Issuu on Google+

L’ Europa verso la guerra 1875-1914 panorama internazionale a cura del prof. Marco Migliardi


Cause internazionali della guerra  Ostilità francese verso la Germania (Alsazia e Lorena)  Insoddisfazione tedesca per gli spazi coloniali a lei

riservati  Conflitto austro-russo nei Balcani  Conflitti economici per l’espansionismo tedesco in Oriente. Riarmo generale.  Diversivo ai dissidi sociali interni.


ď‚— Vedremo in questa lezione come le cause evidenziate

siano comparse sullo scenario europeo ď‚— Studieremo le origini del fenomeno partendo dagli anni immediatamente successivi alla formazione degli Stati nazionali in Europa


1877: i Balcani  Scoppia la guerra serbo-turca per l’indipendenza della Bosnia-

Erzegovina dalla Turchia  crisi tra Russia (pro Serbia) e Austria (pro Turchia)  1878: la Russia vince . Trattato di S.Stefano che riconosce di fatto la sovranità russa sui balcani e la nascita della Bulgaria (protettorato russo) e della Serbia  il trattato non viene accettato da GB e Austria


1878: Congresso di Berlino  Bismarck fa da mediatore e organizza un nuovo Congresso a    

Berlino. Quello delle spartizioni coloniali. La Bosnia diviene amministrazione austriaca la Bulgaria, nuovo stato, viene rimpicciolita Cipro va alla GB alla Russia solo la Bessarabia, persa con la guerra di Crimea


Dopo il Congresso di Berlino


Conseguenze della crisi balcanica  Il vecchio trattato Dreikaisebund (A+Russia+D) va in crisi  La D e l’A fanno la duplice alleanza (1878) e nell’82 vi entra pure

l’Italia in funzione anti-francese (Triplice alleanza)  Poi tutte le tensioni si spostano a livello coloniale


La Germania guglielmina  Politica aggressiva e costruzione di  

una grossa flotta Ferrovia delle 3B (Berlino-Bisanzio -Baghdad) timori inglesi per i commerci con l’India e per la navigazione nei mari del Nord e Atlantico riavvicinamento tra F e GB dopo gli incidenti coloniali (Egitto, Fashoda...) 1904: nasce l’ Entente Cordiale


Lo scenario europeo


La corsa agli armamenti Spese militari in milioni di marchi

1905

1913

1064

2110

Austria

459

720

Francia

991

1326

GB

1263

1491

Russia

1068

2049

Germania


1904: guerra russo-giapponese  Tipica guerra imperialista per la 

 

conquista della Corea e di Port Arthur Vittoria giapponese. Prima sconfitta in guerra di uno stato europeo Riv. russa del 1905 Grosse spese per la Russia . Chiede e ottiene prestiti dalla Francia, sua alleata dal 92 Divengono perciò impossibili i tentativi di avvicinamento tra D e Russia


La nascita degli schieramenti  In seguito all’Entente Cordiale si

fanno buoni anche i rapporti tra Russia e GB  1907 nasce la Triplice Intesa (Russia+GB+F) che si contrappone alla Triplice Alleanza  Si consacra il fallimento della politica diplomatica tedesca.


Perchè nasce la Triplice Intesa  Fino al 1905 Russia e GB erano avversarie, poi    

avvengono fatti nuovi: la sconfitta russa contro il Giappone la scomparsa della sua flotta il ruolo strategico che può ancora avere nei Balcani le inquietudini prodotte in GB dall’attivismo tedesco nei Balcani e in Oriente


L’Europa del 1907


La 1° crisi marocchina  Il Marocco era uno stato ancora indipendente, ma

con l’ E.C. entrava nella sfera francese  La D aveva pretese sul Marocco, non voleva che finisse alla F e chiede una Conferenza.  Conferenza di Algeciras (1906): qui la D si trova isolata. Tutti gli stati, perfino l’alleata I concedono il protettorato marocchino alla F  Guglielmo II incrementa gli armamenti


La 2° crisi marocchina  1911: per sedare una rivolta la F invia sue truppe a Fez   

su richiesta del sultano la D trova il pretesto per inviare le sue navi da guerra davanti le coste marocchine anche in qs caso l’isolamento della D fu totale Conferenza de L’Aja e piccola concessione coloniale alla D in cambio del pieno dominio francese in Marocco Altra sconfitta diplomatica di GuglielmoII


La situazione nei Balcani  I Balcani tornano ad essere il punto caldo dell’Europa. I motivi sono:

 debolezza della Turchia che

ne occupa la metà

 volontà egemonica dell’A. e

della Serbia  volontà russa di avere lo sbocco al mare  imperialismo dell’ I nel Mediterraneo  nascita dei nazionalismi e di movimenti indipendentisti slavi


Conseguenze politiche  Tutti gli stati tentano di approfittare della    

debolezza turca la Bulgaria si proclama indipendente la Grecia si annette Creta l’Austria (1908) si prende la BosniaErzegovina quest’ultima mossa scontenta tutti, soprattutto Serbia, Russia e I


La 1°guerra balcanica  1912: l’I dichiara guerra alla Turchia per la Libia  ne approfittano Serbia, Bulgaria, Montenegro

e Grecia per dichiarare guerra alla Turchia  la Russia appoggia la lega balcanica e la D manda suoi aiuti in T  in breve la guerra è vinta dalla lega balcanica  1913: pace di Londra


La pace di Londra  la Turchia costretta a rinunciare

a tutti i territori europei (tranne Costantinopoli)  la Macedonia viene divisa tra , Grecia, Serbia e Bulgaria (che prende anche la Tracia)  L’A impone la costituzione di uno stato indipendente d’Albania per ostacolare lo sbocco al mare della Serbia e le velleità italiane  il trattato era molto sfavorevole alla Serbia


La 2° guerra balcanica  l’apparente unità slava durò solo 2 mesi  la Serbia cercò infatti di prendersi almeno parte della

Macedonia  scoppia la guerra tra gli stessi alleati di prima + la Turchia contro la Bulgaria  le grandi potenze anche stavolta non intervengono  1913: pace di Bucarest. La Serbia si prende una buona parte della Macedonia


Il delicato equilibrio politico  le 2 guerre balcaniche erano conflitti interni  ma non risolsero nulla:  la Serbia, vincitrice di 2 guerre non aveva ciò che

voleva, l’accesso al mare  la colpa era dell’A. che temeva il rafforzarsi della Serbia e i suoi nazionalismi  la Serbia avanzava pretese anche su Bosnia-Erz  la Turchia, alleata dell’A., era debolissima


Lo scoppio della 1° guerra mondiale  28 giugno 1914, il serbo Gavrilo

Princip uccide a Sarajevo Francesco Ferdinando d’Austria, principe ereditario e sua moglie  l’A. colse la palla al balzo e mandò ai serbi un ultimatum durissimo  la Serbia rispose in modo interlocutorio  l’A. il 28 luglio del 14 dichiara guerra alla Serbia


Gli schieramenti  la Russia intervenne subito a difesa della Serbia, sua    

alleata la D, di fronte alla mobilitazione russa, dichiara guerra a Russia e F quindi invade il Belgio, paese neutrale e costringe anche la GB a entrare in guerra anche il Giappone per prendere i territori tedeschi in estremo oriente entra in guerra con D e A entra solo la Turchia. I. neutrale


Gli schieramenti Imperi Centrali: Tedesco, Austro-Ungarico, Ottomano, Bulgaria, Libia Alleati o Intesa Francia, Gran Bretagna, Belgio, Portogallo, Russia, Romania, Serbia, Grecia,Italia, Giappone, Cina, Montenegro, Usa, Brasile, PerÚ, Bolivia, Panama, Cuba, Guatemala, Nicaragua, Costa Rica, Haiti, Honduras, Equador, Liberia, San Marino. Le forze in campo all'inizio del conflitto. Gli imperi centrali, ad esclusione dell'Italia, potevano contare su una popolazione di 120 milioni di uomini contro i 238 dei paesi dell'Intesa (Gran Bretagna, Francia e Russia), divisi però linguisticamente e geograficamente. Gli austro-tedeschi schieravano, all'inizio del conflitto, 147 divisioni di fanteria e 22 di cavalleria, mentre l'Intesa faceva affidamento, per un pronto impiego, su 167 divisioni di fanteria e 36 di cavalleria. La notevole differenza demografica tra i due blocchi fece sentire i suoi effetti con il prolungarsi delle ostilità.


Gli schieramenti


originale


Considerazioni finali  con l’ ingresso in guerra nel 17 anche degli

USA il conflitto diviene proprio mondiale  la D. paga così la sua sballata politica diplomatica  si trova in guerra con alleati deboli e avversari fortissimi pur senza essere stata lei la causa del conflitto e pur non avendo interessi diretti nei Balcani


The end


Prima guerra mondiale