Carlo Mazzoli e Gianluigi Gelmetti, che svolge intensa attività. Padre Eleftherios Koumatsidis Nasce nell’isola di Egina nel 1974. Studente della scuola superiore ecclesiastica di Atene, si è poi laureato in teologia presso la facoltà dell’Università della medesima città. Si è diplomato presso il conservatorio di Atene con ottimi risultati e menzione d’onore. Molto attivo nella sua isola d’origine, ha tenuto svariati concerti per scopo filantropico, nonché recitals solistici non solo ad Egina ma anche all’estero,ad Alnmouth in Inghilterra. Ultimamente e secondo le sue disponibilità, partecipa a vari festival sia in Grecia che all’estero. L’Aura Musica Il coro nasce nel 2010, si è esibito in diverse manifestazioni a scopo benefico, di recente si è aggiunto il gruppo strumentale strumentale formato da giovani musicisti, dando vita all’”Ensamble

L’Aura Musica”. Il suo obbiettivo artisico è presentare al pubblico un repertorio che va dalla musica vocale antica fino al Musical. L’Ensamble si avvale spesso della partecipazione di strumentisti o voci soliste. Gianni Lazzari Diplomato a Venezia, insegna Flauto al Conservatorio di Ferrara. Suona e colleziona flauti antichi. Ha tenuto concerti ai Bachfest di Heidelberg e Graz, alla Settimana Barocca di Venezia, alla Settimana Internazionale Frescobaldi di Ferrara, il festival di Regensburg. Ha registrato per le Radio austriaca e tedesca – in particolare, per la Radio Bavarese, le Sonate di J.S. Bach per il ciclo radiofonico del tricentenario bachiano. Ha inciso le Sonate di Benedetto Marcello e i Capricci di Vincenzo Ruffo con i flauti rinascimentali originali dell’Accademia Filarmonica di Verona. Nel 1989 ha allestito la mostra iconografica e documentaria itinerante “Le immagini del flauto”, che ha toccato nel corso di un decennio numerose città italiane. Per “Bologna 2000 Città Europea della Cultura” ha allestito presso il Museo Civico Medievale la mostra “Strumenti a fiato in legno dalle collezioni private italiane”, presentando e curando il catalogo di oltre duecento strumenti. Nel 2003 è apparso per i tipi della EDT di Torino il suo manuale “Il flauto traverso”, che ha riscosso molte lusinghiere recensioni internazionali. L’Ensemble ‘Oratorio S. Cecilia’ di Bologna È una formazione corale femminile che nasce dall’esperienza maturata durante le lezioni del corso ‘Approccio alla prassi esecutiva dei neumi gregoriani’ tenuto da Silvia Rambaldi dal 2012 al 2014 presso il Conservatorio ‘G. B. Martini di Bologna’. Il coro ha seguito nel 2014 la marsteclass ‘Il canto gregoriano: semiologia e tecnica di esecuzione’ tenuta dal Prof. Nino Albarosa, ha partecipato a rassegne concertistiche ed ha animato liturgie in collaborazione con il coro ‘Divo Laurentio’ di Imola, diretto da Carla Cesari, nella formazione mista ‘Coro Felix Anima’. Silvia Rambaldi, concerti-

29


sta e docente di clavicembalo dal 1981 (attualmente presso il Conservatorio di Bologna), nel 2008 inizia lo studio del canto gregoriano per adempiere a un dovere ‘filiale’, avendo accettato, alla morte del padre, di assumere le direzione del coro gregoriano da lui fondato a Ravenna nel 1993. Ha frequentato numerosi corsi e convegni di semiologia gregoriana tenuti da Nino Albarosa, Alberto Turco, Gennaro Becchimanzi, Bruna Caruso, Carmen Petcu, partecipando ai concerti tenuti a conclusione dei corsi. Le musiciste che compongono l’Ensemble sono cantanti professioniste e strumentiste appassionate di musica vocale e hanno l’obiettivo di eseguire il canto gregoriano con particolare attenzione alla semiologia e alla sua particolare vocalità. La cura della vocalità è affidata a Marcella Ventura, la direzione a Silvia Rambaldi. Claudio Guido Longo Si diploma e si laurea in Flauto al Conservatorio ” G. B. Martini” di Bologna con il M°Giorgio Zagnoni conseguendo anche il biennio abilitante per l’insegnamento e contemporaneamente si laurea in musicologia presso l’università di Bologna. Si è inoltre perfezionato in flauto con Mario Ancillotti, Devis Mariotti e ha studiato ottavino con Nicola Mazzanti. Ha tenuto diversi concerti in Italia ed all’estero in diverse formazioni orchestrali. Per diversi anni è stato primo flauto dell’orchestra del conservatorio Martini di Bologna e dell’orchestra di fiati Reno-Galliera di Castel Maggiore (BO) con la quale ha ottenuto premi come migliore esecuzione in diversi concorsi nazionali. Nel 2009 con l’orchestra di fiati della città di Limina (ME) è stato in tournée come primo flauto presso la capitale del Venezuela, Caracas, diretta dal famoso direttore Venezuelano Saglimbeni. Vista la grande passione per la direzione d’orchestra, fonda, con alcuni colleghi-musicisti di Bologna, l’Orchestra da Camera Giuseppe Torelli, con la quale ha la possibilità di affinare le proprie doti musicali e perfezionare la propria tecnica direttiva tenendo diversi concerti. Attualmente

30

studia composizione col maestro Gian Paolo Luppi presso il conservatorio G. B. Martini di Bologna e si sta perfezionando in direzione d’orchestra con Aziz Shokhakimov. Affianca all’attività professionale anche l’insegnamento di flauto traverso presso L’istituto Comprensivo n.1 di Bassano del Grappa (VI). Lorenzo Lucchi Pianista Cesenate, inizia giovanissmo lo studio del pianoforte con Antonio Babini presso il Conservatorio Maderna di Ce­­ sena diplomandosi successivamente con Luigi Tanganelli. A 14 anni debutta con successo come solista nel Kinderkonzert di Margola. Studia musica da camera con Paolo Chiavacci e Giancarlo Peroni. Contemporaneamente si laurea in Giurisprudenza. Due volte vincitore della borsa di studio per pianisti accompagnatori presso il conservatorio di Cesena, collabora negli anni in questa veste con diversi docenti tra i quali Marco Fornaciari, Paola Romanò, Roberto Fabbriciani, Rbin O’Neil. Partecipa come mae- stro collaboratore a varie opere gestite a Cesena, Ferrara e Ravenna. Si esibisce sia come solista che in formazioni cameristiche.Direttore artistico di varie Rassegne, è socio fondatore dell’Associazione Mu­­sicale Chorus di Cesena. FABIO LUPPI Nasce nel 1992 a San Giovanni in Persiceto (BO), inizia a 8 anni lo studio del Pianoforte iscrivendosi al Conservatorio “G.B.Martini” di Bologna nella classe del M° Carlo Mazzoli, sotto la cui guida si è diplomato nel 2013. Attualmente è laureando in musica da camera sotto la guida del M° Guido Felizzi. È risultato vincitore in concorsi Nazionali ed Internazionali di Pianoforte sia come solista che in duo pianistico a 4 mani. Nel 2008 si iscrive al corso di Composizione nella classe del M° Michele Serra, col quale attualmente è diplomando. Ha conseguito il 2° premio al Concorso “Gramatio Metallo” di Bisaccia (I non assegnato), al Concorso di Composizione “Rosolino Toscano” di Pescara e al concorso Don Vincenzo Vitti di Castellana Grotte (I non

assegnato). Nel 2015 è tra i vincitori del Premio Abbado sezione composizione bandistica. Emanuela Marcante Ha condotto studi filosofici, musicali e teatrali, ed è presente come pianista, fortepianista,clavicembalista, direttrice d’orchestra, ideatrice e scrittrice di spettacoli e regista in Europa e America.È stata docente di interpretazione vocale e teatrale e direttrice di progetti presso università e istituzioni americane (University of British Columbia, Vancouver,Canada, Istituto Superior de Arte e Università, l’Avana, Cuba e altre). Nel 1993 con Daniele Tonini ha fondato Il Ruggiero, progetto artistico e di ricerca. Il lavoro sulla narrazione con la voce, la musica,il visivo è alla base del nome, che collega il Rinascimento del cantar ottave alla contemporaneità. Il Ruggiero è attivo in Europa e in Nord/ Sudamerica. Si dedica al repertorio tedesco musicale e teatrale con studi, progetti, esecuzioni, con attenzione a Schubert e al Novecento e con la creazione di narrazioni e scenari culturali che si legano alla storia, alla letteratura, all’arte. Lucilla Mariotti Classe 2001, ha iniziato lo studio del violino a 5 anni. Ha studiato con Edoardo Oddone, Alberto Bologni presso il Conservatorio Boccherini di Lucca ed Alessandro Perpich al Conservatorio di Ferrara. Dall’età di 8 anni studia con Marco Fornaciari. Ha partecipato a diverse masterclass con Pierre Amoyal. È risultata vincitrice assoluta in 21 concorsi nazionali ed internazionali tra i quali il Riviera Etrusca, il Città di Moncalieri, il Premio Crescendo, il Premio Salieri, il Concorso Internazionale Valsesia Musica. Nel 2013 ha ricevuto una menzione speciale da Sony Classical Talent Scout al Festival della Cultura di Bergamo e ha suonato il primo tempoo del Concerto n. 2 di Wieniawski trasmesso da Radio Vaticana. Irene Marzadori (Bologna 1999) ha iniziato lo studio del

violoncello a quattro anni al Centro di Educazione Musicale Infantile di Bologna dove ancora studia con Chiara Tenan. Nel 2007 ha vinto il primo premio con lode alla rassegna Incontri sul Palcoscenico dell’European String Teachers Association. Nel 2011 ha vinto il primo premio di categoria al concorso internazionale Antonio Salieri e nel 2012 ha vinto il concorso Adotta un Musicista. Danilo Rossi, presidente di giuria, l’ha invitata a sorpresa, ad esibirsi nel suo recital al Teatro Fabbri la sera della premiazione. Suona in trio con le sorelle, Laura al violino e Sara alla viola. Dal 2009 studia con Giovanni Gnocchi e a soli 14 anni è stata ammessa nella sua classe al Mozarteum di Salisburgo. Mattia Masini Nato a Cesena nel 1994, si è diplomato presso l’istituto Musicale Pareggiato “G.Lettimi” di Rimini con il M° Colonna. Nel 2010 ha partecipato al concorso “Adotta un musicista” vincendo il premio “Giuria Giovani”. Ha seguito Master con il M° Colonna e con il M. Ghiglia. Ha partecipato a diversi eventi culturali e musicali a Forlì, tra cui: “Maratona Mozart. Si è esibito, come solista, in vari palcoscenici quali il MIC di Faenza per l’evento “Commemorando Segovia”, l’Istituto Musicale “A. Masini”, “Corelliana” (Fusignano). Mattia Masini fa parte dell’orchestra di chitarre dell’Istituto Musicale “A. Masini”, con la quale si è esibito in diversi luoghi, tra i quali: Teatro Petrella di Longiano di Forlì, Teatro Verdi di Forlimpopoli, Auditorium dell’Istituto Musicale “A. Peri” di Reggio Emilia, Auditorium del Conservatorio di Musica “A. Boito” di Parma. Dal Novembre del 2014 suona in duo con il chitarrista Paolo Santoro. Attualmente frequenta il Biennio sperimentale col M° Piero Bonaguri presso il Conservatorio di Bologna e insegna chitarra nella scuola “A.Gigli” di Modigliana. CARLO MAZZOLI Pianista, si è diplomato a pieni voti presso il Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna con Luigi Mostacci, e dopo la laurea in Ingegneria meccanica presso


l’Università di Bologna si è dedicato completamente alla musica, perfezionandosi con Rodolfo Caporali, Franco Scala, e ai corsi dell’Associazione “Incontri col Maestro” di Imola (ora Accademia). Premiato in concorsi pianistici nazionali ed internazionali, ha suonato per importanti istituzioni musicali in Italia e in vari paesi di Europa, America, Asia e Africa, come solista, in diverse formazioni da camera e in duo pianistico. Dedicatosi allo studio del pianoforte storico, ha fondato il “Fortepiano Ensemble di Bologna” con cui ha registrato un CD per la Nuova Era con musiche di Mozart; ha effettuato altre registrazioni discografiche (RCA, Nuova Era, Videoradio, Tactus, Baryton, Vermeer) e radiotelevisive (RAI Radiotre, Radio Vaticana e network privati). Nel 2010 è stato invitato a suonare i pianoforti storici della Collezione Tagliavini, in occasione dell’inaugurazione del Museo di S. Colombano di Bologna con il quale ora collabora regolarmente. Insegna Pianoforte e Fortepiano presso il Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna. Meike Melinz Traversiere, nata nel 1983 a Graz / Austria, è ’cresciuta in Bassa Austria e ha iniziato all’età di 5 anni. Studia prassi esecutiva storica presso l’Università “Anton Bruckner” con Claire Genewein venendo a contatto, tra gli altri, con Carin van Heerden, Michi Gaigg, Claire Pottinger e Jörg Halubek. Ha frequentato corsi di perfezionamento con Lindenbrunn Meyer-Tutz, Karl Kaiser (Freiburg Baroque Orchestra, la Camerata Köln), Ashley Solomon (Royal Academy of Music). FLAVIO MENICONI Ha compiuto gli studi umanistici e musicali a Firenze dove si è diplomato in pianoforte sotto la guida di Giorgio Sacchetti presso il Conservatorio “L. Cherubini”. Ha frequentato in seguito Accademie musicali in Italia e all’estero seguendo corsi di perfezionamento pianistico, cameristico e di musica contemporanea. Vincitore di Concorsi e Rassegne è attualmente docente di pianoforte

principale presso il Conservatorio “G.B.Martini” di Bologna. Si è diplomato in clavicembalo nel 2008 studiando con Annaberta Conti presso il Cherubini di Firenze e partecipa a concerti di musica barocca come solista e come continuista. Enrico Mignani È nato a Bologna nel 1997 e ha iniziato lo studio del violoncello all’età di 9 anni sotto la guida del M° C. Tenan; dal 2008 frequenta il Conservatorio G. B. Martini di Bologna, nella classe del M° R. Martinini. È stato premiato in numerosi concorsi, nazionali ed internazionali.Ha studiato e partecipato a masterclasses con violoncellisti di rilievo come E. Dindo, A. Noferini, A. Nannoni, M. Chen, O. Leka, M. Martinelli, L. Provenzani. Parallelamente allo studio dello strumento, studia composizione al Conservatorio G. B. Martini di Bologna sotto la guida del M° G. P. Luppi. Fausta Molinari Mentre lavora in teatro come attrice si laurea al D.A.M.S. in Storia dello Spettacolo. Poi si dedica all’insegnamento ed entra nell’Aula Didattica del Teatro Comunale. Dal 2006 scrive testi teatrali sulle vite dei grandi compositori e realizza spettacoli ”da camera” sullo stesso tema avvalendosi, prevalentemente, di un gruppo di artisti: soprano Silvia Salfi, tenore Alessandro Goldoni, pianista Silvia Orlandi, Francesco Matteuzzi e Luca Mazzamurro, attori. Giovanni Paganelli Diplomato in Clavicembalo con il massimo dei voti e la lode presso il conservatorio Boito di Parma, studia alla Hochschule di Freiburg. Si è esibito presso prestigiose istituzioni quali Gioventù Musicale d’Italia, Amici della Musica di Modena, Festival Grandezze & Meraviglie. Ha vinto il secondo premio al concorso di La Spezia, ed è stato semifinalista a Brugge. FILIPPO PANTIERI Diplomato con lode in Pianoforte e Clavicembalo sotto la guida di Stefano

Orioli e Silvia Rambaldi e diploma Master all’Accademia Pianistica di Imola con Boris Petrushansky, dopo aver vinto il Primo Premio in vari concorsi pianistici in Italia, tra i quali il Premio Nazionale delle Arti a Roma, Arezzo “Nuovi Orizzonti”, Ravenna, “Rospigliosi” di Lamporecchio, nel 2010 si è aggiudicato il Primo Premio Assoluto “Laureat” con unanimità di giuria al Concorso Pianistico Internazionale “Davorin Jenko” di Belgrado. Si è esibito da solista in Francia, Germania, Austria, Serbia, Malta, accompagnato da orchestre quali la Guildhall Symphony Orchestra di Londra, l’Orchestra Sinfonica Nazionale Russa “P. J. Tchaikovsky”, l’Orchestra “Bruno Maderna”. È docente di Pianoforte presso il Liceo Artistico e Musicale di Forlì e accompagnatore al clavicembalo presso il Conservatorio “B. Maderna” di Cesena. Cristina Papini Inizia lo studio del violino all’età di 5 anni e mezzo con la Prof.ssa N.Del Carlo. Iscritta all’Istituto Musicale L.Boccherini di Lucca, prosegue gli studi con il M° A. Bologni sotto la cui guida si diploma nel 2010 con il massimo dei voti e la lode. Frequenta masterclasses di perfezionamento con i Maestri P.Chiavacci, S. Pagliani, S.Accardo, U.Ughi, B.Canino. Nel 2010 èselezionata per la partecipazione all’orchestra dell’Accademia Mozart di Bologna. Prende parteal quartetto d’archi Leonardo, con il quale vince il 1° premio assoluto al concorso Rospigliosi 2011.Vince altri diversi concorsi sia per la categoria violino solo che di musica da camera. Nel 2012 le viene assegnato il premio“Vittoria alata – M.Bottini”erogato dalla Fidapa di Lucca; vince inoltre la borsa di studio “Carol Macandrew” (2013), erogata dall’Associazione Musicale Lucchese. Effettuaconcerti con programmi di musica da camera, per violino solo e per violino eorchestra, tra i più significativi: Histoire DuSoldat di I.Stravinsky, Concerto n. 5 di W.A.Mozart, Fantasia brillante op.20 di H,Wieniawsky, Concerti per due violini, violino solo, violino e oboe di J.S. Bach. Ha recentemente vinto la borsa di studio

“Listen 2” per la partecipazione ai concerti della Fondazione Pistoiese Promusica. Il 15 Ottobre 2014 consegue la laurea accademica di II livello con 110 e lode sotto la guida del M° A.Bologni presso l’Istituto Musicale L.Boccherini di Lucca. Attualmente frequenta l’Accademia di Imolacon il M° O.Semchuk e K. Milyavskaya. Giordano Passini Nato a Bologna nel 1986, studia chitarra e analisi musicale con i M. Cristian Gentilini. e Giovanni Maselli. Nel 2011 si diploma in chitarra classica presso il conservatorio L. Refice di Frosinone. Successivamente entra all’Accademia chitarristica di perfezionamento Tarrega di Pordenone sotto la guida del M° Paolo Pegoraro e prende parte a Master di M. quali Arturo Tallini, Roland Dyens, Eduardo Eguez, Johannes Kreusch, Adriano Del Sal. Ha tenuto concerti presso Rassegne Concertistiche tra cui: “Intorno alla Chitarra” di Alba (CN), “Festival Paganini” di Parma, “Concerti sotto la luna” di Asti, Sala Trastevere a Roma, Tienda Ramirez (Madrid, Spagna), International Music Festival (Craiova, Romania) Youth Square, Music City (Hong Kong), Ambasciata Italiana di Tirana (Albania). Nel 2013 debutta come solista con l’orchestra eseguendo “Fantasia Para Un Gentilhombre” di J. Rodrigo. È stato premiato in molti concorsi a livello Nazionale ed Internazionale. Nel 2014 pubblica il suo primo CD da solista dal titolo “Frammenti”, oggetto di trasmissioni su radio quali Radio Vaticana. Samuele Piccinini È nato a Bologna nel 1993. Dopo aver conseguito la maturità scientifica nel 2012, nel 2013 si è diplomato in pianoforte al Conservatorio “G.B. Martini” col M° Mauro Landi col massimo dei voti, lode e menzione d’onore. Nel 2013 è entrato all’Accademia Pianistica di Imola, in cui attualmente studia col M° Stefano Fiuzzi. Ha studiato col M° Leonid Margarius, ed ha partecipato a diverse masterclass con maestri come Leslie Howard, Ramin Bahrami,

31


Roberto Cappello e Brenno Ambrosini. Ha inoltre studiato Fortepiano al Conservatorio “G.B. Martini” con il M° Carlo Mazzoli. Ha ottenuto riconoscimenti in diversi concorsi, tra cui un 3° premio (”M. Fortini”, Bologna), un 2° premio (”15° Concorso Internazionale”, Povoletto) e un 1° premio (”A. Baldi”, Rastignano). Nel 2011 e nel 2012 si è aggiudicato la borsa di studio del premio ”Felice e Luigi Magone” del Conservatorio di Bologna. Nel 2011 è stato scelto come solista al concerto di inaugurazione dell’anno accademico del Conservatorio di Bologna, nell’esecuzione del 1° Concerto per pianoforte e orchestra di Beethoven tenutosi nell’auditorium Manzoni di Bologna. Ha al suo attivo numerosi concerti, sia in qualità di solista sia in formazioni cameristiche. SUSANNA PIOLANTI Diplomata in Pianoforte, Didattica della Musica e Clavicembalo presso il Conservatorio “G.Rossini” di Pesaro. Ha proseguito gli studi presso il Centro di Musica Antica di Ginevra conseguendo il diploma in Clavicembalo e la specializzazione in Musica Antica. Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento di Clavicembalo, Organo, Fortepiano e Basso Continuo con docenti di chiara fama. Nel 1995 ha ottenuto una “Mention Honorable” al Concorso Internazionale Clavicembalistico di Brugge (Belgio). Si è esibita, sia come solista che in formazioni di musica da camera, in importanti rassegne musicali. Per la casa discografica Tactus ha effettuato la registrazione delle “Sonate d’intavolatura per l’Organo e il Cembalo” Amsterdam 1742 Op.2 di Padre Giovanni Battista Martini,i quartetti op.26 di Luigi Boccherini a due Fortepiani, le Sonate per Clavicembalo (fonti a stampa) di G.B.Sammartini. Nel 2002 ha ottenuto il “Preis der deutshen Schallplattenkritik” (Premio della critica discografica tedesca) per il primo dei tre CD delle Sonate di Padre Martini.È docente della cattedra di Clavicembalo e tastiere storiche presso il Conservatorio “U.Giordano” di Foggia.

32

Cristina Popa Nata a Chisinau (Moldavia), inizia gli studi della musica a 5 anni. Nel 2006 si trasferisce in Italia e viene ammessa al Conservatorio di Ferrara “Girolamo Frescobaldi” dove studia con il M° Luciano Ravagnani fino al 2011. Continua con il M° Filippo Mazzoli e conclude con la Prof.ssa Maria Cristina Tarozzi diplomandosi nel 2012. Nel 2014 ha conseguitola Laurea in Flauto Traverso con 110 e lode nello stesso Conservatorio.Suona come 1° Flauto nell’Orchestra del Conservatorio di Ferrara e collabora con l’Orchestra Città di Ferrara. Ha partecipato alla produzione delle seguenti opere: “Il mondo della luna” di J. Haydn (2010), “Il ritorno di Euridice” (2012), “Falstaff” (2013), e “Pierino e il Lupo” (2014). Ha partecipato a Masterclass tenute dai Maestri Christian Heubes, Tim Smithson, Hugo e Juan Luca Aisemberg (allievi diPiazzolla), Andrea Oliva, Maurizio Valentini. Ha vinto tre borse di studio: “Giorgio Girati”, “Amici di Irina” e “D. Masarati”. Nel 2014, con la Fantasia pastorale ungherese di F. Doppler, ha vinto la selezione per esibirsi come solista al Teatro Comunale “C. Abbado” di Ferrara, con l’Orchestra del Conservatorio, diretta dal M° Luisa Russo. Ha suonato anche al Teatro di Copparo, di Pesaro, di Cesena, nella Filarmonica “Mozart” di Bologna, alla Sala della Pinacoteca Nazionale del Palazzo dei Diamanti di Ferrara, al Palazzo Bonacossi, al Museo Archeologico di Ferrara e al Teatro Pandurera di Cento. MATTEO RUBINI Nato a Bologna nel 1985, studia sotto la guida di Sandro Baldi presso la Scuola di Musica Malerbi di Lugo, fino all’ammissione al Conservatorio di Bologna dove si è laureato con Florenta Barbalat superando l’esame finale di pianoforte con il massimo dei voti e lode. In oltre studia Composizione sotto la guida di Silvia Colasanti. Si perfeziona all’Accademia musicale di Firenze sotto la guida della professoressa Valentina Berman. Ha seguito corsi e masterclasses con Paolo Bordoni, Roberto Cappello, Leonid Margarius, Olaf John Laneri e Sofya

Gulyak. È vincitore di diversi premi in vari concorsi pianistici nazionali e internazionali 2° premio IX Concorso Pianistico “Città di San Giovanni Teatino”; 3° premio VIII Concorso Nazionale di esecuzione Pianistica “Città di Bucchianico”; 3° Premio XVIV Concorso Nazionale Pianistico “Giulio Rospigliosi”, 3° premio V Concorso Pianistico internazionale Andrea Baldi ecc. Paolo Santoro Di origini molisane, è nato a San Giovanni Rotondo (FG) il 20/03/1993. Ha studiato chitarra classica con i maestri D. Notartomaso e R. Vallini in Molise e, dal 2013, con il M° Piero Bonaguri presso il Conservatorio di Bologna. Ha partecipato a masterclass di chitarristi quali G. Tampalini, C. Marchione e O. Ghiglia. Si è classificato ai primi posti in concorsi chitarristici quali: Premio “Città di Ortona”, Premio “Zucchelli”. Si è esibito in rassegne organizzate dai Conservatori di Campobasso e Bologna. Nel 2013 ha suonato nella libreria Ut Orpheus di Bologna in occasione di una presentazione editoriale del M° F. Zigante. Si è esibito su prestigiosi palcoscenici quali la Sala Bossi, la Sala Silentium, il Grand Hotel Majestic (Bologna), l’Auditorium Corelli (Fusignano), il Teatro Comunale (Gambettola). Dal Novembre del 2014 suona in duo con il chitarrista Mattia Masini. Frequenta inoltre il Corso di Composizione col il M. Serra e studia Filosofia presso l’Università Alma Mater di Bologna. Insegna chitarra presso la scuola di musica di Sant’Agostino (Fe). Schola Gregoriana Sancti Dominici È costituita da alcuni degli allievi che dal 2008 al 2011 hanno seguito i corsi di avviamento al canto gregoriano, organizzati per iniziativa della Curia bolognese e della Fondazione Carisbo presso la sede di Santa Cristina alla Fondazza, sotto la guida del prof. Nino Albarosa, insigne studioso e gregorianista di fama internazionale. Il gruppo ha proseguito nel perfezionamento del percorso intrapreso, continuando ad approfondire con lo stesso Albarosa presso il convento

Domenicano lo studio della teoria e della prassi esecutiva, rendendo possibile in Bologna l’esecuzione di un significativo repertorio gregoriano proprio, in occasione di diverse celebrazioni liturgiche presso la chiesa dell’Annunziata e la stessa basilica di San Domenico. Il gruppo, formato da persone che da tempo hanno maturato ed affinato interessi ed esperienza nell’ambito della musica corale anche in altri gruppi vocali, ha assunto dal 2014 una propria configurazione con la nuova denominazione di Schola Gregoriana Sancti Dominici e prosegue, con la consulenza del prof Albarosa, la propria attività di studio ed esecuzione con il coordinamento di Giacomo Degli Esposti già allievo del M° Bruna Caruso e del prof Nino Albarosa. Oleksandr Semchuk Ha cominciato a studiare violino a 4 anni. A soli 8 esegue primo concerto come solista con l’orchestra. Fra i suoi insegnanti vi sono nomi di fama mondiale, quali Y.Menuhin, T.Varga eV.Tretiakov.Vincitore già giovanissimo di vari concorsi internazionali. Svolge una brillante carriera concertistica sia come solista che in collaborazione con musicisti come B.Canino, A.Lucchesini, M.Brunello, V.Mendelssohn, M.Rysanov, O. Kogan, B.Petrushansky, K.Karabitz e molti altri. Ha suonato con la maggior parte delle orchestre dell’ex-Unione Sovietica. Dal 2002 collabora con il pianista Leonardo Zunica, con il quale ha affrontato le pagine più significative del repertorio cameristico, tra cui la prima esecuzione italiana della Fantasia di Olivier Messiaen. Lo Stato ucraino, riconosciuto il grande contributo dell’artista, nell’anno 2001 ha conferito il Titolo Onorifico di “Artista Benemerito”. Svolge anche un’intensa attività didattica; ha insegnato presso la Scuola di Musica di Fiesole e l’Accademia Musicale di Firenze. Nel 2010 è stato invitato a coordinare il Dipartimento d’Archi dell’Accademia Pianistica Internazionale di Imola. Sono oltre sessanta premi vinti dai suoi allievi in concorsi internazionali. A fronte del grande contributo dato alla


didattica in Italia, ha avuto l’onore di essere insignito dei premi Rossi e Spezzaferri. Ha al suo attivo diverse incisioni discografiche, e più di sette ore di musica come solista nella “Collezione d’Oro d’Ucraina”. Suona un violino A. Bernardel 1840 e l’arco “Lady Bianca” di Navea–Vera. Chiara Sintoni È pianista, musicologa, laureata cum laude in DAMS nell’ateneo bolognese e Dottore di ricerca in “Scienze della musica” (Università di Trento). È stata assegnista di ricerca nel Dipartimento delle Arti dell’Università di Bologna ed è titolare di Storia della musica nella Nuova Scuola di Musica “VassuraBaroncini” di Imola. Un suo progetto di ricerca sul pianoforte storico è stato selezionato per una borsa di studio dallo Staatliches Institut für Musikforschung di Berlino. Svolge attività concertistica in formazione cameristica (duo pianoforte a quattro mani; duo soprano e pianoforte) e di divulgazione. Ha pubblicato il volume “Impariamo ad ascoltare la musica classica”. Percorsi interdisciplinari nella Storia della musica d’arte (Roma, 2013) e la monografia I trattati pianistici prima e dopo l’Ottocento. Tra didattica, sociologia e organologia (Roma, 2013), oltre a diversi saggi musicologici e didattici. Cecilia Sipos Violoncello Barocco, è nata nel 1979 in Ungheria ed a 6 anni risalgono le sue prime lezioni di violoncello. Ha suonato con varie formazioni da camera in Austria, Ungheria, Italia, Aserbajdsan e la Georgia, così come al Festival estivo Styriarte, Summer Festival Grafenegg e ebraica Music Festival di Budapest. Come solista, ha fatto il suo debutto nel 2011 con il Concerto per violoncello di A. Dvorak in Italia. Dal 2005 è stato membro dell’Orchestra Tonkünstler della Bassa Austria. Alfonso Soldano Classe 1986, ha conseguito le lauree di I e II Livello, al Conservatorio “N.Piccinni” di Bari con 10, lode e menzione d’onore.

Figure fondamentali per la sua formazione sono i M° A. CICCOLINI e P.CAMICIA. Ha conseguito il diploma di alto perfezionamento all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma con il M° B. LUPO. Ha seguito masterclasses dei M° R. RISALITI, P. BRUNI, M. SOMMA, A. DELLE VIGNE. Ha partecipato ai Corsi di perfezionamento di Norcia e al Bari International Music Festival in qualità di docente a partire dall’anno 2011.È inoltre responsabile delle stagioni concertistiche dell’ Associazione Musicale Culturale “D.Sarro” di Trani. Collabora in veste di solista con orchestre come la filarmonica”M.Jora” di Bacau, diretta dal M° O.BALAN, con cui sta terminando la produzione dell’Integrale delle opere per pianoforte e orchestra di S. Rachmaninov,la Balkan Festival Orchestra ecc. Con lo stesso M°BALAN ha compiuto studi di Direzione D’orchestra. Si è esibito in diverse formazioni cameristiche.Ha all’attivo un duo pianistico con la pianista Stefania Argentieri. Ha collaborato con direttori quali O.Balan, D.Frandes, M.Cormio.. Svolge parallelamente attività di trascrittore e scrittore, ed è in corso di pubblicazione una sua collana di trascrizioni per due pianoforti, per Florestano Edizioni di Bari. Attualmente è docente di Pianoforte per i corsi preaccademici al Conservatorio “T. Schipa” di Lecce e Direttore Artistico dell’European Arts Academy “Aldo Ciccolini” di Trani. Paolo Somigli È ricercatore di Musicologia e storia della musica nella Libera Università di Bolzano, dove insegna Musicologia, musica e didattica, Musica e movimento e Alfabetizzazione musicale. È pianista, laureato in Lettere cum laude e Dottore di ricerca in Storia e Analisi delle Culture musicali all’Università La Sapienza di Roma. I suoi temi di ricerca riguardano la musica contemporanea e l’educazione musicale. Svolge inoltre attività concertistica come solista e in formazione cameristica e di divulgazione musicale. Tra le sue pubblicazioni La Schola fiorentina (Firenze 2011), Didattica della musica: un’introduzione (Roma 2013) e

diversi contributi in miscellanee e riviste scientifiche di settore. Marco Soprana Si è diplomato sotto la guida di Giuliano Giuliani al Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna nel 1996; si è poi perfezionato con Paolo Grazia, Lajos Lencsés e con Luca Vignali. Ha collaborato e collabora tuttora con varie orchestre in qualità di primo e secondo oboe (B. Maderna di Forlì, Teatro Comunale di Bologna, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro Regio di Parma, Virtuosi Italiani…) È stato diretto da Donato Renzetti, Alberto Caprioli, Claudio Desderi, Gianluigi Gelmetti, Lu Ja, K.H.Steffens e Riccardo Muti. Si è laureato nel 2003 alla Facoltà di Lettere e Filosofia, indirizzo musica, dell’Università degli studi di Bologna con una tesi in ”Storia degli strumenti musicali” relatore N. Staiti. Federico Spina È un giovane chitarrista italiano, si è diplomato a Trento nel 2011 a Trento nella classe di Norma Lutzembergher e nel 2015 ha conseguito un master in esecuzione al conservatorio di Maastricht (Olanda) sotto la guida del Maestro Carlo Marchione. Ha partecipato a masterclass coi migliori artisti del mondo della chitarra come Oscar Ghiglia, Lorenzo Micheli, Frank Bungarten, Andrea Dieci, duo Maccari-Pugliese, Giulio Tampalini, Enea Leone ed altri. Ha tenuto concerti in Italia, Germania, Olanda e Francia per importanti festival chitarristici come il festival de Paris e la Maastricht Guitar Society. Inoltre si è saputo affermare in concorsi nazionali ed internazionali tra cui il G. Rospigliosi di Lamporecchio (primo premio) e il Josè Thomas di Villa Petrer in Spagna (primo premio) che gli offrirà concerti nella stagione del 2016. Federico Spina suona una chitarra del liutaio sardo Rinaldo Vacca. Daniele Tonini Ha studiato canto con Lajoz Kozma, Claudio Desderi, Carlo Bergonzi, Leo Nucci, attivo in ambito operico e concertistico in Italia, Europa e America con

repertori dal Seicento al contemporaneo. Diplomato in flauto traverso ha approfondito il repertorio su strumenti storici con Marcello Castellani, Frans Vester, Wilbert Hazelzet. Laureato in Conservazione dei Beni Culturali, svolge attività di ricerca e pubblicazione. Nel 1993 con Emanuela Marcante ha fondato Il Ruggiero, progetto artistico e di ricerca. Il lavoro sulla narrazione con la voce, la musica,il visivo è alla base del nome, che collega il Rinascimento del cantar ottave alla contemporaneità. Il Ruggiero è attivo in Europa e in Nord/ Sudamerica. Si dedica al repertorio tedesco musicale e teatrale con studi, progetti, esecuzioni, con attenzione a Schubert e al Novecento e con la creazione di narrazioni e scenari culturali che si legano alla storia, alla letteratura, all’arte. Daniele Tonini ed Emanuela Marcante hanno pubblicato nel 2014 l’edizione di Die Schöne Müllerin per Ut Orpheus. Il Ruggiero ha collaborato per proprie produzioni (www.ilruggiero.it) con Collezioni Comunali d’Arte/Istituzione Bologna Musei, Alliance Française Bologna, Festival Suona Francese, Accademia di Belle Arti, Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale-Genus Bononiae; Istituto di Cultura GermanicaGoethe Institut, Fondazione Liszt, Museo Ebraico, Ravenna Festival, Sagra Musicale Malatestiana. FRANCESCA TORELLI Ha partecipato come solista al liuto a numerosissimi festival in Europa, Sud America e Australia. Ha partecipato come liutista a trasmissioni televisive e radiofoniche per molte emittenti europee nazionali e locali. Come solista ha registrato per la Tactus eper Brilliant due CD con musica di Alessandro Piccinini e Pietro Paolo Melli, un cd con musica di John Dowland (2009) e il cd Robert de Visée, Works for theorbo (2012) per l’etichetta americana Magnatune. È fondatrice e direttore dell’ensemble Scintille di Musica con il quale ha registrato, in collaborazione con Angelo Branduardi, sei cd per EMI e Lungomare-Universal della collana Futuro Antico. Dal 2001 insegna Liuto e Musica d’insieme con

33


strumenti antichi al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano. Ilaria Tramannoni Inizia giovanissima lo studio del pianoforte sotto la guida della nonna M° Vera Romagnoli, successivamente frequenta il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro nella classe del M° Maria Teresa Carunchio. Nel 1998 si diploma in pianoforte con il massimo dei voti. Dal 1990 svolge intensa attività concertistica da solista in diverse città italiane. Partecipa a vari concorsi nazionali e internazionali ottenendo significativi premi tra cui: I° premio assoluto alla Rassegna internazionale di Recanati; I° premio assoluto al concorso “Laura Abet” di Meta (Na); I° premio alla rassegna internazionale di Pescara; I° premio in formazione cameristica alla rassegna internazionale di Pescara: II° premio al concorso nazionale di Alberga; Premio “Jacopo Napoli” XIII Festival “Le corti dell’arte”; I° premio al concorso Città di Cento e premio Giuria Giornalistica; I° premio concorso Città di Saludecio; I° premio assoluto al Concorso “Il pianoforte e l’orchestra” di San Gemini. Negli ultimi anni si sta perfezionando sotto la guida del M° Carlo Mazzoli. Trio Rigamonti È composto dai fratelli Miriam (pianista, nata nel 1992), Mariella (violinista, nata nel 1994) ed Emanuele (violoncellista, nato nel 1997), diplomati a pieni voti presso il Conservatorio di Como. Formatosi nella classe dei Maestri F. Valli e P. Beschi, dai quali è seguito tuttora, si perfeziona con il Trio di Parma presso l’"International Chamber Music Academy" di Duino (TS) e con il M° I. Zats presso l'"Accademia del Talento" di Desio (MB). Il trio ha vinto numerosi premi in concorsi nazionali ed internazionali, tra i quali "Luigi Nono" di Venaria Reale (TO), "Premio Rovere d'Oro" (IM), "Città di Stresa", "Città di Giussano" (vincendo, oltre al primo premio di categoria, il premio della sezione "Il Progresso"), "Città di Riccione". Nel set-

34

tembre 2015 ha debuttato presso il prestigioso Musikverein di Vienna, in seguito alla vittoria del primo premio al "Vienna Grand Prize Virtuoso" International Music Competition. Il trio ha tenuto più di 40 concerti per festival e associazioni musicali, tra i quali "Mozart Italia" di Milano, "Mozart Nacht und Tag" di Torino, "Amici per la Musica" di Venaria Reale (TO), "Giugno Musicale" di Montecchio Emilia (RE), "Città di Cernobbio" (CO), "Notte e sogni" di Portogruaro (VE), "Verbania Musica", "Como Città della Musica", "Rovere d'Oro" di Imperia, "Ricercare" di Cuneo, "Musicalia" di Alessandria, "A. Durini" di Milano e molti altri. Mariella suona un violino F. Caussin del 1830 ed Emanuele suona un violoncello C. Meinel del 1780. Luca Rinaldi Violinista appartenente alla scuola del M. Sandro Materassi, ha studiato a Firenze con i Maestri Giorgio Ballini, Sandro Materassi e Cristiano Rossi. Ha partecipato ai corsi di perfezionamento presso la scuola di musica di Fiesole col Maestro Renato Zanettovich e presso l’accademia chiagiana di Siena, dove ha ottenuto borse di studio e diplomi di merito. Premiato in numerosi concorsi nazionali e internazionali, in veste di solista ha suonato con varie orchestre, effettuando numerosi concerti in Italia e all’ estero, Germania, Austria, Svizzera, Messico, Malta, ottenendo unanimi consensi. È docente di violino presso l’ Istituto Superiore di studi Musicali R. Franci di Siena dove tiene il corso triennale per la laurea di primo livello e il corso biennale di specializzazione. Paola Troili Inizia gli studi musicali presso il Conservatorio ”G.B.Martini” di Bologna, proseguendoli al Conservatorio ”G.Verdi” di Milano,ove si diploma brillantemente sotto la guida di Bruno Canino.Si perfeziona quindi con i Maestri J.Demus, P.Badura-Skoda, M.Campanella, L.Margarius.Studia a Milano Composizione con B.Bettinelli e Pianoforte a Monaco

di Baviera con G.Oppitz. Su invito della ”Kulturstiftung Wilhelm Kempff” ha partecipato ai ”Beethovenkurse in Positano”riservati a pianisti di eccezionale valore.Si e’ esibita in Teatri e Sale da Concerto a Bologna (Teatro Comunale, Teatro Manzoni, Sala Bossi, Aula Absidale di S. Lucia) Milano (Sala Grande del Conservatorio, Sala Puccini, Palazzo Litta, Palazzo Serbelloni) Roma (Sala Rospigliosi-Quirinale) Firenze (Sale Medicee, Lyceum) Pisa (Teatro Verdi). Ha tenuto tournees in Danimarca (Copenhagen, Nakskov, Fuglsang, Vemmetofte) Olanda (Amsterdam, L’Aja) Germania (Wiesbaden, Frankfurt am Main, Wolfsburg, Braunschweig, Muenchen) Ucraina (Leopoli L’Vov) Slovenia (Lubiana) Giordania (Amman) Israele (Tel Aviv, Gerusalemme) ottenendo sempre vivissimo consenso di critica e di pubblico. Nell’anno 2000 è stata invitata ad inaugurare, prima artista Italiana, il Nuovo Auditorium di Gerusalemme, costruito appositamente per la visita di S.S. Giovanni Paolo II. Ha eseguito concerti per pianoforte e orchestra sotto la direzione, tra gli altri, di Alberto Veronesi. l’attendono importanti appuntamenti in ambito internazionale. Domenico Vitolo Nato nel 1996 ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di dieci anni con il M° Guido Gavazzi. Sotto la sua guida e quella del M° Francesco Possenti ha partecipato a corsi musicali estivi per ragazzi dedicati sia al pianoforte che al metodo Dalcroze. Attualmente è iscritto presso il Conservatorio G. Frescobaldi di Ferrara ed ha concluso con la votazione di dieci/10 il compimento medio (VIII anno) sotto la guida del M° Adriano Cirillo. Negli ultimi anni ha frequentato corsi di perfezionamento con il M° Adriano Cirillo e con i Maestri Marco Ghilarducci e Sergio De Simone. Nel maggio 2015 ha preso parte alla diciassettesima edizione del Concorso Internazionale Euterpe di Corato (BA) ottenendo il 3° premio (1° premio non assegnato). Inoltre ha seguito varie Master

Classes tenute da insegnanti di calibro internazionale come Pier Narciso Masi e Clive Britton. Incuriosito dalla ricerca nell’ambito degli strumenti d’epoca ha seguito un Seminario su fortepiano tenuto dal Maestro Carlo Mazzoli. Si è esibito in vari ambiti nelle manifestazioni musicali del Conservatorio G. Frescobaldi presso la Sala San Paolo e il Palazzo Bonacossi a Ferrara. Leonardo Zunica Svolge attività concertistica ospite presso stagioni come Amici della Musica di Verona, Festival Internazionale di Porec (Croazia), Società della Musica di Mantova, Società dei Concerti di Milano, Kiev Summer Festival, VeronaContemporanea - Fondazione Arena, Spazio Novecento di Cremona, Festival Cinque Giornate di Milano, Steinway Society Verona, Aperto Festival, Bellagio International Festival, Stagione dell’Accademia Internazionale di Imola, Stagione dei Virtuosi Italiani, Festival di Gubbio, Lugano Longlake Festival, Ateneo Musical Miranda de Ebro (Spagna) e molte altre. Si è esibito in sale come Festsaal Musikhochschule di Vienna, Rachmaninov saal del Conservatorio di Mosca, Academy Concert Hall (Glasgow), Sibelius Museum Turku, International Music Meeting Suomitaly, Kokkola Konservatorio (Finlandia), Teatro dal Verme, Museo del Violino di Cremona, Teatro Comunale di Rieti. Ha collaborato con il Quartetto di Fiesole, Sandro Cappelletto, Quirino Principe, Iaia Forte, l’Orchestra Nazionale Ucraina, Jukka Isaakkila e l’Ensemble dell’Arena di Verona, Icarus Ensemble, I Virtuosi Italiani, Federico Mondelci, David Cohen, Gabriele Mirabassi. Dal 2004 inizia il lungo sodalizio con il violinista ucraino Oleksandr Semchuk e dal 2012 con la pianista finlandese Maria Ala-Hannula. Si dedica assiduamente all’insegnamento presso l’Accademia del Pianoforte e il Liceo musicale di Mantova. I suoi allievi sono regolarmente premiati in concorsi nazionali ed internazionali.


ci

i m a i l g e d o r Albo d’o

Merolla i g i u L e a i Mariarosar lelli Roberta Bo endola m A o t r e b l A nocchi Wilma Ver

Albo d’oro d famiglia Gia n

ei benemeriti

Paolo

Bovina: o Giovanni Heichele (T clavic rieste, copia di str embalo a due manua circa 1820) umento ted li esco del XV III sec.

fortepian

famiglia Ma r pianoforte

ia Teresa Fra

nchin

i Cabassi: Carl Bechste in (Berlino, 1939)


Conservatorio di musica Giovan Battista Martini

padri agostiniani via Zamboni, 15 40126 Bologna Tel. 051.225970 Fax 051.239059 conventosgiacomomaggiore@tin.it

Si ringrazia

Organizzazione Cappella Musicale S. Giacomo Maggiore

www.sangiacomofestival.it

Con la collaborazione di


Millions discover their favorite reads on issuu every month.

Give your content the digital home it deserves. Get it to any device in seconds.