Page 1

I Dott. Porkaʼs al Ponte Pizziferro Viaggio in un luogo esemplare A poche settimane dalle elezioni, i Dott. Porkaʼs P-Proj rendono pubblica per la prima volta i risultati della street-photo performance realizzata lʼestate scorsa presso le rovine del Ponte Pizziferro a Massafra (TA). Viaggio in un luogo esemplare di cosa accade quando la politica istituzionale ignora lʼuomo.

Bari, 1° febbraio 2010 - Era un ponte piccolo, poco più di un viadotto, eppure per chi abitava da quelle parti era davvero importante. Parliamo del Ponte Pizziferro lungo la strada provinciale che collegava Massafra, in provincia di Taranto, a Noci, in provincia di Bari: una strada fondamentale per la vita in quel territorio, che vive a cavallo delle due province. La vicenda del Ponte Pizziferro è emblematica del generale stato di abbandono in cui versano le vie di comunicazione del Sud Italia. Nellʼottobre del 2005 un alluvione spazza via quel ponte dalle cartine geografiche. È da allora che gli abitanti chiedono al mondo politico che il loro ponte venga ricostruito. Invano. Per arrivare al ponte i Dott. Porkaʼs passano il cordone di sicurezza che circonda lʼarea, lʼennesima zona rossa che blinda lʼaccesso al ponte e impedisce agli individui di esercitare il loro diritto di vivere il territorio, di assistere con i loro occhi allʼennesimo cortocircuito tra territorio e politicanti, che sono riusciti finora a consegnare questa vicenda a un oblio forzato. I Dott. Porkaʼs oltrepassano i cubi di cemento e vedono quello che non è più permesso vedere: davanti ai loro occhi, un paesaggio dissestato, al sole, dove già si vede lʼillegalità prendere il sopravvento: vicino ai resti del ponte, poco dopo i cubi di cemento, una discarica abusiva. Oltre i resti di immondizia di ogni genere, un guard rail rimasto miracolosamente ancorato allʼaltro lato del ponte, testimonianza di cosa cʼera prima dellʼalluvione. E sotto, la voragine. A pochi chilometri dai villaggi turistici e dai centri storici pieni di stranieri ormai in tutte le stagioni. I Dott. Porkaʼs si siedono sul ciglio del burrone, impossibilitati, loro come chi vive quelle contrade, a passare dallʼaltro lato, a muoversi liberamente, ad andare avanti.


Chi sono i Dott. Porkaʼs P-Proj Attivi dal 2002, i Dott. Porkaʼs P-Proj raggiungono la notorietà con “LʼUltimo Giorno dellʼEkomostr0”, la street-photo performance ambientata nel cantiere sequestrato di Punta Perotti prima del suo abbattimento. Concepiscono il territorio come un gigantesco ready-made object sul quale operano con lo strumento della street-photo performances, tecnica di intervento multiplo nello spazio formalizzata nel loro manifesto. I loro lavori sono stati inseriti nel libro antologico “Future Images” a cura di Mario Cresci e pubblicato nel 2009 da MottaEditore. Nel 2010 è prevista a Torino la loro prima retrospettiva. _________________________________________ Per ulteriori informazioni e materiale fotografico: " Massimo Potì - Mapo PR " Cell.: +39.328.4007979 " E-mail: massimo.poti@mapopr.com

I Dott. Porkaʼs al Ponte Pizziferro. Viaggio in un luogo esemplare  

A poche settimane dalle elezioni, i Dott. Porkaʼs P-Proj rendono pubblica per la prima volta i risultati della street-photo performance real...