Page 153

n ig

Im p

De s

ve ro

Op

e

ra

te

il d

Your machine Bu

INTERVISTA A INTERVIEW WITH ALESSANDRO VALLINI, Material Working Sales Manager Schneider Electric

SCHNEIDER ELECTRIC SCHNEIDER ELECTRIC PARLA LA STESSA SPEAKS ITS CUSTOMERS “LINGUA” DEI SUOI CLIENTI “LANGUAGE” Cosa significa Material Working per Schneider Electric? Material Working è il segmento che comprende la lavorazione dei metalli, del legno, della ceramica, del vetro, della plastica e, appunto, della pietra. La vostra Azienda come è focalizzata su questo segmento? Schneider Electric, grazie alla sua dimensione internazionale, può contare su un team di esperti con competenze specifiche dedicato esclusivamente al segmento Material Working ed è in grado di proporre ai propri Clienti delle soluzioni “smart” a livello hardware, software e di servizi dedicati. Perché un gruppo industriale internazionale come il vostro può essere utile ad un costruttore italiano? I nostri partner costruiscono in Italia, ma il 90% delle loro macchine sono destinate al mercato estero. Il fatto di poter contare su un fornitore con una organizzazione internazionale significa offrire loro notevoli vantaggi: velocizzare i tempi di intervento su una macchina installata all’estero, diminuire i costi dei servizi post-vendita, assicurare in tutto il mondo la garanzia della macchina, migliorare la gestione dei rischi legati all’esportazione e, di conseguenza, sviluppare il loro business estero. Prima ha fatto riferimento all’esistenza di un team di persone con competenze specifiche nel campo della lavorazione materiali. Può spiegarci meglio? In Italia ed in ogni Paese con presenza di OEM - original equipment manufacturer, n.d.r. - (ad es. Germania, Stati Uniti, Cina, Spagna, Turchia, ecc.) esiste un team di nostre persone preposto a seguire solo i costruttori di macchine/impianti del segmento Material Working. Questa task-force composta da venditori, tecnici commerciali e application engineer conosce approfonditamente il mercato, le sue applicazioni e le specifiche esigenze ed è in grado di supportare il Cliente in tutte le fasi di Life cicle di una macchina, dal momento che parla la stessa “lingua” del cliente e può fornire reale valore aggiunto, dalle fasi di pre-vendita fino al commissioning. Questi team di diversi Paesi sistematicamente si incontrano per condividere i trends dettati da questo mercato e tracciare la roadmap di sviluppo dei prodotti e delle soluzioni in linea con le esigenze di tale settore.

What does material working mean for Schneider Electric? It is the segment that covers working on metal, wood, ceramic, glass, plastic and of course stone. How does your company focus on this segment? Thanks to its international breadth Schneider Electric can rely on a team of experts with specific skills dedicated exclusively to material working and able to offer customers “smart” solutions in terms of hardware, software and dedicated services. Why is an international manufacturing group like yours useful to an Italian machinery maker? Our partners build machinery in Italy but 90% of their machines are for foreign markets. Being able to rely on a suppler with an international organization offers them considerable advantages: it means speeding up servicing a machine installed abroad, decreasing post-sales service costs, ensuring the machine’s warranty worldwide, improving management of export risks and, as a consequence, increasing foreign business. Earlier you referred to having a team with specific expertise in material working. Could you explain that more in detail? In Italy and in every country with OEM (original equipment manufacturers) – for example Germany, the United States, China, Spain, Turkey and so on –there is a Schneider Electric team ready to assist makers of machines/ installations in the material working segment. This task force consists of salespersons, business experts and application engineers with great knowledge of the market, machine uses and specific requirements and is able to assist customers throughout the life cycle of a machine since its speaks the customer’s own language and can offer real added value, from the pre-sale stage to commissioning. These teams in different countries systematically get together to discuss the trends dictated by the market and trace the roadmap for product development and solutions in line with a given sector’s requirements.

149

Marmo Macchine International n. 98  

Luglio / Settembre 2017

Marmo Macchine International n. 98  

Luglio / Settembre 2017