Page 89

milione di persone -, commerciali e per la logistica. Tra i progetti chiave vi sono inoltre: l’ampliamento dell’aeroporto internazionale Al Maktoum - 75 miliardi di USD per la prima tranche dei lavori -; l'estensione della linea rossa della Metro - 2,9 miliardi di USD per costruire 15 Km di linea e sette nuove stazioni -; il progetto di espansione del terminal marittimo di Jebel Ali Port; il Royal Atlantis Resort and Residences da 231 ville e 800 stanze a Palm Jumeirah, senza dimenticare l'ulteriore slancio dei centri commerciali, con 16 nuovi mall - tra i quali il Mall of the World - nei prossimi quattro anni per investimenti complessivi di 4 miliardi. Il mese scorso è stato inoltre annunciato dallo sceicco Mohammed Bin Rashid Al Maktoum l'avvio del progetto "Dubai Harbour", che prevede la realizzazione di un imponente opera di sviluppo del lungomare della città che abbraccerà quasi 20 milioni di mq, rendendo quello della capitale dell'emirato il principale porto turistico di tutto il Medio Oriente con 4.400 posti barca. In vista dell'Expo di Dubai si sono aperte pertanto grandi possibilità di business anche per le imprese italiane produttrici di materiali lapidei e di tecnologie, attrezzature e prodotti complementari. Oltre ai grandi appalti, ci sono inoltre anche i subcontratti e le sub-forniture, che moltiplicano le possibilità di lavorare nell’immenso cantiere dell’evento anche per le imprese medie e piccole. Per sfruttarle al meglio, le Aziende devono in primo luogo iscriversi al sito web di procurement ufficiale degli organizzatori, https://esource.expo2020dubai.ae/esop/uae-e20host/public/web/login.jst, che assicura a tutti i fornitori la possibilità di accedere ai bandi di gara, scaricare informazioni e ricevere segnalazioni in tempo reale in merito alle opportunità offerte.

house about a million people), areas for commerce and for logistics. Among key projects are enlarging the Al Maktoum international airport ($US 75 billion for the first stage of work), extending the metro’s red line ($US 2.9 billion to build 15 km of rail-line and seven new stations), expanding the container terminal at Jebel Ali Port, building the Royal Atlantis Resort and Residences (231 bungalows and 800 rooms in Palm Jumeirah) and boosting the presence of shopping centers, with 16 new malls – including the Mall of the World – in the next four years, for overall investments of $US 4 billion. Last month Sheik Mohammed Bin Rashid Al Maktoum also announced start-up of the “Dubai Harbour” project foreseeing large-scale development work on the city’s shorefront that will cover nearly 20 million square meters and become the main marina in the Middle East, with 4,400 berths for boats. So in view of the Emirates Expo, great opportunities have also opened up for Italian producers of stone materials and stone-working technology, equipment and auxiliary products. In addition to large-scale contracts there are also sub-contracts and sub-supplies, multiplying the chances even for SME to work at the huge Expo worksite. To take advantage of these opportunities, companies must first of all register at the Expo organizers’ official procurement site (https://esource.expo2020dubai.ae/esop/uae-e20host/public/web/login.jst), which ensures that all suppliers can offer bids, download information and get real-time info on contracts.

85

Marmo Macchine International n. 96  

Gennaio / Marzo 2017

Marmo Macchine International n. 96  

Gennaio / Marzo 2017