Page 1

94 

CASE-HISTORY/CASE-HISTORY

MERCATI E STATISTICHE/MARKETS AND STATISTICS

MARMOMACC 2016

THE GLOBAL VOICE OF THE NATURAL STONE SECTOR

Marmomacchine Servizi Srl - Corso Sempione 30 - Milano 20154 - ITALY - Trimestrale - Poste Italiane Spa - Sped. in A.P. D.L. 353/03 (conv. in L. 27.02.04, n° 46), art. 1, c. 1, - LO/MI - Luglio / Settembre 2016 - Anno 24°

NEWS SETTORIALI/SECTOR NEWS

Givin ng the bes st... because we are. 0% 10 LASLY L TA DEDE IN I 





MA

www.dellas.it

Hall 7 - Stand C2


www. s a g eva n m a r m i .co m


BUCINE BLUESTONE® PIETRA EXTRA DURA DEL BUCINE® FROM TUSCANY

BERTI SISTO & C

represented in USA and CANADA by

12240 SW 53rd Street, Suite 507 - Fort Lauderdale, FL 33330 Ph: + 1 954 252 9989 - info@creativetilemarketing.com


Boart & Wire e, a company specialized in th he pro oduction of diamond toolss with a worldwide leade ership in the multiwire e ap pplication, was fo ound ded in n 2005 and curre rre ently is work king with major man nufacture ers of machiner ery fo for prro ocessing marble an nd gra a e. anit

Nowadays iss one of the leading international i compan nies in production of diamond wire, blades and circular bllades for cutting stone and it alllows h hundr eds of customers all over the world to benefit from un nbeatable performanc o e in a single solution. Bo oart & Wire offers a complete prroduct range: diamond d wire and diamond circular blad des for marble and granite and diamond d blades. B rt & Wir Boart i e provides id an high hi h quality qualli products d and d a qualified lifi d technic h i all staff ff abl ble to foll llow the he custom o rs sinc ome s e the first phas ase of installation. llatio tion. The mai main p production n site iss continuously expanding xpand di g over ding er the years, strengthen ening their production oduc with branches anche in strategic areas such as Brazil, In India, dia, Taiwan a an nd Argentina.

ITAAL IT ALYY

Far ara Vicen cen entino

IND IND IN NDIA D

B g lore Bangalor

BRASILL Vitรณriaa

ARGENTIN AR G GENTINA NNAA B enos Ai Bue Buenos Air ires e

Via Astico 40 - 36030 Fara Vicentino (VI) - ITTAL ALY Teel. +39 0445 1744139 - Fax +39 0445 1744237

www.boartandwire.com

TAIWAN TA WAN Huaalien


MU ULTIWIRE MOONOWIRE QUARRY BLADE CIRCULAR BLADE


444Ç˝$/2--,1,0 ,*/*&Ç˝ ,*

Gruppo Tosco Marmi E po Ex p rrtt Dep parrtm men nt

Via Vi a To T ri rino no 23, no 3 28886 2886 8655 Do D mo m do doss s ol ss o a - VB V (It Ital ally) y) Teel. T l 003 039. 9.03 9. 03324 2 .4481 8148 4 1 48 Fax. Fa x 003 x. 0 9..003324 24.2 .243 .2 4 64 43 6488 E-ma Email ma ill: in nfo fo@g @g @ grru upp pot otos ossco oma marm rmi.i.i.it it


VERONA MARMOMACC 2016 Area esterna 9 - Stand 501-505

DISCOVER THE PALISSANDRO LANDSCAPE

Il Gruppo Tosco Marmi nasce nel 1960 e comprende al suo interno varie aziende specializzate nell’estrazione, nella trasformazione e nel commercio di marmo e granito. Di proprietà del Gruppo è l’unica cava esistente al mondo di Marmo Palissandro, un materiale particolarmente prezioso con un’infinita varietà di venature e colori che lo rendono semplicemente unico. Fanno parte della gestione del Gruppo anche cave di Serizzo Formazza e Serizzo Antigorio, così come una cava di marmi grigi situata a Suvereto, in Toscana. Per la lavorazione di tutti i marmi il Gruppo si è infine dotato di una segheria e di un laboratorio ampiamente attrezzati.

The Tosco Marmi Group has been established in the 1960 and it is composed of different societies specialized in quarrying, manifacturing and trading marble and granite. It is the owner of the unique Marble Palissandro quarry existing all over the world. This is a particularly precious material with an infinitive variety of veining and colors that make it really one of a kind. Our Group also manages quarries of Serizzo Formazza, Serizzo Antigorio and a quarry of Grey Marbles situated in Suvereto, Tuscany. For manufacturing all these materials we’re equipped with a sawmill and a laboratory too.

"!ƛ& " Tosco Marmi spa Via Pisana, 47 - 50021 Barberino Val d’Elsa - Firenze (Italy) Tel. 0039.055.8078170 - Fax 0039.055.8078063 E-mail: info@gruppotoscomarmi.it 444ǽ$/2--,1,0 ,*/*&ǽ ,*


contents NOTIZIE ED EVENTI DAL MONDO DEL MARMO. NEWS AND EVENTS FROM THE WORLD OF STONE.

120 Speciale Assemblea 2016 General Assembly 2016

Assemblea generale Confindustria Marmomacchine 2016: a Milano per progettare l’associazionismo del futuro. / 2016 Confindustria Marmomacchine general assembly: in Milan to plan the association’s future.

138 Top Speaking Top Speaking

Managing editor: Flavio Marabelli info@assomarmomacchine.com

151 Case-History

Simec, Landi Group Tre Emme, Pedrini, Al Nasr Marble, CO.ME.S., Barsanti Macchine, Donatoni, Prometec, Prussiani Engineering, BM, Nicolai Diamant, Pellegrini, T&D Robotics, Breton, Atlas Copco, Barsanti Macchine by Isim, Gimco - Smile Stone, Prometec, Officine Marchetti, QD Robotics, Helios Automazioni, MKS Makina Mermer, Schneider Electric

194 Carrarafiere Informa Carrarafiere News

CarraraMarmotec: una buona edizione 2016 e nuove iniziative a base di business, architettura e design nell’anno di passaggio verso il 2018. CarraraMarmotec: a good edition in 2016 and many new initiatives to promote business, architecture and design in the transition year to 2018.

202 Partecipazioni fieristiche Fairs participations

India Stonemart - Xiamen Stone Fair World Stone Fair Indobuildtech - Middle East Stone

212 Members

Elenco degli Aderenti a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE. List of the Members of the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Association. DIAMANT BOART.............................75 DIMER.............................................51 DIMPOMAR .....................................59 DONATONI MACCHINE .....................61 D WIRE.......................................54,55 ELANTAS .......................................107 FIERA BAU ......................................83 FIBRA..............................................45 FILA ................................................21 FRACCAROLI & BALZAN..................I.P. FRANCHI UMBERTO MARMI.........IV COV. FSE ...............................................111 GIMCO - SMILE STONETECH ..........101 GMM ..........................................17,19 HELIOS AUTOMAZIONI ...................127 IGUS................................................39 INTEREXPO ...................................198 INTERMAC.......................................53 ISEP..............................................115 LANDI GROUP.............................40,41

Givin ng the bes st... because we are. 



 0% 10 LASLY L A EL DE

T NI EI DE D MA

Hall 7 - Stand C2 www.dellas.it

Editorial staff: Arch. Raimondo Lovati direzione@assomarmomacchine.com Pasqualino Pietropaolo info@assomarmomacchine.com Advertising coordinator: Donatella Alzetta alzetta@assomarmomacchine.com

Tenax, Officine Marchetti

AL NASR MARBLE .....................8,9,49 AL SHANFARI MARBLE....................49 ATAL ...............................................31 ATLAS COPCO..................................85 BARSANTI MACCHINE BY ISM.........47 BELLINZONI.....................................77 BERTI SISTO......................................1 BM..................................................50 BOART AND WIRE ..........................2, 3 BRETON.............................................7 BROCCO EMILIO EREDI-CAVA GAMMA....29 BURSA MARBLE BLOCK FAIR ........113 CAUCCI MARBLE ...........................105 CLASSIC MARBLE COMPANY...........71 COBANLAR...............................III COV. CO.FI.PLAST ....................................25 CO.ME.S. ....................................10,11 C.M.S. .............................................87 DAL FORNO .....................................23 DELLAS ......................................I COV.

Marmomacchine International is published quarterly by Marmomacchine Servizi Srl Corso Sempione 30 - Milan 20154 - ITALY Tel. + 39 02 315360 - Fax + 39 02 315354 E-mail: info@assomarmomacchine.com

THE GLOBAL VOICE OF THE NATURAL STONE SECTOR

014 Newsbook

94



Marmomacchine Servizi Srl - Corso Sempione 30 - Milano 20154 - ITALY - Trimestrale - Poste Italiane Spa - Sped. in A.P. D.L. 353/03 (conv. in L. 27.02.04, n 46), art. 1, c. 1, - LO/MI - Luglio / Settembre 2016 - Anno 24

LUGLIO-SETTEMBRE 2016

Accountancy office: Elisa Cavalmoretti amministrazione@assomarmomacchine.com English translation: Chama Armitage Rogate Graphic design and typesetting: Negro Stefano info@studio-grafico-negro-stefano.it Printing: Fotolito Star (Bergamo) All rights for any form of reproduction or translation of content are reserved. The reproduction of an article or of part of it without the consent of the publisher is forbidden. Any manuscripts, photographs or other material received will not be returned even if published. The publisher assumes no responsibility for opinions expressed in editorial articles or advertisements. Articles in standard type / Advertising features in italics. Marmomacchine Servizi s.r.l. under Article 2 paragraph 2 of the Code of Ethics relating to the processing of personal data in the exercise of journalism, disclose the existence of a database

LUPATO ...........................................81 MARBLE FAIR................................150 MARINI QUARRIES GROUP ....RISG. ANT. MARMI BRUNO ZANET ....................93 MARMI GHIRARDI ...........................89 MARMI LAME.............................12,13 MARMOMACC ...............................127 MEDI STONE - ALKAN MARBLE .....119 MKS MAKINA MERMER.................200 MOLLIFICIO APUANO .....................123 NATURAL STONE SHOW ..........136,137 NEW POLARIS LUX............RISG. POST. NICOLA FONTANILI .....................32,33 NICOLAI DIAMANT.........................109 ODONE MARMI................................65 OFFICINE MARCHETTI ............103,144 OFF. MECCANICHE GARRONE...........73 O.M.G. - TOSCO MARMI .................4, 5 O.S.M. PORTUGAL............................95 PALMERIO.......................................97

Front Cover: Dellas produce: Filo Diamantato Lame Diamantate Dischi Diamantati Utensili da Calibratura e Lucidatura Utensili per macchine a controllo numerico

Dellas produces: Diamond wires Diamond blades Diamond discs Calibrating and polishing tools Tools for numerical control machines DELLAS S.p.A. Via Pernisa 12 37023 Lugo di Grezzana (VR) - Italy Tel. +39 045 8801522 Fax +39 045 8801302 email: info@dellas.it - www.dellas.it

of personal editorial use at headquarters in Milan, in Corso Sempione 30. Those interested can contact the owner of data processing at the above place to exercise the rights provided by Law No 675/96. Postage A.P. - 45% - art. 2 comma 20/b legge 662/96 - Milan Authorization n. 14, 16-01-93 High court of Milan National Press Register n. 2993 (9-1-1991) “Periodicals postage is paid at Rahway, N.J. MARMOMACCHINE INTERNATIONAL USPS No.: 017-157 is published in March, June, September, December by MARMOMACCHINE SERVIZI SRL Annual subscription rate: euro 5,00.

PEDRINI ..........................................67 PELLEGRINI.....................................43 PROMETEC....................................100 PRUSSIANI......................................91 PULITOR..........................................69 QD ROBOTICS................................117 SA.GE.VAN ................................II COV. SARDEGNA MARMI S.IM.IN. ..........224 SCHNEIDER ELECTRIC .....................57 SIMEC ........................................35,37 STONEMART..................................201 T&D ROBOTICS..............................149 TENAX......................................99,138 TIRRENA .........................................79 VITÓRIA STONE FAIR .............142, 143 XIAMEN STONE FAIR ..............192,193 WINOA ITALIA .................................63 WIRES ENGINEERING.......................27

advertisers


NOTIZIE ED EVENTI DAL MONDO DEL MARMO NEWS AND EVENTS FROM THE WORLD OF STONE

14

a cura di Raimondo Lovati, Pasqualino Pietropaolo e Flavio Marabelli

RINNOVATO IL CCNL LAPIDEI INDUSTRIA Lo scorso 28 giugno 2016 è avvenuta la sottoscrizione dell’ipotesi di accordo di rinnovo del ccnl del 3 maggio 2013 applicabile per i lavoratori dipendenti da aziende esercenti l’attività di escavazione e lavorazione dei materiali lapidei, ghiaia, sabbia e inerti. L’ipotesi di accordo di rinnovo è stata sottoscritta tra CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, A.N.E.P.L.A., quali parti Datoriali, e le OO.SS. Feneal-Uil, Fillea-Cgil e Filca-Cisl. Il confronto era iniziato nel mese di dicembre 2015 sulla base della piattaforma presentata dalle OO.SS. di categoria e dopo un complesso e articolato confronto l’Accordo è stato raggiunto senza agitazioni sindacali né scioperi e con soluzioni e oneri aziendali molto inferiori alla totalità delle numerose richieste presentate dalle OO.SS, come è possibile evincere dalla nota di commento analitico diffusa da CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE. L’Accordo di rinnovo del CCNL entra in vigore il 1° aprile 2016 ed avrà durata fino al 31 marzo 2019. Le tabelle relative agli aumenti contrattuali ed ai nuovi minimi e alle varie scadenze, possono essere richieste da tutte le Aziende interessate scrivendo a direzione@assomarmomacchine.com

THE NATIONWIDE COLLECTIVE LABOR CONTRACT FOR THE STONE SECTOR RENEWED On June 28 a proposal was made to renew the collective labor contract signed on May 3, 2013 applicable to employees of companies extracting and processing stone materials, gravel, sand and inert materials. The agreement proposal was signed by Confindustria Marmomacchine and A.N.E.P.L.A. as management associations and by the FeneallUIL, Filliea-CGIL and Filca-CISI labor unions, Bargaining began in December 2015 on the basis of the platform presented by the labor unions and after complex and well-defined arbitration an agreement was reached without any union agitation or strikes and with solutions and duties for management greatly inferior to the total of numerous demands made by the unions, as can be seen in the analytic comments issued by Confindustria Marmomacchine. Contract renewal covers the period from April 1, 2016 to March 31, 2019. The tables regarding contractual increases and new minimums and various due-dates can be requested from all interested companies from direzione@assomarmomacchine.com.


GIORNATA FOCUS IRAN SACE/CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

FOCUS ON IRAN DAY SACE/CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

Lo scorso 13 luglio si è svolta a Milano una giornata di approfondimento dedicata al mercato iraniano organizzata da SACE in collaborazione con CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE. L’evento, dedicato ad approfondire gli strumenti SACE e SIMEST a disposizione delle pmi del settore per operare al meglio nelle loro transazioni commerciali con gli interlocutori iraniani, è stato concepito anche quale attività propedeutica alla partecipazione fieristica collettiva alla IRSE Iran Stone Exhibition di Teheran svoltasi dal 18 al 21 luglio scorsi e organizzata da ICE-Agenzia in stretta sinergia con l’Associazione MARMOMACCHINE. A introdurre i lavori del seminario sono stati Simonetta Acri, Direttore Rete Domestica SACE, Flavio Marabelli, Presidente Onorario CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, Enrico Barbieri, funzionario di ICE Milano. A seguire le interessanti relazioni sul mercato iraniano da parte dei funzionari SACE e SIMEST che hanno sviscerato varie problematiche nell’operare sul mercato iraniano, quali ad esempio il problema delle autorizzazioni agli operatori locali da parte della banca centrale iraniana per l’ottenimento di lettere di credito, o l’esposizione dell’elenco delle banche iraniane già operative dopo la sospensione delle sanzioni dello scorso gennaio. Va infatti ricordato che negli anni delle sanzioni l'export italiano in Iran si è pressoché dimezzato, una perdita di quote di mercato di cui si sono avvantaggiati paesi come la Cina, anche se a livello italiano grazie alle tempestive missioni istituzionali di fine 2015 e seguenti ci si aspetta di tornare a un incremento di 3 miliardi di export nazionale, inteso come complessivo di tutti i settori, nei prossimi quattro anni. A livello settoriale nel primo trimestre del 2016 l’export di macchine e attrezzature lavorazione marmo made in Italy si è assestato sui sei milioni di euro circa, che fanno dell’Iran il quattordicesimo buyer a livello mondiale di tecnologie lapidee italiane. Un dato destinato in prospettiva a crescere molto a seguito della stabilizzazione delle relazioni tra Iran e resto del mondo e dell’impegno promozionale sul mercato da parte dell’Associazione e delle Istituzioni che lavorano con CONFINDUSTRIA MARMOMACHINE a supporto del comparto, una sinergia di cui la giornata di Milano presso la sede SACE è stata un bell’esempio così come l’importante e partecipata collettiva alla IRSE di Teheran.

July 13 in Milan was a day devoted to examining the Iranian market, organized by SACE together with Confindustria Marmomacchine. This event, dedicated to describing SACE and SIMEST instruments available to stone sector SME for optimal conduction of business transactions with Iranian companies, was also conceived as preparation work for the Italian group exhibit at the Iran Stone Exhibition (IRSE) held in Tehran last July 18 to 21 and organized by the ICE Agency in close collaboration with the Marmomacchine association. Opening remarks at the seminar were made by Simonetta Acri, Director of SACE’s Domestic Network, Flavio Marabelli, Honorary President of Confindustria Marmomacchine and Enrico Barbieri, ICE Milan official, who introduced the interesting reports on the Iranian market given by SACE and SIMEST officials that got to the heart of the various problems in working on the Iranian market, such as authorizations required from the Iranian central bank to permit local businesses to get letters of credit, along with a list of the Iranian banks back in operation after sanctions were lifted in January. And here it should be mentioned that, in the years that sanctions were in force, Italy’s exports to Iran were just about halved, a loss of market share that benefited countries like China, although, thanks to timely official missions in late 2015 and after, Italy is expected to increase its exports to Iran by 3 billion euros, in all sectors, over the next four years. Where the stone sector is concerned, in the first quarter of 2016 Italy’s exports of stone-working machinery and equipment to Iran had revenue of about 6 million euros, giving Iran fourteenth place among buyers of Italian stone technology. A figure that should considerably increase after stabilization of Iran’s relations with the rest of the world and thanks to the promotional work done by the association and the organizations working with Confindustria Marmomacchine in the sector’s interests. Fine examples of which were the Iran Day held at SACE headquarters in Milan and the Italian group exhibit at the IRSE in Tehran.

15


16

VINCENZO BOCCIA NUOVO PRESIDENTE CONFINDUSTRIA 2016/2020

VINCENZO BOCCIA NEW CONFINDUSTRIA PRESIDENT FOR 2016/2020

L'assemblea dei delegati di Confindustria dello scorso 25 maggio ha eletto l'imprenditore Vincenzo Boccia presidente della confederazione degli industriali italiani per il quadriennio 2016/2020. Salernitano classe 1964 e laureato in Economia e Commercio, Boccia è amministratore delegato dell'azienda di famiglia Arti Grafiche Boccia fondata 50 anni fa dal padre Orazio. Già Presidente dei Giovani e della Piccola Industria di Confindustria, Vincenzo Boccia ha ricoperto durante il mandato del Presidente Squinzi il ruolo di Vice Presidente con delega al Credito e al Fisco. Tra gli obiettivi dichiarati di Boccia fin dalla sua elezione quelli di riportare al centro del dibattito politico italiano la questione industriale, in una paese come il nostro capace di esprimere la seconda manifattura a livello europeo. Fattori centrali di crescita per la nostra industria sono un contesto economico nazionale che favorisca il fare impresa, e un esecutivo che potenzi provvedimenti per la crescita e lo sviluppo quali il superammortamento, la nuova Sabatini ma anche un bonus per l'efficienza energetica in edilizia che dia respiro a un settore chiave come quello delle costruzioni che è ancora preda della stagnazione. Ma gli auspici del neo Presidente di Confindustria sono anche nei confronti del tessuto imprenditoriale italiano, con un accento particolare sulla necessità di puntare sulla crescita dimensionale delle imprese, fattore chiave per competere su mercati internazionali sempre più sfidanti.

On May 25 the Confindustria delegates’ assembly elected businessman Vincenzo Boccia as president of the Italian manufacturers association for the four-year term from 2016 to 2020. Born in Salerno in 1964 and with a degree in business and economics, Boccia is CEO of his family’s printing company, Arti Grafiche Boccia, founded 50 years ago by his father, Orazio. Formerly president of Confindustria’s Young Entrepreneurs and Small Business associations, during president Squinzi’s term Boccia held the position of vice-president in charge of credit and fiscal policy. Among his declared aims since election is that of focusing Italian political debate on the industry issue in a country like Italy that is capable of ranking second Europe-wide in manufacturing. Essential to industrial growth in Italy are a nationwide economic context that favors business and an executive that strengthens measures for growth and development like “super-amortization”, the new Sabatini law and also a bonus for energy-efficiency in building that boosts a key sector like construction that is still a prey to stagnation. And the newly elected president of Confindustria also has hopes for the make-up of Italian business, with a particular accent on increasing company size, a key factor in being able to compete on ever-more-challenging foreign markets.

CUBA: AMPLIAMENTO DELL’AEREOPORTO DE L’AVANA

CUBA: ENLARGEMENT OF THE HAVANA AIRPORT

Dopo il disgelo nei rapporti con gli Stati Uniti, Cuba è tornata pienamente nel circuito dei mercati internazionali con opportunità sia commerciali che di investimento. È quanto emerso da una recente missione istituzionale governativa italiana in cui sono emerse le potenzialità del paese caraibico e il programma di infrastrutture cui il governo cubano sta mettendo mano, tra le quali vi è il progetto di ampliamento dell'aeroporto de L'Avana per un valore dell’opera di circa 500 milioni di euro. L’impresa italiana Astaldi, insieme a Ghell,a è stata preselezionata per e sta definendo un'offerta preliminare da presentare al Ministero dei Trasporti. L’eventuale gestione avverrebbe insieme al gruppo tedesco Fraport. Le stesse imprese sono state inoltre coinvolte nello studio due iniziative per la progettazione e realizzazione di strutture alberghiere e complessi turistici, per le quali di attende di ricevere la documentazione tecnica.

After the thaw in relations with the United States, Cuba has fully returned to the international market circuit with both business and investment opportunities. This was revealed by a recent official Italian government mission to explore the potential of the Caribbean country and learn about the Cuban government’s new infrastructure plans, including enlarging the Havana airport with work costing the equivalent of about 500 million euros. Italy’s Astaldi company, together with Ghell.a, was pre-chosen for the work and is currently defining a preliminary bid to submit to the Transport Ministry. Management will likely be entrusted to Germany’s Fraport Group. These companies are involved in studying two projects for designing and building hotels and resorts, for which they are waiting to receive technical documentation.


www.studiokey.it

BEYOND EXCELLENCE

gl3 gl5

CNC cutting centre CN2 Multi-spindle 3 cutting spindles, with 9 interpolated axis

CNC cutting centre CN2 Multi-spindle 5 cutting spindles, with 13 interpolated axis Please visit us at

Designed and patented by accessiblequality HALL 3 | STAND B1-B21 / C2-C22

ISO 9001:2008 - Certificato N°IT234871

Gmm S.p.A. Via Nuova, 155 - 28883 Gravellona Toce (VB) Italy Tel. +39 0323 849711 - Fax +39 0323 864517 gmm@gmm.it - www.gmm.it


18

SISMA: CONFINDUSTRIA E SINDACATI LANCIANO UN FONDO A SOSTEGNO DELLE POPOLAZIONI DEL CENTRO ITALIA

CONFINDUSTRIA AND LABOR UNIONS LAUNCH A FUND IN AID OF EARTHQUAKE VICTIMS IN CENTRAL ITALY

A seguito del devastante terremoto che ha colpito il Centro Italia lo scorso 24 agosto, CONFINDUSTRIA, CGIL, CISL e UIL hanno condiviso la creazione di un Fondo di solidarietà congiunto a favore delle popolazioni terremotate, un’iniziativa che CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE condivide e sostiene. In analogia con gli interventi concordati e svolti in precedenti occasioni, CONFINDUSTRIA e le Organizzazioni Sindacali vogliono promuovere la raccolta presso le Aziende di contributi volontari da parte dei lavoratori delle Imprese Associate che, tramite apposita delega, possono autorizzare la trattenuta dalla busta paga dell'equivalente di 1 ora di lavoro nel mese di settembre (o un mese successivo a discrezione di lavoratori/azienda). Le Imprese Associate interessate ad aderire all’iniziativa promuovendola presso i propri Addetti, si impegnano a devolvere a loro volta un contributo equivalente al montante complessivo delle ore che saranno devolute dai propri dipendenti, effettuando un versamento omnicomprensivo (sommatoria delle trattenute e del contributo aziendale conseguente). La raccolta fondi terminerà il 31 gennaio 2017. Per maggiori informazioni è possibile contattare la Segreteria CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE.

After the devastating earthquake that hit central Italy on August 24, CONFINDUSTRIA and the CGIL, CISL and UIL labor unions jointly set up a fund for the disaster victims, an undertaking in which CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE also participates. As in previous aid campaigns, CONFINDUSTRIA and the unions intend to collect funds voluntarily donated by member company employees who, using a special form, can authorize the detraction from their paychecks of the equivalent of an hour’s pay in September (or a subsequent month, at the discretion of the employees/company). Member companies wishing to participate in the fund drive and promote it among their employees are in turn committed to donating an amount equaling the total donated by their employees, made in a single payment (comprising employee and corporate donations). The drive will end on January 31, 2017. For more information, contact the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE secretarial office.

NUOVI ASSOCIATI CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

NEW CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE MEMBERS

Due nuove aziende che sono entrate a far parte all'Associazione Confindustriale di riferimento per il comparto italiano dei produttori di materiali lapidei e dei costruttori di macchine e attrezzature complementari: • PAVONI COSTRUZIONI MECCANICHE di Roma • VALENTINO MARMI & GRANITI di Grezzana (VR) L’ingresso di nuove Imprese in CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - che attualmente conta oltre 320 Soci costituisce un segnale di vitalità da parte del settore tecno-lapideo italiano e di valenza fortemente propositiva per l'Associazione, che vede ulteriormente confermato il proprio ruolo di rappresentante istituzionale degli interessi della filiera marmifera nazionale. L'elenco completo dei Soci CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, con scheda aziendale comprensiva di recapito, logo e descrizione della produzione aziendale, è disponibile online nell'Area "Associati" del sito web associativo www.assomarmomacchine.com, oltre che nella sezione "Members" presente su questa rivista e sul DIRECTORY Associativo 2016, sia nella versione cartacea che sul relativo supporto multimediale Usb.

Two more companies have joined the Confindustria system’s reference association for Italian producers of stone materials and makers of machinery and equipment to quarry and work them. • PAVONI COSTRUZIONI MECCANICHE, Rome • VALENTINO MARMI & GRANITI, Grezzana (VR) New memberships in CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE – which currently has more than 320 – are a sign of the vitality of the Italian techno-stone sector and the worthiness of the association, for which they mean further confirmation of its role as official representative of the interests of the country’s stone industry. A full list of CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE members – with company files containing addresses, logos and product descriptions – can be viewed at the “Associati” section of the association’s website (www.assomarmomachine.com) as well as in the “Members” section of this magazine and in the 2016 Directory, both printed and on multimedia USB pen drive.


BEYOND EXCELLENCE www.studiokey.it

zeda 39 CN2 Numerical control work center with 6 interpolated axes equipped with centre water feed motor use with mill and router type tools.

MAXIMUM BLADE DIAMETER MAXIMUM VERTICAL TRAVEL OF THE BLADE (Z AXIS) MAX ANGLE OF TILT HEAD (R AXIS) MAXIMUM BLADE ROTATION (W AXIS)

1300 mm (51”) 2000 mm (79”) -15°+105° 0° ÷ 370°

Please visit us at Designed by accessiblequality HALL 3 | STAND B1-B21 / C2-C22

ISO 9001:2008 - Certificato N°IT234871

Gmm S.p.A. Via Nuova, 155 - 28883 Gravellona Toce (VB) Italy Tel. +39 0323 849711 - Fax +39 0323 864517 gmm@gmm.it - www.gmm.it


20

ESPORTAZIONI DI GRANITO ANGOLANO IN AUMENTO

EXPORTS OF ANGOLAN GRANITE ON THE RISE

Le esportazioni angolane di pietre ornamentali sono aumentate di oltre il 40% nel rilievo statistico di giugno sul mese di maggio, generando un fatturato di 1,19 milioni di dollari. Secondo le informazioni del locale Ministero della Geologia e delle Miniere, l'aumento, in termini percentuali in linea con quello che è successo nei mesi precedenti, è dovuto a un maggior numero di aziende attive nell'esportazione di pietre ornamentali, in particolare di blocchi di granito. India, Cina, Spagna, Egitto, Polonia, Portogallo e Italia sono le principali destinazioni delle esportazioni di pietre ornamentali angolane, che fino a giugno hanno raggiunto il 38,7% dell'obiettivo annuo fissato dal governo. La produzione nel mese di giugno in Angola, ha raggiunto 5.261 metri cubi, in aumento del 4% rispetto a maggio. Ricordiamo che l'Angola è il più grande produttore di petrolio in Africa, ma ha dovuto affrontare dal 2014 una profonda crisi economica, finanziaria e valutaria a causa del calo del prezzo del barile di petrolio greggio nel mercato internazionale. Il governo però ha messo in atto un piano per diversificare l'economia rafforzando la produzione nazionale per aumentare le esportazioni e limitare le importazioni, programma di cui lo sviluppo del comparto lapideo locale è parte. Infatti la Ferrovia di Mocamedes (CFM) secondo quanto riferito da ICE Luanda sta firmando contratti con operatori economici per, entro 15 giorni, iniziare un servizio in grande scala di trasporto merci, in particolare di legname e granito locali. Secondo i vertici della ferrovia si implementerà inizialmente il trasporto di legname ma seguirà anche un progetto per la movimentazione di granito nero e altre pietre ornamentali dalla regione di Huila al porto di Namibe. L'operazione della CFM consiste nel creare un porto a secco nel comune di Arimba, alla periferia di Lubango, dedicato al legname, e un altro a Sacomar, nel Namibe, dedicato al granito e alle pietre ornamentali dove le merci siano scaricate e imbarcate direttamente sulle imbarcazioni indicate dai clienti.

Angola’s exports of ornamental stones rose more than 40% from May to June, generating revenue of $US1.19 million (more than a million euros). According to information supplied by the Angolan Geology and Mining Ministry, in percentage terms the growth is in line with that of preceding months and due to a larger number of companies working to export ornamental stones, especially blocks of granite. India, China, Spain, Egypt, Poland, Portugal and Italy are the main destinations for Angola’s ornamental stone exports, which until June had reached 38.7% of the annual target set by the government. In June quarry output reached 5,261 cubic meters in Angola, up 4% from May. We remind readers that Angola is Africa’s biggest oil producer but since 2014 has been facing a deep economic, financial and monetary crisis because of the drop in oil prices on the international market. However, the government has enacted a plan to diversify the economy, boosting national production to increase exports and limit imports, a plan that includes developing the country’s stone sector. According to the ICE Luanda office, the Mocamedes railroad (CFM) is signing contracts with business developers to begin, within 15 days, a large-scale goods transport service, for timber and granite in particular. According to railroad spokesmen, initially the service will be for timber but there is also a project for hauling black granite and other ornamental stones from the Hulla region to the port in Namibe. The CFM’s operation consists of creating a dry dock in the community of Arimba, just outside Lubango, dedicated to timber, and another in Sacomar, in Namibe, devoted to granite and ornamental stones where the goods will be delivered and laded on the specific vessels chosen by customers.

GLI EMIRATI ARABI UNITI RESISTONO ALLA CRISI PETROLIO

THE UNITED ARAB EMIRATES WITHSTAND THE OIL CRISIS

Nonostante la crisi del greggio abbia forzato gli Emirati a tagliare le spese e ritardare numerosi progetti, l’impatto negativo del calo del barile - pur colpendo tutti i settori dell’emirato, dal real estate al turismo - è stato meno marcato rispetto a paesi come Arabia Saudita, Bahrein, Qatar e Abu Dhabi. Secondo gli osservatori, infatti, il PIL di Dubai aumenterà del 3,3% quest’anno e gli investimenti domestici, soprattutto grazie all’effetto Expo, accelereranno la crescita a più del 5% entro il 2020.

Although plummeting oil prices forced the Emirates to cut expenditures and delay many projects, the impact of this crash – while hitting all sectors in the Emirates, from real estate to tourism – was less harsh than in Saudi Arabia, Bahrain, Qatar and Abu Dhabi. In fact, according to observers, Dubai’s GDP will rise by 3.3% this year and domestic investments (above all thanks to the Expo effect) will grow more than 5% by 2020.


A S S I S T E NZ A I N T U T TO I L M O N D O

L I N E E D I P R O D O T TO CO M PATIB ILI

A N A LI S I E TE S T D I L AB OR ATOR IO

STU D IO APPRO FO N D ITO D E I MATE R IALI

Ricerca in team. Soluzioni in linea. FILATECH è la divisione FILA dedicata allo studio e all’applicazione di tecnologie innovative per il trattamento in linea dei materiali. Grazie a un team altamente TXDOL´FDWR),/$TECH è pronta a fornire sempre la migliore soluzione per proteggere OH VXSHU´FL ´Q GDOOD IDVH GL SURGX]LRQH SL GL 2 . 500 test VXL PDWHULDOL assistenza tecnica in linea e in cantiereLQWXWWRLOPRQGRHoltre 6.000 clienti retail. Sono questi i numeri per cui già oltre 200 tra i migliori brand internazionali UDFFRPDQGDQRFILA. FILATECH: ricerca, test e analisi di laboratorio, soluzioni per tutti i materiali e assistenza internazionale. S c aric a l ’AP P FI L A S olutions

3HUFRQWDW WDUHLOQRVWURWHDP VFULYLD´ODWHFK # ´ODVROXWLRQV FRP

A zienda con Cer tiďŹ cazione Ambientale ISO 14001:2004


22

AREA ITALIA ALLA INDIA STONEMART 2017

ITALIAN AREA AT INDIA STONEMART 2017

È programma dal 2 al 5 febbraio a Jaipur l'edizione 2017 della INDIA STONEMART, appuntamento fieristico biennale di riferimento per il comparto indiano delle pietre ornamentali e delle relative tecnologie complementari. Nel 2015 l'india si è confermata come uno dei principali mercati di riferimento per il nostro export settoriale: 81,2 milioni le vendite di materiali lapidei italiani grezzi (secondo buyer assoluto di blocchi dopo la Cina), mentre le esportazioni di macchine e attrezzature hanno raggiunto i 38,6 milioni (dati Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE). Anche per il 2017 CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE coordinerà la partecipazione ufficiale delle Aziende italiane alla manifestazione indiana. L'area dedicato al "made in Italy" settoriale occuperà la parte centrale nella Hall B del quartiere fieristico, e le Imprese presenti potranno contare sui servizi di assistenza in loco del personale dell'Associazione. Per maggiori informazioni su costi e modalità di adesione alla manifestazione è possibile contattare l’Ufficio Fiere di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE.

Scheduled for February 2 to 5 in Jaipur is the 2017 edition of INDIA STONEMART – the biennial event for the Indian stone and stone technology sector. In 2015 India was confirmed as one of the major markets for Italian stone and stone-working machinery exports: exports amounted to 81.2 million euros for raw Italian stone materials (ranking India second only to China) and to 38.6 million in terms of machinery and equipment. Next year, too, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE will coordinate official Italian participation at the Indian event. The area devoted to the Made in Italy will be located in the central part of the expo complex’s Hall B and the companies exhibiting will be able to rely on onsite assistance services provided by the association’s staff. For more info on fees and forms of participation, contact the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Events Office.

PIANO PER IL RILANCIO DELL’AEROPORTO DI BUDAPEST

PLAN TO EXPAND BUDAPEST’S AIRPORT

Il Governo Ungherese ha stanziato fondi per circa 630 milioni di euro per il progetto di ampliamento dell’aeroporto internazionale Liszt Ferenc di Budapest. Lo scalo della capitale magiara ha infatti raggiunto il massimo della sua capacità di accoglienza dei passeggeri e il terminal B - che gestisce il traffico fuori della Zona Schengen - sarà ampliato con un nuovo edificio. Il programma prevede, tra l'altro, la costruzione di nuovi hotel e altri progetti logistici. La parte più importante del progetto sarà tuttavia la realizzazione di una linea ferroviaria per collegare il principale aeroporto ungherese al centro di Budapest.

The Hungarian government has allotted something like 630 millioneuros to expand Budapest’s Liszt Ferenc international airport. In fact, the country’s airport has reached maximum passenger capacity and terminal B – which handles traffic outside the Schengen zone – will be enlarged with a new building. Among other things, plans involve building new hotels and other logistics projects. However, the most important component is building a railway to connect Hungary’s primary airport to downtown Budapest.


Sentitevi sollevati 50 YEARS YOUNG: dopo cinquant’anni, la passione di sempre. Alla ricerca di un mondo senza fatica, dove la gravità si riduce ed il sollevamento si attua con la semplicità di piccoli movimenti. Rivolti positivamente al futuro e con l’ottica di continuare a crescere insieme a chi lavora sul campo che diventa interlocutore fondamentale per un costante miglioramento. DAL FORNO è l’alleato ideale per forniture complete di sistemi di presa con ventose, paranchi, gru a bandiera, impianti sospesi. Passione e dedizione si coniugano a tecnologia e competenza.

www.dalforno.com

Feel lifted up

50 YEARS YOUNG: after fifty years, the same passion.

Looking for an effortless world, where gravity decreases and little movements accomplish to easy lifting. Positively focused to the future and to achieve a constant growth together with the end-users that become key interlocutors for a continuous improvement. DAL FORNO is the ideal partner for complete supplies of lifting systems including suction pads, hoists, jib cranes, suspended travelling cranes. Passion and care combined with technology and expertise.

Per qualunque esigenza, metteteci alla prova, continuerete a trovare in noi un alleato e “vi sentirete sollevati”. For any needs, contact us, you will keep finding a reliable partner and will “feel lifted up”.

Via Oliveti, 111 - 54100 Massa (MS) - ITALY Tel. +39 0585 793343 Fax 253834 info@dalforno.com www.dalforno.com


PARTECIPAZIONE ITALIANA ALLA SAUDI STONE-TECH 2016 DI RIYADH

24

ITALIAN PARTICIPATION AT SAUDI STONE-TECH 2016 IN RIYADH

È in programma a Riyadh dal 17 al 20 ottobre l'edizione 2016 della SAUDI STONE-TECH, evento fieristico saudita rivolto al settore lapideo e alle relative tecnologie d’estrazione e lavorazione organizzato e promosso da CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e Veronafiere/Marmomacc, in collaborazione con la società Riyahd Exhibtion Co Ltd. SAUDI STONE-TECH si svolgerà all'interno della cornice di SAUDI BUILD, la principale manifestazione del paese dedicata al comparto building & construction e importante piattaforma promozionale per le produzioni italiane. Nel primo trimestre 2016 le importazioni saudite di marmi e graniti lavorati e semilavorati dal nostro paese hanno già superato i 16 milioni di euro, mentre le tecnologie complementari si sono assestate sui 10,5 milioni. Per informazioni e costi di partecipazione è possibile contattare l'Ufficio Fiere di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE.

From October 17 to 20 Riyadh will be hosting the 2016 edition of Saudi Stone-Tech, the Saudi Arabian event devoted to ornamental stones and the technology to extract and work them, organized and promoted by di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE and Veronafiere/Marmomacc in cooperation with the Riyadh Exhibition Co. Ltd (REC). Saudi Stone-Tech will be held in the framework of Saudi Build, the country’s main event devoted to the building sector – just under 900 exhibitors from 21 countries and more than 16,000 visitors in the previous edition – and an important promotional showcase for Italian products. In the first quarter of 2016 Saudi Arabia’s imports of Italian finished and semi-finished marble and granite products had revenue of more than 16 million euros, while Italian stone technology imports were worth 10.5 million. For info and participation fees, contact the di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Events Office.

CREDITO ALLE IMPRESE: TASSI AI MINIMI, MA CRESCONO LE SOFFERENZE

LOANS TO COMPANIES: RATES ARE AT A MINIMUM BUT PROBLEMS INCREASE

Il credito alle imprese in Italia ha mostrato piccoli segnali di risalita prima dell’esito del referendum sulla Brexit: +0,3% a maggio, dopo il +0,1% in aprile. Lo stock complessivo, tuttavia, a maggio è risultato del 15% inferiore ai valori del settembre 2011 (-138 miliardi di euro). Il tasso di interesse medio pagato dalle imprese italiane sui nuovi prestiti è sceso, sempre a maggio, al minimo di 1,8%, da 1,9% in aprile (era al 3,5% a inizio 2014), favorendo il processo di risalita della domanda. Le sofferenze bancarie però continuano a crescere: 142 miliardi a maggio (18,5% dei prestiti alle imprese), da 141 in aprile. Si tratta del terzo mese consecutivo di aumento, dopo il significativo calo che si era registrato a febbraio.

In Italy loans to companies showed some improvement before the results of the Brexit referendum: +0.3% in May, after +0.1 in April. However, overall stock in May was worth 15% less than in September of 2011 (-138 billion euros). The average interest rate Italian companies pay on new loans decreased in May to a minimum of 1.8% from 1.9% in April (it was 3.5% in early 2014), aiding the process of increased demand. However, bank woes continue to grow: outstanding debts of 142 billion euros in May (18.5% in company loans), from 141 in April. This was the third consecutive month of increases after the significant decrease in February.


26

CONTINUA LA COOPERAZIONE ITALO/IRANIANA NEL SETTORE MARMIFERO: INCONTRO TRA CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE E L'IRAN STONE ASSOCIATION PER LA CREAZIONE DI UN CENTRO TECNOLOGICO

ITALIAN-IRANIAN COOPERATION IN THE STONE SECTOR CONTINUES: A MEETING BETWEEN CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AND THE IRAN STONE ASSOCIATION FOR CREATION OF A TECHNOLOGICAL CENTER

Nel corso della recente fiera IRSE 2016 (Teheran, 18-21 luglio) si è tenuto un importante incontro tra i vertici di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e dell'Iran Stone Association (l'Associazione settoriale iraniana) per dare seguito operativo al Memorandum of Understanding siglato lo scorso novembre a Teheran dalle due Associazioni nazionali in occasione della grande missione istituzionale di sistema guidata dall'allora Vice Ministro e oggi Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda. Un dialogo, quella in merito alla cooperazione italo-iraniana in ambito marmifero, che è proseguito in seguito con una fitta serie di incontri tra i rappresentanti di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE E principali esponenti del comparto marmifero locale e delle istituzioni iraniane, tra i quali il Ministro dell'Industria Nematzadeh. Al centro degli obiettivi dell’agreement, lo ricordiamo, vi è l’attuazione di un progetto congiunto di cooperazione nel settore lapideo attraverso la realizzazione di una serie di attività di assistenza tecnico-scientifica e di formazione degli operatori locali, mettendo a disposizione know how, supporti logistici, esperienze, competenze e tecnologie al fine di realizzare quanto previsto dal programma di collaborazione. Nel corso di quest'ultimo incontro CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e l'Iran Stone Association hanno sottoscritto un ulteriore agreement e definito i dettagli del piano operativo e del sito individuato per la realizzazione del Centro tecnologico italo-iraniano ambizioso progetto condiviso anche con l'ICE - sul territorio del paese del golfo con specifica competenza nel comparto marmifero.

During the recent IRSE 2016 show (Tehran, July 18-21) there was an important meeting between executives of CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE and the Iran Stone Association as a follow-up to the Memorandum of Understanding the two associations signed in November in Tehran during the official mission led by then-ViceMinister and currently Minister of Economic Development, Carlo Calenda. A dialogue concerning cooperation between Italy and Iran that later continued with numerous meetings between heads of the Italian techno-stone association, leading Iranian stone companies and Iranian officials, including the Minister of Industry, Mr. Nematzadeh. One of the aims of the agreement is implementing a joint cooperation project in the stone sector by providing technical-scientific assistance and job training for Iranians, making available Italian know-how, logistic support, experience, expertise and technology in order to fulfill what is foreseen by the cooperation plans. During the latest meeting between CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE and the Iran Stone Association details for the work were defined and a site decided upon for creation of an Italian-Iranian Technological Center – an ambitious project also backed by ICE – on Iranian territory devoted specifically to the stone sector.


28

SUPER AMMORTAMENTO: CHIARIMENTI DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE

SUPER-AMORTIZATION: CLARIFICATIONS FROM INTERNAL REVENUE

Attraverso la circolare 23/E dello scorso 26 maggio l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni utili chiarimenti in merito alla maggiorazione del 40% del costo di acquisizione dei beni materiali strumentali nuovi (c.d. “super ammortamento”). La disposizione si applica a tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, indipendentemente dalla natura giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano, nonché ai contribuenti che esercitano le attività di lavoro autonomo, anche se svolte in forma associata. La circolare chiarisce che il beneficio spetta, oltre che per l’acquisto dei beni da terzi, in proprietà o in leasing, anche per la realizzazione degli stessi in economia o mediante contratto di appalto. Non vi sono indicazioni sull’ubicazione delle strutture aziendali cui sono destinati i beni oggetto di investimento. Pertanto si ritiene che, indipendentemente da tale ubicazione, risultino agevolabili i beni acquistati da soggetti per i quali i relativi ammortamenti concorrono alla formazione del reddito assoggettabile a tassazione in Italia.

Through circular 23/E of May 26, last June the Italian internal revenue service provided some useful clarifications about the 140% amortization of the cost of purchasing new material instrumental goods (the so-called “super amortization”). The measure applies to all possessors of business revenue, whatever the type and size of company and sector it belongs to, as well as to taxpayers who are self-employed or working in association with others. The circular states that the benefit concerns not only goods purchase or lease but also purchase or lease at discounts or through contracts. There are no indications about the location of the companies to which the goods purchased or leased are destined. So it is presumed that, whatever the location, the facilitations are for goods purchased or leased by persons whose business incomeis taxable in Italy.

MOSCA: AL VIA IN AUTUNNO DUE NUOVI GRANDI PROGETTI

MOSCOW: TWO BIG NEW PROJECTS TO BEGIN IN THE FALL

L’impresa di development e costruzioni Capital Group ha in programma di avviare in autunno due progetti di grandi dimensioni vicino al complesso di grattacieli "Moscow City”, il business center della capitale russa. Il primo è un progetto di classe business di quasi 350 mila mq di immobili residenziali sui terreni di un ex mulino industriale, per un valore degli investimenti stimato tra i 500 e i 600 milioni di US$. Il secondo progetto della Capital Group si riferisce invece alla realizzazione di un complesso polifunzionale - costituito da tre torri dell'altezza di 200 metri, che ospiteranno appartamenti, uffici e spazi commerciali per complessivi 175 mila mq - sul lungofiume Krasnopresnenskaya.

In autumn the Capital Group development and construction company is planning to start building two big new projects near the “Moscow City” tower complex, the Russian capital’s business center. The first is an upscale residential complex covering nearly 350,000 square meters on the site of a former industrial mill, with estimated investments worth $US 500 to 600 million. The second Capital Group project concerns building a multi-purpose complex featuring three towers 200 meters tall housing apartments, offices and shops covering a total of 175,000 square meters on the Krasnopresnenskaya embankment.


30

IL SECONDO SEMESTRE 2016 ALL’INSEGNA DELL’INCERTEZZA

THE SECOND HALF OF 2016 UNDER THE SIGN OF UNCERTAINTY

Il secondo semestre 2016 è iniziato nel segno dell’incertezza economica e politica. Le incognite sono infatti i tratti distintivi e dominanti dell’attuale scenario economico e geopolitico internazionale. I nuovi attacchi terroristici di Dacca, Nizza e Wurzburg, il cruciale esito elettorale di Brexit e le elezioni presidenziali americane di novembre dalle conseguenze potenzialmente dirompenti rendono ancora più fragile la crescita globale. La quale a metà del 2016 risulta essere la più debole degli ultimi tre anni e mezzo, nonostante si siano registrati progressi proprio in USA e in alcuni dei principali emergenti. Secondo quanto comunicato infatti da uno dei recenti report del Centro Studi di Confindustria, la locomotiva americana ha accelerato nel corso del secondo trimestre, anche grazie al settore manifatturiero che aveva finora molto risentito della rivalutazione del dollaro e del crollo degli investimenti nell’estrazione di petrolio. In Cina le misure espansive hanno stabilizzato il ritmo di sviluppo, fisiologicamente rallentato; la Russia sta uscendo dalla recessione, che in Brasile si sta attenuando. L’Eurozona ha marciato a ritmo costantemente discreto nei passati sei mesi; tuttavia, le forti ripercussioni della Brexit, i cui contorni effettivi saranno più delineati nei prossimi mesi, hanno spinto a ribassare le previsioni per il resto dell’anno in corso e soprattutto per il prossimo. L’unico contrasto alle spinte recessive che promanano dal Regno Unito (dove è rapidamente entrato in crisi il settore immobiliare) e che si diramano anzitutto attraverso il canale finanziario (in particolare il credito delle banche, oggetto di larghe vendite in Borsa) è costituito dalle politiche monetarie ultraespansive che, benché ritenute sempre meno efficaci, sono riuscite a far scendere ancora i tassi di interesse a lungo termine. La svalutazione della sterlina ha ingenerato tuttavia nuova instabilità valutaria. In Italia la risalita della produzione industriale, già molto disomogenea tra settori e quindi poco solida, ha subito una nuova battuta d’arresto nel secondo trimestre e, di conseguenza, costringe a rivedere al ribasso le stime di variazione del PIL. L’export è fortunatamente in recupero mentre l’aumento della domanda interna si sta infiacchendo a causa dei consumi, con gli investimenti che invece tengono il passo. Nel mercato del lavoro l’aumento dell’occupazione ora non riguarda più solo le forme contrattuali incentivate: un segnale importante di consolidamento dei progressi avviati ormai da oltre due anni.

The second half of 2016 began under the sign of absolute economic and political uncertainty. In fact, unknowns are the distinctive and dominant features of the current international economic and geopolitical scenario. The new terrorist attacks in Dhaka, Nice and Wurzburg, the crucial outcome of the Brexit referendum and the American presidential elections in November – with potentially disruptive consequences – make even frailer global growth. Which in mid-2016 appears to be weaker than in the past three and a half years even though progress has been made in the United States and some of the major emerging countries. In fact, according to what was communicated in a recent report from the Confindustria Studies Center, the American locomotive sped up in the second quarter, thanks also to the manufacturing sector that until then had suffered from re-evaluation of the dollar and the collapse of investments in the oil-extraction sector. In China, expansion measures stabilized growth rates, which have physiologically slowed down; Russia is exiting from the recession, which in Brazil is attenuating. The Eurozone has moved forward fairly nicely in the past six months but the heavy repercussions of Brexit, which will show up more clearly in coming months, downsized expectations for the rest of the year and especially for the next. The only contrasts to the recessive drives emanating from the United Kingdom (where the realty sector immediately plummeted) and spreading mainly through financial channels (in particular in regard to bank credit, the source of heavy sales on stock markets), consist of ultra-expansive monetary policies that, while considered less and less effective, have managed to lower long-term interest rates. On the other hand, the pound’s devaluation generated further new currency instability. In Italy the upturn in industrial output, already very uneven among sectors and therefore shaky, underwent a new halt in the second quarter and therefore made it necessary to downsize estimates for growth in GDP. Exports are fortunately rising again, while domestic demand is weakening due to less consumption, although investments are holding steady. On the job market an increase in employment no longer solely regards incentivized types of contract: an important sign of concrete progress having been made in the past two years.


FINANZIAMENTI UE PER R&S: SME INSTRUMENT

EU FINANCING FOR R&D: SME INSTRUMENT

La Commissione Europea ha reso noti i risultati della cut off di aprile della fase 2 dello Sme Instrument, lo "strumento" dedicata alle PMI all'interno di Horizon 2020, il nuovo e principale programma dell'UE per il finanziamento della ricerca e innovazione nel periodo 2014-2020. Sono 48 i progetti complessivamente finanziati per un ammontare di circa 79,3 milioni di euro di contributi concessi. Sull’ultima cut off di giugno sono invece in attesa di valutazione ben 1189 proposte. I progetti selezionati riceveranno un contributo a fondo perduto, con un tetto massimo di 2,5 milioni di euro, per la realizzazione di attività di sviluppo prodotti, prototipi, test, scaling up, market replication. La prossima scadenza per la valutazione dei progetti è fissata per il 13 ottobre 2016.

The European Commission has made known the results of the April cut-off of stage 2 of the SME instrument dedicated to small and medium-sized companies within Horizon 2020, the new and principal EU program financing research and innovation in the 2014-2020 period. A total of 48 projects are being financed for 79.3 million euros in grants. For the June cut-off 1189 proposals are awaiting assessment. The projects selected will receive a security-free fund with a maximum ceiling of 2.5 million euros to develop products, prototypes, tests, scale-ups and market replication. The next due date for project evaluation is October 13, 2016.

31


             ! "#$% & '' ' ()*+,#-.

  

  

    


34

STONE FAIR TOKYO: UN NUOVO EVENTO DEDICATO AL LAPIDEO AL JAPAN HOME & BUILDING SHOW

STONE FAIR TOKYO: A NEW EVENT AT THE JAPAN HOME & BUILDING SHOW

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, in collaborazione con Paralleli Trade Fairs, sta promuovendo la partecipazione delle Aziende italiane alla STONE FAIR TOKYO, sezione dedicata al comparto lapideo e delle tecnologie e prodotti complementari del Japan Home & Building Show, manifestazione di riferimento per l'industria dell'edilizia e delle costruzioni in Giappone, in programma a Tokyo dal 26 al 28 ottobre p.v. Nel 2016 il PIL giapponese ha ripreso a crescere, segnando in +1,7% nel primo trimestre dell'anno. La ricostruzione post terremoto e tsunami prosegue senza sosta, ed è uno dei fattori di traino dell'economia, unitamente ad una crescente domanda interna e ad un deciso aumento della spesa pubblica e degli investimenti, sia industriali che residenziali. Le Aziende del settore tecno-marmifero interessate a cogliere le opportunità offerte dal mercato giapponese possono contattare l'Ufficio Fiere di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE per informazioni e costi di adesione alla STONE FAIR TOKYO.

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, in cooperation with Paralleli Trade Fairs, is promoting the participation of Italian companies at Stone Fair Tokyo, the section devoted to stone, stone technology and complementary products at the Japan Home & Building show, a reference event for the Japanese construction industry, to be held in Tokyo From October 26 to 28. In 2016 Japan’s GDP began to grow again and was up 1.7% in the first quarter of the year. Reconstruction after the earthquake and tsunami continues without interruption and is one of the factors driving the economy, along with increased domestic demand and a considerable upswing in public spending and investments, both industrial and residential. Companies in the techno-stone sector interesting in reaping the opportunities the Japanese market offers can contact the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Events Office for information about STONE FAIR TOKYO and exhibition fees.

MERCATO IMMOBILIARE STATUNITENSE IN RIPRESA NEL PRIMO SEMESTRE 2016

THE AMERICAN PROPERTY MARKET ON AN UPTAKE IN THE FIRST HALF OF 2016

Nel periodo gennaio-giugno di quest'anno le vendite di case nuove negli Stati Uniti hanno raggiunto il tasso più alto degli ultimi otto anni (+11% destagionalizzato nel primo semestre 2016 rispetto al 2015). A giugno sono stati firmati 54 mila nuovi contratti e l'inventario di nuove abitazioni in vendita ammontava a 244 mila unità, a copertura di quasi 5 mesi all’attuale ritmo di acquisto. Il prezzo medio di vendita è stato di 306,7 mila US$ (fonte SACE). Il mercato immobiliare statunitense è in netta ripresa e la crescita dovrebbe consolidarsi nel corso dell'anno, spinta dai bassi tassi di interesse dei mutui. I costruttori, tuttavia, sono più prudenti anche a causa della scarsità di lotti e di forza-lavoro: a giugno 2007, il 40% delle case era stato costruito al momento della vendita, mentre a giugno 2016 solo il 31%.

From January through June this year sales of new, singlefamily houses in the United States reached their highest rate in the past eight years (+11%, non-seasonally in the first half of 2016 from 2015). In June 54,000 new contracts were signed and the inventory of new homes for sale amounted to 244,000 units, a cover of nearly 5 months at the current purchasing rate. The average sales price was $US 306,700 (source: SACE). The American realty market is on a clear upswing and growth should consolidate during the year, thanks to low interest rates for mortgages, Builders, however, are still cautious, partly because of the scarcity of lots and work-force: in June 2007, 40% of homes were built at the time of sale, while in June 2016 only 31%.


The HPM 2200 RX polishing machine is the result of Simec’s great experience in the stone polishing field. This is why it seems that the HPM machines polish marble with an easiness and quality that you cannot find elsewhere, because they were born with the aim to be the best as in the tradition of Simec.

Marble Gangsaws

Monowire machines

Block Cutters

The widest range of products you can imagine... ...the highest quality you can expect Creating competitive machines with high performance, never losing sight of the reliability of every single detail, is the industrial philosophy we apply in the development of all our products, from the largest installations to the smallest machines, ensuring a Quality that has by now become a regular reference for the market. For this reason, whether you have to purchase a small milling machine or an enormous automatic plant, you can rely on SIMEC every time, with the certainty that you are making the best possible choice. You know that every design decision was made in your interest, that all the materials and every part were selected and assembled with care to guarantee a product ready to work tirelessly for you. It is thanks to the Quality of the details that SIMEC has kept growing without pause for over forty years. It is thanks to the Quality of the whole that thousands of clients of SIMEC plants, for marble or granite, grow every day with us.

Come and visit us at: Hall 2 - Stand C8/C9-D8/D9

Via E. Fermi, 4 - 31030 Castello di Godego (TV) ITALY Tel. 0423/7351- Fax 0423/735256 - info@simec.it


36

A MARMOMACC 2016 TORNA “THE ITALIAN STONE THEATRE”

AT MARMOMACC 2016 THE ITALIAN STONE THEATRE RETURNS

Nel quadro del Piano di Promozione Straordinaria del Made in Italy per la valorizzazione dell’eccellenza del comparto marmifero e tecno-marmifero nazionale, piano promosso dal Ministero per lo Sviluppo Economico (MISE) in stretta sinergia con ICE-Italian Trade Agency, Confindustria Marmomacchine e Veronafiere, a Marmomacc 2016 torna in scena “THE ITALIAN STONE THEATRE”. Nell’edizione 2015 “THE ITALIAN STONE THEATRE” è stato senza dubbio l’evento di maggior richiamo e impatto scenografico dell’intera manifestazione. Oltre ai due Curatori Raffaello Galiotto e Andrea Pavan, sono stati 13 i Designer protagonisti dell’iniziativa e oltre 30 le aziende italiane partecipanti. La mostra-evento che sarà allestita ancora nel Pad. 1 si è posta fin dal varo del suo “concept” iniziale l’obiettivo di realizzare uno spettacolare evento di “messa in scena” di realizzazioni d’eccellenza in marmo, granito e pietra e di tecnologie automatizzate che rendono oggi possibile la realizzazione di tali prodotti. Il tutto corredato da video e strumenti multimediali esplicativi. “THE ITALIAN STONE THEATRE” andrà a costituire un grande “teatro mobile della pietra e della meccanica da marmo” esposti in un format altamente scenografico con il dichiarato obiettivo di stupire il visitatore professionale ma anche il pubblico dei non addetti ai lavori. La novità di quest’anno è inoltre la mostra “50 Years of Living Marble” che si propone come rassegna storico-antologica, fino a oggi inedita, del design di prodotto litico italiano. Dagli anni ‘60 a oggi, infatti, numerosi oggetti di marmo sono divenuti icone nel panorama internazionale e sono stati inseriti nei cataloghi delle più rinomate marche italiane di design con la firma di autori prestigiosi come Tobia Scarpa, Gae Aulenti, Angelo Mangiarotti, Achille e Pier Giacomo Castiglioni, Sergio Asti, Sottsass Associati, Michele De Lucchi, Mario Bellini, Enzo Mari, Karim Rashid, Zaha Hadid, Alessandro Mendini, Antonia Astori, Paolo Ulian, Claudio Silvestrin, Raffaello Galiotto e altri, tutti facenti parte della celebrata scuola italiana di progettisti che costituisce uno dei pilastri del Made in Italy nel mondo, progettisti che trovano nel tessuto manifatturiero marmifero nazionale interlocutori imprenditoriali d’eccellenza per dare forma e materia ad autentici capolavori.

In the framework of the special promotional plan for the Made in Italy to valorize the excellence of the country’s stone and stone technology sector – a plan sponsored by the Italian Ministry for Economic Development (MISE) in close synergy with ICE-Italian Trade Agency, Confindustria Marmomacchine and VeronaFiere – Marmomacc 2016 will see the return of “THE ITALIAN STONE THEATRE”. In the 2015 edition ‘THE ITALIAN STONE THEATRE” was indubitably the event with the biggest appeal and visual impact at the entire show. Curated by Raffaello Galiotto and Andrea Pavan, the exhibit featured 13 designers and more than 30 participating Italian companies. Right from its ideation the exhibitevent (that will again be held in Hall 1) was based on the concept of “staging” excellent objects in marble, granite and other ornamental stones along with the automated technologies now making it possible to create them. Plus videos and explicative multimedia tools. “THE ITALIAN STONE THEATRE” will be a big “mobile theatre of stone and stone mechanics”, reevoking the old and new allure of robotics and the extraordinary stone manufactures of which the Italian techno-stone industry is capable, exhibited in a very scenic format with the declared intention of amazing the professional visitor and also the wider public. What’s new this year is an exhibit titled “50 Years of Living Marble”, an historic-anthological review, as yet unseen, of Italian stone product design. From the 1960s to date, in fact, numerous stone objects have become icons on the international scene and included in the catalogues of the most famous Italian design brands; they were created by prestigious designers like Tobia Scarpa, Gae Aulenti, Angelo Mangiarotti, Achille and Pier Giacomo Castiglioni, Sergio Asti, Sottsass Associati, Michele De Lucchi, Mario Bellini, Enzo Mari, Karim Rashid, Zaha Hadid, Alessandro Mendini, Antonia Astori, Paolo Ulian, Claudio Silvestrin, Raffaello Galiotto and others, all members of the famous school of Italian design that is one of the pillars of the Made in Italy worldwide. Designers who find in the Italian techno-stone sector excellent partners to help them give life to authentic masterpieces.


Featuring the possibility to work both as a saw and a contouring machine, the EXCEL CNe is made in the version with disc of 1000 mm. in diameter and is equipped with a 36 kW motor. The possibility to rotate from 0째 to +370째 and incline the disc from 0째 to 185째 automatically, gh ppower, ower ow er,, en enab able le ttoo ma m kee vvery eryy ccomplex processingg accuratelyy and qquickly. er y together with the outstanding precision of movement and high enable make

HPM 2200 RX high performance polishing machine for marble slabs

Diamond Wire Gangsaws up to 82 wires

Restoring Plants

The widest range of products you can imagine... ...the highest quality you can expect Creating competitive machines with high performance, never losing sight of the reliability of every single detail, is the industrial philosophy we apply in the development of all our products, from the largest installations to the smallest machines, ensuring a Quality that has by now become a regular reference for the market. For this reason, whether you have to purchase a small milling machine or an enormous automatic plant, you can rely on SIMEC every time, with the certainty that you are making the best possible choice. You know that every design decision was made in your interest, that all the materials and every part were selected and assembled with care to guarantee a product ready to work tirelessly for you. It is thanks to the Quality of the details that SIMEC has kept growing without pause for over forty years. It is thanks to the Quality of the whole that thousands of clients of SIMEC plants, for marble or granite, grow every day with us.

Come and visit us at: Hall 2 - Stand C8/C9-D8/D9

Via E. Fermi, 4 - 31030 Castello di Godego (TV) ITALY Tel. 0423/7351- Fax 0423/735256 - info@simec.it


38

IRLANDA: UN PIL “MONSTRE”

IRELAND: “MONSTER” GDP

L’ufficio di statistica nazionale irlandese ha rivisto al rialzo le stime di crescita del PIL del 2015 dal 7,8% al 26,3%. Questo incredibile tasso di crescita, di molto superiore a quelli registrati all’inizio del millennio quando l’economia era in forte espansione, è dovuto principalmente all’aumento delle fusioni tra aziende estere e irlandesi. L’obiettivo di queste operazioni è quello di spostare nel Paese la sede fiscale delle multinazionali attratte dal basso tasso fiscale sui profitti vigente (pari al 12,5%).

The Irish national statistics board has upped its 2015 GDP growth estimates from 7.8% to 26.3%. This incredible growth rate, much higher than at the start of the millennium when the Irish economy was in heavy expansion, is mainly due to the increase in mergers between Irish and foreign companies. The aim of the mergers is make Ireland the fiscal domicile of multinationals attracted by the country’s low tax on profits (12.5%).

STATO DI ECONOMIA DI MERCATO ALLA CINA: MURO ITALIANO

MARKET ECONOMY STATUS FOR CHINA: THE ITALIAN WALL

Prosegue il dibattito europeo sulla concessione alla Cina dello status di economia di mercato, un dossier particolarmente delicato che Confindustria segue con estrema attenzione fin dal suo avvio. In virtù di una clausola del Protocollo di adesione della Cina al WTO, risalente al 2001, l’Unione europea deve infatti prendere una decisione entro il prossimo dicembre in merito al fatto di concedere o meno al gigante asiatico questa condizione giuridica che modificherebbe molte delle regole anti-dumpimg attualmente in vigore. L’impatto negativo della sovraccapacità produttiva cinese, soprattutto su alcuni settori industriali, ma potenzialmente su tutta la manifattura europea, è assai elevato e un indebolimento del sistema antidumping europeo nei confronti delle importazioni cinesi acuirebbe i suoi effetti con conseguenze strutturali sulla produzione, sull’occupazione e sulla competitività dell’industria europea. Confindustria e l'Italia hanno assunto un’indiscussa leadership a livello industriale europeo e ha contribuito in maniera decisiva ad orientare le posizioni dei diversi attori istituzionali che sono divenute, via via, più sensibili alle istanze dell’industria, pur rimanendo incerte e talvolta avverse alle soluzioni tecniche proposte dall'Associazione in caso di modifica dell’antidumping Ue. All'interno del dibattito e dei contenziosi che si sono aperti presso il WTO sull'attuazione a livello comunitario della disciplina commerciale multilaterale, Confindustria ha sviluppato un’analisi delle possibili opzioni a disposizione per modificare il Regolamento di base antidumping, opzioni condivise in stretta sinergia con il Ministero dello Sviluppo Economico al fine di continuare a monitorare l'evolversi di questo dossier ad alto impatto per le nostre imprese.

Continuing is European debate about granting market economy status to China, a very delicate issue that Confindustria has been following with great attention since it began in light of a clause in the protocol regarding China’s admission to the WTO, in 2001, stating that the European Union must reach a decision by this December, awarding or withholding from the Asian giant a legal status that would make big changes to the European anti-dumping rules currently in force. The negative impact that China’s production overcapacity would have, above all in certain industrial sectors but potentially on all of European manufacturing, is great, and a weakening of Europe’s anti-dumping protections against floods of Chinese exports would have heavy effects, with structural consequences for European output, employment and competitiveness. Confindustria and Italy have assumed undisputed leadership on the European industry level and made decisive contributions to orienting the positions of different institutional actors, who have gradually become more sensitive to appeals from industry while remaining uncertain and sometimes adverse to the technical solutions the Italian manufacturers’ association has proposed should the EU’s special anti-dumping regulations change. Regarding the debate and controversies within the WTO concerning Community-wide enactment of a multilateral trade regime, Confindustria has developed an analysis of possible options available for changing the basic anti-dumping regulation, options worked out in close synergy with the Italian Economic Development Ministry in order to continue monitoring the evolution of this issue, which could have great repercussions on Italian companies.


igus the-chain ... Semplicemente energia in movimento ®

Lo specialista contro le polveri abrasive

... forte e sicura: catena portacavi con guarnizione integrata Leggera ed accessibile: catena portacavi E4.64L con 64 mm di altezza interna. La struttura con guarnizione integrata fa sì che la polvere anche sottile non si insinui tra i denti di fermo e blocchi il raggio di curvatura. I traversini sono apribili da entrambi i lati, garantendo un riempimento rapido e facile. Funzionamento continuo e di lunga durata nelle macchine per la lavorazione del marmo. Maggiori informazioni su igus.it/E4.64L

Da 25 anni cavi altamente flessibili per uso dinamico nelle più diverse applicazioni ... ®

3 anni di garanzia su tutti i cavi chainflex www.chainflex.it

Testati: cavi chainflex che durano altrimenti ti rimborsiamo! ®

Garanzia unica nel suo genere per tutti i cavi igus 36 mesi o 10 milioni di cicli (5 milioni per la gamma chainflex M). Durata prevedibile grazie al più ampio laboratorio in ambito industriale per cavi in posa mobile (2750 m ) - oltre 700 test in contemporanea con 2 miliardi di corse annue. Maggiori informazioni su igus.it/Garanzia ®

36

mesi di garanzia

plastics for longer life

®

®

2

igus Srl Via delle Rovedine, 4 23899 Robbiate (LC) Tel. 039-5906-1 igusitalia@igus.it ®

IT-1058+1074-E4 Marmor+CF 207x290 indd 1

30 03 16 10:11


SEPTEM MBER 28/OCTOBER 1

MARMOMACC 2016 VERONNA, ITALYY

HALL 9 – BOOTH D5

V i a Tognoc chi, 3 3 8 5 5 0 4 7 Q u e r c e t a d i S e r a v e z z a (L u) I t a l y l andigr oup@l andigr oup.eu

V i a E mili a, 8 3 0 In t . I 5 5 0 4 7 S e r a v e z z a (L u) I t a l y t r eemme@ t r eemme sr l.eu

w w w.landimarble.it


42

EMISSIONI: PROPOSTE UE SUI SETTORI NON ETS TRA CUI L'EDILIZIA

EMISSIONS: EU PROPOSALS FOR NON-ETS SECTORS, INCLUDING BUILDING

C'è una spada di damocle che incombe su tutti i settori del manifatturiero italiano e di cui si parla poco, ovvero quello degli ambiziosissimi obiettivi EU di riduzione dei gas serra entro il 2030. Obiettivi che volenti o nolenti si tradurranno in target e standard obbligatori per tutti i comparti produttivi del Made in Italy e per le imprese. Lo scorso luglio la Commissione Europea ha infatti pubblicato la proposta di Regolamento sull'Effort Sharing, che disciplina appunto la riduzione dei gas serra nei settori non ETS (agricoltura, edilizia, trasporti, rifiuti) all'interno del Quadro ClimaEnergia al 2030. Il Regolamento definisce gli obiettivi di mitigazione vincolanti per i singoli Stati Membri, con lo scopo di raggiungere entro il 2030 una riduzione a livello UE del 30% delle emissioni di gas serra rispetto ai livelli del 2005 nei settori interessati. Tale sforzo di mitigazione si affianca a quello richiesto ai settori ETS (industria ed energia) per garantire il raggiungimento dell'obiettivo complessivo di riduzione delle emissioni del 40% rispetto ai livelli del 1990, sancito dalle conclusioni del Consiglio Europeo di ottobre 2014 e presentato alla COP21 dello scorso dicembre come contributo dell'Unione Europea al raggiungimento degli obiettivi stabiliti dall'Accordo di Parigi. Il fatto che i riflettori si siano accesi ufficialmente anche sull'edilizia chiamerà, in prospettiva, tutti gli attori del processo edile e quindi anche le aziende fornitrici di prodotti da costruzione a produrre documentazione che accanto la qualità dei propri prodotti ne certificano anche il profilo di sostenibilità nel quadro sopra descritto. Confindustria Marmomacchine è attiva da tempo nel presidio delle tematiche green applicate ai marmi e alle pietre autenticamente naturali, per tutte le imprese che volessero contribuire attivamente a questi dossier l'associazione ê disponibile la struttura associativa scrivendo a direzione@assomarmomacchine.com

There is a sword of Damocles looming over Italian manufacturing sectors that is little mentioned: the very ambitious EU plan for reducing greenhouse gases by 2030. A plan that, like it or not, translates into obligatory targets and standards for all the production sectors of the Made in Italy and their companies. In fact, last July the European Commission published an Effort Sharing Regulation that disciplines greenhouse gas reduction in non-ETS (Emissions Trading System) sectors (farming, building, transportation, sanitation) within the ClimateEnergy Framework goal for 2030. The regulation defines the binding mitigation goals for individual member states for the purpose of reducing the EU’s level of emissions by 30% from 2005 levels by 2030 in the sectors concerned. This reduction effort goes hand in hand with that required for the ETS sectors (industry and energy) to ensure achievement of the overall goal of reducing emissions by 40% from 1990 levels approved by the European Council in October 2014 and presented at last December’s COP21 as the European Union’s contribution to reaching the goals established by the Paris Accord. The fact that the spotlight is officially shining on building, too, will in prospect oblige all players involved in the building sector (and thus also suppliers of building materials) to provide documentation that not only attests to product quality but also certifies their sustainability in carbon footprint terms. Confindustria Marmomacchine has long been presiding over the “greening” of authentically natural stone and all stone companies wishing to make an active contribution to the association’s championing of stone’s sustainability can make use of the association’s organization, writing to direzione@assomarmomacchine.com


POLYWIRE 54 L’unica multiďŹ lo con 54 ďŹ li ad avere tamburo motore e volani tensionatori di grande diametro (2,3 mt). La vita e le prestazioni del ďŹ lo sono ottimizzati. Permette di tagliare un blocco profondo 1,5 mt in unica passata. La manutenzione è veloce. The only multiwire with 54 wires equipped with big motor drum and tensioning ywheels (2,3 mt). The wire life and performances are optimized. It allows to process a 1,5 mt deep block in one shot. The maintenance is quick

DODECAWIRE MultiďŹ lo equipaggiata con 12 ďŹ li, permette di realizzare sia lastre che spessori da 2 a 7 cm (12 lastre miste nella stessa calata). La conďŹ gurazione di taglio è variabile in tempi ristrettissimi grazie al sistema E.A.S.T. (sistema di facile regolazione degli spessori lastre). Multiwire equipped with 12 wires, it can realize both thin and thick slabs from 2 up to 7 cm thickness (12 mixed slabs in the same shot). The cutting conďŹ guration can be changed in very short time, thanks to E.A.S.T. system (Easy Adjustable Slab Thickness system).

esposta la NUOVA 40 FILI durante la ďŹ era the NEW 40 WIRES exhibited during the fair

        )$*,- ,**,-$)') -!-%-+ +--$*-%-,*&-+-(-!#(-+"-""-%-$ -+-(-!#(-+"-++-%---)' ,**,)')&',-%-&,**,)')&', & $-(( # -(#+-


44

SI RIUNISCE IL CONSIGLIO DIRETTIVO CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

MEETING OF THE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE BOARD OF DIRECTORS

Si è riunito il 26 luglio scorso il Consiglio Direttivo di Confindustria Marmomacchine, il primo dopo l'Assemblea Generale 2016 che ha registrato il rinnovo della Presidenza Ghirardi per il biennio 2016/2018. All'ordine del giorno il resoconto delle principali attività svolte nel periodo, la relazione sul recente rinnovo del Ccnl Lapidei Industria per il triennio 2016/2019, il progetto di sviluppo di un codice etico associativo sulla base del Codice Etico di Confindustria, il programma straordinario per il Made in Italy 2016, l'attività promozionale del prossimo semestre, la ratifica delle nuove adesioni all'Associazione e un'analisi dell'andamento dei mercati sulla base dei dati statistici diffusi dal Centro Studi dell'Associazione. In particolare sulla base dei rilievi ufficiali export del primo trimestre si è sostanzialmente condiviso un andamento complessivo dei mercati che non crescono al ritmo del 2015 ma si assestano su livelli di sostanziale tenuta. Il calo percentuale del trimestre soprattutto per l'export di tecnologia, che ricordiamo viene calcolato in base a codici doganali ISTAT connotati da un perimetro merceologico molto ampio, viene giudicato coerente ma forse eccessivo in termini quantitativi, anche se le turbolenze internazionali prefigurano uno scenario di incertezza e preoccupazione. In generale l'outlook sul 2016 è stato battezzato generalmente positivo mentre vi è maggiore preoccupazione sul 2017. Confermati infine i segnali di lieve ripresa del mercato italiano.

July 26 marked the first meeting of the Confindustria Marmomacchine board of directors after the 2016 general assembly that re-elected president Stefano Ghirardi for the 2016-2018 term. On the agenda were an accounting of the main work done in the period, a report on recent renewal of the collective stone industry labor contract for 2016-2019, the plan to develop an ethics code for the association based on the Confindustria ethical code, the extraordinary program for the Made in Italy 2016, promotional work for the next six months, ratification of new members and an analysis of market trends on the basis of figures issued by the association’s studies center. In detail, on the basis of official export statistics, the first quarter saw markets not growing at the rate of 2015 but essentially holding steady. The quarter’s percentage drop in technology exports (calculated on the basis of ISTAT customs codes covering a wide range of commodities) was considered coherent but perhaps excessive in quantitative terms, although international turbulences prefigure an uncertain and worrisome scenario. In general the outlook for 2016 was perceived as good, with more concern about 2017. In any case, signs of a slight uptake on the Italian market were confirmed.

MOSCA: NEL 2016 17 MLD DI RUBLI DESTINATI AL RESTAURO URBANO

MOSCOW: IN 2016 17BN RUBLES DESTINED FOR URBAN RENEWAL

Il vice-sindaco di Mosca per le politiche urbane, Marat Khusnullin, ha comunicato che i fondi che saranno spesi entro quest’anno per il rinnovo e il restauro di edifici storici della capitale della Federazione Russa saranno pari a quasi 17 miliardi di rubli. La conservazione del centro storico è diventata una delle attività prioritarie per il Comune di Mosca: negli ultimi anni sono stati infatti già recuperati circa 600 edifici di valore storico e architettonico, e attualmente si trovano in varie fasi di restauro altri 400 edifici.

Moscow’s Deputy Mayor in charge of urban policy, Marat Khusnullin, announced that the money to be spent this year on renewing and restoring historic buildings in the capital of the Russian Federation would amount to nearly 17 billion rubles. Conservation of the historic center is among priorities for the city of Moscow: in fact, already recouped in recent years were 600 buildings of historical and architectural value and currently something like 400 more are in various stages of restoration.


0$5%/(48$55,(6

Fibra srl - Via Argine Destro Carrione, 25 - Carrara - 54033 - Italy - Tel. + 39 0585 857638 - Fax +39 0585 55145 - fibra@fibra.it - www.fibra.it


CONTINUA IL RALLENTAMENTO DELL'EXPORT LAPIDEO TURCO: -10,4% NEL 2015 Nel 2015, per il secondo anno di seguito, le esportazioni turche di pietre ornamentali hanno fatto segnare un sensibile calo nei valori, scendendo sotto la soglia dei 2 miliardi di US$. Secondo i dati diffusi dalle dogane di Ankara, mentre nel 2014 l'export di marmi e travertini - comprendendo sia i prodotti grezzi che i lavorati - era stato infatti pari a 2,128 miliardi di US$ (per complessivi 7,371 milioni di tonnellate), nel 2015 si è fermato a 1,907 miliardi (6,519 milioni di tonnellate). In percentuale, il calo del valore delle esportazioni è stato del 10,4% (-12% per le quantità) rispetto al 2014, allorquando - per la prima volta dal 2009 - le vendite all'estero di materiali lapidei della Turchia avevano già fatto segnare un arretramento del -4,2% in valore e del -12,6% per i volumi.

46

TURKEY’S STONE EXPORTS CONTINUE TO DECLINE: -10.4% IN 2015 In 2015, for the second consecutive year, Turkey’s exports of ornamental stone dropped considerably in value, to less than US$2 billion. According to data circulated by the Ankara customs service, in fact, while in 2014 the country’s exports of marble and travertine – both raw stone and finished products – were worth US$2.128 billion (for a total of 7.371 million tons) in 2015 the value was US$1.907 billion (for 6.519 million tons). In percentages, the drop in export value was 10.4% (and 12% in terms of volume) from 2014 when – for the first time since 2009 – Turkey’s foreign stone sales had decreased by 4.2% in value and by 12.6% in volume.

I SOCI CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE VOLANO MEGLIO: CONVENZIONE EASYJET Tra i numerosi vantaggi dell’essere Soci di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE vi è senza dubbio quello dell’accesso a convenzioni con importanti compagnie aeree, tra cui EASYJET. Tutte le Aziende Aderenti a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE possono infatti accedere alla Convenzione EASYJET/CONFINDUSTRIA che consente di ottenere il 5% di sconto sulle tariffe FLEXI pubbliche e il 15% di sconto sull’acquisto della card easyJet Plus. Va segnalato che le tariffe FLEXI EASYJET danno diritto a cambi illimitati e gratuiti della data del viaggio (fino a 1 settimana prima e 3 settimane dopo la data del volo originale), un bagaglio a mano dal peso illimitato, un secondo bagaglio a mano (borsa/PC) delle dimensioni adatte per essere posizionato sotto il sedile anteriore, un bagaglio da stiva incluso (max 20kg), un posto assegnato a scelta (‘upfront’ e ‘standard’), l’utile speedy Boarding, per avere il comfort di salire per primi a bordo e velocizzare le procedure di check-in e l’altrettanto utile Fast Track, per accedere più rapidamente ai controlli di sicurezza negli aeroporti abilitati. Tra i vantaggi aggiuntivi a quelli sopra descritti forniti dalla carta easyJet Plus vi sono invece la consegna rapida del bagaglio e il continuo aggiornamento essendo i possessori della carta easyJet Plus tra i primi ad essere informati sulle offerte e promozioni. Tutte le informazioni scrivendo a: direzione@assomarmomacchine.com

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE MEMBERS FLY EASIER: EASYJET AGREEMENT Among the many advantages of being Confindustria Marmomacchine members is doubtless access to agreements with leading airlines, such as EASYJET. In fact, all companies belonging to the association can use the EasyJet/Confindustria agreement offering a 5% discount on FLEXI listed airfares and a 15% discount on purchase of the EasyJet Plus card. To be noted is that Flexi EasyJet fares give you the right to free, unlimited changes to your travel date (up to 1 week before and 3 weeks after the original flight date), one carry-on bag with no weight limit and a second cabin item (bag/laptop), the latter sized to fit under a seat. You also have the right to a stowed suitcase (20 kg max) and seat assignment (up-front and standard), plus the useful speedy boarding pass to speed up check-in and be among the first to board, along with the equally useful fast track to quickly pass through security inspections at the airports equipped with it. In addition to these advantages, the EasyJet Plus card makes for rapid baggage claim and provides continual updates on special offers and promotions. For more info: direzione@assomarmomacchine.com.


CONVENZIONE INTERNAZIONALE SOLAS 74 - ULTERIORI PRECISAZIONI SULL'OBBLIGO DI PESATURA DEI CONTAINER Confindustria - facendo seguito alle precedenti comunicazioni in merito - ha recentemente diffuso una nota con le precisazioni interpretative inviate dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto (CGCCP) a ulteriore chiarimento dei vincoli derivanti dalla modifica della Convenzione internazionale SOLAS 74, in merito all'obbligo di pesatura dei container in vigore dal 1° luglio e in particolare alla definizione del termine “shipper”. Sulla base delle informazioni raccolte e dei chiarimenti acquisitisi, la Confederazione ha ritenuto utile informare il Sistema Associativo su queste ulteriori precisazioni al fine di fornire alle imprese industriali venditrici/esportatrici indicazioni utili per l'applicazione della nuova disciplina. Le Aziende associate a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE che desiderassero ricevere questo documento possono contattare la Segreteria Associativa.

48

INTERNATIONAL SOLAS 74 AGREEMENT – FURTHER INFO ON COMPULSORY CONTAINER WEIGHING As a follow-up to previous communications on the subject, Confindustria recently issued a statement containing the interpretative clarifications sent by the General Command of the Port Authority Corps (CGCCP) to further explain the obligations deriving from changes to the international SOLAS 74 agreement concerning container weighing, in force since July 1, and in particular definition of the term “shipper”. On the basis of the information gathered and clarifications received, Confindustria considers it useful to provide its members with these further clarifications so that manufacturing companies making maritime shipments can learn how to apply the new regulations. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE members wishing to receive this document can contact the association’s secretarial office.

GIAPPONE: PIANO DA 188 MILIARDI DI US$ PER IL RILANCIO DELL'ECONOMIA Il governo guidato dal Premier Shinzo Abe si prepara a varare un ambizioso programma da 20 mila miliardi di Yen (188 miliardi di US$) per supportare l’economia giapponese. L'obiettivo è quello di un'uscita graduale dall'attuale spirale deflativa, cercando di limitare gli effetti negativi della Brexit sull'espansione economica del Paese. Il piano prevede che 8 mila miliardi di Yen siano destinati alla realizzazione di nuove infrastrutture, mentre 3 mila miliardi saranno utilizzati per l'estensione della tratta della linea ferroviaria a levitazione magnetica tra Tokyo, Nagoya e Osaka. Per attutire gli effetti di Brexit, 3 mila miliardi saranno inoltre impiegati per effettuare prestiti a basso tasso di interesse alle aziende attraverso la Japan Bank for International Cooperation, banca a partecipazione statale. Infine, altri fondi saranno usati per aiutare la aziende giapponesi a costruire fabbriche all’estero, a migliorare la resistenza degli edifici ai disastri naturali e a supportare le esportazioni.

JAPAN: US$188 BILLION PLAN TO RE-LAUNCH THE ECONOMY The Japanese government led by Prime Minister Shinzo Abe is preparing to launch a large-scale – 20 trillion yen (US$188 billion) – plan to boost the nation’s economy. The goal is to gradually get out of the deflationary spiral, trying to limit Brexit’s negative effects on Japan’s economic growth. The plan foresees spending 8 trillion yen on new infrastructure, while 3 trillion will go to expanding the magnetic levitation railway line between Tokyo, Nagoya and Osaka. To attenuate the effects of Brexit, another 3 trillion will be used for low-interest loans to companies through the Japan Bank for International Cooperation a public financial institution. Finally other funds will be used to help Japanese firms build plants abroad, to improve buildings’ resistance to natural disasters and to boost exports.


Al Nasr Group of companies.

Marble Terrazzo and Cement Products. Post Box # 337, Darsait, Postal Code #100, Muscat, Sultanate Of Oman. Phones: +968 24799660 - Fax: +968 24704861 email: info@alnasrmarble.com - website: www.alnasrmarble.com


52

FEDERMACCHINE: UN 2015 POSITIVO PER L’INDUSTRIA ITALIANA DEL BENE STRUMENTALE

FEDERMACCHINE: A GOOD 2015 FOR THE ITALIAN INSTRUMENTAL GOODS INDUSTRY

Nel 2015, la produzione italiana di beni strumentali ha superato i 38 miliardi di euro, segnando un incremento del 4,6% rispetto all’anno precedente. Il risultato è stato determinato sia dalla positiva performance delle esportazioni sia dal buon andamento delle consegne sul mercato interno, premiate dalla ripresa della domanda di beni di investimento. Questo è quanto emerge dai dati di consuntivo che sono stati presentati da FEDERMACCHINE in occasione dell’annuale assemblea della federazione delle imprese costruttrici di beni strumentali, che ha ospitato l’incontro con il presidente di CONFINDUSTRIA Vicenzo Boccia. In particolare, secondo i dati elaborati dal Gruppo Statistiche FEDERMACCHINE, la produzione è cresciuta, del 4,6%, a 38,4 miliardi di euro, allungando il trend positivo registrato a partire dallo scorso anno dalla federazione che aggrega 13 associazioni di categoria in rappresentanza di tutti i principali settori del bene strumentale. Dalle macchine per la lavorazione del marmo, della ceramica e del legno a quelle per la grafica e la cartotecnica, dalle macchine per il packaging, per la lavorazione del vetro e della plastica a quelle per l’industria tessile e calzaturiera, dai sistemi di trasmissione e potenza a quelli oleoidraulico e pneumatico, dalle macchine per fonderia alle macchine utensili per la lavorazione dei metalli. La conferma della ripresa del consumo domestico, cresciuto dell’8,3% a 18,8 miliardi, ha favorito sia le consegne dei costruttori sul mercato domestico che hanno registrato un incremento, del 4,9%, a 11,1 miliardi, sia le importazioni cresciute, del 13,7%, a 7,7 miliardi. Nonostante ciò, il dato di import su consumo resta ancora basso, fermandosi al 41%. Il nuovo incremento registrato dall’export, cresciuto del 4,5% rispetto all’anno scorso, ha permesso all’industria di settore di segnare un nuovo record in fatto di vendite oltreconfine, risultate pari a 27,3 miliardi. Stazionario il rapporto export su produzione che è rimasto invariato rispetto all’anno precedente, attorno al 71%. Principali mercati di sbocco dell’offerta italiana sono risultati: Germania (2,8 miliardi di euro, -0,7%), Stati Uniti (2,7 miliardi di euro, +15,3%), Cina (1,8 miliardi, -6,9%), Francia (1,7 miliardi, +3,9%). Il saldo complessivo dei settori che fanno capo a FEDERMACCHINE, è stato positivo per 19,6 miliardi di euro (+1,3% rispetto all’anno precedente). Si tratta del sesto anno consecutivo di crescita, dopo il crollo del 2009, e il valore rappresenta il nuovo record assoluto. Sandro Salmoiraghi, presidente FEDERMACCHINE ha ribadito l’importanza di provvedimenti quali la Nuova Sabatini e l’introduzione del Superammortamento al 140%. All’Esecutivo il Presidente FEDERMACCHINE ha inoltre ribadito la necessità, per tutto il manifatturiero, dell’introduzione di un sistema di incentivi alla sostituzione dei macchinari obsoleti, installati in Italia, cosicché i sistemi di produzione possano rispondere alle nuove esigenze di produttività.

In 2015 Italian instrumental goods production was worth more than 38 billion euros, with an increase of 4.5% from the previous year. This outcome was due to good performance in exports as well as on the domestic market, thanks to an uptake in internal demand for investment goods. This was shown by the figures FEDERMACCHINE presented at the annual assembly of the federation of instrumental goods makers, which featured a meeting with the president of Confindustria, Vincenzo Boccia. In detail, according to the data processed by the Federmacchine Statistics Team, production grew by 4.6%, to worth of 38.4 billion euros, continuing the upward trend registered last year by the federation, which groups together 13 trade associations representing all the main instrumental goods sectors. Confirmation of a rebound in domestic consumption, which rose by 8.3% to worth of 18.8 billion euros, favored both sales in Italy (up 4.9% and worth 11.1 billion) and imports (up 13% to 7.7 billion). Nonetheless, the import figure in terms of consumption is still low (41%). The new growth in exports, up 4.5% from 2014, allowed the sector to set a new record in foreign sales, with revenue of 27.3 billion. The ratio of exports to production remained the same, around 71%. The main markets for Italian instrumental goods were: Germany (2.8 billion euros, down 0.7%), the United States (2.7 billion, up 15.3%), China (1.8 billion, down 6.9%) and France (1.7 billion, up 3.9%).


Intermac at Marmomacc 2016 Hall 5 Stand C6C7-D6D7

Together for excellence

Intermac and Donatoni, leading companies in their business and complementary to each other, decided to join their excellences to create a successful synergy and impose its presence into the market as global suppliers, giving rise to an all-italian collaboration born to satisfy the customer at 360°.

intermac.com donatonimacchine.eu


INDUSTRIES

WE BUILD your best performance


your

DIAMOND WIRES

MANUFACTURER Dwire Industries are a reliable manufacturer Whose products are the natural combination of a longtime competence together with a several years’ research by an internal R&D team. The result is a revolutionary product, manufactured, assembled and delivered to you by our Company.

Best quality for the highest cutting speed Every diamond wire manufactured by Dwire guarantees best performances in terms of quality cutting at impressive speed, making our wires the top choice for the marble and granite cutter, even under extreme working conditions.

Ø 5,5 mm

Ø 6,3 mm

Ø 7,3 mm

Dwire Srl - via Lottizzazione, 10 - 54100 Massa Carrara (MS) - Italy Tel. +39 0585 600307 Fax 600308 info@dwire.it www.dwire.it

Ø 8,3 mm


OBIETTIVO IRAN: 45 LE AZIENDE ITALIANE DEL COMPARTO "MACCHINE LAVORAZIONE MARMO" PRESENTI ALL'INTERNO DELL'AREA ISTITUZIONALE COORDINATA DA CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE E ICE-AGENZIA ALLA FIERA IRSE 2016

56

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e ICE-Agenzia - sotto l'egida del MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO - hanno coordinato e promosso la partecipazione delle Aziende italiane alla IRAN STONE EXHIBITION - IRSE 2016, la principale fiera iraniana dedicata al settore delle pietre naturali e della relativa filiera delle macchine e attrezzature complementari, che si è svolta a Teheran dal 18 al 21 luglio. Il Padiglione Italia - cha ha ospitato anche uno spazio istituzionale ICE/CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE a disposizione delle aziende del nostro paese e per l'accoglienza dei visitatori, con ufficio e reception attrezzate - ha occupato oltre 700 mq di superficie espositiva e ha annoverato 45 tra i più importanti brand del "made in Italy" tecno-lapideo, la più nutrita delegazione estera presente in fiera e una delle maggiori collettive settoriali italiane dall'attenuazione dell'applicazione delle sanzioni internazionali. Inserita nel quadro dell’Attività Promozionale 2016 definita da MI.SE. e ICE-Agenzia in stretta sinergia con CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE a favore della promozione internazionale della filiera tecno-marmifera italiana sui mercati di maggior interesse e a maggior potenziale per le nostre PMI, l'iniziativa rappresenta un esempio concreto di best practice di collaborazione pubblico-privato nell'ambito dell'internazionalizzazione. La collettiva Istituzionale italiana a IRSE 2016 ha visto la partecipazione delle seguenti Aziende: ABRA IRIDE - ACHILLI - AMS GROUP - BARSANTI MACCHINE by ISM - B-CHEM - BENETTI MACCHINE - BOART & WIRE - BRETON - CHIM-ITALIA GROUP CO.FI.PLAST/WIRES ENGINEERING - CO.ME.S. - COMANDULLI COSTRUZIONI MECCANICHE - DELLAS - DENVER - DIATEX - DONATONI MACCHINE - FABRICA MACHINALE/ROBOTICOM - FANTINI SUD - F.S.E. - GDA MARMI - GMM - INTERMAC - ISEP LONGINOTTI GROUP - LUNA ABRASIVI - MAEMA - MARINI QUARRIES GROUP - MARMO MECCANICA - MEC - MONTRESOR & C. - NICOLAI DIAMANT - OFFICINE MECCANICHE GARRONE - OFFICINE MECCANICHE MARCHETTI - PEDRINI - PELLEGRINI MECCANICA - PROMETEC - QDESIGN - RAVELLI - SASSOMECCANICA - SIMEC - STEINEX - TENAX - TERZAGO MACCHINE - THE BEAD - U.SA.DI. 2. La cerimonia ufficiale di inaugurazione della manifestazione ha visto gli interventi, tra gli altri, del Ministro del Lavoro, della Cooperazione e del Welfare Ali Rabii e del Vice Ministro dell’Industria e delle Miniere della Repubblica Islamica dell’Iran, Giafar Sarghini che nei loro interventi hanno sottolineato l’importanza della presenza a Teheran delle eccellenze della filiera tecno-marmifera italiana.

OBJECTIVE IRAN: 45 ITALIAN STONE TECHNOLOGY COMPANIES AT THE OFFICIAL ITALIAN AREA COORDINATED BY CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AND ICE-AGENCY AT IRSE 2016 CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE and ICE-Agency – under the egis of the Italian Economic Development Ministry – coordinated and promoted Italian company participation in the IRAN STONE EXHIBITION – IRSE 2016, the principal Iranian event devoted to the natural stone and stone-working technology sector, held in Tehran from July 18 to 21. The Italian Pavilion – which also hosted an official ICE/CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE stand at which Italian companies could welcome visitors, with a wellequipped office and reception area – covered a display area of some 700 square meters and featured 45 of the top Italian techno-stone brands, the biggest foreign delegation at the show and one of the largest Italian collectives since cessation of international sanctions against Iran. Included in the 2016 work to internationally promote Italian techno-stone companies on markets of most interest and most potential for SME – work defined by the Economic Development Ministry and ICE-Agency in close synergy with CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE – the group exhibit was a concrete example of best practices in public-private cooperation in the context of internationalization. Speaking at the event’s official inauguration ceremony were, among others, Ali Rabii, Iran’s Minister of Labor, Cooperation and Welfare, and the Islamic Republic’s Vice-Minister of Industry and Mining, Giafar Sarghini, who emphasized the importance of having these fine Italian companies exhibit in Tehran.


EXPORT MACCHINE LAVORAZIONE MARMO ITALIANE: CONTRAZIONE DELLE VENDITE NEI PRIMI 5 MESI DELL'ANNO. INIZIO 2016 IN SALITA PER LE AZIENDE DEL COMPARTO TECNO-LAPIDEO

ITALIAN STONE-WORKING TECHNOLOGY EXPORTS: SALES SLID IN THE FIRST 5 MONTHS OF THE YEAR. EARLY 2016 AN UPHILL ROAD FOR TECHNO-STONE COMPANIES

Come già prospettato dai primi rilievi statistici parziali dell’anno, il dato relativo ai primi 5 mesi del 2016 conferma una frenata per l'export italiano di macchine e attrezzature per l'estrazione e la lavorazione dei materiali lapidei. È quanto emerge dalle statistiche ufficiali elaborate dal Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE su base Istat, che evidenziano per il periodo gennaio-maggio una diminuzione del 17,2% delle vendite all'estero di tecnologie lapidee italiane - passate da 497,7 a 412 milioni di euro - rispetto allo stesso intervallo temporale dell'anno precedente, dopo che il 2015 si era chiuso con un lusinghiero +19%. Come da alcuni anni a questa parte, è il mercato statunitense a capeggiare la classifica delle destinazioni delle nostre esportazioni settoriali, con ordinativi per 65,6 milioni di euro e un incre-

As predicted by the year’s initial figures, statistics for the first 5 months of 2016 showed a slowdown in Italy’s exports of machinery and equipment to quarry and process stone materials. This was shown by official statistics processed by the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center on the basis of ISTAT figures, which reveal a drop of 17.2% from January to May in foreign sales of Italian stone-working technology – down from revenue of 497.7 million euros to 412 million – compared to the same span of time in 2015, after 2015 had closed with a gain of 19%. As has been the case for quite some time, the United States led the ranks of buyer countries, with orders worth 65.6 million euros and an increment of 41.9% from the

58 Export macchine e attrezzature italiane per la lavorazione delle pietre ornamentali Classifica primi 15 Paesi Acquirenti - periodo Gennaio/Maggio 2016 (dati in euro) Exports of Italian stone-working machinery and equipment Top 15 Buyers - January/May 2016 (data in euros) COUNTRY

TOTAL MAY 2015

COUNTRY

TOTAL MAY 2016

%

UNITED STATES SPAIN TURKEY SAUDI ARABIA GERMANY MEXICO UNITED KINGDOM BRAZIL ALGERIA INDIA CANADA FRANCE EGYPT IRAN AUSTRALIA OTHER COUNTRIES

46.277.941 16.117.488 29.116.419 14.990.491 27.835.138 4.799.177 15.846.178 36.386.184 21.237.273 18.930.979 5.081.264 11.073.413 7.356.914 8.413.124 8.888.385 225.355.884

UNITED STATES SPAIN TURKEY SAUDI ARABIA GERMANY MEXICO UNITED KINGDOM BRAZIL ALGERIA INDIA CANADA FRANCE EGYPT IRAN AUSTRALIA OTHER COUNTRIES

65.604.278 38.226.319 25.379.817 21.792.282 16.428.345 15.481.374 14.146.806 13.639.844 13.174.183 12.049.025 11.418.298 11.355.285 9.874.788 9.501.644 8.193.249 125.813.655

41,8 137,2 -12,8 45,4 -41,0 222,6 -10,7 -62,5 -38,0 -36,4 124,7 2,5 34,2 12,9 -7,8 -44,2

TOTAL

497.706.254

TOTAL

412.079.193

-17,2

Source: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE on ISTAT data

POS. 2016 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15

POS. 2015 1 8 3 10 4 31 9 2 6 7 30 13 26 18 17


mento del 41,8% rispetto ai primi 5 mesi del 2015. In forte ripresa anche il mercato spagnolo, secondo buyer con 38,2 milioni di import (+137,2%), mentre si conferma al terzo posto la Turchia (25,4 milioni/-12,8%). In crescita l'export verso l'Arabia Saudita, quarta a livello generale con 21,8 milioni di importazioni di tecnologie lapidee "made in Italy"(+45,4%), mentre arretra la Germania (16,4 milioni, -41%). Tra i nostri primi 15 mercati di riferimento (vedasi tabella) si segnalano il preventivato crollo del mercato brasiliano - sceso da 36,4 a 13,6 milioni, -62,5% e il calo delle nostre esportazioni in India (12 milioni/-36,4%), mentre arrivano segnali incoraggianti dall'Iran, che continua il suo recupero (+12,9%) dopo l'attenuazione delle sanzioni internazionali e raggiunge i 9,5 milioni di euro di importazioni di macchine, impianti e attrezzature dal nostro a paese. Si preannuncia dunque un 2016 in salita per le aziende italiane del comparto tecno-lapideo. Se l'arretramento delle nostre esportazioni settoriali nel primo semestre dell'anno era già stato preventivato - visto il perdurare delle difficoltà di alcuni importanti mercati storici per il nostro settore, come Brasile e India, oltre che per ragioni "fisiologiche" dopo l'ottimo risultato del 2015 -, le previsioni del Centro Studi Associativo fanno tuttavia sperare in un parziale recupero nella seconda parte del 2016, come sembra indicare il trend di crescita emerso dopo il primo trimestre.

first 5 months of 2015. Spain too was on a good uptake, ranking second with 38.2 million spent on Italian stone technology (up 137.2%) while Turkey came in third, with purchases worth 25.4 million, down 12.8%. Exports increased to Saudi Arabia (fourth, with 21,8 million euros (+45.4%) but Germany cut back (16.4 million, - 41%). Among the top 15 countries (see table alongside), there was an expected near-collapse on the Brazilian market – from 36.4 to 13.6 million euros in imports of Italian techno-stone technology – and a big drop on the Indian (12 million/-36.4%) but goods signs came from Iran, which continues its rebound (+12%) after attenuation of international sanctions and reached 9.5 million euros in its purchases of Italian machines, installations and equipment. So 2016 looks like an uphill road for Italy’s techno-stone companies. However, while the cutback in stone technology exports in the first half of the year had been expected – given the persisting difficulties on traditional markets like Brazil and India, as well as “natural” downturns after excellent performance in 2015 – the forecasts made by the Association’s studies center make it possible to hope for a partial recoup in the second half of 2016, as indicated by the growth trend seen after the initial quarter.

59


60

REGOLAMENTO REACH: RICADUTE ANCHE PER I COSTRUTTORI DI MACCHINE?

REACH REGULATION: WILL IT ALSO REGARD MACHINERY MAKERS?

Il gruppo tecnico di Federmacchine, in stretta sinergia con la federazione Anima, ha acceso un faro sul regolamento Reach, ovvero il regolamento europeo concernente la registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche, che dopo una recente sentenza interpretativa della corte europea potrebbe riguardare anche i componenti costruttivi di macchine e impianti. Il gruppo tecnico Federmacchine dedicherà una riunione apposito all'argomento nel mese di settembre, riunione in cui verrà analizzata la guida che determina metodi di calcolo della sostanza potenzialmente pericolosa (SVHC) eventualmente presente negli "articoli", che nel regolamento Reach vengono definiti come quegli elementi che non possono essere ulteriormente scomposti. I due elementi che determinano la necessità di dichiarare una sostanza potenzialmente pericolosa sono che la sostanza pericolosa deve essere utilizzata in quantità superiore a 1 tonnellata annua, e deve essere presente nello 0,1% in peso nei singoli elementi che compongono la macchina, mentre in precedenza si intendeva il calcolo di tale percentuale sul'intero volume della macchina stessa. Nel caso fosse verificata l'incidenza del Reach anche per le tecnologie e i beni strumentali l'obbligo che scatterebbe è quello di informare l'utilizzatore. La commissione tecnica Confindustria Marmomacchine attraverso la partecipazione dell'associazione ai lavori del Gruppo Tecnico Federmacchine seguirà da vicino questa tematica.

The Federmacchine technical team, in close synergy with the Anima federation, has shone a spotlight on REACH, the European regulation on the registration, evaluation, authorization and restriction of chemical substances that after a recent interpretative ruling by the European Court could also regard the building components of machines and production lines. The Federmacchine technical team will devote a special meeting to the subject in September to analyze the guidelines determining how to calculate potentially hazardous substances (SVHC – substances of very high concern), which in the regulation are defined as those elements that cannot be further decomposed. The two factors making it necessary to declare a substance potentially hazardous are that the substance is used in an amount exceeding a ton annually and is present as 0.1% of weight in individual elements comprising a machine, whereas previously that percentage was calculated on the weight of the whole machine itself. Should REACH be extended to technologies and instrumental goods, it would become compulsory to notify users. The Confindustria Marmomacchine technical commission, which participates in the work of the Federmacchine technical team, will be keeping a close eye on developments.


PADIGLIONE 5 HALL 5

SX-3

BESTANCE M P E R FO R & FAST

SX-3 | Centro di taglio CNC multi-mandrino con ponte porta mandrini girevole Multi-blade on rotating bridge cutting center

NUMERI CHE FANNO GIRARE LE TESTE

NUMBERS THAT MAKE HEADS TURN

11 assi controllati da CN di cui 7 interpolati 3 gruppi di taglio 17 kw-S6 /c.d.u. di potenza motore 400 mm il diametro dei dischi

11 NC axes which 7 interpolated 3 cutting spindles 17 kw-S6 of power for each spindle 400 mm blade diameter

www.donatonimacchine.eu


ESPORTAZIONI ITALIANE EXTRA-UE IN RISALITA NEL 2° TRIMESTRE 2016 Nel secondo trimestre dell’anno le esportazioni italiane extra-UE sono aumentate, a prezzi costanti, del 2,5% sul primo (quando era sceso dell’1,8% rispetto ai tre mesi precedenti) mentre le importazioni sono rimaste invariate (dopo -1,9%). Lo rende noto l'Istat, che sottolinea tuttavia come a livello semestrale entrambi i flussi commerciali presentino un calo tendenziale rispetto alla prima metà del 2015, più sostenuto per le importazioni (-8,8%) che per le esportazioni (-3,9%). Al netto della componente energetica, la flessione di entrambi i flussi è molto meno marcata (-0,9% per le importazioni, -1,8% per le esportazioni). Tra i mercati di destinazione tiene la Russia (+5,1%) e si rafforza l'area asiatica, soprattutto Giappone (+17%) e paesi ASEAN (+5%), ma resta ancora debole la Cina (0,3%). È forte invece il calo delle vendite italiane verso il Sud America (paesi MERCOSUR, -18,2%) e la Turchia (12,6%). Negativa anche la dinamica dell’export verso gli Stati Uniti (-6,8%).

TREND POSITIVO PER IL MERCATO IMMOBILIARE IN POLONIA Dopo essere lentamente risalito dal picco negativo del 2008-2010, il mercato immobiliare polacco è tornato a crescere a ritmi costanti, fino a superare nel corso del 2015 un livello di transazioni superiore ai 4 miliardi di Euro, il valore più alto dal 2006. Secondo i dati statistici nazionali GUS, nel 2015 in Polonia sono stati completati 63.746 progetti residenziali e concesse 86.224 nuove licenze di costruzione, con un aumento del 13% rispetto all'anno precedente. Bene anche il segmento non residenziale: sono attualmente in fase di realizzazione circa 1,5 milioni di mq di spazi per uffici, di cui poco meno della metà nella capitale Varsavia, e 700 mila mq di superfici commerciali. Le previsioni sono positive anche per i prossimi anni, riflettendo quelle relative all’andamento economico generale del Paese (+3,6% per il Pil nel 2016, secondo il FMI).

UPWARD TREND FOR THE POLISH REALTY MARKET

62

ITALY’S NON-EU EXPORTS GREW IN THE 2ND QUARTER OF 2016 In the second quarter of the year Italy’s exports outside the EU increased, at constant prices, by 2% from the first (when they had slid 1.8% from the previous quarter), while imports remained unvaried (after a minus 1.9%). This was announced by ISTAT, also underlining how for the sixmonth period trade flows were lower that in the first half of 2015, worse for imports (down 8.8%) than for exports (-3.9%). Excluding the energy component, the decline in both was smaller (-0.9% for imports, -1.8% for exports). Among destination countries Russia rose slightly (5%) and the Asian area strengthened, especially Japan (up 17%) and the ASEAN countries (+5%), but China was still weak (-0.3%). On the other hand, there was a big drop in Italian sales to South America (MERCOSUR countries, -18%) and Turkey (down 12,6%). Exports to the United States were also down by 6.8%.

After slowly rebounding from the negative peak of 2008-2010, the Polish real estate market returned to growth at constant rates until in 2015 it’s level of transactions rose to worth of 4 billion euros, the highest since 2006. According to national GUS statistics, in Poland in 2015 were completed 63,746 housing projects and 86,224 new building permits were authorized, an increase of 13% from the previous year. The non-residential building sector is also doing well: currently under construction are 1.5 million square meters of office space, just less than half in the capital, Warsaw, and 700,000 square meters of business space. Forecasts are good for the coming years, too, reflecting estimates for the country in general (GDP will rise 3.6% in 2016, according to the IMF).


The most complete range of solutions to optimize your stone cutting operations.

W Abrasives has developed a complete range of products, services and technology to optimize the stone cutting operation of its clients. The FINE GRIT Collection is a

The WA COST Technology has

The FINE GRIT Collection

range of high quality products

been developed to calculate

combined with the WA COST

dedicated to gangsaw stone

and optimize the overall

Technology is the best way

cutting. The FINE GRITS are

cutting cost based on the

to reduce your global

available in 3 sizes : WG18,

various parameters of

cutting cost.

WG25, and WG40.

each client.

To learn more about our solutions and optimize your cutting operations, contact your local sales team on wabrasives.com/contact/ wabrasives.com

WINOA S.A. WINOA Iberica S.A. WINOA Italia S.p.a.


64

SUMMIT SCO 2016: INDIA E PAKISTAN PROSSIMI ALL'INGRESSO NELL'ORGANIZZAZIONE

SCO SUMMIT 2016: INDIA AND PAKISTAN SET TO JOIN THE ORGANIZATION

Lo scorso giugno si è tenuto a Tashkent (Uzbekistan) l'annuale summit dei capi di stato dell'Organizzazione della Cooperazione di Shanghai (SCO), organizzazione multilaterale costituita per garantire la sicurezza e la stabilità della regione centroasiatica che trova le proprie ragioni costitutive nel contrasto al terrorismo internazionale, al separatismo etnico e al fondamentalismo religioso, ma che si pone sempre più come aggregazione geopolitica alternativa all'Occidente. Infatti, una delle questioni principali da dirimere nel summit 2016 verteva proprio sulla definitiva inclusione di India e Pakistan come membri dell'organizzazione: le due nazioni hanno siglato a Tashkent il memorandum d'accesso, e la loro adesione verrà ratificata nel summit del 2017 che si terrà in Kazakhstan. L'embrione dell'attuale SCO prese forma nella seconda metà degli anni novanta, quando Cina, Russia, Tagikistan, Kirghizistan e Kazakhstan intensificarono le loro relazioni per procedere alla demilitarizzazione delle zone transfrontaliere e favorire lo sviluppo di un clima di fiducia regionale. Da queste iniziative venne creato il Forum di Shanghai, che divenne una importante piattaforma per regolare gli interessi comuni dei contraenti. Nell’estate 2001 il Forum di Shanghai venne istituzionalizzato con la creazione dell’Organizzazione della Cooperazione di Shanghai, alla quale aderì anche l’Uzbekistan. Secondo quanto riportato da Fabio Indeo nell'Eurasian Business Dispatch, da cui traiamo queste notizie, la Russia si pone come il principale sostenitore dell'allargamento della SCO ai due nuovi membri India e Pakistan, auspicando e supportando tra l'altro anche un futuro ingresso dell'Iran. Oltre a piattaforma di cooperazione economica non potrà sfuggire il potenziale strategico della SCO che, una volta completato il processo di adesione India e Pakistan, sarà un'organizzazione in cui siederanno allo stesso tavolo quattro delle nove potenze nucleari mondiali, ovvero Cina, Russia, India e Pakistan.

Last June Tashkent (Uzbekistan) was host to the annual summit of heads of state in the Shanghai Cooperation Organization, a multilateral organization set up to guarantee security and stability in the Central Asian region. While it works to combat international terrorism, ethnic separatism and religious fundamentalism, it is increasingly a geopolitical aggregation alternative to the West’s. In fact, one of the main issues to be decided at this year’s summit was the definitive inclusion of India and Pakistan as organization members, and in Tashkent the two nations signed a memorandum on accession; their membership will be ratified at the 2017 summit, to be held in Kazakhstan. The embryo of the current SCO took shape in the mid1990s when China, Russia, Tajikistan, Kirghizstan and Kazakhstan intensified their relations in order to demilitarize their border zones and foster a climate of regional trust. This led to the Forum of Shanghai, which became a major platform for regulating the common interests of members. In the summer of 2001 this was formalized with creation of the Shanghai Cooperation Organization, which Uzbekistan also joined. According to what Fabio Indeo reports in the Eurasian Business Dispatch (from which our news is taken), Russia is the main upholder of enlarging the SCO to India and Pakistan, also espousing and supporting future membership for Iran. As well as being a platform for economic cooperation, the strategic potential of the SCO cannot be ignored: once India and Pakistan have joined it will be an organization at whose table sit four of the world’s nine nuclear powers – China, Russia, India and Pakistan.


Siamo specializzati nella lavorazione di marmi e graniti con moderni macchinari a CN 5 assi e waterjet 6DRODBH@KHYDHMSGDOQNBDRRHMFNEL@QAKD@MCFQ@MHSDVHSGLNCDQML@BGHMDQXSN"-Æ¥UD @WHR@MCV@SDQIDS

Odone Angelo s.r.l. Strada Trino 103, 13100 Vercelli - Italy (+39) 0161.294919 (+39) 0161.391113 Fax (+39) 0161.391819 info@odonemarmi.it www.odonemarmi.it


66

PIÙ VELOCITÀ SUI MERCATI: IL PROGETTO FAST EXPORT DI CONFINDUSTRIA, DOGANE E ITALIAN TRADE AGENCY

QUICKER TO MARKETS: THE CONFINDUSTRIA, CUSTOMS SERVICE AND ITALIAN TRADE AGENCY’S FAST EXPORT PROJECT

Aiutare la presenza e la velocità di reazione delle PMI sui mercati internazionali e far crescere il numero delle imprese che abitualmente esportano. È questo lo spirito del progetto Fast Export varato da CONFINDUSTRIA in stretta sinergia con Agenzia delle Dogane e ITA-Italian Trade Agency. CONFINDUSTRIA è convinta infatti che la rapidità e la semplificazione delle pratiche doganali è un aspetto essenziale per facilitare le esportazioni. Per questo è stato varato il progetto di formazione Fast Export che attraverso incontri nelle Associazioni di tutta Italia fornisce informazioni importanti su argomenti quali le procedure di certiOperatore per ficazione Economico Autorizzato (Aeo) o Esporatore Autorizzato (Ae), una certificazione quest’ultima che ad esempio consente l’esenzione dei dazi per l’export in Corea del Sud. Secondo dati forniti da CONFINDUSTRIA il 97% dei partecipanti al progetto si definisce esportatore abituale, mentre la metà delle aziende partecipanti ai seminari formativi ha meno di 50 dipendenti. A riprova che il target di questi eventi sono soprattutto le micro e piccole imprese che vogliono migliorare competenza e performance in fatto di export. Tutte le informazioni su http://www.fastexport.ice.it/

To help the presence and reaction speed of SME on international markets and raise the number of companies that habitually export. This is the spirit behind the Fast Export project that Confindustria has launched in close synergy with the Italian Customs Service and ITA-Italian Trade Agency. In fact, Confindustria is convinced that rapid and simplified customs procedures are an essential aspect of facilitating exports. And so it has launched the Fast Export training project that, through meetings in associations throughout Italy, provides important information on subjects like certification procedures for authorized business people or authorized exporters – the latter a certification that, for example, permits duty exemption on exports to South Korea. According to data furnished by Confindustria, 97% of project participants declare themselves habitual exporters, while half of the companies participating in the training seminars have fewer than 50 employees. Demonstrating that the targets of these events are above all the small businesses that want to improve their export skills and performance. All information is available at http://www.fastexport.ice.it/

CONVENZIONE EUROPCAR/CONFINDUSTRIA

EUROPCAR/CONFINDUSTRIA AGREEMENT

Le Aziende Associate a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE risparmiano sul noleggio auto e furgoni grazie all’accordo con EUROPCAR. Le condizioni tariffarie riservate alle aziende associate consentono di ottenere uno sconto dell’11% (sui noleggi giornalieri, weekend e settimanali) e del 5% (sui noleggi mensili) per il noleggio di vetture e furgoni in Italia. Per il nolo di vetture all’estero lo sconto è del 10% su tutte le tariffe disponibili (non valido in USA e Canada). I dettagli della Convenzione 2016 possono essere richiesti scrivendo a promo@assomarmomacchine.com

Confindustria Marmomacchine members can save on car and van rentals thanks to the agreement with EUROPCAR. The rates for member companies afford an 11% discount (on day, weekend and weekly rentals) and 5% on the monthly for car and van rentals in Italy. To rent vehicles abroad there is a 10% discount (not valid in the USA and Canada). Details of the agreement can be requested from promo@assomarmomacchine.com


Clearly ahead, GHÄ&#x;QLWHO\WKHEHVW

MULTIWIRE JUPITER GS220 The unrivalled multiwire for marble and granite available in three versions

Pedrini S.p.A. ad Unico Socio - Via delle Fusine, 1 - 24060 Carobbio degli Angeli - Bergamo - Italy - Tel. +39 035 4259111 - info@pedrini.it


RAPPORTO INTESA-SANPAOLO: I DISTRETTI ITALIANI TRAINANO LA RIPRESA

68

Una realtà dinamica e altamente competitiva, quella dei 147 distretti italiani, che ha recuperato quanto perso durante la crisi e che ora è un punto di forza dell’intera industria nazionale. È il quadro che emerge dall’ottava edizione del Rapporto Economia e Finanza dei Distretti Industriali di Intesa Sanpaolo, riferito all’analisi dei bilanci aziendali relativi a 48.100 imprese, con un fatturato complessivo pari a circa 560 miliardi di euro, di cui 12.922 imprese del campione dislocate in 147 distretti. Tra le aree di eccellenza distrettuale riportate e analizzate nel report si segnalano anche quelle del "marmo di Carrara" e del "marmo e granito della Valpolicella". "Tra il 2008 e il 2015 sono quasi 6 i punti percentuali di crescita in più per le imprese dei distretti rispetto alle aree non distrettuali. I distretti, inoltre, hanno completamente recuperato quanto perso durante la crisi e sono tornati ai livelli di fatturato del 2008. Al contrario, al di fuori dei confini distrettuali il gap è ancora significativo", si legge nel rapporto. Dove si sottolinea come il sistema distrettuale sia premiato da una maggiore capacità di esportare, effettuare investimenti all'estero, registrare brevetti e marchi, oltre che primeggiare nella certificazione, nella formazione e nella promozione internazionale. Nel biennio 2014-15 il fatturato a prezzi correnti delle imprese distrettuali è cresciuto in media dell’1,9% all'anno, e per il prossimo biennio le previsioni di Intesa Sanpaolo indicano un ulteriore salto in avanti del 2,7%. Il dato più interessante che appare nel rapporto è tuttavia l'emergere - accanto alle storiche imprese capofila che hanno investito nel territorio - di una nuova classe di medie imprese, capaci tra il 2008 e il 2014 di reagire alla crisi più di altre, rafforzando i propri livelli di redditività, aumentando il fatturato (+10%) e accrescendo il numero dei propri addetti (+5% circa). Questa nuova generazione vincente di Aziende ha rafforzato i propri livelli di produttività e di redditività facendo anche leva su una struttura patrimoniale più solida.

INTESTA-SANPAOLO REPORT: ITALIAN DISTRICTS ARE DRIVING THE UPTAKE

Italy’s 147 manufacturing districts are dynamic and highly competitive: they have recouped what they lost during the recession and are now the strong point of Italian industry. This is the picture painted by the Intesa Sanpaolo Economic and Financial Report on Industrial Districts that analyzes the balance sheets of 48,100 companies having overall revenue of approximately 560 billion euros; 12,922 of them are located in 147 districts. The districts of excellence cited in the report include those of “Carrara marble” and “Valpolicella marble and granite”. “From 2008 to 2015 companies in districts grew by nearly 6% more than in non-cluster areas. In addition, the districts have fully recouped what they lost during the recession and have returned to 2008 revenue levels. On the other hand, outside of districts the gap is still significant”, states the report. Which also underscores how the district system is rewarded by greater capacity to export, make foreign investments and register patents and trademarks, as well to obtain certifications, provide training and engage in international promotion. In the two-year period 2014-15, the revenue at current prices of district companies grew an average of 1.9% per year and for the next two-year period Intesa Sanpaolo predicts further growth of 2.7%. However, the most interesting fact appearing in the report is the emergence – alongside historic parent companies that invested in the territory – of a new type of medium-sized company, from 2008 to 2014 able to react to the recession better than others, strengthening their levels of profitability, increasing revenue(+10%) and employing more people (up about 5%). This winning new generation has upped its production and profitability levels also by leveraging a solider assets structure.


Via Calvarola, 13 - 24069 Trescore Balneario (BG) Italy Tel. +39.035.941851 - Fax +39.035.944115 - info@pulitor.it


70

FLORIDA: A NOVEMBRE UN SEMINARIO DEDICATO ALLE TECNOLOGIE LAPIDEE GREEN

FLORIDA: IN NOVEMBER A SEMINAR ON GREEN STONE TECHNOLOGIES

Confindustria Marmomacchine e l'Ufficio Tecnologia Industriale, Energia e Ambiente di ICE-Agenzia organizzano un Seminario Tecnologico di formazione negli Stati Uniti con un contestuale programma di B2B, dedicato alle aziende italiane produttrici di tecnologia per l’estrazione, la lavorazione e il trattamento delle pietre naturali con dei focus specifici sulle tematiche ambientali, di estrema attualità per il settore negli Stati Uniti. Il Seminario intitolato “ADVANCED ITALIAN TECHNOLOGIES for STONE QUARRYING, PROCESSING and ENVIRONMENTAL IMPACT SOLUTIONS for USA” si svolgerà in Florida a Miami, nel mese di novembre 2016. La finalità dell’iniziativa è quella di promuovere le tecnologie italiane innovative, eco-sostenibili e di interesse per gli operatori del settore, realizzando sul campo una “partnership tematica e di lungo termine” fra Italia e Stati Uniti in tema di innovazione e sostenibilità nel settore lapideo, attraverso il coinvolgimento non solo degli operatori privati ma anche delle locali istituzioni e delle locali realtà produttive Interessate a favorire una collaborazione sempre più stretta con le imprese italiane del settore, consolidando la posizione del Made in Italy sul mercato statunitense e favorendo nuove opportunità commerciali. Il programma dell’iniziativa prevede il coinvolgimento dei rappresentanti delle aziende italiane che aderiranno e di esperti italiani con competenze specifiche sulle tematiche focus dell’iniziativa e la partecipazione di aziende private locali del settore interessate a partecipare al seminario ed agli incontri B2B per avere maggiori approfondimenti sulle tecnologie italiane. La partecipazione sarà poi allargata a tutti gli stake-holder degli Stati Uniti interessati allo sviluppo di un ciclo produttivo “ad alta efficienza tecnologica ” ed “eco-sostenibile” grazie al know-how e alle moderne tecnologie italiane lungo l’intera filiera, dall’estrazione alla lavorazione e all’installazione, passando per il recupero degli scarti di lavorazione e il land scape delle zone estrattive. La partecipazione all’iniziativa da parte delle aziende italiane potrà essere diretta, con la presenza di un proprio delegato all’esposizione del seminario e ai successivi incontri bilaterali (dopo il seminario) o indiretta attraverso l’invio di materiale tecnico e informazioni agli esperti ed al personale ICE che seguirà l’iniziativa. I rappresentanti delle aziende italiane potranno intervenire direttamente alle presentazioni durante il panel per integrare gli interventi del docente con la presentazione delle specificità delle proprie peculiarità produttive.

Confindustria Marmomacchine and the Industrial Technology, Energy and Environment Office of ICE-Agency are organizing a technical education seminar in the United States along with a B2B meeting for Italian makers of technology to extract, process and treat natural stones, with a special focus on the environmental issues so pressing for the sector in the United States. The seminar, titled “ADVANCED ITALIAN TECHNOLOGIES for STONE QUARRYING AND PROCESSING and EVNIRONMENTAL IMPACT SOLUTIONS for the USA”, will be held in Miami, Florida in November 2016. The purpose of the event is to promote innovative and eco-sustainable Italian technologies of interest to sector operators, creating a field of “long-term partnership” between the two c o u n t r i e s i n terms of innovation and sustainability in the stone sector involving not just private operators but also local organizations and production plants interested in working more closely with Italian stone companies; this will help to consolidate Italy’s position on the American market and foster new business opportunities. Seminar participants will be Italian companies and experts with specific knowledge of the topics being discussed and members of American stone companies, who will also attend the B2B sessions to learn more about Italian stone technology. Participation will then be extended to all stake-holders in the United States interested in developing an eco-sustainable production cycle using highly efficient technology, thanks to Italian know-how and modern Italian technologies for the entire production chain, from extraction to processing to recouping discards and reclaiming landscapes in the extraction zones. The participation of Italian companies will be direct (with a delegate speaking at the seminar and subsequent B2B meetings) or indirect, by sending technical material and information to the experts and ICE personnel involved in the event. Company representatives may speak at the seminar to supplement the experts’ talks with presentation of the specific features of their products.


72

INVESTIMENTI NEL SETTORE TURISTICO IN ALGERIA

ALGERIAN INVESTMENTS IN THE TOURISM SECTOR

In Algeria sono in corso d'opera numerosi progetti per la realizzazione di infrastrutture alberghiere che mirano al rilancio del settore turistico locale, in particolare per il segmento del turismo d'affari. Il gruppo locale Ramdane prevede entro l'inizio del 2017 l'apertura dell'hotel "Holiday Inn Algiers Cheraga Tower", con 243 camere, 3 ristoranti, residenze di lusso ed un centro commerciale. L'impresa Sieha - società mista tra il Gruppo algerino Mehri ed il Gruppo internazionale Accor ha inoltre avviato i lavori per la realizzazione di un Novotel di una capacità di 255 camere nonché l'ampliamento dell'Hotel Ibis di Algeri con 108 camere supplementari. Oltre a questi progetti, è prevista anche l'apertura di 2 altri hotel del brand Marriott da parte del Gruppo Trust.

Underway in Algeria are numerous projects for hotel construction to re-launch the country’s tourism sector, especially business tourism. In early 2017 the Algerian Ramdane group expects to open its “Holiday Inn Algiers Cheraga Tower” with 243 rooms, three restaurants, luxury apartments and a shopping center. The Sieha company – jointly owned by the Algerian Mehri Group and the international Accor Group – has begun work on a Novotel with 255 rooms, and is enlarging the Ibis Hotel in Algiers, adding on another 108 rooms. In addition to these projects, the Trust Group is expected to open another two hotels under the Marriott brand.

UNO SPAZIO DEDICATO AL MARMO ITALIANO AL BAU 2017 DI MONACO

AN ITALIAN STONE AREA AT BAU 2017 IN MUNICH

In occasione del prossimo salone BAU 2017 - la fiera biennale tedesca di riferimento per il comparto Costruzioni e Architettura, in programma a Monaco dal 16 al 21 gennaio - CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e ICE-Agenzia, con il supporto organizzativo di Monacofiere, riproporranno un’area collettiva dedicata alle aziende italiane del settore lapideo. Dopo la prima positiva esperienza di questa iniziativa al salone BAU 2015, il Padiglione Marmo Italia è stato ampliato per permettere di ospitare un numero maggiore di Imprese, con spazi aziendali individuali e un’area comune per servizi di informazione e accoglienza. L’iniziativa è stata inoltre inserita anche quest'anno nel programma promozionale di ICE Agenzia per il comparto lapideo e beneficerà di un supporto finanziario pubblico che permetterà alle aziende interessate di partecipare alla manifestazione a costi inferiori rispetto alla partecipazione individuale. Per maggiori informazioni è possibile contattare l'Ufficio Fiere di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE.

For the 2017 edition of BAU – Germany’s biennial show for the building and architecture sector, to be held in Munich from January 16 to 21 – Confindustria and ICEAgency (with the organizational support of the Munich Fair Board) will be offering a group exhibit of Italian stone companies. After the success of this project at BAU 2015, the Italian Stone Pavilion was enlarged to accommodate a larger number of companies, with individual stands and a common area providing information and welcoming services. The project is part of the ICE program promoting the Italian stone sector and will benefit from government funding enabling exhibitors in the group area to spend less than they would individually. For more info, contact the association’s Events Office.


www.ernestomarina.it

Segatrici a Catena dal 1970

Chain Saws since 1970

GARRONE OFFICINA MECCANICA

GARRONE OFFICINA MECCANICA sas Via Statale, 37 Fraz. S. Pietro di Sturla 16042 CARASCO (GENOVA) Italy Tel. +390185 350161 Fax +390185 352249 E-mail: garrone@garrone.com

www.garrone.com


74

MILANO AL CENTRO: I GRANDI BRAND INTERNAZIONALI PRENDONO CASA NEL CAPOLUOGO LOMBARDO

MILAN IN THE CENTER: BIG INTERNATIONAL BRANDS TAKE ROOT IN LOMBARDY’S CAPITAL

Dopo Google e Samsung che hanno stabilito i propri headquarters italiani in zona Porta Nuova, anche Microsoft Italia ha deciso di spostarsi a Milano. Nel 2017 il colosso di Redmond arriverà infatti nella piramide Feltrinelli, lo spazio che si trova tra porta Garibaldi e i bastioni di porta Volta progettato da Herzog & De Meuron per conto del gruppo Feltrinelli. Ma anche Starbucks ha scelto Milano come location del proprio debutto italiano. È infatti in arrivo sempre nel 2017 il primo shop della "sirena verde" di Seattle, che recentemente ha stretto anche un'alleanza con la catena "Princi" con l'obiettivo di integrare la qualità della "bakery" Made in Italy nei propri punti vendita internazionali. Insomma nel 2017 assisteremo a una vera e propria concentrazione di grandi brand multinazionali ai piedi della Madonnnina che confermano una volta di più il ruolo di Milano e la sua capacità di interpretare al meglio l'appeal internazionale dell'Italia nel mondo. L’Italia, insomma, piace al colosso di Seattle. In attesa dell’arrivo della sirena verde a Milano nel 2017, il centro della city meneghina, patria dell’eccellenza italiana dell’imprenditoria, si prepara alla sfida tra il caffè americano e il tradizionale espresso.

After Google and Samsung, who set up their Italian headquarters in the Porta Nuova zone, Microsoft Italia has also decided to move to Milan. In fact, in 2017 the Redmond colossus will be moving into the Feltrinelli pyramid, located between Porta Garibaldi and the Porta Volta bastions and designed by Herzog & De Meuron on behalf of the Feltrinelli Group. And even Starbucks has chosen Milan for its Italian debut. Also in 2017 the first shop of Seattle’s “green mermaid” will be opening, intending to sell Milan’s fine bakery goods along with its famous coffees. So 2017 will see a real cluster of big multinationals making their home-awayfrom-home in Milan, once again confirming the city’s locomotive role and ability to interpret Italy’s appeal worldwide. In brief, the Seattle giant likes Italy. While waiting for the green mermaid to arrive in Milan in 2017, the center of the city – home to excellence in Italian business – is preparing for the competition between American coffee and the traditional espresso.

UCRAINA PIÙ VICINA ALL'EUROPA

UKRAINE CLOSER TO EUROPE

È stato completato il nuovo Tunnel Beskyd, iniziato più di un decennio fa per sostituire l’attuale tunnel costruito nel 1886, un'infrastruttura che secondo le stime gestirà circa il 60% del trasporto merci in transito dall’Ucraina verso l’Europa Centrale. Il tunnel attraversa i Carpazi e sbocca in prossimità della località di Chop, a ridosso del confine ungherese e slovacco. Il progetto, finanziato per circa cento milioni di euro dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI) e dalla Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo è stato il primo progetto finanziato dopo l’accordo di collaborazione con la Banca Europea, con il quale si intende supportare l’Ucraina nella ricostruzione dopo il recente conflitto: si prevede che la BEI presterà al Paese ulteriori 3 miliardi di euro entro il 2018.

Work has been completed on the new Beskyd Tunnel (begun more than a decade ago to replace the former structure built in 1886), which according to estimates will be used to transport 60% of the goods in transit from Ukraine to Central Europe. The tunnel runs under the Carpathian Mountains and terminates near Chop, in the vicinity of Ukraine’s borders with Hungary and Slovakia. The project, costing something like 100 million euros and financed by the European Investment Bank (EIB) and European Bank for Reconstruction and Development, was the first one financed after the cooperation agreement with the European Bank intended to support Ukraine in reconstruction after the recent conflict: it is expected that the EIB will lend the country another 3 billion euros by 2018.


76

STONE INDUSTRY 2016: IL SETTORE TECNO-LAPIDEO IN MOSTRA A MOSCA

STONE INDUSTRY 2016: THE STONE SECTOR SHOW IN MOSCOW

Si è svolta a Mosca dal 21 al 24 giugno scorsi la Fiera internazionale STONE INDUSTRY (già EXPOSTONE) che ha raccolto presso il padiglione n° 75 del monumentale complesso VDNKH il meglio del settore tecno-lapideo russo e internazionale. La Fiera, organizzata da EXPODESIGN RA LTD in collaborazione con CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e HUMMEL Gmbh - con il patrocinio della Camera di Commercio e dell’Industria di Russia e delle Associazioni dei Costruttori, degli Ingegneri e degli Architetti russi –, si è confermata appuntamento di riferimento settoriale per la Russia e i paesi dell’area CIS. Giunta alla sua diciassettesima edizione, STONE INDUSTRY ha visto quest’anno la partecipazioni di operatori professionali e buyers provenienti da 34 paesi diversi. Come sempre protagoniste le decine di aziende italiane partecipanti nell’area Italia gestita da CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE. Accanto all’importante presenza “made in Italy” STONE INDUSTRY 2016 ha visto la partecipazione di delegazioni ufficiali provenienti da Iran, Egitto e Venezuela.

The International exhibition for natural stone extraction, processing and application STONE INDUSTRY-2016 successfully took place on 21/24 June in Moscow, at VDNKH, Hall 75. The exhibition was organized by EXPODESIGN RA LTD with the participation of the Association CONFINDUSTRIA MARMOMACCINE (Italy) and HUMMEL GMBH (Germany) under support of the Chamber of Industry & Commerce of Russia, Russian Union of Builders, Association of Builders of Russia, Russian Society of Construction Engineers, Russian Union of Architects, Union of Moscow Architects, Moscow Union of Designers. This year for the 17th time the Exhibition gathered professionals of the stone industry and stone buyers from Russia, CIS and 34 countries of the world. The Exhibition was attended by tens of the best Italian companies of the sector and by the official delegations of the following countries: Islamic Republic of Iran; Bolivarian Republic of Venezuela; Arabic Republic of Egypt.


since 1937,

3 7 • 2 017 

80

    

Moving Elements

19 

YEARS

bel

li n z o n

PROTECTIVES ı POLISHERS ı MASTICS ı CLEANERS

Prodotti per il trattamento e la protezione del marmo, granito, pietra, ceramica Products for treatment & protection for marble, granite, stones, ceramics Siamo presenti preesenti a/ a/ Visit Vissit us at

www.bellinzoni.com

Verona - Italy

PAD 7 STAND F3 HALL 7-F3

i


78

SICUREZZA SUL LAVORO: TESTO UNICO 2008 ADDIO?

WORKPLACE SAFETY: FAREWELL TO THE 2008 SINGLE TEXT?

Superare il Testo unico di salute e sicurezza sul lavoro, che «si caratterizza per un’eccessiva complessità legislativa e attuativa» - il Dlgs 81 del 2008 si compone di 306 articoli e 51 allegati - per passare «attraverso la semplificazione, da un approccio formalistico a uno pratico e sostanziale». Con queste dichiarazioni di fondo è stato depositato in commissione Lavoro al Senato il Ddl a firma del presidente della Commissione, Maurizio Sacconi, che si compone di 22 articoli e 5 allegati. «Il presupposto dell’attuale disciplina sono la produzione industriale seriale meccanizzata e le mansioni lavorative standardizzate sottolinea Sacconi - per questo si prevede un’applicazione omologa a tutti i luoghi produttivi, a prescindere dalle dimensioni e dai dati infortunistici di riferimento. È ora di voltare pagina, il contesto è cambiato, l’economia globale è sottoposta a cambiamenti veloci e imprevedibili indotti dalle nuove tecnologie digitali». Il Ddl prevede l’attività di supporto garantita dai medici del lavoro o da altri professionisti esperti in materia di salute e sicurezza sul lavoro, che sotto la propria responsabilità, potranno certificare la correttezza delle misure di prevenzione e protezione in azienda. La platea è composta da professionisti con un ordine di riferimento o esperti che svolgono professioni relative alla salute e sicurezza, iscritti a un elenco presso il ministero del Lavoro (previa verifica del possesso di determinati requisiti professionali e di esperienza). L’affidamento al soggetto terzo della certificazione, spiega la relazione al Ddl, secondo gli estensori del «permetterà una notevolissima riduzione della documentazione necessaria per dimostrare l’adempimento agli obblighi di legge da parte del datore di lavoro». Quanto al datore di lavoro, il Ddl prevede che non possa ritenersi responsabile se ha ottemperato ai propri obblighi ma l’evento è risultato dovuto a «circostanze a lui estranee, eccezionali e imprevedibili, o a eventi eccezionali, le cui conseguenze non sarebbero state comunque inevitabili, nonostante il datore di lavoro si sia comportato in modo diligente». Si prevede che in materia di salute e sicurezza la colpa vada ritenuta «colpa di organizzazione», con la conseguenza che essa viene meno ove l’imprenditore dimostri di aver provveduto a organizzare l’azienda in modo corretto rispetto alle esigenze di tutela dei propri lavoratori.

Going beyond the single text on workplace health and safety, “characterized by excessive legal and executive complexity” – Legislative Decree 81 of 2008 consists of 306 articles and 51 appendices – to change “through simplification, from a formalistic approach to a practical and substantial one”. With these basic declarations a bill signed by the president of the senate work commission, Maurizio Sacconi, was proposed for a new text consisting of 22 articles and 5 appendices. “The presupposition behind the current regulations is serial, mechanized industrial production and standardized tasks”, Sacconi emphasized, “foreseeing the same application to all production sites, whatever their size and reference accident data. It’s time to move on, the context has changed and the global economy is subject to rapid and unforeseeable changes due to the new digital technologies”. The proposal envisions support work ensured by occupational medicine specialists or other experts in workplace health and safety who, under their own responsibility, can certify the correctness of prevention and protection measures at a company. The roster is composed of professionals belonging to a reference association or experts performing jobs relating to health and safety, registered with the Labor Ministry (after verifying that they possess the right credentials and experience). Entrusting a third party with certification, the bill explains, “would considerably reduce the documentation needed to demonstrate fulfillment of legal obligations by the employer”. As for the employer, the bill foresees that he/she cannot be held responsible if he/she has fulfilled his/her duties but the event proves to result from “circumstances that are extraneous [to the employer], exceptional and unforeseeable, or exceptional events, whose consequences would have been inevitable despite employer diligence”. It foresees that in regard to workplace health and safety, fault is considered “organizational” and so not blamed on the employer when he/she can prove having organized the company in compliance with the obligation to safeguard employees.


-0(*45*$1307*%&34 '035)&450/&*/%6453:

5JSSFOB TBSZ UI OOJWFS  " 6KLSSLQJ )RUZDUGLQJ$JHQWV

7LUUHQD6S$9LDOH'=DFFDJQD&DUUDUD 06 ,WDO\7HO)D[LQIR#WLUUHQDFRP : : : 7 , 5 5 ( 1 $  & 2 0


80

MECCANICA STRUMENTALE ITALIANA: OBIETTIVO 100 MILIARDI DI EXPORT

ITALIAN INSTRUMENTAL MECHANICS: THE GOAL IS 100 BILLION IN EXPORTS

La meccanica strumentale italiana è l’architrave che sostiene l’avanzo commerciale nazionale. Con un valore di circa 82 miliardi di euro, il settore rappresenta la prima componente merceologica del nostro export, eppure parte del potenziale – secondo un recente studio SACE - è ancora inespresso o poco valorizzato. Le imprese della meccanica strumentale italiana sono perlopiù di piccola e media dimensione, ma rivestono un ruolo di primo piano nell’economia nazionale: rappresentano, infatti, il 6% delle aziende manifatturiere e il 12% degli addetti dell’industria. La dimensione rimane un fattore caratterizzante, e penalizzante sotto il punto di vista delle economie di scala, rispetto alle imprese concorrenti europee, che sono in media quasi due volte più grandi. L’indagine condotta da SACE tra oltre 200 imprese italiane del settore ha fatto emergere alcuni tratti distintivi e zone d’ombra della realtà italiana della meccanica strumentale. In particolare è emerso come la competizione si giochi sullo scenario internazionale, ma la catena di fornitura rimane prevalentemente nazionale, mentre la dimensione e la scarsa apertura a fonti di capitale non bancario rimangono un limite alla crescita. A livello geografico permane un’esposizione prevalente sui mercati di prossimità, le strategie di vendita sono invece contraddistinte da un’alta personalizzazione del prodotto e dall’alto contenuto tecnologico, che sono elementi distintivi dell’offerta, ma esistono svantaggi competitivi sul brand e sul pricing. Secondo gli analisti SACE le opportunità per l’export italiano in questo comparto sono molto elevate in diversi Paesi tra cui gli Stati Uniti, la Spagna e la Polonia, ma anche gli Emirati Arabi Uniti, l’India e il Messico. Un nuovo business model, meno conservativo, è tuttavia il prerequisito indispensabile per cogliere al meglio le sfide dell’internazionalizzazione e per trasformare l’obiettivo di 100 miliardi di export di meccanica strumentale “made in Italy” nel 2019 in un traguardo concreto.

Italy’s instrumental mechanics sector is the architrave sustaining the country’s trade surplus. With revenue of something like 82 billion euros, the sector is Italy’s leading export commodity, yet part of its potential – according to a recent SACE study – is as yet unexpressed or little valorized. Italian instrumental mechanics companies are mostly small and medium-sized but play a leading role in the nation’s economy: in fact, they account for 6% of manufacturing companies and 12% of industrial employees. Size remains a characterizing factor that is also penalizing from the economies of scale standpoint in comparison to competing European companies that on average are nearly twice as big. The survey SACE conducted on more than 200 Italian companies in the sector revealed a number of distinctive features and shadow zones in the instrumental mechanics business in the country. In particular it showed that competition is on an international scale but that the supply chain remains mostly national, while size and reluctance to use sources of capital other than banks put limits on growth. Geographically, the sector’s markets are those in proximity to Italy; sales strategies feature a high level of product customization and of technological content, which are distinctive traits of the offer, but there are competitive disadvantages in brands and pricing. According to SACE analysts, opportunities for exports in this sector are very high in various countries, including the United States, Spain and Poland, as well as the United Arab Emirates, India and Mexico. However, a new, less conservative business model is indispensable to meeting the challenges of internationalization and making the goal of 100 billion euros in exports of Italian instrumental mechanics by 2019 a concrete achievement.


...and many more

.YHɉH[\YH

Virgolato in linea

Bocciardatura

Sabbiatura su granito

Rullatura su granito

(U[PZJP]VSVNYHɉH[V

Scratching

In line comma

Busshammering

Sandblasting on n granite

Rolling on granite

Sc cratching antiskid

meccanica Made in Italy

Vieni a visitarci Visit i us at

Pad. 7 - Stand F9

Via Delle Arti e Mestieri, 3 33080 Roveredo in Piano (PN) ITALY Te el. +39 0434 924404 www.lupatomeccanica.com info@lupatomeccanica.com

oro bocciardato Antiscivolo bocciardato To Bushammering antiskid

Bu ushammerred e bullnose


MESSICO: IN CRESCITA LA DOMANDA DI CASE NELLE GRANDI AREE URBANE Secondo uno studio condottO dalla società di consulenza immobiliare Softec il prodotto interno lordo delle maggiori aree urbane del Messico sta registrando in questi anni una significativa crescita, con un conseguente aumento della domanda di alloggi. Il Pil delle 5 maggiori città del paese - Città del Messico, Monterrey, Guadalajara, Puebla e Tijuana - è infatti destinato a raddoppiare entro il 2025, passando da 400 a 765 miliardi di US$. Nello stesso tempo, la domanda di nuove abitazioni private dovrebbe raggiungere il milione e 400 mila unità. Questo forte sviluppo edilizio potrebbe offrire interessanti opportunità anche per i fornitori italiani di pietre naturali e delle relative tecnologie di lavorazione. Il valore attuale delle esportazioni di materiali lapidei lavorati e semilavorati "made in Italy" verso il Messico è di circa 24 milioni di euro, mentre le nostre vendite di macchine e attrezzature complementari hanno sfiorato i 20 milioni (dati finali 2015 del Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE).

ISRAELE: APERTURA DEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI ALLE IMPRESE STRANIERE Il governo di Israele, tramite il Ministero per l’Edilizia e le Costruzioni, ha recentemente annunciato la decisione di aprire il settore dell'edilizia abitativa alla competizione internazionale, nel tentativo di fare fronte alla crescente domanda di abitazioni per famiglie a costi contenuti. Obiettivo dell'azione del Governo è infatti quello di incrementare di oltre 1 milione le unità abitative residenziali nei prossimi dieci anni, riducendo in tal modo il prezzo delle case di almeno il 20% rispetto al valore attuale ed aumentando nel contempo il livello tecnologico dei metodi di costruzione attraverso il ricorso a manodopera specializzata.

ISRAEL: THE BUILDING SECTOR NOW OPEN TO FOREIGNERS

82

MEXICO: GROWING DEMAND FOR BIG-CITY HOUSING According to a study conducted by Softec, a realty consultancy firm, the gross domestic product of Mexico’s largest cities has shown significant growth in recent years, with a consequent increase in housing demand. The GDP of the country’s five major cities – Mexico City, Monterrey, Guadalajara, Puebla and Tijuana – is, in fact, expected to double by 2015, rising from US$400 billion to US$765 billion. At the same time, the demand for new private homes should reach one million, 400,000 units. This heavy growth in building could offer interesting opportunities to Italian purveyors of natural stones and stone-working technology. The current value of Italy’s exports of finished and semi-finished stone products to Mexico is about 24 million euros, while exports of stone technology to Mexico had revenue of nearly 20 million (final 2015 CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE figures).

The Israeli government, through its Building and Construction Ministry, recently announced its decision to open the residential building sector to international competition in an attempt to meet growing demand for low-cost housing. In fact, the government’s aim is to build more than a million housing units in the next ten years, thus reducing apartment costs by 20% from current value and increasing the technological level of building methods by using skilled labor.


Connecting Global Competence

Il futuro dell’edilizia

16–21 gennaio · Monaco di Baviera

Monacofiere · visitatori@monacofiere.com Tel. +39 02 4070 8301 · Fax +39 02 8736 9039

Salone leader mondiale per architettura, materiali e sistemi www.bau-muenchen.com


TTIP FERMO AL PALO?

84

Gli esiti del 14° round negoziale del TTIP da poco conclusosi erano particolarmente attesi e significativi perché, nel gergo dei negoziatori, il round di luglio era denominato “mid game”, ad indicare che i suoi risultati avrebbero fornito un’indicazione affidabile sulle possibilità che l’accordo potesse essere concluso entro la scadenza del mandato di Obama, termine fisiologico stabilito all’avvio delle negoziazioni. Ma l’esito di questo passaggio negoziale pare aver condotto a una fase di stallo, come si evince anche dal fatto che la data del prossimo round di trattative non è ancora stata stabilita: un fatto emblematico della situazione di impasse, in quanto di solito viene fissata subito dopo la conclusione di ogni round. Per inquadrare sinteticamente la questione è utile ricordare che il mandato negoziale del TTIP si divide in tre pilastri tematici (accesso al mercato, convergenza regolamentare e barriere non tariffarie e regole) e si articola in circa 30 capitoli (tariffe sui beni industriali, accesso ai servizi, agli appalti pubblici, tutela degli investimenti, ecc). Un tema particolarmente importante è quello della cooperazione regolamentare orizzontale istituzionale, poiché riguarda il dispositivo da creare per assicurare che la cooperazione regolamentare prosegua anche dopo la chiusura dei negoziati. Si tratta di uno degli aspetti maggiormente delicati in quanto si prefigge di istituire un entità congiunta composta dai regolatori (autorità) di UE e USA, alla quale parteciperebbero anche i rappresentanti dell’industria, incaricata di condividere preliminarmente ogni futura proposta di normativa tecnica prima della sua entrata in vigore. Di fatto, si tratta del cuore del TTIP, che si pone l’obiettivo, finora mai realizzato dalla UE con nessun partner, di fare convergere le regolamentazioni tecniche e gli standard anche a lungo termine. Ma le posizioni rimangono distanti anche e soprattutto a causa delle rigidità USA sul concetto di “buy America” che gli Stati Uniti non vogliono abbandonare soprattutto nel segmento degli appalti pubblici. L’impegno ed il contributo di Confindustria per la conclusione e il monitoraggio dell’accordo restano più che mai alti.

TTIP STALLED AT THE STARTING GATE? The outcomes of the 14th round of TTIP negotiations, just recently concluded, were eagerly awaited and particularly significant because, in negotiator slang the July round was “mid-game” and should have given reliable indications that the agreement could be concluded by the end of Obama’s term, a due-date clear from the beginning of the talks. Instead, they led to a stalemate, shown also by the fact that the next round of negotiations has not been scheduled: a fact emblematic of the stalemate since a date is usually set after the conclusion of each round. To give a brief rundown of the issues involved, TTIP negotiations are based on three main pillars (market access, regulatory convergence, non-tariff barriers and regulations) and divided into 30-some chapters (tariffs on industrial assets, access to ser vices, public contr a c t s , p r o tection of investments, etc.). A particularly important topic is that of official horizontal regulatory cooperation because it concerns the mechanism to create to ensure that regulatory cooperation continues even after negotiations terminate. This is one of the most delicate issues because it foresees setting up a joint organization composed of EU and US regulators (authorities) in which representatives of industry would participate, tasked with preliminarily discussing all future proposals of technical standards before they go into effect. In fact, this is the core of the TTIP, whose goal (that the EU has never before achieved, with any partner) is to converge technical regulations and standards, even in the long term. But positions remain distant, above all because of the US’ rigidity about the “buy American” concept, which the United States doesn’t want to abandon, especially where public contracts are concerned. Confindustria’s commitment and contribution to monitoring and concluding the agreement are greater than ever.


REACH FOR FOR CTIVITY PRODUC SpeedROC 2F is the all new DSI D drill rig from Atlas Copco. Its high drilling speed, low fuel consumption and articulated boom is the perfect recipe forr outstanding productivity. The drill rig holds the latest Europ pean certiďŹ cation and complies gulations. g ulations. with the most strict safety reg


86

STATISTICHE COMPARTO LAPIDEO ITALIANO: IN LIEVE CALO L’EXPORT DI PIETRE ORNAMENTALI (-2,4%), MA TENGONO I PRODOTTI LAVORATI (+2,6%)

ITALIAN STONE SECTOR STATISTICS: A DIP (-2.4%) IN ORNAMENTAL STONE EXPORTS BUT FINISHED PRODUCTS HOLD (+2.6%)

Le rilevazioni ufficiali sull’andamento del comparto marmifero nazionale elaborate dal Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE su base Istat indicano per i primi 5 mesi del 2016 un leggero arretramento del valore complessivo delle nostre esportazioni di marmi, graniti e pietre naturali, passate da 783,5 a 764,8 milioni di euro (-2,4%). Una tendenza già evidenziata durante l’Assemblea generale dell'Associazione lapidea nazionale dello scorso giugno, quando commentando i dati trimestrali il presidente Stefano Ghirardi aveva sottolineato che "stiamo ritornando a un’orizzontalità della curva dopo un 2015 in netta crescita". In diminuzione anche l'import lapideo totale italiano, che nei primi cinque mesi dell'anno ha mostrato una contrazione del 7%, per complessivi 163,7 milioni di euro di acquisti dall'estero. Sebbene in controtendenza rispetto al +7% fatto registrare a fine 2015, va tuttavia segnalato che l'arretramento delle nostre esportazioni è stato più marcato in termini di volumi (pari a poco più di un milione di tonnellate, -14,7%) che di valori, sintomo del fatto che - nonostante le nostre aziende abbiano esportato di meno - il valore medio per tonnellata è aumentato, seguendo un trend già emerso negli ultimi anni che tende a privilegiare l'export di tipologie di prodotto

Official statistics on trends in the Italian stone industry processed by the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center using ISTAT data show for the first 5 months of 2016 a slight downturn in the overall value of Italy’s exports of marbles, granites and other natural stones, sliding from 783.5 to 764.8 million euros (down 2.4%). This was a trend already pointed out at the national stone industry association’s General Assembly last June, when, commenting on quarterly data, President Stefano Ghirardi stated that: “we are returning to a flattening of the curve after a 2015 in net growth”. Also lessening were Italy’s total imports of stone, which in the first five months of the year were down 7% for a total of 163.7 million euros in purchases from abroad. Although this was a trend reversal from the +7% registered at the end of 2015 it should be mentioned that the downturn in exports was more marked in terms of volume (just over a million tons, -14.7%) than in worth, a symptom of the fact that, although Italian companies exported less, the average value per ton increased, following a trend already seen in recent years that tends to privilege exports

Export materiali lapidei lavorati e semilavorati italiani Classifica primi 10 Paesi Acquirenti - periodo Gennaio/Maggio 2016 (dati in euro) Exports of Italian finished and semi-finished stone materials Top 10 Buyers - January/May 2016 (data in euros) COUNTRY

TOTAL MAY 2015

COUNTRY

TOTAL MAY 2016

%

POS. 2016

POS. 2015

UNITED STATES

174.424.729

UNITED STATES

182.710.867

4,8

1

1

GERMANY

58.499.487

GERMANY

56.125.920

-4,1

2

2

SWITZERLAND

38.029.539

SWITZERLAND

36.227.596

-4,7

3

3

UNITED KINGDOM

27.748.947

UNITED KINGDOM

31.029.547

11,8

4

5

FRANCE

23.711.065

FRANCE

28.762.910

21,3

5

7

UNITED ARAB EMIRATES

27.685.713

UNITED ARAB EMIRATES

27.357.871

-1,2

6

6

SAUDI ARABIA

30.866.788

SAUDI ARABIA

24.820.398

-19,6

7

4

CANADA

16.261.657

CANADA

15.703.799

-3,4

8

9

RUSSIA

18.896.979

RUSSIA

14.844.530

-21,4

9

8

MOROCCO

14.985.998

MOROCCO

14.327.147

-4,4

10

10

OTHER COUNTRIES

193.568.048

OTHER COUNTRIES

209.033.271

8,0

TOTAL

624.678.950

TOTAL

640.943.856

2,6

Source: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE on ISTAT data


di maggiore qualità o comunque dal prezzo più elevato. In particolare, la flessione è stata determinata principalmente da una brusca frenata delle esportazioni di grezzi, che nel periodo gennaio-maggio hanno fatto segnare un -22% tendenziale, fermandosi a quota 123,9 milioni di euro (contro i 159 milioni dello stesso periodo dell'anno precedente), mentre le vendite oltreconfine di prodotti lavorati e semilavorati - quelli appunto a più alto valore aggiunto - sono cresciute del 5,6% rispetto al 2015, raggiungendo i 640,9 milioni. Relativamente ai mercati di destinazione dei materiali lavorati (vedasi tabella), nel periodo gennaio-maggio 2016 si confermano al primo posto gli Stati Uniti, dove sono stati esportati marmi e graniti "made in Italy" per un valore di oltre 182 milioni di euro, con una crescita del 4,8% rispetto allo stesso periodo 2015. Nel complesso, emerge una sostanziale tenuta per i mercati europei, con Germania (56,1 milioni/-4,1%) e Svizzera (36,2 milioni/-4,7%) entrambe in lieve diminuzione - che si confermano sul podio, mentre Regno Unito (31 milioni/+11,8%) e Francia (28,7 milioni/+21,3%) fanno segnare importanti incrementi di importazioni lapidee dal nostro paese. Dopo le ottime performance degli ultimi anni si consolida il nostro export destinato ai paesi del Golfo, con gli Emirati Arabi (27,3 milioni/-1,2%) sempre primo mercato d'area davanti all'Arabia Saudita (24,8 milioni/-19,6%). Chiudono la top ten Canada (15,7 milioni/-3,4%), Russia (14,8 milioni/21,4%) e Marocco (14,3 milioni/-4,4%).

of higher quality products or in any case with higher prices. In detail, the downturn was mainly due to a brusque halt in exports of raw stones, which from January to May fell by 22% for a total of 123.9 million euros (versus the 159 million in the same period the year before), while foreign sales of finished and semi-finished products – those with the highest added value – grew by 5.6% from 2015, for revenue of 640.9 million euros. In regard to destination markets for finished stone products (see the table), from January to May 2016 first place was taken by the United States, with purchases worth more than 182 million euros and growth of 4.8% from the same period in 2015. On the whole, the European markets held steady, with Germany (56.1 million/-4.1%) and Switzerland (36.2 million/-4.7%) on the podium although slightly declining, while the United Kingdom (21 million/+11.8%) and France (28.7 million/+21.3%) increased their purchases of Italian ornamental stones. After excellent performance in recent years there was consolidation of Italy’s exports to the Persian Gulf countries, with the United Arab Emirates (27.3 million/-1.2%) still the number-one buyer followed by Saudi Arabia (24.8 million/-19.6%). Concluding the top ten were Canada (15.7 million/-3.4%), Russia (14.8 million/-21.4%) and Morocco (14.3 million/-4.4%).

87

HALL 3 - STA AND B47/B65-C C50/C70 5/6 axes CNC machining centres

SPECIAL OUTCOMES ONLY Y RISE FROM SPECIAL MACHINES: OURS

5 axes CNC bridge sawing machines

Wat a erjet cutting machines

CMS BBrembana’s technological commitment generates machines for top quality results in marrble,, granite, natural and composite stone creations. Outstanding systems, designeed to bring added value in multifarious application fields. CMS is the ideal partnerr, rich in ssolutions tailored to the customer’s specific needs and aimed at process optimization.

www.cmsindus stries.it


88

A BREVE LA GARA PER LA DECORAZIONE DELLA GRANDE MOSCHEA DI ALGERI

UPCOMING COMPETITION TO DECORATE ALGIERS’S GREAT MOSQUE

E’ stato annunciato il lancio una gara internazionale per la scelta di una società per lo studio della decorazione, degli ornamenti, del rivestimento delle pareti e dei pavimenti della sala della preghiera della Grande Moschea di Algeri. La gara dovebbe essere formalizzata entro settembre. La struttura si estende su una superficie di 374 mila metri quadrati, con i minareti che raggiungeranno l’altezza di 265 metri. La cupola una volta ultimata sarà alta 35 metri, con la moschea che avrà una capienza complessiva di 35 mila persone. Il progetto è opera dell’ingegnere tedesco Jurgen Engel. La Grande Moschea di Algeri sarà la terza moschea più grande al mondo dopo quelle della Mecca e Medina.

An international competition has been announced to choose a company to devise the decoration, ornaments, facing and flooring for the prayer room of the Great Mosque in Algiers. The competition should be formalized by September. The structure covers an area of 374,000 square meters, with minarets that will be 265 meters tall. Once completed, the dome will have a height of 35 meters and the mosque will be able to hold 35,000 people. German engineer Jürgen Engel designed the Great Mosque of Algiers and it will be the third largest in the world, after those in Mecca and Medina.

PRESENZA ISTITUZIONALE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE A MARMOMACC 2016

OFFICIAL CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE PRESENCE AT MARMOMACC 2016

In occasione della prossima edizione di MARMOMACC (Verona, 28 settembre/1 ottobre) come di consueto le Aziende associate, gli operatori del settore e i visitatori presenti in fiera potranno contare sui servizi e sull'accoglienza della Lounge istituzionale/Meeting Point CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE (Pad 2/Stand C3). Il meeting-point CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE sarà a disposizione di tutti i Soci anche per poter organizzare appuntamenti e usufruire dei servizi di supporto riservati alle Aziende associate. Presso lo Stand dell'Associazione – che come per le passate edizioni di MARMOMACC ospiterà un accogliente wine-bar – sarà possibile trovare in distribuzione l'ultima edizione di MARMOMACCHINE INTERNATIONAL e il DIRECTORY Associativo 2016 con relativo supporto multimediale Usb con i recapiti completi di tutte le Aziende aderenti a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE. Durante la manifestazione sarà inoltre consegnato a tutti i Soci Espositori a MARMOMACC 2016 il Welcome-Kit Assiciativo con i Segni distintivi che consentiranno all’azienda di segnalare la propria appartenenza a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE.

For the upcoming edition of MARMOMACC (Verona, September 28/October 1), as usual member companies, sector operators and visitors at the show will be able to rely on the services and welcome provided by the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE official lounge/meeting point (located in Hall 2, stand C3). The CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE meeting point will be available to all members also for organizing business meetings and using the services offered them. At the association’s stand – which as in past editions will be featuring an inviting wine bar – it will be possible to get the latest issue of MARMOMACCHINE INTERNATIONAL and the 2016 Directory with multimedia USB flash drive containing the full names and addresses of member companies. For the show, all members exhibiting will receive the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE welcome kit with insignia demonstrating membership in the association.


90

TTIP FERMO AL PALO? INCONTRO CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE CON I NUOVIdell’ipoLo scorso 28 giugno 2016 è avvenuta la sottoscrizione tesi di accordo di rinnovo del ccnl del 3 maggio VERTICI ITA-ITALIAN TRADE2013 applicabile per i lavoratori dipendenti da aziende esercenti l’attività di escaAGENCY vazione e lavorazione dei materiali lapidei, ghiaia, sabbia e inerti.

TTIP STALLED AT THE STARTING CONFINDUSTRIA GATE? MARMOMACCHINE MEETING WITH The outcomes of the 14th round of TTIP negotiations, just THE NEW HEADS OF ITA-ITALIAN recently concluded, were eagerly awaited and particularly TRADE AGENCY significant because, in negotiator slang the July round was

L’ipotesi di accordo di rinnovo èhastata sottoscrittaincontrato tra CONFINConfindustria Marmomacchine recentemente il DUSTRIA MARMOMACCHINE, A.N.E.P.L.A., qualie parti Datoriali, nuovo Direttore Generale, Piergiorgio Borgogelli, il nuovo Presi- e le OO.SS. Feneal-Uil, Fillea-Cgil e Filca-Cisl. confronto era inidente, Michele Scannavini, di ITA-Italian Trade IlAgency (maggiorziato nel mese di dicembre 2015 sulla base della piattaforma mente nota come ICE). All’ordine del giorno dell’incontro le nuove presentata dalle OO.SS. e dopo un complessoche e arstrategie promozionali perdiil categoria made in Italy e l’impostazione i ticolato confronto nuovi vertici dell’Agenl’Accordo è stato zia vogliono conferire senza agiairaggiunto programmi di intertazioni sindacali né nazionalizzazione dei scioperi e con soluvari settori. Durante zioni e oneri aziendali l’incontro il Presidente molto inferiori alla toScannavini ha sottolitalità in delle numerose neato particolare la richieste presentate volontà da parte deldalle OO.SS, l’Italian Trade come Agencyè dipossibile puntare su evincere eventi di dalla nota maggiore di comcabotaggio mento alanalitico rispetto passato,difrafusa da zionalizzando numero C O N F I N D U S T R IA delle attività e indiviMARMOMACCHINE. duando le priorità in L’Accordo di rinnovoe materia di iniziative del CCNL entra in vimercati. Confindustria gore il 1° aprile 2016 Marmomacchine ha ed avràildurata al 31 di marzo 2019. Le tabelle auribadito lungo fino rapporto collaborazione che darelative sempreagli lega menti contrattuali ed ai nuovieminimi e alle attività varie scadenze, posl’Associazione e l’ICE-Agenzia, le numerose promozionali sono essere richiestea da tutte ledel Aziende interessate scrivendo realizzate nel mondo supporto comparto tecno-marmifero a direzione@assomarmomacchine.com . italiano a partire dall’innovativo format dell’incoming formativo professionale da sempre promosso con successo dall’Associazione sulla scorta delle cave e dei laboratori-scuola realizzati in numerose parti del mondo.

“mid-game”Marmomacchine and should have givenmet reliable Confindustria recently with theindications new genthat manager, the agreement couldBorgogelli, be concluded by the of Obaeral Piergiorgio and the newend president, ma’s term, a due-date clear from beginning of the Michele Scannavini, of ITA-Italian Tradethe Agency (more widely talks. Instead, they led to a stalemate, shown also by the known as ICE). On the meeting’s agenda were new promotional fact that the next round of negotiations has not been schestrategies for the Made in Italy and the imprint that the agency’s duled: a fact want emnew executives blematic of the to give to internationstalemate since ina alization programs date is usually set various sectors. Durafter the conclusion ing meeting of each round. To President Scangive a emphasized brief runnavini down of thethe issues in particular Italinvolved, TTIP neian Trade Agency’s gotiations are desire to concenbasedmore on on three trate promain events pillarsthan (marpeller in ket past, access, regulathe rationaliztory theconvergence, ing number of non-tariffand barriers projects pinand regulations) pointing priorities in and divided into terms of endeavors 30-some chapters and markets. Con(tariffs onMarmoindufindustria strial assets, access to ser vices, public contracts, macchine reiterated the longstanding cooperation that has prot e ccharacterized t i o n o f investments, etc.). A particularly imporalways the association’s relationship with ICE and tantnumerous topic ispromotional that of official horizontal regulatory coopethe projects created around the world in ration because it concerns thesector, mechanism create support of the Italian techno-stone starting to from the in-to ensure that regulatory cooperation continues even novative incoming educational format the association hasafter alnegotiations terminate. This is one of the most delicate isways successfully proposed, as well as the quarry- and sues because it foresees setting upparts a joint organization workshop-schools it has set up in many of the world.

CONSORZIO INTERNAZIONALE SI AGGIUDICA LA GARA PER LA METRO DI DUBAI

INTERNATIONAL CONSORTIUM WINS DEAL TO BUILD DUBAI METRO EXTENSION

Il contratto di 2,89 miliardi di dollari per l'esecuzione dei lavori di prolungamento della linea metropolitana di Dubai è stato vinto da un Consorzio internazionale partecipato da aziende francesi, spagnoli e turche. Saranno infatti la francese Alstom, la spagnola Acciona e la turca Gulermack a realizzare l'estensione di 15 km della linea rossa di Dubai, che collegherà Nakheel Harbour e Tower Station al sito di Expo2020. I lavori di quella che è stata battezzata la Route 2020 inizieranno entro la fine dell'anno. La nuova linea servirà un'area popolata da circa 270.000 abitanti e servirà le zone di The Gardens, Discovery Gardens, Al Furjan, Jumeirah Golf Estates e il Dubai Investment Park.

The contract to extend Dubai’s metro system to the site of Expo 2020 has been awarded to a consortium of French, Spanish and Turkish firms in a deal worth $2.89bn. France’s Alstom, Spain’s Acciona, and Turkish outfit Gulermack will work on the 15km extension of Dubai’s Red Line, which will run from Nakheel Harbour and Tower Station to the Expo 2020 site. The 'Route 2020' line project will add 15 km to the emirate's metro network, and will begin before the end of the year. The new route will serve The Gardens, Discovery Gardens, Al Furjan, Jumeirah Golf Estates and Dubai Investment Park, which have a combined population of 270,000 people.


Cut & Jet Saw + waterjet +

SAW

: incomparable performances!

WATERJET

CUT & MOVE

P

russiani Engineering presents Cut & Jet: combination of the speed of the blade, the versatility of the waterjet and the LMÄJPLUJ`VM[OL*\[ 4V]LHSSPUVULTHJOPUL;OLJ\[[PUNOLHKPZLX\PWWLK^P[OHLSLJ[YVZWPUKSLMVYKPHTVUKISHKLHUKHU OPNOWYLZZ\YL^H[LYQL[^P[O‡YV[H[PVU;OLZWPUKSLTV[VYH\[VTH[PJHSS`[PS[ZMYVT[VVY KLNYLLZ;OL^H[LYQL[J\[[PUN OLHKH\[VTH[PJHSS`[PS[ZMYVT[VKLNYLLZ ;OLTHJOPULWYVNYHTTPUNPZJHYYPLKV\[[OYV\NOHULHZ`*(+*(4ZVM[^HYL 0UÄUP[L]HYPH[PVUZMVYJ\[[PUN^P[O[OLISHKLHUK[OL^H[LYQL[

^^^WY\ZZPHUPJVT PUMV'WY\ZZPHUPJVT /HSS:[HUK(())

Prussiani Engineering - 24061 - Albano Sant’Alessandro - Bergamo - ITALY tel. +39 035 581444 - fax +39 035 4528235

Follow us on our social network


BRASILE: MEETING POINT ITALIA ALLA VITORIA STONE FAIR 2017

SINDACALE: DETASSAZIONE PREMI DI RISULTATO

È in programma a Vitória dal 14 al 17 febbraio la 43° edizione della VITORIA STONE FAIR, la più importante manifestazione internazionale del continente sudamericano dedicata al comparto lapideo e alle relative tecnologie d'estrazione e di trasformazione (420 gli espositori presenti lo scorso anno, su una superficie espositiva di 35mila mq). CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE sarà presente anche per il 2017 alla fiera brasiliana col proprio stand istituzionale/meeting-point Italia con i consueti servizi di assistenza e supporto per le Aziende Italiane Associate espositrici o in visita. Anche MARMOMACCHINE INTERNATIONAL parteciperà alla VITORIA STONE FAIR con un proprio stand, dove gli operatori e le aziende presenti potranno trovare in distribuzione l’ultimo numero della rivista di riferimento per il settore marmifero e tecno-lapideo internazionale.

È stato sottoscritto il 15 luglio scorso l'accordo tra Confindustria e Cgil, Cisl, Uil per consentire, anche alle imprese prive di rappresentanze sindacali, di erogare premi di risultato aziendali collegati a incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza e innovazione. L'accordo facilita per tutte le imprese - specie per quelle di minori dimensioni - l'introduzione di forme di retribuzione collegate ai risultati aziendali e, quindi, di usufruire dei benefici fiscali e contributivi previsti dalla legge di stabilità 2016 per questo tipo di erogazioni. Senza introdurre forme retributive territoriali, l'accordo affida alle associazioni territoriali un ruolo propulsivo per guidare le imprese di minori dimensioni verso l'introduzione di forme di salario variabile legate ai risultati aziendali. In questo senso, l’accordo conferma il modello della contrattazione basato su due livelli, ma apre alla progressiva valorizzazione del salario per obiettivi, anche sotto il profilo dello sviluppo della cultura del coinvolgimento paritetico dei lavoratori nell’organizzazione del lavoro. Un accordo che molti territori stanno già applicando.

UNIONS: TAX EXEMPTIONS FOR PERFORMANCE BONUSES 92

BRAZIL: MEETING POINT ITALIA AT THE 2017 VITORIA STONE FAIR Scheduled in Vitoria from February 14 to 17, 2017, is the 43rd edition of the VITORIA STONE FAIR, South America’s biggest international event devoted to the stone and stone-working technology sector (at last year’s show there were 420 exhibitors displaying on an area of 35,000 square meters). CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE will be present at the fair with its own official stand/meeting point Italia offering the customary assistance and support services to the association’s members exhibiting at or visiting the show. And MARMOMACCHINE INTERNATIONAL will also be at the Vitoria Stone Fair with its own stand where operators and visitors can find the latest issue of the reference magazine for the international stone and stone technology sector.

On July 15 an agreement was signed between Confindustria and the CGIL, CISL and UIL unions to allow even companies without union representatives to award corporate performance bonuses tied to increases in productivity, profitability, quality, efficiency and innovation. The agreement makes it easier for all companies – especially the smaller ones – to introduce forms of remuneration tied to company results and therefore to make use of the fiscal and social security benefits foreseen by the 2016 Stability Law for these types of bonuses. Without introducing forms of territorial remuneration, the agreement gives territorial associations a propulsive role in guiding smaller companies towards introducing forms of variable salary tied to company performance. From this standpoint, the agreement confirms the two-level bargaining model but opens to a progressive salary increase by goals reached, also from the viewpoint of developing a mentality of equal involvement of employees in work organization. An agreement that many districts are already applying.


PIANO PER LA RIQUALIFICAZIONE DI UN QUARTIERE DI BAT YAM (ISRAELE)

URBAN RENEWAL PROJECT FOR A PORTION OF BAT YAM, ISRAEL

La Commissione Locale per la Pianificazione Urbanistica e l'Edilizia di Bat Yam, cittadina israeliana situata nella zona centrale della fascia costiera, immediatamente a sud di Tel Aviv, ha recentemente approvato un piano di rinnovamento edilizio del quartiere di Ramat Hanassi. Lo riporta il giornale economico israeliano Globes, che specifica che il progetto che sarà realizzato dalla società istraeliana Shapir Civil And Marine Engineering prevede la demolizione di 168 unità abitative costruite nei primi anni '60 del secolo scorso che ora versano in cattive condizioni e la costruzione al loro posto di 4 grattacieli di 30 piani ciascuno e di 5 edifici di altezza variabile tra i 4 e i 14 piani, per un totale di 950 nuovi appartamenti, oltre che di parcheggi sotterranei e aree verdi.

The City Planning and Building Commission of Bat Yam, a town located on Israel's Mediterranean Sea coast, on the central coastal strip just south of Tel Aviv, recently approved an urban renewal plan for the Ramat Hanassi district. This was reported by the Israeli business magazine Globes, which states that the project – to be realized by Shapir Civil and Marine Engineering, an Israeli company – foresees demolition of 168 housing units built in the early 1960s and now in dilapidated condition, and construction in their stead of 4 30-floor towers and 5buildings having 4 to 14 floors, for a total of 950 new apartments, in addition to underground parking and green areas.

93

! r e k c o t s r u o my

Ia

PRODUCTION CAPACITY The continuous search for new materials combined with the most modern block extraction techniques and the most technological plant for the production of the slabs make Marmi Bruno Zanet an ideal partner for the development of any type of project.

MARMI BRUNO ZANET

29130 VIANA - VITORIA (E.S.) - BRAZIL Rod. BR 262 km. 12,5 Tel. +55 (0) 27 21218888 - Fax +55 (0) 27 21218800 zanet@zanet.com.br 37020 VOLARGNE - VERONA - ITALY Via Paganella, 79 Tel. +39 045 6833444 - Fax +39 045 6860055 zanet@brunozanet.com www.brunozanet.com


JOINT VENTURE AUSTRIACA INVESTE 75 MILIONI DI EURO PER UN PROGETTO IMMOBILIARE A MESTRE

94

AUSTRIAN JOINT VENTURE INVESTS 75 MILLION EUROS IN A REAL ESTATE PROJECT IN MESTRE

Le società austriache Immovate e MTK-Gruppe hanno recentemente deciso di unire le loro attività immobiliari per rafforzare la loro presenza sui mercati internazionali. Il primo progetto congiunto sarà realizzato a Mestre dove sono già stati stipulati contratti di locazione con quattro grandi gruppi alberghieri internazionali - e si estenderà su di un'area di 29 mila mq di fronte alla stazione ferroviaria della località veneziana. Il progetto, che prevede investimenti complessivi per circa 75 milioni di euro e i cui lavori sono già iniziati, include la realizzazione di diversi hotel di fascia alta, appartamenti, ostelli di lusso e due parcheggi.

Austria’s Immovate company and MTK-Gruppe recently decided to work together in their real estate businesses to strengthen their presence on foreign markets. Their first joint venture will be in Mestre, Italy, where they have stipulated already rental contracts with four big international hotel chains, and the project will cover 29,000 square meters opposite the Venetian city’s railway station. The project – which foresees investments of something like 75 million euros and is already underway – includes building various upscale hotels, apartments, luxury hostels and 2 parking lots.

COSTRUZIONI: ANCE RIVEDE AL RIBASSO DI CRESCITADI PIANO PERLELASTIME RIQUALIFICAZIONE PER IL 2016 DI BAT YAM (ISRAELE) UN QUARTIERE

BUILDING SECTOR: ANCE DOWNSIZES GROWTH ESTIMATES URBAN RENEWAL PROJECT FOR A FOR 2016OF BAT YAM, ISRAEL PORTION

Nella prima parte del 2016 per le aspettative di ripresaUrbanistica del compartoe La Commissione Locale la Pianificazione italiano costruzioni non hanno trovato conferma e l’indice l'Ediliziadelle di Bat Yam, cittadina israeliana situata nella zona di produzione nei primi 4 mesi dell’anno è stato caratterizzato centrale della fascia costiera, immediatamente a sud di Tel da una altalena. Aviv, hacontinua recentemente ap-Anche l’occupazione ha subito un ulteriore provatocalo un (-3,5% piano dirispetto rinno-allo stesso periodo del 2015).del Sono vamento edilizio le valutazioni che emergono quartiere di Ramat Hadall'Osservatorio congiuntunassi. rale sull'Industria delle ecoCostruLo riporta il giornale zioni presentato daGlobes, Ance, che nomico israeliano secondo le nuove che specifica chestime il pro-prevede investimenti getto che - cheglisarà realizzatonel comparto per l’anno in corso dalla società istraeliana segneranno solamente Shapir Civil And Marine un +0,3% (contro l'1% previsto Engineering - prevede la ad inizio anno). demolizione di 168 unità La crescitacostruite sarà debole abitative neiper tutte le componenti: se per primi anni '60 del secolo gli investimenti pubblici si inprescorso che ora versano vede uncondizioni +0,4%, le enuove abitazioni faranno registrare addirittura cattive la costruzione al loro posto di 4 grattacieli un -3,4%, le manutenzioni - che tra rappredi 30 pianimentre ciascuno e di 5 edifici distraordinarie altezza variabile i4e sentano la per parteunpiù vitale - dovrebbero oltre crescere i 14 piani, totale di del 950mercato nuovi appartamenti, che dell'1,9%. di parcheggi sotterranei e aree verdi.

In theCity firstPlanning half of 2016 for an uptakeofinBat theYam, Italiana The andpredictions Building Commission building sector notMediterranean confirmed andSea thecoast, production town located onwere Israel's on theindex cenin the first 4 months of the year seesawed continuously. tral coastal strip just south of Tel Aviv, recently approvedEman ployment in the sector fell further (down urban 3.5% from the same renewal plan period 2015). Ramat These for in the areHanassi the assessments district. given building Thisinwasthe reported by sector report issued by the Israeli business Ance, Italy’s building magazine Globes, sector association, which states that the which to projectaccording – to be realnew estimates predicts ized by Shapir Civil thatand sector investments Marine Engifor neering, the current will anyear Israeli grow by only– 0.3% incompany foresees stead of the 1% demolition of fore168 seen at theunits startbuilt of the housing in year. the early 1960s and Growth weak for now will in be dilapidated all sector components: whilein public investments may towers rise by condition, and construction their stead of 4 30-floor 0.4%, new housing drop evenfor3.4%; and 5buildings havingwill4 to 14 by floors, a totalextraordinary of 950 new maintenance – theto liveliest portionparking of the and market – apartments, inwork addition underground green should grow by 1.9%. areas.


96

PADIGLIONE NAZIONALE A WORLDSTONE INDONESIA 2016: MARMI E TECNOLOGIE "MADE IN ITALY" IN VETRINA A JAKARTA

ITALIAN PAVILION AT WORLDSTONE INDONESIA 2016: ITALIAN STONE AND STONE TECHNOLOGY SHOWCASED IN JAKARTA

Italia presente e protagonista alla prima edizione di WORLDSTONE INDONESIA, nuovo appuntamento fieristico dedicato all'industria della pietra naturale e delle relative tecnologie d'estrazione e lavorazione svoltosi a Jakarta dal 25 al 29 maggio. La manifestazione è stata ospitata all’interno di IndoBuildTech, fiera di riferimento per il comparto dell'edilizia nell’area del Sud-Est Asiatico, presso il moderno complesso espositivo Indonesian Convention Exhibition-ICE della capitale indonesiana. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE in collaborazione con ICE-Agenzia ha promosso e coordinato la partecipazione ufficiale delle Aziende italiane del comparto lapideo e tecno-marmifero a questa nuova importante piattaforma fieristica su di un mercato di sicuro interesse strategico per il settore. Il Padiglione Italiano, che ha occupato una superficie espositiva di oltre 160 mq, ha annoverato alcune tra le principali Aziende italiane - che hanno potuto avvalersi del contributo pubblico previsto per il settore tecno-lapideo nel Piano Promozionale 2016, con una significativa riduzione della quota di adesione - in rappresentanza delle migliori produzioni nazionali. Erano presenti a WORLDSTONE INDONESIA in qualità di espositori i seguenti brand: ATLANTIDA ITALIA - B.M.A. - BRETON - CO.ME.S. - CONS. PROD. MARMO BOTTICINO CLASSICO - GMM - LA PONTE MARMI - MAEMA - MARCOLINI MARMI - PEDRINI SANTA MARGHERITA - SARDEGNA MARMI - SASSOMECCANICA - SIMEC - T&D ROBOTICS.

Italy starred at the first edition of WORLDSTONE INDONESIA, the new natural stone and stone technology show held in Jakarta from May 25 to 29. The event was hosted within IndoBuildTech, the reference building show for Southeast Asia, held at the modern Indonesian Convention Exhibition-ICE complex in the Indonesian capital. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, in cooperation with ICE, the Italian Trade Agency, promoted and coordinated Italian stone sector participation in this new and important event on a market of sure strategic interest for the sector. The Italian Pavilion, which had a display area of more than 160 square meters, featured some of Italy’s leading companies – which were able to utilize the public funds provided to the techno-stone sector in the 2016 promotional plan, considerably reducing exhibition costs. The companies exhibiting at WORLDSTONE INDONESIA were: ATLANTIDA ITALIA B.M.A. - BRETON - CO.ME.S. - CONS. PROD. MARMO BOTTICINO CLASSICO - GMM - LA PONTE MARMI - MAEMA - MARCOLINI MARMI - PEDRINI - SANTA MARGHERITA - SARDEGNA MARMI SASSOMECCANICA - SIMEC - T&D ROBOTICS.


PRESENZA ISTITUZIONALE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE/ICE-AGENZIA A WORLDSTONE INDONESIA

OFFICIAL CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE/ICE-AGENCY PRESENCE AT WORLDSTONE INDONESIA

Oltre che in qualità di organizzatrici dell'Area ufficiale italiana, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e ICE-Agenzia sono state direttamente presenti alla WORLDSTONE INDONESIA con i propri funzionari e con uno Stand/istituzionale Meeting Point Italia a disposizione delle Aziende espositrici e dei visitatori interessati alle produzioni lapidee e alle tecnologie del nostro Paese. Una presenza salutata con soddisfazione anche da S.E. Vittorio Sandalli, Ambasciatore d’Italia a Jakarta, e dal Direttore dell’Ufficio ICE di Giacarta, Alessandro Liberatori, che insieme al Presidente Onorario con delega alle Relazioni Istituzionali di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, Flavio Marabelli, nel corso della loro visita in fiera hanno colto l’occasione per portare il loro saluto alle aziende del settore tecno-lapideo presenti nel Padiglione Italia.

As well as organizing the official Italia area, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE and ICE-Agency were directly on hand at WORLDSTONE INDONESIA with their own staffs and an official stand/Meeting Point Italia open to exhibitor companies and visitors interest in Italian stone materials and stone-working technology. The Italian area received praise even from S.E. Vittorio Sandalli, Italian ambassador to Indonesia, and by the director of the ICE Jakarta office, Alessandro Liberatori. Together with Flavio Marabelli, Honorary CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE President in charge of official relations, they took advantage of the occasion to greet the many techno-stone companies exhibiting at the Italian Pavillion.

97

Since 1983 The Italian point of reference Distanziali, Molle, Pressatori, Giunzioni, Cavi di Acciaio, Banchi montaggio, Presse idrauliche, Presse manuali, Cesoie, Cunei spaccaroccia, Cuscini, Pompe, Volani, Gomme, Corone, Placchette.

Spacers, Springs, Crimps, Joints, Wire Ropes, Assembling desks, Hydraulic presses, Hand presses, Shears cutters, Splitting wedges, Hydrobags airbags, Flywheels, Rubbers, Drilling crowns, Inserts.

Utensili ed accessori per filo diamantato Tool and accessories for diamond wire saw

www.palmerio.com - info@palmerio.com


98

INVESTIMENTI DAL KUWAIT PER UN NUOVO QUARTIERE RESIDENZIALE A SARAJEVO

KUWAIT INVESTS IN A NEW RESIDENTIAL DISTRICT IN SARAJEVO

Investitori del Kuwait stanno costruendo un nuovo quartiere residenziale nelle vicinanze di Sarajevo che si chiamerà Ilidža Pearl Resort. Si tratta di un resort di lusso a cinque stelle nel quale l'impresa Al Diyar Real Estate & Al Diyar Construction investirà complessivamente circa 13 milioni di euro. Il progetto occuperà una superficie di 65 mila mq e oltre a ville e appartamenti con giardino prevede la realizzazione di centri ricreativi, palestre, piscine coperte, ristoranti, caffè e di un lago artificiale di 2 mila mq.

Kuwaiti investors are building a new residential district near Sarajevo that will be called the Ilidža Pearl Resort. This is a luxurious, five-star resort in which the Al Diyar Real Estate and Al Diyar Construction companies will be investing something like 13 million euros. The complex will cover an area of 65,000 square meters and in addition to villas and garden apartments foresees construction of recreation centers, gyms, indoor pools, restaurants, cafes and a 2,000-square meter artificial lake.

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA IS.I.M E UNIVERSIDAD DE CHILE

COOPERATION AGREEMENT SIGNED BY THE IS.I.M AND UNIVERSIDAD DE CHILE

E' stato siglato lo scorso 14 di giugno 2016 alla presenza dell'Ambasciatore d'Italia, Marco Ricci, del Direttore dell'ICE Santiago, Giuseppe Manenti, e di diverse autorità del settore pubblico e privato, un importante Accordo di Collaborazione tra l'Istituto Internazionale del Marmo – l’Istituto di alta formazione tecnico-professionale di riferimento di Confindustria Marmomacchine - e la Universidad de Chile, una delle universitá cilene piú riconosciute a livello internazionale. A sottoscrivere l’accordo il Rettore dell’Università cilena, Ennio Vivaldi, e il Presidente Is.I.M., Paolo Marone. L'Accordo sottoscritto a Santiago del Cile servirà da cornice istituzionale per diverse iniziative mirate allo sviluppo del settore delle pietre ornamentali cilene attraverso l'utilizzo di tecnologie e know-how italiani e sorge come follow up di precedenti incontri tra il CNR e l'Universitá del Cile. Tra i principali obiettivi dell'accordo vi sono infatti: la cooperazione tecnica e scientifica per lo sviluppo di programmi e progetti di ricerca; innovazione e formazione; interscambio di personale tecnico e docente; l’organizzazione di seminari e altre attività riguardanti argomenti come lo sfruttamento, l'elaborazione e il riciclaggio delle pietre cilene con tecnologie e know-how italiani. Tra le attivitá da eseguire nel breve e medio termine: il catasto delle risorse esistenti nel territorio cileno; la creazione di una banca dati di organismi e operatori locali attivi lungo tutta la filiera. Alla firma dell'Accordo hanno partecipato tutte le principali autoritá dell'Universidad de Chile, della Facoltá di Architettura, di Ingegneria, e i principali rappresentanti dell'Ordine degli Architetti, l'Ordine degli Ingegneri, la Cámara Chilena de la Construcción, l'ente di promozione Corfo, autoritá regionali, e diversi operatori di settore provenienti da varie regioni del paese.

On July 16, 2016 - in the presence of the Italian ambassador to Chile, Marco Ricci, the director of ICE Santiago, Giuseppe Manenti and various exponents of Chile’s public and private sectors – an important cooperation agreement was signed by the International Marble Institute (Confindustria Marmomacchine’s higher education branch) and the Universidad de Chile, one of the Chilean universities best known internationally. The agreement was signed by the rector of the university, Ennio Vivaldi and the president of IS.I.M., Paolo Marone, in Santiago and will serve as the technical framework for various projects aimed at developing the Chilean ornamental stone sector through use of Italian technology and know-how; it is the follow-up to previous meetings between the CNR and the Chilean university. Among the principal aims of the agreements are, in fact: technical and scientific cooperation to develop research plans and projects; innovation and education; exchanges of technicians and instructors; the organization of seminars and other activities regarding the quarrying, processing and recycling of Chilean stones using Italian technology and know-how. Among the work to be done in the short and middle terms is surveying Chilean stone resources and creating a databank of the country’s stone sector organizations and operators. Attending the agreement signing were the heads of the Universidad de Chile and its architecture and engineering faculties, the main exponents of Chile’s Order of Architects and of Engineers, members of the Chilean building association, of Corfu, a promotional board, regional authorities and various stone sector operators from different parts of the country.


esec-FlagPosteriorePrometec indd 1

02/08/16 10:34


102

SERBIA: 32 PROGETTI INFRASTRUTTURALI SOSTENUTI DA PRESTITO BEI

SERBIA: 32 INFRASTRUCTURE PROJECTS FUNDED WITH EIB LOANS

Il Ministero dell'Economia serbo ha deciso di co-finanziare 32 progetti volti al miglioramento delle infrastrutture locali e regionali nell'ambito di Building Together, il programma co-finanziato con un prestito della Banca europea per gli investimenti (BEI). Il costo totale dei progetti in questione è di oltre 966 milioni di dinari (c.a. 7,8 milioni di euro). Negli ultimi tre anni, il ministero ha cofinanziato 41 progetti con più di 712 milioni di dinari (5,8 milioni di euro), e la maggior parte dei progetti sono stati volti alla ricostruzione di strade, ponti, scuole e asili.

The Serbian Ministry of Economy has decided to co-finance 32 projects intended to improve local and regional infrastructure in the context of Building Together, the project co-financed with a loan from the European Investment Bank (EIB). The total cost of the projects is more than 996 million dinars (about 7.8 million euros). In the past three years the ministry has co-financed 41 projects with more than 712 million dinars (5.8 million euros) and most of them were aimed at reconstructing roads, bridges, schools and daycare centers.

DIALOGHI SULLA SOSTENIBILITA’: UN’INIZIATIVA ECAMRICERT E SMART FUTURE

DIALOGUE ON SUSTAINABILITY: AN ECAMRICERT AND SMART FUTURE PROJECT

In data 22 e 23 settembre 2016 Ecamricert e Smart Future organizzano presso la propria sede di Monte di Malo un interessante programma formativo dedicato al costruire sostenibile. La recente evoluzione normativa e la maggior consapevolezza dei cambiamenti climatici stanno com’è noto spostando l’attenzione delle Aziende sull’importanza di conoscere gli impatti ambientali diretti e indiretti derivanti dalle proprie attività d’impresa. All’interno di un ben definito piano comunitario anche il Legislatore nazionale sta sempre più orientando la domanda pubblica di acquisto verso un mercato di prodotti e servizi a ridotto impatto ambientale (Acquisti Verdi) definendo per molte categorie merceologiche i “Criteri ambientali minimi” (Cam) necessari affinchè determinati materiali possano essere acquistati attraverso gli appalti pubblici. Nuovo impulso agli Acquisti verdi è stato dato dal recente collegato ambientale che prevede la possibilità di assegnare un contratto di appalto ad un’offerta che si dimostri più vantaggiosa in termini di consumi energetici e di risorse naturali e a fornitori che abbiamo implementato uno studio di ciclo di vita del prodotto (LCA o EPD). Questi alcune delle tematiche che saranno approfondite nelle giornate del 22 e 23 settembre 2016 attraverso una serie di relazioni rivolte sia ai Progettisti che alle Aziende pubbliche e private intenzionate ad innovare i propri processi o prodotti in ottica Green. Per declinare questi temi anche per il comparto marmifero e i prodotti lapidei ricordiamo che ECAMRICERT ha avviato una stretta collaborazione con CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE che coinvolgerà direttamente le imprese attraverso la Commissione Tecnica Associativa.

On September 22 and 23, 2016 Ecamricert and Smart Future are hosting at their Monte di Malo headquarters an interesting seminar devoted to sustainable building. Recent laws and greater awareness of climate change are shifting companies’ attention to the direct and indirect environmental impacts of their work. Within a well-defined European Community plan, national legislators are increasingly orienting public demand towards purchases of produced and services with lower environmental impact (Green Purchases), for many commodities defining minimum environmental criteria for Green Public Procurement (GPP). A new impetus for green purchases has come from the recent environmental protection measure foreseeing the ability to award a building contract to the offer proving to be most advantageous in terms of energy and natural resource consumption and to suppliers who have conducted product life-cycle studies (LCA or EPD). These are some of the topics that will be discussed on September 22 and 23 through talks addressed to both designers and public and private companies intending to innovate their products or processes from a green point of view. In regard to the stone sector and its products, we remind readers that ECAMRICERT has begun to work in close collaboration with Confindustria Marmomacchine, work that will directly involve the association’s Technical Committee.


GRANDI PROGETTI IN ARABIA SAUDITA

BIG PROJECTS IN SAUDI ARABIA

L'Arabia Saudita continua a configurarsi come uno dei principali contesti di sviluppo edilizia dell'area mediorientale. Sono diversi e di pregio, infatti, i cantieri che apriranno nei prossimi mesi in varie parti del paese. A partire dalla capitale, Ryad, dove con il progetto della Samaya Residential Area il developer Cayan International Company sta predisponendo un ambizioso piano di sviluppo urbano nell'area della Medina. Il progetto prevede infatti la costruzione di una nuova area residenziale completa di infrastrutture e verde urbano su un'estensione approssimativa di circa 1.200.000 metri quadri. A Gedda, invece, la catena svizzera Mövenpick attraverso un accordo con la Hadia Abdul Latif Jameel Group, prevede la realizzazione di hotel e appartamenti per lunghi periodi di soggiorno che dovrebbero essere pronti per il 2017. Il complesso denominato "Al Tahlia Jedda" comprende la realizzazione di 164 unità abitative per i periodi di lunga permanenza, che andranno a collocarsi nella città portuale araba protagonista negli ultimi anni di un imponente sviluppo urbano. Per il 2019 è invece prevista la realizzazione del Kaaki Hotel a La Mecca, un imponente progetto di accomodation che si dovrebbe estendere per quattordici isolati e un totale di 12.000 camere, destinate soprattutto al l'accoglienza dei pellegrini.

Saudi Arabia continues to be one of the leading building contexts in the Middle East. Many fine building projects are underway or being planned. Starting with the capital Riyadh, where with the Samaya Residential Area project its developer, the Cavan International Company, is preparing an ambitious project for the Medina area. In fact, it foresees construction of a new residential area, complete with infrastructure and urban greenery on an area of something like 1,200,000 square meters. In Jeddah, instead, the Swiss hotel chain Mövenpick (through an agreement with the Hadia Abdul Latif Jameel Group) intends to build residential hotels and apartments that should be ready in 2017. The complex, called “Al Tahlia Jedda” will have 164 long-term residential units, adding to this Arab port city’s recent building boom. Scheduled for 2019 is building of the Kaaki Hotel in Mecca, a huge complex planned to stretch for fourteen blocks and have a total of 12,000 rooms, destined mainly for pilgrims to Mecca.

103

AXCO

transforms stones into master pieces

Contouring & milling machine with 5 or more interpolated axis for complex architectural stone jobs. The sturdiness of its structural parts guarantee high precision and long life performances even with hard stone.

view AXCO at Marmomacc Verona 30 Sept. - 01 Oct. 2015 Hall 2, Booth B9

www.marchettigroup.it


104

SHOCK BREXIT

BREXIT SHOCK

La Gran Bretagna ha scelto di uscire dall'Unione Europea votando a maggioranza "Leave" (52% dei voti) al referendum del 23 giugno scorso. Ciò che agli analisti pareva impossibile è perciò accaduto, ennesimo shock per un'Europa sempre più fragile e stanca. Uno shock forse per gli stessi sostenitori della “Brexit” che hanno lasciato immediatamente orfana la loro vittoria con un fuggi fuggi dei principali leader anti-UE. A cominciare dal rifiuto dell'ex sindaco di Londra, Boris Johnson, a correre per la guida del governo UK dopo le immediate dimissioni di David Cameron, cui sono seguite dopo pochi giorni le dimissioni di Nigel Farage da segretario del proprio partito (ma non da parlamentare europeo), l'UKIP, uno dei principali motori della campagna per l'uscita del Regno dalla UE. Insomma i due principali campioni del "Leave", una volta ottenuta la vittoria, si sono di fatto "lavati le mani" dei problemi che l'inaspettato risultato del referendum porterà con sé nei prossimi mesi. Perché se da un lato le borse europee già nei giorni immediatamente successivi al voto hanno bruciato 637 miliardi di euro di capitalizzazione con la sterlina che ha toccato i suoi minimi di sempre, dall'altro il rating della Gran Bretagna è stato prontamente rivisto al ribasso, da AAA a AA, così come pesantemente ridimensionate sono le previsioni per il PIL 2016 e 2017. Ma quello che viene sarà un autunno ancora più complicato perché sarà la stagione in cui cominceranno i negoziati per determinare concretamente l'uscita della Gran Bretagna dall'UE e c'è da giurare che i paesi europei, Germania in testa, non faranno sconti agli “amici” inglesi nelle trattative d'uscita dall'Unione. Il risultato sarà comunque una persistente instabilità finanziaria ed economica che sicuramente non favorirà la crescita del Vecchio Continente che di crescita reale avrebbe oltremodo bisogno. Conseguenze anche per l’Italia che, anche a causa della Brexit, è stata chiamata dall’FMI rivedere al ribasso le stime del PIL 2016, che si assesterà sotto l’1%, e quelle del PIL 2017 che è stato ricalibrato all’1% dall’1,25% inizialmente previsto.

Great Britain opted out of European Union membership, with a majority vote (52%) to “Leave” in the June 23 referendum. What analysts thought inconceivable therefore happened, the umpteenth shock for a Europe ever more fragile and fatigued. A shock perhaps even for the upholders of “Brexit” themselves, who immediately abandoned their victory with a scarpering of the main anti-EU leaders. Starting from the refusal of former mayor of London, Boris Johnson, to run as candidate for prime minister after the immediate resignation of David Cameron, followed a few days later by Nigel Farage’s resignation as secretary of his own party (but not as member of the European Parliament), the UKIP, one of the main drivers of the campaign to have the United Kingdom leave the EU. In brief, once victory was obtained, the two main champions of Brexit washed their hands of the problems that the unexpected result of the referendum will bring in the next six months. Because if on the one hand right after the vote the European stock markets burned 637 billion euros of capitalization, with the pound plummeting to historic minimums, on the other Great Britain’s rating dropped from AAA to AA, thereby heavily downsizing GDP forecasts for 2016 and 2017. And this coming autumn will be even more complicated because it’s when negotiations will begin to concretely accomplish Great Britain’s exit from the EU and one can bet that the other European countries, Germany in the forefront, will not let their English “friends” get off easily. The result will therefore be persistent financial and economic instability that will surely not help the Old Continent achieve the real growth it so sorely needs. There will also be consequences for Italy, which, because of Brexit, was called upon by the IMF to lower its 2016 GDP estimates to below 1.1% and also those for 2017, recalibrated at 1% from the 1.25% initially projected.


106

RUSSIA: L'UE PROROGA LE SANZIONI ECONOMICHE

RUSSIA: THE EU EXTENDS ECONOMIC SANCTIONS

Il 1º luglio 2016 il Consiglio Europeo ha prorogato le sanzioni economiche riguardanti settori specifici dell'economia russa fino al 31 gennaio 2017. Introdotte inizialmente per un anno il 31 luglio 2014, in relazione alla situazione in Ucraina, tali misure sono state poi rafforzate nel settembre 2014 e riguardano il settore finanziario, dell'energia, della difesa e dei beni a duplice uso (dual-use). Il 19 marzo 2015 il Consiglio europeo ha convenuto di far dipendere la durata delle sanzioni dalla piena attuazione degli accordi di Minsk, che doveva avvenire entro il 31 dicembre 2015, ma dal momento che a tale data gli accordi non erano stati pienamente attuati, il Consiglio ha prorogato le sanzioni fino al 31 luglio 2016. Dopo averne valutato l'attuazione, il Consiglio ha infine deciso di rinnovare le sanzioni per un ulteriore periodo di sei mesi, fino al 31 gennaio 2017. Le sanzioni tuttavia non riguardano le categorie merceologiche del settore marmo e tecnologie per la lavorazione del marmo, come dimostrano anche gli ottimi dati export del primo trimestre 2016 elaborati dal Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE secondo i quali sono stati oltre due milioni gli euro investiti da parte di buyers russi nell’approvvigionamento di macchine e attrezzature made in Italy per la lavorazione della pietra. Un dato che nel trimestre ha fatto guadagnare alla Russia, che ora è il ventitreesimo mercato per importanza, quattordici posizioni rispetto allo stesso periodo del 2015. In calo invece nel primo trimestre l’export di materiali lapidei italiani, attestatosi a 7,16 milioni di euro (quasi esclusivamente lavorati e semilavorati) equivalente a un decremento percentuale del -26,8% rispetto al primo trimestre 2015 (allorchè era di 9,8 milioni). Un calo probabilmente imputabile soprattutto al rublo debole, ma anche alla politica di incentivazione all’uso di prodotti locali che il governo russo ha introdotto in tutti i comparti del manifatturiero spingendo gli operatori a utilizzare prodotti e tecnologie russe, anche quale risposta all’isolamento cui il Paese è soggetto a seguito delle sanzioni e più in generale dei rapporti tesi con Unione Europea e Stati Uniti. Ricordiamo tuttavia che nonostante la situazione internazionale la Russia anche nel 2015 è stato l’ottavo buyer per importanza di marmi, graniti e pietre estratte o trasformate in Italia, con oltre 50 milioni di euro di import di materiali lapidei dall’Italia.

On July 1 2016 the European Council extended economic sanctions on specific sectors of the Russian economy until January 31, 2017. Initially introduced for a one-year period on July 31, 2014, in relation to the situation in Ukraine, they were reinforced in September 2014 and concern the financial, energy, defense, and dual-use goods sectors. On March 19, 2015 the European Council agreed to have the duration of the sanctions depend on full implementation of the Minsk Accords, which should have occurred by December 31, 2015, but since these agreements were not fully implemented by that date the Council extended the sanctions to July 31 of this year. Finally, after evaluating implementation, the Council decided to extend the sanctions for another six-month period, to January 31, 2017. These sanctions do not regard commodities in the stone sector or stone-working technology, as demonstrated also by export figures for the first quarter of 2016 processed by the Confindustria Marmomacchine Studies Center, which show that Russian buyers invested more than two million euros in Italian stone-working machinery and equipment. Figures that for the quarter moved Russia up fourteen places in buyer ranks, putting it at twenty-third. On the other hand in the same quarter there was a drop in Russia’s purchases of Italian stone materials, which amounted to 7.16 million euros (almost exclusively finished and semi-finished products) with a decrease of 26.8% from the same period in 2015 (when revenue was 9.8 million). This drop was probably attributable to the weak ruble, but also to the policy of incentivizing the use of local products that the Russian government introduced to all manufacturing sectors, spurring operators to use Russian products and technologies partly as a response to the country’s isolation as a result of the sanctions and its tense relations with the European Union and United States in general. We remind readers, however, that despite the international situation, even in 2015 Russia was the eighth-ranking buyer of ornamental stones quarried or worked in Italy, with imports worth more than 50 million euros.


BAHRAIN: IL TURISMO SPINGE IL SETTORE COSTRUZIONI

BAHRAIN: TOURISM DRIVES THE BUILDING SECTOR

È soprattutto il crescente numero di turisti (+11% rispetto all’anno precedente) insieme a una stabile crescita delle opportunità di lavoro (+9%) ha sostenere la domanda del commercio al dettaglio in Bahrain, incentivando di conseguenza la costruzione di numerosi nuovi centri commerciali. Secondo le previsioni il turismo – che rappresenta circa il 6% del PIL – si espanderà ad un tasso medio annuo del 4,8% fino al 2020, generando entrate per oltre un miliardo di dollari, risorse finanziarie che guideranno lo sviluppo di ulteriori investimenti pubblici e privati nel settore retail nei prossimi anni. Tra i progetti in cantiere vi sono diversi centri commerciali di quartiere, tra cui il Manama Corniche, che sarà completato nel 2017, e la Galleria Marassi, uno spazio di 250.000 m2 misto commerciale, residenziale e di intrattenimento, che sarà completato nel 2019.

It is primarily the increase in tourists (11% more than the previous year) plus stable growth in job opportunities (+9%) that have sustained retail demand in Bahrain, thereby incentivizing the building of new shopping centers. According to forecasts, tourism – which accounts for 6% of GDP – will expand at an average annual rate of 4.8% until 2020, generating revenue of more than a billion dollars that will drive development of further public and private investments in the retail sector in coming years. Among the projects underway are various malls, including the Manama Corniche, to be completed in 2017, and the Galleria Marassi, covering an area of 250,000 square meters and a mixed complex, with shops, housing and entertainment venues, which will be completed in 2019.

107


108

CONFLICT MINERALS: ALL'ORIZZONTE UN REGOLAMENTO EUROPEO?

CONFLICT MINERALS: A EUROPEAN REGULATION ON THE HORIZON?

In riferimento alla tematica dei Conflict Minerals, la Commissione europea tramite il Commissario al Commercio ha presentato già a marzo una Proposta di Regolamento EU " per la creazione di un sistema dell'Unione di autocertificazione di due diligence degli "importatori responsabili" di Stagno, Tantalio, Tungsteno e Oro, originari di zone ad alto rischio colpite da conflitti" . La proposta mira principalmente a contribuire a ridurre il finanziamento dei gruppi armati e del terrorismo con i proventi dello sfruttamento dei minerali nelle zone di conflitto e ad alto rischio, in particolare in Congo e paesi limitrofi, sostenendo e promuovendo in maggior misura le pratiche responsabili di approvvigionamento da parte delle imprese dell'UE di stagno, tantalio, tungsteno e oro provenienti da tali zone. La proposta si fonda sui quadri e principi esistenti a livello internazionale in materia di dovere di diligenza. La proposta di Regolamento si basa su una consultazione pubblica, una valutazione d'impatto ed ampie consultazioni con l'OCSE, le imprese, la società civile, nonché con le istituzioni dei paesi produttori. Tale proposta risponde alla richiesta del Parlamento europeo, che nel 2010 ha invitato l'Unione europea a legiferare sulla falsa riga degli Stati Uniti, ove per le imprese che fanno uso di "Conflict Minerals" è obbligatorio dichiararne l'origine e osservare l'obbligo di due diligence. La proposta della Commissione prevede l'istituzione di un sistema europeo di autocertificazione per gli importatori di Stagno, Tantalio, Tungsteno e Oro che scelgono di importare tali risorse nell'Unione in modo responsabile. Recentemente si sono svolti dei seminari nel Sistema Confindustria per valutare i possibili impatti di un simile regolamento sull’industria, temendo un appesantimento procedurale e di approvvigionamento soprattutto per la sub-forniture chain.

In reference to the Conflict Minerals issue, as early as March the European Commission (through its Trade Commissioner) proposed a EU Regulation “for creation of a Union system of due-diligence self-certification as ‘responsible importers’ of tin, tantalum, tungsten and gold originating in zones with high risks of conflict”. The proposal is aimed mainly at reducing the financing of armed groups and terrorists with revenue from mineral mining in high-risk and conflict zones, in particular Congo and neighboring countries, and better supporting and promoting responsible supply practices by EU importers of tin, tantalum, tungsten and gold from these zones. The proposal is based on international frameworks and principles of due diligence. The Regulation proposed is based on public consultation, an impact assessment and broad consultations with the OECD, enterprises and civil society as well as the authorities in producer countries. This proposal responds to the demand of the European Parliament, which in 2010 asked the European Union to pass a law similar to that in the United States, where companies utilizing “Conflict Minerals” must declare their origin and observe the due diligence obligation. The Commission’s proposal foresees instituting a Europe-wide system of self-certification for the purchasers of tin, tantalum, tungsten and gold choosing to responsibly import these minerals into the Union. Confindustria recently held seminars to assess the possible impact of this regulation on the manufacturing industry, with possible additional red tape and supplies (mainly for the sub-supply chain) the main concerns.


110

ZONA EURO: LA BCE RIVEDE AL RIBASSO LE STIME DI CRESCITA PER IL 2017-2018

EUROZONE: THE ECB LOWERS GROWTH ESTIMATES FOR 2017-2018

La Bce taglia le stime di crescita del Pil di Eurolandia per il 2017 e il 2018, motivando la revisione al ribasso con gli effetti del referendum sulla Brexit. Secondo i professional forecasters, gli analisti specializzati citati dalla Banca centrale, l'economia dell'eurozona dovrebbe crescere quest'anno dell'1,5% (invariata rispetto alle precedenti stime), dell'1,4% nel 2017 (contro +1,6% precedente) e dell'1,6% nel 2018 (contro il +1,7% precedente). In merito all’inflazione, è stata mantenuta invariata la stima per il 2016 a 0,3%, mentre sono state riviste marginalmente al ribasso quella per il 2017, da 1,3% a 1,2%, e per il 2018, da 1,6% a 1,5%. Per il mercato del lavoro, al contrario, le previsioni della BCE indicano un continuo miglioramento nei prossimi tre anni, con stime invariate rispetto al precedente rapporto: il tasso di disoccupazione viene previsto al 10,1% quest’anno, al 9,7% nel 2017 e al 9,5% nel 2018.

The European Central Bank has downsized GDP growth rate estimates for the Eurozone for 2017 and 2018 consequent to the Brexit vote. According to the central bank’s professional forecasters, the Eurozone’s economy should grow the expected 1.5% this year, 1.4% in 2017 (from the previously estimated 1.6%) and 1.6% in 2018 (down from a forecast 1.7%). As for inflation, the estimate of 0.3% for 2016 was maintained, while there was some downward adjustment for 2017 (from 1.3% to 1.2%) and for 2018 (from 1.6% to 1.5%). On the other hand, where the job market is concerned, ECB predictions are for constant improvement with estimates unvaried from the previous report: the unemployment rate is expected to be 10.1% this year, 9.7% in 2017 and 9.5% in 2018.

PERÚ: RIPRESA DEL SETTORE EDILE NEL 2016

PERU: BUILDING SECTOR UPTAKE IN 2016

I dati del primo trimestre dell'anno relativi all'andamento del settore delle costruzioni in Perù confermano i segnali di ripresa già emersi negli ultimi mesi del 2015: si è infatti registrato un aumento dell'attività edilizia del 2,1% rispetto ai primi tre mesi dell'anno precedente, e le previsioni per fine 2016 elaborate dall'Unione Costruttori Peruviani (CAPECO) sono ancora più ottimistiche, con una stima di crescita del comparto che si attesterà sul +4%. Tra le ragioni di questa ripresa vi sono l’aumento del plafond statale messo a disposizione nell'ambito del programma di edilizia popolare “Mi Vivienda” e la forte iniezione di liquidità immessa sul mercato con la possibilità di utilizzare il 25% del fondo pensionistico accumulato da ogni beneficiario. Il deficit abitativo da coprire annualmente nella sola capitale Lima si stima ammonti a 20.000 unità.

Figures for the first quarter of the year confirm the signs of an uptake – already seen in late 2015 – in the Peruvian building sector where work was up 2.1% from the first quarter of 2015. Year’s end forecasts from the Peruvian Builders Union (CAPECO) are even more optimistic, estimating sector growth of around 4%. Among reasons for this uptake is an increase in state funds made available in the affordable housing program, ‘Mi Vivienda” and a big injection of liquidity into the market with the chance to utilize 25% of the pension fund every beneficiary has accumulated. The building deficit to be covered annually in Lima alone is something like 20,000 units.


PARTECIPAZIONE COLLETTIVA ITALIANA ALLA MIDDLE EAST STONE 2016 DI DUBAI

ITALIAN COLLECTIVE AT THE MIDDLE EAST STONE SHOW 2016 IN DUBAI

Marmi e tecnologie "made in Italy" protagonisti anche quest'anno alla MIDDLE EAST STONE di Dubai (23/26 maggio), l'evento fieristico degli Emirati dedicato esclusivamente al comparto lapideo e tecno-marmifero. La manifestazione, giunta alle seconda edizione, si è confermata anche quest'anno quale importante vetrina promozionale per i prodotti delle aziende italiane - che hanno rappresentato la più importante rappresentanza straniera in fiera per numero di espositori - sul ricco mercato emiratino e dell'area del Golfo. BAGATTINI, BAGNARA NIKOLAUS, CO.FI.PLAST, DIATEX, FILA INDUSTRIA CHIMICA, G.D.A, ILPA ADESIVI, INTERMAC DIVISIONE VETRO E MARMO-BIESSE, ISM by BARSANTI MACCHINE, MARCOLINI MARMI, NICOLA FONTANILI, PEDRINI, TENAX, TOGNETTI MARMI e TRE EMME IMPORT EXPORT i brand presenti all'interno dei 250 mq del Padiglione Italia promosso e coordinato da CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE.

This year, too, stone and stone technology Made in Italy were stars at MIDDLE EAST STONE in Dubai (,ay 23/26), the Emirates event devoted exclusively to the techno-stone sector. The show, in its second edition, was confirmed this year as an important promotional showcase for the products of Italian companies – which were the largest foreign contingent in terms of numbers – on the wealthy Emirates and Persian Gulf markets. BAGATTINI, BAGNARA NIKOLAUS, CO.FI.PLAST, DIATEX, FILA INDUSTRIA CHIMICA, G.D.A, ILPA ADESIVI, INTERMAC DIVISIONE VETRO E MARMO-BIESSE, ISM by BARSANTI MACCHINE, MARCOLINI MARMI, NICOLA FONTANILI, PEDRINI, TENAX, TOGNETTI MARMI e TRE EMME IMPORT EXPORT were the brands exhibiting at the 250-square meter area in the Italian Pavilion organized and coordinated by CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE.

111

  





     

# $'($'#($ "")"$ !&# $'($'#($$'# $  "")$'"$" #$ "# "# $'($'#($"&" ($$' )"% ($$#"&(#($""# $' $' "!&#(#%' " '$ !"#! "(# "#$"

             

   !"  # $#! %&

=== <

; <   

 **+,-+./0123045**+,-+./0.++, 6)  73,432-83# $9#":& 


112

MERCATO IRANIANO: NOTA STATISTICA SETTORIALE E OPPORTUNITÀ PER IL MADE IN ITALY TECNO-LAPIDEO

THE IRANIAN MARKET: SECTOR FIGURES AND OPPORTUNITIES FOR ITALIAN TECHNO-STONE COMPANIES

In Iran - che con una produzione di cava di circa 7,5 milioni di tonnellate di materiali lapidei rappresenta il quinto estrattore mondiale - sono attive migliaia di cave e 6.600 imprese di lavorazione che complessivamente impiegano - direttamente ed indirettamente più di 500.000 persone. Nel 2015 il paese del Golfo ha importato oltre 24 milioni di euro di macchine e attrezzature per l'estrazione e la lavorazione dei materiali lapidei dall'Italia (dati CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE), che si è confermato il principale mercato di riferimento per lo sviluppo tecnologico del settore marmifero iraniano. Un dato che in prospettiva potrebbe crescere ulteriormente e in maniera considerevole a seguito della stabilizzazione delle relazioni tra Iran e resto del mondo e dell’impegno promozionale in quest'area da parte CONFINDUSTRIA MARMOMACHINE e delle Istituzioni che lavorano con l’Associazione a supporto del comparto. In un'intervista rilasciata all'Ansa in occasione della fiera IRSE 2016, il Presidente Onorario di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, Flavio Marabelli, ha sottolineato come la grande attenzione per il mercato iraniano "è più che giustificata per alcuni settori come il nostro", quello cioè delle macchine, impianti, utensili e prodotti complementari per l'estrazione e lavorazione dei materiali lapidei. Consapevoli dell’alto potenziale che il settore dei marmi e delle pietre ornamentali presenta per le esportazioni iraniane, le autorità locali hanno varato una serie di misure a sostegno del settore - dagli incentivi finanziari per gli investimenti industriali, all’acquisto di nuove macchine e tecnologia per progetti di sfruttamento e ampliamento di cave e altre misure - e vi è quindi, prosegue Marabelli, "grande interesse ad acquisire macchine, attrezzature e know-how tecnologicamente avanzati dal nostro paese per migliorare la qualità del prodotto ed aumentare la competitività delle produzioni locali, anche sui mercati internazionali". La sospensione di molte delle misure restrittive nei confronti dell'Iran dello scorso gennaio ha aperto nuove prospettive, in grado di far superare - seppur ancora con qualche difficoltà - i vincoli alle transazioni imposte dall'embargo. Grazie alla collaborazione tra i due governi, le associazioni di categoria dei due Paesi, l'Ice e Sace - sottolinea Marabelli - "ora gli strumenti tecnici per crediti e pagamenti ci sono, e sono stati illustrati in una giornata di studio organizzata da Sace il 13 luglio scorso a Milano: sono diventati tecnicamente possibili sia i bonifici diretti, come l'apertura di lettere di credito, sia gli interventi di garanzia da parte di Sace".

In Iran – which with quarry output of something like 7.5 million tons is the world’s fifth-ranking stone extractor – there are thousands of active quarries and 6,600 processing companies employing – directly and indirectly – more than 500,000 people. In 2015 this Gulf country imported stone-working machinery and equipment from Italy worth more than 24 million euros (CONFINDUSTRIA MARMOMACHINE data), making Italy the main supplier of Iran’s stone technology. This figure could grow considerably in future in light of stabilized relations between Iran and the rest of the world and thanks to promotional work done by CONFINDUSTRIA MARMOMACHINE e and the institutions working with the association in support of the techno-stone sector. In an interview released by ANSA regarding IRSE 2016, the Honorary President of CONFINDUSTRIA MARMOMACHINE , Flavio Marabelli, underlined how the great attention given the Iranian market “is more than justified for a number of sectors like ours” (machinery, equipment, installations, tools and complementary products to extract and process stone materials). Aware of the high potential the ornamental stone sector has for Iranian exports, local authorities have launched a series of measures in support of the sector – from financial incentives for industrial investments to purchases of new machinery and technology for working and enlarging quarries, among others – and so, Marabelli continued, in Iran “there is great interest in buying technologically advanced machinery and equipment from Italy to improve product quality and increase the competitiveness of Iranian stone, on international markets as well”. Suspension of the sanctions this past January has opened new prospects able (although with some difficulty) to overcome the constraints on transactions imposed by the embargo. Thanks to cooperation between the two governments, their respective stone associations, ICE and SACE, Marabelli said that “there are now technical tools for credit and payment in place, described at a study day in Milan on July 13. It is now technically possible to make direct bank transfers, open letters of credit and have SACE assist with transactions


114

RESPONSABILITÀ CIVILE PRODOTTI: UNA POLIZZA AD HOC PER I COSTRUTTORI DI MACCHINE

CIVIL LIABILITY FOR PRODUCTS: AN AD HOC POLICY FOR MACHINE MAKERS

Federmacchine e una società leader mondiale nella consulenza e gestione dei rischi hanno avviato lo studio di una polizza di assicurazione per la responsabilità civile prodotti difettosi pensata appositamente per i costruttori di macchine e impianti. Il regime di responsabilità civile per danni da prodotti difettosi espone i produttori a gravi rischi derivanti dagli obblighi risarcitori nei confronti dei danneggiati e in particolare a perdite finanziarie dovute all'eventuale risarcimento di terzi, spese legali, interruzione di attività di terzi per arrivare fino a una potenziale campagna di richiamo. Il documento allo studio di Federmacchine mira a coprire tutti i campi all'origine di potenziali difetti del macchinario assicurato, dalla progettazione alla scelta materie prime (componenti, semilavorati), dalla produzione (processi) ai manuali di istruzioni per l’uso, dagli imballaggi al trasporto, per arrivare fino alle fasi di installazione, posa in opera, montaggio e collaudo. Fattori di rischio che possono essere ridotti attraverso l'analisi di tutte le possibili cause che possono rendere il prodotto difettoso, (Loss Prevention), possibili campagne di richiamo (Piano Ritiro Prodotti), sistemi di qualità totale, analisi dei contratti con i fornitori. L'obiettivo del lavoro di Federmacchine attraverso il gruppo tecnico di analisi costituito ad hoc è quello di arrivare alla realizzazione di una Polizza Convenzione RC Prodotto Federmacchine espressamente modulata in base alle esigenze dei costruttori italiani di macchine e beni strumentali.

Federmacchine and a world-renowned risk consultancy and management firm have begun studying an insurance policy for civil liability for defective products designed specifically for makers of machinery and production lines. The civil responsibility regime for damages from defective products exposes makers to grave risks from damage compensation obligations and in particular to financial losses owing to third-party compensation, legal fees and the interruption of work, down to a possible recall campaign. The document that Federmacchine is studying aims to cover all the origins of potential defects in the insured machine, from design to choice of raw materials (components, semi-finished parts) to production (processes), instruction manuals, packaging, down to the stages of installation, mounting and test-running. Risk factors that can be reduced by analyzing all the possible causes of product defect (loss prevention), possible recall campaigns, total quality systems, supplier contracts. The goal of Federmacchine’s work conducted by an ad hoc technical analysis team is to create a CL Product Agreement Policy expressly designed for Italian makers of machinery and instrumental goods..


NUOVO PROGETTO IMMOBILIARE A BRUXELLES La società immobiliare belga Atenor ha reso pubblica l’intenzione di investire nel progetto Realex, nel cuore dell'European Quarter di Bruxelles. È stata infatti siglato un accordo di joint-venture con Ere III - impresa detentrice dei diritti reali sul progetto - in cui Atenor avrà il 90% del capitale. Il progetto - per il quale sono già stati ottenuti i permessi e i cui lavori inizieranno nel 2017 - prevede la costruzione di una torre alta 114 metri per spazi complessivi di 42.000 mq da destinare ad uffici. Inoltre un nuovo spazio pubblico sarà realizzato tra il palazzo in questione e il grattacielo The One, altro progetto della Atenor in fase di realizzazione che comprende 30.000 mq di uffici, 9.000 mq di appartamenti, e 900 mq di spazi commerciali.

NEW REALTY PROJECT IN BELGIUM Atenor, a Belgian reality company, announced its intention to invest in the Realex project in the heart of Brussels’ European Quarter. The investment is the outcome of a joint-venture agreement with Ere III – the company holding project rights in which Atenor will have 90% of the capital. The project – for which permits have already been obtained and is due to begin in 2017 – foresees building a 114meter tower with overall space of 42,000 square meters for offices. In addition, a new public area will be created between this high-rise and a skyscraper called The One, another Atenor project under construction that will have 30,000 square meters of office space, 9,000 square meters devoted to apartments and 900 square meters to business premises.

115


116

PUBBLICATA IN GAZZETTA UFFICIALE EUROPEA LA NORMA EN 15572:2015 PER LE MACCHINE LUCIDACOSTE

STANDARD EN 15572:2015 FOR EDGE-POLISHING MACHINES PUBLISHED IN THE OFFICIAL EUROPEAN GAZETTE

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Europea (GUCE) del 13 maggio 2016 il riferimento della Norma EN 15572 “Macchine e impianti per l’estrazione e la lavorazione della pietra naturale — Sicurezza — Requisiti per macchine di finitura bordi”, la norma di Tipo C elaborata dal WG11 del CEN TC 151 grazie al contributo essenziale di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, che detiene la Convenorship del WG11, e delle Aziende Associate facenti parte della Commissione Tecnica Associativa che in questi anni hanno lavorato intensamente per consentire al mercato di avere degli standard armonizzati specifici per le macchine lavorazione marmo. Con la citazione in GUCE la EN 15572 conferisce ora a tutti gli effetti presunzione di conformità ai sensi della Direttiva Macchine per le macchine cosiddette “lucidacoste” e ne determina i requisiti essenziali di sicurezza. La Norma è distribuita dall’UNI attraverso il portale UNIStore all’inidirizzo: store.uni.com Il lavoro della Commissione Tecnica CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE tuttavia continua avendo all’orizzonte la redazione degli emendamenti richiesti dal CEN per arrivare alla citazione in GUCE anche della EN 15564 (norma dedicata alle Frese e ai Centri di Lavoro CN) e della EN 15571 (norma dedicata alle macchine per il trattamento superficiale delle lastre). In queste settimane è infine stata definita la bozza finale per l’invio al Formal Vote della EN 15163rev, revisione della norma dedicata alle Segatrici a filo diamantato da cava e stazionarie, compresi i Telai Multifilo. Fanno parte della Commissione Tecnica CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE le Aziende Associate: APUANIA CORSI, BENETTI MACCHINE, BIESSE - INTERMAC DIVISIONE VETRO E MARMO, CMS, CO.B.A.L.M., COMANDULLI, DENVER, DONATONI MACCHINE, GMM, INDUSTRIE MONTANARI – EMMEDUE, MARINI QUARRIES GROUP, MARMO MECCANICA, OFFICINE MARCHETTI, PEDRINI, PELLEGRINI MECCANICA, PRUSSIANI, SIMEC. Per ulteriori informazioni: direzione@assomarmomacchine.com

On May 13, 2016 the Official Journal (OJ) of the European Union published EN standard 15572 on “Machines and installations for extracting and processing natural stone – Safety – Requisites for edge-finishing machines”, a type C standard written by the WG!! Of CEN TC 151 with a fundamental contribution from Confindustria Marmomacchine, which holds the Convenorship of the WG11, and member companies belonging to the association’s Technical Committee, who in recent years have worked hard to give the market harmonized standards specifically for stone-working machinery and equipment. With official publication of EN 15572 the standard is presumed to conform to the Machinery Directive in regard to so-called “edge-polishing” machines and to fulfill essential safety requisites. The standard is published by UNI on its UNIStore website – store.uni.com. However, the work of the Confindustria Marmomacchine Technical Committee continues, writing the emendations requested by the CEN to arrive at OJ publication of EN 15564 (a standard for milling machines and NC work centers) and EN 15571 (for machinery giving surface treatments to slabs). Finally, a final draft was recently written for submission to a final vote on EN 15163rev, a revision of the standard for diamond-wire saws, stationary and for quarries, including multi-wire gangsaws. The following companies are members of the Confindustria Marmomacchine Technical Committee: APUANIA CORSI, BENETTI MACCHINE, BIESSE - INTERMAC DIVISIONE VETRO E MARMO, CMS, CO.B.A.L.M., COMANDULLI, DENVER, DONATONI MACCHINE, GMM, INDUSTRIE MONTANARI – EMMEDUE, MARINI QUARRIES GROUP, MARMO MECCANICA, OFFICINE MARCHETTI, PEDRINI, PELLEGRINI MECCANICA, PRUSSIANI, SIMEC. For further information: direzione@assomarmomacchine.com.


PREZZI DELLE CASE ANCORA IN CALO, RISALGONO LE COMPRAVENDITE

118

HOUSING PRICES STILL FALLING, SALES ON THE RISE

In Italia le quotazioni delle case sono diminuite dello 0,4% nel primo trimestre 2016 sul quarto 2015, quando erano calate dell’1%. La riduzione ha riguardato sia le abitazioni nuove che quelle esistenti. Il calo tendenziale delle quotazioni rispetto al primo trimestre dell’anno precedente è comunque rallentato (-1,2%, da -1,7%). Secondo le stime del CSC, rispetto al massimo registrato nel primo trimestre 2008 i prezzi delle case nel nostro paese sono caduti del 19,5% e sono ormai scesi sotto i valori medi di lungo periodo in rapporto alla capacità di spesa delle famiglie. Inoltre, grazie ai tassi di interesse ai minimi storici, è fortemente aumentata la convenienza ad acquistare casa tramite mutuo ipotecario (+29,6% l’affordability index rispetto al 2000 e +75,9% sul 2008). Ciò ha favorito la risalita delle compravendite residenziali (due terzi delle quali sono finanziate da mutuo), in crescita ormai da quasi due anni (+20,6% tendenziale nel primo trimestre 2016).

In Italy housing prices slid 0.4% in the first quarter of 2016 from the same period in 2015, when they had dropped by 1%. This decline regarded both new housing and the existent. In any case, the downward trend slowed compared to the first quarter of 2015 (-1.2% instead of 1.7%). According to Confindustria Studies Center estimates, compared to the peak registered in the first quarter of 2008, housing prices in Italy have fallen by 19.5% and by now are below average long-term figures in relation to household spending power. In addition, thanks to minimal interest rates, it has become very affordable to take out home-buying mortgage loans (the affordability index is up 29.6% from 2000 and up 75.9% from 2008). This has helped to increase housing sales (two-thirds of which are backed by mortgages), on the rise for the past two years (and up a prospective 20.6% in the first quarter of 2016).

COMMERCIO ESTERO: A MAGGIO +2,4% SU BASE ANNUA PER L'EXPORT ITALIANO

FOREIGN TRADE: IN MAY ITALIAN EXPORTS UP 2.4% ON AN ANNUAL BASIS

Secondo le rilevazioni Istat a maggio si è registrato un aumento delle esportazioni italiane del 2,4%, rispetto allo stesso mese del 2015, contro un calo dell'import dello 0,2%. La dinamica positiva dell’export è da ascrivere esclusivamente all'area dell'Unione Europea (+5,8%), mentre fanno segnare un calo dell’1,7% le vendite verso i paesi extra UE. Tra i mercati più ricettivi si segnalano Giappone (+12,4%), Spagna (10,2%), Francia (+9%) e Germania (+7,8%). Forti cali hanno invece interessato le esportazioni verso l’area Mercosur (-24,8%) e l'area Opec (-10,9%). Il lieve diminuzione anche le vendite verso gli Stati Uniti, 2,1%. A livello merceologico, sono risultate in aumento in particolare le vendite di beni di consumo (+4,6%), quelle di beni strumentali (+4,8%) e quelle di beni intermedi (+2,6%), mentre sono scese le esportazioni energetiche: -36,6%. Nel primi cinque mesi dell'anno l'avanzo commerciale italiano ha raggiunto i 18,7 miliardi, che diventano 28,7 miliardi al netto dei prodotti energetici.

According to ISTAT findings, in May Italy’s exports were 2.4% more than in May of 2015, while imports slid 0.2%. The export dynamic was ascribable solely to the European Union area (+5.8%) while there was a 1.7% drop in exports to countries outside the EU. Among the biggest importers of Italian goods were Japan (up 12.4%), Spain (+10.2%), France (+9%) and Germany (+7.8%). On the other hand there were sharp declines in exports to the Mercosur (-24.8) and OPEC (10.9%) areas. Sales to the US also slid (by 2.1%). In detail, sales were up for consumer goods (+4.6%), instrumental goods (+4.8%) and the intermediate (_2.6%), while energy exports dropped by 36.3%. In the first five months of the year Italy’s trade surplus was 18.7 billion euros or 28.7 billion when energy products are excluded.


Medi Stone e-mail: medi@medistone.it website: www.medistone.it

Alkan Marble e-mail: info@alkanmermer.com phone: +90 216 593 07 07 website: www.alkanmermer.com


Speciale Assemblea 2016 General Assembly 2016

120

ASSEMBLEA GENERALE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE 2016: A MILANO PER PROGETTARE L'ASSOCIAZIONISMO DEL FUTURO

2016 CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE GENERAL ASSEMBLY: IN MILAN TO PLAN THE ASSOCIATIONâ&#x20AC;&#x2122;S FUTURE


Confermatosi appuntamento di verifica e programmazione strategica per il comparto marmifero e tecno-marmifero nazionale, l’Assemblea Generale di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE svoltasi lo scorso 10 giugno a Milano ha visto la partecipazione di oltre 150 delegati tra imprenditori provenienti da ogni parte d’Italia e rappresentanti delle principali istituzioni e agenzie governative, organizzazioni settoriali e soggetti di riferimento per il comparto marmifero italiano. Tema dell'assemblea di quest'anno una riflessione sul futuro della rappresentanza, come recita il titolo scelto per i lavori, ovvero "Associazionismo 4.0", un titolo ambizioso e difficile come ha sottolineato il Presidente Stefano Ghirardi nella propria relazione ai soci. “Associazionismo 4.0” così come l'omo-

Confirmed as an event of verification and strategic planning for the Italian stone and stone technology sector, the Confindustria Marmomacchine general assembly – held on June 10 in Milan – was attended by more than 150 delegates from all over Italy, representing the main governmental institutions and agencies, sector organizations and persons of reference in the sector. The theme of this year’s assembly was thoughts about the future of representation thanks to the title chosen for it: “Association 4.0”, an ambitious and difficult title as President Stefano Ghirardi underscored in his speech to the assembly. “Association 4.0”, like “Industry 4.0”is, in fact, “ a topic in


Speciale Assemblea 2016 General Assembly 2016

122

logo "Industria 4.0" è infatti "un tema a svolgimento libero cui tutti siamo chiamati a contribuire" - ha affermato Ghirardi "analizzando noi stessi come Imprenditori, e soprattutto come Imprenditori associati a un’organizzazione che non vuole rimanere ancorata nel porto sicuro della rappresentanza di professione". Durante l'Assemblea è emersa la volontà da parte di Confindustria Marmomacchine di trovare nuovi modi per aggregare e coinvolgere Imprenditori che loro stessi abitano continuamente nuove strategie e scenari di mercato inediti, con la volontà di stare al passo di questo cambiamento continuo e trovando gli strumenti più adeguati per farlo. Il titolo “Associazionismo 4.0” è stato come detto mutuato dal dilagante tema dell’Industria 4.0 di cui molti avranno già sentito parlare, anche se pochi sanno esattamente cosa significhi. Cercando di descriverlo in sintesi, uno degli aspetti più tangibili della quarta rivoluzione industriale, il manifatturiero 4.0, è l’idea di un “design orientato ai servizi”. Il concetto può spaziare da consumatori che sfruttano i controlli di una fabbrica per produrre oggetti da soli, ad Aziende che fanno prodotti di consumo su misura per singoli clienti, a linee di produzione teleguidate da un continente all'altro. Traguardi a cui peraltro le nostre Aziende sono spesso già arrivate. Tradurre questo concetto in termini Associativi significherà ripensare a un Associazionismo sempre più di servizio, di prodotto e di mercato, con le Organizzazioni di rappresentanza che dovranno sempre più configurarsi come quel "collaboratore in più" che alle Aziende spesso manca, il dipendente ultra-specializzato capace di seguire dossier complessi e fornire risposte puntuali su ogni aspetto del nostro comparto e in perenne collegamento con le Imprese. L'Associazione e i suoi rappresentanti hanno ribadito una piena disponibilità a raccogliere la sfida di lavorare

progress to which we are all called on to contribute”, said Ghirardi, “analyzing ourselves as business people and above all as business people belonging to an organization that does not want to remain anchored in the safe haven of professional representation.” Emerging during the assembly was Confindustria Marmomacchine’s desire to find new ways to aggregate and involve business people who themselves are involved in new strategies and unusual market scenarios, in a commitment to staying abreast of these continuous changes, finding the right tools to do so. The “Association 4.0” title was, as stated, borrowed from “Industry 4.0”, a topic much talked about although few know what it really means. Briefly, one of the most tangible aspects of the fourth industrial revolution – manufacturing 4.0 – is the idea of “service-oriented design”. The concept can range from consumers taking advantage of production-plant control to make objects themselves to companies making goods tailored to individual customers, to production lines run in remote from one continent to another. Goals that many Italian stone companies have already reached. Translating this concept into associational terms means imagining an association ever more oriented towards service, product and market, with representational organizations more and more configured as that “extra partner” that companies often lack: the super-expert consultant able to follow complex issues and provide timely responses to every aspect of our sector, and constantly connected to companies.


A unique system, for every need • Large sizes • Thin tiles, • Standard ceramics • Uncalibrated marble and stone • Minimum grout joint: – 0,5 mm (SLIM line straps) – 1,2 mm (READY line straps) • Useful KITS, ready to use.

Laying system for floors and walls QUICK, EASY AND INEXPENSIVE!

mltsystem.it – info@mltsystem.it

KIT 100

Visit us

HALL

at:

AND 7 - ST

KIT 200

100% MADE IN ITALY

C5

ITALIAN STEEL ROPE & ACCESSORIES FOR DIAMOND WIRE

mollificio apuano

www.mollificioapuano.com – info@mollificioapuano.com

100% MADE IN ITALY


Speciale Assemblea 2016 General Assembly 2016

124

accanto a ciascuno dei Soci in modo personalizzato e con competenze di qualità, ma gli Imprenditori dovranno a loro volta raccogliere la sfida di misurare la propria capacità di relazionarsi al mondo associativo e più in generale di misurarsi con la loro fisionomia di uomini d’impresa moderni. Su quest’ultimo tema l’Associazione sta progettando in collaborazione con l’Università Cattolica di Milano uno studio per comprendere a fondo in quali cluster di competitività si collocano le Aziende Associate e di conseguenza su come esse si collochino nel complesso del network associativo. Nel corso dell’assemblea sono state presentate anche le statistiche aggiornate relative al comparto tecno-marmifero italiano (che comprende sia i produttori di materiali lapidei che i costruttori di macchine per l’estrazione e la lavorazione), che anche nel 2015 con 4.230 milioni di euro di fatturato e un export complessivo di 3.200 milioni di euro (pari al 75,7% della produzione complessiva) ha rappresentato una delle eccellenze del “made in Italy” nel mondo, e che può vantare un avanzo commerciale record di 2.778 miliardi di euro. Infine durante l’Assemblea Generale di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, sponsorizzata anche quest’anno da Marmomacc e Sace, si sono svolte le elezioni di rinnovo della Presidenza Associativa, che hanno vista la conferma del Presidente uscente Stefano Ghirardi (CEO del Gruppo Marmi Ghirardi) alla guida dell'Associazione anche per il biennio 2016/2018. All’atto della sua elezione il Presidente Ghirardi ha proposto all’approvazione dell’Assemblea anche la conferma dei quattro Vice-Presidenti uscenti – ovvero: Marco De Angelis, Corradino

The association and its representatives reiterated their willingness to work alongside every member, personally and skillfully, but in turn business people have to meet the challenge of being able to relate to the associational world and more in general of being modern business people. On this latter topic the association is planning, in cooperation with the Catholic University of Milan, a study to fully understand what competitive clusters member companies belong to and therefore where they are positioned in the associational network. Also presented at the assembly were the latest statistics on the Italian techno-stone sector (which covers both producers of materials and of stone-working technology), which in 2015, with 4,230 million euros in revenue and overall exports worth 3,200 million (75.7% of total production) was an ambassador of Italian excellence worldwide; Italian exports as a whole had a record trade surplus of 2,778 billion euros. Finally, the Confindustria Marmomacchine general assembly was also the occasion for electing a new president for the association, this year confirming outgoing president Stefano Ghirardi (CEO of the Marmi Ghirardi group) as the choice again for 2016/2018. At the time of his re-election, President Ghirardi also proposed that the assembly approve re-election of the association’s four outgoing vice-presidents – Marco De Angelis, Corradino Franzi, Davide


Franzi, Davide Muzzolon. Mirko Stangherlin -, che pertanto lo affiancheranno anche in questo secondo biennio alla guida dellâ&#x20AC;&#x2122;Associazione insieme al Presidente Onorario con delega ai Rapporti Istituzionali, Flavio Marabelli. Tra gli adempimenti previsti va inoltre registrata l'approvazione del nuovo statuto e del collegato regolamento attuativo che allineano questi documenti ai dettami della recente riforma confindustriale, la cosiddetta Riforma Pesenti.

Speciale Assemblea 2016 General Assembly 2016

126

Muzzolon and Mirko Stangherlin â&#x20AC;&#x201C; who will therefore be working with him in this second term, along with Flavio Marabelli, Honorary President in charge of official relations. In addition, there was approval of the associationâ&#x20AC;&#x2122;s new statute and relative implementation regulation that aligns these documents to the dictates of the recent Confindustria reform, the so-called Pesenti Reform.


WITH WI TH STO O E ON ONE YOU O

ORGANIZED D BY Y

2 8 TH S E P T E M B E R / 1 ST O C TO B E R 2 0 1 6 VERO NA , ITALY marmomacc.com

IN COLLABORATION WITH


Speciale Assemblea 2016 General Assembly 2016 128


129


Speciale Assemblea 2016 General Assembly 2016 130


131


Speciale Assemblea 2016 General Assembly 2016 132


133


Speciale Assemblea 2016 General Assembly 2016 134


135


2017

The Natural Stone Show 2017 is a Natural Stone Specialist event & part of the QMJ Group


The UK Stone Industry Event

25 - 27 April

Be a part of the UK success story... For information on exhibiting e-mail stoneshow@qmj.co.uk or call +44 (0)115 945 3889

www.stoneshow.co.uk #stoneshow2017


Top speaking Top speaking

138

Certi traguardi vanno festeggiati, sempre. Certi traguardi non sono un punto di arrivo, ma una rampa di lancio verso un futuro fatto di sfide e obiettivi ambiziosi.

Certain milestones must be celebrated. Certain milestones are not a point of arrival, but a launching pad towards a future of challenges and ambitious goals.


Il 2016 non è un anno come tutti gli altri per il Gruppo Tenax, che festeggia il 60° anniversario della sua fondazione. Una storia di successi, partita dall’intuizione del fondatore, Angelo Bombana, che a Sant’Ambrogio di Valpolicella diede vita ad un’azienda di mastici per il mercato locale che negli anni, sotto la guida dei due figli Gino e Alberto, è diventata leader nel proprio settore, sinonimo di qualità e professionalità nel mondo, con 11 sedi dislocate in tutti e cinque i continenti. Una storia lunga, tutta incentrata sul cliente, che già agli albori portava con sé la mission fondamentale dell’azienda. “Tenax, l’amico del marmista” è stato il primo slogan del Gruppo e fin da subito ha reso chiaro come la vocazione principale di Tenax, e di tutte le persone che la compongono, fosse fornire al cliente risposte adeguate ad ogni sua esigenza. Ed è attualizzando la visione contenuta in questo slogan che in Tenax ha gettato le basi per il futuro, strutturandosi per affiancare al meglio il cliente in ogni sfida che questi sarà chiamato ad affrontare. Un futuro sempre dedicato a costruire con clienti e partner non delle semplici relazioni commerciali, ma dei legami duraturi fatti di principi e valori comuni, attenzione e ascolto continuo. Per coltivare ogni giorno questi legami e rispondere alle sfide di un settore in costante mutamento e di un mercato sempre più globale, Tenax ha da anni fatto dell’R&D il suo cuore pulsante e anche un anniversario così importante non poteva che essere l’occasione per operare scelte e investimenti decisivi, sia a livello tecnologico che organizzativo, per avvicinarci sempre più a quel cliente che con lei ha camminato ed è cresciuto in questi anni. Per meglio affiancare il cliente Tenax ha sviluppato una gamma di prodotti sempre più ampia e specifica per ogni tipologia di materiale e di mercato.

2016 is not a year like any other for Tenax Group, which celebrates the 60th anniversary of its founding. A history of success, started with the intuition of its founder, Angelo Bombana, which in Sant'Ambrogio di Valpolicella created a company specialized in the production of mastic for the local market and that thereafter under the leadership of his two sons, Gino and Alberto, has become a leader in stone industry, synonymous of quality and professionalism all over the world, with 11 sites in all five continents. A long history, focused on the customer, which since its beginning brought the fundamental mission of the company. "Tenax, the marble worker’s friend" was the first slogan of the Group which immediately made clear that the main vocation of Tenax, and all the people who compose it, is provide the customer with the proper answers for every need. Actualizing the vision contained in this slogan Tenax has laid the foundation for the future, structuring itself to assist the customer in every challenge that he will be confront. A future always dedicated to build with customers and partners not only simple commercial exchanges, but also long lasting ties, made of common principles and values, attention and continuous listening. To cultivate these ties every day and respond to the challenges of a sector in continuous evolution and an increasingly global market, Tenax had in the R&D its beating heart and such an important anniversary like this could only be an opportunity to make decisive choices and investments, in terms of technologies and organizational structure, to get closer to that customer who walked with her and grew over the years. To better assist the customer Tenax has developed a range of products more extensive and specific for each type of material and market.

139


“I NUMERI DI TENAX”

“TENAX’S NUMBERS”

Nell’arco dell’anno, come si evince dai numeri sopra in evidenza, sono migliaia i test qualitativi e strutturali svolti dai ricercatori e dal personale specializzato del Gruppo, ed altrettanti gli interventi di assistenza tecnica effettuati presso i clienti in ogni angolo del mondo. Da queste esperienze nascono costantemente nuove linee di prodotti, rivolti nello specifico a segmenti della filiera Lapidea, attualizzati e performanti per aiutare l’applicatore a raggiungere obiettivi

During the year, then, there are thousands of qualitative and structural tests carried out by the Group's researchers, and as many are the technical assistance operations carried out at the customers all around the world. From these experiences are born constantly new product lines, aimed specifically at segments of Stone chain, discounted and performing to help the applicator to achieve more refined objectives; products that Tenax invite to discover in its laboratories, with its specialized staff. But now Tenax wants to give

Top speaking Top speaking

140


sempre più raffinati; prodotti che l’azienda invita a scoprire nei suoi laboratori, con il suo personale specializzato. Tenax vuole però dare ancora qualcosa in più. Grazie alle conoscenza acquisita in questo percorso attorno al mondo lapideo, grazie all’ascolto delle esigenze di ogni cliente, è nato il progetto destinato a traghettare il Gruppo e i suoi partner nel futuro. Sono iniziati in questo 2016, infatti, i lavori per la realizzazione di Casa Tenax. Una struttura futuristica che sarà il cuore tecnologico e scientifico dell’azienda, dove clienti e partner potranno toccare con mano tutti i segmenti della filiera del Gruppo, dalla materia prima al prodotto finito. Casa Tenax nascerà dalla ristrutturazione della storica sede centrale di Volargne ed al suo interno opererà quel dipartimento R&D che sarà centro tecnologico, contenitore di conoscenza e fucina di innovazione, sotto la guida attenta di ricercatori con ventennale esperienza e presenza in Tenax. Investimenti mai visti finora nel settore lapideo renderanno fruibile una tecnologia avveniristica che allargherà il range di opportunità, per rendere consapevoli le applicazioni e misurabili tangibilmente gli effetti. Forni IR, ventilati, a microonde, gascromatografi, spettrometri, celle climatiche certificate e nuove rivoluzionarie attrezzature, simulatori industriali e molto altro, saranno a disposizione del cliente per ogni tipo di test, assieme ad un qualificato team di ricercatori, per studiare esigenze e problematiche e dare vita, assieme, a nuovi prodotti innovativi e personalizzati, in grado di garantire i migliori risultati. Durante l’edizione 2016 di Marmomacc, Tenax organizzerà, per ogni cliente che lo desideri, visite e percorsi all’interno di questa nuovissima struttura. Casa Tenax non sarà un museo in cui celebrare i successi passati, ma un luogo le cui porte saranno sempre aperte per clienti e partner, che fin da oggi invitiamo a far visita all’azienda per scoprire questo nuovo spazio di ricerca e socializzazione, per costruire assieme un futuro di successi. Perché la mission non cambia. Ieri, oggi e domani, Tenax è e sarà sempre accanto al cliente.

something more. From the knowledge and experience gained over years and by listening to the needs of each customer, was born the project destined to lead the group and its partners in the future. In fact, in 2016 Tenax has started the construction of Casa Tenax. A futuristic structure that will be the scientific and technological heart of the company, where customers and partners can reach out and touch all segments of the Group's supply chain, from raw material to finished product. Casa Tenax will be created from the renovation of the historic headquarters in Volargne and inside it will operate the R&D department which will be technology center, container of knowledge and hotbed of innovation, under the careful guidance of researchers with decades of experience and presence in Tenax. Unprecedented investments in Stone industry make accessible a futuristic technology that will expand the range of opportunities, to make aware the applications and measure tangibly the effects. IR ovens, ventilated, microwave, gas chromatographs, spectrometers, certified climatic chambers and new revolutionary equipment, industrial simulators and much more, will be available to the customer for each type of test, together with a qualified team of researchers to study needs and problems and to create, together, new innovative and customized products, able to ensure the best results. During the 2016 edition of Marmomacc, Tenax will organize for the interested costumers guided tours inside this new structure. Casa Tenax will not be a museum to celebrate past successes, but a place whose doors will be always open to customer and partners of the Group, which right now are invited to visit the company to discover this new space for research and socialization, to build together a future of successes. Beause the mission does not change. Yesterday, today and tomorrow, Tenax is and will be close to the customer.

141


3URPRWHGE\

3UHVHQWHGE\ &RPSDQ\RIWKH*URXS


,QIRUPDWLRQDQG6DOHV   VDOHV#YLWRULDVWRQHIDLUFRPEU

9,6,786$7%227+ &HQWURVHUYL]L'HOOH(UEH EHWZHHQ+DOODQG

DวŠส‰รฤตสฐลลทล—ยตวปร‹rลรล—ฦปฤตษณrวŠวขรล—วปร‹rวขrNวปลทวŠ B@  OVYYV\[ V[ Re]\_a

& ZVYYV\[ a\[` \S ]_\QbPRQ `a\[R`

,QVWLWXWLRQDO6XSSRUW

 ZVYYV\[ a\[` \S Re]\_aRQ `a\[R`

" ^bN__VR` V[ NPaVcVaf

2IILFLDO$LUOLQH


Top speaking Top speaking

144

Intervista con l’imprenditore Cesare Marchetti, fondatore di OFFICINE MARCHETTI.

An interview with Cesare Marchetti, founder of OFFICINE MARCHETTI. Signor Marchetti, nell’industria della pietra lei è considerato un imprenditore di riferimento a livello internazionale. In tanti però non conoscono Cesare Marchetti da vicino. Ci parli della sua vita e della sua famiglia. Tanto per iniziare, dov’è nato? Sono nato a Torano, un piccolo paese ai piedi delle cave di Carrara abitato soprattutto da cavatori e scultori. Mio padre ha frequentato l’Accademia di Belle Arti a Carrara ed era appunto uno scultore, mentre mia madre era una ricamatrice.

Mr. Marchetti, in the stone industry you are a leading businessman of international renown. However, not many people are closely acquainted with you personally. Tell us about your life and your family. For starters, where were you born? In Tarano, a little town at the foot of the Carrara marble quarries inhabited mostly by quarrymen and sculptors. My father studied at the Carrara Fine Arts Academy, while my mother was an embroiderer.


Qual è stato il suo primo lavoro? Quando ero ancora uno studente andavo a dare una mano dallo zio Dino, fratello di mio padre, che aveva fatto anche lui l’accademia ed era un pittore, ma per vivere lavorava come elettricista ed io mi occupavo di riavvolgere i motori elettrici. Dopo la scuola professionale per meccanici, sono stato assunto alla RIV-SKF, che produceva cuscinetti. Con i primi risparmi mi sono comprato un tornio e mio zio Dino mi ha dato il permesso di utilizzare un fondo in via Carriona. Da lì ha inizio tutto.

What was your first job? While I was still a student I worked for my uncle Dino, my father’s brother, who had also studied at the academy and was a painter, but to earn a living I worked as an electrician and rewound electric motors. After trade school for mechanics I was hired by RIV-SKF, a bearings manufacturer. With my first savings I bought a lathe and my uncle Dino allowed me to use a workshop he had in Via Carriona. That’s how I got started.

Come nascono le Officine Marchetti? Le Officine Marchetti nascono nel 1967 quando mi sono trovato di fronte ad un bivio. Da una parte ero un dipendente della RIV e facevo tanti straordinari, dall’altra il lavoro che svolgevo la sera per conto terzi era aumentato sensibilmente e mi sono trovato a dover decidere cosa fare. Questo momento arrivò quando il Sig. Marco Pellegrini della Pellegrini Macchine di Verona mi offrì un grosso lavoro da eseguire per loro, e a quel punto decisi di mettermi in proprio. L’inizio di questo viaggio nel mondo del marmo è stato grazie alla famiglia Pellegrini.

How was Officine Marchetti born? The company was born in 1967 when I found myself at a crossroads. On the one hand I was working hard at RIV, doing a lot of overtime, and on the other the work I did afterhours for others had considerably increased and I had to decide what to do. The moment came when Mr. Marco Pellegrini of Pellegrini Macchine in Verona offered me a big job to do. At that point I decided to set up shop for myself, so my entry into the stone world was thanks to the Pellegrini family.

Qual è stato il ruolo di sua moglie? Mia moglie Lucilla ha avuto un ruolo determinante sia nella mia vita che nell’Azienda. Quando nel 1975 brevettai il primo tenditore da marmo per telai fu insieme a lei che lo presentai in fiera a Sant’Ambrogio di Valpolicella, e fu proprio grazie a lei e alle sue doti comunicative e di marketing che riuscimmo a far conoscere questo prodotto. Da lì è iniziato il giro del mondo delle produzioni Marchetti. È vero che lei ha servito tutti i più importanti costruttori italiani di telai? Poso dire con una certa soddisfazione che i principali costruttori italiani di telai mi hanno onorato con la loro fiducia. E numerosi sono stati anche i costruttori fuori dall’Italia. Il prossimo anno le Officine Marchetti compiono 50 anni, un traguardo importante. Cosa ha determinato il successo della sua Azienda in tutti questi anni e come vede il futuro? Sono stati anni sicuramente importanti. La nostra missione è

What was your wife’s role? My wife, Lucilla, played a determinant role, both in my life and in the company. When in 1975 I patented the first tensioner for gangsaws she was with me at its presentation at the Sant’Ambrogio di Valpolicella tradeshow, and it was thanks to her communication and marketing skills that we got this product known. From there Marchetti products began to be sold around the world. Is it true that you have supplied the leading Italian gangsaw makers? A great many Italian gangsaw makers have honored me with their trust. As well as many gangsaw makers outside of Italy. Next year is Officine Marchetti’s fiftieth anniversary, a milestone. What is behind your company’s success and how do you view the future? We certainly have an important past and our mission has always been to give our customers an excellent product, of

145


sempre stata quella di servire i nostri clienti con un prodotto eccellente, della massima qualità. Noi abbiamo sempre sentito la soddisfazione del cliente come una responsabilità. Il futuro è nelle mani dei giovani: Officine Marchetti ha sempre fatto scuola e formazione. Sentiamo l’obbligo di formare non solo degli operai sempre più specializzati ma anche una classe manageriale nuova e ingegneri brillanti che possano portare sempre soluzioni innovative ai nostri clienti.

Top speaking Top speaking

146

Ci parli del ruolo dell’attività di ricerca e sviluppo per le Officine Marchetti. È facile fare ricerca in Italia? Quali sono i benefici per la vostra Azienda? Noi siamo l’unico costruttore di tiranti e tenditori per il marmo e granito che fa ricerca e sviluppo da sempre. La ricerca da noi non si ferma mai, ne sono testimonianza i tanti brevetti registrati. In Italia purtroppo sono pochissime le agevolazioni per chi fa ricerca, noi la facciamo a spese nostre. La ricerca ci permette di avere un prodotto tecnologicamente sempre avanzato che si muove con i tempi, portando sul mercato soluzioni innovative. E i risultati di questa intensa e attenta attività sono di grande beneficio per i nostri clienti. È vero che esistono dei Marchetti falsi? Vi copiano? Tutte le firme importanti vengono copiate, quindi anche noi purtroppo siamo vittima di contraffazioni. Ad ogni modo - a voler guardare l’aspetto positivo della questione - il fatto di essere copiati rappresenta anche un riconoscimento e un incoronamento fra le aziende di riferimento a livello internazionale. Capita spesso che siate consultati anche per consigli tecnici? Vede, noi prendiamo molto sul serio la segagione e tutti quelli che lavorano nella nostra azienda sono mossi dalla passione per questo lavoro. Tutto ciò crea fiducia. Passando ai numeri, ci può fornire qualche dato sulla vostra Azienda e sui vostri mercati di riferimento? Il gruppo Marchetti in totale conta circa 40 dipendenti distribuiti

the highest quality. We have always considered customer satisfaction to be a responsibility. As for the future, it’s in the hands of the younger generation. Officine Marchetti has always taught and trained young people. We feel we have an obligation to train not only increasingly specialized workers but also managers and brilliant engineers who can always give our customers innovative products. Tell us about the role that R & D plays at Officine Marchetti. Is research easy to conduct in Italy? What are the benefits for your company? We are the only maker of pullers and tensioners for marble and granite gangsaws that has always been involved in research and development. And research never ends at the company, as can be seen in our numerous registered patents. Unfortunately there is little financing in Italy for research, and we pay for it ourselves. Research enables us to make a product that is technologically advanced and moves with the times, taking innovative ideas to the market. And the results of this intense and attentive research greatly benefit our customers. Is it true that your products are copied and counterfeited? All big names are copied, and so we are victims of counterfeiting, too. In any case – to look at the upside of the matter – being copied is also recognition and a sort of honor for companies that are leaders internationally. Is it true that Marchetti gets many calls every day for technical advice? We take stone sawing very seriously and everyone who works in our company has a passion for what they do. All of this creates trust in our advice. Going on to figures, can you give us some data on your company and reference markets? In all, Officine Marchetti has something like 40 employees at its two plants, the original one in Via del Ferro in Carrara and another covering 15,000 square meters in Massa. We have manufactured more than one million pullers tensioners for granite and marble gangsaws and my office tells me that


su due stabilimenti, la sede storica di Via del Ferro a Carrara e un altro sito di 15 mila mq a Massa. Abbiamo prodotto più di un milione di tiranti e tanti tenditori da granito e marmo, e mi dicono dal mio ufficio che i nostri prodotti sono stati venduti in 75 paesi del mondo. Ancora oggi serviamo i costruttori più importanti a livello mondiale. Tutto ciò in 49 anni di servizio. Le Officine Marchetti sono presenti in tutte le più importanti fiere internazionali di settore. Vi state affacciando anche sui mercati asiatici? I mercati più importanti per il settore lapideo ci hanno sempre dato la loro fiducia. Adesso anche la Cina con tutto il sud-est asiatico. Sig. Marchetti, lei è considerato un esempio imprenditoriale nel mondo della pietra e quest’anno compie 80 anni. Oltre a porgerle i migliori auguri, le chiedo come sta vivendo questi anni. La ringrazio per gli auguri. Non ho mai pensato di essere un esempio per gli altri, ho sempre e semplicemente fatto il mio lavoro con la massima serietà e professionalità. Questi anni li vivo con un forte senso di responsabilità. Le spiego meglio: un’azienda è fatta di tanti elementi, dai dipendenti ai nostri fornitori, dai clienti alla città che ci ospita. Officine Marchetti ha sempre avuto un’attenzione particolare per gli uomini, ha sempre cercato di fare emergere talenti e figure professionali. Con i nostri fornitori abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto e ne approfitto per ringraziare tutti per il loro supporto. E poi ci sono i nostri clienti, che ci hanno sempre dato la possibilità di crescere. I nostri clienti sono la parte più importante della nostra famiglia. Infine, la città che ci ospita, Carrara, è conosciuta in tutto il mondo per i suoi marmi e ci ha permesso di lavorare e di portare avanti insieme la bandiera del “Made in Italy”. A questo riguardo, esiste la possibilità che Officine Marchetti, come altri prezzi pregiati del Made in Italy, venga venduta all’estero? Assolutamente no, le Officine Marchetti non sono in vendita. Vuole aggiungere qualcosa o salutare qualcuno? Grazie per l’opportunità, desidero innanzitutto augurare a tutti gli operatori dell’industria della pietra grande successo per gli anni a venire, raccomandando loro di continuare con la ricerca, di sviluppare nuove tecnologie che siano attente all’ambiente e che possano migliorare la qualità di vita e mantenere alta e vigile l’attenzione per la sicurezza sui posti di lavoro. Colgo l’occasione anche per salutare tutti coloro che in questi anni hanno collaborato con la nostra Azienda, i tanti operai, tecnici e ingegneri che hanno fatto parte delle Officine Marchetti, oltre ai fornitori e ai numerosi agenti che ci hanno rappresentato egregiamente. E poi i clienti in ogni angolo del mondo, a cui devo il mio successo. Chiudo ringraziando la mia famiglia e la mia straordinaria moglie Lucilla.

our products are sold in 75 countries around the world. We still supply the leading makers worldwide, in 49 years of service. Officine Marchetti exhibits at all the leading international tradeshows. Are you getting onto the Asian markets, too? The most important stone markets have always believed in us. And now there is also China and all of Southeast Asia. Mr. Marchetti, you are considered an exemplar of entrepreneurship in the stone world and this year you turn 80. In addition to offering best wishes, may we ask how and what you are doing? Thanks for the good wishes and I hardly consider myself an exemplar. I have been living my life lately with a great sense of responsibility. Let me clarify this: a company consists of many elements, from employees to suppliers, customers and the cities in which we work. Officine Marchetti has always paid particular attention to people, has always tried to foster talent and professionals. We have always had excellent relations with our suppliers and here I would like to thank them all for their support. And then there are our customers, who have always given us the chance to grow. Our customers are the most important part of our family. Finally, the city that hosts us, Carrara, is famous worldwide for its marbles and has enabled us to work and progress together in the name of the “Made in Italy”. Apropos of that, it is possible that Officine Marchetti, like other prestigious Italian companies, could be sold to foreigners? Absolutely not, Officine Marchetti is not for sale. Would you like to add something or say hello to someone? Thanks for the opportunity. First of all I wish everyone working in the stone industry great success in the years to come and I advise everyone to continue with research and with developing new technologies that are protective of the environment and can improve quality of life and workplace safety. I would like to say hello to everyone who has ever worked in and for our company, the many employees, technicians and engineers who have been part of Officine Marchetti, as well as the suppliers and agents who so excellently worked for us. And then our customers in every part of the world, to whom we owe our success. And of course my family and my extraordinary wife, Lucilla. www.marchettigroup.it

147


MARMO MACCHINE MARK Licensees companies

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

“Strictly Italians”


TEL: +968 24501716 Fax: +968 24501726 P.O Box: 275 al khuwair 113 muscat sultanate of oman email : info @shanfarimarble.com www.shanfarimarble.com


INTERNATIONAL NATURAL STONE & TECHNOLOGIES FAIR

To learn new details of 23 rd,

visit us in Marmomacc - S.C. Arena l stand 56

Hizmet Sponsoru Service Sponsor


File

Case-History Sezione dedicata alle migliori forniture realizzate dai nostri inserzionisti

Le pagine che seguono sono riservate alle Aziende inserzioniste di Marmomacchine International per raccontare “non” i propri prodotti o le proprie attività ma per informare il settore delle proprie vendite più importanti nonché delle forniture più significative. Ogni Azienda Inserzionista ha a disposizione 2 pagine gratuite che potrà utilizzare secondo le seguenti caratteristiche: • comunicare in tempo utile alla redazione della Rivista Marmomacchine International che intenderà utilizzare le citate pagine divulgative in qualità di Azienda inserzionista; • fornire entro i tempi stabiliti dalla redazione della Rivista Marmomacchine International un proprio testo riguardante le vendite o le forniture più significative compiute recentemente dalla stessa Azienda preferibilmente all’estero; • fornire un testo non dovrà superare le 2.400 battute totali da intendersi quali comprensive di spazi e punteggiatura; Col testo dovranno essere fornite dalle 2 alle 4 immagini in formato digitale (.jpeg .tif, vettoriale etc.); Nel testo dovrà preferibilmente essere citato il Cliente presso il quale è avvenuta la vendita o la fornitura, previa autorizzazione scritta ottenuta dallo stesso Cliente. L’autorizzazione dovrà essere inviata alla redazione della Marmomacchine International contestualmente al testo e alle foto.

Per ogni chiarimento o informazione aggiuntiva: alzetta@assomarmomacchine.com

THE GLOBAL VOICE OF THE NATURAL STONE SECTOR

Sezione

Case-History

Section dedicated to the best supplies provided by our advertisers The following pages are reserved to companies advertising in Marmomacchine International to talk not about their products or businesses but to inform the sector of their most important or significant sales or orders. Every advertiser is allowed 2 free pages, to be utilized as follows: • Previously notifying magazine staff of its intent to use these informational pages as an advertiser company: • Supplying the magazine staff, within set times, with a text concerning the companies most significant recent sales or orders, preferably procured abroad; • Supplying a text of not more than 2,400 characters, total, including spaces and punctuation; The text must be accompanied by 2 to 4 photos in digital format (.JPEG, .TIF, vector, etc.). The text should preferably cite the customer concerned in the sale or order, with prior authorization from them. The authorization must be sent to the staff of Marmomacchine International along with the text and photos.

For additional clarification or information, contact: alzetta@assomarmomacchine.com


SIMEC TECNOPIETRE: Impianto di calibratura, levigatura e resinatura lastre di marmo TECNOPIETRE: Plant for calibrating, dressing and resining marble slabs

152

È

particolarmente significativo, per dimensione e produttività, l’impianto di calibratura-levigatura e resinatura fornito da SIMEC a TECNOPIETRE, importante azienda italiana con sede a Dolcé, in provincia di Verona già proprietaria di una linea di levigatura, stuccatura e lucidatura per lastre di marmo, onici e travertini. Nel moderno stabilimento che ospita l’impianto, la lavorazione del materiale ha inizio con la calibratura e levigatura delle lastre, ese-

Particolare della calibratrice-levigatrice COMBI HPM 2200 RX /53. Detail for the calibrating-dressing machine COMBI HPM 2200 RX /53.

I

mpressive for its dimensions and productivity is the calibrating-dressing and resining plant supplied by SIMEC to TECNOPIETRE, an important Italian company with headquarters in Dolcé, in the province of Verona, already owner of a dressing, filling and polishing line for slabs of marble, onyx and travertine.

In the modern factory that houses this plant, the processing of material starts with the calibrating and dressing of slabs by

Particolare del sistema di distribuzione automatica della resina mod. SPRAY 2200. Detail of the automatic distribution system of resin mod. SPRAY 2200.


Vista generale dell’impianto di resinatura. / Overview of the resining plant.

guita per mezzo del modello COMBI HPM 2200RX/53, un'unica means of the machine model COMBI HPM 2200RX/53, one mamacchina equipaggiata con 5 mandrini calibratori e 3 lucidanti, in chine equipped with 5 calibrating spindles and 3 polishing spingrado di preparare in modo eccellente le lastre di marmo, alle suc- dles capable of preparing marble slabs for the next treatment cessive fasi di trattamento. phases in an excellent way. Il materiale può quindi essere scaricato automaticamente oppure Then the material can be automatically unloaded or go on toprocedere in linea verso l’impianto di resinatura. La presenza di wards the resining plant. Thanks to a loading robot model RAPID un robot di carico RAPID dedicato, permette di alimentare l’im- the resining line can be fed independently from the work of the pianto di resinatura in modo indipendente rispetto al lavoro della calibrating-dressing line. linea di calibratura-levigatura. Once slabs are loaded or transferred from the dressing area, they Una volta caricate o trasferite dall’area di levigatura, le lastre fanno enter the vertical drying oven model PILOT with 60 levels. It is il loro ingresso nel forno verticale di asciugatura modello PILOT a important to highlight that from this phase up to the end of the 60 piani. È importante consolidation phase, sottolineare che da queslabs are handled on sta fase sino al complespecial trays in order to tamente della fase di avoid any accidental consolidamento, le lastre breakage. vengono movimentate su Once the material is dry, appositi vassoi per preit goes on to the automavenirne l’accidentale rottic netting area and the tura. next automatic resining Una volta asciutto, il maarea done thanks to an teriale procede verso efficient machine model l’area di retinatura autoSPRAY 2200. matica e successivaThen slabs go to a first mente di resinatura automatica, eseguito manual touch-up station grazie ad un efficiente followed by a vacuum modello SPRAY 2200. station model VU/2200 Forno verticale di catalisi modello PILOT a 60 piani. Vertical catalysis oven model PILOT with 60 levels. Le lastre passano quindi which facilitates the pead una prima stazione di netration of resin laid on ritocco manuale, dopo la quale è collocata una stazione sottovuoto the surface of slabs. At the end there is an extra manual touchmodello VU/2200, che facilita la penetrazione della resina deposi- up station (if the material needs it) and finally a catalysis oven tata sulla superficie delle lastre. In coda è presente una ulteriore model PILOT with 60 levels. stazione di ritocco manuale (qualora il materiale lo richiedesse) e The peculiarity of the plant is the “U” geometry determined by quindi il forno di catalisi, anch’esso modello PILOT a 60 piani. the dimensions of the building that SIMEC’s engineers solved by Una particolarità dell’impianto è costituita dalla geometria a “U” giving a tailor-made solution and by rotating the material of 90° dello stesso, determinata dalle misure del capannone, che i tecnici thanks to special conveyors placed under the PILOT ovens. SIMEC hanno risolto studiando una proposta "su misura" e ruo- Slabs are unloaded by means of another robot model RAPID, tando il materiale di 90°, per mezzo di appositi trasporti collocati whilst the empty trays go back to the beginning of the line thanks sotto i forni PILOT. to a return circuit. Le lastre vengono scaricate per mezzo di un altro robot RAPID, This Company has chosen the best technology of the gold star mentre i vassoi, ormai vuoti, ritornano ad inizio linea grazie al cir- to consolidate its business and look to the new opportunities ofcuito di ritorno. fered by the market with optimism. L’azienda veronese ha scelto la migliore tecnologia della stella d’oro per consolidare la propria attività e guardare con ottimismo A cura di / By: a nuove opportunità offerte dal mercato.

153


LANDI GROUP TRE EMME DUBAI DOWNTOWN

Q

uest’anno è stato un anno particolarmente importante per le ditta Landi Group / Tre emme. Anno molto impegnativo e ricco di soddisfazioni che ha visto le aziende consolidarsi sempre più a livello internazionale. Le due aziende di proprietà dei fratelli Marco e Massimo Landi che lavorano in totale sinergia, hanno visto in questo 2016 l’anno della loro definita affermazione come aziende leader nell’esportazione dei loro materiali locali nel mercato medio orientale. In particolare a Dubai le aziende sono state specificate come principali fornitori nello sviluppo della “Dubai Downtown”, area strate-

154

T

his last one was a particularly important year for Landi Group / Tre Emme companies. Very intense and deeply satisfactory year that have seen the companies consolidate themselves internationally. The two companies, owned and managed by the Landi’s brothers Marco and Massimo, working in full synergy, definitively established themselves as leader companies in the export of their main local materials in middle east market. Particularly in Dubai area both companies have been specified as main supplier in the development of “Dubai Downtown”, area stra-


gicamente importante per la città che ha visto uno sviluppo residenziale e commerciale estremamente rapido guidato da EMAAR GROUP, una delle più note ed ammirate società nel settore delle costruzioni. Le aziende Landi Group / Tre Emme hanno avuto il privilegio di fornire i prestigiosi cantieri nei quale i materiali provenienti da Carrara sono stati assoluti protagonisti. Più di 40.000 m2 tra Calacatta , Statuario , Bianco Carrara e Bardiglio faranno da scenografia a meravigliose opere architettoniche tra le quali lo “Sky View residential” , gli esclusivi appartamenti del nuovo complesso “The Address”, e le eleganti “Fountain View Towers” che ospiteranno anche un ricercato hotel, tutti prossimi all’apertura che dovrebbe avvenire nei primi mesi del 2017.Già invece terminato ed inaugurato il “The Address Boulevard” posizionato di fronte al famoso Dubai Mall. Le scelte architettoniche dei designer di questi progetti sottolineano la sempre più decisa affermazione dei materiali bianchi italiani come trend internazionale a cui tutti aspirano.

tegically important for the city that faced a quick residential and commercial expansion guided by EMAAR GROUP, one of the world’s most valuable and admired real estate development companies. Landi Group / Tre Emme had the privilege to supply the prestigious projects in which the materials from Carrara district have been absolute protagonists. Over 40.000 sqm of Calacatta , Statuario, Bianco Carrara and Bardiglio will be the scenery of magnificent architectural works among which the “Sky View residential”, the exclusive apartments of the new “The Address” residential complex and the elegant “Fountain View Towers” that will host a refined hotel, all close to their opening date expected for the first months of 2017. Already accomplished and inaugurated “The Address Boulevard” that sits in front of the famous Dubai Mall. The designers’ architectural choices made for these projects underline the strong affirmation of the Italian white marbles as international trend that everyone aims for.

ADDRESS FOUNTAIN VIEW TOWERS

ADDRESS BOULEVARD

A cura di / By:


PEDRINI Pedrini dà il via all’era della multifilo per il taglio del marmo Pedrini has kicked off the age of the multiwire machine for marble cutting 156

S

tones World International Co. LLC, azienda leader nel settore della pietra ornamentale in Oman, ha equipaggiato i propri stabilimenti con macchinari Pedrini. Alla continua ricerca di soluzioni innovative in grado di fornire prestazioni altamente qualitative e quantitative, l’azienda omanita ha riconosciuto nella multifilo Pedrini Multiwire Jupiter GS220 le caratteristiche ideali per incrementare l’efficienza del proprio reparto produttivo. Due nuove macchine Multiwire Jupiter GS220 a 32 e a 64 fili per il taglio dei blocchi di marmo sono in funzione presso lo stabilimento di Sohar e già dopo pochi mesi di operatività

S

tones World International Co. LLC, a leading company in the ornamental stone field in the Sultanate of Oman, equipped its factories with Pedrini machinery. Constantly looking for innovative solutions able to provide high quality and quantity performances, the Omani company has recognized in the Multiwire machine Jupiter GS220 the suitable ideal features to increase the efficiency of its production department. Two new Multiwire machines Jupiter GS220 with 32 and 64 wires for marble blocks cutting are in operation by the factory in Sohar and after few working months they have already achieved remarkable production parameters. Indeed, both machines


157 hanno raggiunto notevoli parametri produttivi. Entrambe le macchine infatti garantiscono la produzione di 8/10 tagli al giorno su blocchi di marmo. Frutto di un accurato lavoro di progettazione, Pedrini Multiwire Jupiter GS220 garantisce massima affidabilità, precisione nel taglio e alta velocità di lavorazione. Oltre all’innovativo reparto di taglio, Stones World International Co. LLC ha inserito nel proprio stabilimento uno dei più moderni impianti Pedrini per la produzione di lastre di marmo, completo di cutline per la produzione di tiles. Grazie ad un sistema di carrelli motorizzati, le lastre passano direttamente dalle multifilo alla linea di resinatura con forno a microonde B460MW, la prima linea per marmo completa di robot antropomorfo che automaticamente posa la rete e distribuisce la resina sulle lastre. Successivamente le lastre vengono convogliate verso la linea di lucidatura composta da sistemi di carico e scarico automatici Butterfly B416, una prima levigatrice Galaxy B220MA a 14 teste, area di masticiatura con forni a raggi UV e una seconda lucidatrice Galaxy B220MA a 14 teste. L’impianto si completa con la cutline equipaggiata con il dispositivo laser V258LS, posizionato all’inizio della linea, e con il sensore di rilevamento della penna, usata per marcare l’esatta posizione di taglio di ogni singola filagna, che permettono di ottenere, automaticamente, formati programmati e gestiti tramite computer riducendo al minimo lo sfrido del materiale.

ensure the production capacity of 8/10 cuts/day on marble blocks. Result of a painstaking designing, Pedrini Multiwire Jupiter GS220 assures maximum reliability, cutting precision and high working speed. In addition to the advanced cutting department, Stones World International Co. LLC equipped its factory with one of the most modern Pedrini plant for the production of marble slabs, complete with a cutline for the tiles production. Thanks to a motorized trolleys system, the slabs directly move from the multiwire machines to the resinline with microwave oven B460MW, the first marble line complete with anthropomorphic robot which automatically applies the net and spreads the resin on the slabs surface. Then the slabs are conveyed towards the polishing line composed of automatic loading and unloading systems Butterfly B416, a first pre-polishing machine Galaxy B220MA with 14 heads, plastering unit with UV ray ovens and a second polishing machine Galaxy B220MA with 14 heads. The plant is complemented with a cutline equipped with the laser device V258LS, placed at the beginning of the line, and with the detection sensor of the pen used to mark the exact cutting position on each single strip, which allow to automatically perform programmed sizes managed by computer minimizing the material waste.

A cura di / By:


AL-NASR MARBLE Kempinski Hotel and Apartments Al Mouj (The Wave Muscat) Kempinski Hotel and Apartments Al Mouj (The Wave Muscat)

U

158

n nome ben noto nell’ Hospitality Industry, che ha dato una forte accelerata al settore del turismo omanita, è il Kempinski Hotel, un hotel a cinque stelle costruito direttamente sulla spiaggia di Muscat nel Sultanato dell’Oman. Composto da sei edifici con 309 camere per l’hotel e 77 Apartment Hotel associate ad altre strutture per il tempo libero, il relax e lo svago, il progetto è stato realizzato da una delle principali società di Costruzioni Internazionali - Carillion Alawi LLC. – su committenza dell’Oman Hospitality Company. I progettisti di questo progetto sono tra i più rinomati nel settore in Medio Oriente, ovvero la società di ingegneria WSP | Parsons Brinckerhoff. Al Nasr Group, un gruppo internazionale ben noto nel settore del marmo, in collaborazione con uno dei principali specialisti della pietra dell’Oman Manazel Construction Co. LLC.

A

well renowned name in Hospitality Industry, boosting the Omani Tourism sector, Kempinski Hotel is a five star hotel being constructed at a prime location of Beach front in Muscat, Sultanate of Oman. Having 309 Nos. of rooms for the Hotel and 77 Nos. of Hotel Apartments along with associated leisure and other facilities, in total having six buildings, the project is being constructed by one of the leading International Construction Company – Carillion Alawi LLC. for Omani Hospitality Company. The Designers for this project are one of the renowned in the industry WSP | Parsons Brinckerhoff - Middle East. Al Nasr Group Of Companies, a well Known group Internationally for Marble, in association with One of Oman’s leading stone specialist Manazel Construction Co. LLC. has taken the lead to involve in supply and installation of Marble


159

ha ottenuto l’incarico per la fornitura e l’installazione dei materiali lapidei nel progetto. Il Gruppo Al Nasr, il più grande proprietario di cave di molti dei raffinati marmi dell’Oman nonché il primo e il più grande trasformatore omanita di materiali lapidei equipaggiato con tutti i più moderni impianti di produzione, sta ora fornendo per questo progetto intorno a 50.000,00 M2 di Desert Mist Marble (in precedenza noto come Al Suwaiq ) in formati cut to size. Il processo nel suo complesso comporta il taglio a misura, la posa a secco del moke-up per l’approvazione e l’installazione finale. Il marmo è prodotto, levigato e tagliato a dimensioni specifiche per i pavimenti e rivestimenti di ogni camera, per un totale di 386 camere. Oltre a camere, di grandi dimensioni grandi come 1800x900mm, i materiali sono stati preparati per la posa anche nella main lobby, nei disimpegni, nei corridoi e in diversi altri spazi dell’Hotel.

for the project. Al Nasr Group, the biggest quarry owners of many of the exquisite Marbles and the First and the biggest Marble Manufacturing Company with all latest production facilities, here in Oman are now supplying around 50,000.00 M2 cut to varying sizes Desert Mist (earlier known as Al Suwaiq) Marble for this project. The process in total involves cutting to size as per the drawings, dry laying for approval and sealer application. The Marble is manufactured, honed and cut to size room wise for each type of rooms for total of 386 Room, for floor and walls of each Guest Rooms. Apart for Guest rooms, large sizes as big as 1800x900mm are prepared for Main lobby, pre-function area, corridors and various other locations.

A cura di / By:


CO.ME.S. Il veterano MLP & C di Castelnuovo Magra sceglie….CO.ME.S. The “veteran” MLP & C, in Castelnuovo Magra, chooses….CO.ME.S.

160

I

C

60 anni di continua evoluzione e successi della CO.ME.S. SRL nell’industria lapidea e ceramica, vengono oggi ulteriormente coronati dall’arrivo delle sue decisamente moderne linee di lucidatura/levigatura STORM sia per marmo che per granito e materiali compositi, confermando così la grande esperienza dell’azienda e la sua innata propensione a dare soluzioni vere con un organico altamente qualificato.

O.ME.S. SRL’s sixty years of endless developments and successes in the stone and ceramic industries are now further crowned by the launch of its STORM polishing/calibrating lines for marble, granite and composite materials, as proof of the company’s great experience and inborn propensity to deliver real solutions with a highly skilled staff.

Dopo più di 40 anni di successi nel settore della costruzione di teste lucidatrici e calibratrici, nell’ultimo decennio, CO.ME.S. si è ulteriormente specializzata nella progettazione e produzione di:

Over the last ten years, CO.ME.S. has further specialised in the design and manufacture of: • granite polishing and gauging machines (slabs/tiles) • marble polishing lines (slabs/tiles)


• macchine lucidatrici e calibratrici da granito (lastre/ piastrelle) • macchine lucidatrici da marmo (lastre/ piastrelle) • linee complete di resinatura • linee di taglio • tutti i tipi di caricatori, scaricatori e robot per lastre e filagne Ed ecco di fatto che la buona reputazione e l’affidabilità che trasmette il marchio CO.ME.S. hanno subito trovato accoglienza presso una delle aziende più importanti nella lavorazione conto terzi del comprensorio Apuano. La MLP & C. SRL in via Tavolara 53, a Catelnuovo Magra (SP) da qualche mese ormai ha messo in funzione una linea completa di lucidatura per lastre di marmo completamente automatizzata modello STORM serie LCM 2200-18. Con soluzioni all’ultimo grido la linea CO.ME.S. della MLP è dottata di: • Sistema automatico di lettura trave, • Sistema di lubrificazione centralizzato • Dispositivo di rilevamento fine abrasivo • Sistema automatico di lettura lastre • Sistema di blocco teste con pre stop. • Funzione board-slab. • Computer con programmi di lavoro con interfaccia grafica Windows, particolarmente intuitiva e semplice da usare La grande visibilità della MLP & C SRL e del suo titolare Sig. Giorgio Andrei, in quanto uno dei più esperti conoscitori delle lavorazioni di materiali lapidei, permetteranno all’utenza di poter constatare direttamente la qualità indiscussa CO.ME.S. anche nel settore delle macchine e delle automazioni avanzate.

• full resin reinforcement lines • cutting lines • all sorts of loaders, unloaders and robots for slabs and strips.

And that’s how the good reputation and the reliability that the CO.ME.S. brand stands out for have been welcomed by one of the contractors that work for the most important companies in the Apuan region: A few months ago, MLP & C. SRL, based in Via Tavolara 53, at Catelnuovo Magra (SP), set up a full, completely automatic polishing line for marble slabs. With cutting-edge solutions, MLP’s CO.ME.S. line is equipped with: • Automatic beam detector • Central greasing system • End -abrasive warning device • Automatic slab detecting system • Head-locking system with pre-stop. • Board-slab feature. • Computer with software and an extremely user-friendly Windows interface. Thanks to MLP & C SRL reputation and of its owner, Mr Giorgio Andrei, as one of the most experienced jobers of stone processing, users will be able to personally verify the undisputed quality of CO.ME.S. in cutting-edge automatic machinery as well.

A cura di / By:

161


PRUSSIANI ENGINEERING Marmi Busi sceglie ancora la qualità Prussiani Engineering Marmi Busi still chooses the Prussiani Engineering’s quality 162

T

ra Brescia e il Lago di Garda, nel Comune di Nuvolera, dal 1948 opera nel settore delle pietre l’azienda Marmi Busi. La ditta produce elementi portanti con predisposizione antisismica, realizza complementi d’arredo per interni ed esterni, pavimentazioni e oggetti artistici di pregevole finitura. La realizzazione di un ciclo produttivo completo, dalla segagione del blocco al prodotto finito, fa della Marmi Busi una ditta all’avanguardia. Grazie all’innovazione delle tecnologie, con la macchina New Dorico 1700 della Prussiani Engineering si è specializzata nella tornitura di marmi, graniti e pietre, raggiungendo un’elevata precisione. Proprio le moderne attrezzature consentono all’azienda di

B

etween Brescia and Garda Lake, in the City of Nuvolera, since 1948 the company Marmi Busi operates in the stone branch. The company produces structural elements with provision earthquake proof and it makes furniture accessories for interior and exterior, flooring and artistic objects of valuable finish. The realization of a complete production cycle, from the cutting of the block to the finished product, makes Marmi Busi a forefront company. Thanks to the innovation of technologies, with the New Dorico 1700 a Prussiani Engineering’s machine, has specialized in turning marble, granite and stone, achieving high accuracy. Its modern facilities allow the company to achieve any type of work and in the last 20 years has been the Prussiani Engi-


163 realizzare ogni tipo di lavorato e negli ultimi venti anni è stata la Prussiani Engineering il partner di fiducia per la fornitura di macchinari di qualità con l’acquisto nel tempo di ben 9 macchine, fra cui segatrici a ponte, centri di lavoro, waterjet, fresatrici a ponte. Una collaborazione che ha portato quest’anno all’acquisto da parte dell’azienda bresciana della Mirror. La Mirror è una lucidatrice a controllo numerico con tre assi interpolati e cambio utensile automatico, è ideale per effettuare lavorazioni su tutti i tipi di materiali lapidei e perfetta per operazioni di calibratura, spazzolatura, lucidatura, levigatura e finitura con effetto pelle. E’ provvista anche di leve ribaltabili per il carico delle lastre in verticale, di una sonda presetting per la misurazione automatica della lunghezza degli utensili e di una sonda elettronica per la misurazione dello spessore delle lastre da lavorare. Lo scorso anno la Marmi Busi ha incrementato il proprio parco macchine con altri due modelli Prussiani: una waterjet New Rio 5 a cinque assi interpolati e una New Champion Plus 1800, robusta fresatrice a sei assi interpolati, veloce e precisa per la lavorazione di opere in marmo, granito e pietra. Da venticinque anni la Prussiani Engineering lavora scegliendo la qualità nella costruzione delle proprie macchine, per questo numerose e importanti aziende, come la Marmi Busi, hanno instaurato un rapporto di fiducia con l’azienda bergamasca.

neering the trusted partner for the supply of quality machinery, with the purchase over time of 9 machines, among which bridge saws, working centers, waterjet, milling bridge. A collaboration that has led this year to the purchase of the Mirror by the company located in Brescia. Mirror is a numerical control polishing machine with three interpolated axes and automatic tool-change, it’s ideal for producing working on all kinds of stone materials and it is perfect for calibration tasks, brushing, polishing, sanding and finishing with skin effect. It is also provided with tilting levers for the loading of slabs, with an electronic presetting feeler for automatic measuring of the tools length and with an electronic feeler for measuring the thickness of the slab to cut. Last year, Busi Marmi has increased its machinery with two more Prussiani models: a waterjet New Rio 5 with five interpolated axes and a New Champion Plus 1800, robust milling machine with six interpolated axes, fast and accurate for processing works in marble, granite and stone. For twenty-five years, the Prussiani Engineering works choosing the quality in the construction of its machines, so many important companies, such as Busi Marmi, have established a relationship of trust with the company located in Bergamo.

A cura di / By:


BM Nuova multi-filo BM “Kodiak Evolution 76” operativa a Verona da F.lli Scala Marmi New multi-wires BM “Kodiak Evolution 76” working in Verona at F.lli Scala Marmi 164

“F.

LLI SCALA MARMI.” è un’azienda veronese che effettua la segagione e la lavorazione dei blocchi di granito. “F.LLI SCALA MARMI.”ha scelto la produzione BM e in particolare il telaio nuovo multi-fili diamantati modello "KODIAK EVOLUTION 76", che è già operativo nel loro stabilimento di Grezzana (VR). Il Nuovo multifilo BM modello KODIAK EVOLUTION è costruito su 4 colonne, questa caratteristica garantisce una stabilità ed una precisione del taglio superiori rispetto al modello standard a due colonne. Il KODIAK EVOLUTION inoltre installa un'altra importante ed

“F.

LLI SCALA MARMI.” is a company which cuts, polishes and works the granite. “F.LLI SCALA MARMI.” has decided the production of BM, specifically the new model with 76 diamond wires, the “KODIAK EVOLUTION 76”, which is already working in the factory of Grezzana, Verona. The new multiwire BM model Kodiak EVOLUTION is installed in 4 columns, this detail guarantees the top stability and precision of the cut in the whole market, against the standard model with only 2 columns. The Kodiak 76 installs also another important and exclusive


esclusiva soluzione brevettata dalla BM, il sistema di tensionamento con leva idraulica, il tensionamento viene portato filo per filo senza alcuna pre-tensionatura e con la possibilità di compensare una dilatazione di ogni filo fino a 30 cm. Un’altra importante caratteristica della nuova linea KODIAK EVOLUTION sono i diametri maggiori dei rulli e delle ruote di ogni filo diamantato, che garantisce i seguenti vantaggi: ► riduzione angoli d’inclinazione = durabilità del filo maggiore ► riduzione dei giri per minuto = maggiore vita dei cuscinetti ► superficie maggiore di contatto del filo sul profilo gommato = minor consumo di profilo in gomma Ogni filo diamantato tocca solamente in 3 punti di flesso, senza alcuna inclinazione acuta. Il risultato è l’ottimale condizione di lavoro per il filo e una durata della vita del filo maggiore. In questo modo i costi del filo diamantato per metro quadrato di taglio sono ridotti al minimo.

solution patented by BM, the tensioning system made up by an hydraulic lever, the tensions is given wire by wire without any pre-tensioning and it has the possibility to extend the elongation of the diamond wire up to 30 cm. An other important characteristic of the KODIAK EVOLUTION model are the bigger diameters of the rollers and of the wheels of each diamond wire, this can guarantee the following advantages: ► reduction of the inclination angles = increase life of the wire ► reduction of cycles per minute = longer life of the bearings ► bigger contact surface of the wire on the rubber profile = less consumption of rubber profile Each wire suffers the flexing action only on 3 points, without any dangerous grade. The result is the best working condition for the wire, which upgrade its performance and life. So the cost of the cut per each square meter are reduced to the minimum.

A cura di / By:

165


NICOLAI IL FIORINO SpA ha scelto GIOTTO by Nicolai per la sua nuova linea di lucidatura IL FIORINO SpA chose GIOTTO by Nicolai for its new resin line

P 166

rodotto e brevettato dalla NICOLAI DIAMANT azienda attiva da quasi 40 anni e leader mondiale nella produzione di utensili per la lucidatura e finitura dei materiali lapidei, GIOTTO è un utensile diamantato dalle caratteristiche uniche, destinato a cambiare il mondo della lucidatura delle lastre di marmo. Quello che hanno realizzato i tecnici della Nicolai Diamant è un utensile da una durata decisamente superiore alla media dei suoi competitor ed in grado di rendere le lastre lavorate di un grado di lucentezza superiore a quelle trattate con gli abrasivi tradizionali. Dopo intensivi test in laboratorio oggi GIOTTO è utilizzato con successo da numerose ed importanti aziende del settore, fra le prime c’è la storica ditta IL FIORINO SpA della famiglia Rossi, soci dal 2009 anche del colosso Marmi Carrara SpA , che approfittando del rinnovamento del loro impianto di lavorazione hanno deciso di testare il nuovo utensile prodotto dalla Nicolai Diamant su tutte le teste di lucidatura della nuova macchina NPM 2200 RX istallata dalla SIMEC. La famiglia Rossi è rimasta soddisfatta del nuovo prodotto Nicolai, in quanto GIOTTO ha mantenuto le aspettative e dopo essere stato installato è riuscito a migliorare ulteriormente le performance di produzione e di qualità della linea in cui è utilizzato. Quello che rende unico GIOTTO è senza dubbio la sua capacità

M

anufactured and patented by Nicolai Diamant, a company operating for nearly 40 years and world leader in the production of tools for polishing and finishing of marbles, GIOTTO is a diamond tool with unique characteristics. GIOTTO is changing the world of polishing marble slabs. What Nicolai Diamant technicians made is a tool with a superior life to the average of any product available in the market and able to increase the gloss of the polished slabs compared to those processed with conventional abrasives. After several laboratory tests GIOTTO today is successfully used by many important companies in the market; one of the first to use GIOTTO is the historical company IL FIORINO SpA, owned by the Rossi family, also partner of the well known MARMI CARRARA SPA since 2009. They took advantage of their Carrara factory renovation, to test the new tools produced by Nicolai Diamant on the polishing heads of the new machine NPM 2200 RX installed by SIMEC. After months from the installation GIOTTO has satisfied and maintained the expectations. The new tool was able to deliver great performances; it further improved the production and the quality of polishing.


di durare nel tempo e di consumarsi molto lentamente. Rispetto ad un abrasivo tradizionale che può durare qualche ora, GIOTTO arriva a durare anche qualche settimana e questo ha permesso a IL FIORINO di migliorare sensibilmente la propria produttività in quanto non deve fermare le macchine per la sostituzione degli abrasivi tradizionali. Non solo l'utilizzo di GIOTTO ha reso possibile per il cliente una maggiore produzione, ma il minor consumo dell’utensile equivale a minori residui di lavorazione da smaltire e ad una minor incidenza nei costi che solitamente bisogna affrontare per lo smaltimento dei fanghi di lavorazione prodotti dai vecchi abrasivi. Infine possiamo aggiungere che risultati positivi sono stati ottenuti anche con altre linee di lucidatura: GIOTTO è stato infatti installato con successo anche su impianti BRETON, GASPARI MENOTTI, PROMETEC e BARSANTI.

In addition to its reliability and superior quality, what is unique about GIOTTO is its unmatched capacity to last over time and consume very slowly. Compared to a traditional abrasive that can last a few hours, GIOTTO get to last up to weeks; this means that the company that decide to use it can significantly improve the production as it will not stop the machines to continuously replace the consumed abrasives. Finally, if the use of GIOTTO on one hand give a greater production with a lower consumption, on the other it also means lower processing waste to be disposed, this will lead the company to lower costs for the disposal of sludge produced by traditional abrasives, not last the disposal of plastic bases. Positive results have also been achieved with other polishing lines: GIOTTO was in fact successfully installed on other machines such as BRETON, GASPARI MENOTTI, PROMETEC and BARSANTI

A cura di / By:

167


PELLEGRINI MECCANICA Vozrozhdenie sceglie l’affidabilità e la flessibilità dei multifilo Pellegrini Vozrozhdenie chooses the reliability and flexibility of the Pellegrini multiwire machines 168

L’

azienda Vozrozhdenie è stata fondata nel 1989 ed opera attivamente da 27 anni nel mercato delle costruzioni stradali di San Pietroburgo ed in tutta la Russia. Il target principale è la costruzione di strade e ponti, la fornitura di pietre naturali per l’ edilizia urbanistica, tutti i tipi di design paesaggistico e di impianto. Può contare su grandi capacità di produzione sia nell’ estrazione in cava che nella lavorazione di pietre naturali; una vasta gamma di prodotti viene realizzata presso gli stabilimenti della società, come lastre di granito, blocchi di pietra, cordoli, fontane, colonne ed altri prodotti. Il Gruppo di aziende Vozrozhdenie mantiene in costante aggiornamento la sua tecnologia e le sue attrezzature, seguendo le ultime

T

he company Vozrozhdenie was founded in 1989 and has been actively operating in the road construction market of Saint Petersburg and throughout Russia for 27 years. The main focus is construction of roads and bridges, complex provisioning of urban amenities using natural rocks, all types of landscape design and planting. It possesses large production capacities in the quarry extraction and processing of natural rocks; a wide range of goods is manufactured at the company’s plants as granite slabs, block stones, curbs, fountains, columns and other products. The Vozrozhdenie Group of Companies upgrades its equipment on regular basis, following the latest world trends in the field of masonry. PELLEGRINI MECCANICA S.P.A. is proud to support and to


tendenze nel campo delle opere edilizie a livello mondiale. PELLEGRINI MECCANICA SPA è orgogliosa di supportare e di aver supportato questo gruppo con il suo know-how, fornendo da anni numerose attrezzature per l’ estrazione e la lavorazione. La fiducia maturata nei prodotti Pellegrini ha portato Vozrozhdenie ad implementare le sue fabbriche quest’ anno con tre ulteriori impianti multifilo, due DECAWIRE e due POLYWIRE 5S, progettati per la lavorazione del granito, marmo ed altre rocce decorative, che si aggiungono agli impianti Pellegrini già da anni in funzione con successo. L’ impianto DECAWIRE è una delle ultime innovazioni introdotte nel mercato, una macchina a 10 fili per la realizzazione di lastre e di spessori (dieci lastre uguali o miste nella stessa calata), con spessori da 2 a 10 cm. La flessibilità è garantita dal sistema di regolazione rapida e precisa degli spessori, grazie all'inserimento di appositi distanziali e senza la necessità di smontare alcun volano, configurando in tal modo la macchina in tempi ristrettissimi. Il Polywire 5S (macchina a 5 fili) rappresenta il frutto dell'esperienza già maturata negli ultimi anni sugli impianti Pentawire e Polywire 5. Grazie ad un sistema meccanico manuale, è possibile spostare indipendentemente i volani lungo l'albero per ottenere varie configurazioni di taglio, con precisione millimetrica. Le caratteristiche affidabili comuni a queste attrezzature sono il grande diametro del tamburo e dei volani, che ottimizza la vita e le prestazioni dei fili diamantati, il doppio sistema di tensionamento elettro-idraulico, che mantiene sotto controllo la tensione di tutti i fili, la robustezza delle strutture e la presenza dei tamburini guidafilo che guidano i fili nel taglio, assicurando le migliori performance di precisione anche nel caso di materiali difficili da tagliare. Pellegrini Meccanica SpA ha lavorato costantemente con gli operatori del gruppo Vozrozhdenie per assicurare competenza e specializzazione che insieme all’equipaggiamento fornito stanno assicurando produzioni e risultati ottimali.

have supported this group with know-how, by supplying quarrying and processing equipment through many years. The trust matured in Pellegrini products led Vozrozhdenie to implement its factories this year, in addition to the other Pellegrini machines which are working since years, with three additional multiwire plants, two DECAWIRE and two POLYWIRE 5S, designed for the processing of granite, marble and other decorative rocks. DECAWIRE plant is one of the last innovation introduced into the market, a 10 wires machine for the realization of both thin and thick slabs (ten equal or mixed slabs in one shot), with thicknesses ranging from 2 up to 10 cm. The flexibility is granted by the Easy Adjustment Thickness System, thanks to the insertion of special spacers without need to dismount any flywheel, thus configuring the machine in a very strict time. The Polywire 5S (5wires machine) represents the result of the experience already matured in the last years on Pentawire and Polywire 5 plants. Thanks to a mechanical manual system, it is possible to move independently the flywheels along the shaft to get various cutting configurations, with millimetrical precision. The common reliable features of these equipments are the big diameter drum-flywheels, which optimize the life and the performance of the diamond wires, the double electro-hydraulic tensioning system, which keeps all the wires tension under control, the robustness of the structures and the presence of the guide drums which better guide the wires into the cut, offering the best performances in terms of precision and in case of materials difficult to cut. Pellegrini Meccanica SpA is working constantly with the Vozrozhdenie Group staff to guarantee competence and specialization that together with the supplied equipments are assuring optimal results and productions.

A cura di / By:

169


T&D Robotics Reciclados, “Grupo ESMAR”, si affida a T&D Robotics per la produzione di centinaia di elementi di arredo urbano in pietra calcarea Reciclados, “Grupo ESMAR”, relieses T&D Robotics for the production of hundreds limestone street furniture

170

N

ell’agosto del 2016 T&D Robotics, a seguito del collaudo avvenuto presso la sua sede produttiva di Massa Carrara, consegna a Reciclados y transformados de marmoles y piedras (“GRUPO ESMAR”), di Caravaca de la Cruz (Murcia) un’isola robotica munita di due tavole rotanti e sistema di teste intercambiabili in modo automatico – in questo modo Reciclados può avviare la produzione di centinaia di pezzi in pietra calcarea spagnola, la ‘caliza alba’, dal colore uniforme e bianco perlaceo. Questi elementi modulari e dalla forma variabile, pensati per essere installati all’esterno, sono sedute ed elementi di design dalle linee morbide il cui scopo è di delimitare, negli spazi pubblici, aiuole e prati. La loro altezza è di

I

n August 2016, after the trial test in its production headquarters in Massa Carrara, T&D Robotics has delivered to Reciclados y transformados de marmoles y piedras (“GRUPO ESMAR”), Caravaca de la Cruz (Murcia) a robotic unit equipped with two rotating tables and a system of automatically interchangeable heads. Reciclados can now launch the production of hundreds of pieces made of ‘caliza alba’, the uniform and pearl-like Spanish limestone. These modular parts, modular parts, in different shapes and suitable for outside spaces, become seats and design elements characterized by smooth lines, used to define flowerbeds and lawns in public spaces. Their height is approximately 1,5 meters, while length reaches 2


circa mezzo metro e la lunghezza supera il metro e mezzo, raggiungendo i due. I pezzi sono sagomati grazie alla testa a filo diamantato applicata al robot ABB integrato da T&D Robotics, lo stesso robot provvede alla loro finitura grazie a un elettro-mandrino. Questo impianto, che beneficia di due tavole rotanti, è caratterizzato da una produzione senza soluzione di continuità, che non conosce interruzioni. Mentre il robot esegue i tagli di uno dei due pezzi, si può procedere, in totale sicurezza, a scaricare l’altro, finito, sostituendolo con un blocco grezzo. Con questo semplice stratagemma la macchina può lavorare 24 ore su 24, e le brevi soste che conosce sono dovute agli interventi di manutenzione ordinaria. Come anticipato, questo impianto non è solo pensato per le operazioni di taglio a filo diamantato, il sistema di cambio teste automatico brevettato da T&D Robotics fa sì che il robot, senza alcun intervento da parte dell’operatore, sostituisca il suo end-effector ed esegua così lavorazioni tra loro completamente diverse, divenendo, allo stesso tempo, una sagomatrice e una fresatrice a sei assi. Solo la tecnologia sviluppata da T&D Robotics garantisce una versatilità produttiva di questo genere, dove un singolo impianto può sgrossare con disco, tagliare con filo diamantato o water-jet e fresare con elettro-mandrino. Se in un laboratorio tradizionale sarebbero serviti tre impianti ingombranti per eseguire ognuna di queste operazioni, oltre alla manipolazione del pezzo tramite muletto o carroponte, chi installa uno dei nostri macchinari beneficerà di un’area di lavoro ridotto a meno di un terzo e eviterà faticosi e complessi ricollocamenti, da un punto all’altro del proprio studio, del semilavorato. Grazie ai robot T&D Robotics non si spreca il proprio tempo in questo modo e i tempi di produzione si dimezzano o sono ridotti di un terzo. T&D Robotics, che da alcuni anni si affida a una partnership con ABB, è il più importante integratore di robot nel comparto lapideo, soprattutto per quanto riguarda il carving, ed è l’unica realtà a disporre di un cambio teste automatico.

meters. Pieces are shaped by the diamond wire saw applied to the ABB robot integrated by T&D Robotics. The same robot takes care of the finishing, thanks to an electric spindle and polishing backing pads for a distressed and antiqued look. This system, thanks to the two rotating tables, offers a seamless production, with no need of interruption. While the robot is cutting one of the two pieces, the other one, finished, can be safely unloaded and replaced by a new rough block. With this simple trick the machine can work 24/7, and stop briefly only when it needs maintenance. As anticipated this system is designed not just for diamond cutting: the automatically interchangeable heads patented by T&D Robotics allow the robot to change its end-effector, with no human intervention, and proceed with completely different treatments as shaping, milling and 6-axis grinding. Only T&D Robotics technology can guarantee this production flexibility, with a single system that can rough-cut with a blade, cut with diamond wire or water-jet, and mill and grind with an electric spindle. Old laboratories would have used three or four bulky machines to carry out such operations, and also required human intervention to move blocks with forklifts or overhead cranes. With one of our units required workroom is reduced to less than 1/3 and semi-finished blocks do not need to be moved with difficulty around the lab. Thanks to T&D Robotics units no time is wasted, resulting in double or triple production speed. T&D Robotics, working in partnership with ABB for years, is the world-first robotic integrator in the stone sector, especially for carving, and it is the only enterprise offering a patented automatically interchangeable heads system.

A cura di / By:

171


BRETON Un centro di taglio rivoluzionario ed automatizzato per Erbi: Smart-Cut Duo con robot antropomorfo

172

A revolutionary, automatized cutting center for Erbi: Smart-Cut Duo with anthropomorphic robot

E

rbi rispecchia alla perfezione le caratteristiche del materiale che lavora. Il quarzo e piĂš in generale le superfici agglomerate sono materiali innovativi, prestigiosi e resistenti. Allo stesso modo, lâ&#x20AC;&#x2122;azienda olandese che fa parte del gruppo Dekker Zevenhuizen, da anni si avvale delle migliori tecnologie per lavorare il quarzo, con nuove tecniche e comprovata affidabilitĂ , tanto che il 30% dei piani cucina venduti ogni anno in Olanda escono proprio dai suoi laboratori.

E

rbi perfectly embodies the characteristics of the material it processes. Quartz and, more generally, compound surfaces are innovative, prestigious and resistant materials. Similarly, the Dutch company that is part of Dekker Zevenhuizen group, has been availing itself of the best technologies to process quartz for years , so much so that 30% of kitchen countertops that are annually sold in the Netherlands are produced in its workshops.


Il gruppo Dekker da oltre 85 anni (è stato fondato nel 1930) punta sull’alta qualità offrendo ai suoi clienti commerciali un vasto range di componenti d’arredo per la cucina, per il bagno, collaborando con architetti ed interior designers e a progetti speciali (alberghi, ospedali). Quello dei piani cucina, è uno dei business principali del gruppo, che ha scelto di installare un’intera linea produttiva per le proprie produzioni. Alla ricerca di un centro di taglio che potesse inserirsi alla perfezione in tale linea (dove già ci sono 3 Contourbreton NC400), aumentando l’efficienza produttiva e diminuendo i costi diretti dell’azienda, Erbi ha trovato nella Smart-cut DUO di Breton accessoriata con un robot antropomorfo KUKA della Optidrive la propria soluzione. Un centro di taglio a due teste (a 5 assi interpolati) montate su due travi indipendenti contrapposte, con banco a nastro e sistema di ventose integrato “Multicup”. Una macchina personalizzata con il cambio dei dischi automatico e un robot che gestisce automaticamente, senza operatori coinvolti, sia il carico che lo scarico dei pezzi tagliati. Erbi ha optato dunque per un centro di lavoro estremamente automatizzato con la stessa lungimiranza che sta portando molti laboratori prestigiosi che lavorano la pietra a scegliere macchine efficienti che riducano ogni spreco garantendo flessibilità produttiva. La Smart-Cut Duo esegue cicli di taglio semplici o complessi, tagli verticali o a 45°, spostando rapidamente i pezzi nel banco lavoro (grazie al sistema di ventose), dove è possibile tagliare in passata piena o a incrementi qualsiasi materiale lapideo. Breton spa, da 1963 innovazione e tecnologia al servizio dei nostri clienti.

Dekker group (founded in 1930) has been aiming at high quality for over 85 years, offering its customers a wide range of kitchen and bathroom furnishing, working together with architects and interior designers and taking part to special projects (hotels, hospitals). Kitchen countertops are one of the main businesses of the group, who decided to install an entire processing line for its products. Looking for a cutting center that could perfectly suit that line (which already includes 3 Contourbreton NC400) and aiming at increasing production efficiency while minimizing direct costs, Erbi found the perfect solution in Breton Smart-Cut DUO with Optidrive’s anthropomorphic robot mod. “KUKA”. A two-head cutting center (with 5 interpolated axes) mounted on two opposed, independent beams, with belt conveyor work bench and "MULTICUP" integrated vacuum cup system . A machine customized with automatic disk change and a robot that automatically manages both the loading and the unloading of cut pieces, without involving any operator. Erbi thus chose an extremely automatized cutting center, with the same foresight that is making many prestigious stone processing workshops choosing efficient machines that are able to reduce wastes and guarantee production flexibility. Smart-Cut DUO performs simple and complex cutting cycles, as well as vertical or 45-degree cuttings by quickly moving the pieces along the work bench (thanks to the vacuum cup system), where any type of stone material can be cut either in plunge- or in step-cutting mode. Breton spa, innovation and technology for our customers since 1963.

A cura di / By:

173


ATLAS COPCO SpeedROC 2F dimostra la sua efficienza in Sardegna SpeedROC 2F delivers efficiency in Sardegna

N 174

ell’industria della pietra ornamentale le aziende sarde Beta Graniti e Granirosa, operanti in 4 cave, con una elevata capacità di produzione e forti di un avanzato parco macchine Atlas Copco, sono un nome particolarmente noto, considerate nel settore estrattivo del granito come punto di riferimento per qualità, innovazione, tecnologia e sostenibilità. Parte della strategia aziendale è da sempre l’utilizzo delle più avanzate tecnologie con particolare attenzione all’efficienza energetica e al rispetto dell’ambiente. Nell’ottica del continuo miglioramento produttivo le aziende hanno inserito il nuovo SpeedROC 2F, capace di distinguersi per l’apprezzabile riduzione del consumo di carburante e la maggiore capacità produttiva. Tale risultato è garantito dalla velocità di posizionamento, dalla stabilità in

S

ardinian ornamental stone companies, Beta Granites and Granirosa, which operate four quarries, are well known in the granite mining industry and regarded as a benchmark for quality, innovation, technology and sustainability. The companies have always insisted on using the latest technologies with particular attention to energy efficiency and environmental responsibility. To this end, it operates a fleet of advanced, high-capacity machines from Atlas Copco. In line with their strategy of continuous improvement, Beta Granites and Granirosa have now added a SpeedROC 2F to the fleet – a robust and versatile drill rig which provides a significant reduction in fuel consumption and increased production capacity. This is achieved in part by high-speed positioning, stability and added safety thanks to remote control operation.


175

condizioni di marcia, e dal miglioramento delle condizioni di sicurezza, dovuto anche alla movimentazione del mezzo via radiocomando. I titolari Giovanni e Antonio Piccinnu concludono “basandoci sulla nostra positiva esperienza, riteniamo che la gamma dei prodotti Atlas Copco sia la scelta giusta per permetterci di raggiungere i nostri ambiziosi obiettivi”.

Holders Giovanni and Antonio Piccinnu conclude: “Based on our experience, we believe that the product range of Atlas Copco is the right choice and will enable us to achieve our ambitious goals”.

A cura di / By:


BARSANTI MACCHINE Il 3° impianto Barsanti Macchine per la prestigiosa azienda Turca KUTUK MERMER. The 3rd plant of Barsanti Macchine for the prestigious Turkish company KUTUK MERMER 176

L

a società ISM ha recentemente terminato l’installazione e messa in funzione di un grande impianto per la lavorazione del marmo presso la nota società KUTUK MERMER, Bursa, – Turchia. KUTUK MERMER è una delle aziende leader e consolidate nel settore delle pietre naturali dal 1968; nota in tutto il mondo sia per il prestigio del materiale estratto dalla proprie cave sia per la capacità di trasformare le materie prime in prodotti finiti accurati e di qualità. Questa società, con grande esperienza nell’estrazione di blocchi ha costruito una nuova fabbrica per la trasformazione dei lapidei estratti dalla adiacente cava di marmo, situata

T

he ISM company has recently completed the installation and start-up of a big marble processing plant at the famous company KUTUK MERMER, in Bursa - Turkey. KUTUK MERMER is one of the leading and well-established companies of the natural stones industry since 1968; it is well-known around the world for the prestige of the materials extracted from its own quarries either for the ability to transform raw materials into manufactured products with high quality. This company, with great experience in the blocks extraction, built a new factory for natural stone processing coming from the closer marble quarry in Bursa. As result of the business expansion, KUTUK MERMER decided to in-


nella città di Bursa. A seguito dell’espansione dell’attività KUTUK MERMER ha deciso di investire in tecnologia italiana e per la 3a volta è stata rinnovata la fiducia nei macchinari a marchio Barsanti Macchine, realizzando un moderno impianto chiavi in mano completamente automatizzato per fornire maggiore valore ai prodotti lavorati con la massima efficacia nella produzione a minori costi di consumo. L’impianto si compone di: _ un reparto per il taglio dei blocchi grezzi con n.2 telai a 50 lame modello TLD50N di nostra esclusiva produzione mondiale, _ una linea di lucidatura con macchina modello GoodStar Plus altamente performante ed equipaggiata con i mandrini spianatori, soluzione brevettata per l’asportazione adattiva del materiale che assicura una migliore qualità della superfice lucidata, _ un reparto di taglio per l’ottenimento di lastre perfettamente squadrate ed o il taglio a misura di filagne e mattonelle, grazie alla fresa a ponte FTS625.

vest in the Italian state-of-the-art technology and for the 3rd time it renewed the trust to Barsanti Macchine brand machines installing a modern fully automated turnkey plant to add greater value to manufactured products with the maximum efficiency in production at the lower consumption costs. The plant is formed by: _ a block-cutting department with no.2 gang saws at 50 blades, type TLD50N our exclusive worldwide production _ a polishing line with the machine model GoodStar Plus at high performances and equipped with the Smart Flattener Spindles, patented solution for adaptive removal that assures a better quality surface of polished slabs, _ a cutting department to obtain perfectly squared slabs and or cut to size of strips and tiles, thanks to the automatic bridge-cutting machine FTS625.

A cura di / By:


GIMCO Krishna Sai Granites: una reputazione intagliata nella pietra Krishna Sai Granites: Carving reputation in STONE

I

178

l granito che è la rappresentazione per eccellenza di opulenza e di grandezza naturale, si trova ad affrontare una forte concorrenza di nuove superfici di rivestimento alternative, che sfocia in una stentata crescita della domanda occasionale di lastre, pur avendo tutte le carte in regola per competere. In questa situazione KSG (Krishna Sai Granite, Ongole – India) con la sua decennale esperienza e prestigio, ha valutato che la penetrazione nel mercato di nicchia è perseguibile attraverso la fornitura di soluzioni E2E relativi alla pietra naturale nei mercati globali. L’analisi critica basata sulle esigenze di KSG ha permesso di valutare che ciò che avrebbe condotto KSG a fare un salto in avanti era l’istituzione di un Impianto Produttivo all’Avanguardia per la prima volta nel sub-continente con tutte le possibili lavorazioni pertinenti alla PIETRA aggiungendo così valore ai blocchi, Lastre e successivamente al cut to size.

G

ranite Standing for its uniqueness of natural opulence & grandeur, is facing a stiff competition from new emerging solid surfaces leading to a stunted growth in demand for the random slabs despite having all evens against its odds. At this Juncture KSG (Krishna Sai Granite, Ongole – India) with its decades of Experience & exposure evaluated the Niche market penetration is to provide e2e Solutions related to STONE in the Global Markets. The critical ananlysis based on the requirements of KSG was evaluated which lead KSG to leap ahead with establishing a State of Art Fabrication Facility for the first time in Sub-Continent with all possible workings pertaining to STONE by adding Value to Blocks, Slabs & further to Cut to Size. The new facility is composed with a 5 Axis Cutting Centre – Sprintline (CMS Brembana) to ensure the production rates & optimization process of the cutting with inbuilt Manipulator system and the Nest-


179

La nuova struttura è composta da un centro di taglio a 5 assi SPRINTLINE (CMS Brembana) che garantisce velocità di produzione e l’ottimizzazione del processo di taglio con tecnologie che assicurano tempestive realizzazioni su larga scala in linea con le richieste di tutti i mercati globali. In vista dei design personalizzati dei propri Clienti – Architetti, locali e internazionali, KSG aspettava da tempo un Centro di lavoro versatile e con la possibilità di eseguire lavori come: Vanity top, top da cucina , Lavelli, Sculture, bassorilievi, ecc, e per questo ha deciso di optare per un Centro di lavoro a 5 assi Maxima (CMS Brembana). Attraverso la propensione al servizio, l’esperienza tecnica e il sapere operativo di GIMCO, KSG ha fatto un balzo in avanti istituendo una struttura unica allo scopo di introdursi in questo nuovo segmento di mercato portando con sé un valore aggiunto che in nessuna PIETRA rimarrà INTENTATO. Al suo apice di gloria, i progetti che possono essere creati con la pietra naturale possono diventare simboli di immortalità e preservare la nostra visione per le generazioni a venire.

ing Operations which would assure timely execution of large scale requirements for all the global markets. Towards the Custom designs of their Architects-Clients both Local & Global, KSG looked forward to have a machining center which is more versatile and having the possibility for executing jobs viz., Vanity Tops, Kitchen Tops, Sinks, Sculpturing, Basreliefs etc., which at the end is decided to opt with Maxima – 5 Axis Machining Center (CMS Brembana). While evaluating the serviceability and technical expertise coupled with functional knowledge of GIMCO, KSG took a leap ahead in associating & establishing a Unique Facility to plunge into the new market segment towards Value addition where no STONE is UNTURNED. At its height of glory, the projects that can be created with Natural Stone can become symbols of immortality preserving our vision for generations to come. A cura di / By:


PROMETEC Resinare e lucidare in linea grazie all’esperienza di Prometec: il nuovo impianto di resinatura presso Marmi Bonazzo a Volargne impone al mercato un nuovo standard tecnologico 180

Line resining and polishing thanks to Prometec’s experience: the new resin plant at Marmo Bonazzo in Volargne imposes a new technological standard on the market

P

rometec nasce nel 2006 a Massa Carrara e da subito impegna le proprie risorse nella progettazione e realizzazione delle tecnologie per la resinatura delle lastre di pietra naturale focalizzando l’attenzione sull’intero processo produttivo. Grazie all’altissimo contenuto tecnologico delle soluzioni proposte, Prometec si è presentata come vera e propria protagonista sul mercato veronese della lavorazione del marmo attraverso la commessa per l’azienda Marmi Bonazzo. Per rispondere in modo efficace alle aspettative che il cliente riponeva in questo progetto, Prometec ha reinterpretato il concetto di lucidatura in linea incastonando un forno speciale ad emissione di frequenze multiple e alta densità di potenza all’interno di un impianto costruito con tutta la maestria e competenza che contraddistinguono i prodotti

P

rometec was set up in 2006 in Massa Carrara. From the onset, the company has channelled its resources into the design and production of technology for the resining of slabs of natural stone, focusing its attention on the entire production process. Thanks to the high technological content of its solutions, Prometec introduced itself on the Veronese market as a leading player for the processing of marble with the order for the company Marmi Bonazzo. To meet the client’s expectations, Prometec reinterpreted the concept of line polishing by fitting a special high density multifrequency oven in a plant. The plant was built with all the skill and expertise that distinguish Prometec products aimed at optimising the final result, bearing in mind the individual processing phases.


Prometec, sempre attenta ad ottimizzare il risultato finale, tenendo ben presente le singole fasi di processo. In particolare l’impianto consente di lucidare immediatamente dopo la fase di catalisi non facendo mai superare alla singola lastra la temperatura di 50°. Questa caratteristica rappresenta una grossa differenza rispetto ad altri impianti che con tecnologie similari sottopongono la lastra a temperature ben più alte, con tutto quello che ne consegue in termini di stress dovuto alle dilatazioni termiche e di rischi connessi all’ingiallimento della resina epossidica. Inoltre a parità di tempo ciclo, la tecnologia Prometec contiene il consumo di energia, e tutela la sicurezza dell’ambiente lavorativo, con una ricaduta positiva in termini di business. Come testimoniano le parole dello stesso Emanuele Bonazzo, direttore amministrativo e commerciale di Marmi Bonazzo: “abbiamo incrementato notevolmente la produzione e soprattutto abbiamo riscontrato un aumento di qualità del prodotto finito; tutto ciò dovrebbe, e in parte ha già portato, all’acquisizione di nuovi clienti”. L’impianto progettato e installato presso la Marmi Bonazzo rappresenta una pietra miliare nelle tecnologie per la resinatura e la lucidatura in linea del marmo: tutti gli altri player che operano nel mercato dovranno da qui in avanti confrontarsi con questo nuovo standard tecnologico.

One of the distinctive features is that the slabs can be polished immediately after the catalysis phase, never exceeding a temperature of 50° for each individual slab. This makes a big difference compared to other plants. With similar technology, other plants subject the slabs to much higher temperatures, with all that that implies in terms of stress due to thermal expansion and risks connected to the yellowing of the epoxy resin. Moreover, with the same cycle time, Prometec technology keeps energy consumption down and protects safety in the workplace, resulting in a positive impact in terms of business. As shown by the words of Emanuele Bonazzo, managing and sales director of Marmi Bonazzo: “we have significantly increased production and above all we have seen an increase in quality of the finished product; all this should lead, and has already led in part, to the acquisition of new clients”. The plant designed and installed at Marmi Bonazzo represents a milestone in technology for line resining and polishing of marble. All players operating on the market will now have to contend with this new technological standard.

A cura di / By:

prometec Leading Innovation in Stone

181


MARCHETTI

Velocità, precisione e risparmio High Performance machine

D 182

i solito le presentazioni dei nuovi macchinari vengono fatte in fiera oppure durante l’installazione. Noi abbiamo deciso di presentare la nostra macchina 36 mesi dopo la sua installazione presso una delle più importanti aziende del mondo ”Savema” di Pietrasanta (LU). Hyper realizzata dal Gruppo Marchetti, è una linea di taglio che realizza il lavoro di 8 frese insieme, Hyper è una linea di taglio con 11 assi interpolati adatta per lavori di casellario ovvero: taglio di triangoli, rettangoli e figure geometriche complesse, una macchina che può essere realizzata attualmente con una o due teste, la seconda testa può incrementare la produttività a più del 30% a seconda delle configurazioni di taglio da realizzare. La programmazione software è semplice e l’addestramento degli operatori immediato e veloce. Il software decide autonomamente come utilizzare le due teste operatrici, la loro simultaneità ottimizzando i tempi di taglio in ogni condizione di utilizzo. Purtroppo non è semplice descrivere la totalità delle funzioni software sviluppate per questa speciale macchina, è sicuramente più efficace vedere HYPER lavorare e vivere in diretta le sue potenzialità di taglio. La Hyper è equipaggiata con un manipolatore lastre che scorre sotto il ponte della macchina, totalmente indipendente dalle teste che con i suoi tre movimenti: longitudinale, verticale, e la rotazione ventose a 360° permette al manipolatore indipendente di fare la differenza in diverse configurazioni di taglio della lastra. Questa soluzione permette di avere una flessibilità eccezionale negli spostamenti pezzi e una bassissima manutenzione rimanendo lontano dalle teste di taglio nella posizione a riposo evitando i problemi connessi all’esposizione di acqua e fango dei tagli. Con oltre 12.000 ore di lavoro alle spalle e soltanto poche ore di manutenzione ordinaria, HYPER ha ampiamente mostrato la qualità e bontà del suo progetto, curato nei minimi dettagli grazie ai componenti utilizzati aventi elevata affidabilità e durata. Tutte le strutture della macchina come ponte, slitta, binari, testa sono progettati mediante software di calcolo strutturale e costruiti internamente. Efficienti software di nesting aiutano l’operatore nella fase di programmazione dei tagli sul materiale ottimizzando al massimo gli sfridi. I nostri software utilizzati

U

sually the presentations of new equipment is made in the fair or during an installation. We have decided to present our Hyper 36 months after its installation at one of the most important companies in the world "Savema" of Pietrasanta (LU). Hyper realized by Marchetti Group, is a cutting line which performs the work of 8 cutters together, Hyper is a cutting line with 11 interpolated axes suitable for “Casellario” work: cutting of triangles, rectangles and complex geometric figures, the machine can be made with one or two heads, the second head can increase productivity in more than 30% depending on the cutting configurations you like to achieve. The software program is simple and easy to learn by operator with a simple training. The software automatically decides how to use the two operating heads, their simultaneity optimizing cutting times in all conditions of use. Unfortunately it is not easy to describe the totality of the developed software functions for this special machine, it is definitely more effective to see HYPER a work and enjoy live all the potential. The Hyper is equipped with a manipulator plates that slides under the bridge of the machine, totally independent from heads which with its three movements: longitudinal, vertical, and the 360 ° rotation vacuum allows the manipulator to


sulla macchina permettono facilitazioni di programmazione e simulazione 2D e 3D di taglio a video per evidenziare eventuali errori di programmazione, il tutto mentre la macchina continua il suo lavoro di taglio sulla lastra in lavoro. Savema ha dato grande prova di professionalità nel settore, utilizzando al meglio il nostro macchinario HYPER cosi moderno ed unico in questa industria. Cogliamo l’occasione per ringraziare tutto il management della ditta Savema per il loro consenso e fiducia. Oggi la linea di taglio Hyper prodotta dal Gruppo Marchetti dopo questa grande prova è pronta per essere installata presso tutte le più importanti aziende del mondo che né faranno richiesta. Felice taglio a tutti !!

work in the different configurations of the cutting of the slab. This solution allows to have an exceptional flexibility in moving parts. Hyper requires very low maintenance staying away from the cutting heads at rest position, thus avoiding the problems associated with exposure to water, mud of the cuts. With over 12,000 hours of work behind, and only a few hours of routine maintenance, HYPER has amply demonstrated the quality and goodness of its project, studied in detail due to the components used with high reliability and durability. All machine structures such as bridge, slide, rails, heads are designed using structural calculation software and built inside our factory. Efficient nesting software help the user in the programming phase of the cuts on the material thus optimizing waste. Our software used on the machine allow programming in 2D and 3D simulation of a video cut facilities to highlight any programming errors, all while the machine continues its work of cutting the slabe into work. Savema gave great professionalism in the field test, the best use of our machinery HYPER so modern and unique in this industry. We take this opportunity to thank the entire management of the company Savema for their consent and trust. Today the cut line Hyper produced by Marchetti Group after this big test is ready to be installed at all the most important companies in the world that request it. Happy cutting to all !!

A cura di / By:

183


QDESIGN Isola robotica integrata con taglio waterjet Robotic cell with waterjet integration 184

Q

Q

Questa caratteristica è alla base dell’integrazione sviluppata per

This peculiarity is at the base of the system developed for the company KRIN (www.krin.com.mk) in Macedonia in 215. The goal of this

design è attiva sin dal 2003 nell’integrazione di celle robotiche “a controllo numerico” per la fresatura, ovvero programmate completamente “off-line” partendo dal modello 3D. L’esperienza acquisita e lo sviluppo interno del proprio software ha permesso negli anni di realizzare integrazioni all’avanguardia, sfruttando l’estrema flessibilità dei sistemi robotici.

design is active since 2003 in the integration of “CNC” robotic systems for milling, where the programming is done completely “off-line” starting from a 3D model. The experience acquired through the years and the internal development of its own proprietary software has helped the creation of advanced robotic systems, taking advantage of their extreme flexibility.


la società KRIN (www.krin.com.mk) in Macedonia nel 2015. L’obiettivo è stato quello di integrare, insieme alle classiche lavorazioni di fresatura e taglio della pietra, la possibilità di utilizzare con lo stesso robot una testa per il taglio waterjet, creando così un centro di lavoro polifunzionale. La sfida è stata quella di semplificare il più possibile il complicato passaggio fra mandrino e testa waterjet: i due componenti infatti non hanno circuiti compatibili in comune (aria compressa e circuiti di raffreddamento per il mandrino, circuito acqua in pressione e feed line per il waterjet). A questo scopo si è sviluppato il concetto di considerare la testa waterjet come un utensile, cosicché il mandrino stesso la possa agganciare e lavorare come farebbe con un utensile qualsiasi. Sono stati quindi montati i componenti della testa waterjet su un telaio equipaggiato con il cono portautensile della misura adatta al mandrino per l’aggancio. Questa soluzione porta molteplici vantaggi nell’utilizzo del sistema combinato. In primo luogo, ciascun componente mantiene fisse le sue connessioni e circuiti, rendendo superflua qualsiasi operazione manuale e il passaggio molto veloce. Inoltre, essendo la testa waterjet considerata come utensile, la programmazione software è estremamente semplificata: basta solo selezionare l’utensile “waterjet”. Ma il vantaggio forse più interessante è che il waterjet è così diventato un plug-in del sistema principale, che può essere aggiunto come un qualsiasi altro utensile, rendendo di fatto il sistema robotico estremamente flessibile e scalabile. La successiva fase di test ha poi contribuito ad affinare il sistema risolvendo altre problematiche minori: ad esempio lo spostamento della feed line della sabbia dalla testa waterjet ad una posizione rialzata fissa. In questo modo, il tiraggio naturale della sabbia è migliore e consente al robot di tagliare a 5 assi con inclinazioni di 45°. Con questa nuova integrazione, Qdesign si conferma nuovamente come l’integratore più all’avanguardia nel campo della fresatura robotica a controllo numerico.

new system is to integrate, alongside the classic milling and cutting, the possibility to use with the same robot a waterjet cutting head, creating thus a multipurpose working centre. The challenge was that of simplifying as much as possible the complex passage between spindle and waterjet: the two components have different circuits one from the other (compressed air and cooling circuits for the spindle, high-pressure water and feed-line for the waterjet). For this purpose, it has been developed the concept of considering the waterjet head as a tool, so that the spindle itself can pick it up and work like it would with any other tool. The waterjet components have then been mounted on a frame equipped with the tool holder to fit the spindle. This concept brings many advantages in the use of the combined system. First of all, each component keeps its own connections and circuits fixed, so that no manual intervention is required, making the change very quick. Moreover, since the waterjet head is now considered as a tool, software programming is extremely simplified: just select the tool “waterjet”. But probably the most interesting advantage is that the waterjet head has now become a plug-in o the main system, that can be added just like any other tool, making the whole robotic system extremely flexible and scalable. The following test phase has contributed to improve the system, solving other minor issues: for example, moving the feed-line from the waterjet head to another elevated fixed position. In this way, the sand feeding is better and allows the robot to cut in 5 axis with a 45° inclination. With this new system, Qdesign confirms itself again as the most technologically advanced integrator in CNC robotic milling systems.

A cura di / By:

185


HELIOS Artemarmi di Tuberoni e Helios Automazioni Srl: un connubio vincente Artemarmi by Tuberoni and Helios Automazioni Srl: a winning relationship 186

E

ra il 1968, quando per la prima volta Heros Tuberoni ed Enzo Scatragli si incontrarono. Tuberoni, sapiente marmista, fu incaricato di collocare una Madonna con Bambino realizzata da Scatragli. Opera che, ancor bella in assoluto, se pensiamo che fu realizzata da un ragazzo di 17-18 anni rappresentava una cosa davvero insolita. Da quel momento nacque una collaborazione che divenne presto amicizia, e che sarebbe durata tutta la vita; mentre Scatragli si apprestava a divenire un affermato scultore, Tuberoni fondava “Artemarmi”, ed era, con i figli che adesso hanno raccolto l’eredità morale del padre e la dirigono, sempre presente nella scultura di Enzo: pietre e marmi per la realizzazione delle opere, basi, supporti. Ma col tempo nacque un’altra collaborazione, ed un’altra amicizia: quella tra Artemarmi e la Helios Automazioni, una ditta di veri pionieri della produzione di macchine e software per la lavorazione compu-

Opere in realizzazione con tecnologia a 5 assi Helios Automazioni srl - Azienda ARTEMARMI – Artista ENZO SCATRAGLI / Artworks in progress with Helios Automazioni 5-axis technology - Company ARTEMARMI – Artist ENZO SCATRAGLI

I

n 1968 Heros Tuberoni met Enzo Scatragli for the first time. Tuberoni, skillful stone artisan, had been entrusted with the position of “Madonna with the baby”, realized by Scatragli. An artwork, which has still a current beauty, if we think it has been realized by a young teenager. From that moment on, it was born a cooperation that soon became an everlasting friendship. While Scatragli was succeeding as a sculptor, Tuberoni was founding Artemarmi, who was always present in the Scatragli’s sculptures with stones, marbles for the realization of his artworks. During the years, a new cooperation as well as a new friendship came true between Artemarmi and Helios Automazioni srl, great innovators in stone processing technologies production and software.

Anteprima volto di Michelangelo con Helios Galaxy Stone software - Azienda ARTEMARMI – Artista ENZO SCATRAGLI / Preview of the Michelangelo face with Helios Galaxy Stone software - Company ARTEMARMI – Artist ENZO SCATRAGLI


Lavello artistico Azienda ARTEMARMI – Artista ENZO SCATRAGLI – Tecnologia HELIOS AUTOMAZIONI Artistic sink Company ARTEMARMI – Artist ENZO SCATRAGLI – Technology HELIOS AUTOMAZIONI

terizzata della pietra in 3D ad Scatragli, sculptor by naalta tecnologia; a quel punto ture and skeptical against fu fatto un passo decisivo: technologies, decided to non si trattava più di un supgamble on this new exporto esterno, alla scultura, perience as it wasn’t the ma di una vera integrazione. machine substituting the Scatragli, da sempre scultore artisan, but the man della manualità e diffidente using technology propper natura dalle tecnologie e erly to reach results, dall’affidare ad altri la realizwhich wouldn’t be possizazione delle opere, si gettò ble without the handcon entusiasmo in questa work experience and the “avventura”, poiché non era extraordinary innovation la macchina in sostituzione proposed by Helios Audell’uomo ma l’uomo che, tomazioni. con la sua capacità, usava la Some artworks like “Volti macchina realizzata con alDell’Etruria” placed in trettanta capacità per otteCastiglion Fiorentino, “Sotnere risultati altrimenti tosopra” and “Michelandifficilmente raggiungibili, gelo” represent the result senza la straordinaria innoof this profitable relationvazione introdotta dalla Heship. lios Automazioni. When the art of Scatragli, Il risultato di tutto questo è vithe craftsmanship of sibile in numerose opere: Artemarmi and technology dalla grande scultura “Volti of Helios Automazioni join d’Etruria”, posta nella rotatotogether round the table Anteprima volto di Michelangelo con Helios Galaxy Stone software - Azienda ria a Castiglion Fiorentino, al ARTEMARMI – Artista ENZO SCATRAGLI / Preview of the Michelangelo face with Helios of friendship, respect “Sottosopra”, per arrivare Galaxy Stone software - Company ARTEMARMI – Artist ENZO SCATRAGLI and confidence, the reperfino ad un busto che rafsult is evident: it is the figura Michelangelo, quel Michelangelo che era l’idolo del giovane Italian excellence, the one the entire world envies us. Enzo nel 1968, ai tempi del primo incontro. Quando l’arte, come quella di Scatragli, l’artigianato esperto e saA cura di / By: piente come quello di Artemarmi ed l’altissima tecnologia, come quella di Helios Automazioni si incontrano, magari intorno al tavolo dell’amicizia, della fiducia e della stima reciproca, il risultato è evidente: è l’ eccellenza italiana, quella vera, quella che tutto il mondo ci invidia.

187


MKS MKS Machinery ha completato l'installazione di una nuova linea di resina 40 + 80 SAFIR in ATANLAR MARBLE, BURDUR, BUCAK, TURCHIA 188

MKS Machinery completed the installation of new 40+80 SAFIR Resin line in ATANLAR MARBLE, BURDUR, BUCAK, TURKEY

A

A

In particolare lavorano con il marmo Burdur Beige e similari.

Usually they are work with Burdur Beige and similar type of marbles.

Atanlar, dalla sua fondazione ha scelto per le linee di pro-

Atanlar, established since day choosed MKS Machinery production

tanlar Marble è una realtà fondata nel 2013 nella zona Industriale di Bucak, la "regione Mediterranea della Turchia." Atanlar lavora solitamente con differenti tipi di marmo in tutti i mercati come contractor, inoltre opera a livello nazionale ed internazionale come venditore.

tanlar Marble established at 2013 in Bucak Industrial zone "Mediterranian region of Turkey" . Atanlar usually working with different kind of marble types to all market industries as a contract manufacturer, besides of that, Atanlar operate with domestic and international markets as a seller.


189

duzione i macchinari MKS e l’hanno scelta anche nel momento in cui hanno iniziato un nuovo processo lavorativo completando loro linea di produzione della lastra con un’unità di trattamento in resina. La linea produttiva oggi comprende: due MKS-80 80 TELAIO a lame, una OPCM lucidatrice a 16 teste automatiche, 2 Frese a Ponte ed un’unità di resinatura 40 + 80 SAFIR con sistema automatico e robotico di carico e scarico. Atanlar marble ha quindi deciso di sviluppare la loro linea di resinatura con le macchine MKS Macchinari 40 + 80 Safir resin Line. MKS machinery ha concluso l’installazione delle nuove macchine alla fine di luglio, le quali garantiscono all’azienda una capacità produttiva doppia. Atanlar guarda alla sua futura crescita produttiva in stretta sinergia con MKS Machinery.

lines. They choose MKS machinery untill start a new business life, they have complete Slab Production Line with Resin Treatment Unit. In the Slab production Line, two pcs MKS-80 80 blades Gangsaw, one pcs OPCM 16 heads Automatic Polishing Machine, 2 pcs Bridge Cutting Machines and 40+80 SAFIR Series Resin Treatment Units with full Automatic Loading and Unloading Robots. Atanlar decided to develope their resin line unit with MKS Machineries 40+80 Safir Series Resin Line. A cura di / By: MKS Machinery finished the installation of new added machines at the end of the July. They have equipped now with MKS Machines powerful products for double and effective capacity . They are looking future to grow up their production lines hand in hand with MKS products.


SCHNEIDER ELECTRIC GMM e Schneider Electric, le sinergie nascono in automatico GMM and Schneider Electric: synergies that come automatically

L’

190

O

azienda italiana leader nelle macchine da taglio e lavorazione del marmo sceglie componenti Schneider Electric per l’automazione e la distribuzione elettrica di uno dei suoi più recenti impianti.

ne of Italy’s leading producers of marble cutting and processing machinery chooses Schneider Electric components for the automation and electrics of one of its most recent systems.

Più di 6500 macchine vendute e installate in tutto il mondo in 23 anni di attività: un traguardo di tutto rispetto per GMM, che attesta così la sua posizione di leader di mercato. Presso gli stabilimenti di Gravellona Toce e Schio l’azienda progetta e costruisce impianti destinati al taglio e alla lavorazione del marmo caratterizzati da tecnologia di ultima generazione assemblata in soluzioni accessibili che coniugano qualità a costi competitivi.

More than 6500 machines sold and installed all over the world in 23 years of activity: an impressive achievement for GMM that testifies to its leading market position. At its factories in Gravellona Toce and Schio, the company designs and builds marble cutting and processing plants which put latest generation technologies together in accessible solutions that combine quality with competitive pricing.

Una formula in cui il ricorso a componenti altrettanto top di

To make this formula work, the components used must be equally top-of-the-market. It was no accident that saw Schnei-


mercato risulta decisivo. Non a caso Schneider Electric è stata confermata tra i principali partner tecnologici per la realizzazione della nuova lucidatrice automatica per lastre da marmo LMS 2100/16A, dotata di soluzioni d'avanguardia a garanzia di affidabilità e riduzione degli scarti con bassi costi di manutenzione. L’automazione della LMS 2100/16A si basa sull’unità di controllo di Schneider Electric M258, chiamata a elaborare i dati raccolti dal rilevatore ottico di cui la macchina è dotata e utilizzati per l’avanzamento della lastra e della rotazione dei 16 mandrini. Grazie alla connettività aperta del sistema Schneider Electric è possibile comunicare con vari standard (Ethernet IP, CANopen, Profinet) sia verso i segnali macchina che quelli gestionali. L’interazione con gli operatori è favorita dalla presenza di un pannello touch screen Schneider Electric HMIGTO da 12’’, che consente una migliore esperienza d’uso, una gestione semplice e completa delle funzioni e il controllo delle teste e dei motori. Il pannello – robusto e a 16mln di colori - permette anche l’integrazione totale con il PLC nella programmazione della macchina. Il sistema è inoltre già previsto per le operazioni di assistenza da remoto e per il collegamento con ambienti IT, e comprende un UPS chiamato ad assicurare il salvataggio dei dati in caso di indisponibilità di alimentazione. L’impiego di componenti Schneider Electric nella costruzione della lucidatrice LMS 2100/16A ha consolidato le sinergie tra i due brand, per progettare macchine sempre più efficaci, affidabili e rispondenti ai bisogni di chi lavora il marmo.

der Electric confirmed as one of the principal technology partners involved in realizing the new automated LMS 2100/16A polishing machine for marble slabs, equipped with cutting-edge solutions that guarantee reliability and waste reduction together with low maintenance costs. The automation of the LMS 2100/16A is based on the Schneider Electric M258 control unit, which processes the data collected by the machine’s optical sensor and uses it to regulate slab feed and the rotation of the 16 spindles. Thanks to the open connectivity of the Schneider Electric system, a variety of standards (IP Ethernet, CANopen, Profinet) can be used to communicate with both the machine and management. Interaction with the operators is facilitated by a 12'' Schneider Electric GTO HMI touch screen panel, which enables a better user experience, simple and complete management of the functions and control of the heads and engines. The robust panel with its 16 million-color display can also be fully integrated with the PLC when programming the machine. The system is already set up for remote assistance operations and connection to IT environments, and includes a UPS to ensure that no data is lost in the event of a power outage. The use of Schneider Electric components in the construction of the LMS 2100/16A polisher has consolidated the synergies between the two brands, enabling them to design machines that are ever more effective and reliable and that meet the needs of marble workers.

A cura di / By:

191


CarraraMarmotec: una buona edizione 2016 e nuove iniziative a base di business, architettura e design nell’anno di passaggio verso il 2018. Conclusa positivamente lo scorso maggio la 33ª edizione, la fiera di Carrara nel 2017 si fa in quattro con “CarraraMarmotec on Tour” progettando nuove iniziative a Carrara, Pietrasanta e Milano.

CarraraMarmotec: a good edition in 2016 and many new initiatives to promote business, architecture and design in the transition year to 2018.

194

Following its successful 33rd edition, held last May, in 2017 the Carrara trade fair splits up into different initiatives with the “CarraraMarmotec on Tour” project, scheduling captivating events in Carrara, Pietrasanta and Milan.

I

numeri dell’ultima CarraraMarmotec, considerata dal nuovo management una sorta di “edizione zero” in termini di contenuti e strumenti di business, rappresentano per gli organizzatori un incentivo a proseguire sulla strada tracciata: 189 espositori distribuiti su circa 20.000 mq complessivi, il 52% dei quali per il lapideo, per il 40%

T

he numbers of the last CarraraMarmotec edition, considered by the new management as a sort of “year zero edition” in terms of content and business tools, represent for the organisers a clear incentive to carry on the track being traced so far: 189 exhibitors spread across 20,000 square metres, the 52% of which represented by quarrying companies, the 40% by technolo-


aziende di tecnologie accessori e utensili, e una quota dell’8% nel ramo servizi. Sul fronte dei visitatori sono state sfiorate le 10.000 presenze, con il 23% di visitazione estera da 55 Paesi. Particolare attenzione è stata riservata anche alle start-up, con l’intento di facilitare la partecipazione di aziende giovani e intraprendenti che si affacciano sui mercati con proposte innovative. Dato interessante è la soddisfazione dichiarata dall’85% dei buyer presenti e per i quali è stata programmata un’agenda di oltre 3.000 incontri B2B. I 220 delegati invitati e selezionati in collaborazione con ICE, Confindustria Marmomacchine e Regione Toscana, arrivati a Carrara sia per l’acquisto di materiali che tecnologie, hanno usufruito per la prima volta un innovativo sistema di matching basato su una profilazione molto accurata dei soggetti coinvolti, che ha consentito il raggiungimento di un’alta percentuale di soddisfazione sia da parte dei buyer che degli espositori. Positivi anche i contatti e le vendite intraprese in fiera, in particolare per i produttori di tecnologie. In fiera anche 21 architetti appartenenti ad alcuni dei più importanti studi di architettura internazionali, col progetto di incoming

gies, accessories and tools manufacturers and the remaining 8% by companies belonging to the services branch. As for visitors, almost 10,000 entries have been recorded, of which 23% represented by foreign visitors from 55 countries. Particular attention has been devoted to start-up companies, with the aim to facilitate the participation of young and enterprising businesses that are facing the markets with innovative proposals. Interestingly, the satisfaction rate declared by the invited buyers reached 85 % as an agenda of over 3,000 B2B meetings was prepared for them. The 220 delegates, invited and selected in collaboration with Italian Trade Agency, Confindustria Marmomacchine and Regione Toscana, arrived in Carrara to purchase both stone materials and technologies and - for the first time –benefited of an innovative “matching system” based on a very accurate profiling of the parties involved which made it possible to achieve a high satisfaction rate both on the side of buyers and sellers. A positive feedback was also recorded for the sales performed during the fair, particularly for technologies’ manufacturers. 21 architects working for some of the biggest architectural studios of the world also visited the exhibition thanks to the incoming project by the Chamber of Commerce of Massa-Carrara, in collaboration with CarraraFiere, while more than 50 training workshops, dedicated

195


196

di CIAA Massa-Carrara e Carrara Fiere, mentre sono state più di 50 le sessioni e i workshop formativi, dedicati agli operatori stranieri ma anche agli architetti, ai geologi e agli ingegneri italiani. Fra gli eventi collaterali di rilievo l’organizzazione della 1st International Sustainable Stone Conference, dove sono state discusse, in un confronto con relatori internazionali, le problematiche sulla sostenibilità ambientale rispetto all’uso dei materiali lapidei, tema difficile ma di grande attualità e dal quale non si può più prescindere. La prossima edizione è prevista nel 2018, ma la biennalità di Marmotec è contraddistinta da iniziative particolari negli in cui la fiera non si tiene, e anche per il 2017 la nuova direzione sta lavorando in tal senso. Il territorio compreso fra Carrara, Massa e la Versilia, grazie alle centinaia di imprese che vi operano e alle sue splendide cave, costituisce una sorta di “fiera naturale” che affianca egregiamente il complesso fieristico, ma gli organizzatori pensano anche a Milano, capitale del design a livello mondiale e città di grandissima attrattiva per gli architetti internazionali, soprattutto durante il Salone del Mobile. E a Pietrasanta, altra realtà di enorme interesse per quanto riguarda la lavorazione del marmo, in particolare – ma non solo – per la scultura. Sono, infatti, quattro le iniziative previste: a Milano dal 4 al 9 aprile in occasione del Fuori Salone, in fiera a giugno e a settembre, e nel mese di luglio nei centri cittadini di Carrara e Pietrasanta. L’idea è di portare al Fuori Salone le aziende del territorio, sviluppando un percorso di design visivo e sensoriale che illustri al meglio le tante declinazioni del

to foreign operators but open also to Italian architects, geologists and engineers, have taken place. Among the side events, a special mention goes to the 1st International Sustainable Stone Conference, where important issues on environmental sustainability in relation to the use of stone materials were discussed by an international board of speakers, proving how sustainability is currently a crucial issue for the sector, deserving more and more attention. In spite of the biennial nature of Marmotec, the next edition being scheduled in 2018, 2017 has in store a few special initiatives which are now being carefully evaluated by the organisers. Thanks to the hundreds of companies rooted there and to the many beautiful quarries that spread all around, the area extending between Carrara, Massa and Versilia can be seen as a sort of “natural fair” that stands admirably alongside the trade fair complex; at the same time, organizers look to Milan, the worldwide known capital of design, a city of great attraction for international architects, in particular during Salone del Mobile. Also Pietrasanta, another centre of considerable interest for marble processing, in particular – but not exclusively – for sculpture, looks like the ideal location for events centred on natural stones. Four initiatives have been scheduled: from April 4 to 9, in Milan, on the occasion of Fuori Salone; at the Carrara exhibition centre, in June and September, and throughout the month of July in the centres of Carrara and Pietrasanta. The organisers’ idea is to bring local businesses to the Fuori Salone, thus developing a visual and sensory design path that illustrates the best of the many expressions of marble, combined also with other natural materials, primarily wood, so as to create opportunities for interaction and promotion at an international level: in a word, business.


marmo, anche abbinato ad altre materie prime naturali, in primis il legno, per creare occasioni di incontro e di promozione a livello internazionale: in una parola, business. A Carrara invece, dopo l’ottimo riscontro avuto in occasione dell’ultima Marmotec, si procederà – a giugno e a settembre - all’organizzazione di una fitta agenda di incontri B2B secondo le modalità utilizzate quest’anno; dopo gli incontri i buyers partecipanti potranno approfondire la conoscenza delle aziende interessate – che ovviamente non espongono in fiera nel 2017 – visitando gli stabilimenti delle stesse direttamente a “casa loro”. A luglio le aziende che avranno partecipato al Fuori Salone saranno invitate ad riproporre, nei centri storici di Carrara e Pietrasanta, il percorso sensoriale realizzato alla kermesse milanese, realizzando così un’importante azione promozionale sul proprio territorio. Le iniziative saranno coordinate e supportate dalla IMM, che valuterà con le singole aziende partecipanti ai progetti espositivi a Milano, come a Carrara e a Pietrasanta, come far emergere al meglio le peculiarità dei propri marmi e delle proprie opere. In entrambe le città gli organizzatori intendono organizzare anche una giornata di incontro con la partecipazione di un progettista di fama internazionale. Dunque una “Marmotec on Tour” che si fa “4 volte Marmo” per valorizzare sempre di più questo splendido materiale.

CarraraMarmotec è organizzata da CarraraFiere e promossa da IMM Internazionale Marmi e Macchine Carrara Spa, con il supporto e il patrocinio di Ice Agenzia Italia, Ministero dello Sviluppo Economico, Confindustria Marmomacchine, Regione Toscana, Assindustria Massa-Carrara, ADI.

In Carrara, in light of the excellent feedback received during the last Marmotec, a rich agenda of B2B meetings will be arranged in June and September according to the procedures used this year; after the meetings, the buyers will have the opportunity to learn more about the companies met – which clearly will not exhibit at the show in 2017 – by visiting them directly in the factory. In July, the companies that will have taken part in the Fuori Salone will be invited to propose once more, this time in the historic centres of Carrara and Pietrasanta, the sensory journey presented in Milan, thus fulfilling an important promotional activity within the territory itself. The initiatives will be coordinated and supported by IMM Carrara, that will work in close cooperation with all the companies taking part in projects in Milan, Carrara and Pietrasanta to identify the best promotional strategies and bring out the best of their distinctive marble qualities and works. Both in Carrara and Pietrasanta, a meeting day with an architect of international fame will be arranged – the organisers reveal. In short, a special “Marmotec on Tour” that will turn into a marble kermesse increased fourfold to give more and more prominence to this extraordinary material. CarraraMarmotec is organised by CarraraFiere and promoted by IMM InternazionaleMarmi e Macchine Carrara Spa, with the support and patronage of Italian Trade Agency, Ministry of Economic Development, ConfindustriaMarmomacchine, Regione Toscana, Assindustria Massa-Carrara, ADI.

* Pagine a cura di / By:

197

T A C A R


ƌĞƐŝŶĂƉƉůŝĐĂƟŽŶ ĐĂƌǀŝŶŐ

ǁǁǁ͘ƚĚƌŽďŽƟĐƐ͘ĐŽŵ

TECHNOLOGY FOZGROWIN N G BUSIN NESSES

ĚŝĂŵŽŶĚǁŝƌĞƐĂǁ

stoƌes͗ heƌe the ƌŽďŽt can gƌaď Ěŝīeƌent eŶĚͲeīectoƌs aŶĚtŽŽůs

/ŶŶŽǀĂƟŽŶŵĞĂŶƐĐŚĂŶŐĞ͕ĂĐŚĂŶŐĞƚŚĂƚŚĂƐĂƉŽƐŝƟǀĞŝŵƉĂĐƚŽŶƚŚĞĂĐƟǀŝƚLJŽĨŽƵƌĐŽŵƉĂŶLJ͗ƉĞƌƐŽŶŶĞůƌĞŽƌŐĂŶŝnjĂƟŽŶĂŶĚ ƌĞĚƵĐƟŽŶŽĨůĂďŽƵƌĐŽƐƚƐ͕ƉƌŽĚƵĐƟŽŶƋƵĂůŝƚLJĂŶĚŇĞdžŝďŝůŝƚLJ͕ĂǁŝĚĞƌƌĂŶŐĞŽĨƉƌŽĚƵĐƚƐĂŶĚƐĞƌǀŝĐĞƐ͘ KƵƌ>ĂƉŝƐLJƐƚĞŵƌŽďŽƚƐĚŽĞdžĂĐƚůLJƚŚŝƐ͗ƚŚĞLJŝŶƚĞŐƌĂƚĞĂůůƐƚŽŶĞǁŽƌŬŝŶŐƉƌŽĐĞƐƐĞƐŝŶƚŽĂƐŝŶŐůĞǁŽƌŬŝŶŐƐLJƐƚĞŵ͘ƐŝŶŐůĞƌŽďŽƚ ĐĂŶĐƵƚ͕ĐĂƌǀĞ͕ƌĞƐŝŶ͕ŵŽǀĞĂŶĚƐƚŽƌĞ͘>ĂƉLJƐŝƐƚĞŵŝƐƚŚĞƋƵŝĐŬĞƐƚ͕ŵŽƐƚƌĞůŝĂďůĞ͕ƐƵŝƚĂďůĞĂŶĚĚLJŶĂŵŝĐĂŶƐǁĞƌƚŽƚŚĞĐŚĂůůĞŶŐĞƐ ŽĨ ƚŚĞ ŐůŽďĂů ŵĂƌŬĞƚ͘ /ƚ ŝƐ ŐƵĂƌĂŶƚĞĞĚ ďLJ dΘ ZŽďŽƟ Đ͛Ɛ ůŽŶŐƐƚĂŶĚŝŶŐ /ƚ ŝƐ ŐƵĂƌĂŶƚĞĞĚ ďLJ ŝŶƚĞƌŶĂƟŽŶĂů ƚĞĐŚŶŽůŽŐŝĐĂů ƉĂƌƚŶĞƌƐůŝŬĞ͘/ƚŝƐŐƵĂƌĂŶƚĞĞĚďLJĂŶƵŶƉĂƌĂůůĞůĞĚƉŽƐƚͲƐĂůĞƐĞƌǀŝĐĞ͘/ƚŝƐŐƵĂƌĂŶƚĞĞĚďLJƚŚĞϮϬŬŝƚĐŚĞŶƚŽƉƐƉƌŽĚƵĐĞĚďLJĂ ƐŝŶŐůĞƌŽďŽƚŝŶĂƐŝŶŐůĞĚĂLJ͕ǁŝƚŚŽƵƚƚŚĞƉƌĞƐĞŶĐĞŽĨŽƉĞƌĂƚŽƌƐĂŶĚŝŶĂƐƉĂĐĞƐŵĂůůĞƌƚŚĂŶϲϬƐƋƵĂƌĞŵĞƚƌĞƐ͘ dŚŽƵƐĂŶĚƐŽĨƐĐƵůƉƚƵƌĞƐ͕ďĂƐŝŶƐ͕ƐŝŶŬƐ͕ĂŶĚĨŽƵŶƚĂŝŶƐĂƌĞƉƌŽĚƵĐĞĚďLJŽƵƌĐƵƐƚŽŵĞƌƐĞǀĞƌLJLJĞĂƌ͕ĂůůŽǀĞƌƚŚĞǁŽƌůĚ͘ZŽďŽƚƐ ĂƌĞŶŽƚĂĨƌĂŝĚŽĨĚĂƌŬŶĞƐƐŽƌĐŽůĚ͖ƚŚĞLJǁŽƌŬĂƚŶŝŐŚƚĂŶĚĂůŽŶĞ͖ƚŚĞLJŶĞǀĞƌĂůůŽǁƚŚĞŵƐĞůǀĞƐĂŶLJďƌĞĂŬ͖ƚŚĞLJŶĞǀĞƌĨĂůůŝůů͘ dΘZŽďŽƟĐƐ

dΘZŽďŽƟĐƐ

ŝŶĨŽΛƚĚƌŽďŽƟĐƐ͘ĐŽŵ


Sign on the STONE

Gangsaw Machine With 80 Blades

Slabs Restoring Plants for Marble and Granite

Automatic Marble Slab Polishing Machines

Block Cutting Machines

Automatic Marble Calibrating and Polishing Machines

Bridge Cutting Machines

Automatic Tile Cutting Lines

Marble Processing Solutions and Marble Factory Production Designs by MKS

MARBLE PROCESSING MACHINERY Co. Adliye Mah. 1522. Sok. No:18 54580 Arifiye / SAKARYA / TURKEY Tel: +90 264 319 27 10 pbx - www.mks.com.tr - sales@mks.com.tr /mksmakina

/mksmachinery

/mksmachinery


SECTOR Exhibition

Nel mondo con noi!

Partecipazioni fieristiche internazionali Confindustria Marmomacchine

Worldwide with us!

International fair participations of Confindustria Marmomacchine 2016 STONA - Bangalore, India

3-6 febbraio

VITORIA STONE FAIR - Vitoria, Brasile

16-19 febbraio

XIAMEN STONE FAIR - Xiamen, Cina

6-9 marzo

MARBLE - Izmir, Turchia

23-26 marzo

BATIMAT RUSSIA - Mosca, Russia

5-8 aprile

CARRARA MARMOTEC - Carrara, Italia

18-21 maggio

MIDDLE EAST STONE - Dubai, Emirati Arabi Uniti

23-26 maggio

WORLD STONE FAIR INDOBUILTECH - Jakarta, Indonesia

25-29 maggio

STONE INDUSTRY - Mosca, Russia

21-24 giugno

IRSE - Teheran, Iran

18-21 luglio

MARMOMACC - Verona, Italia

28 settembre - 1 ottobre

SAUDI STONE TECH - Riyadh, Arabia Saudita

17-20 ottobre

JAPAN HOME & BUILDING SHOW - Tokyo, Giappone

26-28 ottobre

2017 BAU - Monaco, Germania

16-21 gennaio

INDIA STONEMART - Jaipur, India

2-5 febbraio

2018 STONE+TEC - Norimberga, Germania

Per info: segreteria@assomarmomacchine.com

13-16 giugno


PROGRAMMA COLLETTIVE 2017 FIERE INTERNAZIONALI SETTORE MARMO E TECNOLOGIE

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE


India Stonemart 2017

INDIA STONEMART 2017: “India’s biggest stone industry expo” INDIA STONEMART 2017 è una delle due grandi fiere settoriali di riferimento in India, in cui è rappresentato l’intero settore lapideo: dalla tecnologia per l’estrazione e lavorazione delle pietre ornamentali, alle attrezzature e accessori e soprattutto alla grandissima varietà di pietre naturali, grezze, semi-lavorate e prodotti finiti. La manifestazione a carattere biennale avrà luogo a Jaipur nel Rajasthan dal 2 al 5 febbraio 2017 presso Jaipur Exhibition & Convention Centre (IECC), Sitapura. La mostra è organizzata da CDOS con FICCI come co-organizzatore, sostenuto dal governo e sponsorizzato da grandi nomi del settore provenienti dall’India e da altri Paesi: il Rajasthan State Industrial Development Investment Corporation Ltd. è inoltre lo sponsor principale.

PERCHÉ PARTECIPARE Jaipur, India Luogo: Exhibition & Convention Centre (IECC), Sitapura Data: 02.02.2017 - 05.02.2017 Scadenza adesioni: 30.12.2016 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com

Il Rajasthan è lo stato più grande dell’India e uno dei maggiori produttori di materiali lapideo. L’India possiede giacimenti di una vastissima gamma di pietre naturali: graniti, marmi, arenarie, calcaree, ardesie e quarziti, occupando il 27% della quota mondiale di produzione di materiale lapideo. L’India è anche il terzo esportatore di pietre nel mondo (11% della quota totale mondiale) ma è anche tra i più grandi consumatori di pietre e prodotti in pietra. Nel solo 2015 le importazioni indiane di materiali lapidei grezzi dall'Italia hanno raggiunto gli 81,2 milioni (+33,7% rispetto al 2014), valore che la pone al secondo posto tra i nostri buyer settoriali dopo la Cina. Anche per quanto riguarda il comparto tecnologico, l’India è tra i primi mercati di sbocco per le macchine a attrezzature "made in Italy" per l’estrazione e lavorazione delle pietre ornamentali. Nel 2015 il Subcontinente ha infatti importato tecnologie italiane per un valore di quasi 29 milioni di Euro.


Jaipur, India

2/5 febbraio

MODALITÀ DI ADESIONE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - tramite la controllata Marmomacchine Servizi Srl - organizzerà per questa edizione la partecipazione ufficiale italiana attraverso la realizzazione di un’Area ITALIA dedicata espressamente al “made in Italy” aperta a tutte le aziende del settore. Le aziende interessate a partecipare possono contattare l’Ufficio Fiere di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ai riferimenti riportati a lato in questa pagina.

CONTATTI: MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Sede: Milano - Corso Sempione, 30 20154 Milano - Tel 02 315360 Fax 02 315354 RIFERIMENTI: Marketing & Sales Dept.: Paola Bianchi tel/fax 0331 735449 E-Mail: segreteria@assomarmomacchine.com Skype: Paola Bianchi Assomarmomacchine


Xiamen Stone Fair 2017

XIAMEN: grande capitale mondiale della pietra Dal 6 al 9 marzo 2017 si svolgerà presso il moderno quartiere fieristico di Xiamen, la diciassettesima edizione di STONE XIAMEN FAIR. La fiera vanta 2000 espositori su un’area di 115.000 m2 e una visitazione di oltre 140.000

operatori di cui più di 20.000 provenienti da ben 140 Paesi. Nata come fiera a carattere prettamente nazionale, in un decennio STONE XIAMEN FAIR è diventato un appuntamento immancabile anche per i maggiori decision makers internazionali. La prossima edizione ospiterà padiglioni internazionali importanti: Italia, Brasile, Egitto, Francia, Iran, Portogallo, Spagna e Turchia.

PERCHÈ ESPORRE LA PROPRIA PRODUZIONE A XIAMEN? 1. A Xiamen si concentra il 60% del volume d’affari lapideo di tutta la Cina (Import-Export). 2. A Xiamen e dintorni operano oltre 1000 aziende di trading e oltre 4000 laboratori di lavorazione. 3. Un terzo dei container in uscita dal porto di Xiamen sono di materiale lapideo. 4. Xiamen dispone di un eccellente servizio portuale così come di un’efficiente rete di collegamenti e infrastrutture. 5. Xiamen è diventata ormai un hub internazionale di approvvigionamento di marmi, graniti e pietre cui affluiscono tutti i principali buyers internazionali.

Xiamen, China Luogo: China International Conference & Exhibition Center Data: 6.03.2017 - 09.03.2017 Scadenza adesioni: 15.10.2016 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com


Xiamen, China

6/9 marzo

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - tramite la controllata Marmomacchine Servizi Srl - organizzerà anche per questa edizione la partecipazione ufficiale italiana attra-verso la realizzazione di un’Area ITALIANA aperta a tutte le aziende del settore. L’area sarà nelle Hall K e Q del moderno quartiere fieristico di Xiamen. Le aziende interessate a partecipare possono contattare l’Ufficio Fiere di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

CONTATTI: MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Sede: Milano - Corso Sempione, 30 20154 Milano - Tel 02 315360 Fax 02 315354 RIFERIMENTI: Marketing & Sales Dept.: Paola Bianchi tel/fax 0331 735449 E-Mail: segreteria@assomarmomacchine.com Skype: Paola Bianchi Assomarmomacchine


World Stone Fair Indobuildtech

UN NUOVO BUSINESS HUB PER IL SETTORE A JAKARTA Nuovissimo evento dedicato al settore marmo e tecnologie collegate organizzato nel quadro di Indobuildtech, dal 17 al 21maggio 2017 World Stone Fair si propone come evento chiave per l’industria lapidea indonesiana e quale meeting-point imperdibile per tutti gli operatori specializzati a livello internazionale per intercettare le enormi potenzialità del mercato indonesiano, hub imprescindibile per tutta l’area del sud-est asiatico. World Stone Fair sarà organizzata da ITE, organizzatore fieristico leader dell’area, con il patrocinio di Confindustria Marmomacchine nel nuovissimo quartiere fieristico Indonesian Convention Exhibition (ICE), un quartiere progettato per garantire tutte le facilities più adeguate alle aziende espositrici oltre ad essere attualmente la venue espositiva più grande e attrezzato dell’intera Indonesia, collocato nel cuore di BSD City.

PERCHÉ ESPORRE • L’Indonesia è attualmente la sedicesima economia mondiale per grandezza; • L’Indonesia è il quarto paese più popolato al mondo e produce il 33% dell’intero PIL dell’Area ASEAN; • L’Indonesia ha richiesta annua di 800.000 residenze; • Entro il 2030 si prevede che l’Indonesia diventi la settima economia mondiale per grandezza; • In Indonesia vi sono almeno 135 milioni di consumatori appartenenti alla middle-class.

Jakarta, Indonesia Luogo: Indonesian Convention Exhibition (ICE) Data: 17.05.2017 - 21.05.2017 Scadenza adesioni: 31.03.2017 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com


Jakarta, Indonesia

17/21 maggio

MODALITÀ DI ADESIONE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - tramite la controllata Marmomacchine Servizi Srl - organizzerà per questa edizione la partecipazione ufficiale italiana attraverso la realizzazione di un’Area ITALIA dedicata espressamente al “made in Italy” aperta a tutte le aziende del settore. Le aziende interessate a partecipare possono contattare l’Ufficio Fiere di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ai riferimenti riportati a lato in questa pagina.

CONTATTI: MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Sede: Milano - Corso Sempione, 30 20154 Milano - Tel 02 315360 Fax 02 315354 RIFERIMENTI: Marketing & Sales Dept.: Paola Bianchi tel/fax 0331 735449 E-Mail: segreteria @assomarmomacchine.com Skype: Paola Bianchi Assomarmomacchine


Middle East Stone 2017

Area MARMOMACCHINE alla MIDDLE EAST STONE, Dubai DMG World Media Dubai, organizzatore della fiera BIG 5, organizzerà dal 22 al 25 maggio 2017 in contemporanea con Index e Middle East Covering, MIDDLE EAST STONE, terza edizione della fiera specializzata nelle pietre naturali e delle relative tecnologie di lavorazione. MIDDLE EAST STONE si propone quindi come un’alternativa al BIG 5 e/o una occasione supplementare per rafforzare la propria presenza nel mercato Mediorientale.

OFFERTA AREA MARMOMACCHINE Confindustria Marmomacchine tramite Marmomacchine Servizi srl ha già prenotato un’Area Espositiva situata nella parte centrale del padiglione a disposizione in diverse metrature alle Aziende che vorranno presentare le proprie eccellenze nella prima fiera settoriale del mercato dubaino. L’Area MARMOMACCHINE potrà contare anche a Dubai di un allestimento esclusivo, caratterizzato da un forte impatto scenografico per una presentazione ottimale dei prodotti frutto dell’”Italian Experience”. Il tutto sarà inoltre completato dal seguente programma di supporto: 1. Allestimento personalizzato degli stand contraddistinti da colori e arredi appositamente studiati per valorizzare le produzioni di tutte le aziende espositrici; 2. Allestimento di uno stand Meeting-Point aperto a tutti gli Associati dotato di servizio di interpretariato e posti incontro; 3. Distinzione degli stand degli espositori con allestimenti esclusivi e i contrassegni nazionali e confederali. La partecipazione nell’AREA MARMOMACCHINE si svilupperà su una superficie suddivisibile in stand individuali di minimo 12/16 m2. ATTENZIONE !: I SOCI CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE IN REGOLA CON IL PAGAMENTO DEI CONTRIBUTI ASSOCIATIVI AVRANNO UNO SCONTO DI € 700,00 SULLE AREE ALLESTITE O NON ALLESTITE PRENOTATE La quota per l’area allestita comprende: • affitto area espositiva • Allestimento e arredamento dello stand. Uno stand base di 12/16 m2 comprenderà: pareti, moquette, nome dell’azienda, 1 banco informazioni con sgabello, 1 tavolo, 4 sedie, 1 cestino, 1 appendiabiti,1 presa elettrica e faretti.

COSTI ESCLUSI DALLA QUOTA: Resteranno a carico delle aziende partecipanti i costi relativi al noleggio di particolari attrezzature audiovisive, all’utilizzo di personale dedicato (standista, interprete, ecc), ad allacci e consumi non previsti, oltre alle spese di trasporto e assicurazione del campionario da esporre e al vitto, alloggio e viaggio del proprio personale N.B.: PER I MODULI NON ALLESTITI L’ESPOSITORE DOVRA’ PROVVEDERE AD ORDINARE L’ENERGIA ELETTRICA DIRETTAMENTE AL QUARTIERE FIERISTICO. Su richiesta verrà segnalato anche il nome di uno degli allestitori di nostra fiducia per la personalizzazione dell’area prenotata. Dubai, Emirati Arabi Uniti Luogo: Dubai World Trade Center Data: 22.05.2017 - 25.05.2017 Scadenza adesioni: 10.01.2017 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com www.middleeaststone.com


Dubai, Emirati Arabi Uniti 22/25 maggio MODALITÀ DI ADESIONE Per partecipare l’azienda dovrà inviare entro e non oltre il 10.1.2017 la scheda di richiesta di area espositiva debitamente compilata e sottoscritta dal legale rappresentante per posta elettronica all’indirizzo: segreteria@assomarmomacchine.com oppure per fax al numero 0331 735449. L’assegnazione degli spazi espositivi avverrà secondo disponibilità e a ricevimento del modulo di adesione e del relativo deposito di acconto. Per ricevere tutte le informazioni relative a costi, spazi disponibili, tipologia di allestimento e possibilità di soluzioni personalizzate è possibile scrivere ai contati di Marmomacchine Servizi S.r.l. riportati a lato.

CONTATTI: MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Sede: Milano - Corso Sempione, 30 20154 Milano - Tel 02 315360 Fax 02 315354 RIFERIMENTI: Marketing & Sales Dept.: Paola Bianchi tel/fax 0331 735449 E-Mail: segreteria @assomarmomacchine.com Skype: Paola Bianchi Assomarmomacchine


E LENCO A DERENTI / M EMBERS

OF

/ M ITGLIEDER

VON

ASSOCIAZIONI E CONSORZI TRADE ASSOCIATIONS AND CONSORTIA VERBÄNDE UND KONSORTIEN ASSOCIAZIONE MARMISTI DELLA REGIONE LOMBARDIA

Galleria Gandhi, 15 20017 RHO (MI) Tel. 02/93900750/40 Fax 02/93900740 info@assomarmistilombardia.it www.assomarmistilombardia.it

Associazione di settore Settorial association

ASSOFOM ASSOCIAZIONE ITALIANA PRODUTTORI FORNITURE PER MARMISTI

Galleria Ghandi, 15 20017 RHO (MI) Tel. 02/93900750 Fax 02/93900740 info@assofom.it www.assofom.it

Associazione Italiana produttori forniture per marmisti Italian association of marble furnishing producers

CONSORZIO CARRARA EXPORT

Viale XX Settembre, 207-209 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/856649 Fax 0585/53449 info@carraraexport.com www.carraraexport.com

Consorzio di imprese del comprensorio apuano del settore lapideo / meccanico Consortium of companies in the Apuan district working in the stone/mechanics sector

CONSORZIO ITALIANO PORFIDO DEL TRENTINO SOC. CONS. COOP.

Via G. Di Vittorio, 21 38015 LAVIS (TN) Tel. 0461/829835 Fax 0461/829835 info@italporphyry.eu www.italporphyry.eu

Commercio porfido e pietre naturali Commercialization stone porphyry

CONSORZIO MARMISTI BRESCIANI

Via Zanardelli, 7/B 25080 VIRLE TREPONTI (BS) Tel. 030/2594506 Fax 030/2595670 info@consorziomarmisti.org www.consorziomarmisti.org

Consulenza alle ditte associate e promozione dell’area bresciana Consultant for the associated firms and promotion of the area of Brescia

CONSORZIO MARMISTI CHIAMPO

Piazza G. Zanella, 18/C 36072 CHIAMPO (VI) Tel./Fax. 0444/625435 info@consorziomarmistichiampo.com www.consorziomarmistichiampo.com

Il CMC, costituito nel 2005, raggruppa 25 aziende che presentano un ciclo produttivo completo nella pietra naturale per interni ed esterni The CMC, founded in 2005, counts 25 companies that have a complete production cycle in the natural stone for indoor and outdoor

CONSORZIO PRODUTTORI MARMO BOTTICINO CLASSICO

Via Tito Speri 52/a 25082 BOTTICINO (BS) Tel. 030/2190627 Fax 030/2190637 consorzio@marmo-botticino.it www.marmo-botticino.it

Cave proprie di marmo Botticino Classico Botticino Classic marble own quarries

CONSORZIO PROMEX

Via Dorsale, 13 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/792562 Fax 0585/792567 cores@bicnet.it www.prom-ex.it

Servizi all’export alle aziende del settore lapideo e macchinari in esso impiegati Export services for stone sector and allied machinery companies

Commercio di materie prime, semilavorati, prodotti finiti in marmo, pietra, granito, travertino, semipreziosi e onici Trade of marble, granite, limestone, travertine, onyx, travertine, semiprecious jobs

ALIMONTI S.R.L.

Viale Del Lavoro, 13 24058 ROMANO DI LOMBARDIA (BG) Tel. 0363/903372 Fax 0363/901939 commerciale@alimonti.eu www.alimonti.eu

Arredo urbano e giardini, lavorati per edilizia Urban and garden fitments, finished partes for building

Blocchi e lastre in marmo, granito, botticino e travertino Blocks and slabs in marble, granite, Botticino marble and travertine

ANZILOTTI NATALE E FIGLI S.R.L.

Via Sismondi, 52 51017 PESCIA (PT) Tel. 0572/476506 Fax 0572/476293 info@anzilottipavimenti.it www.anzilottipavimenti.it

Lavorati speciali in marmo di Carrara per l'edilizia e l'architettura d'alta gamma Special works in Carrara marble for high-range building and architecture

ARTIGIANA MARMI

Via G. Galilei Trav. 2° 22 25010 SAN ZENO NAVIGLIO (BS) Tel. 030/2667041 Fax 030/2667041 artigianamarmi@lombardiacom.it

Lastre Botticino, lavorati, marmi e graniti per edilizia e arredamenti Botticino slabs, marble and granite manufacturing for building and forniture

Via S. Giuseppe Vecchio, 51b 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/783001 Fax 0585/783001 info@axsgroup.net www.axsstone.com

Commercio e lavorazione di marmi e affini Processing and trade of marble and stone products

PIETRE NATURALI DIMENSIONAL STONE NATURWERKSTEINE A.A.T.C. AND CO. S.R.L. MARMI E GRANITI

ANTOLINI ING. SERGIO S.R.L.

Via Napoleone, 8 37015 SANT'AMBROGIO DI VALPOLICELLA (VR) Tel. 045/6861627 Fax 045/6861057 info@aatc.it www.aatc.it

Via dell'Industria, 4 37015 S. AMBROGIO DI VALPOLICELLA (VR) Tel. 045 6862500 Fax 045 6862510 sergio.antolini@antolinimarmi.it www.antolinimarmi.it

ARIETE MARMI S.R.L.

Via Soniga, 27 25080 NUVOLENTO (BS) Tel. 030/6919502 Fax 030/6898475 arietemarmi@tiscali.it www.paginegialle.it/arietemarmi

Marmo, pavimenti e rivestimenti Marble, flooring and cladding

ATLANTIDA ITALIA

Via Felice Cavallotti, 10 54037 MARINA DI CARRARA (MS) Tel. 0585/50288 Fax 0585/774357 atlantidait@yahoo.it

Import-export di blocchi di pietra Import-export of stone blocks

AXS S.R.L.

BAGNARA NIKOLAUS S.P.A.

Via Madonna del Riposo, 34 39057 APPIANO (BZ) Tel. 0471 662109 Fax 0471 664704 info@bagnara.net www.bagnara.net

Produzione e lavorazione di blocchi, lastre e lavorati di marmo e granito Production and and processing of blocks, slabs and finished products in marble and granite

BAUCE BRUNO E C. S.R.L.

B&B DI R. BIAGETTI & C. S.N.C.

Via M.U. Traiano, 54 20149 MILANO Tel. 02/39266551 Fax 02/39214218 biagettimarmi@fastwebnet.it www.biagettimarmi.it

Beole e pietre, lastre di botticino, granite e marmo, lavorati per edilizia, mosaici, pavimenti e rivestimenti, piani per arredo, travertine, zoccolini Various stone types, botticino, granite and marble slabs, finished partes for building, mosaics, floors and cladding, decorative layers, travertine, skirting boards

BELLOMI MARMI di Sala Geom. Edoardo

ARTIGIANA MARMI

Via dell'Industria, 49 37015 S. AMBROGIO DI VALPOLICELLA (VR) Tel 045/6862420 Fax 045/6862398 info@baucebruno.com www.baucebruno.com

Via E. Fermi, 6 26837 MULAZZANO (LO) Tel. 02/98875094 Fax 02/98875803 salaedoa@bellomimarmi.191.it www.granito.it

Zoccolini, spaccatello o rustico, cornici, decori, zoccolino sagomato, zoccolino igienico, modul parquet, in marmo e granito Skirtings, split face, moldings, elite skirting, cove base, modul parquet in marble and granite

Lavorati per edilizia, pavimenti e rivestimenti, piani per arredamento Finished partes for building, floors and cladding, decorative layers

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

B

A

BERTI SISTO & C. INDUSTRIA PIETRA SERENA S.R.L.

Via Cornacchiaia-Alberaccio, 1009 50033 FIRENZUOLA (FI) Tel. 055 8198901 Fax 055 8199542 info@bertisisto.it www.bertisisto.com

Estrazione dalle proprie cave, taglio e lavorazione di Pietra Serena e Pietra Serena Extra Dura; vendita di blocchi, lastre e lavorati di questa pietra per edilizia, pavimenti e rivestimenti per interni ed esterni e per arredi urbani. Quarrying from company-owned quarries, cutting and processing of Pietra Serena and Pietra Serena Extra Dura (grey italian sandstone) Sale of blocks, slabs, cut-to-size of this stone for construction, paving and cladding for internal and external use and for urban furniture

BIANCO CAVE S.R.L.

S.S. 16, km 978 73020 MELPIGNANO (LE) Tel. 0836/471227 Fax 0836/471227 biancocave@biancocave.it www.biancocave.it

Blocchi, lastre rivestimenti balaustre, cornici in Pietra Leccese e Pietra Carparo Blocks, slabs, coverings, balaustrades and cornices in Pietra Leccese and Pietra Carparo

B.M.A. S.R.L.

Via F.lli Rosselli, 82 54100 MASSA (MS) Tel. 0585 841127 Fax 0585 846379 info@bma-srl.com

Escavazione e lavorazione di blocchi e lastre di marmo Quarryng and processing of marble blocks and slabs.

BRB MARMI S.R.L.

Via Campi Grandi, 25 25080 PREVALLE (BS) Tel. 030/6801364 Fax 030/6807014 direzione@brbmarmi.it www.brbmarmi.it

Produzione di marmo Botticino Classico in blocchi, lastre lucide e pavimenti grandi dimensioni Production of classic Botticino marble blocks, polished slabs and floor large

BRECCIA AURORA S.R.L.

Via S. Croce, 49 25013 CARPENEDOLO (BS) Tel. 030/9966011 Fax 030/9965428 brecciaaurora@ghirardi.it www.ghirardi.it

Blocchi di breccia aurora, estratti dalle cave di proprietà Blocks of Breccia Aurora, extracted from its own quarries

B-STONE S.N.C. di Luigi Buzzetti

Via Progresso, 9 29010 MONTICELLI D’ONGINA (PC) Tel. 0523/820308 Fax 0523/815533 damiano.buzzetti@b-stone.it www.b-stone.it

Lavorazione marmo, granito e pietre per arredamento ed edilizia Marble, granite and stone working for forniture and building

CALDERA MARMI S.R.L.

Via Treponti, 57 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2594132 Fax 030/2594024 info@calderamarmi.it www.calderamarmi.it

Marmi e graniti per l’edilizia e l’arredamento Marbles, and granits for any use

CAPPELLINI S.R.L.

Via Brendibusio, 2 25040 BRAONE (BS) Tel. 0364/434029 Fax 0364/434545 info@cappellinimarmi.it www.cappellinimarmi.com

Lavorati edilizia - Arredamento - Funeraria Manufacturing for building - Forniture - Funerary

CASALE S.R.L.

Strada Provinciale Apricena-Poggio Imperiale Km 3 71011 APRICENA (FG) Tel. 0882/99742 Fax 0882/996257 dellerba.paolo@libero.it

Blocchi di Pietra di Apricena Marble blocks

CASONE VERONA STONE S.R.L.

Via Toscana, 114 40035 CASTIGLIONE DEI PEPOLI (BO) Tel. 055/819331 Fax 055/8199006 info@ilcasone.it www.ilcasone.it

Pietra e Marmi Stone and marbles

CAUCCI MARBLE S.R.L.

Via dell'Industria Centro, 21 37010 RIVOLI VERONESE (VR) Tel 045/6269389 Fax 045/6269389 info@cauccimarble.it www.cauccimarble.it

Estrazione, lavorazione e commercializzazione Travertino Romano Roman travertine extraction, processing and trading

CAVE GAMBA S.A.S.

Via T. Tasso, 24 24014 PIAZZA BREMBANA (BG) Tel. 0345/82638 Fax 0345/82516 info@cavegamba.it www.cavegamba.it

Blocchi e lastre di Marmo Arabescato Orobico Blocks and slabs of Arabescato Orobico marble.

C.I.M.E.P. S.R.L.

Via Bassano del Grappa, 4 00195 ROMA Tel. 0774/529271 Fax 0774/325131 info@cimep.it www.cimep.it

Estrazione e lavorazione travertino romano Roman travertine extraction and processing

CITTADINI MARMI S.A.S.

Via Gardesana, 31 25086 REZZATO LOC. VIRLE TREPONTI (BS) Tel. 030/2791538 Fax 030/2592435 cittadinimarmisas@virgilio.it

Rivestimenti in pietra rustica Rustic wall facings

CMC di Aragona Nino

Via A. Diaz, 67 22071 CADORAGO (CO) Tel. 031/903880 Fax 031/904679 info@cmcaragona.it

Accessori, macchinari ed attrezzature per la lavorazione ed la manutenzione del marmo e della pietra naturale, lastre di granite, marmo e botticino, pavimenti e rivestimenti, travertine, zoccolini Accessories, machinery and equipments for marble and natural stone working and manteinance, granite, marble and botticino slabs, floors and cladding, travertine, skirting boards

COLOMBO & C. S.R.L.

Viale dell'Industria 14 37010 CAVAION VERONESE (VR) Tel. 045 6261309 Fax 045 2372217 laura@serizzocolombo.com www.serizzocolombo.com

Marmo, granito Marble, granite

COOPERATIVA OPERAI CAVATORI DEL BOTTICINO SOC. COOP.

Via Molini, 41 25080 BOTTICINO MATTINA (BS) Tel. 030/2190108 Fax 030/2190320 info@cavatoribotticino.it www.cavatoribotticino.it

Estrazione e lavorazione di Marmo Botticino - Blocchi, lastre, lavorati per edilizia Marbles Botticino: quarrying and working - blocks, slabs, building sector

COOPERATIVA VALVERDE ESCAVAZIONE MARMO BOTTICINO

Via Molini, 1/3 25080 BOTTICINO (BS) Tel. 030/2190525-2190526 Fax 030/2691371 fabio.bonardi@coopvalverde.it www.coopvalverde.it

Blocchi, marmette, lastre in Botticino Classico Blocks, slabs and tiles in Botticino Classico

CRAGLIA MARMI VERONA S.R.L.

Via della Croce , 87 00187 ROMA (RM) Tel. 045/6770444 Fax 0172/6770035 verona@cragliamarmi.it www.cragliamarmi.it

Blocchi, lastre, semilavorati - Marmi, graniti, travertini Blocks, slabs, cut-to-size - Marbles, granites, travertines

DE ANGELIS GIOVANNI S.R.L.

Via Bassa Tambura, 125 54100 CANEVARA (MS) Tel. 0585/834268 Fax 0585/830877 info@gdamarmi.com www.gdamarmi.com

Marmo bianco Carrara: blocchi e lastre White Carrara marble: blocks and slabs

DE FRANCESCHI S.R.L.

Via T dal Molin, 116 36072 CHIAMPO (VI) Tel. 0444/623178 Fax 0444/420488 info@defranceschimarmi.com www.defranceschimarmi.com

Blocchi e lastre di marmo – cava propria di marmo Botticino – lavorati per l’edilizia Blocks and slabs of marble – our own quarry of Botticino – finished partes for building.

D.G.A. S.R.L.

Via Casa Bianca, 133 25040 SPICCA DI ESINE (BS) Tel. 0364/361229 Fax 0364/361229 dga_srl@tiscali.it

Lavorazione Marmo Processing Marble

DI NUNZIO GIUSEPPE S.R.L.

Via Vittorio Veneto, 10 71010 POGGIO IMPERIALE (FG) Tel. 0882/994084 Fax 0882/999070 info@dinunziomarmi.com www.dinunziomarmi.com

Blocchi di Biancone, Bronzetto e Serpeggiante Blocks of Biancone, Bronzetto and Serpeggiante

DOMO GRANITI S.P.A.

Via Leonardo Da Vinci, 36 28859 TRONTANO (VB) Tel. 0324249096 Fax 0324241327 info@domograniti.it www.domograniti.it

Blocchi e lastre di beola e serizzo Blocks and slabs of beola and serizzo

D.S. TRADING

V.le G. Galilei, 36 54033 CARRARA (MS) Tel. 338/7109654 Fax 0585/854725 info@dstrading.it www.dstrading.it

Trasformazione e vendita di marmi, pietre, graniti, travertini e onici Processing and sales of marbles, stones, granites, travertines and onyxes

ELLE MARMI S.R.L.

Viale Zaccagna, 6 P.O. BOX 215 54033 AVENZA CARRARA (MS) Tel. 0585/841563 - 54963 Fax 0585/55006 info@ellemarmi.com www.ellemarmi.com

Produzione e commercializzazione marmi, graniti, lavorati Worked marble and granite production and trade

EMMEZETA DI ZANONI MASSIMO

Via Molino Vecchio, 178/C 25010 BORGOSATOLLO (BS) Tel. 030/2501590 Fax 030/2501590 zanoni.massimo@libero.it

Lavorazione marmo e granito per edilizia e arredamento Processing marble and granite for house building and furnishing

EREDI MARTINELLI DIVISIONE CAVE S.R.L.

Località Menga 25080 BOTTICINO (BS) Tel. 030/2594141 Fax 030/2590332 info@eredimartinelli.it www.eredimartinelli.it

Blocchi marmo, cave, lastre marmo Marble blocks, quarries, marble slabs

ESCAVAZIONE E LAVORAZIONE MARMO

BRECCIA AURORA S.R.L.

EMMEZETA DI ZANONI MASSIMO

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

D.G.A. S.R.L.

EREDI MARTINELLI DIVISIONE CAVE SRL

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

F.LLI VENTURA DI PAOLO S.N.C.

IMAG S.R.L.

LAZZARINI ANGIOLINO & C. S.N.C.

MEMBERS

EREDI MARTINELLI MARMI E GRANITI S.P.A.

Via Industriale, 5 25086 Rezzato (BS) Tel. 030/2594141 030/2592892 Fax 030/2590612 030/2590332 info@eredimartinelli.it www.eredimartinelli.it

Cave proprie: Botticino classico e Fiorito, Breccia Oniciata Own quarries: Botticino classic and Fiorito, Breccia Oniciata

FAVORITA S.P.A.

Via Fossacan, 10/A 36045 LONIGO (VI) Tel. 0444/436311 Fax 0444/436471 favorita@granitifavorita.com www.granitifavorita.com

Marmi, graniti, onici, quarziti, semipreziosi Marble, granite, onyx, quarzite, semipreciou

FIBRA S.R.L.

Via XXIV Maggio, 1 bis 54031 Avenza Carrara (MS) Tel. 0585/857638 - 857821 Fax 0585/55145 fibra@fibra.it www.fibra.it

Lastre, blocchi, lavorati, in marmo e granito Slabs, blocks, finished products in marble and granite

F.LLI POGGI S.R.L.

Via Tiburtina, 271 00011 TIVOLI TERME (RM) Tel. 0774/371358 Fax 0774/356088 info@romantravertine.com www.romantravertine.com

Blocchi, lastre e lavorati di travertino Roman travertine blocks, slabs and tirished products

F.LLI VENTURA DI PAOLO S.N.C.

Via Treponti, 25 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2791533 Fax 030/2596343

Lavorazione, segheria, commercio marmi Processing, cutting and trade of marble

FRANCHI UMBERTO MARMI SRL

Via del Bravo, 14 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/70057 Fax 0585/71574 fragroup@tin.it mail@franchigroup.it www.franchigroup.it

GRANITAL SIENA S.R.L.

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

EUROMARMI S.R.L.

Loc. Forluso Area PIP 84020 SAN GREGORIO MAGNO (SA) Tel. 0828/955125-224 Fax: 0828/753742 info@euromarmi.com www.euromarmi.com

Rifiniture opere in marmo, pietra e granito Marble, stone and granite finishing

FG MARMI DI FRANZONI GIORDANO & C. S.N.C.

Via Cereto, 11/13 25080 VALLIO TERME (BS) Tel. 0365/370442 Fax 0365/370442 fg-marmi@libero.it

Segagione lavorazione marmo e ardesie Working and manufacturing of Marble and Slate

F.LLI FUCINA S.N.C.

Via Roma, 169 25080 VALLIO TERME (BS) Tel. 0365/370156 Fax. 0365/370298 info@fratellifucina.it fratellifucina.it

Perlato Royal, marmi, travertini, lastre, pavimenti, gradini, rivestimenti, arredo urbano edile Perlato Royal, marble, travertine, slabs, tiles, steps, coverings, vanity tops, thresholds and sills

FRATELLI MONCINI S.R.L.

Via Bagarotti, 5 20152 MILANO (MI) Tel. 02/48913784 Fax 02/47994915 info@moncini.it www.moncini.it

Lavorazione delle pietre naturali, produzione di pavimenti sopraelevati e manufatti in pietra per arredo urbano Processing of natural stones, production of raised floors and stone products for landscaping

FORMIGARI S.R.L.

Via Archimede, 8 37010 AFFI (VR) Tel. 045/6266811 Fax 045/6266814 ornella.grigoli@formigarigroup.it www.formigarigroup.com

Fornitura di lavorati in marmo, granito e pietre naturali in generale italiane e internazionali per il settore Contract e Grandi progetti Supplying of processed marble granite and natural italian and international stone for Contract and Big project

Produzione e commercio marmo Marble production and trade

G.M. MARMI S.N.C. DI GOBBINI G. & C.

Via R. Vantini, 11 25039 TRAVAGLIATO (BS) Tel. 030/660322 Fax 030/660322 gm-marmi@libero.it

Lavorati per l’edilizia Manufacturing for building

Via Don Minzoni, 16 53034 COLLE DI VAL D'ELSA (SI) Tel. 0577/920890 Fax 0577/922945 gran.amm@granitalsiena.com www.granitalsiena.com

Blocchi marmo Giallo Siena Yellow Siena marble blocks

GRANITMARMI S.N.C. DI BRESCIANI & C.

Via XXIV MAGGIO, 7 25075 NAVE (BS) Tel. 030/2530051 Fax 030/2534685 info@granitmarmi.it www.granitmarmi.it

Lavorazione marmo e granito in genere per edilizia ed arredamento Processing of marble and granite in general for building and forniture

GRASSI PIETRE S.R.L.

Via Madonnetta, 2 36024 NANTO (VI) Tel. 0444/639092 - Fax 0444/730071 info@grassipietre.it www.grassipietre.it

Pietra e marmo giallo dorato, bianco avorio, grigio argento Limestone and marble giallo dorato, bianco avorio, grigio argento

GUALTIERO CORSI S.R.L.

Via San Martino, 1 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/72348 Fax 0585/70130 info@gualtierocorsi.it www.gualtierocorsi.it

Bianco Gioia

GV OROSEI MARBLES S.R.L.

SS 125 KM 220/300 08028 OROSEI (NU) Tel. 0784 998119 Fax 0784 997240 direzione@gvoroseimarbles.com www.gvoroseimarbles.com

Blocchi di marmo Blocks of marble

I.E.M. S.R.L.

Via Gardesana, 20 25080 NUVOLERA (BS) Tel. 030/691306 Fax 030/6919634 info@iem-srl.it

Blocchi e lastre marmo e granito Granite and marble blocks and slabs

IMAG S.R.L.

Corso Europa, 29 88024 GIRIFALCO (CZ) Tel. 0968/741900 Fax 0968/741803 imag@imagsrl.com www.imagsrl.com

Lastre di marmo e granito Slabs of marble and granite

INDUSTRIA MARMI ALBERTI S.R.L.

Corso Trento, 2 38061 ALA (TN) Tel. 0464/671118 - Fax 0464/671590 ima@albertimarmi.it www.albertimarmi.it

Blocchi granito, blocchi marmo, lastre marmo e granito, pavimenti e rivestimenti, travertino, onice Block granite and marmor, slabs marmor, granite, travertin, onix, floor and covering

INTERNAZIONALE GRANITI S.P.A.

Loc. Colonia Solare, 23 28855 MASERA (VB) Tel. 0324/242152 243100 - 249264 Fax 0324/46265 igm@igmasera.com www.igmasera.com

Blocchi in granito, lastre in marmo e granito, lavorati in genere per edilizia ed arredamento Granite blocks, marble and granite slabs, finished pieces in general for building and interior decoration

ITALMARBLE POCAI S.R.L.

Via Martiri di Cefalonia 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/855353 Fax 0585/855055 info@pocai.com

Lavorazione e commercio marmo e granito Processing and trade of marble and granite

LA CIMA S.N.C. di Bresciani Rodolfo e figli

Via Aldo Moro, 1 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691732 Fax 030/6898041 bfgroup@tin.it

Lastre marmo, cave Marble slabs, quarries

LA SAN GIORGIO dei f.lli Pecis S.R.L.

Via Selva, 38 24060 ZANDOBBIO (BG) Tel. 035/940246 Fax 035/944276 info@lasangiorgio.com www.lasangiorgio.com

Cave, granulate, lastre di marmo, lavorati per edilizia, pavimenti e rivestimenti, zoccolini. Own quarry, marble slabs, finished partes for building, floors and cladding, skirting boards

LANDI GROUP SRL

Via Tognocchi, 338 55047 QUERCETA (LU) Tel. 0584/769072-3 Fax 0584/769432 landigroup@landigroup.eu www.landimarble.it Commercio e lavorazione

Commercio e lavorazione marmi e graniti – Import export Trading and manufacture of marble and granite – Import export

LAVAGNOLI MARMI S.R.L. SOC. UNIPERSONALE

Via Rivis di Mies, 10 33050 RONCHIS (UD) Tel. 0431 56349 Fax 0431 56637 info@lavagnolimarmi.com www.lavagnolimarmi.com

Tornitura e lavorazioni speciali in marmo, pietra e granito Lathing and special workmanship in marble, stones and granite

LAZZARINI ANGIOLINO & C. S.N.C.

Via Cereto, 46 25080 VALLIO TERME (BS) Tel. 333/3971613 Fax 0365/370106 roby_nina@libero.it

Pavimenti in Botticino, commercio marmi e pietre della Croazia Botticino flooring, trade of marble and Croatia stone

LAZZARINI GIUSEPPE S.R.L. Società Unipersonale

Via Cereto, 28 25080 VALLIO TERME (BS) Tel.-Fax 030/6898020 info@lazzariniangiolinosrl.191.it

Blocchi e pavimenti in botticino Marble blocks and Botticino flooring

FG MARMI DI FRANZONI GIORDANO & C. S.N.C.

F.LLI FUCINA S.N.C.

FORMIGARI S.R.L.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

LEATHER STONE S.R.L.

Via Pietro Niselli, 91 37035 SAN GIOVANNI ILARIONE (VR) Tel. 045/6550963 Fax 045/6550963 info@leatherstone.it www.leatherstone.it

Pietre naturali per pavimenti e rivestimenti Natural stones for flooring and cladding

LOMBARDI S.R.L.

SEDE LEGALE: Via Durini, 26 20122 MILANO SEDE OPERATIVA: Via Cave, 194 - 25081 BOTTICINO (BS) Tel. 030/2191572 Fax 030/2193644 lombardimarmi@tin.it www.lombardimarmi.com

Marmo Botticino: lastre e lavorati per l’edilizia Botticino marble: slabs and finished products for building

MARBO S.R.L.

Via Molini,3 25082 BOTTICINO (BS) info@marbo.net www.marbo.net

MACCABONI LUIGI MARMI

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

LOMBARDA MARMI S.R.L.

Via Papa Giovanni XXIII , 23 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2791551 Fax 030/2792279 info@lombardamarmi.it www.lombardamarmi.it

Blocchi marmo, cave, lastre marmo Marble blocks, quarries, marble slabs

LUMINI ANGELO

Via Mattei , 17 25060 RODENGO SAIANO (BS) Tel. 030/6810370 Fax 030/6810370

Lavorazione marmo Processing marble

Estrazione e lavorazione Marmo Botticino Classico Marble Botticino Classico quarrying and working

M.M.G. MARMI MARIOTTI GRANITI S.R.L.

Via Sforza, 18 54031 AVENZA CARRARA (MS) Tel. 0585/857333-857934857303 Fax 0585/857965 info@marmimariotti.it www.marmimariotti.it

Industria e commercio di marmi e graniti Production and trade of marble and granite

Via Fleming, 6 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2590961 Fax 030/2792208 maccabonimarmi@libero.it

Tornitura marmi, colonne, balaustre, fontane, lavorati in massello, taglio con idrogetto Marble Turning, columns, balaustrade, fountain, manufacturing in block, water-jet edge.

MARCO S.N.C. di Butturini Remo e F.lli

Via Delle Gere, 9 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691712 Fax 030/691712 info@marcosnc.it www.marcosnc.it

Blocchi marmo, lastre, cave, marmo botticino Marble blocks, slabs, quarries, Botticino marble

MARCOLINI MARMI S.P.A.

Via Carrara, 24 37023 GREZZANA (VR) Tel. 045/8650150 Fax 045/8650444 marcolini@marcolini.it www.marcolini.it

Marmo granito Marble and granite

MARGRAF S.P.A.

Via Marmi, 3 36072 CHIAMPO (VI) Tel. 0444/475900 Fax 0444/475947 info@margraf.it alice@margraf.it www.margraf.it

Vendita e lavorazione marmi (blocchi, Lastre, lavorati, modulmarmo) Processing and trade of marble (blocks, slabs, finished products, modulmarmo)

MARINI MARMI S.R.L.

Via Gré, 1 24063 CASTRO (BG) Tel. 035/980033 Fax 035/986656 info@marinimarmi.com www.marinimarmi.com

Cave proprie e lavorazione ceppo di grè, aggloceppo Own quarry and factory of ceppo di grè

MARMI BACCI S.R.L.

Sede operativa: Via Aurelia Km. 367, 9/11 55045 PIETRASANTA (LU) Tel. 0584/791270 Fax. 0584/790805 info@bacci.it www.bacci.it

Commercio di marmi e graniti, blocchi semilavorati e lavorati Trade of marble and granite, blocks, semi-finished and finished products

MARMI BARDELLONI DI Bardelloni Fernando S.N.C.

Via S. Lorenzo, 5 25076 ODOLO (BS) Tel. 0365/860493 Fax. 0365/860493

Marmi e graniti lavorati Processed marble and granite

MARMI BRUNO ZANET S.R.L.

Via Paganella, 79 37020 VOLARGNE (VR) Tel. 0456833444 Fax. 0458860055 davide@brunozanet.com www.brunozanet.com

Blocchi, lastre e lavorati in marmo, granito e pietra naturale in genere Blocks, slabs and manifacture in marble, granite and natural stone

MARMI BUSI DI BUSI SILVIO & C. S.N.C.

Via Dei Marmi, 98 25080 NUVOLERA (BS) Tel. 030/6898162 Fax 030/6916196 marmibusi@marmibusi.it www.marmibusi.it

Colonne, camini, fontane, vasi, balaustre, monumenti, sculture, lavorati per edilizia, portali Columns, chimneys, fountains, balustrades, monuments, sculptures, manufacturing for building, Portals

MARMI CARRARA S.R.L.

Via Provinciale, 158 54031 AVENZA-CARRARA (MS) Tel. 0585/54337 Fax 0585/504633 info@marmicarrara.it www.marmicarrara.it

Blocchi e lastre marmo bianco White marble blocks and slabs

MARMI CLASSIC BOTTICINO S.R.L.

MARMI CLASSIC BOTTICINO S.R.L.

Via A. Inganni, 8 25121 BRESCIA (BS) Tel. 030/2691541 Fax 030/2595084 marmiclassic@sceltasystem.it

Estrazione e commercio minerali da cava Quarring and trading of quarry minerals

MARMI DAINO REAL S.R.L.

Via Sonnino, 174 09127 CAGLIARI (CA) Tel. 0774/325178 Fax 0774/325169 cesare@grupporatti.it www.grupporatti.it

Produzione di marmo (Daino Reale e Travertino Romano) Marble production

MARMI E GRANITI BONAZZOLI F.LLI S.N.C.

MARMI E GRANITI BONAZZOLI F.LLI S.N.C.

Via Brescia, 32 25020 GAMBARA (BS) Tel. 030/956172 Fax 030/9956272 info@marmiegranitibonazzoli.it

Pavimenti e rivestimenti, piani per arredamento Flooring and cladding, forniture

MARMI E GRANITI D'ITALIA S.R.L.

Via Aurelia Ovest, 271 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/831921 Fax 0585/831925 info@marmiegraniti.it www.marmiegraniti.it

Produzione di lastre, marmette, progetti amisura, blocchi Production of slabs, marble tiles, cut to size projects, blocks

MARMI E GRANITI VEZZOLI CARLO S.R.L.

Via Papa Giovanni XXIII, 175 24050 PALOSCO (BG) Tel. 035/845401 Fax 035/846580 info@vezzoli.info www.vezzoli.info

Colonne, lavorati per edilizia, monumenti, pavimenti e rivestimenti, piani per arredo Columns, finished partes for building, monuments, floors and cladding, decorative layers

MARMI E TRAVERTINI S.R.L.

Via Pegrosse, 421/b 37020 VOLARGNE DI DOLCÉ (VR) Tel. 045 6860933 Fax 045 6860491 direzione@marmietravertini.com www.marmietravertini.com

Blocchi, lastre, pavimenti e lavorati Blocks, slabs, flooring and finished products.

MARMI EMME S.R.L.

Via Gardesana, 80 25080 NUVOLERA (BS) Tel. e Fax 030 6919007 marmiemme@libero.it www.marmiemme.it

Lavorazione marmi e graniti per edilizia e arredamento Processing of marble and granite for building and forniture

MARMI FAEDO S.P.A.

Via Monte cimone, 13 36073 CORNEDO VICENTINO (VI) Tel. 0445/953034 - 953081 Fax 0445/952889 info@marmifaedo.com www.marmifaedo.com

Escavazione e lavorazione marmo Quarrying and processing of marble

LOMBARDI S.R.L.

MARMI BUSI DI BUSI SILVIO & C. S.N.C.

MARMI MAZZARDI S.N.C. DI MAZZARDI DAVIDE, FLAVIO &C

LOMBARDA MARMI S.r.l.

LUMINI ANGELO

MARMI GHIRARDI S.R.L.

Via Santa Croce, 49 25013 CARPENEDOLO (BS) Tel. 030/9966011 r.a. Fax 030/9965428 www.ghirardi.it info@ghirardi.it

Lastre in marmo, pavimenti, rivestimenti, arredo urbano, lavorati per edilizia Marble slabs, flooring, cladding, building elements

MARMI MARCHINA MASSIMO

Via C. Colombo, 13/15 25080 NUVOLERA (BS) Tel. 030/6897226 Fax 030/6897226 marchinamassimo@excite.it www.paginegialle.it/marchinamarmi

Colonne - Vasi - Balaustre - Fontane - Capitelli Columns - Vases - Balaustrade - Fontains - Capitals

MARMI MAZZARDI S.N.C. di Mazzardi Davide, Flavio & C

Via del Marinaio, 10 25077 ROÈ VOLCIANO (BS) Tel. 0365/556212 Fax 0365/556211

Lavorati in marmo e granito per edilizia, arredamento, funeraria Manufactures in marble and granite for building, forniture and funerary

MARMIRES S.R.L.

23013 COSIO VALTELLINO (SO) Tel. 0342 635029 Fax 0342 636348 marmires@marmires.it www.marmires.it

Marmi e graniti Marbles and granites

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

PREMOLI LUIGI S.N.C. DI SQUASSINA LUCIA & C.

MEMBERS

MARMI RIELLO S.N.C. di Riello G & C.

Via Boccaccio, 10/12 25080 MOLINETTO DI MAZZANO (BS) Tel. 030/2620256 Fax 030/2120926 rielloec@libero.it

Arredo urbano e giardini, lavorati per edilizia Street forniture and garden, manufacturing for building

MARMI SERAFINI S.A.S.

Via Castiglione, 5 36072 CHIAMPO (VI) Tel. 0444/688771 Fax 0444/426056 alessandro@marmiserafini.it www.marmiserafini.it

MARMO ELITE S.R.L.

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

MARMI SENCO S.N.C.

Via Manzoni, 8 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2791448 Fax 030/2595994 marmisenco@libero.it

Lastre marmo, pavimenti e rivestimenti Marble slabs, flooring and cladding

Lavorazione del marmo applicata all'ambito del design e dell'architettura Processing of marble for design and architecture

MARMI STRADA S.R.L.

Via Prov. per Grottaglie, 1 72029 VILLA CASTELLI (BR) Tel. 0831/867115 Fax 0831/867191 marmi-strada@libero.it www.marmistrada.it

Vendita e lavorazione di marmi, graniti e materiali lapidei Stone, marble and granite working and sales

Via Adige, 94 37015 DOMEGLIARA (VR) Tel. 045/6861116 Fax 045/7732930 info@marmoelite.com www.marmoelite.com

Onici e lavorati lapidei standard e speciali per l'architettura, il contract e l'interior design Onyxes and standard and special finished stone products for architecture, the contract sector and interior design

MARMOLUX S.P.A.

Via Scaiola, 50 25080 NUVOLERA (BS) Tel. 030/6897504 r.a. Fax 030/6897396 info@marmolux.it www.marmolux.it

Blocchi, lastre, marmette, modulmarmo e lavorati finiti in Botticino classico, semiclassico e fiorito, Breccia Aurora da cave proprie Blocks, slabs, modular tiles and finished pieces in classic, semi-classic and flowery Botticino and Breccia Aurora from our own quarries

MEDITERRANEAN STONE S.R.L.

Via Provinciale, 127 55045 PIETRASANTA (LU) Tel. 0584/283186 Fax 0584/792831 info@medstone.it www.medstone.it

Blocchi e lastre di pietre di marmo e di onice Stone - marble and onyx blocks and slabs

MONOTILE S.R.L.

Via Parma, 114 46041 ASOLA (MN) Tel. 0376/718911 Fax 0376/7189215 amministrazione@monotile.com www.monotile.com

Pavimento sopraelevato mod. Teknica brevettato Teknica raised access floor patented

NAMCO CO. S.R.L.

Via S. Colombano, 40 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/834380 Fax 0585/834382 info@namcoco.it www.namcoco.com

Marmi, graniti, onici, pietre Marble, granite, onyx, stones

NICOLA FONTANILI

Viale Galileo Galilei, 32 54033 AVENZA CARRARA (MS) Tel. 0585/51361 Fax 0585/505001 info@nicolafontanili.com www.nicolafontanili.com

Marmo, granito, travertino, onice Marble, granite, travertine, onyx

ODONE ANGELO S.R.L.

Strada Trino, 103 13100 VERCELLI (VC) Tel. 0161/294919 Fax 0161/391819 info@odonemarmi.it www.odonemarmi.it

Commercio e lavorazione marmi, pietre, graniti e semipreziosi Deals in and works marbles, stones, granite and semiprecious

ODORIZZI SOLUZIONI IN PIETRA S.R.L.

Via del Brennero, 43 38122 TRENTO Tel. 0461/687701 Fax 0461/687774 odorizzi.soluzioni@gmail.com www.odorizzisoluzioni.it

Estrazione, lavorazione e commercio di porfido Quarrying, processing and trade of porphyry

PICCINELLI MARMI

Via Tartaglia, 3 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2590412 Fax 030/2791036 info@piccinellimarmi.com www.piccinellimarmi.com

Lavorazione marmi, graniti, pavimenti, rivestimenti, arredamento Processing of marble and granite, flooring, cladding and fornirure

PIETRA MARROCCO PI.MAR. S.R.L.

Via Manzoni, 32 73020 CURSI (LE) Tel. 0836/483285 - 426555 Fax 0836/429926 info@pietraleccese.com www.pietraleccese.com

Produzione e lavorazione della pietra leccese e del Carparo. Progetti per architettura, arredamenti per giardino, design d’interni Production and processing of Lecce Stone and Carparo. Projects for architecture, garden fitments, interior design

PIETRE SANTAFIORA S.R.L.

P.le Caduti della Montagnola, 72 00142 ROMA - Sede Operativa: S.S. Ortana Km. 8.200 01030 VITORCHIANO (VT) info@santafiorapietre.com www.santafiorapietre.com – Tel. 0761/370909 Fax 0761/370043

Pietra Santafiora - lavagrigia - lavarosa - peperino grigio - grigio perla in blocchi, lastre, semilavorati, pavimenti, rivestimenti, lavorati artistici ecc. Santafiora Stone - gray lava - pink lava - gray, pearl-gray peperino in blocks, slabs, semi-finished pieces, flooring/paving, facing/cladding, artistic work, etc.

PORFIDI PAGANELLA S.R.L.

Loc. Valle, 13 38040 FORNACE (TN) Tel. 0461/689715 Fax 0461/687473 info@porfidipaganella.it www.porfidipaganella.it

Porfido e pietre naturali - fornitura e posa Supplying and installation of porphyry and natural stones

PORFIDO ED ARTE CONSORZIO STABILE

Via S. Antonio, 96 38041 ALBIANO (TN) Tel. 0461/689269 Fax 0461/689269 info@porfidoedarte.it www.porfidoedarte.it

Porfido e pietre naturali: fornitura e posa Supplying and installation of porphyry and natural stones

PORFIDO F.LLI PEDRETTI S.P.A.

Via Manzoni, 160 25040 ESINE (BS) Tel. 0364/45178 - 360605 Fax 0364/45193 info@porfidopedretti.com www.porfidopedretti.com

Lavorazione porfido Valcamonica e graniti “Valcamonica” porphyry and granite working

PREMOLI LUIGI S.N.C. di Squassina Lucia & C.

Via Almici, 91 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2792210 Fax 030/2590704

Lastre marmo grezze, lucide, patinate, bocciardate. Spessori marmo, masselli marmo a misura, blocchi marmo Naturally marble slabs, polished marble slabs, old fashioned marble slabs, sand-blasted marble slabs. Marble to thickesses, small marble blocks to measure, blocks of marble

QR S.R.L. unipersonale

Via Cave, 156 25080 BOTTICINO MATTINA (BS) Tel. 030/2691395 Fax 030/2691395 quecchiabattista@libero.it www.marmo-botticino.it/quecchia

Blocchi marmo Botticino Classico, semiblocchi, informi, spessori, masselli Blocks of Botticino Classico marble, semi-blocks, shapeless blocks, thick slabs, cubic pieces

QUERCIOLAIE RINASCENTE Società cooperativa

Via delle Cave - Fraz. Serre 53040 RAPOLANO TERME (SI) Tel. 0577/704145 (6 linee) Fax 0577/704519 info@querciolaierinascente.com www.querciolaierinascente.com

Escavazione e lavorazione del travertino Quarrying and processing of travertine

RASTONE S.R.L.

Via L. Da Vinci 762 24040 BARBATA (BG) Tel. 0363/914902 Fax 0363/905320 amministrazione@rastone.com www.rastone.com

Lavorati in marmo, granito e pietre naturali Marble, granite and natural stone works

R.E.D. GRANITI S.P.A.

Via Dorsale, 12 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/88471 Fax 0585/884848 info@redgraniti.com www.redgraniti.com

Blocchi grezzi di marmo e granito. Rough marble & granite blocks.

RUPEAL DI PIOVANELLI F.LLI S.N.C.

Via Italia, 44/B 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691345 Fax 030/691345 rupealsnc@virgilio.it

Lavorati per edilizia Manufacturing for building

SALVINI MARMI S.P.A.

Via Industriale, 36 25080 PREVALLE (BS) Tel. 030/6801286 Fax 030/6801292 info@salvinimarmi.com www.salvinimarmi.com

Piastrelle, lastre e lavorati in Botticino e braccia oniciata Tiles, slabs and cut to size in Botticino and Breccia Oniciata

SANTORO MARMI S.R.L.

Via Pirreri, 21 91015 CUSTONACI (TP) Tel 0923/971259 Fax 0923/971441 info@santoromarmi.it www.santoromarmi.it

Marmette - Lastre e lavorati di marmo Tiles - Slabs and marble

SANTUCCI ARMANDO S.R.L.

Via Piave, 32 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/840227 Fax 0585/843413 santucci@santucci.it www.santucci.it

Marmi e graniti lavorati Marble and granite cut-to-size

SARDEGNA MARMI S.IM.IN

Head Office&Admin. - Via Po, 41 09122 CAGLIARI Tel. 070/281906/07 - Fax 070/280919 info@sardegnamarmi.com www.sardegnamarmi.com Quarries&Factory - Loc. Canale Longu. ss125 Orosei (NU) - Tel. 0784/999062 Fax 0784/998262

s.p.a.

MARMI SENCO S.N.C.

QR S.R.L. UNIPERSONALE

RUPEAL DI PIOVANELLI F.LLI S.N.C.

Cave di Daino Imperiale, Nero Tamara e Cristallino di Nuxis. Specializzati nell’estrazione, lavorazione e commercializzazione di blocchi di marmo, lastre, pavimenti, filagne, zoccolino, cut to size Daino Imperiale, Nero Tamara and Cristallino of Nuxis Quarries. Specialized in quarryng, processing and trading of marble blocks, slabs, flooring, strips, socles, cut to size

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

SO.LA.MA S.N.C. DI TAGLIANI, COCCA & C.

STONEAG S.R.L.

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

SAVIO DOMENICO

Via N. Castellini, 10 25123 BRESCIA (BS) Tel. 030/3774508 Fax 030/3774508 savio.domenico@marmo-botticino.it www.botticino-classico.it

Estrattori di marmo Botticino Classico Extractors of Botticino Classico marble

SENINI STONE S.R.L.

Via E. Montale, 33 25018 MONTICHIARI (BS) Tel. 030/9650223 Fax 030/9650639 info@seninistone.it www.seninistone.it

Pavimenti e rivestimenti in marmo anticato Antique marble coverings and flooring

SERPENTINO E GRANITI S.R.L.

Via Nazionale, 31 23030 CHIURO (SO) Tel. 0342/482057 Fax 0342/489612 info@serpentino.com www.serpentino.com

Estrazione e lavorazione di pietre ornamentali - Inserti per stufe, elementi per pavimenti e rivestimenti interni ed esterni, lastre per copertura tetti, scale, davanzali, complementi d’arredo (fioriere, tavoli, piani cucina e bagno, fontane), sculture, lapidi sepolcrali e piastre di cottura / Quarrying and processing of ornamental stones - stoves cover, tiles for external and internal flooring and covering, stairs, windowsills, roof tilies, furniture (bench, planter, fountain, table, bathroom, kitchen top) sculptures, barbecue cooking plates and tombstones

SIGMA S.A.S. di Arcaro Bruno & C.

Via Figino, 40 20016 PERO (MI) Tel. 02/38100126 Fax 02/33910219 info@marmisigma.it www.marmisigma.it

Lavorazione e commercio prodotti lapidei Processing and trade of stone products

S.I.L. MAR. S.R.L.

Via Italia, 65 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691216 Fax 030/691497 info@silmarsrl.com www.silmarsrl.com

Piastrelle, pavimenti e rivestimenti in marmo lucido e anticato Antique and polished marble tiles, flooring and cladding

SIMA S.R.L.

S.I.M.G. S.R.L. (SARDO ITALIANA MARMI E GRANITI)

S.S. 129 km 4,600 08028 OROSEI (NU) Tel. 0784/98619 Fax 0784/998034 marmi.scancella@tiscali.it www.simg-marmi.com

Blocchi di marmo, cave, lastre granito e marmo, lavorati per edilizia, pavimenti e rivestimenti, piani di arredamento, sculture, zoccolini Quarries, marble blocks, granite and marble slabs, finished pieces for building, flooring and facing, tops and counters, sculpture and skirting

SIMPLON MARMI & GRANITI S.R.L.

Via San Francesco, 6 37024 NEGRAR (VR) Tel. 045/6888694 Fax 045/6887215 u.anchieri@simplonmarmi.it www.simplonmarmi.it

Estrazione beola, commercio di marmi e graniti Extraction of stone, dealing of marble and granite

SITEM S.R.L.

Via Salaria Inferiore, 27/b 63100 ASCOLI PICENO (AP) Tel. 0736/402819 Fax 0736/228037 info@sitemitalia.net www.sitemitalia.net

Pavimenti e rivestimenti in travertino - mattonelle, lastre, scale, lavorati Travertine flooring and cladding - tiles, slabs, stairways, cut-tosize

S.M.A.S. S.R.L.

Via Traversa Fornace, 4 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691411 Fax 030/691272 s.m.a.s.nicolai@libero.it

Blocchi, lastre in marmo Marble blocks and slabs

SOCIETÀ APUANA MARMI S.R.L.

Via Provinciale, 158 54031 AVENZA-CARRARA (MS) Tel. 0585/855900 Fax 0585/505368 info@samcarrara.it www.marmicarrara.it

Blocchi marmo bianco White marble blocks

SOR. MARMI S.R.L. di Sorsoli Luigi & C.

Via Di Vittorio, 1/3 25080 MAZZANO (BS) Tel. 030/2590419 Fax 030/2590697 sormar02@sormarmi.191.it

Blocchi marmo e granito Marble and granite blocks.

S.M.A.S. S.R.L.

Via P. Giovanni XXIII, 9 24060 GORLAGO (BG) Tel. 035/951759 Fax 035/19967911 info@marmozandobbio.it www.marmozandobbio.it

Marmo di Zandobbio - blocchi, lastre, pavimenti, rivestimenti e manufatti Zandobbio marble - blocks, slabs, floors and cladding

S.T.C. GRANITI MARMI E PIETRE S.R.L.

Corso Pavia, 73 27029 VIGEVANO (PV) Tel. 02 90360772 Fax 02 9027573 info@stcmarmi.it www.stcmarmi.it

SO.LA.MA S.N.C. di Tagliani, Cocca & C.

Via Borzina, 25/A 25085 GAVARDO (BS) Tel. 0365/31198 Fax 0365/31198 solama@libero.it

Lavorazione marmo e granito per l’edilizia Processing of marble and granite for building

STELLA DEL NORD S.R.L.

Via Campi Grandi, 25 25080 PREVALLE (BS) Tel. 030/6801364 Fax 030/6807014 direzione@stelladelnordsrl.it

Produzione di marmo Botticino Classico in blocchi, lastre lucide e pavimenti grandi dimensioni Production of classic Botticino marble blocks, polished slabs and floor large

STIFANO GROUP S.N.C.

Via Badia, snc 84078 VALLO DELLA LUCANIA (SA) Tel. 0974/75850 Fax 0974/719219 info@stifanogroup.com www.stifanogroup.com

Lavorazione marmi, graniti e pietre Processing of marble, granite and stones for building, forniture and funerary

STILMARMO S.R.L.

Via Thaon de Revel, 34 71011 APRICENA (FG) Tel. 0882/645452 Fax 0882/646170 direzione@stilmarmo.it www.stilmarmo.it

Blocchi, lastre, pavimenti, semilavorati e arredo urbano in pietra di Apricena Blocks, slabs, floorings, semi-finished products, street fornitures.

STIL ONIX S.N.C. di Tazzoli Francesco & C.

Via Tezzole, 7 46040 CERESARA (MN) Tel. 0376/87257 Fax 0376/87608 info@stilonix.it www.stilonix.it

Greche intarsiate e listelli sagomati per arredo bagno, ad intarsio su pavimenti con 3 impianti Marble for bathroom forniture and flooring

STONEAG S.R.L.

Piazza G. Menconi, 13 54033 CARRARA (MS) info@stoneag.it

Blocchi e lastre di marmo e granito Blocks and slabs of marble and granite

STONEST S.R.L.

Via Campo d’Appio, 144 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/855263 Fax 0585/854624 stonest@stonest.net www.stonest.net

Sviluppo e realizzazione progetti su misura con marmi ed altre pietre naturali. Lavori “chiavi in mano”. Vendita lastre Customized design development and creation using marbles and other natural stones. "Keys-in-hand" projects. Sale of slabs

SUD MARMI S.P.A.

C.da Piano Alastri 91015 CUSTONACI (TP) Tel. 0923 971178 Fax 0923 973391 vito@sudmarmi.it www.sudmarmi.it

Estrazione e lavorazione Perlato Sicilia e Perlatino Quarryng and processing of Perlato di Sicilia and Perlatino marbles

TERRENI E COA S.R.L. gruppo BRESCIANA MARMI E GRANITI S.P.A.

Sede legale: Via Camprelle, 11 Sede amministrativa: Via A. De Gasperi, 24 25080 NUVOLENTO (BS) Tel. 030/6896713 Fax 030/6916625 alberti@terreniecoa.it

Escavazione Botticino Classico, Semiclassico, Fiorito e Breccia Aurora Quarries Botticino Classico, Semiclassico, Fiorito and Breccia Aurora

TOMASIL DI TOMASI LIVIO

Via A. Gelpi, 63 25048 EDOLO (BS) Tel. 0364/72089 Fax 0364/72089 info@tomasil.it www.tomasil.it

Lavorazione marmi Marble works

TONINI CAVE FANTISCRITTI S.R.L.

Via B. Partigiane, 24 54033 AVENZA-CARRARA (MS) Tel. 0585/842707 Fax 0585/845817 tonini_Donnini@tin.it

Cave proprie di Bianco Carrara e Bardiglio, lastre e lavorati. Marmi colorati, Calacata e Statuario Proprietary quarries of Bianco Carrara and Bardiglio marbles in slabs and finished products. Colored, Calacata and Statuario marbles

TONOLI MARMI E GRANITI & C. S.N.C.

Via Trieste, 34 25080 CARZAGO (BS) Tel. 030/6800036 Fax 030/6800910 tonoli@tonolimarmi.it www.tonolimarmi.it

Lastre per edilizia, pavimenti e rivestimenti Slabs for building, flooring and cladding

TORCHIO S.R.L.

Corso Regio Parco, 81/A 10154 TORINO Tel 011/2482961 Fax 011/2487307 info@torchiomarmi.com www.torchiomarmi.com

Arte funeraria, lavorati per edilizia e arredamento, sculture, restauri, incisioni Funeral arts, manufacturing for building and forniture, sculptures, restoration, engravings

TRAVERTINO CONVERSI S.R.L.

Via della Campanella, 16 00012 GUIDONIA (ROMA) Tel. 0774/325733-529283 Fax 0774/528646 amministrazione@travertinoconversi.it

Blocchi e lastre di Travertino Romano Blocks and slabs of Roman Travertine

TRE EMME IMPORTEXPORT S.R.L.

Via Emilia, 830 int. I 55047 SERAVEZZA (LU) Tel. 0584/743440 - 743441 Fax 0584/743442 treemme@treemmesrl.eu www.landimarble.it

Produzione, commercio e posa in opera di materiali lapidei Production, sales and installations of stone materials.

SOR. MARMI S.R.L. DI SORSOLI LUIGI & C.

TONINI CAVE FANTISCRITTI S.R.L.

Commercio e lavorazione marmi e graniti – Import export Trading and manufacture of marble and granite – import export

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

TUFITALIA S.R.L.

Via IV Giornate di Napoli, 29 01033 CIVITA CASTELLANA (VT) Tel. 0761/516406-517615 Fax 0761/516924 tufitalia@tufitalia.it www.tufitalia.it

Blocchi di tufo e pietre naturali di tutte le dimensioni Blocks of tuff or natural stones in all sizes

UNIONPORFIDI S.R.L.

Via Pianacci, 2 38040 FORNACE (TN) Tel. 0461/849300 Fax 0461/849406 info@unionporfidi.it www.unionporfidi.it

Porfido trentino e altre pietre a spacco Italian porphyry and other split stones

VALENTINO MARMI & GRANITI S.R.L.

Via Catena, 1 37023 GREZZANA (VR) Tel. 045/8668078 Fax. 045/8668055 valentinomarmi@beola.it www.beola.it

Azienda specializzata in lavorazione marmi e graniti Company specializing in marble e granite working

VIZA CANOVA GROUP S.N.C. DI VICENTINI MARTINO E C.

Via Canova, 11/A 37023 STALLAVENA (VR) Tel 045/907092 Fax 045/908735 info@vizacanovagroup.com www.vizacanovagroup.com

Lavorazione e commercio di pietre, marmi e graniti Processing and trade of stones, marble and granite

VUILLERMIN GUALTIERO S.R.L. società unipersonale

Via Circonvallazione, 82 11029 VERRES (AO) Tel. 0125/929060 Fax 0125/920428 vuillermin@vuillermin.com www.vuillermin.com

Industria commercio, lavorazione, segheria, laboratorio, cave proprie di granito verde argento e pietra verde di courtil Stone working and sales, own quarries of “Verde Argento” granite, green Courtil stone

ZAFRA MARMI S.R.L.

Via Lithos, 4 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2792674 r.a. Fax 030/2590193 zafra.marmi@tin.it www.zaframarmi.it

Pavimenti - lastre - marmo - lavorati per edilizia Flooring and slabs of marble - manufacturing for building

ZAGROSS MARMI S.R.L.

Via Aurelia Sud, 22/a 55045 PIETRASANTA (LU) Tel. 0584 790712 Fax 0584 790712 info@zagrossmarmi.com www.zagrossmarmi.com

Distributore esclusivo autorizzato per l’Italia di “Bianco Impeccabile” Authorized exclusive distributor for Italy of “Bianco Impeccabile” marble.

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

C.so Sempione, 30 20154 MILANO info@assomarmomacchine.com www.assomarmomacchine.com

Associazione italiana Costruttori e Utilizzatori di macchine e attrezzature varie per la lavorazione delle pietre naturali Italian Association of manufacturers and users of machinery and other equipment for natural stone processing

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

MACCHINE E IMPIANTI MACHINERY AND PLANTS MASCHINEN UND ANLAGEN ACHILLI S.R.L.

Via Montescudo, 148 47900 RIMINI Tel. 0541/387066 (r.a.) Fax 0541/389058 info@achilli.com www.achilli.com

Segatrici a ponte e multifunzionali, levigatrici per pavimenti e taglierine portatili Bridge and mulit-purpose sawing machines, smoothing machines for floors, portable cutters

ADRIATICA MACCHINE S.R.L.

Via M.Goja, 4 47924 - RIMINI (RN) Tel. 0541/383019 Fax 0541/388258 info@adriaticamacchine.it www.adriaticamacchine.it

Levigatrici per pavimenti, taglierine Polishing machines, cutters.

AMS GROUP S.R.L. Unipersonale

Via Gandhi, 18 24048 CURNASCO DI TREVIOLO (BG) Tel. 035/200195 Fax 035/203128 info@amsgroupnet.com www.amsgroupnet.com

Macchine usate per marmo e granito Used machinery for marble/granite

APUANIA CORSI S.R.L.

Via Del Ferro, 10 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/858776 Fax 0585/53329 www.apuaniacorsi.com acorsims@tin.it

Aquastone, scolpitrice Luigi 92 - 96, ribaltatore blocchi, macchine a filo diamantato Water finisch machines, Aquastone, carving machine Luigi 92-96, blocks dumper, diamond wire machines

ATLAS COPCO STONETEC S.R.L.

Via Marghera, 1 12031 BAGNOLO PIEMONTE (CN) Tel. 0175/392090 Fax 0175/392967 Marketing.stonetec.mr@it.atlascopco.com www.atlascopco.com

Impianti di perforazione Drilling equipment

BENETTI MACCHINE S.P.A.

Via Provinciale Nazzano, 20 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/844347 Fax 0585/842667 benetti@benettigroup.com www.benettigroup.com

Macchine e attrezzature per l’estrazione delle pietre naturali Machines and equipment for stone quarrying

B.M. OFF. MECC. S.R.L.

Via IV Novembre, 37 36050 MONTORSO Vic. (VI) Tel. 0444/485000 Fax 0444/485085 bmofficine@bmofficine.it www.bmofficine.it

Telai monolama e multilama per marmo e granito Monoblade and pluriblades diamond gangsaws for marble and granite

BRETON S.P.A.

Via Garibaldi, 27 31030 CASTELLO DI GODEGO (TV) Tel. 0423/7691 Fax 0423/769600 info@breton.it www.breton.it

Progettazione, costruzione, montaggio e commercio di macchine, impianti, apparecchiature e componenti accessori per la lavorazione della pietra naturale e composita; progettazione, costruzione, montaggio e commercio di macchine utensili di precisione ad alta velocità / Design, construction, assembling and marketing of machinery, plant systems and accessory components/equipment for natural/compound stone working; design, construction, assembling and marketing of precision high-speed machine tools

BV-TECH S.R.L. UNIPERSONALE

Sede Legale: Via G. Gronchi, 12 Sede Commerciale e Produttiva: Via Tavigliana, 2 37023 GREZZANA (VR) Tel 045/8650303 Fax 045 8650100 info@bombieriventuri.it www.bombieriventuri.it

Macchine per la lavorazione del marmo e del granito Machines for the processing of marble and granite

CAMA S.R.L.

Via Risorgimento, 132 97015 MODICA (RG) Tel. 0932/903613 Fax 0932/453649 camamacchine@tin.it www.camasnc.it

Costruzione di macchine per marmo e granito Machines construction for marble and granite

C.M.S. S.P.A.

Via Caravaggi, sn 24040 LEVATE (BG) Tel. 035/2057155 Fax 035/2057154 stone@cms.it www.cms.it

Centri di lavoro a controllo numerico per marmi e graniti C.N.C. working centres for marble and granite

CO.B.A.L.M. S.R.L.

Sede Legale: Via Pomposa, 43/A 47924 RIMINI - Sede Amm. e Prod.: Via I. Silone, 3 47039 SAVIGNANO S.R. (FO) Tel. 0541/942228 Fax 0541/942238 info@cobalm.com www.cobalm.com

Frese a ponte tradizionali e CNC, Pantografi, Centri di lavoro CNC, Idrogetti, Banchi aspiranti, Insaccafanghi Traditional and CNC bridge saws, Pantographs, CNC work centres, Waterjets, Dust-collecting benches, Sudge baggers

COMANDULLI COSTR. MECC. S.R.L.

Via Medaglie D’Argento, 20 26012 CASTELLEONE (CR) Tel. 0374/56161 Fax 0374/57888 info@comandulli.it www.comandulli.it

Costruzioni di macchine lucidacoste, bisellatrici e sagomatrici di profili toroidali, foratrici, macchinari per la lavorazione della pietra naturale Production of side polishers, chamfering and toroidal shaping machines, drilling machines, machines for natural stone processing

CO.ME.S. S.R.L.

Via Dante Alighieri, 43/45/47 56012 FORNACETTE (PI) Tel. 0587/423311 Fax 0587/422186 info@comesitaly.com www.comesitaly.com

Teste lucidatrici per granito e ceramica; riduttori e variatori di velocità Polishing heads for granite and ceramic; speed reducers and variators

CONTROLS S.R.L.

Via Aosta, 6 20063 CERNUSCO SUL NAVIGLIO (MI) Tel. 02/921841 Fax 02/92103333 controls@controls.it www.controls-group.com

Attrezzature per prove sui materiali da costruzione Testing machines for the construction industry

CORAZZA S.R.L.

Via Calderozze, 26 31018 GAIARINE (TV) Tel. 0434/75097 Fax 0434/758649 info@corazzabenne.com www.corazzabenne.com

Benne e forche sollevamento blocchi, attrezzature per cave "Corazza Srl offer a vast range of accessories to be used in the marble quarries that may be applied to the wheel loaders or excavators The range of products include accessories for the Earth Moving Sector, Marble Quarries, Demolition/Crushing and Timber Grapples."

CUTURI GINO S.R.L.

Via degli Oliveti, 15 C. P. 32 54100 MASSA Tel. 0585/831232 Fax 0585/831231 www.cuturi.com

Produzione martelli pneumatici brevettati e utensili widia Production of patented pneumatic hammers and widia tools

DAL FORNO S.R.L.

Via Oliveti, 111 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/793343 Fax 0585/253534 info@dalforno.com www.dalforno.com

Impianti di sollevamento Lifting and handling equipments

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

DENVER S.P.A.

Strada del lavoro, 87 47892 GUALDICCIOLO Rep. di San Marino Tel. +(378) 0549 999688 Fax +(378) 0549 999651 info@denver.sm www.denver.sm

Macchine per la lavorazione di marmo e granito: centri di lavoro a controllo numerico, fresatrici a ponte monostruttura, tradizionali e CNC, lucidacoste, levigatrici, lucidatrici automatiche Machines for processing marble and granite: CNC machines, monobloc, traditional and CNC bridge sawing machines, smoothing machines, smoothing and polishing machines.

DONATONI MACCHINE S.R.L.

Via Napoleone, 14 37015 DOMEGLIARA (VR) Tel. 045/6862548 Fax 045/6884347 info@donatonimacchine.eu www.donatonimacchine.eu

Centri di lavoro a controllo numerico, cicli automatici, fresatrici a banco e a ponte, segatrici diamantate C.N.C. operated working centres, automatic plants, table and bridge sawing machines, diamond sawing machines

EMMEDUE DIVISION INDUSTRIE MONTANARI SRL

Via Fondo Ausa 23 47891 DOGANA REP. DI SAN MARINO Tel. 0549/908926 Fax 0549/908875 emmedue@industriemontanari.sm www.emmedue.sm

Macchine per la lavorazione di marmo, granito e pietra naturale: frese a ponte tradizionali e CNC, centri di lavoro a controllo numerico, taglierine Machines for processing marble, granite and natural stone: traditional and CNC bridge saws, CNC machines, job site saws

FANTINI SUD S.P.A.

Strada Provinciale Casilina per Sgurgola, 52 03012 ANAGNI (FR) Tel. 0775/77491 Fax 0775/769640 faninfo@iol.it www.fantinispa.it

Macchine per la lavorazione di marmi e graniti Marble and granite working machines

FERRARI & CIGARINI S.R.L.

Via Ascari, 21/23 41053 MARANELLO (MO) Tel. 0536/941510 - Fax 0536/943637 marketing@ferrariecigarini.com administration@ferrariecigarini.com www.ferrariecigarini.com

Costruzione macchine da taglio, lucidacoste e zoccolini, scapezzatrice, picchettatrici, scoppiatrici, profilatrici, bisellatrici, incollatrici e anticatura su marmo e pietre naturali, automazioni su misura e robotizzate / Manufacture of cutting machines, polishing machines and small plinth, lapping machines, pecking machines, blowing machines, profiling machines, bevelling machines, glueing machines and olding on marble and natural stones, robotized and measures automations

FRACCAROLI & BALZAN S.P.A.

Via Ospedaletto, 113 37026 PESCANTINA (VR) Tel. 045/6767309 Fax 045/6767410 info@fraccarolibalzan.it www.fraccarolibalzan.it

Trattamento acque e disidratazione fanghi. Macchine per segherie, scoppiatrici e sezionatrici Water treatment and mud dehydration. Sawmill machines, Break list machines

F.S.E. S.R.L.

P.zza Borgo Serio, 29 26012 CASTELLEONE (CR) Tel. 0374/58625 Cell. 335/8312804 Fax 0374/57339 saragni@tin.it www.fsesrl.com

Tutti i macchinari usati inerenti alla lavorazione di marmi, graniti e pietre All second-hand machines for marble, granite and stone processing

GHINES GROUP S.R.L.

Via Marecchiese, 364 P.O. Box 456 47923 RIMINI tel. 0541 751080 fax 0541 751074 info@ghines.com www.ghines.com

Centri di lavoro multifunzione, sagomatrici e lucidatrici portatili, dischi diamantati flessibili, utensili e mole diamantate, mole lucidanti, separatori di fango, banchi e pareti aspiranti con abbattimento della polvere ad acqua ed a secco, impianti centralizzati di abbattimento polvere personalizzati e modulari / Multifunctional workstations, portable shape-polishing machines, flexible diamond discs, diamond tools and wheels, polishing wheels, mud separators, suction benches and walls with wet and dry dust exhaustion, centralized, modular and customized dust suction systems

GIACOMINI OFF. MECC. S.R.L.

Via A. Cirla, 25 28883 GRAVELLONA TOCE (VB) Tel. 0323/848474/5 Fax 0323/864895 infogiacomini@giacominiom.com www.giacominiom.com

Derricks - Gru a ponte - Gru a cavalletto - Pompe per segherie - tendilame - argani Derricks - gantry crane and over head - pumps for gangsaw seats turnbuckle for frame cutting blades - winches treuils

GMM S.P.A.

Via Nuova, 155 28883 GRAVELLONA TOCE (VB) Tel. 0323/849711 Fax 0323/864517 gmm@gmm.it www.gmm.it

Fresatrici, macchine da taglio con dischi diamantati per la lavorazione di marmi e graniti, tagliablocchi, segatrici giganti Sawing machines, diamond circular saw-machines for marble and granite processing, blockcutters, jumbo saws

HABASIT ITALIANA S.P.A.

Via De Nicola, 16 20090 CESANO BOSCONE (MI) Tel. 02 4588881 Fax 02 45861903 ugo.passadore@habasit.com www.habasit.it

Nastri trasportatori e cinghie di trasmissione Power transmission and conveyor belts

INTERMAC DIVISIONE VETRO E MARMO BIESSE S.P.A.

Via dell’Economia, sn 61100 PESARO (PU) Tel. 0721/483100 Fax 0721/482148 intermac.sales@intermac.com www.intermac.com

Macchine a controllo numerico per la lavorazione delle lastre di marmo e granito C.N.C. machines for the processing of marble and granite slabs

ISM S.R.L.

Sede: Parco Prod.vo Apuania Lotto 34 - 54100 MASSA Tel. 0585/6081- Fax 0585/66608901 Uff. amm.: Via Dorsale, 23/B 54100 MASSA Tel. 0585/6071 - Fax 0585/607901 info@barsantimacchinesrl.it www.barsantimacchine.it

Macchine multifilo, telai, tagliablocchi, linee di lucidatura, linee di taglio automatiche, calibratrici, bisellatrici, fresatrici, macchine speciali e impianti completi Multiwire machines, gangsaws, block cutters, polishing lines, automatic cutting lines, gauging machines, chamfering machines, milling machines, CNC machines and complete turn key plant

LAMETER S.R.L.

Via al Santuario di N.S. della Guardia, 56 b-c-d 16162 GENOVA Tel. 010/71641301 (accesso primario) Fax 010/71641355 info@lameter.it www.lameter.it

Produzione attrezzature macchine movimento terra Maker of equipment for earth-moving machines

LIFTSTYLE S.R.L.

Via Enrico Fermi, 26 37026 SETTIMO DI PESCANTINA (VR) Tel. 045/6450860 Fax 045/6450297 simonetta.fontana@manzelli.it www.manzelli.net

Impianti di sollevamento: ventose, pinze, gru a bandiera. Cabine e banchi aspiranti per la purificazione dell'aria Lifting equipment: vacuum lifter, clamps, jib crane. Cabins and suction bench for the purification of the air

MAEMA S.R.L.

Viale Del Lavoro, 9 37069 VILLAFRANCA VERONESE (VR) Tel. 045/6305781 - 6309179 info@maemasrl.it www.maemasrl.it

Macchinari per il trattamento superficiale di marmo, granito e pietra naturale Rough surfacing finishing machines for marble, granite and natural stone

MARINI QUARRIES GROUP S.R.L. unipersonale

Via Beura, 44 28844 VILLADOSSOLA (VB) Tel. 0324/575106 - 575202 Fax 0324/54096 mariniQG@MariniQG.it www.mariniqg.it

Attrezzature per cava Equipment and services for quarry

MARMILAME S.R.L.

Via Dorsale, 54 54100 MASSA Tel. 0585/792792 (r.a.) Fax 0585/252466 info@marmilame.com www.marmilame.com

Lame da sega - graniglia metallica - additivi e impianti Saw blades - metal abrasives - additives and plants

MARMOELETTROMECCANICA S.R.L.

Via Flaminia km. 41,400 00068 RIGNANO FLAMINIO (ROMA) Tel. 0761/5051 Fax 0761/508388 info@marmoelettro.it www.marmoelettro.it

Costruzione macchine e utensili diamantati per la lavorazione del marmo e del granito Production of diamond machines and tools for the processing of marble and granite

MARMO MECCANICA S.P.A.

Via Sant’Ubaldo, 20 60030 MONSANO (AN) Tel. 0731/60999 Fax 0731/605244 info@marmomeccanica.com www.marmomeccanica.comì

Costruzione di macchine per la lavorazione di marmo, pietre, graniti Machinery production for the processing of marble, stone and granite

MARTINI AEROIMPIANTI S.R.L.

Via Ca’ Brusà, 20 37014 CASTELNUOVO DEL GARDA (VR) Tel. 045/7575363 - 7575344 Fax 045/7575025 info@martiniaeroimpianti.it www.martiniaeroimpianti.it

Banchi aspiranti, depuratori d’acqua, filtropresse, disidratatori per fanghi Aspirating benches, water purifiers, filter presses, mud dehydrators

MATEC S.R.L. machinery technology

Via S. Colombano, 13 54100 MASSA Tel. 0585/831034 Fax 0585/835598 info@matecitalia.com www.matecitalia.com

Progettazione, costruzione macchine e impianti per depurazione acquee, filtro presse, silos decantatori, impianti dosaggio Design and construction of depuration plants, filter press, silos decanter, dosing plants

MEC S.R.L.

Località Lagarine, 4 38050 SCURELLE (TN) Tel. 0461 - 780166 Fax 0461 - 780164 info@mecs.it www.mecs.it

Macchine e impianti per lo spacco e la frantumazione della pietra e del cemento Machines and plants for splitting and crushing stones and concrete

MMG DI DIVITA GIUSEPPE

Via E. Berlinguer, 128 97013 COMISO (RG) Tel. 0932/922903 Fax 0932/922903 info@mmgservice.it www.mmgservice.it

Centro ricondizionamento macchinari Used reconditioned stone working machinery

NEWTEC TONGIANI S.R.L.

Via Acquale, 16 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/833430 Fax 0585/833388 info@newtecitaly.com www.newtecitaly.com

Cuscini sbancatori e macchinari per la lavorazione di marmi, pietre e graniti Steel hydro cushions e pneumatic cushions, machines for marble, stone and granite processing

NUOVA MONDIAL MEC S.R.L.

Via La Pastora, 82 47852 CERASOLO AUSA DI CORIANO (RN) Tel. 0541/759688 Fax 0541/756238 m.ballarini@nuovamondialmec.com www.nuovamondialmec.com

Produzione levigatrici per pavimenti e taglierine per marmo e granito Production of floor polishing machines and shearing machines for marble and granite

OCMA S.R.L.

Via dei Tretti, 39/41 36014 SANTORSO (VI) Tel. 0445/641010 Fax 0445/540488 info@ocma.it www.ocma.it

Impianti di sollevamento - gru a cavalletto (traliccio) e gru a ponte bitrave, monotrave e bicicletta, gru automatica, argani Power lifting cranes - gantry, twin travelling, bridge, wall travelling, jib, single girder, hoist, automatic cranes

OFFICINA FAEDO S.R.L.

Via Arzignano 10/16 36072 CHIAMPO (VI) Tel. 0444/623144 0444/427266 Fax 0444/426582 commerciale@faedogru.it www.faedogru.it

Costruttori di gru a cavalletto, gru a carroponte e gru a bandiera, impianti di sollevamento Producers of bridge, overhead and gantry cranes, lifting systems

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

prometec Leading Innovation in Stone

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

OFFICINA MECCANICA GARRONE S.A.S. di Marco Garrone & C.

Via Statale, 37 16042 CARASCO (GE) Tel. 0185/350161 Fax 0185/352249 garrone@garrone.com www.garrone.com

Segatrici a catena Chain saws

OFFICINE MARCHETTI S.P.A.

Via Del Ferro, 40/C 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/857206 - 51975 info@officinemarchetti.com www.officinemarchetti.com www.marchettigroup.it

Tenditori idraulici, tiranti, centraline, macchine a controllo numerico per marmo e granito Idraulic turnbackle, stay-bars for marble and granite, C.N.C. operated working machines for marble and granite

OLIFER - ACP S.P.A.

Via G. Marconi, 4 25076 odolo (bs) Tel. 0365/826088 (r.a.) Fax 0365/860727 www.olifer.com olifer@mail.olifer.com

Laminazione profilati in acciaio a caldo e fabbricazione di lame scanalate per graniti Heat-lamination of steel sections and production of grooved blades for granite

OMAG S.P.A.

Via Stezzano, 31 24050 ZANICA (BG) Tel. 035/670070 Fax 035/670259 info@omagspa.it www.omagspa.it

Costruzione macchine per marmo, pietre e granito Construction of machines for marbles, stone and granite

OMAR CRANE S.R.L.

Via del Ferro, 5 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585 857455 Fax 0585 52293 omarcrane@hotmail.com www.omargru.it

Autogrù Mobile crane

OMA SYSTEM S.R.L.

Via delle Scienze, 5 04011 APRILIA (LT) Tel. 06/9280075 Fax 06/9281373 omasystem@omasystem.it www.omasystem.it

Produzione e commercializzazione di utensili diamantati, sinterizzati, elettrodeposti per macchine manuali e C.N.C. e lucidanti in gomma Production and sale about diamond, syntherised, electroplated tools for manual machines and C.N.C. and rubber polishing wheels

PAVONI COSTRUZIONI MECCANICHE S.R.L.

Via della Magliana, 1016 00148 ROMA Tel. 06/6535825 Fax 06/653825 costruzionipavoni@hotmail.com www.pavoni-costruzioni.com

Macchine per il taglio della pietra Stone-cutting machines

PEDRINI S.P.A. ad unico socio

Via Delle Fusine, 1 24060 CAROBBIO DEGLI ANGELI (BG) Tel. 035/4259111 Fax 035/4259286 info@pedrini.it www.pedrini.it

Produzione di macchinari per la lavorazione di marmo, granito e gres porcellanato Production of machinery for processing of marble, granite and granito ceramic tiles

PELLEGRINI MECCANICA S.P.A.

Viale delle Nazioni, 8 37135 VERONA Tel. 045/8203666 Fax 045/8203633 info@pellegrini.net www.pellegrini.net

PERISSINOTTO S.P.A.

Via Pascoli, 17 20090 VIMODRONE (MI) Tel. 02/250731 Fax 02-2500371 peris@pemo.com www.pemo.com

Pompe centrifughe Centrifugal pumps

Impianti per la resinatura di lastre e blocchi, sistemi automatici di movimentazione lastre e filagne, macchine speciali per la lavorazione di marmo e granito Vacuum resin-treating plants for marble and granite blocks and slabs, automatic handling system, production of marble and granite specialized machines

PRUSSIANI ENGINEERING S.R.L.

Via Luigi Galvani, 16 24061 - ALBANO SANT’ALESSANDRO (BG) Tel. 035/581444 Fax 035/4528235 info@prussiani.com www.prussiani.com

Costruzione frese e centri di lavoro a controllo numerico per la lavorazione di marmi e graniti Numerical control bridge saws and work centres for marble and granite

Sistemi robotici per la fresatura Robotic systems for milling

SAMPLA BELTING S.R.L. A MEGADYNE GROUP CO

Via delle Industrie, 6/12 20041 AGRATE BRIANZA (MI) Tel. 039/689601 Fax 039/650846-6057428 info@samplabelting.it www.samplabelting.it

Nastri trasportatori e cinghie di trasmissione per l’industria del marmo e granito Conveyor belts-driving belts

SIMEC S.P.A.

Via Enrico Fermi, 4 31030 CASTELLO DI GODEGO (TV) Tel. 0423/7351 Fax 0423/735256 info@simec.it www.simec.it

Gamma completa di macchine ed impianti ad alte prestazioni per la lavorazione del marmo, del granito e delle pietre agglomerate e artificiali Complete range of high performance machines and plants for processing marble, granite and agglomerate and artificial stones

Attrezzature nuove e usate per la lavorazione del marmo e del granito (pompe - teste leviganti macchine usate ecc.), lame diamantate, dischi diamantati, mole e foretti diamantati, assistenza e consulenza tecnica / New and used equipment for marble and granite working (pumps, smoothing heads, used machinery, etc.), diamond-coated blades, disks, grinders and rock drills, technical assistance and consultancy

PROMETEC S.R.L.

Via Dorsale, 13 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/79681 Fax 0585/796868 info@prometec.it www.prometec.it

Impianti completi per cave di marmo, granito e pietre ornamentali. Impianti a filo diamantato, sagomatrici automatiche. Perforazione automatica e idraulica Complete plants for marble, granite and dimensional stone quarries. Diamond wire plants, automatic contouring machines. Automatic and hydraulic drilling systems

QDESIGN S.R.L.

Via Aldo Moro, 27 56010 VICOPISANO (PI) Tel. 050/701047 Fax 050/712115 info@qdrobotics.com www.qdrobotics.com

SASSOMECCANICA S.R.L.

Via val Tiberina, 73 63037 PORTO D’ASCOLI (AP) Tel. 0735/650988 Fax 0735/657741 info@sassomeccanica.it www.sassomeccanica.it

SOCOMAC S.R.L.

Via G. Galilei, 11 Zona Artigianale Catena 37023 GREZZANA (VR) Tel. 045/8650200 Fax 045/8650202 info@socomac.it www.socomac.it

Costruzione e vendita di macchine per la lavorazione del marmo Production and selling of marble machinery

SO.F.I. S.R.L.

Via Canicarao, 42 97013 COMISO (RG) Tel. 0932/967511 - 968220 Fax 0932/968220 commerciale@sofisrl.com www.sofisrl.com

STEINEX S.R.L.

Viale Venezia, 86 38056 LEVICO TERME (TN) Tel. 0461/710500 Fax 0461/701049 info@steinex.com www@steinex.com

Macchine e impianti per la lavorazione a spacco di pietre Reliable machines and equipment to split all kind of stones

TABULARASA S.R.L.

V.le Scalo San Lorenzo, 40 00185 ROMA (RM) Tel. 06/45420272 Fax 06/45420511 info@tabularasa.com www.tabvlarasa.com

Utensili per la scultura, mosaico ed intarsio Stone carving tools, inlay and mosaic tools

Impianti di depurazione, filtropressa, macchine di aspirazione polveri Waste water reclycing plants, filter press, dust suction machines.

T&D ROBOTICS S.R.L.

Viale D. Zaccagna, 47 54033 - Marina di Carrara (MS) Tel. 0585/780917 Fax 0585/648927 info@tdrobotics.com www.tdrobotics.com

Linee di impianti robotizzati per la lavorazione dei materiali lapidei Robot-automated stone-working lines

T.C. TURRINI CLAUDIO S.R.L.

Via Francia, 4 37069 VILLAFRANCA DI VERONA (VR) Tel. 045/6302744 Fax: 045/6303435 info@tcturrini.com www.tcturrini.com

BYMEGADYNE

Lucidacoste, frese a ponte, lucidatrici continue Edge polishers, bridge saws, continuous polishers

TECNOIDEA IMPIANTI S.R.L.

Via Beato Angelico, 15 20052 MONZA (MI) Tel. 039/2020265 (r.a.) Fax 039/2023570 info@tecnoidea.it www.tecnoidea.it

Impianti depurazione acqua - trattamento fanghi Purify equipments

TECNOPORRO DI PORRO MICHELE & CO. S.A.S.

Via Catullo, Ang. Tang. Lotto 3 76123 ANDRIA (BA) Tel. 0883/262338 Fax 0883/262338 info@tecnoporro.com www.tecnoporro.com

Filtro pressa, filtro a sacchi, sistemi di aspirazione polveri, frantumatore e separatore Filter press, bags filter, dust sucking systems, crusher and separation system

TERZAGO MACCHINE S.R.L.

Via S. Rocco, 1 24060 SOLTO COLLINA (BG) Tel. 035/986717/705 Fax 035/980048 - 986600 terzagocommerciale@terzago.it www.terzago.it

Fresa a ponte CNC, tagliablocchi, lucidatrici per marmo, segatrici, bisellatrici, ricambi per gli stessi NC bridge sawing machines, block-cutters, marble polishing machines, sawing machines, chamfering machines and spare parts

VEM S.P.A.

Via Lago di Levico, 14 36015 SCHIO (VI) Tel. 0445/575955 Fax 0445/576357 vem@vem.it www.vem.it

Teste per levigatrici, teste per calibratrici, segatrici, pantografi Heads for polishing machines, heads for sizing machines, sawing machines, pantographs

WIRES ENGINEERING S.R.L.

Via Mario Franza, 1 10010 LESSOLO (TO) Tel. 0125/58783 - 58850 Fax 0125/58410 ammin@cofiplast.it www.cofiplast.it

Impianti per il taglio di graniti, marmi e pietre con filo diamantato Installations for cutting granite, marble and sotnes with diamond wire

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

C.so Sempione, 30 20154 MILANO info@assomarmomacchine.com www.assomarmomacchine.com

Associazione italiana Costruttori e Utilizzatori di macchine e attrezzature varie per la lavorazione delle pietre naturali Italian Association of manufacturers and users of machinery and other equipment for natural stone processing

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

UTENSILI DIAMANTATI DIAMOND TOOLS DIAMANTWERKZEUGE

GSV - DIAMANT S.R.L.

ATAL S.R.L.

Via Libero Grassi, 3/5/7 20056 TREZZO SULL'ADDA (MI) Tel. 02/90964116 Fax 02/90964096 info@atalgrafiti.com www.atalgrafiti.com

Grafite lavorazione e trasformazione Graphite working and processing

CO.FI.PLAST. S.R.L.

Via m. Franza, 1 10010 LESSOLO (TO) Tel. 0125/58783 - 58791 58654 Fax 0125/58410 ammin@cofiplast.it www.cofiplast.it

Fili diamantati per marmo e granito Marble and granite diamond wire

Utensili diamantati Diamond tools

ADI S.P.A.

V.le Dellâ&#x20AC;&#x2122;Economia 12/16 36016 THIENE (VI) Tel. 0445/360244 (r.a.) Fax 0445/366862 info@aditools.com www.aditools.com

BOART & WIRE S.R.L.

Via Concordia, 1 36024 NANTO (VI) Tel. 0445/1744139 Fax 0445/1744237 boartandwire@boartandwire.com www.boartandwire.com

Fili diamantati per marmo e granito Diamond wires for marble and granite

CIDIAM GROUP S.R.L.

Via Dante Alighieri, 7/B 29012 CAORSO (PC) Tel. 0523/822744 Fax 0523/822433 info@cidiam.com www.cidiam.com Produzione di utensili

Produzione di utensili diamantati per la lavorazione dei marmi, graniti, pietre e gres Production of diamond tools for the processing of marble, granite, stone and gres

DELLAS S.P.A.

Via Pernisa, 12 37023 LUGO DI GREZZANA (VR) Tel. 045/8801522 (r.a.) Tel. 045/8801212 Fax 045/8801302 info@dellas.it www.dellas.it

DIAMACCH S.A.S.

V.le Furio Camillo, 87/89 00181 ROMA Tel. 06/7843345 Fax 06/7851798 diamacch@tiscali.it www.diamacch.it

Utensili diamantati - macchine per la lavorazione di marmi - abrasivi Diamond tools - marble working machinery - abrasives

DIAMANT BOART

HUSQVARNA ITALIA S.P.A. Sede: Via Santa Vecchia, 15 23868 VALMADRENA (LC) Uff. amm.: Via Remato, 18 25017 MAGUZZANO DI LONATO (BS) Tel. 030/99171 - Fax 030/9917241 claudio.coletto@it.husqvarna.com www.diamant-boart.com

Fabbricazione prodotti abrasivi e utensili diamantati (lame, dischi, mole, foretti, fili diamantati) Production of abrasives and diamond tools (blades, discs, grinding wheels, drills, diamond wires)

DIAMANT-D S.P.A.

Via Palladio, 28/30 35010 S. GIORGIO IN BOSCO (PD) Tel. 049/5996755 (r.a.) Fax 049/5996401 diamant.d@interbussiness.it www.diamant-d.com

Costruzioni utensili diamantati Production of diamond tools

DIAMOND PAUBER S.R.L.

Via Aprilia, 5 54100 MASSA Tel. 0585/830425/26 Fax 0585/830000 info@diamondpauber.it www.diamondpauber.it

Produzione - montaggio - commercio di utensili diamantati Production - mounting - trade of diamond tools

DIAMOND SERVICE S.R.L.

Via G. Ungaretti, 2/A 29012 CAORSO (PC) Tel. 0523/822447 (r.a.) 821534 Fax 0523/822630 diamondservice@agonet.it www.diamondservice.it

Produzione utensili diamantati Production of diamond tools

DIATEX S.P.A.

Via Firenze, 4 36030 VILLAVERLA (VI) Tel. 0445/350338 (r.a.) Fax 0445/856542 info@diatex.it www.diatex.it

Utensili diamantati Diamond tools

D.WIRE S.R.L.

Via Dorsale, 13 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/600307 Fax 0585/600308 info@dwire.it primo@dwire.it www.dwire.it

Filo diamantato Diamond-wire

FILMS S.P.A.

Via Megolo, 49 28877 ANZOLA D'OSSOLA (VB) Tel. 0323/836386 Fax 0323/83089 info.films@omcd.it www.thebead.it

Perle diamantate (sinterizzate e hippate), fili diamantati gommati plastificati e montati a molle, inserti e punte fondo foro, filo plastificato per multifilo Sintered and isostatic diamond beads, plasticized and rubberised diamond wire, spring wire, inserts and down the hole hammer, plasticized wire for multiwire

GSV - DIAMANT S.R.L.

Viale XX Settembre, 177/d 54033 AVENZA CARRARA (MS) Tel. 0585/759228 Fax 0585/600315 info@filodiam.it

Filo diamantato Diamond-wire

IMS S.A.S.

Via Vittorio Emanuele, 103 12048 SOMMARIVA BOSCO (CN) Tel. 0172/54015 Fax 0172/54014 ims@ims.sh www.ims.sh

Porta utensili Tool holders

ITALDIAMANT S.P.A.

Via Montello, 34 - P.O. BOX 53 36034 MALO (VI) Uffici: Tel. 0445/580750 4 linee r.a. Fax 0445/580755 2 linee r.a. info@italdiamant.com www.italdiamant.com

Abrasivi diamantati, lame diamantate, dischi diamantati, frese, foretti, rulli Diamond -coated abrasives, blades and disks, cutters, rock drills, rollers

L.G. LAVORAZIONI GRAFITE S.R.L.

Via C. Battisti, 53 26842 CASELLE LANDI (LO) Tel. 0377/69021 Fax 0377/69351 amministrazione@lgonweb.com

Stampi ed elettrodi in grafite per la sinterizzazione - impianti ed accessori per il montaggio degli stampi in grafite Graphite moulds and electrodes for the sintering process - accessories and equipments for the assembling of graphite moulds

LUPATO MECCANICA S.R.L.

Via delle Arti e Mestieri, 3 33080 ROVEREDO IN PIANO (PN) Tel. 0434/924404 Fax 0434/592217 info@lupatomeccanica.com www.lupatomeccanica.com

Utensili per finiture grezze su marmi, pietre, graniti e cementi Tools for rough finishes on marble, stones

MBN NANOMATERIALIA S.P.A.

Via G. Bortolan, 42 31050 VASCON DI CARBONERA (TV) Tel. 0422/447311 Fax 0422/447318 rolli@mbn.it www.mbn.it

Leganti metallici in polvere per utensili diamantati Metal bond powders for diamond tools

MOLLIFICIO APUANO S.R.L.

Via Tinelli, 55 54100 MASSA (MS) Tel. 0585 834383 Fax 0585 834470 info@mollificioapuano.com www.mollificioapuano.com

Accessori per filo diamantato e attrezzature da cava Accesories for diamond wire and tools for quarry

NICOLAI DIAMANT S.R.L.

Via Dorsale, 13 Area Ex-Dalmine, Lotto 6B 54100 MASSA CARRARA (MS) Tel. 0585/ 79971 Fax 0585/799799 www.nicolaidiamant.com mail@nicolaidiamant.com

Produzione di utensili diamantati per la lavorazione di marmi, graniti, pietre, gres e vetro Production of diamond tools for the processing of marble, granite, stone, gres and glass

Accessori ed utensili per filo diamantato Diamond wire accessories and tools

S.D. DIAMANT

Via E. Cernuschi, 16 R 16161 GENOVA (GE) Tel. 010/7457000-011 R.A. Fax 010/7457178 sddiamant@sddiamant.it www.sddiamant.it

Utensili diamantati Diamond tools

SORMA S.P.A.

Via Don F. Tosatto, 8 30174 MESTRE (VE) Tel. 041/959179 - 959616 Fax 041/952071 info@sorma.net www.sorma.net

Produzione di utensili diamantati Production of diamond tools

PALMERIO - PAL S.R.L.

SINDIAM S.R.L.

Via Catagnina, 4 54100 MASSA CARRARA (MS) Tel. 0585/831336 Fax 0585/834216 info@palmerio.com www.palmerio.com

Zona Mercato, 12 85038 SENISE (PZ) Tel. 0973 584874 Fax 0973 584874 sindiam@tiscali.it www.sindiam.com

Utensili diamantati per marmo e granito, rulli calibratori, foretti diamantati Marble and granite diamond tools, gauging rollers, diamondtipper sinker drills

Filo Diamantato Diamond-wire

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

STELLA S.R.L.

Via Marconi, 26 21041 ALBIZZATE (VA) Tel. 0331/985787 Fax 0331/985803 info@stella-welding.com www.stella-welding.com

Leghe brasanti e disossidanti per la produzione di utensili per il taglio/lavorazione di marmo, pietra, cemento, asfalto e per la produzione di utensili da scavo, da trivellazione, da miniera Brazing alloys and fluxes for marble, stone, concrete, asphalt cutting/machining tools and for excavation, drilling and mining tools

TECI - DIV. REDAELLI TECNA S.P.A.

Via A. Volta, 16 20093 COLOGNO MONZESE (MI) Tel. 02/25307420 Fax 02/25307305 info@teci.it www.redaellitc.it www.teci.it

Funi speciali calibrate per fili diamantati per il taglio del marmo granito cemento armato Special calibrated ropes for Diamond Wires for Stone Industry

T.R.E.D. S.R.L.

P.zza Amenduni, 13/14 Z.I. 70037 RUVO DI PUGLIA (BA) Tel. 080/3601675 Fax 080/3612800 info.tred@tin.it www.tre-d.it

Utensili diamantati elettrodepositati per macchine manuali e CNC Electroplated diamond tools for manual and CNC machines

TYROLIT VINCENT S.R.L.

Via Dell’Elettronica, 6 Z.I. 36016 THIENE (VI) Tel. 0445/359911 Fax 0445/370842 info.it@tyrolit.com www.tyrolit.com

Dischi e lame diamantate, filo diamantato, utensili per la levigatura e lucidatura del marmo, granito e agglomerati Diamond linear and circular blades, diamond wire, diamond tools for grinding and polishing marble, granite and agglomerated stone

U.SA.DI. 2 S.R.L. UTENSIL SARDA DIAMANT TOOLS

V.le Monastir Km 10 Trav. Via “SA Cantonera” 09028 SESTU (CA) Tel. 070/22166 - Fax 070/7323396 usadi@tiscali.it www.usadi.com

Produzione utensili diamantati Production of diamond tools manufacture

WINOA ITALIA S.P.A.

Via Como n. 1 20834 NOVA M.SE (MB) Tel. 039/2200913 Fax 039/2200963 winoaitalia@wabrasives.com www.wabrasives.com/it/

Graniglie metalliche per segagione granito Steel grit for granit cutting

ABRASIVI, LUCIDANTI, MASTICI& ACCESSORI LAPIDEI ABRASIVES POLISHING, MATERIALS ADHESIVES & ACCESSORIES SCHLEIFMITTEL POLIERMITTEL, FUGENDICHTSTOFFE & ZUBEHÖR ABRA IRIDE S.R.L.

Via E. Minato, 28 31039 RIESE PIO X (TV) Tel. 0423/453737 Fax 0423/453745 info@abrairide.com www.abrairide.com

Abrasivi per la levigatura e la lucidatura del marmo e marmo agglomerato Abrasives for grinding and polishing of marble and agglomerated marble

ABRASIVI ADRIA S.R.L.

Via dell’Industria, 63 37010 S. Ambrogio V.LLA (VR) Tel. 045/6861311 - 6860324 Fax 045/6860323 info@abrasiviadria.com www.abrasiviadria.com

Abrasivi e lucidanti per marmi, graniti, agglomerati - Taglierine e levigatrici Production of abrasives and polishing stones for marble, granite, agglomerated - Polishing and shearing machines

B-CHEM S.N.C. di Bernardi Maurizio & C. S.N.C.

Via Enzo Ferrari, 25 62012 CIVITANOVA MARCHE (MC) Tel. +39.0733.801444 Fax +39.0733.801062 info@b-chem.net www.b-chem.net

Produzioni mastici, resine, cere, lucidanti, protettivi ed abrasivi Production of mastics, glues, abrasives, polishing, waxes protectives for marble, stone, granite, concrete and agglomerated-marble

C. BESATI & C. S.R.L.

Via Paracelso, 26 20041 AGRATE BRIANZA (MB) Tel. 039/6058065 Fax 039/6058081 carlobesati@besati.it www.besati.it

Carburo di silicio - Graniglia metallica per taglio blocchi granito - Mole diamantate Silicon carbide - Steel grit for marble cut - Diamond wheels

CHIM-ITALIA GROUP S.R.L.

Via Colletta, n. 14 42124 REGGIO EMILIA (RE) Tel. 0522/927218 Fax 0522/272791 info@chim-italiagroup.eu www.chim-italiagroup.eu

Mastici per marmo e affini Mastics for marble

CIGIESSE S.R.L.

Contrada Fiorano, 6/B 63065 RIPATRANSONE (AP) Tel. 0735/90655 Fax 0735/907228 info@abrasivicigiesse.it www.abrasivicigiesse.it

Mole abrasive a tazza Grinding cup wheels

DUNA CORRADINI S.P.A.

Via Carpi – Modena 388 41019 SOLIERA (MO) Tel. 059/893964 Fax 059/565403 marta.brozzi@dunagroup.com www.dunagroup.com

Resine epossisiche per marmi e graniti Marble and granite resins

ELANTAS EUROPE S.R.L.

Str. Antolini, 1 43044 COLLECCHIO (PR) Tel. 0521/304777 Fax 0521/804410 em.elantas.europe@altana.com www.elantas.comt

Formulazione resine sintetiche Formulating syntetic resins

FABER CHIMICA S.R.L.

Loc. Campo d’Olmo 60044 FABRIANO (AN) Tel. 0732/627178 (r.a.) Fax 0732/22935 www.faberchimica.com info@faberchimica.com

Prodotti per la cura delle pietre naturali e di altri materiali Products for the care of stone and other materials

FILA INDUSTRIA CHIMICA S.P.A.

Via Garibaldi, 58 35018 SAN MARTINO DI LUPARI (PD) Tel. 049/9467300 Fax 049/9460753 fila@filachim.it www.filachim.com

Cere, detergenti, protettivi per il trattamento e la manutenzione di tutte le superfici Waxes, cleaning agents, protectives for all the surface treatments

ILPA ADESIVI S.R.L.

Via G. Ferorelli, 4 z.i. 70123 BARI Tel. 080/5383837 Fax 080/5377807 ilpasrl@ilpa.it www.ilpa.it

Produzione di mastice per marmo e di prodotti professionali per la lucidatura, la pulizia e la cura dei materiali lapide e litoidi Production of mastic for marble, professional products for polishing, clearing, care of stone anf granite

INDUSTRIA CHIMICA GENERAL S.R.L.

Via Repubblica S. Marino, 8 Zona Ind. Nord 41100 MODENA Tel. 059/450991-450978 Fax 059/450615 mail@generalchemical.it www.generalchemical.it

Mastici, abrasivi, lucidanti, dischi diamantati, protettivi e sigillanti, cere etc. Mastics, abrasives, polishing agents, diamond circular saws, protectives and sealings products, waxes, etc.

INDUSTRIA CHIMICA REGGIANA I.C.R. S.P.A.

Via Mario Gasparini, 7 42124 REGGIO EMILIA Tel. 0522 517803 Fax 0522 514384 icr@icrsprint.it www.icrsprint.it

Stucco, mastice, prodotti per trattamento superficiale Putty, mastic, surface treatment products

ISEP S.R.L.

Via Della Liberazione, 848 41018 SAN CESARIO SUL PANARO (MO) Tel. 059/936373 Fax 059/930838 info@isep.it www.isep.it

Mastici, prodotti chimici, prodotti chimici per il restauro, protettivi Epoxy and polyurethans systems for marble and granite

LUNA ABRASIVI S.R.L.

Via Pratolino loc. Boettola 19020 VEZZANO LIGURE – LA SPEZIA Tel. 0187997506 – 07 Fax 0187997344 – 997508 lunabra@tin.it www.lunabrasivi.it

Produzione abrasivi e utensili diamantati per marmo, granito e ceramica Abrasives and diamond tolls production for marble, granite and ceramic

MAPEI S.P.A.

Via Cafiero, 22 20158 MILANO (MI) Tel. 02/376731 Fax 02/37673214 mapei@mapei.it www.mapei.com

Adesivi, sigillanti, prodotti chimici per edilizia Adhesives, sealers, chemical products for the building industry

MATTHEWS INTERNATIONAL S.P.A.

Via Martiri della Libertà, 71 43052 COLORNO (PR) Tel. 0521/815801 Fax 0521/816777 b.pizzetti@caggiati.it www.caggiati.it

Fonderia d’arte Art castings

NEW POLARIS LUX S.R.L.

Via C. Fiorillo, 5 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/834553 Fax 0585/837004 polarisabrasivi@newpolarislux.it www.newpolarislux.it

Abrasivii Abrasives

PAG ABRASIVES S.R.L.

Via Conturli, 51/a 16042 CARASCO (GE) Tel. 0185 350741 Fax 0185 350102 info@pagabrasives.com www.pagabrasives.com

Abrasivi e lucidanti per marmo. Abrasives & polishing stones for marble.

SUPER SELVA S.R.L.

Via Trento, 27 37030 SELVA DI PROGNO (VR) Tel. 045/7847122 Fax 045/7847032 info@superselva.it www.superselva.it

Produzione abrasivi ed affini Production of abrasives

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

MEMBERS

STEP S.R.L.

Via Monte Tomba, 2 b 37142 VERONA (VR) Tel. 045/8989661 Fax 045/8701350 info@stepservizi.com www.stepservizi.com

Levigatura e lucidatura pareti verticali ed orizzontali, marmo, granito, cemento Smoothing and polishing vertical and horizontal surfaces in marble, granite and cement.

VEZZANI S.P.A.

Via Maresciallo Tito, 3 42020 MONTECAVOLO DI QUATTROCASTELLA (RE) Tel. 0522/880844 Fax 0522/880544 vezzani@vezzani.it

Fusioni d’arte e produzione accessori lapidei in acciaio, bronzo, porcellana Art - castings and production of steel, bronze and porcelain accessories

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

TENAX S.P.A.

Via I Maggio, 226 37020 VOLARGNE (VR) Tel. 045/6887593 Fax 045/6862456 www.tenax.it tenax@tenax.it

Abrasivi, mastici, lucidanti Abrasives, mastics, polishing agents

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

C.so Sempione, 30 20154 MILANO info@assomarmomacchine.com www.assomarmomacchine.com

Associazione italiana Costruttori e Utilizzatori di macchine e attrezzature varie per la lavorazione delle pietre naturali Italian Association of manufacturers and users of machinery and other equipment for natural stone processing

CONSULENZA TECNICA E SERVIZI CONSULTANTS AND SERVICES TECHNISCHE BERATUNG DIENSTLAISTUNGEN ABET LAMINATI S.P.A.

Viale Industria, 21 12042 BRA (CN) Tel. 0172/419581 Fax 0172/431571 danilo.bignante@abet-laminati.it www.abet-laminati.it

Produzione laminati plastici decorativi Production of decorative laminates

CEL COMPONENTS S.R.L.

Via Cà dell'Orbo Sud, 4 40055 CASTENASO (BO) Tel 051/782505 Fax 051/782477 info@cel.eu www.cel.eu

Alluminio alveolare e pannelli sandwich Aluminium honeycomb and sandwich panels

GEMINI S.R.L.

Via Cenisio, 50 20154 Milano gemini.sede@gmail.com

Servizi integrati per le imprese Integrated services for businesses

MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Società a Socio Unico

C.so Sempione, 30 20154 MILANO info@assomarmomacchine.com www.assomarmomacchine.com

Servizi per le imprese Services for businesses

SCHNEIDER ELECTRIC S.P.A.

Via Circonvallazione Est, 1 24040 STEZZANO (BG) Tel. 049/8062866 Fax 035/4061411 alessandro.vallini@schneiderelectric.com www.schneider-electric.it

Prodotti di distribuzione elettrica e di automazione industriale Products for electric power distribution and industrial automation

GEOM. ALFREDO ARNABOLDI

ADERMA S.R.L.

Via Dante, 66 20078 TURATE (CO) Tel 02/96480721 Fax 02/9682795 info@adermasrl.it gl@gllocatelli.it www.adermalocatelli.it

Facciate ventilate Ventilated façades

CET SERVIZI S.R.L. Ricerca e Sviluppo

Via Secchiello, 7 38060 ISERA (TN) Tel. 0464/486344 Fax 0464/400168 info@cet-servizi.it www.cet-servizi.it

Servizi, prove materiali Service, material test

GEOM. ALFREDO ARNABOLDI

Via Adige, 14 20813 BOVISIO MASCIAGO (MB) alfredo.arnaboldi@geopec.it

PORRO GIACOMO

PORRO GIACOMO

STUDIO NOVARIO

STUDIO DI CONSULENZA LEGALE E TRIBUTARIA AVV. EUGENIO NOVARIO

Via Marchese Pagani, 14 22070 ROVELLO PORRO (CO) Tel. 02/96750185 giacomo.porro@libero.it giacomo.porro@alice.it www.exploitingstone.com

B.do Quintino Sella, 22 20100 NOVARA Tel. 0321 32324 Fax 0321 399328 novariolegal@tin.it

Assistenza tecnica, consulenze, perizie, servizi per l’industria del marmo Consultants and services for stone industry

Studi geologici e minerari per minerali industriali e materiali lapidei Geological and mining surveys for industrial minerals and dimensional stones

Consulenza legale e tributaria Legal and tributary advice

Il logo per tutti i produttori e trasformatori italiani di materiali lapidei autenticamente naturali. Hanno già scelto PIETRA AUTENTICA:

ARDESIA MANGINI • B-STONE DI LUIGI BUZZETTI • BERTI SISTO & C. INDUSTRIA PIETRA SERENA • CALUBINI • CAPPELLINI ALFREDO • CAVE GAMBA • CAVE MARMI VALLESTRONA • CONS. PROD. MARMO BOTTICINO CLASSICO • COOP. OPERAI CAVATORI DEL BOTTICINO • CRAGLIA MARMI VERONA • DANSK • DAVIL TRAVERTINI • DOMO GRANITI • DURIUM • ELLE MARMI • FRATELLI MONCINI • FENT MARMI • FIBRA • G.B. BASALTITE • GRANITAL SIENA • GRANITMARMI • G.V. OROSEI MARBLE • IDM INDUSTRIA DEL MARMO • INDUSTRIA MARMI ALBERTI • INTERNATIONAL SLATE COMPANY • LA QUADRIFOGLIO MARMI E GRANITI • LANDI GROUP • LAVAGNOLI MARMI • LCM • M.M.G. MARMI MARIOTTI GRANITI • MARCO POLO STONE GROUP • MARMI BRUNO ZANET • MARMI COLOMBARE • MARMI E GRANITI D’ITALIA • MARMI E GRANITI VEZZOLI CARLO • MARMI GHIRARDI • MARMI GRANITI BRESSAN • MARMI PAGANESSI EMILIO • MASTROPASQUA VINCENZO • MAZZOLENI ALBERTO DI GIOVANNI • NAMCO CO. • NIKOLAUS BAGNARA • ODONE ANGELO • OCCHIPINTI&CORALLO • PETRA DESIGN • PICCINI MARMI PREGIATI • PIETRE SANTAFIORA • PINZONI ITALO • QUERCIOLAIE RINASCENTE • RANIERI PIETRA LAVICA • RASTONE • RT CAVE • S.I.T.E.M. • SALVINI MARMI • SARDEGNA MARMI • SCHENATTI • SERPENTINO E GRANITI • UBERTI MARMI • VIZA CANOVA GROUP • VUILLERMIN GUALTIERO • WORLD GRANITE Le Aziende interessate all’ottenimento del marchio possono richiedere il modulo d’adesione all’indirizzo: direzione@assomarmomacchine.com; info@assomarmomacchine.com

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


Sardegna Marmi. Art from the heart of Sardinia.

Marmomacc 2016, 28 settembre - 1 ottobre, Verona, Italy. Pad. 6 Stand C3

The heart of Sardinia


SEGUE INSERTO FRACCAROLI & BALZAN


:DVWHZDWHUUHF\

Fraccaroli & Balzan Spa

Via Ospedaletto, 113 - 37026 Pescantin tel. +39 045 6767309 - fax +39 045 676

info@fraccarolibalzan.it www.fraccarolibalzan.it


\FOLQJSODQWVDQGÈ´OWHUSUHVVHVIRUWKHVWRQHLQGXVWU\

na (Verona) - Italy 67410

Marmo Macchine International n. 94  

Luglio/Settembre 2016

Marmo Macchine International n. 94  

Luglio/Settembre 2016