__MAIN_TEXT__

Page 1


Il Report è disponibile online sul sito del Mart www.mart.tn.it e consultabile presso la Biblioteca del Museo.


INDICE

5 7 8 26 56 64 72 86 90 92

Introduzione Le sedi Le collezioni Le mostre Mart educazione La ricerca: archivi e biblioteca Marketing e Comunicazione La logistica L’amministrazione Le persone

98 I visitatori 109 Il bilancio di attivitĂ 115 Il Mart ringrazia


2017 MART ANNUAL REPORT

4


5

INTRODUZIONE

Al Mart consideriamo la pubblicazione del Report Annuale una dichiarazione di posizionamento che risponde alla richiesta del nostro tempo di rivelare con responsabilità e chiarezza il nostro lavoro. Con la sua pubblicazione, ogni anno, rinnoviamo l’impegno di trasparenza, comunicazione, informazione nei confronti del pubblico e degli stakeholder. Quotidianamente riconosciamo il valore collettivo del programma culturale, delle mostre e di tutta l’attività gestionale e amministrativa; grazie al Report possiamo monitorarla, valutarla, migliorarla e condividerla.

conoscenza e valutazione dell’attività quotidiana (spesso misconosciuta) di un’istituzione complessa come il Mart.

solo fruitori ma anche studiosi, professionisti, scuole, aziende, associazioni. La reputazione e il numero dei visitatori sono stabili, così come la qualità della Il 2017 ha rappresentato per il Mart proposta e le partnership con un doppio anniversario: istituito musei ed istituzioni prestigiose, con una legge della Provincia italiane e straniere. autonoma di Trento esattamente Il Mart fa inoltre parte trent’anni prima, il museo come di un contenitore allargato, oggi lo conosciamo è stato a disposizione di un ampio inaugurato a Rovereto nel dicembre pubblico, nel quale diversi soggetti del 2002. Questo traguardo sviluppano una progettualità rappresenta una scommessa vinta condivisa, in una dinamica da chi, con lungimirante visione, esplorazione di paesaggi e siti ha deciso di progettare questo totalmente differente da quella tempio della cultura. Esattamente tipica delle aeree metropolitane. 15 anni fa a Rovereto è stata Diventa quindi strategico tenere inaugurata la prima grande in considerazione queste architettura italiana ideata peculiarità e orientare in questo Un grande museo pubblico per ospitare un museo di arte senso l’attività museale, attività è un’organizzazione costituita moderna e contemporanea. di cui, tramite il Report ancora una da attività, ricerca, contenuti Progettato dall’architetto Mario volta vi diamo conto. scientifici, relazioni, risorse Botta e dall’ingegnere Giulio e, soprattutto, persone e idee. Andreolli, il Mart è stato concepito Ilaria Vescovi Gianfranco Maraniello Certamente l’operato con l’idea di polo culturale della Presidente Direttore di un’istituzione culturale non contemporaneità più che museo del Museo di arte può misurarsi esclusivamente tradizionale. L’originalità della moderna e contemporanea attraverso fattori numerici proposta culturale del Mart di Trento e Rovereto o economici, ma definire è da inserirsi quindi all’interno il nostro mondo, inserirlo di una più estesa e originale in un frame descrittivo, ci consente proposta territoriale. di presentarlo in maniera efficace e accessibile. Il Report A Rovereto oggi ha sede una delle rappresenta, quindi, un agile più importanti istituzioni culturali strumento di promozione, europee, capace di attrarre non


2017 MART ANNUAL REPORT

6


7

LE SEDI

MART CASA D’ARTE FUTURISTA DEPERO GALLERIA CIVICA

La sede principale del Mart a Rovereto, progettata dall’architetto Mario Botta in collaborazione con l’ingegnere roveretano Giulio Andreolli, ha una superficie totale di 14.500 mq di cui: 5.600 mq gallerie espositive, 280 mq sala conferenze, 616 mq reception, bookshop, guardaroba e caffetteria-ristorante, 1.165 mq archivio e biblioteca, 372 mq area educazione, 508 mq area uffici, 1.700 mq deposito opere e laboratori di restauro, 322 mq area per carico-scarico, oltre 1.100 mq aree di collegamento.

La Casa d’Arte Futurista Depero a Rovereto, parte integrante del Mart già dal 1989, e riaperta nel 2009 dopo il complesso intervento di ampliamento e restauro firmato dall’architetto Renato Rizzi, ha una superficie totale di 945 mq, di cui 300 dedicati alla collezione permanente.

14.500 m2 superficie totale del Mart

945 m

2

superficie totale della Casa d’Arte Futurista Depero

880 m2

superficie totale della Galleria Civica

LE SEDI

La Galleria Civica di Trento riaperta nel 2013 in seguito all’adeguamento museografico di Stefano Grigoletto / Studio Atelier Zero, selezionato tramite un concorso indetto in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Trento tra i giovani architetti trentini under 35, ha una superficie totale di 880 mq di cui 410 di superficie espositiva. Nel 2016 sono stati realizzati lavori di adeguamento strutturale che hanno comportato l’intera apertura della galleria al piano terra che risulta attualmente costituita da un unico spazio senza divisioni murarie.

MART ROVERETO C.so Bettini, 43 38068 Rovereto, Tn T. 0464 438887 CASA D’ARTE FUTURISTA DEPERO Via Portici, 38 38068 Rovereto, Tn T. 0464 431813 GALLERIA CIVICA DI TRENTO – ADAC ARCHIVIO TRENTINO DOCUMENTAZIONE ARTISTI CONTEMPORANEI Via Belenzani, 44 38122 Trento T. 0461 985511 info@mart.tn.it www.mart.tn.it


8

2017 MART ANNUAL REPORT

LE COLLEZIONI

A sedici anni dalla sua apertura, il Mart continua nella sua stabile e consolidata attività di rafforzamento delle collezioni, sia in ambito artistico che archivistico e bibliotecario. Importanti depositi sono stati acquisiti nell’ultimo anno, contribuendo al rafforzamento della qualità della proposta scientifica. Il rapporto con

i collezionisti privati, quindi, si conferma nella sua priorità ed importanza per le attività educative del Museo. A conferma della sua struttura scientifica incentrata su Futurismo e Novecento, correlati in modo specifico agli archivi e alla biblioteca, il Mart dispone di opere che spaziano dall’Ottocento al contemporaneo,

passando dall’astrattismo all’Informale, al Nouveau réalisme, all’Arte povera, alla Transavanguardia e alla ricerca verbo visuale, solo per accennare ad alcuni degli ambiti più significativi del patrimonio museale, per un totale che si attesta a più di 20.000 opere.


9

LE COLLEZIONI

1.180

per collezioni Mart

CONSERVAZIONE E RESTAURI

2.351 schede di conservazione

1.171

per mostre temporanee

30

interventi di restauro su opere della collezione Mart

1.048

nuovi records inseriti nel 2017

MUSEUM PLUS: LA GESTIONE INFORMATIZZATA DEI DATI

32.258

records presenti al 31.12.2016

4.738

aggiornamenti effettuati nel 2017

1.930

immagini inserite nel 2017


10

2017 MART ANNUAL REPORT

DONAZIONI

DEPOSITI

FILIPPO DE PISIS Derelitto, 1948

VLADIMIR ARKHIPOV Natura morta (35 image of Russian homemade things), 2011

TEODORO WOLF FERRARI Nevicata, 1917 Mart, Donazione dell’Avv. Luigi Sancassani RAIMONDO LORENZETTI L’uomo di potere, 2007 Mart, Donazione Lorenzetti

LE NUOVE ACQUISIZIONI

GIANCARLO PAVANELLO L’orizzonte recintato, 1994 Graffiti sulla pelle, 1995-1996 Collezione di graffiti, 1998 Una fotografia mentale, 2009 Scrittura e natura morta, 2014 Mart, Donazione “Giancarlo Pavanello” GIUSTINA PRESTENTO Circles (da Luciano Berio), 1980-1988 Tre preludi melensi (da Carlo Belli), 1990-2001 Mart, Donazione Eredi Prestento

FISCHLI & WEISS Hunde, 2003 FRANCESCO GENNARI Ascensione, 2004 KCHO (ALEXIS LEIVA MACHADO) La Columna Infinita, 1998 SABRINA MEZZAQUI Esercizi di concentrazione, 1996 FRANCESCO VEZZOLI Embroidery of a book: Young at any age, 2000 AI WEIWEI Galileo Galilei in lego, 2016 YINKA SHONIBARE MBE Water, 2010 Mart, Collezione Gemma De Angelis Testa ALBERTO ABATE Delfica, 1984 EVANGELINA ALCIATI Io – nonna, 1932 RODOLFO ARICÒ Interno, 1960 CARLA BADIALI Composizione n. 14, 1934-1935 GUGLIELMO BALDASSINI Hotel Diana, Milano, (1910) GIACOMO BALLA Ritratto di Leonilde Imperatori, 1911 CONTARDO BARBIERI Nello studio, 1932 GIANCARLO BARGONI Espansione bianca, 1964 LUCIANO BARTOLINI Kleenex, 1975 AFRO BASALDELLA Natura morta, 1942

404 opere collezioni d’arte

394

depositi

10

donazioni

DINO BASALDELLA Fandango, 1960 FRANCO BEMPORAD Composizione, 1961 VINICIO BERTI Composizione, 1950 GIANNI BERTINI Paris à la guerre de Trois, 1961 REMO (REMO BIANCHI) BIANCO Senza titolo, 1959 ADRIANA BISI FABBRI Lady Godiva, (1912)


11

LE COLLEZIONI LE NUOVE ACQUISIZIONI

DEPOSITI

EROS BONAMINI Pittura. Stesure grigio verde, 1974 Cronotopografie. Un segno traccia ogni minuto e mezzo, una volta dall’alto ed una volta dal basso (con la grafite dall’alto); tra due segni uguali 3 cm 3 minuti, 1975 Cronotopografie. Un segno traccia (a punta secca) ogni 100 secondi ogni centimetro, una volta a destra e una volta a sinistra dal segno centrale (a matita); tra due segni contigui 200 secondi (media), 1976 Cronotopografie. Segni traccia in 1 2 3...secondi, 1982 Cronotopografie. Segni tracce in-per 1 2 3 minuti, 2002 Vanitas Cronotopografie. Segni tracce in-per 1 2 3 minuti, 2003 Vanitas Cronotopografie. Fuoco in-per 1 2 3 minuti, 2004 Vanitas Cronotopografie. Fiamma ossidrica in-per 2 4 6 minuti + ascia in-per 1 2 3 minuti, 2008 Vanitas Cronotopografie. Fiamma ossidrica in-per 3 6 9 minuti, 2008

GUIDO CINOTTI Natura morta, 1914 ca.

FRANCO GENTILINI Ragazze nello studio del pittore, 1937

GIOVANNI COLACICCHI La piazzetta Santa Maria, 1926 Amazzoni ferite, 1932

QUINTO GHERMANDI Momento del volo, 1958 Metamorfosi, 1961

GIGI COMOLLI Nudo femminile, 1936

EDOARDO GIORDANO Composizione, 1954

CLAUDIO COSTA Memoria, 1970 Deserto, 1978

GIANNINO GROSSI Milano Corsico, 1929

PAOLO BORGHI La piramide di Apollo, 1984 Eros e Psiche, 1985 Erosione impossibile, 1990 La preda, 1990 POMPEO BORRA La figlia del pescatore, 1924 Maruzza, (1929) Natura morta, 1937 Cavalieri, 1949 REMO BRINDISI Maternità, 1948 BRUNO BRUNETTI Senza titolo, 1949 ANSELMO BUCCI Ragazza che scrive, 1923 CORRADO CAGLI Dogoredo, 1950 (BENTIVOGLIO SCARPA NATALINO) CAGNACCIO DI SAN PIETRO Il violoncellista (Autoritratto), (1918-1922) Il pescatore, 1926 Mio padre, 1933 GIUSEPPE CAPOGROSSI Ballerina col fiocco rosso, 1944 ALDO CARPI La famiglia al mare con barche, 1926

ROBERTO CRIPPA Composizione meccanomorfa, 1948-1950

VITTORIO GUSSONI Le uova al tegamino (Natura morta con funghi), 1942

ARMANDO CUNIOLO L’abbandonata o Le tre generazioni, 1933

EMILIO ISGRÒ Libro cancellato. L’attacco isterico (Freud), 1967

FERNANDO DE FILIPPI Venus, 1972

MARIUS LEDDA Dalla terrazza, 1927

VINCENZO DE STEFANI Le buone parole, 1924

LEONCILLO LEONARDI Case sul porto, 1957

ILARIA DEL MONTE Prima della fuga, 2012

UMBERTO LILLONI Case a Montù Beccaria, 1928

LUCIO DEL PEZZO Vita e morte di Marianna [Vita e morte di Marianna Alcoforado], 1961

MASSIMO LIVADIOTTI Autoritratto, 1985

LUCIA DI LUCIANO Divertissement del pensiero immaginativo no. 4, 2011 STEFANO DI STASIO Autoritratto, 1986 NICOLAJ DIULGHEROFF Sintesi di Marinetti, 1929 AGENORE FABBRI Il grido, 1952 Insetto atomizzato, 1957 Forma, 1959 Forma, 1959 Senza titolo, 1959 FRANCO FERLENGA Lettura, 1940 SERGIO FERMARIELLO Guerrieri, 2006-2007 FILLIA (LUIGI COLOMBO) Brutalità, 1928 LEONOR FINI Ritratto dell Principessa Windischgraetz, 1945

FELICE CASORATI Senza titolo (studio per “La scuola”) Fanciulla nuda o Fanciulla nello studio o Fanciulla col linoleum, 1921 Danzatrici, (1924-1979) Figura sdraiata (particolare) o La Dormiente, (1924-1979)

CHIARA FUMAI The Book of Evil Spirits, 2015

MARIACRISTINA CAVAGNOLI Autoritratto con matita, 2013

ANTON LUIGI GAJONI Il pescivendolo, 1931-1932

UGO CELADA DA VIRGILIO Natura morta, 1925 Natura morta con uccello, 1930

TULLIO GARBARI L’aratura, 1927

ACHILLE FUNI Autoritratto, 1907 Ritratto, 1922 Busto di ragazza, 1930

EDGARDO MANNUCCI Rilievo Rosso, 1955-1956 GIACOMO MANZÙ Viso di donna – Ritratto della prima moglie Antonia (Tina) Oreni, 1936 Ritratto di Pio, 1947 ELIO MARCHEGIANI Una grammatura di colore, 1973 Una grammatura di colore, 1976 Grammature d’oro K-24 (Geometri variabili), 1978 ENZO MARI Progetto 1059 B, 1964-2001 ALBERTO MARTINI Il ratto (La ninfa rapita; Ninfale), 1927 Fantasie muliebri – le sette Grazie, (1947) ARTURO MARTINI Cavallo, 1926 Via Crucis – Stazione III – L’incontro con le pie donne, 1926-1927 La fede e la luce, 1934 TITINA MASELLI Treno sotterraneo, 1955 ANDREA MASTROVITO Qui non siamo da nessuna parte, 2016 CONCETTO MAUGERI Natura morta con Allumettes, 1947 JACOPO MAZZONELLI Double Silence, 2012 FRANCESCO MESSINA Ritratto della signora Isa Parodi, 1950


12

2017 MART ANNUAL REPORT

DEPOSITI

OLMEDO MEZZOLI In palestra, 1940

RENATO PARESCE Natura morta, 1926

UMBERTO MILANI Senza titolo, 1958

MARIO PERSICO Gli innamorati e la quercia, 1956

UMBERTO MOGGIOLI Chioggia, (1912-1914)

GUIDO PERUZ Il collezionista dei sogni, 2013

ALDO MONDINO Iniziazione, 1988–1989

Cristiano Pintaldi Senza titolo, 2006

CESARE MONTI Giovane modella sulla poltrona rossa, 1938

FAUSTO PIRANDELLO Composizione, 1923 Nudo in prospettiva, 1923

ENNIO MORLOTTI Natura morta (sul tavolo con fruttiera bianca bottiglia nera e drappo rosso), 1942 Maternità, 1946

LUIGI VERONESI Senza titolo, 1938 Composizione n. 111, 1940 Senza titolo, 1940 Bianco su bianco, 1996

GUALTIERO NATIVI Natura morta, 1947

KARL PLATTNER Maternità, 1950

MARIO NEGRI Qualcuno ci viene incontro, 1959

MARIO RADICE Progetto per decorazione della Casa del Fascio di Como, (1935-1936) R.S. 87, 1956

UBALDO OPPI Miseria (I profughi, La famiglia dei profughi), 1914 Paese con porto, 1914 CIPRIANO EFISIO OPPO B 1913 (Ritratto di Rosso di San Secondo), 1913 PIPPO ORIANI Natura morta, 1931-1932 VALERIO ROCCO ORLANDO Niendorf (The Damaged Piano), 2008 GUIDO PAJETTA Ritratto della signorina Panizzutti, 1936 VINICIO PALADINI La partenza, 1928 Natura morta napoletana, 1931 Complesso onirico n. 1, 1932 IDEO TOMMASO PANTALEONI Composizione, 1953 LAURINA PAPERINA How to kill the artists episode n. 8, 2012 How to kill the artists episode n. 8 – installation 1/8. Christo, 2012 How to kill the artists episode n. 8 – installation 2/8. Mario Merz, 2012 How to kill the artists episode n. 8 – installation 3/8. Felix Gonzalez Torres, 2012 How to kill the artists episode n. 8 – installation 4/8. Ai Weiwei, 2012 How to kill the artists episode n. 8 – installation 5/8. Cindy Sherman, 2012 How to kill the artists episode n. 8 – installation 6/8. Louise Bourgeois, 2012 How to kill the artists episode n. 8 – installation 7/8. Mike Kelley, 2012 How to kill the artists episode n. 8 – installation 8/8. Raymond Pettibon, 2012

MANLIO RHO Senza titolo, 1940 RENATO RIGHETTI Senza titolo, 1947 GIANLUIGI ROCCA Nella luce del pomeriggio (Natura morta del ricordo o Natura morta del blu), 2007-2008 ROMOLO ROMANI Ritratto d’uomo (Ambrogio Binda), 1908 MARIO ROSSELLO Chicago, 1976 GIULIO ROSSO Giuochi, 1933 MIMMO ROTELLA Buon compleanno!, 1955 L’agguato, 1964 L’EUROPEO, 1964 ALBERTO SALIETTI Sullo scrittoio, 1946 GIUSEPPE SANTOMASO Natura morta, 1945 GIUSEPPE ANNIBALE SCARONI Pel di carota (ritratto di donna), 1933 GREGORIO SCILTIAN Natura morta, 1935 Viaggio in Italia, 1937 Commedia, 1958 ALFREDO SERRI Libri con catalogo della mostra di Alfredo Serri, 1958 Natura morta con autoritratto, anni ’40 Trompe l’oeil with Horn and Manuscripts, s.d.

FRANCESCO SOMAINI Figura elicoidale (progetto di “Canto aperto”), 1955-1956 Proposta per un monumento V a incastro (II variazione Baltimora), 1963 Omaggio ai marinai d’Italia, 1966 ETTORE SORDINI Movimento con meduse, 1958 ADRIANO SPILIMBERGO Paesaggio Lago di Como, 1935 Signora con vaso di fiori, 1935 GIOVANNI STRADONE Ritratto di Ettore, 1941 ALBERTO SUGHI Senza titolo, 1957 (ERNESTO MICHAHELLES) THAYAHT Il flautista, 1929 ca. Tuffo (Il tuffatore), 1932 MARIO TOZZI Ritratto di Marie-Thérèse, 1921 PAOLO TROUBETZKOY Busto di Segantini, 1896 GIUSEPPE UNCINI Senza titolo, 1958 GIANFILIPPO USELLINI Ritratto di donna, 1927 Majocchi nello studio, 1930 La signora N. Majocchi (madre), 1934 Il clown, 1952 FRANCO VACCARI La scultura buia, 1968 Effetti termici sulla struttura lignea di una casa due secondi dopo, 1989 VITTORIO VERGA Le logge dei delfini, 1955 CLAUDIO VERNA Superficie modulare “9”, 1966 Dittico, 1968 Emergenza, 1969 Senza titolo, 1969 Senza titolo, 1969 A 59, 1971 Archipittura IX, 1976 Il complotto dei segni II, 1989 LUIGI VERONESI Senza titolo, 1932 Composizione n. 37, 1937 Composizione n. 1, 1938 Diagonale n. 3, 1938 Mart, Collezione VAF-Stiftung MARIO CEROLI Sala ipostila, 1967 Mart, Collezione privata (ANGELO GIUSEPPE) AG FRONZONI Manifesto per la mostra di Lucio Fontana alla Galleria La Polena di Genova, 1966 CARLO BELLI Luci, 1955


13

LE COLLEZIONI LE NUOVE ACQUISIZIONI

DEPOSITI

JAMES LAUGHLIN L’anemone selvatico, s.d.

WIFREDO LAM Immagini (Idoli), 1970

GIULIO TURCATO Senza titolo, 1954 ca.

JIŘÍ VALOCH Colour haiku, 1974-1976 Time piece, 1975 Days gone, 1976 Line poem, 1976 Waiting etc., 1976 Mart, Archivio di Nuova Scrittura, Collezione Paolo Della Grazia

MARIO MAFAI Tetti di Roma, 1942

GIULIANO VANGI Figura, 1987

MARINO MARINI Giocoliere, 1953

TOM WESSELMANN Study for bedroom painting, 1971 Mart, Deposito collezione privata

GIUSEPPE PIETRO BAGETTI Ai piedi del castello, s.d. Caccia al cervo, s.d. Paesaggio sul fiume, s.d. Radura nel bosco, s.d.

GEORGES MATHIEU Crepuscule humaine, 1966 Obscure ennemi, 1987

ROSS BLECKNER Senza titolo (H.M.), 2002 ANSELMO BUCCI Via Manzoni, Milano, 1916

JASON MARTIN Brim, 2002

ROBERTO SEBASTIÁN MATTA Personaggi, 1987 CARLO MATTIOLI Paesaggio, 1987 ALDO MONDINO Quali sono le 5 differenze?, 1964

HANNE DARBOVEN 43 drawings, 1971–1972 HAMISH FULTON An eleven day wandering walk, Australia, 1982 JOSEPH KOSUTH The eighth investigation, propostition 3, 1971 SOL LEWITT Wall Drawing No.152, 1973 Mart, Panza Collection, Mendrisio

CARLO CARRÀ Covoni, 1954 Natura morta con pesci, 1954

ENNIO MORLOTTI Vegetazione, 1958

LORIS CECCHINI Gaps Shelf, 2004

LUIGI ONTANI Arlemarlecchino, 1995

MAURO CHESSA Natura morta, 2004

TONY OURSLER Madison – Sant’Antonio – Dayton, 1997

SANDRO CHIA Lightstruck, 1983–1984

MIMMO PALADINO Senza titolo, 1983

CYPRIEN GAILLARD Cairns (131 Allan Street, Dalmarnock, Glasgow, 1965-2007), 2007

ROBERTO CRIPPA Spirali, 1951

GIULIO PAOLINI Hermaphrodito, 1991-1992

LÀZLÓ MOHOLY-NAGY Senza titolo, 1941

GIULIANA CUNÉAZ Senza titolo (Serie Biostory), 2003

TANCREDI PARMEGGIANI Senza titolo (Composizione), 1959

LOUISE NEVELSON Senza titolo, 1974

GIORGIO DE CHIRICO Cavalieri con castello, 1950

ARNALDO POMODORO Disco, 1986-2003 PIERLUIGI PUSOLE Senza titolo, 1996

PHILIPPE PARRENO Untitled (What do you believe your eyes or my words?), 2007 Esposizione in tempo reale num. 4, 1972 Mart, Collezione privata

CAROL RAMA Composizione, 1979

FRANCESCO JODICE Capri. The Diefenbach Chronicles, 2013

OTTONE ROSAI Uomini al caffè, 1943

MARK LECKEY Pearl Vision, 2012

SALVO (SALVATORE MANGIONE) Case, 1984 Notturno, 1989

HELEN MARTEN Water the scotch, 2016 Mart, collezione Mauro De Iorio

ALIGI SASSU Uomini rossi. Il circo, 1931

ADRIAN PACI Home to go, 2001 Mart, AGIVERONA Collection

NICOLA DE MARIA La testa allegra di un angelo bello, 1986 FILIPPO DE PISIS Pere, 1933 Fiori, 1946 SAM FRANCIS Untitled (Tokio A) (SF 64-063), 1964 DANIELE GALLIANO Figura femminile, 1996

FILIPPO DE PISIS Senza titolo, (1944-1946) Mart, Collezione privata C. J. FELICE CASORATI Senza titolo (studio per “La scuola”), s.d.

FRANCO GENTILINI La cattedrale (Cattedrale di Ferrara), 1956

SERSE (FABRIZIO ROMA) Aria di Parigi-Gas, 2000

GIANFRANCO FERRONI Cavalletto (variante), 1992

ARDENGO SOFFICI Spiaggia tirrena, 1928

PIERO GILARDI Riccio di mare, 1987

ETTORE SPALLETTI Acqua, 1997

FRANCO VACCARI Esposizione in tempo reale num. 4, 1972 Mart, Collezione privata

HANS HARTUNG PU-44, 1948 T-1966 R 25, 1966

ROBERTO TERRACINI Senza titolo, 1950

ALDO BORGONZONI Figura, 1961

MARK TOBEY Senza titolo, 1961

CORRADO CAGLI Testa, (1970) Testa, 1972

THORSTEN KIRCHHOFF Broadway Bill, anni ’90

AUGUSTO PEREZ Senza titolo Mart, Collezione privata


14

2017 MART ANNUAL REPORT

DEPOSITI

MASSIMO (MAX IHLENFELDT) CAMPIGLI Le due sorelle, 1931 GIUSEPPE CAPOGROSSI Composizione con dedica, 1965 GIORGIO DE CHIRICO Bozzetto per il fondale de “I Puritani” di Vincenzo Bellini, atto I, scena II, 1933 Fiori, (1969) FILIPPO DE PISIS Rève (Nudino), 1929 Natura morta sulla spiaggia (Natura morta con mela e banana), (1930-1935) Natura morta con pesce (Pesce), 1940 Pierrot, 1942 RENATO GUTTUSO Nudo femminile seduto, 1948 Edera, 1965 Ricordo di uragano sul Monte Rosa, 1965 Nudo femminile sdraiato, 1972 Nudo femminile con specchio, anni ’40 Testa di donna di spalle, anni ’40 HANS HARTUNG T 22, 1956 OSKAR KOKOSCHKA Helft den baskischen Kindern!, 1937 ANTONIO LIGABUE Famiglia dei daini, s.d. MINO MACCARI Figure con sacerdote, s.d. MARINO MARINI Testa di donna, 1935 ARTURO MARTINI Senza titolo, s.d. GIORGIO MORANDI Natura morta con bottiglie, 1945 ANTON ZORAN MUŠIČ Censimento appenninico, 1969 Paesaggio, 1969 Cambiamento di stagione (Sughera), 1973 Paesaggio, 1974 PABLO PICASSO Homme et femme (noto come Amplesso), (1927) Don Quijote e Sancho Panza, 1955 OTTONE ROSAI Ritratto di uomo con cappello (recto e verso), s.d. MEDARDO ROSSO La portinaia, (1883-1884)

MARIO SIRONI Testa (noto come Ritratto di Boccioni in trincea), (1913-1914) Studio per Cavallo bianco, (1915) Cavaliere, (1920) Gufo, (1925-1935) Figura seduta (su un foglio del “Corriere della Sera”), 1926 Il lottatore, (1926) Figura (noto come Massimo Bontempelli ferito in guerra), (1927-1928) Fuga in Egitto, 1930 Paesaggio, 1930 Ritratto di Mimì Costa, (1930-1931) Composizione murale, (1934) Mussolini, 1934 Bozzetto per affresco dell’Aula Magna dell’Università La Sapienza di Roma, (1935) Studio preparatorio per l’affresco L’Italia fra le Arti e le Scienze nell’Aula Magna della Sapienza di Roma (noto come Mussolini a cavallo), (1935) Composizione, 1935-1936 Bassorilievo con figure, (1940/1968) Figura verticale, (1940-1945) Figura in preghiera, (1943) Interno di rifugio, (1943) Nudo bianco, (1946-1947) Due figure sedute, (1946-1948) Due nudi, 1946-1948 Montagne (Tofane), (1947) Montagna, (1947-1948) Manichini, (1948) Paesaggio con alberi, (1948) Composizione con albero, (1948-1950) Composizione con figure, (1948-1950) L’albero e la casa, (1948-1950) Le tre cime di Lavaredo, (1948-1950) Autoritratto, (1949) Autoritratto, 1949 Composizione montagne, (1949) Figure arcaiche, (1949) Montagne, (1949) Paesaggio urbano, (1950) Pastorale bianca – Natività, (1950) Ritratto di Antonio Allaria, (1950) Figura di donna, (1950-1955) Il pittore, (1950-1955) Montagne (Becco di mezzodì), (1950-1955) Paesaggio, montagna con casa, (1950-1955) Composizione (Mito), (1952) Figura sacra (Mezzo busto figura giallo verde), (1952-1953) I profeti, (1953) Paesaggio con piante, (1953-1954) Due figure femminili, (1954) Composizione con cielo azzurro, (1955-1958) Composizione con figura giallo, rosso e verde, (1955-1958) Composizione con barca, (1955-1960) Ritratto di parlamentare, (1955-1960) Studi di nudo, (1955-1960) Figure su fondo giallo, (1956) Composizione, (1957) Composizione, (1957) Composizione astratta, (1957) Composizione astratta, (1957) Ninfe al bagno, (1957) Piccolo paesaggio (Pigna), 1957 Resurrezione di Lazzaro, 1957 Dante nel paesaggio con alberi, (1958) Nudo di donna, (1958) Composizione con cavallo, (1959) Il mio funerale, (1960) Cavallino cubista, anni ’40

Pesce cubista, anni ’40 Composizione con figura rosa, (ante 1947) Cavallino, primi anni ’30 Gatto e uccellino, primi anni ’30 Il passero, primi anni ’30 L’oca, primi anni ’30 Solitudine, primi anni ’40 Albero con macchie azzurre, s.d. Maiale e bisonte, s.d. Montagne, s.d. GRAHAM VIVIAN SUTHERLAND Bees Caprone, 1967 Composizione vegetale (arancio), 1969 Balancing Form, 1972 Swan like form, 1972 Senza titolo (T. 139), (1973) Rocky coast with setting sun, 1974 Composizione, 1975 Composizione verde, 1975 Lane opening, 1976 Collezione Allaria


15

LE COLLEZIONI LE NUOVE ACQUISIZIONI


16

2017 MART ANNUAL REPORT

PRESTITI IN ENTRATA

581 prestiti in entrata per mostre temporanee

GRAZIA TODERI E ORHAN PAMUK. WORDS AND STARS Mart 2 aprile – 2 luglio 2017 Courtesy degli artisti

UN’ETERNA BELLEZZA. IL CANONE CLASSICO NELL’ARTE ITALIANA DEL PRIMO NOVECENTO Mart 2 luglio – 5 novembre 2017

FOCUS. COLLEZIONE PANZA DI BIUMO. LA MATERIA DELLA FORMA Mart 2 aprile – 2 luglio 2017

Opere in prestito da: Museo Civico e Pinacoteca di Alessandria, Alessandria Patrimonio Unipol Gruppo, Bologna Istituzione Bologna Musei | Museo Morandi, Bologna Azienda ULSS nr 1 Dolomiti, Feltre Gallerie degli Uffizi. Galleria d’Arte Moderna Palazzo Pitti, Firenze Musei Civici Fiorentini, Firenze Galleria d’Arte Moderna, Genova Wolfsoniana – Palazzo Ducale Fondazione per la cultura, Genova Collezione particolare La Spezia Private Collection Switzerland Fondazione Magnani Rocca, Mamiano di Traversetolo Pinacoteca di Brera, Milano Unicredit Art Collection Collezione Fanny Usellini, Milano Collezione Privata Courtesy Galleria Tega, Milano Museo del Novecento, Milano Courtesy Studio d’Arte Nicoletta Colombo, Milano Courtesy Montrasio Arte, Monza – Milano The Pierre and Tana Matisse Foundation Collection, New York Courtesy Galleria Gomiero, Milano – Padova Collezione Privata, Roma Camera dei Deputati, Roma Museo di Roma Galleria d’Arte Moderna, Roma Eni, Roma Galleria Carlo Virgilio & C., Roma Banca Monte dei Paschi di Siena Collezione Mita e Gigi Tartaglino Eredi Malvano Marchesini Gam – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino, Courtesy Gredo Art, Torino, Rai – Direzione Generale, Torino Collezione Privata, Venezia Museo del Paesaggio, Verbania Collezione della Fondazione Cariverona, Verona Comune di Verona, Galleria d’Arte Moderna A. Forti, Verona Istituto Matteucci, Viareggio Galleria Galuchat, Vicenza, Accademia Olimpica, Vicenza Museum de Fundatie, Heino | Qijhe and Zwolle, The Nederlands Courtesy Amedeo Porro Fine Arts, Lugano

Opere in prestito da: Panza Collection

TUTTI GLI ISMI DI ARMANDO TESTA Mart 22 luglio – 15 ottobre 2017 Opere in prestito da: Collezione Gemma de Angelis Testa Collezione Agenzia Armando Testa

CARLO ALFANO. SOGGETTO SPAZIO SOGGETTO 5 novembre 2017 – 11 febbraio 2018 Opere in prestito da: Collezione Alfonso e Cristina Artiaco, Pozzuoli Collezione Dinacci Collezione Alfano d’Amora Collezione Forin Collezione Zagaria Collezione Ernesto Esposito Collezione Incutti – Paliotto Collezione privata, Napoli Galleria L’Elefante, Treviso Collezione Lia Rumma Collezione privata, Milano Collezione privata, Livorno Collezione privata, Napoli Collezione Gian Battista Poggio Courtesy by Galleria Michela Cattai Collezione “i Cotroneo” Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Roma Collezione Gian Battista Poggio Courtesy by Galleria Michela Cattai Collezione “i Cotroneo” Collezione privata, Roma Studio d’Arte Martini, Brescia Collezione Trisorio


17

FRANCESCO LO SAVIO Mart 5 novembre 2017 – 11 febbraio 2018 Opere in prestito da: Collezione privata Cremona, Collezione privata Collezione Gariboldi Collezione Sergio Casoli Collezione Gemma De Angelis Testa Collezione Luca Rivelli. In comodato a Madre – Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina, Napoli Masi, Lugano Collezione privata, Lugano Collezione Prada, Milano Pinault Collection, Parigi Madre – Museo, Napoli Agi Verona Collection, Verona

JACOPO MAZZONELLI. TO BE PLAYED AT MAXIMUM VOLUME Galleria Civica 7 ottobre 2017 – 14 gennaio 2018 Opere in prestito da Courtesy Galleria Gianni Bonelli Collezione di “Bene in Meglio” Courtesy Galleria Gianni Bonelli e Paolo Maria Deanesi Gallery Collezione Federico Bianchi, Milano Courtesy Paolo Maria Deanesi Gallery Collezione S. Mirabile, Milano

REALISMO MAGICO. L’ARTE ITALIANA TRA METAFISICA E NUOVA OGGETTIVITÀ 1920-1930 Mart 3 dicembre 2017 – 04 marzo 2018 Opere in prestito da: Mumok, Vienna Masi Museo d’arte della Svizzera italiana. Collezione Città di Lugano. Donazione Chiattone, Lugano Collezione privata Museo Civico Ala Ponzone, Cremona Collezione Vaccari-Susmel, Ferrara Museo d’arte contemporanea Filippo de Pisis, Ferrara Fondazione di Studi di Storia dell’arte Roberto Longhi Fondazione Il Vittoriale degli italiani, Gardone Riviera (BS) Wolfsoniana – Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Genova ERPAC Musei Provinciali di Gorizia Collezione Privata Milano Collezione Privata courtesy ED Gallery, Piacenza Museo del Novecento, Milano Collezione Malcisi-Zaccarelli Unicredit Art Collection Galleria d’arte moderna Empedocle Restivo; Palermo Collezione privata, Roma Collezione Barilla, Parma Courtesy Galleria Torbandena, Trieste Fondazione Carlo Levi. Per gentile concessione della Collezione Farnesina Fondazione Carlo Levi, Roma Galleria d’Arte Moderna, Roma Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, Roma Rai, Torino Collezione privata Verona Collezione Banca Monte Paschi di Siena Gam – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino su concessione della Fondazione Torino Musei Collezione privata Torino Collezione privata Trieste Museo Revoltella – Galleria d’Arte Moderna, Trieste Collezione Marco Sofianopulo Collezione della Fondazione di Venezia Fondazione Musei Civici di Venezia, Galleria internazionale d’Arte moderna di Cà Pesaro Museo del Paesaggio, Verbania Collezione privata. Courtesy Galleria dello Scudo Verona Courtesy Società di Belle Arti Viareggio

LE COLLEZIONI I PRESTITI IN ENTRATA

ZANINI E GARBARI. NEL SEGNO DEL NOVECENTO Casa d’Arte Futurista Depero 10 giugno – 8 ottobre 2017 Opere in prestito da: Collezione privata

ALMANACCO 70. ARCHITETTURA E ASTRAZIONE Galleria Civica 11 febbraio – 14 maggio 2017 Opere in prestito da: Comune di Trento, Archivio Storico Comune di Trento, Archivio di deposito Archivio Luciano Perini Archivio Mazzonelli Archivio Itea Courtesy Studio d’Arte Raffaelli Collezione dell’artista Collezione privata

LEGNO | LËN | HOLZ. UN ITINERARIO NELLA SCULTURA CONTEMPORANEA Galleria Civica 2 giugno – 17 settembre 2017 Opere in prestito da: Courtesy Liquid Art System Gallery – Capri Collezione dell’artista Collezione privata Courtesy Galleria Doris Ghetta – Ortisei Courtesy l’artista Museum Ladin Ciastel de Tor – San Martino in Badia Collezione Oberrauch Courtesy Antonella Cattani Contemporary Art – Bolzano Courtesy Doppelgaenger arte contemporanea – Bari Collezione Joachim Rubner Collezione Jorgen Bodenseer Courtesy Galerie Frank Schlag & Cie – Essen


18

2017 MART ANNUAL REPORT

PRESTITI IN USCITA

293

opere concesse in prestito per 31 mostre

22

in Italia

9

all’estero

ITALIA

ESTERO

ARCO BOLZANO FIRENZE FORLÌ LA SPEZIA MAMIANO DI TRAVERSETOLO MILANO NAPOLI PALERMO REGGIO EMILIA ROMA TORINO VENEZIA VIGONZA

AMSTELVEEN LONDRA LUDWIGSHAFEN LUGANO MADRID MOSCA NEW YORK SINGAPORE


19

ENRICO BAJ: PLAY AS PROTEST CoBrA Museum of Modern Art, Amstelveen, The Netherlands 04 febbraio – 04 giugno 2017

RETORNO A LA BELLEZA. OBRAS MAESTRAS DEL ARTE ITALIANO DE ENTREGUERRAS Fondazione MAPFRE, Madrid 25 febbraio – 04 giugno 2017

1 opera

30 opere

ENRICO BAJ Nel fondo del monte ci trovammo come al centro di ogni cosa, 1958 Mart, Collezione VAF-Stiftung

POMPEO BORRA Ritratto di Achille Funi, 1920 circa Composizione (Le amiche), 1924 Riposo, 1933 (BENTIVOGLIO SCARPA NATALINO) CAGNACCIO DI SAN PIETRO Ritratto della signora Wighi, 1930-1936 MASSIMO (MAX IHLENFELDT) CAMPIGLI Violini (Concerto), 1934 La sorgente o Alla fonte, 1935-1939 CARLO CARRÀ Composizione TA (Natura morta metafisica), 1916-1918 GISBERTO CERACCHINI La fonte, 1930 Il riposo, 1930 GIORGIO DE CHIRICO La matinée angoissante, 1912 Mart, Collezione VAF-Stiftung

ART DÉCO. GLI ANNI RUGGENTI IN ITALIA 1919-1930 Musei di San Domenico, Forlì 11 febbraio – 18 giugno 2017 8 opere GIACOMO BALLA Pappagalli, 1929 Pappagalli e scimmia, 1929 Deposito a lungo termine LUIGI BONAZZA Notte d’estate, (1928) Mart, Provincia autonoma di Trento – Soprintendenza per i beni culturali FORTUNATO DEPERO Chiesa di Lizzana (Lizzana), 1923 Diavoletti neri e bianchi. Danza di diavoli, 1922 Festa della sedia, 1927 Mart, Fondo Depero ARTURO MARTINI Il poeta Cechov, 1921-1922 PIERO MARUSSIG Signora con pelliccia, (1920) Mart, Archivio Adriano Pallini in deposito al Mart

Ritratto di fanciulla (Testa di fanciulla), 1921 Piazza d’Italia (Souvenir d’Italie), (1924-1925) ARTURO MARTINI Nena, 1930 GIORGIO MORANDI Natura morta, 1929 MARIO SIRONI Periferia con camion, 1920 L’attesa (Figura e veliero), (1931)

LE COLLEZIONI I PRESTITI IN USCITA

FILIPPO DE PISIS Natura morta, 1924 Mart, Collezione L.F Natura morta con quadro di de Chirico, 1928 LEONARDO DUDREVILLE Nudino, 1923 ACHILLE FUNI La sorella, 1923 GIAN EMILIO MALERBA Nudo, 1923-1924 UBALDO OPPI La jeune fille sentimentale, 1920-1922 Il chirurgo, 1919 ALBERTO (ANDREA DE CHIRICO) SAVINIO Gardiens d’Etoiles o Les Gardiens du Port, 1930 Partenza degli Argonauti, 1933 GINO SEVERINI La leçon de musique, 1928-1929 MARIO TOZZI Meditazione, 1925 ADOLFO WILDT Nicola Bonservizi, 1924-1925 Mart, Collezione VAF-Stiftung ARTURO MARTINI Busto di fanciulla ebrea, 1922 La moglie del poeta, 1922 Mart, Comodato a lungo termine LUIGI GIGIOTTI ZANINI L’incendio, 1924 Mart


20

2017 MART ANNUAL REPORT

DAL FUTURISMO AL RITORNO ALL’ORDINE. PITTURA ITALIANA DEL DECENNIO CRUCIALE 1910-1920 Fondazione Accorsi – Ometto, Torino 01 marzo – 18 giugno 2017

DEPERO IL MAGO. GENIO E SREGOLATEZZA Fondazione Magnani Rocca, Mamiano di Traversetolo 18 marzo – 02 luglio 2017

5 opere

92 opere

UMBERTO MOGGIOLI Primavera a Mazzorbo, 1912

FORTUNATO DEPERO Bozzetto per costruzione pubblicitaria uomo-matita, (1929) Copertina di “Vanity Fair”, 1930 Progetto di chiosco pubblicitario, 1924 Copertina di News Auto Atlas, 1930 Copertina di “Sparks”, 1930 Studio del marchio pubblicitario Depero Futurista (Depero futurista), (1926-1927) L’Aperitivo Campari. Progetto per vassoio, (1926-1927) Coleottero veneziano, (1936) Bozzetto per manifesto pubblicitario Unica, (1927-1928) Composizione per piatto. Fasci, 1925 Studio di copertina per “Veni vd vici” (Refrattari Verzocchi), (1924) Costume cifrato, 1929 Bozzetto per manifesto pubblicitario Uomo-matita, (1926-1929) Bozzetto di copertina per “Vanity Fair”, 1929-1930 Mandrie di auto, 1930 Teste e tubi/ Forme simultanee, 1945 Cordial Campari, 1939 Venditrice ambulante di Down Town, 1944 Mulatto di New York-Harlem, 1945 Natura morta con stufa, 1952 La rissa, 1926 Simultaneità metropolitane, 1946 Teste più travi (Grappoli di teste e travi), 1952 Macchinismo babelico, 1930 Bozzetto di scenario mobile per il balletto “The New Babel”, 1930 Grattacieli e subway per “The New Babel”, 1930 Bozzetto pubblicità Venus Pencil, (1929-1930) Bozzetto per Padiglione del Libro Bestetti Treves Tumminelli, 1927 Automa, 1917 Studio per pubblicità Cicli, (1924-1926) Grottesco, 1914 Bozzetto di copertina per “Vanity Fair”, 1929

IRAS ROBERTO BALDESSARI Primavera, 1917 Mart, Provincia autonoma di Trento – Soprintendenza per i beni culturali Fuochi di bengala (Notte+Strada+Luna), 1918 Mart, Deposito a lungo termine GIACOMO BALLA Linee forze di paesaggio + giardino, 1918 Mart, Collezione privata FORTUNATO DEPERO Paesaggio guerresco, 1916 Mart, Collezione VAF-Stiftung

COLORI. L’EMOZIONE DEI COLORI NELL’ARTE Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea – Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, Torino 14 marzo – 23 luglio 2017 2 opere JOSEF Study Still Mart,

ALBERS for Homage to the Square: Remembered, 1954-1956 Deposito collezione privata

LUIGI RUSSOLO Profumo, 1910 Mart, Collezione VAF-Stiftung

Robot – architettura sintetica, (1917) Presentimento Pungente Mordente e spaventoso, 1913 Pagina pubblicitaria. Scenografia per motolampada, 1929 R x 13, 1915 Strada + vetrina, 1913-1914 Donna in vetrina, 1917 Ballerina negra, (1929) Costume cifrato, 1929 Bozzetto di locandina Depero’s Futuristic-House, (1928-1929) Compenetrazione di numeri, 1915 Pappagalli, 1917 Bozzetto di locandina Depero Futurist House (Depero Futurist House), (1928-1929) Se la pioggia fosse di Bitter Campari, (1926-1927) Bozzetto per decorazione di piatto, 1938 Il re di denari, (1936) Meccanica di ballerini, 1917 Progetto di poltrona, 1930-1932 Progetto di poltrona, 1930-1932 Orso, 1923 Serie di n. 8 rinoceronti, 1923 Studio di sedia, 1926-1927 Architettura sintetica di uomo (Uomo con i baffi), 1916-1917 Bozzetto per pubblicità Venus Pencil, (1929-1930) Cordial Campari 1933, (1933) Scomposizione di testa, 1913 Due figure, 1913 Dinamismo di un Caffè, 1914 Il gobbo, 1917 Architettura di gobbo, 1917 Donna e fiore (Donna fiore), 1915 Progetto plastico, 1917 Ballerina, 1917 Alla scoperta di New York, (1931) Sedia (Modello), (1926) Sedia (Modello), (1926) Mart, Fondo Depero Bitter Campari – L’aperitivo, 1926-1927 Mart, Archivio del ’900, Fondo Depero


21

Manifesto pubblicitario Magnesia S. Pellegrino, (1928-1930) Mart, Provincia autonoma di Trento – Soprintendenza per i beni culturali Ritratto di Alfredo Degasperi, 1913 Mart, Deposito collezione privata Bozzetto di copertina per “Vanity Fair”, 1930 Pettini, 1914 Astrazione animale, 1914 Rotazione di ballerina e pappagalli, 1917 Bozzetto di copertina per “Vogue”, 1930 Simultaneità giroplastiche (Trottole), 1914 Studio per Elettricità, 1914 Il taglialegna (Il delitto), 1912 Mart, Deposito a lungo termine Ballerina per I Balli Plastici (Ballerina rosa), 1918 L’uomo con i baffi e i pagliacci (Balli Plastici), 1918 Selvaggio per I Balli Plastici (Il selvaggio), 1918 Orso, gallo e topolini (Balli Plastici), 1918 I Creatori dei Balli Plastici Depero e Clavel, 1918 Ritratto in carte colorate (Ritratto di Clavel), 1917 Ritratto all’acquerello (Clavel), 1917 Studio all’acquerello per ritratto in cartone (Clavel), 1917 Figura a tavola, 1917 Mart, Collezione Esposito Depero Futurista. Dinamo Azari (Libro imbullonato), 1927 Sedia rosa e blu (ricostruzione), 1995 Sedia verde e viola (ricostruzione), 1995 Sedia azzurro chiaro e scuro (ricostruzione), 1995 Sedia verde e gialla (ricostruzione), 1995 Mart

LE COLLEZIONI I PRESTITI IN USCITA

LA CITTÀ UTOPICA Archivio Quirino De Giorgio, Vigonza 08 aprile – 01 maggio 2017

NEW YORK NEW YORK. ARTE ITALIANA. LA RISCOPERTA DELL’AMERICA Museo del 900, Gallerie d’Italia – Piazza Scala, Milano 12 aprile – 17 settembre 2017

5 opere

13 opere

TULLIO CRALI Spazio scenico polidimensionale per ambienti sociali, 1931 Palazzo delle scienze, 1930 Aeroporto stazione, Aeroporto urbano, 1931 Risveglio di metropoli, 1930

FORTUNATO DEPERO Grattacieli e tunnel, 1930 The New Babel (Scenario plastico mobile), 1930 Broadway, folla, Roxy Theatre, 1930 Studio di illustrazione per “Vogue” (Modella e grattacieli), 1929-1930 Studio di illustrazione per “Vogue” (In attesa del treno), 1929-1930 Grattacieli – folla. Composizione parolibera, 1930 Mercato Newyorkese (Big Sale), 1930 Bozzetto per pubblicità Venus Pencil, (1929-1930) Bozzetto per pubblicità Venus Pencil, (1929-1930) Studio di copertina per “Vogue”, 1929-1930 New York. Studio di tavola parolibera, 1929-1930 Mart, Fondo Depero

ADALBERTO LIBERA Progetto per il palazzo dell’acqua e della luce all’E 42, veduta prospettica complessiva, 1939 Mart

TANO FESTA Cielo NewYorchese, 1966 ANGELO SAVELLI Speranze, 1962 Mart, Collezione VAF-Stiftung

PARADE: PICASSO E NAPOLI Museo di Capodimonte e Real Bosco, Napoli 10 aprile – 16 luglio 2017 6 opere FORTUNATO DEPERO Costruzione di bambina, 1917 Mart, Fondo Depero Figure (Clavel), 1917 Il gobbo di stecche (Schizzi di Clavel nella funicolare), 1917 Scena caprese, (1917) Architettura sintetica (2 figure). (Plastiche sotterranee), 1917 Prospettiva geometrica di figura e ambiente, rematore (Figura solida a Capri), 1918 Mart, Collezione Esposito


22

2017 MART ANNUAL REPORT

GIORGIO DE CHIRICO. OLTRE IL MODERNO Tretyakov State Gallery, Mosca 19 aprile – 23 luglio 2017

CAROL RAMA: ANTIBODIES New Museum, New York 26 aprile – 10 settembre 2017

EMILIO VEDOVA Fondazione Vedova, Venezia 09 maggio – 26 novembre 2017

2 opere

2 opere

1 opera

GIORGIO DE CHIRICO Due figure mitologiche (Nus antiques, Composizione mitologica), 1927 Mart, Collezione L.F.

CAROL RAMA Senza titolo (gomme), 1978 Fase dal nero, 1972 Mart, Collezione privata

EMILIO VEDOVA De Americhe 3, (1976-1978) Mart, Collezione Domenico Talamoni

Piazza d’Italia con torre rosa, (1934) Mart

SEGANTINI E I SUOI CONTEMPORANEI MAG. Arco 15 luglio – 05 novembre 2017 28 opere BARTOLOMEO BEZZI Venezia che dorme, 1898 Mart, Deposito Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto

LUDWIG HERTERICH Fanciulli, (1905) Mart, Provincia autonoma di Trento – Soprintendenza per i beni culturali

Marina, (1900) Mart, Collezione privata

VITTORE GRUBICY DE DRAGON Anversa (Tramonto), 1895 Mart

Bosco ceduo (Bosco di betulle), 1886

1927. IL RITORNO IN ITALIA Museo Salvatore Ferragamo, Firenze 18 maggio 2017 – 02 maggio 2018 6 opere FORTUNATO DEPERO Costume cifrato, 1929 Costume cifrato, 1929 Costume cifrato, 1929 Carretto napoletano. Paese di tarantella, 1918 Mart, Fondo Depero (ERNESTO MICHAHELLES) THAYAHT Tuffo (Il tuffatore), 1932 MARIO TOZZI Personaggi in cerca d’autore, (1929) Mart, Collezione VAF-Stiftung

LEONARDO BISTOLFI Allegoria, 1906-1907 La bellezza liberata dalla materia, (1908 ante) FRANCESCO DANIELI Crepuscolo, (1885-1895) ANDREA MALFATTI Giovane zampognaro (Il pifferaio; I girovaghi), (1876) Lacci d’amore, 1878 Primo bagno, (1880) Lettura d’amore (Lettera d’amore), (1881) EUGENIO PRATI Ritratto di Andrea Malfatti, 1871 Piccolo cantiniere, (1900) Poesia della montagna, 1903 Mart, Comune di Trento Solitudine, 1889 Ragazza che legge, 1898-1900 JOSEF BÜCHE Contadinella Altoatesina in costume, 1880

CESARE LAURENTI Visione antica, (1901) Mart, Padova, Galleria Nuova Arcadia di L. Franchi ANTONIO ROTTA La morte del pulcino, 1878 Mart, Deposito Collezione privata GIOVANNI SEGANTINI Ortensie, (1880-1882) Mart, Deposito Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto Natura morta con cacciagione, (1880-1881) Mart Riproduzione di Die Quelle des Lebens (La vanità), (1897) Riproduzione di Hirtin in Savognino (Ragazza che fa la calza), (1888) Riproduzione di Werden (Trittico della natura. La vita), (1896-1899) Riproduzione di Sein (Trittico della natura. La natura), (1897-1899) Riproduzione di Vergehen (Trittico della natura. La morte), (1898-1899) Il campanaro, 1879-1880 Mart, Provincia autonoma di Trento – Soprintendenza per i beni culturali


23

LE COLLEZIONI I PRESTITI IN USCITA

SERPENTIFORM ArtScience Museum, Singapore 19 agosto – 15 ottobre 2017

DALÌ / DUCHAMP Royal Academy, Londra 03 ottobre 2017 – 03 gennaio 2018

ALBERTO SAVINIO C.I.M.A., New York 06 ottobre 2017 – 23 giugno 2018

1 opera

1 opera

1 opera

GIACOMO BALLA Pappagalli e serpente, 1929 Mart, Deposito a lungo termine

SALVADOR DALÌ Couple au tête plein de nuages, 1937 Mart, Deposito Fondazione Isabella Scelsi

ALBERTO (ANDREA DE CHIRICO) SAVINIO I Re Magi, 1929 Mart, Provincia autonoma di Trento – Soprintendenza per i beni culturali

BARNILS, CAPOGROSSI, PERILLI, PIJUAN. ALFABETO SEGNICO Fondazione Stelline, Milano 15 settembre – 29 ottobre 2017

DE CHIRICO INCONTRA BOCCIONI Gallerie d’Italia, Milano 07 ottobre – 26 novembre 2017

PORTO MARGHERA 100 Palazzo Ducale, Venezia 03 novembre 2017 – 28 gennaio 2018

2 opere

2 opere

1 opera

GIUSEPPE CAPOGROSSI Superficie 678 (Cartagine), 1950 Mart, Deposito collezione privata

GIORGIO DE CHIRICO Piazza d’Italia con torre rosa, (1934) Mart

TONY CRAGG Pacific, 1999 Mart

Superficie 399, 1961 Mart, Collezione VAF-Stiftung

Piazza d’Italia (Souvenir d’Italie), (1924-1925) Mart, Collezione L.F.

SULLE VIE DELL’ILLUMINAZIONE. IL MITO DELL’INDIA NELLA CULTURA OCCIDENTALE 1808-2017 Masi, Lugano 24 settembre 2017 – 21 gennaio 2018

BARNILS, CAPOGROSSI, PERILLI, PIJUAN. ALFABETO SEGNICO CAMEC, La Spezia 04 novembre 2017 – 07 gennaio 2018

KANDINSKY. MUSICA E SPIRITUALITÀ NELL’ARTE Palazzo Magnani, Reggio Emilia 11 novembre 2017 – 18 marzo 2018

1 opera

2 opere

1 opera

ANSELM KIEFER Ich halte alle Indien in meiner Hand, 1995 Mart

GIUSEPPE CAPOGROSSI Superficie 678 (Cartagine), 1950 Mart, Deposito collezione privata

VASILIJ VASIL’EVIČ KANDINSKIJ Deux tensions, 1934 Mart, Collezione Domenico Talamoni

Superficie 399, 1961 Mart, Collezione VAF-Stiftung


24

2017 MART ANNUAL REPORT

LA TROTTOLA E IL L ROBOT. TRA BALLA, CASORATI E CAPOGROSSI Palazzo Pretorio, Pontedera (PI) 11 novembre 2017 – 30 aprile 2018

SIRONI SVELATO Università La Sapienza, Roma 23 novembre 2017 – 21 gennaio 2018

RENÉ PARESCE. ITALIANI A PARIGI. CAMPIGLI, DE CHIRICO, DE PISIS, SAVINIO, SEVERINI, TOZZI Museo di Santa Maria della Vita, Bologna 07 dicembre 2017 – 28 febbraio 2018

13 opere

4 opere

8 opere

FORTUNATO DEPERO Progetto di chiosco pubblicitario, 1924 Guerriero scudato, 1918 Costruzione di bambina, 1917 Gallina (Marionette dei Balli Plastici), 1981 Gatto nero (Marionette dei Balli Plastici), 1981 Scimmia (Marionette dei Balli Plastici), 1981 Farfalla, 1981 Topo bianco (Marionette dei Balli Plastici), 1981 Topo bianco (Marionette dei Balli Plastici), 1981 Topo bianco (Marionette dei Balli Plastici), 1981 Mart, Fondo Depero

MARIO SIRONI L’Astronomia, 1934-1935 Studio per l’affresco “L’Italia tra le Arti e le Scienze”, 1934-1935 Condottiero a cavallo, 1934-1935 Mart, Archivio Mario Sironi di Romana Sironi

MASSIMO (MAX IHLENFELDT) CAMPIGLI Le educande (Passeggiata delle educande), 1929-1930

Studio preparatorio per l’affresco L’Italia fra le Arti e le Scienze nell’Aula Magna della Sapienza di Roma (noto come Mussolini a cavallo), (1935) Mart, Collezione Allaria

RENATO PARESCE Natura morta, 1926

FILIPPO DE PISIS Natura morta con quadro di de Chirico, 1928

ALBERTO (ANDREA DE CHIRICO) SAVINIO Ulysse et Polyphème, 1929 Mart, Collezione VAF-Stiftung GINO SEVERINI Natura morta con maschera, (1929) Mart, Deposito a lungo termine La leçon de musique, 1928-1929 Mart, Collezione VAF-Stiftung

Orso, 1923 Serie di n. 8 rinoceronti, 1923 Lampadario. Lampadario nautico, 1923-1924 Mart, Provincia autonoma di Trento – Soprintendenza per i beni culturali

MARIO TOZZI Souvenir d’enfance (Madre e figlio), 1929 Mart, Collezione L.F. Personaggi in cerca d’autore, (1929) Mart, Collezione VAF-Stiftung

OPERE SU CARTA DALLA COLLEZIONE MUSEION Museion, Bolzano 16 novembre 2017 – 28 ottobre 2018

[Scambio prestiti] Farnesina, Roma 20 novembre 2017 – 30 aprile 2018

STIMME DES LICHTS. DELAUNAY, APOLLINAIRE UND DER ORPHISMUS Wilhelm-Hack-Museum, Ludwigshafen 01 dicembre 2017 – 02 aprile 2018

1 opera

1 opera

1 opera

IRMA BLANK Senza titolo, s.d. Mart, Archivio di Nuova Scrittura, Collezione Paolo Della Grazia

NELLA MARCHESINI Donna che legge il giornale (La madre), 1927 Mart, Collezione VAF-Stiftung

GIACOMO BALLA Compenetrazione iridescente n. 4 (Studio della luce), 1912-1913 Mart, Deposito collezione privata


25

LE COLLEZIONI I PRESTITI IN USCITA

MIMMO JODICE. MEDITERRANEO Farnesina, Roma 15 dicembre 2017 – 15 gennaio 2018

IL RUGGITO DELLA VELOCITÀ. MITI E MODERNITÀ DELLA TARGA FLORIO MOTOCICLISTA Real Albergo dei Poveri, Palermo 22 dicembre 2017 15 gennaio 2018

40 opere

8 opere

MIMMO JODICE Peristilio romano, Bulla Regia, Tunisia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Isole egee viste dalla costa turca (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Affresco del IV secolo, Pompei (Napoli), Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Cisterna romana “Piscina mirabile”, Bacoli (Napoli), Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Anfiteatro flavio, Pozzuoli (Napoli), Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Atleta, Museo Archeologico di Atene, Grecia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 La via colonnata e il tetrapylon, Palmira, Siria (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Il Compagno di Ulisse, Baia (Napoli), Italia (dalla serie Mediterraneo), 1992 Anfiteatro romano, Capua (Caserta), Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Tempio di Serapide, Pergamo, Turchia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Mosaico romano, El Jem, Tunisia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Anfiteatro romano, Capua (Caserta), Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Museo Archeologico Nazionale, Napoli, Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Anfiteatro romano, El Jem, Tunisia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Scultura bronzea romana da Ercolano, Museo Archeologico Nazionale, Napoli, Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Paesaggio marino, Acitrezza (Catania), Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Scultura della Ninfa Imperiale, Museo del Castello di Baia, Napoli, Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Terme di Antonino Pio, Cartagine, Tunisia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Atleti, Villa dei Papiri di Ercolano, Museo Archeologico Nazionale, Napoli, Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995

Frammento di scultura romana, Museo Archeologico, Sperlonga (Latina), Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Testa marmorea romana, Museo Archeologico, Barcellona, Spagna (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Alcantara (Messina), Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Mosaico, Casa del Fauno a Pompei, Museo Archeologico Nazionale, Napoli, Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Biblioteca di Celso, Efeso, Turchia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Pompei (Napoli), Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Tempio greco, British Museum, Londra, Inghilterra (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Statuette di Demetra, Siracusa, Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Scultura bronzea da Ercolano, Museo Archeologico Nazionale, Napoli, Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Frammento romano, Museo Archeologico, Pergamo, Turchia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Cabo de Gata, Andalusia, Spagna (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Corsica, Francia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Petra, Giordania (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Maschera in marmo rosso, Collezione Ludovisi, Roma, Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Alcantara (Messina), Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Petra, Giordania (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Antro della Sibilla Cumana, Cuma (Napoli), Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Arciere, Museo Archeologico Nazionale, Napoli, Italia (dalla serie Mediterraneo), 1991 Agrigento, Italia (dalla serie Mediterraneo), 1992 Propriano, Corsica, Francia (dalla serie Mediterraneo), 1990-1995 Napoli, Italia (dalla serie Mediterraneo), 1990 Collezione “i Cotroneo” – courtesy Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto

ANGIOLINO SPALLANZANI Opera meccanica (Moto futurista), 1926 Schizzo per moto futurista Schizzo per moto futurista Mart TULLIO CRALI Le forze della curva, 1930 Mart, Deposito a lungo termine FORTUNATO DEPERO Motociclista, 1943 Motociclista (Sintesi di motociclista), 1952 Velocità astratta, (1950) Supercortemaggiore (Bolide nero nello spazio), 1952 Mart, Fondo Depero


26

2017 MART ANNUAL REPORT

LE MOSTRE

MART FOCUS

EXTRAMUROS

COLLABORAZIONI

MARIO SIRONI NELLA COLLEZIONE ALLARIA 5 marzo – 11 giugno 2017

ITALO BRESSAN. ANIME | SOULS A cura di Daniela Ferrari MAG, Riva del Garda, Museo Civico 9 aprile 2017 – 25 giugno 2017

DEPERO IL MAGO. GENIO E SREGOLATEZZA Fondazione Magnani Rocca, Mamiano di Traversetolo 18 marzo – 2 luglio 2017

COLLEZIONE PANZA DI BIUMO. LA MATERIA DELLA FORMA 2 aprile – 2 luglio 2017 COSTRUIRE CON LA LUCE. FOTOGRAFIE DI ARCHITETTURA DAGLI ARCHIVI DEL MART 7 maggio – 27 agosto 2017 LA RIVISTA COME LUOGO DI RICERCA ARTISTICA: IL PORTALE CAPTI 3 settembre 2017 – 25 febbraio 2018

SEGANTINI E I SUOI CONTEMPORANEI. TEMI E FIGURE DELL’OTTOCENTO A cura di Alessandra Tiddia Arco, Galleria Civica Segantini 15 luglio 2017 – 5 novembre 2017


27

MART GRAZIA TODERI E ORHAN PAMUK. WORDS AND STARS 2 aprile – 2 luglio 2017 UN’ETERNA BELLEZZA. IL CANONE CLASSICO NELL’ARTE ITALIANA DEL PRIMO NOVECENTO 2 luglio  – 5 novembre 2017 TUTTI GLI ISMI DI ARMANDO TESTA 22 luglio  – 15 ottobre 2017 CARLO ALFANO SOGGETTO SPAZIO SOGGETTO 5 novembre 2017 – 22 aprile 2018 FRANCESCO LO SAVIO 5 novembre 2017 – 18 marzo 2018 REALISMO MAGICO. L’INCANTO NELLA PITTURA ITALIANA DEGLI ANNI VENTI E TRENTA 3 dicembre 2017 – 2 aprile 2018 LE COLLEZIONI L’INVENZIONE DEL MODERNO L’IRRUZIONE DEL CONTEMPORANEO

CASA D’ARTE FUTURISTA DEPERO ZANINI E GARBARI NEL SEGNO DEL NOVECENTO 10 giugno – 8 ottobre 2017 IN FONT WE TRUST. ARTE E TIPOGRAFIA DALLE COLLEZIONI DEL MART 14 ottobre 2017 – 18 febbraio 2018

LE MOSTRE

GALLERIA CIVICA ALMANACCO 70. ARCHITETTURA E ASTRAZIONE 11 febbraio  – 14 maggio 2017 LEGNO | LËN | HOLZ. UN ITINERARIO NELLA SCULTURA CONTEMPORANEA 2 giugno – 17 settembre 2017 JACOPO MAZZONELLI. IL SUONO DELL’ARTE 7 ottobre 2017– 14 gennaio 2018


2017 MART ANNUAL REPORT

28

MART GRAZIA TODERI E ORHAN PAMUK WORDS AND STARS 2 aprile – 2 luglio 2017 A cura di Gianfranco Maraniello

Il Mart presenta il lavoro a quattro mani di Grazia Toderi, tra le maggiori artiste internazionali, e di Orhan Pamuk, premio Nobel per la letteratura 2006. Words and Stars (2013-2016) è un progetto nato nel 2013 quando il Premio Nobel Orhan Pamuk, affascinato dal lavoro di Grazia Toderi, invita l’artista a ideare un’opera per il Museo dell’Innocenza di Istanbul. La ricerca e lo scambio di parole, fonti e immagini pongono al centro del progetto l’inclinazione dell’uomo a esplorare lo spazio e la sua innata vocazione a interrogare le stelle. Presentata per la prima volta al Mart, l’opera prende corpo in una trilogia rticolata in un monologo, un dialogo e una conversazione sugli astri: tre grandi installazioni immersive multi schermo composte da otto proiezioni video, in cui si fondono immagini e testi. La vocazione cosmologica connaturata al progetto trova così espressione in un unico corpo visivo e letterario. La mostra segue due eventi: un’opera realizzata specificamente per lo spazio della cupola del Planetario di Torino, presentata al pubblico il 5 e 6 novembre 2016, e un’opera proposta dal 4 novembre 2016 al 29 marzo 2017 al Museo d’arte antica di Palazzo Madama.

mart.tn.it/wordsandstars


29

Le Mostre


2017 MART ANNUAL REPORT

30

MART UN’ETERNA BELLEZZA IL CANONE CLASSICO NELL’ARTE ITALIANA DEL PRIMO NOVECENTO 2 luglio – 5 novembre 2017 A cura di Beatrice Avanzi e Daniela Ferrari con Fundación MAPFRE, Madrid

Al Mart di Rovereto la grande e attesa mostra dedicata a uno dei momenti più ricchi dell’arte italiana del Novecento. In collaborazione con Fundación MAPFRE, Madrid. Dopo la devastazione del Primo Conflitto Mondiale, nel clima europeo del ritorno all’ordine, si affermano ricerche e movimenti, come la Metafisica, l’esperienza di “Valori Plastici”, il Novecento italiano e la poetica del Realismo magico, che recuperano temi e soluzioni formali della tradizione artistica. I soggetti allegorici, il ritratto, la figura, il paesaggio e la natura morta sono interpretati secondo un nuovo linguaggio che declina in chiave moderna i valori dell’arte antica e rinascimentale. In questo contesto si consolida l’importanza della conoscenza tecnica intesa come strumento di restituzione e trasfigurazione del reale, alla ricerca di una dimensione trasognata e senza tempo. Attraverso capolavori assoluti del primo Novecento, Un’eterna bellezza propone un percorso tra le opere dei maestri dell’arte italiana che guardano al passato e al canone classico come fonti di ispirazione. Il percorso espositivo è articolato in sette sezioni: Metafisica del tempo e dello spazio; Evocazioni dell’antico; Paesaggi; Poesia degli oggetti; Ritorno alla figura. Il ritratto; Il nudo come modello; Le stagioni della vita. In mostra oltre cento opere di alcuni tra i più significativi protagonisti dell’arte Italiana: Carrà, Casorati, de Chirico, de Pisis, Savinio, Severini, Sironi ma anche Bucci, Cagnaccio di San Pietro, Donghi, Dudreville, Funi, Malerba, Martini, Marussig, Oppi e Wildt. L’esposizione intreccia una fitta rete di rimandi visivi con le opere delle Collezioni del Mart presenti nel percorso permanente. Queste ultime sono segnalate da apposite didascalie che mettono in evidenza i collegamenti con Un’eterna bellezza.

mart.tn.it/eternabellezza


31

LE COLLEZIONI


2017 MART ANNUAL REPORT

32

MART TUTTI GLI “ISMI” DI ARMANDO TESTA 22 luglio – 15 ottobre 2017 A cura di Gianfranco Maraniello con Gemma de Angelis Testa

Il Mart dedica ad Armando Testa, nel centenario della nascita, una mostra immaginifica che esplora l’universo visivo di una delle menti più eclettiche e feconde del panorama creativo italiano. Tra i più importanti pubblicitari del secolo scorso, Armando Testa (1917-1992) ha conquistato con ironia, spirito giocoso e forza comunicativa la memoria collettiva di generazioni. Personaggi e immagini delle sue creazioni sono diventati vere e proprie icone della cultura visiva italiana del secondo dopoguerra: dagli stravaganti Caballero e Carmencita del caffè Paulista alla suadente bionda della birra Peroni, dalle sintetiche geometrie rosse del vermouth Carpano alle robuste forme dell’elefante Pirelli. In contatto diretto con le energie e le sperimentazioni delle avanguardie storiche, le invenzioni di Testa sono caratterizzate da una formidabile capacità visionaria che assume e rielabora suggestioni e stilemi dei grandi maestri del Novecento. A questo universo di riferimenti è dedicato il percorso della mostra che, ispirandosi nel titolo a una dichiarazione di Testa, ne esplora a tutto tondo l’opera. Emergono i numerosi temi formali: dita e mani, forme sferiche, animali e mondi fantastici, declinati in un multiforme campionario di tipologie e tecniche.  Scandito da alcune tra le principali interviste storiche all’autore, il progetto espositivo esplora la modernissima costellazione di “ismi” – Futurismo, Astrattismo, Surrealismo – di cui Testa è stato un traduttore d’eccezione. In mostra bozzetti, manifesti, spot televisivi, disegni, collage, serigrafie e fotografie, ma anche dipinti e sculture.

mart.tn.it/testa


33

LE COLLEZIONI


2017 MART ANNUAL REPORT

34

MART CARLO ALFANO SOGGETTO SPAZIO SOGGETTO 5 novembre 2017 – 22 aprile 2018 A cura di Denis Isaia e Gianfranco Maraniello

Il Mart di Rovereto prosegue l’indagine dedicata all’opera degli artisti che nel secondo Novecento, superando i confini delle pratiche tradizionali, hanno contribuito in maniera determinante a ridefinire l’orizzonte delle ricerche contemporanee. L’esposizione monografica è la prima importante retrospettiva sull’opera di Carlo Alfano prodotta da un’istituzione. La mostra illustra il percorso creativo dell’artista dalla metà degli anni Sessanta alla fine degli anni Ottanta. Cinquanta opere, molte delle quali di grandi dimensioni, testimoniano gli sviluppi di una ricerca non ancora pienamente indagata. Dopo gli esordi legati alla pittura Informale degli anni Cinquanta,  Carlo Alfano (1932-1990) avvia una riflessione dedicata ai meccanismi della visione e della percezione, che dalla produzione di opere d’arte cinetica approda alla realizzazione di ambienti tridimensionali. Dalla fine degli anni Sessanta l’attitudine analitica che lo contraddistingue assume con sempre maggiore evidenza i caratteri della ricerca concettuale. Ampiamente rappresentata in mostra, questa stagione è caratterizzata da elementi linguistici e filosofici che indagano lo spazio e il tempo, l’individuo e l’altro da sé. Tra i lavori più famosi si distinguono la serie delle Distanze, l’opera Stanza per voci e il ciclo Frammenti di un autoritratto anonimo, cominciato nel 1969 e concluso solo con la scomparsa dell’artista. Nel corso degli anni Settanta e con più continuità nel decennio successivo, l’opera di Alfano torna alla figurazione trattando soggetti mitologici e riferimenti iconografici della storia dell’arte, senza però rinunciare alla dimensione autoriflessiva che ne contraddistingue gli esiti fino alle ultime realizzazioni. Il percorso illustra gli sviluppi della ricerca di Alfano con particolare attenzione agli aspetti allestitivi, restituendo al visitatore l’inclinazione teatrale che caratterizza tutta la sua opera. In mostra lavori provenienti da importanti collezioni private e da istituzioni pubbliche, come la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma e il Museo d’Arte contemporanea Donnaregina di Napoli. Disponibile in italiano e in inglese, la monografia con contribuiti di Flavia Alfano, Maria De Vivo, Stefano Ferrari, Denis Isaia, Gianfranco Maraniello e Andrea Viliani costituisce la più esaustiva raccolta delle opere dell’artista resa possibile grazie alla collaborazione con l’Archivio Alfano.

mart.tn.it/alfano


35

LE COLLEZIONI


2017 MART ANNUAL REPORT

36

MART

FRANCESCO LO SAVIO 5 novembre 2017 – 18 marzo 2018 A cura di Silvia Lucchesi, Alberto Salvadori e Riccardo Venturi

A oltre quindici anni dall’ultima importante esposizione dedicatagli da un’istituzione, Francesco Lo Savio (1935–1963) torna al centro della proposta espositiva museale con una mostra monografica che, a partire da un accurato lavoro di ricerca, getta nuova luce sull’opera dell’artista. Materiali d’archivio, schizzi, progetti autografi e fotografie, molti dei quali esposti per la prima volta, costituiscono le premesse da cui muove questo inedito progetto. Tra i più significativi nomi del panorama artistico italiano e internazionale, Lo Savio realizza tutti i suoi lavori in un lasso di tempo molto breve, che termina con la sua morte a soli ventotto anni: una carriera bruciante, ricca di intuizioni che verranno accolte dagli artisti minimalisti e concettuali.  Non solo i progetti, ma l’intero pensiero creativo dell’artista si fonda sul rapporto con l’architettura, vero e proprio dispositivo teorico che lo guida nel ripensamento del ruolo dell’arte nella società contemporanea. Attraverso una selezione di cinquanta lavori, la mostra ripercorre l’intera vicenda creativa di Lo Savio lasciando emergere le istanze principali che connotano la sua ricerca: lo studio dello spazio e la resa della luce. Dai Filtri, stratificazioni materiche da cui affiora in superficie una vibrante trama di immagini, ai dipinti della serie Spazio-Luce, la traiettoria seguita dalla mostra approda ai Metalli  e alle Articolazioni totali, strutture che dialogano manifestamente con lo spazio ambientale in cui si collocano.  Concludono il percorso i progetti di architettura e urbanistica nei quali Lo Savio ridefinisce gli elementi della sua pratica scultorea, visiva e concettuale. Si tratta dei noti studi per la Maison au soleil, prototipo di unità abitativa ispirato agli edifici di Le Corbusier.  Figura centrale della scena artistica romana degli anni Sessanta, Lo Savio ha esposto in ambito internazionale ed è presente con la sua opera in numerose istituzioni pubbliche e collezioni private. Tra queste il Museo d’arte della Svizzera italiana di Lugano, il Museo d’Arte contemporanea Donnaregina di Napoli, Fondazione Prada e Pinault Collection, da cui provengono alcuni importanti prestiti in mostra.  L’esposizione sarà seguita dalla pubblicazione di una monografia con contributi di alcuni tra i più importanti specialisti di Lo Savio, un’edizione critica degli scritti dell’artista e una raccolta di documenti inediti.

mart.tn.it/losavio


37

LE COLLEZIONI


2017 MART ANNUAL REPORT

38

MART REALISMO MAGICO L’INCANTO NELLA PITTURA ITALIANA DEGLI ANNI VENTI E TRENTA 3 dicembre 2017 – 2 aprile 2018 A cura di Gabriella Belli e Valerio Terraroli

Prima tappa dell’esposizione che approderà nel 2018 all’Ateneum Art Museum di Helsinki e al Museum Folkwang di Essen, la grande mostra della stagione invernale del Mart ripercorre le vicende del Realismo Magico in Italia attraverso una selezione di capolavori pittorici provenienti da importanti collezioni pubbliche e private.  Coniata dal critico Franz Roh in un celebre saggio dedicato alla pittura contemporanea (1925), la definizione Realismo Magico descrive una stagione artistica internazionale che ha conosciuto la sua fase più creativa e originale tra gli anni Venti e gli anni Trenta del Novecento. Si tratta di un periodo successivo alle vicende delle Avanguardie storiche, segnato dal recupero della tradizione pittorica e scultorea. La rappresentazione oggettiva che il termine “realismo” evidenzia si accompagna, in questa espressione, a un aggettivo che evoca le atmosfere sospese e surreali caratteristiche di questa corrente. La realtà è infatti punto di partenza di una trasfigurazione che passa attraverso l’immaginazione e la meraviglia, messa in atto da un gruppo di artisti tra cui spiccano Cagnaccio di San Pietro, Felice Casorati,  Antonio Donghi, Achille Funi, Carlo Levi e Ubaldo Oppi. Accanto agli interpreti più noti operano alcuni artisti attivi nelle realtà più locali dell’arte veneziana, triestina, torinese e romana, a conferma della trasversalità di temi e stili su cui converge l’esperienza pittorica italiana di quei decenni. Tra questi Mario e Edita Broglio, Leonor Fini, Arturo Nathan, Carlo Sbisà, Gregorio Sciltian, Carlo Socrate  e Cesare Sofianopulo. Il percorso espositivo, che indaga la complessità delle fonti di ispirazione e le diverse declinazioni di ambito italiano, fa luce sulle novità interpretative che il Realismo Magico mette in campo rispetto ad alcuni generi della tradizione pittorica. È questo, infatti, il primo progetto realizzato dopo l’importante antologica curata da Maurizio Fagiolo dell’Arco, tenutasi tra il 1988 e il 1989 alla Galleria dello Scudo di Verona.

mart.tn.it/realismomagico


39

LE COLLEZIONI


2017 MART ANNUAL REPORT

40

MART FOCUS

MARIO SIRONI NELLA COLLEZIONE ALLARIA 5 marzo – 11 giugno 2017 A cura di Daniela Ferrari e Alessandra Tiddia

Nata nel secondo dopoguerra dall’amicizia tra Mario Sironi e Antonio Allaria, medico all’ospedale Codivilla Putti di Cortina d’Ampezzo, la raccolta giunta a Rovereto con il deposito di Alessandra Allaria rafforza l’importante presenza del pittore nelle Collezioni del Mart. Concepita per nuclei tematici, l’esposizione mette in luce un cospicuo gruppo di disegni e dipinti di Sironi che lascia emergere la dimensione più intima dell’artista, delineando alcuni momenti fondamentali della sua ricerca: dalle prime prove futuriste alla moderna classicità di Novecento, fino agli esiti più maturi della sua opera. Completano la mostra le sale monografiche dedicate ad Anton Zoran Mušič, Renato Guttuso e Graham Sutherland, anch’essi legati ad Allaria da rapporti di amicizia, in un confronto tra le opere della raccolta e i capolavori degli stessi autori provenienti dalla Collezione permanente del Mart.  Il percorso si conclude con un gruppo eterogeneo di lavori grafici realizzati, tra gli altri, da Filippo de Pisis, Giorgio Morandi, Giorgio de Chirico, restituendo l’immagine del vivace ambiente culturale cortinese frequentato da artisti e appassionati d’arte. 

mart.tn.it/focusallaria


41

Le Mostre


2017 MART ANNUAL REPORT

42

MART FOCUS COLLEZIONE PANZA DI BIUMO. LA MATERIA DELLA FORMA 2 aprile – 2 luglio 2017 A cura di Denis Isaia e Gianfranco Maraniello

La Collezione Panza di Biumo torna al Mart. In questa occasione il museo propone un focus di approfondimento dedicato alla raccolta di uno tra i maggiori collezionisti del panorama internazionale: Giuseppe Panza di Biumo (1923-2010). Incentrata sugli esiti delle ricerche post-minimaliste e organiche, l’esposizione documenta l’attenzione dei linguaggi contemporanei per le proprietà espressive della materia. Lo fa esplorando alcuni dei suoi valori più intimi: l’inconsistenza della luce nelle opere di Ettore Spalletti e Larry Bell, la concretezza della ghisa e del cemento nei lavori di Roni Horn e Hubert Kiecol, la fisicità della cera nelle sculture di Lawrence Carroll, la spiritualità della foglia d’oro nell’opera di Jan Vercruysse, l’apparente fragilità della natura nelle composizioni di Christiane Löhr.  Il percorso è scandito dalle parole di Giuseppe Panza, i cui scritti accompagnano il visitatore nella scoperta delle opere e degli artisti presenti nella raccolta. La mostra è concepita in dialogo con l’allestimento permanente del Mart, dove trovano oggi posto i lavori minimalisti e concettuali provenienti dalla Collezione Panza.

mart.tn.it/focuspanza


43

LE COLLEZIONI


2017 MART ANNUAL REPORT

44

MART FOCUS COSTRUIRE CON LA LUCE FOTOGRAFIE DI ARCHITETTURA DAGLI ARCHIVI DEL MART 7 maggio – 27 agosto 2017 A cura di Archivio del ’900

Una ricca selezione di materiali provenienti dall’Archivio del ʼ900 documenta gli sviluppi della fotografia di architettura dalla fine dell’Ottocento agli anni più recenti, attestando la rilevanza che gli edifici e la loro rappresentazione assumono nell’immaginario visivo contemporaneo. Sciolte o assemblate in album, replicate e riprodotte, applicate su pannelli a scopo espositivo, le fotografie conservate negli archivi di architettura costituiscono una fondamentale testimonianza relativa agli edifici e alla loro fortuna critica. Queste assumono, inoltre, uno speciale valore documentario nella storia stessa della fotografia, di cui illustrano indirizzi e sviluppi: dallo stile oggettivo e impersonale di fine ’800 alla ricerca di linguaggio autonomo con le avanguardie storiche, fino agli orientamenti del secondo dopoguerra tra fotoreportage, inquadrature dello spazio urbano e sperimentazioni di astrazione lirica. Attraverso una selezione di materiali provenienti dai fondi documentari e librari dell’Archivio del ʼ900, Costruire con la luce propone un percorso che muove dalle Edizioni Alinari per approdare alle opere di Gabriele Basilico, passando per gli scatti di Lucia Moholy, George Everard Kidder Smith, Fulvio Roiter, Ugo Mulas e Cesare Colombo. In mostra anche una selezione di fotografie di Sergio Perdomi e Studio Pedrotti ad alcune opere di edilizia civile e industriale trentina, come i complessi residenziali di Ettore Sottsass sr. e le centrali idroelettriche di Ala e Mori.

mart.tn.it/focusfotografia


45

LE MOSTRE

MART FOCUS LA RIVISTA COME LUOGO DI RICERCA ARTISTICA: IL PORTALE CAPTI 3 settembre 2017 – 25 febbraio 2018 A cura di Archivio del ’900

Una mostra dedicata alle principali riviste sperimentali del secondo Novecento conservate nell’Archivio del ’900 del Mart, digitalizzate e consultabili sul portale Capti. L’Archivio del ’900 del Mart conserva centinaia di riviste italiane e internazionali che documentano la centralità dell’editoria periodica sperimentale nelle pratiche artistiche del Novecento, dalle avanguardie storiche alla contemporaneità. Costituita da esemplari estremamente rari, una selezione di questo straordinario patrimonio è stata digitalizzata nell’ambito del progetto FIRB Diffondere la cultura visiva, promosso dalle Università di Udine, Siena, Genova e dalla Scuola Normale Superiore di Pisa. Disponibili online sul portale Capti, le testate offrono uno specchio di buona parte delle ricerche artistiche del secondo Novecento, in Italia e all’estero: tra queste figurano “Il Gesto” (1955-1959), legato al Movimento Arte nucleare, “L’esperienza moderna” (1957-1959) di Gastone Novelli e Achille Perilli, “Azimuth” (1959-1960) di Enrico Castellani e Piero Manzoni, “Appia Antica” (1959-1960) di Emilio Villa, “Documento Sud” (1959-1961) di Luigi Castellano, “Quaderno” (1962) di Mario Diacono e Stelio Maria Martini, “Linea Sud” (1963-1967) di Enrico Bugli, Luciano Caruso, Luigi Castellano, Mario Persico e Stelio Maria Martini. A corredo delle riviste sono esposti numerosi documenti provenienti dagli archivi personali dei protagonisti dell’editoria sperimentale del secondo Novecento, come Enrico Baj e Stelio Maria Martini: lettere, componimenti, manoscritti e dattiloscritti preparatori, fotografie e menabò originali, nonché materiali a meta strada tra documento e opera d’arte.

mart.tn.it/focuscapti


2017 MART ANNUAL REPORT

46

CASA D’ARTE FUTURISTA DEPERO ZANINI E GARBARI NEL SEGNO DEL NOVECENTO 10 giugno – 8 ottobre 2017 A cura di Nicoletta Boschiero

A Casa Depero una mostra dedicata alle opere di due artisti trentini che hanno interpretato con grande originalità i linguaggi artistici del primo Novecento. Accomunati dalle medesime origini e dalla partecipazione ad alcuni importanti luoghi del dibattito culturale, Gigiotti Zanini (1893-1962) e Tullio Garbari (1892-1931) si distinguono per l’originale contributo apportato alle vicende dell’arte italiana del primo Novecento. Presenti insieme per la prima volta alla mostra di Palazzo Galasso a Trento, nel 1913, entrambi hanno stabilito forti legami con il gruppo fiorentino di La Voce e successivamente, a Milano, con alcuni tra gli artisti più rappresentativi del “ritorno alle origini” negli anni della ricostruzione postbellica, dopo il primo conflitto mondiale. In un percorso a due voci, la mostra offre un ampio sguardo sull’opera di Gigiotti Zanini, di cui propone un gruppo di lavori approdati al Mart anche grazie al fondamentale contributo di Giorgio Zanini e della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, realizzati tra il 1914 e il 1958: da Ballerina, che attesta giovanili prove di adesione alla poetica futurista, alle opere dell’immediato dopoguerra, che testimoniano l’adozione di un linguaggio primitivista, giungendo ai più maturi dipinti novecenteschi e ai paesaggi degli anni Cinquanta. Arricchisce la selezione una scelta di materiali provenienti dall’Archivio del ’900 e un nucleo di xilografie raramente esposte, prossime per stile e temi all’esperienza di Tullio Garbari. Di quest’ultimo la mostra espone opere su carta, eseguite ad acquerello, guazzo e tempera tra il 1914 e il 1924, in cui ricorrono soggetti cari all’artista: scene campestri e di vita domestica, immerse in una caratteristica dimensione atemporale, e ritratti femminili, da cui emerge tutta la forza di un linguaggio sintetico e colto, basato sulla lezione dei maestri del passato.

mart.tn.it/zaniniegarbari


47

LE COLLEZIONI


2017 MART ANNUAL REPORT

48

CASA D’ARTE FUTURISTA DEPERO IN FONT WE TRUST ARTE E TIPOGRAFIA DALLE COLLEZIONI DEL MART 14 ottobre 2017 – 18 febbraio 2018 A cura di Nicoletta Boschiero e Duccio Dogheria

La Casa d’Arte Futurista Depero ospita un percorso intermediale tra opere, manifesti, editoria sperimentale e documenti d’archivio che esplora il complesso rapporto tra arte e tipografia nel XX secolo. Nelle sale del museo fondato da Fortunato Depero, maestro della rivoluzione tipografica futurista, la mostra prende avvio dalle sperimentazioni promosse da Filippo Tommaso Marinetti nel manifesto L’immaginazione senza fili e le parole in libertà (1913). Qui viene teorizzato per la prima volta l’utilizzo simultaneo di più caratteri tipografici e in corpi diversi, pratica che caratterizza l’intera produzione editoriale dei futuristi a partire dal rinomato Zang tumb tuuum. Adrianopoli ottobre 1912 parole in libertà (1914). Le innovazioni introdotte da Marinetti e dai suoi sodali trovano riscontro anche nelle ricerche tipografiche portate avanti dai dadaisti e dalle avanguardie russe. Queste importanti vicende sono documentate in mostra da pregevoli edizioni conservate in massima parte nell’Archivio di Nuova Scrittura e nel fondo archivistico-librario Denza, dai quali provengono anche le numerose testimonianze di editoria periodica sperimentale del secondo Novecento inserite nel percorso espositivo. A partire dagli anni Cinquanta, l’eredità delle avanguardie storiche torna a fiorire nell’ambito delle ricerche verbovisuali, incentrate sulla relazione tra parola e immagine. Ne fanno parte movimenti artistici come la Poesia concreta, rappresentata tra gli altri da Carlo Belloli e dal gruppo Noigandres, la Poesia visiva, con gli artisti del Gruppo 70, Fluxus e l’Arte concettuale. Queste pratiche caratterizzano le linee di indagine del Mart e sono protagoniste della mostra allestita negli spazi di Casa Depero, dove figurano tra le altre opere di Vincenzo Agnetti, Alain Arias-Misson, Alighiero Boetti, Jean-Francois Bory, Henry Chopin, Paul De Vree, Emilio Isgrò, Ketty La Rocca, Lucia Marcucci, Stelio Maria Martini, Maurizio Nannucci, Giulia Niccolai e Giovanna Sandri. Completano il percorso opere di Mail Art, come una serie di francobolli d’artista di Piermario Ciani, i collages di Pablo Echaurren e le creazioni di alcuni protagonisti indiscussi del graphic design internazionale, come AG Fronzoni e Leonardo Sonnoli, che per la mostra ha realizzato un manifesto a disposizione di tutti i visitatori.

mart.tn.it/infontwetrust


49

LE COLLEZIONI


2017 MART ANNUAL REPORT

50

GALLERIA CIVICA

ALMANACCO 70 ARCHITETTURA E ASTRAZIONE 11 febbraio – 14 maggio 2017 A cura di Campomarzio, Margherita de Pilati e Gabriele Lorenzoni

La Galleria Civica presenta un nuovo progetto espositivo e di ricerca che indaga le connessioni tra architettura e arte astratta a Trento negli anni ’70. Almanacco 70 documenta gli esiti artistici e architettonici di una stagione culturale e sociale connotata da un clima di forte tensione innovativa. In quegli anni cruciali di cambiamento, il Trentino si trasforma da territorio rurale a società industriale e di servizi. Trento diventa un vero e proprio laboratorio di sperimentazione: artisti e architetti si scambiano opinioni e suggestioni, condividono progetti e linguaggi. Attraverso una selezione di materiali d’archivio e una serie di scatti realizzati dal portoghese Fernando Guerra, uno dei fotografi di architettura più apprezzati a livello internazionale, la mostra ripercorre la storia di alcuni degli edifici più rilevanti progettati dagli architetti Marcello Armani, Luciano Perini e Gian Leo Salvotti, proponendo un inedito confronto visivo con le opere degli artisti Carlo Andreani, Italo Bressan, Mauro Cappelletti, Silvio Cattani, Bruno Colorio, Giancarlo Gardumi, Annamaria Gelmi, Diego Mazzonelli, Romano Perusini, Aldo Schmid e Luigi Senesi. La mostra sarà arricchita dalla pubblicazione di un catalogo, un ciclo di incontri pubblici con i protagonisti di quella stagione e un appuntamento con il format delle “Passeggiate di Architettura”.

mart.tn.it/almanacco70


51

LE COLLEZIONI


2017 MART ANNUAL REPORT

52

GALLERIA CIVICA LEGNO | LËN | HOLZ UN ITINERARIO NELLA SCULTURA CONTEMPORANEA 2 giugno – 17 settembre 2017 A cura di Gabriele Lorenzoni

Alla Galleria Civica di Trento la prima mostra italiana dedicata alla scultura lignea contemporanea. Forte di una storia secolare e della crescente attenzione di pubblico e critica, la scultura in legno occupa una posizione indipendente e originale nel panorama dell’arte contemporanea. In quest’ambito si distingue il lavoro degli artisti attivi in Val Gardena, nel cuore dell’area dolomitica: una scuola che per quantità e qualità degli interpreti non ha pari in Europa. Qui, grazie all’opera di alcuni artisti dotati di genio e capacità di innovazione, questa ricca tradizione ha conosciuto un’inaspettata evoluzione verso i linguaggi della contemporaneità, percorrendo nuove traiettorie di ricerca estetica e formale. Concepita come un itinerario tra le opere legate al tema del corpo umano, Legno | Lën | Holz espone una selezione di oltre quaranta sculture di Livio Conta, Giorgio Conta, Fabiano de Martin Topranin, Aron Demetz, Gehard Demetz, Peter Demetz, Arnold Holzknecht, Walter Moroder, Hermann Josef Runggaldier, Andreas Senoner, Peter Senoner, Matthias Sieff, Adolf Vallazza, Willy Verginer e Bruno Walpoth. La mostra sarà accompagnata dalla pubblicazione di un catalogo trilingue, italiano, tedesco e ladino. Partner: Museum Ladin Ćiastel de Tor di San Martino in Badia; Galleria Doris Ghetta, Ortisei.

www.mart.tn.it/legno


53

LE COLLEZIONI


2017 MART ANNUAL REPORT

54

GALLERIA CIVICA JACOPO MAZZONELLI TO BE PLAYED AT MAXIMUM VOLUME 7 ottobre 2017 – 14 gennaio 2018 A cura di Margherita de Pilati e Luigi Fassi

Con la personale dedicata a Jacopo Mazzonelli (Trento, 1983), il programma della Galleria Civica conferma l’attenzione per le ricerche dei giovani professionisti attivi nel campo dell’arte. Diplomato in pianoforte e in musica contemporanea presso l’Accademia Internazionale TEMA di Milano, Mazzonelli realizza sculture, assemblaggi e installazioni che indagano l’ampia zona di confine tra arti visive e musica. La sua ricerca si avvale di tecniche e metodologie mutuate da diverse discipline. Lavorando sull’interpretazione e sulla visualizzazione della dimensione sonora, l’artista si confronta con strumenti che destruttura, trasforma e ricompone. Al centro del suo interesse è il “gesto musicale”, inteso come ciò che sottende l’esecuzione e non il suono prodotto: le opere, infatti, parlano di musica quasi sempre senza crearla. A questo tema si accompagna l’indagine sulla percezione del ritmo e del divenire del tempo. La mostra, che deve il suo titolo a un’opera del 2017 ispirata alla copertina di un noto album di David Bowie, presenta alcuni dei lavori più recenti e significativi dell’artista, molti dei quali site-specific. Tra questi ABCDEFG, vincitore nel 2015 del premio Fondo Privato Acquisizioni per l’arte contemporanea di ArtVerona | Art Project Fair. L’installazione è costituita da sette pianoforti modificati nella loro struttura affinché ognuno possa suonare una sola nota. L’opera viene presentata per la prima volta alla Galleria Civica accompagnata da una performance che propone un dialogo serrato tra strumenti di estrazione classica e dispositivi elettronici. Musica originale di Matteo Franceschini, compositore trentino tra i più noti a livello internazionale. La mostra è cura di Margherita de Pilati, responsabile della Galleria Civica, e di Luigi Fassi, curatore della sezione Arti visive presso lo Steirischer Herbst Festival di Graz.

mart.tn.it/mazzonelli


55

LE COLLEZIONI


56

2017 MART ANNUAL REPORT

MART EDUCAZIONE

50.630 utenza Area Educazione

Se l’identità è contestuale e relazionale, quella dell’Area educazione e mediazione culturale del Mart è stata segnata, nel 2017, da nuove evoluzioni, a partire dalla sua nuova denominazione. Il riferimento alla mediazione vuole riconoscere un elemento costitutivo dell’attività del museo che comprende sia gli strumenti che accompagnano il singolo visitatore (testi in mostra e guide multimediali) sia il ruolo dello staff didattico.

La mediazione ha a disposizione un ampio ventaglio di possibilità: dal classico percorso guidato fino ai progetti a lungo termine per gruppi specifici, passando per i laboratori e le attività didattiche per le classi. Nel 2017 “mediazione” ha significato creare spazi di incontro per oltre 50.000 persone: incontro tra opere d’arte o temi e persone, generazioni, modi di vedere e opinioni differenti. Come ricorda Nicolas Bourriaud, l’opera d’arte nasce dall’incontro tra essa e chi la osserva, favorito dalla

mediazione che ne sostiene anche l’esperienza estetica. Il 2017 è stato, inoltre, caratterizzato all’esternalizzazione dello staff dei mediatori, ora dipendenti da una società cooperativa, da un grande impegno rivolto ai progetti sul territorio e da nuovi progetti dedicati all’accessibilità e all’inclusione. Il filosofo tedesco Ernst Bloch ricorda che “pensare significa oltrepassare”, ovvero andare oltre l’esistente, superando quello che già c’è, anche in campo educativo.


57

SCUOLE

37.195 utenti

MART EDUCAZIONE

DOCENTI

utenti

23.049

604

5.660

31

1.858

38

6.628

279

Mart

Mart

Casa d’Arte Futurista Depero

Casa d’Arte Futurista Depero

Galleria Civica

Galleria Civica

Altre sedi

PUBBLICO

952

9.411 utenti

Altre sedi

PROGETTI SPECIALI

3.072 utenti

7.010

1.362

517

26

559

1.684

Mart

Casa d’Arte Futurista Depero

Galleria Civica

1.325 Altre sedi

Mart

Galleria Civica

Altre sedi


2017 MART ANNUAL REPORT

58


59

MART EDUCAZIONE

VISITE GUIDATE 903

21.191

visite guidate

utenti

Mart Casa d’Arte Futurista Depero Galleria Civica, Trento

702 183 18

16.585 4.327 279

Scuole Pubblico Docenti Progetti speciali

588 0,00% 268 0,00% 20 0,00% 27 0,00%

78,26% 20,42% 1,32%

LABORATORI E WORKSHOP 1.393

14.664 5.695 347 485

27.595

laboratori/workshop

utenti

Mart Casa d’Arte Futurista Depero Galleria Civica, Trento Altre sedi

755 93 105 440

14.586 1.881 2.101 9.027

Scuole Pubblico Progetti speciali

1.059 0,00% 92 0,00% 242 0,00%

ALTRE ATTIVITÀ*

52,86% 6,82% 7,61% 32,71%

89

22.531 2.477 2.587

1.844

altre attività

utenti

Mart Galleria Civica, Trento Altre sedi

61 6 22

854 101 889

Pubblico Docenti

62 0,00% 27 0,00%

46,31% 5,48% 48,21%

1.239 605

*Compleanno al Museo, corsi di aggiornamento, itinerari, Mart Club, Mart e territorio, Play Mart


60

2017 MART ANNUAL REPORT

VISITE GUIDATE

I percorsi di visita alle mostre temporanee sulle tre sedi, alle Collezioni e all’architettura del Mart prevedono diversi approcci comunicativi e livelli di approfondimento, a seconda del tipo di pubblico. I percorsi rivolti alle scuole (a partire dalla scuola secondario di primo grado) hanno coinvolto 588 classi e un totale di 14.664 studenti e insegnanti. Quelli per il pubblico adulto, su prenotazione oppure in occasione delle visite fisse della domenica, sono stati seguiti da 268 gruppi, per un totale di 5.695 persone.

WORKSHOP PER IL PUBBLICO ADULTO

Queste attività di sperimentazione pratica delle tecniche e dei linguaggi dell’arte contemporanea hanno coinvolto 293 persone nel corso dell’anno, offrendo loro la possibilità di sviluppare nuove competenze, stimolare la propria creatività, confrontarsi con esperti di comunicazione e didattica dell’arte e di diverse discipline (artisti, fotografi, designer, stampatori, fumettisti, calligrafi). 9 i workshop organizzati di domenica, della durata di quattro o sette ore, condotti da Cristina Balbiano D’Aramengo, Andrea Baldelli, Francesco Bocchini, Annalisa Casagranda, Marta Ciresa, Claudia Corrent, Saba Ferrari, Fulvio Ghemasi, Luca Melchionna, Angelo Morandini, Nagayama Norio e Silvano Voltolina. 8 i workshop Mart by Night del venerdì sera, della durata di due ore, condotti da Annalisa Casagranda, Caterina Gabelli di Studio Fludd, Emil Kozak, Sachiko Mizoguchi, Samuele Prosser e dagli street artists Made 514 e 108.

MART BLABLA

272 persone hanno partecipato agli appuntamenti dedicati al binomio arte-lingua straniera. Gli incontri si sono svolti con mediatori e collaboratori madrelingua del museo al Mart e alla Galleria Civica di Trento, conversando intorno all’arte, rielaborando i contenuti attraverso lavori grafici e creativi. Gli appuntamenti si sono svolti in arabo, coreano, francese, giapponese, inglese, portoghese e tedesco.


61

MART EDUCAZIONE

ATTIVITÀ PER LE FAMIGLIE

ACCESSIBILITÀ E INCLUSIONE

EDUCATIONAL DAY E MART UP! VIVI IL MUSEO

Il Mart offre alle famiglie tante occasioni di incontro, di svago e di apprendimento, con laboratori creativi e visite animate pensate per giocare e imparare con i linguaggi dell’arte. Al Mart di Rovereto, con cadenza settimanale, e alla Galleria Civica di Trento, con cadenza mensile, si sono tenuti più di 60 appuntamenti Little Mart, attività alle quali hanno partecipato 1049 bambini e i loro familiari. Holiday on Mart, la colonia diurna per bambini dai 5 ai 12 anni, è stata attivata in 15 giornate, durante le vacanze scolastiche di Natale (Holiday on Mart Winter), di Pasqua (Holiday on Mart Spring) e nelle ultime due settimane di vacanze estive (Holiday on Mart Summer). Vi hanno preso parte 75 bambini. Consapevoli che il miglior modo per avvicinare i più piccoli all’arte è il divertimento, il Mart organizza Compleanni ad arte animati dai mediatori dell’Area educazione con attività ludiche e creative adatte alle diverse età dei bambini. Nel 2017 sono state prenotate 6 feste di compleanno che hanno coinvolto in totale 205 bambini.

L’Area educazione e mediazione culturale del Mart è costantemente impegnata nella realizzazione di progetti a supporto di specifiche disabilità fisiche e mentali, nelle tre sedi del museo e direttamente presso enti, associazioni e cooperative. Nel 2017 si sono tenuti 269 appuntamenti che hanno coinvolto 3.072 persone attraverso visite guidate in lingua dei segni, percorsi tattili per non vedenti e laboratori: esperienze coinvolgenti in grado di stimolare la manualità, la creatività e di produrre conoscenza. Per rispondere alle esigenze del pubblico sordo è stata realizzata, in collaborazione con ENS Ente Nazionale Sordi (sezione provinciale di Trento), la videoguida alle Collezioni in Lingua dei Segni con sottotitoli per persone sorde.

La terza edizione dell’Educational Day promosso da AMACI, l’Associazione Musei d’Arte Contemporanea italiani, ha visto la partecipazione dell’Area educazione e mediazione culturale a un progetto condiviso da tutti i musei della rete. Pensato dall’artista Matteo Rubbi, il laboratorio “Le isole fantastiche” ha coinvolto dapprima quattro classi della scuola primaria e poi, il giorno dell’Educational Day (9 maggio 2017), il pubblico delle famiglie, con un’attività curata dai mediatori del Mart nel foyer del museo. All’iniziativa hanno partecipato 75 alunni e 36 bambini e genitori. In occasione della Giornata del Contemporaneo (14 ottobre 2017) promossa da AMACI si è svolta la sesta edizione di Mart up! Vivi il museo, due giorni di attività didattiche, spettacoli ed eventi per il pubblico (14 e 15 ottobre). 485 persone hanno frequentato le diverse iniziative gratuite: laboratori e spettacoli per bambini, workshop per gli adulti, visite guidate, presentazioni, itinerario musicali nelle sale delle Collezioni. Tra i curatori delle attività: il calligrafo Luca Barcellona, l’illustratrice Roberta Bridda, la musicista Isabella Fabbri, lo scrittore Stefano Bartezzaghi.


62

2017 MART ANNUAL REPORT

ATTIVITÀ SUL TERRITORIO

Il museo offre un servizio di consulenza a enti, associazioni, aziende, per la progettazione e la realizzazione di attività didattiche fuori dalle sedi del Mart. Nel 2017, l’area educazione e mediazione culturale ha portato i suoi laboratori per bambini e ragazzi all’interno di festival come il Tocatì a Verona, il Festival del gioco a Folgaria, Calendimaggio a Nogaredo e Serrada Futurista. Ha realizzato, inoltre, laboratori creativi in lingua inglese per i ragazzi di un Summer Camp a Folgaria e laboratori per le famiglie nell’ambito della programmazione estiva promossa da Apt Alpe Cimbra. Alle diverse attività hanno partecipato 610 persone.

SCUOLE

DOCENTI

Il programma del Mart ha offerto ad alunni e studenti esperienze diversificate di educazione estetica, per l’incontro, l’interpretazione, l’analisi e la rielaborazione delle forme e dei linguaggi dell’arte moderna e contemporanea, in italiano, inglese e tedesco, all’interno dei progetti CLIL (Content and Language Integrated Learning). I laboratori sono stati progettati con artisti e designer, pedagogisti, musicisti e insegnanti, tra i quali: 108, David Aaron Angeli, Emil Kozak, Sonja Lemke, Made514, Nadia Melotti, Beatrice Missaglia, Sachiko Mizoguchi, Anna Nezhnaya, Luca Nicolini, Adriano Siesser, Thea Unteregger, Lorenzo Fizza Verdinelli. I docenti che fanno parte dei gruppi di lavoro hanno collaborato in fase di valutazione preventiva e consuntiva dei progetti, per fare delle sedi del Mart un vero e proprio laboratorio di estetica applicata. 37.195 studenti hanno partecipato ai laboratori e alle visite guidate nel corso del 2017, al Mart e sul territorio. Infatti, il consolidato rapporto di collaborazione tra Mart e scuola ha favorito la realizzazione di numerosi progetti didattici nati da richieste e idee di istituti o singoli docenti. I progetti sperimentali che si sono svolti direttamente nelle scuole del territorio hanno coinvolto 6.628 studenti.

Il Mart propone agli insegnanti appuntamenti dedicati alla formazione, dando particolare importanza al rapporto con i diversi linguaggi dell’arte. Il confronto con essi genera nei partecipanti nuove idee e permette loro di sviluppare alcune caratteristiche fondamentali di un buon educatore come ad esempio la capacità di osservare la realtà da punti di vista differenti.  Le diverse proposte hanno permesso ai docenti di confrontarsi da un lato con esperti in attività pratiche come i workshop, dall’altra di approfondire varie tematiche con incontri tenuti da curatori o storici dell’arte.  Oltre ai corsi di aggiornamento nelle sedi del MART, i docenti hanno potuto avvalersi della consulenza dello staff dell’Area educazione e mediazione culturale per attività di formazione che si sono svolte direttamente presso il loro istituto. Nel 2017 si sono tenuti 47 corsi di formazione, seguiti da 952 docenti. Tutte le attività di formazione sono state riconosciute ai fini dell’aggiornamento sia dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che dalla Provincia Autonoma di Trento.


63 ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

La metodologia didattica per il secondo ciclo (istruzione secondaria di secondo grado) dedicata all’integrazione nel curricolo scolastico dello studente di momenti di apprendimento a scuola e periodi di apprendimento in un ambiente lavorativo, in alternanza, è stata al centro di progetti che hanno coinvolto numerosi studenti al Mart, del Liceo Depero e del Liceo Rosmini di Rovereto. Gli studenti delle classi IV A Grafica e IV D Design del Liceo Depero hanno ideato, supportato dall’Area archivi del museo, il progetto “Itinerari deperiani”, un percorso ricco di valenze culturali e turistiche, per la valorizzazione della figura di Fortunato Depero e la riscoperta del territorio attraverso gli occhi dell’artista. Gli studenti della classe III CS del Liceo Rosmini hanno, invece, avviato un progetto dedicato alla lettura dell’architettura contemporanea e, in particolare, al pensiero e all’opera dell’architetto svizzero Mario Botta, progettista del Mart, per la realizzazione di una grande installazione collettiva in un’aula del Mart: una Sala Botta fatta di disegni e schizzi realizzati dagli studenti stessi, nella quale organizzare incontri con gli altri studenti del Liceo Rosmini, condividendo il percorso svolto.

COLLABORAZIONI

La rete di collaborazioni dell’Area educazione e mediazione culturale ha coinvolto molti enti e istituzioni: AMACI (Educational Day), Associazione Ecad (La shoah dell’arte), Biblioteca Civica di Rovereto, Comunità della Val di Non, Cooperativa sociale Città futura, Cooperativa sociale La coccinella, Croce Rossa Italiana (Progetto richiedenti asilo), Fondazione Campana dei Caduti, MAG (Un tema due musei: Segantini), Muse (Un tema due musei: il paesaggio), Museo Civico Rovereto, Museo Storico Italiano della Guerra, Università degli Studi di Bolzano (Macchine per disegnare), Università degli Studi di Trento (Lo studio della mente e l’arte dell’insegnare e Progetto Arte-Estetica-Design). I contenuti delle singole attività sono illustrati nelle brochure consultabili sul sito del Museo.

MART EDUCAZIONE


2017 MART ANNUAL REPORT

LA RICERCA: ARCHIVI E BIBLIOTECA

64


65

ADAC – ARCHIVIO TRENTINO DOCUMENTAZIONE ARTISTI CONTEMPORANEI

LA RICERCA: ARCHIVI E BIBLIOTECA

Consultazione in sede su appuntamento (Galleria Civica, Trento): martedì-venerdì: 10.00-16.00 ADAC@mart.tn.it Strumenti di consultazione: www.mart.tn.it/adac

562

artisti documentati in ADAC

441

artisti viventi

121

artisti storici

103

under 40 (nati dopo il 1980)

192

artisti di sesso femminile

370

artisti di sesso maschile

31

nuovi ingressi nel 2017

ADAC (Archivio trentino Documentazione Artisti Contemporanei) è lo strumento che il Mart si è dato per documentare l’opera degli artisti attivi sul territorio della Provincia autonoma di Trento, con l’intento di fornire servizi e opportunità: il lavoro di ricerca di ADAC punta alla documentazione, alla formazione, alla produzione, alla circuitazione degli artisti ed è di interesse anche per ricercatori, curatori, galleristi e operatori culturali.

ADAC ha sede presso la Galleria Civica di Trento, insieme alla quale costituisce una piattaforma al servizio degli artisti attivi sul territorio mediante rapporti continuativi con i singoli artisti, con l’associazionismo artistico, con realtà indipendenti, collettivi nazionali e internazionali, gallerie. Nel corso del 2017 ADAC ha vissuto una importante fase di rinnovamento: sono infatti state pubblicate le prime due monografie della Collana editoriale Quaderni

ADAC. Si tratta di monografie brevi, con testi critici e bio-bibliografici in italiano e inglese e una ampia selezione di immagini, che vengono dedicate ad artisti viventi inseriti in ADAC, selezionati su base curatoriale. La collana, che ha visto nel corso degli anni Novanta la pubblicazione di trenta volumi, prende così nuovamente vita dopo un lungo silenzio, aggiornando e confermando il ruolo di servizio agli artisti del territorio.


66

2017 MART ANNUAL REPORT

Consultazione in sede su appuntamento: martedì-venerdì: 10.00-18.00 archives@mart.tn.it Strumenti di consultazione online: http://cim.mart.tn.it/cim/home.do http://www.mart.tn.it/fondi

Strumenti di consultazione editi: 6 inventari relativi ai fondi: Vittore Grubicy (2005) Thayaht (2006) Tullio Crali (2008) Fortunato Depero (2008) Riccardo Maroni (2011) Gino Severini (2011)

ARCHIVIO DEL ’900

L’Archivio del ’900 è il luogo di conservazione e valorizzazione di circa 70 fondi documentari di artisti, architetti, critici d’arte del XX secolo, connessi al patrimonio della biblioteca specialistica del Museo, che ne condivide gli spazi. L’Archivio mette gratuitamente a disposizione degli studiosi il proprio patrimonio curando operazioni di riordino e inventariazione, offrendo assistenza in sala e servizi di riproduzione; si occupa dell’utenza a distanza curando l’accessibilità di informazioni online e fornendo dati e riproduzioni di documenti; provvede alla redazione di strumenti per la ricerca; propone iniziative espositive legate ai fondi documentari storici ed eventi temporanei quali conferenze e seminari; cura infine alcune collane editoriali. Il settore ha una posizione di punta nell’ambito degli studi sul Futurismo, sulla Poesia Visiva e in generale sull’arte d’avanguardia del primo e secondo ’900; è co-fondatore per il Mart

della AAA/Italia – Associazione nazionale degli archivi di architettura contemporanea – e promuove rapporti con numerosi istituti pubblici e privati, nazionali e internazionali. Nel corso del 2017 sono proseguite le occasioni per promuovere la conoscenza dei materiali d’archivio, attraverso la messa on line di circa 8.000 immagini del fondo Depero in CIM (Catalogo Integrato del Mart), la divulgazione di documenti sui canali social e la loro esposizione, integrando le mostre del Museo, della Casa d’Arte Futurista Depero e attraverso prestiti ad altre istituzioni; lo spazio Mezzanino del Mart ha inoltre ospitato tre mostre curate dall’Archivio del ’900 con documentazione dei fondi. Nel corso dell’anno le nuove donazioni hanno riguardato il fondo Cherini-Morpurgo e integrazioni degli archivi di Stelio Maria Martini e di Giannetto Malmerendi. L’Archivio è divenuto sempre più la sede privilegiata di laboratori universitari, stage e incontri

formativi che nel 2017 hanno coinvolto circa 400 persone tra studenti di scuole superiori, universitari, studiosi e docenti e circa 150 persone negli incontri di presentazione fuori sede. Nel corso dell’anno si è conclusa un’esperienza di alternanza scuola lavoro in collaborazione con il Liceo Artistico Fortunato Depero, incentrata sugli itinerari del futurista roveretano nel territorio trentino. Il 15 giugno si è aperta a Bogotá la mostra Angiolo Mazzoni, Ingeniero italiano in Colombia (1948-1963) (Universidad Jorge Tadeo Lozano. Facultad de Artes y Diseño, 15 giugno – 29 luglio 2017). Curata da Olimpia Niglio, la mostra si è basata quasi interamente sulla riproduzione di disegni conservati nel fondo Mazzoni ed è stata promossa dall’università colombiana con il Mart, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura e l’Ambasciata d’Italia in Colombia.


67

LA RICERCA: ARCHIVI E BIBLIOTECA

72

fondi e complessi documentari

95

ricercatori in sede per 104 giorni di frequenza Paesi di provenienza: ITALIA AUSTRALIA FRANCIA GERMANIA GIAPPONE GRAN BRETAGNA USA

28

richieste di pubblicazioni per un totale di 204 documenti pubblicati

207

giorni di apertura al pubblico

www.facebook.com/archiviodel900 3.860 followers

Twitter @dogheria 492 followers

73

Documenti in prestito per le mostre: Enrico Baj: Play as protest Cobra Museum of Modern Art, Amsterdam 4 febbraio – 4 giugno 2017 – Retorno a la belleza. Obras maestras del arte italiano de entreguerras MAPFRE, Madrid 25 febbraio – 4 giugno 2017 – Depero il Mago Fondazione Magnani Rocca, Traversetolo 18 marzo – 2 luglio 2017 – La città utopica Archivio Quirino De Giorgio, Vigonza 4 marzo – 1 maggio 2017 – La scoperta dell’America Museo del 900 e Gallerie d’Italia, Milano 12 aprile – 17 settembre 2017 – Il giardino di carta. Archivi trentini in memoria di Francesca Cavazzana Romanelli Vigilianum, Trento 20 aprile – 10 luglio 2017


68

2017 MART ANNUAL REPORT

ELENCO AGGIORNATO DEI FONDI DOCUMENTARI PRESENTI ALL’ARCHIVIO DEL ’900

1 Fondo Sorelle Angelini 2 Fondo Archivio di Nuova Scrittura (ANS) 3 Fondo Luciano Baldessari 4 Fondo Enrico Baj 5 Fondo Carlo Belli 6 Fondo Silvio Branzi 7 Fondo Duilio Cambellotti 8 Fondo Carli-Dessy 9 Fondo Carlo Carrà 10 Fondo Giannina Censi 11 Fondo Gaetano Ciocca 12 Fondo Tullio Crali 13 Fondo Betty Danon 14 Fondo Quirino De Giorgio 15 Fondo Tullia Denza 16 Fondo Fortunato Depero 17 Fondo Agenore Fabbri 18 Fondo Figini-Pollini 19 Fondo Corrado Forlin 20 Fondo Fraccaro-Carrega 21 Fondo Galleria Delfino 22 Fondo Galleria Museo Depero 23 Fondi Grubicy-Benvenuti 24 Fondo Giovanni Lorenzi 25 Fondo Casa Malaparte 26 Fondo Architetti Francesco Mansutti – Gino Miozzo 27 Fondo Riccardo Maroni 28 Fondo Stelio Maria Martini 29 Fondo Maurizio Mazzocchi 30 Fondo Angiolo Mazzoni 31 Fondo Nelson Morpurgo 32 Fondo Roberto Narducci 33 Fondo Michelangelo Perghem-Gelmi 34 Fondo Agnoldomenico Pica 35 Fondo Giuseppe Piombanti Ammannati 36 Fondo Karl Plattner 36 Fondo Giuseppe Preziosi 38 Fondo Mario Radice 39 Fondo Luigi Russolo 40 Fondo Margherita Sarfatti 41 Fondo Gino Severini 42 Fondo Mino Somenzi 43 Fondo Ettore Sottsass Sr. 44 Fondo Thayaht 45 Fondo Giorgia Toniolatti 46 Fondo Gigiotti Zanini

1 Fondo Mario Duse 2 Fondo Fotografico Arti in Trentino 3 Fondo Galleria Pancheri 4 Fondo Adalberto Libera 5 Carte Giulio Angeli 6 Carte Mirella Bentivoglio 7 Carte Piero Cavellini 8 Carte Piermario Ciani 9 Carte David Cole 10 Collezione Paolo Della Grazia – Carte Living Theatre 11 Collezione Paolo Della Grazia – Fotografie attori e cantanti 12 Collezione Paolo Della Grazia – Frontespizi e stampe 13 Collezione Paolo Della Grazia – Raccolta Ex Libris 14 Collezione Paolo Della Grazia – Carte Salvatore Quasimodo 15 Carteggio Francesco Di Terlizzi 16 Carte Pablo Echaurren 17 Carte Farfa 18 Carte Ida Gianelli 19 Carte Giannetto Malmerendi 20 Carte Gogliardo Ossani 21 Carte Bruno Passamani 22 Carte Alfredo Rocco 23 Carte Enrico Sturani 24 Carte Alcide Ticò 25 Carte Angelo Vignazia 26 Carte Silvio Zaniboni 27 Documenti sciolti

I complessi archivistici articolati sono distinti in elenco dai nuclei ridotti di carte personali o professionali oppure dalle raccolte tematiche.


69

Consultazione libera in sede: martedì-venerdì: 10.00–16.00 library@mart.tn.it

793

367

135

73

782

Retorno a la belleza. Obras maestras del arte italiano de entreguerras MAPFRE, Madrid 25 febbraio – 4 giugno 2017 – Depero il Mago Fondazione Magnani Rocca, Traversetolo 18 marzo – 2 luglio 2017 – Biblioteche d’autore. Il fondo librario Margherita Sarfatti al Mart “Biblioè”, Palazzo delle Albere, Trento 21 – 25 aprile 2017

presenze utenti esterni

richieste di consultazione dei fondi storici

BIBLIOTECA

LA RICERCA: ARCHIVI E BIBLIOTECA

libri e testate di riviste dei fondi storici consultati

76

richieste di riproduzione da utenti a distanza

198

giorni di apertura al pubblico

5

prestiti ad utenti interni

documenti bibliografici in prestito per le mostre:

nuovi fondi librari catalogati

La biblioteca specialistica del Mart ha un patrimonio di oltre 84.000 documenti di cui 81.592 catalogati nel Catalogo Bibliografico Trentino Un’ampia sezione corrente a scaffale aperto affianca, documenta e aggiorna la parte retrospettiva, costituita da una sessantina di fondi librari collegati ai fondi documentari dell’Archivio del ’900: le avanguardie artistiche della prima metà del Novecento, futurismo soprattutto, l’architettura italiana tra le due guerre, il libro d’artista e le ricerche verbovisuali degli anni sessanta e settanta del secolo scorso sono gli ambiti di ricerca più ampiamente documentati. L’accessibilità e la fruizione del patrimonio da parte dell’utenza interna (i curatori del museo)

ed esterna (studenti, ricercatori, docenti universitari, studiosi italiani e stranieri) è garantita dal servizio di reference, di riproduzione e digitalizzazione, di ordinamento e catalogazione, di valorizzazione. Nel corso del 2017, conclusi i lavori avviati sui fondi librari Enrico Baj nel 2015 e Figini-Pollini nel 2016, la catalogazione è proseguita sul fondo Stelio Maria Martini, sulle nuove accessioni dell’Archivio di Nuova Scrittura, del fondo corrente e su dieci raccolte librarie di recente acquisizione. Tra queste il fondo di architettura di Roberto Narducci, la raccolta dell’artista Agenore Fabbri, dello scrittore e poeta futurista Nelson Morpurgo, i libri della donazione Pablo Echaurren. Nell’ambito del progetto di condivisione della banca dati

Engibank avviato nel 2015 in collaborazione con la Biblioteca universitaria di Trento, Facoltà di Ingegneria e di Lettere e Filosofia, sono stati indicizzati nuovi fascicoli di Casabella pubblicati tra il 1938 e il 1950 di recente acquisizione e sono state selezionate nuove testate presenti nei fondi librari di architetti da scansionare e inserire. Nell’ambito del progetto Capti. Diffondere la cultura visiva. L’arte contemporanea tra riviste, archivi, illustrazioni avviato nel 2013 in collaborazione con la Scuola Normale Superiore di Pisa e con l’Università degli Studi di Udine il lavoro è proseguito con la digitalizzazione delle riviste Data, D’Ars Agency, Metro, Continuazione A-Z, Continuum, Bollettino da dentro, Bollettino Tool, Ex, Tool.


70

2017 MART ANNUAL REPORT

STRUMENTI DI CONSULTAZIONE

C.B.T. Catalogo bibliografico trentino – Osee Genius. cbt.biblioteche.provincia.tn.it/ oseegenius/ – Mart – Archivio del ’900. Fondi Per la consultazione delle liste di libri e periodici dei fondi librari personali (dati estrapolati dal CBT) mart.trento.it/fondi – C.I.R.C.E Catalogo Informatico Riviste Culturali Europee. Progetto di digitalizzazione e consultazione online di riviste del ’900 in collaborazione con il Laboratorio di ricerca sui Periodici Culturali Europei (Progetto Circe) del Dipartimento di Studi Letterari, Linguistici e Filologici dell’Università degli Studi di Trento. circe.lett.unitn.it/main_page.html – Capti Contemporary art archives periodicals texts illustrations. Progetto di digitalizzazione e consultazione online di riviste d’arte del ’900 in collaborazione con il Laboratorio per le arti visive della Scuola Normale Superiore di Pisa, con l’Università degli Studi di Udine e l’Università degli Studi di Siena. capti.it – Engibank Engineering and Architecture Database. Indice bibliografico della Biblioteca della Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Trento e della Biblioteca del Mart. webapps.unitn.it/Biblioteca/it/Web/ Engibank – Ares Multimedia Banca dati su CD/DVD–ROM delle principali mostre italiane di fine ’800 e prima metà ’900 (Biennale di Venezia, Le grandi raccolte dell’800 italiano, La Galleria Pesaro, etc.).

ELENCO AGGIORNATO DEI FONDI LIBRARI PRESENTI NELLA BIBLIOTECA DEL MART

FONDO LIBRARIO CORRENTE

FONDI LIBRARI RETROSPETTIVI

Sezioni a scaffale aperto Periodici Enciclopedie/Dizionari/Repertori Documentazione sul libro d’artista Pubblicazioni del Mart Architettura Fotografia Museografia Pittura/Scultura Spettacolo Guide Musei/Collezioni Monografie artisti Mostre personali/collettive Saggistica d’arte/Estetica Arti decorative / Saggistica varia Opuscoli / Cataloghi / Plaquette

Biblioteche futuriste 1 Fondo Sorelle Angelini 2 Fondo Fraccaro/ANS 3 Fondo Carlo Carrà 4 Fondo Giannina Censi 5 Libri Alfredo Degasperi 6 Fondo Fortunato Depero 7 Libri Mario Dessy 8 Fondo Nelson Morpurgo 9 Libri Osvaldo Peruzzi 10 Libri Paolo Pezzato 11 Fondo Luigi Russolo 12 Libri Paolo Sanzin 13 Fondo Gino Severini 14 Fondo Mino Somenzi 15 Libri Angelo Vignazia Biblioteche d’arte e critica 16 Fondo Enrico Baj 17 Fondo Carlo Belli 18 Fondo Pompeo Borra 19 Fondo Silvio Branzi 20 Fondo Alberto Cremona 21 Fondo Eric Diefenbronner 22 Fondo Agenore Fabbri 23 Fondo Volker Feierabend 24 Fondo Galleria Delfino, Rovereto 25 Fondo Galleria Martano, Torino 26 Fondo Galleria Pancheri 27 Fondo Ida Giannelli 28 Fondo Grubicy-Benvenuti 29 Fondo Agnoldomenico Pica 30 Fondo Karl Plattner 31 Fondo Mario Radice 32 Fondo Margherita Sarfatti 33 Libri Gigiotti Zanini Biblioteche di architetti 34 Fondo Luciano Baldessari 35 Fondo Gaetano Ciocca 36 Fondo Figini-Pollini 37 Libri Adalberto Libera 38 Fondo Maurizio Mazzocchi 39 Fondo Angiolo Mazzoni 40 Fondo Roberto Narducci Poesia visiva, libri d’artista, avanguardie, neoavanguardie 41 Collezione Archivio di Nuova Scrittura 42 Fondo Mirella Bentivoglio 43 Fondo Betty Danon 44 Fondo Mirella Bentivoglio 45 Libri Dante Bighi 46 Libri Jean-François Bory 47 Fondo “Bosco dei Poeti” 48 Fondo Ugo Carrega 49 Libri Guglielmo Achille Cavellini 50 Libri Piermario Ciani 51 Fondo Liliana Dematteis 52 Archivio Tullia Denza 53 Fondo Pablo Echaurren 54 Fondo Stelio Maria Martini 55 Fondo Giancarlo Pavanello 56 Libri Angelo Ricciardi 57 Collezione libri d’artista Scheiwiller 58 Libri Paolo Vallorz Biblioteche miscellanee 59 Libri Alfredo Rocco 60 Libri Enrico Sturani 61 Fondo Tomatis-Vegro


71

LA RICERCA: ARCHIVI E BIBLIOTECA

Consultazione in sede su appuntamento: lunedì-venerdì: 10.00-16.00 photoarchive@mart.tn.it

ARCHIVIO FOTOGRAFICO E MEDIATECA

80.000 diacolor

20.000 negativi

240.000

14.000

L’Archivio fotografico e Mediateca svolge funzione di diateca, fototeca e videoteca, raccogliendo materiale documentario, cartaceo, digitale e filmico relativo al patrimonio delle opere del Mart, comprese la collezione Depero e le collezioni affidate in deposito. Complessivamente il patrimonio multimediale dell’Archivio fotografico conserva oltre 240.000 files, 80.000 diacolor, 20.000 negativi, 14.000 stampe fotografiche, rese disponibili alla consultazione a fini di studio, ricerca e documentazione. Espleta inoltre tutta una serie di servizi diretti sia all’utenza interna che esterna, assolvendo

di Bolzano, un’istituzione che aveva già affrontato questioni relative al copyright con l’ausilio di un legale, sono stati interpellati i vari settori del Museo, per invitarli a proporre le casistiche specifiche da sottoporre al legale competente. Nel 2017 sono stati ingressati in Archivio 1.850 nuovi files che si vanno ad aggiungere agli oltre 240.000 presenti nel patrimonio multimediale e ha provveduto a catalogare per la mediateca 178 Dvd/CD e opere del Mart. Il servizio ha risposto a 69 richieste di informazione relative al patrimonio multimediale accogliendo in sede 47 utenti esterni.

files

in questo modo un’importante funzione di controllo sulla veicolazione e sull’utilizzo delle immagini. Nel corso del 2017, significativa in termini di tempo e di energie è stata l’organizzazione e la messa a punto dei files relativi alle opere del patrimonio del Museo confluiti nel progetto AMACI (Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani), per lo sviluppo del sito internet, dedicato alle collezioni dei musei associati. In relazione al delicato tema dei diritti d’autore per la concessione e la fruizione delle immagini del nostro patrimonio museale, dopo un incontro con il “Museion”

stampe

1.850

nuovi files per l’anno 2017


72

2017 MART ANNUAL REPORT

MARKETING E COMUNICAZIONE

Il settore Marketing e Comunicazione è un’area complessa, che ha al proprio interno attività specifiche che vanno dalla comunicazione e promozione delle attività del Museo verso il pubblico e la stampa alla membership, dalla creazione di eventi e incontri al rapporto con partner e sponsor, dall’area web e social alla gestione dei bookshop, dall’editoria e immagine coordinata fino al coordinamento e sviluppo dei servizi al pubblico. L’area nel 2017 ha continuato a lavorare secondo due principali direzioni. Da un lato è proseguito il progetto di valorizzazione del patrimonio e di condivisione della conoscenza, portando all’introduzione di una nuova audioguida per le famiglie con bambini, di una nuova

videoguida in LIS e della versione di Martmuseumbot su Messenger; dall’altro lato il rafforzamento e la costruzione di rapporti con i vari attori del territorio, sia siglando importanti partnership con privati, strategica quest’anno è risultata infatti la collaborazione con Sparkasse e Vivallis, sia creando progetti condivisi con soggetti presenti nel polo culturale, nell’ottica di creare il “Distretto Mart”. Un’importante novità attuata nel corso dell’anno riguarda lo sviluppo e il ripensamento della Mart Membership, che si suddivide oggi in due macro categorie, Corporate e Amico, dedicate da un lato alle associazioni e alle aziende, dall’altro a tutte quelle persone che vogliono vivere il Mart a 360°.

L’obiettivo è quello di consentire la personalizzazione della propria relazione con il museo e la scelta della modalità con cui partecipare alle variegate proposte. Nel 2017 inoltre il Museo disegnato dall’archistar Mario Botta ha compiuto quindici anni. Per festeggiare questo importante anniversario il Mart ha organizzato “Il mio Mart. Storia e racconti a 15 anni dalla nascita del Museo”, un ciclo di incontri dedicati al periodo che ha disegnato l’attuale identità culturale della città di Rovereto. L’occasione si è dimostrata una straordinaria opportunità per incontrare alcuni dei protagonisti che hanno permesso di realizzare in Trentino un museo di arte moderna e contemporanea di rilievo internazionale.


73

MART FOR BUSINESS SERVIZI AL PUBBLICO

MARKETING E COMUNICAZIONE

MARKETING TERRITORIALE

EVENTI

PARTNER E SPONSOR

MART MEMBERSHIP

BOOKSHOP E MERCHANDISING

EDITORIA E IMMAGINE COORDINATA

WEB E PROGETTI DIGITALI

UFFICIO STAMPA


74

2017 MART ANNUAL REPORT

PROGETTI TERRITORIALI

MARKETING TERRITORIALE

MUSEUM PASS TRENTO ROVERETO CITTÀ DI CULTURE Il progetto, condiviso da Provincia autonoma di Trento, Comune di Trento e di Rovereto, Trentino Marketing, Apt di Trento e di Rovereto, comprende la promozione del distretto turistico culturale Trento e Rovereto e una card valida da 48h fino a 3 mesi, che è la chiave d’accesso a musei e castelli.

TAVOLO DEI MUSEI DI ROVERETO Il Tavolo dei Musei di Rovereto Il Mart è da sempre impegnato nello da anni lavora per una pianificazione stringere rapporti di collaborazione della programmazione e una promozione congiunta. con enti, operatori culturali La collaborazione va da proposte e turistici allo scopo di veicolare didattiche interdisciplinari per l’immagine e le attività del Museo. le scuole che uniscono esperienze nel campo dell’arte, della scienza, della storia e della memoria, alla partecipazione congiunta a fiere e manifestazioni ad un calendario annuale di iniziative rivolte alle famiglie.

34

convenzioni con Associazioni, Cral e Enti

21

del Trentino Alto Adige

13

fuori regione

PROGETTO I’ MART Continua I’ mart, il progetto avviato dalla Cassa Rurale di Rovereto per il coinvolgimento dei propri soci verso le realtà culturali del territorio. “I’mart” è una carta personale riservata ai 3.000 soci della Cassa Rurale di Rovereto che garantisce l’accesso gratuito, per il socio ed un accompagnatore, nei centri della cultura cittadina.

TRENTINO GUEST CARD La Trentino Card, con validità pari alla durata del soggiorno dell’ospite, ha l’obiettivo di sollecitare una parte di ospiti del Trentino ad una maggiore fruizione dei servizi culturali che il territorio propone. Si tratta di una card territoriale che include i trasporti e i diversi servizi turisticamente attrattivi (Castelli, Musei, ecc.) la cui distribuzione avviene presso le strutture ricettive aderenti. PROGETTO GARDA PROMOTION CARD Il Mart aderisce al progetto che da oltre vent’anni la Direzione di Esercizio Navigazione sul Lago di Garda porta avanti con il Consorzio Lago di Garda Unico. Si tratta di una card che tutte le strutture ricettive del lago di Garda, Lombardia, Veneto e Trentino, distribuiscono gratuitamente ai propri ospiti. La card promuove le proposte ricreative e culturali di eccellenza garantendo uno sconto al possessore.


75

EVENTI

78 eventi

40

legati alle singole mostre

38

incontri istituzionali

5.584 partecipanti

Il Museo propone un ricco programma di incontri, presentazioni e spettacoli. Nel corso del 2017 il Mart ha organizzato 78 eventi, per un totale di 5.584 partecipanti. Con eventi nelle tre sedi e fuori sede, la proposta si compone di appuntamenti legati alle singole mostre, 40 con 2.864 partecipanti, a cui si aggiungono 38 incontri istituzionali con 2.720 partecipanti. Nell’ottica di una migliore promozione dell’offerta museale, è stato creato un calendario di presentazioni fuori sede delle mostre temporanee. Sono state raggiunte molte città del nord Italia grazie alla collaborazione con numerosi enti ospitanti, come biblioteche (Biblioteca Civica d’arte Poletti di Modena e Biblioteca Civica di Verona), Università (Trento, Udine, Verona), musei e spazi culturali (Centro Trevi di Bolzano, Palazzo Ducale di Genova, Museo di Santa Giulia di Brescia), ma anche realtà private (Libreria Laformadellibro di Padova e Associazione Amici del Museo Revoltella).

MARKETING E COMUNICAZIONE

DISTRETTO MART Nell’ottica di creare il “Distretto Mart” nel corso del 2017 il Mart ha ampliato la collaborazione con i soggetti presenti nel polo culturale, condividendo nuove modalità di programmazione e creando progetti comuni con il Centro Servizi Culturali Santa Chiara, che gestisce l’Auditorium Melotti, con la Biblioteca Civica G. Tartarotti e con l’Università degli studi di Trento. Le proposte musicali e le conferenze del Centro Servizi S. Chiara e della Biblioteca Civica hanno valorizzato e sostenuto la ricerca sul contemporaneo con Distretto 38, festival dedicato alla musica elettronica contemporanea, Musica Macchina, programma di concerti dedicati alle sonorità contemporanee con rivisitazioni di un repertorio più classico, in collaborazione con l’Associazione Filarmonica di Rovereto e con Settenovecento – incontri musicali a Rovereto, Settearti, calendario di proiezioni cinematografiche dedicato alle arti, con il Nuovo Cineforum Rovereto, Leggere oggi, ciclo di incontri in biblioteca in collaborazione con l’Area Educazione del Museo, e Antico / contemporaneo, conferenze dedicate alla filosofia. Tenendo in considerazione le rispettive competenze e il variegato pubblico che guarda a questi enti, sono stati inoltre progettati momenti dedicati alle famiglie: i Supersabato al Polo (laboratori didattici e proposte cinematografiche) e sono stati aumentati gli spazi ad esse dedicati all’interno di format già esistenti come il Mart Open Day.


76

2017 MART ANNUAL REPORT

50 eventi ospitati

23

appuntamenti di profilo nazionale e internazionale

11

incontri tra C.d.A., assemblee aziendali e giornate di formazione

7

shooting fotografici e riprese di film, concerti ed eventi in piazza

9

serate esclusive

8.549 fruitori

MART FOR BUSINESS

PARTNER E SPONSOR

Nel corso del 2017, grazie alle sempre più interessanti e diversificate proposte e alla versatilità degli spazi, il Mart, con 50 eventi ospitati e 8.549 fruitori ha quasi raddoppiato l’utenza rispetto all’anno precedente. Aziende fidelizzate e istituzioni locali e nazionali hanno scelto il Mart, in tutte le sue sedi, come cornice ideale per organizzare i propri eventi: 9 cene placè e buffet, serate con visite riservate ed esclusive, 23 appuntamenti di profilo nazionale e internazionale, tra congressi e convegni, Festival e Rassegne e proiezioni cinematografiche, 11 incontri tra C.d.A., assemblee aziendali e giornate di formazione, 7 shooting fotografici e riprese cinematografiche, concerti ed eventi in piazza. Scegliere il Mart significa preferire una location non solo di grande fascino architettonico, ma anche in grado di raccontare la storia dell’arte attraverso i suoi capolavori che arricchiscono di contenuti e atmosfera i suoi spazi contemporanei, così ampi e articolati dove trovare, anche in occasione dell’organizzazione di eventi, facili e collaudate soluzioni allestitive.

Il Mart, forte delle esperienze maturate, è da sempre impegnato nella costruzione di rapporti di collaborazione e partecipazione a supporto del Museo, coinvolgendo nelle attività culturali enti, istituzioni e società che ne condividono missione e fini istituzionali. Nel 2017 il Mart si è concentrato particolarmente sul territorio siglando importanti collaborazioni con Sparkasse – Cassa di Risparmio e Cantina Vivallis e ponendo le basi per future collaborazioni con altre aziende.


77

PARTNER ISTITUZIONALI · Altemasi di CAVIT (Mart) · Sparkasse, Cassa di Risparmio

PARTNER DELL’ACCOGLIENZA E DEL GUSTO · Hotel Accademia (Trento) · Hotel Leon d’Oro (Rovereto) · Ristorante TEMA (Rovereto) · Ristorante Osteria del Pettirosso (Rovereto) · Ristorante Scrigno del Duomo (Trento)

MARKETING E COMUNICAZIONE

· CiTrAC – Circolo Trentino per l’Architettura Contemporanea · Comune di Rovereto · Consorzio Rovereto in Centro ACCORDI DI CO-MARKETING · Coro S.Ilario · Azienda per il Turismo Rovereto · Dipartimento Culture e Civiltà e Vallagarina dell’Università degli studi di Verona · Mantova Outlet Village · Educa – Festival dell’educazione · Trentino Marketing · ENS Ente Nazionale Sordi · Farnesina – Ministero degli Affari SPONSOR TECNICI PARTNER EVENTI E PROGETTI Esteri e della Cooperazione · Caffetteria Bontadi · Accademia Belle Arti di Verona Internazionale · Calliari Fiori · Accademia Musica Antica · Festival Oriente Occidente · Calligaris arredamenti · AMACI – Associazione dei Musei · Fondazione Museo Civico · Cartiere del Garda d’Arte Contemporanea Italiani di Rovereto · Cartoleria Marco · Archivio Diocesano Tridentino · Il Bosco dei Poeti · Enocioccoteca Exquisita · Archivio provinciale di Trento · Libreria Laformadelibro – Padova · Risto3 · Archivio storico del Comune · Liceo Artistico Fortunato Depero · Tecchiolli Panificio e Pasticceria di Trento · Museo di Castelvecchio – Verona · TopTix Ribes sistemi di biglietteria · Associazione Amici del Museo · Museo Santa Giulia – Brescia Revoltella · Museum Ladin Ćiastel de Tor – SPONSOR AREA EDUCAZIONE · Associazione Filarmonica San Martino in Badia (BZ) · Cartoleria Marco di Rovereto · Nuovo Cineforum Rovereto · DAO Soc. Coop. · Associazione Nazionale Archivi · Ordine degli Architetti e PPC Architettura Contemporanea di Trento PROGETTI SPECIALI · Associazione Portobeseno · Organizzazione Feste Vigiliane · Cantine Vivallis · Art Verona · Palazzo Ducale – Genova · Cassa Rurale di Rovereto “I’Mart – · Baires Produzioni Srl · Poli Art Gallery – Milano Investire in cultura è guardare · Biblioteca Civica d’arte Poletti · Pro Loco Monte Bondone Trento al futuro” · Biblioteca Civica G. Tartarotti · Seminario permanente · Dimension srl Rovereto M. Untersteiner · Electa · Biblioteca Civica Verona · Spazio Elementare · Fondazione Cassa di Risparmio · CDM – Centro Didattico · Todos Y Contentos y Yo Tambien Trento e Rovereto MusicaTeatroDanza · Trento Film Festival · Google Cultural Institute · Centro Culturale C. Trevi – Bolzano · tsm – Trentino School of · UCTS Rovereto – Progetto “After · Centro di ricerca “Rossana Management Mart” Bossaglia” · Università degli Studi di Trento · Centro Internazionale di Studi · Università degli Studi di Udine COLLABORAZIONI CON MUSEI Riccardo Zandonai · WAM Festival Internazionale E PARTNER PER MOSTRE · Centro Servizi Culturali S. Chiara W. A. Mozart · Archivio Testa · CIMeC – Centro · Wunderkammer Trento · Fundación MAPFRE, Madrid interdipartimentale Mente / · Ateneum Art Museum di Helsinki Cervello · Museum Folkwang di Essen · Comune di Milano – Museo del Novecento · MAG – Museo Alto Garda · Moderna Museet, Stoccolma e Malmö · 24 ORE Cultura


2017 MART ANNUAL REPORT

78 CORPORATE E AMICO

Questo concetto chiave è spiegato in maniera efficace dai testimonial della campagna realizzata per promuovere il progetto. Persone comuni, nostri affezionati Members, abitano gli spazi museali come se fossero propri, intimi, familiari. Il claim che campeggia sulle foto recita: Sweet home. Quello proposto dal Mart è un messaggio immediato, intuitivo che descrive un museo aperto, partecipato. Famiglie, studenti, amanti dell’arte, gruppi, il museo contemporaneo come luogo nel quale ritrovarsi, seconda casa nella quale trascorrere La Mart Membership, che nel 2017 il tempo libero e divertirsi. ha potuto contare su 1.759 iscritti Nel corso dell’anno di validità, nelle varie categorie, ha visto a partire dal 14 ottobre l’attivazione la Membership garantisce l’accesso illimitato al Mart e ai musei di un nuovo programma dedicato convenzionati nonché alla community degli amici del Mart. Sono state introdotte nuove la partecipazione a un’esclusiva stagione di appuntamenti, che categorie e tipologie di adesione comprende viaggi culturali, visite per consentire di personalizzare guidate, preview, inaugurazioni, la propria relazione con il museo incontri con gli artisti, eventi e di scegliere la modalità con cui partecipare alle variegate proposte. riservati e molto altro ancora. Alcune delle novità da segnalare sono l’assistenza bibliografica su materie e tesi di laurea inerenti il Mart, un incontro riservato con il Direttore e progetti unici per aziende e associazioni.

MART MEMBERSHIP

La nuova Membership si suddivide in due macro categorie CORPORATE e AMICO. CORPORATE Corporate è l’esclusivo programma che il Mart dedica alle associazioni e alle aziende che possono accedere per un anno a una serie di esclusive opportunità e agevolazioni per vivere in modo privilegiato gli spazi del museo. · ASSOCIAZIONE · AZIENDA AMICO Dedicato a tutte quelle persone che vogliono vivere il Mart a 360°. · YOUNG · INDIVIDUAL · FAMILY · MARZIANO · BENEFATTORE


79

SWEET HOME

MARKETING E COMUNICAZIONE


80

2017 MART ANNUAL REPORT

317

269

Sempre molto frequentato dalle famiglie con bambini di tutte le età è stato lo spazio Baby Mart, nella sede principale del Mart di Rovereto, che offre strumenti volti a stimolare la creatività dei piccoli visitatori, invitati a giocare, leggere e disegnare insieme ai genitori e che viene occasionalmente animato dai mediatori dell’Area educazione con l’offerta di laboratori didattici (n. 20 nel corso del 2017). Temporaneamente ridotto da due ad un unico spazio a causa del rifacimento della pavimentazione, sarà ripristinato nella sua interezza nei primi mesi del 2018 con un nuovo allestimento. Dal lato dei servizi aggiuntivi, la chiusura protratta della Caffetteria nella sede principale del Mart ha portato all’apertura di un servizio temporaneo di ristoro con distributori automatici di bevande e snack accessibile dalla piazza del Museo in attesa della riapertura del servizio principale prevista nel 2018.

130.226

giorni di apertura MART / CASA D’ARTE FUTURISTA DEPERO

giorni di apertura GALLERIA CIVICA (la sede rimane chiusa durante i dis/allestimenti delle mostre)

SERVIZI AL PUBBLICO La principale novità del 2017 ha riguardato l’offerta di due nuovi strumenti per la visita dedicati all’utenza del Mart: la nuova audioguida per le famiglie con bambini dai 4 ai 10 anni, disponibile in tre lingue, che offre un percorso alla scoperta delle collezioni del Museo articolate sui due piani espositivi (curata dall’Area educazione del Mart e realizzata da Fabrica Ludens nel luglio 2017, ha registrato 430 ascolti) e la nuova videoguida in LIS alle collezioni per le persone sorde realizzata dall’Area educazione del Mart in collaborazione con la sezione provinciale di Trento dell’Ente Nazionale Sordi, disponibile gratuitamente su tablet alla reception del Museo. È stata inoltre realizzata l’audioguida per la mostra temporanea “Un’eterna bellezza. Il canone classico nell’arte italiana del primo Novecento” che ha ottenuto una media di take up del 9,86% nel periodo dal 2 luglio al 5 novembre 2017.

tickets Mart Rovereto / Casa d’Arte Futurista Depero

20.180

con prenotazione (pari al 15,49%)

2.420

chiamate ricevute

360

prenotazioni visite gruppi (esclusi laboratori didattici scuole)

Ticketing e Call Center (servizio esternalizzato) NUMERO VERDE: 800 397760


81

BOOKSHOP E MERCHANDISING Il Mart gestisce direttamente il bookshop della Casa d’Arte Futurista Depero e della Galleria Civica di Trento. Nella sede principale del Mart a Rovereto è presente un bookshop specializzato gestito da MondadoriElecta. Nel corso del 2017 sono stati riassortiti per la vendita alcuni prodotti istituzionali e sono stati portati avanti progetti finalizzati a valorizzare l’opera di Fortunato Depero. Dalla collaborazione tra Mart, Designers & Books e il Center for Italian Modern Art di New York (CIMA), nel 2017 è stata pubblicata una ristampa anastatica del “Libro Imbullonato” di Fortunato Depero, capolavoro della grafica e della tipografia del Novecento. Alcune copie della ristampa sono state messe a disposizione degli Amici del Mart e in vendita presso il bookshop di Casa Depero.

MARKETING E COMUNICAZIONE

EDITORIA E IMMAGINE COORDINATA Questo settore segue la progettazione dell’immagine coordinata istituzionale del museo e delle singole mostre realizzate durante il corso dell’anno, così come la produzione dei materiali promozionali e di comunicazione ad essa collegati, degli apparati didascalici per i visitatori e di tutta la segnaletica. Si occupa inoltre dei progetti editoriali, cataloghi e pubblicazioni del museo, in particolare per quanto riguarda la progettazione grafica e il coordinamento redazionale.

14

volumi pubblicati


82

2017 MART ANNUAL REPORT

SITO WEB

346.794 sessioni (di cui 252.869 visitatori unici) 72,87% nuove sessioni

156.236

WEB E PROGETTI DIGITALI Nel 2017 il Mart rafforza la sua presenza digitale seguendo due principali traiettorie: lo sviluppo di progetti di comunicazione e digital storytelling sui propri canali social e la valorizzazione del patrimonio su piattaforme specializzate. La documentazione delle attività in cui il Museo è costantemente impegnato è affidata a rubriche che raccontano gli allestimenti (#martatwork), i prestiti temporanei (#opereinviaggio), le curiosità relative alle opere in mostra (#pillolemart). La storia del Mart è ripercorsa attraverso una serie di approfondimenti che narrano i suoi 15 anni attraverso i documenti d’archivio (#Mart15).

(45,05%) da desktop

157.899

(45,53%) da mobile

La partecipazione a contest ed eventi vede attivo il Museo nella condivisione di iniziative a carattere territoriale (#Instameet #RoveretoMuseums, 23 settembre 2017), nazionale e internazionale (#MuseumDay, 18 maggio 2017, #Didamash, 22 maggio-11 giugno 2017, #MuseumWeek, 19-25 giugno 2017). Sul versante dei progetti digitali, nel 2017 il Mart ha rinnovato la sua collaborazione con il progetto Google Arts & Culture, pubblicando le immagini di cinquanta opere delle Collezioni fotografate con la tecnologia Art Camera. (mart.tn.it/googleart) Nuovi sviluppi anche per il bot del Museo, che negli ultimi mesi dell’anno è stato attivato su Messenger con la possibilità di richiedere informazioni di prima utilità su sedi, eventi, mostre in corso. (mart.tn.it/martmuseumbot)

32.659

(9,42%) da tablet

920.217 visualizzazioni di pagina

706.900

visualizzazioni di pagina uniche

1.09

tempo medio sulla pagina

1.53

durata sessione media Prime cinque nazionalità utenti del sito: ITALIA / 223.694 (88,32%) STATI UNITI / 6.731 (2,66%) GERMANIA / 4.475 (1,77%) FRANCIA / 2.324 (0,92%) REGNO UNITO / 2.198 (0,87%) NEWSLETTER

24.702

utenti iscritti

87

newsletter inviate


83

MARKETING E COMUNICAZIONE

SOCIAL

FACEBOOK

INSTAGRAM

PINTEREST

93.073

17.600

1.973

65% donne 34% uomini 85% nazionalità italiana 15% dall’estero 574 post nel 2017

2.813 foto postate con #MartMuseum 855 post (di cui 138 nel 2017)

692 pin (di cui 28 nel 2017) 50 bacheche

YOUTUBE

TWITTER

TRIPADVISOR

541

64.300

877

58% donne 42% uomini 81% nazionalità italiana 19% dall’estero 889 menzioni @mart_museum 21.919 profile visits/visite alla pagina @mart_museum (media visite 1.826) 9.618 tweets (di cui 364 nel 2017)

(di cui 152 nel 2017) 59% con giudizio eccellente 32% con giudizio molto buono 1 in classifica su 54 attrazioni Certificato di Eccellenza

fan

iscritti al canale martmuseum / youtube 155.213 visualizzazioni (di cui 30.677 nel 2017) 199 video (di cui 24 pubblicati nel 2017)

followers

followers

followers

recensioni


84

2017 MART ANNUAL REPORT

UFFICIO STAMPA Il Mart è costantemente presente sui principali quotidiani nazionali e sulle riviste specialistiche che dedicano ampio spazio all’attività del museo di Rovereto. Attraverso una diffusione capillare delle notizie, l’aggiornamento degli indirizzari e la cura delle relazioni strategiche con il target di riferimento, il Mart conferma, anno dopo anno, il suo posizionamento. Dei quasi 3.000 articoli cartacei (2867) pubblicati nel 2017 l’80% è apparso su quotidiani; a questi vanno sommati migliaia di articoli sul web, canale preferito dagli editori di settore più seguiti, condivisi e capaci di influenzare il pubblico. La presenza del Mart è stabile anche sui canali radio e tv (107 servizi, di cui 28 su emittenti nazionali).

2.867 articoli cartacei

Nel 2017 oltre 1.000 giornalisti hanno visitato il Mart (1.051), testimoniando l’interesse degli opinionisti per le attività e le mostre del museo. Per favorire la loro presenza sono state organizzate 23 conferenze stampa (di cui 15 anteprime alle mostre, 6 istituzionali e 2 fuori sede in collaborazione con Trentino Marketing), diramati 71 comunicati, realizzati 16 servizi fotografici. In occasione del quindicennale del museo è stato anche organizzato un press tour in collaborazione con l’Azienda per il Turismo di Rovereto e della Vallagarina. L’ufficio stampa, in collaborazione con service esterni e avvalendosi del supporto dell’Archivio fotografico e mediateca del Mart, ha prodotto e diffuso 45 video per Tv, web Tv, redazioni e soprattutto canali social.

1.051

giornalisti hanno visitato il Mart

23

conferenze stampa

71

comunicati

16

servizi fotografici

45

video


85

MARKETING E COMUNICAZIONE


86

2017 MART ANNUAL REPORT

LA LOGISTICA

Il settore si occupa di tutti gli interventi relativi alla gestione e manutenzione ordinaria e straordinaria delle sedi museali, degli impianti e dei sistemi di sorveglianza del polo culturale,

della gestione del sistema informativo, delle dotazioni informatiche e audio/video, della consegna e del ritiro delle opere, degli allestimenti e disallestimenti per le mostre e le aree degli uffici,

degli spazi dei magazzini e dei depositi, delle funzioni di segreteria. Fornisce inoltre supporto a tutti gli uffici del Museo per le varie attivitĂ .


87

LA LOGISTICA

FACILITY MANAGEMENT

1 La gestione condominiale comprende oltre alle tre sedi museali, al ristorante – caffetteria, al parcheggio e ai magazzini del Mart, anche gli uffici amministrativi dislocati a Palazzo Alberti Poja, la biblioteca Civica, e Palazzo Alberti Poja sede distaccata del Museo Civico. 2 Servizio di gestione integrata informatizzata, servizio Energia – impianti di climatizzazione, gestione e manutenzione impianti, manutenzione e conduzione impianti di sollevamento, cura del verde, ecc.

40 GESTIONE MANUTENZIONI

ALLESTIMENTI / DISALLESTIMENTI E MOVIMENTAZIONI

CUSTODIA, VIGILANZA E PULIZIE

10

edifici/unità immobiliari1

interventi di manutenzione ordinaria

72

interventi di manutenzione straordinaria (appalto Global Service)

15

4.600

12

5.000

allestimenti / disallestimenti realizzati per mostre

allestimenti / disallestimenti video / multimediali

37

cataloghi e 400 omaggi forfait (movimentazione magazzino libri)

km autovettura

7.000

km furgone

5

persone del servizio esternalizzato impiegate nell’attività di vigilanza

7

persone del servizio esternalizzato persone del servizio esternalizzato impiegate nei servizi di custodia impiegate nell’attività di pulizia e ausiliari nelle tre sedi del Mart nelle tre sedi del Mart


88

2017 MART ANNUAL REPORT

SEGRETERIA

4.638 2.213 PROTOCOLLAZIONE

atti protocollati in ingresso

atti protocollati in uscita

SPEDIZIONE

486 spedizioni

1.118

ordinativi di spesa

379

spedizioni nazionali

107

spedizioni internazionali


89

LA LOGISTICA

GESTIONE SISTEMA INFORMATIVO / SUPPORTO ALLE STRUTTURE

DESKTOP MANAGEMENT

160

postazioni di lavoro / server

ASSISTENZA PER INSTALLAZIONE HARDWARE, SOFTWARE E ALTRI PROGETTI INFORMATICI

485

INTERVENTI DI MANUTENZIONE APPARECCHIATURE UFFICI E IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA

850

GESTIONE TELEFONIA FISSA E MOBILE, FAX, ADSL E INTERCONNESSIONI SEDI MUSEALI

230

ore lavorate

ore lavorate

ore lavorate


90

2017 MART ANNUAL REPORT

L’AMMINISTRAZIONE

440

clienti complessivamente gestiti (esclusi visitatori)

GESTIONE CONTABILE 709 E FINANZIARIA fatture emesse

GESTIONE DEL PERSONALE

17

corsi di formazione per un totale di 135 ore complessive

3.400

reversali d’incasso emesse

1.919

fatture / altre richieste di pagamento ricevute

2.617

mandati di pagamento emessi a fronte di determine d’incarico

6.571 ore straordinarie lavorate


91

GESTIONE APPROVVIGIONAMENTI DI BENI E SERVIZI

GESTIONE ATTI AMMINISTRATIVI

GESTIONE DEGLI ASPETTI LEGALI

INTERNAL AUDIT E GESTIONE DELLA SICUREZZA

58

procedure di gara

29 delibere

L’AMMINISTRAZIONE

frequenza inventario magazzini: annuale

970

lettere d’incarico

372

determine

2

provvedimenti del Presidente

8

contenziosi gestiti

INTERNAL AUDIT

9

verifiche ispettive del collegio dei revisori dei conti

VERIFICHE SICUREZZA

6

verifiche ispettive interne

1

esercitazione nelle sedi museali


2017 MART ANNUAL REPORT

LE PERSONE

92


93

Consiglio di Amministrazione Ilaria Vescovi Presidente Stefano Andreis Matteo Bruno Lunelli Maria Concetta Mattei Comitato Scientifico Francesco Casetti Bice Curiger João Fernandes Severino Salvemini Carlo Sisi Collegio dei revisori dei conti Flavia Bezzi Antonio Borghetti Franco Sartori

Direttore Gianfranco Maraniello Dirigente amministrativo Diego Ferretti Assistente del Direttore Babila Scarperi Amministrazione Annamaria Folgarait Roberta Galvagni Daniela Gerola Angela Gerosa Barbara Gober Lina Mattè Sabrina Moscher Sabrina Polizzi Mario Rigobello Mostre e collezioni Alessandra Tiddia Responsabile

CASA D’ARTE FUTURISTA DEPERO Nicoletta Boschiero Responsabile

Ilaria Cimonetti Daniela Ferrari Denis Isaia Gabriele Lorenzoni Daniela Trentin

GALLERIA CIVICA DI TRENTO Margherita de Pilati Responsabile

Gestione collezioni e coordinamento mostre Clarenza Catullo Responsabile Ilaria Calgaro Gabriele Salvaterra Francesca Velardita Archivi storici Paola Pettenella Responsabile Duccio Dogheria Carlo Prosser Patrizia Regorda Federico Zanoner Biblioteca Mariarosa Mariech

LE PERSONE

Marketing Vanessa Vacchini Responsabile Denise Bernabè Silvia Ferrari Luisa Filippi Carlotta Gaspari Valentina Russo Comunicazione Susanna Sara Mandice Editoria Lodovico Schiera Educazione Carlo Tamanini Responsabile Annalisa Casagranda Ornella Dossi Brunella Fait Sabina Ferrario Archivio fotografico e mediateca Attilio Begher Responsabile Serena Aldi Maurizio Baldo

Ufficio tecnico e informatico Augusto Baita Giusto Manica Stefano Manica Logistica e allestimenti Claudio Merz Responsabile Giampiero Coatti Mario Divina Jorge Daniel Garcia Servizi di accoglienza, biglietteria e ausiliari A.T.I. Consorzio Lavoro e ambiente CoopCulture Società Servizi Socio Culturale Servizio di custodia Movitrento Soc. Coop. Servizio di vigilanza CVN Srl, Rovereto


94

2017 MART ANNUAL REPORT

DOTAZIONE ORGANICA

58

dipendenti a tempo indeterminato

47

dipendenti a tempo pieno

11

dipendenti a tempo parziale La dotazione organica del Mart nel 2017 è stata di 58 dipendenti a tempo indeterminato di cui 47 a tempo pieno e 11 a tempo parziale e di 15 dipendenti a tempo determinato.

STAGE E SERVIZIO CIVILE

STAGE Nel corso del 2017 il Mart ha ospitato vari tirocini formativi, attivando a tal fine convenzioni con le seguenti Università: Galleria Civica Mart Archivi Archivi Archivi Archivi Archivi Archivi Archivi Collezioni Educazione Educazione Marketing Marketing Marketing

Ilaria Bianchi Margherita Cestari Università degli Studi di Trento Silvia Coraiola Università degli Studi di Padova Amanda Filippi Università degli Studi di Bologna Monica Avancini Università degli Studi di Verona Ilaria Festa Università degli Studi di Trento Martine Josette Grange Università degli Studi di Verona Roberta Menapace Università degli Studi di Siena Emma Rancan Università degli Studi di Verona Lara Spagnolli Università degli Studi di Verona Sara Tomaselli Università degli Studi di Verona Jessica Bianchera Università degli Studi di Bologna Fatima Biddir Università degli Studi di Trento Simone Conzatti Accademia di Belle Arti di Bologna Lorenzo Coppola Palazzo Spinelli – Firenze Anna Gussoni Università degli Studi di Venezia Giordana Patruno Università degli Studi di Venezia

SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO NAZIONALE E UNIVERSALE PROVINCIALE Marketing Marketing Marketing Biblioteca Biblioteca Settore Informatico Settore Informatico

17 7 stage

servizio civile

Federica Falvino Bianca Lampariello Licia Pedrinolli Anna Gnolo Boscolo Simone Canale Filippo Ceschini Lorenzo Ferrulli

3

collaboratori stagionali Area educazione (fino al 7/06/2017) STEFANIA FOGOLARI AMINA PEDRINOLLA KATJUSCIA TEVINI


95

LE PERSONE

IL PERSONALE DEI SERVIZI APPALTATI

LA FORMAZIONE

Servizi di accoglienza, biglietteria e ausiliari A.T.I. CONSORZIO LAVORO AMBIENTE COOP CULTURE SOCIETÀ SERVIZI SOCIO CULTURALI

Servizio tecnico ENGIE

Ornella Monfredini Responsabile biglietteria

Servizio di pulizie PULINET

20/01/2017 PAT – UFFICIO SISTEMA BIBLIOTECARIO TRENTINO E PARTECIPAZIONE CULTURALE Incontro plenario di confronto e di formazione Sede: Trento Durata: 8 ore Dipendenti: Mariarosa Mariech

Nicole Bellini Sara Bertolini Benedetta Bonini Stefania Deimichei Barbara Marcolini Aneda Pashako Anna Pasqualini Daniela Saiani

Matroana Cojocari Mohammed Diallo Elisa Fadanelli Vjollca Gjergji Dhurata Murrami Petra Turco Oksana Vasyutyk

Graciela Cacace Teresa Cacace Simone Marletta Marco Primavera Valentina Zomer

Servizio di vigilanza CVN srl

Allestimenti ARTEAM srl

Bookshop Mart MONDADORI ELECTA

Daniele Casagrande Cristian Chemelli Werner Chemelli Gimmi Comai Lulzim Dedej Michele Garbellotti

Eugenio Mandelli Mauro Pasolli

Tinteggiature BAUFLEX SRL

Servizi di custodia e ausiliari MOVITRENTO Soc. Coop.

Angelo Antonio De Pinto Abdelhak Fashi Marku Gjovalin Ajet Jahja Sekfali Lies Dumitru Mita Michele Tota Angelo Totagiancaspro

Maria Addeo (Civica, Trento) Marisa Bertolini Loretta Bertotti (Civica, Trento) Riccardo Bevacqua Antonella Bisoffi Tiziana Cavazzani Elisabetta Ciocca (Civica, Trento) Loredana Corradini (Casa Depero) Carla Coser Giuseppe Da Col Mariangela Dalvai (Civica, Trento) M. Paula Debiasi Gerarda Di Napoli Laura Dorigatti Adriana Emanuelli Lidia Gottoli (Civica, Trento) Gianluigi Grimaz Alma Maffei (Casa Depero) Mirella Manfredi Anita Maraner Francesca Mastella Vittoria Minacapelli Claudio Orben Licia Peterlini (Casa Depero) Mara Pooli (Casa Depero) Paola Prezzi Franca Prosser Alessio Raffaelli Claudia Rutili Raul Josè Saltori Liliana Sartori Amalia Scienza Ivano Spagnolli Medea Torbol Annalisa Tovazzi Anna Rita Trainotti Tullio Versini Rosaria Viola Antonella Zendri

Supporti grafici SERIGRAFICA snc Maurizio Neodo Maura Migliorini EDIZIONI OSIRIDE di E. Setti & C. snc Si ringraziano inoltre tutte le ditte e le persone che hanno prestato servizio temporaneo o occasionale al Museo nel corso del 2017.

8 e 15/03/2017 PAT – SCUP (SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE) Corso di formazione operatori locali di progetto Sede: Trento Durata: 16 ore Dipendenti: Denise Bernabè 15-16/03/2017 INFORMATICA TRENTINA Corso base protocollisti P.I.Tre Sede: Trento Durata: 12 ore Dipendenti: Roberta Galvagni Sabrina Moscher Nel corso del 2017 INFORMATICA TRENTINA Corso base utilizzatori non protocollisti P.I.Tre Sede: Trento Durata: 4 ore Dipendenti: Attilio Begher Nicoletta Boschiero Ilaria Cimonetti Margherita De Pilati Luisa Filippi Denis Isaia Gabriele Lorenzoni Susanna Sara Mandice Mariarosa Mariech Claudio Merz Valentina Russo Gabriele Salvaterra Carlo Tamanini Alessandra Tiddia Daniela Trentin Vanessa Vacchini 16-17/03/2017 BIBLIOSTAR La biblioteca aperta – tecniche e strategie di condivisione Sede: Milano c/o Fondazione Stelline Durata: 16 ore Dipendenti: Mariarosa Mariech 28/03/2017 INFORMATICA TRENTINA – SERVIZIO ENTI LOCALI Seminario Contabilità AscotWeb Sede: Trento Durata: 4 ore Dipendenti: Tiziana Cumer Lina Mattè Sabrina Polizzi


96

2017 MART ANNUAL REPORT

LA FORMAZIONE

06/04/2017 TSM – TRENTINO SCHOOL OF MANAGEMENT Le gare telematiche di lavori Sede: Trento Durata: 6 ore Dipendenti: Mario Rigobello 11/04/2017-26/05/2017 TSM – TRENTINO SCHOOL OF MANAGEMENT (MODALITÀ FAD) I fondamenti del project management Durata: 3 ore Dipendenti: Tiziana Cumer Daniela Ferrari Denis Isaia Alessandra Tiddia 21/04/2017 TSM – TRENTINO SCHOOL OF MANAGEMENT Le sfide della contemporaneità: seminario con Umberto Galimberti su “Etica e politica nell’età della tecnica” Sede: Trento Durata: 2 ore Dipendenti: Diego Ferretti 19/05/2017 PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO – UFFICIO SVILUPPO PERSONALE Cultural accountability Sede: Bolzano Durata: 6 ore Dipendenti: Susanna Sara Mandice 25/05/2017 PAT – SCUP (SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE) Corso di approfondimento operatori locali di progetto Sede: Trento Durata: 8 ore Dipendenti: Denise Bernabè 6-7/06/2017 INFORMATICA TRENTINA Seminario Contabilità Economica 118 Sede: Trento Durata: 12 ore Dipendenti: Lina Mattè Sabrina Polizzi

22/06/2017 ASSOCIAZIONE ITALIANA BIBLIOTECHE Giornata di studio – Fondi e collezioni di persona e personalità. Verso un’ipotesi di linee guida Sede: TREVISO Durata: 7 ore Dipendenti: Patrizia Regorda 18/07/2017-12/12/2017 TSM – TRENTINO SCHOOL OF MANAGEMENT Nuova disciplina degli appalti pubblici e dei contratti di concessione 1° modulo Sede: Trento Durata: 16 ore (modalità e-learning) Dipendenti: Diego Ferretti Mario Rigobello Daniela Gerola 13/09/2017 TSM – TRENTINO SCHOOL OF MANAGEMENT La trasparenza: aggiornamento normativo Sede: Trento Durata: 4 ore Dipendenti: Mario Rigobello 13/10/2017 PROGETTO SALUTE Corso base per gli addetti all’emergenza incendi – attività a rischio d’incendio medio Sede: Trento Durata: 8 ore Dipendenti: Augusto Baita 09/11/2017 TSM – TRENTINO SCHOOL OF MANAGEMENT Seminario – siamo sicuri? Siamo sicuri di conoscere la normativa in materia di sicurezza sul lavoro? Confronto guidato tra realtà lavorative e normativa vigente Sede: Trento Durata: 3 ore Dipendenti: Augusto Baita


97


2017 MART ANNUAL REPORT

I VISITATORI

98


99

I VISITATORI

IN VISITA AL MART

STEFANO MASCIARELLI OTTAVIA PICCOLO SILVANO PICCARDI SERGEJ LOZNITSA PIER CARLO PADOAN DACIA MARAINI VITTORIO SGARBI PIERO PELÙ AFTERHOURS ...e molti altri artisti, scrittori, poeti, architetti.

È proseguita per tutto il 2017 l’adesione all’iniziativa #domenicalmuseo promossa dal MiBACT (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) che prevede l’ingresso gratuito nei musei e nei luoghi della cultura statali ogni prima domenica del mese, accolta dalla Provincia Autonoma di Trento per i musei provinciali. Denominate Mart Open

Day le domeniche ad ingresso gratuito sono stata arricchite dalla proposta di attività ed eventi speciali quali visite guidate alle mostre, laboratori continui per le famiglie con bambini, incontri e workshop, presentazioni e concerti all’interno degli spazi museali. Al fine di analizzare l’adesione all’iniziativa è stata inoltre

registrata la provenienza di tutti i visitatori nelle dodici domeniche ad ingresso gratuito nel corso dell’anno. L’analisi dei dati ha confermato un’ampia adesione da parte della comunità locale in linea con l’anno precedente (64% di provenienze dal Trentino Alto Adige contro il 36% di provenienze da altre regioni italiane e da paesi esteri).


100

2017 MART ANNUAL REPORT

15.960 INTERI

28.944 RIDOTTI Gruppi Convenzionati Over 65 Giovani (15-26 anni) Cumulativo tre sedi Altro

21.060 PRE-PAGATI 2.930 10,07% 3.560 12,23% 5.574 19,15% 2.715 9,33% 5.422 18,63% 8.908 30,60%

Membership e ingressi pre-pagati

41.949 GRATUITI Scuole 16.871 40,22% Gratuito minori di 14 anni* 3.846 9,17% Categorie gratuite** 2.170 5,17% Prime domeniche del mese 15.822 37,72% Convenzioni 1.607 3,83% Omaggi e inaugurazioni mostre 1.633 3,89% * inclusi i minori compresi nella tariffa Family ** categorie gratuite a) guide turistiche e interpreti b) portatori di handicap e accompagnatori c) forze dell’ordine d) giornalisti accreditati e) professionisti settore Beni e Attività culturali accreditati

Tariffa family Interi Gratuiti

adulti 775 minori 633


101

MART 107.913

340 MEDIA GIORNALIERA

61,13 % PAGANTI

38,87 % GRATUITI

317 GIORNI DI APERTURA


102

2017 MART ANNUAL REPORT

1.464 INTERI

8.727 RIDOTTI Gruppi Convenzionati Over 65 Giovani (15-26 anni) Cumulativo tre sedi Altro

2.067 PRE-PAGATI 787 9,02% Membership 327 3,75% e ingressi pre-pagati 389 4,46% 223 2,56% 4.471 51,23% 2.530 28,99%

10.055 GRATUITI Scuole 6.838 68,01% Gratuito minori di 14 anni* 799 7,95% Categorie gratuite** 485 4,82% Prime domeniche del mese 1.578 15,69% Convenzioni 162 1,61% Omaggi e inaugurazioni mostre 193 1,92% * inclusi i minori compresi nella tariffa Family ** categorie gratuite a) guide turistiche e interpreti b) portatori di handicap e accompagnatori c) forze dell’ordine d) giornalisti accreditati e) professionisti settore Beni e Attività culturali accreditati

Tariffa family Interi Gratuiti

adulti 88 minori 63


103

CASA D’ARTE FUTURISTA DEPERO 22.313

70 MEDIA GIORNALIERA

54,94 % PAGANTI

45,06 % GRATUITI

317 GIORNI DI APERTURA


104

2017 MART ANNUAL REPORT

2.759 INTERI

843 RIDOTTI Gruppi Cumulativo tre sedi Altro

3.053 PRE-PAGATI 110 12,97% 255 30,07% 483 56,96%

Membership e ingressi pre-pagati

4.207 GRATUITI Scuole 351 8,34% Gratuito minori di 14 anni* 465 11,07% Categorie gratuite** 256 6,09% Prime domeniche del mese 707 16,83% Convenzioni 575 13,68% Omaggi e inaugurazioni mostre 1.848 43,93% * inclusi i minori compresi nella tariffa Family ** categorie gratuite a) guide turistiche e interpreti b) portatori di handicap e accompagnatori c) forze dell’ordine d) giornalisti accreditati e) professionisti settore Beni e Attività culturali accreditati


105

GALLERIA CIVICA 10.862

40 MEDIA GIORNALIERA

61,27 % PAGANTI

38,73 % GRATUITI

269 GIORNI DI APERTURA


2017 MART ANNUAL REPORT

MART EXTRAMUROS 2017 9.198 INGRESSI

ITALO BRESSAN ANIME | SOULS MAG, Museo Civico, Riva del Garda 9.4 – 25.06.17 5.437 ingressi

SEGANTINI E I SUOI CONTEMPORANEI TEMI E FIGURE DELL’OTTOCENTO Galleria Civica Segantini, Arco 15.7 – 5.11.17 3.761 ingressi

106


107

I VISITATORI

RIEPILOGO DATI UTENZA

150.286 totale utenza

141.088

totale visitatori Mart Casa d'Arte Futurista Depero Galleria Civica

84.947

totale paganti (60,21%)

56.141

totale gratuiti (39,79%)

9.198

totale visitatori Mart Extramuros


109

IL BILANCIO DI ATTIVITÀ

IL BILANCIO DI ATTIVITÀ

Le fonti di finanziamento del Museo sono rappresentate da finanziamenti disposti dalla Provincia autonoma Trento, in esecuzione della legge istitutiva dell’Ente, da finanziamenti di altri enti pubblici e privati, e dalle entrate proprie del Museo. In attesa dei dati definitivi a consuntivo del bilancio 2017, si riportano i dati del bilancio

previsionale 2017 assestato comparati con i dati relativi ai rendiconti 2015 e 2016. Nel 2016 il finanziamento dell’Ente è stato garantito da entrate derivate per il 65% (trasferimenti della Provincia autonoma di Trento e contributi da parte di altri enti pubblici e privati), per il 15% da entrate proprie, per il 17% dall’utilizzo dell’avanzo

di amministrazione 2015 e per il 3% da fondi pluriennali vincolati. I finanziamenti provinciali in termini percentuali rispetto al totale delle entrate sono passati dal 76% del 2015 al 55% del 2016. Le spese complessive (al netto delle partite di giro) nel 2016 sono aumentate del 16% rispetto al precedente esercizio.


ENTRATE


111

IL BILANCIO DI ATTIVITÀ ENTRATE

2015 Consuntivo

2016 Consuntivo

2017 Prev. assestato

838.364,84 –

2.152.325,33 414.012,86

3.094.583,52 261.017,13

4.456.379,00 – – 100.000,00

7.235.725,00 – – 100.000,00

7.076.714,00 – – 100.000,00

4.556.379,00

7.335.725,00

7.176.714,00

483.656,05 99.023,49 61.596,51 240.210,68 173.843,87 28,90

615.763,72 85.115,91 34.374,75 353.031,91 868.999,21 800,41

497.000,00 100.000,00 30.000,00 290.000,00 388.000,00 –

1.058.359,50

1.958.085,91

1.305.000,00

2.338.000,00 – – 93.943,00

– – – 1.221.798,06

– – – 100.000,00

Totale

2.431.943,00

1.221.798,06

100.000,00

Totale entrate

8.885.046,34

13.081.947,16

11.937.314,65

Avanzo d’amministrazione esercizio precedente Fondo pluriennale vincolato Contributi di parte corrente Da parte della Provincia Da parte della Regione Da parte dell’Unione Europea Da parte di altri Enti Totale Entrate Proprie Vendita biglietti Vendita pubblicazioni, merchand. Sponsor Proventi altri servizi Rimborsi e proventi vari Interessi attivi Totale Contributi per investimenti Da parte della Provincia Da parte della Regione Da parte dell’Unione Europea Da parte di altri Enti


SPESE


113

IL BILANCIO DI ATTIVITÀ SPESE

2015 Consuntivo

2016 Consuntivo

2017 Prev. assestato

Spese di funzionamento Costi personale dipendente Compensi organi sociali Vigilanza, custodia e biglietteria Spese di promozione e di rappresentanza Utenze Pulizie Postali Spese per consulenze tecnico-amministrative Spese mezzi di trasporto Locazione beni di terzi Manutenzione immobili Spese gestione collezioni Spese gestione sistema informativo Altre spese correnti Interessi passivi Imposte e tasse

2.354.277,17 89.000,00 806.776,28 2.174,10 181.052,20 117.771,24 19.784,93 26.326,86 22.596,12 84.147,12 1.022.626,58 239.148,28 57.103,53 52.590,82 19.507,85 135.721,17

2.350.162,06 80.994,47 797.963,54 134.391,38 182.001,14 123.149,17 22.007,12 17.314,69 5.953,61 99.349,28 1.045.742,39 276.905,16 57.038,85 700.991,24 12.130,18 132.511,65

2.916.212,25 85.000,00 925.100,00 123.000,00 230.400,00 133.200,00 40.980,00 61.000,00 17.000,00 123.000,00 793.217,20 182.686,40 67.000,00 786.724,64 15.000,00 174.650,00

Spese direttamente imputabili all’organizzazione di manifestazioni ed iniziative Didattica Catalogazione Mostre / Eventi / Editoria

151.139,74 94.588,03 1.718.320,87

170.436,48 10.500,00 1.933.313,49

253.200,00 – 1.698.136,48

146.662,10 51.685,78 169.022,51 11.998,45 9.896,02

315.616,64 63.723,76 91.134,00 1.222.297,47 6.816,00

345.163,82 49.464,00 2.492.352,61 250.000,00 30.827,25

885.200,00 488,00

– 9.825,88

49.000,00 95.000,00

8.469.605,75

9.862.269,65

11.937.314,65

Spese per investimenti Acquisto attrezzature Restauri / riallestimenti Manutenzione straordinaria immobili Incremento raccolte / collezioni Aggiornamento biblioteca Altre spese in conto capitale Locazioni collezioni a lungo termine Altre

Totale spese


115

IL MART RINGRAZIA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO COMUNE DI TRENTO COMUNE DI ROVERETO I collezionisti, i sostenitori, gli sponsor, i partner, gli Amici del Museo e tutte le persone e le istituzioni che hanno collaborato alla realizzazione dei nostri progetti. Il nostro Report annuale dà una panoramica delle attività del Museo e mostra come le risorse sono state impiegate. Definisce l’identità del Museo, rende disponibili gli elenchi delle acquisizioni, illustra le mostre, l’attività educativa, didattica e di ricerca, le pubblicazioni, le borse di studio, i prestiti, le relazioni con l’esterno, il territorio e il contesto internazionale.

Coordinamento Ufficio Marketing Coordinamento editoriale Lodovico Schiera Progetto grafico Headline, Rovereto Crediti fotografici Archivio fotografico Mart


Mart Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto 43, corso Bettini 38068 Rovereto (TN) – Italia +39 0464 438887 +39 0464 430827 fax info@mart.trento.it mart@pec.mart.tn.it www.mart.tn.it p. iva 01262530221 c. fiscale 96016110221 Orari apertura Mar. / Dom. 10-18 Ven. 10-21 Lunedì chiuso Casa d’Arte Futurista Depero 38, via Portici 38068 Rovereto (TN) – Italia +39 0464 431813 +39 0464 430827 fax info@mart.tn.it Orari apertura Mar. / Dom. 10-18 Lunedì chiuso Galleria Civica di Trento e ADAC 44, via Belenzani 38122 Trento – Italia +39 0461 985511 +39 0461 277033 fax civica@mart.tn.it Orari apertura Mar. / Dom. 10-13 / 14-18 Lunedì chiuso Info e prenotazioni T. 800 397760 info@mart.tn.it www.mart.tn.it


117

LE COLLEZIONI


Profile for MartRovereto

Mart Annual Report 2017  

Mart Annual Report 2017  

Advertisement