Page 1

ISTITUTO “MARIA AUSILIATRICE” SCUOLA PRIMARIA

Classe 3a

Anno Scolastico 20092009-2010

1


PREMESSA L’Istituto “Maria Ausiliatrice”, inserito nel quartiere “Don Bosco” a Brescia, ha iniziato la sua attività educativa nel 1951. Attualmente accoglie circa 220 bambini/e provenienti da varie zone cittadine e di provincia. L’Istituto è sede dei seguenti ordini di scuola: - Scuola dell’Infanzia paritaria con tre sezioni - Scuola Primaria paritaria parificata con cinque classi. La scuola Maria Ausiliatrice è una scuola cattolica salesiana, aperta a tutti coloro che la scelgono. Il metodo educativo, ereditato da Don Bosco e da Madre Mazzarello, sintetizza l’esperienza pedagogica di Don Bosco nel trinomio RAGIONE, RELIGIONE, AMOREVOLEZZA; esso: • anima ogni attività culturale formativa in uno stile di dialogo, di partecipazione e di ricerca, nel rispetto delle più profonde esigenze umane; • crea un ambiente in cui il bambino si sente amato, riconosciuto e rispettato, soggetto attivo e critico del proprio processo formativo; • privilegia il rapporto educativo personale, la presenza dell’educatrice come espressione concreta di accoglienza, amicizia, capacità di attesa; • coinvolge la famiglia nell’attività educativa; • educa all’accoglienza ed alla solidarietà, valorizzando il positivo di ogni cultura; • propone, in clima di rispetto e di libertà, una pluralità di offerte per favorire l’educazione alla fede. L’Istituto ha elaborato il Piano dell’Offerta Formativa, un itinerario educativo didattico che faciliti ai genitori la conoscenza di quanto la scuola propone al bambino, affinché il suo sviluppo sia armonico e integrale avendo attenzione sia alla dimensione cognitiva sia a quella affettiva, relazionale, sociale e religiosa. Su questa base ogni famiglia può collaborare per migliorare l’offerta formativa, e renderla sempre più adeguata ed efficace.

2


ANNO SCOLASTICO 2009/2010

La vita è un dono grande e prezioso che Dio ci ha dato attraverso i nostri Genitori. Siamo nati, stiamo crescendo, abbiamo la possibilità di conoscere, di imparare, di amare e di volere cose belle, buone, importanti. Se “diamo luce alla VITA” aprendo gli occhi, la mente, il cuore a Dio e agli altri, possiamo davvero “vedere Gesù”. Con i nostri Genitori ed Insegnanti, ci impegniamo a “scegliere la luce” e a tenerla sempre accesa in noi e negli altri: in famiglia, a scuola, in Oratorio, al catechismo, con gli amici, nel gioco, nella festa. Insieme, come Comunità Educativa, potremo scoprire e raccontare “storie luminose”, sentieri di luce degli amici di Dio, portatori del suo amore in tutto il mondo. Da loro impareremo il segreto della vera gioia, che è seguire e specchiarsi nella vita di Gesù.

3


« Vogliamo vedere Gesù » (Gv 12,1)

A IMITAZIONE DI DON RUA, COME DISCEPOLI AUTENTICI E APOSTOLI APPASSIONATI PORTIAMO IL VANGELO AI GIOVANI. Don Pasqual Chávez Villanueva IX successore di Don Bosco (Strenna per l’anno 2010)

4


PERIODO

OBIETTIVI FORMATIVI

Settembre

MI GUARDO INTORNO

Ottobre Novembre

INCONTRO LA VITA

Dicembre

SCELGO LA LUCE

Gennaio Febbraio

VIVO LA GIOIA

• Vivere esperienze di osservazione, di scoperta, di gioco, di incontro, per confrontarsi con se stessi e con gli altri. • Apprezzare il valore della vita e del vivere insieme; • Scoprire di essere gli uni per gli altri una ricchezza, una risorsa preziosa. • Maturare atteggiamenti di accoglienza, di ascolto, di collaborazione di solidarietà e di gratuità. • Vivere da protagonisti la propria vita; • Scoprire il segreto della “vera gioia”. • Imparare e riconoscere l’amore grande e infinito di Dio;

Marzo

AMA E PERDONA

• Specchiarsi nella vita di Gesù; • Vivere esperienze di perdono ricevuto e donato.

Aprile

CANTA LA VITA

• Accogliere con stupore e gioia il Mistero della Pasqua; • Esprimere la vita che si porta dentro. • Incontrare con affetto Maria, Madre di Gesù e Madre nostra;

Maggio Giugno

ESPLODE LA FESTA

• Scoprie con Maria Domenica Mazzarello che la vita è “bella”; • Aprirsi all’amicizia, alla festa, alla condivisione, al “GRAZIE” insieme.

5


ESPERIENZE • SETTIMANA DELL’ACCOGLIENZA: Giochi, musica, video. • IN AULA: lo sguardo verso - Dio = la preghiera; - gli altri = esperienze, riflessioni, gioco; - l’ambiente = stupore,rispetto,collaborazione. • • • •

I GIORNI DELLA CREAZIONE: racconti, esperienze, disegni, video, canti. CELEBRIAMO LA VITA: l’Eucaristia nella Cappella della Scuola. STORIE LUMINOSE: i Santi, i missionari, Brescia accoglie il Papa. SENTIERI DI LUCE: drammatizzazione,giochi di ruolo, dialogo, riflessione.

• • • •

AVVENTO = incontro a Gesù, Luce del mondo. NOVENA DELL’IMMACOLATA: il “sì” di Maria / il mio “sì”. STORIE LUMINOSE: Santa Lucia… . NATALE DI LUCE: i personaggi del presepe, Mercatino della Solidarietà, Auguri Natalizi insieme.

• STORIE LUMINOSE: Don Bosco, Michele Rua, Laura Vicuña, Ss. Faustino e Giovita… . • SENTIERI DI LUCE: a teatro con Don Bosco. • CARNEVALE: video, musica, giochi. • • • • •

QUARESIMA: iniziative in collaborazione con la Diocesi, la Parrocchia. CELEBRIAMO LA VITA: L’Eucaristia (il perdono, la pace). VIA CRUCIS (celebrazione per classi). MERCATINO DELLA SOLIDARIETÀ. SENTIERI DI LUCE: drammatizzazione… .

• LA LUCE DELLA RISURREZIONE: Vangelo, canti, drammatizzazione. • BUONA PASQUA! (protagonisti: tutte le classi). • STORIE LUMINOSE: i testimoni della Risurrezione. • IL MESE DI MARIA: - il Vangelo: la vita di Maria; - come Maria (riflessione, canti, immagini); - processione di Maria Ausiliatrice. • STORIE LUMINOSE: S. Maria Domenica Mazzarello. • FESTA del GRAZIE: “Accendi la Vita” (protagonisti: la Comunità Educante). • CELEBRIAMO IL “GRAZIE”: Santuario della Madonna… . • SENTIERI DI LUCE: “Ciao, Scuola Maria Ausiliatrice!” Verranno prese in considerazione eventuali proposte che provengono dalla città, dagli enti locali, dall’amministrazione comunale, dal segretariato oratori e dalla Chiesa locale

6


L’offerta formativa della nostra Scuola viene descritta sotto forma di un Profilo Educativo e Culturale dei/delle bambini/bambine dai 6 agli 11 anni, che ci proponiamo di realizzare nell’arco dei cinque anni. Per profilo, si intende la descrizione organica delle conoscenze (sapere), delle abilità (saper fare) e del comportamento (saper essere) che l’alunno/a acquisisce alla fine del percorso. La formulazione del Profilo Educativo e Culturale è realizzata sia considerando la personalità del/della bambino/a (6 – 11 anni), sia avendo come punto di riferimento il Progetto Educativo Salesiano. Il Profilo formativo dell’alunno al termine della Scuola Primaria comprende le tre aree,secondo le Indicazioni Ministeriali e il Progetto Educativo della Scuola: - IDENTITÁ - per progettare il proprio futuro, per operare scelte personali ed assumersi responsabilità; - STRUMENTI CULTURALI - per leggere e governare l’esperienza attraverso i saperi; - CITTADINANZA E COSTITUZIONE - per coesistere, condividere, essere corresponsabili quindi partecipare. Nelle pagine seguenti sarà presentato il profilo formativo al termine della classe 1a, al termine delle classi 2a/3a (primo biennio) e al termine delle classi 4a/5a (secondo biennio).

7


PROFILO FORMATIVO AL TERMINE DELLA CLASSE 1a •

Prima area: identità Conoscenza di sé - manifesta fiducia in se stesso e in ciò che sta realizzando; - comincia a vivere l’autonomia in rapporto a se stesso e agli altri; - ha cura della propria persona e delle proprie cose; - comunica con semplicità i propri sentimenti e le proprie idee; - riconosce che la morale cristiana si fonda sul comandamento dell’amore di Dio e del prossimo. Relazione con gli altri - sa accettare positivamente i coetanei; - sa portare il proprio contributo; - sa comunicare in modo rispettoso con tutti. Orientamento - collabora serenamente con la famiglia, la scuola e con le realtà a lui vicine.

Seconda area: strumenti culturali - acquista familiarità con il proprio corpo; comunica in modo appropriato; partecipa al gioco collettivo rispettando indicazioni e regole; - ascolta, legge e comprende semplici testi; scrive semplici testi rispettando le convenzioni ortografiche conosciute; - comprende parole, comandi, semplici istruzioni e messaggi orali in lingua inglese; - scopre i “doni di Dio”: la natura, gli altri, Gesù; - si orienta nello spazio e colloca nel tempo fatti ed esperienze vissute; si avvia a “conoscere” il mondo attraverso i cinque sensi; - utilizza il computer per eseguire semplici giochi e programmi didattici; - utilizza in maniera guidata linguaggi iconico-sonori per riprodurre le realtà circostanti; - risolve semplici situazioni logico-matematiche utilizzando opportune rappresentazioni; utilizza il numero per contare in senso progressivo e regressivo per eseguire semplici operazioni, confrontare e misurare.

Terza area: cittadinanza e costituzione -

8

assume piccoli impegni all’interno di un gruppo di persone; partecipa alle situazioni comunitarie (lezioni, incontri, feste, ecc.) in modo positivo; rispetta l’ambiente ricordando che esso è a disposizione di tutti; rispetta ogni vita come dono e accoglie, nelle varie attività, tutti i compagni.


PROFILO FORMATIVO AL TERMINE DELLE CLASSI 2a/3a •

Prima area: identità Conoscenza di sé - diventa progressivamente più autonomo nel gestire se stesso, il proprio tempo, le proprie cose; - scopre le proprie possibilità, avendo fiducia in se stesso ed esprimendosi in modo originale e creativo; - sa essere attento verso gli altri; sa compiere gesti di solidarietà; sa riconoscere la funzione di un determinato ambiente e lo rispetta; - comprende a livello elementare le risposte date dalla religione cattolica riguardo i grandi perché della vita. Relazione con gli altri - interagisce con i coetanei e con gli adulti avendo interiorizzato le regole stabilite; - riconosce l’importanza del rispetto, della cooperazione, della solidarietà con gli altri; - si dimostra disponibile al dialogo e alla collaborazione riorientando le proprie convinzioni, i propri comportamenti e le proprie scelte. Orientamento - si avvia a conoscere le proprie abilità; - partecipa ad esperienze formative cristiane.

Seconda area: strumenti culturali - riconosce gli schemi motori e posturali, individua e rispetta le regole del gioco collettivo; - legge correttamente un testo, lo comprende e sa analizzarlo; comunica in modo sempre più ricco e appropriato; produce semplici testi ortograficamente corretti; - conosce e ripete semplici espressioni in lingua inglese e sa leggere e comprendere semplici testi; - coglie nella vita e nell’insegnamento di Gesù esempi di comportamenti da attuare nel quotidiano; - si avvia alla conoscenza di realtà storico-geografiche e scientifiche; - utilizza semplici strumenti tecnologici e la videoscrittura per realizzare semplici elaborati; - utilizza i linguaggi musicale ed iconico per riprodurre le realtà circostanti; - risolve situazioni problematiche di vario tipo e sa rappresentarle con modalità differenti; utilizza il numero per contare, eseguire operazioni, confrontare misure, grandezze e quantità.

Terza area: cittadinanza e costituzione - affronta con responsabilità e autonomia i problemi quotidiani; - a scuola (viaggi di istruzione compresi), per strada, negli spazi pubblici, sui mezzi di trasporto, ecc. sa comportarsi in modo da rispettare sempre gli altri e i regolamenti stabiliti nei diversi ambienti; - comprende le norme per una sana alimentazione; - rispetta l’ambiente, lo cura, lo conserva e migliora, ricordando che esso è a disposizione di tutti; - rispetta ogni vita come dono e accoglie, nelle varie attività, tutti i compagni.

PROFILO FORMATIVO AL TERMINE DELLE CLASSI 4a/5a •

Prima area: identità Conoscenza di sé - prende sempre maggiore coscienza della propria identità; - si pone in modo attivo e critico dinanzi alle informazioni e sollecitazioni esterne; - coglie nella vita e nell’insegnamento di Gesù proposte di scelte responsabili per un personale progetto di vita. Relazione con gli altri - è capace di relazionarsi con le persone presenti all’interno dell’ambiente scolastico e dei vari luoghi che frequenta assumendo un comportamento rispettoso delle idee, dei pensieri, delle convinzioni altrui; - è via via capace di farsi un’opinione propria, di esporre liberamente il proprio punto di vista; - mantiene aperta la disponibilità alla critica, al dialogo, alla collaborazione per riorientare le proprie convinzioni, comportamenti e le proprie scelte. Orientamento - riflette sui valori religiosi e partecipa ad esperienze formative cristiane;

9


- diventa progressivamente capace di riflettere su di sé, sui propri talenti, sulle proprie risorse e azioni perciò impara a fare piani per il futuro e ad assumersi responsabilità. •

Seconda area: strumenti culturali - impiega gli schemi motori e posturali nonchè le loro interazioni in situazione combinata e simultanea; rispetta le regole dei giochi sportivi praticati;

- legge correttamente e comprende testi di vario genere; impiega registri linguistici adeguati al contesto; ha un’idea precisa della funzione delle singole parole (analisi grammaticale) e della struttura della frase semplice (analisi logica); produce semplici testi in forme adeguate allo scopo ed al destinatario; - comprende e utilizza espressioni d’uso quotidiano della lingua inglese; interagisce con altri su argomenti personali; scrive semplici frasi; conosce le caratteristiche principali della cultura anglosassone; - evidenzia la risposta della Bibbia alle domande che l’uomo si pone sul senso della vita e la confronta con quella delle principali religioni; scopre Dio Creatore e Padre di Gesù; coglie nella vita e nell’insegnamento di Gesù proposte di scelte responsabili per un personale progetto di vita; - sa orientarsi nello spazio e nel tempo; identifica intuitivamente le peculiari caratteristiche fisicoantropologiche del territorio; usa la documentazione e l’osservazione per conoscere realtà storiche e geografiche; - utilizza semplici strumenti tecnologici; impiega la videoscrittura, i principali programmi informatici, accede al web e lo esplora; - descrive, rappresenta e ricostruisce la realtà e le esperienze, attraverso semplici linguaggi espressivi; si avvicina a una prima conoscenza del patrimonio artistico-culturale del territorio; - legge la realtà e risolve semplici problemi; raccoglie, organizza e interpreta i dati; utilizza con discreta padronanza i concetti elementari della matematica; - osserva la realtà per riconoscere relazioni, modificazioni, rapporti causali; esplora l’ambiente naturale e antropico; sviluppa atteggiamenti di curiosità nei confronti della realtà naturale. •

Terza area: cittadinanza e costituzione - affronta con responsabilità e autonomia i problemi quotidiani; - comprende l’importanza di riconoscere e attuare regolamenti stabiliti; - si comporta in modo da rispettare gli altri; - riflette sui propri diritti-doveri di cittadino; - conosce i rischi connessi a comportamenti disordinati; - rispetta l’ambiente, lo cura, lo conserva e migliora, ricordando che esso è a disposizione di tutti; - rispetta ogni vita come dono e accoglie, nelle varie attività, tutti i compagni.

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSE 3a

ITALIANO – STORIA – GEOGRAFIA Unitá di Apprendimento 1: Scriviamo correttamen te

Italiano: l’unità accompagna gli alunni ad un ripasso sistematico di tutte le difficoltà ortografiche.

UA2: Analisi

Italiano: l’unità accompagna gli alunni alla conoscenza e all’uso corretto di alcune parti del discorso: il nome, gli articoli, le

10


grammatica le

preposizioni, gli aggettivi qualificativi e il verbo nel modo indicativo.

UA3: Il lavoro dell’uomo

Geografia: partendo da una presentazione generale del pianeta terra, si analizzano le trasformazioni che l’uomo può compiere nel paesaggio e i diversi settori economici legati al territorio.

UA4: Parlo di me

Italiano: il tema dell’identità personale è al centro di questa unità. Attraverso una scelta di brani narrativi e di proposte operative i bambini imparano ad osservarsi, a prendere coscienza delle proprie caratteristiche ed emozioni. Si pone infine l’attenzione sulla relazione con gli altri e col mondo esterno.

UA5: Le tracce del passato

Storia: viene introdotto il metodo dell’indagine storica, costituito dalla ricerca, lettura, datazione e interpretazione delle fonti. Vengono analizzati i diversi compiti dello storico.

UA6: Le stagioni dell’anno

Italiano: si approfondiscono gli aspetti stagionali attraverso testi narrativi, descrittivi e poetici

UA7: Vivere vicino all’acqua

Geografia: si approfondisce la conoscenza dei paesaggi d’acqua e le attività dell’uomo legate ad esso.

UA8: La storia della terra

Storia: con la seguente unità, si vuole portare i bambini a comprendere come l’umanità, attraverso il mito, ha cercato di dare delle risposte alle domande fondamentali che si poneva sull’origine del mondo e della vita. Si approfondisce poi il periodo dei dinosauri.

UA9: La montagna

Geografia: l’unità porta a conoscere le caratteristiche, gli elementi costitutivi della montagna e l’intervento dell’uomo sul paesaggio. Si pone l’attenzione su due problemi esistenti: il disboscamento e gli incendi.

UA10: Alla scoperta degli altri

Italiano: attraverso questa unità si aiuterà l’alunno a sviluppare una sempre maggiore sensibilità nei confronti di chi gli sta vicino e a riflettere sui temi della tolleranza e della cooperazione. Si continua l’approfondimento dei testi narrativi e descrittivi e si affronta la filastrocca.

UA11: La collina

Geografia: viene approfondita la conoscenza delle caratteristiche e degli elementi presenti sul territorio collinare e gli interventi compiuti dall’uomo.

UA12: L’uomo compare sulla terra

Storia: La seguente unità porta i bambini a conoscere le principali fasi dell’evoluzione umana: dall’australopiteco all’uomo sapiens sapiens.

UA13: Alla scoperta della fantasia

Italiano: questa unità presenta agli alunni una serie di testi narrativi che li accompagnano nella scoperta del mondo fantastico; gli alunni saranno guidati nella creazione di storie.

UA14: Vivere nel

Storia: si giunge a comprendere come siano nate le prime forme di cultura e di organizzazione sociale. Viene focalizzata

11


paleolitico

l’attenzione su alcune conquiste dell’uomo.

UA15: Analisi logica

Italiano: date alcune frasi complesse,riconosce l’enunciato minimo, il soggetto e il predicato.

UA16: La pianura

Geografia: si approfondisce la conoscenza del paesaggio della pianura e le attività dell’uomo legate ad esso.

UA17: Vivere nel neolitico

Storia: viene approfondito questo periodo osservando i cambiamenti significativi della vita dell’uomo e ponendo l’attenzione sulle nuove conquiste: l’agricoltura, l’uso dei metalli e la nascita delle prime città.

UA18: Rappresen tare la terra

Geografia: Si tratta in modo approfondito il tema dell’orientamento giungendo a conoscere i punti di riferimento convenzionali e universali. Si procede con la presentazione dei vari tipi di carte classificate secondo i seguenti aspetti: riduzione, simbologia, tema rappresentato.

UA19: Alla scoperta della natura

Italiano: la conoscenza delle abitudini anche strane e curiose di alcuni animali vuole stimolare negli alunni il desiderio di conoscere la natura da vicino. I brani presi in esame appartengono a più tipologie: testi narrativi, descrittivi e vengono introdotti i testi informativi.

INGLESE UA1: At school

Le tematiche proposte sono legate agli interessi e alle esperienze dei bambini. L’unità si propone di consolidare e arricchire il lessico degli oggetti scolastici e degli animali inoltre vengono introdotti lessico e strutture relativi ai giorni della settimana, i mesi e le stagioni ed i numeri da 1 a 50.

UA2: Clothes

Le tematiche proposte sono legate agli interessi e alle esperienze del bambino che impara a descrivere i propri vestiti attraverso schede, canzoni ed immagini.

UA3: My body

Lo scopo è di far conoscere ai bambini il lessico legato alle parti del corpo, puntando sull’arricchimento dellle strutture grammaticali e sull’acquisizione della modalità di descrizione orale e scritta della propria persona e dei compagni.

UA4: Food and Sports

Lo scopo è di acquisire il lessico relativo ai cibi e agli sports e di soddisfare l’esigenza dei bambini, legata alla loro esperienza personale in merito, imparando ad esprimere anche le proprie preferenze.

MATEMATICA UA1: I numeri

Consolidare la conoscenza del sistema di numerazione decimale-posizionale e introdurre i numeri fino alla classe delle migliaia.

UA2: Le quattro operazioni

Utilizzare correttamente algoritmi di calcolo sfruttando anche le proprietà delle operazioni; dividere e moltiplicare per 10, 100, 1000; sviluppare strategie per risolvere problemi aritmetici.

UA3: La misura

Conoscere i sistemi e le unità di misura convenzionali in uso.

UA4: La

Esplorare il mondo delle figure geometriche per operare le prime

12


geometria

classificazioni: figure solide e piane, linee, angoli e poligoni; introdurre il concetto di perimetro.

UA5: Dati e previsioni

Arricchire le riflessioni sulla probabilità degli eventi con un avvio intuitivo al calcolo delle possibilità.

SCIENZE UA1: Componenti della Terra

Acquisire e distinguere i concetti di materia e di sostanze; riconoscere gli stati della materia e le sue trasformazioni (reversibili o irreversibili) dei materiali; acquisire il concetto di calore; conoscere le fasi del metodo scientifico.

UA2: Indagini sulla Terra

Acquisire e distinguere i concetti di materia e di sostanze; riconoscere gli stati della materia e le sue trasformazioni (reversibili o irreversibili) dei materiali; acquisire il concetto di calore; conoscere le fasi del metodo scientifico.

UA3: Ecosistema Terra

Descrivere un ambiente esterno mettendolo in relazione con l’attività umana; riconoscere e descrivere i principali ecosistemi e le relazioni che lo caratterizzano; conoscere e descrivere la varietà di forme e comportamenti negli esseri viventi animali e vegetali.

TECNOLOGIA E INFORMATICA UA1: Tabelle e forme in word

Inserire tabelle e forme nel programma di videoscrittura word e saperle utilizzare

UA2: Scriviamo con il computer

Utilizzare il programma di videoscrittura word semplici testi

per scrivere

MOTORIA UA1: Gli schemi motori, posturali e dinamici

Attraverso questa unità l’alunno impara ad avere una buona padronanza degli schemi motori, posturali e dinamici. Parallelamente esso inizia a valutare correttamente tempi e spazi nelle situazioni dinamiche proposte.

UA2: La coordinazione dinamica generale

Questa unità porta l’alunno ad eseguire attività motorie con buona coordinazione degli arti superiori e inferiori e a mantenere il controllo posturale nelle diverse situazioni dinamiche e combinate di gioco.

UA3: Il gioco

Attraverso giochi a squadra l’alunno inizia a cogliere la bellezza della complicità nel “fare squadra”. Parallelamente l’alunno impara a rispettare tempi e regole del gioco.

UA4: La comunicazione non verbale

L’unità accompagna l’alunno ad esprimersi in modo personale nell’utilizzare il linguaggio del corpo.

MUSICA UA1: Ascolto… canto…. suono…

13

L’unità accompagna gli alunni a esplorare e discriminare le sonorità prodotte da oggetti di uso comune e da semplici strumenti a percussione.


Parallelamente l’unità sviluppa nell’alunno la conoscenza e il possibile utilizzo della propria voce. Il percorso porta ad analizzare, classificare, descrivere e trascrivere intuitivamente suoni ed eventi sonori in base ai parametri distintivi del suono. L’unità porta gli alunni a conoscere le note musicali, la ripartizione in battute e in modo semplice il flauto.

ARTE E IMMAGINE UA1: arte e immagine

Le esperienze e le attività proposte mirano al “superamento progressivo dello stereotipo nella rappresentazione della realtà” e alla “conoscenza” e all’ “uso intenzionale del colore e delle linee come elementi che strutturano e garantiscono significato al messaggio visivo”.

RELIGIONE UA1: L’origine del mondo e dell’uomo

Attraverso questa unità i bambini si interrogano sui grandi perché della vita: sul mondo, le cose, su di sé e sugli altri , sul destino di ogni realtà; Sono motivati a ricercare nella Bibbia le risposte a questi interrogativi

UA2: Gesù, il Messia, compimento della promesse del Padre

L’unità accompagna gli alunni a conoscere la storia di una alleanza attraverso figure significative..

14


ORARIO SCOLASTICO L’orario curricolare è di: 28 ore settimanali distribuite su cinque giorni: Lunedì – Martedì – Giovedì – Venerdì ore 8.15 – 12.20 / 13.55 – 15.50 Mercoledì ore 8.15 – 12.20 Orario Attività opzionali: Mercoledì ore 13.55 – 15.50

L’orario extracurricolare è il seguente: ore 7.30 – 8.10: pre-scuola gratuito ed assistito ore 12.30 – 13.10 : pranzo ore 13.10 – 13.55 : ricreazione ore 15.50: inizio tempo prolungato per gli iscritti al doposcuola Per consentire un adeguato svolgimento delle attività si prega di rispettare i seguenti orari di uscita: ore 16.45 : prima uscita tempo prolungato ore 17.15 : seconda uscita tempo prolungato ore 17.45 : termine tempo prolungato

15


Per favorire unità di intenti su alcune mete educative fondamentali, la Scuola chiede ai Docenti, ai Genitori e agli alunni una piena collaborazione, anche attraverso il rispetto del seguente regolamento: ORARIO:

8.10 8.15 10.15 10.30 12.20

Entrata Inizio lezioni Intervallo Ripresa lezioni Termine lezioni del mattino 12.30 Pranzo 13.55 Rientro pomeridiano 15.50 Termine lezioni Inizio tempo prolungato per gli iscritti

Il tempo prolungato non può protrarsi oltre le ore 17.45. 1) Gli

alunni entrano in aula alle ore 8.15 in ordine, accompagnati dall’Insegnante della prima ora.

2) Le lezioni iniziano alle ore 8.15 ed entro tale orario gli alunni devono essere

presenti. Gli alunni che arrivano dopo le 8.15 salgono in aula da soli. I ritardi saranno registrati dall’insegnante presente in aula. Nel caso di più ritardi, verranno presi provvedimenti dalla Direttrice. 3) Non è consentito agli alunni recarsi nelle aule prima dell’inizio o dopo il termine delle lezioni senza l’autorizzazione della Direttrice Didattica o di un’Insegnante. 4) Non è consentito ai Genitori, e a qualsiasi altra persona, accedere alle

aule prima o durante le lezioni. In ogni caso, anche fuori dell’orario scolastico, nessuno può recarsi nelle aule e negli ambienti scolastici senza autorizzazione. 5) Le Insegnanti avranno cura che ogni spostamento dall’aula avvenga in

modo corretto e sicuro. 6) Sono ammesse uscite anticipate solo in casi di reale necessità; tali uscite

devono essere concordate con la Direttrice e comunicate all’Insegnante per iscritto.

16


7) L’assenza prolungata, per ragioni diverse dalla malattia, dovrà essere

concordata in anticipo con la Direttrice. I Genitori sono pregati poi di presentarne richiesta scritta. 8) Per essere riammessi alle lezioni, dopo un’assenza, è necessario

presentare all’Insegnante della prima ora la giustificazione scritta e firmata dai Genitori sul diario. Tale giustificazione sarà controfirmata dall’Insegnante per presa visione. In caso di assenza contattare i compagni per avere informazioni sul lavoro svolto in classe e per i compiti a casa. 9) Nessun bambino può sostare in portineria a nessuna ora della giornata, né telefonare senza il dovuto permesso della Direttrice. 10) L’utilizzo dei distributori alimentari, sarà consentito solo alle ore 8.00,

prima dell’inizio delle lezioni e alle 16.00, al termine delle stesse. 11) Ad ogni alunno viene richiesto un comportamento educato e rispettoso,

sia durante le attività scolastiche, sia in quelle extracurricolari: mensa, ricreazioni, tempo prolungato. In caso di eventuali e ripetute inosservanze del Regolamento, la Direttrice contatterà le famiglie interessate, per concordare con esse interventi educativi adeguati. 12) Ogni alunno avrà cura del proprio materiale e si preoccuperà di essere

fornito di tutto quanto possa servire per il lavoro scolastico della giornata. A tale scopo i Genitori aiuteranno i bambini a controllare lo zaino. Agli alunni non sarà permesso, pertanto, di telefonare ai familiari per la richiesta di quanto eventualmente dimenticato. 13) Non è permesso portare giochi, figurine, cellulari… 14) La scuola non si ritiene responsabile per eventuali smarrimenti di

indumenti e/o oggetti personali. 15) Si richiede l’uso del grembiule o della blusa di colore blu, contrassegnati con nome e cognome, tutti i giorni. 16) I Genitori devono controllare le comunicazioni della Scuola e delle

Insegnanti e controfirmarle per presa visione. 17) Le Insegnanti sono a disposizione per i colloqui con i Genitori, previsti in

calendario. Per particolari necessità e urgenze, sia la Direttrice sia le insegnanti saranno a disposizione dei Genitori, previo appuntamento. 18) Per informazioni relative all’organizzazione scolastica, i Genitori devono

rivolgersi alla Segreteria. 17


19) I Genitori sono pregati di attendere gli alunni, al termine delle lezioni, in

portineria lasciando libero il passaggio davanti al cancello. 20) Per accedere al servizio mensa, è richiesto il buono pasto; in caso di

dimenticanza è possibile utilizzare un buono sostitutivo, da recuperare il giorno successivo, consegnando due buoni pasto. 21) In caso di uscita anticipata imprevista, dopo le ore 10.30,

il buono pasto non sarà restituito.

● Uscite didattiche: - classe 1ª: - Fattoria didattica “Piccolo Ranch” / Ospitaletto - ………………………………………… - classe 2ª: - Grissinificio “Valledoro” / Brescia - ………………………………………… - classe 3ª: - Acquario “Sea Life” / Desenzano (BS) - ………………………………………… - classe 4ª: - English Day School “Strawberry Fields” / Solto Collina (BG) - ………………………………………… - classe 5ª: - Torino (Valdocco – Colle Don Bosco) - Planetario “Ulrico Hoepli” / Milano - Giornale di Brescia - Museo Santa Giulia (Bs)

● Gite scolastiche guidate: - classe 1ª : Riserva naturale “Tenuta del Boscone” / Pizzighettone (CR) - classe 2ª : Castello di Gropparello / (PC) - classe 3ª : Archeopark / Boario Terme (BS) - classe 4ª : Leolandia / Capriate (BG) - classe 5ª : Roma Alcune uscite didattiche verranno precisate in seguito in base alle proposte pervenute. Le uscite e le gite sono indicative; potrebbero subire variazioni nell’arco dell’anno scolastico per motivi organizzativi – didattici.

18


FINALITÁ: • Offrire spazi di recupero e potenziamento delle abilità linguistiche e logico- matematiche. • Migliorare la relazione interpersonale e la collaborazione costruttiva. • Potenziare la creatività per rendere l’alunno protagonista della propria esperienza. DESTINATARI: Alunni di tutte le classi. ATTIVITÁ: Lavori di gruppo e attività ludiche laboratorio di informatica. PERIODO DI ATTUAZIONE: Durante il corso dell’anno, in determinati dalle insegnanti di classe.

in classe e nel

periodi

CONDUZIONE: Il progetto verrà attuato dalle insegnanti della classe, durante le ore di compresenza.

19


LABORATORIO TEATRALE FINALITÁ: Il laboratorio offre la possibilità di: • esprimere se stessi; • comunicare ed interagire con gli altri; • assumere punti di vista diversi e di prendere consapevolezza dei propri limiti e delle proprie possibilità. ATTIVITÁ: • Drammatizzazioni. • Coreografie. • Preparazione di scenografie. CONDUZIONE: Il progetto è coordinato dall’insegnante Suor Barbara Ferraboschi con la collaborazione di Francesca Arisi.

LABORATORIO ARTISTICO FINALITÁ: Il laboratorio consente di: • esprimersi con il disegno e con attività manuali; • utilizzare varie tecniche grafiche ed espressive; • migliorare la precisione nell’uso di strumenti sviluppando la manualità fine. ATTIVITÁ: Attività manuali: • Collage. • Disegni. • Lavoretti. CONDUZIONE: Il laboratorio verrà attuato dall’insegnante Veronica Gelmini con la collaborazione di Liliana Bonetti Zappa.

20


LABORATORIO DI INFORMATICA FINALITÁ: Il laboratorio ha lo scopo di: • acquisire alcune competenze di base per l’utilizzo della multimedialità come nuovo e ulteriore linguaggio; • utilizzare l’informatica come disciplina e strumento tecnologico funzionale all’apprendimento in ogni ambito disciplinare. ATTIVITÁ: Realizzazione di prodotti multimediali. CONDUZIONE : Il laboratorio verrà attuato dall’insegnante Stefania Morandini.

LABORATORIO MUSICALE FINALITÁ: Il laboratorio ha lo scopo di: • favorire la capacità di esprimersi attraverso il linguaggio dei suoni e del ritmo; • cantare in gruppo; • scoprire il funzionamento di alcuni strumenti musicali; • costruire e utilizzare in modo appropriato semplici strumenti ritmici. ATTIVITÁ: • Esecuzioni strumentali e canore collettive. • Attività manipolative. CONDUZIONE : Il laboratorio verrà attuato dall’insegnante Emanuela Ronchi con la collaborazione di Suor Paola Gacati.

21


22


SETTEMBRE 2009 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

23

M ME G V S D L M ME G V S D L M ME G V S D L M ME G V S D L M ME

Inizio scuola

Attività opzionali

Attività opzionali

ore 8.30 - 12.20 ore 8.10 - 12.20 ore 8.10 - 12.20 pomeriggio libero pomeriggio libero


OTTOBRE 2009 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

24

G V S D L M ME G V S D L M ME G V S D L M ME G V S D L M ME G V S

Assemblea genitori classe 1a Assemblea genitori classe 5a

ore 17.30 ore 17.30

Assemblea genitori classe 3a Assemblea genitori classe 4a Attività opzionali

ore 17.30 ore 17.30

Assemblea genitori classe 2a

ore 17.30

Attività opzionali

Attività opzionali

Attività opzionali


NOVEMBRE 2009 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18

D L M ME G V S D L M ME G V S D L M ME

19

G

20 21 22 23

V S D L

24 25 26 27 28 29 30

M ME G V S D L

25

Commemorazione dei defunti

Vacanza

Attività opzionali

Comitato Rappresentanti e Docenti

ore 17.30

Attività opzionali

Consiglio d’Istituto ore 16.15 Attività opzionali Colloqui individuali classi 1a – 2a ore 16.00 - 19.00 Colloqui individuali classe 4a ore 16.00 - 19.00 Colloqui individuali classi 3a – 5a ore 16.00 – 19.00 Attività opzionali


DICEMBRE 2009 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

26

M ME G V S D L M ME G V S D L M ME G V S D L M ME G V S D L M ME G

Attività opzionali

Vacanza Immacolata Concezione Attività opzionali

Attività opzionali

Auguri di Natale Scuola dell’Infanzia

Inizio vacanze


GENNAIO 2010 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

27

V S D L M ME G V S D L M ME G V S D L M ME G V S D L M ME G V S D

Inizio lezioni

Attività opzionali Assemblea genitori classe 1a Assemblea genitori classe 5a Assemblea genitori classe 3a Assemblea genitori classe 4a Attività opzionali Assemblea genitori classe 2a

Attività opzionali Festa di Don Bosco a scuola S. Giovanni Bosco

ore 17.30 ore 17.30

ore 17.30 ore 17.30 ore 17.30


FEBBRAIO 2010 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12

L M ME G V S D L M ME G V

13 14 15 16 17

S D L M ME

18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28

G V S D L M ME G V S D

28

Attività opzionali

Attività opzionali Consegna schede di valutazione ore 16.00 - 18.30

Patroni SS. Faustino e Giovita Carnevale Consiglio d’Istituto Attività opzionali

Vacanza ore 16.15

Comitato Rappresentanti e Docenti

ore 17.30

Attività opzionali


MARZO 2010 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23

L M ME G V S D L M ME G V S D L M ME G V S D L M

24 25 26 27 28 29 30 31

ME G V S D L M ME

29

Attività opzionali

Attività opzionali

Attività opzionali

Attività opzionali

Inizio vacanze


APRILE 2010 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26

G V S D L M ME G V S D L M ME G V S D L M ME G V S D L

27

M

28 29

ME G

30

V

30

Inizio lezioni

Attività opzionali

Attività opzionali

Colloqui individuali su richiesta classi 3a – 5a ore 16.00 - 18.00 Colloqui individuali su richiesta classe 4a ore 16.00 - 18.00 Attività opzionali Colloqui individuali su richiesta classi 1a – 2a ore 16.00 - 18.00


MAGGIO 2010 1 2 3

S D L

4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

M ME G V S D L M ME G V S D L M ME G V S D L M ME G V S D L

Festa del lavoro Incontro commissioni Festa del Grazie ore 17.30

31

Attività opzionali

Festa del Grazie Scuola dell’Infanzia

Attività opzionali

Comitato Rappresentanti e Docenti Attività opzionali

Processione di Maria Ausiliatrice Attività opzionali

Festa del Grazie Scuola Primaria

ore 17.30


GIUGNO 2010 1 2 3 4 5 6 7 8 9

M ME G V S D L M ME

10

G

11 12 13 14 15 16 17

V S D L M ME G

18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

V S D L M ME G V S D L M ME

32

Festa Nazionale della Repubblica Comitato Rappresentanti e Docenti

ore 17.30

Consiglio d’Istituto

ore 16.15

Assemblea nuovi Scuola dell’Infanzia ore orario scolastico: 8.10 - 12.20 Assemblea nuovi Scuola Primaria orario scolastico: 8.10 - 12.20 Termine delle lezioni ore 8.10 - 12.20

Consegna schede di valutazione ore 16.00 - 18.00

Termine attività Scuola dell’Infanzia

POF Estratto 3 Primaria  

Maria Ausiliatrice Brescia POF 3 Primaria