Page 1

1 Dicembre 2016


2 

FREESERVICES MAGAZINE


EDITORIALE UNA CONQUISTA STORICA Nel momento in cui scrivo, la Camera ha dato disco verde alla Legge di bilancio per il 2017. La manovra passa ora al Senato, che comincerà l’esame dopo il referendum costituzionale. Siamo in un momento storico per il nostro settore. La Commissione Lavoro della Camera, infatti, ha approvato un emendamento che concede anche ai padroncini di andare in pensione anticipata tre anni prima del previsto, riconoscendo di fatto usurante anche la nostra attività. Finché la manovra non sarà approvata, non sappiamo se il provvedimento sarà varato e, al momento, è difficile fare previsioni. Quel che è certo è che si tratta per noi di un notevole passo avanti, una conquista storica, che pone in primo piano il problema dell’autotrasporto come lavoro usurante. Problema sul quale da anni stiamo cercando di tenere alta l’attenzione, sia come associazione sia come organo di informazione, sempre al fianco dell’autotrasporto, attraverso la campagna nazionale “Guidare il tir è usurante”. Nel marzo scorso, durante uno dei convegni targati Free Services a Traspo Day 2016, abbiamo ospitato il professor Sergio Garbarino che, insieme ad altri ricercatori, ha accertato che il 7% degli incidenti stradali è attribuibile alla “Sindrome delle apnee ostruttive del sonno (Osas)”, una patologia che costa al nostro Paese ben 7360 incidenti e 231 morti all’anno. Superfluo dire che a soffrire di questa malattia, più diffusa di quanto si pensi, siano proprio gli autisti. Vita sedentaria, alimentazione irregolare, e ritmo veglia/sonno alterati, tipiche della vita del camionista, unitamente all’avanzare dell’età, favoriscono i disturbi del sonno e riducono considerevolmente dopo i 50 anni il rendimento lavorativo dei conducenti che, se dichiarati inabili alla guida, restano sprovvisti di qualsiasi tutela di tipo assistenziale e/o previdenziale, a meno del riconoscimento di una specifica malattia professionale o del trattamento pensionistico anticipato per le attività cosiddette “usuranti”, come sostiene, appunto, Trasportounito. Il nostro obiettivo per il nuovo anno che si avvicina è proprio questo: continuare a essere un punto di riferimento per l’autotrasporto, per l’apporto economico e logistico che conferisce al Paese, nonché rendere sempre i nostri lettori i veri protagonisti del nostro magazine.

A tutti, buon natale e sereno 2017!

IN COPERTINA IL MITICO BULLY VOLKSWAGEN IN LIVREA ANNI 60

3 Dicembre 2016


4 

FREESERVICES MAGAZINE


SOMMARIO

A N N O V III | NUMERO 12 | DICEMBRE 2016

1 4 16 18 20 22 30 34 36 38 40 42 44 48 52 56 58

EDITORIALE FS INFORMA VIVAVOCE | BONANNI VIVAVOCE | SIMONATO VIVAVOCE | PAMPURI SPECIALE | Ecomondo 2016 ATTUALITA’ | Unrae sull’autotrasporto italiano MONDO TRUCK | Mercedes benz MONDO TRUCK | Iveco MONDO TRUCK | Man MONDO TRUCK | Astra MONDO VAN | Mercedes Pick up ALLESTIMENTI | Mahindra REPORTAGE | Bulli …on the road! CLASSIC | Citroen Belphegor TRUCK CULT | Ford Urban Mobility E-LEARNING

22

34

48

Redazione Free Services Magazine T. 0823.1766542 - F. 0823.1763076 e-mail: magazine@freeservices.it www.freeservices.it Direttore Responsabile: Sonia Pampuri | In redazione: Barbara Adriani e Gabriele Bondioli Editore: Consorzio Free Services Via Libertà, 33 81024 Maddaloni (Ce) | Presidente Consorzio Free Services: Antimo Caturano Coordinatore Editoriale: Lina Farbo | Impaginazione: Advant di Antonello Segretario | Direttore Marketing: Marco Scala Responsabile Annunci: Vincenzo Lignelli | Stampa: Tuccillo Arti Grafiche Afragola (Na) Autorizzazione del Tribunale di S.Maria C.V. n° 754 del 03/03/2010 Le pubblicazioni degli annunci e delle inserzioni non conformi, escludono ogni responsabilità da parte del Consorzio Free Services.

5 Dicembre 2016


FS INFORMA

PRODOTTO TRUCK

IVECO FORNIRÀ 109 VEICOLI A GAS NATURALE ALLA CITTÀ DI MADRID Iveco, un brand di CNH Industrial N.V. (NYSE: CNHI /MI: CNHI), si è aggiudicato la gara pubblica d’appalto indetta dal Comune di Madrid, che prevede la fornitura di 109 camion per la raccolta dei rifiuti urbani. I camion saranno equipaggiati con motori alimentati a gas naturale. I 109 veicoli sono tutti modelli Iveco Stralis, della gamma di mezzi pesanti per applicazioni on-

road del marchio Iveco, e sono dotati di raccoglitori appositamente concepiti per la raccolta e il trasporto di rifiuti. I veicoli, equipaggiati con motori Cursor 8 alimentati a gas naturale compresso (CNG) e sviluppati dal brand FPT Industrial di CNH Industrial, specialista nelle tecnologie motoristiche, sono ecosostenibili e producono il 95% in meno di emissioni rispetto ai loro omologhi diesel (35% in meno di ossidi di azoto

e 10% in meno di anidride carbonica), pari a una riduzione di 85 tonnellate all’anno. La combustione del CNG è meno inquinante rispetto alla benzina e la maggior parte dei veicoli Iveco è predisposta per funzionare con questo carburante alternativo. CNH Industrial con la propria gamma di camion e bus Iveco e con le tecnologie motoristiche di FPT Industrial è leader indiscusso per quanto concerne lo sviluppo, la produzione e la distribuzione di veicoli alimentati a CNG, gas naturale liquefatto (LNG) e biometano. A oggi, i marchi della Società hanno prodotto oltre 30.000 motori e 16.000 veicoli tutti a gas naturale.

RENAULT TRUCKS FESTEGGIA I 100 ANNI DEL PROPRIO QUARTIER GENERALE DI LIONE

È nel 1915, che Marius Berliet prende la decisione di acquistare alcuni terreni nella periferia ad est di Lione e di costruire uno stabilimento a Vénissieux. A Monplaisir, nell’8° distretto di Lione, ha bisogno di spazio per realizzare i suoi progetti ambiziosi

6 

FREESERVICES MAGAZINE

e per soddisfare con urgenza la pressante domanda di autocarri e munizioni, allo scopo di contribuire agli sforzi militari dell’esercito francese, al culmine della Prima Guerra mondiale. La sfida di Marius è titanica: si tratta di progettare, costruire, attrezzare la sua fabbrica in tempi record, avviando contemporaneamente la produzione. Vinta la scommessa, le successive fasi di ampliamento porteranno la superficie totale dello stabilimento a 387 ettari alla vigilia della Seconda Guerra mondiale. Tuttavia, il progetto di Marius Berliet non ha come unico scopo la costruzione di uno stabilimento: « Nei miei sforzi, traspare il mio grande desiderio di vedere finalmente realizzato il sogno di tutta una vita: la creazione di una vasta e fiorente città industriale ». È con questo obiettivo che nel 1917 nasce la Cité Berliet, strettamente legata al funzionamento della fabbrica; questa città in tutto e per tutto riunisce infatti alloggi, una scuola, un asilo nido e persino una fattoria.

Oggi, il quartier generale di Lione è il cuore pulsante di Renault Trucks e costituisce la pietra angolare del complesso industriale del gruppo Volvo di cui fa parte la casa dal 2001. Vi lavorano oltre 4.000 dipendenti su una superficie di 180 ettari, a cavallo tra i comuni di Vénissieux e Saint-Priest. Comprende un’unità di assemblaggio di motori, un’unità di assemblaggio di ponti e assali, un centro di imbutitura e una piattaforma logistica per i ricambi. Oltre alla sede sociale ed alla direzione generale di Renault Trucks, la sede di Lione annovera numerose attività terziarie, tra cui la ricerca che conta 1.300 addetti ed è essenzialmente dedicata allo sviluppo dei veicoli di tonnellaggio medio e delle rispettive motorizzazioni, nonché le soluzioni di trasporto in ambiente urbano. Uno studio di progettazione riunisce un team di designer internazionali, cui si deve “il disegno” della nuova gamma Renault Trucks lanciata nel 2013, il cui fiore all’occhiello, il Renault Trucks T, è stato eletto Camion dell’anno 2015.


PRODOTTO VAN

Connected Van: il nuovo servizio online di Volkswagen

Da oggi Volkswagen Veicoli Commerciali propone un sistema telematico intelligente per veicoli nuovi e usati: l’installazione della soluzione Plug & Play per veicoli nuovi e usati può essere eseguita in qualsiasi momento direttamente dal traportatore. Anche per la registrazione non

è necessario passare in officina: grazie ad un dispositivo DataPlug, inserito nell’interfaccia di diagnosi (OBD-II), è possibile trasmettere i dati relativi al veicolo in tutta sicurezza. Il gestore del parco veicoli può visualizzare le informazioni direttamente su un portale web e gestire così la flotta in modo efficiente. Grazie all’interazione diretta tra veicolo, gestore della flotta e Concessionaria, è possibile, per esempio, ridurre al minimo i tempi di fermo imprevisti. Tutti i servizi sono utilizzabili in modo flessibile, per cui ciascun utilizzatore può decidere autonomamente quale servizio è importante per la propria flotta. Alla protezione dei dati viene accordata sempre la massima priorità. Tutti i dati relativi ai veicoli

vengono inviati in forma criptata mediante la app ConnectedVan, appositamente sviluppata da Volkswagen Veicoli Commerciali per dispositivi con sistema operativo Android e iOS. Tutti i dati degli utilizzatori vengono inoltre custoditi su un server proprietario. Sono già disponibili 12 servizi di base: panoramica collaboratori, gestione veicoli, gestione conducenti, gestione Concessionarie, valutazione conducenti e veicoli, visualizzazione e confronto della media dei consumi per ciascun conducente e veicolo, giornale di bordo dei rifornimenti1/viaggi effettuati, messaggi di avvertimento, localizzazione GPS, esportazione dati, scadenze di manutenzione. Già nel corso di quest’anno seguiranno altri servizi, come ad esempio il controllo della scadenza della patente di guida e il rilevamento dei percorsi. Tutti i servizi, l’App e il portale web sono gratuiti, come iniziativa promozionale in occasione del lancio sul mercato.

7 Dicembre 2016


FS INFORMA

AMBIENTE

NOLPAL NELL’OLIMPO DELLE START-UP INNOVATIVE DELLA GREEN ECONOMY In occasione dell’8a edizione del “Premio Sviluppo Sostenibile 2016” promosso dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e da Ecomondo-Rimini Fiera, col patrocinio del ministero dell’Ambiente, NolPal è stata premiata per il suo approccio innovativo alla Logistica Condivisa associata al pallet da interscambio, imperniato sulla Sostenibilità Ambientale. In particolare è stato premiato il per il progetto “SharePal” di NolPal che usa pallet riutilizzabili per una “logistica condivisa” mirata all’uso razionale degli imballaggi per la movimentazione merci. Fin dalla sua creazione, NolPal,

specialista italiano nella fornitura di servizi associati al pallet da interscambio, persegue un piano di crescita imprenditoriale che ha come cardini l’innovazione tecnologica e la sostenibilità ambientale. Questa ambizione si concretizza con i propri progetti che vedono il coinvolgimento di primarie aziende manifatturiere italiane, operatori logistici e gruppi della GdO italiana. Riccardo Casadei, Presidente NolPal, afferma: “Siamo particolarmente orgogliosi di questo premio, che riconosce il nostro piano di crescita imperniato sull’innovazione tecnologica e su un forte approccio green. NolPal

Asfalti green, silenziosi e durevoli

Un abbattimento della rumorosità da traffico veicolare di circa 5 decibel. E’ quanto registrato, previa misurazione scientifica, su un tratto di strada di 7000 mq a Rimini, realizzata con l’utilizzo di polverino di gomma derivante da PFU. L’esperienza è stata al centro del convegno “Asfalti più green, silenziosi e durevoli: i risultati delle recenti esperienze italiane” organizzato da Ecopneus presso Ecomondo 2016. All’evento erano presenti Daniele Fornai, responsabile dello Sviluppo

8 

FREESERVICES MAGAZINE

Impieghi e Normative Ecopneus, Andrea Succi, presidente Anthea, Gaetano Licitra, ARPAT - coordinatore Area Vasta Costa e Massimo Carassai, Steca S.p.A, coordinatore del progettoRebrife-Life. Tra le varie esperienze oggetto del convegno, è di rilievo quella della pavimentazione stradale, realizzata nel 2016 in via Marecchiese a Rimini con asfalto in gomma riciclata da PFU, grazie alla quale sono stati recuperati 1200 pneumatici giunti a fine vita. In questa via, dove il traffico è molto inten-

sta estendendo i principi della Logistica Condivisa e dell’Economia Circolare in ogni suo progetto; questo modus operandi consente la realizzazione di sempre più solide partnership con tutte le realtà della filiera (industria, operatori logistici e retailers), con grandi benefici per gli attori coinvolti, sia sotto il profilo economico che sotto il profilo ambientale per via dell’aumento delle efficienze logistiche e della contestuale riduzione di CO2.” so, sono state effettuate indagini mirate a valutare le prestazioni acustiche della pavimentazione realizzata con il polverino di gomma. In collaborazione con Ecopneus e lo spin-off del CNR di Pisa iPOOL Srl, sono state realizzate due campagne di misurazione: la prima antecedentemente alla realizzazione della pavimentazione in polverino, allo scopo di caratterizzare lo stato anteoperam; la seconda invece, dopo circa tre mesi dalla stesa ed è stata utile per verificare le prestazioni acustiche. In questo modo è stato possibile quantificare sia la parte di beneficio acustico dovuta alla semplice riasfaltatura sia il reale contributo della pavimentazione a basso impatto acustico, misurato rispetto alla pavimentazione precedente e ad una realizzata contestualmente con asfalto normale. I risultati hanno confermato che, nei casi in cui il traffico è intenso e idealmente a velocità costante, si apprezzano particolarmente i benefici delle pavimentazioni a basso impatto acustico con polverino di gomma. Le misurazioni infatti hanno confermato innanzitutto un abbattimento della rumorosità a bordo strada dei veicoli in transito a 50 km/h di circa 5 dB(A) tra lo stato anteoperam e la pavimentazione in polverino di gomma, riscontrato grazie almetodo SPB (Statistical Pass By, normato dalla ISO 11819-1) che verifica la rumorosità a bordo strada del transito dei veicoli a velocità costante.


FERROVIARIA Italia” questo il commento dei vertici dell’Interporto Sud Europa a chiusura del convegno organizzato da Confetra, Assofer e Unindistria Napoli, nel Museo storico di Pietrarsa a Portici. Il presidente dell’Interporto Sud Europa, Salvatore Antonio De Biasio, evidenzia, come ha detto il Ministro Del Rio, con plauso di confindustria, che il porto di Napoli necessita di un collegamento ferroviario efficiente affinchè tutto il sistema “Visione condivisa quella del presidente logistico possa esprimere un’efficace intermoConfetra, Nereo Marcucci, infrastrutturare il Sud è dalità. E’, quindi, una buona notizia la conferma opportunità di sviluppo anche per dell’inizio lavori per il 2018 del progetto che le imprese del Nord risolverà il problema di Napoli-Traccia (in pratica il binario di entrata e uscita dal porto, che lo collega alla rete, interseca a

SERVIZI INTERMODALI PER MIGLIORARE LA COMPETITIVITA’ NEL PORTO DI NAPOLI

FS ITALIANE E HUPAC: PIÙ INFRASTRUTTURE LOGISTICHE PER FUTURO INCREMENTO TRAFFICO MERCI DA GOTTARDO

Potenziare le infrastrutture logistiche collocate nella “Regione Logistica Milanese” per gestire efficacemente il futuro incremento dei volumi di traffico merci che, grazie all’attivazione commerciale del nuovo Tunnel di base del Gottardo, saranno trasferiti dalla strada alla rotaia. E’ la

necessità più rilevante emersa nello studio Il ruolo delle attività terminalistiche del Nord Ovest nel nuovo Corridoio multimodale Italia-Svizzera: scenari e prospettive, elaborato dal Centro di Economia Regionale, dei Trasporti e del Turismo (CERTeT) dell’Università Commerciale Luigi

raso con passaggio livello un’importante arteria cittadina rendendo complicato l’utilizzo del treno per lo spostamento delle merci da e per il porto). “Se da un canto comprendiamo il malumore degli operatori che vorrebbero soluzioni immediate per risolvere i problemi del porto, siamo comunque convinti che queste soluzioni immediate devono essere cercate in un disegno più ampio di scelte strategiche che assicurino un vero cambio di rotta nella governance dello scalo.” “Come sottolineato da Pietro Spirito, ad oggi presidente designato da Delrio all’Autorità di Sistema Portuale, sviluppare la rete di servizi intermodali sarà la base per migliorare la competitività del porto di Napoli. L’interporto Sud Europa sta lavorando in questa direzione portando avanti progetti e realizzazioni importanti, ad esempio il raddoppio dei binari di presa e consegna, che diventeranno sei, con un adeguamento della lunghezza fino a 750 metri come da standard europeo, l’avvio dei lavori per la realizzazione del casello autostradale a servizio dell’Interporto sulla A30, e la consegna di nuovi capannoni raccordati internamente, tutto ciò assieme alla ripresa dell’espansione strutturale dà una perfetta visione del forte dinamismo con il quale L’ISE guarda al futuro del sistema portuale-logistico campano” conclude il presidente De Biasio.

Bocconi di Milano. La ricerca, che ha analizzato le dinamiche dei traffici intermodali ferroviari transalpini Italia-Svizzera, è stata commissionata da Terminal Alptransit (TERALP), partnership tra il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane e il Gruppo Hupac. Lo studio avvalora il Memorandum of Understanding sottoscritto nel 2012 da FS Italiane, FS Logistica, CEMAT e HUPAC per la realizzazione dei nuovi terminal di Milano Smistamento, Brescia e Piacenza. I tre terminal, per il cui potenziamento e sviluppo è previsto un investimento economico di oltre 200 milioni di euro, avranno caratteristiche infrastrutturali adeguate ai parametri previsti per i Core Corridors europei, soprattutto in funzione del traffico merci: moduli dei binari lunghi 750 metri (per carico e scarico merci) e profilo della sagoma altezza 4 metri. Ultimati tutti gli interventi di potenziamento infrastrutturale e tecnologico dei terminal potranno essere gestiti volumi di traffico merci di circa 800mila unità di trasporto intermodali (UTI) all’anno, il cui spostamento dalla strada alla ferrovia avrà indubbie ricadute positive sull’ambiente e sulla collettività. Tutto questo rientra nella “cura del ferro” voluta dal ministro Graziano Delrio che ha come obiettivo quello di trasferire entro il 2030 il 30% del traffico merci dalla gomma alla rotaia e il 50% entro il 2050. 9 Dicembre 2016


FS INFORMA Nuovi sensori lungo tutto il canale malamocco marghera per aumentare e migliorare l’accesso in porto L’Autorità Portuale di Venezia, in collaborazione con gli operatori portuali e la capitaneria di porto, ha studiato e realizzato una soluzione con l’obiettivo di migliorare le condizioni di sicurezza della navigazione in caso di scarsa visibilità e di rendere le informazioni disponibili a tutta la flotta e gli operatori. Un lavoro effettuato per limitare al minimo le chiusure del porto di Venezia visto quanto successo nel 2015 quando a causa di forti nebbie la chiusura del porto di Venezia si è verificata in circa 20 gg. La prima azione intrapresa è stata quella di installare 5 centraline costituite da sensori di visibilità lungo il canale Malamocco Marghera, di cui una comprensiva di stazione metereologica. L’installazione è stata completata negli scorsi giorni e oggi gli utenti autorizzati possono consultare i dati in tempo reale su una applicazione dedicata che consente di comunicare le informazioni tramite il segnale in-

ternazionale AIS in dotazione a tutte le flotte. L’intero progetto, per un investimento di circa 200 mila euro, è stato realizzato in stretta collaborazione con il Comando Generale delle Capitanerie di Porto e la CdP di Venezia, con le quali è stato implementato un protocollo di interscambio dati – compatibile con tutti gli standard nazionali e internazionali della navigazione - che consentirà alle navi (e alle compagnie), agli operatori e ai responsabili della sicurezza di sapere sempre e in tempo reale le condizioni meteomarine del porto di Venezia predisponendo l’ingresso in sicurezza.

TIRRENIA: COLLEGAMENTI GENOVA-LIVORNO-CATANIA MALTA OPERATIVI E’ operativa da oggi la linea di collegamenti via mare Genova-Livorno-Catania-Malta di Tirrenia per, spiega la compagnia in una nota, “rafforzare l’offerta verso e dalla Sicilia e Malta” con “un servizio pensato con gli autotrasportatori e realizzato per i professionisti del settore”. L’obiettivo, sottolineano dal Gruppo Onorato Armatori, è di “offrire la possibilità anche alle imprese medio piccole di ritornare e a operare al massimo delle loro potenzialità, facendo sì che il mercato si evolva in piena autonomia”. Nel dettaglio verranno garantite tre corse settimanali da Genova a Catania,

10 

FREESERVICES MAGAZINE

tre da Livorno a Catania, e altrettante da Catania a Genova e da Catania a Livorno. La tratta Catania-Malta-Catania, invece, avrà due partenze a settimana. Mercoledì prossimo è programmato il primo arrivo a Catania, mentre il battesimo a Malta si terrà sabato mattina. E questo non è che l’inizio, perché l’obiettivo è di intensificare la frequenza di queste linee già dai prossimi mesi. Per questa nuova tratta verranno utilizzate due ro-ro: l’Eliana Marino e il Via Adriatico, navi ad alta velocità ed elevata capacità di tra- sporto. “C’è sempre più Sici-

lia nelle rotte di Tirrenia che ha deciso di puntare fortemente sul suo nuovo hub di Catania - afferma Alessandro Onorato, consigliere delegato al commerciale del Gruppo Onorato Armatori - il nostro focus principale è quello di fornire un servizio di alto livello in termini di tempi di resa e cura dei mezzi. Per Massimo Mura, amministratore delegato di Tirrenia, “questo progetto si basa sullo sviluppo di due hub, quello di Livorno e quello di Catania perché riteniamo importante sviluppare, consolidare e fare sistema con gli stakeholder locali, avendo comunque già tre linee storiche che servono l’isola”


MERCATO

Dal 2010 al 2015 in Italia 40.000 mezzi per il trasporto merci in meno in circolazione Dal 2010 al 2015 il parco di mezzi che circolano in Italia per il trasporto di merci e persone è diminuito. In particolare il numero di mezzi pesanti per il trasporto di merci (autocarri, rimorchi, semirimorchi, trattori e motrici stradali) è passato da 4.390.437 a 4.350.173, con una diminuzione di 40.264 unità (-0,9%). Sempre dal 2010 al 2015 il numero di autobus in circolazione è passato da 99.895 a 97.991, con un calo di 1.904 unità, ovvero l’1,9% in meno. Questi dati, che emergono da una elaborazione del Centro Ricerche Continental Autocarro su dati Aci, segnalano che negli ultimi anni il numero di veicoli che sono usciti dal parco circolante è stato maggiore del numero di nuove immatricolazioni. Questa situazione trae origine dalla crisi

economica che ha colpito il nostro Paese dal 2007. Da questa situazione, però, l’Italia ha già iniziato ad uscire, come testimonia anche il fatto che i dati sulle immatricolazioni di nuovi mezzi per il trasporto di merci e persone negli ultimi mesi sono particolarmente positivi. Proprio grazie a questi dati molto positivi si può dire che è già in atto una ripresa della crescita del parco circolante di autobus e mezzi per il trasporto di merci, il segnale di una inversione di tendenza che sta portando all’ingresso nel parco circolante di nuovi automezzi con dispositivi di sicurezza di gran lunga più efficaci e con livelli di emissioni di sostanze

nocive molto minori rispetto ai vecchi mezzi. In attesa, però, che tale tendenza si consolidi pienamente, resta il problema di come agire per diminuire le emissioni dei mezzi che sono attualmente in circolazione e per aumentare, al contempo, la sicurezza sulla strada, anche in virtù del fatto che l’età media dei mezzi in circolazione in Italia è piuttosto elevata.

11 Dicembre 2016


FS INFORMA | SCADENZE FISCALI

1 Dicembre Imposta di registro - Contratti di locazione

Ravvedimento - Versamenti

I titolari di contratti di locazione e affitto devono versare l’imposta

Ultimo giorno utile per regolarizzare i versamenti di imposte e

di registro relativa a contratti nuovi o rinnovati tacitamente con

ritenute non effettuati (o effettuati in misura insufficiente) entro il 16

decorrenza dal 1° novembre 2016. In caso di registrazione telema-

novembre dai contribuenti tenuti al versamento unitario di imposte

tica, il pagamento è contestuale alla registrazione. La scadenza non

e contributi.

riguarda i contratti di locazione abitativa per i quali si è scelto il

Sostituti d’imposta - Versamenti

regime della “cedolare secca”.

I sostituti d’imposta devono versare le ritenute operate nel mese

14 Dicembre Modello 770/2016 – Ravvedimento

di novembre sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, redditi di lavoro autonomo, provvigioni, redditi di capitale, redditi diversi, nonché le somme a saldo e in acconto trattenute sugli emolumenti

I sostituti d’imposta, comprese le Amministrazioni dello Stato, che

o sulle rate di pensione corrisposte nel mese precedente a seguito

nel 2015 hanno corrisposto somme o valori soggetti a ritenuta alla fonte o che hanno corrisposto contributi previdenziali e assistenziali

delle operazioni di conguaglio relative all’assistenza fiscale. Sostituti d’imposta - Versamento sostitutiva su

dovuti all’Inps e all’Inps gestione ex Inpdap e/o premi assicurativi

TFR

dovuti all’Inail, e non hanno presentato entro il termine del 15

I sostituti d’imposta devono versare l’acconto dell’imposta sostitu-

settembre 2016 la dichiarazione modello 770/2016 semplificato e

tiva sulle rivalutazioni dei fondi per il trattamento di fine rapporto

ordinario, possono regolarizzare l’omissione mediante ravvedimento.

maturate nell’anno 2016.

15 Dicembre

27 Dicembre

Iva - Riepilogo fatture vendita

Contribuenti Iva - Acconto 2016

Ultimo giorno utile per effettuare l’annotazione in un unico docu-

I contribuenti Iva, soggetti agli obblighi di liquidazione sia mensile

mento riepilogativo delle fatture di importo inferiore a 300 euro

che trimestrale, devono provvedere al versamento dell’acconto Iva

emesse nel mese di novembre. Sul documento vanno indicati i nu-

relativo all’anno 2016

meri delle fatture, l’imponibile complessivo e l’ammontare dell’Iva complessiva distinto per aliquota.

Elenchi intrastat - Presentazione

Iva – Fatturazione differita

Gli operatori intracomunitari con obbligo mensile devono presentare

I contribuenti Iva devono provvedere all’emissione e alla registra-

in via telematica gli elenchi riepilogativi delle cessioni e/o acquisti

zione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel

di beni e delle prestazioni di servizi intracomunitari effettuati nel

mese di novembre, risultanti da documento di trasporto o da altro

mese di novembre.

documento idoneo a identificare i soggetti contraenti. Le fatture devono contenere la data e il numero dei documenti cui si rife-

29 Dicembre

riscono. Per tutte le cessioni effettuate nel mese precedente nei

Modelli Unico, Irap e Iva - Ravvedimento

confronti degli stessi soggetti è possibile emettere una sola fattura

Ultimo giorno utile per regolarizzare, tramite invio telematico del

riepilogativa.

modello, l’omessa presentazione delle dichiarazioni 2016 (redditi, Irap e Iva) entro il termine del 30 settembre 2016.

16 Dicembre Contribuenti Iva - Adempimenti

30 Dicembre

I contribuenti Iva mensili devono versare l’imposta dovuta per il

Unico 2016 - Ravvedimento acconto

mese di novembre (per quelli che hanno affidato a terzi la tenuta

Ultimo giorno utile per regolarizzare la seconda o unica rata di

della contabilità si tratta, invece, dell’imposta divenuta esigibile nel

acconto Irpef/Ires e Irap relativo all’anno 2016 non effettuato (o

mese di ottobre)

effettuato in misura insufficiente) entro il 30 novembre 2016.

12 

FREESERVICES MAGAZINE


LOGISTICA

UPS ACQUISIRÀ MARKEN, LEADER NELLA SUPPLY CHAIN DEL SETTORE CLINICO UPS ha sottoscritto un accordo definitivo per l’acquisizione di Marken, fornitore mondiale nel supporto logistico al settore delle life science. L’operazione, che aprirà per UPS opportunità di crescita nell’ambito dell’intera base clienti del settore delle life science e che si prevede verrà completata entro il 31 dicembre, è soggetta alle consuete condizioni

e autorizzazioni di closing. I termini dell’acquisizione non sono stati resi pubblici. I trial clinici richiedono una rigida osservanza delle normative, servizi logistici snelli e una copertura globale. Marken gestisce un network globale di servizi logistici dedicati a questo settore con l’obiettivo di soddisfare le richieste sempre più esigenti dei clienti. Quella di Marken fa seguito a una serie di

cati alle consegne, con una conseguente e sostanziale riduzione delle tempistiche di consegna a vantaggio della clientela. Parallelamente GLS in Italia si avvarrà della rete europea di trasporti via terra di DB Schenker per i servizi di groupage. L’intesa con DB Schenker, prevede l’immissione graduale del traffico di spedizioni di piccoli pacchi inferiori a 30 kg dell’azienda logistica nel sistema GLS Italia. La copertura totale delle 27 filiali in LS Italy, fornitore di Italia di DB Schenker servizi di corriere espres- Logistics verrà ragso, e DB Schenker, uno giunta entro gennaio dei principali fornitori al 2017. mondo di trasporti internazionali Questo accordo è e di servizi di logistica integrata, parte di una parthanno firmato oggi un accordo di nership strategica cooperazione non esclusiva che a livello europeo, permetterà alla filiale Deutsche che GLS Group e Bahn di affidarsi a GLS Italia per DB Schenker hanno le spedizioni di piccola taglia firmato a settembre effettuate sull’intero territorio 2015. Nell’ambito italiano. In particolare, l’accordo di questa collaboraconsentirà DB Schenker di benezione non esclusiva ficiare della capillare ed efficiente delle due aziende si rete di GLS in Italia, rappresentata assisteranno a vicenda più di 140 sedi, 13 centri di da nei loro servizi di smistamento e 4500 mezzi deditrasporto. “Siamo orgogliosi di

DB SCHENKER SI AFFIDA A GLS PER I SERVIZI DI CORRIERE ESPRESSO IN ITALIA

G

altre acquisizioni da parte di UPS che hanno ampliato il portafoglio dei servizi logistici healthcare dell’azienda. “La logistica a supporto del settore healthcare rappresenta un mercato strategico per UPS. L’acquisizione di Marken rafforza il nostro portafoglio e conferma il nostro impegno verso i clienti” ha commentato Teresa Finley, Chief Marketing and Business Services Officer di UPS. “Intendiamo offrire ai nostri clienti soluzioni nuove e continuare a creare opportunità di crescita per UPS”. “Siamo lieti di entrare a far parte dell’organizzazione di UPS” ha dichiarato Wes Wheeler, CEO di Marken. “Grazie alle capacità di UPS, soprattutto nei mercati maturi, ci saranno molte opportunità per migliorare la nostra offerta di logistica dei test clinici. Insieme ad UPS potenzieremo la nostra efficienza continuando ad offrire ai nostri clienti i servizi high-touch personalizzati che sono abituati ad aspettarsi da noi”. poter mettere a disposizione di DB Schenker le nostre competenze e la nostra rete territoriale italiana– ha dichiarato Klaus Schädle Managing Director GLS Europe South – questa partnership è diretta a supportare la nostra crescita in Italia e a sviluppare la leadership di entrambe le società i cui clienti potranno beneficiare, dall’inizio del 2017, di una vasta gamma di soluzioni di trasporto”.

13 Dicembre 2016


FS INFORMA

YOKOHAMA

902W

Yokohama presenta il nuovo pneumatico invernale dedicato al mercato Truck: Yokohama 902W, un prodotto sviluppato per il montaggio su asse Motore che si avvale della tecnologia verde Zenviroment. I modelli autocarro ingegnerizzati e prodotti con particolare attenzione al loro impatto ambientale hanno cominciato a fasi spazio nella gamma Yokohama nel 2008 e oggi l’intera linea dispone dei più innovativi sviluppi tecnologici che permettono di avere gomme sempre meno resistenti al rotolamento e prodotte con materiali rinnovabili. Gli pneumatici truck con tec-

nologia Zenviroment dispongono infatti di una mescola morbida prodotta grazie ad un’alta percentuale di gomma naturale miscelata al succo estratto dalla buccia degli agrumi, denominata “Orange oil”. Questa soluzione tecnologica permette di abbinare un grip eccellente ad una bassa resistenza al rotolamento con conseguente risparmio di carburante. Il battistrada completamente rinnovato garantisce tutte quelle performance che un pneumatico truck deve fornire quotidianamente per la massima sicurezza al volante, soprattutto nel periodo invernale. Il battistrada si compone di numerosi blocchi a forma di Z e di piccole scanalature a forma di saetta che conferiscono maggior grip soprattutto su superfici innevate, bagnate e ghiacciate. Lo speciale disegno e l’alternarsi delle scanalature longitudinali e trasversali insieme alla forma dei blocchi permettono inoltre di rafforzare l’intera struttura dello pneumatico e quindi migliorare la sua durata nel tempo. Quando raggiunge il 50% della propria usura Yokohama 902W può essere usato anche nei mesi estivi, riducendo

COMPONENTI così il tempo speso per i cambi del treno di gomme sul veicolo. Il pneumatico invernale Yokohama 902W è inoltre dotato sia della marcatura M+S sia del nuovo simbolo (3mps) che indica il superamento si specifici test di guida su suoli innevati e bagnati. Lo Yokohama 902W è disponibile per il mercato italiano nelle seguenti dimensioni: 295/80 R22.5, 315/70 R22.5, 315/80 R22.5 e 275/70 R22.5.

I pneumatici Winter Continental garantiscono massima sicurezza e trazione ottimale per autocarri

I

n molti Paesi Europei la legge impone pneumatici marchiati M+S solo per l’asse trattivo. Con l’arrivo della stagione fredda, Continental raccomanda di equipaggiare tutti gli assi di autocarri e bus con pneumatici specifici Winter. La gamma di pneumatici Winter di Continental per veicoli commerciali include modelli progettati appositamente per affrontare strade bagnate, innevate o ghiacciate e, grazie ad una trazione ottimale, garantiscono un’elevata sicurezza di guida. I pneumatici Winter di Continental infatti, non solo garantiscono performance migliori rispetto ai pneumatici marchiati con il simbolo M+S in condizioni meteorologiche invernali, ma presentano 14 

FREESERVICES MAGAZINE

anche caratteristiche superiori a quelle necessarie per potersi dotare del simbolo 3PMSF (Three-Peak Mountain Snowflake) che risponde ad un’esigenza specifica di prestazioni su neve (‘indice di aderenza neve’), ed è superiore al più conosciuto M+S. I pneumatici invernali di Continental sono il risultato di un’esperienza pluriennale nel settore, nonché del bagaglio di conoscenze maturate dall’impiego dei pneumatici nei Paesi scandinavi nei quali vengono montati prima dell’inizio dell’inverno.


NORMATIVA

AVVIO PRIME VERIFICHE DI REGOLARITA’ DELLE IMPRESE: CONTROLLA LA TUA POSIZIONE

Il Comitato centrale, nell’ambito delle attività di competenza, ha avviato apposite verifiche telematiche volte ad accertare quale fosse la posizione delle imprese iscritte all’Albo degli autotrasportatori nell’ambito del Registro delle imprese tenuto dalla CCIAA. In particolare, in cooperazione con Infocamere e con il CED della Motorizzazione, sono state sottoposte a verifica tutte le imprese iscritte all’Albo. Sulla base del risultato delle interrogazioni telematiche effettuate tramite sistema informatizzato, è stato acquisito un elenco di n. 19.241 imprese che risultano CANCELLATE o CESSATE presso il Registro delle imprese. Il venir meno del presupposto giuridico di vigenza dell’impresa presso la CCIAA costituisce presupposto per l’adozione del provvedimento di cancellazione dall’Albo degli autotrasportatori. Per tale motivo, sono stati trasmessi i rispettivi elenchi agli Uffici della motorizzazione civile competenti per provincia per i conseguenti adempimenti. A breve, interrogando l’applicativo “imprese iscritte” dalla home page di questo Portale dell’Albo nazionale degli autotrasporti, sarà possibile per chiunque verificare la propria posizione: in tal senso, se del caso, sarà visualizzata l’informazione che l’impresa interrogata risulta tra quelle per le quali le citate interrogazioni telematiche hanno restituito una situazione di CANCELLATE o CESSATE presso il Registro delle imprese. Chiunque volesse segnalare eventuali osservazioni inerenti la propria posizione, può farlo scrivendo ad assistenza.albo@mit.gov.it.

15 Dicembre 2016


FS INFORMA

ALLESTIMENTI

Il mercato dei veicoli rimorchiati ancora in crescita: primi 10 mesi 2016 a +29,2% sullo stesso periodo del 2015 Basando le proprie stime sui dati di immatricolazione forniti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Centro Studi e Statistiche dell’UNRAE ha stimato per i primi 10 mesi del 2016 un aumento delle immatricolazioni di rimorchi e semirimorchi con massa totale a terra superiore a 3,5 t pari al 29,2% rispetto ai primi dieci mesi del 2015, con 11.420 veicoli venduti contro gli 8.836 dell’anno precedente. “L’andamento del mercato continuerà ad essere positivo - ha dichiarato Sandro Mantella, Coordinatore

del Gruppo Rimorchi, Semirimorchi e Allestimenti di UNRAE, l’Associazione della Case automobilistiche estere - anche grazie al rinnovo dei fondi per gli investimenti nel settore, alla conferma del superammortamento al 140% e al rifinanziamento della Legge Sabatini per il 2017 e 2018, la quale ha esaurito le risorse per quest’anno. Potrebbe, quindi, verificarsi un certo rilassamento del mercato nell’ultimo periodo dell’anno, nell’attesa di poter usufruire delle nuove disponibilità finanziarie”.

MENCI RIVOLUZIONA IL MONDO DELLE CASSE RIBALTABILI

Il pannello sandwich in composito ha già trovato larga applicazione sia nell’ae ronautica che nell’aerospaziale, fino ad approdare al trasporto ferroviario, ma per la costruzione di casse ribaltabili le applicazioni immesse nel mercato ad oggi sono limitate e sono state indirizzate a particolari non strutturali. Ma facciamo un passo indietro e scopriamo cos’è questa semplice, quanto geniale innovazione tecnologica. Si tratta di due skins in alluminio di piccolo spessore che fanno da involucro ad un core interno scelto tra nido d’ape in alluminio o in materiale polimerico schiumato espanso in Pet o Pvc. Il Pvc nella fattispecie è molto resistente e durevole, mentre il Pet è riciclabile al 100% e riutilizzabile all’infinito. Questa introduzione ai materiali è d’obbligo proprio perché sta nell’esatta loro combinazione la rivoluzione tecnologica di Menci. Il reparto ricerca e sviluppo ha progettato un pannello rivisitando tutte le singole componenti con delle formule ad alto contenuto innovativo volte a ridurne il peso, pur migliorandone l’affidabilità in funzione della destinazione di uso del pannello stesso. Anche il processo produttivo del cassone è stato rivisto dato che non è necessaria alcuna saldatura per la costruzione del pannello, innovazione che apre un nuovo corso in termini di soluzioni costruttive. I pannelli vengono infatti assemblati tra di loro per mezzo di adesivi strutturali scelti ad hoc per resistere ad un utilizzo intensivo in ambienti atmosferici gravosi e per il trasporto e il sollevamento di carichi di notevole entità (33 Tons). Si aprono nuovi entusiasmanti scenari 16 

FREESERVICES MAGAZINE

ancora tutti da esplorare, i materiali di progettazione vanno oltre l’alluminio ed i suoi semilavorati classici! Una scoperta, ci rivela l’ingegnere a capo del team di Ricerca e Sviluppo, non nascondendo un certo entusiasmo, di rilevanza al pari della prima applicazione dell’alluminio al posto dell’acciaio. Il mondo dei trasporti è da sempre alla ricerca della riduzione della tara. Menci da 90 anni ha sposato l’ideale della leggerezza dei veicoli (tara minima) al servizio della affidabilità più di chiunque altro, creando mezzi sempre più leggeri cercando in primis di diminuire lo spessore dell’alluminio, da sempre considerato il materiale con il miglior rapporto Resistenza-Peso-Affidabilità. Qui arriva l’intuizione del team di Ricerca & Sviluppo diretta da Pietro Menci che, coadiuvati da prestigiosi aziende chimiche e metallurgiche e da università come Parma e Milano, capisce che l’alluminio in semilavorati estrusi può essere in gran parte sostituito da pannelli sandwich multistrato di materiale composito riprogettati ad hoc per il trasporto su casse ribaltabili o altre tipologie. I test hanno subito dato dei risultati incredibili, ma è dalla analisi agli elementi finiti FEM (insieme di simulazioni al computer per il calcolo delle tensioni e delle deformazioni) che ci si è resi conto di trovarsi davanti ad un prodotto affidabile e dalle prestazioni interessanti. Il prototipo è stato sottoposto ad ulteriori test su strada e crush test che hanno confermato le analisi teoriche. Se la diminuzione di tara di duecento chili (due quintali) può ritenersi un risultato esaltante, il know how acquisito nella ricerca e studio di questi nuovi materiali lascia immaginare scenari ancora più incredibili, come se fosse stata appena scalfita la punta dell’iceberg. Anche se non riesce difficile immaginare che un giorno Menci riuscirà a trasportare anche l’intero iceberg, al momento i primi veicoli in materiale composito che sono progettati sono destinati al trasporto di materiale sfuso (agrario o pallettizzato) in dimensioni di grande volume e destinati a grandi distanze. Successivamente si prevede l’applicazione di questi nuovi materiali su tutta la gamma delle casse Menci con pannelli in composito appositamente progettati in varie tipologie adatte per le varie tipologie di casse e di destinazione di uso.


CURIOSITÁ

FORMAZIONE INIZIALE DEI CONDUCENTI: DRIVE CLUB CHIEDE LA MODIFICA DEL C.D.S. Accrescere le conoscenze e favorire gli approfondimenti tecnici ed operativi necessari per svolgere la professione di conducente: quanto discusso nel corso della conferenza stampa della Sezione Veicoli Industriali di UNRAE (l’Associazione dei costruttori di veicoli esteri) dello scorso 8 novembre è ampiamente condiviso dal Drive Club Trasportounito – circolo culturale per i conducenti di veicoli industriali – perché lo prevede direttamente all’interno del proprio statuto. Pur constatando come quello del camionista sia un mestiere ormai poco gradito ai giovani italiani, anche considerati i costi proibitivi delle patenti “superiori” se confrontati con le scarse prospettive occupazionali, si ritiene che abilità quali guidare un camion con ogni condizione meteorologica; avere cura degli utenti della strada più

vulnerabili; sistemare correttamente il carico; sovraintendere alle operazioni di carico/scarico delle merci, non possano essere acquisiti sui banchi di un’autoscuola. Condividiamo, pertanto, le parole espresse dal Presidente dell’Associazione – Franco FENOGLIO – che, nel corso dell’evento, ha auspicato un impegno concreto di imprese ed istituzioni – rispettivamente – per la formazione e l’aggiornamento degli autisti nonché l’introduzione di sgravi alle imprese di trasporto che si adoperano per garantire la qualificazione e l’occupabilità degli aspiranti condu-

centi. Nel merito, Drive Club chiede sia derogato l’art. 54 del Cds laddove prevede – salvo eccezioni – la presenza a bordo dei soli autisti o addetti all’uso delle merci trasportate, affinché venga consentito agli aspiranti conducenti, prossimi al conseguimento delle patenti abilitanti alla guida di autocarri, autotreni ed autoarticolati, di affiancare un’autista esperto acquisendo le abilità pratiche per l’esercizio in sicurezza della professione.

17 Dicembre 2016


VIVAVOCE

LA COMPATIBILITÀ DEI COSTI MINIMI La Corte di Giustizia, con l’ordinanza del 20.06.2016, ritorna sulla vexata questio della compatibilità dei costi minimi di sicurezza ribaltando l’interpretazione che molti, compreso il legislatore, avevano tratto dalla Sentenza della Corte di Giustizia del 04.09.2014. Con tale ultima sentenza, la Corte di Giustizia affermava che:” L’articolo 101 TFUE, in combinato disposto con l’articolo 4, paragrafo 3, TUE, deve essere interpretato nel senso che osta a una normativa nazionale, quale quella controversa nei procedimenti principali, in forza della quale il prezzo dei servizi di autotrasporto delle merci per conto di terzi non può essere inferiore a costi minimi d’esercizio determinati da un organismo composto principalmente da rappresentanti degli operatori economici interessati.” Era già evidente la reale portata della sentenza della Corte di Giustizia, chiara nel dispositivo ma ambigua nella motivazione, che coinvolgeva unicamente le delibere dell’Osservatorio, senza stravolgere l’intero sistema dei costi minimi di sicurezza. Fretta cattiva consigliera Il legislatore, facendo leva sulla sentenza della Corte di Giustizia del 2014 ha ritenuto, troppo frettolosamente, i costi minimi oramai improponibili e li ha abrogati con la legge di stabilità 2015, applicabile, in virtù del noto principio “tempus regit actum” solo per i trasporti eseguiti successivamente alla sua entrata in vigore. La Corte Costituzionale, infine, con ordinanza n.80 del 15.03.2015, ha lasciato ai giudici di merito stabilire l’incidenza della sentenza della Corte di Giustizia del 04/09/2014, nel giudizio sottoposto alla loro cognizione. Chi scrive è sempre stato del parere, anche dopo la sentenza della Corte di giustizia del 2014, che la normativa introdotta con l’art.83 bis fosse pienamente compatibile con quella comunitaria, per quel che concerne le delibere adottate dal Ministero, che non sono state interessate dai provvedimenti indicati.

Dette delibere, infatti, proprio perché provenienti dal Ministero e non da un organismo rappresentativo delle associazioni di categoria, rispettano il principio d’imparzialità richiesto affinché uno Stato Membro possa adottare provvedimenti restrittivi della concorrenza, al fine di tutelare il superiore interesse della sicurezza stradale. L’obiettivo dei costi minimi I costi minimi di sicurezza, del resto, non avevano l’obiettivo di garantire al vettore un minimo di profitto, bensì quello di assicurare che nella fissazione del corrispettivo, non si scendesse al di sotto di una soglia inderogabile, rappresentata dalla copertura dei costi minimi di sicurezza, costituendo quest’ultima un’esigenza insopprimibile collegata non agli interessi particolari di una singola categoria economica, bensì alla tutela di superiori interessi pubblici quali la sicurezza stradale e sociale. La Corte di Giustizia, con l’ordinanza del 21.06.2016, al cui testo si rinvia, conferma la bontà di detta interpretazione affermando:” L’articolo 101 TFUE, in combinato disposto con l’articolo 4, paragrafo 3, TUE, deve essere interpretato nel senso che non osta a una normativa nazionale, come quella di cui al procedimento principale, in forza della quale il prezzo dei servizi di autotrasporto delle merci per conto di terzi non può essere inferiore a costi minimi d’esercizio determinati da un’amministrazione nazionale”. In definitiva, la Corte ha confermato il principio, già espresso ripetutamente con riferimento al precedente sistema delle “tariffe a forcella” e, si spera, oramai chiaro a tutti, che allorquando i prezzi o i costi minimi, come dir si voglia, sono imposti dallo Stato per la tutela di un interesse superiore, rappresentato dalla sicurezza stradale, sono giustificate le eventuali restrizioni della libertà di concorrenza, di circolazione delle imprese, di stabilimento e di prestazione di servizi, in uno, della libertà contrattuale delle parti del contratto di trasporto.

PASQUALE BONANNI Avvocato 18 

FREESERVICES MAGAZINE


FIERE

www.viasatfleet.com fleet@viasatonline.it

19 Dicembre 2016


VIVAVOCE

DALLO SCORSO 15 NOVEMBRE E’ IN VIGORE L’OBBLIGO DELLE GOMME DA NEVE L’obbligo di montare gomme invernali scatterà, come tutti gli anni, dal 15 novembre 2016 fino al 15 aprile 2017, con una tolleranza di un mese. Questo significa che si potrà circolare con gli pneumatici invernali a partire dal 15 ottobre fino al 15 maggio senza incorrere in sanzioni. viene percorsa: nei centri abitati è prevista una sanzione amministrativa minima di 41 euro, I dettagli Vediamo nel dettaglio cosa prevede la norma- mentre fuori da centri abitati si parte da un minimo di 84 euro. tiva, le alternative alle gomme invernali e le In autostrada la sanzione amministrativa sanzioni per chi non rispetta l’ordinanza. pecuniaria nel caso in cui si circoli senza E’ entrato in vigore lo scorso 15 novembre, l’obbligo di utilizzare gli pneumatici invernali o dotazioni invernali quando è in vigore l’obbligo va da un minimo di 80 avere a bordo le catene da neve. ad un massimo di 318 euro. I veicoli avranno l’obbligo di montare pneumatici invernali (M+S) o in alternativa Quando smontarli pneumatici estivi abbinati a catene da Nei mesi estivi non tutti gli pneumatici inverneve. Sanzioni e multe per chi non nali vanno smontati per legge. Come specificarispetta la norma to lo scorso gennaio dal Ministero dei Trasporti gli pneumatici invernali marcati M+S, MS, M-S Le sanzioni o M&S, i cui parametri, compreso il codice Circolare senza gomme invernali o catene a di velocità, sono quelli riportati sulla carta di bordo quando vige l’obbligo imposto dalla circolazione, possano essere utilizzati durante segnaletica, è punibile con una sanzione pecuniaria che varia in base al tipo di strada che tutto l’anno.

GIROLAMO SIMONATO Comandante Polizia Locale di Montagnana (PD) 20 

FREESERVICES MAGAZINE


21 Dicembre 2016


VIVAVOCE

Al centro la formazione Il Presidente della sezione Veicoli Industriali di Unrae, Franco Fenoglio, è stato chiaro qualche settimana fa nella sua conferenza stampa conclusiva, l’andamento del mercato ha continuato anche nell’ultimo trimestre ad essere positivo, dopo il lungo periodo di crisi. Questa positività è comunque da prendere con le pinze e da valutare in funzione della necessità indilazionabile di rinnovare il parco veicoli, ampiamente obsoleto dal punto di vista della sostenibilità ambientale ed economica. I FONDI MINISTERIALI Come è, però, noto tale rinnovo è stato sostenuto anche dalla messa a disposizione di fondi del Ministero delle Infrastrutture e dei Traspor ti destinati alle imprese di traspor to per l’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale e a vocazione intermodale, ai quali si sono aggiunte ulteriori misure che hanno dimostrato di essere efficaci, quali il Superammor tamento e la Nuova Sabatini. Ma il clima è incer to e legato a situazioni contingenti: è di qualche giorno fa, per esempio, l’annuncio che Medio Credito Centrale ha sospeso l’operatività della Sezione Speciale per l’autotrasporto del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese, perché sono esaurite le risorse economiche. RINNOVO DEL PARCO Del resto come ha ricordato lo stesso Fenoglio: “Quelle adottate finora sono misure molto utili nella situazione

attuale, ma non sufficienti a dare certezze per piani di investimento di medio-lungo periodo. Considerata l’anzianità media del parco e il ritmo attuale di ricambio, ci vorranno almeno vent’anni prima che il 70% dei veicoli circolanti ancora ante Euro IV sia completamente rinnovato”. Appare quindi cruciale non solo sostenere per i prossimi anni il rinnovo regolare e costante del parco veicolare ma è senz’altro fondamentale anche investire nella formazione e aggiornamento dei conducenti, con attenzione particolare all’occupazione giovanile. FORMAZIONE GIOVANI AUTISTI Proprio per questa ragione condividiamo la scelta fatta da Unrae e Albo degli Autotrasportatori legata ad un progetto di formazione pensato in modo specifico per i giovani che si accostano alla professione di autista. Ma cerchiamo di andare ancora un po oltre , alziamo l’asticella sostenendo la proposta del Presidente del DriversClub di TrasportoUnito, Antonio Mollica, che chiede una deroga all’art. 54 del Cds laddove prevede – salvo eccezioni – la presenza a bordo dei soli autisti o addetti all’uso delle merci trasportate, affinché venga consentito agli aspiranti conducenti, prossimi al conseguimento delle patenti abilitanti alla guida di autocarri, autotreni ed autoarticolati, di affiancare un autista esperto acquisendo le abilità pratiche per l’esercizio in sicurezza della professione. SONIA PAMPURI Direttore Responsabile Free Services Magazine

22 

FREESERVICES MAGAZINE


23 Dicembre 2016


SPECIALE

ECOMONDO 2016

E’ L’ECONOMIA CIRCOLARE IL DRIVER DELLO SVILUPPO DI UN PIANETA CHE VUOL UN RUOLO DI PRIMO PIANO A LIVELLO EUROPEO COME LE QUATTRO GIORNATE DI

a cura della redazione

24 

FREESERVICES MAGAZINE


CIRCULAR & GREEN

RIDEFINIRE LA SUA IMPRONTA ECOLOGICA. UN AMBITO NEL QUALE L’ITALIA SVOLGE ECOMONDO 2016 HANNO INDUBBIAMENTE CERTIFICATO

Q

uesta la positiva fotografia del salone organizzato da Italian Exhibition Group SpA (la nuova società nata dall’integrazione tra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza), e inaugurato dal Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. 105.574 (+2% rispetto al 2015) i visitatori alla Fiera di Rimini nelle quattro giornate, del salone oltre 11.000 stranieri. Numeri che raccontano di un succeso indiscutibile ma anche di un?italia protagonista sulla scena internazionale in uno dei campi focali per il futuro mondiale : la green economy UN SALONE IN COSTANTE CRESCITA Qualità e internazionalità del business esaltano il giudizio diffuso fra espositori e visitatori. Continuano a crescere le sezioni innovative e si registra il segnale delle manifestazioni

di successo: la prenotazione degli spazi per la prossima edizione. “In questi venti anni – dichiara Lorenzo Cagnoni, Presidente di Italian Exhibition Group – abbiamo saputo accompagnare la straordinaria performance della green economy italiana. Le imprese sono state protagoniste di una vetrina di eccellenza affacciata sul mondo; un’opportunità di business, di relazioni e di conoscenza ad un livello elevatissimo testimoniato dalla presenza del Governo e dell’Unione Europea. Ora la sfida è diffondere questo protagonismo nel mondo: dopo quella brasiliana, Ecomondo nel 2017 organizzerà un’edizione in Cina”. NUMERI DA RECORD Numeri da record per le iniziative in programma: oltre 1200 imprese su 113.000 mq della Fiera di Rimini; centinaia di

seminari, aperti dagli Stati Generali della Green Economy, con mille relatori; 550 buyers protagonisti di 4.500 incontri d’affari; 520 i giornalisti accreditati in sala stampa e, ad oggi, 163 milioni di contatti media grazie alla grande attenzione delle testate generaliste e di settore; eco amplificata dai social. “Ad Ecomondo sono stati dibattuti i qualificati contenuti della Commissione Europea – commenta il Prof. Fabio Fava, responsabile del Comitato Tecnico Scientifico – inoltre è stato definito un programma italiano per lo sviluppo della bioeconomia”. “Il mondo delle rinnovabili e dell’efficienza energetica che si è ritrovato a Key Energy – spiega Gianni Silvestrini, Presidente del Comitato scientifico - è in gran movimento. Le imprese dovranno offrire il loro contributo per avere la metà della produzione elettrica da fonti green e raggiungere nuovi traguardi”.

25 Dicembre 2016


SPECIALE

GLI STATI GENE

DELLA GREEN a cura della redazione

CIRCA 80 RELATORI PRESENTI ALL’EDIZIONE 2016, DI CUI 16 RAPPRESENTANTI DI ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI DI RILIEVO. LA GREEN ECONOMY ITALIANA È AL PRIMO POSTO IN EUROPA

G

li Stati Generali della Green Economy hanno tracciato il percorso per uno sviluppo sostenibile dell’economia italiana. Varare una nuova strategia energetica nazionale per attuare l’Accordo di Parigi sul clima, indirizzare i più di 200 trilioni di dollari detenuti dal sistema bancario mondiale verso investimenti green, migliorare la disponibilità di infrastrutture per il riciclo dei rifiuti in alcune zone arretrate del Paese, vietare

26 

FREESERVICES MAGAZINE

dal 2030 l’immatricolazione di auto a benzina e diesel. Queste alcune delle indicazioni contenute pacchetto di proposte di policy, presentate dal Consiglio Nazionale della green economy, composto da 64 organizzazioni di imprese verdi, necessarie per avviare l’Italia sulla strada della green economy e attivare uno sviluppo durevole, una ripresa degli investimenti e dell’occupazione. “Le proposte di policy presentate dal Consiglio Nazionale agli Stati Generali della Green Economy – ha sottoline-

ato Edo Ronchi, Presidente della Fondazione Sviluppo Sostenibile – costituiscono un driver per un nuovo sviluppo per l’Italia. Per rilanciare benessere, qualità ambientale e occupazione servono idee per nuovi beni e nuovi servizi: quelli di una green economy. Il Piano nazionale industria 4.0, per diventare motore di innovazione e rilancio delle imprese italiane, ha bisogno di ben più forti scelte in direzione green. Ecco alcuni dei punti focali di questo decalogo green:


RALI

ECONOMY ATTUARE L’ACCORDO DI PARIGI SUL CLIMA attraverso la definizione di una nuova strategia energetica nazionale che parte da tre nuovi target: tagliare le emissioni di gas serra del 50% rispetto al 1990, ridurre i consumi energetici del 40% rispetto alla scenario tendenziale, soddisfare il 35% del consumo finale lordo di energia con fonti rinnovabili. Tutto ciò attraverso un Fondo per la transizione energetica alimentato dalla riallocazione dei sussidi dannosi

all’ambiente e da una carbon tax progressiva che parta da 25 euro a ton/CO2 nel 2017 per raddoppiare nel 2030, integrata con l’ETS (Emission Trading System) SOSTENERE L’IMPEGNO DELL’ITALIA PER L’ATTUAZIONE DELL’AGENDA 2030 DELL’ONU PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE attraverso l’aggiornamento triennale della strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile che contenga come obiettivo

chiave quello della green economy. SVILUPPARE POLITICHE E MISURE PER UNA MOBILITÀ PIÙ SOSTENIBILE prevedendo, seguendo l’esempio di Olanda e Norvegia, che dal 2030 ci sia il divieto di immatricolazione per le auto con alimentazione diesel e benzina fossili (le auto quindi potranno avere solo alimentazione elettrica, ibrida, da biocarburanti e gas). E’ necessario anche varare un Piano nazionale della mobilità che investa nella mobilità sostenibile e incoraggiare la sharing mobility.

27 Dicembre 2016


SPECIALE

I PROTAGONISTI DELLA ALCUNE DELLE PRINCIPALI CASE COSTRUTTRICI HANNO SCELTO ECOMONDO PER PRESENTARE LE LORO NOVITÀ IN TEMA DI VEICOLI A RIDOTTO IMPATTO AMBIENTALE ECCOVENE UNA PANORAMICA a cura della redazione

SCANIA SCANIA CONSEGNA A GORENT IL PRIMO IBRIDO EURO6 Ecomondo, manifestazione fieristica all’avanguardia per tutto ciò che riguarda la sostenibilità ambientale, le energie rinnovabili e l’innovazione, è stata la cornice perfetta per la cerimonia ufficiale di consegna del primo Ibrido Euro6 Scania a Gorent. Scania e Gorent sono due aziende che si distinguono nel panorama italiano per l’attenzione alle sfide ambientali che si prospettano per il prossimo futuro, considerando in particolare l’impatto della concentrazione delle persone nei centri urbani. È per soddisfare queste esigenze che Scania, leader nel settore del trasporto sostenibile, ha lanciato nel mercato italiano il primo autocarro ibrido che abbina al motore diesel Euro6 l’energia elettrica, oltre alla possibilità di utilizzare 100% biodiesel o HVO, consentendo di risparmiare carburante e ridurre le emissioni di CO2 e sonore. Un’occasione, questa, che Gorent, azienda specializzata nel noleggio di veicoli per l’igiene urbana, ha colto immediatamente, intravedendo le opportunità che questa nuova tecnologia può apportare in questo settore. “Quella con Gorent è per noi una partnership di successo, all’insegna dell’innovazione e della sostenibilità”, ha evidenziato Franco Fenoglio, Presidente e Amministratore delegato di Italscania, nel corso della cerimonia di consegna del veicolo ibrido a Ecomondo. “Si tratta di una collaborazione consolidata nel corso del tempo 28 

FREESERVICES MAGAZINE

che si fonda su una visione condivisa del futuro di un comparto che mostra crescente sensibilità nei confronti di temi a noi molto cari quali sostenibilità e profittabilità delle nostre soluzioni di trasporto”. IVECO A ECOMONDO: CIL NUOVO STRALIS NP LNG E L’EUROCARGO CNG Iveco è stata presente a Ecomondo 2016, con

un’area di oltre 400 mq in cui sono esposti i modell ipiù significativi della gamma Iveco, tutti rigorosamente dotate delle più innovative trazioni alternative,per mettere in luce la forte vocazione di Iveco per la sostenibilità. Tra le novità di prodotto è stato presente il Nuovo Stralis NP AS440S40T/P LNG, il primo veicolo alimentato a gas naturale liquefatto progettato per missioni di lunga distanza, in


MOBILITÀ SOSTENIBILE grado di garantire fino a 1500 km di autonomia. Tra le novità, Iveco ha presentato anche l’Eurocargo Natural Power 120EL21/P alimentato a gas naturale compresso (CNG), dotato di sei bombole per un’autonomia di circa 400 Km. A rappresentare invece la gamma dei leggeri è stato esposto un Nuovo Daily Electric 35S60 presentato in anteprima proprio ad Ecomondo nella sua versione cabinato. Si tratta del primo veicolo a zero emissioni contrazione elettrica, dotato di motore elettrico da 60 kW che può avere un’autonomia fino a 280 km, in caso di dotazione di tre batterie. Il Nuovo Daily è stato inoltre protagonista anche nella versione Natural Power 35C14N con motore a gasnaturale compresso (CNG) da 136 Cv. I VEICOLI “GREEN” DAIMLER AD ECOMONDO Fuso Canter, bestseller della gamma Daimler Trucks, si è presentato ad Ecomondo nella sua versione ibrida ed, in anteprima Italiana, con il prototipo 100% Elettrico eCanter. Rispetto alla versione equipaggiata con motore endotermico, il Canter a trazione ibrida fa risparmiare fino al 23 percento di carburante. Questo autocarro preserva l’ambiente e, grazie alle sue caratteristiche, rappresenta la soluzione ideale per i servizi di distribuzione. L’eCanter rappresenta la versione 100% elettrica del Light Truck per eccellenza. Si tratta di un prototipo in avanzata fase di sperimentazione: già molti clienti europei lo hanno testato positivamente a partire dal 2014. L’eCanter da 7,5

ton è spinto da un potente motore elettrico con 185 kW (250 CV) di potenza e 650 Nm di coppia massima non inquinante e silenzioso. Mercedes-Benz Unimog è il veicolo polivalente per eccellenza, con una tecnologia all’avanguardia che garantisce la massima versatilità di esercizio in totale sicurezza e grande semplicità. Questo si traduce in un’alta redditività che lo rende il partner ideale per la

propria attività. L’Unimog trova una perfetta applicazione nelle attività di manutenzione della rete stradale e viene, infatti, utilizzato in innumerevoli operazioni: dallo sgombero neve e per il traino di autocarri bloccati in inverno, a mezzo di primo intervento nelle operazioni antincendio, fino alla mansione di ‘lavatunnel’ e falciaerba nella stagione estiva. Mercedes-Benz ha portato ad Ecomondo anche veicoli industriali per il settore ecologia oltre i 18 ton: l’Antos e l’Econic. Con l’Antos la Casa della Stella h a introdotto sul mercato una classe nuova: l’Antos non è il frutto di un compromesso tra modelli leggeri e pesanti, al contrario è stato sviluppato precisamente per soddisfare le esigenze della distribuzione pesante. E poiché i requisiti da soddisfare in questo settore sono molteplici, per l’Antos sono disponibili diversi tipi di cabina, quattro motori a sei cilindri in linea (OM 936, 470, 471 e 473) che coprono complessivamente 16 livelli di potenza e, a richiesta, tutti i sistemi di sicurezza e di assistenza alla guida esistenti. 29 Dicembre 2016


SPECIALE

DA FELLINI A DAVID BOWIE, I RITRATTI ECO DI WASTE RECYCLING ALLO STAND HERA Nello stand del gruppo Hera è stata inaugurata una mostra di ritratti di personaggi celebri (da David Bowie a Muhammad Alì) realizzati con materiali di recupero e rifiuti di ogni genere. Il progetto nasce in collaborazione con la società toscana Waste Recycling, e ha coinvolto gli studenti dell’Accademia di belle arti di Firenze. Gregorio Maria Mattei ha ritratto Madre Teresa di Calcutta con stoffe e tendaggi, giocattoli, cavi elettrici, guanti monouso e materiale da imballaggio. Federico Fellini, di Ignazio Giordano, ha preso forma da scarti di pelle e plastica, carta vetrata, fil di ferro e perline di madreperla. C’è poi la Marylin Monroe di Antonella Prasse, ritratta con perline, pietre e bottoni. E ancora il Luciano Pavarotti di Arianna Tosi, il Lucio Dalla di Federico Niccolai, Muhammad Ali di Stefania Venuti, Nelson Mandela di Valentina Perini, Amy Winehouse di Beatrice Beneforti, David Bowie di Giulia Gigli e Frida Kahlo di Olimpia Bogazzi.

SOTTOSCRITTO IL MANIFESTO DELLA PIATTAFORMA TECNOLOGICA NAZIONALE SUL (BIO)METANO Presentata oggi a Ecomondo, alla Fiera di Rimini, la Piattaforma Tecnologica Nazionale sul (Bio)metano che unisce industria, trasporti, settore agricolo, utilities ed associazioni ambientaliste per far sì che l’Italia diventi produttore di uno dei biocarburanti avanzati più promettenti. Prodotto sia dai sottoprodotti di origine agricola, sia dalla frazione organica dei rifiuti urbani, il biometano rappresenta una soluzione per il conseguimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni per il contrasto ai cambiamenti climatici. Ma in Italia mancano ancora alcuni punti regolamentari necessari per dare il via ai progetti e sostenere l’operatività del settore. Fra le azioni volte allo sviluppo della produzione del biometano: rivedere l’intervallo temporale per l’accesso agli incentivi; prevedere entro il 2030 un target annuo minimo di immissione di biometano in rete pari ad almeno il 10% del metano immesso in rete nello stesso periodo; prevedere un sistema di contabilizzazione che valorizzi la capacità delle imprese agricole e degli impianti di digestione anaerobica e compostaggio di sequestrare la CO2 in atmosfera; istituire un Registro delle Garanzie di Origine del biometano per sviluppare un mercato attivo di scambi che faccia emergere il legame di valore tra biometano ed emissioni evitate di carbonio; modificare la regolamentazione del mercato dei CIC (certificati di immissione in consumo). Con il coordinamento di CIC, Consorzio Italiano Compostatori e CIB, Consorzio Italiano Biogas e la partecipazione di Anigas, Assogasmetano, Confagricoltura, Fise-Assoambiente, Legambiente, NGV Italy, Utilitalia, la Piattaforma intende valorizzare le soluzioni tecnologiche innovative per far sì che l’Italia diventi uno dei principali produttori di biometano ed esprima tutto il potenziale nel futuro greening delle attività produttive, della rete gas e della mobilità. 30 

FREESERVICES MAGAZINE


LA STRATEGIA NAZIONALE PER LA BIOECONOMIA Dal 20 novembre, il documento che contiene la prima stesura della strategia nazionale per la bioeconomia sarà consultabile online. È quanto è stato annunciato nel corso del convegno “Horizon 2020 and the bio-based industries joint undertaking”, a cui ha partecipato, tra gli altri, Paolo Bonaretti, della presidenza del Consiglio dei ministri. Bonaretti ha sottolineato che la bioeconomia è tra le priorità del Governo. La strategia nazionale è stata elaborata da un gruppo di lavoro che include i ministeri dell’agricoltura, dello sviluppo economico, dell’istruzione, università e ricerca e dell’ambiente, oltre alla conferenza delle Regioni e ai Cluster tecnologici nazionali.

“IO PENSO CIRCOLARE”: PREMIO ALLE START UP E ALLA RICERCA “VERDE” Un premio a progetti innovativi legati all’economia circolare: il bando “Io penso circolare”, lanciato da La Stampa Tuttogreen, Aquafil, Life Cyrcle Engineering ed Ecomondo, si rivolge a start-up e centri di ricerca. Fino al 12 marzo 2017 i partecipanti potranno presentare le proprie proposte (beni, servizi, procedimenti) compilando il form online sul sito www.lastampa.it/iopensocircolare. Al primo classificato tra i centri di ricerca andrà un premio di 3.000 euro offerto da Aquafil, impresa che produce fibra in nylon rigenerata (per tappeti e abbigliamento) a partire da materiali di recupero, tra cui le reti da pesca. La start-up vincitrice si assicurerà un servizio di affiancamento della durata di tre mesi da parte della società Lce, che analizzerà le performance ambientali del progetto premiato. Inoltre sarà pubblicato un webdoc all’interno di Medialab, laboratorio sulla comunicazione digitale innovativa de La Stampa. La premiazione è in programma il 21 aprile. Il bando è stato presentato dal vicedirettore de La Stampa Luca Ubaldeschi e dal responsabile di Tuttogreen Roberto Giovannini. Per Giulio Bonazzi, presidente di Aquafil, “oggi le norme ambientali sono un vantaggio competitivo. E più si diffonde la conoscenza dell’economia circolare, meglio è”.

31 Dicembre 2016


ATTUALITA’

L’UNRAE SCEN Di Barbara Adriani

L’UNRAE, L’ASSOCIAZIONE DEI COSTRUTTORI ESTERI DI VEICOLI HA ORGANIZZATO UNA CONFERENZA STAMPA DELLA PROPRIA SEZIONE VEICOLI INDUSTRIALI, PER SOTTOLINEARE LA CONTINUITÀ DEL SUO IMPEGNO NEI CONFRONTI DEI PROBLEMI E DELL’EVOLUZIONE DEL SISTEMA ITALIANO DI LOGISTICA E TRASPORTO

32 

FREESERVICES MAGAZINE


DE IN CAMPO!

33 Dicembre 2016


ATTUALITA’

DAL 2008 AL 2015 C’È STATA UNA PERDITA MEDIA DI IMMATRICOLAZIONI POTENZIALI RISPETTO AL VALORE DEL 2008 DI OLTRE 17.000 VEICOLI L’ANNO “La logistica e il trasporto devono svilupparsi in quanto «sistema», secondo l’imperativo ormai categorico della sostenibilità ambientale” – ha affermato Franco Fenoglio, Presidente della Sezione Veicoli Industriali di UNRAE. “Gli imprenditori italiani, e in particolare quelli della logistica e del trasporto – ha aggiunto Fenoglio – nonostante le difficoltà che le imprese hanno dovuto e devono affrontare, hanno continuato a svolgere con dedizione e coraggio il loro ruolo, mantenendo l’Italia al quinto posto tra i Paesi esportatori, in posizione di prestigio sui mercati mondiali”.

L’andamento economico negativo di questi ultimi anni registrato in Italia (7 punti di PIL persi tra il 2007 e il 2015) ha pesato molto sul comparto, che dal 2008 al 2015 ha perso il 26% delle imprese, mentre sulle strade italiane circola il 24% in meno di veicoli per il trasporto di merci con targa italiana e solo il 15% dei trasporti operati dal parco italiano è effettuato in ambito internazionale. Le indagini dicono anche che il trasporto di merci nazionale e internazionale è aumentato nel primo semestre del 2016 rispetto allo stesso periodo del 2015, ma la quota a carico delle imprese italiane continua a diminuire.

LE PROSPETTIVE DELL’AUTOTRASPORTO ITALIANO NELLA UE E’stato presentato da Marc Aguettaz, Amministratore Delegato di GiPA Italia, l’aggiornamento e l’ampliamento della ricerca realizzata l’anno scorso per UNRAE dalla stessa GiPA, focalizzato sulle dinamiche e le prospettive dell’autotrasporto italiano nel contesto europeo. “Il trasporto delle merci va considerato come una attività intersettoriale che serve diversi comparti produttivi – ha sottolineato Franco Fenoglio, Presidente della Sezione Veicoli Industriali – parliamo di una realtà strategica intimamente legata sia al mondo produttivo che al tessuto sociale, dei quali rappresenta le esigenze e subisce i mutamenti”.

IMMATRICOLAZIONI IN COSTANTE CALO Dal 2008 al 2015 c’è stata una perdita media di immatricolazioni potenziali rispetto al valore del 2008 di oltre 17.000 veicoli l’anno. L’occupazione si è ridotta di quasi 150.000 posti di lavoro, senza contare quelli delle Aziende della rete di distribuzione e assistenza dei mezzi, che potrebbero far arrivare alla cifra di oltre 300.000. Inoltre, le circa 120.000 immatricolazioni complessivamente non realizzate dal 2008 al 2015 hanno portato a una perdita di fatturato di quasi 1,7 miliardi di euro l’anno per le imprese costruttrici e distributrici di veicoli. Tutto ciò ha indotto un mancato gettito fiscale, diretto e indiretto, che sfiora l’entità

34 

FREESERVICES MAGAZINE

di una manovra economica. Anche in conseguenza del rallentamento del mercato, il parco circolante italiano attuale dei veicoli pesanti (>3,5 t) ha un’età media di quasi 13 anni ed è composto per il 70% di mezzi appartenenti a classi di inquinamento anteriori all’Euro IV. LA SVOLTA DEL 2016 Dopo il lungo periodo di crisi iniziato nel 2008, il 2016 ha fatto registrare una crescita costante e significativa delle immatricolazioni, che porterà ad una confortante chiusura d’anno (+38% -3,5 t e +39% ≥ 16 t), con la conferma di un assestamento positivo complessivo anche per il 2017 (+5%). Positivo anche l’andamento delle immatricolazioni dei veicoli rimorchiati (+35% nei primi nove mesi del 2016), che UNRAE segue, avendo costituito in seno alla Sezione Veicoli Industriali il Gruppo Rimorchi, Semirimorchi e Allestimenti. “Le ragioni dell’attuale inversione di rotta nell’andamento del mercato – ha ricordato il Presidente Fenoglio – possono essere ricercate nella necessità indilazionabile di rinnovare il parco veicoli, ampiamente obsoleto dal punto di vista della sostenibilità sia ambientale che economica. Vorrei ricordare che con l’attuale andamento del mercato ci vorranno oltre 20


anni per rinnovare completamente il parco. Per questo ribadiamo che l’autotrasporto italiano ha finalmente bisogno di interventi di s ostegno di carattere strutturale”. DELOCALIZZAZIONE E CABOTAGGIO L’attuale situazione è caratterizzata da due fenomeni rilevanti: la delocalizzazione all’estero delle imprese italiane e il cabotaggio dei trasportatori esteri. “Il fenomeno della delocalizzazione è sicuramente una delle maggiori cause di impoverimento dell’autotrasporto italiano – ha dichiarato ancora Fenoglio – e ad esso si è poi sommato il cabotaggio, esercitato troppo spesso senza il dovuto rispetto della disciplina comunitaria”. Tra le cause che hanno indotto le imprese italiane di trasporto a trasferirsi all’estero, si trova in primo luogo l’alto livello dei costi complessivi di gestione, seguito dalle normative del lavoro e, quindi, dalla pressione fiscale. LE SOLUZIONI UNRAE L’UNRAE suggerisce che le direttrici per una ripresa del sistema trasportistico italiano, almeno per quanto riguarda il trasporto stradale, possano essere individuate in: rinnovo del parco, in ossequio alla necessità di andare il più rapidamente possibile verso una mobilità sostenibile nel trasporto e nella distribuzione delle merci, dalla quale discende la necessità di poter contare su misure strutturali di sostegno della domanda di veicoli di ultima generazione; formazione ed aggiornamento degli autisti, con un occhio particolare al problema dell’occupazione giovanile,

PROTOCOLLO D’INTESA TRA UNRAE E ALBO E’ stato annunciato che l’interesse di UNRAE per i giovani e per il lavoro nell’autotrasporto si concretizzerà attraverso la firma di un Protocollo d’Intesa con il Comitato Centrale dell’Albo “un atto concreto – ha sottolineato Franco Fenoglio – che testimonia la volontà di UNRAE e delle Aziende associate alla sua Sezione Veicoli Industriali di collaborare all’informazione e alla formazione sulla professione di conducente di veicoli industriali, destinate a giovani in età scolare e a quelli senza lavoro”. I Presidenti Maria Teresa Di Matteo e Franco Fenoglio, in vista della firma del Protocollo d’Intesa sul Progetto di Formazione degli Autisti, hanno sottoscritto una Lettera d’Intenti, con la quale l’UNRAE si è impegnata a fornire il necessario contributo di conoscenze, competenze e veicoli per sostenere il Progetto.La Dr.ssa Di Matteo ha voluto rimarcare l’importanza dell’iniziativa, ringraziando UNRAE per la collaborazione e sottolineando l’impegno del Comitato Centrale dell’Albo nel promuovere e sostenere iniziative per la crescita del settore.

che porta con sé la necessità di prevedere sgravi fiscali per le aziende che si impegnino nella formazione e che impieghino giovani formati secondo programmi mirati Nel rivendicare al trasporto stradale un ruolo che continuerà ad essere fondamentale, Franco Fenoglio ha evidenziato in conclusione che “la ricerca tecnologica per l’adeguamento dei veicoli alle richieste di maggiori standard ambientali e di sicurezza continuerà incessantemente, ma occorre che l’innovazione passi velocemente dai laboratori delle Case costruttrici alla stra-

IL FENOMENO DELLA DELOCALIZZAZIONE È SICURAMENTE UNA DELLE MAGGIORI CAUSE DI MPOVERIMENTO DELL’AUTOTRASPORTO ITALIANOE AD ESSO SI È POI SOMMATO IL CABOTAGGIO da, se vogliamo che gli ingenti fondi impegnati dall’industria in ricerca e sviluppo diano frutti concreti. Perciò, riteniamo indispensabile che le Autorità di governo considerino di primaria importanza promuovere il rinnovo del parco”.

35 Dicembre 2016


MONDO TRUCK

RITORNO AL FUTURO BY MERC A POCO PIÙ DI CINQUANT’ANNI DALLA SUA INAUGURAZIONE, PASSATO E FUTURO DELLA STELLA SI INCONTRANO SULL’AUTOSTRADA DEL SOLE PER RACCONTARE L’EVOLUZIONE TECNOLOGICA DELLA MOBILITÀ

36 

FREESERVICES MAGAZINE

Un viaggio in parallelo che vede le vetture, i van, i truck e anche la piccola smart protagoniste di un confronto tra generazioni lungo due differenti itinerari, uno evocativo che ripercorre la suggestiva Autostrada Panoramica, l’altro innovativo e tecnologico, attraverso il tratto autostradale più avanzato d’Europa, l’Autostrada A1 Direttissima, Variante di Valico. I PROTAGONISTI Protagonisti di questo affascinante #RitornoAlFuturo gli ambasciatori di innovazione della Stella: dall’Actros 1848 LS, all’intera gamma Vans Euro 6, passando per la nuova Classe E e la smart BRABUS, affiancate da ‘oldtimer e youngtimer’ che hanno scritto la storia dei Marchi della Stella, quali il Truck LP 1620 del 1964, il Van L 319 box wagon del 1965, la 280 SE Coupè del 1968, la 190 E del 1983, la 200 E del 1984, e la smart prima generazione del 1998.

INNOVAZIONE E PASSIONE La passione per l’innovazione non muore mai: nelle parole di Carl Benz sono racchiusi oltre 130 anni di evoluzione e ricerca, testimoniati da più di 90.000 brevetti registrati. Per ripercorrere questa rivoluzione tecnologica Mercedes-Benz ha scelto l’Autostrada del Sole, che da oltre mezzo secolo rappresenta un simbolo della mobilità del nostro Paese. #RITORNOALFUTURO Protagonisti del #RitornoalFuturo della Stella la nuova Classe E, la più intelligente delle berline business, affiancata dalla nuova smart, oggi ancora più confortevole e sicura. Un grande famiglia che include anche i Van, rappresentati dalla gamma Euro 6 e i Truck con il nuovo Actros 1848 LS, ambasciatori di innovazioni che


EDES-BENZ! hanno reso la mobilità sempre più sicura, efficiente e connessa. Tutti insieme lungo il tratto autostradale più avanzata d’Europa, la Variante di Valico, uniti sotto l’acronimo CASE, che rappresenta i valori chiave del futuro della mobilità della Stella: connessa, autonoma condivisa ed elettrica.

37 Dicembre 2016


MONDO TRUCK

SOSTENIBILITÀ ON THE ROAD! È STATA INAUGURATA A GERA LARIO (COMO), AL CONFINE FRA LA PROVINCIA DI COMO, DI SONDRIO E DI LECCO, LA NUOVA STAZIONE LNG REALIZZATA PER IL GRUPPO MAGANETTI DA HAM ITALIA.

G

li Stralis Iveco alimentati a Gas Naturale Liquefatto (LNG) hanno fatto da cornice alla cerimonia inaugurale della sesta stazione italiana LNG, che si è svolta a Gera Lario (Como) alla presenza di Pierre Lahutte, Iveco Brand President, Matteo Lorenzo De Campo, Amministratore Delegato del Gruppo Maganetti e Stefano Agostini, Amministratore Delegato del Gruppo Sanpellegrino. LOGISTICA SOSTENIBILE L’evento è stata l’occasione per presentare il progetto “LNG Valtellina Logistica Sostenibile”, fortemente voluto dal Gruppo Maganetti, leader logistico in Provincia di Sondrio, ideato in collaborazione con Levissima - Gruppo Sanpellegrino. L’iniziativa nasce con l’obiettivo di promuovere un servizio di trasporto merci su gomma sostenibile dal punto di vista ambientale che pone al centro l’utilizzo del gas naturale liquefatto (LNG) come alternativa al Diesel e alla 38 

FREESERVICES MAGAZINE

benzina e, quindi, i veicoli Iveco alimentati a LNG. Questa scelta si basa sulla possibilità di generare un risparmio dal punto di vista ambientale ed economico, visto il minor costo del gas naturale liquefatto, a parità di rendimento energetico, bilanciando quindi le spese di investimento legate all’adeguamento tecnologico. UNA SCELTA VANTAGGIOSA Nel corso della cerimonia sono stati messi in evidenza i vantaggi del gas naturale liquefatto, carburante oggi concretamente disponibile anche per i mezzi pesanti, come testimoniato dall’Iveco Nuovo Stralis NP AS440S40T/P LNG esposto alla cerimonia. Il Nuovo Stralis NP è il primo veicolo a gas naturale progettato per missioni di lunga distanza, dotato di

motore Iveco Cursor 9 da 400 Cv, cambio Eurotronic e doppio serbatoio di LNG, con capacità di 540 litri ciascuno, in grado di garantire fino a 1500 km di autonomia. Pierre Lahutte, Iveco Brand President, ha espresso grande apprezzamento per il progetto presentato e per la vision imprenditoriale del Gruppo Maganetti, in linea con quella di Iveco, il primo costruttore al mondo nel settore del trasporto commerciale a comprendere il potenziale del gas naturale. Iveco è stata antesignana nell’introduzione del gas naturale come carburante alternativo per camion, veicoli commerciali e autobus: la consegna del Minibus Daily Pop Iveco Bus alimentato a CNG, che la Fondazione


Renzo e Nuccia Maganetti hanno donato al Comune di Gera Lario ne simboleggia la conferma. TRASPORTI SEMPRE PIÙ SOSTENIBILI La giornata, infatti, è stata anche l’occasione per consegnare le chiavi di un Minibus Daily Pop a gas naturale compresso (CNG), modello 50C14, nella configurazione da 28 posti +1+1, che permetterà

un trasporto green degli studenti di Gera Lario, il cui rifornimento avverrà proprio nella stressa stazione LNG e CNG L’attenzione e la ricerca continua di Iveco per le nuove tecnologie hanno permesso al brand di essere leader europeo nel settore dei combustibili alternativi,

anticipando soluzioni che contribuiranno a ridurre ulteriormente l’impatto ambientale del settore dei trasporti e divenendo il partner ideale per un trasporto sostenibile. Dicembre 2016 39 Ottobre 2016


MONDO TRUCK

UN VEICOLO “PENSANTE” PER PROTEGGERE I CANTIERI

MAN, IN COLLABORAZIONE CON ALTRI SETTE PARTNER DEL MONDO DELL’INDUSTRIA, DELLA RICERCA E DELL’AMMINISTRAZIONE, STA SVILUPPANDO IL PROTOTIPO DI UN VEICOLO DI PROTEZIONE PREVENTIVA CHE SEGUA SENZA PILOTA I MEZZI OPERATIVI DEI CANTIERI MOBILI PROTEGGENDOLI

40 

FREESERVICES MAGAZINE


G

li operatori del servizio di gestione e manutenzione delle strade sono soggetti a un rischio elevato, che si può ridurre tramite veicoli attrezzati con segnali e dispositivi di avvertimento ben visibili. Tuttavia, soprattutto in autostrada, si verificano ancora gravi tamponamenti proprio con questi veicoli. Per questo MAN, in collaborazione con altri sette partner del mondo dell’industria, della ricerca e dell’amministrazione, sta sviluppando il prototipo di un veicolo di protezione preventiva che segua senza pilota i mezzi operativi dei cantieri mobili proteggendoli.

PROGETTO AFAS Il progetto di ricerca “aFAS”, finanziato dal Ministero federale delle Finanze e dell’Energia tedesco (BMWi) in collaborazione con l’Ente federale tedesco per la gestione della rete stradale e autostradale (BASt), è iniziato già due anni fa e prevede l’impiego di un veicolo senza pilota a guida automatica sulle strade pubbliche. Il progetto “aFAS” si concentra sull’automazione di un camion con segnali mobili di protezione e il prototipo dovrebbe essere testato in Assia sulla corsia di emergenza autostradale. VEICOLO SENZA PILOTA Il progetto presenta numerose sfide per la scelta di un veicolo senza pilota: si devono infatti rispettare requisiti particolarmente elevati in termini di

sicurezza funzionale e quindi di ingegneria automobilistica. Lo sterzo e l’impianto frenante, i sensori, il sistema di rilevamento ambientale e i componenti software di controllo devono rispondere a severi criteri di sicurezza. Per lo sviluppo sono previsti componenti quasi completamente di serie, sia per il regolare controllo sia per l’implementazione degli aspetti di sicurezza funzionale. L’ambiente circostante viene rilevato per mezzo di telecamere e radar simili a quelli di serie, che prevedono anche un riconoscimento di oggetti, della corsia e degli spazi liberi. Ai sensori si affianca la trasmissione delle informazioni rilevanti mediante un collegamento senza fili tra il veicolo operativo e quello di protezione preventiva. 41 Dicembre 2016


MONDO TRUCK

ASTRA PROTAGONISTA AL GIC! IVECO ASTRA È STATA PRESENTE, TRAMITE IL SUO CONCESSIONARIO EFFRETTI, ALLA 1° EDIZIONE DEL GIC (GIORNATE ITALIANE DEL CALCESTRUZZO), LA PRIMA MOSTRA-CONVEGNO ITALIANA DEDICATA AL COMPARTO DEL CALCESTRUZZO E ALLE SUE TECNOLOGIE, CHE HA AVUTO LUOGO A PIACENZA LO SCORSO NOVEMBRE

42 

FREESERVICES MAGAZINE


L

e origini dell’azienda piacentina risalgono al 1946 quando iniziò la propria attività dedicandosi al ricondizionamento di residuati bellici destinati all’uso per finalità civili. Negli anni successivi la gamma di prodotti viene ampliata con nuovi modelli di Dumper e con autotelai speciali per cabinati impiegati per il trasporto di miscele di cemento. La naturale propensione dell’azienda verso l’heavy duty e l’off road si concretizza nella gamma attuale dei mezzi d’opera HD9 con la tendenza a salire in prestazioni di carico con masse totali di oltre 50 tonnellate attraverso soluzioni tecniche e componenti progettati per garantire robustezza e affidabilità negli impieghi fuori strada più impegnativi. 70 ANNI E NON SENTIRLI! Iveco Astra celebra proprio quest’anno 70 anni di costante dedizione alla propria mission e di esperienza che, insieme a tecnologie innovative, permettono di rispondere ai requisiti di massima professionalità e garantire soluzioni efficienti e produttive in tutto il mondo. In occasione di questo evento dedicato al settore Construction, Iveco Astra ha esposto nel Padiglione 1 dell’area expo di Piacenza, una selezione di modelli Euro VI dedicati al settore con due veicoli HD9 84.50 allestiti betoniera e betonpompa e il veicolo HD9 84.50 appena esposto al Salone Internazionale

di Hannover, allestito con un cassone vasca tonda svasato conico per agevolare lo scarico materiale da costruzione anche umido, senza controtelaio. UN ALLESTIMENTO SPECIALE Quest’ultimo speciale allestimento, che permette di abbassare ulteriormente il centro di gravità del veicolo carico e di contenere la tara del veicolo a vantaggio del carico utile, è stato studiato specificatamente per il veicolo Iveco Astra. Infatti, è realizzabile solo grazie all’estrema robustezza e stabilità del suo telaio standard bi-longherone a sezione costante di grandi dimensioni (320x90x10mm), in acciaio speciale ad alto limite di snervamento (530Mpa), largo 820mm, e alla unicità della soluzione della spalla carrello ad anello chiuso che da sola è in grado di sopportare 40ton di carico. La robustezza del telaio, la sua struttura lineare e la stabilità dovuta al basso baricentro del veicolo, fanno del veicolo Iveco Astra un mezzo ideale anche per allestimenti tipici del settore del calcestruzzo, come betoniere o betonpompe. Anche la catena cinematica è studiata per le mission più gravose e impegnative: i veicoli della gamma HD9 montano motori FPT Euro VI da 13 litri con motorizzazioni che vanno da 450 a 560 cv e con coppie massime fino a 2500 Nm in abbinamento a cambi meccanici o, a richiesta, automatizzati 43 Dicembre 2016


MONDO VAN

X-CLASS

IL NUOVO PICK-UP DELLA STELLA Con il Concept X-CLASS, Mercedes-Benz Vans ha presentato a Stoccolma l’anteprima del primo Pickup premium, che sintetizza le miglior i caratteristiche di un veicolo off-road coniugate con l’impeccabile stile della Stella

S

e il Concept X-CLASS powerful adventurer dimostra con chiarezza come la futura X-Class sarà dotata di tutte le qualità del classico Pickup – robustezza, funzionalità, resistenza alle sollecitazioni e doti fuoristradistiche –, il Concept X-CLASS stylish explorer compie un ulteriore passo in avanti, sottolineando ciò che distinguerà il Pickup con la Stella dai veicoli del segmento. Dal design tipico del marchio alla dinamica di marcia, dal comfort alla sicurezza, il Pickup avrà tutte le caratteristiche di un autentico Mercedes.

44 

FREESERVICES MAGAZINE

MIDSIZE PICKUP PREMIUM Primo fra i Costruttori di fascia alta, Mercedes-Benz recepisce in tal modo le mutate esigenze dei clienti del segmento globale dei Midsize Pickup, rendendo il robusto veicolo da una tonnellata con un massimo di cinque posti interessante per la prima volta anche come veicolo per l’urban lifestyle e la famiglia. Con il Pickup, Mercedes-Benz Vans arricchisce di una quarta serie la gamma dei suoi prodotti e, primo fra i marchi premium, si fa il suo debutto nel promettente segmento dei Midsize Pickup. In attesa del lancio, Daim-

ler AG investirà un importo in milioni di euro nell’ordine di tre cifre – nella nuova Serie, che a partire dalla fine del 2017 sarà commercializzata con il nome di X-Class Mercedes-Benz nei mercati chiave di Argentina, Brasile, Sudafrica, Australia ed Europa.

GAMMA COMPLETA Dieter Zetsche, Presidente del Consiglio Direttivo di Daimler AG e responsabile di Mercedes-Benz Cars ha dichiarato: “Con il Pickup colmeremo una delle ultime lacune del nostro portafoglio. Il nostro obiettivo consiste nell’offrire a ogni cliente il


veicolo più rispondente possibile all’utilizzo che se ne intende fare. La X-Class stabilirà nuovi standard in un segmento in crescita.”

PICK –UP SENZA COMPROMESSI “Rivoluzioneremo il segmento dei Midsize Pickup con il primo vero Pickup premium al mondo, concepito per il moderno urban lifestyle”, ha dichiarato Volker Mornhinweg, responsabile di Mercedes-Benz Vans. “La nostra X-Class è un Pickup senza compromessi. Il telaio a longheroni e traverse, il motore a sei cilindri e la trazione integrale permanente per

noi sono un must; a corredo aggiungiamo sicurezza, comfort, agilità e design espressivo: in poche parole, tutto ciò che contraddistingue le automobili con la Stella e che ci consentirà di rivolgerci a nuovi target che finora non hanno mai preso in considerazione l’acquisto di un Pickup.”

poraneamente privati e professionali o per puro uso privato. La percentuale di Pickup per uso privato è in crescita da anni; ospitando a bordo un massimo di cinque persone, la versione con cabina di guida doppia si è così imposta come tipo di carrozzeria prevalente.

UN SEGMENTO IN CRESCITA

Il mercato dei Pickup di media grandezza è in fermento in tutto il mondo. La domanda non si limita più solamente a semplici mezzi dalavoro, ma si va sempre più estendendo a versatili veicoli per impieghi contem-

45 Dicembre 2016


ALLESTIMENTI

L’ALLESTITORE ITALIANO CO.ME.T. OFFICINE HA ESPOSTO AD EIMA 2016 UNA PIATTAFORMA AEREA PENSATA ANCHE PER LE ESIGENZE DEGLI AGRICOLTORI MONTATA SU UN PICK-UP MAHINDRA GENIO

A

d ulteriore conferma della tradizionale adattabilità dei pick-up Mahindra ad allestimenti speciali che difficilmente trovano applicazione su altri veicoli, in occasione di EIMA 2016 (Esposizione Internazionale Macchine per l’Agricoltura ed il Giardinaggio), svoltasi dal 9 al 13 Novembre presso la Fiera di Bologna, l’italiana CO.ME.T. Officine, ha presentato una piattaforma della Serie X montata su un Mahindra Genio 4x2. PIATTAFORMA CO.ME.T In particolare, la piattaforma tipo X4 di CO.ME.T. Officine, dispone di un braccio articolato telescopico e pantografo sul quale è installata una navicella con un portata di 150 kg e ruotabile a 180 gradi, che permette di raggiungere un’altezza in scavalcamento di 5 metri, soluzione ideale, ad esempio, per la potatura degli alberi e per la raccolta della frutta. Montabile su un

46 

FREESERVICES MAGAZINE

cassone libero aperto o chiuso per carico di materiali ed utensili da lavoro, la piattaforma CO.ME.T. tipo X4 ha un’altezza di lavoro di 12 metri ed uno sbraccio laterale di 4,5 metri, raggiungibili in modo esclusivamente idraulico. UN PICK – UP VERSATILE Elevata portata, lunghezza del vano di carico e rapporto prezzo/prodotto fanno del pick-up a cabina singola Mahindra Genio 4x2 la soluzione ideale per tutte quelle imprese che cercano un veicolo da lavoro pronto a tutto su cui fare quotidianamente affidamento per le loro attività. Equipaggiato con un collaudato 2.200 turbodiesel commonrail a 16 valvole abbinato ad un cambio manuale a 5 marce, il pick-up della Casa indiana è realizzato sulla base di un robusto telaio d’acciaio scatolato che ne esalta le doti di trasporto (portata utile massima 1.185 kg) e dispone di un cassone lungo 2,4 metri che non ha confronti tra i diretti concorrenti.


CO.ME.T. IN BREVE Azienda storica nel panorama italiano del settore ove opera dal 1960, CO.ME.T. Officine è stata la prima azienda ad introdurre in Europa il concetto di piattaforma di lavoro elevabile come dispositivo in grado di consentire il lavoro in quota in condizioni di totale sicurezza e comodità per l’operatore. Da allora è stata depositaria di molti brevetti, ultimo dei quali l’innovativo sistema antiscoppio ed anti-goccia per l’impianto idraulico.

47 Dicembre 2016


REPORTAGE

48 

FREESERVICES MAGAZINE


SI CHIAMA “OFICINA T1 SPECIALIST”, E SI È PREFISSATA IL COMPITO DI RIGENERARE I T1, I MITICI MINIBUS VOLKSWAGEN CHE I PROPRIETARI AVEVANO INGLORIOSAMENTE ACCANTONATO IN UN ANGOLO Di Gabriele Bondioli

49 Dicembre 2016


D REPORTAGE

obbiamo andare e non fermarci finché non siamo arrivati. Dove andiamo? Non lo so, ma dobbiamo andare.” Scriveva Jack Kerouc nel manifesto della Beat Generation On the Road e come andava lungo la Route 66, quella generazione che cambio il mondo? Con un veicolo mitico quanto la loro poesia: il Bulli! Il mitico bus combi di Volkswagen che ormai fuori produzione dal 2014 è rimasto nei cuori di chi quei mitici giorni del movimento Hippy li ha vissuti o solo sognati. Come Mauro Altamore, che a Firenze nella sua Oficina T1 Specialist, riporta in vita il mito rimandandolo come nuovo sulle strade del mondo a spargere ancora Peace & Love!

50 

FREESERVICES MAGAZINE

OFICINA T1 SPECIALIST Si chiama “Oficina T1 Specialist”, e si è prefissata il compito di rigenerare i T1, i Volkswagen che i proprietari (e la storia) avevano ingloriosamente accantonato in un angolo. Chiamatele auto d’epoca, bollateli come mezzi vintage, ma la loro estetica veramente poco ricercata ma allo stesso tempo accattivante avrà frotte di fan anche fra cent’anni. Da piccolo impazzivo per i Maggiolini- racconta Muro Altamore – me li costruivo persino col pongo, ma mai avrei pensato di farne un business” Li avete visti nei telefilm, nelle pubblicità, nel film “Ritorno al futuro” ricordate? Portava i terroristi libici sul luogo dove cercano di assassinare Emmet Brown e su di esso (per la verità era un T2), in “Miss little Sunshine”, viaggiava la famiglia Hoover verso la città che ospita il famigerato concorso di bellezza. Anche con i mattoncini della Lego è possibile ricreare il famoso pullmino, che di certo

ANCHE CON I MATTONCINI DELLA LEGO È POSSIBILE RICREARE IL FAMOSO PULLMINO non spicca per bellezza. E forse proprio l’essenzialità spartana delle sue linee e l’utilizzo proletario che se ne faceva lo ha consacrato e fatto tornare in auge.Ma dove li trovano, gli esemplari scassati ed arrugginiti del Volkswagen T1, i titolari della carrozzeria fiorentina? Semplice, in Sudamerica, dove forse non vedono l’ora di disfarsi degli ingombranti mezzi per dotarsi di una quattroruote più moderna. Lo stesso fanno i ragazzi dell’Oficina T1 Specialist che comprano a poco, rimettono a lucido e rivendono a tanto (si parla di decine di migliaia di euro) T1, Bulli, Splitties o Samba Volkswagen. “Il primo 15 vetri del ’69 l’ho venduto a una nota azienda italiana per uno spot di biscotti con il


UN BEL T1 CON TARGA ITALIANA CHE CINQUE ANNI FA VALEVA 20 MILA EURO, OGGI NE PUÒ VALERE 50 MILA

calciatore Kakà”, afferma Altamore, l’ideatore del progetto, che constata come in poco tempo i prezzi siano aumentati esponenzialmente. “Un bel T1 con targa italiana – dichiara – che cinque anni fa valeva 20 mila euro, oggi ne può valere 50 mila, mentre i Samba più ricercati superano i 100 mila”. Da mezzi preferiti da hippies e fricchettoni sono diventate in breve quattroruote di lusso. A giustificare i prezzi esorbitanti c’è sia una grande domanda a cui si contrappone un’offerta esigua, sia “un restauro può costare dai 5 mila ai 50 mila euro, e in molti casi non ci sono ansie da certificazioni – dice Altamore – perché ognuno lo

51 Dicembre 2016


REPORTAGE

ordina secondo il proprio gusto e l’uso che ne deve fare”. E’ la legge del mercato. I prezzi dei Samba 23 vetri portati alla gloria dall’iconografia hippie e dalle immagini di Woodstock sono triplicati nel giro di due anni, e all’ultima asta di Las Vegas un Samba 23 vetri bianco e grigio è stato venduto a 213.000 dollari. Con l’aumento della richiesta e dei commerciantioggi la differenza la fa il restauro. PERSONALIZZATI E VINCENTI Personalizzare, adeguare il prodotto alle esigenze del singolo cliente (o usando un brutto termine adattato dall’inglese, “customizzare”), è questa la parola chiave che spinge molti a svenarsi pur di accaparrarsi un pullmino Wolkswagen d’annata, rimesso a posto come piace a

52 

FREESERVICES MAGAZINE

loro. E sottostando alla dura legge del mercato, che non fa sconti a nessuno. Del resto mettere mano ad un T1, che ha il telaio portante, richiede molte ore di

lavoro, e una grande cura e attenzione dei dettagli. “Un restauro può costare dai 5000 ai 50.000 euro, e in molti casi non ci sono ansie da certificazioni– scherza Altamore– perché ognuno lo ordina secondo il proprio gusto e l’utilizzo che ne deve fare”. I più richie-

A GIUSTIFICARE I PREZZI ESORBITANTI C’È SIA UNA GRANDE DOMANDA A CUI SI CONTRAPPONE UN’OFFERTA ESIGUA, SIA “UN RESTAURO PUÒ COSTARE DAI 5 MILA AI 50 MILA EURO


sti sono i bicolori, con le tonalità bianco-rosso e bianco-rosso scuro in testa all’indice di gradimento. UN’ EQUIPE DI ASSOLUTO VALORE Con Mauro Altamore lavorano due meccanici, il capo officina Giacomo Nucci, e Filippo Margheri, ingegnere trentacinquenne con la doppia anima di musicista e restauratore Volkswagen. Vocalist dei Litfiba, svestiti i panni rock, torna a vivere per i suoi T1. E poi c’è Beppe Marguglio, 48 anni, “mago della lamiera e bravissimo nel taglia e cuci”-spiega Altamore . Viene considerato il solista dell’OficinaT1 Specialist: “manda via tutti e si chiude dentro nella fase più difficile del restauro – raccontano i colleghi- ricostruisce parti di lamierati introvabili, e ci fa rientrare quando il pulmino è completamente risanato”.

LA GENESI DEL MITO Il T1 era diventato la star dei telefilm americani da Starsky & Hutch, ai Chips, alla Famiglia Bradford. Il protagonista delle avventure dei personaggi più popolari era il primo modello, quello con i due vetrini davanti e la W marcata sul frontale, nato senza ambizioni se non quella di essere un capiente e robusto strumento da lavoro. “ It all began with the notion that a wagon shouldhold a lot, and no notion of how it should look”- raccontavano i pubblicitari dell’agenzia americana Doyle Dane Bernbach –“Cominciò tutto con l’idea che un pulmino dovesse contenere molto, senza pensare all’estetica: ci si mise attorno ad un tavolo per disegnare una grande scatola su ruote dove ci fosse spazio per nove persone sedute comode, e tredici valigie, e una volta sistemati gli occupanti, furono tagliati 21 finestrini e quattro porte”. Il motore Volkswagen raffreddato ad aria da 25 cavalli venne posizionato posteriormente.

CLIENTI IN TUTTO IL MONDO La T1 Specialist ha clienti in tutto il mondo. E’ in viaggio per la California un Barn Door del 53 importato dalla Colombia. E’uno dei più rari, con il portellone del motore pezzo unico molto grande, pro-

dotto dal ‘50 al ’53 e arrivato a costare 80.000 euro. Sbarcano a Firenze arrugginiti, ed escono dalla T1 Specialist marcianti e coloratissimi. Come i mezzi utilizzati dalla discoteca Pasha di Ibiza- di cui T1 Specialist è fornitore ufficiale per le serate del Flower Power.

53 Dicembre 2016


CLASSIC

Di Roberto Gianusso

La gamma Citroën Belphégor, venne proposta dalla casa francese al mercato nel mese di ottobre del 1965 per contrastare la supremazia della gamma Renault Super Galion 54 

FREESERVICES MAGAZINE


55 Dicembre 2016


CLASSIC

P

rogettato da Flaminio Bertoni, il Belfagor per la strana forma della cabina, con oblò nella parte anteriore che valse loro soprannome di ” Belfagor ” per la somiglianza con il personaggio della serie televisiva interpretato da Juliette Greco venne proposto in diverse versioni diesel e benzina con pesi che variavano da 6 a 18 ton. DIVERSE VERSIONI Le versioni 350 da PTC 5.990 t., 370 da PTC 6.250 t., 450 da PTC 6,990t., 480 da PTC 7.400 t., erano equipaggiate con un motore 4 cilindri a benzina 2,2 litri da 82 Cv derivato dal propulsore che equipaggiava la berlina DS21, oppure un motore diesel a scelta Perkins 3,9 litri da 80 Cv o Man 4,7 litri da 96 Cv. Le versioni 600 da PTC 10.300 t., 700 da PTC 10.990 t., 800 da PTC 11.990 t., 850 speciale cisterna da PTC 12.400 t. e 700 trattore che vantava un PTR complessivo da 18.950 t. erano equipaggiate con un motore 6 cilindri a benzina da 5,2 litri 118 Cv oppure diesel Perkins 5,6 litri da 103 Cv. UN SISTEMA FRENANTE PARTICOLARE Particolare il sistema di frenata, assicurato da un sistema idraulico ad alta pressione dello stesso tipo di quello delle berline DS con due circuiti indipendenti.

56 

FREESERVICES MAGAZINE

Un sistema meccanico distribuiva la frenatura tra gli assi anteriore e posteriore a seconda della distribuzione del carico sul veicolo. Il freno di stazionamento era a cricchetto mentre sul cruscotto uno strumento segnalava la mancanza di pressione nell’impianto frenante ed una spia indicava l’usura delle guarnizioni.

LA GAMMA K Nel giugno del 1967, Berliet acquistò Citroën con essa le catene di montaggio di Venissieux dove venivano prodotti i veicoli utilitari dell’azienda francese. Nel 1969 , il “Belfagor” è sostituito dalla gamma K venduta

con i marchi Citroën e Berliet. Alla fine degli anni sessanta Berliet è in difficoltà a seguito della riduzione della sua quota di mercato nel segmento dei veicoli pesanti, causata dalla creazione di Saviem, della sempre più pressante penetrazione sul mercato francese di Volvo e Scania

PARTICOLARE IL SISTEMA DI FRENATA, ASSICURATO DA UN SISTEMA IDRAULICO AD ALTA PRESSIONE DELLO STESSO TIPO DI QUELLO DELLE BERLINE DS CON DUE CIRCUITI INDIPENDENTI


NEL GIUGNO DEL 1967, BERLIET ACQUISTÒ CITROËN CON ESSA LE CATENE DI MONTAGGIO DI VENISSIEUX DOVE VENIVANO PRODOTTI I VEICOLI UTILITARI DELL’AZIENDA FRANCESE. NEL 1969, IL “BELFAGOR” È SOSTITUITO DALLA GAMMA K VENDUTA CON I MARCHI CITROËN E BERLIET

e per la perdita di contratti con l’esercito francese. Alla richiesta d’aiuto risponde Michelin che possedeva già una quota azionaria di Citroën, e che aveva appena riscattato Panhard due anni prima. L’USCITA DI SCENA DI CITROEN Citroën stava prendendo in considerazione in quegli anni l’acquisizione della Maserati ed aveva spese significative di costi di ricerca, in particolare con la controllata Comotor, che con NSU stava sviluppando il motore rotativo Wankel. Così nel 1972 si staccò da Berliet

e di seguito cessò la produzione degli autocarri serie K. L’ACCORDO CON FIAT L’anno successivo, però, la casa francese avviò una stretta collaborazione con Fiat dalla quale nacque il più piccolo veicolo commerciale allora conosciuto, il Fiat 242, che oltralpe si chiamò Citroën che ereditò dalla gamma Belfagor il motore ed il sistema frenante idraulico ad alta pressione “Full Power”, che in quegli anni venne utilizzato anche per equipaggiare i veicoli medi della gamma Fiat/OM da 80 e 90 quintali.

57 Dicembre 2016


CULT

I dipendenti Ford progettano la nuova “urban mobility”

Carr-E, una piattaforma elettrica guidabile con le dimensioni di una ruota di scorta, eChair, una sedia a rotelle motorizzata elettricamente in grado di auto posizionarsi all’interno del veicolo, e TriCiti, un triciclo elettrico pieghevole, sono tra le idee finaliste della sfida lanciata da Ford ai suoi dipendenti per migliorare la mobilità delle aree urbane Un innovativo sistema di trasporto per persone progettato per adattarsi perfettamente allo spazio di solito occupato dalla ruota di scorta all’interno del bagagliaio dell’auto, è tra le idee finaliste della sfida lanciata da Ford ai suoi dipendenti per la creazione di soluzioni di mobilità per il futuro delle aree urbane. GLOBAL LAST MILE MOBILITY CHALLENGE Carr-E, sviluppata da Kilian Vas, ingegnere sistemista che lavora nella sede di Colonia, in Germania, è stata tra le 633 proposte di soluzioni innovative di tasporto ideate dai dipendenti 58 

FREESERVICES MAGAZINE

Ford all’interno del Global Last Mile Mobility Challenge, il progetto che l’Ovale Blu ha sostenuto per sviluppare dispositivi di assistenza che contribuiranno a migliorare la mobilità delle persone in aree inibite ai veicoli o comunque per questi ultimi poco pratiche. CARR-E Carr-E può trasportare persone o oggetti fino a 120 kg, ha un’autonomia di 22 km e una velocità massima di 18 km/h. L’innovativa soluzione di trasporto è nella rosa dei candidati per le finali del Global Mobility Innovation Challenge insieme a eChair, una sedia a rotelle motorizzata elettricamente in grado di auto posizionarsi all’interno del veicolo, e TriCiti, un triciclo elettrico pieghevole che può essere facilmente adattato e inserito in un carrello della spesa o un carrello portapacchi. “Abbiamo davvero bisogno di reinventare la ruota, per esplorare nuovi approcci alla mobilità”, ha raccontato Vas. “Nello sviluppare Carr-E, sono stato ispirato dalla stessa trasformazione di Ford, che sta diventando un’azienda che si occupa sia di automobili che di mobilità in generale, oltre che dalla consapevolezza di quanto rapidamente le città stiano crescendo e di come muoversi nelle aree urbane diventerà progressivamente più com-

plicato. Volevo creare un dispositivo che rendesse il pendolarismo più facile e più divertente”. Per lo sviluppo di Carr-E, Vas ha collaborato con il collega Daniel Hari e il manager Uwe Wagner, mentre per il design ha lavorato con gli stilisti di Ford Europa e con gli specialisti di prototipazione del centro di ricerca RHTW dell’Università di Aachen. Il dispositivo a 4 ruote è stato concepito per completare l’uso di un veicolo e per essere di supporto ai pendolari durante la parte finale dei loro percorsi, tra il parcheggio e la destinazione finale. Carr-E, oltre che per il trasporto persone, può essere usato anche per il trasporto di oggetti di un certo peso, sotto il controllo di un telecomando nelle mani dell’utente. TRICITI Anche il TriCiti, il triciclo elettrico pieghevole, sviluppato da James Neugebauer, Torsten Gerhardt e Robert Spahl, tutti appartenenti al team Vehicle Architecture di Ford Europa, è stato progettato con la doppia finalità della mobilità persone e del trasporto merci. L’innovativa soluzione di mobilità può essere facilmente ripiegata e trasportata a bordo di mezzi pubblici o inserita all’interno di un veicolo. TriCiti ha un’autonomia di 30 km e una velocità massima di 20 km/h.


E-LEARNING

TEMPI DI GUIDA GIORNALIERA Il tempo di guida giornaliero non deve superare le 9 ore. Per due volte a settimana il tempo di guida può essere esteso fino a 10 ore. di Marco Scala

SANZIONI IPOTESI periodo di guida giornaliera (massimo 9 ore)

periodo di guida giornaliero (massimo 10 ore due volte alla settimana)

PAGAMENTO IMMEDIATO ECCEDENZA O RIDUZIONE FINO AL 10% ECCEDENZA O RIDUZIONE MAGGIORE AL 10% FINO AL 20% ECCEDENZA Fino a 9 ore e 54 minuti ECCEDENZA da 9 ore e 55 minuti a 10 Art. 174/4°c.1°periodo: €40,00 ore e 48 minuti (fascia notturna: €53,33) Art. 174/5°c.1°periodo: €316.00 (fascia notturna: €421,33) -2 punti ECCEDENZA O RIDUZIONE FINO AL 10%: ECCEDENZA fino a 11 ore Art.174/4°c.1°periodo:€40,00 (fascia notturna: €53.33)

ECCEDENZA O RIDUZIONE MAGGIORE AL 10% FINO AL 20%: ECCEDENZA da 11 ore e 1 minuto a 12 ore Art. 174/5 c. 1°periodo: €316,00 (fascia notturna: €421,33) –2 punti

ECCEDENZA O RIDUZIONE MAGGIORE AL 20% ECCEDENZA Maggiore di 10 ore e 49 minuti Art.174/6°comma: €422.00 (fascia notturna: €562,67) –10 punti ECCEDENZA O RIDUZIONE MAGGIORE AL 20%: ECCEDENZA maggiore di 12 ore Art. 174/6°comma: €422,00 ( fascia notturna: €562,67) –10 punti

DEMO SANZIONI

La sessione di guida è iniziata alle 2:07 ed è terminata alle 17:02. Avendo consumato 0 bonus su 2, la guida ammessa è di 10 ore. La guida accumulata è invece di 10 ore e 17 minuti, la percentuale di gravità è del 3%. La sanzione è di Euro 40,00.

DEMO SANZIONI

La sessione di guida è iniziata alle 2:07 ed è terminata alle 17:02. Avendo consumato 0 bonus su 2, la guida ammessa è di 10 ore. La guida accumulata è invece di 10 ore e 17 minuti, la percentuale di gravità è del 3%. La sanzione è di Euro 40,00.

DA QUESTO MESE L’E-LEARNING CAMBIA PELLE, VI PROPONIAMO UN MODELLO DI AUTOVALUTAZIONE EFFICACE , IN MODO TALE CHE VOI STESSI POSSIATE VERIFICARE QUANTO VERAMENTE NE SAPETE SUL TEMA DEL MESE

DEROGHE

59 Dicembre 2016


60 

FREESERVICES MAGAZINE CORRETTORE

A

Domanda 10

A

Domanda 9

A

Domanda 8

C

Domanda 7

A

Domanda 6

A

Domanda 5

A

Domanda 4

D

Domanda 3

A

Domanda 2

B

Domanda 1

SOLUZIONI

E-LEARNING


61 Dicembre 2016


TRUCK IN SUD MERCHANDISING Giacca antivento

www.truckinsud.it

Felpa con zip/cappuccio

Euro 10,00

Euro 20,00

Euro 15,00 T shirt Uomo

Polo

Felpa donna

Felpa con zip

Colori

Euro 10,00 Euro 6,00

Euro 10,00 T shirt donna

Felpa bimbo

Euro 5,00

Euro 9,00 Ombrello

Cappellino

Euro 5,00

Tracolla

Euro 5,00 62 

FREESERVICES MAGAZINE

Euro 9,00 Zainetto

Euro 5,00

Tracolla Vintage

Euro 25,00

T-shirt bimbo

Euro 10,00 Borsa frigo

Euro 10,00

Sacca

Euro 12,00 I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


TRUCK IN SUD MERCHANDISING Beauty case

Travel bag

Euro 5,00 Borsone

Euro 10,00 Shopper cotone

Euro 25,00 Coltello Multifunzioni

Borsa vintage

Euro 3,00

Power bank

Euro 6,00

Euro 12,00

Portapenne

Matita

Euro 5,00

Euro 2,00

Valigetta colori

Euro 12,00 SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

Set da disegno

Euro 10,00

Euro 15,00 Portachiavi

Tazza

Euro 5,00

Euro 3,00 Taccuino

Accendino

Euro 1,00 Righello

Euro 4,00 Shopper colorabile

Euro 5,00

Euro 3,50 Set 6 mini matite

Euro 3,00

Set 12 pastelli

Euro4,00

Set 6 mini pastelli

Euro 2,00 63 Dicembre 2016


Shop | ACCESSORI Nastro biadesivo

www.freeservices.it

Nastro isolante

Nastro riparatore per tubi autocarro 25 mt x 50 mm

Euro 2,99

Euro 0,99

Carta gommata

Euro 8,99 Nastro imballaggio

Tendi nastro

Nastro riparatore teloni 50 mt x 100 mm

Euro 14,99 Film estensibile 3Kg

50 x H 500

spessore 23 my

48x50 conf. 6 pezzi

Euro 15,00 24x50 conf. 9 pezzi

30x50 conf. 8 pezzi

Euro 13,50

Euro12,50

Euro 4,99

Corda elastica per centinatura

Euro 9,99

Cavo tir acciaio

con capicorda ricoperto 33 mt x 6 mm

rosso, blu, grigia, verde, gialla, bianca, azzurra

Euro 6,49 Manichetta per film estensibile

diametro 8 mm Rotolo mt 200

Euro 0,65/ mt Rete porta rottami con doppia bordatura in PVC occhiellato al 90%

Euro 9,99

Rete per portarottami

Filtro essiccatore

con doppia bordatura in PVC occhiellato al 50%

Euro 4,50 / mq. Filtro sfiato motore

Euro 19,99

Euro 14,99

Euro 3,99 / mq. Pre filtro gasolio

Pre filtro innesto rapido

Euro 24,99 guarnizioni

Euro 3,99 64 

FREESERVICES MAGAZINE

Euro 2,99

Euro 6,99

Show Room

Uscita Autostradale A1 Capua (Ce). Responsabile vendite: Vincenzo Lignelli | T. 0823. 883355 | F. 0823. 1760497 |. 347. 8639688 vincenzo.lignelli@freeservices.it I prezzi e gli articoli indicati sono in vigore fino ad esaurimento delle scorte. I prezzi esposti si intendono iva esclusa. Le fotografie hanno un valore puramnente illustrativo. L’ufficio vendite si riserva la facoltà di stabilire un limite massimo per l’acquisto di ogni singolo prodotto. Spese di spedizione gratuite per ordini non inferiori a 500,00 euro.

I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


Shop | ACCESSORI

info: 347 8639688 - 0823 883355

Dischi posteriori limite di velocitĂ

Striscia contrassegno

15,5 x 24,5 cm

11,5 x 25,5 cm

conto proprio

Euro 2,49 Rotolo catarifrangente

Per superfici rigide 50 mt

conto terzi

Euro 1,49

Euro 1,99

Coppia tabella catarifrangente

Coppia tabella catarifrangente

per semirimorchio

giallo - rosso - bianco - grigio

Euro 85,00

Rotoli catarifrangenti Tratteggiato per superfici telonate

Euro 105,00 Porta targa Inox con cerniera

Coppia strisce conto terzi

Rigida

Adesiva

Euro 12,99

Euro 14,99

per motrice

Euro 9,99

Dischi cronotachigrafo

Rullino tachigrafo digitale

125-24km - conf. 100 pz.

conf. 3 pz.

Euro 3,49

Euro 4,99

Targa ripetitrice

Porta targa a molla

Kienzle

530 x 120 mm

Euro 14,99

Porta documenti cilindrico

Euro 11,99 SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

inox

Euro 5,99

Euro 3,99

Porta documenti

Portadocumenti

in polietilene bianco

in PVC - 210x297mm

Euro 26,99

Euro 19,99 65 Dicembre 2016


Shop | ACCESSORI Disco coprimozzo 24

Euro 44,99

Disco coprimozzo 32

Euro 99,99

Anello coprimozzo 32

Euro 39,99 Copribullone CH 32 H 46 cromato

Euro 1,99 Copridado in acciaio inox CH 32

Euro 3,99

Veicolo silenzioso Adesivo

Euro 0,99 66 

FREESERVICES MAGAZINE

www.freeservices.it

Euro 49,99 Disco coprimozzo 6 fori

Anello coprimozzo 24

Euro 34,99 Copribullone CH 32 /3 CROM UNIV

Euro 39,99 Copribullone CH 33 H 50 cromato

Euro 1,99 Copridado in acciaio inox CH 33

Euro 4,99 Veicolo silenzioso Adesivo

Euro 0,99

Euro 4,99 Copribullone CH 32 H 33 cromato

Euro 1,99 Veicoli ecologici e sicuri Adesivo

Euro 0,99

Veicolo ecologico Adesivo

Euro 0,99 I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


Shop | ACCESSORI

info: 347 8639688 - 0823 883355

Veicolo ecologico

Camion Euro 3

Camion Euro 4

Euro 0,99

Euro 0,99

Euro 0,99

Camion Euro 5

Pannello TIR Piano

Adesivo

Adesivo

Adesivo

Euro 0,99

Deperibile

Euro 2,99

Euro 2,99

Rifiuti pieghevole

Trasporto pesante

Euro 11,99

Pannello posteriore

Pannello TIR pieghevole

Euro 4,99

Agricoli Adesivo

Adesivo

Adesivo

Euro 0,99

Pannello carichi sporgenti

Fori antitaglio e angoli arrotondati 500x500

Euro 9,99 Rifiuti Adesivo

Euro 3,99

Trasporto con percorso predefinito

Euro 2,99

Euro 0,99

Pannello per delimitazione

1200x150x15mm

Euro 14,99 600x150x15mm

Euro 9,99 SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

Euro 0,99

Euro 24,99 67 Dicembre 2016


Shop | ABBIGLIAMENTO Polo Becker 100% cotone

www.freeservices.it

Felpa SMASH mezza zip, 280 gr

BOX 10 PZ. S-M-L XL - XXL - 3XL

BOX 24 PZ. S-M-L XL - XXL - 3XL

Euro 9,99

Gilet MOBY, blu navy

Euro 14,99

Euro 14,99

Gilet MARTE

Gilet EASY BLU

Giubbino FLUG

BOX 10 PZ. XS - S (SOLO BIANCO) M - L - XL - XXL

BOX 10 PZ. M - L - XL - XXL

BOX 10 PZ. S-M-L XL - XXL

Euro 14,99

Euro 14,99

Euro 29,99

Giubbotto SUPER MARTE BLU NAVY

Parka SNORKEL, TRIPLO USO

Giubbino Trivalente gr 350

BOX 10 PZ. M - L - XL - XXL

BOX 10 PZ. S - M - L - XL XXL - 3XL

BOX 10 PZ.

Euro 19,99 Pantalone Trivalente

Euro 24,99 Pettorina STORM BOX 10 PZ. S - M - L - XL - XXL - 3XL

Euro 19,99 Gilet SPAZIO

Euro 29,99 Pantalone invernale

BOX 10 PZ. M - L - XL - XXL

Euro 14,99 68 

FREESERVICES MAGAZINE

S - M - L - XL XXL - 3XL

Euro 24,99 Pantalone Multitasche

Euro 10,00 Giubbotto BOX 10 PZ. S-M-L XL - XXL

Euro 24,99

Euro 44,99 I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


Shop | COMPONENTI ELETTRICI

info: 347 8639688 - 0823 883355

Impugnatura Air Brake Rosso / Giallo

Euro 9,99

Raccordo per spirali

Testa di accoppiamento

Euro 5,99/cad.

Spina ABS 5 poli

Spirale aria rossa - gialla

Euro 11,99 Presa ABS 5 poli

M18 x 1,5mm /M22 x 1,5mm

Euro 0,99 Presa a 13 poli

Euro 16,99

Euro 19,99 Connettore 15 poli EBS 3,5 mt / 4,0 mt

Euro 29,99

Spirale 15 poli

Presa in plastica 7 poli

sdoppiata 24N/25S

luci parcheggio

Euro 39,99 Spina multi funzione

Euro 4,99

Presa luci parcheggio da 13 e 15 poli

Euro 39,99 SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

Euro 7,99

Euro 16,99 Spina a 13 poli

Euro 19,99

Spirale 15 poli 3 mt

Euro 49,99

Adattatore da 15 a 7 poli

Euro 34,99 69 Dicembre 2016


Shop | ACCESSORI

www.freeservices.it

Cassetta termoplastica rotazionale 1000 x 500 X 500 mm

1200 x 480 x 500 mm

Euro 169,99

Euro 199,99

Cassetta termoplastica ad iniezione 500 X 350 X 300 mm

500 x 350 x 400 mm

Euro 34,99

Euro 39,99

600 X 400 X 470 mm

800 x 480 x 480 mm

Euro 49,99

Euro 59,99

CASSETTA ZINCATA

CASSETTA ZINCATA

DOPPIA CHIUSURA

80 x 50 x 50 cm

DOPPIA CHIUSURA CON TANICA ACQUA 11 LT

Euro 84,99 100 x 50 x 50 cm

80 x 40 x 40 cm

Euro 109,99

Euro 149,99

Cassetta zincata 40 x 30 x 30 cm

Euro 29,99

60 x 40 x 50 cm

Euro 59,99

50 x 30 x 40 cm

Euro 34,99

Cassetta inox fiorettata

40 x 30 x 30 cm

Euro 49,99 50 x 30 x 40 cm

70 

FREESERVICES MAGAZINE

Cassetta inox fiorettata DOPPIA CHIUSURA

80 x 50 x 50 cm

Euro 84,99 100 x 50 x 50 cm

Euro 59,99

Euro 109,99

60 x 40 x 50 cm

120 x 60 x 60 cm

Euro 74,99

Euro 344,99 I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


info: 347 8639688 - 0823 883355

Shop | ACCESSORI

Barra Telescopica Registrabile Zincata

Euro 29,99 Barra Fermacarico Verticale a scatto con Tamponi

Euro 29,99

Euro 34,99 Barra Fermacarico Alluminio Telescopica orizzontale con Pinze

Euro 44,99 Barra Fermacarico Zincata Telescopica con Pinze

Euro 29,99

Rotaia Fermacarico Orizzontale 3 mt

Euro 19,99 SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

71 Dicembre 2016


Shop | ACCESSORI

www.freeservices.it

Cricchetto a gancio unito

Cricchetto con gancio sponda

Euro 7,50

Euro 6,50

Protezione angolare per cinghia di ancoraggio

Euro 1,99

Cinghia di ancoraggio per semirimorchi frigo

Euro 14,99

Cinghia di ancoraggio 9,5 mt con cricchetto

OFFERTISSIMA

Euro 9,99/cad

con gancio unito

Cinghia di ancoraggio 6,5 mt x 35 mm con cricchetto

Gancio cobra grande bianco

H 80 mm L 200 mm

H 105 mm

Euro 9,99

Euro 19,99 Euro 14,99

H 69 mm

Tampone paracolpi

Tampone paracolpi

a rullo

conico

Ø 30 mm H 13 mm

Euro 2,99 FREESERVICES MAGAZINE

Ø 75 mm H 75 mm

Euro 19,99

Rotolo cinghia di ancoraggio 100 mt, larghezza 5 cm

Euro 74,99

Tampone Paracolpi Tampone Paracolpi in Gomma 2 Fori in Gomma 3 Fori

Euro 1,00 ad.

72 

A gancio unito senza cricchetto 9 mt

Euro 6,50

Euro 6,99

Battisponda

Cinghia di ancoraggio

con gancio sponda

Euro 4,99

Tampone Paracolpi in Gomma 4 Fori

H 70 mm L 400 mm

Euro 19,99 Tampone paracolpi

H 60 mm L 150 mm

Euro 9,99 I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


Shop | ACCESSORI

info: 347 8639688 - 0823 883355

Porta sapone universale

Porta sapone inox

Tanica inox 6lt

Tanica Inox Piccola 6 litri 175 x 180 x 250 mm

Euro 59,99

Euro 24,99

Euro 6,99

Tanica inox fiore 25 litri

Tanica inox fiore 12 litri 175 x 220 x 450 mm

Euro 59,99 Tanica acqua in plastica 25 Litri

con piedini

Euro 79,99 alta

bassa

Euro 69,99

Euro 59,99

con piedini

Euro 79,99

Euro 64,99

Tanica in PVC 30 Litri

Tanica in polietilene con portasapone - lt 25

Euro 24,99 Staffa completa Diam. 42 inox fiorettata

con supporto

solo tanica

Euro 29,99

Euro 15,99

Tanica acqua in plastica 10 Litri

L 490 mm H 390 mm (Nera/Bianca)

con supporto

Euro 24,99

Euro 22,99

Calice 4 fori zincato Aletta fissa PVC Diam: 42 mm

Diam: 42 mm

solo tanica

Euro 13,99

Aletta regolabile Diam: 42 mm PVC

Euro 29,99

Euro 8,99

Ferma porta sotto telaio a molla

Euro 3,99

Ferma porta a molla

ZINCATA

Euro 6,99

Euro 4,99

Tubo Supporto Parafango Dritto - Diam: 42 mm

Euro 9,99 c/ attacco triangolare

Zincato

Inox

Zincato

Inox

Euro 14,99

Euro 49,99

Euro 4,99

Euro 6,99

SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

Euro 14,99 73 Dicembre 2016


Shop | ACCESSORI Mezzo parafango Inox Fiore con Gomma 500X700

Euro 49,99 Parafango Termoplastico base piana

www.freeservices.it

Calotta parafango

Parafango premontato c/paraspruzzo

Euro 29,99 Parafango Zinco/G

Euro 49,99 Parafango doppio asse Zinco/G base piana

880x270x1450 mm

880x450x1350 mm

2740x650x3500 mm

Euro 24,99

Euro 19,99

Euro 54,99

Parafango Spigolato doppio asse

Parafango Termoplastico piatto

Parafango Antispray laterale

Profilo alluminio

Euro 19,99 2740x650 mm

730x500 mm

2500x140 mm

Euro 79,99

Euro 24,99

Euro 34,99

Parafango termoplastico ruota singola 1900x1300x450 mm

Euro 19,99 Mezzo parafango termoplastico 650x700 mm

Euro 19,99 74 

FREESERVICES MAGAZINE

Parafango termoplastico ruota singola 2100x1300 x 450

Euro 24,99 Mezzo parafango termoplastico 450x800 mm

Euro 24,99

Parafango doppio asse 1340 x 660x2100 mm

Euro 29,99 Mezzo parafango premontato 450x800x200 mm

Euro 34,99 I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


Shop | ACCESSORI

info: 347 8639688 - 0823 883355

Paracicli completo

Portapallets 36 pedane

Angolare Completo di tappi Per paracicli 40 cm

2500x700x3000mm

Euro 590,00

Euro 109,99

Euro 14,99

Tappo Profilo

Tappo PVC Angolare

per paracicli

per paracicli

Supporto Paracicli Registrabile H 57,5 cm

Euro 2,99 Maniglia sponda zincata con molla

Euro 2,99 Maniglia di salita in PVC

Euro 19,99 Perno a molla zincata

Chiusura a laccio zincata

Riscontro

Euro 2,99

Euro 2,99

Euro 2,50 cad.

Scala alluminio

Scala multiposizione

8 gradini

in alluminio

3,00 mt

Euro 54,99 Transpallet birullo 22ql.

Euro 249,99 SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

Euro 2,50 cad. Euro 0,50 Scala telescopica

7 passi/2,6mt

Euro 59,99

Euro 89,99

Carrello portapacchi

200Kg

150Kg

Euro 39,99

Euro 34,99

Scala telescopica

13 passi/3,8mt

Euro 109,99 75 Dicembre 2016


Shop | ADR

www.freeservices.it

BORSONE ADR

Classe 1 PREZZO EURO 130,00

Classe 2 PREZZO EURO 175,00

Classe 3 PREZZO EURO 180,00

Composizione: 1 borsa, 1 cuneo di plastica, 2 triangoli CE, una soluzione lavaoccihi, un gilet alta visibilità, una torcia anti deflagrante, un paio di guanti anticalore, un paio di occhiali a mascherina, una semimaschera antigas con due filtri, una cassetta pronto soccorso

Composizione: 1 borsa, 2 triangoli CE, 1 soluzione lavaocchi, 1 gilet alta visibilità, 1 torcia antideflagrante, 1 paio di guanti antisolventi, un paio di occhiali, 1 badile pieghevole, 1 tappeto copritombino, 4 coni segnaletici, 1 cassetta prontosoccorso, 1 cuneo plastica

Classe 8 PREZZO EURO 205,00

Classe 9 PREZZO EURO 199,00

Composizione: come classe 3 + guanti antiacido e tuta antiacido TWEK

Composizione: 2 triangoli CE, 1 gilet alta visibilità, 1 torcia anti deflagrante, 1 paio guanti anticalore, 1 paio occhiali a mascherina, 1 cassetta prontosoccorso,

Composizione: come classe 3 + guanti anticalore

SOLO BORSONE

Euro 9,99

Valigetta pronto soccorso

Triangolo di emergenza

Cono segnaletico B/R cat. H 500 mm

DL GS81

Euro 19,99

Euro 9,99

Euro 9,99

Copritombino in gomma

Badile antiscintille

Liquido per lavaggio oculare

Euro 17,99

Euro 24,99

Euro 9,99

Torcia antideflagrante

Lampada crepuscolare

Pila crepuscolare

Euro 34,99

Euro 14,99

Euro 5,99

76 

FREESERVICES MAGAZINE

I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


Shop | ADR

info: 347 8639688 - 0823 883355

Guanti antiacido lunghezza 35 cm

Semimaschera bifacciale

Euro 4,99

Euro 19,99

Filtri per semimaschera bifacciale

Euro 9,99

Mascherina con valvola

Mascherina antipolvere

Occhiali a mascherina

Euro 9,99

Euro 5,00

Euro 1,99

confezione 12 pezzi

confezione 50 pezzi

Buste in nylon per numeri ADR

Piastrina numerica inox ADR 95 x 135 mm

Occhiali a mascherina in PVC

Euro 1,99 Tabella porta targhe ADR

Guida porta numeri ADR

30 x 40 cm

Euro 6,99

Euro 1,70

Porta cartelli zincati

Tabella ADR

2 asole 300 x 300 mm

30 x 40 cm

30 x 40 cm

Euro 19,99

Euro 19,99

Tabella ADR

pieghevole in alluminio

100 x 100mm

400 x 300mm

Euro 14,99

Euro 14 ,99

Euro 14,99

Porta estintore

Piantana portaestintore

Estintore a polvere

completa di asta e cartello colore rosso

Euro19,99

KG 1: Euro 19,99 KG 2: Euro 21,99 KG 6: Euro 24,99

6 Kg

9/12 Kg

Euro 29,99

Euro 44,99

SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

KG 9: Euro 34,99

Euro 14,99

KG 12: Euro 44,99

77 Dicembre 2016


Shop | ANTINFORTUNISTICA Gilet catarifrangente

Dispositivo anticaduta retrattile

100% poliestere

Euro 1,99 Elmetto in polietilene

www.freeservices.it

Euro 249,99

Imbracatura anticaduta

Euro 29,99

Cuffia antirumore

Tappi antirumore

regolabile

Inserto auricolare

confezione 200 paia

Euro 3,50

Guanti fiore bovino con elastico sul dorso

conf. 12 pa.

Euro 29,99

Euro 9,99

Euro 2,49

Guanti crosta bovino

Guanti monouso

conf. 12 pa.

conf. 100 pa.

taglia S-M-L-XL

Euro 2,59/pa.

Euro 1,99/pa.

Guanti in nylon

Guanto NBR

Guanti NBR

conf. 12 pa.

conf. 12 pa.

conf. 12 pa.

Euro 9,99

Euro 1,29/pa.

Scarpa New Atlas

dorso areato

Scarpa New Atlas Alta

Euro 5,99

Interamente rivestiti

Euro 1,50 /pa.

Tuta monouso in polipropilene

bassa

Euro 14,99 78 

FREESERVICES MAGAZINE

Euro 19,99

Euro 1,49 I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


Shop | CANCELLERIA

info: 347 8639688 - 0823 883355

Carta formato A4 80gr

Carta formato A3 80gr

risma da 500 fogli

risma da 500 fogli

conf. 5 risme

conf. 5 risme

Euro 2,49/cad

Euro 5,99/cad

Punti zenith

Cucitrice a pinza

pezzi 100

Euro 3,99

punti 24/6-8 26/6-8

Levapunti zenith 580

Euro 6,99

Euro 5,99

Euro 5,99

Correttore

Fermagli gr.50

mis. 6/4

Buste portalistino

Gomma da cancellare

conf. 10 pz.

coprex mini roller conf. 20 pz

N3 - N5 - N6

Evidenziatori tratto video

Euro 0,79 Tempera matite

conf. 20 pz.

Euro 0,99/cad

Euro 0,39/cad

Calcolatrice da tavolo Cartelle tre lembi JL - 285

confezione da 50 pezzi

Euro 0,49/cad

Euro 0,39

Raccoglitore Oxford G 85

Cartella archivio

rosso-verde blu

conf. 6 pz.

12 cifre

Euro 5,99

Euro 6,99

Euro 2,99/cad

Matite staedtler HB2

Documento di trasporto

Pennarello Marker rosso-nero-blu

dorso 10-15

Euro 0,99

dorso 20

Euro 1,49

Buoni consegna duplice copia

triplice copia

conf. 12 pz.

15 x 21,5 cm

Euro 4,99

Euro 2,49

SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

16,5 x 11,5 cm

Euro 0,49

Euro 1,49 79 Dicembre 2016


Shop | CARROZZERIA Coppia paraspruzzi freccia/divieto

www.freeservices.it

Paraspruzzo anteriore

450 x 350 mm

620x170 mm

Euro 4,99

Coppia paraspruzzi antispray freccia/divieto

435 x 750 mm

Euro 24,99 500 x 750 mm

530 x 370 mm

Euro 34,99

Euro 5,99

550 x 750 mm

620 x 400 mm

Euro 34,99

Euro 6,99

600 x 750 mm

650 x 400 mm

Euro 16,99

Euro 34,99

Euro 3,99

650 x 750 mm

Euro 34,99

Paraspruzzo

Paraspruzzo posteriore 620x400 mm

2400x 350 mm

Euro 29,99/cad

Euro 29,99

Antifurti serbatoio

Euro 4,99

Antifurto gasolio con valvola

Antifurto serbatoio SCANIA

diametro 80 mm

Euro 89,99 diametro 85 mm

diametro 105 mm / H 190

Euro 19,99

diametro 80 mm / H 203

Euro 24,99

Euro 89,99 diametro 105 mm

diametro 60 mm / H 166

Euro 24,99

Euro 99,99

Tappo serbatoio Tappo serbatoio a baionetta c/chiave filettato c/chiave

Tappo serbatoio scania con chiave

Tappo serbatoio a baionetta c/chiave

diametro 80 mm

diametro 60 mm

diametro 60 mm

diametro 60 mm

Euro 19,99

Euro 14,99

Euro 24,99

Tampone Laterale Tampone Laterale Paraincastri Universale Paraincastri Universale lunghezza 100 mm

lunghezza 105 mm

Tampone Laterale Paraincastri DAILY 09

Euro 19,99 Spazzola tergicristallo

lunghezza 70 mm

65 cm

Euro 4,99 80 

FREESERVICES MAGAZINE

Euro 5,99

Euro 3,99

70 cm

Euro 12,99 14,99 I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


Shop | CARROZZERIA

info: 347 8639688 - 0823 883355

Barra paraincastro

Euro 34,99

2100/2200/2300/2400 cm

Barra paraincastro verniciata bianca con alzata

Euro 89,99

2400 cm

Barra paraincastro Inox Fiore Completa

composto da: 2 fanali 7 funzioni, 2 fanali targa, 1 paraurto inox fiorettato

2300/2400 cm

paraurti tappo inox

Euro 129,99

Euro 79,99

paraurti tappo plastica

Euro 69,99

Barra paraincastro Inox Fiore con Alzata Completa

composto da: 2 fanali Europoint 1 serie, 2 fanali targa, 1 paraurto inox smussato

Le tabelle rimorchio non sono comprese nel kit

Paraurti inox

2400 cm

Euro 189,99

Euro 119,99

Barra paraincastro DAILY completa

da 2000 cm

Euro 114,99

SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

81 Dicembre 2016


Shop | COMPONENTI ELETTRICI Fanali targa rosso c/lampadina

Fanale Europoint seconda serie

Euro 49,99

Fanali targa nero c/lampadina

Euro 7,99

Euro 7,99

Fanale

www.freeservices.it

Fanale Europoint prima serie

Gemma

Fanale

Euro 34,99

Euro 24,99 Euro 7,99

Gemma

Fanale Rimorchio Drop

Euro 39,99

Euro 59,99

Fanale Posteriore Mercedes c/ luce targa

Fanale Daily 2009

Euro 44,99

Euro 34,99

Ingombro laterale 45°

Ingombro laterale 90°

Euro 9,99

Euro 9,99

FREESERVICES MAGAZINE

5 funzioni

Fanale

Gemma

Euro 9,99

Euro 3,99

Fanale posteriore 7 funzioni

Fanale Posteriore Daf/Nissan/Renault

82 

Fanale posteriore

Fanale

Gemma

Euro 19,99

Euro 6,99

Fanale Ecopoint c/ triangolo

Euro 34,99 Fanale Universale rimorchi

Euro 99,99 Superpoint corto dritto B/R

Euro 9,99 I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


Shop | COMPONENTI ELETTRICI

info: 347 8639688 - 0823 883355

Ingombro laterale a led 90 °

Ingombro laterale a led 45 °

Euro 24,99

Euro 24,99

Superpoint corto dritto a led

Ingombro laterale 60°

Euro 19,99

Euro 22,99

Luce ingombro rosso a led Aspock 12/24 c/cavo

Euro 11,99

bianco/rosso/arancio

Cornetto dritto a led

Euro 19,99 Luce ingombro a led B/R

con cavo 50cm

Euro 19,99

Ingombro rosso a led

Ingombro bianco a led

12x24

12x24

Euro 9,99

Segnalatore ingombro 1 Led bianco 12/24 V

Plafoniera 8 led a vite140x25 cm

con cavo da 50 cm Cobo

Euro 9,99

Euro 22,99

Luce ingombro 12/24 a Led

Fanale laterale a led 140x25

Euro 9,99 Fanale laterale a 4 led adesivo e a vite: 140x25 cm

bianco

rosso

Euro 14,99

Euro 12,99

Fanale ingombro aspock

95x30

bianco

Euro 14,99 arancio

Euro 9,99 rosso

Euro 14,99

con cavo 50 cm Aspock

SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

Euro 10,00

Euro 11,99 83 Dicembre 2016


Shop | COMPONENTI ELETTRICI Fanale laterale a led

www.freeservices.it

Fanale laterale a led

Fanale laterale a led

Euro 8,99

Euro 11,99

Euro 19,99

Fanale terzo stop

Plafoniera multiled

Plafoniera 8 led

Euro 34,99

Euro 22,99

Ingombro laterale arancio

Ingombro bianco a led

Euro 4,99

Euro 3,99

Euro 11,99

Faro prox. prof. bianco

Faro lavoro di profonditĂ

Fanale laterale c/viti

Euro 13,99

Euro 19,99

Euro 4,99

Faro lavoro rettangolare

Faro lavoro quadrato

Faro lavoro rotondo con griglia

Euro 19,99

Euro 19,99

Euro 19,99

115x43

12/24 V

adesivo 140x25 cm

12/24 V

a vite140x25 cm

adesiva140x25 cm

adesivo e a vite: 15 cm

Euro19,99 Fanale lat. led arancio 115x43

178x86

84 

FREESERVICES MAGAZINE

c/viti 110x40

12/24 c/cavo

110x40

I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


Shop | COMPONENTI ELETTRICI

info: 347 8639688 - 0823 883355

LAMPADA PY21W

LAMPADA P21W

LAMPADA P21/5W

LAMPADA C5W siluro

conf. 10 pz.

conf. 10 pz.

conf. 10 pz.

conf. 10 pz.

Euro 1,49/cad.

Euro 2,49

Euro 2,99

Euro 2,89

gialla 24V

1 filamento goccia zoccolo BA15s potenza nominale W21 24V

2 filamenti zoccolo BAY 15dpotenza nominale W21/5 24V

zoccolo SV 8,5 potenza nominale W5 24V.

LAMPADA W3W

LAMPADA W5W

LAMPADA W5/1,2W

conf. 10 pz.

conf. 10 pz.

conf. 10 pz.

Euro 2,53

Euro 2,29

Euro 2,19

LAMPADA T4W

zoccolo BA9s Potenza nominale W4 24V

LAMPADA R10W

1 filamento sfera zoccolo BAY 15s potenza nominale W10 24V

LAMPADA R5W

conf. 10 pz.

conf. 10 pz.

conf. 10 pz.

Euro 2,29

Euro 2,99

Euro 1,99

LAMPADA B8,5d

LAMPADA H21W

LAMPADA H1

Euro 3,89/cad

Euro 2,49

tuttovetro

zoccolo W2,1x9,5d potenza nominale W5 24V

zoccolo B8,5d

zoccolo W2x4,6d potenza nominale W1,2 24V

1 filamento sfera Zoccolo BA 15S potenza nominale W5 24 V conf. 10 pz.

zoccolo BAY9s potenza nominale W21 24V

zoccolo P14,5s potenza nominale W70 24V

conf. 10 pz.

Euro 4,59 LAMPADA H3

LAMPADA H4

LAMPADA H5

LAMPADA H7

Euro 2,09/cad

Euro 2,49/cad

Euro 3,49/cad

Euro 3,49/cad

zoccolo PK22s potenza nominale W70 24V

zoccolo p43 t-38 potenza nominale W75/70 24V

SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

zoccolo P45t potenza nominale W75/70 24V

zoccolo PX 26d 24 V

85 Dicembre 2016


Shop | COMPONENTI ELETTRICI

www.freeservices.it

Spirale elettrica 7 poli

Spirale EBS 7 poli

ISO 3731

ISO 1185

Euro 17,99 Batteria

Euro 39,99 120AH

Euro 119,99

70 AH

Euro 74,99

180AH

100AH

Euro 129,99

Euro 89,99

200AH

110AH

Euro 144,99

Euro 99,99

225AH

Euro 190,00

Compressore Fini 90 lt

230x3,2 A30 RBF

Euro 1,99/cad. Disco Ima TF

115X3,2X22,23A30RBF

Euro 0,99/cad. 86 

FREESERVICES MAGAZINE

Euro 259,99

Saldatrice

Kit Saldatrice

Euro 289,99

Euro 54,99

Euro 289,99 Disco Ima TF

Avviatore portatile 12/24 V

Disco Ima SF

Disco lamellare

230x6.5x22,23A24PBF

ALN 115 - gr 60/80

Euro 2,49/cad.

Euro 1,79/cad.

Disco Ima Gold TF 115x1,6X22,23 A46RBF

Euro 0,99/cad.

Disco lma SF

115x6,5x22,23A24PBF

Euro 1,19/cad. Disco Ima Gold TF 230x2x22,23 A46SBF

Euro 1,99/cad. I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


Shop | GRASSI

info: 347 8639688 - 0823 883355

Ingrassatore per cartucce

ENI MP Grease 600 gr

400/600 gr

Cartuccia a 400 gr

Euro 19,99

Euro 6,99

Grasso per cuscinetti

20 Kg

Euro 110,00

Repsol grasa Litica

5 Kg

Euro 4,99

Repsol Grasa litica MP2

49,99

Grasso Blitz per cuscinetti

20 Kg

18/45 Kg

180 Kg

Euro 99,99/cad

Euro 3,80/ Kg

Pompa per grasso

Ingrassatore a barile

Pompa olio

16 Kg

12 Kg

Euro 49,99

Euro 69,99

Euro 54,99

Chiave svitafiltro

Travasatore

Pompa travaso olio

barile da 16 Kg, completo di tubo flessibile, rubinetto e tubetto rigido

olio a catena

Euro 5,99 SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

Euro 3,50/ Kg

portata 30 lt/min.

Euro 6,99

Euro 29,99 87 Dicembre 2016


Shop | LAVAGGIO

www.freeservices.it

Shampoo Brillo

Shampoo + cera Brillo lux

5 Kg

5 Kg

Euro 4,99

Cleantes

Detergente per tappezzeria 1 Kg

Euro 2,99 5 Kg

Euro 9,99

Euro 11,99 10 Kg

Euro 19,99

25 Kg

10 Kg

25 Kg

10 Kg

Euro 14,99

Euro 7,99

Euro 34,99

Euro 17,99

25 Kg

Euro 39,99

Nero gomme

Sgrassante bicomponente concentrato

Free wash Super Clean

Bicomponente concentrato ad elevato potere sgrassante

5 Kg

5 Kg

1 Kg

Euro 7,99

Euro 8,99

Euro 2,99

Free wash II Bistrato

Lucidante per pneumatici

25 Kg

10 Kg

25 Kg

10 Kg

5 Kg

Euro 24,99

Euro12,99

Euro 29,99

Euro14,99

Euro 8,99 Euro 14,99

Free cem Decrost

Nebulizzatore per detergente

Free acciaio

decementante concentrato ad azione rapida

10 Kg

disincrostante per la pulizia di acciao - inox e superfici in alluminio

5 Kg

Euro 7,99 25 Kg

Euro 24,99

10 Kg

30 Kg

Euro 12,99

Euro 48,99

Super sgrassante concentrato

10 Kg

Spugna poro largo 21,5x12x6 cm

Euro 19,99 Spugna 16x10 cm

prestazioni professionali

Euro 114,99 da 25 Lt. Euro 169,99 da 50 Lt. Euro 349,99 da 100 Lt.

5 Kg

Euro 19,99

Euro 1,99

Lancia idropulitrice Lancia nebulizzatore

completa di pistola e ugello

90 cm

Euro 0,99 Tubo alta pressione per idropulitrice da 400 bar

Nebulizzatore carrellato 24 Lt. RAASM

da 10 mt

Euro 49,99 da 15 mt

Euro 74,99 120 cm

da 20 mt

Euro 49,99 88 

FREESERVICES MAGAZINE

Euro 19,99

Euro 99,99

Euro 134,99 I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


Shop | LAVAGGIO

info: 347 8639688 - 0823 883355

Deo san

Neutralizza i cattivi odori, donando una profumazione fresca flacone 1 kg

Detergente per superfici vetrose

Guanto lavaggio

Pasta lavamani

flacone 1 kg

c/ spruzzino

Euro 2,99

Crystal

c/ spruzzino

Euro 2,49

Euro 1,99

Euro 1,49

Euro 4,99

Bobina carta 800 strappi

Spatola asciugavetro

Euro 9,99

Euro 6,99

Euro 2,99

Asta allungabile

Spazzola idrobrush

HAND SOAP Sapone lava mani

1 Kg

5 Kg

in pura cellulosa 2 rotoli

Euro 5,99

Euro 1,99

Supporto a cavalletto

per bobine di carta

5 Kg

fino a 260 cm

Pulivetro professionale

Euro 19,99 Pistola soffiaggio con tubo aspirale 5mt

setola morbida

Euro 15,99

Spazzolone idrocar sintetico

Euro 9,99

Pelle Sintetica universale

Euro 3,49

Euro 11,99

Euro 10,99

Asta per spazzola idrocar

Imbuto flessibile

Euro 9,99

Euro 3,99

Euro 19,99

Lucida cruscotto 600 ml

misura 180 cm

Pelle semi Sintetica Panni micro fibra

Euro 4,99

SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

Euro >>>>

Euro 2,49 Pelle Microfibra

Euro 12,99 89 Dicembre 2016


Olio idraulico

Shop | LUBRIFICANTI

www.freeservices.it

Eni Sigma Monograde 10W 20

SUPER OFFERTA ENI Hydroil GF 32/46/68 20 lt

205/1000 lt

Euro 2,40/lt

Euro 1,99/lt

20 lt

Olio motore Olio motore

Eni Sigma Top 10W40 E4/E7

Eni performance 10W40 E4 20 lt

205/1000 lt

20 lt

205/1000 lt

Euro 3,40/lt

Euro 2,99/lt

Euro 3,65/ lt

Euro 3,45/lt

Eni performance E7 15W 40

Eni Sigma Top

Eni performance

Olio motore

Euro 2,50/lt

Euro 3,35 lt

SUPER OFFERTA

Olio motore

205/1000 lt

15W40 E3

5W30 E4/E5/E7

20 lt

205/1000 lt

20 lt

205/1000 lt

20 lt

205/1000 lt

Euro 2,95/ lt

Euro 2,55/lt

Euro 3,25/ lt

Euro 2,85/lt

Euro 4,75/ lt

Euro 4,35/lt

Eni Sigma Top MS

Eni Sigma Top MS

Eni Sigma Top MS

15W40 E7/E9

10W40 E6/E7/E9

5W30 E7/E5/E4

20 lt

205/1000 lt

20 lt

205/1000 lt

20 lt

205/1000 lt

Euro 3,35/ lt

Euro 3,20/lt

Euro 4,10/ lt

Euro 3,75/lt

Euro 5,15/ lt

Euro 4,65/lt

Mobil Delvac MX

Mobil Delvac XHP ESP

5W30

15W40

E9

10W40

E7

Mobil Delvac XHP LE

20 lt

208/1000 lt

20 lt

208/1000 lt

20 lt

208/1000 lt

Euro 4,65/ lt

Euro 4,25 /lt

Euro 3,60/ lt

Euro 3,15 /lt

Euro4,35/ lt

Euro 3,95 /lt

90 

FREESERVICES MAGAZINE

I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


Shop | LUBRIFICANTI

info: 347 8639688 - 0823 883355

Eni Rotra 85W 140

Mobilube 1 SHC

Eni Rotra ATF II D

20 lt

205/1000 lt

Euro 3,40/ lt

Euro 3,10/lt

Eni Rotra 75W 80

20 lt

Euro 3,40/ lt

205/1000 lt

208 lt

Euro 3,10/lt

Euro 6,95/lt

Eni Rotra LSX 75W 90

20 lt

205/1000 lt

Euro 4,75/ lt

Euro 4,35/lt

20 lt

Euro 6,40/ lt

SUPER OFFERTA

Eni Rotra 80W 90 GL5 205/1000 lt

20 lt

205/1000 lt

Euro 5,99/lt

Euro 3,40/ lt

Euro 3,10/lt

Eni performance 15w40 - 1lt E3

Eni Rotra ATF II D 1lt

Eni Sigma top 5w30 -1lt

Euro 5,10

Euro 6,50

Euro 6,30

Eni Hydroil 68 - 5lt

Eni Hydroil 46 - 5lt

Speed Synth 1lt - 10w40

Euro 4,60

Euro 3,45

Euro 4,50

Repsol Extra rosso 1 lt

Repsol Blu 1lt

Dot 4

Euro 3,45

Euro 3,15

Euro 4,15

SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

liquido freni 1 Kg

91 Dicembre 2016

Olio cambio e trasmissione

75W90


Shop | PNEUMATICI

www.freeservices.it

315/80 R 22.5 KMAXS 315/80 R 22.5 KMAXD 315/80 R 22.5 FUELMAX S 315/80 R 22.5 FUELMAX D

Euro 355,00 Euro 360,00 Euro 355,00 Euro 360,00

385/65 R 22.5 KMAXT

Euro 345,00

315/80 R 22.5 X Line Energy 315/80 R 22.5 X Multyway 3D 385/65 R 22.5 X Energy XT 385/65 R 22.5 X MultiF

315/80 R 22.5 FW01 EURO 350,00 315/80 R 22.5 TW01 EURO 355,00 315/80 R 22.5 FH01 EURO 330,00 315/80 R 22.5 TH01 EURO 335,00 315/80 R 22.5 FH88 EURO 305,00 315/80 R 22.5 TH88 EURO 305,00 385/65 R22.5 ST 01 EURO 305,00 385/65 R22.5 FH 01 EURO 355,00

Euro 440,00 Euro 440,00 Euro 440,00 Euro 440,00

Cerchi in ferro compreso valvola

11.75 R22.5

Euro 70,00

385/65 R 22.5 CARGO C4

Euro 250,00 315/80 R 22.5 ORJACK 04

9 R22.5

Euro 65,00

Euro 255,00

Svita valvola

Sollevatore idraulico a bottiglia

confezione 10 pezzi

15 tn

Euro 6,99 92 

FREESERVICES MAGAZINE

Euro29,99

315/80 R 22.5 Ant. 315/80 R 22.5 Post. 385/65 R 22.5

Euro 180,00 Euro 195,00 Euro 205,00

13 R 22.5 Ant. 13 R 22.5 Post.

Euro 195,00 Euro 195,00

Sistema di gonfiaggio

20 tn

Euro 39,99

Euro 89,99 I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


Shop | PNEUMATICI

info: 347 8639688 - 0823 883355

Cingolo da neve

315/80 R 22.5 R249 315/80 R 22.5 M749 385/65 R 22.5 R249 385/65 R 22.5 R168

Euro 345,00 Euro 335,00 Euro 335,00 Euro 335,00

Euro 20,00 cad

Moltiplicatore di forza 7 bussole

Moltiplicatore di forza 1.68

Pneumatici ricostruiti a freddo 315/80 R22.5 anteriore - posteriore con carcassa

Euro 165,00 385/65 R22.5 con carcassa

Euro 155,00

Euro 79,99

Euro 39,99

Prolunga in plastica

Prolunga in gomma

Conf. 50 pezzi

Conf. 20 pezzi

Euro 50,00

Euro 14,99

Cerchio Alcoa

SCONTO EURO 15,00 PER RESO CARCASSA

Dura-Bright EVO 26mm 32mm

Euro 415,00

26mm 32mm

Spazzolato

Euro 280,00

No Dura-Bright

11.75x22.5 | ET.120

Dura-Bright EVO

Spazzolato

Kit Pulitura cerchi Alcoa

Euro 14,99

Cerchio Alcoa

9.00x22.5

Euro 400,00

Grasso per pneumatici 5Kg

26mm 32mm

Kit Dura Bright Spazzola + detergente

Euro 59,99 SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

Euro 24,99

Euro 320,00

26mm 32mm

Pistola gonfiaggio

Euro 19,99 93 Dicembre 2016


Shop | PRODOTTI CHIMICI

www.freeservices.it

Acqua demineralizzata

AdBlue cubo a rendere

1000 lt

Euro 0,25/ lt 6.000 lt.

Euro 0,28/ lt

Euro 0,19/ lt

3.000 lt

Euro 0,30/ lt 1.000 lt.

Kit erogazione AdBlue pistola+raccordo+tubo 5 metri

Euro 0,60/ lt 210 lt.

Euro 0,68/ lt 10/25 lt.

Pistola manuale Ad Blue

Attacco IBC Ad Blue

Euro 29,99

Euro 8,99

Euro 59,99 Tubo per Ad Blue

Euro 4,99/mt.

Antigelo cubo a rendere

Antigelo cubo a rendere giallo/rosso

Blu -20°

5 Kg Euro 2,60/Kg

5 Kg Euro 2,60/Kg

25 Kg Euro 2,30/Kg

25 Kg Euro 2,30/Kg

230 Kg Euro 1,85/Kg

230 Kg Euro 1,70/Kg

1000Kg Euro 1,50/Kg

1000Kg Euro 1,35/Kg

Set 12 cacciaviti con manico in magnesio

Set bussole 108 pezzi

Euro 19,99

Euro 69,99

94 

FREESERVICES MAGAZINE

Set chiavi da 6 a 32 25 pezzi

Euro 34,99 I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


info: 347 8639688 - 0823 883355

Motorsil D rosso gr 60

Motorblack gr 60

Euro 5,49

Euro 5,49

Detergente per contatti 400 ml

Euro 7,99

Help silicone spray 400 ml

Svitol spray ml 400

Euro 4,99

Grasso spray da 400 ml.

Shop | PRODOTTI OFFICINA Sistem protettivo motore 400 ml

Euro 6,49

Schiuma espansa 750 ml

Euro 3,99

Sbloccante e lubrificante da 400 ml.

Euro 2,49

Serie chiavi USAG 280 LTS/S9

Euro 24,99

Serie chiavi USAG 285 DE/S9

Euro 54,99

Euro 2,99/cad

Serie giraviti 092 USAG SH8

Euro 44,99/cad

Valigetta giraviti USAG 322 SH10

Euro 34,99

SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

Euro 2,49/cad

Borsa avvolgibile USAG 630

Euro 89,99

Valigetta giraviti USAG 322 SH7

Euro 24,99

Antislittante per cinghia 400 ml

Euro 6,99

Help grasso spray

Euro 3,40

Cassetta bussola 606 1/2 A1

Euro 184,99

Carrello sotto auto

Euro 29,99

Kit 3 pinze USAG 150A/SE

Euro 54,99 95 Dicembre 2016


Shop | PRODOTTI OFFICINA Pinza regolabile USAG 180C250

www.freeservices.it

Pinza semiautomatica USAG 180B 250

Cassetta EXPERT 764 1/4

Euro 24,99

Euro 29,99

Euro 89,99

Trapano BOSCH GSB 13

Trapano BOSCH GSB 16

Trapano BOSCH GSB 19

Euro 74,99

Euro 114,99

Euro 149,99

Smerigliatrice BOSCH

Smerigliatrice BOSCH professionale

GWS 660

GWS 22-230 LVI Professional

GWS 850 C

Euro 59,99

Euro 69,99

Avvitatore Bosch GSR

Euro 139,99 KIT accessori 32 pezzi

Euro 14,99

Smerigliatrice professionale

Euro 99,99

Trapano Avvitatore Bosch GSB 10,8-2-LI completo di 39 accessori

Euro 134,99 Euro 14,99

Trapano Avvitatore Bosch GSR 18-2-LI PLUS 2x2,0 AH

Multicutter Bosch GOP 2000 CE

Termosoffiatore Bosch

Euro 225,00

Euro 139,99

Euro 69,99

96 

FREESERVICES MAGAZINE

completo di accessori

I PREZZI SI INTENDONO IVA ESCLUSA


Shop | PRODOTTI OFFICINA

info: 347 8639688 - 0823 883355

Seghetto alternativo BOSCH GST 150 CE

Pistola incollatrice BOSCH GKP 200 CE

Pistola aria canna corta

Euro 169,99

Euro 99,99

Euro 6,99

Pistola aria canna lunga

Portalampada portatile

Kit accessori pneumatici 5 pezzi

Roll tubo olio

Euro 6,99

Euro 29,99

Euro 29,99

Euro 29,99

Cassetta portautensili

diametro 10mm lunghezza 16+2 mt pressione 20 bar

nera 4,8x250

Fascette in nylon bianche / nere

Euro 3,49 nera 4,8x300

bianca 4,8x300

Euro 4,99

Euro 3,99

nera 4,8x370

Euro 5,99

bianca 7,6x292

Euro 5,99

nera 7,6x292

Euro 7,50

bianca 7,6x370

Euro 19,99

Lampada magnetica con batterie

Confezione 100 pezzi

nera 7,6x370

Euro 8,99

Euro 9,99

Pistola per siliconare

Morsa in acciaio

Euro 11,99

Euro 220,00

Euro 45,99

Cassetta portatile 6 scomparti

Euro 79,99 SHOW ROOM - Uscita Autostradale A1 Capua (Ce)

da 165 mm

Valigetta portautensili

Euro 20,00

Roll light

lunghezza 10 mt alimentazione 230 V

Euro 124,99

Valigetta in alluminio professionale

Euro 30,00 97 Dicembre 2016


98 

FREESERVICES MAGAZINE


PROMOZIONE DAL 01 AL 31 DICEMBRE

€ 730,00

€ 4.500,00

TRANSPALLET CON BILANCIA

STOCCATORE 1000 KG

TRANSPALLET 14 QUINTALI

NUOVO DI FABBRICA

NUOVO DI FABBRICA

NUOVO DI FABBRICA

PRODOTTO ITALIANO IVA ESCLUSA

€ 970,00

€ 2.450,00

ALTEZZA 1600 MM IVA ESCLUSA

IVA ESCLUSA

TRANSPALLET INDUTRIALE

TRANSPALLET 13 QUINTALI

LAVASCIUGA INDUTRIALE

NUOVO DI FABBRICA

NUOVO DI FABBRICA

NUOVO DI FABBRICA

IVA ESCLUSA

€ 2.450,00

€ 2.220,00

IVA ESCLUSA

PRODOTTO ITALIANO IVA ESCLUSA

SPEDIZIONE IN TUTTA ITALIA USATO PRIMA MANO GARANTITO | SERVICE NAZIONALE

€ 6.500,00

MULETTO 13 QUINTALI

RETRATTILE 14 QUINTALI

STOCCATORE 12 QUINTALI

TRANSPALLET 16 QUINTALI

USATO PRIMA MANO

USATO PRIMA MANO

USATO PRIMA MANO

USATO PRIMA MANO

ANNO 2012

ANNO 2010

IVA ESCLUSA

€ 7.750,00

IVA ESCLUSA

WWW.LOGCENTER.IT ZONA IND.LE CARINARO • CE •

€ 2.500,00

ANNO 2010 IVA ESCLUSA

€ 2.300,00

ANNO 2011 IVA ESCLUSA

081 501 62 92 INFO@LOGCENTER.IT

99 Dicembre 2016


100 

FREESERVICES MAGAZINE

Edizione Dicembre 2016 - Free Services Magazine  

Mensile di Informazione per il Settore dei Trasporti

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you