__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

95

CASE-HISTORY/CASE-HISTORY

MERCATI E STATISTICHE/MARKETS AND STATISTICS

MADE IN ITALY

THE GLOBAL VOICE OF THE NATURAL STONE SECTOR

Marmomacchine Servizi Srl - Corso Sempione 30 - Milano 20154 - ITALY - Trimestrale - Poste Italiane Spa - Sped. in A.P. D.L. 353/03 (conv. in L. 27.02.04, n° 46), art. 1, c. 1, - LO/MI - Ottobre / Dicembre 2016 - Anno 24°

NEWS SETTORIALI/SECTOR NEWS

www. s a g eva n m a r m i .co m


:DVWHZDWHUUHF\F

Fraccaroli & Balzan Spa Via Ospedaletto, 113 - 37026 Pescantina (V tel. +39 045 6767309 - fax +39 045 676741

info@fraccarolibalzan.it www.fraccarolibalzan.it


F\FOLQJSODQWVDQGÈ´OWHUSUHVVHVIRUWKHVWRQHLQGXVWU\

ntina (Verona) - Italy 6767410


BUCINE BLUESTONE® PIETRA EXTRA DURA DEL BUCINE® FROM TUSCANY

BERTI SISTO & C

represented in USA and CANADA by

12240 SW 53rd Street, Suite 507 - Fort Lauderdale, FL 33330 Ph: + 1 954 252 9989 - info@creativetilemarketing.com


Boart & Wire e, a company specialized in th he pro oduction of diamond toolss with a worldwide leade ership in the multiwire e ap pplication, was fo ound ded in n 2005 and curre rre ently is work king with major man nufacture ers of machiner ery fo for prro ocessing marble an nd gra a e. anit

Nowadays iss one of the leading international i compan nies in production of diamond wire, blades and circular bllades for cutting stone and it alllows h hundr eds of customers all over the world to benefit from un nbeatable performanc o e in a single solution. Bo oart & Wire offers a complete prroduct range: diamond d wire and diamond circular blad des for marble and granite and diamond d blades. B rt & Wir Boart i e provides id an high hi h quality qualli products d and d a qualified lifi d technic h i all staff ff abl ble to foll llow the he custom o rs sinc ome s e the first phas ase of installation. llatio tion. The mai main p production n site iss continuously expanding xpand di g over ding er the years, strengthen ening their production oduc with branches anche in strategic areas such as Brazil, In India, dia, Taiwan a an nd Argentina.

ITAAL IT ALYY

Far ara Vicen cen entino

IND IND IN NDIA D

B g lore Bangalor

BRASILL Vitรณriaa

ARGENTIN AR G GENTINA NNAA B enos Ai Bue Buenos Air ires e

Via Astico 40 - 36030 Fara Vicentino (VI) - ITTAL ALY Teel. +39 0445 1744139 - Fax +39 0445 1744237

www.boartandwire.com

TAIWAN TA WAN Huaalien


MU ULTIWIRE MOONOWIRE QUARRY BLADE CIRCULAR BLADE


contents 012 Newsbook

NOTIZIE ED EVENTI DAL MONDO DEL MARMO. NEWS AND EVENTS FROM THE WORLD OF STONE.

124 Top Speaking Top Speaking

Intermac Intermac a Marmomacc 2016: l’esordio di una tecnologia di nuova generazione. Intermac at Marmomacc 2016: the debut of new-generation technology.

129 Case-History Breton Gmm BM Fila Pellegrini Intermac Pedrini T&D Robotics

Marmomacchine International is published quarterly by Marmomacchine Servizi Srl Corso Sempione 30 - Milan 20154 - ITALY Tel. + 39 02 315360 - Fax + 39 02 315354 E-mail: info@assomarmomacchine.com

Editorial staff: Arch. Raimondo Lovati direzione@assomarmomacchine.com Pasqualino Pietropaolo info@assomarmomacchine.com

Accountancy office: Elisa Cavalmoretti amministrazione@assomarmomacchine.com

Carrarafiere News

4 volte marmo: nell’anno di passaggio verso il 2018 CarraraMarmotec è “On Tour” con un nuovo progetto di promozione in quattro tappe. 4 importanti occasioni di business per le aziende nei mesi di aprile, giugno e settembre a partire dal FuoriSalone di Milano. 4 times marble: in the year of transition to 2018, CarraraMarmotec becomes “On Tour” with a new promotion project in four stages. 4 major business opportunities for companies in the months of April, June and September 2017, starting from FuoriSalone in Milan.

162 Partecipazioni fieristiche Fairs participations WorldStone Indonesia Batimat Russia Middle East Stone Stone Industry

172 Members

Elenco degli Aderenti a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE. List of the Members of the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Association.

DONATONI MACCHINE .....................63 D WIRE............................................52 ELANTAS .......................................109 FIERA BAU ....................................159 FIBRA..............................................69 FILA ................................................33 FRACCAROLI & BALZAN ......RISG. ANT. FRANCHI UMBERTO MARMI...........26,27 FRATELLI MILANO..............................103 GMM ..........................................19,21 IGUS................................................83 INTEREXPO ...................................153 INTERMAC..................55,124,125,126 ISEP................................................93 LANDI GROUP................................101 LA QUADRIFOGLIO MARMI ........II COV.

www. s a g eva n m a r m i .co m

Managing editor: Flavio Marabelli info@assomarmomacchine.com

Advertising office: Donatella Alzetta alzetta@assomarmomacchine.com Mattia Codazzi m.codazzi@assomarmomacchine.com

154 Carrarafiere Informa

AL NASR MARBLE ...........................43 ATAL .............................................113 ATLAS COPCO..................................81 BERTI SISTO......................................1 BM................................................102 BOART AND WIRE ..........................2, 3 BRETON...........................................29 CLASSIC MARBLE COMPANY.........115 COBANLAR ........................................5 CO.FI.PLAST .......................23, IV COV. C.M.S. .............................................89 DELLAS ..........................................8,9 DIAMANT BOART.............................97 DIAMUT.........................................111 DIATEX..........................................117 DIMPOMAR .....................................61

95

THE GLOBAL VOICE OF THE NATURAL STONE SECTOR

Marmomacchine Servizi Srl - Corso Sempione 30 - Milano 20154 - ITALY - Trimestrale - Poste Italiane Spa - Sped. in A.P. D.L. 353/03 (conv. in L. 27.02.04, n 46), art. 1, c. 1, - LO/MI - Ottobre / Dicembre 2016 - Anno 24

OTTOBRE-DICEMBRE 2016

English translation: Chama Armitage Rogate Graphic design and typesetting: Negro Stefano info@studio-grafico-negro-stefano.it Printing: Fotolito Star (Bergamo) All rights for any form of reproduction or translation of content are reserved. The reproduction of an article or of part of it without the consent of the publisher is forbidden. Any manuscripts, photographs or other material received will not be returned even if published. The publisher assumes no responsibility for opinions expressed in editorial articles or advertisements. Articles in standard type / Advertising features in italics. Marmomacchine Servizi s.r.l. under Article 2 paragraph 2 of the Code of Ethics relating to the processing of personal data in the exercise of journalism, disclose the existence of a database of personal editorial use at headquarters in

LUPATO ...........................................91 MARBLE FAIR................................123 MARINI QUARRIES GROUP ................17 MAROC STONE FAIR ...............148,149 MARMI BRUNO ZANET ....................95 MARMI GHIRARDI .........................107 MARMI LAME..................................15 MARMOLES SERRAT .......................31 MKS MAKINA MERMER.................151 NATURAL STONE SHOW ..........160,161 NICOLA FONTANILI .....................10,11 NICOLAI DIAMANT...........................45 OFFICINE MARCHETTI ...................105 OFF. MECCANICHE GARRONE...........57 O.M.G. - TOSCO MARMI .................6, 7 PALMERIO.......................................99

Front Cover: La Sa.Ge.Van. Marmi commercializza e valorizza, trasformandoli nello stabilimento di Avenza-Carrara, tutti i marmi bianchi e “colorati” della società Gemignani & Vanelli Marmi estratti nella cava Calocara A-102 di Carrara. Le due aziende, autonome e distinte sul piano imprenditoriale, sono espressione di uno stesso nucleo familiare.

In their Avenza-Carrara factory, Sa.Ge.Van. Marmi markets and processes all the white and “coloured” marbles of the Gemignani & Vanelli Marmi company extracted from the Calocara A-102 Quarry in Carrara. The two companies, which are distinct and fully autonomous, actually belong to the same family group. SA.GE.VAN. MARMI SRL Viale Zaccagna 6 54033 CARRARA (MS) TEL: 0585 855485 FAX: 0585 55692 P.IVA e CF: 00667650451 e.mail: com@sagevanmarmi.com Milan, in Corso Sempione 30. Those interested can contact the owner of data processing at the above place to exercise the rights provided by Law No 675/96. Postage A.P. - 45% - art. 2 comma 20/b legge 662/96 - Milan Authorization n. 14, 16-01-93 High court of Milan National Press Register n. 2993 (9-1-1991) “Periodicals postage is paid at Rahway, N.J. MARMOMACCHINE INTERNATIONAL USPS No.: 017-157 is published in March, June, September, December by MARMOMACCHINE SERVIZI SRL Annual subscription rate: euro 5,00.

PEDRINI ..........................................47 PELLEGRINI.....................................87 PROMETEC......................................51 PRUSSIANI......................................79 PULITOR..........................................71 SA.GE.VAN .................................I COV. SARDEGNA MARMI S.IM.IN. .....III COV. SCHNEIDER ELECTRIC .....................59 SIMEC ........................................37,39 STONE INDUSTRY FAIR..................128 STONEMART..................................150 T&D ROBOTICS..............................119 TENAX.............................................77 TIRRENA .........................................73 VITÓRIA STONE FAIR .....................152 XIAMEN STONE FAIR .....................184

advertisers


Giving the best... because we are. ««

«

«

« 0% 10 LASLY L TA E D DE IN I

MA

P^ee[^ik^l^gmZm3


Dellas

Diamond wires

We produce excellence. We create and adapt our creations to guarantee you stay ahead of your competitors. We are wherever you need us, right when you need us, thanks to our direct and indirect sales network covering more than 60 countries. We are punctual, precise and reliable. We are the right choice, the ideal partner to give added value to your company. We are DELLAS.

Dellas: the value of our products stems from the values of our people.

www.dellas.it

info@dellas.it

Dellas S.p.A. s Via Pernisa, 12 s 37023 Lugo di Grezzana (Verona) s Italy s Tel. +39 045 8801522 s Fax +39 045 8801302


             ! "#$% & '' ' ()*+,#-.

  

  

    


NOTIZIE ED EVENTI DAL MONDO DEL MARMO NEWS AND EVENTS FROM THE WORLD OF STONE

12

a cura di Raimondo Lovati, Pasqualino Pietropaolo e Flavio Marabelli

LA BCE DISPENSA OTTIMISMO

OPTIMISM FROM THE ECB

“La ripresa dell'eurozona continua a procedere a un ritmo moderato ma stabile" e "ha dimostrato un notevole resistenza agli sviluppi avversi e alle incertezze che derivano dall'ambiente globale". Sono queste le dichiarazioni rilasciate a fine novembre dal presidente della Bce Mario Draghi all'Europarlamento. Draghi ha al contempo ricordato che "la disoccupazione nell'eurozona sta stabilmente diminuendo" e che "sin dall'inizio dell'anno l'inflazione nominale ha gradualmente ripreso spostandosi dal tasso negativo di -0,2 di febbraio allo 0,5 di ottobre". "Le nostre politiche monetarie da giugno 2014 sono state un fattore chiave dietro gli sviluppi positivi dell'economia dell'eurozona, in particolare il Tltros, l'acquisto degli asset e i tassi bassi hanno fortemente sostenuto la ripresa", ha inoltre sottolineato il presidente della Bce, sottolineando che "la trasmissione del nostro stimolo monetario alle condizioni di prestito delle banche è stato notevole". Se l’Europa sta insomma riprendendo a fatica la china della crescita molto del merito va al Presidente italiano della Banca Centrale Europea.

“The economic rebound in the Eurozone continues at a moderate but stable pace” and “ has shown considerable resistance to negative developments and the uncertainties deriving from the global environment”. These are the declarations made at the end of November by ECB President Mario Draghi to the European Parliament. At the same time Draghi said that “unemployment in the Eurozone is steadily lessening” and that “since the beginning of the year normal inflation has gradually increased, moving from the rate of –0.2% to 0.5% in October”. “Since June 2014 our monetary policies have been a key factor behind positive developments” in the Eurozone economy, especially Titros, the acquisition of assets and the low interest rates that “have strongly sustained the uptake” Draghi further stated, emphasizing that “the transmission of our monetary stimulus to the conditions of bank loans was considerable”. In brief, if Europe is slowly but surely growing again much of the merit goes to the Italian President of the European Central Bank.


BUSINESS FORUM ITALIA-VIETNAM

ITALY-VIETNAM BUSINESS FORUM

Si è svolto a Roma il 23 novembre u.s. il Business Forum ItaliaVietnam, evento organizzato da Confindustria in collaborazione con l’Ambasciata vietnamita a Roma e ICE-Agenzia nel contesto della visita di Stato in Italia del Presidente del Vietnam, Tran Dai Quang. L’iniziativa realizzata presso la sede centrale di Confindustria di Viale dell’Astronomia è servita ad approfondire le opportunità di partnership economica ed industriale con il Vietnam, in una fase di grande crescita e trasformazione del Paese asiatico e in un contesto di bilateralità nuova conseguente all’annunciato disimpegno degli Stati Uniti dal Tpp (la Trans-Pacific Partnership che il presidente eletto Trump vuole archiviare definitivamente). Con un tasso di crescita del 6,7% nel 2015, il Vietnam rappresenta senza dubbio uno dei Paesi emergenti dell’area ASEAN tra i più dinamici sullo scenario regionale e globale ed uno dei nostri partner prioritari della Regione. Punti di forza sono il suo sistema industriale, fondato sulle PMI, la sua politica attrattiva in tema d’investimenti esteri, gli ambiziosi obiettivi in più settori (infrastrutture, energia, meccanizzazione agricola, biomedicale, turismo, settore estrattivo e dei beni strumentali). Inoltre, va sottolineata l’espansione nel paese di una classe media facoltosa e particolarmente sensibile al richiamo esercitato dai prodotti del “Made in Italy”, la disponibilità di una manodopera giovane a basso costo e qualificata, così come la rete di accordi di libero scambio che offre un ampio ventaglio di liberalizzazioni tariffarie. Il programma del Forum ha previsto una sessione istituzionale cui è intervenuta anche Confindustria Marmomacchine che ha avuto modo di incontrare le Istituzioni vietnamite presenti, cui è seguito un panel tecnico dedicato alle opportunità di cooperazione in settori industriali chiave ed una sessione di networking pomeridiana tra imprese italiane e vietnamite.

On November 23 Rome was the site of the Italy-Vietnam Business Forum, an event that Confindustria Marmomacchine organized in cooperation with the Vietnam Embassy in Rome and ICE-Italian Trade Agency in the context of the state visit of the President of Vietnam, Tran Dai Quang. The event, held at Confindustria headquarters, served to examine the possibilities of economic and industrial partnership with Vietnam at a time of great growth and transformation in the Asian country and in a new context of bilateralism following announcement of the United States’ withdrawal from the TPP (the Trans-Pacific Partnership that president-elect Trump wants to definitively discard). With a growth rate of 6.7% in 2015, Vietnam is undoubtedly one of the emerging countries in the ASEAN area, among the most dynamic on the regional and global scene and one of Italy’s priority partners in the region. Its strong points are its manufacturing system, based on SME, its attractive foreign investment policy and ambitious goals in many sectors (infrastructure, energy, farming mechanization, biomedicals, tourism, mining and instrumental goods). In addition, worthy of mention is the expansion of a well-off middle class in the country very sensitive to the appeal of Made in Italy products, the availability of young, low-cost and skilled labor, and the network of free trade agreements offering a wide range of tariff liberalizations. The forum’s program included an official session in which Confindustria Marmomacchine participated, meeting with the Vietnamese officials present, followed by a technical panel devoted to opportunities for cooperation in key industrial sectors and an afternoon session of networking between Italian and Vietnamese companies.

13


EDILIZIA SCOLASTICA: FIRMATO PROTOCOLLO DA 530 MILIONI TRA GOVERNO, BEI E CDP Il presidente del Consiglio Matteo Renzi, la ministra dell'Istruzione, Stefania Giannini, il vicepresidente della Banca Europea degli Investimenti Dario Scannapieco, e l'amministratore delegato di Cassa Depositi e Prestiti, Fabio Gallia, hanno sottoscritto lo scorso 22 novembre - in occasione della prima Giornata Nazionale per la sicurezza nelle scuole - un Protocollo d'intesa per l'erogazione di nuove risorse per l'edilizia scolastica, per un totale di circa 530 milioni di euro. Si tratta di risorse che vanno ad incrementare i fondi già stanziati dal Governo lo scorso anno, pari a 980 milioni. Secondo il Ministero dell'Istruzione gli interventi interesseranno circa ventimila istituti, circa la metà delle scuole del Paese.

CENTRI TECNOLOGICI: INCONTRO CON IL MISE SI è svolto lo scorso 10 novembre nell’ambito di Federmacchine un incontro tra le Associazioni federate e i responsabili del Ministero dello Sviluppo Economico e di ICE-Agenzia sul tema dei “Centri Tecnologici” all’estero, cui Confindustria Marmomacchine ha partecipato attraverso il proprio Presidente On. con Delega ai Rapporti Istituzionali, Flavio Marabelli. Al centro dell’incontro la verifica sul funzionamento dei Centri realizzati negli ultimi anni e le ipotesi al vaglio del MISE per il rafforzamento dei Centri esistenti, facendo tesoro delle esperienze acquisite per ottimizzare le ricadute operative dei Centri anche per le imprese, in quanto le iniziative sui Centri Tecnologici stanno acquisendo sempre più importanza. Durante il confronto le varie Associazioni hanno esposto impostazione e modalità di funzionamento dei vari Centri Tecnologici. Confindustria Marmomacchine ha potuto condividere la lunga esperienza in materia, basti ricordare la primissima esperienza realizzata nel 2002 a Strezgom in Polonia - e alcuni dei più significativi risultati in materia tra cui – gli ultimi in ordine di tempo – l’avviamento del Centro Tecnologico di Herat in Afghanistan e la progettualità del Centro Tecnologico in fase di concretizzazione in Iran.

TECHNOLOGICAL CENTERS: MEETING WITH THE MISE

14

SAFE SCHOOLS: PROTOCOL FOR 530 MILLION EUROS SIGNED BY THE GOVERNMENT, EIB AND CDP On November 22 the Italian Prime Minister, Matteo Renzi, Education Minister Stefania Giannini, the VicePresident of the European Investment Bank, Dario Scannapieco and the Managing Director of Cassa Despositi e Prestiti, Fabio Gallia, celebrated the country’s First National School Safety Day by signing a protocol of intent to allocate new resources for school safety improvements for a total of about 530 million euros. These are resources that will increase the funds the government earmarked last year for school safety plans, or 980 million euros. According to the Education Ministry, the work will involve about 20,000 schools, or half the schools in Italy.

At Federmacchine headquarters on November 10 there was a meeting between the federated associations and officials of the Italian Economic Development Ministry (MISE) and ICE-Italian Trade Agency on the topic of “technological centers” in foreign countries, with Confindustria Marmomacchine participating in the person of its Honorary President in charge of official relations, Flavio Marabelli. The focus of the meeting was to check on how recent centers are running and to examine possibilities of reinforcing the existent ones and utilizing the experience acquired to optimized operational fallout from them for enterprise, since the technological center projects are gaining in importance. During the meeting the various associations discussed how their technological centers are set up and run. Confindustria Marmomacchine was able to share its longstanding experience with the subject (its earliest technological center was created in 2002 in Strezgom, Poland) and most significant results, the most recent of which were startup of a center in Herat, Afghanistan and the project to set up another in Iran, whose concretization is in the works.


16

EFFETTO TRUMP SULL’ECONOMIA MONDIALE

THE EFFECT OF TRUMP ON THE GLOBAL ECONOMY

Confindustria ha analizzato i potenziali effetti sull’economia mondiale della vittoria di Donald Trump alle Presidenziali americane dello scorso nove novembre. Alla vigilia delle elezioni il quadro della crescita globale era di accelerazione nel quarto trimestre. Tutti gli analisti concordano sul fatto che con la vittoria del miliardario sicuramente aumenta il grado di incertezza e si alza il rischio di una frenata dell’economia mondiale nel 2017. Per il momento, secondo gli indicatori congiunturali, la spinta globale viene sia dal manifatturiero sia dai servizi, settori che in ottobre mostravano un ritmo di crescita robusto. Il miglioramento riguarda le economie avanzate e quelle emergenti, con l’unica, significativa, eccezione del Brasile. Più in generale, in USA la ripresa è attesa procedere a buon ritmo anche nei mesi autunnali, dopo che il PIL è rimbalzato nel terzo trimestre (+2,9% annualizzato da +1,4%) sostenuto dai consumi; ciò avvicinava il rialzo dei tassi da parte della FED. Anche nell’Eurozona si è delineato per i mesi autunnali un consolidamento, dopo l’incremento dello 0,3% del PIL nei trimestri centrali dell’anno. In questo scenario pre-Trump non è chiaro se alla retorica elettoralistica del neo-Presidente USA seguiranno azioni conseguenti oppure se quelle parole estreme si tradurranno in provvedimenti più moderati. Una cosa tuttavia appare certa: si va verso misure anti-globalizzazione e anti-immigrazione, che concretamente si tradurranno in una definitiva archiviazione del TTIP ed una maggiore distanza tra Stati Uniti ed Europa viste anche le manifeste simpatie pro-Putin di Trump. Le economie in condizioni più fragili come quella italiana pagheranno probabilmente un prezzo più alto. Sul fronte economico, secondo una previsione di Citi Bank diffusa immediatamente dopo la notizia dell’esito del voto USA, gli effetti di instabilità potranno frenare l’economia globale, che era attesa in accelerazione l’anno prossimo verso un +2,8% da +2,4% nel 2016, riportandola a una crescita sotto il 2%. La FED, di fronte alle reazioni violente dei mercati (con forti oscillazioni dei cambi e delle Borse) probabilmente adotterà politiche attendiste in merito ai tassi, anche se la tendenza è quella di un rialzo dei tassi di mercato, a fronte del probabile aumento del deficit pubblico americano. E un conseguente rialzo del dollaro, anche per le misure annunciate di rimpatrio degli utili delle società americane (circa 2.000 miliardi di dollari).

Confindustria has analyzed the potential effects on the global economy of the presidential victory of Donald Trump on November 8. On the eve of the elections the global growth rate had been speeding up in the fourth quarter. All analysts agree on the fact that with the victory of the billionaire outsider the degree of uncertainly will increase and there will be a greater risk of a slowdown in the global economy in 2017. For the time being, according to current economic indicators, the global thrust is coming both from manufacturing and from services, sectors that in October showed a robust rate of growth. The improvement regarded the advanced as well as the emerging economies, with the sole (but significant) exception of Brazil. More in general, in the US the uptake is expected to proceed apace even in the autumn months, after GDP rebounded in the third quarter (+2.9% annualized from +1.4%), sustained by purchases; this brings closer an increase in interest rates by the Federal Reserve. Even in the Eurozone for the final quarter there is expected to be consolidation after a 0.3% increase in GDP in the middle quarters of the year. In this pre-Trump scenario it wasn’t clear whether the electoral bombast of the new American president will be followed by consequent actions or whether his extremist positions will translate into more moderate measures. However, one thing seems sure: there is a trend to anti-globalization and anti-immigration measures that will concretely turn into a definitive filing away of the TTIP and a greater distance between the United States and Europe, given Trump’s pro-Putin sympathies. The economies in more fragile conditions, such as the Italian, will probably pay a higher price. On the economic front, according to a Citibank forecast issued immediately after the electoral outcome in the US, the effects of instability could put a brake on the global economy, which had been expected to accelerate next year towards +2.8% from the 2.4% in 2016, taking it back to growth below 2%. Faced with violent market reactions (with big swings in trading and stock quotations), the Fed will probably adopt wait-and-see policies regarding interest rates (although the tendency is towards raising market rates), in the face of a probable increase in American public debt. And there could a consequent rise in the value of the dollar, also because of the announced steps to repatriate the profits of American companies (about US$2 trillion).


Il partner ideale per le cave ed i cantieri di tutto il mondo A great partner for all over the world quarries and building yards

Tecnologia leader per la perforazione …Leader Technology for drilling ,… L’evoluzione del lavoro nelle cave di marmo e granito, dagli esordi dei ĨĂƟĐŽƐŝƉĞƌĨŽƌĂƚŽƌŝŵĂŶƵĂůŝĂůůĞŵŽĚĞƌŶĞƵŶŝƚăŵŽďŝůŝĚĂƉĞƌĨŽƌĂnjŝŽŶĞ ĂĚĂnjŝŽŶĂŵĞŶƚŽŝĚƌĂƵůŝĐŽ͕ğƉĂƌƚĞŝŶƚĞŐƌĂŶƚĞĚĞůůĂƐƚŽƌŝĂĚĞůůĂDĂƌŝŶŝ YƵĂƌƌŝĞƐ'ƌŽƵƉ͘hŶĂƐƚŽƌŝĂƐĐĂŶĚŝƚĂĚĂůůĂĐŽƐƚĂŶƚĞƌŝĐĞƌĐĂƚĞĐŶŽůŽŐŝĐĂ ĂĐĐŽŵƉĂŐŶĂƚĂ ĚĂ ǀĞƌŝĮĐŚĞ Ğ ƐƉĞƌŝŵĞŶƚĂnjŝŽŶŝ ƐƵů ĐĂŵƉŽ ĐŚĞ ŚĂŶŶŽ ƉƌŽĚŽƩŽĐŽŶƟŶƵŝƉƌŝŵĂƟŝŶƉƌŽĚƵƫǀŝƚă͕ƐŝĐƵƌĞnjnjĂ͕ĂĸĚĂďŝůŝƚăĞ ƋƵĂůŝƚăĚŝǀŝƚĂƉĞƌŐůŝŽƉĞƌĂƚŽƌŝĚŝĐĂǀĂ͘ dŚĞĞǀŽůƵƟŽŶŽĨǁŽƌŬŝŶŐĐŽŶĚŝƟŽŶƐŝŶďŽƚŚŵĂƌďůĞĂŶĚŐƌĂŶŝƚĞƋƵĂƌƌŝĞƐ͕ƐŝŶĐĞƚŚĞĞĂƌůLJŵĂŶƵĂů͕ƟƌŝŶŐĚƌŝůůƐƚŽƚŚĞŶĞǁĞƐƚŵŽďŝůĞ͕ŚLJĚƌĂƵůŝĐĂůůLJͲŽƉĞƌĂƚĞĚĚƌŝůůŝŶŐĞƋƵŝƉŵĞŶƚ͕ŚĂƐĂůǁĂLJƐƉůĂLJĞĚĂŵĂũŽƌƌŽůĞŝŶ ƚŚĞŚŝƐƚŽƌLJŽĨDĂƌŝŶŝYƵĂƌƌŝĞƐ'ƌŽƵƉ͘dŚĞĐŽŶƐƚĂŶƚŝŶǀĞƐƚŵĞŶƚŽĨƚŚĞ ŽŵƉĂŶLJŝŶƚŚĞƚĞĐŚŶŽůŽŐŝĐĂůƌĞƐĞĂƌĐŚ͕ũŽŝŶĞĚƚŽĐĂƌĞĨƵůŝŶƐƉĞĐƟŽŶƐ ĂŶĚ ƚƌŝĂůƐ ŝŶ ƚŚĞ ĮĞůĚ͕ ŚĂǀĞ ůĞĚ ƚŽ ŶƵŵďĞƌůĞƐƐ ƐƵĐĐĞƐƐĞƐ ŝŶ ƚĞƌŵƐ ŽĨ ƉƌŽĚƵĐƟǀŝƚLJ͕ƐĂĨĞƚLJ͕ƌĞůŝĂďŝůŝƚLJĂŶĚƋƵĂůŝƚLJŽĨůŝĨĞĨŽƌƋƵĂƌƌLJŽƉĞƌĂƚŽƌƐ͘

«SHULOWDJOLRD¿ORGLDPDQWDWR … and for the diamond wire cutting /ůŵĞƚŽĚŽĚŝƚĂŐůŝŽĐŽŶĮůŽĚŝĂŵĂŶƚĂƚŽƌĂƉƉƌĞƐĞŶƚĂůĂƌŝƐƉŽƐƚĂƚĞĐŶŽůŽŐŝĐĂŵĞŶƚĞƉŝƶĂǀĂŶnjĂƚĂĂůůĞĞƐŝŐĞŶnjĞĚŝƚĂŐůŝŽŶĞůůĞĐĂǀĞĚŝŵĂƌŵŽĞ ŐƌĂŶŝƚŽ͘ŽŶƐĞŶƚĞƵŶŽƐĨƌƵƩĂŵĞŶƚŽƌĂnjŝŽŶĂůĞĚĞůŐŝĂĐŝŵĞŶƚŽ͕ĚŝŽƫŵŝnjnjĂƌĞŝĐŽƐƟĚŝƉƌŽĚƵnjŝŽŶĞĞĚŝƌŝĚƵƌƌĞĚƌĂƐƟĐĂŵĞŶƚĞŝůŵĂƚĞƌŝĂůĞĚŝ ƐĐĂƌƚŽ͘^ƵĂůĐƵŶŝůŝƚŽƟƉŝ;ŵĂƌŵŝƉƌŝŶĐŝƉĂůŵĞŶƚĞͿğƉŽƐƐŝďŝůĞĞƐĞŐƵŝƌĞŝů ƚĂŐůŝŽ Ă ƐĞĐĐŽ͕ ƐĞŶnjĂ ŶĞĐĞƐƐŝƚă Ěŝ ƵƟůŝnjnjĂƌĞ ů͛ĂĐƋƵĂ ŶŽƌŵĂůŵĞŶƚĞ ŝŵƉŝĞŐĂƚĂƉĞƌŝůƌĂīƌĞĚĚĂŵĞŶƚŽĚĞůů͛ƵƚĞŶƐŝůĞĞƉĞƌůĂƌŝŵŽnjŝŽŶĞĚĞůŵĂƚĞƌŝĂůĞƉƌŽĚŽƩŽĚĂůůŽƐĨƌŝĚŽĚĞůƚĂŐůŝŽ͘/ĐŝĐůŝĚŝůĂǀŽƌŽƉŽƐƐŽŶŽĞƐƐĞƌĞ ĞƐĞŐƵŝƟŝŶĂƵƚŽŵĂƟĐŽĞŶĞĐĞƐƐŝƚĂŶŽĚŝƵŶĂǀĞƌŝĮĐĂƐĂůƚƵĂƌŝĂ͕ĚĂƉĂƌƚĞ ĚĞůů͛ŽƉĞƌĂƚŽƌĞ͕ƐŽůŽƉĞƌŝůĐŽŶƚƌŽůůŽĚŝĂůĐƵŶŝƉĂƌĂŵĞƚƌŝĨŽŶĚĂŵĞŶƚĂůŝ͘ dŚĞĐƵƫŶŐǁŝƚŚĚŝĂŵŽŶĚǁŝƌĞƌĞƉƌĞƐĞŶƚƐƚŚĞƐƚĂƚĞŽĨƚŚĞĂƌƚĨŽƌŵĂƌďůĞĂŶĚŐƌĂŶŝƚĞƋƵĂƌƌŝĞƐ͘/ƚĂůůŽǁƐƚŽĚĞǀĞůŽƉƉƌŽƉĞƌůLJƚŚĞĚĞƉŽƐŝƚ͕ƚŽ ŽƉƟŵŝnjĞ ƚŚĞ ƋƵĂƌƌLJŝŶŐ ĐŽƐƚƐ ĂŶĚ ƚŽ ŵŝŶŝŵŝnjĞ ƚŚĞ ǁĂƐƚĂŐĞ͘ ƵƫŶŐ ƐŽŵĞƐƚŽŶĞƐ;ŵĂŝŶůLJŵĂƌďůĞƐͿŝƚŝƐƉŽƐƐŝďůĞƚŽĐƵƚǁŝƚŚŽƵƚƵƐŝŶŐƚŚĞ ǁĂƚĞƌ;ĚƌLJͲĐƵƚͿǁŚŝĐŚŝƚŝƐƵƐƵĂůůLJƵƟůŝnjĞĚƚŽĐŽŽůƚŚĞďĞĂĚƐĂŶĚƚŽƌĞŵŽǀĞƚŚĞŵĂƚĞƌŝĂůƉƌŽĚƵĐĞĚĚƵƌŝŶŐƚŚĞĐƵƫŶŐ͘dŚĞǁŽƌŬŝŶŐƉŚĂƐĞƐ ĐĂŶďĞƉƌŽŐƌĂŵŵĞĚŝŶĂƵƚŽŵĂƟĐĂŶĚƚŚĞƉƌĞƐĞŶĐĞŽĨƚŚĞŽƉĞƌĂƚŽƌŝƐ ƌĞƋƵŝƌĞĚ͕ŽĐĐĂƐŝŽŶĂůůLJ͕ŽŶůLJƚŽǀĞƌŝĨLJƐŽŵĞĐƵƫŶŐƉĂƌĂŵĞƚĞƌƐ͘

8Q¶DVVLVWHQ]DHI¿FLHQWH $QHI¿FLHQWDIWHUVDOHVVHUYLFH ĂƐĞŵƉƌĞĂƩĞŶƚĂĂůůĞĞƐŝŐĞŶnjĞĚĞůŵĞƌĐĂƚŽ͕ůĂDĂƌŝŶŝYƵĂƌƌŝĞƐ'ƌŽƵƉ ƉŽŶĞ ƵŶĂ ƉĂƌƟĐŽůĂƌĞ ĂƩĞŶnjŝŽŶĞ Ăůů͛ĂƐƐŝƐƚĞŶnjĂ ƉŽƐƚͲǀĞŶĚŝƚĂ͕ ĐŽŶƐĂƉĞǀŽůĞĐŚĞĐŝžƉƵžĐŽƐƟƚƵŝƌĞƵŶǀĂŶƚĂŐŐŝŽŶŽŶƐŽůŽƉĞƌŝůĐŽŶƐƵŵĂƚŽƌĞ ĮŶĂůĞ͕ŵĂĂŶĐŚĞƉĞƌů͛ĂnjŝĞŶĚĂƐƚĞƐƐĂ͘ ƩĞŶƟǀĞĂƐǁĞĂůǁĂLJƐĂƌĞƚŽƚŚĞŶĞĞĚƐŽĨƚŚĞŵĂƌŬĞƚ͕DĂƌŝŶŝYƵĂƌƌŝĞƐ 'ƌŽƵƉƉůĂĐĞƐƉĂƌƟĐƵůĂƌĞŵƉŚĂƐŝƐŽŶĂŌĞƌͲƐĂůĞƐƐĞƌǀŝĐĞ͕ĂǁĂƌĞƚŚĂƚƚŚŝƐ ĐĂŶďĞĂŶĂĚǀĂŶƚĂŐĞŶŽƚŽŶůLJĨŽƌƚŚĞĞŶĚƵƐĞƌďƵƚĂůƐŽĨŽƌƚŚĞĐŽŵƉĂŶLJ͘

MARINI QUARRIES GROUP S.R.L. Via Beura 44-28844 Villadossola (VB)-ITALY Tel.+39 0324 575106 Fax. +39 0324 54096 Web site www.mariniqg.it email: mariniqg@mariniqg.it


18

EUROPA E TURCHIA SEMPRE PIÙ LONTANE

EUROPE AND TURKEY INCREASINGLY DISTANT

Il Parlamento UE compatto chiede il congelamento dei negoziati di adesione della Turchia. A novembre è infatti stata votata una risoluzione per chiedere formalmente lo stop del processo di adesione di Ankara all’Unione Europea. Una posizione che deriva dall’evoluzione politica del paese guidato da Erdogan dopo il tentato golpe dello scorso agosto ma che non trova d’accordo l'Alto Rappresentante Mogherini secondo la quale “L'interruzione sarebbe situazione perdente per tutti”. La posizione del Parlamento europeo è tuttavia chiara: i negoziati per l’adesione della Turchia all’UE vanno congelati. Su questo non lascia dubbi la votazione andata recentemente in porto a Strasburgo.

The European Parliament demands a freeze on EU admission negotiations. In November, in fact, it passed a resolution for formally putting a halt to the process of admitting Turkey to the European Union. A position deriving from the political developments in the country under Erdogan after the attempted coup last August but one not shared by EU High Representative Mogherini, according to whom “an interruption would be a no-win situation for all”. However, the European Parliament’s position is clear: negotiations for Turkey’s admission to the EU must be frozen. The recent vote in Strasbourg leaves no doubt.

L'APPEAL DEL MARMO ITALIANO ALLA BAU 2017 DI MONACO

THE APPEAL OF ITALIAN MARBLE AT THE BAU 2017 SHOW IN MUNICH

Saranno BELLAMOLI, CEL COMPONENTS, ELITE STONE, F.LLI POGGI, GDA, GV OROSEI MARBLES, LEATHER STONE, MARINI MARMI, MARMI COLOMBARE, PIETRE SANTAFIORA, PIMAR, RASTONE e SARDEGNA MARMI i brand che rappresenteranno il meglio dei materiali e delle soluzioni lapidee offerte dal nostro Paese all'interno dell'Area MARMO ITALIA alla BAU 2017, la più importante manifestazione fieristica tedesca - a cadenza biennale dedicata al comparto dell'edilizia e dell'architettura in programma a Monaco di Baviera dal 16 al 21 gennaio. L’area collettiva che ospiterà le aziende italiane è stata organizzata e promossa da CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE in partnership con ICE-Agenzia e con il supporto organizzativo di Monacofiere. Anche nel primo semestre del 2016 il mercato tedesco si è confermato tra quelli più ricettivi per l'export italiano di prodotti lavorati e semilavorati in marmo, granito e pietra naturale, con quasi 70 milioni di euro di importazioni dal nostro paese, valore che lo colloca al secondo posto tra i buyer settoriali dopo gli Stati Uniti.

BELLAMOLI, CEL COMPONENTS, ELITE STONE, F.LLI POGGI, GDA, GV OROSEI MARBLES, LEATHER STONE, MARINI MARMI, MARMI COLOMBARE, PIETRE SANTAFIORA, PIMAR, RASTONE and SARDEGNA MARMI are the brands representing the finest in materials and creations Made in Italy at the MARMO ITALIA area at the 2017 BAU, This biennial is the top German show devoted to building and architecture and will be held in Munich from January 16 to 21. The area hosting Italian companies was organized and promoted by CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE in partnership with ICE-Italian Trade Agency and with organizational support from the Munich Fair Board. In the first half of 2016 the German market was once again among the most receptive to Italian finished and semi-finished products in marble, granite and other ornamental stones, buying nearly 70 million euros of them (and ranking second among buyers, after the United States).


BEYOND EXCELLENCE www.studiokey.it

eXtra 37 CN2

Monoblock cnc sawing machine -

Upon request the machine can also be equipped with:

fully interpolated 5 axis movement with rotating head with 370 degree, inclination from 0 – 90 degrees hydraulic tilting table with high density plastic 2250 mm (88,6 inches) x 3800 mm (149,6 inches) Z axis of 400mm (15.75 inches) electro spindle up to 4300 rpm (on request 6000 rpm with center water feed for tools) suspended pendant with 15 inch tft color touchscreen.

-

cuts from cad digital camera to provide the image of the slab on screen parametric drawings integrated vacuum head (patented) for automatic cut and move during slab cutting process contouring profiling and shaping drilling with auto tool changer (patented) with magnetic connection

TECHNICAL DATA - DATI TECNICI CORSA MASSIMA ORIZZONTALE DISCO (ASSE X) CUTTING STROKE OF THE BLADE (X AXIS)

3700 mm

DIMENSIONE DELLA TAVOLA TABLE DIMENSION

2250 x 3800 mm

TRASLAZIONE MASSIMA DEL PONTE (ASSE Y) MAXIMUM BRIDGE TRASLATION (Y AXIS)

2650 mm

POTENZA MOTORE DEL DISCO POWER OF THE BLADE MOTOR

13 (S 6) kW

CORSA MASSIMA VERTICALE DISCO (ASSE Z) MAXIMUM VERTICAL TRAVEL OF THE BLADE (Z AXIS)

400 mm

VELOCITÀ DI ROTAZIONE DISCO REGOLABILE BLADE SPEED

800 ÷ 4300 rpm

DIAMETRO MINIMO-MASSIMO DISCO STANDARD MAXIMUM BLADE DIAMETER

300 - 625 mm

VELOCITÀ DI AVANZAMENTO DI TAGLIO REGOLABILE VARIABLE CUTTING AND RETURN SPEEDS

0 ÷ 24 m/min

PROFONDITÀ DI TAGLIO MASSIMA MAXIMUM CUTTING DEPTH

200 mm

PORTATA ACQUA DI REFRIGERAZIONE A 3 BAR WATER CONSUMPTION AT 3 BAR

40 l/min

DIAMETRO FORO BLADE HOLE DIAMETER

50 / 60 mm

MASSA COMPLESSIVA TOTAL MACHINE MASS

3400 Kg

DIAMETRO FLANGE DISCO BLADE LOCKING FLANGE DIAMETER

213 mm

VOLUME IMBALLO MACCHINA IN VERSIONE STANDARD MACHINE PACKING DIMENSIONS

20’ O.T. container

accessiblequality

Gmm S.p.A. Via Nuova, 155 - 28883 Gravellona Toce (VB) Italy Tel. +39 0323 849711 - Fax +39 0323 864517 gmm@gmm.it - www.gmm.it ISO 9001:2008 - Certificato N°IT234871


20

KAZAKHSTAN: PIÙ FACILE FARE IMPRESA

KAZAKHSTAN: EASIER TO DO BUSINESS

Non conquistano le prime pagine dei nostri quotidiani ma le riforme del governo kazako sembrano convincere la Banca Mondiale. Secondo il recente rapporto Doing business 2017 della World Bank, infatti, il grande Paese Euro-asiatico ha scalato sei posizioni nella classifica passando da 41 a 35. Dal 2015 il Kazakistan ha scalato la graduatoria mondiale di 16 posizioni e si è confermato come uno dei paesi che ha migliorato maggiormente il clima d'affari a livello internazionale. In particolare, l'analisi della World Bank ha evidenziato i miglioramenti di alcuni parametri come i sistemi di autorizzazione delle costruzioni (dal 78mo al 22mo), protezioni degli azionisti di minoranza (miglioramento di 22 posizioni), connessione elettrica, avvio di attività economiche , commercio internazionale, risoluzione delle insolvenze.

It’s not on the front pages of our newspapers, but it seems that the reforms put in place by the Kazakh government convince the World Bank. According to the World Bank’s recent Doing Business 2017 report, in fact, the big Eurasian country has risen six rungs in its rating, rising to 35 from 41. Since 2015 Kazakhstan has risen by 16 places and has been confirmed as one of the countries that has really improved its business environment internationally. In particular, the World Bank pointed up improvements in several aspects such as systems for authorizing building (from 78th to 22nd), protection of minority shareholders (rising 22 slots), electricity hookups, business start-ups, international trade, and insolvency resolutions.

SACE E SIMEST SI UNISCONO IN CDP

SACE AND SIMEST MERGE IN CDP

SACE e SIMEST si sono recentemente unite a sostegno della competitività all'estero delle imprese configurando di fatto un unico punto di accesso a una più ampia gamma di prodotti e servizi. Viene cosi a crearsi un polo unico per l'export e l'internazionalizzazione sotto l’egida dell'implementazione del piano industriale del Gruppo Cdp (Cassa Depositi e Prestiti) cui faceva già capo SACE. Un passo ancor più significativo per le Aziende del nostro comparto che grazie al pluriennale rapporto di collaborazione di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE con SACE e SIMEST potranno ora contare su un accesso ancor più diretto alla nuova piattaforma di servizi unica venutasi a creare. L’internazionalizzazione è senza dubbio una leva strategica e imprescindibile per la tua impresa, e avere un partner unico a cui rivolgersi non può che facilitare il business delle imprese e supportare gli investimenti finalizzati a cogliere tutte le opportunità offerte dai mercati esteri. I Soci CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE possono richiedere i contatti diretti dei referenti di SACE e SIMEST per il comparto tecno-marmifero e marmifero scrivendo a direzione@assomarmomacchine.com

SACE and SIMEST recently united in providing support for Italian company competitiveness abroad, thereby configuring a single point of access to a broader range of products and services. This merger has created a single reference for exports and internationalization under the aegis of implementing the industrial plan of the CDP (Savings and Loan Bank) that SACE already headed. A step that is even more significant for Italian techno-stone companies, which, thanks to years of cooperation between Confindustria Marmomacchine, SACE and SIMEST, can now rely on this new, single services platform just created. Internationalization is indubitably strategic and indispensable leverage for a company, and having a single partner to address can only facilitate its business and support its investments aimed at reaping all the opportunities offered by foreign markets. Confindustria Marmomacchine members can request direct contacts with SACE and SIMEST references for the stone and techno-stone sectors by writing to direzione@assomarmomacchine.com.


www.studiokey.it

BEYOND EXCELLENCE

gl3 gl5 CN2 Multispindle cnc cutting center -

Centro di taglio cnc multimandrino

9/13 interpolated axes 3/5 blade motors 15 Kw blade Ø 400/500 mm maximum blade rotation (W axis) -185°/+185°, central blade tilting at 90° minimum/maximun distance between the blades 140 mm/2000 mm large production result up to 490 sq/m in 8 hours

Upon request the machine can also be equipped with: -

automatic loading device roller belt feeding system unloading belt unit

accessiblequality

-

9/13 assi interpolati 3/5 gruppi di taglio indipendenti da 15 Kw con disco diam 400/500 rotazione gruppo teste -185°/+185° unità centrale inclinabile a 90° distanza tra i dischi da 140 mm a 2000 mm produzione elevate fino a 490mq in 8 ore

A richiesta i seguenti optional: -

caricatore automatico e relativa rulliera nastro di taglio nastro di scarico o rulliera

Gmm S.p.A. Via Nuova, 155 - 28883 Gravellona Toce (VB) Italy Tel. +39 0323 849711 - Fax +39 0323 864517 gmm@gmm.it - www.gmm.it ISO 9001:2008 - Certificato N°IT234871


22

OFFERTA SPECIALE CATHAY PACIFIC PER LA XIAMEN STONE FAIR E ULTERIORI BENEFIT PER I SOCI CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

SPECIAL CATHAY PACIFIC OFFER FOR THE XIAMEN STONE FAIR AND FURTHER BENEFITS FOR CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE MEMBERS

I Soci CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE hanno potuto godere di un'offerta speciale della Cathay Pacific Airways per organizzare al meglio la loro trasferta cinese in occasione della XIAMEN STONE FAIR 2017 (6-9 marzo), dove l'Associazione coordinerà la partecipazione istituzionale dei più importanti brand del "made in Italy" lapideo, allestendo un Padiglione Italia di oltre 1.300 mq che ospiterà circa 50 aziende espositrici. Grazie alla collaborazione con CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, la compagnia aerea di Hong Kong ha infatti potuto proporre agli operatori interessati - espositori o semplici visitatori - all'importante fiera settoriale cinese, tariffe e condizioni speciali sui propri voli dall'Italia grazie alla Promozione "Pronti al Decollo", che ha previsto – solo per i Soci dell'Associazione – anche il rilascio della tessera "Marco Polo Silver", tessera che offre i seguenti vantaggi: - accedere alle lounge di Business Class Cathay Pacific in aeroporto anche se si vola in Premium o Economy Class; - eccedenza bagaglio di 10kg e consegna prioritaria all’arrivo; - possibilità di preassegnare i posti a sedere anche in classe economy ed anche sui posti long-leg. Per conoscere le numerose convenzioni ottenibili attraverso l’adesione a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, le Aziende italiane del comparto lapideo e tecno-marmifero interessate possono richiedere maggiori informazioni alla segreteria dell'Associazione (direzione@assomarmomacchine.com).

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE members were able to take advantage of special fares for flying with Cathay Pacific Airways to the Xiamen Stone Fair (March 6 to 9) where the association has coordinated an official exhibit of the leading brands in Italian stone and stone technology, consisting of an Italian pavilion of more than 1,300 square meters that will host approximately 50 companies. Thanks to cooperation with CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, the Hong Kong-based airline offered exhibitors at and visitors to the huge Chinese stone show special fares and conditions on its flights from Italy, thanks to the “Ready for Takeoff” promotion that included – only for CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE members – the Marco Polo Silver card. To learn about the many agreements available to CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE members, Italian companies in the stone and techno-stone sectors can contact the association’s secretarial office (direzione@ assomarmomacchine.com).

BANDO PER IL NUOVO CENTRO CONGRESSI DI ADDIS ABEBA

BIDDING ANNOUNCED FOR THE NEW CONGRESS CENTER IN ADDIS ABABA

La società responsabile dell'Addis-Africa International Convention and Exhibition Center (AAICEC) di Addis Abeba ha recentemente comunicato l'intenzione di costruire un nuovo centro congressi internazionale. Sulla base delle prime notizie in merito, il nuovo centro fieristico dovrà essere dotato di quattro grandi padiglioni espositivi per una superficie complessiva pari a 27.300 mq, 20.600 dei quali coperti e i restanti all'aperto. La sala congressi dovrà invece essere capace di accogliere almeno 2 mila persone sedute. Nell'ambito del progetto rientra anche la realizzazione di un grande centro commerciale e di diversi hotel e ristoranti. Per maggiori informazioni: www.aaicec.com/index.php/tender

The company managing the Addis-Africa International Convention and Exhibition Center (AAICEC) in Addis Ababa recently announced its intentions to build a new international congress center. On the basis of initial news, the new event complex will have four big pavilions, for a total of 27,300 square meters, 20,600 of them indoor and the rest external. The congress hall will be able to seat at least 2,000 people. Included in the project are a big mall and various hotels and restaurants. For more info: www.aaicec.com/index.php/tender


24

ACCORDO SUL CLIMA: GLI STATI UE IN ALTO MARE

CLIMATE ACCORD: ROUGH SAILING FOR THE EU

Nel corso del Consiglio Ambiente che si è tenuto lo scorso ottobre a Bruxelles, i Ministri dell'Ambiente dei vari Stati membri UE hanno avuto un dibattito politico sulla proposta presentata dalla Commissione Europea lo scorso luglio riguardante iil cosiddetto "Effort Sharing”, ovvero il contributo dei settori non-ETS, tra cui l'edilizia, all’obiettivo di riduzione del 40% delle emissioni di CO2 entro il 2030. Dal confronto sono emerse posizioni divergenti sui punti chiave della proposta europea, e alcune delegazioni hanno osservato che gli obiettivi nazionali per i settori non-ETS assegnati dalla Commissione UE non sono adeguati, chiedendo anche chiarimenti sulla metodologia di calcolo degli obiettivi e una considerazione delle specifiche situazioni nazionali e degli impatti degli obiettivi sulle economie degli Stati Membri. Nello specifico, per quanto riguarda l’Italia, il Ministro dell’Ambeinte Gianluca Galletti ha osservato che il nostro Paese è tra i best performer nella riduzione di emissioni e intende rimanere tale. Tuttavia il Ministro italiano ha dichiarato che la proposta della Commissione UE non riflette né il principio di equità né di convergenza o delle emissioni pro-capite. Il nostro Ministero si è detto inoltre molto preoccupato riguardo alla metodologia utilizzata dalla Commissione UE e ha chiesto che si ponga rimedio alle distorsioni.

During the Environment Council held in Brussels last October, the environment ministers of the various EU member states engaged in a policy debate regarding the proposal the European Commission made in July concerning contributions (so-called “effort-sharing) from non-ETS sectors, including building, to the goal of reducing emissions 40% by 2030. The debate revealed diverging opinions about the key points of the European proposal and several delegations stated that the national goals for non-ETS sectors assigned by the EU Commission are inadequate, also requesting clarifications of the methods used for calculating goals and consideration of specific national situations and the impacts of the goals on member state economies. Specifically, where Italy is concerned, Minister Gianluca Galletti stated that the country is one of the best performers in emission reduction and intends to remain so. However, the Italian minister also said that the Commission’s proposal reflects neither the principles of equity nor of convergence, or per-capita emissions. The minister declared himself very worried about the methods used by the EU Commission and requested that the distortions be remedied.

REAL ESTATE UK: NESSUN EFFETTO BREXIT SUGLI AFFITTI

UK REAL ESTATE: BREXIT DOESN’T AFFECT RENTS

Nella prima metà del 2016, gli affitti degli uffici nei grattacieli di Londra sono rimasti ai livelli record di USD 114,00 al metro quadro nonostante le incertezze conseguenti alla Brexit. Va ricordato che gli affitti degli edifici londinesi sono tra i più alti al mondo, preceduti solo da Hong Kong (USD 278,50), New York (USD 158,00) e Tokyo (USD 149,50). La domanda di uffici a Londra ha registrato una forte crescita negli ultimi due anni e cosa sorprendente dopo i ripetuti annunci di un possibile abbandono di Londra da parte delle grandi banche della City - nessun rallentamento nei mesi dopo il referendum. Benché il mercato immobiliare sia più stabile in termini di domanda e offerta rispetto al 2008-2009, è possibile che l’ultimo trimestre del 2016 e il 2017 mostrino tuttavia minori livelli di attività, anche negli investimenti. Il mercato ha già incluso questo rischio nel prezzo degli affitti.

In the first half of 2016 office rents in London skyscrapers remained at record levels of $US114 per square meter in spite of the uncertainties arising from Brexit. We remind readers that rents in London buildings are some of the highest in the world, surpassed only by Hong Kong ($US278.50), New York ($US158) and Tokyo ($US149.50). The demand for office space in London rose heavily in the past two years and – what is surprising after repeated announcements of the City’s big banks possibly leaving – there was no decrease in the months following the referendum. However, while the real estate market looks more stable in terms of demand and supply than in 2008-2009, it is possible that in the last quarter of 2016 and in 2017 there will less activity, also in investments. The market has already factored this risk into rental prices.


INDIA: INVESTIMENTI PER OLTRE 370 MLD DI US$ IN INFRASTRUTTURE Il Ministro dei trasporti di New Delhi, Nitin Gadkari, ha annunciato che il governo finanzierà opere per 376 miliardi di US$ in infrastrutture nei prossimi tre anni, con un investimento aggiuntivo di 75 miliardi per progetti riguardanti la connessione di strade, ferrovie e porti. Gli ambiti infrastrutturali ai quali saranno destinati questi fondi riguarderanno nello specifico: reti elettriche, strade, dighe e sviluppo delle infrastrutture urbane. Nel biennio in atto il governo indiano ha già stanziato una cifra record di oltre 33 miliardi per diversi progetti: il miglioramento dei collegamenti stradali nelle regioni del nord-est del Paese, l’ampliamento della rete degli aeroporti e la costruzione di nuove autostrade. Un rapporto dell’India Brand Equity Fundation (IBEF) sottolinea come gli investimenti indiani nel settore infrastrutturale porteranno notevoli progressi anche ad altri comportarti, quali quello portuale e quello dell’aviazione, destinato a divenire così il terzo mercato al mondo entro il 2020.

INDIA: MORE THAN $US 370 BILLION IN INFRASTRUCTURE INVESTMENTS The Indian Minister of Transport, Nitin Gadkari, has announced that the government will finance infrastructure works over the next three years costing more than $US376 billion, with an additional 75 billion for projects regarding connections for roads, railroads and ports. The infrastructure contexts to which the funds are destined are, specifically: power grids, roads, dams and urban infrastructure development. For the current two-year period the Indian government had already allocated a record sum of more than $US33 billion for different projects: improving road connections in the northeastern part of the country, enlarging the airport network and building new highways. A report from the India Brand Equity Foundation (IBEF) emphasizes how India’s investments in the infrastructure sector will bring considerable progress to other sectors as well, such as ports and aviation, making India the third-ranking world market by 2020.

IL MAROCCO PRESENTA IL SUO PIANO DI SVILUPPO In occasione del seminario di collaborazione tra il Marocco ed il Consiglio di Cooperazione del Golfo di ottobre, il Ministero delle Infrastrutture, Trasporti e Logistica del Paese maghrebino ha illustrato il piano di potenziamento delle infrastrutture da attuare entro il 2035. Nel dettaglio, il piano del Ministero prevede, tra le priorità: la creazione di 7.000 km di strade statali e di una rete autostradale di 1.273 km che collegherà i principali centri urbani del Paese; lo sviluppo linee ferroviarie ad alta velocità (1.500 km); la costruzione di sei nuovi poli marittimi e la modernizzazione di quelli già esistenti. In merito agli investimenti nel settore aeroportuale, si segnala il progetto per il nuovo aeroporto di Marrakech e l'ampliamento degli scali già presenti sul territorio, con l'obiettivo di passare dagli attuali 28 a 90 milioni di passeggeri entro i prossimi 20 anni. Secondo le stime del Ministero, tale ambizioso programma di potenziamento infrastrutturale richiederà investimenti per circa 55 miliardi di euro.

MOROCCO PRESENTS ITS DEVELOPMENT PLAN At the seminar on cooperation between Morocco and the Gulf Cooperation Council in October, the Moroccan Minister of Infrastructure, Transport and Logistics presented the country’s plan to strengthen infrastructure by 2035. In detail, the Ministry’s plan foresees the priority creation of 7,000 km of state roads and a highway network of 1,273 km that will connect the country’s main cities; development of high-speed railways (1,500 km), construction of six new sea ports and modernization of the existent. In regard to investments in airports, there will be a new one for Marrakech and enlargement of the existent ones in the country, with aim of passing from the current 28 million to 90 million passengers in the next 20 years. According to Ministry estimates, this ambitious project to strengthen infrastructure will require investments of approximately 55 billion euros.

25


INIZIATO IL COUNTDOWN PER LA XIAMEN STONE FAIR 2017 (6-9 MARZO): 48 I BRAND ITALIANI PRESENTI ALL'INTERNO DEL "PADIGLIONE ITALIA" ALLESTITO DA CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

28

Aprirà le porte il 6 marzo a Xiamen l’edizione 2017 della XIAMEN STONE FAIR, la più importante fiera settoriale cinese e tra le principali manifestazioni di riferimento per il mercato internazionale dei materiali lapidei, delle tecnologie d'estrazione e lavorazione e dei prodotti complementari. Nel quartiere fieristico di Xiamen nei quattro giorni di fiera sono attesi circa 150 mila visitatori - secondo i dati degli organizzatori relativi alla passata edizione - provenienti dalla Cina e da tutto il mondo. Ad accoglierli oltre 2 mila aziende espositrici, delle quali circa 600 straniere. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ha coordinato e promosso anche per questa edizione della kermesse cinese la partecipazione delle imprese del comparto lapideo e tecnomarmifero del nostro Paese attraverso l’allestimento di un importante Padiglione ITALIA di oltre mille e cinquecento metri quadrati all'interno della quale saranno presenti 48 tra i più importanti brand del "made in Italy" settoriale. Presso l'area italiana sarà inoltre allestita una lounge istituzionale CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, che sarà a disposizione di tutti i Soci presenti in Fiera con gli annessi servizi di accoglienza e supporto. Presso la lounge Associativa anche quest'anno è prevista la presenza di un piccolo food-corner che offrirà servizio di catering per tutti gli Espositori della collettiva tricolore. Le Aziende italiane che prenderanno parte alla XIAMEN STONE FAIR 2017 all'interno dell'area associativa sono: ATLANTIDA ITALIA - BAGNARA NIKOLAUS - BASALTINA CEL COMPONENTS - CONSORZIO ITALIANO PORFIDO DEL TRENTINO/ITALPORPHYRY - CO.FI.PLAST - COMANDULLI COSTRUZIONI MECCANICHE - CONS. PROD. MARMO BOTTICINO CLASSICO - DELLAS - DONATONI MACCHINE - FAVORITA - FILA IND. CHIMICA - FRACCAROLI & BALZAN FRANCHI UMBERTO MARMI - G.B. BASALTITE - G.D.A. G.M.P. - G. POGGI - GIACOMINI OFF. MECCANICHE - GMM GRASSI PIETRE - GV OROSEI MARBLES - INTERMAC DIVISIONE VETRO E MARMO/BIESSE - ITALMARBLE POCAI - LA QUADRIFOGLIO MARMI E GRANITI - LEATHER STONE - LONGINOTTI GROUP - MARCOLINI MARMI - MARINI QUARRIES GROUP -MARMI BRUNO ZANET - MEC - OFFICINE MARCHETTI - OMAG - PEDRINI - PELLEGRINI MECCANICA PROMETEC - PRUSSIANI ENGINEERING - QDESIGN - SANTA MARGHERITA - SANTUCCI GROUP - SARDEGNA MARMI SASSOMECCANICA - SAVINO DEL BENE - SIMEC - STONEAG - T&D ROBOTICS - TENAX - TRE EMME IMPORT-EXPORT.

THE COUNTDOWN BEGINS FOR THE XIAMEN STONE FAIR 2017 (MARCH 6-9): 48 ITALIAN BRANDS AT THE “ITALIA PAVILION” MOUNTED BY CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Opening its doors on March 6 in Xiamen is the 2017 edition of the XIAMEN STONE FAIR, the top Chinese stone event and one of the major ones worldwide for the international market dealing in stone materials, quarrying and processing technologies and complementary products. During the four-day show some 150,000 visitors are expected (based on organizer figures for the previous edition) from all over China and the world. Welcoming them will be more than 2,000 exhibitors, about 600 of them foreign. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE has again coordinated and promoted Italian stone and techno-stone company participation, organizing a big ITALIA pavilion of more than 1,500 square meters in which leading companies in the sector will be exhibiting. The Italian area will include an official CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE lounge, available to all members exhibiting at/attending the event, offering assistance and support services. This year there will also be a little food-corner providing catering service to all participants in the collective exhibit.


WELFARE SETTORIALE: I FONDI ARCO E ALTEA

30

STONE SECTOR WELFARE

Il contratto nazionale di lavoro dell'industria marmifera nazionale individua nei Fondi Arco e Altea gli istituti di riferimento nell'ambito del welfare di categoria per quanto riguarda la strutturazione di una previdenza complementare e un'assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori del settore. Il recente rinnovo del CCNL di comparto ha adeguato i contributi per entrambi i fondi. In particolare si è concordato che, a decorrere dal 1° giugno 2016, l’aliquota contributiva a carico delle aziende aventi lavoratori aderenti al Fondo Arco avrà un incremento dello 0,10% e, conseguentemente, sarà pari all’1,70% della retribuzione utile per il calcolo del TFR. A decorrere dal 1° giugno 2017, l’aliquota contributiva a carico delle aziende aventi lavoratori aderenti ad Arco, avrà un ulteriore incremento dello 0,10% e, conseguentemente, sarà pari all’1,80% della retribuzione utile per il calcolo del TFR. Per quanto riguarda invece il Fondo Altea, fondo di assistenza sanitaria integrativa, a decorrere dal 1° gennaio 2017, il contributo obbligatorio a carico delle Aziende per il finanziamento di questo Fondo sarà pari ad € 13,00 mensili per ogni dipendente iscritto. Ulteriori informazioni sono reperibili ai siti-web www.fondoarco.it e www.fondoaltea.it o scrivendo alla segreteria associativa di Confindustria Marmomacchine (direzione@assomarmomacchine.com)

The nationwide stone sector labor contract designates the Arco and Altea funds as those of reference in the context of sector welfare for what regards the structuring of supplementary social security and integrative healthcare for sector employees. The recent renewal of the labor contract has adjusted contributions to both funds. In particular, it was agreed that as of June 1, 2016, the amount to be paid by companies having employees longing to the Arco fund will be increased by 0.10% and thus be equal to 1.70% of utile salary for calculating job termination liquidation. From June 1, 2017, the amount to be paid by companies having employees belonging to Arco will have a further increase of 0.10% and thus be equal to 1.80% of utile salary for the same calculation purposes. Where the Altea fund for integrative healthcare is concerned, from January 1, 2017 the contribution companies are obliged to make to finance this fund will be a monthly 13 euros for each employee registered with it. Further information can be gotten from the funds’ websites (www.fondoarco.it and www.fondoaltea.it) or by writing to the Confindustria Marmomacchine secretarial office (direzione@assomarmomacchine.com)

INFO-CORNER MARMOMACCHINE INTERNATIONAL ALLA MAROC STONE FAIR 2017

MARMOMACCHINE INTERNATIONAL INFO-CORNER AT THE MAROC STONE FAIR 2017

Si svolgerà dal 19 al 21 gennaio a Casablanca la 2a edizione della MAROC STONE FAIR (http://www.marocstonefair.com/Home), salone internazionale dedicato alla filiera della pietra naturale e ai settori collegati. La manifestazione - organizzata da Pyramids International - si svolgerà presso il Centre International des Conférences et d’Expositions di Casablanca (CICEC) e si propone quale il più importante evento fieristico per il mercato lapideo del Marocco e dell'area del nord Africa. MARMOMACCHINE INTERNATIONAL – rivista di riferimento per il comparto marmifero internazionale patrocinata da CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE – sarà presente alla MAROC STONE FAIR con un proprio infocorner, dove gli operatori e le aziende italiane e straniere presenti potranno trovare in distribuzione l’ultimo numero del magazine.

From January 19 to 21 Casablanca will be host to the 2nd edition of the MAROC STONE FAIR (http://www.marocstonefair.com/Home), an international event for the natural stone and stone technology sectors. The show – organized by Pyramids International – will be held at Casablanca’s Centre International des Conférences et d’Expositions (CICEC) and will be a reference event for the Moroccan and North African stone industries. MARMOMACCHINE INTERNATIONAL – the reference magazine for the international stone sector sponsored by CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE – will be at the Moroc Stone Fair with its own info-corner where Italian and foreign operators and exhibitors can get copies of the latest issue of the publication.


32

RAPPORTI: IL "MADE IN ITALY" SOFFRE MA DIFENDE LE SUE POSIZIONI SUI MERCATI INTERNAZIONALI

REPORTS: THE MADE IN ITALY SUFFERS BUT DEFENDS ITS FOREIGN MARKET POSITIONS

In uno scenario di forte rallentamento del commercio mondiale meno 2% in quota sul Pil nel 2015 , a causa principalmente della normalizzazione della crescita cinese e della caduta degli investimenti nei paesi avanzati - la domanda per il Made In Italy rimane "forte e crescente: il brand Italia mantiene integra la grande capacità di attrazione, che va meglio colta con la promozione internazionale declinata in tutti gli aspetti". È quanto emerge dal rapporto "Scenari industriali" del Centro studi Confindustria presentato lo scorso novembre, dal titolo “I nuovi volti della globalizzazione, alla radice delle diverse performance delle imprese”. In questo contesto l’Italia, nonostante il perdurare di alcune criticità, riesce a difendere anche per il 2015 la seconda posizione in Europa e si piazza al settimo posto nel mondo (era ottava nel 2014, scavalcato il Brasile), con una quota sul valore aggiunto manifatturiero globale del 2,3%. Un peso purtroppo dimezzato rispetto al periodo pre-crisi (era al 4% nel 2007) e che vale un terzo rispetto al 6,1% della Germania, ma che è comunque superiore rispetto a Regno Unito e Francia (entrambe al 2,2%). Il nostro paese è inoltre nono nella classifica dell’export manifatturiero, ottavi se si mette in conto la recente svalutazione della sterlina. Confindustria rimarca che occorre far leva proprio sul brand del "Made in Italy" per colmare i vuoti di produttività che si sono creati nel nostro tessuto manifatturiero negli anni della crisi. Si tratta di vuoti molto differenziati sia tra i vari settori (rispetto al picco pre-crisi del 2007 si va dal -50% del legno al +11% del farmaceutico) sia a livello territoriale, con il Sud che ha subito i danni maggiori "anche in termini di perdita di potenziale manifatturiero, già molto inferiore a quello del Nord". Il rilancio del sistema Italia deve inoltre fare i conti con la mancanza di una robusta presenza di multinazionali: lo stock di investimenti esteri è ferma al 26% del Pil contro, ad esempio, il 60% della Spagna, il 43% francese e il 41% tedesco. Il rapporto sottolinea infine che altre due importanti criticità per la nostra industria sono la scarsa disponibilità di credito e la bassa profittabilità, che è in recupero rispetto ai minimi storici del 2012 ma "resta penalizzata da un costo del lavoro che sale (+24,6% tra 2007 e 2015) a ritmi quasi tripli di quelli della produttività (+9,5%)".

In a scenario of a heavy slowdown in world trade – minus 2% as a share of GDP, due mainly to the normalization of Chinese growth and the drop in investments in advanced countries – the demand for the Made in Italy remains “strong and growing: the Italy brand retains its great appeal, which should be captured better with international promotion in all its aspects”. This was revealed in the “Industrial Scenarios” report from the Confindustria Studies Center presented last November and titled “The New Faces of Globalization, at the Roots of Differing Company Performance”. In this context Italy, despite the persistence of some critical points, manages to defend its second place in Europe and takes seventh place worldwide (it had been eighth but overtook Brazil), with a 2.3% share of global added-value manufacturing. Unfortunately a share that has been halved since the recession (it was 4% in 2007) and is only a third of Germany’s 6.1%, but in any case is above that of the United Kingdom and France (both at 2.2%). In addition, Italy ranks ninth in manufacturing exports and eighth if you factor in the recent depreciation of the pound. Confindustria states that it is necessary to leverage Made in Italy brands to fill the gaps in productivity created in the manufacturing weave during the recession. These gaps differ greatly from sector to sector (compared to the pre-crisis peak in 2007, ranging from minus 50% for wood to +11% for pharmaceuticals) both nationwide and in the south, “which was harder hit in terms of loss of manufacturing potential, already much lower than in the north”. Re-launching Italy, Inc. must also reckon with the lack of a robust presence of multinationals: foreign investments have halted at 26% of GDP, compared, for example, with 60% in Spain, 43% in France and 41% in Germany. Finally, the report emphasizes that two further problems for Italian industry are the credit crunch and low profitability, which is improving since the record low in 2012 but “remains penalized by labor costs rising (+24.6% from 2007 to 2015) at a rate almost triple that of productivity (+9.5%)”.


A S S I S T E NZ A I N T U T TO I L M O N D O

L I N E E D I P R O D O T TO CO M PATIB ILI

A N A LI S I E TE S T D I L AB OR ATOR IO

STU D IO APPRO FO N D ITO D E I MATE R IALI

Ricerca in team. Soluzioni in linea. FILATECH è la divisione FILA dedicata allo studio e all’applicazione di tecnologie innovative per il trattamento in linea dei materiali. Grazie a un team altamente TXDOL´FDWR),/$TECH è pronta a fornire sempre la migliore soluzione per proteggere OH VXSHU´FL ´Q GDOOD IDVH GL SURGX]LRQH SL GL 2 . 500 test VXL PDWHULDOL assistenza tecnica in linea e in cantiereLQWXWWRLOPRQGRHoltre 6.000 clienti retail. Sono questi i numeri per cui già oltre 200 tra i migliori brand internazionali UDFFRPDQGDQRFILA. FILATECH: ricerca, test e analisi di laboratorio, soluzioni per tutti i materiali e assistenza internazionale. S c aric a l ’AP P FI L A S olutions

3HUFRQWDW WDUHLOQRVWURWHDP VFULYLD´ODWHFK # ´ODVROXWLRQV FRP

A zienda con Cer tiďŹ cazione Ambientale ISO 14001 :2004


34

PROGETTO STRAORDINARIO MADE IN ITALY: MAXI-INCOMING FORMATIVO OPERATORI ESTERI

SPECIAL MADE IN ITALY PROJECT: MAXI EDUCATIONAL INCOMING FOR FOREIGN OPERATORS

Grazie al programma straordinario per la promozione del Made in Italy e ai fondi speciali stanziati dal Ministero dello Sviluppo Economico che hanno sostanziato il progetto presentato e promosso da Confindustria Marmomacchine e realizzato in stretta sinergia con Ice-Agenzia per il Commercio Estero e Veronafiere, a Marmomacc 2016 si è ripetuta una delle attività maggiormente apprezzate dalle imprese, un maxi-incoming formativo che ha coinvolto due grandi delegazioni di operatori professionali esteri per un totale di circa duecento unità suddivisi per interesse merceologico in due grandi “class-room” itineranti di cento operatori ciascuna, composte nel dettaglio da:  100 Operatori/Buyers esteri interessati all’approvvigionamento di Macchine e Attrezzature per la lavorazione della pietra;  100 Progettisti/Architetti esteri interessati all’approvvigionamento di lavorati speciali in marmo e pietra autenticamente natuale. Il programma tecnico-didattico di questi due gruppi di operatori selezionati a uno a uno in base a curriculum vitae e cursus honorum professionale, programma progettato e coordinato da due tutor altamente qualificati in formazione tecnica settoriale - ovvero Paolo Marone (ISIM) responsabile della delegazione di buyers e Vince Marazita (Marazita&Associates) responsabile della delegazione di architetti e progettisti - si è articolato attraverso un itinerario di alta-formazione professionale sulle tecnologie di estrazione e trasformazione delle pietre autenticamente naturali e sulle varietà litologiche e stereometriche dei materiali oggi prodotti, trasformati e commercializzati dalle imprese marmifere italiane. Intersecando momenti di formazione frontale in aula, tour didattici presso cave, segherie e laboratori, con occasioni di networking conviviale e informale, gli operatori esteri coinvolti nel programma sono stati guidati all’approfondita scoperta del meglio dei prodotti e del “know-how” settoriale “made in Italy”, con una gestione di ogni aspetto logistico-organizzativo curata dai responsabili Associativi, Istituzionali e Fieristici .Una sinergia che ha reso questo programma, a giudizio degli operatori e delle aziende italiane coinvolte, uno dei migliori programmi formativi di sempre.

Thanks to the special promotional plan for the Made in Italy and the special funds allocated by the Italian Ministry of Economic Development for the project presented and promoted by Confindustria Marmomacchine and created in close synergy with ICE-Italian Trade Agency and Veronafiere, at Marmomacc 2016 there was repetition of one of the endeavors most appreciated by Italian companies, a maxi educational incoming involving two big delegations of foreign operators for a total of approximately 200 persons divided by commodity interests into two big itinerant “classrooms” of a hundred operators each, in detail composed of: • 100 foreign operator/buyers interested in procuring stone-working machinery and equipment; • 100 foreign architects/designers interested in procuring special pieces in marble and other authentically natural stones. The technical-educational program for these two groups (selected person by person on the basis of resumés and professional careers) – a program designed and coordinated by two tutors highly qualified to perform stone sector technical training, Paolo Marone (ISIM) in charge of the buyers delegation and Vince Marazita (Marazita & Associates), in charge of the architects and designers – took the form of a continuing education course on quarrying and processing technologies for authentically natural stones and on the various types of stones today quarried, processed and marketed by Italian companies. Combining classroom lectures with educational tours to quarries, sawmills and workshops, plus occasions for convivial, informal networking, the foreign operators involved were guided through an in-depth examination of the finest Italian techno-stone products and know-how, fully managed in all logistic and organizational aspects by association, official and fair directors. A synergy that, in the opinions of the operators and Italian companies involved, made this one of the best educational programs ever.


35


36

PRODUTTIVITÀ ORARIA: LA GRANDE ZAVORRA ITALIANA

HOURLY PRODUCTIVITY: THE GREAT ITALIAN IMPEDIMENT

In un recente e impietoso corsivo sul Corriere della Sera, Alberto Alesina e Francesco Giavazzi hanno sottolineato come la mancata crescita della produttività oraria delle aziende italiane sia una delle cause principali del ristagno economico del nostro Paese. In un ventennio infatti la produttività per ora delle nostre aziende è cresciuta solo del 5 per cento, a fronte di una crescita del 40 per cento negli Stati Uniti, del 30 per cento in Francia, Germania e Gran Bretagna, e infine del 25 per cento in Portogallo. Anche la Spagna ha fatto meglio di noi, incrementando del 15 per cento la resa di ogni ora lavorata. Alesina e Giavazzi si interrogano sul caso italiano e sulle ragioni di questo dato, individuando una causa di questo scarso incremento della produttività nel "nanismo" delle imprese italiane, essendo noto che - pur con le dovute eccezioni - aziende piccole tendono ad essere meno produttive di quelle grandi. Ma un'altra ragione gli economisti del Corriere la identificano anche con la struttura proprietaria delle imprese: l'86 per cento delle imprese italiane é di proprietà familiare, ma in questo la Germania ci batte con il 90 per cento delle aziende che fanno capo a una famiglia. Ma a differenza della Germania, dove meno del 30 per cento delle aziende familiari è gestito dalla famiglia, in Italia il timone del comando è tenuto da un componente della proprietà famigliare nel 70 per cento dei casi, pregiudicando la crescita dell'impresa proprio per la volontà di tenere "tutto in famiglia". Ma non sono solo queste le cause della scarsa produttività italiana, in quanto anche l'insufficiente allocazione delle risorse produttive, la scarsa capacità di approfittare della rivoluzione informatica e il livello medio di istruzione molto più basso della media europea sono ulteriori motivi di quella mancata crescita di cui ci si sorprende continuamente. E spesso a sproposito, stando alla lucida e come dicevamo impietosa analisi a firma Alesina/Giavazzi.

In a recent and merciless article in Corriere della Sera, Alberto Alesina and Francesco Giavazzi emphasized how the non-growth in hourly productivity in Italian companies is one of the main causes of the country’s economic stagnation. In twenty years, in fact, hourly productivity in Italian companies grew only 5%, compared to 40% in the United States, 30% in France, Germany and Great Britain and 25% in Portugal. Even Spain did better than Italy, with a 15% rise in hourly yield. Alesina and Giavazzi examined the Italian case and the reasons for this, identifying as a cause of this meager increase in productivity the “dwarfism” of Italian companies, since it is a known fact that – although with due exceptions – small companies tend to be less productive than big ones. But another reason, according to the Corriere’s economists, lies in the ownership structure of companies: 86% of Italian enterprise is family-owned, but here Germany surpasses Italy with 90% of family-owned businesses. However, unlike in Germany where less than 30% of family-owned companies are run by the family, in Italy there is family management in 70% of cases, jeopardizing company growth precisely through the desire to keep it “all in the family”. But these aren’t the only reasons for Italy’s scarce productivity, since insufficient allocation of production resources, scarce capacity to profit by the computer revolution and a lower level of education than the European average also contribute to the lack of growth that continually surprises us. And really shouldn’t, according to the lucid and, as we said, pitiless article written by Alesina/Giavazzi.


In the ORBITAL polishing machines there is no longer a single oscillating bridge but several bridges on which the spindles move individually making movements on different axes, similar to the ones performed by a manual processing and above all perfectly reaching the edge of the most irregular slabs without having to lift the other heads and in this way tools totally spend more time on the material.

Marble Gangsaws

Monowire machines

Block Cutters

The widest range of products you can imagine... ...the highest quality you can expect Creating competitive machines with high performance, never losing sight of the reliability of every single detail, is the industrial philosophy we apply in the development of all our products, from the largest installations to the smallest machines, ensuring a Quality that has by now become a regular reference for the market. For this reason, whether you have to purchase a small milling machine or an enormous automatic plant, you can rely on SIMEC every time, with the certainty that you are making the best possible choice. You know that every design decision was made in your interest, that all the materials and every part were selected and assembled with care to guarantee a product ready to work tirelessly for you. It is thanks to the Quality of the details that SIMEC has kept growing without pause for over forty years. It is thanks to the Quality of the whole that thousands of clients of SIMEC plants, for marble or granite, grow every day with us.

Via E. Fermi, 4 - 31030 Castello di Godego (TV) ITALY Tel. 0423/7351- Fax 0423/735256 - info@simec.it


UE: PIANO JUNCKER, 154 I MILIARDI DI EURO MOBILITATI FINO AD OGGI

38

Il Piano Juncker - dal nome del presidente della Commissione europea ed ex premier lussemburghese, JeanClaude Juncker - è finora riuscito a mobilitare 154 miliardi di euro di investimenti sui 315 previsti sino al 2018, grazie all'effetto leva di 27,5 miliardi di fondi europei. Sono i dati aggiornati al 16 novembre, in base alle informazioni provenienti dall'ultima riunione del board della Bei, la Banca europea degli investimenti. Il piano Juncker è stato lanciato nel giugno 2014 con l'obiettivo di rilanciare la crescita economica nell'Ue e produrre investimenti senza la creazione di nuovo debito pubblico negli stati membri, già sotto pressione per una crisi che dura ormai dal 2008. Il piano prevede la creazione di un Fondo europeo per gli investimenti strategici (Efsi) e il coinvolgimento della Bei e in parte di banche promozionali nazionali come la Cdp in Italia. Tra i principali beneficiari si conferma l'Italia, insieme a Grecia, Estonia e Lettonia. "Il Piano Juncker in Italia ha reso possibili 55 operazioni (prestiti, garanzie, equity) concluse a livello di gruppo Bei, per un valore di 3,8 miliardi e 21 miliardi di investimenti attivati" ha dichiarato il vice presidente della Bei, Dario Scannapieco, Nei 27 Paesi Ue finora coinvolti dal Piano - l'unico stato membro che manca all'appello è Cipro, dove non è ancora partito nessun progetto - sono stati approvati 151 progetti infrastrutturali pari a un volume di finanziamenti Efsi di 19,8 miliardi. A questi si aggiungono 234 accordi di finanziamento per le Pmi, pari ad altri 7,7 miliardi targati Efsi, di cui beneficeranno 377 mila imprese. Dato il successo del Piano, la Commissione Ue in occasione del discorso sullo Stato dell'Unione dello scorso settembre ha annunciato l'intenzione di estenderne la vita al di là del 2018 e di aumentarne le risorse, fino a 500 miliardi entro il 2020.

EU: JUNCKER PLAN, 154 BILLION EUROS MOBILIZED TO DATE

The Juncker Plan – named for the President of the European Commission and former president of Luxemburg, JeanClaude Juncker – has so far succeeded in mobilizing 154 billion euros in investments out of the 315 billion foreseen until 2018, thanks to the leveraging effect of 27.5 billion in European funds. This is the update as of November 16, based on information coming from the latest board meeting of the European Investment Bank (EIB). The Junker Plan was launched in June 2014 with the aim of rebooting economic growth in the EU and producing investments without creating new public debt in member states, already stressed by a recession ongoing since 2008. The plan foresaw creation of a European Fund for Strategic Investment (EFSI) and involvement of the EIB and a number of national promotional banks like the CDP (Savings and Loans) in Italy. Some of the main beneficiaries have been Italy, Greece, Estonia and Lithuania. “In Italy the Junker Plan made possible 55 transactions (loans, guarantees, equity) concluded on the EIB group level, for worth of 3.8 billion euros, and 21 billion in implemented investments” declared EIB Vice-President Dario Scannapieco. In the 27 EU countries involved in the plan to date – the only one missing is Cyprus, where no project has yet been launched – there has been approval of 151 infrastructure projects for 19.8 billion in EFSI financing. To these are added 234 financing agreements for SME for another 7.7 billion from the EFSI, by which 377,000 companies will benefit. Given the plan’s success, in its State of the Union address in September the European Commission announced its intention to extend it beyond 2018 and to increase resources to 500 billion by 2020.


Born as the evolution of the previous generation called SIMECWIRE, this machine is definitely innovative both for its aspect as well as for its performance. It is a two-column machine, featuring a new hydraulic tensioning system designed to offer the highest standards of reliability and made by using top quality materials and components.

HPM 2200 RX high performance polishing machine for marble slabs

EXCEL Bridge Sawing Machines

Restoring Plants

The widest range of products you can imagine... ...the highest quality you can expect Creating competitive machines with high performance, never losing sight of the reliability of every single detail, is the industrial philosophy we apply in the development of all our products, from the largest installations to the smallest machines, ensuring a Quality that has by now become a regular reference for the market. For this reason, whether you have to purchase a small milling machine or an enormous automatic plant, you can rely on SIMEC every time, with the certainty that you are making the best possible choice. You know that every design decision was made in your interest, that all the materials and every part were selected and assembled with care to guarantee a product ready to work tirelessly for you. It is thanks to the Quality of the details that SIMEC has kept growing without pause for over forty years. It is thanks to the Quality of the whole that thousands of clients of SIMEC plants, for marble or granite, grow every day with us.

Via E. Fermi, 4 - 31030 Castello di Godego (TV) ITALY Tel. 0423/7351- Fax 0423/735256 - info@simec.it


40

A MARMOMACC 2016 È TORNATO THE ITALIAN STONE THEATRE

THE ITALIAN STONE THEATRE RETURNED TO MARMOMACC 2016

Anche in questa edizione recentemente conclusasi e nel quadro dei fondi straordinari messi a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico per la promozione dei principali comparti del made in Italy attraverso le loro piattaforme fieristiche di riferimento, a MARMOMACC 2016 è stato allestito "The Italian Stone Theatre", evento promozionale d'eccellenza voluto da Confindustria Marmomacchine in collaborazione con ICE-Agenzia per il commercio estero e l’Ente Autonomo Fiere di Verona. Affidato anche quest'anno alla collaudata curatela dell'architetto Vincenzo Pavan e del designer Raffaello Galiotto, "The Italian Stone Theatre" ha trasformato la Hall 1 del quartiere fieristico di Verona in una spettacolare mostra delle eccellenze della filiera tecno-marmifera nazionale attraverso la "mise en scene" di realizzazioni avveniristiche in marmo, granito e pietra, rese possibili grazie alla sperimentazione dei più avanzati livelli di produzione delle tecnologie e delle automazioni italiane per la lavorazione delle pietre ornamentali. All'esibizione e ai virtuosmi di architetti e designer contemporanei, si è aggiunta quest'anno una bella mostra antologica con i prodotti in marmo e pietre autenticamente naturali maggiormente iconici prodotti in questi anni da firme del calibro di Castiglioni, Mangiarotti, Urquiola per le maggiori aziende italiane dell'arredo e del mobile. Ma quest'anno quello che ormai è conosciuto da tutti gli addetti ai lavori come “il Theatre” si è vestito da sera per accogliere la cena di gala offerta dalla Fiera ai suoi ospiti istituzionali e ai suoi partner, che ha regalato ulteriori suggestioni con uno spettacolo di danza acrobatica ambientato tra le opere in marmo esposte. Un evento che anche quest'anno si è proposto ai visitatori quale vero e proprio "Teatro Italiano della Pietra e della Meccanica per il marmo”, con un format altamente scenografico che anche in questa edizione è riuscito nel dichiarato obiettivo di stupire il visitatore professionale ma anche di attrarre una grande quantità di pubblico di non addetti ai lavori.

Again in its latest edition (and in the framework of special funds allocated to promote the various sectors of the Made in Italy through their tradeshows), MARMOMACC was host to “The Italian Stone Theatre”, the excellencepromoting event created by Confindustria Marmomacchine in cooperation with ICE-Italian Trade Agency and the autonomous Verona Fair Board. And again this year the exhibit was curated by architect Vincenzo Pavan and designer Raffaello Galiotto, transforming Hall 1 of the fair complex into a spectacular display of the finest products in the Italian techno-stone sector through a “staging” of futuristic creations in marble, granite and other ornamental stones made possible by experimentation with the latest-generation Italian stone-working machinery. Added to the exhibit and the virtuosity of architects and designers this year was a fine retrospective of the most iconic products in authentically natural stone created by designers of the caliber of Castiglioni, Mangiarotti and Urquiola for the leading Italian furniture and furnishings companies. And also this year, what is known to insiders simply as “the Theatre” put on evening dress to host the gala dinner that Marmomacc offered its official guests and partners, further enlivened by an acrobatic dance performance amidst the stone objects exhibited. So this year, too, the “Italian theatre of stone and stoneworking machinery” was a finely staged event that again succeeded in amazing professional visitors and also in attracting a large general public.


41


42

EXPO 2020: RUSSIA: L'UE PROROGA LE IL GRANDEECONOMICHE CANTIERE DUBAI SANZIONI

EXPO 2020: THE HUGE DUBAI WORKSITE

Il Bureau di Expo2020 Dubai haEuropeo fornito un sui pro1º luglio 2016 il Consiglio haaggiornamento prorogato le sanzioni gressi delle costruzioni collegate prossima esposizionerussa unieconomiche riguardanti settori alla specifici dell'economia versale in programma negli Emirati fino al 31 gennaio 2017. Introdotte Arabi nel 2020. sono inizialmente perGiàunalcune anno opere il 31 luglio in fase in di relazione completamento entro la fine 2014, alla situazione in del 2016,taliinclusa Ucraina, misurel’escavazione sono state poidella rafpiattaforma che ospiterà i tree distretti forzate nel settembre 2014 riguartematici di cui si comporrà l’Esposizione dano il settore finanziario, la cui costruzione partire dell'energia, delladovrebbe difesa e dei beninela 2017. Un uso punto(dualcentrale degli adeguaduplice menti use). infrastrutturali Il 19 marzoriguarda il mediacentre, le VIP facilities e altre aree 2015 il Consiglio euoperative, che saranno completate ropeo ha convenuto entro il 2018, anno in cui i Paesi partedi far dipendere la cipanti durata cominceranno delle sanzioni la costruzione dei Padiglioni nazionali. Stando a quanto didalla piena attuachiarato dagliaccordi organizzatori dubaini, zione degli tutte le infrastrutture di Minsk, che do-dovrebbero essere completate entro ottobre 2019. Seveva avvenire entro condo quanto 2015, dichiarato dal Bureau, il 31 dicembre dopo che ilmomento sito sarà smantellato nel ma dal 2021, dell’area che al’80% tale data gli sarà riqualificata per altre destinazioni accordi non erano d’uso, continuando a fare di Dubai stati pienamente at- uno dei più grandi cantieri a cielo aperto del mondo almenoha fino al 2025. tuati, il Consiglio prorogato le sanzioni fino al 31 luglio 2016. Dopo averne valutato l'attuazione, il Consiglio ha infine deciso di rinnovare le sanzioni per un ulteriore periodo di sei mesi, fino al 31 gennaio 2017. Le sanzioni tuttavia non riguardano le categorie merceologiche del settore marmo e tecnologie per la lavorazione del marmo, come dimostrano anche gliMarmomacchine ottimi dati export delè primo elaConfindustria stato trimestre uno dei2016 partner borati dal Centro Studi dell’evento dedicato agliCONFINDUSTRIA operatori esteriMARMOMACCHINE iraniani dal titolo secondo i qualiMODEL sono stati due milioni gli euro da “THE ITALIAN OF oltre REQUALIFICATION AND investiti MANAGEparte di buyers russi nell’approvMENT OF THE CULTURAL AND vigionamento di macchine e atARCHITECTURAL HERITAGE” trezzature made in Italy per la svoltosi lo scorso ottobre al lavorazione della pietra. Un dato MAXXI di Roma e organizzato che nel trimestredello ha fatto guadada Ministero Sviluppo gnare alla Russia, che ora Economico e ICE Agenzia. A èin-il ventitreesimo mercato perinimportervenire al seminario, coortanza, quattordici posizioni ri-i dinamento con l’Associazione, spetto allo docenti ISIMstesso Paoloperiodo Maronedele 2015. In calo invece nel primoche triMassimiliano Caviasca, mestre l’export di materiali lapihanno svolto relazioni dedicate italiani, attestatosi adei cosa significa riflettereasul7,16 remilioni di euro (quasi esclusivastauro nel 2016 e in particolare mente lavorati semilavorati) su un tema cosìe specialistico equivalente a un decremento percentuale del rispetto come il recupero e la conservazione dei-26,8% manufatti in al primo trimestre 2015 (allorchè era di 9,8 milioni). Un calo marmo, granito e pietra naturale. A introdurre i partecipati probabilmente imputabile soprattutto al rubloPresidente debole, ma anche lavori del seminari Giovanna Melandri, della alla politica di incentivazione all’uso di prodotti Fondazione MAXXI nonché padrona di casa. locali che il go-

The Bureau of Expo2020 Dubai has furnished an update on the status of construction connected with the upcoming Universal Exhibition to be held in the United Arab Emirates in 2020. Some works will be completed by the end of 2016, including excavation of the area that will host the three theme districts that will comprise the Expo (building which should begin in 2017). Focal points of the infrastructure updating regard the media-center, VIP facilities and other operational areas, which will be completed by 2018, the year in which participating countries will commence construction of national pavilions. According to the Dubai organizers, all the infrastructure should be completed by October 2019. And according to the Bureau, after the site is dismantled in 2021, 80% of the area will be converted to other uses, continuing to make Dubai one of the world’s largest openair worksites at least until 2025.

PARLANDO DI RESTAURO SPECIALIZZATO AL MAXXI DI ROMA

SPEAKING ABOUT SPECIALIZED RESTORATION AT THE MAXXI IN ROME Confindustria Marmomacchine was one of the partners for the event devoted to Iranian stone operators titled ‘THE ITALIAN MODEL OF REQUALIFICATION AND MANAGEMENT OF CULTURAL AND ARCHITECTURAL HERITAGE” held last October at the MAXXI in Rome and organized by the Italian Ministry of Economic Development and ICE-Italian Trade Agency. Speaking at the seminar, in coordination with the association, were ISIM lecturers Paolo Marone and Massimiliano Caviasca, who discussed what thinking about restoration means in 2016 and in particular the highly specialized field of restoring and conserving monuments and manufactures in marble, granite and other natural stones. Giovanna Melandri, President of the MAXXI Foundation and hostess of the event, introduced the seminar’s speakers.


CHAMAGNE BEIGE

CHAMPAGNE YELLOW

DESERT BLOOM

DESERT GOLD LIGHT

DESERT GOLD MEDIUM

DESERT PEARL

DESERT PEARL

K 5 MULTI

K 5 REDISH

K 5 VEINS

K5

PETRA BROWN VEINS

PETRA BROWN

PETRA FOSSIL

ROYAL BEIGE

ROYAL PINK

ROYAL PINK

VALETINE BEIGE

WHITE HEART


FONDO RUSSO INVESTE 150 MILIONI DI EURO PER LA CREAZIONE DI UN RESORT DI LUSSO IN UMBRIA

A RUSSIAN FUND INVESTS 150 MILLION EUROS TO CREATE A LUXURY RESORT IN UMBRIA

Maxi-investimento in Umbria per il magnate russo Andrei Yakunin. Il fondo VIY Greater Europe Hospitality che fa capo a Yakunin ha infatti acquistato una quota di maggioranza nella società che sta ristrutturando il castello medioevale dell'Antognolla - situato ad una ventina di chilometri a nord di Perugia annunciando un investimento di 150 milioni di euro nei prossimi anni. Il progetto prevede di trasformare la tenuta da 560 ettari in un campo da golf di 18 buche con annessa struttura termale, mentre l'antico castello diventerà un hotel a cinque stelle con 76 camere. Il progetto prevede inoltre il recupero dei vecchi casali intorno al borgo, che saranno riconvertiti in un complesso di 77 ville private extra lusso con piscine, giardini e vigneti. La società attualmente impegnata nello sviluppo del progetto è la catena Four Seasons Hotel & Resort.

Russian magnate Andrei Yakunin is making a big investment in Umbria. In fact, the VIY Greater Europe Hospitality fund he heads has acquired a majority shareholding in the company that is restructuring the medieval castle in Antognolla – located some twenty kilometers from Perugia – announcing an investment of 150 million euros over the next few years. The project foresees transforming 560 hectares (1400 acres) of farmland into an 18-hole golf course with annexed hot-spring spa facility, while the ancient castle will become a 5-star hotel with 76 rooms. The project also includes recouping the old farmhouses surrounding the castle, which will be converted into a complex of 77 extra-luxurious private villas with swimming pools, gardens and vineyards. The company currently involved in the transformation is the Four Seasons Hotel & Resort chain.

STATISTICHE: IN AUMENTO IL CONSUMO MONDIALE DI PIETRE ORNAMENTALI NEL 2015

STATISTICS: GLOBAL ORNAMENTAL STONE USE INCREASED IN 2015

Continua il trend di crescita dell'utilizzo globale di marmi, graniti e pietre naturali: nel 2015 il consumo lapideo mondiale ha infatti raggiunto i 243 mq ogni mille abitanti, in aumento rispetto ai 237 mq del 2014 e ai 135 mq del 2003. Lo riporta il "XXVII Rapporto marmo e pietre nel mondo 2016" curato dal prof. Carlo Montani – pubblicazione patrocinata da CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE – presentato in occasione di Marmomacc 2016. L’interscambio mondiale di pietra naturale nel 2015 ha superato i 20 miliardi di euro – si legge nel rapporto – con una produzione che ha toccato i 140 milioni di tonnellate e un valore medio per unità cresciuto del 7,5%. I primi sei Paesi produttori – nell’ordine, Cina, India, Turchia, Brasile, Iran e Italia – hanno espresso il 70% dell'estrazione mondiale, superando di trenta punti la quota del 1996.

The growth trend in worldwide use of marble, granite and other natural stones continues: in 2015 stone use reached 243 square meters per thousand people, an increase from the 237 square meters in 2014 and the 135 in 2013. This was reported in the “XXVII World Stone Report 2016” written by professor Carlo Montani – and published under the aegis of CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE – presented at MARMOMACC 2016. In 2015 world stone sales surpassed worth of 20 billion euros – states the report – with production that reached 140 million tons and average value per ton up 7.5%. The top six producer countries – China, India, Turkey, Brazil, Iran and Italy, in order of importance – accounted for 70% of global stone extraction, over 30% more than their 1996 share.

44


46

ATTIVITÀ ASSOCIATIVE: DEFINITO IL PROGRAMMA FIERISTICO INTERNAZIONALE 2017

THE ASSOCIATION’S WORK: THE DEFINITIVE INTERNATIONAL SHOW CALENDAR FOR 2017

In occasione della recente fiera Marmomacc di Verona (28 settembre/1 ottobre) CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ha presentato ai Soci e agli operatori del settore il programma 2017 degli Eventi Fieristici Settoriali cui l’Associazione sarà presente con una propria Area Collettiva MARMOMACCHINE o attraverso uno stand Istituzionale/meeeting-point Italia. Saranno Brasile, Cina, Emirati Arabi, Germania, India, Indonesia, Iran, Regno Unito, Russia e Turchia le tappe del roadshow promozionale che vedrà l’Associazione protagonista al fianco delle Aziende italiane sui principali mercati internazionali di riferimento per il comparto dei materiali lapidei, delle tecnologie e dei prodotti complementari. Il calendario fieristico internazionale associativo per i prossimi mesi prevede nel dettaglio la partecipazione ai seguenti appuntamenti: • BAU - Monaco di Baviera, Germania - 16/21 gennaio • INDIA STONEMART - Jaipur, India - 2/5 febbraio • VITORIA STONE FAIR - Vitoria, Brasile - 14/17 febbraio • XIAMEN STONE FAIR - Xiamen, Cina - 6/9 marzo • MARBLE - Izmir, Turchia - 22/25 marzo • BATIMAT RUSSIA - Mosca, Russia - 28/31 marzo • NATURAL STONE SHOW - Londra, Regno Unito - 25/27 aprile • WORLD STONE FAIR INDOBUILDTECH - Jakarta, Indonesia - 17/21 maggio • MIDDLE EAST STONE - Dubai, Emirati Arabi Uniti - 22/25 maggio • STONE INDUSTRY - Mosca, Russia - 27/30 giugno • IRSE - Teheran, Iran - luglio • MARMOMACC - Verona, Italia - 27/30 settembre Per maggiori informazioni su costi e modalità di partecipazione agli eventi in cui CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE organizza una collettiva di Imprese è possibile contattare l'Ufficio Fiere dell'Associazione (segreteria@assomarmomacchine.com).

At the recent Marmomacc show in Verona (September 28/October 1), CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE informed members and sector operators about its 2017 calendar of events where it will be present with its own collective Marmomacchine area or an official stand/Meeting Point Italia. Brazil, China, the United Arab Emirates, Germany, India, Indonesia, Iran, the UK, Russia and Turkey are the destinations of the promotional roadshow that will see the association star alongside Italian companies at the main international shows for stone materials, technologies and auxiliary products. For upcoming months the association’s tradeshow calendar foresees, in detail, participation at the following events: • BAU - Munich, Germany - January 16/21 • INDIA STONEMART - Jaipur, India - February 2/5 • VITORIA STONE FAIR - Vitoria, Brazil - February14/17 • XIAMEN STONE FAIR - Xiamen, China - March 6/9 • MARBLE - Izmir, Turkey - March 22/25 • BATIMAT RUSSIA - Moscow, Russia - March 28/31 • NATURAL STONE SHOW - London, United Kingdom April 25/27 • WORLD STONE FAIR INDOBUILDTECH - Jakarta, Indonesia - May 17/21 • MIDDLE EAST STONE - Dubai, United Arab Emirates May 22/25 • STONE INDUSTRY - Moscow, Russia - June 27/30 • IRSE - Teheran, Iran - July • MARMOMACC - Verona, Italy – September 27/30 For more information on fees for and methods of exhibiting at events where CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE organizes group displays, contact the association’s Events Office at segreteria@assomarmomacchine.com.


Clearly ahead, GHÄ&#x;QLWHO\WKHEHVW

MULTIWIRE JUPITER GS220 The unrivalled multiwire for marble and granite available in three versions

Pedrini S.p.A. ad Unico Socio - Via delle Fusine, 1 - 24060 Carobbio degli Angeli - Bergamo - Italy - Tel. +39 035 4259111 - info@pedrini.it


48

COSTRUZIONI: MERCATO ESTERO ANCORA IN CRESCITA NEL 2015 (+14,5%), 12 MLD IL FATTURATO GENERATO DALLE NOSTRE IMPRESE OLTRECONFINE

CONSTRUCTION: FOREIGN MARKETS GREW AGAIN IN 2015 (+14.5%). REVENUE OF 12 BILLION GENERATED BY ITALIAN COMPANIES WORKING ABROAD

Il Rapporto Ance 2016 sulla presenza delle imprese di costruzione all'estero - indagine condotta sul campione delle prime 38 società del nostro Paese - rileva che per l’11° anno consecutivo il fatturato prodotto fuori dai confini nazionali dai costruttori italiani ha registrato un trend di crescita. Nel 2015 i cantieri all’estero hanno infatti portato ricavi per quasi 12 miliardi di euro, con un incremento del 14,5% rispetto all'anno precedente (la crescita era stata del +10,2% nel 2014 e del +8,6% nel 2013). Nel frattempo - a testimonianza del perdurare della stasi del mercato interno - il fatturato in Italia dello stesso campione di imprese è calato del 12,2% assestandosi sui 5,137 miliardi, un dato che rappresentare solo il 30% dei ricavi del settore. Ampliando l'arco temporale d'analisi, nel 2004 anno della prima indagine Ance - il fatturato estero delle stesse imprese era di 3,1 miliardi di euro, il 31,4% del loro fatturato, mentre nel 2015 ha raggiunto - come evidenziato - gli 11,99 miliardi, il 70% del totale. La crescita cumulata 2004-2015 è stata del 286% (il 14,5% medio annuo), mentre il fatturato in Italia è sceso da 6,786 a 5,137 miliardi (-24,3%). Tornando ai dati più recenti, nel 2015 sono stati oltre 230 i nuovi cantieri aperti all’estero dalle imprese italiane, per un valore totale di 17,2 miliardi di euro e un fatturato cumulato oltreconfine che raggiunge - come visto sopra - quota 12 miliardi. Nel rapporto si sottolinea che le nostre aziende sono attive in 89 Paesi nel mondo, con contratti di costruzione per oltre 87 miliardi di euro. In forte aumento la nostra presenza sui mercati più sviluppati: ammontano a 7 miliardi le commesse acquisite in 21 Paesi Ocse, che rappresentano circa la metà del totale dei contratti sottoscritti nel 2015. Il settore ferroviario, con il 24,2% dell’intero valore delle commesse, si conferma la tipologia di opera maggiormente realizzata dalle imprese italiane. Seguono le opere stradali, con una quota pari al 22,3%, e quelle idrauliche con il 15%. In aumento anche l’edilizia, sia residenziale che non residenziale, che rappresenta oltre l’8% del portafoglio lavori.

The 2016 ANCE (Italian Construction Association) report on Italian construction companies working abroad (conducted on a sampling of the top 38) shows that for the eleventh consecutive year the revenue generated outside Italy by Italian companies continued to grow. In 2015 work in foreign countries in fact produced income of nearly 12 billion euros, a 14.5% increase from the previous year (growth was of 10.2% in 2014 and 8.6% in 2013). At the same time –testifying to the persistent stasis on the domestic market – the same companies’ revenue at home dropped 12.2% to 5.137 billion, accounting for only 30% of sector income. Widening the time span of the analysis, in 2004 (year of the first ANCE survey) foreign revenue for the same companies was 3.1 billion euros, 31.4% of their billing, while in 2015 it reached – as shown – 11.99 billion, 70% of the total. Accumulated growth from 2004 to 2015 was 286% (an annual average of 14.5%) while revenue in Italy dropped from 6.786 to 5.137 million (down 24.3%). Returning to more recent data, in 2015 more than 230 new worksites were opened abroad by Italian construction companies, for total value of 17.2 billion euros and overall foreign revenue that reached, as we saw above, 12 billion. The report emphasizes that Italian construction companies are working in 89 countries around the world, with contracts worth more than 87 billion euros. The presence of Italian companies on the more advanced markets is increasing: 7 billion in contracts in the 21 OECD countries, accounting for about half of the contracts signed in 2015. The railway sector, with 24.2% of total contract worth, is the type of construction in which Italian companies work most. Following it are road building (a 22.3% share) and hydraulic works (with 15%). Also increasing is residential and non-residential building, which accounts for more than 8% of revenue.


QUATTRO NUOVI ASSOCIATI CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

FOUR NEW CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE MEMBERS

Si rafforza la base associativa di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE: sono quattro le nuove Aziende che negli ultimi mesi hanno infatti deciso di aderire all'Associazione nazionale di riferimento per l'industria italiana dei materiali lapidei e delle macchine, attrezzature e prodotti complementari, che attualmente conta oltre 320 Soci. I neoassociati sono : • CHT CHEMICALS di Arcè di Pescantina (VR) • DIAMUT-BIESSE di Lugo (RA) • EMBASSY CARGO di Prato • SOFIL di Palermo L'elenco completo dei Soci CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - con scheda completa di riferimenti, logo e descrizione della produzione aziendale - è disponibile online nell'Area "Associati" del sito web associativo www.assomarmomacchine.com, oltre che nella sezione "Members" presente su questa rivista e sul nuovo DIRECTORY Associativo 2017, sia nella versione cartacea che su supporto multimediale Usb.

Membership in CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE increases: in recent months, in fact, four more companies opted to join the national reference association for Italian producers of stone materials and makers of machinery, equipment and auxiliary products, which currently has more than 320 members. The newcomers are: • CHT CHEMICALS, Arcè di Pescantina (VR) • DIAMUT-BIESSE, Lugo (RA) • EMBASSY CARGO, Prato • SOFIL, Palermo A full list of CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE members – with complete reference files, logos and descriptions of company products – is available online in the “Associati” (Members) area of the association’s website (www.assomarmomacchine.com) as well as in the “Members” section of this magazine and new 2017 Directory, in both the print version and on USB multimedia flash drive.

KAZAKHSTAN: RIPRENDONO I LAVORI PER L'ABU DHABI PLAZA AD ASTANA

KAZAKHSTAN: WORK RECOMMENCES ON ABU DHABI PLAZA IN ASTANA

Il gruppo immobiliare emiratino Aldar Properties si prepara a completare un importante progetto nella capitale del Kazakistan. La società ha infatti assegnato al consorzio formato da Arabtec e Consilidated Contractors Co il contratto per la realizzazione dell'importante progetto "Abu Dhabi Plaza" ad Astana, i cui lavori erano stati interrotto lo scorso febbraio a causa di un incendio nel cantiere. Si tratta di un grande complesso immobiliare ad uso misto che ospiterà 556 unità abitative di lusso, spazi per uffici per 107 mila mq, un Hotel Sheraton da 190 stanze, un centro commerciale da 120 mila mq ed un parcheggio per 4 mila vetture. Il progetto - che prevede un investimento complessivo pari ad 1,08 miliardi di US$ e sarà completato entro il 2017 - si articolerà in un complesso di cinque torri di cui la più imponente avrà 88 piani e raggiungerà i 320 metri, diventando il più alto grattacielo dell'Asia centrale.

The Emirates development group, Aldar Properties, is preparing to complete a big project in the capital of Kazakhstan. The company has, in fact, awarded to the consortium formed by Arabtec and the Consolidated Contractors Co the contract for building the important “Abu Dhabi Plaza” complex in Astana, where work was halted last February due to a fire at the worksite. This is a big, mixed-use complex that will host 556 luxury apartments, office space covering 107,000 square meters, a 190-room Hotel Sheraton, a shopping center of 120,000 square meters and parking for 4,000 vehicles. The project – which foresees an overall investment of $US1.08 billion and will be completed in 2017 – will consist of five towers (the tallest having 88 stories and a height of 320 meters, making it the highest skyscraper in Central Asia).

49


50

COMMERCIO ESTERO ITALIANO IN CRESCITA NELLA MEDIA DEL TERZO TRIMESTRE 2016

ON AVERAGE, ITALY’S FOREIGN TRADE INCREASED IN THE THIRD QUARTER OF 2016

Secondo i dati più aggiornati di cui si dispone al momento di andare in stampa con questo numero di Marmomacchine International, i flussi di commercio estero italiano hanno registrato correzioni all’ingiù in settembre, dopo il forte aumento di agosto, con l’export diminuito dell’1,8% mensile (dopo +3,0%) e l’import del 4,6% (dopo +4,4%; stime Centro Studi Confindustria). Nella media del terzo trimestre, tuttavia, le esportazioni sono cresciute dello 0,4% sul secondo e le importazioni dell’1,1%, con una variazione acquisita nell’anno in corso pari a +2,2% per l’export e +1,7% per l’import. La performance positiva delle esportazioni italiane risulta da una solida crescita delle vendite nei paesi UE (+0,5% nel terzo trimestre e +4,2% acquisito nel 2016) e da una stagnazione di quelle extra-UE (+0,1% nel trimestre e -0,2% nel 2016). Per categorie di merci, nei mesi estivi l’export è aumentato soprattutto nei beni strumentali (+0,8% sul secondo trimestre) e intermedi (+0,6%), mentre è rimasto sostanzialmente invariato in quelli di consumo (+0,1%) ed è diminuito nei prodotti energetici (-2,8%). L’espansione delle esportazioni è attesa proseguire nel trimestre in corso, ma a ritmi più bassi. In prospettiva, giocano un ruolo positivo le indicazioni di ripartenza di PIL e commercio mondiali e uno negativo l’elevata incertezza politica e le preoccupazioni di nuove misure protezionistiche, anche in seguito alla vittoria di Trump nelle elezioni USA.

According to the latest data available as this issue of Marmomacchine International goes to press, Italy’s foreign trade took a slight downturn in September after a nice uptake in August, with exports down by 1.8% for the month (after an upturn of 3%) and imports by 4.6% (after +4.4%; Confindustria Studies Center figures). However, on average for the third quarter exports rose by 0.4% from the second and imports by 1.1%, with an acquired variation for the current year of +2.2% for exports and +1.7% for imports. The good performance of Italian exports was due to solid growth in sales to EU countries (+0.5% in the third quarter and an acquired +4.2% for 2016), while there was stagnation elsewhere (+0.1% in the quarter and -0.2% for the year). Where goods categories were concerned, in the summer months exports increased above all in instrumental goods (+0.8% from the second quarter) and the intermediate (+0.6%), while consumer goods exports remained basically unvaried (+0.1%) and there was a downturn (-2.8%) in energy products. The growth in exports is expected to continue in the final quarter, but at a slower rate. In prospect, positive roles will be played by the uptake in GDP and world trade, while negative factors are the high level of political uncertainty and worries about new protectionist measures in part due to Trump’s presidential victory in the USA.

BUDAPEST: RICOSTRUZIONE DELLO STADIO PUSKÁS

BUDAPEST: RECONSTRUCTION OF THE PUSKÁS STADIUM

È stata pubblicata la gara d’appalto relativa alla progettazione e ricostruzione dello Stadio "Puskás Ferenc Stadion", il principale impianto sportivo di Budapest. Inaugurato nel 1952 col nome di Népstadion (Stadio del Popolo), lo stadio è stato successivamente dedicato al capitano e giocatore simbolo della forte nazionale calcistica magiara egli anni '50. Nell'estate 2016 la vecchia struttura è stata quasi totalmente demolita per lasciar posto al nuovo progetto, che prevede una ristrutturazione completa dell'impianto e l'adeguamento delle vie d'accesso (strade, passerelle pedonali). Il nuovo stadio - il cui termine dei lavori è previsto entro il 2020 avrà una capienza di 68 mila persone e sarà dotato di VIP e Business Club, di un museo, di un centro commerciale e di sky box.

Contract bids are open for the design and reconstruction of the "Puskás Ferenc Stadion", Budapest’s principal sports facility inaugurated in 1952 as the Népstadion (People’s Stadium) and later dedicated to the captain and symbol of the country’s great football team in the 1950s. This past summer the stadium was almost totally demolished to make way for the new one, a project that foresees a complete revamping of the layout and updating of access routes (roads and walkways). The new stadium – expected to be finished in 2020 – will have seating capacity of 68,000 and include VIP and Business Clubs, a museum, a shopping center and skybox.


esec-FlagPosteriorePrometec indd 1

25/11/16 09:44


INDUSTRIES

INDUSTRIES

your

WE BUILD your best performance

DIAMOND WIRES

MANUFACTURER Dwire Industries are a reliable manufacturer Whose products are the natural combination of a longtime competence together with a several years’ research by an internal R&D team. The result is a revolutionary product, manufactured, assembled and delivered to you by our Company.

Best quality for the highest cutting speed Every diamond wire manufactured by Dwire guarantees best performances in terms of quality cutting at impressive speed, making our wires the top choice for the marble and granite cutter, even under extreme working conditions.

Dwire Srl - via Lottizzazione, 10 - 54100 Massa Carrara (MS) - Italy Tel. +39 0585 600307 Fax 600308 info@dwire.it www.dwire.it


FEDERMACCHINE: I LAVORI DEL GRUPPO TECNICO

FEDERMACCHINE: THE TECHNICAL GROUP’S WORK

Continuano senza sosta i lavori del Gruppo Tecnico FEDERMACCHINE cui Confindustria Marmomacchine partecipa attivamente attraverso i propri funzionari. L’ultima riunione del Gruppo in ordine di tempo si è svolta presso la Sede FEDERMACCHINE lo scorso 9 novembre. Diversi e di elevato interesse i temi all’ordine del giorno, dalla “Responsabilità civile in ambito prodotti” che la Federazione sta approfondendo in sinergia con il gruppo Marsh, all’analisi dell’ultima versione della guida ECHA sulle sostanze SVHC da dichiarare ai sensi del REACH e le possibili ricadute per i Costruttori di macchine e la loro filiera, alla nuova bozza della guida ai contratti di acquisto che si sta producendo in sinergia con l’avvocato Giorgio Caramori. Tutti i documenti elaborati dal Gruppo Tecnico FEDERMACCHINE si traducono in strumenti ad alto valore aggiunto per le Aziende Associate alle Associazioni aderiscono, nel caso del comparto tecno-marmifero Confindustria Marmomacchine cui le imprese possono rivolgersi per tutti gli approfondimenti del caso.

Continuing non-stop is the work being done by the Technical Group of FEDERMACCHINE, in which Confindustria Marmomacchine participates through its officials. The latest meeting of the group was held at FEDERMACCHINE headquarters last November 9. Different and very different items were on the agenda, from “Civil Liability for Products” (which the federation is studying in synergy with the Marsh group), to analysis of the latest ECHA guide on SVHC substances to be declared as per REACH and possible fallout for machinery makers and their production chains, to the new draft of the guide to purchasing contracts which is being written in cooperation with lawyer Giorgio Caramori. All the documents written by the FEDERMACCHINE Technical Group become tools with high added value for companies belonging to member associations – in the case of the technostone sector, Confindustria Marmomacchine, which companies can contact for any further information required.

SME INSTRUMENT: COMUNICATI I RISULTATI DELLA FASE 1

SME INSTRUMENT: THE RESULTS OF STAGE 1 ANNOUNCED

A seguito della call di settembre dello Sme Instrument - il programma lanciato nell’ambito di Horizon 2020 con l’obiettivo di aiutare le PMI a trasferire le proprie idee sul mercato e contribuire a generare crescita e posti di lavoro in Europa - la Commissione europea investirà 9 milioni di euro in 182 progetti d’innovazione presentati da PMI di 24 differenti Paesi. L’Italia ha avuto particolare successo con 34 progetti selezionati, seguono la Spagna con 30 progetti e il Regno Unito con 18. La maggioranza delle proposte è nell’area ICT, trasporti e sistemi di energia a basso utilizzo di carbonio. Ciascun progetto riceverà 50 mila euro per finanziare studi di fattibilità per nuovi prodotti, e la possibilità di beneficiare di 3 giornate gratuite di business coaching. La prossima scadenza per l’invio delle candidature per la fase 1 dello Sme Instrument è fissata per il 15 febbraio 2017.

After the September call for the SME Instrument – the program launched in the context of Horizon 2020 and aimed at helping SMEs to bring their ideas to the market and contribute to generating growth and jobs in Europe – the European Commission will invest 9 million euros in 182 innovation projects presented by SMEs in 24 different countries. Italy enjoyed particular success, with 34 projects selected, followed by Spain with 30 and the United Kingdom with 18. Most of the proposals are in the ICT area, transportation and low-carbon-use energy systems. Each project will receive 50,000 euros to finance feasibility studies for new products, and the chance to benefit from 3 free days of business coaching. The next due-date for applying for candidacy for Stage 1 of the SME Instrument is February 15, 2017.

53


54

ISRAELE: NUOVO PIANO URBANISTICO PER LA CITTÀ DI HAIFA

ISRAEL: NEW URBAN PLAN FOR HAIFA

Il giornale economico israeliano Globes riferisce che il Comitato distrettuale per la pianificazione urbanistica della città di Haifa ha deliberato un progetto per la riqualificazione e l'ampliamento residenziale e commerciale della città. Obiettivo del progetto - che dovrebbe essere ultimato entro il 2025 - è innanzitutto quello di ampliare l'offerta abitativa del centro costiero israeliano, portandola ad ospitare 330.000 residenti, 55.000 in più di quelli attuali. È prevista inoltre la realizzazione un nuovo centro d'affari, oltre che la costruzione ex novo e la ristrutturazione di edifici pubblici e strutture scolastiche. Capitoli importanti di questa piano, infine, riguardano la riqualificazione dell'area del porto e la risistemazione del litorale per consentirne lo sfruttamento a fini turistici.

The Israeli business daily, Globes, reports that the Haifa city-planning committee has approved a plan for the residential and commercial upgrading and enlargement of the city. The purpose of the project – which should be completed by 2025 – is first of all to expand the housing offer in this coastal city, bringing it to accommodate 330,000 residents rather than the current 55,000. There will also be a new business center, plus construction and restructuring of public buildings and schools. Important features of this plan are also urban renewal of the port area and waterfront revamping for tourism purposes.

MARMOMACCHINE INTERNATIONAL A LONDRA PER THE NATURAL STONE SHOW 2017

MARMOMACCHINE INTERNATIONAL IN LONDON FOR THE NATURAL STONE SHOW 2017

THE NATURAL STONE SHOW – l'unica manifestazione fieristica del Regno Unito dedicata esclusivamente all'industria della pietre naturali, delle tecnologie d'estrazione e lavorazione e dei prodotti complementari (www.stoneshow.co.uk) – festeggia nel 2017 il traguardo dei suoi primi 25 anni. L'evento settoriale inglese si svolgerà dal 25 al 28 aprile presso il complesso fieristico dell’ExCel di Londra, e anche per questa edizione MARMOMACCHINE INTERNATIONAL – il magazine di riferimento per il comparto lapideo e tecno-marmifero internazionale – sarà direttamente presente in fiera con un proprio booth informativo, dove tutti gli espositori e i visitatori britannici e internazionali in visita a THE NATURAL STONE SHOW 2017 potranno trovare in distribuzione l'ultimo numero della rivista patrocinata da CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE.

THE NATURAL STONE SHOW – the only event in the United Kingdom devoted exclusively to the natural stone industry, quarrying and processing technology and auxiliary products (www.stoneshow.co.uk) – celebrates its 25th anniversary in 2017. It will be held from April 25 to 28 at the ExCel tradeshow complex in London and for this edition MARMOMACCHINE INTERNATIONAL – the reference magazine for the international stone and stone technology sectors – will be directly on hand with its own information booth where all British and foreign exhibitors at and visitors to The Natural Stone Show will find copies of the latest issue of the publication sponsored by CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE.


MASTER SERIES

The e next-generation 7HFKQRORJ\ The new range of machining centers designed to meet the machine RSHUDWRU̵VQHHGVPD[LPL]LQJHIͤFLHQF\IOH[LELOLW\DQGSURGXFWLYLW\

intermac. c com


56

BREXIT ALLE "CALENDE INGLESI"?

BREXIT AT THE “BRITISH CALENDS”?

Uno dei motivi della crescente perdita di credibilità dell'Unione Europea agli occhi dei suoi cittadini è collegata a meccanismi di funzionamento della macchina europea e ai suoi tempi, molto più vicini alla vecchia misura dei "lustri" che all'istantaneità delle scelte caratteristica dell'epoca digitale in cui siamo immersi. E la questione BREXIT potrebbe esserne un esempio lampante e al contempo poco edificante. Votata dal popolo inglese a giugno di questo 2016 e accolta come una specie di "fine del mondo" da analisti e osservatori, la procedura di uscita del Regno Unito dall'Europa potrebbe protrarsi fino al 2019 e oltre, alimentando quel clima di incertezza e di incognite che i mercati tanto soffrono. Stando infatti al pronunciamento della corte suprema inglese, che ha rispedito al parlamento e al suo pronunciamento la ratifica del voto popolare inglese in cui aveva prevalso il "leave", e prestando fede alle recenti dichiarazioni della Premier inglese Theresa May che ha spostato proprio al 2019 la data di completamento del processo di uscita del Regno Unito dall'Unione, verrebbe quasi da aggiornare il detto "alle calende greche" trasformandolo in "alle calende inglesi". Ma per fortuna il mondo è l'economia continuano a girare nonostante le tempistiche fuori logica dei meccanismi della politica e della burocrazia, come dimostrano le scelte di grandi player quali Google e Nissan che nonostante Brexit hanno confermato le proprie previsioni di investimento in UK, la prima prevedendo l'apertura di un headquarter a Londra con settemila dipendenti e un miliardo di sterline di spesa, e la seconda ribadendo l'impegno a puntare sullo stabilimento produttivo di Londra. Anche il mercato degli affitti londinese sembra indifferente alle manfrine euro-inglesi, con i canoni che restano ai massimi livelli anche dopo il referendum dello scorso giugno. E tutto questo mentre l'Europa e Mr. Juncker restano a guardare.

One of the reasons the European Union is increasingly losing credibility with its citizens is connected to the mechanisms with which it functions and its timing, much closer to the old measurement of “moons” than to the instantaneity of the digital age in which we live. And the Brexit issue could be an evident yet unedifying example. Voted on by the British in June 2016 and viewed as a kind of “end of the world” by analysts and journalists, the procedure for Britain’s exit from the European Union could proceed until 2019 and beyond, feeding that climate of uncertainty and unknowns that the markets are suffering from. In fact, according to the pronouncement by the United Kingdom’s Supreme Court, which gave Parliament jurisdiction for ratifying the vote in which “leave” had prevailed, and according to recent declarations by Prime Minister Theresa May – who gave 2019 as the date the divorce from the Union would be completed – one would almost like to update the “Greek kalends” (in other words never) to the British. But fortunately the world continues to go round, as does the economy, despite the illogical time spans of political and bureaucratic mechanisms, as shown by the decisions made by major players Google and Nissan who in spite of Brexit have confirmed their expected investments in the UK, the former opening a headquarters in London with seven thousand employees and an outlay of a billion pounds, and the latter reiterating its commitment to its London production plant. Even the London rental market appears indifferent to EU-UK bickering, with rents that remained at top levels even after the June referendum. All while Europe and Mr. Juncker watch and wait.


www.ernestomarina.it

Segatrici a Catena dal 1970

Chain Saws since 1970

GARRONE OFFICINA MECCANICA

GARRONE OFFICINA MECCANICA sas Via Statale, 37 Fraz. S. Pietro di Sturla 16042 CARASCO (GENOVA) Italy Tel. +390185 350161 Fax +390185 352249 E-mail: garrone@garrone.com

www.garrone.com


58

GIORDANIA: PROGETTO DI SVILUPPO TURISTICO SUL MAR MORTO

JORDAN: PROJECT TO DEVELOP DEAD SEA TOURISM

È stato firmato ad Amman, tra il Gruppo delle zone franche e di sviluppo della Giordania (DFZC) e la società di sviluppo immobiliare SQM Real Estate del Kuwait, un accordo per promuovere un progetto turistico per il segmento luxury nella regione giordana del Mar Morto. Il progetto - denominato "Dream Point" - ha un valore stimato di circa 1,5 miliardi di US$ e include la realizzazione di quattro alberghi di lusso per un totale di oltre 1.200 camere, un campo da golf, catene di ristoranti locali e internazionali e diversi centri commerciali. I lavori per la realizzazione delle strutture dovrebbero cominciare nel corso del prossimo anno.

An agreement was signed in Amman between Jordan’s Free Zone and Development Group (DFZC) and the SQM Real Estate Company of Kuwait to develop a tourism complex in the Dead Sea area of Jordan. The project – called “Dream Point” – is worth the equivalent of $US1.5 billion and includes building four 5-star hotels for a total of more than 1,200 rooms, a golf course, restaurants (local and international chains) and various shopping centers. Work on the complex should begin next year.

IL VALORE DI UN’INFORMAZIONE DI QUALITÀ: L’ATTIVITÀ DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

THE VALUE OF QUALITY INFORMATION: THE WORK OF THE CONFINDUSTRIA M ARMOMACCHINE STUDIES CENTER

Nel mondo contemporaneo uno dei valori principali per chi svolge attività d’impresa è disporre di informazioni di qualità. Nel settore marmifero e tecno-marmifero internazionale una preziose fonte di informazione è costituita dal Centro Studi Confindustria Marmomacchine, che elabora periodicamente le statistiche export sia attinenti le vendite estere di macchine e impianti che di prodotti in marmo, granito e pietra sia grezzi che lavorati, fornendo ai propri associati un quadro completo dello stato di salute dei principali mercati di riferimento. Il tutto recapitato via telematica direttamente attraverso il sito-web associativo e a disposizione h24 delle imprese tramite le login e le password Soci esclusive. In aggiunta a questo servizio l’Associazione elabora a richiesta – per i propri Soci Effettivi – tabelle statistiche dedicate a specifici mercati. Ma in aggiunta ai dati export sono numerosi e di varie tipologie i documenti informativi messi a disposizione delle aziende associate, testi di approfondimento che agevolano la quotidiana attività imprenditoriale del settore e danno risposte precise e attendibili sui principali dossier di comparto di diretto interesse per le Aziende. In aggiunta al canale informativo verso le imprese, le elaborazioni statistiche del Centro Studi Associativo vengono riprese da enti istituzionali, media economici nazionali enti fieristici e federazioni come fonte principale di informazione sull’andamento del comparto tecno-marmifero nazionale.

In today’s world one of the principal requirements for people doing business is getting quality information. In the international stone and techno-stone sectors a valuable source of information is the Confindustria Marmomacchine Studies Center, which periodically processes data on foreign sales of both stone-working machinery and equipment and products in natural stone (raw and worked) to give association members a full picture of the current status of the main markets for them. It is all posted on the association’s website and available 24/7 to businesses through exclusive member logins and passwords. In addition to this basic service the association processes on request – from active members – statistical tables devoted to specific markets. And along with export data there are numerous and various types of informative documents made available to member companies, in-depth examinations that facilitate daily business in the sector and provide specific, reliable responses to the main sector issues companies are involved in. The information the association’s Studies Center channels to members is also provided to official organizations, financial media, national fair boards and federations, for which it is a prime source of information on trends in the Italian techno-stone industry.


60

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE E UNIVERSITÀ CATTOLICA: CHECK-UP DELLE IMPRESE ASSOCIATE

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AND CATHOLIC UNIVERSITY OF MILAN: MEMBER COMPANY CHECK-UP

Come anticipato durante la scorsa Assemblea Generale, Confindustria Marmomacchine, in collaborazione con un team di ricerca esterno guidato dal dottor Luigi Serio (professore di Economia e Gestione delle Imprese presso l’Università Cattolica di Milano), ha progettato un’indagine volta a fotografare le caratteristiche distintive delle imprese italiane produttrici di marmi, graniti e pietre ornamentali, e di macchine, utensili e attrezzature per la loro lavorazione. Obiettivo dell’indagine è quello di cogliere gli elementi che distinguono le imprese italiane di questo settore in termini di modelli di governance, attività di innovazione e ricerca e sviluppo, internazionalizzazione e gestione delle risorse umane con un focus sulla condizione attuale e sulle prospettive di sviluppo. L’indagine rappresenta un’opportunità per le Aziende Associate e per il comparto, che potranno ottenere una fotografia attuale e prospettica sulle caratteristiche delle Imprese utile a pianificare lo sviluppo competitivo del prossimo futuro. Svolta attraverso la compilazione di un questionario appositamente progettato e diffuso a tutte le Aziende Associate Marmomacchine, l'indagine produrrà una serie di indicatori che saranno analizzati in forma aggregata dal team esterno che ha predisposto l’indagine e che li condividerà con l’Associazione per un’adeguata presentazione al settore nei prossimi mesi. La Aziende che avranno compilato il questionario potranno richiedere al team di ricerca, tramite l’Associazione, la ricezione in forma riservata del proprio profilo aziendale scaturito dalle risposte fornite.

As announced in its latest general assembly, Confindustria Marmomacchine, in cooperation with an outside research team headed by Luigi Serio (professor of economics and business management at the Catholic University of Milan) has designed a survey to photograph the distinctive characteristics of Italian companies producing ornamental stones and the machinery, tools and equipment to quarry and work them. The purpose of the survey is to capture the features distinguishing Italian companies in this sector in terms of governance models, innovation and research and development work, internationalization and human resources management, with a focus on current conditions and development prospects. The survey is an opportunity for member companies and the sector itself, finally providing an up-to-date and prospective picture of company characteristics that is useful for planning competitive development in the near future. Conducted by compiling an expressly designed questionnaire sent to all Confindustria Marmomacchine members, the survey will produce a set of indicators that will be analyzed in aggregated form by the external team that devised it and will share results with the association for suitable presentation to the sector in coming months. The companies that have complied the questionnaire may, through the association, ask the research team to given them a confidential company profile drawn from survey results.


CONTRIBUTI SIMEST PER PARTECIPAZIONE A FIERE E MOSTRE

SIMEST CONTRIBUTIONS TO PARTICIPATING IN TRADESHOWS AND EXHIBITIONS

Conquistare i mercati esteri è più semplice. Grazie infatti all’entrata in vigore del Decreto del MISE (DM 7/9/2016) e al lancio di un nuovo Portale internet, i Finanziamenti per l’Internazionalizzazione delle imprese (Fondo 394/81) gestiti da SIMEST costano meno, coprono maggiori spese e sono più veloci da ottenere. In particolare evidenziamo la possibilità di accedere a finanziamenti per partecipare a fiere e mostre commerciali. Questo finanziamento, finalizzato a promuovere il business su nuovi mercati internazionali, oggi viene infatti concesso per qualsiasi fiera o mostra, anche se non si tratta del primo evento cui l’impresa aderisce (come invece in precedenza). Inoltre, la copertura delle spese sale al 100% del totale delle spese preventivate dal precedente 85%, con un importo massimo finanziabile pari a 100mila euro. La durata del finanziamento è pari a 3,5 anni di cui 18 mesi di preammortamento.

Winning over foreign markets just got easier. In fact, thanks to application of the Ministry of Economic Development (MISE) decree (Ministerial Decree 7/9/2016) and launch of a new website, the funds for internationalizing Italian companies (Fund 394/81) managed by SIMEST cost less, cover bigger expenditures and are quicker to obtain. This financing, provided to promote business on new foreign markets, is today in fact granted for any tradeshow or exhibition, even when this is not the first event at which a company exhibits (as was the case previously). In addition, expenses coverage rises to 100% of total estimated expenditures from the former 85%, with maximum financing of 100,000 euros. Financing duration is 3.5 years, 18 months of which in pre-amortization.

61


62

WELCOME-KIT "CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE MEMBER" PER LE 183 AZIENDE ASSOCIATE PRESENTI COME ESPOSITORI A MARMOMACC 2016

“CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE MEMBER” WELCOME KIT FOR THE 183 MEMBERS EXHIBITING AT MARMOMACC 2016

Quest'anno sono state ben 183 le Imprese associate a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE presenti come espositori alla manifestazione MARMOMACC di Verona (28 settembre-1° ottobre). Anche per questa edizione le Aziende aderenti dell'Associazione di riferimento per la filiera lapidea e tecno-marmifera nazionale hanno ricevuto presso i loro stand il WELCOME-KIT Associativo contenente copia del Directory/Annuario Associativo 2016 (sia in formato cartaceo che Usb) e i segni distintivi di riconoscimento riservati agli Associati, tra i quali l'apprezzata Blue-Flag “CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Member”. Insieme al nuovo segno distintivo l’Associazione ha lanciato durante i giorni di fiera la campagna social #Followtheblue, grazie alla quale le Aziende hanno potuto inviare foto e selfie ambientate nel loro stand con la bandiera blu dell'Associazione, foto che sono state pubblicate sulla pagina ufficiale Facebook CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE per segnalare il miglior made in Italy di categoria.

This year 183 CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE members exhibited at the MARMOMACC show in Verona from September 28 to October 1. And again this year members of the reference association for the Italian techno-stone industry received at their stands the association’s welcome kit, a useful document-holder containing a copy of its Directory/Yearbook (both in print and on USB) and the distinctive insignia reserved to members such as the well-liked “CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Member” blue flag. In addition to its new logo, during the event the association launched its social media campaign, #Followtheblue, thanks to which member companies could send photos and selfies taken at their stands featuring the association’s blue banner – photos that were posted on CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE’s official Facebook page to indicate the best of the Italian-made in the techno-stone sector.


SX-3

BESTANCE M P E R FO R & FAST

SX-3 | Centro di taglio CNC multi-mandrino con ponte porta mandrini girevole Multi-blade on rotating bridge cutting center

NUMERI CHE FANNO GIRARE LE TESTE

NUMBERS THAT MAKE HEADS TURN

11 assi controllati da CN di cui 7 interpolati 3 gruppi di taglio 17 kw-S6 /c.d.u. di potenza motore 400 mm il diametro dei dischi

11 NC axes which 7 interpolated 3 cutting spindles 17 kw-S6 of power for each spindle 400 mm blade diameter

www.donatonimacchine.eu


64

PORTOGALLO: STANZIAMENTO DA 520 MILIONI PER IL PIANO DI INVESTIMENTI "LISBOA XXI"

PORTUGAL: 520 MILLION EUROS ALLOCATED FOR THE “LISBOA XXI” INVESTMENT PLAN

La municipalità di Lisbona ha annunciato nei giorni scorsi il varo del piano di investimenti "Lisboa XXI", che prevede lo stanziamento di 523 milioni di euro - dei quali 250 provenienti da un prestito BEI concesso al Comune nell'ambito del Piano Juncker - da utilizzare per progetti nei settori rigenerazione urbana, ambiente e housing sociale, da realizzarsi entro il 2020. La ripartizione dei fondi prevede circa 317 milioni di euro per progetti nel settore della riqualificazione urbana di Lisbona, 131 milioni per opere del piano di drenaggio della città e 75 milioni destinati all'edilizia popolare. Il Primo Ministro portoghese Antonio Costa ha dichiarato che il Piano Lisboa XXI contribuirà alla costruzione di 37 nuovi edifici scolastici, 7 scuole materne e 400 alloggi sociali, oltre che alla creazione di maggiori spazi verdi e parcheggi e alla realizzazione di numerosi interventi sulla rete stradale cittadina.

The city of Lisbon recently announced the launch of the “Lisboa XXI” investment plan, which foresees the allocation of 523 million euros – nearly 250 million of which from a loan the ECB made to the city in the framework of the Juncker Plan – to be used for urban renewal, environmental and low-cost housing projects to be implemented by 2020. Allocation of the funds foresees about 317 million euros for urban renewal projects in the city; 131 million for works in the Lisbon drainage plan, and 75 billion for affordable housing. Portuguese Prime Minister Antonio Costa declared that the Lisboa XXI plan will help build 37 new school buildings, 7 nursery schools and 400 low-cost housing units as well as create more green areas and parking lots and enable work to be done on the city’s streets.

FIERA "STONE INDUSTRY": CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE COORDINA ANCHE PER IL 2017 LA PARTECIPAZIONE ITALIANA ALLA SETTORIALE MOSCOVITA

STONE INDUSTRY: FOR 2017 CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AGAIN COORDINATES ITALIAN PARTICIPATION IN THE MOSCOW EVENT

Gli organizzatori della STONE INDUSTRY - dall'anno scorso nuova denominazione dello storico brand EXPOSTONE, evento di riferimento per la Russia e per le aree dell'ex Unione Sovietica dedicato esclusivamente alla filiera lapidea e alle macchine, attrezzature e prodotti complementari - hanno annunciato che l'edizione 2017 della manifestazione è stata calendariata dal 27 al 30 giugno, sempre presso il quartiere espositivo VDNKh di Mosca. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - uno dei partner ufficiali della manifestazione - anche per il prossimo anno coordinerà la partecipazione delle Aziende italiane del comparto marmifero e tecno-lapideo alla STONE INDUSTRY. Nella passata edizione la kermesse moscovita ha registrato la presenza di oltre 300 Aziende locali ed estere delle quali oltre 20 dall'Italia, la presenza estera più numerosa in fiera. Per informazioni su costi e modalità di partecipazione è possibile contattare l'Ufficio Fiere di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE.

The organizers of STONE INDUSTRY – since last year the new name for what had traditionally been EXPOSTONE, a reference event for Russia and countries of the former Soviet Union devoted exclusively to stone and the machinery and equipment to quarry and process it – have announced that the 2017 edition is scheduled for June 27 to 30, as always in the VDNKh exhibition complex in Moscow. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE – one of the event’s supporting partners – will again be coordinating Italian participation in this techno-stone show. In the previous edition STONE INDUSTRY had over 300 local and foreign exhibitors, more than 20 of them within the official Italian area, representing the biggest foreign contingent at the event. For participation info, contact the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Events Office.


IN RIPRESA LE OPERAZIONE DI M&A DALL'ESTERO VERSO LE IMPRESE ITALIANE Il Made in Italy continua ad attrarre gli investitori esteri. Negli ultimi due anni si è infatti registrata "una ripresa dei flussi di operazioni di M&A - Mergers and Acquisitions, n.d.r. - verso le imprese italiane, grazie a fattori come il rafforzamento dei mercati finanziari, la disponibilità di capitali in alcune economie emergenti e il miglioramento del clima di fiducia verso il nostro Paese". È quanto emerge da una ricerca realizzata da Kpmg Advisory per il Comitato Leonardo, che evidenzia una crescita delle operazioni Estero su Italia pari al 16,5% negli ultimi cinque anni, con un aumento dei controvalori delle operazioni del 15,5%. Nel 2015, la contribuzione delle operazioni estero su Italia relativa al mercato italiano è stata pari, in valore, al 57% (32,1 miliardi di euro contro un totale di 56,4 miliardi per il mercato italiano). A livello di paesi, negli ultimi cinque anni si è consolidata la posizione di investitori storici come Francia (con una quota del 22%), USA (18%) e Gran Bretagna (8%), ma si è ampliata al contempo la sfera di influenza esercitata da paesi come Cina (21%) e Russia (5%). Secondo la ricerca di Kpmg le operazioni di M&A prese in esame hanno quasi sempre avuto effetti positivi sulle imprese acquisite, sia sotto l'aspetto economico, sia su quello dimensionale, sia infine su quello della produttività. Esse permettono infatti di attivare processi virtuosi che spesso trasformano "family business" in imprese globali, aumentandone la patrimonializzazione, la proiezione internazionale e la capacità operativa, senza perdere l'identità di marca (l'effetto "Made in Italy"). "La linea del Governo - ha affermato il Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, intervenendo alla presentazione della ricerca - è che l'italianità non dipende dalla proprietà dell'azienda. È italiano chi investe in Italia. Quello che vogliamo fare è la valorizzazione delle eccellenze con investimenti internazionali". "Non dobbiamo essere provinciali - prosegue Calenda: il nazionalismo porta effetti negativi non solo economici ma anche culturali". Per il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, "chi investe in Italia ha piena cittadinanza in questo Paese", sottolineando come l'aumento del flusso di operazioni M&A verso le nostre imprese "rappresenta un trend positivo che dovrà essere sostenuto fornendo tutte le condizioni necessarie agli investitori esteri che mostrano di voler scommettere sulle nostre manifatture, sulle nostre competenze, sul nostro Paese".

FOREIGN COMPANIES INCREASING THEIR M&A OPERATIONS IN ITALY Italian companies continue to attract foreign investors. In fact, in the past two years there has been “an uptake in flows of M&A” (Mergers & Acquisitions) “regarding Italian brands, thanks to factors like a strengthening of financial markets, the availability of capital in a number of emerging economies and an improvement in confidence in Italy”. This is what emerged from research conducted by KPMG Advisory for the Leonardo Committee, which shows growth in foreign operations in Italy of 16.5% in the past 5 years, with growth in value of 15.5%. In 2015 the contribution of foreign operations on the Italian market accounted for 57% of value (32.1 billion euros out of a total of 56.4 for the Italian market). On the country level, the past 5 years have seen consolidation of traditional investors like France (with a 22% share), the USA (18%) and Great Britain (8%) but at the same time there has been enlargement of the sphere of influence of countries like China (21%) and Russia (5%). According to the KPMG research, the M&A operations examined have always had good effects on the acquired companies, economically, in terms of size and in productivity. In fact, they make it possible to activate virtuous processes that often transform family businesses into global companies, augmenting capitalization, international projection and operational capacity, without losing brand identity (the “Made in Italy” effect). “The line of the government”, stated Carlo Calenda. Economic Development Minister, speaking at the research presentation, “ is that Italian-ness does not depend on who owns a company. Whoever invests in Italy is Italian. What we want to do is to valorize Italian excellence with foreign investments. We mustn’t be provincial”, Calenda went on to say, “nationalism brings with it negative effects, not just economic but also cultural”. For the president of Confindustria, Vincenzo Boccia, “whoever invests in Italy has full citizenship here,” emphasizing how the increase in M&A operations for Italian companies “represents a positive trend that should be supported, providing all the conditions necessary to foreign investors who want to bet on our products, our expertise, our country”.

65


66

ALGERIA: CALO IMPORTAZIONI MATERIALI DA COSTRUZIONE

ALGERIA: A DROP IN IMPORTS OF BUILDING MATERIALS

I dati delle Dogane algerine mostrano che il valore delle importazioni dei materiali da costruzione quali cemento, ferro, legno e prodotti lapidei e prodotti ceramici è stato di 1,45 miliardi di dollari durante i primi otto mesi del 2016 rispetto ai 1,79 miliardi di dollari dello stesso periodo del 2015, incalo del 19%. Secondo il Centro Nazionale algerino di Statistica (CNIS), le quantità importate di questi prodotti sono ugualmente calate stabilizzandosi a circa 7,47 milioni di tonnellate rispetto alle 7,52 milioni di tonnellate, in calo del 0,71% nei due periodi a confronto. Un calo, quello dell'importo algerino di materiali da costruzione probabilmente imputabile anche alle tensioni Geo-politiche dell'area Nord Africana che pur non coinvolgono direttamente Algeri.

Figures from the Algerian customs service show that the worth of imported building materials like cement, iron, wood and stone and ceramic products was $US1.45 billion in the first eight months of 2016, compared to $US1.79 billion in the same period in 2015, a drop of 19%. According to the Algerian national statistics bureau (CNIS), the volume of these products imported also dipped 0.71%, from 7.52 million tons to around 7.47 million. This decline in building material imports is probably due to the geopolitical tensions in the North African region, even though Algeria is not directly involved in them.

PRESENZA ITALIANA ALLA SAUDI STONE-TECH 2016

ITALIAN PRESENCE AT SAUDI-TECH 2016

Si è svolta a Riyadh dal 17 al 20 ottobre l’edizione 2016 di SAUDI STONE-TECH, special show-case dedicato al comparto lapideo e alle tecnologie e attrezzature complementari inserito all’interno di SAUDI BUILD, la più grande fiera saudita dedicata al settore delle costruzioni. Oltre 20.000 i visitatori totali di entrambe le manifestazioni, che hanno visto la partecipazione di 530 espositori. Organizzata e promossa da CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE in collaborazione con Riyahd Exhibition Co Ltd., SAUDI STONE-TECH ha visto la partecipazione all'interno dell'Area Italia delle seguenti aziende: BRETON - ILPA ADESIVI - PELLEGRINI MECCANICA - SIMEC - TIROLIT VICENT. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE è stata direttamente presente in fiera anche con un proprio Stand Istituzionale/Meeting Point Italia dove è stato distribuito ad espositori e visitatori l’annuario associativo DIRECTORY 2016 e l’ultimo numero dell’House-Organ Associativo MARMOMACCHINE INTERNATIONAL, unica rivista specializzata dedicata al settore tecno-lapideo presente alla manifestazione saudita.

In Riyadh, October 17 to 20 were the dates for the 2016 edition of SAUDI STONE-TECH, the special showcase devoted to the stone sector and allied technologies, held within SAUDI BUILD, the biggest Saudi show for the construction industry. A total of more than 20,000 people visited both events, which had something like 530 exhibitors. Organized by Confindustria Marmomacchine together with Riyadh Exhibition Co. Ltd., Saudi Stone-Tech featured an Italian area, where these companies exhibited: Breton - ILPA ADESIVI - Pellegrini meccanica - Simec TIROLIT vicent. Confindustria Marmomacchine was also directly on hand with its own official stand/Meeting Point Italia, where exhibitors and visitors were given the association’s 2016 Directory and latest issue of its house organ, Marmomacchine International, the only techno-stone publication present at the event.


THE INTERNATIONAL STONE SUMMIT

THE INTERNATIONAL STONE SUMMIT

L’iniziativa International Stone Summit 2016 dal titolo “Imitation of Natural Stone by Ceramics: Challenges, Risks and Strategies for the Natural Stone Industry” è stata realizzata grazie ai fondi ricompresi nel Piano di Promozione Straordinaria del Made in Italy per la valorizzazione dell’eccellenza del comparto marmifero e tecno-marmifero nazionale promosso dal Ministero per lo Sviluppo Economico (MISE) in stretta sinergia con ICE-Italian Trade Agency su condivisa proposta progettuale di Confindustria Marmomacchine e Veronafiere. L’iniziativa si è svolta nella giornata di giovedì 29 settembre con il panel dei vari interventi settoriali moderati dal giornalista professionista Mario Poli dell’emittente televisiva Telenuovo e si è conclusa con una cena istituzionale offerta a tutti i Delegati partecipanti ai lavori. Organizzata nel contesto di Marmomacc 2016, all’iniziativa sono state invitate a partecipare le principali Associazioni internazionali del settore in rappresentanza delle industrie marmifere dei rispettivi Paesi. Alle Associazioni è stato richiesto di confrontarsi sul tema dell’incremento continuo delle imitazioni ceramiche dei marmi e delle pietre autenticamente naturali e delle relative ripercussioni che questa dinamica di mercato ha avuto e avrà in prospettiva sull’economia complessiva del comparto e sull’attività delle Aziende marmifere mondiali, in particolari delle numerose SMEs del comparto. In occasione del Summit, l’industria lapidea mondiale è stata perciò chiamata a interrogarsi sulla sfida competitiva posta da questi materiali alternativi, sui rischi di erosione delle quote di mercato appannaggio delle pietre autenticamente naturali e sulle strategie tecnico-promozionali da mettere in atto per valorizzare i materiali lapidei autentici e assicurare la sopravvivenza delle imprese attive del comparto e la conservazione delle quote occupazionali di un settore che a livello globale ha chiuso l’esercizio 2015 con un bilancio che pur confermando i volumi dell’anno precedente ha mostrato anche qualche segnale di guardia, soprattutto nell’andamento degli scambi di marmi e pietre, sia grezzi che lavorati. All’evento hanno partecipato Associazioni di settore in rappresentanza di Belgio, Cina, India, Italia, Spagna, UE, USA, UK.

The International Stone Summit 2016, titled “Imitation of Natural Stone by Ceramics: Challenges, Risks and Strategies for the Natural Stone Industry” was held with funds provided by the Italian Economic Development Ministry (MISE) in close synergy with ICE – Italian Trade Agency that were allocated to the Special Promotion of the Made in Italy Plan to valorize the excellence of the Italian stone and techno-stone sectors; the event was jointly organized by Confindustria Marmomacchine and Veronafiere. The summit took place on Thursday, September 29 and consisted of a panel of speakers moderated by journalist Mario Poli of Telenuovo broadcasting; it concluded with an official dinner for all the participating delegates. Organized in the context of Marmomacc 2016, its participants were members of the main international stone associations representing the stone and techno-stone industries in their countries. The associations were asked to explore the issue of the continual increase in ceramic imitations of authentically natural marbles and other ornamental stones and the repercussions that this market dynamic has had and will have on the overall economic prospects of the stone industry and the work of stone companies worldwide, in particular on the numerous SMEs in the sector. At the summit the world stone industry therefore discussed the competitive challenge posed by these manmade materials, the risks of market-share erosion for authentically natural stone products, and the techno-promotional strategies to use to valorize genuine stone materials and ensure the survival of stone companies as well as conserve jobs levels in the sector. Worldwide, the stone industry ended 2015 with a balance sheet that, while confirming the volumes of the previous year, showed some worrisome signs, primarily in trade trends for natural stones, both raw and finished. Attending the summit were members of stone associations from Belgium, China, India, Italy, Spain, the EU, the USA and the UK.

67


68

ISTAT: TORNA A CRESCERE IL PIL ITALIANO NEL TERZO TRIMESTRE. +0,8% LA VARIAZIONE ACQUISITA PER IL 2016

ISTAT: IN THE THIRD QUARTER ITALIAN GDP RETURNED TO GROWTH. THE ACQUIRED VARIATION FOR 2016 UP 0.8%

Un "rimbalzo" incoraggiante per la crescita economica italiana: è quanto rilevano le stime preliminari dell'Istat nel terzo trimestre 2016, con il Pil in aumento dello 0,3% rispetto al trimestre precedente (+0,9 rispetto al terzo trimestre 2015), dopo la stagnazione registrata nei mesi primaverili. Migliora pertanto il Pil acquisito per quest’anno: la crescita che si registrerebbe se nel quarto trimestre del 2016 la variazione congiunturale del prodotto interno lordo fosse nulla è del +0,8% (nel 2015 il Pil era aumentato dello 0,7%). Analizzando i vari settori, è stato molto robusto il contributo dell’industria (in special modo del manifatturiero) e dei servizi, mentre è risultato negativo quello dell’agricoltura. Dal lato della domanda, il progresso nel terzo trimestre è stato sostenuto dalla domanda interna (incluse le scorte), mentre quella estera netta ha offerto un contributo negativo. L'Istat stima inoltre che gli investimenti, in particolare quelli in macchinari e apparecchiature, stiano traendo beneficio dagli incentivi governativi, dopo avere deluso le aspettative nel secondo trimestre. L’Istituto nazionale di statistica ha anche rivisto al rialzo il dato del Pil del primo trimestre dell'anno, che passa su base congiunturale dallo 0,3% allo 0,4% (+0,9% su base annua), mentre nel secondo trimestre la variazione è stata confermata nulla rispetto al trimestre precedente. La crescita registrata a inizio anno è la più alta da circa sei anni, ovvero dal quarto trimestre del 2010, quando fu registrato un +0,5%. "Si tratta di un progresso in linea con i dati del nostro Centro Studi" - ha detto il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, commentando il dato sul Pil nazionale. "A grandi linee è una buona inversione di tendenza. Certo però - ha aggiunto questo non basta perché è ancora troppo timido per recuperare il Pil perduto dal Paese dal 2008 ad oggi". Secondo il Centro Studi di Viale dell'Astronomia, gli indicatori disponibili per il quarto trimestre preannunciano un rallentamento della crescita. Il quadro generale, inoltre, si presenta ancora fragile e soggetto a incognite legate in primis all’incertezza politica e al peggioramento della fiducia. "Il referendum costituzionale italiano, le prime mosse del neo eletto presidente degli Stati Uniti (specie quelle di politica estera) e l’esito degli importanti appuntamenti elettorali del prossimo anno in Europa rappresentano i maggiori rischi", si legge nella nota del CSC.

An encouraging “jump” for Italy’s economic growth: this was revealed by preliminary ISTAT estimates in the third quarter of 2016, with GDP up 0.3% from the previous quarter (and up 0.9% from the third quarter of 2015), after the stagnation registered in the spring. So for this year there was an improvement in acquired GDP: the growth that would be registered if in the fourth quarter of 2016 the trend variation of gross domestic product were nil would be +0.8% (in 2015 GDP increased by 0.7%). Analyzing various sectors, there was a robust contribution from industry (especially manufacturing) and services, while agriculture’s was negative. On the demand side, progress in the third quarter was upheld by domestic demand (including stock) while total foreign demand made a negative contribution. ISTAT also estimates that investments, in particular in machinery and equipment, are benefiting from governmental incentives after disappointing expectations in the second quarter. The Italian Statistics Bureau also noted an upturn in GDP from the first quarter of the year, which rose from 0.3% to 0.4% (+0.9% on an annual basis) while in the second quarter there was no variation from the previous. The growth registered at the start of the year was the highest in about six years, or since the last quarter of 2010 when 0.5% was registered. “This is progress in line with our Studies Center figures”, stated Confindustria President Vincenzo Boccia, commenting on GDP. “As a whole this is a good trend reversal. Certainly, however”, he added, “itis not enough because it is still too weak to recoup the GDP the country lost from 2008 to date”. According to the Confindustria Studies Center, indicators available for the final quarter foresee a slowdown in growth. In addition, the overall picture is still fragile and subject to unknowns tied first and foremost to political uncertainty and a worsening of confidence. “The Italian referendum on its constitution, the initial moves made by the president-elect of the United States (especially in foreign affairs) and the outcomes of important elections next year in Europe are major risks”, states the note published by the CSC.


0$5%/(48$55,(6

Fibra srl - Via Argine Destro Carrione, 25 - Carrara - 54033 - Italy - Tel. + 39 0585 857638 - Fax +39 0585 55145 - fibra@fibra.it - www.fibra.it


70

TTIP FERMO ALCONFERMATO PALO? MARMOMACC: ANCHE 2017 LO laSCONTO Lo scorso 28PER giugnoIL 2016 è avvenuta sottoscrizione AI dell’ipotesi di accordo di rinnovo del ccnl del 3 maggio 2013 applicabile SOCI CONFINDUSTRIA per i lavoratori dipendenti da aziende esercenti l’attività di escaMARMOMACCHINE vazione e lavorazione dei materiali lapidei, ghiaia, sabbia e inerti.

TTIP STALLED ATDISCOUNT THE STARTING MARMOMACC: FOR GATE? CONFINDUSTRIA The outcomes of the 14th roundMEMBERS of TTIP negotiations, just MARMOMACCHINE recently concluded, were eagerly awaited and particularly CONFIRMED FOR 2017, TOO significant because, in negotiator slang the July round was

L’ipotesi accordo rinnovo è stata sottoscritta tra CONFINAnche perdiil 2017 i SocidiCONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE poDUSTRIA MARMOMACCHINE, A.N.E.P.L.A., partiagevolate. Datoriali, e tranno partecipare a MARMOMAC a condizioniquali tariffarie le OO.SS. Feneal-Uil, Fillea-Cgil Filca-Cisl. Il Marmomacchine confronto era iniNel quadro dell’accordo vigente traeConfindustria ziato nel mese di dicembre 2015 sulla base piattaforma e Veronafiere, ad ogni Azienda Associata che si della iscriverà a Marpresentata dalle e dopo complesso uno e armomacc 2017 inOO.SS. qualitàdidicategoria Espositore saràun riconosciuto ticolatodell’8% confronto l’Accordo sulle è stato raggiunto sconto da applicarsi tariffe ufficialisenza al mq.agitazioni in base sindacali né scioperi con soluzioni oneri aziendali moltoas-inallo scaglione tariffarioerelativo all’areaecoperta e/o scoperta feriori alla totalità delle numerose richieste presentate segnata e in base alla data di perfezionamento dell’iscrizione, dalle seOO.SS, è possibile evincere dalla nota di dimanifestazione. commento anacondo le come indicazioni del Regolamento Generale diffusa da CONFINDUSTRIA AIlitico fini dell’ottenimento dell’agevolaMARMOMACCHINE. L’Accordo zione sarà indispensabile esibirediairinrenovo del commerciali CCNL entra in vigore il 1° sponsabili di Marmomac aprile 2016 ed avràdidurata fino al 31a l’apposito attestato appartenenza marzo 2019. Le tabelle relative Confindustria Marmomacchine daagli riaumenti contrattuali ed ai nuovi michiedersi a: direzione@assomarmonimi e alle varie Marmomac scadenze, possono macchine.com si è essere richieste Aziende confermata anche da nel tutte 2016 le evento fieinteressate scrivendo ristico di riferimento per il settore, re-a gistrando la presenza di 1.670 direzione@assomarmomacchine.com . di 80.439 mq. (+ 4% espositori su una superficie netta occupata rispetto al 2015). Sono invece state 64 le nazioni di provenienza delle delegazioni commerciali ufficiali in visita a Marmomac 2016 e più di 67.000 i visitatori professionali da 146 nazioni con un aumento significativo di operatori da Stati Uniti, Germania, Spagna, Cina e Gran Bretagna. L'appuntamento per l'edizione 52 di Marmomac, che nel frattempo ha rinnovato il proprio logo, è da mercoledì 27 a sabato 30 settembre 2017. L'apertura iscrizioni a Marmomac 2017 sarà attiva dal 30 novembre prossimo.

“mid-game” shouldofhave given reliable indications Again in 2017 and members Confindustria Marmomacchine that the agreement couldatbe MARMOMACC concluded by the of Obawill be able to exhibit at end facilitated ma’s term, a due-date clear from the beginning of the the prices. In the framework of the agreement between talks. Instead, they led to a stalemate, shown also by the association and Veronafiere, every member company regfact thatfor theMarmomacc next round of2017 negotiations has notwill been scheistering as an exhibitor have an duled: a fact on emblematic thesquare stalemate since a date 8% discount official feesofper meter on the basisis usually set after the conclusion of eachareas round.and To on give of the rates for assigned indoor/outdoor thea brief rundown of the issues involved, TTIP negotiations are basis of the registration date, according to the event’s based on three main pillars (market access, regulatory general regulations. To get the discount it is indispensable convergence, non-tariffbusiness barriers to show Marmomacc and regulations) and divided into managers a certificate of mem30-someinchapters (tariffs Marmoon indubership Confindustria strial assets,which access can to s e rbe vimacchine, crequested es, pfrom: u b l i cdirezione@assoc o n tr a c t s , p r o t e c t i o n o f investments, marmomacchine.com. etc.). particularlywas import In 2016A Marmomacc againa nat topic is that official horizontal reference eventoffor the stone secregulatory cooperation because tor, with 1,670 exhibitors display-it concerns mechanism create ing on anthe area of 80,439tosquare to ensure that regulatory cooperation continues after meters (4% more space than in 2015). Official even business negotiationsfrom terminate. This is one of the most delicate isdelegations 64 countries visited Marmomacc 2016, suesmore because foresees setting up afrom joint146 organization and thanit67,000 professionals nations, composed of EU and US regulators (authorities) which with a significant increase in operators from theinUnited representatives of industry would participate, tasked with States, Germany, Spain, China and Great Britain. The preliminarily all offuture proposals(which of technical dates for the discussing 52nd edition Marmomacc in the standards has before they goits into effect. fact, this isSepthe meantime revamped logo) are In Wednesday, core of the TTIP, whose the goal30th. (thatRegistration the EU has never before tember 27 to Saturday for Marmoachieved, any this partner) is to converge technical regumacc 2017with begins November 30. lations and standards, even in the long term. But positions remain distant, above all because of the US’ rigidity about the “buy American” concept, which the United States doe-

UNGHERIA: PROGETTO PER UN NUOVO OSPEDALE A BUDAPEST

HUNGARY: PROJECT FOR A NEW HOSPITAL IN BUDAPEST

Il Governo ungherese ha recentemente comunicato la decisione di costruire il nuovo "centro della salute" della capitale, che sorgerà nella parte meridionale di Buda, nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Kelenföld. Il nuovo ospedale, che occuperà una superficie di 100.000 mq e avrà una capacità di più di 1.000 posti letto, è considerato il più importante progetto del governo locale mai realizzato a Budapest nel settore dell’assistenza sanitaria. La progettazione dell’edificio è già stata affidata all’architetto Tamás Noll. Il Governo di Budapest ha inoltre deciso di destinare ulteriori 2,5 miliardi di fiorini alla contea di Zala e 170 milioni di fiorini alla città di Székesfehérvár per completare altri due progetti relativi allo sviluppo di strutture ospedaliere.

The Hungarian government recently announced its decision to build a new “health center” in the capital, to be located in the southern part of Buda near the Kelenföld railway station. The new hospital, which will occupy an area of 100,000 square meters and have capacity of more than 1,000 beds, is considered the government’s biggest healthcare project to be realized in Budapest. The building’s design has already been entrusted to architect Tamás Noll. The Hungarian government has also decided to allot other funds to hospital projects: 2.5 billion florins to Zala county and 170 million to the city of Székesfehérvár to complete healthcare facility development.


Via Calvarola, 13 - 24069 Trescore Balneario (BG) Italy Tel. +39.035.941851 - Fax +39.035.944115 - info@pulitor.it


72

ARABIA SAUDITA: ENTRO IL 2020 IL 18% DEL PIL DAL SETTORE TURISMO

SAUDI ARABIA: BY 2020, 18% OF GDP FROM TOURISM

Il governo dell'Arabia Saudita mira entro il 2020 a portare il contributo del settore turistico al 18% del Pil complessivo del paese, grazie all'insediamento nel regno dei grandi brand dell'hotelerie mondiale. Il più grande brand indipendente mondiale, la Preferred Hotels & Resorts, ha infatti annunciato il progetto di costruire due nuove strutture 5 stelle a Riyadh, supportando l'ambizione piano saudita di incrementare il numero di visitatori da 200.000 a 1,5 milioni entro il 2020. Il tutto mentre il segmento turistico in Medio Oriente e Africa sta vivendo un vero e proprio boom, con 30 hotel in fase di costruzione nella sola Riyadh per un totale di oltre 6.600 camere.

The Saudi Arabian government aims, by 2020, to bring the contribution of the tourism sector to 18% of the country’s total GDP, thanks to the kingdom’s attraction for big brand hotel chains. The biggest independent brand, Preferred Hotels & Resorts has, in fact, announced its plans to build two new 5star hotels in Riyadh, backing the ambitious Saudi plan to increase its number of visitors from 200,000 to 1.5 million by 2020. All at a time when the tourism sector in the Middle East and Africa is undergoing an authentic boom, with 30 hotels being build in Riyadh alone, for a total of more than 6,600 rooms.

IL NUOVO CODICE DOGANALE DELL'UNIONE

THE NEW EUROPEAN UNION CUSTOMS CODE

Dal 1° maggio 2016 ha trovato piena applicazione il Codice doganale dell’Unione (abbreviato CDU), andando a sostituire il Codice doganale comunitario ( abbreviato CDC). L’entrata in vigore del CDU segna una data storica per la legislazione doganale, apportando un vero e proprio cambio di filosofia nella gestione dei rapporti/operazioni doganali, al passo con le esigenze di una realtà sempre più globalizzata ed informatizzata. Il CDU prevede infatti molteplici innovazioni rilevanti, sia mediante la previsione di nuovi istituti, sia incentivando l’instaurazione di un rapporto fiduciario e preferenziale tra operatori “affidabili” e dogana. Trattandosi di un cambiamento necessario, è dunque fondamentale esaminare le modifiche e le novità introdotte, al fine di prendere coscienza del loro impatto sull’operatività doganale e sui processi aziendali, di gestire con consapevolezza e in modo proattivo il cambiamento in atto e di non farsi trovare impreparati alla data di entrata in vigore nell’UE del nuovo impianto normativo. Per questo FEDERMACCHINE in collaborazione con EASYFRONTIER ha organizzato lo scorso 29 novembre un convegno appositamente dedicato al tema intitolato “Il nuovo Codice Doganale dell’Unione Europea. Cosa cambia per le imprese: lo stato dell’arte dopo 6 mesi di esperienza”. Durante il seminario sono stati approfonditi profili tematici quali la figura dell’esportatore nel nuovo codice, le triangolazioni e le esportazioni complesse, la certificazione AEO, una figura chiave per poter operare sui mercati internazionali, le nuove semplificazioni doganali, le nuove regole di origine delle merci e made in, come cambia la rappresentanza in dogana, i regimi doganali nel nuovo Codice: lavorazioni all’estero, riparazione in garanzia e molto altro. Al partecipato seminario le Aziende Associate Confindustria Marmomacchine hanno potuto partecipare in forma gratuita grazie all’appartenenza dell’Associazione a Federmacchine.

Since May 1, 2016 there has been full application of the European Union customs code (UCC), which replaces the European Community customs code (CC). The entry into force of the UCC marks a milestone for customs laws, introducing an authentic change of philosophy in managing customs relations/operations, in step with the needs of increasingly globalized and computerized commerce. In fact, the UCC brings multiple, important innovations, by foreseeing new institutions and by incentivizing installation of a fiduciary and preferential relationship between “reliable” shippers and customs. Since this was a necessary change, it is fundamental to examine the changes and new things introduced, in order to be aware of their impact on customs procedures and company processes, to knowledgeably and pro-actively manage the change underway and not find oneself unprepared when face with the new laws. For these reasons FEDERMACCHINE, in cooperation with EASYFRONTIER, last November 29 organized a special conference on the topic titled “The European Union’s New Customs Code. What changes for companies: the state of the art after 6 months’ experience”. Dealt with during the seminar were topics like the role of the exporter in the new code, triangulations and complex exports, certification for the AEO (Authorized Export Operator) key to being able to operate on foreign markets, new customs simplifications, new regulations for goods origins and the “made in”, how customs representation changes, the customs regimes in the new code: foreign production, repairs in warranty, and much more. Members of Confindustria Marmomacchine were able to attend the seminar free of charge thanks to the association’s membership in Federmacchine.


-0(*45*$1307*%&34 GPS!UIF !TUPOF!JOEVTUSZ

5JSSFOB TBSZ UI OOJWFS  " 6KLSSLQJ )RUZDUGLQJ$JHQWV

7LUUHQD6S$9LDOH'=DFFDJQD&DUUDUD 06 ,WDO\7HO)D[LQIR#WLUUHQDFRP : : : 7 , 5 5 ( 1 $  & 2 0


PATTO CONFINDUSTRIA-INTESA SAN PAOLO: 90 MILIARDI PER RILANCIARE GLI INVESTIMENTI

74

Il nodo della mancata crescita del nostro paese dopo la crisi del 2008/2009 sono anche quei cento miliardi di investimenti che tra pubblico e privato mancano all’appello della nostra economia reale. In questo contesto si inserisce l’accordo recentemente siglato tra Confindustria e Intesa San Paolo, che mira a colmare questo gap mettendo a disposizione delle imprese un plafond di 90 miliardi di euro nei prossimi tre anni. L’accordo prende le mosse dal piano governativo Industria 4.0 ma si articola in interventi più ampi, intercettando i temi chiave della competitività delle imprese: dall’internazionalizzazione alla qualità del capitale umano; dalla nuova imprenditoria al welfare aziendale. Punti qualificanti dell’accordo sono i nuovi meccanismi di rating delle imprese che mirano a valorizzare gli aspetti intangibili e qualitativi del business, superando quindi la mera analisi quantitativa. Scendendo nei dettagli, significativo è il plafond per finanziare gli investimenti delle imprese nel dotarsi di tecnologie 4.0 con prestiti attivabili per l’acquisto di nuovi impianti e tecnologie che potranno arrivare fino al 250% del valore del macchinario acquistato. Una misura che mira a dare un sostegno aggiuntivo al circolante dell’impresa e ai suoi investimenti successivi. Tra le altre novità vanno segnalati anche i nuovi meccanismi di valorizzazione delle garanzie immobiliari che assistono i finanziamenti e l’inserimento di nuove forme di flessibilità nella durata dei prestiti. L’accordo tra Confindustria e Intesa San Paolo mira a consolidare quel trend di crescita degli investimenti soprattutto privati che è giunto a 34 miliardi di euro nei primi nove mesi del 2016, con un incremento di cinque miliardi rispetto allo stesso periodo del 2015, tanto da far sperare in un pil che a fine anno dovrebbe essere più vicino all’1% di incremento che al preventivato 0,8%.

PACT BETWEEN CONFINDUSTRIA AND INTESA SAN PAOLO: 90 BILLION EUROS TO REBOOT INVESTMENTS The knotty problem of Italy’s lack of growth after the 2008/2009 recession also lies in the hundred billion euros in investments that, between public and private, have still not entered the real economy. In this context is the agreement recently signed between Confindustria and Intesa San Paolo, aimed at filling this gap by making a 90-billion euro fund available to companies over the next three years. The pact stems from the government’s Industry 4.0 plan but consists of broader work, dealing with the key issues of business competitiveness: from internationalization to the quality of human capital; from new entrepreneurship to corporate welfare. Qualifying points of the agreement are the new rating mechanisms for companies seeking to valorize the intangible and qualitative aspects of business, therefore going beyond mere quantitative analysis. Going into detail, of significance is the fund to finance the investments of companies purchasing 4.0 technologies, with loans available for buying new installations and technologies that can arrive at 250% of the worth of the machinery and equipment purchased. A measure aimed at providing additional support to a company’s circulating capital and subsequent investments. Among other new things, worth noting are new mechanisms for valorizing the property guarantees standing as collateral for loans and introduction of new forms of flexibility in loan duration. The pact between Confindustria and Intesa San Paolo is aimed at consolidating the growth trend in investments (especially private) that rose to 34 billion euros in the first three quarters of 2016, with an increase of 5 billion from the same period in 2015; an upward trend making it hopeful that by the end of the year GDP will be closer to 1% than to the forecast 0.8%.


PANAMA: NUOVI FONDI PER LA METRO E L'AMPLIAMENTO DELL'AEROPORTO Procedono a pieno ritmo a Panama i lavori per la costruzione della Metro. È di poche settimane fa l'annuncio dell’assegnazione di risorse del Presupuesto General del Estado per 632 milioni di US$ per il 2017. Sono tre le linee in costruzione, ed è prevista anche la realizzazione di opere di miglioramento urbano associate a questa importante rete infrastrutturale. Fra le opere pubbliche incluse nel Presupuesto 2017 spiccano anche l’ampliamento della Carretera Panama-Arraiján (50 milioni di US$) e della Carretera Chorrera-San Carlos (50 milioni), ma soprattutto il progetto di espansione del Terminal Muelle Sur dell’Aeroporto di Tocumen (330 milioni), che prevede la realizzazione 66 mila mq di superficie pavimentata per aumentare la capacità dello scalo.

MIDDLE EAST STONE 2017: TORNA A MAGGIO A DUBAI L'EVENTO FIERISTICO DEGLI EMIRATI DEDICATO AL SETTORE LAPIDEO Dal 22 al 25 maggio il Dubai World Trade Center sarà il palcoscenico della 3a edizione della MIDDLE EAST STONE, l'appuntamento fieristico degli Emirati dedicato esclusivamente al comparto lapideo e alle tecnologie e prodotti complementari, che si svolgerà congiuntamente alle manifestazioni Index e Middle East Covering. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - attraverso Marmomacchine Servizi - ha già prenotato un ampio spazio espositivo situato nella parte centrale del padiglione della fiera e dove sarà allestita un'Area Italia riservata alle Aziende del nostro Paese - che nella passata edizione hanno rappresentato la più importante presenza straniera per numero di espositori - per presentare le eccellenze del "Made in Italy" lapideo e tecno-marmifero su questa importante vetrina promozionale rivolta ai mercati dell'Area del Golfo. Tutte le Aziende interessate a ricevere maggiori informazioni in merito alle condizioni di partecipazione alla MIDDLE EAST STONE 2017 sono invitate a contattare la segreteria Associativa.

MIDDLE EAST STONE 2017: AGAIN IN DUBAI, IN MAY

PANAMA: NEW FUNDS FOR THE METRO AND FOR AIRPORT ENLARGEMENT Full speed ahead in Panama for work on metro construction, with recently announced allocation of $US632 million by the Presupuesto General del Estado for 2017. Three lines are being built and further work is foreseen for urban renewal projects connected with this important infrastructure network. Among the public works included in the Presupuesto 2017, of major note are broadening the Carretera Panamá-Arraiján ($US 50 million) and the Carretera Chorrera-San Carlos (another $US 50 million) and above all expansion of the Muelle Sur Terminal at the Tocumen airport ($US 330 million), which foresees the addition of 66,000 square meters of paved surface to expand its capacity.

From May 22 to 25 the Dubai World Trade Center will host the 3rd edition of MIDDLE EAST STONE, the Emirates event devoted exclusively to the stone and techno-stone sectors, which will be held at the same time as the Index and Middle East Covering shows. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE – through its services company, Marmomacchine Servizi – has already booked a spacious display area in the central part of the pavilion, where it will set up an area for Italian stone companies (which in the last edition comprised the largest foreign contingent at the show) to display their products at this major promotional showcase for Persian Gulf markets. All companies interesting in receiving more info about how to exhibit at Middle East Stone 2017 are invited to contact the association’s secretarial office.

75


76

IL BRAND RADISSON SBARCA A BISHKEK

FIRST RADISSON BLU-BRANDED HOTEL IN BISHKEK

La società Reizor, parte del Carlson Redizor Hotel Group, ha comunicato la prossima apertura del primo Hotel Radisson Blu in Kyrgyzstan, precisamente nella capitale Bishkek. Con un'apertura programmata per il 2019, la nuova struttura sorgerà a poca distanza dalla principale arteria commerciale della città. Capace di un'offerta di 181 camere, il nuovo hotel sarà inoltre dotato delle più moderne attrezzature leisure e di spazi per meeting e conferenze per oltre 1200 metri quadri di superficie. Proprietaria della nuova architettura ricettiva sarà la società OOO Stability, che si è avvalsa della consulenza di PKF Hotelexperts secondo i cui analisti il Kyrzyzstan e in particolare la capitale Bishkek hanno un elevato potenziale turistico, anche a seguito della recente liberalizzazione dei visti per un periodo di sessanta giorni per i cittadini di 44 paesi, rendendo il paese particolarmente attrattivo per il segmento business travel.

Rezidor, part of the Carlson Rezidor Hotel Group, has announced the signing of its inaugural Radisson Blu-branded hotel in Kyrgyzstan, to be located in the capital, Bishkek. Scheduled for a 2019 opening, the property will stand less than 100 metres from the city’s main commercial street. It will offer 181 spacious rooms, a number dining options, state-ofthe-art wellness and spa facilities, and meeting and conferencing facilities spanning 1200m2. Meanwhile, managing director, PKF hotelexperts, Christian Walter, who offered his advice to the owners in the search for a suitable hotel operator, remarked: “We believe that Bishkek has considerable potential as a capital city location, but also as a gateway to other destinations in Kyrgyzstan”. Kyrgyzstan recently introduced a visa-free policy for citizens from 44 countries for up to 60 days, thus making the country a new and attractive destination for vacationers and business travellers.

ISTAT: SEGNALI POSITIVI DAGLI INVESTIMENTI E DAL PIL

ISTAT: GOOD SIGNS FROM INVESTMENTS AND GDP

L’Istat, nel rapporto sulle prospettive dell'economia italiana 20162017, ha comunicato come già nel corso di questo 2016 si sia assistito a un rafforzamento degli investimenti (+2,0%) e come una successiva accelerazione è prevista anche nel 2017 (+2,7%). Oltre che al miglioramento delle attese sulla crescita dell'economia e sulle condizioni del mercato del credito, la crescita degli investimenti sarebbe agevolata dalle misure di politica fiscale a supporto delle imprese. In crescita anche il PIL: nel 2016 si prevede un aumento del Prodotto interno lordo italiano pari allo 0,8% in termini reali, cui seguirebbe una crescita dello 0,9% nel 2017. Nel suo rapporto l'Istat spiega che tra l'attuale quadro di previsione e quello presentato a maggio 2016, il tasso di crescita del Pil per l'anno corrente è stato rivisto al ribasso di 0,3 punti percentuali ma la stima preliminare del Pil per il terzo trimestre ha mostrato una ripresa dei ritmi produttivi. Le prospettive a breve indicano una prosecuzione della fase di crescita seppure a ritmi moderati. Tuttavia – sottolinea ISTAT - le incertezze legate al riaccendersi delle tensioni sui mercati finanziari potrebbero condizionare il percorso di crescita delineato.

In its report on prospects for the Italian economy 20162017, ISTAT communicated that already in 2016 there was an increase in investments (up 2%) and that a further increase (of 2.7%) is expected for 2017. As well as improvements in growth expectations for the economy and credit market conditions, the rise in investments was facilitated by fiscal policy measures in support of enterprise. There was also growth in GDP: for 2016 an uptick of 0.8% in real terms is predicted for Italy’s gross domestic production, to be followed by growth of 0.9% in 2017. In its report ISTAT explains that between its current forecast and the one issued in May 2016 the growth rate in GDP for the current year was downsized by 0.3% but the preliminary estimate for GDP in the third quarter showed an uptake in production. Short-term prospects show continuation of growth, although at modest rates. Nonetheless – ISTAT emphasizes – the uncertainties tied to possible fluctuations on financial markets could influence the growth trend delineated.


78

INDUSTRIA 4.0: IMPERATIVO CRESCITA

INDUSTRY 4.0: THE GROWTH IMPERATIVE

Il Governo ha presentato lo scorso settembre il Piano per la trasformazione digitale dell’industria denominato “Italia 4.0”. Il Piano è stato coordinato dal Ministero dello Sviluppo economico (MISE) con la stretta collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) grazie anche al lavoro di gruppi di lavoro ristretti e partecipati anche da Confindustria, ha un orizzonte temporale quadriennale (2017-2020) e si articola su quattro pilastri fondamentali: 1) Investimenti innovativi; 2) Infrastrutture abilitanti; 3) Competenze e ricerca; 4) Awareness e Governance. In particolare, il primo pilastro prevede interventi e misure per innalzare il potenziale innovativo delle imprese nonché per la realizzazione di investimenti specifici di industria 4.0. Tra questi ultimi, sono previsti l’introduzione di un “iperammortamento” dedicato ai beni strumentali di tipo 4.0, l’attivazione di fondi dedicati a start-up 4.0 e di canali di investimento che fanno capo a Cassa Depositi Prestiti (CDP). Per quanto riguarda misure a supporto dell’innovazione, l’obiettivo è rafforzare gli strumenti già in essere come il credito di imposta R&S e il Patent box, nonché quello di potenziare il mercato del Venture Capital con un ruolo attivo di CDP, creando, tra l’altro, fondi di investimento per idee e brevetti. Il secondo pilastro sulle infrastrutture si pone come obiettivo: la completa realizzazione del Piano Banda Ultra larga, con un particolare attenzione alle aree industriali; il presidio dei tavoli di confronto internazionale sul tema degli Standard di interoperabilità IOT, sia a livello istituzionale che di consorzi. Il terzo pilastro individua misure per i diversi livelli di istruzione ed in particolare punta all’attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale per la scuola primaria e secondaria e al rafforzamento del modello Alternanza Scuola-Lavoro. Infine il quarto pilastro è incentrato sull’azione di sensibilizzazione e diffusione della cultura “4.0”, per sottolineare l’importanza delle nuove tecnologie, di un nuovo manifatturiero moderno e digitalizzato. Confindustria Marmomacchine ha partecipato alla presentazione milanese di Industria 4.0 svoltasi alla presenza del Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, e del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

Last September the Italian government presented its plan for digitally transforming industry, called “Italia 4.0”. The plan - coordinated by the Economic Development Ministry (MISE) with close collaboration from the Ministry of Education, University and Research (MIUR) thanks also to select work groups, whose members included Confindustria – has a four-year time window (2017-2020) and is based on four fundamental pillars: 1) innovative investments; 2) enabling infrastructure; 3) expertise and research; 4) awareness and governance. In detail, the first pillar foresees interventions and measures to heighten companies’ innovative potential as well as make specific investments in industry 4.0. Among the latter are introducing a “super-amortization” dedicated to 4.0-type instrumental goods, allocating funds to 4.0 startups and opening investment channels headed by the Savings and Loan Bank (CDP). Where measures supporting innovation are concerned, the aim is to strengthen already existent tools like the R&D tax credit and the Patent Box, as well as strengthening the venture capital market with an active role played by the CDP, among other things creating investment funds for ideas and patents. The second pillar, concerning infrastructure, is aimed at creating ultra-wideband telecommunications, with special attention to industrial districts; presiding over international round tables on interoperability standards (IOT), on official and consortium levels. The third pillar pinpoints measures for different levels of education and in particular is aimed at implementing a National Digital Education Plan for primary and secondary school and strengthening the school-job alternation model. Finally, the fourth pillar is focused on sensitizing to, and disseminating, a “4.0” mentality to emphasize the new technologies’ importance to a new type of manufacturing that is abreast of the times and digitalized. Confindustria Marmomacchine attended the Milanese presentation of Industry 4.0, held in the presence of the Economic Development Minister, Carlo Calenda, and the Prime Minister of Italy, Matteo Renzi.


"INIZIATIVA PMI": IN ARRIVO 1,2 MLD PER IL MEZZOGIORNO

80

Il ministero dello Sviluppo economico, la Commissione europea e il Gruppo Bei hanno lanciato "Iniziativa PMI", che stanzia 1,2 miliardi di euro di nuove risorse finanziarie per le PMI del sud e delle isole. L'Italia è così il primo tra gli stati membri dell'Unione a concretizzare il nuovo programma di accesso al credito previsto dalla programmazione 2014-2020 della Ue utilizzando lo strumento della cartolarizzazione. "Nel panorama dell'economia italiana le piccole e medie imprese sono le più colpite dal credit crunch - ha commentato il ministro Carlo Calenda. Per molte di esse l'accesso al credito è problematico da anni, specialmente per quelle del Mezzogiorno. Con il lancio di questa iniziativa, il Governo si attiva per ovviare a queste difficoltà". L’Italia ha infatti messo a disposizione di questo progetto 100 milioni di Fondi strutturali FESR (Fondo europeo di sviluppo regionale), a cui il Governo ha aggiunto altri 102,5 milioni: 202,5 milioni in tutto di contributo statale per generare, grazie all'intervento del gruppo Bei, uno stock complessivo di 1,2 miliardi di euro di nuovo credito a tassi favorevoli per PMI operanti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. A beneficiarne saranno dunque quelle stesse realtà imprenditoriali – sono poco meno di 1,7 milioni le imprese del meridione – messe a dura prova dalla crisi economica degli ultimi anni. Secondo il "Rapporto PMI Mezzogiorno", realizzato da Cerved e Confindustria, nel 2016 il fatturato delle PMI meridionali dovrebbe aumentare (anche se a un tasso più basso della media nazionale) del 2,8%. In crescita anche il valore aggiunto (+4,1%), i margini (MOL +6,7%) e la redditività del capitale investito (ROE 6,4%, dal 5,6% del 2013). I miglioramenti dei principali indicatori economici dovrebbero continuare anche nel 2017, ma rimane tuttavia alta la dipendenza delle aziende meridionali dal credito bancario, che, secondo Confindustria e CERVED, aumenta le probabilità di default concrete rispetto alle realtà imprenditoriali meno dipendenti dalle banche.

ECONOMIC DEVELOPMENT MINISTRY: “SME PROJECT”, 1.2 BILLION DESTINED FOR THE SOUTH

The Italian Economic Development Ministry, the European Commission and the EIB (European Investment Bank) have launched a project for SMEs, allocating 1.2 billion euros in new financing resources for SME in the Italian south and islands. This makes Italy the first member state in the European Union to concretize the new credit-access program foreseen in the EU’s 2014-2020 planning using the securitizing tool. “In the Italian economic panorama the small and mediumsized businesses were hit hardest by the credit crunch”, commented Minister Carlo Calenda. “For many of them access to credit has been a problem for years, especially businesses in the south and islands. By launching this project the government intends to remedy these difficulties”. For the project Italy has allocated 100 million euros from the European Regional Development structural funds, to which the government added another 102.5 million; a total of 202.5 million in state contributions to generate (thanks to EIB intervention) a total amount of 1.2 billion euros in new credit at facilitated rates for SMEs in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Apulia, Sardinia and Sicily. So benefitting from this project will be those businesses – just under 1.7 million in the south and islands – hardest hit by the recession. According to the Southern SME Report, published by Cerved and Confindustria, in 2016 the revenue of southern SMEs should increase (although less than the national average) by 2.8%. Also increasing are added value (+4.1%), margins (MOI up 6.7%) and yield on invested capital (ROE, 6.4% from the 5.6% of 2013). Improvements in the main economic indicators should continue in 2017 but the dependence of southern companies on bank credit remains high, which according to Confindustria and Cerved increases their probabilities of concrete default compared to businesses less dependent on banks.


REACH FOR FOR CTIVITY PRODUC SpeedROC 2F is the all new DSI D drill rig from Atlas Copco. Its high drilling speed, low fuel consumption and articulated boom is the perfect recipe forr outstanding productivity. The drill rig holds the latest Europ pean certiďŹ cation and complies gulations. g ulations. with the most strict safety reg


82

FONDO DI GARANZIA PMI: REPORT 2016

SME GUARANTEE FUND: 2016 REPORT

Il Fondo di garanzia per le PMI (www.fondidigaranzia.it) è il Fondo destinato alle piccole e medie imprese e ai professionisti di ogni settore per qualunque operazione finanziaria nell’ambito dell’attività imprenditoriale che interviene assistito dalla garanzia dello Stato per abbattere il rischio sull’importo garantito fino a 2,5 milioni di euro, facilitando l’accesso al credito delle imprese. Secondo il report diffuso recentemente da Confindustria, al 31 ottobre 2016 le richieste di accesso al Fondo hanno mostrato una crescita del 9,2% rispetto allo stesso periodo del 2015, con un numero di richieste presentate pari a 95.226 (erano state 87.207 nel 2015). Al 31 ottobre 2016, i finanziamenti accolti, pari a € 13,4 mld, evidenziano un aumento del +9,6% mentre l’importo garantito, pari a € 9,3 mld, registra un incremento del +11,7%. Il finanziamento medio nel 2016 (€ 145,6 mila) si attesta su un livello inferiore a quello del 2015 (€ 147,0 mila). Per quanto riguarda l’importo garantito medio, nel 2016 si evidenzia un aumento, passando da € 99,8 mila nel 2015 a € 100,7 mila nel 2016. Gli interventi di garanzia diretta rappresentano la quota prevalente (57,2% del totale, con 52.958 operazioni), seguite dalle domande di controgaranzia (42,7% del totale, con 39.477 operazioni) e di cogaranzia (103 operazioni). Dal confronto con i dati relativi al 2015, si rileva un incremento per la garanzia diretta (+20,8%) a fronte di un dato stabile per la controgaranzia (+0,1%). Le operazioni relative a operazioni agevolate a valere sulla c.d. “Beni strumentali – Nuova Sabatini” risultano 1.566 (+85,1% rispetto al 2015), per un ammontare di finanziamenti pari a € 547,8 mln (+71,0% rispetto al 2015). Per richiedere il report completo scrivere a: direzione@assomarmomacchine.com

The guarantee fund for Italian SME (www.fondidigaranzia.it) is set up for small and medium-sized businesses and professionals in all sectors to guarantee any financial transaction in the business context, intervening with a government guarantee to lessen risk on guaranteed sums up to 2.5 million euros, facilitating companies’ credit access. According to the report published by Confindustria on October 31, 2016, requests for access to the fund rose by 9.2% from the same period in 2015, with 95,220 applications (in 2015 they were 87,207). As of October 31, 2016, the financing provided (13.4 billion euros) showed an increase of 9.6% while the sum guaranteed (9.3 billion euros) increased by 11.7%. Average financing in 2016 (145,600 euros) was lower than in 2015 (147,000). Where the average guaranteed sum was concerned, in 2016 there was an increase, rising from 99,800 in 2015 to 100,700 in 2016. Direct intervention guarantees held the biggest share (57.2% of the total, with 52,958 transactions), followed by demand for counterguarantees (42.7% of the total, with 39,477 transactions) and co-guarantees (103 transactions). A comparison with data for 2015 shows an increase in direct guarantees (of 20.8%) with a stable figure for counter-guarantees (+0.1%). Operations regarding facilitated transactions leveraging the “Instrumental Goods – New Sabatini” decree were 1,566 (up 85.1% from 2015) for total financing of 547.8 million (_71% from 2015. For the full report, write to: direzione@assomarmomacchine.com

SEGNI POSITIVI DAL MONDO DELLE COSTRUZIONI

GOOD SIGNS FROM THE CONSTRUCTION WORLD

Primi segnali positivi dal mondo delle costruzioni, con una produzione del comparto in forte crescita ad agosto 2016. L'Istat rileva infatti un incremento dell'indice destagionalizzato del 3,4% rispetto a luglio e un balzo dell'indice corretto per gli effetti di calendario del 4,2%. Nei dati grezzi l'espansione tendenziale raggiunge il 7,7% a causa della differenza nei giorni lavorati (22 contro i 21 di agosto 2015). Nella media del trimestre giugnoagosto 2016 l'incremento è invece pari allo 0,4%. Gli indici di costo del settore rimangono invece invariati rispetto a luglio per il fabbricato residenziale. Il contributo maggiore a queste riduzioni dei costi è da ascrivere al calo dei costi dei materiali.

The first positive signs have come from the building industry, with strong growth in production in August 2016. In fact, ISTAT found an increase of 3.4% from July in the seasonally adjusted index and a 4.2% rise in the index corrected for seasonal effects. In the raw data, growth is tending to reach 7.7% due to the difference in workdays (22 versus 21 in August 2015). On average, for the quarter running from June to August 2016, the increase was instead 0.4%. Cost indices in the sector remained unvaried from July for residential building. The biggest contribution to this cost stability can be ascribed to a drop in the cost of building materials.


igus the-chain ... Semplicemente energia in movimento ®

Lo specialista contro le polveri abrasive

... forte e sicura: catena portacavi con guarnizione integrata Leggera ed accessibile: catena portacavi E4.64L con 64 mm di altezza interna. La struttura con guarnizione integrata fa sì che la polvere anche sottile non si insinui tra i denti di fermo e blocchi il raggio di curvatura. I traversini sono apribili da entrambi i lati, garantendo un riempimento rapido e facile. Funzionamento continuo e di lunga durata nelle macchine per la lavorazione del marmo. Maggiori informazioni su igus.it/E4.64L

Da 25 anni cavi altamente flessibili per uso dinamico nelle più diverse applicazioni ... ®

3 anni di garanzia su tutti i cavi chainflex www.chainflex.it

Testati: cavi chainflex che durano altrimenti ti rimborsiamo! ®

Garanzia unica nel suo genere per tutti i cavi igus 36 mesi o 10 milioni di cicli (5 milioni per la gamma chainflex M). Durata prevedibile grazie al più ampio laboratorio in ambito industriale per cavi in posa mobile (2750 m ) - oltre 700 test in contemporanea con 2 miliardi di corse annue. Maggiori informazioni su igus.it/Garanzia ®

36

mesi di garanzia

plastics for longer life

®

®

2

igus Srl Via delle Rovedine, 4 23899 Robbiate (LC) Tel. 039-5906-1 igusitalia@igus.it ®

IT-1058+1074-E4 Marmor+CF 207x290 indd 1

30 03 16 10:11


"ITALIAN STONE EXPERIENCE IN SOUTH AMERICA": INIZIATIVA ICE/CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE SUL MERCATO BRASILIANO L'Ufficio Tecnologia Industriale Energia e Ambiente di ICE-Agenzia - in collaborazione con CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - ha in programma l'organizzazione dell'iniziativa "Italian Stone Experience in South America", che verrà realizzata in Brasile, a Vitória e nello Stato di Espírito Santo, dall'11 al 15 febbraio 2017. Per le Aziende italiane che aderiranno, l'iniziativa sarà l'occasione per presentare a selezionati operatori provenienti dal Sud e dal Centro America (Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, Messico, Paraguay e Uruguay) le innovazioni tecnologiche e le peculiarità delle tecnologie e degli utensili per il taglio a filo diamantato "made in Italy", con visite di impianti italiani installati nello Stato di Espirito Santo e focus su tematiche legate ad innovazione e sostenibilità ambientale. Le Aziende interessate a prendere parte all'iniziativa sono invitate a compilare il form online disponibile al link: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSdPTRWqnPteF093 bwIy76b9glm-KagkssYOMloYTnPeEygRQA/viewform

DA DUBAI INVESTIMENTO DI 2,3 MLD DI EURO PER UN RESORT DI LUSSO ALLE PORTE DI SARAJEVO Sono iniziati a settembre i lavori per la realizzazione del resort di lusso Buroj Ozone a Trnovo (a 20 km da Sarajevo), un progetto del Buroj International Group - società con base a Dubai - che prevede investimenti complessivi per oltre 2,3 miliardi di euro. Il complesso Buroj Ozone - che una volta ultimato sarà il villaggio turistico più grande nell’Europa sud-orientale - si estenderà su una superficie di 170 ettari nei pressi dei centri sportivo-ricreativi delle montagne che hanno ospitato le Olimpiadi invernali del 1984, Bjelasnica e Igman, e sarà collegata a queste ultime tramite una funivia. Il progetto include la costruzione, oltre che di più di 1.000 villette, 4 hotel di fascia alta e numerosi ristoranti, anche di un ospedale internazionale, del più grande centro commerciale della Bosnia, di un parco per bambini e di un centro sciistico. Il termine dei lavori è previsto per il 2020.

FROM DUBAI INVESTMENT OF 2.3 BILLION EURO IN A LUXURY RESORT NEAR SARAJEVO

84

“ITALIAN STONE EXPERIENCE IN SOUTH AMERICA”: AN ICE/CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE EVENT ON THE BRAZILIAN MARKET The ICE (Italian Trade Agency) Office of Industrial Technology, Energy and Environment – in cooperation with CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE – is planning to organize an “Italian Experience in South America” event to be held in Brazil, in Vitoria and in Espirito Santo, from February 11 to 15, 2017. For the Italian companies participating, the event will be an occasion for showing selected operators from South and Central America (Argentina, Brazil, Chile, Colombia, Ecuador, Mexico, Paraguay and Uruguay) the technological innovations and particularities of the Italian-made machines and tools for diamond-wire cutting, with tours of Italian plants in the state of Espirito Santo and a focus on topics tied to innovation and environmental sustainability

Work began in September to build a luxury resort, Buraj Ozone, in Tmovo (20 km from Sarajevo), a project of the Buraj International Group – based in Dubai – that foresees overall investments of more than 2.3 billion euros. Buraj Ozone (which once finished will be the biggest resort in southeastern Europe) will cover an area of 170 hectares (425 acres) near the mountain sports-recreation centers (Bjelasnica and Igman) that hosted the 1984 Winter Olympics and will be connected to them by a funicular, The project includes construction not only of 1,000 bungalows, 4 upscale hotels and numerous restaurants but also an international hospital, the biggest mall in Bosnia, a children’s park and a ski park. Work is expected to be completed in 2020.


SUDAFRICA: VARATO UN GRANDE PROGETTO DI SVILUPPO IMMOBILIARE A DURBAN

SOUTH AFRICA: A BIG PROPERTY DEVELOPMENT PROJECT LAUNCHED IN DURBAN

Secondo quanto riportato dai media sudafricani, è stato annunciato un grande progetto di sviluppo immobiliare a Durban, nella provincia sudorientale del KwaZuluNatal, che prevede la realizzazione di una zona residenziale mista destinata alle diverse fasce di mercato, per complessive 9 mila unità abitative. Il progetto - denominato Sibaya Coastal Precinct - è stato presentato come uno dei più importanti programmi di sviluppo edilizio della provincia e sarà realizzato nei prossimi 10-15 anni alla periferia settentrionale della città, nei pressi dell'aeroporto internazionale King Shaka. Il costo previsto per i lavori, che saranno realizzati dal gruppo sudafricano Tongaat Hulett, è di circa 3,7 miliardi di euro.

According to what the South African media has reported, there has been announcement of a large property development project in Durban, in the southwestern province of KwaZulu-Natal, which foresees creation of a mixed-use residential zone for various market ranges, with a total of 9,000 housing units. The project – called the Sibaya Coastal Precinct – was presented as one of the province’s biggest building projects and will be constructed over the next 10 to 15 years on the northern outskirts of the city near the King Shaka international airport. The outlay for the work, undertaken by South Africa’s Tangaat Hulett Group, will be the equivalent of approximately 3.7 billion euros.

SOCIAL MEDIA MARMOMACCHINE: IL MODO PIÙ EASY PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATI

MARMOMACCHINE SOCIAL MEDIA: THE EASIEST WAY TO STAY UPDATED

La frenesia e la cronica mancanza di tempo sono le caratteristiche principali delle giornate degli imprenditori, specialmente degli imprenditori italiani da sempre abituati a seguire le proprie aziende a ogni livello, dalla strategia complessiva al dettaglio operativo tecnico-commerciale. Per queste ragioni non è sempre facile seguire l'enorme flusso di informazioni in cui si è quotidianamente immersi, informazioni spesso strategiche per dare valore aggiunto alle proprie scelte imprenditoriali. Uno di questi flussi informativi decisivi è costituito dalla comunicazione associativa settoriale di qualità che Confindustria Marmomacchine mette a disposizione delle proprie aziende associate e dei rispettivi imprenditori, con una gamma di dati e di insights che se adeguatamente processati possono offrire opportunità di crescita agevolando il complicato lavoro del "fare impresa". Consapevole della difficoltà di far giungere queste informazioni a destinazione, l'associazione ha implementato in questi mesi la sua attività di comunicazione attraverso le proprie pagine ufficiali sui principali social media quali Facebook e Twitter, collocando su questi canali i contenuti delle circolari e consentendo i questo modo di prenderne visione in modo agile e diretto approfittando della crescente presenza social di aziende e imprenditori del settore. Seguire perciò i profili ufficiali Marmomacchine, che già impattano complessivamente su oltre 2000 "likes" e "followers", è un modo easy e veloce di non perdere nessuno degli aggiornamenti che l'Associazione elabora ogni giorno e che rendono più semplice la vita a Imprese e Imprenditori.

Intensity of work and chronic lack of time are the main characteristics of business people’s days, especially the Italian business people accustomed to follow their companies on every level, from overall strategy to technical-commercial operational details. This is why it’s not always easy to keep abreast of the enormous amount of information flooding in each day, information that is often strategic to giving added value to one’s business decisions. One of these decisive inflows of information is the quality news that Confindustria Marmomacchine makes available to its member companies and their managements, with a range of data and insights that, when correctly processed, can offer opportunities for growth, facilitating the complicated job of “doing business”. Aware of the difficulties in getting this information to destination, the association recently began channeling it through its own official pages on major social media like Facebook and Twitter, posting the content of circulars and other updates in direct communication with users. So following official Marmomacchine profiles (which already impact more than 2000 likes and followers) is an easy, quick way of keeping abreast of the updates the association posts daily and that simplify the lives of enterprise and business people.

85


PERÙ NUOVA STELLA DEL SUD AMERICA SECONDO SACE

86

Quello che sta per chiudersi - secondo un recente approfondimento diffuso da SACE - è stato giudicato un anno di profondo cambiamento per l'America Latina. Lo slow-down cinese, principale buyer delle materie prime sudamericane, combinato alle difficoltà brasiliane anche collegate alla politica monetaria statunitense hanno inciso sugli equilibri del continente, facendo emergere la promessa Perù, da molti indicata la nuova stella del Sud America. Protagonista di una crescita media che nell’ultimo quinquennio si è mantenuta sempre al di sopra del 5% annuo, con un’inflazione relativamente contenuta e forti opportunità d’investimento, il Perù è ormai parte dei mercati di riferimento per diverse imprese italiane ed è entrato nel mirino del governo italiano come testimoniano le importanti iniziative e missioni dell’ultimo anno per rafforzare le opportunità di interscambio economico. L’economia peruviana è d'altronde sempre più aperta verso l’esterno grazie ad accordi commerciali bilaterali raggiunti tra gli altri con Stati Uniti, Cina e Italia, all’adesione al Mercosur e al recente patto, siglato nel 2012, con Colombia, Messico e Cile e suggellato nella cosiddetta Alleanza del Pacifico.

PERU THE NEW STAR OF SOUTH AMERICA, ACCORDING TO SACE The year about to end is considered – according to a recent SACE report – considered one of profound change for Latin America. The slowdown in China – the main buyer of South America’s raw materials – combined with Brazil’s difficulties (also tied to US monetary policy), have changed the continent’s balances, with Peru emerging as the new star of South America. With average growth in the past five years always higher than 5% annually, relatively contained inflation and strong investment opportunities, Peru has by now become a reference market for various Italian companies and is in the sights of the Italian government, as attested to by important projects and missions this past year to reinforce opportunities for trade. Moreover, the Peruvian economy has always been open to foreign trade, thanks to bilateral agreements with the United States, China and Italy (among others), to membership in Mercosur and the recent pact, signed in 2012, with Colombia, Mexico and Chile as part of the so-called Pacific Alliance.

ACCOR E STARHOTELS DUE CONVENZIONI ALBERGHIERE ESCLUSIVE Pernottare a tariffe agevolate nelle catene Accor e Starhotels per i Soci CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE è una cosa normale. Grazie alla Convenzione con ACCOR, valida in tutto il mondo, le Aziende Associate aderendo al programma "Away On Business", riceveranno da ACCOR per i propri dipendenti ed ospiti uno sconto fino al 10% sulla migliore tariffa del giorno presso gli Alberghi aderenti in Italia e nel mondo recanti i marchi IBIS, IBIS STYLES, SOFITEL, PULLMAN, MGALLERY, NOVOTEL, SUITE NOVOTEL, MERCURE, ADAGIO e ADAGIO ACCESS APARTHOTELS. Grazie alla convenzione con STARHOTEL, valida in Italia, le Aziende Associate potranno ottenere uno sconto pari al 5% sulla BAR (best available rate) ovvero miglior tariffa disponibile del giorno. Per le imprese associate è semplice accedere alle convenzioni attraverso il sito Confindustria o scrivendo per informazioni a direzione@assomarmomacchine.com

ACCORHOTELS AND STARHOTELS: TWO EXCLUSIVE AGREEMENTS Discounted stays in Accorhotels and Starhotels for Confindustria Marmomacchine members are quite normal. Thanks to the agreement with Accorhotels, valid worldwide, member companies participating in the “Away on Business” program will have an up to 10% discount for their employees on the best available rate at hotels in Italy and worldwide when they stay in the following brand hotels: IBIS, IBIS STYLES, SOFITEL, PULLMAN, MGALLERY, NOVOTEL, SUITE NOVOTEL, MERCURE, ADAGIO and ADAGIO ACCESS APARTHOTELS. Thanks to an agreement with Starhotels, valid for Italy, member companies will get a 5% discount on the BAR (best available rate). For member companies it’s easy to access the agreements at the Confindustria website or by writing for information to direzione@assomarmomacchine.com


POLYWIRE 54 L’unica multiďŹ lo con 54 ďŹ li ad avere tamburo motore e volani tensionatori di grande diametro (2,3 mt). La vita e le prestazioni del ďŹ lo sono ottimizzati. Permette di tagliare un blocco profondo 1,5 mt in unica passata. La manutenzione è veloce. The only multiwire with 54 wires equipped with big motor drum and tensioning ywheels (2,3 mt). The wire life and performances are optimized. It allows to process a 1,5 mt deep block in one shot. The maintenance is quick

POLYWIRE 40 MultiďŹ lo a 40 ďŹ li che mantiene le caratteristiche distintive della ben nota gamma POLYWIRE, ovvero tamburo motore e volani tensionatori di grande diametro. Può tagliare in una sola calata blocchi profondi ďŹ no a 1 mt e gli spessori delle lastre possono essere anche diversi tra loro. L’impianto offre un innovativo sistema di manutenzione e lubriďŹ cazione. Multiwire with 40 wires which keeps the same peculiar features of the well known Polywire range which are the motor drum and the tensioning ywheels of big diameter. This plant can process blocks up to 1 mt depth in one single shot, and the thicknesses of the slabs can be mixed. An innovative maintenance and lubrication system is included.

DODECAWIRE

MultiďŹ lo equipaggiata con 12 ďŹ li, permette di realizzare sia lastre che spessori da 2 a 8 cm (12 lastre miste nella stessa calata). La conďŹ gurazione di taglio è variabile in tempi ristrettissimi grazie al sistema E.A.S.T. (sistema di facile regolazione degli spessori lastre). Multiwire equipped with 12 wires, it can realize both thin and thick slabs from 2 up to 8 cm thickness (12 mixed slabs in the same shot). The cutting conďŹ guration can be changed in very short time, thanks to E.A.S.T. system (Easy Adjustable Slab Thickness system).

        )%*,- ,**,-%)') -"--+!+ --%*,*&-+-( -"$(-+#-##--% -+-( -"$(-+#-++)' ,**,)')&',--&,**,)')&', & %-((!$!-($+-


UN NUOVO QUARTIERE RESIDENZIALE A MOSCA

OLTRE 70 MILA NUOVE CAMERE D'ALBERGO IN COSTRUZIONE A DUBAI

Sorgerà nella zona a sud di Mosca un nuovo complesso residenziale firmato dal noto architetto russo Mikhail Filippov. Il quartiere, denominato “Rimskiy Kvartal” (tradotto, "quartiere romano") verrà realizzato a 2 km dalla Moscow Ring Road (MKAD) e si troverà a 15 minuti dalla metro Domodedovskaya. Il progetto, che interesserà un'area di circa 25 ettari, prevede la realizzazione di 80 strutture condominiali - da 3 a 12 piani - per complessivi 300 mila mq di appartamenti, oltre che di asili, scuole, spazi per uffici, aree verdi e strutture sportive. Il nuovo quartiere residenziale moscovita - uno dei più grandi progetti di development degli ultimi anni nella capitale russa, e per il quale è previsto un investimento totale di 30 miliardi di rubli sarà completato entro il 2023.

In base ai dati contenuti nel rapporto "GCC Hospitality & LeisureRecreation 2016" sono in totale più di 70 mila le nuove stanze d'albergo in costruzione a Dubai in vista del prossimo Expo 2020, per un valore complessivo degli investimenti pari a circa 84 miliardi di US$. Si calcola che quest'opera di ampliamento dovrebbe portare, entro l'inizio del grande evento, la capacità d'accoglienza alberghiera della città dalle attuali 94 mila a oltre 164 mila camere. Si tratta di un'indicazione importante per le aziende italiane produttrici di marmi, graniti e pietre naturali, da diversi anni molto attente all'andamento del mercato delle costruzioni in quest'area. Nel primo semestre del 2016 gli Emirati hanno importato materiali lapidei lavorati e semilavorati dall'Italia per un valore di oltre 33 milioni di euro, ma se si considera il dato complessivo del 2015 si sale a circa 77 milioni, che collocano il paese del Golfo al quarto posto tra i mercati di destinazione del nostro export settoriale dopo USA, Germania e Svizzera (dati Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE).

88

NEW RESIDENTIAL DISTRICT FOR MOSCOW In the area south of Moscow there will be a new residential complex designed by renowned Russian architect Mikhail Filippov. The district, called “Rimskiy Kvartal” (translation: “Roman quarter”) will be built 2 km from the Moscow Ring Road (MKAD) and 15 minutes from the Domodedovskaya metro. The project, which involves an area of about 25 hectares (62.5 acres), foresees the building of 80 condominiums (from 3 to 12 floors) for an overall 300,000 square meters of apartments, in addition to daycare centers, schools, office space, green areas and recreational facilities. The new residential district near Moscow – one of the biggest development projects recently in the Russian capital, and to cost a total of 30 billion rubles – will be completed by 2023.

MORE THAN 70,000 NEW HOTEL ROOMS BEING BUILT IN DUBAI Based on the figures contained in the “GCC Hospitality & Leisure-Recreation 2016” report, there are a total of over 70,000 new hotel rooms being built in Dubai in view of the upcoming Expo 2020, for an overall investment of something like US$84 billion. It is estimated that, by the start of the great event, this work will take the city’s hotel accommodation capacity from the current 94,000 to more than 164,000 rooms. This is important news for Italian purveyors of marbles, granites and other natural stones, for quite some time very attentive to building market trends in this wealthy region. In the first half of 2016 the United Arab Emirates imported finished and semi-finished stone products from Italy worth more than 33 million euros, but when overall figures for 2015 are considered this rises to something like 77 million, putting the Gulf country in fourth place among destination markets for Italian stone sector exports, after the USA, Germany and Switzerland (CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center data).


MERCATO DEL LAVORO: OCCUPAZIONE IN AUMENTO NEL 2016 (+0,9%), LA DISOCCUPAZIONE SCENDE ALL’11,5%

JOB MARKET: EMPLOYMENT UP 0.9% IN 2016, UNEMPLOYMENT DOWN TO 11.5%

L’occupazione nel 2016 dovrebbe aumentare dello 0,9% in termini di unità di lavoro rispetto all'anno precedente, sostenuta dal miglioramento del ciclo economico e, parzialmente, dagli sgravi contributivi per le nuove assunzioni (il cui importo e durata sono stati ridotti nell’anno corrente). Parallelamente, si dovrebbe assistere ad una riduzione del tasso di disoccupazione anche per effetto della maggiore partecipazione al mercato del lavoro - in calo all'11,5% rispetto all'11,9% del 2015. Lo rende noto l'Istat nella sua nota previsionale di novembre, dove sottolinea anche che i segnali di miglioramento in termini occupazionali dovrebbero proseguire anche nel 2017, ma a ritmi più contenuti: le unità di lavoro sono previste in aumento dello 0,6%, mentre la disoccupazione si attesterà all’11,3%.

In 2016 employment is expected to have risen 0.9% in terms of jobs compared to the previous year, sustained by an improvement in the economy and, in part, by lower social contributions from companies for new hires (whose costs and duration were reduced during the year). At the same time there should be a decrease in the unemployment rate – also due to greater job market participation – to 11.5% from the 11.9% in 2015. ISTAT announced this in its provisional report for November, where it also emphasized that improvements in employment should continue in 2017 but at a slower rate: jobs are expected to increase by 0.6% and unemployment to be 11.3%.

89

5/6 axes CNC machining centres

SPECIAL OUTCOMES ONLY Y RISE FROM SPECIAL MACHINES: OURS

5 axes CNC bridge sawing machines

Waterjet cutting machines

CM MS Brembana’s technological commitment generates machines for top quality results in marble, granite, natural and composite stone crreations. Outstanding systems, designed to bring added value in multifarious application fields. CMS is the ideal partner, rich in solutions tailored to the customer’s specific needs and aimed at process optimization.

www.cmsind dustries.it


90

PRIMO SEMESTRE NEGATIVO (-4%) PER L'EXPORT DEL DISTRETTO LAPIDEO APUANO

LOSSES (-4%) FOR APUAN STONE DISTRICT EXPORTS IN THE FIRST HALF OF 2016

In linea con il dato del comparto lapideo nazionale - che nel primo semestre del 2016 ha fatto registrare un calo del 3,7% dei valori esportati, secondo le rilevazioni ufficiali del Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE anche l'export del comprensorio del marmo di Carrara ha subito nella prima metà dell'anno un sensibile arretramento rispetto al primi sei mesi del 2015. Lo rileva il Monitor dei distretti della Toscana realizzato dalla Direzione studi di Intesa Sanpaolo per Banca Cr Firenze, che sottolinea come per il distretto lapideo toscano entrambi i comparti del materiale grezzo e del lavorato/semilavorato abbiano fatto segnare nel secondo trimestre 2016 una contrazione del valore delle esportazioni, rispettivamente del -10,5% del -6,8%, anche se a livello semestrale la variazione negativa su base annua si riduce per il totale del distretto a -4%.

In line with figures for the stone sector nationwide – which in the first half of 2016 saw a loss of 3.7% in values of exports, according to official figures from the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center – even the Carrara marble district backslid considerably compared to the first six months of 2015. This is revealed by the Tuscan Districts Monitor published by the studies department of Intesa Sanpaolo on behalf of Banca Cr Firenze, which emphasizes how for the Carrara marble district exports of both raw materials and finished/semi-finished products were down 10.5% and 6.8%, respectively, in the second quarter even though on the half-year level the drop in the total for the district decreases to -4%.

PRODUZIONE INDUSTRIALE: CONFINDUSTRIA RILEVA RITORNO ALLA CRESCITA IN OTTOBRE, +0,6%

INDUSTRIAL OUTPUT: CONFINDUSTRIA REPORTS A RETURN TO GROWTH IN OCTOBER, +0.6%

Il Centro Studi di Confindustria (CSC) nella sua rilevazione mensile evidenzia un aumento della produzione industriale dello 0,6% in ottobre su settembre, quando c'era stato un calo dello 0,8% su agosto. Secondo il CSC la crescita di ottobre è riconducibile, tra gli altri fattori, anche ad un progresso dello 0,6% nel manifatturiero, dopo il calo dell’1,9% di settembre. Nel quarto trimestre 2016 la variazione congiunturale acquisita è pertanto del +0,6%. Tale andamento dell’attività è in linea con un aumento del PIL nei mesi estivi superiore alle attese, dopo la stagnazione rilevata in primavera. Le indagini qualitative condotte presso le imprese manifatturiere italiane descrivono tuttavia un contesto di generale debolezza per i prossimi mesi. Emerge infatti una crescita debole degli ordini totali, grazie alla maggiore domanda dei soli beni strumentali, ed è in forte rallentamento anche la componente estera, il cui andamento è il più debole degli ultimi tre anni e mezzo.

The Confindustria Studies Center (CSC) in its monthly report highlights an increase in industrial output of 0.6% in October from September, when there had been a 0.8% decline from August. According to the CSC, growth in October can be attributed (among other factors) to a 0.6% rise in manufacturing after the 1.9% decrease in September. In the fourth quarter of 2016 the situational variation acquired is therefore +0.6%. This upward trend in production is in line with a larger than expected increase in GDP in the summer months after the stagnation seen in the spring. Qualitative surveys conducted at Italian manufacturing companies nevertheless reveal a context of general weakness for coming months. In fact, there is marginal growth in total orders only thanks to demand for instrumental goods, and a heavy slowdown in foreign demand, whose progress is the weakest in the past three and a half years.


...and many more

.YHMĂ„H[\YH

Virgolato in linea

Virgolato g medio

Bocciardatura

Sabbiatura su granito

Ru ullatura su granito

Scratching

In line comma

Med dium comma

Bushammering

Sandblasting on granite

Ro olling on granite

(U[PZJP]VSVNYHMĂ„H[V

o o bocciardato Antiscivolo bocciardato Tor

Scratching antisskid

Bushammering antiskid

meccanica Made in Italy

Via Delle Arti e Mestieri, 3 33080 Roveredo in Piano (PN) ITALY Te el. +39 0434 924404 www.lupatomeccanica.com info@lupatomeccanica.com Bu ushammerre ed bullnose


CASA: +20,6% LE COMPRAVENDITE NEL SECONDO TRIMESTRE 2016, IN AUMENTO ANCHE I MUTUI (+24,5%) Continua a ritmo sostenuto l'aumento delle compravendite sul mercato immobiliare italiano. La conferma arriva dai dati Istat, che per il secondo trimestre del 2016 hanno registrato un'impennata del 20,6% delle convenzioni notarili di compravendita di unità immobiliari rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, dopo il +17,9% dei primi tre mesi. Nel periodo aprile-giugno sono stati ben 194.620 i contratti stipulati, il livello più alto dal 2011. Questo risultato positivo ha coinvolto tutti i comparti del mercato immobiliare: a trainare la crescita è soprattutto il residenziale (+20,9% su base annua), che rappresentano quasi il 94% del totale degli scambi, ma l’incremento è consistente anche per le unità ad uso commerciale (+15,3%). A ciò si accompagna una forte crescita di mutui, finanziamenti e altre obbligazioni con ipoteca: +24,5% rispetto allo stesso trimestre del 2015.

92

IL MARMO ITALIANO TORNA A MOSCA PER BATIMAT RUSSIA 2017 CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE anche per il 2017 coordinerà la partecipazione delle aziende italiane del comparto lapideo e prodotti complementari alla fiera BATIMAT RUSSIA di Mosca, in programma dal 28 al 31 marzo presso il centro espositivo Crocus Expo IEC. BATIMAT RUSSIA rappresenta da diversi anni la principale manifestazione internazionale russa rivolta al mondo dell’architettura, dell’edilizia e del design, con all'interno diversi percorsi tematici tra i quali un'area interamante dedicata a marmi, graniti e pietre naturali. Nella passata edizione la fiera ha visto l'afflusso di 86 mila visitatori, mentre le aziende espositrici - sia russe che internazionali - sono state 620. Nonostante le difficoltà economiche del paese e la sensibile contrazione delle nostre esportazioni nell'ultimo biennio, la Federazione Russa rappresenta tutt'ora uno mercati di riferimento per le aziende italiane del settore marmifero: nel solo primo semestre del 2016 le nostre vendite di prodotti lapidei lavorati e semilavorati hanno raggiunto i 20 milioni di euro, un dato che pone la Russia al 9° posto della classifica dei buyers settoriali (dati Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE).

HOMES: SALES UP 20.6% IN THE SECOND QUARTER OF 2016. MORTGAGES UP, TOO (+24.5%) Sales on the Italian property market continue to be brisk. This is confirmed by ISTAT figures, which for the second half of 2016 showed an increase of 20.6% in notary agreements for buying/selling housing units compared to the same period last year, after the 17.9% rise in the first quarter. From April to June 194,620 contracts were stipulated, the highest level since 2011. This good performance involved all sectors of the real estate market: pulling growth was primarily housing (up 20.9% on an annual basis), which accounted for nearly 94% of buying/selling, but there was also a good uptake in business units (+15.3%). The trend was accompanied by heavy growth in mortgages, financing and other loans backed by collateral: +24.5% from the first quarter of 2015.

ITALIAN STONE RETURNS TO MOSCOW FOR BATIMAT RUSSIA 2017 Again for 2017 CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE will coordinate the participation of Italian stone and complementary product companies at the BATIMAT RUSSIA show in Moscow, scheduled for March 28 to 31 at the Crocus Expo IEC. For a number of years BATIMAT RUSSIA has been the main international event in Russia devoted to the world of architecture, building and design, covering various sectors including an area dedicated entirely to marbles, granites and other natural stones. In the past edition the event drew 86,000 visitors and there were more than 620 exhibitors, both Russian and foreign. Despite the country’s economic difficulties and perceptible contraction of Italy’s exports to it in the past two years, the Russian Federation is still a reference market for Italian stone sector companies: in the first half of 2016 alone, Italian sales of finished and semi-finished stone products to Russia reached worth of 20 million euros, giving Russia ninth place among sector buyers (CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center figures)


RATIFICATO IL RINNOVO DEL CCNL LAPIDEI INDUSTRIA 2016/2019 È stato formalmente ratificato in data 5 ottobre 2016 il rinnovo del CCNL Lapidei Industria valido per il triennio 2016/2019. L'accordo, sottoscritto in forma di ipotesi lo scorso 28 giugno, con quest'ultimo passaggio formale completa il confronto iniziato nel mese di dicembre 2015 sulla base della piattaforma presentata dalle OO.SS. di categoria FILLEA-CGIL, FENEAL-UIL e FILCA-CISL alle parti datoriali Confinndustria MARMOMACCHINE e ANEPLA. Dopo un confronto a tratti anche acceso, il rinnovo del CCNL per i lavoratori dell'industria marmifera italiana è stato raggiunto senza agitazioni sindacali, né scioperi e con soluzioni e oneri aziendali di molto inferiori rispetto alla totalità ed alla complessità delle richieste presentate dalle organizzazioni sindacali di categoria. Ai fini di consentire una corretta interpretazione da parte delle aziende delle nuove norme contrattuali, Confindustria MARMOMACCHINE ha predisposto una puntuale inviamo nota di commento che approfondisce il dettaglio dei punti del CCNL che le aziende del comparto interessate possono richiedere scrivendo a direzione@assomarmomacchine.com

RENEWAL OF THE NATIONWIDE STONE SECTOR LABOR CONTRACT (CCNL) FOR 2016/2019 RATIFIED On October 5, 2016 there was formal ratification of renewal of the nationwide stone sector labor contract for 2016/2019. The agreement, written as a proposal on June 28, with this final formal passage completes the discussion begun in December 2015 regarding the platform the labor unions (FILLEA-CGIL, FENEAL-UIL and FILCA-CISL) presented to management, represented by Confindustria Marmomacchine and Anepla. After at times heated discussion, renewal of the contract was achieved without union agitation or strikes and with duties and financial obligations for management fewer and lower than the totality and complexity of demands made by the unions. In order to give management a correct reading of the new contractual standards, Confindustria Marmomacchine has prepared a prompt comment examining the details of the CCNL, which sector companies can request by writing to direzione@assomarmomacchine.com

93


94

FOCUS SULLA RESPONSABILITÀ CIVILE IN AMBITO PRODOTTI

FOCUS CIVIL LIABILITY IN THE PRODUCT SPHERE

Lo scorso 9 novembre si è svolto presso la Sede Federmacchine un interessante convegno dedicato al tema della responsabilità civile in ambito prodotti in ambito nazionale e soprattutto internazionale. Un tema a volte sottovalutato dalle imprese e in particolare dai costruttori di macchine e beni strumentali, ma le cui ripercussioni sensibili sull'attività imprenditoriali sono state ben illustrate dagli interventi dei relatori. Il panel del convegno - ideato in seno al Gruppo Tecnico Federmacchine - ha visto infatti la partecipazione di esperti di primo piano quali lo Studio Legale De Capoa e Associati, lo Studio Legale Goldberg Segalla, lo Studio Legale Grimaldi e i funzionari di Marsh. Introdotti dal Presidente Federmacchine, Sandro Salmoiraghi, gli interventi focalizzati sul tema legale-assicurativo hanno messo in evidenza come gli aspetti assicurativi siano estremamente rilevanti per le aziende della meccanica strumentale che approcciano i mercati globali e si vogliono preventivamente tutelare dalle responsabilità da danno derivante da prodotto difettoso, a prescindere dalla strategia difensiva e dei tecnicismi legali da adottare in caso di contestazione o incidente. Perchè tutti si preoccupano giustamente degli aspetti risarcitori, ma in pochi pensano ai profili delicati collegati alla sorveglianza del mercato che possono tradursi nella prescrizione di intervento su tutte le macchine installate nel mondo della tipologia di quella su cui è avvenuto l'incidente, per giungere nei casi più gravi fino al completo richiamo del modello. Altri aspetti interessanti sono state le sottolineature sull'importanza di saper gestire eventuali crisi derivanti da incidenti a livello di comunicazione, al fine di contenere il danno reputazionale. Centrale anche la formazione delle figure commerciali dell'azienda, che devono essere consapevoli dei profili di rischio che portano in azienda a seguito dell'accettazione di determinate richieste dei clienti. Gli argomenti approfonditi nel convegno andranno a sostanziare quella proposta di assicurazione specifica per i costruttori di beni strumentali che Marsh insieme a Federmacchine ha messo a punto in questi mesi e che è stata anch'essa presentata in questa sede. Tutte le Aziende Associate Confindustria Marmomacchine - che aderisce a Federmacchine in rappresentanza del comparto macchine lavorazione marmo - possono richiedere tutte le informazioni scrivendo a direzione@assomarmomacchine.com

Last November 9 Federmacchine headquarters hosted an interesting conference on civil liability for products, in Italy and above all internationally. An issue sometimes underrated by companies and in particular by makers of machinery and instrumental goods, but whose considerable impact on businesses were well described by the conference speakers.The conference panel – created by the Federmacchine Technical Group – in fact included firstrate experts like the De Capoa and Associates, Goldberg Segalla, and Grimaldi legal firms and Marsh officials. Introduced by Federmacchine president Sandro Salmoiraghi, the talks focusing on the legal-insurance issues revealed how insurance aspects are extremely important for instrumental mechanics companies approaching global markets and desirous preventively safeguarding themselves from liability for defective products, whatever the defensive strategies and legal technicalities to adopt in cases of controversy or accident. Because everyone is rightly worried about compensation but few think about the delicate issues connected with market oversight that can translate into prescribed intervention on all the machines installed worldwide of the type on which the accident occurred, or in the gravest cases total recall of the model. Other interesting aspects were emphasizing the importance of knowing how to handle any crisis deriving from accidents on the communication level, in order to contain damage to reputation. Also crucial is educating a company’s business managers, who must be aware of the risks brought to a company when it accepts certain customer requests. The topics examined in the conference will support the proposal of specific insurance for instrumental goods makers that Marsh, together with Federmacchine, drafted in recent months and was also presented at the conference. All members of Confindustria Marmomacchine – which belongs to Federmacchine as representative of the stone-working machinery sector – can receive all pertinent information writing to direzione@assomarmomacchine.com


I DISTRETTI DEL NORD GUIDANO L'EXPORT LAPIDEO ITALIANO

NORTHERN DISTRICTS LEAD ITALY’S STONE EXPORTS

Sono in nord Italia le province più competitive sui mercati esteri nel settore lapideo. Verona, Vicenza, Bergamo, Trento, Brescia e Bolzano nel primo semestre del 2016 hanno infatti mostrato una crescita delle esportazioni di materiali grezzi e lavorati del 2% contro un dato nazionale che ha fatto segnare un arretramento del 3,7%, secondo i dati ufficiali del Centro Studi di CONFINDUSTRIA MARMOMACHINE - raggiungendo una quota del 42% sull'export italiano complessivo. È quanto emerge da un'analisi delle quote di mercato detenute delle province italiane sui principali mercati esteri di sbocco del lapideo realizzato dal Centro Studi della Camera di Commercio di Verona. Secondo il Monitor dei distretti del Triveneto elaborato da Intesa Sanpaolo, è il distretto del marmo della Valpolicella a guidare la classifica di queste provincie, con 122 milioni di esportazioni di lavorati e semilavorati nei primi sei mesi dell'anno e un incremento del 2,7% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Italy’s northern provinces are the most competitive in stone sales to foreign markets. In fact, in the first half of 2016 Verona, Vicenza, Bergamo, Trento, Brescia and Bolzano saw growth in exports of 2% - versus a backslide of 3.7% nationwide, on the basis of official statistics processed by the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Study Center – rising to a 42% share of Italy’s overall stone exports. This was revealed in a survey of the market shares Italian provinces have on the major foreign markets for stone, conducted by the Studies Center of the Verona Chamber of Commerce. According to the Triveneto District Monitor published by the Intesa Sanpaolo banking group, the Valpolicella marble district leads the ranking of these northern provinces, with 122 million euros in exports in the first six months of the year and an increase

95

! r e k c o t s r u o I am y PRODUCTION CAPACITY The continuous search for new materials combined with the most modern block extraction techniques and the most technological plant for the production of the slabs make Marmi Bruno Zanet an ideal partner for the development of any type of project.

MARMI BRUNO ZANET

29130 VIANA - VITORIA (E.S.) - BRAZIL Rod. BR 262 km. 12,5 Tel. +55 (0) 27 21218888 - Fax +55 (0) 27 21218800 zanet@zanet.com.br 37020 VOLARGNE - VERONA - ITALY Via Paganella, 79 Tel. +39 045 6833444 - Fax +39 045 6860055 zanet@brunozanet.com www.brunozanet.com


96

FLASH STATISTICO - I DATI DI AGOSTO CONFERMANO LA CONTRAZIONE DELL'EXPORT DI MARMI E TECNOLOGIE ITALIANE

STATISTICS FLASH: AUGUST FIGURES CONFIRM THE DOWNTURN IN ITALIAN STONE AND STONE TECHNOLOGY EXPORTS

I dati relativi ai primi otto mesi del 2016 confermano il leggero arretramento delle esportazioni italiane di marmi, graniti e pietre naturali già emerso nella rilevazione di metà anno. Secondo il Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE nel periodo gennaio-agosto il nostro export di materiali lapidei ha infatti fatto segnare una diminuzione in valore del 4,4% rispetto allo stesso periodo del 2015 (1.275 milioni di euro contro 1.334). Nel dettaglio, risulta più accentuato il calo dei grezzi (-15,3%), mentre tengono le vendite di prodotti lavorati e semilavorati (-1,6%), che hanno superato il miliardo di euro (1.050 milioni). I principali mercati di destinazione di questi ultimi rimangono Stati Uniti (300 milioni), Germania (91 milioni) e Svizzera (60 milioni). Più marcata la contrazione per quanto riguarda l'export di macchine e attrezzature complementari, che - sebbene in recupero rispetto al 1° semestre nei primi otto mesi dell'anno è diminuito del 14,9% rispetto allo stesso periodo del 2015, passando da 789,5 a 671,8 milioni di euro. Anche in questo caso sono gli Stati Uniti (103 milioni) a guidare la classifica dei Paesi buyer, seguiti da Spagna (53 milioni) e Turchia (45 milioni).

Data for the first eight months of 2016 confirm the slight downturn in Italy’s exports of marbles, granites and other natural stones that had already been seen mid-year. According to the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center, from January to August the country’s exports of stone materials decreased 4.4% in value compared to the same period in 2015 (1.275 million euros compared to the previous 1.334 million). In detail, the biggest drop was in raw stone (-15.3%) while sales held fairly steady (-1.6%) for finished and semi-finished products, which surpassed a billion euros (1.050 million). The main destination markets for the latter remained the United States (300 million euros), Germany (91 million) and Switzerland (60 million). There was a more marked decline in exports of stone-working machinery and equipment, which – although rising from the 1st half of the year – in the first eight months decreased by 14.9% from the same period in 2015, dropping from worth of 789.5 million to 671.8 million. In this case, too, the United States (103 million euros) led the ranks of buyer countries, followed by Spain (53 million) and Turkey (45 million).

OMAN: PIANO DI ESPANSIONE DELLE SPECIAL ECONOMIC ZONE

OMAN: PLAN TO EXPAND SPECIAL ECONOMIC ZONES

Per il piano di espansione delle quattro Special Economic Zone (SEZ) di Duqm, Salalah, Sohar e Al Mazunah il governo omanita intende attrarre maggiore capitale privato nei settori delle costruzioni industriali e commerciali, con l'obiettivo di sganciarsi dal modello tradizionale a trazione pubblica. La dipendenza del Paese dal petrolio e il deficit fiscale atteso nei prossimi anni - si legge in una nota di Sace stanno infatti spingendo l’Oman ad incrementare la partecipazione del settore privato, con una quota fino all’80% per i progetti inclusi nella 2a fase del Programma Nazionale per l’Aumento della Diversificazione Economica, del quale le SEZ rappresentano uno dei pilastri.

For its plan to expand its four Special Economic Zones (SEZ) Duqm, Salalah, Sohar and Al Mazunah – the Omani government intends to attract a greater amount of private capital in the construction, industrial and commercial sectors, in order to disengage from the traditional, publically financed model. In fact, the country’s dependence on oil and fiscal deficit expected in coming years – according to a SACE report – are spurring Oman to increase private sector involvement, with a share of up to 80% in the projects included in the 2nd stage of the National Program for Augmenting Economic Diversification, of which the SEZ are pillars.


IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ: LA COMMISSIONE UE PROPONE UNA RIFORMA SOSTANZIALE

CONFINDUSTRIA: NO ALTRE SANZIONI PER LA RUSSIA

La Commissione ha annunciato l'intenzione di rivedere il modo in cui le società sono tassate nel mercato unico proponendo un regime di imposta sul reddito delle società equo e favorevole alla crescita. Ricalibrata come parte di un più ampio pacchetto di riforme dell'imposta sul reddito delle società, la base imponibile consolidata comune per l'imposta sulle società (CCCTB) renderà più facile e meno costoso operare nel mercato unico e fungerà da strumento efficace contro l'elusione fiscale. Proposta per la prima volta nel 2011, la CCCTB mirava a rafforzare il mercato unico per le imprese. Nonostante avessero compiuto notevoli progressi su numerosi elementi fondamentali della precedente proposta di CCCTB, gli Stati membri non sono stati in grado di raggiungere un accordo definitivo. Dopo aver sentito i pareri di Stati membri, imprese, società civile e del Parlamento europeo, oggi rafforziamo gli elementi a favore delle imprese della precedente proposta per aiutare le imprese transfrontaliere a ridurre i costi e la burocrazia e per sostenere l'innovazione. La CCCTB rilanciata creerà inoltre condizioni di parità per le multinazionali in Europa chiudendo le possibilità di elusione fiscale.

"Confidiamo nel buon senso della politica al fine di evitare conflittualità elevate che possono fare danno, chiaramente, all'economia perché determinano anche ansietà, che è uno dei grandi mali dell'economia italiana ed europea": con queste parole Confindustria attraverso il suo Presidente, Vincenzo Boccia, ha voluto esprimere la propria contrarietà all’inasprimento delle sanzioni contro la Russia e all’eventuale introduzione di ulteriori misure restrittive dell’interscambio con Mosca. Inoltre Boccia ha voluto ricordare che "due grandi Paesi industriali come l'Italia e la Germania hanno bisogno del mondo perché hanno apparati industriali importantissimi" e da qui l’appello al "buon senso" della politica sulla delicata questione delle sanzioni alla Russia.

CONDINDUSTRIA: NO FURTHER SANCTIONS FOR RUSSIA

98

TAX ON CORPORATE INCOME: THE EU COMMISSION PROPOSES SUBSTANTIAL REFORM The European Commission has announced its intention to review the way in which companies are taxed on the single market, proposing a regime of corporate revenue taxation that is fair and favorable to growth. Recalibrated as part of a broader package of reforms on corporate income tax, the common consolidated corporate tax base (CCCTB) will make it easier and less costly to operate on the single market and serve as an effective anti-tax evasion tool. Proposed for the first time in 2011, the CCCTB was aimed at strengthening the single market for companies. Although they made considerable progress on numerous elements of the previous CCCTB proposal, member states were unable to reach a definitive agreement. After hearing the opinions of member states, businesses, civil society and the European Parliament, today there are stronger elements in favor of companies than previously, to help transnational companies lower bureaucratic costs and sustain innovation. The re-launched CCCTB will also create conditions of parity for multinationals in Europe, closing loopholes for tax evasion.

“We are confident that political good sense will avoid high levels of conflict that can clearly damage the economy because they also cause anxiety, which is one of the great ills of the Italian and European economies”. With these words Confindustria, through its president, Vincenzo Boccia, stated that it opposes harsher sanctions against Russia and any introduction of further measures restricting trade with the country. In addition, Boccia stated that “two great industrial countries like Italy and Germany have need of the world because they have extremely important industrial systems”, hence the appeal to the “good sense” of politics in regard to the delicate question of Russian sanctions.


BRASILE: CONTINUANO ANCHE NEL 2016 LE DIFFICOLTÀ PER L'EXPORT LAPIDEO

BRAZIL: IN 2016 DIFFICULTIES CONTINUED FOR STONE EXPORTS

Dopo un difficile 2015 - chiuso con una diminuzione del 5,3% del valore delle vendite sui mercati esteri - continua anche nel 2016 il trend negativo per le esportazioni lapidee del Brasile, uno dei maggiori player internazionali del comparto sia per produzione di cava (4° Paese produttore nel 2015 dopo Cina, India e Turchia, con 8,2 milioni di tonnellate) che per export (5° con 2,28 milioni di tonnellate). Secondo l'ultima rilevazione dell'Associazione nazionale Abirochas, nel periodo gennaio-settembre le vendite all'estero di pietre ornamentali brasiliane – comprendendo sia i materiali grezzi che i lavorati – hanno perso un altro 5% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, scendendo a 893,7 milioni di US$. In aumento del 12% invece i volumi esportati (1,95 milioni di tonnellate), con un conseguente forte calo del prezzo medio dei materiali venduti sui mercati esteri, passato da 540,5 US$ per tonnelata del 2015 a 458,2 nei primi 9 mesi del 2016 (-15,2%).

After a tough 2015, ending with a 5.3% decline in export volumes, 2016 saw continuation of the downward trend in stone exports from Brazil, one of the major players in the stone sector in terms of quarry output (the 4th largest producer after China, India and Turkey in 2015, with 8.2 million tons) and exports (5th, with 2.28 million tons). According to the latest report from Abirochas, the Brazilian stone association, in the first three quarters of the year foreign sales of Brazilian ornamental stones – both raw and finished products - lost another 5% from the same period in 2015, dropping to $US893.7 million. On the other hand, the volume exported grew by 12% (1.95 million tons), with a consequently big drop in the average price of the materials sold abroad: from $US540.50 per ton in 2015 to $US458.20 in the first nine months of 2016 (down 15.2%).

99

Since 1983 The Italian point of reference Distanziali, Molle, Pressatori, Giunzioni, Cavi di Acciaio, Banchi montaggio, Presse idrauliche, Presse manuali, Cesoie, Cunei spaccaroccia, Cuscini, Pompe, Volani, Gomme, Corone, Placchette.

Spacers, Springs, Crimps, Joints, Wire Ropes, Assembling desks, Hydraulic presses, Hand presses, Shears cutters, Splitting wedges, Hydrobags airbags, Flywheels, Rubbers, Drilling crowns, Inserts.

Utensili ed accessori per filo diamantato Tool and accessories for diamond wire saw

www.palmerio.com - info@palmerio.com


100

BEIRUT: REALIZZAZIONE DI UN BUSINESS PARK ALL'INTERNO DI WATERFRONT CITY

BEIRUT: A BUSINESS PARK BEING BUILT INSIDE WATERFRONT CITY

Waterfront City – il mega-progetto di sviluppo edilizio in corso di realizzazione sul lungomare di Dbayeh, a nord di Beirut - ha annunciato che il suo Business Park, che sarà composto da 12 edifici che circonderanno una progettazione integrata tipo campus, dovrebbe essere completato entro la fine del 2016. Il Business Park occuperà oltre 30 mila mq di terreno, di cui 18 mila destinati a spazi verdi e parcheggi, e ospiterà spazi per uffici di fascia alta, di dimensioni comprese tra i 100 e 1.000 mq. Oltre al Business Park, il progetto Waterfront City - che prevede un investimento totale di oltre un miliardo di US$ - comprende la costruzione di appartamenti residenziali progettati su diverse esigenze abitative (famiglie, giovani, businessmen, ecc.), un grande centro commerciale, due alberghi, una Spa, una marina, spazi verdi e una promenade.

Waterfront City – the huge property development project underway on the Dbayeh waterfront, north of Beirut – has announced that its business park (composed of 12 buildings that will surround an integrated, campus-type design) should be completed by the end of 2016. The business park will occupy more than 30,000 square meters of land, 18,000 of them devoted to greenery and parking, and will host high-range office spaces covering areas of 100 to 1,000 square meters. In addition to the business park, Waterfront City – which foresees a total investment of more than US$ 1 billion – includes construction of residential apartments designed for different types of tenants (families, young people, businesspersons, etc.), a big mall, two hotels, a spa, a marina, green areas and a promenade.

MEETING-POINT ITALIA/CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE E STAND MARMOMACCHINE INTERNATIONAL ALLA MARBLE 2017 DI IZMIR

MEETING-POINT ITALIA/CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AND MARMOMACCHINE INTERNATIONAL STAND AT MARBLE 2017 IN IZMIR

Dal 22 al 25 marzo CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE riproporrà il suo impegno a fianco delle Aziende italiane presenti a Izmir (Turchia) per l'edizione 2017 della fiera MARBLE attraverso l'organizzazione di un proprio stand istituzionale/Meeting Point Italia, con i consueti servizi di assistenza e supporto per gli Associati. Con 1.103 espositori - dei quali 193 stranieri e circa 47 mila visitatori, nella passata edizione MARBLE si è confermata come una tra le più importanti manifestazioni fieristiche a livello mondiale dedicate al settore marmifero e alle relative tecnologie d'estrazione e lavorazione Anche MARMOMACCHINE INTERNATIONAL - rivista di riferimento per il comparto lapideo e tecno-marmifero internazionale patrocinata da CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - avrà un proprio stand in fiera, presso il quale le aziende e gli operatori italiani e stranieri in visita a MARBLE potranno trovare in distribuzione l’ultimo numero della pubblicazione.

From March 22 to 25 CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE will again be showing its commitment to Italian companies exhibiting in Izmir, Turkey, at the 2017 edition of the Marble show by organizing its own official stand/Meeting-Point Italia offering the customary assistance and support services to members. With 1,103 exhibitors – 193 of them foreign – and something like 47,000 visitors, the past edition of Marble was one of the major shows worldwide devoted to the stone and stone technologies sectors. MARMOMACCHINE INTERNATIONAL – the reference magazine for the international stone and techno-stone sectors sponsored by CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE – will also have its own stand at the event, where Italian and foreign companies and operators exhibiting at or visiting Marble will be able to get the latest issue of the publication.


A HISTORY MADE OF PASSION AND DEDICATION. TWO COMPANIES, SAME APPROACH: TO GUARANTEE HIGH QUALITY PRODUCTS, FAST DELIVERY AND EXCELLENT CUSTOMER SERVICE.

MEET US AT: March 6/9

September 27/30

CHINA April 4/7

Verona, ITALY November 26/29

Orlando, USA May 22/25

Dubai, UAE

XIAMEN STONE FAIR 2017 MARMOMACC 2017 COVERINGS USA 2017 MIDDLE EAST STONE 2017 Dubai, UAE

www.landimarble.it

THE BIG 5 SHOW 2017 Via Tognocchi, 338 55047 Querceta di Seravezza (Lu) Italy landigroup@landigroup.eu

Via Emilia, 830 Int. I 55047 Seravezza (Lu) Italy treemme@treemmesrl.eu


       



             !"#$%%$&& ''' () *  +*


104

CETA: ESITO POSITIVO, MA…

CETA: A GOOD OUTCOME, BUT…

Dopo settimane di acceso dibattito con alcuni Stati membri, giorni di negoziato a tappe forzate con i Leader valloni e la cancellazione del Vertice Ue-Canada previsto per il 27 ottobre, all’ultim’ora è stata trovata l’intesa che ha permesso la firma dell’accordo di libero scambio CANADA/UE in data domenica 30 ottobre. Il “caso” Vallonia segna tuttavia uno spartiacque nella politica commerciale dell’Unione Europea mettendo definitivamente a nudo la fragilità dei suoi processi decisionali. Le eccezioni poste dalla Assemblea sub-federale belga, infatti, giungono al termine di una lunga serie di altre criticità avanzate da altri Stati membri, parlamenti e corti costituzionali nazionali. Inoltre, l’ondata di criticismo nei confronti degli accordi commerciali (concentratosi prima sul TTIP, poi sul CETA ed in larga parte determinato da dinamiche interne che cavalcano tendenze anti-globalizzazione ed anti-atlantiste), tocca il culmine quando il commercio mondiale, l’attuale motore della crescita economica globale, segna il passo crescendo, per la seconda volta dal 1982, meno del PIL mondiale (rispettivamente 1,7% e 2,2% - laddove prima della crisi i valori erano 6,7% per il commercio e 3,2% per il PIL). Poiché gli accordi di libero scambio come il CETA sono il principale vettore degli scambi commerciali, se l’Europa non fosse più in grado di concluderne verrebbe marginalizzata dal circuito dei grandi blocchi economici e commerciali mondiali integrati. Lo spartiacque in questione è, dunque, di importanza fondamentale per l’industria e per tutti i settori manifatturieri, tra cui ovviamente quello tecno-marmifero. Confindustria evidenzia da tempo questo rischio ed il governo italiano se ne è reso interprete in sede di Consiglio. Al momento, tuttavia, non si intravedono soluzioni immediate e si profila un’applicazione provvisoria del CETA, a partire indicativamente da gennaio-febbraio del prossimo anno, subordinata ai placet nazionali fino ad espletamento dell’intero processo di ratifica che consta di ben 38 assemblee. In virtù degli accordi conclusi internamente alla Ue per addivenire alla firma del CETA, in qualsiasi momento di questa fase, laddove ritenga che talune condizioni non sono rispettate, ciascuna di queste entità (statali, federali e sub-federali), può porvi fine con efficacia erga omnes, ossia può fare decadere l’accordo provvisorio per tutta l’Unione europea. Con queste inedite modalità, la Ue entra in una zona, di fatto, inesplorata rispetto alle norme ed alle regole vigenti fin dalla sua istituzione. Una situazione piena di distinguo per cui non si può parlare di esito positivo tout-court, ma di un risultato pieno di incognite.

After weeks of heated debate with some member states, days of forced-step negotiations with Walloon leaders and cancellation of the EU-Canada summit slated for October 27, at the last minute an agreement was found to permit signing of the free trade agreement between Canada and the EU on October 30. However, the Walloon “affair” was a turning point in the commercial policy of the European Union, definitively revealing the fragility of its decisionmaking processes. In fact, the exceptions raised by the sub-federal Belgian assembly came at the end of a long series of other criticisms leveled by other member states, parliaments and national constitutional courts. In addition, the wave of criticism about trade agreements (concentrated first on the TTIP and then on the CETA and largely determined by internal dynamics following anti-globalization and anti-Atlanticist trends) was highest when world trade, the current engine of global economic growth, was at a standstill, for the second time since 1982 increasing less than global GDP (respectively 1.7% and 2.2% - when before the recession the percentages were 6.7% for trade and 3.2% for GDP). Since free trade agreements like the CETA are the main vector of commercial exchange, if Europe were unable to conclude them it would be marginalized from the circuit of the world’s large, integrated economic and trading blocs. So the turning point in question is of fundamental importance for industry and for all manufacturing sectors, naturally including the technostone.


EFFETTO TRUMP: STRETTA PER L'EXPORT MADE IN ITALY?

THE TRUMP EFFECT: A SQUEEZE ON ITALIAN IMPORTS?

È troppo presto per dirlo ma la posizione anti-globalizzazione del neo-eletto Presidente USA, Donald Trump, potrebbe avere ripercussioni sull'interscambio con gli Stati Uniti. E se pensiamo che dal 2009 al 2015 le esportazioni di prodotti italiani sono passate da 17 a 36 miliardi di euro, si comprende come la partita interessi in modo particolare tutta la galassia "made in Italy". Anche per il settore marmifero e tecno-marmifero gli Stati Uniti sono tornati ad essere saldamente il primo buyer indiscusso a livello mondiale e l'approccio al commercio internazionale da parte della nuova amministrazione a stelle e strisce può essere determinante per le prospettive del nostro interscambio con gli USA. Certo come dicevamo è troppo presto per dirlo ma l'archiviazione definitiva del TTIP è già una concreta conseguenza dell'elezione di Trump e come ha dichiarato recentemente a Il Messaggero l'ambasciatore uscente americano in Italia, John Philips, "questo risultato elettorale è un campanello d'allarme per tutti noi. Ci stiamo muovendo verso territori inesplorati ed è bene capire dove stiamo andando".

It’s too soon to tell, but the anti-globalization position of America’s president-elect, Donald Trump, could have repercussions on trade with the United States. And when we think that from 2009 to 2015 Italy’s exports to the US rose in worth from 17 billion to 36 million euros, it’s easy to see how this issue is of particular interest to the entire “Made in Italy” galaxy. Even for the Italian stone and technostone sectors the United States had returned to being the undisputed number one buyer and the foreign trade approach of the new administration could be determinant to the prospects for Italian trade with the US. Certainly, as we said, it’s too soon to tell, but the definitive discarding of the TTIP is already a concrete consequence of Trump’s election and, as John Philips, the outgoing American ambassador to Italy, said in a recent interview with Il Messaggero, “this electoral result is an alarm bell for us all. We are moving towards uncharted territory and it would be best to know where we’re heading”.

105

AXCO

transforms stones into master pieces

Contouring & milling machine with 5 or more interpolated axis for complex architectural stone jobs. The sturdiness of its structural parts guarantee high precision and long life performances even with hard stone.

www.marchettigroup.it


106

INDONESIA ON THE MOVE

INDONESIA ON THE MOVE

Secondo i dati più recenti disponibili al momento di andare in stampa forniti dal centro studi Confondustria Marmomacchine, nei primi 7 mesi del 2016 l’Indonesia si è confermato uno dei mercati più dinamici al di fuori dei classici contesti di riferimento per il nostro settore. Il paese Asean si è infatti assestato quale venticinquesimo buyer di macchine, attrezzature e utensili made in Italy per la trasformazione dei lapidei, in crescita di sette posizioni rispetto allo stesso periodo del 2015 con un import di questi prodotti per oltre 4,2 milioni di euro. È invece di oltre 13 milioni di euro l’importi di marmi, graniti e pietre sia grezzi che lavorati dall’Italia. In particolare significativo è l’aumento percentuale dell’export italiano di prodotti lavorati standard e speciali nei primi sette mesi del 2016, un incremento risultato pari a un +55%. Numeri che fanno capire come siano ampi i margini di sviluppo delle nostre quote export in uno dei paesi dell’area dalle ampie potenzialità come testimoniano i fondamentali macro-economici del paese descritti dalla scheda SACE scaricabile al sito www.sace.it Promesse di crescita che si potranno testare anche in occasione della prossima edizione di World Stone Fair Asia, in programma a Giacarta dal 17 al 21 maggio prossimi.

According to the latest data available as we go to press, supplied by the Confindustria Marmomacchine Studies Center, in the first seven months of 2016 Indonesia was confirmed as one of the most dynamic markets outside of the classic reference contexts for the stone sector. The ASEAN country was, in fact, the twenty-fifth ranking buyer of Italian stone processing machinery, equipment and tools, rising seven rungs from the same period in 2015 with imports worth more than 4.2 million euros. The country also spent 13 million euros on imports of Italian marbles, granites and other ornamental stones, both raw and worked. Particularly significant was the percentage rise in Italian exports to Indonesia of standard and special finished stone products in the first seven months of 2016, an increase of 55%. Figures that show the breadth of growth margins for Italian exports to one of the Asian countries with the greatest development potential, as demonstrated by the macro-economic fundamentals for Indonesia described in the SACE file that can be downloaded from www.sace.it. Growth prospects that will also be verifiable at the upcoming World Stone Fair Asia, to be held in Jakarta from May 17 to 21.

BUSINESSEUROPE: CON L'AUMENTO DEI COSTI LEGATI ALL'ETS A RISCHIO GLI INVESTIMENTI

BUSINESSEUROPE: INVESTMENTS AT RISK DUE TO INCREASED COSTS TIED TO ETS

Una recente indagine di Businesseurope, la Federazione che raggruppa le Associazioni industriali europee tra cui Confindustria, ha rivelato come per il 71% delle Imprese intervistate un aumento dei costi legati all'Emission Trading Scheme (ETS) coinciderà inevitabilmente con una riduzione degli investimenti aziendali. Il costo dei combustibili fossili, il cosiddetto Carbon Cost, è infatti uno dei fattori chiave che influenzano la politica degli investimenti delle imprese manifatturiere su impianti di produzione nuovi o su quelli esistenti. Anche se ciò non comporterà uno spostamento immediato degli impianti produttivi dalla zona EU a paesi terzi, è innegabile che le imprese potrebbero decidere di spostare gradualmente parte dei loro investimenti fuori dall'Europa a causa del "carbon price". Businesseurope ha espresso questa preoccupazione in una recente conferenza cui hanno preso parte alcuni membri del Parlamento Europeo più direttamente coinvolti nel dossier EU-ETS.

A recent survey conducted by Businesseurope, the federation of European manufacturing associations to which Confindustria belongs, revealed that for 71% of the companies interviewed an increase in costs tied to the Emission Trading Scheme (ETS) will inevitable coincide with a reduction in company investments. The costs of fossil fuels, the so-called Carbon Cost, is, in fact, one of the key factors influencing the investment policies of manufacturing companies in regard to new or existent production plants. Although this will not lead in the immediate future to shifting EU-zone production to other countries, it is undeniable that companies could decide to gradually move their investments outside of Europe due to the carbon price. Businesseurope expressed this worry in a recent conference attended by members of the European Parliament most directly involved with EU-ETS issues.


108

SCOPERTO IN ANGOLA IL PIÙ GRANDE GIACIMENTO DI GRANITO NERO AL MONDO

IN ANGOLA THE WORLD’S BIGGEST BLACK GRANITE DEPOSIT DISCOVERED

Il Governo angolano ha annunciato a fine settembre la scoperta da parte dei ricercatori impegnati nel Piano Nazionale di Geologia - il Planageo, un programma statale di mappatura ed esplorazione delle risorse minerarie del paese - di un complesso di 45 mila chilometri quadrati di granito nero nella zona che comprende le province della Huila e del Cunene. Questo bacino supera per estensione q uella considerata fino ad ora la più grande area coperta da granito nero nel mondo, il complesso di Sam Lake in Canada, che si estende per oltre 20 mila chilometri quadrati. Il Ministro della Geologia e delle Miniere dell'Angola, Francisco Queiroz, ha annunciato che a seguito di questa scoperta il Governo intende incentivare la creazione di un sistema di infrastrutture e di una serie di insediamenti industriali per sostenere l'attività di estrazione e lo sfruttamento economico delle grandi riserve di granito di quest'area. A livello statistico, sempre il Ministero della Geologia e delle Miniere riferisce che l'Angola prevede di aumentare le proprie esportazioni complessive di pietre ornamentali da 35.000 a 38.000 metri cubi entro il 2018, anno in cui la produzione raggiungerà i 65.000 metri cubi dagli attuali 60.000. I principali mercati di destinazione dei materiali angolani - in particolare di granito nero - sono Stati Uniti, Emirati Arabi Uniti, India, Cina, Spagna, Egitto, Polonia, Portogallo e Italia. Si segnala che nel 2015 il paese africano ha importato dall'Italia macchine e attrezzature per l'estrazione e la lavorazione dei materiali lapidei per un valore complessivo di circa 7,75 milioni di euro (dati Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE), un dato con ogni probabilità destinato ad aumentare in maniera significativa nei prossimi anni in virtù delle previsioni di crescita del comparto lapideo locale.

In late September the Angolan government announced discovery (by researchers involved in the National Geology Plan – Planageo, a state project of mapping and surveying the country’s mineral resources) of a deposit of 45,000 square kilometers of black granite in the area that includes the provinces of Huila and Cunene. This basin surpasses in extent what was until now considered the world’s largest area covered by black granite, the Sam Lake complex in Canada, which stretches for more than 20,000 square kilometers. The Angolan Minister of Geology and Mining, Francisco Queiroz, announced that due to this discovery the government intends to incentivize creation of a system of infrastructure and industrial settlements to extract granite in the region. On the statistical level, the Geology Ministry also states that Angola expects to increase its overall exports of ornamental stones from 35,000 to 38,000 cubic meters by 2018, the year when output will increase to 65,000 cubic meters from the current 60,000. The main markets for Angolan materials – especially black granite – are the United States, United Arab Emirates, India, China, Egypt, Poland, Portugal and Italy. To be noted is that in 2015 this African country imported Italian machinery and equipment for stone extraction and processing worth around 7.75 million euros (CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center data), a figure surely destined to grow in coming years thanks to growth prospects for the Angolan stone sector stemming from this discovery.


COLLETTIVA ITALIANA ALLA INDIA STONEMART

ITALIAN COLLECTIVE AT INDIA STONEMART 2017

Dal 2 al 5 febbraio l'Exhibition & Convention Center di Jaipur ospiterà la 9a edizione della INDIA STONEMART, fiera biennale di riferimento per il subcontinente indiano dedicata al comparto lapideo e alle macchine e attrezzature complementari. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ha coordinato e promosso anche per il 2017 la partecipazione collettiva delle Aziende del nostro Paese all’evento settoriale indiano, allestendo un’area dedicato alle produzioni italiane che occuperà la parte centrale nella Hall B del quartiere fieristico. Sono CONS. PROD. MARMO BOTTICINO CLASSICO, DELLAS, G.D.A., GV OROSEI MARBLES, LA QUADRIFOGLIO MARMI E GRANITI, MARGRAF, MEGADYNE GROUP/SAMPLA BELTING, NICOLA FONTANILI, PIZZUL e SARDEGNA MARMI i marchi che esporranno alla INDIA STONEMART 2017. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE sarà direttamente presente in fiera con un proprio Stand Associativo/Meeting point Italia e le Imprese della collettiva e i Soci in visita potranno contare sui servizi di assistenza in loco del personale dell'Associazione.

From February 2 to 5 the Jaipur Exhibition & Convention Center will be hosting the 9th edition of INDIA STONEMART, a biennial reference event for the Indian subcontinent devoted to the stone and stone technology sectors. Again for 2017 CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE has coordinated and promoted a collective exhibit of Italian stone and techno-stone companies at this Indian event, organizing a dedicated area that will occupy the central part of Hall B in the fair complex. CONS. PROD. MARMO BOTTICINO CLASSICO, DELLAS, G.D.A., GV OROSEI MARBLES, LA QUADRIFOGLIO MARMI E GRANITI, MARGRAF, MEGADYNE GROUP/SAMPLA BELTING, NICOLA FONTANILI, PIZZUL and SARDEGNA MARMI are the brands that will be exhibiting at INDIA STONEMART 2017. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE will also be on hand with its own stand/Meeting Point Italia and the exhibiting companies and members attending the show will be able to rely on on-site assistance from the association’s personnel.

109


110

UN QUADRO ECONOMICO MONDIALE IN TENUTA, NONOSTANTE TUTTO

IN SPITE OF EVERYTHING, THE GLOBAL ECONOMIC PICTURE IS STABLE

Nello scenario economico globale e italiano paiono prevalere i segnali di tenuta. L’incertezza politica internazionale rimane molto elevata, a causa sia delle incognite della Brexit (una partita difficile e tutta da giocare) sia degli appuntamenti elettorali europei; però qualche fonte di instabilità, effettiva o potenziale, è venuta meno, stando agl analisti del Centro Studi Confindustria. Sono soprattutto i dati quantitativi e qualitativi a puntare verso una crescita senza cedimenti, anche se a livello mondiale è complessivamente modesta e molto difforme tra paesi, specie europei. Nel complesso, l’aumento della domanda internazionale resta fiacco, sebbene con una ricomposizione geografica più favorevole in particolare verso USA e UE, mercati noti, vicini e di riferimento per il nostro Made in Italy rispetto agli emergenti. Nell’economia americana hanno infattiaccelerato manifatturiero e terziario, con gli ordini che garantiscono ulteriori progressi. La Cina tiene diligentemente il ritmo pianificato, ma anche gli altri BRIC registrano miglioramenti, soprattutto Brasile e Russia che hanno vissuto pesanti recessioni. La Germania, cartina di tornasole della congiuntura internazionale, avanza a un passo ben superiore al previsto. Il PIL italiano nei mesi estivi è tornato ad avanzare anche più dell’atteso, ma non sembra un risultato replicabile in autunno. Almeno non secondo gli indici anticipatori. Per il 2017 la Legge di bilancio fornisce un. buon impulso, ricorrendo a maggior deficit e facendo potentemente leva sugli investimenti privati (oltre che rimpinguando quelli pubblici). Il Governo valuta in 0,4 punti percentuali la crescita addizionale; ma potrebbe essere maggiore se i sostegni fiscali generassero acquisti di macchinari e impianti aggiuntivi, come i nuovi giudizi sugli ordini sembrano suggerire.

The global and Italian economic scenarios appear to be holding steady. The international political situation remains very uncertain due to the unknowns stemming from Brexit (a difficult match, still all to be played) and upcoming European elections. However, some sources of instability, real or potential, have lessened, according to Confindustria Studies Center analysts. It is above all data on quantity and quality that point towards growth without backsliding although worldwide growth is modest on the whole and differs from country to country, especially in Europe. Overall, the increase in international demand remains weak, especially in the US and EU, reference markets closer to Italy’s than the emergent. On the American market, in fact, there have been uptakes in the manufacturing and services sector, with orders that guarantee further progress. China is diligently holding to its planned rate of development and even the other BRICS are showing improvements, especially Brazil and Russia, which had undergone heavy recessions. Germany, a litmus test for the international situation, is growing at a rate better than predicted. This summer Italy’s GDP grew more than expected although this will probably not be repeated in the fall, at least not according to forecasts. For 2017 the Italian budgetary law will provide good impetus, with recourse to a higher deficit and heavy leverage on private investments (as well as cutting back on the public). The Italian government expects there will be 0.4% addition growth but this could be greater if fiscal supports generate purchases of additional production machinery and installations, as new opinions on orders seem to suggest.


Innovative diamond tooling Diamut manufactures custom made blends of diamond and alloy tools which have been GHYHORSHGDQĢHOGWHVWHGWRPHHWFXVWRPHUUHTXLUHPHQWV'LDPXW˸VLQGHSWKNQRZOHGJHRIWKH GLIIHUHQWPDFKLQHVRQWKHPDUNHWWRJHWKHUZLWKWKHDELOLW\WRYDU\PDWHULDOEOHQGVLQLQGLYLGXDO WRROV IRU RSWLPDO SHUIRUPDQFH DOORZV WKH EUDQG WR SURYLGH D WDLORUPDGH VROXWLRQ IRU HYHU\ PDFKLQLQJUHTXLUHPHQWRQDQ\PDFKLQH Diamut crea miscele di diamante e legante personalizzate, utensili studiati sulla base delle esigenze del cliente e testati sul campo. La profonda conoscenza dei diversi macchinari presenti sul mercato unita alla possibilità di differenziare in modo ottimale le miscele nei singoli utensili permette a Diamut di fornire una soluzione personalizzata per ogni esigenza di lavorazione, qualunque sia la macchina utilizzata.

diamut.com


NUOVO REGIME DAZIARIO SUL MERCATO INDIANO

112

Confindustria Marmomacchine ha recentemente informato le Aziende del comparto marmifero nazionale che dal 1 ottobre u.s. è entrato in vigore un nuovo regime di dazi per l’importazione di materiali lapidei in India, voluto dal Governo centrale indiano. Stando alle nuove regole, i dazi doganali di base applicati all’import di materiali esteri identificati dai seguenti codici H.S.: 25151100 - 25151210 – 25151220 – 25151290 – 68021000 – 68022110 – 68022120 – 68022190 - 68022900 vengono portati al 40% (excluding Education Cess-2%, Secondary and Higher Education Cess-1%, Countervailing Duty(CVD)-12.5%, Additional CVD-4%, qualora applicabili). Nella nota di Confindustria Marmomacchine, redatta in base alle informazioni ricevute da ICE New Delhi, si specifica che quelle indicate sono le percentuali dei dazi base. In alcuni casi, infatti, a tali percentuali vanno sommate quelle sopracitate tra parentesi. È il caso dei seguenti H.S. Code - 25151220, 25151290 – per i quali l’aliquota di accisa totale (effettiva) è di 65.594% (sommando Basic Customs Duty-40%, Education Cess-2%, Secondary and Higher Education Cess-1%, Countervailing Duty(CVD)-12.5%, Additional CVD-4% comprese). Accanto all'innegabile criticità dell’incremento delle percentuali daziarie introdotte, nella nota confindustriale si è comunque sottolineato come la nuova policy abbia cancellato il regime indiano delle licenze per l’import di materiali lapidei che era stato nel recente passato un gravoso ostacolo d’accesso al mercato del sub-continente.

INDIA’S NEW CUSTOMS REGIME Confindustria Marmomacchine recently informed Italian stone companies that the new customs regime for India’s imports of stone materials took effect on October 1, 2016. According to the new regulations set by the Indian government, basic customs duties applied to imports of foreign stones identified by customs codes H.S.: 25151100 - 25151210 – 25151220 – 25151290 – 68021000 – 68022110 – 68022120 – 68022190 – 68022900, will be increased to 40% (excluding Education Cess-2%, Secondary and Higher Education Cess-1%, Countervailing Duty (CVD)-12.5%, Additional CVD-4%, where applicable). Confindustria Marmomacchine’s circular, written on the basis of information received from ICE New Delhi, specifies that these are basic customs duty percentages. In some cases, in fact, these percentages are added to those given here in parenthesis. This is the case with the following H.S. Codes - 25151220, 25151290 – for which the effective total customs duty is 65.594% (adding together Basic Customs Duty-40%, Education Cess-2%, Secondary and Higher Education Cess-1%, Countervailing Duty (CVD)12.5%, Additional CVD-4% included). In addition to the undeniably critical increase in customs duty percentages, the circular also stresses how the new policy has annulled the Indian regime of permits for importing stone materials that in the recent past was a serious obstacle to accessing the Indian market.


INDONESIA: COLLETTIVA ICE/CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ALLA WORLDSTONE FAIR-INDOBUILDTECH 2017 DI JAKARTA

INDONESIA: ICE/CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE GROUP EXHIBIT AT THE 2017 WORLDSTONE FAIR-INDOBUILDTECH SHOW IN JAKARTA

Dopo la positiva esperienza del 2016, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - in collaborazione con l'Ufficio Tecnologia Industriale, Energia e Ambiente di ICE-Agenzia - organizzerà anche quest'anno la Partecipazione Collettiva Italiana alla fiera WORLDSTONE FAIR (Jakarta, 17-21 maggio), evento indonesiano dedicato all'industria lapidea e alle tecnologie complementari organizzato nel quadro di INDOBUILDTECH, la più importante manifestazione rivolta al comparto dell'edilizia e delle costruzioni nell’area del Sud-Est Asiatico. Si segnala che grazie al contributo pubblico previsto per il comparto tecno-lapideo nel Piano Promozionale 2017, la partecipazione all'interno della collettiva italiana a Jakarta permetterà una significativa riduzione della quota di adesione per le aziende. Per ricevere maggiori dettagli sull'iniziativa è possibile contattare l'Uff. Fiere dell'Associazione.

After a successful experience in 2016, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE – in cooperation with the Industrial Technology, Energy and Environment Office of ICE-Italian Trade Agency – will be organizing collective Italian participation at the 2017 WORLDSTONE FAIR show in Jakarta (May 17-21), the big Indonesian event devoted to the stone industry and stone technology held in the framework of INDOBUILDTECH, the biggest Southeast Asian building tradeshow. To be noted is that, thanks to public funds allocated to the Italian techno-stone sector in the 2017 Promotional Plan, Italian companies exhibiting at the Jakarta show will enjoy a considerable reduction in stand fees. For more details, contact the association’s Events Office.

113


114

CILE: SETTORE IMMOBILIARE, OLTRE 10 MLD DI US$ DI INVESTIMENTI NEI PROSSIMI 5 ANNI

EUROSTAT: DAL '95 IN ITALIA IL PESO DELL'INDUSTRUA SUL PIL È SCESO DAL 23,9% AL 18,8%

Secondo gli ultimi dati pubblicati dalla CBC - Corporación de Bienes de Capitales, il ranking degli investimenti previsti per il quinquennio 2016-2020 in Cile vede come sempre al primo posto quelli destinati al settore energetico, con 11,7 miliardi di US$, ma il settore immobiliare si situa sorprendentemente al secondo posto con 10,2 miliardi, per la prima volta nella storia recente del paese davanti al settore minerario, fermo a 6 miliardi. Il 74,7% degli investimenti del settore immobiliare saranno destinati al comparto dell'edilizia residenziale (ben 172 i progetti in essere nei prossimi 5 anni), mentre la parte restante riguarderà il settore delle costruzioni ad uso commerciale (mall, locali, piccole attività). La classifica per aree vede al primo posto la Regione Metropolitana, con il 69,5% del totale degli investimenti e 177 progetti, seguita dalla Regione di Antofagasta, a Nord del paese, con il 9%.

Secondo un rapporto diffuso dall'Eurostat che analizza il periodo 1995-2015, in vent'anni il peso dell'industria in Italia - costruzioni escluse - è passato dal 23,9% al 18,8% del Pil. Un trend in linea con la media dell'Ue, passata dal 23,3% al 19,3%. Unica eccezione la Germania, che ha mantenuto tutto il suo peso industriale (con un calo quasi nullo: dal 26,1% al 25,9%). Più forte invece la deindustrializzazione della Francia, passata dal 19,2% al 14,1%. In Europa, nonostante il declino dell'industria, il settore nel 2015 impiega ancora il 15% della forza lavoro, contro il 20,9% del 1995. In Italia gli addetti nell'industria erano il 22,5%, mentre oggi rappresentano il 16,9%.

CHILE: MORE THAN $US10 BILLION TO BE INVESTED IN REALTY IN THE NEXT 5 YEARS According to the latest data published by the CBC - Corporación de Bienes de Capitales, the ranking of investments for the five-year 2016-2020 period in Chile has, as always, energy in the top slot with $US 11.7 billion, but the real estate sector surprisingly comes second, with $US 10.2 billion, for the first time in the country’s history surpassing the mining sector ($US 6 billion). A good 74.7% of investments in the property sector will be destined for housing (172 projects for the next 5 years) while the rest will concern commercial constructions (malls, bars and restaurants, small businesses). In first place in location terms is the metropolitan area, with 69.5% of total investments and 177 projects, followed by the region of Antofagasta in the north, with 9%.

EUROSTAT: SINCE ’95 IN ITALY THE WEIGHT OF INDUSTRY ON GDP HAS FALLEN FROM 23.9% TO 18.8% According to a report EUROSTAT published that analyzes the period from 1995 to 2015, in Italy the weight of industry (excluding building) on GDP fell from 23.9% to 18.8%. A trend in line with the EU average, which fell from 23.3% to 19.3%. The only exception was Germany, which fully maintained its industrial weight (with a negligent dip from 26.2% to 25.9%). There was an even heavier decline in the weight of manufacturing in France, down from 19.2% to 14.1%. In Europe, despite the decline of industry, in 2015 the manufacturing sector still employed 15% of the work force, compared to 20.9% in 1995. In Italy in 1995 employees in the sector accounted for 22.5% of the total, while today they make up 16.9%.


116

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AL SERVIZIO DELLE IMPRESE ANCHE A MARMOMACC 2016

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AT THE SERVICE OF COMPANIES AT MARMOMACC 2016,TOO

La grande vetrina espositiva di MARMOMACC (Verona, 28 settembre/1 ottobre) si è confermata una proficua occasione di incontro tra CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, le Imprese Associate, gli operatori italiani e stranieri del comparto tecnomarmifero, le delegazioni estere e i rappresentanti istituzionali in visita in fiera, che come di consueto hanno potuto fare affidamento sui servizi e sulla collaudata accoglienza della Lounge/Meeting Point dell'Associazione confindustriale di riferimento per il settore lapideo nazionale. Presso lo stand CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - che come per le passate edizioni di MARMOMACC ha ospitato anche un apprezzato wine-bar/angolo degustazioni - il personale dell'Associazione è stato a disposizione dei Soci e degli operatori interessati a ricevere informazioni ed approfondimenti sui servizi associativi (dall'attività tecnico normativa a quella più spiccatamente promozionale, dalle tematiche sindacali alle statistiche di settore) e sulle opportunità e le convenzioni rivolte alle imprese. I visitatori hanno inoltre potuto trovare in distribuzione il Directory/Annuario Associativo - unitamente al supporto multimediale USB - con i recapiti completi delle Aziende Associate, e l’ultimo numero della rivista MARMOMACCHINE INTERNATIONAL.

The great MARMOMACC 2017 showcase (Verona, September 28/October 1) was a fine occasion for meetings between CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, its member companies, operators in the Italian and international stone sectors, foreign delegations and visiting representatives of institutions, who as usual could rely on the services and welcome offered at the Lounge/Meeting Point of the Italian stone sector’s reference association. At the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE stand – which, as in past editions of MARMOMACC, also hosted a muchliked wine bar/tasting corner – the association’s personnel were at the disposal of operators interested in getting information about its work (from technical standardization to the more outstandingly promotional to union matters and sector statistics gathering) and the opportunities and agreements it offers companies. Visitors could get copies of the association’s Directory/Yearbook plus USB support, containing full addresses of member companies, as well as the latest issue of MARMOMACCHINE INTERNATIONAL. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE personnel also provided information about and promoted official Italian partici-


Il personale dell'Associazione ha svolto inoltre attività di informazione e promozione delle partecipazioni ufficiali italiane coordinate dall’Associazione alle primarie manifestazioni fieristiche internazionali, fornendo alle aziende l’opportunità di prenotare per tempo uno spazio espositivo alle principali iniziative fieristiche 2017. Nel corso delle giornate espositive di Verona presso lo stand associativo sono stati presenti anche i funzionari di SACE per presentare alle Aziende associate le principali soluzioni sui temi dell'assicurazione, del finanziamento e della gestione dei crediti.

pation in the group exhibits that the association coordinates at major international tradeshows, giving companies the opportunity to book stand space in advance at the main shows to be held in 2017. During the Verona show the association’s stand also hosted officials from SACE – the Italian insurance and credit for exports company – who talked to member companies about what SACE provides in terms of insurance, financing and credit management.

117


118

NEL 2016 IN ITALIA PREVISTI INVESTIMENTI PER OLTRE 1 MLD DI EURO NEL SETTORE ALBERGHIERO

IN 2016 ITALY EXPECTED TO HAVE INVESTED MORE THAN A BILLION EUROS IN THE HOTEL SECTOR

Sulla base delle previsioni contenute in uno studio condotto da EY e Aica (Associazione italiana Confindustria Alberghi) il 2016 sarà un anno record per gli investimenti nel settore alberghiero in Italia, che supereranno il miliardo di euro. Il mercato alberghiero italiano - si legge nella ricerca - grazie ai risultati positivi degli ultimi anni sta infatti catalizzando l'interesse degli investitori. Con 770 milioni di euro di transazioni già concluse alla fine del terzo trimestre, si prevede che il volume degli investimenti nel settore dell'ospitalità supererà nel 2016 la soglia di un miliardo (toccata soltanto una volta nel periodo pre-crisi), confermando il trend in continua crescita degli ultimi tre anni. Le città che offrono più opportunità di investimento negli alberghi sono Milano e Roma, seguite da Firenze e Venezia, come dimostrano le numerose aperture previste nei prossimi anni. A investire negli hotel italiani sono soprattutto operatori internazionali, in particolare mediorientali.

On the basis of forecasts contained in a study conducted by EY and AICA (the Italian Confindustria Hotel Association), 2016 will have been a record year for hotel investments in Italy, which will surpass a billion euros. The Italian hotel market – the survey states – thanks to good results in recent years is, in fact, attracting investor interest. With 770 million euros in transactions already concluded by the end of the third quarter, it is expected that the volume of investments in this sector by the end of 2016 will surpass the billion-euro threshold (reached only once prior to the recession), confirming the continual growth trend of the past three years. The cities offering the most investment opportunities for hotels are Milan and Rome, followed by Florence and Venice, as shown by the numerous openings expected in coming years. Investors in Italian hotels are mainly international operators, in particular from the Middle East.

NUOVE REGOLE PER LE BANCHE: UNA BASILEA 4 ALL’ORIZZONTE?

NEW RULES FOR BANKS: A BASEL 4 ON THE HORIZON?

Secondo le stime elaborate dalla federazione bancaria europea (Fbe), e illustrate dall’Abi, i nuovi standard sui requisiti di capitale, già battezzati Basilea 4, potrebbero far salire di quasi 900 miliardi il capitale "core" chiesto agli istituti, 55% in più dei 1.574 miliardi di che hanno oggi. In altre parole adottare la revisione di Basilea 3 significherebbe per una banca europea dover avere più capitale per dare altro credito o razionare il credito per evitare nuove ricapitalizzazioni. Il nuovo pacchetto di regole per le banche ha tuttavia come scopo principale quello di ridurre i rischi del sistema e di chiudere quelle falle ancora aperte nell'architettura finanziaria post-crisi. Tra gli interventi più importanti, Bruxelles proporrà che esse abbiano un livello minimo di capacità di assorbire le perdite (TLAC), per essere sicuri che possano finire sotto risoluzione, se necessario. Evitando in tal modo il paradosso economico del "Too Big To Fail" che si tristemente imparato a conoscere con la crisi dei mutui sub-prime USA del 2008.

According to estimates drafted by the European Banking Federation (EBF) and illustrated by the Italian Banking Association (ABI), the new standards for capital requirements, already christened Basel 4, could make the core capital required of banks rise to nearly 900 million, 55% more than the 1.574 billion they have today. In other words, for a European bank, adopting the revision of Basel 3 would mean having to have more capital to give more credit or to ration credit to avoid new capitalizations. Nevertheless, the new package of rules for banks is mainly aimed at reducing system risks and closing the cracks already opened in postcrisis financial architecture. Among the most important interventions, Brussels will propose that banks have a minimum Total Loss- Absorbing Capacity (TLAC) to be sure that they can finish under resolution, if necessary. Thus avoiding the “too big to fail” economic paradox that we sadly got acquainted with thanks to the sub-prime mortgage crisis in the US in 2008.


ƌĞƐŝŶĂƉƉůŝĐĂƟŽŶ ĐĂƌǀŝŶŐ

ǁǁǁ͘ƚĚƌŽďŽƟĐƐ͘ĐŽŵ

TECHNOLOGY FOZGROWIN N G BUSIN NESSES

ĚŝĂŵŽŶĚǁŝƌĞƐĂǁ

stoƌes͗ heƌe the ƌŽďŽt can gƌaď Ěŝīeƌent eŶĚͲeīectoƌs aŶĚtŽŽůs

/ŶŶŽǀĂƟŽŶŵĞĂŶƐĐŚĂŶŐĞ͕ĂĐŚĂŶŐĞƚŚĂƚŚĂƐĂƉŽƐŝƟǀĞŝŵƉĂĐƚŽŶƚŚĞĂĐƟǀŝƚLJŽĨŽƵƌĐŽŵƉĂŶLJ͗ƉĞƌƐŽŶŶĞůƌĞŽƌŐĂŶŝnjĂƟŽŶĂŶĚ ƌĞĚƵĐƟŽŶŽĨůĂďŽƵƌĐŽƐƚƐ͕ƉƌŽĚƵĐƟŽŶƋƵĂůŝƚLJĂŶĚŇĞdžŝďŝůŝƚLJ͕ĂǁŝĚĞƌƌĂŶŐĞŽĨƉƌŽĚƵĐƚƐĂŶĚƐĞƌǀŝĐĞƐ͘ KƵƌ>ĂƉŝƐLJƐƚĞŵƌŽďŽƚƐĚŽĞdžĂĐƚůLJƚŚŝƐ͗ƚŚĞLJŝŶƚĞŐƌĂƚĞĂůůƐƚŽŶĞǁŽƌŬŝŶŐƉƌŽĐĞƐƐĞƐŝŶƚŽĂƐŝŶŐůĞǁŽƌŬŝŶŐƐLJƐƚĞŵ͘ƐŝŶŐůĞƌŽďŽƚ ĐĂŶĐƵƚ͕ĐĂƌǀĞ͕ƌĞƐŝŶ͕ŵŽǀĞĂŶĚƐƚŽƌĞ͘>ĂƉLJƐŝƐƚĞŵŝƐƚŚĞƋƵŝĐŬĞƐƚ͕ŵŽƐƚƌĞůŝĂďůĞ͕ƐƵŝƚĂďůĞĂŶĚĚLJŶĂŵŝĐĂŶƐǁĞƌƚŽƚŚĞĐŚĂůůĞŶŐĞƐ ŽĨ ƚŚĞ ŐůŽďĂů ŵĂƌŬĞƚ͘ /ƚ ŝƐ ŐƵĂƌĂŶƚĞĞĚ ďLJ dΘ ZŽďŽƟ Đ͛Ɛ ůŽŶŐƐƚĂŶĚŝŶŐ /ƚ ŝƐ ŐƵĂƌĂŶƚĞĞĚ ďLJ ŝŶƚĞƌŶĂƟŽŶĂů ƚĞĐŚŶŽůŽŐŝĐĂů ƉĂƌƚŶĞƌƐůŝŬĞ͘/ƚŝƐŐƵĂƌĂŶƚĞĞĚďLJĂŶƵŶƉĂƌĂůůĞůĞĚƉŽƐƚͲƐĂůĞƐĞƌǀŝĐĞ͘/ƚŝƐŐƵĂƌĂŶƚĞĞĚďLJƚŚĞϮϬŬŝƚĐŚĞŶƚŽƉƐƉƌŽĚƵĐĞĚďLJĂ ƐŝŶŐůĞƌŽďŽƚŝŶĂƐŝŶŐůĞĚĂLJ͕ǁŝƚŚŽƵƚƚŚĞƉƌĞƐĞŶĐĞŽĨŽƉĞƌĂƚŽƌƐĂŶĚŝŶĂƐƉĂĐĞƐŵĂůůĞƌƚŚĂŶϲϬƐƋƵĂƌĞŵĞƚƌĞƐ͘ dŚŽƵƐĂŶĚƐŽĨƐĐƵůƉƚƵƌĞƐ͕ďĂƐŝŶƐ͕ƐŝŶŬƐ͕ĂŶĚĨŽƵŶƚĂŝŶƐĂƌĞƉƌŽĚƵĐĞĚďLJŽƵƌĐƵƐƚŽŵĞƌƐĞǀĞƌLJLJĞĂƌ͕ĂůůŽǀĞƌƚŚĞǁŽƌůĚ͘ZŽďŽƚƐ ĂƌĞŶŽƚĂĨƌĂŝĚŽĨĚĂƌŬŶĞƐƐŽƌĐŽůĚ͖ƚŚĞLJǁŽƌŬĂƚŶŝŐŚƚĂŶĚĂůŽŶĞ͖ƚŚĞLJŶĞǀĞƌĂůůŽǁƚŚĞŵƐĞůǀĞƐĂŶLJďƌĞĂŬ͖ƚŚĞLJŶĞǀĞƌĨĂůůŝůů͘ dΘZŽďŽƟĐƐ

dΘZŽďŽƟĐƐ

ŝŶĨŽΛƚĚƌŽďŽƟĐƐ͘ĐŽŵ


120

RELAZIONI INDUSTRIALI: CONFERMATA LA CENTRALITÀ DEL CPNL

INDUSTRIAL RELATIONS: THE CENTRALITY OF THE CPNL CONFIRMED

Anche nel recente rinnovo del CCNL Lapidei Industria è stata ribadita l’importanza ed il ruolo dell’Organismo Paritetico Nazionale di settore, il Comitato Paritetico Nazionale Lapidei (CPNL), Comitato istituito ai sensi del CCNL nell'ottobre del 2013 e partecipato in forma paritetica da Confindustria MARMOMACCHINE, Anepla, Fillea CGIL, Filca CISL e Feneal UIL. La centralità del CPNL, presieduto nell'ultimo triennio dall'imprenditore carrarese Giancarlo Tonini, è stata ribadita in particolare per quanto concerne le tematiche della sicurezza e della prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro, una materia che verrà presidiata attraverso la costituzione, all’interno del Comitato entro tre mesi dalla data di stipula del ccnl, di una Commissione incaricata di seguire le problematiche relative all’ambiente ed alla sicurezza. La Commissione avrà anche lo scopo di adeguare lo schema di formazione/informazione allegato al ccnl, facendo riferimento esplicito al protocollo Stato/Regioni del 21 dicembre 2011, in particolare per quanto concerne la formazione dei neoassunti. Il CPNL, nello svolgimento delle sue attività a supporto delle aziende e dei lavoratori del comparto, si avvale dei contributi stabiliti dal CCNL che le aziende sono tenute a versare ma che nel recente rinnovo del Contratto di lavoro sono rimasti invariati. Per avere tutte le informazioni in merito a importi e scadenze di versamento dei contributi dovuti al CPNL da parte delle aziende che applicano il CCNL Lapidei e Industria è possibile scrivere a: cpnlapidei@gmail.com

Even in the recent renewal of the nationwide stone sector labor contract, the importance was reiterated of the Joint National Stone Committee (CPNL), instituted as per the nationwide labor contract stipulated in October 2013 and jointly participated in by Confindustria Marmomacchine and Anepla (for management) and the Fillea CGIL, Flica CISL and Feneal UIL labor unions. The centrality of the CPNL, headed for the past three years by Carrara businessman Giancarlo Tonini, was reiterated in particular for what concerns the issues of workplace safety and accident prevention, a subject that will be dealt with through the constitution (within the joint committee, within three months of the date of labor contract stipulation) of a commission tasked with examining the problems tied to safety and the environment. The commission will also be tasked with updating the training/information file attached to the contract, making explicit reference to the State/Regions protocol of December 21, 2011, in particular as concerns job training for new hires. In carrying out its work in support of sector management and employees, the Joint National Stone Committee avails itself of the contributions established by the labor contract, which companies are obliged to pay but that have remained unchanged. For all information in regard to the amounts and due-dates for contribution payments by the companies applying the nationwide stone labor contract, it is possible to write to: cpnlapidei@gmail.com.


AUSTRIA: PROGETTI DI RIQUALIFICAZIONE URBANA A VIENNA

AUSTRIA: URBAN RENEWAL PROJECTS IN VIENNA

La capitale austriaca è al centro di una serie di importanti progetti di riqualificazione del proprio tessuto urbano. Tra gli altri, si segnalano i lavori per la riconversione degli uffici del telegrafo di epoca asburgica situati vicino alla Borsa, una superficie di oltre 6 mila mq che verrà suddivisa in 39 unità abitative, oltre ad uffici e parcheggi sotterranei. Per questo progetto, di particolare rilievo vista la posizione in città, è previsto un investimento di 95 milioni di euro fino all’autunno 2018. Altri progetti di riqualificazione del centro di Vienna riguarderanno il Fleischmarkt, lo storico edificio dell’amministrazione delle poste asburgiche, che ospiterà un albergo, per investimenti da 65 milioni di euro, mentre nell’area dell’ex Rosenhügel-Filmstudios verranno costruiti sette edifici per un totale di 204 appartamenti, per un costo totale di 50 milioni di euro.

The Austrian capital is the focus of a series of big urban renewal projects. Among others, work is planned to convert the Habsburg-era telegraph offices near the stock exchange, whose more than 6,000 square meters will be divided into 39 apartments, plus offices and underground parking. Given its important position in the city, this project foresees an investment of 95 million euros and completion by fall 2018. Other urban renewal projects concern the Fleischmarkt, the historic building that formerly housed the Habsburg postal administration offices (to be converted into a hotel, for an investment of 65 million euros) while on the site of the Rosenhügel-Filmstudios will be built seven buildings for a total of 204 apartments at an overall cost of 50 million euros.

BRASILE: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE PRESENTE ANCHE PER IL 2017 ALLA VITORIA STONE FAIR

BRAZIL: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE RETURNS TO VITORIA IN 2017

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE sarà presente anche per il 2017 alla VITORIA STONE FAIR di Vitoria (14-17 febbraio) - la più importante manifestazione del Sud America dedicata al settore delle pietre ornamentali e delle relative tecnologie d'estrazione e lavorazione, che nella passata edizione ha contato oltre 420 espositori, dei quali 27 italiani - attraverso un proprio stand istituzionale/meeting-point Italia con i consueti servizi di assistenza e supporto per le Aziende Associate espositrici o in visita. Gli operatori e le aziende presenti a Vitoria potranno trovare in distribuzione anche l'ultima edizione di MARMOMACCHINE INTERNATIONAL, rivista settoriale di riferimento a livello internazionale patrocinata da CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE.

Again in 2017 CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE will be exhibiting at the Vitoria Stone Fair in Vitoria, Brazil – South America’s biggest stone and stone technology show, which in 2016 had more than 420 exhibitors, 27 of them Italian – with its own official stand/Meeting Point Italia offering the customary assistance and support services to Italian companies exhibiting at or visiting the event. Here operators and visitors at the Vitoria show will also be able to get the latest edition of MARMOMACCHINE INTERNATIONAL, the stone sector magazine of international reference published by CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE.

121


CINA: FICHE DA 10 MLD EURO SULL'EUROPA CENTRO-ORIENTALE

122

CHINA: 10 BILLION EURO FINANCING FOR CENTRAL-EASTERN EUROPE

Secondo quanto comunicato recentemente dalla Industrial and Commercial Bank of China, il governo cinese ha recentemente varato un fondo da dieci miliari di euro per finanziare progetti di in Europa Orientale e Centrale. Un annuncio, quello della Commercial Bank of China che segue di pochi mesi quello di un investimento made in China di 18 miliari di sterline per la costruzione di un impianto nucleare in UK. Il nuovo fondo di dieci miliardi di euro è stato ufficializzato a Riga dal premier cinese Li Keqiang durante una visita istituzionale in Lettonia. Obiettivo del fondo, affidato alla guida della Sino-CEE Financial Holdings Ltd, è quello di raccogliere fino a 50 miliardi di euro per la realizzazione di progetti sia nel settore infrastrutture, che high-tech e beni di consumo nei paesi europei dell'area, senza escludere il coinvolgimento di altri paesi UE se funzionali alla realizzazione dei progetti inseriti nel programma del fondo. Ciò che è certo è che la scommessa finanziaria sul Centro-Est Europa da parte del Governo cinese è di quelle che possono cambiare gli equilibri commerciali in quella che è da molti definita la nuova "Via della Seta".

According to what was recently announced by the Industrial and Commercial Bank of China, the Chinese government has set up a 10-million-euro fund to finance projects in Eastern and Central Europe. This announcement comes on the heels of a Chinese investment of 18 billion pounds sterling to build a nuclear reactor in the UK. The Chinese Prime Minister, Li Keqiang, made the new fund of 10 billion euros official in Riga during a state visit to Latvia. The purpose of the fund, entrusted to the guide of SinoCEE Financial Holdings Ltd., is to collect up to 50 billion euros to finance projects in infrastructure, high-tech and consumer goods in European countries in the region, without excluding the involvement of other EU countries if useful to creating the projects for which the funds are allotted. What is certain is that the Chinese government’s financial wager on Central-Eastern Europe is one that can change balances of trade along what many are calling the new “Silk Road”.

NEL 2019 ANCHE MOSCA AVRÀ UN BULGARI HOTEL

IN 2019 MOSCOW WILL HAVE A BULGARI HOTEL, TOO

Il noto brand del lusso Bulgari ha in programma di aprire il suo primo omonimo hotel a Mosca, nella zona della centralissima Nikitsky Boulevard. Sarà il settimo Hotel Bulgari nel mondo dopo le varie aperture succedutesi negli ultimi anni a Milano (2004), Bali (2006), Londra (2012). Per Shanghai, Pechino e Dubai si dovrà invece attendere il 2017. Il progetto - il cui costo è stimato in circa 200 milioni di US$ - è stato ideato dallo studio italiano Antonio Citterio Patricia Viel and Partners (che ha già curato i progetti architettonici e di interior design di tutti i Bulgari Hotel del mondo) e sarà realizzato da Storm Properties (società moscovita specializzata in piani di sviluppo immobiliare) in collaborazione con Atrium (prestigioso studio russo di architettura). L'hotel consterà di 65 camere e suite - tra le quali una Bulgari Suite da 300 mq con terrazza di altri 600 mq - e ospiterà al suo interno anche un ristorante di lusso ed una spa di 1.600 mq.

Italy’s Bulgari brand is planning to open its first luxury hotel in Moscow, in the very central Nikitskly Boulevard area. This will be the seventh Bulgari Hotel in the world, after various openings in recent years: Milan (2004), Bali (2006), London (2012), with Shanghai, Beijing and Dubai slated for 2017. The hotel – expected to cost about US$200 million – was designed by the Italian architecture firm, Antonio Citterio Patricia Viel and Partners (also famous for the design and interior design of all the Bulgari Hotels worldwide) and will be built by Storm Properties (a Moscow company specialized in realty development) in cooperation with Atrium (a prestigious Russian architecture firm). The hotel will have 65 rooms and suites – including a Bulgari Suite of 300 square meters plus 600-square-meter terrace – and include a luxurious restaurant and 1,600 square meter spa.


Serviice e Sponsor


Top speaking Top speaking

124

Intermac a Marmomacc 2016: l’esordio di una tecnologia di nuova generazione

Intermac at Marmomacc 2016: the debut of new-generation technology Intermac svela ufficialmente a Marmomacc 2016 i nuovi centri di lavoro Master, pronti a definire ancora una volta lo stato dell’arte della tecnologia per la lavorazione della pietra, e si presenta insieme a Donatoni Macchine in una nuova location.

At Marmomacc 2016 Intermac officially revealed its new Master work centers - poised to once again define the state-of-the-art in stone-working technology - and together with Donatoni Macchine exhibited at a new stand.

Ad un anno esatto dall’annuncio della loro importate partnership strategica - ufficializzata proprio in occasione dell’edizione 2015 di Marmomacc - Intermac e Donatoni Macchine hanno deciso di presentarsi sul palcoscenico fie-

Exactly a year after announcement of their important strategic partnership – made official right at the 2015 edition of Marmomacc – Intermac and Donatoni Macchine decided to exhibit for the first time together at the Verona event at an imposing stand covering 1,300


ristico veronese per la prima volta insieme nella cornice di un imponente stand di 1.300 mq. Undici macchinari per esibire una gamma di soluzioni tra le più complete ed evolute del panorama della lavorazione della pietra, concretizzando la sinergia sviluppata nel corso dell’ultimo anno tra due Aziende leader del settore. Siedono al tavolo con noi: Matteo Traini, Direttore Sviluppo Prodotto della divisione “Glass e Stone” di Intermac; Luca Donatoni, Sales Area Manager di Donatoni Macchine. Nello stand sono presenti due macchinari della nuova gamma: Master 33.3 e Master 38.3. L’idea dei centri di lavoro Master è posizionare l’operatore al centro della progettazione della macchina, offrendo un incremento del comfort e della tecnologia. Qual è la novità principale della tecnologia messa a punto per questa nuova gamma di macchinari? Matteo Traini – Il nostro settore ha diversi gradi di complessità, si va da chi deve realizzare enormi superfici di pavimentazioni e di rivestimenti nel più breve tempo possibile e con la maggior uniformità possibile, a chi realizza capolavori, pezzi unici che non sono ripetibili e sono costosissimi in termini di materia prima. Presentiamo in anteprima i centri di lavoro orizzontali che hanno reso famosa Intermac in tutto il mondo dopo due anni e mezzo di lavoro su ogni minimo dettaglio per incontrare le aspettative dei nostri clienti. Qui l’operatore macchina è al centro, per cui abbiamo realizzato una macchina ergonomica, rendendo agevole il suo lavoro e minimizzando le possibilità di errore. L’attrezzaggio macchina e il posizionamento delle battute è stato riprogettato per abbattere i tempi del 25%. Uno stretto connubio tra BSolid, che ha precaricato il 3D della macchina reale, e la macchina, permette, anche quando si eseguono pezzi unici, di portare a termine il lavoro, così come è stato impostato, eliminando preventivamente ogni ostacolo. I nostri centri a controllo numerico sono in grado di affrontare ogni tipo di materiale lapideo su ogni dimensione: abbiamo aumentato le aree di lavoro in funzione delle maggiori dimensioni di formato di questi nuovi materiali, ma abbiamo fatto questo mantenendo compatte le dimensioni delle macchine e l’ingombro nello stabilimento dei nostri clienti. L’agreement tra Intermac e Donatoni è iniziato con una collaborazione molto forte per sviluppare sinergie a livello di rete commerciale e di service ... i tempi sono maturi anche per una sinergia per lo sviluppo di nuovi prodotti? MT – Oggi grazie a questa collaborazione ci troviamo in uno stand con 11 macchine, 11 tecnologie diverse, quindi 11 possibili soluzioni per i nostri Clienti. Questo ci trasforma in un partner strategico, perché significa che non siamo più solo il riferimento per la singola applicazione, ma che siamo diventati un partner a 360° per la loro Azienda. Il primo anno è stato speso sull’integrazione e sulla formazione della rete vendita e del service, dall’installazione, al training, al-

Design: Harley Davidson Ticino, Generelli SA Materiale: Granito Creciano Produzione: Generelli SA (brevetto Generelli SA) Processo di lavorazione: Lavorazione con macchine CNC 5 assi, Software Cad Cam 3D, Brevetto Generelli SA Macchinari utilizzati: Intermac Master 33, Intermac Primus, T&D Robot, Donatoni Sprinter Il campione esposto è equipaggiato con il primo accessorio Harley interamente in pietra che può sostituire le parti originali senza modificare il baricentro della moto Il progetto risponde alla volontà di portare la pietra naturale su un veicolo senza aumentarne il peso e mantenere i parametri di sicurezza internazionali. Grazie all’unicità della pietra questo modello di Harley acquisisce un tocco personalizzato e unico.

Material: Cresciano granite Produced by: Generelli SA (patented by Generelli SA) Machining process: Machined with 5-axis CNC machines, Cad Cam 3D software, patented by Generelli SA Machines used: Intermac Master 33, Intermac Primus, T&D Robot, Donatoni Sprinter The model on display is equipped with the first ever Harley accessory made from stone, which can replace the original parts without altering the centre of gravity of the bike. The project is a response to the desire to use natural stone on a vehicle without increasing its weight, whilst maintaining key international safety parameters. Thanks to the distinctive qualities of this stone, this custom-designed Harley is truly unique.

square meters. Eleven machines to demonstrate a range of solutions among the most complete and advanced in the stone-working panorama, making concrete the synergy the two companies have developed over the past year. Seated at table with us were Matteo Traini, Product Development Director of Intermac’s Glass and Stone Division, and Luca Donatoni, Sales Area Manager of Donatoni Macchine. At the stand were two machines in the new range: Master 33.3 and Master 38.3. The idea behind the Master work centers is to make the operator the focus of machine design, increasing ergonomics and technology. What is newest about the technology perfected for this new range of machinery? Matteo Traini – Our sector has different degrees of complexity, ranging from whoever has to create enormous flooring and facing surfaces in the shortest time possible and with the greatest uniformity possible, to whoever creates unique pieces that are impossible to replicate and extremely costly in raw materials terms. We are presenting the horizontal work centers that have made Intermac famous worldwide after two and a half years of work on even the smallest details to fulfill our customers’ expectations. Here the machine operator is the focus, so we have created an ergonomic machine, making the operator’s work easier and minimizing margins

125


for error. The machine’s equipment and positioning of the strokes has been redesigned to lessen work time by 25%. A close relationship between BSolid, which preloaded the machine’s 3D, and the machine itself makes it possible, even when creating unique pieces, to bring the work to term as designed, eliminating any obstacles beforehand. Our numerical control centers can deal with any type of stone of any size: we increased the work areas to suit the larger formats of these new materials, but we kept the machines compact, limiting encumbrance in our customers’ plants.

l’assistenza in loco. Era inutile mettere sul mercato prodotti nuovi senza poter garantire questi servizi. Ora chiaramente inizieremo a lavorare in maniera significativa per realizzare le maggiori sinergie possibili anche dal punto di vista del prodotto.

Top speaking Top speaking

126

Siamo curiosi, può scendere più nel dettaglio? MT – Nel 2017 sicuramente presenteremo delle nuove soluzioni tecnologiche che saranno proprio il frutto di questa condivisione di risorse, di potenzialità, di capacità, di knowhow. Vogliamo presentare al mercato qualcosa di innovativo e tangibile, sviluppato insieme, magari proprio a Marmomacc 2017. Lo slogan che ci ha sempre guidato da quando abbiamo iniziato a collaborare è stato “IIntermac e Donatoni devono essere un moltiplicatore di opportunità”, e il nostro sogno si sta trasformando in realtà. Donatoni è sulla stessa lunghezza d’onda di Intermac? Cosa è cambiato per voi in quest’ultimo anno? Luca Donatoni – Come già detto, abbiamo iniziato questa collaborazione quasi per caso, ma subito ci siamo trovati d’accordo sulla visione comune di costruire qualcosa insieme per il futuro delle nostre Aziende e soprattutto per i nostri Clienti, sia come rete commerciale che in termini di servizi e soluzioni che possiamo fornire. Le nostre vendite nell’ultimo anno sono notevolmente aumentate, e la soddisfazione dei clienti altrettanto, anche perché il servizio assistenza sta lavorando molto bene. Ma oltre ai numeri, vediamo soprattutto che la visione che avevamo si sta realizzando. Le belle idee se non si concretizzano rimangono solo delle belle idee, la nostra invece si sta trasformando in qualcosa di reale, addirittura migliore di quello che ci aspettavamo. Abbiamo dei prodotti che svilupperemo assieme già a partire dal 2017, un’integrazione vera e propria sui macchinari. Vogliamo diventare sinergici anche nella capacità di far dialogare le nostre macchine, in modo da poter offrire delle tecnologie complementari, a tutto vantaggio dei Clienti Donatoni/Intermac.

The agreement between Intermac and Donatoni began with very strong cooperation in developing synergy between the business and service networks…is the time ripe yet for synergy in developing new products? MT – Today, thanks to this collaboration we find ourselves in a stand with 11 machines, 11 different technologies and therefore 11 possible solutions for our customers. This makes us a strategic partner because it means we are no longer just the reference for a single application but an across-the-board partner for their companies. We spent the first year integrating and instructing the sales and service networks, from installation to training to on-site assistance. It made no sense to put new products on the market without being able to guarantee these services. Now we can start to work significantly on creating the greatest synergies possible, also from the product standpoint. We’re curious, could you give us some details? MT – In 2017 we will surely present the new technological solutions that will be precisely the result of our sharing of resources, potential, capability and know-how. We want to give the market something innovative and tangible, perhaps right at Marmomacc 2017. Our guiding motto since we started working together has been “Intermac and Donatoni must be a multiplier of opportunities” and our dream is being fulfilled. Is Donatoni on the same wavelength as Intermac? What has changed for you this past year? Luca Donatoni – As already stated, we started this cooperation almost by chance, but we immediately found ourselves in agreement about a common vision of making something together for the future of our companies and above all for our customers, both as a business network and in terms of the services and solutions we can provide. This past year our sales increased considerably and so did customer satisfaction, not least because our assistance service is working very well. But aside from the figures, we see above all that the vision we had is coming true. Fine ideas don’t become concrete by remaining fine ideas and ours is instead turning into something real, actually even better than we had anticipated. We have products that we will develop together starting in 2017, a real integration of machinery. We want to be synergetic even in the ability to have our machines dialogue in order to offer complementary technologies, all to the benefit of Donatoni/Intermac customers.


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE MEMBER

B

A

ESCAVAZIONE E LAVORAZIONE MARMO

s.p.a.

LOMBARDA MARMI S.r.l.

BYMEGADYNE

prometec Leading Innovation in Stone


File

Case-History Sezione dedicata alle migliori forniture realizzate dai nostri inserzionisti

Le pagine che seguono sono riservate alle Aziende inserzioniste di Marmomacchine International per raccontare “non” i propri prodotti o le proprie attività ma per informare il settore delle proprie vendite più importanti nonché delle forniture più significative. Ogni Azienda Inserzionista ha a disposizione 2 pagine gratuite che potrà utilizzare secondo le seguenti caratteristiche: • comunicare in tempo utile alla redazione della Rivista Marmomacchine International che intenderà utilizzare le citate pagine divulgative in qualità di Azienda inserzionista; • fornire entro i tempi stabiliti dalla redazione della Rivista Marmomacchine International un proprio testo riguardante le vendite o le forniture più significative compiute recentemente dalla stessa Azienda preferibilmente all’estero; • fornire un testo non dovrà superare le 2.400 battute totali da intendersi quali comprensive di spazi e punteggiatura; Col testo dovranno essere fornite dalle 2 alle 4 immagini in formato digitale (.jpeg .tif, vettoriale etc.); Nel testo dovrà preferibilmente essere citato il Cliente presso il quale è avvenuta la vendita o la fornitura, previa autorizzazione scritta ottenuta dallo stesso Cliente. L’autorizzazione dovrà essere inviata alla redazione della Marmomacchine International contestualmente al testo e alle foto.

Per ogni chiarimento o informazione aggiuntiva: alzetta@assomarmomacchine.com

THE GLOBAL VOICE OF THE NATURAL STONE SECTOR

Sezione

Case-History

Section dedicated to the best supplies provided by our advertisers The following pages are reserved to companies advertising in Marmomacchine International to talk not about their products or businesses but to inform the sector of their most important or significant sales or orders. Every advertiser is allowed 2 free pages, to be utilized as follows: • Previously notifying magazine staff of its intent to use these informational pages as an advertiser company: • Supplying the magazine staff, within set times, with a text concerning the companies most significant recent sales or orders, preferably procured abroad; • Supplying a text of not more than 2,400 characters, total, including spaces and punctuation; The text must be accompanied by 2 to 4 photos in digital format (.JPEG, .TIF, vector, etc.). The text should preferably cite the customer concerned in the sale or order, with prior authorization from them. The authorization must be sent to the staff of Marmomacchine International along with the text and photos.

For additional clarification or information, contact: alzetta@assomarmomacchine.com


BRETON

Breton ti fornisce la macchina su misura! Breton provides you with a custom-made machine!

130

L

T

Estrarre con sapienza il marmo dai propri giacimenti per trasformarli in levigate lastre o in piccole marmette, offrire una vastissima gamma di pregiato materiale e di prodotti di eccellenza per l’edilizia e l’architettura (dai rivestimenti interni alle facciate esterne, fino agli elementi d’arredo, dal bagno alla cucina) sono solo alcuni dei plus che hanno reso Margraf conosciuta e apprezzata nel mondo. Il tutto senza perdere di vista il rispetto per l'ambiente, ma anzi inve-

Masterly quarrying marble blocks from their own deposits to cut them into polished slabs or tiles and offering a wide range of highly valued material and top-of-the-range products for the construction industry and architecture (from interior to external cladding, up to furnishing complements for bathrooms and kitchens), are just some of the features that made Margraf a well-known and highly appreciated company worldwide. However, all this did not prevent Margraf from staying focused on the respect for the environment, on the contrary the company in-

a storia di Margraf – in origine Industria Marmi Vicentini – ha inizio nel 1906 in provincia di Vicenza, a Chiampo, e si caratterizza, fin dalle origini, per una spiccata attenzione alla ricerca e all’innovazione tecnologica e, soprattutto, per la stretta collaborazione con prestigiosi architetti internazionali. Oggi, dopo più di 100 anni, l’Azienda si inserisce di diritto tra i leaders a livello mondiale del settore.

he history of Margraf - formerly Industria Marmi Vicentini started in 1906 in Chiampo, a town in the Province of Vicenza. Right from the start the company focused on research and technological innovation and, in particular, on the close cooperation with renowned international architects. Today, after more than 100 years, Margraf rightly joins the world leaders of the stone sector.


stendo in tutti quegli interventi capaci di ridurre ogni tipo di danno ambientale: dalle attrezzature tecnologicamente più avanzate ai progetti di recupero del paesaggio, fino ad un forte investimento nel risparmio energetico e nel ricorso a risorse rinnovabili. Passato e presente si fondono perfettamente in Margraf: un'azienda d'eccellenza che si proietta con forza ed entusiasmo verso il futuro. Margraf ha acquistato quest’anno la contornatrice Contourbreton NC 300 DUAL, con banco di lavoro sdoppiato. Punti di forza della Contourbreton NC 300 DUAL: – alta produttività grazie al doppio banco e alle porte motorizzate automatiche che permettono il cambio del pezzo da lavorare senza inficiare la produttività della macchina. – Corsa verticale del mandrino di 300mm, con distanza tra naso mandrino e tavola di lavoro di 520mm, per rendere possibili anche lavori di scavo su masselli. – La struttura portante è un robusto monoblocco di acciaio saldato e normalizzato, che assicura la rigidità necessaria per ottenere sempre la precisione richiesta, anche a fronte di forti sollecitazioni. – 2 magazzini utensili “in linea” con 17+17 posizioni protetti contro gli spruzzi della lavorazione. – Qualità dei componenti elettronici e meccanici elevata. – Assistenza di ottima qualità sia nelle riparazioni sia nei tempi di intervento. – Essendo molto flessibile nei cambi di lavorazione permette di avere un buonissima produttività anche in produzioni non standardizzate.

vested in many facilities which reduce any environmental damage: most innovative technologies, projects for landscape recovery, strong investments in energy saving and renewable resources. Past and present merge perfectly in Margraf, a leading company rushing into the future with enthusiasm. This year, Margraf purchased a Contourbreton NC 300 DUAL, equipped with a double work bench. Key success factors of Contourbreton NC 300 DUAL: – Thanks to the double work bench and the automatic powered doors, workpieces can be loaded/unloaded without affecting machine productivity rates. – Spindle vertical travel of 300mm, with a distance of 520mm between spindle nose and work bench, to enable dish-out machining on small blocks. – The support structure of the machine is a robust welded, normalised steel single-piece chassis which ensures the rigidity required to consistently obtain the desired precision at all times, even during heavy machining stress. – two 17+17-cell “in line” tool magazine, well protected against splashes – top quality electronic and mechanical components – excellent after-sales service both in terms of repairs and response time – thanks to its flexibility in changing type of machining, the machine productivity is excellent even when non-standard workpieces are to be produced.

A cura di / By:

131


GMM Louis Culot Keukenwerkbladen & Gmm: una partnership vincente “Realizzazione di un impianto unico per la lavorazione di piani da cucina in materiale ultracompatto” Louis Culot Keukenwerkbladen & 132 GMM: beyond excellence “a custom made processing plant for ultra-compact kitchen countertops”

L

ouis Culot Keukenwerkbladen è un azienda leader mondiale nella realizzazione di piani cucina realizzati con materiale e tecnologia esclusivi; la sofisticazione del prodotto e la scelta dei materiali appunto necessitavano lo sviluppo di una Fresatrice CNC a 5 assi con caratteristiche uniche. Louis Culot Keukenwerkbladen, da sempre fedele al marchio Gmm, già dal 2008 possiede il modello Litox in due unita, alle

T

im Culot, proprietary of Louis Culot Keukenwerkbladen approached GMT, the Gmm agents in Belgium and Holland in 2015 with a very specific request for a new GMM CNC bridge saw. Louis Culot Keukenwerkbladen is a specialized company making only exclusive kitchen countertops. They manufacture about 60 projects per week and were one of the first companies who bought the


quali nel 2012 è stata affiancato il modello Egil completo di Ventosa (Patented) per la manipolazione dei pezzi, unita Rodding e scambiatore/caricatore di pianali automatico (Patented). Con queste soluzioni di taglio l’azienda raggiungeva una capacità produttiva di circa 60 progetti completi a settimana. Nel 2015 a fronte di una domanda sempre più volta alla qualità ed alla specificità del prodotto richiedeva a GMT, agente Gmm per i paesi bassi, lo studio di fattibilità di una nuova linea di taglio. Le specifiche della richiesta includevano il taglio dei nuovi materiali ultracompatti con dei cicli “Custom Made” ma supportati dalla nota facilità di accesso del software proprietario Gmm; Culot era alla ricerca di soluzioni che permettevano il taglio degli ultracompatti in totale automatismo con la minima perdita di tempo. Gmm per la parte macchina e Louis Culot Keukenwerkbladen, riferimento Europeo per la realizzazione dei piani in Dekton di cui è anche esclusivista per l’area, hanno creato la sinergia per la realizzazione del taglio in totale automatismo delle lastre in Dekton osservando e aggiungendo dettagli di processo richiesti dalla specificità del materiale. La linea totalmente automatica è composta da un caricatore e un nastro di taglio dove i materiali sintetici vengono processati con un normale flow out, ai quali in parallelo è stato aggiunto un supporto di taglio dove la lastra di ultracompatto viene trasferita in automatico dopo aver realizzato la sequenza dei tagli di distensione materiale per completarne il sezionamento al dettaglio richiesto. La cella di lavorazione soddisfa le necessità di sicurezza, la preservazione dell’utensile, la facilità d’uso e introduce un innovativo processo di taglio sia verticale che inclinato per la giunzione dei lavorati. Una sfida, un altro successo, una partnership vincente.

Litox when Gmm launched the machine in 2008. A second machine was bought 6 months later and in 2012 an Egil CNC with vacuum (patented) , pallet exchanger ( patented) and rodding unit followed. With the advent of new materials in the market and their special needs for processing, the Louis Culot Company wanted something custom made based on the Gmm technology combined with their famous user-friendly in house design operating system. Tim Culot was looking for a machine that could cut to size slabs of engineered stone and Dekton into kitchen countertops in a fully automatic way with a minimum of time loss. The remit for Gmm was to build a cutting line that could work as automatically as possible exclusively for processing countertops taking into consideration the specific needs for both engineered stone and Dekton. Especially for Dekton the cutting process should be done in the most economical way. Being one of the most important consumers of Dekton in Europe Louis Culot Keukenwerkbladen knew very well what cut to size Dekton is about. Together with their feedback a tailor made automatic sawing line was designed by the Gmm engineers. A complete automatic production unit featuring a belt system used to cut to size and offload engineered stone but in the same time has an extra fixed table at the rear where the Dekton slabs are cut to specific sizes and shapes. After being squared on the belt, to remove the tension in the slab, the Egil CN2 picks up the slab and transfers it to the second fixed table. In this way, the machine can finish the complex cutting of the Dekton slabs in the way preferred while the belt is off loading scrap and simultaneously loading a new slab. Louis Culot Keukenwerkbladen &GMM another challenge achieved

A cura di / By:

accessible quality

133


BM AGGLOTECH: nuova linea di telai BM AGGLOTECH: new sawing line BM

A 134

GGLOTECH spa è un’azienda dinamica e innovativa effettua la lavorazione e il commercio di agglomerati di marmo, con sede in Grezzana (Vr). AGGLOTECH ha scelto di investire in collaborazione con la BM s.r.l. installando una nuova linea di 2 telai a 100 lame BM modello “DIAMOND BM 100 S/ 800” e un telaio monolama modello “BM SUPER/800”. La linea offerta da BM ha superato le ambiziose richieste, sia in termini di abbassamento dei costi di lavoro, sia in merito alle performance delle macchine. I nuovi telai hanno infatti una combinazione di miglioramenti in ambito strutturale ed elettronico tali da raggiungere nuovi standard di riferimento. Sono forniti inoltre di un speciale sistema di bloccaggio idraulico a pistoni, per il bloccaggio delle lastre, evitando la zeppatura e relativo fermo macchina.

A

GGLOTECH spa is a dynamic and innovative company which cuts and works marble blocks, in Grezzana (Vr). AGGLOTECH has decided to invest on the installation of the new BM marble sawing line: n.2 100 blades gang-saws model “DIAMOND BM 100 S/ 800” and 1 single blade machine model “BM SUPER/800”. The new sawing line has exceeded the targets: decrease the cost of work and increase the performance. The new gang saws are build with a combination of improvements on structural and electronic components, in order to reach new standards of work. The machines are supplied with a new hydraulic system to lock the slabs, by hydraulic pistons, in order to cut the wedging phase and the stopping of the machine. The new 100 blades machines install an upgraded lifting system: 1. REINFORCED PLATFORM UP TO 50 TONS. 2. THE PAIRS OF BEVEL GEARS ARE INSTALLED ON TOP OF THE COLUMN, TO BE PROTECTED FROM MUD AND WATER. 3. REDUCTION GEAR UNITS AHVE BEEN INCREASED. 4. WORMSCREWS ARE PROTECTED WITH GALVANIZED PLATES. LEADNUTS ARE FIXED ON TOP PROTECTED FROM WATER AND MUD. 1) Hydraulic locking system of the slabs during the sawing process, used with different lengths of blocks, in order to cut the wedging phase and the stopping of the machine, model “BMT”.


1)

2)

I nuovi telai a 100 lame installano un gruppo di sollevamento rinforzato: 1. LA PIATTAFORMA È RINFORZATA CON PORTATA FINO A 50 TONS. 2. LE COPPIE CONICHE SONO INSTALLATE IN ALTO DENTRO LA COLONNA E COSÌ PROTETTE DA ACQUA E FANGO. 3. I RIDUTTORI SONO MAGGIORATI. 4. I VITONI FISSI SONO PROTETTI DA LAMIERE ZINCATE. LE CHIOCCIOLE SONO IN ALTO E SONO PROTETTE DALL’ACQUA E DAL FANGO E COSTANTEMENTE LUBRIFICATE. 1) Sistema di bloccaggio idraulico delle lastre durante la segagione, per fissare anche i blocchi di diverse lunghezze, evitando così la zeppatura e relativo fermo macchina, modello “BMT”. 2) Sistema comandato da plc e visualizzato touch screen, con inverter al motore da 11 Kw di salita e discesa, per avere sempre sotto controllo le migliori condizioni di lavoro della macchina. Il nuovo telaio monolama modello “BM SUPER/800” raddoppia la corsa della lama rispetto al modello precedente, infatti da una corsa di 420 millimetri si è passati a una corsa di 800 millimetri. Grazie all’aumento della corsa, la velocità di taglio e quindi la produzione sono aumentate. In questo modo si possono abbattere i costi dovuti alla produzione, poiché il telaio corsa “800” consuma la stessa quantità di energia elettrica del modello precedente, installa infatti gli stessi motori.

2) Sistem controlled by plc and visualized on touch screen, with inverter of 11 Kw to control the downfeed during the cutting phase. The new single blade machine model “BM SUPER /800” doubles the stroke of the blade of the previous model, the linear movement has been increased from 420 to 800 mm. Thanks to the increase of the stroke, the cutting speed (downfeed) and the production are increased. So the production cost have been cut down (energy consumption) because the motor installed on the new BM SUPER/800 are the same of the previous model BM A cura di / By: SUPER 420.


FILA Trattamenti ecologici Fila per il Canadian Museum for Human Rights Fila protects garden of contemplation at iconic museum 136

L

e superfici del Giardino della Contemplazione nel Canadian Museum for Human Rights sono state protette con FILAMP90 ECO PLUS.

A beacon of hope - Un faro di speranza, così è soprannominato il Canadian Museum for Human Rights (CMRH), il primo e unico museo al mondo dedicato all’uomo e ai suoi diritti. Il museo, progettato a Winnipeg dall’architetto americano Antoine Predock insieme allo Studio Architecture49, occupa una superficie di 24.000 mq ed è stato costruito seguendo un progetto di edilizia sostenibile, secondo gli standard della certificazione LEED. Oltre il 15 per cento dei materiali da costruzione conteneva materiale riciclato, ma non è tutto: anche adesivi, sigillanti, vernici e rivestimenti sono stati selezionati tra quelli a bassissima emissione di VOC. Per questo motivo per la protezione delle superfici è stato scelto un trattamento ecologico della FILA GREEN LINE: il protettivo antimacchia

A

surface protection system, from FILA’s award-winning Green Line, has been specified at the Canadian Museum for Human Rights, in Winnipeg. Created by Design Architect, Antoine Predock and Executive Architect, Architecture49, the iconic, eco-focused museum occupies a site of around 261,500 square feet and comprises 11 galleries over seven levels. The high performance, solvent-free protector - FILAMP90 ECO PLUS - was chosen to provide safe and effective stain protection on basalt stone throughout the Museum’s Garden of Contemplation. It was specified by Picco Engineering and supplied/installed by Stone Contractor, Brxton Construction LP for Main Construction Manager, PCL Construction. Located on a site that has been a meeting place for Indigenous Peoples for thousands of years, near the forks of the Red and Assiniboine Rivers, the national museum is the first


a base acqua FILAMP90 ECO PLUS, privo di solventi idrocarburici, che contribuisce all’acquisizione dei crediti LEED. L’edificio si sviluppa su un basamento rivestito in pietra arenaria che ricorda quattro grandi “radici” ricoperte da una superficie erbosa. All’interno si sviluppano 11 gallerie sovrapposte liberamente nello spazio (su ben 7 livelli) e collegate fra loro da un intreccio spettacolare di rampe rivestite in alabastro traslucido. Al centro del museo, nel cuore dell’edificio, si innalza la Israel Asper Tower of Hope - Torre della Speranza, alla cui base si trova il Giardino della Contemplazione, un giardino d’inverno realizzato con rocce basaltiche, vegetazione e specchi d’acqua. Posizionato sotto la nuvola di vetro che separa la cupola della Torre della Speranza, ai piedi della scala a chiocciola che porta i visitatori a “toccare il cielo”, il giardino è composto da oltre 600 tonnellate di pietra di basalto nero su superfici verticali e orizzontali. È proprio qui, nel Giardino della Contemplazione, che FILA Surface Care Solutions è intervenuta con i suoi sistemi di trattamento per proteggere questi 7.400 mq di superfici in basalto. Il trattamento con FILAMP90 ECO PLUS è stato dunque scelto per fornire la necessaria protezione antimacchia alle superfici di pietra vulcanica, mantenendo inalterato il colore naturale del materiale e senza formare alcun film superficiale. Questo impregnante ad effetto naturale appartiene a FILA Green Line, la linea ecologica di soluzioni FILA a basso impatto ambientale, ed è caratterizzato da bassissime emissioni di VOC: certificato da GEV e marcato da EC1PLUS.

to have been built outside the capital. Its distinct design – which was designed to LEED Silver standards - features glass, limestone, steel and concrete which wrap around and cocoon the building’s exterior. The light-filled Stuart Clark Garden of Contemplation sits in an atrium beneath the massive glass “Cloud” and the spiral staircase leading to the shining Tower of Hope; vertical and horizontal surfaces, formed from over 600 tones of black basalt stone, fill the space. VOC-free FILAMP90 ECO PLUS was specified to protect the volcanic basalt stone, without altering its distinct charcoal tone or forming a surface film. The high performance ready-touse solution is designed for the safe treatment of polished and unpolished stone and concrete – in internal and external locations – and provides protection against oil and water based stains. It has GEV-EMICODE® - ec1 Plus certification, contributes towards LEED credit sand is certified food safe. It can be used alongside aesthetic wax treatments, including FILAMATT and FILASATIN. Treatment for polished/unpolished stone and concrete is available in the UK and Irish markets using FILAMP90 ECO PLUS, which has been tested and confirmed for use on these substrates.

A cura di / By:

137


SIMEC SIMEC, una scelta d’alto spessore SIMEC, a “high-thickness” choice

P 138

resso la CA’ D’ ORO, importante azienda italiana fondata nel 1988 a San Giorgio di Nogaro, in provincia di Udine, e attualmente proprietaria di filiali nella zona di Verona e Carrara, è entrata in funzione una nuova linea di lucidatura SIMEC. Alla CA’ D’ ORO, dove sono specializzati, tra le varie attività, nella lucidatura di materiali ad alto spessore, non hanno mai avuto dubbi nello scegliere le proprie tecnologie di lavorazione, affidandosi a SIMEC fin dalle prime installazioni. Con quella da poco avviata, infatti, siamo giunti alla terza linea di lucidatura completa, fornita da SIMEC, a sostituzione di impianti di precedente generazione. Nello stabilimento di San Giorgio di Nogaro hanno così potuto apprezzare, da prima il lavoro di una gloriosa lucidatrice NP 90, poi di un modello NP 2100 RX e ora di una meravigliosa NP 2200 RX evo a doppio ponte, tutti modelli in versione GS, cioè adatti al trattamento di materiali ad alto spessore. La NP 2200 RX evo installata è una versione a 10+10 mandrini che operano su due ponti indipendenti per garantire la migliore qualità di lucidatura possibile. Inoltre, i primi tre mandrini sul lato di ingresso del materiale, sono di tipo meccatronico, ciò in grado di eseguire un lavoro di spianatura delle lastre. Anche i sistemi di carico e scarico automatico di tipo RAPID sono stati forniti in versione GS e consentono la movimentazione di lastre con peso fino a 2000 kg.

C

A’ D’ ORO, an important Italian company founded in 1988 in San Giorgio di Nogaro, in the province of Udine and now owner of branches in the area of Verona and Carrara, has started a new polishing line of SIMEC. CA D’ORO, skilled in polishing very thick materials among other activities, has never had any doubts in choosing its processing technology and relied on Simec ever since the first installations. The latest installation is the third polishing line made by Simec which replaces the previous generation one. The factory in San Giorgio di Nogaro had the chance to appreciate first the performance of a glorious NP 90, then a model NP 2100 RX and now an amazing NP 2200 RX evo with a double bridge; all these models are in the GS version which is suitable for treating very thick materials. The NP 2200 RX evo is a version with 10+10 spindles that work on two independent bridges as to guarantee the best polishing quality. Moreover, the first three spindles on the side where the material enters the machine are mechatronic and can perform the levelling of slabs. The automatic loading and unloading systems type RAPID are also supplied in the GS version and allow to handle slabs with weight up to 2000 kg. For heavier slabs, specific loading/unloading systems were engi-

Vista generale della linea di lucidatura ad alto spessore fornita alla CA’ D’ORO. / Overview of the high thickness polishing line supplied to CA’ D’ORO.


Particolare della ceratrice modello WAX 2200. / Detail of the waxing machine model WAX 2200.

139

Particolare di una delle speciali rulliere di trasporto per materiali ad alto spessore. Detail of one of the special roller conveyors for high thickness materials.

Lucidatrice a due mandrini modello NPK2/G. Two-spindle polishing machine model NPK2/G.

Per lastre di peso superiore sono stati invece ingegnerizzati specifici sistemi di carico/scarico che permetteno il posizionamento del materiale movimentato con carroponte e, attraverso appositi sistemi di sollevamento, lo sfilamento delle cinghie di carico. A completare la linea di lucidatura sono stati previsti una ceratrice modello WAX a 5 mandrini e un sistema di distribuzione di un polimero anti-graffio a protezione del materiale durante la fase di scarico. Nello stabilimento di San Giorgio di Nogaro, oltre alla linea di lucidatura appena descritta, sono collocati un impianto di resinatura con forno PILOT GS e una lucidatrice per lastre di granito a due teste modello NPK2/G, che risulta estremamente flessibile nel flusso di lavoro dell’azienda. SIMEC ha accompagnato fin dalle origini il successo della CA’ D’ORO che è stata protagonista negli anni di una continua crescita della domanda, grazie all’eccellente lavoro svolto nei settori dell’edilizia, dell’arredamento e funerario.

neered that allow to place the material handled by overhead cranes and to extract the loading belts through special lifting systems. The polishing line ends with a waxing machine model WAX with 5 spindles and a spreading system of anti-scratch polymer which protects the material during the unloading phase. In addition to this polishing machine, the factory of San Giorgio di Nogaro has a resin-treatment plant with a PILOT GS oven and a granite slab polishing machine with two heads model NPK2/G which turns out to be very flexible in the workflow of this company. SIMEC has accompanied CA D’ORO’s success ever since the beginning and over the years CA D’ORO has been the protagonist of a continuous demand growth thanks to the excellent work performed in the building, furniture and funerary sectors.

A cura di / By:


PELLEGRINI MECCANICA Uralskie Kamni: dal blocco al prodotto finito con tecnologia Pellegrini Uralskie Kamni: from the block to the finished product thanks to Pellegrini technology 140

U

ralskie Kamni, OAO, opera nella zona degli Urali, Russia, come azienda privata da più di 22 anni e possiede una delle più grandi cave di granito dell’area. Negli ultimi due anni, l’azienda ha investito considerevolmente in tecnologie avanzate installandole in un nuovo e moderno stabilimento finalizzato al taglio dei blocchi di granito, con l’obiettivo di essere sempre più presente e aggressiva nel mercato. A questo fine l’azienda Pellegrini Meccanica SpA è stata selezionata come partner primario per incrementare sia in qualità che in quantità la produzione di prodotti finiti. Questi sono molteplici e spaziano dalle produzioni monumentali sino al taglio di lastre sottili e spessori di varie dimensioni, che poi vengono per lo più trattati superficialmente con la tecnica della fiammatura. Nello specifico l’azienda dispone di un Diamantfil DF 2000 Jolly,

U

ralskie Kamni, OAO, operates in the Ural region, Russia, as private company since more than 22 years and owns one of the largest granite quarry in the area. In the last two years, the company has invested heavily in advanced technology and has started a new plant focused mainly on the granite cutting with the aim to be more and more present and aggressive on the market. For this purpose, the company Pellegrini Meccanica SpA has been recognized as the primary partner to increase both in quality and in quantity the production of their finished products. They vary a lot, ranging from the monumental productions, to the cutting of thin and thick slabs of various dimensions which are then generally treated superficially with the flaming process. In the details, the company has one Diamantfil DF 2000 Jolly, single-wire machine with 4 axes controlled by a computer, to square


macchina monofilo a 4 assi controllati da computer, con il quale vengono squadrati blocchi, effettuati tagli verticali e orizzontali di ogni dimensione e profili anche complessi. Grazie a due volani di 2000 mm ciascuno e al sistema di tensionamento elettronico, il filo diamantato lavora in modo ottimale in ogni condizione di utilizzo ottenendo così la sua massima durata e le migliori performances. I blocchi quindi vengono successivamente tagliati in lastre e spessori con la macchina multifilo chiamata Decawire, in grado di gestire dieci fili e concepita per ottenere lastre di spessore anche diverso nello stesso taglio da un minimo di 2 cm sino a 10 cm utilizzando sempre dieci fili. Il cambio di spessore viene effettuato rapidamente e le condizioni di taglio di ciascun filo mantenute costanti tramite doppio sistema di tensionamento elettroidraulico (brevettato Pellegrini). L’utilizzo di volani e tamburo di grande diametro, oltre i 2 m, completano l’equipaggiamento della macchina. A seguito degli ottimi risultati ottenuti, è in corso di installazione una seconda macchina multifilo Dodecawire che garantirà un raddoppio della produzione e la realizzazione con 12 fili di lastre fino a 8 cm, mantenendo la facilità d’uso e di cambio spessore della versione Decawire già in funzione. Una volta realizzate le lastre, queste vengono trattate superficialmente con una linea di fiammatura superficiale Pellegrini, modello NF 220 Double Torch che include due cannelli di fiammatura per la massima performance produttiva . La macchina è in grado di lavorare lastre fino ad un massimo di 220 mm di larghezza assicurando una finitura uniforme su tutta la lastra, anche sui graniti più difficili. La qualità e il successo dei prodotti dell’azienda sono il risultato dell’attività attenta e continua da oltre 20 anni del General Director Mr. Hasanov, delle corrette analisi di mercato e scelte di investimento tecnologico effettuato con lungimiranza dall’azienda e dell’importante assistenza dell’azienda Eurostone Group, rappresentante di Pellegrini Meccanica in loco, per soddisfare immediatamente ogni necessità del cliente.

blocks, make both vertical and horizontal cuts of every dimensions and profiles of any type. Thanks to two flywheels of 2000 mm each and to the electronic tensioning system, the diamond wire works in a optimal way in every condition and so ensuring its best life and performances. The blocks are then cut into slabs and thicknesses with the multiwire machine called Decawire, able to operate ten wires and designed to obtain slabs of different thicknesses even in the same cut from a minimum of 2 cm to 10 cm using always ten wires. The thickness change is realized quickly and the cutting conditions of each wire are maintained constant by means of a double electro-hydraulic tensioning system (Pellegrini patent). The use of big flywheels and drum, more than 2 m, completes the features of the machine. Following the excellent results obtained, the company is installing a second multiwire machine model Dodecawire which will assure a doubling of the production and the realization with 12 wires of slabs up to 8 cm, maintaining the easy use and thickness setting of the Decawire version already in operation. Once the slabs are realized, they are superficially treated with a Pellegrini flaming line, model NF 220 Double Torch, which includes two flaming nozzles for the maximum production performances. The machine is able to work slabs with width up to a maximum of 220 mm ensuring a uniform finishing on the entire surface, even on difficult materials. The quality and the success of the company products are the result of a careful and continuous smart work for more than 20 years of the General Director Mr. Hasanov, of the correct market analysis and technological investment carried out by the company and thanks to the important assistance of the company Eurostone Group, representative of Pellegrini Meccanica on site, to respond immediately to any customer needs.

A cura di / By:

141


INTERMAC

guarda il video watch the video

Bicefalo: cinque assi per due teste Bicefalo: 5 axes for 2 heads

R

ealizzata da Marmi Fontanelli in collaborazione con Intermac, l’opera ben rappresenta il livello che può raggiungere l’imprenditoria italiana quando industria e artigianato uniscono le loro potenzialità.

142

Marmi Fontanelli è un’impresa artigiana di lavorazione lapidei con sede a Vezzano Sul Crostolo in provincia di Reggio Emilia. Fondata nel 1965 da Franco Fontanelli, oggi l’azienda ha il suo core business nell’edilizia e nell’arredamento top-class.

C

arried out by Marmi Fontanelli in collaboration with Intermac, the project fully represents the levels that Italian entrepreneurs are capable of reaching when the potentials of industry and artisanal craftsmanship are combined. Marmi Fontanelli is an artisanal stone working company located in Vezzano Sul Crostolo, in the province of Reggio Emilia. Having founded the company in 1965, today, its core business lies in the top-class construction and furnishings industries. “We had to expand to other markets, because the figure of the marble worker has changed over time, and today their presence can even be required in extremely diverse contexts: we needed to equip ourselves to intercept and meet these new demands”, explains Claudio Fontanelli. Together with Marmi Fontanelli, the Master 850 has taught us a lesson about the levels that Italian craftsmanship is capable of achieving: the creation of a sculpture, the “Bicefalo” (or “Two-headed” snake”) in white Carrara marble, which was carried out entirely by the machining centre according to a specific programme. The work was commissioned by


«Con gli impianti Intermac, oggi siamo in grado di effettuare qualsiasi tipo di lavorazione: realizziamo manufatti sia per gli utilizzatori finali, che per imprese attive nell’arredamento, nell’architettura, nell’edilizia, nella distribuzione. Con l’ultimo acquisto, la Master 850, siamo riusciti ad allargare ancor di più la nostra gamma di lavorazioni, potendo trattare spessori più grandi e con una tecnologia molto avanzata». Spiega Claudio Fontanelli, figlio del fondatore e attualmente alla guida dell’azienda. Master 850 è stata protagonista, insieme a Marmi Fontanelli, di una piccola lezione sul livello che può raggiungere l’artigianato italiano: la creazione di un scultura, il “Bicefalo” in marmo bianco di Carrara, interamente realizzata, dopo adeguata programmazione, da parte del centro di lavoro. L’opera è stata commissionata dallo studio del designer Raffaello Galiotto di Chiampo (Vicenza), che ha individuato in Intermac il proprio partner tecnologico. Una volta reperito il blocco di marmo delle dimensioni adatte, il 23 marzo si è dato il via alla produzione: dopo 223 ore di lavorazione a macchina (e 38 km complessivi percorsi dagli utensili della Master 850), escluso il tempo impiegato per le finiture manuali, l’11 aprile l’opera è stata portata a compimento. «Per realizzare quest’opera abbiamo spinto la Master 850 a limiti che non conoscevamo con i cinque assi del centro di lavoro in posizioni che ritenevamo impossibili ». Claudio Fontanelli tiene a sottolineare anche un altro risvolto del suo rapporto con gli impianti Intermac: Puntare sull’innovazione per me ha significato anche poter coinvolgere i miei figli all’interno dell’azienda: le nuove generazioni non sanno prescindere dalla tecnologia, e se avessi detto loro di armarsi di flessibile e mascherina per dare seguito all’attività familiare, probabilmente il cambio generazionale sarebbe stato a rischio. La tecnologia Intermac, tra l’altro, è fruibile a tutti: dalla mia esperienza posso garantire che i software bSolid che la governano, permettono a qualsiasi operatore, anche senza particolari competenze informatiche, di ottenere il massimo da questi impianti con il minimo sforzo».

143 the studio of designer Raffaello Galiotto of Chiampo (Vicenza), who selected Intermac as his technological partner. The production activities began on 23 March, as soon as a marble block of a suitable size had been obtained: after 223 hours of machining (and a total of 38 km travelled by the Master 850’s tools), excluding the time employed for the manual finishing, the work was completed on 11 April. “In order to carry out this project, we pushed the Master 850 to unknown limits, with the machining centre’s five axes in positions that we thought were impossible”. Claudio Fontanelli also likes to highlight another aspect of his relationship with Intermac’s systems: “For me, focusing upon innovation means having the possibility to involve my children in the company as well: the new generations like to rely on technology, and if I had told them to pick up a grinder and a mask and to follow in their father’s footsteps, the generational change might have been at risk. What’s more, Intermac’s technology can be exploited by everyone: from my experience, I can guarantee that the machinery’s bSolid management software allows any operator, even those without any particular computer skills, to get the most out of these systems with minimal effort”.

A cura di / By:


PEDRINI La tecnologia PEDRINI per chi cerca QUALITÁ PEDRINI technology for those looking for QUALITÁ

L

144

a ricerca, da parte delle aziende brasiliane del settore lapideo, di soluzioni altamente innovative e vincenti per affrontare il mercato internazionale ha permesso a Pedrini di vendere in Brasile macchinari all’avanguardia per la lavorazione delle lastre di granito. La ditta Qualità Granitos e Mármores Ltda, famosa per le proprie cave di granito, ha installato presso lo stabilimento di Vitoria - Espirito Santo un impianto Pedrini composto da una linea di lucidatura e una linea di resinatura. Pedrini ha fornito un impianto supertecnologico, l’ultima generazione oggi disponibile sul mercato:

T

he research by Brazilian companies in the stone field for highly innovative and successful solutions to face the international market has allowed Pedrini to sell state-ofthe-art machinery for granite slabs production in Brazil. The company Qualità Granitos e Mármores Ltda, well known for its granite quarries, has installed a Pedrini plant composed of a polishing and a resin line at its factory in Vitoria - Espirito Santo. Pedrini supplied a super-technological plant, the last generation currently available on the market:

- L’esclusiva LINEA DI LUCIDATURA con la lucidatrice GALAXY B220 con 20 teste a 7 settori La linea di lucidatura completamente automatica è fornita con due caricatori Butterfly B416 per il carico e lo scarico a “macchia aperta”, ceratrice a 4 mandrini M242, scanner M257 per fotografare e pesare ogni singola lastra, applicatore di sostanza “Antigraffio” M247 per proteggere la superfice dopo la lucidatura.

- The exclusive POLISHING LINE with the polisher GALAXY B220 equipped with 20 heads for 7 abrasives The full automated polishing line is equipped with two loaders Butterfly B416 for book match loading and unloading systems, a waxing machine with 4 spindles M242, a scanner M257 to detect the image and the weight of each single slab, a unit for the distribution of anti-scratch substance M247 to protect the slabs surface after polishing.

- RESINLINE con forno a MICROONDE e ROBOT per l’applicazione di rete e resina.

- RESINLINE with MICROWAVE oven and ROBOT for net and resin application


Composta dal sistema di asciugatura a tunnel e dalle torri di stoccaggio con barelle chiuse per il trasporto in sicurezza del materiale lungo tutto il processo, la RESINLINE PEDRINI è completa: ・del ROBOT ANTROPOMORFO, per la stesura della rete e per la resinatura in automatico, dosata e termocontrollata dal MIXER, il tutto gestito da PC industriali; ・dall’esclusivo forno a MICROONDE B460MW, che permette una catalisi in perfette condizioni accelerando la reazione chimica, senza la necessità di forzare le temperature; ・dal carico e scarico con Butterfly B416 doppi, per servire i due capannoni. - MOVIMENTAZIONE LASTRE La movimentazione delle lastre attraverso le diverse lavorazioni avviene con carrelli porta-lastre motorizzati, che evitano il lavoro di trasferimento con la gru da parte degli operatori, e con due trasportatori doppi che alimentano le linee in modo fluido e rapido. Un impianto, considerato oggi dalla Pedrini, come uno dei più efficienti al mondo. Solo la collaborazione tra clienti e fornitori consente alle imprese costruttrici di macchine di esprimere e realizzare il meglio, in Qualità.

145 Composed of tunnel drying system and storage towers with closed slabs supports for the safe material handling throughout the whole processing, PEDRINI RESINLINE is completed with: ・the ANTHROPOMORPHIC ROBOT for the net application and the automatic resining operation, dosed and thermo-controlled by MIXER, all managed by industrial PC, ・ the exclusive MICROWAVE oven B460MW, which allows a perfect catalysis by speeding up the chemical reaction, without the need to increase temperature, ・loading and unloading operations by means of double Butterfly B416 units to serve the two buildings. - SLABS HANDLING The slabs handling during the different operations is performed through motorized slabs-carrying trolleys, which allow the operator to avoid moving the slabs by crane, and through two double transfer trolleys which feed the lines smoothly and quickly. A plant, nowadays considered by Pedrini, as one of the most efficient worldwide. Only the cooperation between customers and suppliers assures the machinery manufacturers to express and realize the best, in Qualità.

A cura di / By:


T&D Robotics Isopode, come produrre questo da un blocco spesso 40 cm Isopode, how to make this from a 40 cm thick block

T 146

&D Robotics, anche nel 2016, ha partecipato all’Italian Stone Theatre di Marmomacc ed è stato l’unico integratore di robot presente nel “Digital horizon of natural stone”. L’opera che ha prodotto per questa manifestazione, che accoglieva numerose a ltre eccellenze tecnologiche, è Isopode del designer Raffello Galiotto, ispirato a un ordine di crostacei marini e terresti. Zandobbio S.p.a. ha partecipato al progetto di T&D fornendo il materiale per l’opera e la base su cui la stessa poggia, lo splendido Zandobbio nuvolato. Isopode si compone di 12 gusci alti 39 cm, spessi non più di 4/5 e dalla lunghezza variabile, dal metro fino a lambire i 2. I gusci sono stati ricavati gli uni dentro agli altri. Si è proceduti dal più piccolo al più grande. Tagliare ognuno dei gusci ha richiesto un tempo variabile, con una media di 10/12 ore ognuno. Questa impresa poteva essere realizzata solo utilizzando un robot munito di testa filo a sei assi intercambiabile in modo automatico; solo con questa tecnologia, fornita in modo esclusivo da T&D Robotics e pro-

I

n 2016 T&D Robotics participated once again at the Marmomacc Italian Stone Theatre. In this occasion, the company was the only robotics integrator selected for the “Digital horizon of natural stone”. For this event, that hosted many other Italian technology excellences, T&D Robotics produced a special piece Isopode, designed by the renowned design Raffaello Galiotto, under the inspiration of nature, of an order of crustaceans that live in the sea, or on land. Zandobbio Company took part in the project supplying the material used to produce the piece and the base where it was collocated, the magnificent Zandobbio nuvolato marble. Isopode is composed of 12 shells 39 cm high, with a thickness of about 4/5 cm and with a variable length between 1 and 2 meters. The shells have been made one inside the other, starting from the smallest to reach the biggest one. To cut every shell we spent between 10 and 12 hours of processing. This task could be realized only using a six axis robot armed with a diamond wire saw end effector, a robot able to interchange it with no human intervention. Only with this technology, exclusively supplied by T&D


tetta da brevetto, si può raggiungere un grado di inclinazione sufficiente e alternare lavorazioni con filo diamantato e madrino, senza l’intervento diretto dell’operatore. Con il mandrino è stato carotato il blocco per consentire, in un secondo momento, l’assemblaggio dell’opera. Inoltre, l’impiego della tavola rotante interpolata ha evitato, per l’intera durata del processo, ogni riposizionamento manuale del grezzo – mantenendo la precisione assoluta e dando la possibilità di una perfetta coincidenza dei tagli, la tavola rotante abbinata al robot fa dunque in modo che ogni lavorazione coincida perfettamente con quelle che le si abbinano. Le uniche azioni svolte dagli operatori sono state la rimozione delle calotte, il loro assemblaggio e la programmazione del robot – ognuna di queste funzioni è stata svolta dal personale interno di T&D Robotics. Il robot, allestito appositamente, è stato reso operativo in solo tre giorni, ciò dimostra la grande versatilità degli impianti per il carving, della linea Lapisystem, forniti da quest’azienda.

Robotics and protected by a patent, it is possible to reach the rake angle needed to produce this kind of pieces and alternate the use of an electric spindle and a diamond wire saw without an operation by hand. For instance with the spindle the core drilling of the marble block was made, needed to assemble the whole piece. Furthermore, the use of an interpolate rotating table has avoided, during the whole process, any kind of repositioning of the raw block, in this way maintaining the mill accuracy and allowing a perfect union among the carved surfaces. The only manual operations lead by the T&D Robotics technicians were the unloading of theshells , their assembly and, of course, the robot programming. Our staff managed every step of the production, for instance the robot startup that took only 3 working days. This shows the great flexibility of T&D Robotics machineries for carving, presented in the production line called Lapisystem.

A cura di / By:

147


Marble Processing Solutions & Factory Production Designs by MKS

Gangsaw Machine With 80 Blades

Slabs Restoring Plants for Marble and Granite

Automatic Marble Slab Polishing Machines

Bridge Cutting Machines

Block Cutting Machines

Automatic Marble Calibrating and Polishing Machines

Automatic Tile Cutting Lines

MARBLE PROCESSING MACHINERY Co. Adliye Mah. 1522. Sok. No:18 54580 Arifiye / SAKARYA / TURKEY Tel: +90 264 319 27 10 pbx - www.mks.com.tr - sales@mks.com.tr /mksmakina

/mksmachinery

/mksmachinery


cVa\_VN`a\[RSNV_P\ZO_


4 volte marmo: nell’anno di passaggio verso il 2018 CarraraMarmotec è “On Tour” con un nuovo progetto di promozione in quattro tappe. 4 importanti occasioni di business per le aziende nei mesi di aprile, giugno e settembre a partire dal FuoriSalone di Milano.

4 times marble: in the year of transition to 2018, CarraraMarmotec becomes “On Tour” with a new promotion project in four stages.

154

4 major business opportunities for companies in the months of April, June and September 2017, starting from FuoriSalone in Milan.

N

ell’anno di passaggio fra le due edizioni di CarraraMarmotec, la cui prossima edizione si terrà nel 2018, IMM/CarraraFiere presenta l’iniziativa “La Luce del Marmo”. Il progetto sarà sviluppato in partnership con l’agenzia creativa e di consulenza Looping, legata alla casa editrice Pubblicom, editrice, fra le altre, della rivista internazionale di architettura Platform. La prima delle 4 importanti tappe di promozione previste

I

n the year of transition of CarraraMarmotec, whose next edition will be held in 2018, IMM/ CarraraFiere presents the initiative “La luce del marmo”(“The light of marble”). The project will be developed in partnership with creative and consultancy agency Looping, linked to Pubblicom Publisher, that publishes, among others, the international architecture magazine Platform. The first of the 4 major stages of promotion will take place from


sarà dal 4 al 9 aprile in occasione del FuoriSalone di Milano, con un affascinante percorso visivo e sensoriale che illustri al meglio le tante declinazioni del marmo in abbinamento ad altre materie prime storiche naturali, in primis il legno. In coerenza con l’edizione 2017 del Salone del Mobile, che presenta in contemporanea Euroluce, l’esposizione dei manufatti in marmo sarà contraddistinta dalla luce per evidenziare in modo suggestivo la bellezza del materiale. Prevista l’esposizione di un grande blocco di marmo illuminato dall’interno quale elemento simbolo del Territorio, un’area B2B riservata agli incontri con architetti e designer e un mega schermo per la proiezioni di filmati rappresentativi delle cave e dei processi di lavorazione. “Il nostro progetto “La Luce del Marmo” al FuoriSalone di Milano non è una mera operazione culturale dichiara il direttore di IMM/CarraraFiere Luca Figari – gli imprenditori vogliono fare business, e questo è lo scopo principale dell’evento che andremo a mettere in campo. Lo faremo attraverso il linguaggio dell’architettura che è fatto di emozione, colore, forme e interazione a vari livelli. Il nostro scopo sarà in primis quello di selezionare, fra le migliaia di persone che visiteranno gli spazi espositivi milanesi, i potenziali buyer e gli architetti realmente interessati alla materia marmo, per metterli in contatto con le aziende partecipanti. Per quanta competizione ci sia – è la conclusione di Figari - Carrara resta sinonimo di marmo in tutto il mondo… e questo è un elemento che il Territorio deve tenere ben presente, in una visione di promozione a tutto campo che comprenda l’intera filiera del marmo, dal piccolo artigiano alla grande azienda.”

4th to 9th April 2017 at FuoriSalone in Milan, with a fascinating visual and sensory path that will excellently illustrate the various expressions of marble in combination with other historic raw natural materials – on top of all, wood. Consistently with the 2017 edition of Salone del Mobile, that will simultaneously present Euroluce, the display of marble artifacts will be marked by the light with the aim of exalting the beauty of stone material in the most evocative way. A massive marble block lighted from the inside will be exposed as a symbol of the Territory; all around, an area reserved for B2B meetings with architects and designers will be set up, as well as a giant screen that will project special videos and films based on the famous quarries and on manufacturing processes. «The project “The Light of Marble” at FuoriSalone Milano does not set itself as merely a cultural activity – declares IMM/CarraraFiere General Manager Luca Figari – Entrepreneurs want to do business, and that is the main purpose of the event that we are organising. To reach this goal, we will use the language of architecture: a language made of emotion, colour, shape and interaction at various levels. Our target will primarily be to select, among the thousands of people who will visit the Milan exhibition area, potential buyers and architects really interested in marble, to put them in contact with the participating companies. In spite of the harsh competition in the sector –concludes Figari – Carrara still remains synonymous of marble all over the world... and this is something the Territory must always keep in mind, in view of a wide-ranging promotion of the entire marble industry, that goes from craftsmen to big companies». After the event in Milan another great initiative will take place in June in the city centres of Carrara and Pietrasanta. The com-

155


156

Dopo l’evento milanese l’altro momento espositivo importante sarà nel mese di giugno nei centri cittadini di Carrara e Pietrasanta. Le Aziende che avranno partecipato al FuoriSalone potranno riproporre l’allestimento milanese nel Centro storico delle due città, ma anche quelle che non saranno state coinvolte nel Salone di Milano potranno partecipare e far conoscere le proprie opere, o le peculiarità del proprio marmo, all’interno di un percorso personalizzato e ad alto impatto emotivo. IMM le supporterà in questo, studiando insieme a loro la migliore soluzione espositiva in base alle necessità e agli obiettivi che le aziende stesse indicheranno. L’evento verrà promosso a Milano durante il FuoriSalone e attraverso importanti accordi con riviste di architettura e design. Nei mesi di giugno e settembre le aziende potranno incontrare i Buyer Internazionali in uno spazio dedicato agli incontri B2B allestito all’interno del complesso fieristico di Carrara. Grazie al lavoro svolto nei mesi precedenti attraverso evoluti sistemi in cloud e aree riservate per definire le proprie preferenze sugli incontri, ogni partecipante usufruirà di un’agenda meeting pianificata allo scopo di ottenere il perfetto abbinamento fra domanda e offerta. Nel pomeriggio i Buyer potranno visitare le aziende del Territorio per appro-

panies participating in FuoriSalone will revive their installations in the historic centres of the two Tuscan towns. Also companies that did not participate in the Milan project, this time will have the opportunity to be part of the game to promote their works as well as the peculiarity of their marble varieties through a customized sensory path of highly emotional impact. IMM will support all exhibiting companies every step of the way, by studying with them the best display solutions identified in accordance with the needs and the objectives each of them will expect to pursue. The event will be promoted in Milan during FuoriSalone and also through important agreements with architecture and design magazines. In the months of June and September, companies can meet international buyers in an area dedicated to B2B meetings set up in the Exhibition Centre of Carrara. Thanks to the work done in the preceding months through evolved Cloud systems and reserved online areas, where sellers and buyers will both express their preferences on the meetings, each participant shall have an agenda of meetings as to achieve the perfect match results between supply and demand. In the afternoon, buyers will tour the various companies rooted all over the Territory to be more directly involved in


fondire la conoscenza e intraprendere nuovi rapporti commerciali. Le piattaforme B2B saranno sviluppate a giugno, per quanto riguarda i materiali, e a settembre per le tecnologie. Il B2B di giugno punta ad attirare architetti, contractor e professionisti del settore lapideo attraverso un apposito programma di formazione con corsi di approfondimento atti a favorire la conoscenza e il miglior utilizzo dei materiali lapidei direttamente nelle aziende e in cava. Il B2B di settembre, dedicato alle tecnologie, mira a valorizzare l’eccellenza nella progettazione, nella tecnologia e nell’innovazione dei macchinari per la lavorazione del lapideo, eccellenza che rappresenta, anche in questo settore, il «Made in Italy» nel mondo. Anche in questo caso i buyer invitati a Carrara usufruiranno di un programma di formazione svolto da IMM con la collaborazione di partner di altissimo livello. Il format del progetto di IMM consentirà alle imprese di avere un contatto diretto con i Buyer grazie ad una full immersion a 360° costituita da B2B, visita ad aziende e cave, network dinners per agevolare la creazione di nuovi contatti con l’obiettivo di generare business. Per saperne di più e scoprire le modalità migliori per partecipare ai 4 percorsi scrivere a: Fabio Franchini tel. 0585-1812493 fabio.franchini@carrarafiere.it

CarraraMarmotec è organizzata da CarraraFiere e promossa da IMM Internazionale Marmi e Macchine Carrara Spa, con il supporto e il patrocinio di ICE Agenzia Italia, Ministero dello Sviluppo Economico, Confindustria Marmomacchine, Regione Toscana, Assindustria Massa-Carrara, ADI.

the companies’ activities and to undertake business relationships with them. The B2B event taking place in June 2017 will be dedicated to quarries and stone manufacturers, whereas B2B meetings in September will be reserved to technology manufacturers in the natural stone sector. B2B meetings in June aim to attract architects, contractors and professionals of the stone industry through a special training programme that will offer in-depth courses conceived to favour greater awareness and better use of stone materials directly in the factories and in the quarries. The B2B meetings taking place in September, instead, will focus on technology and aim to reward excellence in design, technology and innovation of machinery for processing stone, which also represents an excellence trademark of this area, able to make the “Made in Italy” brand big in the world. Again, buyers invited to Carrara will benefit from a training programme conducted by IMM with the support of high-profile partners. The format of IMM project will ensure businessmen to establish direct contact with buyers thanks to an intensive schedule of activities including B2B meetings, visit to companies and quarries, network dinners aimed to facilitate new contacts in a more relaxed and friendly frame, always with the aim of stimulating business. CarraraMarmotec is organised byCarraraFiereand promoted by IMM InternazionaleMarmi e Macchine Carrara Spa, with the support and sponsorship of ICEItalian Trade Agency,Ministry of Economic Development, ConfindustriaMarmomacchine, Regione Toscana, Assindustria Massa-Carrara, ADI.

* Pagine a cura di / By:

157

T A C A R


MARMO MACCHINE MARK Licensees companies

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

“Strictly Italians”


Connecting Global Competence

Il futuro dell’edilizia

16–21 gennaio · Monaco di Baviera

Monacofiere · visitatori@monacofiere.com Tel. +39 02 4070 8301 · Fax +39 02 8736 9039

Salone leader mondiale per architettura, materiali e sistemi www.bau-muenchen.com


2017

The Natural Stone Show 2017 is a Natural Stone Specialist event & part of the QMJ Group


The UK Stone Industry Event

25 - 27 April

Be a part of the UK success story... For information on exhibiting e-mail stoneshow@qmj.co.uk or call +44 (0)115 945 3889

www.stoneshow.co.uk #stoneshow2017


SECTOR Exhibition

Nel mondo con noi!

Partecipazioni fieristiche internazionali Confindustria Marmomacchine

Worldwide with us!

International fair participations of Confindustria Marmomacchine 2017 BAU - Monaco di Baviera, Germania

16-21 gennaio

INDIA STONEMART - Jaipur, India

2-5 febbraio

VITORIA STONE FAIR - Vitoria, Brasile

4-17 febbraio

XIAMEN STONE FAIR - Xiamen, Cina

6-9 marzo

MARBLE - Izmir, Turchia

22-25 marzo

BATIMAT RUSSIA - Mosca, Russia

28-31 marzo

NATURAL STONE SHOW - Londra, Regno Unito

25-27 aprile

WORLD STONE FAIR INDOBUILDTECH - Jakarta, Indonesia

17-21 maggio

MIDDLE EAST STONE - Dubai, Emirati Arabi Uniti

22-25 maggio

STONE INDUSTRY - Mosca, Russia

27-30 giugno

IRSE - Teheran, Iran

luglio

MARMOMACC - Verona, Italia

27-30 settembre

2018 STONA - Bangalore, India

7-10 febbraio

STONE+TEC - Norimberga, Germania

13-16 giugno

Per info: segreteria@assomarmomacchine.com


PROGRAMMA COLLETTIVE 2017 FIERE INTERNAZIONALI SETTORE MARMO E TECNOLOGIE

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE


WorldStone Indonesia 2017

Collettiva ICE/Confindustria Marmomacchine alla fiera WoorldStone Indonesia 2017 ICE - Agenzia per la Promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane - in collaborazione con Confindustria Marmomacchine - organizza la Partecipazione Collettiva Italiana alla fiera "WorldStone Indonesia 2017" che si terrà a Jakarta dal 17 al 21 maggio 2017.

Jakarta, Indonesia Data: 17.05.2017 - 21.05.2017 Scadenza adesioni: 10.01.2017 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com

PERCHÉ PARTECIPARE • La realizzazione della partecipazione collettiva mira a favorire lo sviluppo di occasioni di collaborazione produttiva e distributiva con le controparti locali. • WorldStone Indonesia è la prima manifestazione internazionale nel paese dedicata all'intera filiera del marmo e della pietra naturale. • Grazie al contributo pubblico previsto per il settore nell'Attività Promozionale 2016/17, la partecipazione all'interno della collettiva italiana, permetterà una significativa riduzione della quota di partecipazione per le aziende. • L’azione del governo indonesiano si concentra sullo sviluppo industriale e la filiera del marmo e della pietra naturale è tra i comparti prioritari per lo sviluppo del Paese. • L'Indonesia rappresenta la 16^ economia mondiale e con circa 250 milioni di abitanti è il 4^ Paese al mondo per popolazione e può contare su una classe media di

PARTECIPAZIONE La quota di partecipazione include: • Acquisizione dell’area • Tassa di registrazione • Grafica stand-logo/Ragione Sociale • Tavolo con sedie • Banco informazioni chiudibile con sgabello • Cestino gettacarte • Allacci elettrici • Inserimento nel catalogo ufficiale della Fiera • Solo per gli stand di 15 mq ripostiglio 1m x 1m • Collegamento Wi-fi Rimangono a carico degli espositori le spese relative all’assicurazione, al trasporto e alla movimentazione del proprio campionario, le spese di viaggio e alloggio del proprio personale presente in fiera ed ogni altro servizio non compreso nel programma.

45 milioni di persone destinata a triplicarsi entro il 2030 quando - secondo gli analisti - il Paese rappresenterà la 7^ economia mondiale.


Jakarta, Indonesia

17/21 maggio

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE • Stand Allestito 12 mq - 3.280,00 € • Stand Allestito 15 mq - 3.970,00 €

CONTATTI: MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Sede: Milano - Corso Sempione, 30 20154 Milano - Tel 02 315360 Fax 02 315354 RIFERIMENTI: Marketing & Sales Dept.: Paola Bianchi tel/fax 0331 735449 E-Mail: segreteria @assomarmomacchine.com Skype: Paola Bianchi Assomarmomacchine ICE-Agenzia Alessia Bianchi/Antonio Passarelli Tel. 06 5992 6997/6089 macc.marmo@ice.it


Batimat Russia 2017

Architettura, costruzioni e design: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE sceglie BATIMAT Russia Continua la collaborazione di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE con MEDIA GLOBE-CROCUS, il principale organizzaore fieristico russo di manifestazioni dedicate al comparto dell’edilizia, tra le quali BATIMAT RUSSIA. La prossima edizione avrà luogo dal 5 all’8 aprile 2016 sempre nel moderno Crocus Expo Center di Mosca. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE sarà agente in esclusiva in l’Italia e nel mondo della manifestazione moscovita per il settore “stone” (sia materiali lapidei che prodotti complementari).

PERCHÉ PARTECIPARE BATIMAT RUSSIA – che nella passata edizione ha registrato la presenza di circa 53 mila visitatori e più di 300 espositori – si propone come importante piattaforma di incontro tra produttori e committenti di opere, architetti ed ingegneri, designers, fornitori e distributori dalla Russia e dal mondo.

NUMERO VISITATORI NEGLI ANNI

Mosca, Russia - Luogo: Crocus Expo Center Data: 28.03.2017 - 31.03.2017 Scadenza adesioni: 30.12.2016 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com


Mosca, Russia

28/31 marzo

OFFERTA DI PARTECIPAZIONE • Area NON allestita- minimo prenotabile 24 m2: € 250/m2 • Area allestita “STANDARD” - minimo prenotabile 12 m2: € 330/m2 • Area allestita “PREMIUM” - minimo prenotabile 15 m2: € 380/m2 Supplementi angoli: • stand in linea, 1 lato aperto nessuno angolo 0% • Stand ad angolo, 2 lati aperti + 5% • Stand a penisola, 3 lati aperti +10% • Stand ad isola, 4 lati aperti +15% • Stand a due piani + 40% TASSA DI REGISTRAZIONE: € 300/azienda ATTENZIONE! Per stand minimi non sono ammessi co-espositori. Minimo 2 espositori per 18 m2. Allestimento “STANDARD” comprende: spazio espositivo, pareti, fascia con nome dell’azienda, arredi base in proporzione alla dimensione dello stand, ripostiglio con porta a soffietto,

MODALITÀ DI ADESIONE Per partecipare l’azienda dovrà inviare entro e non oltre il 30.12.2016 la scheda di richiesta di area espositiva debitamente compilata e sottoscritta dal legale rappresentante per posta elettronica all’indirizzo: segreteria@ assomarmomacchine.com oppure per fax al numero 0331 735449. L’assegnazione degli spazi espositivi avverrà a ricevimento del modulo e dell’acconto dovuto.

CONTATTI: MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Sede: Milano - Corso Sempione, 30 20154 Milano - Tel 02 315360 Fax 02 315354 RIFERIMENTI: Marketing & Sales Dept.: Paola Bianchi tel/fax 0331 735449 E-Mail: segreteria @assomarmomacchine.com Skype: Paola Bianchi Assomarmomacchine faretti , presa elettrica, cestino e appendiabiti. Allestimento “PREMIUM” comprende: upgrade dell’allestimento STANDARD con altezza pareti 3 m, fascia con nome dell’azienda, arredi base in proporzione alla dimensione dello stand, faretti, presa elettrica, cestino e appendiabiti.


Middle East Stone 2017

Area MARMOMACCHINE alla MIDDLE EAST STONE, Dubai DMG World Media Dubai, organizzatore della fiera BIG 5, organizzerà dal 22 al 25 maggio 2017 in contemporanea con Index e Middle East Covering, MIDDLE EAST STONE, terza edizione della fiera specializzata nelle pietre naturali e delle relative tecnologie di lavorazione. MIDDLE EAST STONE si propone quindi come un’alternativa al BIG 5 e/o una occasione supplementare per rafforzare la propria presenza nel mercato Mediorientale.

OFFERTA AREA MARMOMACCHINE Confindustria Marmomacchine tramite Marmomacchine Servizi srl ha già prenotato un’Area Espositiva situata nella parte centrale del padiglione a disposizione in diverse metrature alle Aziende che vorranno presentare le proprie eccellenze nella prima fiera settoriale del mercato dubaino. L’Area MARMOMACCHINE potrà contare anche a Dubai di un allestimento esclusivo, caratterizzato da un forte impatto scenografico per una presentazione ottimale dei prodotti frutto dell’”Italian Experience”. Il tutto sarà inoltre completato dal seguente programma di supporto: 1. Allestimento personalizzato degli stand contraddistinti da colori e arredi appositamente studiati per valorizzare le produzioni di tutte le aziende espositrici; 2. Allestimento di uno stand Meeting-Point aperto a tutti gli Associati dotato di servizio di interpretariato e posti incontro; 3. Distinzione degli stand degli espositori con allestimenti esclusivi e i contrassegni nazionali e confederali. La partecipazione nell’AREA MARMOMACCHINE si svilupperà su una superficie suddivisibile in stand individuali di minimo 12/16 m2. ATTENZIONE !: I SOCI CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE IN REGOLA CON IL PAGAMENTO DEI CONTRIBUTI ASSOCIATIVI AVRANNO UNO SCONTO DI € 700,00 SULLE AREE ALLESTITE O NON ALLESTITE PRENOTATE La quota per l’area allestita comprende: • affitto area espositiva • Allestimento e arredamento dello stand. Uno stand base di 12/16 m2 comprenderà: pareti, moquette, nome dell’azienda, 1 banco informazioni con sgabello, 1 tavolo, 4 sedie, 1 cestino, 1 appendiabiti,1 presa elettrica e faretti.

COSTI ESCLUSI DALLA QUOTA: Resteranno a carico delle aziende partecipanti i costi relativi al noleggio di particolari attrezzature audiovisive, all’utilizzo di personale dedicato (standista, interprete, ecc), ad allacci e consumi non previsti, oltre alle spese di trasporto e assicurazione del campionario da esporre e al vitto, alloggio e viaggio del proprio personale N.B.: PER I MODULI NON ALLESTITI L’ESPOSITORE DOVRA’ PROVVEDERE AD ORDINARE L’ENERGIA ELETTRICA DIRETTAMENTE AL QUARTIERE FIERISTICO. Su richiesta verrà segnalato anche il nome di uno degli allestitori di nostra fiducia per la personalizzazione dell’area prenotata. Dubai, Emirati Arabi Uniti Luogo: Dubai World Trade Center Data: 22.05.2017 - 25.05.2017 Scadenza adesioni: 10.01.2017 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com www.middleeaststone.com


Dubai, Emirati Arabi Uniti 22/25 maggio MODALITÀ DI ADESIONE Per partecipare l’azienda dovrà inviare entro e non oltre il 10.1.2017 la scheda di richiesta di area espositiva debitamente compilata e sottoscritta dal legale rappresentante per posta elettronica all’indirizzo: segreteria@assomarmomacchine.com oppure per fax al numero 0331 735449. L’assegnazione degli spazi espositivi avverrà secondo disponibilità e a ricevimento del modulo di adesione e del relativo deposito di acconto. Per ricevere tutte le informazioni relative a costi, spazi disponibili, tipologia di allestimento e possibilità di soluzioni personalizzate è possibile scrivere ai contati di Marmomacchine Servizi S.r.l. riportati a lato.

CONTATTI: MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Sede: Milano - Corso Sempione, 30 20154 Milano - Tel 02 315360 Fax 02 315354 RIFERIMENTI: Marketing & Sales Dept.: Paola Bianchi tel/fax 0331 735449 E-Mail: segreteria @assomarmomacchine.com Skype: Paola Bianchi Assomarmomacchine


Stone Industry 2017

“Pit Stop” alla STONE INDUSTRY 2017! Dal 27 al 30 giugno 2017 avrà luogo a Mosca presso il VDNKh - International Exhibition Centre MosExpo (Pavilion 75, Ground Floor, HALL A) la fiera STONE INDUSTRY, unico e irrinunciabile evento settoriale in Russia. La scorsa edizione di STONE INDUSTRY ha registrato la presenza di oltre 300 Aziende locali ed estere con partecipazioni internazionali provenienti da 22 nazioni nel mondo. Tra le partecipazioni più rappresentative vanno ricordate oltre a quella russa, quella Italiana—presente con oltre 20 aziende tra dirette e rappresentate. Buona anche l’affluenza di pubblico affluito a Mosca per verificare l’andamento del settore pietre naturali e lo stato dell’arte delle relative tecnologie e attrezzature per la loro lavorazione.

OFFERTA AREA MARMOMACCHINE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - tramite la controllata Marmomacchine Servizi - organizzerà anche per questa edizione la partecipazione ufficiale italiana realizzando un’ampia Area aperta a tutte le aziende italiane del settore e a condizioni di partecipazione particolarmente vantaggiose per le aziende: • un’area espositiva in una posizione centrale del padiglione • un allestimento “chiavi in mano” personalizzato • l’allestimento di uno stand Meeting Point aperto a tutti gli Associati dotato di servizio di interpretariato e posti incontro • distribuzione gratuita del DIRECTORY 2017 e dell’House Organ Marmomacchine International ai visitatori presenti • distinzione degli stand degli espositori con contrassegni nazionali e confederali La partecipazione nell’AREA MARMOMACCHINE si svilupperà su una superficie espositiva di circa 400 m2 frazionabili. La quota di partecipazione a carico di ciascuna azienda è la seguente: • Area NON allestita (minimo 30 m2) Euro 222/m2 + Euro 320 quale tassa di iscrizione comprendente inserimento aziendale nel catalogo, una copia del catalogo, tessere espositori. • Area allestita: modulo minimo di 15 m2 Euro 327/m2 + Euro 320 quale tassa di iscrizione comprendente inserimento aziendale nel catalogo, una copia del catalogo, tessere espositori + elettricità fino a 2Kw Euro 264. L’allestimento è così composto: pareti in laminato bianco h. 2.50 m, struttura Octanorm h. 2.50 m., moquette blu, 1 fa-

Mosca, Russia Luogo: VDNKh - International Exhibition Centre MosExpor Data: 27.06.2017 - 30.06.2017 Scadenza adesioni: 28.02.2017 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com

retto ogni 3 m2, 1 presa elettrica, 1 banco informazioni, 4 sedie, 1 tavolo rotondo diam. 70 cm, 1 cestino, 1 appendiabiti, fascia in colore blu + nome e numero stand azienda h. 30 cm. N.B: è ammessa la condivisione di stand sulla base di n. 2 aziende ammissibili per ogni modulo minimo (1 espositore + 1 co-espositore). Lo stand e il numero di tasse di iscrizione per azienda saranno a carico dell’espositore firmatario del contratto di adesione. TUTTI I COSTI SUESPOSTI SONO AL NETTO IVA 22% COSTI ESCLUSI DALLA QUOTA: Resteranno a carico delle aziende partecipanti i costi relativi al noleggio di altri arredi, di particolari attrezzature audiovisive, all’utilizzo di personale dedicato (standista, interprete, ecc), alla pulizia degli stand, oltre alle spese di trasporto e assicurazione del campionario da esporre e al vitto, alloggio e viaggio del proprio personale.


Mosca, Russia

27/30 giugno

MODALITÀ DI ADESIONE Per partecipare l’azienda dovrà inviare entro e non oltre il 28.2.2017 la scheda di richiesta di area espositiva (vv. allegato) debitamente compilata e sottoscritta dal legale rappresentante per posta elettronica all’indirizzo: segreteria@assomarmomacchine.com oppure per fax al numero 0331 735449. L’assegnazione degli spazi espositivi avverrà a ricevimento del modulo e dell’acconto dovuto.

CONTATTI: MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Sede: Milano - Corso Sempione, 30 20154 Milano - Tel 02 315360 Fax 02 315354 RIFERIMENTI: Marketing & Sales Dept.: Paola Bianchi tel/fax 0331 735449 E-Mail: segreteria @assomarmomacchine.com Skype: Paola Bianchi Assomarmomacchine


E LENCO A DERENTI / M EMBERS

OF

/ M ITGLIEDER

VON

ASSOCIAZIONI E CONSORZI TRADE ASSOCIATIONS AND CONSORTIA VERBÄNDE UND KONSORTIEN ASSOCIAZIONE MARMISTI DELLA REGIONE LOMBARDIA

Galleria Gandhi, 15 20017 RHO (MI) Tel. 02/93900750/40 Fax 02/93900740 info@assomarmistilombardia.it www.assomarmistilombardia.it

Associazione di settore Settorial association

ASSOFOM ASSOCIAZIONE ITALIANA PRODUTTORI FORNITURE PER MARMISTI

Galleria Ghandi, 15 20017 RHO (MI) Tel. 02/93900750 Fax 02/93900740 info@assofom.it www.assofom.it

Associazione Italiana produttori forniture per marmisti Italian association of marble furnishing producers

CONSORZIO CARRARA EXPORT

Viale XX Settembre, 207-209 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/856649 Fax 0585/53449 info@carraraexport.com www.carraraexport.com

Consorzio di imprese del comprensorio apuano del settore lapideo / meccanico Consortium of companies in the Apuan district working in the stone/mechanics sector

CONSORZIO ITALIANO PORFIDO DEL TRENTINO SOC. CONS. COOP.

Via G. Di Vittorio, 21 38015 LAVIS (TN) Tel. 0461/829835 Fax 0461/829835 info@italporphyry.eu www.italporphyry.eu

Commercio porfido e pietre naturali Commercialization stone porphyry

CONSORZIO MARMISTI BRESCIANI

Via Zanardelli, 7/B 25080 VIRLE TREPONTI (BS) Tel. 030/2594506 Fax 030/2595670 info@consorziomarmisti.org www.consorziomarmisti.org

Consulenza alle ditte associate e promozione dell’area bresciana Consultant for the associated firms and promotion of the area of Brescia

CONSORZIO MARMISTI CHIAMPO

Piazza G. Zanella, 18/C 36072 CHIAMPO (VI) Tel./Fax. 0444/625435 info@consorziomarmistichiampo.com www.consorziomarmistichiampo.com

Il CMC, costituito nel 2005, raggruppa 25 aziende che presentano un ciclo produttivo completo nella pietra naturale per interni ed esterni The CMC, founded in 2005, counts 25 companies that have a complete production cycle in the natural stone for indoor and outdoor

CONSORZIO PRODUTTORI MARMO BOTTICINO CLASSICO

Via Tito Speri 52/a 25082 BOTTICINO (BS) Tel. 030/2190627 Fax 030/2190637 consorzio@marmo-botticino.it www.marmo-botticino.it

Cave proprie di marmo Botticino Classico Botticino Classic marble own quarries

CONSORZIO PROMEX

Via Dorsale, 13 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/792562 Fax 0585/792567 cores@bicnet.it www.prom-ex.it

Servizi all’export alle aziende del settore lapideo e macchinari in esso impiegati Export services for stone sector and allied machinery companies

Commercio di materie prime, semilavorati, prodotti finiti in marmo, pietra, granito, travertino, semipreziosi e onici Trade of marble, granite, limestone, travertine, onyx, travertine, semiprecious jobs

ALIMONTI S.R.L.

Viale Del Lavoro, 13 24058 ROMANO DI LOMBARDIA (BG) Tel. 0363/903372 Fax 0363/901939 commerciale@alimonti.eu www.alimonti.eu

Arredo urbano e giardini, lavorati per edilizia Urban and garden fitments, finished partes for building

Blocchi e lastre in marmo, granito, botticino e travertino Blocks and slabs in marble, granite, Botticino marble and travertine

ANZILOTTI NATALE E FIGLI S.R.L.

Via Sismondi, 52 51017 PESCIA (PT) Tel. 0572/476506 Fax 0572/476293 info@anzilottipavimenti.it www.anzilottipavimenti.it

Lavorati speciali in marmo di Carrara per l'edilizia e l'architettura d'alta gamma Special works in Carrara marble for high-range building and architecture

ARTIGIANA MARMI

Via G. Galilei Trav. 2° 22 25010 SAN ZENO NAVIGLIO (BS) Tel. 030/2667041 Fax 030/2667041 artigianamarmi@lombardiacom.it

Lastre Botticino, lavorati, marmi e graniti per edilizia e arredamenti Botticino slabs, marble and granite manufacturing for building and forniture

Via S. Giuseppe Vecchio, 51b 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/634242 Fax 0585/783001 info@axsgroup.net www.axsstone.com

Commercio e lavorazione di marmi e affini Processing and trade of marble and stone products

PIETRE NATURALI DIMENSIONAL STONE NATURWERKSTEINE A.A.T.C. AND CO. S.R.L. MARMI E GRANITI

ANTOLINI ING. SERGIO S.R.L.

Via Napoleone, 8 37015 SANT'AMBROGIO DI VALPOLICELLA (VR) Tel. 045/6861627 Fax 045/6861057 info@aatc.it www.aatc.it

Via dell'Industria, 4 37015 S. AMBROGIO DI VALPOLICELLA (VR) Tel. 045 6862500 Fax 045 6862510 sergio.antolini@antolinimarmi.it www.antolinimarmi.it

ARIETE MARMI S.R.L.

Via Soniga, 27 25080 NUVOLENTO (BS) Tel. 030/6919502 Fax 030/6898475 arietemarmi@tiscali.it www.paginegialle.it/arietemarmi

Marmo, pavimenti e rivestimenti Marble, flooring and cladding

ATLANTIDA ITALIA

Via Felice Cavallotti, 10 54037 MARINA DI CARRARA (MS) Tel. 0585/50288 Fax 0585/774357 atlantidait@yahoo.it

Import-export di blocchi di pietra Import-export of stone blocks

AXS S.R.L.

BAGNARA NIKOLAUS S.P.A.

Via Madonna del Riposo, 34 39057 APPIANO (BZ) Tel. 0471 662109 Fax 0471 664704 info@bagnara.net www.bagnara.net

Produzione e lavorazione di blocchi, lastre e lavorati di marmo e granito Production and and processing of blocks, slabs and finished products in marble and granite

BAUCE BRUNO E C. S.R.L.

B&B DI R. BIAGETTI & C. S.N.C.

Via M.U. Traiano, 54 20149 MILANO Tel. 02/39266551 Fax 02/39214218 biagettimarmi@fastwebnet.it www.biagettimarmi.it

Beole e pietre, lastre di botticino, granite e marmo, lavorati per edilizia, mosaici, pavimenti e rivestimenti, piani per arredo, travertine, zoccolini Various stone types, botticino, granite and marble slabs, finished partes for building, mosaics, floors and cladding, decorative layers, travertine, skirting boards

BELLOMI MARMI di Sala Geom. Edoardo

ARTIGIANA MARMI

Via dell'Industria, 49 37015 S. AMBROGIO DI VALPOLICELLA (VR) Tel 045/6862420 Fax 045/6862398 info@baucebruno.com www.baucebruno.com

Via E. Fermi, 6 26837 MULAZZANO (LO) Tel. 02/98875094 Fax 02/98875803 salaedoa@bellomimarmi.191.it www.granito.it

Zoccolini, spaccatello o rustico, cornici, decori, zoccolino sagomato, zoccolino igienico, modul parquet, in marmo e granito Skirtings, split face, moldings, elite skirting, cove base, modul parquet in marble and granite

Lavorati per edilizia, pavimenti e rivestimenti, piani per arredamento Finished partes for building, floors and cladding, decorative layers

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

B

A

BERTI SISTO & C. INDUSTRIA PIETRA SERENA S.R.L.

Via Cornacchiaia-Alberaccio, 1009 50033 FIRENZUOLA (FI) Tel. 055 8198901 Fax 055 8199542 info@bertisisto.it www.bertisisto.com

Estrazione dalle proprie cave, taglio e lavorazione di Pietra Serena e Pietra Serena Extra Dura; vendita di blocchi, lastre e lavorati di questa pietra per edilizia, pavimenti e rivestimenti per interni ed esterni e per arredi urbani. Quarrying from company-owned quarries, cutting and processing of Pietra Serena and Pietra Serena Extra Dura (grey italian sandstone) Sale of blocks, slabs, cut-to-size of this stone for construction, paving and cladding for internal and external use and for urban furniture

BIANCO CAVE S.R.L.

S.S. 16, km 978 73020 MELPIGNANO (LE) Tel. 0836/471227 Fax 0836/471227 biancocave@biancocave.it www.biancocave.it

Blocchi, lastre rivestimenti balaustre, cornici in Pietra Leccese e Pietra Carparo Blocks, slabs, coverings, balaustrades and cornices in Pietra Leccese and Pietra Carparo

B.M.A. S.R.L.

Via F.lli Rosselli, 82 54100 MASSA (MS) Tel. 0585 841127 Fax 0585 846379 info@bma-srl.com

Escavazione e lavorazione di blocchi e lastre di marmo Quarryng and processing of marble blocks and slabs.

BRB MARMI S.R.L.

Via Campi Grandi, 25 25080 PREVALLE (BS) Tel. 030/6801364 Fax 030/6807014 direzione@brbmarmi.it www.brbmarmi.it

Produzione di marmo Botticino Classico in blocchi, lastre lucide e pavimenti grandi dimensioni Production of classic Botticino marble blocks, polished slabs and floor large

BRECCIA AURORA S.R.L.

Via S. Croce, 49 25013 CARPENEDOLO (BS) Tel. 030/9966011 Fax 030/9965428 brecciaaurora@ghirardi.it www.ghirardi.it

Blocchi di breccia aurora, estratti dalle cave di proprietà Blocks of Breccia Aurora, extracted from its own quarries

B-STONE S.N.C. di Luigi Buzzetti

Via Progresso, 9 29010 MONTICELLI D’ONGINA (PC) Tel. 0523/820308 Fax 0523/815533 damiano.buzzetti@b-stone.it www.b-stone.it

Lavorazione marmo, granito e pietre per arredamento ed edilizia Marble, granite and stone working for forniture and building

CALDERA MARMI S.R.L.

Via Treponti, 57 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2594132 Fax 030/2594024 info@calderamarmi.it www.calderamarmi.it

Marmi e graniti per l’edilizia e l’arredamento Marbles, and granits for any use

CAPPELLINI S.R.L.

Via Brendibusio, 2 25040 BRAONE (BS) Tel. 0364/434029 Fax 0364/434545 info@cappellinimarmi.it www.cappellinimarmi.com

Lavorati edilizia - Arredamento - Funeraria Manufacturing for building - Forniture - Funerary

CASALE S.R.L.

Strada Provinciale Apricena-Poggio Imperiale Km 3 71011 APRICENA (FG) Tel. 0882/99742 Fax 0882/996257 dellerba.paolo@libero.it

Blocchi di Pietra di Apricena Marble blocks

CASONE VERONA STONE S.R.L.

Via Toscana, 114 40035 CASTIGLIONE DEI PEPOLI (BO) Tel. 055/819331 Fax 055/8199006 info@ilcasone.it www.ilcasone.it

Pietra e Marmi Stone and marbles

CAUCCI MARBLE S.R.L.

Via dell'Industria Centro, 21 37010 RIVOLI VERONESE (VR) Tel 045/6269389 Fax 045/6269389 info@cauccimarble.it www.cauccimarble.it

Estrazione, lavorazione e commercializzazione Travertino Romano Roman travertine extraction, processing and trading

CAVE GAMBA S.A.S.

Via T. Tasso, 24 24014 PIAZZA BREMBANA (BG) Tel. 0345/82638 Fax 0345/82516 info@cavegamba.it www.cavegamba.it

Blocchi e lastre di Marmo Arabescato Orobico Blocks and slabs of Arabescato Orobico marble.

C.I.M.E.P. S.R.L.

Via Bassano del Grappa, 4 00195 ROMA Tel. 0774/529271 Fax 0774/325131 info@cimep.it www.cimep.it

Estrazione e lavorazione travertino romano Roman travertine extraction and processing

CITTADINI MARMI S.A.S.

Via Gardesana, 31 25086 REZZATO LOC. VIRLE TREPONTI (BS) Tel. 030/2791538 Fax 030/2592435 cittadinimarmisas@virgilio.it

Rivestimenti in pietra rustica Rustic wall facings

COLOMBO & C. S.R.L.

Viale dell'Industria 14 37010 CAVAION VERONESE (VR) Tel. 045 6261309 Fax 045 2372217 laura@serizzocolombo.com www.serizzocolombo.com

Marmo, granito Marble, granite

COOPERATIVA OPERAI CAVATORI DEL BOTTICINO SOC. COOP.

Via Molini, 41 25080 BOTTICINO MATTINA (BS) Tel. 030/2190108 Fax 030/2190320 info@cavatoribotticino.it www.cavatoribotticino.it

Estrazione e lavorazione di Marmo Botticino - Blocchi, lastre, lavorati per edilizia Marbles Botticino: quarrying and working - blocks, slabs, building sector

COOPERATIVA VALVERDE ESCAVAZIONE MARMO BOTTICINO

Via Molini, 1/3 25080 BOTTICINO (BS) Tel. 030/2190525-2190526 Fax 030/2691371 fabio.bonardi@coopvalverde.it www.coopvalverde.it

Blocchi, marmette, lastre in Botticino Classico Blocks, slabs and tiles in Botticino Classico

CRAGLIA MARMI VERONA S.R.L.

Via della Croce , 87 00187 ROMA (RM) Tel. 045/6770444 Fax 0172/6770035 verona@cragliamarmi.it www.cragliamarmi.it

Blocchi, lastre, semilavorati - Marmi, graniti, travertini Blocks, slabs, cut-to-size - Marbles, granites, travertines

DE ANGELIS GIOVANNI S.R.L.

Via Bassa Tambura, 125 54100 CANEVARA (MS) Tel. 0585/834268 Fax 0585/830877 info@gdamarmi.com www.gdamarmi.com

Marmo bianco Carrara: blocchi e lastre White Carrara marble: blocks and slabs

DE FRANCESCHI S.R.L.

Via T dal Molin, 116 36072 CHIAMPO (VI) Tel. 0444/623178 Fax 0444/420488 info@defranceschimarmi.com www.defranceschimarmi.com

Blocchi e lastre di marmo – cava propria di marmo Botticino – lavorati per l’edilizia Blocks and slabs of marble – our own quarry of Botticino – finished partes for building.

D.G.A. S.R.L.

Via Casa Bianca, 133 25040 SPICCA DI ESINE (BS) Tel. 0364/361229 Fax 0364/361229 dga_srl@tiscali.it

Lavorazione Marmo Processing Marble

DOMO GRANITI S.P.A.

Via Leonardo Da Vinci, 36 28859 TRONTANO (VB) Tel. 0324249096 Fax 0324241327 info@domograniti.it www.domograniti.it

Blocchi e lastre di beola e serizzo Blocks and slabs of beola and serizzo

D.S. TRADING

V.le G. Galilei, 36 54033 CARRARA (MS) Tel. 338/7109654 Fax 0585/854725 info@dstrading.it www.dstrading.it

Trasformazione e vendita di marmi, pietre, graniti, travertini e onici Processing and sales of marbles, stones, granites, travertines and onyxes

ELLE MARMI S.R.L.

Viale Zaccagna, 6 P.O. BOX 215 54033 AVENZA CARRARA (MS) Tel. 0585/841563 - 54963 Fax 0585/55006 info@ellemarmi.com www.ellemarmi.com

Produzione e commercializzazione marmi, graniti, lavorati Worked marble and granite production and trade

EMMEZETA DI ZANONI MASSIMO

Via Molino Vecchio, 178/C 25010 BORGOSATOLLO (BS) Tel. 030/2501590 Fax 030/2501590 zanoni.massimo@libero.it

Lavorazione marmo e granito per edilizia e arredamento Processing marble and granite for house building and furnishing

EREDI MARTINELLI DIVISIONE CAVE S.R.L.

Località Menga 25080 BOTTICINO (BS) Tel. 030/2594141 Fax 030/2590332 info@eredimartinelli.it www.eredimartinelli.it

Blocchi marmo, cave, lastre marmo Marble blocks, quarries, marble slabs

EREDI MARTINELLI MARMI E GRANITI S.P.A.

Via Industriale, 5 25086 Rezzato (BS) Tel. 030/2594141 030/2592892 Fax 030/2590612 030/2590332 info@eredimartinelli.it www.eredimartinelli.it

Cave proprie: Botticino classico e Fiorito, Breccia Oniciata Own quarries: Botticino classic and Fiorito, Breccia Oniciata

EUROMARMI S.R.L.

Loc. Forluso Area PIP 84020 SAN GREGORIO MAGNO (SA) Tel. 0828/955125-224 Fax: 0828/753742 info@euromarmi.com www.euromarmi.com

Rifiniture opere in marmo, pietra e granito Marble, stone and granite finishing

ESCAVAZIONE E LAVORAZIONE MARMO

BRECCIA AURORA S.R.L.

D.G.A. S.R.L.

EMMEZETA DI ZANONI MASSIMO

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

EREDI MARTINELLI DIVISIONE CAVE SRL

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

LOMBARDA MARMI S.r.l.

FAVORITA S.P.A.

Via Fossacan, 10/A 36045 LONIGO (VI) Tel. 0444/436311 Fax 0444/436471 favorita@granitifavorita.com www.granitifavorita.com

Marmi, graniti, onici, quarziti, semipreziosi Marble, granite, onyx, quarzite, semipreciou

FIBRA S.R.L.

Via XXIV Maggio, 1 bis 54031 Avenza Carrara (MS) Tel. 0585/857638 - 857821 Fax 0585/55145 fibra@fibra.it www.fibra.it

Lastre, blocchi, lavorati, in marmo e granito Slabs, blocks, finished products in marble and granite

FRATELLI MONCINI S.R.L.

Via Bagarotti, 5 20152 MILANO (MI) Tel. 02/48913784 Fax 02/47994915 info@moncini.it www.moncini.it

Lavorazione delle pietre naturali, produzione di pavimenti sopraelevati e manufatti in pietra per arredo urbano Processing of natural stones, production of raised floors and stone products for landscaping

FORMIGARI S.R.L.

Via Archimede, 8 37010 AFFI (VR) Tel. 045/6266811 Fax 045/6260870 info@formigari.it www.formigari.it

G.M. MARMI S.N.C. DI GOBBINI G. & C.

FG MARMI DI FRANZONI GIORDANO & C. S.N.C.

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

FG MARMI DI FRANZONI GIORDANO & C. S.N.C.

Via Cereto, 11/13 25080 VALLIO TERME (BS) Tel. 0365/370442 Fax 0365/370442 fg-marmi@libero.it

Segagione lavorazione marmo e ardesie Working and manufacturing of Marble and Slate

F.LLI POGGI S.R.L.

Via Tiburtina, 271 00011 TIVOLI TERME (RM) Tel. 0774/371358 Fax 0774/356088 info@romantravertine.com www.romantravertine.com

Blocchi, lastre e lavorati di travertino Roman travertine blocks, slabs and tirished products

F.LLI VENTURA DI PAOLO S.N.C.

Via Treponti, 25 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2791533 Fax 030/2596343

Lavorazione, segheria, commercio marmi Processing, cutting and trade of marble

Produzione e lavorazione di lastre e lavorati in pietra naturale Production and working of slabs and cut to size in natural stone

FRANCHI UMBERTO MARMI SRL

Via del Bravo, 14 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/70057 Fax 0585/71574 fragroup@tin.it mail@franchigroup.it www.franchigroup.it

Produzione e commercio marmo Marble production and trade

Via R. Vantini, 11 25039 TRAVAGLIATO (BS) Tel. 030/660322 Fax 030/660322 gm-marmi@libero.it

Lavorati per l’edilizia Manufacturing for building

GRANITAL SIENA S.R.L.

Via Don Minzoni, 16 53034 COLLE DI VAL D'ELSA (SI) Tel. 0577/920890 Fax 0577/922945 gran.amm@granitalsiena.com www.granitalsiena.com

Blocchi marmo Giallo Siena Yellow Siena marble blocks

GRANITMARMI S.N.C. DI BRESCIANI & C.

Via XXIV MAGGIO, 7 25075 NAVE (BS) Tel. 030/2530051 Fax 030/2534685 info@granitmarmi.it www.granitmarmi.it

Lavorazione marmo e granito in genere per edilizia ed arredamento Processing of marble and granite in general for building and forniture

GRASSI PIETRE S.R.L.

Via Madonnetta, 2 36024 NANTO (VI) Tel. 0444/639092 - Fax 0444/730071 info@grassipietre.it www.grassipietre.it

Pietra e marmo giallo dorato, bianco avorio, grigio argento Limestone and marble giallo dorato, bianco avorio, grigio argento

GUALTIERO CORSI S.R.L.

Via San Martino, 1 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/72348 Fax 0585/70130 info@gualtierocorsi.it www.gualtierocorsi.it

Bianco Gioia

GV OROSEI MARBLES S.R.L.

SS 125 KM 220/300 08028 OROSEI (NU) Tel. 0784 998119 Fax 0784 997240 direzione@gvoroseimarbles.com www.gvoroseimarbles.com

Blocchi di marmo Blocks of marble

I.E.M. S.R.L.

Via Gardesana, 20 25080 NUVOLERA (BS) Tel. 030/691306 Fax 030/6919634 info@iem-srl.it

Blocchi e lastre marmo e granito Granite and marble blocks and slabs

IMAG S.R.L.

Corso Europa, 29 88024 GIRIFALCO (CZ) Tel. 0968/741900 Fax 0968/741803 imag@imagsrl.com www.imagsrl.com

Lastre di marmo e granito Slabs of marble and granite

INDUSTRIA MARMI ALBERTI S.R.L.

Corso Trento, 2 38061 ALA (TN) Tel. 0464/671118 - Fax 0464/671590 ima@albertimarmi.it www.albertimarmi.it

Blocchi granito, blocchi marmo, lastre marmo e granito, pavimenti e rivestimenti, travertino, onice Block granite and marmor, slabs marmor, granite, travertin, onix, floor and covering

INTERNAZIONALE GRANITI S.P.A.

Loc. Colonia Solare, 23 28855 MASERA (VB) Tel. 0324/242152 243100 - 249264 Fax 0324/46265 igm@igmasera.com www.igmasera.com

Blocchi in granito, lastre in marmo e granito, lavorati in genere per edilizia ed arredamento Granite blocks, marble and granite slabs, finished pieces in general for building and interior decoration

ITALMARBLE POCAI S.R.L.

Via Martiri di Cefalonia 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/855353 Fax 0585/855055 info@pocai.com

Lavorazione e commercio marmo e granito Processing and trade of marble and granite

LA CIMA S.N.C. di Bresciani Rodolfo e figli

Via Aldo Moro, 1 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691732 Fax 030/6898041 bfgroup@tin.it

Lastre marmo, cave Marble slabs, quarries

LA SAN GIORGIO dei f.lli Pecis S.R.L.

Via Selva, 38 24060 ZANDOBBIO (BG) Tel. 035/940246 Fax 035/944276 info@lasangiorgio.com www.lasangiorgio.com

Cave, granulate, lastre di marmo, lavorati per edilizia, pavimenti e rivestimenti, zoccolini. Own quarry, marble slabs, finished partes for building, floors and cladding, skirting boards

LANDI GROUP SRL

Via Tognocchi, 338 55047 QUERCETA (LU) Tel. 0584/769072-3 Fax 0584/769432 landigroup@landigroup.eu www.landimarble.it Commercio e lavorazione

Commercio e lavorazione marmi e graniti – Import export Trading and manufacture of marble and granite – Import export

LAVAGNOLI MARMI S.R.L. SOC. UNIPERSONALE

Via Rivis di Mies, 10 33050 RONCHIS (UD) Tel. 0431 56349 Fax 0431 56637 info@lavagnolimarmi.com www.lavagnolimarmi.com

Tornitura e lavorazioni speciali in marmo, pietra e granito Lathing and special workmanship in marble, stones and granite

LAZZARINI ANGIOLINO & C. S.N.C.

Via Cereto, 46 25080 VALLIO TERME (BS) Tel. 333/3971613 Fax 0365/370106 roby_nina@libero.it

Pavimenti in Botticino, commercio marmi e pietre della Croazia Botticino flooring, trade of marble and Croatia stone

LAZZARINI GIUSEPPE S.R.L. Società Unipersonale

Via Cereto, 28 25080 VALLIO TERME (BS) Tel.-Fax 030/6898020 info@lazzariniangiolinosrl.191.it

Blocchi e pavimenti in botticino Marble blocks and Botticino flooring

LEATHER STONE S.R.L.

Via Pietro Niselli, 91 37035 SAN GIOVANNI ILARIONE (VR) Tel. 045/6550963 Fax 045/6550963 info@leatherstone.it www.leatherstone.it

Pietre naturali per pavimenti e rivestimenti Natural stones for flooring and cladding

LOMBARDA MARMI S.R.L.

Via Papa Giovanni XXIII , 23 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2791551 Fax 030/2792279 info@lombardamarmi.it www.lombardamarmi.it

LOMBARDI S.R.L.

SEDE LEGALE: Via Durini, 26 20122 MILANO SEDE OPERATIVA: Via Cave, 194 - 25081 BOTTICINO (BS) Tel. 030/2191572 Fax 030/2193644 lombardimarmi@tin.it www.lombardimarmi.com

Marmo Botticino: lastre e lavorati per l’edilizia Botticino marble: slabs and finished products for building

Blocchi marmo, cave, lastre marmo Marble blocks, quarries, marble slabs

F.LLI VENTURA DI PAOLO S.N.C.

IMAG S.R.L.

LAZZARINI ANGIOLINO & C. S.N.C.

LOMBARDI S.R.L.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

LUMINI ANGELO

MARMI BUSI DI BUSI SILVIO & C. S.N.C.

MARMI CLASSIC BOTTICINO S.R.L.

MARMI E GRANITI BONAZZOLI F.LLI S.N.C.

MARMI MAZZARDI S.N.C. DI MAZZARDI DAVIDE, FLAVIO &C

MARMI SENCO S.N.C.

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

LUMINI ANGELO

Via Mattei , 17 25060 RODENGO SAIANO (BS) Tel. 030/6810370 Fax 030/6810370

Lavorazione marmo Processing marble

MARBO S.R.L.

Via Molini,3 25082 BOTTICINO (BS) info@marbo.net www.marbo.net

Estrazione e lavorazione Marmo Botticino Classico Marble Botticino Classico quarrying and working

MACCABONI LUIGI MARMI

Via Fleming, 6 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2590961 Fax 030/2792208 maccabonimarmi@libero.it

Tornitura marmi, colonne, balaustre, fontane, lavorati in massello, taglio con idrogetto Marble Turning, columns, balaustrade, fountain, manufacturing in block, water-jet edge.

MARCOLINI MARMI S.P.A.

Via Carrara, 24 37023 GREZZANA (VR) Tel. 045/8650150 Fax 045/8650444 marcolini@marcolini.it www.marcolini.it

Marmo granito Marble and granite

MARCO S.N.C. di Butturini Remo e F.lli

Via Delle Gere, 9 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691712 Fax 030/691712 info@marcosnc.it www.marcosnc.it

Blocchi marmo, lastre, cave, marmo botticino Marble blocks, slabs, quarries, Botticino marble

MARGRAF S.P.A.

Via Marmi, 3 36072 CHIAMPO (VI) Tel. 0444/475900 Fax 0444/475947 info@margraf.it alice@margraf.it www.margraf.it

Vendita e lavorazione marmi (blocchi, Lastre, lavorati, modulmarmo) Processing and trade of marble (blocks, slabs, finished products, modulmarmo)

MARINI MARMI S.R.L.

Via Gré, 1 24063 CASTRO (BG) Tel. 035/980033 Fax 035/986656 info@marinimarmi.com www.marinimarmi.com

Cave proprie e lavorazione ceppo di grè, aggloceppo Own quarry and factory of ceppo di grè

MARMI BACCI S.R.L.

Sede operativa: Via Aurelia Km. 367, 9/11 55045 PIETRASANTA (LU) Tel. 0584/791270 Fax. 0584/790805 info@bacci.it www.bacci.it

Commercio di marmi e graniti, blocchi semilavorati e lavorati Trade of marble and granite, blocks, semi-finished and finished products

MARMI BARDELLONI DI Bardelloni Fernando S.N.C.

Via S. Lorenzo, 5 25076 ODOLO (BS) Tel. 0365/860493 Fax. 0365/860493

Marmi e graniti lavorati Processed marble and granite

MARMI BRUNO ZANET S.R.L.

Via Paganella, 79 37020 VOLARGNE (VR) Tel. 0456833444 Fax. 0458860055 davide@brunozanet.com www.brunozanet.com

Blocchi, lastre e lavorati in marmo, granito e pietra naturale in genere Blocks, slabs and manifacture in marble, granite and natural stone

MARMI BUSI DI BUSI SILVIO & C. S.N.C.

Via Dei Marmi, 98 25080 NUVOLERA (BS) Tel. 030/6898162 Fax 030/6916196 marmibusi@marmibusi.it www.marmibusi.it

Colonne, camini, fontane, vasi, balaustre, monumenti, sculture, lavorati per edilizia, portali Columns, chimneys, fountains, balustrades, monuments, sculptures, manufacturing for building, Portals

MARMI CARRARA S.R.L.

Via Provinciale, 158 54031 AVENZA-CARRARA (MS) Tel. 0585/54337 Fax 0585/504633 info@marmicarrara.it www.marmicarrara.it

Blocchi e lastre marmo bianco White marble blocks and slabs

MARMI CLASSIC BOTTICINO S.R.L.

Via A. Inganni, 8 25121 BRESCIA (BS) Tel. 030/2691541 Fax 030/2595084 marmiclassic@sceltasystem.it

Estrazione e commercio minerali da cava Quarring and trading of quarry minerals

MARMI DAINO REAL S.R.L.

Via Sonnino, 174 09127 CAGLIARI (CA) Tel. 0774/325178 Fax 0774/325169 cesare@grupporatti.it www.grupporatti.it

Produzione di marmo (Daino Reale e Travertino Romano) Marble production

MARMI E GRANITI BONAZZOLI F.LLI S.N.C.

Via Brescia, 32 25020 GAMBARA (BS) Tel. 030/956172 Fax 030/9956272 info@marmiegranitibonazzoli.it

Pavimenti e rivestimenti, piani per arredamento Flooring and cladding, forniture

MARMI E GRANITI D'ITALIA S.R.L.

Via Aurelia Ovest, 271 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/831921 Fax 0585/831925 info@marmiegraniti.it www.marmiegraniti.it

Produzione di lastre, marmette, progetti amisura, blocchi Production of slabs, marble tiles, cut to size projects, blocks

MARMI E GRANITI VEZZOLI CARLO S.R.L.

Via Papa Giovanni XXIII, 175 24050 PALOSCO (BG) Tel. 035/845401 Fax 035/846580 info@vezzoli.info www.vezzoli.info

Colonne, lavorati per edilizia, monumenti, pavimenti e rivestimenti, piani per arredo Columns, finished partes for building, monuments, floors and cladding, decorative layers

MARMI E TRAVERTINI S.R.L.

Via Pegrosse, 421/b 37020 VOLARGNE DI DOLCÉ (VR) Tel. 045 6860933 Fax 045 6860491 direzione@marmietravertini.com www.marmietravertini.com

Blocchi, lastre, pavimenti e lavorati Blocks, slabs, flooring and finished products.

MARMI EMME S.R.L.

Via Gardesana, 80 25080 NUVOLERA (BS) Tel. e Fax 030 6919007 marmiemme@libero.it www.marmiemme.it

Lavorazione marmi e graniti per edilizia e arredamento Processing of marble and granite for building and forniture

MARMI FAEDO S.P.A.

Via Monte cimone, 13 36073 CORNEDO VICENTINO (VI) Tel. 0445/953034 - 953081 Fax 0445/952889 info@marmifaedo.com www.marmifaedo.com

Escavazione e lavorazione marmo Quarrying and processing of marble

MARMI GHIRARDI S.R.L.

Via Santa Croce, 49 25013 CARPENEDOLO (BS) Tel. 030/9966011 r.a. Fax 030/9965428 www.ghirardi.it info@ghirardi.it

Lastre in marmo, pavimenti, rivestimenti, arredo urbano, lavorati per edilizia Marble slabs, flooring, cladding, building elements

MARMI MARCHINA MASSIMO

Via C. Colombo, 13/15 25080 NUVOLERA (BS) Tel. 030/6897226 Fax 030/6897226 marchinamassimo@excite.it www.paginegialle.it/marchinamarmi

Colonne - Vasi - Balaustre - Fontane - Capitelli Columns - Vases - Balaustrade - Fontains - Capitals

M.M.G. MARMI MARIOTTI GRANITI S.R.L.

Via Sforza, 18 54031 AVENZA CARRARA (MS) Tel. 0585/857333-857934857303 Fax 0585/857965 info@marmimariotti.it www.marmimariotti.it

Industria e commercio di marmi e graniti Production and trade of marble and granite

MARMIRES S.R.L.

23013 COSIO VALTELLINO (SO) Tel. 0342 635029 Fax 0342 636348 marmires@marmires.it www.marmires.it

Marmi e graniti Marbles and granites

MARMI MAZZARDI S.N.C. di Mazzardi Davide, Flavio & C

Via del Marinaio, 10 25077 ROÈ VOLCIANO (BS) Tel. 0365/556212 Fax 0365/556211

Lavorati in marmo e granito per edilizia, arredamento, funeraria Manufactures in marble and granite for building, forniture and funerary

MARMI RIELLO S.N.C. di Riello G & C.

Via Boccaccio, 10/12 25080 MOLINETTO DI MAZZANO (BS) Tel. 030/2620256 Fax 030/2120926 rielloec@libero.it

Arredo urbano e giardini, lavorati per edilizia Street forniture and garden, manufacturing for building

MARMI SENCO S.N.C.

Via Manzoni, 8 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2791448 Fax 030/2595994 marmisenco@libero.it

Lastre marmo, pavimenti e rivestimenti Marble slabs, flooring and cladding

MARMI SERAFINI S.A.S.

Via Castiglione, 5 36072 CHIAMPO (VI) Tel. 0444/688771 Fax 0444/426056 alessandro@marmiserafini.it www.marmiserafini.it

Lavorazione del marmo applicata all'ambito del design e dell'architettura Processing of marble for design and architecture

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

PREMOLI LUIGI S.N.C. DI SQUASSINA LUCIA & C.

MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

Via Prov. per Grottaglie, 1 72029 VILLA CASTELLI (BR) Tel. 0831/867115 Fax 0831/867191 marmi-strada@libero.it www.marmistrada.it

Vendita e lavorazione di marmi, graniti e materiali lapidei Stone, marble and granite working and sales

MARMO ELITE S.R.L.

Via Adige, 94 37015 DOMEGLIARA (VR) Tel. 045/6861116 Fax 045/7732930 info@marmoelite.com www.marmoelite.com

Onici e lavorati lapidei standard e speciali per l'architettura, il contract e l'interior design Onyxes and standard and special finished stone products for architecture, the contract sector and interior design

MARMOLUX S.P.A.

Via Scaiola, 50 25080 NUVOLERA (BS) Tel. 030/6897504 r.a. Fax 030/6897396 info@marmolux.it www.marmolux.it

Blocchi, lastre, marmette, modulmarmo e lavorati finiti in Botticino classico, semiclassico e fiorito, Breccia Aurora da cave proprie Blocks, slabs, modular tiles and finished pieces in classic, semi-classic and flowery Botticino and Breccia Aurora from our own quarries

MEDITERRANEAN STONE S.R.L.

Via Provinciale, 127 55045 PIETRASANTA (LU) Tel. 0584/283186 Fax 0584/792831 info@medstone.it www.medstone.it

Blocchi e lastre di pietre di marmo e di onice Stone - marble and onyx blocks and slabs

MONOTILE S.R.L.

Via Parma, 114 46041 ASOLA (MN) Tel. 0376/718911 Fax 0376/7189215 amministrazione@monotile.com www.monotile.com

Pavimento sopraelevato mod. Teknica brevettato Teknica raised access floor patented

NAMCO CO. S.R.L.

Via S. Colombano, 40 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/834380 Fax 0585/834382 info@namcoco.it www.namcoco.com

Marmi, graniti, onici, pietre Marble, granite, onyx, stones

NICOLA FONTANILI

Viale Galileo Galilei, 32 54033 AVENZA CARRARA (MS) Tel. 0585/51361 Fax 0585/505001 info@nicolafontanili.com www.nicolafontanili.com

Marmo, granito, travertino, onice Marble, granite, travertine, onyx

ODONE ANGELO S.R.L.

Strada Trino, 103 13100 VERCELLI (VC) Tel. 0161/294919 Fax 0161/391819 info@odonemarmi.it www.odonemarmi.it

Commercio e lavorazione marmi, pietre, graniti e semipreziosi Deals in and works marbles, stones, granite and semiprecious

ODORIZZI SOLUZIONI IN PIETRA S.R.L.

Via del Brennero, 43 38122 TRENTO Tel. 0461/687701 Fax 0461/687774 odorizzi.soluzioni@gmail.com www.odorizzisoluzioni.it

Estrazione, lavorazione e commercio di porfido Quarrying, processing and trade of porphyry

PIETRA MARROCCO PI.MAR. S.R.L.

Via Manzoni, 32 73020 CURSI (LE) Tel. 0836/483285 - 426555 Fax 0836/429926 info@pietraleccese.com www.pietraleccese.com

Produzione e lavorazione della pietra leccese e del Carparo. Progetti per architettura, arredamenti per giardino, design d’interni Production and processing of Lecce Stone and Carparo. Projects for architecture, garden fitments, interior design

PIETRE SANTAFIORA S.R.L.

P.le Caduti della Montagnola, 72 00142 ROMA - Sede Operativa: S.S. Ortana Km. 8.200 01030 VITORCHIANO (VT) info@santafiorapietre.com www.santafiorapietre.com – Tel. 0761/370909 Fax 0761/370043

Pietra Santafiora - lavagrigia - lavarosa - peperino grigio - grigio perla in blocchi, lastre, semilavorati, pavimenti, rivestimenti, lavorati artistici ecc. Santafiora Stone - gray lava - pink lava - gray, pearl-gray peperino in blocks, slabs, semi-finished pieces, flooring/paving, facing/cladding, artistic work, etc.

PORFIDI PAGANELLA S.R.L.

Loc. Valle, 13 38040 FORNACE (TN) Tel. 0461/689715 Fax 0461/687473 info@porfidipaganella.it www.porfidipaganella.it

Porfido e pietre naturali - fornitura e posa Supplying and installation of porphyry and natural stones

PORFIDO ED ARTE CONSORZIO STABILE

Via S. Antonio, 96 38041 ALBIANO (TN) Tel. 0461/689269 Fax 0461/689269 info@porfidoedarte.it www.porfidoedarte.it

Porfido e pietre naturali: fornitura e posa Supplying and installation of porphyry and natural stones

PORFIDO F.LLI PEDRETTI S.P.A.

Via Manzoni, 160 25040 ESINE (BS) Tel. 0364/45178 - 360605 Fax 0364/45193 info@porfidopedretti.com www.porfidopedretti.com

Lavorazione porfido Valcamonica e graniti “Valcamonica” porphyry and granite working

PREMOLI LUIGI S.N.C. di Squassina Lucia & C.

Via Almici, 91 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2792210 Fax 030/2590704

Lastre marmo grezze, lucide, patinate, bocciardate. Spessori marmo, masselli marmo a misura, blocchi marmo Naturally marble slabs, polished marble slabs, old fashioned marble slabs, sand-blasted marble slabs. Marble to thickesses, small marble blocks to measure, blocks of marble

QR S.R.L. unipersonale

Via Cave, 156 25080 BOTTICINO MATTINA (BS) Tel. 030/2691395 Fax 030/2691395 quecchiabattista@libero.it www.marmo-botticino.it/quecchia

Blocchi marmo Botticino Classico, semiblocchi, informi, spessori, masselli Blocks of Botticino Classico marble, semi-blocks, shapeless blocks, thick slabs, cubic pieces

QUERCIOLAIE RINASCENTE Società cooperativa

Via delle Cave - Fraz. Serre 53040 RAPOLANO TERME (SI) Tel. 0577/704145 (6 linee) Fax 0577/704519 info@querciolaierinascente.com www.querciolaierinascente.com

Escavazione e lavorazione del travertino Quarrying and processing of travertine

RASTONE S.R.L.

Via L. Da Vinci 762 24040 BARBATA (BG) Tel. 0363/914902 Fax 0363/905320 amministrazione@rastone.com www.rastone.com

Lavorati in marmo, granito e pietre naturali Marble, granite and natural stone works

R.E.D. GRANITI S.P.A.

Via Dorsale, 12 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/88471 Fax 0585/884848 info@redgraniti.com www.redgraniti.com

Blocchi grezzi di marmo e granito. Rough marble & granite blocks.

RUPEAL DI PIOVANELLI F.LLI S.N.C.

Via Italia, 44/B 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691345 Fax 030/691345 rupealsnc@virgilio.it

Lavorati per edilizia Manufacturing for building

SALVINI MARMI S.P.A.

Via Industriale, 36 25080 PREVALLE (BS) Tel. 030/6801286 Fax 030/6801292 info@salvinimarmi.com www.salvinimarmi.com

Piastrelle, lastre e lavorati in Botticino e braccia oniciata Tiles, slabs and cut to size in Botticino and Breccia Oniciata

SANTORO MARMI S.R.L.

Via Pirreri, 21 91015 CUSTONACI (TP) Tel 0923/971259 Fax 0923/971441 info@santoromarmi.it www.santoromarmi.it

Marmette - Lastre e lavorati di marmo Tiles - Slabs and marble

SANTUCCI ARMANDO S.R.L.

Via Piave, 32 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/840227 Fax 0585/843413 santucci@santucci.it www.santucci.it

Marmi e graniti lavorati Marble and granite cut-to-size

SARDEGNA MARMI S.IM.IN

Head Office&Admin. - Via Po, 41 09122 CAGLIARI Tel. 070/281906/07 - Fax 070/280919 info@sardegnamarmi.com www.sardegnamarmi.com Quarries&Factory - Loc. Canale Longu. ss125 Orosei (NU) - Tel. 0784/999062 Fax 0784/998262

SAVIO DOMENICO

Via N. Castellini, 10 25123 BRESCIA (BS) Tel. 030/3774508 Fax 030/3774508 savio.domenico@marmo-botticino.it www.botticino-classico.it

Estrattori di marmo Botticino Classico Extractors of Botticino Classico marble

SENINI STONE S.R.L.

Via E. Montale, 33 25018 MONTICHIARI (BS) Tel. 030/9650223 Fax 030/9650639 info@seninistone.it www.seninistone.it

Pavimenti e rivestimenti in marmo anticato Antique marble coverings and flooring

SERPENTINO E GRANITI S.R.L.

Via Nazionale, 31 23030 CHIURO (SO) Tel. 0342/482057 Fax 0342/489612 info@serpentino.com www.serpentino.com

Estrazione e lavorazione di pietre ornamentali - Inserti per stufe, elementi per pavimenti e rivestimenti interni ed esterni, lastre per copertura tetti, scale, davanzali, complementi d’arredo (fioriere, tavoli, piani cucina e bagno, fontane), sculture, lapidi sepolcrali e piastre di cottura / Quarrying and processing of ornamental stones - stoves cover, tiles for external and internal flooring and covering, stairs, windowsills, roof tilies, furniture (bench, planter, fountain, table, bathroom, kitchen top) sculptures, barbecue cooking plates and tombstones

SIGMA S.A.S. di Arcaro Bruno & C.

Via Figino, 40 20016 PERO (MI) Tel. 02/38100126 Fax 02/33910219 info@marmisigma.it www.marmisigma.it

Lavorazione e commercio prodotti lapidei Processing and trade of stone products

s.p.a.

MARMI STRADA S.R.L.

QR S.R.L. UNIPERSONALE

RUPEAL DI PIOVANELLI F.LLI S.N.C.

Cave di Daino Imperiale, Nero Tamara e Cristallino di Nuxis. Specializzati nell’estrazione, lavorazione e commercializzazione di blocchi di marmo, lastre, pavimenti, filagne, zoccolino, cut to size Daino Imperiale, Nero Tamara and Cristallino of Nuxis Quarries. Specialized in quarryng, processing and trading of marble blocks, slabs, flooring, strips, socles, cut to size

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

TONINI CAVE FANTISCRITTI S.R.L.

Via P. Giovanni XXIII, 9 24060 GORLAGO (BG) Tel. 035/951759 Fax 035/19967911 info@marmozandobbio.it www.marmozandobbio.it

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

S.I.L. MAR. S.R.L.

Via Italia, 65 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691216 Fax 030/691497 info@silmarsrl.com www.silmarsrl.com

Piastrelle, pavimenti e rivestimenti in marmo lucido e anticato Antique and polished marble tiles, flooring and cladding

SIMA S.R.L.

S.I.M.G. S.R.L. (SARDO ITALIANA MARMI E GRANITI)

S.S. 129 km 4,600 08028 OROSEI (NU) Tel. 0784/98619 Fax 0784/998034 marmi.scancella@tiscali.it www.simg-marmi.com

Blocchi di marmo, cave, lastre granito e marmo, lavorati per edilizia, pavimenti e rivestimenti, piani di arredamento, sculture, zoccolini Quarries, marble blocks, granite and marble slabs, finished pieces for building, flooring and facing, tops and counters, sculpture and skirting

SIMPLON MARMI & GRANITI S.R.L.

Via San Francesco, 6 37024 NEGRAR (VR) Tel. 045/6888694 Fax 045/6887215 u.anchieri@simplonmarmi.it www.simplonmarmi.it

Estrazione beola, commercio di marmi e graniti Extraction of stone, dealing of marble and granite

SITEM S.R.L.

Via Salaria Inferiore, 27/b 63100 ASCOLI PICENO (AP) Tel. 0736/402819 Fax 0736/228037 info@sitemitalia.net www.sitemitalia.net

Pavimenti e rivestimenti in travertino - mattonelle, lastre, scale, lavorati Travertine flooring and cladding - tiles, slabs, stairways, cut-tosize

S.M.A.S. S.R.L.

Via Traversa Fornace, 4 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691411 Fax 030/691272 s.m.a.s.nicolai@libero.it

Blocchi, lastre in marmo Marble blocks and slabs

SO.F.I.L. S.R.L.

SOR. MARMI S.R.L. DI SORSOLI LUIGI & C.

MEMBERS

Via Ugo La Malfa, 184 90146 PALERMO Tel. 091/6886976 Fax 091/7541777 info@sofilmarmi.it www.sofilmarmi.it

S.M.A.S. S.R.L.

Marmi, pietre, graniti Mables, stones, granitese

Marmo di Zandobbio - blocchi, lastre, pavimenti, rivestimenti e manufatti Zandobbio marble - blocks, slabs, floors and cladding

S.T.C. GRANITI MARMI E PIETRE S.R.L.

Corso Pavia, 73 27029 VIGEVANO (PV) Tel. 02 90360772 Fax 02 9027573 info@stcmarmi.it www.stcmarmi.it

SO.LA.MA S.N.C. di Tagliani, Cocca & C.

Via Borzina, 25/A 25085 GAVARDO (BS) Tel. 0365/31198 Fax 0365/31198 solama@libero.it

Lavorazione marmo e granito per l’edilizia Processing of marble and granite for building

Produzione, commercio e posa in opera di materiali lapidei Production, sales and installations of stone materials.

SOCIETÀ APUANA MARMI S.R.L.

Via Provinciale, 158 54031 AVENZA-CARRARA (MS) Tel. 0585/855900 Fax 0585/505368 info@samcarrara.it www.marmicarrara.it

Blocchi marmo bianco White marble blocks

SOR. MARMI S.R.L. di Sorsoli Luigi & C.

Via Di Vittorio, 1/3 25080 MAZZANO (BS) Tel. 030/2590419 Fax 030/2590697 sormar02@sormarmi.191.it

Blocchi marmo e granito Marble and granite blocks.

STELLA DEL NORD S.R.L.

Via Campi Grandi, 25 25080 PREVALLE (BS) Tel. 030/6801364 Fax 030/6807014 direzione@stelladelnordsrl.it

Produzione di marmo Botticino Classico in blocchi, lastre lucide e pavimenti grandi dimensioni Production of classic Botticino marble blocks, polished slabs and floor large

STIFANO GROUP S.N.C.

Via Badia, snc 84078 VALLO DELLA LUCANIA (SA) Tel. 0974/75850 Fax 0974/719219 info@stifanogroup.com www.stifanogroup.com

Lavorazione marmi, graniti e pietre Processing of marble, granite and stones for building, forniture and funerary

STILMARMO S.R.L.

Via Thaon de Revel, 34 71011 APRICENA (FG) Tel. 0882/645452 Fax 0882/646170 direzione@stilmarmo.it www.stilmarmo.it

Blocchi, lastre, pavimenti, semilavorati e arredo urbano in pietra di Apricena Blocks, slabs, floorings, semi-finished products, street fornitures.

STIL ONIX S.N.C. di Tazzoli Francesco & C.

Via Tezzole, 7 46040 CERESARA (MN) Tel. 0376/87257 Fax 0376/87608 info@stilonix.it www.stilonix.it

Greche intarsiate e listelli sagomati per arredo bagno, ad intarsio su pavimenti con 3 impianti Marble for bathroom forniture and flooring

STONEAG S.R.L.

Piazza G. Menconi, 13 54033 CARRARA (MS) info@stoneag.it

Blocchi e lastre di marmo e granito Blocks and slabs of marble and granite

STONEST S.R.L.

Via Campo d’Appio, 144 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/855263 Fax 0585/854624 stonest@stonest.net www.stonest.net

Sviluppo e realizzazione progetti su misura con marmi ed altre pietre naturali. Lavori “chiavi in mano”. Vendita lastre Customized design development and creation using marbles and other natural stones. "Keys-in-hand" projects. Sale of slabs

SUD MARMI S.P.A.

C.da Piano Alastri 91015 CUSTONACI (TP) Tel. 0923 971178 Fax 0923 973391 vito@sudmarmi.it www.sudmarmi.it

Estrazione e lavorazione Perlato Sicilia e Perlatino Quarryng and processing of Perlato di Sicilia and Perlatino marbles

TERRENI E COA S.R.L. gruppo BRESCIANA MARMI E GRANITI S.P.A.

Sede legale: Via Camprelle, 11 Sede amministrativa: Via A. De Gasperi, 24 25080 NUVOLENTO (BS) Tel. 030/6896713 Fax 030/6916625 alberti@terreniecoa.it

Escavazione Botticino Classico, Semiclassico, Fiorito e Breccia Aurora Quarries Botticino Classico, Semiclassico, Fiorito and Breccia Aurora

TOMASIL DI TOMASI LIVIO

Via A. Gelpi, 63 25048 EDOLO (BS) Tel. 0364/72089 Fax 0364/72089 info@tomasil.it www.tomasil.it

Lavorazione marmi Marble works

TONINI CAVE FANTISCRITTI S.R.L.

Via B. Partigiane, 24 54033 AVENZA-CARRARA (MS) Tel. 0585/842707 Fax 0585/845817 tonini_Donnini@tin.it

Cave proprie di Bianco Carrara e Bardiglio, lastre e lavorati. Marmi colorati, Calacata e Statuario Proprietary quarries of Bianco Carrara and Bardiglio marbles in slabs and finished products. Colored, Calacata and Statuario marbles

TONOLI MARMI E GRANITI & C. S.N.C.

Via Trieste, 34 25080 CARZAGO (BS) Tel. 030/6800036 Fax 030/6800910 tonoli@tonolimarmi.it www.tonolimarmi.it

Lastre per edilizia, pavimenti e rivestimenti Slabs for building, flooring and cladding

TORCHIO S.R.L.

Corso Regio Parco, 81/A 10154 TORINO Tel 011/2482961 Fax 011/2487307 info@torchiomarmi.com www.torchiomarmi.com

Arte funeraria, lavorati per edilizia e arredamento, sculture, restauri, incisioni Funeral arts, manufacturing for building and forniture, sculptures, restoration, engravings

TRAVERTINO CONVERSI S.R.L.

Via della Campanella, 16 00012 GUIDONIA (ROMA) Tel. 0774/325733-529283 Fax 0774/528646 amministrazione@travertinoconversi.it

Blocchi e lastre di Travertino Romano Blocks and slabs of Roman Travertine

TRE EMME IMPORTEXPORT S.R.L.

Via Emilia, 830 int. I 55047 SERAVEZZA (LU) Tel. 0584/743440 - 743441 Fax 0584/743442 treemme@treemmesrl.eu www.landimarble.it

TUFITALIA S.R.L.

Via IV Giornate di Napoli, 29 01033 CIVITA CASTELLANA (VT) Tel. 0761/516406-517615 Fax 0761/516924 tufitalia@tufitalia.it www.tufitalia.it

Blocchi di tufo e pietre naturali di tutte le dimensioni Blocks of tuff or natural stones in all sizes

UNIONPORFIDI S.R.L.

Via Pianacci, 2 38040 FORNACE (TN) Tel. 0461/849300 Fax 0461/849406 info@unionporfidi.it www.unionporfidi.it

VALENTINO MARMI & GRANITI S.R.L.

Via Catena, 1 37023 GREZZANA (VR) Tel. 045/8668078 Fax. 045/8668055 valentinomarmi@beola.it www.beola.it

Azienda specializzata in lavorazione marmi e graniti Company specializing in marble e granite working

Commercio e lavorazione marmi e graniti – Import export Trading and manufacture of marble and granite – import export

Porfido trentino e altre pietre a spacco Italian porphyry and other split stones

SO.LA.MA S.N.C. DI TAGLIANI, COCCA & C.

STONEAG S.R.L.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

VIZA CANOVA GROUP S.N.C. DI VICENTINI MARTINO E C.

Via Canova, 11/A 37023 STALLAVENA (VR) Tel 045/907092 Fax 045/908735 info@vizacanovagroup.com www.vizacanovagroup.com

Lavorazione e commercio di pietre, marmi e graniti Processing and trade of stones, marble and granite

VUILLERMIN GUALTIERO S.R.L. società unipersonale

Via Circonvallazione, 82 11029 VERRES (AO) Tel. 0125/929060 Fax 0125/920428 vuillermin@vuillermin.com www.vuillermin.com

Industria commercio, lavorazione, segheria, laboratorio, cave proprie di granito verde argento e pietra verde di courtil Stone working and sales, own quarries of “Verde Argento” granite, green Courtil stone

ZAFRA MARMI S.R.L.

Via Lithos, 4 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2792674 r.a. Fax 030/2590193 zafra.marmi@tin.it www.zaframarmi.it

Pavimenti - lastre - marmo - lavorati per edilizia Flooring and slabs of marble - manufacturing for building

ZAGROSS MARMI S.R.L.

Via Aurelia Sud, 22/a 55045 PIETRASANTA (LU) Tel. 0584 790712 Fax 0584 790712 info@zagrossmarmi.com www.zagrossmarmi.com

Distributore esclusivo autorizzato per l’Italia di “Bianco Impeccabile” Authorized exclusive distributor for Italy of “Bianco Impeccabile” marble.

MACCHINE E IMPIANTI MACHINERY AND PLANTS MASCHINEN UND ANLAGEN ACHILLI S.R.L.

Via Montescudo, 148 47900 RIMINI Tel. 0541/387066 (r.a.) Fax 0541/389058 info@achilli.com www.achilli.com

Segatrici a ponte e multifunzionali, levigatrici per pavimenti e taglierine portatili Bridge and mulit-purpose sawing machines, smoothing machines for floors, portable cutters

ADRIATICA MACCHINE S.R.L.

Via M.Goja, 4 47924 - RIMINI (RN) Tel. 0541/383019 Fax 0541/388258 info@adriaticamacchine.it www.adriaticamacchine.it

Levigatrici per pavimenti, taglierine Polishing machines, cutters.

AMS GROUP S.R.L. Unipersonale

Via Gandhi, 18 24048 CURNASCO DI TREVIOLO (BG) Tel. 035/200195 Fax 035/203128 info@amsgroupnet.com www.amsgroupnet.com

Macchine usate per marmo e granito Used machinery for marble/granite

APUANIA CORSI S.R.L.

Via Del Ferro, 10 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/858776 Fax 0585/53329 www.apuaniacorsi.com acorsims@tin.it

Aquastone, scolpitrice Luigi 92 - 96, ribaltatore blocchi, macchine a filo diamantato Water finisch machines, Aquastone, carving machine Luigi 92-96, blocks dumper, diamond wire machines

ATLAS COPCO STONETEC S.R.L.

Via Marghera, 1 12031 BAGNOLO PIEMONTE (CN) Tel. 0175/392090 Fax 0175/392967 Marketing.stonetec.mr@it.atlascopco.com www.atlascopco.com

Impianti di perforazione Drilling equipment

BENETTI MACCHINE S.P.A.

Via Provinciale Nazzano, 20 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/844347 Fax 0585/842667 benetti@benettigroup.com www.benettigroup.com

Macchine e attrezzature per l’estrazione delle pietre naturali Machines and equipment for stone quarrying

B.M. OFF. MECC. S.R.L.

Via IV Novembre, 37 36050 MONTORSO Vic. (VI) Tel. 0444/485000 Fax 0444/485085 bmofficine@bmofficine.it www.bmofficine.it

Telai monolama e multilama per marmo e granito Monoblade and pluriblades diamond gangsaws for marble and granite

BRETON S.P.A.

Via Garibaldi, 27 31030 CASTELLO DI GODEGO (TV) Tel. 0423/7691 Fax 0423/769600 info@breton.it www.breton.it

Progettazione, costruzione, montaggio e commercio di macchine, impianti, apparecchiature e componenti accessori per la lavorazione della pietra naturale e composita; progettazione, costruzione, montaggio e commercio di macchine utensili di precisione ad alta velocità / Design, construction, assembling and marketing of machinery, plant systems and accessory components/equipment for natural/compound stone working; design, construction, assembling and marketing of precision high-speed machine tools

BV-TECH S.R.L. UNIPERSONALE

Sede Legale: Via G. Gronchi, 12 Sede Commerciale e Produttiva: Via Tavigliana, 2 37023 GREZZANA (VR) Tel 045/8650303 Fax 045 8650100 info@bombieriventuri.it www.bombieriventuri.it

Macchine per la lavorazione del marmo e del granito Machines for the processing of marble and granite

CAMA S.R.L.

Via Risorgimento, 132 97015 MODICA (RG) Tel. 0932/903613 Fax 0932/453649 camamacchine@tin.it www.camasnc.it

Costruzione di macchine per marmo e granito Machines construction for marble and granite

C.M.S. S.P.A.

Via Caravaggi, sn 24040 LEVATE (BG) Tel. 035/2057155 Fax 035/2057154 stone@cms.it www.cms.it

Centri di lavoro a controllo numerico per marmi e graniti C.N.C. working centres for marble and granite

CO.B.A.L.M. S.R.L.

Sede Legale: Via Pomposa, 43/A 47924 RIMINI - Sede Amm. e Prod.: Via I. Silone, 3 47039 SAVIGNANO S.R. (FO) Tel. 0541/942228 Fax 0541/942238 info@cobalm.com www.cobalm.com

Frese a ponte tradizionali e CNC, Pantografi, Centri di lavoro CNC, Idrogetti, Banchi aspiranti, Insaccafanghi Traditional and CNC bridge saws, Pantographs, CNC work centres, Waterjets, Dust-collecting benches, Sudge baggers

COMANDULLI COSTR. MECC. S.R.L.

Via Medaglie D’Argento, 20 26012 CASTELLEONE (CR) Tel. 0374/56161 Fax 0374/57888 info@comandulli.it www.comandulli.it

Costruzioni di macchine lucidacoste, bisellatrici e sagomatrici di profili toroidali, foratrici, macchinari per la lavorazione della pietra naturale Production of side polishers, chamfering and toroidal shaping machines, drilling machines, machines for natural stone processing

CO.ME.S. S.R.L.

Via Dante Alighieri, 43/45/47 56012 FORNACETTE (PI) Tel. 0587/423311 Fax 0587/422186 info@comesitaly.com www.comesitaly.com

Teste lucidatrici per granito e ceramica; riduttori e variatori di velocità Polishing heads for granite and ceramic; speed reducers and variators

CONTROLS S.R.L.

Via Aosta, 6 20063 CERNUSCO SUL NAVIGLIO (MI) Tel. 02/921841 Fax 02/92103333 controls@controls.it www.controls-group.com

Attrezzature per prove sui materiali da costruzione Testing machines for the construction industry

CORAZZA S.R.L.

Via Calderozze, 26 31018 GAIARINE (TV) Tel. 0434/75097 Fax 0434/758649 info@corazzabenne.com www.corazzabenne.com

Benne e forche sollevamento blocchi, attrezzature per cave "Corazza Srl offer a vast range of accessories to be used in the marble quarries that may be applied to the wheel loaders or excavators The range of products include accessories for the Earth Moving Sector, Marble Quarries, Demolition/Crushing and Timber Grapples."

CUTURI GINO S.R.L.

Via degli Oliveti, 15 C. P. 32 54100 MASSA Tel. 0585/831232 Fax 0585/831231 www.cuturi.com

Produzione martelli pneumatici brevettati e utensili widia Production of patented pneumatic hammers and widia tools

DAL FORNO S.R.L.

Via Oliveti, 111 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/793343 Fax 0585/253534 info@dalforno.com www.dalforno.com

Impianti di sollevamento Lifting and handling equipments

DENVER S.P.A.

Strada del lavoro, 87 47892 GUALDICCIOLO Rep. di San Marino Tel. +(378) 0549 999688 Fax +(378) 0549 999651 info@denver.sm www.denver.sm

Macchine per la lavorazione di marmo e granito: centri di lavoro a controllo numerico, fresatrici a ponte monostruttura, tradizionali e CNC, lucidacoste, levigatrici, lucidatrici automatiche Machines for processing marble and granite: CNC machines, monobloc, traditional and CNC bridge sawing machines, smoothing machines, smoothing and polishing machines.

DONATONI MACCHINE S.R.L.

Via Napoleone, 14 37015 DOMEGLIARA (VR) Tel. 045/6862548 Fax 045/6884347 info@donatonimacchine.eu www.donatonimacchine.eu

Centri di lavoro a controllo numerico, cicli automatici, fresatrici a banco e a ponte, segatrici diamantate C.N.C. operated working centres, automatic plants, table and bridge sawing machines, diamond sawing machines

EMMEDUE DIVISION INDUSTRIE MONTANARI SRL

Via Fondo Ausa 23 47891 DOGANA REP. DI SAN MARINO Tel. 0549/908926 Fax 0549/908875 emmedue@industriemontanari.sm www.emmedue.sm

Macchine per la lavorazione di marmo, granito e pietra naturale: frese a ponte tradizionali e CNC, centri di lavoro a controllo numerico, taglierine Machines for processing marble, granite and natural stone: traditional and CNC bridge saws, CNC machines, job site saws

FANTINI SUD S.P.A.

Strada Provinciale Casilina per Sgurgola, 52 03012 ANAGNI (FR) Tel. 0775/77491 Fax 0775/769640 faninfo@iol.it www.fantinispa.it

Macchine per la lavorazione di marmi e graniti Marble and granite working machines

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

MEMBERS

FERRARI & CIGARINI S.R.L.

Via Ascari, 21/23 41053 MARANELLO (MO) Tel. 0536/941510 - Fax 0536/943637 marketing@ferrariecigarini.com administration@ferrariecigarini.com www.ferrariecigarini.com

Costruzione macchine da taglio, lucidacoste e zoccolini, scapezzatrice, picchettatrici, scoppiatrici, profilatrici, bisellatrici, incollatrici e anticatura su marmo e pietre naturali, automazioni su misura e robotizzate / Manufacture of cutting machines, polishing machines and small plinth, lapping machines, pecking machines, blowing machines, profiling machines, bevelling machines, glueing machines and olding on marble and natural stones, robotized and measures automations

F.S.E. S.R.L.

P.zza Borgo Serio, 29 26012 CASTELLEONE (CR) Tel. 0374/58625 Cell. 335/8312804 Fax 0374/57339 saragni@tin.it www.fsesrl.com

GIACOMINI OFF. MECC. S.R.L.

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

FRACCAROLI & BALZAN S.P.A.

Via Ospedaletto, 113 37026 PESCANTINA (VR) Tel. 045/6767309 Fax 045/6767410 info@fraccarolibalzan.it www.fraccarolibalzan.it

Trattamento acque e disidratazione fanghi. Macchine per segherie, scoppiatrici e sezionatrici Water treatment and mud dehydration. Sawmill machines, Break list machines

Tutti i macchinari usati inerenti alla lavorazione di marmi, graniti e pietre All second-hand machines for marble, granite and stone processing

GHINES GROUP S.R.L.

Via Marecchiese, 364 P.O. Box 456 47923 RIMINI tel. 0541 751080 fax 0541 751074 info@ghines.com www.ghines.com

Centri di lavoro multifunzione, sagomatrici e lucidatrici portatili, dischi diamantati flessibili, utensili e mole diamantate, mole lucidanti, separatori di fango, banchi e pareti aspiranti con abbattimento della polvere ad acqua ed a secco, impianti centralizzati di abbattimento polvere personalizzati e modulari / Multifunctional workstations, portable shape-polishing machines, flexible diamond discs, diamond tools and wheels, polishing wheels, mud separators, suction benches and walls with wet and dry dust exhaustion, centralized, modular and customized dust suction systems

Via A. Cirla, 25 28883 GRAVELLONA TOCE (VB) Tel. 0323/848474/5 Fax 0323/864895 infogiacomini@giacominiom.com www.giacominiom.com

Derricks - Gru a ponte - Gru a cavalletto - Pompe per segherie - tendilame - argani Derricks - gantry crane and over head - pumps for gangsaw seats turnbuckle for frame cutting blades - winches treuils

GMM S.P.A.

Via Nuova, 155 28883 GRAVELLONA TOCE (VB) Tel. 0323/849711 Fax 0323/864517 gmm@gmm.it www.gmm.it

Fresatrici, macchine da taglio con dischi diamantati per la lavorazione di marmi e graniti, tagliablocchi, segatrici giganti Sawing machines, diamond circular saw-machines for marble and granite processing, blockcutters, jumbo saws

HABASIT ITALIANA S.P.A.

Via De Nicola, 16 20090 CESANO BOSCONE (MI) Tel. 02 4588881 Fax 02 45861903 ugo.passadore@habasit.com www.habasit.it

Nastri trasportatori e cinghie di trasmissione Power transmission and conveyor belts

INTERMAC DIVISIONE VETRO E MARMO BIESSE S.P.A.

Via dell’Economia, sn 61100 PESARO (PU) Tel. 0721/483100 Fax 0721/482148 intermac.sales@intermac.com www.intermac.com

Macchine a controllo numerico per la lavorazione delle lastre di marmo e granito C.N.C. machines for the processing of marble and granite slabs

ISM S.R.L.

Sede: Parco Prod.vo Apuania Lotto 34 - 54100 MASSA Tel. 0585/6081- Fax 0585/66608901 Uff. amm.: Via Dorsale, 23/B 54100 MASSA Tel. 0585/6071 - Fax 0585/607901 info@barsantimacchinesrl.it www.barsantimacchine.it

Macchine multifilo, telai, tagliablocchi, linee di lucidatura, linee di taglio automatiche, calibratrici, bisellatrici, fresatrici, macchine speciali e impianti completi Multiwire machines, gangsaws, block cutters, polishing lines, automatic cutting lines, gauging machines, chamfering machines, milling machines, CNC machines and complete turn key plant

LAMETER S.R.L.

Via al Santuario di N.S. della Guardia, 56 b-c-d 16162 GENOVA Tel. 010/71641301 (accesso primario) Fax 010/71641355 info@lameter.it www.lameter.it

Produzione attrezzature macchine movimento terra Maker of equipment for earth-moving machines

LIFTSTYLE S.R.L.

Via Enrico Fermi, 26 37026 SETTIMO DI PESCANTINA (VR) Tel. 045/6450860 Fax 045/6450297 simonetta.fontana@manzelli.it www.manzelli.net

Impianti di sollevamento: ventose, pinze, gru a bandiera. Cabine e banchi aspiranti per la purificazione dell'aria Lifting equipment: vacuum lifter, clamps, jib crane. Cabins and suction bench for the purification of the air

MAEMA S.R.L.

Viale Del Lavoro, 9 37069 VILLAFRANCA VERONESE (VR) Tel. 045/6305781 - 6309179 info@maemasrl.it www.maemasrl.it

Macchinari per il trattamento superficiale di marmo, granito e pietra naturale Rough surfacing finishing machines for marble, granite and natural stone

MARINI QUARRIES GROUP S.R.L. unipersonale

Via Beura, 44 28844 VILLADOSSOLA (VB) Tel. 0324/575106 - 575202 Fax 0324/54096 mariniQG@MariniQG.it www.mariniqg.it

Attrezzature per cava Equipment and services for quarry

MARMILAME S.R.L.

Via Dorsale, 54 54100 MASSA Tel. 0585/792792 (r.a.) Fax 0585/252466 info@marmilame.com www.marmilame.com

Lame da sega - graniglia metallica - additivi e impianti Saw blades - metal abrasives - additives and plants

MARMOELETTROMECCANICA S.R.L.

Via Flaminia km. 41,400 00068 RIGNANO FLAMINIO (ROMA) Tel. 0761/5051 Fax 0761/508388 info@marmoelettro.it www.marmoelettro.it

Costruzione macchine e utensili diamantati per la lavorazione del marmo e del granito Production of diamond machines and tools for the processing of marble and granite

MARMO MECCANICA S.P.A.

Via Sant’Ubaldo, 20 60030 MONSANO (AN) Tel. 0731/60999 Fax 0731/605244 info@marmomeccanica.com www.marmomeccanica.comì

Costruzione di macchine per la lavorazione di marmo, pietre, graniti Machinery production for the processing of marble, stone and granite

MARTINI AEROIMPIANTI S.R.L.

Via Ca’ Brusà, 20 37014 CASTELNUOVO DEL GARDA (VR) Tel. 045/7575363 - 7575344 Fax 045/7575025 info@martiniaeroimpianti.it www.martiniaeroimpianti.it

Banchi aspiranti, depuratori d’acqua, filtropresse, disidratatori per fanghi Aspirating benches, water purifiers, filter presses, mud dehydrators

MATEC S.R.L. machinery technology

Via S. Colombano, 13 54100 MASSA Tel. 0585/831034 Fax 0585/835598 info@matecitalia.com www.matecitalia.com

Progettazione, costruzione macchine e impianti per depurazione acquee, filtro presse, silos decantatori, impianti dosaggio Design and construction of depuration plants, filter press, silos decanter, dosing plants

MEC S.R.L.

Località Lagarine, 4 38050 SCURELLE (TN) Tel. 0461 - 780166 Fax 0461 - 780164 info@mecs.it www.mecs.it

Macchine e impianti per lo spacco e la frantumazione della pietra e del cemento Machines and plants for splitting and crushing stones and concrete

MMG DI DIVITA GIUSEPPE

Via E. Berlinguer, 128 97013 COMISO (RG) Tel. 0932/922903 Fax 0932/922903 info@mmgservice.it www.mmgservice.it

Centro ricondizionamento macchinari Used reconditioned stone working machinery

NEWTEC TONGIANI S.R.L.

Via Acquale, 16 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/833430 Fax 0585/833388 info@newtecitaly.com www.newtecitaly.com

Cuscini sbancatori e macchinari per la lavorazione di marmi, pietre e graniti Steel hydro cushions e pneumatic cushions, machines for marble, stone and granite processing

NUOVA MONDIAL MEC S.R.L.

Via La Pastora, 82 47852 CERASOLO AUSA DI CORIANO (RN) Tel. 0541/759688 Fax 0541/756238 m.ballarini@nuovamondialmec.com www.nuovamondialmec.com

Produzione levigatrici per pavimenti e taglierine per marmo e granito Production of floor polishing machines and shearing machines for marble and granite

OCMA S.R.L.

Via dei Tretti, 39/41 36014 SANTORSO (VI) Tel. 0445/641010 Fax 0445/540488 info@ocma.it www.ocma.it

Impianti di sollevamento - gru a cavalletto (traliccio) e gru a ponte bitrave, monotrave e bicicletta, gru automatica, argani Power lifting cranes - gantry, twin travelling, bridge, wall travelling, jib, single girder, hoist, automatic cranes

OFFICINA FAEDO S.R.L.

OFFICINA MECCANICA GARRONE S.A.S. di Marco Garrone & C.

Via Statale, 37 16042 CARASCO (GE) Tel. 0185/350161 Fax 0185/352249 garrone@garrone.com www.garrone.com

Segatrici a catena Chain saws

OFFICINE MARCHETTI S.P.A.

Via Del Ferro, 40/C 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/857206 - 51975 info@officinemarchetti.com www.officinemarchetti.com www.marchettigroup.it

Tenditori idraulici, tiranti, centraline, macchine a controllo numerico per marmo e granito Idraulic turnbackle, stay-bars for marble and granite, C.N.C. operated working machines for marble and granite

OLIFER - ACP S.P.A.

Via G. Marconi, 4 25076 odolo (bs) Tel. 0365/826088 (r.a.) Fax 0365/860727 www.olifer.com olifer@mail.olifer.com

Laminazione profilati in acciaio a caldo e fabbricazione di lame scanalate per graniti Heat-lamination of steel sections and production of grooved blades for granite

OMAG S.P.A.

Via Stezzano, 31 24050 ZANICA (BG) Tel. 035/670070 Fax 035/670259 info@omagspa.it www.omagspa.it

Costruzione macchine per marmo, pietre e granito Construction of machines for marbles, stone and granite

Via Arzignano 10/16 36072 CHIAMPO (VI) Tel. 0444/623144 0444/427266 Fax 0444/426582 commerciale@faedogru.it www.faedogru.it

Costruttori di gru a cavalletto, gru a carroponte e gru a bandiera, impianti di sollevamento Producers of bridge, overhead and gantry cranes, lifting systems

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

OMAR CRANE S.R.L.

Via del Ferro, 5 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585 857455 Fax 0585 52293 omarcrane@hotmail.com www.omargru.it

Autogrù Mobile crane

OMA SYSTEM S.R.L.

Via delle Scienze, 5 04011 APRILIA (LT) Tel. 06/9280075 Fax 06/9281373 omasystem@omasystem.it www.omasystem.it

Produzione e commercializzazione di utensili diamantati, sinterizzati, elettrodeposti per macchine manuali e C.N.C. e lucidanti in gomma Production and sale about diamond, syntherised, electroplated tools for manual machines and C.N.C. and rubber polishing wheels

PAVONI COSTRUZIONI MECCANICHE S.R.L.

Via della Magliana, 1016 00148 ROMA Tel. 06/6535825 Fax 06/653825 costruzionipavoni@hotmail.com www.pavoni-costruzioni.com

Macchine per il taglio della pietra Stone-cutting machines

PEDRINI S.P.A. ad unico socio

Via Delle Fusine, 1 24060 CAROBBIO DEGLI ANGELI (BG) Tel. 035/4259111 Fax 035/4259286 info@pedrini.it www.pedrini.it

Produzione di macchinari per la lavorazione di marmo, granito e gres porcellanato Production of machinery for processing of marble, granite and granito ceramic tiles

PELLEGRINI MECCANICA S.P.A.

Viale delle Nazioni, 8 37135 VERONA Tel. 045/8203666 Fax 045/8203633 info@pellegrini.net www.pellegrini.net

PERISSINOTTO S.P.A.

Via Pascoli, 17 20090 VIMODRONE (MI) Tel. 02/250731 Fax 02-2500371 peris@pemo.com www.pemo.com

Pompe centrifughe Centrifugal pumps

Impianti per la resinatura di lastre e blocchi, sistemi automatici di movimentazione lastre e filagne, macchine speciali per la lavorazione di marmo e granito Vacuum resin-treating plants for marble and granite blocks and slabs, automatic handling system, production of marble and granite specialized machines

PRUSSIANI ENGINEERING S.R.L.

Via Luigi Galvani, 16 24061 - ALBANO SANT’ALESSANDRO (BG) Tel. 035/581444 Fax 035/4528235 info@prussiani.com www.prussiani.com

Costruzione frese e centri di lavoro a controllo numerico per la lavorazione di marmi e graniti Numerical control bridge saws and work centres for marble and granite

Sistemi robotici per la fresatura Robotic systems for milling

SAMPLA BELTING S.R.L. A MEGADYNE GROUP CO

Via delle Industrie, 6/12 20041 AGRATE BRIANZA (MI) Tel. 039/689601 Fax 039/650846-6057428 info@samplabelting.it www.samplabelting.it

Nastri trasportatori e cinghie di trasmissione per l’industria del marmo e granito Conveyor belts-driving belts

SIMEC S.P.A.

Via Enrico Fermi, 4 31030 CASTELLO DI GODEGO (TV) Tel. 0423/7351 Fax 0423/735256 info@simec.it www.simec.it

Gamma completa di macchine ed impianti ad alte prestazioni per la lavorazione del marmo, del granito e delle pietre agglomerate e artificiali Complete range of high performance machines and plants for processing marble, granite and agglomerate and artificial stones

Attrezzature nuove e usate per la lavorazione del marmo e del granito (pompe - teste leviganti macchine usate ecc.), lame diamantate, dischi diamantati, mole e foretti diamantati, assistenza e consulenza tecnica / New and used equipment for marble and granite working (pumps, smoothing heads, used machinery, etc.), diamond-coated blades, disks, grinders and rock drills, technical assistance and consultancy

PROMETEC prometec S.R.L. Leading Innovation in Stone

Via Dorsale, 13 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/79681 Fax 0585/796868 info@prometec.it www.prometec.it

Impianti completi per cave di marmo, granito e pietre ornamentali. Impianti a filo diamantato, sagomatrici automatiche. Perforazione automatica e idraulica Complete plants for marble, granite and dimensional stone quarries. Diamond wire plants, automatic contouring machines. Automatic and hydraulic drilling systems

QDESIGN S.R.L.

Via Aldo Moro, 27 56010 VICOPISANO (PI) Tel. 050/701047 Fax 050/712115 info@qdrobotics.com www.qdrobotics.com

SASSOMECCANICA S.R.L.

Via val Tiberina, 73 63037 PORTO D’ASCOLI (AP) Tel. 0735/650988 Fax 0735/657741 info@sassomeccanica.it www.sassomeccanica.it

Lucidacoste, frese a ponte, lucidatrici continue Edge polishers, bridge saws, continuous polishers

SOCOMAC S.R.L.

Via G. Galilei, 11 Zona Artigianale Catena 37023 GREZZANA (VR) Tel. 045/8650200 Fax 045/8650202 info@socomac.it www.socomac.it

Costruzione e vendita di macchine per la lavorazione del marmo Production and selling of marble machinery

SO.F.I. S.R.L.

Via Canicarao, 42 97013 COMISO (RG) Tel. 0932/967511 - 968220 Fax 0932/968220 commerciale@sofisrl.com www.sofisrl.com

STEINEX S.R.L.

Viale Venezia, 86 38056 LEVICO TERME (TN) Tel. 0461/710500 Fax 0461/701049 info@steinex.com www@steinex.com

Macchine e impianti per la lavorazione a spacco di pietre Reliable machines and equipment to split all kind of stones

TABULARASA S.R.L.

V.le Scalo San Lorenzo, 40 00185 ROMA (RM) Tel. 06/45420272 Fax 06/45420511 info@tabularasa.com www.tabvlarasa.com

Utensili per la scultura, mosaico ed intarsio Stone carving tools, inlay and mosaic tools

Impianti di depurazione, filtropressa, macchine di aspirazione polveri Waste water reclycing plants, filter press, dust suction machines.

T&D ROBOTICS S.R.L.

Viale D. Zaccagna, 47 54033 - Marina di Carrara (MS) Tel. 0585/780917 Fax 0585/648927 info@tdrobotics.com www.tdrobotics.com

Linee di impianti robotizzati per la lavorazione dei materiali lapidei Robot-automated stone-working lines

TECNOPORRO DI PORRO MICHELE & CO. S.A.S.

Via Catullo, Ang. Tang. Lotto 3 76123 ANDRIA (BA) Tel. 0883/262338 Fax 0883/262338 info@tecnoporro.com www.tecnoporro.com

Filtro pressa, filtro a sacchi, sistemi di aspirazione polveri, frantumatore e separatore Filter press, bags filter, dust sucking systems, crusher and separation system

VEM S.P.A.

Via Lago di Levico, 14 36015 SCHIO (VI) Tel. 0445/575955 Fax 0445/576357 vem@vem.it www.vem.it

Teste per levigatrici, teste per calibratrici, segatrici, pantografi Heads for polishing machines, heads for sizing machines, sawing machines, pantographs

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

C.so Sempione, 30 20154 MILANO info@assomarmomacchine.com www.assomarmomacchine.com

Associazione italiana Costruttori e Utilizzatori di macchine e attrezzature varie per la lavorazione delle pietre naturali Italian Association of manufacturers and users of machinery and other equipment for natural stone processing

ATAL S.R.L.

Via Libero Grassi, 3/5/7 20056 TREZZO SULL'ADDA (MI) Tel. 02/90964116 Fax 02/90964096 info@atalgrafiti.com www.atalgrafiti.com

Grafite lavorazione e trasformazione Graphite working and processing

T.C. TURRINI CLAUDIO S.R.L.

Via Francia, 4 37069 VILLAFRANCA DI VERONA (VR) Tel. 045/6302744 Fax: 045/6303435 info@tcturrini.com www.tcturrini.com

TECNOIDEA IMPIANTI S.R.L.

Via Beato Angelico, 15 20052 MONZA (MI) Tel. 039/2020265 (r.a.) Fax 039/2023570 info@tecnoidea.it www.tecnoidea.it

Impianti depurazione acqua - trattamento fanghi Purify equipments

TERZAGO MACCHINE S.R.L.

Via S. Rocco, 1 24060 SOLTO COLLINA (BG) Tel. 035/986717/705 Fax 035/980048 - 986600 terzagocommerciale@terzago.it www.terzago.it

Fresa a ponte CNC, tagliablocchi, lucidatrici per marmo, segatrici, bisellatrici, ricambi per gli stessi NC bridge sawing machines, block-cutters, marble polishing machines, sawing machines, chamfering machines and spare parts

WIRES ENGINEERING S.R.L.

Via Mario Franza, 1 10010 LESSOLO (TO) Tel. 0125/58783 - 58850 Fax 0125/58410 ammin@cofiplast.it www.cofiplast.it

Impianti per il taglio di graniti, marmi e pietre con filo diamantato Installations for cutting granite, marble and sotnes with diamond wire

BYMEGADYNE

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

UTENSILI DIAMANTATI DIAMOND TOOLS DIAMANTWERKZEUGE ADI S.P.A.

V.le Dell’Economia 12/16 36016 THIENE (VI) Tel. 0445/360244 (r.a.) Fax 0445/366862 info@aditools.com www.aditools.com

Utensili diamantati per marmo e granito, rulli calibratori, foretti diamantati Marble and granite diamond tools, gauging rollers, diamondtipper sinker drills

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

GSV - DIAMANT S.R.L.

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

CO.FI.PLAST. S.R.L.

Via m. Franza, 1 10010 LESSOLO (TO) Tel. 0125/58783 - 58791 58654 Fax 0125/58410 ammin@cofiplast.it www.cofiplast.it

Fili diamantati per marmo e granito Marble and granite diamond wire

Produzione di utensili diamantati per la lavorazione dei marmi, graniti, pietre e gres Production of diamond tools for the processing of marble, granite, stone and gres

DELLAS S.P.A.

Via Pernisa, 12 37023 LUGO DI GREZZANA (VR) Tel. 045/8801522 (r.a.) Tel. 045/8801212 Fax 045/8801302 info@dellas.it www.dellas.it

Utensili diamantati Diamond tools

DIAMACCH S.A.S.

V.le Furio Camillo, 87/89 00181 ROMA Tel. 06/7843345 Fax 06/7851798 diamacch@tiscali.it www.diamacch.it

Utensili diamantati - macchine per la lavorazione di marmi - abrasivi Diamond tools - marble working machinery - abrasives

DIAMANT BOART

HUSQVARNA ITALIA S.P.A. Sede: Via Santa Vecchia, 15 23868 VALMADRENA (LC) Uff. amm.: Via Remato, 18 25017 MAGUZZANO DI LONATO (BS) Tel. 030/99171 - Fax 030/9917241 claudio.coletto@it.husqvarna.com www.diamant-boart.com

Fabbricazione prodotti abrasivi e utensili diamantati (lame, dischi, mole, foretti, fili diamantati) Production of abrasives and diamond tools (blades, discs, grinding wheels, drills, diamond wires)

DIAMANT-D S.P.A.

Via Palladio, 28/30 35010 S. GIORGIO IN BOSCO (PD) Tel. 049/5996755 (r.a.) Fax 049/5996401 diamant.d@interbussiness.it www.diamant-d.com

Costruzioni utensili diamantati Production of diamond tools

DIAMOND PAUBER S.R.L.

Via Aprilia, 5 54100 MASSA Tel. 0585/830425/26 Fax 0585/830000 info@diamondpauber.it www.diamondpauber.it

Produzione - montaggio - commercio di utensili diamantati Production - mounting - trade of diamond tools

DIAMOND SERVICE S.R.L.

Via G. Ungaretti, 2/A 29012 CAORSO (PC) Tel. 0523/822447 (r.a.) 821534 Fax 0523/822630 diamondservice@agonet.it www.diamondservice.it

Produzione utensili diamantati Production of diamond tools

DIATEX S.P.A.

Via Firenze, 4 36030 VILLAVERLA (VI) Tel. 0445/350338 (r.a.) Fax 0445/856542 info@diatex.it www.diatex.it

Utensili diamantati Diamond tools

D.WIRE S.R.L.

Via Dorsale, 13 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/600307 Fax 0585/600308 info@dwire.it primo@dwire.it www.dwire.it

Filo diamantato Diamond-wire

FILMS S.P.A.

Via Megolo, 49 28877 ANZOLA D'OSSOLA (VB) Tel. 0323/836386 Fax 0323/83089 info.films@omcd.it www.thebead.it

Perle diamantate (sinterizzate e hippate), fili diamantati gommati plastificati e montati a molle, inserti e punte fondo foro, filo plastificato per multifilo Sintered and isostatic diamond beads, plasticized and rubberised diamond wire, spring wire, inserts and down the hole hammer, plasticized wire for multiwire

GSV - DIAMANT S.R.L.

Viale XX Settembre, 177/d 54033 AVENZA CARRARA (MS) Tel. 0585/759228 Fax 0585/600315 info@filodiam.it

Filo diamantato Diamond-wire

IMS S.A.S.

Via Vittorio Emanuele, 103 12048 SOMMARIVA BOSCO (CN) Tel. 0172/54015 Fax 0172/54014 ims@ims.sh www.ims.sh

Porta utensili Tool holders

ITALDIAMANT S.P.A.

Via Montello, 34 - P.O. BOX 53 36034 MALO (VI) Uffici: Tel. 0445/580750 4 linee r.a. Fax 0445/580755 2 linee r.a. info@italdiamant.com www.italdiamant.com

Abrasivi diamantati, lame diamantate, dischi diamantati, frese, foretti, rulli Diamond -coated abrasives, blades and disks, cutters, rock drills, rollers

L.G. LAVORAZIONI GRAFITE S.R.L.

Via C. Battisti, 53 26842 CASELLE LANDI (LO) Tel. 0377/69021 Fax 0377/69351 amministrazione@lgonweb.com

Stampi ed elettrodi in grafite per la sinterizzazione - impianti ed accessori per il montaggio degli stampi in grafite Graphite moulds and electrodes for the sintering process - accessories and equipments for the assembling of graphite moulds

LUPATO MECCANICA S.R.L.

Via delle Arti e Mestieri, 3 33080 ROVEREDO IN PIANO (PN) Tel. 0434/924404 Fax 0434/592217 info@lupatomeccanica.com www.lupatomeccanica.com

Utensili per finiture grezze su marmi, pietre, graniti e cementi Tools for rough finishes on marble, stones

MBN NANOMATERIALIA S.P.A.

Via G. Bortolan, 42 31050 VASCON DI CARBONERA (TV) Tel. 0422/447311 Fax 0422/447318 rolli@mbn.it www.mbn.it

Leganti metallici in polvere per utensili diamantati Metal bond powders for diamond tools

MOLLIFICIO APUANO S.R.L.

Via Tinelli, 55 54100 MASSA (MS) Tel. 0585 834383 Fax 0585 834470 info@mollificioapuano.com www.mollificioapuano.com

Accessori per filo diamantato e attrezzature da cava Accesories for diamond wire and tools for quarry

NICOLAI DIAMANT S.R.L.

Via Dorsale, 13 Area Ex-Dalmine, Lotto 6B 54100 MASSA CARRARA (MS) Tel. 0585/ 79971 Fax 0585/799799 www.nicolaidiamant.com mail@nicolaidiamant.com

Produzione di utensili diamantati per la lavorazione di marmi, graniti, pietre, gres e vetro Production of diamond tools for the processing of marble, granite, stone, gres and glass

Accessori ed utensili per filo diamantato Diamond wire accessories and tools

S.D. DIAMANT

Via E. Cernuschi, 16 R 16161 GENOVA (GE) Tel. 010/7457000-011 R.A. Fax 010/7457178 sddiamant@sddiamant.it www.sddiamant.it

Utensili diamantati Diamond tools

BOART & WIRE S.R.L.

Via Concordia, 1 36024 NANTO (VI) Tel. 0445/1744139 Fax 0445/1744237 boartandwire@boartandwire.com www.boartandwire.com

Fili diamantati per marmo e granito Diamond wires for marble and granite

CIDIAM GROUP S.R.L.

Via Dante Alighieri, 7/B 29012 CAORSO (PC) Tel. 0523/822744 Fax 0523/822433 info@cidiam.com www.cidiam.com Produzione di utensili

PALMERIO - PAL S.R.L.

Via Catagnina, 4 54100 MASSA CARRARA (MS) Tel. 0585/831336 Fax 0585/834216 info@palmerio.com www.palmerio.com

SINDIAM S.R.L.

Zona Mercato, 12 85038 SENISE (PZ) Tel. 0973 584874 Fax 0973 584874 sindiam@tiscali.it www.sindiam.com

Filo Diamantato Diamond-wire

SORMA S.P.A.

Via Don F. Tosatto, 8 30174 MESTRE (VE) Tel. 041/959179 - 959616 Fax 041/952071 info@sorma.net www.sorma.net

Produzione di utensili diamantati Production of diamond tools

STELLA S.R.L.

Via Marconi, 26 21041 ALBIZZATE (VA) Tel. 0331/985787 Fax 0331/985803 info@stella-welding.com www.stella-welding.com

Leghe brasanti e disossidanti per la produzione di utensili per il taglio/lavorazione di marmo, pietra, cemento, asfalto e per la produzione di utensili da scavo, da trivellazione, da miniera Brazing alloys and fluxes for marble, stone, concrete, asphalt cutting/machining tools and for excavation, drilling and mining tools

TECI - DIV. REDAELLI TECNA S.P.A.

Via A. Volta, 16 20093 COLOGNO MONZESE (MI) Tel. 02/25307420 Fax 02/25307305 info@teci.it www.redaellitc.it www.teci.it

Funi speciali calibrate per fili diamantati per il taglio del marmo granito cemento armato Special calibrated ropes for Diamond Wires for Stone Industry

T.R.E.D. S.R.L.

P.zza Amenduni, 13/14 Z.I. 70037 RUVO DI PUGLIA (BA) Tel. 080/3601675 Fax 080/3612800 info.tred@tin.it www.tre-d.it

Utensili diamantati elettrodepositati per macchine manuali e CNC Electroplated diamond tools for manual and CNC machines

TYROLIT VINCENT S.R.L.

Via Dell’Elettronica, 6 Z.I. 36016 THIENE (VI) Tel. 0445/359911 Fax 0445/370842 info.it@tyrolit.com www.tyrolit.com

Dischi e lame diamantate, filo diamantato, utensili per la levigatura e lucidatura del marmo, granito e agglomerati Diamond linear and circular blades, diamond wire, diamond tools for grinding and polishing marble, granite and agglomerated stone

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

U.SA.DI. 2 S.R.L. UTENSIL SARDA DIAMANT TOOLS

MEMBERS V.le Monastir Km 10 Trav. Via “SA Cantonera” 09028 SESTU (CA) Tel. 070/22166 - Fax 070/7323396 usadi@tiscali.it www.usadi.com

Produzione utensili diamantati Production of diamond tools manufacture

WINOA ITALIA S.P.A.

Via Como n. 1 20834 NOVA M.SE (MB) Tel. 039/2200913 Fax 039/2200963 winoaitalia@wabrasives.com www.wabrasives.com/it/

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

Graniglie metalliche per segagione granito Steel grit for granit cutting

ABRASIVI, LUCIDANTI, MASTICI& ACCESSORI LAPIDEI ABRASIVES POLISHING, MATERIALS ADHESIVES & ACCESSORIES SCHLEIFMITTEL POLIERMITTEL, FUGENDICHTSTOFFE & ZUBEHÖR ABRA IRIDE S.R.L.

Via E. Minato, 28 31039 RIESE PIO X (TV) Tel. 0423/453737 Fax 0423/453745 info@abrairide.com www.abrairide.com

Abrasivi per la levigatura e la lucidatura del marmo e marmo agglomerato Abrasives for grinding and polishing of marble and agglomerated marble

ABRASIVI ADRIA S.R.L.

Via dell’Industria, 63 37010 S. Ambrogio V.LLA (VR) Tel. 045/6861311 - 6860324 Fax 045/6860323 info@abrasiviadria.com www.abrasiviadria.com

Abrasivi e lucidanti per marmi, graniti, agglomerati - Taglierine e levigatrici Production of abrasives and polishing stones for marble, granite, agglomerated - Polishing and shearing machines

B-CHEM S.N.C. di Bernardi Maurizio & C. S.N.C.

Via Enzo Ferrari, 25 62012 CIVITANOVA MARCHE (MC) Tel. +39.0733.801444 Fax +39.0733.801062 info@b-chem.net www.b-chem.net

Produzioni mastici, resine, cere, lucidanti, protettivi ed abrasivi Production of mastics, glues, abrasives, polishing, waxes protectives for marble, stone, granite, concrete and agglomerated-marble

C. BESATI & C. S.R.L.

Via Paracelso, 26 20041 AGRATE BRIANZA (MB) Tel. 039/6058065 Fax 039/6058081 carlobesati@besati.it www.besati.it

Carburo di silicio - Graniglia metallica per taglio blocchi granito - Mole diamantate Silicon carbide - Steel grit for marble cut - Diamond wheels

CHIM-ITALIA GROUP S.R.L.

Via Colletta, n. 14 42124 REGGIO EMILIA (RE) Tel. 0522/927218 Fax 0522/272791 info@chim-italiagroup.eu www.chim-italiagroup.eu

Mastici per marmo e affini Mastics for marble

CHT CHEMICALS S.R.L.

Via Belvedere, 75 37026 ARCE' DI PESCANTINA (VR) Tel. 045/9587334 Fax 045/6757036 info@chtchemicals.com www.chtchemicals.com

Resine, adesivi, mastici, protettivi, fibre di vetro, antiscivolo, pannelli alveolari Resins, adhesives, mastics, surfaces treatments, fiberglass net, antislip solutions, honeycomb panels

CIGIESSE S.R.L.

Contrada Fiorano, 6/B 63065 RIPATRANSONE (AP) Tel. 0735/90655 Fax 0735/907228 info@abrasivicigiesse.it www.abrasivicigiesse.it

Mole abrasive a tazza Grinding cup wheels

DIAMUT-BIESSE S.P.A.

Via Malpighi, 8 48022 LUGO (RA) Tel. 0721/211911 Fax 0721/439150 sales@diamut.com www.diamut.com

Utensili diamantati per macchine automatiche e manuali Diamond tools for automatic and semi-automatic machines

DUNA CORRADINI S.P.A.

Via Carpi – Modena 388 41019 SOLIERA (MO) Tel. 059/893964 Fax 059/565403 marta.brozzi@dunagroup.com www.dunagroup.com

Resine epossisiche per marmi e graniti Marble and granite resins

ELANTAS EUROPE S.R.L.

Str. Antolini, 1 43044 COLLECCHIO (PR) Tel. 0521/304777 Fax 0521/804410 em.elantas.europe@altana.com www.elantas.comt

Formulazione resine sintetiche Formulating syntetic resins

FABER CHIMICA S.R.L.

Loc. Campo d’Olmo 60044 FABRIANO (AN) Tel. 0732/627178 (r.a.) Fax 0732/22935 www.faberchimica.com info@faberchimica.com

Prodotti per la cura delle pietre naturali e di altri materiali Products for the care of stone and other materials

FILA INDUSTRIA CHIMICA S.P.A.

Via Garibaldi, 58 35018 SAN MARTINO DI LUPARI (PD) Tel. 049/9467300 Fax 049/9460753 fila@filachim.it www.filachim.com

Cere, detergenti, protettivi per il trattamento e la manutenzione di tutte le superfici Waxes, cleaning agents, protectives for all the surface treatments

ILPA ADESIVI S.R.L.

Via G. Ferorelli, 4 z.i. 70123 BARI Tel. 080/5383837 Fax 080/5377807 ilpasrl@ilpa.it www.ilpa.it

Produzione di mastice per marmo e di prodotti professionali per la lucidatura, la pulizia e la cura dei materiali lapide e litoidi Production of mastic for marble, professional products for polishing, clearing, care of stone anf granite

INDUSTRIA CHIMICA GENERAL S.R.L.

Via Repubblica S. Marino, 8 Zona Ind. Nord 41100 MODENA Tel. 059/450991-450978 Fax 059/450615 mail@generalchemical.it www.generalchemical.it

Mastici, abrasivi, lucidanti, dischi diamantati, protettivi e sigillanti, cere etc. Mastics, abrasives, polishing agents, diamond circular saws, protectives and sealings products, waxes, etc.

INDUSTRIA CHIMICA REGGIANA I.C.R. S.P.A.

Via Mario Gasparini, 7 42124 REGGIO EMILIA Tel. 0522 517803 Fax 0522 514384 icr@icrsprint.it www.icrsprint.it

Stucco, mastice, prodotti per trattamento superficiale Putty, mastic, surface treatment products

ISEP S.R.L.

Via Della Liberazione, 848 41018 SAN CESARIO SUL PANARO (MO) Tel. 059/936373 Fax 059/930838 info@isep.it www.isep.it

Mastici, prodotti chimici, prodotti chimici per il restauro, protettivi Epoxy and polyurethans systems for marble and granite

LUNA ABRASIVI S.R.L.

Via Pratolino loc. Boettola 19020 VEZZANO LIGURE – LA SPEZIA Tel. 0187997506 – 07 Fax 0187997344 – 997508 lunabra@tin.it www.lunabrasivi.it

Produzione abrasivi e utensili diamantati per marmo, granito e ceramica Abrasives and diamond tolls production for marble, granite and ceramic

MAPEI S.P.A.

Via Cafiero, 22 20158 MILANO (MI) Tel. 02/376731 Fax 02/37673214 mapei@mapei.it www.mapei.com

Adesivi, sigillanti, prodotti chimici per edilizia Adhesives, sealers, chemical products for the building industry

MATTHEWS INTERNATIONAL S.P.A.

Via Martiri della Libertà, 71 43052 COLORNO (PR) Tel. 0521/815801 Fax 0521/816777 b.pizzetti@caggiati.it www.caggiati.it

Fonderia d’arte Art castings

NEW POLARIS LUX S.R.L.

Via C. Fiorillo, 5 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/834553 Fax 0585/837004 polarisabrasivi@newpolarislux.it www.newpolarislux.it

Abrasivii Abrasives

PAG ABRASIVES S.R.L.

Via Conturli, 51/a 16042 CARASCO (GE) Tel. 0185 350741 Fax 0185 350102 info@pagabrasives.com www.pagabrasives.com

Abrasivi e lucidanti per marmo. Abrasives & polishing stones for marble.

SUPER SELVA S.R.L.

Via Trento, 27 37030 SELVA DI PROGNO (VR) Tel. 045/7847122 Fax 045/7847032 info@superselva.it www.superselva.it

Produzione abrasivi ed affini Production of abrasives

STEP S.R.L.

Via Monte Tomba, 2 b 37142 VERONA (VR) Tel. 045/8989661 Fax 045/8701350 info@stepservizi.com www.stepservizi.com

Levigatura e lucidatura pareti verticali ed orizzontali, marmo, granito, cemento Smoothing and polishing vertical and horizontal surfaces in marble, granite and cement.

TENAX S.P.A.

Via I Maggio, 226 37020 VOLARGNE (VR) Tel. 045/6887593 Fax 045/6862456 www.tenax.it tenax@tenax.it

Abrasivi, mastici, lucidanti Abrasives, mastics, polishing agents

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

VEZZANI S.P.A.

MEMBERS Via Maresciallo Tito, 3 42020 MONTECAVOLO DI QUATTROCASTELLA (RE) Tel. 0522/880844 Fax 0522/880544 vezzani@vezzani.it

Fusioni d’arte e produzione accessori lapidei in acciaio, bronzo, porcellana Art - castings and production of steel, bronze and porcelain accessories

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

C.so Sempione, 30 20154 MILANO info@assomarmomacchine.com www.assomarmomacchine.com

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

Associazione italiana Costruttori e Utilizzatori di macchine e attrezzature varie per la lavorazione delle pietre naturali Italian Association of manufacturers and users of machinery and other equipment for natural stone processing

CONSULENZA TECNICA E SERVIZI CONSULTANTS AND SERVICES TECHNISCHE BERATUNG DIENSTLAISTUNGEN

GEOM. ALFREDO ARNABOLDI

ADERMA S.R.L.

Via Dante, 66 20078 TURATE (CO) Tel 02/96480721 Fax 02/9682795 info@adermasrl.it gl@gllocatelli.it www.adermalocatelli.it

Facciate ventilate Ventilated façades

Alluminio alveolare e pannelli sandwich Aluminium honeycomb and sandwich panels

CET SERVIZI S.R.L. Ricerca e Sviluppo

Via Secchiello, 7 38060 ISERA (TN) Tel. 0464/486344 Fax 0464/400168 info@cet-servizi.it www.cet-servizi.it

Servizi, prove materiali Service, material test

Servizi logistici internazionali International logistic services

GEMINI S.R.L.

Via Cenisio, 50 20154 Milano gemini.sede@gmail.com

Servizi integrati per le imprese Integrated services for businesses

Assistenza tecnica, consulenze, perizie, servizi per l’industria del marmo Consultants and services for stone industry

MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Società a Socio Unico

C.so Sempione, 30 20154 MILANO info@assomarmomacchine.com www.assomarmomacchine.com

Servizi per le imprese Services for businesses

Studi geologici e minerari per minerali industriali e materiali lapidei Geological and mining surveys for industrial minerals and dimensional stones

SCHNEIDER ELECTRIC S.P.A.

Via Circonvallazione Est, 1 24040 STEZZANO (BG) Tel. 049/8062866 Fax 035/4061411 alessandro.vallini@schneiderelectric.com www.schneider-electric.it

Prodotti di distribuzione elettrica e di automazione industriale Products for electric power distribution and industrial automation

Consulenza legale e tributaria Legal and tributary advice

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

C.so Sempione, 30 20154 MILANO info@assomarmomacchine.com www.assomarmomacchine.com

Associazione italiana Costruttori e Utilizzatori di macchine e attrezzature varie per la lavorazione delle pietre naturali Italian Association of manufacturers and users of machinery and other equipment for natural stone processing

ABET LAMINATI S.P.A.

Viale Industria, 21 12042 BRA (CN) Tel. 0172/419581 Fax 0172/431571 danilo.bignante@abet-laminati.it www.abet-laminati.it

Produzione laminati plastici decorativi Production of decorative laminates

CEL COMPONENTS S.R.L.

Via Cà dell'Orbo Sud, 4 40055 CASTENASO (BO) Tel 051/782505 Fax 051/782477 info@cel.eu www.cel.eu

EMBASSY CARGO S.P.A.

Via di Gonfienti, 5/C/58 59100 PRATO Tel. 0574/704101 Fax 0574/704131 menapace@embassycargo.eu www.embassycargo.eu/it/

GEOM. ALFREDO ARNABOLDI

PORRO GIACOMO

PORRO GIACOMO

STUDIO NOVARIO

STUDIO DI CONSULENZA LEGALE E TRIBUTARIA AVV. EUGENIO NOVARIO

Via Adige, 14 20813 BOVISIO MASCIAGO (MB) alfredo.arnaboldi@geopec.it

Via Marchese Pagani, 14 22070 ROVELLO PORRO (CO) Tel. 02/96750185 giacomo.porro@libero.it giacomo.porro@alice.it www.exploitingstone.com

B.do Quintino Sella, 22 20100 NOVARA Tel. 0321 32324 Fax 0321 399328 novariolegal@tin.it

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

Il logo per tutti i produttori e trasformatori italiani di materiali lapidei autenticamente naturali. Hanno già scelto PIETRA AUTENTICA:

ARDESIA MANGINI • B-STONE DI LUIGI BUZZETTI • BERTI SISTO & C. INDUSTRIA PIETRA SERENA • CALUBINI • CAPPELLINI ALFREDO • CAVE GAMBA • CAVE MARMI VALLESTRONA • CONS. PROD. MARMO BOTTICINO CLASSICO • COOP. OPERAI CAVATORI DEL BOTTICINO • CRAGLIA MARMI VERONA • DANSK • DAVIL TRAVERTINI • DOMO GRANITI • DURIUM • ELLE MARMI • FRATELLI MONCINI • FENT MARMI • FIBRA • G.B. BASALTITE • GRANITAL SIENA • GRANITMARMI • G.V. OROSEI MARBLE • IDM INDUSTRIA DEL MARMO • INDUSTRIA MARMI ALBERTI • INTERNATIONAL SLATE COMPANY • LA QUADRIFOGLIO MARMI E GRANITI • LANDI GROUP • LAVAGNOLI MARMI • LCM • M.M.G. MARMI MARIOTTI GRANITI • MARCO POLO STONE GROUP • MARMI BRUNO ZANET • MARMI COLOMBARE • MARMI E GRANITI D’ITALIA • MARMI E GRANITI VEZZOLI CARLO • MARMI GHIRARDI • MARMI GRANITI BRESSAN • MARMI PAGANESSI EMILIO • MASTROPASQUA VINCENZO • MAZZOLENI ALBERTO DI GIOVANNI • NAMCO CO. • NIKOLAUS BAGNARA • ODONE ANGELO • OCCHIPINTI&CORALLO • PETRA DESIGN • PICCINI MARMI PREGIATI • PIETRE SANTAFIORA • PINZONI ITALO • QUERCIOLAIE RINASCENTE • RANIERI PIETRA LAVICA • RASTONE • RT CAVE • S.I.T.E.M. • SALVINI MARMI • SARDEGNA MARMI • SCHENATTI • SERPENTINO E GRANITI • SO.F.I.L. • UBERTI MARMI • VIZA CANOVA GROUP • VUILLERMIN GUALTIERO • WORLD GRANITE Le Aziende interessate all’ottenimento del marchio possono richiedere il modulo d’adesione all’indirizzo: direzione@assomarmomacchine.com; promo@assomarmomacchine.com

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - info@assomarmomacchine.com


Sardegna Marmi. Art from the heart of Sardinia.

The heart of Sardinia


Profile for Marmo Macchine International

Marmo Macchine International n. 95  

Ottobre/Dicembre 2016

Marmo Macchine International n. 95  

Ottobre/Dicembre 2016

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded