Page 1

MASSENA20

Rivista mensile a cura dell’Ufficio Stampa dell’Ascom di Torino e Provincia

GIUGNO 2018

ASCOM ED EPAT PER BOCUSE OFF EUROPE 2018 PRIVACY cambia la privacy: La mappa per uscirne vivi… e protetti!

ATTUALITÀ BocuseOFF 2018: gli eventi Ascom ed Epat

SICUREZZA corsi gratuiti sulla sicurezza a giugno e luglio (pag. 27)


prima pagina

CAMBIA LA PRIVACY LA MAPPA GIUSTA PER USCIRNE VIVI…. E PROTETTI prima pagina

2

cambia la privacy…

Il 25 maggio è entrato in vigore il General Data Protection Regulation: cambiano nome le figure incaricate, viene previsto il DPO – il noto data protection officer – diventa obbligatorio effettuare la valutazione d’impatto per nuovi trattamenti, in nome di una accountability piena del titolare……solo le sanzioni sono chiare! (e neanche poi troppo) Abbiamo due strade: o imparare l’inglese e disperarci oppure mantenere la calma e ricercare il bandolo di una matassa che, una volta sbrogliata, tutela prima di tutto ciascuno di noi, in quanto fruitori di un servizio, e poi anche la credibilità e la serietà della nostra Azienda. Proprio per sbrogliare questo nodo, per evitare di perdere tempo da sacrificare al business, Ascom Torino è a tua disposizione per risolvere il problema. Sarebbe stato facile affidare la soluzione solamente ad un prodotto informatico, spesso molto oneroso, che “sputi” informative e consensi, senza dare un perché.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

lavoro importanti novità per il pagamento delle retribuzioni

4

fiscale

6

e – fattura: cos’è? credito fondo centrale di garanzia

12

attualità

15

BocuseOFF 2018

attualità

18

eventi e notizie

dalla provincia

32

notizie ed approfondimenti

2


prima pagina CAMBIA LA PRIVACY LA MAPPA GIUSTA PER USCIRNE VIVI…. E PROTETTI Abbiamo scelto invece di metterci la faccia, con una nostra consulenza prima di qualsiasi software, per chiarire, semplificare ed adeguare i nuovi adempimenti alle reali esigenze delle imprese: non tutti devono fare tutto e nello stesso modo!! Proprio per questo, proponiamo una soluzione personalizzata, un vestito su misura, che parte dalle esigenze delle nostre categorie e traduce l’essere associazione in una proposta attenta ai costi ed al risultato! Scegli il servizio large! Per esigenze più complesse ed articolate, laddove occorre avviare trattamenti nuovi su larga scala, il servizio mette a disposizione dell’imprenditore o della sua struttura funzionari di fiducia che eseguono le valutazioni di impatto e tengono i rapporti con il Garante, garantendo un help desk continuo ed un momento annuale di audit, dove verificare le eventuali criticità e correggerle.

In ogni caso, prima chiedi a noi! A tutti io nostri Soci è riservata una consulenza gratuita in Ascom per conoscere le novità ed avere la mappa! Fissa il tuo appuntamento scrivendo a privacy@ascomtorino.it oppure telefonando a Tiziana Bellucci 011 5516256. Carlo Alberto Carpignano – Direttore Ascom Torino

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

3


lavoro

IMPORTANTI NOVITÀ PER IL PAGAMENTO DELLE RETRIBUZIONI Dal 1° Luglio 2018 tutte le retribuzioni dei lavoratori dovranno essere pagate con modalità che consentano la tracciabilità dei flussi finanziari, così stabilisce la Legge di Bilancio 2018. Più in dettaglio i pagamenti dovranno essere effettuati esclusivamente tramite: • Bonifico sul conto identificato dal codice Iban indicato e intestato al lavoratore • Strumenti di pagamento elettronico (carte ricaricabili, paypal, ecc.). • Pagamento in contanti presso lo sportello bancario o postale dove il datore di lavoro abbia aperto un conto corrente di tesoreria con mandato di pagamento • Assegno consegnato direttamente al lavoratore o, in caso di suo comprovato impedimento, a un suo delegato. L’impedimento si intende comprovato quando il delegato a ricevere il pagamento è il coniuge, il convivente o un familiare in linea retta o collaterale del lavoratore, purché di età non inferiore a 16 anni. Il comma 911 dell’art. 1 della Legge di Bilancio 2018 stabilisce il divieto di pagamento degli stipendi in contanti, qualunque sia la tipologia del rapporto di lavoro instaurato. A questo proposito per rapporto di lavoro si intende ogni rapporto di lavoro subordinato di cui all’art. 2094 del codice civile, indipendentemente dalle modalità di svolgimento della prestazione e durata del rapporto, nonché ogni rapporto di lavoro originato da contratti di collaborazione coordinata e continuativa e dai contratti di lavoro instaurati in qualsiasi forma dalle cooperative con i propri soci.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

4


lavoro IMPORTANTI NOVITÀ PER IL PAGAMENTO DELLE RETRIBUZIONI

Inoltre la stessa norma stabilisce che la firma apposta dal lavoratore sulla busta paga non costituisce prova dell’avvenuto pagamento della retribuzione. La normativa introduce anche che tale divieto non si applica ai rapporti di lavoro instaurati con le pubbliche amministrazioni né a quelli comunque rientranti nell’ambito di applicazione dei contratti collettivi nazionali per gli addetti a servizi familiari e domestici, stipulati dalle associazioni sindacali comparativamente più rappresentative a livello nazionale. Al datore di lavoro o committente che viola gli obblighi sopraindicati si applica la sanzione amministrativa pecuniaria consistente nel pagamento di una somma tra 1.000 euro e 5.000 euro.

INFORMAZIONI Cristina ROSSATTO Servizi Sindacali ASCOM via Massena, 20 10128 Torino Tel. + 39 011 55 16 337 Fax + 39 011 55 16 302 www.ascomtorino.it

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

5


fiscale

E-FATTURA: COS’È E COME FUNZIONA Fatturazione elettronica obbligatoria al via dal 1° luglio 2018: riguarderà, in prima battuta, le cessioni di carburante e i subappalti della Pubblica amministrazione. La e-fattura entrerà in vigore per tutti i soggetti IVA a partire da gennaio 2019.

Ma cos’è una fattura elettronica? Come funziona? Quali sono le regole tecniche dettate dall’Agenzia delle Entrate? La legge di Bilancio 2018 ha previsto l’obbligo di fatturazione elettronica per tutti i soggetti IVA, ad esclusione di quanti applicano il regime dei minimi o il forfetario. Dal 1° luglio 2018 l’e-fattura debutta per i subappaltatori della PA e gli operatori della filiera dei carburanti. Dal 1° gennaio 2019 la fatturazione elettronica obbligatoria sarà estesa a tutte le operazioni economiche tra aziende attraverso il Sistema di Interscambio - SdI, già in uso dal 2014 per le fatture elettroniche verso la PA. In merito agli scambi con operatori non stabiliti nel territorio dello Stato, trova applicazione la comunicazione dei dati indicati nelle fatture emesse e ricevute, da inviare all’Agenzia delle Entrate entro la fine del mese successivo a quello di emissione e/o ricezione delle fatture. Le fatture elettroniche emesse nei confronti dei consumatori finali sono rese disponibili a questi ultimi dai servizi telematici dell'Agenzia delle entrate. A decorrere dal 1° settembre 2018, con riferimento alle cessioni, a soggetti domiciliati o residenti fuori della UE, di beni del valore complessivo, al lordo dell’IVA, superiore a 155 euro, destinati all’uso personale o familiare, da trasportare nei bagagli personali fuori del territorio doganale dell’Unione europea (c.d. tax free shopping), l’emissione delle relative fatture va effettuata dal cedente in modalità elettronica.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

6


fiscale E-FATTURA: COS’È E COME FUNZIONA Cos’è la fatturazione elettronica? La fatturazione elettronica è un sistema digitale di emissione, trasmissione e conservazione delle fatture che permette di abbandonare il supporto cartaceo e i relativi costi di stampa, spedizione e conservazione. Le fatture elettroniche devono essere prodotte, trasmesse, archiviate e conservate in formato XML (eXtensible Markup Language).

Come funziona? Le fatture elettroniche potranno essere generate con strumenti resi disponibili gratuitamente dall’Agenzia (una procedura web, una app e un software da installare su pc) o con software di mercato. Le e-fatture viaggeranno in maniera sicura tramite il Sistema di Interscambio (SdI) e potranno essere trasmesse, anche tramite intermediari, via PEC oppure utilizzando le stesse procedure web e app; in alternativa, previo accreditamento al SdI, potranno essere inviate tramite un “web service” o per mezzo di un sistema di trasmissione dati tra terminali remoti (FTP). In caso di superamento dei controlli, il soggetto che ha inviato il file della fattura elettronica riceverà entro 5 giorni una “ricevuta di consegna” e la fattura si considererà emessa.

Obiettivi? Nelle intenzioni del legislatore, la e-fattura porterà: - una semplificazione delle procedure di fatturazione, - la dematerializzazione dei documenti - un migliore controllo dei flussi di denaro tra le aziende, allo scopo di contrastare con maggiore efficacia l’evasione fiscale.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

7


scadenziario fiscale

SCADENZIARIO FISCALE GIUGNO 2018

LUNEDÌ 18 GIUGNO 2018 ADDIZIONALI Versamento addizionali regionali/comunali su redditi da lavoro dipendente del mese precedente; RITENUTE Versamento ritenute su redditi da lavoro dipendente e assimilati, lavoro autonomo, provvigioni, corrispettivi per contratti d'appalto nei confronti dei condomini nonché sull’ammontare dei canoni/corrispettivi relativi ai contratti di locazione breve (mese precedente); IVA LIQUIDAZIONE MENSILE Liquidazione nonché versamento dell’imposta eventualmente a debito relativa al mese precedente; IMPOSTA SUGLI INTRATTENIMENTI Termine per il versamento dell’imposta sugli intrattenimenti del mese precedente; CONTRIBUTI INPS MENSILI Versamento all'INPS da parte dei datori di lavoro dei contributi previdenziali a favore della generalità dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel mese precedente; CONTRIBUTI INPS - GESTIONE EX ENPALS MENSILI Termine per il versamento contributi previdenziali a favore dei lavoratori dello spettacolo; GESTIONE SEPARATA INPS COMMITTENTI Versamento contributi relativi al mese precedente;

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

10


scadenziario fiscale SCADENZIARIO FISCALE GIUGNO 2018

IMU E TASI Versamento acconto (o a discrezione del contribuente, in unica soluzione annuale) anno corrente al 31/10/2016 ed estromessi dal 1° gennaio 2017 al 31 maggio 2017 ASSEGNAZIONE AGEVOLATA BENI D'IMPRESA Versamento del restante 40 per cento dell'imposta pari all'8 per cento (10,50 per cento se la società risulta non operativa in almeno 2 dei 3 periodi d'imposta precedenti) della differenza tra il valore dei beni assegnati (entro il 30/9/2017) e il costo fiscalmente riconosciuto ESTROMISSIONE IMMOBILI IMPRENDITORE INDIVIDUALE Versamento della seconda ed ultima rata (ossia il restante 40%) dell’imposta sostitutiva IRPEF/IRAP relativa ai beni immobili strumentali, posseduti al 31/10/2016 ed estromessi dal 1° gennaio 2017 al 31 maggio 2017 LUNEDÌ 25 GIUGNO 2018 ELENCHI INTRASTAT - MENSILI Presentazione contribuenti mensili VENERDI’ 29 GIUGNO 2018 Mod. 730 CAF e professionisti abilitati, per le dichiarazioni presentate dai contribuenti entro il 22 giugno consegnano al dipendente/pensionato i Mod. 730 e 730-3 elaborati ed inviano telematicamente all’Agenzia delle Entrate i Mod. 730, 730-1, 730-3 e 730-4

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

11


credito

FONDO CENTRALE DI GARANZIA, IL CAMBIAMENTO! Il Fondo Centrale di Garanzia rappresenta il più importante strumento a disposizione della PMI per favorire l’accesso al credito delle PMI mediante la concessione di una garanzia dello Stato. Da luglio 2016 è cominciato un percorso di cambiamento con l’introduzione, per le operazioni di Sabatini, del nuovo modello di score, percorso che oggi si avvicina alla sua fase più delicata: il nuovo modello di score per l’ammissibilità al Fondo sarà applicato ad ogni operazione. Cosa significa? La valutazione della PMI sarà effettuata sia sui dati economico-finanziari di bilancio sia sui dati andamentali della Centrale Rischi e di Credit Bureau.

La vostra PMI è pronta? Siamo nell’istante del cambiamento e il bilancio relativo all’esercizio 2017 è lo snodo determinante per l’ammissibilità. È indispensabile verificare, prima dell’approvazione del bilancio, che superi i requisiti di ammissibilità. In questa fase delicata e strategica per il futuro, Ascomfidi Nord Ovest, grazie alle proprie competenze, è il partner ideale per affrontare il cambiamento. Ascomfidi Nord Ovest è a disposizione delle PMI per guidarle all’accesso dei benefici del Fondo Centrale di Garanzia mettendo al vostro fianco un Consulente che vi supporti.

Contattateci! Silvia Bertolino Ascomfidi Nord-Ovest sbertolino@ascomfidinordovest.it tel. 3357752165

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

12


Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

4


attualità

BOCUSE OFF TORINO CAPITALE DEL GUSTO CON I PASTICCERI IN VETRINA LE CONTAMINAZIONI FOOD&FASHION Inizio giugno all’insegna dell’enogastronomia, dell’eleganza e della migliore tradizione della pasticceria torinese con le iniziative Ascom Epat Torino nell’ambito del Bocuse OFF 2018: pasticcieri in vetrina, contaminazioni Food&Fashion, menu reali nei ristoranti torinesi, biscotti in Mostra al Palazzo del Risorgimento, laboratori di pasticceria per i più piccini, cocktail Bocuse nei caffè storici e il gusto Gianduia secondo l’antica ricetta reale nelle gelaterie più rinomate, sono stati gli ingredienti principali di questa grande festa del buon gusto!

In occasione del Concorso internazionale Bocuse d’Or che si è tenuto al Lingotto, la nostra Associazione e le sue categorie hanno aderito con entusiasmo ad un percorso di accompagnamento che ha coinvolto tutta la città.

Venerdì 8 e sabato 9 giugno 19 maestri pasticceri si sono alternati in showcooking e creazioni in vetrina e all’interno dei negozi del Centro sotto gli sguardi incuriositi e compiaciuti dei torinesi impegnati nello shopping cittadino!

Nelle vetrine del Centro è stato possibile ammirare le creazioni delle pasticcerie Stratta, Ugetti, Durighello, Enrietto, Guardia, Giachino, Obialero, Zuccarello, Dell’Agnese, Baratti e Milano, Bonfante, Gallizioli, Scalenghe, Galla, Tamborini, Avidano, Cupido e Gertosio.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

15


attualità BOCUSE OFF TORINO CAPITALE DEL GUSTO CON I PASTICCERI IN VETRINA E LE CONTAMINAZIONI FOOD&FASHION Grande successo anche per tutte le altre iniziative che hanno permesso a turisti e visitatori di assaggiare in particolare, presso l’Aula della Camera del Museo del Risorgimento il meglio della produzione legata al mondo del biscotto del territorio; ospiti d’eccezione il campione nazionale della pasticceria italiana Iginio Massari e il maestro Ugo Nespolo. Fino al 16 giugno sarà inoltre possibile degustare nei caffè storici il Cocktail Bocuse e l’antico gusto Gianduia nelle migliori gelaterie torinesi.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

16


attualità BOCUSE OFF TORINO CAPITALE DEL GUSTO CON I PASTICCERI IN VETRINA E LE CONTAMINAZIONI FOOD&FASHION Un discorso a parte merita il laboratorio di pasticceria per i più piccini. lunedì 11 giugno i laboratori Ascom Maison Massena, in collaborazione con il Forter Piemonte, hanno ospitato il corso di pasticceria per bambini dai 7 anni 10. Il maestro pasticciere Manuel Durighello ha insegnato ai piccoli allievi come fare la pasta frolla. Sono stati poi proprio loro a stenderla ed utilizzarla per creare delle crostatine. Dopo una giornata in cui hanno potuto imparare divertendosi letteralmente con le mani in pasta, i piccoli hanno portato a casa le loro creazioni per farle assaggiare alla famiglia, insieme ad un attestato di partecipazione e un grembiulino personalizzato.

Info informazionecorsi@forter.it tel. 011 5516237

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

17


attualità

CONFCOMMERCIO PIEMONTE: LA NORMATIVA REGIONALE SULL’ATTIVITÀ CINEMATOGRAFICA NON PENALIZZI LE CITTÀ A BENEFICIO DEI PARCHI COMMERCIALI A distanza di pochi giorni da un recente incontro con una folta delegazione della Giunta regionale (composta dal Vice Presidente della Giunta regionale e dagli Assessori regionali alle Attività Produttive, Ambiente, Trasporti, Lavoro e Formazione Professionale), le consultazioni in Consiglio regionale sul disegno di “Legge annuale di riordino dell’ordinamento regionale anno 2018», cosiddetto provvedimento omnibus, hanno rappresentato l’occasione perché Confcommercio Piemonte ritornasse sulle criticità riscontrate in merito alla normativa regionale in materia di esercizio cinematografico. Al centro dei timori sottolineati da Confcommercio sono alcune norme, introdotte a sorpresa nel corso dell’iter legislativo sotto forma di emendamenti successivi all’approvazione dell’articolato da parte della Giunta regionale, e pertanto sottratte a qualsiasi forma di confronto e di approfondimento prima della loro entrata in vigore, a fine 2017.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

18


attualità CONFCOMMERCIO PIEMONTE: LA NORMATIVA REGIONALE SULL’ATTIVITÀ CINEMATOGRAFICA NON PENALIZZI LE CITTÀ A BENEFICIO DEI PARCHI COMMERCIALI

In particolare si teme che, escludendo dalle regole della programmazione regionale “la realizzazione di nuove sale cinematografiche mediante il riutilizzo di immobili esistenti, anche mediante interventi di demolizione totale o parziale, successiva ricostruzione” ed ammettendo al tempo stesso “il mutamento della destinazione d'uso in atto” possano venire rafforzati i parchi commerciali ubicati all’esterno delle città.

Il richiamo di Confcommercio Piemonte alle forze politiche presenti in Consiglio regionale è invece rivolto a tutelare al massimo le aree urbane, compresi i centri storici e le zone di periferia, evitando un rafforzamento di polarità commerciali extraurbane tramite l’insediamento di cinema multisala all’interno dei centri commerciali.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

19


attualità

A GOURMET EXPOFORUM FIPE E EPAT RACCONTANO IL BAR ITALIANO: UN’ISTITUZIONE! "L'espressione del vivere fuoricasa, dalla colazione al dopocena, un luogo di ritrovo ma anche un modello di impresa simbolo dello stile di vita italiano.

Il bar è tutto questo e molto di più, una vera e propria "istituzione" da Nord a Sud del Belpaese, e in occasione di Gourmet Expoforum abbiamo voluto sviluppare una riflessione di settore, mettendo al centro il tema della qualità". Fipe - Federazione Italiana Pubblici Esercizi nelle parole del suo Direttore generale Roberto Calugi riassume i contenuti della tavola rotonda "Il Bar di qualità: esperienze ed opinioni a confronto", in collaborazione con Epat - Esercizi Pubblici Associati di Torino e provincia e Ascom Torino.

Un appuntamento che ha visto gli interventi di Alessandro Mautino presidente Epat Torino e Provincia, di Palmira Cutrone, Assessorato alle attività produttive di Regione Piemonte, Lino Enrico Stoppani, Presidente di Fipe, Giuseppina De Santis, Assessore alle attività produttive, energia, innovazione, ricerca di Regione Piemonte, Valentina Quattro, Direttore Comunicazione Italia di TripAdvisor, Alessandro Cocco, coordinatore training center di Lavazza, Giovanni Garosci, imprenditore gruppo “EXKI”, Eggcom s.r.l, Valter Griffone, Accademia Italiana Maestri del Caffè - Piemonte. L'incontro di Torino è stata anche l'occasione per presentare i dati aggiornati sul bar italiano a cura dell'Ufficio Studi Fipe. Ad oggi sono 149.154 i bar in attività lungo lo Stivale, con un volume di affari di 18 miliardi di euro e concentrati principalmente in alcune regioni: Lombardia (16,9%), Lazio (10,4%), Campania (9,6%), Veneto (8,4%) e Piemonte (7,2%). Per quanto riguarda la nati-mortalità delle imprese, nel 2017 si riscontrano 6.335 imprese iscritte e 11.979 imprese cessate, con un saldo negativo di 5.644 imprese.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

21


attualità A GOURMET EXPOFORUM FIPE E EPAT RACCONTANO IL BAR ITALIANO: UNA VERA E PROPRIA "ISTITUZIONE"

Per quanto riguarda la tipologia di esercizio, prevalgono i breakfast e morning bar (30%), seguiti da bar generalisti (24%), lunch bar (17%), bar serali (16%) e bar multifunzione (14%). Sul fronte occupazionale il bar italiano conferma il proprio fermento: i numeri Fipe sulla ricerca di personale nel 2017 parlano di 9.900 baristi. Il settore mostra sempre un andamento in "rosa", con la componente femminile in prevalenza rispetto a quella maschile (il 58% di lavoratrici dipendenti contro il 42% di lavoratori dipendenti). Il 79% dei dipendenti è di nazionalità italiana, mentre i dipendenti di nazionalità straniera si attestano sul 21%.

Perché gli italiani vanno al bar? Secondo l'Ufficio Studi Fipe soprattutto per fare colazione: 5,4 milioni di persone consumano qui tutti i giorni il primo pasto della giornata, con una spesa media di 2,40 euro. A pranzo invece si parla di 1,3 milioni di persone, con una spesa media di 7,50 euro. Venendo invece agli atti di acquisto, i prodotti maggiormente consumati al bar sono bevande calde (36,6), bevande alcoliche e aperitivi (13,3), brioches (12,6), prodotti cosiddetti "d'impulso" come snack e gelati (10,8), bevande analcoliche (10,4), acqua minerale (8,8) e infine panini o piatti (7,5). Per quanto riguarda invece i prezzi, lungo lo Stivale un caffè al bar costa in media 1,00 euro, un cappuccino 1,30 euro, mentre per un panino si pagano 3,10 euro. In Piemonte si contano 10.597 imprese attive (426 nuove iscrizioni e 951 cessazioni, con un saldo negativo di 525 imprese). La maggior parte dei bar si concentrano a Torino e provincia (5.425 imprese, con un volume di affari di 722 milioni di euro). Nel capoluogo piemontese sono operativi 63.676 lavoratori dipendenti, mentre per quanto riguarda i prezzi, un caffè in città ha un prezzo medio di 1,04 euro, un cappuccino 1,36 euro e un panino 2,88 euro.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

22


attualità

SALONE DELL’AUTO: GRANDE SUCCESSO I GIOIELLI DELLE QUATTRO RUOTE Grande successo dal 6 al 10 giugno lungo i viali dello splendido Parco del Valentino per il il Salone dell’Auto 2018 con un calendario ricco di eventi, statici e dinamici, prima fra tutti la Mostra dei Prototipi, la celebrazione del car design. Nella struttura appositamente creata all’interno del Parco del Valentino, i prototipi di ieri e di oggi hanno dato vita a un viaggio suggestivo tra il genio e la creatività delle matite che hanno creato tra i modelli più iconici della storia mondiale dell’automobilismo: Lamborghini Miura, Lamborghini Countach di ASI Bertone, GTZero e Brera Prototype di Italdesign, Zonda HP Barchetta di Pagani, Ferrari Mythos, Ferrari Sergio, Lancia Florida II del 1957 e Sigma Grand Prix del 1969 di Pininfarina, Codatronca di Spadaconcept, RUF RK Spider e Porsche Moncenisio di Studiotorino.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

23


attualità SALONE DELL’AUTO: GRANDE SUCCESSO I GIOIELLI DELLE QUATTRO RUOTE Il biglietto elettronico gratuito ha permesso l’ingresso a un altro grande evento: i 50 anni di Italdesign. All’interno del cortile del Castello del Valentino, per tutti e 5 i giorni, saranno visibili al pubblico i prototipi del centro stile, una passeggiata tra i modelli che sono stati protagonisti di mezzo secolo del mercato auto mondiale: come Fiat Panda, Volkswagen Golf, Mini, Maserati 3200, Alfa Romeo Brera, Audi TT. E sulla Mole Antonelliana, sabato 9 giugno, il logo di Italdesign ricorderà a tutti la celebrazione del centro stile di Moncalieri. Una passeggiata sotto i portici di via Po dove, dal 3 maggio fino al 15 giugno, è allestita una mostra fotografica dedicata al pubblico, che vuole raccontare la storia e l’evoluzione dei brand in collaborazione con Motul. S’intitola “Un percorso nella storia dell’automobile” ed è composta da pannelli sospesi nell’arcata della via, ciascuno dei quali dedicato a un marchio, con la sua data di fondazione, l’immagine della prima vettura prodotta e la fotografia di uno degli ultimi modelli lanciati sul mercato. Per tutta la durata della manifestazione Gli operatori del Centro e della zone limitrofe al Salone espongono una locandina informativa predisposta dal Comitato organizzatore. Infine lo spettacolo d'onore sfila in città domenica 10 giugno 2018 privati e appassionati sono partiti da Piazza Castello con le loro supercar, le vetture storiche di prestigio e le auto sportive, per passare lungo le strade storiche del centro di Torino, la Basilica di Superga, e arrivare all'iconica Reggia di Venaria

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

24


attualità

“UN ASTERISCO MI HA SALVATO DAL FINIRE AL FRESCO” La mancata indicazione dei prodotti decongelati è frode in commercio. L’approfondimento del servizio Haccp. I recenti casi di cronaca torinese hanno evidenziato come ancora molti esercizi di somministrazione non rispettino l’obbligo di informare i consumatori della presenza di prodotti decongelati nei loro piatti. La demonizzazione (tutta italiana) del prodotto congelato ha una storia antica che negli ultimi decenni di miglioramento tecnologico nell’industria alimentare ritrova sempre meno riscontro nella reale ed effettiva qualità dei prodotti. E’ infatti discutibile ritenere di minor “qualità” alcuni prodotti congelati rispetto ai loro omologi venduti come freschi. Lasciando le polemiche ad altri, in Italia vige il reato di frode in commercio sancito dall’ Art. 515 del Codice Penale che definisce: “Chiunque, nell'esercizio di una attività commerciale, ovvero in uno spaccio aperto al pubblico, consegna all'acquirente un prodotto per un altro, ovvero un prodotto, per origine, provenienza, qualità o quantità, diversa da quella dichiarata o pattuita, è punito, qualora il fatto non costituisca un più grave delitto legato alla saluta pubblica, con la reclusione fino a due anni o con la multa fino a 2.065 €.” È quindi opportuno per evitare provvedimenti di ogni tipo andare a comunicare al consumatore ogni prodotto congelato che viene utilizzato nella preparazione dei piatti somministrati con la dicitura DECONGELATO, definita dal Decreto Legge 231/2017, Art.9, comma 9.

Ci auguriamo che questa caccia alle streghe vedrà negli anni un arresto, ma è importante perché ciò avvenga che tutti i protagonisti della filiera, e soprattutto i ristoratori, comincino a creare valore intorno al concetto di “prodotto decongelato”, utilizzando ogni tipo di mezzo comunicativo che possa informare il consumatore in modo corretto e consapevole.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

25


attualità “UN ASTERISCO MI HA SALVATO DA FINIRE AL FRESCO”

SULLA VICENDA IL PUNTO DEL DIRETTORE DELL’EPAT DI TORINO AVV. CLAUDIO FERRARO È necessario affrontare il tema igienico sanitario nei ristoranti non a colpi di denunce per frode in commercio, ma in un contesto di normativa europea. Proprio quella normativa che ad esempio ci sta dettando le regole sulla tutela della Privacy. Orbene il Regolamento Europeo 231 del 2017 entrato in vigore il 9 maggio scorso prevede che la dizione decongelato, nota con il comune asterisco sui menù, non sia obbligatoria in caso che essi siano ingredienti ovvero componenti di un piatto o quando lo scongelamento non produca effetti negativi in termini di sicurezza o qualità. I cibi serviti al ristorante non sono suscettibili di successive utilizzazioni da parte del consumatore per cui il congelamento non introduce un rischio di sicurezza. Il concetto di frode in commercio, non è avulso dalla qualità e contestarla significa considerare il prodotto decongelato come un prodotto dequalificato. Secondo principi microbiologici ed organolettici ci pare che l’Unione Europea sia in questo caso molto più attenta alle moderne tecnologie del food.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

26


attualità

CORSI GRATUITI SULLA SICUREZZA A GIUGNO E LUGLIO Negli ultimi anni il quadro legislativo in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ha subito importanti modifiche; indubbiamente la principale risale al 2008, anno in cui è entrato in vigore l’ormai noto “Testo Unico Sulla Sicurezza”, il Decreto Legislativo 81/08, che ha abrogato e definitivamente sostituito il precedente Decreto Legislativo 626/94. Il Decreto Legislativo 81/08 ha rafforzato, ma anche introdotto, nuovi obblighi a carico del datore di lavoro, per i quali, in caso di inadempienza, sono previste sanzioni amministrative e penali. Nell’intento di agevolare le imprese interessate a far fronte a queste incombenze l’Ascom e gli Enti Bilaterali provinciali del Turismo e del Terziario propongono una serie di corsi di formazione e di aggiornamento, in programma nei mesi di giugno e luglio, di cui le aziende aderenti possono beneficiare gratuitamente. Venerdì 22 giugno ore 8.30 -12.30: Corso Sicurezza Lavoratori - basso rischio 8 ore - Il corso proseguirà nel pomeriggio dalle ore 13.30 alle ore 17.30. Lunedì 25 giugno ore 9.00 – 13.00: Corso Sicurezza Lavoratori - basso rischio – 8 ore - Il corso proseguirà con il medesimo orario lunedì 2 luglio p.v. Lunedì 25 giugno ore 14.00 – 18.00: Corso di RSPP Basso rischio datori di lavoro – 16 ore - Il corso proseguirà nel medesimo orario nei giorni di lunedì 2 – 9 e 16 luglio p.v. Martedì 26 giugno ore 14.00 – 18.00: Corso Antincendio basso rischio - 4 ore Mercoledì 27 giugno ore 14.00 – 18.00: Corso Addetti primo soccorso – 12 ore - Il corso proseguirà con il medesimo orario nei giorni di mercoledì 4 e venerdì 6 luglio p.v.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

27


attualità CORSI GRATUITI SULLA SICUREZZA A GIUGNO E LUGLIO Mercoledì 27 giugno ore 8.30 – 12.30: Corso Aggiornamento Lavoratori – 6 ore - Il corso proseguirà nella medesima giornata dalle 13.30 alle 15.30. Mercoledì 27 giugno ore 9.00 – 13.00: Corso Aggiornamento RLS – 4 ore Giovedì 28 giugno ore 9.00 – 13.00: Corso Sicurezza Lavoratori - basso rischio - 8 ore Il corso proseguirà nel pomeriggio con orario 14.00 – 18.00. Giovedì 28 giugno ore 8.30 – 13.30: Corso Aggiornamento Addetti Antincendio rischio medio - 5 ore Giovedì 28 giugno ore 9.00 – 12.00: Corso di aggiornamento RSPP datori di lavoro – 6 ore - Il corso proseguirà con il medesimo orario nella giornata di giovedì 5 luglio p.v. Venerdì 29 giugno ore 8,30 – 12,30: Corso Addetti Antincendio rischio medio - 8 ore - Il corso proseguirà nel pomeriggio dalle ore 13.30 alle ore 17.30. Martedì 3 luglio ore 9.00/13.00 – 14.00/18.00: Corso RLS - Rappresentante Lavoratori Sicurezza – 32 ore - Il corso proseguirà con il medesimo orario nei giorni di martedì 10 – 17 e 24 luglio p.v. Martedì 3 luglio ore 14.00 – 18.00: Corso di Aggiornamento Addetti Primo Soccorso – 4 ore

Per informazioni: - sui singoli corsi: dr.ssa Federica Fiore tel. 011.55.16336 – 288 - sugli obblighi derivanti dal d. lgs. 81/2008 e s.m.i.: dr.ssa Tiziana Bellucci tel. 011.55.16256 su iscrizione e funzionamento EEBB: Raffaela Busico tel. 011.55.16104

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

28


formazione

SONO APERTE LE ISCRIZIONI PER I CORSI DI LINGUA DI FORTER PIEMONTE I corsi di lingua straniera finanziati dalla Città Metropolitana di Torino e organizzati da Forter Piemonte sono: Lingua inglese – livello elementare: con l'obiettivo di fornire le conoscenze necessarie per: comprendere frasi ed espressioni usate frequentemente; comunicare efficacemente durante attività di routine; descrivere in termini semplici aspetti del proprio background e dell'ambiente circostante. Il percorso fa riferimento al livello A2 del Portfolio Europeo delle Lingue. Lingua inglese – livello intermedio: ha la finalità di fornire le abilità necessarie per: comprendere le idee principali di testi complessi; interagire con interlocutori madrelingua in modo spontaneo; produrre un testo chiaro e dettagliato su un'ampia gamma di argomenti. Il percorso fa riferimento al livello B2 del Portfolio Europeo delle Lingue. Lingua russa – livello principiante: si propone di fornire le conoscenze necessarie per: comprendere e usare espressioni di uso quotidiano e frasi tese a soddisfare bisogni concreti; presentare se stessi e gli altri; interagire con interlocutori che parlino lentamente e chiaramente. Il percorso fa riferimento al livello A1 del Portfolio Europeo delle Lingue. Lingua spagnola – livello principiante: con l'obiettivo di fornire le conoscenze necessarie per: comprendere ed utilizzare espressioni di uso quotidiano; presentare se stessi e gli altri; interagire in modo semplice con interlocutori disposti a parlare lentamente e in modo chiaro. Il percorso fa riferimento al livello A1 del Portfolio Europeo delle Lingue.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

29


formazione SONO APERTE LE ISCRIZIONI PER I CORSI DI LINGUA DI FORTER PIEMONTE Lingua spagnola – livello intermedio: ha la finalità di fornire le abilità necessarie per: comprendere le idee principali di testi complessi; interagire con una certa spontaneità con interlocutori madrelingua; produrre un testo chiaro e dettagliato su un'ampia gamma di argomenti. Il percorso fa riferimento al livello B2 del Portfolio Europeo delle Lingue.

Possono partecipare a una o più attività formative comprese nel Catalogo dell’Offerta formativa e ottenere VOUCHER FORMATIVI INDIVIDUALI dell’importo del 70% del costo complessivo del corso: •

lavoratori dipendenti di aziende pubbliche e private occupati presso un datore di lavoro localizzato in Piemonte e/o i lavoratori domiciliati in Piemonte;

agenti, lavoratori con contratto a tempo parziale, a tempo determinato o di collaborazione organizzata dal committente ai sensi dell’art. 2 del D.Lgs. n. 81/2015, nonché inseriti nelle altre tipologie contrattuali previste dalla vigente normativa in materia che configurino lo stato di lavoratore occupato;

• • •

titolari e amministratori di piccole e medie imprese, inclusi i coadiuvanti; professionisti iscritti ai relativi albi; lavoratori autonomi titolari di partita IVA.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

30


formazione SONO APERTE LE ISCRIZIONI PER I CORSI DI LINGUA DI FORTER PIEMONTE L’Avviso include anche VOUCHER FORMATIVI AZIENDALI per i lavoratori occupati presso imprese localizzate sul territorio della Città Metropolitana di Torino. Sono esclusi dal voucher formativo aziendale i lavoratori della Pubblica Amministrazione. per informazioni e iscrizioni: Sportello FORTER - via Massena 20, Torino,

dal lunedì al giovedì: 8.30 -17.30, venerdì 8.30 -16.30 oppure telefonare al n° 011-5516290 oppure inviare una mail a: informazionecorsi@forter.it

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

31


ASCOM MONCALIERI APPELLO ALLA GIUNTA COMUNALE: “COMMERCIANTI COINVOLTI NEGLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE DELLA CITTÀ In merito all’approvazione dei progetti relativi al bando del Governo: quattro milioni di euro per lavori e numerosi interventi di riqualificazione nella città di Moncalieri, l’Ascom Moncalierese nel ringraziare il Sindaco Paolo Montagna e la sua Giunta, auspica che i lavori inizino a breve e vi sia un coinvolgimento delle Associazioni di Categoria anche al fine di cercare di creare il minor disagio possibile alle attività produttive e alla cittadinanza. Moncalieri, città storica, oggi non gode appieno delle sue straordinarie risorse. L’Amministrazione comunale, fattasi interprete dell’esigenza dei cittadini e delle attività produttive, vuole colmare alcune carenze ed ha pensato di partecipare al bando, riuscendo a trovare alcune risorse che permetteranno interventi importanti su alcune zone della città Questi interventi – dichiara il Presidente Luigi D’Alessandra - dovranno essere l’occasione per restituire qualità e per migliorare la potenzialità commerciale della nostra città. Crediamo che con progetti condivisi ed interventi di qualità, data anche la rilevanza commerciale e storica del Centro e delle Borgate della città di Moncalieri, possano essere operazioni importanti al miglioramento del tessuto commerciale della nostra Città. Auspichiamo a breve anche un grande intervento per il miglioramento dell’efficienza energetica del servizio di illuminazione pubblica per l’intera città di Moncalieri.”

“Come Associazione di Categoria – conclude il presidente D’Alessandra -siamo sempre a disposizione per condividere e accompagnare progetti che possano contribuire a ridare alla città di Moncalieri, sia da un punto di vista culturale che commerciale, quel ruolo che tradizionalmente le compete”.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

P R OV I N C I A

dalla provincia

32


LA GRANDE INVASIONE DI IVREA CHIUDE CON 17.000 PRESENZE APPUNTAMENTO DAL 31 MAGGIO AL 2 GIUGNO 2019 PER LA SETTIMA EDIZIONE

Grande successo di pubblico per La grande invasione, il festival della lettura ideato da Marco Cassini e Gianmario Pilo e da Lucia Panzieri e Silvia Trabalza per la Piccola invasione, che per il sesto anno ha animato la città di Ivrea dall’1 al 3 giugno con oltre 17.000 presenze in tre giorni, pur con un giorno in meno rispetto alla passata edizione e senza il tradizionale concerto in piazza della Festa della Repubblica.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

P R OV I N C I A

dalla provincia

33


LA GRANDE INVASIONE DI IVREA CHIUDE CON 17.000 PRESENZE APPUNTAMENTO DAL 31 MAGGIO AL 2 GIUGNO 2019 PER LA SETTIMA EDIZIONE La città ha ospitato 156 incontri, di cui 66 dedicati ai lettori più giovani, e 110 ospiti, dando vita a un fittissimo calendario di appuntamenti. Non sono mancati quelli che ormai sono grandi classici della Grande invasione: dalla rassegna stampa con Colazione e giornali, l’incontro che tradizionalmente apre ogni giornata del festival, durante il quale i giornalisti ospiti (Luca Sofri, Jacopo Iacoboni, Giordano Meacci, Luigi Mascheroni, Mario De Santis, Silvia Bencivelli) hanno commentato le notizie del giorno, a La nostra carriera di lettori, in cui gli scrittori Andrea Marcolongo e Matteo Nucci, Paolo Giordano e Melania Mazzucco e Giorgio Vasta con Walter Siti hanno raccontato quali sono stati i libri che più li hanno influenzati e formati, come autori e come lettori. Il pubblico ha inoltre partecipato numeroso ai 15 Pranzi letterari, durante i quali altrettanti autori hanno declinato in maniera originale e personale il tema questa edizione, ovvero le ossessioni. Anche la saggistica ha avuto una sua sezione dedicata, con Maurizio Maggiani in dialogo don Piero Agrano e la lectio magistralis di Franco Cardini. Questa edizione più che mai è stata quella in cui particolare attenzione è stata dedicata alle arti figurative, con ben tredici mostre inaugurate nell’arco della tre giorni. Un’Ivrea invasa letteralmente dai libri, con punti per il book crossing allestiti davanti a molti negozi della città, che sono rimasti aperti in via eccezionale anche il 2 giugno in occasione del festival. Si tratta di un’iniziativa a cui ha collaborato Ascom Ivrea. Ben 3.000 presenze quelle registrate poi per la Piccola invasione che si è snodata attorno ai due temi della poesia e del fumetto, con incontri dedicati all’ascolto, al ritmo e alla parola e all’immagine, con ospiti che nel corso del festival si sono raccontati ai bambini, ai loro genitori e agli insegnanti, coinvolgendoli anche in attività e laboratori. La settima edizione della Grande invasione si terrà dal 31 maggio al 2 giugno 2019.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

P R OV I N C I A

dalla provincia

34


ASCOM CARMAGNOLA TORNANO I GIOVEDI SOTTO LE STELLE E I SALDI 2018 Tutto pronto a Carmagnola per la manifestazione “I Giovedì sotto le stelle” promossa dal Comune di Carmagnola in collaborazione con Ascom, Officina Carmagnola, Pro Loco e Confesercenti. Le date di quest'anno: 21 e 28 giugno, sabato 7 luglio (inizio saldi), giovedì 12, 19 e 26 luglio. Dichiara l'Assessore al Commercio del Comune di Carmagnola, Gian Luigi Surra: "Nonostante le difficoltà legate alla gestione della sicurezza, alle luce delle attuali norme, il gruppo di lavoro con entusiasmo ha partecipato alla definizione del programma che interessa gli esercenti Carmagnolesi e che ormai è diventato un appuntamento irrinunciabile, non solo per i nostri cittadini, prima delle vacanze estive".

SERATE TEMATICHE 21 giugno: serata dedicata ai bambini e alle famiglie, il 28 giugno sarà riproposta la serata folk, il 7 luglio musica e sport, il 12 luglio serata blues, il 19 luglio sarà la volta del Giorgione Days e spettacoli circensi.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

P R OV I N C I A

dalla provincia

35


ASCOM CARMAGNOLA TORNANO I GIOVEDI SOTTO LE STELLE E I SALDI 2018 Il calendario degli eventi si concluderà il 26 luglio in Borgo Vecchio, con musica rock e moto. Conclude l'Assessore Surra "Queste sono le prime anticipazioni del programma estivo. Ringrazio sin d'ora tutti coloro che si attivano per questi eventi, in particolare le associazioni, i volontari per la sicurezza e il personale degli uffici. Un ringraziamento particolare agli esercenti carmagnolesi che aderendo all'iniziativa contribuiscono anche finanziariamente alla realizzazione delle serate". “Con l’entusiasmo che ci contraddistingue – dichiara il presidente di Ascom Carmagnola Giuseppe Lanfranco siamo stati in prima fila nell’organizzazione di questa manifestazione che è ormai diventata un classico dell’estate carmagnolese.

Aspettiamo turisti e visitatori nelle serate sotto le stelle e in particolare nella data dei saldi, occasione per i visitatori di fare qualche buon affare… sotto le stelle!”

CARMAGNOLA

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

P R OV I N C I A

dalla provincia

36


LE NOSTRE SEDI Carmagnola 335-8045842 carmagnola@ascomtorino.it

Chieri 011-9472369

Oulx 0122-831664

Chivasso 011-9101294

Rivarolo 0124-29412

Ciriè 011-9210730

Rivoli 011-9584814

Ivrea 0125-48455

Settimo 011-8984402

Lanzo 0123-28817

Susa 0122-622508

Moncalieri 011-6402218

Venaria 011-4597669

chieri@ascomtorino.it

chivasso@ascomtorino.it cirie@ascomtorino.it

ivrea@ascomtorino.it

lanzo@ascomtorino.it

moncalieri@ascomtorino.it

oulx@ascomtorino.it

rivarolo@ascomtorino.it rivoli@ascomtorino.it

settimo@ascomtorino.it susa@ascomtorino.it

venaria@ascomtorino.it

ASCOM TORINO E PROVINCIA

Via Massena, 20 10128 Torino www.ascomtorino.it marketing@ascomtorino.it Tel.011.5516111 Fax 011.5516289 www.youtube.com/user/AscomTo Ascom Confcommercio Torino e provincia

Massena20 online giugno 2018  
Massena20 online giugno 2018  
Advertisement