__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 1

92

CASE-HISTORY/CASE-HISTORY

MERCATI E STATISTICHE/MARKETS AND STATISTICS

THE GLOBAL VOICE OF THE NATURAL STONE SECTOR

Marmomacchine Servizi Srl - Corso Sempione 30 - Milano 20154 - ITALY - Trimestrale - Poste Italiane Spa - Sped. in A.P. D.L. 353/03 (conv. in L. 27.02.04, n° 46), art. 1, c. 1, - LO/MI - Gennaio / Marzo 2016 - Anno 24°

NEWS SETTORIALI/SECTOR NEWS

LEA ARN MO O RE

NP 2200 RX: lucidatrici ad altissime prestazioni, disponibile in versione per lastre di granito o marmo. NP 2200 RX: high-performance polishing machines, available in versions for granite or marble slabs.

Excellence in Teechnolog gy for Stone Processing


Waste water recycling SODQWVDQGȴOWHUSUHVVHV for the stone industry

Fraccaroli & Balzan Spa Via Ospedaletto, 113 - 37026 Pescantina (Verona) - Italy tel. +39 045 6767309 - fax +39 045 6767410

info@fraccarolibalzan.it www.fraccarolibalzan.it


Semplicemente energia in movimento

Le soluzioni igus per le macchine per la lavorazione del marmo. ®

readychain rack

®

RX: Catene chiuse readycable : Cavi connettorati ®

Stock bar: componenti a disegno

dry-tech: autolubrificanti

drylin W: Sistemi lineari ®

drylin WJRM: Movimentazioni fluide ®

.it/the-chain ®

igus S.r.l. Tel. 039 59061 igusitalia@igus.it ®

plastics for longer life

®


BUCINE BLUESTONE速 PIETRA EXTRA DURA DEL BUCINE速 FROM TUSCANY

BERTI SISTO & C

represented in USA and CANADA by

12240 SW 53rd Street, Suite 507 - Fort Lauderdale, FL 33330 Ph: + 1 954 252 9989 - info@creativetilemarketing.com


www.groupdoc.ch


Boart & Wire, a company specialized in the production of diamond wire, was founded in 2005 by the collaboration with one of the leading manufacturers of multiwire machines. Nowadays it has been enabled hundreds of customers all over the world to benefit from unbeatable performance in a single solution. It has been specialized on all brands of multiwire machines and its diameter product range is: 8,5, 7,3 and 6,3 mm. Boart & Wire also offers a complete product range: single wire, quarry wire for marble and granite and concrete wire too. Boart & Wire provides an high quality product and a qualified technical staff able to follow the customers since the first phase of installation. In 2008, in relation with the South America growing market, was founded the Brazilian branch, Boart & Wire Brasil. Since 2012 it is also present in the Eastern Market with Boart & Wire India. Boart & Wire founded its last branches in Taiwan in 2014 and in Argentina in 2015.

Via Astico 50 - 36030 Fara Vicentino (VI) - ITALY Tel. +39 0445 1744139 - Fax +39 0445 1744237


Giviing the best... becau use we are. a 





0% 10 LASLY L TA DE IN I 

DE MA

P^ee[^ik^l^gmZm3


Dellas De

Diamond wires

We produce excellence e. We create and adapt our creations to guarantee you stay ahea ad of your competitors. We are e wherever you need us, right whe en you need us, thanks to ourr direct and indirect sales network covering c more than 60 countries. We are punctual, precise and re eliable. We are the right choic ce, the ideal partner to give added value v to your company. We arre DELLAS.

Dellas: the value of our o products stems from the t values of our people.

www.dellass.it

info@delllas.it

Dellas S.p.A. s Via Pernisa, 12 s 37023 Lugo di Grezzana G (Verona) s Italy s Tel. +39 045 8801522 s Fax +39 045 8801302


Il partner ideale per le cave ed i cantieri di tutto il mondo A great partner for all over the world quarries and building yards

Tecnologia leader per la perforazione … Leader Technology for drilling ,… L’evoluzione del lavoro nelle cave di marmo e granito, dagli esorĚŝĚĞŝĨĂƟĐŽƐŝƉĞƌĨŽƌĂƚŽƌŝŵĂŶƵĂůŝĂůůĞŵŽĚĞƌŶĞƵŶŝƚăŵŽďŝůŝĚĂ ƉĞƌĨŽƌĂnjŝŽŶĞ ĂĚ ĂnjŝŽŶĂŵĞŶƚŽ ŝĚƌĂƵůŝĐŽ͕ ğ ƉĂƌƚĞ ŝŶƚĞŐƌĂŶƚĞ ĚĞůůĂƐƚŽƌŝĂĚĞůůĂDĂƌŝŶŝYƵĂƌƌŝĞƐ'ƌŽƵƉ͘hŶĂƐƚŽƌŝĂƐĐĂŶĚŝƚĂĚĂůůĂ ĐŽƐƚĂŶƚĞ ƌŝĐĞƌĐĂ ƚĞĐŶŽůŽŐŝĐĂ ĂĐĐŽŵƉĂŐŶĂƚĂ ĚĂ ǀĞƌŝĮĐŚĞ Ğ ƐƉĞƌŝŵĞŶƚĂnjŝŽŶŝƐƵůĐĂŵƉŽĐŚĞŚĂŶŶŽƉƌŽĚŽƩŽĐŽŶƟŶƵŝƉƌŝŵĂƟŝŶ ƉƌŽĚƵƫǀŝƚă͕ƐŝĐƵƌĞnjnjĂ͕ĂĸĚĂďŝůŝƚăĞƋƵĂůŝƚăĚŝǀŝƚĂƉĞƌŐůŝŽƉĞƌĂƚŽƌŝĚŝĐĂǀĂ͘ dŚĞĞǀŽůƵƟŽŶŽĨǁŽƌŬŝŶŐĐŽŶĚŝƟŽŶƐŝŶďŽƚŚŵĂƌďůĞĂŶĚŐƌĂŶŝƚĞ ƋƵĂƌƌŝĞƐ͕ƐŝŶĐĞƚŚĞĞĂƌůLJŵĂŶƵĂů͕ƟƌŝŶŐĚƌŝůůƐƚŽƚŚĞŶĞǁĞƐƚŵŽďŝůĞ͕ŚLJĚƌĂƵůŝĐĂůůLJͲŽƉĞƌĂƚĞĚĚƌŝůůŝŶŐĞƋƵŝƉŵĞŶƚ͕ŚĂƐĂůǁĂLJƐƉůĂLJĞĚ ĂŵĂũŽƌ ƌŽůĞ ŝŶ ƚŚĞŚŝƐƚŽƌLJŽĨ DĂƌŝŶŝ YƵĂƌƌŝĞƐ'ƌŽƵƉ͘ dŚĞ ĐŽŶƐƚĂŶƚŝŶǀĞƐƚŵĞŶƚŽĨƚŚĞŽŵƉĂŶLJŝŶƚŚĞƚĞĐŚŶŽůŽŐŝĐĂůƌĞƐĞĂƌĐŚ͕ ũŽŝŶĞĚƚŽĐĂƌĞĨƵůŝŶƐƉĞĐƟŽŶƐĂŶĚƚƌŝĂůƐŝŶƚŚĞĮĞůĚ͕ŚĂǀĞůĞĚƚŽ ŶƵŵďĞƌůĞƐƐƐƵĐĐĞƐƐĞƐŝŶƚĞƌŵƐŽĨƉƌŽĚƵĐƟǀŝƚLJ͕ƐĂĨĞƚLJ͕ƌĞůŝĂďŝůŝƚLJ ĂŶĚƋƵĂůŝƚLJŽĨůŝĨĞĨŽƌƋƵĂƌƌLJŽƉĞƌĂƚŽƌƐ͘


«SHULOWDJOLRD¿ORGLDPDQWDWR … and for the diamond wire cutting /ůŵĞƚŽĚŽĚŝƚĂŐůŝŽĐŽŶĮůŽĚŝĂŵĂŶƚĂƚŽƌĂƉƉƌĞƐĞŶƚĂůĂƌŝƐƉŽƐƚĂƚĞĐŶŽůŽŐŝĐĂŵĞŶƚĞƉŝƶĂǀĂŶnjĂƚĂĂůůĞĞƐŝŐĞŶnjĞĚŝƚĂŐůŝŽŶĞůůĞĐĂǀĞĚŝŵĂƌŵŽĞŐƌĂŶŝƚŽ͘ ŽŶƐĞŶƚĞƵŶŽƐĨƌƵƩĂŵĞŶƚŽƌĂnjŝŽŶĂůĞĚĞůŐŝĂĐŝŵĞŶƚŽ͕ĚŝŽƫŵŝnjnjĂƌĞŝĐŽƐƟ ĚŝƉƌŽĚƵnjŝŽŶĞĞĚŝƌŝĚƵƌƌĞĚƌĂƐƟĐĂŵĞŶƚĞŝůŵĂƚĞƌŝĂůĞĚŝƐĐĂƌƚŽ͘^ƵĂůĐƵŶŝ ůŝƚŽƟƉŝ;ŵĂƌŵŝƉƌŝŶĐŝƉĂůŵĞŶƚĞͿğƉŽƐƐŝďŝůĞĞƐĞŐƵŝƌĞŝůƚĂŐůŝŽĂƐĞĐĐŽ͕ƐĞŶnjĂ ŶĞĐĞƐƐŝƚăĚŝƵƟůŝnjnjĂƌĞů͛ĂĐƋƵĂŶŽƌŵĂůŵĞŶƚĞŝŵƉŝĞŐĂƚĂƉĞƌŝůƌĂīƌĞĚĚĂŵĞŶƚŽĚĞůů͛ƵƚĞŶƐŝůĞĞƉĞƌůĂƌŝŵŽnjŝŽŶĞĚĞůŵĂƚĞƌŝĂůĞƉƌŽĚŽƩŽĚĂůůŽƐĨƌŝĚŽĚĞů ƚĂŐůŝŽ͘/ĐŝĐůŝĚŝůĂǀŽƌŽƉŽƐƐŽŶŽĞƐƐĞƌĞĞƐĞŐƵŝƟŝŶĂƵƚŽŵĂƟĐŽĞŶĞĐĞƐƐŝƚĂŶŽ ĚŝƵŶĂǀĞƌŝĮĐĂƐĂůƚƵĂƌŝĂ͕ĚĂƉĂƌƚĞĚĞůů͛ŽƉĞƌĂƚŽƌĞ͕ƐŽůŽƉĞƌŝůĐŽŶƚƌŽůůŽĚŝĂůĐƵŶŝƉĂƌĂŵĞƚƌŝĨŽŶĚĂŵĞŶƚĂůŝ͘ dŚĞĐƵƫŶŐǁŝƚŚĚŝĂŵŽŶĚǁŝƌĞƌĞƉƌĞƐĞŶƚƐƚŚĞƐƚĂƚĞŽĨƚŚĞĂƌƚĨŽƌŵĂƌďůĞ ĂŶĚ ŐƌĂŶŝƚĞ ƋƵĂƌƌŝĞƐ͘ /ƚ ĂůůŽǁƐ ƚŽ ĚĞǀĞůŽƉ ƉƌŽƉĞƌůLJ ƚŚĞ ĚĞƉŽƐŝƚ͕ ƚŽ ŽƉƟŵŝnjĞƚŚĞƋƵĂƌƌLJŝŶŐĐŽƐƚƐĂŶĚƚŽŵŝŶŝŵŝnjĞƚŚĞǁĂƐƚĂŐĞ͘ƵƫŶŐƐŽŵĞƐƚŽŶĞƐ;ŵĂŝŶůLJŵĂƌďůĞƐͿŝƚŝƐƉŽƐƐŝďůĞƚŽĐƵƚǁŝƚŚŽƵƚƵƐŝŶŐƚŚĞǁĂƚĞƌ;ĚƌLJͲĐƵƚͿ ǁŚŝĐŚŝƚŝƐƵƐƵĂůůLJƵƟůŝnjĞĚƚŽĐŽŽůƚŚĞďĞĂĚƐĂŶĚƚŽƌĞŵŽǀĞƚŚĞŵĂƚĞƌŝĂů ƉƌŽĚƵĐĞĚĚƵƌŝŶŐƚŚĞĐƵƫŶŐ͘dŚĞǁŽƌŬŝŶŐƉŚĂƐĞƐĐĂŶďĞƉƌŽŐƌĂŵŵĞĚŝŶ ĂƵƚŽŵĂƟĐĂŶĚƚŚĞƉƌĞƐĞŶĐĞŽĨƚŚĞŽƉĞƌĂƚŽƌŝƐƌĞƋƵŝƌĞĚ͕ŽĐĐĂƐŝŽŶĂůůLJ͕ŽŶůLJ ƚŽǀĞƌŝĨLJƐŽŵĞĐƵƫŶŐƉĂƌĂŵĞƚĞƌƐ͘

8Q¶DVVLVWHQ]DHI¿FLHQWH$QHI¿FLHQWDIWHUVDOHVVHUYLFH ĂƐĞŵƉƌĞĂƩĞŶƚĂĂůůĞĞƐŝŐĞŶnjĞĚĞůŵĞƌĐĂƚŽ͕ůĂDĂƌŝŶŝYƵĂƌƌŝĞƐ'ƌŽƵƉ ƉŽŶĞƵŶĂƉĂƌƟĐŽůĂƌĞĂƩĞŶnjŝŽŶĞĂůů͛ĂƐƐŝƐƚĞŶnjĂƉŽƐƚͲǀĞŶĚŝƚĂ͕ĐŽŶƐĂƉĞǀŽůĞ ĐŚĞĐŝžƉƵžĐŽƐƟƚƵŝƌĞƵŶǀĂŶƚĂŐŐŝŽŶŽŶƐŽůŽƉĞƌŝůĐŽŶƐƵŵĂƚŽƌĞĮŶĂůĞ͕ŵĂ ĂŶĐŚĞƉĞƌů͛ĂnjŝĞŶĚĂƐƚĞƐƐĂ͘ ƩĞŶƟǀĞĂƐǁĞĂůǁĂLJƐĂƌĞƚŽƚŚĞŶĞĞĚƐŽĨƚŚĞŵĂƌŬĞƚ͕DĂƌŝŶŝYƵĂƌƌŝĞƐ 'ƌŽƵƉƉůĂĐĞƐƉĂƌƟĐƵůĂƌĞŵƉŚĂƐŝƐŽŶĂŌĞƌͲƐĂůĞƐƐĞƌǀŝĐĞ͕ĂǁĂƌĞƚŚĂƚƚŚŝƐ ĐĂŶďĞĂŶĂĚǀĂŶƚĂŐĞŶŽƚŽŶůLJĨŽƌƚŚĞĞŶĚƵƐĞƌďƵƚĂůƐŽĨŽƌƚŚĞĐŽŵƉĂŶLJ͘

MARINI QUARRIES GROUP S.R.L. sŝĂĞƵƌĂϰϰͲϮϴϴϰϰsŝůůĂĚŽƐƐŽůĂ;sͿͲ/d>z dĞů͘нϯϵϬϯϮϰϱϳϱϭϬϲ&Ădž͘нϯϵϬϯϮϰϱϰϬϵϲ tĞďƐŝƚĞǁǁǁ͘ŵĂƌŝŶŝƋŐ͘ŝƚĞŵĂŝů͗ŵĂƌŝŶŝƋŐΛŵĂƌŝŶŝƋŐ͘ŝƚ


contents NOTIZIE ED EVENTI DAL MONDO DEL MARMO. NEWS AND EVENTS FROM THE WORLD OF STONE.

118 Carrarafiere Informa Carrarafiere News CarraraMarmotec 2016, un’edizione nel segno della sostenibilità, del business e del design. CarraraMarmotec 2016, an edition with an accent on sustainability, business and design.

GENNAIO-MARZO 2016

Marmomacchine International is published quarterly by Marmomacchine Servizi Srl Corso Sempione 30 - Milan 20154 - ITALY Tel. + 39 02 315360 - Fax + 39 02 315354 E-mail: info@assomarmomacchine.com Managing editor: Flavio Marabelli info@assomarmomacchine.com Editorial staff: Arch. Raimondo Lovati direzione@assomarmomacchine.com Pasqualino Pietropaolo info@assomarmomacchine.com Advertising coordinator: Donatella Alzetta alzetta@assomarmomacchine.com

Case-History

128 GMM Haysom (Purbeck Stone) Ltd, GMM S.p.a. and Rocchia Machinery Ltd- Beyond excellence. Haysom (Purbeck Stone) Ltd, GMM S.p.a. and Rocchia Machinery Ltd-Beyond excellence.

130 STONEST CAFÈ RADETZKY Milano con Studio Alberto Re e Stonest srl. CAFÈ RADETZKY Milano with Studio Alberto Re and Stonest srl.

Accountancy office: Elisa Cavalmoretti amministrazione@assomarmomacchine.com English translation: Chama Armitage Rogate Graphic design and typesetting: Negro Stefano info@studio-grafico-negro-stefano.it Printing: Fotolito Star (Bergamo) All rights for any form of reproduction or translation of content are reserved. The reproduction of an article or of part of it without the consent of the publisher is forbidden. Any manuscripts, photographs or other material received will not be returned even if published. The publisher assumes no responsibility for opinions expressed in editorial articles or advertisements. Articles in standard type / Advertising features in italics. Marmomacchine Servizi s.r.l. under Article 2 paragraph 2 of the Code of Ethics relating to the processing of personal data in the exercise of journalism, disclose the existence of a database of personal editorial use at headquarters in Milan, in Corso Sempione 30. Those interested can contact the owner of data processing at the above place to exercise the rights provided by Law No 675/96.

132 BRETON Levibreton Eureka. / Levibreton Eureka.

Postage A.P. - 45% - art. 2 comma 20/b legge 662/96 - Milan Authorization n. 14, 16-01-93 High court of Milan National Press Register n. 2993 (9-1-1991) “Periodicals postage is paid at Rahway, N.J. MARMOMACCHINE INTERNATIONAL USPS No.: 017-157 is published in March, June, September, December by MARMOMACCHINE SERVIZI SRL Annual subscription rate: euro 5,00.

The Technical Scientific Editorial Committee Marmomacchine International is represented by the advisor committee of the Association CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Albani Angelo - OMAG Alimonti Roberto - RASTONE Bauce Davide - BAUCE BRUNO Benetti Federico - BENETTI MACCHINE Bombana Igino - TENAX Campagnola Dorian - PELLEGRINI MECCANICA Caresia Simone - PORFIDO ED ARTE CONS. STAB. Caroselli Leali Mario - SASSOMECCANICA Caucci Mario - CAUCCI MARBLE Ciani Nicola - MARMILAME Compri Michele - ABRASIVI ADRIA De Angelis Marco - DE ANGELIS GIOVANNI Dossena Marino - DIAMOND SERVICE Fraccaroli Federico - FRACCAROLI & BALZAN Franzi Corradino - GMM Ghirardi Stefano - MARMI GHIRARDI Marabelli Flavio - GEMINI Marchetti Arianna - OFFICINE MARCHETTI Moncini Giovambattista - FRATELLI MONCINI Muzzolon Davide - MARMI BRUNO ZANET Pedrini Giambattista - PEDRINI Pettenon Francesco - FILA IND. CHIMICA Pretto Massimo - TYROLIT VINCENT Serafini Alessandro - MARMI SERAFINI Stangherlin Mirko - SIMEC Stocco Alessandro - CO.FI.PLAST Terzago Luca - T&D ROBOTICS Tonini Giancarlo - TONINI CAVE FANTISCRITTI Zerlia Carlo - MARINI QUARRIES GROUP The Members of the Technical Scientific Editorial Committee Representing the cultural and technical reference group of this Magazine, whose editorial contribute actively. Whatever their citation by other magazines without permission from Marmomacchine Servizi s.r.l. is to be considered arbitrary.

THE GLOBAL VOICE OF THE NATURAL STONE SECTOR

018 Newsbook

92

Marmomacchine Servizi Srl - Corso Sempione 30 - Milano 20154 - ITALY - Trimestrale - Poste Italiane Spa - Sped. in A.P. D.L. 353/03 (conv. in L. 27.02.04, n° 46), art. 1, c. 1, - LO/MI - Gennaio / Marzo 2016 - Anno 24°

NP 2200 RX: lucidatrici ad altissime prestazioni, disponibile in versione per lastre di granito o marmo. NP 2200 RX: high-performance polishing machines, available in versions for granite or marble slabs.

Excellence in Teechnologgy for Stone Processing

Front Cover: Vista generale di un impianto di calibratura e lucidatura di lastre di granito, equipaggiato con lucidatrice ad alte prestazioni NP 2200 RX.

Overview of a calibrating and polishing plant for granite slabs, equipped with a highperformance polishing machine NP 2200 RX. SIMEC S.p.A. Via E.Fermi, 4 31030 Castello di Godego (TV) ITALY Tel. +39 0423 / 7351 Fax +39 0423 / 735256 email: info@simec.it web site: www.simec.it


134 PRUSSIANI ENGINEERING

142 BM

Robot ABB predisposto per il taglio a filo diamantato a sei assi può produrre opere di pietra uniche. An ABB robot set for cutting by using six-axis diamond wire can make unique natural stone creation.

136 PEDRINI

Nuovo Multi-filo KODIAK EVOLUTI. New Multi-wire KODIAK EVOLUTION.

144 BARSANTI MACCHINE

A Taiwan l’innovativa tecnologia Pedrini. Pedrini state-of-the-art technology in Taiwan.

TENNESSEE MARBLE CO ha scelto l’innovativa lucidatrice da marmo a marchio Barsanti Macchine. TENNESSEE MARBLE CO chose the innovative marble polishers Barsanti Machine brand.

138 DELLAS Dellas partecipa alla rimozione delle piattaforme di sostegno della Concordia. / Dellas takes part in the removal of the support platforms for the Concordia.

148 Organigramma Associativo Organization Chart 152 Partecipazioni fieristiche Fairs participations

140 SIMEC Industria Marmi Ferrari – con LM 2100 RX la qualità è flessibile. / Industria Marmi Ferrari – with the LM 2100 RX quality is flexible.

Batimat Russia - Middle East Stone - World Stone Fair Indobuildtech - Stone Industry - Iran Stone Exhibition Saudi Stone-Tech

166 Members Elenco degli Aderenti a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE. List of the Members of the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Association.

AL NASR MARBLE..............................17 ATAL ..................................................93 ATLAS COPCO ....................................47 BARSANTI MACCHINE BY ISM .........105 BELLINZONI .......................................75 BERTI SISTO ........................................1 BM ....................................................98 BOART AND WIRE.............................2, 3 BRETON .............................................61 CARRARA MARMOTEC .....................123 CAUCCI MARBLE................................89 CLASSIC MARBLE COMPANY .............69 C.M.S...............................................107 CO.FI.PLAST.......................................71 DELLAS............................................6, 7 DIMPOMAR........................................93 DONATONI MACCHINE........................19 FILA...................................................63 FIBRA ................................................21

FRACCAROLI & BALZAN.........RISG. ANT. FRANCHI UMBERTO MARMI ..............4,5 GIMCO - SMILE STONETECH...............99 GMM..................................................25 IGUS ............................................II COV. INTERMAC .......................................113 IRAN STONE EXHIBITION (IRSE) .........29 KSG - KRISHNASAI GRANITE..............27 LANDI GROUP ....................................75 LUPATO............................................101 MARBLE FAIR .............................III COV. MARINI QUARRIES GROUP ................8,9 MARMI BRUNO ZANET .....................107 MARMI GHIRARDI............................117 MARMI LAME ..................................116 MARMOMACC....................................53 MOLLIFICIO APUANO..........................77 NICOLA FONTANILI........................12,13 OFFICINE MARCHETTI ........................85

OFF. MECCANICHE GARRONE ...........121 PALMERIO .........................................85 PEDRINI.............................................65 PELLEGRINI .......................................83 PROMETEC .................................IV COV. PRUSSIANI ......................................115 SANTUCCI GROUP ..............................55 SARDEGNA MARMI S.IM.IN..............178 SCHNEIDER ELECTRIC........................49 SIMEC................................I COV.,35, 37 STONE INDUSTRY FAIR ......................45 STONEMART ......................................33 STONEST............................................41 T&D ROBOTICS ................................111 TENAX ...............................................97 VITÓRIA STONE FAIR........................146 WINOA ITALIA ....................................59 XIAMEN STONE FAIR........................125

advertisers


             ! "#$% & '' ' ()*+,#-.

  

  

    


NOTIZIE ED EVENTI DAL MONDO DEL MARMO NEWS AND EVENTS FROM THE WORLD OF STONE

14

a cura di Raimondo Lovati, Pasqualino Pietropaolo e Flavio Marabelli

NUOVI ASSOCIATI CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

NEW CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE MEMBERS

Nei primi giorni del 2016 la base associativa di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - l'Associazione nazionale di riferimento per il comparto italiano dei produttori di materiali lapidei e dei costruttori di macchine e attrezzature complementari - si è arricchita di due nuove aziende: • ODONE ANGELO di Vercelli • SANTORO MARMI di Custonaci (TP) Si ricorda che l'elenco completo dei soci CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE è disponibile online nell'Area "Associati" del sito web associativo www.assomarmomacchine.com, oltre che nella sezione "Members" presente su questa rivista e sul nuovissimo DIRECTORY Associativo 2016 - sia nella versione cartacea che sul relativo supporto multimediale Usb - dove ogni Azienda Associata può ritrovare il proprio recapito completo di logo e produzione aziendale.

In early 2016 membership in Confindustria Marmomacchine – the reference association for Italian stone producers and makers of stone-working machinery and equipment – grew by another two companies: • ODONE ANGELO, Vercelli • SANTORO MARMI, Custonaci (Trapani) We remind readers that a full list of Confindustria Marmomacchine members is online in the Members (“Associati”) area of the association’s website – www.assomarmomacchine.com as well as in the Members section of this magazine and of the brand new 2016 Directory with USB multimedia support, where every company can find its own address, complete with logo and type of production.


CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE: ASSEMBLEA GENERALE 2016

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE: 2016 GENERAL ASSEMBLY

L'Assemblea Generale Confindustria Marmomacchine 2016 si svolgerà in data 10 giugno p.v. a Milano. Quest'anno l'appuntamento con gli stati generali dell'Associazione italiana di categoria del settore marmifero coincide anche con importanti passaggi quali l'approvazione del nuovo statuto e l'elezione del Presidente per il biennio 2016/2018. La stesura di un nuovo statuto è conseguente alla necessità - comune a tutte le Associazioni del Sistema Confindustria - di allineare i testi statutari a quanto previsto dalla recente riforma Pesenti che ha individuato precisi requisiti cui sono tenute ad attenersi tutte le associazioni confederali. Il lavoro di revisione dello statuto è in stato avanzato ed ha già ottenuto una pre-validazione dagli uffici centrali di Confindustria. In termini di governance, l'Associazione è invece chiamata a individuare il Presidente del prossimo biennio. Sempre secondo i precisi dettami confindustriali in materia, già a dicembre dello scorso anno si è insediata la commissione di designazione nominata dalla Giunta associativa che ha l'onere di esperire ampi sondaggi presso la base associativa e individuare possibili candidature tra cui la Giunta stessa sarà chiamata a votare e individuare il Presidente designato 2016/2018 da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea Generale. Ma accanto a questi passaggi normativi della vita associativa, l'Assemblea Generale Confindustria Marmomacchine 2016 sarà soprattutto e come sempre l'occasione per fare il punto sulle dinamiche settoriali e sull'andamento dei mercati, oltre che per presentare ad aziende e imprenditori i programmi e le attività del prossimo esercizio.

The 2016 Confindustria Marmomacchine general assembly will be held on June 10 in Milan. This year the Italian techno-stone association’s member meeting also coincides with important decisions, such as approving the new statute and electing the president for the 2016/2018 term. Writing a new statute arose from the need – common to all associations in the Confindustria system – to align statute texts to conform to what is foreseen by the recent Pesenti reform, which pinpoints precise requisites that all the confederation’s associations must fulfill. The work of revising the statute is in an advanced stage and has already received preliminary approval from the central offices of Confindustria. In terms of governance, the association is instead called upon to choose its president for the next two years. Again according to precise Confindustria dictates, in December was convened the designation committee, appointed by the steering committee, tasked with conducting broad surveys among members to identify possible candidates that the steering committee will vote on to choose the upcoming president, submitting this nomination to approval by the general assembly. In addition to these procedural matters, the 2016 Confindustria Marmomacchine general assembly will be above all, and as always, an occasion for examining sector dynamics and market trends and presenting to members the association’s projects and work for the coming year.

FRANCIA: I NUOVI CANTIERI RIPRENDONO IN ILE DE FRANCE

FRANCE: NEW WORKSITES OPENING IN ILE DE FRANCE

L’Ile de France, la regione della capitale francese, ha registrato nel corso del 2015 una ripresa delle aperture di cantiere per la costruzione di alloggi, con una crescita del 15% su dodici mesi, per raggiungere le 64.000 unità iniziate, rispetto alle 55.800 unità del 2014, secondo i dati della Prefettura della Regione. I buoni risultati sono il frutto della mobilitazione degli enti territoriali e degli operatori della filiera per rispondere alla crisi dell’alloggio nella regione parigina e per favorire la crescita e l’impiego, ha precisato la prefettura della Regione.

In 2015 Ile de France, the region of the French capital, saw an uptake in openings of housing construction worksites, with growth of 15% in 12 months to arrive at 64,000 units compared to 55,800 in 2014, according to the prefecture’s data. The goods results are due to the mobilization of territorial boards and industry operators in response to the housing shortage in the Paris area and to foster growth and jobs, the region’s prefecture stated.

15


16

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE INCONTRA IL MINISTRO DELL'INDUSTRIA IRANIANO

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE MEETS WITH THE IRANIAN MINISTER OF INDUSTRY

Nel quadro della visita ufficiale del Presidente Iraniano Rouhani dello scorso gennaio a Roma, Confindustria Marmomacchine rappresentata dal Segretario Generale, Raimondo Lovati, - ha incontrato il Ministro dell'Industria Iraniano H.E. Nematzadeh. L'incontro svoltosi all'Hotel Parco dei Principi, base romana della delegazione iraniana, si è svolto nella forma del B2B per dare seguito operativo al memomndum siglato lo scorso novembre a Teheran nel corso della missione di sistema guidata dall'allora Vice Ministro Carlo Calenda. Il Ministro dell'Industria iraniano ha approfondito insieme all'Associazione il percorso attuativo dell'accordo firmato tra Confindustria Marmomacchine e la Iran Stone Association, sottolineando in particolare l'importanza di promuovere il trasferimento tecnologico ma anche le partnership e le JV italo-iraniane nel settore marmifero. L'Associazione ha assicurato la piena disponibilità a tradurre in cooperazioni concrete i contenuti degli accordi politici siglati a Teheran, nel mutuo interesse delle industrie marmifere dei rispettivi paesi. L'incontro è stata anche l'occasione per donare al Ministro Nematzadeh il Dyrectory Confindustria Marmomacchine, repertorio settoriale annuale in cui l'Associazione raccoglie il meglio delle produzioni "made in Italy" di comparto e l'elenco completo delle Aziende Associate. Un volume particolarmente gradito dal Ministro che è servito anche per approfondire i "desiderata" della controparte iraniana in tema di collaborazione industriale.

In the framework of Iranian President Rouhani’s official visit to Rome last January, Confindustria Marmomacchine – represented by its Secretary-General, Raimondo Lovati – met with the Iranian Minister of Industry, H.E. Nematzadeh. The meeting was held at the Hotel Parco dei Principi, the Roman base of the Iranian delegation and took the form of a B2B as a follow-up to the memorandum signed in Tehran in November during the mission guided by then-vice minister Carlo Calenda. The Iranian Minister of Industry and the association examined the implementation route for the agreement between Confindustria Marmomacchine and the Iran Stone Association, emphasizing the importance of promoting technology transfers but also partnerships and ItalianIranian joint ventures in the stone sector. The association ensured its full willingness to translate the policy accords signed in Tehran into concrete cooperation, in the mutual interests of both countries’ stone industries. The meeting was also an occasion to present Minister Nematzadeh with the Confindustria Marmomacchine Directory, the association’s yearbook containing the best of Italian techno-stone production and a full list of member companies. A publication that was particular appreciated by the minister and also served to point up Iran’s needs in terms of industrial cooperation.

UNGHERIA: SVILUPPO AEREOPORTO BUDAPEST

HUNGARY: BUDAPEST AIRPORT EXPANSION

Il Direttore commerciale dell’Aeroporto di Budapest ha recentemente annunciato i progetti che saranno realizzati nel corso dei prossimi anni per lo sviluppo dell’aeroporto internazionale della Capitale. A partire da quest'anno si prevedono investimenti per la costruzione di un nuovo albergo presso l’aeroporto, la cui apertura è prevista per la primavera del 2017. Sempre nel 2017 è inoltre pianificata la costruzione di un nuovo parcheggio macchine mentre è fissata al 2018 la costruzione di un nuovo terminal lungo 220 metri. Entro il 2020 infine è stata annunciata la costruzione del terminal C, con il quale potrebbe raddoppiare la capacità attuale. Nel 2015 l’Aeroporto ha registrato una crescita record del 15% ed ha superato più volte un milione di passeggeri al mese. Attualmente dal Liszt Ferenc partono voli per 92 destinazioni con 43 compagnie aeree.

The business manager of the Budapest airport recently announced projects for the next few years to expand the capital’s international airport. Beginning this year investments will be made in building a new hotel at the airports, expected to open in spring 2017. For the same year there are plans for building a new parking lot, while 2018 will see construction of a new terminal 220 meters in length. Finally, by 2020 there will be construction of terminal C, which could double current capacity. In 2015 the airport had record growth of 15% and several times served more than a million passengers per month. At present Liszt Ferenc offers flights to 92 destinations, with service by 43 airlines.


CHAMAGNE BEIGE

CHAMPAGNE YELLOW

DESERT BLOOM

DESERT GOLD LIGHT

DESERT GOLD MEDIUM

DESERT PEARL

DESERT PEARL

K 5 MULTI

K 5 REDISH

K 5 VEINS

K5

PETRA BROWN VEINS

PETRA BROWN

PETRA FOSSIL

ROYAL BEIGE

ROYAL PINK

ROYAL PINK

VALETINE BEIGE

WHITE HEART


18

PROGRAMMA STRAORDINARIO PER IL MADE IN ITALY 2016

SPECIAL PROGRAM FOR THE MADE IN ITALY 2016

Nel quadro dei fondi straordinari messi a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico per la promozione dei principali comparti del made in Italy attraverso le loro piattaforme fieristiche di riferimento, Confindustria Marmomacchine di concerto con Veronafiere ha presentato al Ministero e all’Agenzia per il Commercio Estero una serie di idee progettuali finalizzate all’utilizzo dei fondi sopracitati nel pieno interesse delle Imprese italiane appartenenti al comparto merceologico ricompreso nel perimetro di rappresentanza di Confindustria Marmomacchine. Dopo il successo dell’attività svolta nel 2015, Confindustria Marmomacchine e Marmomacc riproporranno in stretta sinergia con ICE un maxi-incoming formativo di operatori esteri che farà convergere a Verona durante il periodo di Marmomacc 2016 una super-delegazione per un totale di 200 operatori esteri suddivisi in due grandi gruppi afferenti rispettivamente all’Area Beni Strumentali e all’Area Edilizia Sistema Abitare. Gli operatori esteri, gestiti da due docenti professionisti specializzati nella materia opportunamente coadiuvati da personale di supporto, saranno guidati attraverso un programma di alta formazione professionale sulle tecnologie di estrazione e trasformazione delle pietre autenticamente naturali e sulle varietà litologiche e stereometriche dei materiali oggi prodotti, trasformati e commercializzati dalle imprese tecno-marmifere italiane, nonchè sulle loro più moderne destinazioni d’uso e impieghi. L’attività come detto ripropone quanto già realizzato con successo nell’edizione 2015 di Marmomacc che ha ottenuto un elevato score di gradimento presso le imprese e ha prodotto 1086 incontri tra meeting in fiera e visite aziendali in esterna tra le oltre 50 aziende aderenti al programma e i 181 operatori esteri partecipanti all’incoming. Un altro ritorno a grande richiesta è la Mostra Evento di Filiera “THE ITALIAN STONE THEATRE” che anche quest’anno realizzerà presso il Padiglione 1 di Veronafiere una spettacolare “mise en scene” di realizzazioni d’eccellenza in marmo, granito e pietra e di brani di tecnologie automatizzate che rendono oggi possibile la realizzazione di tali prodotti. Il tutto corredato da video e strumenti multimediali esplicativi. Già nell’edizione 2015 “THE ITALIAN STONE THEATRE” è stato senza dubbio l’attività di maggior richiamo e impatto dell’intero programma, e anche quest’anno si propone quale evento imperdibile per operatori e visitatori specializzati. Chiude il panel di attività 2016 l’International Stone Summit (ISS) con un focus tematico dedicato al tema del futuro manifatturiero di un’industria lapidea mondiale 4.0 in grado di declinare in modo innovativo concetti quali la sostenibilità, la sicurezza, e la valorizzazione della materia prima nonché una sua adeguata divulgazione a livello internazionale.

In the framework of special funds allocated by the Economic Development Ministry for promoting the main sectors of Italian production through their respective tradeshows, Confindustria Marmomacchine together with VeronaFiere presented the ministry and the Italian Trade Agency (ICE) with a series of projects finalized at using said funds in the full interest of the Italian companies belonging to the sector Confindustria Marmomacchine represents. After the successful work done in 2015, Confindustria Marmomacchine and Marmomacc, in close synergy with ICE, will again offer a maxi educational incoming for foreign operators that will bring to Verona during Marmomacc 2016 a 200-person delegation divided into two big groups belonging, respectively, to the instrumental goods area and to the residential housing sector. The foreign operators, supervised by two professional lecturers specialized in the subjects (aided by support staff) will be guided through a continuing education course on technologies for extracting and processing authentically natural stones and on the varieties and volumes of stone materials now being quarried, worked and marketed by Italian techno-stone companies as well as their current uses. As stated, this replicates what was done so successfully at Marmomacc 2015, which was highly acclaimed by the 50-odd companies participating, with a total of 1086 meetings and company tours for the 181 foreign operators. Another greatly requested return is ‘THE ITALIAN STONE THEATRE”, which this year too, in Hall 1, will stage a spectacular show of excellent creations in marble, granite and other ornamental stones and of the automated technology making it possible to produce them. All accompanied by videos and descriptive multimedia tools. In the 2015 edition “THE ITALIAN STONE THEATRE” was indubitably the biggest attraction of the entire program and again this year will be a must for operators and specialized visitors. Also on the event calendar is the 2016 International Stone Summit (ISS), this year focusing on the manufacturing future for a global stone industry 4.0 able to innovatively deal with concepts like sustainability, safety, the valorization of the raw material as well as the dissemination of correct information about it worldwide.


Highest quality for your skill

SX-3

BESTANCE M P E R FO R & FAST

SX-3 | Centro di taglio CNC multi-mandrino con ponte porta mandrini girevole Multi-blade on rotating bridge cutting center

NUMERI CHE FANNO GIRARE LE TESTE

NUMBERS THAT MAKE HEADS TURN

11 assi controllati da CN di cui 7 interpolati 3 gruppi di taglio 17 kw-S6 /c.d.u. di potenza motore 400 mm il diametro dei dischi

11 NC axes which 7 interpolated 3 cutting spindles 17 kw-S6 of power for each spindle 400 mm blade diameter

www.donatonimacchine.eu


20

LA MUNICIPALITÀ DI XIAMEN VISITA CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

XIAMEN CITY OFFICIALS VISIT CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

Un'importante delegazione della municipalità di Xiamen ha fatto visita lo scorso 28 gennaio a Confindustria Marmomacchine presso la sede associativa di Milano. Occasione dell'incontro sono stati i rapporti istituzionali di lungo corso che l'Associazione intrattiene con la città di Xiamen, a cominciare dall'importante partecipazione italiana alla Xiamen Stone Fair interamente coordinata da Confindustria Marmomacchine che quest'anno occuperà un'area di circa 150 ma allestiti all'insegna del "Made in Italy". L'evento fieristico cinese - secondo i dati forniti dagli organizzatori - vanta oggi circa duemila espositori e visitatori provenienti da ben 140 Paesi. Nata come fiera a carattere prettamente nazionale, in un decennio STONE XIAMEN FAIR è diventato un appuntamentoi profilo internazionale, anche e soprattutto per il suo essere oggi un crocevia stratefico, un vero e proprio hub per l'interscambio lapideo mondiale. E Confindustria Marmomacchine c'era dall'inizio se pensiamo che risale al 2005 la prima partecipazione diretta dell'Associazione in fiera. Anche per questo la sede associativa è stato uno dei passaggi principali incluso nel tour europeo della delegazione guidata dal Vice Direttore Finanziario della Municipalità di Xiamen, Mr. Wang Yue Ping che ha voluto omaggiare Confindustria Marmomacchine con la targa d'onore riservata ai partner industriali internazionali di riferimento per la città.

On January 28 a big delegation from the City of Xiamen visited Confindustria Marmomacchine headquarters in Milan. The purpose of the meeting was to discuss the longstanding relations the association has with the city, starting from the heavy presence of Italian companies at the Xiamen Stone Fair - participation that is entirely coordinated by Confindustria Marmomacchine and that this year will occupy an area of about 150 square meters under the emblem of “Made in Italy”. According to its organizers, this Chinese stone show now draws something like 2,000 exhibitors and its visitors come from 140 countries. Begun as a strictly national event, in a decade the Xiamen Stone Fair has become one of international breadth, above all because Xiamen is now a strategic crossroads, an authentic hub for the global stone business. And Confindustria Marmomacchine was there from the start, since the association’s first direct participation dates from 2005. Another reason why its headquarters were a primary stop on the European tour of the delegation led by Mr. Wang Yue Ping, who presented Confindustria Marmomacchine with the plaque of honor reserved to the city’s top foreign industrial partners.

DUBAI: RICERCA DI CONTRACTORS PER LA COSTRUZIONE DI ALLOGGI POPOLARI

DUBAI SEEKING CONTRACTORS TO BUILD LOW-COST HOUSING

La società di costruzioni emiratina Wasl sta cercando contractors interessati a lavorare su un progetto di sviluppo di alloggi a basso reddito a Dubai. Il progetto residenziale proposto - il cui valore è stimato in 2.5 miliardi di AED, pari a circa 680 milioni di US$ - si trova nella zona industriale di Al-Qusais e prevede la costruzione di 81 edifici di quattro piani insieme ad altre strutture comunitarie. La superficie totale edificata sarà di circa 770 mila metri quadrati.

Wasi, the emirate’s construction company, is looking for contractors interested in working on a low-cost housing project in Dubai. The residential complex proposed – worth an estimated 2.5 AED (about $US680 million) is located in the industrial zone of Al-Qusais and foresees constructing 81 four-story buildings and other community facilities. The total built area will cover about 770,000 square meters.


&DODFDWWD/XQDH

0$5%/(48$55,(6 )LEUDVUOB9LD$UJLQH'HVWUR&DUULRQHB&DUUDUDBB,WDO\B7HOB)D[BILEUD#ILEUDLWBZZZILEUDLW


22

STONE+TEC PASSA AGLI ANNI PARI: PROSSIMA EDIZIONE DAL 13 AL 16 GIUGNO 2018

STONE+TEC CHANGES TO EVEN YEARS: THE NEXT EDITION JUNE 13 TO 16, 2018

Con un comunicato stampa la Fiera di Norimberga ha annunciato che la prossima edizione di Stone+tec si terrà nel 2018, dando attuazione a una decisione condivisa dagli enti promotori del salone, la Federazione tedesca degli scalpellini (Bundesverband deutscher Steinmetze - BIV) e l’Associazione tedesca della pietra naturale (Deutscher Naturwerkstein-Verband - DNV), d'accordo con l'ente organizzatore NürnbergMesse GmbH. In futuro l’appuntamento a cadenza biennale con l'evento settoriale tedesco si terrà pertanto negli anni pari a partire già dal prossimo Stone+tec, che aprirà le porte dal 13 al 16 giugno 2018. Cambia anche il mese di svolgimento tradizionale della fiera, che passa da maggio a giugno, al fine di evitare concomitanza con eventuali festività nazionali che spesso coincidevano con il periodo di svolgimento della fiera.

In a press release the Nuremberg Fair announced that the next edition of Stone+tec will be held in 2018, implementing a joint decision taken by the boards promoting the show, the German Federation of Stone Chiselers (Bundesverband deutscher Steinmetze – BIV) and the German Natural Stone Association (Deutscher Naturwerkstein-Verband - DNV), in agreement with the organizing board, NürnbergMesse GmbH. In future the German biennial stone sector event will be held in even-numbered years, beginning with the next edition, to be held June 13 to 16, 2018. Also changed is the usual month for the show, no longer May but June in order to avoid overlaps with the national holidays that often coincided with event dates.

LAVORO: OCCUPAZIONE IN RIPRESA IN ITALIA, +0,8% NEL 2015

WORK: ITALIAN EMPLOYMENT UP 0.8% IN 2015

Sulla base dei dato diffusi dal Centro Studi Confindustria, nel 2015 l’occupazione in Italia è cresciuta dello 0,8% rispetto al 2014, con un aumento di 109 mila unità della base degli occupati. In dicembre si è registrata una leggera flessione rispetto a novembre (-21mila unità, -0,1%) ma, al di là delle fluttuazioni mensili, il numero degli occupati è tornato sui livelli di fine 2012. Secondo le previsioni l’occupazione continuerà ad aumentare anche per tutto il 2016, in parallelo con il consolidamento dell’attività economica. Il numero dei disoccupati è sceso sotto i tre milioni in luglio, per la prima volta dopo 30 mesi, e ha continuato a diminuire per tutto il resto dell’anno, anche per la lieve contrazione del numero di persone che cercano attivamente un impiego. Il tasso di disoccupazione è così sceso in dicembre all’11,4%, il minimo da tre anni. Il tasso di disoccupazione risulta in discesa anche nella media dell’Eurozona (10,4% da 10,5% del mese precedente); alto in Spagna (20,8%), ma in costante riduzione da metà 2013; stabile in Francia (10,2%) e ai minimi in Germania (4,5%).

On the basis of figures released by the Confindustria Studies Center, in 2015 employment in Italy grew by 0.8% from 2014, with an increase of 109,000 jobs. In December there was a downturn from November (-21,000 jobs) but aside from monthly fluctuations the number of employed was back to late 2012 levels. According to previsions, employment will continue to rise throughout 2016, in parallel with the consolidation of business. The jobless figure was below three million in July, for the first time in 30 months, and continued to decrease for the rest of the year, in part due to a drop in the number of people actively seeking work. The unemployment rate thus decreased in December to 11.4%, the lowest in the past three years. The unemployment rate was also declining on average in the Eurozone (10.4%, from the 10.5% of the previous month): it was high in Spain (20.8%) but in constant reduction from mid-2013; stable in France (10.2%) and minimal in Germany (4.5%).


MERCATO INDIA: AREA ITALIA A STONA 2016

THE INDIAN MARKET: AN ITALIA AREA AT STONE 2016

Da 3 al 6 febbraio scorsi si è svolta la Fiera STONA 2016 di Bangalore cui CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ha partecipato con il proprio Stand e Meeting Point Istituzionale e in qualità di organizzatore ufficiale dell’Area ITALIA in collaborazione con ICE-Agenzia per il Commercio Estero. Alla Collettiva Italiana CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE/ICE-Agenzia hanno partecipato in veste di espositori diretti le Aziende: BOART&WIRE - CO.FI.PLAST - CONSORZIO PRODUTTORI MARMO BOTTICINO CLASSICO - DELLAS DIAMOND SERVICE - F.LLI POGGI - FABER TILE AND STONE CARE - GDA - GV OROSEI MARBLES - INTERMAC/DONATONI - MARGRAF MARMI E TRAVERTINI - OCEM SARDEGNA MARMI - SOCOMAC GRUPPO TOSCO MARMI. Lo Stand/Meeting-Point CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE/ICE Agenzia è stato a disposizione di tutti i Soci CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e delle Aziende italiane presenti in Fiera in qualità di Espositori o Visitatori con gli annessi servizi di accoglienza e supporto. Nell'anno fiscale 2014-15 l'Italia è stato il 27esimo partner commerciale dell'India a livello globale. Nell’ambito dell’Unione Europea l'Italia risulta il quinto tra i paesi UE, dopo Germania, Belgio, Regno Unito, e Francia. Ma l’Italia è prima assoluta invece per quanto riguarda l’export di macchine lavorazione marmo verso l’India, paese che nel 2014 è risultato il quarto buyer assoluto di tecnologie lapidee italiane per un controvalore vicino ai 58 milioni di euro. In calo invece il rilievo dei primi nove mesi del 2015 allorchè l’India lascia sul campo una diminuzione rispetto allo stesso periodo del 2014 pari al 39%, collocandosi comunque all’ottavo posto come mercato in termini assoluti. Ricordiamo che l’India è il secondo produttore mondiale di pietre ornamentali con un output produttivo di 22.000 tonnellate nel 2014, così come è il secondo per consumo e utilizzo di materiali lapidei con 112 milioni di metri quadri impiegati nel paese nel 2014. Prescindendo dalle specifiche settoriali, secondo i dati rielaborati da ICE New Dehli l'interscambio commerciale italoindiano nell'intero anno 2015 è stato pari a 7,3 Mld di Euro (+ 2,2% sul 2014), con un export italiano in valore per 3,3 Mld (+10,4%) e importazioni dall'India per 4 Mld (-3,8%), facendo totalizzare un saldo negativo per l'Italia pari a 644 miloni di Euro. Dati che fanno apprezzare ancora di più le performance export del nostro comparto verso il paese.

From February 3 to 6 Bangalore was host to STONA 2016, where Confindustria Marmomacchine was on hand with its own official stand and Meeting Point Italia and also officially organized the ITALIA area in cooperation with ICE, the Italian Trade Agency. At the group Confindustria Marmomacchine/ICE area direct exhibitors were: BOART&WIRE - CO.FI.PLAST - CONSORZIO PRODUTTORI MARMO BOTTICINO CLASSICO - DELLAS - DIAMOND SERVICE - F.LLI POGGI - FABER TILE AND STONE CARE GDA - GV OROSEI MARBLES - INTERMAC/DONATONI MARGRAF - MARMI E TRAVERTINI - OCEM SARDEGNA MARMI - SOCOMAC - GRUPPO TOSCO MARMI. The Confindustria Marmomacchine/ICE Agency stand/meeting point was open to all association members and other Italian techno-stone companies attending the event as exhibitors or visitors and offered welcome and support services. In the fiscal year 2014-2015 Italy was India’s 27th trading partner worldwide. In the context of the European Union it ranked fifth, after Germany, Belgium, the United Kingdom and France. However, Italy ranks in absolute first place for its stone-working technology exports to India, which in 2014 was its fourth-ranking buyer with purchases worth nearly 58 million euros. And while in the first nine months of 2015 India bought 39% less, it still took eighth place in absolute terms. We remind readers that India is the world’s second largest producer of ornamental stones, with output of 22,000 tons in 2014, as well as second biggest user of natural stones, with 112 million square meters utilized in 2014. Without citing specific sectors, according to figures processed by ICE New Delhi, trade between Italy and India for all of 2015 was worth 7.3 billion euros (up 2.2% from 2014), with Italian exports worth 3.3 billion (+10.4%) and its imports from India worth 4 billion (down 3.8%), giving Italy a negative trade balance of 644 million euros. Figures that make techno-stone sector export performance all the more appreciable.

23


FRANCIA: +1,1% PER IL PIL NEL 2015, IN RIPRESA ANCHE IL COMPARTO DELLE COSTRUZIONI Nonostante il leggero rallentamento del quarto trimestre 2015 (+0,2% sul terzo, quando era stato pari a +0,3%), nel 2015 il Pil della Francia è cresciuto dell'1,1% su base annua, il miglior risultato da quattro anni. Lo rileva l'Insee, l'istituto di statistica Francese, che sottolinea come questa performance positiva sia stata sostenuta da un significativo incremento degli investimenti (+0,8%), che ha compensato il calo dei consumi (-0,4%, dopo +0,4%). In particolare, sono tornati a crescere, per la prima volta dopo otto trimestri consecutivi di contrazione, gli investimenti in costruzioni (+0,5%), un chiaro segnale di ripresa dell’immobiliare. Le esportazioni italiane di materiali lapidei lavorati e semilavorati verso la Francia(che rappresenta il nostro 7° mercato di destinazione) nei primi 9 mesi del 2015 hanno raggiunto i 44,6 milioni di euro, mentre per quanto concerne le macchine e attrezzature complementari l'import francese dal nostro paese è stato pari a 17,4 milioni.

24

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE GUIDA LA PARTECIPAZIONE ITALIANA ALLA "MIDDLE EAST STONE 2016" DI DUBAI Si svolgerà dal 23 al 26 maggio 2016 a Dubai - in contemporanea con le manifestazioni Index e Middle East Covering - la seconda edizione della MIDDLE EAST STONE, unica fiera locale dedicata esclusivamente al settore lapideo e alle relative tecnologie d'estrazione e lavorazione. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE anche per questa edizione della manifestazione coordinerà e promuoverà la partecipazione istituzionale delle aziende italiane del comparto, attraverso l'allestimento di un Padiglione Italia situato nell'area centrale del Dubai World Trade Centre, e che potrà contare anche quest'anno su un allestimento di alto profilo all'insegna del claim "Italian Experience". Tutte le Aziende interessate a prendere parte a questa imprescindibile vetrina promozionale sul mercato mediorientale, sono invitate a contattare la segreteria Associativa (segreteria@assomarmomacchine.com).

FRANCE: GDP UP 1.1% IN 2015. THE BUILDING SECTOR ALSO REBOUNDING In spite of a slight dip in the fourth quarter of 2015 (+0.2% from the third, when it was up 0.3%), France’s GDP grew by 1.1% on an annual, basis, the highest growth in four years. This was announced by Insee, the French statistical institute, which stressed how this good performance was sustained by a big increase (+0.8%) in investments that offset a significant drop in purchases (-0.4% after +0.4%). In particular, returning to growth after eight consecutive quarterly downturns were investments in building (up 0.5%) a clear sign of an uptake in real estate. Italy’s exports of finished and semi-finished stone materials to France (its seventh-ranking destination market) in the first nine moths of 2015 had revenue of 44.6 million euros, while France bought Italian stone-working machinery and equipment worth 17.4 million euros.

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE GUIDES ITALIAN PARTICIPATION AT “MIDDLE EAST STONE 2016” IN DUBAI Scheduled for May 23 to 26 in Dubai – at the same time as the Index and Middle East Covering events – is the second edition of MIDDLE EAST STONE, the region’s only show devoted exclusively to the stone and stone technology sector. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE will again coordinate and promote official Italian stone sector participation, setting up an Italian Pavilion located in the central area of the Dubai World Trade Centre, and this year, too, will offer a high-profile display of “Italian Experience”. All companies interested in exhibiting at this don’t-miss showcase for the Middle East market are invited to contact the association’s secretarial office (segreteria@assomarmomacchine.com).


BEYOND EXCELLENCE www.studiokey.it

accessiblequality

Do you want...? Now you can!

gl3 gl5 AUTOMATIC CUTTING CENTER MACHINE FOR HIGH PRODUCTION WITH UP TO THIRTEEN AXES. MULTI BLADE CUTTING FOR DIMENSION FROM 140mm TO 2000mm, THE CENTRAL UNIT CAN PERFORM INCLINED CUT. VACUUM FOR MATERIAL SHIFTING. AUTOMATIC NESTING OF THE CUTTING PIECE. COMPACT CUTTING LINE SOLUTION WHEN EQUIPPED WITH AUTOMATIC LOADING DEVICE AND ROLLER BELT FEEDING SYSTEM. LARGE PRODUCTION RESULT UP TO 490 SQ/M IN 8 HOURS. Copyright © GMM S.p.A 2015 – All rights reserved

Gmm S.p.A. Via Nuova, 155 - 28883 Gravellona Toce (VB) Italy Tel. +39 0323 849711 - Fax +39 0323 864517 e-mail:gmm@gmm.it - web site:www.gmm.it Gmm International Ltd. Shuitou Office No.3C-1, Phase 2, Cathay Stone Mall, Shuitou Town, Nan’an City, Fujian, China 362342 e-mail: info@gmm.com.hk Mobile: +8618633003300 / +8618659013649 web site:www.gmm.it

ISO 9001:2008 - Certificato N°IT234871


26

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI TRE NUOVI GRATTACIELI A TEL AVIV

THREE NEW SKYSCRAPERS TO BE BUILT IN TEL AVIV

Lo skyline di Tel Aviv si arricchirà in futuro di tre nuovi grattacieli che contenderanno il panorama alle tre Azrieli Towers, che pure sono diventate un simbolo della città israeliana. Progettati dallo studio di architettura MYS Architechts, i tre nuovi edifici sorgeranno nell'area di Piazza Medina, situata nello shopping district del lusso di Tel Aviv. Alti 40 piani, i nuovi grattacieli ospiteranno 453 appartamenti e sono già previsti 6.000 metri quadri di spazi per esercizi commerciali. I tre palazzi si affacceranno su un parco di 10 acri di pubblico accesso che andranno ad ampliare la superficie verde del quartiere. MYS Architechts, non appena avrà ottenuto le autorizzazioni per gli scavi, provvederà a lanciare una gara pubblica per la costruzione degli edifici.

The Tel Aviv skyline will soon be enriched by three new skyscrapers that will contend the view with the three Azrieli Towers, icons of the Israeli city. Designed by the MYS Architects firm, the three new buildings will rise from Medina Plaza, located in Tel Aviv’s high-end shopping district. Forty stories tall, the new towers will house 453 apartments and 6,000 square meters have already been allotted to commercial use. The three buildings will overlook a 10-acre public park, which will expand the amount of greenery in the district. As soon as MYS Architects gets building permits it will open public bidding on construction.

CONVENZIONE ASSOCIATIVA PER ACQUISTO SOFTWARE GESTIONALE “LYRA”

ASSOCIATION AGREEMENT FOR PURCHASING “LYRA” MANAGEMENT SOFTWARE

Anche per il 2016, grazie ad una specifica convenzione, gli Associati a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE potranno beneficiare di condizioni commerciali di miglior favore a loro riservate sull’acquisto delle Licenze d’Uso del software “Lyra - CRM, Offer & Service Management”. Lyra è l’applicativo software leader in Italia per l’Organizzazione delle Attività Commerciali, la Gestione delle Offerte e dei Servizi di Postvendita (info: www.softeam.it/lyra), che consente di integrare tutti i processi di raccolta, gestione e consolidamento delle informazioni relative alle relazioni esistenti tra l'Azienda e i propri Clienti in un unico strumento operativo, potente e flessibile, che rappresenti un reale valore aggiunto per gli utilizzatori del sistema. Per ulteriori informazioni e per aderire a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ed usufruire in tal modo delle numerose convenzioni Associative e Confindustriali: info@assomarmomacchine.com

Again in 2016, thanks to a specific agreement, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE members will be able to benefit from discounts on licensed-user purchases of “Lyra – CRM, Offer & Service Management” software. Lyra is the applied software leader in Italy for business organization, offer and post-sales service management (info: www.softeam.it/lyra), making it possible to integrate all the processes of collecting, handling and consolidating information on business relations with customers into a single work tool, powerful and flexible, which is a real added value for system users. For more information, and to join CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE and thereby take advantage of all the association’s and Confindustria agreements: info@assomarmomacchine.com.


I N D I A’ S F I R S T & F I N E S T G R A N I T E - D E TA I L I N G T E C H N O L O G Y T O C R E A T E T H E W O R L D ’ S F I N E S T A R T I S T R Y.

P., . India. Krishna Sai Granites (India) Pvt. Ltd. (100% EOU), P. Gudipadu (V), S. N.. Padu (M), Prakasam District, 523 225, A.P T +91 859 2276 6099 F +91 859 2276 6009 E info@krishnasaigrainites.com


28

IL 2016 VISTO DAL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA

2016 AS VIEWED FROM THE CONFINDUSTRIA STUDIES CENTER

Il Centro Studi di CONFINDUSTRIA (CSC) in una nota di inizio anno ha sottolineato come il 2016 dell’economia globale sia iniziato all’insegna delle turbolenze, con crolli delle Borse e dei prezzi delle materie prime e la rivalutazione del cambio effettivo dell’euro. Le condizioni finanziarie sono così diventate più restrittive, “come se” i tassi fossero aumentati di un punto percentuale e la ritrovata alta fiducia complessiva di famiglie e imprese ha già cominciato a risentirne. Secondo il CSC, questo non è l’ambiente economico ideale per far prendere quota all’incremento del PIL italiano. Tanto più che il credit-crunch è stato sì un po’ allentato, ma rimane zavorrata l’erogazione di prestiti alle imprese a causa della grande mole di sofferenze, la stretta regolamentare sui requisiti di capitale delle banche e l’entrata in vigore del bail-in (che è più penalizzante per l’Italia). L’ulteriore forte caduta del prezzo del petrolio aggiunge spinta al reddito disponibile nei paesi consumatori (per l’Italia vale uno 0,2% di PIL in più quest’anno), però nell’immediato è insieme specchio e fonte di instabilità internazionale. Tutte queste fibrillazioni segnalano che lo scenario è diventato più sfidante, con maggiori rischi al ribasso. Tuttavia, il quadro resta favorevole. Gli USA vivono una ripresa robusta, come dimostrano l’andamento dell’occupazione e i segnali di ritorno degli ordini esteri, anche se il primo trimestre soffrirà del solito maltempo e degli ulteriori colpi inferti all’industria petrolifera. L’Eurozona continua ad avanzare a passo moderato. La Cina rallenta secondo le attese e la buona notizia è che la ricomposizione dalla manifattura al terziario si sta realizzando, sebbene con inevitabili scossoni. A peggiorare, piuttosto, sono Brasile e Russia, mentre l’India registra qualche debolezza. In tale contesto, il ritmo di recupero italiano è rimasto fiacco, ma c’è stato un buon rilancio dell’export, che sarà sostenuto dai mercati dell’Eurozona. La domanda interna sale tirata soprattutto dai consumi; gli ordini domestici registrano forti incrementi.

In a note at the beginning of the year, the Confindustria Studies Center (CSC) emphasized that for the global economy 2016 began turbulently, with plummeting prices for stocks and raw materials and a revaluation of the effective exchange rate for the euro. Financing conditions have become so much more restrictive it’s as if rates had risen a full percentage point and re-found household confidence has begun to suffer from it. According to the CSC, this is not the ideal economic environment permitting Italian GDP to rise. All the more so because, yes, the credit crunch has lessened a bit but loans to companies remain weighed down by the banks’ strict regulations on collateral and by the entry into force of the bail-in (which penalizes Italy most). The further heavy downturn in the price of oil is a boon to countries importing it (for Italy it amounts to 0.2% of GDP) but in the immediate term it both reflects and is a source of international instability. All these fibrillations show that the scenario has become more challenging, with major risks of downturns. Nonetheless, the picture remains favorable. The US is experiencing a robust rebound, as shown by employment figures and signs of a return to importing, although the first quarter suffered from the usual bad weather and further blows to the oil industry. The Eurozone continues to advance at a moderate pace. China has slowed down, as was expected, but the good news is that the shift from manufacturing to services is coming to pass, although with inevitable tremors. Doing worse, on the other hand, are Brazil and Russia, while India is showing some weakness. In a context like this, the pace of Italy’s recoup is rather slow, but there has been a good uptake in exports, which will be sustained by Eurozone markets. Internal demand is up, driven mainly by consumption; big increases are being seen in domestic orders.


30

MARMOMACC 2016: SCONTO DI PARTECIPAZIONE PER I SOCI CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

MARMOMACC 2016: STAND FEE DISCOUNT FOR CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE MEMBERS

Nel quadro dell’accordo vigente tra CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e VERONAFIERE, ad ogni Azienda aderente all'Associazione marmifera italiana che si iscriverà a MARMOMACC 2016 (Verona, 28 settembre/1 ottobre) in qualità di Espositore sarà riconosciuto uno sconto dell’8% sulle tariffe ufficiali al mq, in base allo scaglione tariffario relativo all’area coperta e/o scoperta assegnata e in base alla data di perfezionamento dell’iscrizione. Le scadenze fissate da Veronafiere per l’iscrizione a MARMOMACC 2016 sono: • 5 aprile 2016: termine ultimo per l’iscrizione e per usufruire delle tariffe ufficiali agevolate Veronafiere; • dal 6 aprile 2016 in poi: verranno accettate le iscrizioni e poste in lista di attesa con applicazione delle tariffe ufficiali Veronafiere. La scontistica dell’8% sarà applicabile alle Aziende che usufruiranno delle tariffe ufficiali agevolate Veronafiere per le prenotazioni che verranno effettuate entro il 5 aprile 2016 e sarà riconosciuta nel calcolo della fattura a saldo. Per poter accedere allo sconto di cui sopra, è necessario richiedere l’Attestato di appartenenza a CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE scrivendo a: direzione@assomarmomacchine.com

In the framework of the agreement in effect between CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE and VeronaFiere, every company belonging to the Italian techno-stone association that registers as an exhibitor at MARMOMACC 2016 (Verona, September 28/October 1) will get an 8% discount on official rates per square meter, based on the rate scale for the indoor and-or outdoor area assigned and on the basis of the registration date. The Verona Fair Board has established the following due-dates for MARMOMACC 2016 registration: • April 5, 2016: last registration date, and for the ability to take advantage of discounts on official rates; • From April 6 on: registrations will be accepted and placed on a waiting list, with application of official VeronaFiere rates. The 8% discount will be applicable to companies making use of VeronaFiere’s facilitated official rates and for registrations made by April 5, 2016; it will be applied to calculation of the final invoice. To take advantage of this discount companies must request CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE membership certificates, writing to: direzione@assomarmomacchine.com

DUBAI PRIMO AEROPORTO AL MONDO PER IL SECONDO ANNO CONSECUTIVO

DUBAI INTERNATIONAL WAS THE WORLD'S BUSIEST AIRPORT FOR THE SECOND YEAR RUNNING

Cento compagnie attive per oltre 240 destinazioni hanno reso per il secondo anno consecutivo l'aeroporto di Dubai il più utilizzato al mondo con oltre 78 milioni di passeggeri, per la precisione 78.014.838 in crescita del 10% rispetto alle previsioni, superando di nove milioni circa di passeggeri il più diretto rivale, l'aeroporto Heathrow di Londra. Al terzo posto l'aeroporto di Hong Kong, seguito da quello di Parigi, Amsterdam e Singapore. 40 milioni invece i passeggeri per Gatwick, il secondo aeroporto di Londra.

78,014,838 used the UAE's biggest airport in 2015, that's 9 million more than its nearest rival, London Heathrow. Hong Kong was in third place followed by Paris, Amsterdam and Singapore. London's second airport Gatwick handled more than 40m last year. There are 100 airlines operating out of Dubai International connecting 240 destinations. Last year's figure was 10.7 per cent up on the previous year of 70.4m passengers.


FONDO ARCO: RISULTATI POSITIVI ANCHE NEL 2015

ARCO FUND: GOOD RESULTS IN 2015, TOO

I comparti d’investimento di ARCO, nel 2015, hanno registrato rendimenti positivi e superiori rispetto al benchmark (il parametro di riferimento utilizzato per valutare l’andamento della gestione finanziaria): +1,50% per il Garantito, +3,49% per il Bilanciato Prudente e +4,21% per il Bilanciato Dinamico. Ricordiamo che il Fondo ARCO è il Fondo di riferimento per la previdenza complementare individuato dal Ccnl Lapidei e Industria.

In 2015, ARCO investment sectors had yields that were good and superior to benchmarks: +1.5% for the Guaranteed, +3.49 for the Balanced Prudent and +4.21 for the Balanced Dynamic. ARCO is the reference fund for complementary social security designated by the Joint National Committee for the techno-stone industry.

CRESCE L'APPEAL ITALIANO: IN AUMENTO I CAPITALI ESTERI

ITALY’S APPEAL INCREASING

Secondo i dati di uno studio recente targato Bureau Van Dijk, su indicatori estratti dalla banca dati Zephyr, la quota di capitali esteri investiti in Italia nel 2015 ha sfiorato i 75 miliardi, in marcata crescita rispetto ai 51,3 miliardi del 2014. Un dato significativo soprattutto se pensiamo che il 58% di questi capitali sono stati impiegati per acquisizioni di minoranza, a riprova che la maggioranza degli investimenti esteri "are here to stay". Come dichiarato dall'analista di Bureau Van Dijk, Luisa Quarta, e riportato dal Sole24Ore "l'Italia, all'interno di una crescita generale dell'Europa Occidentale, ha performato ad altissimi livelli registrando importanti incrementi di valore nelle negoziazioni che riguardano per lo più l'acquisizione di quote di minoranza di aziende italiane. Possiamo considerare quindi questa crescita come un segnale non solo di una ritrovata fiducia ma anche di una capacità dell'Italia di attrarre investimenti esteri che valorizzino l'italianità". All'interno di questo quadro positivo va tuttavia sottolineato come solo tre regioni si sono accaparrate la pressoché totalità degli investimenti, ovvero Lombardia, Emilia Romagna e Lazio. Oltre 26 i miliardi arrivati nella sola Lombardia, regina assoluta in questa ristretta classifica di attrattività. Particolare impressione desta l'assenza del Veneto, regione su cui pesa probabilmente la strutturale piccola dimensione media delle aziende. Chi ha scommesso di più sul nostro paese sono gli Stati Uniti, seguiti dall'Olanda - dov'e molte multinazionali hanno il proprio quartier generale - e dalla Norvegia, che con una certa sorpresa si colloca al terzo posto con 8,9 miliardi di capitali investiti. Norvegia che per numero di progetti si colloca addirittura al secondo posto. In calo invece gli investimenti di Gran Bretagna e Cina.

According to the data in a recent study published by Bureau Van Dijk on indicators extracted from the Zephyr databank, the amount of foreign capital invested in Italy in 2015 was nearly 75 billion, a marked increase from the 51.3 billion in 2014. This is a significant figure, especially when we realize that 58% of this capital was used for minority share acquisitions, proving that most of these investments are here to stay. As stated by Bureau Van Dijk analyst Luisa Quarta, and reported by Il Sole 24Ore, “within generalized growth in Western Europe, Italy has performed at very high levels, registering big value increments in negotiations, which mostly regard purchases of minority shareholdings in Italian companies. So we can consider this growth a sign not only of restored confidence but also of Italy’s ability to attract foreign investments that valorize Italianness”. However, within this positive picture it should also be emphasized that only three regions account for practically all these foreign investments: Lombardy, Emilia Romagna and Lazio. More than 26 billion were invested in Lombardy alone, giving it first place in this limited ranking of attractiveness. Quite noticeable was the absence of Veneto, a region probably negatively influenced by the small average size of its companies. The countries betting most on Italy are the United States, followed by Holland – where many multinationals are headquartered – and Norway, which surprisingly takes third place with 8.9 billion of capital invested. And for number of projects it comes in second. Fewer investments are being made by Great Britain and China.

31


32

SACE: FIRMATO ACCORDO CON MEF-ABI- CDP PER SOSTENERE LE PMI

SACE: AGREEMENT SIGNED WITH MEF-ABI-CDP IN S UPPORT OF SME

Le piccole e medie imprese italiane potranno beneficiare di 1 miliardo di euro concesso dalle banche a condizioni vantaggiose per finanziare investimenti in innovazione e internazionalizzazione. E’ l’effetto del protocollo d’intesa firmato recentemente al Ministero dell’Economia e delle Finanze, alla presenza del Ministro Padoan, tra il Mef, la Cassa Depositi e Prestiti, la Sace e l’Abi. Il protocollo d’intesa fa seguito ai due contratti di garanzia ‘InnovFin’’ e ‘’COSME’’ firmati dal Fondo europeo per gli investimenti (FEI - gruppo BEI), da Cassa Depositi e Prestiti e da Sace che hanno dato vita all’iniziativa ‘’2i per l’impresa Innovazione&Internazionalizzazione’’. Grazie al protocollo le banche potranno erogare crediti alle PMI fino a 1 miliardo di euro, a condizioni economiche che devono riflettere i vantaggi derivanti dalla presenza della garanzia CdpSace e dalla controgaranzia del piano Juncker (attraverso il Fondo Europeo per gli Investimenti Strategici - FEIS). Con il protocollo l’Abi si impegna a diffondere il prodotto ‘’2i per l’impresa - Innovazione&internazionalizzazione’’ presso le proprie associate per favorirne l’utilizzo. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze si impegna a promuovere l’attivazione di ulteriori piattaforme per le imprese ai sensi del piano Juncker, che coinvolgano la CDP nel suo ruolo di Istituto Nazionale di Promozione (INP) all’interno delle stesso piano.Il Ministro Padoan ha affermato che questa iniziativa "metterà 1 miliardo di euro a disposizione delle piccole e medie imprese che investono nell’innovazione e nell’internazionalizzazione. In questa fase la ripresa degli investimenti consolida la crescita dell’economia e rafforza le prospettive di sviluppo per gli anni successivi. I protocolli firmati oggi accelerano e danno operatività al piano Juncker per gli investimenti".

Small and medium-sized Italian companies will be able to benefit from 1 billion euros lent by banks at advantageous conditions to finance investments in innovation and internationalization. This is the outcome of a protocol of intent recently signed at the Italian Ministry of Economy and Finance (MEF) in the presence of Minister Padoan, between the MEF, the Cassa Depositi e Prestiti (CDP – Savings and Loans), SACE and the Italian Bank Association (ABI). The agreement is a follow-up to two guaranty contracts, “InnoFin” and “COSME” signed by the European Investment Fund (EIF – EIB group), CDP and SACE that generated the project “2i for enterprise – Innovation & Internationalization”. Thanks to the agreement banks can loan a total of 1 billion euros to SME at financing conditions that reflect the advantages deriving from the CDP-SACE guarantee and Junker Plan counter-guarantee (through the European Strategic Investment Fund). With the protocol, ABI is committed to disseminate the “2i per l’impresa – Innovazione & Internationalizzazione” among its members to promote its use. The Ministry of Economy and Finance is committed to promoting the activation of further platforms for enterprise, as per the Junker Plan, which involves CDP in its role of National Promotion Institute (INP) within the plan itself. Minister Padoan stated that this project “will make 1 billion euro available to small and medium-sized companies investing in innovation and internationalization. At this stage the uptake in investments consolidates the growth of the economy and strengthens development prospects for subsequent years. The agreements signed today accelerate and render operational the Junker Plan for investments”.


34

COSTRUZIONI, IL FATTURATO ESTERO DELLE IMPRESE ITALIANE VOLA OLTRE I 10 MLD DI EURO

CONSTRUCTION: THE FOREIGN REVENUE OF ITALIAN COMPANIES SOARS PAST 10 BILLION EUROS

Secondo il Rapporto Ance 2015 stilato sulla base dei bilanci 2014 di 38 imprese di costruzione (la totalità dei medi e grandi costruttori italiani attivi all'estero) il fatturato realizzato oltreconfine è cresciuto per il decimo anno consecutivo superando per la prima volta il tetto dei dieci miliardi di euro. In dieci anni il fatturato estero di queste imprese è passato da 3,1 miliardi di euro (il 31% del loro fatturato totale) ai 10,469 miliardi del 2014 (che rappresentano il 64% del giro d'affari), con un incremento del 237% (e del +10,2% rispetto ai 9,5 miliardi del 2013). Nello stesso periodo i ricavi per lavori in Italia sono invece scesi del 13,7% e da questi dati si deduce che la crescita del settore negli ultimi anni (con un fatturato totale passato, sempre nell'ultima decade, da 9,9 a 16,3 miliardi) è avvenuta tutta all'estero. La fotografia 2014 del comparto mostra che le imprese italiane sono forti in particolare sulle grandi infrastrutture: il 28,5% del loro portafoglio ordini (662 cantieri attivi in 85 paesi del mondo, per un valore di 41 miliardi di euro di diretta competenza) è per opere ferroviarie, il 22% per strade e ponti, il 18% per dighe e opere idrauliche, il 7,2% per metropolitane, e la restante parte è costituita da opere di edilizia civile, oli&gas, impianti idroelettrici, aeroporti. Nel 2014 sono state acquisite 187 nuove commesse, per un valore di 10,5 miliardi, e tra queste spicca il peso dei lavori nei paesi più avanzati (Ocse), dieci anni fa poco presenti nel portafoglio dei costruttori italiani: il 26,4% del valore in paesi Ue, il 14,3% nei Paesi europei extra Ue. Relativamente al portafoglio totale dei costruttori italiani è invece ancora il Sud America a guidare la classifica delle aree d'attività, con una quota pari ad un quarto del valore del fatturato estero totale, seguito da Africa (20,8%), Europa Extra-Ue (17,4%), Medio Oriente (11,3%) e infine dall'Europa Ue (11%).

According to the 2015 Ance Report based on the 2014 balance sheets of 38 construction companies (the total of medium-sized and large Italian construction companies working abroad), foreign revenue increased for the tenth consecutive year and for the first time surpassed ten billion euros, or 64% of these companies’ total revenue. In ten years these companies’ foreign revenue has gone from 3.1 billion euros (31% of their total incomes) to the 10,469 billion of 2014, with an increase of 237% (and of 10.2% from the 9.5 billion in 2013). In the same period their revenues from work in Italy declined by 13.7%, from which it can be deduced that growth in the sector in recent years (with total income in the past decade rising from 9.9 to 16.3 billon) was all in foreign countries. The 2014 snapshot of the sector shows that Italian building companies are strong particularly in large-scale infrastructure: 28.5% of their commissions (with 662 worksites open in 85 countries around the world, for worth of 41 billion euros in direct billing) is for railroads, 22% for roads and bridges, 18% for dams and hydraulic works, 7,2% for underground railways and the remainder for civil engineering, oil & gas, hydroelectric plants and airports. In 2014 they won 187 new commissions, for worth of 10.5 billion euros, and outstanding among them was the number in the most advanced (OECD) countries, ten years ago a limited part of their portfolios: 26% of worth in EU countries, 14.3% in non-EU European countries. Where total foreign commissions for Italian construction companies are concerned, South America was still in the lead, with a fourth of total foreign revenue, followed by Africa (20.8%), non-EU Europe 17.4%), the Middle East (11.3%) and the European Union (11%).


The HPM 2200 RX polishing machine is the result of Simec’s great experience in the stone polishing field. This is why it seems that the HPM machines polish marble with an easiness and quality that you cannot find elsewhere, because they were born with the aim to be the best as in the tradition of Simec.

Marble Gangsaws

Monowire machines

Block Cutters

The widest range of products you can imagine... ...the highest quality you can expect Creating competitive machines with high performance, never losing sight of the reliability of every single detail, is the industrial philosophy we apply in the development of all our products, from the largest installations to the smallest machines, ensuring a Quality that has by now become a regular reference for the market. For this reason, whether you have to purchase a small milling machine or an enormous automatic plant, you can rely on SIMEC every time, with the certainty that you are making the best possible choice. You know that every design decision was made in your interest, that all the materials and every part were selected and assembled with care to guarantee a product ready to work tirelessly for you. It is thanks to the Quality of the details that SIMEC has kept growing without pause for over forty years. It is thanks to the Quality of the whole that thousands of clients of SIMEC plants, for marble or granite, grow every day with us.

Via E. Fermi, 4 - 31030 Castello di Godego (TV) ITALY Tel. 0423/7351- Fax 0423/735256 - info@simec.it


MAROCCO: NEL 2018 SARÀ COMPLETATA LA NUOVA MARINA DI CASABLANCA L'impresa marocchina di costruzioni Al Manar Development Company, filiale della CDG (Groupe CDG Développement www.cdgdev.ma), ha avviato la procedura per l'assegnazione degli spazi commerciali nella nuova Marina di Casablanca, il cui completamento è previsto entro il 2018. Si tratta di un progetto multi funzionale (www.casablancamarina.ma) che si estende un'area di ben 26 ettari e che ha finora comportato investimenti per 8 miliardi di dirham (pari a 743 milioni di euro). L'area edificata netta complessiva sarà di 468 mila metri quadri, così ripartita: 35 % uffici, 28 % residenziale, 19 % attività commerciali, 12 % alberghi, 6 % spazi comuni ed attrezzature. Per quanto riguarda gli uffici, la loro commercializzazione è stata avviata nel 2013 e ad oggi ne sono stati venduti più del 50%. Le attività commerciali includono il mall (che sarà fornito nel 2016 da Marjane Holding www.marjane.ma ) e i punti vendita, che si troveranno al pianoterra dei palazzi con gli uffici e sul viale pedonale centrale che attraversa il sito dal porto turistico fino alla Moschea Hassan II, principale luogo di culto ed attrazione turistica di Casablanca. Il progetto include un porto diportistico, tre alberghi (fra cui Marriott e Oberoi), un palazzo congressi, un centro commerciale, un centro affari composto da 9 palazzi di uffici con annessi i servizi per le imprese (fitness, asili nido, ristoranti), residenze di lusso distribuite su 10 immobili ed un grande acquario (il cui costruttore sarà noto a metà 2016). Una volta completata, la Marina di Casablanca innalzerà sensibilmente il potenziale turistico e commerciale della capitale economica del Marocco.

MOROCCO: IN 2018 THE NEW CASABLANCA MARINA WILL BE COMPLETED 36

Morocco’s Al Manar Development Company, a branch of the Groupe CDG Développement (www.cdgdev.ma) has commenced procedures to assign commercial spaces at the new Casablanca Marina, expected to be completed by 2018. This is a multi-purpose project (www.casablancamarina.ma) covering an area of 26 hectares (65 acres) that so far has required investments of 8 billion dirhams (or 742 million euros). The built area will total 468,000 square meters, divided into offices (35%), housing (28%), businesses (19%), hotels (12%), public areas and facilities (6%). Where office space is concerned, marketing began in 2013 and today more than 50% has been sold. Businesses include shopping malls (which will be supplied in 2016 by Marjane Holding, www.marjane.ma) and shops, which will be located on the ground floors of office buildings and along the central walkway traversing the site from the marina to the Hassan II mosque, Casablanca’s main house of worship and a tourist attraction. The project includes a yacht basin, three hotels (including Marriott and Oberoi), a congress center, a shopping center, a business center composed of 9 office buildings with annexed services for employees (fitness center, daycare center, restaurants), luxury residences in 10 buildings and a big aquarium (whose builder will be made known this year). Once finished the Casablanca Marina will considerably increase the tourism and business potential of the city, Morocco’s finance capital.

L'UE FRENA SULLO STATUS DI MERCATO ALLA CINA L'Italia ha segnato un punto nella partita ingaggiata dal nostro Paese per evitare la concessione automatica dello status di economia di mercato alla Cina che dovrebbe scattare quest'anno. In una recente riunione dei ministri del commercio estero europei,m grazie alla determinazione del Vice Ministro Calenda, e all'asse creato con Francia e Germania, si è ottenuto un rallentamento dell'iter e la Commissione ha assicurato che una decisione verrà presa solo dipoi a vera valutazione di impatto chiesta con forza dall'Italia. Secondo le stime fatte in uno studio dall'Economic Policy Institute i posti di lavoro a rischio potrebbero essere tra i 200.000 e i 400.000 nella sola Italia, mentre la riduzione del pil europeo potrebbe essere di ben due punti percentuali.

THE EU PUTS A BRAKE ON MARKET ECONOMY STATUS FOR CHINA Italy scored a point in the match it is engaged in to prevent the automatic granting of market economy status to China, which should take place this year. In a recent meeting of European foreign affairs ministers, thanks to the determination of ViceMinister Calenda and the axis formed with France and Germany, a slowdown in the granting route was obtained and the European Commission assured that a decision will be taken only following the real impact assessment that Italy has demanded. According to estimates in a study done by the Economy Policy Institute, the jobs at risk could be from 200,000 to 400,000 in Italy alone, while the decrease in European GDP could be a whole two percent.


Featuring the possibility to work both as a saw and a contouring machine, the EXCEL CNe is made in the version with disc of 1000 mm. in diameter and is equipped with a 36 kW motor. The possibility to rotate from 0째 to +370째 and incline the disc from 0째 to 185째 automatically, y together with the outstanding precision of movement and high power, enable to make very ccomplex processingg accuratelyy and qquickly.

HPM 2200 RX high performance polishing machine for marble slabs

Diamond Wire Gangsaws up to 82 wires

Restoring Plants

The widest range of products you can imagine... ...the highest quality you can expect Creating competitive machines with high performance, never losing sight of the reliability of every single detail, is the industrial philosophy we apply in the development of all our products, from the largest installations to the smallest machines, ensuring a Quality that has by now become a regular reference for the market. For this reason, whether you have to purchase a small milling machine or an enormous automatic plant, you can rely on SIMEC every time, with the certainty that you are making the best possible choice. You know that every design decision was made in your interest, that all the materials and every part were selected and assembled with care to guarantee a product ready to work tirelessly for you. It is thanks to the Quality of the details that SIMEC has kept growing without pause for over forty years. It is thanks to the Quality of the whole that thousands of clients of SIMEC plants, for marble or granite, grow every day with us.

Via E. Fermi, 4 - 31030 Castello di Godego (TV) ITALY Tel. 0423/7351- Fax 0423/735256 - info@simec.it


CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE A CARRARAMARMOTEC 2016

38

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE sarà presente con un proprio stand istituzionale/meeting-point Associativo alla 33a edizione di CARRARAMARMOTEC, in programma a Marina di Carrara dal 18 al 21 maggio. L’Associazione tecno-lapidea italiana anche in occasione del classico appuntamento fieristico apuo-versiliese vuole confermare il proprio ruolo di riferimento per il comparto tecno-lapideo nazionale e internazionale, e si presenterà con un ricco programma di iniziative. Lo stand dell’Associazione, innanzitutto, sarà come di consueto aperto a tutte le Aziende Associate quale meeting-point dove poter organizzare appuntamenti e usufruire dei servizi di assistenza e supporto riservati ai Soci. Presso lo stand Associativo i funzionari di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE saranno inoltre a disposizione degli operatori del settore e tutti i visitatori che desiderino ricevere informazioni dettagliate sul settore lapideo italiano e internazionale, oltre che sul programma di attività, le convenzioni e le iniziative promozionali, tecnico-normative e fieristiche dell’Associazione per il 2016. Sempre presso lo spazio Associativo sarà possibile trovare in distribuzione l’ultimo numero dell’house-organ MARMOMACCHINE INTERNATIONAL e il Directory 2016 CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, unitamente al contestuale supporto multimediale USB con i recapiti completi di tutte le Aziende Associate. Va sottolineato che quest’anno, grazie ad una Convenzione stipulata tra CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e gli organizzatori della manifestazione, le Aziende del settore aderenti all'Associazione tecno-marmifera Italiana hanno potuto usufruire di uno sconto del 15% sul prezzo d’acquisto dell’area espositiva per CARRARAMARMOTEC 2016. Tutte le aziende italiane non ancora associate sono invitate a visitare lo stand Associativo per valutare l'opportunità e le condizioni per aderire all'Associazione datoriale di riferimento ad ogni livello per il comparto marmifero e tecno-lapideo nazionale, che rappresenta oltre 300 associati tra produttori di marmi, graniti e pietre ornamentali, e di macchine, utensili e attrezzature per la loro lavorazione.

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AT CARRARAMARMOTEC 2016

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE will have its own official stand/meeting point at the 33rd edition of CARRARAMARMOTEC to be held at Marina di Carrara from May 18 to 21. At this traditional Apuan-Versilian event the Italian technostone association will once again be confirming its role of reference for the national and international stone sectors and will be present with a host of initiatives. First of all, as is customary, its meeting-point will be open to all association members to organize business meetings and utilize the assistance and support services provided to members. In addition, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE officials will be at the disposal of sector operators and all visitors wishing for detailed information about the Italian and international stone sectors as well as the association’s work, agreements and promotional, technicalstandardization and tradeshow projects for 2016. At the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE stand it will also be possible to get copies of the latest issue of its house organ, MARMOMACCHINE INTERNATIONAL, and 2016 Directory that comes with a multimedia USB flash drive containing the full addresses of all association members. It should be emphasized that this year, thanks to an agreement between CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE and the event’s organizers, techno-stone sector companies belonging to the association have been given a 15% discount on display space at CARRARAMARMOTEC 2016. All companies not yet members are invited to visit the association’s stand to evaluate the advantages of belonging to the management association of reference for the Italian techno-stone sector, which represents more than 300 companies producing ornamental stones or the machinery, equipment and tools to work them.


IL GOVERNO BOLIVIANO INVESTIRÁ OLTRE 12 MLD DI US$ IN INFRASTRUTTURE ENTRO IL 2020

THE BOLIVIAN GOVERNMENT WILL INVEST MORE THAN US$12 BILLION IN INFRASTRUCTURE BY 2020

Il Presidente Evo Morales, in occasione del lancio del Piano di Sviluppo Economico-Sociale 2016/2020 ha annunciato che entro quattro anni sarà ultimata la costruzione di 4.806 km di autostrade, per un investimento di 11.697,7 milioni di US$. Per quanto riguarda gli aeroporti, Morales ha annunciato un investimento di almeno 754,8 milioni di US$ per la costruzione, il miglioramento, l'ampliamento e l'equipaggiamento di vari terminal aereoportuali. Nell’ambito dei trasporti su rotaia sono inoltre previste due linee urbane a Cochabamba e Santa Cruz e due importanti progetti ferroviari per il trasporto di prodotti industriali: la tratta Montero-Bulo Bulo e la tratta Motacusito-Mutún-Puerto Busch.

In launching Bolivia’s Economic-Social Development Plan for 2016-2020, President Eva Morales announced that by 2020 construction will be completed of 4,806 kilometers of turnpikes, for an investment of US$11,697.7 million. Where airports are concerned. Morales announced an investment of at least US$754.8 million to build, enlarge and equip the country’s various air terminals. As for rail service, 2 urban lines will be built in Cochabamba and Santa Cruz, plus two important freight railways: from Montero to Bulo Bulo and from Motacusito-Mutún to Puerto Busch.

STONECHANGE 2016 - “STONE SECTOR AND CHANGING TRENDS” (CARRARA, 16/17 GIUGNO 2016)

STONECHANGE 2016 – “STONE SECTOR AND CHANGING TRENDS” (CARRARA, JUNE 16/17, 2016)

Si svolgerà a Carrara il 16/17 giugno p.v. la Conferenza Internazionale STONECHANGE 2016 - “Stone sector and changing trends”, organizzata con il patrocinio tra gli altri di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE. STONECHANGE 2016 - “Stone sector and changing trends” e il connesso Corso di Formazione sul " Mineral Standard Reporting", attraverso il coinvolgimento dei diversi attori del settore (Imprese, Associazioni, Istituzioni nazionali e internazionali, Studiosi), vogliono proporsi quale momento di riflessione per discutere delle opportunità, dello stato dell'arte delle tecnologie esistenti e delle azioni da intraprendere per promuovere lo sviluppo sostenibile del comparto marmifero europeo e mondiale, una riflessione indispensabile per creare un futuro duraturo per l'industria di settore e per soddisfare la crescente domanda mondiale di materiali lapidei. Il settore della pietra naturale rappresenta infatti un comparto di primaria importanza per l'economia mondiale, il cui costante sviluppo - alla luce dell'aumento della popolazione e degli standard di vita, e della conseguente crescita della domanda globale di materiali lapidei e del suo impatto ambientale ed economico - richiede una incessante ricerca di innovazione nell'ambito del processo di escavazione e nelle relative competenze, tecnologie e metodologie di esplorazione e valutazione dei progetti, per uno sviluppo sostenibile nel lungo periodo. Per maggiori informazioni: http://www.stonechange2016.com/

This coming June 16/17 Carrara will host the international conference STONECHANGE 2016 – “Stone sector and changing trends” organized with the sponsorship of CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, among others. By involving different sector actors (companies, associations, national and international organizations and experts), StoneChange 2016 and its connected educational course on “Mineral Standard Reporting” will be a time to reflect and discuss sector opportunities, the state-ofthe-art of existent technologies and the efforts to make to promote the sustainable development of the European and world stone sectors – discussion indispensable to creating a lasting future for the stone sector and meet the world’s growing demand for stone materials. In fact, the natural stone sector is one of primary importance for the global economy and its constant development – in the light of increases in population and living standards and the consequent growth in worldwide demand for stone materials, with its environmental and economic impact – requires an incessant search for innovation in quarrying processes and related skills, in exploration technologies and method, and in project evaluation, for sustainable development over the long term. For more info: www.stonechange2016.com/

39


IMPRESE: 45 MILA NUOVE AZIENDE NEL 2015, LA CRESCITA TORNA AI LIVELLI PRE-CRISI

40

Torna a salire il numero delle imprese in Italia. Nel 2015 il saldo tra aperture e chiusure ha infatti registrato un saldo positivo, con 45 mila aziende in più rispetto al 2014, grazie a 372 mila nuove iscrizioni che hanno più che compensato le 327mila cancellazioni. Lo rivela il bilancio di Unioncamere-InfoCamere, dove si sottolinea come "dopo sette anni di crisi (interrotti dalla breve fiammata del 20102011), lo scorso anno il tessuto imprenditoriale ha visto un ritorno del ritmo di crescita delle imprese ai livelli precrisi del 2007 (+0,75%)". Ad oggi il numero delle imprese italiane ha raggiunto quota 6 milioni e 57 mila unità. A contribuire positivamente al bilancio 2015 è stata principalmente l'imprenditoria giovanile: il saldo delle aziende create da under 35 (+66.202 unità) ha superato addirittura l’intero saldo annuale (+45.181). Va inoltre segnalato il contributo significativo delle imprese di stranieri (+32.000 unità) e di quelle create da donne (+14.300). Sotto il profilo della forma giuridica assunta dalle imprese, l’intero saldo positivo è totalmente spiegato dalla forte crescita delle società di capitale: 55.904 in più in termini assoluti, pari ad una crescita del 3,8% rispetto al 2014 (quando fu comunque del 3,3%). In crescita anche le cooperative, mentre diminuiscono imprese individuali e società di persone. Analizzando nel dettaglio i vari settori, si evidenzia come i due terzi della crescita del 2015 siano riconducibili a tre soli comparti: commercio (+11.990 unità), turismo (+11.263) e servizi alle imprese (+9.409). Ancora di segno negativo (seppure in miglioramento rispetto al 2014) le costruzioni (-6.055 imprese), l'agricoltura (-5.460) e le attività manifatturiere (-2.416). A livello territoriale, con l’eccezione della sola Basilicata, tutte le regioni fanno meglio del 2014. Il Lazio si conferma quella più dinamica, con un tasso di incremento pari all’1,7%, seppur in lieve rallentamento rispetto al 2014 (quando il numero di nuove imprese era cresciuta dell’1,8%). Allargando il raggio d’analisi, in tutte le quattro grandi macro-aree del Paese l'indice di crescita del 2015 mostra risultati positivi e sensibilmente migliori rispetto al 2014, con il Nord-Est che - dopo quattro anni in campo negativo - torna a segnare un allargamento della base imprenditoriale.

ENTERPRISE: 45,000 NEW COMPANIES IN 2015, WITH GROWTH RETURNING TO PRE-RECESSION LEVELS

The number of companies in Italy is growing again. In 2015, the balance between openings and closings was in favor of the former, with 45,000 more companies than in 2014 thanks to 372,000 new business registrations that more than offset the 327,000 closures. This was revealed by the UnioncamereInfoCamere (chambers of commerce) report, which underlined that “after seven years of recession (interrupted by a brief comeback in 2010-2011) last year enterprise saw a return to growth rate levels not seen since the start of the recession in 2007 (+0.75%)”. To date the number of Italian companies has reached 6 million, 57 thousand. Making a good contribution to the 2015 balance sheet was mainly start-ups by young people: the total of businesses opened by people under 35 (66,202) surpassed even the annual total (45,181). Also to be mentioned was the significant number of foreign business openings (32,000) and those created by women (14,300). From the juridical standpoint, the upturn can be attributed to the opening of joint-stock companies: 55,904 more in absolute terms, or growth of 3.8% from 2014 (when the increase was in any case of 3.3%). Also rising was the number of cooperatives, while there was a decrease in individual and partnership enterprises. Analyzing various sectors in detail, two-thirds of growth in 2015 was concentrated in just three sectors: commerce (+11,990 companies), tourism (+11,263) and business services (+9,409). Still faring badly (although better than in 2014) were the building sector (-6,055 companies), agriculture (5,460) and manufacturing (-2,416). On the regional level, with the sole exception of Basilicata all were doing better than in 2014. Lazio was the most dynamic, with an increase of 1.7% (although somewhat slower than in 2014, when the growth rate was 1.8%). More broadly speaking, in terms of Italy’s four macro areas, 2015 growth was higher than in 2014, with the northeast returning – after four negative years – to opening businesses.


Marble can also be flexible

natural stone slabs tailored products traditional and innovating materials terials careful selection and control

SLABS WAREHOUSE TECHNICAL SERVICES FACTORY DRY-LAYOUT visit our website

Stonest S.r.l. Via Massa Avenza, lotto 15 – 54100 Massa sa (MS) Italy Telefono +39 0585 855263 – Fax +39 0585 854624 – www.stonest.net w.stonest.net


42

MALESIA: IL GRUPPO MAH SING LANCIA SEI NUOVI PROGETTI

MALAYSIA: MAH SING TO LAUNCH SIX NEW PROJECTS

Il gruppo Mah Sing sta pianificando il varo di sei nuovi progetti immobiliari per un investimento complessivo di 440 milioni di euro. Nel dettaglio i sei progetti sono i nuovi appartamenti di lusso Cerrado a Southville City @KL South a Bangi, la nuova città Laman Ayu a Rawang, i nuovi isolati a D'Sara e il Lakeville Residence nella regione centrale, il Ferringhi Residence 2 a Penang Island e la città Meridin East a Pasir Gudang. Il gruppo Mah Sing ha confermato anche per il 2016 il mantenimento dell'obiettivo di fatturato intorno ai 500 milioni di euro. Degli attuali sei progetti il 61% riguarda investimenti in immobili nel segmento residenziale, il 34% in quello commerciale e il 5% in quello industriale. Secondo i manager del gruppo Mah Sing la domanda del settore immobiliare malese a medio e lungo termine sarà ancora sostenuta con un'elevata domanda di abitazioni. Il gruppo sta infine progettando la costruzione di un multimedia super corridor o di una torre MSC nella propria area di sviluppo Icon City a Petaling Jaya.

Mah Sing Group Bhd is planning to launch six new property projects with a total gross development value (GDV) of RM2bil (EUR€440 million) over the year. Mah Sing’s six new projects are Cerrado serviced apartments in Southville City@KL South, Bangi, new township Laman Ayu in Rawang, new blocks in D’Sara Sentral and Lakeville Residence in the central region, Ferringhi Residence 2 in Penang island and Meridin East township in Pasir Gudang. Mah Sing is confident of maintaining last year’s sales target of RM2.3bil (EUR€500 million) for 2016. Of the RM2bil (EUR€440 million) launches this year, 61% will be for the residential segment, while 34% and 5% will be allocated for the commercial and industrial segments. Mah Sing manager said that the medium to long-term prospects for the property market were still strong as there was still great demand for homes. As for the possibility for Mah Sing to start a real estate investment trust, Leong said the property company would plan for one in the future. At the moment, Mah Sing had plans to build an multimedia supercorridor or MSC tower in its integrated development Icon City in Petaling Jaya, and retain it for leasing. (ICE KUALA LUMPUR)

QUANTO COSTA RINUNCIARE A SCHENGEN

HOW MUCH REVOKING SCHENGEN WOULD COST

Secondo le stime riportate in uno studio di France Strategie l'addio a Shengen potrebbe costare all'Europa fino a 100 miliardi all'anno. Secondo quanto riportato recentemente dal Sole24Ore che ha analizzato lo studio francese, se i controlli al confine durassero nel tempo gli scambi commerciali all'interno dell'Unione Europea calerebbero del 10/20% che equivarrebbe a un'ipotetica tassa del 3% su tutti i beni trasportati. Un'eventualità che tradotta in numeri ancora più crudi vorrebbe dire un calo dello 0,8% del Pil continentale, in euro una perdita di 28 miliardi per la Germania, 13 miliardi per l'Italia, 10 miliardi per la Spagna e 6 per l'Olanda. Per l'Italia, che nei primi undici mesi del 2015 ha esportato 208 miliardi di euro le conseguenze negative di un blocco delle frontiere sono facilmente immaginabili, senza dimenticare quei 17 milioni di turisti UE che nel 2014 hanno visitato il Belpaese.

According to estimates given in a study by France Strategie, a goodbye to the Schengen Treaty could cost Europe up to 100 billion euros a year. According to what was recently reported by Il Sole 24Ore, which analyzed the French study, if border controls continued over time, trade within the European Union would drop by 10% to 20%, which would be equivalent to a hypothetical tax of 3% on all transported goods. An eventuality that, translated into even cruder figures, would mean an 0.8% drop in Europe’s GDP, in euro terms a loss of 28 billion for Germany, 13 billion for Italy, 10 billion for Spain and 6 billion for Holland. For Italy, which in the first eleven months of 2015 exported goods worth 208 billion euros, the consequences of border blocks are easily imaginable, without overlooking those 17 million EU tourists who visited Italy in 2014.


DIVIETO SETTORIALE DI TRANSITO SULL'AUTOSTRADA A12 (AUTOSTRADA VALLE DELL'INN-TIROLO) Pare che l'Austria abbia intenzione di introdurre nuovamente un divieto settoriale di transito sull'Autostrada A12 (autostrada Valle dell'Inn-Tirolo). Il provvedimento – secondo le informazioni in possesso di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - riguarderà la tratta da Kufstein/sud a Innsbruck/Ampass per i veicoli pesanti (superiori alle 7,5 tonn.) che trasportano determinate categorie di merci tra cui vengono citati pietrame, marmo e travertino. Il divieto, che sarà adottato con un Regolamento nel marzo 2016, sarà articolato, per la sua entrata a regime in 2 fasi. Da settembre 2016 sarà vietato il transito di tutti i tipi di rifiuti (indicati nell'elenco europero-Decisione Commissione UE 2000/532/CE), scarti di legno e della lavorazione del legno, pietrame, terra, materiali di sterro, legnami, in tronchi e sughero, veicoli dei gruppi superiori ed inferiori L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e, M1, M2 e N1 (art. 3, comma 1, L. 267/1967, da ultimo modificata da L. 73/2015). Da dicembre 2016 sarà vietato quello di minerali ferrosi e non, acciaio (ad eccezione del cemento armato e da costruzione per approvvigionamento cantieri edili), marmo e travertino, piastrelle (ceramiche). Il Ministero Federale austriaco dei Trasporti, sulla base della Decisione del Parlamento Europeo e del Consiglio del 22 aprile 2009 (Decisione n. 357/2009/CE) ha avviato un procedimento di esame e consultazione preventiva sul Regolamento suddetto, notificandolo alla Commissione Europea a fine dicembre 2015. Si evidenzia che tale limitazione alla circolazione è stato oggetto di sentenza della Corte di Giustizia Europea nel 2005 e nel 2011, che ha condannato l'Austria a disapplicare il divieto in forza degli art. 28 e 29 del Trattato CE. Su questo tema CONFINDUSTRIA si è sempre resa disponibile ad un confronto ed ha prestato la sua più ampia collaborazione al MIT. Pertanto, anche in questa nuova fase ha reso noto al Ministero le preoccupazioni ed esigenze delle imprese associate, sollecitando un intervento dello stesso sulla Commissione Europea. Proprio per questi motivi, il MIT ha chiesto a Confindustria la sua disponibilità a collaborare per definire, soprattutto con ogni elemento utile e dati di fatto, l'impatto economico della misura austriaca sui settori interessati dal divieto. Al riguardo CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ha richiesto alle proprie Aziende Associate interessate di fornire ogni tipo di indicazione utile, soprattutto quantitativa in termini di valore, che metta in evidenza gli effetti prodotti e producibili dall'introduzione del divieto sulle imprese committenti e di trasporto, al fine di supportare l’azione del Governo Italiano, in sede di comunitaria, e quindi di non consentire il ripristino del divieto di transito sul tratto autostradale in questione.

SECTORIAL BAN ON TRANSIT OVER AUSTRIA’S A12 TURNPIKE (INN VALLEY-TYROL) It seems that Austria intends to reinstate a sectorial ban on using its A12 (Inn Valley-Tyrol) turnpike. The measure – according to the information in Confindustria Marmomacchine’s possession – would regard the stretch from Kufstein/south to Innsbruck/Ampass for heavy vehicles (over 7.5 tons) carrying certain goods, among which are cited stones, marble and travertine. The ban, which will be adopted through a regulation issued in March of this year, will go into effect in two stages. From September 2016 transit will be prohibited for all types of waste (indicated in the list given in EU Commission Decision 2000/532/CE), refuse from wood-cutting and wood-working, stones, earth, excavation materials, timber and cork and vehicles in groups superior and inferior to L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, M1, M2 and N1 (art. 3, clause 1, law 267/1967, later modified by law 73/2015). From December 2016 the ban will extend to ferrous and non-ferrous minerals, steel (excepted for reinforced concrete and for building site use), marble and travertine, ceramic tiles. Austria’s federal Transport Ministry, on the basis of a decision made by the European Parliament and European Council on April 22, 2009 (Decision 357/2009/CE) began preliminary inquiry and consultation proceedings concerning the regulation, notifying the European Commission of its findings in late December 2015. They point out that this limitation to circulation was the subject of a ruling the European Court of Justice handed down in 2005 and 2011 forcing Austria to repeal the ban on the basis of articles 28 and 29 of the EU Treaty. This is an issue that Confindustria Marmomacchine has always been willing to tackle, giving its full cooperation to the Italian Infrastructure and Transport Ministry (MIT). Therefore, in this new phase, too, it informed the ministry of the concerns and needs of its member companies, soliciting its intervention with the European Commission. Thanks to this, the MIT has asked for Confindustria Marmomacchine’s collaboration in defining (with all useful information and facts) the economic impact of the Austrian measure on the sectors involved in the ban. For this purpose Confindustria Marmomacchine has asked members to supply all pertinent information, particularly in terms of value, that can point up the effects the ban could and would have on customer and transport companies, in order to support the Italian government’s intervention with the EU to have the ban revoked.

43


44

TRASPORTI VERSO LA RUSSIA: STRETTA ALLE FRONTIERE

TRANSPORT TOWARDS RUSSIA: BORDER RESTRICTIONS

La Direzione Centrale delle Frontiere della Federazione Russa ha modificato le modalità di controllo delle proprie frontiere, stabilendo che quella terrestre tra la Federazione Russa e la Bielorussia può essere attraversata da soggetti, non aventi passaporto delle nazionalità dei due Stati suddetti, soltanto presso la frontiera abilitata al traffico internazionale. Ciò vale anche per i veicoli guidati da conducenti di nazionalità europea che potranno oltrepassare il confine russo-bielorusso soltanto dal valico di Krasnaya-Gorka, situato sulla strada internazionale M1. Gli altri punti di confine saranno pattugliati e il passaggio di autisti non russi e non bielorussi sarà oggetto di sanzione amministrativa pecuniaria pari a 2000 rubli (circa 24 euro) anche se il pagamento di tale sanzione, tuttavia, non permetterà di attraversare il confine. Inoltre, alla luce della cessazione (1° gennaio 2016) della validità dell’Accordo sulla zona di libero scambio commerciale, con Decreto del Presidente della Federazione Russa è stato disposto che i trasporti internazionali di transito su strada e su rotaia di merci dal territorio dell’Ucraina al territorio della Repubblica del Kazakhstan, attraverso il territorio della Federazione Russa, devono essere effettuati solamente passando dal territorio della Repubblica di Bielorussia, sempreché agli scompartimenti dei mezzi di trasporto e del materiale ferroviario, agli alloggiamenti, agli spazi e ad altri luoghi in cui si trovino o possano trovarsi le merci, siano applicati strumenti di identificazione (sigilli), compresi quelli funzionanti sulla base della tecnologia di navigazione satellitare globale del sistema GLONASS, e anche previa presenza dei tagliandi di sconto, in possesso dei conducenti del mezzo che effettua il trasporto su strada. Tale disciplina resta operativa fino al 1° luglio 2016. Infine, dal 1° febbraio 2016 le frontiere tra Russia e Polonia sono chiuse ai veicoli pesanti perché gli Stati suddetti non hanno raggiunto un accordo sulle autorizzazioni.

The Russian Federation’s Borders Authority has modified its means of border control, establishing that the land border between the Russian Federation and Belarus can be crossed (by persons not having passports of either country) only at the border qualified to take international traffic. This also holds true for vehicles driven by European nationals, who can cross the Russia-Belarus border only at the Krasnaya-Gorka pass located on international route M1. Other border points will be patrolled and the passage of nonRussian, non-Belarusian drivers subject to an administrative fine of 2000 rubles (about 24 euros), even though payment of the fine will still not enable them to cross the border. In addition, due to cessation (as of January 1, 2016) of the free trade zone agreement, the president of the Russian Federation has issued a decree that international road and rail transport from Ukraine territory to the Republic of Kazakhstan through the Russian Federation must be effected solely via the territory of Belarus, and only as long as the compartments of the vehicles and rail cars, or other spaces on them that could hold freight, be equipped with identification tools (seals), including those based on the GLONASS global satellite navigation system, even when the driver/train driver is in possession of passes. This measure will remain in force until July 1, 2016. Finally, as of February 1, 2016, the borders between Russia and Poland will be closed to heavy vehicles because the two countries have not yet reached an agreement on transit authorizations.

SICUREZZA: NASCE UN PORTALE PER LE BEST PRACTICE

SAFETY: NOW THERE IS A BEST-PRACTICES WEBSITE

Approfondire i temi e gli aspetti legati alla salute e alla sicurezza sul lavoro, valorizzare le diverse esperienze territoriali e condividere best practice, conoscenze e servizi per le imprese in una logica di rete. Sono gli obiettivi di RSPPITALIA (www.rsppitalia.com), nata dalla collaborazione nel Sistema Confindustria tra Assolombarda, Confindustria Firenze, Confindustria Genova e Federchimica. Il sito offre contenuti formativi originali, oltre a documenti e corsi mirati sul tema della salute e della sicurezza sul lavoro.

Learning all about the topics and issues tied to workplace health and safety, valorizing different territorial experiences and sharing best practices, knowledge and services for enterprise in a network logic. These are the aims of RSPPITALIA (www.rsppitalia.com) created from collaboration in the Confindustria system between Assolombarda, Confindustria Firenze, Confindustria Genova and Federchemica. The website offer original formats as well as documents and educational courses on workplace health and safety.


RIDUZIONE PREMI PER ASSICURAZIONI CONTRO INFORTUNI SUL LAVORO E MALATTIE PROFESSIONALI PER L'ANNO 2016 Con il decreto 30 settembre 2015 (pubblicato nella GU n. 286 del 9/12/2015) è stata approvata, per l’anno 2016, la misura della riduzione percentuale dell’importo dei premi e contributi, pari al 16,61%, dovuti per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali (prevista dall’art. 1, comma 128, della Legge 27 dicembre 2013 n. 147, da applicare per tutte le tipologie di premi e contributi destinatari della riduzione). Ricordiamo che la misura della riduzione è stata pari al 15,38% per il 2015 e al 14,17% per il 2014 e che la riduzione è stata introdotta per il triennio 2014/2016 in attesa dell'aggiornamento dei premi e contributi da parte dell'Inail.

46

AL VIA LE PRENOTAZIONI PER L'AREA CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ALLA STONE INDUSTRY 2016 DI MOSCA È in programma a Mosca dal 21 al 24 giugno presso il quartiere espositivo VDNKh la fiera STONE INDUSTRY (nuovo denominazione della "storica" EXPOSTONE), evento di riferimento per tutte le aziende del comparto lapideo e tecno-marmifero interessate a un posizionamento di rilievo sul mercato russo e dell’area ex sovietica. La scorsa edizione della manifestazione ha registrato la presenza di oltre 300 Aziende locali ed estere con partecipazioni internazionali provenienti da 22 nazioni nel mondo. Tra le partecipazioni più rappresentative vanno ricordate, oltre a quella russa, quella Italiana, presente con oltre 50 aziende tra dirette e rappresentate. Anche nel 2016 CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE attraverso Marmomacchine Servizi Srl ha prenotato buona parte dell’area espositiva e organizzerà la partecipazione ufficiale italiana attraverso la realizzazione di un’Area ITALIA dedicata espressamente al “made in Italy” lapideo e tecno-marmifero. Le Aziende interessate a prendere parte a STONE INDUSTRY 2016 possono contattare la segreteria Associativa.

LOWER PREMIUMS FOR WORKPLACE ACCIDENT AND ILLNESS INSURANCE IN 2016 With the decree issued on September 30, 2015 (published in issue 286 of the Official Gazette on December 9, 2015) approval was given to this year reducing the cost of premiums for and contributions to workplace accident and illness insurance by 16.61% (foreseen by art. 1, clause 128, of Law 27 of December 2013, to be applied to all types of premiums and contributions eligible for receiving the reduction). We remind readers that the reduction was of 15.38% for 2015 and 14.1% for 2014 and that the reduction was introduced for the three-year period 20142016 in expectation of INAIL’s updating of premiums and contributions.

REGISTRATION UNDERWAY FOR THE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AREA AT THE 2016 STONE INDUSTRY SHOW IN MOSCOW From June 21 to 24 the VDNKh expo complex in Moscow will be host to the 2016 STONE INDUSTRY event (the new name for what was formerly EXPOSTONE), the fair of reference for all companies in the techno-stone sector interested in gaining good positioning on the Russian and former Soviet Union markets. The event’s previous edition drew more than 300 local and foreign exhibitors, with international participation coming from 22 countries around the world. Among the biggest contingents, in addition to the Russian, was the Italian, with more than 50 companies present, directly and in representation. Again for 2016 CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, through its services company, Marmomacchine Servizi srl, has booked a large part of the exposition area and will organize official Italian participation by creating an ITALIA are expressly devoted to stone and stone technology Made in Italy. Companies interested in exhibiting at STONE INDUSTRY 2016 can contact the association’s secretary.


REACH FOR FOR CTIVITY PRODUC SpeedROC 2F is the all new DSI D drill rig from Atlas Copco. Its high drilling speed, low fuel consumption and articulated boom is the perfect recipe forr outstanding productivity. The drill rig holds the latest Europ pean certiďŹ cation and complies gulations. g ulations. with the most strict safety reg


ACCORDO CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE CON ECAMRICERT Ai fini di fornire un servizio adeguato di assistenza ai SOCI CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e alle Aziende marmifere Italiane in ordine a tutte le azioni necessarie all’ottenimento della Marcatura CE per i prodotti lapidei, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ha recentemente sottoscritto un accordo con la società ECAMRICERT. Com'è noto il Regolamento UE 305/2011 impone l’obbligo della marcatura CE e fissa le condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione nella Comunità Europea. Prove Iniziali di Tipo (ITT) e Controllo Produzione di Fabbrica (FPC) per Marcatuca CE. Pertanto anche i prodotti lapidei sono soggetti all'obbligo di marcatura e la sinergia tra l'Associazione CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e ECAMRICERT mira a fornire un servizio qualificato in materia, garantendo a tutte le Aziende associate l'accesso a tariffe agevolate alle prove iniziali tipo di caratterizzazione dei prodotti e al controllo di produzione di fabbrica. L'esperienza di ECAMRICERT va comunque oltre il tema della marcatura CE potendo offrire, a tutte le Aziende interessate, supporto e servizi qualificati in materia di Resistenza meccanica e stabilità; Sicurezza in caso d’incendio (in collaborazione con enti notificati); Igiene, salute ed ambiente; Sicurezza in uso; Protezione contro il rumore; Risparmio energetico e ritenzione del calore; Uso sostenibile delle risorse naturali. Per ogni informazione aggiuntiva in merito all'accordo e alle modalità di accesso ai servizi in convenzione è possibile contattare la segreteria dell'associazione scrivendo a direzione@assomarmomacchine.com

48

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AGREEMENT WITH ECAMICERT In order to provide qualified assistance to Confindustria Marmomacchine members and other Italian stone companies in regard to everything required to get CE (EC) marking for stone products, Confindustria Marmomacchine recently signed an agreement with the ECAMRICERT testing company. As readers know, EU Regulation 305/2011 makes CE marking compulsory and sets harmonized conditions for marketing construction products within the European Community: Initial Type Tests (ITT) and Factory Production Control (FPC for CE marking. This means that stone products, too, are obliged to carry CE marking and the synergy between Confindustria Marmomacchine and ECAMRICERT aims to provide qualified testing services, ensuring all association members performance of ITT and FPC at discounted fees. In any case, ECAMRICERT’s experience goes beyond CE marking making it able to offer interested companies support and qualified services in testing mechanical resistance and stability, safety in case of fire (in cooperation with authorized boards), workplace health and hygiene, safe use, noise protection, energy savings and heat retention, the sustainable use of natural resources. For further info about the agreement and how to access the services offered by it, contact the association at direzione@assomarmomacchine.com.

EGITTO: NUOVE REGOLE PER I DEPOSITI IN VALUTA ESTERA La Banca centrale (BC) ha allentato la regolamentazione sui depositi in valuta estera nelle banche locali. Le società importatrici di una serie di beni (alimentari e di prima necessità, medicinali e vaccini, prodotti della meccanica e pezzi di ricambio, beni intermedi) sono autorizzate a depositare USD 250.000 al mese. La nuova disposizione aggiorna la misura presa a inizio 2015 che prevedeva limiti sui depositi di USD 10.000 al giorno e USD 50.000 al mese. L’innalzamento della soglia non riguarda società non coinvolte nelle attività elencate e le persone fisiche. Il Paese è alle prese con una perdurante difficoltà di accesso alla valuta forte, con uno stock di riserve limitate a soli 3 mesi di import cover.

EGYPT: NEW RULES FOR FOREIGN CURRENCY DEPOSITS Egypt’s central bank has loosened regulations on depositing foreign currency in local banks. Companies importing certain goods (foods and of prime necessity, medicines and vaccines, mechanics products and spare parts, and intermediate goods) are authorized to deposit US$250,000 a month. The new measure updates that taken in early 2015 that foresaw limits on deposits to US$10,000 per day and US$50,000 per month. The raising of this threshold does not regard companies other than those involved in the work listed or individuals. Egypt is struggling with persistent difficulties in getting access to strong currency, with a reserve limited to only 3 months of import cover.


Make your machines even smarter. Easily. Raggiungete l’eccellenza nel business con le soluzioni future-ready di Machine Solutions

SAFE

CONNECTED

FLEXIBLE

EFFICIENT

Grazie a Schneider Electric, il partner ideale nelle smart technologies per l’automazione, sarete in grado di offrire ai vostri clienti macchine più sicure, più connesse, più flessibili e più efficienti. Incrementate, con lo sguardo rivolto al futuro, sostenibilità ed efficienza del vostro business semplificando l’integrazione tra prodotti, macchine e processi.

Come le Smart Machines cambieranno il nostro futuro? Scaricate il white paper gratuito per saperne di più!

schneider-electric.com/smartmachines © 2016 Schneider Electric. All Rights Reserved. All trademarks are the property of Schneider Electric SE, its subsidiaries and affiliated companies. 998-19598768_IT


50

ECONOMIA GLOBALE: UN TURBOLENTO INIZIO DEL 2016

THE GLOBAL ECONOMY: A TURBULENT START TO 2016

In un interessante documento di analisi, Confindustria ha evidenziato come la violenta tempesta finanziaria cominciata nei primi giorni del 2016 stia acquistando via via maggiori tratti di pericolosità, con conseguente allargamento degli spread all’interno dell’Area euro. Essa non trova giustificazione nei fondamentali, né globali né europei né italiani, che finora sono rimasti sostanzialmente invariati, anche se lungi dall’essere brillanti. Ma una tempesta di tale intensità è pericolosamente capace, se prolungata, di sovvertire quegli stessi fondamentali, ai quali si trasferisce attraverso i canali della fiducia, della ricchezza e, ovviamente, della finanza. Non c’è un’unica causa che ha generato la tempesta, ma una somma di cause: dalle preoccupazioni sull’economia cinese a quelle per le conseguenze della nuova caduta del prezzo del petrolio, dalle paure per gli effetti della normalizzazione dei tassi della FED a quelle per la Brexit, dalla diffusione dei timori di una recessione USA a causa dell’irradiarsi delle difficoltà del manifatturiero americano ai nuovi segnali negativi provenienti dalla Grecia. Tutte queste incertezze, tuttavia, sarebbero gestibili e digeribili dai mercati in presenza di una solida guida di politica economica o di politica tout court. Esattamente ciò che, secondo Confindustria, per ora non si vede. Manca, cioè, il deus exmachina. Infatti, la FED al più può sospendere la normalizzazione della politica monetaria; se si spingesse fino a rimangiarsi il mini aumento dei tassi varato a dicembre produrrebbe il panico attorno alla reale solidità dell’economia americana. La Cina ha commesso ripetuti errori di politica economica e molti si attendono la svalutazione dello yuan. Ulteriore disorientamento dei mercati è stato provocato dalla Bank of Japan, che ha portato in terreno negativo i tassi, una settimana dopo aver garantito che non lo avrebbe fatto, scatenando la paura per una nuova guerra delle valute. Riguardo alla BCE, la sponda politica tedesca, costituita dalla Cancelliera Merkel che ha fin qui appoggiato di fatto le misure monetarie espansive, è nettamente più fragile sul fronte interno a causa della vicenda degli immigrati. Questa stessa vicenda ha ribadito, agli occhi degli investitori, la grande "divisione di visioni" politiche dentro l’UE. Tanto che ora si comincia a parlare nuovamente di dissoluzione dell’euro, in direzione della quale agiscono la divergenza delle performance economiche e i consensi per i partiti populistici e nazionalistici, che hanno come obiettivo programmatico proprio la fine della moneta unica.

In an interesting report Confindustria points out that the violent financial storm that commenced in the first days of 2016 is taking on increasingly dangerous traits, with a consequent widening of spreads in the Eurozone. This finds no justification in fundamentals, either global or European or Italian, which to date have remained basically unvaried although far from brilliant. But a storm of such intensity is dangerously capable, if prolonged, of undermining those fundamentals themselves, on which rely confidence, wealth and, obviously, finance. No one cause has generated the storm but a sum of causes: from worries about what’s happening to the Chinese economy to those about the consequences of plummeting oil prices; from concern about the effects of normalizing FED rates to that about an eventual Brexit, about a possible recession in the US due to spreading manufacturing difficulties, about the new negative signals coming from Greece. Nevertheless, all these uncertainties would be manageable and digestible by the markets if there were a solid guide for economic policy or policy as a whole. Which, according to Confindustria, is precisely what there is not. In other words, there is no deus ex machina in the wings. In fact, the most the FED can do is to suspend normalization of monetary policy; if it went so far as to rescind the tiny rate increase it launched in December a panic would be created concerning the true solidity of the American economy. China has committed repeated errors in economic policy and many are expecting devaluation of the yuan. Further market disorientation has been caused by the Bank of Japan, which took rates into negative terrain a week after guaranteeing that it would not, raising fears of a new currency war. And where the European Central Bank is concerned, the German political front led by Chancellor Merkel, which to date has de facto backed expansive monetary measures, is clearly more fragile on the domestic front due to the immigration crisis. Which in itself has reiterated, in investors’ eyes, the great “political vision divide” within the EU. To the point that there is again talk of abolishing the euro, backed by divergences in economic performance and consensus for the populist and nationalist parties whose programmed goal is precisely the end of the single currently.


INDUSTRIA: A GENNAIO IL CSC RILEVA UN AUMENTO DELLA PRODUZIONE DELLO 0,6%

INDUSTRY: IN JANUARY THE CSC RECORDED A PRODUCTION INCREASE OF 0.6%

Il Centro studi di Confindustria ha rilevato in gennaio una variazione della produzione industriale italiana del +0,6% su dicembre. Lo si legge in una nota del CSC in cui si aggiunge che nel quarto trimestre del 2015 l'attività industriale ha fatto registrare un incremento dello 0,2% congiunturale, dopo il +0,4% del terzo trimestre. Il primo trimestre 2016 risulta avere pertanto una variazione acquisita del +0,6%. La produzione, al netto del diverso numero di giornate lavorative, è aumentata in gennaio del 2,6% rispetto allo stesso mese del 2015. Gli ordini in volume hanno inoltre registrato una crescita dello 0,5% sul mese precedente (+0,7% grezzo su gennaio 2015). Sempre in gennaio, il forte miglioramento della fiducia dei consumatori, in particolare grazie a valutazioni nettamente più favorevoli su bilanci familiari, opportunità all’acquisto di beni durevoli e situazione economica della famiglia, suggerisce che nei prossimi mesi la domanda interna fornirà un contributo significativo all’ulteriore recupero dell’attività.

In January the Confindustria Studies Center recorded a 0.6% rise in Italian manufacturing activity from December. This was published in a note issued by the CSC, which added that in the final quarter of 2015 industrial activity was up by 0.2% on a yearly basis, after the 0.4% increase in the third quarter. So the first quarter of 2016 will have an acquired upturn of 0,6%. Output in January was up 2.6% compared to January 2015, regardless of the different number of workdays. In volume, orders grew by 0.5% from the previous month and were up 0.7% overall from January 2015. Again in January, the great improvement in consumer confidence, in particular thanks to clearly better evaluations of household budgets, the chance to buy durable goods and the improved finances of families, suggests that in the coming months domestic demand will make a significant contribution to a further rebound in production.

51

RETI DI IMPRESA: OLTRE 13 MILA LE AZIENDE COINVOLTE

ENTERPRISE NETWORKS: MORE THAN 13,000 COMPANIES INVOLVED

La Rete di Impresa è un accordo, formalizzato in un Contratto di Rete, basato sulla collaborazione, lo scambio e l'aggregazione tra imprese e rappresenta un modello di business alternativo rispetto a quello individualistico e frammentato del nostro tessuto economico. Attraverso il Contratto di Rete le imprese, pur mantenendo la propria indipendenza, autonomia e specialità, possono mettere in comune delle attività e delle risorse per realizzare progetti ed obiettivi condivisi, incrementando la capacità innovativa e la competitività sul mercato. Tale tipologia di contratto si sta affermando sempre di più come strumento per la crescita competitiva delle PMI italiane. Lo dimostrano gli ultimi dati forniti da Infocamere (aggiornati al 3 gennaio 2016) che registrano ben 13.008 imprese in rete appartenenti a 2.596 contratti di rete. Tra le regioni con il maggior numero imprese coinvolte nei contratti di rete si segnalano: Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana, Veneto e Lazio.

The enterprise network is an agreement, formalized in a “Network Contract” based on collaboration, exchange and aggregation between companies and is a business model alternative to the individualistic and fragmented typical of the Italian economy. Through the network contract, while retaining their independence, autonomy and specificity, companies can share their work and resources to carry out common projects and aims, increasing their innovative capacity and market competitiveness. This type of contract is becoming more and more popular among Italian SME as a tool for growth. This is demonstrated by the latest figures from chamber of commerce information services (Infocamere) updated to January 2016, which have registered 13,008 companies covered by 2,596 network contracts. The regions with the most companies involved in network contracts are Lombardy, Emilia-Romagna, Tuscany, Veneto and Lazio.


MILANO: HOUSING SOCIALE E AMPLIAMENTO DEL VILLAGGIO EXPO Sono 93 gli appartamenti del complesso residenziale Social Village Cascina Merlata - realizzati per accogliere rappresentanti e staff dei Paesi partecipanti ad Expo 2015, a nord ovest di Milano - oggetto di un bando di social housing al via in questi giorni. L’area è destinata inoltre a crescere e integrarsi alla città: alle residenze (11 torri - di cui 7 già realizzate - per un totale di 690 appartamenti, di cui 93 destinati a locazione a lungo termine, 140 a futura vendita e 160 alla vendita diretta a prezzi calmierati) si aggiungeranno un complesso scolastico per 800 studenti, un grande centro commerciale e spazi verdi pubblici attrezzati. Terminate le 11 torri si procederà con un bando per realizzare i primi 31 mila mq dei 143 mila previsti per l'edilizia libera. Una volta completato, il complesso Cascina Merlata comprenderà 1.700-1.800 appartamenti che saranno immessi sul mercato immobiliare milanese nell'arco dei prossimi dieci anni.

FONDO DI GARANZIA: SEZIONE SPECIALE PER PROGETTI DI RICERCA Il Ministero dello Sviluppo Economico ha istituito la sezione speciale "Progetti di ricerca e innovazione" del Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese aperto alle PMI, alle reti di imprese e ai raggruppamenti di imprese. Saranno finanziabili i progetti di ricerca, sviluppo e innovazione finalizzati alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti. A questi si aggiungono: i progetti caratterizzati da un elevato contenuto innovativo e/o tecnologico, finalizzati alla industrializzazione di prodotti, servizi o processi; altri progetti che la BEI consideri ammissibili e finanziabili a titolo di innovazione sulla base delle proprie linee di valutazione. Sul portafoglio di finanziamenti BEI sarà concessa la garanzia della Sezione speciale in misura massima pari al 20% dell'ammontare nominale della dimensione del portafoglio e, comunque, fino a un importo massimo di 100 milioni di euro.

MILAN: SOCIAL HOUSING AND ENLARGEMENT OF THE EXPO VILLAGE 52

Ninety-three apartments in the Social Village Cascina Merlata residential complex – built to house representatives and staffs of the countries exhibiting at Expo 2015 – are currently being bid on for subsidized housing. The area is also expected to grow and merge with the city: along with the apartment buildings (11 high-rises, 7 already built, for a total of 690 apartments, 93 of which for long-term leases, 140 for future sales and 160 for direct sale at controlled prices) there will be a school complex for 800 students, a big shopping center and recreational green areas. Once the 11 high-rises have been built bidding will begin on the first 31,000 square meters of the 140,000 allotted to free building. When completed, the Cascina Merlata complex will have some 1,700 to 1,800 apartments that will be put on the Milanese real estate market over the next ten years.

INDEMNITY FUND: SPECIAL SECTION FOR RESEARCH PROJECTS The Italian Economic Development Ministry has added a special section, “Research and innovations projects” to the Indemnity Fund open to SME, enterprise networks and groups of companies. Finances will be available for research, development and innovation projects aimed at creating new products, processes or services or at considerably improving existent products, processes and services. To these are added: projects featuring a high degree of innovative and/or technological content aimed at industrializing products, services or processes; other projects that the European Investment Bank considers admissible and fundable as innovation based on its own assessment guidelines. In the portfolio of EIB financing, indemnity for the special section will be a maximum of 20% of the nominal sum of portfolio size and in any case for a maximum amount of 100,000,000 euros.


WITH WI TH STO O E ON ONE YOU O

ORGANIZED D BY Y

2 8 TH S E P T E M B E R / 1 ST O C TO B E R 2 0 1 6 VERO NA , ITALY marmomacc.com

IN COLLABORATION WITH


54

AREA "STONE ITALIA" CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE/ICE ALLA FIERA BATIMAT RUSSIA DI MOSCA

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE/ICE STONE AREA AT BATIMAT RUSSIA IN MOSCOW

Dal 5 all'8 aprile Mosca ospiterà la fiera BATIMAT RUSSIA 2016, salone internazionale dedicato all’architettura, all’edilizia e al design. La manifestazione rappresenta un'importante vetrina promozionale anche per marmi, graniti, pietre naturali e per le relative tecnologie di lavorazione, settori nei quali l'Italia vanta una storica e collaudata partnership commerciale con la Russia: nei soli primi 9 mesi del 2015 le esportazioni italiane di materiali lapidei lavorati e semilavorati verso la Federazione (nostro 8° buyers assoluto) hanno sfiorato i 40 milioni di euro, con un incremento del 5,4% rispetto allo stesso periodo del 2014. Bene anche le tecnologie, con circa 8 milioni di export. Anche per questa edizione di BATIMAT RUSSIA, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e ICE-Agenzia hanno organizzato la partecipazione collettiva delle aziende del nostro paese produttrici di materiali lapidei e prodotti complementari attraverso l'allestimento di un'Area Stone Italia. Saranno protagoniste quest'anno all'interno della nostra collettiva nazionale le seguenti aziende: COOP. LAGOMARSINI, LOMBARDA GRANITI, LUNA ABRASIVI, MARMI STRADA, PI.MAR., SATORI, STONEST, TECNEMA e TYROLIT VINCENT.

From April 5 to 8 Moscow will be host to BATIMAT RUSSIA 2016, an international show devoted to architecture, building and design. The event will be an important promotional showcase for ornamental stones as well, and for the technologies to quarry and work them – sectors in which Italy has a timetested commercial partnership with Russia. In the first three quarters of 2015 alone, Italian exports of finished and semi-finished stone materials to the Russian Federation (8th biggest buyer in absolute) were worth nearly 40 million euros, an increase of 5.4% from the same period in 2014. Technology exports did well, too, for worth of about 8 million. For this edition of BATIMAT RUSSIA, too, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE and ICE – the Italian Trade Agency – have organized a group exhibit for Italian producers of ornamental stones and stone technologies by setting up a Stone Italia area. Displaying there this year will be: COOP. LAGOMARSINI, LOMBARDA GRANITI, LUNA ABRASIVI, MARMI STRADA, PI.MAR., SATORI, STONEST, TECNEMA and TYROLIT VINCENT.

BELGRADO: RICOSTRUZIONE DI PIAZZA SLAVIJA E DI VIA KNEZA MILOSAA

BELGRADE: RECONSTRUCTION OF SLAVIJA SQUARE AND KNEZA MILOSA STREET

I rappresentanti dell’Agenzia per gli investimenti e la costruzione della città di Belgrado hanno comunicato che è imminente la pubblicazione del bando di gara per la selezione di un contractor per la ricostruzione della piazza centrale di Belgrado, Piazza Slavija, e del prospiciente viale Bulevar Oslobodjenja. I lavori di ristrutturazione della piazza che dovrebbero avere inizio a maggio - fanno parte di un progetto finanziato dalla BERS. È stato annunciato inoltre che la ricostruzione di via Kneza Milosa, una delle vie più trafficate di Belgrado, sarà avviata nel 2017. Il progetto prevede l’aggiunta di una sesta corsia stradale, la costruzione di uno spartitraffico e la realizzazione di un garage sotterraneo con 427 parcheggi.

Representatives of Belgrade’s investment and construction agency have announced the imminent publication of bidding regulations to select a contractor to rebuild Slavija Square in the heart of the city, and the avenue adjacent to it, Bulevar Oslobodjenia. The work to restructure the square – which should begin in May – is part of a project funded by the European Bank for Reconstruction and Development (EBRD). It was also announced that the rebuilding of Kneza Milosa Street, one of the city’s most heavily trafficked, will begin in 2017. The project foresees adding a sixth lane, building a traffic divider and an underground garage with 427 parking spaces.


56

LA NUOVA MAPPA DEI RISCHI SACE

SACE’S NEW RISK MAP

Sace ha pubblicato la nuova mappa dei rischi 2016, la cartina strategica che dovrebbe essere virtualmente appesa al muro di tutte le Aziende che esportano. La pubblicazione della mappa dei rischi Sace è stata peraltro accompagnata da un'interessante nota esplicativa in cui la Società per l'assicurazione dei crediti all'export evidenzia come la prima vittima della crisi finanziaria internazionale sia stato il “rischio-zero”, cioè non si è mai completamente al sicuro anche sui mercati più "maturi". A partire dalla Grecia, infatti, il rischio paese è tornato anche sui mercati avanzati. Se negli ultimi anni le differenze con gli emergenti si erano assottigliate ed è stata la crescita in questi mercati a guidare la ripresa, oggi, sulla scia del calo delle commodity e del rallentamento della domanda asiatica, siamo di fronte a un “Old Normal”, o meglio ancora “New Old Normal”, in cui gli avanzati tornano a crescere – seppur moderatamente - e chi sta indietro arranca. Inoltre i prezzi bassi delle materie prime, il ritorno del debito con l’indebolimento dei conti pubblici e la riemersione della violenza politica segneranno il 2016 e saranno i tre fattori-chiave che avranno un impatto sull’export italiano. L’aumento dei rischi si è peraltro già tradotto in oltre 5 miliardi di euro di minori esportazioni nell’ultimo anno, ma SACE stima che se ne possano recuperare almeno 31 nei prossimi quattro puntando di più su informazioni accurate, coperture specifiche e con un approccio strategico agli investimenti. In questa direzione va anche il consolidamento del rapporto tra CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e SACE, già legate da un accordo di collaborazione pluriennale e quotidianamente impegnate a fornire assistenza in tempo reale all'estero imprese della filiera tecno-marmifera su tutti i temi "core" di un'internazionalizzazione sicura. La mappa dei rischi 2016 rileva come il rischio rimanga pressoché stabile nei mercati avanzati mentre aumenta sensibilmente nei grandi paesi emergenti e in alcune aree geografiche, in particolare il Medio Oriente e Nord Africa e l’America Latina. Permangono comunque molte opportunità, come Algeria, Cile, Cina, Emirati Arabi Uniti, Filippine, India, Iran, Kenya, Malaysia, Marocco, Messico, Perù, Polonia, Spagna e Turchia. Alcune di queste richiedono semplicemente una maggiore cautela a causa di squilibri temporanei. La capacità di selezionare “vincenti” e “perdenti” sarà quindi sempre più critica per orientare l’export verso gli avanzati in ripresa e continuare a raccogliere i frutti di quanto seminato in questi anni negli emergenti attraverso adeguati e mirati strumenti di copertura assicurativa. Il mondo nel 2016 è meno piatto: la Mappa dei Rischi SACE può essere uno strumento utile di individuazione delle potenziali minacce, oltre che di ricerca di nuove opportunità.

SACE has published a new risk map for 2016, which should be virtually hung on the walls of all Italian exporter companies. Publication of the risk map was accompanied by an interesting explanatory note in which SACE (the export credit insurance agency) describes how the first victim of the global financial crisis was “zero risk”, meaning that not even the mature markets are completely safe. In fact, starting with Greece, country risk has also returned to the most developed markets. While in recent years the gaps between these and emerging countries got smaller, and growth in emerging countries drove the rebound, today, in the wake of plummeting commodity prices and the slowdown in Asian demand, we are faced with an “old normal”, or, better, a “new old normal” in which the advanced countries are growing again – albeit modestly – and the emerging are backsliding. In addition, the low prices of raw materials, the return of debt with the indebtedness of public accounts, and the reemergence of political violence will mark 2016 and be the three key factors having an impact on Italian exports. The increase in risks had already translated into 5 billion euros less in exports last year but SACE estimates that at least 31 can be recouped in the next four years by providing more accurate information, specific coverage and a strategic investment approach. Also going in this direction is consolidation of the Confindustria Marmomacchine-SACE relationship, already close thanks to a multi-year cooperation agreement and daily involved in offering real-time assistance in foreign countries to techno-stone companies on all core issues of safe internationalization. The 2016 map shows how risk remains fairly low on advanced markets but considerably increases in the big emerging countries and in certain geographical areas, in particular the Middle East, North Africa and Latin America. In any case, many opportunities remain, such as Algeria, Chile, China, the United Arab Emirates, the Philippines, India, Iran, Kenya, Malaysia, Morocco, Mexico, Peru, Poland, Spain and Turkey. Some of the countries simply require greater caution due to temporary instabilities. So the ability to pick “winners” and “losers” will be increasingly critical in orienting exports towards the advanced countries that are rebounding and continuing to reap the fruits of what was sown in recent years in the emerging, through suitable, well-targeted insurance coverage tools. The world of 2016 is less flat; the SACE risk map can be a useful tool for pinpointing potential threats as well as finding new opportunities.


TURCHIA: MEETING-POINT ITALIA/CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ALLA FIERA MARBLE 2016 DI IZMIR

TURKEY: MEETING-POINT ITALIA/CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AT MARBLE 2016 IN IZMIR

Dal 23 al 26 marzo torna ad Izmir - presso il nuovo complesso fieristico di Gaziemir - la manifestazione MARBLE, una tra le più importanti fiere internazionali dedicate al comparto lapideo e alle relative tecnologie d'estrazione e lavorazione. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE anche quest'anno sarà direttamente presente a MARBLE con un proprio stand istituzionale/Meeting point Italia, per fornire i consueti servizi di assistenza e supporto per le numerose aziende Associate espositrici e per gli operatori Italiani in visita ad Izmir. A livello statistico, si segnala che nel periodo gennaio-settembre dello scorso anno la Turchia ha importato circa 43 milioni di tecnologie lapidee "made in Italy" (dati Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE), confermandosi anche nel 2015 come uno dei mercati guida - il terzo della classifica dei buyer settoriali dopo Stati Uniti e Brasile - per le nostre esportazioni di macchine e attrezzature per l'estrazione e la lavorazione delle pietre ornamentali.

From March 23 to 26 the new expo complex, Gaziemir, in Izmir will be host to the MARBLE show, one of the top international events devoted to natural stone and the technology to extract and work it. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE will again be directly present at the 2016 edition with its own official stand/Meeting-point Italia to offer its customary assistance and support services to the many Italian companies exhibiting and Italian operators visiting the show. On the statistical level, in the first three quarters of 2015 Turkey imported Italian stoneworking technology worth about 43 million euros (figures from the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHI Study Center), again confirming itself as a top market – the third after the United States and Brazil – for Italian machinery and equipment for quarrying and processing stone materials.

MASSA CARRARA: IN CRESCITA IL VALORE DELLE ESPORTAZIONI DI LAVORATI NEL 3° TRIMESTRE 2015

MASSA CARRARA: THE VALUE OF FINISHED PRODUCT EXPORTS GREW IN THE THIRD QUARTER OF 2015

Buoni segnali dal comprensorio lapideo di Massa Carrara: secondo i dati Istat relativi al periodo gennaio-settembre 2015, nei primi nove mesi dell'anno le aziende della provincia apuana hanno esportato materiali lapidei lavorati e semilavorati per un valore complessivo di 274,4 milioni di Euro, in crescita del 12,6% rispetto alle vendite all'estero registrate nello stesso periodo del 2014. L’ottimo andamento dell'export del distretto lapideo toscano è dovuto principalmente al traino degli Stati Uniti (con importazioni in aumento di quasi il 30% rispetto al dato del terzo trimestre dell'anno precedente) e alla crescita sostenuta di alcuni mercati asiatici (Estremo oriente e Area del Golfo in primis), mentre restano sostanzialmente stabili le esportazioni verso i paesi dell'UE.

Good signals are coming from the Massa Carrara stone district: according to ISTAT figures for January to September 2015, in the first three quarters of the year the companies in the Apuan province exported finished and semi-finished stone products worth a total of 274.4 million euros, 12.6% more than the foreign sales registered in the same period the previous year. This excellent performance in exports from the Tuscan stone district was mainly driven by sales to the United States (up nearly 30% from the third quarter of 2014) and by sustained growth on some Asian markets (first and foremost the Far East and Persian Gulf area), while exports to EU countries remained basically stable.

57


BRASILE: 20 MLD DI US$ DI INCENTIVI A SOSTEGNO DELLE IMPRESE Il ministro brasiliano delle finanze, Nelson Barbosa, ha recentemente annunciato un pacchetto di incentivi da 20 miliardi di US$ (pari a circa l'1,4% del PIL nazionale) a sostegno delle imprese in difficoltà a causa della crisi economica che sta investendo il paese. Il PIL del Brasile è infatti diminuito del 3% nel 2015, e le ultime previsioni del FMI per il 2016 indicano un ulteriore calo del 3,5%. Il piano del Governo di Brasilia ha inoltre l’obiettivo di finanziare investimenti in infrastrutture (per circa 5,5 miliardi di US$), in macchinari e attrezzature (3,7 miliardi), nell’agricoltura e nell’edilizia (2,5 miliardi a testa). Questo programma di incentivi - secondo le dichiarazioni del ministro Barbosa - non andrà a pesare sulle finanze statali, ma le risorse verranno attinte dal fondo pensionistico dei lavoratori e attraverso l’ampliamento delle linee di credito già esistenti.

58

BRAZIL: US$ 20 BILLION IN INCENTIVES TO ENTERPRISE Nelson Barbosa, Brazil’s finance minister, recently announced an incentive package of US$ 20 billion (equal to about 1.4% of the Latin American country’s GDP) to aid the companies in difficulty due to the recession Brazil is experiencing. In fact, its GDP declined by 3% in 2015 and IMF forecasts for 2016 envision a further drop of 3.5%. The Brazilian government’s plan is also aimed at financing investments in infrastructure (for about US$ 5.5 billion), in machinery and equipment (3.7 billion), in farming and in building (2.5 billion each). According to government declarations, these incentive programs will not weigh on state finances: the resources will come from the workers’ pension fund and by expanding existent lines of credit. the expected normalization of global trade.

CONSUMI: IN ITALIA +1,6% NEL 2015, IL DATO MIGLIORE DAL 2007 Nonostante il rallentamento di dicembre, i consumi delle famiglie italiane nel 2015 sono cresciuti dell'1,6% rispetto all'anno precedente. Lo rileva la Confcommercio, evidenziando che la crescita del consumo di beni ha fatto segnare un +1,7% su base annua, mentre quella dei servizi un +1,3%. Nel complesso del 2014 si era registrato un arretramento dello 0,5%. "Questi dati - sottolinea l'associazione dei commercianti - si inseriscono in un contesto generale caratterizzato da una ripresa che, seppure avviata da quasi un anno, presenta ancora elementi di fragilità". La ritrovata fiducia delle famiglie, salita ai massimi storici a gennaio "stenta, comunque, a tradursi in una concreta ripresa della domanda". La crisi degli ultimi anni, secondo Confcommercio, si è tradotta non solo in un calo dei consumi, ma anche in un'erosione del risparmio cautelativo e in una sensibile riduzione della tradizionale forma di investimento delle famiglie (acquisto di abitazioni). È dunque ipotizzabile che in questa fase "le famiglie stiano cercando forme di riequilibrio tra consumi, risparmio e investimenti e che solo nei prossimi mesi i consumi potranno tornare a crescere a ritmi più sostenuti".

PURCHASES: IN ITALY UP 1.6% IN 2015, THE HIGHEST SINCE 2007 Despite the December slowdown, the purchases made by Italian households in 2015 were up 1.6% from the previous year. This was revealed by Confcommercio, showing that the growth in purchases of goods was up 1.7% on an annual basis, while that of services was up 1.3%. Overall, 2014 had shown a downturn of 0.5%. “These figures, emphasized the merchants confederation, “are part of a general context characterized by an uptake that, while in act for almost a year, still has fragile elements.” The re-found confidence of families, risen to record peaks in January, “is in any case having a hard time translating into a concrete rebound in demand”. According to Confcommercio, the recent recession led not only to a drop in purchases but also to an erosion of precautionary savings and to a perceptible reduction in the traditional form of household investment (home buying). So it is possible to hypothesize that in this period “families are trying to strike a balance between purchases, savings and investments and that only in the months to come could purchases return to growth at faster paces”.


" !    $' (!(  ' &*! )- ))' $()   #-                         !                                               

    

                      

      

$' "$' #$'") $# $#)) *( $#)) )!- ,'( +($"  #$ )!  %    $"$    $+  !#(  )!-

,'( +($"


INIZIA IL 2016 CON I SEGNI DISTINTIVI “CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE MEMBER”

THE YEAR BEGINS WITH THE “CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE MEMBER” INSIGNIA

Al fine di identificare la propria appartenenza all'Associazione di categoria nazionale per il comparto lapideo e tecno-marmifero e To identify membership in the Italian techno-stone assola contestuale appartenenza al Sistema CONFINDUSTRIA, si riciation and CONFINDUSTRIA system, we remind CONFINcorda che le Aziende Associate a CONFINDUSTRIA MARMOMACDUSTRIA MARMOMACCHINE members that they have the CHINE hanno diritto all’utilizzo dei segni distintivi “CONFINDUSTRIA right to use “CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE MemMARMOMACCHINE Member”. ber” insignia. Il logo "CONFINDUSTRIA MARThe “CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Member" può esMOMACCHINE Member” sere utilizzato in tutte le forme di logo can be utilized in all the comunicazione aziendale in cui si forms of corporate commuriterrà opportuno il suo inserinication where its insertion ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE mento per sfruttare adeguatais considered suitable for MEMBER mente le intrinseche qualità del expressing the intrinsic qua“brand value” Confindustriale: dal lities of brand value: from inmateriale informativo commerciale al sito-web aziendale, dalla formative business material to websites, letterheads and carta intestata al biglietto da visita, dalla pagina pubblicitaria al business cards, ad pages and leaflets, gadgets and stand depliant aziendale, dai gadget agli allestimenti fieristici. decor. I segni distintivi Associativi, di cui ci si auspica un ampio utilizzo The insignia, which we hope will be amply used by memda parte delle Aziende in tutti i canali di comunicazione sia cartabers in all their communication channels, printed and dicea che digitale, sono a disposizione di tutti i Soci facendone rigital, are available to all members on request at chiesta a: info@assomarmomacchine.com. info@assomarmomacchine.com.

60

NUOVI PIANI DI EDILIZIA RESIDENZIALE IN ISRAELE

NEW HOUSING PLANS IN ISRAEL

Kiryat Gat, cittadina di circa 50.000 persone nel sud di Israele a pochi chilometri da Ashod - uno dei più importanti poli industriali e logistici del Paese - triplicherà le sue dimensioni da qui al 2025. È quanto emerge dal piano urbanistico presentato dalla Israel Land Administration attraverso lo studio di architettura Korin Yaar alla Commissione Nazionale Urbanistica. Il progetto prevede la realizzazione di 9.500 nuove unità abitative e di 40 mila mq di aree commerciali, edifici pubblici e servizi. La Commissione Urbanistica ha approvato anche un nuovo piano di sviluppo per la zona di Kiryat Yovel, nell'area di Gerusalemme. Il progetto prevede la costruzione sette nuove grandi strutture residenziali, fra cui una torre di 19 e una di 8 piani ciascuna, per un totale di 255 nuovi appartamenti. Questo progetto di riqualificazione edilizia si inserisce in un più ampio progetto di adeguamento non solo residenziale ma anche strutturale che riguarda diverse zone di Gerusalemme che saranno collegate dalla metropolitana di superficie.

Kiryat Gat, a city of some 50,000 in southern Israel, just a few kilometers from Ashod – one of the country’s leading logistic hubs – will triple its size by 2025. This was shown in an urban project presented to the Israel Land Administration by the Karin Yaar architecture firm through the national urban planning commission. The project foresees building 9,500 housing units and 40,000 square meters of commercial areas, public buildings and facilities. The urban planning commission also approved a new development plan for the Kiryat Yovel zone in the Jerusalem area. This involves building seven new apartment houses, including a 19-floor tower and an 8-story building for a total of 255 new apartments. This is part of a broader urban renewal project that is not just residential but also structural and concerns various parts of Jerusalem that will be connected by surface transportation.


SPAGNA IN CRESCITA L’economia spagnola accelera. Il PIL del terzo trimestre è cresciuto dello 0,8% rispetto al trimestre precedente e del 3,4% rispetto allo stesso periodo del 2014. Questo dato, il migliore dal 2008, è in larga parte dovuto alla ripresa dei consumi interni, ma anche gli investimenti (+6,5%) e la spesa pubblica (+3%) hanno contribuito positivamente. Il 2015 complessivamente dovrebbe registrare una crescita del 3,1%. Un dato, quello della crescita del mercato spagnolo, certificato anche dal boom delle esportazioni di tecnologie lapidee italiane verso il paese iberico che hanno raggiunto quasi i 26 milioni di euro nei primi nove mesi del 2015 riportando la Spagna nella top-ten dei buyers internazionali di macchine e attrezzature Made in Italy per la lavorazione delle pietre ornamentali.

MACCHINARI IMBULLONATI: PRIMI CHIARIMENTI DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato recentemente una circolare che fornisce i primi chiarimenti interpretativi sulle disposizioni, contenute nella legge di Stabilità 2016, che prevedono l'esclusione dei macchinari imbullonati dalla determinazione della rendita catastale degli immobili produttivi a destinazione speciale e particolare (gruppi D ed E) a decorrere dal 1° gennaio 2016. Nella circolare si precisa che costituiscono parte integrante dell'unità immobiliare, e pertanto continueranno ad essere inclusi nella rendita catastale, esclusivamente il suolo, le costruzioni (ad esempio pontili, gallerie, opere di fondazione) e gli elementi strutturalmente connessi, caratterizzati da una utilità trasversale ed indipendente dal processo produttivo svolto all'interno dell'unità immobiliare (ad esempio impianti elettrici, ascensori, montacarichi, pannelli fotovoltaici che costituiscono struttura di copertura delle costruzioni). Dovranno invece essere esclusi dalla rendita catastale, come richiesto da Confindustria, tutti i macchinari, i congegni, le attrezzature e gli altri impianti, funzionali ad uno specifico del processo produttivo. La circolare specifica inoltre che le variazioni catastali finalizzate allo "scorporo delle componenti impiantistiche", relativamente alle unità immobiliari già iscritte in catasto, dovranno essere obbligatoriamente presentate entro il 15 giugno 2016, perché possano produrre effetti ai fini del calcolo dell'IMU dovuta a partire dall'anno 2016.

GROWTH IN SPAIN 62

The Spanish economy is speeding up. GDP in the first quarter of 2015 rose 0.8% from the previous three months and by 3.4% from the same period in 2014. This figure, the highest since 2008, is largely due to an uptake in domestic consumption but investments (+6.5%) and public spending (+3%) also made good contributions. Overall, 2015 should see growth of 3.2%. This upturn on the Spanish market is also confirmed by the boom in Italian stoneworking technology exports to the Iberian country, which reached worth of nearly 26 million euros in the first three quarters of 2015, bringing Spain back into the top ten buyers of Italian-made machinery and equipment to quarry and work ornamental stones.

BOLTED-DOWN MACHINERY: INITIAL CLARIFICATIONS FROM THE INTERNAL REVENUE AGENCY The Italian internal revenue service recently sent out a circular providing the first interpretive clarifications of the measures contained in the 2016 Stability Law, which foresees excluding bolted-down machinery from calculations of the taxable property of special-destination production plants and particular groups of them (D and E) as of January 1, 2016. The circular specifies that what constitutes an integral part of the property and therefore will continue to be included in property assessments are exclusively the land, constructions (such as scaffolding, galleries, foundations) and structurally connected elements featuring transversal utility independent of the production process carried out inside the building (for example, electrical installations, elevators, load hoists, photovoltaic panels constituting the roofs of buildings). To be excluded from calculations, as demanded by Confindustria, are all machinery, devices, equipment and other installations used for a specific production process. The circular also specified that assessment variations finalized at “dis-incorporating installation components” from the properties already registered must be presented by June 15, 2016 in order to have an effect on the property taxes due in 2016.


Soluzioni reali. Risultati reali. Alla base dell ’innovazione e delle performance delle soluzioni FIL A ci sono numeri che parlano chiaro: • piÚ di 9 00 soprallu uoghi tecnici in cantieri di tutto il mondo; • oltre 2 . 500 test sui materiali; • 3 .000 ore di formazione rivolta al personale dei produttori, ai clienti rivenditori e agli applicatori. Ecco perchÊ 20 0 tra i migliori brand al mondo considerano FIL A il numero 1 per il WUDWWDPHQWRHODPDQXWHQ]LRQHGLWXWWHOHVXSHU ´FL

Anche B jĂśrn B oh mfalk , C a mpio on e M o n diale di Posa 2013 ( Wo rlds S kills*) utilizza l e s o l uzi o n i F I L A . ggiori informazioni orldskills .org

Crediamo nell’innovazione e nella qualità , a supporto del vostro business s .

S c a ric a l ’A P P F I L A S o l u ti o n s



)"--t45"/% $*55™%&--"104"



)"--t45"/%$ #


64

ARABIA SAUDITA: MAXI PROGETTO TARGATO SAUDI ARAMCO

SAUDI ARABIA: MAXI PROGECT FOR SAUDI ARAMCO

La Saudi Arabian Oil Company (Saudi Aramco) insieme all’Engineering, Procurement and Construction (EPC) progetta di costruire circa 700 ville, 12 edifici polifunzionali e infrastrutture collegate a spazi verdi in un grande progetto di sviluppo urbano nella zona residenziale di Aiyal a Dhahran, nella provincia est dell’Arabia Saudita. Il budget complessiva supera i 400 milioni di dollari ed è stato appaltato alle società Azmeel Contracting & Construction Corporation e alla cinese Sinohydro.

The Saudi Arabian Oil Company (Saudi Aramco) together with Engineering, Procurement and Construction (EPC) is planning to build about 700 villas, 12 multi-purpose buildings and infrastructure connected to green areas in a big urban development plan for the residential zone of Aiyal in Dhahran, in Saudi Arabia’s eastern province. The total budget allocated is for more than $400 million and the contract was awarded to the Azmeel Contracting & Construction Corporation and to China’s Sinohydro company.

LE SFIDE DELL'ACCORDO GLOBALE SUL CLIMA DI PARIGI

THE PARIS GLOBAL CLIMATE ACCORD CHALLENGES

Nel corso della 21° Conferenza delle Parti sul Clima delle Nazioni Unite (COP21) dello scorso dicembre è stato raggiunto a Parigi il primo accordo globale sui cambiamenti climatici. L’Accordo punta all’obiettivo ambientale di rafforzare la risposta globale alla minaccia dei cambiamenti climatici e impegna la comunità internazionale a mantenere l’aumento della temperatura media globale al di sotto dei 2°C rispetto ai livelli preindustriali, con lo sforzo di raggiungere l’obiettivo più ambizioso di 1.5°C. Allo stesso tempo, saranno rafforzate le azioni di adattamento ai cambiamenti climatici e lo sviluppo delle tecnologie, senza minacciare la produzione alimentare, mentre dovranno essere messi in campo finanziamenti adeguati per agevolare la transizione, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo. L’Accordo stabilisce inoltre che saranno i Paesi sviluppati a dover contribuire in modo maggiore allo sforzo globale, attraverso obiettivi di riduzione delle emissioni assoluti e applicati a tutta l’economia. L’Accordo dovrà essere ratificato dai Parlamenti nazionali e entrerà in vigore nel momento in cui sarà ratificato dal 55% dei Paesi sottoscriventi che rappresentano globalmente almeno il 55% delle emissioni di gas serra globali. Per conseguire l’obiettivo globale di riduzione delle emissioni, i Paesi firmatari saranno soggetti a una serie di impegni vincolanti tra cui l'obbligo di preparare, comunicare e mantenere i propri Nationally Determined Mitigation Contributions, e adottare misure nazionali di riduzione delle emissioni a questo scopo. Misure che coinvolgeranno direttamente tutti i segmenti produttivi dei diversi Paesi, chiamando in particolare l'industria e il settore delle costruzioni a confrontarsi con i temi della ecosostenibilità dei prodotti e dei processi produttivi in modo sempre più stringente.

During the 21st United Nations Conference of the Parties on Climate (COP21) in Paris last December, the first global agreement on climate change was reached. It addresses the environmental goal of strengthening global response to the threat of climate change and commits the international community to keep the increase in average temperature worldwide below 2 degrees centigrade compared to pre-industrial rates, and to endeavor to reach the more ambitious goal of less than 1.5 degrees centigrade. At the same time it will reinforce efforts to adapt to climate change and to develop technologies to do so, without threatening food production, while adequate financing must be found to ease the transition, above all in developing countries. The accord also establishes that the developed countries will have to contribute most to the global effort by reducing absolute CO2 emissions throughout their economies. The agreement must be ratified by national legislatures and will go into force when ratified by 55% of the signatory countries, which as a whole account for al least 55% of the greenhouse gases emitted worldwide. To achieve the goal of emissions reduction, signatory countries will submit to a series of binding commitments whose purpose is to prepare, communicate and maintain their Nationally Determined Mitigation Contributions, and adopt nationwide measures to reduce emissions for this purpose. Measures that will directly involve all the various countries’ production sectors, calling in particular on industry and the building sector to deal with the issue of eco-sustainability for products and processes in an increasingly stringent manner.


7KHÄ&#x;UVWWKHRQO\ the unique one!

MICROWAVE B460MW The unique microwave technology with continuous and uninterrupted cycle for resinline plants. 6JGĆ‚TUVto develop the microwave technology.

NO STOPS

The only leader in the microwave technology.

The unique company with 8 operating plants.

| TIME SAVING | HIGH PRODUCTION CAPACITY | HIGH POLISHING DEGREE

Pedrini S.p.A. ad Unico Socio - Via delle Fusine, 1 - 24060 Carobbio degli Angeli - Bergamo - Italy - Tel. +39 035 4259111 - info@pedrini.it


66

REGNO UNITO: IL GOVERNO VARA UN PIANO PER LA COSTRUZIONE DI UN MILIONE DI NUOVE CASE

UNITED KINGDOM: GOVERNMENT LAUNCHES A PLAN TO BUILD A MILLION NEW HOMES

Il Governo britannico ha annunciato ad inizio gennaio un ambizioso programma di sviluppo edilizio da attuarsi attraverso la concessione di terreni pubblici per la costruzione di nuove case. Decine di caserme in disuso, ex ferrovie e altre superfici di proprietà statale verranno concesse a società di costruzione già con i permessi necessari per costruire, così da accelerare i tempi e ridurre la cronica carenza di abitazioni del paese, soprattutto nell'area della capitale. Si tratta del maggiore progetto di edilizia su terreni pubblici dagli anni Ottanta, quando era stata avviata da parte del Governo Thatcher la rigenerazione di Docklands, l'ex zona portuale sul Tamigi. Con questo programma il Governo di Londra intende anche sostenere le piccole e medie imprese di costruzioni, che spesso non hanno le risorse per chiedere i permessi e poi attendere le lunghe procedure necessarie per l'ottenimento. I terreni verranno infatti venduti solo alle Pmi, e non alle grandi società del settore (di queste, le prime otto da sole realizzano il 50% dei progetti edilizi in Gran Bretagna). Il piano prevede come primo passo la costruzione di 13 mila abitazioni in cinque località nel sud dell'Inghilterra, una a Londra e le altre in ex caserme nelle contee del Kent, West Sussex, Hampshire e Cambridgeshire. Lo step successivo sarà la realizzazione di 25 mila case nel quartiere londinese di Hammersmith & Fulham. L'obiettivo finale del progetto di Downing Street è tuttavia di ben più ampia portata, e prevede la costruzione di un milione di nuove case entro la fine della legislatura nel 2020, di cui almeno 200 mila ‘starter homes' a costi accessibili per acquirenti di prima casa sotto i 40 anni.

In early January the British government announced an ambitious housing development plan to be implemented by granting public property for new home building. Dozens of former barracks, former railways and other public holdings will be granted to construction companies already in permission of building permits, in order to shorten times and reduce the country’s chronic housing shortage, especially in the capital. This is the biggest building project on public land since the 1980s, when the Thatcher government began the Docklands project to convert the old Thames port area. With this plan the UK also intends to support small and medium-sized building companies that often lack the resources to apply for permits and then wade through the lengthy red tape needed to obtain them. In fact, the public holdings will be sold only to SME and not to the sector’s 8 largest companies (which by themselves account for 50% of building projects in Great Britain). As a first step the plan foresees building 13,000 housing units in five locations in southern England, one in London and the other in former army camps in the counties of Kent, West Sussex, Hampshire and Cambridgeshire. The next step will be to build 25,000 units in the London district of Hammersmith & Fulham. However, the final goal of the project is much broader and foresees construction of a million new homes by the end of the 2020 legislative term: at least 200,000 will be starter homes at affordable prices for people under 40.


FLASH STATISTICO - REGNO UNITO

STATISTICS FLASH - GREAT BRITAIN

I segnali confortanti che arrivano dal settore edile britannico costituiscono un'ottima notizia per le aziende italiane del settore marmifero, storicamente molto presenti su questo mercato. Secondo gli ultimi dati disponibili relativi al nostro export settoriale, nei primi nove mesi del 2015 il nostro paese ha esportato materiali lapidei lavorati e semilavorati verso il Regno Unito - nostro sesto mercato di riferimento in termini di valore - per complessivi 52,5 milioni di euro, in crescita del 3,2% rispetto allo stesso periodo del 2014. Parallelamente, hanno fatto segnare un'ottima performance anche le nostre esportazioni di tecnologie lavorazione marmo verso il mercato britannico, che sempre nel periodo gennaio-settembre hanno raggiunto i 30 milioni di Euro (dati Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE).

The good signs coming from the British building sector are also good news for Italian techno-stone companies, traditionally heavily present on this market. According to the latest data available on Italian stone exports, in the first three quarters of 2015 the finished and semi-finished products sold to the UK – Italy’s sixth largest market in value terms – were worth a total of 52.5 million euros, up 3.2% from the same period a year earlier. At the same time, Italian exports of stoneworking technology to Great Britain were also doing very well, in the same period reaching worth of 30 million euros (CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center figures).

COSE D’IMPRESA: ITALIA PRIMO PAESE EUROPEO PER NUMERO DI LAVORATORI AUTONOMI

BUSINESS NEWS: ITALY EUROPEAN LEADER FOR THE SELF-EMPLOYED

L'Italia è il primo Paese europeo per lavoratori autonomi e imprenditori attivi, ed è tra i primi tre per lavoratori autonomi e imprenditori nati all'estero. Terzo, dietro Regno Unito e Germania, per la quota sul totale della Ue, e primo addirittura per quanto riguarda i non comunitari. Lo si legge nel rapporto 'Immigrazione e Imprenditoria 2015' redatto dal Centro studi e ricerche dell'Idos, in collaborazione con Cna e Moneygram. "Sono oltre mezzo milione - afferma lo studio - le imprese gestite in Italia da nati all'estero, in crescita costante anche negli anni della crisi e in controtendenza rispetto all'andamento generale. Per la precisione, alla fine del 2014, erano 524.674, in aumento del 5,6% rispetto all'anno precedente e del 15,6% in confronto al 2011. Uno stock che rappresenta l'8,7% delle imprese nazionali, oltre 6 milioni in tutto, e il 12,9% delle imprese individuali. La scelta del lavoro autonomo-imprenditoriale, soprattutto in questa fase di persistente criticita', si configura, probabilmente, innanzitutto come un'alternativa alle difficoltà nel mondo del lavoro dipendente ma è anche una spinta verso l'autonomia e l'inserimento nel tessuto socio-economico. Gli imprenditori di origine straniera, inoltre - precisa il rapporto stanno seguendo perlopiù logiche di sostituzione in settori maturi, come il commercio e l'edilizia, anche per gli esigui capitali di investimento di cui, in genere, dispongono".

Italy is the leading European country for the self-employed and active entrepreneurs, and among the first three for the self-employed and entrepreneurs born elsewhere. Third, behind the United Kingdom and Germany in the total for the EU and actually first in regard to the self-employed and entrepreneurs from outside the European Community. This can be read in the “Immigration and Enterprise 2015” report written by the Idos Studies and Research Center in cooperation with CNA and MoneyGram. According to the study “there are more than 500,000 enterprises in Italy run by persons born abroad, in constant growth during the recession years and in a countertrend to general progress. To be precise, at the end of 2014 there were 524,674, up 5.6% from the previous year and up 15.6% compared to 2011. A number that represents 8.7% of Italian companies (more than 6 million in all) and 12.9% of freelance enterprises. Self-employment, especially in this stage of persistent hardship, is probably first and foremost an alternative to the difficulties encountered in the employee world but also a spur to independence and inclusion in the socio-economic weave. In addition, foreign-born entrepreneurs”, the report specifies, “are mostly following logics of substitution in mature sectors like commerce and building, in part because of the meager investment capital usually available to them”.

67


68

REAL ESTATE: È BERLINO LA META EUROPEA PREFERITA DAGLI INVESTITORI, MILANO OTTAVA

REAL ESTATE: BERLIN THE CITY OF CHOICE FOR INVESTORS, MILAN RANKS EIGHTH

Sulla base della classifica stilata da Pwc e Uli nell’ambito della ricerca "Emerging trend in real estate Europe 2016" Berlino rimane la meta preferita dagli investitori nel real estate. Seguono Amburgo (4a l'anno scorso), Dublino (che ha perso una posizione dal 2015), Madrid e Copenhagen. La novità di quest'anno è l'ingresso di Milano nella top ten all'ottavo posto, in risalita di quattro posizioni rispetto al 2015. Il capoluogo lombardo, “considerato il centro industriale e finanziario del Paese è l'ottavo mercato immobiliare più attivo in Europa, con 4 miliardi di euro investiti tra il quarto trimestre 2014 e il terzo trimestre 2015, secondo i dati di Real Capital Analytics” si legge nella ricerca. Roma, invece, si posiziona al 25° posto. L’idea diffusa tra gli operatori è che il mercato romano sia più piccolo e subisca una forte presenza dello Stato.

On the basis of a ranking done by PricewaterhouseCoopers and ULI (Utility Line Italia) in the context of research on “Emerging Trends in Real Estate Europe 2016”, Berlin remains the favorite of investors. Following it was Hamburg (fourth last year), Dublin (which dropped a rung from 2015), Madrid and Copenhagen. New this year is Milan’s entry into the top ten, in eighth place, up four slots from 2015. The capital of Lombardy, the research states, is “considered the country’s industrial and financial hub and is the eighth most active real estate market in Europe, with 4 billion euros invested between the fourth quarter of 2014 and the third quarter of 2015, according to Real Capital Analytics figures”. Rome was instead ranked 25th. The idea common among realty operators is that the Roman property market is small and influenced by the heavy presence of government.

INVESTIMENTI PER L’AMPLIAMENTO DELLA METROPOLITANA DI BUCAREST

INVESTMENTS TO EXTEND THE BUCHAREST METRO

Metrorex (la società che gestisce la rete metropolitana di Bucarest) ha comunicato l’intenzione di effettuare nel 2016 investimenti del valore di 1.403 milioni di Lei destinati principalmente all'espansione della rete. Sono attualmente in corso i lavori di estensione della Linea 5, per un valore di 3,1 miliardi di Lei, incluse 10 stazioni della metropolitana per circa 7 km. Nel bilancio di quest’anno sono stati stanziati per questo progetto 780 milioni, ma si attende una altro stanziamento di pari importo al fine di raggiungere l'obiettivo di aprire il traffico ai passeggeri entro il primo trimestre del 2017. Un altro importante progetto riguarda l’espansione della linea 4, dalla stazione ferroviaria Gara de Nord al lago Straulesti. I lavori comprendono la costruzione di due stazioni della metropolitana e il valore del progetto è di circa 250 milioni di Lei, già inclusi nel bilancio di quest'anno.

Metrorex (the company managing the Bucharest metro network) has announced plans to invest 1,403 million lei in 2016, primarily to expand the network. Work is currently underway to extend Line 5 (costing 3.1 billion lei), including 10 stations, for about 7 kilometers. This year’s budget allots 780 million lei, but another for the same amount is expected in order to reach the target of opening the line to passenger traffic by the first quarter of 2017. Another big project regards extension of Line 4 from the Gare de Nord railway station to Straulesti Lake. Work includes building two metro stations and the project will cost about 250 million lei, already included in this year’s budget.


70

DISTRETTI: NEL 3° TRIM. 2015 L'EXPORT DEL NORDEST HA TOCCATO I 6,8 MLD

DISTRICTS: IN THE 3RD QUARTER OF 2015 EXPORTS FROM THE NORTHEAST ROSE TO 6.8 BILLION

Nei primi 9 mesi del 2015 il sistema distrettuale del Triveneto ha fatto segnare un valore delle esportazioni pari a 6,8 miliardi di euro, con un incremento del 5,5% rispetto al corrispondente periodo del 2014. Nel terzo trimestre prosegue quindi il lungo periodo di crescita dell'export (si è arrivati al 22o trimestre consecutivo) dopo la crisi del 2009. I dati sono riportati nel Monitor dei distretti industriali del Triveneto diffuso dalla Direzione studi e ricerche di Intesa Sanpaolo. I distretti triveneti hanno fatto meglio della media italiana (+3,6%) e tra i primi 20 distretti nazionali per crescita delle esportazioni in valore assoluto ben 7 sono del nordest. Questa performance positiva è stata guidata dai distretti del Veneto (5,36 miliardi, +5,4%) e del Trentino-Alto Adige (+14,9), ma sono tornati a crescere anche quelli del Friuli Venezia Giulia (+3,4%). Trai poli distrettuali in evidenza c'è anche quello del marmo della Valpolicella (VR), che nei primi 9 mesi dell'anno ha esportato prodotti lapidei per un controvalore di 111,7 milioni, con un incremento del 14% rispetto al dato del terzo trimestre 2014.

In the first three quarters of 2015 the Triveneto districts exported goods worth 6.8 billion euros, up 5.5% from the same period in 2014. In the third quarter, therefore, there was continuation of the long period of export growth (arriving at the 22nd consecutive quarter) after the crisis in 2009. These figures were reported by the monitor on the Triveneto industrial districts and published by the Intesa Sanpaolo studies and research center. The Triveneto districts did better than the Italian average (+3.5%) and among the top 20 Italian districts showing export growth in absolute value, 7 are located in the northeast. This good performance was led by the Veneto districts (5.36 billion, up 5.2%) and the Trentino-Alto Adige (up 14.9%) but also rebounding were those in FriuliVenezia-Giulia (+3.4%). Among the district products mentioned there was also Valpolicella (Verona) marble, which in the first three quarters of 2015 had exports worth 111.7 million euros, an increase of 14% from the third quarter of 2014.

IL COMPRENSORIO BRESCIANO IN ASSEMBLEA

THE BRESCIA DISTRICT MEETS

Si è svolta lo scorso 20 febbraio l’Assemblea Ordinaria del Consorzio Marmisti Bresciani e del Consorzio Cavatori Marmo Bacino della Valle di Nuvolera, riuniti in sessione congiunta per tratteggiare lo stato del comprensorio bresciano dell'estrazione e lavorazione delle pietre ornamentali. Anche quest’anno ha partecipato all'evento Confindustria Marmomacchine, rappresentata dal Presidente Stefano Ghirardi. Presente all'Assemblea, svoltasi nella cornice del Villa Fenaroli Palace Hotel a Rezzato, anche il Presidente dell'Associazione Industriali Bresciana (AIB), Marco Bonometti e il Presidente del Consorzio Produttori Marmo Botticino Classico, Giovanni Merendino. Al centro dei lavori Assembleari l'analisi della congiuntura economica del territorio e le principali attività svolte dai due consorzi nonché i progetti associativi per l'immediato futuro a supporto di un bacino storicamente importante a livello nazionale, espressione di aziende contraddistinte da elevate professionalità e competenze sia nel segmento estrattivo che in quello del processing.

February 20 was the date of the ordinary assembly of the Brescian Stoneworkers Consortium and the Consortium of Valle di Nuvolera Marble Basin Quarrymen, meeting in a joint session to examine the state of the Brescia district that extracts and works ornamental stones. This year, too, the event was attended by Confindustria Marmomacchine, represented by its president, Stefano Ghirardi. Also present at the meeting held in the Villa Fenaroli Palace Hotel in Rezzato was the president of the Brescian Industrialists Association (AIB), Marco Bonometti. On the agenda were the territory’s economic situation and the principal work performed by the two consortiums, as well as their projects for the immediate future in support of a district of historic importance to Italy, an expression of companies distinctive for great professionalism and skill in both quarrying stone and processing it.


72

OBSOLESCENZA DELLE MACCHINE UTENSILI IN ITALIA

OBSOLESCENCE OF MACHINE TOOLS IN ITALY

Il centro studi Federmacchine ha recentemente diffuso uno studio, su dati Ucimu, in cui si stima l'obsolescenza delle macchine utensili in Italia. Le più importanti conclusioni che emergono dalla ricerca sono che oggi in Italia ci sono meno macchine utensili e sistemi di produzione che nel 2005, da ciò consegue che a fronte di una ripresa della domanda è grave il rischio che l’offerta italiana non possa rispondere in modo adeguato per il decremento dei mezzi di produzione disponibili. Cresce inoltre l’età media del parco macchine, a livelli mai registrati prima, a cui si aggiunge un aggiornamento tecnologico carente. Nel periodo 2010-2014 il processo di investimento in beni strumentali è crollato e la quota di macchine installate è dimezzata rispetto alle rilevazioni precedenti, mentre l’adozione di tecnologie avanzate (quali il controllo numerico e i sistemi di automazione e integrazione) procede ma a ritmi ridotti, frenati dal rallentamento economico.

The Federmacchine studies center recently circulated a study, based on UCIMU data, estimating the obsolescence of machine tools in Italy. The most important conclusions emerging from it are that in Italy today there are fewer machine tools and production systems than in 2005, which means that faced with an uptake in demand there is a serious risk that the Italian offer will not be able to meet it adequately due to the decrease in available means of production. Also rising is the average age of machinery, to levels never seen before, added to which is a lack of technological updating. From 2010 to 2014 the process of investing in instrumental goods collapsed and the number of new machines installed decreased by half, while adoption of advanced technologies (like numerical control and automation and integration systems) proceeds, but slowly, held back by the economic slowdown.

COSTITUITA LA “COMMISSIONE TECNICA MARMO” CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

THE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE “TECHNICAL COMMISSION FOR STONE” CONSTITUTED

È stata formalmente costituita la Commissione Tecnica Marmo CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, gruppo di lavoro associativo deputato all'approfondimento di tutte le tematiche tecniche, applicative, normative e legali attinenti la produzione, l'installazione e la commercializzazione dei prodotti in marmo e pietra autenticamente naturale. Istituita con delibera del Consiglio Direttivo del1’8 dicembre u.s. la commissione si è già riunita più volte presso la sede associativa al fine di condividere le prime tematiche di approfondimento ed elaborare una posizione comune che tuteli la categoria marmifera in tutti gli ambiti e i tavoli di approfondimento tecnico dedicati al prodotto lapideo, nonchè inaugurare dossier e progetti di lavoro di potenziale interesse per il comparto in stretta sinergia con i partner istituzionali dell'associazione. La Commissione così come deciso dal Consiglio Direttivo è aperta alla partecipazione dei produttori e trasformatori di marmi, graniti e pietre autenticamente naturali e della Commissione Tecnica Marmo fanno oggi parte i responsabili tecnici e gli imprenditori di numerose imprese associate in rappresentanza dei principali distretti produttivi nazionali.

Now formally constituted is the Confindustria Marmomacchine Technical Commission for Stone, the association’s work group tasked with examining all the technical, applicative, normative and legal aspects concerning the production, installation and marketing of products in authentically natural stone. Instituted with a ruling by the board of directors last December 18, the commission has already met several times at association headquarters to discuss the first subjects to be examined and work out a common position that protects the stone sector in all ambits and technical examinations of stone products; it has also inaugurated dossiers and work projects of potential interest to the sector in close synergy with the association’s institutional partners. As decided by the board of directors, the commission is open to participation from producers and processors of marble, granite and other authentically natural stones, and its members today consist of the technical managers and managing directors of many member companies, representing Italy’s main stone districts.


NUOVA DIRECTORY ASSOCIATIVA 2016, IL BIGLIETTO DA VISITA DEL "MADE IN ITALY" TECNO-LAPIDEO NEL MONDO

THE 2016 ASSOCIATION YEARBOOK , THE CALLING CARD FOR THE ITALIAN TECHNO-STONE INDUSTRY WORLDWIDE

È già stata pubblicata la Directory 2016 CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, l’Annuario dell’Associazione che rappresenta il testo tecnico-economico di riferimento per l'intera filiera tecnomarmifera e che è riconosciuto a livello internazionale da diversi anni come una delle più autorevoli pubblicazioni di aggiornamento e approfondimento sullo stato dell’arte delle migliori produzioni settoriali “Made in Italy”. Distribuita come biglietto da visita del comparto tecno-lapideo nazionale a tutte le delegazioni italiane o estere, agli operatori specializzati e alle istituzioni che entreranno in contatto con l’Associazione nel corso dell'anno, la Directory 2016 si presenta al pubblico con contenuti che lo rendono un volume prezioso per tutti gli addetti del settore. Anche nella sua edizione di quest'anno l'annuario Associativo contiene il "Dossier marmo e pietre nel mondo", articolo di analisi economica del prof. Carlo Montani che fa il punto sull'andamento del settore a livello mondiale. All'interno della Directory sarà possibile consultare anche il Glossario Tecnologico delle macchine per la lavorazione delle pietre autenticamente naturali, con le definizioni e i termini afferenti alla descrizione delle tecnologie lapidee così come codificati nel corso degli anni a livello internazionale dal mercato nonché dai testi tecnici/normativi di riferimento. A ciò si aggiunge ovviamente una presentazione esaustiva del meglio della produzione aziendale degli Associati e l'elenco completo delle Aziende Aderenti CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE in formato Addresses, completo di logo e recapiti aziendali. Hanno partecipato direttamente a quest'ampia presentazione del "Made in Italy" settoriale - scegliendo di essere presenti come inserzionisti all'interno del Directory 2016 - le seguenti Imprese Associate: A.A.T.C. AND CO. MARMI E GRANITI, ATLAS COPCO STONETEC, BENETTI MACCHINE, C.M.S., CO.FI.PLAST, DELLAS, DIAMANT-D, DIAMANT BOART-HUSQVARNA ITALIA, DONATONI MACCHINE, FILA INDUSTRIA CHIMICA, GMM, INTERMAC DIVISIONE VETRO E MARMO-BIESSE, MARMI GHIRARDI, MARMO MECCANICA, PELLEGRINI MECCANICA, PIETRE SANTAFIORA, PORFIDO F.LLI PEDRETTI, SARDEGNA MARMI, SCHNEIDER ELECTRIC, SIMEC, SORMA, STELLA, SUPER SELVA, T&D ROBOTICS. La Directory 2016 di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE sarà corredata anche quest’anno dal relativo supporto multimediale USB e godrà di una speciale visibilità in tutti i principali mercati internazionali in cui si svolgerà l’attività associativa: India, Brasile, Cina, Turchia, Russia, Emirati Arabi Uniti, Indonesia, Iran, Arabia Saudita, Stati Uniti.

Recently published was the 2016 CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Directory, the association yearbook that is the technical-economic text of reference for the entire techno-stone industry and that has been recognized for some time as one of the most authoritative publications updating and examining the state of the art of one of the finest sectors of the Made in Italy. Distributed as a calling card for the Italian stone and stone technology sector to all Italian and foreign delegations, sector operators and organizations that come into contact with the association throughout the year, the Directory ‘s content makes it a valuable tool for everyone employed in the sector. This year’s edition again contains the “World Stone Report” by Prof. Carlo Montani, an economic article indispensable in keeping abreast of sector trends. The association’s 2016 Directory also contains a Technological Glossary of the machinery and equipment used to quarry and process authentically natural stones, with definitions and terms describing stone technologies as codified internationally over the years by the market and by technical/standardizing texts of reference. To these are naturally added an exhaustive presentation of the top products of member companies and a full list of Confindustria Marmomacchine members in address form, complete with logo. Directly participating in this broad presentation of stone-sector Made in Italy – by choosing to advertise in the 2016 Directory – are the following member companies: A.A.T.C. AND CO. MARMI E GRANITI, ATLAS COPCO STONETEC, BENETTI MACCHINE, C.M.S., CO.FI.PLAST, DELLAS, DIAMANT-D, DIAMANT BOART-HUSQVARNA ITALIA, DONATONI MACCHINE, FILA INDUSTRIA CHIMICA, GMM, INTERMAC DIVISIONE VETRO E MARMO-BIESSE, MARMI GHIRARDI, MARMO MECCANICA, PELLEGRINI MECCANICA, PIETRE SANTAFIORA, PORFIDO F.LLI PEDRETTI, SARDEGNA MARMI, SCHNEIDER ELECTRIC, SIMEC, SORMA, STELLA, SUPER SELVA, T&D ROBOTICS. This year, too, the Directory comes with a multimedia USB flash drive and will enjoy special visibility on all the markets where the association exhibits at tradeshows: India, Brazil, China, Turkey, Russia, the United Arab Emirates, Indonesia, Iran, Saudi Arabia, the United States.

73


SONO 5 MILA LE STARTUP INNOVATIVE IN ITALIA NEL 2015

IRAN: CANCELLAZIONE DEFINITIVA SANZIONI UE

Le start up innovative in Italia hanno ormai sfondato quota 5.000: secondo gli ultimi dati pubblicati sul Registro delle Imprese delle Camere di Commercio, la nuova categoria di aziende introdotta con una legge nel 2012 (alla quale si sono aggiunti negli anni ulteriori provvedimenti legislativi) ha infatti toccato a fine 2015 quota 5.106. Le startup italiane, secondo i dati aggiornati al terzo trimestre 2015, impiegano complessivamente 4.891 persone e hanno 18.677 soci. Nel 2014 il valore della produzione media, calcolato sulle 2.663 startup innovative delle quali si dispone dei bilanci, è risultato pari a 131 mila euro. Le Regioni dove si registra la maggiore presenza sono, rispettivamente, Lombardia (1.090), Emilia Romagna (575), Lazio (495), Veneto (377) e Piemonte (350). Le Province più dinamiche sono Milano (731), Roma (425), Torino (262), Napoli (161) e Bologna (152), con una distribuzione territoriale omogenea tra le quattro macro-aree Nord-Ovest (30,4%), Nord-Est (25%), Centro (21,7%) e Sud (22,9%).

Il 16 gennaio scorso, dopo che l’Agenzia delle nazioni Unite per il riarmo nucleare (AIEA) ha attestato il rispetto da parte dell’Iran degli impegni concordati, ha avuto luogo il cosiddetto “Implementation Day”. Da tale data hanno assunto efficacia le disposizioni già pubblicate in Gazzetta Ufficiale dall'Unione europea per la rimozione di larga parte delle sanzioni esistenti verso il Paese. In particolare, sono venute meno le restrizioni relative ai trasferimenti finanziari e all’attività bancaria (quando non collegate a entità listate o a beni e servizi vietati). Sono decadute le restrizioni per l'import di petrolio greggio e prodotti petroliferi, gas naturale ed altri idrocarburi gassosi e prodotti petrolchimici, nonché quelle relative all’export verso l’Iran di attrezzature, materiali, software e tecnologie relative a prospezione e produzione di greggio e gas naturale, raffinazione di greggio e liquefazione di gas naturale e all’industria petrolchimica. Sono infine decadute le restrizioni relative all’export verso l’Iran di attrezzature e tecnologie navali fondamentali per la costruzione, manutenzione o adattamento di navi/petroliere, per il commercio di oro, metalli preziosi e diamanti e per il trasporto e servizi logistici connessi ai beni precedentemente sottoposti a restrizioni.

IN 2015 ITALY HAD 5,000 INNOVATIVE STARTUPS 74

There are now more than 5,000 innovative startups in Italy. This new category of company, introduced with a 2012 law (supplemented by later legislative measures) reached quota 5106 at the end of 2015, according to the latest data published on the Chambers of Commerce Business Registry. According to figures updated to the third quart of 2015, Italian startups employ a total of 4,891 people and have 18,677 partners. In 2014 the worth of their average revenue, calculated on the 2,663 innovative startups whose financial records are available, was 131,000 euros. The regions with the most startups are, respectively: Lombardy (1,090), Emilia Romagna (575), Lazio (495), Veneto (377) and Piedmont (350). The most dynamic provinces are Milan (731), Rome (425), Turin (262), Naples (161) and Bologna (152), with homogeneous territorial distribution in the country’s four macroareas – northwest (30.4%), northeast (25%), center (21.7%) and south (22.9%).

IRAN: DEFINITIVE REVOCATION OF EU SANCTIONS After the International Atomic Energy Agency (IAEA) attested to Iran’s respect of its nuclear commitments, January 16 was “Implementation Day”, as of which went into effect the measures (already published in the European Union’s Official Gazette) to remove most of the sanctions in force against Iran. In particular, there are no more restrictions on financial transactions and banking activity (unless connected to blacklisted persons or prohibited goods and services). Also revoked were restrictions on importing crude oil and petroleum products, natural gas and other gaseous hydrocarbons and petrochemical products, as well as on selling Iran equipment, materials, software and technologies for prospecting and producing crude oil and natural gas, refining oil and liquefying natural gas and for the petrochemical industry. Finally, there are no longer restrictions on providing Iran with basic naval equipment and technology to build, maintain or adapt ships/tankers, on marketing gold, precious metals and diamonds, and on the transport and logistics services connected with the goods previously under restrictions.


P dotti Prodo tti per il trattamento m o e la prootezione del marmo, granitoo, piettra, ceramica i Produucts for treatment & prottection foor marble, granite, stonees, ceram mics

PROTECTIVES ı POLISSHERS MASTICS ı CLEANERS CLEANEERS C

since 1937,,

Movin ng Elementss www.bellinzoni.com

There’s a lot of work behind Beauty.

Via Emilia, 830 Int. I 55047 Seravezza(Lu) Italy treemme@treemmesrl.eu

Via Tognocchi, 338 55047 Querceta di Seravezza (Lu) Italy landigroup@landi-group.com

TWO COMPANIES, SAME APPROACH: TO GUARANTEE HIGH QUALITY PRODUCTS, FAST DELIVERY AND EXCELLENT CUSTOMER SERVICE.

www.landimarble.it


76

LE 10 MEGALOPOLI MONDIALI A ESPANSIONE RAPIDA

THE WORLD’S 10 FASTEST-GROWING MEGALOPOLISES

Secondo l'ONU le dieci megalopoli (città con più di 10 milioni di abitanti) a più rapida conurbazione sono nell'ordine: Delhi; Shanghai; Mumbai; Dacca; Pechino; Karachi; Lagos; Manila; Guangzhou; Shenzen. Nel dettaglio si prevede che da qui al 2025 ognuna di queste città avrà una crescita media del 2,5% annua della popolazione che porterà Delhi ha raggiungere i 32,9 milioni di abitanti rispetto ai 22,7 attuali (crescita complessiva del 44%); Shanghai passerà dai 20,2 milioni attuali ai 28,4 milioni di abitanti (+40%); Mumbai toccherà i 26,6 milioni crescendo del 35% rispetto ai 19,7 milioni di oggi. Al quarto posto si insedierà Dacca, superando Pechino che è oggi la quarta città più popolosa al mondo, grazie a una crescita del 49% che porterà la capitale del Bangladesh a 22,9 milioni di abitanti rispetto ai 15,4 attuali.

According to the U.N., the ten fastest-growing megalopolises (cities with more than 10 million inhabitants) are, in order of size: New Delhi, Shanghai, Mumbai, Dacca, Beijing, Karachi, Lagos, Manila, Guangzhou and Shenzhen. In detail, it is predicted that from now until 2025 each of these cities will have average population growth of 2.5% annually, which will give New Delhi 32.9 million inhabitants instead of the current 28.4 million (overall growth of 44%). Shanghai will go from today’s 20.2 million to 28.4 million (+40%); Mumbai will reach 26.6 million (35% more than the current 19.7). In fourth place will be Dacca, surpassing Beijing (which today is the world’s fourth most populous city), thanks to growth of 49% that will take the capital of Bangladesh to 22.9 million inhabitants from the 15.4 million it has now.


Laying sy system for floorss and walls QUICK, EASY AN ND INEXPENSIVE

One syystem ffor every need Large sizes, thhin tiles, standard thickneess porcelain, uncalibrated marble m and stone, minimaal seam joint (SLIM line straaps) or 1,2 / 2,0 mm groutt joint (READ DY Useful KITS in PVC suitcase,, ready to usse.

mltsystem.itt – info@mltsystem.it

m mollificio ap puano

w w w.mollificioapuano.com – innfo@mollificioapuano.com

100% MAD D IN ITTA DE ALY

100% MADE IN ITTA ALY


78

CONTINUA LA RISALITA DEI MATERIALI LAPIDEI ITALIANI SUI MERCATI ESTERI: 1,5 MLD IL VALORE DELL'EXPORT NEI PRIMI 9 MESI DEL 2015 (+7,7%)

CONTINUED GROWTH IN EXPORTS OF ITALIAN STONE MATERIALS: REVENUE OF 1.5 BILLION IN THE FIRST 9 MONTHS OF 2015 (+7.7%)

In linea con le rilevazioni statistiche dei precedenti trimestri del 2015, continua il buon trend di crescita delle esportazioni italiane di marmi, graniti, travertini e pietre naturali in genere. Secondo le statistiche ufficiali di settore elaborate dal Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, il dato di export relativo al 3° trimestre 2015 indica infatti che il valore complessivo delle vendite all'estero di prodotti lapidei italiani - comprendendo sia i grezzi che i lavorati - è salito a 1.487,4 milioni di euro, facendo segnare un lusinghiero +7,7% rispetto allo stesso semestre dell'anno precedente (era a +5,8% al giro di boa del 2° trim.). Nello specifico, sono le esportazioni di prodotti lavorati e semilavorati a fare la parte del leone, con vendite per 1.196,5 milioni di euro e una variazione del +8,8% rispetto al periodo gennaiosettembre dello scorso anno. In aumento anche l'export di blocchi (+3,4%), assestatosi sui 290,9 milioni. Relativamente ai paesi di destinazione dei materiali lavorati e semilavorati italiani - quelli a più alto valore aggiunto e che costituiscono circa l'80% del valore totale delle nostre esportazioni - gli Stati Uniti si confermano il mercato di riferimento per le nostre aziende, con 336 milioni di euro di importazioni (+29,4% rispetto al 3° trim. 2014). Restando sul continente nordamericano, il Canada fa invece registrare un leggera diminuzione del-

In line with the figures for previous quarters in 2015, the upward trend continued in Italy’s exports of marbles, granites, travertines and natural stones in general. According to official sector statistics processed by the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center, the export figure for the third quarter of 2015 showed that the overall worth of foreign sales of Italian stone products – both raw and finished – rose to 1,487.4 million euros, gaining a nice 7.7% from the same period the previous year (the gain was of 5.8% at the end of the second quarter). In detail, the lion’s share of exports were finished and semifinished products, with sales worth 1,196.5 million euros and an upswing of 8.8% from last year’s first three quarters. There was also an increase in exports of raw blocks (up 3.4%), amounting to 209.9 million. As for markets for Italian finished and semi-finished stone products – the ones with the highest added value, which account for about 80% of total export revenue – the United States was once again the reference market for Italian stone companies, with 336 million euros in imports (up 29.4% from the third quarters of 2014). Remaining on the North American continent, Canada in-

Export materiali lapidei lavorati e semilavorati italiani Classifica primi 10 Paesi Acquirenti - periodo Gennaio/Settembre 2015 (dati in euro) Exports of Italian finished and semi-finished stone materials Top 10 buyers - January/September 2015 (data in euros) COUNTRY

TOTAL SEPTEMBER 2014

COUNTRY

TOTAL SEPTEMBER 2015

%

POS. 2015

POS. 2014

UNITED STATES

259.792.606

UNITED STATES

336.090.644

29,4

1

1

GERMANY

113.164.075

GERMANY

112.129.083

-0,9

2

2

SWITZERLAND

80.267.058

SWITZERLAND

80.147.482

-0,1

3

3

UNITED ARAB EMIRATES

35.219.903

UNITED ARAB EMIRATES

56.259.417

59,7

4

8

SAUDI ARABIA

51.391.200

SAUDI ARABIA

52.965.114

3,1

5

4

UNITED KINGDOM

50.836.700

UNITED KINGDOM

52.469.467

3,2

6

5

FRANCE

50.559.689

FRANCE

44.623.285

-11,7

7

6

RUSSIA

36.504.422

RUSSIA

38.468.425

5,4

8

7

CANADA

29.095.172

CANADA

27.556.316

-5,3

9

9

10

12

MOROCCO

22.435.207

MOROCCO

27.126.665

20,9

OTHER COUNTRIES

370.655.682

OTHER COUNTRIES

368.674.395

-0,5

1.196.510.293

8,8

TOTAL

1.099.921.714

Source: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE on ISTAT data

TOTAL


l'import di pietre ornamentali dall'Italia (-5,3%), raggiungendo comunque il ragguardevole valore di 27,5 milioni di euro. Tra i paesi europei, rimangono stabili i nostri principali partner commerciali, ossia la Germania (2° buyer assoluto con 112,1 milioni di euro) e la Svizzera (3a con 80,1 milioni), mentre cresce il Regno Unito (52,5 milioni, +3,2%) e arretra la Francia (44,6 milioni, -11,7%). Molto buoni i segnali che arrivano dal medio oriente, con gli Emirati Arabi che sono tornati ad essere la principale destinazione di marmi e graniti lavorati italiani in quest'area, con 56,2 milioni di euro di import (+59,7%), seguiti dall'Arabia Saudita, che conferma le quote di mercato degli ultimi anni (52,9 milioni, +3,1%). Si segnala infine - nonostante le tensioni internazionali e la svalutazione del rublo - il buon andamento delle nostre esportazioni settoriali verso il mercato russo (38,4 milioni, +5,4%) e la forte crescita del Marocco (27,1 milioni, +20,9%). Per quanto riguarda l'export di materiali grezzi, la Cina rimane il nostro principale mercato di sbocco, con 84,7 milioni di euro di importazioni di blocchi italiani (eguagliando in pratica i valori del 3° trim. dello scorso anno), ma si segnala la forte crescita dell'India (+27,7%), secondo buyer con 63 milioni. Da questi numeri emerge chiaramente come i due giganti asiatici abbiano assorbito da soli circa della metà delle nostre esportazioni di pietre ornamentali non lavorate. Di segno positivo, infine, anche l'import lapideo totale italiano, che nei primi 9 mesi del 2015 è cresciuto del 7%, per un valore di 324,1 milioni di euro, dei quali 236,3 milioni di grezzi.

stead imported fewer ornamental stones from Italy (down 5.3%), but in any case made purchases worth a respectable 27.5 million. Among European countries, remaining stable were Italy’s main stone business partners: Germany (the number two buyer with 112.1 million) and Switzerland (third with 80.1 million), while there was growth in the United Kingdom (52.5 million, up 3.2%) and a decrease of 11.7% in France (44.6 million). Very good signs came from the Middle East, with the United Arab Emirates returning to being main destination for Italian stone in this area (56.1 million in imports, up 59.7%), followed by Saudi Arabia, confirming its recent market shares (52.9 million, +3.1%). Finally, in spite of international tensions and devaluation of the ruble, there were exports worth 38.4 million (up 5.4%) to Russia, and heavy growth in Morocco (29.1 million, up 20.9%). Where exports of raw materials were concerned, China remains Italy’s leading market, spending 84.7 million euros on stone in blocks (practically the same as in the third quarter in 2014), but there was heavy growth in exports to India (+27.7%), second buyer with 63 million in purchases. From these figures it is clear that these two Asian giants by themselves accounted for about half of Italy’s exports of raw ornamental stone. Finally, Italy’s imports of stone increased, in the first 9 months of 2015 by 7% for worth of 324.1 million euros, 236.3 million of them spent on raw materials.

79


STATI UNITI: IN CRESCITA ANTICICLICA IL COMPARTO RESIDENZIALE

80

UNITED STATES: THE HOUSING SECTOR IN ANTI-CYCLIC GROWTH

Secondo dati Confindustria, nonostante il ritmo di crescita dell’economia USA abbia rallentato bruscamente nel quarto trimestre 2015 (+ 0,7%, dopo +2,0% nel terzo, dati trimestrali annualizzati) sono comunque aumentati gli investimenti in costruzioni residenziali. Una notizia positiva per un settore come il nostro che trova negli USA il principale sbocco sia per i prodotti lapidei che per le tecnologie di estrazione e lavorazione, A zavorrare l'economia USA sono stati soprattutto il calo dei consumi e la contrazione degli investimenti non residenziali, per i tagli effettuati nel settore energetico ed estrattivo in conseguenza del crollo dei prezzi del petrolio. Significativamente negativi sono stati i contributi alla crescita sia della variazione delle scorte (-0,45 punti percentuali) sia del settore estero (-0,47), per la riduzione delle esportazioni causata dal dollaro forte e dal rallentamento delle economie emergenti. A inizio 2016 è diminuita l’attività nel manifatturiero dove però sono tornati a crescere gli ordini interni, e ha rallentato sensibilmente l’espansione nel terziario.

According to Confindustria, although the US economy’s growth rate brusquely slowed down un the last quarter of 2015 (+0.7% after +2% in the third, quarterly figures annualized) there were in any case increased investments in housing. Good news for a sector like ours since the US is the main market for stone products as well as stone technology. Weighing on the American economy were primarily drops in purchases and in non-residential property investments along with cuts made in the energy and extraction sectors due to the collapse of oil prices. Slowing down growth significantly were variations in amounts stocked (-0.45%) and in exports (-0.47%) due to the strong dollar and to slowdowns in emerging countries. In early 2016 manufacturing decreased, although domestic orders were growing again, and services sector expansion slowed down quite considerably.

SIMEST: AL VIA LA DIGITALIZZAZIONE PER L’ACCESSO AI FINANZIAMENTI AGEVOLATI

SIMEST: GOING DIGITAL FOR ACCESS TO FACILITATED FINANCING

Da oggi è possibile inviare via PEC a SIMEST le domande per i finanziamenti agevolati a valere sul Fondo 394/81 con firma digitale del Legale rappresentante. Questa novità rientra nel processo più ampio avviato da SIMEST che porterà in breve alla digitalizzazione di tutta la procedura per l’accesso ai fondi agevolativi gestiti dalla Società. La novità riguarda i seguenti interventi: programmi di inserimento sui mercati esteri; studi di prefattibilità, fattibilità e assistenza tecnica; patrimonializzazione per le PMI esportatrici; prima partecipazione a fiere e mostre. Tra le principali semplificazioni per facilitare le aziende nella presentazione delle domande di finanziamento: il modulo per la domanda diventa un “documento unico” senza più allegati; non verranno più richiesti, salvo casi particolari, l’informativa di bilancio e la visura camerale che saranno acquisiti direttamente da SIMEST attraverso provider esterni certificati; è stato inoltre predisposto un format a compilazione guidata sulla presentazione della propria azienda, sul programma da realizzare e sulle voci di spesa preventivate.

It is now possible send a certified e-mail to SIMEST to apply for facilitated financing drawing on the 394/81 Fund, digitally signed by the company’s legal representative. This new possibility is part of a broader process SIMEST has begun that will quickly lead to computerizing the entire process of accessing the facilitated funding the company manages. What’s new concerns the following: foreign market insertion programs; pre-feasibility, feasibility and technical assistance studies; capitalization for exporter SME; initial participations in tradeshows and exhibits. Among the main simplifications to help companies apply for financing are: the application form becomes a single document no longer requiring enclosures; except in particular cases, there will be no more requests for financial records and chamber of commerce registry, which SIMET will acquire directly from certified external providers; in addition, a guided compilation format has been devised for company presentation, the program to create and headings for estimated expenses.


CATEGORIA MACCHINE E BENI STRUMENTALI: LA VERA TIGRE DELL’EXPORT ITALIANO

THE MACHINERY AND INSTRUMENTAL GOODS CATEGORY: THE REAL TIGER OF ITALIAN EXPORTS

La percezione del Made in Italy, all’estero come in Italia, è ancora legata ai prodotti del settore agroalimentare ma in realtà, questa parte del Made in Italy, seppure importante, vale il 7% del nostro export: la vera Italia nel mondo sono i nostri macchinari, che valgono 74 miliardi di euro, quasi tre volte tanto. Secondo le previsioni SACE, l’export di macchinari italiani crescerà del 5% l’anno fino al 2018, raggiungendo i 90 miliardi. Se promuovessimo queste industrie come stiamo facendo per i prodotti a valle, ad esempio gli alimentari e le bevande, otterremmo nei 4 anni 12 miliardi di euro di export in più. I principali importatori mondiali di beni strumentali sono: Stati Uniti, Cina, Germania, Regno Unito, Francia, Messico, Thailandia, Turchia, Arabia Saudita e Polonia.

Perception of the Made in Italy, abroad and at home, is still tied to the food & produce sector but in reality this part of the Italian-made, while important, accounts for only 7% of Italian exports: the real Italy worldwide is its machines, worth 74 billion euros, almost three times that of food & produce. According to SACE predictions, exports of Italian machinery will grow 5% a year until 2018, reaching revenue of 90 billion. If we promoted these industries like we promote downstream products such as food and beverages, in 4 years we would have 12 billion euros more in exports. The world’s biggest importers of instrument goods are: the United States, China, Germany, the United Kingdom, Thailand, Turkey, Saudi Arabia and Poland.

INDAGINE CONFINDUSTRIA SUL MERCATO DEL LAVORO

CONFINDUSTRIA JOB MARKET SURVEY

Contratti aziendali per il 63,5% dei lavoratori delle imprese industriali associate a Confindustria e rilancio dei contratti a tempo determinato grazie a Jobs Act e sgravi contributivi: sono questi i dati principali che emergono dall'indagine sul mondo del lavoro 2014 prodotta dal Centro Studi Confindustria. Un’impresa su tre inoltre offre servizi di welfare che impattano sul cinquanta per cento dei lavoratori.un lavoratore su due. Nel dettaglio il 60,1% della forza lavoro delle imprese associate a Confindustria ha un contratto di secondo livello che prevede l’erogazione di premi variabili collettivi, che nelle imprese con 16-99 dipendenti riguarda il 39,5% dei lavoratori e il 77,4% in quelle con 100 e più addetti. Le nuove disposizioni in materia di welfare aziendale inserite dal Disegno di Legge di Stabilità 2016, prevedono che le opere e i servizi di utilità sociale non concorrano a formare il reddito imponibile del dipendente anche nei casi in cui siano erogati in ragione di accordi contrattuali e non solo a seguito di decisione unilaterale del datore di lavoro. Ciò comporterà importanti vantaggi fiscali e amplierà sostanzialmente il ventaglio di opzioni disponibili per la contrattazione di secondo livello, che viene incentivata dallo stesso DLS stanziando 521milioni per la detassazione dei premi variabili legati a incrementi di produttività. Nel 2015 l'attuazione del Jobs Act e gli sgravi contributivi hanno invertito il trend di aumento dei contratti a tempo determinato partito nel 2014, favorendo i contratti a tempo indeterminato.

Company contracts for 63.5% of employees at manufacturing companies belonging to Confindustria and a re-launch of fixed-period contracts thanks to the Jobs Act, plus lower social security contributions: these are the main items emerging from the 2014 job market survey conducted by the Confindustria Studies Center. One company in three also offers welfare services that have impact on fifty percent of employees – one in two. In detail, 60.1% of the work force in companies belonging to Confindustria has a second-level contract that foresees the awarding of various collective bonuses, which in companies with 16 to 99 employees regards 39.5% of them and 77.4% of them in companies with a hundred and more. The new corporate welfare measures included in the 2016 Stability Law bill foresee that works and services of social utility be excluded from the taxable income of an employee even when they are provided by contract agreements and not in pursuance to a unilateral decision by the employer. This will lead to big tax advantages and basically enlarge the range of options available for second-level bargaining, which is incentivized by the law itself, allocating 521 million euros for the de-taxation of variable bonuses tied to production increments. In 2015 implementation of the Jobs Act and reduced contributions reversed the growing trend in fixed-period contracts seen in 2014, favoring open-ended job contracts.

81


PREZZI DELLE ABITAZIONI: TENDENZE E PREVISIONI Secondo i dati Istat relativi all’andamento del mercato immobiliare, nel terzo trimestre 2015 l'indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie sia per fini abitativi sia per investimento è aumento dello 0,2%. L'aumento è stato indotto dal rialzo dei prezzi delle abitazioni nuove (+1,4%), mentre per le abitazioni esistenti si registra un lievissimo calo (-0,1%). È il primo incremento su base congiunturale dopo quattro anni. La diminuzione su base annua dell'indice generale dei prezzi delle abitazioni, pur confermandosi, continua in tal modo a ridimensionarsi (-2,3% dal -2,9% del 2° trimestre) grazie al contributo dei prezzi sia delle abitazioni nuove (-0,5% dal -1,6% dei 3 mesi precedenti) sia di quelle esistenti (-2,9% da -3,3%). Questi elementi si inseriscono in un più generale quadro di ripresa del mercato immobiliare residenziale in termini di numero di compravendite (+10,8% su base annua a settembre 2015, secondo l'Osservatorio del Mercato Immobiliare dell'Agenzia delle Entrate). Le previsioni per il 2016 sono pertanto improntate ad una stazionarietà dei prezzi delle abitazioni, mentre per il 2017 è previsto un aumento dell’1,6%.

82

NOVITÀ INAIL: SCADENZA TERMINE DENUNCE INFORTUNIO DI SABATO In una recente nota l’INAIL ha ribadito che il sabato è considerato normale giornata feriale ai fini del calcolo della scadenza di denuncia di infortunio e di malattia professionale. In riferimento alla “scadenza” per effettuare la denuncia di infortunio l'Istituto precisa che: “… se trattasi di giorno festivo essa slitta al primo giorno successivo non festivo. Nei casi di lavoro settimanale articolato su cinque giorni lavorativi, il sabato verrà considerato normale giornata feriale.” L’INAIL, infatti, non ha ritenuto opportuno estendere alla materia delle denunce di infortunio la disposizione espressamente prevista in caso di adempimenti fiscali, in cui qualora un termine scada di sabato (o festivo) il pagamento può essere effettuato il primo giorno lavorativo successivo. Con riferimento alle denunce di eventi professionali, l’INAIL ribadisce quindi la necessità da parte dell’Istituto di procedere con l’istruttoria nel più breve tempo possibile.

HOUSING PRICES: TRENDS AND FORECASTS According to ISTAT data on the real estate market, in the third quarter of 2015 the price index for housing (IPAG) that families purchase either to live in or as an investment grew by 0.2% This was due to a rise in new-home prices (+1.4%) while for the existent there was a slight drop (-0.1%). This was the first increment in housing prices on an economic trend basis in four years. The decrease on an annual basis of the general housing price index, while still ongoing, continues to lessen (-2.3% from -2.9% in the second quarter) thanks to prices for new homes (-0.5% from -1.6% in the previous three months) and for the existent (-2.9% from 3.3%). These elements form part of a more general picture of an uptake on the residential real estate market in terms of sales (up 10% on an annual basis in September 2015, according to the internal revenue service’s realty observatory). Predictions for this year are therefore for stationary housing prices, while in 2017 they should increase by 1.6%.

INAIL: SATURDAY CONSIDERED A WORKDAY In a recent note INAIL (the national institute for worksite injury insurance) has reiterated that Saturday is considered a normal workday for the purpose of calculating due dates for reporting workplace injury or sick leave. We remind readers that, in reference to “due dates” for reporting accident or illness: “… if it is a Sunday or holiday the date moves to the first subsequent workday. In the case of a five-day work week, Saturday is considered a normal workday”. In fact, INAIL did not consider it opportune to extend to accident reports what is foreseen for fiscal obligations, where if a due date falls on a Saturday (or Sunday or holiday) payment must be made the first subsequent workday. So with reference to workplace injury or sick leave, INAIL reiterates that the institute must proceed with investigating in the shortest time possible.


PENTAWIRE 5 A.T. Con cinque fili può tagliare tutta la gamma di spessori compresi tra 2 e 12 cm, è anche possibile tagliare contemporaneamente cinque lastre diverse tra loro. La variazione dei singoli spessori è meccanizzata e richiede solo pochi minuti. Using five wires is possible to cut all the thicknesses range between 2 and 12 cm, it’s also possible cut in the same shot five different slabs. Only few minutes are necessary to change thicknesses, thanks to a special mechanized device.

POLYWIRE 9/9 ROBOT L’unico multifilo che permette, grazie ad uno speciale software, di tagliare contemporaneamente 9 archi di uguale raggio nel campo di spessori compreso tra 2 e 7cm; naturalmente nello stesso campo è anche possibile tagliare 9 lastre piane con spessori uguali o diversi tra loro. The only multiwire able, thanks to a special software, to cut on the same time 9 arcs with equal radius, having thickness between 2 to 7 cm. It’s obviously possible to cut on the a.m. range flat slabs, even with different thicknesses on the same shot.


OLTRE 20 MLD DI EXPORT IN NORD AFRICA E MEDIO ORIENTE PER LE IMPRESE ITALIANE

COSTRUZIONI/ITALIA: PRODUZIONE IN RECUPERO NEL 4° TRIM. 2015

Nel 2015 le esportazioni italiane verso il Nord Africa hanno superato i 12 miliardi di euro, mentre nei paesi mediorientali hanno raggiunto gli 11 miliardi (dati Joint Italian Arab Chamber). In generale, l'area MENA (Medio Oriente e Nord Africa) rappresenta oggi un mercato che vale oltre il 6% delle esportazioni italiane totali di beni, e le previsioni per il prossimo biennio indicano una crescita media del nostro export rispettivamente del +5,3% per l'area mediorientale e del 4,4% per il Nord Africa. Tra i settori trainanti di questa regione vi è quello delle infrastrutture e dell'edilizia, la cui crescita potrebbero fornire ulteriore slancio all'importazione dall'Italia di materiali da costruzione e macchinari, e tra questi le macchine e attrezzature lavorazione marmo. Secondo le ultime statistiche disponibili elaborate dal Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, nei primi 9 mesi del 2014 le nostre esportazioni di tecnologie lapidee nell'area MENA hanno raggiunto i 160 milioni di euro, con una crescita del +6,8% rispetto allo stesso periodo 2014.

A novembre la produzione nel comparto delle costruzioni in Italia è aumentata del 2,9% su ottobre, quando era diminuita dello 0,2% su settembre. Nonostante le forti oscillazioni mensili, nella media del quarto trimestre 2015 la variazione acquisita (cioè nell’ipotesi che in dicembre l’attività ristagni) è del +1,1%. Secondo il Centro Studi Confindustria si tratterebbe del primo incremento dopo ben 9 trimestri in calo. Cauto ottimismo anche per gli imprenditori del settore: a fine 2015 l’indice di fiducia ISTAT, pur se in lieve peggioramento, si è attestato sui livelli più elevati dall’inizio della crisi. Secondo un'indagine Banca d’Italia-Tecnoborsa, sono favorevoli anche le prospettive degli agenti immobiliari sull’andamento del mercato delle case, sia a fine anno sia a inizio 2016. Si tratta di indicazioni che confermerebbero il trend positivo già emerso nel terzo trimestre, con le compravendite di abitazioni in crescita del 2,5% e i prezzi delle abitazioni in aumento per la prima volta in quattro anni (+0,2%).

84

ITALIAN EXPORTS TO NORTH AFRICA AND THE MIDDLE EAST WORTH MORE THAN 20 BILLION In 2015 Italy’s exports to North Africa had revenue of more than 12 billion euros, while on Middle East markets they reached 11 billion (figures furnished by the Joint Italian Arab Chamber). In general, the MENA (Middle East and North Africa) region now accounts for more than 6% of total Italian goods exports and forecasts indicate average growth for Italian exports in the 2016-2018 period of, respectively, 5.3% to the Middle East and 4.4% to North Africa. Among locomotive sectors in this region are infrastructure and building, whose growth could give further impetus to importing Italian building materials and machinery, including stone-working machinery and equipment. According to the latest statistics processed by the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center, in the first two months of 2015 exports of Italian stone technology to the MENA region were worth 160 million euros, up 6.8% from the same period in 2014.

ITALIAN BUILDING: WORK REBOUNDED IN THE 4TH QUARTER OF 2015 In November construction work in Italy increased 2.9% from October, when it had dipped 0.2% from September. In spite of the heavy monthly variations, on average in the fourth quarter of 2015 the acquired variation (that is, in the prospect of a slump in December) should be +1.1%. According to the Confindustria Marmomacchine Studies Center, this would be the first increase after 9 quarters in decline. There was also cautious optimism among sector business people: at the end of 2015 the ISTAT confidence index, while slightly worsening, was at its highest levels since the recession began. According to a Banca d'Italia-Tecnoborsa survey, real estate agents were more confident about housing market trends in late 2015-early 2016, trends that would confirm the uptake seen in the third quarter of 2015, with home sales up by 2.5% and home prices rising for the first time in four years (up 0.2%).


AXCO

transforms stones into master pieces

Contouring & milling machine with 5 or more interpolated axis for complex architectural stone jobs. The sturdiness of its structural parts guarantee high precision and long life performances even with hard stone.

view AXCO at Marmomacc Verona 30 Sept. - 01 Oct. 2015 Hall 2, Booth B9

www.marchettigroup.it

Since 1983 The Italian point of reference Distanziali, Molle, Pressatori, Giunzioni, Cavi di Acciaio, Banchi montaggio, Presse idrauliche, Presse manuali, Cesoie, Cunei spaccaroccia, Cuscini, Pompe, Volani, Gomme, Corone, Placchette.

Spacers, Springs, Crimps, Joints, Wire Ropes, Assembling desks, Hydraulic presses, Hand presses, Shears cutters, Splitting wedges, Hydrobags airbags, Flywheels, Rubbers, Drilling crowns, Inserts.

Utensili ed accessori per ďŹ lo diamantato Tool and accessories for diamond wire saw

www.palmerio.com - info@palmerio.com


86

EGITTO: MISURE RESTRITTIVE PER LE IMPRESE ESPORTATRICI

EGYPT: RESTRICTIVE MEASURES FOR EXPORTER COMPANIES

Il Governo egiziano ha recentemente varato alcune misure protezionistiche che potrebbero avere risvolti negativi per le nostre imprese che esportano in tale mercato. Si tratta in particolare dell’introduzione di una normativa che entrerà in vigore il prossimo 1° marzo (Decreto 992/2015 e Decreto 43/2016) e che riguarda l'obbligo, per le imprese che vogliono esportare sul mercato egiziano determinati prodotti di registrarsi presso la General Organization for Export and Import Control. Tale registrazione potrà avvenire presentando una serie di documenti che attestino, tra l'altro, la proprietà del marchio e alcune certificazioni di compliance dell'azienda a standard ambientali e del lavoro internazionali. Tra i settori interessati da tale provvedimento stando alla lista di codici doganali citati paiono inclusi anche i prodotti lavorati in marmo, granito e pietra. Le disposizioni si profilano come un ingiustificato aggravio burocratico per i nostri esportatori e si configurano come barriere non tariffarie anche ai sensi della regolamentazione multilaterale, nonché in contrasto con l'Accordo di Associazione UE-Egitto. A tale ultimo riguardo, Confindustria ha già sollevato la questione ai più alti livelli in sede europea. Per ulteriori informazioni: direzione@assomarmomacchine.com

The Egyptian government recently launched a number of protectionist measures that could have negative impact on Italian companies selling to that market. In particular there is a regulation that will go into effect this March 1 (Decrees 992/2015 and 43/2016) making it compulsory for companies wanting to export certain products to the Egyptian market to register with the General Organization for Export and Import Control. Registration entails presenting a set of documents that among other things attest to brand ownership and include certification of the company’s compliance with environmental and international labor standards. According to the list of customs codes cited, the sectors involved include products in marble, granite and other stones. These regulations look like an unjustified bureaucratic burden for Italian exporters and also like a non-tariff barrier even according to multilateral regulations, as well as being in conflict with the EU-Egypt Association Accord. Confindustria has already brought the issue to the attention of the highest levels of the EU. For more information: direzione@assomarmomacchine.com

A CESENA UN PIANO DI SOCIAL HOUSING DA 53 MILIONI

IN CESENA A 53-MILLION EURO SOCIAL HOUSING PLAN

Per rispondere all'emergenza abitativa, il Comune di Cesena ha dato il via a un grande progetto di social housing. In una nota ufficiale il comune romagnolo specifica che l'intervento interessa il quartiere Novello, un'area di circa 27 ettari (collocata tra la stazione ferroviaria, la zona Vigne e l'ex mercato ortofrutticolo), con 31.020 mq di superficie utile lorda. Il progetto prevede la realizzazione di circa 340 appartamenti la cui dimensione media sarà di circa 75 mq. L'iniziativa di Cesena rientra in un più ampio processo a livello nazionale, che ha visto negli ultimi anni la nascita di numerosi programmi di social housing. In questo momento sono infatti attivi 220 progetti, distribuiti su molte regioni, per un totale di circa 15.000 alloggi previsti. Rimanendo solo all'Emilia Romagna, oltre al progetto "Novello" si contano progetti avviati a Parma (852 alloggi) e Bologna (333 alloggi). Ma anche in Lombardia (2.875 alloggi), Liguria (746 alloggi) e Trentino Alto Adige (500 alloggi).

To respond to a severe housing shortage, the City of Cesana has planned a big social housing project. In an official note the Romagna city specified that the work will concern the Novello district, an area of about 27 hectares (some 67 acres), located between the railway station, the Vigne zone and the former fruit and vegetable market; the tract has 31,020 usable square meters. The project foresees building about 340 subsidized apartments, whose average size will be 75 square meters. The Cesena project is part of a broader one nationwide, which in recent years saw the creation of numerous social housing developments. Currently, in fact, there are 220 projects underway, distributed over many regions, for a total of about 15,000 units expected. In just Emilia Romagna, in addition to the Novello project there are others in Parma (852 units) and Bologna (333). And in Lombardy there are projects for 2,875 units, in Liguria for 746 and in Trentino Alto-Adige for 500.


FRANCIA: FONDO PER LA COSTRUZIONE DI ALLOGGI POPOLARI

FRANCE: A FUND FOR SOCIAL HOUSING CONSTRUCTION

Il Ministero dell’Alloggio transalpino in un recente comunicato ha dichiarato che nel 2015 è stata finanziata la costruzione di circa 109.000 alloggi sociali, una cifra in leggero aumento rispetto al 2014 (+2,3%). Se si includono anche gli alloggi costruiti nei Dipartimenti d’Oltre Mare, il numero di nuovi alloggi realizzati nel corso dell'anno sale a 125.000 unità. Per 2016 il Ministro dell’Alloggio, Sylvia Pinel, ha annunciato la creazione di un Fondo nazionale di aiuto del valore di 500 milioni di euro che permetterà di sostenere l’attività del settore assieme allo Stato, agli organismi di gestione degli alloggi popolari, alle collettività territoriali e al Parlamento.

In a recent communiqué the French Housing Ministry declared that in 2015 it had funded the building of some 109,000 social housing units, a 2.3% increase from 2014. And if the units built in overseas departments are included, the number rises to 125,000. For 2016 the Housing Minister, Sylvia Pinei, announced the creation of a 500 million euro national aid fund that will make it possible to sustain sector work together with the state, subsidized housing boards, territorial associations and parliament.

USA: SVILUPPO EDILIZIO IN CERCA DI LAVORO SPECIALIZZATO

USA CONSTRUCTION PROJECTS SUFFER FROM SHORTAGE OF SKILLED TRADES

L'esempio di Tampa è significativo per descrivere quanto stia accadendo nel settore delle costruzioni a stelle e strisce. Secondo una notizia diffusa da ICE Miami, sui tavoli da disegno degli studi dei contractors dell'area di Tampa e St. Petersburg ci sono più di una dozzina di progetti di grattacieli e progetti residenziali di media grandezza pronti a partire, così come sono elevati i segnali di ripresa e sviluppo del settore in tutta l'area, dal miliardo di dollari previsto per la riqualificazione del Tampa International Airport al piano di development di 1,7 miliardi di dollari della Port Tampa Bay a Channelside. Ma la forte preoccupazione degli addetti ai lavori è chi costruirà fisicamente tutte queste torri residenziali, edifici ad uso uffici e siti retail. Ciò che sta affliggendo l'industria delle costruzioni americana non è infatti l'assenza di progetti o investimenti ma la carenza di operai edili specializzati e artigiani qualificati sui cantieri a stelle e strisce. Una carenza di manodopera all'altezza della situazione che negli Stati Uniti sta diventando strutturale. L'industria e le imprese stanno assumendo in modo massiccio ma ciò che si evidenzia dagli operatori è che spesso le aziende non riescono a trovare le figure professionali che cercano, adeguatamente formate e preparate. Per questo l'industria sta individuando una strategia di risposta a questa situazione che si basa in particolare su tre aspetti: il rafforzamento dei canali di assunzione e recruiting; porre la formazione tecnica tra le priorità del sistema scolastico e modificare la percezione negativa che l'opinione pubblica ha del lavoro nell'industria delle costruzioni. Secondo il centro statistico del lavoro, oggi la paga media di un operaio edile negli USA è di 37.000 dollari.

There are more than a dozen high-rise or mid-rise residential projects on drawing boards in the downtown Tampa area. At least three more are in the works in downtown St. Petersburg. Tampa International Airport is in the second year of a $1 billion overhaul. Lightning owner Jeff Vinik's project calls for $2 billion in mixed-use construction over a decade. Port Tampa Bay last year unveiled plans for a $1.7 billion mixed-use project at Channelside. A big question is beginning to haunt those in the real estate development and construction industries: Who is going to build all those residential towers, office buildings and retail sites? With construction activity rejuvenated after the crippling recession, an acute shortage of skilled workers is plaguing the industry, and is only expected to get worse. The industry is hiring people at quite a strong clip, but at the same time, contractors are saying they can't find the folks with the skills they want, said Ken Simonson , chief economist at Associated General Contractors of America. In response, the industry is focusing on reinvigorating the pipeline for recruiting and preparing new workers with a three-pronged strategy: to make career and technical education a priority in high schools; to shift the public's negative perception about careers in the construction industry; and to provide a path from ambition to training to job placement. The Bureau of Labor Statistics puts the average wage for construction occupations in Florida at $37,000 , using 2014 figures.

87


88

SI RAFFORZANO I RAPPORTI CON LA IRAN STONE ASSOCIATION

RELATIONS WITH THE IRAN STONE ASSOCIATION STRENGTHENED

Si rafforzano e intensificano i rapporti tra Confindustria Marmomacchine e la Iran Stone Association. Dopo il memorandum of understanding firmato lo scorso novembre, infatti, l’Associazione italiana nella persona del suo Presidente On. con Delega ai Rapporti Istituzionali, Flavio Marabelli, è stata invitata a partecipare a un forum svoltosi a Teheran lo scorso gennaio e dedicato ai possibili sviluppi di cooperazione industriale nel settore marmifero. Nell’agenda dell’evento una serie di relazioni dei principali esponenti del comparto locale e l’intervento da parte italiana per delineare i prossimi passaggi operativi di implementazione dell’accordo. Un accordo che – riprendendo quanto già pubblicato su queste pagine – comprende molte iniziative tra cui la realizzazione di una serie di attività di assistenza tecnico-scientifica e di formazione rivolte sia a tecnici universitari e dirigenti e managers di aziende private iraniane e sia alle maestranze iraniane nel campo dell’estrazione, lavorazione e installazione nel settore dell’industria lapidea sostenibile. Un programma da realizzarsi secondo modalità e tempistiche da definirsi attraverso un preciso frame-work operativo finalizzato a consentire alle parti di condividere e gestire in totale partnership e sinergia il progetto di cooperazione, mettendo a disposizione know-how, supporti logistici, esperienze, competenze e tecnologie al fine di realizzare quanto previsto dal programma e verificare la sussistenza di condizioni per realizzare un Centro italo-iraniano in territorio iraniano con specifica competenza nel settore delle pietre naturali nel mutuo interesse delle imprese dei due paesi.

Relations between Confindustria Marmomacchine and the Iran Stone Association have strengthened and intensified. In fact, after the memorandum of understanding signed in November, the Italian association, in the person of Flavio Marabelli, its Honorary President in charge of official relations, was invited to take part in a forum held in Tehran in January devoted to possible ways of developing industrial cooperation in the stone sector. On the event’s agenda were reports by the main exponents of the Iranian stone sector and a speech on the Italian side to delineate upcoming operational steps to implement the agreement. An agreement that – repeating what was already published in these pages – covers many undertakings, including technical-scientific assistance work and higher education for both university specialists and managers and executives of private Iranian stone companies and training for laborers, teaching them to sustainably extract, process and install stone materials. A program to be created according to ways and times to be defined in a precise operational framework finalized at enabling the parties to share in and manage the cooperation project in total partnership and synergy, making available know-how, logistic support, experience, skills and technologies to fulfill what the project envisions and verify the existence of the right conditions for setting up an Italian-Iranian Center in Iran with specific expertise in the natural stone sector, in the mutual interests of companies in both countries.

ARABIA SAUDITA: S&P’S ABBASSA IL RATING

SAUDI ARABIA: S&P’S LOWERS ITS RATING

S&P’s ha tagliato il rating sovrano dell’Arabia Saudita da A+ ad A-, con outlook stabile. Il downgrade è conseguenza del calo dei prezzi petroliferi, di cui Riad è il principale produttore a livello mondiale. L’outlook stabile assegnato al Paese riflette la visione di S&P’s che il governo adotterà delle misure per prevenire un ulteriore deterioramento della posizione fiscale. L’Arabia Saudita è uno dei principali buyers settoriali. Analizzando l’export dei primi undici mesi 2015 pare aver tenuto quello di prodotti lavorati in marmo e pietra che hanno superato i 62 milioni di euro (+1,2%), mentre sono in affanno le esportazioni di macchine e tecnologie, con 20.788.301 di euro esportati in calo del 18,7% rispetto allo stesso periodo 2014.

Standard & Poor’s has cut Saudi Arabia’s rating from A+ to A-, with a stable outlook. The downgrade is the consequence of the drop in the price of oil, of which the country is the world’s main producer. The stable outlook given Saudi Arabia reflects S&P’s view that the government will take steps to prevent a further deterioration in its fiscal position. Saudi Arabia is one of the stone sector’s major buyers. Looking at exports for the first eleven months of 2015 reveals that sales of marble and stone products held steady, surpassing worth of 62 million euros (+1.2%), while machinery and technology were struggling, with revenue of 20,788,301 euros, a drop of 18.7% from the same period in 2014.


90

FOCUS KAZAKHSTAN: RIPENSARE L’ECONOMIA DEL FUTURO

FOCUS KAZAKHSTAN: RETHINKING ITS FUTURE ECONOMY

Il Kazakhstan è uno dei paesi colpiti dal deprezzamento del petrolio. Le ultime stime rilasciate dalla Banca Mondiale, infatti, dicono che il Kazakhstan dovrebbe crescere solo dell’1,1% nel 2016 e del 3,3% nel 2017. Previsioni, queste, riviste al ribasso rispetto alle proiezioni iniziali. Si tratta di notizie che giungono in un contesto non confortante, come confermato dal brusco rallentamento della crescita del PIL nell’anno appena passato, in cui il Paese centroasiatico è cresciuto “solo” dell’1,2% ed è stato costretto a rivedere i conti del bilancio statale. Ma il governo kazako non sta a guardare e proprio il 2015 è stato il primo anno di implementazione della nuova politica economica “Nurly Zhol” (“La via verso il futuro”) per gli anni 2015-2019. La nuova politica economica si propone di affrontare il peggioramento delle condizioni economiche attraverso un programma finanziato dallo Stato per circa 9 miliardi di dollari e dalle istituzioni finanziarie internazionali per altrettanti 9 miliardi. Obiettivo del programma Nurly Zhol è quello di fungere da stimolo per l’economia e, contemporaneamente, consentire un avanzamento dei piani di sviluppo di medio-lungo periodo elaborati negli ultimi anni. Le misure previste nella nuova politica economica possono essere catalogate nell’ambito di diverse aree, ma una delle principali riguarda essenzialmente la realizzazione di infrastrutture legate al sociale e al settore edilizio. Il Programma Statale per lo Sviluppo Infrastrutturale “Nurly Zhol” per gli anni 2015-2019 ha previsto infatti la costruzione di nuovi appartamenti per un totale di circa 1,4 milioni di metri quadrati. Nel 2015 sono già stati realizzati lavori per circa 11 mila nuovi alloggi, in particolare nei principali centri urbani, laddove la questione abitativa è divenuta sempre più pressante. Altri investimenti saranno effettuati per la realizzazione di tutte le infrastrutture urbanistiche necessarie e l’acquisto di altri appartamenti che lo Stato affitterà a prezzi agevolati. Tra gli impegni più rilevanti ci sono anche quelli relativi alla costruzione di nuovi edifici scolastici, dalle scuole dell’infanzia agli istituti di ricerca più avanzati. Per maggiori approfondimenti si veda anche il sito: http://www.eurasianbusinnessdispatch.com/

Kazakhstan is one of the countries hit by plummeting oil prices. In fact, the latest World Bank estimates say that Kazakhstan will have growth of only 1.1% in 2016 and 3.3% in 2017, predictions that have been downsized from the initial forecasts. This is news that comes in a hardly comforting context, as confirmed by the brusque slowdown in GDP growth last year, when the Central Asian country grew by “only” 1.2% and was forced to revise government spending. But the Kazakh government is not sitting on its hands and precisely 2015 was the first year of implementation of its new economic policy, “Nurly Zhol” (“The Road to the Future”) for the years 2015-2019. This new policy is intended to deal with the worsening of economic conditions by means of a program financed by the state for about $9 billion and by international banks for an equal amount. The aim of the Nurly Zhol program is to stimulate the economy and at the same time permit progress in the middle-to-long-term development plans drafted in recent years. The measures foreseen in the new economic policy can be catalogued in the ambit of various areas but one of the main ones essentially regards constructing infrastructure tied to the social and building sectors. For 2015-2019 the Nurly Zhol governmental program for infrastructure development foresees the construction of new apartments for a total of something like 1.4 million square meters. In 2015 about 11,000 new housing units had been built, in particular in the largest towns, where the housing issue is increasingly an urgent one. Other investments will be made in building all the urban infrastructure required and in purchasing other apartments that the state will rent out at facilitated prices. Other big commitments are to building new school buildings, from nursery schools to the more advanced research institutes. For more information you can go to: www.eurasianbusinessdispatch.com/


UE-UCRAINA DEEP AND COMPREHENSIVE FREE TRADE AREA: PROSPETTIVE DI INTEGRAZIONE ED EFFETTI PER LE IMPRESE ITALIANE

EU-UKRAINE DEEP AND COMPREHENSIVE FREE TRADE AREA: INTEGRATION PROSPECTS AND IMPACT ON ITALIAN COMPANIES

Il 1º gennaio 2016 è entrata in vigore la Deep and Comprehensive Free Trade Area fra Unione Europea e Ucraina, seguito economicocommerciale dell'Accordo di Associazione siglato nel giugno 2014. Obiettivo sostanziale della DCFTA è raggiungere un maggior grado di cooperazione economica e aumentare gli scambi commerciali tra le parti, contribuendo allo stesso tempo alla stabilità ed allo sviluppo economico dell’Ucraina. La DCFTA si compone di alcune tematiche fondamentali che sono: la rimozione progressiva dei dazi sul commercio dei beni e liberalizzazione dei mercati dei servizi e degli appalti pubblici; l'applicazione di norme a tutela della proprietà intellettuale; la protezione dei lavoratori e dell’ambiente; la disciplina sull’utilizzo di sussidi e comportamenti lesivi della fair competition; la predisposizione di basi per il graduale allineamento di norme e standard, inclusa la regolamentazione tecnica e quella relativa alla sicurezza alimentare. In una nota di approfondimento sui contenuti dell’Accordo prodotta da Confindustria si sono analizzati gli aspetti per le imprese italiane, prendendo in considerazione le 379 linee tariffarie di nostro maggiore interesse con l'indicazione per ciascuna di esse del dazio medio applicato dall’Ucraina fino al dicembre 2015. Tra le voci citate anche le macchine e le attrezzature per la lavorazione delle pietre naturali italiane che nel 2015 sono state esportate in Ucraina per un controvalore di circa 3,5 milioni di euro su cui gravava un dazio del 5% che sarà portato a zero già al 2016 con l’entrata in vigore della DCFTA fra Unione Europea e Ucraina.

On January 1, 2016 took force the Deep and Comprehensive Free Trade Area agreement between the European Union and Ukraine, the economic-commercial follow-up to the Association Accord signed in June 2014. The essential aim of the DCFTA is to attain a higher degree of economic cooperation and increase trade between the parties, at the same time contributing to Ukraine’s stability and economic development. The DCFTA is composed of some fundamental topics which are: gradually removing duties on goods imports and liberalizing service markets and public contracting; applying intellectual property right laws; protecting workers and the environment; regulating the use of subsidies and behavior harmful to fair competition; laying the bases for the gradual alignment of norms and standards, including the technical and those for food safety. A note Confindustria issued on the content of the agreement analyzes its aspects for Italian companies, taking into consideration the 379 tariff headings of greatest interest and for each giving the average duty the Ukraine applied until December 2015. These headings include Italian stone-working machinery and equipment, which in 2015 were exported to Ukraine for worth of about 3.5 million euros and charged with a duty of 5%, which will now be zeroed with implementation of the DCFTA between the European Union and Ukraine.

QUANTO QATAR A MILANO

MUCH QATAR IN MILAN

Nel quadro degli investimenti esteri dell'emirato del Qatar un posto particolare lo occupa Milano e in particolare i suoi trophy buildings, ovvero quegli edifici-icona che caratterizzano una città e che sono la declinazione immobiliare del concetto di "trophy assets". Nel capoluogo lombardo, il fondo sovrano gestito dalla famiglia reale capeggiata da Amim Bin Hamad al-Thani ha acquisito, solo per citare l'operazione più eclatante, il complesso di Porta Nuova a Milano e tutti i nuovi grattacieli che hanno ridisegnato lo skyline della città. Ma a Milano il Qatar ha acquistato anche la sede della Credit Suisse e l'Hotel Excelsior Gallia recentemente restaurato. Ma oltre a Milano sono ingenti gli investimenti del fondo sovrano del Qatar in tutta Italia con l'acquisizione di hotel di alta gamma in Costa Smeralda così come a Roma, Firenze e Venezia.

In the framework of Qatar’s foreign investments, a special place is occupied by Milan, and in particular by its trophy buildings, those icon edifices that characterize a city and are the real estate version of trophy assets. In the Lombard capital, the sovereign fund managed by the emirate’s royal family headed by Amim Bin Hamad al-Thani, has purchased – just to cite the most striking acquisition – the Porta Nuova complex in Milan and all the new skyscrapers that have redesigned the city’s skyline. In Milan Qatar has also bought Credit Suisse offices and the recently restored Hotel Excelsior Gallia. In addition to Milan, Qatar’s sovereign fund is making huge investments all over Italy, acquiring luxury hotels on the Costa Smeralda (Sardinia) and in Rome, Florence and Venice.

91


92

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ADERISCE AL LABORATORIO MATERIE PRIME

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE JOINS THE RAW MATERIALS WORKSHOP

Confindustria Marmomacchine ha recentemente aderito al "Laboratorio Materie Prime" (LAB MP) un tavolo di confronto istituzionale partecipato dalle principali Associazioni di categoria rappresentanti il comparto estrattivo-minerario. Al laboratorio aderiscono - oltre a Confindustria Marmomacchine - Aitec, Anepla e Assomineraria in rappresentanza dei rispettivi comparti industriali, Anim, l'Associazione nazionale degli ingegneri minerari, l’Università degli Studi di Milano-Bicocca attraverso il CRIET (Centro di Ricerca Interuniversitario in Economia del Territorio), Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile) e il Ministero dello Sviluppo Economico. E proprio al Ministero dello Sviluppo Economico si è svolta lo scorso 27 gennaio la prima riunione del Laboratorio che, tra i primi possibili ambiti di cooperazione, ha analizzato la proposta di collaborazione con ISTAT e ISPRA. Obiettivo della collaborazione dovrà essere la raccolta di tutte le informazioni relative al settore estrattivo, dai dati di produzione a quelli delle risorse disponibili, dalle condizioni economiche delle aziende estrattive agli investimenti in ricerca e innovazione al fine di supportare i decisori pubblici nelle scelte di governo, di pianificazione, amministrative e per una politica nazionale e regionale delle materie prime, in linea con gli indirizzi comunitari. Altri potenziali ambiti di collaborazione nel contesto del LAB MP potrebbero essere una collaborazione per la definizione di una strategia per una politica mineraria delle materie prime a livello nazionale e regionale, la definizione e il miglioramento dei recuperi ambientali nelle attività estrattive, l'individuazione e la classificazione delle strutture di deposito di rifiuti minerari in applicazione del decreto legislativo n. 117/2008, il censimento dei siti minerari non più in esercizio potenzialmente utilizzabili ai fini di valorizzazione del patrimonio minerario dismesso.

Confindustria Marmomacchine recently joined the “Laboratio Materie Prime” (LAB MP – Prime Materials Workshop), an official round table attended by the main trade associations in the extraction-mining sector. In addition to Confindustria Marmomacchine, other members are Aitec, Anepla and Assomineraria (representing their respective industrial sectors), Anim (the national association of mining engineers), the University of Milan-Bicocca (through CRIET, the Inter-University Research Center for Territory Economy), Enea (the national agency for new technologies, energy and sustainable economic development) and the Italian Ministry of Economic Development. And precisely this ministry was host on January 27 to the first meeting of the workshop, which, among initial ambits of cooperation, analyzed a proposal for collaboration with ISTAT and ISPRA. The aim of the cooperation would be gathering all the information regarding the extraction sector, from production data to that on available resources, from the economic conditions of extraction companies to investments in research and innovation, in order to support decision-makers in choices of governance, planning and administration, and to form national and regional policy for raw materials in line with European Community directives. Other potential spheres of collaboration in the LAB MP context could be working together to define a strategy for raw materials mining policy, nationwide and regionally, and defining and improving environmental recoups in extraction work; pinpointing and classifying the structures of mining refuse dumps in application of legislative decree 117/2008; taking a census of abandoned mining sites that could potentially be used to valorize former mining assets.


94

STUDI LEGALI 4.0: ADDIO TUTTOLOGIA

LAW FIRMS 4.0: ADIEU GENERAL COUNSEL

In un'interessante ricerca condotta dal magazine TopLegal emerge il profilo dello studio legale moderno, quello post-crisi. Emerge infatti dallo studio che gli avvocati devono confrontarsi con un contesto di mercato profondamente cambiato, e profondamente cambiato è soprattutto il modo in cui le aziende si rivolgono agli studi legali. Le aziende, infatti, privilegiano oggi quegli studi che conoscono bene il settore in cui opera l'impresa, chiedendo all'advisory esterno di porsi come vero e proprio partner del proprio business. L'avvocato insomma non deve solo trovare soluzioni ma aiutare imprenditori e direttori finanziari a sviluppare l'eco-sistema d'affari delle aziende. Da qui prende avvio un interessante processo di riorganizzazione interna agli studi legali, chiamati ad abbandonare un approccio generalista e organizzarsi per gruppi di lavoro tarati sulle peculiarità di ogni settore. Uno scenario che apre interessanti spazi di possibile sinergia con le Associazioni di categoria che i settori rappresentano e conoscono in modo approfondito.

An interesting study conducted by Top Legal magazine drew a profile of the contemporary, post-recession law firm. It showed that lawyers have to contend with a market context that has radically changed, as has radically changed what companies want from law firms. In fact, companies now prefer the firms that have good knowledge of the sector the company works in, wanting the legal advisor to be an authentic business partner. In brief, the lawyer not only has to find solutions but to help business people and financial directors to develop a business eco-system for their companies. This has led to an interesting reorganization process at law firms, required to abandon a general-counsel approach and to organize by work groups tailored to the particularities of each business sector. A scenario that opens interesting areas for possible synergy with the trade associations that represent sectors and therefore have deep knowledge of them.

BREVETTI+2: IL MISE IMPEGNATO A REPERIRE RISORSE PER RIFINANZIARE LA MISURA

PATENTS+2: THE MISE COMMITTEED TO FINDING RESOURCES TO RE-FINANCE THE MEASURE

Il Ministero dello Sviluppo Economico in una nota ufficiale ha recentemente comunicato che è già al lavoro per verificare la possibilità di recuperare in tempi brevi le necessarie risorse per rifinanziare una misura che va incontro alle esigenze delle piccole e medie imprese e per soddisfare le molteplici richieste di quelle aziende che intendono investire in innovazione. L’obiettivo è quello di mettere nuovamente a disposizione delle aziende i fondi che il MISE si era impegnato a utilizzare per il rifinanziamento della misura Brevetti+2 e che successivamente sono stati destinati al raggiungimento di altri importanti obiettivi del Governo. La valorizzazione del patrimonio brevettuale è infatti una priorità per il Ministero dello Sviluppo Economico, che attraverso questa misura intende accordare un contributo a fondo perduto per la brevettazione e la valorizzazione economica dei brevetti a favore di micro, piccole e medie imprese.

The Italian Ministry of Economic Development (MISE) communicated in an official note that it is already looking into the possibility of quickly recouping the funds needed to refinance a measure that helps meet the needs of SME and fulfills the demands of companies intending to invest in innovation. The goal is to again make available the resources that the ministry was committed to using to re-finance the Patents+2 (Brevetti+2) measure and that were subsequently allocated to other important government objectives. In fact, valorizing patents is a priority for the Ministry of Economic Development and the measure foresees making a contribution to free grants for patenting and for the economic valorization of micro, small and medium-sized businesses.


TUTTI I NUMERI DEL PATENT BOX: 4.500 LE RICHIESTE INVIATE. LOMBARDIA, VENETO ED EMILIA AL TOP È la Lombardia, con oltre 1.200 richieste, la regione da cui arriva il maggior numero di domande di adesione al Patent box. Al secondo posto il Veneto, con 706 istanze, seguito, a breve distanza, dall’Emilia Romagna, da cui ne sono arrivate 636. I dati sono stati presentati dall’Agenzia delle Entrate nel corso di una tavola rotonda che ha visto l’intervento dei principali rappresentanti del mondo delle imprese e dell’università e la partecipazione di una folta platea di professionisti. A livello nazionale, la maggior parte delle adesioni (1.349) proviene da imprese con fatturato tra i 10 e i 50 milioni di euro. A cogliere l’opportunità di accedere alla detassazione dei redditi derivanti dall’uso di marchi e brevetti non sono stati solo i “big”: sono ben 659 le imprese con fatturato fino a 1 milione di euro che hanno scelto di aderire al nuovo regime. Quanto ai beni agevolabili oggetto delle domande, sul podio trovano posto marchi (36%), know how (22%) e brevetti (18%). La prima regione per numero di adesioni è la Lombardia, con 1.240 richieste. Ottimi risultati anche in Veneto (706 istanze) e in Emilia Romagna (636). In Piemonte e in Toscana sono state presentate rispettivamente 378 e 367 richieste; il Lazio e la Campania raggiungono invece quota 286 e 144. Le imprese hanno scelto di aderire al Patent Box per tutelare i redditi derivanti dall’utilizzo dei marchi (36%), dal know how (22%) e dai brevetti (18%). Il 14% delle richieste interessa, invece, disegni e modelli mentre il 10% riguarda i software. Introdotto dalla legge di stabilità 2015, il Patent Box è un regime opzionale che consente l’esclusione dalla tassazione di una quota del reddito derivante dall’utilizzo di opere dell’ingegno, da brevetti industriali, da marchi d’impresa, da disegni e modelli, nonché da processi, formule e informazioni relativi a esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili. Per assistere al meglio le Aziende Associate in questa materia CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ha recentemente rinnovato un accordo quadro con FINSERVICE Group. Per ogni informazione è possibile scrivere a: direzione@assomarmomacchine.com o telefonare in Associazione allo 02-315360.

ALL THE FIGURES FOR THE PATENT BOX: 4,500 APPLICATIONS SENT. LOMBARDY, VENETO AND EMILIA IN THE LEAD Lombardy, with more than 1,200 applications, is the region with the most requests for the Patent Box. In second place is Veneto, with 706, followed by Emilia Romagna with 636. This data was presented to the Italian internal revenue service during a round table attended by the main representatives of the business and academic worlds and a crowded audience of professionals. Nationwide, most of the applications (1,349) came from companies with revenue of 10,000 to 50,000 euros. Taking advantage of the opportunity to access the de-taxation of incomes deriving from the use of trademarks and patents were not just the “little guys”, however: 659 companies with revenue of up to one million euros opted for the new regime. As for the eligible assets the Patent Box applications regarded - so that companies could protect revenues deriving from them - the top three were trademarks (36%0, know-how (22%) and patents (18%). Fourteen percent concerned designs and models and 10% software. In Piedmont and Tuscany there were, respectively, 378 and 376 applications; Lazio and Campania had 286 and 144. Introduced by the 2015 Stability Law, the Patent Box is an optional regime that permits tax exemption on a share of revenues deriving from the use of intellectual properties, industrial patents, company trademarks, designs and models as well as processes, formulas and information regarding experience gained in the industrial, commercial and scientific fields that can be legally protected. To assist its members on this matter, Confindustria Marmomacchine recently renewed a framework agreement with the Finservice Group. All information can be had by writing to: direzione@assomarmomacchine.com or by calling the association at 02-315360.

95


96

MESSICO: PALLADIUM HOTEL INVESTE NELLA RIVIERA MAYA

MEXICO: PALLADIUM HOTELS INVESTS IN THE RIVIERA MAYA

Il gruppo alberghiero spagnolo Palladium Hotel scommette sul Messico, dove intende investire 800 milioni di euro in un ambizioso progetto da realizzare nella Riviera Maya. Secondo il direttore esecutivo del gruppo, Abel Matutes Prats, il piano - che sarà realizzato in tre fasi a partire dalla primavera di quest'anno - prevede la costruzione di diversi complessi alberghieri per una capacità complessiva di 3.700 camere, a Cancún e Playa Mujeres nello stato di Quintana Roo. Il gruppo spagnolo utilizzerà il format Ushuaia, conosciuto per le grandi discoteche e piscine nell'isola di Ibiza, per realizzare una grande struttura a Cancún, nella localitá El Pueblito, mentre a Playa Mujeres realizzerà quattro nuovi resort Gran Palladium e due complessi Royal Suites by Palladium.

Spain’s Palladium Hotels group is betting on Mexico, where it intends to invest 800 million euros in an ambitious project to be created on the Riviera Maya. According to Abel Matutes Prats, the group’s executive director, the project – which will be carried out in three stages, beginning this spring – foresees construction of various hotel complexes for overall capacity of 3,700 rooms, in Cancun and Playa Mujeres in the state of Quintana Roo. The Spanish group will use the Ushuaia format, famous for the big discos and swimming pools on the island of Ibiza, to create a large facility in Cancun in the El Puelblito area, while in Playa Mujeres itwill build four new Gran Palladium resorts and two Royal Suites by Palladium complexes.

VITORIA STONE FAIR 2016: L'ITALIA SEMPRE PROTAGONISTA SUL MERCATO LAPIDEO BRASILIANO

VITORIA STONE FAIR 2016: ITALY ALWAYS A BRAZILIAN STONE MARKET LEADER

Archiviata con successo la 41a edizione della VITORIA STONE FAIR (Vitoria, 16/19 febbraio), la più importante fiera brasiliana dedicata al comparto lapideo e tecno-marmifero, che ha contato oltre 420 espositori su una superficie espositiva di 35mila mq. Ad accompagnare la numerosa compagine di Aziende italiane presenti a questo appuntamento anche quest'anno c'è stata la presenza istituzionale di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, che ha allestito un Meeting-point Italia con servizi informativi e di assistenza alle imprese e dove è stato distribuito anche l'ultimo numero della rivista MARMOMACCHINE INTERNATIONAL e il Directory associativo con l'elenco completo dei Soci. Il Brasile anche per il 2015 si sta confermando uno dei principali partner commerciali per le Aziende italiane del settore. Secondo i dati del Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE nei primi nove mesi del 2015 l'import italiano di marmi e graniti grezzi dal paese sudamericano ha raggiunto i 69,5 milioni di euro (+38,4% rispetto alla stesso periodo del 2014). Molto bene anche il nostro export di tecnologie lapidee verso il Brasile - secondo acquirente mondiale dopo gli Stati Uniti - che nei primi 9 mesi dell'anno si è assestato sui 69 milioni (+46,2%).

A successful outcome for the 41st edition of the Vitoria Stone Fair (Vitoria, 16/19 February), the top Brazilian show devoted to stone and stone technology, which had more than 420 exhibitors displaying on an area of 35,000 square meters. Accompanying the big contingent of Italian companies at this year’s event, too, was the official presence of CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, which set up a Meeting Point Italia offering information and assistance to companies and also distributing the latest issue of MARMOMACCHINE INTERNATIONAL and the association’s Directory containing a full list of members. In 2015 Brazil was one of the main trade partners for Italian stone sector companies. According to CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE figures, in the first three quarters of the year Italy’s imports of raw marble and granite from the South American country reached worth of 69.5 million euros (up 38.4% from the same period in 2014). Also doing very well were Italian exports of stone technology to Brazil – the number two buyer after the United States – which in the first nine months of the year brought revenue of 69 million euros (up 46.2%).


With a strong presence in India, GiMCO is backed with a strong team striving triving towards a 100% customer er satisfaction. At GiMCO we believe in offffeering the highest quality products with latest technology coupled with unmatched support services and earning a customer for life. We achieved this by anticipating customer needs, provide innovative solution and thereby matching our customer expectations. Our strong association with our Principal companies give a wider perspective of the range of products and services which we can offer to our customer's e2e solutions.

www.goGimco.com

Hyderabad

Bangallore

Udaipur

Nellore


RINNOVATO L’ACCORDO TRA CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE E GRUPPO FINSERVICE

100

È stata rinnovata anche per il 2016 la partnership tra CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e il Gruppo FINSERVICE, network di società specializzate nell’ambito della consulenza nella finanza agevolata. Negli ultimi anni, molte sono infatti le aziende che hanno imparato ad apprezzare concretamente le opportunità offerte dal sistema della finanza agevolata anche se nel labirinto di Leggi comunitarie, Decreti nazionali, Bandi regionali, si rischia tuttora, di perdere la bussola. Per accompagnare le aziende nel settore attraverso un percorso sicuro anche quest'anno il Gruppo Finservice ha confermato il proprio ruolo di partner tecnico esclusivo di Confindustria Marmomacchine su questi temi, senza dimenticare l’importante novità del “Patent-Box”, un altro provvedimento introdotto nella legge di stabilità 2016 che può portare notevoli agevolazioni alle imprese detentrici di marchi e brevetti. All’interno del Gruppo la società core è Fin Service, nata negli anni Novanta e affermatasi rapidamente come la società di consulenza di riferimento in Italia per la finanza agevolata, gli incentivi e i contributi a fondo perduto alle imprese di tutti i settori. Nel 2002 è entrata nel network SF Consulting, che si occupa di finanza agevolata per Ubi Banca. Per gestire al meglio la nostra expertise di energy management, nel 2007 è nata E.Erre Consulting, che si occupa di efficienza energetica ed esenzione delle accise elettriche, gas e gasolio per le aziende industriali. Infine, nel 2010 è entrata Didacom, società specializzata da oltre 25 anni nell’alta formazione per dottori commercialisti ed esperti contabili. Confindustria Marmomacchine potrà perciò contare sul supporto di un gruppo contraddistinto da competenza, formazione continua, cura per il dettaglio e tanta passione: le principali credenziali dei professionisti, donne e uomini, che fanno parte della squadra Finservice con l'obiettivo prioritario della piena soddisfazione di tutte le Aziende Associate. Per ulteriori informazioni è possibile scrivere a direzione@assomarmomacchine.com

THE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AGREEMENT WITH FINSERVICE RENEWED

Again renewed for 2016 is the partnership between Confindustria Marmomacchine and the Finservice Group, a network of companies specialized in facilitated financing consultancy. In fact, in recent years many companies have come to appreciate the opportunities offered by the facilitated financing system even though in the maze of Community laws, national decrees and regional regulations it is still possible to become disoriented. To accompany techno-stone companies along a sure route, this year, too, Finservice has confirmed its role as an exclusive technical partner for Confindustria Marmomacchine in regard to financing, without overlooking the important new “Patent Box”, another measure introduced by the 2016 Stability Law that can provide considerable facilitations to companies possessing trademarks and patents. The group’s core company is Fin Service, which was founded in the 1990s and quickly became a leading consultant in Italy for facilitated financing, incentives and free grants for companies in all sectors. In 2002 SF Consulting entered the group, handling financing for UBI Banca. And to provide expertise in energy management, in 2007 E.Erre Consulting was created, concerned with energy efficiency and exemptions from electricity, gas and gas oil excise taxes for industrial companies. Finally, 2010 saw the entry of Didacom, for more than 25 years a specialist in continuing education for CPAs and financial experts. So Confindustria Marmomacchine can rely on the support of a group distinctive for expertise, continuous updating, care for detail and great enthusiasm: the main credentials of the professionals, men and women, who form part of the Finservice team and whose priority goal is the full satisfaction of all Confindustria Marmomacchine member companies. For more info write to: direzaione@assomarmomacchine.com.


meccanica

Don’t re esstrict y your creativity y, use e Lupato to ools!

NEW Giv vre

(scale 1:1)

...and many more

.YHMÄH[\YH

Virgolato in linea

Bocciardatura

S Sabbiatura su granito

Rullatu ura su granito

Scratching

In line comma

Bushammering

S Sandblasting on granite

Rolling on granite

Antiscivolo bocciardato

To orro bocciarrdato d

(U[PZJP]VSVNYHMÄH[V

Bushammering antiskid

B Bushammer re ed bullnose

Scratch hing antiskid

meccanica Made in Italy

Via Delle Arti e Mestieri, 3 33080 Roveredo in Piano (PN) ITALY Te el. +39 0434 924404 www.lupatomeccanica.com info@lupatomeccanica.com


LE STRATEGIE EUROPEE SUL COMMERCIO ESTERO

102

Si è svolto recentemente presso la sede del Ministero per lo Sviluppo Economico un incontro con il dott. Luca De Carli della direzione generale Trade della Commissione Europea per approfondire la nuova strategia europea per il commercio e gli investimenti. Le imprese europee esportano nel resto del mondo quasi quanto la Cina e più delle imprese statunitensi. Di queste, gran parte sono PMI. Più di 30 milioni di posti di lavoro dipendono ormai dalle esportazioni al di fuori dell'UE e si prevede che il 90% della futura crescita globale avrà luogo oltre i confini dell'Europa. L’obiettivo è di aumentare l'efficacia degli accordi commerciali e di creare maggiori opportunità per sostenere l'occupazione in Europa. La nuova strategia è anche una risposta al dibattito in corso sul commercio nell'UE e sul partenariato transatlantico per commercio e investimenti (TTIP) oggetto di negoziati con gli Stati Uniti. Tra i principi fondamentali di questa strategia vi è innanzitutto l'efficacia, attraverso l'aggiornamento della politica commerciale per tener conto delle nuove realtà economiche come le catene del valore globali, l'economia digitale e l'importanza dei servizi. Fondamentale anche l'istituzione di un partenariato rafforzato con gli Stati membri, il Parlamento europeo e i soggetti interessati per migliorare l'attuazione degli accordi sul commercio e gli investimenti, senza dimenticare l'inclusione di disposizioni efficaci in relazione alle piccole e medie imprese nei futuri accordi commerciali. Altrettanto importante per la Commissione Europea è la trasparenza e l'applicazione a tutti i negoziati commerciali UE del regime di trasparenza adottato in relazione al TTIP. Vi è inoltre il progetto di introduzione di una corte internazionale per l’investimento per la risoluzione delle controversie. Infine i valori, con l'ampliamento delle misure a sostegno dello sviluppo sostenibile, del commercio equo ed etico e dei diritti umani, attuazione delle disposizioni contenute negli accordi di libero scambio e del sistema di preferenze generalizzate. Decisiva anche l'inclusione di norme anti-

corruzione nei futuri accordi commerciali. Tra le priorità UE rivitalizzare i negoziati multilaterali e concepire un approccio aperto agli accordi bilaterali e regionali, compreso il TTIP; rafforzare la presenza UE in Asia e nel Pacifico e la richiesta di un mandato per negoziare accordi di libero scambio con l'Australia e la Nuova Zelanda; avviare nuovi negoziati per accordi di libero scambio nella regione ASEAN con le Filippine e l'Indonesia; il rafforzamento delle relazioni con l'Unione africana e con i partner commerciali africani e infine modernizzare gli accordi in vigore con il Messico e il Cile e unione doganale con la Turchia. Una posizione fin troppo ambiziosa con alcuni aspetti poco convincenti che secondo Confindustria sono da rivedere. A cominciare dal fatto che rispetto ai precedenti documenti nel testo presentato si parla troppo poco di “manifatturiero” e manca una visione d’insieme su politiche industriali.

EUROPEAN FOREIGN TRADE STRATEGIES The Italian Economic Development Ministry recently hosted a meeting with Luca De Carli, executive member of the European Trade Commission, to examine new European trade and investment strategy. European companies export almost as much as China and more than America. Most of them are SME. By now more than 30 million European jobs depend on exports outside the EU and it is predicted that 90% of future global growth will take place outside Europe. Therefore, the goal is to increase the efficacy of trade agreements and create greater opportunities to keep jobs in Europe. The new strategy is also a response to current discussion about trade in the EU and about the TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership) being negotiated with the United States.


ISRAELE: BANDO PER LA COSTRUZIONE DI 5 COMPLESSI ALBERGHIERI

ISRAEL: BIDDING FOR CONSTRUCTION OF 5 HOTEL COMPLEXES

La Israel Land Authority (l'Agenzia governativa responsabile della gestione del territorio) e il Ministero del Turismo hanno pubblicato a gennaio il bando di gara per la costruzione di cinque nuovi complessi alberghieri nelle zone di Eilat (Mar Rosso), Mizpe Ramon, Ein Bokek (Mar Morto), Kiryat Gat e Nazareth. Negli ultimi anni si è infatti assistito ad un costante aumento del turismo incoming in Israele - un trend che dovrebbe trovare conferma anche nei prossimi anni - e si stima che siano necessarie 9.500 camere d'albergo supplementari per soddisfare la crescente domanda di alloggi per vacanze.

In January the Israel Land Authority and the Ministry of Tourism announced the opening of tenders for building five new hotel complexes in the zones of Eilat (Red Sea), Mizpe Ramon, Ein Bokek (Dead Sea), Kiryat Gat and Nazareth. Recently, in fact, there has been constant growth in incoming tourism in Israel – a trend expected to continue in coming years – and it is estimate that there is a need for an additional 9,500 hotel rooms to meet increasing demand for vacation accommodations.

CANADA: GRANDI INVESTIMENTI REAL-ESTATE

CANADA: BIG REAL ESTATE INVESTMENTS

Il Fonds de solidarité FTQ, e i gruppi Claridge e Montoni sono i promotori di un progetto immobiliare valutato a 420 milioni di dollari (€ 282 milioni) chiamato Éspace Montmorency, nella città di Laval, al nord di Montréal. Il progetto si estenderà su una superficie di 95.000 metri quadrati e sarà costruito in quattro fasi a partire dal 2016, comprendendo una decina di immobili di massimo 20 piani cadauno dove troveranno spazio uffici, negozi, ristoranti e un hotel. Sid Lee Architecture ha progettato una costruzione modulare con “blocchi” di circa 9.500 metri quadrati ognuno alla quale potranno aggiungersi altri blocchi secondo i bisogni. Un altro ingente investimento è quello annunciato dal promotore immobiliare Devimco e dalla città di Brossard, a sud di Montréal, un progetto di sviluppo immobiliare valutato circa 1 miliardo di CAD (€ 771 milioni). Il progetto, chiamato TOD Quartier (con chiaro riferimento al Transit- Oriented Development), si basa sull’introduzione di un sistema di treno leggero (LRT) che la Caisse de dépôt et placement (il fondo di pensione del Québec) ha intenzione di finanziare e costruire verso il 2020 per collegare la riva Sud del S. Lorenzo al centro città di Montréal. Il nuovo quartiere sarà composto da oltre 2.000 unità abitative, due alberghi, 54.000 metri quadrati negozi e 28.000 metri quadrati di uffici. Il promotore prevede di realizzare il progetto in un periodo compreso tra i prossimi 10 e i 15 anni. Ulteriori dettagli di questi progetti si possono trovare ai seguenti link: http://groupemontoni.com/en/nos-projets-en-cours/ftq-campus-espace-montmorency/ http://devimco.com/

The Fonds de solidarité FTQ and Claridge and Montoni groups are developing a real estate project worth 420 million Canadian dollars (282 million euros) called Éspace Montmorency in the city of Laval, north of Montreal. The complex will cover an area of 95,000 square meters and be built in four stages, starting this year. It will include a dozen buildings of a maximum of 20 floors each housing offices, shops, restaurants and a hotel. Sid Lee Architecture has designed a modular construction with “blocks” of about 9,500 square meters each to which other blocks can be added as needed. Another big investment has been announced by property developer Devimco and the city of Brossard, south of Montreal, which will cost about a billion Canadian dollars (771 million euros) to build. The project, called the Quartier TOD (clearly referring to Transit-Oriented Development) is based on introducing a light rail transit (LRT) system that the Quebec pension fund (Caisse de dépôt et placement) intends to finance and build by 2020 to connect the southern bank of the St. Lawrence River with downtown Montreal. The new district will offer more than 2,000 housing units, two hotels, 54,000 square meters of shops and 28,000 of office space. The developer foresees completion within 10 to 15 years. Further details on these projects can be viewed at: http://groupemontoni.com/en/nos-projets-en-cours/ftqcampus-espace-montmorency/ http://devimco.com/

103


104

PRESENTATO IL CALENDARIO FIERISTICO 2016 DI CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

THE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE 2016 FAIR CALENDAR PRESENTED

Prosegue a pieno ritmo anche per quest'anno l’attività Associativa di organizzazione e gestione delle partecipazioni aziendali alle principali fiere internazionali di interesse per il comparto lapideo e tecno-marmifero. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE - da più di vent'anni a fianco delle imprese italiane sui mercati di tutto il mondo - ha infatti recentemente presentato alle imprese il calendario aggiornato 2016 delle manifestazioni fieristiche settoriali alle quali l'Associazione sarà presente con una propria Area Collettiva o attraverso uno stand Istituzionale/meeeting-point Italia, al fine di consentire un’adeguata programmazione delle attività business delle aziende Associate. Archiviate con successo la STONA di Bangalore (India, 3/6 febbraio) e la VITORIA STONE FAIR di Vitoria (Brasile, 16/19 febbraio), il programma fieristico di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE prevede da qui a dicembre i seguenti appuntamenti: • XIAMEN STONE FAIR - Xiamen, Cina - 6/9 marzo 2016 • MARBLE - Izmir, Turchia - 23/26 marzo 2016 • BATIMAT RUSSIA - Mosca, Russia - 5/8 aprile 2016 • CARRARA MARMOTEC - Carrara, Italia - 18/21 maggio 2016 • MIDDLE EAST STONE - Dubai, Emirati Arabi Uniti - 23/26 maggio 2016 • WORLD STONE FAIR INDOBUILDTECH - Jakarta, Indonesia - 25/29 maggio 2016 • STONE INDUSTRY - Mosca, Russia - 21/24 giugno 2016 • IRSE - Teheran, Iran - 21/24 luglio 2016 • MARMOMACC - Verona, Italia - 28 settembre/1 ottobre 2016 • SAUDI STONE TECH - Riyadh, Arabia Saudita - 17/20 ottobre 2016 Per maggiori informazioni su costi e modalità di partecipazione agli eventi in cui CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE organizza una collettiva di Imprese è possibile contattare l'Ufficio Fiere dell'Associazione (segreteria@assomarmomacchine.com).

Full steam ahead once again for the association’s organization and management of member company exhibits at the world’s top techno-stone shows. In fact, CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE – for more than 20 years a partner of Italian companies on markets worldwide – recently presented members with an updated 2016 calendar of events where the association will be present with its own group display or official stand/Meeting Point Italia so that they can adequately plan their business activities. After successful outcomes at STONA in Bangalore (India, February 3/6) and the VITORIA STONE FAIR in Vitoria (Brazil, February 16/19) the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE calendar proceeds with the following events: • XIAMEN STONE FAIR - Xiamen, China - March 6/9, 2016 • MARBLE - Izmir, Turkey - March 23/26, 2016 • BATIMAT RUSSIA - Moscow, Russia - April 5/8, 2016 • CARRARA MARMOTEC - Carrara, Italy - May 18/21, 2016 • MIDDLE EAST STONE - Dubai, United Arab Emirates - May 23/26, 2016 • WORLD STONE FAIR INDOBUILDTECH - Jakarta, Indonesia - May 25/29, 2016 • STONE INDUSTRY - Moscow, Russia - June 21/24, 2016 • IRSE - Teheran, Iran - July 21/24, 2016 • MARMOMACC - Verona, Italy - September 28/October 1, 2016 • SAUDI STONE TECH - Riyadh, Saudi Arabia - 17/20 October 2016 For more information on costs and ways of participating in events where CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE organizes collective exhibits, contact the association’s events office: segreteria@assomrmomachine.com.


TRANS-PACIFIC PARTNERSHIP: FIRMATO ACCORDO DI LIBERO SCAMBIO TRA 12 NAZIONI

106

Lo scorso 4 febbraio gli Stati Uniti e altri undici Paesi dell'area Pacifico hanno firmato a Wellington, in Nuova Zelanda, il più grande accordo di libero scambio nella storia recente, il Trans-Pacific Partnership (Tpp). Nei suoi principi statutari l'accordo intende abolire barriere commerciali e stabilire regole comuni in materia di tutela dei lavoratori, ambiente, regolamentazione e commercio in dodici Paesi che in totale coprono il 40% della produzione mondiale: Stati Uniti, Giappone, Australia, Nuova Zelanda, Canada, Messico, Perù, Cile, Vietnam, Singapore, Brunei e Malesia. L'accordo dovrà essere approvato ora dal Congresso Usa e dai rispettivi governi degli altri undici Paesi, sebbene a Washington come altrove non manchino certo divisioni e tensioni. Il presidente americano Barack Obama in un comunicato ufficiale sottolinea che la Tpp “stabilisce nuovi e alti standard per il commercio e gli investimenti in una delle regioni del mondo più importanti e a più rapida crescita”, rilevando che il patto eliminerà “più di 18mila tasse e oneri che vari Paesi impongono sui prodotti Made in USA”. Il presidente americano ne sollecita la ratifica da parte del Congresso degli Stati Uniti entro fine anno, proprio perché la sfida lanciata è di portata storica e “la TPP consente all’America - e non a Paesi come la Cina (esclusa per il momento dal trattato, n.d.r.) - di scrivere le regole di indirizzo per il XXI secolo, cosa particolarmente importante in una regione così dinamica come l’Asia-Pacifico”.

TRANS-PACIFIC PARTNERSHIP: THE 12-NATION FREE TRADE AGREEMENT SIGNED In Wellington, New Zealand, on February 4 the United States and eleven other countries in the Pacific region signed the biggest free trade agreement in recent history, the Trans-Pacific Partnership (TPP). In its statutory principles the accord is intended to abolish trade barriers and establish common rules to protect employees, the environment, regulations and trade in countries that together cover more than 40% of world production: the US, Japan, Australia, New Zealand, Canada, Mexico, Peru, Chile, Vietnam, Singapore, Brunei and Malaysia. Now the agreement has to be approved by the Unites States Congress and respective governments of the other eleven countries, although in Washington as elsewhere there is dissent and tension. In an official communiqué American President Barack Obama stressed that the TPP “establishes new and high standards for trade and investments in one of the world’s most important and fastest growing regions”, adding that the pact “will eliminate more than 18,000 taxes and duties that various countries impose on American-made products”. President Obama solicited Congressional ratification by the end of the year, precisely because the challenge launched is of historic importance and because “the TPP will enable America – and not countries like China [for the time being excluded from the treaty] to write the guideline rules for the XXI century, something particularly important in a region as dynamic as the Asian Pacific”.


SPECIAL OUTCOMES ONLY Y RISE FROM SPECIAL MACHINES: OURS

5/6 axes CNC machining centres

5 axes CNC bridge sawing machines

Waterjet cutting machines

CM MS Brembana’s technological commitment generates machines for top quality results in marble, granite, natural and composite stone crreations. Outstanding systems, designed to bring added value in multifarious application fields. CMS is the ideal partner, rich in solutions tailored to the customer’s specific needs and aimed at process optimization.

www.cmsind dustries.it

! r e k c o t s r u o I am y PRODUCTION CAPACITY The continuous search for new materials combined with the most modern block extraction techniques and the most technological plant for the production of the slabs make Marmi Bruno Zanet an ideal partner for the development of any type of project.

MARMI BRUNO ZANET

29130 VIANA - VITORIA (E.S.) - BRAZIL Rod. BR 262 km. 12,5 Tel. +55 (0) 27 21218888 - Fax +55 (0) 27 21218800 zanet@zanet.com.br 37020 VOLARGNE - VERONA - ITALY Via Paganella, 79 Tel. +39 045 6833444 - Fax +39 045 6860055 zanet@brunozanet.com www.brunozanet.com


ITALIAN TECHNO-STONE FIGURES: EXPORTS WORTH MORE THAN 850 MILLION IN THE THIRD QUARTER OF 2015. GROWTH OF 24.2% ON AN ANNUAL BASIS

108

Nel periodo gennaio-settembre 2015 le aziende italiane produttrici di macchine e attrezzature per l'estrazione e la lavorazione delle pietre ornamentali hanno fatto registrare un incremento delle vendite all'estero - che rappresentano in media circa l'80% del loro fatturato totale - pari al 24,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, per un valore totale delle esportazioni di 858 milioni di euro (nei primi 9 mesi del 2014 queste erano state pari a 690,5 milioni). È quanto emerge dal report statistico relativo al terzo trimestre del 2015 elaborato dal Centro Studi CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, che conferma pertanto per quest'anno una crescita significativa del settore tecno-lapideo italiano sui mercati esteri dopo un 2014 di sostanziale tenuta (+1,7% l'incremento dell'export lo scorso anno). Per quanto riguarda i paesi di destinazione del nostro export settoriale, gli Stati Uniti si confermano - grazie ad una crescita di quasi il 70% rispetto al terzo trimestre 2014 - primo buyer di tecnologie lapidee "made in Italy", con 95 milioni di euro di import. Molto buona - seppure in rallentamento rispetto alle precedenti rilevazioni dell'anno - anche la performance del Brasile (+46,2%), nostro secondo mercato con 69,1 milioni di euro. Retrocede invece al terzo posto la Turchia (42,7 milioni), che fa segnare un rimbalzo "fisiologico" (-17,5%) dopo i grandi volumi di import di macchine e attrezzature italiane degli anni precedenti. Primo mercato europeo - e quarto a livello generale - è la Germania, con importazioni per 39,3 milioni di euro (+10,1%), mentre tra i mercati emergenti sale al quinto posto l'Algeria, dove nei primi 9 mesi del 2015 sono state vendute macchine e attrezzature italiane per complessivi 37,2 milioni (+72,4%). Segnali confortanti arrivano anche dall'Arabia Saudita, sesta con 36,2 milioni (+30,2%), seguita dal Regno Unito con 31,4 milioni (+90,6%), mentre sono calate sensibilmente le nostre esportazioni in India (-39,2%, per un valore di 28,7 milioni). Un gradito ritorno nella la top-ten dei buyers settoriali è quello della Spagna, nona con 25,8 milioni di importazioni. Chiude al decimo posto il Vietnam, il cui mercato ha assorbito 23,6 milioni di euro di tecnologie lapidee italiane, con un balzo del +121% rispetto al 3° trimestre dell'anno scorso. Nella tabella della pagina a fianco è possibile avere una panoramica più ampia delle statistiche settoriali, con la classifica dei primi 50 paesi di destinazione dell'export di macchine e attrezzature italiane per l'estrazione e la lavorazione delle pietre ornamentali

From January to September 2015 Italian makers of machinery and equipment for quarrying and working ornamental stones had an increase in exports – which account, on average, for 80% of total sales - of 24.2% from the same period the year before, for total worth of 858 million euros (690.5 million in the first three quarters of 2014). This was revealed by the thirdquarter statistical report issued by the CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE Studies Center, thereby confirming for 2015 significant growth of the Italian techno-stone sector on foreign markets after basically holding steady in 2014 (exports rose by 1.7%). Where destination markets are concerned, thanks to a record increase of nearly 70% from the third quarter in 2014, the United States was the number-one buyer of Italian stone-working technology, importing goods worth 95 million euros. Doing well, although less well than before (up 46.2%) was Brazil, Italy’s second market with 69 million euros in purchases. Turkey on the other hand slid to third place (with 42.7 million), showing a “physiological” step back (-17.5%) after the great amount of Italian stone technology purchased in recent years. The top European market – and fourth generally – was Germany, with imports worth 39.3 million euros (up 10.1%), while among emerging markets Algeria took fifth place, in the first nine months of 2015 buying Italian stone-working machinery and equipment worth a total of 37.2 million euros (growth of 72.4%). Sales were also good to Saudi Arabia (36.2 million, up 30.2%, putting it in sixth place) and to the United Kingdom (31.4 million, up 90.6%) while there was a slowdown in exports to India (28.7 million, down 39.2%). Spain made a welcome return to the top ten list, ranking ninth with 25.8 million in purchases, and Vietnam was tenth, with purchases worth 23.6 million euros, a leap of 121% from the third quarter of 2014. The table alongside shows a broader panorama of sector statistics, with a ranking of the top 50 countries importing Italian machinery and equipment to extract and process ornamental stones.


Export macchine e attrezzature italiane per la lavorazione delle pietre ornamentali Classifica primi 50 Paesi Acquirenti - periodo Gennaio/Settembre 2015 (dati in euro) Exports of Italian stone-working machinery and equipment Top 50 buyers - January/September 2015 (data in euros) COUNTRY

TOTAL SEPTEMBER 2014

COUNTRY

TOTAL SEPTEMBER 2015

%

POS. 2015

POS. 2014

UNITED STATES

56.173.248

UNITED STATES

94.960.082

69,0

1

1

BRAZIL

47.280.141

BRAZIL

69.125.292

46,2

2

3

TURKEY

51.820.482

TURKEY

42.735.285

-17,5

3

2

GERMANY

35.726.562

GERMANY

39.351.711

10,1

4

5

ALGERIA

21.603.196

ALGERIA

37.235.598

72,4

5

9

SAUDI ARABIA

27.792.780

SAUDI ARABIA

36.174.457

30,2

6

7

UNITED KINGDOM

16.486.820

UNITED KINGDOM

31.419.496

90,6

7

13

INDIA

47.229.993

INDIA

28.699.156

-39,2

8

4

SPAIN

9.842.740

SPAIN

25.833.185

162,5

9

25

VIETNAM

10.645.017

VIETNAM

23.602.409

121,7

10

23

CHINA

28.420.978

CHINA

19.854.245

-30,1

11

6

IRAN

20.319.280

IRAN

18.502.430

-8,9

12

10

OMAN

12.931.690

OMAN

17.915.739

38,5

13

19

POLAND

24.025.082

POLAND

17.810.060

-25,9

14

8

FRANCE

18.126.281

FRANCE

17.398.878

-4,0

15

11

BANGLADESH

3.312.643

BANGLADESH

15.425.450

365,7

16

40

PORTUGAL

11.890.229

PORTUGAL

14.291.717

20,2

17

21

INDONESIA

14.231.242

INDONESIA

14.277.755

0,3

18

16

TAIWAN

6.005.355

TAIWAN

13.424.534

123,5

19

30

AUSTRALIA

10.269.721

AUSTRALIA

13.377.109

30,3

20

24

MEXICO

4.217.975

MEXICO

11.689.901

177,1

21

34

BELGIUM

14.403.609

BELGIUM

11.372.118

-21,0

22

14

ARGENTINA

6.388.101

ARGENTINA

11.369.096

78,0

23

28

CANADA

12.451.746

CANADA

10.924.277

-12,3

24

20

ISRAEL

14.275.206

ISRAEL

10.506.705

-26,4

25

15

SOUTH AFRICA

5.187.645

SOUTH AFRICA

9.869.069

90,2

26

31

UNITED ARAB EMIRATES

4.303.400

UNITED ARAB EMIRATES

9.804.210

127,8

27

33

EGYPT

13.858.961

EGYPT

9.514.877

-31,3

28

17

ROMANIA

4.494.996

ROMANIA

8.664.191

92,8

29

32

RUSSIA

17.669.051

RUSSIA

7.968.233

-54,9

30

12

ETHIOPIA

193.365

ETHIOPIA

7.794.126

3930,8

31

89

ANGOLA

751.374

ANGOLA

7.774.048

934,6

32

63

TUNISIA

7.522.535

TUNISIA

7.003.335

-6,9

33

26

SOUTH KOREA

3.362.498

SOUTH KOREA

6.673.778

98,5

34

39

MOROCCO

3.637.613

MOROCCO

5.437.893

49,5

35

36

SWEDEN

2.576.849

SWEDEN

5.161.631

100,3

36

47

SWITZERLAND

6.407.987

SWITZERLAND

5.006.491

-21,9

37

27

CZECH REPUBLIC

2.762.622

CZECH REPUBLIC

4.331.723

56,8

38

45

KAZAKHSTAN

545.614

KAZAKHSTAN

3.832.131

602,4

39

71

NEW ZEALAND

911.291

NEW ZEALAND

3.562.028

290,9

40

57

NETHERLANDS

2.339.142

NETHERLANDS

3.389.339

44,9

41

48

NORWAY

1.666.849

NORWAY

3.330.223

99,8

42

52

AUSTRIA

2.784.079

AUSTRIA

3.256.429

17,0

43

44

MALAYSIA

2.976.798

249,2

44

58

GREECE

2.751.574

-55,3

45

29

SUDAN

2.684.275

801,9

46

81

MALAYSIA GREECE SUDAN

852.552 6.151.574 297.624

PERU

1.984.233

PERU

2.487.341

25,4

47

50

SLOVENIA

3.683.554

SLOVENIA

2.482.363

-32,6

48

35

COLOMBIA

1.633.635

COLOMBIA

2.433.406

49,0

49

53

JORDAN

2.392.965

278,9

50

67

JORDAN

631.632

OTHER COUNTRIES

68.412.021

OTHER COUNTRIES

79.974.327

16,9

TOTAL

690.492.813

TOTAL

857.833.488

24,2

Source: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE on ISTAT data

109


110

CINA: 46 LE AZIENDE ITALIANE PRESENTI ALL'INTERNO DELL'AREA ITALIA/CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ALLA XIAMEN STONE FAIR 2016

CHINA: THE 46 ITALIAN COMPANIES AT THE ITALIA/CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE AREA AT THE XIAMEN STONE FAIR 2016

Partecipazione record di aziende italiane all'edizione 2016 della XIAMEN STONE FAIR: saranno infatti ben 46 le aziende del nostro paese che saranno presenti dal 6 al 9 marzo all'interno dell'Area ITALIA organizzata e promossa da CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE in occasione della manifestazione settoriale cinese, affermatasi negli ultimi anni come una tra le principali fiere di riferimento per il mercato internazionale dei materiali lapidei e delle relative tecnologie. I brand tricolori presenti a Xiamen, in rappresentanza delle migliori produzioni lapidee e tecnologiche nazionali, saranno: ATLANTIDA ITALIA, BAGNARA NIKOLAUS, BASALTINA, C&C MARMI, CEL COMPONENTS, COMANDULLI COSTRUZIONI MECCANICHE, CONSORZIO CARRARA EXPORT, CONSORZIO ITALIANO PORFIDO DEL TRENTINO, DELLAS, DIAMOND SERVICE, DONATONI MACCHINE, F.LLI POGGI, FAVORITA, FRACCAROLI & BALZAN, FRANCHI UMBERTO MARMI, G.B. BASALTITE, G.D.A., G.M.P., GIACOMINI OFFICINE MECCANICHE, GMM, GRASSI PIETRE, GV OROSEI MARBLES, INTERMAC DIVISIONE VETRO E MARMO-BIESSE, ISM, ITALMARBLE POCAI, KLINDEX, LA QUADRIFOGLIO MARMI E GRANITI, LONGINOTTI GROUP, MARINI QUARRIES GROUP, MARMI BRUNO ZANET, MARMI E TRAVERTINI, MEC, OFFICINE MARCHETTI, OMAG, PEDRINI, PELLEGRINI MECCANICA, PROMETEC, QDESIGN, SANTUCCI GROUP, SARDEGNA MARMI, SASSOMECCANICA, SIMEC, SOCOMAC, T&D ROBOTICS, TENAX, TRE EMME IMPORT-EXPORT. All'interno dell'Area ITALIA - che occuperà una superficie di oltre 1.200 metri quadrati e sarà situata al centro del Padiglione Internazionale dello Xiamen International Exhibition Center - tutti i Soci presenti in Fiera in qualità di Espositori o Visitatori potranno trovare anche una lounge istituzionale/Meeting Point Italia CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE (Stand A4133), che sarà a disposizione delle aziende con i consueti servizi di accoglienza e supporto.

Record participation of Italian companies in the 2016 edition of the Xiamen Stone Fair: in fact, there will be 46 of them representing Italy from March 6 to 9 in the ITALIA area CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE coordinated for this Chinese stone show, recently become one of top events for the stone and stoneworking technology market. The tricolor brands representing Italy’s finest stone materials and technology will be: ATLANTIDA ITALIA, BAGNARA NIKOLAUS, BASALTINA, C&C MARMI, CEL COMPONENTS, COMANDULLI COSTRUZIONI MECCANICHE, CONSORZIO CARRARA EXPORT, CONSORZIO ITALIANO PORFIDO DEL TRENTINO, DELLAS, DIAMOND SERVICE, DONATONI MACCHINE, F.LLI POGGI, FAVORITA, FRACCAROLI & BALZAN, FRANCHI UMBERTO MARMI, G.B. BASALTITE, G.D.A., G.M.P., GIACOMINI OFFICINE MECCANICHE, GMM, GRASSI PIETRE, GV OROSEI MARBLES, INTERMAC DIVISIONE VETRO E MARMO-BIESSE, ISM, ITALMARBLE POCAI, KLINDEX, LA QUADRIFOGLIO MARMI E GRANITI, LONGINOTTI GROUP, MARINI QUARRIES GROUP, MARMI BRUNO ZANET, MARMI E TRAVERTINI, MEC, OFFICINE MARCHETTI, OMAG, PEDRINI, PELLEGRINI MECCANICA, PROMETEC, QDESIGN, SANTUCCI GROUP, SARDEGNA MARMI, SASSOMECCANICA, SIMEC, SOCOMAC, T&D ROBOTICS, TENAX, TRE EMME IMPORT-EXPORT. Inside the ITALIA area – which will cover an area of more than 1,200 square meters and be located in the center of the international pavilion at the Xiamen International Exhibition Center – all association members at the fair as exhibitors or visitors will also find an official CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE lounge/Meeting Point Italia (Stand A4133) open to companies and offering the customary welcome and support services.


ALL IN ONE AUTOMATIC COUNTERTOP SYSTEM

Sopra: Centro di lavoro LAPISYSTEM TOP. Nell'immagine a destra il robot è equipaggiato con testa a ventose, per la movimentazione dei pezzi in lavorazione. Above: Work center LAPISYSTEM TOP. In the right image, the robot is equipped with a suction lifting system, for the handling of workpieces.

Robot model 15/R32

Lapisystem Top è una soluzione compatta e ad elevate prestazioni per la realizzazione di piani cucina, piani da bagno e complementi d'arredo. Grazie alla flessibilità del braccio antropomorfo e al sistema di cambio rapido della testa operatrice, Lapisystem TOP può operare con elettromandrino, disco di taglio, testa di taglio water-jet e sistema di movimentazione a ventose, in modo da eseguire in totale autonomia sia la lavorazione che la movimentazione dei pezzi, raggiungendo una produttività di 20 piani cucina al giorno, richiedendo la presenza di un solo operatore. Lapisystem Top is a compact and high performance solution for the realization of kitchen tops, bathroom and furnishing. Thanks to the flexibility of the articulated arm and to the quick-change system of the operating head, Lapisystem TOP can work with electrospindle, blade motor, waterjet cutting head and handling suction system, in order to run, in complete autonomy, both the processing cut and the pieces handling, reaching a productivity of 20 countertops per day, requiring the presence of only one operator per shift. Sotto: alcune delle moltissime lavorazioni eseguibili con i Robot Lapisystem Below: some of the processing you can realize with the Robot Lapisystem

Come and visit us at:

T&D Robotics S.r.l. V.le Zaccagna 47 54033 Marina di Carrara (MS) - ITALY Phone +39 0585 78.09.17 Fax +39 0585 64.89.27 info@TDrobotics.com

www.tdrobotics.com


112

DEBOLEZZA DEL SETTORE MATERIALI DA COSTRUZIONI IN CINA

CHINA'S BUILDING MATERIALS SECTOR REMAINS WEAK

Stando alle ultime statistiche dei principali pianificatori economici del paese, in Cina il settore dei materiali da costruzione continua a restare depresso a causa del mancato recupero del mercato immobiliare. La produzione di cemento è scesa del 4,6% rispetto all'anno precedente, assestandosi a 1,9 miliardi di tonnellate nei primi dieci mesi, in contrasto rispetto alla crescita del 2,5% maturata nello stesso periodo dell'anno scorso. Anche la produzione di vetro piano è diminuita dell'8,3% a differenza della crescita del 3,5% dello stesso periodo dello scorso anno. I dati sono il risultato dell'abbondanza di offerta di questi prodotti sul mercato delle costruzioni causata dal calo del segmento immobiliare soprattutto nel terziario. Secondo il National Bureau di Statistica (NSB) gli investimenti immobiliari sono calati del 2,4% e i metri quadri invenduti hanno raggiunto il record di 686,3 milioni, in crescita del 17,8% rispetto all'anno precedente. Secondo gli analisti ci vorranno parecchi anni prima di collocare sul mercato l'invenduto.

China's building materials sector continued to be depressed as the recovery of the property market fails to materialize, latest statistics from the country's top economic planner suggested. Cement output fell 4.6 percent year on year to 1.9 billion tonnes in the first 10 months, in contrast to the 2.5-percent gain seen during the same period last year, the National Development and Reform Commission (NDRC) said on its website. Output of flat glass dropped 8.3 percent, compared with the 3.5-percent rise in the same period last year. The data came as the property sector, a major consumer of cement and flat glass, is suffering a nationwide oversupply, especially in third-tier cities. Housing investment dropped 2.4 percent in October, indicating less housing construction, according to the National Bureau of Statistics (NBS). The unsold home inventory hit a record of 686.3 million square meters at the end of October, up 17.8 percent from the previous year. Analysts predict it will take several years before existing homes find buyers.

PMI MOTORE UE: LE IMPRESE CHIEDONO LA CONFERMA DEL SUPPORTING FACTOR

SME DRIVE THE EU: ENTERPRISE DEMANDS CONFIRMATION OF THE SUPPORTING FACTOR

Le politiche comunitarie dell’ultimo decennio si sono concentrate sull’obiettivo di favorire la competitività delle piccole e medie imprese, vera e propria spina dorsale dell’economia europea. Secondo i dati più recenti sono 20 milioni le PMI che operano nell’Area Euro, dando lavoro a 80 milioni di persone: 2 lavoratori su 3 lavorano in una PMI. In termini percentuali il 99,8% delle imprese europee sono PMI e di queste il 91,2% sono micro-imprese. Oggi il 55% della ricchezza dell’Unione Europea dipende da queste imprese. Per questo le principali associazioni imprenditoriali, tra cui Confindustria, ha inviato una petizione ufficiale al Commissario Europeo per la stabilità finanziaria chiedendo con forza la conferma dello SME Supporting Factor, ovvero quel meccanismo che a livello comunitario che consente di utilizzare un alleggerimento dei requisiti patrimoniali richiesti alle PMI allorchè si rivolgono al mondo del credito. Ciò in vista delle valutazioni che la Commissione Europea sarà chiamata a fare in merito alla revisione periodica di questo meccanismo, che Confindustria e le Associazioni imprenditoriali europee chiedono con forza di confermare e se possibile rafforzare.

In the past decade European Community policies concentrated on the goal of aiding the competitiveness of small and middle-sized companies, the true backbone of the European economy. According to the latest figures, 20 million SME operate in the Eurozone, employing 80 million people: two people out of three work in a SME. In percentage terms, 99.8% of European companies are SME and of them 91.2% are micro-enterprises. Today these companies generate 55% of the European Union’s wealth. Which is why the main management associations, including Confindustria, sent an official petition for financial stability to the European Commission, demanding confirmation of the SME Supporting Factor, the mechanism that on the Community level makes it possible to utilize a reduction in the asset collateral required from SME when they ask for loans. The petition was sent in view of the assessments that the European Commission will be required to make regarding the periodic revision of this mechanism, which Confindustria and the other European management associations demand be confirmed and, if possible, strengthened.


Together for excellence Intermac and Donatoni, leading companies in their business and complementary to each other, decided to join their excellences to create a successful synergy and impose its presence into the market as global suppliers, giving rise to an all-italian collaboration born to satisfy the customer at 360째.

intermac.com donatonimacchine.eu


114

OMAN: PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA ZONA ECONOMICA SPECIALE DI DUQM

OMAN: A PROJECT TO DEVELOP THE DUQM SPECIAL ECONOMIC ZONE

L'Autorità responsabile della Zona economica speciale di Duqm (Sezad) ha reso noto un programma ventennale per lo sviluppo degli investimenti industriali e commerciali nella regione costiera centro-orientale del Paese. La Zona Economica Speciale di Duqm è costituita da un'area di 1.777 km quadrati e 80 km di costa lungo il mare arabico, a metà strada tra Mascate e Salalah, e, secondo i promotori del progetto, rappresenta per dimensioni la maggiore Zona Economica Speciale della regione del Medio Oriente. Attualmente comprende 32 progetti in diversi stadi di sviluppo con investimenti stimati in circa 9 miliardi di euro. Il progetto della Zona Economica Speciale di Duqm prevede la costruzione di un porto moderno con associato bacino di carenaggio, un aeroporto, una nuova città per 100 mila abitanti, una gigantesca area industriale che copre un’area di 6.000 ettari, una zona turistica ed altre infrastrutture.

The authority in charge of the Duqm Special Economic Zone (Sezad) has announced a twenty-year plan to develop industrial and commercial investments in the country’s central-eastern coastal region. The Duqm special economic zone consists of an area of 1,777 square kilometers and 80 km of coast along the Arabian Sea, halfway between Mascate and Salalah, and, according to developers, is the largest Special Economic Zone in the Middle East region. There are currently 32 projects in various stages of development, with investment estimated as approximately 9 billion euros. The Duqm project foresees constructing a modern port with associated careening basin, an airport, a new city for 100,000 inhabitants, a gigantic industrial park covering 6,000 hectares (15,000 acres), a resort and other infrastructure.

NUOVI EVENTI/INDONESIA: COLLETTIVA ICE-CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ALLA WORLDSTONE FAIR INDOBUILDTECH 2016

NEW EVENTS/INDONESIA: A GROUP ICE-CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE DISPLAY AT THE WORLDSTONE FAIR INDOBUILDTECH 2016

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e ICE-Agenzia stanno organizzando una Collettiva di Aziende italiane a WORLDSTONE INDONESIA 2016 - in programma a Jakarta dal 25 al 29 maggio 2016 - la nuova fiera internazionale nel Paese dedicata all’intera filiera della pietra naturale. La manifestazione si svolgerà in concomitanza con IndoBuildTech - manifestazione di riferimento per il comparto dell'edilizia nell’area del Sud-Est Asiatico - presso il nuovo quartiere fieristico Indonesian Convention Centre. Grazie al contributo pubblico previsto per il settore tecno-lapideo nel Piano Promozionale in corso, la partecipazione all'interno della collettiva italiana permetterà una significativa riduzione della quota di partecipazione. A livello statistico l'Indonesia nel primi 9 mesi del 2015 ha importato dall'Italia oltre 14 milioni di macchine e attrezzature lavorazione marmo e rappresenta un mercato dalle grandi potenzialità. Nell’ultimo decennio il Paese ha mantenuto un tasso di crescita del PIL pari in media al 5,2% annuo, e gli analisti prevedono che nel 2030 l’Indonesia sarà la settima potenza mondiale. Per informazioni di partecipazione: segreteria@assomarmomaccine.com

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE and the ICE Agency are organizing an Italian collective at WORLDSTONE INDONESIA 2016 – to be held in Jakarta from May 25 to 29 this year. This is a new international event in the country devoted to the natural stone industry. The show will be held at the same time as IndoBuildTech – a reference event for the Southeast Asian building sector – at the new Indonesian Convention Centre complex. Thanks to public funds allocated to the techno-stone sector under the current promotion plan, participating in the Italian group exhibit will afford a significant reduction in stand fees. On the statistical level, in the first nine months of 2015 Indonesia imported from Italy more than 14 million euros worth of stone-working equipment and is a market with great potential. In the past decade the country has maintained a GDP growth rate of 5.2% yearly on average and analysts predict that by 2030 Indonesia will be the world’s seventh-ranking economic power. For info: segreteria@assomarmomaccine.com


INSPIRED BY B YO OU

CU & JET CUT JE Saw + Waterjet + Cut & Move

L RANGE OF NUMER A FULL RICAL CONTROL MA ACHINES FOR STON NE INDUSTRY Autom matic bridge saws 5 axess milling machines Waterjjets Workin ng centers Lathess Polishing machines Cut & Jet

www w..prrussiani.com info@prrussiani.com

Prussiani Engine eering - 24061 - Albano Sant’Alessandro - Bergamo - IT TAL ALY te el. +39 035 581444 - fax +39 035 4528235


CarraraMarmotec 2016, un’edizione nel segno della sostenibilità, del business e del design. CarraraMarmotec 2016, an edition with an accent on sustainability, business and design. 118

L

T

a 33° CarraraMarmotec, Fiera Internazionale Marmi Tecnologia e Design, in programma dal 18 al 21 maggio 2016, si rinnova con un format dinamico e ricco di iniziative incentrato sui temi del business, dell’innovazione e della formazione, della filiera sostenibile, dell’architettura e del design.

he 33 rd CarraraMarmotec, the International Exhibition of Marble, Technology and Design, due to take place from 18 to 21 May 2016, has been updated with a dynamic format and a full calendar of events focussing on the themes of business, innovation and training, the sustainable supply chain, architecture and design.

Appuntamento fondamentale per il settore tecno-lapideo nazionale e internazionale, la manifestazione si prefigge di evidenziare l’inestimabile ricchezza dei bacini marmiferi apuani e l’abilità messa in campo dalle imprese del distretto nei processi di trasformazione della materia grezza in prodotti finiti ad alto valore aggiunto. L’eccellenza manifatturiera nel marmo trova

CarraraMarmotec is an essential exhibition for the national and international techno-stone industry that aims to highlight the invaluable Apuan marble basins and companies in the district that turn the raw material into finished products with a high added value. Carrara is in fact naturally and universally recognised as


infatti la sua sede naturale e universalmente riconosciuta a Carrara, grazie alla presenza sul territorio di maestranze capaci di precorrere i tempi e i trend, dettare le mode e favorire l’avanguardia tecnologica delle macchine per la lavorazione della pietra: è su queste maestranze che i più noti architetti e designer internazionali fanno affidamento per la realizzazione delle proprie visioni in opere compiute e grandi progetti di caratura internazionale. Oltre che momento espositivo di grande interesse, con la partecipazione delle più importanti realtà nazionali ed internazionali attive nell’industria tecno-lapidea, la manifestazione è da sempre anche occasione di approfondimento e confronto sulle tematiche di maggior attualità per il settore; sono molte infatti le iniziative, anche a carattere formativo, dedicate a progettazione, tecnologie lapidee, geologia, product design, sostenibilità, rivestimenti di edifici in pietra, recupero e restauro che verranno organizzate nel corso della manifestazione a cura di stimati professionisti del settore, oltre ad attività in collaborazione con il Consiglio Nazionale Degli Architetti, con seminari formativi rivolti ad architetti e designer e incentrati sulle conoscenze necessarie al miglior utilizzo dei materiali lapidei in ogni ambito costruttivo. Principale novità dell’edizione 2016 sarà l’attenzione al tema della filiera sostenibile, con l’obiettivo di sensibilizzare gli addetti ai lavori sulla necessità di creare una filiera produttiva socialmente responsabile e rispettosa del territorio e dell’ambiente. Il programma convegnistico approfondisce questa tematica con una conferenza internazionale dal titolo “1st International Su-

the centre of manufacturing excellence in marble. This is thanks to the exceptional workers in the territory able to anticipate the times and trends, dictate fashions and promote technological innovation in stone processing machinery. The most prestigious architects and designers around the world rely on these workers to materialise their visions in projects and works of international scope. In addition to the exhibition itself, with the participation of the most important national and international companies working in the techno-stone industry, CarraraMarmotec has always been an opportunity for study and discussion on the most topical issues for the sector. The various events, as well as many training initiatives, focus on design, stone technologies, geology, product design, renovation and restoration, the new frontiers for marble. Other activities are organised in conjunction with the National Association of Architects with symposiums for architects and designers focussing on the knowledge necessary to ensure the best use of stone materials in every building environment. The main novelty of 2016 will be the attention to the sustainable supply chain, with the aim of raising awareness among industry players about the need to create a production chain that is socially responsible and respectful of the land and the environment. The conference programme explores this theme with an international conference entitled the “1st International Sustainable Stone Conference” due to take place on 20 May. This is planned as a specific training symposium to illustrate how technological innovation can lead to a significant reduction in envi-

119


120

stainable Stone Conference” in programma il 20 maggio; l’iniziativa si configura come un simposio formativo che illustrerà come l’innovazione tecnologica può consentire una significativa riduzione dell’impatto ambientale nelle diverse fasi del ciclo produttivo, dal recupero degli scarti fino al risparmio di acqua ed energia nel corso del processo di lavorazione. In questo contesto, la manifestazione andrà a valorizzare e promuovere le aziende che hanno già cominciato a investire per facilitare la transizione del settore verso una “economia circolare”: un modello che pone al centro la sostenibilità del sistema, in cui non ci sono prodotti di scarto e in cui le materie vengono costantemente riutilizzate. Una “Startup Arena” sarà dedicata alle giovani aziende più dinamiche, che hanno introdotto sul mercato prodotti o processi innovativi nell’ambito della filiera lapidea e che qui potranno incontrare potenziali investitori interessati alle loro idee e produzioni. Prevista anche un’Area Meeting Research to Business allo scopo di favorire il dialogo e il trasferimento di conoscenze tra l’ambiente accademico e la realtà imprenditoriale. Sul fronte del business la manifestazione – che ICE ha fortemente sostenuto con un investimento pari a sei volte quello delle precedenti edizioni sarà caratterizzata da una ricca agenda di incontri B2B pianificati attraverso un programma mirato di incoming che prevede l’arrivo a Carrara di circa 200 buyers tra architetti, aziende, contractor e operatori selezionati sia per il settore delle tecnologie che per quello dei materiali, attraverso una proficua collaborazione tra IMM, MISE, ICE e Confindustria Marmomacchine. I Paesi presi in considerazione da IMM insieme a ICE e Confindustria per la categoria Macchine, Tecnologie e Consumabili sono: Arabia Saudita, Egitto, Iran, Russia, Palestina, Giordania, Iraq, Libano, Marocco, Al-

ronmental impact at the different stages of the production cycle, from the recovery of processing waste to saving water and energy during processing. In this context, the event will enhance and promote companies that have already begun to invest in order to facilitate the industry’s transition to a “circular economy”: a model that focuses on the sustainability of the system, in which there are no waste products and where materials are constantly re-used. A Start-up Arena will be set aside for small and young innovative companies looking for potential investors. These are the startups, young and dynamic companies that have introduced innovative products or processes on the market in the stone industry. There will also be a Meeting Area Research to Business to foster dialogue and knowledge transfer between the academic world and the business environment. In terms of business, the event that the ICE has strongly supported with an investment equal to six times that of previous editions - will feature a full programme of B2B meetings scheduled through a targeted programme that includes the arrival of about 200 buyers to Carrara including architects, companies, contractors and operators selected for the occasion either directly by the IMM or through the effective cooperation between MISE, ICE and Confindustria Marmomacchine. The countries taken into consideration by the IMM together with the ICE and Confindustria for the Machinery, Technology and Consumables category are: Saudi Arabia, Egypt, Iran, Russia, Palestine, Jordan, Iraq, Lebanon, Morocco, Algeria, Tunisia, Israel, Ethiopia, Rwanda, Mozambique, China, Germany, Great Britain, France, Poland, Scandinavia, Romania, Montenegro, Serbia, Macedonia and Spain. For the Materials and Products category: Saudi Arabia, Scan-


www.ernestomarina.it

Segatrici a Catena dal 1970

Chain Saws since 1970

GARRONE OFFICINA MECCANICA

GARRONE OFFICINA MECCANICA sas Via Statale, 37 Fraz. S. Pietro di Sturla 16042 CARASCO (GENOVA) Italy Tel. +390185 350161 Fax +390185 352249 E-mail: garrone@garrone.com

www.garrone.com


122

geria, Tunisia, Israele, Etiopia, Ruanda, Mozambico, Cina, Germania, Gran Bretagna, Francia, Polonia, Paesi Scandinavi, Romania, Montenegro, Serbia, Macedonia, Spagna. Per la categoria Materiali e Prodotti: Arabia Saudita, Paesi Scandinavi, Azerbaijan, USA, Canada, Emirati Arabi Uniti, Iran, Kazakhistan, Kuwait, Qatar, Russia, Turkmenistan, Marocco. Le attività di recruitment diretto gestite da IMM sono attualmente concentrate in: Cina, USA, Brasile, Vietnam, India, Turchia, Tunisia, Marocco, Germania, Spagna, Gran Bretagna. Con l’obiettivo di mettere a sistema competenze, energie e modalità di promozione nell’ambito del settore, IMM/CarraraFiere ha siglato accordi di collaborazione con Confindustria Marmomacchine, COSMAVE (Consorzio per lo Sviluppo dell’Attività Marmifera della Versilia) e con Assindustria MassaCarrara, quali soggetti imprescindibili a che si attiveranno direttamente per la promozione della fiera presso gli Associati attraverso i propri canali.

CarraraMarmotec è organizzata da CarraraFiere e promossa da IMM Internazionale Marmi e Macchine Carrara Spa, con il supporto e il patrocinio di Ice Agenzia Italia, Ministero dello Sviluppo Economico, Confindustria Marmomacchine, Regione Toscana, Assindustria Massa-Carrara, ADI. Uff. Comunicazione, Promozione e Marketing CarraraFiere Responsabile Laura Malavolta (l.malavolta @carrarafiere.it)

dinavia, Azerbaijan, USA, Canada, UAE, Iran, Kazakhstan, Kuwait, Qatar, Russia, Turkmenistan and Morocco. The direct recruitment activities managed by the IMM are currently concentrated in China, USA, Brazil, Vietnam, India, Turkey, Tunisia, Morocco, Germany, Spain and Great Britain. With the objective of creating a system of skills, energy and promotion within the industry, the MM/CarraraFiere has signed working agreements with Confindustria Marmomacchine, COSMAVE (Consortium for the Development of Marble Activities in Versilia) and Assindustria Massa-Carrara, influential bodies that will be directly involved in the promotion of the exhibition to their Associates using their own channels. CarraraMarmotec is organised by CarraraFiere and promoted by the IMM Internazionale Marmi e Macchine Carrara Spa, with the support and patronage of the Ice Italy, Ministry of Economic Development, Confindustria Marmomacchine, the Tuscan Regional Government, Assindustria Massa-Carrara and ADI. CarraraFiere Communication, Promotion and Marketing office Office manager Laura Malavolta (l.malavolta @carrarafiere.it)

* Pagine a cura di / By:


Associazione Italiana Produttori e Utilizzatori di macchine, utensili e attrezzature varie per l’estrazione e la lavorazione delle pietre naturali Italian association of makers and users of machinery, tools and various kinds of equipment for extracting and working natural stones


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE MEMBER

ARTIGIANA MARMI

B

A

BRECCIA AURORA

ESCAVAZIONE E LAVORAZIONE MARMO

D.G.A.

EMMEZETA F.LLI VENTURA DI PAOLO

F.LLI FUCINA FG MARMI

GSV - DIAMANT S.R.L.

GEOM. ALFREDO ARNABOLDI

IMAG S.R.L.

LOMBARDA MARMI S.r.l.

LOMBARDI

M.B.

LUMINI ANGELO

MARMI CLASSIC BOTTICINO

MARMI BUSI

MARMI E GRANITI BONAZZOLI

MARMI MAZZARDI

s.p.a.

MARMI SENCO

QR

PORRO GIACOMO

PREMOLI LUIGI S.M.A.S.

RUPEAL

BYMEGADYNE

SO.LA.MA. STONEAG S.R.L.

SOR.MARMI

TONINI CAVE FANTISCRITTI

STUDIO NOVARIO


File

Case-History Sezione dedicata alle migliori forniture realizzate dai nostri inserzionisti

Le pagine che seguono sono riservate alle Aziende inserzioniste di Marmomacchine International per raccontare “non” i propri prodotti o le proprie attività ma per informare il settore delle proprie vendite più importanti nonché delle forniture più significative. Ogni Azienda Inserzionista ha a disposizione 2 pagine gratuite che potrà utilizzare secondo le seguenti caratteristiche: • comunicare in tempo utile alla redazione della Rivista Marmomacchine International che intenderà utilizzare le citate pagine divulgative in qualità di Azienda inserzionista; • fornire entro i tempi stabiliti dalla redazione della Rivista Marmomacchine International un proprio testo riguardante le vendite o le forniture più significative compiute recentemente dalla stessa Azienda preferibilmente all’estero; • fornire un testo non dovrà superare le 2.400 battute totali da intendersi quali comprensive di spazi e punteggiatura; Col testo dovranno essere fornite dalle 2 alle 4 immagini in formato digitale (.jpeg .tif, vettoriale etc.); Nel testo dovrà preferibilmente essere citato il Cliente presso il quale è avvenuta la vendita o la fornitura, previa autorizzazione scritta ottenuta dallo stesso Cliente. L’autorizzazione dovrà essere inviata alla redazione della Marmomacchine International contestualmente al testo e alle foto.

Per ogni chiarimento o informazione aggiuntiva: alzetta@assomarmomacchine.com

THE GLOBAL VOICE OF THE NATURAL STONE SECTOR

Sezione

Case-History

Section dedicated to the best supplies provided by our advertisers The following pages are reserved to companies advertising in Marmomacchine International to talk not about their products or businesses but to inform the sector of their most important or significant sales or orders. Every advertiser is allowed 2 free pages, to be utilized as follows: • Previously notifying magazine staff of its intent to use these informational pages as an advertiser company: • Supplying the magazine staff, within set times, with a text concerning the companies most significant recent sales or orders, preferably procured abroad; • Supplying a text of not more than 2,400 characters, total, including spaces and punctuation; The text must be accompanied by 2 to 4 photos in digital format (.JPEG, .TIF, vector, etc.). The text should preferably cite the customer concerned in the sale or order, with prior authorization from them. The authorization must be sent to the staff of Marmomacchine International along with the text and photos.

For additional clarification or information, contact: alzetta@assomarmomacchine.com


GMM Haysom (Purbeck Stone) Ltd, GMM S.p.a. and Rocchia Machinery LtdBeyond excellence

128

Haysom (Purbeck Stone) Ltd, GMM S.p.a. and Rocchia Machinery LtdBeyond excellence

M

ark Haysom, proprieter of Haysom Stone approached Roccia Machinery, agents for Gmm in the UK in 2014 with a very unusual and specific request. He needed a machine which could make best use of the special Purbeck stone which the company has quarried for generations. This extremely beautiful unique stone has one big problem, the relative small size of the blocks able to be extracted. The request to Gmm was to build a cutting line which could image the small slabs and then as automatically as possible make the best use of the available material. The project moved slowly as planning permission was required for an extension but in the summer of 2015 the time was right to move forward. Gmm become involved and proposed a bespoke system which utilised the Litox bridge saw with infeed and outfeed conveyors. However, the largest challenge was to develop Gmm`s existing user friendly software to enable the operator to maximise productivity and reduce waste. This was achieved with drag to run software. This enables the operator to keep set widths but by using the cursor on the

M

ark Haysom, proprietario di Haysom Stone avanzò, a partire dal 2014, una richiesta particolare a Roccia Machinery, agenti per Gmm nel Regno Unito Mark voleva disporre di una macchina in grado di sfruttare al meglio la particolare “Purbeck Stone” materiale le cui cave appartengo alla famiglia Haysom. Questa pietra calcare è composta da fossili e cristallini più duri del calcare oolitico ed estremamente durevole. L’estrazione e la lavo-


screen he can increase the length of the piece. Using a combination of this software and the image produced by the camera station he is able to maximise each length on every piece of stone. The machine was delivered and installed by Gmm technicians in November 2015 and is already proving its worth in day to day cutting activities. As an added bonus the machine is a full five axis cnc and Haysom increased the working area of the machine to allow them to also use the machine as a stand-alone saw and machining centre. This will allow them to develop into areas such as carving and intricate masonry.

razione della stessa è pero complessa in quanto i blocchi ottenuti sono per la gran parte di piccole dimensioni e disomogenei in quanto a forma. La richiesta avanzata a Gmm era quella di costruire una linea di taglio in grado di essere alimentata con tale materiale composto da spezzoni di lastre a contorno indefinito e da esse ricavare lavorati . Il tutto doveva essere realizzato in modalità automatica e con lo scopo di ottimizzare al meglio il materiale in entrata. La soluzione è stata trovata utilizzando una fresa a controllo modello Litox 38 CNC con rulliera di carico, nastro di taglio e nastro di scarico . L’utilizzo poi di un particolare SW operativo appositamente sviluppato ha consentito in maniera semplice e veloce l’ottimizzazione del taglio , l’incremento di produttività e la riduzione degli sprechi con la possibilità di modificare la dimensione dei pezzi da tagliare in modalità drag and drop. L’utilizzo della telecamera combinato al SW come sopra descritto consente di massimizzare le dimensioni di taglio di ciascun pezzo impostato . La versatilità della macchina dotata di guide allungate e del SW a bordo consentono poi l’utilizzo della fresatrice in modalità stand alone o come centro di lavoro per la realizzazione di manufatti tridimensionali con utilizzo combinato di disco e utensile fresa.

A cura di / By:

accessible quality

129


STONEST CAFÈ RADETZKY Milano con Studio Alberto Re e Stonest srl CAFÈ RADETZKY Milano with Studio Alberto Re and Stonest srl

L 130

o Studio Re di Milano nel progetto della nuova Gastronomia Radetzky sceglie il BIANCO GIOIA, fornito e lavorato dalla ditta Stonest srl di Carrara, per la realizzazione degli arredi e il rivestimento di alcune parti tecniche, come continuità di immagine con lo storico Cafè Radetzky al quale si affianca. Linguaggio supportato dall'uso di Pietra Piasentina, anch'essa presente nel locale esistente. Stonest srl è una realtà attiva del settore dei lavorati non standard dal 1999, anno in cui è stata fondata dai tre soci che continuano a gestire l’azienda. Per l’applicazione nelle storiche serrande esterne il marmo Bianco Gioia a 9 mm. di spessore è stato stratificato con del vetro temperato extra chiaro; questa stessa soluzione era già stata utilizzata da Stonest per sostituire i pannelli nelle 4 ser-

S

tudio Re, based in Milan, chooses Bianco Gioia for the realization of the new “Gastronomia Radetzky”. LL The choice of this material was taken in an effort to realize a stylistic continuity between the historic “Cafè Radetzky” and the new “Gastronomia”. This sense of continuity is reinforced by the use of “Pietra Piasentina” which is strongly present in the existing “Cafè”. Stonest S.r.l. was entrusted to provide the marble itself as well as realizing furnitures and cladding. The company was established by three partners in 1991 and today is more active than ever in the marble’s special works field. To apply “Bianco Gioia” in the historical external shutter Stonest assembled white marble with tempered extra clear glass obtaining compound pieces of 9 mm. thickness.


rande del locale principale. Per gli elementi all’interno della Gastronomia sono stati utilizzati gli spessori 20 e 30 mm. e la finitura scelta è levigata fine. Il progetto pur rispettando l’immagine del “Radetsky” propone un nuovo concetto di servizio gastronomia ribaltando il consueto posizionamento dei cibi cotti rispetto al cliente forzando la gestualità degli addetti in una modalità più domestica e più confidenziale. Siamo nel centro storico della città, nel corso Garibaldi, diventato parte della nuova direttrice, per buona parte pedonale, che unisce la zona Brera alla nuovissima piazza Gae Aulenti per proseguire nel riqualificato quartiere Isola. Da quasi trent'anni il Cafè Radetzky è una tappa strategica non solo per i milanesi, ma per chiunque nel mondo della cultura, dello spettacolo e dello sport, si affacci alla città di Milano. Oggi, con questa nuova appendice, diventa probabilmente il "locale" con l'offerta più ampia del settore.

This solution had already been used by Stonest to replace the shutter’s panels in the main area. Inside the “Gastronomia” the elements used are 20 or 30 mm thick and a honed finishing. The project, while respecting the image of “Radetzky” also propose a new concept of serving food in a domestic and confidential atmosphere. Situated in the historic centre of the city the “Cafe’ Radetzky” represent a must go not only for people who live in Milan but for whoever find himself in the city, may he belong to the cultural, sport or showbusiness world. Today with this new extension the “Radetzky” probably becomes the “Club” with the widest offert in this sector.

A cura di / By:


BRETON

Levibreton Eureka Levibreton Eureka

“E 132

ureka !” lòjòlj òjòj òjòj òkjòh òòh òiòh òkjòkh òhòLevibreton Eureka, l’ultima nata in casa Breton ha trovato in Bassi & Bellotti l’Archimede del set-

tore granito. Una macchina da sola che calibra, spiana, leviga e lucida le lastre di granito. La crescita esponenziale e la ricerca dell’innovazione è il fil rouge che unisce Breton e Bassi & Bellotti. Nata nel 1956 dalla lunga esperienza di famiglia che nella natia Brianza già lavorava i marmi ed i graniti per la produzione di articoli d’arredamento, la Bassi & Bellotti nell’ultimo decennio ha cavalcato il mercato puntando su strategie di lavorazione innovative. Nello stabilimento di Mariano Comense (CO), che si estende su un’area di 60.000 mq, è stato effettuato un completo rinnovamento di tutti i macchinari, con l’adozione di un’alta tecnologia atta a soddisfare le sempre maggiori esigenze di mercato. Qui si produce la quasi totalità di prodotti finiti e lastre che, insieme a blocchi e piastrelle, vengono esportati per il 90% circa. Un ulteriore ampliamento e sviluppo dell’azienda è stato costituito dell’acquisizione delle filiali di Cavaion Veronese (VR)

“E

ureka !” lòjòlj òjòj òjòj òkjòh òòh òiòh òkjòkh òhòLevibreton Eureka, the latest arrival in the Breton stable meets Bassi & Bellotti – the Archimedes of the granite industry. A single machine capable of gauging, levelling, honing and polishing granite slabs. Exponential growth and constant research and innovation represent a common thread shared by Breton and Bassi & Bellotti. Incorporated in 1956 on the basis of the long experience of a family that was already working with marble and granite for the production of furniture components in their native Brianza district, over the past ten years Bassi & Bellotti has captured the market by adopting strategies based on innovative work processes. The company’s Mariano Comense plant (Como), which covers an area of 60,000 m2, has been upgraded through a complete revamp of capital equipment with the adoption of advanced technological solutions to meet an increasingly diverse range of market demands. This is the production site for almost all the finished products and the slabs, blocks and tiles, around 90% of which are destined for the export market. An additional expansion


e di Massa (MS), capaci di affermarsi sul mercato locale incrementando la distribuzione da veri Leader nel settore dei trader. Presso lo stabilimento di Mariano Comense invece c’è un vero e proprio show room, dove è possibile scegliere tra numerose qualità di marmi, graniti ed altre pietre naturali di alto pregio ornamentale. “Puntiamo all’utilizzo di macchinari evoluti e di ultima generazione per effettuare ogni lavorazione – afferma ….Bassi, - Cercavo una macchina che potesse levigare le lastre prima della resinatura, calibrare le lastre per il mercato del calibrato, spianare le lastre all’occorrenza, e fungere anche da tradizionale lucidatrice. Con una sola macchina, Eureka, ho soddisfatto tutte le mie esigenze”. Concepita per montare una serie di teste Mirage e di teste a settori oscillanti SG8, fissando la quota di lavorazione e lanciando le Mirage alla loro massima capacità di asportazione, la Levibreton Eureka calibra le lastre allo spessore desiderato. Se non si vuole calibrare, le teste MIRAGE fungono da teste leviganti e le successive teste a 8 settori oscillanti SG8 completano le operazioni di levigatura e lucidatura. Una sola macchina per quattro distinte lavorazioni.

and development of the company occurred with the acquisition of the subsidiaries of Cavaion Veronese (Verona) and Massa (Massa Carrara), capable of penetrating the local market and boosting distribution in the role of authentic leaders of the trade industry. Conversely, the Mariano Comense plant has a fully appointed showroom where customers can choose from a vast range of marbles, granites and other natural stones of high ornamental value. Maurizio Bassi, owner of Bassi&Bellotti: “Our strategy is to use highly evolved machines of the latest generation to perform each step of the work process. We were looking for a machine capable of levelling the slabs before resin treatment, calibrating them for the special market requirements, levelling when required, and operating also as a conventional polishing machine. Eureka combines the responses to all my requirements in a single machine”. Designed to accept a series of Mirage heads and SG8 oscillating brick heads, setting the machining dimension and running the Mirage heads at their maximum material removal rate, the Levibreton Eureka gauges the slabs to the required thickness. If you don’t need the calibrating function, the Mirage heads work as honing heads and the 8 downstream SG8 oscillating brick heads complete the levelling and polishing operations. Just one machine for four different work processes.

A cura di / By:

133


PRUSSIANI ENGINEERING Mirror, la lucidatrice Prussiani Engineering per Pusterla Marmi Mirror, the Prussiani Engineering single head polishing machine for Pusterla Marmi 134

Como è situata l’azienda Pusterla Marmi, importante punto di riferimento da quasi quarant’anni nel settore delle lavorazioni di pietre naturali di alta gamma. Fondata nel 1978, ha sempre cercato di unire innovazione tecnologica e design per creare prodotti di assoluta eleganza. L’azienda si è imposta nel panorama internazionale grazie alla collaborazione con importanti architetti, arredatori e fornitori di materie prime. Alcuni esempi di realizzazioni sono gli arredi della nave Royal

A

P

usterla Marmi, which is situated in Como, is an important reference point for almost forty years in the field of top-of-the-range workings of natural stones. Founded in 1978 Pusterla Marmi has always continued to seek the mixing of technological innovation and design in order to create high-elegance products. The company estabilished itself in the international panorama thanks to the cooperation with important architects, interior designers and suppliers of raw materials. An example of realization is the boat’s furniture of Royal Princess


135 Princess per conto di Fincantieri, la stele in marmo per l’artista Fabio Casartelli in Francia e altre innumerevoli sculture, scale, restauri di chiese, bagni, arte funeraria e piani cucina. Creazioni realizzate grazie sia all’arte manuale che all’utilizzo di tecnologie innovative. Alla Prussiani Engineering Lorenzo Pusterla si è rivolto per rinnovare il suo parco macchine. Il primo acquisto è stata una fresatrice a ponte a controllo numerico corredata di nastro trasportatore, caricatore e sistema a ventose per lo spostamento dei pezzi da tagliare (Brevetto Europeo Prussiani Engineering chiamato Cut&Move). A seguire è stato acquistato il modello Mirror, una lucidalastre monotesta a controllo numerico con tre assi interpolati e cambio utensile automatico posizionato nella parte posteriore del piano di lavoro. La macchina è provvista anche di leve ribaltabili per il carico delle lastre in verticale, di una sonda presetting per la misurazione automatica della lunghezza degli utensili, e di una sonda elettronica per la misurazione dello spessore della lastra. Ideale per effettuare lavorazioni su tutti i tipi di materiali lapidei e perfetta per operazioni di spazzolatura, lucidatura, levigatura, calibratura e finitura delle superfici in pelle. Risultati garantiti anche grazie all’efficiente bilanciamento pneumatico della testa e al software P-Mirror, che consente all’utensile di effettuare una considerevole serie di movimenti lungo tutta l’area della lastra.

on behalf of Fincantieri, the marble’s steles for artist Fabio Casartelli in France and a lot of innumerable sculptures, stairs, renovations of churches, baths, funerary art and kitchen top. These works were realized thanks to craftsmanship and technology both. Lorenzo Pusterla asked to Prussiani Engineering to help him in order to reniew his machine fleet. The first was a numerical control bridge saw with conveyor belt, automatic load and suction cups for moving the pieces to be cut (Prussiani Engineering European Patent Cut&Move). Secondly Mirror machine has been bought, a single head polishing CNC machine with three interpolated axes and automatic tool-change positioned at the rear of the working table. The machine is also equipped with tilting levers for the loading of vertical slabs, an electronic presetting for the automatic measuring of the length of the tools, and an electronic feeler for the automatic measuring of the thickness of the slabs. Ideal for machining of all types of stone materials and perfect for brushing, polishing, grinding, honing, calibrating and leather surface finishings. Guaranteed results thanks to efficient head’s pneumatic balance and software P-Mirror, that allows tool to a considerable number of movements along the whole area of the slab. A cura di / By:


PEDRINI A Taiwan l’innovativa tecnologia Pedrini Pedrini state-of-the-art technology in Taiwan

136

C

C

huan Ya Marble Co., Ltd, a Taiwanese historic company which boasts great experience in marble and granite processing, has recently invested in state-of-the-art technology choosing the Italian supplier Pedrini.

Nella sede storica dell’azienda, dedicata al reparto di lavorazione del marmo, è stata da poco installata una nuova linea di lucidatura per lastre composta da una lucidatrice Galaxy B220MA a 18 teste equipaggiata con mandrini Rotor che garantiscono un eccellente livello di lucidatura grazie al perfetto bilanciamento del movimento della trave. A completamento della linea sono stati acquistati anche una rifilatrice/attestatrice da lastre B713AR di ultimissima generazione e uno scanner M257SC per l’archiviazione digitale dell’intera produzione giornaliera.

A new slabs polishing line has recently been installed at the historic company headquarters destined to the marble processing department. The line is composed of a polishing machine Galaxy B220MA with 18 heads equipped with special spindles Rotor which ensure an excellent polishing level thanks to the perfect balancing of the beam movement. The line has been completed with the purchase of the latest generation automatic ends and sides trimming machine B713AR and a scanner M257SC for the digital storage of the whole daily production.

Chuan Ya Marble Co., Ltd, ha investito anche in macchinari per la lavorazione del granito. Sono state, infatti, recentemente installate due macchine

Chuan Ya Marble Co., Ltd, invested in machinery for the granite processing too. Indeed, two Multiwire machines Jupiter GS200 with 56 and

huan Ya Marble Co., Ltd, azienda storica di Taiwan che vanta una grande esperienza nella lavorazione sia del marmo che del granito, ha di recente investito in tecnologia innovativa scegliendo il fornitore italiano Pedrini.


multifilo Multiwire Jupiter GS200 a 56 e a 64 fili per il taglio dei blocchi di granito ed una linea completa di lucidatura lastre. Dopo il taglio le lastre, tramite appositi carrelli, vengono direttamente trasportate alla linea di lucidatura composta dalla lucidalastre Galaxy B220GB a 22 teste, con le esclusive teste a 7 settori che garantiscono altissime produzioni ed un elevato grado di lucidatura. La linea si completa con tutti gli accessori che permettono un processo di lavorazione ad alta automazione quali i sistemi di carico e scarico automatici Butterfly B416, unici nell’isola di Taiwan, la rifilatrice/attestatrice B713AR, la ceratrice M242LD, lo scanner M257SC e il distributore di sostanza antigraffio M247LD. Grazie a particolari dispositivi questa linea può essere utilizzata anche per lavorare lastre di marmo e travertino.

137

64 wires for the blocks cutting and a complete slabs polishing line have been installed. After being cut, the slabs are moved directly to the polishing line by means of special trolleys. The line is composed by the polishing machine Galaxy B220GB with 22 heads equipped with the exclusive 7 abrasive holders which assure very high production capacities and a high polishing degree. The line is completed with all the accessories which allow a very high automated working process, such as the automatic loading and unloading systems Butterfly B416, unique in Taiwan island, the automatic ends and sides trimming machine B713AR, the waxing machine M242LD, the scanner M257SC and the automatic distributor of anti-scratch substance M247LD. Thanks to special devices, this line can also be used for marble and travertine processing.

A cura di / By:


DELLAS Dellas partecipa alla rimozione delle piattaforme di sostegno della Concordia Dellas takes part in the removal of the support platforms for the Concordia 138

C

ustomizzazione, ricerca, avanguardia nella produzione del filo diamantato: in una parola Dellas. Azienda veronese sita a Lugo di Grezzana, da oltre 40 anni è specializzata nella produzione di utensili per la lavorazione di marmo e granito in ogni sua fase, dall’estrazione dalla cava alle lavorazioni di lucidatura e finitura. La produzione, che comprende una vasta gamma di filo diamantato, lame diamantate, dischi diamantati, utensili per la lucidatura e calibratura, utensili per macchine a controllo numerico è interamente realizzata in Italia presso la sede Dellas. Ad oggi Dellas è presente a livello mondiale avvalendosi di centri di assemblaggio dislocati in 30 Paesi per un totale di 62 tra rivenditori e agenti in Nord e Sud America, Asia, Nord Africa ed Europa: condizione che garantisce una presenza capillare e assistenza immediata. Non è un caso quindi che Dellas partecipi a una delle opere più imponenti in corso in Italia: lo smantellamento del cantiere sommerso della Concordia, presso l’Isola del Giglio. Dellas è stata incaricata di fornire il filo diamantato utilizzato per la rimozione dei pali in acciaio e cemento di diametro variabile da 500 a 2.000 mm che hanno permesso l’operazione di parbuckling più grande mai avvenuta in quanto si è riportata in posizione verticale di galleggiamento una nave di 310 mt di lunghezza. “Dellas ha fornito tre diverse tipologie di filo diamantato studiate ap-

C

ustomisation, research, trailblazing in the production of diamond wire: in one word, Dellas. The company from Verona, headquartered at Lugo di Grezzana, for more than 40 years has been specialising in the production of utensils for all the phases of the working of marble and granite, from extraction in quarries to polishing and finishing. The production includes a wide range of diamond wire, diamond blades, diamond disks, polishing and calibration utensils, and utensils for numeric control machines, and takes place entirely in Italy at the Dellas plant. Today Dellas is all over the world, with assembly centres in 30 different countries, for a total of 62 retailers and agents in North and South America, Asia, North Africa, and Europe, ensuring a capillary presence and immediate assistance in case of need. It’s not by chance that Dellas was requested to participate in one of the largest operations currently ongoing in Italy, the dismantling of the submerged site of the Concordia, at Isola del Giglio. Dellas was


positamente per poter eseguire i differenti tipi di taglio provvedendo inoltre l’assistenza necessaria durante gli interventi” spiega Roberto Turrini, Product Manager Dellas. “Il nostro centro ricerca ha creato questo speciale filo diamantato per rispondere alle peculiarità dell’intervento. La sfida era arrivare ad ottenete un filo che unisse una grande abrasività alla resistenza necessaria per sezionare i materiali che costituivano l’esterno e il riempimento delle colonne” continua Turrini. “Grazie ai molteplici test di usura e tenuta del diamante trovato la soluzione ideale: fili gommati con perle diamantate saldobrasate che lavorano bene a pressioni alte, e fili con perle elettrolitiche che lavorano meglio a pressioni più basse” spiega Turrini. I tagli sono stati eseguiti a spingere con cavo impalmato e a tirare con cavo giuntato a seconda della situazione. Ogni taglio per essere eseguito ha necessitato di incuneatura onde evitare cedimenti strutturali dovuti al peso delle piattaforme, 6 in totale, che varia dalle 250 alle 1.250 tonnellate ciascuna. Allo stato attuale i lavori vedono la realizzazione di 44 tagli di tubi di acciaio, con uno spessore della parete tra i 30 e 70 mm, di diametro variabile da 500 a 2080 mm, sia vuoto che pieno di cemento. Circa 30 gli interventi di taglio in corso di realizzazione: con una velocità di taglio di 7,5 cm l’ora per i sostegni pieni e tempi più brevi del 30% per i pali vuoti, il cantiere procede velocemente. I lavori sono stati eseguiti a una profondità variabile da 23 a 54 metri sotto il livello del mare, da due macchine da taglio con motori e comandi oleodinamici, pilotate dalla superficie da una control room e supervisionate in acqua da una squadra di 58 sub, su turni di 25 minuti, muniti di 20 drivers per l’assistenza. “Le macchine possono effettuare tagli di diverse misure, da un minimo di 500 mm fino a 1400 mm, aumentabili fino a 1600 mm tramite un adattatore. Il modello per tagli da 2000 mm arriva fino ai 2400 mm. Ogni macchina ha lavorato facendo scorrere il filo diamantato con movimento rotatorio permettendo la sezionatura dell’acciaio e dell’anima in cemento dei pali”. Per Dellas questo intervento è stato certamente una grande sfida ma si tratta altresì dell’inizio di un nuovo percorso che vedrà l’azienda impegnata in progetti sempre più particolari. Nuova linfa, nuovi stimoli e una grandissima motivazione: affrontare ogni sfida a testa alta, per vincerla.

chosen as supplier of diamond wire used to remove the steel and cement poles, ranging from 0.5 to 2 metres of diameter, resulting in the largest parbuckling operation in Italy, flipping a 310-metrelong ship back up to a vertical sailing position. “Dellas has supplied three different types of diamond wire, designed for the different types of cutting, and has provided assistance during the interventions”, explains Roberto Turrini, Dellas’s Product Manager. “Our research centre came up with this special diamond wire as a response to the peculiarity of the intervention. The challenge was to obtain a wire that combined great abrasiveness and the necessary resistance to slice the materials that made up the outer part and the filling of the pillars”, continues Turrini. “Thanks to countless wear and resistance tests on our diamond wires, we finally came up with the perfect solution: rubber wires with braze-welded diamond pearls that work well at high pressures, and wires with electrolytic pearls that work better at lower pressures”, explains Turrini. The cuts were made forwards with the cable spliced and backwards with the cable joined, according to the situation. Each cut required wedging to avoid structural failure due to the weight of the platforms, 6 overall, varying from 250 to 1,250 tonnes each. To this moment as many as 44 steel tubes have been cut, with walls ranging from 30 to 70 mm of thickness, diameter ranging from 0.5 to 2.08 metres, either hollow or filled with cement. About 30 cutting interventions are currently taking place: with a cutting speed of 7.5 cm per hour for the full supports and 30% less for the hollow ones, the site is proceeding quickly. In order to carry out the job at depths between 23 and 54 metres below sea level, we used two cutting machines with hydraulic engines and commands, piloted from a control room on land and supervised in the water by a team of 58 divers, in shifts of 25 minutes, accompanied by 20 assisting drivers. “The machines can make cuts of different dimensions, from 0.5 m to 1.4 metres, reaching up to 1.6 m with the use of an adaptor. The model for 2-metre cuts can get to 2.4 metres. Each machine works by sliding the diamond sire in a rotational movement in order to slice the steel and the cement core of the pillars”. For Dellas, this intervention has certainly been a huge challenge, as well as the beginning of a new road towards increasingly singular projects. New sap, new stimuli, and a shipload of motivation: facing all challenges with our chin up, and getting done with it.

139


SIMEC Industria Marmi Ferrari – con LM 2100 RX la qualità è flessibile Industria Marmi Ferrari – with the LM 2100 RX quality is flexible 140

È

relativamente recente l’installazione di una nuova lucidatrice SIMEC per lastre di marmo modello LM 2100 RX presso lo stabilimento Industria Marmi Ferrari di Chiampo (VI – Italia), azienda che da più di 40 anni è specializzata nella lavorazione di marmo, onice, travertino, agglomerato e materiali semipreziosi. La nuova macchina è impiegata ormai da qualche mese nella lucidatura dei materiali più diversi presenti nel notevole deposito lastre dell’azienda, dimostrando tutto il suo valore in termini di produttività e flessibilità. Frutto di un accurato lavoro di restyling che ha riguardato, oltre all’estetica, numerosi aspetti tecnici e componenti, la macchina

Particolare dell’ampio deposito lastre della Industria Marmi Ferrari, ricco di materiali pregiati. Detail of the huge slab storage of Industria Marmi Ferrari, full of valuable materials.

S

IMEC has recently installed a new polishing machine for marble slabs model LM 2100 RX at the factory Industria Marmi Ferrari in Chiampo (VI – Italy), company specialized for over 40 years in the processing of marble, onyx, travertine, agglomerate and semi-precious materials. This new machine has been polishing several materials from the huge storage of the company and is proving its worth in terms of productivity and flexibility. After a careful work of restyling concerning not only aesthetics but several technical aspects and components, the machine is now more powerful and easier to use than the previous generation, thanks to a greater structural rigidity and a more comprehensive and accurate electronic management.

La macchina, oltre a pratico pannello comandi touch-screen a colori, disponi di controlli della pressione di esercizio associati ad ogni mandrino. This machine has a practical colour touch-screen control panel as well as single controls of the working pressure associated to each spindle. .


lucidatrice SIMEC per lastre di marmo modello LM 2100 RX /014, installata presso lo stabilimento Industria Marmi Ferrari di Chiampo (VI). SIMEC’s polishing machine for marble slabs model LM 2100 RX /014, installed at Industria Marmi Ferrari in Chiampo (VI).

141

risulta ora più performante e facile da impiegare rispetto alla generazione precedente, grazie ad una maggiore rigidità strutturale e ad una gestione elettronica più completa ed accurata. Caratterizzata da una larghezza utile di lavoro di 2100 mm, LM 2100 RX è disponibile in versioni da 4 a 16 mandrini equipaggiati con piatti di diametro 480 mm a settori abrasivi. Roberto Ferrari, titolare dell’omonima azienda, si dichiara molto soddisfatto dell’acquisto, riconoscendo che da quando è stata installata la lucidatrice SIMEC, che ha sostituto un vecchio modello concorrente, ha portato una notevole flessibilità in azienda, permettendo la lavorazione di formati e spessori che prima non potevano essere lucidati e che ora possono invece essere trattati con ottimi risultati sia in termini di produttività che di qualità di lucidatura. Anche il personale di macchina ha subito acquisito dimestichezza nel controllare rapidamente ogni aspetto della lavorazione attraverso il comodo pannello touch screen a colori e regolatori di pressione associati ad ogni mandrino. Simec, la Stella della Qualità

Featuring a useful working width of 2100 mm, the LM 2100 RX is available in versions from 4 to 16 spindles equipped with abrasive sector plates with diameter of 480 mm. Roberto Ferrari, owner of the company, is very satisfied with the purchase and recognizes that Simec’s polishing machine, replacing an old competitor’s model, has brought more flexibility in the company allowing to process sizes and thicknesses that could not be polished before and now can with excellent results both in terms of productivity and polishing quality. The staff has also become familiar with this machine and can quickly control every processing aspect through the colour touch-screen panel and pressure adjusters associated to each spindle. Simec, the Quality Star

A cura di / By:


BM

Nuovo Multi-filo KODIAK EVOLUTION New Multi-wire KODIAK EVOLUTION

“G

142

“G

EOS NORDIC OU.” è un’azienda con sede in Estonia che effettua la segagione e la lavorazione di blocchi di granito. A seguito di una rigorosa analisi dell'attuale offerta disponibile la “GEOS NORDIC OU.” ha scelto la produzione BM e in particolare il nuovissimo telaio multifilo modello “KODIAK EVOLUTION” a 20 fili diamantati.

EOS NORDIC OU.” is company established in Estonia which cuts, polishes and works the granite. Further to a deep analysis of the models of multiwire of the market, “GEOS NORDIC OU.” has decided the production of BM, specifically the newest model with 20 diamond wires “KODIAK EVOLUTION”.

Il “KODIAK EVOLUTION” a 20 fili diamantati della BM è costruito su 4 colonne, questa particolare caratteristica garantisce una stabilità ed una precisione del taglio di assoluto rilievo.

The “KODIAK EVOLUTION” with 20 diamond wires made by BM is installs 4 columns, this particular detail guarantees the top stability and precision of the cut of absolute importance.

Il “KODIAK EVOLUTION” BM installa inoltre diametri molto più grandi rispetto al primo modello, ogni filo diamantato tocca solamente in 3 punti di flesso, senza alcuna acuta inclinazione. il risultato è l’ottimale condizione di lavoro per il filo e una durata della vita del filo maggiore, in questo modo i costi del filo diamantato per metro quadrato di taglio sono abbattuti:

The “KODIAK EVOLUTION” BM installs bigger diameters against the first model of machine, each wire suffers the flexing action only on 3 points, without any dangerous grade. The result is the best working condition for the wire, which upgrade its performance and life, so the cost of the cut per each square meter are reduced:


143

► L’ANGOLO DI ROTAZIONE È MENO ACUTO → VITA LAVORATIVA DEL FILO MAGGIORE ► RIDUZIONE DEI GIRI PER MINUTO → MAGGIORE VITA DEI CUSCINETTI ► SUPERFICIE DI CONTATTO MAGGIORE DEL FILO SUL PROFILO GOMMATO → MINOR CONSUMO DI PROFILO IN GOMMA POLIURETANICA

► THE ROTATING FLEX ANGLE IS LESS ACUTE → INCREASED LIFE OF THE WIRE ► REDUCTION OF CYCLES PER MINUTE → LONGER LIFE OF THE BEARINGS ► BIGGER CONTACT SURFACE OF THE WIRE ON THE RUBBER PROFILE → LESS CONSUMPTION OF A cura di / By: THE RUBBER PROFILE


BARSANTI MACCHINE TENNESSEE MARBLE CO ha scelto l’innovativa lucidatrice da marmo a marchio Barsanti Macchine

144

TENNESSEE MARBLE CO chose the innovative marble polishers Barsanti Machine brand

U

na nuova lucidatrice per lastre da marmo equipaggiata con i Mandrini Spianatori ad asportazione adattativa è stata installata ed è in funzione nel moderno stabilimento della nota Società "TENNESSEE MARBLE CO” di Friendsville, Tennessee, USA. TENNESSEE MARBLE CO è una società con esperienza nel

A

marble slab polisher with the Smart Flattener Spindles for adaptive removal was installed and is now operating in the modern factory of "TENNESSEE MARBLE CO” situated at Friendsville, Tennessee – USA. TENNESSEE MARBLE CO has been having a great experience in the stone industry for over 100 years both as regards the extraction of the blocks and the transformation of the same in quality products used in the building. This important company offers materials extracted from its 6 quarries located in Tennessee Valley and Vermont, as well as offers Alabama, Colorado and Georgia marbles. TENNESSEE MARBLE CO is one of the largest vertically integrated domestic marble companies in the United States. The company utilizes 2 factories with over 125,000 square feet of production capacity on over 200 acres of marble deposits. In its modern plant, a marble polisher GoodStar Plus, “Barsanti Macchine” brand, with the Smart Flattener Spindles for adaptive removal was recently installed. They are special spindles designed, made and patented for the preparation of the surfaces of the slabs to be polished (both in marble and granite) ensuring an adequate surface


settore lapideo di oltre 100 anni sia per quanto riguarda l’estrazione dei blocchi, sia per la trasformazione degli stessi in manufatti di qualità, che vengono utilizzati nel settore edilizio. Questa importante società oltre ad offrire i materiali estratti dalle sue 6 cave situate nella Tennessee Valley e nel Vermont, offre anche marmo proveniente da altre città americane quali Colorado, Alabama e Georgia. TENNESSEE MARBLE COMPANY è pertanto una delle più grandi società di marmo verticalmente integrate negli stati uniti. La società si struttura su 2 edifici con una capacità produttiva di oltre 125.000 metri quadri di manufatti e oltre 200 acri di depositi di marmo. Nella moderna fabbrica è stata recentemente installata la macchina lucidatrice da marmo GoodStar plus, a marchio Barsanti macchine, equipaggiata con i mandrini spianatori. Sono mandrini progettati, realizzati e brevettati per la preparazione veloce ed efficace delle superfici delle lastre da lucidare, sia in marmo che in granito, assicurando una adeguata planarità della superficie. Si effettua una azione di spianatura "intelligente”: controllando ed adattando l'asportazione voluta. L'uso di questi mandrini equipaggiati con utensili diamantati, nelle prime teste di lucidatrici o levigatrici ha dimostrato di aumentare la velocità di lavoro ottenendo una migliore qualità di finitura della lastra. Infatti la superficie della lastra viene spianata con riferimento al livello di primo appoggio selezionato dall'operatore e per la profondità preselezionata. A differenza dei mandrini meccanici che, in caso di asportazione superiore alla capacità della testa, si potrebbero impuntare sul materiale creando danni a volte molto gravi, il mandrino spianatore si adatta alla situazione e grazie al sistema pneumatico si solleva pur continuando ad abradere; recuperata la quota voluta ad un successivo passaggio, continua l'azione livellante. La nuova lucidatrice GoodStar Plus è stata appositamente scelta per garantire la lucidatura di elevati quantitativi di materiale alla massima qualità. Il Mandrino Spianatore ad asportazione adattativa è una sensibile innovazione portata nel campo della lucidatura e levigatura dei materiali lapidei, aumentando le prestazioni e l’economicità d'esercizio dei nostri già ottimi prodotti. La ISM ha dunque capitalizzato al meglio la secolare esperienza del marchio Barsanti Macchine. Sito: www.ism.com

flatness. It makes a "smart" flattening action, checking and adjusting the desired removal. The use of these special spindles, fitted with diamond tools in the first positions of polishing or honing multi-head machines, shows an increase of the belt speed and a better quality surface of polished slabs. The flattening of the slab is made for the pre-selected abrasive extension with reference to the level of the first touch of the tools plate in the position selected by the operator. When the Smart Flattening Spindle encounters a level of needed abrasion bigger than its capacity, it moves up, thanks to the pneumatic control and the desired deep of abrasion is reached with further passages. In the same situation mechanically driven spindle could cause serious damages. The new machine GoodStar Plus (GS+) is capable to assure a perfect polishing of massive output at the highest quality. The Smart Flattener Spindle for adaptive removal is a significant innovation introduced in the honing and polishing of stone materials, increasing performance and economic operation of our already excellent products. ISM has proved to get the most out of the centennial experience of Barsanti Macchine brand. Please visit our website www.ism.it

A cura di / By:

145


cVa\_VN`a\[RSNV_P\ZO_


MARMO MACCHINE MARK Licensees companies

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

“Strictly Italians”


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

PRESIDENTE PRESIDENT

S. Ghirardi

VICE PRESIDENTI VICE PRESIDENT

M. De Angelis

C. Franzi

PRESIDENTE ONORARIO HONORARY PRESIDENT

D. Muzzolon

M. Stangherlin

F. Marabelli

CONSIGLIERI EXECUTIVE BOARD MEMBERS

A. Albani

R. Alimonti

D. Bauce

F. Benetti

I. Bombana

D. Campagnola

M. Caroselli Leali

M. Caucci

N. Ciani

M. Compri

F. Fraccaroli

A. Marchetti

G. Moncini

G. Pedrini

F. Pettenon

M. Pretto

A. Stocco

L. Terzago

G. Tonini

C. Zerlia


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

GIUNTA ASSOCIATIVA STEERING COMMITTEE

A. Albani

R. Alimonti

D. Bauce

F. Benetti

I. Bombana

D. Campagnola

S. Caresia

M. Caroselli Leali

M. Caucci

N. Ciani

M. Compri

M. De Angelis

M. Dossena

F. Fraccaroli

C. Franzi

S. Ghirardi

F. Marabelli

A. Marchetti

G. Moncini

D. Muzzolon

G. Pedrini

F. Pettenon

M. Pretto

A. Serafini

M. Stangherlin

A. Stocco

L. Terzago

G. Tonini

C. Zerlia

E. Pozzi

G. P. Trois

COLLEGIO DEI PROBIVIRI BOARD OF ARBITERS

F. Ghirardi

E. Novario

B. Pettenon


LEGENDA ORGANIGRAMMA ORGANIZATION CHART LEGEND

Organo Sovrano Governing body

Cariche Elettive Elected offices

ORGANIGRAMMA ASSOCIATIVO ORGANIZATION CHART ASSEMBLEA DEI SOCI / GENERAL ASSEMBLY PRESIDENTE ONORARIO / HONORARY PRESIDENT MARABELLI Flavio

PRESIDENTE / PRESIDENT GHIRARDI Stefano

GIUNTA / STEERING COMMITTEE

COMITATO DI PRESIDENZA PRESIDENTIAL COMMITTEE

ALBANI Angelo - Omag ALIMONTI Roberto - Rastone BAUCE Davide - Bauce Bruno BENETTI Federico - Benetti Macchine BOMBANA Igino - Tenax CAMPAGNOLA Dorian - Pellegrini Meccanica CARESIA Simone - Porfido ed Arte Consorzio Stabile CAROSELLI LEALI Mario - Sassomeccanica CAUCCI Mario - Caucci Marble CIANI Nicola - Marmilame COMPRI Michele - Abrasivi Adria DE ANGELIS Marco - De Angelis Giovanni (Vice President) DOSSENA Marino - Diamond Service FRACCAROLI Federico - Fraccaroli & Balzan FRANZI Corradino - GMM (Vice President) GHIRARDI Stefano - Marmi Ghirardi (President) MARABELLI Flavio - Gemini (Former President) MARCHETTI Arianna - Officine Marchetti MONCINI Giovambattista - Fratelli Moncini MUZZOLON Davide - Marmi Bruno Zanet (Vice President) PEDRINI Giambattista - Pedrini PETTENON Francesco - Fila Industria Chimica PRETTO Massimo - Tyrolit Vincent SERAFINI Alessandro - Marmi Serafini STANGHERLIN Mirko - Simec (Vice President) STOCCO Alessandro - Co.Fi.Plast TERZAGO Luca - T&D Robotics TONINI Giancarlo - Tonini Cave Fantiscritti ZERLIA Carlo - Marini Quarries Group (Immediate Past President)

COLLEGIO PROBIVIRI / BOARD OF ARBITERS GHIRARDI Franco NOVARIO Eugenio PETTENON Beniamino POZZI Eugenio TROIS Gianpaolo

COLLEGIO REVISORI CONTABILI BOARD OF AUDITORS BALDASSARRE Elio MARTINI Giorgio PATELLI Marco

DE ANGELIS Marco - De Angelis Giovanni FRANZI Corradino - GMM GHIRARDI Stefano - Marmi Ghirardi MUZZOLON Davide - Marmi Bruno Zanet STANGHERLIN Mirko - Simec

CONSIGLIO DIRETTIVO EXECUTIVE BOARD ALBANI Angelo - Omag ALIMONTI Roberto - Rastone BAUCE Davide - Bauce Bruno BENETTI Federico - Benetti Macchine BOMBANA Igino - Tenax CAMPAGNOLA Dorian - Pellegrini Meccanica CAROSELLI LEALI Mario - Sassomeccanica CAUCCI Mario - Caucci Marble CIANI Nicola - Marmilame COMPRI Michele - Abrasivi Adria DE ANGELIS Marco - De Angelis Giovanni (Vice President) FRACCAROLI Federico - Fraccaroli & Balzan FRANZI Corradino - GMM (Vice President) GHIRARDI Stefano - Marmi Ghirardi (President) MARABELLI Flavio - Gemini (Former President) MARCHETTI Arianna - Officine Marchetti MONCINI Giovambattista - Fratelli Moncini MUZZOLON Davide - Marmi Bruno Zanet (Vice President) PEDRINI Giambattista - Pedrini PETTENON Francesco - Fila Industria Chimica PRETTO Massimo - Tyrolit Vincent STANGHERLIN Mirko - Simec (Vice President) STOCCO Alessandro - Co.Fi.Plast TERZAGO Luca - T&D Robotics TONINI Giancarlo - Tonini Cave Fantiscritti ZERLIA Carlo - Marini Quarries Group (Immediate Past President)


A nomina della Giunta Steering C. Appointments

Controllate Subsidiaries

Tecno-Struttura Technical organization

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

COMITATO ESECUTIVO TECNOLOGIA TECHNOLOGY EXECUTIVE COMMITTEE ALBANI Angelo - Omag BENETTI Federico - Benetti Macchine BELLINZONI Riccardo - Assofom BOMBANA Igino - Tenax CAMPAGNOLA Dorian - Pellegrini Meccanica CAMPO Salvatore - Atlas Copco Stonetec CAROSELLI LEALI Mario - Sassomeccanica CIANI Nicola - Marmilame COMPRI Michele - Abrasivi Adria DOSSENA Marino - Diamond Service FRACCAROLI Federico - Fraccaroli & Balzan FRANZI Corrado - GMM (Executive Vice President) GASPARI Ciro - Gaspari Menotti MARABELLI Flavio - Gemini MARCHETTI Arianna - Officine Marchetti MONTANARI Christian - Emmedue Division/Industrie Montanari PEDRINI Giambattista - Pedrini PRETTO Massimo - Tyrolit Vincent STANGHERLIN Mirko - Simec STOCCO Alessandro - Co.Fi.Plast TERZAGO Luca - T&D Robotics ZERLIA Carlo - Marini Quarries Group

MARMOMACCHINE SERVIZI Srl

Marmomacchine International HOUSE-ORGAN

Segreteria Generale Secretary-General

Marketing/Fiere Marketing/Tradeshow

COMITATO ESECUTIVO MARMO STONE EXECUTIVE COMMITTEE ALIMONTI Roberto - Rastone ANTOLINI Sergio - Antolini Ing. Sergio ANZILOTTI Vittorio - Anzilotti Natale e Figli ARNABOLDI Alfredo - Asomarmisti Lombardia BAUCE Davide - Bauce Bruno CARESIA Simone - Porfido ed Arte Consorzio Stabile CAUCCI Mario - Caucci Marble EL JADIDI De Vicente Maya - Namco Co DE ANGELIS Marco - De Angelis Giovanni GHIRARDI Stefano - Marmi Ghirardi MARABELLI Flavio - Gemini MONCINI Giovanbattista - Fratelli Moncini MUZZOLON Davide - Marmi Bruno Zanet (Executive Vice President) PEDRETTI Ettore - Porfido F.lli Pedretti PETTENON Francesco - Fila Industria Chimica ROSSI Mario - Coop. Cavatori Botticino Classico SERAFINI Alessandro - Marmi Serafini TONINI Giancarlo - Tonini Cave Fantiscritti

Amministrazione Administration

Centro Studi/Ufficio Stampa Studies Center/Press Office

Marketing Marmomacchine International Marketing/House Organ


SECTOR Exhibition

Nel mondo con noi! Partecipazioni fieristiche internazionali Confindustria Marmomacchine

Worldwide with us! International fair participations of Confindustria Marmomacchine 2016 STONA - Bangalore, India

3-6 febbraio

VITORIA STONE FAIR - Vitoria, Brasile

16-19 febbraio

XIAMEN STONE FAIR - Xiamen, Cina

6-9 marzo

MARBLE - Izmir, Turchia

23-26 marzo

BATIMAT RUSSIA - Mosca, Russia

5-8 aprile

CARRARA MARMOTEC - Carrara, Italia

18-21 maggio

MIDDLE EAST STONE - Dubai, Emirati Arabi Uniti

23-26 maggio

WORLD STONE FAIR INDOBUILTECH - Jakarta, Indonesia

25-29 maggio

STONE INDUSTRY - Mosca, Russia

21-24 giugno

IRSE - Teheran, Iran

21-24 luglio

MARMOMACC - Verona, Italia

28 settembre - 1 ottobre

SAUDI STONE TECH - Riyadh, Arabia Saudita

17-20 ottobre

2018 STONE+TEC - Norimberga, Germania

Per info: segreteria@assomarmomacchine.com

13-16 giugno


PROGRAMMA COLLETTIVE 2016 FIERE INTERNAZIONALI SETTORE MARMO E TECNOLOGIE

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE


Batimat Russia 2016

Architettura, costruzioni e design: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE sceglie BATIMAT Russia Continua la collaborazione di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE con MEDIA GLOBE-CROCUS, il principale organizzaore fieristico russo di manifestazioni dedicate al comparto dell’edilizia, tra le quali BATIMAT RUSSIA. La prossima edizione avrà luogo dal 5 all’8 aprile 2016 sempre nel moderno Crocus Expo Center di Mosca. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE sarà agente in esclusiva in l’Italia e nel mondo della manifestazione moscovita per il settore “stone” (sia materiali lapidei che prodotti complementari).

PERCHÉ PARTECIPARE BATIMAT RUSSIA – che nella passata edizione ha registrato la presenza di circa 53 mila visitatori e più di 300 espositori – si propone come importante piattaforma di incontro tra produttori e committenti di opere, architetti ed ingegneri, designers, fornitori e distributori dalla Russia e dal mondo.

STATISTICHE 2015

Mosca, Russia - Luogo: Crocus Expo Center Data: 05.04.2016 - 08.04.2016 Scadenza adesioni: 30.12.2016 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com


Mosca, Russia

5/8 aprile

OFFERTA DI PARTECIPAZIONE • Area NON allestita- minimo prenotabile 24 m2: € 250/m2 • Area allestita “STANDARD” - minimo prenotabile 12 m2: € 330/m2 • Area allestita “PREMIUM” - minimo prenotabile 15 m2: € 380/m2 Supplementi angoli: • stand in linea, 1 lato aperto nessuno angolo 0% • Stand ad angolo, 2 lati aperti + 5% • Stand a penisola, 3 lati aperti +10% • Stand ad isola, 4 lati aperti +15% • Stand a due piani + 40% TASSA DI REGISTRAZIONE: € 300/azienda ATTENZIONE! Per stand minimi non sono ammessi co-espositori. Minimo 2 espositori per 18 m2. Allestimento “STANDARD” comprende: spazio espositivo, pareti, fascia con nome dell’azienda, arredi base in proporzione alla dimensione dello stand, ripostiglio con porta a soffietto, faretti , presa elettrica, cestino e appendiabiti. Allestimento “PREMIUM” comprende: upgrade dell’allestimento STANDARD con altezza pareti 3 m, fascia con nome dell’azienda, arredi base in proporzione alla dimensione dello stand, faretti, presa elettrica, cestino e appendiabiti.

MODALITÀ DI ADESIONE Per partecipare l’azienda dovrà inviare entro e non oltre il 30.12.2015 la scheda di richiesta di area espositiva debitamente compilata e sottoscritta dal legale rappresentante per posta elettronica all’indirizzo: segreteria@assomarmomacchine.com oppure per fax al numero 0331 735449. L’assegnazione degli spazi espositivi avverrà a ricevimento del modulo e dell’acconto dovuto.

CONTATTI: MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Sede: Milano - Corso Sempione, 30 20154 Milano - Tel 02 315360 Fax 02 315354 RIFERIMENTI: Marketing & Sales Dept.: Paola Bianchi tel/fax 0331 735449 E-Mail: segreteria @assomarmomacchine.com Skype: Paola Bianchi Assomarmomacchine


Middle East Stone 2016

Area MARMOMACCHINE alla MIDDLE EAST STONE, Dubai DMG World Media Dubai, organizzatore della fiera BIG 5, organizzerà dal 23 al 26 maggio 2016 in contemporanea con Index e Middle East Covering, MIDDLE EAST STONE, seconda edizione della fiera specializzata nelle pietre naturali e delle relative tecnologie di lavorazione. MIDDLE EAST STONE si propone quindi come un’alternativa al BIG 5 e/o una occasione supplementare per rafforzare la propria presenza nel mercato Mediorientale.

OFFERTA AREA MARMOMACCHINE Confindustria Marmomacchine tramite Marmomacchine Servizi srl ha già prenotato un’Area Espositiva situata nella parte centrale del padiglione a disposizione in diverse metrature alle Aziende che vorranno presentare le proprie eccellenze nella prima fiera settoriale del mercato dubaino. L’Area MARMOMACCHINE potrà contare anche a Dubai di un allestimento esclusivo, caratterizzato da un forte impatto scenografico per una presentazione ottimale dei prodotti frutto dell’”Italian Experience”. Il tutto sarà inoltre completato dal seguente programma di supporto: 1. Allestimento personalizzato degli stand contraddistinti da colori e arredi appositamente studiati per valorizzare le produzioni di tutte le aziende espositrici; 2. Allestimento di uno stand Meeting-Point aperto a tutti gli Associati dotato di servizio di interpretariato e posti incontro; 3. Distinzione degli stand degli espositori con allestimenti esclusivi e i contrassegni nazionali e confederali. La partecipazione nell’AREA MARMOMACCHINE si svilupperà su una superficie suddivisibile in stand individuali di minimo 16 m2. ATTENZIONE !: I SOCI CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE IN REGOLA CON IL PAGAMENTO DEI CONTRIBUTI ASSOCIATIVI AVRANNO UNO SCONTO DI € 700,00 SULLE AREE ALLESTITE O NON ALLESTITE PRENOTATE La quota per l’area allestita comprende: • affitto area espositiva • Allestimento e arredamento dello stand. Uno stand base di 12 m2 comprenderà: pareti, moquette, nome dell’azienda, 1 banco informazioni con sgabello, 1 tavolo, 4 sedie, 1 cestino, 1 appendiabiti,1 presa elettrica e faretti.

COSTI ESCLUSI DALLA QUOTA: Resteranno a carico delle aziende partecipanti i costi relativi al noleggio di particolari attrezzature audiovisive, all’utilizzo di personale dedicato (standista, interprete, ecc), ad allacci e consumi non previsti, oltre alle spese di trasporto e assicurazione del campionario da esporre e al vitto, alloggio e viaggio del proprio personale N.B.: PER I MODULI NON ALLESTITI L’ESPOSITORE DOVRA’ PROVVEDERE AD ORDINARE L’ENERGIA ELETTRICA DIRETTAMENTE AL QUARTIERE FIERISTICO. Su richiesta verrà segnalato anche il nome di uno degli allestitori di nostra fiducia per la personalizzazione dell’area prenotata. Dubai, Emirati Arabi Uniti Luogo: Dubai World Trade Center Data: 23.05.2016 - 26.05.2016 Scadenza adesioni: 10.01.2016 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com www.middleeaststone.com


Dubai, Emirati Arabi Uniti 23/26 maggio MODALITÀ DI ADESIONE Per partecipare l’azienda dovrà inviare entro e non oltre il 26.3.2016 la scheda di richiesta di area espositiva debitamente compilata e sottoscritta dal legale rappresentante per posta elettronica all’indirizzo: segreteria@assomarmomacchine.com oppure per fax al numero 0331 735449. L’assegnazione degli spazi espositivi avverrà secondo disponibilità e a ricevimento del modulo di adesione e del relativo deposito di acconto. Per ricevere tutte le informazioni relative a costi, spazi disponibili, tipologia di allestimento e possibilità di soluzioni personalizzate è possibile scrivere ai contati di Marmomacchine Servizi S.r.l. riportati a lato. Tra le soluzioni disponibili è possibile scegliere tra l’acquisto di area raw o stand preallestiti a partire dalla misura minima di 12 mq. brandizzati “made in Italy”.

CONTATTI: MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Sede: Milano - Corso Sempione, 30 20154 Milano - Tel 02 315360 Fax 02 315354 RIFERIMENTI: Marketing & Sales Dept.: Paola Bianchi tel/fax 0331 735449 E-Mail: segreteria @assomarmomacchine.com Skype: Paola Bianchi Assomarmomacchine


World Stone Fair Indobuildtech

UN NUOVO BUSINESS HUB PER IL SETTORE A JAKARTA Nuovissimo evento dedicato al settore marmo e tecnologie collegate organizzato nel quadro di Indobuildtech, dal 25 al 29 maggio 2016 World Stone Fair si propone fin dalla prima edizione come evento chiave per l’industria lapidea indonesiana e quale meeting-point imperdibile per tutti gli operatori specializzati a livello internazionale per intercettare le enormi potenzialità del mercato indonesiano, hub imprescindibile per tutta l’area del sud-est asiatico. World Stone Fair sarà organizzata da ITE, organizzatore fieristico leader dell’area, con il patrocinio di Confindustria Marmomacchine nel nuovissimo quartiere fieristico Indonesian Convention Exhibition (ICE), un quartiere progettato per garantire tutte le facilities più adeguate alle aziende espositrici oltre ad essere attualmente la venue espositiva più grande e attrezzato dell’intera Indonesia, collocato nel cuore di BSD City.

PERCHÉ ESPORRE • L’Indonesia è attualmente la sedicesima economia mondiale per grandezza; • L’Indonesia è il quarto paese più popolato al mondo e produce il 33% dell’intero PIL dell’Area ASEAN; • L’Indonesia ha richiesta annua di 800.000 residenze; • Entro il 2030 si prevede che l’Indonesia diventi la settima economia mondiale per grandezza; • In Indonesia vi sono almeno 135 milioni di consumatori appartenenti alla middle-class.

Jakarta, Indonesia Luogo: Indonesian Convention Exhibition (ICE) Data: 25.05.2016 - 29.05.2016 Scadenza adesioni: 10.01.2016 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com www.middleeaststone.com


Jakarta, Indonesia

25/29 maggio

MODALITÀ DI ADESIONE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE—tramite la controllata Marmomacchine Servizi Srl e in collaborazione con ICE Agenzia—organizzerà per questa edizione la partecipazione ufficiale italiana attraverso la realizzazione di un’Area ITALIA dedicata espressamente al “made in Italy” aperta a tutte le aziende del settore. Le aziende interessate a partecipare possono contattare l’Ufficio Fiere di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ai riferimenti riportati a lato in questa pagina.

CONTATTI: MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Sede: Milano - Corso Sempione, 30 20154 Milano - Tel 02 315360 Fax 02 315354 RIFERIMENTI: Marketing & Sales Dept.: Paola Bianchi tel/fax 0331 735449 E-Mail: segreteria @assomarmomacchine.com Skype: Paola Bianchi Assomarmomacchine


Stone Industry 2016

TORNA STONE INDUSTRY! L’EVENTO “CHIAVE” DEL MERCATO SETTORIALE RUSSO Si svolgerà dal 21 al 24 giugno 2016 la 17ma edizione di STONE INDUSTRY (già Expostone), primaria Fiera specializzata del settore lapideo russo. La manifestazione avrà luogo al VDNKh International Exhibition Centre MosExpo di Mosca, dotato di tutte le facilities degne dei più moderni quartieri fieristici.

PERCHÉ PARTECIPARE La scorsa edizione EXPOSTONE ha registrato la presenza di oltre 300 Aziende locali ed estere con partecipazioni internazionali provenienti da 22 nazioni nel mondo. Tra le partecipazioni più rappresentative vanno ricordate, oltre a quella russa, quella Italiana, presente con oltre 50 aziende tra dirette e rappresentate. Buona anche l’affluenza di pubblico affluito a Mosca per verificare l’andamento del settore pietre naturali e lo stato dell’arte delle relative tecnologie e attrezzature per la loro lavorazione. CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, da anni attenta alle dinamiche del mercato russo, attraverso la propria Società Marmomacchine Servizi Srl ha prenotato buona parte dell’area espositiva da riservare alle Aziende Italiane ed estere (con esclusione della Germania).

Mosca, Russia Luogo: VDNKh International Exhibition Centre MosExpo Data: 21.06.2016 - 24.06.2016 Scadenza adesioni: 31.1.2016 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com


Mosca, Russia

21/24 giugno CONTATTI: MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Sede: Milano - Corso Sempione, 30 20154 Milano - Tel 02 315360 Fax 02 315354 RIFERIMENTI: Marketing & Sales Dept.: Paola Bianchi tel/fax 0331 735449 E-Mail: segreteria @assomarmomacchine.com Skype: Paola Bianchi Assomarmomacchine

MODALITÀ DI ADESIONE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE—tramite la controllata Marmomacchine Servizi Srl—organizzerà per questa edizione la partecipazione ufficiale italiana attraverso la realizzazione di un’Area ITALIA dedicata espressamente al “made in Italy” aperta a tutte le aziende del settore. Le aziende interessate a partecipare possono contattare l’Ufficio Fiere di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ai riferimenti riportati a lato in questa pagina.


Iran Stone Exhibition 2016

“IRAN….. a key region is looking forward to welcoming you !” Dal 18 al 21 luglio 2016 avrà luogo presso il Tehran Permanent Fairground l’8° edizione di Iran Stone Exhibition (IRSE 2016), la fiera internazionale specializzata del settore delle pietre naturali, delle miniere, delle macchine ed attrezzature per l’estrazione e lavorazione. Tehran è situata al centro-nord del Paese, quale capitale dell’Iran, la città, con i suoi 14 milioni di abitanti, è il centro culturale, economico e sociale dell’intera nazione. Il quartiere fieristico è accessibile mediante una rete di collegamenti stradali e offre uno spazio espositivo max di 120.000 mq coperti e 45.000 mq esterni e ospita 20 fiere internazionali all’anno.

PERCHÈ PARTECIPARE L’Iran offre eccellenti opportunità di mercato in considerazione della forte domanda di abitazioni, di sviluppo delle infrastrutture e di modernizzazione nonché di espansione industriale. L’Iran è un Paese ricco di riserve di pietre naturali e di cave. La produzione di pietra è per il 90% assorbita dal mercato interno. Grande è, quindi, l’interesse ad acquisire know-how per migliorare la qualità del prodotto. Nel 2013, l’Italia ha esportato tecnologia lapidea per un valore di 15 milioni di Euro, nel 2014 l’export ha registrato un aumento del 60% raggiungendo i 24 milioni di Euro, mentre, nei primi nove mesi del 2015, le aziende Italiane hanno esportato tecnologia per un valore di 20 milioni di Euro, con una previsione di chiusura dell’anno 2015 di circa 27 milioni di Euro di export. IRSE è la fiera specializzata nel settore delle pietre naturali e di tutta la filiera tecnologica, dalle macchine per l’estrazione a quelle per la lavorazione fino alla creazione dei prodotti finiti, senza contare tutto il comparto dei consumabili e delle attrezzature supplementari.

Luogo: Tehran, Iran Tehran Permanent Fairground Data: 18.07.2016 - 21.07. 2016


Iran, Tehran

18/21 luglio

OFFERTA DI PARTECIPAZIONE L’offerta comprende: acquisizione dell’area, grafica stand – logo/ragione sociale, tavolo con sedie, piccolo mobiletto chiudibile, porta brochure, cestino e appendiabiti, allacci elettrici, inserimento nel catalogo ufficiale della fiera. Rimangono a carico degli espositori le spese relative all’assicurazione, al trasporto e alla movimentazione del proprio campionario, le spese di viaggio e alloggio del proprio personale presente in fiera ed ogni altro servizio non compreso nel programma.

CONTATTI PER ESPOSITORI INTERNAZIONALI E AGENTI LOCALI

CONTACT FOR INTERNATIONAL EXHIBITORS AND LOCAL AGENTS: exibiting@gm-expo.eu


Saudi Stone-Tech 2016

BUSINESS OPPORTUNITIES SOLID AS ROCK Con riferimento all’accordo quadro tra CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE e Veronafiere per lo sviluppo di sinergie volte a supportare le aziende del settore lapideo e relative tecnologie, CONFNDUSTRIA MARMOMACCHINE - attraverso Marmomacchine Servizi Srl - e Veronafiere proseguono anche per il 2016 l’importante collaborazione con la società Riyahd Exhibtion Co Ltd. (REC) per l’organizzazione della SAUDI STONE-TECH che si terrà congiuntamente a Saudi Build nel moderno quartiere fieristico di Riyadh. Marmomacchine Servizi e Veronafiere saranno congiuntamente i riferimenti organizzativi per l’Italia, l’India, Brasile, Croazia, Slovenia, Serbia, Macedonia e Montenegro.

PERCHÉ PARTECIPARE Oltre 22.000 visitatori totali hanno visitato la scorsa manifestazione (Saudi Build + Saudi Stone-Tech) che ha visto la partecipazione di circa 700 espositori — di cui oltre 100 per SAUDI STONE-TECH — provenienti da 34 Paesi e su un superficie espositiva totale di 22.000 mq. SAUDI STONE-TECH 2014 rappresenta un’importante piattaforma promozionale per l’Italia che nel 2014 si conferma ancora una volta leader nella lavorazione e commercializzazione dei prodotti lapidei in tutta l’area Mediorientale. Inoltre, dai dati elaborati dal Centro Studi di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, nel 2013, le aziende Italiane costruttrici di tecnologia hanno esportato beni strumentali per un valore di circa 47 milioni di Euro, ponendo l’Arabia Saudita al 6° posto nella classifica dei Paesi maggiori importatori di tecnologia Italiana.

Riyadh, Arabia Saudita Luogo: Riyadh International Convention & Exhibition Centre Data: 17.10.2016 - 20.10.2016 Scadenza adesioni: 30.06.2016 Siti Utili: www.assomarmomacchine.com


Riyadh, Arabia Saudita 17/20 ottobre CONTATTI: MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Società a Socio Unico Sede: Milano - Corso Sempione, 30 20154 Milano - Tel 02 315360 Fax 02 315354 RIFERIMENTI: Marketing & Sales Dept.: Paola Bianchi tel/fax 0331 735449 E-Mail: segreteria @assomarmomacchine.com Skype: Paola Bianchi Assomarmomacchine

MODALITÀ DI ADESIONE CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE—tramite la controllata Marmomacchine Servizi Srl—organizzerà per questa edizione la partecipazione ufficiale italiana attraverso la realizzazione di un’Area ITALIA dedicata espressamente al “made in Italy” aperta a tutte le aziende del settore. Le aziende interessate a partecipare possono contattare l’Ufficio Fiere di CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE ai riferimenti riportati a lato in questa pagina.


E LENCO A DERENTI / M EMBERS

OF

/ M ITGLIEDER

VON

ASSOCIAZIONI E CONSORZI TRADE ASSOCIATIONS AND CONSORTIA VERBÄNDE UND KONSORTIEN ASSOCIAZIONE MARMISTI DELLA REGIONE LOMBARDIA

Galleria Gandhi, 15 20017 RHO (MI) Tel. 02/93900750/40 Fax 02/93900740 info@assomarmistilombardia.it www.assomarmistilombardia.it

Associazione di settore Settorial association

ASSOFOM ASSOCIAZIONE ITALIANA PRODUTTORI FORNITURE PER MARMISTI

Galleria Ghandi, 15 20017 RHO (MI) Tel. 02/93900750 Fax 02/93900740 info@assofom.it www.assofom.it

Associazione Italiana produttori forniture per marmisti Italian association of marble furnishing producers

CONSORZIO CARRARA EXPORT

Viale XX Settembre, 207-209 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/856649 Fax 0585/53449 info@carraraexport.com www.carraraexport.com

Consorzio di imprese del comprensorio apuano del settore lapideo / meccanico Consortium of companies in the Apuan district working in the stone/mechanics sector

CONSORZIO ITALIANO PORFIDO DEL TRENTINO SOC. CONS. COOP.

Via G. Di Vittorio, 21 38015 LAVIS (TN) Tel. 0461/829835 Fax 0461/829835 info@italporphyry.eu www.italporphyry.eu

Commercio porfido e pietre naturali Commercialization stone porphyry

CONSORZIO MARMISTI BRESCIANI

Via Zanardelli, 7/B 25080 VIRLE TREPONTI (BS) Tel. 030/2594506 Fax 030/2595670 info@consorziomarmisti.org www.consorziomarmisti.org

Consulenza alle ditte associate e promozione dell’area bresciana Consultant for the associated firms and promotion of the area of Brescia

CONSORZIO MARMISTI CHIAMPO

Piazza G. Zanella, 18/C 36072 CHIAMPO (VI) Tel./Fax. 0444/625435 info@consorziomarmistichiampo.com www.consorziomarmistichiampo.com

Il CMC, costituito nel 2005, raggruppa 25 aziende che presentano un ciclo produttivo completo nella pietra naturale per interni ed esterni The CMC, founded in 2005, counts 25 companies that have a complete production cycle in the natural stone for indoor and outdoor

CONSORZIO PRODUTTORI MARMO BOTTICINO CLASSICO

Via Tito Speri 52/a 25082 BOTTICINO (BS) Tel. 030/2190627 Fax 030/2190637 consorzio@marmo-botticino.it www.marmo-botticino.it

Cave proprie di marmo Botticino Classico Botticino Classic marble own quarries

CONSORZIO PROMEX

Via Dorsale, 13 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/792562 Fax 0585/792567 cores@bicnet.it www.prom-ex.it

Servizi all’export alle aziende del settore lapideo e macchinari in esso impiegati Export services for stone sector and allied machinery companies

Commercio di materie prime, semilavorati, prodotti finiti in marmo, pietra, granito, travertino, semipreziosi e onici Trade of marble, granite, limestone, travertine, onyx, travertine, semiprecious jobs

ALIMONTI S.R.L.

Viale Del Lavoro, 13 24058 ROMANO DI LOMBARDIA (BG) Tel. 0363/903372 Fax 0363/901939 commerciale@alimonti.eu www.alimonti.eu

Arredo urbano e giardini, lavorati per edilizia Urban and garden fitments, finished partes for building

Blocchi e lastre in marmo, granito, botticino e travertino Blocks and slabs in marble, granite, Botticino marble and travertine

ANZILOTTI NATALE E FIGLI S.R.L.

Via Sismondi, 52 51017 PESCIA (PT) Tel. 0572/476506 Fax 0572/476293 info@anzilottipavimenti.it www.anzilottipavimenti.it

Lavorati speciali in marmo di Carrara per l'edilizia e l'architettura d'alta gamma Special works in Carrara marble for high-range building and architecture

ARTIGIANA MARMI

Via G. Galilei Trav. 2° 22 25010 SAN ZENO NAVIGLIO (BS) Tel. 030/2667041 Fax 030/2667041 artigianamarmi@lombardiacom.it

Lastre Botticino, lavorati, marmi e graniti per edilizia e arredamenti Botticino slabs, marble and granite manufacturing for building and forniture

Via S. Giuseppe Vecchio, 51b 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/783001 Fax 0585/783001 info@axsgroup.net www.axsstone.com

Commercio e lavorazione di marmi e affini Processing and trade of marble and stone products

PIETRE NATURALI DIMENSIONAL STONE NATURWERKSTEINE A.A.T.C. AND CO. S.R.L. MARMI E GRANITI

ANTOLINI ING. SERGIO S.R.L.

Via Napoleone, 8 37015 SANT'AMBROGIO DI VALPOLICELLA (VR) Tel. 045/6861627 Fax 045/6861057 info@aatc.it www.aatc.it

Via dell'Industria, 4 37015 S. AMBROGIO DI VALPOLICELLA (VR) Tel. 045 6862500 Fax 045 6862510 sergio.antolini@antolinimarmi.it www.antolinimarmi.it

ARIETE MARMI S.R.L.

Via Soniga, 27 25080 NUVOLENTO (BS) Tel. 030/6919502 Fax 030/6898475 arietemarmi@tiscali.it www.paginegialle.it/arietemarmi

Marmo, pavimenti e rivestimenti Marble, flooring and cladding

ATLANTIDA ITALIA

Via Felice Cavallotti, 10 54037 MARINA DI CARRARA (MS) Tel. 0585/50288 Fax 0585/774357 atlantidait@yahoo.it

Import-export di blocchi di pietra Import-export of stone blocks

AXS S.R.L.

BAGNARA NIKOLAUS S.P.A.

Via Madonna del Riposo, 34 39057 APPIANO (BZ) Tel. 0471 662109 Fax 0471 664704 info@bagnara.net www.bagnara.net

Produzione e lavorazione di blocchi, lastre e lavorati di marmo e granito Production and and processing of blocks, slabs and finished products in marble and granite

BAUCE BRUNO E C. S.R.L.

B&B DI R. BIAGETTI & C. S.N.C.

Via M.U. Traiano, 54 20149 MILANO Tel. 02/39266551 Fax 02/39214218 biagettimarmi@fastwebnet.it www.biagettimarmi.it

Beole e pietre, lastre di botticino, granite e marmo, lavorati per edilizia, mosaici, pavimenti e rivestimenti, piani per arredo, travertine, zoccolini Various stone types, botticino, granite and marble slabs, finished partes for building, mosaics, floors and cladding, decorative layers, travertine, skirting boards

BELLOMI MARMI di Sala Geom. Edoardo

ARTIGIANA MARMI

Via dell'Industria, 49 37015 S. AMBROGIO DI VALPOLICELLA (VR) Tel 045/6862420 Fax 045/6862398 info@baucebruno.com www.baucebruno.com

Via E. Fermi, 6 26837 MULAZZANO (LO) Tel. 02/98875094 Fax 02/98875803 salaedoa@bellomimarmi.191.it www.granito.it

Zoccolini, spaccatello o rustico, cornici, decori, zoccolino sagomato, zoccolino igienico, modul parquet, in marmo e granito Skirtings, split face, moldings, elite skirting, cove base, modul parquet in marble and granite

Lavorati per edilizia, pavimenti e rivestimenti, piani per arredamento Finished partes for building, floors and cladding, decorative layers

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - FAX +39 02 315 354 - info@marmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

B

A

BERTI SISTO & C. INDUSTRIA PIETRA SERENA S.R.L.

Via Cornacchiaia-Alberaccio, 1009 50033 FIRENZUOLA (FI) Tel. 055 8198901 Fax 055 8199542 info@bertisisto.it www.bertisisto.com

Estrazione dalle proprie cave, taglio e lavorazione di Pietra Serena e Pietra Serena Extra Dura; vendita di blocchi, lastre e lavorati di questa pietra per edilizia, pavimenti e rivestimenti per interni ed esterni e per arredi urbani. Quarrying from company-owned quarries, cutting and processing of Pietra Serena and Pietra Serena Extra Dura (grey italian sandstone) Sale of blocks, slabs, cut-to-size of this stone for construction, paving and cladding for internal and external use and for urban furniture

BIANCO CAVE S.R.L.

S.S. 16, km 978 73020 MELPIGNANO (LE) Tel. 0836/471227 Fax 0836/471227 biancocave@biancocave.it www.biancocave.it

Blocchi, lastre rivestimenti balaustre, cornici in Pietra Leccese e Pietra Carparo Blocks, slabs, coverings, balaustrades and cornices in Pietra Leccese and Pietra Carparo

B.M.A. S.R.L.

Via F.lli Rosselli, 82 54100 MASSA (MS) Tel. 0585 841127 Fax 0585 846379 info@bma-srl.com

Escavazione e lavorazione di blocchi e lastre di marmo Quarryng and processing of marble blocks and slabs.

BRB MARMI S.R.L.

Via Campi Grandi, 25 25080 PREVALLE (BS) Tel. 030/6801364 Fax 030/6807014 direzione@brbmarmi.it www.brbmarmi.it

Produzione di marmo Botticino Classico in blocchi, lastre lucide e pavimenti grandi dimensioni Production of classic Botticino marble blocks, polished slabs and floor large

BRECCIA AURORA S.R.L.

Via S. Croce, 49 25013 CARPENEDOLO (BS) Tel. 030/9966011 Fax 030/9965428 brecciaaurora@ghirardi.it www.ghirardi.it

Blocchi di breccia aurora, estratti dalle cave di proprietà Blocks of Breccia Aurora, extracted from its own quarries

B-STONE S.N.C. di Luigi Buzzetti

Via Progresso, 9 29010 MONTICELLI D’ONGINA (PC) Tel. 0523/820308 Fax 0523/815533 damiano.buzzetti@b-stone.it www.b-stone.it

Lavorazione marmo, granito e pietre per arredamento ed edilizia Marble, granite and stone working for forniture and building

CALDERA MARMI S.R.L.

Via Treponti, 57 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2594132 Fax 030/2594024 info@calderamarmi.it www.calderamarmi.it

Marmi e graniti per l’edilizia e l’arredamento Marbles, and granits for any use

CAPPELLINI S.R.L.

Via Brendibusio, 2 25040 BRAONE (BS) Tel. 0364/434029 Fax 0364/434545 info@cappellinimarmi.it www.cappellinimarmi.com

Lavorati edilizia - Arredamento - Funeraria Manufacturing for building - Forniture - Funerary

CASONE VERONA STONE S.R.L.

Via Toscana, 114 40035 CASTIGLIONE DEI PEPOLI (BO) Tel. 055/819331 Fax 055/8199006 info@ilcasone.it www.ilcasone.it

Pietra e Marmi Stone and marbles

CAUCCI MARBLE S.R.L.

Via dell'Industria Centro, 21 37010 RIVOLI VERONESE (VR) Tel 045/6269389 Fax 045/6269389 info@cauccimarble.it www.cauccimarble.it

Estrazione, lavorazione e commercializzazione Travertino Romano Roman travertine extraction, processing and trading

CAVE GAMBA S.A.S.

Via T. Tasso, 24 24014 PIAZZA BREMBANA (BG) Tel. 0345/82638 Fax 0345/82516 info@cavegamba.it www.cavegamba.it

Blocchi e lastre di Marmo Arabescato Orobico Blocks and slabs of Arabescato Orobico marble.

CAVE GONTERO S.R.L.

Via Bagnolo, 78/A 12032 BARGE (CN) Tel. 0175/345497 Fax 0175/343456 gontero@cavegontero.com www.cavegontero.com

Pietra di Luserna, quarzite di Barge, quarzite Gontero Gontero quartzite, Barge quartzite, Luserna stone

C.I.M.E.P. S.R.L.

Via Bassano del Grappa, 4 00195 ROMA Tel. 0774/529271 Fax 0774/325131 info@cimep.it www.cimep.it

Estrazione e lavorazione travertino romano Roman travertine extraction and processing

CITTADINI MARMI S.A.S.

Via Gardesana, 31 25086 REZZATO LOC. VIRLE TREPONTI (BS) Tel. 030/2791538 Fax 030/2592435 cittadinimarmisas@virgilio.it

Rivestimenti in pietra rustica Rustic wall facings

CMC di Aragona Nino

Via A. Diaz, 67 22071 CADORAGO (CO) Tel. 031/903880 Fax 031/904679 info@cmcaragona.it

Accessori, macchinari ed attrezzature per la lavorazione ed la manutenzione del marmo e della pietra naturale, lastre di granite, marmo e botticino, pavimenti e rivestimenti, travertine, zoccolini Accessories, machinery and equipments for marble and natural stone working and manteinance, granite, marble and botticino slabs, floors and cladding, travertine, skirting boards

COLOMBO & C. S.R.L.

Viale dell'Industria 14 37010 CAVAION VERONESE (VR) Tel. 045 6261309 Fax 045 2372217 laura@serizzocolombo.com www.serizzocolombo.com

Marmo, granito Marble, granite

COOPERATIVA OPERAI CAVATORI DEL BOTTICINO SOC. COOP.

Via Molini, 41 25080 BOTTICINO MATTINA (BS) Tel. 030/2190108 Fax 030/2190320 info@cavatoribotticino.it www.cavatoribotticino.it

Estrazione e lavorazione di Marmo Botticino - Blocchi, lastre, lavorati per edilizia Marbles Botticino: quarrying and working - blocks, slabs, building sector

COOPERATIVA VALVERDE ESCAVAZIONE MARMO BOTTICINO

Via Molini, 1/3 25080 BOTTICINO (BS) Tel. 030/2190525-2190526 Fax 030/2691371 fabio.bonardi@coopvalverde.it www.coopvalverde.it

Blocchi, marmette, lastre in Botticino Classico Blocks, slabs and tiles in Botticino Classico

CRAGLIA MARMI VERONA S.R.L.

Via della Croce , 87 00187 ROMA (RM) Tel. 045/6770444 Fax 0172/6770035 verona@cragliamarmi.it www.cragliamarmi.it

Blocchi, lastre, semilavorati - Marmi, graniti, travertini Blocks, slabs, cut-to-size - Marbles, granites, travertines

DE ANGELIS GIOVANNI S.R.L.

Via Bassa Tambura, 125 54100 CANEVARA (MS) Tel. 0585/834268 Fax 0585/830877 info@gdamarmi.com www.gdamarmi.com

Marmo bianco Carrara: blocchi e lastre White Carrara marble: blocks and slabs

DE FRANCESCHI S.R.L.

Via T dal Molin, 116 36072 CHIAMPO (VI) Tel. 0444/623178 Fax 0444/420488 info@defranceschimarmi.com www.defranceschimarmi.com

Blocchi e lastre di marmo – cava propria di marmo Botticino – lavorati per l’edilizia Blocks and slabs of marble – our own quarry of Botticino – finished partes for building.

DEV STONE S.R.L.

V.le Isabella Morra, 102 85037 SANT'ARCANGELO (PZ) Tel. 0973/612124 Fax 0973/612936

Pietra grigia Lucana - tipo Gorgoglione - estrazione e trasformazione Quarring and processing of grey stone Lucana - Gorgoglione type

D.G.A. S.R.L.

Via Casa Bianca, 133 25040 SPICCA DI ESINE (BS) Tel. 0364/361229 Fax 0364/361229 dga_srl@tiscali.it

Lavorazione Marmo Processing Marble

DI NUNZIO GIUSEPPE S.R.L.

Via Vittorio Veneto, 10 71010 POGGIO IMPERIALE (FG) Tel. 0882/994084 Fax 0882/999070 info@dinunziomarmi.com www.dinunziomarmi.com

Blocchi di Biancone, Bronzetto e Serpeggiante Blocks of Biancone, Bronzetto and Serpeggiante

DOMO GRANITI S.P.A.

Via Leonardo Da Vinci, 36 28859 TRONTANO (VB) Tel. 0324249096 Fax 0324241327 info@domograniti.it www.domograniti.it

Blocchi e lastre di beola e serizzo Blocks and slabs of beola and serizzo

D.S. TRADING

V.le G. Galilei, 36 54033 CARRARA (MS) Tel. 338/7109654 Fax 0585/854725 info@dstrading.it www.dstrading.it

Trasformazione e vendita di marmi, pietre, graniti, travertini e onici Processing and sales of marbles, stones, granites, travertines and onyxes

ELLE MARMI S.R.L.

Viale Zaccagna, 6 P.O. BOX 215 54033 AVENZA CARRARA (MS) Tel. 0585/841563 - 54963 Fax 0585/55006 info@ellemarmi.com www.ellemarmi.com

Produzione e commercializzazione marmi, graniti, lavorati Worked marble and granite production and trade

EMMEZETA DI ZANONI MASSIMO

Via Molino Vecchio, 178/C 25010 BORGOSATOLLO (BS) Tel. 030/2501590 Fax 030/2501590 zanoni.massimo@libero.it

Lavorazione marmo e granito per edilizia e arredamento Processing marble and granite for house building and furnishing

ESCAVAZIONE E LAVORAZIONE MARMO

BRECCIA AURORA S.R.L.

D.G.A. S.R.L.

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

EMMEZETA DI ZANONI MASSIMO

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - FAX +39 02 315 354 - info@marmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

EREDI MARTINELLI DIVISIONE CAVE SRL

FG MARMI DI FRANZONI GIORDANO & C. S.N.C.

F.LLI FUCINA S.N.C.

IMAG S.R.L.

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

Blocchi marmo, cave, lastre marmo Marble blocks, quarries, marble slabs

EREDI MARTINELLI MARMI E GRANITI S.P.A.

Via Industriale, 5 25086 Rezzato (BS) Tel. 030/2594141 030/2592892 Fax 030/2590612 030/2590332 info@eredimartinelli.it www.eredimartinelli.it

Cave proprie: Botticino classico e Fiorito, Breccia Oniciata Own quarries: Botticino classic and Fiorito, Breccia Oniciata

Loc. Forluso Area PIP 84020 SAN GREGORIO MAGNO (SA) Tel. 0828/955125-224 Fax: 0828/753742 info@euromarmi.com www.euromarmi.com

Rifiniture opere in marmo, pietra e granito Marble, stone and granite finishing

FAVORITA S.P.A.

Via Fossacan, 10/A 36045 LONIGO (VI) Tel. 0444/436311 Fax 0444/436471 favorita@granitifavorita.com www.granitifavorita.com

Marmi, graniti, onici, quarziti, semipreziosi Marble, granite, onyx, quarzite, semipreciou

FG MARMI DI FRANZONI GIORDANO & C. S.N.C.

Via Cereto, 11/13 25080 VALLIO TERME (BS) Tel. 0365/370442 Fax 0365/370442 fg-marmi@libero.it

Segagione lavorazione marmo e ardesie Working and manufacturing of Marble and Slate

FIBRA S.R.L.

Via XXIV Maggio, 1 bis 54031 Avenza Carrara (MS) Tel. 0585/857638 - 857821 Fax 0585/55145 fibra@fibra.it www.fibra.it

Lastre, blocchi, lavorati, in marmo e granito Slabs, blocks, finished products in marble and granite

F.LLI FUCINA S.N.C.

Via Roma, 169 25080 VALLIO TERME (BS) Tel. 0365/370156 Fax. 0365/370298 info@fratellifucina.it fratellifucina.it

Perlato Royal, marmi, travertini, lastre, pavimenti, gradini, rivestimenti, arredo urbano edile Perlato Royal, marble, travertine, slabs, tiles, steps, coverings, vanity tops, thresholds and sills

F.LLI POGGI S.R.L.

Via Tiburtina, 271 00011 TIVOLI TERME (RM) Tel. 0774/371358 Fax 0774/356088 info@romantravertine.com www.romantravertine.com

Blocchi, lastre e lavorati di travertino Roman travertine blocks, slabs and tirished products

FRATELLI MONCINI S.R.L.

Via Bagarotti, 5 20152 MILANO (MI) Tel. 02/48913784 Fax 02/47994915 info@moncini.it www.moncini.it

Lavorazione delle pietre naturali, produzione di pavimenti sopraelevati e manufatti in pietra per arredo urbano Processing of natural stones, production of raised floors and stone products for landscaping

F.LLI VENTURA DI PAOLO S.N.C.

Via Treponti, 25 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2791533 Fax 030/2596343

Lavorazione, segheria, commercio marmi Processing, cutting and trade of marble

FORMIGARI GROUP S.R.L.

Via Archimede, 8 37010 AFFI (VR) Tel. 045/6266811 Fax 045/6266814 ornella.grigoli@formigarigroup.it www.formigarigroup.com

Fornitura di lavorati in marmo, granito e pietre naturali in generale italiane e internazionali per il settore Contract e Grandi progetti Suppling of processed marble granite and natural italian and international stone for Contract and Big project

FRANCHI UMBERTO MARMI SRL

Via del Bravo, 14 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/70057 Fax 0585/71574 fragroup@tin.it mail@franchigroup.it www.franchigroup.it

Produzione e commercio marmo Marble production and trade

G.M. MARMI S.N.C. DI GOBBINI G. & C.

Via R. Vantini, 11 25039 TRAVAGLIATO (BS) Tel. 030/660322 Fax 030/660322 gm-marmi@libero.it

Lavorati per l’edilizia Manufacturing for building

GRANITAL SIENA S.R.L.

Via Don Minzoni, 16 53034 COLLE DI VAL D'ELSA (SI) Tel. 0577/920890 Fax 0577/922945 gran.amm@granitalsiena.com www.granitalsiena.com

Blocchi marmo Giallo Siena Yellow Siena marble blocks

GRANITMARMI S.N.C. DI BRESCIANI & C.

Via XXIV MAGGIO, 7 25075 NAVE (BS) Tel. 030/2530051 Fax 030/2534685 info@granitmarmi.it www.granitmarmi.it

Lavorazione marmo e granito in genere per edilizia ed arredamento Processing of marble and granite in general for building and forniture

GRASSI PIETRE S.R.L.

Via Madonnetta, 2 36024 NANTO (VI) Tel. 0444/639092 - Fax 0444/730071 info@grassipietre.it www.grassipietre.it

Pietra e marmo giallo dorato, bianco avorio, grigio argento Limestone and marble giallo dorato, bianco avorio, grigio argento

GREIN ITALIA S.R.L.

Via Pitagora, 4 37010 AFFI (VR) Tel 045/6208311 Fax 045/6208333 info@grein.com www.grein.com

Lastre, lavorati Slabs, cut-to-size

GUALTIERO CORSI S.R.L.

Via San Martino, 1 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/72348 Fax 0585/70130 info@gualtierocorsi.it www.gualtierocorsi.it

Bianco Gioia

GV OROSEI MARBLES S.R.L.

SS 125 KM 220/300 08028 OROSEI (NU) Tel. 0784 998119 Fax 0784 997240 direzione@gvoroseimarbles.com www.gvoroseimarbles.com

Blocchi di marmo Blocks of marble

I.E.M. S.R.L.

Via Gardesana, 20 25080 NUVOLERA (BS) Tel. 030/691306 Fax 030/6919634 info@iem-srl.it

Blocchi e lastre marmo e granito Granite and marble blocks and slabs

IMAG S.R.L.

Corso Europa, 29 88024 GIRIFALCO (CZ) Tel. 0968/741900 Fax 0968/741803 imag@imagsrl.com www.imagsrl.com

Lastre di marmo e granito Slabs of marble and granite

INDUSTRIA MARMI ALBERTI S.R.L.

Corso Trento, 2 38061 ALA (TN) Tel. 0464/671118 - Fax 0464/671590 ima@albertimarmi.it www.albertimarmi.it

Blocchi granito, blocchi marmo, lastre marmo e granito, pavimenti e rivestimenti, travertino, onice Block granite and marmor, slabs marmor, granite, travertin, onix, floor and covering

INNOVA STONE S.R.L.

Via Adige, 94 37015 DOMEGLIARA (VR) Tel. 335/7049786 info@innovastone.it www.innovastone.it

Onici e lavorati lapidei standard e speciali per l'architettura, il contract e l'interior design Onyxes and standard and special finished stone products for architecture, the contract sector and interior design

INTERNAZIONALE GRANITI S.P.A.

Loc. Colonia Solare, 23 28855 MASERA (VB) Tel. 0324/242152 243100 - 249264 Fax 0324/46265 igm@igmasera.com www.igmasera.com

Blocchi in granito, lastre in marmo e granito, lavorati in genere per edilizia ed arredamento Granite blocks, marble and granite slabs, finished pieces in general for building and interior decoration

ITALMARBLE POCAI S.R.L.

Via Martiri di Cefalonia 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/855353 Fax 0585/855055 info@pocai.com

Lavorazione e commercio marmo e granito Processing and trade of marble and granite

LA CIMA S.N.C. di Bresciani Rodolfo e figli

Via Aldo Moro, 1 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691732 Fax 030/6898041 bfgroup@tin.it

Lastre marmo, cave Marble slabs, quarries

LA SAN GIORGIO dei f.lli Pecis S.R.L.

Via Selva, 38 24060 ZANDOBBIO (BG) Tel. 035/940246 Fax 035/944276 info@lasangiorgio.com www.lasangiorgio.com

Cave, granulate, lastre di marmo, lavorati per edilizia, pavimenti e rivestimenti, zoccolini. Own quarry, marble slabs, finished partes for building, floors and cladding, skirting boards

LANDI GROUP S.R.L.

Via Tognocchi, 338 - Pozzi 55046 QUERCETA (LU) Tel. 0584/769072 Fax 0584/769432 landigroup@landi-group.com www.landimarble.it

Commercio e lavorazione marmi e graniti - Import export Deals in and works marble and granite - Import export

EREDI MARTINELLI DIVISIONE CAVE S.R.L.

Località Menga 25080 BOTTICINO (BS) Tel. 030/2594141 Fax 030/2590332 info@eredimartinelli.it www.eredimartinelli.it

EUROMARMI S.R.L.

F.LLI VENTURA DI PAOLO S.N.C.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - FAX +39 02 315 354 - info@marmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

LAZZARINI ANGIOLINO & C. S.N.C.

LOMBARDA MARMI S.r.l.

LUMINI ANGELO

MARMI E GRANITI BONAZZOLI F.LLI S.N.C.

MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

LAVAGNOLI MARMI S.R.L. SOC. UNIPERSONALE

Via Rivis di Mies, 10 33050 RONCHIS (UD) Tel. 0431 56349 Fax 0431 56637 info@lavagnolimarmi.com www.lavagnolimarmi.com

Tornitura e lavorazioni speciali in marmo, pietra e granito Lathing and special workmanship in marble, stones and granite

LAZZARINI GIUSEPPE S.R.L. Società Unipersonale

Via Cereto, 28 25080 Vallio Terme (BS) Tel.-Fax 030/6898020 info@lazzariniangiolinosrl.191.it

Blocchi e pavimenti in botticino Marble blocks and Botticino flooring

LAZZARINI ANGIOLINO & C. S.N.C.

Via Cereto, 46 25080 Vallio Terme (BS) Tel. 333/3971613 Fax 0365/370106 roby_nina@libero.it

Pavimenti in Botticino, commercio marmi e pietre della Croazia Botticino flooring, trade of marble and Croatia stone

LEATHER STONE S.R.L.

Via Pietro Niselli, 91 37035 SAN GIOVANNI ILARIONE (VR) Tel. 045/6550963 Fax 045/6550963 info@leatherstone.it www.leatherstone.it

Pietre naturali per pavimenti e rivestimenti Natural stones for flooring and cladding

LOMBARDA MARMI S.R.L.

Via Papa Giovanni XXIII , 23 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2791551 Fax 030/2792279 info@lombardamarmi.it www.lombardamarmi.it

Blocchi marmo, cave, lastre marmo Marble blocks, quarries, marble slabs

LOMBARDI S.R.L.

SEDE LEGALE: Via Durini, 26 20122 MILANO SEDE OPERATIVA: Via Cave, 194 - 25081 BOTTICINO (BS) Tel. 030/2191572 Fax 030/2193644 lombardimarmi@tin.it www.lombardimarmi.com

Marmo Botticino: lastre e lavorati per l’edilizia Botticino marble: slabs and finished products for building

LUMINI ANGELO

Via Mattei , 17 25060 RODENGO SAIANO (BS) Tel. 030/6810370 Fax 030/6810370

Lavorazione marmo Processing marble

MARBO S.R.L.

Via Molini,3 25082 BOTTICINO (BS) info@marbo.net www.marbo.net

Estrazione e lavorazione Marmo Botticino Classico Marble Botticino Classico quarrying and working

M.M.G. MARMI MARIOTTI GRANITI S.R.L.

Via Sforza, 18 54031 AVENZA CARRARA (MS) Tel. 0585/857333-857934857303 Fax 0585/857965 info@marmimariotti.it www.marmimariotti.it

Industria e commercio di marmi e graniti Production and trade of marble and granite

MACCABONI LUIGI MARMI

Via Fleming, 6 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2590961 Fax 030/2792208 maccabonimarmi@libero.it

Tornitura marmi, colonne, balaustre, fontane, lavorati in massello, taglio con idrogetto Marble Turning, columns, balaustrade, fountain, manufacturing in block, water-jet edge.

MARCO S.N.C. di Butturini Remo e F.lli

Via Delle Gere, 9 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691712 Fax 030/691712 info@marcosnc.it www.marcosnc.it

Blocchi marmo, lastre, cave, marmo botticino Marble blocks, slabs, quarries, Botticino marble

MARCOLINI MARMI S.P.A.

Via Carrara, 24 37023 GREZZANA (VR) Tel. 045/8650150 Fax 045/8650444 marcolini@marcolini.it www.marcolini.it

Marmo granito Marble and granite

MARGRAF S.P.A.

Via Marmi, 3 36072 CHIAMPO (VI) Tel. 0444/475900 Fax 0444/475947 info@margraf.it alice@margraf.it www.margraf.it

Vendita e lavorazione marmi (blocchi, Lastre, lavorati, modulmarmo) Processing and trade of marble (blocks, slabs, finished products, modulmarmo)

MARINI MARMI S.R.L.

Via Gré, 1 24063 CASTRO (BG) Tel. 035/980033 Fax 035/986656 info@marinimarmi.com www.marinimarmi.com

Cave proprie e lavorazione ceppo di grè, aggloceppo Own quarry and factory of ceppo di grè

MARMI BACCI S.R.L.

Sede operativa: Via Aurelia Km. 367, 9/11 55045 PIETRASANTA (LU) Tel. 0584/791270 Fax. 0584/790805 info@bacci.it www.bacci.it

Commercio di marmi e graniti, blocchi semilavorati e lavorati Trade of marble and granite, blocks, semi-finished and finished products

MARMI BARDELLONI DI Bardelloni Fernando S.N.C.

Via S. Lorenzo, 5 25076 ODOLO (BS) Tel. 0365/860493 Fax. 0365/860493

Marmi e graniti lavorati Processed marble and granite

MARMI BRUNO ZANET S.R.L.

Via Paganella, 79 37020 VOLARGNE (VR) Tel. 0456833444 Fax. 0458860055 davide@brunozanet.com www.brunozanet.com

Blocchi, lastre e lavorati in marmo, granito e pietra naturale in genere Blocks, slabs and manifacture in marble, granite and natural stone

MARMI BUSI DI BUSI SILVIO & C. S.N.C.

Via Dei Marmi, 98 25080 NUVOLERA (BS) Tel. 030/6898162 Fax 030/6916196 marmibusi@marmibusi.it www.marmibusi.it

Colonne, camini, fontane, vasi, balaustre, monumenti, sculture, lavorati per edilizia, portali Columns, chimneys, fountains, balustrades, monuments, sculptures, manufacturing for building, Portals

MARMI CARRARA S.R.L.

Via Provinciale, 158 54031 AVENZA-CARRARA (MS) Tel. 0585/54337 Fax 0585/504633 info@marmicarrara.it www.marmicarrara.it

Blocchi e lastre marmo bianco White marble blocks and slabs

MARMI CLASSIC BOTTICINO S.R.L.

Via A. Inganni, 8 25121 BRESCIA (BS) Tel. 030/2691541 Fax 030/2595084 marmiclassic@sceltasystem.it

Estrazione e commercio minerali da cava Quarring and trading of quarry minerals

MARMI DAINO REAL S.R.L.

Via Sonnino, 174 09127 CAGLIARI (CA) Tel. 0774/325178 Fax 0774/325169 cesare@grupporatti.it www.grupporatti.it

Produzione di marmo (Daino Reale e Travertino Romano) Marble production

MARMI & GRANITI 4A S.R.L.

Loc. Vanzelle 37010 RIVOLI VERONESE (VR) Tel. 045/7280299 Fax 045/6288133 marmi4a@marmi4a.com www.marmi4a.com

Vendita e segagione granito (pavimenti, blocchi, lastre) Sale and cutting of granite tiles, slabs, blocks

MARMI E GRANITI BONAZZOLI F.LLI S.N.C.

Via Brescia, 32 25020 GAMBARA (BS) Tel. 030/956172 Fax 030/9956272 info@marmiegranitibonazzoli.it

Pavimenti e rivestimenti, piani per arredamento Flooring and cladding, forniture

MARMI E GRANITI D'ITALIA S.R.L.

Via Aurelia Ovest, 271 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/831921 Fax 0585/831925 info@marmiegraniti.it www.marmiegraniti.it

Produzione di lastre, marmette, progetti amisura, blocchi Production of slabs, marble tiles, cut to size projects, blocks

MARMI E GRANITI VEZZOLI CARLO S.R.L.

Via Papa Giovanni XXIII, 175 24050 PALOSCO (BG) Tel. 035/845401 Fax 035/846580 info@vezzoli.info www.vezzoli.info

Colonne, lavorati per edilizia, monumenti, pavimenti e rivestimenti, piani per arredo Columns, finished partes for building, monuments, floors and cladding, decorative layers

MARMI E TRAVERTINI S.R.L.

Via Pegrosse, 421/b 37020 VOLARGNE DI DOLCÉ (VR) Tel. 045 6860933 Fax 045 6860491 direzione@marmietravertini.com www.marmietravertini.com

Blocchi, lastre, pavimenti e lavorati Blocks, slabs, flooring and finished products.

MARMI EMME S.R.L.

Via Gardesana, 80 25080 NUVOLERA (BS) Tel. e Fax 030 6919007 marmiemme@libero.it www.marmiemme.it

Lavorazione marmi e graniti per edilizia e arredamento Processing of marble and granite for building and forniture

MARMI FAEDO S.P.A.

Via Monte cimone, 13 36073 CORNEDO VICENTINO (VI) Tel. 0445/953034 - 953081 Fax 0445/952889 info@marmifaedo.com www.marmifaedo.com

Escavazione e lavorazione marmo Quarrying and processing of marble

LOMBARDI S.R.L.

MARMI BUSI DI BUSI SILVIO & C. S.N.C.

MARMI CLASSIC BOTTICINO S.R.L.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - FAX +39 02 315 354 - info@marmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

PREMOLI LUIGI S.N.C. DI SQUASSINA LUCIA & C.

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

MARMI GHIRARDI S.R.L.

Via Santa Croce, 49 25013 CARPENEDOLO (BS) Tel. 030/9966011 r.a. Fax 030/9965428 www.ghirardi.it info@ghirardi.it

Lastre in marmo, pavimenti, rivestimenti, arredo urbano, lavorati per edilizia Marble slabs, flooring, cladding, building elements

MARMI MARCHINA MASSIMO

Via C. Colombo, 13/15 25080 NUVOLERA (BS) Tel. 030/6897226 Fax 030/6897226 marchinamassimo@excite.it www.paginegialle.it/marchinamarmi

Colonne - Vasi - Balaustre - Fontane - Capitelli Columns - Vases - Balaustrade - Fontains - Capitals

MARMI MAZZARDI S.N.C. di Mazzardi Davide, Flavio & C

Via del Marinaio, 10 25077 ROÈ VOLCIANO (BS) Tel. 0365/556212 Fax 0365/556211

Lavorati in marmo e granito per edilizia, arredamento, funeraria Manufactures in marble and granite for building, forniture and funerary

MARMIRES S.R.L.

23013 COSIO VALTELLINO (SO) Tel. 0342 635029 Fax 0342 636348 marmires@marmires.it www.marmires.it

Marmi e graniti Marbles and granites

MARMI RIELLO S.N.C. di Riello G & C.

Via Boccaccio, 10/12 25080 MOLINETTO DI MAZZANO (BS) Tel. 030/2620256 Fax 030/2120926 rielloec@libero.it

Arredo urbano e giardini, lavorati per edilizia Street forniture and garden, manufacturing for building

MARMI SENCO S.N.C.

Via Manzoni, 8 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2791448 Fax 030/2595994 marmisenco@libero.it

Lastre marmo, pavimenti e rivestimenti Marble slabs, flooring and cladding

MARMI SERAFINI S.A.S.

Via Castiglione, 5 36072 CHIAMPO (VI) Tel. 0444/688771 Fax 0444/426056 alessandro@marmiserafini.it www.marmiserafini.it

Lavorazione del marmo applicata all'ambito del design e dell'architettura Processing of marble for design and architecture

MARMI STRADA S.R.L.

Via Prov. per Grottaglie, 1 72029 VILLA CASTELLI (BR) Tel. 0831/867115 Fax 0831/867191 marmi-strada@libero.it www.marmistrada.it

Vendita e lavorazione di marmi, graniti e materiali lapidei Stone, marble and granite working and sales

MARMOLUX S.P.A.

Via Scaiola, 50 25080 NUVOLERA (BS) Tel. 030/6897504 r.a. Fax 030/6897396 info@marmolux.it www.marmolux.it

Blocchi, lastre, marmette, modulmarmo e lavorati finiti in Botticino classico, semiclassico e fiorito, Breccia Aurora da cave proprie Blocks, slabs, modular tiles and finished pieces in classic, semi-classic and flowery Botticino and Breccia Aurora from our own quarries

MEDITERRANEAN STONE S.R.L.

Via Provinciale, 127 55045 PIETRASANTA (LU) Tel. 0584/283186 Fax 0584/792831 info@medstone.it www.medstone.it

Blocchi e lastre di pietre di marmo e di onice Stone - marble and onyx blocks and slabs

MONOTILE S.R.L.

Via Parma, 114 46041 ASOLA (MN) Tel. 0376/718911 Fax 0376/7189215 amministrazione@monotile.com www.monotile.com

Pavimento sopraelevato mod. Teknica brevettato Teknica raised access floor patented

NAMCO CO. S.R.L.

Via S. Colombano, 40 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/834380 Fax 0585/834382 info@namcoco.it www.namcoco.com

Marmi, graniti, onici, pietre Marble, granite, onyx, stones

NICOLA FONTANILI

Viale Galileo Galilei, 32 54033 AVENZA CARRARA (MS) Tel. 0585/51361 Fax 0585/505001 info@nicolafontanili.com www.nicolafontanili.com

Marmo, granito, travertino, onice Marble, granite, travertine, onyx

ODONE ANGELO S.R.L.

Strada Trino, 103 13100 VERCELLI (VC) Tel. 0161/29491 Fax 0161/391819 info@odonemarmi.it www.odonemarmi.it

Commercio e lavorazione marmi, pietre, graniti e semipreziosi Deals in and works marbles, stones, granite and semiprecious

ODORIZZI SOLUZIONI IN PIETRA S.R.L.

Via del Brennero, 43 38122 TRENTO Tel. 0461/687701 Fax 0461/687774 odorizzi.soluzioni@gmail.com www.odorizzisoluzioni.it

Estrazione, lavorazione e commercio di porfido Quarrying, processing and trade of porphyry

PICCINELLI MARMI

Via Tartaglia, 3 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2590412 Fax 030/2791036 info@piccinellimarmi.com www.piccinellimarmi.com

Lavorazione marmi, graniti, pavimenti, rivestimenti, arredamento Processing of marble and granite, flooring, cladding and fornirure

PIETRA MARROCCO PI.MAR. S.R.L.

Via Manzoni, 32 73020 CURSI (LE) Tel. 0836/483285 - 426555 Fax 0836/429926 info@pietraleccese.com www.pietraleccese.com

Produzione e lavorazione della pietra leccese e del Carparo. Progetti per architettura, arredamenti per giardino, design d’interni Production and processing of Lecce Stone and Carparo. Projects for architecture, garden fitments, interior design

PIETRE SANTAFIORA S.R.L.

P.le Caduti della Montagnola, 72 00142 ROMA - Sede Operativa: S.S. Ortana Km. 8.200 01030 VITORCHIANO (VT) info@santafiorapietre.com www.santafiorapietre.com – Tel. 0761/370909 Fax 0761/370043

Pietra Santafiora - lavagrigia - lavarosa - peperino grigio - grigio perla in blocchi, lastre, semilavorati, pavimenti, rivestimenti, lavorati artistici ecc. Santafiora Stone - gray lava - pink lava - gray, pearl-gray peperino in blocks, slabs, semi-finished pieces, flooring/paving, facing/cladding, artistic work, etc.

PORFIDO ED ARTE CONSORZIO STABILE

Via S. Antonio, 96 38041 ALBIANO (TN) Tel. 0461/689269 Fax 0461/689269 info@porfidoedarte.it www.porfidoedarte.it

Porfido e pietre naturali: fornitura e posa Suppling and installation of porphyry and natural stones

PORFIDO F.LLI PEDRETTI S.P.A.

Via Manzoni, 160 25040 ESINE (BS) Tel. 0364/45178 - 360605 Fax 0364/45193 info@porfidopedretti.com www.porfidopedretti.com

Lavorazione porfido Valcamonica e graniti “Valcamonica” porphyry and granite working

PREMOLI LUIGI S.N.C. di Squassina Lucia & C.

Via Almici, 91 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2792210 Fax 030/2590704

Lastre marmo grezze, lucide, patinate, bocciardate. Spessori marmo, masselli marmo a misura, blocchi marmo Naturally marble slabs, polished marble slabs, old fashioned marble slabs, sand-blasted marble slabs. Marble to thickesses, small marble blocks to measure, blocks of marble

QR S.R.L. unipersonale

Via Cave, 156 25080 BOTTICINO MATTINA (BS) Tel. 030/2691395 Fax 030/2691395 quecchiabattista@libero.it www.marmo-botticino.it/quecchia

Blocchi marmo Botticino Classico, semiblocchi, informi, spessori, masselli Blocks of Botticino Classico marble, semi-blocks, shapeless blocks, thick slabs, cubic pieces

QUERCIOLAIE RINASCENTE Società cooperativa

Via delle Cave - Fraz. Serre 53040 RAPOLANO TERME (SI) Tel. 0577/704145 (6 linee) Fax 0577/704519 info@querciolaierinascente.com www.querciolaierinascente.com

Escavazione e lavorazione del travertino Quarrying and processing of travertine

RASTONE S.R.L.

Via L. Da Vinci 762 24040 BARBATA (BG) Tel. 0363/914902 Fax 0363/905320 amministrazione@rastone.com www.rastone.com

Lavorati in marmo, granito e pietre naturali Marble, granite and natural stone works

R.E.D. GRANITI S.P.A.

Via Dorsale, 12 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/88471 Fax 0585/884848 info@redgraniti.com www.redgraniti.com

Blocchi grezzi di marmo e granito. Rough marble & granite blocks.

RUPEAL DI PIOVANELLI F.LLI S.N.C.

Via Italia, 44/B 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691345 Fax 030/691345 rupealsnc@virgilio.it

Lavorati per edilizia Manufacturing for building

SALVINI MARMI S.P.A.

Via Industriale, 36 25080 PREVALLE (BS) Tel. 030/6801286 Fax 030/6801292 info@salvinimarmi.com www.salvinimarmi.com

Piastrelle, lastre e lavorati in Botticino e braccia oniciata Tiles, slabs and cut to size in Botticino and Breccia Oniciata

SANTORO MARMI S.R.L.

Via Pirreri, 21 91015 CUSTONACI (TP) Tel 0923/971259 Fax 0923/971441 info@santoromarmi.it www.santoromarmi.it

Marmette - Lastre e lavorati di marmo Tiles - Slabs and marble

MARMI SENCO S.N.C.

s.p.a.

MARMI MAZZARDI S.N.C. DI MAZZARDI DAVIDE, FLAVIO &C

MEMBERS

QR S.R.L. UNIPERSONALE

RUPEAL DI PIOVANELLI F.LLI S.N.C.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - FAX +39 02 315 354 - info@marmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

SOR. MARMI S.R.L. DI SORSOLI LUIGI & C.

TONINI CAVE FANTISCRITTI S.R.L.

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

Cave di Daino Imperiale, Nero Tamara e Cristallino di Nuxis. Specializzati nell’estrazione, lavorazione e commercializzazione di blocchi di marmo, lastre, pavimenti, filagne, zoccolino, cut to size Daino Imperiale, Nero Tamara and Cristallino of Nuxis Quarries. Specialized in quarryng, processing and trading of marble blocks, slabs, flooring, strips, socles, cut to size

Marmi e graniti lavorati Marble and granite cut-to-size

SARDEGNA MARMI S.IM.IN

Head Office&Admin. - Via Po, 41 09122 CAGLIARI Tel. 070/281906/07 - Fax 070/280919 info@sardegnamarmi.com www.sardegnamarmi.com Quarries&Factory - Loc. Canale Longu. ss125 Orosei (NU) - Tel. 0784/999062 Fax 0784/998262

Via N. Castellini, 10 25123 BRESCIA (BS) Tel. 030/3774508 Fax 030/3774508 savio.domenico@marmo-botticino.it www.botticino-classico.it

Estrattori di marmo Botticino Classico Extractors of Botticino Classico marble

SENINI STONE S.R.L.

Via E. Montale, 33 25018 MONTICHIARI (BS) Tel. 030/9650223 Fax 030/9650639 info@seninistone.it www.seninistone.it

Pavimenti e rivestimenti in marmo anticato Antique marble coverings and flooring

Via Figino, 40 20016 PERO (MI) Tel. 02/38100126 Fax 02/33910219 info@marmisigma.it www.marmisigma.it

Lavorazione e commercio prodotti lapidei Processing and trade of stone products

S.I.L. MAR. S.R.L.

Via Italia, 65 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691216 Fax 030/691497 info@silmarsrl.com www.silmarsrl.com

Piastrelle, pavimenti e rivestimenti in marmo lucido e anticato Antique and polished marble tiles, flooring and cladding

Marmo di Zandobbio - blocchi, lastre, pavimenti, rivestimenti e manufatti Zandobbio marble - blocks, slabs, floors and cladding

S.I.M.G. S.R.L. (SARDO ITALIANA MARMI E GRANITI)

S.S. 129 km 4,600 08028 OROSEI (NU) Tel. 0784/98619 Fax 0784/998034 marmi.scancella@tiscali.it www.simg-marmi.com

Blocchi di marmo, cave, lastre granito e marmo, lavorati per edilizia, pavimenti e rivestimenti, piani di arredamento, sculture, zoccolini Quarries, marble blocks, granite and marble slabs, finished pieces for building, flooring and facing, tops and counters, sculpture and skirting

Via Salaria Inferiore, 27/b 63100 ASCOLI PICENO (AP) Tel. 0736/402819 Fax 0736/228037 info@sitemitalia.net www.sitemitalia.net

Pavimenti e rivestimenti in travertino - mattonelle, lastre, scale, lavorati Travertine flooring and cladding - tiles, slabs, stairways, cut-tosize

SANTUCCI ARMANDO S.R.L.

Via Piave, 32 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/840227 Fax 0585/843413 santucci@santucci.it www.santucci.it

SAVIO DOMENICO

SIGMA S.A.S. di Arcaro Bruno & C.

SIMA S.R.L.

S.M.A.S. S.R.L.

MEMBERS

Via P. Giovanni XXIII, 9 24060 GORLAGO (BG) Tel. 035/951759 Fax 035/19967911 info@marmozandobbio.it www.marmozandobbio.it

SIMPLON MARMI & GRANITI S.R.L.

Via San Francesco, 6 37024 NEGRAR (VR) Tel. 045/6888694 Fax 045/6887215 u.anchieri@simplonmarmi.it www.simplonmarmi.it

Estrazione beola, commercio di marmi e graniti Extraction of stone, dealing of marble and granite

SITEM S.R.L.

S.M.A.S. S.R.L.

Via Traversa Fornace, 4 25080 PAITONE (BS) Tel. 030/691411 Fax 030/691272 s.m.a.s.nicolai@libero.it

Blocchi, lastre in marmo Marble blocks and slabs

S.T.C. GRANITI MARMI E PIETRE S.R.L.

Corso Pavia, 73 27029 VIGEVANO (PV) Tel. 02 90360772 Fax 02 9027573 info@stcmarmi.it www.stcmarmi.it

SOCIETÀ APUANA MARMI S.R.L.

Via Provinciale, 158 54031 AVENZA-CARRARA (MS) Tel. 0585/855900 Fax 0585/505368 info@samcarrara.it www.marmicarrara.it

Blocchi marmo bianco White marble blocks

SO.LA.MA S.N.C. di Tagliani, Cocca & C.

Via Borzina, 25/A 25085 GAVARDO (BS) Tel. 0365/31198 Fax 0365/31198 solama@libero.it

Lavorazione marmo e granito per l’edilizia Processing of marble and granite for building

SOR. MARMI S.R.L. di Sorsoli Luigi & C.

Via Di Vittorio, 1/3 25080 MAZZANO (BS) Tel. 030/2590419 Fax 030/2590697 sormar02@sormarmi.191.it

Blocchi marmo e granito Marble and granite blocks.

STELLA DEL NORD S.R.L.

Via Campi Grandi, 25 25080 PREVALLE (BS) Tel. 030/6801364 Fax 030/6807014 direzione@stelladelnordsrl.it

Produzione di marmo Botticino Classico in blocchi, lastre lucide e pavimenti grandi dimensioni Production of classic Botticino marble blocks, polished slabs and floor large

STIFANO GROUP S.N.C.

Via Badia, snc 84078 VALLO DELLA LUCANIA (SA) Tel. 0974/75850 Fax 0974/719219 info@stifanogroup.com www.stifanogroup.com

Lavorazione marmi, graniti e pietre Processing of marble, granite and stones for building, forniture and funerary

STILMARMO S.R.L.

Via Thaon de Revel, 34 71011 APRICENA (FG) Tel. 0882/645452 Fax 0882/646170 direzione@stilmarmo.it www.stilmarmo.it

Blocchi, lastre, pavimenti, semilavorati e arredo urbano in pietra di Apricena Blocks, slabs, floorings, semi-finished products, street fornitures.

STIL ONIX S.N.C. di Tazzoli Francesco & C.

Via Tezzole, 7 46040 CERESARA (MN) Tel. 0376/87257 Fax 0376/87608 info@stilonix.it www.stilonix.it

Greche intarsiate e listelli sagomati per arredo bagno, ad intarsio su pavimenti con 3 impianti Marble for bathroom forniture and flooring

STONEAG S.R.L.

Piazza G. Menconi, 13 54033 CARRARA (MS) info@stoneag.it

Blocchi e lastre di marmo e granito Blocks and slabs of marble and granite

STONEST S.R.L.

Via Campo d’Appio, 144 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/855263 Fax 0585/854624 stonest@stonest.net www.stonest.net

Sviluppo e realizzazione progetti su misura con marmi ed altre pietre naturali. Lavori “chiavi in mano”. Vendita lastre Customized design development and creation using marbles and other natural stones. "Keys-in-hand" projects. Sale of slabs

SUD MARMI S.P.A.

C.da Piano Alastri 91015 CUSTONACI (TP) Tel. 0923 971178 Fax 0923 973391 vito@sudmarmi.it www.sudmarmi.it

Estrazione e lavorazione Perlato Sicilia e Perlatino Quarryng and processing of Perlato di Sicilia and Perlatino marbles

TERRENI E COA S.R.L. gruppo BRESCIANA MARMI E GRANITI S.P.A.

Sede legale: Via Camprelle, 11 Sede amministrativa: Via A. De Gasperi, 24 25080 NUVOLENTO (BS) Tel. 030/6896713 Fax 030/6916625 alberti@terreniecoa.it

Escavazione Botticino Classico, Semiclassico, Fiorito e Breccia Aurora Quarries Botticino Classico, Semiclassico, Fiorito and Breccia Aurora

TOMASIL DI TOMASI LIVIO

Via A. Gelpi, 63 25048 EDOLO (BS) Tel. 0364/72089 Fax 0364/72089 info@tomasil.it www.tomasil.it

Lavorazione marmi Marble works

TONINI CAVE FANTISCRITTI S.R.L.

Via B. Partigiane, 24 54033 AVENZA-CARRARA (MS) Tel. 0585/842707 Fax 0585/845817 tonini_Donnini@tin.it

Cave proprie di Bianco Carrara e Bardiglio, lastre e lavorati. Marmi colorati, Calacata e Statuario Proprietary quarries of Bianco Carrara and Bardiglio marbles in slabs and finished products. Colored, Calacata and Statuario marbles

TONOLI MARMI E GRANITI & C. S.N.C.

Via Trieste, 34 25080 CARZAGO (BS) Tel. 030/6800036 Fax 030/6800910 tonoli@tonolimarmi.it www.tonolimarmi.it

Lastre per edilizia, pavimenti e rivestimenti Slabs for building, flooring and cladding

TORCHIO S.R.L.

Corso Regio Parco, 81/A 10154 TORINO Tel 011/2482961 Fax 011/2487307 info@torchiomarmi.com www.torchiomarmi.com

Arte funeraria, lavorati per edilizia e arredamento, sculture, restauri, incisioni Funeral arts, manufacturing for building and forniture, sculptures, restoration, engravings

TRAVERTINO CONVERSI S.R.L.

Via della Campanella, 16 00012 GUIDONIA (ROMA) Tel. 0774/325733-529283 Fax 0774/528646 amministrazione@travertinoconversi.it

Blocchi e lastre di Travertino Romano Blocks and slabs of Roman Travertine

SO.LA.MA S.N.C. DI TAGLIANI, COCCA & C.

STONEAG S.R.L.

Produzione, commercio e posa in opera di materiali lapidei Production, sales and installations of stone materials.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - FAX +39 02 315 354 - info@marmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

Import-Export blocchi di granito, blocchi di marmo, colonne, lastre di botticino, lastre di granito, lastre di marmo, lavorati per l’edilizia, travertini, zoccolini Imports/exports of blocks of granites and marble, columns, blocks of botticino, slabs of granite and marble, finished pieces for building, travertine, skirting

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

TUFITALIA S.R.L.

Via IV Giornate di Napoli, 29 01033 CIVITA CASTELLANA (VT) Tel. 0761/516406-517615 Fax 0761/516924 tufitalia@tufitalia.it www.tufitalia.it

Blocchi di tufo e pietre naturali di tutte le dimensioni Blocks of tuff or natural stones in all sizes

Porfido trentino e altre pietre a spacco Italian porphyry and other split stones

VIZA CANOVA GROUP S.N.C. DI VICENTINI MARTINO E C.

Via Canova, 11/A 37023 STALLAVENA (VR) Tel 045/907092 Fax 045/908735 info@vizacanovagroup.com www.vizacanovagroup.com

Lavorazione e commercio di pietre, marmi e graniti Processing and trade of stones, marble and granite

Via Circonvallazione, 82 11029 VERRES (AO) Tel. 0125/929060 Fax 0125/920428 vuillermin@vuillermin.com www.vuillermin.com

Industria commercio, lavorazione, segheria, laboratorio, cave proprie di granito verde argento e pietra verde di courtil Stone working and sales, own quarries of “Verde Argento” granite, green Courtil stone

ZAFRA MARMI S.R.L.

Via Lithos, 4 25086 REZZATO (BS) Tel. 030/2792674 r.a. Fax 030/2590193 zafra.marmi@tin.it www.zaframarmi.it

Pavimenti - lastre - marmo - lavorati per edilizia Flooring and slabs of marble - manufacturing for building

Via Aurelia Sud, 22/a 55045 PIETRASANTA (LU) Tel. 0584 790712 Fax 0584 790712 info@zagrossmarmi.com www.zagrossmarmi.com

Distributore esclusivo autorizzato per l’Italia di “Bianco Impeccabile” Authorized exclusive distributor for Italy of “Bianco Impeccabile” marble.

ZICHE DIVISIONE MARMI S.R.L.

Via Pieve, 8 25080 NUVOLENTO (BS) Tel. 030/6897852 Fax 030/6897853 ziche@ziche.com www.ziche.com

TRE EMME IMPORTEXPORT S.R.L.

Via Emilia, 830 int. I 55047 SERAVEZZA (LU) Tel. 0584/743440 - 743441 Fax 0584/743442 treemme@treemmesrl.eu www.landimarble.it

UNIONPORFIDI S.R.L.

Via Pianacci, 2 38040 FORNACE (TN) Tel. 0461/849300 Fax 0461/849406 info@unionporfidi.it www.unionporfidi.it

VUILLERMIN GUALTIERO S.R.L. società unipersonale

ZAGROSS MARMI S.R.L.

Escavazione marmo in cave proprie di Botticino classico, semiclassico, fiorito - Produzione blocchi; lastre grezze, impregnate in sottovuoto e lucide; pavimenti e rivestimenti. Quarrying of marble in own quarries of Botticino Classico, Semiclassico, Fiorito. Production of blocks; rough, airtight impregnated, polished slabs; flooring & facing

MACCHINE E IMPIANTI MACHINERY AND PLANTS MASCHINEN UND ANLAGEN ACHILLI S.R.L.

Via Montescudo, 148 47900 RIMINI Tel. 0541/387066 (r.a.) Fax 0541/389058 info@achilli.com www.achilli.com

Segatrici a ponte e multifunzionali, levigatrici per pavimenti e taglierine portatili Bridge and mulit-purpose sawing machines, smoothing machines for floors, portable cutters

APUANIA CORSI S.R.L.

Via Del Ferro, 10 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/858776 Fax 0585/53329 www.apuaniacorsi.com acorsims@tin.it

Aquastone, scolpitrice Luigi 92 - 96, ribaltatore blocchi, macchine a filo diamantato Water finisch machines, Aquastone, carving machine Luigi 92-96, blocks dumper, diamond wire machines

ATLAS COPCO STONETEC S.R.L.

Via Marghera, 1 12031 BAGNOLO PIEMONTE (CN) Tel. 0175/392090 Fax 0175/392967 Marketing.stonetec.mr@it.atlascopco.com www.atlascopco.com

Impianti di perforazione Drilling equipment

BENETTI MACCHINE S.P.A.

Via Provinciale Nazzano, 20 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/844347 Fax 0585/842667 benetti@benettigroup.com www.benettigroup.com

Macchine e attrezzature per l’estrazione delle pietre naturali Machines and equipment for stone quarrying

B.M. OFF. MECC. S.R.L.

Via IV Novembre, 37 36050 MONTORSO Vic. (VI) Tel. 0444/485000 Fax 0444/485085 bmofficine@bmofficine.it www.bmofficine.it

Telai monolama e multilama per marmo e granito Monoblade and pluriblades diamond gangsaws for marble and granite

BRETON S.P.A.

Via Garibaldi, 27 31030 CASTELLO DI GODEGO (TV) Tel. 0423/7691 Fax 0423/769600 info@breton.it www.breton.it

Progettazione, costruzione, montaggio e commercio di macchine, impianti, apparecchiature e componenti accessori per la lavorazione della pietra naturale e composita; progettazione, costruzione, montaggio e commercio di macchine utensili di precisione ad alta velocità / Design, construction, assembling and marketing of machinery, plant systems and accessory components/equipment for natural/compound stone working; design, construction, assembling and marketing of precision high-speed machine tools

BV-TECH S.R.L. UNIPERSONALE

Sede Legale: Via G. Gronchi, 12 Sede Commerciale e Produttiva: Via Tavigliana, 2 37023 GREZZANA (VR) Tel 045/8650303 Fax 045 8650100 info@bombieriventuri.it www.bombieriventuri.it

Macchine per la lavorazione del marmo e del granito Machines for the processing of marble and granite

CAMA S.R.L.

Via Risorgimento, 132 97015 MODICA (RG) Tel. 0932/903613 Fax 0932/453649 camamacchine@tin.it www.camasnc.it

Costruzione di macchine per marmo e granito Machines construction for marble and granite

C.M.S. S.P.A.

Via Caravaggi, sn 24040 LEVATE (BG) Tel. 035/2057155 Fax 035/2057154 stone@cms.it www.cms.it

Centri di lavoro a controllo numerico per marmi e graniti C.N.C. working centres for marble and granite

CO.B.A.L.M. S.R.L.

Sede Legale: Via Pomposa, 43/A 47924 RIMINI - Sede Amm. e Prod.: Via I. Silone, 3 47039 SAVIGNANO S.R. (FO) Tel. 0541/942228 Fax 0541/942238 info@cobalm.com www.cobalm.com

Frese a ponte tradizionali e CNC, Pantografi, Centri di lavoro CNC, Idrogetti, Banchi aspiranti, Insaccafanghi Traditional and CNC bridge saws, Pantographs, CNC work centres, Waterjets, Dust-collecting benches, Sudge baggers

COMANDULLI COSTR. MECC. S.R.L.

Via Medaglie D’Argento, 20 26012 CASTELLEONE (CR) Tel. 0374/56161 Fax 0374/57888 info@comandulli.it www.comandulli.it

Costruzioni di macchine lucidacoste, bisellatrici e sagomatrici di profili toroidali, foratrici, macchinari per la lavorazione della pietra naturale Production of side polishers, chamfering and toroidal shaping machines, drilling machines, machines for natural stone processing

CO.ME.S. S.R.L.

Via Dante Alighieri, 43/45/47 56012 FORNACETTE (PI) Tel. 0587/423311 Fax 0587/422186 info@comesitaly.com www.comesitaly.com

Teste lucidatrici per granito e ceramica; riduttori e variatori di velocità Polishing heads for granite and ceramic; speed reducers and variators

CONTROLS S.R.L.

Via Aosta, 6 20063 CERNUSCO SUL NAVIGLIO (MI) Tel. 02/921841 Fax 02/92103333 controls@controls.it www.controls-group.com

Attrezzature per prove sui materiali da costruzione Testing machines for the construction industry

COPMA S.R.L.

Via San Giuseppe, 7/9 24060 COSTA DI MEZZATE (BG) Tel. 035676056 Fax 035676056 info@copmasrl.it www.copmasrl.it

Macchine e attrezzature speciali per marmo, granito e ceramica. Assistenza tecnica macchinari per la lavorazione delle pietre naturali Machinery and special complement machines for marble, granite and ceramic. Techinical assistance marble processing machinery

CORAZZA S.R.L.

Via Calderozze, 26 31018 GAIARINE (TV) Tel. 0434/75097 Fax 0434/758649 info@corazzabenne.com www.corazzabenne.com

Benne e forche sollevamento blocchi, attrezzature per cave "Corazza Srl offer a vast range of accessories to be used in the marble quarries that may be applied to the wheel loaders or excavators The range of products include accessories for the Earth Moving Sector, Marble Quarries, Demolition/Crushing and Timber Grapples."

CUTURI GINO S.R.L.

Via degli Oliveti, 15 C. P. 32 54100 MASSA Tel. 0585/831232 Fax 0585/831231 www.cuturi.com

Produzione martelli pneumatici brevettati e utensili widia Production of patented pneumatic hammers and widia tools

DAL FORNO S.R.L.

Via Oliveti, 111 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/793343 Fax 0585/253534 info@dalforno.com www.dalforno.com

Impianti di sollevamento Lifting and handling equipments

DENVER S.P.A.

Strada del lavoro, 87 47892 GUALDICCIOLO Rep. di San Marino Tel. +(378) 0549 999688 Fax +(378) 0549 999651 info@denver.sm www.denver.sm

Macchine per la lavorazione di marmo e granito: centri di lavoro a controllo numerico, fresatrici a ponte monostruttura, tradizionali e CNC, lucidacoste, levigatrici, lucidatrici automatiche Machines for processing marble and granite: CNC machines, monobloc, traditional and CNC bridge sawing machines, smoothing machines, smoothing and polishing machines.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - FAX +39 02 315 354 - info@marmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

DONATONI MACCHINE S.R.L.

Via Napoleone, 14 37015 DOMEGLIARA (VR) Tel. 045/6862548 Fax 045/6884347 info@donatonimacchine.eu www.donatonimacchine.eu

Centri di lavoro a controllo numerico, cicli automatici, fresatrici a banco e a ponte, segatrici diamantate C.N.C. operated working centres, automatic plants, table and bridge sawing machines, diamond sawing machines

EMMEDUE DIVISION INDUSTRIE MONTANARI SRL

Via Fondo Ausa 23 47891 DOGANA REP. DI SAN MARINO Tel. 0549/908926 Fax 0549/908875 emmedue@industriemontanari.sm www.emmedue.sm

Macchine per la lavorazione di marmo, granito e pietra naturale: frese a ponte tradizionali e CNC, centri di lavoro a controllo numerico, taglierine Machines for processing marble, granite and natural stone: traditional and CNC bridge saws, CNC machines, job site saws

FANTINI SUD S.P.A.

Strada Provinciale Casilina per Sgurgola, 52 03012 ANAGNI (FR) Tel. 0775/77491 Fax 0775/769640 faninfo@iol.it www.fantinispa.it

Macchine per la lavorazione di marmi e graniti Marble and granite working machines

FERRARI & CIGARINI S.R.L.

Via Ascari, 21/23 41053 MARANELLO (MO) Tel. 0536/941510 - Fax 0536/943637 marketing@ferrariecigarini.com administration@ferrariecigarini.com www.ferrariecigarini.com

Costruzione macchine da taglio, lucidacoste e zoccolini, scapezzatrice, picchettatrici, scoppiatrici, profilatrici, bisellatrici, incollatrici e anticatura su marmo e pietre naturali, automazioni su misura e robotizzate / Manufacture of cutting machines, polishing machines and small plinth, lapping machines, pecking machines, blowing machines, profiling machines, bevelling machines, glueing machines and olding on marble and natural stones, robotized and measures automations

FRACCAROLI & BALZAN S.P.A.

Via Ospedaletto, 113 37026 PESCANTINA (VR) Tel. 045/6767309 Fax 045/6767410 info@fraccarolibalzan.it www.fraccarolibalzan.it

Trattamento acque e disidratazione fanghi. Macchine per segherie, scoppiatrici e sezionatrici Water treatment and mud dehydration. Sawmill machines, Break list machines

F.S.E. S.R.L.

P.zza Borgo Serio, 29 26012 CASTELLEONE (CR) Tel. 0374/58625 Cell. 335/8312804 Fax 0374/57339 saragni@tin.it www.fsesrl.com

Tutti i macchinari usati inerenti alla lavorazione di marmi, graniti e pietre All second-hand machines for marble, granite and stone processing

GASPARI MENOTTI S.P.A.

Viale Zaccagna, 18/F 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/64551 Fax 0585/645555 gaspari@gasparimenotti.com www.gasparimenotti.com

Macchinari lavorazione marmi e graniti Machines to process marble and granite

GHINES GROUP S.R.L.

Via Marecchiese, 364 P.O. Box 456 47923 RIMINI tel. 0541 751080 fax 0541 751074 info@ghines.com www.ghines.com

Centri di lavoro multifunzione, sagomatrici e lucidatrici portatili, dischi diamantati flessibili, utensili e mole diamantate, mole lucidanti, separatori di fango, banchi e pareti aspiranti con abbattimento della polvere ad acqua ed a secco, impianti centralizzati di abbattimento polvere personalizzati e modulari / Multifunctional workstations, portable shape-polishing machines, flexible diamond discs, diamond tools and wheels, polishing wheels, mud separators, suction benches and walls with wet and dry dust exhaustion, centralized, modular and customized dust suction systems

GIACOMINI OFF. MECC. S.R.L.

Via A. Cirla, 25 28883 GRAVELLONA TOCE (VB) Tel. 0323/848474/5 Fax 0323/864895 infogiacomini@giacominiom.com www.giacominiom.com

Derricks - Gru a ponte - Gru a cavalletto - Pompe per segherie - tendilame - argani Derricks - gantry crane and over head - pumps for gangsaw seats turnbuckle for frame cutting blades - winches treuils

GMM S.P.A.

Via Nuova, 155 28883 GRAVELLONA TOCE (VB) Tel. 0323/849711 Fax 0323/864517 gmm@gmm.it www.gmm.it

Fresatrici, macchine da taglio con dischi diamantati per la lavorazione di marmi e graniti, tagliablocchi, segatrici giganti Sawing machines, diamond circular saw-machines for marble and granite processing, blockcutters, jumbo saws

HABASIT ITALIANA S.P.A.

Via De Nicola, 16 20090 CESANO BOSCONE (MI) Tel. 02 4588881 Fax 02 45861903 ugo.passadore@habasit.com www.habasit.it

Nastri trasportatori e cinghie di trasmissione Power transmission and conveyor belts

INTERMAC DIVISIONE VETRO E MARMO BIESSE S.P.A.

Via dell’Economia, sn 61100 PESARO (PU) Tel. 0721/483100 Fax 0721/482148 intermac.sales@intermac.com www.intermac.com

Macchine a controllo numerico per la lavorazione delle lastre di marmo e granito C.N.C. machines for the processing of marble and granite slabs

ISM S.R.L.

Sede: Parco Prod.vo Apuania Lotto 34 - 54100 MASSA Tel. 0585/6081- Fax 0585/66608901 Uff. amm.: Via Dorsale, 23/B 54100 MASSA Tel. 0585/6071 - Fax 0585/607901 info@barsantimacchinesrl.it www.barsantimacchine.it

Macchine multifilo, telai, tagliablocchi, linee di lucidatura, linee di taglio automatiche, calibratrici, bisellatrici, fresatrici, macchine speciali e impianti completi Multiwire machines, gangsaws, block cutters, polishing lines, automatic cutting lines, gauging machines, chamfering machines, milling machines, CNC machines and complete turn key plant

LAMETER S.R.L.

Via al Santuario di N.S. della Guardia, 56 b-c-d 16162 GENOVA Tel. 010/71641301 (accesso primario) Fax 010/71641355 info@lameter.it www.lameter.it

Produzione attrezzature macchine movimento terra Maker of equipment for earth-moving machines

LIFTSTYLE S.R.L.

Via Enrico Fermi, 26 37026 SETTIMO DI PESCANTINA (VR) Tel. 045/6450860 Fax 045/6450297 simonetta.fontana@manzelli.it www.manzelli.net

Impianti di sollevamento: ventose, pinze, gru a bandiera. Cabine e banchi aspiranti per la purificazione dell'aria Lifting equipment: vacuum lifter, clamps, jib crane. Cabins and suction bench for the purification of the air

MAEMA S.R.L.

Viale Del Lavoro, 9 37069 VILLAFRANCA VERONESE (VR) Tel. 045/6305781 - 6309179 info@maemasrl.it www.maemasrl.it

Macchinari per il trattamento superficiale di marmo, granito e pietra naturale Rough surfacing finishing machines for marble, granite and natural stone

MARINI QUARRIES GROUP S.R.L. unipersonale

Via Beura, 44 28844 VILLADOSSOLA (VB) Tel. 0324/575106 - 575202 Fax 0324/54096 mariniQG@MariniQG.it www.mariniqg.it

Attrezzature per cava Equipment and services for quarry

MARMILAME S.R.L.

Via Dorsale, 54 54100 MASSA Tel. 0585/792792 (r.a.) Fax 0585/252466 info@marmilame.com www.marmilame.com

Lame da sega - graniglia metallica - additivi e impianti Saw blades - metal abrasives - additives and plants

MARMOELETTROMECCANICA S.R.L.

Via Flaminia km. 41,400 00068 RIGNANO FLAMINIO (ROMA) Tel. 0761/5051 Fax 0761/508388 info@marmoelettro.it www.marmoelettro.it

Costruzione macchine e utensili diamantati per la lavorazione del marmo e del granito Production of diamond machines and tools for the processing of marble and granite

MARMO MECCANICA S.P.A.

Via Sant’Ubaldo, 20 60030 MONSANO (AN) Tel. 0731/60999 Fax 0731/605244 info@marmomeccanica.com www.marmomeccanica.comì

Costruzione di macchine per la lavorazione di marmo, pietre, graniti Machinery production for the processing of marble, stone and granite

MARTINI AEROIMPIANTI S.R.L.

Via Ca’ Brusà, 20 37014 CASTELNUOVO DEL GARDA (VR) Tel. 045/7575363 - 7575344 Fax 045/7575025 info@martiniaeroimpianti.it www.martiniaeroimpianti.it

Banchi aspiranti, depuratori d’acqua, filtropresse, disidratatori per fanghi Aspirating benches, water purifiers, filter presses, mud dehydrators

MATEC S.R.L. machinery technology

Via S. Colombano, 13 54100 MASSA Tel. 0585/831034 Fax 0585/835598 info@matecitalia.com www.matecitalia.com

Progettazione, costruzione macchine e impianti per depurazione acquee, filtro presse, silos decantatori, impianti dosaggio Design and construction of depuration plants, filter press, silos decanter, dosing plants

MEC S.R.L.

Località Lagarine, 4 38050 SCURELLE (TN) Tel. 0461 - 780166 Fax 0461 - 780164 info@mecs.it www.mecs.it

Macchine e impianti per lo spacco e la frantumazione della pietra e del cemento Machines and plants for splitting and crushing stones and concrete

MMG DI DIVITA GIUSEPPE

Via E. Berlinguer, 128 97013 COMISO (RG) Tel. 0932/922903 Fax 0932/922903 info@mmgservice.it www.mmgservice.it

Centro ricondizionamento macchinari Used reconditioned stone working machinery

NUOVA MONDIAL MEC S.R.L.

Via La Pastora, 82 47852 CERASOLO AUSA DI CORIANO (RN) Tel. 0541/759688 Fax 0541/756238 m.ballarini@nuovamondialmec.com www.nuovamondialmec.com

Produzione levigatrici per pavimenti e taglierine per marmo e granito Production of floor polishing machines and shearing machines for marble and granite

OCMA S.R.L.

Via dei Tretti, 39/41 36014 SANTORSO (VI) Tel. 0445/641010 Fax 0445/540488 info@ocma.it www.ocma.it

Impianti di sollevamento - gru a cavalletto (traliccio) e gru a ponte bitrave, monotrave e bicicletta, gru automatica, argani Power lifting cranes - gantry, twin travelling, bridge, wall travelling, jib, single girder, hoist, automatic cranes

Costruttori di gru a cavalletto, gru a carroponte e gru a bandiera, impianti di sollevamento Producers of bridge, overhead and gantry cranes, lifting systems

OFFICINA MECCANICA GARRONE S.A.S. di Marco Garrone & C.

Via Statale, 37 16042 CARASCO (GE) Tel. 0185/350161 Fax 0185/352249 garrone@garrone.com www.garrone.com

Segatrici a catena Chain saws

OFFICINA FAEDO S.R.L.

Via Arzignano 10/16 36072 CHIAMPO (VI) Tel. 0444/623144 0444/427266 Fax 0444/426582 commerciale@faedogru.it www.faedogru.it

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - FAX +39 02 315 354 - info@marmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

OFFICINE MARCHETTI S.P.A.

Via Del Ferro, 40/C 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/857206 - 51975 info@officinemarchetti.com www.officinemarchetti.com www.marchettigroup.it

Tenditori idraulici, tiranti, centraline, macchine a controllo numerico per marmo e granito Idraulic turnbackle, stay-bars for marble and granite, C.N.C. operated working machines for marble and granite

OLIFER - ACP S.P.A.

Via G. Marconi, 4 25076 odolo (bs) Tel. 0365/826088 (r.a.) Fax 0365/860727 www.olifer.com olifer@mail.olifer.com

Laminazione profilati in acciaio a caldo e fabbricazione di lame scanalate per graniti Heat-lamination of steel sections and production of grooved blades for granite

OMAG S.P.A.

Via Stezzano, 31 24050 ZANICA (BG) Tel. 035/670070 Fax 035/670259 info@omagspa.it www.omagspa.it

Costruzione macchine per marmo, pietre e granito Construction of machines for marbles, stone and granite

OMAR CRANE S.R.L.

Via del Ferro, 5 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585 857455 Fax 0585 52293 omarcrane@hotmail.com www.omargru.it

Autogrù Mobile crane

OMA SYSTEM S.R.L.

Via delle Scienze, 5 04011 APRILIA (LT) Tel. 06/9280075 Fax 06/9281373 omasystem@omasystem.it www.omasystem.it

Produzione e commercializzazione di utensili diamantati, sinterizzati, elettrodeposti per macchine manuali e C.N.C. e lucidanti in gomma Production and sale about diamond, syntherised, electroplated tools for manual machines and C.N.C. and rubber polishing wheels

PEDRINI S.P.A. ad unico socio

Via Delle Fusine, 1 24060 CAROBBIO DEGLI ANGELI (BG) Tel. 035/4259111 Fax 035/4259286 info@pedrini.it www.pedrini.it

Produzione di macchinari per la lavorazione di marmo, granito e gres porcellanato Production of machinery for processing of marble, granite and granito ceramic tiles

PELLEGRINI MECCANICA S.P.A.

Viale delle Nazioni, 8 37135 VERONA Tel. 045/8203666 Fax 045/8203633 info@pellegrini.net www.pellegrini.net

Impianti completi per cave di marmo, granito e pietre ornamentali. Impianti a filo diamantato, sagomatrici automatiche. Perforazione automatica e idraulica Complete plants for marble, granite and dimensional stone quarries. Diamond wire plants, automatic contouring machines. Automatic and hydraulic drilling systems

PERISSINOTTO S.P.A.

Via Pascoli, 17 20090 VIMODRONE (MI) Tel. 02/250731 Fax 02-2500371 peris@pemo.com www.pemo.com

Pompe centrifughe Centrifugal pumps

PREXOR S.N.C.

Via Torraccia, 15 55045 PIETRASANTA (LU) Tel. 0584/72316 Fax 0584/1964156 info@prexor.com www.prexor.com

Impianti depurazione acque, impianti trattamento fanghi, filtri pressa fanghi, pompe volumetriche a pistoni tuffanti, pompe centrifughe, centraline automatiche dosaggio flocculante Water purification plants, mud treatment plants, mud press filters, plunger-piston volumetric pumps, centrifuge pumps, automatic dosage flocking dispensers

PROMETEC S.R.L.

Via Dorsale, 13 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/79681 Fax 0585/796868 info@prometec.it www.prometec.it

Impianti per la resinatura di lastre e blocchi, sistemi automatici di movimentazione lastre e filagne, macchine speciali per la lavorazione di marmo e granito Vacuum resin-treating plants for marble and granite blocks and slabs, automatic handling system, production of marble and granite specialized machines

PRUSSIANI ENGINEERING S.R.L.

Via Luigi Galvani, 16 24061 - ALBANO SANT’ALESSANDRO (BG) Tel. 035/581444 Fax 035/4528235 info@prussiani.com www.prussiani.com

Costruzione frese e centri di lavoro a controllo numerico per la lavorazione di marmi e graniti Numerical control bridge saws and work centres for marble and granite

SAMPLA BELTING S.R.L. A MEGADYNE GROUP CO

Via delle Industrie, 6/12 20041 AGRATE BRIANZA (MI) Tel. 039/689601 Fax 039/650846-6057428 info@samplabelting.it www.samplabelting.it

Nastri trasportatori e cinghie di trasmissione per l’industria del marmo e granito Conveyor belts-driving belts

SASSOMECCANICA S.R.L.

Via val Tiberina, 73 63037 Porto d’Ascoli (Ap) Tel. 0735/650988 Fax 0735/657741 info@sassomeccanica.it www.sassomeccanica.it

Lucidacoste, frese a ponte, lucidatrici continue Edge polishers, bridge saws, continuous polishers

SIMEC S.P.A.

Via Enrico Fermi, 4 31030 CASTELLO DI GODEGO (TV) Tel. 0423/7351 Fax 0423/735256 info@simec.it www.simec.it

Gamma completa di macchine ed impianti ad alte prestazioni per la lavorazione del marmo, del granito e delle pietre agglomerate e artificiali Complete range of high performance machines and plants for processing marble, granite and agglomerate and artificial stones

SOCOMAC S.R.L.

Via G. Galilei, 11 Zona Artigianale Catena 37023 GREZZANA (VR) Tel. 045/8650200 Fax 045/8650202 info@socomac.it www.socomac.it

Costruzione e vendita di macchine per la lavorazione del marmo Production and selling of marble machinery

SO.F.I. S.R.L.

Via Canicarao, 42 97013 COMISO (RG) Tel. 0932/967511 - 968220 Fax 0932/968220 commerciale@sofisrl.com www.sofisrl.com

Attrezzature nuove e usate per la lavorazione del marmo e del granito (pompe - teste leviganti macchine usate ecc.), lame diamantate, dischi diamantati, mole e foretti diamantati, assistenza e consulenza tecnica / New and used equipment for marble and granite working (pumps, smoothing heads, used machinery, etc.), diamond-coated blades, disks, grinders and rock drills, technical assistance and consultancy

STEINEX S.R.L.

Viale Venezia, 86 38056 LEVICO TERME (TN) Tel. 0461/710500 Fax 0461/701049 info@steinex.com www@steinex.com

Macchine e impianti per la lavorazione a spacco di pietre Reliable machines and equipment to split all kind of stones

TABULARASA S.R.L.

V.le Scalo San Lorenzo, 40 00185 ROMA (RM) Tel. 06/45420272 Fax 06/45420511 info@tabularasa.com www.tabvlarasa.com

Utensili per la scultura, mosaico ed intarsio Stone carving tools, inlay and mosaic tools

Impianti di depurazione, filtropressa, macchine di aspirazione polveri Waste water reclycing plants, filter press, dust suction machines.

T&D ROBOTICS S.R.L.

Viale D. Zaccagna, 47 54033 - Marina di Carrara (MS) Tel. 0585/780917 Fax 0585/648927 info@tdrobotics.com www.tdrobotics.com

Linee di impianti robotizzati per la lavorazione dei materiali lapidei Robot-automated stone-working lines

T.C. TURRINI CLAUDIO S.R.L.

Via Francia, 4 37069 VILLAFRANCA DI VERONA (VR) Tel. 045/6302744 Fax: 045/6303435 info@tcturrini.com www.tcturrini.com

BYMEGADYNE

TECNOIDEA IMPIANTI S.R.L.

Via Beato Angelico, 15 20052 MONZA (MI) Tel. 039/2020265 (r.a.) Fax 039/2023570 info@tecnoidea.it www.tecnoidea.it

Impianti depurazione acqua - trattamento fanghi Purify equipments

TECNOPORRO DI PORRO MICHELE & CO. S.A.S.

Via Catullo, Ang. Tang. Lotto 3 76123 ANDRIA (BA) Tel. 0883/262338 Fax 0883/262338 info@tecnoporro.com www.tecnoporro.com

Filtro pressa, filtro a sacchi, sistemi di aspirazione polveri, frantumatore e separatore Filter press, bags filter, dust sucking systems, crusher and separation system

TERZAGO MACCHINE S.R.L.

Via S. Rocco, 1 24060 SOLTO COLLINA (BG) Tel. 035/986717/705 Fax 035/980048 - 986600 terzagocommerciale@terzago.it www.terzago.it

Fresa a ponte CNC, tagliablocchi, lucidatrici per marmo, segatrici, bisellatrici, ricambi per gli stessi NC bridge sawing machines, block-cutters, marble polishing machines, sawing machines, chamfering machines and spare parts

VEM S.P.A.

Via Lago di Levico, 14 36015 SCHIO (VI) Tel. 0445/575955 Fax 0445/576357 vem@vem.it www.vem.it

Teste per levigatrici, teste per calibratrici, segatrici, pantografi Heads for polishing machines, heads for sizing machines, sawing machines, pantographs

WIRES ENGINEERING S.R.L.

Via Mario Franza, 1 10010 LESSOLO (TO) Tel. 0125/58783 - 58850 Fax 0125/58410 ammin@cofiplast.it www.cofiplast.it

Impianti per il taglio di graniti, marmi e pietre con filo diamantato Installations for cutting granite, marble and sotnes with diamond wire

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

C.so Sempione, 30 20154 MILANO info@assomarmomacchine.com www.assomarmomacchine.com

Associazione italiana Costruttori e Utilizzatori di macchine e attrezzature varie per la lavorazione delle pietre naturali Italian Association of manufacturers and users of machinery and other equipment for natural stone processing

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

The Associazione Italiana MARMOMACCHINE is open only for the best industries PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - FAX +39 02 315 354 - info@marmomacchine.com


MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

UTENSILI DIAMANTATI DIAMOND TOOLS DIAMANTWERKZEUGE

GSV - DIAMANT S.R.L.

ATAL S.R.L.

Via Libero Grassi, 3/5/7 20056 TREZZO SULL'ADDA (MI) Tel. 02/90964116 Fax 02/90964096 info@atalgrafiti.com www.atalgrafiti.com

Grafite lavorazione e trasformazione Graphite working and processing

CO.FI.PLAST. S.R.L.

Via m. Franza, 1 10010 LESSOLO (TO) Tel. 0125/58783 - 58791 58654 Fax 0125/58410 ammin@cofiplast.it www.cofiplast.it

Fili diamantati per marmo e granito Marble and granite diamond wire

Utensili diamantati Diamond tools

ADI S.P.A.

V.le Dell’Economia 12/16 36016 THIENE (VI) Tel. 0445/360244 (r.a.) Fax 0445/366862 info@aditools.com www.aditools.com

BOART & WIRE S.R.L.

Via Concordia, 1 36024 NANTO (VI) Tel. 0445/1744139 Fax 0445/1744237 boartandwire@boartandwire.com www.boartandwire.com

Fili diamantati per marmo e granito Diamond wires for marble and granite

CIDIAM GROUP S.R.L.

Via Dante Alighieri, 7/B 29012 Caorso (Piacenza) Tel. 0523/822744 Fax 0523/822433 info@cidiam.com www.cidiam.com Produzione di utensili

Produzione di utensili diamantati per la lavorazione dei marmi, graniti, pietre e gres Production of diamond tools for the processing of marble, granite, stone and gres

DELLAS S.P.A.

Via Pernisa, 12 37023 LUGO DI GREZZANA (VR) Tel. 045/8801522 (r.a.) Tel. 045/8801212 Fax 045/8801302 info@dellas.it www.dellas.it

DIAMACCH S.A.S.

V.le Furio Camillo, 87/89 00181 ROMA Tel. 06/7843345 Fax 06/7851798 diamacch@tiscali.it www.diamacch.it

Utensili diamantati - macchine per la lavorazione di marmi - abrasivi Diamond tools - marble working machinery - abrasives

DIAMANT BOART

HUSQVARNA ITALIA S.P.A. Sede: Via Santa Vecchia, 15 23868 VALMADRENA (LC) Uff. amm.: Via Remato, 18 25017 MAGUZZANO DI LONATO (BS) Tel. 030/99171 - Fax 030/9917241 claudio.coletto@it.husqvarna.com www.diamant-boart.com

Fabbricazione prodotti abrasivi e utensili diamantati (lame, dischi, mole, foretti, fili diamantati) Production of abrasives and diamond tools (blades, discs, grinding wheels, drills, diamond wires)

DIAMANT-D S.P.A.

Via Palladio, 28/30 35010 S. GIORGIO IN BOSCO (PD) Tel. 049/5996755 (r.a.) Fax 049/5996401 diamant.d@interbussiness.it www.diamant-d.com

Costruzioni utensili diamantati Production of diamond tools

DIAMOND PAUBER S.R.L.

Via Aprilia, 5 54100 MASSA Tel. 0585/830425/26 Fax 0585/830000 info@diamondpauber.it www.diamondpauber.it

Produzione - montaggio - commercio di utensili diamantati Production - mounting - trade of diamond tools

DIAMOND SERVICE S.R.L.

Via G. Ungaretti, 2/A 29012 CAORSO (PC) Tel. 0523/822447 (r.a.) 821534 Fax 0523/822630 diamondservice@agonet.it www.diamondservice.it

Produzione utensili diamantati Production of diamond tools

DIATEX S.P.A.

Via Firenze, 4 36030 VILLAVERLA (VI) Tel. 0445/350338 (r.a.) Fax 0445/856542 info@diatex.it www.diatex.it

Utensili diamantati Diamond tools

D.WIRE S.R.L.

Via Dorsale, 13 54100 MASSA (MS) Tel. 0585/600307 Fax 0585/600308 info@dwire.it primo@dwire.it www.dwire.it

Filo diamantato Diamond-wire

FILMS S.P.A.

Via Megolo, 49 28877 ANZOLA D'OSSOLA (VB) Tel. 0323/836386 Fax 0323/83089 info.films@omcd.it www.thebead.it

Perle diamantate (sinterizzate e hippate), fili diamantati gommati plastificati e montati a molle, inserti e punte fondo foro, filo plastificato per multifilo Sintered and isostatic diamond beads, plasticized and rubberised diamond wire, spring wire, inserts and down the hole hammer, plasticized wire for multiwire

GSV - DIAMANT S.R.L.

Viale XX Settembre, 177/d 54033 AVENZA CARRARA (MS) Tel. 0585/759228 Fax 0585/600315 info@filodiam.it

Filo diamantato Diamond-wire

IMS S.A.S.

Via Vittorio Emanuele, 103 12048 SOMMARIVA BOSCO (CN) Tel. 0172/54015 Fax 0172/54014 ims@ims.sh www.ims.sh

Porta utensili Tool holders

ITALDIAMANT S.P.A.

Via Montello, 34 - P.O. BOX 53 36034 MALO (VI) Uffici: Tel. 0445/580750 4 linee r.a. Fax 0445/580755 2 linee r.a. info@italdiamant.com www.italdiamant.com

Abrasivi diamantati, lame diamantate, dischi diamantati, frese, foretti, rulli Diamond -coated abrasives, blades and disks, cutters, rock drills, rollers

L.G. LAVORAZIONI GRAFITE S.R.L.

Via C. Battisti, 53 26842 CASELLE LANDI (LO) Tel. 0377/69021 Fax 0377/69351 amministrazione@lgonweb.com

Stampi ed elettrodi in grafite per la sinterizzazione - impianti ed accessori per il montaggio degli stampi in grafite Graphite moulds and electrodes for the sintering process - accessories and equipments for the assembling of graphite moulds

LUPATO MECCANICA S.R.L.

Via delle Arti e Mestieri, 3 33080 ROVEREDO IN PIANO (PN) Tel. 0434/924404 Fax 0434/592217 info@lupatomeccanica.com www.lupatomeccanica.com

Utensili per finiture grezze su marmi, pietre, graniti e cementi Tools for rough finishes on marble, stones

MBN NANOMATERIALIA S.P.A..

Via G. Bortolan, 42 31050 VASCON DI CARBONERA (TV) Tel. 0422/447311 Fax 0422/447318 rolli@mbn.it www.mbn.it

Leganti metallici in polvere per utensili diamantati Metal bond powders for diamond tools

MOLLIFICIO APUANO S.R.L.

Via Tinelli, 55 54100 MASSA (MS) Tel. 0585 834383 Fax 0585 834470 info@mollificioapuano.com www.mollificioapuano.com

Accessori per filo diamantato e attrezzature da cava Accesories for diamond wire and tools for quarry

NICOLAI DIAMANT S.R.L.

Via Dorsale, 13 Area Ex-Dalmine, Lotto 6B 54100 MASSA CARRARA (MS) Tel. 0585/ 79971 Fax 0585/799799 www.nicolaidiamant.com mail@nicolaidiamant.com

Produzione di utensili diamantati per la lavorazione di marmi, graniti, pietre, gres e vetro Production of diamond tools for the processing of marble, granite, stone, gres and glass

Accessori ed utensili per filo diamantato Diamond wire accessories and tools

S.D. DIAMANT

Via E. Cernuschi, 16 R 16161 GENOVA (GE) Tel. 010/7457000-011 R.A. Fax 010/7457178 sddiamant@sddiamant.it www.sddiamant.it

Utensili diamantati Diamond tools

Filo Diamantato Diamond-wire

SORMA S.P.A.

Via Don F. Tosatto, 8 30174 MESTRE (VE) Tel. 041/959179 - 959616 Fax 041/952071 info@sorma.net www.sorma.net

Produzione di utensili diamantati Production of diamond tools

PALMERIO - PAL S.R.L.

SINDIAM S.R.L.

Via Catagnina, 4 54100 MASSA CARRARA (MS) Tel. 0585/831336 Fax 0585/834216 info@palmerio.com www.palmerio.com

Zona Mercato, 12 85038 SENISE (PZ) Tel. 0973 584874 Fax 0973 584874 sindiam@tiscali.it www.sindiam.com

Utensili diamantati per marmo e granito, rulli calibratori, foretti diamantati Marble and granite diamond tools, gauging rollers, diamondtipper sinker drills

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - FAX +39 02 315 354 - info@marmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

STELLA S.R.L.

Via Marconi, 26 21041 ALBIZZATE (VA) Tel. 0331/985787 Fax 0331/985803 info@stella-welding.com www.stella-welding.com

Leghe brasanti e disossidanti per la produzione di utensili per il taglio/lavorazione di marmo, pietra, cemento, asfalto e per la produzione di utensili da scavo, da trivellazione, da miniera Brazing alloys and fluxes for marble, stone, concrete, asphalt cutting/machining tools and for excavation, drilling and mining tools

TECI - DIV. REDAELLI TECNA S.P.A.

Via A. Volta, 16 20093 COLOGNO MONZESE (MI) Tel. 02/25307420 Fax 02/25307305 info@teci.it www.redaellitc.it www.teci.it

Funi speciali calibrate per fili diamantati per il taglio del marmo granito cemento armato Special calibrated ropes for Diamond Wires for Stone Industry

T.R.E.D. S.R.L.

P.zza Amenduni, 13/14 Z.I. 70037 RUVO DI PUGLIA (BA) Tel. 080/3601675 Fax 080/3612800 info.tred@tin.it www.tre-d.it

Utensili diamantati elettrodepositati per macchine manuali e CNC Electroplated diamond tools for manual and CNC machines

TYROLIT VINCENT S.R.L.

Via Dell’Elettronica, 6 Z.I. 36016 THIENE (VI) Tel. 0445/359911 Fax 0445/370842 info.it@tyrolit.com www.tyrolit.com

Dischi e lame diamantate, filo diamantato, utensili per la levigatura e lucidatura del marmo, granito e agglomerati Diamond linear and circular blades, diamond wire, diamond tools for grinding and polishing marble, granite and agglomerated stone

U.SA.DI. 2 S.R.L. UTENSIL SARDA DIAMANT TOOLS

V.le Monastir Km 10 Trav. Via “SA Cantonera” 09028 SESTU (CA) Tel. 070/22166 - Fax 070/7323396 usadi@tiscali.it www.usadi.com

Produzione utensili diamantati Production of diamond tools manufacture

WINOA ITALIA S.P.A.

Via Como n. 1 20834 NOVA M.SE (MB) Tel. 039/2200913 Fax 039/2200963 winoaitalia@wabrasives.com www.wabrasives.com/it/

Graniglie metalliche per segagione granito Steel grit for granit cutting

ABRASIVI LUCIDANTI, MASTICI& ACCESSORI LAPIDEI ABRASIVES POLISHING, MATERIALS ADHESIVES & ACCESSORIES SCHLEIFMITTEL POLIERMITTEL, FUGENDICHTSTOFFE & ZUBEHÖR ABRA IRIDE S.R.L.

Via E. Minato, 28 31039 RIESE PIO X (TV) Tel. 0423/453737 Fax 0423/453745 info@abrairide.com www.abrairide.com

Abrasivi per la levigatura e la lucidatura del marmo e marmo agglomerato Abrasives for grinding and polishing of marble and agglomerated marble

ABRASIVI ADRIA S.R.L.

Via dell’Industria, 63 37010 S. Ambrogio V.LLA (VR) Tel. 045/6861311 - 6860324 Fax 045/6860323 info@abrasiviadria.com www.abrasiviadria.com

Abrasivi e lucidanti per marmi, graniti, agglomerati - Taglierine e levigatrici Production of abrasives and polishing stones for marble, granite, agglomerated - Polishing and shearing machines

B-CHEM S.N.C. di Bernardi Maurizio & C. S.N.C.

Via Enzo Ferrari, 25 62012 CIVITANOVA MARCHE (MC) Tel. +39.0733.801444 Fax +39.0733.801062 info@b-chem.net www.b-chem.net

Produzioni mastici, resine, cere, lucidanti, protettivi ed abrasivi Production of mastics, glues, abrasives, polishing, waxes protectives for marble, stone, granite, concrete and agglomerated-marble

C. BESATI & C. S.R.L.

Via Paracelso, 26 20041 AGRATE BRIANZA (MB) Tel. 039/6058065 Fax 039/6058081 carlobesati@besati.it www.besati.it

Carburo di silicio - Graniglia metallica per taglio blocchi granito - Mole diamantate Silicon carbide - Steel grit for marble cut - Diamond wheels

CEA ABRASIVI S.N.C di Colonnello Marco e Enrico & C.

Zona Artigianale 33097 SPILIMBERGO (PN) Tel. 0427/2144 Fax 0427/41497 ceaabrasivi@ceaabrasivi.it www.ceaabrasivi.it

Abrasivi magnesiaci e sintetici - mole diamantate speciali - polish mastici - idroprotettivi per marmo e granito Synthetic and magnesia abrasives, special diamond grinding discs, mastics - water repellents for marble & granite

CHIM-ITALIA GROUP S.R.L.

Via Colletta, n. 14 42124 REGGIO EMILIA (RE) Tel. 0522/927218 Fax 0522/272791 info@chim-italiagroup.eu www.chim-italiagroup.eu

Mastici per marmo e affini Mastics for marble

CIGIESSE S.R.L.

Contrada Fiorano, 6/B 63065 RIPATRANSONE (AP) Tel. 0735/90655 Fax 0735/907228 info@abrasivicigiesse.it www.abrasivicigiesse.it

Mole abrasive a tazza Grinding cup wheels

DUNA CORRADINI S.P.A.

Via Carpi – Modena 388 41019 SOLIERA (MO) Tel. 059/893964 Fax 059/565403 marta.brozzi@dunagroup.com www.dunagroup.com

Resine epossisiche per marmi e graniti Marble and granite resins

FABER CHIMICA S.R.L.

Loc. Campo d’Olmo 60044 FABRIANO (AN) Tel. 0732/627178 (r.a.) Fax 0732/22935 www.faberchimica.com info@faberchimica.com

Prodotti per la cura delle pietre naturali e di altri materiali Products for the care of stone and other materials

FEDERCHEMICALS S.R.L.

Via G. Borsi, 2 25128 BRESCIA (BS) Tel. 030/3385578 Fax 030/3385580 info@federchemicals.it www.federchemicals.it

Prodotti per il mantenimento, la conservazione ed il trattamento di superfici in cotto, pietra, legno, gres porcellanato Products for the maintenance, conservation and treatment of furfaces in terracotta, stOne, wood, porcelainized gress

FILA INDUSTRIA CHIMICA S.P.A.

Via Garibaldi, 58 35018 SAN MARTINO DI LUPARI (PD) Tel. 049/9467300 Fax 049/9460753 fila@filachim.it www.filachim.com

Cere, detergenti, protettivi per il trattamento e la manutenzione di tutte le superfici Waxes, cleaning agents, protectives for all the surface treatments

ILPA ADESIVI S.R.L.

Via G. Ferorelli, 4 z.i. 70123 BARI Tel. 080/5383837 Fax 080/5377807 ilpasrl@ilpa.it www.ilpa.it

Produzione di mastice per marmo e di prodotti professionali per la lucidatura, la pulizia e la cura dei materiali lapide e litoidi Production of mastic for marble, professional products for polishing, clearing, care of stone anf granite

INDUSTRIA CHIMICA GENERAL S.R.L.

Via Repubblica S. Marino, 8 Zona Ind. Nord 41100 MODENA Tel. 059/450991-450978 Fax 059/450615 mail@generalchemical.it www.generalchemical.it

Mastici, abrasivi, lucidanti, dischi diamantati, protettivi e sigillanti, cere etc. Mastics, abrasives, polishing agents, diamond circular saws, protectives and sealings products, waxes, etc.

INDUSTRIA CHIMICA REGGIANA I.C.R. S.P.A.

Via Mario Gasparini, 7 42124 REGGIO EMILIA Tel. 0522 517803 Fax 0522 514384 icr@icrsprint.it www.icrsprint.it

Stucco, mastice, prodotti per trattamento superficiale Putty, mastic, surface treatment products

ISEP S.R.L.

Via Della Liberazione, 848 41018 SAN CESARIO SUL PANARO (MO) Tel. 059/936373 Fax 059/930838 info@isep.it www.isep.it

Mastici, prodotti chimici, prodotti chimici per il restauro, protettivi Epoxy and polyurethans systems for marble and granite

LUNA ABRASIVI S.R.L.

Via Pratolino loc. Boettola 19020 VEZZANO LIGURE – LA SPEZIA Tel. 0187997506 – 07 Fax 0187997344 – 997508 lunabra@tin.it www.lunabrasivi.it

Produzione abrasivi e utensili diamantati per marmo, granito e ceramica Abrasives and diamond tolls production for marble, granite and ceramic

MAPEI S.P.A.

Via Cafiero, 22 20158 MILANO (MI) Tel. 02/376731 Fax 02/37673214 mapei@mapei.it www.mapei.com

Adesivi, sigillanti, prodotti chimici per edilizia Adhesives, sealers, chemical products for the building industry

MATTHEWS INTERNATIONAL S.P.A.

Via Martiri della Libertà, 71 43052 COLORNO (PR) Tel. 0521/815801 Fax 0521/816777 b.pizzetti@caggiati.it www.caggiati.it

Fonderia d’arte Art castings

NEW POLARIS LUX S.R.L.

Via C. Fiorillo, 5 54033 CARRARA (MS) Tel. 0585/834553 Fax 0585/837004 polarisabrasivi@newpolarislux.it www.newpolarislux.it

Abrasivii Abrasives

NUOVA BIGGI ABRASIVI S.R.L.

Via G. Sempreverdi, 15/A 42123 RIVALTA (RE) Tel. 0522/560260 Fax 0522/569887 info@biggiabrasivi.com www.biggiabrasivi.com

Abrasivi sintetici - Mole diamantate per coste/smussi Synthetic abrasives - Diamond grindstones

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - FAX +39 02 315 354 - info@marmomacchine.com


ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

MEMBERS

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

PAG ABRASIVES S.R.L.

Via Conturli, 51/a 16042 CARASCO (GE) Tel. 0185 350741 Fax 0185 350102 info@pagabrasives.com www.pagabrasives.com

Abrasivi e lucidanti per marmo. Abrasives & polishing stones for marble.

SUPER SELVA S.R.L.

Via Trento, 27 37030 SELVA DI PROGNO (VR) Tel. 045/7847122 Fax 045/7847032 info@superselva.it www.superselva.it

Produzione abrasivi ed affini Production of abrasives

STEP S.R.L.

Via Monte Tomba, 2 b 37142 VERONA (VR) Tel. 045/8989661 Fax 045/8701350 info@stepservizi.com www.stepservizi.com

Levigatura e lucidatura pareti verticali ed orizzontali, marmo, granito, cemento Smoothing and polishing vertical and horizontal surfaces in marble, granite and cement.

TENAX S.P.A.

Via I Maggio, 226 37020 VOLARGNE (VR) Tel. 045/6887593 Fax 045/6862456 www.tenax.it tenax@tenax.it

Abrasivi, mastici, lucidanti Abrasives, mastics, polishing agents

VEZZANI S.P.A.

Via Maresciallo Tito, 3 42020 MONTECAVOLO DI QUATTROCASTELLA (RE) Tel. 0522/880844 Fax 0522/880544 vezzani@vezzani.it

Fusioni d’arte e produzione accessori lapidei in acciaio, bronzo, porcellana Art - castings and production of steel, bronze and porcelain accessories

ZEC S.P.A.

Via Dei Lavoratori, 1/3 20092 CINISELLO BALSAMO (MI) Tel. 02/66048137 66046283 Fax 02/66010326 www.zec.com zec@zec.it

Produzione e commercio dischi abrasivi flessibili e semiflessibili brevettati Flexible and semiflexible abrasive discs, production patented

CONSULENZA TECNICA E SERVIZI CONSULTANTS AND SERVICES TECHNISCHE BERATUNG DIENSTLAISTUNGEN

STUDIO NOVARIO

ABET LAMINATI S.P.A.

Viale Industria, 21 12042 BRA (CN) Tel. 0172/419581 Fax 0172/431571 danilo.bignante@abet-laminati.it www.abet-laminati.it

Produzione laminati plastici decorativi Production of decorative laminates

CEL COMPONENTS S.R.L.

Via Cà dell'Orbo Sud, 4 40055 CASTENASO (BO) Tel 051/782505 Fax 051/782477 info@cel.eu www.cel.eu

Alluminio alveolare e pannelli sandwich Aluminium honeycomb and sandwich panels

GEMINI S.R.L.

Via Cenisio, 50 20154 Milano gemini.sede@gmail.com

Servizi integrati per le imprese Integrated services for businesses

MARMOMACCHINE SERVIZI S.R.L. Società a Socio Unico

C.so Sempione, 30 20154 MILANO info@assomarmomacchine.com www.assomarmomacchine.com

Servizi per le imprese Services for businesses

RENOSA ITALIA S.R.L. UNIPERSONALE

V.le G. Galilei, 2 37010 CAVAION VERONESE (VR) Tel. 045/6201183 Fax 045-6201194 info@renosaitalia.com www.renosaitalia.com

Trattamento antiscivolo laser "SAFESTONE" Non-slip laser "SAFESTONE" treatment

STUDIO DI CONSULENZA LEGALE E TRIBUTARIA AVV. EUGENIO NOVARIO

B.do Quintino Sella, 22 20100 NOVARA Tel. 0321 32324 Fax 0321 399328 novariolegal@tin.it

Consulenza legale e tributaria Legal and tributary advice

GEOM. ALFREDO ARNABOLDI

PORRO GIACOMO

ASSOCIAZIONE ITALIANA MARMOMACCHINE

ADERMA S.R.L.

Via Dante, 66 20078 TURATE (CO) Tel 02/96480721 Fax 02/9682795 info@adermasrl.it gl@gllocatelli.it www.adermalocatelli.it

Facciate ventilate Ventilated façades

CET SERVIZI S.R.L. Ricerca e Sviluppo

Via Secchiello, 7 38060 ISERA (TN) Tel. 0464/486344 Fax 0464/400168 info@cet-servizi.it www.cet-servizi.it

Servizi, prove materiali Service, material test

GEOM. ALFREDO ARNABOLDI

Via Adige, 14 20813 BOVISIO MASCIAGO (MB) alfredo.arnaboldi@geopec.it

Assistenza tecnica, consulenze, perizie, servizi per l’industria del marmo Consultants and services for stone industry

PORRO GIACOMO

Via Marchese Pagani, 14 22070 ROVELLO PORRO (CO) Tel. 02/96750185 Fax 02/96750336 giacomo.porro@libero.it www.exploitingstone.com

Studi geologici e minerari per minerali industriali e materiali lapidei Geological and mining surveys for industrial minerals and dimensional stones

SCHNEIDER ELECTRIC S.P.A.

Via Circonvallazione Est, 1 24040 STEZZANO (BG) Tel. 049/8062866 Fax 035/4061411 alessandro.vallini@schneiderelectric.com www.schneider-electric.it

Prodotti di distribuzione elettrica e di automazione industriale Products for electric power distribution and industrial automation

CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE

C.so Sempione, 30 20154 MILANO info@assomarmomacchine.com www.assomarmomacchine.com

Associazione italiana Costruttori e Utilizzatori di macchine e attrezzature varie per la lavorazione delle pietre naturali Italian Association of manufacturers and users of machinery and other equipment for natural stone processing

MARMOMACCHINE INTERNATIONAL APP THE WORLD OF STONE AT YOUR FINGERTIPS

PER ULTERIORI INFORMAZIONI: CONFINDUSTRIA MARMOMACCHINE, CORSO SEMPIONE, 30 - 20154 MILANO - TEL. +39 02 315 360 - FAX +39 02 315 354 - info@marmomacchine.com


LEA ARN MO O RE

Profile for Marmo Macchine International

Marmo Macchine International n. 92  

Gennaio/Marzo 2016

Marmo Macchine International n. 92  

Gennaio/Marzo 2016

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded