Page 20

strenne 2012 cataloghi La Biennale di Venezia 13. Mostra Internazionale di Architettura. Common Ground

a cura di David Chipperfield cod. isbn 978.88.317.1364, pp. 344 con 500 ill. a col., Euro 48,00 ca. Venezia, Giardini e Arsenale, dal 29 agosto al 25 novembre 2012, vernice 27 - 28 agosto 2012

Oltre centro progettisti 55 paesi partecipanti di cui cinque nuovi: Angola, Kosovo, Kuwait, Peru e Turchia

36 università di tutto il mondo Common Ground ovvero Interesse comune. È questo il tema scelto da David Chipperfield per la prossima edizione della Mostra Internazionale di Architettura di Venezia . I concetti di collaborazione, dialogo e relazione tornano quindi al centro del dibattito. “L’ambizione di Common Ground - spiega Chipperfield - è soprattutto quella di riaffermare l’esistenza di una cultura architettonica costituita non solo da singoli talenti, ma anche da un ricco patrimonio di idee differenti. Siamo partiti dal desiderio di enfatizzare idee condivise al di là della creazione individuale: questo ci imponeva di attivare dialoghi piuttosto che selezionare singoli partecipanti”. Un commento che sembra voler colpire un certo atteggiamento “da archistar” e che invita invece a riconsiderare l’importanza della critica e della discussione. Ma non solo. Il titolo ovviamente rimanda anche allo spazio comune, agli spazi che si creano tra gli edifici e alla città che prende forma e si modella attorno alle costruzioni. Come spiega ancora l’architetto inglese, “Non voglio smarrire il tema dell’architettura in un pantano di speculazioni sociologiche, psicologiche o artistiche, ma piuttosto cercare di ampliare la comprensione del contributo specifico che l’architettura può dare nella definizione del terreno comune della città“. Un tema interessante e quanto mai attuale, una svolta attesa da molti, stanchi del narcisismo di molti grandi architetti, che non fa che aumentare l’interesse che da sempre contraddistingue questa la manifestazione. David Chipperfield è nato a Londra nel 1953. Dopo il diploma ottenuto all’Architectural Association di Londra, ha lavorato per Douglas Stevens, Richard Rogers e Norman Foster prima di fondare, nel 1984, i suoi studi presso i quali attualmente lavorano più di 100 architetti di diverse nazionalità, nelle sedi di Londra e Berlino. Nel 1999 David Chipperfield è stato insignito con la Medaglia d’Oro Tessenow, nel 2004 è stato nominato Commander of the British Empire per essersi distinto nel campo della progettazione architettonica e nel 2003 è stato nominato Membro Onorario dell’Accademia delle Arti di Firenze. È stato insignito del titolo di cavaliere del Regno Unito nel 2010 per i successi conseguiti nel campo dell'architettura. Ha ricevuto il premio Wolf per le arti sempre nel 2010 e la Medaglia d‘Oro del Royal Institute of British Architects nel 2011. Ha insegnato in diverse università europee ed americane ed è stato titolare della cattedra Mies van der Rohe alla Scuola Tecnica di Barcellona.

20

05 Strenne - Le novità Marsilio di settembre/ottobre/novembre 2012  

Ecco in anteprima i libri che usciranno il prossimo autunno in libreria. By Marsilio Editori

Advertisement