Page 161

sfruttata come un piano di appoggio. Come sempre la doccia è in fondo, compatibilmente con le gerarchie temporali di utilizzo, e presenta una seduta che si piega morbida verso la parete vetrata. Al fianco di essa un mobile contenitore si lascia sfilare dalla mensola. Il pavimento, principio ordinatore che omogeneizza a terra le diverse funzioni, è un grès porcellanato in lastre 20x120 della serie Bio Timber Provenzale della LEA. L’effetto del legno, legato ad una lastra di grès non si deve escludere a priori in quanto riproduzione o perché non rende lo stesso calore di un parquet.

Chiara ha un cane, a volte due, a volte tre, ed era necessario avere un pavimento con una forte resistenza. Il problema di questo materiale non è legato al fatto di voler imitare il legno ma che a differenza del parquet, che garantisce come un fluido una superficie continua, lascia intravedere lo spazio tra le fughe, facendo leggere un ordito che ne rinnega l’autenticità, identificandone il surrogato del prodotto. E questa sensazione è accentuata se la posa viene fatta a tolda di nave. Per tale ragione le liste sono state pensate posate a correre, come i vecchi pavimenti in legno inchiodati.

Profile for Massimo Valente

Luoghi comuni  

Luoghi comuni  

Advertisement