Issuu on Google+

During their visit to the local museum Terra Antica, the children from Nursery school have discovered what life in the past was like: the traditional crafts (the shoemaker, the farmer, the fisherman); the games, schoolthings, Laundry, kitchen and bedroom. The visit has aroused a lot of curiosity and questions.


VISITA AL MUSEO TERRITORIALE DI CAMPALTO “TERRA ANTICA” Our local museum

Il museo è situato al 1° piano della scuola primaria “Don Milani”. Due operatori hanno accolto i bambini e li hanno guidati alla scoperta di un mondo di vita ormai lontano e per i bimbi stessi irreale (prima meta’ del ‘900). I bambini hanno conosciuto i mestieri tradizionali e gli attrezzi usati (il calzolaio, il muratore, il fabbro, il contadino, il pescatore). Al museo sono esposti anche i giochi di una volta, i materiali per la scuola, gli attrezzi per il bucato, per fare il vino, per cucire. E’ stato ricostruito l’ambiente domestico della cucina e della camera da letto che hanno suscitato molta curiosità e domande


Com’era diverso andare a scuola una volta! Going to school was very different in the past!!!!

Era diversa la grandezza della cartella, si usavano pochissimi quaderni e libri, per scrivere si usava un pennino che si intingeva nell’inchiostro del calamaio, ed era diverso anche il tipo di banco e sedia delle scuole.


Com’erano diversi i giochi di una volta! Even games and toys were different! Si faceva correre i cerchioni delle biciclette (con le mani o con una bacchetta), si giocava con le marionette di stoffa, il monopattino era molto piu’ semplice e di legno, i palloni erano di pezza o di carta appallottolata


Campalto paese di terra: il lavoro nei campi Working in the fields Il lavoro nei campi era faticoso perchè svolto soprattutto dalle braccia dei contadini che usavano vari attrezzi. Anche la forza dei buoi trainati era un mezzo per i lavori piÚ pesanti.


I lavori artigianali C’era il fabbro che lavorava il metallo…

… e anche il calzolaio che realizzava e aggiustava le calzature. Le scarpe che si usavano ogni giorno, anche nei campi, erano zoccoli duri di legno e cuoio. Per andare a messa la gente andava a piedi scalza fin sulla soglia della chiesa per non sporcare e rovinare l’unico paio di scarpe belle lungo i sentieri polverosi che dovevano percorrere.


I lavori artigianali Il falegname lavorava il legno‌

‌ e le sarte confezionavano e riparavano i vestiti. Spesso le donne avevano in casa la macchina da cucire.


Campalto paese di mare: la pesca Fishing in Campalto Campalto è un paese che si affaccia sulla laguna di Venezia e la pesca è stata, un tempo, un’occupazione importante per tante persone del posto. Si usavano tanti tipi di reti, secondo il tipo di pesca che si svolgeva e si usava un grande faro dalla barca che puntava nell’acqua facendo credere ai pesci che fosse già giorno e che pertanto salivano in superficie credendo di cibarsi.


Il lavoro delle donne in casa Women at work Non essendoci l’acqua corrente in casa le donne dovevano andare al pozzo con i secchi

Non essendoci la lavatrice le donne lavavano a mano e con fatica tutta la biancheria usando ,per sbiancare e pulire, la cenere del camino e spazzole


L’ambiente piu’ importante della casa: la cucina the kitchen

Accanto al focolare domestico le numerose famiglie di una volta trascorrevano molto del loro tempo insieme. Nel grande pentolone si cucinava la polenta di mais e le minestre, soprattutto di legumi, che costituivano molto spesso i pasti quotidiano. Le donne facevano il pane che durava per tutta la settimana e lavavano le stoviglie usando l’acqua del pozzo. La carne si mangiava solo nei “giorni di festa”


Oggetti fermi nel tempo! old objects Si usavano: - macinini per macinare legumi, farine, caffè;- attrezzi casalinghi per sgranare le pannocchie di mais; - il latte veniva venduto in bidoni o in bottiglie quotidianamente; - non c’era la corrente elettrica e le lampade a olio illuminavano modestamente gli ambienti.


La camera da letto the Bedroom

L’imbottitura dei materassi era costituita dai “cartocci” di foglie delle pannocchie di mais e sotto le coperte si metteva un attrezzo con del carbone caldo che scaldava il letto prima di andare a dormire. Nelle stanze da letto c’era una brocca e un catino per potersi lavare. I vestiti erano molto semplici, dai colori non sgargianti e molto spesso confezionati con tessuti pesanti perché non avendo modo di possedere un guardaroba vario e adatto a tutte le stagioni, gli abiti dovevano essere usati sia nelle stagioni fredde ma anche in quelle calde.


INVENTIAMO UNA CANZONE:

“CAMPALTO” C’ERA UNA VOLTA TANTI TANTI ANNI FA UN PAESINO CON DUE CASE PROPRIO LA’ E’ DI CAMPALTO CHE VOGLIAMO A VOI PARLAR E INSIEME A VOI CANTAR! QUI SI PENSAVA L’INSALATA A PIANTAR E CON LA BARCA I PESCIOLINI A PESCAR CERTO LA VITA TANTO FACILE NON FU MA INDIETRO NON SI TORNA PIU’! CON ZOCCOLACCI SI DOVEVA CAMMINAR ANCHE SE IL FANGO CI FACEVA SCIVOLAR MA SE IL CARRO ERA DURO DA TRAINAR GLI ANIMALI SI POTEVA USAR! POI FINALMENTE IL CATRAME SI SCOPRI’ LE NOSTRE VIE FACILMENTE RICOPRI’ ANCHE I TRASPORTI COMINCIARONO A FUNZIONAR PER CAMPALTO TUTTO RALLEGRAR! SIAMO FELICI SIAMO FELICI SIAMO FELICI DI VIVERE PROPRIO QUI!


Children visit to the local museum"Terra Antica"