__MAIN_TEXT__

Page 18

16

108

Tecnologie lapidee italiane: export 2018 in calo del 10,5% rispetto ai valori record del 2017

Italian stone technologies: 2018 exports down 10.5% from the peak in 2017

Dopo che nel 2017 il fatturato estero del comparto tecno-marmifero italiano, grazie ad una crescita del 24,7% rispetto all'anno precedente, aveva fatto registrare il nuovo massimo storico di vendite oltreconfine (1.253 mln di euro), nel 2018 le esportazioni di macchine, impianti, attrezzature, utensili e consumabili “made in Italy” per la lavorazione delle pietre naturali hanno subito una prevedibile "normalizzazione", con una contrazione del 10,5%. È quanto emerge dalle statistiche ufficiali di settore elaborate dal Centro Studi Confindustria Marmomacchine, che evidenziano come lo scorso anno le nostre vendite sui mercati internazionali di tecnologie lapidee siano scese a 1.121 mln di euro, circa 131 mln in meno rispetto al 2017. Nonostante il robusto recupero rispetto al rilievo statistico del 1° semestre - che aveva fatto registrare una diminuzione tendenziale dell'export del 19,6% - il 2018 chiude pertanto con un sensibile calo dell'export del comparto. Oltre che al già citato rimbalzo fisiologico dopo i valori record del 2017, questo rallentamento è riconducibile purtroppo anche all'instabilità economica e politica di alcuni mercati di riferimento settoriale come l'India e il Regno Unito, senza dimenticare l'Area del Golfo, la Russia e il Brasile,

After a 2017 in which, thanks to growth of 24.7% from the previous year, Italy’s techno-stone sales to foreign markets reached a record 1.253 million euros, in 2018 exports of machines, installations, equipment, tools and consumables Made in Italy for quarrying and working natural stone underwent a predictable “normalization” with a decrease of 10.5%. This was shown by the official statistics processed by the Confindustria Marmomacchine Studies Center, which highlight how last year Italy’s sales of stone technologies on foreign markets declined to 1.121 million euros, about 131 million less than in 2017. In spite of the rebound from the first half of the year - which had registered a decrease in exports of 19.6% - 2018 ended with a perceptible drop in sector exports. In addition to the normal loss after the record amounts sold in 2017, this slowdown was unfortunately also attributable to the economic and political instability of a number of important markets like India and the United Kingdom, not to mention the Persian Gulf area, Russia and Brazil, which ex-

Profile for Marmo Macchine International

Marmo Macchine International n. 108  

Marmo Macchine International n. 108