Page 157

Le finestre sono state portate a tutt’altezza in modo da garantire un effetto ingresso/uscita (come un ago che tesse un tessuto) dal piccolissimo terrazzo lineare profondo appena 60cm. Verso la camera da letto insiste la grande parete di armadi (circa 10ml) che nel primo tratto possono essere considerati a servizio dell’altra stanza o del bagno che la fronteggia, ma chiaramente sono stati completamente occupati dai vestiti di Chiara. Questa prosegue (verso la camera matrimoniale) passando oltre alla porta a tutt’altezza senza mostre che segnala l’ingresso nella zona notte.

Questa scelta, quando aperta, permette una lettura totale della lunghezza della casa e al tempo stesso garantisce la dovuta privacy alla zona notte. Quando è chiusa è invece fusa nella parete di fondo. L’armadio a profondità variabili è con ante scorrevoli e girando su se stesso configura uno spazio a “C” che lascia il posto solo al varco di accesso alla camera. La parete di ambito accoglie una grande mensola che aiuta ad amplificare la dimensione della stanza piegandosi ad “L” nel punto di connessione con

la parete ad essa ortogonale e lasciando spazio ad una grande libreria verticale. Il bagno è un intervento precedente ed è realizzato con le lastre della Basaltina Stone Project della LEA, e rappresenta una vera e propria declinazione di tutte le tipologie della serie prodotte dall’azienda. Una fascia di mosaico lineare segnala, come fosse un tappeto, lo spazio della doccia e dei sanitari al di sopra dei quali è stata realizzata una mensola che ha innanzitutto uno scopo funzionale di spessorare la parete per permettere l’inserimento della cassetta Geberit, ma chiaramente viene

Profile for Massimo Valente

Luoghi comuni  

Luoghi comuni  

Advertisement