Page 191

tecniche convenzionali di estrazione risultano improduttive rendendone di fatto impossibile il commercio. Maxwell quindi inventa una tecnica di ingabbiamento del fronte di cava e grazie ad essa riesce a estrarli. Finalmente i quarzi sono fruibili e il futuro della Pettrus è all’orizzonte. Incoraggiato da questi risultati pianifica un’industria. È un materiale di grande difficoltà nella sua lavorazione. L’operazione principale affinché la lastra sia utilizzabile è la resinatura, che oltre a renderla meccanicamente stabile deve esaltarne la bellezza. Per industrializzare queste operazioni e garantire costantemente volume e qualità, mantendendo la specificità di questo semiprezioso, la Pettrus sceglie Prometec come partner tecnologico per produrre 30 facce/ora. Prometec accetta la sfida utilizzando il meglio della tecnologia a sua disposizione. Oltre alla soluzione tecnologica della manipolazione e resinatura di materiali difficili, la linea deve armonizzarsi con l’area di taglio e la linea di lucidatura nel concetto di industria 4.0. Le esigenze di sostenibilità dettate dal cliente spingono Prometec ad adottare per i forni ciclici, batterie elettriche utilizzando le ultime tecnologie di gestione delle potenze. Il prelievo della lastra, grazie a tecnologie d’avanguardia, può avvenire direttamente dal carro portablocchi del multifilo, quindi si elimina la criticità della manipolazione delle lastre con evidenti vantaggi in ottimizzazione della manodopera e salvaguardia del materiale. L’operazione di rinforzo avviene per mezzo della cella robotica Galileo. Questa attraverso varie tecnologie integrate permette la scelta fra diversi tipi di miscela e assicura un’applicazione di uno strato ottimale e costante deciso dall’operatore. La linea si inserisce nella logica dell’azienda 4.0 in un sistema di trasporto lastre mediante carrelli a batteria. Di fatto questo è un chiaro esempio delle future interazioni fra cliente e partner tecnologico: rispondere a esigenze complesse interconnesse fra loro e su livelli sempre più impegnativi.

tional extraction techniques are unproductive, making it impossible to trade. Maxwell then invented a quarrying technique and thanks to it he can extract them. Finally the quartz is usable and the future of Pettrus is on the horizon. Encouraged by these results plans an industry. The processing of this material is very complicated. The main operation for the slab to be used is resination, which in addition to making it mechanically stable, has to enhance its beauty. To industrialize these operations and consistently maintain volume and quality, keeping the specificity of this semiprecious, Pettrus chooses Prometec as a technology partner to produce 30 faces per hour. Prometec accepts the challenge using its best available technology. In addition to the technological solution of the handling and resination of difficult materials, the line must be harmonized with the cutting area and polishing line in the industry 4.0 concept. Sustainability requirements dictated by the customer prompt Prometec to adopt for cyclical ovens, electric batteries using the latest power management technologies. With the help of state-of-the-art technologies, the plate can be taken directly from the multiwire block trolley, thus eliminating the critical nature of the slabs handling with obvious advantages in optimizing manpower and protecting the material. The reinforcement operation takes place via the Galileo robotic cell. This, through various integrated technologies, allows the choice of different types of epoxy blends and ensures the application of an optimum and constant layer determined by the operator. The line fits into company 4.0 logic in a slab transportation system through battery frames. In fact, this is a clear example of future interactions between the customer and the technology partner: to respond to complex needs interconnected and on increasingly demanding levels.-

A cura di / By:

prometec Leading Innovation in Stone

187

Marmo Macchine International n. 98  

Luglio / Settembre 2017

Marmo Macchine International n. 98  

Luglio / Settembre 2017