Issuu on Google+

17 4 gennaio 20 3 anno XXX N° oderna.com www.donnam

TI FAC IL ITA LA

V ITA

Dalle elezioni in Germania alla missione poli s spaziale di Ne

COSA R À SUCCEDE NEL 2017

ELENA LUMI, 20 ANNI, STUDENTESSA DI MONTECATINI TERME

PARTI A D E S SO 1 0 of f e r te low cost

i Guida ai giorn per lo ti più convenien

SHOPPING ONLINE

SETTIMANALE Poste Italiane spa - Sped. in A.P. D.L. 353/03 art. 1, comma 1, DCB Verona Austria B 4,00 . Belgio B 3,70 . Canada Cad 7,50 . Canton Ticino Chf B 4,30 . Francia B 3,90 . Germania B 4,50 Lussemburgo B 4,00 . MC, Côte d’Azur € 4,00 Portogallo (Cont.) B 4,00 . Spagna B 4,00 - Svizzera Chf 4,40 . Uk Gbp 3,40 . Usa $ 6,90

G IL PUNTO TATO R ACCON A FU M ET TI

1,50

A 30,

per il nuovo anno

A I C C I L L E ECO5P0, 70 ANNI

BEAUT Y ZODIACO


Ph: baimaging.it

TRADE 2.0 SRL www.hoopswatch.eu info@hoopswatch.eu

collezione

CHERIE MIDI


DI’ LA TUA

APPUNTI

di Annalisa Monfreda

Oltre le immagini 50 anni fa, la Repubblica del Biafra si dichiarò indipendente dalla Nigeria. Quel piccolo Stato durò appena 3 anni, ma la sua memoria molto più a lungo. Fatichiamo a ricordare i nomi di gran parte delle nazioni africane, eppure il Biafra è scolpito nel nostro immaginario. Il perché è la “fame”. Il governo nigeriano non riconobbe l’autonomia del piccolo Stato, che possedeva la maggior parte delle risorse naturali del Paese, e rispose con un embargo. Milioni di abitanti del Biafra indipendentista morirono di fame e malattie. Le foto dei bambini denutriti fecero il giro del mondo: l’emergenza umanitaria divenne mediatica. «Fu la fame che permise ai genitori di tutto il Pianeta di ordinare ai figli di finire quello che avevano nel piatto. La fame che diede una bella spinta alla carriera di molti fotografi» ha cinicamente scritto dieci anni fa la giovane autrice nigeriana Chimamanda Ngozi Adichie, nello splendido romanzo Metà di un sole giallo. Anche io sono cresciuta con lo spettro dei bambini del Biafra che aleggiava sul mio piatto pieno. Ma non sapevo nulla di quei coetanei col pancione. Nulla del terribile genocidio che aveva insanguinato quel pezzo di mondo. Non credo che gli adulti volessero proteggere noi bambini dalla verità. Penso piuttosto che grandi e piccini, fossimo tutti colpevoli di pigrizia. Le immagini erano sufficienti, ci davano l’illusione di sapere, di trarre dai fatti una morale utile alla vita quotidiana. E tanto bastava. Sta succedendo di nuovo. I bambini di Aleppo stanno diventando il nuovo paradigma del “fratello sfortunato”. Le loro immagini hanno tormentato i sogni natalizi dei piccoli europei. Sono state evocate mentre scartavano un regalo di troppo o si permettevano di disprezzarne alcuni. Ma se riteniamo i nostri figli così forti da sopportare la foto di un bambino siriano senza vita, riverso sulla spiaggia nel tentativo di raggiungere l’Europa, o di un piccolo di Aleppo, imbiancato dalle macerie della sua casa bombardata, allora saranno anche pronti ad andare oltre le immagini. A capire le ragioni vere di questa terribile guerra. A capire che, se non saremo lì ad aiutarli, come scrive Loretta Napoleoni, quei piccoli profughi, che oggi in lunghe file abbandonano ciò che resta di Aleppo, rischiano di divenire i terroristi di domani.

Le casalinghe per scelta non esistono Parla con me Puoi seguirmi su Twitter e Instagram @A_Monfreda

scrivermi una email annalisa. monfreda@ mondadori.it

e leggere i miei post su donnamoderna. com/news

Leggo sul numero 2 che, secondo fantasiose e articolate motivazioni, esisterebbero le “casalinghe per scelta”. Essere casalinghe non è mai una scelta: dipende sempre dal marito che ti ritrovi. Se guadagna tanto da mantenere la moglie a casa, non fa un favore alla moglie ma si toglie tutti i problemi pratici di dosso, potendosi dedicare al suo lavoro e agli hobby. Ho 56 anni e lavoro da 40... Anche a me è capitato di fare la casalinga fra un posto di lavoro e l’altro, ma non lo ricordo come un periodo felice. Nelle storie della rivista, qualcosa non torna: una famiglia di 6 persone che vive con un solo stipendio deve fare i salti mortali per arrivare a fine mese. E anche le altre 2 storie sono inesatte: Elisabetta vende capi d’abbigliamento e Giada oltre allo stipendio del marito ha anche un affitto. Il quadro presentato è troppo roseo e rischia di indurre donne che lavorano a lasciare posti invidiabili per seguire un ideale di vita che è solo una favola. R.M. Cara R., da sempre Donna Moderna spinge affinché il tasso di occupazione femminile salga: lungi da noi invogliare le donne a restare a casa. Quello che ci preme è che ciascuna abbia la libertà di scegliere. Il titolo della tua email è “Scelte solite di donne ingabbiate”. Ma non credi che a essere ingabbiato è proprio chi, sulla base della propria esperienza, non ammette che esistano scelte diverse, magari con esiti positivi?

5


DI’ LA TUA

IL PEZZO PIÙ COMMENTATO SU FACEBOOK

TRA GENITORI E INSEGNANTI NON C’È PIÙ FIDUCIA?

IAGGIO DERNAINV #DONNAMOCa rica la tua foto

con un commento itter su Instagram o su Tw rna ode am @donn

a cura di Oscar Puntel

Insegnanti demotivati, mamme infervorate contro i prof nelle chat di classe su WhatsApp. Il nostro articolo sulla mancanza di fiducia fra genitori e insegnanti è stato il più commentato su Facebook. Abbiamo girato i vostri dubbi a Susanna Mantovani, pedagogista e docente all’università di Milano-Bicocca. «Che rapporto devono avere i genitori con maestri e prof?». Marzia «La scuola è una comunità organizzata: maestri e prof insegnano a una classe, non a un singolo bambino. Questo significa che i genitori possono portare proposte e critiche. Ma non dovrebbero consigliare il docente sul metodo didattico da seguire: è l’insegnante, con la sua professionalità, che decide cosa è meglio per la classe». «Gli insegnanti sono impreparati a gestire i giovani. La scuola è “vecchia”?». Maria Rita «Da 20 anni gli insegnanti delle scuole dell’infanzia e della primaria hanno una preparazione orientata verso gli aspetti relazionali piuttosto che sui contenuti e le materie, e per questo sono stati in grado di affrontare i cambiamenti sociali e le grandi novità culturali, come l’arrivo di allievi stranieri». «Gli insegnanti di oggi sono demotivati?». Michela «Sono più vulnerabili che in passato: non sono ben visti, né ben pagati. E spesso diventano il bersaglio delle insoddisfazioni di molti. In particolare, i prof della scuola secondaria oggi hanno un ruolo sociale meno riconosciuto: è una categoria che ha molte potenzialità, ma è in difficoltà». «Ai ragazzi manca il rispetto delle regole, l’educazione». Gloria «Più che altro non c’è una condivisione sulle grandi regole che dovrebbero essere rispettate da tutti. Invece di lamentarsi gli uni degli altri, genitori e insegnanti dovrebbero mettersi d’accordo su alcuni punti fermi e collaborare perché siano seguiti».

6

Parla con Donna Moderna Scrivi a: dilatua@ mondadori.it

Facebook facebook.com/ donnamoderna

@chiarasessa #Carpi in mezzo alla nebbia durante le feste.

LA DOMANDA DELLA SETTIMANA SU

È il mese delle iscrizioni: hai già deciso in quale scuola mandare tuo figlio? 65% NO

Twitter: @donnamoderna

35% SÌ Telegram: @Donna Moderna

Dal 16 gennaio al 6 febbraio 2017 ci sono le iscrizioni alle scuole per chi deve frequentare le classi prime delle elementari, medie o superiori (compresa la terza del liceo artistico e degli istituti tecnici e professionali). Abbiamo chiesto ai nostri lettori se hanno già le idee chiare.

WWW.DONNAMODERNA.COM


DOMANDE E RISPOSTE

QUANTA VERITÀ DIRE AI BAMBINI Ho letto l’articolo Quello che le mamme non dicono (n. 49) e condivido in pieno il metodo dell’autrice, Enrica Tesio. Io ho 3 figli, ormai grandi, e ho adottato la sua stessa tecnica: meglio che si accostino alla verità della vita passo dopo passo piuttosto che doverla affrontare all’improvviso da adulti. Grazie Raffaella Risponde Enrica Tesio, autrice dell’articolo: «Cara Raffaella, ogni genitore vorrebbe proteggere i figli dalla sofferenza, ma forse l’unico modo è prepararli a quella sofferenza, raccontarla come parte della vita, esattamente come la gioia. Per me vige la regola del: “Se sono abbastanza grandi per chiederlo, sono abbastanza grandi per sapere la risposta”. In bocca al lupo per i suoi figli, ormai 3 giovani adulti!».

GIÀ CHE SEI IN PIEDI... Complimenti a Roberto Parodi per l’articolo Già che sei in piedi, passami il formaggio (n. 52): è la fotografia delle nostre cene in 5 e grazie alle sue parole sono riuscita a vedere con simpatia una situazione così ricorrente in casa mia! Laura

NO AL TELEFONINO A 10 ANNI

Ho letto l’articolo Il primo smartphone a 10 anni (n. 52). Io sono contrario: ai miei tempi bastava un muro, un barattolo delle biglie e altre cose costruite con le mie mani per divertirmi. L. Caro L., come dicono gli esperti che abbiamo intervistato, i bambini vanno educati a un uso non smodato.

I 3 CONTENUTI WEB PIÙ POPOLARI DELLA SETTIMANA

SFOGO DI UNA DONNA NORMALE Una lettrice ci ha scritto. E molte si sono identificate.

L’EREDITÀ DI WONDY Un ritratto commovente di Francesca Del Rosso, che ha perso la sua battaglia contro il cancro.

MPS: COSA RISCHIAMO NOI RISPARMIATORI? Tutto quello che un correntista di quella banca (e non solo) deve sapere.

condividi i i contenut preferiti

LE VOSTRE STORIE

QUELLA MALATTIA FANTASMA CHE NON MI FA ALZARE DAL LETTO Invisibili. Si sentono così i malati di fibromialgia: una patologia invalidante ancora poco conosciuta. Ce ne parla una lettrice che ne soffre. Ho 33 anni e da circa 1 (dopo un periodo lunghissimo di visite mediche) ho scoperto di soffrire di fibromialgia: una malattia complessa e subdola che provoca dolore diffuso e stanchezza cronica, insieme a un’infinità di patologie correlate (disturbi del sonno, problemi gastrointestinali, stress cronico, depressione e, credetemi, molti molti altri!). Di fibromialgia si parla poco e in pochi la conoscono e la sanno diagnosticare (ahimè, si arriva alla cura dopo anni di calvario). La cosa peggiore è che è una malattia “fantasma”: c’è ma non si vede. E quindi spesso non si viene creduti. Questo comporta anche una serie di risvolti sociali. È molto difficile far capire quanto possa essere invalidante. Gli altri vedono una persona apparentemente “sana”: non sono su una sedia a rotelle, non cammino supportata da stampelle, non sono in un letto di ospedale... Con la fibromialgia cerchi di fare una vita come tutti: puoi camminare, vai al lavoro, a fare la spesa, esci persino con i tuoi amici la sera. «Come puoi essere malata? Starai sicuramente inventando una malattia o esagerando!» mi sento dire. Eppure, dietro un’apparenza di vita normale, c’è una grande sofferenza quotidiana: anche i gesti più piccoli per un fibromialgico diventano operazioni difficili che richiedono un grande sforzo e una grande fatica. E si arriva a un punto che non ce la si fa più. Se una persona “normale” a fine giornata crede di essere stanca, dovrebbe sapere come si sente chi ha questa malattia. Io ero arrivata al punto di non riuscire più ad andare al lavoro e a gestire la casa. Mi piacerebbe che si parlasse di questa patologia, che le persone capissero, in modo da non sentirmi più rispondere : «Magari sei solo stressata. Riposati, prendi degli antidepressivi e vedrai che ti passa tutto!». Peccato non funzioni proprio così. Alda

7


SOMMARIO

N°3

4/01 2017

6 Di’ la tua Le vostre lettere 12 Staff 14 DonnaModerna Club Le offerte della settimana 16 Dalla tua parte Fai valere i tuoi diritti con il nostro aiuto 20 Sportello dei sogni I sogni che abbiamo realizzato nel 2016

Cosa succede 23 Nel 2017 Gli appuntamenti da non perdere 28 Donna moderna Paola Rivaro 30 Tra i fedeli È boom del buddismo 32 Nel mondo Perché così tanti attentati in Turchia? 34 Se superi i limiti Provocare è un’arte. Parola di Marina 36 In libreria Zafón, l’ingegnere della scrittura 38 Al corpo femminile Se la smettessimo di cercare il punto G? 40 Gli scrittori raccontano le feste A caccia dei Re Magi 42 Abbiamo incontrato

8

Charlotte Rampling Non mi chiamate icona

PLAYLIST

50

Una blusa di lamè è chic con la gonna a ruota, è glam con i pantaloni di pelle.

44 Libri, cinema, musica e tv

IN COVER Blusa Piazza Italia. Orecchini Sodini. Foto di Sevim Aslan. Servizio di Eva Pini.

Moda e Bellezza 49 Chi è La ragazza di copertina 50 Modella per un giorno Lo stile vincente 58 Su misura 2 silhouette, 4 look d’inverno 64 Come si porta L’ecopelliccia a 30, 50, 60 anni 69 Cosa dicono le stelle 2017: beauty oroscopo 74 Cure d’inverno La verità sulla pelle sensibile

Per sopracciglia perfettamente definite come la nostra ragazza di copertina, c’è il Kit “Professionale” di Clarins (42 euro).

WWW.DONNAMODERNA.COM


JACKANDCO.IT/E-SHOP

Gioielli in argento 925


SOMMARIO

Posso aiutarti? 77 Questo ti facilita la vita FORMA 78 Alimentazione Pausa pranzo: fai la scelta giusta 80 Salute Mai più quell’imbarazzo 82 Medicina dolce Quattro gemme per l’inverno 83 Benessere Ho provato i bagni di gong 84 News L’alternativa al sale PRIVATO 88 Self help Gli slogan per un anno felice 90 Relazioni La fatica di essere mamme 92 Uomini La “doppia vita” dei nostri ragazzi SOLDI E LAVORO 94 Risparmiare Qual è il giorno migliore per lo shopping on line? 96 Mestieri 2.0 I tuoi clienti ti aspettano sul web STILI DI VITA 98 Storie Il bon ton delle cerimonie gay 100 Shopping L’hi-tech incontra il design 101 Pets 9 libri per chi ama gli animali CASA 104 Buono e light Il menu della remise en forme 106 Cucina italiana Il salame, che bonta! 108 Ricicli gourmet 6 ricette con il panettone 109 Fiori Una cascata di verde in soggiorno 110 Elettrodomestici Bucato eco friendly VIAGGI 112 Low cost Parti dopo le feste e spendi meno 114 Check in Valencia

10

112

Se parti dopo le feste spendi meno. Abbiamo selezionato per te 10 offerte imperdibili.

115 Indirizzi 116 Astrocoach L’oroscopo che fa lavorare le stelle per te 117 Posta del cuore Chiara Gamberale risponde alle vostre lettere 118 Ultima pagina

100

Scopri i gadget hi-tech creati dai designer più famosi.

LEGGICI SUL TABLET Se sei abbonata alla versione cartacea, inserisci il tuo codice abbonato e leggi la rivista gratis. Se sei una nuova lettrice, vai sull’App store: la copia singola costa 0,99 euro; per un mese 2,99 euro, per tre mesi 6,99 euro e per un anno 27,99 euro.

WWW.DONNAMODERNA.COM


STAFF

pag. 112

Ho sul comodino la biografia di Marina Abramovič, artista e provocatrice. Le prime pagine promettono bene! pag. 34

Isabella Gargiuolo isabella.gargiuolo@mondadori.it Valentina Scarduelli valentina.scarduelli@mondadori.it Claudia Valeriani claudia.valeriani@mondadori.it

Ufficio fotografico

Direttore responsabile

VALENTINA

MARINA

Annalisa Monfreda annalisa.monfreda@mondadori.it

Vicedirettore

Monica Triglia monica.triglia@mondadori.it

Direttore creativo

Luca Pitoni @LucaPitoni

Capiredattori ufficio centrale

Alessandra Cipelli (Moda e Bellezza) alessandra.cipelli@mondadori.it Liliana di Donato (Cosa succede e Playlist) liliana.didonato@mondadori.it Marina D’Incerti (Integrazione carta-web) marina.dincerti@mondadori.it Donatella Gianforma (Dalla tua parte e Posso aiutarti?) donatella.gianforma@mondadori.it

Cosa succede e Playlist

CHE COSA ABBIAMO SCOPERTO LAVORANDO A QUESTO NUMERO

Myriam Defilippi vicecaporedattore myriam.defilippi@mondadori.it Sara Peggion vicecaporedattore sara.peggion@mondadori.it Isabella Fava caposervizio isabella.fava@mondadori.it Gianluca Ferraris vicecaposervizio gianluca.ferraris@mondadori.it Barbara Rachetti barbara.rachetti@mondadori.it Elisa Venco elisa.venco@mondadori.it

Moda

Orsina Baroldi caporedattore orsina.baroldi@mondadori.it Cristina Nava caposervizio cristina.nava@mondadori.it Viviana Olivieri vicecaposervizio viviana.olivieri@mondadori.it Bruno Dall’Arche redattore esperto bruno.dallarche@mondadori.it Miriam Colnaghi casting e produzione miriam.colnaghi@mondadori.it Silvio jr. Suppa silvio.suppa@mondadori.it

Bellezza

Alberta Pianon vicecaporedattore alberta.pianon@mondadori.it

Posso aiutarti?

MARTA

«Che belli i nuovi gadget hi-tech dal design super! Quello che mi tenta di pi�� sono le cuffie rosse di Philippe Starck». pag. 100

12

SILVIA

«“Non sprecare neanche un giorno”. All’inizio di un nuovo anno (e, per me, di una nuova vita) mi sembra il proposito migliore». pag. 88

Anna Scarano vicecaporedattore anna.scarano@mondadori.it Marta Bonini caposervizio marta.bonini@mondadori.it Stefania Carlevaro caposervizio stefania.carlevaro@mondadori.it Alessia Cogliati vicecaposervizio alessia.cogliati@mondadori.it Annaleni Pozzoli vicecaposervizio annaleni.pozzoli@mondadori.it Silvia Calvi silvia.calvi@mondadori.it Paola Nardi paola.nardi@mondadori.it Chiara Sessa chiara.sessa@mondadori.it

Ufficio grafico

Valeria Vaselli caporedattore valeria.vaselli@mondadori.it Fabrizio Grassi caposervizio fabrizio.grassi@mondadori.it Roberta Diliddo vicecaposervizio roberta.diliddo@mondadori.it Federica Esti vicecaposervizio federica.esti@mondadori.it Monica Carpanelli monica.carpanelli@mondadori.it

Roberta Lancia photoeditor roberta.lancia@mondadori.it Laura Maresti laura.maresti@mondadori.it Mara Minoia mara.minoia@mondadori.it Samantha Pascotto samantha.pascotto@mondadori.it

Segreteria di redazione

Sarah Bombelli sarah.bombelli@mondadori.it Raffaella Magazzino raffaella.magazzino@mondadori.it Gaia Recalcati gaia.recalcati@mondadori.it

Progetto grafico

Luca Pitoni in collaborazione con Giacomo Traldi e con la consulenza all’immagine di Giovanna Calvenzi

Collaboratori

Ilaria Amato, Elena Banfi, Francesca Bagnaschi, Marilena Bergamaschi, Francesco Bonami, Annarita Briganti, Simona Bruscagin, Flora Casalinuovo, Giuseppe Catozzella, Rossana Cavaglieri, Elisabetta Colangelo, Valeria Colavecchio, Isabella Colombo, Sara Ferrari, Claudia Flandoli, Antonio Gaviraghi, Paola Gervasio, Camilla Ghirardato, Massimo Longoni, Adriano Lovera, Pierluigi Lupo, Lorenzo Ormando, Simone Pazzano, Eva Pini, Oscar Puntel, Cristina Sarto, Chiara Sessa, Eugenio Spagnuolo, Nadia Tadioli, Cinzia Testa, Margherita Tizzi, Giacomo Traldi, Jessica Ventrella

PER COMUNICARE CON DONNA MODERNA

POSTA Donna Moderna, Mondadori, 20090 Segrate (Milano), specificando sulla busta la rubrica che vi interessa REDAZIONE Telefono: 0275423022; fax: 0275423118. INFORMAZIONI sui concorsi e sui prodotti in vendita con Donna Moderna (borse, indossati, libri, Dvd, Cd) telefono: 199111999. ABBONAMENTI Telefono: 199.111.999 (lun-ven dalle 9.00 alle 19.00; costo massimo della telefonata 0.12 + IVA al minuto senza scatto alla risposta, per cellulari costi in funzione dell’operatore); per chiamate dall’estero: +39.041.509.90.49; fax 030.7772387; e-mail: abbonamenti@ mondadori.it; internet: www.abbonamenti.it ARRETRATI Telefono: 045.888.44.00; fax: 045.888.43.78; e-mail: collez@mondadori.it Pubblicità Mediamond SpA, telefono: 0221025259; e-mail contatti@mediamond.it

© 2017 Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. Milano. Tutti i diritti di proprietà letteraria e artistica riservati. ISSN 1120-5024. Questo periodico è iscritto alla Federazione Italiana Editori Giornali. Numero del certificato: 8025; data del rilascio: 06.04.2016 Periodo sottoposto ad accertamento: Gennaio 2014 - Dicembre 2014 STAMPA: ELCOGRAF S.p.A., via Mondadori,

15, - Verona - Pubblicazione registrata Trib. di Milano, n. 849 del 18.12.1987. Distribuzione a cura di Press - di S.r.l.

WWW.DONNAMODERNA.COM

GIOVANNI PANIZZA (4)

Mi piace passare le feste in casa e partire dopo. Così prolungo le vacanze e le mete sono meno affollate.


MGA GROUP

Stufa a pellet modello Doroty colore bianco Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le informazioni precontrattuali richiedere sul punto vendita il documento “Informazioni europee di base sul credito ai consumatori” (SECCI) e copia del testo contrattuale. Salvo approvazione Agos Ducato S.p.A. I rivenditori La Nordica-Extraflame convenzionati operano quali intermediari del credito NON in esclusiva.

Approfitta dei finanziamenti


DONNA MODERNA CLUB

LA GRIFFE SOFISTICATA

Club

Conosci il brand Cristinaeffe? Propone abiti, pantaloni, camicie, tute, T-shirt, maglie, felpe, borse e tanti altri accessori. La collezione di quest’inverno ha per emblema un cigno, simbolo di eleganza e sinuosità. Scoprila su shop.cristinaeffe.com: se ti colleghi e ti iscrivi alla newsletter, hai lo sconto del 10% su tutto il catalogo, grazie al codice DONNAMODERNACF16. Puoi usarlo solo una volta, quando vuoi, anche sui prodotti già in promozione.

LE OFFERTE DELLA SETTIMANA IN ESCLUSIVA PER LE NOSTRE LETTRICI

LA STOFFA CHE PUOI PERSONALIZZARE

I PRODOTTI BEAUTY Make up, fragranze, integratori, trattamenti per pelle e capelli, prodotti di bellezza, ma anche tanti consigli beauty. Sul nuovo e-commerce Delinda trovi i migliori brand e, fino al 4 febbraio, le lettrici di Donna Moderna possono usufruire di uno sconto di 10 euro valido su un ordine minimo di 60 euro. In più, non pagano le spese di spedizione. Per aderire alla promozione inserisci il codice DM2017 su shop.delinda.it.

14

Ecco una bella novità per chi ama il fai da te. Si chiama TheColorSoup ed è una piattaforma web per la stampa di tessuti personalizzati, nata all’interno del Gruppo Miroglio. Con pochi clic, carichi o scegli l’immagine che ti piace su thecolorsoup.com e ricevi a casa la stoffa stampata entro pochi giorni. Il taglio minimo parte da 1 metro, le basi di tessuto greggio sono più di 20 per sartoria, arredo casa, hobbistica e accessori. Hai tempo fino al 28 febbraio per usare il codice DONNATCS che dà diritto allo sconto del 15%, senza minimi di spesa e quantità.

LA VACANZA SULLE DOLOMITI Cortina d’Ampezzo è la regina delle Dolomiti. Se vuoi andarci a gennaio, l’Hotel Menardi propone per le lettrici di Donna Moderna un pacchetto di 7 giorni in mezza pensione in camera doppia a 637 euro anziché 750 a persona, nelle settimane dal 14 al 21 gennaio e dal 21 al 28. Prenota via mail a infohotelmenardi.it. In più, se ti presenti con questa copia del giornale, dall’8 al 29 puoi entrare gratis al Centro benessere, con un accompagnatore pagante, anche se non alloggi in hotel.

WWW.DONNAMODERNA.COM


LEGGI QUI PRIMA DI SCRIVERCI

IN EDICOLA

A SCUOLA DI UNCINETTO

IL VOLUME SU DAVID BOWIE

Sei già esperta o desideri imparare da zero? È arrivata la collana che fa per te e che ogni settimana ti offre proposte originali per realizzare vestiti e accessori. Dal 10 gennaio con Donna Moderna, Confidenze tra amiche e Tv Sorrisi e Canzoni trovi il secondo fascicolo con il raccoglitore e un gomitolo a 3,99 euro, rivista esclusa. Puoi anche abbonarti su ilikeuncinettohf.it.

David Bowie. Fantastic Voyage. in oltre 600 pagine raccoglie i testi commentati di tutte le canzoni del cantante, incluse quelle dell’ultimo album Blackstar. Sarà la tua guida per conoscere meglio la poetica di questo grande artista. Lo trovi dal 10 gennaio con Donna Moderna e Tv Sorrisi e Canzoni a 10,90 euro, escluso il prezzo della rivista. Acquistalo sul nostro sito mondadoriperte.it.

Informativa sulla privacy ai sensi dell’art. 13 D.Lgs. 196/03

Ciao Ni! a 10,90 euro, escluso il prezzo della rivista.

SUL SITO

LE PIANTE PER I MESI FREDDI Desideri un balcone fiorito anche in inverno? Scopri quali sono le piante giuste per avere sempre un’atmosfera speciale. Clicca su donnamoderna.com/ casa/giardinaggio/pianteinvernali-fiori.

CHI La prossima settimana insieme a Donna Moderna esce Chi, il settimanale di attualità e gossip che ti tiene sempre aggiornata con esclusive e scoop sui tuoi vip preferiti. Le due riviste insieme costano 2,50 euro.

I DVD DI RENATO ZERO

LA DIETA DETOX

Una prestigiosa collezione che farà impazzire tutti i “sorcini”, e non solo! La raccolta di 12 dvd ripercorre le tappe della carriera di successo di Renato Zero e include registrazioni e live introvabili. In ogni uscita un esclusivo libretto con foto e interviste. Dal 5 gennaio con Panorama e Tv Sorrisi e Canzoni ci sarà il film mito

Durante le feste ti sei concessa qualche eccesso di troppo? Vuoi tornare presto in forma ed eliminare le tossine accumulate? Segui tutti i suggerimenti che trovi nello speciale detox su donnamoderna.com/ salute/detox.

L’invio delle lettere e delle foto implica l’autorizzazione alla pubblicazione dei testi e delle foto spediti, nonché la pubblicazione dei dati personali in essi contenuti, compresi il nome e il cognome del mittente, che in caso non volesse essere riconosciuto potrà utilizzare un nickname o solo il nome di battesimo. L’invio delle foto dei minori implica l’autorizzazione alla pubblicazione delle immagini e dei dati, da parte dei soggetti esercenti la patria potestà, anche sul sito di Donna Moderna. I minorenni devono chiedere l’autorizzazione dei genitori, mostrando loro le immagini prima dell’invio. Non saranno pubblicate foto di minori di 13 anni. Sarà a discrezione della redazione la scelta delle lettere e delle foto da pubblicare e la rielaborazione dei testi per esigenze giornalistiche e di riservatezza dei soggetti coinvolti. Le lettere e le foto sono testimonianza spontanea delle lettrici che si assumono ogni responsabilità rispetto alla verità e liceità dei contenuti riportati. A. Mondadori Editore Spa, titolare del trattamento, informa che i dati personali, le foto e le lettere che Voi spontaneamente invierete saranno utilizzati, manualmente o elettronicamente, esclusivamente per le finalità relative a tutte le rubriche presenti su Donna Moderna cui Voi lettrici chiederete di partecipare e che richiedano l’invio di lettere, foto o dati personali per la loro pubblicazione. Le foto potranno essere pubblicate sul sito www.donnamoderna. com, secondo le modalità ivi indicate. Il conferimento dei dati è spontaneo e non obbligatorio e l’eventuale rifiuto di fornire tali dati potrebbe comportare in alcuni casi la mancata pubblicazione di quanto inviato. I dati non saranno comunicati ad altri soggetti fatta eccezione per la rubrica “provato dalle lettrici” cui potrai partecipare richiedendo di diventare “tester”: in tale caso se invierai spontaneamente la mail per diventare tester ci autorizzi a comunicare i tuoi dati (nome, cognome, email) alle aziende nostre partner (responsabili del trattamento dei dati) al fine di consentire alle stesse di fornirti di volta in volta i prodotti che tu dovrai testare. Per tale rubrica, se sarai selezionata tester, dovrai utilizzare con cura il prodotto da testare che non sarà di tua proprietà (salvo diversi accordi che ti saranno comunicati) e dovrai impegnarti a inviare a Mondadori la tua opinione via mail sul prodotto testato o a rilasciare una intervista telefonica sul prodotto testato che saranno pubblicate sia sulla rivista sia sul sito. Esaurite le finalità delle rubriche, i dati forniti, le lettere e le foto saranno distrutti. Le foto pubblicate sul sito potranno restare presenti fino a richiesta di rimozione. Incaricati del trattamento sono gli addetti alla ricezione delle lettere e delle foto presso la redazione di Donna Moderna. Le lettrici interessate potranno esercitare i diritti di cui all’art. 7 D.Lgs. 196/03 e conoscere l’elenco dei responsabili scrivendo alla redazione di Donna Moderna.

15


DALLA TUA PARTE

A CURA DI GIORGIA NARDELLI, MARIA PICONE E CHIARA SESSA

IL BONUS NIDO È ANCHE PER I BIMBI CON PATOLOGIE CRONICHE

UNA APP TI DICE SE È IL CASO DI FARE LE RATE 1

COS’È

Si chiama Ratatua ed è la app gratuita per iOs e Android messa a punto dal Movimento difesa del cittadino: ti aiuta a pianificare gli acquisti a rate e a capire se puoi sostenere il prestito.

FAI VALERE I TUOI DIRITTI CON IL NOSTRO AIUTO

scrivi a dallatuaparte@ mondadori.it

2

COME FUNZIONA

A mio figlio, che compirà un anno a febbraio, è stata diagnosticata una malattia cronica, il morbo di Chron. Non posso lasciarlo al nido e per assisterlo ho dovuto assumere una babysitter a tempo pieno. Non navigo nell’oro e il bonus per l’asilo mi farebbe comodo, ma purtroppo non mi spetta. Non è giusto! Simona, Napoli Capiamo il tuo sconforto, Simona. Purtroppo sono tante le famiglie nella tua situazione. Basti pensare che nel 25% dei casi il morbo di Chron si manifesta già durante l’infanzia. La buona notizia è che nella legge di Stabilità è stata prevista l’estensione del voucher per l’asilo nido a chi, come te, assiste un bambino affetto da una malattia cronica. Come ci ha spiegato l’Inps, è un buono di mille euro in 11 mesi che andrà a tutti i nati dal 2016 e che verrà erogato nell’arco del 2017. Aiuterà i genitori a coprire le spese per gli asili nido pubblici o privati; nel caso di bambini al di

16

sotto di tre anni affetti da gravi patologie croniche, finanzierà forme di supporto a domicilio. Il buono, che può essere percepito per un massimo di 3 anni, verrà erogato dall’Inps. Non è previsto un tetto di reddito, ma per presentare la richiesta bisogna attendere un decreto ad hoc che, nel giro di 3 mesi, fisserà le modalità operative. Il consiglio è di cominciare a preparare i documenti quali una copia dell’iscrizione al nido e, per chi assiste un bimbo affetto da malattia cronica, un certificato che ne attesti la patologia. Noi ti abbiamo messa in contatto con la sede Inca Cgil della tua città, cara Simona, che ti aiuterà a presentare la richiesta. Da sapere La legge di Stabilità ha previsto anche il bonus Mamma domani. A tutti i nati a partire dal primo gennaio 2017 viene riconosciuto un contributo di 800 euro, versato dall’Inps in un’unica soluzione. Ma la futura madre deve fare domanda al compimento del settimo mese di gravidanza.

Inserisci i dati che ti vengono richiesti, (reddito, rate del mutuo, spese per l’abitazione, entrate, altre spese fisse): la app crea il tuo profilo finanziario. A questo punto puoi fare una simulazione inserendo la somma che ti occorre, l’importo della rata e la durata del prestito. Se è sostenibile, ricevi l’ok dalla app.

3

PERCHÉ È UTILE

Se sei già troppo indebitato, Ratatua non si limita a sconsigliarti un nuovo finanziamento: trovi suggerimenti, informazioni e i riferimenti delle associazioni che ti possono aiutare.

WWW.DONNAMODERNA.COM


disegni di Teresa Sdralevich

LE INFORMAZIONI SULLO STRACCHINO RITIRATO DA SEGNARE IN AGENDA 16 GENNAIO

IMPIANTI DI GAS: CHI RISPONDE DELLE PERDITE Vivo in una zona non allacciata alla rete del gas. Da una dei serbatoi che mio marito ha fatto installare all’esterno c’è stata una leggera perdita. Secondo i Vigili del fuoco è stata causata da un problema di manutenzione del serbatoio. A chi spetta pagare il combustibile andato perso? Francesca Bessi, S. Arcangelo (Rimini) Come ci ha spiegato l’Autorità per l’energia elettrica e il gas (autorita.energia.it), la manutenzione periodica del serbatoio di un impianto privato di Gpl, in genere interrrato all’esterno dell’abitazione, è compito del fornitore. Nel tuo caso, Francesca, è Butangas, che ha già provveduto a stornare il costo del carburante perso. Tieni presente che per legge (decreto n. 32 del 1998, art. 10) questo tipo di impianti deve essere sottoposto ogni anno a verifica da parte delle aziende che distribuiscono il gas che rilasciano l’apposito modulo di Certificazione di manutenzione da esibire in caso di controlli da parte del Comune. Da sapere Chi abita in un’area non raggiunta dalla rete del gas naturale, può chiedere al proprio fornitore uno sconto fiscale sull’acquisto del combustibile. Bisogna risiedere a più di 80 metri dalla più vicina conduttura e il serbatoio deve essere installato in una zona dichiarata “non metanizzata” da un’apposita delibera comunale.

Da oggi e fino al 6 febbraio è possibile effettuare le iscrizioni per l’anno scolastico 2017/2018. Le domande vanno compilate online. (Info: istruzione.it) In questa data scade anche la prima fase del concorso “Io sono originale”, indetto dall’Unione nazionale consumatori, per incoraggiare la lotta alla contraffazione. Per partecipare, basta scaricare la app gratuita Vinci Originale e rispondere a un quiz. In palio un iPhone e un iPad.

IL NUMERO UTILE 0682888736

Serve per chi vuole richiedere lo Spid, il codice che dà accesso ai servizi della pubblica amministrazione. È attivo da lunedì a venerdì dalle 9,30 alle 16 (spid.gov.it).

Compro spesso lo stracchino confezionato Granarolo. Ho letto che l’azienda sta ritirando il prodotto per motivi di sicurezza. Eppure al supermercato lo vendono ancora! Quelle confezioni sono sicure? Gabriella Alessandrini, Fidenza (Pr) Granarolo ha richiamato dalla vendita alcune confezioni di stracchino cremoso: la decisione è stata presa a scopo precauzionale dopo la segnalazione della possibile presenza di frammenti di vetro. Il ritiro riguarda però un lotto ben preciso, lo Z6326Y (il numero si trova sul retro delle confezioni, vicino alla data di scadenza) mentre tutti gli altri in commercio sono sicuri. La cosa migliore per te, Gabriella, è verificare se il numero impresso sul codice a barre corrisponde. Se hai acquistato una delle confezioni interessate, puoi riportarla in negozio e avrai un rimborso. Per informazioni: 800848015.

CON LA TESSERA VIRTUALE NON PERDI I PUNTI Mio marito ha smarrito la tessera fedeltà Box Più della Total sulla quale avevamo già un discreto numero di punti. Ha chiesto un duplicato al distributore, ma gli hanno risposto che non potrà recuperare i punti! Carla Cerasuolo, Roma Per evitare problemi di furto o smarrimento, la maggior parte delle raccolte punti oggi prevede la possibilità di rendere virtuale la propria card e accreditare i punti anche online. Nel caso di Total si può scaricare l’applicazione su app. totalerg.it. Comunque puoi stare tranquilla, cara Carla. I vostri punti si possono recuperare. Per ottenere la cosiddetta rigenerazione della carta, basta registrarsi su totalerg.it/mytotalerg. Riceverai via email un coupon da mostrare al distributore per ottenere la nuova tesserina.

17


DALLA TUA PARTE

ECCO LE DRITTE PER CONTATTARE IL TUO OPERATORE TELEFONICO

Diritti digitali

CONTRO I FURTI DI CREDENZIALI

di Giovanni Ziccardi @gziccardi docente di Informatica giuridica

S

ono molte le lamentele delle lettrici che non riescono a contattare il servizio clienti del proprio operatore telefonico. Abbiamo quindi indagato per capire quali sono i canali alternativi per comunicare con le compagnie principali. Ecco i risultati. Wind risponde in chat Se il tuo operatore è Wind puoi chiamare il 155 per ogni esigenza, oppure scaricare una app a scelta tra MyWind, Wind Talk o Veon. Tutte e tre hanno un’area Assistenza clienti, dove un operatore risponde via chat dalle 8 alle 20. Su Twitter, puoi scrivere a @Winditalia mentre su Facebook invia un messaggio privato sulla pagina Facebook Wind. La risposta arriva al massimo in un’ora. Tim manda un sms Se l’attesa per parlare con un operatore del 119, puoi contattare il servizio clienti anche via sms: l’operatore ti risponderà con un messaggio in tempo reale. In

18

alternativa, puoi usare i social: chiedi aiuto inviando un messaggio alla pagina facebookTIM, o via Twitter scrivendo a @TIM4UGiulia, @TIM4UAlessio e @TIM4UStefano. Con la app MyTim puoi inoltrare le tue richieste utilizzando il canale Twitter Team.

Vodafone dà assistenza sul sito

Un’alternativa al 190 è la sezione Fai da te su vodafone.it. Puoi contattare il customer care in tempo reale anche via Facebook (alla pagina Vodafoneit), Twitter (@vodafoneit), o dalla app MyVodafone, sezione “serve aiuto”.

Tre ha una linea per ogni problema

Oltre al 133, Tre ha altre linee dedicate a esigenze specifiche. Se per esempio hai un problemi con la connessione web, puoi chiamare l’800179797. L’elenco completo dei numeri è su tre.it/assistenza/servizio-clienti/ canali-di-contatto/numeri-utili. Puoi contattare 3 anche su Twitter (@TreAssistenzaClienti), sul sito tre.it, e dalla app Area clienti 3.

Si chiamano data breach, e sono di grande attualità in questi mesi: sono furti su larga scala delle credenziali (nomi utenti e password) dai servizi mail come Yahoo! o Hotmail. Fino a poco tempo fa gran parte di questi episodi veniva tenuto nascosto dai gestori delle piattaforme. Per fortuna il regolamento europeo per la privacy ha stabilito di recente l’obbligo per provider e aziende che subiscono un data breach di notificarlo immediatamente all’autorità di controllo e all’utente. Per difendersi dal furto delle credenziali bisogna cambiare spesso le password e verificare che non siano avvenuti accessi alla nostra mail da dispositivi sconosciuti. Di solito queste informazioni sono contenute nella sezione “vita dell’account” o “sicurezza”. Per Gmail, occorre aprire la posta sul computer e cliccare su Dettagli (in basso a destra): qui si può controllare, per esempio, da che Paese sono avvenuti gli accessi alla email.

Cosa ne pensi? Scrivi a dallatuaparte@mondadori.it

WWW.DONNAMODERNA.COM


Rosaria. La salute vien mangiando. Ricca di vitamine A, B, PP e C, ideale come coadiuvante della cura degli stati influenzali Ricca di antiossidanti contro l’invecchiamento

Una sferzata di energia, ideale per chi pratica sport

Effetti benefici sulla microcircolazione

L’arancia Rosaria coltivata alle pendici dell’Etna da un gruppo di produttori associati secondo rigorose tecniche di produzione integrata. Fresca, succosa, profumata e con la caratteristica pigmentazione “rossa”: infatti, grazie alla forte escursione termica tra il giorno e la notte, si accelera il processo di pigmentazione che fa diventare rosse le arance e che dà loro un’inconfondibile ricchezza organolettica.


LO SPORTELLO DEI SOGNI

QUEST’ANNO ABBIAMO ESAUDITO ANCHE I LORO DESIDERI a cura di Annalisa Piersigilli

SUL SET DI BAKE OFF «Con

mia figlia Giulia, la cugina Adele e mia sorella Vania, siamo andate sul set del nostro programma tv preferito. È stato bello vedere la registrazione di una puntata di Bake Off, e conoscere Benedetta Parodi e i giudici!». Daniela

CON I CAMPIONI DI TENNISTAVOLO «Abbiamo

assistito all’allenamento della nazionale a Castel Goffredo (Mn) e Mattia ha anche giocato con Marco Rech, tre volte campione italiano, che gli ha dato qualche preziosa dritta!». Francesca

DAGLI YOUTUBER «I miei

ragazzi hanno conosciuto i loro idoli, i The Show e altri 14 youtuber tra i più famosi, tutti simpatici e disponibili. Alcuni erano loro coetanei, si sono divertiti un mondo, non stavano più nella pelle!». Francesca

IN MEZZO AI DRONI

AL BALLETTO «Eleonora

ha partecipato alle prove della compagnia Aterballetto, seguendo i loro passi. Alla fine, l’hanno anche applaudita. Sono stati tutti meravigliosi, dal maître de ballet Giuseppe Calanni al solista Damiano Artale!». Ilaria

20

«Vedere in azione e così da vicino questi marchingegni volanti, guidati da professionisti, è stato il regalo di compleanno più inaspettato per mio nipote Vittorio. Mi sono emozionata!». Miriam

WWW.DONNAMODERNA.COM


NELLA CASA DI LEGNO

«Mia figlia Elga è stata felicissima di visitare le abitazioni che costruisce la Rubner. Qui ha trovato risposta a tutte le sue curiosità. Adesso il suo desiderio di progettare una casa ecologica è diventato più reale!». Daniela

DOVE NASCONO LE FIGURINE «Mio marito

SUL CAMPO DI BASKET«Alla società

Pallacanestro Torino le mie giocatrici, dopo aver sfidato una squadra di ragazze coetanee, hanno conosciuto le atlete della serie A e sono state sommerse di autografi. Indimenticabile!». Marina

IN SALA TRADING «Mio

marito Marco ora sa come funziona una sala trading, tra computer e software di analisi dei dati della Borsa. A fargli da tutor è stato Davide Biocchi, grande esperto del settore. Grazie alla società Algebrica che ci ha ospitato». Virginia

NELLA CINETECA «Al laboratorio del

centro restauro della Cineteca di Bologna abbiamo visto tutto il processo di recupero di una pellicola, dal momento dell’apertura del rullo fino all’elaborazione digitale. Grazie ad Andrea Ravagnan e Marianna De Santis che ci hanno guidati». Clara

Ivan e nostro figlio Matteo hanno sempre sognato di visitare la fabbrica della Panini. Riuscire a realizzare il loro desiderio mi ha fatto sentire la persona più felice del mondo». Barbara

LO SPORTELLO DEI SOGNI

ha realizzato i desideri di 824 lettrici

scrivi a sportellodeisogni@ mondadori.it PRIMA DI SCRIVERCI, leggi l’informativa sulla privacy a pag. 15

21


Vuoi far crescere i tuoi capelli

più in fretta?

*Test effettuati su un panel di 40 donne di età compresa tra i 20 e 60 anni. Il risultato è la media delle misurazioni in quattro diversi punti della testa (nuca, vertice, laterale destra e sinistra). **Test comparativi effettuati tra shampoo Biopoint Daily Force e Trattamento completo Speedy Hair, (spray usato quotidianamente, shampoo e maschera usate tre volte a settimana).

con

i capelli crescono più velocemente L’innovativo Speedy hair® sviluppato dalla ricerca dei Laboratori Biopoint, agisce su specifiche molecole e proteine dei capelli esistenti determinando un microambiente atto a favorirne la crescita, donando contemporaneamente un aspetto sano ed una folta chioma. Con Speedy hair® shampoo, maschera e spray i tuoi capelli sono idratati, morbidi, setosi e lucenti.

TEST STRUMENTALI DIMOSTRANO* CHE IL PROGRAMMA SPEEDY HAIR (SHAMPOO, MASCHERA E SPRAY) AIUTA A FAR CRESCERE I CAPELLI PIÙ VELOCEMENTE.

EFFICACIA PROVATA


Cosa succede

CREDITO LA PRESSE FOTOGRAIFCO LOREM IPSUM DEINDE AGENZIA

GLI APPUNTAMENTI DA NON PERDERE NEL 2017

L’ULTIMA CORSA DI USAIN BOLT

Dal 5 al 13 agosto Londra ospita i Mondiali di atletica, competizione che dovrebbe segnare l’addio alle gare di Usain Bolt, 31 anni. Lo ha detto lo stesso campione giamaicano. «Ha vinto l’oro

per 3 Olimpiadi di fila nei 100 e 200 metri e ha collezionato 10 ori ai Mondiali. Per questo è già nella leggenda come il miglior velocista di sempre» spiega Pier Bergonzi, vicedirettore della Gazzetta dello Sport. Ma si ritirerà davvero? «Non mi fido del

tutto delle sue parole. Bolt senza gare non sa stare. È possibile dunque che lo vedremo ancora ai Giochi di Tokyo nel 2020. E, comunque, credo scherzasse quando ha detto di volersi dare al calcio professionistico».

23


COSA SUCCEDE . NEL 2017

I SEQUEL CULT AL CINEMA

1

2

3

1) TRAINSPOTTING 2. «Arriva a 20 anni di distanza dal film sull’eroina che per i giovani del 1996 fu uno spartiacque. Ci sono lo stesso regista, Danny Boyle, e gli stessi attori: Ewan McGregor, Jonny Lee Miller, Robert Carlyle ed Ewen Bremmer. Stavolta i 4 vogliono fare affari con la pornografia» dice Valerio Sammarco, esperto de La rivista del cinematografo. «È da vedere se la pellicola piacerà ai 20enni di ieri, che hanno visto l’originale, o a quelli di oggi». 2) STAR WARS 8. È il secondo step della trilogia iniziata nel 2015 con Il risveglio della Forza, che si concluderà nel 2019. Protagonista è ancora la giovane e coraggiosa Rey (Daisy Ridley), che continua il suo viaggio nella galassia con Finn, Poe e Luke Skywalker. «I produttori contano su uno zoccolo duro di spettatori appassionati della saga» dice Sammarco. 3) 50 SFUMATURE DI NERO. È tratto dal secondo romanzo della trilogia erotica scritta da E.L. James, ora coinvolta anche come produttrice. «Speriamo che questo faccia bene al film» dice l’esperto. «50 sfumature di grigio non aveva niente di erotico né di sensuale».

I BIG DEL ROCK IN CONCERTO IN ITALIA

VASCO ROSSI A MODENA. «Il 1° luglio il Blasco (a destra, ndr) festeggia 40 anni di carriera: è un artista che ha accompagnato 2 o 3 generazioni» racconta Giovanni Robertini, direttore di Rolling Stones Italia. «A livello musicale, come ammette lui stesso, replica ormai melodie conosciute. Ma resta la dimostrazione vivente che nel rock non conta l’età». I COLDPLAY A MILANO. È già tutto esaurito per la doppia data del 3 e 4 luglio. Evento chiacchierato dopo che la Procura del capoluogo lombardo ha aperto un’inchiesta per la rapidità eccessiva con cui i biglietti sono “spariti”, in pochi minuti, sul portale Ticketone. «Da alfieri del brit-pop, stile Oasis, Chris Martin & Co. negli anni hanno creato un suono aperto a tante influenze» dice Robertini. «Nell’ultimo disco duettano anche con Rihanna. Sarà un grande spettacolo, per i fortunati che potranno assistervi».

24

WWW.DONNAMODERNA.COM


NIBALI IN CERCA DEL TRIS AL GIRO D’ITALIA

Il Giro d’Italia festeggia i suoi primi 100 anni con una edizione mozzafiato: si inizia il 5 maggio in Sardegna per arrivare il 28 del mese a Milano, passando per tratti da brivido come l’arrivo in salita sull’Etna o la Cima Coppi sullo Stelvio. «In lizza per la vittoria ci sono 2 italiani» spiega Pier Bergonzi, vicedirettore della Gazzetta dello Sport. «Il favorito è Vincenzo Nibali, già vincitore nel 2013 e nel 2016, il più grande ciclista italiano di oggi. Pacato, determinato, ricorda Felice Gimondi. Se la vedrà probabilmente con Fabio Aru, suo ex compagno di squadra e allievo».

PH. JAAP BUITENDIJK/ PH. DOANE GREGORY / GETTYIMMAGES (2) / LA PRESSE / ZUMA MONDADORI PORTFOLIO / IPA / OLYCOM

LE ELEZIONI IN 3 PAESI IMPORTANTI

1) GERMANIA. In autunno la cancelliera Angela Merkel va a caccia del quarto mandato consecutivo. Sarebbe un record. «Assisteremo a un probabile exploit degli euroscettici di Alternative für Deutschland, che in alcuni Länder sono al 15-20% e che, cavalcando la paura legata a migranti e terrorismo, conquistano consensi» dice Antonio Villafranca dell’Ispi, l’Istituto per gli studi di politica internazionale di Milano. «La cancelliera resta favorita ma, su pressione del suo partito, potrebbe virare verso una politica economica europea ancora più rigorosa, sgradita all’Italia». 2) IRAN. A maggio scade il mandato del presidente Hassan Rouhani, che cercherà la rielezione. Prevarranno i falchi o le colombe? «Dipende molto da Donald Trump» suggerisce l’esperto. «Se il presidente Usa, come ha promesso, straccerà l’accordo sul nucleare faticosamente raggiunto a Vienna, e sostenuto dalle ali più moderate, le fazioni radicali avranno buon gioco a tornare sui vecchi slogan anti Israele e anti America». 3) FRANCIA. Il centrosinistra è ancora senza candidato all’Eliseo per le elezioni in programma il 23 aprile, mentre il centrodestra schiera il navigato François Fillon. La vera incognita è l’ultra nazionalista Marine Le Pen. «Con il doppio turno, una sua vittoria finale è improbabile. Ma interpretare le intenzioni degli elettori è arduo. E dopo la Brexit e il successo di Trump, non darei niente per scontato» conclude Villafranca.

1

PAOLO NESPOLI NELLO SPAZIO

3

2

È l’astronauta dei record. A maggio l’italiano Paolo Nespoli va per la terza volta sulla Stazione spaziale internazionale in una missione chiamata VITA (Vitality, Innovation, Technology, Ability). Un’emozione per lui, che avrà 60 anni. E un orgoglio per noi, visto che effettuerà in orbita 13 esperimenti tutti made in Italy: per esempio, test sul telescopio avveniristico Mini-Euso. «Una sorta di videocamera ultra-veloce che capta 400.000 frame al secondo» spiega il responsabile italiano Marco Casolino, professore a Roma Tor Vergata e ricercatore Infn (Istituto nazionale di fisica nucleare). «In futuro potrà servire per studiare le particelle di energia dall’origine ancora sconosciuta».

25


COSA SUCCEDE . NEL 2017

IL PAPA A FATIMA

La data è il 20 maggio e già trapelano indiscrezioni sull’evento glam dell’anno. Pippa Middleton e James Matthews sono «una coppia di cuore e potere» dice Enrica Roddolo, autrice di Sì! Matrimoni regali, matrimoni reali (Vallardi). «Lui, figlio di un miliardario, è un talento della finanza. I due vorranno una cerimonia intima per evitare il paragone con le nozze reali di Kate, sorella di Pippa. L’abito? Forse in stile new romantic della stilista Alice Temperley, che Pippa ama molto».

I BESTSELLER DI FOLLETT E BROWN

Tornano in libreria 2 autori che, insieme, hanno venduto circa 400 milioni di copie. KEN FOLLETT (a sinistra) pubblica in Italia a fine anno A column of fire. «Si sa poco, ma sarà un sicuro bestseller» scommette Donato Carrisi, in vetta alle classifiche con il thriller Il maestro delle ombre (Longanesi). «Follett chiude la trilogia della città immaginaria di Kingsbridge, aperta nel 1989 da I pilastri della Terra». DAN BROWN è atteso in libreria in autunno. Pubblica Origin, nuova avventura di Robert Langdon, già protagonista de Il Codice Da Vinci e Angeli e Demoni. I critici, però, non mancano. Buona letteratura o prodotti commerciali? «Io non ho dubbi, dico che si tratta della prima» ragiona Carrisi. «Il vero narratore è chi sa raggiungere milioni di persone, oltrepassando le frontiere geografiche. Un libro come Il Codice Da Vinci continua a vendere ancora oggi perché è memorabile, ha superato i confini del tempo».

IL DOPPIO COMPLEANNO DELL’UNIONE EUROPEA

Sono passati 60 anni dai Trattati di Roma del 1957, che hanno posto le basi per la futura Ue. «E 25 anni dal documento siglato a Maastricht dai primi 12 Paesi membri, con i parametri economici e sociali necessari per l’ingresso» ragiona Antonio Villafranca dell’Ispi di Milano. «La ricorrenza è agrodolce, dato che a marzo, quando Londra invierà la notifica ufficiale, entrerà nel vivo la Brexit, segno di un malessere diffuso. Molti Paesi vorrebbero un’Europa più vicina ai problemi della gente. Ma ognuno di loro ha una propria ricetta per realizzarla».

GETTYIMMAGES / CONTRASTO / LA PRESSE / ANSA

IL MATRIMONIO DI PIPPA MIDDLETON

A Fatima si celebrano i 100 anni dalle prime apparizioni della Madonna ai pastori portoghesi Giacinta e Francesco, poi divenuti beati. «Qualcuno ne mette in dubbio la veridicità, ma la Chiesa ha riconosciuto il carattere soprannaturale di quegli eventi»spiega Gianfranco Svidercoschi, vaticanista, autore di Un uomo solo al comando (Tau editore). «A Fatima va in scena una religiosità popolare un po’ teatrale, è vero. Il Papa ha annunciato la propria presenza, perché uno dei suoi impegni è fondere nella Chiesa il massimo di modernità con l’attaccamento alle tradizioni».

a cura di Adriano Lovera -

@adlovera

WWW.DONNAMODERNA.COM


hoopcommunication.it

a m i la pr e ss a l c a l del si conserva dolce a lung e succosa

naturale

Angélys è la pera dolce e succosa che si conserva più a lungo. Prodotta in Italia nel rispetto dell’ambiente e senza l’impiego di trattamenti per la conservazione, si può gustare di stagione da Dicembre a Maggio.

Angélys, la regina delle pere.

SCARICA L’APP E SCOPRI SUBITO SE HAI VINTO!

www.angelys.it

CONTEST FOTOGUSTAMI! - Dal 15/12/2016 al 30/04/2017 - Montepremi tot. € 1.798,00 CONTEST PERVINCI - Dal 15/12/2016 al 30/04/2017 - Montepremi tot. € 898,10

Angélys è distribuita da


COSA SUCCEDE . DONNA MODERNA

Paola Rivaro Oceanografa, è appena partita per la sua ottava missione in Antartide. «Un luogo unico per studiare l’effetto serra» dice. «E le contromisure che il nostro Pianeta sta già prendendo»

«Q

@CristiSarto

uando sei in mezzo al nulla, circondata esclusivamente dal bianco, capisci che cosa sia l’infinito. Ti senti piccolissima, ma non sola. Con me ci saranno altri 30 ricercatori e una ventina di membri dell’equipaggio: sarò un puntino, però parte di un tutto». È impossibile racchiudere in una parola il mestiere di Paola Rivaro, 50 anni: oceanografa chimica, professoressa all’università di Genova, vincitrice nel 2003 del premio di ricerca Felice Ippolito per la sezione Scienze del mare, ma anche esploratrice e inguaribile romantica. Il 31 dicembre è salpata dal porto di Lyttleton, in Nuova Zelanda, alla volta della Stazione Mario Zucchelli, la base italiana in Antartide, per la sua ottava missione nell’estremo Sud del mondo. «Laggiù l’oceano è sempre un’incognita. Capita che sia tempestoso o ancora ghiacciato dall’inverno precedente. In queste condizioni, Italica, la nave operativa dal 1990 e arrivata alla sua ultima spedizione, deve procedere a zig zag per aprirsi un varco e raggiungere il continente. Così, i tempi di navigazione si allungano».

28

Chissà che freddo troverà. Neanche tanto, perché ora nell’emisfero Sud è estate. Fino a metà febbraio c’è il sole 24 ore al giorno con una temperatura media intorno allo zero. Se c’è vento, si arriva a meno 15. Quando sei sulla prua per raccogliere i campioni d’acqua, lo senti. Che cosa la spinge a farlo? L’amore per la scienza, una passione che ho fin da bambina. Dopo la laurea in Biologia ho lavorato in laboratorio, nel settore biomedico. Poi, però, ho capito che la mia strada era fatta anche di ricerca sul campo: adesso studio la composizione chimica del mare. L’oceano Antartico è un luogo unico al mondo, un sistema naturale di depurazione del nostro Pianeta. Come funziona? A contatto con l’aria, l’acqua assorbe l’anidride carbonica, la CO2, che è uno dei principali gas serra. A quel punto, il clima glaciale fa scattare un effetto “ascensore”: l’acqua si addensa e si appesantisce, tanto da sprofondare verso gli abissi, dove trascina con sé anche le tracce atmosferiche.

E così il gas serra viene eliminato. Non esattamente. La CO2 è destinata a ritornare in superficie, ma ci vogliono tantissimi anni. Questo perché l’oceano Antartico è il motore delle acque del globo. Dai suoi fondali partono correnti che viaggiano nelle profondità degli altri oceani e riemergono solo dopo aver attraversato tutto il Pianeta. Pare un meccanismo perfetto. Lo è, ma negli ultimi 20 anni è stato rallentato dal riscaldamento globale. Nei prossimi 2 mesi cercheremo di dimostrare che l’Antartico è già corso ai ripari. In che modo? Sfruttando a favore del Pianeta proprio lo scioglimento dei ghiacciai causato dei cambiamenti climatici. Quando si discioglie, il ghiaccio WWW.DONNAMODERNA.COM

STEFANO VALENTINO - RICCARDO SCIPINOTTI (4)

di Cristina Sarto -


Paola Rivaro a bordo della nave polare Italica, che sta compiendo la sua ultima missione in Antartide.

rilascia nell’acqua il ferro, lo stesso elemento con cui fertilizziamo i nostri orti. Questa sostanza stimola la proliferazione delle alghe, che fanno la fotosintesi: consumano anidride carbonica e producono ossigeno, regolando così l’equilibrio gassoso del mare.

cune manovre di sicurezza, come le misure primo soccorso. Poi una seconda volta, la più dura, sono stata sul Monte Bianco, dove ho vissuto da sola in una tenda sul ghiacciaio: così ho preso confidenza con il freddo e la neve.

era piccola, si vantava con gli amichetti della zia che andava a trovare i pinguini. Oggi ha 25 anni e mi manda i messaggini su WhatsApp: «Già che passi dall’aeroporto, mi compreresti questo profumo?».

Se la vostra tesi verrà confermata, potremo tirare un sospiro di sollievo? Sì, ma senza rilassarci troppo. Il riscaldamento globale c’è, e continuerà. Non bisogna, però, essere catastrofici: per ora non è un processo irreversibile.

I suoi familiari cosa dicono? Sono i miei più grandi sostenitori. Vent’anni fa erano preoccupati, perché per parlare con loro dovevo affidarmi al fax o chiedere al marconista dell’equipaggio, che stabiliva un ponte radio. Mi sentivo un’esploratrice più che una scienziata!

Ha mai nostalgia di casa? In realtà mi accade spesso il contrario: quando sono in Italia e so che dei colleghi stanno per partire, mi prende il mal d’Antartide.

Che preparazione serve per andare in Antartide? Quando mi hanno chiamata per la prima missione, nel 1994, ho trascorso una settimana sull’Appenino tosco-emiliano, per imparare al-

La tecnologia di oggi toglie fascino alle sue imprese? No, è di grande aiuto. Ora sulla nave abbiamo Skype. Così posso comunicare con mia nipote, alla quale sono molto legata. Quando

Cosa le manca di più? Durante le missioni scientifiche ci sono momenti di frenesia: se le condizioni del mare peggiorano all’improvviso, bisogna finire in fretta o interrompere le operazioni. Ma a parte questi frangenti, il tempo scorre lentamente, avvolto dal silenzio. Ed è una sensazione impagabile.

29


COSA SUCCEDE . TRA I FEDELI

È boom del buddismo La delusione verso la Chiesa. La necessità di combattere lo stress. La voglia di dialogo. Ecco le ragioni del successo del culto orientale. Che dal 2010 ha raddoppiato i suoi seguaci di Flora Casalinuovo -

S

@FCasalinuovo

ono il terzo credo italiano, dopo cattolici e musulmani. Sì, i buddisti stanno vivendo un autentico boom di conversioni. Lo dice il Centro studi sulle nuove religioni: i fedeli superano quota 200.000 e rimangono gli unici, nel nostro Paese, a crescere. La dimostrazione è arrivata durante l’ultima visita del Dalai Lama in provincia di Milano, con una folla di 30.000 persone che lo ha applaudito

30

dal vivo e quasi 2 milioni che si sono collegati in streaming. Ma quali sono i principi che ispirano questa religione? Cosa spinge gli italiani a recitare sutra, i testi sacri buddisti, e a meditare?

Obiettivo n. 1: libertà. Da noi i prati-

canti della religione orientale sono divisi in 2 famiglie: l’Unione buddhista italiana (www.buddhismo.it), che riunisce tutte le correnti di questo credo, e l’Istituto Soka Gakkai (www.sgi-italia.

org), che si rifà soltanto alla tradizione giapponese. «L’Unione è un ente religioso come la Chiesa cattolica ed è riconosciuto dallo Stato: infatti concorre all’incasso dell’8 per mille delle nostre dichiarazioni dei redditi» spiega Stefano Bettera, membro del direttivo dell’Ubi. «Contiamo più di 50 tra monasteri e altri centri di culto, mentre dal 2010 i fedeli sono raddoppiati. Manuali e film hanno diffuso la nostra filosofia insieme alla mindfulness, una pratica di derivazione buddista utile per gestire ansia e stress: la gente la usa come un trampolino e poi inizia un percorso spirituale completo. Non solo: aumentano i giovani intenzionati a diventare monaci». Stesse dinamiche alla Soka Gakkai, che conferma una crescita record del culto di Buddha. «Nel 2016 abbiamo firmato l’intesa con lo Stato italiano, che ci riconosce come ente religioso, e i praticanti hanno toccato quota 80.000» dice Anna Conti, responsabile nazionale delle donne. «Tra i fondamenti del credo c’è la sutra del Loto: spiega che ognuno può manifestare la felicità assoluta, libera da paure e illusioni. ReWWW.DONNAMODERNA.COM


MEDITAZIONE. Due dei templi buddisti più importanti d’Italia. A fianco, il Centro Culturale Daisaku Ikeda di Corsico (Mi). A sinistra, l’Istituto Lama Tzong Khapa di Pomaia (Pi). In Italia i luoghi di culto sono 500.

Così viene vissuta la fede

citandola risvegliamo le nostre potenzialità generando un cambiamento nell’ambiente e la pace nel mondo. È un messaggio di speranza che attrae parecchi giovani, uomini e donne: queste ultime sono la maggioranza». Certo, vista da fuori può sembrare una religione anacronistica. «Non siamo il classico credo di fede» puntualizza Bettera. «Non c’è un dio che punisce o una struttura che rinnega chi se ne va. Critiche e polemiche? Quasi nulle. E forse è proprio questa la nostra forza». Il buddismo è inclusivo e, basandosi su scelte di miglioramento interiori e autonome, non dà neppure indicazioni sui grandi temi etici, dall’aborto all’eutanasia. Probabilmente piace anche per questo.

AGF / ANDREA SABBADINI - BUENAVISTA

Obiettivo n. 2: equilibrio. Quando

ascolti le storie dei convertiti italiani trovi un filo comune: l’insoddisfazione verso il cattolicesimo. «Già da ragazzo non mi convinceva il Dio cristiano, giustizialista e inarrivabile: un libro su Buddha è stato la svolta» ricorda Paolo Coluzzi di Arese (Mi), che oggi insegna all’università di Kuala Lumpur, in

Malesia. «Le sue verità mi hanno reso un uomo migliore: ho capito che l’insoddisfazione è legata all’attaccamento eccessivo a cose e persone e che la vita non è fatta di opposti ma di equilibrio, ascolto e dialogo. Medito 2 volte al giorno: mi allontano dalle preoccupazioni e imparo a essere compassionevole. Per esempio, se uno mi ha mi ha fatto un torto lo immagino da bimbo, puro e innocente, e allontano la rabbia». Anche la scrittrice Rossana Campo racconta con orgoglio il suo percorso di crescita personale, a cui ha dedicato il libro Felice per quello che sei - Confessioni di una buddista emotiva (Perrone). «Pratico la Soka Gakkai. Meditando e studiandola ho imparato che siamo profondamente responsabili della nostre azioni e, quindi, sofferenza e autocritiche continue non sono costruttive: meglio seguire la strada della gentilezza. L’altra dottrina per me fondamentale è quella dell’interdipendenza: tutti gli esseri viventi sono connessi, non ne esistono alcuni superiori agli altri. Un pensiero democratico e ambientalista». Che sta facendo breccia fra gli italiani.

Nel buddismo non esiste una struttura organizzata e gerarchica come la nostra Chiesa. Le figure di riferimento sono i monaci, chiamati lama nella tradizione tibetana.

LE TRADIZIONI

«Questa religione è nata in India e si è sviluppata poi in tutta l’Asia, creando 3 tradizioni diverse» spiega Stefano Bettera, membro del direttivo dell’Unione buddhista italiana. «La theravada è la più antica e la più fedele all’insegnamento originario di Buddha; poi c’è la mahayana, diffusa in Cina, Giappone, Corea e Vietnam e incentrata su mantra e divinità; infine la vajrayana, che ha radici in Nepal e Tibet e di cui fa parte il Dalai Lama».

I PILASTRI

Non esiste l’anima, ma la coscienza che è legata al corpo e si dissolve con lui. Ogni uomo ha più vite, rinasce, e le azioni dell’esistenza presente indirizzano quelle future.

La festa più importante è il Vesak: l’ultimo weekend di maggio si celebrano nascita, illuminazione e morte di Buddha con preghiere, processioni, benedizioni e offerte di cibo.

Gli insegnamenti di base sono 3. Il primo: non esiste un dio creatore, ma tante divinità, e il buddismo si occupa della dukkha, la dolorosa condizione esistenziale umana. Il secondo: la meditazione è la pratica principale e aiuta ad arrivare alla consapevolezza, ovvero a una dimensione interiore priva di stimoli e sofferenze. Il terzo: tutti gli esseri umani sono connessi dalla stessa condizione esistenziale.

31


COSA SUCCEDE . NEL MONDO

Perché così tanti attentati in Turchia?

Un 2016 di attacchi 17 febbraio: un’autobomba esplode contro un convoglio militare ad Ankara; 28 i morti.

La strage di Capodanno alla discoteca Reina di Istanbul è l’ultima di una lunga serie che ha insanguinato il Paese. I motivi: l’instabilità politica, i numerosi nemici e la minaccia costante dell’Is

13 marzo: nel centro di Ankara un kamikaze fa saltare in aria un’auto imbottita di esplosivo vicino a un bus. Muoiono 38 persone.

@oscarpuntel

I

l cappello con un pompon. L’urlo “Allah Akbar”. I 180 colpi di mitra. Nell’attentato della notte di Capodanno alla discoteca Reina di Istanbul sono almeno 39 i morti e una settantina i feriti. L’attacco, rivendicato dopo 30 ore dallo Stato islamico, è l’ultimo di una lunga serie che ha insanguinato il Paese nel 2016 (vedi il box a fianco). Ma perché la Turchia è sempre nel mirino? Lo abbiamo chiesto ad Armando Sanguini, consigliere scientifico dell’Ispi, l’Istituto per gli studi di politica internazionale di Milano.

Come mai la Turchia è bersaglio di tanti attacchi? «Il Paese è “vittima” di una estrema instabilità politica, causata dall’atteggiamento del presidente Recep Tayyip Erdoğan. Il Capo dello Stato ha coalizzato contro di sé molti nemici e ha esposto la Turchia a una minaccia permanente, con scelte politiche precise fondate sulla repressione di diritti e libertà delle opposizioni. Soprattutto dopo il fallito golpe di fine luglio, ha incarcerato politici, magistrati e giornalisti. Ha ripreso una battaglia feroce contro il Pkk, il Partito dei lavoratori curdi, che vuole creare un suo Stato autonomo e indipendente. Si è inimicato l’Is, aderendo alla coalizione internazionale e concedendo le sue basi aeree agli americani per la guerra in Siria, proprio contro il Califfato. Tutte queste condizioni fanno oggi della Turchia un Paese con i piedi d’argilla, debole, dove si possono facilmente organizzare attentati».

La strage al Reina è come quella al Bataclan di Parigi? «Può esserne considerata l’equivalente.

Il Reina è un luogo di divertimento, frequentato sia dai turisti sia da turchi alto-borghesi, e si trova sulla sponda europea di Istanbul, la zona più moderna della città. Perciò si può dire che l’obiettivo dell’attacco fosse anche l’Occidente».

Allora perché colpire Istanbul e non una città europea? «Le nostre capitali erano blindate per

32

28 giugno: l’aeroporto Ataturk di Istanbul viene attaccato da uomini armati di kalashnikov. I morti sono 42. L’attentato viene attribuito all’Is. L’omaggio alle vittime dell’attentato di Capodanno a Istanbul.

Capodanno, proprio per il timore di attentati. L’Is ha attaccato dove nessuno se l’aspettava: in un Paese che fosse vulnerabile, fragile, ma in qualche modo collegato a noi occidentali. C’è un elemento in più che sottolinea la debolezza della Turchia: al di là dell’immagine forte che il presidente Erdoğan vuole trasmettere, gli apparati di sicurezza e di polizia sono stati colti impreparati. Nonostante gli agenti fossero in strada anche a Istanbul, gli attentatori hanno agito indisturbati e sono riusciti a scappare a fine azione».

C’è un collegamento con la strage del 19 dicembre al mercatino natalizio di Berlino? «Sono

stati 10 giorni di attacchi. Fra la strage al mercatino di Berlino e quanto accaduto in Turchia, ci sono stati altri attentati violentissimi a Bagdad e a Damasco. Non solo: gli Usa hanno ammesso che Al-Baghdadi, il califfo dell’autoproclamato Stato islamico, è ancora vivo. Dobbiamo leggere questi fatti insieme. Tutti dicevano che l’Is sarebbe stato presto sconfitto, ma purtroppo non basta riconquistare qualche città in mano al Califfato fra la Siria e l’Iraq. Gli ultimi eventi dimostrano che l’Is è ancora capace di colpire. E che per contrastarlo servirà tempo».

30 luglio: un commando di curdi colpisce una base dell’esercito turco ad Hakkari, al confine con l’Iraq. Vengono uccisi 8 soldati. 20 agosto: un minorenne si fa esplodere durante un matrimonio nel Sud Est del Paese, facendo 51 morti. 10 dicembre: doppio attacco dinamitardo a Istanbul, fuori dallo stadio di calcio del Besiktas; uccise 44 persone. Rivendica il gruppo curdo Tak. 19 dicembre: Andrey Karlov, ambasciatore russo in Turchia, è ucciso a colpi di pistola ad Ankara.

WWW.DONNAMODERNA.COM

AP

di Oscar Puntel -


* Prezzo rivista esclusa

Castro © 2010 by Carlsen Verlag GmbH, Hamburg. All rights reserved. Edizione realizzata su licenza Edizioni BD srl.

l a storia del l Íder mÁximo a fumetti

288 pagine a soli

e 12,99* una delle figure più controverse della storia in uno splendido racconto a fumetti Una grande narrazione a fumetti che ripercorre la vita di Fidel Castro e la vicenda dell’isola di Cuba, dall’epoca della Rivoluzione fino ai giorni nostri. Una biografia a fumetti emozionante e ben documentata del líder máximo. Nelle tavole appare in dettaglio la sua figura carismatica e discussa, che dapprima infiamma il popolo cubano, ma che poi lo mette a dura prova tra privazioni e miseria. Un’opera a fumetti da leggere e rileggere, storicamente importante e visivamente unica.

Dal 13 gennaio in edicola, libreria e fumetteria.

Anche online su www.mondadoricomics.it e www.mondadoriperte.it


COSA SUCCEDE . SE SUPERI I LIMITI

Provocare è un’arte. Parola di Marina

di Francesco Bonami critico d'arte

IL LIBRO. In Attraversare i muri (Bompiani) Marina Abramovič ripercorre la sua storia: dalla Jugoslavia di Tito alle passioni per il compagno Ulay e la “performance art”.

34

hi è Marina Abramovič: un’artista o una sacerdotessa che attraverso la sua arte vorrebbe insegnarci a vivere? Nata a Belgrado nel 1946 da due eroi della Jugoslavia comunista, nipote di un patriarca ortodosso proclamato santo, cresce tra percosse, umiliazioni e la paura della madre soldatessa. «Era una che dal dentista non voleva anestesia. Da lei ho ereditato anche terribili emicranie, una valida palestra per imparare a tollerare il dolore» ha confessato parlando della sua autobiografia Attraversare i muri (Bompiani): 410 pagine che celebrano la sua vita, dall’infanzia durissima alla fuga in Europa e poi a New York, dove abita in una casa a forma di stella.

Ha lavato 1.500 ossa di animali. La seconda lezio-

Ha lasciato il suo ex sulla Muraglia cinese. Regina

la ripetizione. Anche quando devo comprare il latte faccio sempre una strada diversa. Le abitudini sono una brutta cosa» ha detto la Abramovič. Però, nella sua terza lezione, The Artist is present del 2010, la performer è stata 700 ore immobile su una sedia del Moma di New York (nella foto in alto, a sinistra). Ogni giorno a guardare negli occhi migliaia di sconosciuti in silenzio (con un’incursione del suo ex Ulay, unico a essere riuscito a farla piangere). Capire gli altri è faticoso ma non se ne può fare a meno, se vogliamo costruire una società migliore. A volte, anzi spesso, non c’è nemmeno bisogno di parole: basta uno sguardo. Così parlò la sacerdotessa Marina Abramovič. Amen.

della “performance art”, in 70 anni (li ha compiuti il 30 novembre) Marina Abramovič ci ha dato diverse lezioni attraverso le sue esibizioni e provocazioni dal vivo. In The Lovers, del 1988, lei e il suo compagno di vita Ulay decidono di percorrere i 2.500 km della Muraglia cinese in solitaria partendo dai due estremi opposti, e a quel tempo non c’erano i cellulari. Quando finalmente s’incontrano a metà strada (la scena è nella foto in alto a destra) si lasciano, dopo un decennio di convivenza e di lavoro artistico insieme. E per 23 anni non si vedono più. Morale: se dobbiamo finire una relazione, mettiamoci un po’ d’impegno. Chi lo fa con un sms è un verme.

ne la Abramovič ce l’ha data con Balcan Baroque, performance in ricordo della guerra dei Balcani, con cui ha vinto il Leone d’oro alla Biennale di Venezia del 1997. L’artista è rimasta seduta 4 giorni su una montagna di 1.500 ossa di mucca intrise di sangue e cartilagini, e le ha lavate una a una con spazzola e sapone. In quella stanza Marina ci ricordava ogni crimine di guerra è individuale e per espiare la colpa dobbiamo lavarlo come una di quelle ossa su cui era seduta. Di sangue ne aveva già versato nel 1973, con Il gioco del coltello in cui si tagliuzzava le mani, e nel 1975 con Lips of Thomas, in cui si era incisa una stella sulla pancia con una lametta.

Ha guardato negli occhi 750.000 persone. «Odio

WWW.DONNAMODERNA.COM

CONTRASTO

C

È rimasta immobile su una sedia per un mese e si è tagliata con un coltello. Ma soltanto ora, a 70 anni, la Abramovič si mette a nudo. In un’autobiografia unica


presenta

LA PIÙ EMOZIONANTE SERIE TV DEL MOMENTO!

Già in edicola le prime 5 uscite + COFANETTO DA COLLEZIONE

Sorrisi presenta Braccialetti Rossi! Segui le vicende di Leo, Cris, Vale e degli altri compagni di corsia, messi a dura prova dal destino ma uniti da un’amicizia speciale, che vivono ogni istante con coraggio e intensità! Non perdere la 3° stagione inedita in 8 DVD con cofanetto esclusivo e poster da collezione con gli amatissimi protagonisti!

VENERDì 6 gENNaio il 6° DVD iNEDiTo solo €9,90*

*Opera composta da 14 uscite. 1a e 9a uscita Tutti gli episodi di “Braccialetti Rossi” + DVD e COFANETTO €9,90. Uscite successive Tutti gli episodi di “Braccialetti Rossi” + DVD €9,90.

novità


COSA SUCCEDE . IN LIBRERIA

Zafón, l’ingegnere della scrittura

Tutto merito di Alicia

Con “Il labirinto degli spiriti” l’autore spagnolo conclude la saga da 25 milioni di copie vendute. Qui rivela in che modo è nata. E quali personaggi gli mancheranno @elisabettacolangelo

«H

o lavorato a questo progetto per oltre 15 anni e, dopo tanti dubbi, finalmente sono al traguardo. Come mi sento? In pace con me stesso, si è avverato il mio sogno di sempre». Con Il labirinto degli spiriti (Mondadori), Carlos Ruiz Zafón ha scritto la parola “fine” sulla tetralogia Il cimitero dei libri dimenticati. Ovvero, la monumentale serie romanzesca ambientata nella Barcellona sotto la dittatura di Francisco Franco che ha fatto del suo autore lo scrittore spagnolo vivente più letto nel mondo, con 25 milioni di copie vendute. Il protagonista della saga è Daniel Sempere, alle prese con un enigmatico scrittore, Julian Carax, e il mistero della morte della madre Isabella. «Quest’ultimo romanzo è la chiave di volta, la risposta a tutte le domande che il lettore si è posto nei 3 volumi precedenti» dice lo scrittore.

Il mix di generi diversi. Nato a Barcellona 52

anni fa, oggi residente a Los Angeles dove ha lavorato come sceneggiatore, Zafón è un maestro nella combinazione dei generi. «Nel mio ciclo volevo unirne tutte le varianti. Il primo libro è un romanzo di formazione, il secondo un monologo sulla follia, il terzo un’avventura picaresca. Per la conclusione, invece, ho usato l’espediente del noir, il romanzo poliziesco». Alla base del suo lavoro c’è un metodo certosino: «È l’unico modo che conosco per creare qualcosa di complesso: lo disegni, lo pianifichi e poi lo scrivi. Alcuni scrittori dicono che l'ispirazione sgorga dentro di loro quando siedono davanti al foglio bianco, ma non è il mio caso. Io ho bisogno di progettare come un ingegnere, di trovare la struttura del mio progetto per poi costruirlo».

La conquista dell’indipendenza. Ora, a ciclo

concluso, rimane spazio per qualche riflessione. «Il successo? Mi ha permesso di essere ancora di

36

più me stesso, regalandomi l’indipendenza e la sicurezza» dice Zafón. Quanti ai prossimi progetti, «non so ancora cos’altro scriverò. Ho alcune idee, ma ho bisogno di tempo per dare a un’altra storia la possibilità di catturarmi». È dunque arrivato il momento di congedarsi dai personaggi che lo hanno accompagnato per 15 anni: «Però 3 di loro rimarranno sempre una parte di me. Il primo, lo scrittore misterioso Julian Carax, è una mia caricatura. Poi c’è l’avventuriero Fermín Romero de Torres, amico di Daniel, un piccolo diavolo di cui non riesco a liberarmi. Infine Alicia Gris, la protagonista del nuovo libro. L’ho immaginata per molto tempo e mi è straordinariamente vicina».

Il labirinto degli spiriti (Mondadori) è il volume conclusivo della tetralogia Il cimitero dei libri dimenticati. La saga comprende L’ombra del vento (uscito in Italia nel 2004), Il gioco dell’angelo (2008) e Il prigioniero del cielo (2011). Il nuovo libro ripropone i personaggi chiave dei precedenti, come il libraio Daniel Sempere, il picaresco Fermín de Torres e il cattivo Mauricio Valls, portando a conclusione gli intrighi rimasti in sospeso. A mettere insieme le tessere del puzzle, tra Barcellona e Madrid, una nuova protagonista: la giovane investigatrice Alicia Gris, pronta a condurre Daniel fra le tenebre del regime franchista per aiutarlo a dissipare il mistero sulla sua famiglia.

WWW.DONNAMODERNA.COM

FERRAN NADEU

di Elisabetta Colangelo -


Arriva in edicola la collezione più completa mai realizzata prima dei Grandi Capolavori Disney• Pixar, tutti finalmente insieme in una preziosa Edizione da Collezione. 4° aPPunTamEnTo: Toy STory Spalanca gli occhi sul 1° film che ha portato l’immaginazione “Verso l’infinito…e oltre!” con la più sorprendente avventura animata nel mondo dei giocattoli del piccolo Andy! Segui le memorabili imprese del cowboy Woody, deciso a non farsi mettere da parte dal nuovo eroe dello spazio Buzz Lightyear…

© 2016 DISNEY/PIXAR

Opera composta da 19 uscite. Prime 5 uscite SORRISI + DVD €e9.99; uscite successive e9.99 (rivista esclusa).

PER SAPERNE DI PIÙ: www.mondadoriperte.it

Verso l’infinito e oltre della fantasia con Buzz e Woody!

4a uscita - 10 gennaio Sorrisi + Dvd Toy Story e9,99


COSA SUCCEDE . AL CORPO FEMMINILE

Se la smettessimo di cercare il

PERCHÉ LEGGERE QUESTO ARTICOLO È in libreria l’ultimo saggio che smonta (o, in alcuni casi, conferma) i miti sulla nostra sessualità. Si intitola Il piacere al femminile (Franco Angeli). Tra i “misteri” presi in esame dagli autori Roberto Bernorio e Milena Passigato ci sono il punto G, l’orgasmo multiplo, le fantasie erotiche.

38

WWW.DONNAMODERNA.COM


punto G?

RIFERIMENTI James G. Pfaus et al, The whole versus the sum of some of the parts: toward resolving the apparent

La “scoperta” risale al 1950, ma per molte il centro del piacere rimane (ancora) un mito

controversy of clitoral versus vaginal orgasms, Socioaffect Neurosci Psychol. 2016. Helen E. O’Connell et al, The Anatomy of the Distal Vagina:

Towards Unity, The Journal of Sexual Medicine, Volume 5, Issue 8, pages 1883–1891, August 2008. Vincenzo Puppo, Anatomy of the Clitoris: Revision and Clarifications

testi e disegni di Claudia Flandoli @Claudia Flandoli

about the Anatomical Terms for the Clitoris Proposed (without Scientific Bases) by Helen O’Connell, Emmanuele Jannini and Odile Buisson, ISRN Obstet Gynecol. 2011.

39


COSA SUCCEDE . GLI SCRITTORI RACCONTANO LE FESTE

A caccia dei Re Magi

40

La figlia gli comunica che passeranno insieme solo l’Epifania. E il padre, per reazione, costruisce un presepe grande quanto la sala da pranzo. Peccato che non ci siano i pezzi fondamentali...

WWW.DONNAMODERNA.COM


disegno di Matteo Berton

Q

uest’anno mio padre ha deciso di fare il presepe, cosa che non succedeva da anni. Mi sono sposata da poco e, da quando non vivo più con i miei genitori, lui ha preso a comportarsi in modo insolito. La faccenda del presepe è quella che ha allarmato di più sia me sia mia madre.

Lui ha iniziato a occuparsene a ottobre. Andava in giro nei supermercati

a raccogliere cassette di frutta e cartoni per la struttura. A novembre ha progettato un impianto idrico che nemmeno gli acquedotti romani. C’erano cascate e fontane multipiano. A dicembre il presepe occupava mezzo salone e, quando mia madre ha provato a dirgli: «Vito, ma non stai esagerando?», lui le ha risposto seccato: «Il salone è anche mio e ci faccio quello che mi pare, pure la riproduzione in scala 1 a 1 della Reggia di Caserta, se mi gira, va bene? Quest’anno siamo solo io e te, c’è spazio».

Mio padre è sempre stato un tipo un po’ duro. Ha lo sguardo severo,

accigliato, e i baffetti sottili degli uomini di altre epoche. Ma mai è stato così intrattabile. Quando ho annunciato che avrei passato con loro solo l’Epifania - perché a Natale sono stata dai suoceri e a Capodanno io e mio marito siamo andati all’estero - ha commentato: «Eh sì, la festa degli sfigati». Poi ha continuato da solo, cantilenando a bassa voce: «Epifania, tutte le feste porta via». Aveva un tono amaro e rassegnato mentre lo diceva, e io mi sono sentita in colpa.

All’Immacolata ha iniziato a sistemare le statuine nel presepe. Ed è stato

allora che è esplosa del tutto la sua follia. Si era fissato con i Re Magi: noi li avevamo solo a cavallo, del tipo che la sella si stacca e, il 6 gennaio, li puoi mettere a sedere davanti alla grotta. Ora li voleva della stessa serie, una serie antica in ceramica e stoffa ereditata da mia nonna, ma a piedi. Nessuno li vendeva più. Mio padre ha fatto il giro di tutti i negozi di Natale di Roma e poi dei mercatini, sperando di trovarli. Era diventato ossessivo: li aveva mappati tutti, segnando quelli che aveva già visitato e quelli che ancora doveva visitare. In un negozio polveroso al Pigneto gli hanno detto che li avevano fino a qualche giorno prima - una rimanenza - ma purtroppo non ne avevano più. Quella sera è tornato a casa furioso, non ha voluto nemmeno cenare con mia madre. Quanto fosse diventata maniacale questa ricerca, mia madre me l’ha raccontato dopo, altrimenti avrei provato a parlargli.

Il 28 dicembre ha organizzato una gita a Napoli. Obiettivo della missione:

cercare i Re Magi nelle botteghe di via San Gregorio Armeno. Mia madre, che è agorafobica, si è dovuta sorbire la calca dei turisti durante le feste, che è tipo chiedere a un elefante di passare in mezzo a un convegno di topolini. Mio padre è entrato, giuro, in ogni bottega per cercare i Re Magi a piedi della serie di mia nonna. Nessuno ce li aveva. Da quel giorno si è chiuso in un mutismo inaccessibile.

Il giorno dell’Epifania io e mio marito siamo andati a pranzo dai miei.

Quando abbiamo finito di mangiare, io gli ho dato un regalo e una notizia: il regalo erano i Re Magi a piedi (ero io che li avevo comprati nel negozio al Pigneto, per fargli una sorpresa) e la notizia che ero incinta. «In fondo, papà» gli ho detto «i Re Magi è come se fossero dei nonni che portano i doni al nipotino». Lui ha cambiato espressione, si è levato la maschera arcigna che indossava da mesi e ha bofonchiato solo: «Infatti». Poi si è alzato ed è andato a posizionare i Re Magi. Finalmente anche lui aveva, di nuovo, un posto nel presepe.

CHI È L’AUTORE Roberto Moliterni, 32 anni, è di Matera. Ha scritto film e documentari, saggi sul cinema e il romanzo Arrivederci a Berlino Est (Rai Eri 2015). Collabora ogni settimana con Donna Moderna.

sul nostro sito

Questo è l’ultimo dei racconti dedicati alle feste. Trovi i precedenti, firmati da Flavio Pagano, Ester Viola, Elisabetta Bucciarelli e Rossella Boriosi su www.donna moderna.com/ news/cultura-espettacolo/ racconti-di-natale

41


COSA SUCCEDE . ABBIAMO INCONTRATO CHARLOTTE RAMPLING

Non mi chiamate icona Il Calendario Pirelli. Il primo libro. Il nuovo film. Come definire Charlotte Rampling se non diva? Lei, però, si schermisce: «Sono uno spirito libero» di Isabella Fava -

42

@isabyt

I

colleghi mi avevano avvisato: intervistare Charlotte Rampling non è facile. È riservata, fredda, molto british. Io di lei ricordo però la bellezza e gli occhi verdi, così intensi da trafiggerti. In questi giorni l’attrice è a Roma, sul set del film The Whale, diretto da Andrea Pallaoro. Ed è “reduce” da due importanti traguardi: il Calendario Pirelli, dove ha posato senza trucco per Peter Lindbergh insieme ad altre dive del cinema; e l'esordio come autrice, con Io, Charlotte Rampling (66th&2nd). Nel libro, scritto insieme a Christophe Bataille e presentato al Festivaletteratura di Mantova, per la prima volta racconta di sé, di quando era bambina e ragazza, del padre e della madre, e dell’amatissima sorella Sarah, morta suicida. La incontro, la guardo. A 70 anni, con oltre 50 di carriera, è alta, fiera, elegante, bella. Con quello sguardo malinconico che l’ha resa celebre. «Da giovane ero una sua grandissima fan» le dico. Mi gela: «Spero che lo sia anche adesso». E come potrebbe essere altrimenti? È una delle più grandi attrici di

PERCHÉ LEGGERE QUESTO ARTICOLO Charlotte Rampling è una delle protagoniste del nuovo Calendario Pirelli, firmato dal fotografo da Peter Lindbergh e dedicato alle dive del cinema. Sono ritratte, fra le altre, Uma Thurman, Nicole Kidman, Julianne Moore.

WWW.DONNAMODERNA.COM


Si cresce, si invecchia: bisogna accettarlo. Per non essere persone infelici.

oggi, amata da tutti i registi. Un’icona indimenticabile nella scena più forte de Il portiere di notte, film del 1973 di Liliana Cavani: in topless, con le bretelle, i guanti e il cappello da nazista. «Devo fermarla. Icona è una figura religiosa. Una parola che non dovrebbe nemmeno essere usata in quel senso. Non per me» mi dice con la voce calda e ferma. «Io ero solo una giovane attrice che recitava negli anni ’70. Ero uno spirito libero, portavo la gonna corta... Ma come tante altre all’epoca». E oggi? Come sono cambiate le cose durante la sua carriera? Le cose non cambiano. Si cresce. Si diventa più vecchi. Bisogna accettarlo, per non essere persone infelici. Io sono cresciuta cercando di accettarmi nel migliore dei modi. Sapendo chi sono e di cosa sono capace. Il passaggio può essere difficile, doloroso. Perché perdi una parte di te e del tuo aspetto fisico. Però non è che puoi tornare giovane di nuovo.

donne vecchie, facce reali, drammatiche. Donne bellissime, ma senza artifici.

UN VIAGGIO NEI RICORDI. Charlotte Rampling ha scritto, con Cristophe Bataille, un memoir dove ripercorre l’infanzia e la giovinezza con l’amatissima sorella Sarah. Si intitola Io, Charlotte Rampling (66th&2nd).

PATRICK FOUQUE - PARIS MATCH - CONTOUR - GETTY

Ma perché adesso? Le cose accadono. Non è stata una decisione prestabilita, cosciente. Ma sapevo che era importante che imparassi a esprimere su carta i miei sentimenti, trovare la mia voce in un mondo scritto.

Cosa le piace invece dello stare davanti alla cinepresa? Sentirmi libera di esprimere quello che conosco bene. Ci sono dei tipi di ruolo che mi attirano molto. Per esempio quelli che ho interpretato nei film di François Ozon (come Sotto la sabbia e Swimming pool, ndr): personaggi non casuali, differenti modi di vivere, storie particolari che nascono dal di dentro.

In che senso una provocazione? Sì, è un calendario di donne non tutte giovani. Comunque bellissime, dive.

Lui cosa ha visto in lei? Peter è un grandissimo fotografo. Io lo adoro. E abbiamo già lavorato insieme diverse volte. Lui ama la mia faccia. La voleva nuda, com’è oggi? Eccola. Questo calendario non è magari quello che uno si aspetta, anzi per qualcuno sarà stato uno shock: ci sono

Lei scrive nel libro di essere riservata. Come ha fatto a mettere in piazza i suoi sentimenti? Era proprio quello che volevo.

Non ha mai pensato di passare dall’altra parte della macchina da presa? No, non ne ho nessuna intenzione. Per fare il regista devi saper dirigere la vita delle altre persone e amare l’organizzazione militare. Non è il mio caso.

Fa parte dell’accettare il proprio corpo anche la scelta di posare per il Calendario Pirelli? Non si preoccupi, nessuna è nuda in quel calendario (ride, ndr). È una provocazione.

Che messaggio aveva intenzione di dare posando per Lindbergh? Semplicemente fare quello che Peter voleva. Voleva la nudità: non del corpo ma del viso, dello sguardo, delle espressioni. Facce nude che raccontano una vita. Ci è riuscito, credo.

Si è “messa a nudo”, se così si può dire, anche col suo libro, che è fatto di istanti, di frammenti di vita, quasi come un film. Non ero sicura di saper scrivere, stavo cercando un modo per evocare i ricordi con una forma non descrittiva, perché non è nelle mie corde. Il mio stile è più segreto, poetico. E quasi per caso è arrivato Christophe (Bataille, il coautore del libro, ndr) a insegnarmi. Lui mi ha detto: “C’è uno scrittore in te e voglio aiutarti”. Così abbiamo iniziato, e fatto insieme un viaggio nella memoria.

Nella pellicola che sta girando adesso lei è una donna tormentata, moglie di un uomo accusato di pedofilia. Diciamo che anche questo è il mio tipo di film.

le recensioni dei film e le interviste agli attori su donnamoderna. com/news/ cultura-espettacolo

Dopo ruoli così intensi, spesso drammatici, cosa le rimane? Sono cose che mi entrano dentro, di cui mi impregno, diventano tessuto del mio mondo psichico, si uniscono al mio essere. Spesso questi personaggi sono solo un altro strato di me. Deve essere molto faticoso. No, al contrario. Sono ruoli meravigliosi, mi danno energia. Perché in realtà in quel momento, mentre sto girando un film, faccio quello che mi riesce meglio.

43


PLAYLIST

COSA SUCCEDE . PLAYLIST

3 COSE DA SAPERE SU...

Nulla è più forte dell’amore di un padre Will Smith è il protagonista di “Collateral beauty”. Una pellicola sulla famiglia che ti commuoverà

di Lorenzo Ormando @lorenzormando

CINEMA PETER PAN IL MUSICAL È un successo lo spettacolo che racconta le avventure del “bambino che non voleva crescere” attraverso le musiche di Edoardo Bennato. Dopo Milano (al teatro Arcimboldi fino all’8 gennaio), è in tour a Firenze, Torino, Genova e Parma (www.ticketone.it). 1 Lo show. Il musical, che festeggia i 10 anni, è arricchito da un inedito: Che paura che fa Capitan Uncino. 2 Il protagonista. È il 31enne Giorgio Camandona. Ha lasciato gli studi per dedicarsi al ballo. 3 La sorpresa. Quest’anno sul palco assieme a elfi e fatine si muoverà anche un drone luminoso.

44

«Ci sono storie che entrano nelle nostre vite e assumono un significato speciale» racconta Will Smith a proposito di Collateral beauty, ora al cinema. L’attore americano, 48 anni, è Howard, un padre che dopo la perdita della figlia scrive delle lettere all’amore, al tempo e alla morte, senza immaginare che le 3 entità si presenteranno da lui. «All’inizio non ero certo di riuscire a calarmi nei panni di un uomo che affronta una sofferenza così immensa» dice Smith, padre di 3 figli (Trey, 24 anni, avuto dalla prima moglie, e Jaden e Willow, 18 e 16, avuti dall’attrice Jada Pinkett). «Ma questo film mi ha cambiato per sempre». Perché ti ha cambiato? Howard cerca un modo per superare il dolore e studia di tutto, dal cristianesimo al buddismo. Mentre mi preparavo ho letto vari testi, dal Libro tibetano dei morti agli studi della psichiatra Elizabeth Kübler Ross. Poi, prima delle riprese, ho scoperto che mio padre era malato di cancro e che gli restava poco da vivere (è scomparso a novembre, ndr). Io e lui abbiamo parlato a lungo di questi temi.

Pensi che sarebbe stato diverso in un altro momento? Credo che non sarei stato altrettanto presente o maturo per fargli le domande che gli ho fatto, né avrei avuto la stessa consapevolezza mentre gli dicevo addio. Il film è stato un dono. Cos’è la “bellezza collaterale” del titolo? È una sorta di luce che ci indica la via d’uscita quando ci sembra impossibile andare avanti. Per quanto le cose siano difficili, c’è sempre spazio per riscoprire l’amore, la fede, la gioia e la bellezza. Ne sono convinto. Essere padre ha influito sulla performance? Più vado avanti con gli anni, più accumulo esperienze. Dunque ho anche maggiori possibilità, come artista, di restituire al pubblico qualcosa di vero e profondo. Essere genitore, in generale, mi ha fatto capire che non so nulla (ride, ndr). Il confronto con Willow, oggi adolescente, mi spoglia ogni giorno della mia arroganza, ricordandomi che nella vita dobbiamo sempre restare umili e continuare ad avere voglia di imparare. WWW.DONNAMODERNA.COM


2 telefilm per viaggiare NEL MITO

LE AVVENTURE DI HOOTEN & THE LADY Una raffinata aristocratica britannica (Ophelia Lovibond) gira il mondo insieme a un avventuriero americano stile Indiana Jones (Michael Landes) alla ricerca di tesori leggendari. Nella serie, in arrivo su Sky Uno il 13 gennaio, i due andranno in Amazzonia per trovare l’El Dorado, in Russia sulle tracce di un uovo Fabergé, a Roma a caccia dei Libri Sibillini, e in moltissimi altri luoghi del mito. «Girare la serie è stata un’avventura di per sé, abbiamo viaggiato realmente attraverso 4 continenti» dice Landes.

NELLA FANTASIA

Sono una suora, non sono una santa FICTION

Parte la quarta stagione di “Che Dio ci aiuti”. Con Elena Sofia Ricci nei panni di Angela, religiosa pasticciona di Valeria Colavecchio

Torna suor Angela, alias Elena Sofia Ricci, l’irriducibile protagonista di Che Dio ci aiuti. La fiction italiana campione d’ascolti, con oltre 6 milioni e mezzo di telespettatori a puntata, va in onda dall’8 gennaio in prima serata su Rai1. Negli episodi della quarta stagione suor Angela, la religiosa più simpatica e politicamente scorretta della tv, sarà ancora alle prese con le (dis)avventure umane e sentimentali degli ospiti del Convento degli Angeli. E qui Elena Sofia Ricci ci regala qualche anticipazione.

Il matrimonio di Azzurra e Guido. Dopo 3 tormentatissime stagioni,

BARRY WETCHER / JOE ALBLAS / JOE LEDERER

la coppia più amata della fiction convolerà finalmente a nozze. Ma non filerà tutto liscio: «Preparatevi a un colpo di scena» annuncia la Ricci. «E a scoprire molte cose sul passato di Azzurra...». UNA SERIE DI SFORTUNATI EVENTI Arriva su Netflix il 13 gennaio la versione tv della storia degli orfani Baudelaire, già vista al cinema nel film con Jim Carrey e Meryl Streep. I tre ragazzini in fuga dal perfido zio Olaf, che vuole impossessarsi della loro eredità, capiteranno in una serie di luoghi fantastici, tra cui un serpentario, una stamberga in bilico su una rupe e una agghiacciante segheria. Dice Neil Patrick Harris, che interpreta Olaf: «Ritrovarsi nel mondo visionario creato da Daniel Handler è stato strano ed eccitante». E.C.

Le new entry. «Suor Angela si ritroverà con una bella gatta da pelare» racconta Ricci. «Al convento si presenta Monica, figlia di Valerio, l’uomo che la religiosa amava e con cui ha compiuto la rapina che l’ha poi spinta a prendere i voti. Arriveranno anche Valentina, una giovanissima escort che le darà del filo da torcere, e Nico, affascinante avvocato spezzacuori».

I temi di attualità. Tra ironia e sentimenti, la fiction non perde la sua vocazione a trattare problemi sociali: «Dal fenomeno delle prostitute minorenni - attraverso la storia di Valentina - all’abuso di alcol tra gli adolescenti, fino al bullismo al femminile» dice la Ricci.

45


MOSTRE

Mattoncini Lego? No, opere d’arte

L’Auditorium Parco della Musica di Roma ospita fino al 26 febbraio The art of the brick, che espone oltre 70 sculture fatte con oltre 1 milione di mattoncini Lego (auditorium. com/it). Ha già conquistato grandi città come New York, Melbourne, Shanghai e per la Cnn è «una delle 10 mostre da non perdere». Cosa c’è da vedere. Nella mostra di Roma sono esposte varie rappresentazioni della vita quotidiana e anche riproduzioni di capolavori dell’arte come Ragazza con l’orecchino di perla di Vermeer e L’urlo di Munch. E per tutti i visitatori c’è una zona interattiva, dove provare a produrre qualcosa di artistico con i famosi mattoncini. Chi è l’autore. Nathan Sawaya, un avvocato americano che ha abbandonato la professione per dedicarsi al suo vecchio amore: costruire con i Lego. «Voglio elevare questo semplice giocattolo a un ruolo che non ha mai occupato prima» dice. P.L.

46

TV

PARLIAMO DI BULLISMO. PER ZITTIRLO #ADESSOPARLOIO è il progetto che, con pillole tv, parla di bullismo per ridurlo al silenzio. Ogni puntata, della durata di 5 minuti, propone la storia di una vittima di bullismo che, attraverso un percorso di sofferenza e rinascita, è riuscita a ritrovare la serenità. A dare voce e volto a questi racconti sono 2 protagonisti del web: lo youtuber Leonardo Decarli e la cantante italomaroccchina Bouchra (nella foto). Il prossimo appuntamento è il 6 gennaio alle 21 su Real Time. Tutte le clip si trovano su http://it.dplay.com/ adesso-parlo-io.

Bentornati Baustelle Il trio pubblica “L’amore e la violenza”. Un album tosto e raffinato allo stesso tempo di Massimo Longoni -

@lomax72

MUSICA

Se ami l’elegante musica dei Baustelle, non puoi perderti L’amore e la violenza, il settimo album del gruppo toscano in uscita il 13 gennaio. La band poi sarà in tour in tutta Italia dal 26 febbraio al 21 aprile (www. ticketone.it). Ecco perché il disco si annuncia come una delle uscite più interessanti del 2017. Sono pop. L’amore e la violenza è un lavoro ricco di canzoni di facile presa. «Il precedente album, Fantasma, era molto rigoroso, con arrangiamenti orchestrali austeri. Qui invece ci sono tanti suoni anni ’80 e melodie cantabili» dice Claudio Todesco, critico del magazine online Rockol. «Anche concetti complessi, come l’emigrazione e la dipendenza dalla droghe, sono espressi in modo piacevolmente pop». Sono colti. «Il leader dei Baustelle, Francesco Bianconi, ha un modo unico di interpretare con un distacco “aristocratico” testi a volte molto drammatici» dice Todesco. «Riesce a cantare vicende di amore e violenza con una signorilità quasi ottocentesca. Preferisce raccontare storie in terza persona, per questo il suo è un pop che somiglia alla letteratura». Sono vintage. Nell’album ci sono canzoni con titoli come Amanda Lear e L’era dell’Acquario, mentre in Basso e Batteria viene citata la storica sigla degli Oliver Onions di Sandokan, lo sceneggiato televisivo del 1976. «In ogni lavoro il gruppo, formato anche da Rachele Bastreghi e Claudio Brasin, crea un universo di riferimento» spiega il critico. «Stavolta ha voluto raccontare storie contemporanee usando però suoni e riferimenti di una trentina d’anni fa, con un contrasto affascinante». WWW.DONNAMODERNA.COM


PLAYLIST . COSA SUCCEDE

LIBRI

3 PERSONAGGI IN CERCA DI... UNA CUCINA

Quando la montagna aiuta a diventare uomini

RE CE N

RE D’AUTO di ALESSANDRA

APPIANO scrittrice

IL RESPIRO DELLA LAGUNA Alberto Ongaro (Piemme)

Il romanzo di Paolo Cognetti è un inno alla natura, ma anche una storia di amicizia

MAGICO Damiano Zaguri, capo della squadra anticrimine di Venezia, indaga su un caso inquietante: un uomo è stato ucciso e il figlio neonato rapito. A mettere l’ispettore sulla strada giusta sarà un talismano legato a un parente che si lasciò sfuggire i colpevoli di un misfatto. Come sempre, Ongaro padroneggia con maestria scenari stregati e perturbanti, dove la nebbia veneta nasconde verità indicibili.

LUZ PHOTO / GIANLUCA MORO

letto da Annarita Briganti @annaritab72

Una ragazza emigrata dalla Puglia a Milano. Una casalinga che cerca una strada per realizzarsi. Uno chef bello e antipatico. I protagonisti di Non c’è gusto senza te (Harper Collins Italia), di Gloria Brolatti ed Edy Tassi, sono personaggi ricamati in tutta la loro complessità, le cui vite si intrecciano per non slegarsi più. Amore, voglia di rivalsa, talent culinari, commenti web completano la trama di un romanzo che si legge e… si cucina: parte integrante della storia sono decine di ricette facili e buonissime, personalmente testate dalle due autrici.

Si è più felici a fare il giro delle “otto vette” o a restare nel proprio luogo di nascita, piccolo e talvolta ostile, ma pur sempre bellissimo? Ruota attorno all’eterno dilemma fra l’andarsene e il rimanere il nuovo romanzo di Paolo Cognetti: Le otto montagne (Einaudi). Pietro, ragazzino di città fin troppo innamorato della solitudine, passa le estati in un paesino ai piedi del Monte Rosa, dove conosce Bruno, montanaro e figlio di un padre violento. I due diventano inseparabili, in un’atmosfera che spazia dal film I segreti di Brokeback Mountain al libro di Andrea De Carlo Due di due. È un inno a quella che nelle metropoli viene chiamata, in maniera un po’ superficiale, “natura”: un insieme composito di ruscelli, ghiacciai, sentieri mai battuti, boschi e turismo, a volte un po’ troppo invasivo. Nel libro, un romanzo di formazione a “impatto zero”, in cui i personaggi se la cavano con un pezzo di formaggio e un bicchiere di vino, c’è un’alta concezione dell’amicizia, un sentimento in alcuni casi più duraturo dell’amore. Pietro e Bruno rimarranno legati per 30 anni: li seguiamo, con dei salti temporali, tra i viaggi in Nepal del primo e il tentativo del secondo di creare un’azienda agricola. Nel corso della storia entra in scena anche una donna, che s’inserisce tra i protagonisti, ma il loro rapporto è più forte di tutto. Un’opera con spunti autobiografici, dall’epilogo drammatico, che sta piacendo molto a pubblico e critica: non a caso, è più che possibile la sua candidatura al prossimo Premio Strega.

SIONI

CHI È L’AUTORE Paolo Cognetti, nato a Milano nel 1978, ha esordito nel 2004 con la raccolta di racconti Manuale per ragazze di successo (Minimum fax). Ha scritto Le otto montagne, già venduto in 29 Paesi, in una baita a 2.000 metri, dove viveva con il suo cane.

SENECA Emily Wilson (Mondadori)

BIOGRAFICO Ricco e ambizioso, consapevole della vacuità dei beni materiali ma abituato al lusso, complice del potere ma attento alla reputazione, in bilico tra mondanità e distacco, Seneca fu il simbolo vivente del detto “tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare”. Massimo esponente dello stoicismo, fu in eterno conflitto tra successo e rigore: un personaggio moderno nella sua inquietudine e nella continua ricerca, mai appagata, di risposte.

47


ImperscrutabIle, ammalIante, camaleontIco

daVId bowIe FantastIc Voyage

Un alieno… umano, troppo umano: un artista che condivideva le nostre stesse passioni, e le riversava in testi criptici e poetici capaci di ipnotizzare milioni di ascoltatori.Versi che finalmente potremo decifrare grazie a quest’opera definitiva che raccoglie tutte le lyrics di Bowie commentate.

oltre 600 pagine, tutti i testi commentati a soli

Include I testI

Blackstar

dI , l’alBum-testamento uscIto due gIornI prIma della scomparsa dI BowIe.

In edIcola trovI anche

davId BowIe

pIeces of a stardust lIfe dvd e 9,90*

10,90*

* prezzo rivista esclusa.

e

dal 10 gennaio in edicola con scopri lo shop on line su mondadoriperte.it


Moda e Bellezza Chi è La nostra modella è una brunetta con sorriso e occhi dolcissimi, capelli folti e lunghi. Pelle? Perfetta: ha 20 anni!

Come l’abbiamo trasformata Una base leggera per uniformare il colorito, qualche tratto di matita per rinforzare le sopracciglia, uno smokey deciso per rendere più intenso lo sguardo.

Elena Lumi 20 ANNI, STUDENTESSA DI MONTECATINI TERME

Il beauty tip Fit Me! di Maybelline New York (9,90 euro) è una base trucco che mimetizza le imperfezioni e tiene sotto controllo le zone lucide.


MODA E BELLEZZA . MODELLA PER UN GIORNO

LA PROSSIMA IN COPERTINA

PUOI ESSERE TU

carica le tue foto su donnevere. donnamoderna.com

La giacca nera

Con il taglio smoking, è una scelta versatile che ti permette di essere elegante facilmente. Specie con una camicia a piccole ruches. Giacca da smoking in velluto con revers lucidi (United Colors of Benetton 99,95 euro, tg. 38-50). Camicia maschile di seta color panna (Compagnia Italiana 149 euro, tg. 38-48). Anelli e orecchini Swarovski. Calze Oroblù.

LO STILE VINCENTE 50

Certe mise hanno un’aria sontuosa. Scommettiamo che, con le giuste astuzie, sono anche facili da portare? di Eva Pini foto di Sevim Aslan still life di Jessica Ventrella foto still life di Elia Fasti testi di Silvio jr. Suppa

WWW.DONNAMODERNA.COM


A ELENA PIACE • Indossare gli orecchini a cerchio: non esce mai senza • Guardare le nuove borse in vetrina • Lo stile di questo servizio: si riconosce nell’eleganza da sera.

La blusa laminata

Illumina il viso e rende elegantissime. Un segreto? Con un capo così brillante, evita l’eccesso di trucco o di gioielli. Blusa con collo montante in laminato (19,95 euro, tg. S-XL). gonna a ruota in viscosa (29,95 euro, tg. S-L), tutto Piazza Italia. Orecchini e bracciali Sodini. Anello Boccadamo. Pochette e scarpe Rodo.

51


MODA E BELLEZZA . MODELLA PER UN GIORNO

Contrarié in acciaio IP placcato oro rosa con pietra semipreziosa (Breil, 93 euro). Braccialetto Classic Rose Gold “Da oggi più coccole” (10 Buoni propositi by annaBIBLO, 34,90 euro).

GIOIELLI PER SPLENDERE

Bracciale rigido placcato di oro rosa con traforo e petali glitterati (Boccadamo, 58 euro).

Orecchini a stella in argento 925, con pavè di zirconi e gocce (Morellato, 129 euro).

Orecchini di oro bianco e brillanti (Salvini, 6.595 euro).

Collana componibile di oro con beads in oro, argento, vetro e perla (Trollbeads, da 1.300 euro).

Bracciali rigidi di argento Sterling 925 e zirconia cubica (Pandora, 89 euro cad).

Orologio di acciaio con cassa e cinturino tempestati di zirconi bianchi e quadrante MultiJoy (Capri Watch, 690 euro).

52

WWW.DONNAMODERNA.COM


Il tuxedo rosso

Il colore è profondo, perfetto per spiccare nelle serate di festa. Se metti la giacca con un pantalone grigio e un top, stai bene nelle occasioni più sobrie.

CREDITO FOTOGRAIFCO LOREM IPSUM DEINDE AGENZIA

Tuxedo in velluto, giacca con revers in raso (350 euro) e pantaloni scampanati (185 euro), tutto Michael Michael Kors (tg. XXS-XL). Orecchini Kiabi. Scarpe Guess.

53


MODA E BELLEZZA . MODELLA PER UN GIORNO Gli intarsi dorati

Sono l’ideale se cerchi un effetto importante, ma meno impegnativo del glitter. Per spezzare basta un top o una blusa scura. Pantaloni ampi con ricami dorati (Arabesque, 625 euro, tg. 38-46). Top in viscosa con scollo americano (Nara Camicie, 45 euro, tg. I-VII). Orecchini Giulia Barela Jewellery. Anello Ornella Bijoux Pochette Avril. Scarpe Ballin.

54

WWW.DONNAMODERNA.COM


1. Décolletée di vernice stampata con tacco alto (NeroGiardini, 125 euro).

Tronchetto scamosciato con decoro di strass (Gattinoni, 79 euro).

TACCHI PER SVETTARE

Sandalo scamosciato impreziosito da cristalli (Pittarello, 48 euro).

Décolletée a effetto lurex con tacco alto (Alesya by Scarpe&Scarpe, 49,90 euro).

55


MODA E BELLEZZA . MODELLA PER UN GIORNO

Con un solo gesto Diorific Matte Fluid Luxury di Dior (38,43 euro) veste labbra e zigomi di un velo rosso incandescente.

INDIRIZZI A PAG. 115

BEAUTY PER SEDURRE

Ricco e cremoso, il rossetto Rouge Rouge nelle nuance Ruby e Copper di Shiseido (28 euro l’uno) ha una tenuta super.

Signorina di Salvatore Ferragamo (77 euro, ed. limitata, da Coin e La Rinascente) si accende di rosso per Natale.

Dalla texture impalpabile e profumata, Red Queen Golden Powder di Pupa (21 euro) è una cipria illuminante per il viso e il décolleté.

I’m Matt Lip Fluid 056 di Pupa (14,50 euro) è un rossetto liquido dal finish opaco e intenso che dà un effetto vellutato.

56

Per le feste il packaging di Audacious Lipstick Rita di Nars (30 euro) si tinge della stessa tonalità del rossetto, un rosso scarlatto sensuale.

WWW.DONNAMODERNA.COM


LOREM IPSUM . MODA E BELLEZZA

La tuta in seta

Vuoi risolvere il look con un solo capo? Cerca una jumpsuit con la parte superiore elaborata e i pantaloni lisci (o viceversa). Tuta in seta nera alla caviglia, smanicata e con corpetto ricoperto in frange (Gattinoni, 290 euro, tg. 42-48). Bracciale Swarovski. Orecchini Boccadamo. Sandali RenÊ Caovilla. Trucco e pettinature Francesco Mammone per MKS Milano using Urban Decay Makeup All Nighter Foundation. Si ringrazia il Park Casinò&Hotel Hit Casinos di Nova Gorica, Slovenia, www.hit.si

57


2 SILHOUETTE 4 LOOK D’INVERNO Il capospalla deve tenere caldo. Ma anche donare alla figura. Guarda queste proposte e prendi ispirazione

IL CAPPOTTO CLASSICO

SE SEI ALTA

Il cappotto sotto il ginocchio è sempre azzeccato. Ricorda: la linea morbida aggiunge un tocco di classe. Paltò sfoderato di lana (H&M, 249 euro, tg. 34-42), pull di misto angora (Hanny Deep, 34,99 euro, tg. S-L), pantaloni palazzo a vita alta con pinces (Piazza Italia, 24,95 euro, tg. 40-48). Tronchetti Gattinoni.

SE SEI MIGNON

Il capospalla per te ha una lunghezza tre quarti. Controlla i volumi e, se il taglio è ampio, stringi in vita una cintura. Cappottino doppiopetto (Oltre, 119 euro, tg. 42-52), dolcevita stretch (Ragno, 34,40 euro, tg. II-VI), pantagonna tecnica (CafèNoir, 59 euro, tg. S-L). Tronchetti stringati Piazza Italia.

di Bruno Dall'Arche foto di Lorenzo Nardi testi di Camilla Ghirardato Trucco e pettinature Barbara Bonazza @Battaglia using Cotril

58

WWW.DONNAMODERNA.COM


SU MISURA . MODA E BELLEZZA

LA GIACCA PUFFY

SE SEI MIGNON

Un piumino-mantella ampio e corto rende ancora più graziose le piccolette. Mantellina imbottita (Freddy, 129 euro, tg. XS-XL), pullover leggero di lurex (Intropia, 178 euro, tg. XS-XL), pantaloni stretch lavorati a rilievo (Darling, 141 euro, tg. XS-XL). Scarpe iBlues.

SE SEI ALTA

La giacca che ti dona è sciancrata e non troppo voluminosa. Imbottito chiuso da grossi automatici (Camomilla Italia, 199,90 euro, tg. 42-48), top di velluto stretch (Mes Demoiselles, 150 euro, tg. 36-44), gonna di tessuto gold (Loredana Roccasalva, 330 euro, tg. 38-46). Décolletées Le Silla.

59


MODA E BELLEZZA . SU MISURA

I GIUBBOTTI GIOIELLO

SE SEI MIGNON

Il giacchino stondato corto in vita slancia la figura. Se poi è di tessuto super luminoso l’effetto è di grande leggerezza. Bolero di velluto ricamato (Zara, 129 euro, tg. SL), camicia da smoking (NaraCamicie, 79 euro, tg. I-VII), pantaloni a sigaretta di velluto (Annie P, 162 euro, tg. 38-48). Tronchetti CafèNoir.

SE SEI ALTA

Pui permetterti un capo luccicante oversize: il risultato sarà grintoso e sexy. Giubbino con paillettes a contrasto (Zara, 59,95 euro, tg. S-M), pull laminato (Compagnia Italiana, 139 euro, tg. 38-48), pantabiker di denim metallizzato (Zara, 39,95 euro, tg. 34-44). Anfibi Replay.

60

WWW.DONNAMODERNA.COM


MODA E BELLEZZA . SU MISURA

INDIRIZZI A PAG. 115

LO SMANICATO DI PELUCHE

SE SEI MIGNON

Il modello perfetto per chi non è altissima è avvitato e piuttosto corto. Gilet di ecopelo con cappuccio (Molly Bracken, 64,95 euro, tg. S-L), blusa stampata (12 euro) e pantaloni stampati con coulisse in vita (12 euro). Tutto Kiabi, tg. XS-XL. Tronchetti NeroGiardini.

SE SEI ALTA

Gioca pure con le lunghezze e infila il maxi gilet sopra l’abito gipsy. O sui pantaloni a zampa. Gilet lungo di eco pelliccia (Ovs, 39,99 euro, tg. XS-XL), vestito di viscosa con coulisse in vita (Kiabi, 25 euro, tg. XS-XL). Tronchetti P.a.r.o.s.h.

62

WWW.DONNAMODERNA.COM


**Per informazioni e costi: streaming.panorama.it

Film © 2016 Universal Studios. All Rights Reserved.

L’ATTESO RITORNO DELLA SINGLE PIÙ AMATA

PANORAMA + DVD e 15,90

Bridget sembra più tranquilla e dedita al lavoro. Ha una relazione con un nuovo pretendente, però torna anche tra le braccia dell’ex, Mark Darcy. Così si scopre incinta e con un dilemma: chi è il padre del bimbo? Inutile dire che la protagonista si ritrova ancora una volta in un marasma sentimentale, confermando il suo comico stile goffo e maldestro, adorato dal pubblico di tutto il mondo!

IN EDICOLA TROVI ANCHE

*Prezzo rivista esclusa

BRIDGET JONES

1&2

RENÉE ZELLWEGER CoLiN FiRth PatRiCk DEmPsEy

Le prime due allegre disavventure di Renée Zellweger

cofanetto da collezione

2 FILM e 12,90 *

DAL 5 GENNAIO IN EDIcOLA IN DvD - IN strEAmING E DOwNLOAD su strEAmING.pANOrAmA.It **


MODA E BELLEZZA . COME SI PORTA

L’ECOPELLICCIA Un bolero soffice. Un gilet che fa scena. Un giubbotto camouflage. Tre stili, tre età, stesso spirito green. Per snobbare il freddo di Jessica Ventrella - testi di Elena Banfi

1

2

3

4 5

64

2. Anello in oro 14 k con zirconia cubica taglio Danubio e strass (Pandora, 349 euro). 3. Abito in crêpe georgette con bustier drappeggiato, gonna arricciata e bretella ricamata con pietre cabochon (Marella, 349 euro, tg. 38-50). 4. Clutch di

metallo dorato tempestata di cristalli, catenella removibile e chiusura a scatto (Sodini, 109 euro). 5. Sandalo gioiello aperto in tessuto ricoperto di glitter, con stiletto, tallone di raso e zip posteriore (Pittarello 48 euro).

30

anni

La top model Anabela Belikova indossa la pelliccia da sera con disinvolta perfezione. Segui il suo stile, ma, se vuoi, osa un abito lungo blu Cina o verde smeraldo. 1. Giaccone di peluche chiuso da ganci, con ampio collo (Camomilla Italia, 199,90 euro, tg. 44-46).

WWW.DONNAMODERNA.COM


Lo smanicato di pelo, che sta benissimo con il look sportivo della modella Elle Macpherson, si sposa anche con mise piÚ eleganti. 1. Gilet a pelo lungo con fodera interna fantasia (CafèNoir, 129 euro, tg. XS-XL). 2. Pantaloni della linea

Active Core Tech in tessuto tecnico D.I.W.O con elastico e coulisse in vita (Freddy, 59,90 euro, tg. XS-XL). 3. Mini bag con patella glitter a righe bicolori, scritta-decoro, tracolla a catena e manico (Le Pandorine, 69 euro). 4. Occhiali

da sole ultraleggeri e resistenti con lenti polarizzate scure (Hawkers, 25 euro). 5. Sneakers di vernice con inserti stampati effetto tridimensionale e speciale sottopiede interno Blusoft Memory traspirante (Stonefly, 110 euro).

1

2 3

GETTY (2)

5

50

anni

4

65


MODA E BELLEZZA . COME SI PORTA

INDIRIZZI A PAG. 115

1 2

3

5

Per indossare un capo tradizionale in modo giovane anche a 70 anni, copia la mitica cantante Dionne Warwick. 1. Giubbotto multicolor di peluche fantasia camouflage, con ampio cappuccio e chiusura a un solo bottone (OVS, 69,99

66

euro, tg. XS-XL). 2. Occhiali da aviatore con montatura di metallo dorato e lenti riflettenti colorate (Bijou Brigitte, 19,95 euro). 3. Cuissarde, con tomaia di microfibra, punta tonda, tacco basso e impunture a contrasto (Deichmann,

39,90 euro). 4. Pantaloni in gabardine di cotone old dyed elasticizzato, con gamba dritta e tasche tagliate (Jeckerson, 180 euro, tg. S-XL). 5. Pendenti con bottone in bronzo rosĂŠ, con logo e maxi cristallo (Ippocampo, 32 euro).

70

anni

3

WWW.DONNAMODERNA.COM

GETTY

4


l’ultima notte insieme

tRiplo cD E

16,90*

(p) & (c) 2016 F&p groUp srl. distribUited by sony mUsic entertainment italy spa.

ione!

Da collez

* Prezzo rivista esclusa

pooh 50

il liVe Del Fenomenale touR Della Reunion Un evento straordinario che resterà per sempre nella storia della mUsica!

il triplo cd per rivivere tutte le emozioni dell’ultimo fenomenale tour, con cui la band ha celebrato i sUoi 50 anni di storia e conclUso la propria carriera, riunendosi per l’occasione nella formazione storica al completo: roby Facchinetti, dodi battaglia, red canzian, steFano d’orazio e riccardo Fogli. le interpretazioni da brivido di 56 successi indimenticabili che hanno acceso lo stadio di san siro e non solo, toccando il cuore di migliaia di fan: “Uomini soli”, “noi due nel mondo e nell’anima”, “ancora una canzone”, “chi fermerà la musica”, “pensiero”...

Dal 10 gennaio in eDicola con Scopri lo shop online su mondadoriperte.it


Sale&PePe ColleCtion

PaSSione travolgente

*Oltre al prezzo di Sale&Pepe e 3,50

Torte morbide e croccanti, crostate, creme, charlotte, bavaresi, meringhe e pasticcini

edizione da Collezionare rilegatura Cartonata riCette SPeCiali iMMagini SPettaColari

i

ed i col a solo

a

n

4,90*

re

a

da

È sempre il momento del dolce: a torta cremosa ai tre cioccolati € tavola, al volo o gradevolmente o un babà all’arancia. E, se siete in piu` co rilassati in poltrona. Concedetevi in compagnia, nulla di meglio di llezi on il piacere di gustare una fetta di una pavlova ai frutti rossi: bella e fondente alle mele caramellate, una buona, anzi, squisita.


COSA DICONO LE STELLE . MODA E BELLEZZA

2017

beauty oroscopo

Un trucco naturale o a tinte pop? Un taglio mosso oppure un pixie cut? Chiedi agli astri. Gira pagina e leggi, segno per segno, le previsioni per un anno in grande splendore

di Laura D’Orsi e Claire Didier, astrologa. Ha collaborato Margherita Tizzi Consulenza trucco di Barbara Del Sarto, make up artist disegni di Sara Ciprandi

69


MODA E BELLEZZA . COSA DICONO LE STELLE

ARIETE

TORO

GEMELLI

Marte, il tuo pianeta battagliero, finalmente deporrà le armi, facendoti ritrovare entusiasmo ed energia. Approfittane per provare una nuova attività fisica, meglio se di squadra. Ti servirà non solo per rimanere in forma, ma anche per allenarti a fare gruppo: le stelle prevedono importanti novità sul lavoro. Venere ti farà battere il cuore soprattutto in primavera. Il consiglio beauty Per accentuare il tuo sex appeal trucca le labbra di rosso, il tuo colore portafortuna. E fatti notare con uno stile più grintoso: un make up grafico, un nuovo look capelli. Osa una frangia piena o un colore estremo come il platino.

La parola d’ordine per il prossimo anno: non farti dominare dagli eventi. Il rischio, per te che ami la buona tavola, è cercare consolazione in frigo. Inizia l’anno con una dieta detox, poi da giugno le cose andranno meglio. Il consiglio beauty Preparati ad accogliere i cambiamenti con un look nuovo, ma senza strafare: trucca gli occhi di verde, sottolineando lo sguardo con un tratto di matita o creando uno smokey eyes. Per labbra e unghie preferisci tonalità nude o delicate,come il rosa. Il must per i capelli? Le onde morbide per esaltare la tua femminilità, meglio ancora se su un long bob.

Preparati a un 2017 di emozioni. La prima parte sarà dominata da Marte che darà energia a tutti i settori della tua vita. Unico neo: l’opposizione, a intermittenza, di Plutone, che potrebbe toglierti un po’ di forza. Ricaricati indossando la pietra del tuo segno. Il consiglio beauty Truccati con il tuo colore portafortuna, il grigio. E osalo anche sui capelli: d’altra parte tu sei una donna a cui piace sperimentare. La sensazione di stanchezza si farà sentire nella prima parte dell’anno: se non avrai voglia di iscriverti in palestra sarai giustificata. Punta almeno su prodotti beauty “salva-fatica”, che tengano sotto controllo linea e tonicità. E cammina.

Pietra: rubino Colore: rosso

Pietra: smeraldo Colore: verde

LA POLVERE PREZIOSA Eye Paint Snake Eyes di Nars (25 euro) è ideale per smokey eyes d’effetto.

IL ROUGE SEXY Gold Obsession Ruby Gold di L’Oréal Paris (12,50 euro), un rosso con un tocco dorato che si fa notare.

70

Pietra: giada Colore: grigio

LA PALETTE MUST HAVE Da tenere in borsa, abbina più nuance di grigio: 5 Couleurs Smoky Sequins di Dior (59,54 euro).

LA TEXTURE GLITTER Metallic Shine Eyeshadow di Kiko (6,90 euro).

WWW.DONNAMODERNA.COM


CANCRO

LEONE

VERGINE

La Luna quest’anno ti influenzerà più del solito rendendoti emotiva e sensibile, ma anche aiutandoti a opporti con grinta a chi cercherà di prevaricarti, soprattutto nel lavoro. Cielo sereno invece in amore e nelle amicizie: con la tua dolcezza saprai attirare gli altri. Il consiglio beauty Scegli un make up con i bagliori del tuo astro guida, l’argento, perfetto come punto luce nell’angolo interno dell’occhio. E ultra chic se miscelato al grigio opaco. Per una coccola extra non farti mancare un crema o una maschera con polvere di perla, la tua pietra: dà subito splendore al viso. Infine, sì a creme e impacchi rassodanti per il seno, il punto del corpo legato al tuo segno zodiacale.

Saturno quest’anno ti costringerà a prendere decisioni importanti e impegnative. Tieni duro fino ad agosto, quando il Sole sarà tuo alleato. E se la fatica si farà sentire a livello di schiena e spalle, il tuo punto debole, prenota un ciclo di massaggi decontratturanti con olio caldo. Il consiglio beauty Per affrontare i cambiamenti, osa il giallo in tutte le sue sfumature, per esempio con un make up occhi grafico abbinato a una riga di eyeliner nero bene allungata. E naturalmente non trascurare la tua “criniera”. Quindi sì a trattamenti di bellezza specifici per i capelli e a tagli che diano volume alla chioma: se sei liscia datti al mosso. O al finto spettinato.

Nel 2017 la vita professionale richiederà tanto impegno, ma alla fine raccoglierai i giusti riconoscimenti. In amore, preparati a vivere situazioni intriganti, complice il tuo sguardo magnetico. Il consiglio beauty Punta sul trucco degli occhi con un ombretto bianco o con il glitter, in polvere o strass, per una serata speciale. Fai in modo che la luce del diamante, la tua pietra, risplenda anche sul viso, grazie a una cipria illuminante, e tra i capelli, con uno spray lucidante. La tua tendenza al perfezionismo potrebbe esasperarsi nella seconda metà dell’anno: ammorbidiscila con un profumo raffinato come te, ma femminile, che abbia note di rosa damascena.

Pietra: perla Colore: argento

IPA (2) / OLYCOM (6) / SHUTTERSTOCK

LO SMALTO STELLARE Vernis in Love Blanc Scintillant di Lancôme (18 euro).

Pietra: topazio Colore: giallo

L’OMBRETTO SOLARE 24 ore Velvet Gold di Deborah (7,99 euro) è un giallo oro dalla texture setosa.

Pietra: diamante Colore: bianco

LA CREMA ILLUMINANTE Énergie Diamant Soin Nuit di Eisenberg (281 euro) rigenera la pelle con polvere di diamanti.

LA MATITA CHE BRILLA Multiplay Pure Silver n. 22 di Pupa (14,50 euro).

71


MODA E BELLEZZA . COSA DICONO LE STELLE

BILANCIA

SCORPIONE

SAGITTARIO

La caratteristica del tuo segno? La necessità di sedurre, cosa che quest’anno ti verrà con grande facilità. Merito di Marte, che ti aiuterà anche nei rapporti di lavoro e di amicizia. Per enfatizzare il tuo charme, scegli look impeccabili, mai troppo vistosi. Il consiglio beauty Il rosa, tuo colore portafortuna, con la sua discrezione ti può essere di aiuto. Usalo come ombretto, blush o rossetto o per illuminare la carnagione, togliendo quell’aspetto grigio tipico della stagione invernale. E visto che l’equilibrio è il tuo obiettivo, tra i buoni propositi dell’anno nuovo inserisci la pratica di una disciplina che favorisca l’armonia tra mente e corpo. Lo yoga per esempio, anche nelle sue varianti più dinamiche.

Sarai sostenuta per tutto il 2017 da un’energia prorompente e da una stupefacente dose di femminilità: mettila in risalto con un look sexy e un po’ trasgressivo. Il consiglio beauty Per assecondare la tua sensualità, colora le labbra di amaranto. E riserva un’attenzione particolare alle mani, uno dei tuoi punti di forza: mantieni la pelle morbida con creme specifiche e cura le unghie. La manicure più indicata è da dark lady, sottolineerà la tua aura di mistero. Quindi sì a smalti bordeaux, rosso scuro e nero da portare su unghie corte. Qualche momento di stanchezza potrebbe farsi sentire a metà anno: combattila con creme profumate per il corpo, da “indossare” soprattutto la sera.

Con il transito di Saturno riuscirai ad ottenere il giusto riconoscimento dei tuoi meriti, mentre Giove assicurerà stabilità sul lavoro e in amore. Ci sarà qualche piccolo ostacolo solo verso la fine dell’anno, ma potrai superarlo con qualche momento di relax, magari in una Spa. Il consiglio beauty Vai di blu, il tuo colore, che secondo la cromoterapia, è quello che più di tutti aiuta a ritrovare la calma. Portalo anche sugli occhi, sfumando, sulla palpebra superiore e sotto il bordo inferiore delle ciglia, un ombretto di questa nuance. Infine, concentrati su piccole coccole beauty che sosterranno il cambiamento, come un profumo a base agrumata, che favorisce le novità.

Pietra: corallo Colore: rosa

Pietra: granata Colore: amaranto

Pietra: zaffiro Colore: blu scuro

L’EYESHADOW RILASSANTE L’ombretto Vamp! n. 302 di Pupa è di un blu intenso (13,50 euro).

IL MATITONE GLOSSY Twist Gloss Ultrabrillante di Collistar (17 euro).

LA LACCA RAFFINATA Burgundy di Diego Dalla Palma (9,90 euro) ha riflessi cangianti.

WWW.DONNAMODERNA.COM


CAPRICORNO

ACQUARIO

PESCI

Il pianeta della passione, Marte, dominerà la scena del tuo cielo astrale. Vuol dire energia e combattività assicurate in tutti i settori. Questo potrà portarti a fare scelte impulsive, ma Plutone ti darà una mano a trovare un equilibrio. Favoriscilo con un look ultra raffinato. Il consiglio beauty La tavolozza dei colori che ti aiuteranno a fare i passi giusti è incentrata sul nero e sul rassicurante marrone. Con la bella stagione, però, arricchiscila di sfumature rosa e verdi. Occhio ai primi tre mesi dell’anno, avrai bisogno di depurarti. Segui una dieta leggera e cura la pelle, se è stanca, con maschere detox all’argilla, che richiama la terra, il tuo elemento.

Con Marte e Giove che si tengono a braccetto, potrai mettere ancora più in luce la tua originalità. Occasione perfetta per sfoggiare un nuovo look a partire dai capelli. Il consiglio beauty Osa un pixie cut con qualche ciocca colorata se hai i capelli corti. Altrimenti punta su un long bob con frangia piena e contrasti di nuance tra punte e radici. All’inizio dell’anno Venere capricciosa ti creerà qualche problema di cuore, ma è solo un momento transitorio. Resta con i piedi per terra (una buona ragione per coccolarli!). Da giugno novità per il lavoro: affrontale con un make up sui toni del viola.

Nettuno, che staziona nel tuo segno, ti aiuterà a cogliere i segnali più utili per migliorarti la vita. Sarà un anno di grandi novità, in tutti i settori. A volte questi cambiamenti potranno turbare il tuo equilibrio interiore. Il consiglio beauty Truccati di azzurro, il colore che dà sicurezza. Come? Smokey eyes o color block sottolineato dal mascara blu notte oppure blu elettrico, più eccentrico. In primavera potresti sentire una sensazione di pesantezza, quasi di claustrofobia: combattila con attività fisica all’aperto. E visto che sentirai bisogno di aria, non farti mancare un trattamento rigenerante. L’ossigenoterapia, per esempio, è perfetta per rivitalizzare la pelle del viso.

Pietra: onice Colore: nero

IL TRATTAMENTO DETOSSINANTE Maschera Nero Sublime di Collistar (41 euro), con orchidea e perle nere, ha un’azione rigenerante.

LA MATITA A LUNGA TENUTA Aqua XL Noir Diamant di Make Up For Ever (23,90 euro) traccia righe perfette.

Pietra: ametista Colore: viola

LA POLVERE IRIDESCENTE Ombretto Colorful Good Vibes di Sephora (9,90 euro) ha una texture shimmer.

Pietra: acquamarina Colore: azzurro

LA VERNICE PASTELLO Nail Lacquer I believe in Manicures di OPI è un azzurro pieno e luminoso (15 euro).

73


MODA E BELLEZZA . CURE D’INVERNO

Il 70 per cento delle donne dichiara di avere l’epidermide molto delicata

La verità sulla pelle sensibile 74

Guance rosse, viso che pizzica? Non fidarti dei luoghi comuni. Per uscire indenne dall’inverno, segui i consigli degli esperti

di Paola Gervasio

WWW.DONNAMODERNA.COM


1

2

3

4

5

6

SPECIALITÀ MIRATE 1. Redness Neutralizer di Skinceuticals (73 euro, in farmacia) lenisce le irritazioni e attenua i rossori. 2. Arricchito con acqua termale, Lipikar Gel Lavant di La Roche Posay (7,90 euro, in farmacia) deterge con dolcezza viso e corpo, ripristinando la barriera cutanea. 3. Ricco di plancton termale in grado di stimolare le difese naturali dell’epidermide, Life Plankton Sensitive Emulsion di Biotherm (50 euro) allevia subito la sensazione di fastidio e di pelle che tira. 4. Intral di Darphin (65,50 euro, in farmacia) è un siero lenitivo a base di camomilla e vitamina B5. 5. A base di acqua distillata di fiordaliso, Maschera Reidratante Lenitiva di Collistar (19,50 euro) calma subito la pelle. 6. Con oltre il 90 per cento di estratti puri di piante, Sérum Multi-Réparateur Restructurant di Clarins (63 euro) decongestiona e allevia i rossori.

La beauty routine è complicata

FALSO Oggi esistono prodotti adatti a ogni esigenza. Per il tuo tipo di pelle parti dalla regola base: evita detergenti aggressivi. Scegli formule neutre con pH5 e tonici senza alcool e idrata molto la pelle con creme naturali, non comedogene, prive di allergeni e conservanti.

L’acqua del rubinetto peggiora l’irritazione

VERO «Il calcare può infiammare il viso. Preferisci detergenti senza risciacquo e acque termali dall’azione lenitiva» suggerisce il dermatologo Leonardo Celleno.

I peeling sono controindicati

FALSO «Basta ricorrere agli esfolianti

FOLIO- ID

chimici delicati, come quelli a base di alfa idrossi acidi: sono ideali per la pelle sensibile e addirittura aiutano a rigenerarla. Una sola raccomandazione: usali sotto controllo medico» spiega il medico estetico Maria Gabriella Di Russo.

Il rischio di couperose è alto VERO «La pelle sensibile è più soggetta a patologie o disturbi

cutanei, couperose in primis. I segnali da tenere d’occhio? Se l’epidermide tira, dà una sensazione di bruciore, tende ad arrossarsi e i capillari sono evidenti, meglio rivolgersi a un dermatologo» consiglia il dottor Celleno.

Il vento, il freddo e lo smog sono i grandi nemici

La pelle delicata reagisce VERO eccessivamente agli sbalzi di temperatura e all’inquinamento, arrossandosi subito e “pizzicando”. Proteggila sempre con creme e fluidi anti smog e, quando la temperatura scende sotto i 5 gradi, ripara le guance con una sciarpa.

Il make up può peggiorare la situazione

Non corri rischi se scegli un trucco ipoallergenico, non comedogeno e “nickel controlled” (significa che il prodotto contiene una percentuale bassissima di questo metallo). Prima di acquistarli, prova i prodotti non sul viso ma in un punto poco evidente, come il collo. Se nelle 24 ore successive non hai reazioni, significa che va bene per la tua pelle. FALSO

I solari vanno scelti con molta attenzione

VERO «Le tipologie di protezione sono due, quelle a base di filtri fisici e quelle con filtri chimici. Ideali per te sono i primi, a base di polveri minerali come ossido di zinco e biossido di titanio che riflettono i raggi senza farli arrivare alla pelle. I filtri solari chimici invece, prima assorbono gli Uv e poi li bloccano. E potrebbero irritare» avvisa la dottoressa Di Russo.

Il profumo è vietato

FALSO Le fragranze hanno una base di alcol, che può arrossare la pelle sensibile. Per non rinunciare, basta vaporizzarle su accessori e abiti.

Alcuni alimenti possono scatenare reazioni

VERO Meglio limitare il consumo di cacao, vino, birra, spezie piccanti e caffé: dilatano i capillari, così viso e décolleté si “scaldano” e si irritano. I cibi alleati, invece, sono quelli verdi, ricchi di vitamina E, che rinforza le pareti dei piccoli vasi sanguigni. Per approfittare della loro azione protettiva, consumali crudi oppure cotti a vapore.

75


PRATICI, INDISPENSABILI, SALvATEMPO! Scopri la nuova collezione di accessori da cucina di Sorrisi, perfetta per realizzare in modo semplice e veloce ogni tua ricetta. 13 strumenti professionali per tagliare, affettare e sminuzzare frutta e verdura, preparare e servire salse e condimenti e decorare i tuoi dolci. Corri subito in edicola!

1° appuntamento dal 3 gennaio

AFFETTA vERDURE 5 LAME

* Prezzo rivista esclusa.

4

5

solo €

7,99*

1

Uno strumento ideale per tagliare con precisione frutta e verdura in pochi semplici gesti. Con pratica impugnatura di protezione e 5 lame intercambiabili. 1. Per affettare finemente 2. Per sminuzzare 3. Per tagliare a julienne fine 4. Per tagliare a julienne spessa 5. Per tagliare fette ondulate

3

In edicola con

I PROSSIMI IMPERDIBILI APPUNTAMENTI:

10 gennaio TRITATUTTO

17 gennaio SPREMIAgRUMI

21 febbraio FERMA POMODORO + COLTELLO

28 febbraio TAgLIA UOvO DOPPIO

24 gennaio gRATTUgIA

31 gennaio TAgLIA vERDURE

7 marzo SIRINgA DECORA DOLCI

14 marzo PINZE MULTIUSO

7 febbraio OLIERA/ACETIERA

21 marzo DOSA SALSE E PENNELLO

14 febbraio MIxER PER CONDIMENTI

28 marzo APRIBOTTIgLIE MULTIFUNZIONE

Scopri lo shop on line su mondadoriperte.it

2


2 cose che ti facilitano la vita LA SNEAKER SUPER AMMORTIZZATA

Il modello Adrenaline Gts 17 di Brooks (140 euro), dalla tomaia senza cuciture, è molto traspirante perché realizzato in maglia traforata e, grazie a un’intersuola con un polimero particolare, assicura il 30% di ammortizzazione in più rispetto alle altre calzature.

Scrivici a

Posso aiutarti?

i@ possoaiutartit mondadori.

LA SPUGNETTA CANCELLA TRUCCO

Struccarti non è mai stato così facile! Merito della salvietta Makeup Eraser (da Sephora, 19,90 euro), un panno di morbido poliestere che, se inumidito, rimuove il trucco alla perfezione, incluso quello waterproof. Va bene anche per le zone più sensibili, come gli occhi.

SCEGLI IL TUO SET I moduli interni sono disponibili in 5 colori e possono essere acquistati separatamente (da 20 euro).

a cura di Marta Bonini scrivi a marta.bonini@mondadori.it

La valigia componibile Popsicle, il nuovo trolley di Mandarina Duck (150 euro compreso un set interno) è comodissimo. Ha la scocca rigida in policarbonato trasparente, lo puoi usare come bagaglio a mano e contiene diversi moduli interni: colorati, morbidi, di varie forme e misure. Così puoi scegliere la combinazione a seconda delle tue esigenze. Tutti gli scomparti possono essere facilmente estratti e riposti in un cassetto o in un armadio una volta a destinazione o usati come beautycase.


FORMA

POSSO AIUTARTI?

Pausa pranzo: fai la scelta giusta È possibile mangiare sano anche fuori casa. Parola di una nutrizionista, che dà le dritte per sapere cosa mettere nel piatto. Senza rischi per la linea e la salute

di Ilaria Amato —

QUANTO È LIGHT IL GIAPPONESE?

Una porzione da 16 pezzi di sushi apporta 720 calorie, quanto una pizza margherita. E poi la salsa di soia è molto ricca di sale, ecco perché se poi torni alla scrivania potresti avere sete.

78

S

@ilariaamato1

econdo un sondaggio condotto dalla Federazione italiana pubblici esercizi, circa 12 milioni di italiani mangiano fuori casa durante la settimana: il 33% in mensa, il 18% al bar, il 14% al ristorante e ben il 35% alla scrivania. Quasi tutti dichiarano che vorrebbero mangiare meglio. «Sfatiamo subito il luogo comune che se pranzi fuori mangi male. Il segreto è fare le scelte giuste, in modo da non appesantirti con troppe calorie ma neanche avere fame dopo un’ora che ti sei alzata da tavola» spiega la nutrizionista Samantha Biale, autrice del libro Pausa pranzo perfetta. La dieta giusta quando mangi fuori casa (Mondadori). «Evita in ogni caso di mangiare quello che capita e ricordati questa regola: un pasto corretto deve assicurare tutti i nutrienti fondamentali nelle giuste proporzioni». Qui i consigli della nostra esperta per non sbagliare, a seconda di dove vai a pranzo.

Chiara Ferragni

Prendi le misure per non sbagliare dose PARMIGIANO (20 g ) = un rossetto = 77 calorie

CRESCENZA (100 g) = una saponetta = 300 calorie

PURÈ (150 g) = una lampadina = 187 calorie

CROSTATA (150 g) = uno smartphone = 510 calorie

PIZZETTA (140 g) = 1 Cd = 245 calorie

ARACHIDI (35 g) = una tazzina da caffè = 209 calorie

WWW.DONNAMODERNA.COM


Alvaro Soler

AL BAR

IPA (3)

Vantaggi Un panino, se ben

farcito, può avere la funzione di un piatto completo. Svantaggi La velocità è la vera nemica. Non masticare bene inibisce l’azione degli enzimi digestivi della saliva: il panino ti rimane sullo stomaco e ti gonfia la pancia. Cosa mangiare Il sandwich ideale contiene, oltre ai carboidrati, proteine (salmone, tonno, affettati, formaggi, uova), verdure (anche solo una fetta di insalata e di pomodoro, ma devono esserci). Occhio alla scelta del pane: il francesino è il migliore perché non ha grassi aggiunti, ottimo con mozzarella e pomodoro, anche se non light (470 calorie). Per il pancarrè, meglio il toast del tramezzino perché il calore lo rende più digeribile. Cosa evitare Il panino con salame o prosciutto tutti i giorni: gustalo al massimo una volta a settimana e di buona qualità. Anche le salse, molto grasse, andrebbero evitate.

Josephine Skriver

AL RISTORANTE Vantaggi La freschezza

dei piatti preparati al momento. Svantaggi È facile farsi prendere dalla gola. Cosa mangiare Parti dal secondo e prediligi piatti che richiedono una cottura breve e poco elaborata: al cartoccio, ai ferri, al sale, alla griglia. Le pietanze più elaborate hanno bisogno di una maggiore quantità di grassi. Se hai molta fame, puoi farlo precedere da un antipasto leggero. E non dimenticare il contorno di verdure. Cosa evitare Il primo. A meno che non sia in bianco o al pomodoro fresco, è difficile controllare i grassi che sono stati usati per prepararlo. Il riso, che è molto poroso, ad esempio ne assorbe molti. Quello alla milanese è intorno alle 590 calorie a porzione. Nell’attesa, non spizzicare pane e grissini (50 g contengono 215 calorie).

ALLA SCRIVANIA Vantaggi Lo prepari tu,

quindi hai pieno controllo di quello che contiene. Svantaggi Non stacchi mai veramente, soprattutto se mangi davanti al computer. Cosa mangiare Di solito, con gli avanzi della sera prima, te la puoi cavare bene. Le alternative? Un’ottima soluzione è la torta salata, che funziona da piatto unico perché fornisce i carboidrati della pasta sfoglia, le proteine del ripieno (uova e formaggio), e le fibre delle verdure. Vanno bene anche la pasta (fredda o da scaldare), gli sformati e i polpettoni fatti in casa. Oppure ancora orzo, farro o quinoa conditi con verdure saltate. Da alternare a delle insalatone che, oltre ai vegetali, devono contenere proteine: vanno bene i classici tonno, mozzarella, uovo sodo oppure mix di legumi in scatola, salmone affumicato, gamberetti in salamoia, tofu. Cosa evitare Rimanere in ufficio tutta la pausa pranzo. Esci per il caffè o per fare due passi: serve a digerire meglio.

IN MENSA Vantaggi La varietà di scelta:

l’offerta di primi, secondi e piatti freddi ti permette di cambiare menu tutti i giorni e puoi dosare le porzioni. Svantaggi Spesso vengono usati alimenti precotti e i piatti sono molto conditi. Cosa mangiare Prendi sempre una porzione di verdure crude. In mensa, i piatti dopo essere stati cotti vengono tenuti in caldo a lungo e a contatto con il calore le vitamine si disperdono. Poi scegli ogni giorno qualcosa di diverso tra pesce, carne e legumi. Cosa evitare Se starai seduta a lungo alla scrivania occhio alle porzioni. Ma non ti limitare a ascegliere solo un primo in bianco, magari scondito. Non è questo che ti fa dimagrire, anzi, così stimoli la glicemia e rischi di ingrassare: vanno invece sempre accompagnati da verdure che contengono fibre e ne rallentano l’assorbimento. Se vuoi sentirti sazia più a lungo, aggiungi un cucchiaio di olio extravergine di oliva e magari 20 g di grana.

79


POSSO AIUTARTI? . FORMA

Gli estratti delle piante ti aiutano a prevenire e guarire prima i malanni di stagione

di Rossana Cavaglieri

IL RIBERS NERO Per i dolori Cosa fa Quando ti senti a

pezzi, il gemmoderivato di ribes nero (Ribes nigrum MG1DH) ti rimette in piedi e aumenta la resistenza a freddo e fatica. «È anche un antinfiammatorio, efficace per i dolori articolari, e indicato per chi soffre di riniti e altre allergie respiratorie» spiega l’esperta. Come si usa Da tenere sempre in casa, va usato in cicli di 20 giorni al mese. Le dosi sono di una goccia per chilo di peso corporeo oppure 50 gocce tre volte al giorno, un quarto d’ora prima dei pasti in poca acqua.

IL NOCE Per le influenze intestinali Cosa fa Mal di pancia, vomito e diarrea sono i sintomi delle influenze gastrointestinali che ultimamente mietono quasi altrettante vittime dei virus respiratori. «Il gemmoderivato di noce Juglans regia MG1DH è un efficace disinfettante intestinale» dice Ambrosin. Come si usa Per prevenire, prendine 50 gocce tre volte al giorno prima dei pasti per 20 giorni al mese. In caso di diarrea da antibiotici assumile alla sera mentre al mattino prendine sempre 50 ma di Vaccinium vitis idaea MG1DH .

T

ra poche settimane sugli alberi vedrai spuntare le prime gemme. Con questi minigermogli, particolarmente delicati ma ricchi di ormoni vegetali e vitamine che non si ritroveranno più nella pianta adulta, si preparano i gemmoderivati. Di che si tratta e che effetti hanno? «Rispetto agli altri estratti di piante i gemmoderivati, o macerati glicerici, non agiscono solo sul sintomo ma stimolano i processi biologici e le difese dell’organismo» spiega Elena Ambrosin, biologa nutrizionista e naturopata. «Questi rimedi intervengono in modo dolce, non hanno controindicazioni e tutti li possono usare. Ma sono molto attivi e gli effetti si vedono in poco tempo». Ecco quattro gemmoderivati che ti aiuteranno a prevenire le malattie invernali e a guarire più in fretta se hai preso bronchiti e influenze.

82

LA ROSA CANINA Per i piccoli Cosa fa Rosa canina Mg1DH è

un concentrato di vitamina C ideale per i piccoli dai due anni in su. «È molto utile per quei bambini che passano l’inverno tra raffreddori, otiti e tonsilliti» spiega Gianfranco Trapani, pediatra esperto di terapie naturali. «Si può usare sia per prevenire sia durante la fase acuta dei malanni di stagione». Come si usa «L’ideale è associare Rosa canina, Ribes nigrum e Fagus selvatica (una goccia ciascuno ogni 3 chili di peso corporeo) 5 giorni alla settimana per tutto l’inverno» dice l’esperto.

L’ONTANO Per le infezioni croniche Cosa fa Passi l’inverno tra

bronchiti e raffreddori? L’ontano (Alnus glutinosa MG1DH) fa per te. «È un toccasana per l’apparato respiratorio, efficace contro la tosse cronica, il catarro e le infezioni ripetute» dice Elena Ambrosin. «Dato che migliora la circolazione cerebrale, favorisce anche memoria e concentrazione». Come si usa Prendine 50 gocce tre volte al giorno in poca acqua, sempre in cicli di 20 giorni al mese. Se stai facendo una cura antibiotica, ne potenzia l’azione.

Come agiscono È stato il medico belga Pol Henry a creare i gemmoderivati attorno al 1950. Questo esperto ha anche coniato il termine “drenaggio”: paragonava l’organismo a un terreno che può ritrovare il benessere e la capacità di difendersi dalle malattie solo dopo essere stato ripulito dai ristagni profondi di tossine. I gemmoderivati vengono preparati mettendo a macerare i germogli e altri tessuti embrionali delle piante in alcol e glicerina. Trovi questi prodotti in farmacia o erboristeria contrassegnati dal nome in latino e dalla sigla MG 1DH, che significa macerato glicerico alla prima decimale.

WWW.DONNAMODERNA.COM

OLYCOM (3), SHUTTERSTOCK

Quattro gemme per l’inverno


FORMA . POSSO AIUTARTI?

Vuoi provare anche tu? Ecco tre cose da sapere

Ho provato i bagni di gong Allentano lo stress, danno energia e facilitano il sonno. Come racconta la nostra giornalista che li ha testati di Valeria Colavecchio

GETTY

S

econdo il Times è l’ultima frontiera del benessere e tra i fan si contano divi come Cameron Diaz, Miranda Kerr e Robert Downey Jr. Quando qualche settimana fa, i Placebo, band cult degli anni Novanta, hanno aperto il loro concerto a Milano con un “bagno di gong”, ho deciso di provarlo di persona. Chiariamo: non c’è nessuna vasca e neanche acqua. «È un’immersione nel suono dei gong» mi spiega Walter Zanca, maestro di discipline olistiche e autore della performance milanese (almamatters.com). «In Oriente li usano contro l’insonnia, lo stress ma anche per sciogliere blocchi emotivi e ricaricarsi».

Si rimane sdraiati, a occhi chiusi Nella stanza,

illuminata da candele, ci sono due enormi gong. Per terra tappetini da yoga, cuscini e copertine per tutti: il bagno di gong si fa in gruppo. La seduta ha tre fasi: la preparazione, il “bagno” vero e proprio e la condivisione finale. Walter avverte che si tratta di un’esperienza personale e intensa. Lo ammetto: mi sembra una cosa un po’ da hippie. Chiudo gli occhi e ascolto: la prima cosa che sento è un rumore simile a onde del mare e vento forte. Poi altri suoni. Ed ecco i gong, forti, avvolgenti e ipnotici. Ho la pelle d’oca ma comincio a rilassarmi. «All’inizio vengono suonati altri strumenti come le campane tibetane, la kalimba e il bastone della pioggia, che inducono il relax» mi spiegherà Walter. «Poi arrivano le vibrazioni dei gong che investono il corpo, attivando un massaggio che riequilibra il fisico; mentre il loro suono provoca uno stato simile alla meditazione».

Dopo un’ora il corpo è ristorato, la mente leggera Alla fine i suoni si fanno più lievi e la voce

di Walter ci riporta alla realtà: è passata un’ora ma mi sembra di svegliarmi da un sonno lunghissimo. Franco, 47 anni, anche lui alla prima volta, racconta stupito di aver pianto. Isabella, dice di aver sentito il suo polso sinistro, sempre dolorante, prima irrigidirsi e alla fine “sciogliersi”. Anastasia e il suo ragazzo Matteo, due habitué, confermano: «A volte agisce sul corpo, allentando le tensioni, altre sulle emozioni. Ma i giorni dopo sono piena di energia». Io, intanto, sento il corpo pesante ma ristorato. E confermo, contro stress e insonnia, funziona: mi sono fatta una dormita memorabile.

Dove farlo L’associazione Gong Planet (gongplanet.com) organizza bagni di gong in tutta Italia. Quanto costa Intorno ai 15-20 euro a seduta. Come vestirsi Non è necessario cambiarsi, si tolgono solo le scarpe. Meglio scegliere capi comodi e caldi, perché durante il rilassamento la temperatura del corpo scende.

LA VERSIONE SOFT

Non sei pronta a farti “scuotere” dai gong? Per iniziare prova il concerto con campane tibetane: emettono vibrazioni più dolci e un suono melodioso per un relax e un benessere super (da Alma Matters a Milano ogni lunedì alle 10,30 è accompagnato da colazione tibetana con frutta fresca e secca, per iniziare la settimana in modo armonico ed equilibrato).

83


POSSO AIUTARTI? . FORMA

L’alternativa al sale di Irma D’Aria

SEGNA IN AGENDA 6-7 GENNAIO

in 5 g di

GOMASIO 186,4 mg di sodio

Al Teatro Gobetti di Torino è in scena lo spettacolo S.O.S - Storia di un’odissea psicosomatica. Info: www. lp-press.com

9 GENNAIO

Inizia a Milano un ciclo di incontri di Mindful Running, l’allenamento che unisce i benefici della corsa a quelli della meditazione. Iscrizioni e info: mindfulrunning.it

28 GENNAIO in 5 g di

MISO 39,4 mg di sodio

L’Oms raccomanda di non introdurre più di 2 gr di sodio al giorno ( pari a circa 5 g di sale da cucina). Prova allora le alternative che arrivano dal Giappone, come il miso, un mix di soia, cereali e sale marino. È perfetto come sostituto del dado da brodo e nei piatti a base di riso, carne o pesce. È ricco di fermenti che riequilibrano la microflora intestinale e puoi aggiungerlo a fine cottura e a fuoco spento. Contiene ancora meno sodio il gomasio, composto da semi biologici di sesamo tostato e sale marino integrale: i primi sono ricchi di acidi grassi polinsaturi e vitamina E.

84

Appuntamento con le Arance della Salute: i volontari dell’Associazione italiana per la ricerca sul cancro saranno in 2.700 piazze italiane per raccogliere fondi e sensibilizzare. Info: www.airc.it

28-29 GENNAIO

C’è Yoga Porte Aperte, la manifestazione nazionale che prevede incontri, dibattiti e lezioni gratuite. Info: tel. 028361288; informa@ insegnantiyoga.it

UN LIBRO IN PILLOLE di Annaleni Pozzoli —

@AnnaleniP

GLAM 40 ANNI di Michaela Bellisario (Morellini editore 12,90 euro).

A 40 anni il meglio è passato? E chi l’ha detto? E se dovesse ancora venire? Per prepararsi, l’autrice non suggerisce solo come truccarsi, vestirsi e mantenersi in forma, ma spiega come essere bella e glam con l’anima.

LA GINNASTICA FACCIALE Creme e

maschere antirughe non bastano: per mantenere la pelle tonica e liscia si possono fare dei veri e propri esercizi di ginnastica. Come quello per le guance: gonfia la bocca d’aria, come fosse un palloncino, trattienila per qualche secondo e poi espira. Ripeti 5 volte.

GLI IMPACCHI PER CAPELLI SANI Dopo i

40 i capelli vanno curati di più. Per esempio, se sono sfibrati una maschera a base di banana schiacciata regala morbidezza e vitalità. Poi mescola due o tre gocce di olio di argan allo shampoo e usalo per un impacco rivitalizzante da fare una volta alla settimana.

LA MEDITAZIONE Coltivare la spiritualità,

Il drink antirughe Per riacquistare un aspetto più giovane e sano c’è il nuovo integratore Biocollagenina in drink (Esi, 39 euro), a base di collagene marino idrolizzato, e di altri preziosi nutrienti. Il cerotto contro i dolori mestruali Il mal di pancia da ciclo si può alleviare con Free (18,80 euro la confezione da 5), un cerotto che a contatto con la pelle rilassa la muscolatura e allevia il dolore. Lo spray contro la tosse Influpirinviral spray orale (Pool Pharma, 16,90 euro) forma sulle mucose un film-gel che difende dall’attacco di virus, batteri e sostanze ambientali nocive. Il risultato? Allevia sintomi come tosse e mal di gola. Il dentifricio protettivo Hai i denti sensibili a caldo e freddo? Prova Biorepair Plus Denti Sensibili (75 mg, 4,95 euro); lasciato in posa 30 secondi, occlude i tubi dentinali, impedendo agli stimoli termici di raggiungere il nervo.

vivere nel presente: essere glam è innanzitutto consapevolezza. E la meditazione è uno dei mezzi più potenti, a cominciare dalla respirazione. Per fermare la mente nei momenti di stress, basta appartarsi e respirare con la pancia per pochi minut: ritrovi subito la calma.

WWW.DONNAMODERNA.COM

GETTY, LA CAMERA CHIARA, AGF CRATIVE

NOVITÀ IN FARMACIA


I T A N O B AB SUBITO!

1 ANNO 39,00 OLI 52 NUMERI A S

*

0 invece di € 78,0

ALE EDIZIONE DIGIT

SCONTO SPECIALE

50

INCLUSA

dizione, tributo spese di spe ece di € 78,00. *+ € 4,90 come con inclusa) inv (IVA ,90 43 € di per un totale

%

POSTA

TELEFONO

Spedisci in busta chiusa a: Servizio abbonamenti Casella postale 97 VIA DALMAZIA 13 25126 - Brescia

Chiama il n° 199.111.999** **Il costo della chiamata per i telefoni fissi da tutta Italia è di 0,12 centesimi di euro al minuto + iva senza scatto alla risposta. Per le chiamate da cellulare i costi sono legati all’operatore utilizzato. Dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00.

INTERNET Collegati al sito:

www.abbonamenti.it /donna2016

Lo sconto è computato sul prezzo di copertina al lordo di offerte promozionali edicola. La presente offerta, in conformità con l’art.45 e ss. del codice del consumo, è formulata da Arnoldo Mondadori Editore S.p.a. Puoi recedere entro 14 giorni dalla ricezione del primo numero. Per maggiori informazioni visita www.abbonamenti.it/cga

nuovo!

TAGLIARE LUNGO LA LINEA TRATTEGGIATA

COUPON SPECIALE DI ABBONAMENTO PRIVILEGIATO

, desidero abbonarmi o regalare un abbonamento per un INDICO QUI I DATI DELLA PERSONA A anno a Donna Moderna (52 numeri inclusa l’edizione digitale) CUI REGALO L’ABBONAMENTO  con lo sconto speciale del 50%. Pagherò quindi solo € 39,00 Cognome (+ € 4,90 di spese di spedizione per un totale di 43,90 euro IVA Nome inclusa) invece di € 78,00. m MI ABBONO

m REGALO L’ABBONAMENTO

INDICO QUI I MIEI DATI: 

da compilare in ogni caso

Cognome

Indirizzo N.

Indirizzo

Prov.

Città

N.

CAP Prov.

Tel. E-mail È importante inserire il tuo indirizzo e-mail, per poterti inviare i dati di accesso alla copia digitale, tutte le comunicazioni relative al tuo abbonamento e le informazioni sui pagamenti.

Telefono

NON INVIO DENARO ORA. Pagherò in un’unica rata con bollettino di conto corrente postale che invierete al mio indirizzo Se preferisci pagare con Carta di credito collegati a

www.abbonamenti.it/donna2016 CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI Acconsento a che i dati personali da me volontariamente forniti siano utilizzati da Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. e dalle Società del Gruppo Mondadori per le finalità promozionali specificate al punto 1. dell’informativa. SI m NO m

CAP

Città

Nome

141 11 163 141 01

Acconsento alla comunicazione dei miei dati personali per le finalità di cui al punto 1. ai soggetti terzi indicati al punto 2. dell’informativa. SI m NO m Acconsento al trattamento dei miei dati personali per finalità di profilazione per migliorare la qualità dei servizi erogati come specificato al punto 3. SI m NO m

INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 13 DEL D.LGS. 196/03 La informiamo che la compilazione del presente coupon autorizza Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. in qualità di Titolare del Trattamento a dare seguito alla sua richiesta. Previo suo consenso espresso, lei autorizza l’uso dei suoi dati per: 1. finalità di marketing, attività promozionali e commerciali, consentendoci di inviarle materiale pubblicitario o effettuare attività di vendita diretta o comunicazioni commerciali interattive su prodotti, servizi ed altre attività di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A., delle Società del Gruppo Mondadori e di società terze attraverso i canali di contatto che ci ha comunicato (i.e. telefono, e-mail, fax, SMS, mms); 2. comunicare ad altre aziende operanti nel settore editoriale, largo consumo e distribuzione, vendita a distanza, arredamento, telecomunicazioni, farmaceutico, finanziario, assicurativo, automobilistico, della politica e delle organizzazioni umanitarie e benefiche per le medesime finalità di cui al punto 1. 3. utilizzare le Sue preferenze di acquisto per poter migliorare la nostra offerta ed offrirle un servizio personalizzato e di Suo gradimento; Ulteriori informazioni sulle modalità del trattamento, sui nominativi dei co-Titolari e dei Responsabili del trattamento nonché sulle modalità di esercizio dei suoi diritti ex art. 7 Dlgs. 196/03, sono disponibili collegandosi al sito www.abbonamenti.it/ privacyame o scrivendo a questo indirizzo: Servizio Abbonamenti - c/o Koinè, Via Val D’Avio 9- 25132 Brescia (BS) – privacy.pressdi@pressdi.it.


PRIVATO

POSSO AIUTARTI?

A COSA SERVE PIANIFICARE L’ANNO NUOVO

Secondo un’indagine della società Human Higway, all’inizio di un nuovo anno facciamo 2,6 buoni propositi a testa. Spesso non li rispettiamo ma metterli a fuoco è l’occasione per riflettere su noi stessi, fare un bilancio e guardare al futuro.

88

Gli slogan per un anno felice Li abbiamo ricavati da 6 libri appena usciti, saggi di psicologia ma anche manuali e racconti che hanno ognuno una chiave interessante per trasformare questo 2017 in un momento di crescita e di soddisfazione di Silvia Calvi — @Si_Calvi disegno di Philip Giordano

Scopri come godere delle piccole cose. Se tutte le ricerche dicono che i

danesi sono il popolo più felice, una ragione ci sarà. Per imitarli, quest’anno applica Il metodo danese dei piaceri quotidiani, di Louisa Thomsen Brits, (Sperling & Kupfer) tutto racchiuso in una parola: Hygge (pronuncia Ugge), cioè intimità. Ecco allora cinque pillole di benessere made in Danmark da mettere subito in pratica. 1. Sii te stesso, smetti di fingere di essere ciò che non sei. 2. Coltiva un modo più sereno ed equilibrato di discutere e godi dei piaceri della convivialità. 3. Lavora insieme agli altri: anche preparare la cena con l’aiuto degli amici o dei famigliari fa sentire parte di un team. 4. Rendi la tua casa un rifugio piacevole, caldo e accogliente. 5. Non prendere il centro della scena, evita di vantarti, di lamentarti e di giudicare.

WWW.DONNAMODERNA.COM


Torna a meravigliarti. Siamo cresciuti

con l’idea che Leopardi sia il poeta del pessimismo. Il genio di Recanati, invece, possiede una vitalità che Alessandro D’Avenia, insegnante di liceo, coglie e utilizza per soddisfare gli interrogativi dei suoi alunni: «Come si può raggiungere la felicità duratura?». E l’autore risponde attraverso la bellezza dei versi di Leopardi perché secondo lui non esiste testimonial migliore per spiegare come capovolgere in positivo la propria vita. Ne scaturisce L’arte di essere fragili, come Leopardi può salvarti la vita (Mondadori). Un libro che è (anche) una dichiarazione d’amore alla poesia: «Da te ho imparato come ci si meraviglia, sovrastati dalle cose non fatte dall’uomo che ispirano quelle che ancora può fare». Un pensiero per il nuovo anno.

Prenditi il piacere di cucinare in compagnia. Smetti di giocare e

mangia!». Nasce da questo secco comando ricevuto da piccoli l’idea che ci sia opposizione tra cibo e piacere. Per contrastare questo pensiero, lo psicoanalista James Hillman ha scritto La cucina del dottor Freud (Cortina), una divertente raccolta di aneddoti dalla vita privata del padre della psicoanalisi mescolata alle ricette viennesi più amate dalla famiglia Freud. Il risultato? Tanti spunti per riflettere sull’origine dei propri comportamenti e per trascorrere il 2017 all’insegna della buona tavola, in una sorta di golosa terapia di gruppo. Un libro da tenere in cucina per combattere quella che HIllman considera la vera psicopatologia moderna della vita quotidiana: il fast food.

Fidati di te stessa. «Che cos’è un limite? La misura delle tue possibilità. Cioè di quello che, in questo preciso momento, è alla tua portata oppure non lo è». Così scrive il counselor e formatore Paolo Ragusa nel suo libro Il potere del sì (Bur), spiegando che un limite è l’occasione per attivare le risorse utili a cambiare direzione, correggere un punto di vista e aprire la strada a qualcosa di nuovo e vantaggioso. Il libro, a partire dai casi concreti, offre molti spunti di riflessione. Uno, in particolare, è perfetto per questo momento dell’anno: devi sempre tenere conto di quello che hai fatto, successi e sconfitte, ma senza restare impantanata nel passato. Solo così potrai vivere in maniera serena e appagante il futuro.

Impara a condividere cose e idee.

Non sprecare neanche un giorno. «Il

Si scrive sharing economy e si legge way of life, un modo di vita basato sulla condivisione di idee, valori ma anche beni e servizi, dall’auto alla casa, dal cibo al tempo. Lo raccontano bene (e in modo divertente) Elena Triolo e Valentina Ferri nel libro Condividi. La sharing economy è il futuro (Hop edizioni). Perché? Come spiegano le autrici, applicando questo principio a tanti aspetti della quotidianità (lavoro, casa, famiglia e vacanze) oltre a conoscere nuovi amici, non si inquina, si risparmia, ci si diverte e si realizzano progetti. E poi è semplice: bastano due ore per accompagnare dei turisti alla scoperta della propria città o perfezionare l’inglese con un compagno madrelingua. E, allora, via libera a un 2017 più condiviso!

modo in cui impieghiamo le giornate è, naturalmente, il modo in cui trascorriamo la vita». Basta riflettere su questa semplice verità (alla quale raramente si pensa) per avere voglia di rimboccarsi le maniche e trasformare ogni giorno in una buona giornata. Come spiega molto bene Caroline Webb nel libro Have a good day (De Agostini) che, attraverso un percorso in sette tappe, a partire dalle ultime ricerche nel campo delle neuroscienze e della psicologia sociale, offre consigli utili per superare brillantemente una seccatura, diventare più creativi, non cedere alla trappola del superlavoro, organizzarsi al meglio, raggiungere ogni giorno un obiettivo e così via. Quale modo migliore per cominciare un nuovo anno?

89


POSSO AIUTARTI? . PRIVATO

La fatica di essere mamme Sempre più preparate e determinate. Ma per tenere insieme famiglia e realizzazione professionale le italiane si devono inventare qualcosa ogni giorno di Silvia Calvi —

@Si_Calvi e Ilaria Amato

«S

ono cresciute aspettandosi la parità. Poi, complice il difficile momento economico, le giovani donne italiane si sono trovate penalizzate. Più dei loro coetanei maschi, sia nella ricerca di un impiego sia nella retribuzione». Non fa giri di parole la sociologa e filosofa Chiara Saraceno, docente all’Università di Torino e autrice di Sociologia della famiglia (Il Mulino). «È il paradosso delle trentenni: più preparate, multilingue e determinate rispetto a quelle delle generazioni precedenti, rischiano di soffrire uno scarto enorme tra le aspettative, l’idea che hanno di se stesse e le reali opportunità che possono permettersi di cogliere. Questo porta a conseguenze certamente pesanti sul piano personale ma, sia chiaro, anche sociale. Perché, se non si corregge il trend, rischiamo di buttare a mare una generazione». Incrociando i dati di tre ricerche, e con l’aiuto degli esperti, cerchiamo allora di capire punti di forza e zone d’ombra delle donne oggi.

La maternità? Può attendere Secondo gli ultimi

dati Istat, nel 2015 in Italia sono nati 485.780 bambini. Cioè 17.000 in meno dell’anno precedente. Un’altra novità riguarda l’aumento della percentuale delle mamme over 40 rispetto alle più giovani: oggi rappresentano il 9,3%, contro l’8% delle under 25. L’età media delle italiane al primo figlio, del resto, è piuttosto alta: 32,3

90

PER 8 SU 10 L’OCCUPAZIONE PIÙ BELLA È CRESCERE I FIGLI

Lo rivela una ricerca di Ipsos per Kinder cereali. Ma il 51% fa autocritica e si definisce troppo accudente. Del resto l’indagine conferma un trend tutto italiano: le mamme si fidano poco dei papà. E, a causa di questo, tendono ad accentrare su loro stesse la gran parte delle incombenze che riguardano la casa e, soprattutto, i figli. Il motivo? Vogliono avere tutto sotto controllo.

anni, contro i 28 anni delle europee. «È una delle conseguenze della precarietà professionale che, più di tutto, incide moltissimo sulla scelta di avere un figlio» commenta Simona Lanzoni, vicepresidente della Fondazione Pangea Onlus (promotrice a livello internazionale di programmi per la formazione e l’impiego femminile, pangeaonlus.org). «Un uomo non rischia di perdere il lavoro se diventa padre. Una donna, invece, se non ha un contratto a tempo indeterminato, tende a rimandare o, addirittura, a rinunciare. E il congedo parentale? Ora include anche i padri, eppure, secondo i dati del 2013, ne hanno usufruito 283.620 persone, di cui solo l’11,8% uomini. WWW.DONNAMODERNA.COM


I VOLTI DELLE EQUILIBRISTE

Le belle immagini in queste pagine sono di Mario Spada per Save the children, la Ong che, dal 1919, opera in 119 Paesi del mondo per offire a tutti i bambini salute, sicurezza, educazione e sviluppo economico.

PH MARIO SPADA, PER SAVE THE CHILDREN

Eppure per l’economia sono una risorsa

Da noi, poi, c’è un altro ostacolo: mancano gli asili nido. L’Unione europea ci chiede di arrivare a una copertura del 33% mentre siamo fermi al 12%. Ma al Sud gli asili nido sono ancora meno: il 5%. Se manca una rete famigliare cui appoggiarsi, come si possono conciliare lavoro e maternità?». Forse anche per questo c’è stato un sorpasso che possiamo definire storico: oggi in Italia nascono più bambini al Nord che al Sud.

Il lavoro? Ce lo si inventa o ci si accontenta Pri-

ma di tutto un dato sulle aspirazioni femminili: vorrebbe lavorare (e non ci riesce) il 26,8% delle donne contro il 19% degli uomini. Ma quante,

«Il carico di lavoro, sia familiare che retribuito, delle mamme italiane, oltre che essere iniquo, mina le loro possibilità di crescita personale» commenta Chiara Saraceno. «Investire sulle donne, le madri e le pari opportunità, invece, avrebbe un effetto importante sull’occupazione. E, oltre a colmare il divario di genere, darebbe lo sprint all’economia del Paese».

invece, hanno un impiego? Stando agli ultimi dati Istat, il 50,6% delle donne tra i 20 e i 64 anni. Nel resto d’Europa, invece, la media è del 64,2%. E gli uomini? Lavora più del 70 per cento. «Va meglio alle laureate che, se non ottengono un contratto, riescono a inventarsi nuove opportunità, anche grazie alla Rete. Sono in aumento, infatti, le donne che fanno impresa e progettano start up» continua Chiara Saraceno. Secondo una ricerca condotta da FattoreMamma e Veesibl, per esempio, l’87,4% delle mamme ha un profilo su un social network. La maggioranza ha una pagina Facebook, (97,9%) seguita da profili Twitter (39,6%) e Linkedin (28,1%). «È quasi tutto femminile, inoltre, il fenomeno della sovraistruzione» conclude Chiara Saraceno. «Cioè di persone occupate che possiedono un titolo di studio superiore a quello richiesto per svolgere la propria professione. Le donne, insomma, si adattano pur di diventare economicamente autonome». Ma è giusto?

La cura della casa? È ancora sulle loro spalle Se l’Associazione Save the children ha intitolato la sua ricerca sulle mamme italiane Le equilibriste, non è certo un caso. «I numeri parlano chiaro: una lavoratrice dedica cinque ore al giorno al lavoro domestico, contro le due ore risicate degli uomini» spiega Antonella Inverno, responsabile Policy and Law di Save the children. E di cosa si occupano maschi e femmine in quelle ore di lavoro domestico? «Secondo il più prevedibile dei cliché, le donne puliscono, stirano, cucinano e seguono i bambini. Gli uomini, invece, fanno riparazioni o gestiscono gli animali domestici. Tanto per fare un paragone, in un Paese come la Norvegia il lavoro di cura si prende 3 ore e mezza del tempo delle donne e 2 ore e 40 minuti di quello dei loro compagni. Forse nel giro di due o tre generazioni questo gap sarà finalmente colmato anche da noi». Decisamente sembra sia arrivato il momento di ripensare il nostro modello economico e di crescita sociale. «Numerosi studi hanno dimostrato quanto sia indispensabile il contributo lavorativo femminile alla crescita dei Paesi» conclude Antonella Inverno. «E questa crescita potrà avvenire solo se si riuscirà a riequilibrare il carico del lavoro di cura che ancora pesa eccessivamente sulle spalle delle donne. Le italiane dedicano alle incombenze familiari più ore di tutte le altre donne in Europa e, tra queste, le madri sono chiaramente le più impegnate. È il momento di redistribuire questo lavoro in un’ottica di maggiore condivisione delle responsabilità genitoriali. E di dare alle donne il ruolo che spetta loro».

91


POSSO AIUTARTI? . PRIVATO

test

Nella testa di lui

La “doppia vita” dei nostri ragazzi di Roberto Parodi giornalista e scrittore

P

ensavo di conoscerli e invece no. Sono dei trasformisti di prima categoria, attori da tappeto rosso, artisti della dissimulazione. Chi? Ma i miei tre amati figlioletti, ovviamente. Perché? Semplice: fuori di casa sono persone completamente diverse da quelle che tutti i santi giorni vedo aggirarsi nel triangolo maledetto “televisione-letto-frigo”. Il dubbio aveva iniziato a farsi strada da quando i genitori della migliore amica di Fiammetta mi dicevano: «Ma come è educata questa bambina, specialmente a tavola! E come aiuta a preparare e rimettere tutto a posto». Oppure quelli del più caro amico di Vittorio, definito «Un grande! Attento a tutto, sempre sorridente, disponibile e ordinatissimo». E infine i nonni e gli zii che lodano senza freni Pietro: «Come è maturo, posato, giudizioso! Pensa che mi ha portato su le sportine della spesa e mi ha spiegato una ricetta della zia Benedetta». La prima cosa che mi chiedo è: «Di chi stanno parlando?». No, perché i miei figli sono ben diversi. In casa si trasformano La loro camera? Sembra che ci abbiano fatto scoppiare dentro due chili di C-4, esattamente come la tavola, quando si alzano dopo cena (e si dileguano in 3 secondi netti). La spazzatura? Trabocca al punto che una volta l’ho vista scendere da sola le scale della cantina per andare ad autobuttarsi via. E poi il resto: su ogni minima decisione familiare sono più polemici di Marco Travaglio al cospetto di Berlusconi. Per eseguire banalissime commissioni hanno i tempi di lavori di manutenzione della Salerno-Reggio Calabria. Chiedere loro un favore è una missione che ha meno probabilità di successo che ricevere un rimborso dall’Agenzia delle Entrate. Se poi si degnano di esaudirlo, se lo ricordano ancora dopo decenni. Insomma: ok, sono felice che voi tre mi facciate fare bella figura in giro. Ma cavolo, invertiamo un po’ le situazioni?

92

COME REAGISCE ALLE CRITICHE?

Permaloso o capace di mettersi in discussione? Scopri che tipo è con il test messo a punto per lui dalla psicologa Maria Beatrice Toro.

6% DI SUCCESSO IN PIÙ SE SI FA LA DIETA IN COPPIA Anche lui si mette in riga dopo gli eccessi delle feste. Ma, secondo gli esperti del Research triangle institute (North Carolina) avrà più risultati se segue la dieta insieme a te.

CHI SA PERDONARE DI MENO?

I maschi. Una ricerca condotta dall’Università di Torino sottolinea che questa capacità è donna: gli uomini, meno empatici delle loro fidanzate, in generale hanno più difficoltà a scusare chi ha fatto loro un torto e sono anche più vendicativi.

Come sono gli amici che frequenti abitualmente? Ti somigliano un po’: non credi che sia possibile andare d’accordo se si è troppo diversi. Hanno in comune con te una certa apertura mentale e mancanza di pregiudizi.

A pranzo ti ritrovi con il collega che ti ha criticato in riunione... Non ti preoccupa ciò che pensa. E non ne parli certo durante la pausa pranzo! Cogli subito l’occasione per chiarire e provare a superare le vostre divergenze.

La tua partner ti fa notare una tua mancanza. Le dai subito ragione per evitare discussioni inutili. Non ti vuoi rovinare la giornata. Sulle prime ci resti male, ma poi ci rifletti e replichi spiegando il tuo punto di vista.

PREVALENZA DI SICURO DI SÉ Ama la compagnia e detesta le polemiche. Per lui una critica è solo un punto di vista diverso dal suo e, in genere, non lo influenza più di tanto. Nella vita contano i fatti più delle parole.

PREVALENZA DI RIFLESSIVO È un uomo aperto e disponibile al confronto. E, quando riceve una critica, ci riflette perché può essere un’occasione per migliorarsi anche quando, sotto sotto, ci resta un po’ male.

WWW.DONNAMODERNA.COM


(C) ETERNALMAGICOMNIA/RYANCARRASIOMNIMEDIA. All rights reserved. ‘Nicola Bartolini Carrassi’ (TM) è un marchio d’impresa registrato, proprietà di EMO. All right reserved. ArtCover by Enrica Eren Angiolini © 2017, Enrica Eren Angiolini. All Rights Reserved.

iL MaNifesto deL GLaM rocK

david

bowie novit à

in edicolA trovi Anche

dAvid Bowie FAntAstic voyAge

oltre 600 pAgine, tutti i testi commentAti, AggiornAto A gennAio 2016 liBro solo e 10,90*

A un Anno dAllA scompArsA, un viAggio emozionAnte nel glAm rock AttrAverso i protAgonisti che hAnno Assistito AllA nAscitA di «the rise And FAll oF ziggy stArdust And the spiders From mArs», lA mAssimA espressione del trAsFormismo musicAle nAtA dAl genio di dAvid Bowie. trA esiBizioni live e curiosità, guArderemo prendere vitA un’operA indeleBile e visionAriA.

dvd e 9,90

*

dAl 10 gennAio in edicolA con

Scopri lo shop online su mondadoriperte.it

* Prezzo rivista esclusa

rcomusic

Pieces of a stardust Life


SOLDI E LAVORO

POSSO AIUTARTI?

Qual è il giorno migliore TABLET

Punta sul LUNEDÌ . Il VENERDÌ è il giorno peggiore: è stato pagato il 5% in più.

Impara a difenderti dal dynamic pricing, la tecnica che fa salire i prezzi a seconda del periodo e delle abitudini dei consumatori di Chiara Sessa —

9 LE VARIAZIONI QUOTIDIANE DI AMAZON È il dato fornito dalla società canadese 360pi, che analizza dati relativi ai prezzi dei prodotti online per retailer e brand; riguarda i prodotti elettronici.

94

SMARTWATCH

@chiararsessa

Vuoi acquistare un tablet online? Meglio se lo fai lunedì, quando il prezzo è più basso. Se invece stai tenendo d’occhio un paio di scarpe che ti piacciono, evita di salvarlo nei preferiti per comprarlo nel fine settimana: potresti accorgerti che improvvisamente il prezzo è salito. Sono le sorprese del dynamic pricing, l’ultima novità del digital marketing: una tecnica che fa fluttuare il costo dei prodotti su Internet in base al giorno della settimana, alla richiesta e ai prezzi della concorrenza, utilizzando sofisticati algoritmi che elaborano le abitudini degli utenti e le tracce che lasciano sul web.

Meglio il MERCOLEDÌ no al SABATO perché il prezzo sale del 5%

Quando paghi di più Una recente ricerca condotta da Idealo, sito di comparazione dei prezzi, ha confrontato le variazioni sui siti di eshopping britannici e ha scoperto che per 11 categorie merceologiche su 12 i prodotti erano più economici il lunedì rispetto alla domenica. Dati che provano come chi vende abbia una conoscenza precisa dei comportamenti dei consumatori: la maggior parte di loro preferisce infatti acquistare dal pc di casa nel weekend, quando ha più tempo a disposizione e può consultarsi con i familiari. «In Italia le variazioni sono minori perché sono pochi i siti che adottano software per monitorare i mutamenti della domanda e cambiare tempestivamente i prezzi» spiega Paolo Primi, responsabile marketing di Idealo e autore della ricerca. «Ma la profilazione degli utenti si sta diffondendo anche da noi». Alla larga dal weekend Il primo consi-

LA RICERCA

I dati di queste immagini sono tratti da un’indagine condotta dal portale Idealo sul prezzo di 14 categorie di prodotti proposti da siti italiani durante il mese di ottobre 2016. Secondo questo studio, la fluttuazione di prezzo massima riguarda i giochi di società, mentre alcuni articoli, come smartphone e tv led, subiscono una variazione molto contenuta, al massimo dell’1%.

glio è ovviamente di non fare shopping online nei weekend (soprattutto sui siti britannici) e nei giorni “neri” (quelli delle immagini qui sopra). «Preferisci sempre gli indirizzi italiani dove, almeno per WWW.DONNAMODERNA.COM


per lo shopping online? GIOCHI DI SOCIETÀ

FITNESS TRACKER

Sì al MERCOLEDÌ no al GIOVEDÌ: il prezzo è salito del 10%

il momento, i prezzi sono più stabili: se cerchi prodotti tecnologici ed elettrodomestici, per esempio, un buon indirizzo è eprice.it» dice Primi. Molto importante è anche monitorare i prezzi usando i cosiddetti comparatori (oltre a Idealo, puoi provare Trovaprezzi, Twenga o Choozen), che non vendono direttamente, ma funzionano come una sorta di classifica dei siti dove un certo prodotto costa meno. Non hanno quindi nessun vantaggio nell’utilizzare il dynamic pricing perché guadagnano una percentuale in base al numero di utenti che comprano su un sito.

OLYCOM (3), SHUTTERSTOCK (2)

Così eviti il caro voli Il settore viaggi è

stato il primo ad applicare il dynamic pricing. Già nel 2012 Orbitz, sito collegato a Expedia, ha fatto notizia perché era in grado di individuare il computer da cui l’utente prenotava la vacanza: se usava il Mac, considerato “da ricchi”, il prezzo saliva. Anche l’associazione italiana Federprivacy l’estate scorsa ha lanciato l’allarme, segnalando che un volo può lievitare anche del 30% grazie all’utilizzo di cookies e strumenti di web analytics che consentono di fare

DRONE

Comprali a INIZIO SETTIMANA. Da evitare GIOVEDÌ: il prezzo sale del 9%

prezzi “su misura”. In pratica, se cerchi più volte una destinazione e ne parli sui social come del viaggio dei tuoi sogni, realizzare il tuo desiderio può costarti più caro. Per evitare le tariffe dinamiche, consigliano gli esperti di Federprivacy, è bene cancellare spesso la cronologia di navigazione dal browser e ripetere la ricerca da diversi dispositivi. Ma il prezzo dei voli e degli hotel, come tutti sanno, dipende anche dal periodo in cui si prenota. Skyscanner, sito internazionale di comparazione dei voli, pubblica ogni tre anni online uno studio che indica il momento migliore per acquistare un biglietto per le destinazioni più amate dagli italiani. «Se hai in mente un weekend a Parigi, per esempio, prenotando 16 settimane prima della partenza risparmi il 6,5%, mentre il mese in cui i voli per la capitale francese costano meno è novembre (-12% rispetto alla media)» spiega Filippo De Matteis, country manager per l’Italia di Skyscanner. Se invece la tua prossima meta è la Grecia, basta prenotare con 6 settimane di anticipo per risparmiare il 7%.

GIOVEDÌ è il “giorno nero”: è stato pagato il 5% in più rispetto al LUNEDÌ

Elimina i “biscottini” I cookies (biscotti in inglese) sono file che molti siti, compresi quelli di shopping, depositano nel tuo computer quando lo consulti per la prima volta per riconoscerti alle visite successivi e proporre prezzi “su misura” . Come si possono eliminare ed evitare così di essere profilati? Lo abbiamo chiesto a Giovanni Ziccardi, professore di giurisprudenza alla Statale di Milano ed esperto di diritti digitali. «Per rimuoverli, occorre aprire il browser normalmente utilizzato per le

ricerche sul web (per esempio Safari, FireFox o Google Chrome), scegliere “Preferenze” nella barra in alto ed entrare in “Privacy”» spiega Ziccardi. «A questo punto seleziona la voce “Rimuovi i cookies di terze parti”. Se clicchi sull’opzione che li cancella tutti, eliminerai anche quelli che ti consentono di salvare le password per l’accesso ai siti». Sempre nella sezione “Preferenze” puoi disattivare il servizio di localizzazione e cancellare la cronologia delle ricerche fatte. Così diventerai praticamente “irriconoscibile”.

95


POSSO AIUTARTI? . SOLDI E LAVORO

I tuoi clienti ti aspettano sul web Dall’idraulico all’avvocato, dalla baby sitter all’insegnante, c’è un portale per ogni professione. Sono piazze digitali che permettono di farsi conoscere velocemente e di allargare il proprio giro d’affari di Isabella Colombo

96

localjob.it Impiantisti, pittori, idrau-

lici, traslocatori e riparatori di ogni tipo si trovano su questa piattaforma che oggi copre 98 province in Italia e che, grazie all’utilizzo della geolocalizzazione, può garantire la velocità di intervento da parte dei professionisti. «Per i lavori più urgenti i clienti mandano una richiesta e gli artigiani disponibili possono offrirsi all’istante» dice Luca Guerrasio, responsabile marketing del sito. «L’app permette all’artigiano di ricevere dai clienti anche fotografie e dettagli della domanda se serve. E di inviare il proprio preventivo». Da sapere Devi avere la partita Iva e dimostrare le tue qualifiche che il sistema di localjob verificherà. Guadagni e pagamenti Se il tuo preventivo viene accettato, il portale stabilisce il contatto con il cliente e insieme concordate tutti i dettagli di lavoro e le modalità di pagamento.

addlance.com La

piattaforma è nata per dare visibilità a creativi e progettisti (sviluppatori web, grafici, architetti, ingegneri) ma è perfetta anche per commercialisti e avvocati che attraverso il web possono offrire la loro consulenza alle aziende. «Per la scelta, i clienti si basano sulle recensioni degli altri utenti o sfogliano i portfolio dei lavori già svolti» spiega il cofondatore Luca Cappelletti. Da sapere Non occorre incontrare direttamente i clienti. «Si tratta di lavori che si possono svolgere anche esclusivamente online, l’ideale per chi ha deciso di abbandonare un posto a tempo pieno ma vuole rimanere sul mercato» dice Cappelletti. Guadagni e pagamenti Puoi farti pagare con ritenuta d’acconto (non è necessario che tu abbia la partita Iva). PER I CREATIVI E I CONSULENTI

WWW.DONNAMODERNA.COM

GETTY

ilmiosupereroe.it Il sito è specializzato PER LE COLF E GLI nei cosiddetti servizi alla persona e pubbliARTIGIANI ca gli annunci di colf, badanti, baby sitter, fisioterapisti, osteopati e personal trainer. «La nostra forza è la rapidità: i lavoratori che collaborano con noi impiegano in media 50 minuti per rispondere a una richiesta» afferma l’ideatore Gabriele Di Bella. «Il cliente riceve una scheda con le informazioni sul professionista prescelto e ha un’assicurazione gratuita che copre gli eventuali danni alle cose». Da sapere Devi dimostrare di avere un titolo di studio specifico e un’esperienza di almeno 2 o 3 anni. Guadagni e pagamenti «Ogni professionista stabilisce quanto guadagnare e in quali giorni, orari e zone lavorare. E per ogni chiamata, contratti e fatture sono generati automaticamente dal sistema».


iSpoon.it Dagli anima-

tori per una festa di compleanno ai maestri di musica, fino ai personal trainer e ai professori che danno ripetizioni di matematica: tutti trovano un posto su questa piazza virtuale. E caricano il loro profilo indicando età, competenze ed esperienze passate. Da sapere Basta che ti registri sul portale e inserisci un videocurriculum in cui spieghi chi sei e cosa fai: il sistema controlla i tuoi documenti e seleziona i servizi offerti. Guadagni e pagamenti Tu segnali un range di prezzo, ma la tariffa definitiva la concordi solo in seguito con il cliente quando discutete i dettagli. PER CHI VUOLE ARROTONDARE

500euro È QUANTO PUÒ GUADAGNARE AL MESE UNO STUDENTE SECONDO I DATI ISPOON.IT Una hostess per congressi o nei supermercati prende da 1.500 a 2.200 euro.

Joebee.com È l’e-commerce dei lavori

bemyguru.it Su questo portale si

propongono consulenti di alto profilo disponibili ad aiutare imprenditori e startupper a sviluppare le loro idee. «I professionisti che collaborano con noi sono tra i più affermati e possono fornire consigli e strategie preziose per progetti specifici sui quali si è poco preparati» assicura il Ceo Jegor Levkovskiy. I clienti scelgono sul sito un argomento di interesse, individuano il guru adatto e inviano la richiesta al sistema che stabilisce in pochi minuti un contatto telefonico per la consulenza. Da sapere Titoli di studio e un’ottima preparazione nel tuo settore sono indispensabili perché i criteri di selezione sono davvero rigidi. La forza del portale è l’alta professionalità dei consulenti. Guadagni e pagamenti A decidere il costo della consulenza è il professionista: si parte da 60 euro all’ora (il 70% ha scelto la formula di un euro al minuto).

10 % È LA PERCENTUALE DI LAVORATORI ITALIANI CON LA PARTITA IVA In America il rapporto è 1 su 3. Il futuro del lavoro è freelance e le piattaforme che fanno incontrare domanda e offerta è destinato a crescere sempre di più (dati Istat).

occasionali, dal cuoco al giardiniere. A fare da garanzia sono le recensioni dei clienti, la verifica dei dati e un sistema di check in e out che il professionista invia quando inizia e finisce la prestazione. Da sapere La piattaforma è aperta a precari, freelance, studenti. Basta creare un profilo e aspettare le chiamate. Guadagni e pagamenti Il punto di forza è la rapidità del pagamento: da febbraio il portale promette di accreditare i compensi pochi minuti dopo il termine del lavoro.

jobby.works Questa è una applica-

zione per smartphone perfetta per studenti e lavoratori che vogliono arrotondare. Propone persone disposte a occuparsi delle incombenze pratiche che i clienti non hanno tempo di svolgere, come fare la spesa, recapitare un pacco, andare in lavanderia o portare il cane a spasso. La usano anche le aziende che hanno bisogno di manodopera non per forza qualificata e solo in alcuni periodi dell’anno. Da sapere Ti registri sul portale: a garantire per te sono il controllo effettuato dal sistema e le recensioni degli altri utenti. Guadagni e pagamenti «I clienti scelgono se affidare un incarico pagato all’ora (il minimo è 8 euro) o a prestazione (da 4 euro)» spiega il fondatore dell’applicazione Andrea Goggi.

Una piazza per chi fa musica Sei un musicista e cerchi nuovi suoni o collaboratori? Anche la musica oggi è on demand. Carica la traccia dei tuoi pezzi su gimmethesound. com e chiedi suggerimenti. Il network musicale mette in comune arrangiamenti per realizzare pezzi inediti. L’obiettivo è favorire le contaminazioni.

97


STILI DI VITA

POSSO AIUTARTI?

Il bon ton delle cerimonie gay Sono già un migliaio le unioni civili celebrate in Italia. Tre coppie raccontano la loro esperienza

di Valeria Colavecchio

LA PRIMA FIERA PER LE UNIONI ARCOBALENO

Si chiama Gay Wedding Italia e si è svolta per la prima volta a Roma lo scorso ottobre. Ha avuto un tale successo che verrà ripetuta nel 2017. Qui si possono trovare suggerimenti per il ricevimento, le bomboniere, l’abbigliamento, il viaggio di nozze. Info e date su: gaywedding italia.it.

98

iù di mille. Ė il numero delle coppie gay che hanno pronunciato il fatidico “sì” in sei mesi, ovvero dall’entrata in vigore della legge Cirinnà, che ha ufficialmente aperto le porta alle unioni civili tra persone dello stesso sesso. Una giornata che molti vivono con l’emozione e la solennità di un matrimonio. «In queste cerimonie c’è molta allegria e si impara a essere se stessi» spiega la wedding planner Manuela Speroni (agnesesognasempre.com). «Per questo adottare passivamente i riti delle coppie etero sarebbe un errore. Meglio rinunciare a tradizioni che suonano obsolete anche nei matrimoni tradizionali, come il lancio del bouquet o il taglio della giarrettiera». Conviene puntare su alternative creative. «Per l’ingresso, per esempio, il sistema più gettonato è che i due sposi entrino insieme mano nella mano o accompagnati da un amico o da un parente» continua l’esperta. «Sì anche alle partecipazioni personalizzate, che raccontano la coppia». E gli ospiti? Come farli sentire a proprio agio? «Un’idea è di accoglierli con una coppa di champagne e lasciarli liberi di scegliersi i posti» risponde Manuela Speroni. Ecco i racconti di tre coppie che hanno vissuto questo momento. Con tutta la creatività delle unioni arcobaleno.

PH. CHERIE STUDIO

P

WWW.DONNAMODERNA.COM


Nelle bomboniere la frase «Love is love»

I nostri inviti? Un video postato su Facebook

Elisa Bartoccioni, 32 anni, personal trainer e Nadia Panigada 37, life coach

Elisa lubello, 33 anni, giornalista e agente di viaggio e Flavia Fuggetti, 34, medico

«Volevamo che il giorno delle “nozze” fosse indimenticabile: del resto il matrimonio è nell’immaginario di ogni bambina, fin dalla più tenera età» racconta Elisa. «L’unione gay, però, era qualcosa che nessuno dei nostri amici o conoscenti aveva mai fatto prima. E quindi ci chiedevamo: questo lo fanno tutti, lo facciamo anche noi? E questo, che non fa nessuno, non sarà troppo spiazzante per gli invitati? Prendiamo le bomboniere: alla fine l’idea migliore ci è sembrata scrivere “Love is love”, sui cartoncini. Anche sulle partecipazioni ci siamo fatte delle domande: dovevamo scrivere “annunciano il matrimonio”? Alla fine la cosa migliore ci è sembrata mettere solo i nostri nomi, senza etichette tipo “sposa”, e parlare di unione. Per la cerimonia, la prassi di invitare anche i cugini di quinto grado per noi non aveva senso. Abbiamo voluto solo i parenti più stretti e gli amici che ci sono sempre stati vicino, escludendo chi da anni non ci parla o non ci ha mai voluto incontrare». Il dilemma più grande? «Il vestito» ride Nadia. «Io sognavo l’abito bianco lungo tradizionale, ma quando l’ho provato mi sono sentita a disagio. Così, ho preferito un vestito candido sì, ma corto: un modello firmato, comunque da sogno! Ho messo anche i tacchi». Elisa, invece ha scelto un completo giacca e pantaloni. «Era un po’ “rock”, nel mio stile: l’ho indossato con le sneakers. Così per il tradizionale bacio mi sono dovuta alzare in punta di piedi» ride Elisa.

Viva la vida dei Coldplay come marcia nuziale Roberto Campagna, 60 anni, giornalista in pensione e Alessandro Trabucchi, 49, impiegato in un’assicurazione «Stiamo insieme da 22 anni e appena è stata approvata la legge abbiamo deciso di sposarci: per noi significava celebrare una relazione fatta di gioia, felicità, pazienza e difficoltà e sancire davanti al mondo che non siamo una coppia di serie b» dice Roberto. «Volevamo una bella festa ma senza scimmiottare i riti tradizionali: niente fiori o bomboniere e al posto dello smoking un abito scuro di buon taglio per entrambi. Abbiamo la stessa taglie e Alessandro potrà sfruttarli tutti e due per l’ufficio!». Bandita anche la marcia nuziale. «Al suo posto Viva la vida dei Coldplay: trionfale e allegra, come noi». Curatissimi i dettagli: «I testimoni indossavano la stessa cravatta e le damigelle lo stesso vestito. Ci siamo uniti nella sala della cerimonia di Palazzo Reale a Milano, affollatissima di amici, anche a sorpresa. Poi tutti a cena: durante il rinfresco è stato proiettato un video realizzato da alcuni amici che raccontava la nostra storia alternata a immagini di fenicotteri, storico simbolo gay. Un ricordo fa sorridere Alessandro. «Quando siamo usciti da Palazzo Reale, un venditore ambulante mi ha avvicinato: “Amico, dov’è la sposa?”. Ho indicato Roberto. Si è dileguato prima che gli dicessi una parola».

«Ci siamo sposate in Francia, dove vivo e lavoro, perché in Italia la legge Cirinnà non c’era ancora» racconta Elisa. Ma non è l’unico motivo per cui le due ragazze hanno scelto l’estero. «Volevamo un vero matrimonio, non un’unione civile (in Francia le coppie gay si possono sposare dal 2013, ndr): nessuna versione alternativa» sottolinea Flavia. «Desideravo che Elisa diventasse mia moglie, con tanto di obbligo di fedeltà». «Quando abbiamo richiesto i documenti all’ambasciata italiana, una funzionaria scandalizzata al telefono ha esclamato: “Ha detto compagna? Due donne? Ma è vietato!”» ricorda Elisa. «Per fortuna si sbagliava e ci è rimasta malissimo». Il matrimonio è stato tutt’altro che tradizionale: gli inviti sono stati fatti attraverso un video pubblicato come evento privato su Facebook. «Avevamo entrambe il bouquet ed eravamo vestite con uno spezzato black & white: io, che sono pianista, indossavo le mie scarpe da concerto e una gonna. Elisa pantaloni ricamati e i suoi stivali preferiti». La camicetta di seta, però, era identica.

99


POSSO AIUTARTI? . STILI DI VITA

L’hi-tech incontra il design Bellissimi, ma non solo. Questi oggetti disegnati da architetti, stilisti e creativi famosi hanno tecnologie sorprendenti che li rendono utili e divertenti di Eugenio Spagnuolo LO SMARTPHONE SENZA BORDI Disegnato da Philip Starck, Mi Mix di Xiaomi (mi-italia.it, 750 euro), è tutto schermo, non ha i bordi. A proteggerlo, c’è una scocca realizzata in ceramica. Ma il punto forte è l’audio piezoelettrico, che ti permette di ascoltare i suoni attraverso il vetro del display, senza bisogno di altoparlante. LE CUFFIE DAL SUONO SUPER Disegnate da Philippe Starck, le Parrot Zik 3 (parrot.com, 350 euro) sono disponibili in 6 colorazioni e 3 finiture. Hanno la ricarica wireless, filtrano il rumore e, con la modalità street, puoi ascoltare la musica senza perdere il contatto (sonoro) con l’ambiente circostante.

LA TV CHE ARREDA Il Serif TV di Samsung (samsung.com, da 700 euro) ha una cornice (che può fare da mensola) e il dietro coperto da un pannello di tessuto. Ma i designer, Ronan&Erwan Bouroullec, hanno anche creato un’interfaccia intuitiva e un telecomando facilissimo.

LO SMARTWATCH DI CLASSE Il cinturino di Hermès fatto a mano e che ricorda i sandali della griffe impreziosisce questo Apple Watch (da 1370 euro). Che ti permette di leggere le notifiche dell’iPhone, resiste all’acqua, ha il Gps e ti aiuta a restare in forma con l’app “Salute”.

LA FOTOCAMERA GLAMOUR Per ridisegnare la mitica Instax Mini 70 (fujifilm.eu/it, da 130 euro), Fujifilm ha chiamato lo stilista Michael Kors. Risultato: una fotocamera istantanea dorata, con custodia che ricorda la tracollina da teatro. Chic e creativa, grazie alla modalità selfie intelligente, garantisce (auto)scatti perfetti.

100

WWW.DONNAMODERNA.COM


9 libri per chi ama gli animali Di cosa hai voglia? Un romanzo, un saggio o una fiaba? Qui trovi tante storie diverse. Ma i protagonisti sono sempre loro, i nostri pet. Cani, gatti, maialini e perfino un cucciolo di riccio. Che ti terranno compagnia nel nuovo anno di Paola Nardi —

@paolamarianardi

SE SEI ROMANTICA

SE VUOI SORRIDERE

La gatta Molly non può più stare con l’anziana padrona, ma per fortuna incontra Debbie e la sua vita prende una nuova svolta (Molly e la gatta che sapeva amare di Melissa Daley, Tre60, 16,40 euro).

Un ragazzo assillato da ansie e dubbi si ritrova a passare l’estate con un ippopotamo nano, che si rivela maestro di vita (Autoritratto con ippopotamo di Arno Geiger, Bompiani, 18 euro).

Quando Steve e Derek adottano Esther sono convinti che sia una maialina nana. In realtà, è un cucciolo di scrofa da allevamento, che loro però riescono ad addomesticare (Esther, Giunti Ed., 14,90 euro).

SE ADORI I MICI

SE VUOI EMOZIONARTI

SE HAI IL CUORE A PEZZI

L’autrice coglie i gatti in pose buffe e sguardi eloquenti. Poi, abbina a ogni foto un pensiero, immaginando quello che vorrebbero dirci. Divertente! (La parola ai gatti di Patrizia Traverso, Tea, 12 euro).

Una cucciola speciale ha bisogno di cure. In breve conquista il cuore del veterinario che, in suo onore, apre un centro di recupero per ricci (25 grammi di felicità, di Massimo Vacchetta Sperling&Kupfer, 17 euro).

SE CERCHI TENEREZZA

Perdere l’amato cane è un dolore enorme. Qui trovi tanti consigli per superare i momenti più tristi e riflessioni che ti aiutano a ritrovare la serenità (Arrivederci Bau di Monica Marelli, De Vecchi, 12 euro).

PER I BAMBINI CHE... Prova questa fiaba soporifera, da leggere cambiando il tono della voce e sbadigliando dove è indicato (L’elefantina che voleva addormentarsi, Carl Johan Forssén Ehrlin, Mondadori, 14,90 euro).

NON SANNO LEGGERE

La storia del delfino si racconta il pupazzetto con il dito. È in rima per allenare la memoria e le pagine sono indistruttibili (Il piccolo delfino, Abracadabra, 5,90 euro).

SONO CURIOSI

Tanti animali rischiano l’estinzione: qui scopri come salvarli e ti diverti a realizzare cuccioli con materiali di recupero (Calzarughe, bodyfanti e altri animali da salvare, di Silvia Bonanni, Terre di mezzo, 11,90 euro).

101

GETTY

NON DORMONO MAI


*Prezzo rivista esclusa. Opera composta da 43 uscite, ogni uscita € 3,99 prezzo rivista esclusa. Ripubblicazione di Piccole Storie dell’Alfabeto n.3/2015 L’editore si riserva la facoltà di variare il numero delle uscite periodiche complessive, nonché di modificare l’ordine, la sequenza e/o i prodotti allegati alle singole uscite, comunicando con adeguato anticipo i cambiamenti che saranno apportati al piano dell’opera.

PICCOLE STORIE per scoprire la let in modo facil 3a uscita

Non perdere le prossime uscite!

In edicola trovi ancora la primE 2 USCITE


DELL’ALFABETO

tura e la scrittura e e divertente

Torna la collana di libri divertenti e originali che guidano passo dopo passo i bambini a imparare a leggere e a scrivere, sviluppando lo spirito di osservazione: tante bellissime storie inedite, con simpatici protagonisti tutti nuovi, che conquistano i più piccini con le loro allegre avventure, illustrate in modo vivace. ogni uscita libro + scheda didattica

In ogni volume:

PREzzO BLOCCATO ogni libro

e3,99 *

• 30 pagine a colori • testi facili e divertenti • simpatiche illustrazioni • una sezione finale ricca di giochi • schede didattiche per distinguere lettere e numeri ed esercitarsi nella scrittura

Splendidi volumi cartonati a colori

PER SAPERNE DI PIÙ: www.mondadoriperte.it

DalL’11 GENNAIO OGNI MERCOLEDI in edicola solo con


CASA

POSSO AIUTARTI?

Il menu della remise en forme

Dopo gli stravizi ci vuole la dieta. Senza punirsi, perché è certo: solo con ricette golose e detox si perde peso senza far fatica

di Stefania Carlevaro — @stefaiacarleva foto di Stylaz

Light e buono Preparare un sugo leggero si può. Parola di chef: lo racconta Christian Duca nel libro Le ricette del benessere (villaparadiso.com) Basta cuocere 1 cipolla affettata con 100 g di brodo vegetale e 1 foglia di alloro. Quando il brodo evapora unisci 500 g di pomodori pelati, un pizzico di sale e fai andare 20 minuti. Solo al momento di condire rifinisci con 1 cucchiaio di olio e del basilico. E per un condimento gustoso a zero calorie un’altra ricetta firmata. Mescola in un barattolo il succo di 3 arance, di 1 pomplemo e di 1 limone, unisci 1 cucchiaio di senape antica in grani, erbe aromatiche a piacere e scuoti bene.

104

Lo chef della salute

210

Zuppa di pesce

calorie

Ingredienti per 4 persone 170 g di salmone, 100 g di capesante, 80 g di calamari, 70 g di seppie, 5 gamberi medi, 100 g di coda di rospo, 100 g di pomodori a cubetti, 75 g di salsa di pomodoro, 1 foglia di alloro, 600 g di brodo vegetale, 1/2 cipolla, 1 gambo di sedano, 1/2 carota, 1 scalogno, 2 falde di finocchio, 2 falde di peperone, 1 pezzetto di porro, aneto, peperoncino, maizena, prezzemolo, sale, pepe

Prepara il soffritto appassendo in un filo di brodo cipolla, porro, scalogno, sedano, carota, finocchio, peperone a pezzetti. Quando saranno appassiti aggiungi l’alloro, le lische della coda di rospo e i gusci dei gamberi. Cuoci qualche minuto e copri con il brodo. Dopo 20 minuti aggiungi la salsa di pomodoro e filtra. Riducila a fuoco moderato e lega con 1 cucchiaino di maizena diluita in acqua. Sala, pepa e unisci del peperoncino. Cuoci il pesce tagliato a pezzi nella salsa. Servi con cubetti di pomodoro, prezzemolo tritato e aneto. Accompagna con due fettine di pane tostato, spennellate di olio e origano.

Christian Duca è da 15 anni lo chef di Villa Paradiso, Clinical beauty a Gardone Riviera (Bs) sul lago di Garda. La sua è una cucina salutistica che coniuga il piacere di una gastronomia raffinata con un’alimentazione disintossicante e ipocalorica. In una sperimentazione continua, crea menu sani e gustosi basati su cibi e ingredienti che aiutano a depurare e fortificare l’organismo. Il segreto? Cotture rapide, con pochi grassi, sale iposodico, spezie e aromi. Senza però demonizzare nessun ingrediente, neppure il burro (basta usarlo con parsimonia). O il fritto: se è ben fatto, con ingredienti tuffati freddi in olio di semi di girasole a 170° e subito scolati, è più dietetico di tante altre preparazioni.

WWW.DONNAMODERNA.COM


Coda di rospo in crosta di pane nero 250

Gamberi rossi di Sicilia 120

calorie

Bavarese ai lamponi freschi 140

calorie

calorie

Ingredienti per 4 persone 1 kg di coda di rospo, 250 g di farina di kamut, albumi d’uovo, lievito naturale, 2 bustine di nero di seppia, salsa di pomodoro, zucchero, pepe, sale

Ingredienti per 4 persone 20 gamberi rossi di Sicilia, 4 pomodori confit, 1/2 cetriolo, 1/2 peperone 1 rotolo di pasta kataifi (in alternativa pasta fillo), salsa Worcester, olio, extravergine di oliva, pepe, sale

Ingredienti per 4 persone 350 g di lamponi, 75 g di latte, 75 g di yogurt magro, 100 g di yogurt ai frutti di bosco, 4 g di colla di pesce, 20 g di fruttosio, 1 albume d’uovo, cannella in polvere, 4 fette sottili di ananas

Prepara la farina di pane nero i giorni precedenti: la potrai usare quando ti serve. Impastala con un pizzico di sale, sciogli il lievito in acqua tiepida a 37°, e aggiungi un pizzico di zucchero. Uniscilo all’impasto con il nero di seppia. Fai lievitare 1 ora, poi inforna in una tortiera per 40 minuti a 190°. Quando è cotto, taglialo a fette e rimettilo in forno a seccare. Frullalo per ottenere la farina. Taglia la coda di rospo a pezzi da 80 g l’uno. Impanali con la farina di kamut, l’albume e la farina di pane. Inforna 15 minuti a 190°. Scalda la salsa di pomodoro e versala nel piatto con la coda di rospo.

Pulisci i gamberi, leva le teste e sgusciali. Mettili in frigo. Per il gazpacho sbuccia il peperone con un pelapatate, leva i semi, taglia tutte le verdure a cubetti minuscoli, condiscili con il pepe, il sale, l’olio e la salsa Worcester e mescola bene. Togli i gamberi dal frigo e, uno alla volta, avvolgili nella pasta kataifi (pasta surgelata filiforme, senza grassi. La trovi anche al supermercato), inforna 200° per 3 minuti. Metti il gazpacho in un piatto fondo e appoggia sopra i gamberi appena sfornati.

Frulla i lamponi e versali in una bacinella, aggiungi il latte, lo yogurt e la cannella. A parte ammorbidisci la colla di pesce in acqua fredda, scioglila a bagnomaria e mescolala con la polpa di frutta. Monta l’albume a neve con il fruttosio e incorpora dal basso verso l’alto. Versa la bavarese in 4 stampi e lasciala 4 ore in frigo. Servila con il biscottino d’ananas e lo yogurt ai frutti di bosco Per fare il biscottino d’ananas taglia l’ananas a carpaccio, adagia le fettine sulla carta forno e mettile in forno a 70 ° per circa 2 ore. Puoi fare vari tipi di bavarese: con la pesca, le fragole o il mango.

SAPEVI CHE? La dieta migliore e più equilibrata per dimagrire associa carboidrati e proteine. Queste ultime rallentano infatti il picco di insulina nel sangue, responsabile, tra

le altre cose, anche dell’aumento della fame. Nella tua alimentazione non dimenticare le 5 porzioni di frutta e verdura al giorno. e sceglile con cura. Le carote

sono ricche di betacarotene che viene però assimilato meglio dall’organismo se le cuoci e le condisci con un filo di olio. Anche il pomodoro, per

diventare un’ottima fonte di licopene (un potente antiossidante), va cotto e condito con una goccia di olio. Prepara i legumi in pentola pressione, ma

prima mettili a bagno con un po’ di limone che elimina i fitati (le sostanze che limitano l’assorbimento di alcuni nutrienti). E tra le proteine prediligi il pesce

anche più volte alla settimana. Limita invece a 3 le uova (in 7 giorni), non superare i 350 g di carne rossa e preferisci quelle bianche (pollo coniglio e tacchino).

105


POSSO AIUTARTI? . CASA

Il salame,

che bontà

Mortadella Bologna ORIGINE: EMILIA Salume di antica tradizione, si prepara con carne di suino tritata fine, mescolata con lardo e aromatizzata con spezie. Insaccata e cotta, è marchiata Igp. GUSTALA COSÌ A fette, accompagnata dalla focaccia calda, oppure nel ripieno di ravioli e paste fresche.

A striscioline nelle insalate, scottati nell’aceto, serviti con la polenta o il pane di castagne. Gli insaccati più buoni d’Italia si gustano in tanti modi. Tutti da assaggiare

di Marilena Bergamaschi — foto di Franco Pizzochero

CONSERVALI COSÌ

Salame d’asino ORIGINE: PIEMONTE, LOMBARDIA E VENETO

La guida per scegliere i migliori Vuoi sapere tutto, ma proprio tutto, suoi salumi? Ecco una guida completa (Grandi Salumi, Gambero Rosso Editore, 11.90 euro) che analizza circa 600 prodotti di 253 aziende: golosità di nicchia, eccellenze del territorio e dell’industria italiana. Si punta sugli insaccati senza additivi, prodotti bio e di filiera, con il miglior rapporto qualità-prezzo.

106

Insaccato di carne magra d’asino e pancetta suina, conciato con sale, pepe fine e in grani, noce moscata, aglio e vino rosso. È morbido, equilibrato e piacevole. GUSTALO COSÌ A fette, con focaccia calda o nel ripieno di ravioli e paste fresche.

Salame cotto ORIGINE: PIEMONTE, LIGURIA, LAZIO Preparato con parti magre di maiale macinate a cui si aggiungono lardo e pancetta. Viene poi salato e aromatizzato con spezie diverse che cambiano secondo le ricette. GUSTALO COSÌ Per farcire panini, oppure servilo con patate lessate a dadini nella frittata.

I salumi affettati durano un paio di giorni, disposti a strati, tra film alimentari e chiusi in un sacchetto. Per conservarli più a lungo usa il sottovuoto, che mantiene le caratteristiche del prodotto appena tagliato e lo fa durare per settimane. La zona centrale del frigorifero (4-5 °C) è ideale per conservarli, in contenitori separati, in modo da evitare il contatto con gli altri prodotti.

— CUOCILI COSÌ

Quasi tutti i salumi da cuocere hanno bisogno di un ammollo di alcune ore in acqua fredda per eliminare l’eccesso di sale.

Pitina ORIGINE: FRIULI Prodotto raro, a metà tra un salume e una polpetta, è preparato con carni ovine e caprine, lardo, aglio ed erbe alpine. Spolverizzato con farina di mais e affumicato. GUSTALA COSÌ Al naturale, cotta alla brace, oppure scottata nell’aceto e servita con la polenta.

Soppressa molisana ORIGINE: MOLISE È fatta con carne suina tritata finemente a coltello a cui si aggiunge poco lardo, sale e pepe in grani. Dopo una leggera affumicatura deve stagionare per circa cinque mesi. GUSTALA COSÌ A fette con il pane tipico o accompagnata da verdure di stagione crude o cotte.

WWW.DONNAMODERNA.COM


Coppa di testa

Coppa

Soppressa veneta

ORIGINE:CENTRO E SUD ITALIA

ORIGINE: TUTTA ITALIA

ORIGINE: VENETO

È un salume cotto non stagionato, ricavato dalle carni della testa del suino, con aggiunta di altre frattaglie e cotenne, salate e pepate, e insaccato nello stomaco di bovino. GUSTALO COSÌ Affettata a mano, con tigelle e crescentine oppure insieme alla polenta.

Chiamata anche capocollo o lonza è presente nella maggior parte del territorio italiano con diverse ricette. Si ricava dalla parte superiore del collo del maiale e una porzione di spalla. GUSTALA COSÌ È ottima per farcire la michetta milanese o, d’estate, con fichi e melone.

Di antica tradizione, ha pasta morbida e gusto caratteristico. Si produce in diverse tipologie e ricette, Per la vicentina e la trevigiana si usano le parti più nobili del maiale. GUSTALA COSÌ Negli antipasti misti, nei panini, per i ripieni di torte salate e con la polenta.

Biroldo

Pancetta

Mortadella di Campotosto

ORIGINE: GARFAGNANA (TOSCANA)

ORIGINE: TUTTA ITALIA

ORIGINE: ABRUZZO

È una specie di sanguinaccio preparato con la carne di testa del maiale a cui si aggiungono sangue, spezie ed erbe, in particolare finocchietto. Si mangia dopo una lunga bollitura. GUSTALO COSÌ Cotto, a striscioline con pane di castagne o di patate.

Si ricava dalla pancia del suino che viene squadrata e rifilata, poi salata e conciata con aromi e spezie, secondo le ricette del territorio, e infine arrotolata e fatta stagionare. GUSTALO COSÌ Provala per fasciare arrosti, nei soffritti, nei sughi e nel ragù.

È composta da carne di suino macinata a grana fine, che presenta all’interno, per tutta la lunghezza, una barretta di lardo bianca. GUSTALA COSÌ È un salume dal sapore robusto e fortemente aromatico, ideale con il pane.

Testa in cassetta

‘Nduja

Salsiccia di Gioi

ORIGINE: LIGURIA, PIEMONTE E TOSCANA

ORIGINE: CALABRIA

ORIGINE: CILENTO (CAMPANIA)

Ha l’aspetto di un salame morbido e spalmabile ed è preparata con carne di maiale tritata, una parte di grasso e abbondante peperoncino rosso che la rende piccantissima. GUSTALA COSÌ Spalmata sul pane, nei sughi per la pasta e con legumi come ceci, fave, fagioli.

Prodotto di tradizione molto antica, si prepara con polpa di spalla, finocchietto selvatico e peperoncino dolce o piccante. Insaccata in budello naturale, è stagionata per almeno un mese. GUSTALA COSÌ Con friselle e vino rosso, o a pezzetti in insalata con indivia, sedano e noci.

Fatta con le frattaglie (testa, lingua, muscolo, cuore), tagliate grossolanamente e cotte a lungo in acqua salata, è conciata con spezie e insaccata in budello di manzo. GUSTALA COSÌ Cotta a fettine con sottaceti e sottoli. O dadini nelle insalate.

107


POSSO AIUTARTI? . CASA

panettone Zuccottini farciti

Ingredienti per 4 persone Taglia 300 g di panettone a fettine sottili di 1 cm e disponile in modo da rivestire 4 stampini individuali da zuccotto, foderati di pellicola alimentare. Lascia ammorbidire a temperatura ambiente per qualche minuto 400 g di gelato alla panna poi mescola al gelato 100 g di briciole di marron glace, riempi gli stampi preparati, ripiega la pellicola in modo da sigillarli e riponili in freezer per almeno 2 ore. Sformali e servili con la crema di marroni (marronita) riscaldata a bagnomaria.

Crostini con mousse al Roquefort

Budino con salsa di cachi

Ingredienti per 4 persone Taglia a dadini 200 g di panettone, bagnali in una ciotola con 1 bicchierino di rum, mescola e aspetta 10 minuti. Monta 2 tuorli con 80 g di zucchero, incorpora a filo 3 dl di latte caldo e fai addensare, a fiamma dolce 3 minuti (il composto deve “velare” il cucchiaio). Versa la crema tiepida sui dadini e gira. Imburra uno stampo da 1/2 l e versa il composto. Cuoci a 160° per 45-50 minuti. Lascia raffreddare prima di sformare e servi con una salsa preparata frullando 2 cachi sbucciati.

Ingredienti per 4 persone Frulla 300 g di Roquefort con 3 cucchiai di Porto bianco, monta 1 dl di panna e incorporala delicatamente alla crema di formaggio. Taglia 200 g di panettone a fettine molto sottili (5 mm), meglio se leggermente raffermo, e falle tostare sotto al grill del forno. Servi la mousse ben fredda, accompagnata dai crostini di panettone tiepidi e mostarda di frutta.

108

di Francesca Bagnaschi

Bruschette di scarola saltata

Ingredienti per 4 persone Taglia grossolanamente un cespo di scarola. Scalda in una padella 4 cucchiai d’olio con 4 filetti d’acciuga poi fai saltare la scarola 5 minuti e sala. Tosta nel forno 4 fette di panettone a 2 cm di spessore. Disponi sopra la scarola preparata e completa con qualche fettina di bûche de chèvre (200 g in tutto). Ripassa in forno un attimo fino a che il formaggio inizia a fondere e servi.

Millefoglie di crema all’arancia

Ingredienti per 4 persone In una ciotola monta 4 tuorli con 100 g di zucchero semolato e 40 g di maizena e fai scaldare in un pentolino 1/2 l di succo d’arancia. Quando è caldo, versalo a filo sul composto di uova e mescola, poi in un pentolino fai addensare sul fuoco per circa 3 minuti, continuando a girare. Togli dal fuoco e lascia raffreddare. Taglia 400 g di panettone a fettine sottili di 1 cm e tostale sotto al grill del forno. Componi la “millefoglie” alternando le fette di panettone con la crema e aggiungendo scorzette sottili d’arancia candita.

Insalata di songino, arance, chicchi di melagrana Ingredienti per 4 persone Pela al vivo 2 arance, sgrana una melagrana, lava e asciuga 200 g di soncino (valerianella). Taglia a cubetti 200 g di panettone e tostali in forno. Emulsiona in un vasetto 2 cucchiai di aceto balsamico con 8 cucchiai di olio extravergine d’oliva e un pizzico di sale. Riunisci gli ingredienti preparati e condisci con la vinaigrette.

WWW.DONNAMODERNA.COM

MONDADORI PORTFOLIO

6 ricette con il

Ti è rimasta qualche fetta? Utilizzala per preparare queste delizie dolci e salate


Una cascata di verde in soggiorno

Se lo spazio è tiranno, scegli le ricadenti. E per curarle rispondi alle domande che trovi qui di Nadia Tadioli @tadianadioli

4 piante facili e belle

V

uoi valorizzare un angolo anonimo o creare una parete verde senza spendere una fortuna? Prova con le ricadenti, sono insostituibili se ami le piante ma hai poco spazio. «Le trovi di specie diversissime, ma quello che le accomuna è la potatura, che va fatta con regolarità, così ottieni sempre nuovi getti ed eviti crescite disordinate e poco compatte» spiega la garden designer Gheo Clavarino, che offre anche un servizio di Pronto Soccorso Verde per chi ha problemi botanici e cerca buoni e rapidi consigli (gheoclavarino.it). «Come gran parte delle piante da appartamento, anche quelle che stanno nelle ciotole o appese al muro possono ammalarsi se non vengono curate bene. Il più delle volte soffrono perché hanno poca luce, oppure l’ambiente è secco o, ancora, vengono bagnate troppo. Per prevenire qualsiasi guaio serve solo un’attenta osservazione. Se qualcosa non va, le foglie cambiano aspetto, possono macchiarsi, ingiallire, diventare scure, impallidire o cadere. Tienile sott’occhio. C’è un rimedio a tutto. E fai di tanto in tanto questo test».

IB AGENCY

1. Sono maculate e hanno i bordi bruciati? La pianta è stata troppo esposta al sole. Mettila dove non prende luce diretta. 2. Ingialliscono e sono un po’ secche? Hanno sete. Immergi il

TRADESCANTIA ZEBRINA Ha particolari foglie bianche e verdi da un lato e rosse dall’altro (nella foto a sinistra). Se vuoi che mantenga al meglio i suoi colori mettila in un angolo luminoso e ben aerato. RHIPSALIS CAPILLIFORMIS Si chiama così perché ha lunghi viticci che ricadono scomposti come una verde massa di capelli. Sistemala in un angolo caldo e soleggiato.

vaso nell’acqua fino a quando non si formano più bolle d’aria. Poi lascialo scolare e vaporizza le foglie di tanto in tanto. 3. Cominciano a marcire e appena le tocchi si staccano? Hai esagerato con le innaffiature. Togli immediatamente l’acqua dal sottovaso e sospendi le irrigazioni fino a che il terreno non sarà ben asciutto. 4. Impallidiscono e il gambo si allunga a dismisura? Non c’è abbastanza luce. Cerca subito una nuova collocazione per la pian-

ta e ruotala periodicamente, così favorirai una crescita omogenea. 5. Hanno macchie color verdone e cadono? È una specie che patisce il freddo. Spostala in una zona più calda della casa, evitando però di metterla nelle vicinanze di un calorifero. 6. I margini e le punte sono scuri? L’ambiente è troppo secco. La situazione migliora se vaporizzi i rami e la terra due volte alla settimana con l’acqua che usi per il ferro da stiro.

CEROPEGIA WOODII Ti incanta per le foglie a forma di cuore e per i bei fiori rosati. Sta bene al sole e al riparo dalle correnti. COLUMNEA GLORIOSA Ha una fioritura abbondante e che dura da ottobre ad aprile. Sta bene in un ambiente umido e non le serve troppa luce.

109


POSSO AIUTARTI? . CASA

Bucato eco friendly Con queste piccole attenzioni i tuoi lavaggi, oltre che perfetti, saranno più efficaci ed economici di Simona Bruscagin @s_bruscagin

LAVA QUASI A FREDDO Ha un ciclo che rimuove le macchie a soli 20° e il trattamento antibatterico delle guarnizioni, riduce i batteri fino al 99,9% (RPD 1046 D X IT, Hotpoint, 699 euro).

V

ivere senza lavatrice oggi sarebbe impensabile, ma per sfruttarne tutti i vantaggi e non cambiarla dopo pochi anni, va usata in modo appropriato. Con piccole attenzioni si evitano inutili sprechi di energia, bollette salate e l’usura dell’elettrodomestico. La prima regola perchè non si rovini è la buona manutenzione e l’uso corretto dei detersivi. Per economizzare tempo ed energia, stendi il bucato con la tecnica giusta.

USALA COSÌ

-Se fai andare la lavatrice semivuota sprechi elettricità e acqua: se il bucato è poco, impostala sul mezzo carico. - Non riempirla troppo: rischi che la biancheria non si sciacqui bene e che resti del detersivo residuo nel cassetto. Quando la carichi lascia nel cestello lo spazio sufficiente a inserire una mano: se non ce la fai, togli qualcosa. - Per bilanciarla durante la centrifuga ed evitare che il cesto si rovini, diversifica il

110

WWW.DONNAMODERNA.COM


bucato, inserendo ad esempio asciugamani insieme a capi piccoli e poco porosi.

-Cerca di fare a meno dei lavaggi a temperatura altissima se non è strettamente necessario. La maggior parte dell’energia assorbita dalla lavatrice durante questo ciclo serve a riscaldare l’acqua: un programma a 60° ti fa risparmiare il 30% di elettricità rispetto a uno da 90°. -Evita il prelavaggio a meno che la biancheria sia davvero sporca. Con questa funzione consumi il doppio dell’acqua e aumenti di 1/3 quello dell’elettricità. C’è però un trucco. Puoi cominciare avviando un programma a freddo per 10 minuti, poi spegni la lavatrice per almeno 1 ora lasciando i panni in ammollo e quindi procedi con il solito lavaggio.

GLI ALLEATI DELLA PULIZIA

PROTEGGE E SANIFICA Lo usi tre volte all’anno e protegge cestello e tubi (Pulitore Lavatrice Igienizzante, Dr. Beckmann, 5,86 euro).

- Il quantitativo corretto dipende da elementi diversi: il numero degli

indumenti da lavare, il livello di sporco e la durezza dell’acqua (cioè quanto calcare è presente): se il valore è alto, serve più detersivo. Quelli liquidi hanno un tappo dosatore da usare come misurino. Per non sbagliare puoi mettere le tabs, le pastiglie compatte che si inseriscono nel cestello prima di caricare il bucato.

FAI LA MANUTENZIONE

- I nemici più pericolosi della lavatrice

sono il calcare e i residui di detersivo che tendono a intaccare le parti funzionali causandone, a lungo andare, la rottura. Per evitare che si formino incrostazioni, a ogni lavaggio aggiungi nella vaschetta insieme al detersivo, 1 cucchiaio di aceto bianco o di bicarbonato di sodio. Sono ottimi anticalcare e aiutano a disinfettare il bucato.

- Ogni 3-4 mesi esegui un ciclo igienizzante facendo andare la lavatrice a vuoto a 90°, oppure utilizzando un prodotto

- Pulisci sempre bene il cassetto.

I residui di detersivo o ammorbidente si stratificano, si solidificano e fanno funzionare male la lavatrice.

- Metti sempre l’ammorbidente nello scomparto giusto: se si mescola con il

SCEGLI IL DETERSIVO

- Non utilizzare mai il normale sapone o altri prodotti per il lavaggio a mano perchè provocano troppa schiuma. Usa solo detersivi specifici per lavabiancheria. - Metti le dosi giuste se ne usi troppo restano aloni e residui sui tessuti che possono provocare allergie.

specifico o ancora versando nella vaschetta due bicchieri di aceto bianco. - Lascia aperto l’oblò al termine del lavaggio: così eviti cattivi odori nel cestello, l’eccesso di umidità e quindi la muffa. Se si accumula dell’acqua tra guarnizione e parti in ferro, col tempo si può formare della ruggine che sporca i bucato. Il consiglio è di asciugare sempre la guarnizione con un panno. - Pulisci spesso e con cura il filtro. Le impurità e i depositi impediscono che l’acqua si scarichi bene e non consentono di avere buoni risultati di lavaggio.

COLORI SEMPRE VIVI Detersivo liquido che rende brillanti i colori (Perlana Rinnova 3d, Henkel, 4,69 euro).

detersivo forma dei residui che non si dissolvono e si accumulano nel cestello, peggiorando l’efficienza dell’apparecchio. - Dopo ogni lavaggio asciuga sempre con un panno la parte interna della guarnizione dell’oblò perché tra guarnizione e parti in ferro può ristagnare dell’acqua. Col tempo si forma cattivo odore e, in alcuni casi, la ruggine che sporca i panni.

STENDI BENE

CONTRO IL CALCARE Previene l’accumulo del calcare (NoCal Tabs 16+4, Chanteclair, 4,50 euro).

PRONTO ED EFFICACE È predosato e si mette nel cestello (Dash PODS 3in1, P&G, da 15 Pods 4,99 euro).

È la strategia per non stirare: se stendi bene in modo che non si formino pieghe eviti di accendere il ferro o almeno riduci i tempi di stiratura.

- Non mettere i vestiti a cavallo del filo

lascia i segni. Fai pendere le magliette con il collo verso il basso: il peso del tessuto bagnato stirerà al posto tuo. Lo stesso vale per i pantaloni: per evitare le pieghe stendili con l’orlo verso il basso. - Sistema i capi al rovescio così non resta il segno delle mollette. - Dividi gli indumenti da stirare: inizia con quelli che vanno passati a “freddo” tipo quelli sintetici. Mentre il ferro si scalda passa ai capi per i quali servono temperature più alte (come il cotone) e, dopo aver staccato l’apparecchio, termina con gli ultimi da stirare a bassa temperatura, per esempio la seta.

111


Le mete più belle Siena, Pisa, Matera, Verona e altre 5 città italiane sono nella top 100 delle più belle mete europee da visitare durante i weekend invernali. La ricerca è dei portali GoEuro e HomeToGo. I criteri di classificazione? Cibo, eventi, vita notturna, mezzi pubblici. In cima alla classifica delle mete prenotate dai turisti italiani, invece, ci sono Salisburgo, Valencia e Varsavia.

112

ITALIA

Parti dopo le feste e spendi meno Hai passato le vacanze di Natale a casa perché i prezzi erano alle stelle? Ora è il momento giusto. Devi solo scegliere una delle 10 offerte che abbiamo selezionato per te di Isabella Colombo

I

l periodo che segue l’Epifania è perfetto per viaggiare spendendo poco: gli hotel, finito il pienone delle feste, scontano anche le stanze più belle, e le tariffe aeree, dopo i rialzi di Capodanno, tornano a livelli appetibili. Se ti è avanzato qualche giorno di ferie, allora, leggi qui.

Sulle piste da sci Mai provato il ruisseling? È il

trekking sui ruscelli, con i ramponi, tra i rivoli ghiacciati: un altro modo di vivere la montagna in inverno. A Cogne, alle porte del Gran Paradiso, lo puoi fare con le guide alpine. Qui scii su 80 chilometri di piste e scali le cascate ghiacciate di Lillaz (dal 9 al 29 gennaio, il pacchetto Prima Neve ti dà 3 notti, ingresso alla spa e convenzioni per le attività sportive a 148 euro, cogneturismo.it). Sulle Dolomiti la meta conveniente è il corno del Renon, a pochi minuti da Bolzano. Perfetto se hai bambini al seguito: l’altitudine non è elevata e ci sono i percorsi per i passeggini. Se sei qui il 28 gennaio o il 18 febbraio puoi partecipare al Pistnkuchl, la rassegna gastronomica all’aperto (7 notti costano da 231 euro, ritten.com).

Tra arredi di lusso Un vecchio borgo, casolari sparsi tra ettari di verde e le più belle città d’arte a pochi minuti. Il resort Borgobrufa di Torgiano,

WWW.DONNAMODERNA.COM

OLYCOM (2)

VIAGGI

POSSO AIUTARTI?


CARAIBI

nella campagna umbra, è il punto di partenza ideale per una vacanza di relax e cultura: a Perugia fino al 22 gennaio c’è una mostra con opere di Perugino e Pinturicchio e i concerti e gli spettacoli del teatro Morlacchi (turismo.comune.perugia. it). Con il pacchetto Notti d’inverno dormi in una stanza di lusso da 169 euro a notte (la suite costa 254 euro), hai l’ingresso alla spa e un massaggio total body (borgobrufa.it). Più a sud, nel Salento, ti aspetta la Masseria La Scalella di Manduria, un’antica fortezza che ha mantenuto parte degli arredi e delle strutture dell’epoca (3 notti costano 225 euro, masseriasalento.com). Se programmi una vacanza dal 16 al 18 gennaio, lì vicino, a Novoli, c’è Fòcara 2017, un festival che ruota attorno al tradizionale falò acceso ogni anno in onore di Sant’Antonio Abate. Con mostre e spettacoli di autori come Vinicio Capossela ed Elio Germano.

In una capitale europea Volare a Berlino dopo

l’Epifania costa da 9,99 euro (con ryanair.com da Milano, Bologna, Bari) e oltre al tour della città (su visitberlin.de trovi gli eventi invernali) puoi vedere The One Grand Show al teatro FriedrichstadtPalast. È uno spettacolo fatto di luci ed effetti speciali con 500 costumi di Jean Paul Gautier e 100 artisti (da 19,80 euro, palast.berlin).

Più a est, con la stessa compagnia e un volo su Cracovia da 19,99 euro, puoi visitare le città polacche meno conosciute, come Katowice. La capitale della Slesia è ricca di parchi, giardini e chiese maestose: ti piacerà Nikiszowiec, il vecchio quartiere dei minatori tutto in mattoni rossi (polonia.travel).

Sotto il sole delle isole Santa Lucia è un paradi-

so tropicale dove file di palme e cime maestose fanno da cornice a spiagge incontaminate, paesaggi vulcanici e foreste pluviali. Qui puoi goderti il mare e la natura rigogliosa in uno dei resort più spettacolari dell’isola, il Sandals Halcyon Beach, con i suoi piccoli cottage color pastello immersi nel verde. La formula Luxury Included comprende gastronomia gourmand, drink a tutte le ore e sport acquatici e di terra (da gennaio a marzo 7 notti da 1.728 euro, sandalsresorts.it). Se cerchi la stessa atmosfera a poche ore di volo punta alle Canarie: a Tenerife fai vita di mare e puoi scoprire luoghi affascinanti, come il parco nazionale del Teide, la riserva naturale più grande di Spagna, e San Cristóbal de la Laguna, la città conosciuta come la “Firenze delle Canarie” (al Costa Adeje Gran Hotel soggiorni per 7 notti in mezza pensione e con volo incluso da 1.892 euro per 2 persone, edenviaggi.it).

relax alle terme SUL LAGO DI COSTANZA

L’11, il 13 e il 14 gennaio tra piscine e saune va in scena Romeo e Giulietta in costume da bagno (2 notti all’hotel K99 da 113 euro, bodensee.eu).

IN SARDEGNA

A Fordongianus (Or) le terme sono del primo secolo. Se prenoti al Grand Hotel Terme spendi da 135 a notte con pensione completa (termesardegna.it).

113


Check in per

VALENCIA

Tre souvenir da comprare

UN VENTAGLIO È l’accessorio tipico di Valencia. Da Abanicos Vibenca li compri dipinti a mano (plaça de Lope de Vega 5).

L’HORCHATA

A un paio d’ore di volo dall’Italia, la città spagnola è la meta ideale per chi ama la storia dell’arte e le opere mozzafiato dell’archistar Calatrava di Simone Pazzano @viagging

TI INNAMORERAI... del gioco di contrasti che caratterizza la città. Qui l’antica Borsa della Seta si specchia nei vetri del mercato centrale modernista e il popolare quartiere dei pescatori convive con il nuovo lungomare amato dal jet set. Ovunque ammiri i tesori architettonici del passato gotico, romanico e moresco, come la Cattedrale che dedica ogni facciata a uno stile diverso, in una sorta di stravagante par condicio dell’arte. Del resto questa è la patria dell’archistar Santiago Calatrava che ha messo la sua firma su un’opera colossale, la Città della Scienza (per visitarla tutta un giorno non basta). Se invece vuoi fare una rilassante passeggiata all’aperto, segui il letto del fiume Turia, oggi è un parco lungo 9 chilometri. L’ESPERIENZA INDIMENTICABILE

Il Miguelete (Carrer del Micalet 7) è il monumento più alto da cui hai una vista unica. Vale i suoi 207 scalini! IL LUSSO DA CONCEDERTI

Prenota una serata al Cafè del Duende (carrer del Túria 62) per goderti uno spettacolo fuori dalle rotte dei turisti e messo in scena dai ballerini più bravi del Paese.

114

QUI PRENOTI LA TUA VACANZA — QUANDO ANDARE

DOV’È

Miguelete Mercato centrale Borsa della Seta Città della Scienza

Fiume Turia

TAPAS E TIRAMISÙ Se per cena cerchi un ristorante speciale fermati da Tinto Fino Ultramarino, un locale che serve ottimi piatti spagnoli e inaspettati dolci italiani (tintofino ultramarino.com). Per le tapas a pranzo, invece, la Bodeguilla del Gato (calle de Catalans 10) è l’indirizzo giusto.

Per la festa de Las Fallas, dall’1 al 19 marzo, le strade sono animate da musica, fuochi d’artificio e feste. I quartieri si sfidano nella realizzazione di colorate statue allegoriche che nella notte finale sono bruciate in un grande falò.

Prova la bevanda a base di chufa (un tubero) al mercato (plaça de la Ciutat de Bruges).

UN PORTAGIOIE

Questa è la città della ceramica, impossibile non acquistarla. Da Artesanìa Yuste (plaça del Miracle del Mocadoret 5).

— IL VOLO

Su volagratis.com trovi a/r da Milano a 41 euro. Con Lufthansa spendi 167 euro (lufthansa.com).

— L’ALBERGO

Una doppia in un 3 stelle parte da 68 euro, in un 5 stelle da 189 euro. Nei Vincci hotel spendi da 80 euro (vinc cihoteles.com).

metti in valigia Anche a gennaio porta una giacca leggera: il clima è mite e il piumino rischia di rimanere in albergo. Se ami l’arte di Calatrava leggi il suo Architetture della luce (Qiqajon).

WWW.DONNAMODERNA.COM

DISEGNI DI ANNA SUTOR E DANILO AGUTOLI

POSSO AIUTARTI? . VIAGGI


INDIRIZZI

Vuoi sapere dove trovare i capi, gli accessori e gli oggetti presentati in questo numero di Donna Moderna? Consulta gli indirizzi pubblicati qui sotto: ti daranno i recapiti dei negozi più vicini a casa tua.

10 Buonipropositi by Anna Biblò, tel. 0258308041 www.10buonipropositi.com. Alesya by Scarpe & Scarpe, tel. 800543212 www.scarpescarpe.com. Annie P, tel. 0804800415 www.anniep.it. Avril, www.avril8790.it. Ballin, tel. 0415137211 www.ballin-shoes.it. Bijou Brigitte, tel. 026328841 www.bijou-brigitte.com. Boccadamo, tel. 0775290525 www.boccadamo.com. Breil, tel. 800930970 www.breil.com www.bindagroup.com. Cafè Noir, www.cafenoir.it. Camomilla Italia, tel. 800018407 www.camomillaitalia.it. Capri Watch, tel. 0818377148 www.capricapri.com. Compagnia Italiana, tel. 068805500 www.compagniaitaliana.it. Darling, tel. 05163244 www.darlingclothes.com. Deichmann, www. deichmann-calzature.it.

Freddy, tel. 018559101 www.freddy.it. Gattinoni, tel. 064881581 0642820300 www.gattinoni.com. Giulia Barela Jewellery, www.giuliabarela.com. Guess, tel. 0229534144 www.guess.it. H&M, tel. 0645554111 www.hm.com. Hanny Deep, tel. 0815108778 www.hannydeep.com. Hawkersco, www.hawkersco.com. Hotpoint, tel. 07326611 www.hotpoint.it. I Blues, tel. 0522927411 www.marella.it. Intropia, www.cocoitalia.it. Ippocampo Jewels, tel. 0119787181 www.ippocampogioielli.eu. Jeckerson, tel. 0289092166 www.jeckerson.com. Kiabi, www.kiabi.it. L’Arabesque, tel. 0277331364 www.larabesque.com. Le Pandorine, tel. 0236555350 www.lepandorine.it. Le Silla, tel. 0276016108 www.lesilla.com. Loredana Roccasalva, tel. 0932453418 www.loredanaroccasalva.it. Marella, tel. 0522927411 www.marella.it. Mes Demoiselles Paris, www.mesdemoisellesparis. com. Michael Kors, tel. 02796091 www.michaelkors.com. Molly Bracken, www.mollybracken.com. Morellato, www.morellato.com.

Nara Camicie, tel. 02314107 www.nara-camicie.it. Nero Giardini, www.nerogiardini.it. Oltre, tel. 0173299111 800016608 www.oltre.com. Ornella Bijoux, tel. 028052742 www.ornellabijoux.it. Oroblù, tel. 03768101 www.cspinternational.it. Ovs, tel. 0412398000 www.ovs.it. P.A.R.O.S.H., tel. 0229003559 www.parosh.it. Pandora, tel. 022333420 www.pandora.net. Piazza Italia, tel. 0813123111 www.piazzaitalia.it. Pittarello, www.pittarello.com. Ragno, tel. 0163853611 www.ragno.eu. René Caovilla, tel. 0276406404 www.renecaovilla.com. Replay, tel. 04239251 www.replay.it. Rodo, tel. 0259900161 www.rodo.it. Salvini, tel. 800868686 www.salvini.com. Sodini Bijoux, tel. 0583927839 www.sodinibijoux.com. Stonefly, tel. 04235231 www.stonefly.it. Swarovski, www.swarovski.com. Trollbeads, tel. 0695225600 www.trollbeads.com. United Colors of Benetton, tel. 0422519111 http://it.benetton.com. Zara, tel. 028180081 www.zara.com.

115


ASTROCOACH

ASTROCOACH

GEMELLI

di Gioia Gottini astrologa e life coach @Gioiacoach

CANCRO

vuoi saperne di più?

scrivi a astrocoach @mondadori.it

DAL 4 AL 10 GENNAIO

ARIETE

21/3 — 20/4 Chi sono le cinque persone che ti hanno cambiato (in meglio) la vita e perché? Rifletti su come puoi applicare al meglio i loro insegnamenti, in ogni settore della vita. Urano dissonante al Sole ti porta a farti tante domande e a non riuscire a scegliere. Se puoi, rimanda alla fine mese, e goditi le ultime feste. Fai beneficenza o volontariato.

TORO

21/4 — 21/5 È il momento in cui azzerare i pareri altrui, e decidere di testa tua. Sì, perché Venere e Mercurio ti rendono intuitiva e capace di fare scelte giuste per te (ma non sempre per gli altri). Sul lavoro è il momento di giocarti le tue carte migliori. In amore non tirarti indietro. Ritagliati cinque minuti tutti per te per fare una maschera purificante.

116

22/5 — 21/6 La tua parola dell’anno è amore. Impegnativa? Forse, ma con Venere e Mercurio alleati ti riesce bene solo quello in cui metti il cuore. Anche la sicurezza è importante, sia nel privato che sul lavoro (di chi ti fidi davvero?). Il consiglio per te è di analizzare le cose e ad andare in profondità: non accontentarti. Detox: bevi succhi verdi.

22/6 — 22/7 Pronta per goderti la fine delle festività? Ami il calore degli affetti, un po’ meno le tante cose da fare. Riduci la pressione e l’ansia ricordandoti che non devi risolvere tutto e che la perfezione non esiste. Sul lavoro sei pronta a realizzare un progetto ambizioso. Con Luna e Urano congiunti attenta alle storte. Coltiva l’hoppy della fotografia.

LEONE

23/7 — 22/8 L’unico modo per sostenere la tua (a volte) ingombrante famiglia è sviluppare un senso dell’ironia luminoso. Con Sole e Plutone congiunti metti al primo posto la tua salute, fisica e mentale, e non stancarti troppo. Sul lavoro e nella vita sei pronta per un salto di qualità. In amore cerca di capire le ragioni del partner. Stile: scaldati con un poncho.

VERGINE

23/8 — 22/9 Ricorda: cambiare opinione non è segno di debolezza, ma di intelligenza, quindi conceditelo senza problemi. Con Mercurio diretto il successo coincide con il muoverti, senza fretta, nella giusta direzione: ora sai qual è. Niente ti fa stare bene come il contatto con la natura: fai una passeggiata nel verde o nel bosco. Viaggi emozionanti in programma.

BILANCIA

23/9 — 22/10 L’amore, ovviamente, è in cima ai tuoi pensieri in questo inizio anno: vince tutto, anche le tue resistenze. Con Giove e Saturno alleati sul lavoro puoi fare nuove e utili conoscenze, soprattutto tra i segni di Terra, concreti e pratici. Ricordati di ringraziare chi nel 2016 ti è stato vicino, trova tu un modo originale. Rilassati sfogliando una rivista.

SCORPIONE

23/10 — 21/11 Essere gentili non è conformismo: è una dote che puoi coltivare mettendoti davvero in ascolto degli altri, facendo domande e creando conversazioni significative. Con Sole e Plutone congiunti la tua ambizione è al massimo: coltivala con molta disciplina, e con il giusto grado di concretezza. Salute: cerca di andare a letto prima, ti farà un gran bene.

SAGITTARIO

22/11 — 21/12 L’anno è appena partito e tu sei già impaziente: vorresti risultati rapidi, ma in questo momento la cosa migliore da fare è goderti l’attesa. Sul lavoro Mercurio diretto sblocca una conversazione promettente: per ottenere il massimo risultato lavora sul tuo personal branding e sul tuo valore aggiunto. Credi nell’amore, e parti da quello per te stessa.

CAPRICORNO

22/12 — 20/1 I cambiamenti che desideri partono dal quotidiano, da piccole cose: imposta la tua nuova routine del 2017. Sole e Plutone congiunti aumentano il tuo carisma: i colloqui professionali che sostieni questo mese vanno molto bene. I sentimenti sono meno lineari: da un grande dolore può derivare una grande gioia. Fai scelte salutari e sane anche a tavola.

ACQUARIO

21/1 — 19/2 Sei pronta a berti il 2017 come fosse un bicchiere d’acqua fresca: avevi davvero bisogno di un rinnovamento. Con Sole e Urano dissonanti però cura i dettagli, e metti subito in chiaro la direzione professionale che vuoi prendere, senza ripensamenti. Il destino bussa alla tua porta: fortuna in amore. Dopo le feste, metti le sneakers e vai a correre.

PESCI

20/2 — 20/3 Non sottovalutare il tuo potere: sei molto più capace e motivata di quello che pensi. E con Venere e Mercurio alleati, puoi ottenere tutto quello che vuoi con gli appoggi giusti. In amore la verità apre una porta: quella della fiducia reciproca. Sul versante economico riduci o azzera tutti i debiti contratti nel 2016, e tieni d’occhio le finanze.

WWW.DONNAMODERNA.COM


LEI MI CHIEDE DI ANDARE A VIVERE INSIEME. MA LONTANO DAI MIEI GENITORI

di Chiara Gamberale

Carissima Chiara, sto con P. da 2 anni, ma siamo grandi abbastanza per poter mettere su casa insieme e, chissà, formare una famiglia. Io non le chiedo altro, in realtà, fin dai primi mesi. Lei dice di desiderarlo ma vuole, nell’ordine: vivere nel suo quartiere, vicino al suo lavoro e, soprattutto, lontano dai miei genitori; farmi lasciare la casa in cui adesso vivo in affitto per riprendere possesso di quella che ho acquistato anni fa e che, da un po’ di tempo, ho “prestato” ai miei genitori; costringere dunque i miei genitori ad andare a vivere altrove in affitto per poi vendere la mia casa e acquistarne un’altra nel quartiere da lei scelto, allontanandomi così dalla mia famiglia. Ora chiedo a te, che non corri il rischio di avere gli occhi accecati dall’amore: è troppo? Secondo te, le richieste che P. mi fa sono tutte lecite? Oppure dovrei porre qualche paletto, almeno per non rischiare di far soffrire i miei genitori? Gen Carissimo Gen, le richieste che ci fa l’amore per loro stessa natura non sono lecite, perché ci chiamano a cambiare, ad abbandonare i nostri schemi per inventarci un nuovo modo di dire “io”, dicendo “noi”. Ma P. è disposta anche ad accogliere le tue, di richieste? E tu, preso come sei da quello che lei desidera, riesci ancora a sapere che cos’è che davvero desideri? Il primo vero passo, per affrontare una convivenza, è quello di non perdere di vista i nostri confini, perché solo così possiamo modificarli grazie all’altro: sennò saremo costretti a subirlo, destinati a continuare ad amarlo. Insomma, parlate. Parlate e parlate. Spiegale quali sono le tue resistenze e fatti spiegare i motivi delle sue insistenze. A metà strada c’è il vero posto che potrete definire casa vostra.

disegno di Elisa Macellari

POSTA DEL CUORE... E DELLA TESTA E DELLA PANCIA

parlane con chiara scrivi a lapostadelcuore @mondadori.it

IO, VEDOVO, NON SO STARE SOLO Chiara, mia moglie è morta un anno fa, lasciandomi con un maschio di 13 anni e una femmina di 11. Per seguirli ho chiesto di lavorare da casa e ho assunto una donna di servizio moldava, con cui ho avuto una relazione di 5 mesi, 3 mesi dopo essere rimasto vedovo. La piccola me l’ha fatta pagare in vari modi, ma io, che sento nostalgia di mia moglie, non sono in grado di vivere senza una donna. Che fare? Marco Marco caro, non ti giudicare. Hai subìto un lutto enorme e non puoi nemmeno abbandonarti alla tua pena, perché hai quella dei tuoi figli di cui preoccuparti. Dopo un trauma ognuno di noi fa, dice e pensa cose a volte insensate: è il percorso di ogni elaborazione. Nella tua c’è il desiderio legittimo di un po’ di calore umano, forse gestito con poca prudenza: se tu per primo non ti vergognerai della tua fragilità, saprai comunicare ai tuoi figli che l’uomo smarrito che sei non toglie niente al padre straordinario che saprai continuare a essere.

117


ULTIMA PAGINA

Secondo Lucrezia SILVIA ZICHE www.silviaziche.com

LatoG

L’ABITO (NON) FA IL VIGILE

di Geppi Cucciari

VIZIONARIO

PAROLE DA PENSARCI BENE PRIMA DELL’USO di Giuseppe Culicchia scrittore

odiocrazia sostantivo femminile singolare

— Caratterizza i “social”. Il che la dice piuttosto lunga sul nostro modo di essere social.

Giro di vite al fascino delle vigilesse a Venezia. Un’ordinanza comunale stabilisce regole ferree sull’aspetto degli agenti di Polizia municipale. Per i maschi sono imposti capelli corti e aboliti gli orecchini, mentre per le donne sono vietati piercing, smalto colorato ed eccessi di trucco. Ben 76 pagine regolamentano dettagli più o meno fondanti del look: per esempio orecchini sì, ma senza pendenti perché in caso di colluttazione potrebbero creare danni ai lobi. Capelli lunghi sì, ma solo se raccolti in uno chignon perché in caso di rissa potrebbero essere usati per fermare l’agente. Chiome tinte solo di colori naturali: quindi no a bagni di colore da Fata Turchina di Pinocchio. Tatuaggi? Solo nascosti. Fioccano puntualizzazioni sulla biancheria: le donne devono indossarla, compreso il reggiseno. Vedremo come reagirà il corpo di Polizia lagunare. Noi donne siamo tutte diverse ed, escludendo le questioni di sicurezza, faccio il tifo perché ognuna possa avere il suo stile. scrivi a dilatua@mondadori.it

118

WWW.DONNAMODERNA.COM



Donna moderna n 3 4 gennaio 2017 mar