Page 1

n.19 - gennaio’09 - anno 5

online Web-zine di Vitalità, Energia, Spirito.

L’Arcangelo Michele secondo Rudolf Steiner

IL BARICENTRO DELLA CASA Signatura Rerum

Aura Soma


Sommario pag. 3 il baricentro della casa

pag. 11 odio e a more

di Gigi Capriolo

di Daniele Matarese

pag. 5 aura soma

pag. 13 signatura rerum

di Roberto Facincani

Prof.Claudio Viacava

pag. 6 come l’acqua cura

pag. 15 mail dal cielo di Cristiana Vignoli

di Gianluigi Pol

pag. 7 l’Arcangelo Michele secondo Steiner a cura di Scuola Mihr

pag. 9 lunario

pag. 10 cristalli per il 2°chakra

“There is no life without Love.”

pag. 17 Peter Deunov

pag. 17 X°comandamento di Natyan

pag. 18 Amma

di Rina Pellone

Beinsa Douno

mondodiloto. com

www.

Direttore Responsabile: Cristina Lamperti Edizioni Loto: via S. Pellico,14 - 20050 Lesmo (Mi) Redazione e Uficio Pubblicità: cell. 335-7912035 e-mail: info@mondodiloto.com Reg.Trib.Milano n.428 del 30/05/05 Design & Art Direction: Gianka Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte della rivista può essere riprodotta, rielaborata o diffusa senza autorizzazione scritta dell’Editore.

Ogni autore è responsabile del contenuto del proprio articolo. AVVERTENZA: Notizie, preparazioni, ricette e suggerimenti contenuti in questa rivista hanno carattere puramente informativo e non terapeutico, pertanto l’Editore non è responsabile per eventuali danni o incidenti derivanti dall’utilizzo di queste informazioni senza il necessario controllo medico.


Il BARICENTRO della nostra CASA di Gigi Capriolo

Q

Quando si è scelta una casa, come nostra futura abitazione, e prima di stilare il contratto d’acquisto, è bene ricordare che il luogo in cui l'uomo passa la maggior parte del tempo della propria vita è la casa, per questo essa è diventata tanto importante per ognuno. E’ il testimone delle nostre gioie, ma anche dei nostri dolori e si torna a lei per ritemprarsi e per nascondersi alle offese che possono averci raggiunto dall’esterno. E' questo il vero motivo per cui la scegliamo e la plasmiamo in modo che assomigli sempre più a noi. La casa è il collegamento tra la Terra e il Sole, la Luna, i Pianeti e tutti i loro cicli, cosa che permette a chi la abita di collegarsi alla vita cosmica. La casa deve avere dimensioni adatte alle esigenze di chi la abita, ma, è importante che abbia un buon orientamento per poter essere armoniosa, luminosa, ben arieggiata e profumata, pulita, allegra. E, infine, dev’essere costruita su un buon terreno e con materiali sani, lontana da emissioni gravitazionali o elettromagnetiche. L'orientamento degli spazi interni è funzione dell’orientamento dei punti cardinali e delle caratteristiche del luogo (come la morfologia del terreno, l'esposizione ai venti, la presenza di alberi o di costruzioni, ecc.). Non esistono vincoli e norme insuperabili, ma quello che è veramente importante è che la casa sia ben soleggiata, poiché il sole è la vita. La tradizione suggerisce che la miglior disposizione della casa dovrebbe avere l'entrata verso Est, e l'Est rappresenta l'elemento Fuoco e l’origine della vita. A Sud e ad Ovest si dispongono il soggiorno, il pranzo e la cucina, poiché il Sud rappresenta l'elemento Aria e l'Ovest l'elemento Acqua. Sempre ad Ovest e a Nord vanno poste le camere da letto: il Nord rappresenta l'elemento Terra. Se si ha l’abitudine di meditare o si vuol avere un piccolo, o grande, sito per pregare, va cercato un posto che si trovi nella direzione del Nord-Est: infatti da questa direzione, a 5°-10° in tutte le tradizioni e in tutte le culture, si dice che giunga l'afflato cosmico, l'energia vitale che si condensa in noi e permette l'evoluzione. Il centro della casa è, solitamente, il baricentro geometrico e dovrebbe essere uno spazio libero da oggetti o mobili e meglio se è nel soggiorno. A volte, si sottolinea questo punto ponendovi un piccolo tavolo, su cui porre dei fiori o l'immagine preferita. In questo punto è possibile fare le azioni che si desiderano per produrre pace e positività per la nostra casa. Questi suggerimenti ricordano la disposizione tipica della casa romana, dove, nell’ "impluvium", veniva posta una fontana. L'acqua in movimento, nell'ingresso o nel baricentro, aiuta il movimento delle energie e la formazione di un clima sereno e armonico. La casa è più armoniosa se ha una disposizione simmetrica, perché, in questo modo, aiuta le funzioni vitali e facilita i pensieri ordinati e positivi poiché il cervello è composto da due parti simili e simmetriche che portano a ricercare spazi che siano simmetrici ed equilibrati. Inoltre, se gli ambienti sono simmetrici, ricevono un buon e igienico ricambio d'aria perché le finestre sono sulle facciate opposte. Quando si butta un sasso in uno stagno, si formano onde che si allontanano centripetamente dal punto in cui è caduto: allo stesso modo l’energia di una casa ha origine nel suo centro, da questo partono tutte le vibrazioni e a questo tornano commistionate con quelle prodotte da chi ci abita, che siano questi uomini, forme, oggetti, ecc., ed anche dalle forme pensiero e dagli avvenimenti. Da questo punto, che è il baricentro geometrico della casa, è possibile inviare le informazioni che vogliamo utilizzare per riequilibrare o migliorare il suo stato. Gli oggetti, i mobili, ed ogni altro elemento che abbiamo in casa, hanno una propria energia con una carica, positiva o non positiva, che va a sommarsi o ad interferire con la carica degli altri elementi presenti. Per il principio dei vasi comunicanti, le cariche più forti vengono assorbite da quelle meno forti: sia nel positivo sia nel non-positivo. Possiamo verificarlo facendo attenzione a come ci si stanca in un ambiente che non ci piace o ci si sente detonificati in presenza di qualcuno che ha una carica non-positiva. A volte in ambienti dove si bestemmia o si litiga o dove gli argomenti trattati sono pesanti o offensivi, si prova mal di testa, ci si stanca e si cerca di “cambiar aria”. Oppure entrando in un ospedale: subito ci si sente stanchi perché la nostra carica positiva è stata assalita, e depredata, dalla presenza di tante persone che soffrono e che hanno poche cariche positive. Sfruttano quelle di chi sta bene, anche se non lo fanno apposta, per ricevere forza, energia, salute.


Un consiglio per chi deve affrontare situazioni e stati di non-positività è, quando si entra in un ambiente scarico, pensare d’essere all’interno di una campana di cristallo purissimo, attraverso il quale è possibile vedere e sentire, ma non essere derubati da nessuno. Questo non è facile da eseguire intorno ad un ambiente, allora è bene utilizzare elementi che possano portare equilibrio e rinforzo all’abitazione: le forme e i simboli hanno inseriti, in loro stessi, cariche d’energia, tanto forti che riescono ad intervenire sugli stati energetici dell’ambiente circostante. L’equilibrio Tutto è movimento e da questo ha origine la vita perché dalla più piccola protocellula all’essere più grande, ogni cosa si esprime attraverso movimenti e vibrazioni. I primi possono essere corretti con il cambiamento d’intensità e di verso per mezzo di impulsi esterni, che solitamente avvengono dopo una purificazione iniziale. Inoltre, maggiore è la consapevolezza di chi sta operando e più facile è portare aiuto. Come esempio possiamo ricordare i movimenti che si fanno quando si lava un pavimento o una vetrata: la spugna, o la spazzola, viene mossa davanti a noi, ruotandola avanti e indietro con il moto tipico del bilanciere: questo movimento toglie e dà energia, pulisce e rinforza, finché, raggiunto l’equilibrio, il pavimento è pulito. Dove le energie ristagnano si possono utilizzare oggetti che, con i loro movimenti vibratori, riescono a smuovere l’energia, facilitando lo sciogliersi della pesantezza e il disgregarsi degli addensamenti. I mobiles, le campane a vento, il nuotare dei pesci nell’acquario o lo svolazzare degli uccelli in gabbia adempiono egregiamente a questo scopo. Nelle case, negli uffici e nei negozi cinesi, dove da sempre si utilizza l’arte del Feng Shui, troviamo un grande acquario multicolore nell’ingresso.

La prima azione da compiere, quando si scelto ed acquisito una casa è ricercarne il baricentro geometrico. E’ facile trovarlo seguendo alcuni suggerimenti: se lo si cerca in un locale di forma quadrata o rettangolare, basta tracciarne le due diagonali e, dove s’incontrano, è il baricentro. Per cercare il baricentro di un appartamento occorre procurarsi una fotocopia (meglio se è fatta su un cartoncino) della pianta. Non dobbiamo disegnarla noi: dev’essere o un disegno costruttivo oppure la piantina catastale, che si trova allegata al rogito. Naturalmente si deve considerare solo la pianta dell'appartamento preso in considerazione e non il resto, se questo fa parte di un condominio! La si taglia lungo i confini, conservando gli spessori dei muri perimetrali che si affacciano verso gli spazi aperti, ma tagliandoli a metà se la dividono da altri appartamenti o spazi comuni; si devono conservare i balconi e le terrazze se la loro dimensione permette di sostarvi; mentre va escluso il vano della scala interna, se la pianta è quella del piano da cui parte (le scale, energeticamente, appartengono al piano superiore, vale a dire dove arrivano). Si prenda ora la pianta e la si appenda, con uno spillo, in un punto qualsiasi del suo perimetro: da questo tracciamo una perpendicolare con una matita. Ripetiamo l’operazione da un altro punto, sempre preso a caso: là dove le due rette s’incontrano si trova il baricentro geometrico della casa. Si può anche trovare il baricentro appoggiando il cartoncino ritagliato seguendo le modalità di cui sopra, su un oggetto a punta: quando sarà bene in equilibrio, segniamo questo punto, poiché è il baricentro. A volte la disposizione della casa (per esempio quando la pianta è a "L") porta il baricentro fuori dai confini fisici dell'edificio: in questo caso bisogna ricorrere ad accorgimenti che possano "riflettere" il punto verso l'interno. Se è possibile, si utilizzano specchi da applicare sulle pareti in corrispondenza del baricentro; a volte si pone qualcosa che direzioni l’energia del baricentro dall'esterno verso la casa. In effetti, ogni problema va studiato di volta in volta.

di Gigi Capriolo

ISTITUTO DI RICERCHE COSMOS Via Bramante 41 20154 Milano Tel. e Fax 02-316136 www.istitutocosmos.it Programma

COSMÒS

12 gennaio’09 h. 20,30 Rito del Plenilunio della Luna del lupo, con l'offerta dell'acqua. Questa Luna è dedicata alla famiglia e al gruppo: invita a coltivare gli affetti e ricorda l’importanza del lavoro di gruppo. 17 gennaio’09 h. 15,00 Il Matrimandir, la Basilica di Collemaggio e la montagna dell'Aconcagua: i tre Portali e la Rete di Nuclei Filosofali con E. Seferian. 19 gennaio’09 h. 20,30 Celebrazione del Sole in Acquario, con il rito dell’acqua. 28 gennaio’09 h. 21,00 La luce che fa miracoli, da studi degli ultimi tempi, si è visto che i quanti di luce hanno comportamenti straordinari e possono veramente fare miracoli. Quasi! Noi, che siamo fatti di quanti di luce, possiamo, quindi, fare molto di più di quello che crediamo e pensiamo. Conferenza di G. Artioli. 31 gennaio’09 h. 10,30 S. Eustorgio e la leggenda dei Magi, visita-studio condotta da Gigi Capriolo. La Cappella Portinari, il cimitero Paleocristiano, le reliquie dei Magi e la stella a otto punte, la testa di san Pietro Martire e la colonna infame. 31 gennaio’09 h. 15,00 La Festa di Imbolc o della Candelora, con il rito dell’acqua (richiedere in segreteria o leggere sul sito il programma dettagliato). 2 febbraio’09 h. 20,30 Meditazione con i mantra di Saint Germain, con Eddy Seferian. 4 febbraio’09 h. 21,00 Gli umani verso il salto dimensionale del 2012, incontro con Eros Poeta, dell'Istituto Culturale Gnostico d'Italia. 7 febbraio’09 h. 9,30-18,00 Come utilizzare al meglio le nostre amiche erbe, laboratorio pratico di fitoterapia: oleoliti curativi e profumati, sali da bagno e per la cucina con aromi e erbe, creme, tinture madri per uso personale, condotto da Gabriella Artioli.


AURA SOMA

Sentire e conoscere il linguaggio del colore per connettersi con la nostra Vera Essenza

L

L'Aura-Soma è una nuova sintesi di guarigione che si basa essenzialmente sull'energia curativa del colore. Questo è certamente l'aspetto più evidente e manifesto, ma in realtà Aura Soma è qualcosa di più perché combina in sé anche le qualità curative delle piante e dei cristalli. Un metodo veramente completo perché agisce su tutte le realtà del nostro essere: fisico, mentale, emozionale, spirituale ed energetico. Il termine Aura è una parola latina che significa "vapore brillante" (meglio conosciuto come “corpo di luce”). Viene utilizzato per indicare il campo di energia elettromagnetico che circonda tutti gli esseri viventi e rappresenta l'organo di scambio tra l'essere umano e l'energia universale. La parola Soma deriva dal greco e significa "corpo" e in sanscrito è l'energia vitale. Questo sistema appare come una Cromoterapia, ma di fatto è molto di più. Infatti, oltre al colore che lavora con la lunghezza d’onda, in esso sono attive le proprietà delle piante, le vibrazioni dei cristalli, le memorie delle Acque di Luce e il potente elemento dell’aroma. Aura-Soma è definita “specchio dell’anima”. La magia sta proprio nel fatto che quando ci si specchia è come se un laser si mettesse in moto per andare a dissolvere quelle ferite, quei blocchi, quelle ombre che ostacolano la fioritura interiore. A volte però può capitare che, nonostante si capisca dove è la radice dei nostri problemi, non si è in grado di far nulla per trovare la soluzione; non si ha sufficiente energia. Aura-Soma ci da la forza, ci da l'energia affinché dentro di noi qualcosa si muova e si sblocchi e ci permetta di compiere la nostra autoguarigione. Colore è Luce. Luce è vita. Capire e conoscere noi stessi è sicuramente il primo e più importante passo verso l'armonia e il benessere che tutti noi cerchiamo. Questo percorso i colori del sistema Aura Soma ci aiutano a farlo molto bene. Lavorando con i colori, sperimentando con semplici tecniche, come tutto è colore e che noi siamo Esseri colorati, può donare la possibilità di contattare parti di noi che forse non conosciamo o abbiamo dimenticato. Avremo modo di entrare non solo nel mondo del colore, ma anche dei profumi ad esso associati, per collegarci con le nostre memorie e nel tempo ritrovare la nostra pace interiore. Tutto questo in realtà fa già parte di noi, ma i condizionamenti, le paure e i falsi miti ci hanno portato a una visione distorta o ristretta delle nostre vere potenzialità. Durante la presentazione entreremo a stretto contatto con il colore. Si consiglia un abbigliamento comodo.

Naturopatia Indagine Iridologica Test clinico per Intolleranze Alimentari Floriterapia Check-up bulbo capillare Kinesiologia Applicata Terapia Cranio-sacrale Riequilibrio energetico con olii essenziali e cristalli Riflessologia Plantare Tui-na massaggio cinese Flower Massage Lomi-lomi hawaian massage Hot stones massage Pinda sveda massage Massaggio olistico Massaggio psicosomatico Massaggio californiano Shiatsu Riequilibrio posturale Danzaterapia Psicoterapia

Roberto Facincani

Presentazione gratuita Giovedì 15 Gennaio’09 alle 20.30 c/o STUDIO TERAPIE NATURALI Info: Manuela 339/1123290 - Roberto Facincani 340 364 1193 info.holos@libero.it robertofacincani@tiscali.it www.astrobenessere.net

Via Piave 47 - 20038 Seregno tel 339/1123290 e-mail: info.holos@libero.it


Come l’acqua cura malattie incurabili Molte malattie che attualmente affliggono milioni di persone in tutto il mondo, derivano da una semplice causa non riconosciuta: non beviamo acqua a sufficienza ! Questa è la rivoluzionaria scoperta medica che il dott.Batmanghelidj, iraniano, illustra nel suo libro straordinario: se bevessimo giornalmente più acqua, egli sostiene, molte malattie degenerative potrebbero essere prevenute, o perfino curate. Estratti da "Il tuo corpo implora acqua " ed.Macro: “Dopo il mio apprendistato presso l’Ospedale St. Mary, Scuola medica dell’Università di Londra, e dopo aver avuto l’onore di essere stato scelto come uno dei dottori residenti, tornai in Iran, dove sono nato, per aprire centri medici e cliniche per i bisognosi. Questo sforzo ebbe molto successo finché il vulcano politico non esplose e delle masse inferocite non abbatterono lo Shah ed il governo iraniano. Ci fu poi un risvolto tragico di questo storico evento. Quasi tutte le persone dotate di capacità professionali e creative che si trovavano nel paese furono condotte in prigione per essere indagate, processate ed eliminate nel più breve tempo possibile. Alcuni vennero fucilati nel giro di alcuni giorni.” [...] La prigione Evin di Teheran, dove fui rinchiuso per 2 anni e 7 mesi, era stata costruita per 600 persone, ma ci fu un periodo in cui ospitò 8-9000 persone, pigiate come sardine. Nella fase di massimo furore rivoluzionario, quando furono incarcerati membri di diverse parti politiche, le autorità usarono celle da 6-8 detenuti per segregarne fino a 90. Un terzo doveva stare disteso, un terzo accovacciato ed un terzo in piedi. Dopo poche ore, i prigionieri dovevano, a rotazione, scambiarsi le posizioni. L’incubo della vita e della morte in quel buco infernale perseguitava tutti e mise alla prova il coraggio e la resistenza sia dei forti che dei deboli. Fu allora che il corpo umano mi rivelò alcuni dei suoi maggiori segreti, segreti mai compresi dalla scienza medica. Per la maggior parte dei prigionieri, di età dai 14 agli 80 anni, la pressione di questa vita eccezionalmente dura causò molto stress e malattie. Il destino deve avermi scelto per essere lì ad aiutare parte di questa gente disperata. Una notte, dopo circa due mesi dalla mia reclusione (avevo cominciato con 6 settimane di isolamento), quel destino si rivelò. Erano circa le ore 23. Mi svegliai e mi resi conto che un mio compagno di cella soffriva di terribili dolori allo stomaco. Non riusciva nemmeno a camminare da solo. Gli altri lo stavano aiutando a stare in piedi. Egli soffriva di un’ulcera peptica ed aveva bisogno di un medicinale. Rimase malissimo quando gli dissi che non mi era stato permesso di portare con me in prigione scorte di medicinali. Allora l’evento sorprendente si verificò ! Gli detti due bicchieri d’acqua. Il dolore scomparve in pochi minuti ed egli poté stare in piedi da solo. Il suo sorriso andava da un orecchio all’altro. Non potete immaginare la gioia che provò per il sollievo, perfino in una situazione del genere. “Che accade se il dolore ritorna?” mi chiese. “ Bevi due bicchieri d’acqua ogni 3 ore”, risposi. Fu libero dal dolore e dalla malattia per il resto della sua detenzione. La sua “cura dell’acqua” in quell’ambiente così inospitale mi stupì come medico. Sapevo di essere stato testimone di un potere curativo dell’acqua che non mi era stato insegnato alla Scuola di Medicina. Mi sentii sicuro che una simile osservazione non era mai stata fatta nell’ambito della ricerca medica. Se l’acqua poteva curare l’attacco di una malattia dolorosa in un ambiente così stressante, certamente ciò richiedeva ulteriore ricerca. Mi resi conto che il mio destino di terapeuta mi aveva condotto in quel “laboratorio di stress umano” per insegnarmi un nuovo approccio alla medicina e per rivelare molti altri segreti nascosti riguardanti il corpo umano. Aprii gli occhi. Istintivamente mi resi conto del motivo per cui ero finito in prigione. Smisi di pensare a me stesso ed incominciai a concentrarmi sulla ricerca medica. Iniziai a identificare i numerosi problemi di salute causati dallo stress della prigionia. Nella maggior parte dei casi essi implicavano dolori di natura ulcerosa. Io trattai quelli che venivano da me con ciò che aveva dimostrato essere il miglior “elisir naturale”: l’acqua. Scoprii che l’acqua poteva trattare e sanare più malattie di qualunque altra medicina che conoscevo.”

Dunque per restare sani e vitali è indispensabile bere acqua. Nel mondo industrializzato un’acqua “viva” ed energeticamente carica è una rarità. Essa è sottoposta ad innaturali movimenti rettilinei in condutture metalliche, ad elevata pressione, a trattamenti chimici (clorazione) e ad una dannosa stagnazione nelle bottiglie di plastica. Essa risulta quindi priva di informazioni, di energia e di gusto. Consulta le prove di cristallizzazione e di radioestesia: fai click qui.

Vitalizzatore per acqua Generatore di vortice

DEVAJAL BLU

€9

CLICCA QUI

ERGOSHOP via Rialto, 13 - 35122 Padova Tel. 049651808 >> www.ergoshop.it


Trasmesso da MIHR: “Angelo dei nuovi tempi” di Gabriele Burrini - dall’omonimo libro ed.Edilibri articolo pubblicato su “Psicosomatica” n.49 2003

La missione dell’Arcangelo Michele secondo Rudolf Steiner

segnalato da MIHR

L

(Seconda Parte)

La scoperta del petrolio, ecco un altro sintomo che accompagna l’inizio dell’epoca di Michele: nel 1877 il chimico russo Mendeleev studiava, infatti, l’origine del petrolio, che di lì a poco si cominciò ad estrarre. L’epoca di Michele si apre con la scoperta di questo nuovo tipo di energia proveniente dal sottosuolo. Nella sua storia l’uomo ha dapprima sfruttato le energie rinnovabili, come il legname, poi, con la rivoluzione industriale, è venuta l’epoca del carbone, che alimentò le macchine a vapore, quindi è sopraggiunta l’epoca del petrolio. Nel campo dell’approvvigionamento delle energie, nel corso degli ultimi secoli l’umanità è passata, dalla superficie della Terra alle profondità Terra, dalla natura alla subnatura, dal conscio all’inconscio. Nell’ultima delle “Massime antroposofiche” scritta il 28 marzo 1925, due giorni prima della sua scomparsa, Rudolf Steiner riassumeva così questo concetto: “Nell’epoca scientifica iniziata intorno alla metà del XIX secolo, l’attività pensante umana ha toccato a poco a poco le regioni più basse della natura, fino a penetrare nella subnatura (elettricità, magnetismo, radioattività). In contropartita l’uomo dovrà trovare con le sue stesse forze una conoscenza spirituale che lo elevi tanto in alto nel soprannaturale quanto l’attività tecnica lo porti al di sotto del livello naturale. Creerà così in sé la forza di non affondare”. Di questo slancio verso il soprannaturale fa oggi parte la ricerca di energie alternative (specchi solari), come la riconversione fotovoltaica dell’energia solare in elettricità, l’uso energetico dell’idrogeno per gli autoveicoli, infine la fusione fredda. La lancia di Michele. Sono passati 123 anni dall’inizio dell’epoca di Michele e i fatti storici conseguenti al settembre 2001 ci pongono di fronte ad una complessa domanda: in che cosa consiste il grande aiuto di questo arcangelo di fronte al dilagare del male nel nostro tempo, di fronte alle guerre nel Vicino Oriente, al terrorismo internazionale, alla miseria del Terzo Mondo? Siamo sicuri di non vivere piuttosto nell’età oscura, il Kaliyuga, l’epoca di degenerazione e di corruzione che secondo l’induismo si protrarrà ancora migliaia e migliaia di anni e che, al contrario, secondo Rudolf Steiner è terminata attorno al 1899? Questi interrogativi c’invitano a riflettere sul senso dell’epoca di Michele, c’invitano a trarre un bilancio di questi 123 anni dell’epoca di Michele. Nel corso dei millenni l’entità celeste di Michele ha espletato una ben precisa missione: donare l’intelligenza all’uomo, tutelare l’essere umano sul piano della conoscenza. Ma oggi la sua funzione non è più limitata all’ispirazione di pensieri celesti: nel nostro tempo, come insegna Steiner, “egli libera i pensieri dal dominio della testa; apre loro le vie del cuore; proscioglie dall’anima l’entusiasmo, in modo che l’uomo possa dedicare la propria anima a ciò che può venire sperimentato alla luce Sigillo Archangelo Michele del pensiero. Oggi comprendere Michele vuol dire trovare la via al Logos, a quel Logos che il Cristo vive sulla Terra in mezzo agli uomini”. Ecco allora che 1879 anni dopo l’evento del Golgotha la lancia dell’arcangelo si è accinta a infrangere la corazza del materialismo, che l’uomo si è gradualmente costruita. Per 123 anni le forze celesti di Michele non hanno fatto che accelerare i processi di crisi perché raggiungessero l’acme e si preparasse così un radicale cambiamento. La lancia di Michele è affondata come un bisturi nella storia laddove covava il male e lo ha portato alla luce, facendo esplodere ogni tipo di malattie. Alla luce dell’impulso michaelita, a che cosa mira dunque l’attuale scontro tra fondamentalismo musulmano e Occidente? E’ il temuto scontro delle civiltà, previsto da Samuel P.Huntington, direttore dell’Istituto di studi strategici di Harvard? Huntington ha sostenuto questa tesi: i secoli XV e XVI sono stati il teatro di guerre dinastiche, il XVII e XVIII sono stati lo scenario di guerre nazionali, il XX secolo è stato segnato dallo scontro delle ideologie, così, per il crescendo di comunicazione internazionale. XXI sarà segnato dallo scontro delle civiltà: l’Islam sarà sempre più una minaccia per l’Europa, mentre la Cina lo sarà per gli Stati Uniti. Anche Francis Fukuyama, allievo di Huntington e ideologo della “fine della storia”, nel senso che dopo il collasso del comunismo nell’89 tutti i popoli sarebbero destinati ad approdare al liberalismo democratico, sostiene che il mondo islamico si opporrà alla modernizzazione. Queste concezioni storiche riassumono bene le attuali paure dell’America. Ma Michele è un arcangelo combattivo, che non teme la paura: non si ritrae, anzi si espande. Durante l’epoca in cui questa entità resse le sorti del mondo dal V al II secolo a.C. si sviluppò la koiné ellenistica una sorta di globalizzazione per quei tempi fondata sull’uso della lingua greca come collante mediterraneo.


segnalato da MIHR

Anche nei nostri tempi Michele, arcangelo del pensiero, scavalca i confini, oltrepassa le distinzioni che apparentemente separano gli uomini, per promuovere la fondazione di un’umanità fondata sui valori universali del più puro pensare umano: si potrebbe dire che oggi Michele favorisce la “globalizzazione delle coscienze” e spinge tutti i popoli verso l’autoconsapevolezza, l’autogoverno. Le diverse nazioni islamiche, dalla Turchia al Marocco, non hanno mai avuto una coscienza nazionale prima dello scorso secolo, non hanno mai avuto una propria anima di popolo, se non nella forma espressa dalle antiche civiltà preislamiche, quando questi popoli non erano nazioni, ma spicchi di grandi regni che raggruppavano diverse nazionalità, etnie, lingue, tradizioni. Al tempo dei grandi imperi orientali del I millennio a.C., al tempo dell’imperatore romano, al tempo dell’impero ottomano, questi popoli non avevano una coscienza nazionale autonoma, tanto che non possedevano alcuna sovranità politica sul loro territorio. In Europa l’alba dell’epoca moderna – che Rudolf Steiner chiama l’epoca dell’anima cosciente – fu accompagnata dall’esplosione delle nazionalità locali che gradualmente si consolidarono nelle nazioni che oggi conosciamo. Questi nazionalismi, che irruppero rovinosamente nella storia con la prima guerra mondiale, furono la conseguenza della caduta degli Spiriti delle tenebre sulla Terra: questi Spiriti erano angeli ribelli che avevano rifiutato il compito di depositare nelle menti umane, nelle intelligenze umane i pensieri universali e avevano inoculato invece nei cuori una serie di impulsi patriottici, di accesi aneliti nazionalistici. Insomma questi spiriti decaddero dal pensare al sangue, precipitarono dalla mente al cuore. Anche nel Vicino Oriente si svilupparono i nazionalismi parallelamente al crollo dell’ormai decrepito impero ottomano. Ma in questa vasta regione geografica l’azione di Michele fece dell’impulso nazionale una spinta positiva, capace di imprimere alla storia del Vicino Oriente una svolta epocale. L’impero ottomano si sgretolò tra il 1850 e i primi decenni del’900 e parallelamente si formò, tra il 1839 e il 1876, il movimento riformatore ottomano (detto nahda, rinascimento), voluto da politici e intellettuali che nel periodo dei Tanzimat (Riforme) cercarono di aprirsi una strada verso il progresso e la tecnologia: fu introdotto il principio di cittadinanza e d’uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge. Padre della Turchia, Kemal Atatürk, chiamava negli anni ’20 e ’30 gli scienziati occidentali, mentre l’università cairota di Al-Azhar diveniva già a fine ‘800 il centro intellettuale del riformismo. Mentre l’Europa tutta è chiamata oggi a ritornare ai principi universali che superino gli egoismi nazionali – questo il senso futuro dell’Unione Europea - i popoli di area musulmana vanno attualmente in cerca di una coscienza nazionale, di una propria indipendenza politica, che non di rado si esprime nelle contese relative ai confini. L’occidente deve pertanto imparare a leggere nelle esigenze dei nostri tempi: non può confinare i popoli del Vicino e Medio Oriente nel sottosviluppo economico e spirituale. Non dimentichiamo che nel decennio ’85-95 il reddito pro capite del mondo arabo non è cresciuto, mentre nei paesi in via di sviluppo è aumentato del 32%. Tutte le anime che s’incarnano attualmente sulla Terra hanno il diritto di fare l’esperienza dell’anima cosciente o quanto meno di elevarsi verso quest’esperienza, in qualsiasi popolo si siano incarnate: hanno il diritto di incamminarsi verso l’autocoscienza attraverso l’educazione scolastica, la formazione professionale, i diversi apporti della civiltà moderna. Sarebbe un grave errore confondere l’islâm con il fondamentalismo. L’islâm ha il diritto di ritornare al riformismo del primo ‘900, che voleva integrare modernità e religione, prima di essere tradito dagli stessi nazionalismi che hanno travolto l’Europa. Questa è la più grande esigenza dell’epoca di Michele! Una nuova intesa culturale fra i popoli, un nuovo incontro fra le religioni e le culture sono condizioni volute dalle forze michaelite, perché solo dal confronto delle credenze può sorgere la presa di coscienza della particolarità di ciascuna corrente religiosa, della missione d’ogni fede religiosa, della missione di ciascun’anima di popolo, ma anche dell’universalità dell’Io umano e quindi del valore spirituale della comunità umana. Una lontana profezia della Bibbia, riportata dal profeta Daniele, ha tutta l’aria di riferirsi ai nostri tempi: ”Ora in quel tempo sorgerà Michele, il grande principe (haúarhagadol), che vigila sui figli del tuo popolo. Vi sarà un tempo di calamità, come non c’era mai stato dal sorgere delle nazioni fino a quel tempo; in quel periodo sarà salvato il tuo popolo, chiunque si troverà scritto nel libro. Molti di quelli che dormono nella polvere della terra si risveglieranno [rinasceranno]: gli uni alla vita eterna e gli altri alla vergogna e per l’infamia eterna. I saggi risplenderanno come lo splendore del firmamento; coloro che avranno indotto molti alla giustizia risplenderanno come le stelle per sempre” (Daniele 12,1-3). Chi è questo “popolo” che si salverà nell’epoca di Michele? Chi è questa gente che “si troverà scritta nel Libro della vita”? E’ l’autentico popolo di Dio: coloro che a tutte le latitudini, quali che siano la loro tradizione e la loro fede, quali che siano la loro razza e il colore della pelle, dopo aver conosciuto di vita in vita la Legge spirituale data dai fondatori di religioni sotto forma di legge esteriore, fatta di norme, doveri, precetti e comandamenti, quindi sotto forma di Torah, di Corano, di Dharma hindu, l’avranno finalmente trasferita nei loro cuori, trasformandola in Legge interiore, trasfigurandola in consapevolezza del pensare, in libertà dello spirito, in forza dell’Amore.

di Gabriele Burrini Trasmesso da MIHR: “Angelo dei nuovi tempi” di Gabriele Burrini - dall’omonimo libro ed.Edilibri articolo pubblicato su “Psicosomatica” n.49 2003


Tecnici Bio-naturali.

Mihr una scuola di qualità estremamente qualificata.

Scuola quadriennale di naturopatia mirata alla formazione di tecnici bio-naturali. La scuola prevede 22 week-end annuali per complessive 600 ore. Mihr si distingue per qualità dei corsi, corpo docente estremamente qualificato, serietà e impegno. E’ possibile frequentare i corsi monografici, per esempio solo Iridologia, solo Omeopatia ecc. I corsi monografici sono rivolti agli Operatori che desiderano approfondire o aggiornare materie e temi che hanno svolto superficialmente in altre situazioni. SONO APERTE LE ISCRIZIONI AL I° ANNO DI NATUROPATIA Per ulteriori info visitare il sito www.naturaland.it o telefonare al 349/6713985 - 340/8041795 - Corsi Anno Accademico 2008/09 -

!

NEW

MORFOPSICOLOGIA Corso triennale - docente Roberto Benvenuti Programma: Le 8 tipologie di Corman (1°anno) Rapporti con la Psicologia (2°anno) La croce di Jung e le Tipologia Planetarie (3°anno) Comunicare il proprio interesse per stabilire al più presto le date!!!

MASTER in RIFLESSOLOGIA MULTIDIMENSIONALE aperto a tutti, ma soprattutto a Fisioterapisti e a coloro che già operano sul corpo fisico. MASTER IN OMEOPATIA per Medici, Operatori della Salute e Naturopati. Nuova Medicina Germanica (Hamer) 3 week-end da febbraio’09 docente Dott.Claudio Bonaccioli Reiki a scadenza mensile

Aggiornamenti su: www.naturaland.it - www.olisticmap.it PRESSO LA NOSTRA SEDE VISITE: NATUROPATICHE, IRIDOLOGICHE, INTOLLERANZE ALIMENTARI, PSICOLOGIA NATUROPATICA, TRATTAMENTO “LUCE/COLORE” secondo il Metodo di A.Korte, TOUCH FOR HEALTH ed altro.

SCUOLA MIHR via Don Minzoni,22 - Monza tel 349/6713985 340/8041795 scuolamihr@tiscali.it

11 gennaio’09 luna piena 18 gennaio’09 ultimo quarto 26 gennaio’09 luna nuova 02 febbraio’09 primo quarto 09 febbraio’09 luna piena

Luna piena e crescente massima assimilazione Luna nuova e calante massima depurazione Giorni consigliati per il taglio e la cura dei capelli: dal 12 al 15 gennaio’09 Giorni da evitare per il taglio e la cura dei capelli: 9,10,11,28,29,30 gennaio’09 e 5,6,7 febbraio’09 Giorni ideali per il taglio delle unghie: 23,24 gennaio’09 oppure SOLO di venerdì

Hai mai pensato che una mal occlusione dentale ti possa causare problemi di postura e di salute generale? Appointments Ora hai l’occasione giusta per verificarlo. Un esperto ti guiderà alla scoperta di un mondo nuovo con numerosi test di chinesiologia odontoiatrica. PARTECIPA AD UNA CONFERENZA GRATUITA IN UNA SPA&FIT Ti garantiamo un “tocco di unicità” presso MONTICELLO SPA & FIT unica nel genere per atmosfera elegante ed impatto emotivo. Nell’intervallo sarà offerto dallo Staff Odontolistic un bio-tisana-break. MonticelloSpa&Fit mette a disposizione il ristorante interno “Nori Bio Bistrot”, che ti proporrà menù biologici, vegetariani, vegani ad un prezzo veramente contenuto. Al termine dello stage, potrai trascorrere nella SPA il resto della serata per riequilibrare il fisico e liberare la mente, usufruendo di un prezzo ridotto e riservato solo ai partecipanti lo stage.N.B.: affrettati, i posti sono pochi! Per info e prenotazioni: vai alla pagina “Contatti” del nostro sito: www.odontolistic.it oppure 039-275.275.0


Cristalli e Pietre per i Chakra

IL CHAKRA SACRALE

2a Parte

Il Chakra sacrale è situato nell’addome, appena sotto l’ombelico, è connesso al corpo emozionale e stimola il desiderio di essere onesti ed aperti con gli altri. Questo Chakra esercita un effetto sui liquidi quali succhi gastrici e sistema urinario; influenza il sistema muscolare e con il Primo Chakra, la sfera sessuale; controlla ovaie, gonadi, testicoli, prostata. E’ in questa area che si trova il nostro centro di gravità che ci aiuta a definire il nostro posto nel mondo. Il metallo corrispondente a questo Chakra è il ferro, la nota musicale RE, il suono VAM e il colore arancione. E’ correlato alla creatività e al desiderio ed è governato dalla Luna e dall’elemento Acqua.

Il Chakra Sacrale sostiene il nostro equilibrio interiore, la nostra connessione emozionale con il mondo e le relazioni con gli altri. E’ il punto dove scopriamo il nostro potere di tramutare i nostri pensieri in azioni. Una funzione ottimale del Chakra Sacrale si manifesta con l’abilità di elaborare con creatività i dettagli di una situazione, andare al cuore di essa e risolverla. Da questo Chakra possiamo trarre l’abilità di riconoscere quando siamo nel naturale flusso della vita o quando ci allontaniamo da esso. Quando il Secondo Chakra inizia a non funzionare correttamente, si può percepire la sensazione di essere più pesanti in un lato del corpo, che sarebbe la manifestazione del flusso energetico andato fuori equilibrio. La persona allora potrebbe perdere quei salutari limiti necessari nel rapporto con gli atri, creando magari problemi con partners, amici e colleghi. Un Chakra Sacrale chiuso si manifesta con la tendenza all’isolamento e con il non sentirsi connessi all’Universo. Può emergere anche una mancanza di cure verso persone o animali. Al contrario, se è troppo aperto, ci si può ritrovare a far la parte del martire, attirando più che altro solo persone bisognose. Si possono creare problemi psicologici con sbalzi d’umore, disordini bipolari o problemi fisici quali infertilità, patologie al tratto urinario, mal dischiena in zona lombare, problemi alla prostata e infezioni vaginali. Lavorare sull’equilibrio del Chakra Sacrale porterà ad essere stabili e bilanciati, sentendosi connessi in modo sano agli altri e all’ambiente, con i giusti confini personali. Lo stress ed eventuali problemi avuti durante l’infanzia con qualche familiare possono essere la causa di blocchi al Secondo Chakra e rendere incapaci di liberarsi da attaccamenti insani. Per lavorare sul Secondo Chakra si possono scegliere pietre dal colore rosso – arancio oppure: CALCITE ARANCIO: pulente e attivante; OSSIDIANA FIOCCO DI NEVE: calmante; CALCITE CORALLO: amplificante; CITRINO: pulente ed energizzante; PIETRA DELLA LUNA: bilanciante; AVVENTURINA ARANCIONE: stimola l’apertura; CORNALINA ARANCIO: curativa; DIASPRO LEOPARDO: proteggente. La Calcite Arancio è altamente purificante per il Secondo Chakra. Può portare una saggezza istintiva per chi sta combattendo contro la propria voce interiore. Può far aumentare la capacità di socializzazione e incoraggia a sviluppare nuovi progetti sia in famiglia che al lavoro. Se posta sul Chakra Sacrale durante la meditazione, rimuove i blocchi e predispone questo chakra ad essere ricettivo verso il campo energetico universale, aumentando l’autostima nelle persone timide ed inibite. La Calcite Corallo ha un colore magnifico. E’ purificatrice e amplificatrice di energia molto potente. Può fare piazza pulita di vibrazioni negative ristagnanti in una stanza, nel corpo, ecc. E’ inoltre un ottimo aiuto per la guarigione a distanza, perché amplifica le energie emesse.

calcite

La Pietra della Luna è associata al Chakra Sacrale perché esso è governato dalla Luna. Porta equilibrio e mette in armonia con l’ambiente circostante. Se posta sul Secondo Chakra durante la meditazione, stabilizza le emozioni e bilancia lo yin e lo yang. La Pietra della Luna favorisce la connessione del Chakra Sacrale con il Terzo Occhio , aumentando la capacità di canalizzare le proprie intuizioni in uno stato di coscienza vigile.

pietra della luna


La Cornalina Arancione bilancia i tre Chakra inferiori e favorisce una sana connessione fra la propria realtà fisica ed emozionale ed aiuta a trovare il proprio centro. Da questa pietra traggono beneficio gli organi riproduttivi, la parte inferiore della schiena e la vescica. L’Ossidiana fiocco di Neve può calmare un Chakra Sacrale troppo attivo e favorisce il distaccamento da relazioni insane. La meditazione con questa pietra posta sul Secondo Chakra riporta pace e armonia interiori. Un altro cristallo compatibile con il Chakra Sacrale è il Quarzo Citrino che, attivato dal sole, scalda, purifica ed energizza.E’ fortemente protettivo, anche per il fatto che è uno dei pochi cristalli che non assorbe energie negative e che quindi non necessita di regolare pulizia.

ossidiana fiocco di neve

L’Avventurina Arancione è un critallo fantastico per il Secondo Chakra, con il suo colore naturale arancione, proveniente dall’India. Favorisce l’apertura e il bilanciamento di questo Chakra ed è fantastica per lavorare sull’autostima. Toglie eventuali blocchi fra Terzo Occhio e Chakra Sacrale.

Il Diaspro Leopardo è una pietra protettiva e stimola la connessione con il Regno Animale sul piano sia fisico che spirituale.

Lavorare sul Chakra sacrale aiuta ad ascoltare i bisogni del bambino che è in Buddha di diaspro noi e avvalersi dell’aiuto dei cristalli sopra indicati sarà di aiuto per curare, attivare e leopardo bilanciare questo Chakra. Vi auguro buon lavoro e l’appuntamento e sul prossimo Loto con i cristalli per il Chakra del Plesso Solare. RINA PELLONE info@mondodiloto.com

Non so dove non so quando, prima di nascere, ero una nebbiolina luminosa, lattescente, che fluttuava vibrando silenziosa. Qualcosa che cercava un posto predestinato. Ero una sensazione diffusa di compassione che vagava in obbedienza a un ordine preciso: nascere umano. Ordine ripetuto altre volte quand’ero nessuno da Colui che è più d’ogni altro alto. BABAJI

due facce della stessa medaglia Si odia qualcuno o qualcosa solo se prima la si ha amata! L'Odio è un'emozione molto forte, pari all'Amore per intensità, perché ne è il suo esatto opposto. L'Indifferenza, invece, è la totale mancanza di una di queste due forti emozioni (ciò non vuol dire totale mancanza di emozioni, quindi uno stato di neutralità emotiva, altrimenti avrei utilizzato il termine "totale indifferenza"; in questo caso infatti, per indifferenza intendo semplicemente una mancanza di estremi emotivi. Rientrano in questa fascia, ad esempio, i sentimenti di gradimento e di piacere verso una persona, senza tuttavia amarla necessariamente.). Pertanto, se non siamo indifferenti verso qualcosa o qualcuno, allora vuol dire che l'amiamo o l'odiamo. Se non l'amiamo, allora l'odiamo, ma sono sicuro che prima di arrivare ad odiarla l'abbiamo amata; se l'amiamo, invece, non vuol dire che prima l'abbiamo odiata. Al più, l'avremo solo (intensamente) desiderata. Ed è proprio il desiderio, madre dell'attaccamento, che ci porta a voler amare e, paradossalmente parlando, ad odiare se non nutriamo più amore. Tuttavia, mentre l'amore potrebbe sorgere comunque, l'odio invece, non nascerebbe se non vi fosse dietro il desiderio e l'attaccamento. Ora mi spiegherò meglio e, per semplicità ed utilità, andrò ad analizzare l'amore e l'odio riferendomi solo a dei soggetti umani. L'innamoramento è un'emozione naturale ed istintiva; spesso non sappiamo neanche perché c’innamoriamo, ma accade e basta. Tuttavia, anche quando non sappiamo dare spiegazioni al nostro innamoramento, ecco che la nostra mente razionale interviene cercando di dare delle spiegazioni logiche a riguardo; così nascono le varie risposte di cui poi ci autoconvinceremo (es.: mi piacciono i suoi occhi, il suo modo di parlare o di fare,


il suo sguardo, ecc...). Ciò nonostante, se queste stesse caratteristiche le riscontrassimo su di un'altra donna, non credo che l'ameremmo allo stesso modo; al più nutriremo piacimento e simpatia. Le persone credono che quando amano qualcuno è per una ragione ben precisa, quindi si convincono che ciò che mettono in rilievo di lei/lui siano i motivi che hanno fatto nascere l'amore. Ma le cose, come ho detto prima, non stanno così. Costoro, in realtà, amano semplicemente la persona (amata)nella sua totalità ed unicità, punto e basta; di lei amano la sua energia spirituale che ha creato empatia con la loro. E' per questo che spesso, molte persone, finiscono per innamorarsi di un partner che non aveva nulla a che fare con il loro ideale (razionale) di donna/uomo. E' per questo che ribadisco che l'amore è un'emozione che nasce spontanea: una reazione inconscia del nostro essere ad uno stimolo esterno (il partner), lungi da un pensiero raziocinante. Tutto il resto (ciò che non rientra in un amore istintivo/spirituale) è solo infatuazione, ovvero un sentimento simile all'amore (in quanto contiene in sè amore) ma che non lo è realmente, perché ha origine nel nostro cervello sognatore e raziocinante, e non nel nostro cuore (lo spirito, l'energia mistica che ci permette la vita). L'infatuazione, infatti, è il credere d’aver finalmente ottenuto (o trovato) ciò che da tempo desideriamo: la donna o l'uomo dei nostri sogni, ovvero la rappresentazione fisica del desiderio morboso di un amore ideale, di cui sentiamo la mancanza. Stando così le cose, si capisce che ci s'innamora solo perché vogliamo innamorarci, ovvero, solo perché nutriamo il desiderio di amore; lo ricerchiamo, e poi, quando ne abbiamo la possibilità, ci convinciamo di averlo trovato. Ma non è proprio così, e spesso poi ce ne accorgiamo da soli; a volte subito poco dopo, altre volte purtroppo troppo tardi. Ripeto: l'Amore nasce spontaneo, e il colpo di fulmine (per estremo) è il chiaro esempio di un innamoramento spontaneo, libero da qualsiasi razionalismo. Al contrario, l'Odio nasce solo perché lo creiamo noi razionalmente. A convalidare questa affermazione segue la constatazione del fatto che nessuno ha mai odiato qualcuno a prima vista, come capita per l'innamoramento, al massimo lo può prendere in antipatia, o nutrire del disprezzo, ma mai odiarlo. Per cui, è evidente che nessuno potrà mai odiare uno sconosciuto. Si può odiare qualcuno solo se lo si ha già conosciuto, ma non un conoscente qualunque, solo uno con il quale si ha avuto un sentimento altrettanto profondo: solo una persona a cui si ha voluto molto bene. Infatti, le persone che si arrivano ad odiare per la maggiore, spesso, sono proprio i genitori, gli amici, gli ex-fidanzati o gli ex-coniugi; già più difficile è il provare odio per un collega, per il proprio datore di lavoro, o per il proprio insegnante (salvo quelli con cui si ha costruito un rapporto di amicizia o altro); quindi figuriamoci i semplici conoscenti. Come ho detto precedentemente riguardo l'amore, ovvero che questo nasce per un motivo istintivo, al di là del pensiero raziocinante (es. il colpo di fulmine, o l'amore di una madre verso il figlio), l'odio, al contrario, nasce solo da cause razionali o emozionali. Stando così le cose, possiamo arrivare alla deduzione che, mentre l'amore va al di là delle nostre scelte mentali, l'odio, invece, lo determiniamo noi mentalmente. Se ci s'innamora non possiamo fare altro che dire "mi sono innamorato!", non l'abbiamo deciso, non l'abbiamo scelto: ci è capitato e basta, così come un genitore non sceglie i suoi figli da un album fotografico, e il figlio non ha scelto i suoi genitori. Se invece odiamo qualcuno, è perché l'abbiamo scelto noi. Noi crediamo di odiare qualcuno perché ci ha fatto un torto grave (come l'averci tradito, e così via), ma in realtà, noi l'odiamo solo perché la nostra mente si è lasciata vincere dalle emozioni perturbatrici (la rabbia, il risentimento, l'orgoglio, ecc...). Pertanto, potrei ben affermare che mentre non ci potremmo mai opporre all'amore (al massimo possiamo solo fare finta di esserne indifferenti), altresì potremmo opporci all'odio. Il motivo, come ho detto poco fa, è il fatto che l'odio nasce nella nostra mente, ovvero nasce perché noi lasciamo che questa forte emozione emerga nei nostri pensieri, invadendo il nostro animo. Stando così le cose, come molti ben sanno, la mente può essere controllata tramite una sorta d’addestramento che si rifà al detto "fuoco spegne fuoco". Mi spiego... Come ho già detto, l'amore non si può comandare a piacimento come una marionetta ma, al massimo, lo si può solo gestire. L'odio invece, lo possiamo manovrare come meglio vogliamo: se non vogliamo che entri in scena, gli taglieremo i fili, ed esso non potrà più fare la sua comparsa e dare spettacolo. Questi fili sono le emozioni perturbatrici di cui parlavo prima, e il mezzo con cui possiamo eliminarli (tagliere i fili) è sviluppando emozioni completamente opposte, quali la comprensione, la compassione, e il non attaccamento all'orgoglio e al risentimento (o ad altro). Ecco spiegato il concetto di "spegnere il fuoco con il fuoco": solo il fuoco della creazione (l'ardente fiamma dell'amore) può spegnere il fuoco della distruzione (le fiamme dell'inferno d'incessante sofferenza); eliminando (bruciando) i pensieri infausti e le emozioni perturbatrici, la mente non avrà più alcuna legna con cui alimentarsi, e nessun vento con cui rinvigorirsi ed espandersi. Quanto detto potrebbe sembrare non proprio una cosa facile e concretizzabile, ma ricordiamoci sempre che il potere della mente e dell'amore vanno ben oltre la nostra classificazione di ciò che può essere possibile o impossibile. L'amore, infatti, è talmente forte che mai nessuno può volontariamente trasformalo in odio, solo perché lo si ha deciso da un momento all'altro (non si può dire "da adesso odierò quella persona" se non si ha un valido motivo per farlo); l'odio, invece, è così debole che se ci armiamo della giusta volontà e determinazione, possiamo trasformarlo in amore. Forse apparirà un po' utopistico (impossibile?) ma, volendo e credendoci, potremmo arrivare ad amare tutto il Mondo, e non odiare nessuno. Tuttavia, ciò che mi farebbe veramente felice è che tutti, perlomeno, cominciassero con l'impegnarsi a non odiare le persone più care e più vicine a sé (i familiari, gli amici, i parenti, e gli ex...); magari poi, col tempo, si potrebbe arrivare a non odiare nessuno. Forse sarà una realtà irrealizzabile, ma cominciamo col fare il primo passo: uno alla volta, e poi si vedrà! La Pace nasce proprio dalla non esistenza dei sentimenti malevoli, e per farlo occorre Saggezza e Amore. A tal riguardo, ho creato questa semplice formula matematica che invito tutti a ricordare sempre: "P=S+A".

DANIELE MATARESE http://digilander.libero.it/iltempiodellafenice

Non dire tu o io: noi siamo Uno. Se credi che tutto sia Dio, la compassione ti costringerà ad amare e a servire. E il Suo comandamento sarà di asciugare le lacrime, nutrire l’ammalato, aiutare lo storpio a salire le scale, poiché Dio deve essere adorato per mezzo della dedizione. Il Signore afferma che la più alta forma di adorazione avviene attraverso il servizio fatto con amore. Sri Sathya Sai Baba


signatura rerum

La dottrina delle “segnature” o “firme” è una sorta di filosofia della Natura esposta non solo negli antichi volumi di Paracelso (Signatura Rerum) ed ancora prima delineata da Ippocrate ma anche successivamente negli scritti di Jakob Böhme (1575 - 1624), secondo cui il Creatore ha contraddistinto gli oggetti con un “segno” o “firma” in base al loro scopo per aiutare l’uomo a capire la Natura e per insegnare lui a curarsi dai comuni disturbi con tutto ciò che lo circonda. Per esempio una pianta con parti somiglianti ad organi umani, apparati o funzioni è utile per curare o sostenere quegli organi, apparati o funzioni. Questo concetto è confermato dai cultori delle Medicine Naturali i quali, da sempre, sostengono che un alimento o pianta con una forma o una struttura somigliante ad un organo corporeo o a una funzione fisiologica o ad un elemento presente nel corpo umano è considerato aver una funzione terapeutica e benefica per la persona che se ne nutre o lo assume con coscienza. Speriamo che la scienza dell’alimentazione ed i Nutrizionisti se ne accorgano, prima o poi. Vediamo ora qualche esempio molto semplice e comprensibile a tutti: La carota affettata (per traverso) assomiglia all’occhio umano. Pupilla, iride e linee a raggiera assomigliano proprio all’occhio umano… e la scienza ora ci mostra che le carote, oltre a contenere betacarotene, una vitamina oleosolubile vero toccasana per la vista, favoriscono l’irrorazione sanguigna e la funzione degli occhi…

Il pomodoro ha quattro camere ed è rosso. Il cuore è rosso e ha quattro camere. Tutte le ricerche mostrano che i pomodori effettivamente sono un puro alimento per il sangue e il cuore. I pomidoro sono ricchi di Licopene, potente antiossidante, che abbassa colesterolo e favorisce la funzione circolatoria.

I chicchi d’uva sono riuniti in grappoli che hanno la forma del cuore. Ogni chicco assomiglia a una cellula del sangue, e tutte le ricerche odierne mostrano che l’uva è un alimento che ravviva profondamente il cuore e il sangue…ed il vino…fa buon sangue. La buccia degli acini contengono Resveratrolo potente cardioprotettore ed in certo senso può essere paragonato ad un viagra naturale…

La noce assomiglia a un encefalo in miniatura, con un emisfero destro e un emisfero sinistro, 2 cerebri in alto e 2 cervelletti in basso. Perfino le rughe o pieghe della superficie richiamano la neo-corteccia. Ora sappiamo che le noci aiutano a sviluppare più di 3 dozzine di neurotrasmettitori per la funzione cerebrale…ricchi di nutrienti per nutrire il DNA…e le cellule nervose.

I fagioli aiutano a mantenere sana la funzione renale, se consumati correttamente possono essere alimenti che danno energia e vitalità (andare avanti…a forza di reni…) ed hanno esattamente la forma di reni umane.

Il sedano, il bok choy, il rabarbaro e altre piante somigliano proprio alle ossa. Questi alimenti sono specificamente diretti a rafforzare le ossa. Le ossa sono costituite per il 23% da sodio. Se nella vostra alimentazione non c’è abbastanza sodio, il corpo lo estrae dalle ossa, indebolendole. Inoltre sono ricchi di Silicio importante elemento per l’osteogenesi e la fissazione di Calcio. Questi alimenti soddisfano i bisogni scheletrici del corpo.

Avocado e Pere sono mirati alla funzione e alla salute dell’utero e della cervice della donna – hanno proprio l’aspetto di questi organi. Alcune ricerche mostrano che quando una donna mangia 1 avocado alla settimana, ciò equilibra gli ormoni, fa eliminare il peso eccessivo dopo la gravidanza e previene i cancri della cervice uterina. E la profonda corrispondenza? … occorrono esattamente 9 mesi per far crescere un avocado, dal fiore al frutto maturo. In ciascuno di questi alimenti ci sono più di 14.000 costituenti nutritivi fotolitici (la scienza moderna ne ha finora studiato e denominato circa 141).


I fichi sono pieni di semi, e quando crescono pendono dal ramo a coppie. I fichi aumentano la motilità dello sperma maschile e aumentano i numero degli spermatozoi, oltre a vincere la sterilità maschile…ricordano anche l’interno dell’intestino tenue con i villi intestinali per cui sono utili anche come un buon lassativo.

Le patate dolci assomigliano al pancreas, e di fatto equilibrano l’indice glicemico anche nei diabetici.

Le olive aiutano la salute e la funzione delle ovaie…oltre ad altre funzioni delle ghiandole linfatiche e della linfa.

Pompelmi, arance e altri agrumi somigliano alla ghiandola mammaria, ed effettivamente aiutano la salute delle mammelle e l’afflusso e il deflusso della linfa dalle ghiandole mammarie

Le cipolle somigliano, simbolicamente, alle cellule del corpo. La ricerca della scienza dell’alimentazione mostra che le cipolle aiutano a ripulire i materiali di scarto da tutte le cellule del corpo. Producono perfino le lacrime, che lavano gli strati epiteliali degli occhi, contengono Metionina che è un aminoacido grande lavatore e purificatore delle cellule epatiche.

Banane, cetrioli, zucchine e vegetali simili sono mirati alla forza dell’organo sessuale maschile. E’ vero! E non solo simbolicamente. Provate a esaminare i componenti ed i Sali minerali contenuti…Una vera forza vitale.

L’arachide giova ai testicoli e alla libido sessuale. Oltre alla vit. E ed all’Inositolo in esse contenuti, che favoriscono la fertilità, molte persone non si rendono conto che l’Argentine, componente del Viagra, viene dall’arachide. Se snoccioli un’arachide ed apri il seme in due, all’estremità troverai un simbolo piccolissimo: un coniglietto che simboleggia la fertilità, la fecondità, l'abbondanza, ecc…

Prof.CLAUDIO VIACAVA www.viacavaclaudio.it


mail dal Cielo

mail dal Cielo

"IL VASCELLO MAGICO"

Crociera per Genitori di Luce rubrica di Cristiana Vignoli Ricevo quotidianamente dei messaggi dal Cielo che spiegano dinamiche alle volte complicate di geometria sacra, di metafisica dello spirito, di scienza della genesi... Altre volte, invece, sono consigli amorevoli rivolti al mondo... e al nostro futuro... Molti messaggi finiscono con l'incitamento a divulgare più possibile quello che dal cielo ci vogliono far saper. Così i messaggi che ricevo sono pubblicati in MARE DI LUCE di Gian Marco Bragadin (www.marediluce.com) e in ANGOLO DI PARADISO (www.angolodiparadiso.it). Ora, ogni mese, ci troveremo sulle pagine di MONDO DI LOTO per commentare qualcosa assieme e sarò a vostra disposizione per porre domande al Cielo e trascrivere le risposte che ci daranno. Vi prego, però, di non formulare domande personali, ma sempre domande che riguardino notizie importanti per la collettività, o per la crescita spirituale.

Con questo articolo iniziamo un viaggio che dalla Terra ci porterà al Cielo. Da genitori terreni, spesso rabbuiati, preoccupati, arrabbiati, insoddisfatti... ci imbarcheremo su di un "vascello magico", per diventare genitori di luce e volare alti sospinti dalla Gioia, dalla gratitudine, dall'Armonia... Pensate che sia fantasia? Vi assicuro che è realtà!

Vi assicuro che è una realtà facilmente raggiungibile! Si, è possibile vivere nella Gioia, nella gratitudine ed in Armonia se... Se vi fate aiutare dai vostri bambini, se siete voi a salire sul "vascello magico", anziché costringere loro a scendere... E' possibile perché lo sperimento ogni giorno, perché se dico al mio bambino "mamma non può giocare perché deve scrivere, deve cucinare, deve fare i conti, la spesa..." allora anche lui, che è Luce e Gioia allo stato puro, lentamente si rabbuia, si rattrista, e la casa con lui e la nostra vita con lui... ma se io accetto di giocare, anche se sono stanca, anche se sto cucinando o scrivendo, allora dopo pochissimo, mi accorgo che in tutta la casa brilla una Luce diversa, e che la Gioia, vibrazione Celeste nella quale i bambini rimangono sino circa all'ottavo anno, invade tutto e tutti, e anche la mia stanchezza sparisce, magicamente... Finite le rincorse per tutta la casa, nel pochissimo tempo che mi rimane a disposizione, riesco a fare tutti quei lavori che altrimenti, se il bambino, la casa ed io fossimo stati rabbuiati, mi avrebbero impegnata delle ore... con notevole dispendio di energie... Provate anche voi, non vi costa nulla, soltanto consultare una volta al mese questa rivista e leggere questa rubrica dedicata a tutti coloro che hanno deciso di salire sul "vascello magico"! Dal grande Molo della Vita ci dicono di salire perché il "vascello magico" inizia il suo viaggio. Destinazione: l'Isola della Luce, dove i viaggiatori diventeranno Genitori di Luce! A governare il "vascello magico" c'è una frotta di bambini che sono stati addestrati direttamente dal Cielo e che sono in missione speciale sulla terra per condurre più genitori possibili nell'isola misteriosa della Luce, che sembra essere uno stargate verso un nuovo mondo dove le famiglie possono vivere felici, in Gioia e Armonia... Non allacciate le cinture... perché mentre parlavamo i bambini ci hanno già condotto alla nostra prima tappa... Alla scoperta delle tre voci per dialogare con i figli Siamo approdati su di una terra che presenta paesaggi molto diversi, ma ovunque si sente una continua eco... basta che uno sussurri una frase.. anzi, basta che la pensi e tutti la sentiamo ripetere da mille parti, rimbalzare sino a stordirci... ma fortunatamente i bambini fanno risuonare la eco con le loro canzoni e con le loro risa... Ad un certo momento arriviamo ad una grotta dove un'anziana e misteriosa donna ci spiega alcune cose importanti per noi genitori diretti verso l'isola della Luce. Ecco le sue parole: Sentite suoni e suoni.... certo... esistono molte voci e molte eco.. e qui lo avete sperimentato... Esiste una "voce fisica", quella che usate solitamente per chiamarvi e per comunicare cose concrete, è una voce che percepite con l'orecchio fisico e viene prodotta dalla vibrazione delle corde vocali, fisiche. Esiste poi una "voce animica", che viene prodotta dalla vibrazione delle corde dell'anima, e viene percepita dai bambini con il cuore e risuona in tutto il loro corpo animico. È quella che usate per comunicarvi gli affetti, gli amori... - fa una pausa e sembra rattristarsi - ma anche per comunicarvi le antipatie, gli asti e gli odi. Ed infine esiste una "voce spirituale" che comunica attraverso la vibrazione dei 3 kacra superiori, che avete al di fuori del vostro corpo fisico... la guardiamo stupiti. Ve lo spiegheranno in una delle vostre tappe successive... ora non abbiamo molto tempo, mi è dato di stare con voi ancora solo pochi attimi e poi dovrò tornare nella mia dimensione dove voi non mi vedrete e non mi sentirete più, anche se in realtà, io continuerò, per il tempo che rimarrete sull'isola, a starvi accanto... Questa voce spirituale è quella che usate per comunicarvi l'essenza della vita e della morte. Le illuminazioni che provengono della conoscenza cosmica parlano con questa voce, così come chi non appartiene più alla vostra dimensione.. se fra di voi vi è qualcuno che è solito sentire le voci dello spirito, forse, continuerà a sentirmi, flebilmente, quando farò il passaggio all'altra dimensione. "A cosa ci serve tutto questo?" domanda d'improvviso un papà da lontano. A non commettere l'errore di usare la telepatia per agire psichicamente e non spiritualmente. Vedendo le nostre facce perplesse continua molti genitori esercitano, in modo inconsapevole, una pressione telepatica malata sul figlio non aiutandolo a crescere spiritualmente, ma "limitandolo" psichicamente. La telepatia, quella corretta e sana, è quella che porta alla crescita, all'Armonia, alla saggezza. Questo tipo di telepatia sarà quella che dovrete usare nei tempi prossimi futuri, quando i vostri cellulari e telefoni non esisteranno più e quando sarà venuto il momento in cui, anche voi, passerete ad una nuova dimensione. Puoi spiegarci meglio? Chiede un anziano, probabilmente un nonno. Certo. La telepatia del mondo futuro parte dal pensiero centrato e non dualistico, e viene trasmessa dalla ghiandola pineale, che occupa una posizione fisiologica centrale, e non (come spesso avviene attualmente) dall'emisfero destro che è fisiologicamente laterale. Non più emisfero sinistro in contrapposizione al destro, ma i due emisferi che lavorano assieme, per salire nei kacra superiori. Solo allora la telepatia non sarà usata per limitare e avvilire...


ma per crescere e comprendere. Ero una psicologa nel mio mondo, ma sono fuggita qui, lontano da tutti, perché ho visto genitori distruggere i figli criticandoli, all'infinito, dicendo loro che non valevano nulla e lo comunicavano per anni, anche telepaticamente, costantemente, ossessivamente talmente ossessivamente che il ripetere di queste eco dell'isola mi sembra ben poca cosa rispetto a quello che vissi nel mio mondo... La stavamo tutti ascoltando interessati quando, all'improvviso, la vediamo svanire davanti ai nostri occhi e sentiamo le sue ultime parole diventare sempre più flebili: "se qualche adulto usa l'udito dello spirito rimanga in ascolto... appena potrò gli comunicherò importanti messaggi per tutti voi... spero che mi possiate ancora udireeee". Allora timidamente una mamma, dal fondo, dice "io riesco a sentire le voci degli angeli... forse potrò comunicare con lei." Un applauso scrosciante arriva immediato dai bambini che le corrono incontro felici e con una forza che non comprendo, l'alzano in trionfo e cantando canti di gioia ritornano, seguiti da tutti noi, sul vascello magico... Ai nostri canti rispondono argentine le eco che ormai non ci infastidiscono più... Perché è cambiato il nostro modo di porci.. adesso offriamo loro solo pensieri d'amore e dolci melodie così le sentiamo risuonare da ogni dove... saranno queste melodie a farci compagni durante la nostra prima notte di crociera verso l'isola della Luce...

CRISTIANA VIGNOLI www.angolodiparadiso.it

Novità editoriale! “Avverranno importanti cambiamenti nel mondo. Non dovete spaventarvi”… cosi diceva nel 1912 il Maestro spirituale bulgaro Peter Deunov, mentre passava ad alcuni discepoli selezionati il suo TESTAMENTO DEI RAGGI DI COLORE DELLA LUCE, la fonte di riferimento di questa breve introduzione in lingua italiana. Nel Testamento ci sono versi dal Vecchio e Nuovo Testamento, che Peter Deunov ovvero Beinsa Douno nella veste più mistica di Maestro spirituale, mise in relazione ai colori primari dello spettro. Accadeva esattamente 100 anni prima della data che è per molti un punto di riflessione e esortazione alla trasformazione personale e collettiva: il 2012. Allegato a questo primo breve testo introduttivo, il lettore troverà delle cartoline per una meditazione, riflessione e preghiera; le immagini e colori a cui si fa riferimento appaiono altresì come un ponte per l’anima: per essa infatti sono state pensate e a lei sono state dedicate, perché chi le usa possa riconnettersi con sentimenti sacri di conforto, fiducia, pace, forza, rigenerazione, speranza.

+ spese di spedizione

ORDINA SUBITO: info@mondodiloto.com info@thelivingspirits.net


“I vostri figli non sono figli vostri. Sono figli e figlie della sete che la vita ha di se stessa. Essi vengono attraverso di voi, ma non da voi, e benchè vivano con voi non vi appartengono. Potete donare loro amore, ma non i vostri pensieri: essi hanno i loro pensieri. Potete offrire rifugio ai loro corpi ma non alle loro anime: esse abitano la casa del domani, che non vi sarà concesso visitare neppure in sogno. Potete tentare di essere simili a loro, ma non farli simili a voi: la vita procede e non s’attarda sul passato. Voi siete gli archi da cui i figli, come frecce vive, sono scoccate in avanti. L’Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell’infinito, e vi tende con forza affinchè le sue frecce vadano rapide e lontane. Affidatevi con gioia alla mano dell’Arciere; poichè come ama il volo della freccia così ama la fermezza dell’arco.” Khalil Gibran

RICETTA DEL MESE: Antipasto con Alghe Ingredienti: Carote, Alghe Hijiki, semi di girasole, maionese vegan (facoltativa). Preparazione:per quattro persone prendere 4 grossi pizzichi di alghe, mettere a bagno x 15 minuti e risciacquare velocemente sotto acqua corrente. Cuocere in poca acqua x 15 minuti dall’ebollizione. Fare raffreddare. Pulire, pelare e tagliare a fiammifero 4 carote e metterle in una terrina, aggiungere 4 cucchiaiate di semi di girasole. Unire le alghe e condire il tutto con sale, olio ed eventualmente un paio di cucchiai di mayonese. Buon appetito!

PICCOLI ANNUNCI IDROCOLONTERAPIA Susanna Nardini, infermiera e naturopata Riza, esegue idrocolonterapia. Si riceve su appuntamento Lissone – tel 348/4421972 ARGILLA MOVIMENTO DELLA MATERIA corsi base ceramica, scultura, tecnica del torchio, tecnica raku presso LABORATORIO A.R.TERRE Besana B. (Mi) tel 348-0098978 Alessandra OPERATRICE AYURVEDICA pratica massaggi a sole donne a domicilio e non. Zona Merate, Besana, Arcore. Info SUSANNA tel 349/2942377

TARIFFE PICCOLI ANNUNCI: 10€ x 3 USCITE

Non sprecare tempo-energia-denaro... utilizza tempo-energia-denaro per rendere felice, oltre te stesso, anche tutto il mondo che ti circonda Il tempo passa…e non torna indietro! Il domani è incerto e il passato è solo un sogno svanito irripetibile. E’ solo nel momento presente che tu sei sicuro di vivere ed esistere. Fa che questo tuo momento sia pieno di vita e di forza. Sentiti utile e creativo! Non passare da questo mondo come se fossi un frammento inutile dell’Universo. Tu sei di più! Sei molto di più! Sei una scintilla preziosa che, unita alle altre scintille, può illuminare la vita su questo Pianeta. Perciò non perdere tempo, non sprecare tempo, fai qualcosa di utile ed essenziale per te stesso e per gli altri fin da ora, da subito. Il cuore non è pigro e non ama oziare davanti a programmi televisivi senza senso o letture deprimenti. Il cuore è sveglio, batte sempre, e vuole continuare a pulsare di vita importante. Dedica una parte del tuo tempo per lavorare, una per riposare e una per dedicarti agli altri. Solo così saprai godere del tempo in modo luminoso, e ti sentirai soddisfatto. Ricordati di non confondere la pigrizia con il riposo. Il riposo rigenera la mente ed il cuore…mentre l’ozio riduce forza e sopprime vitalità. Quando ti scopri ad oziare domandati quanta vita stai perdendo e ribellati al tuo stato passivo. Tuffati nell’essenza, nell’esistenza, nella disponibilità, nella creatività, e renditi utile, a te stesso e agli altri. Non sprecare la tua energia per cose inutili! Gli anni passano e la tua vitalità si consuma. Se ti sentirai utile ti sentirai anche soddisfatto e se ti sentirai soddisfatto manterrai alta la tua energia, produrrai nuova forza, avrai nuova forza vitale. Dopo ogni azione malsana ti senti stanco e depresso, mentre dopo ogni sforzo compiuto con Amore senti la Stanchezza dei Giusti, quella che ti fa riposare con la Coscienza leggera, e che ti farà risvegliare più forte di prima. Non sprecare denaro inutilmente! Utilizzalo per procurarti il necessario per vivere serenamente e consumane una parte per aiutare chi ha bisogno. Se tutti dedicassero una parte del loro tempo, della loro energia e del loro denaro per aiutare chi è in difficoltà, non ci sarebbero più problemi nel Mondo. Se guardi bene bene in fondo a te stesso, se scruti con attenzione, scoprirai che ti capita spesso di sprecare tempo, energia e denaro per cose inutili….ecco!!!…fermati per tempo e fai cambiare direzione ai tuoi scopi! Se stai comprando


qualcosa di nocivo per la tua salute, puoi fermarti e decidere di utilizzare quei soldi per sfamare chi sta morendo d’inedia. Se stai perdendo tempo ad oziare, puoi reagire alla tua insoddisfazione dirigendo i tuoi sforzi per incontrare qualcuno che, magari, ha bisogno della tua compagnia. Se ti accorgi che stai utilizzando le tue energie per spettegolare e parlare male di qualcuno, puoi fermarti e trasformare la tua voce in un melodioso canto d’incoraggiamento per chi è debole ed ha bisogno di te. Ciò ti darà maggiore soddisfazione e risveglierà, nella tua mente e nel tuo cuore, forze che non sapevi nemmeno di possedere. Il tempo è prezioso…non sprecarlo inutilmente…non tornerà indietro! L’energia è preziosa…con il tempo si consuma…se non la sprechi per cose vane vivrai più felice e più a lungo! Il denaro è prezioso…ma solo quando viene utilizzato per un alto ideale…non abbassarlo a cose meschine…rendi anch’esso luminoso come il sole utilizzandolo per fare veramente felice te stesso e tutto il mondo che ti circonda…nei limiti delle tue possibilità… ma non mettere mai confini a quello che puoi fare… ricordati sempre che tu puoi fare molto di più di quello che stai già facendo!

NATYAN www.studiogayatri.it

FONDERIE GHISE SPECIALI LAMPERTI ARREDO URBANO DISSUASORI STRADALI FONTANE E PANCHINE IN GHISA PIASTRE DA CUCINE FONDALI DA CAMINO

www. f g sl a m p e rt i . i t via 2 giugno, 21 - 20051 Limbiate (Mi) tel. 02 99050241/2 - fax 02 99050631

Fate conoscere la vostra attività con la nostra rivista on-line spazi pubblicitari a disposizione tel 335/7912035 info@www.mondodiloto.com

SAPERE. IL SAPORE DEL SAPERE "Chiacchere consapevoli" di cultura, scienza, alimentazione e benessere Salute, scienza e benessere si incontrano a Milano in una manifestazione che o rgan izza convegni e corsi con l'intervento di specialisti del settore e la partecipazione d i i mpo rta n ti pa tro c i n a to ri .

Ideato da Rossella De Focatiis Per informazioni e prenotazioni ERREDIEFFE tel 02-66114397 info@saporedelsapere.it www.saporedelsapere.it

Sali minerali. vitamine e proteine. In armonia nella nostra alimentazione venerdì 23 gennaio 2009 ore 14.30 – 18.30 Cereali, frutta e verdura: fonti primarie di energia per l'uomo. venerdì 13 febbraio 2009 ore 14.30 – 18.30 Palazzo Turati – via Meravigli 9/b, Milano

www.saporedelsapere.it

Domanda: Amma, cos’è il vero amore? Amma: Vero amore è lo stato di completa assenza di paura. La paura è parte integrante della mente. Quindi, la paura e un amore genuino non possono coesistere. Quando la profondità dell’amore aumenta, l’intensità della paura lentamente diminuisce. La paura può esistere soltanto quando ci si identifica con il corpo e la mente. Trascendere le debolezze della mente e vivere nell’amore sono due qualità divine. Più amore hai, più il divino è espresso dentro di te. Meno amore hai, più paura hai e più ti sposti dal centro della vita. L’assenza di paura, in verità, è una delle più grandi qualità di chi ama davvero. AMMA

www.mondodiloto.com

Non essere mentalmente pigro! Sviluppa spirito d’iniziativa! Diventa un vulcano di idee e di progetti per dare il tuo contributo a chi è immerso nel dolore e nella sofferenza!

Loto  

L'arcangelo Michele secondo rudolf Steiner

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you