__MAIN_TEXT__
feature-image

Page 46

44

112

Commercio estero: +2,3% per l’export italiano nel 2019, nuovo record per il surplus Nonostante la contrazione registrata nell'ultimo mese dell'anno (-0,9% a dicembre su novembre) e il rallentamento generalizzato del commercio mondiale, l'Istat nella sua nota di febbraio ha stimato per il 2019 una crescita complessiva dell'export italiano del 2,3% rispetto all'anno precedente, a fronte di un calo dello 0,7% dell'import. L'incremento delle esportazioni in valore nel 2019 riflette un aumento sostenuto dei valori medi unitari (+3,1%) e una flessione dei volumi (-0,8%). Il tasso di crescita dell'export è stato più sostenuto verso i paesi extra Ue (+3,8%), in particolare verso Svizzera e Stati Uniti, mentre si è mantenuto su livelli più bassi per l'area Ue (+1,1%), principalmente a causa della flessione delle vendite verso la Germania. A livello di raggruppamenti principali di industrie, sono i beni di consumo a trainare l'incremento tendenziale delle esportazioni italiane (+8,7%) - soprattutto quelli non durevoli (+10,2%) mentre sono stabili i beni intermedi (+0,9%) e in leggero arretramento i beni strumentali (-1,4%). Come risultante di questi dati, il surplus della bilancia commerciale dell'Italia nel 2019 ha toccato il suo nuovo massimo storico. L'avanzo di +52,9 mld di euro (+91,4 al netto dei prodotti energetici) è infatti il più alto mai registrato dall'Istat a partire dall'inizio delle serie storiche, nel 1991. Questo risultato è dovuto al fatto che la crescita delle esportazioni del 2,3%, seppur inferiore rispetto a quella del 2018 (+3,6%), si è accompagnata a un calo delle importazioni dello 0,7%. Il record precedente per il saldo della bilancia commerciale era stato registrato nel 2016 (+49,6 mld).

Foreign trade: in 2019 +2.3% for Italian exports, new surplus record Despite the downturn in the last month of 2019 (0.9% from November to December) and the generalized slowdown in world trade, in its February communication ISTAT estimated overall growth for Italian exports of 2.3% in 2019 from 2018, compared to a 0.7% decline in imports. The increase in the worth of exports in 2019 reflects a good increase in average unitary values (+3.1%) and a downturn in volume (-0.8%). The growth rate for exports was higher for non-EU countries (+3.8%), in particular Switzerland and the United States, and lower for the EU area (+1.1%), mainly due to fewer sales to Germany. In the main industrial groupings, consumer goods especially the non-durable - drove the potential increase in Italian exports (+8.7%), while intermediate goods remained stable (+0.9%) and instrumental goods slid somewhat (-1.4%). As shown by these figures, in 2019 Italy’s trade surplus reached a new peak. In fact, the surplus of 52.9 billion euros (+91.4% excluding energy products) was the highest ISTAT had ever recorded since beginning to keep records in 1991. This result is due to the fact that the 2.3% increase in exports, while lower than the 3.6% of 2018, was accompanied by a 0.7% decline in imports. The previous record for a trade surplus was in 2016 (+49.6 billion euros).

Profile for Marmo Macchine International

Marmo Macchine International n. 112  

Marmo Macchine International n. 112  

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded

Recommendations could not be loaded