Page 1

MASSENA20

Rivista mensile a cura dell’Ufficio Stampa dell’Ascom di Torino e Provincia

APRILE 2018

ASCOM: IL CENTRODI STORICO LABORATORIO INNOVAZIONE CHE

VOGLIAMO… ZTL Il centro storico che vogliamo (pag. 2)

INNOVAZIONE Prosegue il progetto tech@home 4.0 negozi digitali (pag. 5)

LAVORO le opportunità per le imprese (pag. 14)


prima pagina

IL CENTRO STORICO CHE VOGLIAMO: MENO DEMAGOGIA E PIÙ DIALOGO prima pagina

2

il centro storico che vogliamo

Tre domande alla presidente Maria Luisa Coppa sui recenti provvedimenti annunciati dall’Amministrazione Appendino in tema di ZTL

innovazione

5

al via 4.0 negozi digitali

Presidente Coppa nei giorni scorsi il consigliere regionale 5stelle Federico Valetti ha esortato i Commercianti del Centro a superare tutte le perplessità sul nuovo progetto di ZTL nel Centro Storico di Torino e a considerare invece, come vero pericolo per il Commercio, non le modifiche all’accesso in Centro ma il ricorso sempre più spesso da parte del consumatore alle grandi strutture commerciale e al commercio online. Che cosa ne pensa? Presidente Coppa: “Ho letto l’articolo e premetto che ho riscontrato una certa ingenuità nel ragionamento del consigliere regionale Valetti. A mio parere occorre pensare ad un disegno più grande di riqualificazione del Centro Storico di Torino, favorendone la vivibilità, l’arredo urbano, la manutenzione della pavimentazione delle strade, la sua capacità attrattiva per i torinesi e per i turisti; il vero problema è far venire la gente in Centro, il cuore della Città che sta perdendo attrattività.

lavoro

14

opportunità per le aziende

fiscale

17

dichiarazioni 2018 novità e conferme credito tax credit pubblicità

22

attualità eventi e notizie

27

dalle categorie

44

notizie varie

dalla provincia

49

notizie ed approfondimenti

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

2


prima pagina IL CENTRO STORICO CHE VOGLIAMO: MENO DEMAGOGIA E PIÙ DIALOGO Negli anni in cui era stata pensata la ZTL nella zona centrale vi erano banche, uffici pubblici, professioni e attività che ora non ci sono più. Perché ciò avvenga è necessario lavorare insieme, Amministrazione e Associazioni di Categoria ad un nuovo progetto di valorizzazione del Centro Storico, delle sue zone auliche, Il mondo del Commercio è pronto a fare la sua parte

Quali sono i ragionamenti da fare? Presidente Coppa: “Il nostro pensiero è che il Centro debba diventare una “zona di benvenuto”; in campo ci sono diverse ipotesi. Noi non accetteremo mai provvedimenti che penalizzino le attività commerciali della zona centrale già messe in difficolta dalla perdurante stagnazione dei consumi e dal recente calo delle presenze turistiche che la Città sta registrando da alcuni mesi. Discutere del Centro Storico non significa parlare solo di traffico ma anche di Cultura di eventi, di tutto ciò che può rendere sempre più attrattiva la zona centrale di Torino. Abbiamo quindi accolto con favore la volontà del Comune di non volere calare dall’alto alcun progetto preconfezionato ma ricercare insieme le migliori soluzioni nell’interesse dello sviluppo di Torino e delle sue imprese. Per questo cogliamo con interesse alcune aperture circa la riduzione della perimetrazione dell’area interessata dalla Ztl, l’accessibilità gratuita per i veicoli che usufruiscano dei parcheggi nella zona centrale e la disponibilità da parte dell’Amministrazione a strategie di rilancio.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

17

3


prima pagina IL CENTRO STORICO CHE VOGLIAMO: MENO DEMAGOGIA E PIÙ DIALOGO Il ragionamento è chiaro, tuttavia nell’articolo del consigliere regionale Cinque Stelle si possono cogliere alcuni spunti come la crescita della grande distribuzione alle porte di Torino e il sempre maggiore ricorso di una fetta consistente di consumatori al commercio elettronico Presidente Coppa: “Nel dibattito sullo sviluppo del Centro Storico e del ruolo del Commercio torinese sarebbe sbagliato non tenere conto di queste due argomentazioni, il moltiplicarsi fuori dalla zona centrale delle grandi strutture distributive e il ruolo sempre più preponderante del commercio digitale. E’ indubbio che queste nuove “concorrenze” generino la necessità che anche le nostre attività adottino una graduale riconversione gestionale e di marketing per adeguarsi alle nuove abitudini dei consumatori. L’ Associazione ha scelto da tempo di essere un punto di riferimento per le nostre imprese anche nella comprensione dei grandi fenomeni di trasformazione che sta attraversando il Commercio. Per questo motivo abbiamo investito sulla Formazione e sull’Innovazione con progetti specifici che permettono agli esercizi commerciali di sperimentare nuove tecnologie che favoriscano la crescita del business anche sul digitale. “Suggerirei alla politica di essere più cauta nell’esprimere opinioni su una categoria, quella delle piccole imprese che forse conoscono poco.

17

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

4


innovazione

È nato in Ascom un nuovo progetto, a disposizione delle Imprese associate per fare business utilizzando l’innovazione. . La tecnologia incuriosisce, ma da sola non basta! Questo il punto di partenza. Accattivante, ti fa sentire “alla moda”, a volte costa cara, ma da sola è inutile, una “cattedrale nel deserto”!

La tecnologia va conosciuta e sfruttata: occorre saperne il funzionamento, ma soprattutto serve applicarla al proprio business per migliorare i risultati.

Per questo, il progetto Negozi digitali 4.0 di Ascom Torino, realizzato in collaborazione con il PID, Punto Impresa Digitale della Camera di Commercio di Torino, ti mette in condizione: • •

non solo di sperimentare gratuitamente per alcuni mesi le nuove tecnologie digitali più utili per la tua attività, ma soprattutto di avere specialisti del retail che insieme a te costruiranno su misura un progetto per tradurre in business i dati, le misurazioni e le informazioni delle tecnologie utilizzate.

17

Una sperimentazione in vivo dei benefici delle nuove tecnologie digitali, del tutto gratuita!

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

5


innovazione

In sintesi… • SCOPRI le tecnologie adatte alla tua attività; • PROVA in forma gratuita le tecnologie da te scelte nel tuo negozio e scoprine i vantaggi; • UTILIZZA i dati che sono in grado di fornirti e utilizzali per aumentare il tuo business;

Tecnologia digitale in azienda: perché? 1. per generare traffico

• con l’impostazione di una strategia di comunicazione • lavorando con i social network 2. per costruire efficacia e gradimento

• • • •

operando sulla attrattività delle vetrine per costruire un concept coerente ed efficace in applicazione delle regole di visual merchandising per rendersi riconoscibili

17

3. per costruire relazioni • creare una cerimonia di vendita coerente con il brand • sapendo lavorare sui bisogni dei clienti • per gestire efficacemente le relazioni durante le vendite • costruire un percorso emozionante

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

6


innovazione

4. • • •

per chiudere vendite conoscere e gestire tecniche di cross ed up-selling; aumentando l’efficacia della proposta commerciale; lavorando sulla soddisfazione del cliente;

5. • • • •

per fidelizzare raccogliere i dati e gestirli in modo efficace; clusterizzare i clienti; impostare strategie d;i fidelizzazione gestire i feedback;

Quali tecnologie? Le soluzioni che proponiamo alle Aziende sono legate a questi ambiti:

17

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

7


innovazione

I tempi del progetto:

Febbraio 2018 ad oggi: Ricerca aperta di tecnologie partner con caratteristiche idonee al progetto; Marzo 2018: Contrattualizzazione delle aziende partner; Marzo e aprile 2018: Serate di presentazione in Torino e Provincia e raccolta adesioni di interessamento al progetto; Entro fine aprile 2018: Selezione di circa 20-30 aziende con caratteristiche idonee per poter applicare le tecnologie; Maggio, giugno e Luglio: Sperimentazione in azienda: Installazione presso i punti vendita, formazione e tutoraggio dei fornitori di tecnologia per conoscenza prodotti e counselling di specialisti di marketing per applicazione concreta benefici della tecnologia al proprio business; Maggio, giugno e Luglio: In contemporanea al periodo di sperimentazione, è previsto un supporto di comunicazione, mediante realizzazione di video con protagonisti i titolari delle aziende coinvolte, attività social;

17

Aprile, maggio, giugno: È prevista una copertura media con conferenza stampa di avvio da svolgere direttamente presso la sede di un’azienda coinvolta e la realizzazione di un evento pubblico di presentazione dei risultati.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

8


innovazione

PER SAPERNE DI PIÙ Federica MARTINOTTI 011.5516212 fmartinotti@ascomtorino.it

Concetta DI MAGGIO 011.5516118 cdimaggio@ascomtorino.it Mario LIPPI (referente progetto) 011.5516292 mlippi@ascomtorino.it

Ti interessa? Ti aspettiamo!

17

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

9


innovazione

ASCOM TORINO SUCCESSO Tech@home #negozidigitali Oltre una trentina di aziende hanno partecipato alla serata di presentazione, presso l’Ascom di Torino, di Tech@home #negozidigitali, un progetto realizzato in collaborazione con partner privati e Pid- Camera di commercio di Torino per divulgare L’uso di tecnologie negli esercizi commerciali, allo scopo di migliorare il rapporto con la clientela e favorire lo sviluppo del business «Il 95% delle piccole e medie imprese - ha spiegato Mario Lippi coordinatore del progetto – è incuriosita ma al tempo stesso preoccupata di cosa accade in questo mondo. E’ nostro compito favorire il processo di innovazione e di opportunità delle aziende nostre associate offrendo loro la possibilità di sperimentare gratuitamente le soluzioni digitali più adatte al mondo del Commercio». Un ampio panorama delle tecnologie a disposizione delle aziende è stato offerto dall’esperto Francesco De Gregorio: “Il nostro obiettivo è rendere fruibili soluzioni digitali particolarmente adattabili al mondo del Commercio, per generare traffico nel punto vendita e stimolare dal punto di vista emozionale il rapporto con la clientela; per questo è necessario costruire un percorso emozionale a partire dall’attrattività delle vetrine per arrivare alla costruzione di nuove relazioni.”

17

La sperimentazione avverrà in cinque ambiti prescelti: pagamenti elettronici, gestione dati, analisi, fidelizzazione e sicurezza. A concludere la serata il direttore generale di Ascomfidi Nord-Ovest Massimo Ariano che ha illustrato le molte opportunità offerte dal nostro Confidi nel settore del Credito, alle aziende associate.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

10


innovazione

TEATRINO CIVICO DI CHIVASSO PRIMA TAPPA DEL PROGETTO tech@home NEGOZI DIGITALI Più di cinquanta le aziende presenti, il Progetto “Negozi Digitali” vede la regia di Ascom Confcommercio Torino e Provincia ed è realizzato in collaborazione con la Camera di Commercio di Torino. Gli imprenditori in sala erano di categorie eterogenee alcuni già avvicinati alla tecnologia nella loro attività, altri completamente digiuni. Il progetto sul commercio digitale arriva sulla piazza di Chivasso in un momento di forte incertezza e preoccupazione per l’apertura di un Parco Commerciale con piastra alimentare alla periferia nord della Città, in un periodo di grave crisi dei consumi che perdura ormai da troppo tempo.

In sala però c’erano i commercianti dei negozi tradizionali del Centro Storico, quelli che non si lamentano ma che credono fortemente che la strada dell’innovazione e della differenziazione dei servizi siano vincenti sulla grande distribuzione impersonale ed asettica.

17

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

12


innovazione TEATRINO CIVICO DI CHIVASSO PRIMA TAPPA DEL PROGETTO tech@home NEGOZI DIGITALI

Ha aperto la serata l’Assessore al Commercio Pasquale Centin, l’Amministrazione Comunale è partner di tutti i progetti e le iniziative di Ascom, che si è dichiarato contento e soddisfatto del percorso e della strada che gli operatori stanno facendo. Ad animare la serata Francesco De Gregorio di Now che ha illustrato il progetto che si può così sintetizzare: le tecnologie a disposizione delle Imprese associate per fare business utilizzando l’innovazione. Il mercato cambia in continuazione, Ascom vuole dare supporto e suggestioni agli imprenditori che pensano al futuro. E gli imprenditori hanno reagito con entusiasmo dichiarandosi, fin da subito, disponibili a testare le tecnologie nella propria attività.

17

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

13


innovazione

ASCOM NICHELINO: LA TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELLE PICCOLE IMPRESE Il tema della tecnologia al servizio della piccola impresa è stato al centro dell’incontro che si è tenuto lunedì 26 marzo al Centro Nicola Grosa di Nichelino organizzato dall’ Ascom con il patrocinio del Comune di Nichelino. Circa 30 aziende hanno seguito con attenzione l’illustrazione del progetto “Negozi Digitali 4.0 Tech@home” da parte di Francesco De Gregorio esperto in comunicazioni e applicazioni tecnologiche nell’ambito del Retail: “La tecnologia è sempre più importante per le Aziende.

Il progetto offre ad un numero selezionato di esercizi commerciali la possibilità di utilizzare in forma gratuita tecnologie scelte per testarne l’utilità.”

17 “La sfida – dichiara Luigi D’Alessandra presidente Ascom Moncalieri- è far fronte alla crescenti necessità dettate da un mercato sempre più competitivo per le piccole e medie aziende del commercio. Crediamo indispensabile per le aziende e per il loro mondo studiare questi cambiamento e appropriarsi di quelle tecnologie e di quegli studi di marketing che permettano la crescita e lo sviluppo del business.”

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

14


lavoro

OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE SGRAVIO CONTRIBUTIVO PER L’ASSUNZIONE DI GIOVANI APPRENDISTATO - GARANZIA GIOVANI Riportiamo qui di seguito alcuni benefici a disposizione delle aziende che intendono assumere giovani Sgravio contributivo per l’assunzione di giovani Ai datori di lavoro privati che dal 1° gennaio 2018 assumono lavoratori con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, è riconosciuto, per un periodo massimo di 36 mesi, l’esonero dal versamento del 50% dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, nel limite massimo di importo pari a € 3.000 su base annua, riparametrato e applicato su base mensile.

E’ possibile applicare la decontribuzione ai rapporti a tempo indeterminato stipulato ai lavoratori che, alla data della prima assunzione incentivata non abbiano compiuto il 35° anno di età nel 2018 (dal 2019 i limite di età scende a 30 anni) e non siano stati occupati a tempi indeterminato con il medesimo o altro datore di lavoro. Apprendistato. Per l'assunzione di giovani in apprendistato tra i 18 e i 29 anni, i datori di lavoro possono beneficiare di un regime contributivo agevolato. In particolare: per le aziende fino a 9 dipendenti la contribuzione è così strutturata: 1,50% per il primo anno, 3% per il secondo, 8% per il terzo e per gli anni successivi al terzo è prevista una contribuzione pari al 10% della remunerazione imponibile ai fini previdenziali. Per le aziende oltre i 9 dipendenti invece la contribuzione per tutta la durata dell'apprendistato è pari al 10%. Tali agevolazioni sono mantenute per un anno in caso di trasformazione in contratto a tempo indeterminato al termine del periodo formativo. Anche la contribuzione a carico dell'apprendista è ridotta ed è pari al 5,84% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali. Al beneficio contributivo si aggiunge quello economico, consistente nella possibilità di sottoinquadrare il lavoratore, per la prima metà del periodo di apprendistato, di due livelli rispetto a quello spettante in applicazione del CCNL e di un livello per la seconda metà.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

15


lavoro OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE SGRAVIO CONTRIBUTIVO PER L’ASSUNZIONE DI GIOVANI APPRENDISTATO - GARANZIA GIOVANI Garanzia giovani L’incentivo spetta per l’assunzione di giovani aderenti al Programma Garanzia Giovani. Possono registrarsi al Programma i giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni non occupati e non inseriti in un percorso di studi o formazione. Se hanno meno di 18 anni devono aver assolto al diritto dovere all’istruzione e formazione.

L’incentivo è riconosciuto solo per assunzioni effettuate tra il 1° gennaio 2018 ed il 31 dicembre 2018 e si applica ai seguenti rapporti: • Assunzioni a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione; • Rapporti di apprendistato professionalizzante; L’incentivo è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione di premi e contributi dovuti all’INAIL, riparametrato e applicato su base mensile per dodici mensilità. Soglia massima di esonero pari a € 8.060 su base annua riparametrata e applicata su base mensile per 12 mensilità. In ipotesi di rapporti di lavoro a tempo parziale, il massimale dell’agevolazione deve essere proporzionalmente ridotto. Da quanto visto sopra, oggi un’azienda che volesse assumere un giovane, potrebbe usufruire di una serie di agevolazioni contributive ed economiche importanti e protratte nel tempo. Si pensi al seguente esempio: • azienda del terziario con meno di 9 dipendenti; • giovane aderente al Programma Garanzia Giovani, età 22 anni

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

16


lavoro OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE SGRAVIO CONTRIBUTIVO PER L’ASSUNZIONE DI GIOVANI APPRENDISTATO - GARANZIA GIOVANI L’azienda potrebbe pertanto costruire un percorso di inserimento così strutturato: • assunzione con contratto di apprendistato professionalizzante, con inquadramento per la prima metà del contratto (es. i primi 18 mesi per un contratto di 36) inferiore di due livelli rispetto alla qualifica finale. Per la seconda metà sottoinquadramento di un livello. In questa fase l’azienda fruirebbe per il primo anno delle agevolazioni contributive di garanzia giovani sopradescritte, e per il secondo e terzo beneficerebbe della contribuzione ridotta, secondo le regole dell’apprendistato. • Ulteriore periodo di 12 mesi di contribuzione ridotta (10%) prevista in caso di conferma a tempo indeterminato dell’apprendista. • Ulteriore periodo di 12 mesi di contribuzione ridotta prevista dallo sgravio contributivo per i giovani (50% dei contributi, fino ad un massimo di 3.000 €).

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

17


fiscale

DICHIARAZIONI DEI REDDITI 2018 TRA CONFERME E NOVITÀ Con l’arrivo della Primavera ritorna anche la stagione delle dichiarazioni dei redditi, di seguito, proviamo ad approfondire gli aspetti più interessanti, focalizzando l’attenzione sulle novità di maggior rilievo: Il quadro delle detrazioni della dichiarazione dei redditi si contraddistingue per le seguenti novità: - è possibile fruire della detrazione del 19% per le spese sanitarie, anche per le spese sostenute per l’acquisto di alimenti a fini medici speciali, inseriti nella Sezione A1 del Registro nazionale, con l’esclusione di quelli destinati ai lattanti (si tratta di una norma introdotta, limitatamente per il 2017 e 2018, dal Collegato fiscale 2018); - per le spese di istruzione il limite annuo massimo passa a 717 euro (il limite era fissato a 564 euro) per alunno o studente; - relativamente alla detrazione per le spese sostenute dagli studenti universitari fuori sede per gli anni d’imposta 2017 e 2018 il requisito della distanza si intende rispettato anche all’interno della stessa Provincia ed è ridotto a 50 chilometri per gli studenti residenti in zone di montagna o disagiate; - la detrazione per le erogazioni liberali a favore degli istituti scolastici, è estesa anche agli istituti tecnici superiori di cui al D.P.C.M. 25 gennaio 2008; - è prorogata la detrazione del 50% per le spese relative a interventi di recupero del patrimonio edilizio; le istruzioni vengono modificate per tener conto della disciplina applicabile nel 2017 anche in relazione alle nuove detrazioni per gli interventi antisismici; - è prorogata la detrazione del 50% per le spese sostenute per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici. - è prorogata la detrazione del 65% per le spese relative agli interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici e tra le spese detraibili anche quelle sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 per interventi di riqualificazione energetica di parti comuni di edifici condominiali che godono della detrazione del 70% o 75%.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

18


fiscale DICHIARAZIONI DEI REDDITI 2018 TRA CONFERME E NOVITÀ

Per quanto riguarda i redditi da dichiarare la novità di maggior rilievo del 2017 è rappresentata del redditi derivanti dalle locazioni brevi degli immobili, vediamo brevemente in cosa consiste. Si tratta delle locazioni di immobili ad uso abitativo di durata non superiore a 30 giorni, la disciplina dei contratti di breve durata, pur esistendo già nel nostro ordinamento è stata completamente rivista ed ampliata con la Manovra correttiva 2017, infatti nel concetto di “locazione breve” sono stati fatti rientrare anche i contratti che prevedono la prestazione dei servizi di fornitura di biancheria e di pulizia dei locali. Inoltre a questi contratti è stata estesa la possibilità di effettuare l’opzione per la cedolare secca del 21%, anche nel caso in cui i corrispettivi lordi derivino da contratti di sublocazione stipulati, a partire dal 1° giugno 2017, o da contratti conclusi dal comodatario aventi ad oggetto il godimento dell’immobile a favore di terzi, aventi durata inferiore a 30 giorni. Bisogna inoltre tenere presente che la cedolare secca del 21% si applica ai contratti stipulati da persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività d’impresa, direttamente o tramite soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare, ovvero soggetti che gestiscono portali telematici, mettendo in contatto persone in cerca di un immobile con persone che dispongono di unità immobiliari da locare. Nel caso di intervento di intermediari, si segnala altresì l’obbligo, da parte di questi soggetti, di effettuare (e versare) una ritenuta del 21% e di rilasciare la CU (certificazione Unica) al proprietario dell’immobile o del comodatario che ha percepito l’affitto.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

19


scadenziario fiscale

SCADENZIARIO FISCALE APRILE 2018 VENERDÌ 6 APRILE 2017 SPESOMETRO Invio telematico delle operazioni effettuate nel II semestre 2017 e di eventuali integrazioni in relazione al I semestre 2017; MARTEDÌ 10 APRILE 2017 INPS - PERSONALE DOMESTICO Versamento contributi previdenziali per il personale domestico (trimestre precedente); LUNEDÌ 16 APRILE 2017 RITENUTE Versamento ritenute su redditi da lavoro dipendente e assimilati, lavoro autonomo, provvigioni, corrispettivi per contratti d'appalto nei confronti dei condomini nonché sull’ammontare dei canoni/corrispettivi relativi ai contratti di locazione breve (mese precedente); ADDIZIONALI Versamento addizionali regionali/comunali su redditi da lavoro dipendente del mese precedente; IVA LIQUIDAZIONE MENSILE Liquidazione nonché versamento dell’imposta eventualmente a debito relativa al mese precedente; IMPOSTA SUGLI INTRATTENIMENTI Termine per il versamento dell’imposta sugli intrattenimenti del mese precedente CONTRIBUTI INPS MENSILI Versamento all'INPS da parte dei datori di lavoro dei contributi previdenziali a favore della generalità dei lavoratori dipendenti, relativi alle retribuzioni maturate nel mese precedente; CONTRIBUTI INPS - GESTIONE EX ENPALS MENSILI Termine per il versamento contributi previdenziali a favore dei lavoratori dello spettacolo; GESTIONE SEPARATA INPS COMMITTENTI Versamento contributi relativi al mese precedente;

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

20


scadenziario fiscale SCADENZIARIO FISCALE APRILE 2018

GIOVEDÌ 26 APRILE 2017 ELENCHI INTRASTAT (contr. mensili e trimestrali) Presentazione contribuenti mensili e trimestrali; LUNEDÌ 30 APRILE 2017 DICHIARAZIONE IVA

Termine per la presentazione della dichiarazione annuale IVA; IMPOSTA DI BOLLO Versamento dell’imposta di bollo su documenti informatici tramite Mod. F24 telematico; DENUNCIA UNIEMENS Denuncia telematica delle retribuzione e dei contributi (INPS - ex INPDAP - ex ENPALS - ex DMAG) del mese precedente; IVA - RIMBORSO/COMPENSAZIONE TRIMESTRALE Termine per la richiesta di rimborso/compensazione dell'IVA a credito del trimestre precedente; LIBRO UNICO Scadenza delle registrazioni relative al mese precedente; AUTOTRASPORTATORI Presentazione all’Agenzia delle Dogane dell’istanza relativa al I trimestre per il rimborso/compensazione del maggior onere derivante dall’incremento dell’accisa sul gasolio.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

21


credito

TAX CREDIT PUBBLICITÀ Introdotto dal D.L. 50/2017, il Credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari ha assunto la sua forma definitiva a seguito delle modifiche parziali introdotte dalla Legge di conversione 172/2017 del D.L. 48/2017.

Che cosa prevede?

La possibilità per le imprese, compresi gli enti non commerciali, di agevolare con un credito d’imposta fino al 90% gli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa quotidiana e periodica, locale e nazionale, anche online e su emittenti televisive e radiofoniche locali. Il credito d’imposta non cumulabile con altre agevolazioni sarà utilizzabile in compensazione tramite Mod. F24. Quali sono gli investimenti agevolabili ?

Per il primo periodo di applicazione dell’agevolazione, ossia dal 24 giugno al 31 dicembre 2017, gli investimenti premiati sono solo quelli effettuati esclusivamente sulla stampa quotidiana e periodica, locale e nazionale, inclusa la versione online, in incremento rispetto alle spese della stessa tipologia sostenute nel medesimo intervallo temporale del 2016. Nel secondo periodo di applicazione, l’intero esercizio 2018, gli investimenti premiati saranno quelli, effettuati in incremento rispetto al 2017, oltre che sulla stampa anche sulle emittenti televisive e radiofoniche locali.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

23


credito TAX CREDIT PUBBLICITÀ Sulla pagina web del Dipartimento per l’Informazione e l’Editoria della Presidenza del Consiglio (http://presidenza.governo.it/die/) sono stati anticipati i principali contenuti dell’atteso DPCM di attuazione della norma che fisserà, tra l’altro, anche le date della finestra di presentazione delle domande. Particolare evidenza nel documento è stata data al fatto che il credito d’imposta potrà essere inferiore a quello domandato qualora l’ammontare delle richieste superi quello delle risorse stanziate. Il conteggio verrà effettuato distintamente per tipologia di media utilizzata. Inoltre è stato precisato che saranno agevolabili esclusivamente gli spazi pubblicitari e le inserzioni commerciali, al netto delle spese accessorie, effettuati su giornali ed emittenti editi da imprese titolari di testata giornalistica iscritta presso il competente Tribunale ovvero presso il Registro degli operatori di comunicazione e in ogni caso dotate della figura del direttore responsabile.

Quante sono le risorse disponibili?

Le risorse stanziate ammontano a 62,5 milioni di euro di cui: - 50 milioni per gli investimenti sulla stampa (20 per gli investimenti effettuati nel secondo semestre del 2017 e 30 per quelli effettuati nel 2018). - 12,5 milioni per gli investimenti da effettuare nel 2018 sulle emittenti radio-televisive locali.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

24


credito

TAX CREDIT PUBBLICITÀ D.L. 50/2017 ART. 57 BIS TAX CREDIT PUBBLICITÀ D.L. 50/2017 ART. 57 BIS FINALITÀ

BENEFICIARI

Sostenere le imprese che investono in pubblicità Imprese ed enti non commerciali che effettuino investimenti in campagne pubblicitarie il cui valore superi di almeno l’1% gli analoghi investimenti effettuati nell’anno precedente sugli stessi mezzi d’informazione •

SPESE AMMISSIBILI

Investimenti pubblicitari incrementali effettuati dal 24.06.2017 al 31.12.2017 sulla stampa quotidiana e periodica (locale e nazionale) anche online rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente; Investimenti pubblicitari incrementali effettuati nel 2018 sulla stampa quotidiana e periodica (locale e nazionale) anche online nonché sulle emittenti televisive e radiofoniche locali rispetto all’anno precedente

AGEVOLAZIONE

Credito d’imposta pari al 75% del valore incrementale degli investimenti effettuati (elevato al 90% nel caso di PMI o Start up innovative) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il calcolo va effettuato distintamente per tipologie di media utilizzati. Il credito d’imposta liquidato potrà essere inferiore a quello domandato, qualora l’ammontare totale delle richieste superi quello delle risorse stanziate.

OPERATIVITÀ

Finestra presentazione domande primo periodo di applicazione prevista entro il primo semestre 2018

CUMULABILITÀ

Non ammissibile

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

25


Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

4


attualità

“ADOTTA UN’IMPRESA” LA SOLIDARIETA’ DI ASCOM TORINO PER I COLLEGHI COLPITI DAL SISMA DI ARQUATA DEL TRONTO Una delegazione di Ascom Confcommercio Torino si è recata a Arquata del Tronto per consegnare il ricavato della sottoscrizione “Adotta un’impresa” l’iniziativa di solidarietà lanciata all’indomani del sisma del 2016 a favore degli imprenditori colpiti dal terremoto del 2016. L’assegno di 25.000 euro è stato consegnato da Maria Luisa Coppa presidente Ascom Confcommercio Torino e provincia e vicepresidente nazionale di Confcommercio, agli imprenditori Salvatore Bracciani e Cristina Diacono titolari dell’Osteria del Castello di Arquata del Tronto in una serata a Acquasanta Terme alla presenza del sindaco di Arquata del Tronto, Aleandro Petrucci e del presidente di Confcommercio Ascoli Piceno Fausto Calabresi.

Dai primi giorni dopo la tragedia ci siamo mossi

La cerimonia è avvenuta nei giorni in cui l’Osteria del Castello si trasferisce in un’area messa a disposizione dal comune. I locali storici gravemente danneggiati dal terremoto del 24 agosto del 2016 non sono ancora utilizzabili. «Gli imprenditori di Ascom Torino e della Confcommercio sono stati da subito vicini ai loro colleghi colpiti dal terremoto - commenta Maria Luisa Coppa.

L’iniziativa di adottare un’impresa è stata subito accolta con generosità dalle imprese torinesi in tante manifestazioni, voglio ricordare la cena alla Reggia di Venaria e la serata a Le Roi nello storico locale del Molino per raccogliere i fondi. Ora la speranza è che possa ripartire la loro attività, riparta il lavoro e il turismo, e torni, finalmente, la fiducia per il futuro».

.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

28


attualità

PRIVACY E PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI IL NUOVO REGOLAMENTO UE (GDPR)

A decorrere dal 25 maggio 2018, il Regolamento europeo n. 679 del 2016 in materia di Protezione dei dati personali sarà obbligatorio in tutti i suoi elementi nonché direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri. Fino al 25 maggio prossimo conserverà pienamente vigore il Codice della privacy (decreto legislativo n. 196 del 2003) con cui il legislatore italiano ha raccolto in un testo unico la maggior parte delle disposizioni inerenti alla privacy e al trattamento dei dati. Il legislatore nazionale ha delegato il Governo ad adottare, entro il 21 maggio 2018, uno o più decreti legislativi al fine di adeguare il quadro normativo nazionale alle disposizioni del Regolamento europeo, attendendosi ad alcuni criteri, tra cui: – abrogare espressamente le disposizioni del Codice della privacy incompatibili con le disposizioni contenute nel Regolamento europeo; – coordinare le disposizioni vigenti in materia di protezione dei dati personali con le disposizioni recate dal Regolamento europeo; – adeguare, nell’ambito delle modifiche al Codice della privacy, il sistema sanzionatorio penale e amministrativo vigente alle disposizioni del Regolamento europeo, con previsione di sanzioni penali e amministrative efficaci, dissuasive e proporzionate alla gravità della violazione delle disposizioni stesse. Rimaniamo in attesa che il quadro normativo di riferimento diventi più chiaro e continuiamo a garantire il servizio per le nostre imprese associate. info: privacy@ascomtorino.it

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

29


attualità

VALERIO MUNARI CONFERMATO ALLA PRESIDENZA DEGLI AMBULANTI TORINESI FIVA CONFCOMMERCIO Martedì 13 marzo 2018, si sono tenute le elezioni per il rinnovo cariche dell’Associazione degli Ambulanti torinesi Fiva Confcommercio. Valerio Munari è stato confermato alla Presidenza.

Valerio Munari è stato confermato alla presidenza degli Ambulanti torinesi Fiva Confcommercio. Nel consiglio sono stati eletti Carlo Destefanis, Antonio Giordano, Luciano Sismonda, Armando Fantino, Aldo Ferrara, Agostino Asinari, Ezio Barca, Antonio Cappiello e Nicolò Vino.

"I prossimi cinque anni - osserva Munari - saranno cruciali per la categoria. A livello locale, soprattutto nella città di Torino, siamo pronti a condividere con l'assessorato al Commercio un percorso di rilancio dei mercati, che passi attraverso la revisione degli orari di vendita, una migliore professionalità, l'implementazione dei servizi collegati, il commercio elettronico, la prevenzione dei rifiuti dovuti agli imballaggi per una decisa riduzione della Tari e la sperimentazione di forme di gestione diretta delle aree da parte di operatori organizzati".

.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

30


Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

4


attualità

RISTORAZIONE: A TORINO IL ROADSHOW DI FIPE PER SPIEGARE IL NUOVO CONTRATTO

Poche settimane fa, dopo una lunga e complessa negoziazione, è stato firmato il primo Contratto Nazionale di Lavoro per i dipendenti dei settori dei Pubblici Esercizi, della Ristorazione Collettiva e Commerciale e del Turismo. Fipe, tra le firmatarie dell'accordo, ha promosso un programma di incontri nelle varie regioni italiane per spiegare nel dettaglio, direttamente sul territorio, i contenuti del nuovo CCNL e cosa comporta per i lavoratori del settore. A Torino l’incontro con un centinaio di aziende si è svolto martedì 27 marzo presso Ascom Confcommercio Torino e provincia, alla presenza di Maria Luisa Coppa Presidente Ascom Confcommercio Torino e provincia, Roberto Calugi Direttore generale Fipe, Silvio Moretti Responsabile Rapporti Sindacali Fipe, Andrea Stoccoro Area Rapporti Sindacali Fipe, Alessandro Mautino Presidente Epat Torino e i Direttori Ascom della Regione Piemonte. Il nuovo contratto che solo nell’area torinese riguarda circa novemila aziende e quarantamila addetti è stato firmato per la parte datoriale dai rappresentanti di Fipe, Angem, Legacoop Produzione e Servizi, in rappresentanza della quasi totalità delle imprese del settore, mentre per la parte sindacale è stato firmato dai rappresentanti di Filcams CGIL, Fisascat CISL e Uiltucs UIL.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

32


attualità RISTORAZIONE: A TORINO IL ROADSHOW DI FIPE PER SPIEGARE IL NUOVO CONTRATTO

Il nuovo CCNL si rivolge in particolare a bar, ristoranti, trattorie, pizzerie, pub, mense scolastiche ospedaliere e aziendali, grandi aziende della ristorazione commerciale multi localizzata, imprese della ristorazione collettiva, cooperative della ristorazione, discoteche, sale giochi. Tra i punti principali dell'accordo figurano un aumento in busta paga di 100 euro a regime, rafforzamento dell'assistenza sanitaria integrativa, durata quadriennale e importanti innovazioni mirate al recupero di produttività. “Per la prima volta in questo paese – ha spiegato Roberto Calugi direttore generale Fipe - andiamo a dare un contratto a un settore che se lo merita, grazie alla sua capacità di essere in controtendenza rispetto agli anni in cui gli altri settori accusavano gli effetti della crisi. L’obiettivo era quello di recuperare produttività e marginalità”.

“Creare più occupazione – ha commentato la presidente Maria Luisa Coppa - è la nostra speranza in un settore che è in grande evoluzione e gode ancora di un’ampia prospettiva futura”.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

33


attualità

BOCUSE OFF: 3 MESI DI INIZIATIVE ASPETTANDO LE FINALI EUROPEE BOCUSE D’OR

Con un omaggio ai maestri della cucina Paul Bocuse e Gualtiero Marchesi, recentemente scomparsi, si è aperto a Torino, il ricchissimo programma del 'Bocuse off', che precede le selezioni europee del celebre concorso culinario Bocus d'or, in programma il 10 e 11 giugno a Torino. L’evento è stato l’occasione per svelare alcune anticipazioni del Bocuse d’Or Europe OFF 2018, un palinsesto di appuntamenti incentrati sul rapporto tra cultura e cibo a Torino e in Piemonte; un racconto corale in cui prendono voce musei e istituzioni culturali, attori del mondo dell'enogastronomia, associazioni, partner pubblici e privati. Composto da iniziative culturali diffuse e rivolte al grande pubblico e realizzato per la prima volta nella storia del Bocuse d’Or Europe, il calendario OFF nasce dal presupposto che la cucina è cultura, espressione di un bagaglio storico, dell’identità di un territorio, di una idea di contemporaneità in continuo dialogo con altre arti e discipline con cui condivide la capacità di interpretare il presente e disegnare il futuro.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

34


attualità BOCUSE OFF: 3 MESI DI INIZIATIVE ASPETTANDO LE FINALI EUROPEE BOCUSE D’OR

In tutto il Piemonte, già a partire da fine marzo, il calendario raccoglie iniziative che valorizzano la ricchezza di un territorio da sempre vocato ad una profonda cultura enogastronomica. Il programma culmina dall’8 al 16 giugno a Torino in una intensa settimana fra arte, racconto, cinema, teatro, design, creatività, multicultura e, naturalmente, cucina con eventi creati ad hoc. Scrittori e chef, critici, intellettuali e food blogger, artisti e performer si danno appuntamento a Torino per omaggiare la tradizione enogastronomica italiana e internazionale.

Domenica 10 giugno, a fare da contrappunto alla Coppa del Mondo della Pasticceria che avrà luogo all’Oval Lingotto legata alla selezione europea del Bocuse d’Or, il centro città è animato da una maratona dedicata alle arti dolciarie con la collaborazione di Camera di commercio di Torino e Ascom Torino: dialoghi, laboratori e assaggi mettono in risalto la ricca gamma di biscotti piemontesi, la rinomata tradizione del cioccolato di Torino e l’arte dei maestri pasticceri del territorio, a Palazzo Carignano Museo Nazionale del Risorgimento Italiano, a Palazzo Birago sede della Camera di commercio e nelle sale del Circolo dei lettori, con la collaborazione di Camera di commercio di Torino e Ascom Confcommercio Torino e provincia. Simbolicamente realizzato nell’Anno del Cibo Italiano, il Bocuse d’Or Europe OFF 2018 animerà con incredibile varietà un cartellone ancora aperto, che andrà ad arricchirsi ulteriormente, fatto di mostre, talk, incontri, spettacoli, laboratori, attività per famiglie e feste nei luoghi più belli e significativi del territorio.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

35


attualità

FESTA DEL GELATO A PRIMAVERA: 50 SCUOLE HANNO ADERITO ALL’INIZIATIVA DEL COMITATO GELATIERI DEL PIEMONTE

Oltre 50 scuole di Torino e provincia hanno aderito all’’iniziativa promossa dall’Associazione Gelatieri di Ascom Confcommercio di Torino e provincia che ha coinvolto oltre 20 gelatieri di Torino e provincia. Alimento “moderno”, che ben si è adattato alle nuove abitudini dei consumatori desiderosi di alimenti freschi e leggeri ma attenti al gusto, negli ultimi anni il gelato artigianale ha goduto di ottima salute. Il Comitato Gelatieri del Piemonte in collaborazione con Ascom Epat Torino e provincia e l’Associazione Siga (Associazione Italiana Gelatieri) ha promosso per le scuole elementari del torinese la quarta edizione di «Gelato a Primavera» – Festa del gelato Artigianale e del latte Fresco. La manifestazione ha coinvolto di circa 15 mila bambini, 50 scuole elementari di Torino e provincia e oltre una ventina di gelatieri si terrà dal 21 al 25 marzo 2018, dopo 26 anni dalla prima edizione.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

36


attualità FESTA DEL GELATO A PRIMAVERA: 50 SCUOLE HANNO ADERITO ALL’INIZIATIVA DEL COMITATO GELATIERI DEL PIEMONTE Scopo dell’iniziativa è favorire la diffusione della cultura del gelato artigianale, una delle eccellenze della nostra città fra i più piccoli e le loro famiglie. In circa 50 istituti scolastici del torinese sono state distribuite 15 mila cartoline che hanno dato la possibilità, agli alunni delle scuole elementari che hanno aderito all’iniziativa, di poter degustare gratuitamente in cinque giorni, un ottimo gelato artigianale.

Tra tutte le cartoline pervenute alle singole gelaterie, saranno scelte tre classi alle quali sarà donato del materiale scolastico.

Nel corso della conferenza stampa sono statti consegnati riconoscimenti alla presidente Maria Luisa Coppa, ad Alfio Tarateta e Silvano Moschini, quest'ultimi nominati presidenti onorari del Comitato Gelatieri del Piemonte.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

37


attualità

DAL 6 ALL’8 APRILE VIA ROMA OSPITA “DOLCI PORTICI”, TUTTO SULL’ECCELLENZA DOLCIARIA

Dal 6 all’8 aprile via Roma a Torino, nel tratto pedonale compreso tra le piazze Castello e San Carlo ospiterà ‘Dolci Portici’, una tre giorni dedicata alle prelibatezze della pasticceria e non solo, organizzata da Fondazione Contrada Torino Onlus, con il contributo della Camera di commercio di Torino, il patrocinio e il supporto della Città di Torino e la collaborazione delle Associazioni di categoria di Torino e provincia.

Lungo via Roma, infatti, accanto ai mastri cioccolatieri troveranno spazio le prelibatezze dei pasticcieri e dei produttori di gelato artigianale tra cui una decina di Maestri del Gusto della Camera di commercio di Torino. La manifestazione, che si pone come obiettivo principale la promozione della produzione artigianale, vuole anche evidenziare gli aspetti culturali legati alle specialità gastronomiche, i metodi di lavorazione del prodotto e la storia delle varie attività. Non dimentichiamo – afferma l’assessore al Turismo Alberto Sacco - che nel mese di giugno, oltre alla finale europea del Bocuse d'Or, la città dei gianduiotti, dei cremini, del bonet e del bicerin ospiterà la European Pastry Cup, selezione europea della gloriosa competizione della pasticceria mondiale”. In questo 2018 dedicato al gusto e all’enogastronomia - sottolinea Bruno Graglia, vicepresidente della Camera di commercio di Torino -, non poteva mancare un evento dedicato all’arte dolciaria. Ricordo che in provincia di Torino, nella sola produzione di dolci, gelati e pasticceria, operano circa 260 imprese. A queste si sommano le attività che abbinano produzione e somministrazione, come pasticcerie e gelaterie, che sono quasi 800, e le panetterie con forno, circa un migliaio". Si tratta quindi di un tessuto molto ampio e articolato – continua Graglia -, all’interno del quale possiamo vantare esponenti di riconosciuta fama internazionale e fedeli testimoni della tradizione locale. Tra loro anche numerosi Maestri del Gusto.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

38


attualità DAL 6 ALL’8 APRILE VIA ROMA OSPITA “DOLCI PORTICI”, TUTTO SULL’ECCELLENZA DOLCIARIA

Gli stand di ‘Dolci Portici’ saranno visitabili venerdì 6 aprile dalle 12 alle 23; sabato 7 aprile dalle 10 alle 23 e domenica 8 aprile dalle 10 alle 19.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

39


formazione

CORSI AMATORIALI DI ENOGASTRONOMIA DI FORTER PIEMONTE Sono in partenza i corsi di enogastronomia amatoriale organizzati da Forter Piemonte, corsi di alta formazione con l’obiettivo di illustrare un insieme di competenze tecniche. Durante il loro svolgimento verranno trattate tematiche relative alla descrizione e all'utilizzo delle attrezzature, all’incremento delle conoscenze tecniche ed al rispetto delle norme igienico-sanitarie, di sicurezza ed ergonomia. Il tutto affiancati da professionisti esperti del settore. I corsi disponibili in campo enogastronomico sono 5: Tecniche di Cucina di Base: l’obiettivo del corso sarà quello di illustrare tematiche relative alle tecniche base di cucina e ai principali metodi di cottura. Tecniche di Pasticceria: durante il corso verrà esposto un insieme di competenze sulle tecniche di pasticceria da ristorazione.

Tecniche di Cucina Avanzata: durante il corso relative all’incremento di cucina e ai principali metodi di cottura.

verranno trattate tematiche delle conoscenze sulle tecniche

Tecniche di Bar: con l’obiettivo di illustrare un insieme di competenze sulle tecniche base di bar, verranno sviluppate le principali tecniche di preparazione prodotti e servizio al banco.

Tecniche di Sala: il corso punta all’acquisizione di un insieme di competenze sulle tecniche di sala, verranno in particolare trattate tematiche relative all'utilizzo delle attrezzature, al servizio di sala e al rapporto con il cliente.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

40


formazione CORSI AMATORIALI DI ENOGASTRONOMIA DI FORTER PIEMONTE

I corsi si svolgeranno presso la struttura "Maison Massena", dotata di attrezzature di altissimo livello, che offre postazioni individuali e si occupa di formazione specialistica nel settore.

A chi sono rivolti:

possono partecipare a una o più attività formative comprese nel Catalogo dell’Offerta formativa e ottenere VOUCHER FORMATIVI INDIVIDUALI dell’importo del 70% del costo complessivo del corso: • lavoratori dipendenti di aziende pubbliche e private occupati presso un datore di lavoro localizzato in Piemonte e/o i lavoratori domiciliati in Piemonte;

• agenti, lavoratori con contratto a tempo parziale, a tempo determinato o di collaborazione organizzata dal committente ai sensi dell’art. 2 del D.Lgs. n. 81/2015, nonché inseriti nelle altre tipologie contrattuali previste dalla vigente normativa in materia che configurino lo stato di lavoratore occupato; • titolari e amministratori di piccole e medie imprese, inclusi i coadiuvanti; • professionisti iscritti ai relativi albi; • lavoratori autonomi titolari di partita IVA.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

41


formazione CORSI AMATORIALI DI ENOGASTRONOMIA DI FORTER PIEMONTE

Per gli occupati con ISEE minore o uguale a € 10.000,- è prevista l’esenzione totale dal cofinanziamento. Tutti i lavoratori interessati possono ottenere voucher per un valore massimo di € 3000,- pro capite per un triennio. I lavoratori beneficiari di bonus, come il bonus 500 euro per l’autoformazione di cui alla L.n.107 del 13/7/2015 o il bonus 18enni, possono utilizzarli per partecipare agli interventi formativi approvati sul Catalogo dell’Offerta Formativa, ma non cumularli con i voucher formativi del presente Avviso.

L’Avviso include anche VOUCHER FORMATIVI AZIENDALI per i lavoratori occupati presso imprese localizzate sul territorio della Città Metropolitana di Torino. Sono esclusi dal voucher formativo aziendale i lavoratori della Pubblica Amministrazione.

Informazioni e iscrizioni: Sportello FORTER - via Massena 20 Torino dal lunedì al giovedì: 8.30 -17.30, venerdì 8.30 -16.30 oppure telefonare al n° 011-5516290 oppure inviare una mail a: informazionecorsi@forter.it

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

42


h.a.c.c.p.

L’ETICHETTA ALIMENTARE: IL PASSAPORTO PER LE NOSTRE TAVOLE I decreti italiani sull’indicazione dell’origine di grano duro, riso e latte.

Oltre l'85% degli italiani considera importante conoscere l'origine delle materie prime per questioni legate al rispetto degli standard di sicurezza alimentare. Sono questi i dati emersi dalla consultazione pubblica online sulla trasparenza delle informazioni in etichetta dei prodotti agroalimentari, svolta sul sito del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, a cui hanno partecipato oltre 26mila cittadini. (fonte Mipaaf).

Il legislatore italiano mosso dalle categorie economiche interessante (ad esempio Coldiretti) ed anche dagli sviluppi europei, dove la Francia sta portato a compimento iniziative riguardo l’indicazione d’origine di carne e latte, ha decido l’emanazione di provvedimenti mirati per alcuni ingredienti specifici di cui ha ritenuto importante che il consumatore conoscesse l’origine: grano duro (quindi pasta secca), riso e latte.

I 3 decreti ministeriali riguardano solo i prodotti confezionati prodotti in Italia e destinati al mercato italiano. Di seguito vengono i principali punti dei tre decreti.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

43


h.a.c.c.p. “L’ETICHETTA ALIMENTARE: IL PASSAPORTO PER LE NOSTRE TAVOLE.”

Per il grano duro, e quindi la pasta secca, è necessario indicare: a) Paese di coltivazione del grano: nome del Paese nel quale il grano viene coltivato; b) Paese di molitura: nome del Paese in cui il grano è stato macinato. c) se il grano duro è coltivato almeno per il 50% in un solo Paese, come ad esempio l'Italia, si potrà usare la dicitura: "Italia e altri paesi UE e/o non UE".

Per il riso è necessario fornire queste informazioni: a) "Paese di coltivazione del riso"; b) "Paese di lavorazione"; c) "Paese di confezionamento".

per il latte si andrà ad indicare in etichetta: a) "Paese di mungitura”; b) “Paese di condizionamento o di trasformazione” del latte. Vengono esclusi da questo obbligo i prodotti legati a Dop o Igp, prodotti non lattiero-caseari e il “latte fresco”. Le infrazioni riguardanti l’applicazione dei tre decreti sono accomunate dalla natura amministrativa e dall’importo: da un minimo di 1.600 euro ad un massimo di 9.500 euro.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

44


DIAMO IL BENVENUTO AL NUOVO DIRETTIVO FEDERMOBILI TORINO Nel corso dell’assemblea dei negozi dell’arredamento indipendente che si è tenuto in Ascom lo scorso 26 marzo è stato eletto il nuovo Direttivo Federmobili Torino, in particolare sono stati eletti all’unanimità sia il Presidente di Federmobili Torino, Andrea Sacco Chave 1890, sia le altre cariche che vedono alla Vicepresidenza Michele Domenino Casa Del Mobile Santi srl, Andrea De Vito ADV e Giuseppe De Salvia IDES, alla Segreteria Carlo Giannotti B Cucine Srl e membri del Consiglio Direttivo Barbara Grassi Centro Mobili Giardino sas, Marino Soave Soave Arredamenti e Elisa Rossi Sebastiani Rossi Arredamenti. Al centro dell’assemblea dei soci Ascom vi era l’esigenza di un’analisi collettiva del settore dell’arredamento torinese, provato da anni di crisi e sospeso fra approcci tradizionali e tentativi di innovazione, anche alla luce delle ultime suggestioni lanciate da Federmobili, durante l’ultimo incontro del 26 febbraio, che andavano dallo sviluppo di canali distributivi alternativi, come la concorrenza del commercio online, all’evoluzione degli stili di vita del consumatore e dei modelli di consumo. Tutto ciò senza rinunciare a guardare oltre le difficoltà intravvedendo le nuove opportunità di crescita nella comunicazione web di categoria e nella creazione di reti tra operatori, nelle sinergie e nella formazione mirata. Tanti spunti e riflessioni raccolti con entusiasmo dal neonato consiglio direttivo che ha scelto, per la prima volta, di dotarsi di un modello politico basato sulla progettualità.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

abitare e tecnologia

dalle categorie

45


DIAMO IL BENVENUTO AL NUOVO DIRETTIVO FEDERMOBILI TORINO “Con la guida e l’assistenza di Ascom ci impegnano a lavorare per la categoria su focus specifici – spiega il neo eletto Presidente Andrea Sacco - ogni vicepresidente ha infatti ricevuto dal Consiglio Direttivo un mandato a sviluppare i temi che crediamo possano risultare più utili per riuscire a rilanciare il comparto dell’arredamento indipendente. L’intenzione del nuovo Direttivo Federmobili Torino è di fare coesione delle energie di colleghi ed aziende per poter dare un contributo propositivo importante nelle agende politiche del Settore e della Città. In particolare con la nostra attività intendiamo dare rappresentanza ai tanti negozi di arredamento indipendenti, fondamentali nel tessuto imprenditoriale del Paese” conclude il presidente Sacco.

Il Direttivo lavorerà per sviluppare 4 filoni fondamentali: Il Vicepresidente Giuseppe De Salvia lavorerà al tema dello sviluppo di una vera e propria “filiera dell’arredamento” creando occasioni di dialogo e confronto con le altre professionalità che operano nel settore:

“Il mio obiettivo è creare una sinergia fra i vari operatori e professionisti del settore Arredi. Auspico di poter dare il mio contributo nell’aiutare le realtà commerciali del settore arredo ad incrementare fatturato e professionalità”. Il Vicepresidente Michele Dominino si occuperà invece di rafforzare le sinergie tra imprese e sulla base della sua pluriennale esperienza guidando il gruppo verso la maggior conoscenza delle reti di impresa a rafforzamento delle potenzialità del settore: “Con il mio contributo intendo promuovere un gruppo di lavoro che affronti le problematiche comuni al punto vendita di Arredi. In particolare tutte quelle tematiche legate all’Innovazione, un’opportunità molto importante per il punto vendita di arredamento”.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

abitare e tecnologia

dalle categorie

46


DIAMO IL BENVENUTO AL NUOVO DIRETTIVO FEDERMOBILI TORINO Il Vicepresidente Andrea De Vito seguirà invece il tema dei rapporti, talvolta controversi e sbilanciati, con i fornitori oltre a sviluppare la costituzione del gruppo dei rivenditori di arredamento per ufficio: “Ritengo molto importante il nostro impegno nel campo del mobile, Fra

i primi obiettivi che mi pongo è quello di creare un gruppo di lavoro che affronti il tema dell’allineamento dei rapporti fra fornitori e commercianti, un tema molto delicato per i piccoli punti di arredo”. Infine il Presidente Sacco seguirà le politiche territoriali occupandosi di valorizzare il settore dell’arredamento anche mediante un sempre maggior coinvolgimento dei negozi della categoria negli eventi e nelle manifestazioni di settore.

Gli esiti dei primi mesi di lavoro saranno condivisi nella prossima riunione di coordinamento fissata per il 7 maggio alle ore 16.30 aperta a tutti i soci della categoria.

Per informazioni dott.ssa Federica Fiore tel. 0115516336 - ffiore@ascomtorino.it

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

abitare e tecnologia

dalle categorie

47


ARRIVA SPORTELLO "SOS TRIPADVISOR" Il servizio consiste in un indirizzo di posta elettronica dedicato in via esclusiva all'Associazione che permetterà di aiutare i soci nella gestione delle situazioni che necessitano di un supporto ulteriore rispetto a quello che il singolo ristoratore può richiedere al servizio clienti di TripAdvisor. L’obiettivo è aiutare le imprese associate a risolvere tutte le problematiche che possono riscontrare nell’utilizzo della piattaforma e gestire le recensioni sospette. L’Associazione, chiamata in causa dal ristoratore che avrà segnalato la problematica, invierà allo sportello “SOS Recensioni” una comunicazione con la quale verrà descritto il problema nel dettaglio. Un incaricato TripAdvisor gestirà quindi il problema in modo prioritario e l’associato riceverà una risposta personalizzata.

Per informazioni contattare i nostri uffici allo 011/55.16.316 dtriscio@ascomtorino.it (Daniela Triscio)

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

alimentare

17

dalle categorie

48


LA REGIONE APPROVA IL PERCORSO DI QUALITÀ “BEST BAR IN PIEMONTE” RIVOLTO AGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE «CATEGORIA BAR”

Soddisfazione in casa Epat ed Ascom per l'approvazione da parte della Giunta regionale, su proposta dell'Assessore De Santis, della DGR n. 10-6405 del 26/01/18, pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 7 del 15/02/18 che oltre ad approvare il disciplinare del percorso di qualità, ne autorizza l'avvio della sperimentazione. Con tale atto, assunto su impulso delle Associazioni di categoria, la Regione intende avviare sul territorio regionale in fase sperimentale un progetto di qualità del servizio reso al consumatore da parte degli esercizi piemontesi di somministrazione di alimenti e bevande appartenenti alle seguenti tipologie “bar”: bar caffetteria, bar gastronomico, bar pasticceria, bar gelateria, locale serale. L’obiettivo dell’iniziativa – come si legge nella deliberazione - è quello “di favorire il potenziamento e l’affinamento di talune competenze per assicurare la qualità del servizio offerto, dei prodotti utilizzati e della professionalità dell’organizzazione degli esercizi piemontesi di somministrazione di alimenti e bevande appartenenti alla categoria bar, attualmente non destinataria di percorsi di qualità dedicati”.

Per informazioni contattare i nostri uffici allo 011/55.16.316 dtriscio@ascomtorino.it (Daniela Triscio)

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

alimentare

17

dalle categorie

49


ULTIMI POSTI DISPONIBILI PER IL CORSO REC IN PARTENZA ALL’ASCOM DI IVREA È in avvio presso la sede ASCOM di Ivrea in via Palestro 86 il corso REC per l'accesso e l'esercizio dell'attività di somministrazione alimenti e bevande e per l'accesso all'esercizio del commercio relativamente al settore merceologico alimentare.

Il corso, della durata di 100 ore (più 4 di esame finale da sostenersi presso la Camera di Commercio di Torino), si terrà in orario serale, dalle 19.30 alle 22.30, ed è rivolto a quanti intendono diventare imprenditori commerciali del settore alimentare. I lavoratori occupati impiegati presso un datore di lavoro localizzato in Piemonte e/o lavoratori occupati domiciliati in Piemonte possono richiedere un voucher formativo finanziati al 70% dalla Città Metropolitana di Torino.

ASCOM IVREA tel. 0125/48455; Tel. 0125 641069 - fax: 0125/45441 mail: ivrea@ascomtorino.it

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

P R OV I N C I A

dalla provincia

50


VENARIA: FORMAZIONE OBBLIGATORIA SOMMINISTRAZIONE PARTE NUOVO CORSO L’Ascom di Venaria Reale organizza per i propri associati i corsi previsti per la formazione triennale relativo al triennio 2016/2019 che si terranno presso la sede di Venaria Reale – via Zanellato 9, nelle seguenti date: 09/04/2018 – 16/04/2018 – 23/04/2018 – 30/04/2018 dalle ore 14.00 alle ore 18.00 oppure dalle ore 19.30 alle ore 23.30. Sanzioni per l’omessa indicazione degli allergeni Ricordiamo che è stato approvato dal Consiglio dei Ministri lo schema di Decreto Legislativo che detterà le disposizioni applicative nonché le sanzioni relative agli obblighi relativi all’etichettatura degli alimenti introdotti con Regolamento UE n.1169/2011. Particolare attenzione è stata posta alle indicazioni applicative rivolte a ristoranti, bar, mense e tutte le attività che forniscono alimenti alle collettività.

Viene ribadito l’obbligo di indicare la presenza nei piatti proposti degli allergeni, indicazione che deve essere riconducibile a ciascuna singola preparazione prima che la stessa sia servita. Questa informazione al consumatore deve risultare da documentazione scritta facilmente reperibile dall’autorità e le sanzioni per l’omessa indicazione degli allergeni risultano le più alte tra quelle previste dal Decreto Legislativo per il comparto della somministrazione (da € 3.000 a € 24.000). Tali novità verranno approfondite nel corso obbligatorio di formazione triennale. Info e iscrizioni: Mara Palmieri tel. 011/495210 mail: mpalmieri@ascomtorino.it

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

P R OV I N C I A

dalla provincia

51


ASCOM MONCALIERI: «IL NOSTRO SOSTEGNO AL BANDO SULL’APERTURA DI NUOVI NEGOZI NEL CENTRO STORICO» Il 15 marzo è stato riaperto il bando comunale per finanziamenti triennali pari a 25mila euro l’anno complessivi per attività commerciali che aprono nelle vie comprese tra piazza Vittorio Emanuele, via Real Collegio, via Santa Croce. Il bando prevede alcune eccezioni: no a slot machine, distributori automatici, compro oro, tabaccherie.

Come Associazione di Categoria - dichiara il Presidente Luigi D’Alessandra- negli incontri svoltosi per analizzare le problematiche del Commercio della città e in particolare del Centro Storico di Moncalieri abbiamo più volte sollecitato la riapertura del bando per interventi e contributi a favore e a sostegno del commercio di vicinato. Le considerazioni, proposte e richieste formulate, scaturiscono dalla convinzione che le possibilità di crescita futura delle imprese del commercio, del turismo e dei servizi, in una fase di sempre crescente competizione anche in ambiti territoriali, sono strettamente correlate e condizionate dallo sviluppo economico e sociale complessivo del territorio con particolare attenzione alle tipologie merceologiche”.

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

P R OV I N C I A

dalla provincia

52


ASCOM MONCALIERI: «IL NOSTRO SOSTEGNO AL BANDO SULL’APERTURA DI NUOVI NEGOZI NEL CENTRO STORICO»

Per Ascom Moncalieri è importante continuare a rivitalizzare il Centro Storico facendolo diventare la sede di importanti attività. La riapertura del bando dal 15 marzo 2018, la promozione effettuata a fine febbraio in un incontro con Regione Piemonte e Fin Piemonte, dove vi è stata anche la partecipazione del Direttore Ascomfidi Nordovest per raccontare le agevolazioni già disponibili sul territorio, oltre alla riorganizzazione del nuovo mercato dell’antiquariato e temporary shop, si integrano con altri iniziative, portate avanti dall’attuale amministrazione con le Associazioni Territoriali.

«Pertanto siamo convinti che con progetti condivisi ed interventi di qualità, data anche la rilevanza storica della città di Moncalieri che può finalmente contare da qualche mese anche sull’apertura al pubblico del Castello, possano essere operazioni importanti al miglioramento del tessuto commerciale della città di Moncalieri» – conclude il presidente D’Alessandra. Come Associazione di Categoria siamo sempre a disposizione per accompagnare operatori che aprono nuove attività o contribuire al miglioramento di quelle già esistenti”

Ascom IMPRESE PER L’ITALIA TORINO E PROVINCIA

P R OV I N C I A

dalla provincia

53


LE NOSTRE SEDI Carmagnola 335-8045842 carmagnola@ascomtorino.it

Chieri 011-9472369

Oulx 0122-831664

Chivasso 011-9101294

Rivarolo 0124-29412

Ciriè 011-9210730

Rivoli 011-9584814

Ivrea 0125-48455

Settimo 011-8984402

Lanzo 0123-28817

Susa 0122-622508

Moncalieri 011-6402218

Venaria 011-4597669

chieri@ascomtorino.it

chivasso@ascomtorino.it cirie@ascomtorino.it

ivrea@ascomtorino.it

lanzo@ascomtorino.it

moncalieri@ascomtorino.it

oulx@ascomtorino.it

rivarolo@ascomtorino.it rivoli@ascomtorino.it

settimo@ascomtorino.it susa@ascomtorino.it

venaria@ascomtorino.it

ASCOM TORINO E PROVINCIA

Via Massena, 20 10128 Torino www.ascomtorino.it marketing@ascomtorino.it Tel.011.5516111 Fax 011.5516289 www.youtube.com/user/AscomTo Ascom Confcommercio Torino e provincia

Massena20 online aprile 2018  
Massena20 online aprile 2018  
Advertisement