__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

97

CASE-HISTORY/CASE-HISTORY

MERCATI E STATISTICHE/MARKETS AND STATISTICS

PROMOTION 2017

THE GLOBAL VOICE OF THE NATURAL STONE SECTOR

Marmomacchine Servizi Srl - Corso Sempione 30 - Milano 20154 - ITALY - Trimestrale - Poste Italiane Spa - Sped. in A.P. D.L. 353/03 (conv. in L. 27.02.04, n° 46), art. 1, c. 1, - LO/MI - Aprile / Giugno 2017 - Anno 25°

NEWS SETTORIALI/SECTOR NEWS

www. s a g eva n m a r m i .co m


:DVWHZDWHUUHF\F

Fraccaroli & Balzan Spa Via Ospedaletto, 113 - 37026 Pescantina (V tel. +39 045 6767309 - fax +39 045 676741

info@fraccarolibalzan.it www.fraccarolibalzan.it


F\FOLQJSODQWVDQGÈ´OWHUSUHVVHVIRUWKHVWRQHLQGXVWU\

ntina (Verona) - Italy 6767410


igus the-chain ... Semplicemente energia in movimento ®

Lo specialista contro le polveri abrasive

... forte e sicura: catena portacavi con guarnizione integrata Leggera ed accessibile: catena portacavi E4.64L con 64 mm di altezza interna. La struttura con guarnizione integrata fa sì che la polvere anche sottile non si insinui tra i denti di fermo e blocchi il raggio di curvatura. I traversini sono apribili da entrambi i lati, garantendo un riempimento rapido e facile. Funzionamento continuo e di lunga durata nelle macchine per la lavorazione del marmo. Maggiori informazioni su igus.it/E4.64L

Da 25 anni cavi altamente flessibili per uso dinamico nelle più diverse applicazioni ... ®

3 anni di garanzia su tutti i cavi chainflex www.chainflex.it

Testati: cavi chainflex che durano altrimenti ti rimborsiamo! ®

Garanzia unica nel suo genere per tutti i cavi igus 36 mesi o 10 milioni di cicli (5 milioni per la gamma chainflex M). Durata prevedibile grazie al più ampio laboratorio in ambito industriale per cavi in posa mobile (2750 m ) - oltre 700 test in contemporanea con 2 miliardi di corse annue. Maggiori informazioni su igus.it/Garanzia ®

di 36 mesi garanzia plastics for longer life

®

®

2

igus Srl Via delle Rovedine, 4 23899 Robbiate (LC) Tel. 039-5906-1 igusitalia@igus.it ®

IT-1058+1074-E4 Marmor+CF 207x290 indd 1

30 03 16 10:11


BUCINE BLUESTONE® PIETRA EXTRA DURA DEL BUCINE® FROM TUSCANY

BERTI SISTO & C

represented in USA and CANADA by

12240 SW 53rd Street, Suite 507 - Fort Lauderdale, FL 33330 Ph: + 1 954 252 9989 - info@creativetilemarketing.com


Boart & Wire e, a company specialized in th he pro oduction of diamond toolss with a worldwide leade ership in the multiwire e ap pplication, was fo ound ded in n 2005 and curre rre ently is work king with major man nufacture ers of machiner ery fo for prro ocessing marble an nd gra a e. anit

Nowadays iss one of the leading international i compan nies in production of diamond wire, blades and circular bllades for cutting stone and it alllows h hundr eds of customers all over the world to benefit from un nbeatable performanc o e in a single solution. Bo oart & Wire offers a complete prroduct range: diamond d wire and diamond circular blad des for marble and granite and diamond d blades. B rt & Wir Boart i e provides id an high hi h quality qualli products d and d a qualified lifi d technic h i all staff ff abl ble to foll llow the he custom o rs sinc ome s e the first phas ase of installation. llatio tion. The mai main p production n site iss continuously expanding xpand di g over ding er the years, strengthen ening their production oduc with branches anche in strategic areas such as Brazil, In India, dia, Taiwan a an nd Argentina.

ITAAL IT ALYY

Far ara Vicen cen entino

IND IND IN NDIA D

B g lore Bangalor

BRASILL Vitรณriaa

ARGENTIN AR G GENTINA NNAA B enos Ai Bue Buenos Air ires e

Via Astico 40 - 36030 Fara Vicentino (VI) - ITTAL ALY Teel. +39 0445 1744139 - Fax +39 0445 1744237

www.boartandwire.com

TAIWAN TA WAN Huaalien


MU ULTIWIRE MOONOWIRE QUARRY BLADE CIRCULAR BLADE


contents 012 Newsbook

NOTIZIE ED EVENTI DAL MONDO DEL MARMO. NEWS AND EVENTS FROM THE WORLD OF STONE.

121 Case-History Donatoni Macchine Atlas Copco BM Nicolai Diamant Pedrini T&D Robotics Landi Group Breton Pellegrini Hypertherm

97

Marmomacchine International is published quarterly by Marmomacchine Servizi Srl Corso Sempione 30 - Milan 20154 - ITALY Tel. + 39 02 315360 - Fax + 39 02 315354 E-mail: info@assomarmomacchine.com

THE GLOBAL VOICE OF THE NATURAL STONE SECTOR

Marmomacchine Servizi Srl - Corso Sempione 30 - Milano 20154 - ITALY - Trimestrale - Poste Italiane Spa - Sped. in A.P. D.L. 353/03 (conv. in L. 27.02.04, n° 46), art. 1, c. 1, - LO/MI - Aprile / Giugno 2017 - Anno 25°

APRILE-GIUGNO 2017

www. s a g eva n m a r m i .co m

Managing editor: Flavio Marabelli info@assomarmomacchine.com Editorial staff: Arch. Raimondo Lovati direzione@assomarmomacchine.com Pasqualino Pietropaolo info@assomarmomacchine.com

140 Partecipazioni fieristiche Fairs participations Stone Industry Irse Cambodia Architect & Decor Myanmar Build & Decor Swissbau

Advertising office: Donatella Alzetta alzetta@assomarmomacchine.com Mattia Codazzi m.codazzi@assomarmomacchine.com Accountancy office: Elisa Cavalmoretti amministrazione@assomarmomacchine.com English translation: Chama Armitage Rogate

154 Carrarafiere Informa Carrarafiere News

Ottimi risultati per le iniziative di imm a favore del comparto lapideo Apuo-Versiliese. Dopo la felice conclusione della mostra “La Luce Del Marmo” al Fuorisalone milanese, arriva dal 10 al 18 giugno “White Carrara Downtown”. / Excellent results for the imm’s initiatives for the Apuo-Versilian stone district. After the successful conclusion of the exhibition “La Luce Del Marmo” at the Fuorisalone in Milan, from 10 to 18 june there is “White Carrara Downtown”.

158 Convenzioni Associative

Associative conventions

164 Members

Elenco degli Aderenti a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE. List of the Members of the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Association.

Graphic design and typesetting: Negro Stefano info@studio-grafico-negro-stefano.it Printing: Fotolito Star (Bergamo) All rights for any form of reproduction or translation of content are reserved. The reproduction of an article or of part of it without the consent of the publisher is forbidden. Any manuscripts, photographs or other material received will not be returned even if published. The publisher assumes no responsibility for opinions expressed in editorial articles or advertisements. Articles in standard type / Advertising features in italics. Marmomacchine Servizi s.r.l. under Article 2 paragraph 2 of the Code of Ethics relating to the processing of personal data in the exercise of journalism, disclose the existence of a database of personal editorial use at headquarters in

Front Cover: La Sa.Ge.Van. Marmi commercializza e valorizza, trasformandoli nello stabilimento di Avenza-Carrara, tutti i marmi bianchi e “colorati” della società Gemignani & Vanelli Marmi estratti nella cava Calocara A-102 di Carrara. Le due aziende, autonome e distinte sul piano imprenditoriale, sono espressione di uno stesso nucleo familiare.

In their Avenza-Carrara factory, Sa.Ge.Van. Marmi markets and processes all the white and “coloured” marbles of the Gemignani & Vanelli Marmi company extracted from the Calocara A-102 Quarry in Carrara. The two companies, which are distinct and fully autonomous, actually belong to the same family group. SA.GE.VAN. MARMI SRL Viale Zaccagna 6 54033 CARRARA (MS) TEL: 0585 855485 FAX: 0585 55692 P.IVA e CF: 00667650451 e.mail: com@sagevanmarmi.com Milan, in Corso Sempione 30. Those interested can contact the owner of data processing at the above place to exercise the rights provided by Law No 675/96. Postage A.P. - 45% - art. 2 comma 20/b legge 662/96 - Milan Authorization n. 14, 16-01-93 High court of Milan National Press Register n. 2993 (9-1-1991) “Periodicals postage is paid at Rahway, N.J. MARMOMACCHINE INTERNATIONAL USPS No.: 017-157 is published in March, June, September, December by MARMOMACCHINE SERVIZI SRL Annual subscription rate: euro 5,00.

ATAL ...............................................79

DONATONI MACCHINE .....................57

MARBLE FAIR................................120

ROCALIA .......................................115

ATLAS COPCO..................................85

ELANTAS .........................................81

MARINI QUARRIES GROUP ................23

SA.GE.VAN .................................I COV.

BERTI SISTO......................................1

FIBRA..............................................67

MARMOMAC....................................93

SARDEGNA MARMI S.IM.IN. ..........176

BM................................................152

FILA ................................................55

MARMI BRUNO ZANET ....................95

SCHNEIDER ELECTRIC ...................105

FRACCAROLI & BALZAN ......RISG. ANT.

MARMI GHIRARDI ...........................19

SIMEC ........................................45,47

FRANCHI UMBERTO MARMI.........IV COV.

MARMI LAME..................................37

STONA FAIR ..................................153

FSE.....................................................111

NICOLA FONTANILI .........................6,7

STONE INDUSTRY FAIR..................109

GMM ..........................................25,27

NICOLAI DIAMANT...........................15

TC TURRINI......................................53

HYPERTHERM .................................71

OFF. MECCANICHE GARRONE...........87

T&D ROBOTICS................................89

COBANLAR ........................................5

IGUS..........................................II COV.

PALMERIO.......................................91

TENAX.............................................69

CO.FI.PLAST ....................................63

IRSE FAIR......................................151

PEDRINI .........................................8,9

TOSCO MARMI ...........................10,11

C.M.S. ...........................................107

LANDI GROUP..................................29

PELLEGRINI.....................................35

VITORIA STONE FAIR .....................117

DIMPOMAR .....................................61

LASER PRODUCTS ...........................77

PROMETEC.................99,100,101,102

XIAMEN STONE FAIR ................III COV.

BOART AND WIRE ..........................2, 3 BONOTTI MARMI .............................41 BRETON...........................................17 CALLACHE..................................49,50 CAMBRIA ......................................119 CLASSIC MARBLE COMPANY...........73

advertisers


             ! "#$% & '' ' ()*+,#-.

  

  

    


We are in Hall 9 - V2


graphics design www.studiomilani.eu


NOTIZIE ED EVENTI DAL MONDO DEL MARMO NEWS AND EVENTS FROM THE WORLD OF STONE

12

a cura di Raimondo Lovati, Pasqualino Pietropaolo e Flavio Marabelli

OTTO NUOVE AZIENDE HANNO SCELTO DI ADERIRE A CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

EIGHT NEW COMPANIES JOIN CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

More and more companies are joining CONFINDUSTRIA Continua a crescere e rafforzarsi la base associativa di CONFINMARMOMACCHINE, the Confindustria association of refDUSTRIA MARMOMACCHINE, Associazione Confindustriale di rierence for the Italian stone and techno-stone industry. In ferimento per il settore lapideo e tecno-marmifero italiano. Sono fact, another eight joined in just the past two months: infatti otto le nuove Aziende che sono entrate a far parte della • ABICHEM, Marcellinara (CZ) compagine Associativa negli ultimi due mesi: • ANTOLINI LUIGI E C., Sant'Ambrogio di Valpolicella (VR) • ABICHEM di Marcellinara (CZ) • CERESER MARMI, Verona • ANTOLINI LUIGI E C. di Sant'Ambrogio di Valpolicella (VR) • DOMUS MARMI, Villalba di Guidonia (RM) • CERASER MARMI di Verona • I.T.C. ITALIAN TOP CLASS, Coriano (RN) • DOMUS MARMI di Villalba di Guidonia (RM) • ITALIAN STONE GROUP, Montichiari (BS) • I.T.C. ITALIAN TOP CLASS di Coriano (RN) • SOCIETÀ DEL TRAVERTINO ROMANO, Rome • ITALIAN STONE GROUP di Montichiari (BS) • TECHNOTRADE, Livorno • SOCIETÀ DEL TRAVERTINO ROMANO di Roma These new memberships – already thirteen in just the • TECHNOTRADE di Livorno first four months of 2017 – confirm the association’s Le nuove adesioni - già tredici solo nei primi quattro mesi del continual growth in recent years, attesting to the increas2017 - confermano la continuità del processo di crescita della base Associativa degli ultimi ing confidence companies anni, a testimonianza di una have in the association’s sempre maggiore fiducia delle role as a useful tool supAziende nel ruolo dell’Associaporting the interests of the zione quale utile strumento a whole Italian ornamental sostegno degli interessi del stone and allied technology ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE MEMBER comparto lapideo italiano. industry.


INTERNAZIONALIZZAZIONE COMPARTO MARMIFERO E TECNO-LAPIDEO ITALIANO: ATTIVITÁ FIERISTICA CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE 2017/2018

INTERNATIONALIZING THE ITALIAN STONE AND TECHNO-STONE SECTOR: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE’S TRADESHOW WORK FOR 2017/2018

Nell’ambito dell’attività Associativa di organizzazione e gestione delle partecipazioni aziendali alle principali manifestazioni fieristiche internazionali di interesse per il comparto marmifero e quelli complementari, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - da più di vent'anni a fianco delle imprese italiane sui mercati di tutto il mondo - ha definito il calendario degli eventi fieristici settoriali ai quali l’Associazione sarà presente nel secondo semestre 2017 e nel primo semestre 2018 con una propria Area Collettiva MARMOMACCHINE o attraverso uno stand Istituzionale/meeeting-point Italia. Il programma delle manifestazioni che vedranno coinvolta l’Associazione accano alle Imprese italiane prevede per i prossimi mesi i seguenti appuntamenti:

In the context of the association’s organization and management of company exhibits at the main international events of interest to the stone and allied sectors. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE – for more than twenty years alongside Italian companies on markets around the world – has defined the calendar of sector shows at which itwill be present in the second half of 2017 and first half of 2018 with its own collective MARMOMACCHINE area and official stand/Meeting Point Italia. The events at which the association will be exhibiting alongside member companies in coming months are as follows:

2017 WORLD STONE FAIR INDOBUILDTECH - Jakarta, Indonesia

17-21 maggio

MIDDLE EAST STONE - Dubai, Emirati Arabi Uniti

22-25 maggio

VITORIA STONE FAIR - Vitoria, Brasile

6-9 giugno

CAMBODIA ARCHITECT & DECOR - Phnom Penh, Cambogia STONE INDUSTRY - Mosca, Russia

8-10 giugno 27-30 giugno

IRSE - Teheran, Iran

10-13 luglio

MARMOMAC - Verona, Italia

27-30 settembre

MYANMAR BUILD & DECOR - Yangon, Myanmar STONE FAIR TOKYO - Tokyo, Giappone

5-7 ottobre 15-17 novembre

2018 SWISS BAU - Basilea, Svizzera

16-20 gennaio

STONA - Bangalore, India

7-10 febbraio

STONE+TEC - Norimberga, Germania

13-16 giugno

Attraverso il presidio delle principali piattaforme espositive internazionali e un servizio “chiavi in mano” - che consente una partecipazione efficace ad aziende di ogni dimensione e tipologia merceologica - CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE si propone infatti quale imprescindibile partner professionale per le aziende italiane del settore lapideo e di quelli collegati nello strategico segmento dell’internazionalizzazione. Ogni informazione in merito alla possibilità di partecipazione agli eventi in cui l’Associazione organizza una collettiva di Imprese possono essere richiesti all'Ufficio Fiere dell'Associazione.

By participating in the main international shows, and with a “keys-in-hand” service that offers companies of every size and commodity type efficacious displays, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE is, in fact, an indispensable professional partner for Italian companies in the stone and stone technology sectors in the strategic field of internationalization. All information about exhibiting at the events at which the association organizes a group show can be requested from its Events Office.

13


14

STRATEGIE AZIENDALI: PRIORITÀ ACQUISIRE O FIDELIZZARE CLIENTI?

CORPORATE STRATEGIES: IS THE PRIORITY ACQUIRING CUSTOMERS OR GAINING THEIR LOYALTY?

Meglio puntare sull’acquisizione di nuovi clienti o fidelizzare adeguatamente quelli esistenti? L’eterna domanda che si pone ogni direttore commerciale potrebbe avere una prima ma non esaustiva risposta dai costi che comporta l’una o l’altra opzione. Secondo alcuni studi infatti il costo di fidelizzazione è inferiore rispetto a quello di acquisizione, da 5 a 25 volte. Prioritario, dunque, è dare vita a una strategia di promozione e fidelizzazione dei clienti esistenti, dato che a causa della concorrenza sempre più aggressiva, i costi di acquisizione di un nuovo cliente sono saliti alle stelle.

Is it best to bet on acquiring new customers or making existent ones loyal? The eternal question that every business manager asks could have an initial but not exhaustive answer from the costs that each option entails. In fact, according to a number of studies, gaining customer loyalty costs less than acquiring them, 5 to 25 times less. So the priority is creating a strategy of promoting and gaining the loyalty of existing customers since, because of increasingly fierce competition, the costs of acquiring a new customer have soared.

STATUS DI ECONOMIA DI MERCATO ALLA CINA: ULTIMI SVILUPPI

MARKET ECONOMY STATUS FOR CHINA: THE LATEST DEVELOPMENTS

Com’è noto uno dei dossier più caldi in materia di commercio internazionale è la concessione dello status di economia di mercato alla Cina e la proposta legislativa UE in materia. L’iter è stato avviato il 9 novembre scorso con la presentazione di un testo normativo da parte della Commissione europea, volto a modificare l'attuale Regolamento antidumping nella parte riguardante la metodologia di calcolo del dumping e proprio in queste settimane è in corso il dibattito tecnico nell'ambito dei Gruppi di lavoro del Consiglio sulla base di un fitto calendario di incontri che dovrebbe portare a un accordo politico su un testo di compromesso tra i vari membri UE già in occasione del Consiglio Affari Esteri di metà maggio. In vista di tali passaggi dell'iter di approvazione, Confindustria ha trasmesso a governo ed altri interlocutori istituzionali nazionali ed europei un documento di osservazioni su contenuti e principali criticità della proposta. È, inoltre, in via di finalizzazione un documento di posizione comune in ambito Businesseurope. Nel frattempo la Cina ha avviato lo scorso 12 dicembre un contenzioso contro l'UE e gli USA. Trascorsi i 60 giorni previsti per la fase preliminare di consultazioni, il 9 marzo scorso la Cina ha richiesto inoltre la costituzione di un panel su cui il WTO si è pronunciato agli inizi di aprile, dando formalmente avvio alla controversia UE - Cina.

As we know, one of the hottest issues currently in international trade is granting market economy status to China and the EU law bill regarding this. Procedures for passing it began last November with presentation of a text by the European Commission proposing changes to the current anti-dumping regulation in the part concerning dumping calculation methods, and technical discussion is now underway among the Council’s work groups in a heavy calendar of meetings that should lead to a political agreement on a compromise text between the various EU members at the foreign affairs ministries meeting on trade in mid-May. In view of these steps in the approval process, Confindustria sent the Italian government and other official Italian and European partners a document with comments on the content and main critical points of the proposal. Also about to be finalized is a common position document in the BusinessEurope context. In the meantime, last December 12 China filed a lawsuit against the EU and the US. After the 60 days foreseen for the preliminary phase of consultations, on March 9 China also demanded that a panel be set up, on which the WTO ruled in early April, formally opening the EU-China controversy.


UE E TURCHIA SEMPRE PIÙ LONTANE

THE EU AND TURKEY FARTHER APART

L'esito del referendum costituzionale in Turchia dello scorso aprile allontana ancora di più il traguardo dell'ingresso nell'Unione Europea del Paese guidato da Erdogan. Le ombre sul corretto svolgimento del voto evocate dall'Ocse che ha giudicato inferiori agli standard internazionali le procedure elettorali adottate nel referendum, il cui risultato ha allargato i poteri del Presidente turco, la richiesta di congelamento dei negoziati di adesione della Turchia all'UE avanzata da paesi membri come l'Austria che segue la recente crisi diplomatica con l'Olanda, sembrano mettere un serio ostacolo al processo di entrata di Ankara in Europa, processo cui peraltro lo stesso Erdogan si dimostra disinteressato da tempo. E a poco valgono i rilievi dell'alto rappresentante UE Federica Mogherini che, in stretto contatto con il capo degli osservatori dell'Osce, alla luce dei rapporti degli osservatori e dello stretto margine del risultato del referendum nonché delle grandi implicazioni del referendum, ha chiesto alla Turchia di valutare i prossimi passi molto attentamente e di cercare il massimo consenso possibile.

The outcome of the constitutional referendum held in Turkey in April makes even more distant the European Union admission goal for the country led by President Erdogan. The shadows on the correctness of balloting cited by the OSCE (which considered the electoral procedures used in the referendum to be below international standards) and which broadened the Turkish president’s powers, along with the demand to freeze negotiations on EU admission from member countries like Austria (following on Turkey’s recent diplomatic crisis with Holland), seem to create a serious obstacle to Ankara’s admission to Europe; a process in which, moreover, Erdogan has shown disinterest for some time. And little heeded were statements by EU High Representative Federica Mongherini who - in close contact with the heads of the OSCE observatory and in light of their reports on the narrow margin of the win and the serious implications of the outcome – invited Turkey to carefully evaluate its next steps and to seek the maximum consensus possible.

DUBAI: AREA ITALIA/CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ALLA MIDDLE EAST STONE 2017

DUBAI: ITALIA/CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AREA AT MIDDLE EAST STONE 2017

Le aziende del comparto lapideo e tecno-marmifero italiano anche quest'anno saranno tra le principali protagoniste dell'edizione 2017 della MIDDLE EAST STONE di Dubai (22-25 maggio), la più importante piattaforma fieristica per l'area MENA (Middle East and North Africa) dedicata al comparto lapideo, alle tecnologie e ai prodotti complementari. MIDDLE EAST STONE - giunta alla 3a edizione - grazie alla sinergia con le contemporanee manifestazioni Index e Middle East Covering si rivolge ad un vasto pubblico qualificato di architetti, interior designers, contractors e costruttori provenienti dall'area del Golfo e dalle regioni limitrofe. A coordinare la partecipazione italiana - che prevede la presenza di 15 tra i più importanti brand del settore - su questa importante palcoscenico promozionale ancora una volta sarà CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, che ha organizzato un'Area Italia riservata alle migliori produzioni lapidee e alle più avanzate soluzione tecnologiche offerte dalle Aziende del nostro Paese.

This year, too, Italian stone and techno-stone companies will be among the leading exhibitors at the 2017 edition of the MIDDLE EAST STONE show in Dubai (May 22-25), the biggest event for the MENA (Middle East and North Africa) region devoted to stone materials, technologies and complementary products. Thanks to synergy with the other shows held at the same time (Index and Middle East Covering), MIDDLE EAST STONE – now in its third edition – addresses a vast and qualified public of architects, interior designers, contractors and builders in the Persian Gulf area and neighboring regions. Once again Italian participation (which foresees the presence of 10 of the sector’s leading brands) will be coordinated by CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, which has organized an Italia Area displaying Italy’s finest stone products and most advanced stone-working technologies at this important promotional showcase.

16


STRETTA SU SCHENGEN RUSSIA: L'UE PROROGA LE SANZIONI ECONOMICHE Come si saranno già accorti molti dei lettori di questa rivista abi-

18

tuati come sono ad avere un piede sempre su una scaletta d’imIl 1º luglio 2016 il Consiglio Europeo ha prorogato le sanzioni barco, dallo scorso aprile le frontiere europee sono più economiche riguardanti settori specifici dell'economia russa impermeabili. Infatti, a seguito dei recenti provvedimenti UE gli fino al 31 gennaio 2017. Introdotte inizialmente per un anno il Stati membri devono ora effettuare controlli sistematici nelle 31 luglio 2014, in relazione alla situazione in Ucraina, tali misure banche dati per ogni viaggiatore in entrata nello spazio sono state poi rafforzate nel settembre 2014 e riSchengen, anche nei confronti dei cittadini delguardano il settore finanziario, dell'energia, l’Unione europea, una misura tesa a condella difesa e dei beni a duplice uso trastare uno dei maggiori problemi (dual-use). Il 19 marzo 2015 il Consivenuti alla luce con i recenti attentati, glio europeo ha convenuto di far diovvero il fenomeno dei foreign fighter, pendere la durata delle sanzioni persone con passaporto dell’Unione dalla piena attuazione degli accordi europea che proprio per questo non di Minsk, che doveva avvenire entro venivano controllate sistematicail 31 dicembre 2015, ma dal momente in tutte le banche dati della sicumento che a tale data gli accordi non rezza a livello europeo e nazionale. Ma dallo erano stati pienamente attuati, il Consiglio scorso aprile questo controllo è stato formalha prorogato le sanzioni fino al 31 luglio 2016. Dopo mente attivato e ha comportato nuovi e prolungati tempi di ataverne valutato l'attuazione, il Consiglio ha infine deciso di rintesa al controllo passaporti come ha potuto sperimentare anche novare le sanzioni per un ulteriore periodo di sei mesi, fino al ogni viaggiatore UE di rientro nell’Unione dopo un viaggio di pia31 gennaio 2017. Le sanzioni tuttavia non riguardano le catecere o più spesso d’affari. gorie merceologiche del settore marmo e tecnologie per la lavorazione del marmo, come dimostrano anche gli ottimi dati export del primo trimestre 2016 elaborati dal Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE secondo i quali sono stati oltre due milioni gli euro investiti da parte di buyers russi nell’approvvigionamento di macchine e attrezzature made in Italy per la lavorazione della pietra. Un dato che nel trimestre ha fatto guadagnare alla Russia, che ora è il ventitreesimo mercato per posizioni rispetto periodo del Iimportanza, voucher perquattordici l’internazionalizzazione sonoallo statistesso uno dei principali 2015. In calo invece primo trimestre materiali laprovvedimenti varatinelrecentemente al l’export governodi per favorire pidei italiani, attestatosi a 7,16 milioni di euro (quasi esclusil’espansione sui mercati internazionali delle pmi italiane. Dopo il vamente lavorati e semilavorati) equivalente decremento primo anno di entrata in vigore dello strumentoaèunarrivato il mopercentuale del -26,8% rispetto al primo trimestre 2015 (allormento di misurare il grado di soddisfazione delle imprese, una chè era di 9,8 milioni). Un calo probamisurazione effettuata dal Ministero bilmente imputabile soprattutto al dello Sviluppo Economico tramite sonrublo debole, ma anche alla politica di daggi tra il campione di imprese beneincentivazione all’uso di prodotti locali ficiarie della misura. L’esito di tale che il governo ha introdotto in indagine è che Il russo 73% delle aziende che tutti i comparti del manifatturiero hanno beneficiato del voucher si dispingendo gli operatori asoddisfatta utilizzare chiara complessivamente prodotti e tecnologie russe, anche nel valutare aspettative iniziali e obiettivi quale risposta all’isolamento cui il raggiunti, soprattutto in relazione all’inPaese è soggetto a seguito delle serimento della risorsa temporaneasandelzioni e più in generale dei rapporti tesi l’export manager. Tra gli obiettivi con Unione e Stati Uniti. Riprioritari delleEuropea aziende che hanno scelto cordiamo tuttavia che nonostante la situazione internazionale di usufruire dei voucher per l’internazionalizzazione figuravano inla Russia anche nel 2015 è stato l’ottavo buyer importanza fatti l’ampliamento e il supporto del processo di per internazionalizdi marmi, graniti e pietre estratte o trasformate in con zazione dell’azienda, soprattutto nell’ottica di aperturaItalia, di nuovi oltre 50 milioni di euro di import di materiali lapidei dall’Italia. mercati. Nonostante la soddisfazione registrata solo il 27% delle

SCHENGEN IN HARD TIMES As many of our readers are probably already aware, accustomed as they are to frequent travel, as of April of this year European borders have gotten less permeable. In fact, following recent EU decisions, member states are now required to run systematic checks on databanks for every traveler entering the Schengen area, even European Union citizens. This is a measure taken to prevent one of the biggest problems that has come to light with recent attacks: the phenomenon of traveling foreign fighters, people with European Union passports who, precisely for that reason, are not systematically checked out in all European and national security databanks. But in April this check formally commenced and has led to new and lengthy waiting times at passport controls, as has been noted by every EU traveler returning to the Union after a trip for pleasure or, perhaps more often, business.

VOUCHER PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE: SODDISFAZIONE AZIENDALE OLTRE IL 70%

VOUCHERS FOR INTERNATIONALIZATION: CORPORATE SATISFACTION ABOVE 70%

imprese ritiene molto probabile il mantenimento della figura dell’export manager nel proprio organico nei prossimi 2 o 3 anni, mentre oltre il 40% punterà piuttosto sulla riqualificazione del personale già presente in azienda per supportare le funzioni export.

Vouchers for internationalization was one of the main measures the government recently launched to foster foreign expansion for Italian SME. A year after the instrument took effect, it is now time to measure company satisfaction with it, a measurement that the Economic Development Ministry took by surveying sample beneficiary companies. The result was that 73% of companies able to utilize the vouchers were satisfied in their appraisals of initial expectations and objectives reached, especially in relation to inclusion of the temporary resource of export manager. In fact, one of the priority goals of the companies deciding to use the vouchers to internationalize was the broadening of and support for the internationalization process, above all from the standpoint of getting on new markets. However, despite this satisfaction, only 27% of companies considers it very probable that they will retain the export manager in the next 2 to 3 years, while more than 40% will instead bet on retraining personnel already employed by them to cover that position.


COMPARTO TECNOLOGIE: 2016 NEGATIVO (-16,2%) PER L'EXPORT ITALIANO DI MACCHINE E ATTREZZATURE LAVORAZIONE MARMO. TENGONO GLI STATI UNITI E CRESCE LA SPAGNA, MA SI DIMEZZA IL MERCATO BRASILIANO

STONE TECHNOLOGY EXPORTS: IN 2016, A 16.2% DOWNTURN IN ITALY’S EXPORTS OF STONE-WORKING MACHINERY AND EQUIPMENT. SALES TO THE US HELD STEADY, SPAIN GREW BUT THE BRAZILIAN MARKET HALVED ITS PURCHASES

I dati finali 2016 elaborati dal Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE su base Istat indicano per l'industria tecno-marmifera italiana una frenata delle esportazioni del 16,2% rispetto ai valori dell'anno precedente. Le vendite all'estero di macchine, impianti e utensili per l'estrazione e la lavorazione dei materiali lapidei si sono infatti arrestate a quota 1.003,6 milioni di euro, in netto arretramento rispetto ai 1.197 milioni di export registrati nel 2015. L'inversione di tendenza registrata del terzo e nel quarto trimestre rispetto alla prima metà dell'anno (chiusa a 17,6%) è stata purtroppo troppo timida e al di sotto delle

Final figures for 2016, processed by the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center on ISTAT data, showed that the Italian techno-stone industry lost 16.2% in exports from 2015. Foreign sales of machines, installations and tools to extract and process stone materials in fact halted at 1 billion, 3.6 million euros, a clear drop from the 1 billion, 197 million registered in 2015. The trend reversal seen in the third and fourth quarters compared to the first half of the year (ending with a 17.6% drop) was unfortunately too weak and below expectations, not permitting Made in Italy stone technology to defend the market shares gained in an excellent 2015 – which had shown a 19%

20

Export macchine e attrezzature italiane per la lavorazione delle pietre ornamentali Classifica primi 20 Paesi Acquirenti - Gennaio/Dicembre 2016 (dati in euro) Exports of Italian stone-working machinery and equipment Top 20 Buyers - January/December 2016 (data in euros) COUNTRY

TOTAL 2015

COUNTRY

TOTAL 2016

ǻ%

UNITED STATES SPAIN TURKEY GERMANY BRAZIL MEXICO UNITED KINGDOM ALGERIA SAUDI ARABIA FRANCE CANADA INDIA PORTUGAL AUSTRALIA POLAND IRAN BELGIUM CHINA RUSSIA OMAN

141.788.588 43.530.409 65.437.786 49 411 111 49.411.111 87.153.530 19.897.709 43.952.751 68.780.485 42.636.721 25.097.998 15.143.146 38.600.178 16.822.263 18.775.372 26.808.483 24.301.006 16.852.375 24.699.985 14.850.807 21.052.035

UNITED STATES SPAIN TURKEY GERMANY BRAZIL MEXICO UNITED KINGDOM ALGERIA SAUDI ARABIA FRANCE CANADA INDIA PORTUGAL AUSTRALIA POLAND IRAN BELGIUM CHINA RUSSIA OMAN

151.785.965 81.744.527 65.080.612 42 450 591 42.450.591 37.849.994 36.087.006 34.735.658 33.783.811 33.189.969 27.545.172 26.605.773 22.742.535 22.445.669 22.147.404 21.865.619 21.208.109 19.110.334 18.843.209 18.696.518 18.689.021

7,1 87,8 -0,5 -14 1 -14,1 -56,6 81,4 -21,0 -50,9 -22,2 9,8 75,7 -41,1 33,4 18,0 -18,4 -12,7 13,4 -23,7 25,9 -11,2

OTHER COUNTRIES

391.571.203

OTHER COUNTRIES

246.989.277

-36,9

1.003.596.773 1 003 596 773

-16,2 16 2

TOTAL

1.197.163.944 1 197 163 944

Source: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE on ISTAT data

TOTAL

POS. 2016 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

POS. 2015 1 7 4 5 2 18 6 3 8 14 26 9 22 19 13 16 21 15 27 17


attese, non consentendo alle produzioni tecnologiche "made in Italy" di difendere le quote di mercato conquistate nell'ottimo 2015 - che aveva fatto segnare un incremento del 19%, raggiungendo i 1.195 milioni - e tornando praticamente al livello del 2014, quando il nostro export aveva totalizzato 1.004 milioni. Come già rilevato nelle note statistiche relative ai trimestri precedenti, il Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE sottolinea che a condizionare negativamente le nostre esportazioni nell'ultimo anno sia stato il calo "fisiologico" di import - dopo anni di crescita sostenuta di alcuni importanti clienti come Germania, Inghilterra e Algeria, e soprattutto la perdurante instabilità politica ed economica su diversi mercati strategici per l’industria di settore, ossia Brasile, India e Arabia Saudita. Gli Stati Uniti confermano la loro leadership nella speciale classifica dei buyer di tecnologie lapidee italiane grazie ad importazioni per oltre 151 milioni di euro, in aumento del 7,1% rispetto al pur positivo 2015. La Spagna, forte di un sensazionale +87,8% sull'anno precedente, raggiunge nel 2016 gli 81,7 milioni di euro di import, che le valgono il secondo posto tra i mercati di destinazione settoriali. Al terzo posto sale la Turchia - sostanzialmente stabile rispetto al 2015 (-0,5%) dopo un primo semestre negativo - con un valore delle importazioni di 65 milioni. In flessione, invece, le nostre vendite verso il mercato tedesco, che scendono a 42,4 milioni (-14,1%), Ma la maggiore debacle per le nostre esportazioni di tecnologie per la pietra è rappresentata dalla pessima annata del Brasile - dove la crisi economica ha coinvolto pesantemente anche il settore lapideo -, i cui acquisti di macchine e attrezzature dall'Italia sono crollati del 56,6%, passando dagli 87 milioni del 2015 ai 37,8 milioni del 2016. Sale invece al sesto posto il Messico, con 36 milioni di import (+81,4% rispetto al 2015), mentre segnali negativi arrivano da altri tre importanti mercati strategici per il nostro settore: il Regno Unito, che dopo gli importanti incrementi degli ultimi anni (+72% solo nel 2015) si riassesta su un import di 34,7 milioni(-21%); l'Algeria, con un "rimbalzo" del -50,9% (33,8 milioni) dopo il +127 dell'anno precedente; e l'Arabia Saudita, che per il secondo anno consecutivo - complici anche le tensioni che attraversano la penisola araba e il crollo del prezzo del petrolio - vede diminuire i suoi investimenti in tecnologie lapidee italiane (-22,2%, a 33,2 milioni). Scorrendo l'elenco dei nostri primi 20 mercati di riferimento (vedasi tabella) si segnalano - in questo contesto negativo - la tenuta del mercato francese, in crescita del 9,8% (per complessivi 27,5 milioni) e del Canada, le cui importazioni di macchine lavorazione marmo "made in italy" nell'ultimo anno sono aumentate del 75,7%, raggiungendo i 26,6 milioni. É continuata invece anche per il 2016 la forte contrazione delle nostre esportazioni in India, che dopo il -33,4% del 2015 fanno segnare un ulteriore arretramento del -41,1%, scendendo a 22,7 milioni.

increase, reaching 1 billon, 195 million euros – but practically returning to the level of 2014, when exports amounted to 1 billion 4 million euros. As already seen in the statistical notes on previous quarters, the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center emphasized that the negative influence on 2016 exports stemmed from a “normal” drop in purchases – after years of heavy growth – by a number of big customers like Germany, Great Britain and Algeria, and above all from the persisting instability of various markets strategic for the Italian techno-stone industry, like Brazil, India and Saudi Arabia. The United States confirmed its leadership among buyers of Italian stone technologies thanks to imports worth more than 151 million euros, a 7.1% increase from an already good 2015. Spain, with a sensational upturn of 87.8% from the previous year, in 2016 spent 81.7 million on imports from Italy, making it the second top purchaser. In third place was Turkey, basically holding steady (-0.5%) after a negative first half of the year, importing stone-working technology worth 65 million euros. On the other hand, sales to Germany decreased by 14.1% to 42.2 million euros. But the biggest debacle for Italian technostone exports was in Brazil –where the economic crisis hit its stone industry hard – whose purchases plummeted by 56.6%, dropping from 87 million in 2015 to 37.8 million in 2016. Mexico instead rose to sixth place, with machinery and equipment imports worth 36 million euros (up 81.4% from 2015), while negative signals came from three other markets strategic to the sector: the United Kingdom, which after heavy growth in recent years (+72% in 2015 alone) dropped 21% to 34.7 million; Algeria, with a 50.9% downturn (to 33.8 million) after a 127% increase the previous year; and Saudi Arabia, which for the second consecutive year – also due to its difficult situation and the drop in oil prices – cut back on its investments in Italian stone technology (-22.2%) to 33.2 million euros. Looking at the top 20 reference markets (see table) we can see – in this negative context – stability in France (up 9.8% for a total of 27.5 million) and growth in Canada, whose imports of stone technology Made in Italy rose by 75.7%, reaching worth of 26.6 million euros. India instead continued to purchase less, after a 33.4% downturn in 2015 dropping another 41.1% to 22.7 million.

21


22

SWISSBAU 2018: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE E ICE PREPARANO UNA COLLETTIVA RISERVATA ALLE AZIENDE ITALIANE DEL COMPARTO MARMIFERO

SWISSBAU 2018: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AND ICE PREPARE A GROUP EXHIBIT F OR ITALIAN STONE SECTOR COMPANIES

Dal 16 al 20 gennaio è in programma presso il Centro Fieristico di Basilea la manifestazione SWISSBAU 2018, la principale fiera svizzera - a cadenza biennale - dedicata al settore dell'edilizia e dell'architettura, che nella passata edizione ha contato oltre 1.100 espositori, 140 mila mq di superficie espositiva e più di 100 mila visitatori. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e ICE-Agenzia, con il supporto organizzativo di Gm-Expo, stanno promuovendo un progetto di partecipazione collettiva dedicato alle aziende italiane del settore lapideo nel padiglione 2.0 del complesso fieristico. L’iniziativa è stata inserita nel programma promozionale di ICE-Agenzia per il comparto marmifero italiano e beneficerà di un supporto finanziario pubblico che permetterà alle Aziende interessate di partecipare alla manifestazione assicurandosi una posizione di grande visibilità a costi inferiori rispetto ad una partecipazione individuale. Per informazioni su costi e modalità di adesione a SWISSBAU 2018 è possibile far riferimento all'Ufficio Fiere dell'Associazione.

January 16 to 20 are the dates at the Basel Fair Complex for the SWISSBAU 2018 show, Switzerland’s main (and biennial) event devoted to building and architecture whose previous edition had more than 1,100 exhibitors, display space of 140,000 square meters and more than 100,000 visitors. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE and ICE-Italian Trade Agency, with the organizational support of GmExpo, are promoting a project of collective participation for Italian stone companies in Hall 2.0 of the expo complex. The project is part of the ICE promotional plan for the Italian stone sector and enjoys government funding that will enable interested companies to exhibit at the event with high-visibility positioning at fees lower than individual stands. For info on costs for and ways of exhibiting at SWISSBAU 2018 contact the association’s Events Office.

NOTA STATISTICA: NEL 2016 LA SVIZZERA AL TERZO POSTO TRA I MERCATI DI DESTINAZIONE PER LE PRODUZIONI LAPIDEE ITALIANE CON 93 MILIONI DI IMPORT

STATISTICAL NOTE: IN 2016 SWITZERLAND IN THIRD PLACE AMONG MARKETS FOR ITALIAN STONE PRODUCTS, SPENDING 93 MILLION IN IMPORTS

Anche nel 2016 il ricco mercato della Confederazione elvetica - che vanta un consumo di superficie lapidea annua di quasi due metri quadrati per abitante, un dato estremamente significativo se confrontato con la media mondiale di circa 0,250 metri quadri - si è confermato tra quelli più ricettivi per l'export italiano di pietre ornamentali lavorate e semilavorate. Secondo le statistiche ufficiali elaborate dal Centro Studi di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, la Svizzera lo scorso anno ha importato dal nostro Paese circa 93 milioni di euro di prodotti in marmo, granito e pietra naturale. Un valore che - sebbene in calo rispetto al dato di import degli ultimi due anni, pari a 108 milioni nel 2014 e 109 milioni nel 2015, a causa della contrazione dell'attività edilizia locale - la pone comunque saldamente al terzo posto tra i mercati di destinazione settoriali dopo Stati Uniti e Germania.

Again in 2016, the rich Swiss market – which has annual stone utilization of nearly two square meters per capita, a considerable figure when compared with the world average of circa 0.250 square meters – was among the most receptive to Italian exports of finished and semi-finished stone materials. According to official statistics processed by the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center, last year Switzerland imported something like 93 million euros worth of Italian products in marble, granite and other natural stones. An amount that – while less than its imports in the past two years (worth 108 million in 2014 and 109 million in 2015) due to a slump in the building sector – ranked it a solid third among destination markets, after the United States and Germany.


Il partner ideale per le cave ed i cantieri di tutto il mondo A great partner for all over the world quarries and building yards

Tecnologia leader per la perforazione …Leader Technology for drilling ,… L’evoluzione del lavoro nelle cave di marmo e granito, dagli esordi dei ĨĂƟĐŽƐŝƉĞƌĨŽƌĂƚŽƌŝŵĂŶƵĂůŝĂůůĞŵŽĚĞƌŶĞƵŶŝƚăŵŽďŝůŝĚĂƉĞƌĨŽƌĂnjŝŽŶĞ ĂĚĂnjŝŽŶĂŵĞŶƚŽŝĚƌĂƵůŝĐŽ͕ğƉĂƌƚĞŝŶƚĞŐƌĂŶƚĞĚĞůůĂƐƚŽƌŝĂĚĞůůĂDĂƌŝŶŝ YƵĂƌƌŝĞƐ'ƌŽƵƉ͘hŶĂƐƚŽƌŝĂƐĐĂŶĚŝƚĂĚĂůůĂĐŽƐƚĂŶƚĞƌŝĐĞƌĐĂƚĞĐŶŽůŽŐŝĐĂ ĂĐĐŽŵƉĂŐŶĂƚĂ ĚĂ ǀĞƌŝĮĐŚĞ Ğ ƐƉĞƌŝŵĞŶƚĂnjŝŽŶŝ ƐƵů ĐĂŵƉŽ ĐŚĞ ŚĂŶŶŽ ƉƌŽĚŽƩŽĐŽŶƟŶƵŝƉƌŝŵĂƟŝŶƉƌŽĚƵƫǀŝƚă͕ƐŝĐƵƌĞnjnjĂ͕ĂĸĚĂďŝůŝƚăĞ ƋƵĂůŝƚăĚŝǀŝƚĂƉĞƌŐůŝŽƉĞƌĂƚŽƌŝĚŝĐĂǀĂ͘ dŚĞĞǀŽůƵƟŽŶŽĨǁŽƌŬŝŶŐĐŽŶĚŝƟŽŶƐŝŶďŽƚŚŵĂƌďůĞĂŶĚŐƌĂŶŝƚĞƋƵĂƌƌŝĞƐ͕ƐŝŶĐĞƚŚĞĞĂƌůLJŵĂŶƵĂů͕ƟƌŝŶŐĚƌŝůůƐƚŽƚŚĞŶĞǁĞƐƚŵŽďŝůĞ͕ŚLJĚƌĂƵůŝĐĂůůLJͲŽƉĞƌĂƚĞĚĚƌŝůůŝŶŐĞƋƵŝƉŵĞŶƚ͕ŚĂƐĂůǁĂLJƐƉůĂLJĞĚĂŵĂũŽƌƌŽůĞŝŶ ƚŚĞŚŝƐƚŽƌLJŽĨDĂƌŝŶŝYƵĂƌƌŝĞƐ'ƌŽƵƉ͘dŚĞĐŽŶƐƚĂŶƚŝŶǀĞƐƚŵĞŶƚŽĨƚŚĞ ŽŵƉĂŶLJŝŶƚŚĞƚĞĐŚŶŽůŽŐŝĐĂůƌĞƐĞĂƌĐŚ͕ũŽŝŶĞĚƚŽĐĂƌĞĨƵůŝŶƐƉĞĐƟŽŶƐ ĂŶĚ ƚƌŝĂůƐ ŝŶ ƚŚĞ ĮĞůĚ͕ ŚĂǀĞ ůĞĚ ƚŽ ŶƵŵďĞƌůĞƐƐ ƐƵĐĐĞƐƐĞƐ ŝŶ ƚĞƌŵƐ ŽĨ ƉƌŽĚƵĐƟǀŝƚLJ͕ƐĂĨĞƚLJ͕ƌĞůŝĂďŝůŝƚLJĂŶĚƋƵĂůŝƚLJŽĨůŝĨĞĨŽƌƋƵĂƌƌLJŽƉĞƌĂƚŽƌƐ͘

«SHULOWDJOLRD¿ORGLDPDQWDWR … and for the diamond wire cutting /ůŵĞƚŽĚŽĚŝƚĂŐůŝŽĐŽŶĮůŽĚŝĂŵĂŶƚĂƚŽƌĂƉƉƌĞƐĞŶƚĂůĂƌŝƐƉŽƐƚĂƚĞĐŶŽůŽŐŝĐĂŵĞŶƚĞƉŝƶĂǀĂŶnjĂƚĂĂůůĞĞƐŝŐĞŶnjĞĚŝƚĂŐůŝŽŶĞůůĞĐĂǀĞĚŝŵĂƌŵŽĞ ŐƌĂŶŝƚŽ͘ŽŶƐĞŶƚĞƵŶŽƐĨƌƵƩĂŵĞŶƚŽƌĂnjŝŽŶĂůĞĚĞůŐŝĂĐŝŵĞŶƚŽ͕ĚŝŽƫŵŝnjnjĂƌĞŝĐŽƐƟĚŝƉƌŽĚƵnjŝŽŶĞĞĚŝƌŝĚƵƌƌĞĚƌĂƐƟĐĂŵĞŶƚĞŝůŵĂƚĞƌŝĂůĞĚŝ ƐĐĂƌƚŽ͘^ƵĂůĐƵŶŝůŝƚŽƟƉŝ;ŵĂƌŵŝƉƌŝŶĐŝƉĂůŵĞŶƚĞͿğƉŽƐƐŝďŝůĞĞƐĞŐƵŝƌĞŝů ƚĂŐůŝŽ Ă ƐĞĐĐŽ͕ ƐĞŶnjĂ ŶĞĐĞƐƐŝƚă Ěŝ ƵƟůŝnjnjĂƌĞ ů͛ĂĐƋƵĂ ŶŽƌŵĂůŵĞŶƚĞ ŝŵƉŝĞŐĂƚĂƉĞƌŝůƌĂīƌĞĚĚĂŵĞŶƚŽĚĞůů͛ƵƚĞŶƐŝůĞĞƉĞƌůĂƌŝŵŽnjŝŽŶĞĚĞůŵĂƚĞƌŝĂůĞƉƌŽĚŽƩŽĚĂůůŽƐĨƌŝĚŽĚĞůƚĂŐůŝŽ͘/ĐŝĐůŝĚŝůĂǀŽƌŽƉŽƐƐŽŶŽĞƐƐĞƌĞ ĞƐĞŐƵŝƟŝŶĂƵƚŽŵĂƟĐŽĞŶĞĐĞƐƐŝƚĂŶŽĚŝƵŶĂǀĞƌŝĮĐĂƐĂůƚƵĂƌŝĂ͕ĚĂƉĂƌƚĞ ĚĞůů͛ŽƉĞƌĂƚŽƌĞ͕ƐŽůŽƉĞƌŝůĐŽŶƚƌŽůůŽĚŝĂůĐƵŶŝƉĂƌĂŵĞƚƌŝĨŽŶĚĂŵĞŶƚĂůŝ͘ dŚĞĐƵƫŶŐǁŝƚŚĚŝĂŵŽŶĚǁŝƌĞƌĞƉƌĞƐĞŶƚƐƚŚĞƐƚĂƚĞŽĨƚŚĞĂƌƚĨŽƌŵĂƌďůĞĂŶĚŐƌĂŶŝƚĞƋƵĂƌƌŝĞƐ͘/ƚĂůůŽǁƐƚŽĚĞǀĞůŽƉƉƌŽƉĞƌůLJƚŚĞĚĞƉŽƐŝƚ͕ƚŽ ŽƉƟŵŝnjĞ ƚŚĞ ƋƵĂƌƌLJŝŶŐ ĐŽƐƚƐ ĂŶĚ ƚŽ ŵŝŶŝŵŝnjĞ ƚŚĞ ǁĂƐƚĂŐĞ͘ ƵƫŶŐ ƐŽŵĞƐƚŽŶĞƐ;ŵĂŝŶůLJŵĂƌďůĞƐͿŝƚŝƐƉŽƐƐŝďůĞƚŽĐƵƚǁŝƚŚŽƵƚƵƐŝŶŐƚŚĞ ǁĂƚĞƌ;ĚƌLJͲĐƵƚͿǁŚŝĐŚŝƚŝƐƵƐƵĂůůLJƵƟůŝnjĞĚƚŽĐŽŽůƚŚĞďĞĂĚƐĂŶĚƚŽƌĞŵŽǀĞƚŚĞŵĂƚĞƌŝĂůƉƌŽĚƵĐĞĚĚƵƌŝŶŐƚŚĞĐƵƫŶŐ͘dŚĞǁŽƌŬŝŶŐƉŚĂƐĞƐ ĐĂŶďĞƉƌŽŐƌĂŵŵĞĚŝŶĂƵƚŽŵĂƟĐĂŶĚƚŚĞƉƌĞƐĞŶĐĞŽĨƚŚĞŽƉĞƌĂƚŽƌŝƐ ƌĞƋƵŝƌĞĚ͕ŽĐĐĂƐŝŽŶĂůůLJ͕ŽŶůLJƚŽǀĞƌŝĨLJƐŽŵĞĐƵƫŶŐƉĂƌĂŵĞƚĞƌƐ͘

8Q¶DVVLVWHQ]DHI¿FLHQWH $QHI¿FLHQWDIWHUVDOHVVHUYLFH ĂƐĞŵƉƌĞĂƩĞŶƚĂĂůůĞĞƐŝŐĞŶnjĞĚĞůŵĞƌĐĂƚŽ͕ůĂDĂƌŝŶŝYƵĂƌƌŝĞƐ'ƌŽƵƉ ƉŽŶĞ ƵŶĂ ƉĂƌƟĐŽůĂƌĞ ĂƩĞŶnjŝŽŶĞ Ăůů͛ĂƐƐŝƐƚĞŶnjĂ ƉŽƐƚͲǀĞŶĚŝƚĂ͕ ĐŽŶƐĂƉĞǀŽůĞĐŚĞĐŝžƉƵžĐŽƐƟƚƵŝƌĞƵŶǀĂŶƚĂŐŐŝŽŶŽŶƐŽůŽƉĞƌŝůĐŽŶƐƵŵĂƚŽƌĞ ĮŶĂůĞ͕ŵĂĂŶĐŚĞƉĞƌů͛ĂnjŝĞŶĚĂƐƚĞƐƐĂ͘ ƩĞŶƟǀĞĂƐǁĞĂůǁĂLJƐĂƌĞƚŽƚŚĞŶĞĞĚƐŽĨƚŚĞŵĂƌŬĞƚ͕DĂƌŝŶŝYƵĂƌƌŝĞƐ 'ƌŽƵƉƉůĂĐĞƐƉĂƌƟĐƵůĂƌĞŵƉŚĂƐŝƐŽŶĂŌĞƌͲƐĂůĞƐƐĞƌǀŝĐĞ͕ĂǁĂƌĞƚŚĂƚƚŚŝƐ ĐĂŶďĞĂŶĂĚǀĂŶƚĂŐĞŶŽƚŽŶůLJĨŽƌƚŚĞĞŶĚƵƐĞƌďƵƚĂůƐŽĨŽƌƚŚĞĐŽŵƉĂŶLJ͘

MARINI QUARRIES GROUP S.R.L. Via Beura 44-28844 Villadossola (VB)-ITALY Tel.+39 0324 575106 Fax. +39 0324 54096 Web site www.mariniqg.it email: mariniqg@mariniqg.it


APPROVATO IL PROGETTO PER IL "ONE QUEENSBRIDGE", SARÀ L'EDIFICIO PIÙ ALTO D’AUSTRALIA Il governo dello stato di Victoria ha dato il via libera definitivo al progetto per la costruzione di un grattacielo di 90 piani nel centralissimo quartiere di Southbank di Melbourne. Il "One Queensbridge", il cui costo dovrebbe aggirarsi intorno ai 2,1 miliardi di AUD, è stato progettato dall'architetto inglese Wilkinson Eyre e sarà realizzato dall'impresa australiana Schiavello Group in joint venture con Crown Resorts. Il "One Queensbridge" costituisce il più importante progetto di sviluppo residenziale nella storia della città e coi suoi 323 metri d’altezza diventerà l’edificio più alto d’Australia. Il nuovo grattacielo, una volta completato, comprenderà circa 700 appartamenti residenziali, un hotel a 6 stelle con 388 camere e una serie d’attrazioni per i visitatori, tra i quali un rooftop restaurant, per una superficie complessiva di 300 mila metri quadri.

24

L'IRAN SCOMMETTE SUL TURISMO: INVESTIMENTI GOVERNATIVI DA 11 MLD DI USD NEI PROSSIMI 5 ANNI A conferma della vivacità dell'economia iraniana a seguito dell'attenuazione delle sanzioni internazionali, il Governo del Paese del golfo lo scorso febbraio ha promosso una conferenza internazionale - l'Iran Hotel & Tourism Investment Conference - per far conoscere le opportunità d'affari del settore turistico, interessato da un piano di investimenti di 11 miliardi di USD per il periodo 2017-2021. Il piano iraniano di sviluppo del comparto turistico, denominato "Tourism Vision 2025 Plan", si propone di attrarre 25 milioni di visitatori nel 2025 a fronte dei 5 milioni registrati nel 2015 - attraverso lo stanziamento diretto di 9 miliardi a valere direttamente sul budget del governo, e altri 2 sotto forma di linee di credito governative, che si concentreranno principalmente sul potenziamento delle strutture ricettive. Secondo l'agenzia preposta allo sviluppo del comparto turistico nazionale, infatti, attualmente in Iran ci sono 1.077 hotel, per un totale di 112.032 posti letto. Di questi, solo poco più di un centinaio sono di fascia alta - 4/5 stelle - e la maggior parte è stata costruita prima della Rivoluzione Islamica del '79. L'obiettivo del programma governativo è di portare il numero di hotel di pregio almeno a 400 nel prossimo decennio.

THE “ONE QUEENSBRIDGE” PROJECT APPROVED. IT WILL BE AUSTRALIA’S TALLEST BUILDING The New South Wales government is building a new fish market in Sydney – with investments of 250 million AUD – to replace the obsolete Blackwattle Bay market in the Pyrmont district. The new market will cover an area of 35,000 square meters – double the previous area – and also foresees building a number of housing complexes. The Australian city’s new fish market will be completed by 2020 and have 15,500 square meters of space for selling seafood plus areas for outdoor dining for 3,000 people and a bar area on the roof. Building the new market was necessary to accommodate the increasing number of visitors to the facility – more than 3 million a year, 20% of them tourists – while the housing complex (with a series of 20- to 30-floor high-rises) was designed to finance the project through apartment sales.

IRAN BETS ON TOURISM: $US 11 BILLION IN GOVERNMENT INVESTMENTS OVER THE NEXT 5 YEARS Confirming the vivacity of the Iranian economy after the easing of international sanctions, last February the Tehran government organized an international conference – the Iran Hotel & Tourism Investment Conference – to illustrate the business opportunities in the tourism sector, allocated $US 11 billion over the nest five years. The Iranian tourism development plan, called “Tourism Vision 2025” intends to attract 25 million visitors in 2025 – compared to the 5 million in 2015 – by directly spending $US 9 billion from government funds and another 2 in the form of governmental credit lines, which will be concentrated mainly on boosting accommodations. In fact, according to the agency in charge of tourism development, in Iran there are 1,077 hotels for a total of 112,032 beds. Of these only slightly more than one hundred are in the high range (4/5 stars) and most were built before the Islamic Revolution in 1979. The aim of the government’s plans is to bring the number of luxury hotels to at least 400 in the coming decade.


www.studiokey.it

BEYOND EXCELLENCE

gl5 CN2 5 blades Automatic Cutting Centre 13 axis patent pending Silkar Madencilik, Set Makina, Gmm Spa A never ending succesfull partnership with the new GL5

accessiblequality

Gmm S.p.A. Via Nuova, 155 - 28883 Gravellona Toce (VB) Italy Tel. +39 0323 849711 - Fax +39 0323 864517 gmm@gmm.it - www.gmm.it ISO 9001:2008 - Certificato N°IT234871


26

APPROVAZIONE REGOLAMENTO EUROPEO SUI CONFLICT MINERALS

EUROPEAN REGULATION OF CONFLICT MINERALS APPROVED

Come già anticipato sulle pagine di questa rivista Il Consiglio UE ha recentemente approvato il testo del Regolamento sui minerali di conflitto, ovvero stagno, tantalio, tungsteno e oro provenienti da zone ad alto rischio o interessate da conflitti armati. L'obiettivo della normativa è promuovere le pratiche responsabili di approvvigionamento da parte delle imprese dell'UE di tali prodotti al fine di ridurre il finanziamento dei gruppi armati in tali zone con i proventi dello sfruttamento dei minerali locali. Il Regolamento prevede una serie di obblighi per le imprese importatrici volti alla tracciabilità della catena di approvvigionamento ma si rivolgono, va precisato, esclusivamente alle imprese che operano nella catena a monte del minerale (come fonderie e raffinerie) con sede in UE. Il Regolamento inoltre accoglie alcune delle richieste avanzate da Confindustria nella fase di confronto sui contenuti ed in particolare la fissazione di soglie di volumi di importazione al di sotto delle quali le imprese sono esenti dagli obblighi previsti dal Regolamento. La Commissione europea ha inoltre attivato un sito web dedicato al nuovo regolamento: http://ec.europa.eu/trade/policy/in-focus/conflict-minerals-regulation/, in cui vengono illustrati campo di applicazione e contenuti del regolamento la cui data di entrata in vigore effettiva è prevista entro il 2021..

As already anticipated in the pages of this magazine, the Council of the European Union recently approved the text for regulating the procurement of conflict minerals: the tin, tantalum, tungsten and gold coming from high-risk or armed conflict zones. The aim of regulation is to promote responsible procurement of these products by EU companies in order to reduce the financing of armed groups in these zones with revenue from local minerals exploitation. The regulatory rules include a number of obligations for importer companies for the purpose of tracing the supply chain but are addressed, it should be specified, exclusively to companies working upstream from the mineral (like foundries and refineries) based in the EU. The regulation also includes some of the demands made by Confindustria during discussion of its content and in particular sets the limits on import volumes below which companies are exempted from regulatory obligations. In addition, the European Commission has opened a website for the new regulation:http://ec.europa.eu/trade/policy/in-focus/conflict -minerals-regulation/, which illustrates its content and fields of application. The regulation should go into effect by 2021.

NUOVA PAGINA LINKEDIN CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

NEW CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE LINKEDIN PAGE

Tra i social network presenti sul mercato Linkedin si sta imponendo come uno dei più idonei alla condivisione di contenuti di qualità sia per le aziende che i professionisti. A differenza di altri strumenti in cui privato e lavoro si intersecano senza soluzione di continuità (es. Facebook, Twitter, Instagram etc.) Linkedin sembra infatti mantenere un elevato profilo sia dal punto di vista degli argomenti condivisi che degli interlocutori presenti in questa arena digitale, ed è per questo che Confindustria Marmomacchine ha scelto di inaugurare una sua pagina corporate anche su questo social per meglio raggiungere interlocutori e stakeholders del comparto lapideo sia nazionale che internazionale. La pagina Linkedin Associativa si aggiunge a quella Facebook e al profilo Twitter di Confindustria Marmomacchine, strumenti che consentono di raggiungere complessivamente oltre duemilacinquecento contatti diversi attraverso le attività e i post sui social attinenti le attività dell’Associazione e le iniziative tecnico-promozionali di stretto interesse per il comparto lapideo. Tutti gli operatori specializzati del settore sono perciò invitati a seguire i profili associativi per restare informati in modo agile e dinamico su tutto quanto di rilievo accade nel settore e sulle opportunità proposte dall’Associazione.

Among the social networks, LinkedIn is increasingly the site of choice for quality content sharing, both for companies and for professional people. Unlike the other networks (like Facebook, Twitter, Instagram, etc.), where private and work news endlessly intersect, LinkedIn seems, in fact, to maintain a high profile from the standpoints of shared topics as well as the partners present in this digital arena, and so Confindustria Marmomacchine decided to launch its own corporate page on this network, too, to better connect with partners and stakeholders in the Italian and international stone sectors. The association’s LinkedIn page joins its Facebook page and Twitter profile, tools that make it possible to reach more than 250,000 different contacts through posts regarding Confindustria Marmomacchine’s work and the technical-promotional projects of most interest to the stone sector. So all operators involved in the stone and techno-stone sector are invited to follow the association’s profiles to easily and dynamically stay in touch with everything of importance happening in the sector and the opportunities the association offers.


e X t r a o r d i n a r y MONOBLOCK CNC SAWING MACHINE Fully interpolated 5 axis movement with rotating head with 370 degree, inclination from 0 - 90 degrees. X Hydraulic tilting table with high density plastic 2250 mm (88,6 inches) x 3800 mm (149,6 inches). X Z axis of 400 mm (15.75 inches). X Electro spindle up to 4300 rpm (on request 6000 rpm with center water feed for tools). X Suspended pendant with 15 inch tft color touchscreen. X

Upon request the machine can also be equipped with:

X

Cuts from cad. Digital camera to provide the image of the slab on screen.

X

Parametric drawings.

X

Integrated vacuum head (patented) for automatic cut and move during slab cutting process. X Contouring. X Profiling and shaping. X Drilling with auto tool changer (patented) with magnetic connection. X

www.studiokey.it

eXtra 37 CN2

accessiblequality

Gmm S.p.A. Via Nuova, 155 - 28883 Gravellona Toce (VB) Italy Tel. +39 0323 849711 - Fax +39 0323 864517 gmm@gmm.it - www.gmm.it ISO 9001:2008 - Certificato N°IT234871


28

PRODUTTIVITÀ, OCCUPAZIONE E PIL PROCAPITE ANCORA GIÙ NEL 2016

PRODUCTIVITY, EMPLOYMENT AND PRO CAPITA GDP DOWN AGAIN IN 2016

La produttività del lavoro in Italia non riesce a rialzare la testa. Dalle tabelle dell'Istat diffuse recentemente emerge infatti come nel 2016 questo fondamentale dell’economia aziendale abbia registrato un nuovo calo, pari a -1,2%. La discesa della produttività del lavoro, calcolata come valore aggiunto per ora lavorata, prende quindi velocità rispetto all'anno precedente (-0,2%). Guardando agli ultimi 20 anni, dal 1996 al 2016, arco di tempo per cui sono disponibili le serie storiche, si osserva come il ritmo di crescita non superi lo 0,3% annuo. Una produttività quindi quasi piatta. Istat impietosa anche sui dati della disoccupazione: in Italia sono occupate poco più di 6 persone su 10 tra i 20 e i 64 anni, il dato peggiore nell'Unione europea ad eccezione della Grecia. Grande anche il divario territoriale tra Centro-Nord e Mezzogiorno (69,4% contro il 47%). Nella graduatoria Ue sul 2015 solo la Grecia ha un tasso di occupazione inferiore, mentre la Svezia registra il valore più elevato (80,5%). Non ci sono buone notizie neppure per il Pil pro capite dell'Italia che, misurato in standard di potere d'acquisto, risulta inferiore del 4,5% rispetto a quello medio dell'Ue, più basso di quello di Germania e Francia (rispettivamente del 23,6 e 9,2%). L'Italia si conferma inoltre tra i paesi dell'Ue con un elevato rapporto debito/Pil, salito nel 2016 al 132,6% (6 decimi di punto percentuale in più sull'anno precedente.

Productivity in Italy can’t manage to get off the ground. In fact, from the tables recently issued by ISTAT, in 2016 this fundamental for business registered a new decline of 1.3%. The descent of work output, calculated as added value per work hour, gained speed from the previous year (-0.2%). Looking at the past 20 years, from 1996 to 2016 – a span of time for which past series are available – we see that the growth rate does not exceed 0.3% per year. Practically flat productivity, therefore. ISTAT is also merciless regarding unemployment rates: In Italy just over 6 people in 10 aged 20 to 64 have jobs, the worst figure for the European Union except for Greece. There is also a big gap between the center-north of Italy and the south (69.4% with jobs versus 47%). IN EU ranks only Greece has a lower jobs rate, while Sweden has the highest (80.5%). Nor is there good news for Italian per capita GDP, which, measured in purchasing power standards, is 4.5% less than the EU average, lower than Germany’s and France’s (23.6% and 9.2% respectively). Italy is also among the EU countries with the highest ratio of debt/GDP, which rose in 2016 to 132.6% (6% more than the previous year).

ABU DHABI: ALDAR PROPERTIES INVESTE ALTRI 500 MILIONI DI DOLLARI

ABU DHABI’S ALDAR PROPERTIES HAS ANNOUNCED NEW INVESTMENT PLANS

Il developer di Abu Dhabi Aldar Properties ha annunciato un piano di investimenti di oltre 500 milioni di dollari nella costruzione di edifici residenziali, di hotel e di edifici destinati al mercato retail nelle zone di Yat Island e Reem Island. Aldar Properties sottolinea come questo piano segua quello di quasi 300 milioni di dollari già investiti nell’acquisizione di Daman House, nell’estensione di Al Jimi Mall e nella costruzione della Al Mamoura School e della Repton School. Tutti i progetti annunciati hanno un inizio lavori previsto già nel 2017 per un potenziale completamento entro il 2019/2020.

Abu Dhabi’s Aldar Properties has announced plans to invest a further $517.4 million into their current investment programme to include mid-market residential, hospitality and retail assets on Yas Island and Reem Island. The developer said in a statement that the new project follows $299.6 million already invested in the Daman House acquisition, Al Jimi Mall extension, Al Mamoura School and Repton School. All projects announced are scheduled to start construction this year and complete during 2019 and 2020, said a news report.


A HISTORY MADE OF PASSION AND DEDICATION. TWO COMPANIES, SAME APPROACH: TO GUARANTEE HIGH QUALITY PRODUCTS, FAST DELIVERY AND EXCELLENT CUSTOMER SERVICE.

MEET US AT: March 6/9

September 27/30

CHINA April 4/7

Verona, ITALY November 26/29

Orlando, USA May 22/25

Dubai, UAE

XIAMEN STONE FAIR 2017 MARMOMACC 2017 COVERINGS USA 2017 MIDDLE EAST STONE 2017 Dubai, UAE

www.landimarble.it

THE BIG 5 SHOW 2017 Via Tognocchi, 338 55047 Querceta di Seravezza (Lu) Italy landigroup@landigroup.eu

Via Emilia, 830 Int. I 55047 Seravezza (Lu) Italy treemme@treemmesrl.eu


30

STATISTICHE FINALI 2016 SETTORE LAPIDEO ITALIANO: DOPO IL RECORD DEL 2015 LIEVE FLESSIONE (-3,9%) PER L'EXPORT NAZIONALE DI MARMI E GRANITI. 1.930 MILIONI DI EURO IL VALORE DELLE NOSTRE VENDITE ALL'ESTERO

FINAL 2016 FIGURES FOR THE ITALIAN STONE INDUSTRY: AFTER A RECORD 2015 A SLIGHT (3.9%) DOWNTURN IN EXPORTS OF MARBLE AND GRANITE. FOREIGN SALES WORTH 1.930 MILLION EUROS

Nonostante il parziale recupero nell'ultimo trimestre dell'anno, le esportazioni italiane di marmi, graniti, travertini e pietre naturali - comprendendo sia i grezzi che i lavorati - hanno fatto registrare a fine anno un arretramento del 3,9% dei valori esportati rispetto all'anno precedente. Dal consuntivo 2016 relativo all’andamento del settore marmifero nazionale elaborato dal Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE su base Istat emerge infatti come le nostre vendite all'estero di materiali lapidei si siano assestate sui 1.930 milioni di euro, contro i 2.007,7 milioni dello stesso periodo dell'anno precedente. È importante sottolineare che il 2015 si era chiuso per l'industria lapidea italiano con il nuovo record di export - per la prima volta nella storia sopra i due miliardi di euro - e un +7% rispetto al 2014, a coronamento di 7 anni consecutivi di crescita (+69% l'incremento cumulato delle esportazioni settoriali rispetto al picco negativo del 2009). Una contrazione, quella del 2016, pertanto dovuta - da una parte - ad un prevedibile rimbalzo dopo le ottime performance sui mercati esteri degli anni precedenti. Dall'altra parte, il dato negativo è imputabile anche alle difficoltà derivanti dalla congiuntura economica interna-

In spite of a partial recoup in the final quarter of the year, Italy’s 2016 exports of marbles, granites, travertines and other natural stones – both raw and finished – were 3.9% less than in 2015. The 2016 economic picture for the Italian stone industry that the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center drew using STAT figures shows, in fact, that foreign sales of stone materials amounted to revenue of 1.930 million euros compared to the 2.007.7 the year before. It is important to emphasize that 2015 ended with a new export record for the Italian stone sector – for the first time in history above 2 billion in revenue – and a gain of 7% from 2014, after 7 consecutive years of growth (a 69% cumulative increase in sector exports after the nadir hit in 2009). So the downturn in 2016 was partly due to a predictable decrease after excellent foreign market performances in previous years. On the other hand, the negative figures can also be attributed to the global economic situation and last year’s slowdowns on a number of markets important to the sector, such as India for raw products, and Germany, Switzerland and the Persian Gulf countries for slabs and finished products.

Export materiali lapidei lavorati e semilavorati italiani Classifica primi 10 Paesi Acquirenti - Gennaio/Dicembre 2016 (dati in euro) Exports of Italian finished and semi-finished stone materials Top 10 Buyers - January/December 2016 (data in euros) COUNTRY

TOTAL 2015

COUNTRY

TOTAL 2016

ǻ%

POS. 2016

POS. 2015

UNITED STATES

458.369.076

UNITED STATES

447.457.300

-2,4

1

1

GERMANY

147.205.036

GERMANY

135.925.786

-7,7

2

2

SWITZERLAND

109.642.628

SWITZERLAND

93.094.743

-15,1

3

3

UNITED KINGDOM

72.027.540

UNITED KINGDOM

73.746.596

2,4

4

5

FRANCE

61.073.668

FRANCE

66.041.355

8,1

5

7

UNITED ARAB EMIRATES

77.103.521

UNITED ARAB EMIRATES

63.673.534

-17,4

6

4

SAUDI ARABIA

71.991.411

SAUDI ARABIA

43.084.838

-40,2

7

6

RUSSIA

50.766.439

RUSSIA

42.656.693

-16,0

8

8

CANADA

37.535.190

CANADA

40.318.215

7,4

9

9

KUWAIT

35.675.766

KUWAIT

34.011.113

-4,7

10

11

503.697.229

OTHER COUNTRIES

OTHER COUNTRIES TOTAL

1.625.087.504

Source: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE on ISTAT data

TOTAL

538.074.020

6,8

1.578.084.193

-2,9


zionale ed al rallentamento nell'ultimo anno di alcuni importanti mercati di riferimento per il settore, come l'India per il prodotto grezzo e Germania, Svizzera e Paesi del Golfo per le lastre e i lavorati. Seguendo il trend virtuoso già emerso negli ultimi anni - che vede le Aziende italiane privilegiare l'export di tipologie di prodotto di maggiore qualità o comunque dal prezzo più elevato - la diminuzione delle nostre esportazioni è stata più marcato in termini di volumi (pari a 2.788,6 milioni di tonnellate, -7,6% rispetto al 2015) che di valori, spia del fatto che nonostante il comparto nazionale abbia esportato di meno, sia aumentato anche quest'anno il valore medio per tonnellata. Tornando a concentrarci sui valori, la contrazione del 2016 è riconducibile principalmente alla decisa diminuzione delle vendite di blocchi (-8,2%), passate da 382,6 a 351,8 milioni di euro. In difficoltà, come detto, soprattutto l'export verso l'India (-17%, a 67,5 milioni), il nostro secondo mercato, mentre la Cina si conferma primo buyer con 128,5 milioni e cresce del 4%. Migliore la situazione per quanto concerne le vendite internazionali del prodotto lavorato e semilavorato - quello a più alto valore aggiunto, e che rappresenta oltre i 4/5 dell'export marmifero italiano - che hanno fatto registrare un calo più contenuto (2,9%) rispetto all'anno precedente, per complessivi 1.578 milioni di euro (contro i 1.625 milioni del 2015). Tra i mercati di riferimento, sono sempre gli Stati Uniti a guidare la classifica dei Paesi acquirenti di marmi e graniti italiani processati(vedasi tabella) con 447,4 milioni di import, sebbene in lieve calo (-2,4%) se raffrontato allo stesso periodo del 2015. Più marcata invece la diminuzione delle esportazioni verso i nostri due principali mercati europei, Germania (135,9 milioni/7,7%) e Svizzera (93 milioni/-15,1%). Segnali positivi - ma non sufficienti a controbilanciare il trend negativo generale - dal mercato britannico (73,7 milioni di import lapideo dall'Italia/+2,4%) e da quello francese (66 milioni/+8,1%), che salgono rispettivamente al quarto e al quinto posto i buyer settoriali. Le diminuzioni più significative nell’export di prodotti finiti e semilavorati sono state registrate nell'area del Golfo persico. Il valore delle vendite verso gli Emirati Arabi è infatti calato del17,4% rispetto allo stesso periodo del 2015, scendendo a 63,6 milioni di euro. Per l'Arabia Saudita si può addirittura parlare di un vero e proprio crollo delle esportazioni, con un 40,2% (da 72 a 43 milioni). In ripresa rispetto ad inizio anno, ma sempre di segno negativo(-16%), le vendite verso la Russia, pari a 42,6 milioni, mentre cresce il Canada, verso cui l’Italia ha esportato lavorati e semilavorati per un valore di 40,3 milioni di euro (+7,4%). Chiude la top ten il Kuwait (34 milioni), il cui import dal nostro paese nel 2016 è diminuito del -4,7%. Si segnala infine che - in linea con il rallentamento generale dell'interscambio lapideo internazionale - nel 2016 sono risultate in sensibile calo anche le nostre importazioni, scese da 409 a 374,5 milioni di euro, con un variazione negativa dei valori dell'8,4%. In particolare, la parte più consistente del nostro import, i blocchi (260,3 milioni), è arretrata del 12,3%.

Following the positive trend in recent years – with Italian companies preferring to export types of products with higher quality or in any case higher prices – the decrease in exports was more marked in terms of volume (2.788 million tons, -7.6%) than in value, a sign of the fact that although the Italian stone industry exported less, the average value per ton increased once again. Looking at exports more in detail, the drop in 2016 revenue can be mainly traced to the decisive downturn (-8.2%) in sales of blocks, with revenue decreasing from 383.6 to 351.8 million euros. India, Italy’s second market for blocks, bought 17% less (for 67.5 million euros), while China, the top purchaser, spent 128.5 million and rose 4%. The situation improved in foreign sales of semi-finished and finished products – the latter with the highest added value and accounting for 4/5 of Italy’s stone exports – which dropped less (2.9%) from the previous year for overall worth of 1.625 million euros (versus the 1.578 million in 2015). Among reference markets, the United States once again led foreign buyers of marbles and granites processed in Italy (see table), with imports worth 447.7 million euros, although this was 2.9% less than in 2015. There were bigger decreases in exports to the top European markets: Germany (135.9 million, down 7.7%) and Switzerland (93 million, down 15.1%). Good signs (but not good enough to offset losses) came from the British market (73.3 million in stone imports from Italy, up 2.4%) and the French (66 million, up 8.1%), which respectively ranked fourth and fifth among buyers. The most significant setbacks in exports of semi-finished and finished products were in any case registered in the Persian Gulf area. The revenue from sales to the United Arab Emirates dropped 17.4% from the previous year, to 63.6 million euros. And for Saudi Arabia sales actually crashed, 40% less, for 43 million. Rising at the start of the year but still in decline (-16%) were sales to Russia, worth 42.6 million, while they grew in Canada, to which Italy exported semi-finished and finished products worth 40.2 million euros (up 7.4%). Concluding the top ten was Kuwait (34 million), which imported 4.7% less. Finally, it should be noted that – in line with a general slowdown in global stone sales – in 2016 Italy’s stone imports decreased, too, from purchases worth 409 to 374.5 million euros, a downturn of 8.4%. In particular, the largest share of Italy’s imports, blocks (260.3 million in purchases) declined by 12.3%.

31


32

L'ITALIAN STONE EXPERIENCE HA FATTO TAPPA ALLA FIERA "MARBLE 2017" DI IZMIR

THE ITALIAN STONE EXPERIENCE TRAVELED TO THE “MARBLE 2017” SHOW IN IZMIR, TOO

Bel successo d'immagine per l'iniziativa istituzionale "Italian Stone Experience" targata ICE-Agenzia/CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE in occasione della manifestazione MARBLE 2017, evento di riferimento per la filiera tecno-marmifera a livello internazionale ed appuntamento cruciale per incontrare gli operatori settoriali turchi, svoltasi ad Izmir (Turchia) dal 22 al 25 marzo. ICE-Agenzia e CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE sono state infatti direttamente presenti in fiera con uno stand istituzionale/Lounge Italia - un’area complessiva di circa 50 mq con un Desk di accoglienza con il personale dell’Istituto e dell’Associazione di categoria - per supportare le aziende italiane espositrici e fornire informazioni sulle produzioni tecnologiche "made in Italy" ai molti visitatori turchi e internazionali. L’obiettivo della Presenza Istituzionale alla kermesse turca è stato quello di rafforzare ed accrescere la conoscenza e la diffusione dell’eccellenza e dell’innovazione che caratterizza la tecnologia italiana per la lavorazione e la valorizzazione della pietra naturale - l'"Italian Stone Experience", per l'appunto -, oltre che di contribuire al mantenimento del posizionamento competitivo su quest’area

The official “Italian Stone Experience” project created by ICE-Agency/ CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE also made a fine showing at the 2017 edition of MARBLE, a reference event for the international stone industry and a key occasion for meeting with Turkish operators, that was held in Izmir from March 22 to 25. ICE-Italian Trade Agency and CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE were directly present at the show with an official Lounge Italia – an area of some 50 square meters with a welcome desk and ICE and association staff – to provide support to exhibiting Italian companies and inform the many Turkish and foreign visitors about the excellence of stone-working technology Made in Italy. The purpose of the official presence at the Turkish show was to reinforce and increase knowledge about the excellence and innovation characterizing Italian technology for processing and valorizing natural stone – “Italian Stone Experience”, precisely – as well as to help maintain competitive positioning for Italian companies in this


strategica per il “Made in Itay” settoriale, dove è sempre più forte la concorrenza locale ed internazionale. La Lounge Italia è stata infatti attrezzata con degli schermi sui quali nel corso della manifestazione sono stati proiettati i video delle Aziende italiane espositrici che hanno aderito all’iniziativa attraverso il supporto di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ed è stato inoltre distribuito anche un flyer con i riferimenti delle oltre 70 Imprese del nostro Paese presenti in fiera, senza dimenticare le azioni di comunicazione sulla stampa locale prima e durante la manifestazione. La Lounge Italia, inoltre, come ulteriore ed innovativa forma di promozione sulle capacità di trasformazione offerte dalla tecnologia italiana, ha ospita una riproduzione in scala di una delle opere realizzate per la mostra “The Italian Stone Theatre 2015” in occasione di Marmomacc. Si tratta della scultura Micete, scultura/totem a firma Raffaele Galiotto per TD ROBOTICS e riprodotta a titolo gratuito dall’Azienda espressamente per questa iniziativa istituzionale. Un'opera che ha offerto ai visitatori della fiera un esempio tangibile del link che si può realizzare tra materiale italiano, idea progettuale del designer e la più avanzata tecnologia "Made in Italy". Nella serata della giornata inaugurale del 22 marzo è stato organizzato anche un evento di networking presso il Whyndam Grand Hotel di Izmir - alla presenza dei vertici dell’Associazione di Categoria, del Direttore dell’Ufficio ICE-Agenzia di Istanbul e del Console Italiano a Izmir – riservato alle Aziende italiane e ai loro partner/clienti locali.

strategic area, where local and international competition is getting stronger. The Lounge Italia was in fact equipped with screens showing videos of the Italian companies exhibiting at the show, and flyers were handed out with their references; there was also publicity in the local press. And the Lounge Italia, as a further and innovative way of promoting the processing performance offered by Italian stone-working technology, hosted a life-size reproduction of one of the works created for “The Italian Stone Theatre” exhibit at Marmomacc. This was a replica of Micete, the sculpture/totem designed by Raffaelle Galliotto for TD ROBOTICS and reproduced free of charge by the company expressly for this official event. A work that offered visitors a tangible example of the synergy that can be created between Italian stones, designers’ ideas and the vanguard technology Made in Italy. In the evening of show inauguration day, March 22, a networking event for Italian companies and their local partners/customers was held at the Wyndham Grand Hyatt Hotel in Izmir, attended by the heads of the Italian stone association, the director of the ICE office in Istanbul and the Italian consul in Izmir.

33


34

KAZAKISTAN: INVESTIMENTI URBANI NELL'AREA METROPOLITANA DI ALMATY

KAZAKHSTAN: INVESTMENTS IN THE ALMATY METROPOLITAN AREA

Il Kazakistan sta progettando la realizzazione di quattro nuovi poli urbani intorno alla città di Almaty. La prima città satellite, localizzata a nord della più popolosa città del Kazakistan, sarà costruita entro il 2030. Il progetto di fattibilità commissionato dal Governo prevede un investimento complessivo di 650 miliardi di tenge (circa 2 miliardi di euro). Il programma di sviluppo strategico di Almaty prevede inoltre la costruzione di altre tre città a partire dal 2030: the Golden City, the Growing City and the Green City. Ricordiamo che il Kazakistan sarà la anche la sede dell'Expo 2017, l'esposizione universale in programma ad Astana da giugno a dicembre prossimi, che ha già mobilitato tre miliardi di investimenti nel paese e che sarà dedicata dedicata a temi relativi alla produzione responsabile ed efficiente di energia nell'immediato futuro e al rapporto con l'ambiente, con particolare riferimento alle energie rinnovabili. Questi piani di sviluppo urbano e l'Expo 2017 ribadiscono con forza come il Kazakistan ambisca a diventare il crocevia economico tra la Cina, la Russia e l’Europa, accaparrandosi i flussi commerciali che viaggeranno lungo le rotte della nuova via della seta.

Kazakhstan is planning to create four new urban areas around the city of Almaty. The first satellite city, located north of Kazakhstan’s most populous city, will be built by 2030. The feasibility project the government has commissioned foresees an overall investment of 650 billion tenge (about 2 billion euros). The Almaty strategic development plan also foresees construction of another three cities beginning in 2030: the Golden City, Growing City and Green City. We remind readers that Kazakhstan will also be host to Expo 2017, the Universal Exposition to be held in Astana from this June to December that has already mobilized three million in investments in the country and whose themes will be responsible and efficient energy production in the immediate future and relations with the environment, with particular reference to renewable energy sources. These urban development plans and Expo 2017 forcefully reiterate how Kazakhstan aspires to become a crossroads between China, Russia and Europe, profiting from the trade flows traveling along the New Silk Road.

NUOVO CLUSTER ECONOMICO IN EGITTO

NEW BUSINESS CLUSTER IN EGYPT

L'azienda United World Infrastructure (UWI) con sede negli USA e a Dubai ha annunciato l'avvio della progettazione di un nuovo cluster economico in Egitto che prevederà un investimento di oltre 500 milioni di dollari. Il management dell'azienda ha dichiarato che il nuovo cluster economico prevederà opere di rinnovamento urbano oltre a una vera e propria nuova città e una nuova espansione urbanistica collegata alla capitale Il Cairo. Il progetto si svilupperà su un'area non inferiore ai 2.000 acri e rientra nel progetto complessivo egiziano di attrazione di nuovi investimenti per contrastare le difficoltà economiche in cui si trova il paese.

The United World Infrastructure (UWI) company based in the US and Dubai has announced the startup of designing new business cluster in Egypt foreseeing an investment of more than $US 500 million. Company management declared that the new business cluster foresees urban renewal work as well as a brand new city and new urban expansion connected to Cairo, the capital. The project will extend over an area of no less than 2,000 acres and be part of Egypt’s overall plans to attract new investments to alleviate the country’s economic difficulties.


POLYWIRE 54 L’unica multiďŹ lo con 54 ďŹ li ad avere tamburo motore e volani tensionatori di grande diametro (2,3 mt). La vita e le prestazioni del ďŹ lo sono ottimizzati. Permette di tagliare un blocco profondo 1,5 mt in unica passata. La manutenzione è veloce. The only multiwire with 54 wires equipped with big motor drum and tensioning ywheels (2,3 mt). The wire life and performances are optimized. It allows to process a 1,5 mt deep block in one shot. The maintenance is quick

POLYWIRE 40 MultiďŹ lo a 40 ďŹ li che mantiene le caratteristiche distintive della ben nota gamma POLYWIRE, ovvero tamburo motore e volani tensionatori di grande diametro. Può tagliare in una sola calata blocchi profondi ďŹ no a 1 mt e gli spessori delle lastre possono essere anche diversi tra loro. L’impianto offre un innovativo sistema di manutenzione e lubriďŹ cazione. Multiwire with 40 wires which keeps the same peculiar features of the well known Polywire range which are the motor drum and the tensioning ywheels of big diameter. This plant can process blocks up to 1 mt depth in one single shot, and the thicknesses of the slabs can be mixed. An innovative maintenance and lubrication system is included.

DODECAWIRE

MultiďŹ lo equipaggiata con 12 ďŹ li, permette di realizzare sia lastre che spessori da 2 a 8 cm (12 lastre miste nella stessa calata). La conďŹ gurazione di taglio è variabile in tempi ristrettissimi grazie al sistema E.A.S.T. (sistema di facile regolazione degli spessori lastre). Multiwire equipped with 12 wires, it can realize both thin and thick slabs from 2 up to 8 cm thickness (12 mixed slabs in the same shot). The cutting conďŹ guration can be changed in very short time, thanks to E.A.S.T. system (Easy Adjustable Slab Thickness system).

        )%*,- ,**,-%)') -"--+!+ --%*,*&-+-( -"$(-+#-##--% -+-( -"$(-+#-++)' ,**,)')&',--&,**,)')&', & %-((!$!-($+-


36

GRECIA: VICINO L'ACCORDO CON L'EUROGRUPPO

GREECE: NEAR TO AGREEMENT WITH EUROGROUP

Con i progressi compiuti nelle ultime settimane "abbiamo avuto successo e siamo riusciti a raggiungere un accordo con la Grecia sugli elementi chiave, la mole e la tempistica, delle riforme" che servono a completare la seconda revisione del piano di correzione del Paese. Lo ha affermato il presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, nella conferenza stampa al termine della riunione del 7 aprile a Malta. A conferma dei cambiamenti strutturali in atto - si legge in una nota di SACE - è stata conclusa la cessione della gestione di 14 aeroporti a un consorzio legato alla tedesca Fraport. Questa cessione porterà nelle casse di Atene quasi 10 miliardi di euro nel corso dei 40 anni previsti dalla concessione, grazie agli affitti annuali e a una quota sui ricavi futuri. Il PIL del Paese è cresciuto dello 0,3% nel 2016 ed è previsto oltre il 2% nell’anno in corso ma, nonostante questi dati positivi e le riforme in atto, la Grecia rimane in una situazione fragile almeno fino della ristrutturazione del debito.

With the progress made in recent weeks “we have been successful and managed to reach an agreement with Greece on key elements, the entity and timing of reforms” serving to complete the second revision of the corrective plan for the country. The president of the Eurogroup, Jeroen Dijsselbloem, announced this at the press conference held at the end of the meeting hosted on April 7 in Malta. Confirming the structural changes underway – states a SACE communication – was conclusion of ceding the management of 14 airports to a consortium connected with Germany’s Fraport. This will bring nearly 10 billion euros to Greek government coffers in the 40 years foreseen by the contract, thanks to annual leases and a share in future revenues. Greece’s GDP rose by 0.3% in 2016 and growth of another 2% is expected this year. However, despite these positive figures and the reforms underway, Greece will remain in a fragile situation at least until its debt is restructured.

DUE NUOVI APPUNTAMENTI FIERISTICI NEL SUD-EST ASIATICO: "CAMBODIA ARCHITECT & DECOR" E "MYANMAR BUILD & DECOR"

TWO NEW EXPOS IN SOUTHEAST ASIA: “CAMBODIA ARCHITECT& DECOR” AND “MYANMAR BUILD & DECOR”

Il portafoglio fieristico di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE si arricchisce di due nuovi appuntamenti promozionali nella dinamica area del Sud-est asiatico, grazie alla collaborazione con ICVeX Co. Ltd, società thailandese leader nell'organizzazione di fiere in questa regione. Il primo è il CAMBODIA ARCHITECT & DECOR 2017 (Phnom Penh, 8/10 giugno), evento di riferimento per la Cambogia e i paesi confinanti per il mondo dell'architettura, del design e dell'industria delle costruzioni. L'altro appuntamento è il MYANMAR BUILD & DECOR 2017, la più importante piattaforma fieristica del Myanmar per il settore dei materiali per edilizia, arredamento d'interni e decorazione, in programma a Yangon dal 5 al 7 ottobre. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE si sta occupando della promozione della partecipazione delle Aziende italiane del comparto lapideo e tecno-marmifero ad entrambe le manifestazioni. L'Ufficio Fiere dell'Associazione è a disposizione delle Aziende interessate per fornire tutte le informazioni su modalità e costi di adesione.

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE’s event portfolio has been enriched with two new showcases in the dynamic Southeast Asian area thanks to cooperation with ICVeX Co. Ltd., Thailand’s leading event organizer in this area. The first is CAMBODIA ARCHITECT & DECOR 2017 (Phnom Penh, June 8/10), a reference event for Cambodia and neighboring countries devoted to architecture, design and the building industry. The other is MYANMAR BUILD & DECOR 2017, the country’s top show for building materials, interior design and furnishings, scheduled for Yangon from October 5 to 7. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE is handling Italian stone and techno-stone company participation at both shows. The association’s Events Office is at the disposal of interest companies, providing all info regarding participation modes and fees.


38

ITALIAN STONE EXPERIENCE IN MACEDONIA: TECNOLOGIA LAPIDEA PROTAGONISTA A SKOPJE E PRILEP

ITALIAN STONE EXPERIENCE IN MACEDONIA: STONE TECHNOLOGY STARS IN SKOPJE AND PRILEP

La Macedonia è pronta a investire nell’eccellenza, la qualità e l’esperienza che contraddistingue la filiera tecno-marmifera italiana. Per promuovere il meglio del “made in Italy” di settore è stata organizzata l’iniziativa “Italian Stone Experience in Macedonia” svoltasi lo scorso 11 e 12 aprile a Skopje e Prilep, un evento organizzato grazie alla proficua collaborazione tra ICE-Agenzia e Confindustria Marmomacchine e svoltosi alla presenza di S.E. Amb. Carlo Romeo, Ambasciatore d’Italia in Macedonia, della Direttrice dell’Ufficio ICE-Agenzia di Skopje Dott.ssa Cinzia Bruno e del Segretario Generale di Confindustria Marmomacchine, Arch. Raimondo Lovati oltre ai rappresentanti del Dipartimento delle Risorse Minerarie del Ministero dell’Economia Macedone. Dopo gli interventi dei partner istituzionali coinvolti nell’iniziativa le protagoniste della giornata sono state le 6 aziende italiane partecipanti (Abichem, Chimica Edile, Dazzini, Denver, Protrade e Tenax) capaci di fornire con le presentazioni delle rispettive specializzazioni un quadro completo dell’intera filiera produttiva, dalla cava al prodotto finito, dalle macchine e tecnologie produttive alle attrezzature complementari fino ai prodotti chimici. Le presentazioni aziendali sono state precedute da un’introduzione dedicata ai principali fattori di competitività della tecnologia lapidea italiana a cura di Confindustria Marmomacchine. Nel corso dell’iniziativa si sono svolti inoltre oltre 80 incontri B2B con le circa 30 aziende macedoni che hanno aderito all’evento per approfondire le possibilità concrete di collaborazione e cooperazione con le realtà italiane partecipanti. Questa azione promozionale specifica dedicata al settore della tecnologia lapidea italiana sul mercato macedone si svolge in un momento in cui le aziende locali hanno necessità di disporre di un upgrade tecnologico per valorizzare al massimo le materie prime e le qualità dei loro prodotti lapidei lavorati. La Macedonia è infatti un paese ricco di importanti giacimenti minerari (principalmente di rame, nichel e carbone) e di riserve di pietre naturali e può vantare una lunga tradizione che risale ai tempi dei romani nell’estrazione della pietra naturale e annovera oggi un’industria estrattiva caratterizzata da importanti giacimenti di travertino, onice e granito e la presenza di importanti giacimenti del pregiato Marmo Bianco Sivec. Il programma della due giorni macedone ha previsto anche la visita del distretto produttivo di Prilep dove la delegazione imprenditoriale italiana ha potuto prendere visione delle le principali cave e dei più importanti impianti di lavorazione,

Macedonia is ready to invest in the excellence, quality and experience that characterizes the Italian techno-stone industry. To better promote the finest Italian stone-working technology an “Italian Stone Experience in Macedonia” event was held on April 11 and 12 in Skopje and Prilep. This event was jointly organized by ICE-Italian Trade Agency and Confindustria Marmomacchine and held in the presence of Mr. Carlo Romeo, Italian ambassador to Macedonia, the director of the ICE office in Skopje, Ms. Cinzia Bruno and the Secretary-General of Confindustria Marmomacchine, architect Raimondo Lovati, as well as representatives of the Mineral Resources Department of the Macedonian Ministry of Economics. After speeches by the official partners involved in the project, the stars of the day were the 6 participating Italian companies (Abichem, Chimica Edile, Dazzini, Denver, Protrade and Tenax) which, presenting their respective specializations, were able to give a full picture of the entire stone production chain, from quarry to finished product, from production machinery and technology to auxiliary equipment down to chemical products. The companies’ presentations were preceded by an introduction provided by Confindustria Marmomacchine regarding the main competitive features of Italian stone technology. During the event there were more than 80 B2B meetings held with the 30-odd Macedonian companies attending the event to explore concrete possibilities of working with the Italian companies present. This specific promotional work for the Italian stone technology sector on the Macedonian market comes at a time when local companies need a technological upgrade to better valorize their raw materials and the quality of their finished stone products. Macedonia is, in fact, a country with a wealth of important mineral resources (mainly copper, nickel and coal) and natural stone reserves and can boast of long tradition – dating to Roman times – of extracting natural stone. Nowadays its extraction industry relies on important deposits of travertine, onyx and granite as well as premium Sivec white marble. The two-day program also included a tour of the Prilep production district where the Italian business delegation was able to visit the main quarries and largest processing plants, in-


tra cui una delle maggiori cave di marmo bianco al mondo. L’Italia è leader mondiale nelle macchine per l’estrazione e lavorazione delle pietre e anche in Macedonia nel 2016 la filiera tecno-marmifera italiana è diventato il primo provider, riuscendo ad andare oltre la concorrenza delle aziende produttrici turche e svedesi con importazioni più che raddoppiate per un valore di oltre 1,1 milione di euro, equivalenti a oltre il 50% dei macchinari impiegati dalle aziende macedoni.

cluding one of the world’s largest white marble quarries. Italy is the world leader in machinery for extracting and processing natural stone and in Macedonia, too, in 2016 was the top supplier, overcoming competition from Turkish and Swedish makers with exports that more than doubled, for worth of over 1.1 million euros, the equivalent of more than 50% of the machinery used by Macedonian stone companies.

39


CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE E ICE-AGENZIA PROMUOVONO ANCHE PER IL 2017 LA PARTECIPAZIONE COLLETTIVA ITALIANA ALLA IRAN STONE EXHIBITION 2017

40

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e ICE-Agenzia - dopo la positiva esperienza dello scorso anno - hanno deciso di rinnovare anche per il 2017 il loro impegno in Iran a fianco delle aziende italiane del comparto tecno-lapideo e in questi mesi stanno coordinando la partecipazione collettiva delle aziende del nostro Paese alla IRAN STONE EXHIBITION - IRSE di Tehran (10-13 luglio), la manifestazione locale di riferimento per il settore lapideo e per la filiera delle macchine, attrezzature e prodotti complementari. Nella passata edizione dell'appuntamento fieristico iraniano l'Area collettiva italiana ha visto la partecipazione di 45 tra le più importanti Aziende del "made in Italy" tecno-marmifero su una superficie espositiva di oltre 700 metri quadrati, costituendo la più nutrita rappresentanza estera presente a IRSE e una delle maggiori collettive settoriali italiane mai realizzate dall'attenuazione dell'applicazione delle sanzioni internazionali nei confronti dell'Iran. L'iniziativa - che si inserisce nella cornice dell’Attività Promozionale 2017 definita da ICE-Agenzia in stretta sinergia con CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE a sostegno dell'internazionalizzazione della filiera tecno-lapidea del nostro Paese sui mercati di maggior interesse e a maggior potenziale per le nostre PMI - si propone di promuovere la presenza dei costruttori italiani di macchine, utensili e attrezzature in Iran e di sviluppare occasioni di collaborazioni produttive e distributive con le controparti locali. l’Iran rappresenta infatti un partner commerciale di primaria importanza per la nostra industria di settore: nel 2016 l'export di macchine e attrezzature complementari per l’estrazione e la lavorazione delle pietre ornamentali "made in Italy" destinate al paese del golfo hanno raggiunto i 21,2 milioni di Euro (16° buyers assoluto), e le previsioni di sviluppo dell'industria lapidea locale per i prossimi anni sembrano indicare importanti margini di incremento per le nostre esportazioni già nel breve-medio periodo.

AGAIN IN 2017 CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AND ICE PROMOTE AN ITALIAN GROUP EXHIBIT AT THE IRAN STONE EXHIBITION

After last year’s successful experience CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE and ICE-Italian Trade Agency have decided to renew their commitment in 2017 in Iran alongside Italian techno-stone companies and are currently coordinating their collective participation in the IRAN STONE EXHIBITION - IRSE in Tehran (July 10-13), devoted to stone and the machinery, equipment and complementary products for stone extraction and processing. In the previous edition of the Iranian event the group Italian display featured 45 leading brands exhibiting on an area of more than 700 square meters; it was the largest foreign contingent at the IRSE and one of the biggest group exhibits organized since easing of the international sanctions against Iran. The project – part of the 2017 work plan defined by ICE in close synergy with CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE to support the promotion of Italian techno-stone companies on markets of greatest interest and potential for SME – is intended to foster the presence in Iran of Italian makers of stone-working technologies and tools and to develop occasions for productive and distributive cooperation with Iranian companies. In fact, Iran is a market of primary importance for the Italian stone industry, which in 2016 exported machinery and equipment for quarrying and processing to the Persian Gulf country worth 21.2 million euros (making Iran the 16th biggest buyer in absolute). Development prospects for the Iranian stone industry in coming years indicate big growth margins for Italy’s exports even in the short-medium term.


own quarry calacatta apuano

collezioneitalia.eu bonottimarble.com info@bonottimarble.com


42

LA “SOSTITUZIONE DELLE IMPORTAZIONI” SUL MERCATO RUSSO: UNA NUOVA SFIDA PER LE AZIENDE ITALIANE PRODUTTRICI DI MARMO E TECNOLOGIE COMPLEMENTARI

“IMPORT REPLACEMENTS” ON THE RUSSIAN MARKET: A NEW CHALLENGE FOR ITALIAN STONE PRODUCERS AND STONE TECHNOLOGY MAKERS

Da circa tre anni la Federazione Russa - come risposta alle sanzioni internazionali, alla caduta del prezzo del petrolio e al deprezzamento del rublo - ha avviato un ambizioso programma di sostituzione delle importazioni con prodotti analoghi di produzione locale, volto allo sviluppo e all'ammodernamento dell'industria nazionale in numerosi settori, in particolare agroalimentare, meccanico e manifatturiero. A questo riguardo il Dipartimento delle costruzioni del Comune di Mosca ha recentemente analizzato i risultati della sostituzione relativamente ai diversi gruppi merceologici del comparto dei materiali da costruzione. Secondo questo report le imprese russe dominano nella produzione di calcestruzzo, semilavorati di ghisa, strutture in acciaio e prodotti in vetro, dove la quota di importazione non supera il 5%. Mentre nel campo dei prodotti chimici per l'industria delle costruzioni, dei materiali da rivestimento - come il marmo - e delle macchine per edilizia la quota di prodotti stranieri continua a superare abbondantemente il 50%, come in precedenza. Al di là dei proclami, per le Aziende italiane è dunque importante cercare di capire come sia possibile trasformare l’imprevisto del nuovo corso delal politica economica russa in un'opportunità. Come stanno rispondendo a questa nuova sfida le Imprese del comparto lapideo e tecno-marmifero nazionale? A livello statistico - secondo i dati elaborati del Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - nel 2016 la Russia, sebbene in arretramento, si è confermata all’ottavo posto tra i buyer di marmi, graniti e pietre estratte o trasformate in Italia, con 42,6 milioni di euro di import. Se nei prossimi anni è pertanto lecito attendersi un arretramento per le nostre esportazioni - soprattutto nel campo delle opere pubbliche, dove saranno preferiti i prodotti lapidei locali - quello russo rimane tuttavia un mercato ricco e assolutamente ricettivo per i materiali di fascia alta e per il segmento luxury, dove le produzioni lapidee "made in Italy" sono ancora percepite come "non sostituibili". Relativamente al comparto delle tecnologie d'estrazione e lavorazione delle pietre ornamentali, nel 2016 l'import di Mosca di macchine a attrezzature dall'Italia si è assestato sui 18,7 milioni, un valore che - sebbene sia ancora inferiore ai livelli di alcuni anni fa - è cresciuto del 26% rispetto al 2015, e le prospettive per il futuro sembrano più che buone. La politica del "made in Russia può infatti aprire delle importanti opportunità di crescita per le nostre Aziende nell’ambito dello sviluppo dell’industria lapidea della Federazione che, per portare avanti il suo lungo processo di ristrutturazione e di crescita, ha (e avrà) necessariamente bisogno di tecnologia e know-how italiano.

About three years ago the Russian Federation – as a response to international sanctions, the drop in oil prices and depreciation of the ruble – began an ambitious project of replacing imported products with similar ones made locally in order to develop and modernize Russian industry in numerous sectors, especially agriculture, mechanics and manufacturing. In this regard the City of Moscow’s Construction Department recently analyzed the results of replacing different commodities in the building materials sector. According to this report, Russian companies lead in the production of cement, semi-finished cast iron, steel structures and glass products, where the share of imports does not exceed 5%. At the same time, in regard to chemical products for the building industry, revetment materials – like stone – and building machinery the share of imported products continues to abundantly exceed 50% as in the past. So for Italian companies it is important to know whether it is possible to transform Russia’s new, unforeseen economic policy into an opportunity. How are Italian stone and stone technology companies meeting this new challenge? On the statistical level – according to data processed by the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center – in 2016 Russia, although losing ground, was still in eighth place among buyers of ornamental stones quarried or processed in Italy, spending 42.6 million euros in imports. So if it’s licit to expect further declines in coming years in stone exports to Russia – especially in orders for public works, where local products will be preferred – Russia still remains a rich and very receptive market for high-


range materials and products, where the Made in Italy is still perceived as “irreplaceable”. As for Italian technology for quarrying and processing natural stones, Russia’s imports of machinery and equipment were worth 18.7 million euros, a figure that – while still lower than the levels of recent years – grew 26% from 2015 and future prospects look rosy. In fact, the Made in Russia policy can offer big growth opportunities for Italian companies in the context of developing Russia’s stone industry, which, to go forward with restructuring and growth, needs and will continue to need Italian technology and know-how.

IL MADE IN ITALY TECNO-LAPIDEO PRESENTE ANCHE QUEST'ANNO ALLA STONE INDUSTRY DI MOSCA

TECHNO-STONE MADE IN ITALY AGAIN ON STAGE AT MOSCOW’S STONE INDUSTRY SHOW

Dal 27 al 30 giugno è in programma a Mosca la fiera STONE INDUSTRY 2017 - erede dello storico brand EXPOSTONE -, manifestazione di riferimento per la Federazione Russa e per le aree dell'ex Unione Sovietica dedicata al settore lapideo e alle macchine, attrezzature e prodotti complementari. Il salone moscovita nell'edizione dello scorso anno ha visto la partecipazione di oltre 300 Aziende locali ed estere delle quali oltre 20 italiane, la presenza estera più consistente presente in fiera. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - partner ufficiale della manifestazione - anche quest'anno ha promosso e organizzato la partecipazione ufficiale delle Aziende italiane del comparto marmifero e tecno-lapideo a questo importante vetrina promozionale sul mercato russo, e sarà inoltre direttamente presente in fiera con i propri funzionari e un Meeting Point Italia per fornire supporto e assistenza agli Associati che esporranno o che saranno in visita a Mosca.

From June 27 to 30 Moscow will be host to the 2017 STONE INDUSTRY show – heir to the former EXPOSTONE – the reference event for the Russian Federation and former Soviet Union countries devoted to natural stones and the machinery, equipment and complementary products used to quarry and process them. The previous edition of the Moscow show had more than 300 local and foreign exhibitors (more than 20 of them Italian, the biggest foreign presence at the event). CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE – official partner of the event – has again promoted and organized the official participation of Italian companies in the stone and stone-techno sectors at this big promotional showcase for the Russian market and will also be directly on hand with its own officials and a Meeting Point Italia to provide support and assistance to member company exhibitors and visitors to Moscow.

43


44

BRANDING ISTITUZIONALE: SEGNI DISTINTIVI “CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE MEMBER”

OFFICIAL BRANDING: “CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE MEMBER” INSIGNIA

Al fine di valorizzare il loro branding istituzionale oltre che quello aziendale, identificando la propria appartenenza all'Associazione di categoria della filiera tecno-marmifera italiana e il contestuale legame col Sistema CONFINDUSTRIA, si rammenta che le Aziende Associate a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE hanno diritto all’utilizzo dei segni distintivi “CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Member”. Proprio per queste ragioni, e con l'obiettivo di consentire una maggiore duttilità di impaginazione nell’utilizzo dei segni distintivi stessi, l’Associazione ha recentemente messo a disposizione dei propri Soci - oltre al formato orizzontale tradizionale - anche il nuovo formato a impostazione quadrata, a sfondo bianco e blu, con e senza strip tricolore. Il logo “CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Member" è riservato in forma esclusiva a tutte le Aziende Associate e può essere inserito – rispettando la composizione originale e non scomponendo i suoi elementi grafici - in tutte le forme di comunicazione aziendali: dal sito-web aziendale al materiale informativo/commerciale, dalla carta intestata al biglietto da visita, dalle pagine pubblicitarie agli allestimenti fieristici, dal packaging a ogni altro ambito comunicativo. I loghi distintivi associativi - di cui CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ha riscontrato un ampio utilizzo da parte delle Aziende Associate in tutti i loro canali di comunicazione, sia cartacea che digitale, per sfruttare adeguatamente le intrinseche qualità del “brand value” Confindustriale - sono disponibili per tutti i Soci in formato immagine (.jpg) e vettoriale (.pdf) nell’Area Download del sito web associativo. Le Aziende Associate possono inoltre richiedere i loghi anche scrivendo alla Segreteria Associativa (info@assomarmomacchine.com).

To further valorize their official branding as well as their corporate - identifying their membership in the Italian techno-stone association as well as the Confindustria system - companies belonging to CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE are entitled to use the “CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Member” insignia. And, in order to make use of the insignia more versatile, the association recently offered members a new, square layout (in addition to the traditional horizontal) with a white and blue background, with or without the tricolor stripe. The “CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Member” logo is reserved exclusively to member companies and can be included – maintaining the original composition and not rearranging its graphic elements – in every form of corporate communication: websites, informative/business materials, letterheads, business cards, ad pages, tradeshow decor, packaging and any other communication context. The logo – which Confindustria Marmomacchine notes is widely used by members in all their communication channels, print or digital, to vehicle the intrinsic qualities of Confindustria-membership brand value - is available for all members in image (.jpeg) and vector (.pdf) formats in the download section of the association’s website. Member companies can also request the insignia from the association’s secretarial office (info@assomarmomacchine.com).


In the ORBITAL polishing machines there is no longer a single oscillating bridge but several bridges on which the spindles move individually making movements on different axes, similar to the ones performed by a manual processing and above all perfectly reaching the edge of the most irregular slabs without having to lift the other heads and in this way tools totally spend more time on the material.

Marble Gangsaws

Monowire machines

Block Cutters

The widest range of products you can imagine... ...the highest quality you can expect Creating competitive machines with high performance, never losing sight of the reliability of every single detail, is the industrial philosophy we apply in the development of all our products, from the largest installations to the smallest machines, ensuring a Quality that has by now become a regular reference for the market. For this reason, whether you have to purchase a small milling machine or an enormous automatic plant, you can rely on SIMEC every time, with the certainty that you are making the best possible choice. You know that every design decision was made in your interest, that all the materials and every part were selected and assembled with care to guarantee a product ready to work tirelessly for you. It is thanks to the Quality of the details that SIMEC has kept growing without pause for over forty years. It is thanks to the Quality of the whole that thousands of clients of SIMEC plants, for marble or granite, grow every day with us.

Via E. Fermi, 4 - 31030 Castello di Godego (TV) ITALY Tel. 0423/7351- Fax 0423/735256 - info@simec.it


46

FLESSIONE DEL 5% PER L'EXPORT LAPIDEO APUANO NEL 2016

APUAN STONE EXPORTS DOWN 5% IN 2016

Il linea con le previsioni dei mesi precedenti, il 2016 si è chiuso con una contrazione del 5% in valore per le esportazioni lapidee delle Aziende della provincia di Massa-Carrara. Lo rende noto una ricerca elaborata dall'Istituto di Studi e Ricerche della Camera di commercio locale su dati Istat, dove si sottolinea come nell'anno passato le vendite complessive all'estero di pietre ornamentali - sommando lavorati e grezzi - del comprensorio apuano siano passate da 539 a 512 milioni di euro, che costituisce comunque il terzo migliore risultato degli ultimi dieci anni. La diminuzione è imputabile principalmente al calo delle vendite di blocchi (-9,6%), passate dal valore-record di 171 milioni del 2015 ai 155 milioni di euro del 2016. Più contenuta invece la flessione per marmi e graniti lavorati e semilavorati (-2,7%, dopo l'ottimo +8,4% del 2015), le cui esportazioni hanno raggiunto i 357 milioni di euro. Per quanto riguarda i mercati di destinazione dell'export lapideo apuano, per i grezzi il partner commerciale per eccellenza rimane la Cina, che assorbe il 41,1% delle esportazioni della provincia con circa 64 milioni di euro, seguita da India, Nord Africa e Indonesia. Per il comparto dei lavorati il primo buyer sono invece sempre gli Stati Uniti con circa 166 milioni di euro di import (pari al 46,5% del totale), in lieve aumento rispetto al 2015. In forte contrazione invece le vendite destinate ad altri due grandi mercati di riferimento per il settore: l’Arabia Saudita, passata dai 29 milioni di euro del 2015 ai 10 milioni del 2016, e gli Emirati Arabi Uniti, scesi da 31 a 20 milioni.

In line with previous predictions, 2016 closed with a 5% downturn in value for stone exports from producers in the Massa-Carrara province. This was revealed by a survey conducted by the Studies and Research Department of the local Chamber of Commerce based on ISTAT figures, which showed that last year overall foreign sales of ornamental stones – both finished products and raw – decreased in worth from 539 to 512 million euros, although this was the third best performance in the past ten years. The decline is mainly attributable to a 9.6% downturn in sales of blocks, down from record value of 171 million euros in 2015 to 155 million. There was less of a loss (2.7%) in foreign sales of finished and semi-finished marble and granite products, after an excellent 8.4% rise in 2015, with 2016 exports worth 357 million euros. Where destination markets were concerned, for raw stone the buyer par excellence remained China, which accounted for 41.1% of Apuan exports with approximately 64 million euros, followed by India, North Africa and Indonesia. On the finished-product front, the United States was still in the lead, with 166 million euros in purchases (or 46.5% of the total), slightly more than in 2015. On the other hand, there were considerable drops in sales to two other usually big markets, Saudi Arabia (down to sales worth 10 million euros from the 29 million in 2015) and the United Arab Emirates, falling from 31 to 20 million euros.


Born as the evolution of the previous generation called SIMECWIRE, this machine is definitely innovative both for its aspect as well as for its performance. It is a two-column machine, featuring a new hydraulic tensioning system designed to offer the highest standards of reliability and made by using top quality materials and components.

HPM 2200 RX high performance polishing machine for marble slabs

EXCEL Bridge Sawing Machines

Restoring Plants

The widest range of products you can imagine... ...the highest quality you can expect Creating competitive machines with high performance, never losing sight of the reliability of every single detail, is the industrial philosophy we apply in the development of all our products, from the largest installations to the smallest machines, ensuring a Quality that has by now become a regular reference for the market. For this reason, whether you have to purchase a small milling machine or an enormous automatic plant, you can rely on SIMEC every time, with the certainty that you are making the best possible choice. You know that every design decision was made in your interest, that all the materials and every part were selected and assembled with care to guarantee a product ready to work tirelessly for you. It is thanks to the Quality of the details that SIMEC has kept growing without pause for over forty years. It is thanks to the Quality of the whole that thousands of clients of SIMEC plants, for marble or granite, grow every day with us.

Via E. Fermi, 4 - 31030 Castello di Godego (TV) ITALY Tel. 0423/7351- Fax 0423/735256 - info@simec.it


48

FEDERMACCHINE: PUBBLICATA L'ANALISI DEI BILANCI 2013-2015 DEL COMPARTO DEL BENE STRUMENTALE ITALIANO

FEDERMACCHINE PUBLISHES ITS ANALYSIS OF THE 2013-2015 BALANCE SHEETS FOR THE ITALIAN INSTRUMENTAL GOODS SECTOR

Il Centro Studi Federmacchine ha pubblicato a marzo i risultati dell'annuale analisi del bilancio aggregato del settore dei produttori di beni strumentali destinati allo svolgimento dei processi manifatturieri dell’industria e dell’artigianato. La ricerca è stata condotta su un campione di 1.037 Aziende aderenti alle dieci Associazioni afferenti alla Federazione (tra le quali CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE in rappresentanza del comparto "macchine lavorazione marmo") e ha preso in esame i bilanci relativi al triennio 2013-2015. Le imprese del campione sono localizzate per il 46% in Lombardia, seguite da quelle del Triveneto (19%), Emilia Romagna (12%), Piemonte (9%) e quote minori per le altre regioni (complessivamente al 14%). Per l’elaborazione dello studio è stata utilizzata la banca dati AIDA, i cui bilanci standard sono stati opportunamente riclassificati secondo lo schema di “riclassificazione finanziaria”. A livello complessivo, nel periodo 2013-2015 il campione ha registrato un risultato positivo dei ricavi, con una crescita media annua del 6,6%. Sia il 2014 che il 2015 sono stati anni di crescita, con tassi, rispettivamente, del 5,7% e del 7,5%. Anche l’incidenza degli utili sul fatturato ha registrato, a livello complessivo, un graduale miglioramento, passando dal 2,8% del 2013 al 4,2% del 2015. Durante il triennio esaminato hanno fatto segnare un incremento sia i costi per acquisti (materie prime, ecc.), che per servizi (godimento beni di terzi, lavorazioni esterne, canoni di leasing, costi commerciali, di distribuzione, costi amministrativi, di ricerca e sviluppo, costi di promozione e pubblicità) che del lavoro. A registrare l’aumento maggiore sono stati i costi per acquisti (+15,8%), seguiti dai quelli del lavoro (+9,5%) e dai costi per servizi (+9,3%). Nel periodo 2013-2015 anche i margini di redditività - che rappresenta la capacità dell’impresa di generare redditività lorda dalla gestione caratteristica - sono migliorati, passando dal 9,5% del 2013 al 10,6% del 2015, così come il loro ROI, che ha registrato un miglioramento graduale tra il 2013 e il 2015 - dal 4,3% al 6% - e il ROE, salito dal 3,2% al 6%.

In March the Federmacchine Studies Center published the results of its yearly analysis of the overall revenue for the sector of makers of instrumental goods used in the manufacturing processes for industry and artisanal businesses. The research was conducted on a sampling of 1,037 companies belonging to the ten associations forming the federation (including CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, representing the stone-working machinery sector) and examined the balance sheets for the three-year period 2013-2015. The sample companies were located for 46% in Lombardy, followed by the Triveneto region (19%), Emilia Romagna (12%), Piedmont (9%) and minor shares for the other regions (14% all together). The AUDA databank was used for the study, whose standard balance sheets were opportunely reclassified according to the “ financial reclassification” scheme. Overall, in the 2013-2015 period the sampling revealed an increase in revenues, with average annual growth of 6.6% Both 2014 and 2015 were years of growth, at respective rates of 5.7% and 7.5%. Profits gradually improved, too, rising from 2.8% in 2013 to 4,2% in 2015. During the three-year period examined there was an increase in outlays for purchases (raw materials, etc.) and services (use of third-party goods, jobbing, leasing, costs for business running, administration, marketing, research and development, promotion, advertising…) as well as labor. The biggest increases were in expenditures for acquisitions (15.8%) followed by labor (9.5%) and services (9.3%). In this period there were also improvements in profit margins (income after deducting running expenses) rising from 9,5% in 2013 to 10.6% in 2015, as well as in ROL, which gradually rose from 4.3% in 2013 to 6% in 2015 and ROE, from 3.2% to 6%.


callache

STONE QUARRIES from Canada ACA ADIA A WHITE

CANADIAN MARBLE. IT'S UNDER OUR ROOTS, NATURALLY.

WINT TER WHIT TE

VICTORIA NUVOLA

VICTORIA BLUE

WWW. CALLACHE.COM


callache

STONE QUARRIES from Canada

CANADIAN MARBLE. IT'S UNDER OUR ROOTS, NATURALLY. VISIT US AT

MIDDLE EAST

STONE

International Stone and Marble Show DUBAI WORLD TRADE CENTRE MAY 22 - 25, 2017

www.callache.com

marble@callache.com


DOSSIER UNI SU COSTI E BENEFICI DELLA NORMAZIONE

REPORT ON THE COSTS AND BENEFITS OF STANDARDIZATION

Nel numero di marzo della rivista U&C - Unificazione & Certificazione è stato pubblicato un interessante dossier che affronta un tema di particolare rilevanza per le Aziende: i costi e i benefici della normazione. Una recente ricerca condotta da IRS (Istituto per la Ricerca Sociale) mette infatti in evidenza l’impatto economico, organizzativo e concorrenziale delle norme tecniche, sottolineando che esse possono fare aumentare fino a un massimo del 14,1% il fatturato, investendo ogni anno al massimo lo 0,002% del fatturato stesso per l’acquisto e lo 0,007% per la formazione e/o le consulenza necessarie al loro miglior utilizzo. Tra i benefici "qualitativi" dell'utilizzo delle norme UNI, e che ne fanno uno strumento di enorme potenzialità per tutto il sistema economico e produttivo del Paese, sono state individuate le seguenti aree: facilitazione del rispetto dei requisiti di sicurezza di legge; maggiore accesso ai mercati esteri; semplificazione dell’attività d’impresa; riduzione del rischio di incidenti sia sul lavoro che per gli utilizzatori; influenza positiva sull’esito di eventuali contestazioni giudiziarie; costante aggiornamento sulle problematiche e le evoluzioni del proprio settore; condivisione delle conoscenze. Sono inoltre riconosciuti come ulteriori effetti positivi la riduzione dei costi per svolgere l’attività aziendale, la maggiore competitività negli appalti pubblici, la facilitazione della commercializzazione dei prodotti e la maggiore competitività nelle commesse private. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, a questo riguardo, è particolarmente impegnata sia nei tavoli UNI che CEN, al fine garantire un adeguato ascolto della voce della filiera marmifera nazionale intesa come l’insieme dei Produttori italiani di marmi, graniti e pietre ornamentali e dei Costruttori di Macchine, Utensili e Attrezzature per la loro lavorazione. L’Associazione rappresenta queste imprese nei due Technical Committee (TC) di riferimento, ovvero il TC 246 e il TC 151, oltre a partecipare attivamente ai mirror-group nazionali dove vengono definite le posizioni da far valere a livello europeo. Per maggiori informaziono in merito all’attività normativa dell’Associazione è possibile scrivere a direzione@assomarmomacchine.com

In the March issue of U&C – Unification and Certification magazine was an interesting report dealing with a subject of particular importance to manufacturing companies: the costs and benefits of standardization. A recent survey conducted by IRS (Social Research Institute) in fact points out the economic, organizational and competitive impacts of technical standards. They can increase revenue to a maximum of 141.%, investing each year a maximum of 0.002% of income in purchases and 0.007% in the training and/or consultancy needed for their best use. Among the “qualitative” benefits of utilizing UNI standards – and which make them a tool of great potential for Italy’s entire economic and productive system – are: easier compliance with legal safety requisites; reduction in risks of accidents, in the workplace or for users; a positive influence on any legal controversy; constant updating on the problems and developments in one’s business sector; knowledge sharing. Also recognized as further benefits are lowered costs for business running, greater competitiveness in public contact bidding, easier product marketing, and greater competitiveness in private commissions. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE is particularly committed to working with both UNI and CEN to give voice to the Italian stone sector as a whole – both producers of ornamental stones and makers of the machinery, tools and equipment to quarry and process them. The association represents these companies in the two Technical Committees of reference, or TC 246 and TC 151, as well as actively participating in national mirror-group meetings in which are defined the positions to be taken on the European level. For more info on the association’s standardization work you can contact direzione@assomarmomacchine.com

51


EUROZONA: LIEVE CALO A FEBBRAIO PER LA PRODUZIONE INDUSTRIALE, MA RESTANO POSITIVE LE ASPETTATIVE PER I PROSSIMI MESI

EUROZONE: SLIGHT DOWNTURN IN FEBRUARY FOR MANUFACTURING, BUT PROSPECTS LOOK GOOD FOR COMING MONTHS

L’Eurostat ha rilevato a febbraio una diminuzione della produzione industriale nell’Eurozona dello 0,3% rispetto a gennaio, quando c’era stato un incremento dello 0,3% su dicembre. Nel primo trimestre 2017 la variazione acquisita risulta pari a -0,2% sul quarto 2016. Su base annua, rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, la produzione industriale è comunque aumentata in febbraio dell’1,2% (dopo il +0,2% di gennaio). Gli indicatori qualitativi PMI Markit segnalano invece un’accelerazione della produzione manifatturiera (indice a 56,2 in marzo, livello massimo da maggio 2011), che non trova ancora conferma nei dati effettivi. Inoltre, le attese di produzione delle imprese manifatturiere per i prossimi mesi rimangono favorevoli, su livelli di gran lunga superiori rispetto allo stesso mese dello scorso anno.

In February Eurostat registered a lessening of industrial output in the Eurozone of 0.3% from January, when there had been a 0.3% increase from December 2016. In the first quarter of 2017 the acquired variation was therefore of – 0.2% from the final quarter of 2016. On an annual basis, compared to the same month a year ago, industrial output in any case increased in February by 1.2% (after the +0.2% in January). PMI Market qualitative indicators instead show a speed-up in manufacturing output (a 56.2 index in March, the highest since May 2011), although not yet confirmed by actual figures. In addition production expectations for manufacturing companies in coming months remain favorable, on levels much higher than in the same month a year ago.

UN CENTRO DEL MARMO A HEBRON

A STONE CENTER IN HEBRON

Lo scorso 28 marzo è stato aperto il Centro del Marmo a Hebron finanziato dall'UNIDO e dal Consolato Italiano per la cui costituzione l’Istituto Internazionale del Marmo (ISIM) ha assistito l'UNIDO stessa dal punto di vista tecnico programmatico, supportandola a livello consulenziale anche nella strutturazione delle gare propedeutiche all’acquisizione di tecnologie poi donate al Politecnico di Hebron, un’attività svolta anche in collaborazione con la locale associazione The Union of Stone and Marble in Palestine (USM). In Palestina il settore del marmo è uno dei comparti manifatturieri più importanti per l’economia domestica, capace di produrre il 25% del fatturato complessivo dell’industria nazionale e il 4,6% del Pil. Il fatturato complessivo del comparto marmifero palestinese è intorno ai 450 milioni di dollari, prodotti per il 50% dalle esportazioni verso Israele, per il 30% dal mercato domestico e per il rimanente 20% dall’export diretto verso altri mercati internazionali. Si stimano circa 250 cave attive per una produzione totale di 900.000 m3 annui. Nel 2015 sono stati di oltre 14 milioni gli acquisti di macchine e attrezzature lapidee italiane in Palestina.

March 28 saw the opening of the Hebron Stone Center financed by UNIDO (the United Nations Industrial Development Organization) and the Italian consulate, for whose creation the international Marble Institute (ISIM) assisted UNIDO from the technical planning standpoint, also offering UNIDO consultancy in structuring the bidding preparatory to acquiring the stone-working technology afterwards donated to the Hebron Polytechnic. This work was also carried out in cooperation with the local sector association, the Union of Stone and Marble in Palestine (USM). In Palestine the stone industry is one of the manufacturing sectors most important to the domestic economy, able to produce 25% of the country’s overall industrial revenue and 4.6% of GDP. The total revenue of the Palestinian stone industry is around $US 450 million, 50% of which comes from exports to Israel, 30% from the domestic market and the remaining 20% from direct exports to other foreign markets. It is estimated that there are 250-odd working quarries for total output of 900,000 cubic meters a year. In 2015 Palestine purchased Italian stone-working machinery and equipment worth more than 14 million euros.

52


Water cuts through stones, as rivers cut through rocks.

Follow nature’s paths

“Water Recycle and Dust Suction Machines for the World of Stone” T.C.TURRINI CLAUDIO SRL VIA FRANCIA, 4 - 37069 VILLAFRANCA DI VERONA (VR) ITALY TEL. +39 (0)45 6302744 FAX. +39 (0)45 6303435 WWW.TCTURRINI.COM – INFO@TCTURRINI.COM


54

IMPRESE: ITALIA AL TOP UE PER TASSO DI IMPRENDITORIALITÀ

ENTERPRISE: ITALY LEADS THE EU IN SMALL BUSINESSES

L’Italia si conferma tra i primi in Europa per densità di attività produttive secondo quanto risulta dai dati diffusi recentemente dall’Istat. Il tasso di imprenditorialità - calcolato come rapporto tra numero di lavoratori indipendenti e totale dei lavoratori delle imprese - nel 2014 si attesta infatti al 29,8% e fra i paesi dell'Unione europea risulta secondo solo alla Grecia; tra le maggiori economie dell'area, Germania e Francia presentano quote decisamente più contenute (9,1 e 10,2%). Sul territorio nazionale, la propensione all'imprenditorialità si conferma maggiore nel Mezzogiorno (37,6%) rispetto al Centro-Nord (27,9%). Va anche detto che la dimensione media delle imprese italiane, pari a 3,8 addetti, è di gran lunga inferiore al valore medio europeo (5,8). Sotto il profilo territoriale, il numero di dipendenti si conferma più basso nel Mezzogiorno (2,8). Tra i rilievi diffusi dall'Istat si sottolinea anche che si è interrotta la perdita di competitività delle imprese italiane che ha caratterizzato il biennio 2012-2013; nel 2014 le imprese italiane hanno infatti prodotto mediamente circa 125 euro di valore aggiunto per addetto ogni 100 euro di costo del lavoro unitario. Le regioni del Nord-ovest fanno registrare i livelli di competitività più elevati, mentre il Mezzogiorno registra valori inferiori alla media nazionale. L'analisi a livello europeo mette tuttavia in risalto la situazione di sofferenza delle imprese italiane, al terzultimo posto della graduatoria nel 2013: una competitività inferiore la troviamo solo tra le imprese di Francia e Grecia.

Italy is number-one in Europe for small-business density, according to recent ISTAT figures. The rate of entrepreneurship – calculated as the ratio between the number of independent workers and number of company employees – in 2014 was in fact 29.8%, and among European countries Italy was second only to Greece. Among the major economies in the EU, the rates for Germany and France were much lower (9.1% and 10.2% respectively). Nationwide, the bent to entrepreneurship is greater in the south (37.6%) than in the center-north (27.9%) and it should also be said that the average size of Italian small businesses – 3.8 employees – is much lower that the European average (5.8). Nationwide, the number of employees is lowest in the south (2.8). The ISTAT surveys also emphasize that there has been a halt to the loss of Italy’s small-business competitiveness seen in 2012-2013; in 2014, in fact, Italian companies produced about 125 euros of added value per employee for each 100 euros spent on wages per employee. The northeast had higher levels of competitiveness, while the south registered values lower than the national average. Looking at European levels however, one can note the hardships suffered by Italian companies, in third place in the 2013 rating: only small businesses in France and Greece were less competitive.

COLOMBIA: AMPLIAMENTO DELL’AEROPORTO EL DORADO DI BOGOTÁ

COLOMBIA: ENLARGEMENT OF BOGOTA’S EL DORADO AIRPORT

È previsto per il secondo semestre di quest'anno l'inizio dei lavori per l'ampliamento dell’aeroporto "El Dorado" di Bogotá, il più importante scalo aeroportuale colombiano e il terzo per numero di passeggeri del Sud America dopo Città del Messico e San Paolo (Brasile). L’aeroporto colombiano, quando saranno ultimati i lavori, potrà contare su una superficie complessiva di 224 mila metri quadrati e 41 gates per l’imbarco, che gli consentiranno di mobilitare ogni anno 43 milioni di passeggeri contro gli attuali 31 milioni. La ristrutturazione dello scalo porterà, inoltre, ad un ampliamento delle sale d’attesa, della food court e dell’area destinata alle attività commerciale.

In the latter part of this year work should commence on enlargement of Bogota’s El Dorado airport, the most important one in Colombia and South America’s third largest for number of passengers after Mexico City and Sao Paolo (Brazil). When work is completed the Colombian airport will cover an area of 224.000 square meters and have 41 departure gates, enabling it to handle 43 million passengers a year instead of the current 31 million. The enlargement will also include extension of the airports waiting areas, food court and shops.


WORLDWIDE ASSISTANCE

COMPATIBLE PRODUCT RANGES

LAB TESTS AND ANALYSES

IN-DEPTH STUDY OF MATERIALS

Team research. In-line solutions. Fila’s FILATECH division is dedicated to the study and application of innovative technology for in-line material treatments.6XSSRUWHGE\DKLJKO\TXDOL´HGWHDP FILATECH is always ready to provide the best solutions to protect surfaces right IURPWKHSURGXFWLRQOLQHPRUHWKDQ2,500 material tests, global in-line and onsite technical assistance and over6,000retailers7KDW­VZK\PRUHWKDQ200top international brands recommend FILA. FILATECH: research, lab tests and analyses, solutions for every material and assistance around the globe. Download the FILA Solutions APP.

7RFRQWDFWRXUZRUOGZLGHWHDPZULWHWR ´ODWHFK#´ODVROXWLRQVFRP

ISO 14001:2015 CERTIFIED


56

COSE D'IMPRESA: PMI ALLA SFIDA DELLA CORRETTA GOVERNANCE

BUSINESS MATTERS: THE PROPER GOVERNANCE CHALLENGE FOR SME

Un tema spesso sottovalutato nel segmento delle PMI è quello della governance, sottovalutato perché oggi la tendenza delle banche è quella di valutare attentamente come sono organizzate le imprese che chiedono credito. Perchè come hanno affermato alcuni portavoce della Crif (Centrale di Rischio Finanziario) a un recente convegno, dichiarazione ripresa da Plus24 del Sole24Ore, "la presenza di una buona governance non aumenta il rating delle imprese ma la sua assenza sicuramente lo peggiora". Il tema è particolarmente significativo in un Paese come l'Italia in cui le PMI sono il 99,4% delle aziende attive, capaci di produrre il 51,9% del valore aggiunto. La dimensione aziendale contenuta rende tuttavia proibitivo sostenere i costi di una governance eccessivamente articolata e regolamentata, ed è per questo che da più parti si propone la via dell'autodisciplina calibrata in relazione alla dimensione delle imprese. Proprio per agevolare la costruzione di una governance "fai da te" e "su misura" Nedcommunity ha recentemente divulgato un interessante vademecum con le linee guida per costruire un sistema di gestione esecutiva delle aziende in linea con i diversi fabbisogni e le diverse disponibilità. Sul tema governance delle imprese del settore tecno-marmifero interessanti valutazioni emergeranno anche dalla presentazione dell'indagine sul DNA del comparto commissionata da Confindustria Marmomacchine al team di ricerca guidato dal Prof. Luigi Serio i cui esiti saranno esposti nel corso dell'Assemblea Generale dell'Associazione in programma il 15 giugno p.v. a Milano.

A topic often overlooked by SME is that of governance, undervalued because nowadays banks tend to carefully assess how companies requesting loans are organized. Because, as stated by spokespersons for the CRIF (Financial Risk Center) at a recent conference – statements reported by Plus24 of Il Sole 24Ore – “the presence of good governance does not improve a company’s rating but its absence certainly worsens it”. The topic is particularly significant in a country like Italy where SME account for 99.4% of active companies and produce 51.9% of added value. However, small businesses find it prohibitive to sustain the costs of excessively defined and regulated governance, and so many are proposing the path of self-discipline calibrated to company size. And precisely to facilitate creating “do-it-yourself” and “tailored” governance, Nedcommunity recently issued an interesting manual with guidelines for creating an executive management system in line with a company’s different needs and possibilities. In regard to company governance in the techno-stone sector, interesting appraisals also emerge from the results of the sector survey commissioned by Confindustria Marmomacchine and conducted by a research team led by Prof. Luigi Serio, which will be presented at the association’s general assembly to be held in Milan on June 15.

RIQUALIFICAZIONE DELL'AREA DELLA STAZIONE DEI BUS DI BRATISLAVA

URBAN RENEWAL OF THE BRATISLAVA BUS STATION AREA

È previsto per luglio l'inizio dei lavori per la ricostruzione della stazione degli autobus Mlynske Nivy di Bratislava, che rientra in un più ampio progetto - il cui valore complessivo è stimato intorno al miliardo di euro - che prevede la costruzione, entro il 2020, di una ferrovia leggera sopraelevata, un parcheggio multipiano, un centro commerciale con 75 mila metri quadrati di spazi e una torre ad uso misto da 30 piani. La fase iniziale del progetto prevede la demolizione della vecchia stazione e la realizzazione al suo posto di un edificio di cinque piani, due dei quali sotterranei, per circa 30 mila metri quadrati di superficie totale, il cui completamento è previsto per il 2018.

July should see commencement of work to rebuild the Mlynske Nivy bus station in Bratislava as part of a broader urban renewal project – requiring investments of an estimated one billion euros – that foresees construction by 2020 of a lightweight elevated railway, multistory garage, 25,000 square meter mall and a mixed-use, 30-floor high-rise. The initial stage of the project foresees demolishing the old station and erecting a building having five levels (two underground) covering a total area of 30,000 square meters. This work should be completed in 2018.


Highest quality for your skill

JET 625

Full Optional Flexibility

SX-3/5

The Future of Cut to Size

Together for excellence

DISCOVER THE DONATONI TECHNOLOGY AT • MIDDLE EAST STONE - Dubai, U.A.E. • STONE INDUSTRY - Moscow, Russia • IRSE - Teheran, Iran

www.donatonimacchine.eu


58

CINA: L'INDUSTRIA LAPIDEA ITALIANA IN EVIDENZA ALLA XIAMEN STONE FAIR 2017, CONFERMATASI TRA I MAGGIORI EVENTI INTERNAZIONALI DEDICATI ALLA PIETRA NATURALE

CHINA: THE ITALIAN STONE INDUSTRY HIGHLIGHTED AT THE XIAMEN STONE FAIR 2017, CONFIRMED AS ONE OF THE BIGGEST INTERNATIONAL NATURAL STONE EVENTS

La XIAMEN STONE FAIR (Xiamen - Cina, 6-9 marzo) si è accreditata anche per l'edizione 2017 tra le principali manifestazioni fieristiche internazionali per la filiera dei materiali lapidei, delle tecnologie ed attrezzature d'estrazione e lavorazione e dei prodotti complementari. Un'importanza testimoniata dai numeri recentemente diffusi dagli organizzatori della fiera settoriale cinese: sono state circa 2.050 le Aziende espositrici - delle quali provenienti 500 dall'estero, in rappresentanza di 56 Paesi - su di una superficie di oltre 180 mila metri quadrati, con più di 150 mila visitatori complessivi (circa 29 mila gli stranieri). Le Aziende italiane anche quest'anno sono state tra le principali protagoniste del Padiglione Internazionale dello Xiamen International Conference & Exhibition Center. L'Area ITALIA coordinata e promossa da CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ha infatti potuto contare sulla presenza di 50 tra le più importanti Aziende del panorama nazionale - sia del comparto materiali che delle tecnologie e prodotti complementari - su

The XIAMEN STONE FAIR (Xiamen, China, March 6-9) was again in its 2017 edition among the major international shows for stone materials, stone-working technologies and equipment for quarrying and processing, and complementary products. An importance testified to by the figures recently released by the Chinese event’s organizers: there were 2,050 exhibitor companies – 500 of them from 56 foreign countries – displaying on an area of more than 180,000 square meters, and more than 150,000 visitors (about 29,000 foreign). As in recent years, Italian companies this, year, too, were among the stars of the International Pavilion of the Xiamen International Conference & Exhibition Center. The ITALIA area coordinated and promoted by CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE was, in fact, able to count on the presence of 50 leading brands – in stone materials as well as stone technologies and complementary products – on a display area of more than 1,500 square meters.


un’area espositiva di oltre mille e cinquecento metri quadrati. L’area dedicata al "made in Italy" lapideo e tecno-marmifero a Xiamen ha visto quest'anno la partecipazione dei seguenti brand: ATLANTIDA ITALIA - BAGNARA NIKOLAUS - BASALTINA - CEL COMPONENTS - CO.FI.PLAST - COMANDULLI - CONS. ITALIANO PORFIDO DEL TRENTINO/ITALPORPHYRY - CONS. PI.MAR./BIOSTONE - CONS. PROD. MARMO BOTTICINO CLASSICO - DELLAS - DONATONI MACCHINE - FAVORITA - FILA IND. CHIMICA - FRACCAROLI & BALZAN - FRANCHI UMBERTO MARMI - G. POGGI - G.B. BASALTITE - G.D.A. - G.M.P. - GIACOMINI OFF. MECCANICHE GMM - GRASSI PIETRE - GV OROSEI MARBLES - INTERMAC DIVISIONE VETRO E MARMO/BIESSE - ITALMARBLE POCAI - LA QUADRIFOGLIO MARMI E GRANITI - LEATHER STONE - LONGINOTTI GROUP - MARCOLINI MARMI - MARINI QUARRIES GROUP - MARMI BRUNO ZANET - MEC - OFFICINE MARCHETTI - OMAG - PEDRINI - PELLEGRINI MECCANICA - PROMETEC - PRUSSIANI ENGINEERING - QDESIGN - SALVINI MARMI - SANTA MARGHERITA - SANTUCCI GROUP - SARDEGNA MARMI - SASSOMECCANICA SAVINO DEL BENE - SIMEC - STONEAG - T&D ROBOTICS - TENAX - TRE EMME IMPORT-EXPORT. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE è stata inoltre direttamente presente a Xiamen con una lounge istituzionale Italia con i consueti servizi di supporto e promotion e con un apprezzato servizio di catering per le Aziende espositrici e i loro clienti. Presso il meeting-point Associativo i visitatori hanno potuto trovare in distribuzione anche il nuovo annuario associativo DIRECTORY 2017 nel suo formato digitale Pen-Drive USB nonché l’ultimo numero della rivista MARMOMACCHINE INTERNATIONAL, magazine settoriale di riferimento a livello internazionale patrocinato dall'Associazione.

The area devoted to Italian stone and techno-stone in Xiamen this year featured the following companies: ATLANTIDA ITALIA - BAGNARA NIKOLAUS - BASALTINA - CEL COMPONENTS - CO.FI.PLAST - COMANDULLI - CONS. ITALIANO PORFIDO DEL TRENTINO/ITALPORPHYRY - CONS. PI.MAR./BIOSTONE - CONS. PROD. MARMO BOTTICINO CLASSICO - DELLAS DONATONI MACCHINE - FAVORITA - FILA IND. CHIMICA FRACCAROLI & BALZAN - FRANCHI UMBERTO MARMI - G. POGGI - G.B. BASALTITE - G.D.A. - G.M.P. - GIACOMINI OFF. MECCANICHE - GMM - GRASSI PIETRE - GV OROSEI MARBLES - INTERMAC DIVISIONE VETRO E MARMO/BIESSE ITALMARBLE POCAI - LA QUADRIFOGLIO MARMI E GRANITI LEATHER STONE - LONGINOTTI GROUP - MARCOLINI MARMI - MARINI QUARRIES GROUP - MARMI BRUNO ZANET - MEC - OFFICINE MARCHETTI - OMAG - PEDRINI - PELLEGRINI MECCANICA - PROMETEC - PRUSSIANI ENGINEERING - QDESIGN - SALVINI MARMI - SANTA MARGHERITA - SANTUCCI GROUP - SARDEGNA MARMI - SASSOMECCANICA - SAVINO DEL BENE - SIMEC - STONEAG - T&D ROBOTICS - TENAX TRE EMME IMPORT-EXPORT. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE was also on hand in Xiamen with an official Italia lounge providing the customary support and promotion services and a popular catering service for exhibitor companies and their guests. At the association’s meeting point visitors could also get copies of the new Directory 2017 in its digital pen-drive USB format as well as the latest issue of MARMOMACCHINE INTERNATIONAL, the stone sector magazine of international reference published under the association’s aegis.

59


MARMOMACCHINE INTERNATIONAL A LONDRA PER L'APPUNTAMENTO CON THE NATURAL STONE SHOW 2017 L’ExCel Exhibition Centre di Londra ha ospitato dal 25 al 28 aprile l'edizione 2017 de THE NATURAL STONE SHOW, l'evento fieristico inglese dedicato alla pietra naturale e alla filiera delle tecnologie e dei prodotti complementari. MARMOMACCHINE INTERNATIONAL è stata presente anche quest'anno all'appuntamento londinese con un proprio booth informativo, dove tutti gli espositori e gli operatori specializzati in visita a THE NATURAL STONE SHOW 2017 hanno potuto trovare in distribuzione l'ultimo numero del magazine di riferimento per il settore lapideo e tecno-marmifero internazionale patrocinato da CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE. Più di 200 gli espositori - tra i quali numerosi brand del "made in Italy" attivi sul mercato britannico, sia per il comparto materiali che per quello tecnologico - che hanno preso parte quest'anno alla manifestazione, che ha offerto anche un intenso programma di conferenze e seminari sul tema dell'uso della pietra nell'architettura e nel design.

60

OMAN: IL GOVERNO INVESTE NELLO SVILUPPO TURISTICO DI QURIYAT Il ministero del Turismo di Mascate e la società Quriyat Development Company (QDC) hanno siglato un accordo per la realizzazione di un progetto infrastrutturale turistico sulla costa omanita nord-orientale, per la precisione a Quriyat, piccolo centro a poco meno di un centinaio di chilometri a sud della capitale. Il progetto che ha un valore economico pari a circa 934 milioni di euro - si estenderà su una superficie complessiva di 130 ettari e sarà realizzato in tre successive fasi della durata prevista di cinque anni ciascuna. La prima fase del progetto - per il quale il governo omanita ha già stanziato fondi per 240 milioni di euro - prevede la realizzazione di strutture per promuovere e far sviluppare il potenziale turistico della zona, tra cui tre alberghi per un totale di 750 camere, 3.000 unità residenziali, un parco acquatico, ristoranti, centri commerciali, un porto turistico e un campo da golf.

MARMOMACCHINE INTERNATIONAL: IN LONDON FOR THE NATURAL STONE SHOW 2017 From April 25 to 28 the ExCel Exhibition Centre in London hosted the 2017 edition of THE NATURAL STONE SHOW, the British event devoted to natural stone and allied technologies and complementary products. MARMOMACCHINE INTERNATIONAL was at the London show this year, too, with its own information booth where all exhibitors at and visitors to the event could find the latest issue of the reference magazine for the international stone and techno-stone sectors published under the aegis of CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE. More than 200 companies – including numerous Italian brands active on the British market in the stone materials or stone-working technology fields – exhibited at this year’s show, which also offered a great many conferences and seminars on using natural stone in architecture and design.

OMAN: THE GOVERNMENT INVESTS IN DEVELOPING TOURISM IN QURIYAT The Muscat Tourism Ministry and the Quriyat Development Company (QDC) have signed an agreement to build a resort on the country’s northeastern coast, specifically in Quriyat, a small town less than a hundred kilometers south of the capital. The project – worth about 934 million euros – will cover an area of 130 hectares (325 acres) and be built in three successive stages, each lasting about five years. The first stage of the project – for which the Omani government has already allocated funds amounting to 240 million euros – entails building facilities to promote and develop the area’s tourism potential, including three hotels with a total of 750 rooms, 3,000 residential units, a water park, restaurants, shopping centers, a marina and golf course.


FONDO PER LA MODERNIZZAZIONE DELLE INFRASTRUTTURE URBANE IN SENEGAL

FUND FOR MODERNIZING URBAN INFRASTRUCTURE IN SENEGAL

La Banca africana di sviluppo (AfDB) ha erogato un prestito da 114 milioni di euro a favore del governo di Dakar per modernizzare le infrastrutture dei trasporti in Senegal. A comunicarlo è la stessa AfDB, specificando che il prestito s'inserisce nel quadro del Programma di modernizzazione delle città del Paese africano ("Promovilles"), lanciato dalle autorità senegalesi per accompagnare la crescita urbanistica dei medi centri urbani. I fondi saranno utilizzati per finanziare la prima fase di "Promovilles", attraverso la realizzazione delle infrastrutture di base in 13 delle principali municipalità del Paese e la riqualificazione di 78 chilometri di strade urbane. È prevista inoltre la costruzione di edifici pubblici, tra cui mercati e centri sportivi, oltre che di spazi per la collettività e parchi.

The African Development Bank (AfDB) has loaned the Dakar government 114 million euros to modernize transport infrastructure in Senegal. This was announced by the AfDB itself, specifying that the loan is part of the "Promovilles" project to modernize the African country’s cities, launched by the government to accompany the growth of medium-sized urban centers. The funds will be used to finance the first stage of "Promovilles", building basic infrastructure in Senegal’s 13 largest municipalities and repairing 78 kilometers of urban streets. Public facilities will also be built, such as markets and recreational centers, public areas and parks.

61


62

PAESI BASSI: CRESCITA DEL 6,3% PER IL SETTORE EDILE OLANDESE

THE NETHERLANDS: 6.3% GROWTH IN THE DUTCH BUILDING SECTOR

Secondo i dati del CBS, il centro di statistica nazionale olandese, nel 2016 il fatturato del settore edile nei Paesi Bassi è aumentato del 6,3%, con ulteriori prospettive di crescita nel 2017, sebbene le vendite rimangano inferiori dell’8% rispetto al livelli del periodo pre-crisi del 2008. La crescita più significativa ha riguardato il fatturato del comparto dell'ingegneria civile (+9,3% nel 2016); bene anche le imprese di demolizione e di finitura, con un incremento dei ricavi del 7,8%. È interessante notare che in parallelo con la ripresa dell'attività edilizia locale nel 2016 sono cresciute (+6,7%) anche le nostre esportazioni di marmi, graniti e pietre lavorate e semilavorate destinate ai Paesi Bassi, con vendite complessive che hanno raggiunto i 17,1 milioni di euro (dati Centro Studi CONFINDUSTRIA MAMOMACCHINE).

According to the CBS, the national statistics board, in 2016 revenue in the Dutch building sector rose by 6.3%, with prospects of further growth in 2017, although sales remained 8% less than the pre-recession levels of 2008. The most significant growth regarded revenue in the civil engineering sector (up 9% in 2016); also doing well were demolition and fixtures companies, with 7.8% higher incomes. It is interesting to note that alongside the uptake in the local building sector in 2016 there was also growth (+6.7%) in Italian exports of finished and semi-finished ornamental stone products to Holland, for overall worth of 17.1 million euros (CONFINDUSTRIA MAMOMACCHINE Study Center data).

AGGIUDICATI I LAVORI PER IL MEYDAN ONE, IL PIÙ GRANDE CENTRO COMMERCIALE DI DUBAI

CONTRACT WON FOR MEYDAN ONE, DUBAI’S BIGGEST MALL

Il gruppo Salini Impregilo ha firmato un contratto da 435 milioni di USD con Meydan Group per la realizzazione del Meydan One Mall a Dubai, che rappresenterà uno dei punti di forza dell’offerta turistica della città e degli Emirati in vista dell'Expo del 2020. Il Meydan One Mall costituisce infatti il fulcro di un imponente piano di sviluppo urbano - nell'area situata tra Meydan e Al Khail Road - che comprenderà un canale, un porto turistico, dei percorsi pedonali e ciclabili e la Meydan One Tower, che con i suoi 700 metri sarà uno dei più alti edifici residenziali al mondo. Nel sottosuolo saranno inoltre costruite due linee metro, una delle quali, la Green Line, collegherà il centro della città con l'aeroporto di Dubai. Il nuovo centro commerciale - la cui apertura è prevista nella prima metà del 2020 - ospiterà 620 negozi, strutture sportive - tra le quali una pista da sci al coperto da 1 km -, un complesso di fontane danzanti lungo 380 metri, un grande ipermercato, circa 100 ristoranti, un cinema con 21 sale e un parcheggio da 12 mila posti auto.

The Italian group Salini Impreglio won the $US 435 million contract from the Meydan Group to build the Meydan One Mall in Dubai, which will be a big tourist attraction in the city and the Emirates as a whole in view of Expo 2020. The Meydan One Mall, in fact, is the fulcrum of a huge urban development plan located between Meydan and Al Khail Road, which will include a canal, a yacht basin, pedestrian and bike paths and the Meydan One Tower, whose 700 meter height will make it one of the world’s tallest residential buildings. In addition, two metro lines will be built underground, one of which, the Green Line, will connect the center of the city with the Dubai airport by 2020. The mall – scheduled to open in early 2020 – will have 620 shops, sports facilities (including a 1-km indoor ski run), a dancing fountain complex 380 meters long, a hypermarket, about 100 restaurants, a cinema with 21 screening rooms and parking for 12,000 vehicles. .


64

ANCHE LE UNIVERSITÀ ITALIANE SI PROMUOVONO ALL’ESTERO

PROMOTING ITALIAN UNIVERSITIES ABROAD

È stata recentemente presentata la strategia per promuovere università italiane all’estero che prevede un ruolo centrale delle imprese al fine di incrementare il numero e la qualità di studenti internazionali in Italia, per passare dalla “fuga dei cervelli” nostrani all’attrazione dei talenti globali. La “Strategia per la promozione all’estero della formazione superiore italiana” è stata varata presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e il suo documento di programma, alla cui elaborazione ha contribuito anche Confindustria, intende sviluppare in maniera efficace la capacità di promozione all’estero del sistema di formazione superiore e di ricerca italiano per incrementare il numero e la qualità degli studenti internazionali in arrivo nel nostro Paese. La Strategia intende sviluppare in particolare le potenzialità formative italiane puntando in modo deciso sulla collaborazione tra università e imprese eccellenti per realizzare un brand attrattivo per i giovani stranieri, brand che intende promuovere ciò che si fa e di ciò che si può imparare facendo in Italia. Nel documento è evidenziato sia il ruolo delle imprese nel progetto “Invest Your Talent in Italy”, che promuove la presenza di studenti internazionali attraverso tirocini in azienda, sia il contributo formativo del sistema industriale nella co-progettazione di percorsi di alternanza studio-lavoro e di alternanza ricercalavoro all’università, con particolare attenzione ai dottorati industriali.

Recently presented was a strategy to promote Italian universities in foreign countries that foresees a central role for enterprise to help increase the number and quality of foreign students in Italy, countering the brain drain from the country by attracting talented students from abroad. The “Strategy for Foreign Promotion of Italian Higher Education” was launched by the Italian Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation and its planning document, to which Confindustria contributed, is intended to efficaciously develop the foreign promotion ability of the Italian university and research system to improve the number and quality of students coming to Italy for their higher education. In particular, the strategy intends to develop Italy’s educational potential, stressing cooperation between universities and excellent companies to create a “brand” attractive to young people in other countries, a brand that will promote what you can do and learn to do in Italy. The document highlights both the role of enterprise in the “Invest Your Talent in Italy” project – which promotes the presence of foreign students in job internships – and the educational contribution made by the industrial system in jointly designing work-study routes and research/work at universities, with particular attention to industrial doctoral degrees.


IL RAPPORTO ICE FESTEGGIA 30 ANNI

THE ICE REPORT CELEBRATES ITS 30TH ANNIVERSARY

Negli ultimi trent’anni il Rapporto ICE ha seguito un percorso di adattamento ed evoluzione, cercando di riflettere i grandi cambiamenti nella proiezione internazionale delle imprese italiane e di coglierne i caratteri strutturali, dai quali dipendono ancora oggi la collocazione dell’Italia nel contesto globale e le sue prospettive di crescita. L’edizione celebrativa di quest’anno si apre con un articolo che passa in rassegna il trentennio sotto i profili appena menzionati, analizzati con ottiche analoghe a quelle usate nei capitoli del Rapporto “L’Italia nell’economia internazionale”. Un grande mosaico fatto non solo di dati e grafici ma anche di testi descrittivi e di approfondimento: è questo il frutto del lavoro di centinaia di persone che, ogni anno dal 1987 a oggi, hanno prodotto il Rapporto ICE, rendendolo un testo di riferimento per comprendere la struttura produttiva del nostro paese. Via via arricchito di punti di vista diversi, il Rapporto offre infatti un panorama unico nella letteratura specializzata sugli scambi di beni e di servizi e sull’internazionalizzazione produttiva dell’Italia e del mondo, nonché sulle politiche pubbliche volte a favorire l’integrazione dei mercati e lo sviluppo delle attività internazionali delle imprese. L’idea ispiratrice del Rapporto è sempre stata la convinzione che analisi approfondite e aggiornate delle tendenze dell’economia internazionale siano essenziali per orientare sia le strategie delle imprese, sia l’intervento pubblico a loro sostegno. Per questo il Rapporto ICE si rivolge a tutti con linguaggio non specialistico e con l’autorevolezza consentita dalle importanti collaborazioni instaurate nel tempo, prime fra tutte quelle con l’Istituto nazionale di Statistica e con altre realtà del Sistema statistico nazionale. Il Rapporto nella sua edizione celebrativa è consultabile anche online al seguente link: http://www.ice.it/statistiche/archivio_rapporti.htm

Over the past thirty years the ICE Report has followed a path of adaptation and evolution, striving to reflect the great changes in the international projection of Italian companies and to capture their structural features, which still form the basis of Italy’s positioning in the global context and its prospects for growth. This year’s anniversary issue opens with an article that reviews the past thirty years from these standpoints, analyzed from angles similar to those used in the other chapters of the Report on Italy in the Global Economy. A big mosaic formed not only of data and graphs but also of descriptive texts and in-depth examinations: the result of the work of hundreds of people who, every year since 1987, have produced the ICE Report on Italy in the Global Economy, making it a reference text for understanding the country’s productive structure. Progressively enriched with different viewpoints, the report in fact offers a unique panorama in the literature devoted to trade in goods and services and the productive internationalization of Italy and the world, as well as to the governmental policies aimed at fostering market integration and the development of companies’ foreign business. The idea behind the report has always been the conviction that in-depth and up-to-date analyses of trends in international economics are essential to orienting both company strategies and public work on behalf of enterprise. For this reason the ICE Report is addressed to everyone, written with nonspecialized language and the authoritativeness deriving from longstanding collaboration with, among other organizations, the Italian Statistics Bureau (ISTAT) and other Italian statistics entities. The anniversary issue can also be read online at: http://www.ice.it/statistiche/archivio_rapporti.htm

65


66

ALLARME CONFINDUSTRIA: LE MISURE PROTEZIONISTICHE RALLENTANO GLI SCAMBI

CONFINDUSTRIA SOUNDS THE ALARM: PROTECTIONIST MEASURES SLOW DOWN TRADE

L’aumento delle politiche protezionistiche preannunciate dal neo presidente USA Donald Trump costituiscono un forte rischio al ribasso per le prospettive del commercio globale: è l’allarme lanciato dal Centro Studi di Confindustria (CSC) in un recente dossier di approfondimento. Secondo il CSC, l’abbandono o la riformulazione dei grandi trattati commerciali (TTP, TTIP e Nafta) e l’introduzione di tassazione all’importazione di merci potrebbero innescare ritorsioni da parte di altri paesi, via barriere tariffarie e svalutazioni competitive, con un effetto domino per l’intera economia globale. La tendenza al protezionismo non è certo una novità, visto che costituisce una delle cause principali del rallentamento degli scambi mondiali. Dal 2008 al 2016 i paesi del G20 hanno implementato più di 4 mila nuove misure protezionistiche. Secondo il rapporto Global Trade Alert, il ricorso a nuove misure è aumentato di più del 50% negli ultimi due anni, registrando i livelli massimi dall’inizio della rilevazione nel 2009. I paesi membri del G-20 sono responsabili di circa l’80% di queste restrizioni. Non stupisce quindi che negli ultimi cinque anni la crescita del commercio mondiale abbia fortemente decelerato e l’intensità degli scambi globali (definita come il rapporto tra scambi e PIL) abbia smesso di crescere, bloccandosi sotto il 25%. La frenata del commercio, oltre all’ondata neo-protezionista, è dovuta a fattori strutturali, persistenti e connessi tra loro, come la normalizzazione della crescita cinese e degli altri emergenti, lo stop all’espansione delle catene globali del valore, il calo degli investimenti nei paesi avanzati (che ora danno segnali di recupero); ai quali si è aggiunta la forte caduta dei prezzi delle commodity (in risalita). È inoltre stata accompagnata, nei paesi avanzati, da un crescente sentimento anti-globalizzazione, frutto della polarizzazione del tessuto economico e sociale. All’origine di quest’ultima ci sono la globalizzazione stessa e, soprattutto, i cambiamenti tecnologici. Forze che hanno creato vincitori e vinti sia tra i lavoratori sia tra le imprese. Secondo il CSC, dazi e altre barriere commerciali, però, non sono la soluzione, anzi aggravano il problema: lo insegna la storia della Grande Depressione negli anni ‘30. Occorre, invece, creare le condizioni per una crescita solida, inclusiva e sostenibile. Irrobustendo, su scala nazionale, gli strumenti di supporto per le classi medio-basse e le misure a favore dell’innovazione; riattivando, a livello globale, il circolo virtuoso tra commercio estero e PIL; rafforzando, nei paesi con minori vincoli di bilancio, la spesa pubblica in investimenti e infrastrutture. E riscoprendo il ruolo centrale del settore manifatturiero, propulsore degli scambi con l’estero e dell’innovazione e attivatore di posti di lavoro qualificati e ben remunerati.

The increase in protectionist policies announced by America’s newly elected president, Donald Trump, are a great risk to prospects of global trade: this alarm was sounded by the Confindustria Studies Center (CSC) is a recent report. According to the CSC, abandoning or revising the big trade agreements (TTP, TTIP and NAFTA) and introducing border taxes on merchandise could trigger reprisals from other countries by means of tariff barriers and competitive devaluations, with a domino effect for the entire global economy. The trend to protectionism is hardly new, since it is one of the causes of the slowdown in world trade. From 2008 to 2016 the G20 countries implemented more than 4,000 new protectionist measures. According to the Global Trade Alert report, recourse to new measures increased more than 50% in the past two years, reaching record peaks since the start of the survey in 2009. G20 member countries account for about 80% of these restrictions. So it is no wonder that over the past five years the growth in world commerce greatly slowed down and the intensity of global trade (defined as the ratio between trade and GDP) halted, remaining at less than 25%. In addition to neo-protectionism, the brake on trade is due to structural factors that are persistent and inter-connected, like the normalization of China’s and other emerging countries’ growth, the halt to the expansion of global value chains, the drop in investments in advanced countries (now showing signs of an uptake); to which is added a growing anti-globalization sentiment, the outcome of social and economic polarization. At the origin of the latter are globalization itself and, above all, technological changes. Forces that created winners and losers among both employees and enterprises. According to the CSC, however, customs duties and other trade barriers are not the solution but actually aggravate the problem: a lesson learned from the Great Depression in the 1930s. What is needed instead is to create the conditions for solid, inclusive and sustainable growth. On a nationwide basis, strengthening tools in support of the middlelower classes and measures fostering innovation; globally, reactivating the virtuous circle between foreign trade and GDP; in countries with lower budget constraints, reinforcing public expenditure in investments and infrastructure. And rediscovering the central role of the manufacturing sector, engine of foreign trade and innovation and generator of qualified and well-paid jobs.


0$5%/(48$55,(6

Fibra srl - Via Argine Destro Carrione, 25 - Carrara - 54033 - Italy - Tel. + 39 0585 857638 - Fax +39 0585 55145 - fibra@fibra.it - www.fibra.it


68

PATTO PER LA COMPETITIVITA TRA LE ASSOCIAZIONI INDUSTRIALI DI ITALIA E GERMANIA

PACT FOR COMPETITIVENESS BETWEEN ITALIAN AND GERMAN INDUSTRIAL ASSOCIATIONS

Grazie al nuovo impulso dato dal Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia ai rapporti bilaterali tra le imprese di Italia e Germania, in occasione della 6° edizione del Business Forum italo-tedesco di Bolzano le due primarie associazioni industriali di questi paesi, Confindustria e BDI, hanno promosso un Patto per la Competitività. Lo scopo principale del Patto è quello di far fronte alle questioni politiche orizzontali per cogliere pienamente il potenziale di valore aggiunto e di occupazione collegato ai nuovi sviluppi globali, alle nuove tecnologie, ai nuovi modelli di business. A tal fine, Confindustria e BDI hanno formulato dodici raccomandazioni specifiche, da portare avanti con urgenza sia a livello bilaterale, con il supporto dei rispettivi governi, sia a livello europeo. Tra le raccomandazioni particolare rilievo assume quella di risolvere le esigenze di finanziamento delle imprese europee. Questa preoccupazione rrelativa alla carenza di finanziamenti è già stata sviluppata nel paper congiunto BDI – Confindustria su come rivitalizzare il canale bancario e i mercati dei capitali. Parimenti, con la conferenza economica bilaterale del 18 gennaio scorso promossa dai Ministri Sigmar Gabriel e Carlo Calenda è stata avviata a livello governativo una cooperazione strutturata sui temi di Industria 4.0. Tuttavia molto rimane da fare per riempire di proposte concrete gli altri ambiti di azione prioritaria individuati nel Patto per la Competitività siglato lo scorso ottobre dai Presidenti Vincenzo Boccia e Ulrich Grillo. A tal fine, con la BDI è stata concordata la creazione di quattro gruppi di lavoro, posti sotto la leadership politica di un imprenditore per parte, che vedranno il coinvolgimento attivo di imprenditori, funzionari chiave della PA, accademici e funzionari delle due associazioni, per un massimo di dieci persone per gruppo. Le macro aree individuate sono: la politica industriale; l’imprenditorialità e gli skills digitali; la cooperazione regionale; la regolamentazione del mercato dei prodotti e dei servizi nel mercato unico.

Thanks to the new impetus Confindustria President Vincenzo Boccia has given to bilateral relations between Italian and German enterprises, at the 6th edition of the Italy-Germany Business Forum in Bolzano the two countries’ leading industrial associations, Confindustria and BOI, promoted a Pact for Competitiveness. The main purpose of the pact is to deal with horizontal policy issues to fully capture the potential added value and employment connected to new global developments, new technologies and new business models. To do so, Confindustria and BOI have formulated twelve specific recommendations to be urgently taken ahead both bilaterally, with the support of their respective governments, and on the European level. Among these recommendations of particular importance is solving the financial needs of European companies. This worrisome lack of funding was already discussed in a joint BOI-Confindustria paper on how to revitalize the banking channel and capital markets. At the same time, with the bilateral economics conference last January 18 promoted by ministers Sigmar Gabriel and Carlo Calenda, there was the beginning, on the governmental level, of cooperation based on the principles of Industry 4.0. Nonetheless, much remains to be done to bring concrete proposals to other priority work areas identified in the Pact for Competitiveness signed last October by presidents Vincenzo Boccia and Ulrich Grillo. To achieve this, it was agreed with the BOI to create four work groups, under the policy leadership of one business person per part, which will see the active involvement of business people, key public administration officials, academics and officials of the two associations, for a maximum of ten people per group. The macro areas pinpointed are: industrial policy; entrepreneurship and digital skills; regional cooperation; regulating the goods and services market in the single market.


GERMANIA: NEL 2016 FORTE AUMENTO (+23,4%) DEGLI ORDINI IN EDILIZIA

70

Gli ordini edilizi in Germania hanno raggiunto alla fine del 2016 il valore-record di 34,7 miliardi di euro - la cifra più alta dal 1995 - con un aumento del 23,4%, corrispondente a 6,6 miliardi di euro in più rispetto all’anno precedente. È quanto emerge dai dati elaborati dall'Associazione Federale tedesca dell'Industria Edilizia, che sottolinea come sia cresciuto anche il numero complessivo degli occupati nel settore - che ammonta a circa 790 mila addetti - aumentati di 11.500 unità rispetto a dicembre 2015. Analizzando nel dettaglio i diversi segmenti del comparto edile tedesco, emerge come a fine 2016 l'aumento degli ordini abbia riguardato sia gli appartamenti (+22,5% rispetto all’anno precedente, per complessivi 290 mila nuovi appartamenti realizzati) che le costruzioni industriali e commerciali, dove si è registrato un aumento del 24,7% del numero di richieste di concessioni edilizie. Per il 2017 le previsioni dell'Associazione tedesca prospettano una ulteriore crescita, dell'ordine del 5% del fatturato totale del settore, che dovrebbe così raggiungere i 112,2 miliardi di euro. I dati positivi provenienti dall'industria delle costruzioni tedesca sono incoraggianti anche per i produttori italiani di marmi e graniti e per i costruttori di macchine, attrezzature e utensili di lavorazione. Nel 2016 le nostre esportazioni di materiali lapidei lavorati e semilavorati destinate al mercato tedesco - sebbene in leggero arretramento, 7,7% - hanno infatti raggiunto i 135 milioni di euro, valore che posiziona la Germania al secondo posto tra i buyer settoriali dopo gli Stati Uniti. Buono anche il dato relativo alle tecnologie, con la Germania al quarto posto tra i Paesi acquirenti di macchine e attrezzature "made in Italy" con importazioni - sempre nel 2016 - per 42,4 milioni (dati Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE).

GERMANY: IN 2016 A BIG INCREASE (23.4%) IN BUILDING COMMISSIONS

By the end of 2016 building commissions in Germany reached record value of 37.4 million euros – the highest amount since 1995 – with a 23.4% increase amounting to 6.6 billion euros more than in 2015. This was revealed by the figures published by the German building industry association, which underlined that there was also growth in the overall number of jobs in the sector – approximately 790,000 employees – increased by 11,500 from December 2015. A detailed analysis of the various parts of the German building sector shows that by the end of 2016 the increased commissions concerned both housing (up 22.4% from the previous year, for a total of 290,000 new apartments built) and industrial and commercial building, where there was a 24.7% increase in applications for building permits. For 2017 the German association forecasts further growth along the lines of 5% of total sector revenue, which should reach 112.2 billion euros. The German building sector’s good performance isalso encouraging for Italian producers of natural stones and makers of the machinery and equipment to quarry and process them. In 2016, while slightly declining (-7.7%), Italy’s exports of finished and semi-finished stone products to Germany were worth 135 million euros, an amount that makes Germany Italy’s second-ranking buyer after the United States. Italy’s stone technology exports did well, too, with Germany taking fourth place among world buyers in 2016, with purchases worth 42.4 million euros (CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center data).


ALL WATERJETS CUT STONE. THE BEST CUT COSTS TOO. :DWHUMHWVFRVWOHVVWRRZQDQGRSHUDWHZKHQWKH\FRPHIURP+\SHUWKHUP(QJLQHHUHGZLWK$GYDQFHG,QWHQVLÀHU 7HFKQRORJ\HYHU\DVSHFWKDVEHHQUHÀQHGIURPRSWLPL]HGVWURNHOHQJWKWRHDVLHUDFFHVVWRSDUWVIRUVHUYLFH and even an advanced piston design that extends wear life. Less downtime, less servicing and less cost is how Hypertherm gives you more. Learn more at www.hypertherm.com/waterjet

P LAS MA I LAS E R I WATE R J ET I S O FTWAR E I AUTO MATI O N I C O N S U MAB LE S


72

ITALIA: CUNEO FISCALE 10 PUNTI OLTRE LA MEDIA UE

ITALY: FISCAL BURDEN 10 POINTS HIGHER THAN THE EU AVERAGE

Secondo la Corte dei Conti il sistema fiscale italiano provoca delle vere e proprie distorsioni, da qui l’auspicio a ridurre la pressione sui contribuenti. A cominciare dal cuneo fiscale, che in Italia è "di ben 10 punti" superiore a quello che si registra mediamente nel resto d'Europa: il 49% del costo aziendale per lavoratore viene infatti prelevato "a titolo di contributi e di imposte". È questo come detto l’impietoso scenario che la Corte dei Conti tra nel suo Rapporto 2017 sulla finanza pubblica in cui i magistrati contabili evidenziano l'esigenza di ridurre la pressione fiscale sottolineando e certificando il fatto che "un'esposizione tributaria tanto marcata non aiuta il contrasto all'economia sommersa e la lotta all'evasione". Una pressione fiscale che si abbatte sulle aspettative di rilancio delle imprese italiane che proprio nei primi mesi 2017 sembrano intravedere i segnali di un'espansione e crescita dell’economia meno fragile e più qualitativa, nonostante il sentiero del risanamento finanziario che per l'Italia è più faticoso rispetto agli altri Paesi europei, anche se necessario considerato il maggior livello del debito. Anche l’Istat si allinea al quadro moderatamente positivo dell’economia tracciato dalla Corte dei Conti, rilevando come che si sta assistendo a un aumento della profittabilità delle imprese e all'intensificazione dell'attività di investimento. Inoltre, è migliorata nel primo trimestre dell’anno la fiducia dei consumatori e delle imprese.

According to the Court of Audit, the Italian tax system generates authentic distortions, so it is to be hoped that pressure on taxpayers will be reduced. Starting from the fiscal burden, which in Italy is “10% higher” than the average in the rest of Europe: in fact, 49% of corporate costs per employee is levied “for social security contributions and taxes”. And this is the harsh scenario that the Court of Audit in its 2017 public finance report depicts, with the judges of accounts pointing out the need to lessen fiscal pressure, emphasizing and certifying the fact that “ such high tax rates do not help to combat undeclared businesses and tax evasion”. Fiscal pressure that weighs on any hoped-for re-launch of Italian companies, which right in the early months of 2017 seem to see signs of expansion and economic growth that is less fragile and more qualitative, even though Italy’s path to financial reconstruction is harder than that of other European countries, also considering its higher amount of debt. ISTAT also aligns itself with the moderately positive picture of the economy drawn by the Court of Audits, revealing that there is an increase in enterprise profitability and the number of investments being made. In addition, consumer and corporate confidence increased in the first quarter of the year.

CONTINUA LA RECESSIONE PER L'ECONOMIA BRASILIANA

THE BRAZILIAN RECESSION CONTINUES

L’economia del Brasile nel 2016 si è contratta del 3,6% (dopo che nel 2015 aveva fatto segnare un -3,8%), un dato peggiore delle previsioni di qualche mese fa. In un recente report di SACE si sottolinea come il calo dello 0,9% nell’ultimo trimestre dell’anno sia stato l’ottavo consecutivo per il paese sudamericano: si tratta della più lunga recessione registrata nel Paese, che ha colpito quasi tutti i settori industriali, compreso quello lapideo. Le esportazioni brasiliane di pietre ornamentali, dopo aver chiuso il 2015 con una diminuzione del 5,3% del valore delle vendite sui mercati esteri, hanno infatti continuato a seguire quest'andamento negativo anche nel 2016, perdendo altri 5 punti percentuali di export. Ad ostacolare la ripresa concorrono seri ostacoli, incluse le misure di austerità del Governo e l'instabilità politica, sebbene non manchino i primi segnali di inversione di tendenza. Le ultime stime disponibili prevedono una crescita dello 0,48% quest'anno e del 2,4% nel 2018.

In 2016 the Brazilian economy declined by 3.6% (after a 3.8% loss in 2015), to a level worse than predicted. A recent SACE report underlines that the 0.9% drop in the final quarter of the year was the eighth consecutive loss for the South American country – the longest recession in its history, which affected almost all industrial sectors, including the stone industry. In fact, after a difficult 2015 (which ended with a 5.3% drop in the value of foreign sales) Brazil’s exports of ornamental stones continued this downward trend in 2016, losing another 5% in exports. Serious obstacles are preventing a rebound, including the government’s austerity measures and the country’s political instability, although there are also initial signs of a trend reversal. The latest available estimates foresee growth of 0.48% this year and of 2.4% in 2018.


74

INDUSTRIA 4.0 E “IPER-AMMORTAMENTO”: FEDERMACCHINE INFORMA LE IMPRESE

INDUSTRY 4.0 AND “HYPER-AMORTIZATION”: FEDERMACCHINE INFORMS COMPANIES

Davanti a una nutrita platea di oltre 180 ospiti, lo scorso 15 marzo FEDERMACCHINE ha spiegato alle Imprese le opportunità di Industria 4.0 e Iper-ammortamento nel convegno realizzato presso la propria sede di Cinisello Balsamo. Al seminario, presenziato da Sandro Salmoiraghi, presidente FEDERMACCHINE, sono intervenuti: Alfredo Mariotti, segretario generale FEDERMACCHINE, Roberto Zuffada, divisione Digital Factory Siemens, e Gianluca De Candia, direttore generale ASSILEA. Al centro delle presentazioni dei relatori opportunità, dettagli, tecnicalità, modalità di utilizzo dei principali provvedimenti previsti dal Piano Nazionale Industria 4.0 con particolare riferimento a Super e Iper-ammortamento, applicazione del leasing agli acquisti effettuati con i due incentivi fiscali e cumulabilità con la Sabatini Ter. Un tema centrale per l'industria italiana dei beni strumentali che con 4.600 imprese, 180.000 addetti e un fatturato pari a 41 miliardi di euro vuole mantenere la propria curva di crescita che, almeno nel 2016, ha manifestato qualche indizio di flessione. Sono cresciuti in particolare nel 2014 e 2015 produzione, export e consumo interno, a conferma del fatto che l’Italia è tornata a investire in tecnologia, grazie anche ad alcuni incentivi messi in campo dalle autorità di governo, come per esempio il Superammortamento al 140% operativo dal 2015. Ed è soprattutto la "gamba" del mercato domestico quella su cui i provvedimenti governativi sembrano puntare, al fine di far recuperare competitività al manifatturiero attraverso il rinnovamento del proprio parco tecnologico finalizzato alla produzione. "Con il Piano Nazionale Industria 4.0, il governo ha infatti reso disponibile - ha dichiarato il Presidente Federmacchine Salmoiraghi - un programma di politica industriale articolato e compatto che, grazie alle numerose misure in esso comprese, prime fra tutte Super e Iper-ammortamento, dovrebbe ulteriormente favorire gli investimenti italiani in macchinari a elevata tecnologia. Ma, soprattutto il Piano Nazionale Industria 4.0 dovrebbe stimolare la trasformazione tecnologica delle imprese manifatturiere italiane verso modelli di organizzazione basati su digitalizzazione, connettività, interconnessione di macchine, sistemi all’interno di una fabbrica, e tra la fabbrica e l’esterno. Un passaggio decisivo, questo,

Before a large audience of 180 guests, last March 15 FEDERMACCHINE explained to companies the opportunities of Industry 4.0 and hyper-amortization during a conference held in its Cinisello Balsamo (Milan) headquarters. At the conference, presided over by FEDERMACCHINE president Sandro Salmoiraghi, speeches were given by Alfredo Mariotti, FEDERMACCHINE secretary general, Roberto Zuffada, of the Siemens Digital Factory division, and Gianluca De Candia, general director of ASSILEA (the Italian Leasing Association). They focused on the opportunities, details, technicalities and ways of utilizing the main measures laid out in the nationwide Industry 4.0 plan, with particular reference to superand hyper-amortization, applying leasing to purchases made with the two tax incentives that are combinable with the Sabatini Ter. This is a central issue for the Italian instrumental goods sector, which, with 4,600 companies, 180,000 employees and sales of 41 billion euros, wants to continue growth that, at least in 2016, showed some signs of faltering. On an upward curve in 2014 and 2015 were production, exports and domestic consumption, confirming the fact that Italy has returned to investing in technology, thanks in part to a number of government incentives like, for example, the 140% super-amortization in effect since 2015. And it is above all at the “leg” of the domestic market that these governmental incentives seem to be aimed in order to make manufacturing more competitive by enabling companies to update their production technologies. “With the Industry 4.0 nationwide industrial plan, the government has in fact made available”, said FEDERMACCINE president Salmoiraghi, “ a well-defined and compact industrial plan that, thanks to the numerous measures it contains – first and foremost among them superand hyper-amortization – should further foster Italian investments in high-tech machinery. But above all the Industry 4.0 plan should stimulate the technological transformation of Italian manufacturing companies towards organizational models based on digitalization, connectivity, interconnections between machinery and systems inside a production plant and between the plant and the outside world. This is a deci-


per il mantenimento della competitività del made in Italy di comparto che si confronta con player internazionali sempre più agguerriti”. A due mesi dall’entrata in vigore del Piano Nazionale Industria 4.0, le imprese italiane si trovano perciò di fronte ad una grande opportunità di crescita e sviluppo che devono poter cogliere a patto di aver chiaro il tema e le connessioni con la propria realtà aziendale. L’incontro organizzato dalla Federazione lo scorso marzo in stretta sinergia con le propria Associazioni federate, tra cui Confindustria Marmomacchine per la filiera tecno-marmifera nazionale, ha puntato ad approfondire, nel concreto, le possibili implicazioni connesse con la diffusione di Industria 4.0 nelle imprese, per lo più PMI, per poi analizzare l’operatività degli incentivi. Per ogni informazione riguardo a Industria 4.0 e relativi incentivi le imprese della filiera marmifera nazionale possono contattare la loro Associazione di Categoria scrivendo a direzione@assomarmomacchine.com

sive step made in order to maintain the competitiveness of an Italian manufacturing sector that has to deal with increasingly aggressive foreign makers”. Two months after the nationwide Industry 4.0 plan went into effect, Italian companies are therefore looking at a great opportunity for growth and development that they should be able to capture, as long as they are clear about the subject matter and its connections to their own businesses. The conference the federation organized in March in close synergy with its member associations (including Confindustria Marmomacchine for the stone-working machinery sector) focused in depth and concretely on the possible implications involved for companies, mostly SME, in adopting Industry 4.0 and then analyzed how the incentives work. For more information on Industry 4.0 and incentives for companies in the Italian techno-stone sector, you can write to the sector association at: direzione@assomarmomacchine.com.

VERIFICHE FISCALI IN AZIENDA: UN BEL CONVEGNO DIDACOM-FINSERVICE

AUDITS: A FINE DIDACOM-FINSERVICE CONFERENCE

In un recente seminario formativo organizzato da Didacom, società di formazione del Gruppo Finservice, e riservato ai professionisti commercialisti cui Confindustria Marmomacchine è stata invitata ad assistere in virtù dei rapporti di collaborazione con Finservice, è stato approfondito il caso delle verifiche fiscali in azienda. Durante il workshop è emerso come le verifiche svolte da Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate siano diventate sempre più mirate, efficaci ed efficienti. Secondo i dati forniti nel 2011 sono stati 56 i miliardi di maggior base imponibile individuati e 5 miliardi di Iva evasa, numeri da cui sono derivati 23 miliardi di maggiore imposte accertate di cui 12,5 miliardi riscosse. Nel 2016 sono invece state 94000 le verifiche e controlli, da cui sono scaturite 11000 denunce e all'individuazione di 8300 evasori totali e 10000 lavoratori in nero. Il nuovo approccio delle verifiche fiscali è conseguente ai nuovi obiettivi assegnati alla GdF dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, obiettivi che si fondano in particolare sul rapporto tra volume di rilievi/contestazioni accertate e quelle andate a buon fine, ma anche sul numero di adesioni del contribuente verificato agli accertamenti, i cosiddetti ravvedimenti operosi. GdF e Agenzie delle Entrate collaborano ormai attivamente per il raggiungimento degli obiettivi stabiliti dal Ministero anche attraverso una condivisione preventiva dei dati finalizzati alla selezione dei soggetti da sottoporre ad accertamento, con particolare priorità assegnata ai potenziali reati di frode.

In a recent educational seminar organized by Didacom – the training branch of the Finservice Group – reserved to professional certified public accountants (to which Confindustria Marmomacchine was invited due to its cooperation relations with Finservice), the focus was on company audits. The workshop revealed how the audits conducted by the Treasury Police and Internal Revenue Service are increasingly well targeted, efficacious and efficient. According to the figures furnished, in 2011 there were 56 billion euros in higher taxable income than declared individuated and 5 billion in unpaid VAT, figures from which derived 23 billion in higher taxes ascertained, 12.5 billion of them paid. In 2016 there were 94,000 audits conducted, leading to 11,000 reports of alleged evasion and the identification of 8,300 total tax evaders and 10,000 persons working off the books. The new approach to audits stems from the new objectives that the Ministry of Economics and Finance has given the Treasury Police, objectives founded in particular on the ratio between volume of audits/ascertained contestations and those with positive outcomes, but also on the number of tax-payer compliances verified by the audits, the so-called due repentances (payments of back taxes). The Treasury Police and Internal Revenue Service actively cooperate to reach the goals established by the Ministry, also by preventively sharing data in order to select those to be audited, with particular priority given to potential cases of fraud.

75


76

IL SISTEMA ITALIA FRENA IL “MADE IN ITALY”

ITALY, INC. STYMIES THE MADE IN ITALY

In un’interessante analisi dell’economista Marco Fortis apparsa le scorse settimane sulle colonne de “Il Messaggero” si evidenzia il paradosso di un Paese in cui il “Made in Italy” - inteso come l’insieme dei comparti manifatturiero, commercio e turismo – cresca complessivamente il doppio del Pil, mentre il resto dell’economia italiana che Fortis definisce in modo largo il Sistema Italia – ovvero l’insieme di Pubblica Amministrazione, Banche, Telecomunicazioni, Costruzioni e Servizi Pubblici Locali – sta zavorrando la ripresa. I settori che compongono il “Made in Italy” hanno infatti visto crescere il loro valore aggiunto del 4% nel triennio 2014/2016, rispetto a una crescita solo dell’1,6% dell’economia italiana nel suo complesso. In particolare sono risultati brillanti gli investimenti delle imprese in macchinari e mezzi di trasporto, cresciuti in Italia del 14,8% negli ultimi tre anni, il doppio rispetto alla Francia e il triplo rispetto alla Germania. Insomma i pilastri del “Made in Italy” se fossero sostenuti dal Sistema Italia nel suo complesso potrebbero davvero far ritornare una vera crescita nel nostro paese, ma soltanto se verranno attuate le riforme di cui il “Sistema Italia” ha fortemente bisogno come modernizzare innovazione e concorrenza, affinchè tutti – dalla PA alle Banche – comincino finalmente a creare più valore soprattutto nel mezzogiorno.

An interesting economic analysis by Marco Fortis recently published in Il Messaggero reveals the paradox of a country in which the Made in Italy – taken as the manufacturing, business and tourism sectors as a whole – grows at double the rate of GDP while the rest of the Italian economy (which Fortis describes as the national system, or Italy, Inc.) - in other words, public administration, banks, telecommunications, construction and local public services taken as a whole – is hampering an uptake. In fact, the sectors comprising the Made in Italy saw their added value grow by 4% in the three-year period 2014-2016, while the Italian economy as a whole grew only 1.6%. In detail, companies made big investments in machinery and transport vehicles, increased by 14.8% in the past three years, double the investments made in France and three times more than in Germany. So if the pillars of the Made in Italy were upheld by Italy, Inc. as a whole there would be true growth in the country – but only with enactment of the reforms that Italy, Inc. really needs in order to modernize, innovate and compete so that the entire country, from public administration to the banks, finally creates more value, especially in southern Italy.

AVVIATI I LAVORI PER LA SARAJEVO TOWER, INVESTIMENTI PER 50 MLN DI EURO

WORK UNDERWAY FOR THE SARAJEVO TOWER, WITH INVESTMENTS OF 50 MILLION EUROS

Sono iniziati a marzo i lavori per la costruzione della Sarajevo Tower (http://www.sarajevotower.ba/), imponente progetto immobiliare ad uso residenziale-business che sorgerà nel centro della capitale bosniaca, nelle vicinanze della Stazione centrale. La Sarajevo Tower, che si ergerà per 30 piani nello skyline della città, ospiterà circa 400 appartamenti per complessivi 60.000 mq di superficie abitativa, spazi per uffici per 7.500 mq e un centro commerciale che occuperà i primi tre piani dell'edificio, oltre ad un parcheggio da 650 posti-auto. Il progetto - che prevede investimenti per un valore complessivo di 50 milioni di euro - sarà realizzato dall'impresa locale ANS Drive e dal suo partner kuwaitiano Smart Invest.

In March began work to build the Sarajevo Tower (http://www.sarajevotower.ba/), a big residential-business complex that will rise in the center of the Bosnian capital near the central railway station. The Sarajevo Tower, which will rise 30 floors into the city’s skyline, will have approximately 400 apartments for a total of 60,000 square meters of living space, offices covering 7,500 square meters and a shopping center that will occupy the building’s first three floors, plus parking for 650 vehicles. The tower – which foresees total investments of 50 million euros – is being built by the local ANS Drive company and its Kuwaiti partner, Smart Invest.


You don’t have to be an Einstein to go digital.

No CAD experience needed.

Small investment,, big return.

Using our LT-2D3D Laser Templator is effortless. Add backsplashes or drops-ins, such as sinks, with just a few clicks. Easy to use and operate.

Manual or CNC fabricators save time and money with the LT-2D3D Laser Templator. Doing as little as 3 kitchens per week will save enough to pay for the investment within months.

Call +44 (0) 8455 440587 for a no-obligation demo

Calculate your savings online at: LaserProductsEU.com/calculator

On-site training. Financing available.

ASER LPRODUCTS industries World Leader In Digital Templating +44 (0) 8455 440587 | LaserProductsEU.com

BEST PRODUCT StonExpo

2015


ESITI STUDIO SETTORIALE IN COLLABORAZIONE CON UNIVERSITÀ CATTOLICA

78

RESULTS OF THE STONE SECTOR STUDY CONDUCTED WITH SACRED HEART UNIVERSITY OF MILAN

RESULTS OF THE STONE SECTOR STUDY CONDUCTED WITH SACRED HEART UNIVERSITY OF MILAN The Confindustria Marmomacchine general assembly, to be held this June 15, will also be the occasion for presenting the results of the study the association commissioned, conducted by Prof. Luigi Serio of Sacred Heart University of Milan and his staff, which produced a number of interesting analyses of companies working in the Italian stone and techno-stone sectors. The survey, carried out from December 2016 to February 2017, was in fact intended to examine the distinctive features of the companies belonging to Confindustria Marmomacchine and to bring to their and the association’s attention the development trends characterizing this important segment of Italian manufacturing. The tool used for the survey was an online questionnaire sent to all association members. The questionnaire covered corporate registry data, governance, internationalization, innovation (including research and development) and human resources. Replies revealed some very interesting facts that will be fully discussed during the assembly, where Prof. Serio will give a broad presentation of the results of the survey, made possible thanks to the participation of the following companies: ABRASIVI ADRIA SRL – ACHILLI SRL - ADI SPA - ADRIATICA MACCHINE SRL – ATAL SRL - ATLAS COPCO STONETEC SRL B & B di R. BIAGETTI &. C SNC - BAUCE BRUNO & C. SRL - BENETTI MACCHINE SPA - BIANCO CAVE SRL - BOART & WIRE SRL – BRETON SPA - BVTECH SRL - C. BESATI & C. SRL - CAUCCI MARBLE SRL - CEL COMPONENTS SRL - CHIM-ITALIA GROUP SRL - CHT CHEMICALS SRL - CITTADINI MARMI SNC - CMS SPA – CO.B.A.L.M. SRL - CO.FI.PLAST SRL - CONSORZIO MARMISTI BRESCIANI - COOPERATIVA OPERAI CAVATORI DEL BOTTICINO SOC. COOP. - CRAGLIA MARMI VERONA - DE ANGELIS GIOVANNI SRL - DELLAS SPA – DENVER SPA - DIAMOND SERVICE SRL - DIAMUT Gruppo BIESSE SPA - DIATEX SPA – ELEPHANT SRL - EREDI MARTINELLI MARMI E GRANITI SPA - EURO PORFIDI SRL - FAVORITA SPA - FILA INDUSTRIA CHIMICA SPA - FILMS SPA - FORMIGARI SRL - FRACCAROLI E BALZAN SPA - FRANCHI UMBERTO MARMI SRL - FRATELLI MONCINI SRL - GEMINI SRL - GIACOMINI OFFICINE MECCANICHE SRL - GMM SPA - GRASSI PIETRE SRL - GRUPPO TENAX SPA - GV OROSEI MARBLES SRL - I.E.M. S.R.L. - ILPA ADESIVI SRL – INDUSTRIA CHIMICA REGGIANA SRL - INDUSTRIE MONTANARI EMMEDUE SRL - INTERMAC Gruppo BIESSE SPA - ITALMARBLE POCAI SRL - LAMETER SRL – MAEMA SRL MARCOLINI MARMI SPA - MARINI MARMI SRL - MARINI QUARRIES GROUP SRL - MARMI BRUNO ZANET SRL - MARMI GHIRARDI SRL - MARMILAME SRL - MARMO MECCANICA SPA - MEC SRL - NAMCO CO SRL - NIKOLAUS BAGNARA SPA ODONE ANGELO SRL – ODORIZZI SOLUZIONI IN PIETRA SRL – OFFICINE MARCHETTI SPA - OMAG SPA – OMA SYSTEM SRL - PEDRINI SPA AD UNICO SOCIO - PELLEGRINI MECCANICCA SPA - PIMAR SRL - PORFIDO FRATELLI PEDRETTI SPA PRUSSIANI ENGINEERING SRL – QUERCIOLAIE RINASCENTE SOC. COOP. - RASTONE SRL A SOCIO UNICO - SANTORO MARMI SRL – SANTUCCI GROUP SRL - SASSOMECCANICA SRL - SERPENTINO E GRANITI SRL - SIMEC SPA – SOFIL SRL - SORMA SPA –TECNOPORRO SAS - T&D ROBOTICS SRL - TYROLIT VINCENT SRL - U.SA.DI.2 SRL - UNIONPORFIDI SRL

L’Assemblea Generale Confindustria Marmomaccchine del 15 giugno p.v. sarà anche l’occasione per la presentazione degli esiti dello studio commissionato dall’Associazione al Prof. Luigi Serio dell’Università Cattolica di Milano e al suo staff, una ricerca che ha prodotto un serie di interessanti analisi sulle aziende del comparto marmifero e tecnomarmifero nazionale. L’indagine, svolta tra i mesi di dicembre 2016 e febbraio 2017, si è proposta infatti di indagare le caratteristiche distintive delle imprese associate a Confindustria Marmomacchine e di portare all’attenzione delle imprese e dell’Associazione i trend di sviluppo che caratterizzano questo importante segmento del manifatturiero italiano. Lo strumento utilizzato per lo svolgimento dell’indagine è stato il questionario online che è stato inviato a tutta la popolazione degli Associati. Le aree di indagine in cui si articolava il questionario erano quelle dell’anagrafica aziendale, della governance, dell’internazionalizzazione, dell’innovazione comprensiva di ricerca e sviluppo, e infine quella delle risorse umane. Da tutti questi ambiti sono emersi spunti davvero interessanti che saranno illustrati compiutamente nell’ambito dei lavori assembleari del 15 giugno P.V., in cui lo stesso prof. Luigi Serio terrà un’ampia presentazione dei risultati dell’indagine che è stata resa possibile dalla partecipazione alla compilazione delle seguenti aziende associate:


LA PRODUZIONE INDUSTRIALE ITALIANA RALLENTA A MARZO

ITALIAN MANUFACTURING SLOWED IN MARCH

Nella sua rilevazione mensile l'ISTAT ha evidenziato a marzo un calo della produzione industriale italiana dello 0,4% rispetto a febbraio, che aveva invece fatto registrare un incremento dell’1% su gennaio. Nel primo trimestre 2017 la produzione industriale è pertanto scesa dello 0,6% congiunturale (dopo +1% nel quarto 2016). "L’andamento dell’attività industriale negli ultimi due mesi risente negativamente del venir meno della spinta alla produzione di energia elettrica, che pesa per l’8,3% sull’indice generale commenta il Centro Studi Confindustria. In febbraio infatti la generazione di elettricità è arretrata del 7,1% su gennaio e tale andamento negativo è proseguito anche in marzo. Gli indicatori qualitativi continuano tuttavia a mostrare un trend improntato all'ottimismo, anche se per ora questo clima positivo si è tradotto solo in maniera parziale a livello di dati effettivi. Le indagini PMI Markit indicano una tendenza favorevole della produzione nei prossimi mesi, con gli ordini manifatturieri che sono cresciuti in marzo allo stesso ritmo di febbraio, sostenuti dalla domanda estera. Indicazioni positive arrivano anche dalla crescita della fiducia delle imprese rilevata dall’ISTAT.

In its monthly report ISTAT stated that in March Italy’s industrial production output was 0.4% less than in February, which had showed a 1% increase from January. So in the first quarter of 2017 manufacturing slid by 0.6% (after rising1% in the final quarter of 2016). “The production trend in the past two months has been negatively influenced by the non-increase in power generation, which has an 8.3% weight on the general index” commented the Confindustria Studies Center. In February, in fact, electricity production decreased 7.1% from January and this downward trend continued in March. However, qualitative indicators continue to show a trend that is optimistic, even though this positive outlook has been only partially reflected by actual figures. PMI Markit surveys indicate an upturn in production in coming months, with orders for merchandise that grew in March at the same rate as in February, sustained by foreign demand. Good signs are also coming from the greater company confidence registered by ISTAT data.

79

Via Libero Grassi, 5 I-20056 Trezzo sull’Adda (Mi) Italy – www.atalgrafiti.com – info@atalgrafiti.com


80

FOCUS MERCATO MACEDONIA

FOCUS: MACEDONIAN MARKET

In un recente dossier redatto da ICE Skopje emergono le prospettive settoriali di un mercato di nicchia ma in fase di sviluppo come quello della Macedonia, un Paese con un reddito di 10.49 miliardi di dollari e con una popolazione di 2,05 milioni di abitanti per un quarto concentrata nell'area della capitale Skopje. Nel 2016, il PIL macedone è aumentato del 2.4%, registrando un rallentamento rispetto ai due anni precedenti quando sono stati registrati tassi di crescita del 3.8% (2015) e del 3.6% (2014). La profonda crisi politica in cui versa il Paese ha avuto infatti conseguenze sull’economia macedone, manifestandosi nel blocco del funzionamento delle istituzioni, nella mancata realizzazione degli investimenti pubblici come anche nel rallentamento degli investimenti da parte delle aziende macedoni. Gli unici fattori che hanno contribuito al tasso L’Agenzia Internazionale Fitch nel mese di agosto ha rivisto al ribasso il credit rating della Macedonia da BB+ a BB con outlook negativo, riconfermato a marzo 2017. La Banca Centrale prevede tuttavia una ripresa economica del Paese nei prossimi due anni con tassi di crescita del 3.5% nel 2017 e del 3.7% nel 2018. Le proiezioni del FMI (Fondo Monetario Internazionale) sono simili e prevedono una ripresa dell’economia macedone, con tassi di crescita del PIL del 3.6% per il 2017, e del 3.7% per il 2018. Tali stime si basano sulla risoluzione della crisi politica, sull’andamento crescente delle esportazioni macedoni, che saranno sostenute dagli investimenti esteri, e degli investimenti pubblici (i progetti infrastrutturali in primis), nonché dalla ripresa dei consumi privati, grazie all’andamento positivo del mercato di lavoro. Nel 2016 l’Italia ha migliorato la propria posizione nella graduatoria dei paesi-partner commerciali della Macedonia, ritornando dalla alla quinta posizione con una quota del 4.8% (5.2% nel 2015). Secondo l'Istituto macedone di Statistica, l’interscambio commerciale tra i due paesi nel periodo di riferimento ammonta a 506.4 milioni di Euro (-11.1% rispetto allo stesso periodo del 2015). Il valore dell’import di macchine e attrezzature per la lavorazione del marmo e delle pietre ornamentali in Macedonia negli ultimi 5 anni (2012-2016) ha raggiunto il valore cumulativo di 10.8 milioni di Euro, si tratta in prevalenza di macchine per la perforazione ed estrazione (7.5 milioni di Euro), e di macchine per segare, molare e levigare (2.5 milioni di euro). È invece di 831.353 euro il valore dell’import di prodotti consumabili come utensili diamantati e abrasivi. Va segnalato come le importazioni di macchine e utensili per l’estrazione e lavorazione di marmo e pietre nel periodo 2012-2016 hanno coinvolto oltre 15 diversi paesi fornitori, ma come l’Italia abbia conquistato proprio nel 2016 il ruolo di primo paese esportatore di tecnologie la-

A recent report written by the Skopje ICE office shows the stone-sector prospects for a niche, but developing, market like Macedonia, a country with an income of $US 10.49 billion and a population of 2.05 million, a fourth of which concentrated in the area of the capital, Skopje. In 2016 Macedonia’s GDP rose by 2.4%, registering a slowdown compared to the previous two years when it had growth rates of 3.8% (2015) and 3.6% (2014). The profound political crisis the country is going through has in fact had repercussions on its economy, showing up in the blockage of governmental functioning, an absence of public investments and a slowdown in investments by Macedonian companies. Factors that contributed to the lower credit rating Fitch gave the country last August, from BB+ down to BB, with a negative outlook, reconfirmed in March 2017. However, the Central Bank foresees an economic uptake in the country over the next two years, with growth rates of 3.5% this year and 3.7% in 2018. IMF (International Monetary Fund) predictions are similar and foresee upturns in GDP of 3.6% in 2017 and 3.7% in 2018. These estimates are based on resolution of the political crisis, an upturn in exports from Macedonia (sustained by foreign investments) and public investments (infrastructure projects first and foremost) as well as a rebound in private spending thanks to a positive trend in the job market. In 2016 Italy improved its position among trading partners with Macedonia, returning to fifth position with a 4.8% share (5.2% in 2015). According to the Macedonian statistics bureau, trade between the two countries in the reference period amounted to 506.4 million euros (down 11.1% from the same period in 2015). The value of Macedonia’s imports of stone-working machinery and equipment in the past five years was a cumulative 10.8 million euros; these were mainly machines for drilling and extracting (7.5 million euros) and others for sawing, grinding and smoothing (2.5 million). The country also imported consumables like diamond tools and abrasives for worth of 831,353 euros. It should be noted that in 2012-2016 the imports of stone extraction and processing machinery and tools involved 15 different supplier countries, but in 2016 Italy became the top exporter of stone technology to Macedonia, which can be an interesting hub for the


pidee in Macedonia che può costituire un hub interessante per l’intera area balcanica. Nel 2016, l’Italia si è collocata perciò al primo posto tra i paesi fornitori di tecnologia per estrazione e lavorazione di marmo e pietra con una quota del 53% sul totale delle importazioni in questo settore. Seguono la Svezia (16%), Germania (15%), Turchia (7%) e Cina (5%). Per questo l’iniziativa ITALIAN STONE EXPERIENCE organizzata a Skopje e Prilep da ICE-Agenzia per il commercio estero e Confindustria Marmomacchine ha assunto il valore particolare di sancire il ruolo dell’Italia come paese leader in questo segmento e cogliere appieno tutte le potenzialità che il mercato macedone è in grado di offrire.

whole Balkan area. In 2016 Italy therefore took first place among countries supplying quarrying and processing machinery and equipment, with a 53% share of total imports in this sector. Sweden came next (16%), followed by Germany (15%), Turkey (7%) and China (5%). This is why the ITALIAN STONE EXPERIENCE event organized in Skopje and Prilep by ICE-Italian Trade Agency and Confindustria Marmomacchine was particularly worthwhile, sanctioning Italy’s role as leader in the stone sector and fully reaping all the potential that the Macedonian market is able to offer.

81


82

MOSCA: UN NUOVO PALAZZO DELLO SPORT PER IL CLUB "DINAMO"

MOSCOW: A NEWS SPORTS FACILITY FOR THE “DYNAMO” CLUB

Nell'ambito del progetto "VTB Arena Park" per la costruzione del nuovo stadio di calcio della Dinamo di Mosca - che potrà contenere 27.000 spettatori e sarà pronto per i Campionati Mondiali del 2018 - è prevista entro la metà del 2019 anche la realizzazione del Palazzo dell'Accademia dello Sport. Le discipline che saranno ospitate nel nuovo complesso - che avrà una capienza complessiva di circa 14 mila posti a sedere - saranno ispirate a quelle praticate nell'ambito della storica polisportiva moscovita Dinamo. In particolare, saranno creati due piste per l'hockey su giaccio e campi per pallacanestro, tennis e pallavolo. L'arena ospiterà anche una scuola di ginnastica, diverse sale per gli sport di combattimento e un ambiente con simulatori per i golfisti, oltre a negozi e ristoranti.

In the context of the “VTB Arena Park” project for building a new football stadium for Moscow’s Dynamo team – a stadium seating 27,000 that will be ready for the 2018 World Cup matches – by mid-2019 a Sports Academy building should also be completed. The sports to be housed in the new complex – with overall seating for about 14,000 – will be inspired by Moscow’s historic Dynamo sports club. In detail, there will be two ice hockey rinks and basketball, tennis and volleyball courts. The arena will also host a gymnastics school, various rooms for wrestling and other hands-on sports and a golf-simulation room, plus shops and restaurants.

EXPORT ITALIA: VENDITE EXTRA-UE IN AUMENTO NEL PRIMO BIMESTRE 2017

ITALY’S EXPORTS: SALES OUTSIDE THE EU ROSE IN THE FIRST TWO MONTHS OF 2017

Nonostante la frenata di febbraio (-4,7% in valore su gennaio) dopo tre mesi di significativi incrementi (+9,2% cumulato) - le esportazioni italiane extra-UE hanno registrato nel primo bimestre dell'anno una variazione positiva del +3,3%. Un segnale incoraggiante anche per il comparto tecno-lapideo italiano, che ha trovato proprio nei mercato fuori dall'UE il principale motore di crescita degli ultimi anni. Nel 2016, secondo i dati del Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, la quota extra-UE delle esportazioni nazionali complessive di marmi e graniti è stata infatti pari al 74%, mentre quella delle tecnologie complementari ha sfiorato il 70%. Tra i mercati di riferimento, si confermano in forte crescita Cina, Russia e Sud America. In espansione anche gli Stati Uniti, sebbene a ritmi più bassi rispetto a gennaio, mentre si accentua il calo delle vendite di "made in Italy" in Turchia e nei paesi OPEC. Le previsioni per il nostro export nel 2017 restano nel complesso ampiamente positive, grazie alla ripresa della domanda mondiale - specie di investimenti - come confermato dal miglioramento degli indicatori qualitativi sugli ordini manifatturieri esteri (PMI Markit e giudizi delle imprese ISTAT).

In spite of the backstep in February (down 4.7% from January), after three months of significant increases (a cumulative +9.2%), Italy’s exports outside the EU in the first two months of the year registered an upturn of 3.3%. An encouraging sign for the Italian techno-stone sector, too, whose main growth engine in recent years has been precisely non-EU markets. In 2016, according to the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center, the share of overall exports or ornamental stones outside the European Union was, in fact, 74%, and that of stone-working technologies was more than 70%. Among reference markets there is heavy growth in China, Russia and South America. Also expanding was the United States although at a slower pace than in January. On the other hand, there were few sales of Italian goods to Turkey and the OPEC countries. Forecasts for 2017 exports remain quite positive on the whole, thanks to the uptake in global demand – especially in investments – as confirmed by the improvement in qualitative indicators on foreign orders for manufactured goods (PMI Market and ISTAT’s survey of company opinions).


PREZZI DELLE CASE ITALIANE STABILI NEL 2016 Nel quarto trimestre 2016 i prezzi delle abitazioni in Italia sono rimaste invariate rispetto al trimestre precedente, facendo segnare - per la prima volta dopo 5 anni - una variazione positiva (+0,1%) sullo stesso periodo del 2015. Le quotazioni restano tuttavia inferiori del 19,1% rispetto al massimo di inizio 2008, e nella media del 2016 sono calate dello 0,7% sul 2015. In rapporto al reddito disponibile pro-capite - che misura la capacità di spesa delle famiglie - le quotazioni delle case sono ormai più basse dei valori medi di lungo periodo (-2%), rivelano le stime del Centro Studi di Confindustria. Inoltre, grazie ai tassi di interesse ai minimi storici, è fortemente aumentata la convenienza ad acquistare casa tramite mutuo ipotecario, misurata dall’affordability index (+40,6% rispetto al 2000 e +93,0% sul minimo del terzo trimestre 2008). Le compravendite residenziali, finanziate in misura crescente da mutui (nell’80% dei casi, in media per il 75% del valore dell’immobile), sono infatti in aumento da più di due anni (+15,2% a fine 2016).

ITALIAN HOUSING PRICES STABLE IN 2016 In the final quarter of 2016 housing prices in Italy remained unvaried from the previous quarter, showing – for the first time in 5 years – a slight uptake (of 0.1%) from the same period in 2015. However, prices remained 19.1% below the peak in early 2008 and on average in 2016 they slid 0.7% from 2015. In relation to available per-capita income – which measures household purchasing power – housing prices are now lower than long-term average prices (-2%), according to Confindustria Studies Center estimates. In addition, thanks to very low interest rates, it has become much thriftier to purchase a home with a loan or mortgage as measured by the affordability index (+40.6% compared to 2000 and +93% compared to the minimum in the third quarter of 2008). Housing purchases, increasingly financed by mortgages (in 80% of cases, on average for 75% of the property’s worth) have been growing for more than two years (up 15.2% at the end of 2016).

PROGETTO PER UN GRATTACIELO DA 100 PIANI A TEL AVIV La Commissione Distrettuale Urbanistica di Tel Aviv ha recentemente approvato il progetto per la costruzione di un grattacielo di 100 piani nella città israeliana. Il progetto è stato denominato "Between the Cities" poiché sorgerà proprio sul confine tra le municipalità di Tel Aviv e di Ramat Gan, vicino alla stazione ferroviaria di Central Savidor. Il grattacielo una volta completato misurerà 400 metri e sarà il più alto di Israele. Il nuovo edificio svilupperà una superficie di 166.500 metri quadri e si articolerà in due piani inferiori che ospiteranno esercizi commerciali, altri cinque livelli adibiti a spazio pubblico e ben settantuno piani che accoglieranno studi e uffici. Gli ultimi quindici piani sulla sommità della torre saranno invece occupati da un hotel. Il progetto è stato ideato da Amnon Schwartz dello studio Miloslavsky Architects.

83

PROJECT FOR A 100-FLOOR SKYSCRAPER IN TEL AVIV Tel Aviv’s urban planning commission recently approved a project to build a skyscraper of 100 floors in the Israeli capital. The project is called “Between the Cities” because it will be built between Tel Aviv and Ramat Gan, near the Central Savidor railway station. Once completed the tower will be 400 meters high and the tallest in Israel. It will cover a total of 166,500 square meters and consist of two lower floors hosting shops and businesses, five floors for public use and seventy-one for offices. A hotel will occupy the top fifteen floors. Amnon Schwartz of Miloslavsky Architects designed the building.


AGGIORNAMENTI SULL’ENTRATA IN VIGORE DEL CETA

84

L’entrata in vigore provvisoria dell’Accordo di Libero Scambio UE – Canada (CETA) – approvato dal Parlamento europeo lo scorso mese di febbraio e inizialmente prevista per il mese di aprile - è slittata a causa di rallentamenti nell’iter di approvazione da parte del Senato canadese e delle modifiche legislative necessarie da parte delle Province del Québec e dell’Ontario. Indicativamente, sembrerebbe probabile che l’iter si concluda nelle prossime settimane e l’Accordo possa comunque entrare in vigore prima dell’estate. Nel frattempo, Confindustria, in collaborazione con il Ministero Sviluppo Economico e con l’Ambasciata del Canada a Roma sta predisponendo un calendario di incontri da tenersi sul territorio volti ad approfondire benefici e utilizzo del CETA da parte delle imprese, iniziativa sulla quale vi daremo in seguito informazioni più dettagliate. La Commissione europea ha recentemente specificato inoltre gli step operativi che le imprese devono compiere per poter beneficiare della liberalizzazione daziaria prevista dall’intesa, che sono innanzitutto la richiesta del numero di “Esportatore registrato” REX attraverso apposito formulario, l’nvio del formulario agli uffici doganali nazionali di competenza. Successivamente l’impresa riceverà il numero di registrazione REX da indicare nella “dichiarazione di origine” che dovrà essere allegata ai documenti commerciali descrittivi del prodotto. Il prodotto originario UE potrà usufruire dei benefici previsti dal CETA sulla base della “dichiarazione di origine”. Di seguito il link alla pagina web della DG TAXUD dove trovare tutti i formulari per adempiere alle richieste di cui sopra: http://ec.europa.eu/taxation_customs/business/international-affairs/international-customs-cooperation-mutual-administrative-assistance-agreements/canada_en.

UPDATE ON CETA ACTIVATION The provisional entry into force of the EU-Canada free trade agreement (CETA) – approved by the European Parliament this February and initially foreseen for April – has been postponed because of slowdowns in its route to ratification by the Canadian senate and legal changes required by the provinces of Quebec and Ontario. Indicatively, it seems likely that procedures will be concluded in the coming weeks and that the agreement will in any case take effect before summer. In the meantime Confindustria, in cooperation with the Italian Ministry of Economic Development and the Canadian embassy in Rome, is preparing a calendar of meetings to be held in Italy to inform companies of the benefits and utilization of CETA, about which we will give more detailed information later on. In addition, the European Commission recently specified the operational steps that companies must take to be able to benefit from the customs duties liberalization the agreement foresees: they are first of all requesting a “Registered Exporter” (REX) number on the appropriate form and sending the form to the pertinent national customs offices. Afterwards the company will be given the REX registration number to indicate in the “declaration of origin” that must be attached to descriptive commercial product documents. The product originating in the EU can take advantage of the benefits CETA foresees on the basis of the declaration of origin. Here is the link to the DG TAXUD website containing all the forms for fulfilling the aforesaid requirements: http://ec.europa.eu/taxation_customs/business/international-affairs/international-customs-cooperation-mutual-administrative-assistance-agreements/canada_en


PROGETTO DI LEGGE SUI PARCHI E LE AREE PROTETTE

LAW BILL ON PARKS AND PROTECTED AREAS

L’iter riguardante il Progetto di legge sui parchi e le aree protette, che è già all’attenzione delle aule parlamentari, è stato seguito da Confindustria sin dall’inizio. Nel passaggio in Commissione alla Camera sono stati introdotti dei minimi correttivi che non superano la principale criticità del provvedimento, costituita dall’introduzione di un contributo economico a carico delle imprese che operano nelle aree protette e in quelle contigue. Inoltre, è stato introdotto il divieto alle attività di ricerca e prospezione di idrocarburi nei parchi e nelle aree contigue ad essi. Confindustria si è attivata per correggere entrambi i profili di criticità e, in tal senso, ha registrato delle prime aperture da parte della Commissione Attività Produttive e del Ministro dell’ambiente.

Confindustria has been following the path of the law bill on parks and protected areas, now under parliamentary discussion, right from the start. Passing from commission to Chamber of Deputies some minimal corrections were introduced that do not change the main critical point of the measure, consisting of introducing an economic contribution from companies working in protected areas and those adjacent to them. The law bill also introduced a prohibition on surveying and prospecting for hydrocarbons in parks and areas adjacent to them. Confindustria worked to emend both these critical issues and from this standpoint saw the first openings on the part of the Manufacturing Commission and Ministry of the Environment.

85

REACH FOR PRODUCTIVITY SpeedROC 2F is the all new DSI drill rig from Atlas Copco. Visit atlascopco.com for more information.


INDONESIA: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE E ICE COORDINANO LA PARTECIPAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE ALLA WORLDSTONE FAIR-INDOBUILDTECH 2017 DI JAKARTA (17-21 MAGGIO)

86

L’Indonesia rappresenta oggi una delle più dinamiche economie mondiali, con una crescita del Pil del +4,8% nell'ultimo anno. Secondo il Boston Consulting Group - uno dei leader mondiali nella consulenza strategica di business - il Paese è la prossima “big opportunity” in Asia, predestinata a seguire le orme delle "tigri" asiatiche degli anni '90, grazie anche ad una politica economica votata agli investimenti e ad un mercato interno di 255 milioni di persone - quarta nazione al mondo per popolazione - che rende l'Indonesia meno sensibile alle fortune dell’export rispetto ai Paesi vicini più piccoli. Sebbene il "made in Italy" in Indonesia sia ancora relativamente poco presente, con un export di circa 1,1 miliardi di euro nel 2016, il trend di crescita ha registrato un aumento considerevole negli ultimi anni. Restringendo l'analisi al comparto lapideo, secondo i dati del Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE nel 2016 l’Indonesia ha importato oltre 23 milioni di euro di marmi, graniti e pietre naturali in genere dall'Italia (con un incremento di quasi il 50% rispetto all'anno precedente), dei quali circa 14 milioni costituiti da prodotti lavorati e semilavorati. Il Paese asiatico si è inoltre classificato al ventitreesimo posto trai buyer di macchine e attrezzature italiane per l'estrazione e la trasformazione dei materiali lapidei, con importazioni per circa 12 milioni. A questo riguardo, dopo la positiva esperienza del 2016, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - in collaborazione con l'Ufficio Tecnologia Industriale, Energia e Ambiente di ICE-Agenzia - ha promosso e coordinato anche quest'anno la Partecipazione Collettiva Italiana alla fiera WORLDSTONE FAIR di Jakarta, in programma dal 17 al 21 maggio. Organizzata nell'ambito di INDOBUILDTECH - la più importante manifestazione indonesiana per il comparto delle costruzioni - WORLDSTONE FAIR rappresenta la vetrina fieristica di riferimento per il settore dei materiali lapidei e delle tecnologie complementari nell’area del sud-est asiatico.

INDONESIA: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AND ICE COORDINATE THE ITALIAN EXHIBIT AT WORLDSTONEFAIR-INDOBUILDTECH 2017 IN JAKARTA (MAY 17-21)

Today Indonesia is one of the world’s most dynamic economies, with GDP growth last year of 4.8%. According to the Boston Consulting Group – a world leader in strategic business strategy – the country is the next big opportunity in Asia, destined to follow in the footsteps of the Asian “tigers” of the 1990s thanks to economic policy devoted to investments and a domestic market of 235 million people – the world’s fourth largest population – which makes Indonesia less sensitive than smaller neighboring countries to the fortunes of exports. Although in Indonesia the Made in Italy is still relatively scarce, with exports of 1.1 billion euros in 2016 the growth trend has considerably increased in recent years. Narrowing the analysis to the stone sector, on the basis of CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE data in 2016 Indonesia imported ornamental stones from Italy worth more than 23 million euros (up nearly 50% from the previous year), some 14 million of which were in purchases of finished and semi-finished products. The Asian country also ranks twenty-third among buyers of Italian machinery and equipment for quarrying and processing stone materials, with imports worth about 12 million. Given these facts, after the successive experience in 2016, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE – in cooperation with the ICE Industrial Technology, Energy and Environment Office – has again promoted and organized an Italian group exhibit at the WORLDSTONE FAIR in Jakarta, scheduled for May 17 to 21. Organized in the context of INDOBUILDTECH – Indonesia’s biggest building sector event – WORLDSTONE FAIR is a reference showcase for the stone materials and stone technologies sector in the Southeast Asian area.


www.ernestomarina.it

Segatrici a Catena dal 1970

Chain Saws since 1970

GARRONE OFFICINA MECCANICA

GARRONE OFFICINA MECCANICA sas Via Statale, 37 Fraz. S. Pietro di Sturla 16042 CARASCO (GENOVA) Italy Tel. +390185 350161 Fax +390185 352249 E-mail: garrone@garrone.com

www.garrone.com


88

DAZI USA: L’UE NON CI STA

US CUSTOMS DUTIES: THE EU NIXES THEM

La dura politica commerciale inaugurata dall’Amministrazione Trump provoca pesanti reazioni all’interno dei paesi UE che chiedono a Bruxelles di considerare la possibilità di un ricorso all'Organizzazione mondiale del commercio (Wto) contro gli Stati Uniti sui dazi che Washington intende introdurre – in particolare - sulle importazioni di laminati d'acciaio da cinque Paesi dell'UE. In tal senso si è espresso in particolare il ministro degli Esteri tedesco Sigmar Gabriel, secondo cui il governo Usa sembra pronto a dare alle imprese americane un "ingiusto vantaggio competitivo" rispetto ai produttori europei, anche se ciò viola le leggi del commercio internazionale. La presa di posizione tedesca fa il paio con la preoccupazione di alcuni Paesi, tra cui l’Italia, per la volontà degli Stati Uniti di introdurre elevati dazi anche su prodotti simbolo del made in Italy come Vespa e San Pellegrino. Provvedimenti e prodotti che non toccano direttamente il settore marmo ma che certo non lasciano presagire un clima commerciale positivo nelle relazioni tra UE e quello che per il comparto marmifero e tecno-marmifero è il primo buyers di produzioni “Made in Italy”.

The tough trade policy inaugurated by the Trump administration is provoking strong reactions in European Union countries, which are asking Brussels to consider the possibility of presenting an appeal to the World Trade Organization (WTO) against the United States concerning the duties that Washington intends to introduce – in particular - on imports of rolled steel from five EU countries. Speaking in detail on the issue, German Foreign Minister Sigmar Gabriel stated that the US government seems poised to give American companies an ”unfair competitive edge” over European manufacturers, even if this violates international commerce laws. The German position matches the worries of a number of countries, including Italy, about the United States’ intentions to levy high import duties even on products symbolic of the Made in Italy, like Vespa scooters and San Pellegrino mineral water. Measures and products that don’t directly touch the stone sector but certainly don’t make it easy to foresee friendly trade relations between the EU and what for the Italian stone and techno-stone sectors is the number-one buyer of their products.

ACCORDO CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE E UL ITALIA

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE/UL ITALIA AGREEMENT

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e UL ITALIA, società specializzata nell’ambito della consulenza tecnica sulla conformità elettrica del macchinario, hanno siglato un accordo finalizzato a supportare i Costruttori Italiani di Macchine Lavorazione Marmo In particolare CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e UL ITALIA hanno concordato di attivare un desk virtuale dedicato alle Aziende Associate CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE consulenze di ordine generale sui campi di competenza tecnica di UL ITALIA. L’accordo prevede tuttavia anche di riconoscere tariffe preferenziali alle Aziende Associate per l’accesso ai servizi di consulenza specializzati offerti da UL ITALIA cui le Aziende potranno accedere esibendo a UL ITALIA apposito attestato di appartenenza all’Associazione e organizzare degli incontri formativi annui di approfondimento presso la Sede CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE. Una nuova e importante partnership per garantire servizi sempre più efficaci e specializzati alle aziende associate.

Confindustria Marmomacchine and UL Italia (a company specialized in technical consultancy on machinery’s electrical conformity) have signed an agreement that will provide support to Italian makers of stone-working machinery. In detail, Confindustria Marmomacchine and UL Italia have agreed to set up a virtual desk dedicated to Confindustria Marmomacchine members providing general consultancy in UL Italia’s fields of technical expertise. However, the agreement also foresees preferential fees for member company use of UL Italia’s specialized consultancy services, which members can access by showing UL Italia their Confindustria Marmomacchine membership certificates. Proof of membership will also give them access to yearly educational meetings held at association headquarters. A new and important partnership guaranteeing member companies services that are more and more efficient and specialized.


ƌĞƐŝŶĂƉƉůŝĐĂƟŽŶ ĐĂƌǀŝŶŐ

ǁǁǁ͘ƚĚƌŽďŽƟĐƐ͘ĐŽŵ

TECHNOLOGY FOZGROWIN N G BUSIN NESSES

ĚŝĂŵŽŶĚǁŝƌĞƐĂǁ

stoƌes͗ heƌe the ƌŽďŽt can gƌaď Ěŝīeƌent eŶĚͲeīectoƌs aŶĚtŽŽůs

/ŶŶŽǀĂƟŽŶŵĞĂŶƐĐŚĂŶŐĞ͕ĂĐŚĂŶŐĞƚŚĂƚŚĂƐĂƉŽƐŝƟǀĞŝŵƉĂĐƚŽŶƚŚĞĂĐƟǀŝƚLJŽĨŽƵƌĐŽŵƉĂŶLJ͗ƉĞƌƐŽŶŶĞůƌĞŽƌŐĂŶŝnjĂƟŽŶĂŶĚ ƌĞĚƵĐƟŽŶŽĨůĂďŽƵƌĐŽƐƚƐ͕ƉƌŽĚƵĐƟŽŶƋƵĂůŝƚLJĂŶĚŇĞdžŝďŝůŝƚLJ͕ĂǁŝĚĞƌƌĂŶŐĞŽĨƉƌŽĚƵĐƚƐĂŶĚƐĞƌǀŝĐĞƐ͘ KƵƌ>ĂƉŝƐLJƐƚĞŵƌŽďŽƚƐĚŽĞdžĂĐƚůLJƚŚŝƐ͗ƚŚĞLJŝŶƚĞŐƌĂƚĞĂůůƐƚŽŶĞǁŽƌŬŝŶŐƉƌŽĐĞƐƐĞƐŝŶƚŽĂƐŝŶŐůĞǁŽƌŬŝŶŐƐLJƐƚĞŵ͘ƐŝŶŐůĞƌŽďŽƚ ĐĂŶĐƵƚ͕ĐĂƌǀĞ͕ƌĞƐŝŶ͕ŵŽǀĞĂŶĚƐƚŽƌĞ͘>ĂƉLJƐŝƐƚĞŵŝƐƚŚĞƋƵŝĐŬĞƐƚ͕ŵŽƐƚƌĞůŝĂďůĞ͕ƐƵŝƚĂďůĞĂŶĚĚLJŶĂŵŝĐĂŶƐǁĞƌƚŽƚŚĞĐŚĂůůĞŶŐĞƐ ŽĨ ƚŚĞ ŐůŽďĂů ŵĂƌŬĞƚ͘ /ƚ ŝƐ ŐƵĂƌĂŶƚĞĞĚ ďLJ dΘ ZŽďŽƟ Đ͛Ɛ ůŽŶŐƐƚĂŶĚŝŶŐ /ƚ ŝƐ ŐƵĂƌĂŶƚĞĞĚ ďLJ ŝŶƚĞƌŶĂƟŽŶĂů ƚĞĐŚŶŽůŽŐŝĐĂů ƉĂƌƚŶĞƌƐůŝŬĞ͘/ƚŝƐŐƵĂƌĂŶƚĞĞĚďLJĂŶƵŶƉĂƌĂůůĞůĞĚƉŽƐƚͲƐĂůĞƐĞƌǀŝĐĞ͘/ƚŝƐŐƵĂƌĂŶƚĞĞĚďLJƚŚĞϮϬŬŝƚĐŚĞŶƚŽƉƐƉƌŽĚƵĐĞĚďLJĂ ƐŝŶŐůĞƌŽďŽƚŝŶĂƐŝŶŐůĞĚĂLJ͕ǁŝƚŚŽƵƚƚŚĞƉƌĞƐĞŶĐĞŽĨŽƉĞƌĂƚŽƌƐĂŶĚŝŶĂƐƉĂĐĞƐŵĂůůĞƌƚŚĂŶϲϬƐƋƵĂƌĞŵĞƚƌĞƐ͘ dŚŽƵƐĂŶĚƐŽĨƐĐƵůƉƚƵƌĞƐ͕ďĂƐŝŶƐ͕ƐŝŶŬƐ͕ĂŶĚĨŽƵŶƚĂŝŶƐĂƌĞƉƌŽĚƵĐĞĚďLJŽƵƌĐƵƐƚŽŵĞƌƐĞǀĞƌLJLJĞĂƌ͕ĂůůŽǀĞƌƚŚĞǁŽƌůĚ͘ZŽďŽƚƐ ĂƌĞŶŽƚĂĨƌĂŝĚŽĨĚĂƌŬŶĞƐƐŽƌĐŽůĚ͖ƚŚĞLJǁŽƌŬĂƚŶŝŐŚƚĂŶĚĂůŽŶĞ͖ƚŚĞLJŶĞǀĞƌĂůůŽǁƚŚĞŵƐĞůǀĞƐĂŶLJďƌĞĂŬ͖ƚŚĞLJŶĞǀĞƌĨĂůůŝůů͘ dΘZŽďŽƟĐƐ

dΘZŽďŽƟĐƐ

ŝŶĨŽΛƚĚƌŽďŽƟĐƐ͘ĐŽŵ


90

VERSAMENTI AL CPNL: COMITATO PARITETICO PARITETICO NAZIONALE LAPIDEI

PAYMENTS TO THE NATIONWIDE JOINT STONE COMMITTEE (CPNL)

In sede di rinnovo del CCNL Lapidei Industria è stato confermato il versamento al Comitato Paritetico Nazionale Lapidei (CPNL) di un contributo annuale pari a € 5,00 all'anno per ciascun dipendente in forza al 31 dicembre di ogni anno in aziende applicanti il CCNL Lapidei Industria, versamento da effettuarsi – entro il 31 marzo p.v. - a cura delle Aziende stesse. Per le Aziende operanti in territori ove vigono accordi sindacali che prevedono contributi a carico dell’Azienda per il finanziamento di Comitati Paritetici Territoriali o Organismi Paritetici comunque denominati, il sopracitato versamento è di importo pari a € 1,00 - anziché di € 5,00 - sempre per ogni dipendente in forza al 31 dicembre 2015. Sempre come previsto dal rinnovo del CCNL Lapidei Industria, in occasione della elaborazione del cedolino paga relativo al mese di marzo di ciascun anno alle Aziende è richiesto di annotare in busta paga l’avvenuto versamento del contributo relativo al finanziamento del CPNL negli importi così come sopra specificati e diversificati. L’Associazione CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ha comunicato inoltre a tutte le proprie Aziende Associate del comparto marmifero e ai referenti sindacali di tutte le Associazioni Territoriali di CONFINDUSTRIA le coordinate aggiornate dell’IBAN del CPNL su cui effettuare i versamenti che è il seguente: IT89P0617501615000005337180

When renewing the nationwide stone sector labor contract, there was confirmation of payment to the Nationwide Joint Stone Committee (CPNL) of an annual fee of 5 euros per year for each employee working as of December 31 of each year at companies applying the labor contract - a payment to be made (by the following March 31) by the companies themselves. For companies working in territories where union agreements are in force that foresee company contributions to financing joint territ o r i a l c o m m i t t e e s o r organizations, the fee is 1 euro, instead of 5, again per person employed as of December 31, 2015. Again as foreseen by the renewed stone sector labor contract, when preparing payrolls for the month of March of each year the company is required to note on paychecks the payment of the fee as specified and diversified above. In addition, the Confindustria Marmomacchine association has notified its members and union references for all Confindustria territorial associations that the updated IBAN code for the CPNL, to be used for fee payments, is: IT89P0617501615000005337180.

RICOSTITUITA LA COMMISSIONE TECNICA MARMO 2017

THE 2017 TECHNICAL STONE COMMISSION

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ha attivato, già dal 2015, una Commissione Tecnica Marmo (CTM) Associativa, organismo consuntivo tecnico deputato ad approfondire tematiche tecniche, dossier legislativi e specifiche di prodotto, in stretto raccordo con gli enti normativi e con ogni aspetto collegato ai profili di conformità tecnologica e ambientale dei materiali lapidei. La Commissione Tecnica Marmo è aperta ai funzionari tecnici e/o ai titolari delle aziende associate del comparto marmifero con specifiche competenze tecniche, e recentemente l’Associazione ha rinnovato a tutte le Aziende Associate che desiderino essere inserite nella Commissione Tecnica Marmo 2017 ha fornire la propria disponibilità a direzione@assomarmomacchine.com ed essere inseriti nella compagine 2017 della CTM che è un contesto fondamentale non solo di approfondmento tecnologico ma anche di scambio e condivisione tra le imprese.

In 2015 Confindustria Marmomacchine set up a Technical Stone Commission tasked with examining technical topics, legislative reports and product specifications, in close cooperation with standardizing boards and concerning every aspect connected with the technological and environmental conformity of stone products. The Technical Stone Commission is open to personnel and/or owners/managers of stone companies with specific technical expertise, and the association recently invited all members wishing to join the 2017 commission to communicate this to direzione@assomarmomacchine.com so that they can be part of a commission fundamental not only to technological examination but also to company networking.


FINANZA PER IL CLIMA

FINANCING FOR THE CLIMATE

Confindustria, d’intesa con il Kyoto Club e i Ministeri competenti (MAECI, MEF, MATTM), ha organizzato una prima giornata di orientamento per illustrare le opportunità offerte alle imprese italiane dai canali di finanziamento bilaterali e multilaterali attivati a finalità ambientali (es. Green Climate Fund) a valle della sottoscrizione dell'Accordo di Parigi sul clima, che mobiliterà ingenti risorse finanziarie per guidare la transizione energetica nei paesi in via di sviluppo. L'evento si è concluso con l'annuncio di un portale, che sarà gestito da Confindustria insieme alle istituzioni coinvolte, per aiutare le imprese a conoscere – e potenzialmente accedere – a tali canali, favorendo l'esportazione di tecnologie italiane anche da parte di Piccole e Medie Imprese che sono poco avvezze all'utilizzo di questi strumenti.

Confindustria, in accord with the Kyoto Club and pertinent Italian ministers (of Foreign Affairs and International Cooperation, of Economics and Finance, and of the Environment) organized an initial orientation day to discuss the opportunities Italian companies are offered by bilateral and multilateral financing channels activated for environmental purposes (such as the Green Climate Fund) following the Paris Climate Agreement, which will mobilize great financial resources to guide the energy transition in developing countries. The event concluded with announcement of a website that will be managed by Confindustria and the organizations involved to help companies learn about – and potentially access – these channels, fostering the exportation of Italian technologies even by the SME who have little familiarity with use of these tools.

91

Since 1983 The Italian point of reference Distanziali, Molle, Pressatori, Giunzioni, Cavi di Acciaio, Banchi montaggio, Presse idrauliche, Presse manuali, Cesoie, Cunei spaccaroccia, Cuscini, Pompe, Volani, Gomme, Corone, Placchette.

Spacers, Springs, Crimps, Joints, Wire Ropes, Assembling desks, Hydraulic presses, Hand presses, Shears cutters, Splitting wedges, Hydrobags airbags, Flywheels, Rubbers, Drilling crowns, Inserts.

Utensili ed accessori per filo diamantato Tool and accessories for diamond wire saw

www.palmerio.com - info@palmerio.com


92

LE MEDIE IMPRESE: CAMPIONI DI PRODUTTIVITÀ

MEDIUM-SIZED COMPANIES: CHAMPIONS OF PRODUCTIVITY

Secondo un recente studio dell’Università di Urbino ripreso da Giuseppe Travaglini sulle pagine di Affari&Finanza emerge come le medie imprese siano le uniche che in questi anni di crisi abbiano dimostrato una sensibile capacità di espandersi. In Italia le medie imprese, intese come quelle che hanno tra 50 e 250 addetti, sono 21.000, di fatto troppo poche. Rappresentano infatti solo lo 0,5% del totale delle Imprese italiane, equivalenti al 13% dell’occupazione complessiva e al 18% del valore aggiunto di industria e servizi. Percentuali che si inseriscono in un panorama nazionale in cui il 99% delle aziende è micro o piccola, e spesso sono quelle più in difficoltà, mentre le grandi imprese sono lo 0,1% del totale se sono in fase di ripiegamento. In questo scenario le medie imprese, anche secondo uno studio Istat, resistono e anzi rilanciano, se è vero che la loro produttività è superiore a quella delle medie imprese tedesche, che però sono molto più diffuse nel tessuto produttivo-economico teutonico. E ciò vale soprattutto per le medie imprese italiane strettamente connesse con il processo di internazionalizzazione. Tra i settori le migliori perfomance si sono registrate nella meccanica strumentale e nella metallurgia. Di fatto, dagli studi citati, emerge come le medie imprese sono aziende che reagiscono, mettendo in campo imprenditorialità, solidità patrimoniale e intelligenza strategica. Oltre a una produttività sopra la media. Se un limite si vuole trovare in questa fotografia lusinghiera è che meno del 6% delle medie imprese è presente nei settori dell’alta tecnologia mentre il 62% opera in quelli medio bassi (con il 60% di esportazioni). La maggiore concentrazione territoriale delle medie imprese si trova nell’area settentrionale dell’Italia, e in particolare nei cluster Nord-Est e Nord-Ovest.

According to a recent study by the University of Urbino, quoted by Giuseppe Travaglini in the pages of Affari&Finanza, medium-sized companies were the only ones during the recession to have shown a considerable ability to expand. In Italy medium-sized companies, or those with 50 to 250 employees, number 21,000, much too few. In fact, they represent only 0.5% of the total of Italian companies, accounting for 13% of overall employment and 18% of the added value of industry and services. Percentages that are part of a nationwide panorama in which 99% of the companies are small or tiny, and often they are the ones most in difficulty while large companies account for 0.9% of the total and are retreating. In this scenario medium-sized companies, also according to an ISTAT survey, are holding on and actually re-launching if it’s true that their productivity is superior to that of medium-sized German companies, although these are more common in Germany’s productive-economic system. And this holds true above all for the medium-sized Italian companies closely connected with the internationalization process. Among the sectors showing the best performance are instrumental mechanics and metalworking. In fact, the studies cited show that the medium-sized companies are the ones that react, staking their entrepreneurship, solidity of assets and strategic intelligence. Plus above-average productivity. If you want to find a wart in this flattering photograph, it is that less than 6% of medium-sized companies work in the high-tech sector, while 62% operate in the medium-low (with 60% of exports). The biggest concentration of medium-sized companies in Italy is in the north, in particular in the northeastern and northwestern clusters.


WITH STONE YOU CAN

VERONA, Italy 2 7/ 3 0 S E P T E M B E R 2 0 1 7 MARMOMAC .COM


FEDERMACCHINE OSPITA IL PROGETTO FASTEXPORT Il 9 marzo 2017 scorso si è svolto presso la Sede FEDERMACCHINE uno degli appuntamenti del road-show collegato al Progetto FAST EXPORT, e in particolare un seminario formativo sulle nuove semplificazioni doganali per l’export. La complessità delle norme che regolano il commercio internazionale può infatti frenare le imprese e rallentare il loro business. La semplificazione doganale è, quindi, un aspetto centrale per il successo di ogni impresa sui mercati internazionali. Tutte le aziende possono oggi accelerare e semplificare le procedure doganali, abbattendo controlli fino al 90% e costi attraverso il conseguimento delle qualifiche di Esportatore Autorizzato all’autocertificazione dell’origine delle merci (EA) e di Operatore Economico Autorizzato (AEO). L’appuntamento del 9 marzo è stato incluso come detto in un ciclo di 40 incontri formativi, organizzati da ICE Agenzia, in collaborazione con Confindustria, Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, su incarico del Ministero dello Sviluppo Economico, in tutta Italia per fornire alle aziende produttive e commerciali una guida pratica fondamentale per il conseguimento delle autorizzazioni EA ed AEO.

94

RINNOVARE LA PROPRIA FLOTTA AZIENDALE RISPARMIANDO: CONVENZIONE CONFINDUSTRIA/FCA ITALY Confindustria ha recentemente siglato un accordo con FCA Italy S.p.A. che ha l'obiettivo di offrire ed assicurare un trattamento di miglior favore alle Aziende Associate al Sistema Confederale. FCA Italy ha infatti predisposto speciali condizioni commerciali, valide per l’acquisto di autoveicoli nuovi dei marchi Fiat, Lancia, Alfa Romeo, Jeep e Fiat Professional nonché di accessori e servizi post vendita dedicati alla cura e alla manutenzione delle auto degli stessi marchi. L’iniziativa è valida per il momento fino al 30 giugno 2017. Nel prospetto inviato a tutte le Aziende Associate a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE è stato indicato lo sconto garantito sull’acquisto dei modelli della gamma di vetture e veicoli commerciali FCA nonché le condizioni di adesione ed utilizzo alla convenzione. Ogni Azienda Associata, per poter usufruire delle speciali condizioni di trattamento dovrà, all’atto della prenotazione del veicolo (firma contratto) e di acquisto di accessori, merchandise e servizi post vendita, consegnare il Certificato di Appartenenza a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE in originale comprovante l’associazione con validità per l’anno in corso. L’attestato e ulteriori informazioni sulla convenzione posso essere richiesti scrivendo a: direzione@assomarmomacchine.com

UPDATE YOUR CORPORATE FLEET AND SAVE: CONFINDUSTRIA/FCA ITALY AGREEMENT FEDERMACCHINE HOSTS THE FAST EXPORT PROJECT On March 9 FEDERMACCHINE headquarters were host to the road-show connected with the FAST EXPORT project, and in particular to an educational seminar on the new customs simplifications for exports. The complexity of the laws regulating international trade can, in fact, put a brake on companies and slow down their businesses. So customs simplification is key to any company’s success on foreign markets. Today every company can speed up and simplify customs procedures, eliminating up to 90% of inspections and costs by obtaining credentials as Exporter Authorized (EA) to self-certify the origin of goods and as an Authorized Economic Operator (AEO). The March 9 meeting was part of a cycle of 40 educational workshops organized by ICE-Italian Trade Agency together with Confindustria and the Customs and Monopolies Agency, on behalf of the Economic Development Ministry, and held all over Italy to give production and business companies a practical guide to obtaining EA and AEO authorizations.

Confindustria recently signed an agreement with FCA Italy S.p.A. in order to offer and ensure preferential treatment for companies belonging to the Confindustria system. FCA Italy has, in fact, prepared special business conditions for the purchase of new FIAT, Lancia, Alfa Romeo, Jeep and FIAT Professional vehicles as well as for accessories and post-sales services for their upkeep and maintenance. For the time being the agreement is valid until June 30, 2017. The prospectus sent to all Confindustria Marmomacchine members indicated the guaranteed discount on purchase of the models in the FCA range of autos and commercial vehicles, as well as the terms for participating in the agreement. In order to take advantage of the preferential conditions, when ordering a vehicle (signing a contract for it) and acquiring accessories, merchandise and post-sales service, every member company must present an original copy of the certificate attesting to membership in Confindustria Marmomacchine for the current year. The certificate and more information about the agreement can be requested from: direzione@assomarmomacchine.com.


ISTAT: NEL 2016 LA PRESSIONE FISCALE IN ITALIA È SCESA AL 42,9%

ISTAT: IN ITALY IN 2016 TAX PRESSURE EASED TO 42.9%

Secondo i dati diffusi ad aprile dall'Istat, nell'ultimo trimestre del 2016 la pressione fiscale in Italia è diminuita di 0,6 punti percentuali rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente, attestandosi sotto la soglia del 50%, precisamente al 49,6%. La rilevazione dell'Istat conferma anche il dato annuo, per l'intero 2016, al 42,9%. Anche in questo caso il dato risulta in calo in confronto con il 43,3% del 2015. Sempre secondo l'Istituto nazionale di Statistica nel 2016 risulta inoltre in crescita il potere d'acquisto delle famiglie - aumentato dell'1,6% rispetto al 2015, il rialzo maggiore dal 2001 - così come la loro spesa per consumi finali (+1,3%) e la propensione al risparmio, passata dall'8,4% all'8,6%.

According to the official data ISTAT issued in April on the final quarter of 2016, tax pressure in Italy was eased by 0.6% from the same quarter the previous year, remaining under the 50% threshold and precisely at 49.6%. The ISTAT survey also confirms the annual figure for all of 2016 as 42.9%. Here, too, the figure was lower than the 43.3% of 2015. Again according to ISTAT, in 2016 there was growth in household purchasing power – up 1.6% from 2015, the biggest rise since 2001 – and in their enduser purchases (up 1.3%), along with savings, (from 8.4% to 8.6%).

95

I

! r e k c o t s r u o y am

PRODUCTION CAPACITY The continuous search for new materials combined with the most modern block extraction techniques and the most technological plant for the production of the slabs make Marmi Bruno Zanet an ideal partner for the development of any type of project.

MARMI BRUNO ZANET

29130 VIANA - VITORIA (E.S.) - BRAZIL Rod. BR 262 km. 12,5 Tel. +55 (0) 27 21218888 - Fax +55 (0) 27 21218800 zanet@zanet.com.br 37020 VOLARGNE - VERONA - ITALY Via Paganella, 79 Tel. +39 045 6833444 - Fax +39 045 6860055 zanet@brunozanet.com www.brunozanet.com


96

NUOVI PRINCIPI CONTABILI: UNA GUIDA CONFINDUSTRIA E CONSIGLIO NAZIONALE DEI COMMERCIALISTI PER LE IMPRESE

NEW ACCOUNTING PRINCIPLES: A CONFINDUSTRIA AND NATIONAL FINANCIAL CONSULTANT COUNCIL GUIDE FOR COMPANIES

La predisposizione dei bilanci dell’esercizio 2016 riserva importanti novità per la maggior parte delle imprese e degli operatori economici. Il Decreto Legislativo 18 agosto 2015, n. 139, in attuazione della direttiva 2013/34/UE, infatti, ha innovato, in modo significativo, le disposizioni recate dal codice civile relative alla redazione del bilancio e alla comunicazione finanziaria. Si tratta di una vera e propria “riforma contabile” che ha richiesto l’adeguamento di ben 20 principi contabili da parte dell’Organismo Italiano di Contabilità. Le novità introdotte, cambiando volto al bilancio, ricalibrano lo strumento con cui l’impresa comunica con gli investitori, gli azionisti e con tutti i suoi stakeholders, compreso il Fisco, posto che le risultanze di bilancio rappresentano la base di partenza per la determinazione del reddito di impresa imponibile. Per tale motivo, e in considerazione della delicata fase transitoria in cui si trovano gli operatori, il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili e Confindustria hanno ritenuto opportuno redigere e diffondere delle linee guida sulla prima applicazione delle nuove regole. Tali linee guida, in coerenza con i Principi contabili nazionali adottati dal’OIC, recano suggerimenti operativi proponendosi come strumento di ausilio agli operatori chiamati a predisporre i bilanci di esercizio secondo le nuove regole contabili. Nel documento vengono infatti analizzate le casistiche che possono manifestarsi con maggiore frequenza in sede di passaggio alle nuove disposizioni e, particolare, sono trattati i temi degli schemi di bilancio, dell’informazione comparativa, degli strumenti finanziari derivati, del costo ammortizzato, dei costi di ricerca e pubblicità, delle azioni proprie, della redazione della “nuova” nota integrativa ed altri argomenti ancora che, di fatto, possono produrre impatti potenzialmente rilevanti sulla posizione patrimoniale e sulle risultanze contabili di molte realtà aziendali. Il documento realizzato da Confindustria e dal Consiglio Nazionale dei Commercialisti in condivisione con l’Organismo Italiano di Contabilità e l’Agenzia delle Entrate, è stato messo a disposizione di tutti i Soci CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE attraverso il sito www.assomarmomacchine.com

Writing balance sheets for the fiscal year 2016 has many important changes in store for most companies and economic operators. In fact, Legislative Decree 139 issued on August 18, 2015 and implementing EU Directive 2013/34 has significantly changed what the civil code dictates for writing balance sheets and financial communications. This is an actual “accounting reform” that has required the updating of 20 accounting principles by the Italian Accounting Board. The innovations change the look of the balance sheet and recalibrate the tool with which a company communicates with investors, shareholders and all its stakeholders, including the internal revenue service, since the results of the balance sheet are the departure point for calculating taxable corporate income. And so, given the delicate transition stage in which operators find themselves, the National Council of Financial Consultants and Accountancy Experts and Confindustria considered it opportune to write and disseminate guidelines for initial application of the new regulations. These guidelines, in coherence with the nationwide accounting principles adopted by the council, include operational suggestions and serve as an additional tool for operators required to prepare balance sheets according to the new accounting rules. In fact, the document analyzes the case histories that can most often arise in changing to the new principles and in particular deals with balance sheet layouts, comparative information, derivative financial tools, amortized costs, research and advertising costs, company shares, writing the “new” supplementary note and other topics that can in fact have potentially big impact on a company’s assets position and the accounting outcomes of many businesses. The guide created by Confindustria and the National Council of Financial Consultants together with the Italian Accountancy Board and Internal revenue service is available to all Confindustria Marmomacchine members at: www.assomarmomacchine.com.


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

15 GIUGNO 2017 Milano, HOTEL ENTERPRISE, C.so Sempione 91 - Ore 10:30

ASSEMBLEA GENERALE

SPONSOR

#prontialfuturo PER INFO: direzione@assomarmomacchine.com


98

ASSEMBLEA GENERALE 2017: A MILANO SI RINNOVA LA GOVERNANCE DEL SETTORE

2017 GENERAL ASSEMBLY: SECTOR GOVERNANCE RENEWED IN MILAN

Si svolgerà il 15 giugno p.v. a Milano presso l’Hotel ENTERPRISE l’Assemblea Generale di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, l’Associazione Italiana di Categoria che rappresenta i Produttori e Trasformatori di Marmi, Graniti e Pietre Naturali in genere, e dei Costruttori di Macchine, Impianti, Utensili e Prodotti Complementari per la loro estrazione e lavorazione. Com’è noto le oltre 310 Aziende e Organizzazioni Territoriali aderenti a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, distribuite in tutti i maggiori comparti produttivi italiani, garantiscono all’Associazione un’ampia rappresentatività sia a livello nazionale che internazionale. L’Associazione inoltre è l’interlocutore di Categoria di riferimento presso Ministeri, ICE Agenzia, Confindustria, Enti di Normazione quali UNI e CEN, Organizzazioni Sindacali, Università e Politecnici, Enti Fieristici in Italia e nel mondo. Per questo l’Assemblea Generale CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE assume una centralità indiscussa nel panorama settoriale, quale imprescindibile momento di confronto sulle politiche settoriali e di progettazione delle sue traiettorie di sviluppo. Quest’anno l’Assemblea Generale rappresenta un momento decisivo anche per gli adempimenti statutari previsti all’interno dei lavori assembleari, e in particolare l’elezione dei 20 rappresentanti generali del Consiglio Generale 2017/2019 di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, Consiglio Generale che è l’Organo di Governance principale di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE che andrà a sostituire gli attuali Consiglio Direttivo e Giunta. Si tratta perciò di eleggere il “parlamentino” in cui verranno prese le decisioni strategiche non solo per la gestione associativa ma per l’intero comparto, un organo che avrà il compito di affiancare la Presidenza nella guida di Confindustria Marmomacchine per i prossimi due anni. Come sempre è atteso a Milano il prossimo 15 giugno un parterre d’eccezione composto non solo dai principali Imprenditori del settore ma anche da esponenti Istituzionali e interlocutori politici di primo piano cui affidare i messaggi di sviluppo settoriale del prossimo futuro.

On June 15 in Milan the HOTEL ENTERPRISE will be host to the general assembly of Confindustria Marmomacchine, the Italian association representing producers and processors of natural stones and the makers of machinery, installations, tools and complementary products to quarry and work them. The more than 310 companies and territorial organizations belonging to Confindustria Marmomacchine and located in all of Italy’s major stone districts guarantee the association broad representativeness both nationally and internationally. The association is also the sector interlocutor of reference for ministries, ICE-Italian Trade Agency, Confindustria, standardization boards like UNI and CEN, labor unions, universities and polytechnics and expo boards in Italy and worldwide. This Confindustria Marmomacchine general assembly will be of undisputed interest to the sector as an indispensable moment for discussing policies and planning development directions. This year it will also be a decisive time for fulfillment of the statutory duties foreseen in assembly work, in particular the election of the 20 members of the Confindustria Marmomacchine board of directors that governs the association and will replace the current executive and steering committees. This means electing a “mini-parliament” that will make decisions strategic not only for association management but also for the entire sector; it is an organization tasked with assisting the president in guiding Confindustria Marmomacchine for the next two years. As always, expected in Milan on June 15 are not only sector business leaders but also high-ranking members of institutions and government, attending to personally learn about upcoming sector development plans.


COLLETTIVA ITALIA A BATIMAT RUSSIA 2017

ITALIAN GROUP EXHIBIT AT BATIMAT RUSSIA

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE insieme a ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane ha partecipato a BATIMAT 2017, principale manifestazione internazionale russa del settore edilizia-builfing. La fiera si è svolta dal 28 al 31 marzo presso il centro espositivo CROCUS di Mosca e la partecipazione italiana, situata nel Padiglione 2 Sala 6, ha visto la presenza di 13 imprese su una superficie di 234 mq. Negli ultimi anni l’export italiano in Russia è stato condizionato dalla stagione delle sanzioni UE e dalle contromisure adottate da Mosca che tuttavia hanno risparmiato il settore marmifero e tecno-marmifero, e pertanto le opportunità da cogliere restano comunque rilevanti sia per i beni di consumo “Made in Italy” sia per l’industria meccanica italiana in generale e l’export tecno-lapideo in particolare. Per dare maggiore risalto alla presenza delle imprese italiane alla manifestazione fieristica ICE e CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE hanno previsto a supporto della presenza in fiera azioni di informazione e comunicazione tra cui la realizzazione e stampa di 300 copie del catalogo del Padiglione nazionale Italiano, che è stato distribuito in fiera, la realizzazione di segnaletica e cartellonistica in prossimità del Padiglione Italiano e il servizio wi-fi per tutte le aziende italiane presenti in collettiva. Inoltre, presso il Centro Servizi Agenzia ICE-Confindustria Marmomacchine in fiera, le imprese partecipanti hanno potuto incontrare sia il funzionario dell’Ufficio SACE di Mosca, sia il responsabile dei Desk di assistenza per gli ostacoli al commercio e per la tutela dei diritti di proprieta’ intellettuale presso l’Agenzia ICE di Mosca che si è reso disponibile per attivita’ di assistenza e di primo orientamento.

Confindustria Marmomacchine, together with ICE-Agency for the foreign promotion and internationalization of Italian companies, participated in BATIMAT 2017, Russia’s main international building show. The event was held from March 28 to 31 at the CROCUS expo center in Moscow and the Italian group exhibit, located in Pavilion 2, Room 6, featured 13 companies displaying on an area of 234 square meters. In recent years Italy’s exports to Russia have lessened due to EU sanctions against the country and Moscow’s counter-sanctions, but these exempted the stone and techno-stone sectors and so big opportunities remain for Italian stone products, for the Italian mechanics industry in general and for techno-stone exports in particular. To highlight the presence of Italian companies at the Russian show ICE and Confindustria Marmomacchine created and printed 300 catalogues for the Italian pavilion, distributed for informational and communicative purposes, and set up signs and billboards near the pavilion, also providing Wi-Fi service for all the Italian exhibitors. In addition, at the ICE-Confindustria Marmomacchine services center at the expo, exhibitor companies were able to meet with both an official of SACE’s Moscow office and the ICE Moscow official charged with helping companies overcome commercial obstacles and safeguard intellectual property rights, who provided assistance and initial orientation.

OLIMPIADI 2028: MILANO, TORINO E GENOVA CANDIDATE?

THE 2028 OLYMPICS: MILAN, TURIN AND GENOA CANDIDATES?

Candidare Milano, Torino e Genova a sedi dei Giochi Olimpici 2028. È questa l’idea lanciata dal Vicepresidente di Assolombarda, Carlo Bonomi, che per ottenere l’organizzazione in Italia delle Olimpiadi 2018 ha proposto le città dell'ex-Triangolo Industriale immaginando un suggestivo "Triangolo Olimpico", un idea ancora più fattibile nel caso che Los Angeles si aggiudichi i giochi del 2024. L’idea Bonomi l’ha proposta presentando il Rapporto sula Fiscalità di Assolombarda, dove ha dichiarato che "la vittoria di Los Angeles aprirebbe un'opportunità per l'Europa. Mi piacerebbe lanciare la sfida per portare I giochi successivi a Milano ma, considerando che il raggio intorno a Los Angeles è di 180 km, per Milano la partita da giocare sarebbe in squadra con Torino e Genova". Un’idea senz’altro suggestiva.

Proposing Milan, Turin and Genoa as sites for the 2028 Olympic Games. This was the idea launched by the Vice-President of Assolombarda, Carlo Bonomi who, to win organization of the 2028 Olympics proposed the cities in the former Industrial Triangle, imagining an appealing “Olympic Triangle”, an idea even more feasible should Los Angeles be awarded the Games in 2024. Bonomi proposed his idea presenting the Assolombarda Taxation System Report and declaring that “the victory of Los Angeles could open opportunities for Europe. I would like to see the subsequent games in Milan but, considering that there is a range of 180 km around Los Angeles for game sites, for Milan the bid for candidacy should be as a team with Turin and Genoa”. Quite a nice idea.

99


104

IN VIGORE FINO A TUTTO IL 2017 LA CONVENZIONE CON QATAR AIRWAYS A TARIFFE

THE FARE AGREEMENT WITH QATAR AIRWAYS VALID THROUGHOUT 2017

Resta in vigore fino a fine 2017 la convenzione stipulata tra CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e QATAR AIRWAYS che sta riscuotendo grande interesse da parte delle Aziende aderenti all’Associazione di Categoria della filiera tecno-marmifera italiana. La Convenzione stipulata a inizio anno con QATAR AIRWAYS riserva condizioni particolarmente favorevoli alle Aziende Associate per partenze da Milano Malpensa, Venezia Marco Polo, Roma Fiumicino e Pisa verso destinazioni come DOHA, DUBAI, TEHRAN, ADDIS ABEBA, BANGALORE, SHANGHAI, HONG KONG, JAKARTA. Per le mete sopraindicate ai Soci CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE sono riservate scontistiche particolarmente favorevoli oltre a ulteriori e tangibili benefits aggiuntivi tra cui: assenza penali in caso di cambio, rimborso e no-show; ticketing time-limit e condizioni per Advance Purchase e minimum-maximum stay dedicate. Per accedere alle tariffe sopraindicate e ai vantaggi sopradescritti è necessario – per ragioni tecniche di tracciabilità dei codici tariffari – prenotare i Vostri voli attraverso l’Agenzia VERTOURS di Verona che verificherà con la Segreteria Associativa l’effettiva appartenenza della Vostra Azienda alla nostra Associazione ai fini dell’applicabilità delle tariffe e delle condizioni esclusive riservate ai soci. Ulteriori informazioni scrivendo a info@assomarmomacchine.com

Valid throughout 2017 is the agreement stipulated between Confindustria Marmomacchine and Qatar Airways that is arousing great interest among members of the association representing the Italian stone and techno-stone sector. The agreement stipulated early in the year with Qatar Airways provides special rates for member companies taking off from Milan’s Malpensa, Venice’s Marco Polo, Rome’s Fiumicino and Pisa’s Galileo airports for destinations like DOHA, DUBAI, TEHRAN, ADDIS ABABA, BANGALORE, SHANGHAI, HONG KONG and JAKARTA. For these destinations Confindustria Marmomacchine members have especially favorable discounts as well as further, tangible benefits like: no penalties in case of flight changes, reimbursements and no–shows; ticketing time-limits and conditions for advance purchase and dedicated minimum stays. To access these rates and advantages it is necessary – for technical reasons of rate code traceability – to book your flights with the VERTOURS agency in Verona, which will verify with the association’s secretarial office that your company belongs to it in order to apply the exclusive rates and conditions offered Confindustria Marmomacchine members. You can get more info from info@assomarmomacchine.com.

CREDIT-CRUNCH PROBLEMA APERTO PER LE PICCOLE IMPRESE

THE CREDIT CRUNCH, AN UNRESOLVED PROBLEM FOR SMALL BUSINESSES

Secondo una recente stima In Italia solo l'11% delle piccolissime imprese, quelle entro i nove addetti, vengono soddisfatte in termini di credito mentre per le grandi il tasso quasi si quadruplica al 41%. Lo afferma una ricerca dell'ufficio studi della Confcommercio, che evidenzia come dopo i momenti più bui della crisi finanziaria il rapporto tra imprese del terziario e banche fatichi a ripartire: nel 2009 le richieste pienamente accolte erano il 62%, per crollare al 23% nel 2013 e risalire solo al 38% negli ultimi due anni. Con buona pace del Quantitative Easing della BCE e della sua ricaduta sull’economia reale.

According to a recent survey in Italy, only 11% of very small businesses (those with no more than nine employees) have their needs met in credit terms while for big companies the loan rate has quadrupled to 41%. This is affirmed by research conducted by the Confcommericio studies department, which points out how, after the darkest moments of the financial crisis, the relations between service sector companies and banks have had a hard time getting going again: in 2009, fully accepted loan applications amounted to 62%, plummeting to 23% in 2013 and rising to only 38% in the past two years. Hats off to the ECB’s “quantitative easing” and its fallout on the real economy.


106

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE INSIEME A ECAMRICERT PER LA SOSTENIBILITÀ DEL SETTORE LAPIDEO

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE WITH ECAMRICERT FOR STONE SECTOR SUSTAINABILITY

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ha rinnovato il rapporto quadro di collaborazione con la Società ECAMRICERT di Monte di Malo (VI) quale soggetto tecnico in grado di fornire un servizio adeguato di assistenza alle Aziende Associate CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE riguardo a tutte le attività collegate alle procedure di Marcatura CE per i prodotti lapidei e più in generale per tutti i servizi di affiancamento e consulenza sui collegati alla conformità normativa e di prodotto con particolare riguardo alla sostenibilità ambientale, relative attestazioni e protocolli. L’accordo prevede un tariffario agevolato per i Soci in tema di caratterizzazione dei prodotti ai fini della Marcatura CE e soprattutto l’affiancamento – per le Aziende interessate – in percorsi specifici per la compliance aziendale in tema di sostenibilità (Leed, Ecolabel, Criteri Ambientali Minimi, etc.) attraverso l’offerta di un vero e proprio pacchetto chiavi in mano per arrivare alla redazione di un “passaporto ambientale” sia settoriale che aziendale. I dettagli dei contenuti dell’Accordo e le attività congiunte a supporto del settore sono stati presentati alla Commissione Tecnica Marmo dell’Associazione in occasione di una riunione svoltasi presso la sede associativa lo scorso 23 marzo a Milano. Tutte le Aziende Marmifere italiane non ancora inserite nella Commissione Tecnica Marmo dell’Associazione possono contattare la Segreteria Associativa e verificare le modalità di adesione e le opportunità di collaborazione con ECAMRICERT.

Confindustria Marmomacchine has renewed its cooperation with the ECAMRICERT company of Monte Malo (Vicenza) as a technical expert able to provide suitable assistance to Confindustria Marmomacchine members concerning all the work connected with CE (EC) Marking procedures for stone products and more in generally for all the assistance and consultancy services tied to product and conformity standards, with particular attention to environmental sustainability and relative protocols and certifications. The agreement foresees facilitated fees for members in obtaining product characterizations for CE Marking purposes and above all assistance – for companies interested in it – in specific routes (Leed, Ecolabel, Minimum Environmental Criteria, etc.) to corporate compliance in sustainability terms, offering a truly keys-in-hand package for writing both sectorial and corporate “environmental passports”. Details of the contents of the agreement and joint work in support of the stone sector were presented to the association’s Technical Stone Commission during a meeting held at Confindustria Marmomacchine headquarters in Milan on March 23. All companies still not part of this commission can contact the association’s secretarial office and learn how to join and take advantage of cooperation with ECAMRICERT.

LO STUDIO LEGALE BRASILIANO PASSINI&ALVARES OSPITE DI CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE HOST TO THE BRAZILIAN LAW FIRM PASSINI & ALVARES

L’Associazione ha ospitato lo scorso 4 aprile lo Studio Legale brasiliano PASSINI&ALVARES di San Paolo che come di consuetudine si è messo a disposizione delle Aziende Associate per una serie di B2B gratuiti. Lo Studio Legale PASSINI&ALVARES, esperto in diritto commerciale e tributario in Brasile, in virtù dei consolidati rapporti di collaborazione con la nostra Associazione ha perciò inserito CONFINDUSTIRA MARMOMACCHINE nella propria agenda di incontri gratuiti singoli con le Aziende Associate attive sul mercato brasiliano e interessate a ricevere approfondimenti in materia di normative commerciali e fiscali collegate all’export e più in generale allo svolgimento dell’attività d’impresa in Brasile.

On April 4 the association was host to the Brazilian law firm Passini & Alvares, based in Sao Paolo, which as usual made itself available to member companies for a series of free B2B meetings. The Passini & Alvares law firm, an expert in Brazilian business and tax law, thanks to consolidated relations with Confindustria Marmomacchine has included it in its agenda of free-of-charge, individual meetings with member companies working on the Brazilian market and interested in learning more about trade and fiscal regulations connected with imports to the country and, more in general, how business is conducted in Brazil.


PUBBLICATA LA GUIDA MISE/AGENZIE DELLE ENTRATE SU SUPER E IPER-AMMORTAMENTO

THE MISE/INTERNAL REVENUE GUIDE TO SUPER AND HYPER-AMORTIZATION PUBLISHED

Dopo la prima guida generale al Piano Nazionale Industria 4.0 rilasciata a inizio febbraio, il Ministero dello Sviluppo Economico e l’Agenzia delle Entrate hanno pubblicato - attraverso la Circolare n. 4/E del 30 marzo 2017 - un utile vademecum definitivo dedicato esclusivamente alle misure del super e dell’iper-ammortamento, con l'obiettivo di fornire alle Imprese tutti i chiarimenti in merito alle misure fiscali introdotte per dare impulso all’ammodernamento delle imprese e alla loro trasformazione tecnologica e digitale. La guida è strutturata in tre parti: una prima ("Il Piano nazionale Industria 4.0"), a cura del MISE, fornisce una presentazione degli scenari tecnologici - e non solo - che presiedono alla quarta rivoluzione industriale; la seconda parte, curata dall’Agenzia delle Entrate, esamina tutti gli aspetti fiscali e offre indicazioni pratiche per la dichiarazione, la perizia e l’attestato di conformità; la terza, curata dal MISE, offre chiarimenti e definizioni in merito alle diverse tipologie di beni strumentali oggetto dell’iper-ammortamento.

After the first general guide to the national Industry 4.0 plan issued in early February, the Italian Economic Development Ministry (MISE) and internal revenue service have published – through Circular n. 4/E on March 30, 2017 – a definitive guide devoted exclusively to the super- and hyper-amortization measures for the purpose of giving companies all the clarifications they need about the fiscal measures introduced to give impetus to modernizing enterprise and technologically and digitally transforming it. The guide is in three parts: the first (“The National Industry 4.0 Plan”), written by the ministry, presents the technological (and not only) scenarios characterizing the fourth industrial revolution; the second part, written by the internal revenue service, examines all the fiscal aspects and offers practical instructions for conformity declaration, examination and certification; the third, again written by the ministry, clarifies and defines the various types of instrumental goods subject to hyper-amortization.

welcomeadv.it

107

SPECIALISTS IN BRINGING TOGETHER MATERIALS, INNOVATION AND TECHNOLOGY.

3/4/5/6 axes CNC machining centres

5 axes CNC bridge sawing machines

Wa Waterjet cutting systems

CMS Brembana’s technological commitment generates machining centres for top quality results in marble, granite, natural and composite stone creations. Outstanding systems, designed to bring added value in multifarious industrial fields. CMS is an industrial partner rich in solutions aimed at engineering and process optimization.

www.cmsindustries.it


108

IPERAMMORTAMENTO: PARTNERSHIP CONSULENZIALE TRA CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE E FINSERVICE

HYPER-AMORTIZATION: CONSULTANCY PARTNERSHIP BETWEEN CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AND FINSERVICE

Confindustria Marmomacchine ha rinnovato la propria partnership con il Gruppo FINSERVICE , gruppo esperto in materia di finanza agevolata, con un focus specifico sull’assistenza alle Aziende Associate in materia di Super e Iperammortamento Industria 4.0. La nuova norma sull'Iperammortamento è un irripetibile strumento che sta stimolando il mercato e può rappresentare – nelle intenzioni del legislatore - un vero e proprio acceleratore di vendite per le aziende produttrici di impianti e macchinari e per il rinnovamento delle aziende manifatturiere che utilizzano tali tecnologie, tra cui le Industrie Marmifere. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, attraverso la partnership con FINSERVICE, può accompagnare le Imprese con un servizio “chiavi in mano” per l’espletamento di tutti i passaggi necessari per verificare e certificare che le macchine e impianti lavorazione marmo possano essere Super e Iperammortabili, in quanto il Gruppo FINSERVICE è l'unico ad aver già predisposto un processo e un servizio adeguato per permettere agli Utilizzatori di beneficiare di un abbattimento, fino al 60%, del costo dei beni strumentali forniti dai Costruttori. Chi fosse interessato a ricevere i contatti dei nostri referenti di FINSERVICE per un appuntamento illustrativo li può richiedere rispondendo alla presente e-mail o richiedendoli a direzione@assomarmomacchine.com

Confindustria Marmomacchine has renewed its partnership with the FINSERVICE Group - experts in facilitated financing - with a specific focus on assisting member companies in terms of Industry 4.1 super- and hyperamortization. The new amortization law is a one-time tool that is stimulating the market and could be – in legislator intentions – a real sales accelerator for companies making machines and installations and for the renovation of manufacturing companies that use that equipment, including techno-stone companies. Through its partnership with FINSERVICE, Confindustria Marmomacchine can provide member companies with a “keys-in-hand” service to accompany them through all the steps required to verify and certify that machinery and installations can be subject to super- and hyper-amortization, because the FINSERVICE group is the only one to have prepared a process and a service geared to enabling users to benefit by an up to 60% reduction in the cost of instrumental goods supplied by their makers. Anyone interested in contacting the association’s FINSERVICE referrals for an illustrative meeting can respond to this e-mail or request their names from direzione@assomarmomacchine.com.


110

L'UE GUARDA AL SUD-EST ASIATICO

THE EU LOOKS AT SOUTHEAST ASIA

L’UE è pronta a riaprire i negoziati con i paesi dell'Area ASEAN per la creazione di nuovi accordi di interscambio commerciale. A confermare questa ipotesi sono le consultazioni ministeriali svoltesi a Manila, nelle Filippine, a cui ha partecipato la commissaria UE al commercio Cecilia Malmstroem. A spingere l’Europa verso l’Asia è l’approccio protezionista del nuovo presidente Usa Donald Trump, il rapido mutamento del contesto internazionale e la necessità di individuare nuovi partner in grado di alimentare la domanda di prodotti made in UE sostenendone l'export.

The EU is ready to re-open negotiations with ASEAN area countries to create new trade agreements. Confirming this hypothesis are the ministerial consultations held in Manila, the Philippines, attended by the EU trade commissioner, Cecelia Malmstroem. Pushing Europe towards Asia is the protectionist approach of the new American president, Donald Trump, the rapid changes in the international context and the need to find new partners able to increase the demand for products made in the EU, boosting its exports.

VITAMINE PER IL BUSINESS: LE CONVENZIONI CONFINDUSTRIA 2017

VITAMINS FOR BUSINESS: CONFINDUSTRIA’S 2017 AGREEMENTS

Sono state presentate a Roma le Convenzioni attive per le Aziende Associate al Sistema CONFINDUSTRIA nel 2017, ed è stato fatto un bilancio dell’utilizzo delle convenzioni nel 2016, anno in cui si è confermato il trend di crescita del numero di contratti stipulati, con un +5% rispetto al 2015. Le offerte dei partner hanno generato un risparmio medio vicino al 5%, con la previsione di migliorare ulteriormente nel 2017. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ha reso disponibile ai propri Associati il piano operativo di RetIndustria per il 2017 e lanuova grafica promozionale che è stata oggetto anche di una pagina ad hoc sul Sole 24 Ore. Le Convenzioni CONFINDUSTRIA rappresentano una grande opportunità di risparmio per le aziende associate e coprono tutti i principali servizi di utilizzo quotidiano da parte delle imprese quali: BUSINESS TRAVEL – ALBERGHI - BUONI PASTO E WELFARE AZIENDALE CARBURANTE ENERGIA - CONSULENZA ENERGIA E ACCISE AGENZIE PER IL LAVORO - INFORMAZIONI ECONOMICHE E INDAGINI COMMERCIALI - NOLEGGIO AUTO PRODOTTI ASSICURATIVI E FINANZIARI - PRODOTTI INFORMATICI - SERVIZI E PRODOTTI PER UFFICIO E CANCELLERIA -– TELEFONIA FISSA E MOBILE – SERVIZI INTERNETE E BANDA LARGA – RICERCHE DI MERCATO BIGLIETTERIA AEREA E FERROVIARIA. Tutte le informazioni sulle convenzioni CONFINDUSTRIA 2017 possono essere richieste scrivendo a direzione@assomarmomacchine.com

Presented in Rome were the 2017 agreements for companies belonging to the Confindustria system, and a balance sheet was drawn of agreement use in 2016, a year that confirmed growth in the number of agreements stipulated, up 5% from 2015. Offers from partners generated an average savings of 5%, with predictions of further savings in 2017. Confindustria Marmomacchine has made available to its members Retindustria’s operational plan for 2017 and the new promotional graphic design that was given an ad hoc page in Il Sole 24Ore. The Confindustria agreements offer members great opportunities to save and cover all the main services companies use daily, like: BUSINESS TRAVEL – HOTELS – MEAL COUPONS AND CORPORATE WELFARE VOUCHERS – FUEL – ENERGY AND EXCISE TAX CONSULTANCY – EMPLOYMENT AGENCIES – ECONOMIC INFORMATION AND BUSINESS SURVEYS – CAR RENTALS – INSURANCE AND FINANCIAL PRODUCTS – IT PRODUCTS – OFFICE SERVICES, PRODUCTS AND SUPPLIES – LANDLINE AND MOBILE TELEPHONES – INTERNET AND BROADBAND SERVICES – MARKET RESEACRCH – AIR AND RAIL TICKETS. All information regarding the 2017 Confindustria agreements can be requested from direzione@assomarmomacchine.com


CONVENZIONE CONFINDUSTRIA/EUROP ASSISTANCE

CONFINDUSTRIA/EUROP ASSISTANCE AGREEMENT

Tra le convenzioni confindustriali attive e disponibili per le Aziende che scelgono di aderire a CONFINDUSTRIA MAMROMACCHINE segnaliamo quella in vigore con Europ Assistance che consente di risparmiare fino al 15% del tariffario vigente. In particolare con la convenzione Europ Assistance dedicata alle imprese è possibile tutelare il rischio dell’innovazione legislativa assicurando tutte le spese legali necessarie compreso l’avvocato di libera scelta. Tante le soluzioni a disposizione, tra cui un Pacchetto Sicurezza che comprende le garanzie per la sicurezza sul lavoro, per la privacy, per i reati ambientali e la HACCP fino alla estensione al Dlgs 231/01 per la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche e alla copertura della Tutela Legale per Amministratori e Sindaci e per il parco veicoli aziendale cosÏ da assicurare il conducente dai nuovi reati da Omicidio Stradale. Come sempre le informazioni di dettaglio e i contatti utili per accedere alla convenzione con EUROP ASSISTANCE sono disponibili presso la Segreteria Associativa: info@assomarmomacchine.com

Among the Confindustria agreements in effect and available to companies choosing to join Confindustria Marmomacchine we mention the one with Europ Assistance that makes it possible to save up to 15% off current rates. In detail, with the Europ Assistance agreement, companies can safeguard against the risk of legislative innovation, getting insurance coverage for all the necessary legal expenses, including the attorney of choice. Many insurance products are available, among them a Security Package that includes coverage for workplace safety, privacy, environmental felonies and HAACP down to extension of Italian Legislative Decree 231/01 for the administrative responsibility of juridical persons and guarantees of legal protection for administrators and auditors regarding corporate vehicles, thereby ensuring drivers against the new crime of vehicular homicide. As always, detailed information and contacts useful in accessing the Europ Assistance agreement can be obtained from the association’s secretarial office: info@assomarmomacchine.com.

111

  





     

# $'($'#($ "")"$ !&# $'($'#($$'# $  "")$'"$" #$ "# "# $'($'#($"&" ($$' )"% ($$#"&(#($""# $' $' "!&#(#%' " '$ !"#! "(# "#$"

             

   !"  # $#! %&

=== <

; <   

 **+,-+./0123045**+,-+./0.++, 6)  73,432-83# $9#":& 


112

SCONTO ASSOCIATI MARMOMAC 2017 PER 172 AZIENDE!

MARMOMAC 2017 DISCOUNT FOR 172 ASSOCIATION MEMBERS

Sono ben 165 le Aziende Associate CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE che hanno usufruito dello sconto esclusivo Associati dell’8% sulle tariffe ufficiali di partecipazione a MARMOMAC 2017. Lo sconto è stato riconosciuto grazie all’attestato di Socio CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE che le Aziende hanno ottenuto e inviato agli Organizzatori di MARMOMAC entro il 21 marzo u.s. Nel caso siate Aziende Italiane Espositrici a MARMOMAC per assicurarvi lo sconto del prossimo anno chiedete tutte le informazioni a direzione@assomarmomacchine.com e unitevi all’elenco di Aziende Associate che hanno ottenuto questa agevolazione di seguito riportato: 3T UTENSILI DIAMANTATI - A.A.T.C. - ABRA IRIDE – ABRASIVI ADRIA - ACHILLI - ADI - ADRIATICA MACCHINE – AMS GROUP - ATAL – ATLANTIDA ITALIA - ATLAS COPCO STONETEC – BASALTINA - B-CHEM - BENETTI MACCHINE - BERTI SISTO INDUSTRIA PIETRA SERENA – BIANCO CAVE - BM BOART & WIRE - BV TECH – CASALE - CAUCCI MARBLE – CAVE GAMBA - CEL COMPONENTS – CERESER – CHIM ITALIA GROUP - CHT CHEMICALS – CIGIESSE ABRASIVI – CIMEP - CIPT CONSORZIO ITALIANO PORFIDO TRENTINO - CMS INDUSTRIES CO.FI.PLAST - COMANDULLI CO.ME.S. - CONSORZIO PRODUTTORI MARMO BOTTICINO CLASSICO - COOPERATIVA OPERAI CAVATORI BOTTICINO – CORAZZA - CRAGLIA MARMI VERONA - CUTURI GINO – D. WIRE - DAL FORNO - DELLAS – DENVER – DIAMANT D - DIAMOND PAUBER - DIAMOND SERVICE – DIAMUT – DIATEX – DOMUS MARMI - DONATONI MACCHINE – DS TRADING – ELANTAS - ELEPHANT – EURO MAS - F.I.L.M.S. - FAVORITA – FIBRA - FILA INDUSTRIA CHIMICA - FRACCAROLI E BALZAN FRANCHI UMBERTO MARMI - FRATELLI POGGI – GDA MARMI E GRANITI - GHINES GROUP – GIACOMINI OFFICINE MECCANICHE – GMM - GRANITAL SIENA - GRASSI PIETRE – GSV DIAMANT – GUALTIERO CORSI - GV OROSEI MARBLES – HUSQVARNA DIAMANT BOART - IEM - ILPA ADESIVI – IMS INDUSTRIA CHIMICA REGGIANA - INDUSTRIA MARMI ALBERTI - INDUSTRIE MONTANARI EMMEDUE DIVISION – INTERMAC – ISEP - ITALDIAMANT – ITALMARBLE POCAI – ITC ITALIAN TOP CLASS - LAMETER - LAVAGNOLI - LEATHER STONE – LG LAVORAZIONE GRAFITE - LIFTSTYLE - LUNA ABRASIVI – LUPATO MECCANICA - MAEMA - MAPEI - MARCOLINI MARMI MARGRAF – MARMI BACCI - MARMI BRUNO ZANET - MARMI CARRARA - MARMI DAINO REAL - MARMI E GRANITI D'ITALIA - MARMI E TRAVERTINI – MARMI GHIRARDI - MARMILAME – MARMI STRADA - MARMO ELITE - MARMOELETTROMECCANICA – MARMO MECCANICA – MARTINI AEROIMPIANTI MATEC - MBN NANOMATERIALIA - MEC - MEDITERRANEAN

A good 165 companies belonging to Confindustria Marmomacchine took advantage of the exclusive 8% member’s discount on official MARMOMACC 2917 exhibition fees. The discount was recognized through the certification as a Confindustria Marmomacchine member that companies obtained and sent to MARMOMAC organizers by March 21, 2017. Should you be an Italian company exhibiting at MARMOMAC, in order to guarantee this discount for next year’s event, request all pertinent information from direzione@assomarmomacchine.com and join the list of member companies receiving this facilitation. They are: 3T UTENSILI DIAMANTATI - A.A.T.C. - ABRA IRIDE – ABRASIVI ADRIA - ACHILLI - ADI - ADRIATICA MACCHINE – AMS GROUP - ATAL – ATLANTIDA ITALIA - ATLAS COPCO STONETEC – BASALTINA - B-CHEM - BENETTI MACCHINE - BERTI SISTO INDUSTRIA PIETRA SERENA – BIANCO CAVE - BM - BOART & WIRE - BV TECH – CASALE - CAUCCI MARBLE – CAVE GAMBA - CEL COMPONENTS – CERESER – CHIM ITALIA GROUP - CHT CHEMICALS – CIGIESSE ABRASIVI – CIMEP - CIPT CONSORZIO ITALIANO PORFIDO TRENTINO CMS INDUSTRIES - CO.FI.PLAST - COMANDULLI - CO.ME.S. CONSORZIO PRODUTTORI MARMO BOTTICINO CLASSICO COOPERATIVA OPERAI CAVATORI BOTTICINO – CORAZZA - CRAGLIA MARMI VERONA - CUTURI GINO – D. WIRE - DAL FORNO DELLAS – DENVER – DIAMANT D - DIAMOND PAUBER - DIAMOND SERVICE – DIAMUT – DIATEX – DOMUS MARMI - DONATONI MACCHINE – DS TRADING – ELANTAS - ELEPHANT – EURO MAS - F.I.L.M.S. - FAVORITA – FIBRA - FILA INDUSTRIA CHIMICA - FRACCAROLI E BALZAN - FRANCHI UMBERTO MARMI - FRATELLI POGGI – GDA MARMI E GRANITI - GHINES GROUP – GIACOMINI OFFICINE MECCANICHE – GMM - GRANITAL SIENA - GRASSI PIETRE – GSV DIAMANT – GUALTIERO CORSI - GV OROSEI MARBLES – HUSQVARNA DIAMANT BOART - IEM - ILPA ADESIVI – IMS - INDUSTRIA CHIMICA REGGIANA - INDUSTRIA MARMI ALBERTI - INDUSTRIE MONTANARI EMMEDUE DIVISION – INTERMAC – ISEP - ITALDIAMANT – ITALMARBLE POCAI – ITC ITALIAN TOP CLASS - LAMETER LAVAGNOLI - LEATHER STONE – LG LAVORAZIONE GRAFITE LIFTSTYLE - LUNA ABRASIVI – LUPATO MECCANICA - MAEMA - MAPEI - MARCOLINI MARMI - MARGRAF – MARMI BACCI MARMI BRUNO ZANET - MARMI CARRARA - MARMI DAINO REAL - MARMI E GRANITI D'ITALIA - MARMI E TRAVERTINI – MARMI GHIRARDI - MARMILAME – MARMI STRADA - MARMO ELITE - MARMOELETTROMECCANICA – MARMO MECCANICA – MARTINI AEROIMPIANTI - MATEC - MBN NANOMATERIALIA - MEC - MEDITERRANEAN STONE - MOLLIFICIO APUANO –


STONE - MOLLIFICIO APUANO – NAMCO CO – NEWTEC TONGIANI - NICOLA FONTANILI - NICOLAI DIAMANT – NIKOLAUS BAGNARA - NUOVA MONDIAL MEC – NUOVA SERPENTINO D’ITALIA - OCMA - ODONE MARMI – ODORIZZI SOLUZIONI OFFICINA FAEDO - OFFICINA MECCANICA GARRONE - OFFICINE MECCANICHE MARCHETTI – OLIFER – OMA SYSTEM OMAG – OMAR CRANE – NEW POLARIS LUX - PALMERIO PAL - PEDRINI - PELLEGRINI MECCANICA – PERISSINOTTO PIMAR - PORFIDO FRATELLI PEDRETTI - PROMETEC - PRUSSIANI – QDESIGN - QUERCIOLAIE – RED GRANITI - RINASCENTE SOC. COOP. – SANTAFIORA PIETRE - SANTUCCI GRANITI - SALVINI MARMI - SARDEGNA MARMI – SASSOMECCANICA - SD DIAMANT – SERPENTINO E GRANITI – SOCOMAC – SOCIETA’ DEL TRAVERTINO ROMANO - SOFI - SOFIL SORMA - STEINEX - STILMARMO - SUD MARMI - SUPERSELVA - T&D ROBOTICS - TABULARASA – TC TURRINI CLAUDIO – TECHNOTRADE - TECNOIDEA IMPIANTI - TECNOPORRO - TENAX GROUP - TERRENI & COA – TERZAGO MACCHINE TONINI CAVE FANTISCRITTI - TRAVERTINO CONVERSI - TRE EMME - TYROLIT VINCENT – VEM – WIRES ENGINEERING

NAMCO CO – NEWTEC TONGIANI - NICOLA FONTANILI - NICOLAI DIAMANT – NIKOLAUS BAGNARA - NUOVA MONDIAL MEC – NUOVA SERPENTINO D’ITALIA - OCMA - ODONE MARMI – ODORIZZI SOLUZIONI - OFFICINA FAEDO - OFFICINA MECCANICA GARRONE - OFFICINE MECCANICHE MARCHETTI – OLIFER – OMA SYSTEM - OMAG – OMAR CRANE – NEW POLARIS LUX - PALMERIO PAL - PEDRINI - PELLEGRINI MECCANICA – PERISSINOTTO - PIMAR - PORFIDO FRATELLI PEDRETTI - PROMETEC - PRUSSIANI – QDESIGN - QUERCIOLAIE – RED GRANITI - RINASCENTE SOC. COOP. – SANTAFIORA PIETRE - SANTUCCI GRANITI - SALVINI MARMI - SARDEGNA MARMI – SASSOMECCANICA - SD DIAMANT – SERPENTINO E GRANITI – SOCOMAC – SOCIETA’ DEL TRAVERTINO ROMANO - SOFI - SOFIL - SORMA - STEINEX - STILMARMO SUD MARMI - SUPERSELVA - T&D ROBOTICS - TABULARASA – TC TURRINI CLAUDIO – TECHNOTRADE - TECNOIDEA IMPIANTI - TECNOPORRO - TENAX GROUP - TERRENI & COA – TERZAGO MACCHINE - TONINI CAVE FANTISCRITTI - TRAVERTINO CONVERSI - TRE EMME - TYROLIT VINCENT – VEM – WIRES ENGINEERING

FOCUS INTERSCAMBIO ITALIA-INDIA

FOCUS: ITALIAN-INDIAN TRADE

In occasione della recente missione istituzionale di Sistema in India al Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE è stato richiesto la preparazione di un dossier sull’interscambio settoriale tra l’Italia e il Sub-Continente. L’industria tecno-lapidea italiana – in qualità di paese leader a livello tecnologico mondiale – ha infati tradizionalmente un rapporto commerciale consolidato con l’India, che nel 2016 ha acquistato macchine e attrezzature per la lavorazione delle pietre naturali per quasi 23 milioni di euro, posizionandosi al dodicesimo posto nella speciale classifica dei buyers internazionali di tecnologie lapidee made in Italy. Va tuttavia rimarcato anche l’interscambio nell’ambito dei prodotti lapidei grezzi tra Italia e India. Nel 2015 infatti l’India ha importato calcarei grezzi dall’Italia (cod. 21.15) in quantità pari a 398.000 tonnellate, mentre l’Italia ha a sua volta importato dall’India silicei grezzi (cod. 25.16) per oltre 19,5 milioni di USD in valore. Dati che testimoniano lo stretto vincolo di relazioni che sussitono tra India e Italia nel comparto tecno-marmifero, sviluppate anche attraverso le partecipazioni ufficiali italiane alle fiere di settore che si svolgono a Bangalore e Jaipur e in cui l’Associazione in collaborazione con ICE-Agenzia cura le collettive di imprese italiane.

For Italy’s recent official trade mission to India, the Confindustria Marmomacchine Studies Center was asked to prepare a report on techno-stone sector trading between Italy and the subcontinent. In fact, the Italian techno-stone industry – as technological leader worldwide – has traditionally had a consolidated trade relationship with India, which in 2016 purchased machinery and equipment for quarrying and processing natural stones worth nearly 23 million euros, taking twelfth place among foreign buyers of Italian stone technologies. Also worth mentioning is trade in raw stone products between Italy and India: in 2015, in fact, India imported 380,000 tons of raw calcareous (customs code 21.15) from Italy, while in turn Italy imported raw siliceous (code 25.15) from India worth more than $US 19.5 million. Figures that testify to the close relations existing between India and Italy in the techno-stone sector, also developed through official Italian exhibits at the Bangalore and Jaipur tradeshows where Confindustria Marmomacchine, in cooperation with ICE-Italian Trade Agency, handles group Italian participation.

113


LA CINA ALLA CONQUISTA DELL'EUROPA

114

CHINA SET TO CONQUER EUROPE

Nel 2016 la lunga marcia del capitalismo cinese ha segnato un nuovo record: gli investimenti diretti in Europa hanno infatti toccato la cifra di 35 miliardi di euro, mentre - viceversa - le acquisizioni europee in Cina sono scese a 7,7 miliardi. Anche l'Italia è al centro degli interessi degli investitori cinesi, basti pensare che dal 2012 la crescita annua del capitale cinese impiegato in attività economiche "made in Italy" è stato del 30%, tanto che oggi l'Italia è il terzo paese europeo per mole di investimenti cinesi complessivi dopo Gran Bretagna e Germania. Al di là dei casi eclatanti dell'acquisizione di marchi altisonanti come Pirelli, Krizia o Inter, ciò che emerge nettamente è l'interesse cinese per il tessuto produttivo italiano: sono infatti 162 i gruppi con sede in Cina che investono in società italiane e sono 485 le imprese italiane partecipate da soci cinesi per un giro d'affari complessivo di 14,5 miliardi di euro e un bacino di 26mila posti di lavoro. La Lombardia è la regione più amata dai cinesi, capace di attrarre il 45% del montante degli investimenti grazie alla sua elevata propensione all'internazionalizzazione. Un fenomeno, quello della propensione cinese all'investimento in Italia, che potrebbe riguardare da vicino anche il nostro settore visto che la meccanica strumentale è uno dei settori su cui punteranno maggiormente i capitali di Pechino nell'immediato futuro. Tra gli aspetti critici di queste operazioni vi sono tuttavia i problemi legati al processo di integrazione successivo all'acquisizione di aziende italiane che non sempre rappresentano casi di successo.

In 2016 the long march of Chinese capitalism set a new record: in fact, Chinese foreign direct investments (FDI) in Europe amounted to 35 million euros while – vice-versa – European acquisitions in China dropped to worth of 7.7 billion. Italy, too, is a focus of interest for Chinese investors, seeing that since 2012 the annual growth of Chinese capital in Italian businesses has been 30%, to the point that today Italy is the third-ranking European country in terms of overall Chinese investments, after Great Britain and Germany. Aside from outstanding cases of purchases of famous brands like Pirelli, Krizia or Inter, what clearly emerges is China’s interest in Italian manufacturing: in fact, there are 162 groups headquartered in China that invest in Italian companies and 485 Italian companies with Chinese stockholders for overall business volume of 14.5 billion euros and employment for 26,000 people. Lombardy is the Chinese investor’s region of choice, attracting 45% of total investments thanks to its great propensity for internationalization. Chinese investments in Italy may also soon involve the techno-stone sector since instrumental mechanics is one of the industries on which China is placing its immediate-future bets. However, among the downsides of these investments are problems with integration processes after the acquisition of Italian companies, which have not always been great successes.

BREXIT, MA QUANTO CI COSTI?

HOW MUCH WILL BREXIT COST THE EU?

Secondo gli analisti UE la Brexit peserà per circa mezzo punto del Pil dei 27 paesi rimasti nell’arco di dieci anni. Per il Regno Unito le perdite saranno invece pari a quasi un punto del Pil nazionale all’anno. Il terreno del “divorzio” tra UK e Unione Europea equivale infatti a un interscambio paragonabile, per volume, all’intero commercio Usa-Europa, che è solo di un quinto più grande di quello attraverso la Manica. Ci sono infatti 306 miliardi di euro di esportazioni europee in Inghilterra, contro solo 184 miliardi di importazioni. Secondo il Financial Times, Londra terrà la maggior parte della regolamentazione UE. Il Regno Unito non ha infatti né il tempo né le competenze adeguate per sostituire il corpo legislativo europeo con un nuovo regime in soli due anni, un altro aspetto grottesco del referendum dello scorso 23 giugno in cui ha prevalso il “leave”.

According to EU analysts, the effects of Brexit on the GDP of the 27 countries remaining in the EU will amount to about a half percentage point over the next ten years. For the United Kingdom the losses will be of nearly one percent of GDP annually. So the United Kingdom’s “divorce” from the European Union is comparable, in volume, to all of trade between the US and Europe, which is only a fifth of that crossing the Channel. In fact, Europe’s exports to the UK are worth 306 billion euros, versus only 184 billion in imports from it. According to the Financial Times, London will retain most of the EU’s regulations. In fact, the United Kingdom has neither the time nor the expertise sufficient to replace European laws with a new regime in only two years, another grotesque aspect of the referendum held last June 23 in which “leave” prevailed.


IL B7 DI CONFINDUSTRIA

CONFINDUSTRIA’S B7

Sono stati due giorni di confronto economico internazionale quelli del 30 e 31 marzo scorsi in Confindustria, un incontro organizzato in vista del 43esimo vertice del G7 di Taormina del 26 e 27 maggio. Otto delegazioni di vertice delle principali associazioni imprenditoriali dei Paesi del G7 per un totale di circa 100 partecipanti si sono riuniti a Roma per il tradizionale appuntamento che ogni anno ha luogo in occasione del Summit dei Capi di Stato e di Governo. A distanza di otto anni dall'ultima presidenza italiana, Confindustria, quale organizzazione imprenditoriale del paese di turno, e' stata chiamata a coordinare e sovrintendere i lavori del B7 2017 che si sono concentrati su due grandi macro tematiche di attualita' internazionale, ovvero la governance del commercio internazionale e il tema dell'innovazione e sostenibilità. Su questo secondo argomento in particolare ci si è concentrati Su materie come Industria 4.0, le politiche per ricerca e innovazione, e l'economia circolare. Al termine della due giorni è stato prodotto un documento di sintesi da sottoporre all'attenzione dei sette grandi della terra riuniti a Taormina.

March 30 and 31 were the dates for two days of international economic discussions in Confindustria during a meeting organized in view of the 43rd G7 summit to be held in Taormina on May 26 and 27. Eight delegations of heads of the main business associations of the G7 countries (for a total of approximately 100 participants) met in Rome for the traditional get-together that takes place every year during the summit of heads of states and governments. Eight years after the last Italian presidency, Confindustria, as the G7 host country’s enterprise organization, was tasked with organizing and overseeing the 2017 B7 meetings, which focused on two macro issues of current international interest: the governance of international trade and innovation and sustainability. In regard to the latter in particular, the focus was on matters like Industry 4.0, research and innovation policies and the circular economy. At the end of the two-day session a summarizing document was written for submission to the attention of the Group of 7 meeting in Taormina.

115

NATURAL STONE TRADE FAIR

December 5-7, 2017 Eurexpo-Lyon, France

CONTACT: PierGoffredo RONCHI + 39 02 33 40 21 31 info@pg-mktg.it

TECHNIQUES & MATERIALS TOWN PLANNING

www.salon-rocalia.com ORGANISED BY:

ASSOCIATED PARTNER

ARCHITECTURE DECORATION LANDSCAPES

IN PARTNERSHIP WITH

HERITAGE


116

NUOVA PARTNERSHIP TRA “IN JOB” E CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

NEW PARTNERSHIP BETWEEN “IN JOB” AND CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

Nell’ottica di offrire sempre nuovi servizi specializzati alle Aziende Associate, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ha recentemnte stipulato una convenzione con IN JOB Spa, International Recruitment Company con sede a Verona e presente in Europa, Russia, Stati Uniti e Asia. IN JOB – grazie alla propria specializzazione nel settore marmifero e tecnomarmifero – è in grado di assistere le Aziende Associate CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE in materia di Recruitment, Placement, Formazione a livello nazionale e internazionale. Esperti nella selezione di alti potenziali, specialisti, manager e middle executive con un percorso di studi specialistico e una concreta esperienza nel ruolo, IN JOB ha maturato una pluriennale conoscenza del mercato del lavoro, italiano ed estero. Il settore lapideo rappresenta in particolare una specializzazione di In Job nel mondo. L’esperienza acquisita sul mercato italiano ha portato infatti IN JOB a intraprendere un percorso di sviluppo internazionale, permettendo loro di rispondere con assoluta professionalità alle richieste dei clienti già presenti oltre confine o che desiderano espandere il loro business all’estero. Grazie all’ausilio di consulenti con conoscenze settoriali approfondite, a recruiter specializzati per aree funzionali - e oggi grazie alla partnership con l’Associazione di Categoria del settore - IN JOB è in grado di garantire la massima efficienza e tempestività. La Convezione prevede un trattamento di miglior favore per gli Associati CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e l’individuazione di un referente settoriale cui rivolgersi per ogni esigenze di ricerca, selezione del personale e ogni aspetto ad esso attinente Tutte le Aziende interessate ad essere contattate da IN JOB possono richiedere ulteriori informazioni presso la Segreteria Associativa.

From the viewpoint of always offering new, specialized services to its member companies, Confindustria Marmomacchine recently stipulated an agreement with IN JOB Spa, an international recruitment company with headquarters in Verona that operates in Europe, Russia, the United States and Asia. Thanks to its specialization in the stone and techno-stone sector, IN JOB is able to assist Confindustria Marmomacchine members in employee recruitment, placement and training, nationally and internationally. Experts in selecting people with high potential – specialists, managers and middle-range executives with specialized training and concrete experience in their positions – IN JOB has many years of experience with the Italian and foreign job markets. It is particularly specialized in the stone sector worldwide. In fact, the experience it has gained on the Italian market has led IN JOB to undertake international development, enabling it to respond with absolute professionalism to the requirements of clients already working outside of Italy or wishing to expand their businesses abroad. Thanks to help from consultants with in-depth knowledge of the sector, to recruiters specialized in various job areas – and today to partnership with the Confindustria Marmomacchine stone sector association – IN JOB can guarantee the maximum efficiency and promptness. The agreement foresees most-favored-client treatment for Confindustria Marmomacchine members and identification of a sector reference to turn to for every requirement in seeking and selecting personnel and all related aspects. All companies interested in being contacted by IN JOB can get further information from the association’s secretarial office.


( 6 3 ¾ 5 , 7 2 6 $ 1 7 2  % 5 $ = , /

6DYHWLPHE\UHJLVWHULQJRQOLQH FUHGHQFLDPHQWRYLWRULDVWRQHIDLUFRPEU

+6/&

3URPRWHGE\

3UHVHQWDWLRQ &RPSDQ\RIWKHJURXS

,QIRUPDWLRQDQG6DOHV


118

CONFINDUSTRIA: OCCORRE FAR RIPARTIRE IL CREDITO ALLE IMPRESE ITALIANE

CONFINDUSTRIA: CREDIT NEEDS TO FLOW TO ITALIAN COMPANIES

"È cruciale favorire rapidamente la ripartenza del credito alle imprese italiane. Per far ciò, bisogna anzitutto trovare soluzioni, nazionali o europee, per alleviare il peso delle sofferenze nei bilanci bancari, che tiene alta l’avversione degli istituti al rischio di credito". Lo scrive il Centro studi di Confindustria in una nota del 6 aprile dedicata al problema del credito, dove si osserva che "il lento recupero dell'economia italiana sta avvenendo nonostante continui la riduzione dei prestiti alle imprese (-15,3% dal 2011, 2,2% nel 2016)". Purtroppo è proprio questa diminuzione uno dei freni della nostra economia, che aiuta a spiegare meglio di altri fattori il divario di crescita con Paesi come Francia e Germania. In Italia i prestiti alle imprese si sono ridotti per cinque anni consecutivi, a un ritmo medio del 3,2% all’anno nel periodo 2012-2016 (-15,3% cumulato), e la caduta sta proseguendo anche ad inizio 2017, sottolinea il CSC. Nel 2016 sono diminuiti anche i prestiti alle imprese erogati dai primi 4 gruppi bancari italiani: 0,8%, rispetto al -2,2% dell’intero sistema bancario nazionale. Nel manifatturiero, in particolare, i prestiti hanno fatto segnare un calo del 3,4% nel 2016, dopo il 4,9% annuo nel 2012-2014 e il leggero recupero del 2015 (+0,6%). La riduzione del credito negli ultimi anni ha messo in seria difficoltà molte imprese, che devono fare i conti con queste restrizioni nelle loro scelte operative. Nella maggior parte dei casi, infatti, la diminuzione della disponibilità di credito non è derivata da una minore domanda da parte delle Aziende, visto che l’attività economica è cresciuta. Al contrario, le Imprese hanno subito la restrizione del credito dal lato dell’offerta. "Quanto può durare ancora la creditless recovery, che ha già due anni di vita?" si chiede il CSC. La risalita economica senza credito bancario ha infatti poche possibilità di proseguire. Le imprese italiane, per finanziare i nuovi investimenti e l’aumento dell’attività corrente, a fronte di risorse interne che smettono di aumentare e del limitato accesso a fonti non bancarie, hanno urgente necessità di una ripartenza dei prestiti, così da non dover frenare il già lento recupero dell’attività faticosamente avviato ad inizio 2015, dopo la seconda recessione dall’inizio della crisi.

“It is crucial to rapidly foster a flow of credit to Italian companies. To do so, solutions must be found, either national or European, to alleviate the insufficiency of banks’balance sheets, which keeps banks’ aversion to credit risks high”. So wrote the Confindustria Studies Center in a note of April 6 dedicated to the credit problem, in which it stated “the slow recoup of the Italian economy is happening in spite of the continued reduction of loans to enterprise (down 15.3% from 2011, down 2.2% in 2016 alone)”. And this reduction is precisely one of the brakes on the Italian economy, helping to explain (better than other factors) Italy’s gap in growth with countries like France and Germany. In Italy loans to companies have been cut back for five consecutive years at an average rate of 3.2% per year from 2012 to 2016 (a cumulative -15.3%) and the reduction has continued in early 2017, the CSC emphasizes. In 2016 there were also fewer loans granted to companies by the top 4 Italian banking groups: down 0.8% compared to the -2.2% of the entire Italian banking system. In the manufacturing sector in particular, loans dropped by 3.4% in 2016 after the 4.9% annually in 20122014 and a slight uptake in 2015 (+0.6%). The reduction in credit in recent years has put many businesses in serious difficulty, having to factor in these restrictions in their business decisions. In most cases, in fact, the decrease in credit availability does not derive from lower demand from companies because business has improved. On the contrary, companies have suffered from the credit restriction on the offer side. “How long can the credit-less recovery last, since it’s been going on for two years?” the CSC asks. An economic uptake without bank loans has little chance of surviving. To finance new investments and increase current business, Italian enterprise – faced with internal resources that stop increasing and limited access to non-banking sources – urgently needs a rebooting of loans to prevent putting a halt to the slow recoup in business so laboriously begun in early 2015 after the second recession since the crisis began.


A NEW DIMENSION IN NATURAL BEAUTY

Offering breathtaking elegance through and through, Cambria® quartz surfaces are available in more than 140 stunning designs, including Brittanicca™ from the Marble Collection.™

CambriaUSA.com | InternationalSales@CambriaUSA.com or call +1-952-873-5004

C


File

Case-History Sezione dedicata alle migliori forniture realizzate dai nostri inserzionisti

Le pagine che seguono sono riservate alle Aziende inserzioniste di Marmomacchine International per raccontare “non” i propri prodotti o le proprie attività ma per informare il settore delle proprie vendite più importanti nonché delle forniture più significative. Ogni Azienda Inserzionista ha a disposizione 2 pagine gratuite che potrà utilizzare secondo le seguenti caratteristiche: • comunicare in tempo utile alla redazione della Rivista Marmomacchine International che intenderà utilizzare le citate pagine divulgative in qualità di Azienda inserzionista; • fornire entro i tempi stabiliti dalla redazione della Rivista Marmomacchine International un proprio testo riguardante le vendite o le forniture più significative compiute recentemente dalla stessa Azienda preferibilmente all’estero; • fornire un testo non dovrà superare le 2.400 battute totali da intendersi quali comprensive di spazi e punteggiatura; Col testo dovranno essere fornite dalle 2 alle 4 immagini in formato digitale (.jpeg .tif, vettoriale etc.); Nel testo dovrà preferibilmente essere citato il Cliente presso il quale è avvenuta la vendita o la fornitura, previa autorizzazione scritta ottenuta dallo stesso Cliente. L’autorizzazione dovrà essere inviata alla redazione della Marmomacchine International contestualmente al testo e alle foto.

Per ogni chiarimento o informazione aggiuntiva: alzetta@assomarmomacchine.com

THE GLOBAL VOICE OF THE NATURAL STONE SECTOR

Sezione

Case-History

Section dedicated to the best supplies provided by our advertisers The following pages are reserved to companies advertising in Marmomacchine International to talk not about their products or businesses but to inform the sector of their most important or significant sales or orders. Every advertiser is allowed 2 free pages, to be utilized as follows: • Previously notifying magazine staff of its intent to use these informational pages as an advertiser company: • Supplying the magazine staff, within set times, with a text concerning the companies most significant recent sales or orders, preferably procured abroad; • Supplying a text of not more than 2,400 characters, total, including spaces and punctuation; The text must be accompanied by 2 to 4 photos in digital format (.JPEG, .TIF, vector, etc.). The text should preferably cite the customer concerned in the sale or order, with prior authorization from them. The authorization must be sent to the staff of Marmomacchine International along with the text and photos.

For additional clarification or information, contact: alzetta@assomarmomacchine.com


DONATONI MACCHINE Marmi Çekiçler sceglie l’efficienza e la flessibilità della SX-5 di Donatoni Macchine Çekiçler Marble chooses efficency and flexibility of Donatoni Macchine SX-5 machine 122

Ç

EKIÇLER MARBLE è un’azienda nata nel 1957 a Eskişehir, città del nord ovest della Turchia, e che dal 1980 si è inserita con successo nel mercato della pietra. Negli ultimi anni è arrivata ad avere 8 cave su tutto il territorio nazionale: di marmo, onice e limestone. La sua attività non si ferma però all’estrazione, l’azienda turca si occupa infatti anche della produzione di blocchi, lastre, piastrelle e di prodotti in serie in generale, oltre che di colonne, capitelli, rivestimenti speciali e deco-

Ç

EKIÇLER MARBLE is a company born in the 1957 in Eskişehir, a city in northwest Turkey, and since 1980 has been inserted successfully in the stone market. In recent years, reached the number of 8 quarries owned on the whole national territory: marble, onyx and limestone. Its activity does not stop to the extraction, the Turkish company also takes care of the production of blocks, slabs, tiles and mass produced in general, as well as columns, capitals, special coverings and decorations. For these specific productions, the company mainly relies on Italian machines,


razioni. Per queste specifiche lavorazioni l’azienda si affida soprattutto a macchinari italiani, i quali garantiscono la qualità e l’innovazione che essa ha messo al primo posto. L’ultimo acquisto è stato una macchina SX-5, il più recente progetto brevettato da DONATONI MACCHINE: una linea di taglio a controllo numerico dotata di 5 mandrini indipendenti e installati su un ponte girevole, ideale per grandi produzioni. L’azienda turca cercava un macchinario che garantisse un ciclo di produzione continuo, oltre che la possibilità di avere flessibilità di taglio e di ottenere lavorazioni di differenti misure, in tempi e unità di personale ridotti. È possibile raggiungere questi obbiettivi grazie alla presenza di un banco ribaltabile a rulli motorizzati con ventose per il carico delle lastre, e di nastri motorizzati per il trasporto e lo scarico delle stesse; inoltre la macchina è dotata di MOVE2, un sistema a ventose per il sollevamento e il posizionamento dei pezzi di materiale durante il ciclo di taglio. ÇEKIÇLER MARBLE, necessitando anche della lucidatura, ha usato l’accortezza di posizionare la nuova macchina in linea con la lucidatrice lastre, così da ottimizzare ancor di più la produzione, riducendo i tempi di spostamento. Ancora, ÇEKIÇLER MARBLE chiedeva una soluzione in grado di gestire le dimensioni delle lastre. Per questo scopo SX-5 è ideale, grazie infatti al SISTEMA DI RILEVAMENTO LASTRA, con fotocamera posizionata sopra la rulliera di carico e software di acquisizione immagine, vi è la possibilità di sfruttare a pieno tutta la superficie di materiale e nel contempo evitarne i difetti. Infine SX-5 è un macchinario che può supportare l’operatore fino a imballare il materiale, agevolandolo grazie al SISTEMA SUPERVIEW: un monitor posizionato in prossimità del nastro di scarico che va ad identificare i pezzi tagliati con il nome della commessa o con le loro dimensioni. ÇEKIÇLER MARBLE aveva l’esigenza di incrementare l’alta produzione con una macchina che fornisse velocità, flessibilità e affidabilità: nella macchina SX-5 e nell’innovazione tecnologica di DONATONI MACCHINE ha trovato la soluzione alle esigenze sue e dei clienti.

which ensure the quality and innovation considered as their main target. The last purchase was a SX-5 machine, the most recent patented project from DONATONI MACCHINE: a CNC cutting line with 5 independent spindles mounted on a rotating bridge, ideal for large productions. The Turkish company was looking for a machine that would guarantee a continuous production cycle, as well as the possibility to have cutting flexibility and to get products of different sizes, in a short time and with few staff. It is possible to achieve these goals thanks to a tilting table with motorized rollers equipped with suction cups for loading the slabs, and to motorized belts for the transport and unloading of the material; furthermore the machine is equipped with MOVE2, a system of suckers for lifting and positioning of stone pieces during the cutting cycle. ÇEKIÇLER MARBLE, also needs to polish the cut to sizes pieces, so they’ve used the foresight to place the new machine in line with the polishing machine, so optimizing even more the production and reducing the handling time. Still, ÇEKIÇLER MARBLE was looking for a solution to handle the size of the slabs. For this SX-5 is ideal to this purpose: by means of the SYSTEM FOR SLAB DETECTION with photo camera placed up to loading roller table and the software for images capturing, it is possible to maximize the material surface and to avoid defects at the same time. Finally SX-5 is a machine that can support the operator up material packing, thanks to the SUPERVIEW SYSTEM: a monitor placed in the vicinity of the unloading belt which identifies the cut pieces with the order’s name or with their size. ÇEKIÇLER MARBLE had the need to increase the high production with a machine that would provide speed, flexibility and reliability: in the SX-5 machine and in the technological innovation of DONATONI MACCHINE the solution to his needs and to the ones of his customer has been found.

A cura di / By:

123


ATLAS COPCO French company SO.CA.L invested in Atlas Copco’s SpeedROC 2F

S

124

O.CA.L is a subsidiary of Carrières du Boulonnais group and has been built and developed over four generations. It is located in west of France near Saint-Malo and their main business is extraction of dimension stone, industrial processing and partner services. The company have more than 40 years of experience and their granite all over the world. SO.CA.L is operating two granite quarries especially for dimension stone production, which represents 85% of their total revenues.

25 years, the sites are largely equipped with six hydraulic drilling machines, six mechanical shovels, four loaders and several dumpers. Thirty-two experienced employees, including about twenty in the quarry, assure this production. The Lanhélin has been in operation since around 1880 and is delivering one of the most famous French granites. The SpeedROC 2F from Atlas Copco replaced the electrically powered Zoomrail that was located between the two quarries; SO.CA.L and Centravenir.

SO.CA.Ls two sites represents 30 hectares of concession, 8 of which are in operation. Annual production reaches 6 to 7,000 m3 per year with two colors of granite. To reach their production volumes which have been multiplied by five in

Ideal for DSI quarries, the SpeedROC 2F is equipped with two well-proven hydraulic rock drills. It assures fast and intuitive positioning and high speed drilling, which provides an impressive boost in productivity. The 360° rotatable


125

boom swing saves time in both positioning and tramming. The design of the SpeedROC 2F, a four-wheel drive rig, makes it a stable partner for fast, steady movement even in difficult terrains. It is suitable both for vertical and optional horizontal drilling. For even safer drilling, it is designed

with four support legs that ensures the stability of the machine even when it is used to the maximum of its capacity. The company SO.CA.L is very satisfied with their investment which allows them to optimize their drilling. The benefits of the SpeedROC 2F are summarized by the customer as the following: 1. It is very fast on the move 2. It is easy to set up and position 3. It has an increased drilling speed (up to three times faster than a gyrodrill) 4. Increased regularity, straightness for block cutting 5. Easy to use both in automatic mode and by using the remote control A cura di / By:


BM

BB + BM: Rinnovo 4.0 BB + BM: Renewed 4.0 technology

B

ASSI E BELLOTTI spa è una delle più importanti aziende del territorio italiano, effettua la lavorazione e il commercio di marmo e pietre esclusive, con sede in Mariano Comense (Co). BASSI E BELLOTTI spa ha scelto ancora BM per rinnovare il comparto macchine, installando il nuovo telaio per il taglio dei blocchi di marmo BM modello “DIAMOND BM 80 S/ 800” con la speciale tecnologia 4.0.

126

B

ASSI E BELLOTTI spa is one of the most important Italian companies, which cuts and polish slabs of marble and exclusive stones, established in Mariano Comense (Co). BASSI E BELLOTTI spa has renewed the long time collaboration with BM s.r.l. installing the new gang saw for cutting marble blocks model “DIAMOND BM 80 S/ 800” with the new technology 4.0


127

The gangsaws BM 4.0 install an exclusive new software “S.O.S.”, and guarantee the constant monitoring of the performance of the working machine, directly from BM customer service. I telai 4.0 installano il software operativo “Smart Operator System” esclusivo BM, che permette la comunicazione diretta con l’assistenza BM ed il controllo costante delle prestazioni della macchina durante il lavoro. La nuova produzione BM 4.0 permette inoltre di avere accesso all’iper-ammortamento nel territorio nazionale.

The new production BM 4.0 allows the Italian companies to get the special iperamortization of the investment established by the Italian government.

A cura di / By:


NICOLAI DIAMANT La Vermont Quarries apre le porte delle gallerie a Giotto Vermont Quarries Corp. opens the galleries door to Giotto

128

I

l Vermont è oramai diventato terra di lavoratori italiani. Negli anni molti si sono trasferiti qui, dal Veneto, dalla Toscana e da altre regioni italiane per lavorare nelle cave di questo bellissimo ma freddo stato. Come sapete i proprietari di questa società sono italiani e noi vogliamo tenere il piÚ alto possibile

V

ermont has now become a land of Italian workers. Over the years many have moved here, from Veneto, Tuscany and other Italian regions to work in the quarries of this beautiful and cold state. As you know the owners of this company are Italians and we want to keep as high as possible the level of quality of what we


Il livello di qualità sia del prodotto che estraiamo sia del prodotto che lavoriamo sia dell’ambiente in cui lavoriamo. Scaviamo in queste gallerie che sono diventate la nostra casa. Giotto, questo prodotto italiano, della Nicolai Diamant, ci aiuta a mantenere bene la nostra casa, il nostro ambiente di lavoro. Siamo passati dagli abrasivi tradizionali a Giotto perché le prospettive ed i risultati promessi erano ottimi. Siamo rimasti sorpresi dalla durata e dalla qualità di Giotto. Ancora una volta l’innovazione in questo settore parte dall’Italia. Giotto, utilizzato praticamente su tutta la nuova linea di lucidatura Breton che abbiamo installato proprio qui in cava, ha ridotto notevolmente la produzione di fanghi derivanti dalla lavorazione oltre ad averci aiutato ad aumentare la produzione e la qualità del prodotto lavorato. Non abbiamo più necessità di importare contenitori di abrasivi dall’Italia, in una piccola cassa ci sta tutto il materiale per la produzione di un mese, oltretutto Nicolai offre il servizio direttamente dalla loro sede Nicolai North America in Michigan Grand Rapids.

do, of the material that we extract and way we process it. Also the environment in which we work is very important. We dig these tunnels that have become our home. Giotto, this Italian product of Nicolai Diamant, helps us keep well our home and our work environment. We've gone from traditional abrasives to Giotto because the promised were very good and the results, we can now say, reflect the promises. We were surprised by the duration and quality of Giotto. Once again the innovation in this field comes from Italy. Giotto, used on the new Breton polishing line installed here in the quarry, has greatly reduced the production of sludge from processing as well as helped us to increase production and quality of the polished slabs. We no longer need to import abrasive containers from Italy, in one small box there is all the material for the production of a month, in addition, Nicolai offers the service directly from their factory in Grand Rapids Michigan, Nicolai North America.

A cura di / By:

129


PEDRINI OMAN: Pedrini conferma la leadership negli impianti per la lavorazione del marmo OMAN: Pedrini confirms its leadership in marble processing plants 130

U

n ulteriore impianto completo si aggiunge ai molti già forniti nel Sultanato dell’Oman. Anche Al Tamman Trading Establishment LLC ha optato per la tecnologia Pedrini per la sua unità di lavorazione di lastre e di marmette di marmo. Al Tamman Trading Establishment LLC è un’azienda leader nel settore minerario. Nel 2016 ha investito anche nell’estrazione e nella lavorazione del marmo, aprendo alcune cave nel Sulta-

A

further complete plant joined the many already installed in the Sultanate of Oman. Al Tamman Trading Establishment LLC, as well, decided for Pedrini technology for its processing plant for marble slabs and tiles. Al Tamman Trading Establishment LLC is a leading company in the mining field. In 2016 the company invested even in the marble extraction and processing, by exploiting some quarries in the Sultanate of Oman and acquiring some other areas in Eu-


nato dell’Oman ed acquisendo altri siti in Europa, per importare i blocchi e riesportare il prodotto finito. Volendo affidarsi ad un partner solido e tecnologicamente all’avanguardia, l’azienda Al Tamman Trading Establishment LLC ha scelto Pedrini per la totalità dei macchinari da lavorazione. L’impianto presenta due sezioni produttive una dedicata alle lastre e una alle marmette. La prima, che si occupa della fabbricazione di lastre, è composta dai seguenti reparti: • Taglio dei blocchi con tre telai GS131 a 80 lame; • Lucidatura delle lastre con caricatore automatico, pre-levigatura con Galaxy B220MA a 8 teste, masticiatura e essicazione con forni UV, lucidatura con Galaxy B220MA a 18 teste. La linea è completa di ceratrice, scanner e distributore automatico di sostanza antigraffio con scaricatore automatico alla fine del ciclo; • Resinatura delle lastre con forno a microonde. La tecnologia della resinatura con forno a microonde genera un duplice vantaggio rispetto a una resinatura tradizionale: - consente una maggiore percentuale di risanamento delle lastre lavorate in virtù di una profonda penetrazione della resina e di un’ottima qualità della catalisi ottenuta; - permette un sensibile incremento della qualità di lucidatura del materiale con dimostrato aumento del gloss superficiale. La sezione che si occupa della fabbricazione delle marmette è composta dai seguenti reparti: • Taglio dei blocchi con cinque tagliablocchi M586 complete di scaricatori automatici; • Spaccatura dei masselli con linea automatica; • Finitura delle filagne con caricatore automatico, pre-levigatura con B065MV-6+6, masticiatura e essicazione con forni UV, lucidatura con B065MV a 14 teste e taglio a misura con attestatrice trasversale continua M750. La linea si conclude con una bisellatrice M845 per la finitura perimetrale delle marmette. L’immissione nel mercato di grandi quantità di materiale omanita lavorato con la tecnologia di resinatura a microonde ha reso indispensabile, per altri operatori locali, attrezzarsi con impianti a microonde. Sono infatti cinque gli impianti acquisiti dalla Pedrini negli ultimi mesi.

rope so to import the blocks and re-export the finished product. Wishing to rely on a solid and technological advanced partner, Al Tamman Trading Establishment LLC chose Pedrini as the supplier of all processing machinery. The plant has got two production units, one destined to the slabs and the other to the tiles. The first one, regarding slabs production, is composed of the following departments: • Blocks cutting unit with three 80 blade gang saws GS131; • Slabs polishing unit with automatic loader, pre-polishing with Galaxy B220MA - 8 heads, plastering and drying with UV ovens, polishing with Galaxy B220MA - 18 heads. The line is equipped with waxing machine, scanner and automatic distributor of anti-scratch substance with automatic unloader at the end of the working cycle; • Slabs resinline with microwave oven. The technology of microwave resinline creates a double advantage compared to the traditional one: - It allows a higher consolidation percentage of the processed slabs thanks to the deeper resin penetration and to the excellent catalysis quality; - It allows a considerable increase of the material polishing quality with a proved growing of the surface gloss. The section for tiles production is composed of the following departments: • Blocks cutting unit with five block cutters M586 equipped with automatic unloaders; • Ingots splitting unit with automatic line; • Strips finishing unit with automatic loader, pre-polishing with B065MV-6+6, plastering and drying unit with UV ovens, polishing with B065MV - 14 heads and cut to size with continuous transversal cross cutting machine M750. The line is completed with the chamfering machine M845 for the tiles boundary finishing. The input on the market of great quantities of Omani material processed with microwave technology made essential for other local operators, to equip their factories with microwave plants. Indeed, five are the plants ordered to Pedrini in the last few months. A cura di / By:

131


T&D Robotics Clique Smart Matters 2017 Clique Smart Matters 2017

132

L

T

Swiss Made, tecnologia e creatività italiane Le due società coinvolte, una per l’estrazione dei materiali, l’altra per le lavorazioni a sei assi: il taglio con filo diamantato, con waterjet e per la fresatura degli elementi, sono entrambe collocate in Canton Ticino, questo, oltre al rispetto di elevati standard, garantisce a: “Classico Riflesso”, “Hole”, “Molletta” e “Puzzle” di poter essere collocati, a pieno titolo, nell’insieme dello “Swiss Made” come alcuni dei più chiari esempi del design elvetico.

Swiss Made, Italian technology and creativity The two companies involved – one for the extraction of the materials, the other for their six-axis processing: diamond wire and water jet cutting for milling – are both located in the Canton of Ticino which, as well as guaranteeing compliance with the highest standards, ensures “Classical Reflection”, “Hole”, “Molletta” and “Puzzle” a fully-fledged place in the “Swiss Made” category, along with some of the clearest examples of Helvetian design.

e Alpi come metafora della contemporaneità; design e tecnologia italiani, ingegno e materiali svizzeri I pezzi di Claudio Larcher e Filippo Protasioni, per l’edizione 2017 di “Clique Smart Matters”, raccontano il connubio, reso possibile solo dall’intervento delle più avanzate tecnologie robotiche sviluppate da T&D Robotics S.r.l., tra la leggerezza delle superfici riflettenti, gli specchi, e la stabilità primigenia del granito. Il granito, gneiss di Lodrino, estratto da Sangiorgio Elio S.A., è stato lavorato da Generelli S.A., di Rivera. Generelli ha ottenuto, collaborando con i designer nelle fasi di sviluppo delle opere, elementi sottili, affusolati, in alcuni casi decorati da trame geometriche dall’evidente gusto minimale. Elementi capaci di esprimere, nelle loro geometrie nitide, l’estetica della contemporaneità con un raffinato pastiche che ammicca all’architettura persiana e alla brutale antichità egizia da un lato e, dall’altro; alle texture, le nervature di ali ed elementi ingegneristici dell’industria aereospaziale.

he Alps as a metaphor for the contemporary world; Italian design and technology, Swiss ingenuity and materials Claudio Larcher and Filippo Protasioni’s pieces for the 2017 edition of “Clique Smart Matters” speak to the union – achieved exclusively through the most advanced robotic technologies developed by T&D Robotics S.r.l. – between the lightness of reflective surfaces, mirrors, and the primal stability of granite. The granite, Londino gneiss, was extracted by Sangiorgio Elio S.A. and processed by Generelli S.A., of Rivera. By collaborating with designers during development phases, Generelli has crafted slim, tapered elements, in some cases decorated with geometric patterns of a clearly minimalistic taste. Elements capable of expressing the aesthetics of the contemporary world through their sharp geometries, with a refined pastiche that hints at Persian architecture and the brutal Egyptian antiquity on one side and, on the other, to the textures, wing ribs and engineering elements of the aerospace industry.


Tipicità territoriale, tra tradizione e futuro Il Canton Ticino, il cui paesaggio si contraddistingue per l’utilizzo della pietra locale nell’edificazione spontanea dimostra – un’ulteriore volta – di essere fedele alla sua identità. Questi progetti, oltre a rappresentare lo stato dell’arte del design e dell’utilizzo delle tecnologie robotiche, si distinguono per la loro continuità ideale con i luoghi in cui sono nati, con gli stilemi dell’architettura delle Alpi. Un’architettura funzionale dove il granito, per la sua resistenza alle basse temperature, alle intemperie, tinge d’argenteo lo spazio abitato. Un’architettura dalle numerose contaminazioni che mischia i linguaggi espressi di ognuno di quei popoli che, tra le vette, i pascoli e le aree boschive, incontrandosi, hanno originato una cultura cosmopolita ed eterogenea. La collezione 2017 di Clique, incarna questa visione, vuole – partendo da questi presupposti – poter narrare la libertà nomade che, dalla dimensione locale è capace di cogliere la vastità dei processi della globalizzazione. La tecnologia T&D Robotics è un integratore ABB con sede a Carrara. Fornisce robot ad aziende del comparto lapideo. I suoi clienti, oltre 150 nel mondo, producono opere d’arte. Elementi architettonici e di design. Numerosi progetti di restauro sostitutivo sono stati resi possibili grazie alle tecnologie sviluppate da questa realtà. Solo per quanto riguarda Milano: i Bagni misteriosi di De Chirico e le guglie del Duomo. Con i robot, designer e architetti hanno potuto trasferire i loro sogni nella realtà e questa è la missione di T&D Robotics che, da alcuni anni, sostiene le ricerche del duo Larcher/Protasoni, fornendo il suo supporto nella fase di sviluppo delle opere e prendendo parte attiva, assieme ai suoi clienti, alla produzione dei pezzi. Per questa edizione il coinvolgimento dello studio Generelli S.A., che da sempre si distingue per le sue capacità realizzative e nell’uso di queste tecnologie, è stato determinante.

Between tradition and future The Canton of Ticino, whose landscape is characterized by the use of local stone in spontaneous constructions, once again proves true to its identity. As well as representing the state of the art in design and applied robotic technologies, these projects stand out for their conceptual continuity with the places where they were born, with the stylistic features of the architecture of the Alps. A functional architecture in which granite, due to its resistance to low temperatures and weathering, paints the inhabited space a silver hue. An architecture of many influences that mixes the codes used by each of the peoples whose encounter among the peaks, meadows and forested areas, has given rise to a cosmopolitan and diverse culture. The 2017 Clique collection embodies this vision; setting off from these premises, it aims to convey its nomadic freedom, capable of reaching from the local dimension to grasp the magnitude of globalization processes. The technology T&D Robotics is an ABB integrator located in Carrara. It supplies robots to companies in the stone-working industry. The company’s clients – over 150 across the world – produce artworks, architectural elements and designer products. Numerous renovation projects have been made possible by the technical knowledge it has developed. Examples limited to the area of Milan include De Chirico’s Mysterious Baths and the steeples of the city’s cathedral. Robots have allowed designers and architects to turn their dreams into reality, and this is the mission shared by T&D Robotics which, in recent years, has supported the research conducted by the duo Larcher/Protasoni, contributing to the development of each piece and actively participating, along with its clients, to their production. For this edition, the involvement of Generelli S.A., a company that has always stood out for its construction skills and use of these technologies, has been instrumental.

A cura di / By:

133


BRETON Multifilo Paragon e filo da 5,3 mm: la combinazione vincente Paragon multi-wire and 5.3 mm wire: a winning combination

L’

unione tra know-how e tradizione produttiva tra due importanti aziende operanti nel settore granito rende possibili avanzamenti tecnologici importanti, che ottimizzano il processo produttivo e migliorano esponenzialmente la qualità del lavoro finito.

134

Il taglio dei blocchi di marmo e granito è una delle primarie fasi di produzione della Mondial Granit S.p.A., che sta utilizzando con soddisfazione le tecnologie prodotte dalla Breton. La storia della Mondial Granit inizia nel 1991 grazie alla visione e lungimiranza di Giovanni Leonardo Damigella che fonda in un piccolo paese nella provincia di Ragusa un’impresa di produzione e commercializzazione di marmi, pietre e graniti. Nel corso degli anni grazie alla determinazione, all’impegno e alla diligenza del suo fondatore, la Mondial

T

he combination of know-how and productive tradition between two major companies operating in the granite sector makes important technological advances possible. The optimization of the production process exponentially improves the quality of finished work.

The cutting of marble and granite blocks is one of the primary production stages of Mondial Granit S.p.A., which is satisfactorily using Breton technologies. The history of Mondial Granit began in 1991 thanks to the vision and foresight of Giovanni Leonardo Damigella who founded a production and marketing company of marble, stone and granite in a small town in the province of Ragusa. Over the years and thanks to the determination, commitment and diligence of its


Granit S.p.A. diventa un’industria di successo fra le maggiori del settore.

founder, Mondial Granit S.p.A. has become one of the most successful companies in this sector.

La Mondial Granit vende e lavora prodotti estratti dalle cave di tutto il mondo e si fregia di importanti certificazioni internazionali e collaborazioni prestigiose come AEO e RINA.

Mondial Granit sells products from quarries around the world and has important international certifications and prestigious collaborations such as AEO and RINA.

Gli stabilimenti produttivi si estendono su un’area di 220 mila metri quadrati e sono serviti da un impianto fotovoltaico di considerevoli dimensioni, perfettamente integrato nel territorio circostante.

Production facilities extend over an area of 220 thousand square meters and are powered by a large photovoltaic plant which is perfectly integrated into the surrounding area.

Breton è pioniere nella segagione del granito con filo diamantato da 5,3mm di diametro, iniziata 3 anni fa presso Mondial Granit che possiede 6 multifilo Breton di cui 3 PARAGON (Paragon 600, 1000 e 2100), le quali segano sistematicamente con filo da 5,3mm. Le multifilo Breton PARAGON sono le macchine ideali per tagliare blocchi di granito e marmo con fili diamantati da 5,3mm di diametro. Il minimo affaticamento dei fili è garantito grazie alla geniale geometria a triangolo con sole 5 pulegge, tutte con diametro 1.000mm, che facilita e velocizza enormemente la sostituzione dei fili o il loro riposizionamento al cambio degli spessori. Inoltre, i rulli guidafilo regolabili con movimento motorizzato ne consentono il posizionamento più vicino al blocco da segare così da garantire la più alta velocità di cala e la maggiore precisione di taglio possibili, ottenendo una migliore qualità finale delle lastre tagliate. “Breton S.p.A., dal 1963 innovazione e tecnologia al servizio degli operatori”

Breton is a pioneer in granite sawing with 5.3mm diameter diamond wire, starting 3 years ago at Mondial Granit. The company has 6 Breton multi-wire machines, three of which are PARAGON (Paragon 600, 1000 and 2100). These machines systematically saw using 5.3mm wire. The Breton PARAGON multi-wire machines are ideal for cutting granite and marble blocks with diamond wires of 5.3 mm in diameter. The minimum fatigue of the wires is guaranteed thanks to the ingenious 5-pulley triangular geometry, all of which 1,000mm diameter wide, which greatly speeds up the replacement of the wires or their repositioning at the layers’ change. Additionally, adjustable wire driving rollers with motorized motion allow a closer positioning to the saw blade so as to guarantee the highest downfeed speed and the greatest cutting precision, resulting in a better final quality of the cut slabs. "Breton S.p.A., since 1963 innovation and technology at the service of the operators" A cura di / By:

135


PELLEGRINI MECCANICA Cà D’ORO – Produzione di lastre e spessori con la gamma Polywire Cà D’ORO – Production of slabs and thicknesses with Polywire range

L’ 136

azienda Cà D’ORO S.p.A. nasce nel 1988 a San Giorgio di Nogaro (Udine – Italia) dall’esigenza della famiglia fondatrice di diversificare la propria attività operante nell’ edilizia e di investire in un prodotto che permettesse di svilupparsi anche in mercati stranieri. Tale decisione ha consentito all’azienda di entrare nel mondo delle pietre naturali e di confermare la propria immagine nei settori dell’edilizia, dell’arredamento e settore funerario. Il principale punto di forza dell’azienda è la trasformazione della materia prima in lastre : la materia prima viene collaudata personalmente e acquistata nei paesi di produzione e quindi trasformata in lastre lavorate grazie al contributo di uno staff qualificato ed all’utilizzo di una notevole innovazione tecnologica. Già nell’anno 2007, per la realizzazione di lastre e di vari spessori, l’azienda Cà D’ORO aveva scelto l’ affidabilità e la flessibilità offerte dall’ impianto Polywire 5 VT Aut della Pellegrini

C

à D’ORO S.p.A. company was founded in 1988 in San Giorgio di Nogaro (Udine – Italy) from the need of the founders to diversify their assets operating in the construction field and to invest in a product that would have allowed a development in foreign markets. This decision has allowed the company to enter in the world of natural stones and to confirm its image in the construction, furnishing and funeral industry. The main strength of the company is the transformation of the raw material into slabs : the raw material is tested personally and purchased in the production countries and then processed into finished slabs thanks to the contribute of a skilled staff and to the use of a substantial technological innovation. Already in 2007, as concerns the production of slabs and various thicknesses, the company Cà D'ORO selected the reliability and flexibility offered by the Polywire 5 VT Aut of Pellegrini Meccanica SpA, that is a wire gangsaw with 5 diamond wires where the


Meccanica SpA, ovvero un telaio a 5 fili diamantati dove la regolazione dell’ ampiezza degli spessori avviene mediante un innovativo sistema meccanico. Questa macchina, di struttura robusta, è dotata di un tamburo motore e di 5 volani tensionatori, di diametro 2350 mm per consentire elevate performance di taglio e per ottimizzare la vita dell’ utensile; la presenza di due tamburini guidafilo assicura inoltre massima precisione di taglio anche sui materiali più difficili. I fili diamantati vengono posizionati nelle diverse gole del tamburo e dei tamburini, a seconda degli spessori da realizzare, mentre sull’ albero dei volani tensionatori è installato un meccanismo che permette la loro regolazione, in maniera semplice e rapida : ciò consente di ridurre drasticamente i tempi di settaggio del macchinario e di rispondere prontamente alle varie richieste del mercato. La crescente domanda del mercato delle lastre ha indotto l’ azienda Cà D’ORO ad installare un altro multifilo Polywire 34 con il quale sono stati raggiunti elevati livelli produttivi di lastre, per la maggior parte di 2 e 3 cm di spessore; successivamente nel 2015, a seguito di ulteriore crescita dei volumi, l’azienda ha deciso di sostituire l’ impianto Polywire 34 con un telaio più grande, il Polywire 54 a 54 fili diamantati, confermando così la scelta di Pellegrini Meccanica come partner preferenziale nella fornitura di tecnologie multifilo nei decenni. Il Polywire 54, frutto di progettazione all’ avanguardia, rappresenta una singolarità nel mercato dei produttori di impianti a filo multiplo, essendo l’ unica macchina di tale segmento che ancora una volta prevede un tamburo motore e volani tensionatori di grande diametro e doppio sistema di tensionamento elettro-idraulico (brevettato Pellegrini) garantendo di ridurre al minimo lo stress sui fili, aumentandone la vita e le prestazioni. La Polywire 54 può essere attrezzata per lavorare sia con fili da 6 mm che da 7 mm; con due tamburini guidafilo permette di tagliare un blocco profondo 1,5 mt in un’unica passata; è dotata di consumabili modulari e facilmente intercambiabili ed è stata progettata accuratamente in funzione di una rilevante riduzione dei tempi di manutenzione e di fermi-macchina, garantendo una facile accessibilità ai singoli componenti che nel tempo devono essere sostituiti. La qualità e il successo dei prodotti dell’azienda Cà D’ORO sono il risultato di una attenta e continua gestione aziendale e di oculate scelte tecnologiche che hanno creduto nella qualità che da sempre contraddistingue la gamma Polywire.

thickness adjustment is performed by means of an innovative mechanical system. This machine, of strong structure, is equipped with a motor drum and 5 tensioning flywheels, 2350 mm diameter, to allow high cutting performance and to optimize the tool life; the presence of two guide drums moreover grants the maximum cutting precision even on the most difficult materials. The diamond wires are placed in the different grooves of the motor and guide drums, according to the thicknesses to be realized, while on the shaft of the tensioning flywheels is installed a mechanism that allows their adjustment, in a simple and fast way : this allows to drastically reduce the set-up timing of the machine and to react promptly to the various market demands. The growing market of slabs demand has led Ca D'ORO company to install another multiwire Polywire 34, through which high production levels of slabs were achieved, mostly 2 and 3 cm thickness; later in 2015, as a result of further growth in volumes, the company decided to replace the Polywire 34 with a bigger wire gangsaw, Polywire 54 with 54 diamond wires, thereby confirming the choice of Pellegrini Meccanica as the preferred partner for the supply of multi-wire technology through decades. Polywire 54, the result of a vanguard design, represents a singularity in the market of multi-wire plants producers, being the only machine of this segment which offers once again a motor drum and tensioning flywheels of big diameter and a double electro-hydraulic tensioning system (patented Pellegrini) minimizing the stress on the wires, thus increasing their life and performance. Polywire 54 can be equipped to run both 6 mm and 7 mm wire type; with two guide drums, it allows to cut a 1.5 mt deep block in a single shot; it is equipped with modular and easily interchangeable consumables and it has been carefully designed to grant a significant reduction of maintenance time and machine stops, ensuring an easy access to the single components which must be replaced through the time. The quality and the success of Cà D'ORO company are the result of a careful and continuous management and of judicious technological choices that have believed in the evergreen quality featuring the Polywire range.

A cura di / By:

137


HYPERTHERM Spingere la produttività al limite Pushing productivity to the limit

H 138

atton utilizza una macchina combinata provvista di una sega a disco e di un sistema di taglio ad acqua. La macchina è la FUSION® CNC Saw/Precision Waterjet di Park Industries®, un produttore di macchine per la lavorazione della pietra, con sede nel Minnesota. In seguito al primo contatto con Park Industries in una fiera, Blake ha già acquistato quattro macchine della Park Industries, sempre facendo la permuta della vecchia con la versione evoluta. Park Industries ci spiega che la FUSION CNC taglia tre volte più velocemente rispetto alle macchine convenzionali a disco. Inoltre, le sue elevate prestazioni facilitano il lavoro dei produttori che, come Hatton Granite, devono realizzare bordi estremamente precisi. Le pompe Hypertherm HyPrecision® sono gli unici sistemi waterjet venduti da Park Industries. “Quando ci siamo trovati a valutare soluzioni waterjet ci siamo concentrati su due elementi,” afferma Jim O’Connor, Direttore dell’ufficio progettazione di Park Industries. “Volevamo una soluzione waterjet che fosse la più affidabile e con il migliore rapporto qualità/prezzo da inserire sul mercato. Inoltre, cercavamo la collaborazione con un’azienda che fosse in sintonia con la nostra filosofia aziendale, incentrata su un’assistenza clienti di prim’ordine. Hypertherm era il massimo! Continuiamo ad essere favorevolmente colpiti dalle prestazioni delle pompe HyPrecision, dall’attenzione continua alla qualità e all’innovazione del prodotto e dall’impegno di alto livello nell’assistenza clienti.” La FUSION CNC che Blake sta usando attualmente è progettata appositamente per la realizzazione di piani cucina. Blake e i suoi collaboratori posizionano la lastra sulla FUSION CNC e mettono in funzione la macchina.

H

atton uses a combination machine equipped with both a saw and a precision waterjet system. The machine is the FUSION® CNC Saw/Precision Waterjet from Park Industries®, a manufacturer of stone working equipment in neighboring Minnesota. Blake first learned about Park Industries at a tradeshow and since that introduction has purchased four Park Industries systems, consistently trading-in and trading-up. Park Industries explains that the FUSION CNC saws three times faster than conventional bridge saws. It’s also incredibly accurate making it easy for fabricators like Hatton Granite to produce precise edges. Hypertherm HyPrecision® pumps are the only waterjet systems Park Industries sells. “When evaluating waterjet solutions, we were focused on two things,” comments Jim O’Connor, Park Industries’ Director of Engineering. “We wanted the waterjet solution to be the most reliable and most cost effective solution to run on the market. In addition, we wanted to partner with a company that mirrored our company philosophy of providing exceptional customer service. Hypertherm rose to the top! We continue to be impressed with Hypertherm’s HyPrecision pumps, continuous focus on product quality and innovation, and their commitment to world-class customer service.” The FUSION CNC that Blake is currently using is designed specifically for countertop fabrication. Blake and other Hatton Granite employees place the slab onto the FUSION CNC and turn it on. The saw cuts the slab down to size, and then the Hypertherm waterjet cuts out needed angles, rounded edges, and holes for the sink and faucet inserts. Hatton runs its table at least four days a week, cutting an average of 1,000 feet of stone in that time.


La sega a disco taglia la lastra su misura e poi con il waterjet si tagliano gli angoli, i bordi arrotondati e i fori per lavandino e rubinetto. Hatton utilizza la macchina almeno per quattro giorni alla settimana, tagliando una media di 300 metri di pietra. Da quando è stata implementata quattro anni fa la connettività online sulla FUSION CNC, Blake ha affermato che la sua produttività è incrementata del 500 per cento a parità di personale. “Siamo quattro produttori incluso la nostra azienda. Se continuassimo a lavorare come facevamo prima di avere l’impianto waterjet di Hypertherm, avremmo bisogno di almeno 20 persone per portare a termine la stessa quantità di lavoro,” afferma Blake. “Prima dovevamo fare tutto a mano. Il waterjet ha aumentato del 500 per cento il numero di progetti che possiamo gestire, e questo senza aumentare il costo della manodopera.” Oltre a far risparmiare a Blake centinaia di ore di manodopera e a consegnare piani cucina ai suoi clienti più rapidamente, il processo di taglio waterjet sulla FUSION CNC lo aiuta ad utilizzare meno granito, riducendo il costo per il materiale. Ci spiega che “Siccome la pietra naturale presenta delle fessurazioni, il vecchio metodo della molatura comportava una pressione eccessiva sui punti più fragili, che si potevano danneggiare o rompersi. Il waterjet è un processo di abrasione. Non esercita alcuna pressione sulla pietra e quindi essa viene lavorata meglio senza rischi di rotture.”

Since bringing the FUSION CNC online four years ago, Blake says his productivity is up by 500 percent and yet his headcount is exactly the same. “We have four fabricators including me. If we continued to work like we did before the Hypertherm waterjet, we would need at least 20 people to do the same amount of work,” Blake says. “Before everything had to be done by hand. Waterjet increased the number of jobs we can do by 500 percent, and it did this without increasing my labor costs.” In addition to saving Blake hundreds of hours in labor and helping him get countertops to his customers more quickly, the waterjet cutting process on the FUSION CNC helps him use less granite, lowering his material costs. He explains, “Because natural stone has fissures, the old method of grinding the stone to shape would often put too much pressure on these weaker spots which could chip or break the stone. Waterjet is an abrasion process. It doesn’t put any pressure on the stone so the stone is more likely to survive the shaping process without breaking.”

A cura di / By:

139


SECTOR Exhibition

Nel mondo con noi! Partecipazioni fieristiche internazionali Confindustria Marmomacchine

Worldwide with us! International fair participations of Confindustria Marmomacchine 2017 BAU - Monaco di Baviera, Germania

16-21 gennaio

MAROC STONE FAIR - Casablanca, Marocco

19-21 gennaio

INDIA STONEMART - Jaipur, India

2-5 febbraio

XIAMEN STONE FAIR - Xiamen, Cina

6-9 marzo

MARBLE - Izmir, Turchia

22-25 marzo

BATIMAT RUSSIA - Mosca, Russia

28-31 marzo

NATURAL STONE SHOW - Londra, Regno Unito

25-27 aprile

WORLD STONE FAIR INDOBUILDTECH - Jakarta, Indonesia

17-21 maggio

MIDDLE EAST STONE - Dubai, Emirati Arabi Uniti

22-25 maggio

VITORIA STONE FAIR - Vitoria, Brasile

6-9 giugno

CAMBODIA ARCHITECT & DECOR - Phnom Penh, Cambogia STONE INDUSTRY - Mosca, Russia

8-10 giugno 27-30 giugno

IRSE - Teheran, Iran

10-13 luglio

MARMOMAC - Verona, Italia

27-30 settembre

MYANMAR BUILD & DECOR - Yangon, Myanmar STONE FAIR TOKYO - Tokyo, Giappone

5-7 ottobre 15-17 novembre

2018 SWISS BAU - Basilea, Svizzera

16-20 gennaio

STONA - Bangalore, India

7-10 febbraio

STONE+TEC - Norimberga, Germania

13-16 giugno

Per info: segreteria@assomarmomacchine.com


PROGRAMMA COLLETTIVE 2017 FIERE INTERNAZIONALI SETTORE MARMO E TECNOLOGIE

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE


Stone Industry 2017

“Pit Stop” alla STONE INDUSTRY 2017! Dal 27 al 30 giugno 2017 avrà luogo a Mosca presso il VDNKh - International Exhibition Centre MosExpo (Pavilion 75, Ground Floor, HALL A) la fiera STONE INDUSTRY, unico e irrinunciabile evento settoriale in Russia. La scorsa edizione di STONE INDUSTRY ha registrato la presenza di oltre 300 Aziende locali ed estere con partecipazioni internazionali provenienti da 22 nazioni nel mondo. Tra le partecipazioni più rappresentative vanno ricordate oltre a quella russa, quella Italiana—presente con oltre 20 aziende tra dirette e rappresentate. Buona anche l’affluenza di pubblico affluito a Mosca per verificare l’andamento del settore pietre naturali e lo stato dell’arte delle relative tecnologie e attrezzature per la loro lavorazione.

OFFERTA AREA MARMOMACCHINE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - tramite la controllata Marmomacchine Servizi - organizzerà anche per questa edizione la partecipazione ufficiale italiana realizzando un’ampia Area aperta a tutte le aziende italiane del settore e a condizioni di partecipazione particolarmente vantaggiose per le aziende: • un’area espositiva in una posizione centrale del padiglione • un allestimento “chiavi in mano” personalizzato • l’allestimento di uno stand Meeting Point aperto a tutti gli Associati dotato di servizio di interpretariato e posti incontro • distribuzione gratuita del DIRECTORY 2017 e dell’House Organ Marmomacchine International ai visitatori presenti • distinzione degli stand degli espositori con contrassegni nazionali e confederali La partecipazione nell’AREA MARMOMACCHINE si svilupperà su una superficie espositiva di circa 400 m2 frazionabili. La quota di partecipazione a carico di ciascuna azienda è la seguente: • Area NON allestita (minimo 30 m2) Euro 222/m2 + Euro 320 quale tassa di iscrizione comprendente inserimento aziendale nel catalogo, una copia del catalogo, tessere espositori. • Area allestita: modulo minimo di 15 m2 Euro 327/m2 + Euro 320 quale tassa di iscrizione comprendente inserimento aziendale nel catalogo, una copia del catalogo, tessere espositori + elettricità fino a 2Kw Euro 264. L’allestimento è così composto: pareti in laminato bianco h. 2.50 m, struttura Octanorm h. 2.50 m., moquette blu, 1 fa-

Mosca, Russia Luogo: VDNKh - International Exhibition Centre MosExpor Data: 27.06.2017 - 30.06.2017 Scadenza adesioni: 28.02.2017 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com

retto ogni 3 m2, 1 presa elettrica, 1 banco informazioni, 4 sedie, 1 tavolo rotondo diam. 70 cm, 1 cestino, 1 appendiabiti, fascia in colore blu + nome e numero stand azienda h. 30 cm. N.B: è ammessa la condivisione di stand sulla base di n. 2 aziende ammissibili per ogni modulo minimo (1 espositore + 1 co-espositore). Lo stand e il numero di tasse di iscrizione per azienda saranno a carico dell’espositore firmatario del contratto di adesione. TUTTI I COSTI SUESPOSTI SONO AL NETTO IVA 22% COSTI ESCLUSI DALLA QUOTA: Resteranno a carico delle aziende partecipanti i costi relativi al noleggio di altri arredi, di particolari attrezzature audiovisive, all’utilizzo di personale dedicato (standista, interprete, ecc), alla pulizia degli stand, oltre alle spese di trasporto e assicurazione del campionario da esporre e al vitto, alloggio e viaggio del proprio personale.


Mosca, Russia

27/30 giugno

MODALITÀ DI ADESIONE Per partecipare l’azienda dovrà inviare entro e non oltre il 28.2.2017 la scheda di richiesta di area espositiva (vv. allegato) debitamente compilata e sottoscritta dal legale rappresentante per posta elettronica all’indirizzo: segreteria@assomarmomacchine.com oppure per fax al numero 0331 735449. L’assegnazione degli spazi espositivi avverrà a ricevimento del modulo e dell’acconto dovuto.

CONTATTI: MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Sede: Milano - Corso Sempione, 30 20154 Milano - Tel 02 315360 Fax 02 315354 RIFERIMENTI: Marketing & Sales Dept.: Paola Bianchi tel/fax 0331 735449 E-Mail: segreteria @assomarmomacchine.com Skype: Paola Bianchi Assomarmomacchine


Irse 2017

“IRAN…..a key region is looking forward to welcoming you!” Dal 10 al 13 luglio 2017 avrà luogo presso il Tehran Permanent Fairground la 9° edizione di Iran Stone Exhibition (IRSE 2017), fiera internazionale specializzata del settore delle pietre naturali, delle miniere e delle macchine ed attrezzature per l’estrazione e lavorazione. Tehran è situata al centro-nord del Paese, e in quanto capitale dell’Iran la città, con i suoi 14 milioni di abitanti, è il centro culturale, economico e sociale dell’intera nazione. Il quartiere fieristico è accessibile mediante una rete di collegamenti stradali, offre uno spazio espositivo di 120.000 mq coperti e 45.000 mq esterni e ospita 20 fiere internazionali all’anno.

PERCHÈ PARTECIPARE L’Iran offre eccellenti opportunità di mercato in considerazione della forte domanda di abitazioni, di sviluppo delle infrastrutture e di modernizzazione nonché di espansione industriale. È un Paese ricco di riserve di pietre naturali e di cave. La produzione di pietra è per il 90% assorbita dal mercato interno. Grande è, quindi, l’interesse ad acquisire know-how per migliorare la qualità del prodotto. Nei primi 9 mesi del 2016, l’Italia ha esportato tecnologia lapidea per un valore di circa 16 milioni di Euro, con una previsione di chiusura dell’anno 2016 dicirca 20 milioni di Euro di export. IRSE è la fiera specializzata nel settore delle pietre naturali e di tutta la filiera tecnologica, dalle macchine per l’estrazione a quelle per la lavorazione fino alla creazione dei prodotti finiti, senza contare tutto il comparto dei consumabili e delle attrezzature complementari.

Teheran, Iran Luogo: Tehran Permanent Fairground Data: 10.07.2017 - 13.07.2017 Scadenza adesioni: 30.04.2017 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com www.irsestonefair.com


Teheran, Iran

10/13 luglio

OFFERTA AREA MARMOMACCHINE L’offerta comprende: • acquisizione dell’area • grafica stand - logo/ragione sociale • tavolo con sedie • piccolo mobiletto chiudibile • porta brochure • cestino e appendiabiti • allacci elettrici • inserimento nel catalogo ufficiale della fiera Rimangono a carico degli espositori le spese relative all’assicurazione, al trasporto e alla movimentazione del proprio campionario, le spese di viaggio e alloggio del proprio personale presente in fiera ed ogni altro servizio non compreso nel programma.

CONTATTI: MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Sede: Milano - Corso Sempione, 30 20154 Milano - Tel 02 315360 Fax 02 315354 RIFERIMENTI: Marketing & Sales Dept.: Paola Bianchi tel/fax 0331 735449 E-Mail: segreteria @assomarmomacchine.com Skype: Paola Bianchi Assomarmomacchine Contatti per Espositori Internazionali e agenti locali: promo@gm-expo.eu


Cambodia Architect & Decor 2017 8/10 giugno Phnom Penh, Cambogia Cambodia Architect & Décor è la fiera annuale di riferimento della Cambogia e del del Sud-est asiatico per il mondo dell'architettura, del design d’interni e dell'industria delle costruzioni. Giunta alla sua seconda edizione, la manifestazione è organizzata da ICVeX, società con sede in Thailandia con eventi specifici anche in Myanmar e Cambogia, ed ha il sostegno del Cambodia Architect Council e del Ministero della gestione del Territorio, dell'Urbanistica e delle Costruzioni (MLMUPC). La prima edizione della fiera, nel 2016, ha avuto un ottimo riscontro in termini di espositori e di pubblico, con operatori provenienti da Thailandia, Singapore, Malaysia, Vietnam, Corea, Germania, Italia e Cambogia e oltre 3.500 visitatori specializzati.

PERCHÈ PARTECIPARE • I progetti di costruzione approvati in Cambogia nel 2015 sono aumentati di oltre il 30% facendo registrare un valore di circa 3,3 miliardi di USD, secondo l'ultimo rapporto reso pubblico dal Ministero della Gestione del Territorio, dell'Urbanistica e delle Costruzioni. Il Phnom Penh Post ha riferito che lo scorso sono stati approvati oltre 2.300 progetti, pari a 7,7 milioni di mq, per un valore-record di oltre 2,5 miliardi di USD. • Nella prima metà del 2016, sono stati importati circa 1,2 milioni di tonnellate di materiali da costruzione (+32% rispetto al 2015). • "Con una crescita sostenuta del prodotto interno lordo e un'ampia adozione del dollaro statunitense, la Cambogia è ben posizionata per attirare investimenti immobiliari da tutta la regione del Sud-est asiatico. Questa crescita è facilmente mostrata nello skyline di Phnom Penh, la capitale del Paese", ha detto il direttore della

MODALITÀ DI ADESIONE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, in collaborazione con ICVeX Co. Ltd, promuove la partecipazione delle Aziende italiane del comparto lapideo e tecno-marmifero alla CAMBODIA ARCHITECT & DECOR. Per maggiori informazioni su costi e modalità di partecipazione è possibile contattare l'Ufficio Fiere dell'Associazione: segreteria@assomarmomacchine.com

Phnom Penh, Cambogia Luogo: The Diamond Island Convention & Exhibition Center (DIECC) Data: 08.06.2017 - 10.06.2017 Scadenza adesioni: 15.05.2017 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com www.cambodiaarchitectdecor.com

CBRE Cambogia, la principale società di real estate del Paese. La CBRE ha anche previsto per il 2018 un aumento del 794% dell'offerta di costruzioni di immobili ad uso abitativo. • Il settore delle costruzioni continua a crescere in maniera sostenuta ed è oggi il fattore più dinamico della crescita del PIL del Paese.


Myanmar Build & Decor 2017 5/7 ottobre Yangon, Myanmar È in programma dal 5 al 7 ottobre 2017 a Yangon la 4a edizione della MYANMAR BUILD & DECOR, la più importante piattaforma fieristica del Myanmar per il settore dei materiali da costruzione, dell'arredamento d'interni e della decorazione. Nel 2016 la fiera ha registrato circa 6 mila visitatori e la partecipazione di 200 aziende provenienti, oltre che dal Myanmar, da Thailandia, Malaysia, Cina, Singapore, Corea del Sud, Giappone e Vietnam. La fiera è supportata da Union of Myanmar Federation of Chambers of Commerce and Industry (UMFCCI), Myanmar Construction Entrepreneur Association (MCEA), Myanmar Engineering Society (MES), e dall'Associazione degli Interior Designer del Myanmar (AMID).

PERCHÈ PARTECIPARE • Le prospettive positive per l'industria edile del Myanmar sono supportate da un’economia in rapida crescita e da un forte aumento degli investimenti pubblici nelle infrastrutture pubbliche e da un crescente interesse degli operatori immobiliari nazionali ed esteri nella costruzione di unità residenziali per soddisfare le crescenti esigenze della popolazione • Il settore delle costruzioni del Myanmar dal 2011 al 2015 ha

MODALITÀ DI ADESIONE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, in collaborazione con ICVeX Co. Ltd, promuove la partecipazione delle Aziende italiane del comparto lapideo e tecno-marmifero alla della Myanmar Build & Decor 2017. Per maggiori informazioni su costi e modalità di adesione alla manifestazione è possibile contattare l'Ufficio Fiere dell'Associazione: segreteria@assomarmomacchine.com

registrato un tasso di crescita annuo del 7,2%. Le previsioni indicano che questo tasso è destinato a raggiungere il 10,4% tra il 2016 e il 2020. • Il valore della produzione dell'industria edile del Myanmar nel 2015 è stato di 8,2 miliardi di USD, e si stima che il fatturato del comparto nel 2020 dovrebbe raggiungere i 13,5 miliardi.

Yangon, Myanmar Luogo: Myanmar Event Park (MEP)/Mindama Data: 05.10.2017 - 07.10.2017 Scadenza adesioni: 15.09.2017 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com www.myanmarbuilddecor.com


Swissbau 2018

SWISSBAU 2018: unisce e riunisce In occasione del prossimo salone SWISSBAU 2018 di Basilea, la principale fiera specializzata nel settore edile in Svizzera e una delle più importanti a livello internazionale, ICE Agenzia e Confindustria Marmomacchine, con il supporto organizzativo di Gm-Expo, promuovono un progetto di STAND COLLETTIVO dedicato alle aziende italiane del solo comparto lapideo nel padiglione 2.0.

PERCHÈ PARTECIPARE SWISSBAU rappresenta la più affermata piattaforma dell’industria edile in Svizzera, un punto d'incontro dove allacciare contatti con i principali decision maker nazionali e internazionali del settore: architetti, ingegneri, progettisti, artigiani, commercianti, facility manager, fornitori di servizi immobiliari e investitori. Nell'edizione 2016 sono stati 1.100 gli espositori - provenienti da 19 paesi presenti alla Messe Basel, che nei cinque giorni della manifestazione ha ospitato più di 100.000 visitatori. L’iniziativa è stata inoltre inserita nel programma promozionale 2017 di ICE Agenzia e beneficerà, qualora approvato, di un supporto finanziario pubblico che permetterà alle aziende interessate di partecipare alla manifestazione assicurandosi una collocazione di grande visibilità e a costi inferiori rispetto ad una partecipazione individuale.

Basilea, Svizzera Luogo: Messe Basel Data: 16.01.2018 - 20.01.2018 Scadenza adesioni: 12.05.2017 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com www.swissbau.ch


Basilea, Svizzera

16/20 gennaio

OFFERTA DI PARTECIPAZIONE Il costo di partecipazione per le aziende che aderiranno all’iniziativa è di € 4.900, ogni modulo (circa 8 mq). L’offerta comprende: pareti, pedana, nome dell’azienda, 1 tavolo, 4 sedie, 1 cestino gettacarte, 1 appendiabiti, 1 presa elettrica, illuminazione, logo aziendale, connessione wi-fi, 2 tessere espositori, inserimento a catalogo, uso spazi e servizi comuni. Rimangono a carico degli espositori le spese realtive all’assicurazione, al trasporto e alla movimentazione del proprio campionario, le spese di viaggio e alloggio del proprio personale presente in fiera ed ogni altro servizio non compreso nel programma.

MODALITÀ DI ADESIONE Per partecipare l’azienda dovrà inviare entro e non oltre il 12.05.2017 la domanda di partecipazione debitamente compilata a sottoscritta dal legale rappresentante direttamente a segreteria@assomarmomacchine.com oppure a promo@gm-expo.eu

CONTATTI: MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Sede: Milano - Corso Sempione, 30 20154 Milano - Tel 02 315360 Fax 02 315354 RIFERIMENTI: Marketing & Sales Dept.: Paola Bianchi tel/fax 0331 735449 E-Mail: segreteria @assomarmomacchine.com Skype: Paola Bianchi Assomarmomacchine Contatti per Espositori Internazionali e agenti locali: promo@gm-expo.eu


MARMO MACCHINE MARK Licensees companies

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

“Strictly Italians”


Federation of Indian Granite & Stone Industry

ia

d n

,I

ru

eb

lu

F

ga

0, -1

en

B

07

3 1

ru

ar

y

20

18

2018 7th to 10th February 2018 at Bangalore International Exhibition Centre (BIEC), Bengaluru, India GOLD SPONSORS

SILVER SPONSORS “Master of Granites”

PARADIGM GRANITE

VARSHA EXPORTS

for participation please contact: The Chairman, STONA 2018 Fair Federation of Indian Granite and Stone Industry 'STONA', 429/7, 12th Cross, Sadashivanagar, Bengaluru - 560080, INDIA Tel.: +91-80-2361 2541, Fax: +91-80-2361 0993 E-mail: figsi@stonafigsi.com, stona@stonafigsi.com

www.stonafigsi.com


Ottimi risultati per le iniziative di IMM a favore del comparto lapideo ApuoVersiliese. Dopo la felice conclusione della mostra “La Luce Del Marmo” al Fuorisalone milanese, arriva dal 10 al 18 giugno “White Carrara Downtown”.

154

Moltissimi gli architetti e i designer alla scoperta dei tanti volti del marmo che hanno ammirato le opere e i manufatti esposti dalle otto aziende partecipanti; prossimo step, vestire a festa Carrara, mostrando l’arte “di marmo”, ma non solo.

Excellent results for the IMM’s initiatives for the Apuo-Versilian stone district. After the successful conclusion of the exhibition “La Luce Del Marmo” at the Fuorisalone in Milan, from 10 to 18 june there is “White Carrara Downtown”. Many architects and designers discovering the many faces of marble by admiring the works and products shown by the eight participating companies; next step, dressing Carrara up, showing the art “of marble”, but not only.


155

i è conclusa con soddisfazione da parte dei suoi protagonisti l’esposizione di opere e manufatti in marmo in mostra sui 350 mq dedicati a “La luce del Marmo” al Fuorisalone milanese, all’interno di Space&Interiors presso The Mall di Porta Nuova.

S

T

Il progetto di comunicazione e promozione territoriale portato avanti da IMM Carrara, sotto la direzione artistica di Angelo Dadda di Looping e il patrocinio di ADI Associazione per il Design Industriale e Comune di Carrara, si è sviluppato intorno alle tematiche della luce e della leggerezza applicate al marmo, in una sorta di percorso museale creato dalle otto aziende protagoniste: Campolonghi, Errebi Marmi, Fibra, Franchi Umberto Marmi, Garfagnana Innovazione, G.M.C. Graniti Marmi Colorati (in partnership con Jing Living Furniture Design), Marmi Carrara e Sa.Ge.Van. Marmi. Hanno inoltre partecipato in qualità di partner tecnici Targetti Sankey, DS Trading, MT Stone, Profumi del Marmo.

The territorial communications and promotions plan implemented by IMM Carrara, under the artistic direction of Angelo Dadda (Looping) and sponsored by ADI (the Industrial Design Association) and Carrara Municipality, focussed on the themes of light and lightness applied to marble, in a kind of museum tour created by the eight participating companies: Campolonghi, Errebi Marmi, Fibra, Franchi Umberto Marmi, Garfagnana Innovazione, G.M.C. Graniti Marmi Colorati (in partnership with Jing Living Furniture Design), Marmi Carrara and Sa.Ge.Van. Marmi. Other companies including Targetti Sankey, DS Trading, MT Stone and Profumi del Marmo also took part as technical partners.

Le aziende, affiancate da importanti designer, hanno declinato con arte e passione il marmo, realizzando per l’occasione opere

he exhibition of marble works and products on display over about 350 sqm dedicated to “ La Luce del Marmo” held at Space&Interiors in The Mall of Porta Nuova as part of the Fuorisalone in Milan ended with great satisfaction on the part of those taking part.

The companies, flanked by important designers, showed marble with art and passion, creating works and products of great visual impact for the occasion. Works that skilfully show the great versatility


e manufatti di grande impatto visivo, capaci di mostrare con maestria la grande versatilità d’uso dell’oro bianco di Carrara, non solo blocco e lastra, ma anche elemento d’arredo, oggetto di design e moderna opera d’arte. Molto apprezzata la sede scelta per la realizzazione dell’evento, ma anche il pubblico in visita, costituto in larga parte da architetti e designer internazionali che hanno offerto buone opportunità di contatti e futuri sviluppi, rappresentando anche, per alcune aziende, una tipologia di visitazione diversa dall’abituale. La partecipazione all’evento è stata giudicata positivamente in termini di location, per la cura dell’esposizione e per la scelta di inserire nello stesso contesto opere e manufatti diversi, attraverso i quali far comprendere nell’immediatezza le tante opportunità d’uso del materiale.

156

Prossimo evento in programma “White Carrara Downtown”, quando Carrara e le aziende lapidee si “vestiranno a festa” per accogliere e incontrare clienti, buyer, giornalisti, professionisti, architetti e designer nel contesto di un nuovo modo di valorizzare il territorio apuoversiliese e il suo core business secondo una chiave di lettura più attuale: quella della FIERA NATURALE, dove i capannoni delle aziende fanno la funzione dei padiglioni, e le cave diventano l’estensione naturale dei capannoni stessi. Dal 10 al 18 giugno la città offrirà ai visitatori un’occasione di conoscenza a forte impatto emotivo, in un racconto di aziende, di storie fatte di uomini, di passioni, di lavoro, di prodotti, di design. Attraverso specifici tour il sarà possibile conoscere le unicità di uno dei luoghi più affascinanti d’Italia dove scoprire un raffinato centro storico, gustare prelibate specialità locali e assistere a concerti, spettacoli e eventi diversi ogni sera. Fra le tante opportunità anche un “Sight and Seeing Tour” che permetterà la visita del centro storico e quello delle cave, in fuoristrada, con stop alle larderie di Colonnata.

of use of the white gold from Carrara: not only blocks and slabs, but also pieces of furniture, design and modern artwork. Much appreciated was the site chosen for staging the event as was the public visiting, mostly international architects and designers who offered companies good opportunities for contacts and future developments and, for some of them, a different kind of visit. All the companies considered their participation in the event a positive experience in terms of location, the attention given to the exhibition and the choice to include different works and products in the same context, showing the many possible uses of the material altogether. The next event planned is “White Carrara Downtown”, when Carrara and stone companies will “dress up” to welcome and meet customers, buyers, journalists, industry professionals, designers and architects, a new way of enhancing the area Apuan-Versilia and its core business, according to a more modern interpretation: that of a WIDESPREAD EXHIBITION, where the warehouses of the companies make the function of the pavilions, and the quarries become a natural extension of the factories. From 10 to 18 June, the town will be offering its visitors a rendez-vous of strong emotional impact, in a tale of companies, of stories made of men, passions, work, products and design. Specific tours will enable visitors to learn about the uniqueness of one of Italy’s most fascinating places. They will discover a fine old town, where they can taste local delicacies and enjoy concerts, shows and different events each night. Among the many opportunities, also a “Sight and Seeing Tour” that involves the visit to the old town and the quarries in a jeep, with stops at the “larderie” in Colonnata. Many prominent events: among others, on 15th June the unique spectacle of magic and illusionism by Erix Logan, on 11th June the


Molti gli eventi di rilievo: fra gli altri, il 15 giugno il particolarissimo spettacolo di magia e illusionismo di Erix Logan, l’11 il concerto della cantante e artista inglese Sarah Jane Morris, il 16 quello di Richard Galliano, fisarmonicista francese di musica Jazz, oltre al gradito ritorno a Carrara del pianista e compositore Giovanni Allevi che, il 17 giugno, si esibirà con i suoi 48 musicisti nello splendido scenario delle cave di marmo. Inoltre “Guiness della Scultura” un grande evento di scultura a mano che coinvolgerà decine di artisti e giovani scultori e “Studi Aperti” con l’apertura eccezionale delle botteghe e degli studi della città. Ma White Carrara Downtown non sarà solo arte e intrattenimento: sono stati invitati architetti e aziende italiane del lapideo, perché a Carrara si fa business direttamente nelle aziende del territorio, e parteciperanno all’evento 120 operatori internazionali, per mettere concretamente a sistema la rete di cooperazione tra cave e imprese con l’organizzazione di OPEN-DAY in azienda e in cava, oltre che attraverso incontri B2B con buyer esteri altamente qualificati.

“Al Fuori Salone volevamo creare uno strumento di comunicazione e promozione “giusto” per le nostre aziende e per la valorizzazione del marmo, e posizionarlo in un contesto altrettanto giusto in termini di visibilità internazionale e affluenza di alto livello qualitativo – spiega il presidente di IMM Fabio Felici – la bella sorpresa è stata che, oltre a centrare perfettamente questo obiettivo, abbiamo dato alle aziende anche delle ottime opportunità di business. Il proposito, dunque, non può essere che continuare a operare sulla strada intrapresa, a maggior ragion anche in occasione di White Carrara Downtown, facendo promozione e creando strumenti efficaci per le aziende, affinché la IMM abbia un ruolo sempre più centrale rispetto alle attività di promozione del settore lapideo sul territorio.” Info: carraramarmotec.com Ufficio Comunicazione Promozione e Marketing IMM Laura Malavolta l.malavolta@carrarafiere.it

concert of the British singer and artist Sarah Jane Morris, on 16th, the French Jazz accordionist Richard Galliano, the welcome return to Carrara of the pianist and composer Giovanni Allevi who, on 17th June, will be performing with his 48 musicians in the beautiful scenery of the marble quarries. In addition, the “Guiness della Scultura”, a big event for sculpting by hand involving dozens of artists and young sculptors and “Studi Aperti” with the exceptional opening of shops and ateliers in the town. But White Carrara Downtown will not be just Arts & entertainment. Italian architects and companies have been invited to attend the event as to directly deal with the Carrara stone companies in their territory, as well as 120 international operators, to put in practice the cooperation network between quarries and companies through OPEN-DAYS in the companies and in the quarries, as well as B2B meetings with highly qualified foreign buyers.

157

“We wanted to create a communications and promotions tool at the Fuori Salone that was “right” “for our companies and for the promotion of marble, and place it in a context that was just as right in terms of international visibility and the attendance of a high calibre audience – said the IMM Chairman Fabio Felici - the nice surprise was that, in addition to achieving this objective perfectly, we have also given companies excellent business opportunities. The intention, therefore, must be to continue to work along these lines, even more so during White Carrara Downtown, carrying out promotion and creating effective tools for companies, so that the IMM has an increasingly central role in the promotion of the stone industry in the territory.” Communication, Promotion ad Marketing Office IMM Laura Malavolta l.malavolta@carrarafiere.it

* Pagine a cura di / By:

T A C A R


UN CONCENTRATO DI RISPARMIO PER IL TUO BUSINESS Le convenzioni nazionali di Confindustria: oltre 30 partner che ti offrono vantaggi ed opportunitĂ dedicati e in esclusiva su prodotti e servizi legati alla tua attivitĂ  imprenditoriale.


Sei un’azienda associata a Confindustria? Vuoi risparmiare e far crescere il tuo business? Scopri RetIndustria: la rete delle convenzioni nazionali di Confindustria che con i suoi oltre 30 partner e i vantaggi e le opportunità offerte in esclusiva può ripagarti in parte o del tutto della tua quota associativa. Visita il sito www.confindustria.it, entra nella sezione Convenzioni e registra la tua azienda. Oppure scrivi a diffusione@assomarmomacchine.com.

UN CONCENTRATO DI RISPARMIO PER IL TUO BUSINESS


Risparmiometrro Azienda

Prro odotto / Serrv vizio 2 notti presso Novotel N Milano Ca Granda, 4 stelle, in Camera Superiorr, per 2 persone Sala virtuale pe per 5 connessioni in videoonferenza da apparati, pp da PC W WeebR RTC, T Tablet a e smartpho one: abbonamento p per 36 mesii con un apparato HD Avver EVC 150 Carnet Italia 12 2 biglietti 99 euro di sconto più 12 crediti di ristorno sul conto Bluebiz Carta aziendalee Verde e gratuita per tutta la durata del contratto Carta aziendalee Oro gratuita per il primo anno, quota ridotta del 50% dal secondo anno Ricerca p prospec p ct,, profilazione, p reputazione, valutazione del rischio, incasso dei mancati pagamenti. Tutto u i un’unica ’ i for f mula in m l Analisi del tessto da tradurre mediante Cat To ools e creazione gratuita g di una Translation Memor y dedicato all’azzienda cliente. Esempio: p traduzione di un testo composto p da p La memo oria d 22.000 22 000 parole. di traduzione d i permette l’i p l’individuazione di id i deii segmenti d g i di testo ripetuti ip i che h verranno conteggiate i all 70% 7 i l presenza del d l 30% 3 del prezzo di liistino: supponiamo, in questo caso, la di ripetizionii Quota annua g gratuita per sempre nei confronti di Presidente - Direttore Generale e Ammistratore d delle aziende i d associa iate Vo olo Milano e/ /o Roma - Hangzhou g tariff tarifffee Business Class (classe ( I)) in vigore g dal 1 Febbraio 2017 2017. TTa a arrifffa comprensiva p i di tasse aeropor p tualili e di carburante per p un totale pl i di € 142 (calcolate ( l l alla data b l complessivo ll d i i i) Ta bi d i i e cancellazione ll i i della 25/1/17 e sog ggette a variazioni). ariff ifffa che h permette cambio data, iitinerario prima ll partenza gratuiiti Serrvizi v di Business Information, Rating, Markting Solutions, Credit Management osto medio per limite di credito per un contratto di assicurazione dei crediti con un Esempio su co fatturato assicu urato di circa 7 mnl di euro nel settore tessile, l’azienda ha richiesto 273 limiti di cred dito tradizionali e 62 6 @rating Bulk Report Info ormativi e monitoraggio portafoglio Serrvizio v sostituttivo di mensa mediante l’utilizzo di Buoni Pasto Dayy del valore unitario di 5 €: azienda 10 dipendenti d i per 12 mesii 22 gg. llavorativi i i con pagamento medio di BB30GG Vo olo Milano - PParigi g tariff tariffe ffe dinamica FLEXI (calsse ( W), ), € 144. TTa ariff a fa comprendente: p numero illimitato o di i d p la l data d d l volo), l ) cambio bi rotta (saldando ( ld d eventu cambi bi di data d ((1 settimana prima p e 3 dopo originale g l del uale l diffferenza tarif diff i da 20kg, g, secondo bagaglio li a mano, FFast Trrackk aeroportua ale, l iffffffaria), i ) bagaglio b g gli iin stiva d 20k d b ng, posto assegnato a bordo in file fil up-front speedy boardin Buoni Acquisto. q . Dipendenti p 100. Stima valore transato annuo: €. 25.000. Costo di mercato: commissio one 8% Of 8%. Offfferta Eud E daimon: d i commissione i i 5%. 5% Offferta Easy-de y edicata alle aziende con 1 o 2 mezzi leggeri, gg , anche liberi p professionisti. azienda meedia con un consumo o annuo di 10.000 lt di gasolio g (prezzo (p medio di nazionale listino enii rilevato il da Quotidia ano Energia E gi il 10 g geennaio i 2017 di €/lt. €/l 1,561) 1,561)) e 1 ffurgone/2 g /2 auto,, che h acquista q i il suo fabbisogno f bbi g iin moda dalità li à Iperself per il 68% 6 (media ( di nazionale €/lt. €/l Ip lf p i l clienti li i easy di Confindustria) C fi d i ) e somma lo l sconto alla ll pompa (€ 0,155) 0 155) con queello ll in i convenzione i (€/l (€/lt. 0 0,01) 01) Ordine così com mposto: p 1 cf. da 5 risme di carta p per fotocopie p A4 g grammi 75,, 1 cf. da 6 raccoglitori g p per archivio hi i d dorso 8 p protocollo ll colore l blu, bl , 1 colla ll stick i k da d grammi g i 40, 40, 1 correttore a nastro mm 4 4,2x10 ,2 10 m, m, 1 cucitrice i i a pinza pi a p per p puntii 6/4 e 6/6 6/6,, 10 cf. f d da 1000 punti p i 6/4 6/4,, 1 cf. f d da 50 penne p a sfera f colore l bl blu,, 1 cf. f da d 10 evidenzia id iatorii colore l giallo, gi ll , 1 cf. f da d 12 blocchetti bl h i da d 100 foglietti f gli i riposizionabili ip i i bili colore l giallo, gi ll , 1 cf. f. da d 50 buste b t a forat f ttura universale i l for f mato 22x30 22 30 finitura fi iit li i , 1 cf. liscia, f d da 50 b buste t a foratura f t universale i l fformato m 22x30 finitura a buccia di arancia,, 1 mouse ottico colore l bianco, b , 1 calcolatrice da tavolo a 12 cifre,, 1 cf. da 4 pile d p l mini sstilo p l stilo avana mm m l AAA,, 1 cf. f da d 4 pile l AA,, 1 cf. f da d 6 nastri da d imballo b ll low l noise colore l 50x66 50 66 m,, 1 cia iabatta b universale i l 4p prese con interruttore i e limitatore, li i , 1 cf. f da d 24 bottiglie b igli acqua q Levissi L i iima liscia li i da d mll 500 0, 0, 1 cf. f da d 10 rotolili carta iigienica gi i iin pura p cellulosa ll l 2 velili 190 strappii 20, 20 90 metri, i 1 cf. f. d da 12 rotolil carta asciugamani a in pura cellulosa ll l 2 velili 163 strappi, i 57 metrii Garanzia di asssistenza e rimborso spese p mediche nominativa Business Pass Identityy per p missioni effettuate ff e da titolari-amminist i l i i i tratori-dipendenti , durata massima della 90 gior gi ni,, nesssun i dip d i della d ll azienda i d assicurata, i d i d ll missione i i obbligo bblig di com municazione, i i , validità lidi à mondo d intero, i ,q quotazione i p per una copertura p di 10 teste identifica id d fi ate, i massim imale l rimborso i b di h euro 250.000 250 000 + assistenza i b garanzia spese mediche + bagaglio l per euro 3.000


www.confindustria.it Costo € Normale In convenzione

Risparmio €

%

260

234

266

10

9.750

6.450

3.300

4 45

1.188

1.089

99

8,3

62

0

62

00 10

7.200

6.120

1.080

2 27

2.420

1.872

548

15

52

0

52

00 10

2.233

2.087

146

7

5.000

4.000

1.000

20 2

11.311

9.836

1.475

13

133

67

66

5 50

13.200

9.680

3.520

15 5,5

144

133

11

5

2.000

1.250

750

0,3 375

65.500

61.942

3.558

5,4

193

104

89

46 6,2

4.600

3.650

950

2 20

Scegli le offfe erte di tuo interresse e


Risparmiometrro Azienda

Prro odotto / Serrv vizio Noleggio gg menssile g gruppo pp B (es. ( Fiat Panda ) a tariffa speciale p dedicata (oneri ( e iva esclusi) con speeciali franchigie f hi i dann d nii e ffurto, guida id aggiuntiva i i gratuita i e chilometraggio hil i illi illimitato i (*)) Trattasi Tr di ma argine g positivo p a favore degli g Associati derivante dalla vendita dei TEE. Veendita d di di 1.00 1 00 00 TEE nell p periodo i d Gi Giugno g 2016 - O Ottobre b 2016 - Tramite r i Borsa B GME: Medio GME vendita di all Prezzo P M di di Periodo P i d di 140,51 140, €/TEE;; d b l l vendita d all Prezzo Medio d di d Borsa di d 173,19 €/TEE - Tramite r Accorrdo bilaterale: (aggiornato alla a sessione del 07/02/2017) Defibrillatore Ph hysio-Control y Lifepak p CR Plus completo p di Armadietto, rm Kit rianimazione, cartello di segnalazio one, pacchetto h assist i tenza per 5 annii e corso BLSD per 12 persone Investigazioni g A Aziendali: tariffa f oraria p per indagini g su Concorrenza sleale ((es. furto di marchi e brevvetti, violazione patto o di non concorrenza); dipendenti f tunio, llegge 10 04) i l i ) verifica ifi Assenteismo A i di d i (es. ( malattia, l i infor Ordinativo com mprendente: p 1 cucitrice a pinza p Maestri;; 1 cutter LLyyyreco;; 12 Post-it 3M 76x76;; blocco Piigna g i f )); penna f TTrratto ( conf.50); f 50)); evidenziatore id i id A/4 ((conf.10); f 10); 5 risme carta A/4 (1 ( conf.); p sfera TTrratto Viideo ( f ); (conf.12); o b ; marcatore per p manente Pentell N50 ((conf.12); abile ) 1 corrrettore nastro Tombow; f ); ) 1 lavagna l g cancella BI-Offi fice 90x6 60;; registratore g con custodia LLyy D8 (conf.9); ( ); buste a perforazione p f universale l ffi di Lyreco D i i l Ess E selte ((conf.50); 50)); buste b e per p corrispondenza ip d 11x23 11 23 s/f / /ff (conf.500); ( f 500)); 1600 etichette i h multiuso li LLyyyreco 105x37; botttiglie g acqua q llevissima i i a0 0,5 ,5 llt ((conf.24); f 24)); asciugamani i g i piegati pi g i a V LLucart 190 ffogli gli ((conf.20); f 20))); carta iigenica g i LLotuss 30 rotolili (1 ( conf.); p q id A Amuchina 5lt.;; 25 CD V Ve b i (1 Verbatim ( conf.); 8 gb b; 4 f )); 1 sapone liliquido hi 5l f ); ) 1 memoria i USB U Emtec E hi E K i cartucce getto di d iinchiostro Epson; 1 toner LLaser B/N S Samsung; 1 mouse Kensington Price list dedica ata su Formula Certa;; serrvvizio di recapito p postale p brevettato e certiffi ficato con tecnolo ogia g bl d ll corrispondenza i d satellitare che g garantisce la tracciabilità della e ne certifica ifi l’avvenuta l’ consegna. Pre P ezzo IV VA esclusa VA perr scaglione fino a 20 gr l li di peso fi Selezione,, somministrazione,, formazione (4 ( ore sicurezza generale g in e-learning g e,, p per rischio basso,, 4 ore di fformazione sicurezza d s specialistica p l i in i e-learning, l i g, gestione g i amministrativa i i i di 1 risorsa i per p un period p i d do di 12 mesi, i 2° live li ello ll del d l metalmeccanico l i piccola i l iindustria, d i costo lavoratore l comprensivo i di markk up Orie O ienta Copertura Vita valori per 2 dirigenti: uno di 40 anni e uno di 50. Capitale assicurato = 220.000 M+ IP Azienda con 20 auto e un consumo annuo di 50.000 lt di g gasolio che acquista q in modalità “servito” rv per il p 30% e in i moda dalità li selflf per il 70% 70%. S Sconto iin ffattura di 0 0.02 02 €/l €/lt. più i un bonus b di fine fi anno parii a 0.005 0 005 5 €/ llt; nessuna ffee car c ta o portale l web b Camera dus Classic a Roma presso Starhotels Michelangelo Serrvizi v di Tim Digital D g Store (Data Space p Easyy, y, Multiphone p Conference,, Business Mail,, Virtual Fax,, Con ntatti Powerr, Vetrina e i PPowerr, TIM WiFi Power P r, TIM ID): ID D) D 12 canonii mensili ili più i una tantum attivazione i i contratto To otalErg g Cards per p chi ha esigenze g di viaggiare gg anche all’estero;; il miglior g Prezzo assicura un vantaggio gg o alle flotte. fl Azienda A i d con 60 60.000 000 lilitrii di consumo annuo di gasolio, g li , che h acquista q i iin modalità d li à ““serrvvito” i ”p per il 30% 3 e il rimanente i in promozione i sulle ll isole i l Self-Ser S lf S rvvice Area Pi Più di TotalErg, o lE più annuo suii consum mi i oA i bonus b Vo olume di acq quisto di 5.000 euro/anno q / biglietti g al 50% tra 1^cl./Business / e 2^cl. Standard (sco onto rispettivamente dell 10% e d dell 5%) più benefit Cartafreccia Oro gratuita 3.000) i d i b fi C f i O i ((valore l €3 000) Fatturato medio o azienda per la somministrazione di una persona per un anno - payroll UnipolSaip Pro odotto Responsabilità p Civile dell’Impresa p - attività di carpenteria p a Varese: Va Massim male retribuzioni ib i i € 5 500.000 500 000 Garanzia G i RCT/RCO/RCI € 1.000.000 1 000 000 con franchigia f higi € 500 - Garanzia R.C. PProdotti d i FFattura ato € 2 2.200.000 200 000 M Massimale i l €1 1.000.000 000 000 E Estensione i USA USA, C Canada, d M Messico i FFatturatto € 10 000 Massim 10.000 male € 1 1.000.000 000 000 - Tu utela Giudiziaria Fatturato € 2 2.210.000 210 000 Massimale € 20 20.000 000 Coper p tura sanitaria: ricovero,, alta specializzazione, p , visite ed accertamenti,, trattamenti fisioterapici p i da infor i f tunio,, pro p otesi/ausili i/ ili acustici i i ed d ortopedici, p di i, p prevenzione i odontoiatrica, d i i , odontoiatria/or d i i / todon d nzia,, interrventi v i chiru hi rgici gi i odontoiatrici, d i i i prevenzione, i prestazioni i i a tarif ifffe agevolate, l statii di non autosuffi ffi ficen nza, serrvizi vi i di consu ulenza l Piattaforma Myy Welfarer We destinata a dipendenti p dell’impresa. p Esempio: p volume d’acquisto q per p €. 25.000 0,00 di volume comp plessivo l i caricato i (commissione ( i i standard d d nazionale i l 8,5%; 8 5% commissione i i R RetIndustria I d i 6%)


www.confindustria.it Costo € Normale In convenzione

Risparmio €

%

578

459

119

2 21

140 140.510 510

173 190 173.190

32 680 32.680

23 3,3

2.074

1.828

246

1,9 11

100

80

20

2 20

620

272

348

5 56

0,64

0,61

0,03

5

36.400

33.827

2.573

30 3 u Orienta) (sul mark up

952

837

115

1 12

74.610

71.597

3.013

4

150

135

15

1 10

1.770

1.499

271

15 5,3

88.440

78.120

10.320

1,7 11

8.000

4.625

3.375

42 2,2

37.909

35.194

2.715

3 30 (sul mark up Umana)

9.016

7.032

1.984

2 22

550

470

80

1 15

3.475

2.850

625

18 1 13 3,4 13 3,4 13 3,4

ME EDIA ME EDIA

Scegli le offfer e te di tuo interre esse

CALCOLA IL TUO RISP PAR ARMIO O CALCOLA IL TUO RISP PAR ARMIO O


E LENCO A DERENTI / M EMBERS

OF

/ M ITGLIEDER

VON

ASSOCIAZIONI E CONSORZI TRADE ASSOCIATIONS AND CONSORTIA ASSOCIAZIONE MARMISTI DELLA REGIONE LOMBARDIA

Galleria Gandhi, 15 20017 RHO (MI) Tel. 02/93900750/40 Fax 02/93900740 info@assomarmistilombardia.it www.assomarmistilombardia.it

Associazione di settore Settorial association

ASSOFOM ASSOCIAZIONE ITALIANA PRODUTTORI FORNITURE PER MARMISTI

Galleria Ghandi, 15 20017 RHO (MI) Tel. 02/93900750 Fax 02/93900740 info@assofom.it www.assofom.it

Associazione Italiana produttori forniture per marmisti Italian association of marble furnishing producers

CONSORZIO CARRARA EXPORT

Viale XX Settembre, 207-209 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/856649 Fax 0585/53449 info@carraraexport.com www.carraraexport.com

Consorzio di imprese del comprensorio apuano del settore lapideo / meccanico Consortium of companies in the Apuan district working in the stone/mechanics sector

CONSORZIO ITALIANO PORFIDO DEL TRENTINO SOC. CONS. COOP.

Via G. Di Vittorio, 21 38015 LAVIS (TN) Tel. 0461/829835 Fax 0461/829835 info@italporphyry.eu www.italporphyry.eu

Commercio porfido e pietre naturali Commercialization stone porphyry

CONSORZIO MARMISTI BRESCIANI

Via Zanardelli, 7/B 25080 VIRLE TREPONTI (BS) Tel. 030/2594506 Fax 030/2595670 info@consorziomarmisti.org www.consorziomarmisti.org

Consulenza alle ditte associate e promozione dell’area bresciana Consultant for the associated firms and promotion of the area of Brescia

CONSORZIO MARMISTI CHIAMPO

Piazza G. Zanella, 18/C 36072 CHIAMPO (VI) Tel./Fax. 0444/625435 info@consorziomarmistichiampo.com www.consorziomarmistichiampo.com

Il CMC, costituito nel 2005, raggruppa 25 aziende che presentano un ciclo produttivo completo nella pietra naturale per interni ed esterni The CMC, founded in 2005, counts 25 companies that have a complete production cycle in the natural stone for indoor and outdoor

CONSORZIO PRODUTTORI MARMO BOTTICINO CLASSICO

Via Tito Speri 52/a 25082 BOTTICINO (BS) Tel. 030/2190627 Fax 030/2190637 consorzio@marmo-botticino.it www.marmo-botticino.it

Cave proprie di marmo Botticino Classico Botticino Classic marble own quarries

CONSORZIO PROMEX

Via Dorsale, 13 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/792562 Fax 0585/792567 cores@bicnet.it www.prom-ex.it

Servizi all’export alle aziende del settore lapideo e macchinari in esso impiegati Export services for stone sector and allied machinery companies

PIETRE NATURALI DIMENSIONAL STONE A.A.T.C. AND CO. S.R.L. MARMI E GRANITI

Via Napoleone, 8 37015 SANT'AMBROGIO DI VALPOLICELLA (VR) Tel. 045/6861627 Fax 045/6861057 info@aatc.it www.aatc.it

Commercio di materie prime, semilavorati, prodotti finiti in marmo, pietra, granito, travertino, semipreziosi e onici Trade of marble, granite, limestone, travertine, onyx, travertine, semiprecious jobs

ALIMONTI S.R.L.

Viale Del Lavoro, 13 24058 ROMANO DI LOMBARDIA (BG) Tel. 0363/903372 Fax 0363/901939 commerciale@alimonti.eu www.alimonti.eu

Arredo urbano e giardini, lavorati per edilizia Urban and garden fitments, finished partes for building

ANTOLINI LUIGI E C. S.P.A.

Via Napoleone, 6 - Fraz. Ponton 37015 SANT’AMBROGIO DI VALPOLICELLA (VR) Tel. 045/6836611 Fax 045/6836666 al.spa@antolini.it www.antolini.com

Lavorazione e commercio marmi, graniti, onici, travertini, limestone e semipreziosi in lastre, marmette e lavorati Processing and trade of slabs, tiles and finished products of marble, granite, onyx, travertine, limestone and semiprecious

ARIETE MARMI S.R.L.

Via Soniga, 27 25080 NUVOLENTO (BS) Tel. 030/6919502 Fax 030/6898475 arietemarmi@tiscali.it www.paginegialle.it/arietemarmi

Marmo, pavimenti e rivestimenti Marble, flooring and cladding

ANZILOTTI NATALE E FIGLI S.R.L.

Via Sismondi, 52 51017 PESCIA (PT) Tel. 0572/476506 Fax 0572/476293 info@anzilottipavimenti.it www.anzilottipavimenti.it

Lavorati speciali in marmo di Carrara per l'edilizia e l'architettura d'alta gamma Special works in Carrara marble for high-range building and architecture

ARTIGIANA MARMI

Via G. Galilei Trav. 2° 22 25010 SAN ZENO NAVIGLIO (BS) Tel. 030/2667041 Fax 030/2667041 artigianamarmi@lombardiacom.it

Lastre Botticino, lavorati, marmi e graniti per edilizia e arredamenti Botticino slabs, marble and granite manufacturing for building and forniture

ATLANTIDA ITALIA

Via Felice Cavallotti, 10 54037 MARINA DI CARRARA (MS) Tel. 0585/50288 Fax 0585/774357 atlantidait@yahoo.it

Import-export di blocchi di pietra Import-export of stone blocks

AXS S.R.L.

Via S. Giuseppe Vecchio, 51b 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/634242 Fax 0585/783001 info@axsgroup.net www.axsstone.com

Commercio e lavorazione di marmi e affini Processing and trade of marble and stone products

BAGNARA NIKOLAUS S.P.A.

Via Madonna del Riposo, 34 39057 APPIANO (BZ) Tel. 0471 662109 Fax 0471 664704 info@bagnara.net www.bagnara.net

Produzione e lavorazione di blocchi, lastre e lavorati di marmo e granito Production and and processing of blocks, slabs and finished products in marble and granite

BASALTINA S.R.L.

Zoccolini, spaccatello o rustico, cornici, decori, zoccolino sagomato, zoccolino igienico, modul parquet, in marmo e granito Skirtings, split face, moldings, elite skirting, cove base, modul parquet in marble and granite

B&B DI R. BIAGETTI & C. S.N.C.

BAUCE BRUNO E C. S.R.L.

Via dell'Industria, 49 37015 S. AMBROGIO DI VALPOLICELLA (VR) Tel 045/6862420 Fax 045/6862398 info@baucebruno.com www.baucebruno.com

ARTIGIANA MARMI

Via Passignano sul Trasimeno, 11 00191 ROMA Tel. 06/3338590 Fax 06/3338572 basaltina@basaltina.it www.basaltina.it

Via M.U. Traiano, 54 20149 MILANO Tel. 02/39266551 Fax 02/39214218 biagettimarmi@fastwebnet.it www.biagettimarmi.it

Pietra Basaltinai Basaltina stone

Beole e pietre, lastre di botticino, granite e marmo, lavorati per edilizia, mosaici, pavimenti e rivestimenti, piani per arredo, travertine, zoccolini Various stone types, botticino, granite and marble slabs, finished partes for building, mosaics, floors and cladding, decorative layers, travertine, skirting boards

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

EMMEZETA DI ZANONI MASSIMO

MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

BERTI SISTO & C. INDUSTRIA PIETRA SERENA S.R.L.

Via Cornacchiaia-Alberaccio, 1009 50033 FIRENZUOLA (FI) Tel. 055 8198901 Fax 055 8199542 info@bertisisto.it www.bertisisto.com

Estrazione dalle proprie cave, taglio e lavorazione di Pietra Serena e Pietra Serena Extra Dura; vendita di blocchi, lastre e lavorati di questa pietra per edilizia, pavimenti e rivestimenti per interni ed esterni e per arredi urbani. Quarrying from company-owned quarries, cutting and processing of Pietra Serena and Pietra Serena Extra Dura (grey italian sandstone) Sale of blocks, slabs, cut-to-size of this stone for construction, paving and cladding for internal and external use and for urban furniture

B.M.A. S.R.L.

Via Dorsale, 25 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/841127 Fax 0585/847369 info@bma-srl.com www.bma-srl.com

Escavazione e lavorazione di blocchi e lastre di marmo Quarryng and processing of marble blocks and slabs.

BRECCIA AURORA S.R.L.

Via S. Croce, 49 25013 CARPENEDOLO (BS) Tel. 030/9966011 Fax 030/9965428 brecciaaurora@ghirardi.it www.ghirardi.it

Blocchi di breccia aurora, estratti dalle cave di proprietà Blocks of Breccia Aurora, extracted from its own quarries

Lavorazione marmo, granito e pietre per arredamento ed edilizia Marble, granite and stone working for forniture and building

CALDERA MARMI S.R.L.

Via Treponti, 57 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2594132 Fax 030/2594024 info@calderamarmi.it www.calderamarmi.it

Marmi e graniti per l’edilizia e l’arredamento Marbles, and granits for any use

Via Brendibusio, 2 25040 BRAONE (BS) Tel. 0364/434029 Fax 0364/434545 info@cappellinimarmi.it www.cappellinimarmi.com

Lavorati edilizia - Arredamento - Funeraria Manufacturing for building - Forniture - Funerary

CASALE S.R.L.

Strada Provinciale Apricena-Poggio Imperiale Km 3 71011 APRICENA (FG) Tel. 0882/99742 Fax 0882/996257 dellerba.paolo@libero.it

Blocchi di Pietra di Apricena Marble blocks

CASONE VERONA STONE S.R.L.

Via Toscana, 114 40035 CASTIGLIONE DEI PEPOLI (BO) Tel. 055/819331 Fax 055/8199006 info@ilcasone.it www.ilcasone.it

Pietra e Marmi Stone and marbles

CAUCCI MARBLE S.R.L.

Via dell'Industria Centro, 21 37010 RIVOLI VERONESE (VR) Tel 045/6269389 Fax 045/6269389 info@cauccimarble.it www.cauccimarble.it

Estrazione, lavorazione e commercializzazione Travertino Romano Roman travertine extraction, processing and trading

CAVE GAMBA S.A.S.

Via T. Tasso, 24 24014 PIAZZA BREMBANA (BG) Tel. 0345/82638 Fax 0345/82516 info@cavegamba.it www.cavegamba.it

Blocchi e lastre di Marmo Arabescato Orobico Blocks and slabs of Arabescato Orobico marble.

CERESER MARMI S.P.A. Unipersonale

Via Scalzi, 20 37122 VERONA Tel. 045/6284911 Fax 045/6269090 amministrativo@ceresermarmi.com www.ceresermarmi.com

Lastre di granito, marmo, quarzite, travertino, onice, ardesia Granite, quarzite, marble, travertine, onyx, slate slabs

C.I.M.E.P. S.R.L.

Via Bassano del Grappa, 4 00195 ROMA Tel. 0774/529271 Fax 0774/325131 info@cimep.it www.cimep.it

Estrazione e lavorazione travertino romano Roman travertine extraction and processing

CITTADINI MARMI S.A.S.

Via Gardesana, 31 25086 REZZATO LOC. VIRLE TREPONTI (BS) Tel. 030/2791538 Fax 030/2592435 cittadinimarmisas@virgilio.it

Rivestimenti in pietra rustica Rustic wall facings

COLOMBO & C. S.R.L.

Viale dell'Industria 14 37010 CAVAION VERONESE (VR) Tel. 045 6261309 Fax 045 2372217 laura@serizzocolombo.com www.serizzocolombo.com

Marmo, granito Marble, granite

COOPERATIVA OPERAI CAVATORI DEL BOTTICINO SOC. COOP.

Via Molini, 41 25080 BOTTICINO MATTINA (BS) Tel. 030/2190108 Fax 030/2190320 info@cavatoribotticino.it www.cavatoribotticino.it

Estrazione e lavorazione di Marmo Botticino - Blocchi, lastre, lavorati per edilizia Marbles Botticino: quarrying and working - blocks, slabs, building sector

COOPERATIVA VALVERDE ESCAVAZIONE MARMO BOTTICINO

Via Molini, 1/3 25080 BOTTICINO (BS) Tel. 030/2190525-2190526 Fax 030/2691371 fabio.bonardi@coopvalverde.it www.coopvalverde.it

Blocchi, marmette, lastre in Botticino Classico Blocks, slabs and tiles in Botticino Classico

CRAGLIA MARMI VERONA S.R.L.

Via della Croce , 87 00187 ROMA (RM) Tel. 045/6770444 Fax 0172/6770035 verona@cragliamarmi.it www.cragliamarmi.it

Blocchi, lastre, semilavorati - Marmi, graniti, travertini Blocks, slabs, cut-to-size - Marbles, granites, travertines

DE ANGELIS GIOVANNI S.R.L.

Via Bassa Tambura, 125 54100 CANEVARA (MS) Tel. 0585/834268 Fax 0585/830877 info@gdamarmi.com www.gdamarmi.com

Marmo bianco Carrara: blocchi e lastre White Carrara marble: blocks and slabs

D.G.A. S.R.L.

Via Casa Bianca, 133 25040 SPICCA DI ESINE (BS) Tel. 0364/361229 Fax 0364/361229 dga_srl@tiscali.it

Lavorazione Marmo Processing Marble

DOMO GRANITI S.P.A.

Via Leonardo Da Vinci, 36 28859 TRONTANO (VB) Tel. 0324249096 Fax 0324241327 info@domograniti.it www.domograniti.it

Blocchi e lastre di beola e serizzo Blocks and slabs of beola and serizzo

DOMUS MARMI S.R.L.

Corso Italia, 51 00012 VILLALBA DI GUIDONIA (RM) Tel. 0774/381497 Fax 0774/533769 info@domusmarmi.it www.domusmarmi.it

Travertino romano: blocchi, informi, lastre, lavorati Roman Travertine: blocks, formless blocks, slabs, cut-to-size

D.S. TRADING

V.le G. Galilei, 36 54033 CARRARA (MS) Tel. 338/7109654 Fax 0585/854725 info@dstrading.it www.dstrading.it

Trasformazione e vendita di marmi, pietre, graniti, travertini e onici Processing and sales of marbles, stones, granites, travertines and onyxes

ELLE MARMI S.R.L.

Viale Zaccagna, 6 P.O. BOX 215 54033 AVENZA CARRARA (MS) Tel. 0585/841563 - 54963 Fax 0585/55006 info@ellemarmi.com www.ellemarmi.com

Produzione e commercializzazione marmi, graniti, lavorati Worked marble and granite production and trade

EMMEZETA DI ZANONI MASSIMO

Via Molino Vecchio, 178/C 25010 BORGOSATOLLO (BS) Tel. 030/2501590 Fax 030/2501590 zanoni.massimo@libero.it

Lavorazione marmo e granito per edilizia e arredamento Processing marble and granite for house building and furnishing

EREDI MARTINELLI DIVISIONE CAVE S.R.L.

Località Menga 25080 BOTTICINO (BS) Tel. 030/2594141 Fax 030/2590332 info@eredimartinelli.it www.eredimartinelli.it

Blocchi marmo, cave, lastre marmo Marble blocks, quarries, marble slabs

BELLOMI MARMI di Sala Geom. Edoardo

Via E. Fermi, 6 26837 MULAZZANO (LO) Tel. 02/98875094 Fax 02/98875803 salaedoa@bellomimarmi.191.it www.granito.it

Lavorati per edilizia, pavimenti e rivestimenti, piani per arredamento Finished partes for building, floors and cladding, decorative layers

BIANCO CAVE S.R.L.

S.S. 16, km 978 73020 MELPIGNANO (LE) Tel. 0836/471227 Fax 0836/471227 biancocave@biancocave.it www.biancocave.it

Blocchi, lastre rivestimenti balaustre, cornici in Pietra Leccese e Pietra Carparo Blocks, slabs, coverings, balaustrades and cornices in Pietra Leccese and Pietra Carparo

B

BRB MARMI S.R.L.

Via Campi Grandi, 25 25080 PREVALLE (BS) Tel. 030/6801364 Fax 030/6807014 direzione@brbmarmi.it www.brbmarmi.it

Produzione di marmo Botticino Classico in blocchi, lastre lucide e pavimenti grandi dimensioni Production of classic Botticino marble blocks, polished slabs and floor large

BRECCIA AURORA S.R.L.

B-STONE S.N.C. di Luigi Buzzetti

Via Progresso, 9 29010 MONTICELLI D’ONGINA (PC) Tel. 0523/820308 Fax 0523/815533 damiano.buzzetti@b-stone.it www.b-stone.it

CAPPELLINI S.R.L.

A

ESCAVAZIONE E LAVORAZIONE MARMO

D.G.A. S.R.L.

EREDI MARTINELLI DIVISIONE CAVE SRL

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

FG MARMI DI FRANZONI GIORDANO & C. S.N.C.

F.LLI VENTURA DI PAOLO S.N.C.

IMAG S.R.L.

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

EREDI MARTINELLI MARMI E GRANITI S.P.A.

Via Industriale, 5 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2594141 030/2592892 Fax 030/2590612 030/2590332 info@eredimartinelli.it www.eredimartinelli.it

Cave proprie: Botticino classico e Fiorito, Breccia Oniciata Own quarries: Botticino classic and Fiorito, Breccia Oniciata

EURO MAS S.R.L.

Via Fornaci, 53 25085 GAVARDO (BS) Tel. 338/5045557 Fax 0365/31184 info@euromas.it www.euromas.it

Blocchi di Botticino, Breccia Oniciata, Iride Nero e Grigio Orobico da cave di proprietà Blocks of Botticino, Breccia Oniciata, Iride Nero and Grigio Orobico from its own quarries

FANTISCRITTI MARMI S.R.L.

Via Canal Burro, 6 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/856713 Fax 0585/856715 carolina@brunolucchetti.it www.brunolucchetti.it

Blocchi di marmo Marble blocks

FAVORITA S.P.A.

Via Fossacan, 10/A 36045 LONIGO (VI) Tel. 0444/436311 Fax 0444/436471 favorita@granitifavorita.com www.granitifavorita.com

Marmi, graniti, onici, quarziti, semipreziosi Marble, granite, onyx, quarzite, semipreciou

FG MARMI DI FRANZONI GIORDANO & C. S.N.C.

Via Cereto, 11/13 25080 VALLIO TERME (BS) Tel. 0365/370442 Fax 0365/370442 fg-marmi@libero.it

Segagione lavorazione marmo e ardesie Working and manufacturing of Marble and Slate

FIBRA S.R.L.

Via XXIV Maggio, 1 bis 54031 AVENZA CARRARA (MS) Tel. 0585/857638 - 857821 Fax 0585/55145 fibra@fibra.it www.fibra.it

Lastre, blocchi, lavorati, in marmo e granito Slabs, blocks, finished products in marble and granite

FRATELLI MONCINI S.R.L.

Via Bagarotti, 5 20152 MILANO (MI) Tel. 02/48913784 Fax 02/47994915 info@moncini.it www.moncini.it

Lavorazione delle pietre naturali, produzione di pavimenti sopraelevati e manufatti in pietra per arredo urbano Processing of natural stones, production of raised floors and stone products for landscaping

F.LLI POGGI S.R.L.

Via Tiburtina, 271 00011 TIVOLI TERME (RM) Tel. 0774/371358 Fax 0774/356088 info@romantravertine.com www.romantravertine.com

Blocchi, lastre e lavorati di travertino Roman travertine blocks, slabs and tirished products

F.LLI VENTURA DI PAOLO S.N.C.

Via Treponti, 25 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2791533 Fax 030/2596343

Lavorazione, segheria, commercio marmi Processing, cutting and trade of marble

FORMIGARI S.R.L.

Via Archimede, 8 37010 AFFI (VR) Tel. 045/6266811 Fax 045/6260870 info@formigari.it www.formigari.it

Produzione e lavorazione di lastre e lavorati in pietra naturale Production and working of slabs and cut to size in natural stone

FRANCHI UMBERTO MARMI SRL

Via del Bravo, 14 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/70057 Fax 0585/71574 fragroup@tin.it mail@franchigroup.it www.franchigroup.it

Produzione e commercio marmo Marble production and trade

G.M. MARMI S.N.C. DI GOBBINI G. & C.

Via R. Vantini, 11 25039 TRAVAGLIATO (BS) Tel. 030/660322 Fax 030/660322 gm-marmi@libero.it

Lavorati per l’edilizia Manufacturing for building

GRANITAL SIENA S.R.L.

Via Don Minzoni, 16 53034 COLLE DI VAL D'ELSA (SI) Tel. 0577/920890 Fax 0577/922945 gran.amm@granitalsiena.com www.granitalsiena.com

Blocchi marmo Giallo Siena Yellow Siena marble blocks

GRANITMARMI S.N.C. DI BRESCIANI & C.

Via XXIV MAGGIO, 7 25075 NAVE (BS) Tel. 030/2530051 Fax 030/2534685 info@granitmarmi.it www.granitmarmi.it

Lavorazione marmo e granito in genere per edilizia ed arredamento Processing of marble and granite in general for building and forniture

GRASSI PIETRE S.R.L.

Via Madonnetta, 2 36024 NANTO (VI) Tel. 0444/639092 - Fax 0444/730071 info@grassipietre.it www.grassipietre.it

Pietra e marmo giallo dorato, bianco avorio, grigio argento Limestone and marble giallo dorato, bianco avorio, grigio argento

GUALTIERO CORSI S.R.L.

Via San Martino, 1 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/72348 Fax 0585/70130 info@gualtierocorsi.it www.gualtierocorsi.it

Bianco Gioia

GV OROSEI MARBLES S.R.L.

SS 125 KM 220/300 08028 OROSEI (NU) Tel. 0784 998119 Fax 0784 997240 direzione@gvoroseimarbles.com www.gvoroseimarbles.com

Blocchi di marmo Blocks of marble

I.E.M. S.R.L.

Via Gardesana, 20 25080 NUVOLERA (BS) Tel. 030/691306 Fax 030/6919634 info@iem-srl.it

Blocchi e lastre marmo e granito Granite and marble blocks and slabs

IMAG S.R.L.

Corso Europa, 29 88024 GIRIFALCO (CZ) Tel. 0968/741900 Fax 0968/741803 imag@imagsrl.com www.imagsrl.com

Lastre di marmo e granito Slabs of marble and granite

INDUSTRIA MARMI ALBERTI S.R.L.

Corso Trento, 2 38061 ALA (TN) Tel. 0464/671118 - Fax 0464/671590 ima@albertimarmi.it www.albertimarmi.it

Blocchi granito, blocchi marmo, lastre marmo e granito, pavimenti e rivestimenti, travertino, onice Block granite and marmor, slabs marmor, granite, travertin, onix, floor and covering

INTERNAZIONALE GRANITI S.P.A.

Loc. Colonia Solare, 23 28855 MASERA (VB) Tel. 0324/242152 243100 - 249264 Fax 0324/46265 igm@igmasera.com www.igmasera.com

Blocchi in granito, lastre in marmo e granito, lavorati in genere per edilizia ed arredamento Granite blocks, marble and granite slabs, finished pieces in general for building and interior decoration

ITALIAN STONE GROUP S.R.L.

C.so Martiri della Libertà, 40 25018 MONTICHIARI (BS) Tel. 0363/914902 Fax 0363/905320 elena.rodolfi@rastone.com

Progetti in marmo Stones contractor

ITALMARBLE POCAI S.R.L.

Via Martiri di Cefalonia 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/855353 Fax 0585/855055 info@pocai.com

Lavorazione e commercio marmo e granito Processing and trade of marble and granite

LA CIMA S.N.C. di Bresciani Rodolfo e figli

Via Aldo Moro, 1 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691732 Fax 030/6898041 bfgroup@tin.it

Lastre marmo, cave Marble slabs, quarries

LA SAN GIORGIO dei f.lli Pecis S.R.L.

Via Selva, 38 24060 ZANDOBBIO (BG) Tel. 035/940246 Fax 035/944276 info@lasangiorgio.com www.lasangiorgio.com

Cave, granulate, lastre di marmo, lavorati per edilizia, pavimenti e rivestimenti, zoccolini. Own quarry, marble slabs, finished partes for building, floors and cladding, skirting boards

LANDI GROUP SRL

Via Tognocchi, 338 55047 QUERCETA (LU) Tel. 0584/769072-3 Fax 0584/769432 landigroup@landigroup.eu www.landimarble.it Commercio e lavorazione

Commercio e lavorazione marmi e graniti – Import export Trading and manufacture of marble and granite – Import export

LAVAGNOLI MARMI S.R.L. SOC. UNIPERSONALE

Via Rivis di Mies, 10 33050 RONCHIS (UD) Tel. 0431 56349 Fax 0431 56637 info@lavagnolimarmi.com www.lavagnolimarmi.com

Tornitura e lavorazioni speciali in marmo, pietra e granito Lathing and special workmanship in marble, stones and granite

LAZZARINI ANGIOLINO & C. S.N.C.

Via Cereto, 46 25080 VALLIO TERME (BS) Tel. 333/3971613 Fax 0365/370106 roby_nina@libero.it

Pavimenti in Botticino, commercio marmi e pietre della Croazia Botticino flooring, trade of marble and Croatia stone

ITALIAN STONE GROUP S.R.L.

LAZZARINI ANGIOLINO & C. S.N.C.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

LEATHER STONE S.R.L.

Via Pietro Niselli, 91 37035 SAN GIOVANNI ILARIONE (VR) Tel. 045/6550963 Fax 045/6550963 info@leatherstone.it www.leatherstone.it

Pietre naturali per pavimenti e rivestimenti Natural stones for flooring and cladding

LOMBARDI S.R.L.

SEDE LEGALE: Via Durini, 26 20122 MILANO SEDE OPERATIVA: Via Cave, 194 - 25081 BOTTICINO (BS) Tel. 030/2191572 Fax 030/2193644 lombardimarmi@tin.it www.lombardimarmi.com

Marmo Botticino: lastre e lavorati per l’edilizia Botticino marble: slabs and finished products for building

Lavorazione marmo Processing marble

MARBO S.R.L.

Via Molini,3 25082 BOTTICINO (BS) info@marbo.net www.marbo.net

Estrazione e lavorazione Marmo Botticino Classico Marble Botticino Classico quarrying and working

Via Fleming, 6 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2590961 Fax 030/2792208 maccabonimarmi@libero.it

Tornitura marmi, colonne, balaustre, fontane, lavorati in massello, taglio con idrogetto Marble Turning, columns, balaustrade, fountain, manufacturing in block, water-jet edge.

MARCO S.N.C. di Butturini Remo e F.lli

Via Delle Gere, 9 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691712 Fax 030/691712 info@marcosnc.it www.marcosnc.it

Blocchi marmo, lastre, cave, marmo botticino Marble blocks, slabs, quarries, Botticino marble

MARCOLINI MARMI S.P.A.

Via Carrara, 24 37023 GREZZANA (VR) Tel. 045/8650150 Fax 045/8650444 marcolini@marcolini.it www.marcolini.it

Marmo granito Marble and granite

MARGRAF S.P.A.

Via Marmi, 3 36072 CHIAMPO (VI) Tel. 0444/475900 Fax 0444/475947 info@margraf.it alice@margraf.it www.margraf.it

Vendita e lavorazione marmi (blocchi, Lastre, lavorati, modulmarmo) Processing and trade of marble (blocks, slabs, finished products, modulmarmo)

MARINI MARMI S.R.L.

Via Gré, 1 24063 CASTRO (BG) Tel. 035/980033 Fax 035/986656 info@marinimarmi.com www.marinimarmi.com

Cave proprie e lavorazione ceppo di grè, aggloceppo Own quarry and factory of ceppo di grè

MARMI BACCI S.R.L.

Sede operativa: Via Aurelia Km. 367, 9/11 55045 PIETRASANTA (LU) Tel. 0584/791270 Fax. 0584/790805 info@bacci.it www.bacci.it

Commercio di marmi e graniti, blocchi semilavorati e lavorati Trade of marble and granite, blocks, semi-finished and finished products

MARMI BARDELLONI DI Bardelloni Fernando S.N.C.

Via S. Lorenzo, 5 25076 ODOLO (BS) Tel. 0365/860493 Fax. 0365/860493

Marmi e graniti lavorati Processed marble and granite

MARMI BRUNO ZANET S.R.L.

Via Paganella, 79 37020 VOLARGNE (VR) Tel. 0456833444 Fax. 0458860055 davide@brunozanet.com www.brunozanet.com

Blocchi, lastre e lavorati in marmo, granito e pietra naturale in genere Blocks, slabs and manifacture in marble, granite and natural stone

MARMI BUSI DI BUSI SILVIO & C. S.N.C.

Via Dei Marmi, 98 25080 NUVOLERA (BS) Tel. 030/6898162 Fax 030/6916196 marmibusi@marmibusi.it www.marmibusi.it

Colonne, camini, fontane, vasi, balaustre, monumenti, sculture, lavorati per edilizia, portali Columns, chimneys, fountains, balustrades, monuments, sculptures, manufacturing for building, Portals

MARMI CARRARA S.R.L.

Via Provinciale, 158 54031 AVENZA-CARRARA (MS) Tel. 0585/54337 Fax 0585/504633 info@marmicarrara.it www.marmicarrara.it

Blocchi e lastre marmo bianco White marble blocks and slabs

MARMI CLASSIC BOTTICINO S.R.L.

MARMI CLASSIC BOTTICINO S.R.L.

Via A. Inganni, 8 25121 BRESCIA (BS) Tel. 030/2691541 Fax 030/2595084 marmiclassic@sceltasystem.it

Estrazione e commercio minerali da cava Quarring and trading of quarry minerals

MARMI DAINO REAL S.R.L.

Via Sonnino, 174 09127 CAGLIARI (CA) Tel. 0774/325178 Fax 0774/325169 cesare@grupporatti.it www.grupporatti.it

Produzione di marmo (Daino Reale e Travertino Romano) Marble production

MARMI E GRANITI BONAZZOLI F.LLI S.N.C.

MARMI E GRANITI BONAZZOLI F.LLI S.N.C.

Via Brescia, 32 25020 GAMBARA (BS) Tel. 030/956172 Fax 030/9956272 info@marmiegranitibonazzoli.it

Pavimenti e rivestimenti, piani per arredamento Flooring and cladding, forniture

MARMI E GRANITI D'ITALIA S.R.L.

Via Aurelia Ovest, 271 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/831921 Fax 0585/831925 info@marmiegraniti.it www.marmiegraniti.it

Produzione di lastre, marmette, progetti amisura, blocchi Production of slabs, marble tiles, cut to size projects, blocks

MARMI E GRANITI VEZZOLI CARLO S.R.L.

Via Papa Giovanni XXIII, 175 24050 PALOSCO (BG) Tel. 035/845401 Fax 035/846580 info@vezzoli.info www.vezzoli.info

Colonne, lavorati per edilizia, monumenti, pavimenti e rivestimenti, piani per arredo Columns, finished partes for building, monuments, floors and cladding, decorative layers

MARMI E TRAVERTINI S.R.L.

Via Pegrosse, 421/b 37020 VOLARGNE DI DOLCÉ (VR) Tel. 045 6860933 Fax 045 6860491 direzione@marmietravertini.com www.marmietravertini.com

Blocchi, lastre, pavimenti e lavorati Blocks, slabs, flooring and finished products.

MARMI EMME S.R.L.

Via Gardesana, 80 25080 NUVOLERA (BS) Tel. e Fax 030 6919007 marmiemme@libero.it www.marmiemme.it

Lavorazione marmi e graniti per edilizia e arredamento Processing of marble and granite for building and forniture

MARMI FAEDO S.P.A.

Via Monte cimone, 13 36073 CORNEDO VICENTINO (VI) Tel. 0445/953034 - 953081 Fax 0445/952889 info@marmifaedo.com www.marmifaedo.com

Escavazione e lavorazione marmo Quarrying and processing of marble

MARMI GHIRARDI S.R.L.

Via Santa Croce, 49 25013 CARPENEDOLO (BS) Tel. 030/9966011 r.a. Fax 030/9965428 www.ghirardi.it info@ghirardi.it

Lastre in marmo, pavimenti, rivestimenti, arredo urbano, lavorati per edilizia Marble slabs, flooring, cladding, building elements

MARMI ITALIANI S.R.L.

Via Solfegna Cantoni snc 03043 CASSINO (FR) Tel. 0776/300759 Fax 0776/01133 info@mapier.it www.mapier.it

Produzione e commercio prodotti lapidei Production and trade of stone products

MARMI MARCHINA MASSIMO

Via C. Colombo, 13/15 25080 NUVOLERA (BS) Tel. 030/6897226 Fax 030/6897226 marchinamassimo@excite.it www.paginegialle.it/marchinamarmi

Colonne - Vasi - Balaustre - Fontane - Capitelli Columns - Vases - Balaustrade - Fontains - Capitals

M.M.G. MARMI MARIOTTI GRANITI S.R.L.

Via Sforza, 18 54031 AVENZA CARRARA (MS) Tel. 0585/857333-857934857303 Fax 0585/857965 info@marmimariotti.it www.marmimariotti.it

Industria e commercio di marmi e graniti Production and trade of marble and granite

LOMBARDA MARMI S.r.l.

LUMINI ANGELO

MARMI BUSI DI BUSI SILVIO & C. S.N.C.

LAZZARINI GIUSEPPE S.R.L. Società Unipersonale

Via Cereto, 28 25080 VALLIO TERME (BS) Tel.-Fax 030/6898020 info@lazzariniangiolinosrl.191.it

LOMBARDA MARMI S.R.L.

Via Papa Giovanni XXIII , 23 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2791551 Fax 030/2792279 info@lombardamarmi.it www.lombardamarmi.it

Blocchi marmo, cave, lastre marmo Marble blocks, quarries, marble slabs

LUMINI ANGELO

Via Mattei , 17 25060 RODENGO SAIANO (BS) Tel. 030/6810370 Fax 030/6810370

MACCABONI LUIGI MARMI

Blocchi e pavimenti in botticino Marble blocks and Botticino flooring

LOMBARDI S.R.L.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

s.p.a.

MARMI MAZZARDI S.N.C. DI MAZZARDI DAVIDE, FLAVIO &C

QR S.R.L. UNIPERSONALE

RUPEAL DI PIOVANELLI F.LLI S.N.C.

MEMBERS

MARMI MAZZARDI S.N.C. di Mazzardi Davide, Flavio & C

Via del Marinaio, 10 25077 ROÈ VOLCIANO (BS) Tel. 0365/556212 Fax 0365/556211

Lavorati in marmo e granito per edilizia, arredamento, funeraria Manufactures in marble and granite for building, forniture and funerary

MARMI RIELLO S.N.C. di Riello G & C.

Via Boccaccio, 10/12 25080 MOLINETTO DI MAZZANO (BS) Tel. 030/2620256 Fax 030/2120926 rielloec@libero.it

Arredo urbano e giardini, lavorati per edilizia Street forniture and garden, manufacturing for building

MARMI SERAFINI S.A.S.

Via Castiglione, 5 36072 CHIAMPO (VI) Tel. 0444/688771 Fax 0444/426056 alessandro@marmiserafini.it www.marmiserafini.it

MARMO ELITE S.R.L.

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

MARMIRES S.R.L.

Via Adda, 93 23013 COSIO VALTELLINO (SO) Tel. 0342 635029 Fax 0342 636348 marmires@marmires.it www.marmires.it

Marmi e graniti Marbles and granites

MARMI SENCO S.N.C.

Via Manzoni, 8 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2791448 Fax 030/2595994 marmisenco@libero.it

Lastre marmo, pavimenti e rivestimenti Marble slabs, flooring and cladding

Lavorazione del marmo applicata all'ambito del design e dell'architettura Processing of marble for design and architecture

MARMI STRADA S.R.L.

Via Prov. per Grottaglie, 1 72029 VILLA CASTELLI (BR) Tel. 0831/867115 Fax 0831/867191 marmi-strada@libero.it www.marmistrada.it

Vendita e lavorazione di marmi, graniti e materiali lapidei Stone, marble and granite working and sales

Via Adige, 94 37015 DOMEGLIARA (VR) Tel. 045/6861116 Fax 045/7732930 info@marmoelite.com www.marmoelite.com

Onici e lavorati lapidei standard e speciali per l'architettura, il contract e l'interior design Onyxes and standard and special finished stone products for architecture, the contract sector and interior design

MARMO ZANDOBBIO S.P.A.

MARMOLUX S.P.A.

Via Scaiola, 50 25080 NUVOLERA (BS) Tel. 030/6897504 r.a. Fax 030/6897396 info@marmolux.it www.marmolux.it

Blocchi, lastre, marmette, modulmarmo e lavorati finiti in Botticino classico, semiclassico e fiorito, Breccia Aurora da cave proprie Blocks, slabs, modular tiles and finished pieces in classic, semi-classic and flowery Botticino and Breccia Aurora from our own quarries

MEDITERRANEAN STONE S.R.L.

Via Provinciale, 127 55045 PIETRASANTA (LU) Tel. 0584/283186 Fax 0584/792831 info@medstone.it www.medstone.it

Blocchi e lastre di pietre di marmo e di onice Stone - marble and onyx blocks and slabs

MONOTILE S.R.L.

Via Parma, 114 46041 ASOLA (MN) Tel. 0376/718911 Fax 0376/7189215 amministrazione@monotile.com www.monotile.com

Pavimento sopraelevato mod. Teknica brevettato Teknica raised access floor patented

NAMCO CO. S.R.L.

Via S. Colombano, 40 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/834380 Fax 0585/834382 info@namcoco.it www.namcoco.com

Marmi, graniti, onici, pietre Marble, granite, onyx, stones

NICOLA FONTANILI

Viale Galileo Galilei, 32 54033 AVENZA CARRARA (MS) Tel. 0585/51361 Fax 0585/505001 info@nicolafontanili.com www.nicolafontanili.com

Marmo, granito, travertino, onice Marble, granite, travertine, onyx

NUOVA SERPENTINO D'ITALIA S.R.L.

Località Castellaccio, 1 23023 CHIESA IN VALMALENCO (SO) Tel. 0342/451119 Fax 0342/452127 info@serpentino.it www.serpentino.it

Rivestimenti esterni, pavimenti, top bagno e cucina, rivestimenti stufe, pietre per cottura e forni, stoviglie in pietra Exterior cladding, floors, bathrooms and kitchen tops, stoves coatings, kitchenware-stones

ODONE ANGELO S.R.L.

Strada Trino, 103 13100 VERCELLI (VC) Tel. 0161/294919 Fax 0161/391819 info@odonemarmi.it www.odonemarmi.it

Commercio e lavorazione marmi, pietre, graniti e semipreziosi Deals in and works marbles, stones, granite and semiprecious

ODORIZZI SOLUZIONI IN PIETRA S.R.L.

Via del Brennero, 43 38122 TRENTO Tel. 0461/687701 Fax 0461/687774 odorizzi.soluzioni@gmail.com www.odorizzisoluzioni.it

Estrazione, lavorazione e commercio di porfido Quarrying, processing and trade of porphyry

PIETRA MARROCCO PI.MAR. S.R.L.

Via Manzoni, 32 73020 CURSI (LE) Tel. 0836/483285 - 426555 Fax 0836/429926 info@pietraleccese.com www.pietraleccese.com

Produzione e lavorazione della pietra leccese e del Carparo. Progetti per architettura, arredamenti per giardino, design d’interni Production and processing of Lecce Stone and Carparo. Projects for architecture, garden fitments, interior design

PIETRE SANTAFIORA S.R.L.

P.le Caduti della Montagnola, 72 00142 ROMA - Sede Operativa: S.S. Ortana Km. 8.200 01030 VITORCHIANO (VT) info@santafiorapietre.com www.santafiorapietre.com – Tel. 0761/370909 Fax 0761/370043

Pietra Santafiora - lavagrigia - lavarosa - peperino grigio - grigio perla in blocchi, lastre, semilavorati, pavimenti, rivestimenti, lavorati artistici ecc. Santafiora Stone - gray lava - pink lava - gray, pearl-gray peperino in blocks, slabs, semi-finished pieces, flooring/paving, facing/cladding, artistic work, etc.

PORFIDI PAGANELLA S.R.L.

Loc. Valle, 13 38040 FORNACE (TN) Tel. 0461/689715 Fax 0461/687473 info@porfidipaganella.it www.porfidipaganella.it

Porfido e pietre naturali - fornitura e posa Supplying and installation of porphyry and natural stones

PORFIDO ED ARTE CONSORZIO STABILE

Via S. Antonio, 96 38041 ALBIANO (TN) Tel. 0461/689269 Fax 0461/689269 info@porfidoedarte.it www.porfidoedarte.it

Porfido e pietre naturali: fornitura e posa Supplying and installation of porphyry and natural stones

PORFIDO F.LLI PEDRETTI S.P.A.

Via Manzoni, 160 25040 ESINE (BS) Tel. 0364/45178 - 360605 Fax 0364/45193 info@porfidopedretti.com www.porfidopedretti.com

Lavorazione porfido Valcamonica e graniti “Valcamonica” porphyry and granite working

PREMOLI LUIGI S.N.C. di Squassina Lucia & C.

Via Almici, 91 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2792210 Fax 030/2590704

Lastre marmo grezze, lucide, patinate, bocciardate. Spessori marmo, masselli marmo a misura, blocchi marmo Naturally marble slabs, polished marble slabs, old fashioned marble slabs, sand-blasted marble slabs. Marble to thickesses, small marble blocks to measure, blocks of marble

QR S.R.L. unipersonale

Via Cave, 156 25080 BOTTICINO MATTINA (BS) Tel. 030/2691395 Fax 030/2691395 quecchiabattista@libero.it www.marmo-botticino.it/quecchia

Blocchi marmo Botticino Classico, semiblocchi, informi, spessori, masselli Blocks of Botticino Classico marble, semi-blocks, shapeless blocks, thick slabs, cubic pieces

QUERCIOLAIE RINASCENTE Società cooperativa

Via delle Cave - Fraz. Serre 53040 RAPOLANO TERME (SI) Tel. 0577/704145 (6 linee) Fax 0577/704519 info@querciolaierinascente.com www.querciolaierinascente.com

Escavazione e lavorazione del travertino Quarrying and processing of travertine

RASTONE S.R.L.

Via L. Da Vinci 762 24040 BARBATA (BG) Tel. 0363/914902 Fax 0363/905320 amministrazione@rastone.com www.rastone.com

Lavorati in marmo, granito e pietre naturali Marble, granite and natural stone works

R.E.D. GRANITI S.P.A.

Via Dorsale, 12 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/88471 Fax 0585/884848 info@redgraniti.com www.redgraniti.com

Blocchi grezzi di marmo e granito Rough marble & granite blocks

RUPEAL DI PIOVANELLI F.LLI S.N.C.

Via Italia, 44/B 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691345 Fax 030/691345 rupealsnc@virgilio.it

Lavorati per edilizia Manufacturing for building

SALVINI MARMI S.P.A.

Via Industriale, 36 25080 PREVALLE (BS) Tel. 030/6801286 Fax 030/6801292 info@salvinimarmi.com www.salvinimarmi.com

Piastrelle, lastre e lavorati in Botticino e braccia oniciata Tiles, slabs and cut to size in Botticino and Breccia Oniciata

MARMI SENCO S.N.C.

PREMOLI LUIGI S.N.C. DI SQUASSINA LUCIA & C.

Via della Vena s.n.c. 24060 ZANDOBBIO (BG) Tel. 035/951759 Fax 035/19967911 info@marmozandobbio.it www.marmozandobbio.it

Marmo di Zandobbio - blocchi, lastre, pavimenti, rivestimenti e manufatti Zandobbio marble - blocks, slabs, floors and cladding

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

SANTORO MARMI S.R.L.

Via Pirreri, 21 91015 CUSTONACI (TP) Tel 0923/971259 Fax 0923/971441 info@santoromarmi.it www.santoromarmi.it

Marmette - Lastre e lavorati di marmo Tiles - Slabs and marble

SANTUCCI ARMANDO S.R.L.

Via Piave, 32 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/840227 Fax 0585/843413 santucci@santucci.it www.santucci.it

Marmi e graniti lavorati Marble and granite cut-to-size

SARDEGNA MARMI S.IM.IN

Head Office&Admin. - Via Po, 41 09122 CAGLIARI Tel. 070/281906/07 - Fax 070/280919 info@sardegnamarmi.com www.sardegnamarmi.com Quarries&Factory - Loc. Canale Longu. ss125 Orosei (NU) - Tel. 0784/999062 Fax 0784/998262

Cave di Daino Imperiale, Nero Tamara e Cristallino di Nuxis. Specializzati nell’estrazione, lavorazione e commercializzazione di blocchi di marmo, lastre, pavimenti, filagne, zoccolino, cut to size Daino Imperiale, Nero Tamara and Cristallino of Nuxis Quarries. Specialized in quarryng, processing and trading of marble blocks, slabs, flooring, strips, socles, cut to size

SAVIO DOMENICO

Via N. Castellini, 10 25123 BRESCIA (BS) Tel. 030/3774508 Fax 030/3774508 savio.domenico@marmo-botticino.it www.botticino-classico.it

Estrattori di marmo Botticino Classico Extractors of Botticino Classico marble

SENINI STONE S.R.L.

Via E. Montale, 33 25018 MONTICHIARI (BS) Tel. 030/9650223 Fax 030/9650639 info@seninistone.it www.seninistone.it

Pavimenti e rivestimenti in marmo anticato Antique marble coverings and flooring

SERPENTINO E GRANITI S.R.L.

Via Nazionale, 31 23030 CHIURO (SO) Tel. 0342/482057 Fax 0342/489612 info@serpentino.com www.serpentino.com

Estrazione e lavorazione di pietre ornamentali - Inserti per stufe, elementi per pavimenti e rivestimenti interni ed esterni, lastre per copertura tetti, scale, davanzali, complementi d’arredo (fioriere, tavoli, piani cucina e bagno, fontane), sculture, lapidi sepolcrali e piastre di cottura / Quarrying and processing of ornamental stones - stoves cover, tiles for external and internal flooring and covering, stairs, windowsills, roof tilies, furniture (bench, planter, fountain, table, bathroom, kitchen top) sculptures, barbecue cooking plates and tombstones

SIGMA S.A.S. di Arcaro Bruno & C.

Via Figino, 40 20016 PERO (MI) Tel. 02/38100126 Fax 02/33910219 info@marmisigma.it www.marmisigma.it

Lavorazione e commercio prodotti lapidei Processing and trade of stone products

S.I.L. MAR. S.R.L.

Via Italia, 65 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691216 Fax 030/691497 info@silmarsrl.com www.silmarsrl.com

Piastrelle, pavimenti e rivestimenti in marmo lucido e anticato Antique and polished marble tiles, flooring and cladding

S.I.M.G. S.R.L. (SARDO ITALIANA MARMI E GRANITI)

S.S. 129 km 4,600 08028 OROSEI (NU) Tel. 0784/98619 Fax 0784/998034 marmi.scancella@tiscali.it www.simg-marmi.com

Blocchi di marmo, cave, lastre granito e marmo, lavorati per edilizia, pavimenti e rivestimenti, piani di arredamento, sculture, zoccolini Quarries, marble blocks, granite and marble slabs, finished pieces for building, flooring and facing, tops and counters, sculpture and skirting

SIMPLON MARMI & GRANITI S.R.L.

Via San Francesco, 6 37024 NEGRAR (VR) Tel. 045/6888694 Fax 045/6887215 u.anchieri@simplonmarmi.it www.simplonmarmi.it

Estrazione beola, commercio di marmi e graniti Extraction of stone, dealing of marble and granite

SITEM S.R.L.

Via Salaria Inferiore, 27/b 63100 ASCOLI PICENO (AP) Tel. 0736/402819 Fax 0736/228037 info@sitemitalia.net www.sitemitalia.net

Pavimenti e rivestimenti in travertino - mattonelle, lastre, scale, lavorati Travertine flooring and cladding - tiles, slabs, stairways, cut-tosize

S.M.A.S. S.R.L.

Via Traversa Fornace, 4 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691411 Fax 030/691272 s.m.a.s.nicolai@libero.it

Blocchi, lastre in marmo Marble blocks and slabs

SOCIETÀ APUANA MARMI S.R.L.

Via Provinciale, 158 54031 AVENZA-CARRARA (MS) Tel. 0585/855900 Fax 0585/505368 info@samcarrara.it www.marmicarrara.it

Blocchi marmo bianco White marble blocks

SOCIETÀ DEL TRAVERTINO ROMANO S.P.A.

Via Savoia, 78 00198 ROMA Tel. 0774/529254 Fax 0774/526233 info@iltravertino.com www.iltravertino.com

Travertino Romano: blocchi - lastre - lavorati Roman travertine: blocks - slabs - cut-to-size

Marmi, pietre, graniti Mables, stones, granitese

S.T.C. GRANITI MARMI E PIETRE S.R.L.

Corso Pavia, 73 27029 VIGEVANO (PV) Tel. 02 90360772 Fax 02 9027573 info@stcmarmi.it www.stcmarmi.it

SOR. MARMI S.R.L. di Sorsoli Luigi & C.

Via Di Vittorio, 1/3 25080 MAZZANO (BS) Tel. 030/2590419 Fax 030/2590697 sormar02@sormarmi.191.it

Blocchi marmo e granito Marble and granite blocks.

SO.F.I.L. S.R.L.

SO.LA.MA S.N.C. DI TAGLIANI, COCCA & C.

STONEAG S.R.L.

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

Via Ugo La Malfa, 184 90146 PALERMO Tel. 091/6886976 Fax 091/7541777 info@sofilmarmi.it www.sofilmarmi.it

S.M.A.S. S.R.L.

Produzione, commercio e posa in opera di materiali lapidei Production, sales and installations of stone materials.

SO.LA.MA S.N.C. di Tagliani, Cocca & C.

Via Borzina, 25/A 25085 GAVARDO (BS) Tel. 0365/31198 Fax 0365/31198 solama@libero.it

Lavorazione marmo e granito per l’edilizia Processing of marble and granite for building

STELLA DEL NORD S.R.L.

Via Campi Grandi, 25 25080 PREVALLE (BS) Tel. 030/6801364 Fax 030/6807014 direzione@stelladelnordsrl.it

Produzione di marmo Botticino Classico in blocchi, lastre lucide e pavimenti grandi dimensioni Production of classic Botticino marble blocks, polished slabs and floor large

STIFANO GROUP S.N.C.

Via Badia, snc 84078 VALLO DELLA LUCANIA (SA) Tel. 0974/75850 Fax 0974/719219 info@stifanogroup.com www.stifanogroup.com

Lavorazione marmi, graniti e pietre Processing of marble, granite and stones for building, forniture and funerary

STILMARMO S.R.L.

Via Thaon de Revel, 34 71011 APRICENA (FG) Tel. 0882/645452 Fax 0882/646170 direzione@stilmarmo.it www.stilmarmo.it

Blocchi, lastre, pavimenti, semilavorati e arredo urbano in pietra di Apricena Blocks, slabs, floorings, semi-finished products, street fornitures.

STIL ONIX S.N.C. di Tazzoli Francesco & C.

Via Tezzole, 7 46040 CERESARA (MN) Tel. 0376/87257 Fax 0376/87608 info@stilonix.it www.stilonix.it

Greche intarsiate e listelli sagomati per arredo bagno, ad intarsio su pavimenti con 3 impianti Marble for bathroom forniture and flooring

STONEAG S.R.L.

Piazza G. Menconi, 13 54033 CARRARA (MS) info@stoneag.it

Blocchi e lastre di marmo e granito Blocks and slabs of marble and granite

STONEST S.R.L.

Via Campo d’Appio, 144 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/855263 Fax 0585/854624 stonest@stonest.net www.stonest.net

Sviluppo e realizzazione progetti su misura con marmi ed altre pietre naturali. Lavori “chiavi in mano”. Vendita lastre Customized design development and creation using marbles and other natural stones. "Keys-in-hand" projects. Sale of slabs

SUD MARMI S.P.A.

C.da Piano Alastri 91015 CUSTONACI (TP) Tel. 0923 971178 Fax 0923 973391 vito@sudmarmi.it www.sudmarmi.it

Estrazione e lavorazione Perlato Sicilia e Perlatino Quarryng and processing of Perlato di Sicilia and Perlatino marbles

TERRENI E COA S.R.L. gruppo BRESCIANA MARMI E GRANITI S.P.A.

Sede legale: Via Camprelle, 11 Sede amministrativa: Via A. De Gasperi, 24 25080 NUVOLENTO (BS) Tel. 030/6896713 Fax 030/6916625 alberti@terreniecoa.it

Escavazione Botticino Classico, Semiclassico, Fiorito e Breccia Aurora Quarries Botticino Classico, Semiclassico, Fiorito and Breccia Aurora

TOMASIL DI TOMASI LIVIO

Via A. Gelpi, 63 25048 EDOLO (BS) Tel. 0364/72089 Fax 0364/72089 info@tomasil.it www.tomasil.it

Lavorazione marmi Marble works

TONINI CAVE FANTISCRITTI S.R.L.

Via B. Partigiane, 24 54033 AVENZA-CARRARA (MS) Tel. 0585/842707 Fax 0585/845817 tonini_Donnini@tin.it

Cave proprie di Bianco Carrara e Bardiglio, lastre e lavorati. Marmi colorati, Calacata e Statuario Proprietary quarries of Bianco Carrara and Bardiglio marbles in slabs and finished products. Colored, Calacata and Statuario marbles

SOR. MARMI S.R.L. DI SORSOLI LUIGI & C.

TONINI CAVE FANTISCRITTI S.R.L.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

TONOLI MARMI E GRANITI & C. S.N.C.

Via Trieste, 34 25080 CARZAGO (BS) Tel. 030/6800036 Fax 030/6800910 tonoli@tonolimarmi.it www.tonolimarmi.it

Lastre per edilizia, pavimenti e rivestimenti Slabs for building, flooring and cladding

TORCHIO S.R.L.

Corso Regio Parco, 81/A 10154 TORINO Tel 011/2482961 Fax 011/2487307 info@torchiomarmi.com www.torchiomarmi.com

TRAVERTINO CONVERSI S.R.L.

Via della Campanella, 16 00012 GUIDONIA (ROMA) Tel. 0774/325733-529283 Fax 0774/528646 amministrazione@travertinoconversi.it

Blocchi e lastre di Travertino Romano Blocks and slabs of Roman Travertine

TRE EMME IMPORTEXPORT S.R.L.

Via Emilia, 830 int. I 55047 SERAVEZZA (LU) Tel. 0584/743440 - 743441 Fax 0584/743442 treemme@treemmesrl.eu www.landimarble.it

UNIONPORFIDI S.R.L.

Via Pianacci, 2 38040 FORNACE (TN) Tel. 0461/849300 Fax 0461/849406 info@unionporfidi.it www.unionporfidi.it

Porfido trentino e altre pietre a spacco Italian porphyry and other split stones

VALENTINO MARMI & GRANITI S.R.L.

Via Catena, 1 37023 GREZZANA (VR) Tel. 045/8668078 Fax. 045/8668055 valentinomarmi@beola.it www.beola.it

Azienda specializzata in lavorazione marmi e graniti Company specializing in marble e granite working

VIZA CANOVA GROUP S.N.C. DI VICENTINI MARTINO E C.

Via Canova, 11/A 37023 STALLAVENA (VR) Tel 045/907092 Fax 045/908735 info@vizacanovagroup.com www.vizacanovagroup.com

Lavorazione e commercio di pietre, marmi e graniti Processing and trade of stones, marble and granite

VUILLERMIN GUALTIERO S.R.L. società unipersonale

Via Circonvallazione, 82 11029 VERRES (AO) Tel. 0125/929060 Fax 0125/920428 vuillermin@vuillermin.com www.vuillermin.com

Industria commercio, lavorazione, segheria, laboratorio, cave proprie di granito verde argento e pietra verde di courtil Stone working and sales, own quarries of “Verde Argento” granite, green Courtil stone

ZAFRA MARMI S.R.L.

Via Lithos, 4 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2792674 r.a. Fax 030/2590193 zafra.marmi@tin.it www.zaframarmi.it

Pavimenti - lastre - marmo - lavorati per edilizia Flooring and slabs of marble - manufacturing for building

ZAGROSS MARMI S.R.L.

Via Aurelia Sud, 22/a 55045 PIETRASANTA (LU) Tel. 0584 790712 Fax 0584 790712 info@zagrossmarmi.com www.zagrossmarmi.com

Distributore esclusivo autorizzato per l’Italia di “Bianco Impeccabile” Authorized exclusive distributor for Italy of “Bianco Impeccabile” marble.

Arte funeraria, lavorati per edilizia e arredamento, sculture, restauri, incisioni Funeral arts, manufacturing for building and forniture, sculptures, restoration, engravings

Commercio e lavorazione marmi e graniti – Import export Trading and manufacture of marble and granite – import export

MACCHINE E IMPIANTI MACHINERY AND PLANTS ACHILLI S.R.L.

Via Montescudo, 148 47900 RIMINI Tel. 0541/387066 (r.a.) Fax 0541/389058 info@achilli.com www.achilli.com

Segatrici a ponte e multifunzionali, levigatrici per pavimenti e taglierine portatili Bridge and mulit-purpose sawing machines, smoothing machines for floors, portable cutters

ADRIATICA MACCHINE S.R.L.

Via M.Goja, 4 47924 - RIMINI Tel. 0541/383019 Fax 0541/388258 info@adriaticamacchine.it www.adriaticamacchine.it

Levigatrici per pavimenti, taglierine Polishing machines, cutters.

AMS GROUP S.R.L. Unipersonale

Via Gandhi, 18 24048 CURNASCO DI TREVIOLO (BG) Tel. 035/200195 Fax 035/203128 info@amsgroupnet.com www.amsgroupnet.com

Macchine usate per marmo e granito Used machinery for marble/granite

APUANIA CORSI S.R.L.

Via Del Ferro, 10 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/858776 Fax 0585/53329 www.apuaniacorsi.com acorsims@tin.it

Aquastone, scolpitrice Luigi 92 - 96, ribaltatore blocchi, macchine a filo diamantato Water finisch machines, Aquastone, carving machine Luigi 92-96, blocks dumper, diamond wire machines

ATLAS COPCO STONETEC S.R.L.

Via Marghera, 1 12031 BAGNOLO PIEMONTE (CN) Tel. 0175/392090 Fax 0175/392967 Marketing.stonetec.mr@it.atlascopco.com www.atlascopco.com

Impianti di perforazione Drilling equipment

BENETTI MACCHINE S.P.A.

Via Provinciale Nazzano, 20 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/844347 Fax 0585/842667 benetti@benettigroup.com www.benettigroup.com

Macchine e attrezzature per l’estrazione delle pietre naturali Machines and equipment for stone quarrying

B.M. OFF. MECC. S.R.L.

Via IV Novembre, 37 36050 MONTORSO VIC. (VI) Tel. 0444/485000 Fax 0444/485085 bmofficine@bmofficine.it www.bmofficine.it

Telai monolama e multilama per marmo e granito Monoblade and pluriblades diamond gangsaws for marble and granite

BRETON S.P.A.

Via Garibaldi, 27 31030 CASTELLO DI GODEGO (TV) Tel. 0423/7691 Fax 0423/769600 info@breton.it www.breton.it

Progettazione, costruzione, montaggio e commercio di macchine, impianti, apparecchiature e componenti accessori per la lavorazione della pietra naturale e composita; progettazione, costruzione, montaggio e commercio di macchine utensili di precisione ad alta velocità / Design, construction, assembling and marketing of machinery, plant systems and accessory components/equipment for natural/compound stone working; design, construction, assembling and marketing of precision high-speed machine tools

BV-TECH S.R.L. UNIPERSONALE

Sede Legale: Via G. Gronchi, 12 Sede Commerciale e Produttiva: Via Tavigliana, 2 37023 GREZZANA (VR) Tel 045/8650303 Fax 045 8650100 info@bombieriventuri.it www.bombieriventuri.it

Macchine per la lavorazione del marmo e del granito Machines for the processing of marble and granite

CAMA S.R.L.

Via Risorgimento, 132 97015 MODICA (RG) Tel. 0932/903613 Fax 0932/453649 camamacchine@tin.it www.camasnc.it

Costruzione di macchine per marmo e granito Machines construction for marble and granite

C.M.S. S.P.A.

Via Caravaggi, sn 24040 LEVATE (BG) Tel. 035/2057155 Fax 035/2057154 stone@cms.it www.cms.it

Centri di lavoro a controllo numerico per marmi e graniti C.N.C. working centres for marble and granite

CO.B.A.L.M. S.R.L.

Sede Legale: Via Pomposa, 43/A 47924 RIMINI - Sede Amm. e Prod.: Via I. Silone, 3 47039 SAVIGNANO S.R. (FO) Tel. 0541/942228 Fax 0541/942238 info@cobalm.com www.cobalm.com

Frese a ponte tradizionali e CNC, Pantografi, Centri di lavoro CNC, Idrogetti, Banchi aspiranti, Insaccafanghi Traditional and CNC bridge saws, Pantographs, CNC work centres, Waterjets, Dust-collecting benches, Sudge baggers

COMANDULLI S.R.L.

Via Medaglie D’Argento, 20 26012 CASTELLEONE (CR) Tel. 0374/56161 Fax 0374/57888 info@comandulli.it www.comandulli.it

Costruzioni di macchine lucidacoste, bisellatrici e sagomatrici di profili toroidali, foratrici, macchinari per la lavorazione della pietra naturale Production of side polishers, chamfering and toroidal shaping machines, drilling machines, machines for natural stone processing

CO.ME.S. S.R.L.

Via Dante Alighieri, 43/45/47 56012 FORNACETTE (PI) Tel. 0587/423311 Fax 0587/422186 info@comesitaly.com www.comesitaly.com

Teste lucidatrici per granito e ceramica; riduttori e variatori di velocità Polishing heads for granite and ceramic; speed reducers and variators

CORAZZA S.R.L.

Via Calderozze, 26 31018 GAIARINE (TV) Tel. 0434/75097 Fax 0434/758649 info@corazzabenne.com www.corazzabenne.com

Benne e forche sollevamento blocchi, attrezzature per cave "Corazza Srl offer a vast range of accessories to be used in the marble quarries that may be applied to the wheel loaders or excavators The range of products include accessories for the Earth Moving Sector, Marble Quarries, Demolition/Crushing and Timber Grapples."

CUTURI GINO S.R.L.

Via degli Oliveti, 15 C. P. 32 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/831232 Fax 0585/831231 www.cuturi.com

Produzione martelli pneumatici brevettati e utensili widia Production of patented pneumatic hammers and widia tools

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 PERMILANO ULTERIORI - TEL. INFORMAZIONI: +39 02 315 360 CONFINDUSTRIA - info@assomarmomacchine.com MARMOMACCHINE, CORSO S


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

DAL FORNO S.R.L.

Via Oliveti, 111 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/793343 Fax 0585/253534 info@dalforno.com www.dalforno.com

Impianti di sollevamento Lifting and handling equipments

DENVER S.P.A.

Strada del lavoro, 87 47892 GUALDICCIOLO Rep. di San Marino Tel. +(378) 0549 999688 Fax +(378) 0549 999651 info@denver.sm www.denver.sm

Macchine per la lavorazione di marmo e granito: centri di lavoro a controllo numerico, fresatrici a ponte monostruttura, tradizionali e CNC, lucidacoste, levigatrici, lucidatrici automatiche Machines for processing marble and granite: CNC machines, monobloc, traditional and CNC bridge sawing machines, smoothing machines, smoothing and polishing machines

DONATONI MACCHINE S.R.L.

Via Napoleone, 14 37015 DOMEGLIARA (VR) Tel. 045/6862548 Fax 045/6884347 info@donatonimacchine.eu www.donatonimacchine.eu

Centri di lavoro a controllo numerico, cicli automatici, fresatrici a banco e a ponte, segatrici diamantate C.N.C. operated working centres, automatic plants, table and bridge sawing machines, diamond sawing machines

ELEPHANT S.R.L.

Via Piane, 25/A 47853 CORIANO (RN) Tel. 0541/657285 Fax 0541/657605 info@elephant.it www.elephant.it

Impianti di sollevamento e movimentazione Lifting and handling devices

EMMEDUE DIVISION INDUSTRIE MONTANARI SRL

Via Fondo Ausa 23 47891 DOGANA REP. DI SAN MARINO Tel. 0549/908926 Fax 0549/908875 emmedue@industriemontanari.sm www.emmedue.sm

Macchine per la lavorazione di marmo, granito e pietra naturale: frese a ponte tradizionali e CNC, centri di lavoro a controllo numerico, taglierine Machines for processing marble, granite and natural stone: traditional and CNC bridge saws, CNC machines, job site saws

FERRARI & CIGARINI S.R.L.

Via Ascari, 21/23 41053 MARANELLO (MO) Tel. 0536/941510 - Fax 0536/943637 marketing@ferrariecigarini.com administration@ferrariecigarini.com www.ferrariecigarini.com

Costruzione macchine da taglio, lucidacoste e zoccolini, scapezzatrice, picchettatrici, scoppiatrici, profilatrici, bisellatrici, incollatrici e anticatura su marmo e pietre naturali, automazioni su misura e robotizzate / Manufacture of cutting machines, polishing machines and small plinth, lapping machines, pecking machines, blowing machines, profiling machines, bevelling machines, glueing machines and olding on marble and natural stones, robotized and measures automations

FRACCAROLI & BALZAN S.P.A.

Via Ospedaletto, 113 37026 PESCANTINA (VR) Tel. 045/6767309 Fax 045/6767410 info@fraccarolibalzan.it www.fraccarolibalzan.it

Trattamento acque e disidratazione fanghi. Macchine per segherie, scoppiatrici e sezionatrici Water treatment and mud dehydration. Sawmill machines, Break list machines

F.S.E. S.R.L.

P.zza Borgo Serio, 29 26012 CASTELLEONE (CR) Tel. 0374/58625 Cell. 335/8312804 Fax 0374/57339 saragni@tin.it www.fsesrl.com

Tutti i macchinari usati inerenti alla lavorazione di marmi, graniti e pietre All second-hand machines for marble, granite and stone processing

GHINES GROUP S.R.L.

Via Marecchiese, 364 P.O. Box 456 47923 RIMINI tel. 0541 751080 fax 0541 751074 info@ghines.com www.ghines.com

Centri di lavoro multifunzione, sagomatrici e lucidatrici portatili, dischi diamantati flessibili, utensili e mole diamantate, mole lucidanti, separatori di fango, banchi e pareti aspiranti con abbattimento della polvere ad acqua ed a secco, impianti centralizzati di abbattimento polvere personalizzati e modulari / Multifunctional workstations, portable shape-polishing machines, flexible diamond discs, diamond tools and wheels, polishing wheels, mud separators, suction benches and walls with wet and dry dust exhaustion, centralized, modular and customized dust suction systems

GIACOMINI OFF. MECC. S.R.L.

Via A. Cirla, 25 28883 GRAVELLONA TOCE (VB) Tel. 0323/848474/5 Fax 0323/864895 infogiacomini@giacominiom.com www.giacominiom.com

Derricks - Gru a ponte - Gru a cavalletto - Pompe per segherie - tendilame - argani Derricks - gantry crane and over head - pumps for gangsaw seats turnbuckle for frame cutting blades - winches treuils

GMM S.P.A.

Via Nuova, 155 28883 GRAVELLONA TOCE (VB) Tel. 0323/849711 Fax 0323/864517 gmm@gmm.it www.gmm.it

Fresatrici, macchine da taglio con dischi diamantati per la lavorazione di marmi e graniti, tagliablocchi, segatrici giganti Sawing machines, diamond circular saw-machines for marble and granite processing, blockcutters, jumbo saws

HABASIT ITALIANA S.P.A.

Via De Nicola, 16 20090 CESANO BOSCONE (MI) Tel. 02 4588881 Fax 02 45861903 ugo.passadore@habasit.com www.habasit.it

Nastri trasportatori e cinghie di trasmissione Power transmission and conveyor belts

INTERMAC DIVISIONE VETRO E MARMO BIESSE S.P.A.

Via dell’Economia, sn 61100 PESARO (PU) Tel. 0721/483100 Fax 0721/482148 intermac.sales@intermac.com www.intermac.com

Macchine a controllo numerico per la lavorazione delle lastre di marmo e granito C.N.C. machines for the processing of marble and granite slabs

I.T.C. ITALIAN TOP CLASS DI CASTELLANI DAVIDE

Via Giovanni XXIII, 5 47853 CORIANO (RN) Tel. 0541/657502 Fax 0541/652485 info@itcitaliantopclass.com www.itcitaliantopclass.com

Macchine e attrezzature per la lavorazione del marmo, levigatrici per pavimenti, taglierine per marmo e pietre varie, utensili diamantati, abrasivi Marble working machines, floor polishing machines, bench saws for marble, diamond tools, abrasives

LAMETER S.R.L.

Via al Santuario di N.S. della Guardia, 56 b-c-d 16162 GENOVA Tel. 010/71641301 (accesso primario) Fax 010/71641355 info@lameter.it www.lameter.it

Produzione attrezzature macchine movimento terra Maker of equipment for earth-moving machines

LIFTSTYLE S.R.L.

Via Enrico Fermi, 26 37026 SETTIMO DI PESCANTINA (VR) Tel. 045/6450860 Fax 045/6450297 simonetta.fontana@manzelli.it www.manzelli.net

Impianti di sollevamento: ventose, pinze, gru a bandiera. Cabine e banchi aspiranti per la purificazione dell'aria Lifting equipment: vacuum lifter, clamps, jib crane. Cabins and suction bench for the purification of the air

MAEMA S.R.L.

Viale Del Lavoro, 9 37069 VILLAFRANCA VERONESE (VR) Tel. 045/6305781 - 6309179 info@maemasrl.it www.maemasrl.it

Macchinari per il trattamento superficiale di marmo, granito e pietra naturale Rough surfacing finishing machines for marble, granite and natural stone

MARINI QUARRIES GROUP S.R.L. unipersonale

Via Beura, 44 28844 VILLADOSSOLA (VB) Tel. 0324/575106 - 575202 Fax 0324/54096 mariniQG@MariniQG.it www.mariniqg.it

Attrezzature per cava Equipment and services for quarry

MARMILAME S.R.L.

Via Dorsale, 54 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/792792 (r.a.) Fax 0585/252466 info@marmilame.com www.marmilame.com

Lame da sega - graniglia metallica - additivi e impianti Saw blades - metal abrasives - additives and plants

MARMOELETTROMECCANICA S.R.L.

Via Flaminia km. 41,400 00068 RIGNANO FLAMINIO (ROMA) Tel. 0761/5051 Fax 0761/508388 info@marmoelettro.it www.marmoelettro.it

Costruzione macchine e utensili diamantati per la lavorazione del marmo e del granito Production of diamond machines and tools for the processing of marble and granite

MARMO MECCANICA S.P.A.

Via Sant’Ubaldo, 20 60030 MONSANO (AN) Tel. 0731/60999 Fax 0731/605244 info@marmomeccanica.com www.marmomeccanica.comì

Costruzione di macchine per la lavorazione di marmo, pietre, graniti Machinery production for the processing of marble, stone and granite

MARTINI AEROIMPIANTI S.R.L.

Via Ca’ Brusà, 20 37014 CASTELNUOVO DEL GARDA (VR) Tel. 045/7575363 - 7575344 Fax 045/7575025 info@martiniaeroimpianti.it www.martiniaeroimpianti.it

Banchi aspiranti, depuratori d’acqua, filtropresse, disidratatori per fanghi Aspirating benches, water purifiers, filter presses, mud dehydrators

MATEC S.R.L. machinery technology

Via S. Colombano, 13 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/831034 Fax 0585/835598 info@matecitalia.com www.matecitalia.com

Progettazione, costruzione macchine e impianti per depurazione acquee, filtro presse, silos decantatori, impianti dosaggio Design and construction of depuration plants, filter press, silos decanter, dosing plants

MEC S.R.L.

Località Lagarine, 4 38050 SCURELLE (TN) Tel. 0461 - 780166 Fax 0461 - 780164 info@mecs.it www.mecs.it

Macchine e impianti per lo spacco e la frantumazione della pietra e del cemento Machines and plants for splitting and crushing stones and concrete

MMG DI DIVITA GIUSEPPE

Via E. Berlinguer, 128 97013 COMISO (RG) Tel. 0932/922903 Fax 0932/922903 info@mmgservice.it www.mmgservice.it

Centro ricondizionamento macchinari Used reconditioned stone working machinery

NEWTEC TONGIANI S.R.L.

Via Acquale, 16 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/833430 Fax 0585/833388 info@newtecitaly.com www.newtecitaly.com

Cuscini sbancatori e macchinari per la lavorazione di marmi, pietre e graniti Steel hydro cushions e pneumatic cushions, machines for marble, stone and granite processing

NUOVA MONDIAL MEC S.R.L.

Via La Pastora, 82 47852 CERASOLO AUSA DI CORIANO (RN) Tel. 0541/759688 Fax 0541/756238 m.ballarini@nuovamondialmec.com www.nuovamondialmec.com

Produzione levigatrici per pavimenti e taglierine per marmo e granito Production of floor polishing machines and shearing machines for marble and granite

OCMA S.R.L.

Via dei Tretti, 39/41 36014 SANTORSO (VI) Tel. 0445/641010 Fax 0445/540488 info@ocma.it www.ocma.it

Impianti di sollevamento - gru a cavalletto (traliccio) e gru a ponte bitrave, monotrave e bicicletta, gru automatica, argani Power lifting cranes - gantry, twin travelling, bridge, wall travelling, jib, single girder, hoist, automatic cranes

CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

OFFICINA FAEDO S.R.L.

OFFICINE MARCHETTI S.R.L.

BYMEGADYNE

MEMBERS Via Arzignano 10/16 36072 CHIAMPO (VI) Tel. 0444/623144 0444/427266 Fax 0444/426582 commerciale@faedogru.it www.faedogru.it

Via Del Ferro, 40/C 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/857206 - 51975 info@officinemarchetti.com www.officinemarchetti.com www.marchettigroup.it

Costruttori di gru a cavalletto, gru a carroponte e gru a bandiera, impianti di sollevamento Producers of bridge, overhead and gantry cranes, lifting systems

Tenditori idraulici, tiranti, centraline, macchine a controllo numerico per marmo e granito Idraulic turnbackle, stay-bars for marble and granite, C.N.C. operated working machines for marble and granite

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

OFFICINA MECCANICA GARRONE S.A.S. di Marco Garrone & C.

Via Statale, 37 16042 CARASCO (GE) Tel. 0185/350161 Fax 0185/352249 garrone@garrone.com www.garrone.com

Segatrici a catena Chain saws

OLIFER S.R.L.

Via G. Marconi, 4 25076 ODOLO (BS) Tel. 0365/826088 (r.a.) Fax 0365/860727 www.olifer.com olifer@olifer.it

Laminazione profilati in acciaio a caldo e fabbricazione di lame scanalate per graniti Heat-lamination of steel sections and production of grooved blades for granite

OMAG S.P.A.

Via Stezzano, 31 24050 ZANICA (BG) Tel. 035/670070 Fax 035/670259 info@omagspa.it www.omagspa.it

Costruzione macchine per marmo, pietre e granito Construction of machines for marbles, stone and granite

OMAR CRANE S.R.L.

Via del Ferro, 5 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585 857455 Fax 0585 52293 omarcrane@hotmail.com www.omargru.it

Autogrù Mobile crane

OMA SYSTEM S.R.L.

Via delle Scienze, 5 04011 APRILIA (LT) Tel. 06/9280075 Fax 06/9281373 omasystem@omasystem.it www.omasystem.it

Produzione e commercializzazione di utensili diamantati, sinterizzati, elettrodeposti per macchine manuali e C.N.C. e lucidanti in gomma Production and sale about diamond, syntherised, electroplated tools for manual machines and C.N.C. and rubber polishing wheels

PAVONI COSTRUZIONI MECCANICHE S.R.L.

Via della Magliana, 1016 00148 ROMA Tel. 06/6535825 Fax 06/653825 costruzionipavoni@hotmail.com www.pavoni-costruzioni.com

Macchine per il taglio della pietra Stone-cutting machines

PEDRINI S.P.A. ad unico socio

Via Delle Fusine, 1 24060 CAROBBIO DEGLI ANGELI (BG) Tel. 035/4259111 Fax 035/4259286 info@pedrini.it www.pedrini.it

Produzione di macchinari per la lavorazione di marmo, granito e gres porcellanato Production of machinery for processing of marble, granite and granito ceramic tiles

PELLEGRINI MECCANICA S.P.A.

Viale delle Nazioni, 8 37135 VERONA Tel. 045/8203666 Fax 045/8203633 info@pellegrini.net www.pellegrini.net

PERISSINOTTO S.P.A.

Via Pascoli, 17 20090 VIMODRONE (MI) Tel. 02/250731 Fax 02-2500371 peris@pemo.com www.pemo.com

Pompe centrifughe Centrifugal pumps

PRUSSIANI ENGINEERING S.R.L.

Via Luigi Galvani, 16 24061 - ALBANO SANT’ALESSANDRO (BG) Tel. 035/581444 Fax 035/4528235 info@prussiani.com www.prussiani.com

Costruzione frese e centri di lavoro a controllo numerico per la lavorazione di marmi e graniti Numerical control bridge saws and work centres for marble and granite

QDESIGN S.R.L.

Via Aldo Moro, 27 56010 VICOPISANO (PI) Tel. 050/701047 Fax 050/712115 info@qdrobotics.com www.qdrobotics.com

SAMPLA BELTING S.R.L. A MEGADYNE GROUP CO

Via delle Industrie, 6/12 20041 AGRATE BRIANZA (MI) Tel. 039/689601 Fax 039/650846-6057428 info@samplabelting.it www.samplabelting.it

Nastri trasportatori e cinghie di trasmissione per l’industria del marmo e granito Conveyor belts-driving belts

SASSOMECCANICA S.R.L.

Via val Tiberina, 73 63037 PORTO D’ASCOLI (AP) Tel. 0735/650988 Fax 0735/657741 info@sassomeccanica.it www.sassomeccanica.it

Lucidacoste, frese a ponte, lucidatrici continue Edge polishers, bridge saws, continuous polishers

SIMEC S.P.A.

Via Enrico Fermi, 4 31030 CASTELLO DI GODEGO (TV) Tel. 0423/7351 Fax 0423/735256 info@simec.it www.simec.it

Gamma completa di macchine ed impianti ad alte prestazioni per la lavorazione del marmo, del granito e delle pietre agglomerate e artificiali Complete range of high performance machines and plants for processing marble, granite and agglomerate and artificial stones

SOCOMAC S.R.L.

Via G. Galilei, 11 Zona Artigianale Catena 37023 GREZZANA (VR) Tel. 045/8650200 Fax 045/8650202 info@socomac.it www.socomac.it

Costruzione e vendita di macchine per la lavorazione del marmo Production and selling of marble machinery

SO.F.I. S.R.L.

Via Canicarao, 42 97013 COMISO (RG) Tel. 0932/967511 - 968220 Fax 0932/968220 commerciale@sofisrl.com www.sofisrl.com

Attrezzature nuove e usate per la lavorazione del marmo e del granito (pompe - teste leviganti macchine usate ecc.), lame diamantate, dischi diamantati, mole e foretti diamantati, assistenza e consulenza tecnica / New and used equipment for marble and granite working (pumps, smoothing heads, used machinery, etc.), diamond-coated blades, disks, grinders and rock drills, technical assistance and consultancy

STEINEX S.R.L.

Viale Venezia, 86 38056 LEVICO TERME (TN) Tel. 0461/710500 Fax 0461/701049 info@steinex.com www@steinex.com

Macchine e impianti per la lavorazione a spacco di pietre Reliable machines and equipment to split all kind of stones

Impianti di depurazione, filtropressa, macchine di aspirazione polveri Waste water reclycing plants, filter press, dust suction machines

T&D ROBOTICS S.R.L.

Viale D. Zaccagna, 47 54033 - MARINA DI CARRARA (MS) Tel. 0585/780917 Fax 0585/648927 info@tdrobotics.com www.tdrobotics.com

Linee di impianti robotizzati per la lavorazione dei materiali lapidei Robot-automated stone-working lines

Prodotti tecnici industriali Industrial technical products

TECNOIDEA IMPIANTI S.R.L.

Via Beato Angelico, 15 20052 MONZA (MI) Tel. 039/2020265 (r.a.) Fax 039/2023570 info@tecnoidea.it www.tecnoidea.it

Impianti depurazione acqua - trattamento fanghi Purify equipments

T.C. TURRINI CLAUDIO S.R.L.

TECHNOTRADE S.R.L.

Via Francia, 4 37069 VILLAFRANCA DI VERONA (VR) Tel. 045/6302744 Fax: 045/6303435 info@tcturrini.com www.tcturrini.com

Via U. Mondolfi, 182 57128 LIVORNO Tel. 0586/587385 Fax 0586/581773 technotrade@pistoiatechnotrade.com pistoiatechnotrade.com

PROMETEC prometec S.R.L. Leading Innovation in Stone

Via Dorsale, 13 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/79681 Fax 0585/796868 info@prometec.it www.prometec.it

Impianti completi per cave di marmo, granito e pietre ornamentali. Impianti a filo diamantato, sagomatrici automatiche. Perforazione automatica e idraulica Complete plants for marble, granite and dimensional stone quarries. Diamond wire plants, automatic contouring machines. Automatic and hydraulic drilling systems

Impianti per la resinatura di lastre e blocchi, sistemi automatici di movimentazione lastre e filagne, macchine speciali per la lavorazione di marmo e granito Vacuum resin-treating plants for marble and granite blocks and slabs, automatic handling system, production of marble and granite specialized machines

Sistemi robotici per la fresatura Robotic systems for milling

TECNOPORRO DI PORRO MICHELE & CO. S.A.S.

Via Catullo, Ang. Tang. Lotto 3 76123 ANDRIA (BA) Tel. 0883/262338 Fax 0883/262338 info@tecnoporro.com www.tecnoporro.com

Filtro pressa, filtro a sacchi, sistemi di aspirazione polveri, frantumatore e separatore Filter press, bags filter, dust sucking systems, crusher and separation system

TERZAGO MACCHINE S.R.L.

Via S. Rocco, 1 24060 SOLTO COLLINA (BG) Tel. 035/986717/705 Fax 035/980048 - 986600 terzagocommerciale@terzago.it www.terzago.it

Fresa a ponte CNC, tagliablocchi, lucidatrici per marmo, segatrici, bisellatrici, ricambi per gli stessi NC bridge sawing machines, block-cutters, marble polishing machines, sawing machines, chamfering machines and spare parts

VEM S.P.A.

Via Lago di Levico, 14 36015 SCHIO (VI) Tel. 0445/575955 Fax 0445/576357 vem@vem.it www.vem.it

Teste per levigatrici, teste per calibratrici, segatrici, pantografi Heads for polishing machines, heads for sizing machines, sawing machines, pantographs

WIRES ENGINEERING S.R.L.

Via Mario Franza, 1 10010 LESSOLO (TO) Tel. 0125/58783 - 58850 Fax 0125/58410 ammin@cofiplast.it www.cofiplast.it

Impianti per il taglio di graniti, marmi e pietre con filo diamantato Installations for cutting granite, marble and sotnes with diamond wire

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

UTENSILI DIAMANTATI DIAMOND TOOLS

GSV - DIAMANT S.R.L.

3T UTENSILI DIAMANTATI SPECIALI S.A.S.

Via Catagnina, 4 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/831122 Fax 0585/835372 info@3t-utensilidiamantati.it www.3t-utensilidiamantati.it

Produzione di utensili diamantati per la lavorazione di marmi e graniti Production of diamond tools for the processing of marble and granite

ATAL S.R.L.

Via Libero Grassi, 3/5/7 20056 TREZZO SULL'ADDA (MI) Tel. 02/90964116 Fax 02/90964096 info@atalgrafiti.com www.atalgrafiti.com

CO.FI.PLAST. S.R.L.

ADI S.P.A.

V.le Dellâ&#x20AC;&#x2122;Economia 12/16 36016 THIENE (VI) Tel. 0445/360244 (r.a.) Fax 0445/366862 info@aditools.com www.aditools.com

Utensili diamantati per marmo e granito, rulli calibratori, foretti diamantati Marble and granite diamond tools, gauging rollers, diamondtipper sinker drills

Grafite lavorazione e trasformazione Graphite working and processing

BOART & WIRE S.R.L.

Via Concordia, 1 36024 NANTO (VI) Tel. 0445/1744139 Fax 0445/1744237 boartandwire@boartandwire.com www.boartandwire.com

Fili diamantati per marmo e granito Diamond wires for marble and granite

Via m. Franza, 1 10010 LESSOLO (TO) Tel. 0125/58783 - 58791 58654 Fax 0125/58410 ammin@cofiplast.it www.cofiplast.it

Fili diamantati per marmo e granito Marble and granite diamond wire

CIDIAM GROUP S.R.L.

Via Dante Alighieri, 7/B 29012 CAORSO (PC) Tel. 0523/822744 Fax 0523/822433 info@cidiam.com www.cidiam.com Produzione di utensili

Produzione di utensili diamantati per la lavorazione dei marmi, graniti, pietre e gres Production of diamond tools for the processing of marble, granite, stone and gres

DELLAS S.P.A.

Via Pernisa, 12 37023 LUGO DI GREZZANA (VR) Tel. 045/8801522 (r.a.) Tel. 045/8801212 Fax 045/8801302 info@dellas.it www.dellas.it

Utensili diamantati Diamond tools

DIAMACCH S.A.S.

V.le Furio Camillo, 87/89 00181 ROMA Tel. 06/7843345 Fax 06/7851798 diamacch@tiscali.it www.diamacch.it

Utensili diamantati - macchine per la lavorazione di marmi - abrasivi Diamond tools - marble working machinery - abrasives

DIAMANT BOART

HUSQVARNA ITALIA S.P.A. Sede: Via Santa Vecchia, 15 23868 VALMADRENA (LC) Uff. amm.: Via Remato, 18 25017 MAGUZZANO DI LONATO (BS) Tel. 030/99171 - Fax 030/9917241 claudio.coletto@it.husqvarna.com www.diamant-boart.com

Fabbricazione prodotti abrasivi e utensili diamantati (lame, dischi, mole, foretti, fili diamantati) Production of abrasives and diamond tools (blades, discs, grinding wheels, drills, diamond wires)

DIAMANT-D S.R.L.

Via Palladio, 40 35010 S. GIORGIO IN BOSCO (PD) Tel. 049/5996755 (r.a.) Fax 049/5996401 diamant.d@interbussiness.it www.diamant-d.com

Costruzioni utensili diamantati Production of diamond tools

DIAMOND PAUBER S.R.L.

Via Aprilia, 5 54100 MASSA Tel. 0585/830425/26 Fax 0585/830000 info@diamondpauber.it www.diamondpauber.it

Produzione - montaggio - commercio di utensili diamantati Production - mounting - trade of diamond tools

DIAMOND SERVICE S.R.L.

Via G. Ungaretti, 2/A 29012 CAORSO (PC) Tel. 0523/822447 (r.a.) 821534 Fax 0523/822630 diamondservice@agonet.it www.diamondservice.it

Produzione utensili diamantati Production of diamond tools

DIAMUT-BIESSE S.P.A.

Via Malpighi, 8 48022 LUGO (RA) Tel. 0545/211911 Fax 0545/25406 sales@diamut.com www.diamut.com

Utensili diamantati per macchine automatiche e manuali Diamond tools for automatic and semi-automatic machines

DIATEX S.P.A.

Via Firenze, 4 36030 VILLAVERLA (VI) Tel. 0445/350338 (r.a.) Fax 0445/856542 info@diatex.it www.diatex.it

Utensili diamantati Diamond tools

D.WIRE S.R.L.

Via Dorsale, 13 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/600307 Fax 0585/600308 info@dwire.it primo@dwire.it www.dwire.it

Filo diamantato Diamond-wire

FILMS S.P.A.

Via Megolo, 49 28877 ANZOLA D'OSSOLA (VB) Tel. 0323/836386 Fax 0323/83089 info.films@omcd.it www.thebead.it

Perle diamantate (sinterizzate e hippate), fili diamantati gommati plastificati e montati a molle, inserti e punte fondo foro, filo plastificato per multifilo Sintered and isostatic diamond beads, plasticized and rubberised diamond wire, spring wire, inserts and down the hole hammer, plasticized wire for multiwire

GSV - DIAMANT S.R.L.

Viale XX Settembre, 177/d 54033 AVENZA CARRARA (MS) Tel. 0585/759228 Fax 0585/600315 info@filodiam.it

Filo diamantato Diamond-wire

IMS S.A.S.

Via Vittorio Emanuele, 103 12048 SOMMARIVA BOSCO (CN) Tel. 0172/54015 Fax 0172/54014 ims@ims.sh www.ims.sh

Porta utensili Tool holders

ITALDIAMANT S.P.A.

Via Montello, 34 - P.O. BOX 53 36034 MALO (VI) Uffici: Tel. 0445/580750 4 linee r.a. Fax 0445/580755 2 linee r.a. info@italdiamant.com www.italdiamant.com

Abrasivi diamantati, lame diamantate, dischi diamantati, frese, foretti, rulli Diamond -coated abrasives, blades and disks, cutters, rock drills, rollers

L.G. LAVORAZIONI GRAFITE S.R.L.

Via C. Battisti, 53 26842 CASELLE LANDI (LO) Tel. 0377/69021 Fax 0377/69351 amministrazione@lgonweb.com

Stampi ed elettrodi in grafite per la sinterizzazione - impianti ed accessori per il montaggio degli stampi in grafite Graphite moulds and electrodes for the sintering process - accessories and equipments for the assembling of graphite moulds

LUPATO MECCANICA S.R.L.

Via delle Arti e Mestieri, 3 33080 ROVEREDO IN PIANO (PN) Tel. 0434/924404 Fax 0434/592217 info@lupatomeccanica.com www.lupatomeccanica.com

Utensili per finiture grezze su marmi, pietre, graniti e cementi Tools for rough finishes on marble, stones

MBN NANOMATERIALIA S.P.A.

Via G. Bortolan, 42 31050 VASCON DI CARBONERA (TV) Tel. 0422/447311 Fax 0422/447318 rolli@mbn.it www.mbn.it

Leganti metallici in polvere per utensili diamantati Metal bond powders for diamond tools

MOLLIFICIO APUANO S.R.L.

Via Tinelli, 55 54100 MASSA (MS) Tel. 0585 834383 Fax 0585 834470 info@mollificioapuano.com www.mollificioapuano.com

Accessori per filo diamantato e attrezzature da cava Accesories for diamond wire and tools for quarry

NICOLAI DIAMANT S.R.L.

Via Dorsale, 13 Area Ex-Dalmine, Lotto 6B 54100 MASSA CARRARA (MS) Tel. 0585/ 79971 Fax 0585/799799 www.nicolaidiamant.com mail@nicolaidiamant.com

Produzione di utensili diamantati per la lavorazione di marmi, graniti, pietre, gres e vetro Production of diamond tools for the processing of marble, granite, stone, gres and glass

S.D. DIAMANT

Via E. Cernuschi, 16 R 16161 GENOVA (GE) Tel. 010/7457000-011 R.A. Fax 010/7457178 sddiamant@sddiamant.it www.sddiamant.it

Utensili diamantati Diamond tools

PALMERIO - PAL S.R.L.

Via Catagnina, 4 54100 MASSA CARRARA (MS) Tel. 0585/831336 Fax 0585/834216 info@palmerio.com www.palmerio.com

Accessori ed utensili per filo diamantato Diamond wire accessories and tools

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

SINDIAM S.R.L.

Zona Mercato, 12 85038 SENISE (PZ) Tel. 0973 584874 Fax 0973 584874 sindiam@tiscali.it www.sindiam.com

Filo Diamantato Diamond-wire

STELLA S.R.L.

Via Marconi, 26 21041 ALBIZZATE (VA) Tel. 0331/985787 Fax 0331/985803 info@stella-welding.com www.stella-welding.com

TECI - DIV. REDAELLI TECNA S.P.A.

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

SORMA S.P.A.

Via Don F. Tosatto, 8 30174 MESTRE (VE) Tel. 041/959179 - 959616 Fax 041/952071 info@sorma.net www.sorma.net

Produzione di utensili diamantati Production of diamond tools

Leghe brasanti e disossidanti per la produzione di utensili per il taglio/lavorazione di marmo, pietra, cemento, asfalto e per la produzione di utensili da scavo, da trivellazione, da miniera Brazing alloys and fluxes for marble, stone, concrete, asphalt cutting/machining tools and for excavation, drilling and mining tools

TABULARASA S.R.L.

V.le Scalo San Lorenzo, 40 00185 ROMA Tel. 06/45420272 Fax 06/45420511 info@tabularasa.com www.tabvlarasa.com

Utensili per la scultura, mosaico ed intarsio Stone carving tools, inlay and mosaic tools

Via A. Volta, 16 20093 COLOGNO MONZESE (MI) Tel. 02/25307420 Fax 02/25307305 info@teci.it www.redaellitc.it www.teci.it

Funi speciali calibrate per fili diamantati per il taglio del marmo granito cemento armato Special calibrated ropes for Diamond Wires for Stone Industry

T.R.E.D. S.R.L.

P.zza Amenduni, 13/14 Z.I. 70037 RUVO DI PUGLIA (BA) Tel. 080/3601675 Fax 080/3612800 info.tred@tin.it www.tre-d.it

Utensili diamantati elettrodepositati per macchine manuali e CNC Electroplated diamond tools for manual and CNC machines

TYROLIT VINCENT S.R.L.

Via Dell’Elettronica, 6 Z.I. 36016 THIENE (VI) Tel. 0445/359911 Fax 0445/370842 info.it@tyrolit.com www.tyrolit.com

Dischi e lame diamantate, filo diamantato, utensili per la levigatura e lucidatura del marmo, granito e agglomerati Diamond linear and circular blades, diamond wire, diamond tools for grinding and polishing marble, granite and agglomerated stone

U.SA.DI. 2 S.R.L. UTENSIL SARDA DIAMANT TOOLS

V.le Monastir Km 10 Trav. Via “SA Cantonera” 09028 SESTU (CA) Tel. 070/22166 - Fax 070/7323396 usadi@tiscali.it www.usadi.com

Produzione utensili diamantati Production of diamond tools manufacture

WINOA ITALIA S.P.A.

Via Como n. 1 20834 NOVA M.SE (MB) Tel. 039/2200913 Fax 039/2200963 winoaitalia@wabrasives.com www.wabrasives.com/it/

Graniglie metalliche per segagione granito Steel grit for granit cutting

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

C.so Sempione, 30 20154 MILANO info@assomarmomacchine.com www.assomarmomacchine.com

Associazione italiana Costruttori e Utilizzatori di macchine e attrezzature varie per la lavorazione delle pietre naturali Italian Association of manufacturers and users of machinery and other equipment for natural stone processing

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

ABRASIVI, LUCIDANTI, MASTICI & ACCESSORI LAPIDEI ABRASIVES POLISHING, MATERIALS ADHESIVES & ACCESSORIES ABICHEM S.A.S

Loc. Rucci, snc 88044 MARCELINARA (CZ) Tel. 0961/903822 Fax 0961/903822 info@abichem.it www.abichem.it

Produzione protettivi e detergenti per il trattamento e la manutenzione delle superfici porose Production of protectives and cleaning agents for porous surfaces treatments

ABRA IRIDE S.R.L.

Via E. Minato, 28 31039 RIESE PIO X (TV) Tel. 0423/453737 Fax 0423/453745 info@abrairide.com www.abrairide.com

Abrasivi per la levigatura e la lucidatura del marmo e marmo agglomerato Abrasives for grinding and polishing of marble and agglomerated marble

ABRASIVI ADRIA S.R.L.

Via dell’Industria, 63 37010 S. Ambrogio V.LLA (VR) Tel. 045/6861311 - 6860324 Fax 045/6860323 info@abrasiviadria.com www.abrasiviadria.com

Abrasivi e lucidanti per marmi, graniti, agglomerati - Taglierine e levigatrici Production of abrasives and polishing stones for marble, granite, agglomerated - Polishing and shearing machines

B-CHEM S.N.C. di Bernardi Maurizio & C. S.N.C.

Via Enzo Ferrari, 25 62012 CIVITANOVA MARCHE (MC) Tel. +39.0733.801444 Fax +39.0733.801062 info@b-chem.net www.b-chem.net

Produzioni mastici, resine, cere, lucidanti, protettivi ed abrasivi Production of mastics, glues, abrasives, polishing, waxes protectives for marble, stone, granite, concrete and agglomerated-marble

C. BESATI & C. S.R.L.

Via Paracelso, 26 20041 AGRATE BRIANZA (MB) Tel. 039/6058065 Fax 039/6058081 carlobesati@besati.it www.besati.it

Carburo di silicio - Graniglia metallica per taglio blocchi granito - Mole diamantate Silicon carbide - Steel grit for marble cut - Diamond wheels

CHIM-ITALIA GROUP S.R.L.

Via Colletta, n. 14 42124 REGGIO EMILIA (RE) Tel. 0522/927218 Fax 0522/272791 info@chim-italiagroup.eu www.chim-italiagroup.eu

Mastici per marmo e affini Mastics for marble

CHT CHEMICALS S.R.L.

Via Belvedere, 75 37026 ARCE' DI PESCANTINA (VR) Tel. 045/9587334 Fax 045/6757036 info@chtchemicals.com www.chtchemicals.com

Resine, adesivi, mastici, protettivi, fibre di vetro, antiscivolo, pannelli alveolari Resins, adhesives, mastics, surfaces treatments, fiberglass net, antislip solutions, honeycomb panels

CIGIESSE S.R.L.

Contrada Fiorano, 6/B 63065 RIPATRANSONE (AP) Tel. 0735/90655 Fax 0735/907228 info@abrasivicigiesse.it www.abrasivicigiesse.it

Mole abrasive a tazza Grinding cup wheels

DUNA CORRADINI S.P.A.

Via Carpi – Modena 388 41019 SOLIERA (MO) Tel. 059/893964 Fax 059/565403 marta.brozzi@dunagroup.com www.dunagroup.com

Resine epossidiche per marmi e graniti Marble and granite resins

ELANTAS EUROPE S.R.L.

Str. Antolini, 1 43044 COLLECCHIO (PR) Tel. 0521/304777 Fax 0521/804410 em.elantas.europe@altana.com www.elantas.comt

Formulazione resine sintetiche Formulating syntetic resins

FABER CHIMICA S.R.L.

Loc. Campo d’Olmo 60044 FABRIANO (AN) Tel. 0732/627178 (r.a.) Fax 0732/22935 www.faberchimica.com info@faberchimica.com

Prodotti per la cura delle pietre naturali e di altri materiali Products for the care of stone and other materials

FILA INDUSTRIA CHIMICA S.P.A.

Via Garibaldi, 58 35018 SAN MARTINO DI LUPARI (PD) Tel. 049/9467300 Fax 049/9460753 fila@filachim.it www.filachim.com

Cere, detergenti, protettivi per il trattamento e la manutenzione di tutte le superfici Waxes, cleaning agents, protectives for all the surface treatments

ILPA ADESIVI S.R.L.

Via G. Ferorelli, 4 z.i. 70123 BARI Tel. 080/5383837 Fax 080/5377807 ilpasrl@ilpa.it www.ilpa.it

Produzione di mastice per marmo e di prodotti professionali per la lucidatura, la pulizia e la cura dei materiali lapide e litoidi Production of mastic for marble, professional products for polishing, clearing, care of stone anf granite

INDUSTRIA CHIMICA GENERAL S.R.L.

Via Repubblica S. Marino, 8 Zona Ind. Nord 41100 MODENA Tel. 059/450991-450978 Fax 059/450615 mail@generalchemical.it www.generalchemical.it

Mastici, abrasivi, lucidanti, dischi diamantati, protettivi e sigillanti, cere etc. Mastics, abrasives, polishing agents, diamond circular saws, protectives and sealings products, waxes, etc.

INDUSTRIA CHIMICA REGGIANA I.C.R. S.P.A.

Via Mario Gasparini, 7 42124 REGGIO EMILIA Tel. 0522 517803 Fax 0522 514384 icr@icrsprint.it www.icrsprint.it

Stucco, mastice, prodotti per trattamento superficiale Putty, mastic, surface treatment products

ISEP S.R.L.

Via Della Liberazione, 848 41018 SAN CESARIO SUL PANARO (MO) Tel. 059/936373 Fax 059/930838 info@isep.it www.isep.it

Mastici, prodotti chimici, prodotti chimici per il restauro, protettivi Epoxy and polyurethans systems for marble and granite

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

MEMBERS

LUNA ABRASIVI S.R.L.

Via Pratolino loc. Boettola 19020 VEZZANO LIGURE (SP) Tel. 0187997506 – 07 Fax 0187997344 – 997508 lunabra@tin.it www.lunabrasivi.it

Produzione abrasivi e utensili diamantati per marmo, granito e ceramica Abrasives and diamond tolls production for marble, granite and ceramic

MATTHEWS INTERNATIONAL S.P.A.

Via Martiri della Libertà, 71 43052 COLORNO (PR) Tel. 0521/815801 Fax 0521/816777 b.pizzetti@caggiati.it www.caggiati.it

PAG ABRASIVES S.R.L.

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

MAPEI S.P.A.

Via Cafiero, 22 20158 MILANO Tel. 02/376731 Fax 02/37673214 mapei@mapei.it www.mapei.com

Adesivi, sigillanti, prodotti chimici per edilizia Adhesives, sealers, chemical products for the building industry

Fonderia d’arte Art castings

NEW POLARIS LUX S.R.L.

Via C. Fiorillo, 5 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/834553 Fax 0585/837004 polarisabrasivi@newpolarislux.it www.newpolarislux.it

Abrasivii Abrasives

Via Conturli, 51/a 16042 CARASCO (GE) Tel. 0185 350741 Fax 0185 350102 info@pagabrasives.com www.pagabrasives.com

Abrasivi e lucidanti per marmo Abrasives & polishing stones for marble

SUPER SELVA S.R.L.

Via Trento, 27 37030 SELVA DI PROGNO (VR) Tel. 045/7847122 Fax 045/7847032 info@superselva.it www.superselva.it

Produzione abrasivi ed affini Production of abrasives

STEP S.R.L.

Via Monte Tomba, 2 b 37142 VERONA Tel. 045/8989661 Fax 045/8701350 info@stepservizi.com www.stepservizi.com

Levigatura e lucidatura pareti verticali ed orizzontali, marmo, granito, cemento Smoothing and polishing vertical and horizontal surfaces in marble, granite and cement

TENAX S.P.A.

Via I Maggio, 226 37020 VOLARGNE (VR) Tel. 045/6887593 Fax 045/6862456 www.tenax.it tenax@tenax.it

Abrasivi, mastici, lucidanti Abrasives, mastics, polishing agents

VEZZANI S.P.A.

Via Maresciallo Tito, 3 42020 MONTECAVOLO DI QUATTROCASTELLA (RE) Tel. 0522/880844 Fax 0522/880544 vezzani@vezzani.it

Fusioni d’arte e produzione accessori lapidei in acciaio, bronzo, porcellana Art - castings and production of steel, bronze and porcelain accessories

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

C.so Sempione, 30 20154 MILANO info@assomarmomacchine.com www.assomarmomacchine.com

Associazione italiana Costruttori e Utilizzatori di macchine e attrezzature varie per la lavorazione delle pietre naturali Italian Association of manufacturers and users of machinery and other equipment for natural stone processing

Facciate ventilate Ventilated façades

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

CONSULENZA TECNICA E SERVIZI CONSULTANTS AND SERVICES ABET LAMINATI S.P.A.

Viale Industria, 21 12042 BRA (CN) Tel. 0172/419581 Fax 0172/431571 danilo.bignante@abet-laminati.it www.abet-laminati.it

Produzione laminati plastici decorativi Production of decorative laminates

ADERMA S.R.L.

Via Dante, 66 20078 TURATE (CO) Tel 02/96480721 Fax 02/9682795 info@adermasrl.it gl@gllocatelli.it www.adermalocatelli.it

CEL COMPONENTS S.R.L.

Via Cà dell'Orbo Sud, 4 40055 CASTENASO (BO) Tel 051/782505 Fax 051/782477 info@cel.eu www.cel.eu

Alluminio alveolare e pannelli sandwich Aluminium honeycomb and sandwich panels

CET SERVIZI S.R.L. Ricerca e Sviluppo

Via Secchiello, 7 38060 ISERA (TN) Tel. 0464/486344 Fax 0464/400168 info@cet-servizi.it www.cet-servizi.it

Servizi, prove materiali Service, material test

CONTROLS S.R.L.

Via Aosta, 6 20063 CERNUSCO SUL NAVIGLIO (MI) Tel. 02/921841 Fax 02/92103333 controls@controls.it www.controls-group.com

Attrezzature per prove sui materiali da costruzione Testing machines for the construction industry

EMBASSY CARGO S.P.A.

Via di Gonfienti, 5/C/58 59100 PRATO Tel. 0574/704101 Fax 0574/704131 menapace@embassycargo.eu www.embassycargo.eu/it/

Servizi logistici internazionali International logistic services

GEMINI S.R.L.

Via Cenisio, 50 20154 MILANO gemini.sede@gmail.com

Servizi integrati per le imprese Integrated services for businesses

MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Società a Socio Unico

C.so Sempione, 30 20154 MILANO info@assomarmomacchine.com www.assomarmomacchine.com

Servizi per le imprese Services for businesses

SCHNEIDER ELECTRIC S.P.A.

Via Circonvallazione Est, 1 24040 STEZZANO (BG) Tel. 049/8062866 Fax 035/4061411 alessandro.vallini@schneiderelectric.com www.schneider-electric.it

Prodotti di distribuzione elettrica e di automazione industriale Products for electric power distribution and industrial automation

GEOM. ALFREDO ARNABOLDI

PORRO GIACOMO

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

GEOM. ALFREDO ARNABOLDI

Via Adige, 14 20813 BOVISIO MASCIAGO (MB) alfredo.arnaboldi@geopec.it

Assistenza tecnica, consulenze, perizie, servizi per l’industria del marmo Consultants and services for stone industry

PORRO GIACOMO

Via Marchese Pagani, 14 22070 ROVELLO PORRO (CO) Tel. 02/96750185 giacomo.porro@libero.it giacomo.porro@alice.it www.exploitingstone.com

Studi geologici e minerari per minerali industriali e materiali lapidei Geological and mining surveys for industrial minerals and dimensional stones

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

C.so Sempione, 30 20154 MILANO info@assomarmomacchine.com www.assomarmomacchine.com

Associazione italiana Costruttori e Utilizzatori di macchine e attrezzature varie per la lavorazione delle pietre naturali Italian Association of manufacturers and users of machinery and other equipment for natural stone processing

MARMOMACCHINE INTERNATIONAL APP THE WORLD OF STONE AT YOUR FINGERTIPS PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


Sardegna Marmi. Art from the heart of Sardinia.

The heart of Sardinia


Profile for Marmo Macchine International

Marmo Macchine International n. 97  

Marmo Macchine International n. 97  

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded