Issuu on Google+

COOKING FOR tra gola e design

l nuovo Show Room di Pentole Agnelli Professional Cooking si chiama Cooking For ed idealmente rappresenta il punto di arrivo di un percorso che abbraccia un secolo di storia industriale, di ristorazione e di eno-gastronomia.

I

Via Madonna, 20 - 24040 Lallio (BG) Tel. +39 035 20 47 11 - Fax +39 035 69 36 68 e-mail: info@agnelli.net - www.pentoleagnelli.it

Prima di tutto arriva a concludere la recente opera di riammodernamento degli impianti produttivi del gruppo, con investimenti di oltre 4 milioni di euro nel 2006. Il progetto è stato fortemente voluto dalla famiglia Agnelli per creare finalmente uno spazio espositivo che mancava in azienda e che molti appassionati negli anni hanno chiesto con insistenza. Dopo la produzione, i magazzini e persino un centro culturale, la SAPS di cui abbiamo già scritto, in cui tra l’altro trovano spazio oggetti d’epoca collezionati nel Museo della Pentola si imponeva la necessità di volgere lo sguardo al presente o meglio ancora al futuro. Angelo Agnelli ha seguito con particolare attenzione le fasi progettuali, lavorando con l’arch. Marco Acerbis, perché si chiarisse fin dall’inizio l’appeal che questo spazio doveva avere. Design, versatilità, alluminio, funzionalità. I punti cardine e l’essenziale, la gradevolezza della modernità, hi-tech e multimedialità ma al servizio della semplicità e della facile fruibilità. Ora le ultime creazioni del prestigioso marchio bergamasco, affermato in tutto il mondo, possono essere visionate dal pubblico e dai media. Completezza nelle gamme e nell’assortimento, un vero e proprio tempio della pentola in cui scoprire o riscoprire forme e materiali di ogni genere. Dalle soluzioni più avanzate nel campo dell’alluminio per induzione e per forni trivalenti, agli antiaderenti di

qualità professionale, dagli introvabili recipienti in pietra ollare alle invidiabile casseruole in rame stagnato. Per i più curiosi è possibile ammirare anche gli esemplari unici in argento e in oro zecchino 24 carati: un sogno! Giornalisti e gourmand hanno un punto di riferimento non solo concettuale, finalmente un luogo in cui è possibile toccare con mano gli strumenti di cottura, capirne le caratteristiche costruttive e funzionali, essere consigliati da professionisti che realizzano da un secolo pentole per la ristorazione mondiale. Non solo, nel nuovo Show Room Cooking For si possono

trovare pubblicazioni e dispense realizzate dal centro studi SAPS, vedere filmati di chef rinomati all’opera con gli

strumenti più indicati per le differenti tecniche di cottura, iscriversi ai corsi e seminari SAPS dedicati agli appassionati della cucina e del buon vivere. Un posto cosi, mancava e solo Agnelli poteva realizzarlo!

Intervista a l’arch. Marco Acerbis Nella fase di progettazione dello Show Room Cooking For, quale è stato il suo approccio ad un oggetto così comune eppure così particolare come la pentola professionale? Le pentole professionali sono bellissime eppure solo raramente, se non si èesperti del mestiere, ne si apprezzano le qualità. Ne si apprezza semmai il risultato sul piatto di portata, ma le qualità sia estetiche che funzionali sono ai più nascoste e poco visibili poiché l’utilizzo della pentola è schermato


dai muri della cucina. Questo showroom restituisce all’oggetto tipico della produzione Agnelli uno spazio di grande importanza e che valorizza le pentole pur non inserendole in una cucina. I riferimenti ai fornelli ci sono ovviamente, negli anelli in alluminio a specchio intarsiati che fungono da piano di appoggio sui mobili espositori. Quali sono gli elementi che avete ritenuto funzionali per valorizzare

le pentole esposte? Si ricerca grande semplicità visiva. L’uso dei materiali è ridotto a tre:alluminio, ceramica e tessuto. Lo spazio è neutro e pronto a fare da palcoscenico agli oggetti esposti. La luce differenziata notevolmente con apparecchiature specifiche per raggiungere molteplici effetti collega i materiali di rivestimento con gli oggetti esposti in un gioco di riflessioni e ombre.

L’alluminio è un materiale che ha strette relazioni con la storia della famiglia Agnelli, non solo perché legato alle pentole, dal punto di vista architettonico quali soluzioni vi ha permesso di realizzare? Un ruolo fondamentale viene svolto dal soffitto in alluminio Doluflex con finitura anodizzata. Le lastre sono microforate non solo per rende esteticamente più interessante il soffitto ma anche per raggiungere ottime caratteristiche acustiche. Gli stessi pannelli svolgono inoltre tutte le funzioni di climatizzazione dell’ambiente grazie ad un sistema di serpentine che sono annegate nella lastra e dove scorre acqua calda o fredda a seconda delle stagioni. L’impianto di ventilazione e l’impianto stereo sono nascosti nell’intercapedine con il muro e rimangono pressoché invisibili. Non solo tecnologia e design ma grande importanza è stata data all’appeal che l’ambiente doveva poter trasmettere, come ottenere questo risultato in una location così particolare? Le lamelle di alluminio schermano parzialmente le tende blu che, sempre abbassate, costituiscono l’unico colore vivo nell’ambiente. Lo showroom è quindi schermato e protetto dal contesto industriale esistente, facilitando l’esperienza del fruitore che si può immergere e rilassare nel mondo Agnelli senza distrazione.


Marco on 24cento